Sei sulla pagina 1di 17

Manuale del

Colesterolo
Cos’è e come ridurlo facilmente con
l’aiuto di tecniche e rimedi naturali

salugea.com
COLESTEROLO E TRIGLICERIDI ALTI?
Non Sei solo: è un problema che accomuna oltre 10 Niente paura, esistono molti metodi 100% naturali
milioni di Italiani e che rappresenta il fattore di rischio che ti possono aiutare efficacemente a ridurlo senza
cardiovascolare più diffuso in Italia. Più del 30% della dover ricorre esclusivamente all’impiego di farmaci, dai
popolazione italiana ha infatti il valore della noti e frequenti effetti collaterali. E’ un buon momento
colesterolemia totale maggiore o pari a 240 mg/dl! per diventare un buon manager di te stesso allo scopo
di ascoltare le tue vere esigenze e vivere una vita ricca di
L’ipercolesterolemia (l’eccesso di colesterolo nel sangue) energia ed in salute, a lungo!
non dà sintomi evidenti, per questo è spesso sottovalu-
tata ed è molto pericolosa per la salute dell’organismo: Ti consigliamo di condividere queste proposte con il
livelli alterati di colesterolo e trigliceridi posso infatti tuo Medico di fiducia, facendo esami di controllo ogni
condurre a ictus e infarti. Quando ad esempio il tre mesi, per valutare i miglioramenti. Dopo i primi tre
colesterolo supera i 200 mg/dl è bene prendersene subito mesi, dovresti già notare i benefici.
cura, al fine di proteggere il benessere di cuore e arterie e
prevenire gravi malattie cardio-vascolari. Questo e-book ti suggerisce diverse metodologie:
se applicate tutte con cura ed un po’ di costanza
Hai già provato qualche strategia facendo attenzione (non fare quella faccia, vedrai che non sono poi così
a ciò che mangi? Potrebbe non bastare: oltre al impegnative ) potrai fare molto per il benessere del
colesterolo assunto con l’alimentazione, ne esiste un tipo tuo cuore e tutto il tuo organismo ti ringrazierà!
che è invece autoprodotto dal nostro corpo (endogeno), e
quando ne produciamo troppo può accadere che
un’alimentazione controllata, per quanto importante e
necessaria, potrebbe non essere sufficiente ad abbassare
il livello di colesterolemia totale per tornare sotto il livello
di sicurezza.

MANUALE DEL COLESTEROLO salugea.com


2
Fase 1: conosci il tuo nemico
(Tutto quello che è bene sapere sul colesterolo è scritto qui)

“I guerrieri vittoriosi prima vincono e poi vanno


in guerra, mentre i guerrieri sconfitti prima vanno
in guerra e poi cercano di vincere.”
L’arte della Guerra (Sun Tzu)

Qualsiasi nemico tu voglia sfidare, è buona norma


prima conoscerlo e studiarlo. Anche perché potresti
scoprire che non è completamente nemico:
il colesterolo, ad esempio, è utile ed indispensabile per
una miriade di funzioni vitali. E’ il suo eccesso, spesso
causato da cattive abitudini di vita, ad essere pericoloso.
Ecco perché è importante conoscerlo.

Considera tutto questo come un’opportunità di crescita


personale per te, per imparare a gestire ancora meglio il
tuo organismo, ovvero la cosa più preziosa che ti è stata
data in gestione in questa vita, sul piano materiale.
Come ci prendiamo cura del nostro corpo dice molto del nostro
rapporto con la vita… e ora iniziamo!

MANUALE DEL COLESTEROLO salugea.com


3
Colesterolo Endogeno
e Colesterolo Esogeno
Una prima distinzione da fare è tra colesterolo esogeno e
quello endogeno. Il primo è quello che “deriva dall’esterno”
ed è assunto con l’alimentazione: è quello su cui incide
molto la tua dieta quotidiana. Il colesterolo endogeno è i
nvece quello “interno”, prodotto dal tuo stesso organismo
su base genetica.

E’ per noi importante conoscere questa distinzione, poiché ci


aiuta ad intuire una cosa importante: un’alimentazione
equilibrata e attenta può influire solo sul colesterolo esogeno, e
può quindi non bastare per ridurre
il valore di colesterolemia totale.

