Sei sulla pagina 1di 34

CRONACHE di NAPOLI WWW.CRONACHEDINAPOLI.

ORG
Il quotidiano indipendente dell’informazione partenopea
Direzione, redazione: LIBRA EDITRICE soc. coop. a r.l., S.S. Sannitica km. 19,800 - Centro Tamarin - 81025 Marcianise (Ce) - Tel. 0823.581055 - 0823.581005 - 0823.821165 - Fax 0823.821725 Anno XII - Numero 105
Prezzi di vendita in abbonamento: sette numeri a settimana: annuale Euro 230,00; semestrale Euro 120,00; trimestrale Euro 65,00 - Arretrati Euro 2,00 - Concessionaria esclusiva per la pubblicità: Sabato 17 Aprile 2010
Publikompass Spa - Via dell’Incoronata, 20/27 - Napoli Tel. 081/4201411 - Poste Italiane S. p. A. spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/04 n. 46 art. 1 comma 1 DCBC Napoli) San Roberto ab.
Ufficio diffusione: Spreading Service - Via Epomeo, 63 - Napoli - Tel. 081.7283439-7672382 Euro 1,00

Torre del Greco Domenico Cascone aveva una pistola con colpo in canna. La moglie denunciata a piede libero

Presi il boss, i 2 figli e il cognato


La folla ha assaltato la caserma dei carabinieri e poi l’ospedale Maresca, dieci feriti
Le ventuno
persone
Ai domiciliari i titolari di aziende bufaline, Brusciano Era a bordo della sua Panda. Affiancato da una moto Pozzuoli, affetta
arrestate sotto chiave i depuratori di Marigliano,
Due malviventi gli rubano l’auto, dall’influenza
sono accu- Villa Literno, Orta di Atella e Marcianise del pappagallo:
sate di
disastro Sono accusati di disastro ambientale, un 66enne stroncato da un infarto muore 62enne
ambientale nei canali sversato ogni tipo di rifiuti BRUSCIANO - Gli POZZUOLI - E’
rubano l’auto e muore morta dopo 27 giorni di
d’infarto. Si compie il coma nell’ospedale

Domenico Cascone
Regi Lagni, sequestri e 21 arresti dramma, questa volta
per l’ennesimo furto
dell’automobile. È
Fiore D’Amato,
66enne di Brusciano,
‘San Leonardo’ Rosa
De Angelis, 62 anni,
ricoverata per una
grave forma di psitta-
cosi, una polmonite


NAPOLI - Ventuno sati, a vario titolo, di


NAPOLI - I carabinieri lo Indagate 58 persone: sono di Chiaia, Casoria, titolari di aziende bufa- disastro ambientale,
che perde la vita dopo
la rapina mentre con un nota come ‘influenza
hanno raggiunto a casa, nelle
mani avevano un provvedi- Forio, S. Antimo, Pianura, Grumo, Posillipo, line sono stati arrestati
dalla Finanza. Gli
gestione illecita di
rifiuti, di avvelena-
amico percorreva la
strada Statale 7bis, nel
del pappagallo’ che
aveva contratto da un
mento di custodia cautelare
per Domenico Cascone.
Capodimonte, Pozzuoli, Fuorigrotta, imprenditori, tutti ai
domiciliari, sono accu-
mento di acque e
scempio paesaggistico.
tentativo di rientrare a volatile regalatole dal
casa. marito.
Sant’Anastasia e Castellammare di Stabia A Pagina 14 e 15
A Pagina 11 A Pagina 23 A Pagina 20

Raffaele Celentano, 33 anni, è di Caivano Melito Il 28enne affiliato agli Amato-Pagano condannato a scontare due anni e tre mesi per camorra
Stupefacenti, torna dentro
un uomo del clan Di Lauro Catturato ras degli scissionisti
Il padre di Francesco Ronga condannato all’ergastolo per l’omicidio di Federico Bizzarro
Fu sorpreso con un 41enne di Frattaminore
in un garage a Orta: aveva 50 chili di droga Quartieri Spagnoli Lo ha deciso la Cassazione Sono ritenuti dagli inquirenti vicini ai Falanga Scampia,
aveva hashish
Annullati 6 anni di sorveglianza speciale Portici, l’associazione antiracket e marijuana:
Vasto, accoltellò Presto in libertà il boss Marco Mariano parte civile contro otto estorsori in prigione
un dipendente NAPOLI - La Corte di Il 19enne di Mugnano
sorpreso dai carabinieri
nella pizzeria Cassazione ha annulla-
to la sorveglianza spe- A Pagina 10
Francesco Ronga
A Pagina 11
‘Bella mbriana’: ciale e Marco Mariano:
tra poche settimane tor-
condannato nerà ai Quartieri Spa-
gnoli dopo aver tra-
Sorpreso armato
a sei anni scorso un anno in casa nel cortile
di lavoro a Sulmona.
di una villa,
e otto mesi Marco Mariano A Pagina 13
Ciro Grieco Isidoro Di Gioia Antonio Accardo
in trappola
A Pagina 24
L’imputato e la vittima Casavatore, il 33enne
Raffaele Celentano sono di Montecalvario intercettato a Cesa
A Pagina 10 A Pagina 12 Spaccio di droga a Pozzuoli, dentro Il Napoli dà l’assalto all’Europa A Pagina 17 Luigi De Blasio
un 35enne e il complice appena 16enne per ridare il sorriso a De Laurentiis
A Pagina 20 Alle Pagina 27, 28 e 29
NAPOLI a
A PAGINA 5

Nube tossica sui Paesi Villaricca Arrestato un 54enne di Piscinola, ‘salvo’ il 26enne di Giugliano A PAG. 18 3
del Nord europa, traffico
aereo in tilt a Napoli Tenta di pugnalare l’amante della figlia DOMENICA 30 MAGGIO 2010
Estorsione Acerra, ubriachi Alla manifestazione potranno partecipare
NAPOLI A PAGINA 8
e usura, alla sbarra al volante: tutti gli atleti tesserati F.C.I., U.D.A.C.E.,
U.I.S.P. e Enti di promozione sportiva e cicloamatori
Vomero, sprofonda la strada il genero in tre arrestati in regola con la Federazione di appartenenza
per l’anno 2010, appartenenti a tutte le categorie,
I negozianti: ridateci la piazza di Salvatore Russo dai militari di ambo i sessi in età dai 15 anni in su
LEGGI LE INFORMAZIONI COMPLETE
Nola, giudizio immediato Uno si è anche scagliato
Momenti di tensione al sit in anche per Antonio D’Elia
Giovanni Sirignano
sulle forze dell’ordine A PAGINA 35 OPPURE SUL SITO
www.granfondodelvolturno.it
A Pagina 22 Antonio D’Elia A Pagina 19
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 2
CRAOttualità
NACHE S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Sabato 17 Aprile 2010

I RETROSCENA DEL ‘DIVORZIO’


POLITICA Una ‘rottura’ è stata auspicata anche dal ‘Secolo’, giornale vicino all’inquilino di Montecitorio: altrimenti sarebbe la fine della destra italiana
IL ‘FATTO’ Pessimista il leader della Lega Bossi: temo che la cosa non tornerà a posto
ROMA (Claudio Traiano) - Il leader della rimetterà a posto”. Ma è stato lei a fare del presidente della Camera, che ha sottoli- liana, sostituita da un generico sloganismo e
Lega Umberto Bossi, dopo aver consigliato arrabbiare Fini?, hanno insistito i cronisti. neato come “nel gioco a carte scoperte che dall’ottimismo dei desideri in luogo dell’anti-
Le ‘lacrime’ del Cavaliere: al Cavaliere di “trattare” con Gianfranco
Fini (“farebbero bene a non strappare ed a
Bossi si è limitato ad agitare un pugno come
a voler colpire scherzosamente chi gli aveva
si è aperto nel Popolo della Libertà, dopo un
anno di schermaglie e mezze verità, c’è un
co ottimismo della volontà”. Resta dunque
da vedere se le ‘comunicazioni’ di Silvio
“Ho tentato di convincerlo, trovare l’accordo”), sta osservando dall’e-
sterno l’evolversi degli eventi. E prevede
rivolto la domanda. Che quelle in atto non
siano semplici scaramucce verbali lo ha con-
elemento poco valutato dei media e che inve-
ce conta moltissimo: la sensazione che senza
Berlusconi saranno propedeutiche alla riap-
pacificazione tra i due o se non si riveleranno
ma va per i gruppi separati foschi risvolti per il governo: “Quale scena-
rio? Se le cose non si rimettono a posto, ci
fermato la minaccia di costituire gruppi auto-
nomi in parlamento. E lo ha certificato anche
un atto di ‘rupture’, di autentica disconti-
nuità nel modus operandi del partito e della
una mossa da contrattacco: la decisione di
mettere le cose in chiaro da parte del premier,
Ambisco solo alle riforme” sono le elezioni”. E poi ha aggiunto: “Non
ho certezze, ma temo che la cosa non si
il ‘Secolo’, l’ex quotidiano di Alleanza nazio-
nale oggi considerato vicino alle posizioni
maggioranza, i prossimi tre anni possano
segnare la fine della storia della destra ita-
che nei ‘rumors’ dopo l’incontro con Fini
aveva quasi auspicato una resa dei conti.

Il presidente della Camera: la direzione nazionale è una prima risposta positiva. I vertici del partito: era già convocata

Berlusconi: Fini desista, avanti insieme


Il premier dopo l’ufficio di presidenza del Pdl: scongiurare il voto anticipato
di Dario De Rossi dopo il faccia a faccia di giovedì con il presi- zialmente il capo del governo avrebbe esordi- vedì prossimo della direzione nazionale del
dente della Camera. Tra i due cofondatori del to spiegando che “il governo non è a guida Pdl (un organismo composto da 171 mem-
ROMA - Ai giornalisti che - attorno all’ora partito, in ogni caso, è ancora gelo. E se l’in- leghista e non è assolutamente nelle mani di bri) allargata ai gruppi parlamentari: “E’, sul
di pranzo, nella conferenza stampa dopo il quilino di Montecitorio aveva detto di confi- Giulio Tremonti”, come invece gli sarebbe piano del metodo, una prima risposta positi-
Consiglio dei ministri - gli hanno chiesto dare in un chiarimento nel corso della riunio- stato rinfacciato da Fini. La convocazione va ai problemi politici che ho posto al presi-
delle tensioni all’interno del Popolo della ne della direzione generale di giovedì prossi- dell’ufficio di presidenza - di cui fanno parte dente Berlusconi”, aveva detto il presidente
Libertà, Silvio Berlusconi (nella foto in alto) mo, il premier ha deciso di giocare d’anticipo trentasette esponenti, tra cui lo stesso Berlu- della Camera. Tuttavia ambienti del Pdl
ha detto semplicemente che ci sono “piccoli e di chiamare già ieri attorno a sé il vertice sconi, ed i tre coordinatori Sandro Bondi, hanno fatto sapere che la direzione nazionale
problemi nel partito”. Ma, a distanza di pidiellino. Il summit dello stato maggiore del Ignazio La Russa e Denis Verdini, ma non era già stata convocata nel quadro della con-
poche ore, è diventato chiaro che i piccoli centrodestra è proseguito fino a sera, ma ad esempio Fini - sembra insomma essere sultazione degli organi di partito decisa dopo
problemi tanto piccoli non sono: “Gianfran- dalle agenzie di stampa sono trapelate le stato il modo per ufficializzare una volta di le Regionali. Dopo l’ufficio di presidenza dei
co Fini (nella foto in basso) ha deciso di prime indiscrezioni. “Ho tentato di convince- più lo stato di tensione. Questa mossa ha giorni scorsi, doveva riunirsi anche il consi-
andare via dal Pdl e l’ha deciso da tempo. Se re Fini, ma lui vuole fare i gruppi separati”, spiazzato i finiani. Ieri alcuni di loro - tra cui glio nazionale. Ma, dato il numero dei com-
vuole fare dei gruppi autonomi, faccia pure, avrebbe detto Berlusconi parlando ai princi- Italo Bocchino, Carmelo Briguglio, Flavia ponenti del parlamentino Pdl, si è data prio-
ma così facendo è fuori dal partito”. Ed pali esponenti del partito. “Questo - avrebbe Perina ed Adolfo Urso - alla spicciolata rità alla direzione. In serata il presidente del
ancora: “A Fini ho fatto veramente la corte, detto - è quanto è successo, ora fate voi le hanno visto Fini attorno all’ora di pranzo. Consiglio ha tenuto una conferenza stampa
ho cercato di capirlo, ma è lui a voler gruppi considerazioni”. Il presidente del Consiglio Quasi in contemporanea all’annuncio della nella quale ha rivolto un nuovo invito a Fini a
separati”. Le parole del Cavaliere sono tra- avrebbe poi replicato ad ogni intervento spie- convocazione dell’ufficio di presidenza, le continuare a lavorare: “C’è grande volontà
pelate dall’ufficio di presidenza del partito, da gando, appunto, di non essere lui a voler agenzie avevano diramato una dichiarazione di continuare insieme. Il governo va avanti
lui stesso convocato per quelle che erano rompere. “Io voglio solo le riforme”, avreb- dell’ex leader di Alleanza nazionale che par- comunque. Quella del voto anticipato è un’e-
state definite come “comunicazioni urgenti” be detto, secondo quanto viene riferito. Ini- lava in positivo della convocazione per gio- ventualità che vogliamo scongiurare”.

L’incontro Si è parlato LA VICENDA

LA VICENDA con l’inviato soltanto La corte suprema brasiliana: asilo politico illegale
I fatti del giorno
Iannucci delle loro Estradizione di Cesare Battisti, DALL’ITALIA...
ed il console condizioni l’ultima decisione spetta a Lula Roma
Glaentzer di salute BRASILIA - Adesso l’ulti- Si studia un nuovo decreto per svuotare le carceri
ROMA - Il governo sta studiando un nuovo decreto legge
ma parola spetta al presiden-
te brasiliano Ignacio Lula secondo il quale chi ha da scontare ancora un anno di pena lo

Medici arrestati a Kabul, da Silva. Sarà lui a decidere


se Cesare Battisti (nella
foto) potrà tornare in Italia o
meno. Il supremo tribunal
potrà passare agli arresti domiciliari. L’annuncio è arrivato
dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che ha rilan-
ciato il piano svuota-carceri già inaugurato nel settembre del
2008. La misura allo studio del governo, ha spiegato il pre-
mier, è nata con lo scopo di “combattere il sovraffollamento

la Farnesina: stanno bene federal di Brasilia ha infatti


pubblicato il testo della sen-
tenza con la quale, mesi fa,
aveva dichiarato illegale l’a-
silo politico, precisando che
delle carceri ed i tragici casi di suicidio nei penitenziari”.
Trento
Ha i figli piccoli, clandestino può restare in Italia
KABUL (Armando Silvestri) - Sono zionali hanno tenuto a ringraziare il la decisione del destino del- to d’estradizione sottoscritto TRENTO - Un immigrato clandestino può restare in Italia
in buone condizioni i tre operatori di direttore della struttura per il tratta- LA REPLICA l’ex terrorista rosso è nelle da Italia e Brasile. Il presi- per accudire i figli in tenerà età. Lo ha stabilito il tribunale
Emergency - Matteo Pagani, Marco mento finora loro garantito ed il mani del Capo dello Stato. dente non può confermare dei Minorenni di Trento, in controtendenza anche con una
Garatti e Matteo Dell’Aira - fermati
sabato scorso in Afghanistan. Lo si
governo italiano per l’attenzione con
cui sta seguendo la vicenda”. I tre
La rabbia di Gino Strada: Motivazioni che lo stesso
Lula, lunedì scorso a
l’asilo politico concesso da
un ministro del suo governo
recente sentenza della Cassazione, accogliendo la richiesta
di permesso di soggiorno di un cittadino ecuadoregno di
apprende da fonti del ministero degli
Esteri dopo l’incontro con l’inviato
della Farnesina Massimo Iannucci e
sono detenuti in tre stanze di una
nuova struttura della direzione nazio-
nale della sicurezza a Kabul, e non
era ora, adesso li liberino Washington incontrando il
premier Silvio Berlusconi,
aveva riferito di aspettare
perché già dichiarato ‘illega-
le’ dal tribunale, ma può uti-
lizzare le eccezioni del trat-
venticinque anni padre di tre bambini che hanno dai pochi
mesi ai quattro anni. A conti fatti per il giudice l’interesse
ROMA - “Li hanno visti? Era ora - ha dei minori è superiore a quello della difesa delle frontiere.
l’ambasciatore italiano a Kabul Clau- hanno contatti fra loro, ha spiegato detto il fondatore di Emergency Gino per poter decidere. La deci- tato dove queste stabilisco-
dio Glaentzer. “Sono in ansia - ha Iannucci: “L’incontro è stato indivi- Strada - adesso ci aspettiamo che venga- sione non è facile. La vicen- no le ragioni per le quali DAL MONDO...
riferito Iannucci - perché non è chia- duale, uno dopo l’altro, alla presenza no liberati e che cada questa montatura”. da Battisti è un caso di estra- Lula ha facoltà di bloccare
ro quale sarà il loro futuro”. Intanto dell’ambasciatore Glaentzer, di un Ai cronisti che gli hanno chiesto se le dizione che riguarda anche un processo d’estradizione
è stato evacuato l’ospedale di Emer- interprete e del direttore della struttu- accuse erano state formalizzate, il fonda- la politica estera del Brasile avallato dal massimo potere Washington
gency a Lashkar Gah, nella provincia ra detentiva. Abbiamo parlato esclu- tore di Emergency ha risposto: “Di cosa e, in questo campo, le deci- giudiziario. Un passaggio Obama: gli ospedali riconoscano le coppie gay
dell’Helmand. La struttura era già sivamente delle loro condizioni fisi- dovrebbero accusarli, di curare le perso- sioni spettano all’esecutivo. impervio. Una possibilità, WASHINGTON - Il presidente Barack Obama ha ordina-
stata chiusa ed i pazienti in condizioni che - ha precisato - e loro mi hanno ne?”. Intanto una manifestazione è stata Per il vicepresidente José forse l’unica concessa dal to agli ospedali americani di riconoscere i diritti delle coppie
più serie sono stati trasferiti nell’ospe- confermato che non avevano lamen- organizzata per oggi in piazza san Gio- Alencar, Lula dovrebbe trattato, è quella della ‘per- gay, permettendo al paziente d’indicare il proprio partner
dale governativo di Bost. Iannucci e tele particolari riguardanti gli inter- vanni, a Roma. Sarà un incontro non poli- accettare la sentenza della secuzione politica’. Il Capo come la persona che ha il diritto di visita e che dovrà prendere
Glaentzer hanno incontrato i tre ope- rogatori, il vitto e l’alloggio”. Uno tico, ma di solidarietà, ha ricordato Strada, corte suprema. La normati- dello Stato può non estrada- decisioni sulla sua salute. Con un ordine esecutivo, l’inquilino
ratori in una struttura detentiva nei dei tre italiani, si è appreso, ha ricevu- ribadendo che “nessuno ci deve mettere il va all’interno della quale re nel caso in cui sia manife- della Casa Bianca ha così stabilito che il dipartimento della
pressi della capitale. Durante l’incon- to medicine inviate da Emergency per cappello, per questo ho chiesto che ban- Lula ha la possibilità di sto il rischio di persecuzione Sanità dovrà in questo modo proibire ogni discriminazione
tro, durato circa un’ora, “i tre conna- il trattamento di problemi asmatici. diere e simboli restino a casa”. muoversi è quella del tratta- per ragioni politiche. dei gay negli ospedali che ricevono sovvenzioni federali.

CRONACHE di NAPOLI
CRONACHE di NAPOLI TAGLIANDO PER RICHIESTA ABBONAMENTO Il quotidiano indipendente dell’informazione partenopea
Direttore Responsabile: Direttore Editoriale:
Il quotidiano indipendente dell’informazione partenopea
_ sottoscritt_ __________________________________________ DOMENICO PALMIERO PINO DE MARTINO
www.cronachedinapoli.org Società editrice: Libra Editrice soc. coop. a r.l.
Direzione e redazione:
Concorso di Venerdì 16 Aprile 2010 chiede di sottoscrivere un abbonamento a CRONACHE di NAPOLI S.S. Sannitica, 87 km. 19,800 - Centro Tamarin- 81025 Marcianise (Ce)
Tel. 0823.581055 - 0823.581005 - 0823.821165 - Fax 0823.821725
Spedire il tagliando
 TRIMESTRALE  SEMESTRALE  ANNUALE Iscritta AGCI al n. 13738
Conc. Ora Combinazione vincente Numerone e la copia del versamento effettuato Testata registrata con il n. 5086 del 9/11/1999 presso il Tribunale di Napoli
1366 08:00 2 4 6 7 9 11 13 14 15 20 18 sul conto corrente postale n. 59384925 EURO 65,00 EURO 120,00 EURO 230,00 La testata beneficia dei contributi diretti di cui alla Legge n° 250/90 e successive modifiche ed integrazioni
1367 09:00 2 8 9 10 12 13 14 16 19 20 16 in busta chiusa, al seguente indirizzo:
Stampa: Grafic Processing S.R.L. Z. I. Acerra - Agglomerato A.S.I. Pantano
80011 Acerra (NA)
1368 10:00 1 3 4 5 6 9 10 13 18 20 1 e di poterlo ricevere al seguente indirizzo:
Ufficio diffusione: Spreading Service - Via Epomeo, 63 - Napoli - Tel. 081.7283439-7672382
1369 11:00 1 2 5 6 9 10 13 16 19 20 10
1370 12:00 1 7 9 10 13 14 15 16 18 19 7 LIBRA EDITRICE Via/Piazza___________________________________________________
E-mail: cronachedinapoli@yahoo.it
Concessionaria esclusiva per la pubblicità: PUBLIKOMPASS SpA
1371 13:00 2 4 5 6 8 10 12 13 17 19 17 soc. coop. a r.l. Via dell’Incoronata, 20/27 - Napoli - Tel. 081.4201411 - Fax 081.4201431
1372 14:00 2 7 8 9 13 14 15 17 18 19 10 Cap_______ Città_____________________________________
TARIFFE EDIZIONE NAZIONALE Euro
S.S. Sannitica, 87 - Km. 19,800 b/n 4/c
1373 15:00 1 3 4 8 10 11 13 15 16 19 9
Commerciali 41,00 62,00
1374 16:00 1 3 4 8 9 11 12 13 15 17 17 81025 Marcianise - Caserta Autorizzo al trattamneto dei dati ai sensi del Dlgs. 196/03 Ricerche di personale 39,00 56,00
1375 17:00 1 4 8 9 10 11 13 14 15 20 13 Info: 0823/581055 - 581005 Comunicazione d'impresa 54,00 81,00
Pr.(____) ___/___/___
1376 18:00 1 3 4 7 8 9 14 18 19 20 2 TARIFFE PICCOLA PUBBLICITA'


Necrologio testo a parola - -


1377 19:00 1 2 3 6 7 9 10 12 18 20 17 info@cronachedinapoli.org Firma______________________ -
Adesioni a parola -
1378 20:00 1 2 4 5 8 9 12 15 17 19 16 Croce - -
CRONACHE di NAPOLI
Attualità Sabarto 17 Aprile 2010
3
LA FINE DELL’INCUBO
L’ITALIA La notizia non è stata ancora confermata dalla Farnesina, l’inviata Boniver: sulla vicenda vige il silenzio stampa, per ora incrociamo le dita
IN LUTTO Liberata la coppia di coniugi italiani sequestrata in Mauritania a dicembre
NOUACHOTT (Claudio Traiano) - cautela”, ha dichiarato Margherita Boni- cinquenne Cicala e la trentanovenne
Sarebbero stati liberati Sergio Cicala, ses- ver, inviata del ministro degli Esteri Fran- Kabouré, che ha anche la nazionalità del
santacinque anni, e la moglie Philomene co Frattini per le emergenze e presidente Burkina Faso, erano stati rapiti il diciasset-
Sul Corriere della Sera Pwelgna Kabouré, trentanove anni, rapiti
da al-Qaeda nel Maghreb islamico in
del comitato Schengen. “Sulla vicenda
vige il silenzio stampa - ha ricordato la
te dicembre scorso nel Sud-Est della Mau-
ritania, nei pressi della frontiera con il
il sobrio necrologio Mauritania il diciannove dicembre scorso
mentre viaggiavano su un minibus alla
Boniver - naturalmente teniamo tutti le
dita incrociate”. “La coppia italiana è
Mali. I sequestratori li avevano poi trasfe-
riti nelle mani di al-Qaeda nel Maghreb
della moglie Sandra: volta del Burkina Faso. La notizia è stata
data dalle autorità locali di Gao, nel Mali
stata liberata in territorio maliano, una
pattuglia dell’esercito è andata a recupe-
(Aqmi). L’Aqmi aveva prima liberato un
ostaggio francese, Pierre Camatte, ed
settentrionale. “Stanno bene, sono stati rarli e si trovano in buone condizioni”, ha uno spagnolo, Alicia Gamez: nelle mani
‘non c’è più’, poi la data appena recuperati ed ora sono in una detto ancora la fonte del governatorato. Le dell’organizzaizone rimangono ancora due
zona di sicurezza”, hanno spiegato le stes- autorità hanno atteso che i due ex ostaggi operatori spagnoli dell’organizzazione non
se fonti. Tutavia al momento “la Farnesi- lasciassero la ‘zona di rischio’ prima di governativas ‘Accion Solidaria’, rapiti lo
na si muove al momento con la massima annunciare l’avvenuto rilascio. Il sessanta- scorso mese di novembre.

I funerali verranno celebrati oggi nella chiesa di Milano 2, il parroco: ironico anche durante l’estrema unzione

Raimondo, camera ardente a Mediaset


La salma composta nello studio di ‘Casa Vianello’ a Cologno Monzese
di Dario De Rossi sistemate le transenne ed una lunga passatoia blu che
conduce al luogo in cui si è potuto rendere omaggio a
MILANO - Camera ardente, ieri, negli studi televisi- Vianello. Il feretro è arrivato fra gli applausi dall’o-
vi di Mediaset a Cologno Monzese, in provincia di spedale ‘San Raffaele’ verso le dieci e mezzi di ieri
Milano, per Raimondo Vianello, che si è spento gio- mattina. La camera ardente è restata aperta fino alle
vedì mattina all’età di ottantasette anni. La camera otto di sera. Ieri sul ‘Corriere della Sera’ un necrolo-
ardente è restata aperta dalle undici del mattino alle gio minimal, nello stile sobrio che Raimondo Vianel-
otto di sera. La salma è rimasta per tutta la notte tra lo aveva sempre incarnato, della moglie Sandra: ‘Rai-
giovedì e ieri nella camera mortuaria dell’ospedale mondo’, il nome del marito, che campeggia nel riqua-
‘San Raffaele’, rigorosamente chiusa a tutti gli estra- dro bianco, e sotto, più in piccolo ‘non c’è più - San-
nei. L’attore era stato ricoverato a Milano il quattro dra - Milano, 15 aprile 2010’. A seguire i necrologi di
aprile: un mese fa aveva voluto vedere un prete per parenti ed amici, una mezza pagina di persone tra cui
confessarsi. Raimondo Vianello, ironico nella vita, lo - oltre ai cinque nipoti - direttori di giornali, produttori
è stato anche quando sentiva la fine ormai vicina. Lo televisivi, attori, show man, stilisti, sportivi, giornali-
ha raccontato don Walter Magni, il parroco della sti, personaggi pubblici, enti e politici, oltre ai nume-
chiesa di Milano 2, che dista pochi metri dall’abita- rosi collaboratori che avevano lavorato con lui nei
zione di Sandra e Raimondo Vianello e dove oggi lunghi anni della sua straordinaria carriera. Da gio-
verranno celebrati i funerali. “E’ stato Raimondo a vedì mattina Sandra Mondaini non è più uscita dalla
chiamarmi a casa. Era Pasqua e probabilmente sen- sua abitazione, la residenza Acquario a Milano 2. A
tiva di essere vicino alla fine dei suoi giorni. Gli ho quanto si è appreso, Sandra avrebbe espresso il desi-
chiesto se volesse confessarsi - ha raccontato il sacer- derio di recarsi a Cologno Monzese per un saluto al
dote - a quel punto gli ho somministrato l’estrema feretro del marito. Ma qualcosa, forse le sue condizio-
unzione”. Anche in quell’occasione Vianello, come ni di salute, o forse il dolore, l’hanno fatta desistere.
ha raccontato don Magni, non ha rinunciato all’ironia.
“Mi ha sussurrato: ma come? Avevo la chiesa a due
passi da casa e non me ne sono mai accorto?”. Il par- EMERGENZA NEI CIELI
roco non incontrava spesso l’illustre vicino (“qualche
volta Raimondo veniva in chiesa per accompagnare
il filippino adottato, ma la sua era una fede tutta inte- L’eruzione del vulcano islandese continua a creare disagi, l’Enac: il nostro spazio aereo è libero
I fatti del giorno
riore”), eppure gli incontri avuti a tu per tu sono sem-
pre stati “intensi e pieni di significato”. Come l’ulti-
ma volta che si sono visti, per volere di Vianello, in
occasione delle festività pasquali. “Non aveva paura
Nube di cenere, a rischio gli aeroporti italiani
REYKJAVIK (Simone Santomarti- cellati ed attese infinite. Previsti
Ragusa
DALL’ITALIA...

della morte, la sentiva ormai vicina - ha confidato


no) - E’ sempre caos nei cieli d’Euro- 11mila voli in Europa contro i 28mila Abusi sessuali su un’handicappata, ammanettato
don Walter - ma non la temeva. Si è spento senza
crucci, mi ha detto che era contento della vita che ha pa per la nube di cenere, una colonna dei giorni normali, 17mila quelli can- RAGUSA - Un pensionato di sessantaquattro anni - L.M. - è
di oltre undici chilometri, prodotta cellati. Giovedì erano stati oltre 8mila. stato arrestato con l’accusa di avere abusato sessualmente di
avuto. Un uomo estremamente realista”. I funerali si dall’eruzione nel Sud dell’Islanda del Lo spazio aereo è chiuso totalmente o
terranno oggi, poi Vianello sarà inumato al Verano di una ragazza con problemi di handicap mentale. E’ successo a
vulcano Eyjafjallajokull. Ora la nube parzialmente in Austria, Repubblica Pozzallo, nel Ragusano. Le violenze sarebbero avvenute in
Roma. Sotto choc la moglie Sandra Mondaini: per si avvicina all’Italia e, se non cambie- ceca, Gran Bretagna, Belgio, Olanda,
riportarla a casa dal ‘San Raffaele’, giovedì, hanno ranno le previsioni, sabato molti aero- Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlan- un garage attiguo all’abitazione dell’indagato, alla presenza
dovuto somministrarle dei tranquillanti. Unanime il porti del Nord Italia verranno chiusi: è dia, Estonia, Lituania, Lettonia, nel della sorellina della vittima, anche lei disabile mentale.
cordoglio, dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano quanto emerso in una riunione opera- Nord della Francia, in quasi tutta la
al mondo dello spettacolo. Moltissimi fiori ed un tiva che si è tenuta al dipartimento Germania ed in Polonia. Lo sposta- Trento
grande schermo televisivo su cui scorrono immagini della Protezione civile, alla quale mento verso oriente della nube sta
di Raimondo Vianello. Così lo studio ‘4’ di Mediaset hanno partecipato le autorità aeronau- facendo rifiatare alcuni scali, come Bastonano un gay anglosassone per le sue avances
a Cologno Monzese è stato trasformato nella camera tiche, civili e militari, ed i rappresen- fatto sapere che “lo spazio aereo ita- quello di Dublino. E, con il ministero
ardente dove è stato posto il feretro di Raimondo Via- TRENTO - Non una zuffa tra ubriachi, ma un pestaggio
tanti delle aziende che gestiscono stra- liano è regolarmente aperto. L’ipotesi degli Esteri islandese che ha avvisato di gruppo. Gianluca Costantino, ventenne di Canazei, in
nello. Lo studio ‘4’ è lo stesso nel quale Raimondo de e ferrovie. Una decisione definitiva di una sua chiusura, quindi, in questo che il vulcano potrebbe continuare nei
Vianello e la moglie Sandra Mondaini hanno registra- verrà presa quanto arriveranno le pre- momento non è presa in considerazio- prossimi giorni ad eruttare cenere e carcere con l’accusa di tentato omicidio per aver bastonato
to per moltissimi anni la loro sit-com ‘Casa Vianello’. visioni meteo aggiornate. Ma l’ente ne”. Ieri è stata la seconda giornata di lava con la stessa intensità, si teme il cuoco quarantacinquenne inglese John William Harris,
In via Cinelandia, all’ingresso numero ‘5’, sono state nazionale per l’Aviazione civile ha passione per i passeggeri, tra voli can- che l’emergenza possa continuare. ha affermato che - con altri cinque - ha massacrato l’anglo-
sassone per la sua omosessualita e le sue continue avances.

ROMA MILANO PALERMO Palermo


Scoperto un primario ‘illegale’, denunciati in tre
PALERMO - I carabinieri hanno denunciato un medico di
quarantasette anni, il titolare ed il direttore sanitario della
casa di cura ‘Noto Pasqualino’. Il sanitario, dirigente dell’u-
nità funzionale della struttura, esercitava abusivamente la
professione di medico specialista in medicina interna, nono-
stante non fosse laureato, né iscritto all’ordine professionale.

Roma
Tentata violenza alla cassiera, becca 3 anni e 4 mesi
ROMA - Violenza sessuale aggravata nei confronti di una
cassiera: è stato condannato a tre anni e quattro mesi di reclu-
Sessantenne trovata morta in casa, Stuprata fuori al ‘San Raffaele’, Mafia, chiesti 11 anni in Appello sione Damiano Villari, l’ex direttore del ‘Cafè de Paris’. Per
l’accusa Villari, nel giugno del 2006, aggredì la cassiera,
calabrese madre di due figli, del locale tentando una violenza
giallo in una villetta in via Trigoria aveva appena finito di lavorare per il senatore Marcello Dell’Utri sessuale e prospettandole vantaggi se “fosse stata con lui”.
ROMA - Una pensionata di sessant’anni, MILANO - Una ricercatrice di trentadue anni PALERMO - Una condanna ad undici anni di
S.P., è stata trovata morta intorno alle undici è stata violentata appena uscita dall’ospedale reclusione per il senatore del Popolo della DAL MONDO...
di sera di giovedì nella villa al civico 191 di ‘San Raffaele’, a Milano, dove aveva appena Libertà Marcello Dell’Utri, imputato di concor-
via di Trigoria, alle porte di Roma. Gli uomini finito di lavorare. La notizia dell’aggressione so esterno in associazione mafiosa, è stata chie-
della squadra mobile della questura di Roma è stata resa nota dal quotidiano ‘e-polis’ sol- sta alla corte d’Appello di Palermo dal procura- Parigi
non escludono alcuna ipotesi, dall’omicidio tanto nella giornata di ieri, ma l’aggressione tore generale Antonino Gatto a conclusione In arrivo il test per rilevare le tracce di cannabis
all’incidente domestico. La vittima è stata tro- sarebbe avvenuta in via Olgettina intorno alle della sua requisitoria. Il senatore ha commentato:
vata cadavere in bagno con una grossa ferita dieci e mezzo di giovedì sera. La giovane “Il procuratore generale può dire quello che PARIGI - Si chiama ‘Narcocheck’ e, secondo alcuni spe-
alla nuca. Indosso aveva solo un sarebbe stata trascinata in una rog- vuole: non posso neanche ascoltare cialisti, è destinato a seminar zizzania in famiglia. E’ un test
semplicissimo - ed a quanto pare affidabile - per rivelare la
Il cadavere impermeabile, accanto a lei un vaso
rotto. Alcuni vestiti, macchiati dal
Le grida gia mentre stava raggiungendo la
sua auto. Le urla d’aiuto della vitti-
L’imputato: quello che dice ed ho preferito andare
a prendermi lo ‘sfincione’ (una pizza presenza nell’organismo di tetraidrocannabinolo, il princi-
scoperto sangue, sono stati trovati nella lava- d’aiuto ma non sono state udite da nessuno. la persona tipica di Palermo a base di cipolle, pio attivo della canapa indiana. In pratica, un test che serve
giovedì sera trice. Per gli investigatori la donna non sono Al termine dello stupro la donna ha di cui il pg pomodoro, pan grattato e caciocaval- a verificare se vostro figlio fuma od ha fumato spinelli.
dai tre figli potrebbe essersi ferita in giardino,
dov’è stata trovata una grossa mac- state udite chiamato il pronto intervento medi-
co del ‘118’ ed i sanitari l’hanno tra- ha parlato lo, ndr) a Porta Carbone. Qui non c’è
fumus persecutionis, qui c’è una
della vittima chia di sangue, ed aver messo lei da nessuno sportata alla clinica ‘Mangiagalli’. non esiste vampa, un incendio”. “Il personaggio Pechino
stessa i vestiti in lavatrice. La ses- Sul posto sono intervenuti i carabi- di cui parla il procuratore generale io Terremoto, si aggrava il bilancio: oltre 760 vittime
santenne viveva sola in casa ed era separata, nieri di Segrate e di Milano, che hanno perlu- non lo conosco, non esiste. Da quindici anni
mentre il guardiano della villa, un polacco, strato la zona alla ricerca di tracce lasciate dal- stanno processando una persona che non esi- PECHINO - E’ salito a 760 il bilancio dei morti causati dal
vive in una dependance poco distante. La l’aggressore. Gli inquirenti stanno mantenen- ste”, ha aggiunto. Anche prima della richiesta, terremoto di magnitudo 7.1 che ha scosso la provincia del
donna doveva cenare con i figli che, dopo do il più stretto riserbo su tutta la vicenda, e Dell’Utri s’era mostrato ironico: “Arriverà il Qinghai nel Nord-Ovest della Cina. Lo ha riportato l’agen-
aver cercato invano di rintracciarla, hanno non è stato possibile stabilire neanche se la momento in cui finirà tutto e mi chiederò ‘ora zia di stampa Nuova Cina. Un terremoto di magnitudo 4.0
sfondato la porta e l’hanno trovata morta. A vittima della violenza sia riuscita o meno a che faccio?’. Fare l’imputato è diventato quasi della scala Richter è stato intanto avvertito nella regione
quel punto hanno avvisato la polizia. fornire una descrizione dell’assalitore. uno stato dell’essere e sono stanco”. autonoma dello Xinjiang, sempre nel Nord-Ovest del paese.
4 Sabato 17 Aprile 2010
Campania CRONACHE di NAPOLI

Le indagini Benevento
Al vaglio degli inquirenti Diffamò Sandra Lonardo,
il ‘libro mastro’ del clan condannata in primo grado
con le cifre ed i nominativi
ex manager del ‘Rummo’
CASAL DI PRINCIPE

Il boss dovrà adesso rispondere in merito alle accuse nell’ambito del procedimento denominato ‘Spartacus III’

Nicola Panaro oggi davanti ai giudici


Interrogata anche Rosa De Biase: accusata di favoreggiamento alla latitanza del ras
di Tina Palomba binieri stanno ancora valutando la BENEVENTO - L’allora direttore
documentazione sequestrata LA MATTANZA generale dell’ospedale ‘Rummo’ di
CASAL DI PRINCIPE - Si ter- all’interno del rifugio. Non sono Benevento, Loretta Mussi, ingiuriò e
ranno oggi, dinanzi al giudice per state trovate ricetrasmittenti, che diffamò Sandra Lonardo Mastella.
le indagini preliminari di Santa sono difficilmente intercettabili. Senza scampo un quarantottenne di San Mango sul Calore ed un trentacinquenne di Roccadaspide Lo ha stabilito ieri il giudice in forza
Maria Capua Vetere, gli interroga- Al vaglio degli inquirenti anche il alla procura della Repubblica presso il
tori di Nicola Panaro (nella
prima foto in alto), detto ‘principi-
no’, per l’ordinanza ‘Spartacus
III’. Anche Rosa De Biase (nella
seconda foto in alto), arrestata per
computer portatile, con il quale lui
lavorava per il clan e teneva rap-
porti con gli affiliati, e persino sei
telefoni cellulari ed anche altri
elementi ritrovati nell’apparta-
Asfalto killer, morte due persone
LUOGOSANO (Clara di Fran- ieri, i carabinieri della stazione di
tribunale di Benevento, che ha con-
dannato in primo grado l’ex manager
ad una multa di ottocento euro ed al
pagamento delle spese processuali. Lo
ha reso noto la stessa Sandra Lonardo
favoreggiamento alla latitanza del mento, come un libro mastro dove cesco) - Un operaio, il quarantot- Montefredane - piccolo centro Mastella attraverso il suo portavoce
boss, sarà ascoltata questa mattina ci sono indicate cifre e nominativi. tenne Michele Catino, originario nell’Avellinese - hanno ritrovato, Alberto Borrelli. Il giudice ha anche
dai giudici. Sono assistiti dagli Proprio su questo libro è concen- di San Mango sul Calore, in pro- all’interno di un fondo agricolo stabilito che l’ammontare del risarci-
avvocati Giovanni Cantelli ed trata l’attenzione degli inquirenti, vincia di Avellino, è morto a della frazione bosco Magliano, mento danni andrà quantificato in
Enzo Di Vaio. La donna, cin- che vogliono individuare le vitti- causa di un incidente stradale che una carcassa d’auto ormai com- separata sede. Sandra Lonardo Mastel-
quantasei anni, nata ad Isernia, me delle richieste estorsive, ma si è verificato sulla strada adia- pletamente distrutta dalle fiamme. la, presidente del consiglio regionale
proprietaria dell’appartamento soprattutto cercano di recuperare cente alla zona industriale di Luo- Gli accertamenti condotti sul vei- della Campania, era all’epoca dei fatti
(nella foto), di cui aveva anche indizi importanti per l’identifica- gosano, altro piccolo centro irpi- colo hanno permesso di accertare presidente della sezione provinciale di
una copia delle chiavi, nel quale è zione degli affiliati, degli uomini no. La vittima - verso l’una di ieri che la vettura in questione era una Benevento della Croce rossa italiana.
stato trovato Panaro, ricercato dal che rappresentano il braccio arma- pomeriggio - era appena uscita Fiat ‘Multipla’, rapinata ad un Il venticinque febbraio del 2002 -
2003 ed inserito nell’elenco dei to del clan, i ‘soldati’ del potere dallo stabilimento in cui lavorava quarantatreenne di Atripalda, altro durante una seduta aperta del consiglio
tenta latitanti più pericolosi d’Ita- camorristico, quelli che chiedono in sella al proprio ciclomotore centro irpino, lo scorso dodici comunale di Benevento, convocato per
lia, al momento dell’irruzione dei il pizzo eseguendo gli ordini del quando è stato investito da un’au- do è stato travolto ed ucciso da aprile. L’auto è stata sequestrata discutere sui problemi della sanità
carabinieri della compagnia di capo e mettono a segno atti intimi- to, una Ford ‘Fiesta’ condotta da un’auto pirata. E’ accaduto a ed affidata al deposito giudiziario locale - la dottoressa Mussi nel suo
Casal di Principe si trovava in un datori. Il boss aveva con sé anche un giovane di ventotto anni. Cati- Rimini. A perdere la vita un uomo ed intanto i militari dell’Arma intervento affermò che Sandra Lonar-
appartamento contiguo alla casa diecimila euro in contanti, proba- no è morto sul colpo. Poco dopo di Roccadaspide, in provincia di stanno indagando per scoprire le do Mastella aveva fatto delle pressioni
del boss. Il marito della De Biase, bilmente provento delle estorsioni sono intervenuti i carabinieri in Salerno. La tragedia si è consuma- possibili ragioni di un simile per la nomina di un primario di medi-
Antonio Diana, attualmente irre- commesse nell’agro aversano dai forza alla stazione di Mirabella ta intorno alle due e mezzo della gesto. La Fiat, infatti, potrebbe cina generale presso l’azienda ospeda-
peribile, è il cugino della moglie suoi affiliati. Usava computer e Eclano, sempre nell’Avellinese, notte tra giovedì e ieri. Il trenta- essere servita per commettere liera da lei diretta. Immediata fu la
di Panaro. I carabinieri l’altra sera congegni elettronici che rilevava- che hanno avviato le indagini per cinquenne aveva accompagnato qualche reato nelle zone dell’hin- reazione del presidente Lonardo
chiarire la dinamica del gravissi- una scolaresca in gita nel Rimine- terland avellinese e poi data alle Mastella che, presente in sala, smentì
non lo hanno trovato nell’abitazio- no la presenza di ‘cimici’ o riusci- decisamente e preannunciò denuncia
ne e neppure nella fabbrichetta vano ad entrare sulle frequenze mo incidente e stabilire le even- se. E’ stato travolto mentre era fiamme per distruggere ogni trac-
tuali responsabilità. Ed un altro voltato di spalle da una vettura cia. Ma questa non è l’unica ipo- in sede penale e civile per il reato di
dove producono tacchi e suole per della polizia, dei carabinieri e diffamazione nei confronti della
le scarpe, che si trova proprio nei della guardia di finanza, al punto incidente mortale che ha visto mentre camminava sul ciglio della tesi su cui stanno lavorando gli
protagonista un campano si è veri- strada in direzione Riccione, uomini della Benemerita che, per Mussi. La Lonardo ha chiesto un risar-
pressi di via Goldoni. Sembra che da riuscire in tempo a capire che cimento danni di tre milioni di euro,
sia proprio lui, Diana, l’anello di le forze dell’ordine si trovavano ficato a Rimini. Aveva accompa- all’altezza del bowling. Ed infine, ora, stanno cercando a tutto tondo
gnato una scolaresca in gita quan- nelle prime ore della mattinata di ogni elemento utile alle indagini. da devolvere in beneficenza.
congiunzione con Panaro. I cara- nei pressi del suo appartamento.

LA SVOLTA Sul posto anche il capo della Protezione civile Bertolaso: lavoreremo giorno e notte, i treni circoleranno di nuovo in un mese
I fatti del giorno
Cava de’ Tirreni
Capi contraffatti, nei guai ventiquattrenne cinese
Montaguto, decretato lo stato d’emergenza
MONTAGUTO - Il Consiglio dei mini-
CAVA DE’ TIRRENI - La guardia di finanza ha seque- stri ha dichiarato ieri lo stato d’emergen-
za in relazione alla ripresa del movimen-
Bloccati a Sarno i quattro topi d’appartamento croati
strato centinaia di accessori per abbigliamento contraffatti
(soprattutto borse, portafogli, marsupi, trolley) ed ha denun-
ciato alla procura della Repubblica di Salerno la ventiquat-
trenne C.X., di nazionalità cinese - già segnalata alla com-
petente autorità giudiziaria - che ora rischia una severa san-
to franoso nel territorio del comune di
Montaguto, in provincia di Avellino. “Se
si lavora giorno e notte, con i tripli turni
come è possibile fare, in un mese saremo
Presi dopo un inseguimento sulla ‘A3’
SARNO - C’è voluto un rocambolesco
zione di tipo detentivo. I capi sottratti al mercato riproduce- in grado di ripristinare la circolazione inseguimento iniziato sulla autostrada
vano vari marchi di note case nazionali ed internazionali. ferroviaria”. Lo ha annunciato sempre ‘A3’, ma alla fine i carabinieri in forza alla
ieri il sottosegretario alla Protezione compagnia di Sala Consilina, in provincia
civile Guido Bertolaso (nella foto) a di Salerno, hanno arrestato quattro persone,
Grottaminarda conclusione di un sopralluogo lungo la tutte di origine croata, componenti di una
frana che da oltre un mese ha interrotto banda specializzata in furti in appartamen-
Doppio furto, via con i contanti ed un’automobile la linea ferroviaria tra Foggia e Bene- to. In manette sono finiti il trentasettenne
GROTTAMINARDA - Doppio furto Grottaminarda ed vento, troncando anche i collegamenti Nicolic Dalibor, il ventottenne Antonio
a Melito Irpino. Nel primo caso ignoti hanno rubato del tra la Puglia, la Campania ed il Lazio. Braidich, il quarantenne Davor Ivanovic
denaro contante dall’abitazione di un artigiano, mentre nel Bertolaso ha annunciato che si lavorerà ed un minorenne, tutti residenti fra Roma e
secondo caso è stata sgraffignata una Seat ‘Leon’ di pro- “con un gioco di squadra, non solo gra- quello che si è fatto fino ad ora per eli- Guidonia, piccolo centro in provincia della
prietà di un giovane artigiano. Sul posto i carabinieri delle zie alle imprese selezionate dalle Ferro- minare quella cascata d’acqua che a Capitale. I militari dell’Arma hanno inter-
locali stazioni, che stanno svolgendo gli accertamenti del vie, ma anche al genio militare: saremo monte alimenta quotidianamente tutta cettato sull’autostrada Salerno-Reggio
caso onde stabilire se i due episodi siano collegati e se così in grado di accorciare la tempistica questa grande frana”. “Lo smottamento, Calabria un’auto, una Citroen ‘Xara’, con a mille e cento euro, di due anelli, due colla-
siano opera della stessa mano. Continuano le indagini. togliendo il fango che ricopre la ferrovia che è calcolato in dieci milioni di metri bordo i quattro componenti della banda. ne e tre paia di orecchini in oro giallo, tutti
ed evitando che ne cada altro”. “Ades- cubi, non si sta muovendo per le piogge Nei pressi dello svincolo autostradale di risalenti agli anni Cinquanta e provento di
so, oltre ad andare avanti con il lavoro - ha detto ancora Bertolaso - purtroppo Mercato San Severino, i carabinieri hanno un furto effettuato poche ore prime in un’a-
Amorosi che si sta già facendo, incrementeremo si sta muovendo per tutta l’acqua che intimato l’alt ai quattro, che sono però bitazione ad Avigliano, in provincia di
Tentano ‘colpo’ in cantiere, arrestati due rumeni le attività lavorando anche di notte, por- c’è a monte”. Il capo della Protezione scappati. E’ scattata allora una caccia Potenza, dove - tra l’altro - i ladri avevano
tando qui le torri faro”, ha aggiunto civile ha infine precisato che la respon- all’uomo che ha coinvolto anche gli uomi- rubato anche un fucile a pompa, una dop-
AMOROSI - Ieri mattina i carabinieri sono stati allertati Bertolaso a conclusione del sopralluogo. sabilità dell’intervento su Montaguto, ni della Benemerita in forza al reparto ope- pietta (entrambi recuperati) ed un revolver
da una residente del luogo, proprietaria di un cantiere “Faremo in modo che ci sia un continuo dopo la dichiarazione dello stato d’emer- rativo di Salerno, della compagnia di calibro 38 (ancora non ritrovato). I tre mag-
edile privato, che aveva notato due individui che - dopo lavoro di rimozione del fango franato - genza da parte del governo, farà capo al Nocera Inferiore e della stazione di Sarno. I giorenni sono stati condotti nel carcere di
aver forzato un lucchetto - si erano introdotti nell’area ma, ha aggiunto il capo della Protezione civi- dipartimento nazionale della Protezione fuggitivi sono stati rintracciati nei pressi Salerno, mentre il minorenne è stato
quando si sono visti scoperti, erano fuggiti. Le immediate le - ma nello stesso tempo dobbiamo civile. “Mi prendo anche questo della chiesa di ‘Santa Maria delle Grazie’ a accompagnato ad un centro d’accoglienza,
indagini hanno consentito di rintracciare, nei pressi dello monitorare quello che arriva e soprat- cerino”, ha commentato infine scherzan- Sarno, dove sono stati bloccati ed arrestati. tutti a disposizione della procura della
svincolo della fondo valle Isclero, a bordo di un furgone, tutto lavorare ancora di più rispetto a do con i giornalisti presenti sul posto. La banda era in possesso della somma di Repubblica di Nocera Inferiore.
due giovani rumeni, arrestati in flagranza di reato.

