Sei sulla pagina 1di 55

-4 ie lin i

88 sc p ch

-2 tifi 4
8- io ci ec
72 n e

8- o
S p e c i a l e
Classe 4
75 c
97 iar dis N. S
4
3
BN iz e -
IS rc ial oni
e c l
Es pe . Car
S A

Alessandra Carloni

Nicoletta Secchi

ESERCIZIARIO
­ RATUITO, fuori commercio (vendita e altri atti di disposizione vietati: art. 17, c. 2 L. 633/1941).
Esente da I.V.A. (D.P.R. 26-10-1972, n° 633, art. 2 lett. d). Esente da bolla di accompagnamento (D.P.R. 6-10-1978, n° 627, art.4. n° 6).
Questo volume, sprovvisto del talloncino a fronte (o opportunamente punzonato o ­altrimenti contrassegnato), è da considerarsi

• Storia • Scienze Eserciziario: antropologico e scientifico Compiti di realtà • Lapbook • Mappe • Testi semplificati
• Geografia • Tecnologia • Pagine operative, di approfondimento e di verifica
• Matematica • Lapbook, compiti di realtà, testi semplificati, mappe
che
d i s p o n ibile an
È ne unita
la versio

Speciale Discipline
Classe 5
copia di SAGGIO-CAMPIONE G

Scientifico


Scienze

Eserciziario scientifico
• Storia • Scienze Eserciziario: antropologico e scientifico
• Geografia • Tecnologia • Pagine operative, di approfondimento e di verifica
• Matematica • Lapbook, compiti di realtà, testi semplificati, mappe

SE
PER L’INSEGNANTE E LA CLAS
Io imparo facile
• Guida al testo con guida alle competenze, programmazione,
suggerimenti per il coding, schede operative, verifiche per livelli. A richiesta i volumi con i
• Guida Insegnare.lim 4a - Matematica e Scienze
• Poster disciplinari
percorsi semplificati di 4a e 5a
per alunni con BES e DSA,
Tecnologia
• Materiale didattico anche in versione audio
scaricabile on-line
IN DOTAZIONE CON LA GUIDA:
il M.I.O. BOOK docente con la guida al testo, i percorsi
multidisciplinari per la LIM spiegati passo passo, esercizi interattivi,
I volumi o
video e schede in PDF ltre alla
versione
digitale
il M.I.O. BOOK studente M.I.O. BO
sono con OK,
I DVD si possono installare senza connessione a Internet sultabili
on-line
CD audio in formato MP3 con la versione audio di tutto il libro archiviab e
ili su USB
letto da speaker professionisti
Matematica

www.raffaellodigitale.it
www.grupporaffaello.it Prezzo ministeriale
Come attivare il M.I.O. BOOK e accedere al portale Raffaello Digitale
Formulario di geometria
Completa e memorizza le formule.

figura nome perimetro area

somma della
misura dei lati
¿h rettangolo p= A = ¿b x ¿h
PER ATTIVARE PER ATTIVARE (¿b + ¿h) x 2
IL M.I.O. BOOK IL M.I.O. BOOK WWW.RAFFAELLODIGITALE.IT
CON IL DVD SENZA IL DVD ¿b
Per il docente Per l’alunno Con la registrazione
puoi:
• s caricare i materiali digitali presenti p = ......................................
1
Inserisci il DVD che trovi in
1
Collegati al portale
allegato alle guide ai testi e
clicca sul file “installami”
www.raffaellodigitale.it, all’interno del M.I.O. BOOK; ¿l ..................................................... A = ......................................
scarica e installa • c onsultare il testo anche in modalità
il Raffaello Player online (cioè senza dover scaricare il
Raffaello Player).
¿l = p : 4
2 2
Una volta installato Una volta installato
il Raffaello Player il Raffaello Player Inoltre:
apri la libreria apri la libreria •è possibile accedere al M.I.O. BOOK e
ricevere gli aggiornamenti del testo.
..............................
3
Carica i testi presenti nel DVD, Cerca i testi da attivare
3 cliccando il tasto
Senza registrazione
è possibile:
¿l ¿h
..................................................... p= A = ......................................
• richiedere il supporto;
• s caricare il materiale gratuito; ..............................
•v
 isionare i video tutorial. ¿b
4
Attiva il testo scrivendo Attiva il testo scrivendo
4 il codice di attivazione il codice di attivazione
¿l
p = ......................................
La registrazione è facoltativa e consente di ricevere gli aggiornamenti del testo. ¿d ..................................................... A = ......................................
D
CODICE DI ATTIVAZIONE ¿l = ......................................
Vedi SPECIALE DISCIPLINE (versione unita o scientifica)
¿b
¿l ¿h ¿l ..................................................... p = ...................................... A = ......................................
Coordinamento redazionale: Emilia Agostini Per esigenze didattiche i testi sono stati ridotti e/o adattati. Tutti i diritti sono
Redazione: Corrado Cartuccia riservati. L’Editore è a disposizione degli aventi diritto con i quali non è stato
Grafica e impaginazione: Studio Ampa, Claudio Campanelli
Illustrazioni: Greta Crippa, Luca De Santis
possibile comunicare, nonché per eventuali omissioni o inesattezze nella
citazione delle fonti. È vietata la riproduzione dell’opera o di parti di essa con B
qualsiasi mezzo, compresa stampa, fotocopia, microfilm e memorizzazione
Copertina: Pantarei, Mauro Aquilanti elettronica, se non espressamente autorizzata dall’Editore.
Coordinamento M.I.O. BOOK: Paolo Giuliani
Redazione multimedia: Sara Ortenzi p = ......................................
Ufficio multimedia: Enrico Campodonico, Claudio Marchegiani, Luca Pirani
© 2017 ¿l triangolo
Referenze fotografiche: Archivio fotografico Gruppo Ed. Raffaello, Thinkstock ¿h A = ......................................
Raffaello Libri S.p.A.
equilatero
Stampa: Gruppo Editoriale Raffaello Via dell’Industria, 21
60037 - Monte San Vito (AN) ¿l = ......................................
www.grupporaffaello.it - info@grupporaffaello.it
¿b
Ristampa:
5 4 3 2 1 0 2022 2021 2020 2019 2018 2017
INDICE ESERCIZIARIO

Apprendere con i lapbook 56 Quanti problemi!
2 Il lapbook: un libro a tre dimensioni 57 Verifica le competenze
3 Il lapbook delle discipline 58 Le frazioni
7 Un lapbook di Scienze 1 59 Il valore della frazione
9 Un lapbook di Scienze 2 60 Verifica le competenze
61 Prepariamoci all’INVALSI
Scienze
Scienze 62 Dalla frazione al numero decimale
63 I numeri decimali
11 Scienziati da riconoscere
64 Addizioni con i numeri decimali
12 Infinitamente più piccoli
65 Sottrazioni con i numeri decimali
13 Passaggi di stato
66 Moltiplicazioni con i decimali
14 Tutti a galla!
67 Divisioni con i numeri decimali
15 Il sottomarino
68 Verifica le competenze
16 Materia – quiz
70 Misure di lunghezza
17 Sono capace di…
71 Misure di peso
18 Verifica le competenze 72 Misure di capacità
19 Mappe in cantiere
73 Misure di superficie
20 Batteri e virus
74 Verifica le competenze
21 Dentro la fotosintesi
75 Il sistema monetario
22 Non solo fiori
76 Le misure di tempo
23 Artisti dell’imitazione
77 La compravendita - Questioni di peso
24 Viventi – quiz
78 Verifica le competenze
25 Sono capace di…
80 Rette, semirette e segmenti
26 Verifica le competenze 81 Isometrie e poligoni
27 Mappe in cantiere
82 Descrivere i poligoni
28 Fitte reti
83 I quadrilateri
29 A difesa della vita
84 Verifica le competenze
30 Ecosistemi – quiz
86 Poligoni e perimetro
31 Sono capace di…
87 Poligoni con lati diversi e perimetro
32 Verifica le competenze 88 Lati uguali a due a due e perimetro
33 Mappe in cantiere
89 Verifica le competenze
Testi semplificati 90 Base e altezza nei poligoni
34 Il mondo e la materia 91 L’area dei poligoni
35 I viventi: le piante 92 L’area del triangolo e del trapezio
36 I viventi: gli animali 93 L’area delle figure composte
37 Gli ecosistemi 94 Verifica le competenze
95 Prepariamoci all’INVALSI
Matematica
Matematica 96 Classificare e relazionare
97 Dati da interpretare
38 Numeri infiniti
98 Indagini in classe – Un po’ di probabilità
39 Leggere e scrivere i numeri
100 Verifica le competenze
40 I numeri e il loro valore
101 Prepariamoci all’INVALSI
41 Il valore posizionale
42 Verifica le competenze Speciale operazioni
44 L’addizione – La sottrazione 102 Addizioni e sottrazioni
46 Verifica le competenze 103 Moltiplicazioni
48 La moltiplicazione 104 Ancora moltiplicazioni
49 La divisione 105 Divisioni
50 Multipli e divisori
51 Le proprietà delle operazioni Compiti di realtà
52 Verifica le competenze 106 Come insegnanti
54 Prepariamoci all’INVALSI 108 Aiutiamo gli animali
55 Procediamo con ordine 110 Un premio da gestire
APPRENDERE CON I LAPBOOK
Il lapbook: un libro a tre dimensioni
Che cos’è: il lapbook è una cartelletta che raccoglie una serie di minilibri
(minibook) su uno stesso argomento. I minibook possono contenere immagini,
schemi, brevi testi e possono avere forma e grandezze diverse, adatte al contenuto
che devono riportare.
Potremmo definire un lapbook una specie di mappa a tre dimensioni che
presenta i concetti essenziali su un dato argomento.

A che cosa serve: il lapbook è uno strumento efficace e divertente per


organizzare le informazioni e ricordarle meglio. Aprire e osservare un lapbook
fatto da altri può essere piacevole, ma è solo costruendolo di persona che si otterrà
un aiuto importante nello studio e nella memorizzazione dei concetti.

Progettazione... condivisa: la costruzione di un lapbook non si improvvisa:


dopo la scelta dell’argomento, occorre elencare gli aspetti che si vogliono
sviluppare e scegliere per ciascuno di essi un modello adeguato di minibook.
Ad esempio, se si vuole presentare una piccola galleria fotografica, si può
prevedere un minibook a forma di busta che conterrà le immagini predisposte.
Seguirà la scelta di un modello di cartelletta adatto e di come disporre su di essa
i minibook previsti.
Questa fase di progettazione va condivisa con i compagni: in tal modo tutti
potranno dare il proprio contributo e metteranno alla prova le conoscenze
apprese sull’argomento.

Realizzazione creativa: dopo aver stabilito insieme i contenuti da inserire,


la costruzione dei minibook e il loro assemblaggio nella cartelletta-raccoglitore
possono essere fatte individualmente, ma, in modo ancora più efficace, si possono
realizzare lavorando in piccoli gruppi. Anche se si utilizzano modelli già pronti, si
possono aggiungere tocchi originali e creativi, modificando forme, scritte, colori: un
lapbook deve catturare l’attenzione di chi lo apre e lo scopre poco per volta.

Autovalutazione per migliorare: già nel corso della costruzione, il confronto con i compagni
e il supporto dell’insegnante permetteranno di apportare correzioni e miglioramenti. Al termine, sarà
utile prevedere una riflessione sul lavoro svolto, per valutare se il prodotto realizzato corrisponde
alle attese, se ci sono aspetti migliorabili, se si sono incontrate difficoltà nel lavorare insieme o nelle
diverse fasi di realizzazione.

2
APPRENDERE CON I LAPBOOK
Il lapbook delle discipline
Attraverso un lapbook è possibile trattare ogni aspetto delle discipline:
quello preferito, quello che si sta studiando a scuola oppure quello più
difficile da ricordare. Ad esempio, per matematica si può costruire il
lapbook delle quattro operazioni, delle forme geometriche, del sistema
metrico decimale, dei vari tipi di grafico...

Per iniziare
1 Organizzazione della classe
L’insegnante sceglierà i compagni che faranno parte del tuo gruppo.
Ogni gruppo dovrà essere composto da tre o quattro bambini. Tutti
i componenti hanno il compito di collaborare con gli altri e aiutarli a
portare a termine il lavoro.

2 Progettazione e realizzazione del lapbook


Seguite il percorso indicato passo dopo passo come se fosse la strada da
seguire per giungere alla creazione del vostro lapbook.

Primo passo: a che cosa ci serve il lapbook?

Considerate ogni possibile utilizzo del lapbook e rispondete SÌ oppure NO alle domande
relative all’uso che ne volete fare. Stabilite a che cosa servirà la vostra creazione vi aiuterà a
scegliere l’argomento da trattare.

Costruire il lapbook ci serve a… SÌ/NO Se avete risposto SÌ…


...scegliete un argomento che avete studiato
...ripassare un argomento? ............... qualche tempo fa.
...fissare concetti che non riuscite a ...scegliete un argomento dove incontrate
memorizzare? ............... difficoltà.
...scegliete un argomento che ricordate solo in
...collegare concetti dello stesso argomento? ............... parte.
...scegliete un argomento che riuscite a svolgere
...trovare velocemente definizioni e regole? ............... ma non a descrivere.

3
APPRENDERE CON I LAPBOOK
Secondo passo: quale aspetto della disciplina scegliere?

Scegliete l’ambito di una disciplina, ad esempio la matematica, che vi interessa.


Numeri Misura, Spazio e figure Relazioni, dati e previsioni
Il sistema di numerazione Il Sistema Internazionale Insiemi e sottoinsiemi
I numeri decimali Linee, segmenti, angoli Le relazioni
Le frazioni I poligoni L’indagine statistica
Le operazioni con i numeri Il calcolo del perimetro
naturali e decimali Il calcolo dell’area

Terzo passo: come sviluppare l’argomento?

Una volta scelto l’argomento, decidete le informazioni che volete


mettere nel vostro lapbook. Se ad esempio pensate di sviluppare
l’argomento dei poligoni, potete definire che cosa sono, quali
elementi li distinguono, il numero dei lati e degli angoli...
La tabella seguente indica alcuni degli aspetti che si possono
sviluppare; la sua compilazione vi aiuterà a registrare i dati che
intenderete rappresentare.
ARGOMENTO: ..............................................................................................................................................................................................................
Definizione .....................................................................................................................................................................................
Elementi .....................................................................................................................................................................................
..................................................... .....................................................................................................................................................................................
..................................................... .....................................................................................................................................................................................

Quarto passo: quale modello di cartelletta?

Scegliete un modello di cartelletta, il formato (A3 o A4) e il colore del cartoncino più adatto.
Piegate il cartoncino per ottenere il tipo di cartelletta scelta:

a metà in tre parti in quattro parti


Si possono inventare anche tipi di cartelletta diversi con forme e piegature più originali.

