Sei sulla pagina 1di 54

M. FRISINA - V. GIUDICI - A. PARISI - F. RAINOLDI

M. FRISINA - V. GIUDICI - A. PARISI - F. RAINOLDI DOMENICA DELLE PALME - GIOVEDÌ
M. FRISINA - V. GIUDICI - A. PARISI - F. RAINOLDI DOMENICA DELLE PALME - GIOVEDÌ

DOMENICA DELLE PALME - GIOVEDÌ E VENERDÌ SANTO CANTI PER LA LITURGIA

RAINOLDI DOMENICA DELLE PALME - GIOVEDÌ E VENERDÌ SANTO CANTI PER LA LITURGIA \B:;:A:. aoline EDITORIALE

\B:;:A:. aoline

EDITORIALE AUDIOVISIVI

INDICE

Domenica delle Palme

5

OSANNA A COLUI CHE VIENE (Canto per l'inizio e la processione) Musica: Vincenzo Giudici - Testo: Anna Maria Galliano

9

SOLLEVATE PORTE I FRONTALI (Canto per l'ingresso in chiesa) Musica: Vincenzo Giudici - Testo: Liturgia

16

MIO DIO PERCHÉ (Salmo responsoriale, dal Salmo 21) Musica: Vincenzo Giudici - Testo: Liturgia

20

GLORIA E ONORE A TE (Canto prima del Vangelo) Musica: Vincenzo Giudici - Testo: Liturgia

Giovedì Santo: Cena del Signore

,

23 NOSTRA GLORIA E LA CROCE (Canto d'ingresso) Musica e Testo: Marco Frisina

27 IL TUO CALICE SIGNORE (Salmo responsoriale, dal Salmo 115) Musica: Marco Frisina - Testo: Liturgia

29 GLORIA A CRISTO SIGNORE (Canto prima del Vangelo) Musica: Marco Frisina - Testo: Liturgia

31 CON AMORE INFINITO (Canto per il rito della Lavanda dei piedi) Musica: Antonio Parisi - Testo: Anna Maria Galliano

Venerdì Santo: Passione del Signore

34

PADRE NELLE TUE MANI (Salmo responsoriale, dal Salmo 30) Musica: Antonio Parisi - Testo: Liturgia

35

KYRIE ELEISON - AMEN (Risposte alla Preghiera universale) Musica: Antonio Parisi - Testo: Liturgia

36

ECCO IL LEGNO DELLA CROCE (Canto all'astensione della Croce) Musica: Antonio Parisi - Testo: Liturgia

40

ADORIAMO LA TUA CROCE (Antifona per l'adorazione della Croce) Musica: Antonio Parisi - Testo: Liturgia

41

DA SEMPRE TI HO AMATO (Canto dei Lamenti del Signore) Musica: Antonio Parisi - Testo: Anna Maria Galliano

46

BEATA PASSIONE (Inno) Musica: Felice Rainoldi - Testo: Anna Maria Galliano

48

O CROCE GLORIOSA (Canto all'esaltazione della Croce) Musica: Felice Rainoldi - Testo: Anna Maria Galliano

50

O FIGLIO CROCIFISSO (Canto di contemplazione) Musica: Antonio Parisi - Testo: Anna Maria Galliano

Imprimatur ·

Bari, 2.12.1996 t Mariano A. Magrassi, Arcivescovo di Bari-Bitonto

PRESENTAZIONE

La Settimana Santa "ha lo scopo di ricordare la Passione del Signore fin dal suo ingresso messianico in Gerusalemme" (Norme gen. 34). Questa prospettiva (un ·tempo si parlava dei 'giorni dell'amarezza') si tende al Venerdì santo come ad apice memoriale del mistero della Passione sacrificale del Signore. /I Venerdì santo, a sua volta, è momento cerniera che immerge nel Triduo pasquale, che va dai Vespri del Giovedì nella Cena del Signore ai Vespri della Domenica di Risurrezione. Un corredo di canti che va sotto il titolo di 'Settimana santa ' non include, pertanto, il repertorio completo per le celebrazioni del Triduo 'del Crocifisso, del Sepolto e del Risorto '. D 'altro lato, un programma studia- to come Triduo ' escluderebbe la Domenica delle Palme o della Passione del Signore.

V'è tutto un gioco di 'incastri' nel dipanarsi celebrativo dei segni liturgico-sacramentali, che rendono pre- sente il mistero della Pasqua e ci attirano in esso. E assieme agli 'incastri' ricorrono i 'contrasti': un alter- narsi di gesti e di annunci che accelerano i ritmi del cuore e inducono a celebrare 'ad alta tensione '. La Domenica delle Palme rappresenta, sotto questo profilo, uno straordinario intreccio di ouverture. Si configura come evento speculare alla Domenica di Risurrezione : qui una gioia che si dissolve, fino a cede- re all'angoscia: là un dolore, redentore e redento, che rimonta al gaudio di una nuova creazione.

"Osanna a Colui che viene ", dunque; ed "Entri il re della gloria". Un gesto festoso di popolo: dialogo accla-

mante per il Figlio benedetto e marcia trionfale per un Re-pastore che si fa Agnello per il sacrificio. Se noi discepoli tacessimo, griderebbero le pietre (Le 19,4). Le quali però - monito a cuori di pietra - celebrano a loro modo: col frantumarsi della loro durezza rocciosa (Mt 27,5) annunciano l'orrore per l'eclissi di un Dio che pare sordo a chi 'gli è amico ': "Perché mi hai abbandonato?". E più gemito che canto, questo dare voce, col S121 , al Giusto sofferente. Intanto è ancora Lui che interpreta ed inscrive, in voce di preghiera , tutte le nostre tragedie. /I Signore Gesù è degno anche dell'acclamazione in quanto 'Vangelo ', presente in perso- na quale Signore esaltato. Ma oggi, più che la gloria del suo aspetto trasfigurato, contempliamo il suo volto sfigurato e le stigmate della sua fedeltà.

Poi potremo proclamare, con cuore purificato, il paradossale "Nostra gloria è la croce di Cristo" . E la sera del Giovedì santo, momento privilegiato per risvegliare la certezza di sentirci figli e amici, il senso di sicu- rezza della protezione che ci circonda, l'onore di una saggezza che ci guida. Tutta protesa all'evento del Calvario, questa Cena ci si colora di una gioia misurata, chiede intimità più che estroversione: il Cenacolo 'raccoglie'. Si odono parole testamentarie e si compiono gesti incredibili: scandalo per il capovolgimento della nostra logica, disorientamento perché è scossa ogni presunzione. Perché quel calice sia 'dono di sal- vezza' dobbiamo imparare a berlo, mentre il Signore iconizza il suo 'battesimo' (Mc 10,47). Capire come si deve 'essere grandi' (Le 22,26). Imparare che la dimensione dell 'infinito è quella dell 'amore che non ci disloca lontano, ma ci china su dei piedi da lavare. Oppure quella del lasciarsi frangere e. mangiare, come pane.

