Sei sulla pagina 1di 102

portfolio

sabrina casonato

IUAV Università degli studi di Venezia


ETSAS Universidad de Sevilla

facoltà di architettura
corso di laurea specialistica in architettura della costruzione
laboratorio integrato iuav
di progettazione 1 venezia

renato rizzi
progetto

francesco mutignani
strutture

maurizio schembri
urbanistica
laboratorio integrato iuav
di progettazione 2 venezia

pierantonio val
progetto

mario de miranda
strutture

matteo rigo
impianti

vittorio manfron
tecnologia
laboratorio integrato iuav
di progettazione 3 venezia

carlo cappai
progetto

paolo foraboschi
strutture

paolo faccio
restauro
taller internacional de arquitectura etsas
sevilla
guillermo vázquez consuegra
progetto
tesi di laurea etsas
sevilla
guillermo vázquez consuegra
progetto
iuav
venezia
Il sito scelto per il progetto è un lotto confinante con la Hacienda Su Eminencia con cui

forma un isolato a ridosso della circonvallazione SE-30, a est della città di Siviglia.

L’edificio è situato nelle vicinanze della superstrada in un contesto urbano non defi-

Il sito scelto per il progetto è un lotto confinante con la Hacienda Su Eminencia con cui
nito, in un territorio sconnesso tuttavia in processo di urbanizzazione e dotato di un
forma un isolato a ridosso della circonvallazione SE-30, a est della città di Siviglia.

potenziale straordinario.
L’edificio è situato nelle vicinanze della superstrada in un contesto urbano non defi-

nito, in un territorio sconnesso tuttavia in processo di urbanizzazione e dotato di un


Chissà che la costruzione in oggetto possa essere l’ultima opportunità nella strategia
potenziale straordinario.

di necessaria monumentalizzazione della


Chissà che la costruzione periferia
in oggetto per poter
possa essere arricchire
l’ultima opportunità nellatale contesto
strategia

di necessaria monumentalizzazione della periferia per poter arricchire tale contesto


urbano con un edificio singolare, ad uso misto, capace di riqualificare e riidentificare
urbano con un edificio singolare, ad uso misto, capace di riqualificare e riidentificare

un settore suburbano così eterogeneo


un settore suburbano cosìeeterogeneo
non definito.
e non definito.

Antichi borghi con trama in reticolo si confondono con nuove urbanizzazioni; sobbor-
Antichi borghi con trama in reticolo si confondono con nuove urbanizzazioni; sobbor-
ghi di formazione spontanea si alternano a poligoni industriali e strutture ferroviarie. In

ghi di formazione spontanea si residenziale


tale contesto alternano a poligoni
e industriale, spiccanoindustriali e strutture
due grandi realtà ferroviarie. In
urbane: l’autostrada

SE-30 e il Parco Amate; due elementi infrastrutturali di scala sovraurbana che caratte-
tale contesto residenziale e industriale, spiccano due grandi realtà urbane: l’autostrada
rizzano il territorio sia da un punto di vista formale che spaziale. Dal un lato la traccia

SE-30 e il Parco Amate;ampia,


dueprofonda e di confine dell’autostrada che divide lo spazio urbano e dall’altro
elementi infrastrutturali di scala sovraurbana che caratte-
la grande estensione, ampia e verde, del Parco di Amate più esteso dei giardini storici

rizzano il territorio sia della


da un città,punto
il Parco didi vista
Maria Luisa.formale che spaziale. Dal un lato la traccia

Dalla considerazione di tutti questi fattori che caratterizzano il lotto, emerge la propo-
ampia, profonda e di confine dell’autostrada che divide lo spazio urbano e dall’altro
sta di costruire un edificio in altezza, un elemento su grande scala, capace di confron-

la grande estensione, ampia e verde,


tarsi con queste grandi del
realtàParco
urbane edi Amate più
di diventantare, alloesteso deiungiardini
stesso tempo, elemento storici

di riferimento imprescindibile per tutto il tessuto urbano circostante.


della città, il Parco di Maria Luisa.

Dalla considerazione diSiviglia,


tuttimarzo
questi
2010fattori che caratterizzano il lotto, emerge la propo-

sta di costruire un edificio in altezza, un elemento su grande scala, capace di confron-


Guillermo Vázquez Consuegra

tarsi con queste grandi realtà urbane e di diventantare, allo stesso tempo, un elemento

di riferimento imprescindibile per tutto il tessuto urbano circostante.

