Sei sulla pagina 1di 20

Metodi di progettazione – A.A.

2016/2017

SOMMARIO
 Metodi di progettazione  Testi consigliati
 Presentazione del docente  Materiale didattico di
 Presentazione della classe supporto
 Obiettivi formativi  Modalità di accertamento
METODI DI PROGETTAZIONE  Contenuti del corso del profitto
 Risultati attesi di  Il progetto d’esame
apprendimento  Sessioni e appelli
 Orario delle lezioni e d’esame
calendario didattico  Tesi di Laurea in
Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria del Veicolo Ingegneria del Veicolo
A.A. 2016/2017
 Syllabus
2 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 1
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

PRESENTAZIONE DEL DOCENTE


METODI DI PROGETTAZIONE Francesco Leali
 Titoli di Studio
Dottorato di Ricerca in Ingegneria Meccanica (2005-2007)
 9 Crediti Formativi Universitari 


Laurea in Ingegneria Meccanica (2002)
Diploma di Maturità Scientifica (1996)

 Disegno di Componenti Veicolo  Abilitazioni professionali


 Albo dei Consulenti Tecnici d’Ufficio presso il Tribunale di Modena (2010)

Teoria, 46h – prof. ing. F. Leali


 Ordine degli Ingegneri della provincia di Modena, n.2561, (2006)
  Ordine degli Ingegneri della provincia di Mantova, n.1177 (2003-2005)
 Esperienza lavorativa
 Esercitazioni, 30h (2 gruppi) – Esercitatore: ing. D. Panari  Professore associato per il Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/15 “Disegno e Metodi dell’Ingegneria Industriale” (2015-oggi)
 Ricercatore universitario e professore aggregato per il Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/15 “Disegno e Metodi dell’Ingegneria
 Seminari e visite aziendali, 6h Industriale” (2005-2015)
 Ricerca
 Progettazione integrata e simulazione per lo sviluppo di nuovi prodotti e processi
 Tolerance Design for Automotive and Mechanics
 Design for Robotic Manufacturing (Robofacturing)

 Ad 1 CFU corrispondono 25 ore di impegno  Didattica


 Docente MP, L.M. Ingegneria del Veicolo (2015-oggi)
 Docente DTI, L. Ingegneria Meccanica(2015-oggi)
complessivo dello studente, mentre allo studio 


Docente DTI-IEI, L. Ingegneria Meccanica IEI (2014-oggi)
Docente DCC, L.M. Ingegneria del Veicolo (2012-2014)
individuale sono riservate normalmente non meno 


Docente MPI, L.M. Ingegneria Meccanica (2010)
Co-Docente DCC, L.M. Ingegneria del Veicolo (2009-2011)

di 13 ore, in conformità a quanto previsto dall’art. 13 



Docente DTAC, L. Ingegneria Informatica (2006-oggi)
Esercitatore DM, L.M. Ingegneria Meccanica (2005-2008), Esercitatore DM, L.M. Ingegneria Meccanica (2005-2008)
Ricerca applicata
del RDA (Art. 3, comma 3, RD del corso di laurea  Automazione e Robotica Industriale: esecuzione di studi di fattibilità e progettazione di linee e celle robotizzate di lavorazione e
assemblaggio; simulazione comportamentale e programmazione di robot industriali.
Progettazione Meccanica: sviluppo integrato di prodotti e processi industriali, progettazione a ciclo di vita totale di sistemi meccanici (analisi
magistrale in Ingegneria del Veicolo). 


concettuale, sintesi progettuale, simulazione, dimensionamento, prototipazione, ingegnerizzazione).
Tolerance design e controllo dimensionale: ottimizzazione dimensionale e geometrica di assiemi e analisi dimensionale mediante CMM.
3 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
4 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 2
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

PRESENTAZIONE DELLA CLASSE OBIETTIVI FORMATIVI 1/3


 Profilo degli studenti  Conoscere e comprendere
 Corso di laurea di i fondamenti
provenienza dell’approccio
 Conoscenza CAD sistematico alla
 Esami mancanti progettazione meccanica
 Tirocinio/tesi in ambito ingegneristico.
 Conoscenza Lingua
Inglese