,

Quando arriva il Venerdì santo ecco il grido del SI21 placarsi nella confidente consegna del SI 30: "Padre , nelle tue mani". Oggi, certamente, è il memoriale del consumarsi della tragedia più tragica della storia, ma anche il compimento del rivelarsi del mistero 'più grande di ogni cuore'. Siamo invitati a calarci nella sua forma per attingerne l'energia vivificante. Rifulge il mistero della Croce: ci incombe la necessità interiore di proclamarlo, 'ricolmi di stupore ', con una offerta di gesti adoranti e con una sequela di inni che esaltano fronde , fiori e frutti dell'Albero della vita . C 'è ancora l'eco di qualche pianto: sono le lacrime del non cre- dere, fino in fondo, all'amore che esonda dal cuore trafitto. O anche lacrime di riconoscenza , per quel bacio che Lui osa ricevere dalle nostre labbra.

di riconoscenza , per quel bacio che Lui osa ricevere dalle nostre labbra. ED ITOR IA

ED ITOR IA LE A UDI OV ISIV I

Felice Rainoldi

3

Mons. MARCO FRISINA - Si è laureato in Lettere all 'Università "La Sapienza" e diplomato in composizione al Conservatorio di "S . Cecilia" in Roma . Dopo gli studi teologici all'Università Gregoriana si è licenziato in Sacra Scrittura al Pontificio Istituto Biblico di Roma. È responsabile del Centro Pastorale per il Culto del Vicariato di Roma e Maestro di Cappella della Basilica di S. Giovanni in Laterano. Svolge da tempo la sua attività di Compositore sia nell'ambito della musica liturgi- ca, che nell'ambito sinfonico e cameristico. Recentemente ha composto anche la colonna sonora per i film della Bibbia televisiva. E Rettore della Basilica di S. Maria in Montesanto in cui ha sede la "Messa degli Artisti " di Roma .

,

VINCENZO GIUDICI - Studi musicali - violino, pianoforte , composizione - al Con- servatorio di Zurigo. Corsi con Cari Orff a Salisburgo e con Stockhausen e Ligeti a Darmstadt. Composizioni soprattutto vocali e in massima parte a carattere religioso. Trascrizioni , adattamenti e versioni italiane di opere classiche e contemporanee. Collaboratore della Radio e della Televisione della Svizzera Italiana e critico musi- cale . Direttore del Coro della Cattedrale di Lugano, membro della Commissione Musica del Centro di Liturgia della Diocesi di Lugano e di Universa Laus Internazionale.

Don ANTONIO PARISI - Sacerdote e musicista della Diocesi di Bari-Bitonto. Docente al Conservatorio "N. Piccinni" di Bari. Da circa vent'anni opera a livello nazionale con pubblicazioni musicali , conferenze, dibattiti , impegnato ad animare il settore del canto liturgico all'interno della Chiesa italiana. Responsabile nazionale per la Musica Sacra presso l'Ufficio Liturgico Nazionale della CEI. Direttore del- l'Ufficio Musica Sacra della Diocesi Bari-Bitonto e responsabile regionale.

Don FELICE RAINOLDI - Prete della diocesi di Como, è Maestro di Cappella della cattedrale, docente di liturgia e di musicologia liturgica nella locale facoltà teologica, responsabile della Scuola "Luigi Picchi" per la formazione degli animatori musicali. Da oltre trentacinque anni , dopo gli studi al Pontificio Istituto in Milano, è impegna- to nel settore del canto e della musica per la liturgia, mediante esperienze pastora- li , attività didattica, conferenze, organizzazione di corsi, redazione di repertori , varia pubblicistica ed impegno compositivo. È collaboratore della sezione Musica Sacra dell'Ufficio Liturgico Nazionale.

OSAN NA A COLU I CH E VI EN E -Can t o per l ' inizi o e la process i one

Musica di Vincenzo Giudi ci

DOMENICA DELLE PALME

voci maschili

"

Vincenzo Giudi ci DOMENICA DELLE PALME voci maschili " ~ -J. 7t ~ O - san

~

Vincenzo Giudi ci DOMENICA DELLE PALME voci maschili " ~ -J. 7t ~ O - san

-J.

7t

~ O - san - na! 1\ !! • , • • I I I
~
O
-
san
-
na!
1\
!!
,
I
I
I
I
I
--
--
-
-
O
san
na,
o -
san
-
na
a Co- lui
che
vie
-
ne
nel
"
lo
~
.
~
,
J
7t
fJi
-
-
O
san
na,
san
-
na
a Co - lui
che
vie
-
o -
ne
nel
f'-
#-
~
f*
"f*
"f*
-f*
,
,
S
1C-
-
O
-
san
na,
o -
san
-
na
a
Co - lui
che
vie
-
ne
nel
-f*
1C-
JL
JL
~
~
~
"f*
-f*
-f*
"f*
-
O
san
-
na,
o -
san
-
na
a
Co - lui
che
vie
-
ne
nel
,
+"'!!
~
,
l
,
r
:t:
:t:
~
:t:
p
~
--
--
~
I
<
,
.ti
1*'
&
:S:
-1-
~
11-
~
~
1*
,
,
I
I
voci maschili
1\
~
~
7t
~
-
O
san
-
na!
"
~
~
~
r:<
71
7t.
J
J
#-
7t.
71
--
'J.
'J.
:
~
I
no- me del
Si- 9no- re!
O
-
san
-
na,
o -
san
-
na
a Co- lui che
vie - ne!
"
!!ii
iii
~
+pr
--
~
-
-
no- me del
Si- 9no- re!
O
san
na,
-
o -
san
na
a Co-lui che vie- ne!
!';
L
L
L
"f*
-
~"f* "f*
-f*
-f*
"f*
-f*
-l'-
,
1L
1L
~
I
-
-
no- me del
Si- 9no- re!
O
san
-
na,
o -
san
na
a
Co-lui che vie- ne!
-f*
"f*
)-f*
1L
-f*
1*-
"f*
~
1C-
1L
--
-f*
--
~
~
,
,
-
no- me del
Si- 9no- re!
O
san
-
na,
o -
san
-
na
a
Co-lui che vie- ne!
,
,
lo
I
~
""""-
~
~
~
7t
,.-1
:f
-$
~:f El
$:
~
~
,
:
<
I
J
l
-J
~
-li
~-
ti.
~
~
.
=-==-
"f*
~
::z
-f*
(3
~
.-
~
~
5
ED ITOR IA LE AUD IOV ISIV I

SeA

c

T

B

SeA

c

T

B

voci m as chili

voci m as chili 3 ti 1 l- ~ a 1C=fL J J I J J
3 ti 1 l- ~ a 1C=fL J J I J J "*"* I Be-ne
3
ti
1
l-
~
a
1C=fL
J
J
I
J
J
"*"*
I
Be-ne
-
det-to il Fi-glio di
Da- vid ,
il
re d'l-sra-e-le.
,
"
~
C;:,
11
~
I
J
~
Be-ne
det
-
to Co-lui che
1-
ti
s
C
r&
~
"*
Be-ne
1-
det
-
to Co-lui che
,.
--
!'-
~
~-I'-
~
~
T
~
1C
~
i
Be-ne
-
1-
det
to Co-lui che
~
1l
,.
l'
~~
1l1L
l'
B
Be-ne
-
det
-
to Co-lui che
3
1
1
,
"
I
~
I
f9"
~
l
l
1
~
J
# -
_"*
Ii
15
~-1-
~
~:
~
1L
~
?L
1C
t
I
I
voci fem m inili
3
1
I
"
~
"'!
~
~
J
J: J J 1:
:#:#
:#
:#
11:
1il:-
r
I
==
(
J
I-
Be-ne -
det -
to il
Fi
-
glio di A - bra-mo,
mes-si - a pr~mes- so.
~
1C-
." 0
1
i
-#
Jt.~
~
vie- ne!
Be-ne
1-
det
-
to Co-Iui che
~
C
~
-#
~
vie- ne!
Be-ne
- det
-
to Co-lui che
,. -f'--fI-
Il-
~
~
-1'--1'-
T
1l1l
~
vie- ne!
Be-ne
- det
-
to Co-lui che
~~
'J.
B
~
1l
{t
o;;t
ii;;;
vie- ne!
Be-ne - det
-
to Co-lui che
-,!""'!!
I"*
:$
1l
{t
~
1:
~
I
l -$"
~
f#"
<
,
,
,
c
-P'
~
4
~
7l
~
"*

SeA

C

T

B

<

SeA

C

T

B

voci maschili

"

~ ~ 71.' 71.
~
~
71.'
71.

