Sei sulla pagina 1di 15

© Lonely Planet Publications

Gli altopiani interni


Perché andare
Pista Kjölur. . . . . . . . . . 361 Se percorrendo la Hringvegur vi è capitato di constatare la
Pista scarsità di centri abitati o la superiorità numerica degli ovini
Sprengisandur. . . . . . 366 rispetto agli esseri umani, oppure il fatto che per svariati
chilometri non avete incontrato nemmeno una stazione
Pista dell’Askja. . . . . . 368
di servizio N1, ebbene, non avete ancora visto niente. Sugli
Pista Kverkfjöll. . . . . . . 372 altopiani interni praticamente non esistono servizi, strutture
ricettive né ponti, né tantomeno avrete garanzie se qualcosa
andasse storto.
Osservando queste vaste distese di nulla vi sembrerà di
Il meglio – trovarvi nell’Outback australiano, oppure, come hanno no-
Attrattive tato in molti, sulla luna; d’altronde è qui che gli astronauti
naturali dell’Apollo si sono esercitati prima dell’allunaggio.
¨¨Askja (p371) È proprio questo isolamento ciò che in fondo attrae i
visitatori (e l’opportunità di toccare con mano la geologia
¨¨Herðubreið (p370)
studiata a scuola). Se alcuni rimangono sconcertati dall’ec-
¨¨Hveravellir (p365) cessiva desolazione dell’interno, altri vanno in estasi di fronte
¨¨Kverkfjöll (p372) alle espressioni più aspre e spoglie di una natura sublime. La
¨¨Drekagil (p371)
solitudine di queste vaste distese è elettrizzante, e l’accesso
è limitato, quindi preparatevi bene.
¨¨Kerlingarfjöll (p365)
¨¨Holuhraun (p371)
Da sapere
¨¨Pista Kjölur (35, o F35) Pista che taglia il paese da nord a
Il meglio – Bagni sud. Servita dagli autobus in estate. Senza fiumi da guadare.
termali ¨¨Pista Sprengisandur (F26) Pista che taglia il paese da nord
¨¨Víti (p371) a sud. Servita dagli autobus in estate.
¨¨Hveravellir (p365) ¨¨Pista Öskjuleið (F88 o F905/910) Accede dall’Islanda
¨¨Laugafell (p366) settentrionale alla caldera dell’Askja, al Monte Herðubreið e al
¨¨Kerlingarfjöll (p365)
nuovo campo di lava Holuhraun. Servita da numerosi operatori
turistici, soprattutto da Mývatn.
¨¨Pista Kverkfjöll (F905, F910, poi F902) Accede dall’Islanda
settentrionale (oppure orientale, con la F910) alle grotte di
ghiaccio dei Kverkfjöll. Vi si avventurano alcune agenzie turi-
stiche.
361
organizza un tour guidato di una giornata
Pista Kjölur che attraversa il paese da Reykjavík ad
Se desiderate provare l’emozione di percor- Akureyri (kr59.990), che include una visita
rere i deserti centrali dell’Islanda, ma non al Circolo d’Oro prima di affrontare la pista
vi sorride l’idea di cimentarvi in pericolosi Kjölur in direzione nord ed effettuare una
guadi, sappiate che tutti i fiumi della pista sosta a Hveravellir (con tutto il tempo per
Kjölur, lunga 200 km, sono attraversati da fare un bagno). Si può scegliere di fermarsi
ponti; in estate c’è perfino un servizio di ad Akureyri, o rientrare a Reykjavík con un
autobus che utilizza la pista come scorciatoia volo interno (non compreso nel prezzo).
sulla tratta Reykjavík-Akureyri.
Arrivando da sud, la pista F35 inizia 4 Pernottamento e pasti
subito dopo Gullfoss, passa in mezzo a due In aggiunta ai noti rifugi di Kerlingarfjöll e
ghiacciai e poi riemerge nelle vicinanze Hveravellir, ce ne sono altri lungo la strada
di Blönduós, sulla costa nord-occidentale. (portate il sacco a pelo), gestiti da due orga-
Raggiunge il punto più elevato (circa nizzazioni; i campeggiatori possono piantare
700 m) tra le calotte glaciali del Langjökull la tenda. Occorre sempre prenotare in anti-
e dell’Hofsjökull, non lontano dal monte cipo i posti letto in un rifugio.
A Kerlingarfjöll e Hveravellir si trova un

Gli altopiani interni P i sta K j ö lu r


Kjalfell (1000  m). Il tratto settentrionale
attraversa una zona panoramica dopo punto di ristoro, ma per tutte le altre soluzio-
Blöndulón, un ampio bacino artificiale ni di pernottamento dovrete portare con voi i
utilizzato dalla centrale idroelettrica di viveri e l’attrezzatura per cucinare. In genere
Blanda. Le condizioni delle strade sono i rifugi mettono a disposizione la cucina, ma
migliori nel tratto settentrionale rispetto a non sempre gli utensili.
quello meridionale. Gljásteinn RIFUGI  €
La pista Kjölur in genere apre verso la (% 486 8757; www.gljasteinn.is; piazzole kr1200
metà di giugno e chiude a settembre, a secon- per persona, letti in camerata kr6000; h metà giu-
da delle condizioni meteorologiche. agosto) Dispone di tre rifugi ben attrezzati sul-
la pista, o nelle immediate vicinanze, adatti
T Tour a chi viaggia in auto, a piedi o a cavallo. Li
Qualche ricerca online vi permetterà di indichiamo di seguito da sud a nord.
scoprire le attività praticabili lungo la pista ¨¨Fremstaver
Kjölur (cercate anche ‘Kjalvegur’): escursioni (N 64°45.207’, O 19°93.699’) Un rifugio accoglien-
a piedi e a cavallo o tour in jeep. te con 25 posti letto e cucina. Situato sulle
Per spostarvi o per organizzare un’escur- pendici meridionali del monte Bláfell.
sione in giornata potete anche utilizzare
¨¨Árbúðir
i regolari collegamenti in autobus attivi
durante l’estate. (N 64°609.036’, O 19°702.947’) Un buon rifugio
con l’occorrente per cucinare e docce calde.
Saga Travel IN JEEP Situato sulle rive del fiume Svartá, proprio
(% 558 888; www.sagatravel.is) Da luglio a sulla strada n. 35, circa 42 km a nord di Gull­
ottobre (tempo permettendo), Saga Travel foss. Qui c’è anche una piccola caffetteria

TOUR ORGANIZZATI NEGLI ALTOPIANI INTERNI


Oltre alle escursioni in giornata all’Askja e a Kverkfjöll, e al regolare servizio di autobus
che percorre le piste Kjölur e Spengisandur, per esplorare la zona degli altopiani interni
si può partecipare a un tour organizzato di più giorni.
Icelandic Mountain Guides (www.mountains.is) propone un giro di otto giorni per
la regione, che comprende anche la visita di Mývatn e Landmannalaugar (a partire da
kr315.000).
Eldhestar (www.eldhestar.is) propone otto giorni a cavallo nella natura selvaggia, lungo
le piste Kjölur e Sprengisandur, solo per i più esperti in sella.
Chi ha poco tempo a disposizione può ammirare le impressionanti distese desertiche
interne dall’alto, con un volo panoramico: potreste fare un tour a bordo dei piccoli velivo-
li che partono da Akureyri e Mývatn, o un volo in elicottero da Möðrudalur.
H Blönduós Akureyri

ta
f jö

Varmahlið

h
ur

roac
68 1

Eyjafjörður App
1

Sk
ag
af


F821

r u
St
ó
ris

F752
an

Ap
du

pr
oa
r

ch
Route

Staðarskáli Blöndulón
Reservoir
35
Laugafell
(879m)
Pista Hveravellir F752
1 Kjölur Geirsalda
F578
F735
Kjalfell
Hofsjökull
Beinahóll
Kerlingarfjöll
Eiríksjökull Hrútfell Highland Centre
(800m) F347

