Sei sulla pagina 1di 214

s

Prefazione, Indice

Presentazione del prodotto 1

SIMATIC Installazione 2
Disegno di un comando
sequenziale affiancato
S7-GRAPH per S7-300/400 dall'esempio di una 3
trapanatrice
Programmazione di comandi
sequenziali Come utilizzare S7-GRAPH 4

Creazione di un progetto 5
Manuale Programmazione della
struttura delle catene 6
sequenziali
Programmazione di azioni e
condizioni 7

Salvataggio e compilazione 8
Parametrizzazione e richiami
dell'FB di S7-GRAPH 9
Caricamento dell'FB di
S7-GRAPH e del DB di 10
istanza
Controllo e test di comandi
sequenziali 11
Stampa della catena
sequenziale 12

Sommario di tutte le azioni 13

Istruzioni di progettazione 14
DB di istanza 15
Glossario, Indice analitico

Edizione 02/2004
A5E00290662-01
Avvertenze tecniche di sicurezza
Il presente manuale contiene avvertenze tecniche relative alla sicurezza delle persone e alla
prevenzione dei danni materiali che vanno assolutamente osservate. Le avvertenze sono
contrassegnate da un triangolo e, a seconda del grado di pericolo, rappresentate nel modo seguente:

! Pericolo di morte
significa che la non osservanza delle relative misure di sicurezza provoca la morte, gravi lesioni alle
persone e ingenti danni materiali.

! Pericolo
significa che la non osservanza delle relative misure di sicurezza può causare la morte, gravi lesioni
alle persone e ingenti danni materiali.

! Precauzione
significa che la non osservanza delle relative misure di sicurezza può causare leggere lesioni alle
persone.

Precauzione
significa che la non osservanza delle relative misure di sicurezza può causare danni materiali.

Attenzione
è una infomazione importante sul prodotto, sull'uso dello stesso o su quelle parti della
documentazione su cui si deve prestare una particolare attenzione.

Personale qualificato
La messa in servizio ed il funzionamento del dispositivo devono essere effettuati solo da personale
qualificato. Personale qualificato ai sensi delle avvertenze di sicurezza contenute nella presente
documentazione è quello che dispone della qualifica a inserire, mettere a terra e contrassegnare,
secondo gli standard della tecnica di sicurezza, apparecchi, sistemi e circuiti elettrici.

Uso conforme alle disposizioni


Osservare quanto segue:

! Pericolo
Il dispositivo deve essere impiegato solo per l'uso previsto nel catalogo e nella descrizione tecnica e
solo in connessione con apparecchiature e componenti esterni omologati dalla Siemens.
Per garantire un funzionamento ineccepibile e sicuro del prodotto è assolutamente necessario un
trasporto, un immagazzinamento, una installazione ed un montaggio conforme alle regole nonché un
uso accurato ed una manutenzione appropriata.

Marchio di prodotto
SIMATIC®, SIMATIC NET® e SIMATIC HMI® sono marchi di prodotto della SIEMENS AG.
Le altre sigle di questo manuale possono essere marchi, il cui utilizzo da parte di terzi per i loro scopi
può violare i diritti dei proprietari.

Copyright © Siemens AG 2004 All rights reserved Esclusione di responsabilità


La duplicazione e la cessione della presente documentazione sono Abbiamo controllato che il contenuto della presente
vietate, come pure l'uso improprio del suo contenuto, se non dietro documentazione corrisponda all'hardware e al software descritti.
autorizzazione scritta. Le trasgressioni sono passibili di Non potendo comunque escludere eventuali differenze, non
risarcimento danni. Tutti i diritti sono riservati, in particolare quelli garantiamo una concordanza totale. Il contenuto della presente
relativi ai brevetti e ai marchi registrati. documentazione viene tuttavia verificato regolarmente, e le
correzioni o modifiche eventualmente necessarie sono contenute
nelle edizioni successive. Saremo lieti di ricevere qualunque tipo di
proposta di miglioramento.
Siemens AG
Bereich Automation and Drives
Geschaeftsgebiet Industrial Automation Systems © Siemens AG 2004
Postfach 4848, D-90327 Nuernberg Ci riserviamo eventuali modifiche tecniche.
Siemens Aktiengesellschaft A5E00290662-01
Prefazione

Scopo del manuale


Il presente manuale contiene una panoramica completa sulla programmazione con
S7-GRAPH ed è un valido supporto per l'installazione e l'utilizzo del software. Vengono
altresì illustrate le procedure fondamentali per la programmazione, nonché la struttura di
programmi utente e i singoli elementi del linguaggio di programmazione.
Il manuale è destinato a personale qualificato che opera nel campo della programmazione,
progettazione, messa in servizio dei sistemi di automazione e relativa assistenza alla
clientela.
Si consiglia di leggere l’esempio riportato al capitolo 3 "Disegno di un comando sequenziale
affiancato all‘esempio di una trapanatrice" che facilita l'introduzione alla programmazione
con S7-GRAPH.

Nozioni di base
La comprensione del manuale richiede la conoscenza di concetti generali nel settore della
tecnica di automazione.
Un'altra premessa per lavorare con S7-GRAPH consiste nell'avere nozioni di informatica e
dimestichezza con computer o mezzi analoghi (p. es. dispositivi di programmazione) in
ambiente Microsoft Windows 2000 Professional o Microsoft Windows XP Professional. Vista
l'interazione di S7-GRAPH con il pacchetto di base STEP 7, è preferibile avere conoscenze
del software di base, conoscenze che si apprendono nel manuale "Programmazione con
STEP 7 V5.x".

Validità del manuale


Il presente manuale è stato ideato per il pacchetto software S7-GRAPH V5.3.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 iii
Prefazione

Pacchetti di documentazione di S7-GRAPH e del software di base di STEP 7


La tabella sottostante offre un quadro riassuntivo della documentazione di STEP 7 e di
S7-GRAPH.

Manuali Finalità Numero di ordinazione


• S7-GRAPH per S7-300/400 Nozioni di base e di riferimento Il manuale è disponibile
inerenti le procedure di su CD, Manual Collection
programmazione, la creazione di ed in Internet. Non è
programmi utente nonchè elementi possibile ordinarlo
del linguaggio di programmazione. separatamente.
STEP 7 Nozioni fondamentali Nozioni di base per personale 6ES7810-4CA07-8EW0
• Primi passi ed esercitazioni con specializzato, descrizione dei
STEP 7 V5.3 procedimenti per la realizzazione di
compiti di comando con STEP 7 e
• Programmazione con STEP 7 V5.3
S7-300/400.
• Configurazione dell‘hardware e
progettazione di collegamenti
STEP 7 V5.3
• Manuale di conversione da S5 a S7
STEP 7 Manuali di riferimento Nozioni di riferimento sui linguaggi 6ES7810-4CA07-8EW1
• Manuali KOP/FUP/AWL di programmazione KOP, FUP e
per S7-300/400 AWL nonchè descrizione di funzioni
standard e di sistema;
• Funzioni standard e di sistema
perfezionamento delle nozioni di
per S7-300/400
base di STEP 7.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


iv A5E00290662-01
Prefazione

Manuale e Guida in linea


Il presente manuale è un estratto della Guida in linea e fornisce le conoscenze di base
necessarie per l’utilizzo di S7-GRAPH. La Guida in linea contiene inoltre istruzioni per
l’utilizzo, illustrate passo dopo passo, nonché ulteriori informazioni di riferimento. Manuale e
Guida in linea hanno un’articolazione pressochè identica che rende quindi facile il passaggio
dall'uno all'altra.