5 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia


6 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 3
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

OBIETTIVI FORMATIVI 2/3 OBIETTIVI FORMATIVI 3/3


 Elaborare in modo  Sviluppare la capacità di operare all’interno di un
autonomo e originale, e gruppo di lavoro, pianificando e gestendo le attività
applicare conoscenze
multidisciplinari alla necessarie a raggiungere risultati progettuali
progettazione di sistemi e tecnicamente validi.
componenti nell’ambito
dell’ingegneria del veicolo
e alla produzione della
Documentazione Tecnica di
Prodotto, anche attraverso
l’uso di tecniche e
strumenti di e-Design (i.e.
Computer Aided Design e
Computer Aided
Engineering).
7 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
8 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 4
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

CONTENUTI DEL CORSO 1/2 CONTENUTI DEL CORSO 2/2


 Fundamentals of the systematic  Guidelines for embodiment design:
approach to engineering design; Design for Quality  Esercitazioni:
 Product planning;  Guidelines for embodiment design:  Laboratory: Computer Aided technics and tools for
 Product Development Process; Design for minimum cost
 Task clarification;  Guidelines for embodiment design: engineering design; Aided Design and Engineering:
 Conceptual design; Design for the Environment Catia V5 - Dassault Systémes (introduction,
 Detail design: Geometric
 Embodiment design: basic rules and Dimensioning & Tolerancing; parametric design and design intent, surface and solid
principle;
 Guidelines for embodiment design:  Mechanical Connections, modeling, CAE modules).
Design for X (Design to Allow for Mechatronics and Adaptronics;
Expansion, Design to Allow for  Size ranges and modular products;  Attività seminariale e visite aziendali:
Creep and Relaxation, Design  Virtual and physical prototyping,
Against Corrosion, Design to experimentation;  Materials Selection (prof. ing. P. Veronesi)
minimize wear, Design for  Industrial Robotics for automotive manufacturing
Ergonomics, Design for Aesthetics,
Design for Production, Design for  Style and design (ing. E. Fumia)
Assembly, Design for Maintenance,
Design for Recycling, Design for  Visita in Pagani
Minimum Risk, Design to
9
Standards); 10
METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 5
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

SYLLABUS SYLLABUS
http://dolly.ingmo.unimore.it/2016/

http://dolly.ingmo.unimore.it/2016/
11 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
12 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 6
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

TESTI CONSIGLIATI 1/2 TESTI CONSIGLIATI 2/2


 Per lo studio  Per lo studio
 G. Pahl, W. Beitz, J. Feldhusen, K.H. Grote, “Engineering  G. Pahl, W. Beitz, J. Feldhusen, K.H. Grote, “Engineering
Design: a systematic approach”, Springer;
Design: a systematic approach”, Springer;
 Per l’approfondimento e la professione
 Per l’approfondimento e la professione  Design and manufacturing
 Design methods  S. Kalpakajian, S. Schmid, Manufacturing Engineering & Technology,
Prentice Hall;Material selection
 K. Otto, K. Wood, “Product Design”, Prentice Hall;  M.F. Ashby, “Material selection in mechanical design”, Elsevier
 K.T. Ulrich, S.D. Eppinger, “Product Design and Development”,  Automotive design
Mc-Graw-Hill;  G. Genta, L. Morello, “L’autotelaio vol. 1: progetto dei componenti”,
 Tolerance and Measurement Design ATA;
 G. Genta, L. Morello, “L’autotelaio vol. 2: progetto dei sistemi”, ATA;
 G. Henzold, “Geometrical dimensioning and tolerancing for design,
 L. Morello, G. Pia, L. Rosti Rossini, A. Tonoli, “La carrozzeria vol. 1:
manufacturing and inspection”, BH; progetto dei componenti”, ATA;
 M. Orlando, Tolleranze geometriche (GD&T), CLUT;  L. Morello, G. Pia, L. Rosti Rossini, A. Tonoli, “La carrozzeria vol. 2:
 Fischer, Mechanical tolerance stackup and analysis. CRC Press. progetto del sistema”, ATA;
13 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
14 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 7
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