Mercogliano Spari nella notte tra giovedì e ieri in via Appia ad Atripalda. I carabinieri hanno repertato quattro bossoli L’irpina è stata incastrata dalla videosorveglianza
Raid da cinquemila euro al Cineplex,
Svaligiano appartamento, bottino duecento euro
MERCOGLIANO - Furto in casa a Mercogliano, nel-
l’Avellinese, nel pomeriggio di giovedì. L’episodio si è
verificato in un appartamento di via nazionale Torrette. I
ladri sono entrati all’interno della casa forzando la grata
Piombo sull’ingrosso di alimentari
ATRIPALDA - Nella notte tra gio- palla: danneggiata la saracinesca e la
una trentacinquenne finisce in carcere
MERCOGLIANO - Nella serata di giovedì i
della cucina e sono poi scappati prelevando oro e contanti vedì e ieri, probabilmente intorno vetrata retrostante. I militari dell’Ar- carabinieri sono stati chiamati da un noto negozio
per circa duecento euro. Al momento dell’irruzione non vi alle tre e mezzo, sono stati esplosi ma, durante il sopralluogo, sono riu- del ‘Cineplex’ per un furto ammontante a quasi
era nessuno all’interno dell’appartamento. Sul caso stanno quattro colpi d’arma da fuoco contro sciti a repertare tutti e quattro i colpi cinquemila euro, pari all’incasso di una delle
indagando gli agenti della questura di Avellino. la saracinesca dei locali adibiti ad esplosi, che erano andati a confic- casse del negozio. I militari del-
ufficio di una nota azienda per la carsi nelle pareti dell’ufficio: i bos- l’Arma, grazie all’ausilio delle
produzione e vendita all’ingrosso di soli sono stati posti sotto sequestro e telecamere a circuito chiuso,
Benevento generi alimentari sita lungo via verranno utilizzati per le successive hanno ricostruito la dinamica
Appia ad Atripalda, in provincia di analisi balistiche. Intanto si cerca di della vicenda. Il colpo era stato
Irruzione al bar, arraffano cinquanta euro e fuggono Avellino, la cui proprietaria è una capire il movente di un simile gesto messo a segno da un uomo ed
BENEVENTO - Nella notte tra giovedì e ieri l’equipaggio trentacinquenne del posto che gesti- nei confronti di un’attività commer- una donna, con due bambini al
di una volante della questura di Benevento è intervenuto al sce l’esercizio commerciale insieme ciale avviata ormai da tanto tempo e seguito. Gli uomini della Bene-
viale Atalntici presso il bar ‘Incantesimo’ per furto. A chia- con il marito. Il sopralluogo, com- che fino ad oggi non pare aver mai merita sono riusciti a riconoscere
marli la proprietaria trentanovenne dell’esercizio commer- piuto dai carabinieri in forza alla subìto simili atti intimidatori. Gli quei clienti e, scoperto cognome
ciale, che ha raccontato agli agenti di essere stata avvertita locale stazione, ha evidenziato che i uomini della Benemerita non esclu- e nome della donna, si sono precipitati presso la
dal servizio di vigilanza dell’attivazione dell’allarme. Giun- quattro colpi d’arma da fuoco deb- dono alcuna pista, da quella estorsi- sua abitazione. Portata in caserma, la trentacin-
ta nel bar ha appurato che ignoti, dopo aver alzato la saraci- bono esser stati verosimilmente va fino all’eventuale regolamento di quenne di Monteforte Irpino è stata dichiarata in
nesca non chiusa a chiave, si sono introdotti all’interno e esplosi mediante l’uso di un fucile conti per motivi anche diversi dal- arresto per il reato di furto aggravato. La donna è
dal registratore di cassa hanno rubato cinquanta euro. da caccia caricato con cartucce a l’attività commerciale. stata posta a disposizione dell’autorità giudiziaria.
S.S. Sannitica km. 19,800 - 81025 Marcianise - Caserta - Tel. 0823.581055 - 0823.581005 - 0823.821165

CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI


S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 -
0823.581005 - 0823.821165

Sito web: www.cronachedinapoli.org

Sbato 17 Aprile 2010


CRONN ACHE
apoli
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 -
0823.581005 - 0823.821165

Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 5

ALLARME
NEI CIELI
Gesac, la società che gestice
lo scalo, ha fatto sapere
che il disagio è stato provocato
da un evento straordinario
di Pasquale Gargano

NAPOLI - Aeroporto internazio- I passeggeri restano a terra


nale di Capodichino: cancellati
venticinque voli diretti per Ger-
mania, Inghilterra e Francia, a
Per la maggior parte diretti a Londra,
causa della cenere prodotta dall’e-
ruzione di un vulcano in Islanda.
Parigi e Bruxelles, non sono potuti
La circostanza ha comportato partire per gli aeroporti chiusi
ripercussioni sul traffico aereo
con le sospensioni dei

Caos a Capodichino, cancellati 25 voli


voli in arrivo e in par-
tenza per gli stati del
centro e del nord Euro-
pa. Disagi maggiori
sono stati provocati ai
viaggiatori in partenza
dallo scalo partenopeo
per raggiungere gli
aeroporti di Londra
Parigi e Bruxelles. L’in-
cresciosa situazione,
provocata dall’eruzione
Stop ad arrivi e partenze per via della nube prodotta dal vulcano islandese
vulcanica ha mandato in fumo la
mobilità di tanti passeggeri. Il SANITA’, ANCORA DISAGI
caos e le incertezze sulla funzio-
nalità delle linee si sono verificate
La protesta L’attività del reparto è stata azzerata per consentire un accorpamento che non è ancora partito
nel momento in cui i passeggeri

Cardarelli, emergenza in Neurochirurgia


lasciati a Liste di attesa
t e r r a
s o n o Alcuni medici del nosocomio napoletano
ricorsi reagiscono all’ennesimo disservizio che li
all’uffi- vede idirettamente coinvolti: “Non possiamo NAPOLI (fl.pironcini) - L’enne- Con una delibera semiclandesti- sità, rimangano nelle loro spesso da non lasciare isolati e dimenti-
cio della simo danno alla salute degli na approvata il 31 dicembre drammatiche condizioni di salute cati i cittadini che oggi, ed in
tollerare che i numerosi pazienti in lista di
bigliette- ammalati continua a consumarsi scorso e pubblicata all’albo sol- a causa delle disposizioni e delle futuro, hanno necessità di assi-
ria del- attesa bisognosi di interventi chirurgici di alta
l’aero- specializzazione e complessità rimangono nei reparti di neurochirurgia del- tanto il 26 gennaio, la direzione modalità gestionali scellerate di stenza e cure neurochirurgiche”.
porto per
l’ospedale Cardarelli. Mentre, del Cardarelli, diretta da Rocco una Direzione Generale incom- Una scelta, quella dell’accorpa-
in balia di discutibili disposizioni manageriali” infatti, è stata azzerata l’attività Granata, invece di decongestio- petente ed irresponsabile” dico- mento dei reparti, demolitiva e
ottenere dell’Unità di nare l’unità per le emergenze ha no alcuni esponenti dei camici distruttiva di un polo di Neuro-
un cam- Neurochirurgia deciso di sopprimere la Neuro- bianchi del più grande nosoco- chirurgia che nel corso di questi
bio di Funzionale, chirurgia funzionale. Se il piano mio del Mezzogiorno. “Chiedia- decenni ha assistito e curato
data o iniziata pochi di rientro prevede dei tagli al fine mo - affermano in una nota i migliaia di pazienti ad opera dei
per rice- giorni prima di di sanare un bilancio che presen- componenti del Prc in consiglio più stimati maestri e professioni-
vere informazioni circa le possibi- Pasqua, non ta buchi sotto tutte le voci in comunale Gaetano Sannino, sti. È per questo che i consiglieri
lità di partire per scali alternativi. c’è stato alcun bilancio, la misura adottata del- Antonio Fellico e Antonio Frat- hanno chiesto anche l’intervento
Una lunga fila ha atteso gli addetti avvio delle l’azienda ospedaliera non tiene tasi - che si sblocchi immediata- del sindaco, Rosa Russo Iervoli-
all’ufficio biglietteria, i quali attività presso sicuramente conto delle cifre mente questa situazione di grave no, attraverso un confronto diret-
hanno fornito tutte le delucidazio- il nuovo repar- visto che non si prendono in con- inadempienza del servizio sani- to con il direttore Granata per
ni agli sfortunati viaggiatori circa to ‘Lazzaretto’ siderazione i 1200 interventi tario pubblico al Cardarelli”. porre rimedio alla grave situazio-
l’evoluzione della eruzione che da ottenuto dal- effettuati nel solo 2009 che, con “Siamo solidali - continua il ne sanitaria che oltre a causare
due giorni costringe alla li9mita- l’accorpamento l’accorpamento dei due reparti, documento - ed invitiamo le disagi ai pazienti e tensioni tra i
zione del traffico aereo sul conti- dell’unità fun- diventerebbero impossibili. “Non associazioni di pazienti e lavora- lavoratori interessati, sta seria-
nente. Problemi di sicurezza e zionale presso possiamo tollerare che i numero- tori e quanti abbiano a cuore la mente minacciando la tutela
d’incolumità per i passeggeri, quella di Neu- si pazienti in lista d’attesa biso- tutela della salute a far sentire della salute di quei cittadini in
potrebbero nascere se la cenere rochirurgia gnosi di interventi chirurgici di unitariamente la loro voce su lista d’attesa che invano attendo-
rilasciata dal vulcano, dovesse d’Urgenza. alta specializzazione e comples- questa scandalosa vicenda, così no l’assistenza a loro necessaria.
colpire i reattori dei veicoli in
volo. È stato stimato, che la nube
di cenere l’altro ieri ha raggiunto
un’altezza di circa tredici chilo-
metri. Nonostante l’opera del per- IL CASO Sono circa 3600 le famiglie del capoluogo partenopeo in attesa del sostegno concesso da Palazzo Santa Lucia
sonale dell’aeroporto, per ottenere

Reddito di cittadinanza, la Regione sospende il contributo al Comune


tutte le informazioni necessarie, i
passeggeri sono stati avvertiti di
doversi comunque riferire alla
propria compagnia aerea per la
cancellazione del volo e per i pos-
sibili scali alternativi operativi. NAPOLI (f.p.) - Il Comune scatenando l’ira di numerose povertà - continua l’assesso- popolazione” ha continuato
Fin ora numerosi voli per la Ger- di Napoli batte cassa alla famiglie napoletane che si re - rimangono senza alcun Riccio. Ieri per scongiurare
mania sono stai dirottati negli Regione Campania e chiede ritrovano a vivere con un sostegno, precipitando in tensioni che avrebbero visto
aeroporti di Norimberga, Stoccar- trenta milioni di euro di con- reddito annuo al di sotto dei una condizione drammatica. coinvolte persone con disa-
da e Monaco. Molta delusione tra trasto alla povertà, stanziati 5 mila euro. “Esprimo vivis- E’ utile ricordare che la bilità fisiche, con disagi psi-
i partenti, soprattutto giovani che nel bilancio 2010, per sima preoccupazione per la Campania è l’unica regione chici, anziani, già in condi-
in occasione del week end e delle rispondere ad una esigenza e sospensione del reddito di d’Italia che ha sperimentato zioni di estrema povertà
belle giornate di primavera erano ad un bisogno che, rischia di cittadinanza” ha detto l’as- il reddito di cittadinanza e l’assessorato alle politiche
intenzionati a trascorrere alcuni diventare una sciagura sessore alle politiche sociali, che, l’Italia, è l’unico Paese sociali ha incontrato una
giorni di vacanza, in particolare sociale. Esigenza che porta Giulio Riccio. “Oltre 3600 di tutta Europa a non avere delegazione di persone riu-
nelle città di Londra e di Parigi. il nome di reddito di cittadi- famiglie soltanto nella città una legge che assicuri un nite in sit sotto Palazzo San
Alle ore 13 di ieri sono stati can- nanza e che sembra esser di Napoli che versano in sostegno al reddito alle Giacomo che chiedevano di
cellati, complessivamente, 13 voli stato tagliato d’improvviso condizione di estrema fasce più disagiate della essere aiutate a non piomba-
in arrivo e 12 in partenza: due su re in una condizione inuma-
Parigi Charles de Gaulle e due su na. “I tagli alla spesa pubbli-
Parigi Orly, 9 su Londra Gatwick,
4 su Londra Stansted, due su
La manifestazione si è svolta senza incidenti sotto la prefettura ca - ha concluso Riccio - non
devono diventare tagli alla
della Regione Campania -
continua il consigliere - Trenta
Liverpool, due su Amsterdam, vita delle persone più recuperi subito le cifre per
due su Colonia e due su Praga.
L’ufficio informazioni di Gesac,
società di gestione dell’aeroporto
Disoccupati ‘Bros’ nuovamente in piazza fragili”. L’interruzione del
reddito minimo di cittadinan-
za è un atto grave nei con-
rifinanziare la misura di
sostegno al reddito e trasfe-
risca al Comune di Napoli
milioni
Sono
di Napoli, ha fornito nello scalo il NAPOLI (f.p.) - Chiedono una risolu- testa - non vorrebbe più trasferire il fronti delle politiche di wel- anche le cifre per i 350 i milioni di
supporto informativo sull’evolu- zione ai loro problemi da anni. Sono i fondo di cinque milioni di euro in favore fare che la città di Napoli ha nuclei familiari indigenti euro che
zione della situazione e sui voli precari Bros che ieri sono andati in piaz- dei quattromila precari Bros”. Si è messo in campo da tempo. miseramente abbandonati il comune
cancellati. Giovanna Caiazzo, za e si sono spinti fino alla sede del innescato, così, un braccio di ferro con “Chi ha permesso l’interru- al loro destino. Fermare il di Napoli
responsabile dell’ufficio stampa Governo cittadino per chiedere al prefet- Regione Campania e Ministero per far zione del sostegno a 3600 contrasto alla povertà per deve riscuo-
della Gesac ha fatto sapere che to di Napoli, Alessandro Pansa, di revocare questa decisione che rischia di napoletani ed in maniera poter svolgere la campagna tere dalla
“quello che si è verificato è un intervenire sulla grave questione che da mettere sul lastrico numerosi precari ma, ancora più grave non preve- elettorale, poiché di questo Regione
evento straordinario per questo tempo lacera la categoria di precari. soprattutto, non produrrebbe le condi- dere più il sostegno a 350 si è trattato, non fa bene per far fron-
noi stiamo prendendo tutte le pre- Reclamano attenzione soprattutto dopo zioni per favorire prospettive occupazio- nuclei familiari multiproble- alla politica e a chi ammi- te all’assi-
cauzioni per la sicurezza dei viag- che Cisl e Uil hanno fatto saltare il tavo- nali. “Scelte quelle del Ministero che in matici, così come accertati nistra”. Ancora una volta, tenza delle
giatori”. “La cancellazione dei lo di trattativa aperto con le altre sigle complicità con l’ente Regionale - prose- dalle assistenti sociali del quindi, sono quei cittadini famiglie
voli - ha proseguito - non riguar- confederali e l’agenzia di lavoro interi- gue Monteleone - non hanno portato ad Comune di Napoli, dovrebbe che, tra l’altro, già vivono indigenti,
da prettamente le scelte dello nale Formatec che, tra l’altro, avrebbe una sola occasione di lavoro”. Valuta- arrossire di vergogna” ha in condizioni disagiate, a tra queste
scalo partenopeo, ma la revoca dovuto formare, ancora una volta, i pre- zioni assurde che fanno soltanto accre- ribattuto il presidente del pagare le conseguenze di anche 350
delle partenze scaturisce dalla cari. “Il Ministero del Lavoro - spiega scere momenti di tensioni ed inaspri- gruppo Prc in consiglio una crisi che si fa sentire multiproble-
chiusura di numerosi aeroporti Gino Monteleone, portavoce della pro- mento del conflitto sociale. comunale, Raffaele Carote- ancor di più nelle ammini- matiche
nel nord dell’Europa”. nuto. “Il neo governatore strazioni locali.
6 Sabato 17 Aprile 2010
Napoli CRONACHE di NAPOLI

Il sindaco replica alle perplessità espresse dal neo governatore circa le scelte organizzative legate alla manifestazione Bilancio 2010
Le criticità secondo
Forum delle culture, Iervolino i revisori dei conti
NAPOLI (fl.pir.) - Le entrate
extratributarie rappresentano il
nodo del bilancio 2009 che, la
prossima settimana, il parlamento

sfida Caldoro: facciamo da soli


cittadino si dovrebbe apprestare a
mettere al voto. Parcheggi cittadini
in concessione, canone della
società partecipata Elpis incaricata
della gestione delle attività del set-
tore pubblicitario e delle pubbliche
affissioni nel Comune di Napoli, e
le entrate per contravvenzioni del
L’assessore alla Cultura ribadisce: “Contrari ad ogni forma di commissariamento” codice della strada, oltre che la
dismissione del patrimonio immo-
biliare dell’amministrazione che
di Ciro Crescentini comunale dell’Udc Roberto De rischia di non essere realizzata
Masi - Quali mezzi e progetti pos- completamente così come avvenu-
NAPOLI - Sul Forum delle Culture siede Palazzo San Giacomo per to rispetto a quanto indicato nel
2013 si riapre lo scontro istituzionale gestire l’evento? I trenta milioni di bilancio di assestamento 2009, e le
tra l’amministrazione comunale di euro concessi da Bassolino alla vigi- procedure per migliorare l’accerta-
Napoli e il governo nazionale. Palaz- “Abbiamo lia delle elezioni regionali? - doman- mento e la riscossione, in ordine
zo San Giacomo polemizza con il neo da De Masi - Il forum rischia di alle quali si dovrebbe potenziare la
governatore della Campania Stefano mezzi e progetti diventare un mini-evento di scarso circolazione delle informazioni
Caldoro che ha richiesto al presiden- rilievo”. Secondo alcune indiscrezio-
te del consiglio Silvio Berlusconi, la per gestire ni Caldoro sarebbe orientato ad
come strumento per abbattere l’e-
vasione, infatti, sono le criticità
nomina di un commissario straordina-
rio per la gestione del ‘grande even-
l’appuntamento annullare i finanziamenti concessi da
Bassolino e le nomine nella fonda-
che il collegio dei revisori dei
conti, presieduto da Salvatore
to’. Ieri pomeriggio il sindaco Rosa E’ ovvio zione. Duro il commento di Salvato-
re Varriale consigliere del Pdl. “Il
Palma, con il supporto di Gabriel-
Russo Iervolino e l’assessore alla la Napoli, ha evidenziato nel corso
cultura Nicola Oddati hanno lanciato che sono bene sindaco dichiara di essere pronto a della relazione sul documento eco-
la sfida. “Siamo in grado benissimo gestire autonomamente il Forum? nomico tenuta durante al riunione
di farcela da soli, abbiamo mezzi e accette Una follia. Altro che evento culturale della commissione bilancio presie-
progetti per gestire il Forum - ha internazionale - afferma Varriale - Il
detto Rosetta - E’ ovvio che sono collaborazioni” forum rischia di trasformarsi in una
duta da Saverio Cilenti. Nono-
stante ciò, però, il Collegio ha
bene accette tutte le collaborazioni - sagra delle salsicce o in una festa espresso parere favorevole alla
ha aggiunto - ma il Forum è e dell’unità. Bisogna nominare subito manovra in termini di congruità,
rimarrà un evento della città perché un commissario”. Il sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino correttezza e regolarità contabile.
è stato assegnato alla città”. Eppure, Un parere, comunque, aspettato e
lo scorso 9 febbraio, il sindaco e l’as- che ha scatenato, anche da parte
sessore alla Cultura durante una riu- Palazzo San Giacomo ha sospeso le procedure per la nomina del nuovo presidente dell’ente fieristico delle forze di maggioranza oltre
nione del consiglio comunale sosten- che di opposizione, non poche per-
nero di ‘avere concordato con Palaz-
zo Chigi’ una nuova delibera che pre-
vedeva il taglio delle poltrone della
Mostra d’Oltremare, arriva la proroga per Cercola plessità. “Da tempo - dicono i con-
siglieri del Prc, Gaetano Sannino,
Antonio Frattasi e Antonio Felli-
Fondazione (da cinquanta a venti). NAPOLI (c.c.) - Il sindaco di rompere gli equilibri politici vità della Mostra d’Oltremare co - concordiamo con le criticità
Un bluff. Fumo negli occhi. La deli- Napoli Rosa Russo Iervolino alla vigilia delle tre sedute del costruita ai tempi del fascismo. manifestate dai Revisori Contabili,
bera non fu concordata con la presi- ha deciso di sospendere le pro- consiglio comunale che Per la successione si rimesco- ma verifichiamo purtroppo che
denza del consiglio. Anzi, l’esecutivo cedure per la nomina del nuovo dovranno discutere a approvare lano le carte. Il costituzionali- poco o niente è stato realizzato
nazionale aveva mantenuto forti per- presidente dell’ente Mostra il bilancio di previsione 2010. sta ed ex consigliere regionale dall’amministrazione comunale
plessità sula Fondazione che si D’Oltremare. Raffaele Cerco- Secondo indiscrezioni raccolte Pietro Ciarlo, non ha riscosso per porvi rimedio. Numerose,
avviava ad assumere il ruolo di ente la resta alla guida della Mostra dall’agenzia di stampa ‘Il Veli- consenso nonostante fosse infatti, sono le discrepanze e le
appaltante, di progettista, di esecutore D’Oltremare di Napoli in pro- no’, il presidente in prorogatio stato fortemente “sponsorizza- riserve che provengono dalle
delle opere. Non solo. La Fondazione rogatio. Cercola non lascerà il Raffaele Cercola, non lascerà to” al sindaco Iervolino, da entrate extra-tributarie”. Il Comu-
non intenderebbe sciogliersi alla fine vertice della partecipata fino il suo ufficio prima del 9 mag- Piero Fassino nel corso del ne, inoltre, dovrebbe prestare mag-
del Forum delle Culture, ma si candi- all’arrivo del nuovo presidente gio. Sarà infatti lui ad organiz- suo tour in campagna elettorale giore attenzione alla riscossione
da a gestire altri ‘eventi’. Nicola Rosetta, avrebbe preferito non zare le celebrazioni per le atti- a Napoli. “non solo a parole, ma nei fatti e
Oddati, presidente della Fondazione con atti e provvedimenti significa-
si è dichiarato disponibile al dialogo tivi ed efficaci” hanno continuato i
istituzionale: “Sarebbe anche l’ora, consiglieri. “Le procedure adottate
visto che Caldoro perla di beghe
politiche, che non se ne facessero
La ‘soluzione’ Per i precari previsto l’esodo incentivato, assunzioni presso privati e enti pubblici dall’ente di Palazzo San Giacomo-
hanno spiegato - non hanno mini-
delle altre e che il Governo e il presi-
dente della Regione non si muovesse-
ro in una logica cannibalesca o di
fagocitazione”. Ma l’assessore è con-
Ecco la delibera che ‘sistema’ gli 800 Lsu del comune di Napoli mamente scalfito tutte quelle que-
stioni importanti per il buon fun-
zionamento della macchina comu-
nale”. In merito alle partecipate, il
trario al commissario. “Ribadisco - ha NAPOLI (c.c.) - Ieri, la Giunta comunale ha sulla base di criteri oggettivamente riscontrabi- mezzo fa in collaborazione con il Consiglio presidente Palma ha poi rilevato
aggiunto Oddati - la mia netta con- approvato su proposta dell’ Assessore allo Svi- li, sia dal punto di vista degli assetti proprietari Comunale ed in particolare la Commissione l’impossibilità di esprimere “una
trarietà a ogni forma di commissaria- luppo Mario Raffa, una delibera per individua- che dei progetti industriali. Inoltre i contratti Sviluppo per portare a compimento la sistema- valutazione costante ed
mento, ad ogni usurpazione della re una soluzione occupazionale in favore degli per i lavoratori dovranno essere a tempo inde- zione degli ultimi 800 LSU rimasti nel bacino, omogenea”, in quanto il riferimen-
titolarità che spetta alla città di 800 precari nei lavori socialmente Utili in forza terminato e dovranno contemperare l’utilizzo di a valle di un processo di progressiva stabiliz- to ai consuntivi delle società è
Napoli e alla Fondazione che è stata al comune di Napoli. La delibera integra l’ac- tutti gli ammortizzatori sociali previsti dalla zazione che nel corso delle due consiliature datato al 2008. Nel dettaglio, al
da poco costituita, ad ogni creazione cordo stipulato da Cgil, Cisl, Uil il 9 aprile normativa vigente. Sull’asse dell’assunzione Iervolino ha già interessato circa 2300 lavora- netto del passivo riportato solo dal-
di una logica emergenziale e straor- scorso. Tre gli assi principali in cui si articola il nel pubblico, infine, l’Amministrazione, che tori in forza al Comune di Napoli. Le azioni l’Asìa, le restanti società munici-
dinaria con annesse strutture buro- progetto: esodo incentivato; assunzione presso ha già organizzato corsi di preparazione dedi- previste dalla delibera saranno avviate non palizzate hanno registrato un risul-
cratiche incontrollabili che, come imprese private; assunzione nel pubblico. L’e- cati ai LSU che parteciperanno al concorso appena la Regione Campania darà seguito agli tato positivo di 211 mila euro. Il
abbiamo visto tanti guasti hanno pro- sodo incentivato prevede un contributo una tan- recentemente bandito, si impegna a verificare accordi sottoscritti e agli atti amministrativi collegio dei revisori, però, ha
dotto in occasione di altri grandi tum a ciascun lavoratore interessato alla fuoriu- la presenza di eventuali vuoti di organico della approvati recentemente e dovrebbero portare riproposto la necessità, già ribadita
eventi”. Oddati apre a una cabina di scita dal bacino. In attuazione del secondo asse macchina comunale nella fascia protetta legge già nei prossimi mesi alla sistemazione di un tempo fa, di redigere un bilancio
regia nazionale, ma ribadisce che il sarà invece avviato un bando rivolto alle impre- 68 del 1999 e ad avviare una ricognizione congruo numero di lavoratori. Ma secondo consolidato. Prima dell’appunta-
‘potere reale’ dovrebbe essere eserci- se private interessate - anche sulla base dei presso tutte le società partecipate che saranno alcune indiscrezioni, i lavoratori sarebbero mento con l’Aula, il documento
tato dalla Fondazione ossia la gestio- robusti contributi economici previsti (20 mila informate circa le agevolazioni economiche e contrari all’accordo in quanto una cinquantina contabile dell’amministrazione
ne di progetti e appalti. Immediata la euro all’anno per lavoratore, per 3 anni) e delle fiscali previste per la stabilizzazione di LSU al di ‘fortunati’ saranno sistemati entro il 2010 partenopea ritornerà sui banchi
reazione degli esponenti del centro agevolazioni finanziarie di cui possono benefi- fine di programmare eventuali percorsi tesi negli organici comunali acquisendo corsie pre-
ciare - all’assunzione di lavoratori socialmente all’assunzione di questi ultimi. “La delibera ferenziali nel concorso pubblico e altri cin- della commissione bilancio per
destra. “L’isolazionismo del sindaco un’ulteriore discussione circa la
Iervolino non conduce da nessuna utili. Su questo punto, a garanzia dei lavoratori, approvata oggi - ha sottolineato l’Assessore quanta ‘con santi in paradiso’ saranno sistema-
l’Amministrazione prenderà in considerazione allo Sviluppo, Mario Raffa - rappresenta un ti in alcune partecipate. Circa trecento precari presentazione e l’esame di even-
parte - commenta il consigliere tuali emendamenti all’atto.
solamente aziende che si dimostreranno solide, passo decisivo nel lavoro iniziato un anno e saranno assunti in consorzi privati.

LO SPRECO
Gli esponenti del centrodestra hanno presentato un dossier con tutti i dati di quello che hanno definito un “disastro”
Imprese, gemellaggio Napoli-Serbia
Iniziativa della Camera di commercio
Patrimonio immobiliare, il Pdl boccia ‘Romeo’
NAPOLI - Costruire rapporti di collabo-
razione e cooperazione tra le aziende
La gestione affidata alla società fa incassare IL CAMBIO
campane e quelle serbe. Questo uno degli
obiettivi dell’incontro che si è svolto ieri
all’Amministrazione un terzo di quanto speso Secondo alcune indiscrezio-
ni, la Romeo nei prossimi
NAPOLI (c.cresc.) - La Romeo “boc- gestione di case, palazzi e caserme di mesi, potrebbe essere
alla Camera di Commercio di Napoli nel- ciata” dai revisori dei conti e dai consi- proprietà comunale. All’incontro ha sostituita dalla Borsa immo-
l’ambito del programma regionale inte- glieri del Pdl. Meno di dieci milioni di partecipato Carlo La Mura, capogrup- biliare di Napoli, una costola
grato di cooperazione economica e socia- crediti incassati e 17 ancora da riscuo- po in consiglio comunale, il vice presi- della Camera di Commercio
le. All’incontro hanno partecipato il diri- tere. Un canone, per quest’attività sicu- dente del consiglio comunale Vincenzo e punta di diamante delle
gente dell’ente camerale Mario Esti, il presidente e imprese di Gaetano Cola
ramente non produttiva, di ben 21milio- Moretto e il parlamentare Marcello
il direttore dell’agenzia ‘Citta’ del fare’, rispettiva- ni di euro l’anno, ai quali si aggiungano Taglialatela, coordinatore cittadino del
mente, Angelo Boemio e Osvaldo Cammarota. altri 15milioni e mezzo per interventi Pdl. La gestione del patrimonio immo-
straordinari. Tutto scritto in una rela- biliare del Comune di Napoli, affidata destra sociale e popolare si dichiara menti di sette vani di proprietà di Palaz-
zione dei revisori dei conti che ha “con- alla società Romeo immobiliare, fa favorevole all’internazionalizzazione zo San Giacomo nella zona dei Decu-
Regione, 21 milioni di euro dannato” l’attività della società che si incassare all’Amministrazione un terzo della gestione del patrimonio immobi- mani con tanto di terrazzo. Altri gesti-
occupa della gestione del patrimonio di quanto è speso. Secondo Carlo La liare. “In futuro, la gestione potrebbe scono o abitano(ovviamente senza
per il museo del lavoro a Bagnoli immobiliare del comune di Napoli. Mura, “addirittura alla Romeo sono essere gestita direttamente dal Comune pagare) in negozi e appartamenti a San
Secondo alcune indiscrezioni, la riconosciute indennità su buona gestio- con il suo personale specializzato” - Giovanni a Teduccio, dalle parti della
NAPOLI - Quattro giorni prima delle Romeo nei prossimi mesi potrebbe ne a fronte di problemi di manutenzio-
elezioni regionali, il 24 marzo scorso, rileva La Mura. Sulla questione si è stazione ma anche in zone centralissime
essere sostituita dalla Borsa Immobilia- ne che sono sotto gli occhi di tutti: ciò è soffermato il vicepresidente del consi- come via Monte di Dio, salita Tarsia o
è stato dato il via libera al Museo del re di Napoli, una costola della Camera innanzitutto responsabilità degli asses- glio comunale Vincenzo Moretto. “La ai Colli Aminei, in via Manzoni.
lavoro nell’ex Italsider di Bagnoli con del Commercio, ‘la punta di diamante’ sori, poi quella di alcuni dirigenti e Romeo si è dimenticata di centinaia di Appartamenti dati in fitto con prezzi
una spesa di 21 milioni di euro. In dell’imprenditore Gaetano Cola inte- funzionari. In passato, prima dell’av- appartamenti. Che dire dei fitti non stracciati in zone vip come Posillipo,
quella data, la giunta campana rappre- ressato a investire e fare affare nel set- vento di Bassolino, la gestione era affi- riscossi da anni?” - spiega Moretto. Vomero o corso Vittorio Emanuele.
sentata dall’assessore alle Attività pro- tore immobiliare. Ieri mattina, gli espo- data dallo Iacp ma poi si pensò che un Tutto di proprietà di Palazzo San Gia- Senza mettere in conto, è chiaro, gli
duttive Riccardo Marone, un delegato nenti dell’opposizione di centrodestra privato potesse garantire un servizio como che, dal suo immenso patrimo- immobili in comodato d’uso o i ‘cano-
del Comune di Napoli e il presidente di Bagnoli- hanno organizzato una conferenza più efficiente, cosa che non è accadu- nio, ogni anno ricava poco o niente. C’è ni speciali’ concessi alla ‘casta’ del
futura Rocco Papa, hanno infatti firmato un pro- stampa per descrivere il disastro della ta”. La Mura, in passato militante della chi ha la fortuna di abitare in apparta- cosiddetto associazionismo.
tocollo d’intesa ad hoc.
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Sabato 17 Aprile 2010
7
SCHIERAMENTI DEL PARTITO
GLI SCENARI DEMOCRATIC O IN C AMPANIA
AREA BERSANI
DELLA POLITICA BASSOLINIANI: Cozzolino, Marciano, Cortese, Valiante, Nappi, Fabozzi

D'ALEMIANI: Amendola, Paolucci, Russo DE LUCA: Valiante, Petrone


AREA LETTA: Vaccaro, Casillo, Pica
AREA POPOLARI: Piccolo, Topo, Tuccillo, Graziano
I democratici campani AREA BINDI: Montemarano, Caputo
si preparano per i congressi
provinciali e cittadini
AREA MARINO
Vittoria
in balìa delle correnti
AREA FRANCESCHINI
Impegno, Incostante, Armato, Bossa, Amato, Picierno,
Andria, Iannuzzi

Piccolo è il più accreditato per la guida del partito in provincia di Napoli. A Caserta Pina Picierno sponsorizza Lucia Esposito

Il Pd si riorganizza per evitare la disfatta


Le composizioni di segreteria e direzione regionale saranno modificate
CASERTA (iolanda chiuchiolo) - In un quanto l'impegno della direzione regionale
partito allo sbando, quale il Pd dopo le ele- sia mirato a smorzare i toni delle polemiche IL COMMIATO
zioni, anche le correnti sembrano assumere interne è in nome e per conto di queste aree
un'entità diversa. La proporzione della che si giocherà la partita de i prossimi con- Il presidente uscente ha salutato assessori e funzionari di Palazzo Santa Lucia
sconfitta ha suggerito ai democratici un gressi provinciali, a Napoli come a Caserta.
supplemento di impegno perchè la barocca A correre per la guida del partito napoleta-
divisione interna non sia oltremodo eviden-
ziata, ma anzi si trasformi in un'immagine
più nitida dell'intero partito. Impresa diffi-
cile o quasi impossibile, per la quale chi ha
partecipato alla direzione regionale di gio-
no tre sarebbero i papabili. Il più accredita-
to è il deputato Salvatore Piccolo. Sempre
dall'area dei Popolari potrebbe essere avan-
zata la candidatura del sindaco di Portici,
Enzo Cuomo, anche se negli ultimi tempi
Bassolino, addio con orgoglio
vedì sera dice di essere impegnato avendo è considerato in fase critica. Mentre per l'a- CASERTA (alma) - A Palazzo di qualità e di programmazione in
LE RIFORME Santa Lucia vanno di scena gli diversi campi”. “Abbiamo avuto
individuato un obiettivo comune: evitare lo rea che fa capo a Dario Franceschini, il
'scippo' delle amministrazioni di Napoli e candidato potrebbe essere Massimiliano addii. Antonio Bassolino, ieri limiti, difetti e insufficienze anche
Caserta. Per aiutare il processo di ripresa Manfredi. Difficile scelta per i bassoliniani mattina, ha riunito tutta la sua serie, e penso al grande campo
del partito si provvederà nelle prossime ore che potrebbero decidere di recuperare con squadra per il commiato prima del della crescita e dello sviluppo eco-
ad una integrazione degli organismi diri- la segreteria provinciale l'ex consigliere passaggio di consegne con Stefa- nomico”, ha aggiunto, ma ha lega-
genti, la direzione e la segreteria regionale, regionale Michele Caiazzo, reduce dalla Condivisione no Caldoro ormai imminente. E’ to tale rilievo al fatto che “l’Italia prescindere dalle riforme da fare
la cui composizione verrà modificata in mancata elezione in Regione e sponsorizza- stato un saluto pieno di commo- è ferma da 15 anni, e il Sud e la attraverso il superamento degli
base ai risultati delle elezioni. Dunque to dall'europarlamentare Andrea Cozzoli- “L’Italia - ha sot- zione, anche se il governatore ci Campania non sono riusciti a steccati ideologici. “L’Italia - ha
entreranno nuovi consiglieri regionali e no. Situazione ancora nebulosa a Caserta. Il tolineato il ha scherzato su sottolineando di darsi una svolta. La debolezza sottolineato - ha bisogno di rifor-
comunali, mentre saranno eliminati i rap- coordinatore provinciale, Enzo Iodice, si governatore - ha provare ad essere “sobrio senza strutturale del Mezzogiorno ha me, di riforme condivise tra cen-
presentanti istituzionali non rieletti o quelli presenterà dimissionario al congresso aven- bisogne di rifor- cedimenti, che sono sintomo di pesato”. Non è stata una conside- trodestra e centrosinistra”. “Io la
che negli ultimi mesi hanno deciso di do rassegnato il suo mandato all'indomani me, di riforme vecchiaia”. C’erano tutti i suoi razione auto assolutoria, ma il ten- penso così - ha proseguito - dal
lasciare il partito per approdare verso i lidi del risultato elettorale. Di certo nella partita condivise tra assessori in carica, tativo di una rivisi- 1993, da quando sono diventato
di Api o Udc. La riorganizzazione degli giocheranno un ruolo importante i due con- centrosinistra e funzionari e diri- tazione della espe- sindaco di Napoli per la prima
organismi dirigenti potrebbe favorire anche siglieri regionali Nicola Caputo ed Enrico centrodestra. Io genti, i collaborato- “Il centrosinistra non capisce rienza di governo, volta. Da allora penso che sul ter-
una maggiore presenza della minoranza, Fabozzi. Tuttavia le scelte del primo sono la penso così da reno delle riforme deve esserci
così come del resto richiesto a livello legate a quelle dell'ex assessore regionale quando nel
ri dell’ufficio di
presidenza. Insom-
che Berlusconi rappresenta terminata dopo due
lustri, di più ampio condivisione, altrimenti il paese
1993 sono
nazionale. Ma la boccata di ossigeno alla Sanità, Montemarano, e per questo il
diventato sinda- ma, sala giunta una grande parte dell’Italia” respiro. Terminata non si sblocca”. Le riforme però,
potrebbe avere una breve durata visto che suo posizionamento ancora in certo. Il strapiena tanto che con un richiamo al ha ribadito il governatore, “vanno
l'appuntamento al quale il Pd deve prepa- risultato poco felice delle elezioni imporrà co di Napoli per fatte al di là della propaganda,
la prima volta. hanno dovuto suo schieramento
rarsi è quello dei congressi cittadini e pro- di ricercare una soluzione largamente con- togliere le sedie per fare spazio. di appartenenza e il riconoscimen- perchè è propaganda quando il
vinciali da celebrarsi entro la fine del mese divisa. A questo fine è indirizzato il Da allora penso
che sul terreno La cerimoni dura pochi minuti, tra to al ruolo, di quello che per lui centrodestra, pur vincendo, pensa
di giugno. In vista di questa occasione si lavorio della parlamentare Pina Picier- i presenti molti occhi lucidi. non è stato mai un vero avversa- di cambiare tutto da solo. Ma
prevedono nuovi riposizionamenti e nuove no per sponsorizzare Lucia Esposito, delle riforme
deve esserci “Abbiamo fatto cose importanti - rio, del Cavaliere. “Il centrosini- anche il centrosinistra deve anda-
articolazioni interne tali da imporre la forza prima dei non eletti in consiglio regio- ha attaccato il presidente uscente - stra - ha spiegato -pensa sempre e re al di là della propaganda che
di questa o quella corrente. Saldamente in nale. Oggi occhi puntati su Pierluigi condivisione
altrimenti il la mia opinione è che questo via continuamente che Berlusconi sia pensa sempre e continuamente
mano all'area Bersani il Pd campano sconta Bersani. Toccherà a lui dimostrare che via sarà sempre più chiaro. Una lì lì per crollare. Non capisce che, alla caduta di Berlusconi”. Poi le
i problemi derivanti dalla necessaria convi- il Pd non si fa prendere dalla sindrome Paese si blocca.
Queste vanno al valutazione critica seria farà piaccia o non piaccia, rappresen- strette di mano e i baci, ancora
venza dei rappresentanti delle sotto-aree delle divisioni che in queste ore domina vedere le cose importanti fatte”. A ta una grande parte dell’Italia qualche giorno e il ‘palazzo’ cam-
interne. Tra queste dominano i bassoliniani in alcuni settori del Pdl. Nella riunione di là della propa-
ganda, perchè è questo punto Bassolino ha citato il reale, nei suoi vizi e nelle sue bierà facce, comincerà un altro via
che hanno eletto la maggioranza dei consi- di Direzione, fissata alle 10 nella sede nuovo Statuto, la nuova legge virtù, e la rappresenta politica- vai con altri protagonisti che cer-
glieri regionali rispetto a coloro i quali sono del Pd in via Sant'Andrea delle Fratte, il propaganda
quando voler regionale “che ha portato in con- mente”. Poi la ricetta per portare cheranno di mettersi alle spalle
espressione del candidato alla presidenza segretario nazionale dovrà cercare di siglio 14 donne” senza aumentare fuori dalle secche della crisi e del l’ombra ingombrante del vecchio
della Regione, De Luca. In fase di fusione formulare una linea politica in grado di fare da soli”
il numero dei consiglieri, e “leggi mancato sviluppo che non può inquilino.
l'area Letta e Popolari, mentre i franceschi- superare i malumori che attraversano il
niani sono alla ricerca della riscossa. Per suo partito.