Accessi alla Guida in linea


La Guida è accessibile dal software mediante diverse interfacce:
• Il menu ? comprende i seguenti comandi: Argomenti della Guida consente di aprire il
Sommario della Guida a S7-GRAPH. Introduzione offre una panoramica sulla
programmazione con S7-GRAPH e Uso della Guida fornisce istruzioni dettagliate sulla
consultazione della Guida in linea.
• La Guida al contesto offre informazioni sul contesto attuale, p. es. su una finestra di
dialogo aperta o su una finestra attiva. È richiamabile con il pulsante "?" o con il tasto F1.
• Un'ulteriore forma di Guida al contesto è rappresentata dalla barra di stato: quando il
cursore si trova su un comando, viene visualizzata nella barra di stato una breve
spiegazione della sua funzione.
• Una spiegazione analoga viene visualizzata anche sulla barra degli strumenti se ci si
sofferma brevemente su un simbolo con il cursore.
Se si preferisce leggere le informazioni della Guida in linea su carta, è possibile stampare
singoli argomenti, libri della Guida, o perfino l'intera Guida.

Ulteriore supporto
Per tutte le domande sull'uso dei prodotti descritti nel manuale, che non trovano risposta
nella documentazione, rivolgersi al rappresentante Siemens locale.
Sito Internet delle rappresentanze Siemens:
http://www.siemens.com/automation/partner

Centro di addestramento
Per facilitare l'approccio al sistema di automazione SIMATIC S7, la Siemens organizza corsi
specifici. Rivolgersi a questo proposito al centro di addestramento locale più vicino o al
centro di addestramento centrale di Norimberga.
Telefono: +49 (911) 895-3200.
Internet: http://www.sitrain.com

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 v
Prefazione

A&D Technical Support


Raggiungibili in tutto il mondo a qualsiasi ora:

Nuernberg

Johnson City Beijing

Worldwide (Nuernberg)
Technical Support

Ora locale: 0:00 - 24:00 / 365 giorni


Telefono: +49 (180) 5050-222
Fax: +49 (180) 5050-223
E-Mail: adsupport@
siemens.com
GMT: +1:00
Europe / Africa (Nuernberg) United States (Johnson City) Asia / Australia (Beijing)
Authorization Technical Support and Technical Support and
Authorization Authorization
Ora locale: Lu.-Ve. 8:00 - 17:00 Ora locale: Lu.-Ve. 8:00 - 17:00 Ora locale: Lu.-Ve. 8:00 - 17:00

Telefono: +49 (180) 5050-222 Telefono: +1 (423) 262 2522 Telefono: +86 10 64 75 75 75

Fax: +49 (180) 5050-223 Fax: +1 (423) 262 2289 Fax: +86 10 64 74 74 74

E-Mail: adsupport@ E-Mail: simatic.hotline@ E-Mail: adsupport.asia@


siemens.com sea.siemens.com siemens.com
GMT: +1:00 GMT: -5:00 GMT: +8:00
Il servizio di Technical Support e Authorization viene fornito generalmente in tedesco e in inglese.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


vi A5E00290662-01
Prefazione

Service & Support in Internet


Aggiuntivamente alla documentazione, mettiamo a disposizione della clientela diversi servizi
in linea all'indirizzo sottoindicato.
http://www.siemens.com/automation/service&support
Su questo sito si possono trovare:
• la Newsletter con informazioni sempre aggiornate sui prodotti;
• i documenti appropriati relativi alla ricerca in Service & Support;
• il Forum, luogo di scambio di informazioni tra utenti e personale specializzato di tutto il
mondo;
• il partner di riferimento locali di Automation & Drives;
• informazioni su assistenza tecnica sul posto, riparazioni, parti di ricambio e maggiori
dettagli alla voce "Service".

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 vii
Prefazione

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


viii A5E00290662-01
Indice

1 Presentazione del prodotto 1-1


1.1 Presentazione di S7-GRAPH ......................................................................................1-1
1.2 Novità ..........................................................................................................................1-4
2 Installazione 2-1
2.1 Automation License Manager .....................................................................................2-1
2.1.1 Concessione della licenza d'utilizzo mediante Automation License Manager ...........2-1
2.1.2 Installazione dell'Automation License Manager ..........................................................2-3
2.1.3 Regole per l'utilizzo delle License Key ........................................................................2-4
2.2 Installazione di S7-GRAPH .........................................................................................2-5
2.2.1 Installazione di S7-GRAPH .........................................................................................2-5
2.2.2 Avvio del programma di installazione..........................................................................2-6
2.2.3 Avvertenze sulla procedura di installazione ................................................................2-7
2.2.4 Disinstallazione di S7-GRAPH ....................................................................................2-7
3 Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice 3-1
3.1 Compiti tecnologici e diagramma funzionale...............................................................3-3
3.2 Definizione della struttura della catena sequenziale...................................................3-5
3.3 Definizione dei segnali dell'impianto ...........................................................................3-6
3.4 Creazione del progetto Trapanatrice nel SIMATIC Manager......................................3-7
3.5 Creazione della tabella dei simboli..............................................................................3-8
3.6 Creazione di un FB di S7-GRAPH e creazione di una catena sequenziale ...............3-9
3.7 Programmazione di azioni.........................................................................................3-11
3.8 Programmazione di transizioni ..................................................................................3-11
3.9 Programmazione dei controlli....................................................................................3-13
3.10 Definizione del blocco funzionale standard...............................................................3-14
3.11 Salvataggio e chiusura della catena sequenziale .....................................................3-15
3.12 Inserimento della catena sequenziale nel programma STEP 7 ................................3-15
3.13 Caricamento del programma nella CPU e test della catena sequenziale.................3-17
3.14 Funzione di test: Comanda catena ...........................................................................3-18
3.15 Modifica della catena sequenziale ............................................................................3-19
4 Come utilizzare S7-GRAPH 4-1
4.1 Avvio di S7-GRAPH ....................................................................................................4-1
4.2 Superficie di S7-GRAPH .............................................................................................4-2
4.3 Impostazione dell'area di lavoro..................................................................................4-9
4.4 Ottimizzazione di rappresentazione, colori e caratteri ..............................................4-11
4.5 Strumenti per il comando della catena sequenziale .................................................4-14
4.5.1 Visualizzazione e posizione delle barre degli strumenti............................................4-14
4.5.2 Editazione della catena sequenziale con le barre degli strumenti ............................4-15
4.5.3 Come spostarsi nella catena sequenziale.................................................................4-16
5 Creazione di un progetto 5-1
5.1 Creazione del progetto nel SIMATIC Manager ...........................................................5-1
5.2 FB o sorgente di S7-GRAPH? ....................................................................................5-2
5.3 FB di S7-GRAPH.........................................................................................................5-3
5.4 Sorgente di S7-GRAPH...............................................................................................5-3
5.5 Apertura di FB o di sorgenti di S7-GRAPH .................................................................5-4

