Sei sulla pagina 1di 11

“Tutti a tavola!

Obiettivi
Lessicali: Riconoscere e usare il lessico relativo al cibo, alla cucina e ai luoghi in cui mangiare e
bere.
Comunicativi: Esprimere le abitudini alimentari. Fornire e chiedere informazioni su gusti e
preferenze in ambito alimentare. Ordinare al ristorante. Leggere un semplice menù.
Grammaticali: Presente indicativo dei verbi: preferire e piacere.
Socio-culturali: approfondire le conoscenze relative alla cucina italiana con uno sguardo
interculturale alla tradizione culinaria di altre culture grazie alle ricette fornite dagli studenti stessi.

Livello: A2
Tempo: 3 ore
Mezzi e strumenti: lavagna, fotocopie, flashcard, proiettore e computer.

Utilizzo di materiale autentico:


https://www.youtube.com/watch?v=o7lA6C4Bygw

Presentazione
Attività di motivazione e pre-visione dell'input cinematografico
Attività 1. Tempo: 10 minuti.
La disposizione degli studenti nella classe è a semicerchio.
Si inizia con una elicitazione sulle abitudini alimentari degli studenti, i luoghi frequentati per
mangiare, il nome e le caratteristiche dei piatti tipici dei loro Paesi d’origine. L’insegnante scrive le
parole chiave alla lavagna. L'attività si svolge in plenum per attivare un confronto interculturale con
l'obiettivo di condividere e attivare il lessico relativo all'argomento.

Attività 2.
Abbinamento parola e foto a definizione. (Allegato 1) Tempo: 10 minuti.
Si presentano i termini di vari luoghi in cui è possibile mangiare e bere corredati da foto e si chiede
di abbinarle alle loro relative definizioni. L'attività si svolge singolarmente e la correzione viene
fatta in plenum. Si consegna poi una fotocopia (Allegato 1 Bis) in cui si chiede di completare lo
spazio vuoto nei brevi testi con la parola corrispondente alla definizione contenuta.
(ristorante, trattoria, osteria, paninoteca, pizzeria, bar, vineria)

Attività 3.
Presentazione input cinematografico. Tempo: 10 minuti.
Scheda del film (allegato 2) e dell'episodio preso in considerazione corredata da locandina. In
plenum, lettura e discussione (soffermandosi sul termine “mostro” se necessario).

Svolgimento.

Attività 1. Tempo: 20 minuti.


Si consegna ad ogni studente una lista di vocaboli relativi alla cucina (strumenti e utensili) e al cibo.
In plenum si legge la lista a voce alta e, poiché non sono presenti gli articoli, si chiede di inserirli.
Alcuni di questi oggetti e cibi sono presenti nel video pertanto si chiede agli studenti di prestare
attenzione nell'individuarne il più possibile; si mostra la sequenza filmica senza la parte finale in cui
il cameriere porta la zuppa ai commensali. Se necessario la visione sarà ripetuta una seconda volta
preceduta da uno scambio di informazioni in coppia o tra compagni di banco. L'input è
somministrato senza audio.

Attività 2. Tempo: 20 minuti.


Chi dice cosa. Si suddivide la classe in coppie e si consegnano dei cartoncini con battute tratte dal
primo dialogo tra cameriere e commensali. Si chiede agli studenti di discutere a coppie e abbinare le
battute al cameriere o all'architetto o a uno dei suoi amici (possibilmente mettendo il dialogo in
ordine cronologico). La sequenza filmica viene mostrata solo dopo che tutti hanno terminato
l'attività per verificare la sequenza del dialogo. Alla fine si consegna la trascrizione completa dei
dialoghi relativi.

Attività 3. Tempo: 15 minuti.


Produzione orale. Le coppie precedentemente formate vengono cambiate e si procede ad un'attività
di produzione orale: si chiede se la zuppa piacerà o non piacerà ai clienti e come reagiranno quando
verrà loro servita e l'assaggeranno (usando i tempi all'indicativo presente) ed inizialmente ci sarà il
confronto a coppie, poi in plenum passando così alla visione della parte finale della sequenza. A cui
seguirà un breve commento sulla reale reazione e sulle ipotesi degli studenti.

Attività 4. (allegato 3) Tempo: 15 minuti.


Le interviste. Si propongono quattro personaggi dal film con una breve intervista sui loro gusti
alimentari. Si leggono in plenum i testi e poi individualmente si passa a completare la griglia.
Durante la lettura si spiegano altri modi di dire “mi piace” (amo, vado matto per, non mi dispiace,
apprezzo, ed infine, benché regionale, mi garba)

Attività 5. Dialogo per introdurre la parte grammaticale e le modalità di ordinazione al ristorante.


Tempo: 20 minuti.
Lettura del dialogo in plenum, quattro studenti assumono le parti dei personaggi e leggono a voce
alta. Segue esercizio di completamento del paradigma verbale.

Cameriere: Buongiorno signori!