Siviglia, marzo 2010

Guillermo Vázquez Consuegra

Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez
HIBRIDI VERTICALI
100 %
1,2 0,9 1,8 1,5 2 3
OTHER 8,8 9 3 10,8
1,5 2,9 3,9
2,3 8 19 16 15,8
12
28,7
SPORT 7,2 2,2
11 15,5 16,9
7,9

33,5
3 4,4
EDUCAZIONE
17,7 4 16

45,1
2,6
6 7,8
CIVICO 10
11,5 7,2 3,4
17,6

58,8 39 30
50
CULTURA 7
6,2

35 13,3

USI
26,1
38,7
HOTEL
18,2 9 12
SHOPPING
12,3
16,3
27,4
UFFICI 12
22,3
26,5 34,4 14,3
APPARTAMENTI/UFFICI
33 12,3
40
APPARTAMENTI

29 33,8 0,9 31 29 27,3 24 25,2 24,8


PARCHEGGIO 12 22 19,8
15
6,5
0%

300 m 301 m

235,4 m

213,4 m

180 m 183,2 m
173 m
161,6 m 165 m

108 m 117 m

100 m
68 m

Linked Hybrid Torre Spina. Turin, it Torre SEVILLA Scala Tower Bundle Tower SK STrenue The Edge Tour de La Chapelle 111 First Street Campus Center. Miami, us Museum Plaza Torre SyV Dubai Renaissance Tour Signal
Beijing, cn Ábalos+Sentkiewicz, Sevilla, es Copenhagen, dk Seoul, kr Dubai, ae Paris, fr Jersey City, us Oppenheim Louisville, us Madrid, es Dubai, ae Puteaux, fr
Steven Holl Architects León López de la Osa MB-SC BIG Mass Studies RCR arquitectes Ábalos+Sentkiewicz OMA Architecture+Design REX Rubio&Álvarez-Sala OMA Jean Nouvel

SUPERFICIE DE PARCELA SUPERFICIE DE PARCELA


PLOT AREA PLOT AREA SUPERFICIE DE PARCELA
17.900 m2 17.993 m 2 PLOT AREA
SUPERFICIE CONSTRUIDA SUPERFICIE CONSTRUIDA
SUPERFICIE CONSTRUIDA 31.400 m 2
GROSS FLOOR AREA GROSS FLOOR AREA
GROSS FLOOR AREA 112.330 m 2
221.000 m 2 343.990 m 2

100% SUPERFICIE CONSTRUIDA 7,89 SUPERFICIE CONSTRUIDA


GROSS FLOOR AREA EDIFICABILIDAD GROSS FLOOR AREA
OCUPACIÓN
141.900 m 2 FLOOR AREA RATIO 462.500 m 2
COVERED AREA
SUPERFICIE CONSTRUIDA
2,63 GROSS FLOOR AREA
2,52 14,68 100%
EDIFICABILIDAD 80.000 m 2 EDIFICABILIDAD
EDIFICABILIDAD OCUPACIÓN
FLOOR AREA RATIO FLOOR AREA RATIO FLOOR AREA RATIO
SUPERFICIE DE PARCELA COVERED AREA
20% PLOT AREA 10,38
OCUPACIÓN 48,2% 7.654 m 2 EDIFICABILIDAD
COVERED AREA OCUPACIÓN FLOOR AREA RATIO
25% 6,359 COVERED AREA
100%
OCUPACIÓN EDIFICABILIDAD OCUPACIÓN
COVERED AREA FLOOR AREA RATIO COVERED AREA

SUPERFICIE DE PARCELA
SUPERFICIE DE PARCELA PLOT AREA
PLOT AREA 81.903 m 2
61.800 m 2
SUPERFICIE DE PARCELA SUPERFICIE DE PARCELA SUPERFICIE DE PARCELA SUPERFICIE CONSTRUIDA
SUPERFICIE CONSTRUIDA GROSS FLOOR AREA
PLOT AREA SUPERFICIE CONSTRUIDA PLOT AREA GROSS FLOOR AREA PLOT AREA
4.065 m 2 9.947 m 2 7.500 m 2 129.000 m 2
GROSS FLOOR AREA 120.000 m 2
SUPERFICIE CONSTRUIDA 113.000 m 2
SUPERFICIE DE PARCELA
PLOT AREA GROSS FLOOR AREA
48.800 m SUPERFICIE
2
DE PARCELA SUPERFICIE CONSTRUIDA
14.164 m 2 GROSS FLOOR AREA
PLOT AREA
5.295 m 2 232.714 m 2 21,1%
OCUPACIÓN
COVERED AREA SUPERFICIE DE PARCELA
20,5% SUPERFICIE CONSTRUIDA PLOT AREA
OCUPACIÓN GROSS FLOOR AREA 3.500 m 2 (tower footprint)
COVERED AREA 39.898 m 2
75,4% 10,41
EDIFICABILIDAD
OCUPACIÓN
43% COVERED AREA
FLOOR AREA RATIO
100%
OCUPACIÓN OCUPACIÓN
2,20 COVERED AREA COVERED AREA
EDIFICABILIDAD SUPERFICIE CONSTRUIDA
5,77
SUPERFICIE DE PARCELA 19,40
FLOOR AREA RATIO GROSS FLOOR AREA PLOT AREA EDIFICABILIDAD
1:5.000 66.000 m 2 EDIFICABILIDAD
FLOOR AREA RATIO
22.417 m 2 FLOOR AREA RATIO 36,86
EDIFICABILIDAD
100% 20,6% FLOOR AREA RATIO
OCUPACIÓN
OCUPACIÓN
COVERED AREA
COVERED AREA