4
APPRENDERE CON I LAPBOOK
Quinto passo: strutturazione del lapbook

Pensate a come organizzare le informazioni nelle varie “pagine” della cartelletta.


Prima di tutto stabilite qual è la copertina e scrivete TITOLO, CLASSE e NOME dei componenti del gruppo.
Considerate le definizioni, le
caratteristiche, le regole stabilite Triplo Flip Flip
Titolo e Flip Flap Flap Flap Fiore
al terzo passo e pensate dove Fisarmonica Fisarmonica
inserire ogni informazione. Ecco immagine

un esempio di come potete


organizzare lo spazio.
Fisarmonica Fiore Fisarmonica
Autori Bustina

Sesto passo: progettazione dei minibook

Le informazioni si possono rappresentare in diversi modi. Potete scrivere i testi a mano o al


computer, consultare libri o cercare informazioni in Internet, decidere se rappresentare con
disegni, usare il materiale che preferite.
Ecco i minibook usati più frequentemente:

Tipo Caratteristiche Esempio


Flip Flap Può essere a una o più linguette.

Fiore può essere a una linguetta,


quadrato o pentagonale.

Fisarmonica È una striscia piegata più volte.

Busta Può essere sia una busta chiusa


con aletta sia una tasca.

Cerchio Ruota con fermacampioni


al centro e finestrella per vedere.

5
APPRENDERE CON I LAPBOOK
Settimo passo: assemblaggio del lapbook

Appoggiate sulla cartelletta i minibook e verificate


se il risultato corrisponde al progetto grafico.
Incollate, fissate, colorate le varie parti e... il vostro
lapbook è terminato.

Autovalutazione

Al termine dell’attività verificate il procedimento svolto e attribuite un voto da un minimo di 1 fino a un


massimo di 3 a ogni momento del vostro lavoro.

Domande guida Punteggio

L’argomento scelto era adatto a essere descritto nel lapbook? 1 2 3

Avete identificato con facilità gli aspetti da sviluppare? 1 2 3

Il modello di cartelletta scelto era adatto? 1 2 3

Avete organizzato bene lo spazio? 1 2 3

È stato semplice rappresentare i dati? 1 2 3

Avete inventato nuove forme di minibook? 1 2 3

Le parti da assemblare corrispondevano al progetto grafico? 1 2 3

Avete lavorato bene insieme? 1 2 3

Siete riusciti a collaborare e ad aiutarvi a vicenda? 1 2 3

Che voto date al lapbook terminato? 1 2 3

Che voto date a questo lavoro di gruppo? 1 2 3

6
APPRENDERE CON I LAPBOOK
Un lapbook di Scienze 1
Costruite il lapbook seguendo l’esempio e la spiegazione delle fasi di lavoro.
Realizzandolo assieme ai tuoi compagni, potrete fissare e ricordare meglio i concetti più
importanti relativi per esempio all’argomento “Calore”.

Primo passo: progettazione dei minibook

Individuate i concetti essenziali che volete mettere in evidenza e, per ciascuno di essi, scegliete le
informazioni da inserire e un modello di minibook adatto a rappresentarle.

Esempio modello

Che cos’è il calore Definizione di calore ed esempi Testo normale e


sul movimento delle molecole. Flip Flap
con 1 linguetta.

Come si misura La temperatura, unità di misura, il Fisarmonica


termometro e suo funzionamento.

Come si produce Il Sole, l’attrito, l’elettricità, Flip flap con 4 linguette


la combustione.

Come si trasmette La conduzione, la convezione, Flip Flap con 3 linguette


l’irraggiamento.

I suoi effetti sulla materia I Passaggi di stato, la combustione Fiore


e la dilatazione termica.

7
APPRENDERE CON I LAPBOOK
Secondo passo: strutturazione del lapbook

Scegliete un modello di cartelletta adatto a contenere i vari minibook e un cartoncino colorato in formato
A4 o A3. Decidete poi come disporre i minibook sulle pagine della cartelletta e come organizzare le
varie informazioni. Preparate un “progetto grafico di base”, da discutere con i compagni, tipo questo:

Copertina Prime due pagine Lapbook aperto


Flip Flap:
Triangolo Flip Flap:
Definizione come si
passaggi di stato come si
di Temperatura, produce
Titolo e trasmette
calore grado,
immagine
termometro
Triangolo
Flip Flap combustione
esempio

Fisarmonica
elenco
Flip Flap con Testo su dilatazione
contenuti
esempio termometro

Terzo passo: preparazione dei materiali Quarto passo: realizzazione dei minibook

Con l’aiuto di libri e materiali in rete, preparate Utilizzate i modelli forniti dall’insegnante e
testi e immagini per i minibook, con precisione preparate i singoli minibook, scrivendo, ritagliando,
ma anche con creatività. Potete scrivere i testi a incollando, colorando...
mano o al computer e poi incollarli. Potete utilizzare
immagini pronte o preparare voi stessi i disegni.

Quinto passo: assemblaggio del lapbook

Esempi di assemblaggio del lapbook:

8
APPRENDERE CON I LAPBOOK
Un lapbook di Scienze 2
Di seguito trovate un esempio di progetto sugli animali che potrete modificare e arricchire come
preferite. Le fasi di lavoro sono le stesse del progetto precedente.

Primo passo: progettazione dei minibook

Che cosa sono gli animali Definizione e immagine di copertina.

Come si classificano Scheda informativa. Direttamente sulla cartelletta.

Invertebrati Definizione. Doppio Flip Flap,


Classificazione: poriferi, celenterati, con 3 linguette
anellidi, echinodermi, molluschi, da ambo le parti.
artropodi.

Vertebrati Definizione.
Classificazione: pesci, uccelli, anfibi,
rettili, mammiferi.
Fisarmonica.

Gli animali secondo noi… Disegni di animali. Bustina


(interpretazioni artistiche) con card.

Secondo passo: strutturazione del lapbook

Scegliete un modello di cartelletta grande, con apertura semplice (formato A3 o maggiore)


e preparate insieme il progetto grafico.
Copertina Lapbook aperto
Schema
Fisarmonica Fisarmonica Fisarmonica
Titolo e classificazione
pesci mammiferi anfibi
immagine
Doppio
Flip Flap

invertebrati Fisarmonica Fisarmonica


Bustina con card disegni
Autori uccelli rettili
vertebrati

9
APPRENDERE CON I LAPBOOK
Terzo passo: preparazione dei materiali

Reperite le informazioni e le immagini dal sussidiario, da altri


testi, da siti Internet. Lo spazio è ridotto, dovrete quindi fare delle
scelte, selezionando ciò che ritenete più importante.
Inoltre, ogni alunno dovrà preparare una card, di dimensioni adatte
alla bustina raccoglitore, disegnando un animale a scelta.

Quarto passo: realizzazione dei minibook

Dividetevi in sei gruppi, ciascuno dei quali realizzerà uno dei minibook. Il gruppo degli
invertebrati potrà lavorare autonomamente, gli altri gruppi dovranno concordare una
strutturazione comune: dove inserire il titolo, dove le informazioni, dove le immagini.

Esempi di assemblaggio del lapbook:

10
Sussidiario pp. 180-182 SCIENZE

Scienziati da riconoscere
1 Quale di queste frasi è stata pronunciata da uno scienziato? Indicala con una X.
L’esperimento non ha L’esperimento non ha L’esperimento non ha
confermato la mia ipotesi, quindi confermato la mia ipotesi, quindi confermato la mia ipotesi, quindi
è sbagliato e io non ne tengo devo fare nuove osservazioni e rendo pubblica la mia ipotesi ma
assolutamente conto. formulare un’ipotesi diversa. tengo nascosto l’esperimento.

2 D
 i seguito trovi alcune pagine tratte dalle agende di vari scienziati.
Scrivi i nomi corretti nei riquadri: zoologo – geologo – chimico – biologo

Nei vulcani
La molecola avviene una
dell’acqua è risalita di massa
formata da due rocciosa fusa,
atomi di idrogeno detta magma,
e uno di ossigeno. formatasi sotto la
crosta terrestre.

............................................................................................. .............................................................................................

Gli organuli
Gli animali si
presenti nel
dividono in due
citoplasma
grandi categorie:
svolgono le varie
vertebrati e
funzioni vitali della
invertebrati.
cellula.

............................................................................................. .............................................................................................


Competenze Conoscere le fasi del metodo scientifico e le diverse specializzazioni delle scienze e degli scienziati. 11
SCIENZE Sussidiario p. 187

Infinitamente più piccoli


1 Leggi il testo.
Molto tempo fa si pensava che gli atomi fossero le più piccole particelle esistenti e che non
fosse possibile dividerli. Nel secolo scorso gli scienziati hanno compreso che gli atomi sono a
loro volta formati da piccolissime particelle: protoni, elettroni e neutroni.
L’atomo infatti è costituito da un nucleo che si trova al centro, formato da protoni e neutroni.
Attorno al nucleo si muovono altre particelle, gli elettroni, che sono 2 000 volte più piccoli
dei protoni e dei neutroni. Gli elettroni non si allontanano dal nucleo perché sono attratti
dai protoni, come se il nucleo fosse una calamita.
Il numero di protoni presenti in un atomo varia secondo gli elementi, ma è comunque
sempre uguale al numero degli elettroni. Ad esempio, in un atomo di idrogeno ci sono
un solo protone e un solo elettrone, in un atomo di ossigeno ce ne sono otto.
Gli scienziati sono riusciti a dividere gli atomi di alcuni elementi come l’uranio, per ricavare
energia elettrica nelle centrali nucleari, attraverso un processo chiamato fissione nucleare.
Si sta anche cercando di realizzare una centrale che si basa sulla fusione nucleare, ovvero Una molecola d’acqua
l’unione di due atomi per formarne un terzo. composta da due atomi
Protoni e neutroni sono poi composti da particelle ancora più piccole, i quark, legati tra loro di idrogeno (in blu) e uno
di ossigeno (in rosso).
da particelle scoperte negli ultimi anni, che gli scienziati hanno chiamato gluoni, dal termine
inglese “glue” che significa “colla”, proprio perché uniscono i quark tra loro.

2 Scrivi i nomi delle particelle atomiche. 3 I nserisci le parole mancanti e


completa il testo.
protoni – neutroni – atomi
................................... elettroni – gluoni – quark

Le molecole sono costituite
da ....................................... . Questi ultimi

– hanno un nucleo, formato da


+ +
+ ...................................... e .....................................,
e attorno a esso si muovono
+ +
– – gli ................................................. . I protoni
e i neutroni sono formati da piccole
particelle, dette ........................................,
...................................
che stanno unite tra loro grazie
– ................................. ai .................................................................. .

12 
Competenze Organizzare le informazioni (ordinare – confrontare – collegare).
Sussidiario p. 189 SCIENZE

Passaggi di stato
I passaggi di stato di una sostanza si verificano quando si aggiunge o si toglie calore.
Perché abbia luogo un passaggio di stato è però necessario che venga raggiunta una
temperatura ben precisa, che non è la stessa per tutte le sostanze.

1 Completa lo schema con i termini corretti.


punto di fusione punto di ...............................................

..................................... .....................................
stato stato stato
solido solidificazione liquido liquefazione ...........................
(o condensazione)

Per l’acqua il punto di fusione è 0 °C: a quella temperatura il ghiaccio comincia


a fondere. Il punto di ebollizione invece è 100 °C: a questa temperatura inizia il
processo di vaporizzazione, cioè l’acqua si trasforma in vapore.
Molti metalli invece hanno temperature di fusione molto elevate.
Per questo nelle industrie di lavorazione dei metalli vengono utilizzati
altiforni che producono la grande quantità di calore necessaria per fonderli.

Temperatura di fusione
Oro 1063 °C
Ferro 1539 °C
Argento 961 °C
Rame 1083 °C
Colata di metallo fuso.

2 Completa la tabella.

Situazione di partenza Azione Passaggio di stato? Se sì, quale?


acqua riscaldo fino a 120 °C sì  no ......................................................................
acqua raffreddo fino a 5 °C sì  no ......................................................................
oro solido riscaldo fino a 100 °C sì  no ......................................................................
ghiaccio riscaldo fino a 15 °C sì  no ......................................................................
ferro solido riscaldo fino a 2 000 °C sì  no ......................................................................
argento liquido raffreddo fino a 50 °C sì  no ......................................................................
rame solido riscaldo fino a 1090 °C sì  no ......................................................................


Competenze Analizzare un fenomeno naturale; individuare grandezze e relazioni che entrano in gioco nel fenomeno stesso. 13
SCIENZE Sussidiario p. 195

Tutti a galla!
1 I mmagina di essere uno scienziato, effettua
l’esperimento e completa.
• Procurati i seguenti oggetti: una bacinella d’acqua, un
tappo di plastica, un tappo di sughero, una biglia di
vetro, un chiodo.
• Pesa ciascun oggetto, poi appoggialo sulla superficie
dell’acqua della bacinella. Per praticità nella
tabella trovi già indicato il peso di ciascun oggetto
considerato.
• Osserva che cosa succede e completa la tabella. Quali
sono, secondo te, le caratteristiche che determinano il Oggetto Materiale Peso Galleggia?
galleggiamento di un oggetto? Formula la tua ipotesi. Tappo Plastica 0,4 g sì  no
...........................................................................................................................
Tappo Sughero 0,3 g sì  no
...........................................................................................................................
........................................................................................................................... Biglia Vetro 25 g sì  no
........................................................................................................................... Chiodo Metallo 3g sì  no

A
2 U  no scienziato non si fida mai di un solo esperimento! Esegui questo
secondo esperimento.
• Procurati due pezzetti di plastilina uguali e modellali come indicato dalle foto A e B.
• Infine immergili in una bacinella d’acqua.
• Da che cosa dipende la differenza di comportamento di questi oggetti?
Formula la tua ipotesi. B
..........................................................................................................................................................................................
..........................................................................................................................................................................................
..........................................................................................................................................................................................
..........................................................................................................................................................................................

SPECIALE STORIA
Archimede, uno scienziato vissuto a Siracusa nel III secolo a.C., fece molti
esperimenti sul galleggiamento dei corpi e arrivò a questa conclusione:
Un corpo immerso in un liquido riceve una spinta verso l’alto,
pari al peso della quantità di liquido spostato.
Quindi è importante il peso dell’oggetto, ma in rapporto alla sua forma.
Una nave è fatta sì di metallo pesante, ma è completamente cava al suo
interno. Perciò il peso dell’acqua che sposta è maggiore del peso della
nave stessa e per questo galleggia.