PALAZZO MATTEOTTI LA DECISIONE


Lunedì l’ente comunicherà ai Comuni la determinazione dei costi per la raccolta rifiuti Secondo Fitto l’intervento è competenza dello Stato
Provincia, si riunisce il Consiglio Immigrazione, il Consiglio
Nominati i revisori, poi tutti a casa dei ministri impugna la legge
Santa Maria la Nova, dunque, quindi al recupero dei rifiuti migliori risultati raggiunti dai CASERTA - Il Consiglio dei Mini- Stato. Esse contrastano in particolare
nonostante la prorogatio fosse indifferenziati della Provincia di Comuni nell’ambito della rac- stri di ieri ha impugnato, su proposta con i principi fondamentali stabiliti
scaduta a marzo, ancora non Napoli sarà comunicata ufficial- colta differenziata. “In tal modo del ministro per i Rapporti con le dalla legislazione statale in materia di
erano stati eletti i revisori dei mente lunedì a tutti i 92 Comuni - ha spiegato l’assessore all’Am- Regioni, Raffaele Fitto, nove leggi immigrazione, che sancisce l'illegitti-
conti e ieri, finalmente la faccen- che ne fanno parte. “I costi rela- biente Caliendo- si ritiene di regionali. In particolare, riferisce in mità e le conseguenze (respingimento,
da è stata risolta. Nominato tivi alla tassa - ha spiegato il premiare i Municipi virtuosi”. una nota il ministero per i Rapporti espulsione o
come presidente del collegio presidente Cesaro al termine Dopo aver affrontato i primi con le Regioni, sono state impugnate: detenzione nei
Carmine Cossiga, direttore della seduta dell’assemblea - punti all’ordine del giorno il la legge regionale della Campania centri di identifica-
generale del comune di Pozzuo- sono da considerarsi stimati e consigliere Raffaele Apreda del n.6/2010, recante norme per l'acco- zione ed espulsio-
NAPOLI (loredana lerose) - li, consulente Ifel e docente uni- provvisori, in quanto basati sui centrosinistra ha chiesto che glienza, la convivenza e l'integrazione ne) del soggiorno
Dopo i tanti tentativi falliti ieri versitario di economia aziendale dati di raccolta differenziata questi venissero invertiti per degli immigrati in Campania. Alcune degli immigrati
mattina si è tenuta la seduta del alla Federico II. Ad affiancarlo comunicati dalle Amministrazio- arrivare subito a discutere del disposizioni regionali, infatti, preve- irregolari, configu-
consiglio provinciale, ma l’illu- ci saranno Stefano Pignone, ni ed in fase di validazione, non- disegno di legge in merito alle dendo specifici interventi per l'acces- randolo inoltre
sione che tutto filasse liscio è commercialista e revisore conta- ché su previsioni di produzione modifiche in materia di sanato- so ai servizi d'integrazione sociale, come reato. La
durata poco. Ad un certo punto, bile, e Pasquale Saurino. La di rifiuti indifferenziati e di ria degli abusi edilizi, ma la sua socio-assistenziali, socio-sanitari e di legge regionale
come ormai consueto, i consi- giunta provinciale seguendo i spesa relativa alle attività di cosa ha generato irritazione formazione professionale in favore non può pertanto
glieri hanno abbandonato l’aula. punti all’ordine del giorno ha propria competenza afferenti al soprattutto nei colleghi del Pd degli immigrati ''presenti sul territorio in alcun modo
Questa volta, però sono stati poi proseguito con le nomine, trattamento, allo smaltimento che prima di arrivare a votare regionale'', ricomprendono tra di essi incidere in tale
quelli di minoranza a lasciare. importanti anch’esse, di due ovvero al recupero dei rifiuti. tale mozione hanno abbandona- anche gli stranieri immigrati privi di ambito normativo,
Eppure anche il presidente Luigi consiglieri alla commissione Tali voci, pertanto, saranno to l’aula rendendo nullo il pro- regolare permesso di soggiorno, ed tantomeno predisponendo interventi
Cesaro, da tempo grande assen- provinciale per l’impiego. Per la ricalcolate a consuntivo alla sieguo dell’assemblea. “Mi ha eccedono in tal modo dalla competen- volti al riconoscimento o all'estensio-
te, aveva partecipato all’assem- maggioranza è stato eletto Mau- fine dell’annualità e di conse- stupito la reazione dei consiglie- za regionale. Tali disposizioni, infatti, ne di diritti in favore dell'immigrato
blea con al seguito il resto dei rizio Moschetti, per il gruppo di guenza potrebbero comportare ri di minoranza - ha detto Pietro disciplinando ed agevolando il sog- irregolare o in attesa di regolarizza-
consiglieri del suo schieramento minoranza, invece, Carlo variazioni nei costi relativi alla Langella dell’Udc - poiché giorno degli stranieri che dimorano zione, cioè' non può disporre, attra-
che, finora, si erano preoccupati Morra. Grande l’interesse tassa”. La determinazione della quella era una mozione da vota- irregolarmente nel territorio naziona- verso regimi di deroga non previsti
di emularlo evitando di presen- mostrato per la questione rifiuti Tarsu, avverrà attraverso una re all’unanimità e certo non per le, incidono sulla disciplina dell'in- dalla normativa statale, casi di non
ziare alle riunioni programmate la cui determinazione dei costi, previsione ponderata in modo promuovere l’abusivismo edili- gresso e del soggiorno degli immigrati operatività della regola generale della
e puntualmente revocate per per l’anno 2010, relativi al trat- che i costi delle tariffe siano zio. Sono stati scorretti ad che, come più volte affermato dalla condizione di illegittimità e di reato
mancanza del numero leagale. A tamento, allo smaltimento e relativi al conseguimento dei abbandonare l’aula”. Corte Costituzionale, è riservata allo dell'immigrato irregolare.
8 Sabato 17 Aprile 2010
Napoli CRONACHE di NAPOLI

Arenella Mattinata di protesta in piazza Muzii. Traffico bloccato per ore in tutto il Vomero e disagi per i mezzi pubblici

“Ridateci la Piazza”, commercianti sulle barricate


La strada sprofonda, i commessi hanno paura per il ‘posto’: non bastano le rassicurazioni del Comune
Sit in annunciato. Sotto accusa i lavori per la realizzazione di alcuni garage nel sottosuolo
I PERSONAGGI LE REAZIONI
LE SCENE Il dirigente
del com-
L’Ascom ha fatto partire un esposto-denuncia alla procura della Repubblica
Le accuse
“Cantiere, chi ha dato i permessi?”
missariato
di polizia
Vomero,
ha notato
la tensione
dei mani-
festanti, La domanda che fa il giro dell’Arenella
ed ha
richiesto
l'intervento
e che coinvolge residenti e associazioni
NAPOLI (daga) - Un
degli
agenti in esposto-denuncia inviato LA POLEMICA
assetto alla Procura della Repub- Sullo sfondo della protesta:
anti-som- blica per ottenere tutti i una polemica dai contenuti
mossa. documenti che hanno per- politici. Caludia Carrieri
messo l’apertura del can-
VINCENZO PERROTTA tiere, ed un procedimento,
(consigliere di munaicipalià,
Pdl), accusa l’atteggiamento
di Davide Gambardella nella zona collinare. “Noi è un esponente in sede civile, per ammoni- del presidente Coppeto
SOTTO ASSEDIO siamo il motore di questa città, dell’Ascom re l’opera avviata col pla-
cet dell’amministrazione
I manifestanti hanno assediato
NAPOLI - Da serrata a blocco vogliamo solo lavorare in
del Vomero Iervolino senza aver con- LE CRITICHE
stradale, e l’intera zona colli- pace” hanno ripetuto più volte. L’attore Germano Bellavia
piazza Muzii per tutta la mattinata. nare della città va in tilt. Grida, Dopo la crepa apertasi all’al- sultato residenti e nego-
zianti di piazza Muzii. critica duramente l’operato
Disagi per la circolazione e traffico slogan, polizia con caschi e tezza dell’incrocio con via dell’amministrazione comu-
in tilt per una protesta che si è “Sono due azioni che
manganelli che interviene per Domenico Fontana, attribuibile abbiamo fatto partire sta- nale e della Municipalità,
trasformata in un vero e proprio liberare la strada dai “riottosi”. - secondo i residenti - al can- considerate “disattente alle
blocco stradale mattina - spiega Vincenzo
Nessuno scontro, ma la tensio- tiere aperto durante il periodo Perrotta dell’Ascom del
esigenze dei commercianti”
ne è stata delle festività pasquali, per la Vomero e dell’Arenella -
alta. A para- costruzione di 156 box auto per bloccare questo scem- dell’Arenella - dice - Non festazione dei commer-
lizzare i quar- privati su suolo pubblico, il pio che non tiene conto hanno tenuto conto dei cianti - annuncia France-
tieri Vomero malcontento sfocia quindi in della precaria situazione disagi dei commercianti, sco Tenuta del coordina-
e Arenella blocchi stradali e serrate. L’a- del sottosuolo del nostro anzi, hanno peggiorato la mento dei comitati di quar-
non sono stati desione alla protesta è stata territorio. Oltre alle mani- situazione di chi è già tiere - si aggiungeranno
i disoccupati, alta. Intorno alle dieci i mani- festazioni abbiamo deciso costretto a vivere la crisi anche le nostre proteste.
ma gli eser- festanti hanno abbassato le di far procedere la nostra economica sulla propria Lunedì prossimo chiedere-
centi di piaz- saracinesche e si sono adunati FRANCESCO TENUTA battaglia a suon di carte pelle”. Le iniziative contro
il cantiere-scempio andran-
mo a Coppeto di bloccare
immediatamente questo
za Muzii, che nei pressi della pasticceria Bel- bollate, perché non abbia-
ieri mattina si lavia con fischietti e bandiere, è il portavoce mo avuto alcuna delucida- no avanti: “A questa mani- cantiere”.
sono radunati mentre in tutta l’area il traffico del Coordinamento zione su questo progetto”.
in strada ed procedeva a singhiozzo. Poi, La rabbia dei manifestanti
hanno messo poco prima delle undici, la dei comitati di quartiere aumenta, quando qualcuno
ko la circola- strada è stata bloccata da un gli fa notare che in piazza IL CASO
zione veicola- cordone umano che ha impedi- non ci sono i rappresentati
re per più di to la circolazione veicolare a dell’amministrazione Ier-
RABBIA ALLE STELLE un’ora. E’ il resoconto di una mezzi pubblici e privati. Le volino. “A pochi metri da Per i residenti altre strade rischiano le crepe
nuova giornata di rivolta all’A- uniche vetture che hanno potu- qui - dice il consigliere
Sono arrivati in trecento,
ai commercianti di piazza Muzii
si sono uniti i passanti e i residenti
renella per il cantiere che sta
costruendo i garage privati in
piazza Muzii. La rabbia dei
to attraversare la strada, quelle
dirette alla zona ospedaliera,
scongiurando così ulteriori
municipale del Pdl Clau-
dia Carrieri - Coppeto
partecipa ad un’inaugura-
I palazzi continuano a ‘tremare’
di tutta la zona. “Ridataci la nostra
Piazza”, hanno urlato nel corso
della protesta durata due ore
commercianti è esplosa intorno
alle dieci di mattina quando
più di trecento manifestanti si
disagi a chi si stava recando
presso le strutture sanitarie.
Slogan, striscioni, grida di pro-
zione, snobbando di fatto i
cittadini che protestano”.
“Questa gente protesta
La crisi si estende, la paura anche
sono ritrovati all’altezza del- testa. Alcuni dei manifestanti contro un cantiere invasi-
vo - le fa eco il consigliere NAPOLI (daga) - S’allarga anche alle strade
l’incrocio con via Gia- hanno poi iniziato ad intonare limitrofe la protesta dei commercianti di piazza
cinto Gigante, occu- cori contro il sindaco Rosa ANDREA SANTORO comunale del Pdl Andrea
Muzii. I residenti di via Teodoro Capocci denun-
pando la sede stradale Russo Iervolino ed il presi- Santoro, intervenuto insie-
per più di un’ora. dente della V Municipalità, consigliere comunale me al consigliere del parla- ciano che da quando i bus sono stati dirottati in
Quella che doveva Mario Coppeto. del Pdl al Comune mentino Andrea Fon- quella strada, a causa della canterizzazione dello
essere una serrata si è Al grido di “Ridateci la piaz- smorti - Il progetto, datato slargo dell’Arenella, stanno spuntando nuovi
trasformata così in un za” i commercianti hanno
di Napoli 2001, è anacronistico e avvallamenti che fanno temere una nuova vora-
sit-in non autorizzato, tenuto sotto scacco tutta la cir- non tiene conto delle Ztl e gine. “Quando passano i pullman - afferma la
dove non sono mancati colazione veicolare di piazza dei sensi unici istituiti in signora Teresa - qui trema tutto. In questi giorni
momenti di tensione: Muzii: clacson, smog e lunghe questi anni. Inoltre, ver- sono persino crollati alcuni pezzi di intonaco
l’iniziativa, promossa code hanno mandato in tilt il ranno avvantaggiati i pri- dalle pareti dei palazzi. È dal martedì dopo
dall’Ascom-Confeser- Vomero e l’Arenella. La poli- vati e non i cittadini, che si Pasquetta che si verificano queste vibrazioni,
centi della zona colli- zia a quel punto è intervenuta ritroveranno con dei box siamo disperati. Abbiamo avviato, attraverso i
nare, si è tramutata in per scongiurare ulteriori disagi auto costosi e a disposizio- nostri legali, delle istanze per verificare le auto-
un’occupazione del- alla circolazione. Gli uomini in ne di pochi”. Tra i manife- rizzazioni concesse, e soprattutto i responsi dei
l’arteria, che ha spinto assetto antisommossa hanno stanti vi è anche Germano geologi che hanno effettuato le perizie prima di
il dirigente del commissariato avuto il compito di liberare la Bellavia, figlio del pro- dare il via ai lavori”. All’interno del civico 16 di
I COMMERCIANTI di polizia Vomero a chiedere strada dai manifestanti. La prietario della omonima
pasticceria di piazza
piazza Muzii alcuni residenti hanno denunciato
l’intervento degli agenti in situazione è iniziata a degene- che da quando sono iniziati gli interventi nel sot-
“Serrata del commercio a piazza Muzii, meglio noto al tosuolo si sono venute a formare delle crepe sui
assetto anti-sommossa. rare quando dei riottosi hanno grande pubblico come
Arenella”, le vetrine degli esercizi
commerciali sono state tapezzate
Un esercito formato da com- tentato di aggredire alcuni GERMANO BELLAVIA Guido, il vigile della soap
muri delle loro abitazioni. Il timore è che possa
messi che temono di perdere il automobilisti: fortunatamente, verificarsi un crollo come quello che avvenne
da volantini. “Togliete le mani dal posto di lavoro, esercenti, ma l’intervento tempestivo delle attore della fiction ‘Un posto al Sole’: “Que- negli anni Settanta, nei pressi di via Capocci,
sta costruzione è un’auten-
nostro sottosulo” è lo slogan ripetuto anche tanta gente comune e forze dell’ordine è riuscito a ‘Un posto al sole’ tica fesseria di un’ammini- dove vennero evacuati alcuni palazzi a causa
nel corso del sit-in comitati civici: sono stati loro far tornare la normalità senza della voragine apertasi.
l’anima della protesta di ieri alcun incidente.
residente della zona strazione inesistente che
ha distrutto il commercio

TRIBUNALI
A rischio il sevizio per 70mila utenti che dovranno trasferirsi presso gli Uffici di Gianturco. Enrico Cella: “Situazione al limite del paradosso”

Dipendenti in pensione, chiude l’anagrafe


NAPOLI (daga) - Due tuire un addetto agli Uffici
dipendenti comunali vanno rilascio Carta di identità? Si
in pensione e gli uffici Ana- chiuderebbe l'Ufficio? Auspi-
grafe e Stato Civile di via co che il direttore revochi
Tribunali traslocano a Gian- l'Ordinanza di chiusura degli
turco. La motivazione, appar- re. "Non è possibile - denun- ne e la struttura di via Tri- Tribunali, Costantinopoli, Uffici e che in attesa di arri-
sa ieri mattina su alcuni muri cia il Consigliere Enrico bunali è quella che ogni San Gaetano, Pietro Colletta, vo di nuovo personale, e ce
del quartiere, è riconducibile Cella - privare di un servizio giorno 'sforna' centinaia di Duomo, Porta Capuana, sono ne è tanto, faccia rotare e
alla mancanza di personale, indispensabile, migliaia di certificati, risultando la praticamente tagliati fuori. E' lavorare presso gli Uffici
ma la vicenda paradossale sta cittadini per mancanza di prima in quantità di richiesta da evidenziare la mancanza Anagrafe di Via Tribunali
scatenando un tourbillon di personale. La popolazione di documenti". di mezzi di trasporto pubbli- impiegati in servizio presso
polemiche nei quartieri del residente in San Lorenzo- Il fronte bipartisan di consi- co sino a Gianturco, il che altri uffici comunali della IV
centro antico della città. Vicaria conta 70 mila perso- glieri che sta protestando rende quasi impossibile Municipalità".
L'avviso, a firma del Diretto- contro la decisione di sposta- recarsi sino agli uffici" prose-
re Amministrativo della IV re il 19 aprile gli uffici dal- gue l'esponente del Pdl. Il

‘‘ ‘‘
Municipalità Renato Esposi- l'ex Ospedale della Pace a via paradosso dunque è che "a
to, informa che "le richieste Gianturco annuncia battaglia Napoli si chiude un Ufficio
di variazione del domicilio, contro "un provvedimento indispensabile alla cittadi-
residenza ed immigrazione scellerato che danneggerà in nanza per la mancanza di
dovranno essere presentate LA COMUNICAZIONE particolare i cittadini residen- due impiegati comunali, IL DISAGIO
elusivamente all'Ufficio Ana- ti lontano dalla sede di Gian- tenuto conto che la città
grafe di Via Gianturco Muni- E’ stata resa nota ieri turco". Enrico Cella in parti- Dal 19 aprile gli uffici anagrafe dell'ex Ospedale della Pace
risulta prima in Italia per Il trasferimento
cipalità Poggioreale" e ieri mattina e affissa colare pone l'accento sul verranno trasferiti a via Gianturco. La decisione annuncia organico di personale - fa nella zona di Poggioreale
mattina all'interno del parla- danno che si arrecherà agli una battaglia politica tra esponenti della maggioranza notare Cella - Cosa succede-
mentino di San Lorenzo- sul portone della sede abitanti del centro storico di e dell’opposizione della Municipalità di riferimento rebbe se in caso di infortunio, potrebbe creare molti
Vicaria è scoppiata la bagar- comunale Napoli: "I residenti alle vie o malattia, si dovesse sosti- disagi per i residenti
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Sabato 17 Aprile 2010
9
EMERGENZA CRIMINALITA’ BLITZ A PIANURA
I carbinieri hanno bussato alla porta Il raid compiuto dall’arrestato
della sua abitazione per notificargli risale al 17 agosto del 2005
il provvedimento dell’autorità giudiziaria La giustizia ha chiuso il suo corso

L’operazione è stata messa a segno dai militari dell’Arma del Rione Traiano. L’intervento è durato poco più di un’ora

Rapina, un 53enne finisce in manette


Condannato in via definitiva, dovrà scontare una pena di due anni e un mese di reclusione
di Giuseppe Letizia mento dell’autorità giudiziaria. formalità di rito, in tarda mattina- tiva, Di Sarno l’altro ieri è stato definitiva alla pena di 2 anni e un giunto dai carabinieri del Rione
Hanno eseguito un ordine di car- ta è stato accompagnato al carcere arrestato su un ordine di carcera- mese di reclusione per una rapina Traiano presso la sua abitazione
NAPOLI - Arrestato su ordine di cerazione emesso il 9 aprile dal di Poggioreale, dove dovrà scon- zione emesso il 9 aprile dal Tribu- commessa a Napoli il 17 agosto in via Pablo Picasso, gli hanno
carcerazione per una rapina com- Tribunale di Napoli: Mariano Di tare la condanna definitiva. L’o- nale di Napoli. Ma ecco nei detta- del 2005. Di Sarno è stato rag- notificato l’ordine di carcerazione
messa il 17 agosto del 2005 a Sarno è stato condannato a due perazione dei militari dell’Arma è gli la ricostruzione delle forze del- emesso dal Tribunale di Napoli.
Napoli: Mariano Di Sarno deve anni e un mese di reclusione per durata poco meno di un’ora: nelle l’ordine: nel quartiere di Pianura i Nelle prime ore della mattina di


scontare una pena definitiva a due una rapina commessa a Napoli prime ore della mattinata di gio- carabinieri hanno proceduto ad un giovedì i militari dell’Arma hanno
anni e un mese di reclusione. nell’agosto del 2005. Il 53enne ha vedì hanno notificato a Di Sarno il arresto su ordine di carcerazione consegnato al 53enne il provvedi-
L’altro ieri mattina è stato accom- aperto la porta ai militari dell’Ar- provvedimento dell’autorità giudi- per il reato di rapina. Più in detta- mento definitivo dell’autorità giu-
pagnato in carcere dai carabinieri ma giovedì mattina, gli hanno ziaria (l’ordine di carcerazione glio, i militari del Nucleo operati- diziaria per rapina commessa a
del Nucleo operativo della compa- consegnato l’ordine di carcerazio- per una condanna a due anni e un vo della compagnia Rione Traiano IL TRIBUNALE Napoli il 17 agosto del 2005.
gnia Rione Traiano. Ha 53 anni e ne del Tribunale di Napoli. Di mese di reclusione per rapina) e hanno arrestato su ordine di carce- La persona arresta, dopo le forma-
abita in via Pablo Picasso nel Sarno ha raccolto in pochi minuti un’ora più tardi il 53enne è stato razione emesso il 9 aprile dal tri- L’ordine di carcerazione lità di rito, è stata accompagnata
quartiere di Pianura. I militari del- gli oggetti personali in un borsone condotto nell’istituto penitenzia- bunale di Napoli Mariano Di è stato emesso nella casa circondariale di Poggio-
l’Arma in tarda mattinata hanno e ha seguito i carabinieri della rio per scontare la pena detentiva. Sarno, 53 anni, residente in via reale, dove dovrà scontare la con-
bussato alla porta della sua abita- compagnia Rione Traiano all’e- La rapina risale al 17 agosto del Pablo Picasso nel quartiere di Pia- lo scorso 9 aprile danna a due anni e un mese di
zione per notificargli il provvedi- sterno della palazzina. Dopo le 2005. La condanna è in via defini- nura. E’ stato condannato in via dal tribunale di Napoli reclusione.

Emergenza a Piazza Cavour


LE REAZIONI

I commercianti:
“Denunciamo
ma non ci ascoltano”
NAPOLI (daga) - Provengono in prevalenza
dal Senegal, ma ci sono anche cingalesi e gha-
LA PROTESTA nesi che ormai hanno preso il posto dei cittadini
dell’est, occupando per intere giornate le pan-
L’area vive uno stato chine in pietra. Sono loro i disturbatori della
quiete di piazza Cavour: gruppi di barboni che
di degrado che incalza vivono di espedienti, chiedendo l’elemosina e
ormai da anni. Inascoltati facendo i parcheggiatori abusivi per guadagnare
gli appelli delle associazioni pochi spiccioli e comprare vino a buon mercato.
che si battono per la piazza Verso sera nell’intera zona scatta il coprifuoco.
E col buio c’è anche spazio per una donna sotto
la trentina, di origine sudamericana, che da
qualche settimana, nei giardinetti della piazza,

Clochard, ubriaconi e abusivi in strada offre rapporti orali per qualche euro, con il solo
scopo di acquistare la bottiglia di alcol giorna-
liera. Le babygang della Sanità e della Stella si

Il commento
La zona stretta nella morsa del degrado “I comportamenti
che assumono non
sono assolutamente

Monta la rabbia tra residenti e negozianti tollerabili. Chiedono
soldi, si sdraiano a
terra, rendono la zona
un vero porcile.
SCENE DI ABBANDONO di Davide Gambardella LE ASSOCIAZIONI Qui vicino c’è un
La zona che collega tutto il centro parco giochi per bam-
NAPOLI - Barboni ubriachi che si denudano Porteranno gli esposti bini, ma i giardinetti
storico della è sotto accusa per lo stato davanti ai bambini, donne che verso sera
di degrado in cui versa
offrono prestazioni sessuali per pochi spiccioli, direttamente all’attenzione sono pieni di bottiglie
del consiglio comunale rotte e cartacce”
“Impossibile vivere in questo zelanti parcheggiatori abusivi che minacciano i
modo”, è la denuncia quotidiana residenti della zona. Le vendite per i commer- di Napoli. La protesta:
cianti crollano, in piazza Cavour, e la sicurez- questa zona dovrebbe attirare sentono perciò in diritto di aggredire i questuan-
delle associazioni di volontariato ti senza alcuna pietà, e a molti questo non
za per donne e bambini che frequentano il il commercio, ma non è così
dispiace: se mancano i controlli, ben vengano le
Barboni che affollano parco giochi, poco distante dalla stazione della maniere forti. “A me invece sì, dispiace, perché
notte e giorno i giardi- metropolitana, viene messa a repentaglio da che versa in uno stato d’abbandono totale. Gli Cavour è ancora nella morsa del degrado. fa tristezza vedere degli esseri umani ridotti
netti della piazza al persone che vivono di espedienti annebbiati immigrati sono stati abbandonati a loro stessi, Molti commercianti hanno paura: di sera si
centro di Napoli
così - dice Franco Esposito, titolare di una piz-
dai fumi dell’alcol. È passato meno di una set- e sono liberi di bivaccare e di lasciare botti- barricano nelle loro attività e vedono i clienti zeria di piazza Cavour - Ma i comportamenti
timana dall’aggressione da parte di alcuni glie e quant’altro nei giardinetti”. Nonostante scappare. C’è anche chi minaccia di chiudere che assumono non sono assolutamente tollera-
Ubriaconi molestano ragazzini della zona ai danni di due clochard
e creano disagi per i le firme raccolte negli anni scorsi per chiedere bottega per sempre. “Eppure - fa notare Bran- bili. Chiedono soldi, si sdraiano a terra, rendo-
residenti costretti a non
che stavano consumando un rapporto omoses- un presidio delle forze dell’ordine, piazza di - questa zona dovrebbe essere commercial- no la zona un vero porcile. Qui vicino c’è un
uscire di casa di sera suale, e l’associazione “& Napoli”, attraverso mente appetibile, se si considera che a pochi parco giochi per bambini, ma i giardinetti sono
il suo presidente, Salvatore Brandi, chiede metri ci sono i Palazzi delle istituzioni, l’Orto pieni di bottiglie rotte, cartacce e quant’altro.
Prostitute si vendono ai insieme a residenti e commercianti della zona LE CARCERI Botanico, il Museo Nazionale ed un presidio Portare un figlio qui significa rischiare di assi-
margini dei marciapiedi che l’intera area dei giardinetti venga recintata ospedaliero. Ogni giorno migliaia di persone stere a scene di uomini che urinano dappertutto
per pochi euro anche
davanti ai passanti
e dotata di un servizio di guardiania, con orari
di apertura esposti su una tabella, oltre ad un
presidio sanitario e alla riapertura al traffico di
Presto quota 70mila detenuti passano da qui, ma nessuno si ferma perché
l’intera zona è assolutamente degradata”. A
e che si denudano sotto gli occhi di tutti”. È
soprattutto l’insistente richiesta di denaro che
far riaccendere i riflettori sullo stato di piazza manda su tutte le furie residenti e commercianti
via Stella. Una richiesta simile fu già effettuata NAPOLI - Arriveranno presto a quota 70 Cavour è stata la vicenda di qualche giorno fa di piazza Cavour. Gruppetti di clochard ubria-
anni addietro, quando si chiese di dare in ado- mila i detenuti reclusi nei 205 penitenziari ita- dei due barboni denunciati per atti osceni in chi “braccano” gli automobilisti che parcheg-
zione lo slargo all’associazione. Il progetto, liani, a fronte di una capienza regolamentare luogo pubblico. Dopo esser stati aggrediti da giano le proprie auto, e per ottenere qualche
che prevedeva anche l’istituzione di un info- pari a 43 mila posti letto. Il disagio Š fortissi- alcuni adolescenti nei giardinetti della piazza, moneta, talvolta diventano sin troppo zelanti e
point turistico, venne bocciato. E da allora la mo e gli agenti in servizio non ce la fanno in quanto stavano consumando un rapporto fastidiosi. Una vera e propria estorsione che non
piazza versa in uno stato comatoso, più volte pi—: da tempo reclamano nuove assunzioni, orale sotto gli occhi dei passanti, i due, di 55 e di rado sfocia in litigi alimentati dai fumi del-
denunciato da commercianti e residenti della pi— soldi e ritmi di lavoro meno usuranti. I 39 anni, sono stati immediatamente segnalati l’alcol. E che fanno montare la violenza di chi si
zona. La nuova iniziativa, ideata grazie allo sindacati denunciano anche la mancanza di all’autorità giudiziaria. All’origine dell’aggres- vede abbandonato e preferisce scacciare i bar-
sportello d’ascolto dei cittadini, stavolta arri- fondi che, in alcuni casi, si traduce persino sione ci sarebbe stata la reazione di quattro boni a calci e pugni. “In questa piazza - dice un
verà direttamente alla sedute del Consiglio nella mancanza di soldi per la benzina per il adolescenti, tuttora in via di identificazione, commerciante che preferisce rimanere nell’ano-
Municipale. “La prossima settimana, attra- trasferimento dei detenuti da un carcere all’al- che hanno malmenato i clochard. Una spedi- nimato - si registrano in continuazione aggres-
verso il consigliere municipale Francesco tro. Venti le persone che, dall’inizio dell’anno, zione punitiva che però la gente della zona non sioni e rapine. Non sono soltanto gli extracomu-
Nocarlo, chiederemo al presidente della Muni- si sono tolte la vita in cella - e 28 sono state condanna: “Hanno fatto bene - dice un com- nitari a rendersi protagonisti, ma il più delle
cipalità Alfonso Principe di ascoltare queste quelle salvate dall’intervento del personale di merciante - Anche io avrei fatto lo stesso se volte sono loro a far scappare i clienti. Puzzano
istanze che partono dal basso - spiega il presi- guardia - e i dati indicano che il 2010 potrebbe di vino, infastidiscono chiunque. A volte capita
essere un anno peggiore del 2009 quando i avessi assistito ad una scena del genere consu- che li vediamo fare i loro bisogni a pochi metri
dente Brandi - Questa piazza, che collega il casi di suicidio tra le sbarre furono ben 72. mata sotto gli occhi di decine di bambini e di
centro a tutto il resto della città, è dal 2006 dal negozio, nell’indifferenza generale”.
mamme”.
10 Sabato 17 Aprile 2010
Napoli CRONACHE di NAPOLI

EMANUELE GUARDILLO E’ RESIDENTE A MIANO


EMERGENZA
CRIMINALITA’ Estorsione per conto dei Casalesi, scarcerato
NAPOLI (Ferdinando Orefice) - Ieri il giudice per le inda- le di diversi episodi di racket nelle
gini preliminari Amelia Primavera del tribunale di Napoli zone di Castelvolturno, dove avreb-
lo ha rimesso in libertà, ma sia lui che i suoi complici a bero imposto il ‘pizzo’ per contro
L’uomo deve rispondere breve dovranno comparire davanti alla prima sezione pena- del clan dei Casalesi. Al momento
le del tribunale di Santa Maria Capua Vetere per il giudizio dell’operazione antiracket i carabi-
dei reati di smercio, immediato. A seguito dell’istanza avanzata dal suo legale nieri avrebbero sorpreso Guardillo,
(l’avvocato Giorgio Pace) Emanuele Guardillo ha ottenu- mentre stava per incassare ben
produzione e traffico illecito to la scarcerazione dal gip di Napoli, che ha ritenuto cessate mille euro da un commerciante di
le esigenze cautelari, per cui il 21enne di Miano ha potuto Pinetamare, al quale, come agli
di sostanze stupefacenti fare ritorno a casa. Tra meno di un mese, però, sarà chiama- altri, si suppone fosse stato detto
to a comparire davanti ai giudici del tribunale di Santa che se voleva continuare una tranquilla attività lavorativa,
Maria Capua Vetere per rispondere dell’accusa di estorsio- doveva pagare la cosiddetta “tassa tranquillità”. Inoltre,
Nella serata di giovedì i carabinieri di Aversa ne aggravata dalla matrice camorristica, per aver agito per visto il fatto, che il loro arresto è avvenuto nel periodo nata-
lo hanno tratto in arresto per poi rinchiuderlo conto del clan dei Casalesi, assieme a Walter Pozone, lizio, gli investigatori hanno ipotizzato che stavano chieden-
nel carcere di Santa Maria Capua Vetere 27enne di Aversa (arrestato assieme a lui), ed Armando do il ‘pizzo’ di fine anno e che parte del ricavato sarebbe
Buccino (che si è costituito qualche giorno dopo l’arresto di dovuto finire alle famiglie degli affiliati al clan detenuti in
Guardillo e Pozone). Il terzezzo si sarebbe reso responsabi- carcere.

Droga, arrestato uomo dei Di Lauro


Il 33enne di Caivano raggiunto da un provvedimento di custodia cautelare in carcere
di Vittorio Petraroli
PIAZZA GARIBALDI
NAPOLI - La sua libertà è

Scippano una donna incinta, catturati


durata poco. Nella mattinata di
ieri i carabinieri del nucleo
radiomobile del reparto territo-
riale di Aversa ha eseguito nei
confronti di Raffaele
Celentano, 33enne, domiciliato NAPOLI (carlo virno) - Due citta- stata recuperata. Questi i fatti come hanno esitato nell’aggressione inattivo di evitare le manette; per
a Caivano, un’ordinanza di dini tunisini non si sono fermati sono stati ricostruiti negli atti invia- nemmeno quando si sono certa- questo assurdo comportamento
custodia cautelare in carcere. nell’aggredire una giovane donna ti alla magistratura. Due poliziotti mente accorti della avanzata gravi- sono anche accusati di resistenza e
L’uomo deve rispondere dei cinese di 28 anni, sebbene la vitti- del commissariato Vicaria-Mercato danza della donna; la donna caduta lesioni in danno di pubblici ufficia-
reati di spaccio, produzione e ma fosse in evidente stato di avan- sono intervenuti, su segnalazione sul selciato non era in condizioni di li. Per la cattura dei due tunisini
traffico illecito di sostanze stu- zata gravidanza: incinta di otto della sala operativa, in piazza rialzarsi ed è stata soccorsa e porta- rapinatori è stata determinante la
pefacenti. Ritenuto dagli inqui- mesi. E’ successo in piazza Gari- Garibaldi dove era in atto un’ag- ta con una ambulanza nell’ospedale segnalazione ai poliziotti in servi-
renti vicino al clan napoletano baldi intorno alle 18,30. I due mal- gressione a scopo di rapina in Loreto Mare; è stata medicata, zio nella zona di Piazza Garibaldi.
dei Di Lauro (risulta imparenta- viventi hanno anche aggredito, danno di una donna cinese incinta. doveva essere ricoverata per altri Segnalazione fatta dalla sala opera-
to con uno dei reggenti dell’or- nella speranza di evitare l’arresto, i La giovane vittima è stata seguita accertamenti ma ha preferito torna- tiva della questura. Piazza Garibal-
ganizzazione, Celentano era due poliziotti del commissariato per una cinquantina di metri dai re a casa. I due malviventi bloccati di, per la contemporanea apertura
stato scarcerato dopo essere Vicaria-Mercato, che sono interve- due malviventi tunisini che l’han- dai poliziotti hanno reagito dando di alcuni cantieri per lavori stradali,
stato arrestato lo scorso 18 nuti in aiuto della donna. I tunisini, no scaraventata a terra e non ai poliziotti pugni e calci nel vano vive nella più assoluta confusione
marzo. Nella serata di giovedì, (Habel Hannasi di 44 anni e e non agevola le forze dell’ordine
dopo averlo rintracciato, i cara- Moheddine Azaza di 34 anni), impegnate a controllare la situazio-


binieri di Aversa lo hanno nuo- sono stati bloccati anche grazie ne; dall’alba fino a notte inoltrata
vamente tratto in arresto per poi
rinchiuderlo nella casa circonda- IL RICOVERO
all’immediato intervento dei poli-
ziotti dell’Ufficio Prevenzione Per evitare decine di ‘personaggi’ in quella
zona aspettano di individuare la vit-
riale di Santa Maria Capua
Vetere così come disposto dal
La donna è stata soccorsa e Generale (primo dirigente Mauri-
zio Agricola) accorsi in aiuto dei
di essere presi tima da borseggiare o rapinare. La
situazione di degrado e di confuso-
gip del Tribunale di Napoli che trasportata con una ambulan- colleghi in difficoltà nel contenere non hanno ne è stata parzialmente debellata
ha firmato l’ordinanza di custo-

ILPROFILO
za nell’ospedale Loreto Mare;
è stata medicata, doveva
essere ricoverata per altri
accertamenti ma ha preferito
le intemperanze dei due malviventi
stranieri; i due tunisini sono accu-
sati di rapina aggravata ai danni
della donna incinta. La borsa della
esitato
ad assalire
“ dai poliziotti dell’Ufficio Preven-
zione Generale, (‘centro operativo’
e ‘volanti’ e ‘nibbio’) nel corso di
servizi di indagini e controlli pro-
tornare a casa
donna che conteneva le chiavi di i poliziotti grammati dal dirigente vice questo-


casa, i documenti e pochi euro è re Maurizio Agricola.

Operazione dei carabinieri a Scampia, sigilli a oltre 60 grammi di ‘roba’

Hashish e marijuana nelle tasche, preso


Raffaele
Celentano

Il 32enne risulta
imparentato NAPOLI (carvir) - Continua incassati con la vendita. I due ogni mattina usciva dalla sua
con un esponente senza soste nel quartiere Scam- giovani che erano in zona per abitazione di Mugnano senza
La Corte di Cassazione conferma sentenza
pia la caccia ai pusher che ogni “acquisti” sono riusciti ad allon- stupefacenti nelle tasche e quan-
di vertice della cosca giorno, fino a tarda notte, sono in tanarsi senza farsi identificare; do arrivava in Viale della Resi-
attesa di acquirenti; ieri un altro
giovane malvivente, già noto alle
però l’obiettivo dei militari, che
era l’arresto di Giovanni De
stenza era già stato “rifornito”.
Per i carabinieri che hanno arre-
di condanna per un primario del ‘Monaldi’
dia cautelare nei suoi confronti. forze dell’ordine, è stato arresta- Carlo, è stato raggiunto. Nel stato il pusher il lavoro investi- NAPOLI - Ieri la sesta sezione della Cassazione. I fatti risalivano a circa 8
Insieme ad un uomo di quaran- to; Giovanni De Carlo di 19 corso delle successive investiga- gativo non è cessato dopo l’ar- Corte di Cassazione ha confermato la anni fa, quando il figlio del noto
tuno anni, residente a Frattami- anni (abita in Mugnano in via zioni i carabinieri della stazione resto del giovane; infatti, i mili- sentenza di condanna a sei mesi di car- imprenditore, a causa di una malattia,
nore, il 18 marzo, è stato blocca- Mortelle), è stato sorpreso a ven- 167 hanno accertato che l’arre- tari sono impegnati nelle indagi- cere nei confronti del professor Anto- era stato ricoverato presso l’ospedale
to all’interno di un garage situa- dere droga in viale della Resi- stato non era un pusher occasio- ni per la cattura dei fornitori di nio Spiezia, primario dell’ospedale Monaldi di Napoli. E’ in quelle occa-
to nella seconda traversa di via stenza nei pressi della Torre-due; nale ma un assiduo frequentato- Monaldi di Napoli, e condannato per sioni che il padre del giovane, - come
Astragata, nel comune di Orta di De Carlo; tutti i tentativi fatti corruzione impropria susseguente sia lui spesso ha dichiarato più volte duran-
De Carlo è stato bloccato ed re di quella piazza di spaccio; i dai carabinieri per convincere
Atella. All’interno del garage è ammanettato dai carabinieri della dal tribunale di Napoli che dalla Corte te il dibattimento - dovette consegnare
stato anche rinvenuto il furgone militari hanno anche accertato l’arrestato a collaborare sono di appello partenopea. Contro di lui diversi milioni delle vecchie lire al pri-
stazione “ 167” ; è accusato di che il diciannovenne De Carlo risultati inutili; Giovanni De
Fiat utilizzato per il trasporto possesso a fini di spaccio; nelle aveva puntato l’indice un noto impren- mario ospedaliero per ottenere i suoi
della droga. Tanta droga. Oltre nell’esercitare l’ illecita attività Carlo, come altre centinaia di ditore di Casapulla, Vincenzo favori. Dopo molti anni si pone fine ad
tasche aveva 12 grammi di hashi- di spacciatore si avvaleva della pusher arrestati, non ha saputo Varriale, titolare della Colorfer One uno dei tanti casi di malasanità e ora la
cinquanta chilogrammi in tutto. sh, 50 grammi di marijuana e
La "roba" era nascosta nel dop- collaborazione di qualche com- nascondere la paura di una che si era costituito parte civile con persona offesa potrà iniziare un’azione
235 euro ritenuti dagli investiga- plice non ancora identificato; il “punizione” che lo avrebbe col- l’avvocato Raffaele Gaetano Crisileo civile contro il noto medico per avere
piofondo costruito all’interno tori provento della illecita atti-
del paraurti posteriore. I carabi- complice potrebbe essere il for- pito se avesse dato qualche che ieri lo ha anche rappresentato in un risarcimento per tutti i danni subiti.
nieri hanno atteso che i due vità. I militari hanno notato più nitore di Giovanni De Carlo che indicazione agli investigatori.
sospettati parcheggiassero il volte il De Carlo in Viale della
Resistenza e c’erano fondati
pick-up nel garage e poi hanno
sospetti che fosse uno dell’eser- SCAMPIA
fatto irruzione. All’interno del
congegno presente nel cassone cito di pusher; i sospetti dei mili-
scorrevole, sono stati ritrovati
diciotto involucri in cellophane
contenenti diciotto chilogrammi
di hashish e trentacinque pacchi
tari sulla probabile, (poi divenuta
certa), appartenenza del giovane
arrestato al mondo degli spaccia-
tori sono aumentati quando è
Pusher bloccato dai militari alle Case dei Puffi
stato accertato che il giovane è NAPOLI (Umberto Ciarlo) - A maniera sistematica e da un tempo do quanto accertato dai carabinieri, e
di marijuana per un peso com- Napoli, nel quartiere Scampia, i lungo abbastanza da inquadrarle vi era giunto da fuori provincia. Lo
plessivo di trentasei chilogram- pusher non era della zona ma
bensì di Mugnano; i militari carabinieri in forza alla stazione di come una delle numerose e fioren- spaccio nell’area Nord di Napoli è
mi. La droga è stata sottoposta a Marianella hanno arrestato per il tissime piazze di spaccio del quartie- ‘sistema’, mira a fare soldi quanto
sequestro mentre i due arrestati aspettavano il momento propizio
per ammanettarlo; ammanettarlo reato di detenzione al fine di spaccio re che per quanto concerne questa più possibile ed alla maggiore velo-
sono stati rinchiusi nella casa di sostanze stupefacenti Simone attività illecita non è seconda a nes- cità. Per ottenere ciò ricorre a meto-
circondariale di Santa Maria possibilmente con droga in tasca;
in caso contrario, senza droga, il Buonomo, ventitreenne residente a sun altro, almeno nel continente dologie strettamente economiche,
Capua Vetere. Per gli inquirenti, San Potito Sannitico. I militari europeo. Il cartello di clan camorri- improntate al liberalismo più sfrena-
che sull’episodio continuano le giovane di Mugnano non poteva
essere arrestato. Quando i carabi- l’hanno trovato in possesso di 22 stici detti ‘spagnoli’ che gestisce le to. E’ questa un’eredità del clan pre-
attività di indagine, i due uomini involucri contenenti complessiva- attività illecite in gran parte della cedentemente egemone nella zona, il
acquistavano ingenti quantitativi nieri che lo controllavano a
distanza hanno visto alcuni mente 18 grammi di eroina e 4 periferia settentrionale di Napoli, clan Di Lauro. Paolo di Lauro, ora
di sostanze stupefacenti nel grammi di cocaina. Buonomo quan- riesce a mantenere i prezzi delle in carcere, suo fondatore, liberalizzò
quartiere di Secondigliano, con ragazzi avvicinarsi a Giovanni
De Carlo hanno capito che erano do è stato sottoposto al controllo che sostanze stupefacenti estremamente l’attività illecita permettendo a
il placet del clan Di Lauro, e poi ha portato al suo arresto si trovava competitivi, fatto che rende la zona chiunque volesse di smerciare ‘roba’
rifornivano le varie piazze del- acquirenti e che, quindi, il giova-
ne pusher era stato da poco rifor- in un complesso di edilizia popolare un punto fortissimo di attrazione senza limiti a patto che tutti si rifor-
l’agro aversano. Ed è proprio del quartiere che è conosciuto con il non solo per i consumatori ma anche nissero tramite i suoi canali. La
l’appartenenza all’organizzazio- nito di stupefacenti da vendere. nome di ‘Case dei Puffi’. Malgrado per coloro che per un motivo o per
L’OPERAZIONE droga, come si ritiene tutt’ora, arri-
ne criminale napoletana dei due Uno “scatto” ed un giovane mili- il nome che rievoca le avventure dei un altro hanno deciso di ricorrere I militari lo hanno trovato in pos- vava principalmente dalla Spagna,
arrestati e le zone nelle quali tare era sulla “preda”. Tutti i cartoni animati belgi il luogo è non alla scorciatoia criminale per arric- sesso di 22 involucri contenenti dove alcuni suoi luogotenenti tratta-
finiva la droga al centro delle sospetti erano fondati perché il per nulla adatto ai bambini. Nelle chirsi. Buonuomo si trovava nelle complessivamente 18 grammi di vano direttamente con i fornitori
attività dei carabinieri del repar- pusher aveva nelle tasche la sud- case dei puffi si spaccia droga in Case dei Puffi per spacciare, secon- eroina e 4 grammi di cocaina latinoamericani.
to territoriale di Aversa. detta droga ed anche i 235 euro
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Sabato 17 Aprile 2010
11
Il 28enne Francesco Ronga arrestato a Melito dai carabinieri in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere

Camorra, preso ras degli ‘spagnoli’


Deve scontare oltre due anni. Finì in manette già nel maxiblitz del 7 dicembre 2004
di Gennaro Scala stampo camorristico il processo prio lì, all’hotel ‘Giulia’, sulla
doveva cominciare daccapo. Il 7 Circumvallazione esterna, loca-
NAPOLI - Lo hanno raggiunto dicembre 2004 era tra i cinquan- lità Ponte Riccio, nel territorio
a casa, nelle mani avevano un tarè arrestati nel corso della più del comune di Qualiano. L’uo-
provvedimento di custodia cau- imponente incursione delle forze mo da controllare si chiamava
telare. I carabinieri della tenenza dell’ordine nei covi della faida. Il Federico Bizzarro, aveva 47
di Melito hanno hanno notificato maxiblitz costò le manette a anni. Quei tre uomini con tanto
la misura al 28enne Francesco molti dei capi e gregari del clan di tesserino e fare da agenti,
Ronga e lo hanno successiva- capeggiato dai boss di via Cupa erano in realtà killer ingaggiati
mente arrestato. L’accusa è asso- dell’Arco e degli uomini che si per eseguire un ordine di morte.
ciazione a delinquere di stampo erano uniti al gruppo dei cosid- Senza destare sospetti, alle 18.30
mafioso, la pena da scontare sarà detti ‘scissionisti’. Tra gli indaga- bussarono alla porta della 201.
di due anni, tre mesi e 19 giorni ti, destinatari dle provvedimento “Siamo della polizia, apri”. In
di reclusione. Ronga, ritenuto di fermo che il gip due giorni quella stanza Federico non era
vicino agli Amato-Pagano, è un dopo tramutò in ordinanza di solo. Vestito solo in parte, si
nome già noto nell’anagrafe di custodia cautelare in carcere, c’e- avvicinò all’ingresso ed ha girato
camorra dell’area nord. Fu arre- rano anche Antonio e Francesco la maniglia della porta che si è
stato nel maxiblitz del 7 dicem- Ronga. Quest’ultimo è il figlio spalancata dinanzi a lui. Sull’u-
bre del 2004, la cosiddetta ‘notte del più noto Antonio allora con- scio c’erano tre uomini armati di
pistole, lui morì sul colpo. Erano
le prime battute di una faida che
FRANCESCO RONGA sarebbe durata oltre un anno e
che a terra avrebbe lasciato cento
Il profilo dello scissionista morti.
Viene dato vicino agli Amato-Pagano, ma
assieme al padre Antonio nel 2004 veniva
dato orbitante attorno agli ambienti del-
l’organizzazione dei Di Lauro L’agguato
delle manette’. C’era confusione siderato uno dei fedelissimi del
Nell’immagine in basso il
luogo dell’omicidio di Dicembre 2004 L’arresto
a Qualiano
allora, morti ammazzati e spara- clan Di Lauro e condannato in Federico Bizzarro nel Dicembre 2005 Scarcerazione LA DINAMICA
torie. C’era la faida allora e lo secondo grado per la morte di 2004 a Qualiano Aprile 2010 Il nuovo arresto
“Stanza numero 201”.
Stato decise di fare la voce gros- Federico Bizzarro, il capozona Davanti a sé, oltre il
sa. La maxiretata scatto di notte e del clan Di Lauro assassinato bancone della hall, l’ad-
portò in carcere esponenti dell’u- nell’aprile del 2004. Associazio- Ronga finì il manet-
te durante il blitz detto alla portineria
na e dell’altra fazione. Dopo un ne camorristica era il reato conte-
anno esatto di detenzione Ronga stato ad entrambi. noto anche come la aveva tre uomini che
lasciò il carcere di Civitavecchia. IL DELITTO BIZZARRO “Stanza notte delle manette ostentavano un tesseri-
Per lui, nessuna misura alternati- numero 201”. Davanti a sé, oltre no. “Siamo poliziotti
Fu scarcerato per- siamo qui per controlla-
va: Francesco Ronga fu scarcera- il bancone della hall, l’addetto ché erano decorsi i
to dopo quel blitz perché erano alla portineria aveva tre uomini termini di custodia re una persona”
decorsi i termini di custodia cau- che ostentavano un tesserino. cautelare
telare. Un vizio di forma rese “Siamo poliziotti - gli avevano STRATAGEMMA
nullo il decreto di citazione e con detto mostrando quel documento Il provvedimento di
esso l’udienza preliminare. Per - siamo qui per controllare una misura cautelare in Quei tre uomini con
Francesco Ronga, accusato di persona”. La persona in questio- carcere è stato ese- tanto di tesserino e fare
associazione per delinquere di ne aveva preso una stanza pro- guito dai carabinieri da agenti, erano in
realtà killer ingaggiati
per eseguire un ordine
Il dossier presentato da Roberto Maroni a Palazzo Chigi: i business delle organizzazioni criminali si stanno spostando fuori dall’Italia di morte. Senza desta-
re sospetti, alle 18.30

Latitanti ‘alle corde’, cosche in ginocchio


bussarono alla porta
della 201

LA VITTIMA
La persona in questio-
IL MINISTRO DELL’INTERNO ne aveva preso una
stanza in un hotel sulla
Circumvallazione ester-

1 LA ‘PRESSIONE’ na, nel territorio del


comune di Qualiano.
“I clan preferiscono spostare L’uomo da ‘controllare’
si chiamava Federico
gli affari all’estero perché nel nostro Bizzarro

Paese, dopo blitz e sequestri, I KILLER


non si sentono più a proprio agio” Per quell’omicidio risa-
lente al 2004 fu indaga-
to e successivamente
2 CAMORRA PIU’ COLPITA condannato il padre di
Francesco Ronga,
E’ stata la camorra, secondo Antonio. In secondo
il rapporto del Viminale, a subire Sono 16.679 i beni
grado il 49enne (ora
detenuto) ha rimediato
i danni maggiori dal ‘pugno di ferro’ sequestrati alla criminalità
organizzata, per un valore
una condanna a ven-
totto anni di reclusione
dello Stato: 1.917 persone arrestate di 2 miliardi di euro

NAPOLI (rc) - L’azione di nell’azione quotidiana di con- 4.407 comincia ad esse- sfida importante che vogliamo sconi. “Sono 16.679 i beni
contrasto alla mafia e alla crimi- trasto alla mafia non ha prece- al 31 di re un Paese in cui vincere e le premesse, che sono sequestrati alla criminalità
nalità organizzata di questo denti nei decenni che hanno marzo per la criminalità orga- riassunte nei risultati eccezio- organizzata - ha detto Maroni -
Governo “Non ha precedenti”. preceduto l’insediamento di un controva- nizzata non si sente più nali che il Governo Berlusconi per un controvalore di 2 miliar-
Lo ha sottolineato il ministro questo Governo”. “Grazie alle lore di 2 miliar- a suo agio”. Il ministro ha ha conseguito, ci sono tutte”. di di euro mentre ne sono stati
dell’Interno Roberto Maroni, modifiche fatte con l'introduzio- di”. “Complessi- poi ricordato “la costituzione Dall’insediamento del governo confiscati 4407, al 31 marzo,
durante una conferenza stampa ne della norma studiata da Gio- vamente il patrimonio dell'Agenzia nazionale per la Berlusconi “sono stati sottratti per un controvalore di 2 miliar-
a palazzo Chigi. Il ministro del- vanni Falcone che distingue le sottratto alla criminalità qual- gestione e l'assegnazione dei alla criminalità organizzata di. Complessivamente il patri-
l’Interno ha ricordato “i 23 lati- misure di prevenzione persona- organizzata da quando siamo che preoccupazio- beni sequestrati e confiscati. oltre 10 mliardi di euro” ha monio sottratto alla mafia da
tanti arrestati in meno di due le da quelle patrimoniali - ha al Governo supera i 10 miliardi ne, perché l’azione così impo- Abbiamo voluto mettere la sede annunciato il ministro dell’In- quando siamo al governo supe-
anni nell’elenco dei 30 più peri- spiegato Maroni - abbiamo di euro, è un patrimonio enor- nente che stiamo facendo sta a Reggio Calabria, ci stiamo terno Roberto Maroni nel corso ra largamente i 10 milardi di
colosi. E’ un risultato superiore incrementato notevolmente l’a- me, è un’azione molto efficace e cominciando a spostare gli accingendo ad aprire le sedi di una conferenza stampa a euro”. Maroni ha poi fatto
del 144% rispetto allo stesso zione di aggressione ai patri- che ci viene riconosciuta da interessi della criminalità orga- operative a Palermo, a Napoli, Palazzo Chigi, seguita al consi- osservare come “gli interessi
periodo precedente”. Maroni moni della mafia. Da quando tutti i nostri partner europei con nizzata fuori dall’Italia, che a Roma e a Milano. E' una glio dei ministri e dedicata alla delle organizzazioni criminali si
ha poi sottolineato il “più 360% c’è il Governo Berlusconi sono lotta della criminalita' organiz- stanno spostando fuori dall’Ita-
di valore di beni confiscati alla 16.679 i beni sequestrati alla zata, “punto centrale della lia perché sta diventando un
criminalità organizzata. L’azio- criminalità organizzata per un IL POPOLO DELLA RETE UCCIDE LA CRIMINALITA’ nostra azione di governo”, paese in cui queste organizza-
ne svolta da questo Governo controvalore di 8,2 miliardi di come ha voluto sottolineare il zioni non si sentono più a pro-
nelle modifiche legislative e euro; quelli confiscati sono presidente del Consiglio Berlu- prio agio”.