Paolo: Buongiorno, un tavolo per tre, per favore.
Cameriere: Certo! Ecco, potete accomodarvi qui vicino alla finestra con vista sul mare.
Anna: Grazie! Che bel paesaggio!
Carlo: Grazie mille!
Cameriere: Porto il menù?
Paolo: No, grazie, io prendo un primo. Che cosa avete oggi?
Cameriere: Spaghetti ai frutti di mare, tagliatelle ai porcini, tortellini in brodo, minestra di fagioli...
Paolo: Ah, va bene così, io preferisco gli spaghetti.
Cameriere: E per voi?
Paolo: Vi piace la pasta o preferite qualcos’altro?
Carlo: Non mi piace la pasta... preferisco una cotoletta con l'insalata.
Cameriere: Che tipo di insalata le piace?
Carlo: Un'insalata mista, per favore.
Anna: Carlo, in questo ristorante preparano delle ottime tagliatelle! Ma oggi preferisco prendere
una bistecca alla griglia.
Cameriere: E da bere?
Paolo: Un quarto di vino rosso e una bottiglia di acqua minerale, per piacere.
Cameriere: Gasata o naturale?
Anna: Naturale. Carlo, ti piace il vino rosso?
Carlo: Sì, anche se di solito io e mia moglie preferiamo bere bibite analcoliche.
Cameriere: Bene, grazie. Arrivo subito con le vostre ordinazioni.

Completa con i verbi mancanti.


Io …...................
Tu Preferisci
Lui/Lei Preferisce
Noi …...................
Voi …...................
Essi Preferiscono

A seguire domande di metalinguistica: si chiede agli studenti di riflettere sui verbi domandando loro
a quale coniugazione appartiene il verbo preferire, se conoscono altri verbi regolari della 3°
coniugazione e di coniugarli. Con il confronto con altri verbi si arriva così a capire che preferire è
irregolare.

Necessaria anche la riflessione grammaticale sul verbo piacere. Gli alunni sottolineano le varie
forme sul dialogo e nelle interviste; si fa notare l’uso del verbo al presente indicativo
secondo il seguente schema alla lavagna:
pronome indiretto + piace + nome singolare
pronome indiretto + piacciono + nome plurale
pronome indiretto + piace + verbo infinito

Si dà per assodata la conoscenza pregressa dei pronomi personali indiretti e si cerca di richiamarla
attraverso un ulteriore schema alla lavagna.
(a me) mi
(a te) ti
(a lui) gli
(a lei) le
(a Lei) Le
(a noi) ci
(a voi) vi
(a loro) gli (loro)

Esercizi di completamento.
A. Completa le seguenti frasi.
1. Mi…………………. il pesce
2. Gli………………… andare al mare.
3. Non ti………………le uova?
4. Ci……………………i broccoli.
5. Non gli………………andare a teatro.

B. Completa le seguenti frasi.


1. Noi……………..una mela all’arancia.
2. No, io non ………………mangiare il gelato.
3. Cosa……………….(tu)? Un gelato o un biscotto?
4. Gli uomini………………..le belle ragazze.
5. In vacanza Marta……………..leggere e ascoltare la musica.

Attività 6. (allegato 4) Tempo: 10 minuti.


Si propongono immagini di vari menù, si analizzano in plenum facendo notare le varie parti che
solitamente compongono un menù (antipasto, primo, secondo, contorno, dolce, vini e bevande). Si
discute anche di qualche piatto tipico del paese di provenienza degli studenti e di come è formato un
menù in questi paesi facendo confronti con l'Italia e con le varie nazionalità che popolano la classe.
Si presentano alcune immagini di piatti e si chiede di cercarli all'interno dei menù e abbinarli al
rispettivo nome.

Attività 7. (allegato 5) Tempo: 15 minuti.


In coppia. Costruire un piccolo menù da zero. Gli studenti hanno appena aperto un ristorante e
devono decidere le pietanze da proporre ai clienti e i prezzi aggiungendo anche ricette e piatti più
significativi della loro cultura di appartenenza. Ci si divide in coppie e si stila una bozza (sulla base
dello schema fornito) per ogni gruppetto che poi verrà letta e discussa in plenum.

Attività 8. Tempo: 15 minuti.


Le coppie precedenti si uniscono a formare gruppi di quattro studenti in cui, a partire dai menù
creati, ci si rivolgerà domande e risposte secondo lo schema:
-Ti piace/piacciono...? Vi piace/piacciono...?
-No, preferisco/preferiamo...

