Sei sulla pagina 1di 6

Facoltà di Architettura Corso di Laurea in Gestione del Processo Edilizio (GPE)

-Project Management –

Corso di Storia dell’Architettura Moderna e Contemporanea prof. Marzia Marandola

programma dell’anno accademico 2015/2016 (5 ottobre 2015 – 17 gennaio 2016)

Lezione : lunedì 11:00-13:30; mercoledì 16:30-19:00 (aula 1, sede via Flaminia)

Il ciclo di lezioni oggetto del modulo copre l'arco temporale di circa due secoli. Per quanto riguarda la periodizzazione il modulo assume come punto di origine storiografico l'innovazione dei sistemi tecnici e della produzione, che rappresenta l'asse portante della "rivoluzione industriale", e costituisce il momento finale dell'affermarsi della cultura razionale illuminista del XVIII secolo. Gli argomenti trattati, attraverso un percorso cronologico che comprende il XIX e il XX secolo, intendono mettere in evidenza i diversi, anche se spesso intrecciati, contributi di architetti o gruppi all'affermazione del linguaggio moderno. Le lezioni affronteranno i seguenti temi: l'Europa del primo Ottocento: nuove tecniche e nuovi materiali; la costruzione della città borghese e la nascita dell'urbanistica; le linee teoriche della cultura architettonica anglosassone e i revival stilistici; la metropoli americana e il mito wrightiano della prateria; la ricerca di un "nuovo stile"; il contributo delle avanguardie storiche; il ruolo dei maestri (Gropius, Le Corbusier, Mies van der Rohe, Wright); la diffusione del razionalismo e l'International Style; l'architettura italiana fra Fascismo e secondo dopoguerra. Obiettivo del corso di Storia dell'architettura moderna e contemporanea è quello di porre in evidenza e discutere le problematiche, i nodi teorici, i principali momenti e le figure del pensiero architettonico contemporaneo. Tale processo è necessario per allenare lo studente alla comprensione dei problemi dell'architettura nella loro determinazione storica e nell'indivisibile relazione con le altre componenti artistiche contemporanee e, dunque, per indurlo alla conoscenza sia dei protagonisti della cultura architettonica sia di quelli che fan loro corona; tutto questo al fine di fornire allo studente una conoscenza di base che si ritiene indispensabile riferimento per chi voglia svolgere consapevolmente il ruolo di project manager. Manuale di riferimento è il volume:

W.

Curtis, L'architettura moderna dal 1900, Phaidon, London (III edizione) 2006.

Bibliografia generale (bibliografia specifica segnalata durante le lezioni)

J.

Summerson, Il linguaggio classico dell'architettura, Einaudi, Torino 1970

R.

Middleton, D. Watkin, Architettura dell'Ottocento, Electa, Milano 1980

R.

Banham, Architettura della prima età della macchina, Marinotti, Milano 2005

Sull'architettura italiana del Novecento si prevede la lettura di alcuni saggi contenuti

nei volumi:

Storia dell'architettura italiana. Il primo novecento, a cura di G. Ciucci, G. Muratore, Milano,

Electa, 2004;

Storia dell'architettura italiana. Il secondo novecento, a cura di F. Dal Co, Milano, Electa 1997;

A.

Belluzzi, C. Conforti, Architettura italiana 1944-1994, Laterza, Roma-Bari 1994.

G.

Ciucci, Gli architetti e il Fascismo, Einaudi, Torino, 1984.

P.

Nicoloso, Gli architetti di Mussolini. Scuole e sindacato, architetti e massoni, professori

politici negli anni del regime, Franco Angeli, Milano 1999.

M. Tafuri, Storia dell'architettura italiana 1944-1985, Einaudi, Torino 1982.

Sulla storia dell'architettura e della costruzione:

M. Marandola, La costruzione in precompresso. Conoscere per recuperare il patrimonio italiano,

Il Sole24ORE, Milano 2009.

C. Rostagni, Luigi Moretti. 1907-1973, Electa, Milano 2008.

“Rassegna di Architettura e Urbanistica”, numero monografico Ingegneria Italiana, a cura di T.

Iori e S. Poretti, n. 121-122, gennaio-agosto 2007.

C.

Conforti, R. Dulio, M. Marandola, Giovanni Michelucci 1891-1990, Electa, Milano 2006.

S.

Poretti, La Casa del fascio di Como, Carocci, Roma 1998.

S.

Poretti, Progetti e costruzione dei Palazzi delle Poste a Roma 1933-1935, Edilstampa, Roma

1990.

Sull'architettura del Novecento a Roma:

P. O. Rossi, Roma. Guida dell'architettura moderna 1909-2011, Laterza, Roma-Bari 2012.

Roma, collana Guide Rosse, Touring Editore, Milano 2005.

A. Greco, G. Remiddi, Luigi Moretti. Guida alle opere romane, Palombi, Roma 2006.

A. Greco, G. Remiddi, Ludovico Quaroni. Guida alle opere romane, Palombi, Roma, Roma

2003.

A. Greco, G. Remiddi, Adalberto Libera. Guida alle opere romane, Palombi, Roma, Roma 2003.

A. Greco, S. Santuccio, Foro Italico, Multigrafica Editrice, Roma 1991.

Nel corso delle lezioni saranno indicati ulteriori testi di approfondimento.

calendario e temi delle lezioni (l’elenco è solo per argomenti, non sarà seguito

quest’ordine cronologico):

1 lezione – 5 ottobre 2015 (lunedì 11:00-13:30; aula 1, sede via Flaminia)

Introduzione. Presentazione del corso. Programma. Schede studenti. Metodi e modelli per la

storia.