14 
Competenze Utilizzare semplici strumenti e procedure di laboratorio per interpretare fenomeni naturali o verificare le ipotesi di partenza.
Sussidiario p. 195 SCIENZE

Il sottomarino
1 L eggi il testo e osserva.
Il funzionamento del sottomarino
si basa sul principio di Archimede.
Questo tipo di imbarcazione può
galleggiare sul mare come una
nave, ma può anche immergersi
e navigare sott’acqua.
Cio è reso possibile grazie a
dei grandi serbatoi che sono
all’interno del sommergibile.

A • Quando i serbatoi sono vuoti,


o quasi, il sottomarino è più
leggero della quantità di acqua
che sposta, quindi galleggia,
come una nave.
B
• Per fare immergere, il
sommergibile bisogna riempire
tali serbatoi d’acqua, in modo
da rendere l’imbarcazione più
pesante dell’acqua da esso
spostata.
C
• Per farlo riemergere invece,
l’acqua viene pompata fuori dai
serbatoi. E si torna così al punto
di partenza

2 I ndica con una X se le affermazioni sono vere o false.


• Il principio di Archimede riguarda il passaggio dell’acqua dallo stato liquido allo
stato gassoso. V F
• Il sottomarino, per immergersi, deve svuotare i suoi serbatoi. V F
• Il sottomarino, per immergersi, deve essere più pesante dell’acqua che sposta. V F
• Il sottomarino per riemergere deve svuotare i serbatoi. V F
• Il funzionamento del sottomarino si basa sul principio di Archimede. V F


Competenze Analizzare un fenomeno naturale; individuare grandezze e relazioni che entrano in gioco nel fenomeno stesso. 15
SCIENZE Sussidiario pp. 186-200

Materia-quiz
R
 ispondi: le domande gialle valgono 1 punto, le domande arancioni 2 punti, le domande rosse 3 punti.
Dopo la correzione dell’insegnante, calcola il tuo punteggio e colora la striscia in fondo alla pagina.

In quale stato della materia le molecole non hanno legami tra loro?......................................................... ..............

Quale gas è presente nell’aria in quantità maggiore?............................................................................................ ..............

Il punto di fusione dell’acqua è più o meno elevato rispetto a quello dei metalli?............................. ..............

Scrivi due forme di inquinamento dell’acqua.


.................................................................................................................................................................................................................. ..............

Come si chiama la forza che l’aria esercita sulla superficie terrestre?


.................................................................................................................................................................................................................. ..............

Scrivi un esempio di trasformazione reversibile della materia e uno di trasformazione irreversibile.


.................................................................................................................................................................................................................. ..............

Come si chiama il fenomeno per cui un corpo riscaldato aumenta di volume?


.................................................................................................................................................................................................................. ..............

Che cosa forma l’acqua piovana che si accumula nel sottosuolo quando incontra strati di
terreno impermeabile?.............................................................................................................................................................. ..............

Come si chiama lo strato dell’atmosfera più vicino alla Terra?


.................................................................................................................................................................................................................. ..............

PUNTEGGIO
5 10 15 20

16
Sussidiario pp. 188, 195, 196 SCIENZE

Sono capace di…


CLASSIFICARE
1 I nserisci i nomi delle sostanze nella
Stati Naturale Artificiale
tabella, rispettando i criteri indicati.
stato solido
legno – benzina – ossigeno – stato liquido
acqua di mare – plastica – metano
stato gassoso

DESCRIVERE UN FENOMENO
2 Osserva l’immagine e descrivi con parole tue il ciclo dell’acqua.

........................................................................................................................................................
........................................................................................................................................................
........................................................................................................................................................
........................................................................................................................................................
........................................................................................................................................................
........................................................................................................................................................
........................................................................................................................................................

FORMULARE IPOTESI
3 I mmagina di lasciare sotto il sole estivo quattro piattini contenenti: un panetto di burro, un mucchietto
di sabbia, una tavoletta di cioccolato, dei cubetti di legno. In quali di essi si verificherà una fusione?
Indicali con una X.

4 U
 n cuoco ha aggiunto ad una pentola di brodo una manciata di sale grosso. Dopo un po’ il sale è
sparito. Per quale motivo?
Il sale è evaporato. Il sale ha assunto lo stesso colore del brodo.
Il sale si è sciolto nel brodo. Il sale è semplicemente scomparso.


Competenze Analizzare fenomeni naturali; formulare ipotesi e verificarle. 17
VERIFICA LE COMPETENZE
Immagina di trovarti nelle situazioni descritte e prendi una decisione utilizzando le
conoscenze e le abilità che hai acquisito.

a) Devi cuocere e poi scolare la pasta e hai a


disposizione diverse pentole. Non hai presine
a disposizione. Quale pentola scegli?
Una pentola interamente di plastica.
Una pentola di metallo con manici in plastica.
Una pentola interamente di metallo.
Una pentola di plastica con manici in metallo.
NON PROVARE A FARLO DA SOLO!

b) I l papà vuole rivestire le pareti


di una stanza con pannelli che la
proteggano dal freddo. Quali pannelli
gli consiglieresti di montare?
Dei pannelli di ferro.
Dei pannelli di carta.
Dei pannelli di acciaio.
Dei pannelli di legno o polistirolo.

c) U
 n tuo amico ha costruito una barchetta
di pongo. Se però la mette in una bacinella
d’acqua affonda. Ti chiede di aiutarlo a
risolvere il problema. A questo punto tu:
togli un pezzo di pongo alla barchetta.
cambi forma alla barchetta, aumentando
la cavità interna.
aggiungi un pezzo di pongo alla barchetta.
la metti in una bacinella più grande.

Competenze L’alunno
 utilizza le sue conoscenze scientifico-tecnologiche per trovare e
18 giustificare soluzioni a problemi reali.
Sussidiario p. 204 SCIENZE

Mappe in cantiere
1 Completa con le parole dell’elenco secondo il colore dei riquadri della mappa.
calore – combustione – condensazione – fusione – gassoso – molecole – solido – stati –
capillarità – ciclo – natura – solvente – atmosfera – dilata – pressione – elastica – gas – ossigeno

Materia

è formata da si presenta in tre subisce trasformazioni


................................. per effetto del .............................

........................ atomi • .......................... dilatazione passaggi di stato


• liquido • ............................
• .......................... • solidificazione
................................ • evaporazione
• ............................
Acqua • sublimazione
• brinamento

ha delle proprietà si trova in compie un


................................... .................................... continuo
nei tre stati

• capacità ..........................
• tensione superficiale Aria
• ...........................................

è un insieme di ........................ ha proprietà forma


l’..................................
intorno alla Terra

• azoto • è comprimibile ed ..................


• .................................... • se riscaldata si ........................
• anidride carbonica • esercita una .............................
DOMANDE GUIDA
2 Spiega le mappe a voce e approfondisci gli argomenti seguendo le domande.
• Da che cosa è composta la materia? • Che cosa compie l’acqua in continuazione?
• Quali trasformazioni può causare il calore? • Da che cosa è composta l’aria?
• Quali sono le caratteristiche dell’acqua? • Quali sono le proprietà dell’aria?


Competenze Analizzare e descrivere fenomeni, utilizzando semplici schematizzazioni e modellizzazioni. 19
SCIENZE Sussidiario p. 209

Batteri e virus
1 Leggi il testo.
I batteri sono organismi microscopici unicellulari che vivono Citoplasma Capsula
ovunque nell’ambiente o dentro altri esseri viventi. Come
tutti i viventi nascono, crescono, si nutrono e, se ne hanno la
possibilità, si riproducono, di solito raddoppiandosi molte volte.
Diversi batteri svolgono funzioni utili per noi. Alcuni
decompongono la materia organica, chiudendo il ciclo
della catena alimentare; altri sono utilizzati nell’industria per Nucleo
la fabbricazione del formaggio, dello yogurt, dell’aceto...
Inoltre, nel nostro intestino, vivono miliardi di batteri
indispensabili per il buon funzionamento dell’organismo.
Esistono però anche batteri dannosi, responsabili talvolta di gravi
malattie come la difterite, la meningite, la tubercolosi, il tetano.

Virus
I virus non sono esseri viventi autonomi, infatti riescono
a crescere e a riprodursi solo se entrano nelle cellule
Cellula
di un vivente, costringendole a diventare “fabbriche”
di nuovi virus.
Nuovi virus Sono quindi dei parassiti responsabili dell’insorgenza
di malattie anche gravi.
Per fortuna la medicina ha messo a punto farmaci
e vaccini utili a prevenire o curare le malattie causate sia
dai batteri sia dai virus.

2 Confronta le informazioni su batteri e virus. 3 V


 uoi conoscere i lattobacilli e gli
streptococchi? Sono batteri presenti in
• Che cos’hanno in comune? ................................................... diversi alimenti. Segui le istruzioni.
.....................................................................................................................
..................................................................................................................... 1. Procurati un vasetto di yogurt naturale, prendine
una piccola goccia e appoggiala su un vetrino.
.....................................................................................................................
2. Mescola con un po’ d’acqua.
• In che cosa sono diversi?..........................................................
3. Ricopri quindi con un altro vetrino e osserva al
.....................................................................................................................
microscopio.
.....................................................................................................................
Vedrai i lattobacilli simili a dei bastoncini e gli
..................................................................................................................... streptococchi a una collana di perline.

20 
Competenze Utilizzare semplici strumenti e procedure di laboratorio per interpretare fenomeni naturali o verificare le ipotesi di partenza.
Sussidiario p. 212 SCIENZE

Dentro la fotosintesi
Anidride
1 Leggi il testo e osserva le immagini. carbonica dall’aria

La fotosintesi clorofilliana è una reazione chimica che


avviene nelle foglie e che porta alla formazione di
glucosio, una sostanza nutritiva per la pianta.
La conoscenza di atomi e molecole ti può aiutare a
capire meglio questa straordinaria trasformazione,
partendo dai suoi elementi di base: acqua e sali
minerali, presenti nella linfa grezza proveniente dalle
radici, e l’anidride carbonica presente nell’aria.
• Le molecole dell’acqua sono formate da atomi
di idrogeno e da atomi di ossigeno.
• Le molecole di anidride carbonica sono formate da
atomi di carbonio e atomi di ossigeno. Carbonio
• La clorofilla, presente nelle foglie, cattura l’energia Acqua e sali minerali
Ossigeno
dalle radici Idrogeno
solare e grazie a essa riesce a dividere le molecole
d’acqua negli atomi che le compongono, cioè
idrogeno e ossigeno.
’aria
• Una parte di ossigeno viene liberata nell’aria.
ell
n o n L’altra parte si ricombina con l’idrogeno e con
ige
o ss le molecole di anidride carbonica, per formare il
a
er glucosio. Quest’ultimo forma la linfa elaborata
lib

che nutre la pianta. Per ottenere una molecola di


Si

Molecola di
glucosio glucosio sono necessarie sei molecole di acqua e
sei di anidride carbonica.

2 Completa il testo.
energia – foglie – molecole – radici – elaborata –
pianta – idrogeno – fotosintesi clorofilliana
ia

l’ ar
n el Le .................................. assorbono acqua e sali minerali dal
o terreno. La linfa grezza sale lungo il fusto e arriva alle
g en
o ssi .................................. .
e ra
Si lib Qui la linfa grezza si trasforma in linfa ...............................
Linfa elaborata Carbonio grazie alla clorofilla e all’ .................................. del Sole
alla pianta
Ossigeno che permette di dividere le .................................. d’acqua
in atomi di .................................. e ossigeno. Si forma il
Idrogeno
glucosio che nutre la .............................................. .
Questo processo si chiama ................................................... .


Competenze Organizzare le informazioni (ordinare – confrontare – collegare). 21
IL MONDO E LA MATERIA
LA MATERIA
Tutti gli oggetti, le piante, gli animali che ci circondano sono fatti di materia.
La materia occupa sempre uno spazio e ha un peso. Di solito la vediamo
e la sentiamo, ma non sempre succede così: anche l’aria, per noi
invisibile, è materia. La materia è formata da piccolissime particelle che
si chiamano molecole e si può presentare in tre stati diversi:
• negli oggetti solidi le molecole sono molto vicine e stanno abbastanza
ferme: i solidi quindi non cambiano forma;
• nei liquidi le molecole sono vicine, ma scivolano le une sulle altre, per
questo i liquidi prendono la forma del recipiente in cui li versiamo;
• nei gas le molecole non stanno vicine, ma sono libere di muoversi: i gas
infatti, se non si trattengono in recipienti chiusi, “scappano” ovunque.

IL CALORE
Le molecole per muoversi hanno bisogno di energia, che viene fornita dal
calore. Possiamo dire quindi che il calore è energia. Con il movimento
delle molecole il calore produce dei cambiamenti nella materia,
facendola passare da uno stato all’altro. Una sostanza solida, per effetto
del calore, può diventare liquida: è quello che succede a un cubetto di
ghiaccio se lo lasci fuori dal congelatore. Anche un liquido, se si riscalda
molto, può diventare un gas. Pensa all’acqua che bolle in una pentola e, a
poco a poco, si trasforma in vapore.
Il calore si trasmette normalmente da un corpo all’altro, ma ci sono
sostanze che lo fanno passare facilmente e altre che lo bloccano. La plastica,
ad esempio, non è un buon conduttore di calore, perciò, afferrando i manici
di plastica di una pentola che è sul fornello acceso, non ci scottiamo.

L’ACQUA E L’ARIA
L’acqua e l’aria sono sostanze indispensabili per tutti gli esseri viventi:
senza di esse non ci sarebbe la vita sulla Terra. In natura l’acqua si
trasforma di continuo, passando dallo stato solido a quello liquido, a
quello gassoso e viceversa: è il ciclo dell’acqua. L’aria è un miscuglio di
gas e tra questi c’è l’ossigeno, che ci permette di respirare.
La Terra è avvolta da un “guscio d’aria” che si chiama atmosfera.

34
I VIVENTI: LE PIANTE
I VIVENTI
Tutti gli esseri viventi sono formati da piccole particelle chiamate cellule.
I viventi compiono un ciclo vitale: nascono, crescono, si riproducono, cioè
danno vita ad altri organismi simili a loro, e muoiono. Nel corso della
loro esistenza, essi compiono altre funzioni vitali: respirano, si nutrono,
si adattano all’ambiente. Gli scienziati hanno suddiviso gli esseri viventi
in cinque gruppi: animali, piante, funghi e due gruppi di organismi tyte
microscopici chiamati monere e protisti.

LE PIANTE: CLASSIFICAZIONE
Le piante si suddividono in due grandi gruppi:
• le piante semplici, che non producono semi, come muschi, felci e alghe;
• le piante complesse, formate da radici, fusto e foglie, che si
riproducono mediante i semi. Tra le piante complesse ricordiamo i
pini, gli abeti, i vari tipi di erbe e gli alberi da frutto.