LA NOMINA DI MARIO MORCONE


Oggi il corteo per i ‘funerali della camorra’ CAMORRA: I NUMERI DELLA ‘REPRESSIONE’
NAPOLI - Il funerale della camorra, morta per youtube.com/watch?v=ULFlkaOtSbk. Gli anima-
Beni confiscati, nuovo prefetto mano del popolo della rete, è stato annunciato per tori suggeriscono ai partecipanti l’abito a lutto e Sono gli arresti comples-

NAPOLI - Il prefetto Mario Morcone guiderà l’A-


genzia nazionale per la gestione e l’assegnazione
oggi a Napoli. Gli organizzatori del Cff (Corteo
funebre festante) si sono dati da giorni appunta-
mento alle 17 in piazza Carità dove, in auto, giun-
tutto quanto possibile per far baccano ed attirare
l’attenzione sulla manifestazione.
Intanto la storia di don Peppe Diana in un fumetto:
1.917 sivi di camorristi. Per la
mafia 1.301 e per la
’ndrangheta 1.116
dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità gerà il feretro che poi sarà trasportato a spalla è stato presentato alla Camera il volume “Don E’ il numero dei beni
organizzata istituita nelle settimane scorse. La lungo via Toledo fino a piazza del Plebiscito. Ad Peppe Diana. Per amore del mio popolo”, che,
nomina è stata decisa nella riunione del Consiglio
dei ministri di questa mattina. “Fino ad oggi - ha
accompagnare la funzione ci saranno i percussio-
nisti del gruppo Capone e bungtbangt. “Lo scopo
con l’ausilio di tavole e fumetti, racconta la storia
del sacerdote anticamorra di Casal di Principe 5.612 sequestrati complessiva-
mente alle organizzazio-
ni criminali campane
spiegato Maroni - si è occupato di immigrazione - annunciano gli organizzatori - è far intendere ai ucciso il 19 marzo 1994. Edito dalla casa editrice
clandestina, di tutela dei diritti nel Dipartimento, è camorristi che il popolo di internet e' loro nemico Round Robin, il fumetto è stato scritto da France- Sono le operazioni di

186
un bravissimo organizzatore, è l’uomo giusto per e che si augura al piu' presto di festeggiarne i veri sco Matteuzzi e Raffaele Lupoli ed entra a far polizia giudiziaria operate
dare la spinta che serve, per rendere immediata- funerali”. Una simulazione animata di quanto parte di una collana dedicata ai protagonisti del- nei confronti dei gruppi
mente operativa questa Agenzia”. avverrà oggi è disponibile all’indirizzo l’antimafia. camorristici
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Sabato 17 Aprile 2010
13

EMERGENZA
CRIMINALITA’
Non ha altre ‘pendenze’: QUARTIERI
un anno fa ha terminato
di scontare una condanna to nel primo pomeriggio in ha conti aperti con la giu-
un centro abbronzante in stizia: ha già scontato una
a venti anni di carcere viale Kennedy, mentre condanna a venti anni di
stava facendo una lampa- carcere.
da. Insieme con lui quattro
familiari, che furono
IL PROFILO
Il 54enne potrebbe accompagnati negli uffici
in via Medina per accerta-
menti. Marco
DEL 54ENNE
fare ritorno a casa Mariano è consi-
derato dai magi-

tra circa due mesi strati della Dire-


zione distrettuale
antimafia un per-
sonaggio “di rilie-
vo” ai Quartieri
Nella foto a destra l’ultimo arresto del 54enne Spagnoli. E per
dei Quartieri Spagnoli. La Corte di Cassazione gli inquirenti il
ha annullato la condanna a sei anni di sorve- suo ritorno a
Montecalvario nel 2009
glianza speciale dopo una detenzione dura- Il ruolo
ta venti anni ha destabiliz-
La Corte di Cassazione ha annullato la sorveglianza speciale per il ras dei Quartieri Spagnoli zato i precari equilibri
nelle stradine a ridosso di
Marco Mariano è con-
siderato dai magistra-
via Toledo. Secondo le ti della Direzione

Marco Mariano verso la libertà


analisi degli esperti delle distrettuale antimafia
forze dell’ordine, ha spo- un personaggio “di
stato il baricentro e creato rilievo” ai Quartieri
forti attriti tra i
vicoli. Nel 2009 i
poliziotti del com-
missariato Monte-
calvario e della
I giudici hanno cancellato i sei anni che avrebbe dovuto scontare Squadra Mobile
registrarono scontri
a fuoco e rappresa-
di Giuseppe Letizia zante a Fuorigrotta. Gli fa la Suprema corte ha i riflettori delle forze del- di Marco Mariano ai Quar- to speciale. Era irreperibile glie violente con
uomini della Squadra ‘cassato’ i sei anni di sor- l’ordine e della magistratu- tieri. Nel pomeriggio del da 24 ore: la sera prima gli incursioni e
NAPOLI - La Corte di Mobile lo cercavano per- veglianza speciale e Maria- ra (in questo contesto si sette luglio dell’anno scor- agenti lo avevano cercato aggressioni in stra-
Cassazione ha annullato la ché destinatario di una no tra poco più di due mesi inseriscono le misure di so Mariano fu preso in un nella sua abitazione e non da tra i gruppi di fuoco dei Il fratello
sorveglianza speciale e misura di prevenzione: un farà rientro nella sua abita- prevenzione emesse nel centro abbronzante a Fuo- lo avevano trovato. Il fasci- ‘Picuozzi’ e dei Ricci-
Marco Mariano tra poche anno in casa di lavoro. Il zione ai Quartieri senza 2009). Intanto gli investi- rigrotta: era in compagnia colo era stato trasmesso in Sarno. Una situazione che Ciro Mariano era il
settimane tornerà ai Quar- 54enne doveva essere sot- ‘incombenze’ giudiziarie. gatori analizzano i possibili dei nipoti e di altre persone tempo zero agli specialisti fece scattare il massimo boss del clan dei
tieri Spagnoli dopo aver toposto anche alla sorve- Ad oggi non ha conti aperti scenari futuri e i nuovi tra cui il titolare di una della Squadra Mobile e si stato di allerta delle forze picuozzi, controllava
trascorso un anno in casa glianza speciale per la con la giustizia: un anno fa assetti tra i vicoli di Monte- agenzia funebre. Doveva era scatenata una vera e dell’ordine e il coprifuoco la zona dei Quartieri
di lavoro a Sulmona. Fu durata di sei anni (una ha terminato di scontare calvario: una situazione in trascorrere un anno in casa propria caccia all’uomo in da parte dei cittadini poco con la droga, le estor-
arrestato il sette luglio del volta tornato a Montecal- una condanna a venti anni continua evoluzione, anche di lavoro, più una misura città. I poliziotti della Que- prima dell’estate. Attual- sioni ed il lottonero
2009 in un centro abbron- vario). Ma una settimana di carcere. Da allora è sotto con il ritorno questa estate di sei anni come sorveglia- stura lo avevano individua- mente Marco Mariano non

Processo ai fratelli D’Amico del gruppo Sarno e a due dei Caldarelli, il pentito: andavo in giro per mostrare la forza della cosca

Capuozzo uomo ‘immagine’ del clan


camorristica. I due sono accusati in
buona sostanza di aver ‘coperto’ i fra-
telli Antonio e Giuseppe D’Amico di
Ponticelli, che il 3 marzo del 2008
erano in loro compagnia e giravano

Ascoltato anche l’ex boss della Sanità Salvatore Torino armati. E nulla è stato detto da parte di
Capuozzo sui due esponenti del clan
Sarno. Chi, invece, ha speso qualche
parola, anche se in maniera assai
NAPOLI (manuela galletta) - Vin- paio di anni vesti i panni del collabo- cesso a due esponenti dei Sarno narrato ai giudici della nona sezione generica, sul conto di Gennaro Calda-
cenzo Capuozzo era l’uomo “imma- ratore di giustizia. Chiamato dal pub- (accusati di armi) e di altrettanti perso- penale del tribunale di Napoli (presi- relli è stato il collaboratore di giustizia
gine” del clan Caldarelli. Il simbolo blico ministero antimafia Maria Cri- naggi dei Caldarelli (che rispondono dente Teresa Casoria) la storia del Salvatore Torino ‘o gassusaro, il
vivente, nella zona delle Case Nuove, stina Ribera a testimoniare nel pro- di favoreggiamento), Capuozzo ha clan Caldarelli. Una storia ripercorsa boss ribelle della Sanità che tra il 2005
della presenza e dell’attivismo della per sommi capi, che si ferma però al ed il 2006 ha fatto la guerra ai Misso
famiglia malavitosa che porta il nome periodo storico in cui il gruppo delle con i quali era stato alleato per circa
del suo boss, Raffaele Caldarelli, IL 33ENNE DENUNCIATO NEL BRINDISINO Case Nuove era ancora un tutt’uno sei anni. Torino ha ricordato ai giudici
detenuto dal settembre del 2006 con i Mazzarella. Alla guida del clan dell’alleanza che il suo gruppo aveva

RICOSTRUZIONE
(venne arrestato in Inghilterra). La
cosca lo mandava a girare per le stra-
de, lo spediva con addosso una pisto-
Contraffazione, napoletano nei guai - ha fatto mettere a verbale Capuozzo
- c’era Raffaele Caldarelli, seguito da
una nutrita schiera di persone tra le
con i Lo Russo di Miano, e con le
famiglie Caldarelli e Mazzarella (al
tempo ancora unite), ed ha spiegato
la, da mostrare all’occorrenza, affin- NAPOLI - Ricettazione, introduzione e commercio nello stato quali, la più attiva, sarebbe stata pro- che al vertice del gruppo delle Case

IL SISTEMA chè tutti vedessero, affinchè tutti


sapessero che il sodalizio era ‘vivo e
vegeto’ e che monitorava il territorio.
di prodotti con segni falsi e falsità materiale commessa da pri-
vato. Questi i reati commessi da B.P., 33 anni, di Napoli. L’uo-
mo è stato denunciato in stato di libertà dai carabinieri della sta-
prio lui, il pentito. “Io controllavo il
territorio, andavo in giro armato e in
questo modo facevo al popolo che il
Nuove c’era Raffaele Caldarelli che
ebbe pure modo di conoscere. Di
Gennaro Caldarelli, invece, Salvatore
La cosca lo mandava a girare Nessuno poteva sgarrare, il “popolo” zione di Cisternino (in provincia Brindisi) dopo una perquisi- clan comandava”, ha spiegato il pen- Torino ha solo sentito parlare: “Non
per le strade, lo spediva con era avvisato. La camorra il timore zione veicolare che ha permesso il rinvenimento di giubbotti e tito. Nessuna parola, invece, è stata l’ho mai conosciuto, ma so che era
addosso una pistola affinchè nella gente lo incute anche così. Il rac- borsette da donna, di marche note ma abilmente contraffatte. spesa sul conto di Gennaro Caldarel- intraneo al clan”. Di cosa però si
tutti vedessero che il sodalizio conto sulle strategie di controllo di Non solo. I carabinieri hanno trovato, anche, un tesserino per li (il fratello del ras Raffaele) che in occupasse Gennaro Caldarelli all’in-
una zona da parte della criminalità invalidi falsificato. Secondo gli inquirenti sarebbe un ‘pendola- questo processo è imputato, unitamen- terno del sodalizio, il collaboratore di
era vivo e che monitorava organizzata è stato fatto ieri mattina da re’ del crimine. te a Salvatore Tabbita, per favoreg- giustizia non l’ha detto. Si torna in
il territorio Vincenzo Capuozzo, che da oltre un giamento aggravato dalla matrice aula il prossimo 11 giugno.

MATERDEI SANTA LUCIA

Arrestato per spaccio di droga, Custodiva un arsenale in casa,


fermo convalidato per il 34enne incensurato ottiene i domiciliari
NAPOLI (rc) - Resta in carcere Ales- l’acquirente. La coppia non ha avuto assuntore di sostanze stupefacenti. Ma NAPOLI (Ferdinando Orefice) - Nes- fa, con la promessa di un regalo mone- difesa ha chiesto la concessione di una
sandro Leone. Il giudice per le indagi- neanche il tempo di rendersi conto di non è tutto, visto che Leone è stato poi suna scarcerazione per il custode di tario, che, però, non è mai avvenuto; da misura cautelare meno afflittiva del car-
ni preliminari Caniglia del tribuna le di quello che stava accadendo. Quando perquisito dalla Benemerita del nucleo armi del Pallonetto di Santa Lucia: Sal- allora l’uomo non solo non avrebbe cere, come gli arresti domiciliari, ma il
Napoli ha rigettato l’istanza di carcera- hanno capito che erano finiti nei guai operativo della compagnia Stella e tro- vatore Graziano, 37enne incensurato, avuto nemmeno un euro per il favore giudice per le indagini preliminari Paola
zione presentata dal legale del trenta- per loro era già troppo tardi: i carabinie- vato in possesso di 5,4 grammi di non ha potuto fare ritorno a casa nem- fatto, ma non sarebbe mai riuscito a Russo del tribunale di Napoli ha deciso
quattrenne. E’ stato così convalidato ri erano ormai pronti a completare l’o- marijuana già suddivisi in otto bustina e meno agli arresti domiciliari, perché disfarsi delle armi, perché non sapeva di non concedere alcun beneficio
nella mattinata di ieri il fermo dell’uo- perazione antidroga. Per il trentaquat- pronti quindi per la vendita. I tutori nonostante egli abbia fatto delle dichia- come fare. Questo, perché mai nessuno all’uomo e di lasciarlo in carcere per il
mo, difeso dall’avvocato Gandolfo trenne sono così scattate le manette, della Legge hanno poi sequestrata la razioni spontanee, sia davanti al pubbli- si sarebbe recato da lui per rivendicare reato di porto e detenzione illegale di
Geraci che non è riuscito a strappare mentre il trentenne cliente se l’è ‘cava- somma pari a cento euro, per lo più co ministero che al giudice per le inda- la legittimità delle armi. E proprio alla armi da fuoco. Nel frattempo sulla base
per il suo assistito una misura restrittiva ta’ con la segnalazione al prefetto di banconote di piccolo taglio in possesso gini preliminari, che ieri ha sovrinteso luce di questa condotta collaborativa e delle dichiarazioni del custode di armi
meno ‘dura’ del carcere. Il trentaquat- Napoli Alessandro Pansa perché dell’uomo residente al vico Calce nel l’udienza di convalida del fermo, è stato della sua fedina penale immacolata, la gli agenti del commissariato San Ferdi-
trenne, che aveva già due precedenti per quartiere di Materdei che è ora rinchiu- lasciato in carcere. Confermato, dun- nando, guidati dal primo dirigente
droga, è stato fermato dai militari del- LA VICENDA so nella casa circondariale di Poggio- que, il fermo per il 37enne incensurato SANTABARBARA Pasquale Errico, stanno cercando di
l’Arma tre giorni fa in piazza della
Sanità. Gli uomini della Benemerita,
nel corso di un servizio antidroga,
hanno sorpreso Alessandro Leone men-
tre era intento a cedere una dosa di stu-
” Il giovane era stato
catturato per spaccio
reale e dove vi resterà proprio in previ-
sione del parere del giudice per le inda-
gini preliminari Caniglia che ha dispo-
sto la convalida del fermo dello spaccia-
tore nella mattinata di ieri. La difesa ha
(difeso dagli avvocati Paola e Paolo De
Giorgio), che mercoledì a seguito del
fermo scaturito dal ritrovamento di un
mitra Scorpion, tre pistole e cento car-
tucce e proiettili di kalashnikov ha chie-
” Nell’alloggio la polizia
recuperò un mitra
dare un volto ed un nome a coloro che
avrebbero consegnato le armi a Grazia-
no. Si batte, infatti, la pista che portereb-
be gli ispettori sulle tracce di qualche
affiliato al clan Elia, egemone proprio
pefacente ad un cliente. A quel punto, di sostanze stupefacenti fatto sapere che proporrà ricorso al Rie- sto di parlare immediatamente con un Scorpion, 3 pistole, cento nel Pallonetto di Santa Lucia, perché
colto l’uomo con ‘le mani nella mar- Il giudice ha stabilito same per ottenere l’attenuazione della magistrato per chiarire la sua posizione. munizioni e cartucce secondo le forze dell’ordine le armi
mellata’, i carabinieri hanno deciso di misura cautelare, fino alla prossima Le sue parole avrebbero raccontato sarebbero potute essere custodite in
entrare in azione e in pochi attimi sono la detenzione in carcere udienza però Alessandro Leone rimarrà questo: le armi gli sarebbero state con- di kalashnikov quella zona solo con il consenso della
riusciti a bloccare sia lo spacciatore che dietro le sbarre. segnate da terze persone più di un anno cosca che lì detta legge.
12 Sabato 17 Aprile 2010 Napoli CRONACHE di NAPOLI

EMERGENZA CRIMINALITA’ IL PROCESSO


La scena della violenza è il noto Si è svolto con il rito abbreviato
locale la ‘Bella mbriana’ nel cuore L’aggressione è avvenuta nel corso di una lite
del popoloso quartiere scoppiata per una questione di soldi

Paolella rimedia sei anni e otto mesi, cade l’aggravante della premeditazione PIAZZA GARIBALDI

Ferito nella pizzeria al Vasto Sorpresa a spendere


con soldi falsi,
acciuffata dai militari
NAPOLI - In piazza Gari-

Stangata al figlio del titolare baldi angolo via Poerio, i


carabinieri della stazione
Arenaccia hanno tratto in
arresto per falsificazione e
spendita di monete false
Manuela D’erme 34enne,
residente a Cisterna di

L’ex dipendente De Blasio fu colpito con cinque coltellate Latina (lt), incensurata. i
militari dell’arma hanno
notato la donna caricare in
maniera sospetta a bordo
di Manuela Galletta otto mesi di reclusione con- istanza, gli avvocati avevano De Blasio con l’intento di della sua autovettura una
LA DINAMICA tro i 10 anni proposti dal chiesto l’alleggerimento del dargli una lezione. Fu l’uo- grossa busta di colore blu
NAPOLI - L’accoltella- magistrato inquirente merco- capo d’accusa, e la conver- mo a portarsi nel locale per ritirata verosimilmente nel
mento di Salvatore De Bla- ledì scorso. All’imputato – sione del reato di tentato chiedere il denaro che gli noto mercato popolare
sio non fu un “agguato” pre- che ha ammesso sin da subi- omicidio in quello di lesioni spettava per il lavoro svolto. della duchessa. I carabinie-
meditato, non fu il risultato to di aver sferrato contro De personali gravi considerato In questa storia sono coin- ri hanno così deciso di
di una trappola tesa dai tito- Blasio cinque coltellate (di che la vittima non era mai volte anche altre due perso- effettuare un controllo, a
lari della pizzeria “Bella cui una all’addome che rese stata in pericolo di vita. Il ne, detenute in carcere dalla seguito del quale hanno
‘mbriana” al Vasto dove il necessario un intervento chi- gip Piccirillo però non è scorsa estate: Pietro Paolella rinvenuto (nella busta) e
ferito aveva lavorato fino a rurgico - sono state inoltre stato dello stesso avviso (titolare del locale) e il figlio sequestrato: 5.960 euro
qualche giorno prima di LA LITE concesse le attenuanti gene- della difesa: per via di quelle Antonio. Hanno entrambi (298 banconote di taglio da
essere licenziato. Ma fu l’e- riche alla luce del suo status coltellate – ha senziato la scelto ed ottenuto di essere 20 euro) tutte false; la
pilogo di una lite scoppiata A seguito di una violenta di incensurato e della circo- toga – Salvatore De Blasio giudicati con il rito ordina- somma in denaro contante
per caso all’interno del loca- lite De Blasio è stato stanza che ha risarcito il poteva morire. I fatti al cen- rio: il processo a loro carico di 1.570 euro, provento di
le, una rissa che ha rischiato raggiunto da 5 coltellate danno alla parte offesa. Tra tro del processo si sono svol- è in concorso di svolgimento illecita attività; 30 capi di
di costare la vita a De Blasio sessanta giorni verranno ti il 15 luglio dello scorso dinanzi ai giudici della terza abbigliamento di note mar-
(residente nel quartiere depositate le motivazioni anno, ma per il gip non furo- sezione penale del tribunale che italiane ed estere, falsi.
Montecalvario). E’ la lettura
LA SENTENZA alla base della sentenza, poi no i Paolella a “convocare” di Napoli.
data dal giudice per le inda- gli avvocati Abet, Musca-
gini preliminari Raffaele Il rito abbreviato riello e Inserra potranno pre- PORTO - CHIEDEVANO IL PIZZO AD AUTOTRASPORTATORI CONNAZIONALI E CONTROLLAVANO IL MERCATO DELL’EST
Piccirillo del tribunale di sentare ricorso in Appello
Il processo si è svolto
Napoli al ferimento dell’ex
dipendente della nota pizze-
ria, una lettura che ha tenuto
conto in parte delle argo-
con il rito abbreviato
L’imputato si è subito
dichiarato colpevole
per riproporre le argomenta-
zioni scartate dal gip Raffae-
le Piccirillo. Secondo la dife-
sa, Paolella andava assolto
Mafia ‘ucraina’, quattro arresti per estorsione
NAPOLI (rc) - I Carabinieri di Napoli hanno diffuso fenomeno estorsivo, capillarmente
mentazioni della procura e perché l’uomo (detenuto in
della difesa (rappresentata carcere per questa storia dal arrestato per associazione a delinquere di tipo esteso in danno degli autisti ucraini addetti al
dagli avvocati Antonio luglio dello scorso anno) mafioso, estorsioni e rapine, aggravate dall'a- trasporto tra la madre patria e l'Italia di masse-
Abet, Marco Muscariello e aveva agito per legittima ver agito con metodo mafioso in concorso, 4 rizie, persone e soldi da consegnare a conna-
Gaetano Inserra). Nella difesa: era intervenuto in cittadini ucraini operanti nel napoletano: Vasyl zionali residenti in Italia o di merce di varia
Kornuta, 28 anni; Vasyl Sichkovskyi, 30 natura da rivendere nei mercatini napoletani,
prima mattinata di ieri aiuto del padre Pietro che anni; Vasyl Pristayko, 52 anni; Dmytro soprattutto quelli domenicali di Via Brin e di
Domenico Paolella, figlio stava litigando in maniera Zelenko, 23 anni. Nel corso di indagini i mili- Ponticelli. Le vittime, mediante reiterate
del proprietario del locale, è violenta con Salvatore De tari dell'Arma, coordinati dal Sostituto Procu- minacce e frequenti riferimenti a pericolosi
stato riconosciuto colpevole Blasio, il quale rivendicava ratore della Repubblica Gloria Sanseverino, referenti allocati nella madre patria, venivano
del reato di tentato omicidio la corresponsabile della hanno scoperto una organizzazione mafiosa infatti costrette all'esborso periodico di elevate
(come voleva il pubblico liquidazione e dell’ultima avente base logistica ed operativa in Ucraina i somme di denaro. Gli estorsori risultavano
ministero) ma è caduta l’ag- mensilità, e per mettere fine cui “associati” costringevano gli autotrasporta- essere i terminali in loco di un'organizzazione
gravante della premeditazio- alla colluttazione aveva tori ucraini a "versare" quote settimanali tra le complessa radicata in Ucraina che riscuoteva
ne (ritenuta insussistente La pena preso un coltello dalla cuci- 50 e le 200 euro ciascuno. Grazie ad indagini indebitamente denaro, sia alla fonte all'atto
dalla difesa). Pena finale del na e lo aveva sferrato contro tecniche, di controllo, osservazione e pedina- della partenza, sia a valle al momento dell'arri-
processo che si è svolto con Sconterà sei anni e otto l’ex dipendente colpendolo mento, e alla collaborazione di alcune vittime, vo in Italia. Gli arrestati sono stati tradotti nella
il rito abbreviato: sei anni ed mesi di reclusione numerose volte. In seconda i Carabinieri hanno accertato l'esistenza di un casa circondariale di Poggioreale.
14 Sabato 17 Aprile 2010
In primo piano CRONACHE di NAPOLI

OPERAZIONE
ACQUE CHIARE
Gli accertamenti sui danni
alla salute del bestiame
affidati ad Arpac ed Enea

A destra un
momento
della confe-
renza stam-
pa. A sinistra
lo sversa-
mento nel
Regi Lagni di
escrementi
di animali.
Nella foto
piccola in
alto un bufal-
lotto morto
spiaggiato in
riva al mare

I campi irrigati con l’acqua ‘tossica’


Il ‘liquido’ dei Regi Lagni usato anche per abbeverare gli animali. Indagine per epidemia colposa
di Manuela Galletta e cemento che coprono ammassi di scenario apocalittico quello disegnato dell’ambiente, gente senza coscienza di rifiuti nei Regi Lagni. Un quadro notizia degli arresti ha annunciato che
immondizia: dal terreno si sprigionano dall’inchiesta “Acque chiare”. Il procu- che ha arrecato un danno al quale è dif- sconcertante, che non ha lasciato indif- prenderà una forte posizione contro le
NAPOLI - C’è un risvolto ancora più fumi che sembrano simili a quelli della ratore capo della Repubblica di Santa ficile rimediare. Stando a sentire il ferente il “Consorzio per la tutela della aziende bufaline finite nel mirino della
inquientante nell’inchiesta “Acque solfatara, con la differenza che le Maria Capua Vetere Corrado Lembo magistrato, saranno ben tre generazio- Mozzarella di bufala campana doc”, magistratura. Si parte però da una pre-
chiare” che ha svelato la scellerata sostanze che provengono dalle tombe sul punto è stato chiaro: “Siamo in pre- ni, se non quattro, a pagare le conse- presieduto da Luigi Chianese, che in messa, doverosa nei confronti dei con-
opera di inquinamento dei “Regi di rifiuti sono nocive alla salute. E’ uno senza di ladri di futuro”, di assassini guenze dello sversamento di ogni tipo una nota divulgata poche ore dopo la sumatori di latticini: “L’inchiesta non
Lagni” portata avanti riguarda la mozzarella, né tantomeno
negli ultimi anni dai tito- è collegata alla stessa in altri termini
lari di alcune aziende zoo-
tecniche della provincia di
La contaminazione in quanto nessuna azienda di traforma-
zione è coinvolta nell’indagine”, si
Caserta. Un aspetto che legge nella nota. Detto questo l’ente
tocca nel vivo la salute Le foto mostrano come nei consortile con sede in provincia di
pubblica e sul quale la Regi Lagni siano stati sversati Caserta annuncia che “non esclude di
procura della Repubblica rifiuti di ogni tipo, incluso car- costituirsi parte civile nel procedimen-
di Santa Maria Capua casse di veicoli. Gettati nei tor- to come già accaduto in passato per
Vetere ha già iniziato a renti afferenti la rete idrica sol- altri casi giudiziari legati allo smalti-
sviluppare delle indagini. venti, scarti industriali, bottiglie mento di rifiuti illegali nell’ambito del-
L’acqua tossica dei canali di plastica ed addirittura gli l'attività delle aziende bufaline”.
afferenti la rete idrica è escrementi di animali
stata utilizzata per irrigare
i campi, per irrigare le col-
tivazioni di frutta e verdu-
re poi finite sulle tavole
dei consumatori, nonché
per abbeverare gli anima-
li, quegli stessi animali dai
quali è stato ricavato cibo
consumato in tavola. La
circostanza è stata resa
nota ieri mattina in confe-
renza stampa dal pubblico
ministero Donato Ceglie
e apre una finestra delica-
ta nell’inchiesta culminata
nell’arresto di 22 persone.
C’è il rischio, non peregri-
no, che il consumo di prodotti “intossi-
cati” da acque “contaminate” da escre-
menti, solventi, sostanze sprigionate IL RACCONTO
dall'immondizia e da scarti industriali,
possa aver provocato danni alla salute NAPOLI (maga) - I 22 titolari di azien- zio Asi di Caserta (indagato Luciano
della gente. I pubblici ministeri Donato de zootecnologiche arrestati ieri perché La procura: aggirando le condotte collegate ai depuratori, hanno scaricato i reflui urbani inquinati nei canali D’Auria, legale rappresentante), l’azien-
Ceglie e Raffaella Capasso hanno già ritenuti responsabili di aver sversato nei da Casearia Cantile La Casertana (inda-
aperto sul punto un fascicolo: si proce-
de per il reato di epidemia colposa, ma
al momento non ci sono iscritti nel
registro degli indagati. Ci sono accerta-
Regi Lagni gli escrementi di animali
inquinando così i canali sono stati i
primi a subire gli effetti di un’inchiesta
durata quattro anni che la Guardia di
Anche tre Comuni colpevoli dello sversamento: gato il legale rappresentante Francesco
Cantile). Una storia a tinte fosche col
sapore della beffa per la cittadinanza: ci
sono residenti che sono costretti a pagare
menti tecnici da compiere, analisi da
effettuare sul bestiame e sulle coltiva-
zioni. All’Aparc e all’Enea è toccata la
parte più delicata dell’inchiesta. Non si
Finanza ha condotto tra Nola e il Caser-
tano. Ma stando a sentire i magistrati
titolari dell’operazione battezzata
“Acque chiare”, i destinatari dell’ordi-
sotto accusa Casale, Casapesenna e San Cipriano la quota di tariffa del servizio idrico inte-
grato riferito alla depurazione, sborsano
denaro per un servizio che non viene
loro reso. Una storia che ancora una

“ “
comincia da zero. Nel corso delle inda- nanza di custodia cautelare agli arresti volta testimonia lo sperpero di denaro
gini per l’inquinamento dei Regi domiciliari firmata dal giudice per le pubblico: ogni anno per
Lagni, gli uomini della Guardia di indagini preliminari mantenere in piedi questi
Finanza hanno già individuato alcune Maurizio Santise del tri- depuratori vengono sbor-
delle campagne (in provincia di Caser- bunale sammaritano non sati, dicono dalla procura,
ta) nelle quali l’acqua lurida veniva sarebbero i soli responsa- I cittadini beffati Sperpero di soldi pubblici 250mila euro, una pioggia
reimpiegata in maniera scellerata. Una bili della colossale opera In molti pagano la tassa Secondo gli inquirenti, vengono di soldi che dovrebbero
prima mappatura delle possibili “aree” di inquinamento dei Regi essere spesi per tenere
infettate, alla quale ha fatto seguito l’in- Lagni. Ci sono anche tre per la depurazione delle acque spesi ogni anno 250mila euro pulite le acque e che inve-
terrogatorio dei “contadini”, che in Comuni nel mirino della ce, a conti fatti, vengono
parte - secondo indiscrezioni - hanno magistratura inquirente, che di fatto non viene eseguita per il finanziamento degli impianti impiegati per inquinare
ammesso l’uso delle acque dei Regi tre Comuni che hanno l’ambiente. Basta guarda-
Lagni. E’ da qui che si comincia. Si sversato direttamente nei ai depuratori, hanno scaricato i loro Le indagini in corso “decine di complessi industriali e centri re lo stato in cui sono ridotti alcuni depu-
comincia dalle “zone rosse”. Si comin- Regni Lagni i loro reflui urbani poi finiti reflui urbani inquinanti direttamente nei Sugli Enti municipali sono commerciali”, “che hanno liberato sca- ratori. C’è un meccanismo particolare
cia dall’esaminare i capi di bestiame, dritti in mare. I nomi sono venuti fuori Regi Lagni e, conseguentemente, attra- in corso accertamenti richi di reflui, a volte privi di una benché per il loro funzionamento, un sistema
con lo studiare i loro valori, con il valu- ieri mattina nel corso della conferenza verso questi, in mare”, si legge nel da parte della procura minima autorizzazione”. La prova che che in qualche caso non ha mai funzio-
tare il loro stato di salute. Va capito stampa convocata dal procuratore gene- comunicato stampa. L’atto d’accusa è della Repubblica di Santa ciò sia accaduto sta in numerosi video e nato: il primo step di un impianto, ha
anzitutto se gli animali abbeverati con rale Vincenzo Galgano per illustrare le pesante come un macigno, eppure stano Maria Capua Vetere in decine e decine di foto scattate dagli spiegato il pubblico ministero di Nola
l’acqua “tossica” ne abbiano risentito, e prime risultanze di una indagine avviata a spulciare l’elenco delle 58 persone uomini del nucleo di polizia tributaria Giuseppe Visone, è quello delle griglie,
se nel loro sangue, nelle loro carni quattro anni fa. I Comuni non virtuosi e indagate dalle procura di Santa Maria corso, non si sono affatto fermate - ha della Guardia di Finanza di Caserta che che fanno da filtraggio preventivo, che
siano rimaste tracce di “intossicazione” nient’affatto rispettosi delle regole e del- Capua Vetere e Nola non ci si trovano affermato il magistrato - Su questi tre hanno condotto le indagini. E si scopre bloccano determinati tipi di materiali.
trasferite poi all’uomo. Ancora: vanno l’ambiente sono stati indicati in quelli di nomi di personaggi legati alla pubblica Comuni stiamo conducendo degli accer- così che tra i “furbetti” c’è il centro com- Ebbene, gli investigatori hanno riscon-
studiati gli effetti sulla coltivazione. E Casal di Principe, San Cipriano e Casa- amministrazione di questi tre Enti. La tamenti: dobbiamo capire se tutti i con- merciale Campania (indagato a piede trato che in qualche caso queste griglie
soprattutto va accertato l’inquinamento pesenna. “Le reti fognarie di questi “mancanza” è stata spiegata dal procura- trolli sono stati attivati per tempo”. Se libero Ermanno Niccoli, legale rappre- non funzionavano, addirittura alcune gri-
dell’aria. Ci sono alcune zone dei Regi comuni, aggirando le condotte collegate tore sammaritano Corrado Lembo, e la sul ruolo giocato dagli Enti le idee non sentante), la “Framan Drive Internatio- glie non esistevano affatto.
Lagni dove i finanzieri hanno scoperto motivazione data alla stampa non fa sono ancora del tutto chiare, è stato inve- nal” che è proprietaria di un insediamen-
rifiuti tombati. Grossi quadrati di terra certo stare tranquilli i responsabili delle ce accertato che ad usare i Regi Lagni to produttivo all’interno dell’area indu-
violazioni. “Le indagini sono tutt’ora in come pattumiera ci hanno pensato anche striale di Marcianise gestita dal Consor-
CRONACHE di NAPOLI
In primo piano Sabato 17 Aprile 2010
15
Gli indagati sono di Chiaia, Casoria, Forio, S. Antimo, Grumo Nevano, Posillipo e Pozzuoli
LE PERSONE COINVOLTE
Regi Lagni inquinati, COGNOME E NOME
Coppola Alfonsina
Di Puorto Antonietta
Caprio Agostino
Noviello Arturo
NATO IL RESIDENZA
1950
1961
1966
1953
Casal Di Principe
San Cipriano
Casal di Principe
Castelvorturno
PROVVEDIMENTO
Domiciliari
Domiciliari
Domiciliari
Domiciliari

arrestati in ventuno
Diana Valentino 1952 Castelvortuno Domiciliari
Diana Rinaldo 1956 Castelvortuno Domiciliari
Letizia Luigi 1953 Caselvorturno Domiciliari
Caprio Osvaldo 1966 Castelvolturno Domiciliari
Montesano Giovanni 1977 Castelvolturno Domiciliari
D’Ausilio Giovanni 1950 Cancello Arnone Domiciliari

Nei guai sono finite in totale 58 persone Palmese Carmine


D’Alessandro Elio
Letizia Ernesto
1963
1964
1964
Cancello Arnone
San Cipriano
Casal di Principe
Domiciliari
Domiciliari
Domiciliari
di Manuela Galletta stessi e non oggetto di manutenzione). Il Russo Luigi 1975 Casal di Principe Domiciliari
I MAGISTRATI NAPOLI - Dell’efficiente sistema di
gip ha stabilito l’interdizione dai pubbli-
ci uffici per Gaetano de Bari, ingegnere
Piccolo Vincenzo
Serao Luigi
1966
1956
Casapesenna
Villa Literno
Domiciliari
Domiciliari
deflusso delle acque inventato in epoca pugliese e direttore generale della
vicereale e borbonica non è rimasto “Hidrogest”, la società che gestiva tre Belformato Bruno 1966 Cancello Arnone Domiciliari
nulla più. Neppure un pallido ricordo. Il dei quattro depuratori della morte (tutti Forgione Emma 1937 Grazzanise Domiciliari
video choc girato dalla Guardia di in provincia di Caserta) e che cura pure Schiavone Giovanni 1940 San Cipriano Domiciliari
Finanza sui Regni Lagni nel Casertano il tanto chiacchierato impianto di Cuma; Diana Vincenzo 1963 Casal di Principe Domiciliari
ai tempi nostri restuisce immagini che Domenico Giustino, presidente del
sono un pugno nello stomaco. Lingue di Consiglio di amministrazione della Russo Rosa 1968 San Cipriano Domiciliari
schiuma percorrono le acque sporche “Hidrogest”; Luigi Piscopo, capo Iovino Giovanni 1974 Casaluce Ricercato
che sfociano in mare e lambiscono car- impianto del depuratore di Orta di Atel- De Bari Gaetano 1958 Molfetta inter. pubblici uffici
casse di furgoni malcoperti da buste di la; Mauro Pasquariello, capo impianto Giustino Domenico 1954 Chiaia inter. pubblici uffici
plastica strappate via dalla corrente e dal del depuratore di Foce Regi Lagni. Cia- Piscopo Luigi 1962 Casoria inter. pubblici uffici
• Corrado Lembo vento. Torrenti ‘neri’ come il colore
delle feci di animali che vi venivano
scuno, a seconda dei propri ruoli, è stato
ritenuto responsabile dello scempio dei
Pasquariello Mauro 1972 Forio d’Ischia inter. pubblici uffici
L’accusa morale sversati, il cui corso troppo spesso si Regi Lagni. Ma dall’inchiesta emerge Morrone Antonio 1965 Castelvoturno Indagato
più grave imbatte in dighe ‘innaturali’ di immon- anche un secondo livello di responsabi- Schiavone Salvatore 1946 Casal di Principe Indagato
all’indirizzo dizia, balle di vestiti, buste di plastica, lità, un livello politico. Spulciando l’e- Galoppo Pasquale 1952 Villa Literno Indagato
delle 21 persone materiale metallico, secchi, scarti indu- lenco dei 58 indagati (nei confronti di 36 Gaudino Antimo 1951 Sant’Antimo Indagato
finite agli striali impregnati di solventi. E’ la morte persone non sono stati adottati provvedi-
arresti domiciliari
Niccoli Ermanno 1959 Milano Indagato
che cammina. Che arriva e si estende a menti), si leggono i nomi anche di tredi- D’Auria Luciano 1952 Pianura Indagato
arriva dal capo macchia d’olio nelle acque del mare che ci funzionari della Regione Campania,
della procura da Lago Patria arriva sino al Garigliano, preposti al controllo del funzionamento Cantile Francesco 1985 Casapesenna Indagato
della Repubblica quelle stesse acque in cui ogni estate ci dei depuratori: Nicola Cristiano, funzio- Corvino Carlo 1970 Casal di Principe Indagato
di Santa Maria sono bagnanti che si immergono. I cada- nario della Regione Campania incaricato Migliaccio Alberto 1968 Orta di Atella Indagato
Capua Vetere veri di un bufalotto e di un cavallo spiag- nell’ambito della struttura regionale di Pagano Arturo 1945 San Cipriano Indagato
giati in riva al mare testimoniano meglio controllo del nucleo tecnico-amministra- Di Bona Crescenzo 1956 San Cipriano Indagato
di ogni altra imma- tivo contabile per il depuratore compren-
gine i danni provo- soriale di Napoli Nord; Giuseppe Iaz- Corvino Antonio 1971 Casal di Principe Indagato
cati dal contatto con zetta, Manlio Ingrosso (al tempo pro- Zara Antonio 1965 San Cipriano Indagato
le acque tossiche e fessore universitario di Economia e Zara Valerio 1971 San Cipriano Indagato
luride non ‘ripulite’ coinvolto nello scandalo “Arpac” che ha D’Alessandro Antonio 1976 San Cipriano Indagato
dai depuratori mal- travolto una parte del gruppo campano De Leva Giovanni 1962 Avellino Indagato
funzionanti. Danni dell’Udeur), Carmine Pepe, Gianpaolo Cristiano Nicola 1941 Grumo Nevano Indagato
che con buona pro- Rotondo, Francesco Paolo Ventriglia
babilità sono stati (ex direttore generale del Comune di Iazzetta Giuseppe 1964 Capodimonte Indagato
arrecati anche Santa Maria Capua Vetere), membri Ingrosso Manlio 1948 Chiaia Indagato
all’uomo, per via esterni della della “Commissione di Pepe Carmine 1938 Salerno Indagato
dell’uso scellerato Esperti Gestione Impianti Depurazione Rotondo Giampaolo 1948 Posillipo Indagato
fatto da alcuni alle- Regionali” della Regione Campania; Ventriglia Francesco P. 1959 Santa Maria C.V. Indagato
vatori delle acque Mario Lupacchini, Generoso Schia- Lupacchini Mario 1943 Castellammare di S. Indagato
dei Regi Lagni. C’è vone, Gerardo Garri, Vincenzo Baro-
qualcuno che quell’acqua l’ha usata per ni e Luigi Rauci, dirigenti della Regione Schiavone Generoso 1951 Pozzuoli Indagato
• Vincenzo Galgano irrigare i campi coltivati e per abbevera-
re gli animali. Un’azione scellerata, alla
Campania quali membri interni della
“Commissione di Esperti Gestione
Garri Gerardo
Baroni Vincenzo
1941
1942
Posillipo
Chiaia
Indagato
Indagato
Il sostituto procurato- quale, in parte, ieri mattina è stata messa Impianti Depurazione Regionali” della
re genarale
Rauci Luigi 1946 Caserta Indagato
fine. Ventuno persone sono finite agli Regione Campania; Carlo Giri, dirigen- Giri Carlo 1955 Pozzuoli Indagato
ha sottolineato arresti domiciliari per effetto dell’inchie- te della Regione Campania, quale diret-
“l’indifferenza sta “Acque chiare” con una sfilza di tore regionale di Gestione del depuratore Pappalardo Ernesto 1955 Fuorigrotta Indagato
dei responsabili accuse da paura: disastro ambientale, di Napoli Nord; Pasquale Fontana, diri- Vicidomini Tommaso 1963 Pozzuoli Indagato
non solo per avvelenamento di acque, danneggia- gente del settore del ciclo integrato delle Gifuni Sabato 1974 Sant’Anastasia Indagato
le regole, ma per la mento di acque ed edifici pubblici, truffa acque della Regione Campania. Fontana Pasquale 1952 Pozzuoli Indagato
stessa salute aggravata, gestione illecita di rifiuti, G LI INVESTIGATORI - L’inchiesta
e per il futuro immissione di rifiuti in acque superficia- “Acque nere” è il frutto di un lavoro di grafica: CRONACHE di NAPOLI
di chi vive li ed abbandono di suolo, interruzione di quattro anni portato avanti in sinergia
in quelle zone” pubblico servizio, distruzione e deturpa- dalle procure della Repubblica di Santa
mento, scempio paesaggistico ambienta-
le, omissione di atti d’ufficio, falsità in
atti commessa anche da pubblici ufficia-
Maria Capua Vetere (guidata da Cor-
rado Lembo, mentre il fascicolo è
stato assegnato ai pm Donato Ceglie e
I NUMERI L’ANTICIPAZIONE
li, nonché altre violazioni inerenti alla Raffaella Capasso) e di Nola (che fa 21
normativa ambientale. Un rosario di ipo-
tesi di reato che ruota attorno al malfun-
zionamento di quattro depuratori (finiti
sotto sequestro e affidati all’autorità giu-
capo a Paolo Mancuso, delegato al
caso il pm Giuseppe Visone) e con-
dotto sul campo dagli uomini del
nucleo di polizia tributaria della Guar-
Sono ventuno
le persone finite
agli arresti
Crimini ambientali, c’è il protocollo:
diziaria), quelli di Villa Literno, Marcia-
nise, Orta di Atella e Marigliano.
LE PERSONE COINVOLTE - Le misure
restrittive hanno colpito i titolari di
dia di Finanza di Caserta (guidato dal
tenente colonello Michele Iadarola;
nel blitz di ieri sono state impegnate
300 divise) in collaborazione con il
domiciliari.
Sono di Casal
di Principe, S.
Cipriano,
verrà illustrato a Maroni martedì
aziende zootecniche che hanno sversato personale dell’Arpac e dell’Enea di Castelvolturno, CASERTA (maga) - Quattro mosse per con- ga Ceglie - Questo protocollo prevede la map-
• Paolo Mancuso i loro reflui inquinanti nei canali affluen- Portici che hanno condotto le analisi Cancello Arno- trastare i crimini ambientali. La strategia è stata patura dei crimini ambientali in provincia di
E’ il procuratore della ti la rete idrica, piccoli ‘imprenditori’ tra sulle acque e sulle falde inquinate. Un ne, Casapesen- messa a punto dalla procura della Repubblica Caserta, l’individuazione delle aree di criti-
Repubblica di Nola i quali spicca il nome di Emma Forgio- lavoro tecnico dalle risultanze spaven- na, Villa Literno, di Santa Maria Capua Vetere guidata dal pro- cità, indagini scientifiche epidemiologiche che
che ha preso parte ne, madre del detenuto Alfonso Caccia- tose. Un lavoro che è appena comin- Grazzanise e curatore Corrado Lembo e martedì mattina saranno affidate alla facoltà di Medicina della
all’inchiesta sull’in- puoti, il presunto capozona dei Casalesi ciato. “Da questa mattina - ha spiega- Casaluce sarà sottoposta all’attenzione del ministro del- Seconda Università di Napoli, e un program-
quinamento dei Regi nei territori di Grazzanise, Santa Maria to ieri in conferenza stampa il pubbli- l’Interno Roberto Maroni in occasione della ma di bonifica con il quale controlleremo chi
Lagni unitamente al la Fossa e Cancello Arnone. Una sola la co ministero sammaritano Donato 4 riunione del “tavolo interforze” nel corso del materialmente risanerà i ruoli e quanti soldi
pool giudiziario sam- persona ricercata: si tratta di Giovanni Ceglie - l’autorità giudiziaria gestisce Quattro le perso- quale si discute, periodicamente, delle azioni di verranno spesi”. Per dare concretezza a que-
maritano. Sul versan- Iovino di Casaluce, che guida una delle i depuratori. Forte sarà la nostra ne interdette dai mettere in campo contro la criminalità organiz- sto piano, occorre però anche l’intervento
te nolano, il depura- società che sversavano deiezioni animali attenzione sulla bonifica. Con l’Arpac pubblici uffici.
zata. Lo ha annunciato ieri mattina il pubblico delle forze dell’ordine e la disponibilità è stata
tore incriminato si nei Regi Lagni. Il giudice per le indagini partirà una campionatura delle acque Sono di Chiaia,
ministero Donato Ceglie, da sempre in prima già data dal comando nazionale del Noe, dal
trova a Marigliano preliminari Maurizio Santise del tribu- per vedere se i valori si abbasseran- linea nell’inchieste su ambiente ed ecomafie, a comando nazionale della Forestale di Stato,
Molfetta, Casoria
nale di Santa Maria Capua Vetere ha no”. Un monitoraggio che si rende margine della conferenza stampa convocata dal comando nazionale della Capitaneria di
e Forio d’Ischia
disposto i domiciliari pure per lui. Una importante: si deve capire se c’è chi per illustrare i contenuti dell’inchiesta “Acque Porto, dal comando generale della Finanza,
misura più blanda, invece, è stata dispo- continuerà ad usare i Regi Lagni come chiare” sull’inquinamento Regi Lagni. “Sug- dall’istituto nazionale di geofisica e vulcano-
sta nei confronti di quattro persone che sversatoio. Una prassi andata avanti geriremo al ministro l’adozione del primo pro- logia, e dalla facoltà di Medicina della Federi-
gestivano i depuratori (abbandonati a se sino a pochi giorni fa. tocollo nazionale dei crimini ambientali - spie- co II di Napoli.