,

,
,
,
,
,
,
,
,
,

,

.J

O - san - na! • " , J ~ -J: 1l 71. -. ~
O
-
san
-
na!
"
,
J
~
-J:
1l
71.
-.
~
~
-#
--
vie- ne!
-
O
san
-
na,
o -
san - na
a
Co - lui
che vie
-
ne
nel
"
~
Ji
~
,
~
-.
--
--
@.l
vie- ne!
-
O
1-
san
na,
o -
san - na
a
Co - lui
che vie
-
ne
nel
,
fI-
~
L
~.
-f'-
-f'-
l'
-f'-
-f'-
~
~
l'
l'
~
,
~
~
11-
,
,
vie- ne!
O
1-
san
-
na,
o -
san - na
a
Co - lui
che vie
-
ne
nel
~.
';l
--
~
1l
~
l'
~
~
l'
~
,
vie- ne!
O
-
san
-
na,
o -
san - na
a
Co - lui
che vie
-
ne
nel

"

@.l

-p -p l' , I ~
-p
-p
l'
,
I
~

~

,

~

l'

- ne nel " @.l -p -p l' , I ~ ~ , ~ l' :s
- ne nel " @.l -p -p l' , I ~ ~ , ~ l' :s
- ne nel " @.l -p -p l' , I ~ ~ , ~ l' :s
- ne nel " @.l -p -p l' , I ~ ~ , ~ l' :s
- ne nel " @.l -p -p l' , I ~ ~ , ~ l' :s
- ne nel " @.l -p -p l' , I ~ ~ , ~ l' :s
- ne nel " @.l -p -p l' , I ~ ~ , ~ l' :s
- ne nel " @.l -p -p l' , I ~ ~ , ~ l' :s
- ne nel " @.l -p -p l' , I ~ ~ , ~ l' :s
- ne nel " @.l -p -p l' , I ~ ~ , ~ l' :s
- ne nel " @.l -p -p l' , I ~ ~ , ~ l' :s
- ne nel " @.l -p -p l' , I ~ ~ , ~ l' :s

:s

- ne nel " @.l -p -p l' , I ~ ~ , ~ l' :s
.Ifi
.Ifi

'1'

r

I

:1j

e

I

:s I I i 11- '1' I
:s
I
I
i
11-
'1'
I

~

~ :f

r I :1j e I :s I I i 11- '1' I ~ ~ :f -.
r I :1j e I :s I I i 11- '1' I ~ ~ :f -.
r I :1j e I :s I I i 11- '1' I ~ ~ :f -.
r I :1j e I :s I I i 11- '1' I ~ ~ :f -.

-.

-.

f1

I :1j e I :s I I i 11- '1' I ~ ~ :f -. -.

4-

:1j e I :s I I i 11- '1' I ~ ~ :f -. -. f1
:1j e I :s I I i 11- '1' I ~ ~ :f -. -. f1
=f 1
=f
1

voci maschili

"

~

"

-&

"

@.l

~

~:J

4- =f 1 voci maschili " ~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~
4- =f 1 voci maschili " ~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~
4- =f 1 voci maschili " ~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~
4- =f 1 voci maschili " ~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~
4- =f 1 voci maschili " ~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~
4- =f 1 voci maschili " ~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~
4- =f 1 voci maschili " ~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~
4- =f 1 voci maschili " ~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~

-t""'-r

Jl--#l

~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~ - O san - na! ,
~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~ - O san - na! ,
~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~ - O san - na! ,
~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~ - O san - na! ,
~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~ - O san - na! ,
~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~ - O san - na! ,
~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~ - O san - na! ,
~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~ - O san - na! ,
~ " -& " @.l ~ ~:J -t""'-r Jl--#l ~ - O san - na! ,
~ - O san - na! , , ! Jo l , ~ 71. ~
~
-
O
san -
na!
,
,
!
Jo
l
,
~
71.
~
1C-
1C-1l
1l
~
,
,
no- me del
Si- gno- re!
-
O
san
-
na,
o
-
san
-
na
a Co - lui
che
vie· ne!
!i!
ii!
,
--
--
~
::!f~
-#
~
~
-
#-
~
I
i
no- me del Si- gno-re!
-
O
san
-
na,
o
-
san
- ' na
a Co - lui
che vie- ne!
I
fI-
fI-
fI-
.~
~
fl-
L
L
L
I
~-
-fii--
,
~
~
l'
"
1C-
~
~
~
,
no- me del
Si- gno- re!
-
san
-
O
na,
o
-
san
-
na
a
Co - lui
che vie- ne!
I
,
1C-
~
l'
JL
l'
1C-
~
~
1C-
1l
--
~
~
~~
l'
l'
l'
-#
,
no- me del
Si- gno- re!
-
O
san
-
na,
o -
san
-
na
a
Co - lui
che vie- ne!
,.
t""'!!!
-1
~
J
=t
~~,
!
I
--
:f
f9
:$
TlI
,
I
I
!
I
I
,
!
J
J
J-
-d
1:1
--
IL
1~
p
~
=-
1l
~
~
~
!!
1'.
-P
l'
.-

OSANNA A COLUI CHE VIENE

Testo di Anna Maria Galliano

Osanna! Osanna, osanna a Colui che viene nel nome del Signore! Osanna! Osanna, osanna a Colui che viene!

Benedetto il Figlio di David, il re d'Israele.

Benedetto Colui che viene!

Benedetto il Figlio di Abramo, messla promesso.

Benedetto Colui che viene!

Osanna! Osanna, osanna a Colui che viene nel nome del Signore! Osanna! Osanna, osanna a Colui che viene!

Benedetto il Figlio di Dio, la nostra salvezza.

Benedetto Colui che viene!

Benedetto il Figlio dell'uomo, speranza del mondo.

Benedetto Colui che viene!

Osanna! Osanna, osanna a Colui che viene nel nome del Signore! Osanna! Osanna, osanna a Colui che viene!

Benedetto il Figlio di Maria, il Verbo incarnato.

Benedetto Colui che viene!

Benedetto il Figlio unigenito

che dona la vita. Benedetto Colui che viene!

Osanna! Osanna, osanna a Colui che viene nel nome del Signore! Osanna! Osanna, osanna a Colui che viene!

Benedetto il Figlio diletto mandato dal Padre.

Benedetto Colui che viene!

Benedetto il Figlio obbediente da Dio esaltato.

Benedetto Colui che viene!

Osanna! Osanna, osanna a Colui che viene nel nome del Signore! Osanna! Osanna, osanna a Colui che viene!

Per l'esecuzione: È un 'acclamazione a Cristo re, quasi una sigla per introdurre la celebrazione liturgica che commemora /'ingresso del Signore in Gerusalemme. Può essere ripresa al termine della lettura del Vangelo ed impiegata durante la processione verso la chiesa : a questo scopo sono proposte altre coppie di versetti. La partitura, così come proposta per soli, coro a quattro voci e assemblea, non incuta timore ai piccoli gruppi di animazione. /I tutto può essere eseguito ad una sola voce purché si rispettino i ruoli indicati. Ogni intervento dell'assemblea è preceduto da un "Osanna ", intonato da una o più voci soliste, che funge da invito ad acclamare. I solisti proclamano i versetti, cui fa eco la schola con l'acclamazione "Benedetto Colui che viene ", quindi l'assemblea è invitata a riprendere il ritornello. /I ritornello venga attaccato con slancio; le acclamazioni solistiche si eseguano in tempo più disteso, si può anche lasciare un certo spazio tra un'acclamazione e l'altra. La parte d 'organo può essere tranquillamente omessa: è difficile immaginare come si possa accompagnare il canto di una processione all'aperto con questo strumen- to. L'organo potrà essere impiegato nel caso in cui que- sta celebrazione avvenga all'interno della chiesa.