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 ix
Indice

6 Programmazione della struttura delle catene sequenziali 6-1


6.1 Catena sequenziale - Principi di funzionamento .........................................................6-2
6.2 Struttura delle catene sequenziali ...............................................................................6-3
6.3 Regole per la struttura delle catene sequenziali .........................................................6-4
6.4 Elementi delle catene sequenziali...............................................................................6-4
6.5 Coppia passo-transizione e passo iniziale ..................................................................6-5
6.6 Salto ............................................................................................................................6-6
6.7 Diramazione alternativa...............................................................................................6-7
6.8 Diramazione simultanea..............................................................................................6-8
6.9 Fine catena..................................................................................................................6-9
6.10 Nuova catena ..............................................................................................................6-9
6.11 Operazioni cicliche ....................................................................................................6-10
6.12 Commento al blocco..................................................................................................6-11
7 Programmazione di azioni e condizioni 7-1
7.1 Azioni...........................................................................................................................7-3
7.2 Azioni standard............................................................................................................7-4
7.3 Azioni dipendenti da eventi .........................................................................................7-6
7.4 Contatori, temporizzatori e operazioni matematiche per azioni ..................................7-9
7.5 Condizioni..................................................................................................................7-15
7.6 Elementi KOP per programmare condizioni..............................................................7-18
7.7 Combinazioni di elementi KOP .................................................................................7-20
7.8 Elementi FUP per programmare condizioni ..............................................................7-21
7.9 Combinazioni di elementi FUP ..................................................................................7-23
7.10 Operandi specifici di S7-GRAPH per condizioni .......................................................7-24
7.11 Errore di controllo e conferma obbligatoria ...............................................................7-25
7.12 Commento, estensione del nome, numero, nome ....................................................7-27
7.13 Programmazione con operandi simbolici ..................................................................7-28
7.14 Parametri dei blocchi e variabili nell'FB S7-GRAPH .................................................7-29
8 Salvataggio e compilazione 8-1
8.1 Salvataggio e compilazione ........................................................................................8-1
8.2 Regole per il salvataggio di un FB di S7-GRAPH .......................................................8-2
8.3 Regole per il salvataggio delle sorgenti di S7-GRAPH ...............................................8-2
8.4 Preimpostazioni per salvataggio e compilazione ........................................................8-3
8.4.1 Impostazioni della scheda "Generale" ........................................................................8-3
8.4.2 Impostazioni nella scheda "Salva e compila": parametri FB.......................................8-6
8.4.3 Impostazioni nella scheda "Salva e compila": esecuzione .........................................8-6
8.4.4 Impostazioni nella scheda "Salva e compila": descrizione interfaccia ........................8-7
8.4.5 Impostazioni nella scheda "Salva e compila": proprietà delle catene .........................8-8
8.4.6 Impostazioni nella scheda "Salva e compila": avvisi...................................................8-8
8.4.7 Impostazioni nella scheda "Messaggi"........................................................................8-9
8.5 Salvataggio................................................................................................................8-10
8.6 Compilazione.............................................................................................................8-13
9 Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH 9-1
9.1 Richiamo dell'FB di S7-GRAPH dal programma S7 ...................................................9-1
9.2 Richiamo dell'FB di S7-GRAPH ..................................................................................9-2
9.3 Scelta di un set di parametri FB ..................................................................................9-3
9.4 Set di parametri dell'FB ...............................................................................................9-4
9.5 Parametri di ingresso dell'FB di S7-GRAPH ...............................................................9-6
9.6 Parametri di uscita dell'FB di S7-GRAPH ...................................................................9-8

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


x A5E00290662-01
Indice

9.7 Modi di funzionamento del comando sequenziale ....................................................9-10


9.7.1 Funzionamento automatico (SW_AUTO)..................................................................9-11
9.7.2 Modo di funzionamento manuale (SW_MAN)...........................................................9-12
9.7.3 Modo di funzionamento passo passo (SW_TAP) .....................................................9-13
9.7.4 Modo di funzionamento automatico o avanzamento (SW_TOP)..............................9-14
9.7.5 Scelta di un passo con S_SEL ..................................................................................9-15
9.7.6 Scelta di un passo con S_PREV o S_NEXT.............................................................9-15
9.7.7 Avanzamento con T_PUSH ......................................................................................9-15
10 Caricamento dell'FB di S7-GRAPH e del DB di istanza 10-1
10.1 Caricamento di blocchi dal PG nella CPU.................................................................10-1
10.2 Caricamento di blocchi dalla CPU nel PG.................................................................10-3
11 Controllo e test di comandi sequenziali 11-1
11.1 Funzioni di controllo e test in S7-GRAPH .................................................................11-2
11.1.1 Controllo delle informazioni di stato ..........................................................................11-2
11.1.2 Comando catena .......................................................................................................11-4
11.1.3 Sincronizzazione .......................................................................................................11-4
11.2 Funzioni di test di STEP 7 .........................................................................................11-5
12 Stampa della catena sequenziale 12-1

13 Sommario di tutte le azioni 13-1


13.1 Azioni standard con e senza interlock.......................................................................13-1
13.2 Azioni dipendenti da eventi con e senza interlock ....................................................13-2
13.3 Contatori ....................................................................................................................13-9
13.4 Temporizzatori.........................................................................................................13-14
13.5 Operazioni matematiche .........................................................................................13-19
14 Istruzioni di progettazione 14-1
14.1 Struttura a livelli e struttura del programma ..............................................................14-2
14.1.1 Struttura a livelli, esempio di una cella di produzione ...............................................14-2
14.2 Particolarità nella programmazione di catene sequenziali........................................14-8
14.3 Accoppiamento a sistemi di servizio e supervisione ...............................................14-12
15 DB di istanza 15-1
15.1 Impostazioni per il DB di istanza ...............................................................................15-1
15.2 Assegnazione del DB di istanza all'FB di S7-GRAPH ..............................................15-2
15.3 Creazione automatica del DB di istanza al momento del salvataggio ......................15-3
15.4 Creazione del DB di istanza a posteriori ...................................................................15-3
15.5 Visualizzazione e stampa del contenuto del DB di istanza.......................................15-3
15.6 Accesso al DB di istanza...........................................................................................15-4
15.7 Struttura di un DB di istanza......................................................................................15-4
15.8 Struttura grezza del DB di istanza.............................................................................15-4
15.9 Parametri FB .............................................................................................................15-5
15.10 Struttura della transizione..........................................................................................15-9
15.11 Struttura del passo ..................................................................................................15-11
15.12 Stato della catena....................................................................................................15-13
15.13 Area dati interna ......................................................................................................15-18
Glossario

Indice analitico

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 xi
Indice

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


xii A5E00290662-01
1 Presentazione del prodotto

1.1 Presentazione di S7-GRAPH

Linguaggio di programmazione S7-GRAPH


Il linguaggio di programmazione S7-GRAPH aumenta il volume di funzioni di STEP 7 grazie
alla programmazione grafica di comandi sequenziali.
S7-GRAPH permette di programmare con rapidità e chiarezza le operazioni sequenziali che
si desiderano comandare con un sistema di automazione SIMATIC. Il processo viene
suddiviso in singoli passi con un volume di funzioni tra loro ben definite. Lo svolgimento del
programma viene rappresentato graficamente e può essere documentato con immagini e
testi.
Nei singoli passi vengono stabilite le funzioni da eseguire e i passaggi sono regolati dalle
transizioni (condizioni di avanzamento). Queste condizioni vengono definite con i linguaggi di
programmazione KOP (schema a contatti) o FUP (schema logico).