MATERIALE DIDATTICO DI MODALITÀ DI ACCERTAMENTO


SUPPORTO DEL PROFITTO
 Il materiale presentato a lezione/esercitazione è un  La verifica dell’apprendimento prevede:
supporto alla didattica e non è uno strumento  Prova scritta è basata su un questionario con domande a
risposta multipla e domande aperte, finalizzato a verificare la
sufficiente/esauriente di studio! conoscenza dei contenuti del corso.
 Il materiale è scaricabile dal sito del corso  Prova di laboratorio è basata sulla modellazione di un
componente automotive e della relativa generazione di un
http://dolly.ingmo.unimore.it/2016/ previa disegno costruttivo.
registrazione  Prova orale, finalizzata a verificare la comprensione e
 Il materiale è sempre disponibile presso i docenti l’applicazione dei contenuti del corso, si compone di due parti
(discussione in gruppo):
 una esposizione orale di 15 minuti del progetto d’esame, da tenersi in
aula
N.B.  una discussione dei prodotti attesi e dei risultati del progetto d’esame

Il sistema Dolly viene utilizzato per le comunicazioni  La verifica si intende superata se il punteggio delle singole
prove risulta almeno sufficiente. Il voto finale risulta dalla
ufficiali dei docenti media aritmetica dei voti ottenuti.
15 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
16 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 8
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

IL PROGETTO D’ESAME 1/8 IL PROGETTO D’ESAME 2/8


 Il tema del progetto può essere
scelto tra i seguenti, descritti in L.
 Il tema del progetto può essere
scelto tra i seguenti, descritti in L.
 Il progetto d’esame:
Morello, G. Pia, L. Rosti Rossini, A. Morello, G. Pia, L. Rosti Rossini, A.  È svolto in gruppi di 4 persone, coordinate da un project
Tonioli, “La carrozzeria vol. 1: Tonioli, “La carrozzeria vol. 1: leader; la composizione dei gruppi e il tema progettuale,
progetto dei componenti”, ATA progetto dei componenti”, ATA
 Componenti della scocca  Parti mobili sviluppato come «Product proposal» deve essere
 Parti esterne applicate alla  Porte laterali presentato dal project leader il 28/04/2017
scocca  Porte posteriori
Paraurti  Cofano motore  Va consegnato in formato digitale almeno 7gg prima
dell’orale

 Griglie  Tetto apribile


Minigonne  Tergicristallo

 Modanature esterne  Proiettori e fanali


 Si compone di:
 Spoiler  Componenti degli interni  Presentazione orale di 15 minuti da parte del project
 Vetri e specchi con guarnizioni  Sistemi di ritenuta – Cinture di leader/team in aula
di tenuta
 Finestrini laterali con
sicurezza  Relazione tecnica in lingua inglese (Non è una tesina – cfr.
meccanismo alzacristallo  Sistemi di ritenuta – Air bag APPENDIX I)
 Lunotto apribile  Modulo Plancia
 Specchi retrovisori esterni  Rivestimenti interni e mobiletti
 Modelli CAD 3D, simulazioni CAE
 Sedili  Disegni costruttivi e disegni di fabbricazione

17 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia


18 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 9
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

IL PROGETTO D’ESAME 3/8 IL PROGETTO D’ESAME 4/8


 Technical report
 Presentazione orale di 15 minuti da parte del  Title
project leader/team in aula  Summary
 Abstract
Summary
 Introduction 

 Executive summary
 Task clarification  Table of contests
 Introduction (problem definition)
 Conceptual design 


Problem scope
Technical review
 Embodiment design  Design requirements (and source)
 Design description
 Detail design 


Systematic method phases
(Method and results)
 Design review  Discussion and conclusion
 References and bibliography
 Project review  Appendices
 Calculation
 Drawings
19 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
20 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 10
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

