Sei sulla pagina 1di 8

Benedetto il nostro Dio, in ogni tempo, ora e sempre, e nei

secoli dei secoli. Amen.

Gloria alla Santa, Consustanziale, Vivificante ed Indivisa


Trinità, in ogni tempo, ora e sempre, e nei secoli dei secoli. Amen.

Re Celeste, Consolatore, Spirito di Verità, che sei presente in


ogni luogo ed ogni cosa riempi, tesoro di beni che doni la vita,
vieni ed abita in noi e purificaci da ogni macchia e salva, o Buono,
le anime nostre.

Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale, abbi pietà di noi.


Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale, abbi pietà di noi.
Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale, abbi pietà di noi.

Gloria al Padre, e al Figlio e allo Spirito Santo, ora e sempre, e


nei secoli dei secoli. Amen.

Santissima Trinità, abbi pietà di noi; Signore, purifica i nostri


peccati; Sovrano, perdona le nostre colpe; Santo, visita e guarisci
le nostre infermità, per il tuo nome.

Signore, abbi pietà; Signore, abbi pietà; Signore, abbi pietà.

Gloria al Padre, ed al Figlio e allo Spirito Santo, ora e sempre,


e nei secoli dei secoli. Amen.

Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga
il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane soprasostanziale e rimetti a noi i nostri
debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non permettere
che siamo indotti in tentazione; ma liberaci dal maligno.
Poiché tuo è il regno, la potenza e la gloria, Padre, Figlio e
Spirito Santo, ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen.
Diacono: In pace, preghiamo il Signore.
Kyrie eleison.
(Signore, misericordia)
Per la pace che viene dall'alto e per la salvezza delle anime
nostre, preghiamo il Signore.
Per la pace del mondo intero, per la saldezza delle Sante
Chiese di Dio e per l'unione di tutti, preghiamo il Signore.
Per questa santa dimora, e per coloro che vi entrano con fede,
devozione e timor di Dio, preghiamo il Signore.
Per l’Eccellentissimo nostro Padre Siluan, vescovo della
Diocesi Ortodossa Romena d’Italia, per il venerabile presbiterio,
per il diaconato in Cristo, per tutto il clero e il popolo, preghiamo
il Signore.
Per il popolo fedele romeno e italiano che è in ogni luogo, per i
Governanti delle nostre nazioni, per le autorità di ogni città e
villaggio, per le schiere che amano Cristo, e per la loro salvezza,
preghiamo il Signore.
Per questa città, per questo Paese, per la nostra Patria, per ogni
città e villaggio e per i fedeli che vi abitano, preghiamo il Signore.
Per la mitezza delle stagioni, per l'abbondanza dei frutti della
terra e tempi di pace, preghiamo il Signore.
Per coloro che viaggiano in mare, per terra e nell'aere, per i
malati, gli oppressi, i prigionieri e per la loro salvezza, preghiamo
il Signore.
Per essere liberati da ogni afflizione, ira, pericolo e necessità,
preghiamo il Signore.
Soccorri, salva, abbi misericordia e custodiscici, o Dio, con la
Tua grazia.
Della Tuttasanta, intemerata, benedettissima, glorificata
Sovrana nostra Deìpara e sempre vergine Maria, insieme con tutti i
Santi facendo memoria, / affidiamo noi stessi, gli uni gli altri e
tutta la nostra vita a Cristo Dio.
A Te, Signore.
P. Poiché a Te spetta ogni gloria, onore e adorazione: al Padre, al
Figlio e allo Spirito Santo, ora e sempre e nei secoli dei secoli.
Amen.
Dio è il Signore, e si è rivelato a noi; benedetto Colui che viene
nel nome del Signore.
(Si canta con il tono del tropario i seguenti stichi):
Lodate il Signore perché è buono, poiché è eterna la Sua
misericordia.
Mi hanno accerchiato e mi hanno circondato e nel nome del
Signore li ho sconfitti.
Non morirò, resterò in vita per proclamare le opere del
Signore.
La pietra scartata dai costruttori, è divenuta pietra angolare;
Questo ha fatto il Signore ed è meraviglioso ai nostri occhi.