PLCopen Basis Level


S7-GRAPH soddisfa la norma DIN EN 61131-3 (PLCopen Basis Level per comandi
sequenziali) a partire dalla versione 5.1.
Se il comando sequenziale è conforme alla norma, lo si può importare dal SIMATIC
Manager nella banca dati di STEP 7 come file ASCII ed elaborarlo poi in S7-GRAPH.
Per creare comandi sequenziali conformi alla norma, aprire la finestra di dialogo
"Impostazioni" e attivare nella scheda "Generale" l'opzione "Comportamento conforme a
IEC".

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 1-1
Presentazione del prodotto

Blocchi del comando sequenziale


I comandi sequenziali comandano il processo nell'ordine prestabilito, e in dipendenza di
determinate condizioni
La complessità del comando sequenziale è legata al compito di automazione. Perché un
programma sia eseguibile sono necessari almeno tre blocchi per un comando sequenziale:
• un blocco STEP 7 (1), in cui viene richiamato l'FB di S7-GRAPH. Questo blocco può
essere un OB, una FC o un altro FB.
• un FB di S7-GRAPH (2), che descrive singoli compiti e condizioni del comando
sequenziale. Tali compiti (passi) e condizioni (transizioni) possono essere organizzati in
una o più catene sequenziali;
• un DB di istanza (3), contenente i dati e parametri del comando sequenziale. Il DB di
istanza è assegnato all'FB di S7-GRAPH, e può venire generato automaticamente dal
sistema.
(1) (2) (3)
OB/FB/FC FB i DB i

Commento a ...
CALL FBi,DBi
INIT_SQ:=

S1
T1
S2
T2

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


1-2 A5E00290662-01
Presentazione del prodotto

Estratto da una catena sequenziale con passi e transizioni


Le catene sequenziali vengono programmate nell'FB di S7-GRAPH. Ogni catena
sequenziale consiste di una serie di passi attivati in una determinata sequenza, a seconda
delle transizioni (condizioni di avanzamento).

Passo1
S1
Passo1 Azione
Azione

Motore Fine corsa


T1
Transizione1
Condizioni
Passo2
S2
Passo2 Azione

Ingresso1 Ingresso2
T2
Condizioni Transizione2

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 1-3
Presentazione del prodotto

1.2 Novità
La versione 5.3 del software di programmazione S7-GRAPH presenta le seguenti
integrazioni e modifiche rispetto alla versione 5.2.

Installazione
• S7-GRAPH V5.3 è rilasciato per MS Windows 2000 Professional e
MS Windows XP Professional.
• S7-GRAPH V5.3 inaugura un nuovo sistema di licenze. La licenza d’utilizzo non viene più
concessa mediante autorizzazione, bensì attraverso License Keys amministrate da un
Automation License Manager (vedere Concessione della licenza d’utilizzo mediante
Automation License Manager). Il programma AuthorsW non viene più utilizzato.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


1-4 A5E00290662-01
2 Installazione

2.1 Automation License Manager

2.1.1 Concessione della licenza d'utilizzo mediante


Automation License Manager

Automation License Manager


Per l'utilizzo del software di programmazione è necessaria una License Key (licenza
d'utilizzo) specifica per il prodotto, la cui installazione, a partire dalla versione V5.3 di
S7-GRAPH, viene eseguita mediante Automation License Manager.
L'Automation License Manager è un software Siemens valido per tutti i sistemi operativi e
necessario per la gestione delle License Key (rappresentanti tecnici delle licenze).
L'Automation License Manager si trova:
• sul supporto di installazione de STEP 7
• come download da scaricare dalla pagina Internet A&D Customer Support della Siemens.
Nell'Automation License Manager è integrata una Guida online che, dopo l'installazione, può
essere richiamata mediante il tasto F1 (per la parte sensibile al contesto), oppure mediante il
comando di menu ? > Guida a License Manager. Tale Guida contiene informazioni
dettagliate sull'Automation License Manager.

Licenze
Per l'utilizzo dei pacchetti software di STEP 7 è necessario disporre della relativa licenza. La
licenza concede il diritto d'uso di tali pacchetti ed è rappresentata dai seguenti elementi:
• CoL (Certificate of License) e
• License Key.

Certificate of License (CoL)


Il "Certificate of License" compreso nella fornitura dei prodotti software è la dimostrazione
giuridica del diritto di utilizzo. Il prodotto può essere usato solo dal possessore del CoL o da
una persona da lui incaricata.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 2-1
Installazione

License Key
La License Key è il rappresentante tecnico della licenza (timbro di licenza elettronico).
Per ogni software protetto da licenza la Siemens assegna una License Key. Quando il
software viene avviato nel computer, viene verificata la presenza di una License Key valida e
il software può essere utilizzato nel rispetto delle condizioni di licenza e di utilizzo.

Avvertenze
• È possibile testare brevemente la superficie operativa e le funzioni del software
S7-GRAPH anche senza License Key.
• L'utilizzo senza limitazioni, nel rispetto delle condizioni di licenza, è possibile ed
ammesso solo in presenza di una License Key installata.
• Se la License Key non è installata, l'utente viene invitato ad intervalli regolari a
provvedere all'installazione.

Le License Key possono essere memorizzate e trasferite mediante i seguenti supporti:

• dischetti contenenti le License Key


• dischi rigidi locali
• drive di rete.
Per ulteriori informazioni sulla gestione delle License Key consultare la Guida online relativa
all'Automation License Manager.

Tipi di licenze
Per i prodotti software della Siemens si distinguono i seguenti tipi di licenze orientate
all'applicazione. Il comportamento del software è determinato dalle License Key relative ai
diversi tipi di licenze. Il tipo di utilizzo deriva dallo specifico Certificate of License.