LE PIANTE: FUNZIONI VITALI


Nutrizione, respirazione e traspirazione
Le piante si distinguono da tutti gli altri esseri viventi perché sono
in grado di prodursi il nutrimento da sole, attraverso un processo che
si chiama fotosintesi clorofilliana. La fotosintesi avviene nelle foglie,
grazie all’azione di una sostanza speciale, la clorofilla, che “cattura”
l’energia del Sole e la utilizza per trasformare l’acqua e i sali minerali
assorbiti dal terreno e l’anidride carbonica nell’aria in sostanze nutritive.
Durante la fotosintesi le piante liberano nell’aria molto ossigeno, un gas
indispensabile per la respirazione degli esseri viventi.
Anche le piante respirano, attraverso piccoli fori posti sulle foglie, e
traspirano, cioè fanno uscire vapore acqueo.
Riproduzione
Le piante semplici e i funghi si riproducono attraverso le spore.
Moltissime piante si riproducono mediante i fiori. Dall’ingrossamento
di una parte del fiore si forma il frutto che ha l’importante compito di
proteggere i semi che poi, cadendo su un terreno adatto, daranno vita a
nuove piantine.
35
I VIVENTI: GLI ANIMALI
Gli animali sono esseri viventi formati da più cellule. Non sono in grado
di fabbricarsi il nutrimento da soli, come fanno le piante, perciò, per
nutrirsi, devono mangiare altri organismi.

GLI ANIMALI: CLASSIFICAZIONE


Gli animali si suddividono in due grandi gruppi:
• i vertebrati hanno uno scheletro interno che sostiene il loro corpo.
Vengono suddivisi in cinque classi: i pesci, gli anfibi, i rettili, gli
uccelli e i mammiferi, di cui fa parte anche l’uomo;
• gli invertebrati non hanno uno scheletro interno, anche se a volte
possiedono una corazza esterna che li protegge. Sono tantissimi e si
suddividono in sei gruppi. Tra questi, i più conosciuti sono il gruppo dei
molluschi, a cui appartengono chiocciole, vongole, lumache, polpi, e il
gruppo degli artropodi, di cui fanno parte i millepiedi, i ragni e gli insetti.
GLI ANIMALI: FUNZIONI VITALI
Respirazione
Gli animali che vivono sulla terraferma si procurano l’ossigeno dall’aria
e la maggioranza di essi respira con i polmoni. A parte qualche
eccezione (balene, delfini, foche…) gli animali acquatici prendono
ossigeno dall’acqua, respirando attraverso le branchie. Rane e rospi
respirano con le branchie da piccoli e con i polmoni e la pelle da adulti.
Gli insetti respirano grazie a dei tubicini chiamati trachee presenti sul
loro corpo.
Nutrizione
Ci sono animali erbivori, che si nutrono di vegetali, animali carnivori,
che si nutrono di carne, e animali onnivori, che mangiano sia vegetali
sia animali. Gli esseri umani sono onnivori.
Riproduzione
Molti animali, detti ovipari, si riproducono deponendo uova, dalle quali poi
nascono i piccoli. Nei vivipari, invece, i cuccioli si sviluppano direttamente
nel corpo della madre. Negli ovovivipari i piccoli si sviluppano in un uovo
che rimane nel corpo della madre finché non nasce.
L’uomo, come molti altri mammiferi, è viviparo.
36
GLI ECOSISTEMI
Un ecosistema è un ambiente di vita formato da organismi viventi
(piante, animali, organismi microscopici...) e da elementi non viventi
(acqua, terreno, luce solare...) che interagiscono tra loro. Ci sono ecosistemi
grandi come il mare o il deserto ma anche più piccoli come uno stagno o
un giardino.

LA CATENA ALIMENTARE
I rapporti tra gli organismi che vivono in uno stesso ecosistema
riguardano soprattutto il bisogno di nutrirsi. Ci sono sempre organismi
che ne mangiano altri e organismi che vengono mangiati. Si forma
così una catena alimentare. Il primo anello di una catena alimentare è
sempre costituito dai vegetali, che fabbricano le sostanze nutritive e per
questo vengono chiamati produttori. Le piante vengono poi mangiate da
animali erbivori che sono in seguito mangiati dai carnivori, i quali, a
loro volta, possono essere divorati da carnivori più grandi di loro.
Tutti gli animali vengono comunque chiamati consumatori, perché si
nutrono di altri organismi.
Quando muoiono, i resti di piante e animali finiscono nel terreno, dove
i decompositori (funghi, lombrichi e batteri microscopici), li trasformano
in sali minerali e altre sostanze, che saranno poi assorbiti dalle piante.

LE RETI ALIMENTARI
In un ecosistema, di solito, non esiste una sola catena alimentare, ma
ce ne sono diverse che s’intrecciano tra loro, perché uno stesso animale
ne può mangiare molti altri e può, nello stesso tempo, essere cibo per
diversi predatori. Si formano così delle vere e proprie reti che legano
tutti gli abitanti di un dato ambiente, le reti alimentari.

UN EQUILIBRIO DA CONSERVARE
In un ecosistema viventi e non viventi sono legati tra loro. Se qualche
elemento di un ambiente viene modificato per cause naturali, come un
incendio o un’alluvione, o per interventi umani, come l’inquinamento o il
disboscamento, le conseguenze possono mettere a rischio la sopravvivenza
di vegetali e animali.

37
MATEMATICA Sussidiario p. 244

Numeri infiniti
1 Scrivi almeno tre numeri naturali, poi indica se ciascuna affermazione è V o F.
Almeno tre significa che devi scrivere:
• meno di tre numeri naturali. V F

• tre numeri naturali. V F

• tre o più di tre numeri naturali. V F

2  Cancella il termine non corretto e completa la frase.


I numeri naturali sono MOLTISSIMI INFINITI perché .............................................................................................................................
................................................................................................................................................................................................................................................................

3  Cifra o numero? Completa e spiega perché.


• 7 è una cifra o un numero? .................................... • 15 è una cifra o un numero? ..................................
7 15
• Perché? ................................................................................ • Perché? ................................................................................

4 Nei seguenti gruppi di numeri è presente una cifra uguale. Indica il valore e cerchia quella maggiore.
548 400 1 024 3 902 703 1 
376

4 da = 40 4 ...... = ...... 4 ...... = ...... 3 ...... = ............ 3 ...... = ...... 3 ...... = ............

1 800 248 2 338 2 122 1 920 2  716

...... = ............ ...... = ...... ...... = ...... ...... = ............ ...... = ............ ...... = ......

5 Controlla il calcolo e cerchia gli errori.


a) 344 + 4 348 + 4 352 + 4 354 + 4
358 +4
362
- 3 - 3 - 3 - 3 -
-3
b) 681 678 675 673 670 667

6 Calcola secondo le indicazioni.


Aggiungi 5 u e arriva a 1138.
1 068 •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............
Togli 4 u fino a 843.
899 •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............
Aggiungi 3 da fino a 2 592.
2 172 •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............

38 Competenze L'alunno riconosce e utilizza numeri interi.


Sussidiario p. 247 MATEMATICA

Leggere e scrivere i numeri


1 Scrivi in lettere o in cifre e completa la tabella. 3 Calcola a mente e scrivi il risultato.

In lettere In cifre 10 000 + 3 000 + 500 + 20 + 4 = ...........................


millesettecentoventinove ................... 200 000 + 80 000 + 5 000 + 700 + 3 = ...........................
6 000 + 400 + 30 = ...........................
............................................................................................... 131 500
8 + 40 + 200 + 9 000 = ...........................
duemilaquattrocentosei ...................
3 000 + 40 000 + 6 + 30 = ...........................
............................................................................................... 7 809
800 + 20 + 5 = ...........................
............................................................................................... 35 112
6 + 200 + 1 000 + 30 = ...........................
dodicimilaottocentoventi ...................
5 000 + 80 = ...........................
centoventottomilanovecento ...................
60 + 300 + 1 000 = ...........................
............................................................................................... 682 301 5 + 600 + 4 000 + 8 000 = ...........................

2 Riscrivi i numeri lasciando uno spazio 4 Cerchia il numero che corrisponde a queste
maggiore tra un periodo e l’altro. caratteristiche:
23817 = ............................ 18280 = ......................... 1 310  •  809  •  1 063  •  2 074
16712 = ............................ 4127115 = ......................... • La cifra 0 occupa il posto delle centinaia.
100106 = ......................... 81134 = ......................... • È maggiore di 1 000.
• La cifra delle decine è il doppio di quella delle unità.
5 Completa la mappa con i numeri indicati.
  1 034  •  12 280  •  1 085 725  •  40 749  •  3 806  •  507 691 lo zero
occupa il posto delle

unità decine centinaia


12 280 ................. .................

unità di migliaia decine di migliaia centinaia di migliaia


................. ................. .................

6 Trasforma i numeri scritti come somma di prodotti in numeri naturali.


Segui l’esempio.
(5 × 100) + (9 × 10) + (4 × 1) = 500 + 90 + 4 = 594
(6 × 1 000) + (2 × 100) + (7 × 10) + (0 × 1) = ...........
(8 × 1 000) + (2 × 10) + (6 × 1) = ...........
(1 × 1 000) + (7 × 10) + (3 × 1) = ...........
(4 × 100) + (1 × 10) + (6 × 1) = ...........

Competenze L'alunno riconosce e utilizza numeri interi. 39


MATEMATICA Sussidiario pp. 245-246

I numeri e il loro valore


1 Vero o falso? Segna la risposta con una X.

5 V F 7 V F 3 V F 9 V F
50 V F 70 V F 30 V F 90 V F
5u= 7h= 3 uk = 9 da =
500 V F 700 V F 300 V F 900 V F
5 000 V F 7 000 V F 3 000 V F 9 000 V F

2 Completa con il numero corretto. 4 S


 crivi in cifre secondo le
3 da = 30 8 hk = ............ 156 h = ............ 25 798 u = ............ indicazioni, come nell’esempio.
9 dak = ............ 12 h = ............ 307 uk = ............ 13 hk = ............ dodicimila e 7 da = 12 070
7 h = ............ 28 da = ............ 2 026 h = ............ 26 uk = ............ cinquemila e 56 u = ........................
5 uk = ............ 231 h = ............ 4 890 da = ............ 424 da = ............ 2 uk e quattrocentoventi = ........................
70 h = ............ 9 dak = ............ 1 868 da = ............ 15 h = ............ 5 hk 6 uk e trenta = ........................
8 hk e trentasei decine = ........................
3 Scomponi i numeri in tabella e indica il valore di ogni cifra
5 T
 rasforma in numero e
come somma di unità.
calcola. Segui gli esempi.
hk dak uk h da u 3 da + 6 h = 30 + 600 = 630
24 671 2 4 6 7 1 20 000 + 4 000 + 600 + 70 + 1 4 h + 2 da = ........... + ........... = ...........
52 da + 3 da = ........... + ........... = ...........
5 673
33 h + 6 da = ........... + ........... = ...........
150 780 12 da + 2 h = ........... + ........... = ...........
6 892 8 h – 3 da = 800 – 30 = 770
30 636 45 h – 15 da = ........... – ........... = ...........
6 h – 10 da = ........... – ........... = ...........
602 380
53 da – 2 h = ........... – ........... = ...........
6 Indica se l’uguaglianza è corretta, poi correggila quando necessario.

Uguaglianza È sbagliata? Correzione Uguaglianza È sbagliata? Correzione


10 u = 1 da Sì No 70 h = 7 da Sì No

10 da = 1 u Sì No 70 h = 7 uk Sì No

10 h = 1 uk Sì No 70 h = 7 dak Sì No

4 dak = 40 h Sì No 150 uk = 1 500 u Sì No

4 da = 40 u Sì No 150 uk = 15 h Sì No

4 dak = 40 uk Sì No 150 uk = 15 da Sì No

40 Competenze L'alunno riconosce e utilizza numeri interi.


Sussidiario p. 246 MATEMATICA

Il valore posizionale
1 Scomponi i numeri in tabella e riscrivi ogni numero come somma di prodotti.
hk dak uk h da u
68 743 6 8 7 4 3 (6 × ...............) + (8 × ...............) + (7 × ...........) + (4 × ........) + (3 × ..........)
13 508
629 285
7 752
49 347
1 045

 onfronta e completa con i segni <, > o =.


2 C 3 C
 onfronta i seguenti numeri inserendo
Segui l’esempio. i segni < , > o =.
29 h > 3 h perché 29 h = 2 900 e 3 h = 300 1 ..... 4 da 2 uk ..... 999
100 ..... 7 da 15 dak ..... 15 661
35 h ..... 3 uk perché 35 h = ........... e 3 uk = ...........
1 000 ..... 15 h 21 da ..... 350
27 da ..... 270 u perché 27 da = ........... e 270 u = ........... 10 000 ..... 10 uk 3 h ..... 300
9 000 u ..... 11 h perché 9 000 u = ........... e 11 h = ........... 100 000 ..... 6 hk 3 hk ..... 7 dak
13 uk ..... 13 dak perché 13 uk = ........... e 13 dak = ........... 90 dak ..... 9 hk 26 da ..... 260
3 hk ..... 150 h perché 3 hk = ........... e 150 h = ........... 456 u ..... 1 000 60 uk ..... 6 000
9 999 ..... 1 dak 43 h ..... 430 u

4 Trasforma in numeri, poi scrivili in ordine crescente.


653 da 13 dak 187 da 60 h 1 dak 12 h 3 uk 91 uk


........................ ........................ ........................ ........................ ........................ ........................ ........................ ........................
............  •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ •  ............ 

5 C
 ompleta lo schema con il valore della cifra evidenziata.
Scegli tra i simboli o i prodotti indicati, come nell’esempio.
Attenzione perché uno è di troppo.
Valore delle cifre
5 u • 5 × 1  •  h  •  hk  •  (5 × 1 000)  • 
da  •  (4 × 10)  •  dak  •  (2 × 10 000)  • 
Unità semplici Migliaia
uk  •  (3 × 100)  •  (8 × 100 000)  •  uM
495 5 u = 5 × 1 595 972 5 ......... = ....................
Il simbolo di troppo è ............ 148 4 ......... = .................... 321 700 2 ......... = ....................
340 3 ......... = .................... 823 763 8 ......... = ....................

Competenze L'alunno riconosce e utilizza numeri interi. 41


VERIFICA LE COMPETENZE
1 Rifletti e rispondi.
• Scrivi il numero naturale più grande che conosci. ..................................................... .
• Aggiungi 1 al numero che hai scritto e scrivilo. ............................................................. .
• Puoi sempre continuare ad aggiungere 1? Sì No • I numeri naturali sono ........................................ .

2 Forma tutti i numeri possibili combinando le cifre di ogni gruppo, poi completa.

7 730 .................. 5 .................. ..................


