Sei sulla pagina 1di 2

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI FLAUTO

Classe III

Situazione del gruppo di alunni

Il gruppo di alunni della classe è composta da n. 6 alunni

Finalità

Acquisire, attraverso lo studio del flauto, un’adeguata conoscenza del linguaggio


musicale e delle più semplici problematiche ad esso connesse, promuovendo nel
contempo partecipazione attiva dei ragazzi all’esperienza musicale, nel duplice
aspetto espressivo-comunicativo e ricettivo. Acquisire inoltre, attraverso lo studio
della teoria e lo sviluppo della lettura musicale, una conoscenza del linguaggio
specifico sufficiente all’esplicazione di una normale attività strumentale,al fine di non
aggravare le difficoltà relative alla tecnica strumentale.

Obiettivi generali

Funzionali: attenzione, osservazione, sistemazione, memorizzazione, applicazione.

Logiche: analisi, relazione,deduzione,coordinamento, codifica e decodifica;

Operative: metodo di studio, ricerca, rielaborazione, interiorizzazione, operatività


manuale, capacità di immaginazione, coordinamento motorio.

Obiettivi specifici

1. L’alfabetizzazione musicale e l’acquisizione delle basi tecniche dello


strumento
2. La corretta decodifica della scrittura musicale con il flauto: saper leggere
ed eseguire con lo strumento una melodia, sia ritmicamente che
melodicamente.
3. Saper suonare insieme ad altri controllando il ritmo e l’ intonazione.
4. Saper esercitarsi a casa correttamente.
5. Capire e saper usare la terminologia specifica.

Contenuti didattici specifici


 Consapevolezza delle tecniche di respirazione diaframmatica;
 Conoscenze delle figure musicali, anche di quelle più complesse;
 Conoscenza di tutte le articolazioni;
 Conoscenza dei tempi composti;
 Conoscenza dei gruppi irregolari;
 Capacità di collaborare alle esecuzioni di gruppo;
 Capacità di comprendere ed usare la terminologia e la simbologia del
linguaggio musicale;

Metodi e strumenti

 Lo strumento;
 T. Wye: Il flauto per i principianti, vol.II
 M. Oldenkamp – J. Kastelein: Ascolta, leggi e suona;
 M. Moyse: studio del suono;
 B. Marcello - Sonate;
 Brani da concerto;
 Quaderno pentagrammato;
 Metronomo;

Valutazione

La valutazione sarà effettuata in base alle verifiche pratiche svolte durante le


lezioni in classe, mirerà a controllare le capacità di lettura ed esecuzione della
notazione, la conoscenza della terminologia specifica oltre che l’acquisizione di
tutti gli altri obiettivi didattici l’allievo verrà valutato in base al contesto socio-
economico a cui appartiene, all’impegno profuso e alle sue possibilità tecnico-
musicali.