8,69 3,93
EDIFICABILIDAD EDIFICABILIDAD
FLOOR AREA RATIO FLOOR AREA RATIO

L’edificio ibrido è una sorta di barometro che misura l’evoluzione della nostra società. Ogni nuova giustapposizione riflette la volontà di affrontare il presente

e di estendere la ricerca al futuro. Molti progetti ibridi, per esempio quelli che combinano uffici e garage, un tempo il prodotto di una scintilla programmatica causata

dalla compressione urbana, sono poi stati assimilati dall’architettura tradizionale. La Braddock Carnegie Library, rivoluzionaria quando si stabilì in una piccola cittadina

industriale, continua ad essere un modello per il rinnovamento di desolati centri cittadini. Altri irrealizzati progetti ibridi, come il One Hundred Story Building e il Man-

hattan Apartment Bridge sembravano essere troppo avvenieristici per la loro epoca e offensivi nei confronti dell’immaginario della società rappresentando un mondo

più efficiente ed audace. Eppure continuano ad essere dei simboli di riferimento per quella ibridazione programmatica dalla quale sono stati creati.

La prova empirica di questo catalogo viene proposta per sfidare le visioni contemporanee della città. Le basi dell’architettura urbana americana giacciono nel progetto

a griglia della struttura urbana sottostante e nell’eterogeneità programmatica della città del diciannovesimo secolo. Una strategia per il rinnovamento delle nostre cit-

tà deve proporre una struttura compatibile con la continuazione della griglia ortogonale e che possa conciliare le molteplici e apparentemente contraddittorie attività

della città. Gli edifici ibridi, multifunzionali per definizione e adattabili alle restrizioni della griglia, possono servire da modello per il rinnovamento delle città ame-

ricane.

Da questa raccolta di proposte e realizzazioni di edifici ibridi risulta evidente che la moderna insistenza su una corrispondenza uno a uno tra la forma dell’edificio

e le sue funzioni non può essere sempre valida. Qui, edifici ibridi con funzioni simili, trovano espressione in più di una forma. Sia la Tower Olympic che la Price Tower

combinano uffici e appartamenti ottenendo risultati sorprendentemente differenti. Allo stesso modo, edifici con forme simili combinano molteplici funzioni

differenti, come riscontrabile in tre edifici ibridi: la Bozeman City Hall and Opera House, il Yale Center for British Art e il Missouri Athletic Club. La risolutezza di pro-

gramma e forma proposta dai modelli tipologici dell’ambiente urbano appare alquanto nostalgica se paragonata all’edificio ibrido che sfida ogni tipo di categorizza-

zione della tipologia costruttiva.

Gli edifici ibridi qui catalogati non vengono concepiti come modelli o tipologie da riprodurre con qualche adattamento. Essi rappresentano il trionfo dell’ingegno e

dell’audacia dei loro progettisti. Il contributo individuale dell’architetto è visibile nella specificità con cui ogni edificio si adatta al proprio programma e alla

propria ubicazione. Il numero di combinazioni è illimitato. L’edificio ibrido rappresenta uno strumento professionale e di successo per far fronte alle complessità del

ventesimo secolo.