Il capo della procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere pensa in positivo: “Il disastro anche quando si verifica può essere curato”
NAPOLI (maga) - Ladri
di futuro. Il nostro futuro,
quello dei nostri figli e
quello dei nostri nipote. E
forse pure di quello dei
nostri pronipoti. Chi ha
Corrado Lembo: sono ladri di futuro
futuro”, ha affermato l’alto comincia da oggi. Si rità giudiziaria. “Queste stessa salute e per il futuro lità. Ecco, la straordinaria suoi frutti e che il procura-
Un grande merito spetta
anche alla guardia di
finanza che con abnega-
zione e spirito di sacrificio
ha condotto le indagini”.
Sacrificio e abnegazione.
inquinato sino ad oggi i magistrato. Ma non tutto è comincia con una nuova vicende servono come pre- di chi vive in quelle zone importanza dell’inchiesta tore generale ci ha tenuto a Il procuratore generale non
Regi Lagni in dispregio del perduto. “Il disastro - ha gestione dei quattro depu- messa per una svolta cultu- che è stato inevitabilmente confezionata da ben due ‘sponsorizzare’. “Per la ha usato a caso queste due
rispetto dell’ambiente e assicurato Lembo - anche ratori che non ‘ripulivano’ rale”, ha detto il tenente compromesso. Bisogna che procure, quella di Nola e prima volta due procura parole. Vincenzo Galgano
della salute pubblica, ha quando si verifica può le acque: gli impianti colonnello Michele Iada- si formi questa coscienza, quella di Santa Maria circondariali hanno coor- ha infatti sottolineato più
rubato alla città anni e anni essere curato”. Non resta diventati sistemi di deflus- rola. Una svolta necessa- serve una nuova consape- Capua Vetere che hanno dinato il loro impegno per volte in conferenza stampa
di benessere, di aria e terra che rimboccarsi le mani- so di acque luride e tossi- ria, che consenta di dimen- volezza dei cittadini verso lavorato fianco a fianco affrontare un problema del il momento difficile che
pulita, sana. L’accusa che, non resta che cambia- che sono stati sequestrati e ticare questa triste e inquie- se stessi e verso i propri negli ultimi quattro anni. quale non si parla molto - vive la giustizia nella
“morale” più grave mossa re il corso degli eventi. Si sono stati affidati all’auto- tante pagina di “attentato” figli. Qui non siamo solo di Una sinergia che ha dato i ha sottolineato Galgano -. realtà campana per via
alle 21 persone arrestate all’ambiente e di conse- fronte ad un problema giu- della mancanza di uomini
ieri mattina dagli uomini
del nucleo di polizia tribu-
I SIGILLI guenza alla salute della
collettività. “Quello che
diziario. Qui la questione è
soprattutto un fatto di
L’APPELLO e mezzi. “Questa macchi-
na continua a funzionare
taria di Caserta nell’ambito più ci ha sconvolto di que- coscienza e di rispetto per ansimando - ha detto Gal-
dell’operazione “Acque I depuratori sono stati sta storia - ha sostenuto il la vita”. L’operazione Il procuratore generale Galgano: gano - Sono stati tolti una
chiare” arriva dal capo procuratore generale Vin- “Acque chiare”, dunque, serie di finanziamenti
della procura della Repub- sequestrati ed affidati cenzo Galgano - è l’indif- non è solo l’accertamento la macchina funziona ansimando, importanti. Se si va avanti
blica di Santa Maria Capua ferenza generalizzata di di un reato, ma rappresenta il merito va solo all’impe-
Vetere Corrado Lembo. alle autorità giudiziarie queste persone non solo
per le regole, ma per la
anche un punto di partenza
per il ripristino della lega-
tolti finanziamenti importanti gno morale di chi lavora
“Qui abbiamo dei ladri di in questi uffici”.
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI

CNRapoli
ONANCord
HE
S.S. Sannitica km. 19,800 S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta 81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005 Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165 - 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 16 Sabato 17 Aprile 2010

LA MINORANZA

Aruta: “Fare il bene


della città o è meglio
andare tutti a casa”
GIUGLIANO (antomangio) - Pioggia di
critiche e di accuse verso il sindaco e tutta
L’ASSISE la maggioranza sono venute dai banchi
dell’opposizione, fortemente contraria alla
Durante la seduta di consiglio costruzione di termovalorizzatore per
comunale ci sono stati smaltire le ecoballe di Taverna del Re.
momenti di tensione con Tra i primi ad intervenire Luigi Aruta,
il fronte ambientalista che eletto nella lista civica ‘Democrazia e
ha protestato contro l’ipotesi Coerenza’ ed ora nel Mpa. “Si parla di
del termovalorizzatore legge dello Stato. Anche quella che aveva
istituito il tribunale a Giugliano è una
legge dello Stato, eppure dopo oltre dieci
anni, non è stato fatto un bel niente.
Siamo stati eletti per fare l’interesse della
Pianese: non è stato deciso che tipo di tecnologia verrà usata collettività e non delle grandi aziende eco-
nomiche. Se non siamo in grado di difen-
dere il nostro territorio credo sia cosa

Ecoballe, è scontro
opportuna da fare di
andare tutti a casa.
La città di Giugliano
ha subito negli ultimi
anni un forte svuota-
mento istituzionale.

sul termovalorizzatore
Non c’è nessun espo-
nente né in Provincia
né in Regione né tan-
tomeno in Parlamen-
to. Questo fa sì che la Luigi Aruta
nostra città venga
Infuocato consiglio comunale su come smaltire i rifiuti di Taverna del Re continuamente mor-
tificata. Prima con
l’apertura di Taverna
di Antonio Mangione
del Re, poi con l’am-
Dell’Aquila (Pdl): GIUGLIANO - Si è concluso con un LA STORIA
pliamento, infine col
termovalorizzatore.
nulla di fatto e tra mille polemiche l’in-
tutti si assumano candescente seduta di consiglio comu-
nale di giovedì pomeriggio sulla paven-
Il sito di stoccaggio di Taverna
del Re ha aperto circa 6 anni fa
Senza parlare del
protocollo stipulato
con Bertolaso, che
le responsabilità tata ipotesi di costruire un termovaloriz-
zatore a ridosso tra il territorio Giuglia-
come sede provvisoria
di smaltimento dei rifiuti: ospita
si è rivelato come un
libro dei sogni così Luigi Sequino
nese e quello di Villa Literno. Dopo su una superficie di 4 chilometri come noi della
GIUGLIANO (am) - oltre quattro ore discussione, il sindaco
Fa discutere all’interno quadrati sei milioni di ecoballe minoranza avevano
della maggioranza l’ac- di Giugliano Giovanni Pianese ha riba- più volte denunciato.
cordo sottoscritto con il dito la ferma volontà di costruire un le ecoballe. Bisogna trovare solo il sembra essere più percorribile. Io non Non so quale sia la
sindaco di Villa Literno. impianto, in collaborazione con il modo giusto per farlo. Si era pensato di mi tirerò di certo indietro due anni fa ho soluzione più idonea
“In 15 anni abbiamo Comune di Villa Literno. Non è stato farlo ad Acerra, dedicando un’apposita improntato la mia campagna sulla riso- dal punto di vista
assistito ad una gestione precisato il tipo di tecnologia che verrà linea del termovalorizzatore. Ma ci luzione di questo problema ed andrò scientifico - ha affer-
a dir poco precaria della usato né tantomeno da chi sarà a finan- hanno detto che non è possibile bruciare avanti, anche a costo di andare in mino- mato Aruta - ma cer-
situazione ambientale in ziarlo. Non è stato messo ai voti un le ecoballe perché hanno subito negli ranza - ha affermato il sindaco, lancian- tamente so che non è
Campania - ha afferma- ordine del giorno - proposto dall’ex sin- ultimi anni una degenerazione chimico- do una frecciatina a qualche esponente quella dell’inceneri-
to il capogruppo daco Taglialatela - che prevedeva di fisica. Nemmeno la soluzione del tom- della sua stessa maggioranza. Sulle pos- tore”. Diversi gli Taglialatela
del Pdl in Assise mettere nero su bianco una dichiarazio- bamento e dell’estrazione del biogas sibili tecnologie che saranno usate ha interrogativi posti dal
Antonio Dell’A- ne dell’Assise di netta contrarietà all’in- lasciato campo aperto: “Ci sono persone consigliere del Prc Luigi Palumbo: “Che
quila (nella foto ceneritore come soluzione per lo smalti- che sono ossessionate dal denaro, che tipo di impianto si vuole costruire?Con
in alto) - . Fin dal mento delle ecoballe. Diversi i momenti credono che tutto viene fatto in funzio- quali risorse?In quale area?Smaltirà solo i
primo giorno del di tensione in aula, dove’erano presenti Giugliano - Sarà in Italia dal 27 al 30 aprile ne del business. Qui non c’entrano i rifiuti di Giugliano?Che fine farà? E la
nostro insedia- le sigle di tutti i comitati civici e Cip6 né altre questioni particolari. bonifica?”. Tutte domande seguite da
mento abbiamo
posto al centro
ambientalisti che nel corso degli ultimi
anni si sono mobilitati contro l’apertura
La Commissione europea Respiriamo tutti i giorni le polveri sottili
inquinanti provenienti dalla Cina, colos-
un’analisi tecnica-scientifica dei danni
provocati dai termovalorizzatori. “Lo
della nostra azione e l’ampliamento del sito di Taverna del Stato ha deciso per noi, sulle nostre teste.
amministrativa la risolu-
zione del problema di
Re prima e quello di Chiaiano, poi. “Al
momento agli atti non c’è niente di con-
visiterà il sito di stoccaggio so industriale in espansione, mentre ci
sono persone che si preoccupano di Ancora una volta. Eppure sono state ema-
nate altrettante leggi che inquadravano
Taverna del Re. Sarà costruire un impianto a basso impatto
creto - ha dichiarato Pianese - . Con la GIUGLIANO (am) - Anche il sito di Taverna del Re è ambientale. La bonifica di Taverna del Giugliano come sito di interesse nazionale
importante la collabora- nota trasmessa congiuntamente al sin- stato compreso nel tour visiterà la Commissione euro- a rischio ambientale. La bonifica è rima-
zione che ci forniranno Re non può non passare per la rimozio-
daco di Villa Literno Fabozzi, abbiamo pea dal 27 al 30 aprile per constatare cosa c’è di vero ne e lo smaltimento delle ecoballe. Pian sta solo un sogno, così come il tanto
la Provincia di Napoli, la solo recepito una legge dello Stato che nelle accuse lanciate dalle diverse petizioni che chie- decantato protocollo stipulato con Berto-
Regione e il Governo”. piano stiamo intercettando risorse per
ha previsto che tra la provincia Caserta- dono l’intervento sull’inceneritore di Acerra e sulla costruire una nuova rete idrica e fogna- laso”. Secondo Domenico Taglialatela
“Nessuno ha parlato di discarica di Chiaiano. Oltre ad una visita sui luoghi (GpV): “E’ giusto che ogni consigliere si
inceneritore né tantome- na e quella Napoletana venisse costruito ria in città. Questi sono fatti, al di là di
un impianto che permettesse di porre riceveranno anche i firmatari delle petizioni. Così come tante parole - ha concluso Pianese repli- esponga in Assise per chiarire ai cittadini
no di termovalorizzatore andranno a Serre,Terzigno, Basso dell’Olmo dove il proprio pensiero in ordine alla costru-
- ha dichiarato l’espo- fine allo scempio delle ecoballe stoccate cando alle affermazione dell’ex sindaco
da anni a Taverna del Re. Appena ho incontreranno gli esperti. Particolare attenzione - come Taglialatela che aveva sottolineato zione di un inceneritore. Siamo in debito
nente del ‘Gruppo per la si legge nel programma - sarà prestata all’applicazione con la cittadinanza, a cui era stata garanti-
Libertà’ Pietro Cicca- saputo della volontà del Governo ho come “la sua amministrazione fosse un
relli (nella foto in basso) convocato una riunione di capigruppo delle norme europee nella realizzazione delle discari- to che mai altri siti di rifiuti sarebbero
che, alla presenza di diossina e di rifiuti tossici, all’im- governo del non fare”. “Non subiremo stati aperti in città. Dieci anni di bugie
- se i cittadini hanno per informarli sulla questione, ci sono supinamente l’ennesima scelta calata
proposte da farci venga- termini perentori da risperrare. Tutti - patto dei depositi sulla salute delle comunità locali. In sono anche troppi”. “Vogliono costruire a
ballo c’è la procedura di infrazione aperta nel 2007 e lo dall’alto - ha chiosato il sindaco - sare- Giugliano il polo di smaltimento dei
no in Comune e ci pre- ha continuato Pianese - siamo d’accor- mo presenti al tavolo decisionale, anche
sentino i loro progetti. do che il problema è quello di smaltire sblocco dei circa 500 milioni di euro. rifiuti del Sud Italia - ha dichiarato invece
a costo di andare in minoranza”. Giuseppe Di Girolamo (Idv) - sarebbe
Bisogna trovare una
soluzione che l’ennesimo colpo di grazia per un territo-
sia condivisa rio per anni già devastato dalle ecomafie
dalla cittadinan- e dall’emergenza rifiuti. Quello giuglia-
za, a bassissimo
i m p a t t o
ambientale.
Oggi il Gover-
no ci ha chia-
I comitati: “Ci opporremo con ogni forza” nese è un territorio che ha già subito
tanto, l’inceneritore sarebbe l’ennesima
mortificazione. Sappiano tutti - ha affer-
mato Di Girolamo - che ci sono regioni
d’Italia che stanno candendo in emergen-
mati a decidere,
mentre in passato le Si ricompatta il fronte ambientalista contro l’ipotesi dell’inceneritore za rifiuti come il Lazio, la Calabria, la
Puglia e la Sicilia. Non vorrei che i rifiuti
di queste regioni venissero smaltiti nel-
decisioni erano prese GIUGLIANO (antmang) - Tutte momenti di tensione. Più volte i sce a tirare fuori, la rivende alle
sulle teste dei cittadini”. l’impianto di Giugliano”. “Basta con lo
“Quelle ecoballe sono presenti ad assistere al consiglio comitati civici hanno alzato la industrie italiane”. In pratica l’im- scaricabarile e con il palleggio di respon-
come le case abusive comunale le sigle che negli ultimi voce mentre si susseguivano gli pianto di Tmb esiste già ed è l’at- sabilità oramai passate - ha affermato
costruite nel Giuglianesi anni si sono battute contro i vari interventi dei vari consiglieri. tuale impianto di tritovagliatura invece Luigi Sequino - . Troviamo insie-
- ha tuonato Francesco disastri ambientali perpetrati nella “Non possiamo sentire certe (ex Cdr): “Bisognerebbe solo me una soluzione alternativa al termova-
Carlea - perché la magi- provincia di Napoli. Dal Presidio sciocchezze. Ci hanno riempito di apportare delle modifiche - dico- lorizzatore. Questo territorio ha già dato.
stratura non continua ad permanente di Taverna del Re, al bugie per tanti anni, le ecoballe no gli esponenti del comitato - . Ora i cittadini chiedono la bonifica, i
indagare per accertare gruppo di monitoraggio, dai sono ancora là e chissà per quanto “Questa soluzione oltre ad essere ristori, l’aumento della differenziata,
responsabilità”. “E’ stato comitati di Chiaiano ad esponenti tempo ancora vi resteranno. Ci la più economica è anche la meno l’abbattimento della Tarsu, un polo ospe-
il centrosinistra a ridurre del Movimento Cinque Stelle di opporremo con ogni forza all’ipo- inquinante rispetto ad inceneritori daliero specializzato in oncologia”. Di
questa Regione a pattu- Beppe Grillo. Tutti presenti per tesi di costruzione di un termova- o gassificatori. Difficilmente - “ennesimo disastro ambientale - ha par-
miera dell’Italia - ha sot- assistere alla discussione sull’ipo- lorizzatore. Le grandi aziende concludono gli esponenti del lato il capogruppo del Pd Nicola Pirozzi
tolineato Giulio Di tesi della costruzione del termo- multinazionali non possono conti- Comitato - l’ipotesi del Tmb sarà - basta promesse, questa città ha bisogno
Napoli - . Dopo 15 anni valorizzatore. C’era la pasionaria della Regione alle ultime elezioni. nuare a fare business sulla nostra presa in considerazione dagli di risanamento”. La proposta finale di
di malvgoverno ci tro- Lucia De Cicco, la donna che nel Avevano con loro una telecamera pelle”. La proposta giunta dagli organi commissariali perché non Francesco Taglialatela di votare un
viamo davanti la possi- febbraio 2008 si gettò addosso per riprendere i lavori dell’Assise, ambientalisti è quella di smaltire rientra in certe logiche di mercato ordine del giorno per escludere il termo-
bilità di decidere. Non della benzina e si diede fuoco per “per dare un segno di trasparenza le ecoballe attraverso il trattamen- e business”. Alla fine del Consi- valorizzatore come tipo di impianto da
dobbiamo fare come gli protestare contro la riapertura del ai cittadini” - dicono. Unanime il to meccanico biologico. “E’ l’uni- glio gli ambientalisti hanno con- costruire non è stata messa ai voti.
struzzi e mettere la testa sito di stoccaggio. Ed anche dissenso degli ambientalisti con- ca soluzione. Su tratta di un segnato dei report ad alcuni con- “Segno che quest’amministrazione ha già
nella sabbia”. Secondo Carla Ruggiero, partecipe ai pre- tro l’ipotesi di costruire un termo- impianto sul modello tedesco, siglieri ed hanno annunciato pro- deciso cosa fare. Sono fortemente contra-
Giulio Pezzella: “L’am- sidi di Taverna del Re. Tra i grilli- valorizzatore, che si sono dati quello che attualmente ritira le teste contro il sindaco di Villa rio all’inceneritore e come me tanti consi-
ministrazione si trova di ni c’era Salvio Micillo e Roberto appuntamento anche tramite il ecoballe della Campania, le ria- Literno, reo di voler ospitare l’im- glieri, anche di maggioranza, che però si
fronte ad un bivio”. Fico, candidatosi come presidente tam tam su Facebook. Diversi i pre, le vaglia, e la plastica che rie- pianto sul proprio territorio. nascondono dietro ad un velo”.
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Nord Sabato 17 Aprile 2010
17
Giugliano - Sono del luogo e Qualiano. Elevate sanzioni per oltre un milione di euro LA POLITICA A MUGNANO
CASAVATORE
Abusivismo edilizio, in tre finiscono nei guai
LA CRONACA GIUGLIANO (antmang)
- Vasta operazione dei
carabinieri della Compa-
vendita di abbigliamento
nell’immobile, privo di
concessione edilizia, per il
fosse stato sottoposto a
sequestro il 25 novembre
dell’anno scorso dai carabi-
aveva realizzato senza
alcuna autorizzazione un
capannone di mille metri
L’Udc ‘vede’
Il 30enne aveva una pistola giocattolo
gnia di Giugliano contro
l’abusivismo edilizio.
Denunciate tre persone,
comminate multe per oltre
un milione di euro. Gli
quale aveva ottenuto con-
dono presentando docu-
mentazione falsificata.
L’attività commerciale, del
valore stimato 100mila
nieri della stazione di Var-
caturo. La donna aveva
proseguito i lavori facendo
realizzare a dueoperai un
massetto in cemento e la
quadrati in via Vicinale
Festinese. L’immobile era
stato adibito a deposito di
detergenti industriali. L’in-
tera struttura, su area com-
la presidenza
E’ stato il proprietario a dare
l’allarme ai carabinieri di Aversa
uomini della Benemerita,
diretti dal capitano Ales-
sandro Andrei, hanno
denunciato: un imprendito-
re 44enne di Qualiano, che
euro è stata posta sotto
sequestro. A Varcaturo,
invece, a finire nei guai è
stata un’insegnante 42enne
del luogo che in qualità di
successiva messa in opera
di pavimentazione nella
cucina al piano terra. L’in-
tera area ed i corpi di fab-
brica, del valore stimato
plessiva di 2mila metri
quadrati era recintata ed il
capannone era finanche
fornito di energia elettrica,
allacciato alla rete idrica ed
del Consiglio
Ricercati i due complici in qualità di proprietario di proprietaria aveva prose- 500mila euro sono stati alle fogne. L’intera struttu- MUGNANO (Fabio D’Avino) - Dopo la tornata
locale commerciale in via guito i lavori in una villetta nuovamente sottoposti a ra, del valore stimato elettorale, la cittadinanza attende la nomina della
Camaldoli aveva avviato sul Viale dei Pini Nord sequestro. A Giugliano, un 500mila euro è stata sotto- giunta comunale e sui nomi che affiancheranno il
un pubblico esercizio per la nonostante l’immobile 57enne napoletano che posta a sequestro. nuovo sindaco Giovanni Porcelli (nella foto in
alto) alla guida della città. Il toto assessore è appe-
na cominciato. Anche se la nomina più chiacchie-

Tenta rapina in casa, preso


rata in città è quella del vice sindaco. Il vento che
spira in tutta la regione fa pensare che il politico
possa essere pescato dall’Udc, primo partito di
maggioranza a Mugnano, che affianca il governo
sia alla Provincia che alla Regione. Uno dei nomi
più chiacchierati sembra essere quello di Ezio
Micillo (nella foto in basso) uno dei maggiori
esponenti del partito di Casini. Altra nomina che fa
discutere i cittadini di Mugnano è quella del presi-

E’ stato bloccato nell’abitazione di un ex consigliere comunale di Cesa


di Diego Riccio guire un servizio antirapina dispo- te essere giocattolo. L’uomo è stato paia di guanti, una torcia e la pisto-
dente del consiglio comunale. Si dice che il papa-
bile per questa poltrona potrebbe essere un espo-
nente dell’Italia dei valori, forse Gennaro
Mastromo, il più votato della lista di Di Pietro.
sto dal tenente colonnello France- accompagnato in caserma per esse- la a salve priva di tappo rosso uti- Nome chiacchierato anche quello di
CASAVATORE - A lanciare l’al- sco Marra, dal capitano Domenico re sottoposto alle formalità di rito lizzata da De Blasio. Il trentatreen- Salvatore Izzo, esponente di spicco
larme è stato il proprietario di casa Forte e dal tenente Giuseppe ed alle operazioni di fotosegnala- ne deve adesso rispondere dell’ac- dell’Alleanza per l’Italia mugnanese,
svegliato dai rumori. Una telefonata Fedele. Giunti in zona i militari mento dopo le quali è stato dichia- cusa di tentata rapina mentre è cac- fuoriuscito dal Partito democratico in
ai carabinieri ha poi permesso l’ar- dell’Arma hanno immediatamente rato in stato di arresto. Sul luogo cia aperta ai suoi complici. Sono piena fase pre-elettorale. La città è in
resto di uno dei tre componenti visto tre persone intente ad intro- della tentata rapina i carabinieri tuttora in corso le indagini per arri- fermento. Dopo dieci anni di ammi-
della banda che stava per mettere a dursi nella villa di Mazzaro. Due hanno rinvenuto vari arnesi solita- vare alla loro identità. Gli inquirenti nistrazione Palumbo, la casa comu-
segno un colpo nella sua abitazio- sono riusciti a fuggire. De Blasio mente utilizzati per le operazioni di non escludono che il terzetto possa nale cambia colore. Una novità per i
ne. In manette no. Il trentatreenne è stato pronta- scasso. In particolare sono stati sot- già avere messo a segno rapine in cittadini di Mugnano, che hanno elet-
è finito Luigi mente fermato. Impugnava ancora toposti a sequestro una tronchese, abitazioni della provincia di Caserta to il nuovo primo cittadino al ballot-
De Blasio una pistola risultata successivamen- quattro spadini passepartout, due con lo stesso modus operandi taggio proprio contro il candidato del
(nella foto) centrosinistra Vincenzo Massarelli.
trentatreenne, Il Centro a Mugnano sembra essere
residente a sempre stato forte, forse più che in
Casavatore, nel
Mugnano - In manette una coppia di Giugliano, un 22enne di Melito e un 18enne del luogo altre città. Infatti, il numero dei con-
Napoletano. A siglieri già nella scorsa legislatura era considerevo-
sorprenderlo in
flagranza di
reato sono stati
Furti nei centri commerciali, 4 arresti
MUGNANO (antoman- gliano, diretti dal capitano casalinga, entrambi sono Carmela Foria, 22 anni,
le. Stavolta è il partito di maggioranza, e sarà
determinante anche per la composizione dell’intera
Amministrazione. La città non aspetta altro che
vedere la macchina comunale di
i carabinieri
gio) - Quattro arresti per Alessandro Andrei, che stati sorpresi nel centro residente a Melito e Rosa nuovo in azione. Pronti all’opposi-
della sezione zione, il centrodestra, con esponente
radiomobile del furti nei centri commerciali hanno tratto in arresto i commerciale Auchan sulla Antignano, 18 anni, resi-
di Giugliano e Mugnano. coniugi Salvatore Varria- Circumvallazione esterna dente a Mugnano, entram- di spicco il candidato a sindaco
Norm del Mario Mauriello, e gli altri partiti
reparto territo- La prima operazione è stata le e Sabrina Somma, 33 e in possesso di generi ali- be incensurate. Le donne
eseguita dai carabinieri 31 anni, residenti a Giu- mentari e di vari utensili sono state sorprese nel cen- ‘fatti fuori’ alla tornata elettorale.
riale di Aversa. Sta per cominciare, in città, una
della compagnia di Giu- gliano. Lui operaio e lei del valore complessivo di tro commerciale Auchan in
Tutto ha preso 200 euro rubati con rimo- via Pietro Nenni in posses- nuova legislatura. Dopo due manda-
il via pochi zione dei sistemi antitac- so di capi di abbigliamento ti di Daniele Palumbo, la fascia tri-
minuti prima delle tre di ieri matti- cheggio. La refurtiva è intimo, materiale di cancel- colore è passata a Giovanni Porcelli.
na. Domenico Mazzaro, ex consi- stata restituita all’avente leria ed oggettistica varia Ieri mattina c’è stata la proclama-
gliere comunale, presidente del diritto. Gli arrestati sono in del valore complessivo di zione del primo cittadino presso
comitato dei festeggiamenti di attesa di rito direttissimo. euro 225 euro appena ruba- l’aula consiliare del Comune.
Maria Santissima del Rosario, era Altre due donne sono state ti con rimozione dei sistemi “Attueremo i punti che ci siamo
nella sua villa di campagna di via arrestate a Mugnano sem- antitaccheggio. Anche in prefissati per i primi cento giorni di
Caravaggio a Cesa. Stava dormen- pre per furto. Ad eseguire questo caso la refurtiva e’ governo - ha assicurato il sindaco -, come il verde
do quando alcuni rumori lo hanno l’operazione sono stati i stata recuperata e restituita pubblico e la viabilità, ovviamente il tutto in base
svegliato. L’uomo ha capito subito carabinieri della locale sta- all’avente diritto. Le arre- alle procedure. E’ ovvio che tenteremo di mettere
che qualcuno stava per entrare nel zione che hanno tratto in state sono in attesa di rito in atto i nostri programmi nel più breve tempo pos-
suo appartamento ed ha avvisato il manette per furto aggravato direttissimo. sibile, ma di certo ci saranno delle procedure da
“112”. In via Caravaggio si è recata attuare con bandi di gara, ma faremo del nostro
subito una pattuglia in zona per ese- meglio per attuarli”.
Il centro commerciale in via Pietro Nenni

CAIVANO Sarà adibita a centro di integrazione per la popolazione rom Grumo Nevano - Partita la petizione sul social network

In arrivo i fondi per l’ex villa Moccia Apertura pomeridiana delle Poste, Cardito, il 15enne Gaetano Auletta
CAIVANO (Piera Di
Micco) - Progetto sicu-
rezza per lo sviluppo,
E’ stata sottratta alla criminalità
contro la camorra. Un esempio
buti. I lavori, finalizza-
ti a rendere idonea la
struttura all’uso per
gli utenti si organizzano su Facebook terzo ai regionali di takewondo
CARDITO - Un giovane carditese si
GRUMO NEVANO (tercer) - le dei cittadini, ieri, il vicesindaco mette in mostra ai campionati regionali
obiettivo convergenza. riguarda la casa della legalità per il uffici avranno la durata “Riqualificazione, ampliamento e Giuseppe Approvato ha incon-
L’amministrazione ha Comune di Caivano. A breve infatti di sessanta giorni. Nel di taekwondo disputati domenica 28
apertura pomeridiana dell’ufficio trato Cosimo Andriolo, direttore marzo al Centro Ester di Napoli. Si tratta
reso noto che, previo inizieranno i lavori alla ristruttura- territorio caivanese postale di Grumo Nevano”. Parte della filiale di Napoli Ovest. Già
incontro svoltosi pres- zione dell’immobile confiscato alla sono presenti altri tre di Gaetano Auletta (nella foto) 15enne,
online, sul social network Face- alla fine dello scorso anno, la classificatosi terzo nella categoria junio-
so la prefettura di criminalità organizzata. Il commissa- beni immobili confi- book, la petizione che segue ad questione fu all’attenzione del-
Napoli, nei giorni scor- rio prefettizio Marco Valentini ha scati alla criminalità res, over 78kg. Il ragazzo proviene dalla palestra
una lettera del presidente della l’amministrazione, ed il sindaco ‘Tkd De Bellis’, allenato da Arcangelo De Bellis,
si, è stato presentato, reso noto che è già in corso la proce- organizzata. Uno in Fipac Michele Cristiano al Fiorella Bilancio incontrò il
per il finanziamento dura per l’affidamento dei cantieri. una casa di abitazione maestro di taekwondo di Cardito che può fregiarsi
Ministero delle Comunicazione, direttore provinciale di Poste Ita- del riconoscimento della Fita, la federazione italia-
con i fondi del progetto Lo stabile è ubicato in via Albalunga su due livelli, è stato in cui prendono liane Giovanni na taekwondo, da 30 anni insegna questo sport.
Sicurezza 2007-2013, (nei pressi di via Roma, nonché a chiesto all’agenzia del corpo “le lamen- Padula. Il vice-
un progetto a cura del pochi passi dal Castello comunale di demanio di provvedere tele degli utenti, sindaco ha porta-
Settore Manutenzioni, Piazza Battisti). Nella palazzina, già alla liberazione di per- per lo più anzia- to all’attenzione
per l’adeguamento sta- assegnata al comune di Caivano per sone e cose. La relativa ni, che nelle mat- dei vertici cam-
Qualiano, incidenti in via S. Francesco
tico-funzionale della essere destinata ad uffici, sarà alloca- procedura è tutt’ora in tinate prestabilite pani di Poste Ita- a Patria: scatta la protesta dei residenti
struttura denominata to il settore Ragioneria, finanze e tri- corso. debbono subire liane la necessità
“ex villa Moccia” già ogni sorta di dell’apertura di QUALIANO (fb) - La circumvallazione
confiscata alla crimina- esterna resta una delle strade più pericolo-
lità organizzata, da adi- Giugliano - Presente anche il consigliere delegato Pezzella disagio per poter
ritirare la propria
un secondo uffi-
cio in città, per se dell’area nord di Napoli. La rotonda nei
bire ad attività di inte- pensione nell’u- limitare i disagi e pressi di Qualiano, che collega la città a
grazione dei rom. La
realizzazione del pro- Ambiente, Pianese incontra gli studenti nico Ufficio
Postale”. Nella
per evitare la
“migrazione”
Giugliano e Villaricca, è stata spesso
luogo di gravi incidenti stradali. Gli auto-
getto determinerà l’am- GIUGLIANO (rp) - Si è tenuto se – dialogare con i giovani di lettera, il presi- presso altri uffici mobilisti, lanciati dai lunghi rettilinei del ‘doppio
pliamento e la riquali- presso la stanza del sindaco Gio- tematiche che sono importanti, dente della Fipac dei comuni limi- senso’, non riescono a frenare in tempo e, perdendo il
ficazione del campo vanni Pianese l’incontro richie- come l’ambiente. Questi giovani critica la chiusu- trofi. Il direttore controllo dell’automobile, vanno a finire nella rotato-
nomadi, attraverso l’u- sto dai bambini della scuola Pari- hanno dimostrato molto interesse ra pomeridiana della filiale ria al centro della carreggiata.
tilizzo della parte resi- taria “Marianna”. La richiesta per questa problematica, anche dell’ufficio di via Andriolo ha assi-
dua dell’area confisca- dell’incontro redatta dai nell’esposizione dei Principe di Pie- curato che nelle
ta alla camorra, con stessi bambini ha avuto quesiti. Ho notato una monte, che “in prossime settima-
annesso edificio. come tematica l’ambien- padronanza di chi parte ovviava ne, per venire Crispano, il sindaco Carlo Esposito
Rimuovendo a tal fine te, nell’ambito del pro- vuole contribuire e
le condizioni di perico- getto didattico-educativo diffondere il giusto
alle carenza della struttura”, in incontro alle esigenze degli utenti stringe i tempi per il nuovo esecutivo
una città che “supera i dicianno- più anziani, saranno potenziati gli
lo e migliorando le sviluppato dagli stessi messaggio per rendere vemila abitanti”. Il problema sportelli dell’ufficio con nuove
alunni e denominato migliore la quotidia- CRISPANO (pdm) - Ieri il primo consi-
condizioni delle perso- della fila e dei disagi avviene unità e si cercherà, altresì, di glio comunale della nuova amministra-
ne residenti. Nell’ulti- “valorizzazione dell’am- nità della nostra vita.
biente”. I circa 50 bam- Ringrazio – conclude solo nei primi giorni del mese, migliorare la qualità del servizio zione di Crispano. Si è tenuto alle ore
mo mese diversi sono quando sono in pagamento le e dell’eventuale attesa. Per una diciannove (prima convocazione) nella
stati i provvedimenti bini hanno rivolto a Pia- Pianese – i docenti che
nese e al consigliere delegato con progetti mirati contribuiranno pensioni e gli anziani si affollano seconda struttura i tempi sono sala consiliare intitolata al sindaco Raf-
del commissario straor- presso l’ufficio per prelevarle. In lunghi. Ed il calo delle operazioni faele Galante. Nei prossimi giorni il
dinario Marco Valen- all’Ecologia Giulio Pezzella, ad educare, con l’aiuto delle Isti-
quesiti inerente l’inquinamento e tuzioni, i giovani che sono il vola- altri periodi del mese, secondo i a favore di uffici limitrofi, pur- nuovo sindaco Carlo Esposito (nella foto) renderà
tini al fine di dare un dati delle poste, le operazioni troppo, non rende conveniente noto i nomi dei componenti della giunta comunale,
importante segnale la raccolta differenziata. “Diventa no per un effettivo cambiamento
importante – ha affermato Piane- della nostra città”. sono in numero sempre inferiore. l’insediamento di un’altra struttu- dopo una lunga e importante riflessione.
Per superare i disagi e le lamente- ra sul territorio comunale.
18 Sabato 17 Aprile 2010 Napoli Nord CRONACHE di NAPOLI

GIUGLIANO La difesa ha chiesto al Riesame di restituire i beni agli imprenditori


VILLARICCA
LA CRONACA Clan Mallardo, fissata l’udienza per il dissequestro
GIUGLIANO (rp) - E’ stata fis- se ne serviva come strumento per same lascia in cella solo Giovanni
sata al venti aprile l’udienza per la taglieggiare l’economia pulita. Per e Domenico Dell’Aquila. Boccia-
Ha dato appuntamento discussione del dissequestro dei il momento i giudici della ottava ta, dunque, l’impostazione accusa-
beni finiti sotto chiave nell’ambito sezione penale, collegio A, del tri- toria sostenuta dall’Antimafia e
alla sua vittima dell’operazione Arcobaleno, che bunale del Riesame di Napoli, cristallizzata nell’ordinanza di
ha visto coinvolto esponenti del composta dai giudici Ferro, Gril- custodia cautelare in carcere ese-
poi ha cercato di colpirlo clan Mallardo. La difesa ha chie- lo e Di Stasio, hanno disposto la guita lo scorso 23 marzo. Bocciate
sto al Riesame il dissequestro di scarcerazione di nove indagati, le accuse di associazione di stam-
con l’arma da taglio tutto il patrimonio sequestrato nel- ritenendo insussistenti gli elementi po mafioso, di riciclaggio di dena-
l’ambito dell’operazione, circa indiziari raccolti nei loro confron- ro sporco e di intestazione fittizia
di Fabio D’Avino Il coltello 500 milioni di euro fatto di azioni ti. Sono tornati in libertà: Carmi- di beni che erano state formulate
usato dal societarie, case, complessi immo- ne Maisto, Emilio D’Alterio, sulla scorta di un articolato lavoro
VILLARICCA - Una storia di tradi- 54enne biliari ed anche di quote di società Raffaele Carlino, Gaetano della Finanza che aveva spulciato
menti che ha avuto come protagonisti sequestrato sportive. Persino il Giugliano cal- Abruzzese, i due omonimi Anto- i conti correnti delle imprese rite-
principali un 26enne di Giugliano e il dalla guardia cio era finito sotto sequestro per- nio Pirozzi, Domenico Petito e nute in odore di camorra nonché
padre dell’amante. Non era la prima di Finanza ché secondo il pool antimafia Pietro Paolo Dell’Aquila. L’otta- quelli personali delle persone poi
volta che il giovane riceveva minacce di Giugliano nelle mire del clan Mallardo che va sezione del Tribunale del Rie- finiti in cella.
da Raffaele Pagnotta (nella
foto) un 54enne di Piscinola,
gestore di un esercizio com-
merciale a Napoli. Ma sta-
Alla base dell’aggressione una presunta relazione tra sua figlia e l’uomo residente a Giugliano
volta, sembra che stava dav-
vero per rischiare la vita.
Non è un semplice adulterio.
La donna che sembra essere
coinvolta nella relazione ha
famiglia, così come il
26enne di Giugliano. L’aver
chiesto già la pratica di
divorzio, forse, la faceva
Tenta di pugnalare un 26enne, preso
sentire più libera di poter
ricominciare una nuova vita.
Ad indignarsi più di tutti
E’ stato bloccato con un coltello sulla Circumvallazione esterna
della relazione, è stato il
padre della donna, che sembra non potenzialmente, capace di realizzare CASANDRIN0 Come vice è stato eletto il consigliere di minoranza Domenico Silvestre. Distribuite le deleghe agli assessori
aver digerito che il giovane giuglia- davvero la minaccia che aveva fatto
poco prima al giovane. E’ qui che
nese intrattenesse questo tipo di rap-
porto con la figlia. Il 54enne ha più
volte avvisato il giovane, minaccian-
dolo, fino al punto da proporgli un
incontro. La zona indicata dall’uomo
intervengono gli uomini della guardia
di finanza, che mettono fine alla col-
luttazione arrestando Raffaele
Pagnotta. Il 54enne, durante la collut-
tazione, ha riportato un taglio alla
Chiacchio nominato presidente dell’Assise
CASANDRINO (Tc) - Rispettato voli della minoranza e cinque glio. E’ stato votato dalla minoran- rali; Salvatore Petito, l’assessorato
è stata la circumvallazione esterna, il il copione della prima seduta del astensioni. Il presidente Chiacchio za Domenico Silvestre. Dopo le allo Sport, Cultura e Tempo libero;
cosiddetto ‘doppio mano, rimediando sei punti di sutura.
Testimonianza, que- civico consesso, alla presenza di un ha preso poi in mano le redini del- due votazioni, l’Assise è proseguita Antonio Belardo, curerà l’assesso-
senso’, all’altezza di una folto numero di cittadini che hanno l’Assise ed ha dichiarato nel suo con la presentazione degli indirizzi rato alle Politiche sociali; Tamma-
delle tante rotatorie che sta, della pericolosità
della lama del coltel- gremito l’aula consiliare di via discorso d’insediamento la sua generali di governo, con il giura- ro Migliaccio, i Lavori Pubblici e
intervallano l’asse viario. Caduti di Nassirya, giovedì sera. E’ volontà di fare rispettare statuto e mento del sindaco e la comunica- Viabilità; Luca Morelli, la delega
Un faccia a faccia, dun- lo utilizzato dall’uo-
mo per affrontare il stato il sindaco Antimo Silvestre regolamento del civico consesso, zione della nomina dei componenti al Bilancio e Programmazione eco-
que, alla rotonda cono- ad aprire la prima seduta dell’Assi- per permettere lo svolgimento otti- della giunta comunale: Salvatore nomica. I consiglieri di opposizio-
sciuta come quella di giovane. E’ così che
‘Villaricca’. I due si Raffaele Pagnotta, se del suo secondo mandato. All’u- male delle adunanze. La maggio- Picardi, vicesindaco con deleghe ne Salvatore Volpe, Alfredo e
incontrano. Il 26enne di padre della donna che nanimità è passato il primo punto ranza si è astenuta, come previsto all’Ecologia ed all’Edilizia scola- William Di Lorenzo, Michele e
Giugliano sale nell’auto sembra aver intrapre- all’ordine del giorno che riguarda- dalla Statuto comunale, per l’ele- stica; Angelo Chianese all’Urbani- Angelo Chianese, Domenico Sil-
del padre dell’amante, so una relazione con va l’esame delle condizioni di can- zione del vice presidente del consi- stica, Contenzioso ed Affari gene- vestre e Alfredo Galdieri, ieri
convinto, probabilmente, la figlia, è stato arre- didabilità, eleggibilità e compatibi- mattina, hanno comunicato, così
di poter chiarire la que- stato dagli uomini lità degli eletti. Poi si è passati come previsto dallo statuto comu-
stione. Non è andata della guardia di all’elezione del presidente del Con- nale, la costituzione del gruppo
così. L’uomo minaccia il finanza di Giugliano, siglio comunale. La maggioranza consiliare “Libertà e Democrazia”
giovane che, anche se ‘reduce’ degli diretti dal capitano Michele Ciarla, e ha scelto di affidare questo delicato e hanno nominato capogruppo il
avvisi precedenti, decide di scendere spedito dietro le sbarre del carcere di compito a Nicola Chiacchio, che consigliere Volpe. Hanno inoltre
dall’auto e scappare. Il 54enne decide Poggioreale. Il giovane sembra esse- ha incassato anche due voti favore- chiesto un idoneo locale per svol-
di abbandonare la propria auto sul re uscito illeso dallo scontro, sicura- gere le riunione del gruppo presso
posto e intraprendere l’inseguimento mente scioccato dall’accaduto. Un la sede municipale per meglio
del giovane a piedi. La scena, però, incontro di ‘chiarimento’ ha rischiato
di trasformarsi in tragedia. Il 54enne
L’esecutivo espletare il proprio mandato di
vigilanza e controllo degli atti. Il
non passa inosservata alla pattuglia
della guardia di finanza che transita- di Piscinola, però, è stato sorpreso in La squadra di Governo consigliere d’opposizione Angelo
va in zona. L’uomo riesce a raggiun- flagranza dalle forze dell’ordine e di Antimo Silvestre è formata Chianese, membro del gruppo
gere il giovane. I due danno vita ad non ha portato a termine quello che, da sei assessori: Picardi (Ecologia), “Libertà e Democrazia”, ha inoltre
una colluttazione. Il padre della probabilmente, era intenzionato a Chianese (Urbanistica), Petito (Sport), comunicato al presidente, secondo
donna sferra una coltellata con un’ar- fare. E’ stato trasferito, successiva- Belardo (Politiche sociali), le vigenti normative, la propria
ma dalla lama di quindici centimetri. mente all’arresto, nella casa circon- Migliaccio (Viabilità) e Morelli (Bilancio) appartenenza partitica all’Unione
Nicola Chiacchio Domenico Silvestre
Il 54enne, dunque, era armato e, dariale di Poggioreale. di Centro - Udc.

