Sei sulla pagina 1di 2

RELAZIONE DEL LIBRO SUL ROMANTICISMO

Nobert wolf,”Romanticismo”, Casa editrice Taschen, 2008 Köln

Questo libro fa parte di una collana che ripercorre le principali correnti artistiche
della storia, partendo dall’arte greca fino ad arrivare all’arte contemporanea.
Il volume sul romanticismo è stato scritto da Nobert Wolf, un importante docente e
scrittore tedesco che ha collaborato con Taschen numerose volte.
Il curatore del saggio invece è Ingo F. Walther, esperto di storia dell’arte e della
letteratura, deceduto nel 2007.
Il libro si apre con un’introduzione storica al romanticismo artistico nella quale viene
descritta l’origine del termine “romantico” riferito all’arte. Oltre a questo espone i
vari temi di questo movimento artistico-culturale strettamente legati al paesaggio e
soprattutto all’accentuazione dei contenuti emotivi di un’opera.
Nella seconda parte invece ne racconta la diffusione nei paesi che furono
protagonisti di questa corrente artistica: Germania, Gran Bretagna e Francia.
Oltre a questi tre paesi parla anche degli Usa nei quali il Romanticismo fu portato
dai coloni europei (principalmente Inglesi e Francesi) e del resto d’Europa dove non
attecchì mai veramente rimanendo così un esperienza tipicamente nordica.
Tra i paesi dove non ebbe una grande diffusione troviamo anche l’Italia, la quale
però rivesti un ruolo da protagonista nelle opere romantiche, grazie ai suoi
splendidi paesaggi molto apprezzati dagli artisti dell’epoca.
In queste due sezioni, a piè di pagina, è presente una linea del tempo che
ripercorre i principali avvenimenti dell’epoca (XIX sec.) e che aiuta il lettore a capire
di quale periodo storico si stia parlando.
Nell’ultima parte l’autore ci presenta le principali opere dei più influenti autori in
ordine cronologico, mostrando così l’evoluzione dell’arte romantica.
Tra le opere che ci vengono presentate, per citarne alcune, troviamo “Incubo” di
Johann H. Füssli, “Il viandante sul mare di nebbia” di Caspar D. Friedrich, “Pace.
Esequie in mare” di William Turner e tante altre.
In tutto le opere trattate sono trentacinque ognuna delle quali è accompagnata da
un immagine dell’opera che occupa un’intera pagina.
Oltre a descrivere brevemente l’opera si sofferma molto anche sulla vita dell’artista.
Ho trovato il libro molto interessante ed esauriente per quanto riguarda
l’introduzione storica mentre in alcuni casi ho trovato la descrizione delle opere
troppo sintetica.
Nonostante questo ho apprezzato la selezione di queste ultime e soprattutto la loro
disposizione in ordine cronologico che mi ha permesso di notare il cambiamento
nella scelta dei soggetti da parte degli artisti.
Grazie a questo volume ho potuto iniziare a capire e apprezzare ancora di più l’arte
romantica che a parer mio è una delle migliori in tutta la storia dell’arte.

Interessi correlati