3 0 .................. .................. 9 1 .................. ..................
.................. .................. .................. ..................
Il numero maggiore è ........................................... Il numero minore è ...........................................
Quello minore è ........................................... Quello maggiore è ...........................................
Scrivi i numeri ottenuti in ordine crescente. Scrivi i numeri ottenuti in ordine decrescente.
.............. • .............. • .............. • .............. • .............. • ............... .............. • .............. • .............. • .............. • .............. • ...............

3 Scopri l’operatore e continua le successioni di numeri.


942 • 941  • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • ..................
993 • 994  • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • ..................
3 992 • 3 993  • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • ..................
9 994 • 9 993  • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • ..................
25 003 • 25 002  • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • .................. • ..................

4 Completa le tabelle.
Precedente Numero Successivo Precedente Numero Successivo
989 990 991 3 000 3 001 3 002
................... 9 999 .................. 1 489 ............ ..................
................... 1 999 .................. 20 000 ............ ..................
................... 3 990 .................. .................. ............ 999 999

5 Ricomponi i numeri. Scrivi prima in cifre poi in lettere.


hk dak uk h da u In cifre In lettere
3 5 9 1 300 591 trecentomilacinquecentonovantuno
6 7
1 3 2 6
7 4 2

42
I numeri

6 Collega i simboli al loro valore.


u da h uk dak hk 9 Scrivi in cifre.
tremila e 6 unità = ............................................
12 h e 23 unità = ..................................................
1 000 100 1 10 000 10 100 000 3 u 5 da e 1 dak = ...............................................
7 uk e centoventi = ...........................................
7 Scomponi sul quaderno i numeri. 7 da e 30 u = ............................................................
Esempio: 2 816 = 2 uk 8 h 1 da 6 u 10 Vero o falso? Segna con una X.
a. 1 823 • 3 215 • 3 429 • 2 815 • 343 720
b. 18 672 • 16 792 • 19 012 • 23 781 • 132 683 30 da = 300 V F
c. 162 798 • 182 523 • 207 548 • 706 424 600 u = 6 da V F
d. 42 751 • 125 098 • 3 025 • 10 003 • 289 756 20 h = 21 da V F
700 h = 7 uk V F
8 Esegui le equivalenze 63 uk = 6 300 V F
a. 5 000 u = ............ h b. 5 dak = ............ uk 9 uk = 900 da V F
20 000 u = ............ da 30 000 u = ............ h 2 hk = 20 dak V F
70 uk = ............ h 7 hk = ............ da 8 dak = 800 h V F
2 hk = ............ u 9 000 u = ............ da
5 hk = 50 000 V F
600 uk = ............ hk 900 uk = ............ h
80 u = ............ da 70 u = ............ da 87 uk = 87 000 V F

11 Trasforma in numero e confronta secondo la relazione <, > o =. Segui il procedimento.


Leggi. 4 h e 2 uk 5 h e 33 da 7 uk e 70 h
Trasforma 4 h = 400 5 h = ......... 7 uk = .........
in numero. 2 uk = 2 000 33 da = ......... 70 h = .........
Confronta il valore. 400 è minore di 2000 ......... è .................. di ........... ........ è ..................... a .........
Scrivi la relazione. ......... h < ......... uk 5 h ......... 33 da 7 uk ......... 70 h

12 Trasforma in numero e calcola. Segui il procedimento.


Considera i termini 25 h + 2 da = 63 uk + 84 h = 35 uk – 2 dak =
dell’operazione.
 rasforma
T 25 h = 2 500 63 uk = .............. 35 uk =
in numero. 2 da = 20 84 h = .............. 2 .............. = ..............
Trascrivi 2 500 + 20 = .............. .............. + .............. = .............. .............. – .............. = ..............
l’operazione e calcola.
Competenze L'alunno
 riconosce e utilizza numeri interi.
43
MATEMATICA Sussidiario pp. 250-251

L’addizione
1 Completa la tabella dell’addizione, poi esegui.
+ 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Sono rimaste delle caselle vuote? .................
0 0 1 2 3 4 5 8
L’addizione si può sempre eseguire? .................
1 1 2 3 4 5 6
• Considera le somme nelle caselle gialle e indica le
due addizioni possibili. 2 2 3 4 5 6 7
0 + 8 ......... + ......... 3 3 4 5 6 7 8
8 = 5 = 4 4 5 6 7 8 9
8 + 0 ......... + .........
5 5 6 7 8 9 10
......... + ......... ......... + .........
......... = ......... = 6
......... + ......... ......... + ......... 7
• Scegli alcuni dei risultati nelle caselle grigie e indica 8
l’addizione corrispondente, poi rispondi. 9
2 = 1 + ......... 4 = ......... + .........
10
......... = ......... + ......... ......... = ......... + .........

• Come sono gli addendi di queste operazioni tra loro? .......................................................

2 Applica la proprietà commutativa, come nell’esempio.


26 + 14 = 35 + 30 = 62 + 120 = 12 + 55 + 38 =
40 ......... ......... .........
14 + 26 = 30 + ......... = ......... + ......... = ......... + ......... + ......... =

3 Associa gli addendi evidenziati e calcola a mente. Nel gruppo d scegli tu gli addendi.
a. 3 3 + 18 + 17 = ......... b. 54 + 25 + 46 = ......... c. 1 250 + 430 + 570 = ......... d. 120 + 240 + 280 = .........
25 + 32 + 48 = ......... 91 + 9 + 32 = ......... 710 + 267 + 290 = ......... 410 + 190 + 370 = .........
36 + 24 + 27 = ......... 26 + 27 + 73 = ......... 330 + 180 + 820 = ......... 390 + 570 + 210 = .........
21 + 63 + 17 = ......... 33 + 67 + 81 = ......... 95 + 5 + 316 = ......... 407 + 640 + 160 = .........

4 Calcola in colonna sul quaderno con la prova, poi scrivi i risultati.

senza cambio con il cambio


a. 321 + 42 = ........... b. 238 + 64 = ............. c. 2 713 + 368 + 1 231 = ...... d. 269 543 + 478 654 = ............
483 + 213 = ......... 596 + 128 = ........... 41 932 + 15 720 = ............... 497 325 + 397 684 = ............
111 + 278 = ......... 725 + 176 = ........... 32 157 + 28 996 = ............. 1 103 + 227 + 3 625 = ..........

44 Competenze L'alunno calcola e si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri interi;
sa valutare l'opportunità di ricorrere a una calcolatrice.
Sussidiario pp. 252-253 MATEMATICA

La sottrazione
1 Completa la tabella della sottrazione, poi esegui.
– 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Sono rimaste delle caselle vuote? Sì No 0 0 / / / / /
La sottrazione tra numeri naturali si può sempre
1 1 0 / / / /
eseguire? ...........................
2 2 1 0 / / /
• Considera i risultati nelle caselle verdi e indica la
3 3 2 1 0 / /
sottrazione corrispondente.
3 = 3 – 0 4 = ......... – ......... 4 4 3 2 1 0 /
......... = ......... – ......... ......... = ......... – ......... 5 5 4 3 2 1 0
• Scegli alcuni dei risultati nelle caselle azzurre e 6
indica la sottrazione corrispondente. 7
0 = 2 – ......... ......... = ......... – ......... 8 7
......... = ......... – ......... ......... = ......... – ......... 9 5
• Come sono i termini di queste operazioni tra loro? 10
.............................................

2 E
 segui prima la sottrazione, poi applica la proprietà invariantiva. Infine rispondi.
Sottrazione Aggiungi 10 ai due termini Sottrai 5 ai due termini
a. 88 – 15 = ......... (88 + 10) – (15 + 10) = 98 – 25 = ......... (88 – 5) – (15 – 5) = 83 – 10 = .........
b. 53 – 21 = ......... ................................................................................. .................................................................................
c. 37 – 25 = ......... ................................................................................. .................................................................................
d. 100 – 64 = ......... ................................................................................. .................................................................................
• In quali sottrazioni hai eseguito il calcolo più facilmente? ..........................................................................................

3 A
 pplica la proprietà invariantiva per calcolare a mente. Togli o aggiungi lo stesso
numero come nell’esempio.
359 – 29 = (359 – 9) – (29 – 9) = 350 – 20 = 330 oppure (359 + 1) – (29 + 1) = 360 – 30 = 330
634 – 44 = (......... – .........) – (......... – .........) = ......... – ......... =......... oppure (634 + 6) – (......... + .........) = ......... – ......... = .........
567 – 97 = (......... – .........) – ( ......... – .........) = ......... – ......... = ......... oppure (......... + .........) – (......... + .........) = ......... – ......... = .........
452 – 28 = ......................................................................................................... oppure .....................................................................................................

4 C
 alcola in colonna sul quaderno con la prova, poi scrivi i risultati.
senza cambio con il cambio
a. 197 – 56 = ......... b. 473 – 29 = ......... c. 5 790 – 4 751 = ......... d. 127 803 – 12 976 = .........
424 – 211 = ......... 346 – 257 = ......... 3 713 – 1 427 = ......... 328 482 – 175 862 = .........
531 – 130 = ......... 655 – 319 = ......... 12 000 – 8 704 = ......... 794 400 – 179 684 = .........

Competenze L'alunno calcola e si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri interi; 45
sa valutare l'opportunità di ricorrere a una calcolatrice.
VERIFICA LE COMPETENZE
1 Indica i termini dell’addizione e completa.
235 + 115 = 350 ............................. • Il simbolo dell’addizione è il segno ............................... .
• I termini da addizionare si chiamano ........................... .
......................... .............................. • Il risultato si chiama .......................................................... .

2 Calcola velocemente e completa.


Se aggiungi 0 il numero resta ..................................
+ 0 1 10 100 1 000 10 000
es. 83 + 0 = 83
75 76 Se aggiungi 1 aumenta di 1 la cifra delle
................................................ es. 75 + 1 = ..................................
83 83 1 083
Se aggiungi 10 aumenta di 1 la cifra delle
205 305 ................................................ es. ....................................
Se aggiungi 100 aumenta di 1 la cifra delle
136 146 ................................................ es. ....................................
1 400 11 400 Se aggiungi 1 000 aumenta di 1 la cifra delle
................................................ es. ....................................
3 Calcola a mente. Prima scomponi e poi associa gli addendi.
240 + 85 = 380 + 37 = 110 + 123 =
240 + 60 + 25 = ......... 380 + 20 + ...... = ......... 110 + 90 + ...... = .........
300 + 25 = ......... + ......... = ......... + ......... =
4 Controlla il calcolo e cerchia le addizioni in colonna sbagliate.
233 + 421 = 2 306 + 315 = 3 347 + 2 071 = 2 328 + 734 =

2 3 3 + 2 3 0 6 + 3 3 4 7 + 2 3 2 8 +
4 2 1 = 3 1 5= 2 0 7 1 = 7 3 4=
6 6 4 2 6 1 1 5 4 1 8 3 0 6 2

5 Calcola in colonna sul quaderno.


a. 917 + 698 = b. 1 012 + 412 + 285 = c. 249 + 15 + 1 216 =
469 + 872 = 1 251 + 242 + 1 576 = 358 + 613 + 828 =
748 + 133 = 370 + 1 584 + 203 = 198 + 2 926 + 304 =
127 + 588 = 341 + 674 + 2 093 = 327 + 1 098 + 2 324 =
3 + 196 + 30 495 = 3 350 + 4 796 + 2 993 = 12 375 + 4 328 + 94 =
75 896 + 128 + 432 = 3 261 + 16 484 + 249 = 75 325 + 19 084 + 89 =

46
I numeri

6 Completa.
• Il simbolo della sottrazione è il segno ............................................. .
• I termini della sottrazione si chiamano ............................................. e ............................................. .
• Il risultato si chiama ............................................. .
7 Calcola velocemente e completa.
– 0 1 10 100 1 000 Se togli 0 il numero resta ...............................................
Se togli 1 diminuisce di 1 la cifra delle
52 51 / / .................................. es. 52 – 1 = .......
383 283 / Se togli 10 diminuisce di 1 la cifra delle
.................................. es. .......................................................
2600 1 600
Se togli 100 diminuisce di 1 la cifra delle
1 367 1 357 .................................. es. .......................................................
3 426 3 426 Se togli 1 000 diminuisce di 1 la cifra delle
.................................. es. .......................................................
8 Calcola a mente le sottrazioni poi esegui la prova con l’operazione inversa.
97 – 20 = 77 77 + 20 = .... 237 – 30 = .... .... + 30 = .... 481 – 60 = .... .... + 60 = .....
357 – 40 = .... .... + .... = 357 765 – 50 = .... .... + .... = 765 270 – 4 = .... .... + .... = ......

9 Applica la proprietà invariantiva per calcolare a mente.


456 – 126 = (456 + 4) – (126 + 4) = 460 – 130 = .......
223 – 103 = (....... + 7) – (....... + 7) = ....... – ....... = .......
532 – 222 = (....... + 8) – (....... + .......) = ....... – ....... = .......

10 Controlla il calcolo e cerchia le sottrazioni in colonna sbagliate.


753 – 242 = 570 – 364 = 1 621 – 1 468 = 2 957 – 683 =

7 5 3– 5 7 0 – 1 6 2 1 – 2 9 5 7 –
2 4 2= 3 6 4 = 1 4 6 8 = 6 8 3 =
2 1 5 2 1 4 1 5 3 2 3 3 4

11 Calcola in colonna sul quaderno.


a. 5 702 – 109 = b. 7 067 – 834 = c. 16 000 – 2 414 = d. 20 307 – 12 695 =
5 813 – 3 248 = 8 433 – 6 512 = 12 000 – 1 823 = 37 846 – 14 954 =
3 046 – 1 780 = 5 320 – 1 352 = 20 000 – 8 720 = 328 482 – 175 862 =
6 347 – 3 478 = 8 312 – 433 = 18 000 – 3 478 = 794 300 – 179 684 =

Competenze L'alunno
 calcola e si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri interi;
sa valutare l'opportunità di ricorrere a una calcolatrice. 47
MATEMATICA Sussidiario pp. 256-257

La moltiplicazione
1 Completa la tabella della moltiplicazione. Poi esegui.
× 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Sono rimaste delle caselle vuote? Sì No 0 0 0 0 0 0 0
La moltiplicazione si può sempre eseguire? Sì No 1 0 1 2 3 4 5
• Considera i prodotti nelle caselle gialle e indica le
2 0 2 4 6 8 10
due moltiplicazioni possibili.
0 × 4 ........ × ........ 3 0 3 6 9 12 15
0 = 3= 4 0 4 8 12 16 20
4 × 0 ........ × ........
5 0 5 10 15 20 25
........ × ........ ........ × ........
........ = ........ = 6
........ × ........ ........ × ........
7
8
• Scegli alcuni dei risultati nelle caselle grigie e indica la
moltiplicazione corrispondente. 9 36
1 = 1 × ........ 9 = ........ × ........ ........ = ........ × ........ 10
........ = ........ × ........ ........ = ........ × ........ ........ = ........ × ........
• Come sono i fattori di queste operazioni? ............................................................................................................................................................