CAIVANO Non è stata ancora decisa la delega che coprirà l’esponente della lista civica. Angelino in corsa per la leadership del Consiglio

Giunta Falco, Ciccarelli in pole position


CAIVANO (Piera Di Micco) Bilancio, Conto Economico e degli avvocati esterni per il Giuseppe Marino, Pasquale
Melito, evade dai domiciliari:
43enne rinchiuso a Poggioreale
- Il sindaco Antonio Falco sta Conto del Patrimonio. Ha fatto conferimento degli incarichi di Mennilo, Pasquale Angelino,
per ufficializzare i nomi dei effettuare il primo trattamento rappresentanza e difesa in giu- Gennaro Riccio, Raffaele MELITO (fc) - Esce di casa violando
componenti della nuova giunta di disinfestazione adulticida su dizio del comune di Caivano. Del Gaudio, Giamante Ali- gli obblighi della detenzione domici-
comunale. Un nome certo tutto il territorio di Caivano. Per quanto riguarda la nuova brico, Giacinto Libertini, liare. Fortunato Battaglia quaranta-
sembra essere quello di Carlo Un intervento che rientra nella amministrazione insediatasi, Alessio Vanacore e Antonio treenne di Melito è finito dietro le
Ciccarelli, anche se non è pianificazione della tutela nei prossimi giorni verranno Abbagliato. Simone Mono- sbarre per aver violato gli obblighi
stata ad oggi resa nota la dele- ambientale per la garanzia dei ufficializzati anche i compo- poli, Mario Della Rossa, della detenzione domiciliare. Nello
ga che andrà a ricoprire. cittadini. E’ definita generica- nenti del consiglio, di cui i Mario De Giorgio, Giuseppe specifico, il malvivente aveva com-
Secondo indiscrezioni, si parla mente come l’insieme di ope- nomi degli eletti già sono noti: Bernardo, Giuseppe Celien- messo un evasione dai casalinghi inter-
di un ingresso in giunta da razioni tendenti alla elimina- Francesco Emione, Giusep- to, Giuseppe Mellone, Alfon- cettata dai carabinieri di Casoria. Pertanto dopo
subito di Vincenzo Angelino zione, o per lo meno alla limi- pe Carofilo, Vincenzo Ange- so Castelli, Michele Vittorio- che gli investigatori hanno comunicato la viola-
che si dimetterebbe per andare tazione dei parassiti e dei loro lino, Maria Cantone, Arcan- so, Domenico Natale, Fran- zione all’autorità giudiziaria, è scattata una misu-
a fare il vicesindaco. A sosti- danni. Altra azione del com- gelo Serrao, Raffaele Marsi- cesco Casaburo, Raffaele ra di aggravamento.
tuirlo in consiglio Lorenzo missario straordinario riguarda co, Enzo Pinto, Alessandro Gebiola e Arcangelo Della
Sivo. Altro nome che sembra la costituzione degli elenchi Ummarino, Sabatino Peluso, Rocca.
Il sindaco Antonio Falco
Casavatore, ‘snobba’ la misura
trapelare in merito alla nuova
giunta è quello di Mariaconsi- restrittiva: 20enne dietro le sbarre
glia Aquilone. Tra l’altro
CASAVATORE (fc) - Sorpreso
sembra che il sindaco dovrà CASALNUOVO Dopo l’interdittiva antimafia il servizio di igiene urbana è stato affidato all’Igica di Caivano fuori dalla sua abitazione in regime
effettuare anche una scelta fra
tre nomi, quello di Fabio degli arresti domiciliari. A finire in
manette per evasione dagli obblighi
Mariniello, Salvatore Fusco
e l’avvocato Mario Setola,
componenti della lista Api. Per
ora è tutto in itinere. Per ora è
Rifiuti, Peluso: conterremo i disagi per il passaggio di cantiere dei casalinghi è stato Eduardo
Errichiello ventenne di Casavatore.
Nello specifico, il malvivente stava
fondamentale che la macchina CASALNUOVO (rp) - L’amministra- va antimafia che, per la seconda volta della Procura di Nola, ed in regime degli arresti domiciliari
amministrativa vada a regime zione comunale di Casalnuovo guidata nell’arco di un anno, ha colpito la in tale ambito anche per un concorso in rapina insieme ad altri
e che si crei coesione in Consi- dal primo cittadino Antonio Peluso ha Sa.Ba. Ecologia, e con cui il Prefetto presso il comune di complici commesso a Casalnuovo ai danni di
glio e successivamente si pen- avviato la campagna di informazione di Napoli, Alessandro Pansa, obbliga- Casalnuovo, si è proce- una cornetteria .
serà a stabilire un esecutivo e sensibilizzazione per scongiurare va i comuni che avevano rapporti con duto all’acquisizione di
stabile e duraturo. Intanto un eventuali rischi di emergenza rifiuti, a la società in questione, rescindere il tutti gli atti relativi al Mugnano, viabilità in tilt in via Pietro Nenni
passo fondamentale è stato già causa dei possibili disagi correlati al contratto. Contestualmente alla rice- contratto che legava la
fatto, giovedì, infatti si è cele- passaggio di cantiere tra la SaBa Eco- zione della nota dell’Ufficio Territoria- Sa.Ba al comune, per Automobilisti costretti ad ore di traffico
brata la cerimonia di investitu- logia e la Igica Spa. L’impegno della le di Governo, il comune ha immedia- verificare la presenza di
ra presso la sede del municipio cittadinanza, e la tempestività d’azione tamente avviato una procedura nego- eventuali irregolarità. Al MUGNANO (fda) - La Circumvalla-
in piazza cesare Battisti. Intan- dell’amministrazione stanno al ziata in via d’urgenza per la selezione vaglio, quindi, l’intera zione esterna, specialmente a ridosso
to il commissario straordina- momento evitando il verificarsi di del nuovo affidatario del servizio, che procedura amministrati- delle rotatorie, diventa una vera e pro-
rio, Marco Valentini, fino ai pesanti disagi, per cui si auspica di si è conclusa con l’assegnazione, sia va di affidamento che pria trappola per gli automobilisti. Il
suoi ultimi giorni di lavoro si è poter mantenere gli apprezzabili risul- pure provvisoria, alla Igica Spa, essen- risale all’anno 2008. motivo sono le innumerevoli auto dei
messo in azione per la città di tati finora raggiunti in fatto di raccolta do l’Ente in attesa della trasmissione L’assegnazione del ser- lavoratori e quelle dirette, invece, verso i
Caivano. Ha approvato il Ren- differenziata che, nei mesi di gennaio, del certificato antimafia da parte della vizio alla SaBa Ecologia, è avvenuto Il sindaco negozi ed i centri commerciali della
diconto della gestione relativo febbraio e marzo, avevano fatto supe- Prefettura competente. Sull’affidamen- durante la gestione commissariale di Antonio zona. Le strade alternative, purtroppo,
all’Esercizio Finanziario 2009, rare la soglia del 30%. La problemati- to dell’appalto per la gestione dei rifiu- Casalnuovo, seguita allo scioglimento Peluso sono poche, e comunque il rischio di rimanere
comprensivo del Conto del ca segue il provvedimento di interditti- ti alla SaBa, sono in corso le indagini degli organi elettivi locali. bloccati anche nelle strade parallele è molto alto.
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Nord Sabato 17 Aprile 2010
19
ACERRA SANT’ANTIMO - Sono di Casandrino e Orta di Atella SANT’ANTIMO - Il sindaco Piemonte: il servizio sarà migliorato
LA CRONACA Ricettazione, coppia in manette Raccolta differenziata, l’Igica subentra alla Saba
SANT’ANTIMO (rp) - A Sant'antimo i carabinieri della locale tenenza SANT’ANTIMO (rp) - Passaggio di sta del comune la ditta ha offerto la pro-
hanno sottoposto a fermo per ricettazione Pasquale Marrazzo, 37enne di testimone per il servizio di raccolta diffe- pria disponibilità ad effettuare il servizio
Processati per direttissima: Casandrino, e Simeone Patricelli, 18enne di Orta di Atella. I militari dell’Ar- renziata. Da qualche giorno ad occuparsi di raccolta differenziata nei tempi e nelle
ma hanno sorpreso i due all'interno di un appezzamento di terreno, delimitato del ritiro dei solidi urbani per le strade modalità stabilite precedentemente con la
in due sono stati scarcerati con delle lamiere in via delle Rondini, mentre erano intenti a smontare una cittadine santantimesi è la nuova ditta precedente ditta. “Abbiamo fatto si che
Mercedes cle350. Alla vista degli uomini della Benemerita la coppia si è data Igica. A seguito dell’interdizione dall’in- sia i cittadini ma anche il nostro paese
mentre l’altro è stato alla fuga, ma è stata però bloccata dopo un breve inseguimento. I carabinieri carico alla ditta Saba, che aveva parteci- non soffrisse di questo cambio, non inter-
hanno accertato che l’autovettura in questione era provento di un furto denun- pato e vinto la gara indetta dal comune di rompendo un servizio così importante -
sottoposto all’obbligo di firma ciato il 14 aprile alla stazione dei miliari di Palma Campania da un 50enne del Sant’Antimo nel 2008; da parte della Pre- ha dichiarato il sindaco Francesco Pie-
luogo. Nel corso della perquisizione i carabinieri hanno rinvenuto e sequestra- fettura non essendo in possesso del certi- monte (nella foto) - Naturalmente, la rac-
to, tra altri veicoli sinistrati la cui provenienza è in corso di accertamento, 3 ficato antimafia; il comune di Sant’Anti- colta differenziata a Sant’Antimo è un
autovetture: un’altra mercedes cle350, una Peugeout 107 e una Fiat Panda. Il mo ha immediatamente provveduto a servizio che sicuramente sarà migliorato
terreno dove sono state trovate le vetture, i proprietà di un 59enne del luogo sostituire la ditta uscente con una nuova. e potenziato probabilmente anche
denunciato per favoreggiamento, è stato sottoposto a sequestro, mentre le Avendo anch’èssa partecipato alla gara mediante campagne di sensibilizzazione”
autovetture sono tutte in corso di restituzione ai legittimi proprietari. ad evidenza pubblica nel 2008, su richie- conclude.

I militari sono entrati in azione in via Benevento quando hanno notato due degli arrestati agire con fare sospetto

Resistenza a pubblico ufficiale, presi in 3


Erano in evidente stato di ebbrezza, hanno cercato di darsi alla fuga ma è stato inutile
di Ferdinando Orefice lano, che erano fermi vicino ad una in evidente stato di ebbrezza, ha cer- stato subito braccato. Inoltre, nel
ACERRA - Erano ebri e stavano
delle auto parcheggiate a via Bene-
vento. Ma proprio quando i carabi-
cato di liberarsi dalla loro presa per
evitare di essere identificato. Nel
corso degli accertamenti è emerso MELITO
che tutti avevano un tasso alcolico
facendo chissà che cosa a via Bene- nieri stavano per avvicinarsi con la frattempo Longo, che era riuscito a nel sangue superiore a quello con-
vento, che è stata lo sfondo di un vero
e proprio teatrino: due persone erano
ferme vicino ad un’auto parcheggiata
volante per accertarsi che fosse tutto
in ordine, il duo ha iniziato a scappa-
re a gambe levate. A quel punto gli
dileguarsi, non è chiaro ancora per-
ché, è tornato a via Benevento a
bordo di una Fiat Panda, guidata da
sentito, per cui Montano è stato
anche denunciato per guida in stato
E’ Arsenti il nuovo assessore
di ebbrezza e la sua auto è stata sot-
e quando hanno visto da lontano una
volante dei carabinieri della stazione
di Acerra, hanno iniziato a correre a
uomini della Benemerita, ancor più
insospettiti, sono scesi dalla volante
sono partiti al loro inseguimento, riu-
Montano, che appena ha visto le
forze dell’ordine, ha schiacciato il
piede sull’acceleratore ed ha cercato
toposta al fermo amministrativo.
Attualmente, però, sono uno di loro è
ancora in cella, perché gli altri due
al Bilancio: “Situazione
più non posso; di conseguenza i mili-
tari dell’Arma si sono insospettiti e li
hanno inseguiti, riuscendo, però, a
scendo a bloccare solo Catalano, che di scappare inutilmente, perché è sono stati scarcerati.
finanziaria soddisfacente”
MELITO (Luciano Mottola) - risultati”. Tra qualche settimana
braccare solo uno dei due. Ma nel BACOLI - Il consigliere provinciale punta dritto alle esigenze primarie della città Cambia ancora destinatario la il Consiglio si riunirà per l’ap-
frattempo colui che era scappato, è delega al Bilancio e questa provazione del bilancio consun-
tornato sul posto a bordo di una mac-
china guidata da un terzo complice
(di cosa ancora non è chiaro), che
quando si è avveduto della presenza
Il neosindaco Schiano pensa ad una delega volta, con ogni probabilità, in
via definitiva. Il nuovo assesso-
re al Bilancio, Programmazione
tivo e proprio su questo argo-
mento è intervenuto il neoasses-
sore. “La situazione finanziaria
delle forze dell’ordine, ha cercato
disperatamente di dileguarsi. Un ten-
tativo di fuga, che è stato a dir poco
alla Normalità e alla Manutenzione ordinaria e Finanze è Angela Arsenti
(nella foto). Arsenti trova spazio
accanto a Mariarosaria Maisto
del Comune è soddisfacente e
non posso fare altro che congra-
tularmi con l’amministrazione.
BACOLI (jogedera) - Si trascina ingessato invece il totoassessori. in giunta stabilendo un vero e Lavoreremo a pieno ritmo
inutile, perché gli uomini della Bene- proprio record. Non era mai affinché le casse comunali pos-
merita sono saliti a bordo della vol- senza troppe sorprese la settimana Quello che sembra evidente è che
successiva all’ultimo ballottaggio Ermanno Schiano, a differenza del successo nella storia della città sano essere sempre più floride.
tante e li hanno raggiunti. I protagoni- che l’esecutivo La situazione finan-
sti di questo “siparietto” sono stati che, con una vittoria a dir poco suo predecessore, Antonio Coppola,
schiacciante, ha permesso al consi- non andrà alla ricerca di super- vedesse la presenza ziaria del Comune è
Antonio Longo, 46enne di via Deled- contemporanea di positiva grazie agli
da, Marco Catalano, 28enne di via gliere provinciale di maggioranza, esperti bensì selezionerà nomi vicini
Ermanno Schiano (nella foto), di al partito che gli ha consentito la due donne. La gio- assestamenti portati
Madonnelle, e Nicola Montano, vane commercialista dal sindaco. La ridu-
38enne di via Tasso, i quali si sono divenire il sindaco della città di candidatura e la vittoria. Un’assise
Bacoli. Risultato inequivocabile il pubblica all’interno della quale vi melitese non è zione dell’aliquota
tutti ritrovati con i ferri stretti attorno nuova ad esperienze Irpef del 50% rappre-
ai polsi per il reato di resistenza a quale lascia alla porta il Partito saranno esponenti anche dell’Udc e
Democratico di Carlo Giampaolo della lista civica Ci mettiamo la fac- in via Salvatore Di senta un grande
pubblico ufficiale in concorso. Questi Giacomo. Il neo passo fatto dal Muni-
arresti, però, non sono altro che la il quale, nonostante una netta ed cia la quale, in contrasto con i pro-
evidente rimonta, non è riuscita a nostici, ha raggiunto circa mille voti componente dell’esecutivo cipio ed in un momento di
conseguenza dei tanti servizi di perlu- amentiano, infatti, faceva parte grande crisi economica rappre-
strazioni che sono stati ordinati nella recuperare i tremila voti di svantag- e si è imposta come terza forza del
gio che lo dividevano dal più titola- paese dopo il Pdl ed il Pd. A casa fino a qualche giorno fa del senta un grande aiuto per la
cittadina acerrana, dove chi di dovere nucleo di gestione. “Ringrazio il città. Annuncio con grande pia-
ha disposto una serie di controlli to avversario di centro-destra. Difat- giunta. Il neo sindaco, sin dalle invece, con estremo clamore, sia
ti, conti e calcolatrice alla mano, a prime battute della campagna eletto- Sinistra e Libertà che Italia dei sindaco Antonio Amente per cere che l’amministrazione è
straordinari, al fine di contrastare la fiducia e la grande opportu- già al lavoro per ridurre ulterior-
efficacemente tutti i fenomeni di ille- poco e nulla sembra essere servito rale, aveva annunciato, infatti, che i Valori le quali non hanno raggiunto
l’appoggio esterno di alcune realtà suoi primi provvedimenti da primo l’agognato seggio in Consiglio. nità - ha così esordito Arsenti - mente l’imposta”. “Lavorerò
galità e di garantire quanta più sicu- L’incarico è delicato, ma mi per evitare sprechi di risorse -
rezza ai cittadini. Difatti, proprio nel politiche le quali, dopo il risultato cittadino avrebbero riguardato le Difatti, di contro alle aspettative
del primo turno, hanno in gran parte esigenze primarie del paese, assolu- pre-elettorali, le due forze di centro- proietto con entusiasmo nel ha concluso Arsenti - così come
corso di uno di questi servizi una solo interesse della comunità. il governo ha già fatto in questi
delle pattuglie in perlustrazione è riposto i remi in barca in vista di un tamente tralasciate negli ultimi sinistra non hanno raccolto insieme
ballottaggio dall’esito scontato. Una mesi. Rifacimento di alcuni manti neanche il migliaio di voti lasciando Contribuirà ad una corretta fun- ultimi anni. Dopo il Bilancio,
incappata nei tre uomini ebri, anche zione amministrativa, già avvia- lavorerà a stretto contatto con i
se all’inizio ne erano solo due: ad vittoria per cui sarà prevista una stradali, provvedimenti che riguar- tutti i posti di coalizione al Partito
delega alla Normalità ed alla manu- deranno vivibilità ed igiene le cose Democratico ed ai suoi sei consi- ta con l’insediamento dell’am- colleghi della giunta, il sindaco
attirare l’attenzione dei militari del- ministrazione di centrodestra e il presidente della commissio-
l’Arma, infatti, è stato proprio lo stato tenzione ordinaria del territorio in urgenti da trattare. Abbastanza glieri.
che finora ha ottenuto ottimi ne Finanze Marco Ponticiello.
in cui versavano i due, Longo e Cata-

BACOLI Manutenzione Grotte dell’Acqua, interviene il presidente del Cic BACOLI Il Municipio conferma il degrado ambientale

Aragona ‘chiama’ il Comune Lago Miseno, cresce l’allarme


BACOLI (Josi Gerardo BACOLI (jgdr) - Allarme ambientale
Villaricca, alla guida di un’auto
risultata rubata: fermato 41enne
Della Ragione) – “Sono presso il lago Miseno: è arrivato nei gior-
pronto a contattare la ni scorsi il primo resoconto informativo VILLARICCA - A Villaricca i carabi-
nuova amministrazione di rilasciato dagli uffici della Protezione nieri della locale stazione hanno sottopo-
Bacoli per comprendere civile regionale: “Il Comune di Bacoli ci sto a fermo per ricettazione di autovettura
cosa vuol fare per la ha confermato che è da tempo a cono- rubata C.A., 41 anni incensurato residen-
messa in sicurezza, la scenza del degrado e dell’inquinamento te a Melito, bloccato sul corso Italia a
gestione e la manutenzio- in cui verte il lago Miseno. Una situazio- bordo della Fiat Punto di un 29enne di
ne delle rinomate Grotte ne anormale - ha continuato un responsa- casandrino compendio di furto denunciato il 10 otto-
dell’Acqua. E’ con que- bile dell’ente - per la quale l’Ufficio Tec- bre del 2005 alla stazione dei carabinieri di Grumo
st’affermazione di Raf- nico di via Lungolago ha fatto sapere di Nevano. Il fermato è stato rinchiuso a Poggioreale.
faele Aragona, presiden- aver già attivato, attraverso gli uffici pre-
te del Centro Ittico Cam- posti, una serie di indagini per accertare Pozzuoli, arte contemporanea
pano, che si è concluso il le cause di questo stato di cose. Analisi le
primo incontro ufficiale sociazione ripulirono la lamentele di Aragona: quali avrebbero individuato nell’emissio- luogo tenuto dai responsabili afferenti al parco archeologico di Cuma
tenutosi presso il parco zona antistante la fati- “Da mesi e mesi sto cer- ne di zolfo l’unica causa che ha prodotto all’Unità di Geochimica dei Fluidi dell’
monumentale del Fusaro scente struttura d’epoca cando di convincere i vari la presenza della schiuma giallastra e Osservatorio Vesuviano sede di Napoli POZZUOLI - Cumae Ars Sine
tra il responsabile di circa romana. “Abbiamo inten- enti affinchè presso le delle alghe putrefatte e maleodoranti che dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vul- Tempora, Oggi e domani dalle
un quinto del territorio zione di dare il nostro Grotte dell’Acqua venga da tempo stanziano sulla superficie lacu- canologia, al fine di verificare un’even- 10:30 alle 17:30 al parco archeolo-
bacolese ed una folta contributo per riqualifica- posto un cancello di pro- stre.”. Delucidazioni, che non hanno con- tuale presenza anomala fluidi vulcanici si gico di Cuma è di scena l’arte con-
delegazione del Coordi- re una zona sottratta negli tezione contro i vandali. vinto i numerosi cittadini da tempo impe- è effettuato un campionamento delle temporanea in mostra tra le antiche
namento delle Periferie di ultimi decenni alla comu- Ma dopo ben sette mesi gnati per porre luce su di una problemati- acque lacustri a fondo lago (con profon- rovine. L’Acropoli è il meraviglioso
Bacoli. L’incontro, durato nità locale. Di certo – non mi è giunta ancora ca tanto rilevante per l’intero circondario dità fra 1.5 e 2 metri) in ben 4 punti. Ana- scenario dell’evento organizzato dal gruppo
poco più di un’ora, è stato continuano i rappresen- nessuna risposta. Per ciò flegreo. Rabbia e perplessità che, dopo la lisi i cui risultati - continua uno stralcio Sibilla in cui l’arte è protagonista nei suoi
interamente incentrato tanti della delegazione – che riguarda invece la sottoscrizione di una petizione popolare della relazione dell’Osservatorio in netto diversi linguaggi.
sulle criticità afferenti il non abbiamo alcuna rivalutazione del sito – atta a mobilitare la stessa Protezione civi- contrasto con le dichiarazione dell’Uffi-
centro termale abbando- intenzione di sostituirci ai continua un inviperito le “a seguito dei gravi danni che stanno cio Tecnico bacolese - non hanno eviden- Monte di Procida, biblioteca
nato a se stesso posto sul dipendenti del Cic ma presidente – bisogna interessando la città di Bacoli” e a richie- ziato la presenza di quantità rilevabili di intitolata al professor Balzano
perimetro del lago e pres- vogliamo spronare il pre- innanzitutto attendere che dere “l’istallazione nello specchio d’ac- fluidi idrotermali vulcanici nelle acque
so il quale lo stesso Coor- sidente Aragona ed il suo la procura faccia abbatte- qua del lago Maremorto di una sonda del lago di Miseno”. Alghe morte e schiu- MONTE DI PROCIDA (jgdr) – Si è
dinamento, attraverso staff affinché, in breve, si re la costruzione abusiva multiparametrica in sondaggio continuo”, me giallastre le quali, senza un’attenta tenuto nella giornata di sabato l’incontro
un’azione assolutamente possa pensare finalmente posta a pochi passi dal che trova vigore anche in seguito ad una politica di prevenzione, di controllo di commemorativo in ricordo del professo-
volontaristica, effettuò ad una progettazione seria reperto archeologico e relazione tecnico-scientifica sottoscritta possibili scarichi abusivi e di manutenzio- re di storia e filosofia presso il liceo di
una manifestazione di atta a mettere in sicurezza che ci si decida ad acqui- dall’Osservatorio Vesuvuano. Documen- ne ordinaria delle foci atte a garantire il Bacoli, Gaetano Balzano. L’evento,
protesta nel corso del 28 l’intera area”. Delle sire parte del territorio to, datato 9 Ottobre 2009 e successivo ricambio d’acqua e delle pompe di solle- caratterizzato anche dall’inaugurazione
dicembre scorso quando, rivendicazioni a cui, nel limitrofo alla Grotte ed alla moria dei pesci verificatesi nello stes- vamento stanti in Miliscola ed affaccianti di una biblioteca scolastica a lui intitolata, si è tenu-
con rastrelli e pale alla corso della riunione, sono attualmente di proprietà so lago Miseno il 23 Settembre 2009, in sul “Mare Morto”, aumenteranno sempre to presso il gremito auditorium del liceo di Torre-
mano, i membri dell’as- giunte le inaspettate di un privato”. cui si evince che “in seguito ad un sopral- di più di un nuovo allarme ambientale. gaveta alla presenza di docenti ed alunni.
20 Sabato 17 Aprile 2010
Napoli Nord CRONACHE di NAPOLI

POZZUOLI POZZUOLI Bloccati due giovani di Licola. Sotto chiave 25 grammi di marijuana nascosti negli indumenti intimi

IL DRAMMA Spaccio di droga, coppia finisce in manette


POZZUOLI (Alessandro Napoli- proprio l’alto flusso di compratori volta, le dosi da vendere ai loro
Era ricoverata nel reparto tano) - Spacciavano “erba” per
strada, davanti ai passanti e alle
a tradirli. I carabinieri, infatti,
erano appostati e pronti ad entrare
clienti, sicuri si trattasse di un
nascondiglio sicuro ed inconsape-
di rianimazione dell’ospedale auto in transito, ma i loro movi-
menti hanno attirato l’attenzione
in azione. Cosa che hanno fatto
senza che i due spacciatori avesse-
voli che invece sarebbe stato uno
dei primi nascondigli ad essere
San Leonardo di Castellammare anche dei carabinieri, che li hanno
arrestati. Uno di loro ha appena 16
ro il tempo di fuggire all’arresto.
Una volta bloccati dai militari, i
scoperto dalle forze dell’ordine. In
totale, tra l’erba trovata in possesso
di Stabia: l’amarezza del primario anni. In manette, con l’accusa di
concorso in spaccio di stupefacenti,
due sono stati sottoposti a perquisi-
zione. Negli indumenti intimi gli
dei due spacciatori e quella recupe-
rata nel tubo di plastica utilizzato
sono finiti due pusher, Vincenzo spacciatori avevano parte della come nascondiglio, i carabinieri
Viola, 35enne di Pozzuoli e il suo marijuana da vendere ai clienti. I hanno sequestrato 25 grammi di
“collega di 16 anni la cui identità, carabinieri, però, hanno approfon- marijuana, già suddivisi in dosi
di Sergio Esposito visto la minore età, non è stata dito i controlli, sicuri di trovare incellophanate. Vincenzo Viola,
divulgata dai militari. Come piazza altra “erba”. Un altro quantitativo che ha alle spalle già diversi prece-
POZZUOLI - E’ morta dopo 27 di spaccio i due avevano la strada di marijuana era stato nascosto denti penali, è stato trasferito nel
giorni di coma nell’ospedale ‘San principale di Licola Mare, a pochi all’interno di un tubo di plastica carcere napoletano di Poggioreale,
Leonardo’ di Castellammare di passi dalla spiaggia. La loro posta- che correva lungo un muro esterno mentre il suo aiutante minorenne si
Stabia (Napoli) Rosa De Angelis, zione era molto conosciuta in zona di un’abitazione. E’ qui che i due trova rinchiuso nel centro di prima
62 anni, ricoverata per una grave e i clienti non mancavano. E’ stato spacciatori prendevano, di volta in accoglienza dei Colli Aminei.
forma di psittacosi, una polmonite
nota come “influenza del
pappagallo” che aveva
contratto da un volatile
regalatole dal marito.
Nonostante un breve miglioramento e la guarigione dall’infezione non ce l’ha fatta a superare la grave crisi respiratoria

‘Influenza del pappagallo’, morta la 62enne


Nonostante un breve
miglioramento e la guari-
gione dall’infezione tra-
smessale dal pappagallo,
morto per la stessa malat-
tia, la donna, nata a Poz-
zuoli non è mai uscita dal
coma. “Abbiamo messo in
campo le tecnologie più
moderne, dalla ventilazio-
ne artificiale con Nava
(respirazione comandata
La donna era in coma e aveva contratto la malattia da un volatile regalatole dal marito
dagli impulsi nervosi), alla deca-
pneizzazione extracorporea (allon-
tanamento dell’anidride carbonica
L’assessore QUARTO Oltre al manto stradale e ai marciapiedi sarà realizzata anche una rotonda tra via Campana e via Masullo
in eccesso), alla ultrafiltrazione
Lavori pubblici
(dialisi renale prolungata e conti-
nua) ma non ce l’abbiamo fatta”,
ha detto amareggiato il direttore
del reparto rianimazione del ‘San
Leonardo’, il professor Aniello
Mario Bramante: “Si è iniziato
con la sistemazione dell’area
antistante la struttura. Bisogna
procedere con i lavori
Secondo lotto, 650mila euro per i lavori
QUARTO (an) - Partiranno proseguono i lavori per il rifaci-
De Nicola. “Purtroppo il danno
causato dal germe è stato massivo
per il consolidamento statico
che saranno seguiti da altri prima dell’estate i lavori per i l
rifacimento del “secondo lotto”
I cantieri saranno aperti prima dell’estate mento di una delle più importan-
ti e trafficate arterie cittadine. La
e l’organismo, alla fine, non ha lavori di riqualificazione
reagito piu’ alle terapie”, ha dell’intero edificio” di via Campana. 650mila euro da prendenti solo alcune “parti” - New Jersey in plastica, apposti consegna è prevista per il prossi-
aggiunto il medico. La donna rico- spendere per comple- sarebbero stati effettuati dall’Al- tre anni fa, come “temporanei”. mo ottobre. A rilento anche i
verata il primo aprile nel nosoco- tare un’opera iniziata bos. I avori, invece, non sono Non solo strade però. Altri fondi lavori per la scuola Saverio gen-
mio stabiese era un’appassionata lo scorso anno, ma mai stati realizzati, al contrario sono in arrivo per la messa in tile di via Picasso. La struttura è
della razza di volatili e nepossede- che ha riguardato solo dell’ipermercato, terminato a sicurezza della scuola superiore chiusa oramai da oltre cinque
va diversi, e propio uno di questi il tratto iniziale delle tempo di record. Come contro- Mario Napoli di via Santa Maria. anni, dopo un serio cedimento
era affetto dal batterio che può via Campana quarte- partita la società ha deciso di Qui i fondi ammontano a circa strutturale che ha visto le sua
infettare le persone attraverso le se. I fondi sono quelli conferire direttamente al Comu- 180mila euro e provengono dal- fondamenta torcersi. “I lavori
piume o gli escrementi, provocan- che la società Albos - ne i fondi. Questi, nella quota di l’Inail. Così come per la scuola sono iniziati con la sistemazione
do sia negli uomini che negli ani- che nel 2007 realizzò 650mila euro, verranno quindi media Piero Gobetti - che ha dell’area antistante la struttura e
mali una rara e temibile forma di l’ipermercato Quarto spesi per rifare ilo look al tratto beneficiato di circa 350mila euro tra pochi giorni inizieranno
polmonite che ha colpito proprio Nuovo di via Masullo centrale dell’antica strada roma- - anche la Mario Napoli si appre- definitivamente - spiega l’asses-
la donna. Prima una febbre con - ha dato al comune di na. Oltre al manto stradale e ai sta a godere di importanti lavori sore ai lavori Pubblici, Mario
tremori, poi la polmonite che l’ha Quarto. Secondo una marciapiedi, i lavori prevedono di ristrutturazione. I lavori alla Bramante (nella foto) - Biso-
portata al coma. De Nicola, ha rac- convenzione stipulata anche la realizzazione della scuola Gobetti sono già in via di gna procedere poi con i lavori
contato, sospettò subito dal raccon- nel 2005 tra l’ente rotonda più contestata degli ulti- conclusione. per il consolidamento statico i
to dei familiari della donna, che la locale e la società mi anni, quella tra via Campana Cantieri sempre più protagonisti quali saranno seguiti da altri
polmonite poteva essere correlata romana, i lavori in e via Masullo. Oggi l’incrocio è a Quarto, quindi. In via Crocillo, lavori di riqualificazione del-
alla morte del pappagallo di cui si quel tratto - ma com- “regolamentato” solamente da dopo diversi problemi iniziali, l’intero edificio”.
occupava l’anziana signora.

CASORIA La struttura è stata più volte utilizzata da alcuni senzatetto. La zona si è più volte trasformata in una discarica a cielo aperto

Rudere abbandonato da anni, degrado in via Pascoli


CASORIA (Raffella Nolasco) - Via per la cospicua presenza di ratti. Sono
Casoria, documento contabile:
il 30 aprile si riunisce il Consiglio
Pascoli è in preda al degrado. Nella arrabbiati i residenti della zona. Il
zona di Arpino, proprio all’esterno di rudere in stato di abbandono è sito CASORIA (rn) - Il Consiglio è convocato in sessio-
uno degli ingressi del parco dei pini all’esterno di uno degli ingressi del ne ordinaria, di prima convocazione per il giorno 30
(detto anche parco 219), un rudere in parco 219, complesso edilizio all’inter- aprile, alle ore 10, presso la sala consiliare della sede
stato di abbandono è stato da anni tra- no del quale vivono più di cinquecento comunale sita in piazza Cirillo, per la trattazione dei
sformato in una sorta di discarica a famiglie. Sono esasperati gli abitanti seguenti argomenti: adempimenti preliminari; piano
cielo aperto dove ogni tipo di rifiuto del parco che all’uscita dei loro palazzi delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari da alle-
viene indebitamente depositato. Nel- trovano tale degrado ambientale. Non gare al bilancio di previsione 2010/2012; program-
l’area in questione, oltre allo stabile solo uscendo di casa i cittadini devo mazione delle consulenze - Approvazione schede
programmatiche per il triennio 2010-2012 - proposta
abbandonato e diroccato all’interno del sopportare il disagio, ma anche affac- al consiglio; approvazione bilancio di previsione
quale (stando a quanto raccontano i ciandosi al balcone o alle finestre dei 2010 - bilancio pluriennale 2010-2011-2012 e rela-
residenti) talvolta vi dormono senza propri appartamenti. Il terreno in que- zione.
tetto che non hanno un posto in cui stione, con annesso rudere, non è una
potersi rifugiare per la notte, c’è un proprietà comunale, ma bensì di privati
discreto appezzamento di terra adibito cittadini. Tuttavia lo stato di abbando-
a discarica. Innanzitutto le erbacce no in cui versa l’area è più che eviden-
Casoria, beatificazione Padre
sono altissime e in mezzo a queste pattume, ma se ci si addentra nel terre- palazzi ed esercizi commerciali. Il cat- te. “Sono anni - afferma un passante - Ludovico: domani l’anniversario
ogni genere di immondizia. Non solo no, tra erba e spazzatura varia, si può tivo odore derivante dagli innumerevo- che questo posto è in queste condizio-
vengono gettati sacchetti con rifiuti notare che l’area è utilizzata da ignoti li rifiuti lasciati a perire tra rami ed ni. Non si capisce perché nessuno CASORIA (rn) - In occasione dell’anniversario
maleodoranti, bottiglie, cartacce, latti- anche per abbandonarvi pezzi di moto- erbacce selvatiche, è nauseabondo. provveda ad obbligare i proprietari a della beatificazione di Padre Ludovico, la cittadi-
ne, ma anche numerosissimi pneumati- cicli ed automobili tagliuzzati dalla Soprattutto con il sopraggiungere del prendere provvedimenti”. I cittadini nanza è invitata a prendere parte alla celebrazione
ci, materassi, barattoli di vernice e dubbia provenienza. E’ un vero scem- caldo, camminare in tale posto, con la sono fortemente arrabbiati per il disa- eucaristica di domenica 18 aprile, alle ore 18:30,
diverso materiale da risulta. Difficile pio quello a cui si assiste in via Pasco- puzza che si sente, diventa impossibile stro ambientale che è presente nella presso la casa natale del Beato Padre Ludovico. Al
districarsi in quella selva sommersa da li, nel bel mezzo del centro abitato tra tanto per l’odore disgustoso, quanto loro zona di residenza. termine della Santa messa il sindaco Stefano Ferra-
ra, alla presenza di autorità civili e religiose, illu-
strerà il progetto: “Percorsi di santità” per riscopri-
CASORIA Il dirigente del settore Ambiente: “Il territorio è privato. Siamo sicuri che i proprietari provvederanno alla bonifica re il cammino di fede dei beati: Padre Ludovico,
Giulia Salzano, Mari Cristina Brando e Luigia

Arcella: ci siamo attivati per la rimozione dei rifiuti


Velotti.

Abusivismo edilizio,
CASORIA (raf.nol) - In merito al l’ente comunale ed il settore Ambien- alla rimozione. In un secondo definitiva un’altra iniziativa è stata in arrivo l’aereo ‘vigile’
rudere abbandonato in via Pascoli, te hanno intrapreso per tentare di momento ne abbiamo fatto un’altra di presa, ovvero quella di chiedere la
nella zona di Arpino l’ingegner - Sal- risolvere la questione - Abbiamo già ordinanza. Adesso siamo alla scaden- recinzione totale del rudere, in modo
POZZUOLI (alenap) - Duecentomila euro da investi-
vatore Arcella, dirigente del settore fatto, per ben due volte, un’ordinanza za dei termini entro i quali i proprieta- che nessuno più possa indebitamente re per l’utilizzo di un aereo speciale capace di indivi-
Ambiente nel Comune di Casoria sindacale di rimozione dei rifiuti”. Va ri del rudere e del terreno circostante utilizzare l’area in questione come duare abusi edilizi perpetrati sul suolo della città. E’
spiega la situazione e chiarisce che lo avanti l’ingegner Arcella spiegando devono provvedere ad eliminare i una sorta di discarica a cielo aperto ed quanto ha intenzione di spendere l’amministrazione
stabile in questione, all’esterno del che diverse iniziative sono state intra- rifiuti lasciati nel luogo Sicuramente, afferma: “Oltre alle due ordinanza comunale di Pozzuoli. L’aereo sarà dotato di macchine
quale sono ubicati innumerevoli rifiu- prese ed afferma: “ Abbiamo fatto una anche questa volta i proprietari ottem- sindacali per la rimozione dei rifiuti fotografiche particolari, dotate di sistemi per la scan-
ti pesanti e non. Arcella dichiara: “Il prima ordinanza sindacale qualche pereranno alla rimozione”. Conclude esterni al rudere, abbiamo anche inti- sione dettagliata del suolo. Le immagini, poi, saranno
territorio è privato - prosegue il diri- tempo fa. In seguito a tale provvedi- il dirigente del settore ambiente mato ai proprietari di recintare il confrontate a ciclo continuo ed ogni nuova fabbricazio-
gente esponendo le iniziative che mento i proprietari hanno ottemperato annunciando che per la risoluzione lotto”. ne potrà essere scoperta nel giro di pochissimi giorni.
22 Sabato 17 Aprile 2010
Nolano CRONACHE di NAPOLI

SANT’ANASTASIA L’incendio nel centro cittadino, i residenti hanno avvisato le forze dell’ordine e i vigili del fuoco
NOLA
LA CRONACA Furgone ridotto in cenere dalle fiamme, giallo sulle cause
SANT’ANASTASIA (Ciro Ammanedo- sono stati allertati i mezzi di soccorso. I zeria è stato solo lambito dalle fiamme. I
la) - Camion in fiamme in centro. E’ gial- vigili del fuoco diretti dal capo squadra vigili del fuoco hanno eseguito un accurato
lo sulle cause. In merito stanno indagando Borrelli e dal responsabile Ciro Mirabile sopralluogo. Sul posto nel frattempo sono
gli agenti del commissariato locale e gli sono intervenuti dopo pochi munti. Nel giunti anche gli agenti. Il proprietario della
uomini della scientifica L’incendio è scop- frattempo anche il proprietario del camion vettura è stato ascoltato. Al vaglio degli
piato poco dopo le 23 , quando presso il si è precipitato in strada per spegnere l’ investigatori anche alcune testimonianze di
distaccamento dei vigili del fuoco di Pon- incendio. Tentativo reso vano dalle vaste residenti oltre la posizione del titolare. Gli
Da febbraio a luglio dello scorso anno ticelli è pervenuta la segnalazione di un proporzioni assunte dall’incendio. E’ stato inquirenti stanno appurando se possa
grosso incendio scoppiato lungo il ciglio necessario l’intervento di pompieri per essersi trattato di un incendio doloso. Al
avrebbero prestato la somma di 64mila della strada. La parte posteriore di un fur- domare le fiamme. Il lavoro dei caschi momento nulla di ufficiale trapela. Se que-
gone stava bruciando. Ad accorgersene rossi è andato avanti per circa due ore, sta matrice sia confermata le pista mag-
euro ad un imprenditore in difficoltà per primi sono stati i residenti che ad un concludendosi alle prime luci dell’alba. giormente battuta potrebbe essere quella di
tratto sono sbalzati giù dal letto da un gros- L’operato dei pompieri è stato seguito da una ritorsione personale. Sembra siano
chiedendo tassi del 100% so fragore. Affacciatisi al balcone hanno decine di persone che si sono riversate in state trovate in zona tracce di combustibile.
visto davanti agli occhi consumarsi uno strada, attirate dal capannello di persone Ed è ormai un’emergenza quella dei vei-
scenario apocalittico. Le fiamme elevate a formatosi in seguito allo scoppio dell’in- coli bruciate. Nella periferia orientale e i
decine di metri d’altezza, un bagliore che cendio. Per fortuna solo la parte posteriore paesi dei comuni vesuviani da settembre
illuminava il buoi della notte. A quel punto del camion è bruciato. Il resto della carroz- ad oggi sono oltre 50 gli incendi dolosi.

Usura ed estorsione, a processo 2 dei Russo


Giudizio immediato per il genero del boss Salvatore e un affiliato del sodalizio nolano
di Ferdinando Orefice VOLLA CERCOLA
NOLA - Processo fissato in tempi record per il genero del boss
Salvatore Russo e per il suo complice. Il pubblico ministero anti-
mafia Simona Di Monte ha chiesto ed ottenuto dal giudice per le
Auto rubate e smontate, due Riassetto della macchina
indagini preliminari Stefano Risolo del tribunale di Napoli il giudi-
zio immediato per Giovanni Sirignano (30enne genero del reg- assoluzioni e una condanna comunale, nuovi orari in Municipio
gente della cosca bruniana nella prima foto a sinistra) e Antonio CERCOLA (Alcol) - Dopo l’implemento della
D’Elia (37enne ritenuto vicino al clan Russo nella doto in basso a VOLLA (ferdor) - Il 15 giugno di quattro anni fa un
antifurto satellitare segnalò la presenza di un’auto pianta organica del municipio per mettere l’ente di
sinistra); che il 4 giugno dovranno comparire davanti al tribunale Piazza Libertà al passo con i tempi l’amministra-
collegiale di Nola per rispondere di reati di usura e di estorsione rubata nelle zone del vollese. Così, gli agenti del com-
missariato di Ponticelli si recarono immediatamente zione locale diretta dal sindaco Pasquale Tamma-
aggravata dall’articolo 7 della legge antimafia del 1991. I due ro, che fin dalle prime battute del suo mandato
esponenti dell’organizzazione criminale capeggiata dai fratelli nel punto segnalato, scoprendo che si trattava di un’au-
to rimessa, nella quale trovarono una decina di carcas- aveva promesso ai cittadini una vera e propria
Russo sono detenuti nella casa circondariale di Poggioreale dalla riqualificazione della macchina comunale, ha anche
fine dello scorso anno. A dire il vero, però, il se di auto rubate e diversi pezzi di ricambio, risultati
essere il provento di una serie di furti. Oltre a questo, definito, per mano del direttore generale Eugenio
primo arresto per i fatti di cui sono accusati Piscino, l’orario di apertura al pubblico degli uffici
risale al luglio dello scorso anno, ma dopo un però, non venne trovata nessuna persona. In quel gara-
ge non c’era nemmeno l’ombra degli autori dei furti e e dei servizi comunali: il provvedimento, che andrà
breve periodo di detenzione in carcere i due in vigore il ventisei aprile prossimo, sostituisce
furono scarcerati dal giudice per le indagini nemmeno di coloro che qualche momento prima del-
l’arrivo delle forze dell’ordine, forse, stavano finendo tutte le precedenti disposizioni adottate in materia
preliminari Giosuè Rizzi Ulmo del tribunale ed è stato adottato perchè “ritenuto necessario - si
di Nola per carenza di gravi indizi di colpevo- di smontare le macchine. Di conseguenza sott’indagi-
ne e poi sotto processo ci finirono Massimo Napolita- legge nel documento - adeguare alle esigenze del-
lezza. Ma dopo la scarcerazione gli investiga- l’utenza ed in armonia con gli orari di servizio e di
tori non si diedero per vinti ed integrando le no (36enne di Volla, proprietario del locale), Michele
Pesarano (affittuario del locale attiguo) ed Anna Ilde- apertura al pubblico degli altri uffici pubblici, l’a-
prime indagini ad un secondo cordone investi- pertura degli uffici comunali”. Tutti gli uffici del
gativo li ammanettarono per la seconda volta. brante (55enne di Barra, titolare del contratto di loca-
lizzazione dell’auto rimessa), tutti accusati di riciclag- comune saranno aperti di mattina, dal lunedì al
Gli episodi in cui sarebbero stati commessi i venerdì dalle nove alle dodici e trenta e di pome-
reati di usura e di estorsione sono diversi e solo in uno, per gli gio e ricettazione di auto rubate. Ieri, per il terzetto si è
concluso il processo di primo grado, scaturito dall’inte- riggio, solo il giovedì dalle sedici alle diciotto. Tutti
inquirenti, ci sarebbe stata anche la collaborazione di D’Elia, gre- i servizi comunali resteranno chiusi al pubblico il
gario della cosca bruniana. Dalle indagini, infatti, è emerso che dal ra vicenda e sovrinteso dai togati della settima sezione
penale di Napoli (presidente Romano), ad epilogo del sabato, eccezion fatta per l’Ufficio Anagrafe e Stato
febbraio al luglio dello scorso anno in diverse occasioni Sirignano Civile, sia della Sede Centrale che della frazione
avrebbe agito da solo: approfittando del momento di difficoltà eco- quale sono stati assolti Napolitano e Pesarano (entram-
bi difesi dal penalista Pietro Fusco), mentre è stata con- Caravita, che resteranno aperti anche il sabato mat-
nomica di un imprenditore locale, gli avrebbe tina dalle otto e mezza a mezzogiorno meno un
dannata a 2 anni di reclusione Ildebrante. Dunque,

1
prestato complessivamente la somma di quarto. I messi comunali, invece, saranno a disposi-
64mila euro. “Prestito di cortesia” che la vitti- mentre i primi due, in qualità di proprietario del locale
e di affittuario del locale attiguo, sono stati considerati zione dell’utenza il lunedì ed il giovedì mattina
ma avrebbe dovuto estinguere pagando dei (dalle dieci e trenta alle dodici e trenta) ed il gio-
tassi d’interesse superiori addirittura al 100% completamente estranei ai fatti, la donna è stata ritenu-
ta l’unica dei tre che era consapevole di quello che vedì pomeriggio (dalle quattro alle sei) mentre l’uf-
al mese. Inoltre, l’imprenditore era stato I fatti ficio del protocollo dal lunedì al venerdì (dalle nove
costretto anche a promettere la vendita di un avveniva nel garage, in quanto risultava essere la titola-
Gli episodi in cui sarebbero stati com-
re del contratto di localizzazione. Inoltre, come se non all’una e mezza del mattino) ed il giovedì pomerig-
appartamento che sì era nella sua disponibi-
I fatti

messi i reati di usura e di estorsione


bastasse o meglio ad aggravare la posizione della gio sempre dalle sedici alle diciotto. Stabiliti anche
lità, ma che era intestato, però, ad un altro sono diversi ci sarebbe stata gli orari della biblioteca comunale di Caravita e
imprenditore (suo socio in affari). Vicende, anche la collaborazione di D’Elia 55enne di Barra c’è il fatto, che, lei è irreperibile dal
dell’isola ecologica che funzioneranno, la prima,
queste, nelle quali il genero del boss Pasquale 2006, l’anno in cui i poliziotti del commissariato di tutte le mattine, escluso il sabato, dalle nove alle
Russo avrebbe agito senza la complicità di Ponticelli hanno messo a segno il blitz nell’auto rimes- tredici e trenta e tutti i pomeriggi, sempre ad ecce-
D’Elia e che gli sono costate l’accusa di usura sa. Per cui mentre Napolitano e Pesarano hanno zione del sabato, dalle quindici alle diciannove e
e di estorsione aggravata dalla matrice camorristica, per aver agito affrontato la vicenda in prima persona dal primo trenta e la seconda, dal lunedì al venerdì dalle otto
avvalendosi di tipiche metodologie camorristiche ed al fine di age-
volare il clan Russo. L’episodio in cui, invece, ci sarebbe stata la
collaborazione del gregario della cosca, sarebbe questo: al fine di
convincere la vittima a non venir meno agli accordi, Sirignano e
2 momento, consapevoli di rischiare la reclusione, pur
non avendo commesso alcun reato e di essere, proba-
bilmente, ignari di quello che avveniva nel garage, la
donna è latitante da allora ed essendo stata difesa da un
alle tredici mentre resterà chiusa il mercoledì. Il
direttore generale del comune, ha poi disposto
anche l’orario di servizio del personale dipendente
dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle ore 15,00
D’Elia si sarebbero recati da lui in prima persona e dopo averlo Il ricatto difensore d’ufficio, forse nemmeno sa di avere sulle con intervallo per pausa di 30 minuti, ad eccezione
preso a schiaffi, gli avrebbero anche afferrato il capo e sbattuto su spalle una condanna di 2 anni di reclusione. Ma che lei del giovedì in cui l’orario è dalle 8,00 alle 18,30
L’imprenditore era stato costret-
una scrivania; poi concluse le vessazioni intimidatorie, gli avrebbe- to anche a promettere lo sappia o meno per la Giustizia c’è poca differenza, con pausa dalle 14,30 alle 15,00; prevedendo, altre-
ro detto che, qualora non avesse pagato, sarebbero stati pronti a la vendita di un suo apparta- perché non essendo reperibile da ben 4 anni, potrebbe sì disposizioni sull’erogazione del ticket mensa.
passare dall’uso delle mani a quello delle armi. mento appartamento essere considerata una latitante.