550 Kerlingarfjöll
Langjökull F26
ute

Hvítárvatn Kvislavatn
Ro

Þjórsárver
lur

Nature Reserve
52 Bláfell
da

Þórisjökull
ldi

(1204m) Pista
Ka

35
Versalir Sprengisandur

Reykjavík Geysir
(35km) Gullfoss Dynkur

Þórisvatn Fögrufjöll
ítá

Þingvallavatn (1090m)
Hv

F228
Langisjór
Hrauneyjar F208
Laki (818m)
Fjallabak Veiðivötn
Nature Reserve

Hekla
Lak te
Ro

(1491m) Landmannalaugar Eldgjá


u

Selfoss
i

Il meglio degli altopiani interni


1 Askja (p371) Un’escursione 2 Kverkfjöll (p372) Le 4 Pista Sprengisandur
sul campo di lava, il panorama meravigliose sculture di (p366)����������������������
La pista più lunga e
della caldera e un bagno nelle ghiaccio nascoste nelle grotte solitaria del paese da nord a
acque del cratere Víti. geotermali. sud, che rievoca immagini di
3 Herðubreið (p370) La fantasmi e fuorilegge.
‘regina dei monti’.
363
Goðafoss Reykjahlið 1
Hrossaborg

Jöku
Mývatn (405m)

lsá á F
85
842 Askja Route
(Öskjuleið)

jöll
um
n daá
1
Möðrudalur
ÓDÁÐAHRAUN
Ferjufjall 1

a
farl
901

Gr a
Aldeyjarfoss F88
923
F26 Svartárkot 907
Herðubreiðarlindir
F905
ur
ute

l
rda

F910
Ro

Herðubreið
rða

dur F910

an Upptyppingar
gis
t
ljó

Gæsavatnaleið

e
en

ut
Öskjuvatn
af

pr Route

Ro
nd

S Askja
fa

Drekagil F923

ell
ál

Gli altopiani interni P i sta K j ö lu r


F881

Rou fjöll

æf

t
fljó
Skj

Aðalból

Sn
te

ar
k
F910
Kver
F910

g
910

La
F903
Old Gæsavatnaleið F902 Snæfell
(Running Blind) Holuhraun
Fjórðungsvatn Hálslón (1833m)
Route
Hvannalindir Reservoir
Virkisfell
Dyngjujökull
Nýidalur Gæsavötn Sigurðarskáli F909 Þrándarjökull
(1083m) Tungnafellsjökull

Ógön Vonarskarð Bárðarbunga


gur (2009m) Kverkfjöll
Pass
Hágöngulón

Grímsvötn Kollumúli
(1719m)
VATNAJÖKULL
1

Esjufjöll
(1522m)
Jöklasel Höfn
Skaftafell
(Vatnajökill National
Park – South)

NORTH
A T L A N T I C
O C E A N
1 0 50 km
0 25 miles

5 Pista Kjölur (p361) Una 6 Kerlingarfjöll (p365) Nuovi 7 Holuhraun (p371) Il campo
sosta presso sorgenti e migliori sentieri circondano di lava più recente d’Islanda
termali e rupi da scalare, per questo maestoso massiccio. sarà una memorabile lezione
riprendersi dalla desolazione di geologia.
del paesaggio.
364

VIAGGIARE NEGLI ALTOPIANI INTERNI


Condizioni climatiche Possono variare improvvisamente e le nevicate in piena estate
non sono rare. Per le previsioni consultate www.vedur.is.
Data di apertura delle piste Dipende dalle condizioni meteorologiche, ma di solito le
piste aprono tra l’inizio di giugno e l’inizio di luglio. Consultate il sito www.road.is o tele-
fonate al 1777.
Sicurezza Studiate la situazione prima di partire e leggete gli avvertimenti e i consigli
sul sito www.safetravel.is. Procuratevi ottime cartine e informate qualcuno del vostro
itinerario.
Veicoli 4x4 Le piste degli altopiani interni sono percorribili soltanto da robusti veicoli
a trazione integrale e molto alti da terra, perché non è insolito trovare tratti di terreno
accidentato e fiumi insidiosi da guadare. Dovete sapere come si guada un fiume prima
di avventurarvi: questo non è il posto in cui fare pratica.
Precauzioni Si consiglia di spostarsi sempre insieme a un altro veicolo, in modo che se
uno dei due rimane impantanato o ha un guasto, l’altro possa trainarlo o andare a chie-
Gli altopiani interni P i sta K j ö lu r

dere aiuto, se non trasportare tutti i passeggeri. A luglio e agosto questa precauzione
non è indispensabile sugli itinerari più frequentati, ma è caldamente consigliata nelle
aree più isolate.
Carburante Non ci sono distributori negli altopiani interni, tranne che a Hrauneyjar, a
sud della pista Sprengisandur. Un’altra sosta utile per fare benzina è Möðrudalur, vicino
a uno degli accessi settentrionali alla pista Askja. Nonostante quanto riportato da alcuni
siti, non ci sono distributori a Hveravellir, sulla Kjölur.
Scorte A seconda del vostro itinerario, dovrete portarvi scorte di carburante e certa-
mente anche di viveri: nell’interno dell’Islanda non c’è la possibilità di fare la spesa.
Autobus e/o escursioni organizzate Costituiscono una buona alternativa al noleggio
di un’auto. Gli autobus a trazione integrale che in estate percorrono le piste Kjölur e
Sprengisandur si possono utilizzare per escursioni in giornata o come mezzi di traspor-
to pubblico regolare, scendendo e salendo lungo il percorso. I tour operator offrono
comode superjeep e guide/conducenti esperti.
Fuoripista Nell’interno, come ovunque in Islanda, mantenetevi sulle strade e sui sentieri
segnati. Guidare fuoripista, oltre a essere illegale, distrugge il fragile ambiente naturale
del paese.

dove potete acquistare qualcosa da mangiare to il periodo compreso tra luglio e agosto. La
e articoli fatti a mano. cucina ha una stufa a gas, ma non gli utensili.
¨¨Gíslaskáli ¨¨Þverbrekknamúli
(N 64°744.187’, O 19°432.508’) Un ottimo rifugio (N 64°43.100’, O 19°36.860) Circa 4  km a sud-
gestito da Gljásteinn; dispone di un massimo est del piccolo ghiacciaio Hrútafell. I suoi
di 50 posti letto, sale comuni, sala da pranzo 20 posti letto devono essere prenotati. Non
e docce calde. Si trova 4 km a nord del bivio c’è il custode.
per Kerlingarfjöll e a 1 km dalla pista F35. ¨¨Þjófadalir
(N 64°48.900’, O 19°42.510’) Si trova ai piedi del
Ferðafélag Íslands RIFUGIO  €
monte Rauðkollur, circa 12 km a sud-ovest
(% 568 2533; www.fi.is; piazzole kr1800 per persona,
di Hveravellir, e può ospitare 12 persone (i
letti in camerata kr5000-5500) Gestisce alcuni
posti letto vanno prenotati). Non è presidiato.
rifugi che dispongono di servizi igienici e
di una cucina (ma senza utensili). I posti
letto vanno prenotati. Elenchiamo i rifugi Hvítárvatn
da sud a nord. Dal lago azzurro di Hvítárvatn, 35 km a nord-
¨¨Hvítárnes est di Gullfoss, nasce il fiume glaciale Hvítá,
(N 64°37.007’, O 19°45.394’) Dispone di 30 posti una delle mete preferite dalle agenzie di raf-
letto e ha un custode volontario per quasi tut- ting che fanno base a Reykjavík. La bellezza
365
del luogo è resa ancora più suggestiva dalla 35, sulla F347) offrisse rifugio ai banditi della
presenza di una lingua di ghiaccio del Lan- peggior specie: si pensava che vivessero nelle
gjökull, la seconda calotta glaciale d’Islanda profondità di una valle isolata, nel cuore di
in ordine di grandezza, che si protende nelle un’area di 150 kmq. La credenza era talmente
acque del lago creando alcuni iceberg. radicata che nessuno si avventurò nei Ker-
lingarfjöll prima della metà del XIX secolo,
Hveravellir e soltanto nel 1941 questa catena montuosa
fu esplorata sistematicamente dalla Ferðafé-
La Riserva Naturale di Hveravellir è un’area lag Íslands (Associazione Escursionistica
geotermale molto frequentata, con fumarole Islandese).
e sorgenti termali, situata circa a metà strada D’altronde, questi monti sono davvero
tra Gullfoss, a sud, e la Hringvegur, a nord. spettacolari. Il panorama pittoresco si com-
Fra le pozze termali spiccano Bláhver, di un pone di picchi e vette accidentate, la più alta
bel colore blu brillante; Öskurhólshver, che delle quali è Snækollur (1477 m), disseminata
emette un flusso continuo di vapore sibilante; di sorgenti termali. Dal Kerlingarfjöll Hi-
e una deliziosa piscina artificiale (kr500 per ghland Centre inizia un sentiero panoramico
gli ospiti di passaggio; incluso nel prezzo di 5  km che in circa 90 minuti conduce
per chi pernotta). Un’altra sorgente termale, all’area geotermale di Hveradalir, meta im-