Conclusione.
Reimpiego dell'input cinematografico e delle strutture apprese. Tempo: 25 minuti.
Role-play: al ristorante. Partendo dal menù creato dagli studenti, si assegnano a sorteggio le parti di
cameriere e almeno due commensali che riprodurranno la scena di un'ingresso al ristorante e della
scelta delle portate dal menù. Chi sosterrà la parte del cliente dovrà pescare da una scatola un
bigliettino un ulteriore elemento di “difficoltà” che dovrà essere inserito all'interno della
simulazione. Ad esempio: “Sei vegetariano. Fai capire la tua scelta alimentare al cameriere”, “La
tua pietanza non ti piace. Comunicalo al tuo amico e al cameriere”, “La tua pietanza ti piace molto.
Comunicalo al tuo amico e al cameriere”, “Il posto che ti hanno assegnato non ti piace. Fai capire al
cameriere che vuoi cambiare tavolo”, “Ordina solo piatti a base di carne”, “Chiedi al cameriere gl
ingredienti di una pietanza”.
In tal modo si ripeteranno gli schemi presentati precedentemente e si introdurrà un elemento di sfida
e gioco.
Allegato 1
Come si chiamano i luoghi rappresentati nelle immagini? Sceglili dalla lista.
ristorante, trattoria, osteria, paninoteca, pizzeria, bar, enoteca

(N.d.R.: le immagini sono già in ordine così come proposte nella lista, agli studenti si proporranno
in ordine sparso)

Allegato 1 Bis.
Completa con le parole mancanti e scegli tra quelle dell'esercizio precedente.

1. Il luogo in cui i camerieri servono al tavolo dei clienti dei pasti completi è detto ____________
2. In ___________ posso consumare buon cibo in un ambiente familiare e casalingo.
3. Quando voglio mangiare un piatto semplice e bere buon vino vado in _______________
4. Posso trovare un vasto assortimento di panini caldi o freddi e tramezzini in _____________
5. Il luogo in cui posso gustare una Margherita è detto ______________
6. Per caffè veloce o un aperitivo scelgo _____________
7. In __________ posso degustare del vino o anche comprarlo.
Allegato 2
Scheda Film
Anno: 1977
Regia: Dino Risi - Ettore Scola - Mario Monicelli
Genere: commedia
Interpreti: Alberto Sordi - Eros Pagni - Gianfranco Barra - Orietta Berti - Ornella Muti - Ugo
Tognazzi - Vittorio Gassman
Sceneggiatura: Age, Scarpelli, Bernardino Zapponi, Ruggero Maccari
Durata: 106 minuti
Trama: In quattordici brevi episodi, i protagonisti del film rappresentano vari personaggi tipici della
società italiana in generale: mostrano gli aspetti negativi della politica, della magistratura, della
Chiesa cattolica e della nobiltà e prendono in giro l'italiano contemporaneo con i suoi vizi, i suoi
difetti e la sua mediocrità.
Questo è il sesto dei quattordici episodi che compongono la pellicola “I nuovi mostri”. È stato
diretto da Ettore Scola ed è una delle massime vette comiche del cinema italiano. Il titolo è
“Hostaria” e racconta la storia di un gruppo di clienti che non si accorge che i cibi loro serviti
subiscono le devastanti conseguenze delle liti furiose del cuoco e del cameriere, proprietari del
ristorante, in cucina. I due esilaranti protagonisti della vicenda son o Vittorio Gassman e Ugo
Tognazzi. Il loro è un pezzo di bravura unico e strepitoso, l’esilarante rissa nella cucina dell’osteria
è fantastica, con tanto di pace finale con bacio.
Allegato 3
Ciao Alfonso! Quale cibo preferisci?
Spaghetti al pomodoro perché è un piatto molto
appetitoso e veloce da cucinare.
Cosa non mangi?
Non mi piace la carne, sono vegetariano e non mangio
carne e pesce.
E da bere cosa preferisci?
Amo i succhi di frutta! Non mi piacciono le bibite
gassate.
Durante la pausa di lavoro mangi qualcosa?
Sì, spesso mangio uno yogurt.
Ciao Costanzo, Cosa mangi a pranzo?
Adoro la pasta! La mangio ogni giorno!
Mangi al ristorante?
No, a casa, perché cucina mia moglie.
Quali cibi preferisci evitare?
Le verdure! Odio i broccoli e le carote. A volte mia
moglie cucina il minestrone, ma preferisco mangiare la
pasta con i fagioli.
Ti piacciono i dolci?
Sì, a colazione mangio sempre la torta al limone fatta in
casa.
Ciao Ornella, tu ami il pesce?
Certo! Mi piacciono le sogliole, le orate e il pesce
azzurro. Mangio il pesce due/tre volte alla settimana.
C’è qualcosa che non ti piace?
Oh sì, il formaggio.
Cosa mangi durante il giorno?
A colazione mi garbano caffè e biscotti, a pranzo
mangio alla mensa e a cena preferisco cucinare
bistecche o uova.
Ciao Chiara, cosa preferisci mangiare?
Vado matta per la pizza e vado in pizzeria tre volte alla
settimana.
E cosa non ti piace?
Non mi piacciono le uova e il pesce.
Ti piace cucinare?
Sì, ma non ho mai tempo. Amo mangiare ma non mi
dispiace preparare torte e biscotti.

Completa la griglia con le informazioni nelle interviste.


Piace Non piace
Alfonso
Costanzo
Ornella
Chiara
Allegato 4

Menù 1

Menù 2
Menù 3
Ricerca questi piatti nei menù sopra e scrivi il nome corrispondente.

____________ ___________

_______________
____________

_______________
______________

____________ __________________
Allegato 5
Crea il menù per il tuo nuovo ristorante.