Sei sulla pagina 1di 35

per pr¡ncipianti

dallo A alla Z

?o**,
ST(IRIE
per pr¡ncipianti
dalla A allo Z

p
direzione editoriale: Massimo Naddeo
redazione: Marco Dominici, Chiara Sandri
progetto graf.co e copertina: Lucia Cesarone
impaginazione: Chiara Sandri
illustrazioni: Ottavia Bruno
@ zotT ALMA Edizioni
Printed in Italy
ISBN 978-88 -6182- 498-o
prima edizione: febbraio zorT
AIMAEdizioni
viale dei Cadorna 44
5orz9 Firenze
tel.+39 o55476644
fax+39 o55473531
alma@almaedizioni.it
www.almaedizioni.it
Tutti i diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione
e di adattamento totale o parziale, con qualsiasi mezzo (compresi i microfilm,
le riproduzioni digitali e le copie fotostatiche), sono riservati in tutti i Paesi.
Rossarra e Claudio sono in un parco. Claudio scrive su un albero: Filippo entra in un bar.
Q
"Claudio ama Rossana". Rossana dice:
o - Un caffé! - dice.
o
-Oh Claudio, mi ami! Il barista parla con vnaragazza.
- Si, Rossana, ti amo, ti amo tanto! l"

- E perché mi ami, Claudio? - Come ti chiami?


- Perché sei bella, perché sei dolce... - Daniela.
- Si, e poi? - Sei bella, Daniela.
- Grazie.
Claudio chiude gli occhi e dice: - II caffé é buono? - domanda iI barista.
-Perché tu per me sei iI sole,la luna, il giorno,Ia sera... - Si, molto.
Sei il buongiorno e Ia buonanotte... sei iI caffé della mattina, - Bene...
sei l'acqua, sei ... -... Un caffé! - dice ancora Filippo.

Claudio apre gli occhi.


E il barista:

-... Dove sei? Rossana? - Cosa fai, Daniela,Iavori?


- Si,Iavoro in banca. La banca é vicino aI bar.
Rossana non c'é. - Per favore, vorrei un caffé! - dice Filippo.
RIING! II telefono di Claudio. Claudio risponde. - Bene. Cosi puoi venire aI bar quando vuoi. - dice il barista a
Daniela.
- Stefania! Sei tu, amore mio! Si si, ti amo! Perché? Ma perché tu sei scusi, un caffé...
bella, sei dolce... per me tu sei il sole e la luna, il giorno e la sera... -Mi - dice Filippo.

Il barista guarda Filippo. Prepara un caffé. Prepara due caffé. Prepara tre
caffé. Prepara quattro caffé.

- Per Lei, signore: quattro caffé.

Filippo guarda i quattro caffé.

> note - Per me...7

,,O"r"S or:chi
O)
^
.-
1l>
t"'"aü

AIMA tdizioni . ltaliano Facile ST0Rlt per prirrcipianti


O tt chiama Tito. Tutti i giorni é al bar con un grande foglio bianco e molte
matite. Colori. Tito guarda Ie persone nel bar. Poi prende una matita e
.G
a disegna.
a
ñ
Io faccio colazione in quel bar e Tito lavora con le matite. Poi torno aIIe
14:oo per un caffé e lui lavora. La sera, quando esco dall'uff,cio, passo
davanti aI bar e c'é Tito.

- E un artista. -dice Rodolfo, il barista - Sta sempre qui, prende un


caffé, un bicchiere di vino, unapizza...

Un giorno vado aI tavolo di Tito. Guardo i fogli: un sole , un albero


verde, un gatto nefo e una casa ll):iamca:.

- Buongiorno! - dice Tito.


- Buongiorno. - II colore del vr:stito? Della l:orsa?
- Vuoi vedere cosa faccio? - No, no! Il colore della personal
- Si... posso? - Della persona? Io... non so...
- Si, ma queste sono cose per i bambini. Vedi? II sole,I'albero, - Ma io si, io lo so. Guarda bene quella
donna: ha un vestito bianco e
il gatto... Ma c'é anche questo... rosso. Beve un cappuccino, e ora parla al telefono. Lei... - dice Tito -
Iei é blu.
Tito ha in mano un altro foglio con un grande sole , un albero blu,
un gatto rosso e una casa viola. Anch'io guardo la donna. Vedo iI suo vestito bianco e rosso, ma non
vedo il blu.
- Tutti vediamo il sole,I'albero, iI gatto... - dice Tito - ma i colori, 'Iito guarda la donna e prende la matita.Io devo andare a lavorare. Esco.
i colori! I colori no, non vediamo i colori veri! O_uando esco dal bar, vedo Tito lavorare con la matita. Quella donna é
- Cosa significa i colori "veri"? - domando. blu, dice. E io? Io, per Tito, che colore ho?
- Vedi quella donna? Che colore ha?

> note

l=J Y §7 *
";:;::#:,*tiodisesna -$
ALMA trlizioni . ltaliano Facile ST0RIE per principianti
l.rr mammadiGiorgÍo:

- Giorgioo!Anche noi andiamo a casa!

lir¡ndro va a casa con Ia mamma. Domanda:

Q Ciorgio e Sandro sono due bambini. Hanno 7 anni. Sono in un parco e - Mamma, io ho un papá, vero?
=l-
grocano. - Si, certo.

a
o - Uno?
G
L Giorgio dice:
- Certo, Sandro, perché fai questa domanda?
- Io ho una bicicletta. - Perché io voglio due papá! Dobbiamo comprare un altro papá!
Sandro dice:

- Io ho due biciclette.

Giorgio - Io a casa ho un robot; un robot grande.


Sandro - Io a casa ho due robot. Due robot grandi, grandi!
Giorgio - Io ho una casa al mare.
Sandro - Io ho una casa al mare e una casa in montagna.
Giorgio - Io ho una sorella. Si chiama Elena.
Sandro - Io ho due sorelle! E anche un fratello!
Giorgio - Io ho un libro con molte fotograf,e.
Sandro - Io ho due libri con molte, molte fotograf,e!
Giorgio - Io ho una piccola palla gialla, nuova!
Sandro - Io ho due palle gialle, nuove e belle!
Giorgio - Io ho un gatto, si chiama Felix!
Sandro - Io ho due gatti e un cane! II cane si chiama Nero, i gatti
si chiamano Tip e Tap!
Giorgio - Io ho un papá, si chiama Aldo. Fa iI dottore!
Sandro - Io ho...

La mamma di Sandro:

- Sandrooo! Dobbiamo andare!


> note
*""" s"u ou"
;i;;;;:;;i,:i,::;:)i:i::::x"
dell' Italia o r ie ntale. ll§ 6'n"' ¡!f,
ALMA tdizioni . ltaliano [acile §T0RlE per principianti

O ," ristorante elegante di Milano. Sono le otto di sera. A quest'ora ci sono


rf)molte persone. Sono persone eleganti, ricche, importanti.
'5 Entra un uomo. Non é elegante. Non ha soldi. Si chiama Silvano.
o
G

- Buongiorno, signori. Avete un po'di pane per me? Non mangio da


due giorni.
- Non puoi stare qui. - dice il cameriere - Questo é un ristorante
esclusivo. Esci fuori.
- Per favore, voglio solo un po'di pane... - dice Silvano.
- Esci fuori o chiamo Ia Polizia!
In quel momento entra un altro uomo. E molto elegante. Ha una borsa.

- Buonasera signore, vuole un tavolo? - domanda il cameriere.


- Si. Posso entrare?
I.'uomo con la pistola esce. Poi mette la pistola nella borsa, entra in una
- Si, certo. Prego.
rnacchina elegante e va via.
- Grazie.
lI cameriere telefona alla Polizia. Poi guarda Silvano:
iluomo apre la borsa. Prende una pistola.
- Cosa fai ancora qui? Esci fuori!
- Buonasera, signore e signori. Un po'di attenzione, prego: questa é - Io non sono elegante, ma non ho una pistola. - risponde Silvano.
una pistola. Ora prendete i soldi, i telefoni, gli orologi e mettete tutto - ii vero. - dicono tutti.
in questa borsa. - Va bene. Vai in cucina e prendi un po'di pane. - dice il cameriere. -
ok?
Tutti fanno come dice.In pochi secondi,la borsa é piena.
Silvano non risponde.
> note
ricche . il contrario di"povere", che clmc_rue ril pistola -Allora? Non vuoi mangiare?
hanno molti soldi Laura e Silvia sono F - No, grazie. O-uesto é un ristorante elegante. Elegante come voi.
rícche: hanno una villa e una Ferrari! Elegante come quell'uomo con Ia pistola.Io non sono elegante.
esclusivo . riservato, non aperto "'"r"ur
,otdi lf rI{ Per me non va bene. ArrivedercÍ.
«fl al pubblico E un ricevimento it lf
esclusivo, non possiamo entrare.

pir:na ' il contrario di vuota Posso mettere i miei libri nel tuo zaino? La mia borsa é piena,
non c'é piú posto.

