Sei sulla pagina 1di 2

Riabilitazione

motoria in
chirurgia
urologica
Una Guida
per i pazienti
A cura di:
• Servizio di Fisioterapia
• Divisione di Urologia

Our Booklets
http://www.ieo.it

CED DO 1125 A

Istituto Europeo di Oncologia


Via Ripamonti, 435 - 20141 MILANO
Comitato Educazione Sanitaria
Indicazioni fisioterapiche dopo intervento secondi, quindi rilassare per 15 secondi.
di prostatectomia radicale e neovescica Ripetere la contrazione per 15 volte.
Alla fine di ogni settimana di allenamento,
Esercizi per il recupero della continenza urinaria aumentare il tempo di tenuta di 1 secondo, fino ad
arrivare a 10 secondi di tenuta della contrazione.
Nello stesso modo, aumentare ogni settimana di 1
POSIZIONE contrazione, fino ad arrivare a 20 contrazioni, oltre
le quali non si deve più aumentare.
Sdraiato, ginocchia piegate appoggiate su due Quindi, la 2° settimana risulteranno: 5 secondi di
cuscini, gambe rilassate. tenuta della contrazione per 16 contrazioni, sempre
con 15 secondi di pausa tra una contrazione e
l’altra.
1° ESERCIZIO
Questi esercizi vanno continuati fino al
Respirare con il naso, gonfiando e sgonfiando la raggiungimento della completa continenza.
pancia, e controllando con una mano appoggiata su Per ottenere un adeguato rinforzo muscolare, sarà
di essa, che i muscoli addominali non si importante eseguire la contrazione dell’esercizio
contraggano. n° 2 anche durante la giornata, ad esempio seduti
Contrarre il perineo con la massima forza possibile in poltrona guardando la TV, o in ufficio.
per 3 secondi, controllando con la mano che i E’ altresì importante chiarire che qualsiasi sforzo
muscoli addominali rimangano rilassati. che provoca un aumento della pressione addominale
Quindi rilassare per 6 secondi. (come soffiarsi il naso, tossire o sollevare un peso)
Ripetere la sequenza per 10 volte. va a gravare sul meccanismo di continenza e
potrebbe provocare incontrollate fuoriuscite di
urina.
2° ESERCIZIO Quindi, occorre, un istante prima di effettuare lo
sforzo, ricordarsi di contrarre il perineo e di
Respirare con il naso, gonfiando mantenerlo contratto per tutta la durata dello sforzo.
e sgonfiando la pancia, e controllando Anche questo diventa perciò un esercizio da
con una mano appoggiata su di essa, che i muscoli effettuarsi durante la giornata.
addominali non si contraggano .
Iniziare a contrarre il perineo con una forza di 1/4
In caso di dubbi e/o difficoltà, chiamare:
inferiore alla forza massima possibile, sempre
➧ Servizio di Fisioterapia 02/57489747
controllando con la mano che i muscoli addominali
non si contraggano; tenere la contrazione per 4 ➧ Divisione di Urologia 02/57489746