Tipo di licenza Descrizione


Single License Il diritto di utilizzo del software vale per un periodo illimitato su un qualsiasi
computer.
Floating License Diritto di utilizzo in rete (utilizzo "remoto") illimitato nel tempo.
Trial License Il diritto di utilizzo del software è limitato:
• ad un massimo di 14 giorni,
• al numero di giorni dopo il primo utilizzo indicato nel contratto,
• a test e per provarne la validità (esclusione di responsabilità).
Upgrade License Per un aggiornamento possono essere richiesti determinati requisiti di sistema:
• una licenza di aggiornamento permette l'aggiornamento dalla "vecchia"
versione x alla nuova versione >x+...
• l'aggiornamento della licenza può essere p. es. necessario in caso di
ampliamento della funzionalità.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


2-2 A5E00290662-01
Installazione

2.1.2 Installazione dell'Automation License Manager

L'Automation License Manager viene installato mediante un setup. Il softare di installazione


dell'Automation License Manager si trova sul CD ROM di STEP 7.
L'Automation License Manager può essere installato contestualmente a S7-GRAPH oppure
in un secondo momento.

Avvertenze
• Per informazioni dettagliate sul modo di procedere nell'installazione dell'Automation
License Manager, consultare il file Leggimi.wri dell'Automation License Manager.
• La Guida online dell'Automation License Manager contiene informazioni complete sul
funzionamento e la gestione delle License Key.

Installazione di License Key a posteriori


Se si avvia STEP 7 e non sono presenti License Key, il programma visualizza un
messaggio.

Avvertenze
• È possibile testare brevemente la superficie operativa e le funzioni del software di base
STEP 7 anche senza License Key.
• L'utilizzo senza limitazioni, nel rispetto delle condizioni di licenza, è possibile ed
ammesso solo in presenza di una License Key installata.
• Se la License Key non è installata, l'utente viene invitato ad intervalli regolari a
provvedere all'installazione.

È possibile installare License Key a posteriori nei seguenti modi:


• da dischetti
• scaricandole dal Web (previa ordinazione)
• utilizzando Floating License Key presenti in rete.
Per informazioni complete sul modo di procedere, consultare la Guida online dell'Automation
License Manager che, dopo l'installazione, può essere richiamata mediante il tasto F1 (per la
parte sensibile al contesto), oppure mediante il comando di menu ? > Guida a License
Manager.

Avvertenze
• In Windows 2000/XP le License Key funzionano solo se salvate su un disco rigido
accessibile in scrittura.
• Le Floating License possono essere utilizzate anche in rete (ossia in modalità
remota).

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 2-3
Installazione

2.1.4 Regole per l'utilizzo delle License Key

Attenzione
! Si tengano presenti le avvertenze sull'utilizzo delle License Key contenute nella Guida
online e nel file Leggimi.wri dell'Automation License Manager. Diversamente, le License
Key potrebbero andare perdute irrimediabilmente.

La Guida online dell'Automation License Manager può essere richiamata mediante il tasto
F1 (per la parte sensibile al contesto), oppure mediante il comando di menu ? > Guida a
License Manager. Tale Guida contiene informazioni dettagliate sull'Automation License
Manager.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


2-4 A5E00290662-01
Installazione

2.2 Installazione di S7-GRAPH

2.2.1 Installazione di S7-GRAPH

S7-GRAPH contiene un programma di installazione che esegue automaticamente


l'installazione. Sullo schermo vengono visualizzati dei prompt che guidano l'utente passo
dopo passo per l'intero processo di installazione. Per richiamare il programma di
installazione, utilizzare la procedura di installazione standard di Windows.

Requisiti per l'installazione


• Sistema operativo Microsoft Windows 2000/XP o Windows NT
• Pacchetto base SIMATIC STEP 7. Consultare il file Leggimi.wri per sapere la versione
richiesta
• PC o dispositivo di programmazione con i requisiti indicati nel file Leggimi
I dispositivi di programmazione (PG) sono un tipo particolare di personal computer compatto
e adatto all'impiego industriale. Essi sono dotati delle funzioni necessarie per la
programmazione dei sistemi di automazione SIMATIC.
• Capacità di memoria
Spazio di memoria necessario sul disco fisso, vedere il file "Leggimi".
• Interfaccia MPI (opzionale)
L'interfaccia MPI posta tra sistema di origine (dispositivo di programmazione o PC) e
sistema di destinazione è necessaria soltanto se si desidera comunicare in STEP 7 con il
sistema di destinazione mediante MPI. Il collegamento può essere effettuato
- con un cavo PC/MPI collegato all'interfaccia di comunicazione del dispositivo, oppure
- mediante una scheda MPI installata nel dispositivo.
In alcuni dispositivi di programmazione l'interfaccia MPI è già integrata.
• Prommer esterno (opzionale)
Se si utilizza un PC, utilizzare il prommer esterno soltanto se si desiderano allacciare
delle EPROM.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 2-5
Installazione

2.2.2 Avvio del programma di installazione

Operazioni preliminari
Prima di poter iniziare l'installazione, avviare Windows.
Per eseguire l'installazione da CD ROM, inserire il CD ROM nell'apposito lettore del PC.

Avvio del programma di installazione


Per avviare il programma di installazione:
1. Aprire in Windows la finestra di dialogo per l'installazione del software facendo doppio clic
su "Installazione applicazioni" nel "Pannello di controllo"
2. Seguire passo per passo le istruzioni necessarie per l'installazione del programma.
Durante l'operazione di installazione l'utente viene supportato da un programma interattivo
che consente di passare all'operazione seguente o precedente senza interrompere il
programma.
Durante l'installazione vengono visualizzate domande in finestre di dialogo o opzioni da
selezionare. Si consiglia di leggere le istruzioni qui di seguito riportate per rispondere in
modo rapido e semplice alle domande.

Versione di STEP 7 già installata ...


Se il programma di installazione rileva che nel sistema di origine è già stata installata una
versione di S7-GRAPH, il sistema lo segnala sullo schermo proponendo le seguenti
alternative:
• interrompere l'installazione (e successivamente rimuovere la vecchia versione di
S7-GRAPH da Windows, e poi avviare nuovamente l'installazione) oppure
• continuare l'installazione, sovrascrivendo così la vecchia versione con la nuova.
Per una corretta gestione del software, si consiglia di rimuovere la versione vecchia prima di
eseguire l'installazione. La sovrascrittura di una vecchia versione presenta inoltre lo
svantaggio che, in caso di rimozione, le eventuali parti residue della vecchia versione non
vengono rimosse.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


2-6 A5E00290662-01
Installazione

2.2.3 Avvertenze sulla procedura di installazione

Installazione delle License Key


Durante l'installazione viene verificata la presenza sul disco rigido della License Key
necessaria. Se non viene individuata alcuna License Key valida, un messaggio informa che
il software può essere utilizzato solo in presenza della License Key. Questa può essere
installata subito oppure a posteriori una volta completata l'installazione; nel primo caso
introdurre al prompt il dischetto contenente la License Key compresa nella fornitura.

Errori verificatisi durante l'installazione


I seguenti errori comportano l'interruzione dell'installazione.
• Se dopo l'avvio del setup si verifica un errore di inizializzazione, molto probabilmente
significa che il setup non è stato avviato in Windows.
• La memoria non è sufficiente: lo spazio di memoria necessario dipende dal tipo di
installazione che si desidera eseguire (vedere file Leggimi).
• Dischetto/CD difettoso: quando si constata che un dischetto/CD è difettoso, rivolgersi alla
sede SIEMENS più vicina.
• Errore operativo: ricominciare l'installazione, ed osservare scrupolosamente le istruzioni.