AlMArdizioni . rtariano Faeire ST0RIE per principianti

m
I lr¡lla piazza arriva una voce:

- Chi é?- domanda laragazza-


-- Un uomo. - dico - Un uomo parla aI telefono, ínpiazza.
-- Ci sono tante persone inpiazza, oggi! C'é il mercato!
aspetto. Come tutti. Qui dal dottore tutti aspettiamo.Io ho il numero 5. - Si, it mercato. Tutti i giovedi c'é iI mercato.
Q - E il bar é pieno, vero?
(o Il dottore ora é con iI numero 3. Non devo aspettare molto. Vicino a me
G
o c'é una tagazza con gli occhiaii neri. - Si c'é molta gente.
- Si, prendono iI caffé, parlano... É bello guardare Ia strada, no?
- Mi scusi. - dice laragazza. - Io... non so. Si, forse.
- si. - Come si chiama?
- Posso aprire la frnestra? - Alessio Parini.
- Certo. - Piacere, Alessio, io sono Milena Bucci. Perché é qui dal dottore?
- Grazie. - Beh, io...
- Numero 4! - dice iI dottore.
La donna apre la finestra.
- Sono io! - dice laragazza- Arrivederci, Alessio.
- C'é un bel sole, oggi! - dice la tagazza. - Arrivederci, Milena.
- Si.Inizia la primavera... Guardo Milena: ha gli occhiali neti, cammina con un bastone.
- ii vero...! Einpíazzaci sono i ñoril Molti fiori di tutti i colori!
Solo ora capisco che Milena é cieca. Milena non puó vedere.
Non ébello, tutto questo?
Guardo Milena e guardo la f,nestra: lapiazza con i flori, iI mercato,
- Si, certo. - dico.
il bar con la gente ai tavoli,Ie montagne...
- II panorama da qui é molto bello, vero? - domanda lei.
- Si... C'é lapiazza,la cittá,la chiesa... [Jn uomo dice:
- E le montagne, dietro la cittá! e chiude la finestra.
- Si,le montagne. - Scusi, posso? -
- Sono belle, vero?
- Si. Ma io preferisco il mare.
- Si, anche il mare é bello.

> note
ocr:hiali ñori
\i. rr,, fcato . spazio all'aperto dove é possibile comprare cibo,
vcstiti, ecc. Vado al mercato a comprare lafrutta.
0""",,'{ñ

primavera . la stagione dopo l'inverno


La primavera inízia il zt marzo.
e prima dell'autunno chiesa

A ( ('a . persona non vedente

ALMA tdizioni . ltaliano Facile ST0RIE per principianti


Cio.rrr,ni ha 5 anni. Giovanni esce con Ia mamma. Giovanni e la mamma l;r,lrbraio zooz. Eleonora dice: "Ho un amico". E tutto inizia cosi.
Q
entrano in macchina. Mr chiamo Miriam, vivo a Milano ma sono di Treviso.

o
o Ncl zooz abito con un'amica, Eleonora, in un appartamento in via Giusti.
- Mamma, voglio un gelato! - dice Giovanni. lilt.onora é una ragazzamolto bella, ha un f,danzato, Renato, e molti
- No, Giovanni, ora no. Non puoi mangiare iI gelato in macchina. rrrrrici. Un giorno Eleonora dice:
La mamma e Giovanni entrano in un negozio. Miriam, ho un amico, é di Treviso come te. Lavora a Milano
-Sai,
cd é solo. Si chiama Tiziano. Possiamo uscire con lui, vuoi?
- Mamma, voglio un gelato!
- No, Giovanni, adesso no. Non puoi mangiare iI gelato nel negozio. - Come, "usciamo"? - domando io.
- Beh, usciamo insieme, tu, io, Renato e questo Tiziano: forse é
La mamma e Giovanni vanno in una libreria. simpatico...
- Eleonora, non mi piace incontrare una persona in questo modo.
- Mamma, voglio un gelato! - E perché? Lui é solo, qui a Milano, tu e lui siete di Treviso...! Cosa c'é
- No, Giovanni, adesso no. Non puoi mangiare iI gelato nella libreria. di male?
La mamma e Giovanni vanno nell'uffrcio della mamma. lr impossibile dire di no a Eleonora. E cosi dopo una settimana siamo
irr un bar, io, Iei, Renato e questo Tiziano. All'inizio non mi piace.
- Devo prendere una cosa. - dice Ia mamma.
l'rrrla poco e mangia molto, ma ascolta.
- Mamma, voglio iI gelato!
l)opo due giorni usciamo ancora, ma questa volta io e Tiziano, soli.
- No, Giovanni, non puoi mangiare iI gelato nell'ufñcio della mamma.
Siamo in un piccolo ristorante. Questa volta non mangia molto.
La mamma e Giovanni vanno in un parco. Giovanni gioca con altri Ma ascolta, sempre. Mi piacciono le persone che ascoltano.
bambini. Giovanni corre e gioca. La mamma dice:
- Perché non mangi? - domando.
- Giovanni, vuoi iI gelato? - Di solito mangio molto quando non voglio parlare, perché preferisco
- No, mamma, adesso no. Non posso mangiare il gelato e correre! ascoltare. Oggi non mangio perché sono qui con te, e mi piace
guardarti.
l)a quella sera, io e Tiziano stiamo insieme. Quindici anni dopo, viviamo

rlr J,lrtamento . abitazione, casa in un palazzo Nel mio appartamento cí sono due camere,
> note
¡ttn cucina e un bagno.
corre (inf.."rr"r"r¡|, lr, r ,rzato . partner in una relazione d'amore

Haí conosciuto il nuovo fidanzato di Enrico?


Si, ma non mi píace. Secondo me non lo ama veramente.

. ltaliano Facile ST0RIE per principianti


ALMA Edizioni
Lei ha un problema. - dice iI dottore al signor Verdi.
O_uale?
- Dice sempre "io'1
Io?
- si.
&
Maio...
VedeT Lei comincia sempre Ie frasi con "io".
' Io non capisco...
- Ehehe, ancora! Vede, nel suo mondo c'é solo "io"! Non c'é un "tu",
un "voi"... solo "io".
Maio...
- Lei ha :ur.aragazza, vero?
- si...
ancora insieme, abbiamo due bambini, Giacomo e Filippo. Siamo una - Bene. E dice mai: "noi"con lei?
famiglia. - Beh, io... Forse no...
Oggi in uff,cio dico a Sofra: "Sai, Sofra, ho un amico. f di Cagliari, come - Certo, perché c'é solo iI suo "io", il suo grande "io". lei ha amici?
te." Sof,a é da due mesi nell'uffrcio dove lavoro; é una bella ragazza e - Si. Non molti, ma...
vive sola in un appartamento in via Sarpi' - Posso capire perché: perché Lei non dice mai "noi", ma sempre "io".
Giusto?
- Come si chiama? - chiede Sofia. - Dottore, ma cosa posso fare per questo "io"?
- Si chiama Marco Piras. - Deve chiudere gli occhi. Bene, cosi. Adesso Lei é un foglio.
- A Cagliari ci sono molti Marco Piras... - Io sono un foglio? C'é anche una penna?
- Beh, possiamo uscire insieme, tu, io, Tiziano e questo Marco: forse é
- Si. Deve prendere Ia penna e scrivere sul foglio un grande IO.
simpatico...
- Si. Scrivo: IO. É un IO grande?
- Miriam, non mi piace incontrare una pelsona in questo modo... - Si, molto grande.
- E perché? Lui é solo, qui a Milano, tu e lui siete di cagliari...! cosa c'é di - Bene. Ora deve prendere questo io.
male?
- Prendere iI mio grande io.
ora siamo aI bar, io, Tiziano e sof,a. Aspettiamo Marco. Forse questo per
Sof,a é un giorno importante, come per me, in quel Iontano zooz'
,¿

ALMA [dizioni . italiano tacile ST0RII per principianti


- Si. C'é una f,nestra, davanti a Lei.
- si.
- Deve prendere il Suo IO e mettere iI Suo grande IO fuori.
- Apro Ia finestra.
- Bene.
l,rr r c lei. Stanno insieme da 6 anni. Stanno bene perché sono diversi.
- Prendo il grande IO. Adesso é fuori. Chiudo Ia f,nestra.
- Bene. Ora puó aprire gli occhi. l.rrr rrma il mare, lei preferisce Ia montagna.
l.rri non ama iI freddo,Iei non ama il caldo.
II signor Verdi apre gli occhi. Guarda Ia f,nestra. C'é un grande IO fuori! l.r i ama i cani, lei non vuole avere animali in casa.
r

- Ma... é vero! l.r'i vuole un bambino,lui preferisce aspettare.


- Cosa? l.r,i vuole uscire con g1i amici,Iui preferisce stare solo con lei.
- II mio IO! ii vero! Ed é fuoril l.r'i ama il teatro,Iui preferisce iI cinema.
- Si. É grande, eh? l.r.r legge molti libri,Iui non ama leggere.
- Si! E adesso? l.r.i va a dormire sempre dopomezzanotte,Iui preferisce dormire prima
- E adesso cosa? rlclle undici.
- E adesso cosa fa il mio grande IO? l.rr domenica lui vuole mangiare a casa della mamma,Iei preferisce fare
- Beh, aspetta un'altra persona come Lei. rlr picnic al parco o andare in montagna.
- E poi? l,r'i ama molto fare sport, gioca a tennis e va in bicicletta. Lui preferisce
- E poi questa persona viene da me'
llrrardare Io sport in televisione, e vuole vedere le partite di calcio tutte
- Da Lei? It'sere.
- Si. Ora Lei puó andare. Sono zoo euro, grazie.
l,ui ama guidare Ia macchina,lei preferisce prendere l'autobus o il treno.
l,r:i ama mangiare aI ristorante, lui ama cucinare e preferisce mangiare
ir casa.
l,ui ama Ia carne,Iei é vegetariana e mangia molte verdure.
l.rri non mangia mai verdure, ma ama i dolci. Lei non vuole mai mangiare
idolci.
l.t'i ama bere vino,Iui preferisce la birra.
l,ci ama il colore rosso,Iui preferisce iI nero.
l.ci non ama la tecnologia,Iui non puó vivere senza la tecnologia.
l,ui ama stare a casa, lei ama uscire.
tln giorno lei esce. E non torna piü.

