Sei sulla pagina 1di 1

Infarto del miocardio e angina

Sofferenza del cuore causata dalla mancanza di ossigeno. A causa di un trombo a livello delle arterie
coronariche che provvedono alla sua nutrizione. A seconda dell’ attività fisica svolta le richieste
metaboliche del cuore possono non essere soddisfatte( il metabolismo cardiaco shifta da quello aerobico a
quello anaerobico con successiva formazione di acido lattico responsabile del dolore toracico) con
conseguente ipossia e necrosi delle cellule cardiache.

La principale causa di infarto del miocardio e ictus è l’ arteriosclerosi . Nell ‘ arteriosclerosi abbiamo un’
alterazione patologica dell’ endotelio che risulta meno elastico e meno liscio. Queste condizioni assieme ad
un elevata colesterolemia e altri trigliceridi favoriscono la formazione della famosa placca aterosclerotica
responsabile dell’ ostruzione dei vasi.

Altri fattori di rischio sono diabete, ipertensione, sedentarietà , obesità , fumo di sigaretta,età e sesso .

Ognuno di essi, con meccanismi differenti ,espone l’ endotelio dei vasi a insulti che a lungo andare
favoriscono l’ aggregazione piastrinica e lipidica e la formazione di placche e trombi.

Quando un tessuto muore esso va in necrosi colliquativa e vengono riversati nel sangue enzimi e proteine
(troponina e creatinkinasi). inoltre il tessuto morto viene sostituito da tessuto cicatriziale . il tessuto
cicatriziale non è più in grado di contrarsi e si può raggiungere uno stadio di insufficienza cardiaca.

Angina : dolore toracico particolarmente intenso che difficilmente ha una localizzazione precisa.

L’ angina si differenzia dall’ infarto in quanto essa si manifesta tipicamente quando abbiamo un aumento
dell’ attività fisica del paziente con aumento delle richieste metaboliche dei tessuti e soprattutto del cuore.
Il metabolismo shifta da quello aerobico a quello anaerobico e si ha produzione di acido lattico.

Un primo meccanismo di compenso è la vasodilatazione coronarica che diminuisce le resistenze al flusso al


cuore, se questo meccanismo non basta come detto in precedenza si avrà dolore.

Al ritorno delle condizioni di riposo il dolore scomparirà grazie ad una riduzione delle varie esigenze
metaboliche dell’ organismo.

Bisogna però precisare che esistono due tipi di angina :

angina stabile : dovuta alla placca aterosclerotica – il dolore regredisce con il riposo

angina instabile : dovuta ad un trombo che improvvisamente si trova nelle coronarie , se il trombo si
dissolve il dolore scompare a prescindere dal livello di attività dell’ organismo, non scompare a riposo ed è
una forma più grave di angina che spesso evolve in infarto del miocardio.