Conclusione dell'installazione
Se l'installazione è terminata senza errori, il sistema lo segnala sullo schermo.
Se durante l'installazione sono stati effettuati interventi sui file di DOS, il sistema richiede di
avviare nuovamente Windows. Dopo questa operazione è possibile avviare S7-GRAPH.
Altrimenti avviare direttamente S7-GRAPH al termine del setup.

2.2.4 Disinstallazione di S7-GRAPH

Utilizzare la procedura standard per Windows.


1. Aprire in Windows la finestra di dialogo per l'installazione del software facendo doppio clic
su "Installazione applicazioni" nel "Pannello di controllo".
2. Selezionare la voce S7-GRAPH nell'elenco dei software installati. Premere quindi il
pulsante "Rimuovi" per disinstallare il software.
Se appaiono messaggi del tipo "Are you sure you want to completely remove the selected
application and all of its components?", in caso di dubbio fare clic sul pulsante "No".

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 2-7
Installazione

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


2-8 A5E00290662-01
3 Disegno di un comando sequenziale
affiancato dall'esempio di una trapanatrice

Benvenuti nell'esempio introduttivo di S7-GRAPH


Mediante questo esempio è possibile apprendere nell'arco di un'ora come programmare un
comando sequenziale per l'automazione della seguente trapanatrice.

Viene dapprima spiegato come progettare i comandi sequenziali, e quindi vengono


visualizzati passo dopo passo tutti i compiti da eseguire nel SIMATIC Manager e in
S7-GRAPH per
• creare il comando sequenziale,
• caricarlo nella CPU
• testarlo.
L'esempio correttamente programmato è contenuto nella fornitura come progetto con il nome
"ZIt02_01_S7GRAPH_Trapano".

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 3-1
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

Requisiti
I seguenti componenti hardware e software sono necessari per poter programmare e testare
regolarmente il programma di esempio della "trapanatrice":
• dispositivo di programmazione o PC con
- pacchetto base STEP 7 e pacchetto opzionale S7-GRAPH
- scheda MPI collegata al sistema di automazione
• sistema di automazione - nel nostro esempio un S7-300, composto da: guida profilata,
alimentazione a 24V, CPU 314 e unità digitale di ingresso/uscita (8DI + 8DO)
• in alternativa al PLC: pacchetto opzionale S7 "Simulazione PLC"

Istruzioni per la creazione di comandi sequenziali


Il diagramma illustra come viene creato il comando sequenziale per l'esempio della
trapanatrice.

Determinare la struttura della catena


sequenziale e definire segnali impianto

Creare progetto trapanatrice nel SIMATIC


Manager


Programmazione
simbolica

Creare tabella dei simboli


no

Creare catena sequenziale:


• Creare e aprire l'FB1 di S7-GRAPH nel
SIMATIC Manager
• Programmare catena sequenziale

Programmare OB1 con richiamo di FB1 e


del rispettivo DB di instanza (DB1)

Caricare programma esempio (DB1, FB1, OB1)


nella CPU in SIMATIC Manager e testare
la catena sequenziale

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


3-2 A5E00290662-01
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

3.1 Compiti tecnologici e diagramma funzionale

Organizzazione
Si vuole programmare un comando sequenziale per l'automazione di una trapanatrice.
Predefiniti sono la struttura della trapanatrice sulla base di uno schema tecnologico e lo
svolgimento in forma di un diagramma funzionale.

Schema tecnologico - struttura della trapanatrice


La trapanatrice consiste degli elementi seguenti.
• Motore con feedback per Trapanatrice va/è ferma
• Pulsante di avvio e Predispositore del refrigerante
• Pompa per refrigerante con feedback per Raggiunta pressione refrigerante
• Dispositivo di bloccaggio con feedback per Raggiunta pressione nominale
• Avanzamento Alzare/abbassare trapanatrice con fine corsa per Trapanatrice sopra/sotto

Avviamento Abbassare trapanatrice

Motore
Alzare trapanatrice
Motore On
Feedback:
- Trapanatrice va Fine corsa:
- Trapanatrice è ferma Trapanatrice sopra

Pompa refrigerante On
Feedback:
Raggiunta pressione refrigerante Fine corsa:
Trapanatrice sotto

Pompa refriger. on Dispositivo di bloccaggio


Feedback:
raggiunta
pressione nominale

Pulsante avvio
Predispositore refrigerante

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 3-3
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

Stato iniziale
Lo stato iniziale della trapanatrice viene definito come segue.
• Motore e pompa per refrigerante sono fermi
• Avanzamento/Trapanatrice è in alto
• Nessun pezzo è bloccato

Diagramma funzionale - Suddivisione della trapanatura


La trapanatura si suddivide nelle seguenti fasi.
• Inserire il pezzo (manualmente)
• Azionare eventualmente il predispositore per inserimento del refrigerante (a seconda del
materiale)
• Avviare la macchina tramite il pulsante di avvio (motore si avvia)
• Bloccare il pezzo con pressione nominale
• Inserzione della pompa per refrigerante (secondo la predisposizione)
• Abbassare la trapanatrice mediante avanzamento fino alla posizione nominale inferiore
(trapanare)
• Attendere (trapanare) nella posizione nominale inferiore 0,5 s
• Alzare la trapanatrice mediante avanzamento fino alla posizione nominale superiore
• Sbloccare il pezzo, disinserire motore e pompa
• Prelevare il pezzo (manuale)

Elemento Stato

Avvio

Dispositivo On
di
bloccaggio Off
va
Motore
è fermo
Su
Avanza-
mento Giù

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


3-4 A5E00290662-01
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

3.2 Definizione della struttura della catena sequenziale


Prima di creare il programma del comando sequenziale occorre in fase di progettazione
suddividere il processo di trapanatura in singoli passi. La base della progettazione è lo
schema tecnologico e il diagramma del ciclo di lavorazione.

Suddivisione della trapanatura in singoli passi - Struttura del comando sequenziale


Il programma di trapanatura viene eseguito da S7-GRAPH in forma di una catena
sequenziale. La catena sequenziale rappresenta una sequenza di passi singoli e condizioni
che regolano l'avanzamento al passo successivo. Procedere nel modo seguente per definire
la struttura della catena sequenziale.
1. Suddividere la trapanatura in passi e definire la loro sequenza (p. es. "passo S2 segue
S1" oppure "Al passo S3 segue alternativamente passo S4 o S7").
2. Stabilire le azioni da eseguire in ogni singolo passo (ad esempio, in S1 l'azione
"Trapanatrice è pronta" o in S3 "Attivare trapanatrice").
3. Stabilire quindi per ogni passo in quali condizioni è possibile passare al passo successivo
(p. es. per T1 la condizione "Trapanatrice avviata - Pulsante di avvio premuto" e per T5 la
condizione "Trapanatrice è in posizione superiore").