SOLLEVATE PORTE I FRONTALI

Musica di Vincenzo Giudici

Canto per l'ingresso in chiesa, DOMENICA DELLE PALME

A ~ Sol - le - ~ S '-1 -. ~ Sol - le -
A
~
Sol - le
-
~
S
'-1
-.
~
Sol - le
-
C
~
~
Sol - le
-
-.
fl.-
,
I
~
,
Sol - le
-
a
-.
I
Bl
~
,
,
Sol- le
-
,
1)
~
~
I
~
~
I
e-
e-
~
;
Ci:
~
I
~
I
V
~
f.'
~
V
,
<
ff
f
,
,
""
""
"
~
e
~
6
'6
6
-
31
. ?:i .
II
,
~
1*
1*
~
-.
A
~
1C-
-fI
-fI
1C:-fl1C:
~
"I
T
>i
r
r
,
~
-
va - te,
por- te, i fron
ta
-
li,
al
-
za- te- vi
por-te an
-
ti -
che
ed
en - tri
il
II
~
~
-fI
S
~
1L
-J.
7i.
1*
1*"1C:
~
i
~
"I
r
r
~
va - te,
por- te, i fron
ta
-
li,
al
za - te - vi
por-te an
ti -
che
ed
en - tri
il
II
~
C
~
":Ji.
.I
i
~
va - te,
por- te, i fron
ta
-
Ii,
al
za - te - vi
por-te an
ti -
che
ed
en - tri
il
p.
' Q.
f'-
fil-
f'-
'".
~
f-;
'"
,.
.fI-
~
~
1
,
~
t
va - te,
por- te, i fron
ta
-
Ii,
al
za - te - vi
por- te an
ti -
che
ed
en - tri
iI
.,
.,
., .,
-(3-
.fl-
'"
~
-fI
1L
1L
7C.
6
Bl
~
~
i
~
,
va - te,
por- te, i fron
-
ta
-
Ii,
al
-
za- te- vi
por- te ar
-
ti -
che
ed
en - tri
il
"
ìl
~
II
Il
'
~ ~[!
-:JI
=-:J;J~.
-.
,
c
*
~
~
t
v _
1*
I
V
~
/
r
FI
'"
)
1--,
I
.,
r-
.Ii
'
6'
e-'
~
:$
-(:f
--(3
11-
?C-
(7
:>i
I
I
ti ~ ~ A ~ -- ~ ~ ~ J U ~ re, ed en
ti
~
~
A
~
--
~
~
~
J
U
~
re,
ed
en - tri
il
re del-la
glo- ria.
ti
iiì!i!!!
S
~
J
e-
~
re,
ed
en - tri
il
re
del- la
glo- ria.
ti
C
~
t::!
~
~
--
c-
c-
~
re,
ed
en - tri
il
re
del- la
glo- ria.
.,.
-f';;-!'--f';;
~
-!'-
~
~
-,
1#;
;lt
?
1L
~
T
~
":(L
1L
~
~
~
~
)
,
J
re,
ed
en- tri
il
re
del- la
glo- ria.
Chi
è
que- sto
re
del- la
gloria?
Chi
~
-,
.,.-,
1#;
B
~
::!j
"}C.
~
~
?
~
~
J
J
--
-#
re,
ed
en- tri
il
re del-la
glo- ria.
Chi
è que- sto
re
del- la
gloria?
Chi
ti
~
!!!
~
::!j
~
'"
~
u
, U
~
r
mp
<
-
,
r:;
I
6
i'
.,.
~
~
-----
~
:#
~
:,,;
i9"
-6
Il
.,.
,
,
ti
lo
s
~
~
~
7l
l'
~ 7L
~
.-
I
11"
~
~
Si
-
Il
gno
-
re
de- gli e
- ser- ci -
ti
èil
re
del- la
ti
S
~
C
~
7L
7l
7l
:!i:
-#
~
Si
-
"
gno
-
re
de- gli e
- ser- ci -
ti
è il
re
del-la
l'
~
11"
11"
1*
i9"
;lE
1L
T
:!t
,
e
que- sto
re
del- la
glo- ria?
.,.
.,.
11"
11"
~
~
B
~
,
e
que- sto
re
del- la
glo- ria?
I
I
~
-r'"
--
7L
~
~
I
.,.
-#-:1!
=-
l'
!
~
r
r
,
I
o
d
~d
.L
il-
l'
~
-I
1L
~
11"
l'
;
1C-"}C.
~
6
~
--too
~
Il ~ s :& f=1i I I ~ ~ t 7l ~ gloria. pie-no di
Il
~
s
:&
f=1i
I
I
~
~
t
7l
~
gloria.
pie-no di bon
e
di mi-se-ri
~
:!j
C
7l
~
*-6
rI
~
-,j
.-*
~
gloria.
O -
san - nal
pie- no di bon
e
di
mi- se- ri
I~
-fI-
~
.fI-.
~.fI-
.fI--fI-
~
~
~
~
~
~
~
~1L
q
~
1
~
oo;;;l-
O-san
-
na,
o
-
san - na. Glo- ria a
te
che
vle- 01,
pie-no di bon
e
di
mi - se- ri
~
~
1L
~~
~
Bl
~
1L
(j-
ii:
O-san
-
na,
o
-
san - na.
I
,
~
J
-*
-*
7l
~
$
~
,
,
~
I
J
,
~
J
J"
,
.-
I
r;
-e
.-
~
~
~
,
,
,
~
,
~
~
,
I
ti
~
~
~
I
.-
A
~
~
7l
7l
~
~
I
7l
r
r
~
-
Sol -
le
va
-
te,
por-
te, i
fron
-
ta
-
Ii,
al
-
za -
te
-
vi
por - te
an
-
1\
1L
~
~
~
.-
S
JL
JL
JL
~
~
I
JL
~
~
~
cor - dia.
Sol -
le
-
va
-
te,
por- te, i
fron
ta
Ii,
al
-
za -
te -
vi
por - te
an
-
.,
C
~
-J.
-*
-*
~
cor- dia.
Sol -
le
va
-
te,
por- te, i
fron
-
ta
li,
al
-
za -
te
-
vi
por - te
an
-
.-
P-
fL
fL
fL
.-
-
.fI-
~
~
~
~
~
~
~
1
~
~
~
ii!!!!
cor - dia.
Sol -
le
va
-
te,
por- te, i
fron
-
ta
li,
al
-
za -
te -
vi
por- te
an
-
.fI-
-fI-
-f'-
--
~
~
~
~
9
,
Bl
~~
~
~
~
~
-
Sol -
le
va
-
te,
por- te, i
fron
-
ta
-
li,
al
-
za -
te -
vi
por- te
an
-
I
~
-(j-
I
I
I
*
-*
~
,
?
~
~
~
f.I
I
I
I
.
,
,
f
.,
\
I
)
J.
J\
~
r;
.-
J
I
?
1*
?
1L
1L
9
,
I
I
I I I . , , f ., \ I ) J. J\ ~ r; .-