Gli altopiani interni P i sta K j ö lu r


Eyvindurhver, prende il nome dal fuorilegge perdibile di ogni visita. In alternativa, si può
Fjalla-Eyvindur: pare infatti che Hveravellir raggiungere in auto il parcheggio del monte
fosse uno dei numerosi rifugi di questo per- Keis, a pochi minuti a piedi da Hveradalir.
sonaggio leggendario. Kerlingarfjöll si trova a 10 km dalla F35,
Hveravellir è segnalata 30 km a nord del sulla F347. L’autobus vi effettua una fermata.
bivio per Kerlingarfjöll (circa 90 km a nord
di Gullfoss e 90 km a sud del tratto setten-
trionale della Hringvegur). Gli autobus vi
4 Pernottamento e pasti
effettuano una fermata di circa un’ora. Potete cucinare le vostre provviste utilizzan-
Il distributore di benzina a Hveravellir non do l’attrezzatura del Kerlingarfjöll Highland
è più in funzione. Centre, oppure mangiare nel suo ristoran-
tino. Il buffet per la prima colazione costa
4 Pernottamento e pasti kr1750; durante il giorno propongono panini
e zuppe, oltre a qualche altro piatto semplice
Preparate da soli i vostri pasti (Hveravellir
dispone di strutture limitate, informatevi e gustoso (stufato di pesce, salmone al forno,
sull’accesso alla cucina quando prenotate il zuppa d’agnello).
posto letto) oppure fate una sosta nella picco- Kerlingarfjöll ¨
la caffetteria aperta tutto il giorno. La prima Highland Centre GUESTHOUSE  €€
colazione costa kr1800, e durante la giornata (% estate 664 7878, tutto l’anno 664 7000; www.
potrete rifocillarvi con zuppe, panini, torte e kerlingarfjoll.is; piazzole kr1850 per persona, doppie
piatti caldi come hamburger, stufati di pesce, con bagno e prima colazione kr27.850; h metà
pollo e patate (portate principali da kr1800 giu-metà set) Questo bellissimo centro isolato
a kr2500). affitta una manciata di bungalow e camere,
Hveravellir RIFUGIO  €
con varie soluzioni riguardo al bagno e alle
(% estate 452 4200, tutto l’anno 894 1293; www. lenzuola (pernottamento in sacco a pelo da
hveravellir.is; piazzole kr1800 per persona, letti in kr4650 a kr6100). Ci sono anche un ampio
camerata kr7500-9300; h giu-set/ott) Ci sono campeggio, una cucina per gli ospiti, un
due rifugi per escursionisti con circa 50 semplice ristorantino (portate principali da
posti letto (lenzuola disponibili per kr2000; kr3100 a kr3500) e alcune pozze d’acqua ter-
è possibile pernottare in camere private). male. Controllate il sito per le tariffe aggior-
Vi si trovano inoltre un campeggio, cucine nate e i dettagli sui sentieri escursionistici.
(utilizzabili solo da chi dorme nel rifugio, non
dai campeggiatori) e un semplice caffè con 88 Per/dalla pista Kjölur
un negozio. Il personale è disponibile e può AUTOBUS
fornire informazioni sui sentieri della zona. Durante l’estate, gli autobus di linea viaggiano sul-
la pista Kjölur per collegare Reykjavík e Akureyri
(in entrambe le direzioni), quindi è possibile utiliz-
Kerlingarfjöll zarli anche per organizzare una visita in giornata,
Fino al 1850 circa gli islandesi ritenevano che oltre che come regolare mezzo di trasporto. La
questa catena montuosa (a 10 km dalla pista tratta è inclusa in un buon numero di pass.
366
SBA-Norðurleið (www.sba.is) gestisce i seguenti cascate più fotogeniche di tutta l’Islanda,
servizi: l’ Aldeyjarfoss , le cui acque si gettano
¨¨Autobus n.610 Reykjavík–Akureyri e n. 10a Aku- dall’orlo di un precipizio e scendono lungo
reyri–Reykjavík (1 corsa al giorno metà giu-inizio uno stretto canyon tappezzato da colonne
set); impiegano 10 h 30 min per completare il basaltiche esagonali.
percorso, con soste di 30 min a Geysir e a Gull-
Da qui la pista prosegue in direzione sud-
foss. Effettuano inoltre una fermata di 15 min a
Kerlingarfjöll e di 1 h a Hveravellir (il tempo per un ovest per altri 240 km di territori inospitali
bagno). IL biglietto per l’intero tragitto in una sola fino alla Þjórsárdalur. Ci sono altre due vie
direzione costa kr17.000. d’accesso alla Sprengisandur, che incontrano
L’autobus può sembrare una soluzione allet- entrambe la pista principale a circa metà
tante, ma i commenti dei viaggiatori confermano percorso.
che, se la prima ora di desolazione può risultare Di solito la strada viene aperta all’inizio
avvincente, le successive nove ore di viaggio sa- di luglio.
ranno soporifere se non prevedete di scendere da
qualche parte lungo la strada.
Laugafell
AUTOMOBILE Il punto più interessante lungo la pista è il
Tenete presente che su alcune cartine la pista Laugafell, un monte alto 879 m con alcune
Gli altopiani interni P i sta S p r eng i sand u r