– La

conoscenza storica nel progetto di architettura contemporanea: Roma come caso studio. Da Richard Meier ad Alessandro Anselmi.

2 lezione – 7 ottobre 2015 (mercoledì 16:30-19.00; aula 1, sede via Flaminia)

3 lezione – 13 ottobre 2015 – Industrializzazione e città. Le grandi esposizioni universali da Londra a Parigi, 1851 e 1889.

4 lezione –– La nascita di nuove capitali europee: Parigi, Vienna, Roma e Barcellona.

5 lezione –L’architettura del grattacielo americano: la Scuola di Chicago.

scuola d'arte di C.R. Mackintosh a Glasgow.

Arts & Crafts e la

6 lezione –- Art Nouveau: Van de Velde e Victor Horta (hotel Tassel, maison du Pouple).

Vienna e i grandi interventi urbani di Otto Wagner.

7 lezione –-Secessione viennese. Olbrich e Hoffmann. L'eredità di Wagner.

8 lezione –Il tramonto dell’eclettismo. Il problema dell’ornamento. Adolf Loos.

9 lezione –L’esperienza catalana: le architetture di Antoni Gaudi. – La tradizione ingegneristica e il cemento armato (Perret, Maillart, Hennebique, etc.).

10 lezione - La nascita del cemento armato in Italia, sperimentazione e innovazione. Il ponte

Risorgimento a Roma. Frank Lloyd Wright: innovazione e tradizione. La formazione e le prairie houses (I parte)

TESI DI LAUREA 30 OTTOBRE 2015 – GPE, via Flaminia. COMMISSIONE

11 lezione - Frank Lloyd Wright: innovazione e tradizione. Dall'Imperial hotel al Guggenheim

di New York (II parte)

12 lezione - Deutscher Werkbund: Razionalizzazione e industrializzazione. Peter Behrens e i

progetti per la AEG. Gropius e Bruno Taut all'Esposizione di Colonia del 1914. Architettura italiana fra futurismo e razionalismo. Antonio Sant'Elia e la nuova città.

13 lezione–Gropius e la Bauhaus, tra architettura e design. Da Weimar a Dessau.

14 lezione –L’architettura nordica: Alvar Aalto.

Le Corbusier. La cellula residenziale, dal modello Dom-ino, Citrohan a l’Unité di Marsiglia.

15 lezione –Le Corbusier e i progetti del dopoguerra

16 lezione –Mies van der Rohe: architetture in Europa e negli USA.

Architettura italiana del dopoguerra.

17 lezione –Sperimentazioni e innovazioni degli ingegneri italiani. Pier Luigi Nervi e gli esordi

18 lezione –Pier Luigi Nervi e le opere per le Olimpiadi di Roma 1960

19 lezione –Giuseppe Terragni e l'architettura italiana

20 lezione –Riccardo Morandi e la grande ingegneria italiana

21 lezione – Dal Foro Mussolini al Foro Italico. I progetti di Enrico Del Debbio e Luigi Moretti.

22 lezione –Luigi Moretti: dalle architetture romane al Nord America.

23 lezione – Marcello Piacentini e il progetto della città Universitaria.

La grande Esposizione di Roma E42. Frammenti dal Filmato La Roma di Mussolini

------------------------------------------------------------

dal 21 dicembre al 6 gennaio – vacanze di Natale

-------------------------------------------------------------

24 lezione – 7 gennaio 2016 –Tra demolizioni e nuove costruzioni: l'Ara Pacis da Ballio Morpurgo al progetto di Richard Meier.

25 lezione – 12 gennaio 2016 – Il dibattito sull’architettura americana nel dopoguerra: da Philip Johnson a Louis Kahn. Le nuove capitali: Brasilia, Chandigarh e Dacca. Proiezione selezioni scene dal Film “My Architect”

Esami – sessione primaverile

I appello

19 -26 gennaio 2016

II appello

1- 6 febbraio 2016

III appello

15 - 20 febbraio2016

Sopralluoghi e itinerari di architettura (facoltativi)

1.Roma Capitale piazza Esedra, via Nazionale, (Terme di Diocleziano – sistemazione Museale) 2.Roma Esposizione 1911 (Area delle Accademie Straniere – ponte Risorgimento) e Galleria Nazionale d’Arte Moderna - GNAM 3.Foro Italico 4.Città Universitaria

5.E42/Eur

6.Flaminio, Area Olimpica di Roma 1960 (villaggio Olimpico, palazzetto dello Sport, viadotto di corso Francia , stadio Flaminio) e i progetti del contemporaneo (Auditorium, Maxxi, ponte della Musica) Palazzo di Giustizia / Ara Pacis

FACOLTATIVI: Proposte di Architettura dei percorsi quotidiani

- stazione Termini il concorso e la galleria di testa, l’ala mazzoniana, la cappa mazzoniana; le mura serviane e l’agger serviano nel McDonald’s piano -1 della galleria commerciale in stazione, terme di Diocleziano e chiesa di santa Maria degli Angeli,

- Piazza del Popolo – porta del Popolo – Santa Maria del Popolo – santa Maria in Montesanto,

santa Maria dei Miracoli, palazzo per Uffici di Luigi Moretti a piazzale Flaminio – palazzo della Marina Militare – villino Andersen –ingresso di Villa Borghese -

- Palazzina di Giuseppe Capponi e Pier Luigi Nervi al lungotevere Arnaldo da Brescia, palazzina

di Zevi e Radiconcini in via Pisanelli, ponte Pietro Nenni di Moretti e Zorzi, palazzina de’ Salvi di Aschieri a piazza della Libertà 20 (1929-39)