MANUALE DEL COLESTEROLO salugea.com


4
Colesterolo Buono Vs Colesterolo Cattivo
Una prima distinzione da fare è tra colesterolo esogeno e quello endogeno. Il primo è quello che “deriva dall’esterno”
ed è assunto con l’alimentazione: è quello su cui incide molto la tua dieta quotidiana. Il colesterolo endogeno è
invece quello “interno”, prodotto dal tuo stesso organismo su base genetica.

E’ per noi importante conoscere questa distinzione, poiché ci aiuta ad intuire una cosa importante: un’alimentazione
equilibrata e attenta può influire solo sul colesterolo esogeno, e può quindi non bastare per ridurre il valore di
colesterolemia totale.

• VLDL lipoproteine (a densità molto bassa) che si occupano di accompagnare i trigliceridi


dal fegato alle cellule dei diversi tessuti dell’organismo
• LDL lipoproteine (a bassa densità) che si occupano di accompagnare il colesterolo
dal fegato alle cellule dei diversi tessuti dell’organismo
• HLD lipoproteine (ad alta densità) che si occupano di
riaccompagnare indietro il colesterolo dai tessuti periferici al fegato.

Il Colesterolo Totale è dato dalla somma complessiva del colesterolo


HDL, LDL e VLDL, ed il suo valore è considerato nella norma se entro i
200 milligrammi per decilitro di sangue (200 mg/dl.). Se tale valore è più
alto, si parla di “ipercolesterolemia” ed è importante andarlo a ridurre.

Il Colesterolo LDL è definito convenzionalmente “cattivo” poiché ha la


tendenza ad ossidarsi facilmente ed a depositarsi, formando “placche
ateroscletoriche” che si attaccano alle pareti delle arterie, andandole ad
ostruire ed essendo così causa di infarti e ischemie.

Il Colesterolo HDL invece svolge anche funzione da “spazzino” nel suo passaggio dai
tessuti al fegato ed è quindi utile e considerato “buono”.

MANUALE DEL COLESTEROLO salugea.com


5
Come si calcola l’Indice di Rischio Cardiovascolare?
Quando il Colesterolo Totale supera il valore di 200 mg/dl, si parla di stato di “ipercolesterolemia” (eccesso di
colesterolo nel sangue) ed è importante ridurlo. Pensa che se tale valore supera i 300 mg/dl, il rischio di avere un infarto
viene addirittura raddoppiato!

Ancora più importante è un altro valore, dato dal Colesterolo Totale diviso il Colesterolo HDL. Questa rapporto è
definito “Indice di Rischio Cardiovascolare” proprio perché ci fornisce un parametro per capire quanto stiamo
rischiando di cadere in gravi patologie cardiovascolari, con quali probabilità quindi stiamo andando incontro a ictus
o infarti del miocardio, con danni spesso irreparabili. L’indice di rischio cardiovascolare si calcola dividendo il valore di
colesterolo totale per quello HDL. Tale rapporto è considerato
ottimale quando risulta inferiore a 5 nell’uomo e a 4,5 nella donna.

É buona norma che il colesterolo buono HDL rappresenti quindi


più del 20% del colesterolo totale.

MANUALE DEL COLESTEROLO salugea.com


6
Fase 2: facile com bere un bicchiere d’acqua
Primi passi per iniziare una grande trasformazione

“Se vi è una magia su questo pianeta,


è contenuta nell’acqua”
(Loren Eiseley)
L’Acqua è fonte di vita.

Un buon grado di idratazione è fondamentale per tutti i


processi vitali ed indispensabile premessa per restare in
salute. Ecco perché iniziamo proprio da qui:
non sottovalutare quindi i consigli relativi all’acqua,
perché sono tra i più importanti contenuti in questa guida!

MANUALE DEL COLESTEROLO salugea.com


7
Quanto Bevi?
Fioccano i consigli sui giornali ed in televisione: almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno, 2 litri, 2 litri e mezzo… ti senti
confuso? Rilassati, tutti pongono rilevanza a QUANTO bere, ma ancora più importante è COSA e COME bere.