IL PROGETTO D’ESAME 5/8 IL PROGETTO D’ESAME 6/8


 Modelli CAD , simulazioni  Disegno di insieme e disegni di fabbricazione dei
particolari
 Risultati attesi  UNI EN ISO 10209:2012 “Documentazione tecnica di
 Modello CAD di insieme e relativi particolari, con varie prodotto - Vocabolario - Termini relativi a disegni tecnici,
configurazioni gestite da tabelle esterne definizione del prodotto e relativa documentazione”
 Simulazioni  Classificazione dei disegni in base alla gerarchia di aggregazione
 Disegno di insieme (complessivo)
 Disegni 2D costruttivi e di fabbricazione  Disegno di sottoinsieme (gruppo e sottogruppo)
 Rappresentazione fotorealistica (rendering)  Disegno di componente (particolare)
 Disegno di dettaglio
 Strumenti adottabili  Classificazione dei disegni in base alla collocazione nel ciclo di
fabbricazione
 Qualsiasi CAD 3D  Disegno di concepimento (preliminari o di avanprogetto)
 Qualsiasi CAE  Disegno costruttivo (di definizione)
 Disegno di fabbricazione (di produzione)
 Disegno come costruito
21 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
22 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 11
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

IL PROGETTO D’ESAME 7/8 IL PROGETTO D’ESAME 8/8

http://www.zalaco.com
http://www.ptc.com

23 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia


24 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 12
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

IL PROGETTO D’ESAME SESSIONI E APPELLI D’ESAME


 Non ho (più) un  Sessioni e appelli d’esame
gruppo: cosa devo  1 sessione di esami unica, come
fare? C… stabilito dall’art. 24 del RDA, con inizio
 Contatto il 1 novembre e termine entro il 20 aprile
immediatamente il dell’anno accademico successivo.
docente
 6 appelli ufficiali entro l’anno
 Sviluppo un accademico in corso
progetto da solo
 Giugno
 Sostengo una prova
 Luglio
orale, finalizzata a
 Settembre
verificare la
comprensione e  Novembre
l’applicazione dei  Gennaio
contenuti del corso  Febbraio
25 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
26 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 13
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

TESI DI LAUREA IN INGEGNERIA


SESSIONI E APPELLI D’ESAME DEL VEICOLO
 CAD + Scritto  Presentazione del ESEMPIO DI METODOLOGIA DI SVILUPPO
 Venerdì 16 giugno progetto e discussione PRODOTTO APPLICATO ALLA REALIZZAZIONE DI
UNA MACCHINA RASAERBA CABINATA
 ore 11:00-13:00 Scritto progettuale
 ore 14:00-17:00 CAD  Venerdì 23 giugno
 Venerdì 07 luglio  ore 9:00-18:00
 ore 11:00-13:00 Scritto  Consegna: Venerdì 16/06
 ore 14:00-17:00 CAD  Venerdì 14 luglio
 Venerdì 28 luglio  ore 9:00-18:00
 ore 11:00-13:00 Scritto  Consegna: Venerdì 07/07
 ore 14:00-17:00 CAD  Martedì 1 agosto
 Venerdì 8 settembre  ore 9:00-18:00
 ore 11:00-13:00 Scritto  Consegna: Venerdì 28/07
 ore 14:00-17:00 CAD  Venerdì 15 settembre
 ore 9:00-18:00
 Consegna: Venerdì 8/09
N.B. Il voto dello scritto rimane valido
fino alla consegna di un nuovo scritto
27 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
28 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 14
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

TESI DI LAUREA IN INGEGNERIA TESI DI LAUREA IN INGEGNERIA


DEL VEICOLO DEL VEICOLO
STUDIO DI UNA METODOLOGIA PER IL CALCOLO DELLA CATENA DI TOLLERANZE STUDIO E ANALISI DEL PROCESSO DI PROGETTAZIONE NEL SETTORE AUTOMOTIVE:
NELL’ASSEMBLAGGIO DI TELAI AUTO IL CASO HPE S.R.L.