\/( r,,.ire . alimenti vegetali Ie mie verdure preferíte sono le patate e Ie carote.

ALMA Edizioni ' ltaliano Facile ST0Rlt per principianti


1ir? Interessante!
l't'rché non vieni a Genova, quando torniamo in Italia?
:ir, certo! Voglio vedere I'acquario.
:ir É molto beIlo.

I l rIro zo giorni, Ia crociera f,nisce.


O_uesta nave é come una cittá. Ci sono molti ristoranti, ci sono dei
f)
; cinema, teatri, negozi... Una cittá nel mare. Nella nave ci sono molte Allora ci vediamo... all'acquario. - dice Gloria.
§ persone: ma io vedo solo lei. Sono sulla nave da tre giorni,Iei é con due Va bene.
§ amiche. Le due amiche vanno aI cinema,Iei rimane altavolo, dopo cena,
to¡ro dua settimane, vado a Genova. L acquario di Genova é famoso,
e ascolta la musica. Le amiche vanno in piscina, Iei cammina sulla nave,
I

guarda le persone, guarda il mare. rr,,n o difficile trovare Ia strada.


Dopo quattro giorni, siamo aI bar, vicini. lirrlro nell'acquario, é molto bello. Poi vedo Gloria. É neil'acqua, insieme

- Come ti chiami? - domando.


,rr I r ltri
r
1;esci. Saluta con Ia mano. Io non so cosa dire. Gloria é molto
lrr,ll:r, ma é donna sopra e pesce sotto. Gloria é una sirena.
- Gloria. Tu?
- Ivano. Signore, cosa fa? Non puó entrare nell'acqua! - dice un uomo.
- Ciao, Ivano, Piacere.
Mrr non ascolto. Entro nell'acqua. Anche io.
- Piacere mio. Non vai in piscina? - domando.
- No. E tu? Ar r ivo, Gloria, amore mio.
- No, io non amo nuotare.
Per un lungo momento, guardiamo il mare.

- Vuoi vedere la nave? - domanda poi Gloria.


- La nave?
- Sil Io conosco bene tutta Ia nave. É molto grande!
- Si. - dico -Voglio vedere Ia nave.
stiamo insieme tutto il giorno. Gloria é di Genova, io sono di Torino.

- Cosa fai a Genova? - domando a Gloria.


- Lavoro... nel grande acquario-

> note
ne¡¡ozi . posti dove é possibile comprare cibo, piscinap_l
u vestiti, scarpe, Iibri, ecc. In centro ci sono molti
n eg ozi dí abbí7\íame nt o.
t*a"rd
,--
nuotare
Jg
acquario . luogo artificiale dove vivono gli animali del mare
Nell'acquarío di Genova é possibíle vedere i delfini- 4(
ALMA tdizioni . ltaliano Facile ST0RII per principianti
( ; r:r nna, posso spiegare...
No.
( ; ril n na, non é come credi...
No...?
No, lci é... un'amica.
mrtt"o entra in casa. C'é Gianna,Ia sua ragazza.É in sala, vicino al No.
Q
C\¡ tavolo. I lrr'amica speciale, ma...

o No.
o
ñ - Ciao! Non mi credi?
- Ciao. N«r!
- Che cosa hai? Stai male?
Mir io ti amo...
-No. NOI
- Vuoi uscire?
- No. t;l;rnul esce dalla sala.
- Vuoi bere qualcosa? (;ianna, dove vai? Non vuoi parlare?
-No. No.
- Va bene... Ma cos'hai? Sei arrabbiata con me? l'crché quella valigia? Dove vai? Non vuoi restare con me?
-... No. No.
- Dici sempre cosi...
- No. Chi é Elena? ( il;uura esce dalla casa. BIP BIP! Il telefono di Matteo.
-... Elena? ... Non caPisco. I lrr rrrcssaggio da Elena:

Gianna guarda sul tavolo. sul tavolo c',é il telefono di Matteo. Matteo
Matteo, cosa fai?
prende il telefono. NeI telefono ci sono dei messaggi da Elena:
Perché non rispondi?
Non mi ami?

).
M:rllco scrive: q

> note

sala . la stanza piü grande in un appartamento arrabbiata . nervosa, non calma


Nella sala ci sono molti mobili: un divano, due - Ma perché Carla é arrabbíata?
librerie e una poltrona. - Perché deve lavorare anche domeníca.

. ST0RIE per principianti


ALMA Edizioni rtariano Facire

E
l',tlrlrrrr¡r r r,t('¡t irt bagnO.

l'J l
llr r rtr'tn;¡?
r l',,r1 1¡t cucina?
l'r.¡ r'lrt. rro? Con te, tutto é possibile!
Q Sorro Ie 8:oo di mattina. Marcella e Fabiano sono a casa.
Marcella dice: I'rtlrlrnrr, ('('rc¿r in cucina.
u
- Fabiano, dobbiamo essere all'aeroporto aIIe ro:oo. Il taxi arriva alle Mrrrr't.lla...
9:oo. Hai un'ora. :;on() iIt cucina?
- Un'ora? :ir, rna... dentro I'acqua.
- Si. Da adessol Iovoglio partire, va bene?
Va bene, va bene, Marcella. Cerco i passaporti.
M¡rrr r.llrr v¿r in cucina. Fabiano ha in mano due passaporti. I passaporti
-
ar rno l', r), r rlt ¡. Marcella dice:
- Bravo.Io flnisco di preparare le valigie.
- ok. ( o:;;¡? E adesso? Non possiamo usare i passaporti? Non possiamo
Fabiano cerca sotto iI letto. ¡r;nlrrc?
Non so, Marcella...
- Sotto iI letto, no. lln momento: ho un'idea!
Fabiano cerca dietro iI letto. Mrrrlr,lla va in bagno. Prende l'asciugacapeiii. Dá I'asciugacapelli
rl l/irlrurno.
- Dietro iI letto, no.
- Dentro iI cassetto del comodino? - domanda Marcella. t'«rsa signif,ca? - dice Fabiano.
lilli cosa devi fare con questo. Hai un'ora. Un'ora!
Fabiano cerca nel cassetto.

- No. Dentro questo cassetto, no.


- Forse neII'armadio?

Fabiano cerca neII'armadio.

-No...
- In bagno?

> nnte

"": armadio
| , ,tir r " pieni di acqua asclugacapclli i;l

&
*rF -T' Il.o,.,or,,.o m Ml perchéhaiícapeltibagnati?
I'tr)ve, ma. non ho l'ombrello. \

AIMA tdizinni . ltaliano Facile ST0RI I per principianti


| !l,l r,lr, I t.¡¡¡ ¡11¡ f i¡isce la telefonata, Silvia non C'é. E non C'é la penna di
It,tttlll

',tlvr,r/ lii¡Irora Silvia...? - dice Danilo, ma Silvia non c'é.

I t'rrtl,, ¡'rr:rrrlir dalla ñnestra dell'uff,cio e vede silvia uscire sulla strada.
O ," grande uff,cio di Milano. Danilo parla con altri colleghi e colleghe di
sf Roma, di Torino, di Napoli. Una collega dice a Danilo: ',t lv rrr I Silvia! - ma Silvia non sente.
'-o Alr lrr. I r;rrrilo csce. Silvia entra in una macchina. La macchina parte.
§ - Mi scusi, ha una penna? Devo scrivere un numero di telefono e...

iiuna donna molto bella. Guarda Danilo negli occhi, e Danilo non ', r lv rr r ! I-:r penna! - Silvia é dentro la macchina e fa "ciao" con la
capisce la domanda. lll,ilt()
| ,r ¡rr.rrna... - dice Danilo.
- Cosa? Una penna...?
I t¡lrIIr r Iorna in ufficio. Quando vede Danilo, Ia segretaria dice:
Danilo ha una penna, ma é una penna molto importante per lui,
Si,
un regalo del padre, una penna molto bella. Ma anche quella donna é ,rtl ror Vivaldi, c'é questa per Lei. - e dá a Danilo una piccola busta.
molto bella e deve solo scrivere un numero.

- Certo, certo...

Danilo prende la penna dalla sua borsa. Dá Ia penna alla donna. Nlll,¡ lrusta c'é la penna di Danilo e un foglio:
- Grazie. lei é molto gentile. Silvia.
- Cosa? AraÁo rvtillo
- Silvia, mi chiamo Silvia Rossini.
- Io sono Danilo Vivaldi. Molto piacere. Silvia
- Piacere mio, Danilo.
Silvia scrive una cosa su un foglio. Un numero. 17+ TbsagTT
DRIINN! II telefono di Danilo.

- Si, pronto? Ah, buongiorno direttore...

Danilo entra in un'altra stanza per parlare. Silvia continua a scrivere.