EDI TO RIALE AUDIOVI SIV I

11

r:;: iii -- 7i 1* {t ~ ~ ti - che ed - tri iI
r:;:
iii
--
7i
1*
{t
~
~
ti
-
che
ed
-
tri
iI
re,
ed
en - tri
il
re
del- la
9 I o- na.
ti
Il
iii
S
~
7i
~
--
v
,
~
,
ti
-
che
ed
en -
tri
il
re,
ed
en - tri
il
re
del- la
glo- ria.
ti
Il
;I
!!!!
:#;;.
C
~
~
--
--
<-
v
~
ti
-
che
ed
en -
tri
il
re,
ed
en - tri
iI
re
del- la
910- ria.
~
P-
jI#-
-f'--
-f'-
-f'--
13-
1'r
-f'-
-fI
-1*
-jI#-
1*
6
11
~
~
~
~
ti
-
che
ed
en -
tri
il
re,
ed
en - tri
il
re
del- la
910- ria.
Chi
,s
-f'--
m
~
~
1L
1L
1*
~
Bl
~
r9
--
-1*
6
~
~
ti
-
che
ed
en -
tri
il
re,
ed
en - tri
il
re
del- la
glo-ria.
Chi
.
r-
iOOiii'"
~
~
~
-jI#-
~
.
u
~
~
c:. •
r
mp
<
.I
c;
-4'
----
l:
t
-!1
~
;lE
-1*
:#
-()
~
1L
,s
-4
V
i"
~
-1*
~
-jl#-1C-
S
~
-jI#-
~
~
~
Il
Si
-
gno- re fOr-te e po
r
~
C
"6
I3l
~
--
--
~
Il
Si
-
gno- re for-te e po
r
1*-1*
1*-f'--1*
1*
-()
~
'I
1*
1*1L1L-:fl-
lr
~
12
~
è
que-sto re del-la
gloria?
Chi
è que-sto re del-la
glo- ria?
Bl :;Et
-1*
1*
1*
,s
~
1*
1*
1*
1L
1*
1L
1.
~-1*~1L
l:!
~

è que-sto re del-la

gloria?

Chi

~ lr lr H ,c -- " ~ -1* (3 ~
~
lr
lr
H
,c
-- "
~
-1*
(3
~

12

è que- sto

~ lr lr H ,c -- " ~ -1* (3 ~ 1 2 è que- sto
~ lr lr H ,c -- " ~ -1* (3 ~ 1 2 è que- sto
~ lr lr H ,c -- " ~ -1* (3 ~ 1 2 è que- sto
~ lr lr H ,c -- " ~ -1* (3 ~ 1 2 è que- sto
~ lr lr H ,c -- " ~ -1* (3 ~ 1 2 è que- sto
~ lr lr H ,c -- " ~ -1* (3 ~ 1 2 è que- sto
~ lr lr H ,c -- " ~ -1* (3 ~ 1 2 è que- sto
~ lr lr H ,c -- " ~ -1* (3 ~ 1 2 è que- sto

d

,s

re del- la

glo- ria?

1\ -~ ~ r.i -J. :$ ~ 7!--- 1- zi -1* I d .~ 1
1\
-~
~
r.i
-J.
:$
~ 7!---
1-
zi
-1*
I
d
.~
1
l' 4
~
6
~
~
Il
Il

© 1997 FSP, Rom a. Tutti i diritti ris ervati .

, ~ " Il ~ I . ~ • ~ • ten - te, po-ten-te
,
~
"
Il
~
I
.
~
~
ten
-
te,
po-ten-te in bat
r
ta-glia.
pie-no di bon-
Iioij
Iioij
::!j
71
~
t
ten
-
te,
po-ten-te in bat
r
ta-glia.
O
san-na!
pie-no di bon-
L
;a
~~-!'-
-l'-
~
~
-1'--1'-
~-~
~
~
~
~
S
~
O-san
-
na,
o
san- na. Glo- ria a te che
Vie-m,
pie-no di bon-
~
~
1'=
~
~
~
~
1C
-e
O-san
-
na, o
-
san-na.
,
.
I
!
,
~
":L
~
"J.
.,.
-:I
7i.
~
e
~
tJ
r
r
<
,
J
;
J
L
c'
:J
-e
m
~
1'=
1'=
~
1C
~
~
J.
6
~
-t;;;
~
1'=
~
71
71
"
~
71.
7i.
tJ
Sol - le
-
va
-
te,
por - te, i
-
tron
ta
-
li,
al
-
,
,
~
~
,
,
"J.
ì
1l
-J.
-J.
-J.
-J.
"J.
~
~
7C.
J.
"J.
tJ
-
cor- dia.
-
e
di
ml- se - n
1-
Sol - le
va
-
te,
por - te, i
tron
ta
-
Ii,
al
-
!!i
I
~
~
--,j
tJ
mi- se- ri
cor- dia.
va
-
te ,
por - te , i
tron
-
e
di
-
1-
Sol - le
1-
ta
li ,
al
-
u
l'-
l'-
l'-
~
fL.
~
"
"
"
11-
~
.
1C-
~
":L
,
ii!'
e
di
ml- se- rJ
1-
cor- dia.
-
Sol - le
va
-
te,
por - te, i
tron
-
ta
-
Ii ,
al
-
~
"
1l
~
~
-6
~
"
CI:
~
I
,
Sol - le
-
va
-
te,
por - te, i
tron
-
ta
-
li ,
al
-
I
,
i'\
:
"
~
~
,
CI:
"J.
~
~
I
~
!C-
-$
~
6
u ,
tJ
i
~
I
,
,
(
1-'
<
;
J
,
,
1-
J
I
.e
ti.
"
~
~
".
,
71.
"
-6
~
~
1l
,
~
,
I
;
,

S

C

T

B

A

s

C

T

B

" ~ ~ ". , 71. " -6 ~ ~ 1l , ~ , I ;

ED ITO RI A LE A U D IOV ISIV I

13

, " jiii!!' l' ~ Al~ ~ l' ~ 11- ~ :ti ~ "J. -.
,
"
jiii!!'
l'
~
Al~
~
l'
~
11-
~
:ti
~
"J.
-.
7"
--
r
r
.
~
za - te - vi
por-
an
-
ti
-
che
ed
en - tri
i
I
re,
ed
en- tri
i
I
re del-la
.
"!
.,
sf
i!!'
~
~
~
~
11-
~
11-
--
:Il
I
-#
--
r
r
za - te - vi
por- te
an
.
ti
-
che
ed
eh - tri
il
re,
ed
en- tri
iI
re
del- la
1\
C
;&
7i
-.
-J.
t:.J.
za - te - vi
por- te
an
.
ti
-
che
ed
en - tri
iI
re,
ed
en- tri
il
re del-la
CL
~
~
~
,
1':
~
-l'-
.fI-
~
.fI-
.p
-l'-
-f'r.-I'--(I,
~
~
~
I
f1=
!ii
-i
~
za - te - vi
por- te
an
.
ti
-
che
ed
en - tri
il
re,
ed
en- tri
il
re del-la
1':
11-
11-
-(T
~
~
1L
~
l'
Bl
t
9-
-#
-- -#
.
za - te - vi
por-te
-
ti
-
che
ed
en - tri
il
re,
ed
en- tri
il
re del-la
I
~
::J:
~
~
ti-
~
~
t
-#
~
lr:
Il
l'
-#
r
f-'
~
~
~
Il
r
;
G
L
-J
e
t:.
61
~
~
l'
~
~
-r;
t
~
-&
Il
FINE
Coda
A
~.
~
I
;-
glo- ria.
g o-na.
si
t:.J
Co
~
glo - ria.
glo- ria.
C
t:.J.
o
~
glo- ria.
glo- ria.
~
(il:
~
11-
l'
I
~
glo- ria.
glo-ria.
Bl
~
l'
11-
-(T
glo-
ria.
glo- ria.
t
~
.~
~
e
.e
61
I
~
~
~
-?o
lj9
Co_
~
)~
/
~
<
ff
••
.fi
a
:t
-e=
!
~
i
~
11-
n
17
-r;
.p
l'
,
,
f

~

SOLLEVATE PORTE I FRONTALI

Testo dalla Liturgia

Sollevate, porte, i frontali, alzatevi, porte antiche, ed entri il re, ed entri il re della gloria.