29 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia


30 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 15
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

TESI DI LAUREA IN INGEGNERIA


DEL VEICOLO
PROGETTO APERTURA PORTA SU TELAIO FABRIZIO FERRARI
FERRARI 458 (fabrizio.ferrari@gmail.com)
 Professione
 Dal 1996 designer indipendente, HOW TO WRITE A TECHNICAL DESIGN
collaboratore di varie aziende del
comparto modenese (Automobili
Lamborghini SpA, Ferrari SpA, REPORT
Maserati SpA, etc.)
 Didattica
 Dal 2003 professore a contratto per
l’insegnamento di “Disegno di
Carrozzeria” (dal 2009 “Disegno di APPENDIX 1
Carrozzeria e Componenti”) presso il
corso di Laurea Magistrale in
Ingegneria del Veicolo – Facoltà di
Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena
 Numerose tesi seguite come
relatore/correlatore per il corso di
Laurea Magistrale in Ingegneria del
Veicolo in collaborazione diretta con
l’Ufficio Tecnico Maserati e varie
altre aziende consulenti
31
http://www.menudeimotori.eu 32
METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 16
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

Technical report: Technical report:


structure and guidelines laws, goal and structure
 Report writing laws  Goal
1. The reader is the most important person.
 Design reports are written to
2. Keep the report as short as possible. introduce and document
3. Organise for the convenience of the report user. engineering and scientific
4. All references should be correct in all details. designs. In general, these
5. The writing should be accurate, concise and unobtrusive. reports have two audiences.
6. The right diagram with the right labels should be in the right place for  One audience includes other
the reader. engineers and scientists
interested in how the design
7. Summaries give the whole picture, in miniature. works and how effective the
8. Reports should be checked for technical errors, typing errors and design is.
inconsistency.  Another audience includes
9. The report should look as good as it is. management interested in the
application and effectiveness
10. The reader is the most important person. of the design.
33 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
34 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 17
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

Technical report: Technical report:


structure and guidelines structure and guidelines
 Structure  Structure  Visual design (Graphics and Figures)
 Title  Design description  Should be used to illustrate specific points
 Summary  Systematic method phases
 (Method and results)  Should be incorporated in a way that is natural to
 Abstract
 Summary  Discussion and conclusion report’s content/context
 Executive summary  References and  Should be explained fully in text using references
 Table of contests bibliography such as “Fig. 1 shows…”
 Introduction (problem  Appendices  Should be cited if taken from a source (copyright)
definition)  Calculation
 Problem scope  Drawings  Graphics do not speak for themselves!
 Technical review
 Design requirements (and
source)
35 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
36 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 18
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

Technical report: Technical report:


structure and guidelines structure and guidelines
 Source Documentation  References
 Asian Institute of Technology Language Center. (2003). Writing Up Research
 Shows your credibility as a designer/researcher Guidebook. Asian Institute of Technology. Retrieved June 9, 2005 from
http://www.clet.ait.ac.th/el21open.htm
 Gives proper credit to authors and researchers  Chan, S.L., Kitipornchai, S., and Al-Bermani, F.G.A. (1991). Elasto-plastic
 Protects you from accusations of plagiarism analysis of box-beam-columns including local buckling effects. Journal of
Structural Engineering, 117, 1946-1978.
 Cite sources whenever you are quoting, paraphrasing,  Halligan, N. (2004). A short course on writing technical reports. Technical
or summarizing work that is not your own Writing. Retrieved June 9, 2005 from http://www.technical-writing-
course.com/type-of-technical-report.html
 Quoting directly is discouraged  Kvam, E. (Personal communication, June 11 2005).
 Sources include:  Department of Mechanical Engineering, part of the College of Science and
Engineering (university of Minnesota), How to Write a Design Report,
 Books http://www.me.umn.edu/education/undergraduate/writing/How-to-write-a-Design-
 Journal, magazine, or newspaper articles Report.pdf
 IET - Institution of Engineering Technology, A guide to Technical Report Writing,
 Interviews http://www.theiet.org/students/resources/technicalreport.cfm
 Conference Proceedings  A cura della Commissione Interfacoltà di Ingegneria, Saper comunicare - cenni di
 Lectures scrittura tecnico-scientifica, https://didattica.polito.it/tesi/SaperComunicare.pdf
 Patents
37 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
38 METODI DI PROGETTAZIONE – © Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 19
francesco.leali@unimore.it
Metodi di progettazione – A.A. 2016/2017

DOMANDE, DUBBI,
PERPLESSITÁ

Francesco Leali
Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena RIPRODUZIONE VIETATA - Pagina 20
francesco.leali@unimore.it