Kjölur è identificata come strada n. 35 (e non pittoresche sorgenti calde sulle pendici
F35), ma resta comunque una pista montana,
nord-occidentali. Si può pernottare nei rifugi
e benché sia tecnicamente percorribile con un
mezzo a due ruote motrici, farlo è assolutamente della Ferðafélag Akureyrar (% lug-agosto 822
sconsigliato (ci sono buche/pozze che potrebbero 5192; www.ffa.is; N 65°01.630’, O 18°19.950’; piaz-
quasi inghiottire una vettura di piccole dimensioni, zole kr1800 per persona, letti in camerata kr6500),
potreste danneggiare la parte inferiore dell’auto che hanno 35 posti letto, una cucina e una
e il vostro viaggio sarebbe comunque lento e bellissima piscina riscaldata con l’energia
dissestato). Le compagnie di autonoleggio vietano geotermica. Nei mesi di luglio e agosto c’è
espressamente l’utilizzo di mezzi a due ruote un custode; nel resto dell’anno contattate la
motrici su questa pista. FFA tramite il sito web.
Chi dispone di un 4x4 non avrà problemi sulla Il Laugafell si trova lungo la pista Spren-
pista Kjölur. Se avete una vettura a due ruote gisandur accedendo dall’Eyjafjörður, 87 km
motrici e vi incuriosiscono gli altopiani interni, a sud di Akureyri, passando per la strada
potrete averne un assaggio sui primi 14 km (a n. 821 e la pista F821. Non esiste un servizio
nord di Gullfoss), che sono asfaltati.
di autobus. Lo si può raggiungere anche
imboccando la pista dallo Skagafjörður, dopo
93 km sulla strada n. 752 e la pista F752.
Pista Sprengisandur Alcune agenzie di Akureyri, tra cui
Per gli islandesi, il nome Sprengisandur evo- Traveling Viking (p265), offrono escursioni in
ca immagini di fuorilegge, fantasmi e lunghe giornata in 4x4 nella zona.
transumanze attraverso distese di territori
disabitati. La pista Sprengisandur (F26) è la
più lunga tra quelle che collegano il nord e il Nýidalur
sud del paese, e attraversa brughiere deserte Nýidalur (nota anche come Jökuldalur) è una
e desolate che fanno rabbrividire ancora oggi valle appena a sud della calotta glaciale del Tun-
mentre la si percorre in 4x4. gnafellsjökull, scoperta nel 1845 da un viaggia-
La Sprengisandur offre splendidi scor- tore che si era smarrito. Con qualche struttura
ci sul Vatnajökull, sul Tungnafellsjökull – tra cui un campeggio e rifugi (% lug-agosto
e sull’Hofsjökull, ma anche sull’Askja e 860 3334; www.fi.is; N 64°44.130’, O 18°04.350’; piaz-
sull’Herðubreið da occidente. Una pista più zole kr1800 per persona, letti in camerata kr7500)
antica, ormai abbandonata, corre alcuni – e interessanti sentieri escursionistici, è un
chilometri a ovest rispetto a quella odierna. popolare punto di sosta per spezzare il viaggio
La pista Sprengisandur vera e propria ini- lungo la Sprengisandur. I rifugi dispongono
zia dalla strada n. 842 nei pressi di Goðafoss, di cucina (senza utensili) e docce; nei mesi di
nel nord-ovest del paese; dopo circa 41 km luglio e agosto sono presidiati da un custode.
passerete un cancello di metallo rosso che Prenotate il posto letto. Il complesso si trova a
indica l’inizio della pista F26. Un tabellone circa 100 km da Hrauneyjar.
situato 2,5 km dopo spiega le principali cose Ci sono due fiumi e il guado di quello a
da vedere e i punti più belli del tracciato e 500  m dal rifugio può essere molto impe-
ancora 1 km più avanti s’incontra una delle gnativo anche per un mezzo a quattro ruote
367

IL TREKKING SULLA KJÖLUR


Se cercate una meta per un trekking di più giorni da fare per conto vostro nella zona,
ecco alcuni suggerimenti.
La vecchia pista Kjalvegur (www.fi.is) Un trekking di tre giorni (39 km) dal lago
Hvítárvatn a Hveravellir (o viceversa), facile e panoramico. Il sentiero segue il tracciato
originario della pista Kjölur (a ovest dell’attuale), che veniva percorso a cavallo facen-
do tappa presso i rifugi montani di Hvítárnes, Þverbrekknamúli e Þjófadalir (p364).
Hringbrautin (www.kerlingarfjoll.is/routes) Un impegnativo circuito di tre giorni
(47 km) intorno ai monti Kerlingarfjöll, che parte e si conclude presso il Kerlingarfjöll
Highland Centre (p365), facendo tappa nei rifugi montani di Klakkur e Kisubotnar.

motrici, quindi è meglio informarsi dal cu- per sacco a pelo (letti singoli/doppi senza
stode sulle condizioni dell’attraversamento e prima colazione kr9600/11.800). C’è anche
chiedere consigli. un ristorante di discreta qualità, aperto per

Gli altopiani interni P i sta S p r eng i sand u r


Gli autobus che percorrono la Sprengisan- pranzo e per cena (portate principali da
dur effettuano fermate a Nýidalur. kr1500 a kr4900).
Highland Hotel HOTEL  €€€
Hrauneyjar (% 487 7782; www.hotelhighland.is; singole/doppie
In maniera alquanto inaspettata, nella posi- con prima colazione kr32.050/36.250; h giu-set;
zione più desolata che si possa immaginare i ) Se cercate il lusso (letti comodi, bar,
(a ovest del Þórisvatn, nella regione di Hrau- ristorante elegante, vasca d’acqua termale
neyjar), vi troverete davanti a una guest­house e sauna) andate all’Háland Hótel, a 1,4 km
e a un albergo aperti tutto l’anno. Si trovano dalla Hrayneyjar Guesthouse e gestito dagli
all’incrocio tra la Sprengisandur (F26) e la stessi proprietari. I comfort aggiuntivi si
pista F208 che porta a Landmannalaugar, pagano cari, ma il ristorante ha un’ottima
quindi sono in una posizione comoda per reputazione.
visitare gli altopiani interni; nei dintorni
ci sono vari sentieri escursionistici segnati. Veiðivötn
Nel complesso di Hrauneyjar si trova
anche un distributore di benzina e gasolio. Questa splendida area che si estende appena
Da ovest la strada fino a Hrauneyjar (strada a nord-est di Landmannalaugar è un susse-
n. 32, che si dirama dalla n. 30 tra Selfoss e guirsi di piccoli laghi desertici in un bacino
Flúðir) è asfaltata; in alternativa vi potete vulcanico ed è un prolungamento della stessa
accedere dalla n. 26 (che parte dalla Hring­ fenditura in cui si è formato il Laugahraun
vegur nei pressi di Hella). nella Riserva Naturale di Fjallabak. Si tratta
Presso la guest­house si possono noleg- di una regione magnifica da esplorare a pie-
giare mezzi 4x4 (per la cifra esorbitante di di, seguendo le piste per fuoristrada che si
kr36.500 per 12 h), quindi anche se avete una snodano tra le sabbie di tefrite e in mezzo ai
vettura normale potreste pensare di esplora- numerosi laghi (adatti alla pesca della trota).
re gli altopiani interni da qui. In alternativa Vi si accede tramite la pista F228, a est
potete raggiungere Hrauneyjar in autobus, di Hrauneyjar.
perché il servizio che percorre la pista Spren-
gisandur prevede una fermata qui. 88 Per/dalla pista
Sprengisandur
4 Pernottamento e pasti AUTOBUS
Pernottare a Hrauneyjar è molto costoso, A luglio e agosto, Reykjavík Excursions (www.
ma la domanda è alta, vista la vicinanza a re.is/iceland-on-your-own/) gestisce due servizi
Landmannalaugar. di linea sulla pista Sprengisandur (le date di inizio
dipendono dall’apertura della strada), il cui utiliz-
Hrauneyjar Guesthouse GUESTHOUSE  €€ zo è compreso in vari pass.
(% 487 7782; www.hrauneyjar.is; singole/doppie con Reykjavík Excursions offre i seguenti servizi:
prima colazione a partire da kr19.800/22.500; i ) ¨¨Autobus n.14 Landmannalaugar–Mývatn, 14a
Propone camere piccole e senza fronzoli con Mývatn–Landmannalaugar (tutti i giorni fine giu-
vari livelli di comfort e una costosa soluzione inizio set). Il viaggio dura complessivamente 10 h.
368