> note

v
note <
regalo , rrlr (
il. sentire). ascoltare,percepireunsuono
I \tv'i non risponde aI telefono?
Luca? Perché
Nt)n sente, é in giardino.
><
ALMA Edizioni . ltaliano Facile ST0RIE per principianti
CAllt,O una Plzza.Nonvedi?
ñ
*
BANlllt,ll B sopra la casa, c'é un gatto o una donna?
CAI{¡,o Una donna? Ma cosa dici...
PANllltf * Forse peró... é una macchina.
tlAtll,O - Una macchina? Ma quella vicino a una casa é unapizza.
N"f museo Brera di Milano c'é un nuovo quadro. Molti vengono a vedere DANllil[ - Io vedo una casa, sopra la casa una macchina e vicino alla
Q cl¡E uRa grande... palla. Si, una palla da basket.
!p iI quadro del grande artista italiano'
.§ CARLO - Ma no, é una pizzal Una casa, un gatto e una pizzal

E DANIIILB - No, una casa, una macchina e una palla!

lfungono due uomini. GIi uomini prendono iI quadro. Mettono iI quadro


t lplltt,
- Mn... cosa fate? - chiede Carlo.
- !il, questo é un quadro importante! - dice Daniele.
: Qucsto é iI tappeto della sala r. II quadro é nella sala z.

I tu, cosa vedi nel "quadro"?


fai gli [§[Rel7l
va! a Fagina Sl

Due amici sono nella sala r, davanti aI quadro. GIi amici si chiamano
Carlo e Daniele.

cARto - sai cosa vedo, in questo quadro?... una casa. sopra la casa c'é
un gatto. Vicino alla casa tnapizza.
DANIETE - Una pizza? Ahaha, ma no ! o-uella non é una pizza, é una...
Uhm, cos'é...?

. sul pavimento tappeto

m
,r lr,r r;r

Non abbíamo píú sedíe...


Non importa, io mí siedo a terra.
ffi
STORIE per principianti
ALMA Edizioni ' ltaliano Facile
Q niero Soldini é un architetto. Vive a Milano, e lavora a casa'
J pi"ro é un bravo architetto, ma da un muse non sta bene. La notte dorme
poco e il giorno lavora male.
E
E
§
Oggi venerdi, sono Ie 7:oo di sera. Piero apre Ia finestra, guarda la
é
píazzasotto casa: oggi apre un nuovo bar' Ci sono tanti ragazzi
e ragazze:mangiano, parlano, bevono, ri'rlolro' Tante macchine, tanto
rumore.

- Cosi non posso lavorare! - dice Piero.

Poi vede :ufiÍagazzo e una ragazza.Parlano e sono felicj.'


Piero ricord a:btiragazzo, simona,Ia sua ragazza,gii amici... Anni felici.

Piero torna al computer e comincia a lavorare. Lavora bene, lavora tanto'


A mr:zzanottc va a letto. Quella notte dorme bene, dopo molto tempo.

II giorno dopo é sabato. Piero apre Ia flnestra: é mattina, il bar sta


aprendo. Arrivano iragazziper fare colazione. Piero va aI computer e

lavora. Lavora molto, tutto il giorno.


l'tr r o lrcve un'altra birra. Poi torna a casa. Lavora due ote, tre. Il progetto
il sera. piero esce di casa e va aI bar. Ci sono tanti ragazzieÍagazze.
Piero beve una birra, ascolta itagazzi parlare"'
v, il futuro é davanti a lui.
r I r. r r(.,
r\ lll r lrrc di notte il bar chiude.Iragazzi tornano a casa, Piero va a
Nel bar c'é uno spscchic. Piero guarda nello specchio e vede un Piero ,l, rr rr ir c. Dorme bene. E felice.
giovanc: Piero soldini studente, zo anni, con una bella ragazza, simona.
¡ ' domenica. II bar non apre. Non ci sono ragazzi nella piazza. Oggi
Studiano all'universitá e fanno progetti per il futuro'
r r¡ r
¡
, 1

rrrr lrc Piero r iposi:. Oggi inizia una nuova vita.


> note
ucsc . periodo di 28,30 o 31 giornr Íi:li c i " content í, allegrí I bambini sono felici: oggi
Gennaio é il primo mese dell'anno. cominciano le vacanze!

v
idono (ini. ti,i.',') rnezzanottt specchio
i
,fl, ..ffi
ffi riposare) . rilassarsi Ia nonna riposa, non fate rumore!
mote <

giovan e . il contrario di vecchio Io ho 4o anni, mia sorella é piú giovane: ha 35 anni.

ST0RII per principianti


A[ MA [dizioni ' ltaliano Facile
.l r r.l lo
\r, ,Ir, ro :;o lrr'n(. come vivete sopra: ci sono macchine, moto,
,,,,,I r I r r:;ron{', I raff,co, non mi piace. Sotto sto bene. Vado sopra s
rrlrr ¡,r'l
I tItl"t tI
Lui
t) mcontro Enzo un giorno a Roma. cammino con il telefono in mano. l l
" r|()r vivete sopra, non potete capire. Voi non sapete
I r'lr ¡risci. Voi

; é vicino a un albero. Domanda:


,,rr,. l.r villr sotto. Mava bene cosi, Luca. Vabene cosi.

lr,rrI¡, l1'rorrro,vadosottoiii.,i:í::il.PortoaEnzocosedamangiare,elibri.
E -Haiun euro?
I r. r,,rrr r.r r¡r«rlto leggere.
- Cosa?
- Ciao. Buongiorno, hai un euro? AA r ¡ r« r' iono i libri. - dice Enzo - Chi scrive i libri sa cosa significa
r r r

- Beh, io... vlulrr.r;r¡[to.


tre euto complo un
- Per favore. Voglio mangiare. Ho due euro' Con I ¡r, r rllrvvcro?
panino e una bottiglia d'acqua' ,,t
-Va bene.
'Gtazie. il¡r¡,t I il,/() o a , ), i, it i, a CaSa mia. DOmani peró VadO iO a mangiare SOttO.
- Un momento..- Come ti chiami? I lil r r ¡ rr,:,: ;r I capire cosa signif,ca vivere sotto, ma é bellO avere EnzO Come

-... Chi, io? rrnlr , lr f «rrse anche lui é felice di essere mio amico.
- Si.Io mi chiamo Luca.
- Io sono Enzo.
- Piacete, Enzo. Dove abiti?
- Sotto.
- Sotto?
- Si. Sotto iI pante. Vuoi vedere la mia casa?
-... Si, perché no.
- Dobbiamo scendcr*- O-ui sotto'
delle
scendiamo. sotto il ponte c'é un vecchio letto, un vecchio tavolo,
Eciliole. Nelle scatole ci sono vecchi vestiti'

- Ecco Ia mia casa. - dice Enzo - Tu vivi sopra'


- SoPra?
- Si, tutti voi vivete sopra. Ma anche sotto é bello' sai?
r.lülí: 4
*,. lifit{:
I requentement e Vado spesso al cínema, almeno una volta a settimana.
[ü.1¡¿*&r+{¿¡ perandare ingaragedeviscendere l.}. j i-];.1 il pasto centrale della giornata Durante la settimana non torno a casa a pranzo,
f*%r*-§ k scale.
, t tt t t t tt t t t (J io in uffiCiO.

.S"i-ilRlI n*r ¡x uu:¡¡:!n*ti


¡tr [,,{Á fdi¡loili " itali;l:in iaril*
bella, iilicliigr:rrit, simpatica' ',r rilr I r :,Oo chilometri da casa, in una piccola cittá. La macchina non va.
ffi ," hai z6 anni. Sei vrlaÍagazza ll',,,, tl{()dice:
§ auiti a Firenze, in centro, e lavori vicino casa. Abiti con un'amica,
§ hai una bicicletta e un gatto. I )(,vc tornare domani.
§ II gatto si chiama Nerone,I'amica si chiama Francesca. Tu ti chiami
I rnrrr:rrr r, va bene.Ma io oggi che cosa faccio? Cerco un albergo. In questa
Sabrina.
La mattina fai colazione e poi vai al lavoro. Prendi l'autobus. r ll I ;r ' solo un albergo. Si chiama "Hotel Piazza Grande", perché é in
r ''r

sull',autobus leggi, ascolti Ia musica, guardi Ia cittá. La cittá é


bella' ¡lrt//:¡ irande, nel centro della cittá.
{
persone
Ti piace guardare Ia cittá e ascoltare la musica. Guardi Ie e lrrrl r o r rt'll'albergo. Non c'é nessuno. Esco, vedo un signore:
sono
ascolti la musica. o_uando ascolti Ia musica le cose e Ie persone llrronasera. dice iI signore
- - Lei vuole una camera?
belle. l;t, rna...
dice:
scendi dall',autobus. Entri in un bar e prendi un caffé. II barista r momento. il signore ed entra nel bar vicino all'albergo.
I lr - dice
- Ciao Sabrina! Come va, tutto bene? llrr r¡rrrrrrto dopo esce con una ragazza.Unaragazza molto bella.
-Tutto bene, Luigi. Tu? l,l l;rllr¡zza dice:
- Bene, bene! Cosa Prendi, oggi?
- Un caffé. lluonasera signore, vuole una camera?
una camera lil;rr;,: ?
:ir, ¡lrazie. Avete
Bevi iI caffé. Guardi I'orologio. Vai al lavoro' ( 'r'r to.
la data
Entri in classe, metti i libri sul tavolo. Poi prendi Ia penna, scrivi
su un ilnarirr.uÜ. Prendi dei fogli, metti i fogli sul tavolo. lrnlr rrrrro nell'albergo.Laragazza prende una r:jli;lve .

In quel momento io entro in classe.Io studio italiano a Firenze.


Vlr bene la numero r?
Tu insegni italiano.
ti amo' l,r¡camera numero r? - dico io.
Io sono studente nella tua classe' E
lir Va bene? E molto grande e ha un panorama molto bello.
V:r bene, certo.

l'rr,rrrlo la chiave, entro nella camera. E molto grande, c'é un grande letto,
rrrr lrrvolo, due scriii.r, una tv. Anche il bagno é grande.