2 Applica la proprietà commutativa, come nell’esempio.


114 × 2 = 12 × 4 = 20 × 6 = 61 × 5 =
........ ........ ........ ........
2 × 114 = 4 × ........ = ........ × ........ = ........ × ........ =

3 Utilizza strategie e proprietà per calcolare a mente come nell’esempio.


9 × 30 = 15 × 200 = 21 × 4 000 = 7 × 50 = 11 × 600 =

9 × 3 × 10 = 15 × ........ × ........ = 21 × ........ × ........ = 7 × ........ × ........ = 11 × ........ × ........ =

27 × 10 = 270 ........ × ........ = ........ ........ × ........ = ........ ........ × ........ = ........ ........ × ........ = ........

4 Calcola in colonna sul quaderno. Verifica l’esattezza del calcolo con la prova e scrivi il risultato.
Senza cambio Con il cambio
a. 122 × 4 = ........... b. 342 × 3 = ........... c. 183 × 13 = ........... d. 163 × 23 = ........... e. 4 370 × 56 = ...........
212 × 3 = ........... 128 × 4 = ........... 1 971 × 46 = ........... 343 × 42 = ........... 5 632 × 37 = ...........
233 × 2 = ........... 4 311 × 7 = ........... 3 789 × 15 = ........... 2 208 × 12 = ........... 3 854 × 42 = ...........

48 Competenze L'alunno calcola e si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri interi;
sa valutare l'opportunità di ricorrere a una calcolatrice.
Sussidiario pp. 258-261 MATEMATICA

La divisione
1 Completa la tabella della divisione tra numeri. Poi esegui. : 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Sono rimaste delle caselle vuote? Sì No 0 Ind. 0 0 0 0 0
La divisione tra numeri naturali si può sempre 1 / 1 / / / /
eseguire? Sì No 2 / 2 1 / / /
• Considera i risultati nelle caselle verdi e indica la 3 / 3 / 1 / /
divisione corrispondente.
4 / 4 2 / 1 /
0 = 0 : 3 3 = ........ : ........ ........ = ........ : ........
5 / 5 / / / 1
........ = ........ : ........ ........ = ........ : ........ ........ = ........ : ........ 6 6 2
• Scegli alcuni dei risultati nelle caselle azzurre e indica 7
la divisione. 8 2
1 = 4 : ........ ........ = ........ : ........ ........ = ........ : ........ 9
........ = ........ : ........ ........ = ........ : ........ ........ = ........ : ........ 10 5

• Come sono i termini di queste operazioni tra loro? ...........................................................................................................................................


2 Completa la mappa scegliendo tra le parole o i numeri indicati.
0 • 1 • impossibile • indeterminato
I CASI PARTICOLARI DELLA DIVISIONE

0:0 (numero diverso da 0) : 0 0 : (numero diverso da 0) (numero diverso da 0) : (se stesso)

...................... ........................................................ ........................................................ .......................................................................

3 Applica la proprietà invariantiva e calcola in riga, come nell’esempio.


a. 810 : 30 = (810 : 10) : (30 : 10) = 81 : 3 = 27 b. 180 : 12 = (180 : 6) : (12 : 6) = 30 : 2 = 15
3 600 : 600 = (...... : ......) : (...... : ......) = ...... : ...... = ......... 270 : 9 = (...... : ......) : (...... : ......) = ...... : ...... = .........
3 500 : 70 = (...... : ......) : (...... : ......) = ...... : ...... = ......... 840 : 8 = (...... : ......) : (...... : ......) = ...... : ...... = .........
5 000 : 200 = (...... : ......) : (...... : ......) = ...... : ...... = ......... 720 : 4 = (...... : ......) : (...... : ......) = ...... : ...... = .........

4 C
 alcola le divisioni ed esegui la 5 C
 alcola in colonna sul quaderno.
prova con l’operazione inversa. Verifica con la prova.
210 : 3 = 70 70 × 3 = ...... Con una cifra al divisore Con due cifre al divisore
248 : 4 = ...... ...... × 4 = ...... 165 : 5 = 1 320 : 4 = 267 : 24 = 21 676 : 32 = 3 680 : 24 =
240 : 12 = ...... ...... × ...... = ...... 269 : 7 = 3 456 : 8 = 78 : 13 = 394 : 32 = 15 350 : 68 =
360 : 9 = ...... ...... × 9 = ...... 1876 : 4 = 2 681 : 5 = 93 : 31 = 282 : 26 = 98 952 : 35 =

Competenze L'alunno calcola e si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri interi; 49
sa valutare l'opportunità di ricorrere a una calcolatrice.
MATEMATICA Sussidiario p. 262

Multipli e divisori
1 I nserisci nel diagramma di Venn i numeri Multipli di 5
raggruppandoli secondo le caratteristiche indicate: Multipli di 3

3  • 5  • 6  • 9  • 10  • 12  • 15  • 20  • 24  • 25  • 30  • 33  • 60

Multipli di 3 Multipli di 5

• Osserva: i multipli comuni sono tutti multipli di 15,


cioè 3 × 5.

Multipli comuni

2 Cerchia i multipli di 2 e completa. 5 Cerchia i divisori di 12.


2  • 3  • 4  • 5  • 6  • 7  • 8  • 9  • 10  • 11  • 12  • 13  • 0  • 1  • 2  • 3  • 4  • 5  • 6  • 7  • 8  • 9  • 10  • 11  • 12
14  • 15  • 16  • 17  • 18  • 19  • 20  • 21
6 Cerchia i divisori di 40.
I multipli di 2 sono tutti numeri .............................................. .
0  • 1  • 2  • 3  • 4  • 5  • 6  • 7  • 8  • 9  • 10  • 11  • 12  •
3 Cerchia i multipli di 3. 15  • 20  • 23  • 25  • 30  • 37  • 40  • 42  • 48  • 49
10  • 11  • 12 13  • 14  • 15  • 16  • 17  • 18  • 19  • 20  • 21  •  7 C
 erchia di rosso i multipli di 4 e di blu i multipli
22  • 23  • 24  • 25  • 26  • 27  • 28  • 29  • 30  • 31  • 32 di 8. Infine rispondi.
22  • 23  • 24  • 25  • 26  • 27  • 28  • 29  • 30  • 31  • 32  • 
4 Cerchia i multipli di 11.
33  • 34  • 35  • 36  • 37  • 38  • 39  • 40  • 41  • 42
10  • 11  • 12  • 13  • 14  • 15  • 16  • 17  • 18  • 19  • 20  • 21  • Hai cerchiato numeri che sono multipli sia
22  • 23  • 24  • 25  • 26  • 27  • 28  • 29  • 30  • 31  • 32  • 33 di 4 sia di 8? Sì No Quali sono? ..........................................

8 Sottolinea il numero che possiede le caratteristiche indicate.


a. È multiplo di 4 e divisore di 24: 5  • 6 • 7 • 9 • 10 • 11 • 12 • 13 • 14 • 15 • 16 • 17
b. È multiplo di 3 e 9: 14  • 15 • 16 • 17 • 18 • 19 • 20 • 21 • 22 • 23 • 24 • 25
c. È divisore di 20 e multiplo di 5: 7  • 8 • 9 • 10 • 11 • 12 • 13 • 14 • 15 • 16 • 17 • 18
d. È divisore di 27 e 9: 0  • 2 • 3 • 4 • 5 • 6 • 7 • 8

9 Scrivi i numeri che possiedono le caratteristiche indicate.


3 multipli di 6: .......................................................................................... 3 numeri multipli di 2 e di 3: ...............................................................
3 divisori di 20: ........................................................................................ 3 numeri divisori di 40 e 16: .................................................................
Un multiplo di 4 e 7: ............................................................................ 2 divisori di 40: .............................................................................................
3 divisori di 100: ..................................................................................... I divisori di 32: ..............................................................................................

50 Competenze L'alunno calcola e si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri interi;
sa valutare l'opportunità di ricorrere a una calcolatrice.
Sussidiario pp. 251, 253, 257, 259 MATEMATICA

Le proprietà delle operazioni


1 S
 crivi le proprietà sotto ogni operazione. Alcune proprietà possono essere ripetute.

associativa • commutativa • distributiva • invariantiva

OPERAZIONI

addizione moltiplicazione sottrazione divisione


• ................................... • ................................... • ................................... • ...................................
• ................................... • ...................................
• ...................................

2 L eggi la mappa e rispondi.


• Quali proprietà hanno in comune addizione e moltiplicazione? ...................................................................................................
• La proprietà invariantiva a quali operazioni appartiene? ....................................................................................................................
• Moltiplicazione e divisione hanno proprietà in comune? ..................................................................................................................

3 R
 icostruisci la definizione. Completa la definizione della proprietà invariantiva della divisione
e della proprietà invariantiva della sottrazione.
aggiungendo • dividendo • moltiplicando • numero • sottraendo

......................................... o ......................................... per uno stesso ......................................... diverso da zero entrambi i


termini della divisione il risultato non cambia.
......................................... o ......................................... uno stesso ......................................... a entrambi i termini della sottrazione,
il risultato non cambia.

 egna con una X le operazioni che corrispondono


4 S 5 N
 elle addizioni 36 + 75 + 14 e 73 + 9 + 7
alla proprietà distributiva della moltiplicazione. la proprietà associativa è stata applicata in
38 + 12 × 17 = (38 + 12) × 17 = 50 × 17 = 67 modi diversi. Calcola e rispondi.
(36 + 75) + 14 = (73 + 9) + 7 =
35 × 8 = (30 + 5) × 8 = (30 × 8) + (5 × 8) = 240 + 40 = 280
............... + 14 = ............... ............... + 7 = ...............
(40 + 6) × 9 = (40 × 9) + (6 × 9) = 360 + 54 = 414
(36 + 14) + 75 = (73 + 7) + 9 =
............... + 75 = ............... ............... + 9 = ...............
• Qual è stato il calcolo più facile da eseguire?
Perché? ..........................................................................................
.............................................................................................................
.............................................................................................................

6 I nventa un altro caso simile all’es. 5.

Competenze L'alunno calcola e si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri interi; 51
sa valutare l'opportunità di ricorrere a una calcolatrice.
VERIFICA LE COMPETENZE
1 Completa.
• Il simbolo della moltiplicazione è il segno ...................... .
• I fattori si chiamano ..................................................... e ..................................................... .
• Il risultato è il ..................................................... .

2 Calcola e completa.
Se moltiplichi per 0 il risultato è ......................
× 0 1 10 100 1 000 Es. ............. × 0 = .............
41 4 100 Se moltiplichi per 1 il risultato è ......................
Es. 7 × 1 = .............
324 0
Se moltiplichi per 10 il numero diventa ........... volte
7 70 maggiore. Es. ............. × 10 = .............
33 Se moltiplichi per 100 il numero diventa ........... volte
maggiore. Es. ...............................................
209 209 000 Se moltiplichi per 1000 il numero diventa .......... volte
maggiore. Es. ...............................................
3 Scomponi in fattori.
a. 12 = 3 × 4 b. 130 = 13 × 10 c. 2 500 = 25 × .......... d. 8 000 = 8 × ..........
24 = ................... 340 = ................... 17 800 = ................... 11 000 = ...................
64 = ................... 1 410 = ................... 23 200 = ................... 4 000 = ...................
35 = ................... 3 550 = ................... 6 300 = ................... 1 000 = ...................

4 Calcola a mente applicando la proprietà distributiva.


18 × 6 = 14 × 5 = 23 × 4 = 36 × 8 =

(10 + 8) × 6 = (10 + ....) × 5 = (20 + .....) × 4 = (.... + ....) × .... =

(10 × 6) + (8 × 6) = (10 × 5) + (.... × 5) = (.... × 4) + (.... × ....) = (.... × ....) + (.... × ....) =

60 + 48 = .......... 50 + ...... = .......... .... + ...... = .......... .... + ...... = ..........

5 Perché il calcolo di queste moltiplicazioni 6 Calcola in colonna sul quaderno con la


è sbagliato? prova e scrivi il risultato.

a. 206 × 8 = 1 602 b. 4 0 3 × a. 234 × 2 = ..........


b. 102 × 25 = ..........
4 = 133 × 3 = .......... 453 × 97 = ..........
1 6 0 2 211 × 7 = .......... 478 × 89 = ..........
80 × 46 = .......... 256 × 127 = ..........
....................................................................................... 53 × 30 = .......... 263 × 104 = ..........
....................................................................................... 69 × 50 = .......... 380 × 192 = ..........

52
I numeri
7 Completa.
• Il simbolo della divisione è il segno .................................... .
• Il risultato si chiama ...................................................... .
• Se il resto è uguale a 0 si può anche chiamare ...................................... .

8 Calcola e completa.
: 1 10 100 1 000 • Se dividi per 1 il risultato è ........... Es. 3 000 : 1 = 3 000
• Se dividi per 10 il numero diventa .......... volte minore.
3 000 Es. ........... : 10 = ...........
15 000 • Se dividi per 100 il numero diventa .......... volte minore.
800 / Es. ........... : ........... = ...........
Se dividi per 1 000 il numero diventa .......... volte minore.
540 / / Es. ........... : ........... = ...........

9 Cerchia di rosso i divisori di 30 e di blu i divisori di 70, poi rispondi.


0 • 1 • 2 • 3 • 4 • 5 • 6 • 7 • 8 • 9 • 10 • 11 • 12 • 13 • 14 • 15
Hai cerchiato numeri che sono divisori sia di 30 sia di 70? ............................................................
Quali sono? ......................................................................................................................................................