LE INOSPITALI ZONE INTERNE


In un lontano passato, le persone che venivano riconosciute colpevoli di atti criminali
in Islanda venivano messe totalmente al bando dalla società; inoltre la parte lesa era
autorizzata a farsi giustizia da sé. Molti fuorilegge, o útilegumenn, come il famoso Eiríkr
Rauði (Erik il Rosso), andavano volontariamente in esilio in un altro paese, mentre altri
cercavano di sottrarsi alla vendetta fuggendo sulle montagne, nelle valli e nelle vaste
distese delle inospitali zone interne, dove pochi avrebbero osato inseguirli.
Senza dubbio, chi riusciva a sopravvivere tutto l’anno in questi deserti spogli e ostili
doveva possedere doti straordinarie, e poiché ai fuorilegge islandesi veniva attribuita
ogni sorta di impresa spaventosa, la gente cominciò a temere l’immensa regione
interna, che riteneva infestata da creature malvagie con poteri soprannaturali. Gli
útilegumenn furono accomunati a esseri sovrumani, come i giganti e i troll, e fornirono
l’ispirazione per molti racconti divenuti poi popolari, come la Saga di Grettir.
Una figura, in particolare, è stata protagonista di innumerevoli leggende popolari islan-
desi: Fjalla-Eyvindur (Eyvindur delle Montagne), un affascinante e incorreggibile ladro del
XVIII secolo. Fuggito sugli altopiani con la sua famiglia, continuò a farsi nemici rubando
Gli altopiani interni P i sta de l l’Ask j a

pecore per mantenere moglie e figli. In questa parte del paese vedrete diversi capanni e
rifugi attribuiti a questo personaggio e sentirete molti racconti sulle sua capacità di so-
pravvivere nelle condizioni più avverse, sempre un passo avanti rispetto agli inseguitori.

Sebbene sia un autobus di linea, sono previste


soste prolungate nei punti di interesse turistico,
come durante un’escursione organizzata: Nýida-
Pista dell’Askja
lur, Aldeyjarfoss e Goðafoss. Il biglietto per l’intera La pista dell’Askja (Öskjuleið) attraversa l’in-
tratta costa kr16.500. terno del paese per raggiungere l’Herðubreið
¨¨Autobus n.17 Reykjavík–Mývatn, 17a Mývatn– (1682 m), la ‘regina dei monti’ tanto amata
Reykjavík (tutti i giorni fine giu-inizio set). Il dagli islandesi, e la più famosa meraviglia
viaggio dura 12 h in tutto. Anche in questo caso si del deserto di quest’isola: l’immenso cratere
tratta di un autobus di linea che effettua fermate dell’Askja.
prolungate a Nýidalur, Aldeyjarfoss e Goðafoss. Il La pista d’accesso più utilizzata è la F88,
biglietto per l’intera tratta costa kr20.500. che lascia la Hringvegur 32  km a est del
In estate sugli autobus di linea che percorrono Mývatn. Si può raggiungere l’Askja anche
la pista Sprengisandur è possibile caricare le più a est, dalla F905 e dalla F910 (vicino a
biciclette (kr3500). Möðrudalur).
AUTOMOBILE Il percorso lungo la F88 lascia la Hring­
Non esistono possibilità di fare rifornimento vegur a Hrossaborg, un cratere a forma di
di carburante lungo il percorso. Da Goðafoss a anfiteatro risalente a 10.000 anni fa; qui
Hrauneyjar ci sono 240 km, quindi organizzatevi è stato ambientato il film di fantascienza
di conseguenza. con Tom Cruise dal titolo Oblivion (2013).
Le stazioni di servizio più vicine sono ad Aku- Il percorso lungo la F88, per lo più pianeg-
reyri (se si accede alla pista dall’Eyjafjörður), giante, segue la sponda occidentale del fiume
Varmahlíð (se si accede dallo Skagafjörður) o Jökulsá á Fjöllum, serpeggiando fra distese
Fosshóll, vicino a Goðafoss (se provenite da nord desertiche di tefrite e procedendo tortuosa-
lungo l’itinerario principale attraverso la Bárðar- mente a una lentezza esasperante attraverso
dalur). Arrivando da sud si può fare rifornimento l’Ódáðahraun (‘campo di lava delle cattive
a Hrauneyjar. azioni’), ampio 4400 kmq.
Accesso dall’Eyjafjörður Da nord, la pista F821 Dopo un lungo percorso attraverso distese
proveniente dall’Eyjafjörður meridionale (a sud di laviche e pianure alluvionali, il panorama si
Akureyri) si collega all’accesso dello Skagafjörður,
anima un po’ presso la verde oasi di Herðu-
a Laugafell.
breiðarlindir, ai piedi dell’Herðubreið. La
Accesso dallo Skagafjörður Da nord-ovest, la
pista F752 lunga 81 km collega lo Skagafjörður
pista si dirige quindi verso ovest attraverso
meridionale (la cittadina più vicina è Varmahlíð, dune e colate di lava, supera il rifugio Dreki
sulla Hringvegur) alla Sprengisandur, a cui si uni- e sale verso l’Askja; a questo punto bisogna
sce nelle vicinanze del lago Fjórðungsvatn, 20 km lasciare l’auto e proseguire a piedi per i re-
a est dell’Hofsjökull. stanti 2,5 km fino alla caldera.
369
2 Attività Se preferite visitare la zona con più calma e
Per chi si dedica all’escursionismo indipen- godervi il silenzio delle notti nell’entroterra,
dente, il sito della Ferðafélag Akureyrar, potreste prendere parte a un tour di due
(Associazione Escursionistica di Akureyri; giorni.
www.ffa.is) illustra nel dettaglio il sentiero Per tutte le escursioni dovrete portarvi/
dell’Askja, che in islandese si chiama Öskju-
ordinare il pranzo al sacco; alcuni operatori
vegurinn, ovvero il trekking della FFA con i effettuano una fermata per prendere un caffè
relativi rifugi che attraversa l’Ódáðahraun, nel tardo pomeriggio a Möðrudalur, sulla via
partendo da Herðubreiðarlindir per conclu- del ritorno; altri si spingono ancora più a sud,
dersi alla fattoria di Svartárkot nella parte verso il nuovo campo di lava di Holuhraun.
superiore della Bárðardalur (strada n. 843). Non dimenticate di portare il costume e
I posti letto nei rifugi della FFA vanno preno- l’asciugamano se volete fare un bagno nel
tati con largo anticipo; consultate il sito web. cratere Víti.
Per informazioni sulle escursioni potete Negli ultimi anni, con l’aumento dei
anche consultare il sito del parco nazionale visitatori, molte agenzie hanno ampliato
(www.vjp.is). il programma di escursioni negli altopiani
Gli escursionisti indipendenti che pre- interni, includendo tour di più giorni su mi-
sura, trekking guidati ed escursioni in 4x4 ad