Joseph Fenton, 1985

oO
Laureandi

intro
Matteo Bonotto
Consuegra Sabrina Casonato
Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez
00 55 25
25 50 m
50 m

scala 1:500
scala 1:500

o2
Laureandi
Laureandi
Matteo Bonotto
Bonotto

piante
Matteo
Consuegra
Consuegra Sabrina Casonato
Sabrina Casonato
Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez
o3
Laureandi

piante usi collettivi


Matteo Bonotto
Consuegra Sabrina Casonato
programma

Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez
Piano
Piano16
16__scuola
scuola--appartamenti
appartamenti

Piano
Piano13
13__giardino
giardino--appartamenti,
appartamenti,loft
loft

o4
Laureandi
Laureandi

programma
Matteo
Matteo Bonotto
Bonotto
Consuegra
Consuegra Sabrina
Sabrina Casonato
Casonato
Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez
o5
Laureandi
Laureandi

tracciati
Matteo
Matteo Bonotto
Bonotto
Consuegra
Consuegra Sabrina
Sabrina Casonato
Casonato
Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez
o6
Laureandi
Laureandi
Matteo Bonotto
Bonotto

strutture _ solai tipo


Matteo
Consuegra
Consuegra Sabrina Casonato
Sabrina Casonato
Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez C
o7
Laureandi

strutture _ ponte sezione tipo


Matteo Bonotto
Consuegra Sabrina Casonato
Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez
o8
Laureandi
Laureandi
Matteo Bonotto
Bonotto

sezioni 1:200
Matteo
Consuegra
Consuegra Sabrina Casonato
Sabrina Casonato
Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez C
o9
Laureandi

sezione 1:50 _ accesso


Matteo Bonotto
Consuegra Sabrina Casonato
Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez
1O
Laureandi
Laureandi

sezione 1:50 _ parte centrale


Matteo
Matteo Bonotto
Bonotto
Consuegra
Consuegra Sabrina
Sabrina Casonato
Casonato
Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez C
11
Laureandi

sezione 1:50 _ chiusura


Matteo Bonotto
Consuegra Sabrina Casonato
CHIUSURA ORIZZONTALE SUPERIORE
- Pavimento in lastre di calcestruzzo rinforzato con fibre di vetro, fibreC Rieder,
spess. 13 mm, dim. 60x60 cm - (Dimensioni max. 1,2x3,6 m - lunghezze specia-
li fino a 5 m) - peso 26-32 kg/mq - classe di reazione al fuoco A1 (secondo DIN
41029)
- piedino in polivinilcloruro (PVC) per pavimento galleggiante, h varibile min 10
cm
- doppia guaina bituminosa, spess. 2x4 mm
- massetto resistente armato, spess. 50mm
- massetto di pendenza in cls alleggerito con inerti di polistirolo, spess min 50
mm, spess max 120 mm, pendenza 1%
- polistierene estruso, spess. 60 mm
- solaio collaborante in lamiera grecata tipo A75/P760 Hi-Bond con getto getto di
cls armato spess. 4,5 cm (spess. 1 mm, 1290 kg di carico utile, luce solaio 2,25 m)
- isolamento termico in lana minerale spess. 10 cm
- trave alveolare per solai con aperture circolari, profilo di base IPE A, trave retico-
lare secondaria (tipo B)
- spazio impianti
- controssoffitto ad orditura metallica ancorata alla lamiera grecata
- pannelli fonoassorbenti in alluminio a foratura parziale, spess. 6 mm, dim. 60x60
cm. Modello STARKDESIGN, IRON LINE ALUX - resistenza al fuoco CLASSE A1

PARTIZIONE INTERNA ORIZZONTALE PONTE


- Pavimento in lastre di calcestruzzo rinforzato con fibre di vetro, fibreC Rieder,
spess. 10 mm, dim. 60x60 cm
- piedino in polivinilcloruro (PVC) per pavimento galleggiante, h varibile min 10
cm
- passaggio impianto elettrico e scarichi
- massetto in cls armato con rete elettrosaldata alleggerito con polistirolo con
strato autolivellante, spess. 40 mm
- isolamento al calpestio CALPESTOP 27dB, spess. 6 mm costituito da: film in po-
lietilene, manto elastico in polipropilene espanso, feltro elastico in fibre di polie-
stere
- solaio collaborante in lamiera grecata tipo A75/P760 Hi-Bond con getto getto di
cls armato spess. 4,5 cm (spess. 1 mm, 1290 kg di carico utile, luce solaio 2,25 m)
- trave alveolare per solai con aperture circolari, profilo di base IPE A, trave retico-
lare secondaria (tipo B)
- impianti aria
- controssoffitto ad orditura metallica ancorata alla lamiera grecata
- pannelli fonoassorbenti in alluminio a foratura parziale, spess. 6 mm, dim. 60x60
cm. Modello STARKDESIGN, IRON LINE ALUX - resistenza al fuoco CLASSE A1
PIO - PARTIZIONE INTERNA ORIZZONTALE NUCLEO
- pavimento di piastrelle in gress, spess. 10 mm
- massetto in cls armato con rete elettrosaldata alleggerito con polistirolo con
strato autolivellante, spess. 40 mm
- isolamento al calpestio CALPESTOP 27dB, spess. 6 mm costituito da: film in po-
lietilene, manto elastico in polipropilene espanso, feltro elastico in fibre di polie-
stere
- calcestruzzo con integrazione impianti, ISOCAL, spess. 130 mm
- solaio a piastra in c.a. alleggerito con inerti in argilla espansa, spess. 180 mm
- pannelli fonoassorbenti in alluminio a foratura parziale, spess. 6 mm, dim. 60x60
cm. Modello STARKDESIGN, IRON LINE ALUX - resistenza al fuoco CLASSE A1