10 Applica la proprietà invariantiva e moltiplica i 11 Dividi i due termini per lo _


due termini per lo stesso numero. stesso numero e semplifica
a. 240 : 2 = (240 × 5) : (2 × 5) = 1 200 : 10 = 120 il calcolo in colonna sul
350 : 5 = (....... × .......) : (....... × .......) = ....... : ....... = ....... quaderno.
48 : 2 = (....... × .......) : (....... × .......) = ....... : ....... = ....... 3 410 : 90 = 341 9
90 : 5 = (....... × .......) : (....... × .......) = ....... : ....... = ....... : 10 : 10 7 1 37
b. 60 : 20 = (60 × 5) : (20 × 5) = 300 : 100 = 3 341 : 9 = 8
400 : 50 = (....... × .......) : (....... × .......) = ....... : ....... = .......
11 700 : 400 = 4 500 : 60 =
280 : 20 = (....... × .......) : (....... × .......) = ....... : ....... = ....... : ..... : ..... : ..... : .....
360 : 30 = (....... × .......) : (....... × .......) = ....... : ....... = ....... .......... : ........ = .......... : ........ =

12 Il calcolo di queste divisioni è sbagliato. 13 Calcola in colonna sul quaderno con
Controlla e spiega. la prova e scrivi il risultato.
a. 84 : 4 = .......... b. 1 020 : 80 = ..........
a. 325 : 30 = 16 resto 10 b. 2 3 8 15
96 : 8 = .......... 3 400 : 60 = ..........
0 8 8 18
72 : 3 = .......... 1 430 : 70 = ..........
08 1 200 : 58 = .......... 7 880 : 90 = ..........
............................................................................. 1 007 : 69 = .......... 1 080 : 40 = ..........
............................................................................. 2 057 : 95 = .......... 5 320 : 50 = ..........
Competenze L'alunno
 calcola e si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri interi;
sa valutare l'opportunità di ricorrere a una calcolatrice. 53
INVALSI Sussidiario pp. 244-262

Prepariamoci all’INVALSI
Segna la risposta corretta con una X.  arbara ha raccolto 2 decine di mele e 4 decine
7 B
di pere. Quale calcolo ti permette di trovare il
 quale numero in cifre corrisponde
1 A numero totale dei frutti raccolti?
dodicimilacentocinque?
A. 2+4 C. 2 × 10 + 4
A. 12 150 C. 12 105 B. 2 + 4 × 10 D. (2 × 10) + (4 × 10)
B. 12 015 D. 12 005
 lex regala 10 figurine a ognuno dei suoi 5
8 A
2 Il numero 8 243 è uguale a amici. A lui ne rimangono 23. Quante figurine
A. 8+2+4+3 aveva Alex prima di regalarne una parte?
B. 200 + 8 000 + 40 + 3 A. 73 B. 50 C. 23 D. 10
C. 8 000 + 200 + 400 + 3
D. 82 + 43  quale situazione corrisponde questa
9 A
operazione?
 uale tra questi numeri è multiplo sia di 6
3 Q 260 – 130
sia di 8? A. P
 er visitare il museo si spendono 260 euro per
A. 6 C. 12 130 ragazzi. Quanto costa il biglietto per ognuno?
B. 8 D. 24 B. A
 l museo entrano 260 ragazzi; 130 visitano la
mostra, gli altri partecipano a un laboratorio.
 uattro amici calcolano l’addizione in modo
4 Q
diverso. Qual è il calcolo non corretto? Quanti partecipano al laboratorio?
350 + 180 = C. 2 60 ragazzi vanno al museo e 130 al laboratorio
A. 300 + 100 + 50 + 80 didattico. Quanti in tutto?
B. 350 + 150 + 30 D. A
 l museo entrano circa 260 visitatori al giorno.
C. 100 + 100 + 100 + 100 + 100 + 50 + 80 Quanti in 130 giorni?
D. 180 + 20 + 330
 er il compleanno della zia, Marco compra 5
10 P
 uale tra queste uguaglianze è vera?
5 Q sacchetti di dolci da 20 dolci ognuno; alla fine
A. 1 000 – 5 = 5 × 200 della festa ne restano 6. Quanti dolci sono stati
mangiati?
B. 1 000 : 2 = 500 × 2
C. 1 000 × 1 = 1 000 : 1 A. 20 B. 31 C. 94 D. 100
D. 1 000 + 1 000 = 2 000 : 1 000  ompleta il testo in modo corretto scegliendo
11 C
tra questi dati.
6 Il risultato della divisione 2 570 : 450 è
Il pullman può trasportare in tutto 52 persone.
A. minore di 10
Alla partenza ne sono salite ......................... perciò ne
B. maggiore di 10
possono salire ancora 14.
C. uguale a 10
A. 14 B. 38 C. 32 D. 52
D. nessuna delle possibilità precedenti
 centinaia, 2 decine e 5 unità è uguale a
12 7
A. 700 + 25 C. 72 + 5
B. 7+2+5 D. 700 + 2 + 5
54
SPECIALE OPERAZIONI Sussidiario pp. 250-253

Addizioni e sottrazioni
1 CALCOLO A MENTE E IN COLONNA 2 CALCOLO IN COLONNA
Il calcolo di operazioni a mente e operazioni in Come sai già, per calcolare addizioni e sottrazioni
colonna richiede un modo diverso di utilizzare le in colonna in modo corretto devi considerare il
capacità della nostra mente. posto che occupa ogni cifra. Se l’operazione è con i
Mentre calcoli queste operazioni fai attenzione a decimali, l’attenzione deve essere maggiore.
come ragioni. Cerchia le operazioni incolonnate in modo
• 23 + 5 = ............. sbagliato e calcola quelle corrette.
ventitré più cinque = ....................................................................... 145 – 105 =
Come hai ragionato? Da 23 sei andato avanti di 5? h da u h da u
1 4 5 – 1 4 5 –
• 3 4 + quattro più cinque = .............
2 5 = tre più due = ............. 1 0 5 = 1 0 9 =
.............. ............. u e ............. da = ............. 1 5 5 9 3 6

Quando calcoli in colonna consideri il valore delle cifre 96,5 – 84 =


di ogni termine e sommi in base alla posizione. da u d da u d
Ciò vale non solo per le addizioni, ma per tutte le 9 6 , 5 – 9 6 , 5 –
operazioni. Riflettere su questa differenza può 8 4 , 0 = 8 , 4 =
aiutarti a contare più facilmente. ........ ........ , ........ ........ ........ , ........

METTITI ALLA PROVA! 5,72 – 0,65 =


Calcola a mente e in colonna, poi rispondi. u d c u d c
133 + 20 = ............. 18 + 42 + 69 + 5 7 2 – 5 , 7 2 –
,
280 + 18 = ............. 41 = 56 = 34 =
, 6 5 = 6 , 5 =
102 + 50 = ............. .......... .......... ..........
........ , ........ ........ ........ , ........ ........
Hai utilizzato ragionamenti diversi per calcolare a
mente e in colonna? ..............................................................................
Spiega come hai calcolato ogni addizione a mente.
..............................................................................................................................

3 UN MODO ANTICO PER CALCOLARE LE SOTTRAZIONI METTITI ALLA PROVA!


Il calcolo delle sottrazioni è più complesso di quello delle addizioni. Calcola partendo dal sottraendo.
Prova questo procedimento utilizzato sin dal XVI secolo. 674 – 233 = ........... 683 – 252 = ...........
Considera una alla volta le cifre del sottraendo e arriva a quelle del minuendo. 814 – 506 = ........... 763 – 476 = ...........

da 3 a 8 c’è 5 3 9 8 – aggiungi una decina a 2 da 5 a 12 c’è 7 4 6 2 –


da 7 a 9 c’è 2 1 7 3 = togli una decina a 6 da 4 a 5 c’è 1 3 4 5 =
da 1 a 3 c’è 2 2 2 5 da 3 a 4 c’è 1 1 1 7
102
Sussidiario pp. 256-257 SPECIALE OPERAZIONI

Moltiplicazioni
1 L’IMPORTANZA DELLE TABELLINE METTITI ALLA PROVA!
Alla base del calcolo delle Completa la tabella nel minor tempo possibile, poi confronta il tuo lavoro
moltiplicazioni a mente e in colonna con quello di un compagno. Infine rispondi.
c’è la conoscenza delle tabelline. × 9 5 4 2 3 • Quanto tempo hai impiegato a completare
Le conosci con sicurezza? la tabella? ...........................................................................
7
• Come hai proceduto? Ricordavi tutto a
9
memoria oppure contavi?
6 • C’è qualche tabellina che devi ripassare?
8 ...................................................................................................

2 CALCOLO A MENTE Utilizza la proprietà distributiva


Le moltiplicazioni più semplici • rispetto alla somma: scomponi • rispetto alla differenza: scomponi
possono essere calcolate a mente un fattore in somma un fattore in differenza
utilizzando la proprietà distributiva 34 × 7 = 34 = 30 + 4 59 × 6 = 59 = 60 – 1
sia rispetto alla somma sia = (30 + 4) × 7 = = (60 – 1) × 6 =
rispetto alla differenza. Si sceglie il = (30 × 7) + (4 × 7) = = (60 × 6) – (1 × 6) =
procedimento più adatto valutando = 210 + 28 = 238 = 360 – 6 = 354
con attenzione i fattori. Questo procedimento è più utile Questo procedimento è più utile
quando un fattore si avvicina alla quando un fattore si avvicina alla
decina minore (nell’esempio 30). decina maggiore (nell’esempio 60).
METTITI ALLA PROVA!
Scomponi un fattore in somma o differenza e spiega il perché della scelta.
95 × 4 95 = .................................... ho scomposto in somma perché ...........................................................................................................................
39 × 8 39 = .................................... ho scomposto in differenza perché ......................................................................................................................
72 × 3 ......... = .................................... ho scomposto in .................................... perché .....................................................................................................
5 × 67 ......... = .................................... ho scomposto in .................................... perché ......................................................................................................

Per alcuni è più semplice calcolare a mente così:


1. moltiplica il secondo fattore per ogni cifra del primo;
2. scrivi i prodotti parziali;
132×3=396
3. se ci sono, aggiungi i riporti.
261×5=1305
METTITI ALLA PROVA!
Calcola in riga.
203 × 3 = ............... 612 × 5 = ............... 321 × 4 = ............... 502 × 4 = ...............
314 × 4 = ............... 206 × 7 = ............... 183 × 9 = ............... 417 × 2 = ...............

103
SPECIALE OPERAZIONI Sussidiario pp. 256-257

Ancora moltiplicazioni
Non esiste un unico procedimento per calcolare le moltiplicazioni in colonna.
Ecco altri modi, che per alcuni sono più semplici.

1 LA MOLTIPLICAZIONE PER GELOSIA


Anticamente il nome gelosia indicava la grata messa alla finestra per impedire
che dall’esterno si potesse vedere con facilità dentro casa. Il metodo era molto
usato dagli Arabi dal tredicesimo secolo in poi. Presuppone l’utilizzo di un reticolo
che ricorda una grata in cui ogni casella è divisa in due lungo la diagonale.
Osserva l’esempio:
2 6 8

1 1 3 4 5
268 × 56 = 15 008 0 0 0
METTITI ALLA PROVA!
5 1 3 4 Calcola prima la moltiplicazione in colonna e
2 6 8 6
poi per gelosia.
0 0 8 356 × 23 = .........................

1. Conta le cifre del primo fattore: sono 3. 3 5 6 × 3 5 6


2. Conta quelle del secondo: sono 2. 2 3 =
3. Trascrivi i fattori intorno alla griglia. ..... 2
..... ..... ..... ..... +
4. Calcola i prodotti delle cifre in riga e in colonna, es. 2 × 5 = 10.
..... ..... ..... ..... = ..... 3
5. Scrivi in alto a sinistra le decine e in basso a destra le unità.
6. Somma lungo le diagonali a partire dal basso a destra. ..... ..... ..... ..... ..... ..... .....
7. Se ci sono, aggiungi i riporti nella diagonale successiva.

2 LA MOLTIPLICAZIONE CON LE LINEE O GIAPPONESE


3 × 2
Per calcolare le moltiplicazioni in questo modo puoi
utilizzare dei bastoncini oppure rappresentarli sul quaderno.
1
Osserva l’esempio:
5
13 × 25 =
1. Considera il valore di ogni cifra del primo fattore e
rappresentalo:
  4 h  1 da  3 u
2. Fai lo stesso con il secondo fattore mettendo i bastoncini
2h + 6 + 5 = 11 da + 15 u = 325
perpendicolari agli altri: 2 da e 5 u.
3. Conta gli incroci partendo da destra, che sono le unità. METTITI ALLA PROVA!
4. Somma il risultato degli incroci indicati: sono le decine. Calcola sul quaderno con le linee
5. Gli incroci a sinistra: sono le centinaia. 34 × 12 = ............. 62 × 31 = .............
6. Somma tutto: 2 h + 11 da + 15 u = 325 256 × 13 = ............. 124 × 15 = .............

104
Sussidiario pp. 258-261 SPECIALE OPERAZIONI

Divisioni
1 CALCOLO A MENTE 2 LA DIVISIONE IN COLONNA CANADESE
a. Il calcolo della divisione è certamente il più Questo sistema di calcolo, come il nostro, si basa sul
complesso sia a mente sia in colonna. Anche concetto che la divisione è una sottrazione ripetuta.
in questo caso la conoscenza delle tabelline è Segui il procedimento indicato.
fondamentale, ma occorre partire dal prodotto
per scoprire i fattori perché a ogni divisione
1148 : 46 =
corrispondono due moltiplicazioni. Ad esempio: 1. Forma 10 gruppi da 46, quindi 460 unità.
2. Sottrai 460 dal dividendo 1148 – 460.
54 : 6 = 9 resto 0 perché 54 = 6 × 9
3. Puoi continuare a sottrarre un qualunque altro
54 = 9 × 6
multiplo di 46, fino a quando non otterrai un
 erciò per calcolare una divisione devi pensare alle
P numero inferiore al divisore.
tabelline in modo inverso. 4. A questo punto ricava il quoziente e il resto
come indicato.
b. L a divisione ha un resto diverso da 0 quando il
dividendo non è multiplo del divisore. Osserva: 1 1 4 8 46
– 4 6 0 46 × 10 = 460
il dividendo è multiplo del divisore
36 : 3 = 12 resto 0 6 8 8
36 è multiplo di 3. – 4 6 0 46 × 10 = 460
3 × 12 = 36 2 2 8
– 9 2 46 × 2 = 92
il dividendo NON è multiplo del divisore
1 3 6
26 : 3 = 8 resto 2 quoziente
26 non è multiplo di 3: non lo contiene 8 volte esatte. – 9 2 46 × 2 = 92
3 × 8 = 24 4 4 10 + 10 + 2 + 2 = 24
24 + 2 = 26
METTITI ALLA PROVA!
METTITI ALLA PROVA! Calcola con il metodo della divisione canadese.
837 : 32 = ............. 742 : 68 = .............
Completa nel minor
: 3 4 5 6
tempo possibile,
poi confronta il tuo 20 6 r. 2 8 3 7 3 2 7 4 2 6 8
lavoro con quello – 3 2 0 ..... ..... – ..... ..... ..... ..... .....
25 ..... ..... ..... ..... ..... .....
di un compagno.
30 – ..... ..... ..... – ..... ..... .....
Infine rispondi.
..... ..... ..... ..... ..... .....
• Quanto tempo hai impiegato a completare 742 68
837 32
la tabella? .........................................................................................
320
• Come hai proceduto? Hai usato le tabelline a Calcola sul quaderno.
memoria oppure non le ricordavi? ................................... 900 : 25 = ............. 420 : 13 = .............

105
NELLA REALTÀ
Come insegnanti
A Il compito: un insegnante di classe terza deve
spiegare ai suoi alunni i passaggi di stato dell’acqua
e chiede alla tua classe, date le vostre conoscenze ed
esperienze sull’argomento, di preparare alcuni materiali
da utilizzare durante la lezione.