Chi è questo re della gloria? Chi è questo re della gloria? Il Signore degli eserciti è il re della gloria.

Osanna, osanna! Gloria a te che vieni, pieno di bontà e di misericordia.

Sollevate, porte, i frontali, alzatevi, porte antiche, ed entri il re, ed entri il re della gloria.

Chi è questo re della gloria? Chi è questo re della gloria? Il Signore forte e potente, potente in battaglia.

Osanna, osanna! Gloria a te che vieni, pieno di bontà e di misericordia.

Sollevate, porte, i frontali, alzatevi, porte antiche, ed entri il re, ed entri il re della gloria.

porte antiche, ed entri il re, ed entri il re della gloria. EDI TO RI A

EDI TO RI A LE AU DIOVI SIVI

Per l'esecuzione: Questo canto è scritto per concate- narsi direttamente al precedente. Appena la processio- ne giunge alla soglia della chiesa, dopo l'ultimo ritornel- lo del canto precedente, l'organo attacca la festosa intro-

duzione. Questa, come pure l'accompagnamento del primo e dell'ultimo ritornello, sono concepiti per il grande organo a canne e per un'assemblea cantante abbastan- za numerosa. In caso contrario è meglio iniziare diretta- mente col ritornello accompagnandolo nel modo più semplice come indicato per la successiva ripresa (batt.

26-34).

Va da che può essere impiegato come canto d'in- gresso anche in assenza della processione. " musicista noterà come nell'armonizzazione del ritor- nello, nelle prime quattro battute i bassi del coro non eseguono il basso dell'armonia: quest'anomalia è voluta per dare maggiore brillantezza all'acclamazione.

15

/

MIO DIO PERCHE-Salmo responsoriale (dal Salmo 21)

Musica di Vincenzo Giudici

DOMENICA DELLE PALME

21) Musica di Vincenzo Giudici DOMENICA DELLE PALME Solista -e -e e -{'} - .o- ~

Solista

-e -e e -{'} - .o- ~ ~ <j- #, o o Mi - o
-e
-e
e
-{'}
-
.o-
~
~
<j-
#,
o
o
Mi
-
o
Di
-
o
,
ml- o
Di
-
o,
per
-
ché
mi
hai
1\
$
$:
1
=t-
<j-
<j-
#
,
,J9-: #------,J
1\ $ $: 1 =t- <j- <j- # , ,J9-: #------,J Assemblea 1\ ~ 1= ,
Assemblea 1\ ~ 1= , -e -# # <il #, JiJ i5 <il # .
Assemblea
1\
~
1=
,
-e
-#
#
<il
#,
JiJ
i5
<il
#
.
,#
~
ab- ban- do
-
o
-
na
-
to?
Mi
-
o
Di
-
o,
mi -
o
Di
o,
*
-#
--,t
Q
Q
~
r
- <j-
#.
~o
r
:$:-
-19-
$::
<
-e 0
-6 0
--)!
~
$
~
,
(9
Solista
1\
-
~
~
-
~
-:Ii
-:Ii
~
7i
Q
,-e
-e
-#
~
)'
<j-
#
o
-
o
per
-
ché
mi
hai
ab-ban-do
-
na
-
to?
10 Mi scher
nl-sco-no
quel-Ii che mi
~
~
.
e
~
*
--,
Ji.
.~
i
V
o
~'o
I
r
~o
~
*
6
3
3
I
I
~
I
I
~
~
~
~
~
~
~I
7i
-#
~
ve- do- no,
stor- co- no le
lab- bra,
scuo- to- no il
ca- po:
Sièaf-fi
-
dato al Si-gno- re,
lui
lo
3
I
I
1\
~
~
-e
-:IL
,
-e
FI
le.
J9-
F'
~
<
r.
6
~
p
(7
r

16

© 1997 FSP, Roma . Tutti i diritti riservati.

1\

~

1\ ~ Assemblea lo. 7i -:li. -:li. 7i Z -- --- . , 4 -&- -

Assemblea

lo. 7i -:li. -:li. 7i Z -- --- . , 4 -&- - • •
lo.
7i
-:li.
-:li.
7i
Z
--
---
.
,
4
-&-
-
scam- pl;
lo
li
-
be -
ri,
se
e
su- o a
-
ml- co.
Mi
-
o
Di
-
o,
r
3 -
l
:Ii
{y
.
1:
#p . ---
r
'-'
u
-&-
4
••
e
:n:
-e-
-e,5
i
fJ
17
Solista
~
,•.
e
--&-
e
4
ml- o
Di
o ,
per
-
-
ché
mi
hai
ab-ban-do
-
na-
to?
2.Un
~
~
6
::t:
fT
-$
-t
j9-:
"
-
-"*fJ
r
~
r
r
r
6'
f3'
-:li.
~
~
--&-
~
TI.
Jt.
-- •
7i
--
-
-
-

bran- co

di

ca- nI

mi

clr

con-da,

mi as

se- dia u- na

ban-da

di

mal

va - 91;

han-no

fo -

~ ~ -:li. • -e- "$ ~ 1t r FJ . (J -(!) fJ 11-
~
~
-:li.
-e-
"$
~
1t
r
FJ
.
(J
-(!)
fJ
11-
fJ
fJ
r
dal % al -(jt + ~ ~~ ::!i 7i ::!i -- -# ~ ~ •
dal % al
-(jt
+
~
~~
::!i
7i
::!i
--
-#
~
~
ra - to
le
mie ma- nI
e Imlel
pie - di,
pos-so con
-
ta - re
tut- te
le mie
os- sa.
~
+
-#
z--
e
-e
-#
<
~
j9-
'"
15
1J-
TI
6
~
6
17
os- sa. ~ + -# z-- e -e -# < ~ j9- '" 15 1J- TI

ED ITOR IA LE AU D IOV ISIV I

17

Sol'lS ta

2 I I ~ ~ • ~ =!i 7t ":JJt. 7t • • ~ -fii
2
I
I
~
~
~
=!i
7t
":JJt.
7t
~
-fii
~
~
di
-
3. Si
vi - do- no
le
ml- e
ve - sti,
sul mio
ve
-
sti - to
get- ta- no
la
3
I
I
1\
;;;o;
!!i
~
:$":JJt.
-"
p-
"1t
~
~
-?
<
i9"
17
1].
~
17
dal~al~
3
1\
I
~
~
.~
11-
11-
4L
1*
~
":JJt.
":Ii
• •
~
.;
sor- te.
Ma tu,
Si
-
gno- re, non sta- re lon
-
ta- no,
mia
for- za,
ac-cor-n In ml-o a -
iu- to.
1\
tiJi
7i
~
~
~
~
.;
?
-t
r
r I
'"'
r;
~
?-
::II
+
~
?
-f)
6
fr
Solista
1\
~
~
~
~ I~7i
=!i
Jtt
Ji.
-fii
~
4. An- nun-zie
-
ro
il
tuo no- me ai miei
fra
-
-
tel- li,
ti
10- de
ro
in mez- zo al-I'as- sem -
~
!!i
~
-"
p-
-tt
~
*?
-?
17
17
1)
~
6

=

<
<
<
<

<

<
<
<

~

~

1\

.;

.*.