T7

S1 Trapanatrice è pronta
(Passo iniziale)
Avvio programma di trapanatura
(pulsante di avvio T1
premuto)
Controllare bloccaggio S2 Bloccare pezzo

Pezzo è serrato alla pressione nominale T2

S3 Attivare trapanatrice
Trapanatrice va a numero di giri nominale
(senzapredisposizione del refrigerante)
T3

T7
Motore va a numero giri nominale (con
predisposizione del refrigerante) S7 Inserire pompa per refrigerante

Raggiunta pressione del refrigerante T8

S4 Trapanatrice Abbassare (trapanare)

T4
Trapanatrice è in posizione inferiore
S5 Alzare trapanatrice

Trapanatrice è in posizione superiore T5

S6 Sbloccare pezzo, disinserire motore


e
pompa per refrigerante
Pezzo sbloccato, pompa per refrigerante ferma, T6
Motore è fermo Tempo di attesa 500
ms S1

S = passo
T = Transizione

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 3-5
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

3.3 Definizione dei segnali dell'impianto


Dopo aver scomposto il processo di trapanatura nei suoi singoli passi, definire per ogni
passo i relativi ingressi e uscite. La base della progettazione è lo schema tecnologico e il
diagramma del ciclo di lavorazione.

Definizione di ingressi e uscite


Elencare in una tabella ingressi e uscite per la trapanatrice.
Se si intende programmare il programma in modo simbolico, occorre introdurre oltre a
ingressi e uscite assoluti anche i nomi simbolici desiderati (p. es. ingresso E 0.4
"Tensione_bloccaggio_OK" ) ed eventualmente i commenti necessari a migliorare la
comprensione del programma (p. es. "Feedback per Raggiunta pressione nominale del
pezzo").
Nell'esempio della trapanatrice si presuppone che interruttori e contattori della trapanatrice
vengono comandati per mezzo di ingressi e uscite dell'unità digitale E/A del sistema di
automazione S7-300. L'unità di ingresso e uscita utilizzata ha 8 ingressi e 8 uscite. I valori di
default degli indirizzi di ingressi e uscite dell'unità nel posto connettore 4 sono i seguenti: da
E 0.0 a E 0.7, e da A 0.0 a A 0.7.

Operandi Operandi simbolici Descrizione


assoluti
Ingressi nel programma (E)
E0.0 Motore_va Feedback per Trapanatrice va con numero di giri nominale
E0.1 Motore_fermo Feedback per Trapanatrice è ferma
E0.2 Trapanatrice_sotto Fine corsa per trapanatrice in basso
E0.3 Trapanatrice_sopra Fine corsa per trapanatrice in alto
E0.4 Pressione_bloccaggi Feedback per Raggiunta pressione nominale del pezzo
o_ok
E0.5 Predisposizione_refri Predispositore per inserimento del refrigerante (dipende dal
gerante pezzo)
E0.6 Pressione_refrigerant Feedback per Raggiunta pressione refrigerante
e_ok
E0.7 Pulsante di avvio Pulsante di avvio della trapanatrice
Uscite nel programma (A)
A0.0 Motore_On Accendere motore
A0.1 Pompa_refrigerante_ Inserire pompa per refrigerante (dipende dal pezzo)
on
A0.2 Abbassa_trapanatrice Abbassare trapanatrice mediante avanzamento fino a posizione
inferiore finale
A0.3 Alza_trapanatrice Alzare trapanatrice mediante avanzamento fino a posizione
superiore finale
A0.4 Blocca_pezzo Bloccare/fissare pezzo a pressione nominale

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


3-6 A5E00290662-01
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

3.4 Creazione del progetto Trapanatrice nel SIMATIC Manager

Creazione di un progetto
I progetti per i comandi sequenziali non differiscono da altri progetti di STEP 7.
Procedere nel modo seguente per creare un nuovo progetto nel SIMATIC Manager.
1. Selezionare il comando di menu File > Nuovo.
2. Assegnare al progetto il nome "Trapano" o "Trapanatrice".

Inserimento di un programma S7
Nel presente esempio è possibile omettere la configurazione hardware, in quanto si utilizza
l'indirizzamento di default dell'unità E/A nel posto connettore 4. Inserire quindi nel SIMATIC
Manager, direttamente nella cartella dei progetti, un programma S7. Il programma S7 funge
da cartella per i blocchi del programma utente, nonché per sorgenti e simboli. Procedere
nell'ordine seguente.
1. Selezionare il progetto "Trapano".
2. Selezionare il comando di menu Inserisci > Programma> Programma S7.
3. Assegnare al programma S7 il nome "Trapanatrice".
Le cartelle di sorgenti, blocchi e simboli vengono generate automaticamente quando viene
inserito il programma S7. Viene inoltre creato nella cartella Blocchi un OB1 vuoto.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 3-7
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

3.5 Creazione della tabella dei simboli


Per programmare con STEP 7 si utilizzano operandi quali E/A, merker, contatori,
temporizzatori, blocchi dati e blocchi funzionali. Questi operandi possono essere indirizzati in
modo assoluto nel programma utente (p. es. E1.1, M2.0, FB21).
Tuttavia, la leggibilità dei programmi aumenta considerevolmente se si utilizzano simboli (p.
es. Motore_A_On). A tal fine, si potranno definire nella tabella dei simboli per ogni operando
utilizzato un nome, l'indiirzzo assoluto, il tipo di dati e un commento.
I simboli così definiti possono quindi essere utilizzati nell'intero programma utente di un'unità
programmabile.

Creazione della tabella dei simboli


Se si desidera programmare con operandi simbolici, è necessario creare a questo punto la
tabella dei simboli.
1. Aprire nella cartella "Trapanatrice" la tabella dei simboli facendo doppio clic su "Simboli".
2. Editare la tabella come rappresentato in basso.
3. Salvare successivamente la tabella dei simboli per mezzo del comando di menu Tabella
> Salva.
Le voci 1-14 sono necessarie per la rappresentazione simbolica di ingressi e uscite. Le voci
15-18 consentono di rappresentare i blocchi in modo simbolico.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


3-8 A5E00290662-01
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

3.6 Creazione di un FB di S7-GRAPH e creazione di una catena


sequenziale

Creazione di un FB di S7-GRAPH
Nell'FB di S7-GRAPH viene depositata la catena sequenziale. Per creare l'FB di S7-GRAPH
procedere nel modo seguente.
1. Aprire nel SIMATIC Manager nella "Trapanatrice" la cartella "Blocchi".
2. Selezionare il comando di menu Inserisci > Blocco S7 > Blocco funzionale.
3. Indicare nella finestra di dialogo "Proprietà" "GRAPH" come linguaggio di
programmazione.
Risultato: nella cartella "Blocchi" viene creato un FB vuoto a cui viene assegnato il
numero 1.

Creazione di una catena sequenziale


Dopo l'avvio dell'editor S7-GRAPH mediante doppio clic su FB 1, il sistema inserisce il primo
passo (passo iniziale) e la prima transizione. Il miglior modo per creare la struttura del
comando sequenziale è nella rappresentazione "Catena". Per visualizzare condizione e
azioni, attivare il comando di menu Visualizza > Finestra con > condizioni e azioni.
Posizionare la barra degli strumenti "Catena" al margine sinistro dello schermo e collocare
con il mouse tutti gli ulteriori passi, le transizioni, la diramazione alternativa e il salto dalla
fine all'inizio della catena. Procedere in uno dei due modi qui riportati.