Gli altopiani interni P i sta de l l’Ask j a


vedono trekking di più giorni dovrebbero
informare un guardaparco e lasciare un attrattive naturali meno conosciute. Inoltre
prospetto del loro itinerario sul portale www. vengono proposte molte escursioni invernali
safetravel.is. a bordo di enormi superjeep in grado di sfi-
Mývatn Tours (p370) è la soluzione migliore dare le intemperie. Consultate i vari siti per
se si desidera farsi accompagnare a un conoscere le proposte e le tariffe aggiornate,
rifugio e farsi venire a prendere qualche e anche per consigli su che cosa portare.
giorno dopo. Fjalladýrð IN JEEP
(% 471 1858; www.fjalladyrd.is) Ha sede alla fat-
T Tour toria di Möðrudalur, sulla strada n. 901 (una
Escursionismo collocazione perfetta per accedere all’Askja
Ferðafélag Akureyrar ESCURSIONISMO dalle piste F905 e F910). Le escursioni in
(Associazione Escursionistica di Akureyri; FFA; % 462 giornata all’Askja costano kr36.000. Offre
2720; www.ffa.is; Strandgata 23, Akureyri) Un paio anche visite alle grotte di ghiaccio di Kverk­
di volte all’anno (in estate) la Ferðafélag Aku- fjöll (uno o due giorni; i prezzi dipendono dal
reyrar organizza trekking di cinque giorni numero di partecipanti). Ottime le soluzioni
di rifugio in rifugio (kr68.000 per persona) di vitto e alloggio, presso la fattoria.
lungo il sentiero dell’Askja. Per ulteriori
informazioni, v. la sezione ‘Touring Program’ Geo Travel IN JEEP
sul loro sito web. Dato che il programma è in (% 864 7080; www.geotravel.is) Una piccola
islandese, per conoscere le date del trekking grande agenzia di proprietà di due ragazzi
a luglio e agosto cliccate su ‘Öskjuvegur’. del posto. Le escursioni in giornata per pic-
coli gruppi partono da Reykjahlíð e toccano
Icelandic Mountain Guides ESCURSIONISMO l’Askja e Holuhraun (kr37.000). Propongono
(IMG; % 587 9999; www.mountainguides.is) IMG inoltre un tour di due giorni a Holuhraun,
organizza trekking guidati di più giorni Askja e Kverkfjöll (kr95.000).
nella zona, con lo zaino in spalla, compresa
una traversata di cinque giorni (95 km) dal Saga Travel IN JEEP
Mývatn all’Askja (a partire da kr205.000), e (% 558 8888; www.sagatravel.is) Operatore per
un trekking di sette giorni e 95 km dall’Askja piccoli gruppi molto affidabile, con partenze
a Nýidalur (a partire da kr239.000). giornaliere da Akureyri e da Mývatn (da Aku-
reyri/Mývatn kr49.500/41.900; l’escursione
Escursioni in superjeep da Akureyri parte alle 6.30 e può durare
Esistono diversi operatori che organizzano anche 16 h). Saga offre anche un tour di due
escursioni all’Askja in superjeep, da metà giu- giorni, dai ritmi più rilassati, con pernotta-
gno (quando apre la pista) fino a settembre/ mento in rifugio o in tenda (da Akureyri/
ottobre, finché il tempo lo consente. Mývatn kr139.000/133.000).
Da Akureyri è una lunga escursione in
giornata (circa 15  h); è meglio fare base a Jeep Tours IN JEEP
Reykjahlíð, presso il lago Mývatn (e anche (% 898 2798; www.jeeptours.is) A differenza
in quel caso si tratta di un giro di 11 o 12 h). degli altri operatori che visitano l’Askja par-
370
tendo da nord, Jeep Tours gestisce escursioni dell’Ódáðahraun. Da qui si può ammirare un
organizzate che partono da Egilsstaðir, a magnifico scorcio dell’Herðubreið (a meno
est. Consente di visitare in giornata l’Askja che, ovviamente, non si venga accolti da un
(kr44.500) o i Kverkfjöll (kr44.500) passando muro di fitta nebbia e/o sabbia alzata dal
dalla strada (asfaltata) n. 910 per la diga di vento, come spesso avviene).
Kárahnjúkar prima di affrontare gli sterrati Presso il piccolo complesso turistico di
meno noti. Herðubreiðarlindir si trovano l’ufficio infor-
mazioni della riserva (presidiato in estate),
Mývatn Tours IN AUTOBUS
un campeggio e il rifugio di Þorsteinsskáli
(% 464 1920; www.askjatours.is) Escursioni in
(% 822 5191; www.ffa.is; N 65°11.544’, O 16°13.360’;
grandi autobus a quattro ruote motrici, tutti
piazzole/letti in camerata kr1800/6500 per perso-
i giorni dalla fine di giugno fino all’inizio di
na), una comoda sistemazione da 30 posti
settembre (kr20.000), da Reykjahlíð. È la
letto con docce (kr500) e cucina. I posti letto
soluzione migliore se desiderate farvi portare
vanno prenotati.
in zona per dedicarvi all’escursionismo e
Dietro al rifugio vedrete un altro nascondi-
farvi venire a prendere un altro giorno. Per
glio del bandito Fjalla-Eyvindur: si ritiene che
fare un esempio, la tratta di sola andata da
durante il rigido inverno del 1774-5 il celebre
Reykjahlíð a Dreki ammonta a kr12.000.
fuorilegge abbia vissuto qui nutrendosi di
Gli altopiani interni P i sta de l l’Ask j a

North Travel IN AUTOBUS radici di angelica e di carne cruda di cavallo,


(% 898 4499; ww.northtravel.is) In collaborazione che accumulava sul tetto del capanno per
con le autolinee SBA-Norðurleið, North Travel mantenere il calore all’interno.
organizza un popolare tour di tre giorni che Herðubreiðarlindir dista circa 60 km da
tocca Askja, Kverkfjöll e Vatnajökull (compreso Hrossaborg, il punto più settentrionale della
l’Holuhraun), dalla fine di giugno alla fine di F88, e altri 35 km fino a Drekagil.
agosto. Le partenze settimanali (il lunedì) sono
da Akureyri, con possibilità di salire a Mývatn.
Il costo di kr55.000 comprende il trasporto e la
Herðubreið
guida (ma non il vitto né l’alloggio, anche se vi La montagna più caratteristica di tutta
prenotano il posto letto nel rifugio). l’Islanda (1682 m) è stata paragonata a una
torta di compleanno e a un paralume, ma gli
islandesi la chiamano, con molto più rispetto,
Herðubreiðarlindir la ‘regina dei monti’. Tra l’altro è un soggetto
L’oasi di Herðubreiðarlindir, una riserva molto amato dai pittori e dai poeti del paese,
naturale ricca di uno spesso muschio ver- affascinati dalla sua innegabile bellezza.
de, di angelica e dei fiori rosa e violacei Se vi sembra che l’Herðubreið (che
dell’Epilobium latifolium, è stata creata significa ‘spalle larghe’) sia stata fatta con
dalle sorgenti che sgorgano da sotto la lava uno stampo da budino, è perché si tratta

PROPOSTA PER UN PARCO NAZIONALE


Una nutrita coalizione di associazioni e organizzazioni islandesi (tra cui associazioni
ricreative, gruppi di ambientalisti, agenzie governative ed enti turistici) si è costituita
in un gruppo nella speranza di istituire un parco nazionale negli altopiani centrali
dell’Islanda, al fine di tutelare la vasta distesa di natura selvaggia e i suoi panorami
unici e incontaminati, oltre ad assicurarne la futura gestione responsabile. L’area che si
vorrebbe proteggere è di circa 40.000 kmq e comprende l’intero Parco Nazionale del
Vatnajökull, già esistente.
La visione di un parco nazionale degli altopiani è in parte una misura contro l’indu-
stria energetica islandese, in rapida espansione. Ponendo la zona sotto tutela, la coali-
zione spera di limitarne lo sviluppo edilizio e di impedire il futuro sfruttamento intensi-
vo dei fiumi e delle aree geotermali per la produzione di energia (che prevederebbe la
costruzione di dighe e centrali idroelettriche con la posa di tralicci di alta tensione).
I sondaggi indicano che l’istituzione di un parco nazionale nell’interno del paese
incontra il sostegno degli islandesi (il 61% della popolazione si è detto favorevole), ma
è importante anche l’opinione internazionale. Esiste una petizione che chiunque può
sottoscrivere: leggete la proposta sul sito www.halendid.is.
371
di un tipico esempio di móberg, una vetta 2,5 km a piedi dal parcheggio. È difficile farsi
formatasi in seguito a eruzioni vulcaniche un’idea delle forze che l’hanno creata.
subglaciali. In effetti, se il ghiaccio del Va- La prima cosa che vedrete è il lago
tnajökull dovesse sciogliersi all’improvviso, color blu zaffiro Öskjuvatn, nel cuore del
il Grímsvötn e i Kverkfjöll ne emergerebbero cratere: è uno spettacolo memorabile, che
in una forma probabilmente assai simile a contrasta profondamente con le acque lat-
quella dell’Herðubreið. tiginose del più piccolo cratere adiacente,
chiamato Víti.
Sebbene l’acqua sia un po’ fredda per
Drekagil una nuotata rilassante (le temperature
Il nome della gola di Drekagil, 35 km a sud- oscillano tra 22°C e 30°C), un bagno in que-
ovest dell’Herðubreið, significa ‘burrone del sta piscina celeste è un’esperienza da non
drago’ e deriva dalla forma delle strutture perdere durante una qualsiasi escursione
rocciose che lo sovrastano. Il canyon (dietro all’Askja (qualcuno lo fa senza costume).
al rifugio Dreki) ricorda i paesaggi dell’Arizo- Il sentiero che scende al lago è scivoloso,
na, o del Sinai, se non fosse per i venti gelidi ma non così ripido come sembra; a volte
e le temperature polari. la direzione del parco lo chiude per ragioni
Il rifugio Dreki (campo base dell’Askja; % 822 di sicurezza.