La Medicina Olistica e Naturale ci insegna che le regole valide per tutti sono davvero poche: siamo tutti diversi e per
ognuno sarà consigliabile bere un diverso quantitativo d’acqua, in relazione a come è fatto, alla sua mole, al suo stile di
vita (più o meno sedentario o sportivo), alla sua età ed alle sue particolarissime caratteristiche soggettive. Sicuramente,
almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno fuori pasto è necessario.

Come e quando bere?


Ti consigliamo di tenere con te una bottiglia da litro (o litro e mezzo) e assicurati di bere almeno quella durante il
giorno, a piccoli sorsi e a temperatura ambiente.

Non è consigliato bere molto ai pasti, poiché vengono eccessivamente diluiti i succhi gastrici necessari per una corretta
digestione degli alimenti.

Attenzione al caffè: disidrata, e per ogni tazzina bevuta devi aggiungere


3 o 4 bicchieri di acqua extra (non inclusi nel tuo litro e mezzo consueto)!

Ricapitolando, il tuo litro/litro e mezzo di idratazione


quotidiano, e dev’essere:
• Naturale (non frizzante)
• A basso residuo fisso
• Possibilmente conservata in una bottiglia di vetro anziché plastica

E inoltre quest’acqua:
• É riservata alla tua idratazione fuori dai pasti
• Va assunta a piccoli sorsi durante la giornata
• Va tenuta a temperatura ambiente

MANUALE DEL COLESTEROLO salugea.com


8
Fase 3: cibi si e cibi no
Scegli il tuo nutrimento per il corpo e per la mente

“Fa che il cibo sia la tua medicina


e la medicina sia il tuo cibo”
(Ippocrate)
Siamo quello che mangiamo: è una frase che avrai
incontrato di frequente su libri e riviste. Spesso le verità
più assolute sono contenute in concetti tanto semplici da
apparire banali.

Probabilmente ti avranno già consigliato di non


esagerare con cibi fritti o troppo grassi, ma ti hanno
anche suggerito quei cibi che, oltre a non peggiorare la
situazione in caso di ipercolesterolemia, ti possono anche
aiutare a ridurre il colesterolo? Ecco a te una pratica lista di
cosa evitare e cosa invece scegliere per nutrire corpo e
mente!

MANUALE DEL COLESTEROLO salugea.com


9
I cibi da evitare
Salumi, salse, sughi, fritti, uova, zuccheri e cereali raffinati,
dolci e alcolici, sale e condimenti;
Ridurre il più possibile la quantità di latte vaccino, caffè,
formaggi e carni rosse.

I cibi da scegliere
• Fibre da cereali integrali e legumi (pasta, pane e riso
integrali, ceci, piselli, quinoa, amaranto, ecc.);
• Pesce azzurro (sgombri, acciughe, sarde, salmone)
cotto al vapore o al cartoccio;
• Formaggi e yogurt di capra o di soja
• Verdura e frutta fresca di stagione (almeno 400 g in 5 porzioni
al giorno).

MANUALE DEL COLESTEROLO salugea.com


10
Fase 4: strategie di depurazione
Facciamo un po’ di pulizia, dentro e fuori!

“Il corpo, con la dovuta cura,


può durare tutta la vita.”
(Enrique Clarasò Daudì)
Così come ci prendiamo cura della pulizia del nostro
corpo all’esterno, dovremmo prenderci cura della pulizia
del nostro organismo all’interno.
Esistono diverse strategie per farlo, e in questo e-book ti
presentiamo quelle più semplici che aiuteranno il tuo
organismo a depurarti in profondità velocemente,
allontanando le tossine e le scorie metaboliche mediante
la diuresi. Almeno due volte all’anno, preferibilmente ai
cambi di stagione tra l’inverno e la primavera e tra l’estate e
l’autunno, ti consigliamo di dedicare quindi un periodo di circa
quattro settimane alla depurazione, seguendo questi step:

MANUALE DEL COLESTEROLO salugea.com


11
I cibi che disintossicano Le piante della salute
Alcuni cibi hanno proprietà disintossicanti naturali, come Bardana, Tarassaco, Carciofo e Ortica sono piante
ad esempio le fibre da cereali integrali e legumi (pasta, particolarmente utili per disintossicare l’organismo
pane e riso integrali, ceci, piselli, quinoa, amaranto, crusca favorendo una profonda depurazione, specie a livello di
d’avena a colazione, ecc.), olio di lino con succo di fegato e sangue. Betulla, Pilosella, Ortosiphon,
limone come condimento al posto dell’aceto, verdura e Frassino, sono invece le piante consigliate per favorire
frutta di stagione, spremute di agrumi, estratti vegetali la diuresi ed allontanare quindi tossine e scorie
freschi, latti vegetali (soja, mandorle, avena) e tutta metaboliche grazie all’azione drenante del rene.
l’alimentazione vegana in generale, spezie come
zenzero e curcuma. Scegli sempre integratori alimentari che contengano
queste piante in forma di estratti secchi titolati:
Un consiglio è di scegliere questi alimenti ad esempio per è garanzia di presenza – certa e quantificabile –
4 settimane consecutive, seguite da 2 settimane di principio attivo utile a svolgere una determinata
“onnivore” e così via. funzione benefica per la salute!

Ti consigliamo di prestare maggiore attenzione ai cibi che


ti “piacciono” ma che poi ti “fanno star male”, con pancia
gonfia, difficoltà di digestione, meteorismo, disturbi
intestinali, dolori ed infiammazioni. Sono sintomo di
possibili intolleranze e quindi, almeno per un certo tempo,
è preferibile evitarne il consumo. In questi casi possono
venir utili estratti vegetali come finocchio, zenzero, anice,
malva, che possono aiutare una minore intensità di tali
disturbi. Considera sempre che il beneficio che puoi avere
dal cibo che mangi si misura sempre sull’equilibrio
QUALITA’ e QUANTITA’: cibi meno salutari in minima
quantità, cibi più salutari in maggiore percentuale!

MANUALE DEL COLESTEROLO salugea.com


12
Fase 5: alzati e cammina
20 minuti al giorno sono la chiave del successo

“Quelli che pensano di non avere tempo per gli esercizi fisici dovranno presto o
tardi trovare tempo per le malattie..”
(Edward Stanley)
E’ assolutamente necessario ricavarsi dai 20 ai 40 minuti Un piccolo segreto: fai un sforzo di volontà e decidi di
al giorno da dedicare all’esercizio fisico. Anche solo 20 andar ogni giorno (proprio “ogni” giorno!).
minuti al giorno possono cambiare una vita. Se infatti rimandi una volta perché piove, il giorno dopo
rimanderai perché ti senti stanco, quello dopo perché
Non occorre alzare pesi da titani in palestra o hai un impegno…
improvvisarsi maratoneti. Solo 20 minuti di camminata
veloce al giorno, preferibilmente all’aria aperta, sono Sfida la tua volontà, decidi ora che niente ti fermerà e
un ottimo inizio per riattivare i muscoli, rimettere in moto sviluppa costanza: pensa a questi 20 minuti come un
la macchina e ridarti anche il sorriso: questa pratica infatti tempo dedicato a te stesso, da svolgere ad una intensità
fa bene anche all’umore! che tu stesso puoi valutare sia quella adatta a te, senza
forzare, e con piacere! Preparati la tua musica preferita
Se non sei abituato farai un po’ fatica all’inizio, ma ti da ascoltare oppure goditi un po’ di sano silenzio e
accorgerai presto dei grandi benefici. ammira il paesaggio intorno a te. In un mondo
stracolmo di stimoli e impegni, anche il ritmo dei tuoi
passi, accompagnato da quello del tuo respiro, sarà
terapeutico! Forza, alzati e cammina!