-tt ~ *? -? 17 17 1) ~ 6 = < ~ ~ 1\ • .;

1\

tiJi

.;

ble- a. Lo ~ -e ? F' r ? ~
ble- a.
Lo
~
-e
?
F'
r
?
~

-

[t

3 I 1L 1L1L 1* ":JJt. ":JJt. ~ ~ • da- te il Si- gno-
3
I
1L
1L1L
1*
":JJt.
":JJt.
~
~
da- te il Si- gno- re,
VOI
che
lo
te
~
~
6
~
da- te il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ •
da- te il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ •
da- te il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ •
da- te il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ •
da- te il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ •
da- te il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ •
da- te il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ •
da- te il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ •
da- te il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ •
da- te il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ •
da- te il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ •
da- te il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ •

te il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ • I

I

3

I

il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ • I 3
il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ • I 3
il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ • I 3
il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ • I 3
il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ • I 3
il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ • I 3
il Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ • I 3

Ji

Si- gno- re, VOI che lo te • ~ ~ 6 ~ • I 3 I
- me- te, gli dia glo- ria la stir - pe di Gia- ~ -tt
- me- te,
gli dia
glo- ria
la
stir - pe
di
Gia-
~
-tt
r
I
r
-&
-&
r
I

Solista o piccolo coro

, "* ::!ì 7i Ji -# • t , --- (). -e .J cob- be,
,
"*
::!ì
7i
Ji
-#
t
,
---
().
-e
.J
cob- be,
lo
te- ma
tut - ta
la
stir- pe
d'l- sra
-
-
-
-
e -
le.
Mi
o
Assemblea
fI
,
~
I
-e-
u
.~
~
Mi
-
O
Di
-
o,
,
~
~
;
.,
r
c"
-6
#
~
::n:
S'
1
::::II
~
:$
(;)
-6
f7
1L
1L
-Fì
-d
6
6
~
-
-
-
Di
-
-
o,
per
-
ché
mi
hai
ab-ban-do
na
to?
,
-6
,•
(j
6
/.
-#
@)
4
ml- o
Di
-
o,
per
-
mi
hai
ab- ban - do
-
ché
na
-
to?
~
,
e
--,t
:$:
=t-
.J
?:
~
u'
';'
7J'
,
r
r
I
I
I
,
I
-e
;H
7i
,
I
I

<

MIO DIO PERCHÉ - Dal Salmo 21 Testo dalla Liturgia

Mio Dio, mio Dio, perché mi hai abbandonato?

Mi scherniscono quelli che mi vedono,

storcono le labbra, scuotono il capo:

Si è affidato al Signore, lui lo scampi; lo liberi, se è suo amico.

Un branco di cani mi circonda,

mi assedia una banda di malvagi;

hanno forato le mie mani e i miei piedi,

posso contare tutte le mie ossa.

Si dividono le mie vesti, sul mio vestito gettano la sorte. Ma tu, Signore, non stare lontano, mia forta, accorri in mio aiuto.

Annunzierò il tuo nome ai miei fratelli, ti loderò in mezzo all'assemblea. Lodate il Signore, voi che lo temete, gli dia gloria la stirpe di Giacobbe, lo tema tutta la stirpe d'Israele.

Per l'esecuzione: Il ritornello è da battere in uno e la parte solistica in due. Soli e ritornello si alternano senza interruzione mantenendo lo stesso tempo. La minima puntata del ritornello ha lo stesso valore della minima dell'assolo. AI solista non solo è concessa, ma addirittu- ra raccomandata, una certa libertà nel rubato per sotto- lineare l'espressione del testo, il ritornello venga invece eseguito esattamente in tempo.

lineare l'espressione del testo, il ritornello venga invece eseguito esattamente in tempo. EDITORIALE AUDIOVISIVI 19

EDITORIALE AUDIOVISIVI

19

GLORIA E ONORE A TE-Canto prima del Vangelo

<
<
<
<

<

<

Musica di Vincenzo Giudici

~

f\

@

f\

J=50-56

Vangelo < Musica di Vincenzo Giudici ~ f\ @ f\ J=50-56 :4 S o l o
Vangelo < Musica di Vincenzo Giudici ~ f\ @ f\ J=50-56 :4 S o l o

:4

Solo

Musica di Vincenzo Giudici ~ f\ @ f\ J=50-56 :4 S o l o e Glo
Musica di Vincenzo Giudici ~ f\ @ f\ J=50-56 :4 S o l o e Glo
Musica di Vincenzo Giudici ~ f\ @ f\ J=50-56 :4 S o l o e Glo
Musica di Vincenzo Giudici ~ f\ @ f\ J=50-56 :4 S o l o e Glo
Musica di Vincenzo Giudici ~ f\ @ f\ J=50-56 :4 S o l o e Glo
Musica di Vincenzo Giudici ~ f\ @ f\ J=50-56 :4 S o l o e Glo

e

Glo -

ria e 0- no

-

DOMENICA DELLE PALME

• -- --41 -e - - - re a te, Cri- sto Si 9 no
--
--41
-e
-
-
-
re a
te,
Cri- sto
Si
9 no
-
re!
4: J. -6 -6 -é ~1 =n: =n: TI
4:
J.
-6
-6
~1
=n:
=n:
TI
A 4 voci dispari f\ - ;:: ~ -- -- -4: (J ~ p- r
A 4 voci dispari
f\
-
;::
~
--
--
-4:
(J
~
p-
r
-
e.
@.
r
-
-
-
-
-
-
-
Glo
-
na e 0- no
re a
te,
Cri
-
sto
Si
9 n o
re!
I
J
-(')-
~
J
~
-(J
=
~
~
:$
-
ì5
:I
~
~
~
I
I
Assemblea
f\
=
-
~>"T
--
--4:
@.
-
-
-
-
Glo -
na e 0- no
-
re a
te,
Cri
-
sto
Si
-
9 no
-
re!
f\
=
~
q
-4:l
=jif
--6
-j
@!
e.
P
r
f
23
2
2
I
I
I
J
I
-e'-
~F
i=
~
~
-#
fc-
[1
~
f3
Solo
~3-
r
- 3 ·
-
3
3
3
I
I
I
I
l
f\
I
I
~
~
~
Ji~ Ji --
Ji
--
Ji
-:Il
--41
--41
--41
--
--41
~
il
~
-
Per
nOI
Cri-sto si è fat-to ob-be-dien-te fi-no al-Ia
mor - te,
e al-la mor- te di cro- ce_
3
r
r----- 3
I
3
l
f\
~------,
lt
~
P
-#
-#
11-
--
~
~
.~
@
r
I
<
~
~
~
~
4L
~
~
I

A 4 voci dispari

, • ~ -e (J ~ r 0 ~ r - - Glo - na
,
~
-e
(J
~
r
0
~
r
-
-
Glo
-
na e 0- no
"
-
re a
Cri
-
sto
Si
-
gno
-
-
re!
,
I
I
J
~"
;E:
fr
,
:$
~
f3
~
~
t*-
I
Assemblea
~
~
~
~
"
-
-
-
-
-
Glo
-
na e 0- no
re a
te,
Cri
-
sto
Si
gno
-
re!
~It
-e
~
(3
~
0
f./
~2~
r
r
,--
2 -----I
I
2
I
,
e:
"
~
t
~
~
~
:I:
ii:
(3

<

3 Solo
3
Solo

Per que-sto Di-o l'ha e-sal

-

ta- to

egli ha

da- to il

no-me che è so-pra o-gni al- tro

no- me"

3 r
3
r

fl

~

~ -e e- ~ ~ ~ ~ P" , I r 0" I I -
~
-e
e-
~
~
~
~
P"
,
I
r
0"
I
I
- r
naeo-no
"
-
sto
Si
-
gno
-
-
-
Glo
-
re a
Cri
-
-
re!
'"
I
I
4"
~
6
~
,
,
~
It
ii:
-#
-#
-e
~
Glo
-
na e 0- no
"
-
re a
te,
Cri
-
sto
Si
-
gno
-
-
-
-
re!
§
-e
e.
-e-
?
0"
P"
fr"
r
J
I
2
I
2
I
,--2J
-e"
~"
~
-#
~
15

~

<
<
<

<

<

~U

~

fl

~

I 2 I 2 I ,--2J -e" ~" ~ -# ~ • 15 ~ < ~U

~

~tJ-~

GLORIA E ONORE A TE

Testo dalla Liturgia

Gloria e onore a te, Cristo Signore!