Diacono: Sapienza, in piedi, ascoltiamo il santo vangelo!


Vescovo (o il Protos): Pace a tutti!
Popolo: E al tuo spirito.

Diacono: Lettura dal Santo Vangelo di Matteo.


(Ev. Matei 5, 14-19)

Popolo: Gloria a Te, Signore, gloria a Te.

Diacono: Stiamo attenti.


Zis-a Domnul către ucenicii Săi: voi sunteţi lumina lumii. Nu
poate cetatea să se ascundă, când stă deasupra muntelui; nici
oamenii nu aprind făclia ca să o pună sub obroc, ci în sfeşnic, ca să
lumineze tuturor celor din casă. Tot aşa să lumineze şi lumina
voastră înaintea oamenilor, pentru ca ei să vadă faptele voastre
cele bune şi să slăvească pe Tatăl vostru cel din ceruri. Să nu
socotiţi că am venit să stric legea sau proorocii; n-am venit să
stric, ci să împlinesc. Căci adevărat vă spun vouă, cât vor sta cerul
şi pământul, o iotă sau o cirtă nu va trece din Lege, până ce nu se
vor face toate. Deci, cel care va strica una dintre aceste porunci
foarte mici şi va învăţa aşa pe oameni, foarte mic se va chema în
împărăţia cerurilor; iar cel care va face şi va învăţa, acela mare se
va chema în împărăţia cerurilor.
Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una
città collocata sopra un monte, né si accende una lucerna per
metterla sotto il moggio, ma sopra il lucerniere perché faccia luce
a tutti quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce
davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e
rendano gloria al vostro Padre che è nei cieli. Non pensate che io
sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non son venuto per
abolire, ma per dare compimento. In verità vi dico: finché non
siano passati il cielo e la terra, non passerà neppure un iota o un
segno dalla legge, senza che tutto sia compiuto. Chi dunque
trasgredirà uno solo di questi precetti, anche minimi, e insegnerà
agli uomini a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno
dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà agli uomini, sarà
considerato grande nel regno dei cieli.
Popolo: Gloria a Te, Signore; gloria a Te.
Poporul: Slavă Ţie, Doamne, slavă Ţie.

Poi il diacono dice le seguenti intercessioni:


Misericordia di noi, o Dio, secondo la Tua grande
compassione, noi ti preghiamo, ascoltaci e miserere noi.
Kyrie eleison (tre volte).
Preghiamo ancora: per il nostro Eccellentissimo Padre Siluan,
vescovo della Diocesi Ortodossa Romena d’Italia, per la sua salute
e salvezza.
Preghiamo ancora: per il Reverendissimo Padre Abate (la
Reverendissima Madre Abbadessa) di questo santo monastero e
per la fraternità tutta.
Preghiamo ancora: per i Governanti delle nostre nazioni, per le
autorità di ogni città e villaggio, per le schiere che amano Cristo,
per la loro salute e salvezza.
Preghiamo ancora: per i nostri fratelli ieromonaci, presbiteri,
ierodiaconi, diaconi, monaci e monache e per tutta la nostra
fraternità in Cristo.
Preghiamo ancora: per i beati e sempre commemorati fondatori
di questa santa dimora (questo santo monastero), per tutti nostri
padri e fratelli che si sono addormentati nella retta fede, e che
riposano qui e in ogni parte del mondo.
Preghiamo ancora: perché ottengano misericordia, vita, pace,
salute, salvezza, visitazione, perdono e remissione dei peccati i
devoti servi e serve di Dio, fondatori e benefattori di questo santo
luogo.
Poi aggiunge intercessioni speciali:
Tu che non vuoi la morte dei peccatori, ma attendi il ritorno e il
loro pentimento, riporta tutti i confusi nella Tua Santa Chiesa, Ti
preghiamo, Signore Misericordioso, ascoltaci ed abbi misericordia
.
Tu che hai creato questo mondo per la Tua gloria, fa che anche
coloro che non mettono in pratica la Tua parola si convertano e
insieme con tutti i credenti, con fede vera e vera devozione, a Te, o
Dio nostro, renda gloria, Ti preghiamo, Potentissimo Fattore,
ascoltaci ed abbi misericordia.
Tu che ci hai comandato di amare Te, Dio nostro, e il nostro
prossimo, fa che gli orgogli, le inimicizie, le offese, le frodi, i
tradimenti ed altre aberrazioni, si spengano, e il vero amore regni
nei nostri cuori, Ti preghiamo, Redentore nostro, ascoltaci ed abbi
misericordia.