MANUALE DEL COLESTEROLO salugea.com


13
Fase 6: i rimedi naturali
Le piante più efficaci per la riduzione del colesterolo

“Abbi cura del tuo corpo con risoluta fedeltà. L’anima deve vedere attraverso questi soli occhi, e se sono
appannati, l’intero mondo è annebbiato.” (Goethe)
Stai selezionando con attenzione il tuo nutrimento, ti idrati La Monacolina K svolge un’azione paragonabile a quella delle
regolarmente, fai regolare attività fisica e depuri il tuo Statine sintetiche, la classe di farmaci più usati nei confronti
organismo due volte all’anno, ma nonostante tutto i livelli di dell’eccesso di colesterolo, ma senza i loro possibili e
colesterolo sono alti? potenzialmente gravi effetti collaterali. Per tale motivo chiedi
al tuo Medico di fiducia un consiglio sugli integratori naturali a
Il tuo problema potrebbe avere altre cause, da indagare con il base di estratti vegetali di queste piante: puoi ottenere grandi
tuo Medico di fiducia, indipendenti dallo stile di vita come ad benefici, evitando effetti indesiderati.
esempio fattori di ereditarietà. Quello che è sicuro è che
esistono vegetali molto efficaci nel contrastare l’eccesso di Inoltre un importante aspetto da curare è anche quello
colesterolo nel sangue. Centrale per tale effetto è il benessere anti-ossidativo del fegato e di tutto l’organismo! Assumere
del fegato, organo fondamentale per la gestione di tutti i grassi quindi degli integratori che svolgono una profonda attività
nell’organismo umano. Le piante principali utili a questo fine antiossidante può essere di grande sostegno per il tuo
sono il Crespino, il Cardo Mariano e il Rosmarino. impegno nei confronti del colesterolo: Maqui, Melograno,
Semi d’uva, Acai, sono fra gli estratti vegetali che
Recenti studi scientifici hanno poi confermato che il Riso Rosso maggiormente possono aiutarti a questo scopo.
Fermentato titolato in Monacolina K è in grado di svolgere una
efficace azione di riduzione del colesterolo ematico. Ora che sei adeguatamente preparato, puoi dichiarare guerra
Presta attenzione ad utilizzare solamente degli integratori che al colesterolo in eccesso. Se questa guida ti è stata utile,
apportino 10 mg/die di Monacolina K; solo a tale condividila:
concentrazione questo attivo vegetale ha un reale effetto sul
livello di colesterolo.

Quanto riportato nel presente testo ha valore di carattere informativo e non vuole in alcun modo sostituirsi al parere del medico e non deve essere inteso utile verso la diagnosi di stati patologici
e loro indicazioni terapeutiche ma solo come illustrazione di metodi integrati naturali per il mantenimento dello stato di benessere della persona.

MANUALE DEL COLESTEROLO salugea.com


14
La soluzione
Liposan Forte
Liposan Forte Salugea è un integratore 100% naturale che può ridurre
Colesterolo e Trigliceridi del 20% circa, in soli 3 mesi, senza modificare le
proprie quotidiane abitudini alimentari: la sua efficacia è stata dimostrata
da un recente studio clinico*.

E’ attivo nell’abbassamento sia del colesterolo esogeno che di quello


endogeno che dei trigliceridi, migliora quindi l’Indice di rischio
cardiovascolare complessivo della persona.

Il segreto dell’efficacia provata di Liposan Forte Salugea è la sinergia


vincente che si crea tra questi estratti vegetali: Riso Rosso fermentato,
Crespino, Cardo Mariano e Rosmarino.

La sua formulazione esclusiva agisce sul riequilibrio e l’ottimizzazione della


funzionalità del fegato, sulla detossicazione del sangue e sul sostegno
antiossidante, così importante per la riduzione di rischio aterosclerotico.

*Studio Clinico: Liposan Forte Salugea. 2015. Dott. Capriotti – Dott. Censani.

MANUALE DEL COLESTEROLO salugea.com


15
Chi è Salugea
Salugea è promotrice di uno stile di vita sano, volto alla prevenzione e al mantenimento del benessere di
corpo e mente attraverso strategie alternative, naturali ed olistiche.
I Prodotti Altamente Naturali Salugea sono frutto di innovazione e approfondita ricerca per una rapida
e sicura efficacia.

I prodotti Salugea si distinguono per:

Garanzia 100% naturale

Formulazioni innovative

Accurata selezione delle materie prime

Alto contenuto di principi attivi

Flaconi in vetro scuro di grado farmaceutico

Massima cura nella protezione e conservazione

Rapida e sicura efficacia

Chi sceglie Salugea è il cliente consapevole, esigente ed attento alla propria salute, disposto ad indagare sulla
reale qualità dei prodotti che sceglie per se stesso e per la propria famiglia. Salugea: Prodotti Altamente
Naturali per chi si vuole bene.

Se questa guida ti è piaciuta, condividila con i tuoi amici!

MANUALE DEL COLESTEROLO salugea.com


16
salugea.com