Sei sulla pagina 1di 1

Taranto torna in piazza per chiedere Giustizia!

A chi andranno i soldi dei RIVA nel processo Ambiente Svenduto?

Quel denaro deve essere destinato a Taranto, alla sua provincia ed ai suoi abitanti.

E’ ORA DI CAMBIARE!

I tarantini tornano in piazza per pretendere che sia il territorio ad essere risarcito e riconvertito, non l’Ilva ad
essere ancora aiutata!

Alla MAGISTRATURA chiediamo:


di porre attenzione alle richieste di patteggiamento e, soprattutto, alla destinazione del denaro che verrà
recuperato: quei soldi, pochissimi in verità, devono costituire un anticipo per le BONIFICHE ed il RISARCIMENTO
dei danni subiti da questo territorio e non certo utilizzati per l’Ilva.
Quel denaro può costituire un primo anticipo per i lavori di messa in sicurezza di emergenza della falda sotto i
parchi minerali: l'Ilva, da tempo, è obbligata a farlo ma continua a non farlo.

In caso contrario, QUEI PATTEGGIAMENTI VANNO RIGETTATI!

Al GOVERNO chiediamo:

Il FERMO IMMEDIATO DELLE FONTI INQUINANTI.

L’istituzione di un FONDO PER RISARCIRE I DANNI ai cittadini di Taranto e della sua provincia che hanno già
pagato, pagano e ancora pagheranno con malattie e morti e con la mortificazione del proprio territorio.

Di ACCEDERE AI FONDI EUROPEI PER LA GLOBALIZZAZIONE per la riqualificazione professionale del personale
della fabbrica e dell’indotto.

Di RENDERE I TARANTINI PARTECIPI DELLE SCELTE che ricadono sulle lore teste: basta alle decisioni calate
dall’alto, è la città che deve costruire il suo futuro!

Occorre operare una profonda RICONVERSIONE economica e sociale di Taranto: Taranto merita un futuro
diverso!

Programma manifestazione:

ORE 9.00: Raduno in Piazza Marconi


ORE 9.30: Partenza Corteo
(Percorso:Via Dante, Via Crispi, Via di Palma, Via D'Aquino, Piazza della Vittoria)

#GiustiziaPerTaranto giustiziapertaranto@gmail.com