Sei sulla pagina 1di 18

Calcestruzzo confinato, duttilità delle

sezioni di calcestruzzo e verifiche di


duttilità per la zona sismica
(bozza Nuove NTC 2017)

Ing. Fabio MINGHINI fabio.minghini@unife.it


Ricercatore di Tecnica delle Costruzioni
Dipartimento di Ingegneria – Università di Ferrara

Costruzioni in calcestruzzo - Calcestruzzo confinato

Il legame vale solo nel nucleo confinato (no copriferro)


Ci si uniforma a EN 1992-1-1

1
Costruzioni in calcestruzzo - Calcestruzzo confinato

Costruzioni in calcestruzzo - Calcestruzzo confinato

Sezioni circolari

σl

Astf yk,st Astf yk,st

D0

σlD0s = 2Astfyk,st σl = 2Astfyk,st/(D0s)

2
Costruzioni in calcestruzzo - Calcestruzzo confinato

Sezioni rettangolari

(Ast,x/2)f yk,st
σl,y
by σl,x

(Ast,y/2)f yk,st (Ast,y/2)f yk,st (Ast,x/2)f yk,st

bx NB: per n
tiranti in
σl,ybxs = Ast,yfyk,st direzione i (i σl,xbys = Ast,xfyk,st
= x, y) ho la
somma delle
aree di tutti i
σl,y = Ast,yfyk,st/(bxs) tiranti σl,x = Ast,xfyk,st/(bys)

Costruzioni in calcestruzzo - Calcestruzzo confinato

da EN 1998-1 (EC8)

3
Costruzioni in calcestruzzo - Calcestruzzo confinato

da EN 1998-1 (EC8)
• sezioni rettangolari:
n
bi2  s  s 
αn = 1 − ∑ α s = 1 −  1 − 
i =1 6b0 h0  2b0   2h0 
dove n è il numero di barre vincolate dalle staffe e bi la loro
distanza.

h0 ≡ bx (linea media st.)


b0 ≡ by (linea media st.)

Esempio
GEOMETRIA– Colonna in 40×SEZIONE
DELLA 40 (cls C25/30)
Base B = 40 cm 40

Altezza H = 40 cm
Acciaio superiore As = 3Ф18 → ρ = 0.47 %
8

Acciaio inferiore A’s = 3Ф18 → ρ’ = 0.47 %


Armatura centrale Ac = 2Ф18 → ρ’’ = 0.32 %
Copriferro cc==4.5
4.2cm
cm (asse ferri long.)
Base nucleo confinato b0 ==31.8
34.2cm
cm (linea media st.)
Altezza nucleo confinato h0 = 31.8
34.2 cm
cm (linea media st.)
Passo staffe s = 8 cm ∅st = 8 mm
40 40 40
34 34
17
40

40

40
34

34
4.5

4.5

4.5

4.5 4.5 4.5 17


Caso 1 Caso 2 Caso 3

4
Esempio – Colonna in 40×40 (cls C25/30)
α n = 1 − 4bi02 / (6b0 h0 ) = 00.43
.33
α s = (1 − s / 2b0 )(1 − s / 2h0 ) = 00.78
.76
α = α s α n = 0.34
0.26
2(b0 +cm
con biA=sp 31.6 h0 )(distanza
f yd barre
ωw = = 0.218
trattenute)s b0 h0 f cd
σl = 1.65 MPa
Ast,x = Ast,y = Ast = 100 mm2
σ2 = ασl = 0.56 MPa

Esempio – Colonna in 40×40 (cls C25/30)


α n = 1 − 4bi02 / (6b0 h0 ) = 00.43
.33
α s = (1 − s / 2b0 )(1 − s / 2h0 ) = 00.78
.76
α = α s α n = 0.34
0.26
2(b0 +cm
con biA=sp 31.6 h0 )(distanza
f yd barre
ωw = = 0.218
trattenute)s b0 h0 f cd
σl = 1.65 MPa
Ast,x = Ast,y = Ast = 100 mm2
σ2 = ασl = 0.56 MPa