PARTIZIONE INTERNA ORIZZONTALE APPARTAMENTI


- Pavimento in lastre di calcestruzzo rinforzato con fibre di vetro, fibreC Rieder,
spess. 10 mm, dim. 60x60 cm
- massetto in cls armato con rete elettrosaldata alleggerito con polistirolo con
strato autolivellante, spess. 40 mm
- tubi radianti per riscaldamento
- pannello costituito da base di EPS, spess. 60 mm, con bugne in in rilievo di altez-
za 26 mm per l’alloggiamento dei tubi radianti
- isolamento al calpestio CALPESTOP 27dB, spess. 6 mm costituito da: film in po-
lietilene, manto elastico in polipropilene espanso, feltro elastico in fibre di polie-
stere
- solaio collaborante in lamiera grecata tipo A75/P760 Hi-Bond con getto getto di
cls armato spess. 4,5 cm (spess. 1 mm, 1290 kg di carico utile, luce solaio 2,25 m)
- trave alveolare per solai con aperture circolari, profilo di base IPE A, trave retico-
lare secondaria (tipo B)
- spazio impianti
- controssoffitto ad orditura metallica ancorata alla lamiera grecata
- pannelli fonoassorbenti in alluminio a foratura parziale, spess. 6 mm, dim. 60x60
cm. Modello STARKDESIGN, IRON LINE ALUX - resistenza al fuoco CLASSE A1

CHIUSURA ORIZZONTALE INFERIORE


- Pavimento in lastre di calcestruzzo rinforzato con fibre di vetro, fibreC Rieder,
spess. 10 mm, dim. 60x60 cm
- piedino in polivinilcloruro (PVC) per pavimento galleggiante, h varibile min 10
cm
- passaggio impianto elettrico e scarichi
- massetto in cls armato con rete elettrosaldata alleggerito con polistirolo con
strato autolivellante, spess. 40 mm
- isolamento al calpestio CALPESTOP 27dB, spess. 6 mm costituito da: film in po-
lietilene, manto elastico in - polipropilene espanso, feltro elastico in fibre di polie-
stere
- solaio collaborante in lamiera grecata tipo A75/P760 Hi-Bond con getto getto di
cls armato spess. 4,5 cm (spess. 1 mm, 1290 kg di carico utile, luce solaio 2,25 m)
- trave alveolare per solai con aperture circolari, profilo di base IPE A, trave retico-
lare secondaria (tipo B)
impianti
- isolamento termico in fibra di legno, spess. 10+5 cm
- controssoffitto in lamiera stirata, pannelli dim. 1,20x2 m
- solaio in lamiera grecata collaborante tipo A75/P600 Hi-Bond con getto getto di
cls armato spess. 4,5cm

Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez C
12
Laureandi

sezione 1:50 _ ponte


Matteo Bonotto
Consuegra Sabrina Casonato
Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez
13
Laureandi

sezione trasversale 1:20


Matteo Bonotto
Consuegra Sabrina Casonato
Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez
15
Laureandi

impianti _ distribuzione
Matteo Bonotto
Consuegra Sabrina Casonato
Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez
16
Laureandi

impianti _ fan coil - scarichi


Matteo Bonotto
Consuegra Sabrina Casonato
Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez
17
Laureandi

impianti _ aria
Matteo Bonotto
Consuegra Sabrina Casonato
Ibrido a Siviglia
IUAV Relatori
Facoltà di Architettura di Venezia Angelo Villa
Anno Accademico 2008/09 Guillermo Vázquez
18
Laureandi

antincendio
Matteo Bonotto
Consuegra Sabrina Casonato

Interessi correlati