Sei sulla pagina 1di 3

Come migliorare l'ottimizzazione dei motori di ricerca e posizionarsi più

in alto su Google nel 2018


Per qualsiasi azienda con una presenza digitale, in particolare le società di e-commerce che vendono
esclusivamente online, il traffico organico verso il proprio sito Web rimane una sfida costante e una parte
integrale del processo di conversione dei clienti.

Sviluppare un prodotto o una soluzione che abbia valore e soddisfi le esigenze del consumatore è
ovviamente una parte significativa per avere successo online. Tuttavia la parte più importante rimane
individuare il target di riferimento.

Gli sforzi di marketing tradizionali come campagne di email marketing, affiliazione e social media
rimangono un modo efficace per indirizzare i potenziali clienti verso il tuo blog e le pagine di destinazione.
Ma nel mondo dell'ecommerce, a volte non è abbastanza.

Garantire che il tuo sito web sia ottimizzato per i motori di ricerca aumenterà il traffico organico e
pertinente e infine amplierà la parte superiore della tua canalizzazione di vendita, un passo fondamentale
nel mercato dell'e-commerce in continua evoluzione e competitivo.

Ecco sette suggerimenti presi dalla consulenza SEO e digital del mio sito web gstarseo per aiutarti a
potenziare l'ottimizzazione dei motori di ricerca quest'anno:

1. Sviluppare contenuti rilevanti e di qualità

Secondo Moz, ci sono generalmente tre tipi di query di ricerca:

- Voglio fare qualcosa

- Voglio sapere una cosa

- Voglio andare da qualche parte

Per chi è nuovo in ambito SEO, quando un utente inserisce una query nella barra di ricerca, Google indicizza
e posiziona le pagine che corrispondono a quell'argomento in base alla pertinenza, quindi filtrate in base
alla popolarità. Che tu stia scrivendo un blog sul tuo ultimo prodotto o creando una pagina di destinazione
che offre una prova gratuita, crea una copia che includa parole chiave specifiche per la tua attività. Servizi
come Google Keyword Planner o Google Trends possono mostrare quali parole chiave scegliere come
target in base alla competitività del posizionamento di una parola o frase specifica o della dimensione del
volume di ricerca.

Ma ricorda di non esagerare con la quantità di parole chiave. Stai scrivendo per il tuo pubblico, non solo per
i motori di ricerca. Infatti, il nuovo algoritmo di indicizzazione semantica latente di Google rileva che la
relazione tra le parole chiave e l'immagine complessiva dei frame dei contenuti è importante tanto quanto
le parole chiave stesse. Quindi concentrati sull'argomento in generale e scrivi nel modo più naturale
possibile tenendo a mente ciò che vuoi che facciano i tuoi visitatori.

2. Utilizza un titolo stretto e meta descrizione

Il titolo e la meta descrizione della tua pagina non hanno solo un impatto significativo sull'indice e sul
posizionamento, ma sono anche i due elementi visualizzati per un utente quando il tuo contenuto appare in
una ricerca su Google. Pertanto, incidono in modo significativo sulla probabilità di un utente di fare clic sul
tuo sito web.

Per ogni pagina, sviluppa un titolo chiaro e conciso ma descrittivo che comunichi esattamente ciò che un
utente troverà nella pagina. Allo stesso modo, nota che la meta description è lo snippet di testo sotto il
titolo che si espande su ciò che i visitatori troveranno quando fanno clic. Mantieni ogni meta descrizione
breve (160 caratteri o meno) e usala con saggezza.

3. Costruire un portafoglio a ritroso

La credibilità rimane una metrica chiave con cui Google indicizza le pagine. Posizionare il tuo sito web come
l'autorità su un argomento di settore ti porterà nelle grazie dei robot di Google molto più facilmente
rispetto a siti che sembrano meno legittimi.

Link Building: fonti attendibili che collegano le pagine del tuo sito aumenteranno significativamente la tua
SEO. Mostra che il tuo sito è credibile, che Google userà per designare la tua pagina come di livello
superiore. Persegui le fonti che hanno una popolarità globale, sono affidabili (siti universitari, organizzazioni
non profit, ecc.), Pubblicano contenuti aggiornati di frequente e mantengono la leadership del pensiero nel
tuo settore.

Backlink senza link infatti, gli algoritmi di Google sono diventati così avanzati che anche se una fonte non si
ricollega direttamente a te - piuttosto si limita a nominare la tua azienda o il tuo prodotto - avrà comunque
un impatto positivo sul posizionamento del tuo sito web.

4. IL focus è su Mobile

Secondo Google, la popolarità di smartphone e tablet ha portato a oltre il 50% delle ricerche effettuate su
un dispositivo mobile rispetto a un laptop o desktop. Se un consumatore sta conducendo ricerche sui
prodotti, ci sono ottime possibilità che lo facciano da un dispositivo mobile.

In realtà, Google ha accennato al lancio di massa di un indice mobile-first, che darà la priorità ai suoi
ranking delle pagine in base alle versioni mobili dei siti web rispetto alle loro controparti desktop. Preparati
per l'indicizzazione mobile-first ottimizzando la versione mobile del tuo sito per design, facilità d'uso e
chiarezza.

5. Ottimizza le immagini

Viviamo in un mondo visivo e i visitatori del Web non si aspettano niente di meno. Quando un potenziale
cliente visita il tuo sito, vuole vedere che aspetto ha il tuo prodotto e come funziona. Non solo dovresti
includere immagini su ciascuna delle tue pagine, devi anche aggiungere le tue parole chiave nell’alt tag di
quelle immagini

6. Porta le tue pagine alla velocità della luce

Questo è semplice. Con tutte le opzioni di ricerca che gli utenti hanno a portata di mano, se le tue pagine si
caricano lentamente, puoi scommettere che i visitatori non resteranno lì a lungo. Assicurati che il tuo sito
sia reattivo (Google suggerisce cinque secondi o meno per caricamento della pagina), per mantenere
profitti e conversioni di potenziali clienti e clienti.

7. Ottimizza per Ricerca vocale

Che si tratti di Siri, Alexa, Echo o di qualsiasi altro assistente digitale, Google riporta che ben il 20% delle
ricerche è basato sulla voce. Quindi, come ottimizzano le aziende di e-commerce per questo trend in
crescita? Caratterizza un tono di conversazione nei tuoi contenuti web, include parole chiave long-tail e -
perché le ricerche vocali spesso prendono la forma di domande - progetta le tue pagine con domande dei
clienti adiacenti alle risposte della tua azienda. Quindi, sviluppa contenuti sul modo in cui il tuo prodotto
soddisfa quei criteri con un tono simile.

Sommario

Poiché Google sta costantemente migliorando i suoi algoritmi per garantire che gli utenti ricevano i risultati
più pertinenti per le loro query di ricerca, le migliori pratiche SEO si stanno evolvendo a loro volta. Quindi,
mantieniti informato su queste tendenze per continuare a far crescere il tuo traffico organico e, in
definitiva, la tua attività.

Qui una risposta che ho scritto su Quora di recente su come aumentare le vendite del tuo ecommerce