Per noi Cristo si è fatto obbediente fino alla morte, e alla morte di croce.

G/oria e onore a te, Cristo Signore!

Per questo Dio l'ha esaltato e gli ha dato il nome che è sopra ogni altro nome.

G/oria e onore a te, Cristo Signore!

22

Per l'esecuzione: L'andamento dell'acclamazione ha una certa somiglianza con il ritornello del salmo prece- dente. Venga però presa con più slancio. E da battere in due mentre i versetti in quattro. La minima puntata del- l'acclamazione ha lo stesso valore della semiminima del versetto.

,

© 1997 FSP, Rom a. Tutti i diritti riserva ti .

QoA

C

T

B

SeA

C

T

B

NOSTRA GLORIA

Musica di Marco Frisina

"'

E LA CROCE-cantod'lngresso

GIOVEDì SANTO CENA DEL SIGNORE

-- 1L f9 ~ 1# 1# -- -- -- ~ -# 6 (;, • •
--
1L
f9
~
1#
1#
--
--
--
~
-#
6
(;,
No-stra
glo- ria è
la Cro-ce
di
Cri- sto,
In
lei
la
vit- to
-
na;
il
Si -
-O
-- --
-
-
-
1::'
No-stra
glo- ria è
la Cro- ce
di
Cri- sto,
In
lei
la
vit - to
-
na;
iI
Si -
,.
7C-
"1#
7i.
7i.
-J.
-J.
fr
"1#
1*:
7l-J.-J.
E
No-stra
glo- ria è
la Cro- ce
di
Cri- sto,
in
lei
la
vit- to
-
na',
il
Si -
~
~
11
1*
"1#
1*
1L
~
1#
1#
1*
6
7C-
1C-
~
No-stra
glo- ria è
la Cro-ce
di
Cri - sto,
In
lei
la
vit - to
-
na;
iI
Si -
~ i r , I 6 r I
~
i
r
,
I
6
r
I
~ 1. Non
~
1. Non

~

2. O

, ,

~~

t.l

t

~

t

;Jt

--, lR" t.l f#" r'" ~ mf f ;Jt -e (;,
--, lR"
t.l
f#"
r'"
~
mf
f
;Jt
-e
(;,

4

e

:I

-6

,

,

f#" r'" ~ mf f ;Jt -e (;, 4 e :I -6 , , , •

,

• 3. Tu in - /S "1# 1L "1# -- -# -# -6 -e •
3. Tu in -
/S
"1#
1L
"1#
--
-#
-#
-6
-e
la
no- stra
sal
-
n- sur- re
-
-
gno- re e
vez - za,
la
vi
- ta,
la
ZIO
-
-
ne.
~
.,; '
4
--O
-6
gno- re e
la
no- stra
sal
-
vez - za,
la
vi
- ta,
la
n-
sur- re
-
-
ZIO
-
-
ne.
7!l.
-:Il
7!l.
7!l.
7t.
7t.
l'
7t.
7!l.
7i.
7i.
7i.
7t.
TI
~
gno- re e
la
no- stra
sal
-
vez - za,
la
la
n-
sur- re
-
-
vi
- ta,
-
-
ZIO
ne.
,.
1#
1#
1#
1#
1#
"1#
~
1*
1#
1*
l'
r
gno- re e
la
no - stra
sal
-
vez - za,
la
vi
- ta,
la
n- sur- re
-
-
ZIO
-
-
ne.
~
-$-
-$-
--
-f!P
~
11
1t
r
r
J
J
--e-
-4
1#
r:;-
l'

-O-

r

,

t.!

1\

t&

t

1\

t.l

-$- -- -f!P ~ 11 1t r r J J --e- -4 1# r:;- l' -O-

EDITORIALE AUDIOVISIVI

23

_

A

C

T

B

~ ., • " 1C- 1C- 1L 1C- • ~ il ." ." l' ~
~
.,
"
1C-
1C-
1L
1C-
~
il
."
."
l'
~
l'
,-
~
••
c'è
a
-
mo- re
-
-
plU
gran
-
de
di
do - na
la
su
a
VI
ta.
O
AI
-
be
-
ro
del
-
la
-
VI
ta
che
chi
ti in -
nal -
zi
co -
me un
-
ves
-
sii
lo,
tu
se -
gm
-
o
-
gm
sa
-
plen
-
za
e
con - fon - di
o
gm •
stoI -
tez
-
za;
In
"
~
~
l'
-
u
f
-e-
p
<
,
Ii
J
.L
"(9-
'$
~
~
"
~
1L
il
~
1C-
1C-
-fI
-fI
~
(T
,
:
t
ero- ce
tu
do -
ni
la
-
VI
ta
e
splen- di
di
glo- ria im - mor
-
ta
-
le.
gui - da
-
ci
ver- so
la
me
-
ta,
o
po- ten
-
te
di
gra
-
zia.
te
con- tem - plia- mo
l'a - mo
-
re,
da
se- gno
te
n
-
ce - via -
mo
la
VI
-
ta.
Il
~
~
No - stra
"
~
7T
No - stra
Il
~
."
4
No - stra
~
1C-
7E.
No - stra
Il
~
-d
v
e-
4
~
u
<
J
f:
e-
:$
::n:
L

SeA

c

T

B

SeA

c

T

B

~ -# 1C- ~ 7t. -:I 11 11 -# ~ (, ~ • - •
~
-#
1C-
~
7t.
-:I
11
11
-#
~
(,
~
-
-
glo - ria è
la
Cro -
ce
di
Cri
-
sto,
In
lei
la
vit
-
to
rla',
il
Si
~
--
-#
--
-::
--::
--::
~
(,
-
-
di
Cri
sto,
lei
la
to
rla;
-
glo - ria è
la
Cro -
ce
In
vit
-
il
Si
~
1C-
1L
~
11
~
7i
:li
Ji.
[-6
--
~
-
-
glo - ria è
la
Cro -
ce
di
Cri
-
sto,
In
lei
la
vit
-
to
rla;
i
I
Si
11
~
1*
~
~
~
;J]
1C-
~
11
11
11
-(3
-
-
glo - ria è
la
Cro -
ce
di
Cri
-
sto,
In
lei
la
vit
-
to
rla;
il
Si
-6
::J:[
---
p
~.
~
~
~
r
<
f
I
;H
e
-e
-u-
tr
-&
i
1L
11-
1L
~
1C-
~
6
-6
~
-
-
gno- re e
la
no- stra
sal
vez· za,
la
vi
-
ta,
la
rI
-
sur - re
-
-
ZIO
ne.
-&.
I
-#
-#
-#
-(j
-,I I
-e-
c:;
-6
~
gno- re e
la
no- stra
sal
.
vez· za ,
la
vi
-
ta,
la
rI
sur - re
-
-
-
ZIO
-
-
ne.
"
~
Ji.
11
~
E
::I
-#
,;
,
9no- re e
la
no- stra
sal
vez· za,
la
-
vi
-
ta,
la
-
-
-
r!
-
sur - re
ZIO
ne.
o
11
11
1L
~
~
11-
11-
~
~
~
~
~
~
~
~
r
9no- re e
la
no- stra
sal
-
vez· za,
la
vi
-
ta,
la
-
-
-
-
rI
-
sur - re
ZIO
ne.
o
~
~
.
-#
,
~
11
"it
~
r
r
I
e
":9
6
-e
;H
-d
~
-(3
~
~
r

NOSTRA GLORIA È LA CROCE