Gli altopiani interni P i sta de l l’Ask j a


5190; www.ffa.is; N 65°02.503’, O 16°35.690’; piaz- Da Drekagil il parcheggio dell’Askja dista
zole/letti in camerata kr1800/7500 per persona; 8 km di strada, poi occorre proseguire a piedi
h metà/fine giu-inizio set) è la base ideale per 2,5 km (un percorso facile o di difficoltà
per chi desidera dedicare un giorno o due moderata, dipende dallo scioglimento della
all’esplorazione della zona. Gestito dalla neve e dalle condizioni meteo) tra i campi di
Ferðafélag Akureyrar, dispone di 60 posti lava per raggiungere la caldera.
letto, docce, una cucina e un centro infor- Le escursioni a piedi guidate da un guar-
mazioni presidiato. L’utilizzo giornaliero daparco, della durata di un’ora, sono gratuite
delle strutture a Dreki (bagni e così via) e partono dal parcheggio dell’Askja tutti i
costa kr500 per persona. È consentito anche giorni alle 13 da metà luglio a metà agosto.
il campeggio, ma il vento e il freddo possono
diventare intollerabili per chi pernotta in
tenda (meglio considerare il campeggio più
Holuhraun
ricco di vegetazione di Herðubreiðarlindir, a Il campo di lava più recente nella storia
35 km di distanza). dell’Islanda risale al 2014-5 e ancora fuma in
Dallo spettacolare burrone di Drekagil con alcune zone (con un volo panoramico riusci-
una facile passeggiata si raggiunge una bella rete a cogliere la sua ampiezza). Holuhraun
cascata; si può anche percorrere il sentiero è accessibile in auto da Drekagil; seguite le
segnato di 8  km fino all’Askja. Sempre da indicazioni fino a un sentiero segnato, che è
Drekagil parte un sentiero di 20 km per il stato allestito per consentire di camminare
rifugio di Bræðrafell. su un piccolo tratto di lava (è friabile e fra-
Durante l’estate a Drekagil apre una sede stagliata, quindi prestate attenzione). Nel
dei guardaparco (% 842 4357). Drekagil dista punto d’accesso potrete notare chiaramente
8 km di strada dal parcheggio dell’Askja. la differenza tra il vecchio campo di lava e
In prossimità di Drekagil la pista Gæsa- quello recente, e osservare come il fiume e
vatnaleið (F910) devia dalla Öskjuleið per at- la lava si contendono gli spazi.
traversare distese tutt’altro che rassicuranti I guardaparco a Drekagil possono fornire
e collegarsi con la pista Sprengisandur a informazioni su Holuhraun e sulle norme di
Nýidalur, a circa 125 km di distanza. Visti sicurezza da osservare per chi vuole visitarlo:
i numerosi guadi, la strada è percorribile si tratta di un’area vulcanica attiva, quindi
soltanto con grandi mezzi a trazione attenetevi sempre ai percorsi segnati.
integrale. Da Drekagil ci sono indicazioni stradali
per raggiungere Holuhraun; dirigetevi a
sud sulla F910 e seguite la segnaletica (è un
Askja percorso di circa 24 km).
La desolatissima caldera dell’Askja è la de-
stinazione principale di tutte le escursioni 88 Per/dalla pista dell’Askja
organizzate in questa regione dell’interno. Non esistono trasporti pubblici lungo la pista
Questa immensa caldera di 50 kmq è in effetti dell’Askja, ma abbondano le escursioni organiz-
assolutamente imperdibile e dista soltanto zate. In alternativa, noleggiate un grosso mezzo
372

LA STORIA DELL’ASKJA
Il cataclisma che ha dato origine alla caldera dell’Askja (e al cratere Víti) è relativa-
mente recente. Nel 1875, il vulcano eruttò 2 km cubi di tefrite provocando alterazioni
all’ecosistema perfino nell’Europa continentale. Le ceneri di questa eruzione avvelena-
rono grandi quantità di bestiame in Islanda settentrionale, dando il via a una massiccia
ondata di migrazioni verso l’America. È piuttosto spaventoso pensare che fenomeni
così catastrofici potrebbero ripetersi in qualsiasi momento.
In seguito all’eruzione iniziale si verificò il crollo di una camera magmatica che
coinvolse un’area di 11 kmq, fino a 300 m sotto l’orlo del cratere originario. La nuova
depressione si riempì d’acqua e divenne il lago Öskjuvatn, che con i suoi 220 m è il
secondo più profondo d’Islanda.
Nel 1907 i ricercatori tedeschi Max Rudloff e Walther von Knebel si avventurarono
sul lago con una barca a remi e scomparvero misteriosamente: i loro corpi non furono
mai ritrovati. C’è chi sostiene che il lago abbia particolari caratteristiche morfologiche,
che vi si formino strane correnti o vortici, ma a spiegare la morte dei due uomini forse
bastano la barchetta instabile e l’acqua gelida. Sul bordo della caldera noterete un
Gli altopiani interni P i sta Kve r kfj ö l l

cumulo di pietre e un monumento alla loro memoria.


Durante l’eruzione del 1875 una nuova bocca particolarmente attiva esplose nei
pressi dell’angolo nord-orientale del lago e formò il cratere di tefrite Víti, che contiene
ancora acqua geotermale. Si tratta di uno dei due crateri con questo nome (che signifi-
ca ‘inferno’ in islandese); l’altro si trova a Krafla, vicino al Mývatn.

4x4 e preparatevi ad affrontare un percorso Dyngjujökull a causa dell’intensa attività