* ¡it¡t* +
* ¡¡§i* * .- ti
iib¡ra " non occupata, disponibile chi;r¡i:
ini.rliigr-:ll.e " che capisce con facilitá
Mi piace parlare con Fabiana. i una
oil;,irie.i:iio
,lt
i, !ir Se avete
casa
problemi a trovare una
potete stare da me, ho una
P""'"",*ff,$
r, I
',:
persona intelligente e capace di ascoltare
):: I
stanza líbera.

STüHiI p*r ¡trirle ipinrrti


AtMl\ kli¿i*ni . ltaliann F*ciic
I ,, ,nr. r n r/ N«rn r;o, devo parlare con iI meccanico. Perché?

t'r r, I r. ¡ ror;:;ilr rno vedere Ia cittá. E una cittá piccola, ma bella.


r

I r rt,¡.,orr ilt«rllopiaCefe.

tl¡,t,,¡¡r,,,1,¡rrlllt'ciocolazione,poiaspettoRenatanellareception.Lei
* r t, r, l,¡,, l; ¡ ¡rorta e con lei entra anche il sole del giorno. Sono felice.

/\ I l(,r.r lurrlilrmo?
chiede. -
'.r I'r nnrr rlr,vo parlare con il meccanico.
rr r to Arrrli¿rmo dalmeccanico. Si chiama Rino.

r,,, ,Il. unlr macchina, lavora. o*uando io e Renata arriviamo, lui dice:

r r ¡,, lit,nilla, come stai?


lt, r rr., li irto, e tu?

l.'trr,r vcrlc mg.

/\lr, ,,r1irror...
A,4, r r :¡.
', r, rl, nor Marra. .itlli iiii;¡:i;rr c, non ho una bella notizia.
,.

l', rr lrr'?
l'r'r r lrr. la macchina ha un problema e non é una cosa facile. Deve
in albergo? r.. ¡ rr.l I ;r r c un altro giorno.
- Mi scusi, signore' - dice laragazza-Vuole mangiare
,

- Posso? lr r ¡,r r, u , lo Ii ino, poi guardo Renata. Un altro giorno con lei, un'altra
ci siamo
- Certo. Mangiamo insieme. Va bene per Lei? In albergo l'rrl ¡'¡¡,¡lrltl anCOfa RinO:
io e Lei. Mangiamo ne1 ristorante dell'albergo, va bene?
I tr ro¿ [Jno solo?
- Perfetto! - dico.

- si?
- Come sÍ chiaña.?'
- Io sono Renata,.
- Tiziano. - dico id r- Piacere.
anni' Iavora *.-".-.
Renata cucina molio bene. A tavola parliamo' Lei ha 29 -.-" ilLtti: 4i.

cittá non
neII'albergo quando I páare non c'é. Ma in piccola
questa mi fa stare male
t,t t,tt,niateatro?
vengono molte persone.
ltttt( c, non posso. Devo lavorare.

Peró Ia cittá non é brutta! Renata - Domani hai temPo? t, ¡,,1o alla fine della giornata A cena mangio poco, di solito un primo.
-

§1{iftll: ¡:r ¡riilr*ii;!eruir


A,¡ l,iÁ i"tii¿i**l
l'lr tnl rllr'r'
Itt, l,rl

$ltlt lrillril lrr r'lr;rr. llt casa c'é solo il suo cane.

',1 r lrliulur Ar¡¡o. - dice Lucio.


50 anni' M,r n(,n (, una festa? - Chiedo.
Q ni.".,o Ia mail di Lucio
""1d:::"i:1T:::1i.1;t::::"-::
Faccio una festa. Vuoi venire?" Non vedo Lucio
da z5 anni' I r.r ln, rnr¡r lrclla festa! Io e te! Ahahah!
(\¡
(§ il 19 gennaio rggze siamo in un bar di Milano'
O-ueIIa sera é
o I hI l,l r r, r l'r r l I ir¡ rno molto. lui é in Italia da due mesi. Ha questa casa in
Beviamo vino rosso. Lui guarda il bicchiere'
lrrFr rrrr,r

- Allora domani Parti. - dico io' I ililtr.r;l:ri7 - domando.


- si. llr.rrr., lrt,rrc. E tu? cosa fai?
- Mi disPiace' loi l.r.¡i¡¡o, scrivo...
poi forse ritorna'
- Ma non é per sempre. O-uando uno parte' Alrllir'rivi libri?
No, :;r'r ivo sui giornali, su internet...
- E comunque Puoi venire' llrrvo, i bello scrivere.
- Dove? In Australia? l{ lr¡/
- Perché no? ii bella. lr ri lilo bcne! il bello vivere in questa casa! Dopo z5 anni in
- Si, é vero, ma un Po'lontana"' Arr,,lrrrlirr, la Toscana! Ah, Piero, ho una sorpresa!
_ Ehehe... voglio pártare una bottiglia di questo vino in Australia.
É molto buono. I rrr lr r v;¡ Irr cucina. Io penso: "adesso esce dalla cucina con una ragazza".
- Si. ü un po'come portare una parte d'Italia' M¡r lur n¡r ('on una bottiglia e due bicchieri. Apre Ia bottiglia. Mette la
-E di noi. lrlI I l¡il trr ru I tavolo.

Perz5anninonhonotiziediLucio.Poiquestamail.,.Sabatoho5oanni. li llo r «l i questa bottiglia? - domanda.


una cittá, in Toscana.
AlIa áne della mail c,é un indirizzo e il nome di
I r lr rr lo lrr bottiglia. ii una vecchia bottÍglia di vino rosso. Molto vecchia.
Sabatopartodopopranzo.Viaggioinmacchinaericordoquellasera'
parto. E non torna per z5 anni. Mrr questo vino... No, non puó essere! - dico.
..
a Milano, noi due e quel vino. iucio dice:
iir I
ide lui - É quel vino! Dall'Italia allAustralia e ritorno. Dopo z5
r
carnpagna' in Toscana'
Oggi Lucio ha 5o anni- É it z3 gennaio' Abita in irlrrrr Clome me!
Arrivo davanti a una vecchia casa' Norr i possibile! - dico. - Ma... é buono?
Intornoc,ésolocampaSna.Escodallamacchina.Lucioescedallacasa. l'r r:;l;iamo plovare...!

note <
> note
campagna ' zona verde, fuori ,
' lirrc una prova, un tentativo
f csta . ricevimento, PartY
dalla cittá Ia vita in camPagna fVr rr 1r'r tttai andato a cavallo?
Organizziamo unafesta a sorPresa
píü tranquitla della vita in cittá' I tr v I l, t t tvore almeno una volta nella vita!
per íl comPleanno di Anna?

§T0RlE per principianti


ALMA Erlizioni ' ltaliano Facile
\t
&l1r¿ ¿& ie
?
a ;o
I tlll , I t,'( ) l)lrlilno. UNO dice:

t,, ,,u, IINO! E tu sei ZERO! Io sono importante, tu no!

.'l:lIt I I r .¡,,rrrrlt.:

',r, lr¡ .;r,r t,NO e io sono ZERO. Ma io e te possiamo essere 10.


I l, ,
r lrcr' IJNO
- Io voglio essere rr. Voglio un altro UNO.
M,r l ll lr ) (' lnto, c rimane solo. Arriva un altro ZERO.

\/r,r'.rr.lc rluc, ma rimanete zero -dice UNO - Io sono solo, ma sono


I l[!t I

,\r I lr/,r r¡rr ;rll lo ZERO.

rr.r,llrlil diCe.
Il.till
- Va bene! I rr'..t f :l trNO?
- Beh, allora... aila salute! /\,.¡ rr.l l:r rrn amico, pel essefe 11.

Alziamo i bicchieri. M.r , ( )n rroi puó essere 10oo.


I l.,¡,' <lice UNO.
- Cin cin! - dico. ',r, , ( )n rroi tre ZERI tu puoi essere 1ooo. Noi ZERI restiamo ZERI, ma
I rr '., r r,ol<l tlNO. Perché non vuoi stare con noi?
Beviamo.
| 'r 'r r I rc voi siete solo ZERI. - dice UNO.

- Com'é? Buono? - domanda Lucio' I ltt¡1'Y1¡g1...


-... NolAhahah!
per il vino! r\ r r t\/. r r ro ZERO, e poi un altro. Gli ZERI sono sei. UNO guarda gli
- É vero! ii terribilel Venticinque anni sono tanti, anche
rrr ; rI t

llrl
- Ma dobbiamo bere tutta Ia bottiglia! - dico'
-Si,éverolDobbiamoberequestovino,oggi!Allasalute'Piero' ', r, I r . I tr
nti, ma siete solo ZERO.
- AIIa salute, Lucio. Arl. noi puoi essere molto.
r I r¡ r;ci solo. E con
r r ,.,. r puó fare un UNO con tanti ZERI?
Beviamo tutta la sera. Dobbiamo flnire Ia bottiglia'
/\r lt;:rr¡ siamo sei ZERI. UNO e sei ZERI sono... UN MITIONE!

SiüRlF per principirnti


&if'{11 [di;'ir¡¡i . itirt!*rr¿r 'r¡*iiL:
UNO guarda gli ZERI'

-UN MILIONE? É Possibile?


- Vuoi Provare? ,.¡'li la jrast ¡¡ilist;r.
-Vabene.
r. Rossana e Claudio sono z. Claudio ama Rossana
UNO:
GIi ZERI vanno vicino a a. al telefono. I la. perché é bella e dolce.
b. in un parco. t I b. perché beve caffé.

