Sei sulla pagina 1di 9

Trasformatore trifase

Corrente a vuoto con primario a stella con neutro e secondario a stella

Si considera per semplicità un trasformatore simmetrico.

Per effetto
P ff tt ddella
ll non lilinearità
ità d
dell circuito
i it magnetico
ti d
dovuta
t all’effetto
ll’ ff tt della
d ll saturazione,
t i una
grandezza tra il flusso e la corrente magnetizzante non è sinusoidale .

Ragionando in maniera simile al caso del trasformatore monofase è la corrente


magnetizzante che risulta essere deformata.
f
Trasformatore trifase

Sviluppando in serie di Fourier, ed arrestando lo sviluppo alla quinta armonica si avrà:


⎪i1 = I11 sen( ωt) + I13 sen(3ωt) + I15 sen(5 ωt) + ...

⎪ 2π 2π 2π
⎨i 2 = I 21 sen( ωt - ) + I 23 sen3( ωt - ) + I 25 sen5( ωt - ) + ...
⎪ 3 3 3
⎪ 4π 4π 2π
⎪⎩i 3 = I 31 sen( ωt - 3 ) + I 33 sen3( ωt - 3 ) + I 35 sen5( ωt - 3 ) + ...

Le armoniche di ordine pari sono nulle, poiché la forma d’onda della corrente è simmetrica
rispetto all’asse delle ascisse.

Le p
prime armoniche rappresentano
pp una terna diretta ed hanno risultante nulla.


⎪i11 = I11 sen( ωt)

⎪ 2π
⎨i 21 = I 21 sen( ωt - )
⎪ 3
⎪ 4π
i
⎪⎩ 31 = I 31 sen( ω t - )
3
Trasformatore trifase

Le terze armoniche rappresentano una terna omopolare ed hanno risultante non nulla.


⎪i 13 = I 13 sen(3ωt)
⎪ ⎧i 13 = I 13 sen(3ωt) ⎧i 13 = I 13 sen(3ωt)
⎪ 2π ⎪ ⎪
⎨i 23 = I 23 sen3( ωt − ) ⇒ ⎨i 23 = I 23 sen(3ωt − 2π ) ⇒ ⎨i 23 = I 23 sen(3ωt)
⎪ 3 ⎪i = I sen(3ωt − 4π ) ⎪i = I sen(3ωt)
⎪ 4π ⎩ 33 33 ⎩ 33 33
i
⎪ 33 = I sen3( ω t − )

33
3

Le q
quinte armoniche rappresentano
pp una terna inversa ed hanno risultante nulla

⎧ ⎧ ⎧
⎪i 15 = I 15 sen(5 ωt) ⎪i 15 = I 15 sen(5 ωt) ⎪i 15 = I 15 sen(5 ωt)
⎪ ⎪ ⎪
⎪ 2π ⎪ 10π ⎪ 4π
⎨i 25 = I 25 sen5( ωt − ) ⇒ ⎨i 25 = I 25 sen(5 ωt − ) ⇒ ⎨i 25 = I 25 sen(5 ωt − )
⎪ 3 ⎪ 3 ⎪ 3
⎪ 4π ⎪ 20π ⎪ 2π
i
⎪ 35 = I sen5(
5( ω t − ) i
⎪ 35 = I sen(5
(5 ω t − ) i
⎪ 35 = I sen(5
(5 ω t − )
⎩ ⎩ ⎩
35 35 35
3 3 3
Trasformatore trifase

Attraverso il conduttore di neutro circolerà la risultante delle terze armoniche.

La presenza del conduttore di neutro permette la circolazione delle componenti di terza


armonica della corrente magnetizzante che quindi si deforma, mantenendo il flusso, e quindi
la f.e.m. indotta, sinusoidale.

L'unico inconveniente che può verificarsi è costituito dal disturbo che la corrente alla
frequenza di 150 Hz circolante nel neutro può introdurre nelle linee telefoniche vicine alla rete
elettrica che alimenta il trasformatore.
Trasformatore trifase

Corrente a vuoto con primario a stella e secondario a stella

In questo caso il primario del trasformatore è privo del conduttore di neutro, quindi per la
legge di Kirchhoff ai nodi la somma delle correnti entranti al centro stella deve dare risultante
nulla, sia che si tratti delle componenti fondamentali che delle componenti di terza armonica.
Trasformatore trifase

Le componenti di prima e quinta armonica danno sempre risultante nulla, mentre le


componenti di terza armonica, essendo in fase tra di loro, danno risultante nulla solo se sono
identicamente nulle, ovvero

i3A(t) = i3B(t) = i3C(t) = 0 .

Ne consegue che in questo caso, al contrario del trasformatore monofase, le correnti


magnetizzanti devono essere sinusoidali e di conseguenza devono essere deformati i flussi.
Trasformatore trifase

I flussi contengono infinite armoniche triple con una componente di terza armonica
dominante. Considerando solo la prima e la terza armonica si ha:

ϕ1 = ϕ11 + ϕ13

ϕ2 = ϕ21 + ϕ23

ϕ3 = ϕ31 + ϕ33
Trasformatore trifase

Si ha quindi:

ϕ1 + ϕ2 + ϕ3 = ϕ11 + ϕ133 + ϕ21 + ϕ233 + ϕ331 + ϕ33

Poiché:
ϕ11 + ϕ21 + ϕ31 = 0

Si ha essendo ϕ13 = ϕ23 = ϕ33:

ϕ1 + ϕ2 + ϕ3 = 3ϕ13 = ϕ0

La componente di terza armonica del flusso si chiude in aria o attraverso il cassone del
trasformatore, presentando questo una permeabilità magnetica maggiore di quella dell'aria.

Le perdite per correnti parassite nel metallo del cassone saranno rilevanti tenendo conto che
il flusso omopolare ha una frequenza di 150 Hz.
Trasformatore trifase

L deformazione
La d f i dei
d i flussi
fl i causa una deformazione
d f i delle
d ll forze
f elettromotrici
l tt t i i indotte.
i d tt

Siano E1, E2 ed E3 le tensioni stellate in assenza di saturazione ed E0 la tensione omopolare


indotta dalla componente di terza armonica del flusso. Quest’ultima ha pulsazione 3ω e, nel
diagramma isofrequenziale, ruoterà con velocità 2ω.

Si ha una rotazione del centro stella ed una deformazione delle tensioni di fase.

Le tensioni concatenate sono costanti poichè i vertici del triangolo restano fissi (infatti le
componenti di terza armonica si elidono)
elidono).