Sei sulla pagina 1di 2

Piazza San Miniato

23 giugno 2018: dall’alba fino a notte

Grandi e piccoli per la festa del nostro millenario


«Abbiamo bisogno di riconoscere la città a partire da uno di ieri e di oggi, coi tanti laboratori artigianali quel giorno
sguardo contemplativo, ossia uno sguardo di fede che scopra aperti alla vostra operosa curiosità, con il ritmo e i timbri di
quel Dio che abita nelle sue case, nelle sue strade, nelle sue trascinanti bande musicali, con le sorprendenti visite guidate
piazze… Egli vive tra i cittadini promuovendo la solidarietà, la a tanti dettagli spesso trascurati e con tanto altro ancora
fraternità, il desiderio di bene, di verità, di giustizia. Questa per dimostrarci a vicenda che San Miniato al Monte non può
presenza non deve essere fabbricata, ma scoperta, svelata… esistere senza accogliere la vita della città e che forse vale
una cultura inedita palpita e si progetta nella città». davvero anche il contrario: Firenze ha ogni giorno bisogno
A noi monaci, forse troppo spesso convinti di dover cercare della verticale bellezza di San Miniato.
Dio solo oltre gli orizzonti del cielo, queste forti parole di «Siamo qui per questo. Stringiamoci la mano, sugli spalti di
papa Francesco hanno lasciato un gran senso di sorpresa pace, nel segno di San Miniato», così ci esortava nel 1997
e di stupore. E forse sono state davvero loro la principale Mario Luzi e così finalmente faremo assieme a voi, con
ispirazione del nostro desiderio di voler donare a Firenze leggerezza lieta e consapevole, la vigilia di San Giovanni,
una giornata in cui, dall’alba alla notte, tutta la cittadinanza dalle nostre lodi in canto gregoriano delle ore 6.30 fino alla
si sentisse invitata a salire a San Miniato al Monte per un cerimonia di consegna dei Fiorini d’oro, per poi sfiorare la
reciproco dono: alla città il nostro cielo e a noi monaci il suo mezzanotte respirando nel buio della Basilica la musica
fecondo e febbrile mistero. notturna del grandissimo Luigi Dallapiccola. Perché la pace
Accorciare le distanze, creare assieme, condividere tempi, di San Miniato, per un giorno e una notte almeno, sia la vera
spazi e saperi: sono questi i tre obbiettivi che ci siamo proposti patria di tutti noi e la dimora sicura dei nostri sogni più belli.
per il 23 giugno 2018. Quel giorno aspettiamo quassù grandi
e piccini, solitari e nuclei famigliari, credenti e non-credenti,
fiorentini e non fiorentini, tutti invitati a celebrare assieme Padre Bernardo,
alla comunità monastica i nostri mille anni di storia col canto Abate di San Miniato al Monte

www.sanminiatoalmonte.it

Con il patrocinio di Copromosso da Progetto a cura di

Pontificio Consiglio CITTÀ METROPOLITANA Marchio concesso ai sensi dell’art.


della Cultura
DI FIRENZE
6 comma 4 della L.R. 15/2010

Si ringrazia
Centro studi Luigi Dallapiccola | Fondazione Teatro della Toscana | Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards
In collaborazione con
Centro commerciale naturale del Piazzale Michelangelo
Programma | 23 giugno 2018
LA LITURGIA DELLE ORE UN MILLENNIO DI LUCE:
La preghiera dei monaci benedettini in canto gregoriano osservazione del Solstizio d’Estate
Ore 6.30 - Lodi A cura di Simone Bartolini
Ore 7.15 - Celebrazione eucaristica* Ore 13.15
Ore 9.15 - Terza
Ore 12.45 – Sesta Dopo 800 anni recentemente è stata riscoperta la funzione
Ore 14.15 - Nona astronomica e simbolico solare del grande zodiaco
Ore 18.30 - Vespri marmoreo di San Miniato al Monte. Alle 13:53 in prossimità
*A conclusione colazione offerta dalle aziende del Centro Commerciale del mezzogiorno solare, un raggio di sole illuminerà il segno
Naturale del Piazzale Michelangelo del Cancro annunciando il Solstizio d’Estate. Eseguito nel
1207, su modello di quello quasi identico del Battistero
ORA ET LABORA, gli antichi mestieri dei monasteri che le cronache dicono “fatto per astronomia” e ora non
Tutti i laboratori sono adatti per adulti e bambini. più funzionante, lo zodiaco di San Miniato viene illuminato
A conclusione ciascuno potrà portare via con sè ciò che esattamente sul segno del Cancro per pochi giorni e per
ha realizzato. pochissimi minuti a cavallo del Solstizio d’Estate.