3. Claudio ama 4. Quando il telefono suona


a. solo Rossana. I I a. Claudio non vede Rossana.

b. anche Stefania, i I b. Claudio vede Rossana.

:r:i¿i 1e parole aile imr"l-ragini.

a.albero I i bcafie , i c.párco

d. sole
; , e. acqua f. luna

UN MILIONE.
altri ZERI, UNO é importante'
Solo con
3.

: -:*zr

5.

*b.

ALMA lrlizioni ' ltaliano laeii*


,¡11i ia ris¡;osta giusla.
! o Sregli lr risPost;r ¡lirrsta' r. Chi é Tito? z. Cosa fa Tito al bar?
nel bar? z. Dove lavora Daniela?
r. Perché FiIiPPo entra a. Un barista. [-ia. ra disegni.
ii a. Vicino al bar'
i
i I a. Perché vuole un caffé' i lb.vÍcino allabanca'
b. Un artista. lU.rafotograf,e.
i ib. Perché c'é Daniela'
4. Perché il barista PrePara t. Di che colore é il vestito della 4. Che colore ha la donna per
Perché il barista non
ascolta
3.
quattro caffé Per FiliPPo? donna? Tito?
FiIiPPo?
ci sono i-l a. Perché FiliPPo chiede a. Bianco e rosso. i. I a. Verde.
iI a. Perché nel bar
iI caffé quattro volte' b. Blu. i- lU. slu.
molte Persone'
I 1b. Perché FiliPPo vuole
i lb. Perché Parla con Daniela'
quattro caffé' ,,i jroloti¿iinonri.

2 { Abhina le ciue colr:nne e fornla le frasi


¿r
i
bianco 1 1 u 1áro
-f c áiáiio] i d verae i

a. vicino albar' e.rosa i i- fbiu' i S.-yóso f i l,."i"l,


r. FiliPPo entra I

z. II barista Parla b. inbanca.


c. ébuono? '(1 2. 3.
3. Daniela lavora *.
'í:-
4. Labancaé
d. in un bar. -)")U)r,¡
e. con lt].Atagazza' , -)
t_rl.rlü
*
5. Il caffé

#'*
7
Qr Abi:ina i contr¿lri' '*
a. cattivo
1. vicino
z. bello b. lontano *
c. brutto
3. buono ú C.
"d ef 3l ! .8 .h.

gittst;r'
{r Scrivr i verbi nclla colonr:ia ir: irnrrragini e cornpleta il testo, come nr:11'csen:pio.
-dere bere l lavorare
, entrare ;
o
,

Pren I rl o lr¿r in mano un altro foglio con


i

r--'- I cAFFÉ
:BARl
i1 I
,rrr linrnde golo roea ,un l
it
11
iiil t,,,'itf,¡ e una ñ_
1l
Vero o falso?
lr veroofalso? V F VF
Giorgio e Sandro sono a casa di
Sandro' ll ll a. II signore elegante entra nel ristorante per mangiare. ti t_.1
a.
grande' l ll b. Silvano non é elegante. i_l il
b. Giorgio gioca con un robot c. Il signore elegante ha una borsa. i: t-i
chiama Elena' I1 il
c. ta sorella di Giorgio si
fratello' l] ¡ d. Silvano chiede soldi. T L,J
d. Sandro va a casa con iI e. Silvano esce dal ristorante con il signore elegante. L l L,r'
e. Il papá di Giorgio é un
dottore' tl tl
rimane nel parco' r'1 II f .
Il cameriere chiama la polizia. r_l I
f.. m rnamma di Sandro g. Silvano mangia nel ristorante e non paga. Li i.l

Ic Scrivi il Plurale delle Parole' ,. ;soivi il cruciverba-

SINGOTARE
1. una bicicletta
12
-{1
Orizzontali

2. unrobotgrande
3. unacasa
4. una sorella
5. un libro
5o
6. unafotograf,a
7. una PaIIa gialla
7F

I loglca'
J Abbina Ie parole secondo la relazione

1. papa a. sorella
2. mare b. gatto
3. cane c. mamma lr, rI lr'ltli
d. montagna

ffi'g'6'E'@t
4. fratello
'isoivi ii r:ruriverba
'[ , Sce¡;1i la frase giusla' Vrrticali
z. Milena ha gli occhiali
scuri perché r. Giovanni gioca
1. Alessio é in frIa
i, la. c'é il sole. con i _.
i I a. all'ufficio Postale'
ilb.dalmedico' I lb.écieca. z. Giovanni
c'é vuole mangiare
3. Milena e Alessio vivono 4.Il mercato in Piazza un_.
i- Ia. tutti i giorni'
i-.ia. vicino alle montagne' 3. Lamamma
1, b. tutti i giovedi' -*-1
i lb. inuna cittá di mare' 1

guida la
.L:I- I

lc Abbina 1n parr'[c 'r1 lc inrrnagittl'


-_c. d. chiesa
i mercato ] r i'lzzontali

2. 3. 4. Negozio dove compro i libri.


L.
5. Giovanni corre nel _.
W.q
ffi ffi ffi
6. Anna fa la commessa, lavora in un
7. Sono impiegata, lavoro in un

;rnpleta con le preposizicni della iista. Attcr"lzione : c'e nn¡¡


li:1:osizione in piü.

Giovanni non puó mangiare il gelato...


;i. ,-*-, ' tl. --,--.
n d' ----- I nella
macchina. l_ nát'
b._ negozio. L- "gllo
Jr Abbina e comPleta le frasi' C. libreria. !- - i nell'
a. dietro la citta. d. ufficio della mamma.
lrn : l

1. Alessio ha
Milena vuole
b. iI mercato.
2.
c. pieno di gentc' I . .rcgli 1'opzione giusta.
3. Inpíazzaci sono
c'é d. aPrire la finestr¿¡'
4. Tutti i giovedi Giovanni ha I a 5 anni. Giovanni esce / esci con la mamma. Giovanni
sono e. i fiori. e Ia mamma entrate / entrano in macchina.
5. Le montagne
6. Ii bar é
f . il numero 5.
- Mamma, voglio / vuole un gelato! - dice / dici Giovanni.
- No, Giovanni, ora no. Non puoi / puó mangiare il gelato
in macchina.
I come l0
H come H0

I o Indica le informazioni presenti nella storia.


Ir Scegli Ia frase giusta'
z. Nel zooz Miriam vive a. IlsignorVerdié daldottore. tr
r. Miriam é b. Il dottore capisce il problema del signor Verdi. n
Milano' E a. conTiziano'
E a. di Treviso, ma abita a
c. Laragazza del signor Verdi si chiama Anna. tr
nb. conEleonora'
tr U. ¿i Milano, ma abita Treviso'
a
d. I1 signor Verdi ha una penna blu. u
doPo
4. O-uindici anni e. Il signor Verdi deve pagare il dottore. n
3. Miriam conosce Tiziano
E a. Miriam Presenta
I a. grazie a Eleonora'
un amico a Sof,a'
E b. al lavoro'
I b. Marco va a lavorare 2 ' Abbina e completa le frasi.
conMiriam. r. Lei comincia sempre le frasi a. ma sempfe "io".
z. Nel suo mondo b. un grande IO.
deila lista' come nell'esempio' 3. Lei non dice mai "noi" c. con "io".
2. Completa i testi con Ie parole
4. Deve sc¡ivere sul foglio il
r-_ ha-_l r---é--l r"É-3 F-6--l
d. Suo grande IO.
5. Deve aprire la frnestra e mettere fuori e. c'é solo "io"!
-l f=i"t-_]
f-i,"oro-l [auit" $ o Metti in ordine il dialogo.
A
MichiamoMiriam,
Vty'o aMilano,ma lI ".
E adesso?

di Treviso. NeI zooz


con un'amica, Eleonora, I] u. Darei?
in un aPPartamento in via Giusti' I I .. r adesso cosa fa il mio grande io?
vrra r agazza molto b ella'
I ] a. Beh, aspetta un'altra persona come Lei.
Eleonora
amici'
un frdanzato, Renato, e molti
|] radessocosa?
".
B I I r. ti. ora Lei puó andare. Sono 2oo euro, grazíe.
dove : é una bella
Sof,a é da due mesi nell'ufñcio in via Sarpi' I ] r.Epoi?
sola in un appartamento
ragazzae
I I r,. E poi questa persona viene d.a me.