Scisciano, domani la mostra


Ruba energia elettrica, in manette 23enne
SOMMA VESUVIANA saranno effettuati con l’ausilio
(Maria Beneduce) - Ruba ener- Somma Vesuviana, si era allacciato abusivamente all’impianto del nucleo verificatori dell’E-
canina nella villa Ariola gia elettrica e finisce in cella. Il nel di competenza. Giovedì
ladro di corrente è Luigi Coluc- della stazione locale Raimondo creare dal distacco dell’energia, pomeriggio i militari hanno
SCISCIANO (rc) - Si terrà domenica 18 aprile, ci, 23 anni, nato a San Felice a Semprevivo, i quali hanno ha infranto i sigilli apposti dal scoperto l’allaccio abusivo
all’interno di villa Ariola a Scisciano, XVII trofeo Cancello e residente nella citta- attuato sul territorio una cintura Enel manomettendolo. Colucci, operato dal 23 enne, stringen-
del vesuvio, raduno nazionale del mastino napole- dina di Somma Vesuviana, risul- a contrasto di fenomeni diffusi ormai veterano di allacci abusi- dogli ai polsi le manette, stes-
tano razza canina della famiglia dei molossoidi tato già inserito nei data-base di illegalità. È stato colto in fra- vi di energia elettrica, non si è so reato che lo aveva già visto
valido per il campionato Italiano. Nel corso del informatici degli inquirenti per granza di reato il giovane perso d’animo e con il suo in cella precedentemente all’e-
raduno, si assegneranno i titoli di campione Italia- il medesimo reato. Il capo d’im- Coluccci, il quale ieri alle 14 ingegno ha collegato abusiva- pisodio odierno. Il giovane è
no Libera maschile e femminile. Il raduno è orga- circa si è visto stringere le mente l’impianto dell’apparta-
nizzato dalla Società Amatori Mastino Napoletano putazione accreditatogli dagli stato cosi trattenuto presso le
inquirenti è di appropriazione manette ai polsi. Tempo addie- mento, direttamente alla rete camere di sicu-
guidata dal Presidente Francesco De Falco Iova-
ne e che annovera oltre 200 soci in tutto il mondo. indebita di energia elettrica. A tro per morosità il contatore elettrica. Una soluzione si ille- rezza della sta-
Giudice unico per le valutazioni è stato designato compiere l’arresto, gli uomini Enel della famiglia Colucci era gale, ma che ha consentito alla zione della
il milanese Guido Vandoni. posti agli ordini del comandante stata piombato, per inadempien- famiglia di sopperire all’incol- Benemerita di
ze nei consueti pagamenti mabile disagio dato dalla del- Somma Vesuvia-
Cercola, refezione scolastica: delle bollette. Ragione che l’elettricità, tanto più di un na,in attesa del
ha visto gli operai Enel consumi registrati e per tanto giudizio direttis-
il servizio sarà gratuito recarsi presso l’abitazione e gratis. Una pacchia che è dura- simo presso il
CERCOLA - L’amministrazione comunale presieduta dal apporre i sigilli al contatore. ta poco per i Colucci. Un’ope- Tribunale di
sindaco Pasquale Tammaro ha predisposto, con una deli- A scoprire la magagna i razione che ovviamente non ha Nola. Aumenta-
bera di giunta comunale, la gratuità del servizio di trasporto e militari locali che, a seguito consentito all’azienda di verifi- no i fenomeni
di refezione scolastica, per l’anno scolastico 2010/2011, per i di sospetti, hanno anche care il consumo di energia legati a micro
soli alunni residenti sul territorio comunale di Cercola e fre- avviato una perquisizione considerato che l’allaccio sia illegalità nella cittadina posta
quentanti le scuole statali cittadine: a comunicarlo alla popo- dell’abitazione del 23 enne , stato abusivamente collegato ai piedi del Monte Somma, e
lazione è il responsabile del servizio Ernesto Borrelli con un rinvenendo la chiara mano- direttamente alla rete elettrica nel contempo aumentano i con-
manifesto affisso sui tabelloni pubblici del paese. Il provve- missione del contatore posto nazionale tramite un cavo col- trolli del territorio disposti dal
dimento del governo locale è destinato “alle famiglie che in precedenza a sigilli. Un legato all’ appartamento. La comando di Castello di Cister-
versano in particolari situazioni di estremo e grave degrado operazione mostratasi vana verifica tecnica sull’allaccio na e operati dagli uomini del
socio- economico - ambientale”, come si evince dal docu- ed inutile considerato l’in- abusivo alla rete elettrica e la comandante Raimondo Sem-
mento municipale e gli interessati potranno ritirare la gegno del giovane, che per quantificazione del danno eco- previvo atto al contrasto locale
domanda presso l’ufficio pubblica istruzione del comune o ovviare al disagio venutosi a nomico arrecato all’azienda, delle illegalità.
scaricarla dal sito web dell’ente.
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Sabato 17 Aprile 2010


CRdeOl NNolano
ACHE S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 21

L’area interessa- CIMITILE PALMA CAMPANIA


NOLA ta dal nuovo
progetto per la

IL PROGETTO
ztl sarà il centro
storico
In pratica verran-
Nuovo piano traffico, Lavori
no inserite nel
sistema le tar-
ghe delle auto
ecco le zone dove di riqualificazione
Il piano riguarderà per ora solo
autorizzate.
Quelle sprovvi-
ste di autorizza-
non si può circolare Stop alla circolazione
la zona centrale della città zione saranno
sanzionate al
passaggio dei
con le automobili sulla strada statale
Il regolamento votato varchi elettronici
CIMITILE (Maria Almavilla) - PALMA CAMPANIA (rc) -
nelle ore della
in Assise all’unanimità giornata in cui il
Primi provvedimenti dell’ammini-
strazione Provvisiero per porre un
Lavori di rifacimento delle
arterie periferiche sabato e
centro storico domenica chiusura al traffico
punto al problema traffico nella città
rimane chiuso delle Basiliche. E’ dell’altro giorno, parziale in alcune aree della
infatti, l’ordinanza, firmata dal città. Sono queste le novità del
responsabile della Polizia Locale, fine settimana per permettere i
Luigi Calabrese, con la quale è lavori di ricostruzione di alcu-
stata disposta la chiusura al traffico, ne strade. Oggi e domani,

Centro storico chiuso a non autorizzati


in alcune fasce orarie del centro sto- quindi, il traffico sarà rallenta-
rico della cittadina alle porte di to per i lavori di manutenzione
Nola. Il divieto di sosta e di circola- sulla strada statale 268 "del
zione riguarderà l’intero Corso Vesuvio". Il tratto che sarà
Umberto che rimarrà libero da vei- interessato dai lavori di manu-
coli dalla ore 10.30 alle ore 13.00 e tenzione straordinaria dell’A-
dalle ore 18.30 alle ore 20.00 dei nas è quello compreso tra lo
Parte il sistema Ztl. Maffettone: via libera al regolamento per la videosorveglianza giorni festivi. Prevista, altresì, la
chiusura di Via Sant’Elena e di Via
svincolo di Ottaviano - Zona
industriale e quello di Palma
di Antonio D’Ascoli dard di sicurezza e di controllo del ter- Forno per i veicoli diretti al Corso Campania. L’inizio dei lavori
Umberto I, dalle ore 10.30 alle ore è previsto per domania alle ore
ritorio e che non prevede, in questo 13.00 e dalle ore 18.30 alle ore
NOLA – Primi passi vero sicurezza e caso, come ha puntualizzato lo stesso 20.00, sempre nei giorni festivi. “Si
22, per un termine individuato
controllo del territorio, mantere l’am- assessore Esposito, alcun meccanismo è voluto dare un segnale forte – ha alle ore 6 del mattino e dome-
ministrazione è sempre più vicina sanzionatorio automatico. Il regola- dichiarato Saverio Romano (nella nica.
all’appuntamento dell’approvazione mento è stato votato dall’assise all’una- foto), neo assessore alla Viabilità, il La decisione presa dall’Anas è
del bilancio in fase dell’anno sono nimità. Entrambi i regolamenti sono quale ha poi così continuato – stata motivata con la rimoder-
diversi i progetti pronti ad entrare in stati oggetto di attento esame all’inter- Abbiamo riscontrato preoccupanti nizzazione del tratto. Il comu-
esecuzione tra questi, quello relativo no della commissione annona, presie- difficoltà di traffico e transito veico- nicato diffuso dalla società che
all’istituzione della videosorveglianza e duta dal consigliere Franco Nappi, che lare che nei giorni festivi interessa si occupa della manutenzione
della zona a traffico limitato che dopo ha ringraziato per la fattiva collabora- l’intero centro storico di Cimitile. delle autostrade italiane ha
l’ok ai due rispettivi regolamenti è zione tutti i commissari. “ Il regola- Considerato, inoltre, che, sempre nei anche apportato la comunica-
pronto a partire. “Si tratta di un siste- mento sulla videosorveglianza – affer- giorni festivi i pedoni, per raggiun- zione delle varianti per lo spo-
ma utilizzato in molte parti d’Italia – ha ma il consigliere comunale del Partito gere i luoghi di culto, incontrano dif- stamento del traffico in questi
affermato Esposito – in particolar Democratico, Salvatore Maffettone – Salvatore Maffettone Michele Cutolo ficoltà a causa dei veicoli in sosta pochi giorni in cui il tratto
modo al Nord. In pratica verranno inse- è stato esaminato attentamente in com- lungo Corso Umberto, era d’obbligo suddetto resterà chiuso. I vei-
rite nel sistema le targhe delle auto missione. In linea di massima siamo Annunziata e dal presidente della che la stessa poteva essere fatta anche adottare un provvedimento che coli provenienti da Napoli
autorizzate. Quelle sprovviste di auto- d’accordo sull’impostazione. Quello commissione pubblica istruzione, con bando di avviso pubblico prelimi- ponesse un termine a questa annosa saranno costretti a deviare il
rizzazione saranno sanzionate al pas- della videosorveglianza è un progetto Pasquale Petillo. Il passo in avanti è nare per rendere la scelta maggiormen- situazione. Nei prossimi mesi la proprio tragitto allo svincolo
saggio dei varchi elettronici nelle ore estremamente importante per la città, stata la nomina del collegio dei revisori te libera e partecipata. Sul punto ha nostra attenzione sarà concentrata di Ottaviano - Zona Industria-
della giornata in cui il centro storico rispetto al quale vogliamo dare il nostro dei conti. Il rinnovo dell’ organismo è risposto il capogruppo del Pdl, Miche- alla definitiva risoluzione del proble- le, e rientreranno sulla statale
rimane chiuso. Tale sistema consentirà fattivo contributo”. Tra gli altri progetti propedeutico all’approvazione del le Cutolo che ha precisato che sulla ma parcheggio e ad un migliora- tramite lo svincolo per il rac-
una maggiore vivibilità e fruibilità del prossimi al taglio del nastro vi è anche bilancio, visto che sul documento questione non vi è nessuna previsione mento della viabilità sull’intero terri- cordo con l’A30. allo stesso
centro stesso”. Stesso discorso per il quello del forum dei giovani, organi- dovrà esprimere un parere. Sulla nomi- normativa, sebbene ha sottolineato torio comunale. Quello della viabi- svincolo, in direzione opposta,
regolamento sulla videosorveglianza, smo di partecipazione dei giovani, pro- na dei revisori, il consigliere di opposi- l’importanza del contributo dato dal- lità, sul quale stiamo lavorando da usciranno anche i veicoli in
zione, Franco Ambrosio ha affermato l’opposizione sull’argomento. anni e la cui risoluzione definitiva è arrivo dalla città del salernita-
sistema funzionale ad elevare gli stan- mosso dall’assessore Arcangelo ormai imminente, anche e soprattut- no di Angri in direzione del
to in previsione dell’entrata in vigore
del Piano urbanistico comunale”. capoluogo campano.
NOLA (Adasc) – La Lista Città Viva, con un recente più giovani, affidandone la gestione alla società napoleta-
NOLA documento evidenzia incongruenze e deficit su alcune na Newmedia. Un nobile intento se il progetto fosse stato
scelte relative alla politica culturale dell’amministrazio- pubblicizzato e realizzato efficacemente. Ma come giu-
ne. “Il 2010 – si legge in una nota di Città Viva, rappre- stificare l’ ingente spesa di 70mila euro, di cui 49 mila di
La lista Città Viva sentata in consiglio dal capogrup-
po Luigi Conventi (nella foto) -
provenienza regionale e 21 mila comunale? Per ottenere
i dovuti chiarimenti Città Viva ha presentato una inter-

attacca non è certamente un anno positivo


per la cultura nolana. La mancan-
za di una seria politica di valoriz-
pellanza al sindaco, al presidente del Consiglio comuna-
le, all’Assessore alle politiche sociali e giovanili e al pre-
sidente del Collegio revisori dei conti, chiedendo di
la maggioranza: zazione dei beni culturali ed una
serie di brutte notizie hanno scos-
so la cittadinanza: il certame bru-
conoscere i criteri di realizzazione del progetto, di sele-
zione dei partner e le procedure scelte per l’individuazio-
ne dei partecipanti e delle figure professionali. L’assesso-
manca una politica niano è stato sospeso per mancan-
za di finanziamenti, la Fondazione
re Arcangelo Annunziata – si legge ancora nella nota -
ha risposto all’interpellanza presentata da Città Viva
Giordano Bruno affossata, il parco annunciando la sospensione dei pagamenti previsti per il
di valorizzazione archeologico è lettera morta, l’an-
fiteatro continua ad essere preda dell’incuria, il museo
progetto "Teatri in rete" ed una indagine di approfondi-
mento sulle modalità con cui sono state realizzate le atti-

dei beni culturali della cartapesta non riesce a vedere la luce. Mentre acca-
de tutto ciò ed importanti iniziative culturali restano al
palo, il Comune di Nola - nel silenzio generale - promuo-
vità progettuali. Città Viva ritiene che lo spreco di prezio-
se risorse pubbliche, soprattutto in tempi di crisi econo-
mica, siano una gravissima colpa e, dunque, la sospensio-
ve il progetto "Teatri in rete" per avvicinare il teatro ai ne dei pagamenti non può soddisfarci del tutto.

VOLLA - I NUOVI PROGETTI


VOLLA (Almerico pertura del mercato orto-
Colizzi) - Il mercato itti-
co, che attualmente risie-
de a Napoli, in Piazza
Duca Degli Abruzzi,
deve chiudere, sembre-
Delocalizzazione del mercato ittico, il Caan frutticolo, del mercato
dei fiori, quella parziale
del mercato delle carni e
forse quella del mercato
ittico, che secondo D’O-
Nola, il consiglio nomina
il collegio dei revisori
rebbe per mancanza di
requisiti di vivibilità igie-
nico-sanitari così come
sarebbe stato decretato
dall’Asl di competenza:
pronto ad accogliere i venditori di pesce razio possono definirsi
come una serie di piccoli
passi in avanti per il
decollo della struttura
vollese, i vertici di Asso-
NOLA (rc) - Molteplici proposte di sviluppo sia culturale,
sia sociale che economiche hanno caratterizzato l’ultima
seduta di consiglio presso l’Ente di Piazza Duomo. In arri-
vo alloggi di edilizia popolare, corsi di musica e un forum
del resto, anche l’ammi-
nistrazione comunale di
I banchi saranno spostati il prossimo primo maggio mercati e Confcommer-
cio chiedono la chiusura
tutto dedicato ai giovani. Nel corso dell’ultimo consiglio
comunale sono stati nominati anche i componenti del
nuovo collegio dei revisori dei Conti del Comune di Nola,
Napoli ne avrebbe già maggio eppure il suo ritiene che "non vi è nes- mercializzazione dei pro- visto che attualmente in immediata di tutte le eletti nel Consiglio Comunale: Il Presidente è Giovanni
disposto spostamento da Piazza suna alternativa al trasfe- dotti del mare e non è Campania non esiste una strutture mercatali, abusi- Prisco e i due assistenti sono: Luigi Pesce e Raffaele
la deloca- Duca Degli Abruzzi a via rimento del mercato itti- comprensibile - sottoli- struttura migliore di quel- ve e prive dei requisiti di Vacca. Il collegio uscente era composto da Alberto Car-
lizzazione Palazziello è coperto da co nella struttura poliva- nea infatti Carmine la realizzata in via Palaz- legge, dove viene eserci- pino, presidente, Giovanni Prisco – attuale presidente del-
presso il un velo di mistero tanto lente vollese che rispon- D’Orazio - l’atteggia- ziello. Và anche detto - tato commercio agroali- l’Ordine dei dottori commercialisti e ragionieri di Nola – e
Centro che sembra che alcuni de in modo adeguato ai mento di chi rema contro ha continuato il dirigente mentare al pubblico, Gennaro Serpico.
Agroali- membri dell’amministra- moderni criteri di com- il cambiamento di sede di Assomercati e Conf- all’ingrosso e con carat-
mentare zione comunale parteno- commercio - che chi si tere fisso e continuativo,
di Volla pea siano addirittura allo oppone al trasloco del primo tra tutti, il vecchio
ed il scuro di tutto. Al mercato ittico al Caan và mercato cittadino di via Nola, acqua e bollette: centinaia
provvedi- momento, nella struttura contro gli interessi dei Napoli "che - sottolinea
mento di via Palazziello, sono commercianti anche per- ancora D’Orazio - deve i ricorsi dei cittadini in tribunale
dovrebbe operativi e funzionanti il ché sarebbero previsti essere decentrato, entro NOLA - Sul fronte dell’acqua pubblico continua la batta-
essere mercato ortofrutticolo, benefici per la riduzione fine Aprile, in spazi ade- glia dei residenti va segnalato che pendono dinnanzi al
operativo quello dei fiori nonché dei canoni di locazione guati all’interno del Caan Tribunale ordinario centinaia di ricorsi promossi dai citta-
dal prossimo primo mag- parte del mercato delle dei box nel caso in cui gli altrimenti siamo pronti a dini nolani aderenti al locale comitato civico per l’acqua
gio. Il mercato del pesce carni ed il presidente del- operatori utilizzeranno i massicce azioni di prote- pubblica, per il riconoscimento del presunto esercizio
dovrebbe iniziare a fun- l’Assomercati Confcom- lavoratori addetti ai ser- sta, con cortei e scioperi, abusivo della società mista che nel marzo 2004 subentrò
zionare all’interno della mercio-comitato regiona- vizi che già lavorano che arriveranno fino a alla gestione comunale per effetto di un accordo di pas-
struttura vollese già da le operatori all’ingrosso nella struttura". Dopo l’a- Piazza del Plebiscito". saggio della rete idrica cittadina ad opera dell’allora sub
commissario prefettizio Ruocco, intesa che poi non fu
mai ratificata dal consiglio comunale che si insediò di lì a
tre mesi, a seguito delle consultazioni elettorali.
CRONACHE di NAPOLI
Nolano Sabato 17 Aprile 2010
23
BRUSCIANO LA TRAGEDIA
Gli hanno fatto credere che la sua vettura avesse L’uomo, spaventato, ha incontrato un suo conoscente
dei problemi. La vittima è scesa dalla macchina che lo ha preso a bordo della sua auto. Mentre raccontava
e i due sono fuggiti via con l’automobile quanto gli era accaduto ha avvertito un malore ed è deceduto

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, era a bordo della sua Panda quando è stato avvicinato da due uomini in sella a una moto a Castello di Cisterna

Gli rubano l’auto, si sente male e muore


Il 66enne di Brusciano lascia moglie e tre figli. Era andato in pensione da poco
di Roberto Martucci sottrargli il veicolo. Gli inqui- di avevano ben congeniato. l’uomo ed il suo provato medici non hanno potuto far
e Maria Beneduce renti ipotizzano si trattasse di
due giovani, almeno stando al
Resta cosi per strada disarcio-
nato il povero D’Amato,
cuore ad uno stress troppo
forte da sopportare. Difatti ,
altro che riscontrare il decesso
dell’uomo. Tra le ipotesi mag-
NOLA - LA CRONACA
BRUSCIANO - Gli rubano
l’auto e muore d’infarto. Si
compie il dramma, questa
racconto confuso riportato
dall’amico,ancora sotto choc,
che ha incontrato per caso per
impaurito ed in evidente stato
di choc ,quando a distanza di
secondi è stato notato da un
per l’anziano quello del furto
della propria vettura, si è
mostrata un emozione troppo
giormente accreditate è che
l’uomo, risultato poi essere
affetto da patologia cardiopa-
Pistola nell’agenzia,
volta per l’ennesimo furto del-
l’auto. È Fiore D’Amato,
66enne di Brusciano, che
le vie della cittadina dopo che
era stato privato della sua
Panda. Circolava per le strade
amico che fortunatamente
passava di li.
L’amico lo ha preso a bordo
densa e forte al punto che
durante la narrazione è stato
colto da un’ improvviso malo-
tica, sia stato colto da un’
infarto fulminate. Muore cosi
tragicamente D’Amato, a
in due finiscono nei guai
perde la vita dopo la rapina di Castello di Cisterna quando della sua auto, sono riusciti ad re che lo ha stroncato. Imme- seguito della rapina avvenuta PIAZZOLlA DI NOLA go campano di Piazzolla di
mentre con un amico percor- i due malintenzionati, mostra- incanalarsi sulla statale com- diatamente l’amico ha allerta- circa trenta minuti prima del (rc) - Nel corso di un nor- Nola i due fermati sarebbe-
reva la strada Statale 7bis, nel tisi poi solo due balordi, gli piendo diversi chilometri to i carabinieri. malore che gli ha tolto la vita. male controllo del territorio ro anche già noti alla forze
tentativo di rientrare a casa. hanno fatto credere che avesse durante i quali Fiore D’Amato In pochi istanti sul posto sono È morto li sulla statale 7 Bis gli agenti del corpo dei dell’ordine. Secondo l’arti-
L’uomo si spegne davanti agli bucato una ruota. D’istinto ha raccontato all’ amico la giunti i militari del Nucleo all’altezza di Brusciano, a carabinieri della stazione di colo 648 del Codice Penale
occhi increduli dell’amico D’Amato ha bloccato l’auto, sventura capitatagli poco Radio Mobile di Castello di pochi passi dalla sua abitazio- Piazzolla di Nola hanno il reato di ricettazione -
ancora alla guida dell’auto, accostandosi a ridosso di un prima d’incontrarlo. Un rac- Cisterna, agli ordini del tenen- ne. L’uomo era andato in pen-
all’altezza del comune di Bru- marciapiede ed ha abbandona- conto dettagliato e doloroso te Alessandro Perrotta. Anche sione da poco, lascia la proceduto alla denuncia di qualunque sia l’oggetto in
sciano e dello svicolo di via to l’abitacolo dell’auto per per l’anziano. un autoambulanza è giunta sul moglie e due figli ora stetti nel due persone. Le accuse essere della transazione -
Camillo Cucca che lo avrebbe verificare il danno. Solo pochi Un episodio che ha sottoposto luogo della tragedia, ma i dolore della perdita del padre. addotte ai due uomini del- può essere punito con la
riportato a casa, ma un infau- istanti, il tempo di compiere il l’area nolana della provin- reclusione che può andare
sto destino si è compiuto per giro della vettura per accertar- cia del capoluogo campano dai due agli otto anni, oltre
il provato anziano. Il 66 enne si di ciò che fosse successo, risultano essere concorso in che con una multa salata,
era alla guida della sua Fiat ed il malcapitato anziano ha violazione delle legge sulle che può superare i dieci
Panda quando, all’incirca alle visto la sua auto prendere il armi e ricettazione. Il fatto mila euro. Resta da stabilire
19, si trovava a Castello di volo, con a bordo uno dei due si è svolto nella zona di via la complessità del reato e le
Cisterna, dove viene affianca- tizi che lo avevano allarmato. Panoramica della città bru- eventuali aggravanti impu-
to da due giovani in sella ad Attimi di panico per il povero niana, nella frazione di tabili ai due giovani otta-
una moto. I due malviventi gli 66 enne, ma nulla ha potuto Piazzola di Nola. I militari,
hanno tirato un tranello per per evitare quanto i due balor- che erano intenti nel con-
trollo della zona, hanno
scorto i due mentre scende-
POMIGLIANO vano da una vettura e si
apprestavano ad entrare
nell’agenzia di pratiche
automobilistiche “2M”.
Secondo parte dei sindacati l’azienda starebbe insospettiti dall’atteggia-
mento mostrato dai due i
facendo pressioni sulle organizzazioni militari dell’arma dei cara-
binieri li hanno seguiti vianesi. Difatti, qualora
dei lavoratori costringendole all’interno della agenzia di
pratiche automobilistiche.
venisse appurata una mag-
giore responsabilità, come
ad accettare drammatiche condizioni Qui la sorpresa. All’interno
dei locali dell’esercizio
prevede lo stesso articolo
già citato del codice penale,
commerciali gli agenti della la pena di reclusione più
stazione di Piazzolla di anche essere maggiorata,
POMIGLIANO (Domenico
Andolfo) - Dalla Fim-Cisl, dai
suoi iscritti e dai suoi lavorato-
ri, arriva l’ok al piano Mar-
chionne per Pomigliano. La
pretazione offerta dal numero
uno della Fiom, l’azienda sta-
rebbe ricattando le organizza-
zioni sindacali, costringendole
da un lato o a bere o ad affoga-
Fim e Cisl: ok al piano Fiat Nola hanno rinvenuto e
sequestrato in un ufficio
una pistola semiautomatica
calibro 7,65 non censita nel
così come anche la sanzio-
ne. Numerose le indagini
proprio a piazzolla nei mesi
scorsi furono arrestati due
Fiom invece si defila e con il
suo segretario nazionale si
spinge a parlare di ricatto. Sale
la tensione, e di molto, in vista
dell’incontro di Torino. Gior-
re, dall’altro invece forzando
gli operai ad accettare dramma-
tiche condizioni di lavoro per
restituire al Gian Battista Vico
un futuro produttivo che si
Fiom glissa e parla di ricatto
comune di Pomigliano d’Arco, alcuni stabilimenti Fiat in Ita- relazioni industriali con l’a-
catalogo nazionale delle
armi da sparo ed una car-
tuccia dello stesso calibro.
Inoltre nel giubbotto del
trentacinquenne erano pre-
truffatorio, era stata aperta
un’indagine mirata, che ha
permesso ai carabinieri
della stazione di Piazzolla
arrestare addirittura due
si è tenuta l’assemblea dei lavo- lia, per essere in grado di zienda. “I lavoratori di Pomi- senti altre due cartucce persone il mese scorso
gio Cremaschi, della segreteria rispetti. Se la Fiom non dà il calibro 7,65. Da quanto furno arrestati proproio a
nazionale della Fiom, ieri, in un suo pieno assenso al piano ratori della Fiat dello stabili- affrontare la competizione gliano - conclude la nota - con-
mento Gb Vucio indetta dalla internazionale e per restare sui dividono le scelte fatte dalla appreso dagli investigatori paizzolla due truffatori pro-
intervento, ha avvicinato Mar- Marchionne, dicendo di voler le persone fermate hanno prio a seguito delle varie
chionne alla Lega, stigmatiz- contrattare i suoi contenuti Fim Cusl di Napoli per i propri mercati”. La Fim ha rassicura- FIM, di accettare la sfida lan-
iscritti, i delegati, gli attivisti e to i propri lavoratori dicendo ciata dalla FIAT consapevoli rispettivamente trentacin- denunce esposte. Gli inqui-
zando l’atteggiamento tenuto punto per punto quando l’a- que e ventisette anni della renti ai due presunti truffa-
dal numero uno di Fiat nei con- zienda le chiede invece di con- tutti i lavoratori. L’assemblea che le condizioni della fabbrica che anche per l’azienda sarà
dei lavoratori ha giudicato posi- si avvicinerebbero a quelle di una sfida sul piano delle rela- città dell’area nolana della tori assicurativi contestaro-
fronti del Mezzogiorno. Chiu- dividere un progetto industria- provincia del capoluogo no un episodio in particola-
dendo Termini Imerese e ricat- le, dalla Fim e dai suoi lavora- tivamente la proposta Fiat. In Melfi o di Torino, non certo a zioni industriali moderne, in
una nota redatta a margine del- quelle dei lavoratori polacchi. grado di valorizzare i lavorato- campano di Ottaviano. re, nel quale la vittima di
tando Pomigliano, Marchionne, tori invece arriva un apprezza- Sempre secondo le prime turno sarebbe stato un
per Cremaschi, si comportereb- mento per il piano aziendale di l’incontro la Fim ha fatto sape- La Fiom invece è spaventata ri ed i loro rappresentanti, per
re che “i lavoratori - è scritto - dalle richieste di Fiat, che giu- meglio condividere il governo informazioni rilasciate alla 20enne automobilista cine-
be alla stregua di un leghista. sviluppo per Pomigliano e una stampa dal nucleo investi- se (residente a San Gennaro
Pare quindi che per la segrete- richiesta, forte, di accelerare i sono consapevoli che occorre dica, alcune, inaccettabili e dell’intero sistema e in partico-
un nuovo modello organizzati- pesanti per i lavoratori. La Fim lare discutere le modalità gativo dei militari del 112 Vesuviano), il quale stava
ria nazionale della Fiom l’an- tempi per uscire dalla condizio- della frazione della città per prendere dalle mani dei
nunciato investimento della ne di disagio vissuta dai quasi vo, un maggiore utilizzo degli invece è convinta di poter tute- applicative sui regimi di orario
impianti accompagnato da una lare il futuro e i diritti dei lavo- più’ rispondenti alle esigenze bruniana dell’area nolana due un contratto assicurati-
Fiat per Pomigliano non sia da cinquemila cassintegrati. Ieri, della provincia del capoluo- vo falso.
condividere perché, nell’inter- presso la sala Borsellino del flessibilità, come già avviene in ratori instaurando moderne delle parti”.

POLLENA TROCCHIA
Si parte da località Musci, dove sono stati rilasciati i primi cinque permessi. Il Municipio avvia la definitiva regolarizzazione delle posizioni di molti residenti

Il Comue fa cassa e rilascia concessioni edilizie in sanatoria Somma Vesuviana, concorso


POLLENA TROCCHIA (domand) - Rilasciate zione debitoria”. Nella sua relazione il sindaco ha
le prime cinque concessioni edilizie in sanatoria. indicato le misure adottate per riorganizzare la VOLLA
per otto posti di lavoro al Comune
L’Ente comunale dà così avvio alla definitiva macchina comunale e per fronteggiare la pesante
regolarizzazione delle posizioni di molti residenti
pollenesi, pendenti da molti anni. Si parte da loca-
situazione debitoria. “Abbiamo assunto figure
chiave nel nostro personale, in epoca di scarse A breve in Assise il bilancio di previsione SOMMA VESUVIANA - L’amministrazione di Somma
Vesuviana guidata dal sindaco Raffaele Allocca ha ultimato la
fase preliminare di ammissione dei candidati ai concorsi per
lità Musci, dove ieri sono state rilasciate le prime assunzioni, e abbiamo migliorato la nostra capa- SOMMA VESUVIANA - La dove opera la macchina ammi-
cinque concessioni a costruire in sanatoria (ex cità d’indebitamento, tenendo in ordine i conti e squadra del sindaco Allocca nistrativa cittadina. Nonostante otto posti di varie qualifiche, banditi ad ottobre 2009. Le moda-
legge 47/85). Ma l’Ente fa sapere che altre trenta estinguendo molti debiti contratti dalle precedenti approva la bozza del Bilancio, i buoni propositi dell’ammini- lità ed i termini della fase successiva di preselezione saranno resi
pratiche stanno per essere istruite. La regolarizza- amministrazioni. Siamo fiduciosi per il futuro, sia il passo consecutivo sarà pre- strazione sommese, i primi noti mediante pubblicazione. Queste le categorie professionali:
zione porterà nuova linfa alle casse comunali. di portare a compimento il nostro programma di pararsi a presentare in assise il inghippi sono nati sulla Tarsu, tre posti di istruttore direttivo tecnico al settore tecnico, due col-
“Risorse economiche notevoli – fa sapere il sinda- governo realizzando importanti opere pubbliche documento di Bilancio 2010. oggi nelle mani della Provin- laboratori vigili urbani per l’assunzione a tempo pieno ed inde-
co Pinto - che saranno investite per le opere pub- per la collettività, sia di estinguere entro il quin- Nessun incremento, nessun cia, che potrebbe vedere in terminato cat. C; un geometra, un posto di istruttore informatico
bliche. I cittadini inoltre - ha aggiunto - potranno quennio tutti i debiti”. Il sindaco ha quindi ricor- taglio per una politica econo- futuro aumenti dai quali i citta- - categoria C - a tempo pieno ed indeterminato infine un istrut-
finalmente regolarizzare la propria situazione”. dato ai presenti i successi della sua amministrazio- mica di recupero. Cosi casa dini non potranno esimersi. Per tore amministrativo a tempo indeterminato.
Una stroncatura è giunta però dal consigliere del ne: la differenziata su quote superiori al 40%, l’ar- Allocca si prepara a redigere il il momento le tariffe restano
pd Aldo Maione che ha parlato di “atto dovuto da rivo del servizio unico ambientale e dell’isola eco- bilancio previsionale 2010, il invariate, nonostante ciò la
Volla, al via gli interventi
parte dell’ufficio, favorito da un cambiamento logica; l’assistenza ai minori e ai disabili, di cui è tempo ultimo per la presenta- politica di palazzo pensa ad di manutenzione delle strade
d’orientamento in materia da parte della sovrain- stato potenziato il trasporto e per cui è in arrivo un zione è il 30 aprile . Primo tra una politica di sviluppo, incen-
tendenza”. ll sindaco invece ha espresso soddisfa- centro diurno; le opere pubbliche, con le riqualifi- gli obiettivi prossimi del gover- trando le attenzioni sul recupe- VOLLA (ac) - Intereventi di manutenzione straordinaria di
zione per l’avvio del procedimento, considerando- cazione delle piazze e del sistemo viario e la par- no cittadini a sigla Allocca, ro dell’evasione fiscale ed il alcuni tratti di strade comunali sono stati ordinati dall’uffi-
lo emblema “del modo di procedere virtuoso dell’ tenza dell’area Pip. Di “amministrazione dei pro- rendere la redazione del Bilan- condono edilizio, attraverso il cio tecnico comunale della cittadina dell’hinterland parte-
amministrazione”. Alla presenza di cittadini e clami, confusa e in grosso ritardo sui lavori, come cio forma di democrazia parte- quale potrebbe concretizzarsi la nopeo su disposizione dell’amministrazione comunale pre-
giornalisti, il sindaco ha poi fatto un bilancio di nel caso dell’isola ecologica”, parla invece Maio- cipata, dove il territorio e chi vi prospettiva di alcune gare rela- sieduta da Salvatore Ricci: i lavori interesseranno via Mon-
due anni di governo. “Un’amministrazione virtuo- ne, che aggiunge: “non hanno le idee chiare, tant’è opera possa dire la sua, una tive alla gestione del verde teoliveto, via Lufrano, via Leopardi, via De Carolis, via
sa e mossa dalla politica del fare”, ha spiegato vero che in Provincia “dormono” molti milioni di formula che vorrebbe rendere pubblico, illuminazione ed edi- Filichito, via Volta, via Romano e, finanziati con fondi del
Pinto, “partita con un forte handicap: una macchi- euro destinati alla riqualificazione del patrimonio trasparenti le pareti delle stanze lizia scolastica. bilancio comunale, costeranno alle casse dell’ente di via
na comunale insufficiente e una disastrosa situa- pubblico”. Aldo Moro circa centottantaseimila euro.
CRONACHE di NAPOLI
In primo piano Sabato 17 Aprile 2010
25
Il padre ucciso in un agguato
TORRE DEL GRECO il 27 novembre del 2003
LA CRONACA nella centrale piazza Palomba
TORRE DEL GRECO (giulet) -
Domenico Cascone era uscito dal
Fermato ad un posto di blocco: carcere una settimana fa, dopo tre
anni di reclusione per detenzione e
durante il controllo l’arma è caduta porto abusivo di arma da fuoco.
Ieri pomeriggio è stato fermato dai
e la moglie ha tentato carabinieri con una pistola calibro
7,65 alla cintola, pronta allo sparo:
di nasconderla tra i vestiti il colpo in canna e altri sei proiettili
nel caricatore. E’ stato arrestato per
porto abusivo di arma da fuoco. Il
Domenico Cascone particolare ha attirato l’attenzione
degli investigatori dell’Arma: per-
ché la pistola era stata preparata per
un uso immediato? E’ possibile
che Cascone stesse progettando di
compiere un illecito, o temesse un
agguato. Ma la seconda ipotesi è la
più quotata, perché quando i milita-
ri ieri hanno fermato la macchina
in via De Bottis, il 38enne era in
compagnia della moglie. Gli inqui-
renti lo considerano vicino al clan
Falanga, una organizzazione cri-
minale di stanza nella zona di
Torre del Greco. Il padre Giusep-
pe fu ucciso in un agguato il 27
novembre del 2003 nella centralis-
sima piazza Palomba davanti a
decine di testimoni. Un delitto rite-
nuto ‘eclatante’ dalle forze dell’or-
Il defunto boss Giuseppe Cascone dine, che stravolse la geografia cri-
minale sull’intero territorio. Negli
ultimi mesi a Torre del Greco la
di Giuseppe Letizia

TORRE DEL GRECO - Ad


Il figlio del defunto boss Cascone girava armato. Era tornato in libertà da pochi giorni tensione è tornata a salire di colpo
dopo una probabile scissione ipo-
tizzata dalle forze dell’ordine, che

Arrestato il ras dei Falanga


un posto di controllo scende ha destabilizzato dalle fondamenta
dall’auto con una pistola infila- il clan Falanga: il 15 febbraio fece-
ta nella cintola dei pantaloni: ro fuoco contro le finestre in una
Domenico Cascone, conosciu- palazzina del centro dove abita un
to negli ambienti criminali esponente di primo piano della
anche col nomignolo di Mimì, è cosca. Un segnale forte, con ogni
stato arrestato ieri dai carabi- probabilità un messaggio alla orga-
nieri di Torre del Greco per

Scoppia la guerriglia in città


nizzazione criminale. Quattro per-
porto abusivo di arma. Il sone in strada gridarono sotto al
38enne è considerato dagli balcone. Ma dalla finestra si affac-
inquirenti uno degli esponenti ciò la figlia. La ragazza riconobbe i
principali del clan Falanga. Era quattro e si accorse che almeno
uscito dal carcere da pochi uno imbracciava un fucile. Si tirà
giorni, dopo un lungo periodo indietro col busto, ma dal marcia-
di detenzione per reati in mate- piede partirono diversi colpi che
ria di armi. Alle 18 era in mac-
china con la moglie in via Gae-
tano De Bottis, quando una pat-
tuglia gli ha intimato l’alt.
Amici e familiari inseguono la gazzella fino alla caserma dell’Arma: nasce una sommossa scheggiarono gli infissi. Una raffi-
ca di proiettili in rapida sequenza.
Dopo qualche ora la vicenda fu
segnalata agli agenti del commissa-
Amici e familiari di Cascone Cascone sono stati tratti in arresto Domenico Cascone era stato avvi- passanti mentre esibiva l’arma. riato di Torre del Greco, ai quali la
hanno inseguito la “gazzella”
dei carabinieri con un assalto
per resistenza e violenza a pubbli-
co ufficiale. Quattro militari sono
In manette anche stato in città anche prima delle 18,
ora in cui è stato fermato per il
Qualcuno ha quindi deciso di
avvertire le forze dell’ordine del
donna spiegò la dinamica del raid e
fornì indicazioni sui responsabili.
alla caserma stile far-west. La
reazione dei militari è stata
stati medicati per lievi lesioni.
Mentre sei manifestanti hanno
i due figli ed il cognato controllo dei carabinieri in via De
Bottis. A quanto pare intorno alle
fatto. Soltanto nelle ore seguenti
l’uomo sarebbe stato intercettato
In nottata scattarono le perquisizio-
ni domiciliari a casa di quattro per-
decisa con un corpo a corpo
davanti alla cancellata per
riportato contusioni varie. La ten-
sione si è trasferita all’ospedale per resistenza 15 si aggirava in piazza Palomba,
nel pieno centro di Torre del
da una pattuglia dei carabinieri.
Successivamente l’arresto in via
sone ritenute componenti del grup-
po degli scissionisti dello storico
disperdere la folla. A fine sera- ‘Maresca’ di Torre del Greco, Greco. La piazza del resto è consi- De Bottis, l’inseguimento e l’as-
ta si contavano dieci feriti e dove sono stati portati i feriti e a pubblico ufficiale derata dalle forze dell’ordine una salto alla caserma di viale Campa-
clan Falanga. Sottoposti all’esame
dello stube e poi arrestati in base ad
quattro persone arrestate: dove sono dovuti intervenire altri delle piazze di spaccio più forti nia. Infine le ultime ore di tensio-
Cascone, i due figli (Giuseppe militari dell’Arma supportati dai La moglie denunciata del territorio corallino. E secondo ne all’ospedale Maresca in via
un decreto di fermo firmato dal
sostituto procuratore della Dda con
23 anni e Giovanni di 19) ed il colleghi dell’Esercito per riportare alcune indiscrezioni, già nella Montedoro. Solo nelle ore serali è
cognato (Antonio Condito 33 la calma. Da quanto si apprende, in stato di libertà piazza era stato notato da alcuni tornata la calma in città.
l’accusa di detenzione di armi e
danneggiamento.
anni), la moglie è stata denun-
ciata in stato di libertà per
avere cercato di sottrarre l’ar-
ma. Dieci i feriti: quattro mili- I LUOGHI L’ASSALTO ALLA CENTRALE
tari hanno riportato lievi lesio-
ni, sei manifestanti hanno ripor-
tato contusioni varie. La pistola
La folla si assiepa ai cancelli della caserma. Tensione anche all’ingresso dell’ospedale
calibro 7,65 era pronta allo
sparo con il colpo in canna e
altri sei proiettili inseriti nel
caricatore. I militari dell’Arma
ipotizzano che Cascone stesse
I tafferugli: 4 agenti e 6 civili finiscono al Maresca
progettando di compiere un Circa 40 persone asserragliate in viale Campania
reato, o temesse un agguato.
Ma ecco nei dettagli la ricostru- Hanno tentato di entrare nel cortile, ma sono state respinte
zione delle forze dell’ordine: TORRE DEL GRECO (giu-
ieri pomeriggio Domenico let) - Tre ore di guerriglia a LA RIVOLTA
Cascone era appena uscito dalla Torre del Greco ieri sera dopo
sua abitazione in vico De Bottis Alla ribellione contro il fermo
l’arresto di Domenico Casco- operato dai carabinieri hanno
ed era alla guida della sua mac- ne: la caserma dei carabinieri è partecipato anche i due figli
china con a bordo la moglie. ed un cognato, arrestati per
Quando è stato fermato da una stata presa d’assedio e i milita-
ri hanno affrontato una vera e resistenza a pubblico ufficiale
pattuglia di Torre del Greco per
un controllo di routine. Un LA CASERMA propria rivolta popolare con un
carabiniere si è accorto che violento corpo a corpo davanti
Cascone, uscito dalla sua auto- Lancio di oggetti, urla alla cancellata. Il bollettino LA REAZIONE
vettura, portava una pistola e contestazioni alla cancellata parla di dieci persone ferite
negli scontri (quattro esponenti I carabinieri sedano la folla
infilata nella cintola dei panta- della caserma di viale prima nella loro sede di viale
loni. I militari lo hanno immo- delle forze dell’ordine e sei Campanie e poi all’ospedale
bilizzato, ma durante la collut- Campania, sede della locale manifestanti). Nessuno è in Maresca, dove sono aiutati
tazione la pistola è caduta a compagnia della Benemerita gravi condizioni, hanno ripor- dalle pattuglie dell’esercito
terra e la moglie di Cascone si è tato ferite superficiali al volto e
lanciata sulla pistola tentando
poi di occultarla tra i vestiti. La
scena ha attirato l’attenzione di
altre persone in strada. Parenti
agli arti. Sono stati medicati al
pronto soccorso del Maresca.
Ma anche in ospedale ci sono
stati tafferugli, tanto che in
di Cascone prova a nasconder-
la tra i vestiti. E’ in questo
“ IL REFERTO Cascone vengono tratti in arre-
sto per resistenza e violenza a
momento che accorre un fiume pubblico ufficiale. Mentre
e amici di Cascone sono accorsi serata sono stati richiesti umano in difesa del 38enne e Nessuno quattro militari restano feriti
per aiutarlo e hanno circondato rinforzi con la massima urgen-
i militari cercando di farli scap- za e il nosocomio è stato ‘blin-
della moglie. Scendono in
massa dalle palazzine, dalla
dei convolti lievemente. Sei manifestanti
riportano contusioni varie. La
pare. Il tentativo è andato a dato’ in tutta fretta da decine di piazzetta, altri fermano i veico- negli scontri tensione si trasferisce pochi
vuoto e i carabinieri sono riu- pattuglie dei carabinieri e dai
sciti a far salire in auto i due mezzi corazzati dell’Esercito in
li in strada e si lanciano nella
mischia. Parenti e amici in
è in condizioni minuti più tardi all’ospedale
‘Maresca’ di Torre del Greco,
fermati e a portarli in caserma.
Ma la folla, per nulla rassegna-
assetto da combattimento. Alle pochi secondi circondando i gravi: riportate dove vengono trasportati i feri-
19 i feriti sono stati trasportati
ta, ha inseguito la macchina in ospedale. Qui la tensione è
militari. In un clima rovente i
carabinieri riescono ad accom-
lesioni al volto ti e dove devono intervenire
altri militari dell’Arma, sup-
dell’Arma fino alla caserma di salita alle stelle in pochi minu- e alle mani
viale Campania, asserragliando- pagnare i due in caserma. La portati dai colleghi dell’Eserci-
si davanti alla cancellata, urlan-
do, lanciando oggetti e cercan-
do di entrare nel cortile. Ci L’OSPEDALE
ti, la situazione poteva degene-
rare da un momento all’altro.
Tutto comincia due ore prima,
quando in via De Bottis i mili-
“gazzella” dell’Arma viene tal-
lonata da motorini e automobili
fino al cancello d’ingresso. La

ta, provocando la reazione dei
to per riportare la calma. A
fine giornata quattro persone
vengono arrestate: Cascone, i
sono stati tafferugli per diverse folla comincia ad inveire con militari: i carabinieri devono due figli (Giuseppe e Giovan-
ore tra i carabinieri, che hanno tari fermano l’auto di Domeni- cori contro le forze dell’ordine impedire l’accesso alla caser- ni) ed il cognato (Antonio Con-
Le colluttazioni sono co Cascone per un controllo. e un lancio di oggetti. Sul mar- ma e rispondono con cariche di dito), la moglie di Cascone
cercato di impedire l’ingresso
in caserma e la folla che li proseguite al Maresca: Un carabiniere nota una pistola ciapiede ci sono non meno di alleggerimento per disperdere i viene denunciata in stato di
assaltava (una quarantina di il nosocomio è stato ‘blindato’ alla cintola e cerca di immobi- quaranta persone. Provano più manifestanti. Di contro parte libertà per avere cercato di sot-
persone). Nella circostanza lizzarlo. Nella colluttazione volte a forzare il cordone di una fitta sassaiola. Nella circo- trarre l’arma nascondendola tra
anche due figli ed il cognato di grazie ai mezzi corazzati l'arma cade a terra e la moglie sicurezza davanti alla cancella- stanza due figli ed il cognato di i suoi vestiti.
dell’esercito in supporto all’Arma
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org
Pagina 24
CNRapoli
ONASCud
HE S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Sabato 17 Aprile 2010

Portici In aula al fianco delle vittime nel processo contro gli 8 estorsori della cosca di Torre del Greco PORTICI

Clan Falanga, l’associazione antiracket chiede i danni


di Veronica Mosca che fece così salire il bilancio ad
Corruzione, Auricchio in manette
Di Caterina: si faccia chiarezza
Duraccio: è una persona onesta
otto arrestati. Si trattava infatti di PORTICI (veromos) - L’ordinanza
PORTICI - L’Associazione Anti- provvedimenti scaturiti a seguito di custodia cautelare emessa nei
racket e antiusura di Portici va in di reati legati all’estorsione, com- confronti dai baschi verdi nei con-
tribunale. Lo fa per dare sostegno piuti soprattutto a cavallo fra il fronti di Corrado Auricchio sta
all’ennesima vittima della camorra 2007 ed il 2008, con qualche epi- ancora facendo discutere gli
e per dare un segnale forte di vici- sodio risalente anche al 2009. Una ambienti politici della città della
nanza a tutti coloro che ancora vera e propria organizzazione cri- Reggia: “La notizia della misura
sono schiacciate dal peso del minale che per un lungo periodo cautelare nei confronti del ragio-
racket. “Giovedì - afferma il presi- ha segnato il terrore tra i commer- niere capo del comune di Portici,
dente dell’Associazione, Sergio cianti della zona torrese. “La cri- Corrado Auricchio mi lascia stupi-
Vigilante (nella foto) - l’Associa- minalità organizzata - continua Ciro Grieco Isidoro Di Gioia Silvano Scognamiglio Domenico Sannino
to. Questi fatti alterano la serenità e
zione si è costituita parte civile nel Vigilante - cerca di insinuarsi gli equilibri delle pubbliche ammi-
procedimento penale a carico di 8 anche nell’economia produttiva nistrazioni”. Così il parlamentare e
imputati del clan Falanga operan- legale: cerca di impadronirsi di capo dell’opposizione al comune di
te a Torre del Greco, attività economiche Portici, Marcello Di Caterina
per reati di estorsione ai pulite, affinché diventi- (nella foto in alto) ha commentato
danni di un imprendito- no la ‘copertura’ di la notizia degli arresti domiciliari
re”. L’operazione che altre illecite. Lo fa nei riguardi di Aurcchio alla stam-
portò dietro le sbarre gli minacciando coloro che pa. “Auspico - ha ripreso il parla-
esponenti della cosca esercitano un mestiere o mentare - che
che fu di Giuseppe un’attività imprendito- quanto prima si
Falanga è stato uno dei riale, commercianti, faccia chiarezza
colpi più duri inferti alla artigiani, liberi profes- Raimondo Amendola Gennaro Borrelli Antonio Accardo Stefano Mennella su questa vicen-
malavita corallina negli sionisti, imprenditori, e da ribadendo la
ultimi anni. Il blitz spesso ci riesce”. Una massima fiducia
scattò a seguito di una promessa mantenuta TORRE ANNUNZIATA nel lavoro della
prolungata attività inve- quella dell’associazione magistratura”.
stigativa, che ha condot-
to all’arresto di perso-
di Vigilante, di accom-
pagnare gli imprenditori Proiettili e minacce al magistrato, il sindaco Starita scrive a Marino: Posizioni non
estremizzate, ma
naggi strettamente legati a clan che decidono di denunciare il di attesa dello
locali, tra i quali spiccarono i nomi
di due malviventi in particolare:
pizzo in qualsiasi fase dell’intero
procedimento, dalla segnalazione
“Indignati per il vile atto intimidatorio, solidarietà al procuratore” svolgimento dei
lavori della
Isidoro Di Gioia, figlio del boss alle forze dell’ordine sino alla con- TORRE ANNUNZIATA (cs) - Proiettili e minacce mente l’incoraggiamento nei confronti del lavoro Magistratura.
Gaetano, morto durante un aggua- clusione del processo in tribunale. al procuratore Raffaele Marino e alla sua scorta. Il svolto da Marino nel tentativo di sconfiggere la cri- “Personalmente
to e Ciro Grieco, considerato “L’illegalità -continua Vigilante - sindaco di Torre Annunziata Giosuè Starita scrive minalità. “L’amministrazione ribadisce il grande, - dichiara l’as-
dagli investigatori l'attuale reggen- non è solo la camorra o la mafia, alla vittima dell’intimidazione. “Il vile atto intimida- condiviso apprezzamento per il sacrificio ed il quoti- sessore alla
te del clan Falanga. Raggiunti ma vedere e tacere. Dobbiamo torio rivolto alla sua persona indigna profondamente diano impegno profuso dal suo ufficio - si legge nella Sicurezza Sal-
dalla medesima ordinanza di denunciare i camorristi. Soltanto questa amministrazione comunale che - scrive il missiva - nella difficile azione di contrasto ad ogni vatore Durac-
custodia cautelare anche Silvano se siamo uniti possiamo sconfigge- primo cittadino - , facendosi anche interprete dei sen- forma di illegalità in difesa dei più alti valori demo- cio (nella foto in
Scognamiglio, Antonio Accardo, re l’omertà. Pagare il pizzo, signi- timenti dell’intera comunità, ancora una volta igno- cratici”. In solidarietà al procuratore Marino e alla basso) - conosco Corrado Auric-
bilmente offesa nella sua dignità, intende manifestar- sua scorta è in atto una serie di manifestazioni di soli- chio come una persona onesta, per
Stefano Mennella, Gennaro Bor- fica dare forza alla camorra, che le i sensi della solidarietà più autentica”. La fascia darietà in città: per il giorno 25 aprile un comitato
riello e Domenico Sannino. Poco non solo inquina il mercato, ma lo tricolore oplontina, in linea con le manifestazioni di cui sono abbastanza sicuro che la
nato su facebook ha promosso un presidio cittadino sua posizione sarà al più presto
dopo anche un altro malvivente si stravolge e talvolta lo paralizza solidarietà espresse da esponenti del consiglio comu- senza distinzione politiche davanti all’ingresso del
costituì: Raimondo Amendola, con gravi danni anche sociali”. chiarita. Sembrerebbe, almeno
nale e della società civile intera, sottolinea ulterior- tribunale di Torre Annunziata. dalle prime impressioni, ma è tutto
da verificare, che si tratterebbe di
una vicenda in parte di carattere
ERCOLANO PORTICI privato, quindi presumo anche il
Comune in tale vicenda non abbia
Droga, il portiere resta detenuto in carcere Rapina con pistola, 30enne depredato di soldi e cellulare un ruolo principale, anche perché
si tratta di fatti risalenti agli anni
Arresti domiciliari invece per il parrucchiere Il raid in corsoUmberto, banditi in fuga in automobile 80. Noi in quanto amministrazione
non siamo precisamente al corrente
ERCOLANO (rp) - Arrestati per reati in to al prefetto. Sempre nel corso di controlli di tutto, anche perché ci sono anco-
PORTICI (Ciro Ammendo- sul ciglio della strada sono ra indagini in atto. Siamo in attesa
materia di droga. Udianza di convalida del specifici contro lo spaccio di stupefacenti, in la) - Depredato di soldi e cel- scesi entrando in azione. Il
fermo: il giudice Giampaglia ha stabilito che via Galilei a Portici, è stato arrestato Giusep- come tutti di un maggiore
lulare mentre faceva ritorno a passeggero ha estratto la pisto- approfondimento delle notizie.
Giuseppe Di Giacomo resta in carcere, pe Di Giacomo, 44enne residente a Portici, casa. Vittima di due rapinato- la puntandola al volto della
mentre Ciro Castaldo, grazie alla tesi difen- portiere in uno stabile e incensurato. L’uomo Ovviamente - conclude Duraccio -
ri, un trentenne residente in vittima e sferrandole un calcio se ci sarà qualche atto consequen-
siva dell’avvocato Giuseppe Perna, ha otte- è stato ritenuto responsabile di detenzione ai corso Umberto. Il malcapitato per indurlo a cedere. A quel
nuto gli arresti domiciliari. In via Farina ad fini di spaccio di stupefacenti essendo stato ziale da effettuare l’amministrazio-
nella tarda serata di ieri, stava punto con l’arma puntata al ne comunale provvederà in merito,
Ercolano lo scorso mercoledì i carabinieri sorpreso nel corso di una perquisizione nella facendo ritorno a casa dopo volto non ha potuto far altro
della tenenza hanno tratto in arresto Ciro sua guardiola in possesso di un panetto, 2 ma noi siamo fiduciosi che la Magi-
aver probabilmente trascorso che consegnare il denaro. stratura farà il suo corso senza
Castaldo, 45enne, residente in via Venuti, frammenti ed una stecchetta di hashish (per la serata con amici. II trenten- Arraffato il denaro i banditi
parrucchiere di professione, responsabile di un peso complessivo di 234,7 grammi) non- ombra di dubbio”. Oltre ad Auric-
ne camminava sul marciapiedi sono risaliti in macchina dile- chio altre quattro persone (una delle
spaccio di sostanza stupefacente essendo ché di 3 dosi di cocaina (per un peso com- di corso Umberto in tutta tran- balordi in cerca di prede da guandosi. L’uomo, ancora
stato osservato mentre cedeva tre dosi di plessivo di 2,21 grammi), 21,8 grammi di quali deceduta) sono state iscritte
quillità. Ignaro di quanto gli ripulire. Avendolo notato tutto spaventato, ha fatto immedia- nel registro degli indagati. Si tratta
cocaina ad acquirente successivamente bloc- marijuana, 3,5 grammi di semi di cannabis e sarebbe accaduto di li a poco, solo, in pochi secondi lo to ritorno a casa mettendo al
cato ed identificato per un rappresentante di due bilancini di precisione oltre alla somma di tre funzionari comunale e della
camminava adagio. Nei hanno scelto come bersaglio. corrente dell’accaduto i fami- proprietaria del terreno.
articoli sanitari di 44 anni che è stato segnala- di 8640 euro in contante. paraggi si trovavano due E cosi accostata la macchina liari e le forze dell’ordine.