α n = 1 − 8(b0i / 2 ) / (6b0 h0 ) = 0.72


2
0.67
α s = (1 − s / 2b0 )(1 − s / 2h0 ) = 00.78
.76
α = α s α n = 00.56
.51
(b0 +cm
con bA=sp 315.8 h0 )(distanza
f yd barre
ωw = i = 0.327
trattenute)
s b0 h0 f cd
Ast,x = Ast,y = Ast = 150 mm2 σl = 2.48 MPa
σ2 = ασl = 1.38 MPa

5
Esempio – Colonna in 40×40 (cls C25/30)

40 40 40
34 34

17
40

40

40
34

34
4.5

4.5

4.5
4.5 4.5 4.5 17
Caso 1 Caso 2 Caso 3

εc2 = 0.2% εc2,c = 0.25% (1.2 εc2) εc2,c = 0.32% (1.6 εc2)
εcu = 0.35% εcu,c = 0.79% (2.3 εcu) εcu,c = 1.43% (4.1 εcu)
fck = 25 MPa fck,c = 27.8 MPa (1.1 fck) fck,c = 31.6 MPa (1.3 fck)

Esempio – Colonna in 40×40 (cls C25/30)

35

30

25
f ck [Mpa]

20 Caso 1
Caso 2
15 Caso 3

10

0
0.00 0.35 0.70 1.05 1.40 1.75
εc [%]

6
Costruzioni in calcestruzzo - Verifiche a flessione

Costruzioni in calcestruzzo - Verifiche a flessione

Si introducono
esplicitamente le
verifiche di
duttilità

7
Costruzioni in calcestruzzo - Duttilità

Costruzioni in calcestruzzo - Duttilità

Priestley (2003)

8
Costruzioni in calcestruzzo - Duttilità

Priestley (2003)

φy/φy’ = MN/My

Costruzioni in calcestruzzo - Duttilità

Priestley (2003)

φy/φy’ = MN/My

Se rappresento il legame M-φ effettivo


tramite un legame elastico-
perfettamente plastico
MN = Mu = MRd
Se indico il momento
corrispondente a φy’ con Myd’

9
Costruzioni in calcestruzzo - Duttilità

Priestley (2003)

φy/φy’ = MN/My

Se rappresento il legame M-φ effettivo


tramite un legame elastico-
perfettamente plastico
MN = Mu = MRd
Se indico il momento
corrispondente a φy’ con Myd’
φy/φy’ = MRd/Myd’

Costruzioni in calcestruzzo - Duttilità


φy dipende poco da NEd e da ρ; è
legata alla εsy e alla forma della
sezione (Priestley 2003)

10
Esempio
GEOMETRIA– Colonna in 40×SEZIONE
DELLA 40 (cls C25/30)
Base B = 40 cm 40

Altezza H = 40 cm
Acciaio superiore As = 3Ф18 → ρ = 0.47 %

8
Acciaio inferiore A’s = 3Ф18 → ρ’ = 0.47 %
Armatura centrale Ac = 2Ф18 → ρ’’ = 0.32 %
Copriferro cc==4.5
4.2cm
cm (asse ferri long.)
Base
fcd = 0.85×25/1.5 = 14.2bMPa
nucleo confinato = 31.8 cm

NEd = 0.15fcdAc = 336 kN


40 40 40
34 34

17
40

40

40
34

34
4.5

4.5

4.5
4.5 4.5 4.5 17
Caso 1 Caso 2 Caso 3

Esempio – Colonna in 40×40 (cls C25/30)


40
40
4.5

4.5
Caso 1
MRd = 175.4 kNm

φu = εcu/x =
0.0035/0.1166 =
0.030 m−1

11
Esempio – Colonna in 40×40 (cls C25/30)
40

40
4.5
4.5
Caso 1
Myd’ = 146.7 kNm

φy’ = εsy/(d−x) =
0.00195/(0.358−0.157)
= 0.0097 m−1

Esempio – Colonna in 40×40 (cls C25/30)