ST0RII pcr princi¡riarrti


ALMAEdizioni' rtatianoiacilc
iicegli 1a frase ¡;iusta.
parole aena t1fa,
1. Completa il testo con ie
Gloria
i !;a"i9, I fmgntágnáL i t-',qq4" I
'-l
r. Gloria e Ivano sono
i ia. in una cittá.
z.
i
é con
l a. due amiche.
I

I i--"1 b. in una nave. i lb. due amici.

a. 3. Gloria e Ivano vivono 4. Ivano dopo la crociera


Iei non ama iI caldo' i I a. nella stessa cittá. i l a. va aI mare con Gloria.
b.
iI i -lb. in due cittá diverse. i-lb. va dove lavora Gloria.
c. Lei ama iI teatro,Iui Preferisce
Iui non ama leggere'
d. Lei legge molti
molte
e. rui aáa U catne,Iei mangia A.,'ietti in crdine i1 diaiogo.

corrette'
¡1". Come ti chiami?
lt Scegli le PrePosizioni l

casa della mamma' ib. No. tu?


lui vuole mangiare a / da
E
La domenica montagna'
/ al parco o andare in / alla
Iei preferisce fare un pit-nilin
"l .. Ciao, Ivano, piacere.
a / in bicicletta'
gioca a / con tennis e va
Lei ama molto t"" '/o't' -la. Piacere mio. Non vai in piscina?
in / a televisione vuole vedere
e
Lui preferis." g"'al;i"?'" 1". No, io non amo nuotare.
le sere'
t" partite di / det calcio tutte
lr. Gloria. Tu-?
I

(P) Attt'rrzi.ttc: ig. Ivano.


se le parole sono a1 singoieire (s) o al pluralt'
inrlica
alcun.eparoleOo"o'''oo'*r"un'unicatormuzilsinlltlllrrt't'lrl¡rltll;iri'
5P
a. male i-] lr
b. animali ii i,i
c. amici LI t l

d. cinema i_i LI
e. Iibri i--i Li
f. autobus t] il
g. treno LI i-l
h. verdure L-] L-l
I r Scegii Ia frase giusta.
Ir Scegli 1a risPosta giusta'
r. Marcella e Fabiano devono z. Fabiano non trova
z. Chi é Elena?
r. Perché Gianna é arrabbiata? L l a. fare un viaggio. I I a.le valigie.
I la. Un'amica di Matteo'
l-.Ja. Perché Matteo ha Preso IJ b. uscire a cena. tr b. i passaporti.
I lb. Un'amica di Gianna'
il cellulare di Gianna' passaporti sono
I passaporti sono 4. I
[-]b. perché sul cellulare di Matteo
3.

donna' Lla. in bagno. I a. bagnati.


ci sono messaggi di un'altra [lb. scaduti.
Llu. in cucina.
4. Matteo vuolc rtlstarc con
3. Cosa fa Gianna?
Gianna?
[1a. Rimane con Matteo' . Abbina ie espressioni alle immagini e scrivi il loro contr;t i. (C)
I la. No, ama ülcnir' 2, r

Ll b. PrePara le valigie
I lb. Si, ama ilncora Gianna' aietro l-] c
e va via di casa'

WffiF
a.

b. sotto fl c
Ic Abbina e comPleta le frasi' C. a"ntro l-l c
a. Che cosa 1. parlare?
b. Vuoibere 2. risPondi? 3 . Risolvi il cruciverba.
c. Sei g. qualcosa?
d. Perché non 4. hai? Orizzottlrrll
e. Non é 5. arrabbiata con me?
f.. Dove 6. come credi. ,.
(P,
g. Nonvuoi 7. vai?
,fiijll
3. Scegli Ia PrePosizione giusta'
(r,"4
a. Matteo entra in / di casa'
tavolo'
b. Gianna é da / in sala, vicino al / del
c. Giannaguardanel/sultavolo' ... -r..i.",,.r.
d'Matteoprendeiltelefono.Nel/Daltelcfont¡c:llitllttlrlr.itttt.ssirggr
,. itli
per I daElena'
della / dalla sala' Verticali
u l*rll
éirr,r,* esce
". n'1 Er
rI\
,Ñ IJ \¡ra

I
4r
r
rl
'| r Vero o falso? 1' Sceglile prcl-tctsiziolti toltlllt'.
VF NeI museo di Brera a / in Milano ct un nuovo quadro.
a. Silvia chiede una penna a Danilo. lll Molti vengono a / in vederc il quadro del / di grande artista italiano.
b. Danilo non ha una penna. Itlt Due amici sono alla / nella sala t, davanti del /al quadro.
c. Danilo dá la penna in regalo a Silvia. ilrl
d. Silvia telefona al direttore. Lt it
e. La segretaria ha Ia penna di Danilo. il il ?. §criviilr-ronlclollo;rll'nrrrni¡1,i¡lr'. lii:{iiiL¡;ritn;lietterael-iogniparoia.

? . Abbina e comp)eta le frasi.


*-D' ffi
a. Mi scusi,
b. Danilo prende Ia penna
c. Silvia scrive
f. in un'altra stanza.
2. una cosa su un foglio.
3. Ia penna di Danilo. 1,. M a
§Á
t§tri ry
d,.7
d. Danilo entra 4. dalla sua borsa. ^.7

il{.J,1
e. Danilo guarda 5. haunapenna? A
f. Nella busta c'é 6. dalla f,nestra dell'ufficio.

3 " Cornpleta i testi con le parole delia lista.

I d"i'"r l i ioiiááá l l_-_


iés_afo I
e.
ffiil
0 tl o
b'
§)
W"
D h,C

A
Un grande di Milano. Danilo parla con altri colleghi
e colleghe di Roma, di Torino, di Napoli. Una dice
a Danilo: La Pinacoteca (nttl;r'r») rli llr cn¡
ha piü di zoo ¿rtttti. li rrr'l
- Mi scusi, ha una penna? Devo scrivere un numero di tclefono e...
palazzo di Brcr¿t ¡t Mil¡¡tto.
B Nel museo ci sotto t¡rtrrrlr r rli
Si, Danilo ha una penna, ma é una penna molto importanti artist i i l ;r l t;¡ n r

per lui, un del padre, una penna molto bclla. come Mantegnlt, lkrt'r'iotti t'
Ma anche quella é molto bella e devc solo scrivere molti altri.
unnumero.
V

rl
I r Indica Ia risposta giusta. '| o Indica la risposllr liirr:;lrr
r. Piero Soldini lavora z. Sabato sera Piero r. Dove abita Enzo? z. Perché Enzo chiede un euro a Luca?
L.- a. in ufficio. l la.vanelnuovobar. L-i a. Sotto la mctropolitana. i i a. Perché non ha abbastanza soldi
i lb.acasa. i-l b. esce con la ragazza. l-,Jb. sotto un pontc. per mangiare.
: b. Perché Luca é un suo amico.
3. Sabato sera piero 4. Domenica Piero
L la. va a dormire alle zo:oo. l-i lavora al bar.
a. 3. Cosa ama EnzoT 4. Cosa fa alla fi.ne Enzo?
-
L lb. va a dormire alle z:oo di notte. [J a.Ama lcggcrt:. a. Va a vivere da Luca.
[-lb. non lavora.
i-l b. ama il tnrffir:«r. i I b. Rimane a vivere nella sua casa.

2. Inclica se ie parole sono maschili (M) o femminili (F)


!o Scrivi I'artit olo rl,'llrr¡rrrr,riir"¡o L' indeterminativc
MF M
a. mese LI i-r f. colazione
:tl l tr olr r ar ticoio i

]L dc'tt't tttnt,rlrr¡,, i i i(11 ;.] lll'lllallvO


I

ii il
l

b. notte g. computer
c. giorno rl i_l h. birra ll a. panino
d. bar i_l i i i. futuro I
b. la bottiglia
e. macchina i_i L i t. vita I
c. ponte
d. scatola
e. un albero
3 " Completil i1 testo con il presente clei ver'bi.
f. vestito
Piero (essere) un bravo architetto, ma dir un nt(,r;(, g. t;, moto
non (stare) bene. La notte (dormire) _
poco e il giorno (lavorare) male.
.)o Complcllr I lr".l¡ , ,,r rl il.r dei verbi
Oggi é venerdi, sono le /:oo di sera. piero (aprire)
_
la finestra, (guardare) la piazza sotto cl r si r : o¡1¡ i - Vedi, io (sa¡rrrr') come (vof - vivere)
1

(aprire) un nuovo bar. sopra: (esscrr'/) macchine, moto,


(Esserci) tanti r agazzi e r agazze : (esserci) _ _ confusione, traffrco, non mi piace. Sotto
(mangiare)
Qtarlare)
(stare) _ bene.(Andare) sopra solo per...
(bere\ (ridere) - (Capirel
-No, non (ur¡tlrt'l Voi (vivere) sopra,
non (poterr') capire. Voi non (sapere)
com'(essrrr') la vita sotto. Ma va bene cosi, Luca.
Va bene t'r¡r¡l
T come TU U co¡ne UN[)

lr Indica la frase giusta. I o IndÍca la risposta Blurtn,


r. Sabrina ha z. Sabrina üve r. Dovt iI meccanlco? z. Quante camere libere
na. z6 anni. fla. sola, con un gatto. I a. vicino alla cur dl Tlzl¡no, ha I albergo?
Ib.3o anni. I b. con un'amica e un gatto. E b.lontano d¡lh crtr dl Tlzlano. I .la. Tutte.
Ill b. solo una.
3. Sabrina va al lavoro 4. Sabrina é
n a. in autobus. E a. una studentessa. 3. Cosa fa Renetr? 4. Cosa fa il giorno dopo Tiziano?
nb. a piedi. Eb. un'insegnante, E a. Lavora ncll'rlbotgo, n a. Parte.
n b. lavo¡a con ll m€ccrnlco, lI b. Resta con Renata e visita
2. la cittá.
Risolvi il cruciverba.
Orizzontali
3. Sabrina ha un 2. Abbina le due colonnÉ Gf ortttlt lc f rasi corrette.
a. In queett clül c'ü rolo r. in albergo?
4. Sabrina scrive con b. Avete unf clmarl 2. mabella.
una_ c. Lalagazrr prandr 3. un albergo.

,&
9. Sabrina scrive
d. ü molto trrnd. t ha un
e. Vuole mrnglrrt
f . É una clttl plccoh
4.
S.
6.
libera?
un giorno.
panorama molto bello.
Ia g. Deve atpattrtt tncore 7. unachiave.
su un quaderno.
ro. In autobus Sabrina ascolta
la 3 . Completa le frn¡l ctltt lr t'tr¡rtr':;sioni della lista.