ERCOLANO Operazione di carabinieri e polizia municipale nella mattinata di ieri


Zuffa tra mendicanti a Portici in via Libertà
In due fermati, denunciati ed espulsi Sequestrate villette abusive, in due nei guai Pompei, via al corso di formazione
PORTICI (ciram) - Blitz delle forze dell’ordine.
Fermati, denunciati ed espulsi due mendicanti extra-
Il blitz in via Vesuvio: sigilli a un’area complessiva di 2mila metri quadri per il ‘Patentino dei Fitofarmaci’
comunitari sorpresi nel litigare in centro. Ad esegui- ERCOLANO (ciram) - Abusivi-
re l’operazione sono stati i carabinieri della locale smo edilizio: blitz delle forze del- POMPEI - Nei giorni 19 e 29 aprile,
stazione agli ordini del maresciallo Michele l’ordine. Sequestrati duemila metri e il 3, 6 e 10 maggio, dalle ore 15 alle
Scarati. Ieri mattina i due mendicanti discutevano complessivi di area provata e ore 19, presso la sala consiliare della
animatamente in prossimità di alcuni negozi in via denunciate due persone. Ad esegui- casa comunale di Pompei, si terrà un
Libertà. Probabile che l’argomento della contesa re le operazioni sono stati gli agenti corso di formazione professionale per
fosse la posizione da prendere all’esterno degli eser- della polizia municipale agli ordini il conseguimento del ‘Patentino dei
cizi per mendicare. Una parola tira l’altra e la del comandante Francesco Zenti Fitofarmaci’. Le lezioni saranno condotte dal
discussione ha assunto toni sempre più accesi. Dalle in cooperazione con i carabinieri dottor Vulterini, funzionario della Regione
parole i due sono passati alle vie di fatto azzuffan- della tenenza locale diretti dal Campania. L’esame finale per il conseguimen-
dosi. Qualcuno ha tentato di separare i due comple- tenente Francesco Altieri. Le ope- to del patentino verrà effettuato in data 13
tamente avvinghiati. E nei paraggi nel frattempo razioni sono cominciate alle 9 del maggio. Il corso rientra nelle iniziative di for-
transitava una pattuglia della Benemerita guidata dal mattino quando le forze dell’ordine mazione promosse dall’amministrazione comu-
maresciallo Tommaso Mascolo. I carabinieri hanno hanno raggiunto via Vesuvio, la nale targata D’Alessio.
separato i due conducendoli in caserma per l’identi- strada che conduce alle radici del
ficazione. E durante i controlli hanno scoperto che vulcano. Un arteria la cui pendenza
avevano violato il provvedimento di espulsione. I sfiora l’otto per cento e dove sono Pompei, oggi a palazzo De Fusco
mendicanti sono stati subito condotti all’ufficio dislocate per lo più villette. Da li si ‘Ritorno nei prati di Avigliano’
immigrazione e rimpatriati. Non era la prima volta ammira un panorama stupendo. E sto ed è stato quindi denunciato. E tardo pomeriggio. Un’importante
che si azzuffavano. Un’importante operazione quel- probabilmente quello cui aspirava il un’area infatti all’interno del Parco operazione quella eseguita dalle POMPEI - Oggi alle 18, nella sala
la eseguita dalle forze dell’ordine nell’ambito della titolare dell’area, che stava Nazionale del Vesuvio. Immediato forze dell’ordine nell’ambito della consiliare di Palazzo De Fusco, a Pom-
lotta all’immigrazione clandestina che segue di costruendosi un’abitazione. Un’a- è scattato il sequestro dello spazio, lotta all’abusivismo edilizio. Un pei, si terrà la presentazione del libro
poche settimane quello della finanza. Le fiamme rea vasta da cui potersi godere il circa duemila metri. L’uomo è stato problema che affligge tutto l’hinter- ‘Ritorno nei prati di Avigliano’ di
gialle hanno infatti oltre che fermato 5 extracomuni- golfo Di Napoli. I militari hanno denunciato. Ma i controlli non si land vesuviano. Nel caso specifico Filomena Baratto (nella foto). Il con-
tari, sequestrato oltre duemila cd contraffatti, denun- raggiunto la zona. In quel momento sono limitati all’area attigua il Ercolano vive il problema soprat- tenuto del libro sarà relazionato dalla
ciando due extracomunitari sorpresi nell’aver viola- all’interno dello spazio era presente Vesuvio. Le forze dell’ordine tutto nell’area nord. Per questo scrittrice Anna Bartiromo. Interverrà lo psicote-
to anche il provvedimento di espulsione. E il mese il titolare. Probabile che stessero hanno infatti fatto ritorno in centro. l’amministrazione con a capo il sin- rapeuta Giuseppe Avino, letture a cura dell’atto-
scorso in manette finì una extracomunitaria sorpresa per arrivare anche gli operai. Le In corso Resina hanno posto sotto daco Enzo Strazzullo ha deciso di re Agostino Di Somma, al pianoforte il maestro
nel vendere cd contraffatti. La donna aveva violato forze dell’ordine che scortavano i sequestro un’area di crca150 metri proseguire nel lavoro della prece- Espedito Longobardi. Partecipano all’evento il
un provvedimento di espulsione. tecnici de Comune hanno chiesto al quadri. Anche in questo caso è dente giunta dando spazio ad un sindaco Claudio D’Alessio, Pasquale Sabbati-
titolare di esibire tutte le licenze. scattata la denuncia per il proprieta- importante obiettivo: il ripristino no, assessore alla Cultura e Pasquale Avino
L’uomo ovviamente ne era sprovvi- rio. I controlli si sono conclusi nel della legalità. assessore all’Istruzione e al Turismo.
26 Sabato 17 Aprile 2010 Napoli Sud CRONACHE di NAPOLI

BOSCOREALE Gragnano In fuga i due anziani proprietari dell’appartamento. Danni all’arredo, nessun ferito
L’INIZIATIVA GRAGNANO (Antonio gnano, agli ordini del coniugi. Per fortuna
In fiamme De Simone) - Tanta
paura, ma nessun ferito,
per un incendio svilup-
maresciallo
Giordano. Lievi i
Sossio

danni, quantificabili in
però l’incendio non era
di vaste dimensioni e
tutto, grazie anche al
La protesta ha l’obiettivo
di sensibilizzare la popolazione
abitazione patosi ieri mattina
all’interno di un’abita-
zione di via Vittorio
Veneto. Erano da poco
poche migliaia di euro.
Il rogo ha bruciato l’ar-
redo della cucina e ha
creato lievi danni in
pronto intervento dei
soccorsi, si è risolto per
il meglio”. L’incendio
ha provocato lievi disa-
Il sindaco Langella: “Parteciperò
ad ogni forma di lotta legale”
in via Vittorio passate le 11.30 quando,
da una palazzina si sono
sprigionate le fiamme,
altre stanze. Già nel
pomeriggio i due anzia-
ni sono ritornati nel pro-
gi anche alla viabilità.
Per oltre un’ora infatti
via Vittorio Veneto,

I sentieri che dai comuni vesuviani portano


alla discarica Sari sono immersi
Veneto dovute con ogni proba-
bilità a un corto circui-
to. I proprietari dell’ap-
partamento, due anzia-
prio appartamento, a
seguito di un nuovo
sopralluogo dei pompie-
ri. “Abbiamo avuto
principale arteria di col-
legamento tra il centro
di Gragnano e i locali
del Tribunale, della
nel Parco Nazionale del Vesuvio
e sono attraversati quotidianamente Il rogo, scoppiato alle 11.30 di ieri, ni, sono scappati dopo
aver allertato i soccorsi.
Sul posto si sono infatti
paura – afferma una
vicina che ha assistito
alla scena – e per un
posta e del Comune, è
andata in tilt. Soltanto
dopo mezzogiorno la
dagli autocompattatori che qui stoccano i rifiuti
è stato causato da un corto circuito recati i vigili del fuoco
del locale distaccamen-
momento abbiamo
temuto anche per la
situazione è ritornata
lentamente alla norma-
to e i carabinieri di Gra- sorte della coppia di lità.

L’appuntamento è fissato per le 15.30 in via Vicinale Sarno in località Cangiani. Manifestazioni anche nei comuni di Boscotrecase, Trecase e Terzigno

Via al funerale del Parco Nazionale del Vesuvio


Oggi scendono in piazza i comitati civici e le istituzioni locali per dire no alle discariche
di Nadia Cozzolino sterà in un lungo ‘funera- chi vendere che cosa, a delle forze dell’ordine ogni forma di lotta civile ge ai precedenti concreti che interpreta appieno il Boscoreale e Boscotreca-
le’, con tanto di bara, tutti i proprietari di terre che sfileranno con la e democratica della rete gesti e listare a lutto il pensiero ed il disagio se, Trecase dove ad ogni
BOSCOREALE - Par- municipi chiusi per lutto ed immobili senza più fascia nera di lutto al dei comitati e dei movi- gonfalone, che è il mas- dell’intera comunità di sindaco sarà consegnato
tirà alle 15.30 di oggi da e manifesti funebri affis- alcun valore”. Alla pro- braccio e dei rappresen- menti civici vesuviani simo emblema dell’unità Boscoreale”. Il corteo, un 'memorandum con il
via Vicinale Sarno, in si ai portoni. Già di per testa non parteciperanno tanti delle istituzioni che stanno lottando per territoriale della nostra che ha l’obiettivo di sen- richiamo alle proprie
località Cangiani a se brusca appare la dici- solo liberi cittadini locali tra cui il sindaco di impedire l’apertura della comunità municipale è sibilizzare la popolazio- responsabilità e dove
Boscoreale, l’insolita tura che caratterizza i volenterosi di salvare la Boscoreale, Gennaro seconda discarica nel un segno tangibile ed ne vesuviana sul tema verrà affisso al portone
protesta organizzata nel manifesti già sparsi in loro bella città; è stata Langella che ha sottoli- Parco Vesuvio, e quella inconfutabile della discariche, porterà i del Comune il manifesto
comune vesu- giro per il annunciata la presenza neato “ho sempre dichia- di sabato è l’ennesima nostra condivisione di un manifestanti sino ai con la scritta ‘chiuso per
viano per oppor- comune. “Con dei comitati vesuviani, rato che avrei sostenuto conferma, che si aggiun- percorso di lotta civile municipi di Terzigno, lutto’.
si all’annunciata grande dolore
apertura di una della prematu-
seconda discari- ra scomparsa SANT’ANTONIO ABATE Pugno duro della procura sulle ruspe nei Lattari. Il sindaco Antonio Varone: “E’ mancato un controllo sistematico. Gestioni incongruenti”
ca nella città di del Parco
Terzigno. La
manifestazione
coinvolgerà
anche i comuni
di Boscotrecase,
nazionale del
Vesuvio, - si
legge - porgono
il loro malinco-
nico tutti i cit-
Abusivismo edilizio, confermate 400 demolizioni
SANT’ANTONIO ABATE via Croce Gragnano, dove è penso a Scafati, Angri e Santa troviamo di fronte a una vera alcuna valutazione oggettiva
Trecase e Ter- tadini che ave- (ae) - Le ruspe hanno ripreso stata buttata giù la mansarda Maria la Carità, non hanno. e propria barbarie di Stato – sul reale impatto ambientale e
zigno e sarà di vano scommesso ieri mattina il loro lavoro per presa in fitto dal Grand Hotel Questa situazione ha impedito afferma Domenico Elefante, sulla sicurezza territoriale”.
sicuro originale Dopo la Sari, sulla sua cresci- completare gli abbattimenti La Sonrisa. Intanto dalla Pro- ai cittadini di Sant’Antonio la responsabile dell’associazione La protesta dei comitati civici
ed al contempo ta e sul suo svi- relativi ai cinque edifici abusi- cura generale di Napoli sono possibilità di utilizzare il con- Amici del Territorio -, dovuta antiabbattimenti continua
forte: dimostra- anche Cava luppo e a cui vi cittadini. Situazione monito- stati confermati altri abbatti- dono del 2003. Una vera al fallimento totale della poli- quindi a pieno ritmo. Lo scor-
re in maniera ora non resta rata costantemente da polizia, menti che interesseranno l’in- incongruenza”. Sul piede di tica. Dovrebbero vergognarsi so lunedì la protesta giunse
aspra la propria Vitiello che cambiare carabinieri e vigili urbani, i tera area a sud di Napoli. guerra anche i comitati. “Ci infatti i vari politici che nel- anche in autostrada: intorno
disapprovazio- aria; tutti i quali hanno impedito che la Almeno 400 edifici saranno l’ultima campagna elettorale alle 9.30 del mattino un grup-
ne nei confronti
della nuova
potrebbe medici che cure-
ranno senza
protesta dei residenti generasse buttati giù prossimamente, in hanno preso i voti anche a po di automobilisti bloccò il
in disordini con le forze del- quanto già raggiunti da senten- Sant’Antonio Abate prometten- tratto autostradale tra Pompei
discarica (quel-
la di cava
diventare speranza quelli
che restano a
l’ordine. Le ruspe sono entrate ze passate in giudicato. Sono do lo stop delle ruspe. Non ed Ercolano andando incontro
in azione a via Marna, a via circa 4mila invece i procedi- hanno fatto altro che specula- a numerose denunce per
Vitiello che
andrebbe ad
un sito respirarne la
‘puzza’; tutti i
Paludicelle e a via Scafati per
ultimare gli abbattimenti di tre
menti tuttora in corso alla Pro-
cura di Torre Annunziata. “E’
re sulle disgrazie di questa
povera gente, che da un giorno
interruzione di pubblico ser-
vizio e manifestazione non
aggiungersi a
quella Sari,
di stoccaggio ristoratori che,
alla faccia delle
abitazioni. Stesso discorso per mancato un controllo sistema-
tico del territorio – afferma
all’altro si è ritrovata senza
una casa”. Sulla stessa lun-
autorizzata.
ormai satura). produzioni doc, Antonio Varone, sindaco di ghezza d’onda è Giuseppe
La contestazione è l’uni- dovranno importare Sant’Antonio Abate -. A que- Comentale, leader dell’asso-
ca arma che resta a citta- anche l’ossigeno per i
Domenico Elefante (Amici sto, però, aggiungerei anche ciazione Arcobaleno. “Per noi Giuseppe Comentale (Arcobaleno):
dini ed istituzioni per far clienti, a tutti gli impren- delle carenze contenute nello – afferma – la vera giustizia e
ascoltare la propria voce ditori che dovranno inve- del Territorio): “Ci troviamo strumento urbanistico regiona- legalità significa anche assicu-
“Giustizia e legalità significa
ed impedire che un stire in un territorio le che devono essere sicura- rare una casa a chi non ce assicurare una casa a chi non ce l’ha
nuovo disastro ecologico svuotato di ogni speran- di fronte a una barbarie di Stato. mente corrette. Basta pensare l’ha e non abbatterla a chi ce
possa trovare posto nel za e prospettiva, a tutti I politici hanno disilluso che il nostro comune è sotto- l’ha, seppure costruita abusi- e non abbatterla a chi ce l’ha,
Parco Nazionale del gli esercizi commerciali posto a un vincolo paesaggi- vamente, in maniera così seppure costruita abusivamente”
Vesuvio. Il corteo consi- che non sapranno più a tutte le promesse” stico che i territori limitrofi, cruenta e disorganica e senza

TORRE ANNUNZIATA Multe complessive per 12mila euro. Raffica di denunce SORRENTO SORRENTO Prime grane per la giunta Cuomo

Minaccia il suicidio, Viabilità nel centro storico


Commercio abusivo, blitz dell’Arma fermata dalla polizia Le polemiche di Antonetti
SORRENTO (rp) - Nei
Emergenza idrica nel Vesuviano
A Portici uffici comunali chiusi
TORRE ANNUNZIA- abusivo proseguiranno a se, in particolare nell’am- SORRENTO (cs) - Nomi- ni, usando la dovuta tolle-
TA (Roberto Scognami- pieno ritmo anche nei bito dei traffici illeciti di giorni scorsi gli agenti della nata la nuova giunta muni- ranza nei confronti di chi
glio) - Commercio abusi- prossimi giorni. I militari droga ed in quello dell’a- squadra volante del com- cipale (formata dagli asses- ha necessità di parcheggia- PORTICI - Rubinetti a secco per 48 ore. E’ questo quan-
vo, blitz dei carabinieri della compagnia di piazza busivismo edilizio. Quan- missariato di polizia di Sor- sori Stinga, Gargiulo, re la propria autovettura to stabilito dalla Regione Campania, in concerto con l’a-
della compagnia di Torre De Nicola stanno eserci- to agli stupefacenti i cara- rento sono intervenuti in Milano, Pontecorvo e per serie esigenze, ma sem- zienda Gori, per agevolare le operazioni di manutenzione
Annunziata agli ordini del tando una dura pressione binieri hanno eseguito aiuto di una giovane donna Bernardo), l’amministra- pre e comunque nel rispetto e riparazione di impianti danneggiati a Portici e San Gior-
capitano Luca Toti e del nei confronti di ogni tipo numerosi arresti e seque- che attraverso il noto social zione Cuomo affronta le delle norme del codice gio. Coinvolte le città di Portici, Ercolano, San Giorgio a
tenente Francesco Pane- di illegalità diffusa nel stri nelle ultime settima- forum “facebook” manife- Cremano, Torre del Greco e Cercola nelle quali dalle 22
stava intenti suicidi. Con- prime polemiche da parte della strada, oltre che di
bianco. I militari dell’Ar- territorio torrese-bosche- ne. dell’opposizione. E’ di ieri quelle di una civile convi- di domani alle 22 di martedì 20, sarà sospesa l’erogazione
tattata al proprio domicilio, idrica. Nella città della Reggia, oltre alle scuole, il provve-
ma hanno attuato una task è stata messa in atto un’ef- la nota inviata da Giovanni venza”. La nota di Anto-
force in materia di vendita Antonetti circa i provvedi- netti si conclude insistendo dimento riguarderà anche le strutture comunali.
ficace opera di persuasione,
illecita di merce da parte tant’è che la donna F.R., di menti da adottare per com- sul tema viabilità. La pole-
degli ambulanti attivi nel battere i problemi inerenti miche si riferisce al merca- San Giorgio a Cremano, lunedì
territorio oplontino. Nella
giornata di ieri la città
oplontina è stata oggetto
Boscoreale, gli alunni del II Circolo 25 anni, ha desistito dal
compiere l’insano gesto. In
seguito, la donna ha anche
alla viabilità nel centro sto-
rico di Sorrento. In partico-
lare Antonetti si riferisce
to settimanale del martedì
in via San Renato ed in via
Atigliana. Un mercato che
il seminario ‘Disability Counselling’
sporto una querela contro
di controlli in lungo e in
largo, sia nella zona set-
tentrionale, tra corso
vincitori della tappa di ‘W i bambini’ una donna, identificata, per
istigazione al suicidio. Suc-
cessivamente, la polizia ha
alla piazza della Vittoria,
via San Francesco e corso
Italia, “letteralmente invase
costituisce un problema per
la viabilità locale che biso-
gna superare secondo
SAN GIORGIO A CREMANO (nc) - Si terrà
lunedì 19 aprile alle 17.30, presso la biblioteca comu-
nale di San Giorgio a Cremano, il seminario ‘Disabi-
lity Counselling: migliorare la qualità della vita dei
Umberto I e piazza Cesa- BOSCOREALE (rp) - Sono stati gli alunni delle classi
emesso provvedimenti di da automobili, furgoni e Antonetti con nuovi stru- diversabili’. L’incontro, promosso dall’assessorato
ro, sia in quella meridio- quinte dei plessi scolastici Gescal-Nicola De Prisco e Set- allontanamento dai comuni
tetermini di Boscoreale (Napoli), del II Circolo didattico, motoveicoli parcheggiati, menti governativi. “La pro- alla Partecipazione di San Giorgio a Cremano, dal-
nale, tra il mercato ittico e della penisola sorrentina durante gli orari in seguito blematica che invece l’Aspic Napoli e Avellino, dall’associazione Linea-
via Roma. In particolare guidato da Pasqualina Del Sorbo, a vincere la seconda nei confronti di: C.L.,
tappa del tour ‘W i Bambini’, che quest’anno ha aperto indicati, in doppia fila ed in riguarda esclusivamente darco, dall’associazione Altanur e dai Forum delle
poi il blitz della Beneme- 38enne di Torre del Greco, totale spregio di qualsiasi via Atigliana - termina la associazioni sangiorgesi.
rita ha coinvolto il merca- l’annuale opera di Exposcuola con la tappa di inaugura- con precedenti per reati
zione del circuito 2010 a Pompei. Alla competizione i norma del codice della nota - durante il corso del-
to settimanale del venerdì, contro il patrimonio; C.V., strada” si legge nel comu- l’intera settimana, è il tran-
in cui alcuni ambulanti bambini delle classi quinte elementari di tutte le scuole 58enne di Napoli, con pre- Boscoreale, sabato la presentazione
primarie di Pompei, Boscoreale, Boscotrecase, Trecase. nicato che chiede all’ammi- sito, in entrambi i sensi di
sono andati incontro alle cedenti per reati patrimonio nistrazione Cuomo “di for- marcia di autobus, pullman
denunce. Il bilancio com- Erano inoltre presenti alunni di molte scuole provenienti e stupefacenti; C.G., mulare le opportune e ed autocarri di grosse
della banda ‘Madonna dei Flagelli’
plessivo delle contravven- dalla provincia di Salerno (Pagani, Mercato San Severi- 44enne di Arzano, con pre-
no, Fisciano) e di Caserta (Aversa). I giovani allievi necessarie soluzioni al fine dimensioni, in un percorso BOSCOREALE - Sabato 24 aprile alle ore 18.30,
zioni elevate da parte dei cedenti per reati contro il di risolvere gli indicati pro- urbano che a malapena
carabinieri è di 12mila hanno partecipato ad una serie di giochi a squadre dando patrimonio e P.F., 25enne presso il Santuario della Madonna Liberatrice dai
prova di abilità fisiche e intellettuali. Da una parte i giochi di Napoli, con precedenti blemi, con i quali i nostri riesce recepire il doppio Flagelli di Boscoreale, sarà presentata ufficialmente
euro circa, mentre decine concittadini si scontrano senso delle automobili”.
sono gli ambulanti ed i si sono svolti in piazza Bartolo Longo, coinvolgendo l’in- per reati contro il patrimo- la ‘Banda Musicale Santuario Madonna Liberatrice
tera comunità pompeiana mentre le attività formative si nio e stupefacenti. I.R., quotidianamente; soluzioni L’amministrazione appena Città di Boscoreale’. La nuova banda musicale verrà
commercianti abusivi che dovranno obbligatoria- insediatasi dopo la nomina
denunciati. I controlli sono tenute nell’istituto Sacro Cuore, un plesso scolastico 24enne di Sant’Angello, è accolta dall’entusiasmo di tutta la comunità bosche-
del 2° circolo di Pompei. stato trovato in possesso di mente essere adottate in degli assessori ha quindi il se che, come ha sottolineato il sacerdote della par-
delle forze dell’ordine in sinergia con il competente suo primo da farsi con il
materia di commercio grammi 4,60 di marijuana. rocchia, sappresenterà un modello per tutta la
Comando dei Vigili Urba- tema della viabilità. società civile.
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI

CROSNA C HE
S.S. Sannitica km. 19,800 S.S. Sannitica km. 19,800
Centro Tamarin - 81025 - Centro Tamarin - 81025 -
Marcianise (Ce) Marcianise (Ce)
Tel. 0823.581055 -
0823.581005 - 0823.821165

Sito web: www.cronachedinapoli.org

Sabato 17 Aprile 2010


port Tel. 0823.581055 -
0823.581005 - 0823.821165

Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 27

TUTTI UNITI PER IL PATRON

Domani a Bari riparte


la scalata verso
l’Europa League

Nella foto a sinistra il presi-


dente del Napoli Aurelio De
Laurentiis: sopra i tifosi
azzurri

IL NAPOLI ALLA RISCOSSA


De Laurentiis giù di morale
di utenza più importanti. Però per far
innamorare di nuovo De Laurentiis
del calcio basta poco. Questo i gioca- LA CARICA DEL TECNICO
tori di Mazzarri lo sanno e hanno tutte
le possibilità di portare in Napoli in
Europa League e ridare entusiasmo al
presidente che dall’ottobre scorso sta
ridisegnando i quadri societari e tecni-
Mazzarri
ci. Il sesto posto è a portata di mano, il
rilancia:
Ora ci pensano gli azzurri
settimo - che potrebbe bastare per l’in-
gresso in Europa se la Roma raggiun-
gesse l’Inter in finale di Coppa Italia -
è già nelle mani degli azzurri, che
però devono difendersi dagli assalti di
Fiorentina, Parma e Genoa. L’Europa
“Altre 5 finali
League favorirebbe l’ingresso nelle
casse del club di denaro fresco e
darebbe la possibilità al Napoli di con-
da vincere”
tinuare la sua crescita graduale, senza
La sconfitta contro il Parma e Calciopoli hanno tolto entusiasmo al presidente: troppi scossoni. Da domani a Bari uno
dei primi obiettivi del Napoli sarà far
“Mi domando se vale la pena continuare”. In Europa per fargli tornare il sorriso tornare il sorriso a De Laurentiis.
Impresa tutt’altro che impossibile.

di Antonello Auletta sul calcio italiano, il patron ha palesa- pensando di lasciare, può tornare al
to il suo stato di insofferenza. “Io sono cinema, dove è bravo. Si fa valere
NAPOLI - Non è un momento esal- fuori da certe situazioni e quindi non anche nel mondo del pallone, però
tante per il presidente del Napoli vorrei esprimermi su Calciopoli - ha non può dare la colpa agli altri se il
Aurelio De Laurentiis. La sconfitta detto ieri a Milano De Laurentiis - ma Napoli non andrà in Champions”. NAPOLI (Antonio
di sabato scorso contro il Parma, che se mi chiedete che idea mi sono fatto, Tornando alle dichiarazioni di De Russo) - Il tecnico del
ha allontanato e di molto il sogno vi dico che spesso mi domando se Laurentiis, le frasi dette ieri a Milano Napoli Walter Mazzarri
Champions - complicato dagli errori vale la pena restare nel calcio”, dan- dal patron azzurro sono solo il frutto rilancia. Nonostante la
arbitrali, come ha sottolineato il tecni- dosi poi una risposta a metà. di una settimana difficile, dove il sconfitta contro il Parma
co Mazzarri nell’ultima settimana - e “Forse...”. Che De Laurentiis stia pen- Napoli si è risvegliato da un bel e il sogno Champions
l’ombra di Calciopoli che aumenta i sando di lasciare il calcio? Improbabi- sogno. Prima della gara di sabato che si è allontanato, il
sospetti su un mondo, quello del pal- le. Il presidente ha sempre dimostrato scorso contro il Parma, sembrava che popolo azzurro gli dimo-
lone, di cui il patron vorrebbe riscrive- di non voler mai gettare la spugna. E gli azzurri potessero davvero lottare stra sempre un affetto
re totalmente le regole, tolgono un po’ poi c’è il secondo quinquennio, appe- per la Champions, la coppa europea incondizionato. Tanti i
tifosi che l’hanno inco-
di entusiasmo a De Laurentiis. Ieri, a na iniziato esclusivamente sotto il suo che di più stuzzica la fantasia del raggiato ieri sera alla
margine di una riunione in Lega, avvi- segno, da portare avanti. De Lauren- patron, visto che è una sorta di Super libreria Feltrinelli a piaz-
cinato dai cronisti, che gli hanno chie- tiis rispedirà al mittente l’invito dell’a- Lega europea, formula dal patron za dei Martiri, dove l’al-
sto un parere sullo scandalo scoppiato mico e collega Zamparini, che ieri a sempre auspicata per favorire i mag- lenatore del Napoli
nel 2006 e che ha ancora ripercussioni Palermo ha detto che “Se Aurelio sta giori incassi alle squadre con i bacini Gli azzurri fanno quadrato per riportare il Napoli in Europa (nella foto tratta da
www.napolimagazine.co
m) è intervenuto ieri
sera in occasione della
presentazione del libro
L’italobrasiliano e l’ex del Palermo verso il rientro dal primo minuto al fianco del terzino casertano. In attacco c’è Denis. Oggi rifinitura a porte chiuse e partenza del giornalista Enrico
Varriale, “A bordocam-

Santacroce-Rinaudo-Grava, retroguardia inedita al San Nicola


po. Il calcio oltre la linea
bianca”. A dare l’in
bocca al lupo al mister,
anche il presidente della
NAPOLI (Giovanni Daniele) Sulle fasce Campagnaro a lontano dal San Paolo. La turno di squalifica. Maggio Regione Stefano Cal-
- Allenamento a porte chiuse destra e Zuniga dal versante Seduta tecnico tattica si è svi- prosegue la sua tabella di doro. Mazzarri ha
infiammato i tifosi pre-
per il Napoli al centro sporti- opposto. Dossena dovrebbe luppata con un allenamento recupero con terapie e pale- senti, dicendo che “Il
vo di Castelvolturno. Mazzar- rientrare, ma pare possa atletico in avvio e poi posses- stra. Nel pomeriggio è fissata Napoli non molla niente.
ri prova la formazione anti- entrare solo a gara in corso. so palla e partitella mista la rifinitura dove il tecnico Restano cinque finali da
Bari e non si fida delle even- Sulla linea mediana Gargano dove si è ben decifrata la pro- del Napoli curerà gli ultimi giocare e proveremo a
tuali spie baresi. La novità è e Pazienza. In attacco Denis babile formazione che scen- dettagli di una sfida impor- vincerle tutte con l’aiuto
il difensore Santacroce pron- sostiturà lo squalificato Qua- derà in campo domani pome- tantissima, terminato l’allena- del pubblico”. “Dobbia-
to a debuttare con il tecnico gliarella. Alle spalle del tam- riggio al San Nicola contro al mento partenza per la Puglia mo incarnare lo spirito
dei napoletani - ha con-
toscano, dopo un’assenza dem argentino Denis- formazione dell’ex Giampie- dove gli azzurri disputeranno tinuato Mazzarri e arri-
prolungata da settembre Lavezzi, agirà lo slovacco ro Ventura. Terapie per Aro- la prima delle ultime cinque vare più in alto possibi-
(Inter-Napoli 3-1). L’italo- Hamsik, capocannoniere del nica, che comunque non partite del campionato con le. Poi a fine campiona-
brasiliano agirà nella difesa a Napoli anche in trasferta con sarebbe stato della partita, l’intento di consolidare il to penseremo a miglio-
Il difensore del Napoli Leandro Rinaudo tre con Rinaudo e Grava. cinque reti su dodici segnate visto che deve osservare un posto in Europa League. rare l’organico”.
28 Sabato 17 Aprile 2010 Calcio CRONACHE di NAPOLI

Lo sprint del Napoli L’argentino ha cinque partite


per superare quota 8 in serie A

LA MISSIONE DEL POCHO


Record di gol ed Europa: Lavezzi si scalda
A Bari ritroverà anche Ventura, primo avversario col Pisa al San Paolo nell’esordio in Italia in Coppa Italia ad agosto 2007
LA STATISTICA

E Mazzarri sfida
il tabù trasferte:
la vittoria manca
da quasi tre mesi
NAPOLI (Antonio Russo) - Domani il
Napoli va a caccia della vittoria in trasferta

24
che manca dal 24 gennaio 2010. La ‘banda
Mazzarri’ espugnò il Picchi di Livorno (0-
2).Il Napoli poi in cinque trasferte ha raci-
molato solo pareggi e sconfitte. Mazzarri
ha chiesto ai suoi: il ritorno alla vittoria
perduta, lontano dal San Paolo. Sarebbe il
Sono le reti modo migliore per dimenticare definitiva-
totali siglate mente la sconfitta interna con il Parma, di
da Lavezzi sette giorni fa. Mazzarri poi vuole rivedere
col Napoli: la squadra autoritaria in trasferta, e capace
ora è a 6, di capitalizzare al meglio le occasioni pro-
dotte, così come è accaduto nella prima
di cui 5 parte dell'era del tecnico di San Vincenzo
in serie A in sella alla navicella partenopea. Il Napoli
di Reja faceva tanta fatica lontano dal San
Paolo, nella gestione Donadoni non si
vinceva mai on the road, mentre con il tec-
nico che ha dato un'anima agli azzurri, l'i-

17 nizio ‘da viaggio’ è stato scoppiettante.


Correva infatti la nona giornata, era il 25
ottobre quando i partenopei espugnarono il
Franchi di Firenze grazie a un gol di
Maggio su assist del Tanque Denis. Il 31
di Marcello Altamura porta. Lui ci ha provato e ci sta provando, anche tabù del gol in trasferta, una rarità nella sua sta- ottobre 2009 il Napoli scrisse un'altra pagi-
E’ il record Quella tripletta se ngli ultimi tempi è stato più uomo assist che gione: l’ultimo al Cagliari il 13 dicembre 2009, na storica del romanzo mazzarriano vio-
di gol fatti NAPOLI - Cinque partite, cinque finali, per ad agosto stoccatore. Lo sa bene anche Diego Maradona, quasi un girone fa, una prodezza balistica in lando lo stadio della Juve e di rimonta.
in carriera, usare il gergo di Walter Mazzarri. Cinque par- l’idolo di Napoli che da ct della Seleccion lo parte ‘macchiata’ dall’espulsione per la pallona- Alla dodicesima giornata, il 7 novembre
tite per lanciare la volata all’Europa e cambiare Il 15 agosto 2007 segue e riflette sull’ipotesi di inserirlo nell’attac- ta rifilata al tecnico isolano Allegri. Da allora,
nel 2003-2004 al San Paolo 2009, il Napoli impattò a reti bianche, e
il corso di una stagione. Il Napoli e il Pocho co dell’Argentina per il Mondiale sudafricano. Il niente gol in trasferta. In mezzo il colpo di test giocando male, al Massimino di Catania.
in Argentina Lavezzi su binari paralleli: 450’ per determinare si gioca la gara Pocho sa che anche il sogno iridato, come quello vincente con la Fiorentina e il sinistro a brucia-
con l’Estu- Il 29 novembre 2009 il Napoli riprese a
il destino di una stagione, per provare a centrare di Coppa Italia europeo col Napoli, passa dai gol. In Italia, il suo pelo che manda definitivo al tappeto Madama macinare gioco al Tardini di Parma e
diantes la svolta. Napoli-Pisa: record è a quota 8: ora è a 5 (6 contando anche la Juventus al San Paolo. passò in vantaggio con Denis, ma su un
A Bari, il Pocho non sarà prima punta ma il suo nelle fila Coppa Italia) ma con cinque partite ancora da Ora, con l’Europa da inseguire, è tempo di tor- rigore dubbio (presunto fallo di Aronica) i
apporto in fase realizzativa, con Denis al rientro azzurra debutta giocare, può provare a batterlo. nare al gol anche lontano da Fuorigrotta. Bari e gialloblù impattarono. Il 12 dicembre ci fu
e Quagliarella ai box, sarà fondamentale. E Ezequiel Lavezzi, Nulla di paragonabile al suo record, ancora il San Nicola sono un’opportunità invitante, da
imbattuto, di segnature in carriera, stabilito nel un'occasione persa nel rocambolesco 3-3
allora la sua missione sarà doppia: aiutare il cogliere al volo come una bella giornata di pri-

8
acquistato 2003-2004 in Argentina con la maglia dell’Estu- di Cagliari. Nella calza dell’Epifania il
Napoli a centrare l’obiettivo europeo e battere il mavera. Come se di stimoli non ce ne fossero Napoli trovò una super vittoria a Bergamo
suo record di gol in serie A. Per sfondare quella in estate diantes: Lavezzi segnò 17 gol in 39 partite, non già abbastanza, il Pocho guarda la panchina dei
dall’Argentina. uno score da Scarpa d’oro ma comunque una con l'Atalanta: gemma di Quagliarella e
quota 8, raggranellata nella stagione 2007-2008, biancorossi e scorge la sagoma di Gianpiero
ci sono ancora cinque partite. Lo stesso lasso di Il Pocho segna (doppia) cifra ragguardevole per un ragazzo di Ventura, il tecnico genovese scelto da De Lau- acuto di Pazienza. Dopo la già citata vitto-
tempo che gli azzurri di Mazzarri hanno davanti una tripletta, 19 anni e per giunta al suo primo anno di serie A rentiis nel 2004 per riportare in quota il Napoli. ria di Livorno però il Napoli non ha più
per staccare il biglietto per le coppe. argentina. Col Napoli, Lavezzi ha sempre segna- A lui, si legano dolci ricordi azzurri per Lavezzi: vinto in trasferta. A Udine, in virtù anche
E’ il record l’unica sinora di clamorosi errori arbitrali, arrivò la prima
MONDIALE Il piatto del Pocho, nonostante i in azzurro, to con parsimonia: 8 gol in campionato nella la mente torna a quel 18 agosto 2007, la notte
di gol messi gol con Fiorentina e Juve, piange: 5 gol in cam- prima stagione (11 contando anche la Coppa Ita- dell’esordio del Pocho al S. Paolo. Di fronte, per sconfitta in trasferta (3-1), a Siena un delu-
a segno ai toscani, dente 0-0, la sconfitta di 2-1 a Bologna,
pionato nonostante lo spostamento nel ruolo di allenati proprio lia), 7 l’anno scorso, 5 sinora (6 col trofeo trico- una gara secca di Coppa Italia, c’è il Pisa, allena-
in serie A punta avanzata, fortemente voluto da Mazzarri. lore). Bottini che non sono certo da bomber o da to proprio da Ventura. Lavezzi, lunghi capelli l'occasione sciupata col Milan (1-1), e il
dal Pocho Al Pocho, il tecnico di San Vincenzo ha chiesto da Ventura, ora tiratore, bottini che si possono migliorare. neri e appena un velo di emozione, si scatena pari al piccolo trotto a Roma con la Lazio.
di badare solo alla fase offensiva, di non spreca- tecnico del Bari MOTIVI Cinque partite d’un fiato e due tra- nella ripresa: una tripletta (l’unica sinora della Adesso c'è bisogno d'invertire la rotta.
col Napoli Magari ritrovando una vittoria esterna che
nel 2008 re energie inutili ritornando a centrocampo, di guardi da centrare: il Pocho si scalda e pensa al sua esperienza napoletana) in 8’, il Pisa schianta-
cercare la rete dopo aver inquadrato bene la Bari. Al San Nicola, Lavezzi spera di spezzare il to. Un filo rosso che lega il Pocho al gol. manca ormai da quasi tre mesi.

LE ULTIME DA BARI LA STORIA


NAPOLI - Per il Bari, il Napoli è un inviolata. Nell'ultima occasione in LA CURIOSITA’
vero e proprio tabù. Nell’ultimo ven- cui le squadre si sono affrontate a

Difesa ok: Bonucci recupera tennio, infatti, i biancorossi sono riu-


sciti ad affermarsi solo nella stagione
Bari in Serie A,esattamente 9 anni fa
(14 aprile 2001), i biancoazzurri si
Goulon, da obiettivo
1997-98 (25 gennaio 1998, Serie A), imposero per 1-0 con una rete di di Bigon a galeotto:
BARI - Ventura può tirare un sospiro di sollie-
vo: Bonucci ha ripreso ad allenarsi con il
gruppo. Contro il Napoli sarà regolarmente al
centro della retroguardia. Si sono rivisti anche
La ‘maledizione’ quando le reti di Marcolini e Sala
(nella foto) stesero un Napoli che
avrebbe concluso all'ultimo posto
Jankulovski. La gara sarebbe passata
poi alla storia per le lacrime di
Gillet, che disputò in quell'occasione
in cella per molestie
Donati ed Almiron, ma solo il primo ha qual- quel campionato, stabilendo il record l'ultima partita prima della sospen- NAPOLI - Darryl Herold
che piccola speranza di trovar posto in panchi-
na. Fuori causa Rivas, Kamata e
Pisano, ha lavorato a parte Meg-
giorini, che però è difficile riesca a
azzurra spaventa negativo di punti in serie A (appena
14). A far rabbrividire i biancorossi,
è però un altro dato: il gol di Sala
sione cautelativa per il caso-nandro-
lone (dal quale sarà successivamente
scagionato). L’ultimo pareggio nella
Goulon, 21ene centro-
campista del Le Mans
accostato al Napoli nelle
scorse settimane, è stato
nell’ultima vittoria bian- massima serie, invece, è
recuperare. In prima linea conferma
in vista per il tandem Barreto-
Castillo. Sulla fascia sinistra invece
Allegretti è favorito su Koman.
il Bari: niente reti corossa è anche l’ultimo
segnato da un giocatore
del Bari al Napoli, nelle
datato 27 agosto 1995
(gol di Protti, pareggio di
Cruz). Nelle ultime quat-
condannato a otto mesi di
carcere in seguito alla
denuncia della sua fidan-
zata di 19 anni da lui
Possibile anche una staffetta tra partite giocate nel capo- tro sfide disputate al San

da oltre 12 anni
schiaffeggiata e insultata
Salvatore Masiello e Parisi. Sor- luogo pugliese. Nelle suc- Nicola, tutte in Serie B, si pesantemente. L'episodio
presa: dopo cinque mesi Vitalj cessive 5 sfide al San sono registrate tre vittorie potrebbe seriamente com-
Kutuzov è tornato ad allenarsi con i compagni. Nicola (per complessivi di misura del Napoli (l’ul- promettere la sua carriera
L’attaccante bielorusso cercherà di rientrare 450 minuti di gioco), la tima datata 15 novembre e potrebbero dunque sfu-
per gli ultimi due turni di campionato. porta partenopea è rimasta 2006) e un pareggio. mare le speranze di
approdo in un top club.
CRONACHE di NAPOLI Calcio Sabato 17 Aprile 2010
29

Il Napoli alla riscossa Domani partita decisiva al San Nicola,