Vescovo (o il Protos): Ascoltaci, o Dio, Redentore nostro,


speranza degli estremi confini della terra e di coloro che sono
lontani, e misericordioso, o Sovrano, misericordioso sii con noi,
a causa dei nostri peccati, ed usaci misericordia.
Poiché misericordioso e filantropo sei, o Dio, e a Te la
gloria innalziamo, Padre e Figlio e Santo Spirito, ora e sempre,
e nei secoli dei secoli.
Apoi diaconul rostește ectenia:
Miluieşte-ne pe noi, Dumnezeule, după mare mila Ta, rugă-
mu-ne Ţie, auzi-ne şi ne miluieşte.
Încă ne rugăm pentru Preasfinţitul Părintele nostru Episcopul
Siluan, al Episcopiei Ortodoxe Române a Italiei şi pentru toţi fraţii
noştri cei întru Hristos.
Încă ne rugăm pentru binecredinciosul popor român şi italian
de pretutindeni, pentru cârmuitorii ţării acesteia şi ai ţării noastre,
pentru mai marii oraşelor şi satelor şi pentru iubitoarea de Hristos
oaste, pentru sănătatea şi mântuirea lor.
Încă ne rugăm pentru fraţii noştri: preoţi, ieromonahi,
ierodiaconi, diaconi, monahi şi monahii şi pentru toţi cei întru
Hristos fraţi ai noştri.
Încă ne rugăm pentru fericiţii şi pururea pomeniţii ctitori ai
sfânt locaşului acestuia şi pentru toţi cei mai dinainte adormiţi
părinţi şi fraţi ai noştri drepslăvitori creştini, care odihnesc aici şi
pretutindeni.
Încă ne rugăm pentru mila, viaţa, pacea, sănătatea, mântuirea,
cercetarea, lăsarea şi iertarea păcatelor robilor lui Dumnezeu
enoriaşi, ctitori şi binefăcători ai sfântului locaşului acestuia.
Apoi se adaugă ecteniile speciale:
Cela ce nu voieşti moartea păcătoşilor, ci aştepţi întoarcerea şi
pocăinţa lor, întoarce-i pe toţi cei rătăciţi la Sfânta Ta Biserică,
rugămu-ne Ţie, Milostive Doamne, auzi-ne şi ne miluieşte.
Cel ce ai zidit această lume spre slava Ta, fă ca şi cei ce se
împotrivesc cuvântului Tău să se întoarcă şi împreună cu toţi
credincioşii, cu credinţă adevărată şi bună-cinstire, pe Tine,
Dumnezeul nostru, să te preaslăvească, rugămu-ne Ţie,
Atotputernice Făcătorule, auzi-ne şi ne miluieşte.
Cela ce ne-ai dat nouă porunca ca să Te iubim pe Tine,
Dumnezeul nostru şi pe aproapele nostru, fă ca mâniile,
duşmăniile, supărările, camăta, încălcările de jurământ şi alte
fărădelegi, să se stingă, iar dragostea adevărată să împărăţească în
inimile noastre, rugămu-ne Ţie, Mântuitorul nostru, auzi-ne şi cu
milostivire ne miluieşte.
Protosul: Auzi-ne pe noi, Dumnezeule, Mântuitorul nostru,
nădejdea tuturor marginilor pământului și a celor ce sunt pe
mare departe, și milostiv, milostiv, fii nouă, Stăpâne, pentru
păcatele noastre, și ne miluiește pe noi.
Că milostiv şi iubitor de oameni Dumnezeu eşti şi Ţie slavă
înălţăm, Tatălui şi Fiului şi Sfântului Duh, acum şi pururea şi în
vecii vecilor.
Poporul: Amin.