Oltre che luoghi di preghiera e meditazione, i monasteri che INCONTRI CANTATI in Basilica
seguivano la regola benedettina divennero nel Medioevo Ore 14.30 - 16.30
opifici e officine: dalle abili mani di monaci e monache In vista del progetto HAEC EST PORTA COELI che si terrà
presero forma sete ricamate, volumi riccamente decorati, a San Miniato ad aprile 2019, il gruppo Open Program del
candele, miniature e perfino farmaci, biscotti e liquori. Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards
direttoda Mario Biagini, presenterà una prima
Durante la giornata sarà possibile partecipare ai laboratori dimostrazione di lavoro, invitando i presenti ad unirsi al
condotti da Maestri artigiani: gruppo che canterà brani dal canone gregoriano, degli
antichi canti armeni e mediorientali, fino ad arrivare ai
dalle ore 10.00 alle ore 13.00 canti tradizionali di varie parti del mondo.
La doratura con la foglia oro
con Francesca Brogi e Gabriele Maselli IN BANDA!
Per sperimentare l’antica tecnica artistica che fin dal Esibizione sul sagrato delle bande filarmoniche
Medioevo dona alle superfici i riflessi luminosi dell’oro.
Ore 16.15
Ghirlande e bouquets con fiori spontanei Esecuzione della banda norvegese Bronnoysund
con Livia e Ruth Music Korp
Per imparare a intrecciare i fiori e le piante spontanee con
cui da sempre si sono abbellite case, palazzi e chiese.
CERIMONIA DI CONSEGNA DEI FIORINI D’ORO
La produzione delle candele ore 21.00
di cera d’api Si svolgerà quest’anno sul sagrato di San Miniato la
con i monaci di San Miniato tradizionale cerimonia di consegna dei Fiorini d’oro del
Per conoscere il processo utilizzato tutt’oggi dai monaci di Comune di Firenze. A consegnare le onorificenze sarà il
San Miniato per realizzare candele e ceri. Sindaco Dario Nardella.

dalle ore 15.00 alle ore 18.00 IN BANDA!


La lavorazione del legno A seguire
con Omero Soffici Esecuzione della Toscana junior Band
Per sperimentare la tecnica artistica dell’intaglio con cui
da una superficie lignea si ricavano figure in rilievo. Ore 23.15
CONCERTO DEL CORO E DELL’ENSEMBLE LUIGI
Plasmare con l’argilla DALLAPICCOLA
con Sandra e Stefano Giusti Luciano Garosi, direttore
Per sperimentare le potenzialità creative ed espressive di
questo materiale utilizzato fin dall’antichità Nell’ambito del ciclo Dallapiccola torna in città, promosso
dal Maggio Musicale Fiorentino e dal Centro Studi Luigi
L’arte di intrecciare il vimini Dallapiccola, che prevede 3 appuntamenti al Maggio e
Giotto Scaramelli 40 appuntamenti in città, viene realizzato questo speciale
Per impare a intrecciare cesti di paglia e vimini secondo le appuntamento all’Abbazia di San Miniato al Monte, nel
tecniche tradizionali. quale la musica di Dallapiccola, che è primariamente
ricerca teologica attraverso i suoni, approda nel mistero
VISITE GUIDATE ALLA BASILICA notturno della Basilica. Un’occasione preziosa in cui le
dalle ore 10.00 alle ore 13.00 strade dell’uomo incontrano quelle di Dio.
dalle ore 15.00 alle 18.00
Durata: 1 ora circa
Prenotazione presso il punto informazioni Tutte le attività sono a ingresso gratuito.
Durante la giornata verranno organizzate visite guidate Durante il pomeriggio giochi tradizionali per bambini a cura
all’interno della Basilica, capolavoro dell’architettura dell’associazione “Ingegneria del Buon Sollazzo”
romanica fiorentina, e al Cimitero delle Porte Sante. Durante tutta la giornata sarà aperta la farmacia monastica
dove acquistare gelati, crostate, biscotti vari, bevande fresche
Le visite verranno svolte in italiano e in inglese, per adulti e bambini.
oltre ad altri prodotti erboristici provenienti dal lavoro dei
monaci benedettini.

Interessi correlati