particolarmente sconnesso (chiedete consiglio su geotermale della zona.
come guadare i fiumi). La pista in genere apre tra Lungo la pista d’accesso F902 (che si di-
la metà e la fine di giugno. rama dalla F10) si incontrano diversi luoghi
Se si raggiunge l’Askja percorrendo la pista F88, interessanti, tra cui le colline gemelle di
conviene ripartire passando dalla F910, in modo forma piramidale di Upptyppingar, vicino
da non dover rifare la stessa strada dell’andata. al ponte sullo Jökulsá á Fjöllum, e l’oasi di
Altre soluzioni dall’Askja prevedono di dirigersi
Hvannalindir, circa 20 km a nord del rifugio
a est verso Egilsstaðir, oppure a ovest sulla pista
Gæsavatnaleið (F910) per la Sprengisandur
di Sigurðarskáli (il campo base di Kverkfjöll,
(chiedete informazioni in loco sulle condizioni con il centro informativo e le strutture
della strada). Per raggiungere le grotte di ghiaccio ricettive).
di Kverkfjöll, dirigetevi a est sulla F910, poi a sud Un sentiero segnato di 2  km andata e
sulla F902. ritorno parte alle spalle del rifugio e condu-
Non esistono distributori di carburante lungo la ce a Virkisfell (1108  m), per un panorama
pista. I più vicini si trovano a Möðrudalur (a 90 km spettacolare sui Kverkfjöll e la sorgente dello
dall’Askja) e al Mývatn (a 120 km dall’Askja). Pro- Jökulsá á Fjöllum.
grammate gli spostamenti di conseguenza.
Kverkfjöll
Oltre a ospitare la sorgente del torbido Jökul-
Pista Kverkfjöll sá á Fjöllum, il fiume principale dell’Islanda
La pista Kverkfjöll serpeggia attraverso i centrale, Kverkfjöll è anche una delle zone
deserti interni fino alla zona di Kverkfjöll, geotermali più grandi del mondo.
ai margini settentrionali del ghiacciaio Le grotte inferiori di Kverkfjöll si trovano
Vatnajökull. a 3 km dal rifugio di Sigurðarskáli, a 15 minuti
In realtà i Kverkfjöll sono un gruppo di a piedi dal termine della pista per fuoristrada.
vette montane formate da un grande vulcano Qui l’acqua calda del fiume scorre sotto il gelido
centrale, in parte coperte dal ghiaccio del ghiacciaio e le nuvole di vapore che aleggiano
Kverkjökull (una propaggine settentrionale sull’acqua disegnano volute scintillanti sulle
del Vatnajökull). Con il nome Kverkfjöll tut- pareti di ghiaccio, che si sciolgono immedia-
tavia si indicano anche le grotte di ghiaccio tamente, dando vita a uno spettacolo naturale
piene di sorgenti calde che spesso si formano molto suggestivo. Forse è da qui che nasce
sotto il margine orientale del ghiacciaio l’inflazionato stereotipo che vuole l’Islanda
373
una terra di ghiaccio e fuoco, definizione che che comprendono trasporto e guide. Da est,
ritroverete su qualsiasi testo riguardi l’isola. Wild Boys (% 864 7393, 896 4334; www.wildboys
Poiché spesso enormi blocchi di ghiaccio .is) organizza escursioni a piedi nella zona
si staccano dalla volta delle grotte, vi consi- e Jeep Tours (p369) propone un’uscita in gior-
gliamo di non entrare all’interno per non nata in superjeep da Egilsstaðir. Fjalladýrð
rischiare di rimanere prigionieri. Inoltre, (p369) propone un’escursione di due giorni da
i blocchi più grandi possono modificare Möðrudalur. Da Mývatn, Geo Travel (p369)
l’ingresso, quindi è meglio chiedere dove si organizza un tour di due giorni all’Askja e
trova di volta in volta il punto di accesso più a Kverkfjöll; infine c’è la popolare escursio-
sicuro (ne esiste solo uno, ma questo non è ne di tre giorni che tocca Askja, Kverkfjöll
un problema se si fa parte di un’escursione e Vatnajökull organizzata da North Travel
organizzata). Addentrandosi all’interno (p370), con possibilità di partire da Akureyri
della grotta c’è anche il pericolo di inalare o dal Mývatn.
un’eccessiva quantità di zolfo.
Dalle grotte più basse, le escursioni gui- 4 Pernottamento
date proseguono sul ghiacciaio fino all’area Rifugio di Sigurðarskáli RIFUGIO  €
geotermale di Hveradalur. (% in estate 863 9236, tutto l’anno 863 5813; www.
T Tour

Gli altopiani interni P i sta Kve r kfj ö l l


ferdaf.is; N 64°44.850’, O 16°37.890’; piazzole kr1800
per persona, letti in camerata kr7500; h metà giu-
Senza un mezzo robusto a quattro ruote inizio set) L’ampio rifugio di Sigurðarskáli
motrici, l’unico modo per visitare Kverkfjöll dispone di 75 comodi posti letto in un
è partecipare a un’escursione organizzata. edificio di recente costruzione, oltre a un
Eventualmente parcheggiate la vostra auto e campeggio ben tenuto, Ci sono una cucina
salite alle grotte di ghiaccio a piedi: guidare attrezzata, bagni e docce. I campeggiatori che
oltre da soli è altamente sconsigliato. non pernottano in rifugio pagano kr800 per
Insieme a brevi passeggiate nella zona, se l’utilizzo dei servizi.
le condizioni meteo lo consentono, i guarda-
parco di Sigurðarskáli propongono escursio-
ni guidate dal campo base: una scarpinata
88 Informazioni
Kverkfjöll fa parte del grande Parco Nazionale di
di tre ore fino alla propaggine esterna del
Vatnajökull; troverete le relative informazioni sul
ghiacciaio Kverkjökull (kr10.500), oppure
sito del parco (www.vjp.is).
un’uscita di 8/10 ore che sale fino a 1700 m,
La pista Kverkfjöll di solito viene aperta tra la
all’area geotermale di Hveradalur (kr17.000);
metà e la fine di giugno. Se prevedete di visitare
le tariffe comprendono l’attrezzatura. Per Kverkfjöll, è una buona idea farlo a inizio stagione,
informazioni sui tour telefonate al numero perché si hanno maggiori possibilità di accedere
863 9236 (in estate) o inviate una mail a alle grotte (quando le temperature si alzano è
ferdafelag@egilsstadir.is. possibile che si stacchino blocchi di ghiaccio o che
A parte le escursioni guidate dai guar- il ghiaccio si sciolga più velocemente). Prima di
daparco, molti operatori offrono pacchetti partire chiedete informazioni al guardaparco sulle

IL CAMPO DI LAVA PIÙ RECENTE (PER ORA…)


Il 16 agosto 2014 i sensori hanno rilevato un significativo aumento dell’attività sismica
nella zona del vulcano Bárðarbunga, che fa parte di un grande sistema vulcanico sepol-
to sotto la calotta glaciale nella parte nord-occidentale del ghiacciaio Vatnajökull.
Il magma nella caldera del Bárðarbunga ha formato un ‘corpo intrusivo’ (un tunnel di
magma) sotto un ghiacciaio di sbocco, il Dyngjujökull, che il 29 agosto ha eruttato dalla
fessura generando spettacolari fontane di lava a Holuhraun, un campo di lava di 200
anni a circa 5 km dal bordo glaciale del Dyngjujökull.
L’eruzione è proseguita per quasi sei mesi ed è diventata la più ampia mai veri-
ficatasi in Islanda da 230 anni a questa parte. Le statistiche sono impressionanti: il
nuovo campo di lava basaltica ha un’area di circa 85 kmq (molto più vasto dell’isola di
Manhattan, tanto per dare un’idea), ha uno spessore compreso tra 10 e 14 m, e pesa
l’equivalente di un branco di 600 milioni di elefanti. Quando è salita in superficie, la lava
aveva una temperatura di circa 1180°C. Il territorio e il sistema idrico nei dintorni del
campo di lava sono ancora in fase di assestamento.
374
condizioni delle grotte e fatevi dare qualche con- La pista Kverkfjöll collega Möðrudalur (70 km
siglio per una migliore riuscita della vostra spedi- a est di Mývatn, su una diramazione della Hring­
zione. Prendete in considerazione l’eventualità di vegur) con il rifugio Sigurðarskáli, a 3 km dalle
unirvi a un’escursione organizzata per sfruttare grotte inferiori, tramite le piste F905, F910 e F902.
l’esperienza delle guide. Dopo aver visitato l’Askja, potete proseguire per
altri 70 km verso sud lungo la F902 e raggiungere
88 Per/dalla pista Kverkfjöll Kverkfjöll.
La pista Kverkfjöll (F902; in islandese Kverkfjal- Chi è alla guida di un mezzo proprio tenga pre-
laleið) di solito viene aperta tra la metà e la fine sente che la stazione di rifornimento di Möðruda-
di giugno. lur è l’ultima in cui fare il pieno di carburante.
Gli altopiani interni P i sta Kve r kfj ö l l

© Lonely Planet Publications. Per agevolarne l’utilizzo, questo capitolo non ha restrizioni
digitali. Tuttavia ti ricordiamo che l’uso è strettamente personale e non commerciale. Nello
specifico, non caricare questo capitolo su siti di peer-to-peer, non inviarlo via email e non
rivenderlo. Per ulteriori informazioni, leggi le Condizioni di vendita sul nostro sito.