Verticali I piacer¿ I t ¡cu¡l I lu"g""*rr-l t"abene I t-saziel


1. t_J
fln clgnore, vuole una camera?
- Si. . Avete una camera libera?

z. Sabrina la mattina z. -Ml slgnore. - dice Ia ragazza-Vtole mangiare


fa-epoi in albor¡o?
va al lavoro. 3. - Menglfmo ln¡leme nel ristorante dell'albergo,
5. AI bar Sabrina parla con il 4. -comt ¡l chlanln?
6. Sabrina mette i sul tavolo. - Io ¡ono lonetn,
8. [o studente entra in - Tlzhno, - dlco kr.

ALMA [elizioni . ftaliano Facile §TOR|E per principianti


V come VIN0 Z comc ZER0

I o Scegli la frase giusta. lr Veroofalso?


VF
r. Nel 1992, Lucio ha z. Lucio scrive a Piero dopo
a. UNO nonvuole stare con gli ZERI. tru
n a. 5o anni. E a. z5 anni.
b. Tre ZERI con UNO poesono essere mille. trtr
I b. z5 anni. nb.5o anni.
c. Con set ZBRI, UNO ¿ un grande numero. nn
3. Nel 1992, Lucio 4. Dopo z5 anni, Lucio
E a. parte per lAustralia. n a. torna in Italia. Io Metti in ordlne ll dlnlo¡¡o.
E b. va a vivere in Toscana. n b. torna in Australia. Arriva un altro ZBRO,

5. Per i suoÍ 5o anni, Lucio 6. Piero e Lucio bevono


E ZBRI-dlce.
".-Clao
I a. fa una grande festa. fl a. un vino australiano. L---J u. - lepcttl un Bmlco, per essere 11.

n b. invita solo piero. n b. il vino del 1992. E .. -¡vte con nol puoi essere rooo.
I a.-ctaot
2. Scegli Ie preposizioni giuste.
E .. - Co¡¡ fr UNo?
sabato parto dopo pranzo. viaggio in / a macchina e ricordo quella
sera, a / in Milano, noi due e quel vino. Lucio dice: parto. E non torna
3 . Completa ll ta¡to cott il presente dei verbi.
per I daz5 anni.
Oggi Lucio ha 5o anni. É il z3 gennaio. Abita sulla / in campagna,
- Con nol tre ZBRI tu Qtotere) essere 1000.

in / a Toscana. Arrivo davanti


Noi ZERI (rcstarel ZERI, ma tu (essere)
/ di una vecchia casa. Intorno c'é solo
a
solo UNO, Pcrché non (volere) stare con noi?
campagna. Esco da I dalla macchina. Lucio esce dalla / della casa.
- Perché vol (crocre) solo ZERI. - dice UNO.

{r Scrivi i numcrl llt t'if rc, come nell'esempio.


I due amici
della storia a. o z-c,ro
fanno un "brindisi".In Italia in un b. t
b¡indisi si dice "Cin cin!". c. 11
Ma possiamo dire anche "salute!" d. 1000
o "Alla vostra / nostra salute!". e. 10.ooo
f. 100,ooo
o 1.OOO,OOO
b'

ALMA tdizioni . ltaliano tacile ST0Rlt per principianti


"''- t.'1i¡;;'.*o-
: :.:i;\,a.:"r'&-
"iflt¡..q-'':n--;:!l
. li"' r.¡.¡
'' "rÍ;ii1 -Íi
¡ ..,
. ,

A come AM0RE
1. t/b; zl a; 3tb; 4t a. 2. a$;b / 6; cl 4; dl 4 e t 5; 1. rtb; zt a; lúa,h . 2. at 4;b b; ct 5i d./ zi e t 6;

flz ft1; gtr. 3. a. in,b. in, al; c. sul; d. Nel, da; e.

B come BILIA daIIa


1. tt a; zt a; 3lb; 4t a. 2. rt d; zt ei 3tb; 4/ a; 5t c 0 come ORA
3. rtb;ztc;3ta. 4. BAR: entrare, lavorare; 1. rta;ztb;3tb;4ta. 2. a.3/davanti; b. z/sopra;
CAFFü: prendere, bere, preparare c. r/fuori . 3. orizzontali: r/acqua; 5/armadio;
C come COLORI
6/asciugacapelli; 8/bagno; 9/passaporto;
1. rlbi zl a; 3t a; 4tb . 2. atUb/ 6; ct zi dl 5; e t 47 Verticali: r/valigia; 3/comodino; 4/cassetto;
f t9t glTihb. 3. albero blu, gatto rosso, casa 7/letto
viola P come PTNNA
0 come [)UE l. V: a, e; F: b, c,d..2. atS;btq;c/z;dlqet6;
l. V: c, e, g; F: a, b, d, f . 2. r/biciclette; z/robot fl3 . 3. A uffrcio,collega; B importante, regalo,
grandi; 3/case; 4/sorelle; 5/libri; 6/fotograñe; donna
7/palle gialle; 8/gatti . 3. tlc¡z/d;3/b;4ta Q come QUADR0

E come ELIGANTI l. a, a, del, nella, al. 2. a. Pizza, b. Macchina,


l. v, b,c, f; F' a, d, e, g .2. orízzontali: c. Gatto, d. Palla, e. O-uadro, f. Tappeto,
g. Donna, h. Casa
4/cameriere; 5/pane; 7/pistola; 9/orologio;
Verticali: r/macchina; z/borsa; 3/telefono; R come RAGAZZI
6/tavolo; 8/soldi 1. :'lb; zt a; 3tb; 4tb .
2. atM;btF ; ctMri d.tMrl
F come IINISTRA etE;f.tF;gtM;h/F; i/M; l/F . 3. é, sta, dorme,
7. ttb; ztb; a; 4tb . 2. at 4¡b B; ct z; d.h . 3. rl f; lavora, apre, guarda, apre, Ci sono, mangiano,
3/
zld;3le;Alb;5la;6/c parlano, bevono, ridono
G come GELATO
S come S0TI0 e S0PRA

l. orizzontali: 4/libreria; 7. albi zlai 3la;4tb .2. a. iI, un; b. una; c. il, un;
5/parco; 6 lnegozio ;
d. Ia, una; e. l'; f. il, un; g. una . 3. so, vivete,
7/ufñcio; Verticali: r/bambini; zl gelato; 3l
macchina . 2. a/in; b/nel; c/nella; d/nell' ci sono, c'é, sto, Vado, Capisco, capisci, üvete,
3. ha, esce, entrano, voglio, dice, puoi potete, sapete, é
T come TU
H come H0
1. tta;zlb;3ta 4ta. 2. A vivo, sono, abito, é, zlbi 3ta; Atb. 2. Orizzontali: 3/gatto;
1. rt ai

ha; B lavoro,vive 4/penna; 7/bicicletta; 9/data; rolmusica;


Verticali: 1/quaderno; z/colazione; 5/barista;
lcome l0
l. a, b, e . 2. rt c; zte; 3la; 4/b; d. 3. tt a; zte¡ 6/fogli; 1olclasse
5t

3 I c; 4l d.; Sl gt 6 lhi 7 lbt 8 lf U come UN(]


y
1. ttb; zt a; 3t at 4lb . 2. ab;b t 4; ct7; d.t 6i el
L come LUI e Ltl
f.tz;g15.3. r. Buonase¡a, grazie; z. scusi;
l. a/montagna; b/freddo; c/cinema; d/libri;
e/verdure . 2. a, al, in, a, in, in, di .3. atS¡b/P; 3. va bene; 4. Piacere
V come VlN0
clP, d.lSP; elP;f / SP; g/S; h/P
1. t/b;zta;3la;Ata'¡Stb;61b. 2. in, a, per, in,
M come MARE
in, a, dalla, dalla
1. ttb; zt a; 3tb; Atb . 2. tl a; ztf; 3t g; 4/ c; 5l d;
Z come ZER0
6lb;7le
l. V, a, b, c . 2. tla; ztd¡ 3/ ei 4/b; 5/ c. 3. puoi,
restiamo, sei, vuoi, siete. 4. b. uno, c. undici,
d. mille, e. diecimila, f. centomila, g. un milione

ALMA Edizioni . ltaliano Facile


per principianti
dolla A alla Z
A come amore, B come bello, C come caffé... ogni lettera una parola,
ogni parola una storia, che permette allo studente principiante assoluto
di Ieggere un racconto in italiano. Le storie sono ambientate in cittá
e Iuoghi tipici dell'ltalia, con elementi di cultura e societá.

la nuova serie della collana


é
iiyr¿¿ff{ti¿?
e propone raccolte di racconti brevi e brevissimi.
¡üüü parste
Storie graduate in 4IiveIIi di difficoltá,
con esercizi, approfondimenti culturali llf,uifi ¿:,; ,
¡SCr¡:**á'¡,r,,i"
ela possibilitá di accedere gratuitamente
online alla versione audio. I

^-¿fyr¿tüBilE?
¿ULjülZSü{¡n,i"
É I
E

l-
- fqrlá ó<
G-J
Ood
9si
oás
¡9,
\.z.-Qr, oÉ<
EEf
t Ou
5, (
t E
'tt'*??- prima edizione:
rseN sze-ae-
q

--T
IL
:
ñoñ _,-:
a*"Yf3,* tvt ALIVlA
i

eiit#t ;AA]
i

"r43** Edizion!
www.almaedizioni.it llilII[Jlllil] llilill
2498illl

Interessi correlati