40

MRd = 175.4 kNm φu = 0.030 m−1

Myd’ = 146.7 kNm φy’ = 0.0097 m−1


40
4.5

4.5
Caso 1
φy = φy’MRd/Myd’ = 0.0116

µφ(NEd) = φu/φy = 2.58

12
Esempio – Colonna in 40×40 (cls C25/30)
Ipotizzo il collasso
del copriferro
40
34

40
34
4.5
4.5
Caso 2
MRd = 161.8 kNm
(=0.92MRd,max)
φu = εcu,c/x =
0.0079/0.1135 =
0.070 m−1

Esempio – Colonna in 40×40 (cls C25/30)


40
34
MRd = 161.8 kNm φu = 0.070 m−1

Myd’ = 146.7 kNm φy’ = 0.0097 m−1


40
34
4.5

4.5
Caso 2
φy = φy’MRd/Myd’ = 0.0107

µφ(NEd) = φu/φy = 6.54

13
Esempio – Colonna in 40×40 (cls C25/30)
Ipotizzo il collasso
del copriferro
40
34

17

40
34
4.5
4.5 17
Caso 3
MRd = 165.2 kNm
(=0.94MRd,max)
φu = εcu,c/x =
0.0143/0.0967 =
0.148 m−1

Esempio – Colonna in 40×40 (cls C25/30)


40
34
MRd = 165.2 kNm φu = 0.148 m−1
17

Myd’ = 146.7 kNm φy’ = 0.0097 m−1


40
34
4.5

4.5 17
Caso 3
φy = φy’MRd/Myd’ = 0.0109

µφ(NEd) = φu/φy = 13.56

14
Costruzioni di calcestruzzo - Verifiche di duttilità per la zona
sismica

Si richiede che la capacità di spostamento globale superi la


domanda in curvatura per le sezioni di base!

Costruzioni di calcestruzzo - Verifiche di duttilità per la zona


sismica

Per gli elementi strutturali primari in CU II le verifiche DUT sono previste


solo allo SLC (quando richiesto esplicitamente)
Il rispetto dei dettagli costruttivi in genere consente di evitare le verifiche
di duttilità, salvo nelle sezioni di base

15
Costruzioni di calcestruzzo - Verifiche di duttilità per la zona
sismica
In queste valutazioni, la duttilità in spostamento può essere associata
al fattore q tramite le usuali relazioni

Costruzioni di calcestruzzo - Verifiche di duttilità per la zona


sismica

Verifiche di duttilità: richieste solo se non vengono rispettati i


dettagli costruttivi. In questo caso, la capacità si valuta come indicato
nel Cap. 4, mentre la domanda (allo SLC) vale:

16
Costruzioni di calcestruzzo - Verifiche di duttilità per la zona
sismica
Pilastri

da EN 1998-1
(EC8)
Per le sezioni di base dei pilastri primari e per le sezioni terminali dei pilastri
secondari

Costruzioni di calcestruzzo - Verifiche di duttilità per la zona


sismica
Pilastri (sezione di base)
Condizione che consente di evitare le verifiche di duttilità

17
Esempio – Colonna in 40×40 (cls C25/30)
νd = 0.15, εsy,d = 0.196%, bc = 400 mm, b0 = 342 mm, s = 80 mm
40 40 40
34 34

17
40

40

40
34

34
4.5

4.5

4.5
4.5 4.5 4.5 17
Caso 1 Caso 2 Caso 3
α = 0.34 α = 0.56
µφ = 6.54 µφ = 13.56
Asp 2(b0 + h0 ) f yd Asp 3(b0 + h0 ) f yd
ωw = = 0.203 ωw = = 0.304
s b0 h0 f cd s b0 h0 f cd
Ottengo: 0.07 > 0.04 0.17 > 0.12

ma posso adottare, nelle zone dissipative, solo la configurazione


del caso 3!

18