B Prodotti attesi: un cartellone riassuntivo sugli stati


dell’acqua e una scheda con le istruzioni necessarie per
realizzare un esperimento sui passaggi di stato.

C Fasi di lavoro

Fase 1: scelta dei contenuti


Attraverso una conversazione collettiva, preparate un elenco di contenuti essenziali
sull’argomento “Gli stati dell’acqua”. Tenete conto dell’età degli alunni a cui è rivolto
il lavoro. Un alunno nominato segretario annoterà le decisioni emerse.
Fase 2: scelta dell’esperimento
Scegliete un esperimento che possa aiutare gli alunni di classe terza a
comprendere i passaggi di stato dell’acqua.
Fase 3: suddivisione dei compiti
Decidete prima di tutto chi si deve occupare del cartellone e chi della
scheda-esperimento. In entrambi i casi potete distinguere compiti diversi.
• Preparazione del progetto e organizzazione dei contenuti.
Per la scheda-esperimento, potete utilizzare il modello di pagina 107.
• Preparazione delle immagini.
• Preparazione dei testi.
Fase 4: preparazione dei materiali
In base ai compiti assegnati, preparate i materiali necessari e utilizzateli per la
realizzazione dei due prodotti richiesti.
Fase 5: autovalutazione
Prima di consegnare i materiali all’insegnante di classe terza, esaminateli insieme e
valutate il lavoro svolto, utilizzando le domande di pagina 107.
Fase 6: valutazione esterna
Dopo che i compagni di terza avranno utilizzato i vostri materiali, chiedete loro un
giudizio sulla loro chiarezza e sulla loro utilità.

106
D Modello per la scheda-esperimento. NELLA REALTÀ

Materiali occorrenti.

.....................................................................................................................................................................................................................................................
.....................................................................................................................................................................................................................................................
.....................................................................................................................................................................................................................................................
.....................................................................................................................................................................................................................................................

Procedimento.

Disegno illustrativo .................................................................................................................


.................................................................................................................
.................................................................................................................
.................................................................................................................
.................................................................................................................
.................................................................................................................

Se l’esperimento richiede diverse azioni, dividetelo in più fasi e preparate per ciascuna
di esse un’immagine esplicativa.

Risultati.
Lasciate questa sezione vuota. Saranno i vostri compagni di terza a completarla
dopo aver realizzato l’esperimento da voi proposto.

Autovalutazione
C
 ome giudicate i materiali che avete prodotto? (si possono indicare più scelte)
Chiari Piacevoli da vedere Completi Adatti ad alunni di terza
Un po’ confusi Incompleti Troppo difficili per alunni di terza
Q
 uale aspetto si potrebbe migliorare?
...........................................................................................................................................................................................................................
...........................................................................................................................................................................................................................
Come vi è sembrato questo compito?
Facile Abbastanza impegnativo Molto impegnativo Interessante
Noioso Divertente Utile Coinvolgente

Competenze C
 ompetenze di base in scienze e tecnologia. L'alunno utilizza le sue conoscenze scientifiche per trovare soluzioni a problemi reali.
Spirito di iniziativa e imprenditorialità. L'alunno è in grado di realizzare semplici progetti.
Competenze sociali e civiche. L'alunno si impegna per portare a compimento il lavoro iniziato da solo o insieme ad altri.
107
NELLA REALTÀ Aiutiamo gli animali
A Il compito: un canile del territorio vi chiede di
realizzare una campagna pubblicitaria dal titolo “Adotta
un trovatello”, per favorire l’adozione dei cani ospiti
della struttura.

B Prodotti attesi: un manifesto, una locandina o


una brochure da distribuire in più copie.

C Fasi di lavoro

Fase 1: ricerca di informazioni


Cercate informazioni e immagini su Internet dei canili della vostra zona.
Se possibile intervistate un volontario che lavora in un canile o una
persona che ha vissuto l’esperienza di adottare un cane.
Fase 2: discussione
Esaminate insieme i materiali raccolti. Esprimete liberamente le vostre
idee o proposte e discutete su quale prodotto sia più opportuno
scegliere, su come realizzarlo e su come distribuirlo. Un “segretario” dovrà
annotare le decisioni emerse.
Fase 3: suddivisione dei compiti
Dividetevi in gruppi e distribuite i ruoli, tenendo conto delle abilità e dei
gusti individuali. Le figure possono essere queste:
• progettisti: progettano la struttura dell’elaborato e i suoi contenuti;
• illustratori: realizzano i disegni;
• autori: scrivono i testi;
• informatici: “digitalizzano” i testi e le immagini al computer e li stampano;
• pubblicitari: inventano uno “slogan” che sia accattivante e coinvolgente.
Fase 4: preparazione e assemblaggio dei materiali
In base ai compiti assegnati, predisponete i materiali necessari.
Assemblate poi testi e immagini secondo lo schema realizzato dai
progettisti.
Fase 5: distribuzione
Realizzate più copie del prodotto e procedete all’esposizione o alla
distribuzione.

108
D Domande stimolo e consigli NELLA REALTÀ

Fase 1 Che cosa mangia un cane? Di che cosa ha bisogno un cane per vivere bene?
Quali sono le razze più tranquille e quelle più vivaci?
Che cosa dovrebbe sapere una persona che adotta un cane?
Quali doveri comporta l’adozione?
Fase 2 Cercate esempi di manifesti, locandine e brochure per confrontarne le caratteristiche.
Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di ciascuna soluzione?
Riflettete su possibili luoghi e tempi per l’esposizione o la distribuzione del prodotto realizzato
e su chi potrebbe occuparsene.
Fase 3 Preparate un modello che indica a grandi linee i contenuti da inserire e come disporli.
Decidete se realizzare il lavoro al computer o a mano, anche in base agli strumenti disponibili
e alle vostre competenze.
Cercate sui giornali esempi di slogan pubblicitari per trarne qualche spunto.
Fase 4 L’effetto finale del prodotto è soddisfacente? Serve qualche aggiustamento o modifica?

Fase 5 Se volete distribuire il prodotto in ambiente scolastico, chiedete l’autorizzazione al Dirigente


Scolastico.

Autovalutazione
Come vi è sembrato questo compito? (si possono indicare più scelte)
Facile Abbastanza Impegnativo Divertente Noioso
Interessante Molto Impegnativo Utile Coinvolgente

P
 er realizzare questo compito hai lavorato soprattutto:
Individualmente In coppia In piccoli gruppi In grandi gruppi

C
 he cosa hai imparato durante la realizzazione di questo compito?
...............................................................................................................................................................................................................................
...............................................................................................................................................................................................................................

Competenze Spirito
 di iniziativa e imprenditorialità. L'alunno dimostra originalità e spirito di iniziativa. L'alunno è in grado di realizzare
semplici progetti.
Competenze digitali. L'alunno usa le tecnologie in contesti comunicativi concreti.
Competenze sociali e civiche. L'alunno si impegna per portare a compimento il lavoro iniziato da solo o insieme ad altri.
109
NELLA REALTÀ Un premio da gestire
A La situazione: una classe quarta ha vinto un premio di € 500 da spendere in:
• materiale da utilizzare in classe;
• attrezzatura multimediale;
• libri per la biblioteca.

B Il compito: le maestre chiedono ai bambini di discutere insieme come utilizzare


il premio, per poi avanzare delle proposte di acquisto al Dirigente Scolastico.

C Prodotti attesi: un preventivo di spesa per ogni possibilità di acquisto, in modo da presentare più
proposte motivate e realizzabili e una lettera che spiega i motivi della richiesta al Dirigente Scolastico.

D Fasi di lavoro

Fase 1: organizzazione della classe


• Dividete la classe in sei gruppi composti da quattro o cinque bambini ciascuno.
• Stabilite, all’interno di ogni gruppo, il ruolo di ogni bambino secondo un criterio di compito e
responsabilità condivisa. Gli incarichi assegnati vengono registrati in una tabella. Tutti hanno l’impegno
di collaborare e di aiutarsi a vicenda.
• Stabilite uno spazio in classe dove appendere tutte le informazioni utili al vostro lavoro e affiggete le
tabelle in modo che possano essere consultate da tutti.

GRUPPO n. ................... NOME......................................................................................................................................................


Nome del Ambito di Che cosa fa il bambino nel gruppo
bambino responsabilità
............................................... tempo Controlla che il lavoro sia terminato nel tempo previsto.
............................................... lavoro Controlla che il lavoro venga svolto con cura.
............................................... esecuzione Controlla che ognuno esegua il compito senza distrarsi.
............................................... collaborazione Interviene in caso ci siano problemi o divergenze.
Richiede informazioni e aiuto all’insegnante.
............................................... comunicazione
Infine riferisce al gruppo.

110
Come attivare il M.I.O. BOOK e accedere al portale Raffaello Digitale
Formulario di geometria
Completa e memorizza le formule.

figura nome perimetro area

somma della
misura dei lati
¿h rettangolo p= A = ¿b x ¿h
PER ATTIVARE PER ATTIVARE (¿b + ¿h) x 2
IL M.I.O. BOOK IL M.I.O. BOOK WWW.RAFFAELLODIGITALE.IT
CON IL DVD SENZA IL DVD ¿b
Per il docente Per l’alunno Con la registrazione
puoi:
• s caricare i materiali digitali presenti p = ......................................
1
Inserisci il DVD che trovi in
1
Collegati al portale
allegato alle guide ai testi e
clicca sul file “installami”
www.raffaellodigitale.it, all’interno del M.I.O. BOOK; ¿l ..................................................... A = ......................................
scarica e installa • c onsultare il testo anche in modalità
il Raffaello Player online (cioè senza dover scaricare il
Raffaello Player).
¿l = p : 4
2 2
Una volta installato Una volta installato
il Raffaello Player il Raffaello Player Inoltre:
apri la libreria apri la libreria •è possibile accedere al M.I.O. BOOK e
ricevere gli aggiornamenti del testo.
..............................
3
Carica i testi presenti nel DVD, Cerca i testi da attivare
3 cliccando il tasto
Senza registrazione
è possibile:
¿l ¿h
..................................................... p= A = ......................................
• richiedere il supporto;
• s caricare il materiale gratuito; ..............................
•v
 isionare i video tutorial. ¿b
4
Attiva il testo scrivendo Attiva il testo scrivendo
4 il codice di attivazione il codice di attivazione
¿l
p = ......................................
La registrazione è facoltativa e consente di ricevere gli aggiornamenti del testo. ¿d ..................................................... A = ......................................
D
CODICE DI ATTIVAZIONE ¿l = ......................................
Vedi SPECIALE DISCIPLINE (versione unita o scientifica)
¿b
¿l ¿h ¿l ..................................................... p = ...................................... A = ......................................
Coordinamento redazionale: Emilia Agostini Per esigenze didattiche i testi sono stati ridotti e/o adattati. Tutti i diritti sono
Redazione: Corrado Cartuccia riservati. L’Editore è a disposizione degli aventi diritto con i quali non è stato
Grafica e impaginazione: Studio Ampa, Claudio Campanelli
Illustrazioni: Greta Crippa, Luca De Santis
possibile comunicare, nonché per eventuali omissioni o inesattezze nella
citazione delle fonti. È vietata la riproduzione dell’opera o di parti di essa con B
qualsiasi mezzo, compresa stampa, fotocopia, microfilm e memorizzazione
Copertina: Pantarei, Mauro Aquilanti elettronica, se non espressamente autorizzata dall’Editore.
Coordinamento M.I.O. BOOK: Paolo Giuliani
Redazione multimedia: Sara Ortenzi p = ......................................
Ufficio multimedia: Enrico Campodonico, Claudio Marchegiani, Luca Pirani
© 2017 ¿l triangolo
Referenze fotografiche: Archivio fotografico Gruppo Ed. Raffaello, Thinkstock ¿h A = ......................................
Raffaello Libri S.p.A.
equilatero
Stampa: Gruppo Editoriale Raffaello Via dell’Industria, 21
60037 - Monte San Vito (AN) ¿l = ......................................
www.grupporaffaello.it - info@grupporaffaello.it
¿b
Ristampa:
5 4 3 2 1 0 2022 2021 2020 2019 2018 2017
-4 ie lin i
88 sc p ch

-2 tifi 4
8- io ci ec
72 n e

8- o
S p e c i a l e
Classe 4
75 c
97 iar dis N. S
4
3
BN iz e -
IS rc ial oni
e c l
Es pe . Car
S A

Alessandra Carloni

Nicoletta Secchi

ESERCIZIARIO
­ RATUITO, fuori commercio (vendita e altri atti di disposizione vietati: art. 17, c. 2 L. 633/1941).
Esente da I.V.A. (D.P.R. 26-10-1972, n° 633, art. 2 lett. d). Esente da bolla di accompagnamento (D.P.R. 6-10-1978, n° 627, art.4. n° 6).
Questo volume, sprovvisto del talloncino a fronte (o opportunamente punzonato o ­altrimenti contrassegnato), è da considerarsi

• Storia • Scienze Eserciziario: antropologico e scientifico Compiti di realtà • Lapbook • Mappe • Testi semplificati
• Geografia • Tecnologia • Pagine operative, di approfondimento e di verifica
• Matematica • Lapbook, compiti di realtà, testi semplificati, mappe
che
d i s p o n ibile an
È ne unita
la versio

Speciale Discipline
Classe 5
copia di SAGGIO-CAMPIONE G

Scientifico


Scienze

Eserciziario scientifico
• Storia • Scienze Eserciziario: antropologico e scientifico
• Geografia • Tecnologia • Pagine operative, di approfondimento e di verifica
• Matematica • Lapbook, compiti di realtà, testi semplificati, mappe

SE
PER L’INSEGNANTE E LA CLAS
Io imparo facile
• Guida al testo con guida alle competenze, programmazione,
suggerimenti per il coding, schede operative, verifiche per livelli. A richiesta i volumi con i
• Guida Insegnare.lim 4a - Matematica e Scienze
• Poster disciplinari
percorsi semplificati di 4a e 5a
per alunni con BES e DSA,
Tecnologia
• Materiale didattico anche in versione audio
scaricabile on-line
IN DOTAZIONE CON LA GUIDA:
il M.I.O. BOOK docente con la guida al testo, i percorsi
multidisciplinari per la LIM spiegati passo passo, esercizi interattivi,
I volumi o
video e schede in PDF ltre alla
versione
digitale
il M.I.O. BOOK studente M.I.O. BO
sono con OK,
I DVD si possono installare senza connessione a Internet sultabili
on-line
CD audio in formato MP3 con la versione audio di tutto il libro archiviab e
ili su USB
letto da speaker professionisti
Matematica

www.raffaellodigitale.it
www.grupporaffaello.it Prezzo ministeriale