Alternativa n. 1: modo "Direttamente"


1. Selezionare la transizione 1 e fare clic con il mouse sul simbolo
Inserisci passo + transizione,
fino a raggiungere il passo / la transione 6.
2. Evidenziare il passo 3 e selezionare il simbolo
Diramazione alternativa > Inizio.
In questo modo si apre la diramazione alternativa per il collegamento al refrigerante. Il
ramo inzia alla transizione 7.
3. Selezionare con il mouse il simbolo
Inserisci passo + transizione,
e inserire il passo 7 (S7) e la transizione 8 (T8).
4. Selezionare il simbolo
Diramazione alternativa > Fine,
quindi evidenziare la transizione 3.
5. Chiudere la struttura della catena selezionando prima la transizione 6 e poi cliccando sul
simbolo
Inserisci salto,
quindi selezionare il passo 1.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 3-9
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

Alternativa n. 2: modo "Elemento preselezionato"


1. Ritornare al SIMATIC Manager e creare nella cartella "Blocchi" il blocco funzionale FB2,
come descritto sopra. Indicare "GRAPH" come linguaggio di programmazione.
2. Avviare l'editor di S7-GRAPH facendo doppio clic su FB2 nella cartella "Blocchi".
3. Selezionare il comando Inserisci > Elemento preselezionato.
4. Selezionare con il mouse il simbolo
Inserisci passo + transizione
e collocarlo facendo clic sull'ultima transizione dei singoli elementi, fino a raggiungere il
passo / la transizione 6.
5. Selezionare il simbolo
Diramazione alternativa > Inizio
e facendo clic sul passo 3 aprire la diramazione alternativa per il collegamento al
refrigerante. Il ramo inzia alla transizione 7.
6. Selezionare con il mouse il simbolo
Inserisci passo + transizione,
e inserire il passo 7 (S7) e la transizione 8 (T8).
7. Sezionare il simbolo
Diramazione alternativa > Fine,
quindi evidenziare la transizione 8 e poi la transizione 3.
8. Chiudere la struttura della catena con
Inserisci salto
selezionando prima la transizione 6 e poi il passo 1.

Avvertenza
Prima di iniziare a programmare le azioni dei passi, chiudere il blocco funzionale 2 che è
stato creato soltanto per conoscere la seconda alternativa di creazione della struttura della
catena. Nell'operazione di chiusura dell'FB a tutte la domande rispondere "No". In tutti i
passi successivi si utilizzerà l'FB1.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


3-10 A5E00290662-01
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

3.7 Programmazione di azioni


Anche nella programmazione di azioni e transizioni sono disponibili due alternative:
Direttamente e Elemento preselezionato. Nel seguito viene descritto come procedere
dopo aver selezionato il comando Inserisci > Elemento preselezionato:
1. Selezionare il comando Inserisci Azione.
Risultato:il cursore assume la forma seguente.

2. Inserire una riga vuota facendo clic sulle caselle apposite.


3. Indicare le azioni.
Un'azione consiste di operazione e operando. Per il programma di trapanatura sono
necessarie 4 diverse operazioni (per i passi).
• S Imposta uscita
• R Resetta uscita
• N Non holding: finché il passo è attivo, il segnale dell'operando è = 1.
• D Ritardo: l'operando viene impostato a "1" solo al termine del tempo definito dopo
l'attivazione del passo, e resettato con la disattivazione del passo.

3.8 Programmazione di transizioni


Per le condizioni di avanzamento alle transizioni vengono utilizzate le operazioni
combinatorie di bit "Contatto normalmente aperto", "Contatto normalmente chiuso" e "Box di
confronto". Procedere come segue per programmare le transizioni.
1. Scegliere il set mnemonico "KOP" e selezionare nella barra degli strumenti "KOP/FUP" il
simbolo corrispondente
Inserisci contatto normalmente aperto
Inserisci contatto normalmente chiuso
Inserisci box di confronto
2. Posizionare i simboli nel punto corrispondente facendo clic sulle linee di transizione.
Si può uscire dal modo di editazione in qualsiasi momento con il tasto ESC.
3. Indicare gli operandi. Selezionare a tal fine la casella di testo corrispondente con un clic
sul segnaposto "??.?". Introdurre quindi un operando assoluto o simbolico (p. es. E0.7,
"Pulsante di avvio").
4. Se si desidera, può essere indicato un commento sulla catena sequenziale. Il campo di
commento si trova nel tipo di rappresentazione "Catena" in alto a sinistra, e può essere
aperto con un semplice clic.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 3-11
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

La figura seguente riporta la catena sequenziale già completata.

Programmazione dei comandi sequenziali di GRAPH - S7 - Trapan\...


File Modifica Inserisci Sistema di destinazione Test Visualizza Strumenti Finestra ?

Trapanatrice
T6
S1 Trapanatrice_pronta
"Pulsante Trap...
avvio"
T1
Trans1
S2 Bloccag_On
Press_ Bloc... S "Blocca_pezzo"
bloccag_ok"
T2
Trans2

S3 Motore_On
Mo... S "Motore_On"

Motore "Predisp_
_va" refrig"
T3
Trans3
Motore "Predisp_
_va" refrig"
T7
Trans7

S7 Refrigerante_On
Refr... S "Pompa-refrig_On"

"press
refrig_ok"
T8
Trans8

"Trapana S4 Abbassa_trapanatrice
trice_sotto Trap...
N "Abbassa_trapanatrice"
T4
Trans4

S5 Alzare_trapanatrice
Trap... D "Alza_trapanatrice"
"Trapan_sopra"
T#500MS
" T5
Trans5
"Motore
_fermo" S6 Bloccag_M_Pompa_Off
Bloc... R ""Blocca_pezzo"
Pressione "Press
_bloccag_ok" _refrig_ok" R "Motore_on"
T6 R "Pompa_refrig_On"
CMP Trans6
Bloccag_M_Pompa_Off.T
>=
T#500MS
S1

Per la programmazione di box di confronto è possibile utilizzare come operandi le


informazioni di sistema sui passi. In questo caso gli operandi hanno il seguente significato:

• Nome_passo.T: momento attuale o ultimo momento di attivazione del passo


• Nome_passo.U: momento attuale o ultimo momento di attivazione del passo senza
tempo di avaria

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


3-12 A5E00290662-01
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

3.9 Programmazione dei controlli


Procedere come segue per programmare i controlli.
1. Con un doppio clic sul passo 2 passare dal tipo di rappresentazione "Catena" al tipo
"Passo singolo".
2. Selezionare nella barra degli strumenti "KOP/FUP" il simbolo
Inserisci box di confronto
3. Posizionare il box di confronto nel punto corrispondente sulla linea di controllo e
immettere il tempo di controllo desiderato.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 3-13
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

3.10 Definizione del blocco funzionale standard

Alternative di esecuzione dell'FB di S7-GRAPH


In S7-GRAPH si può scegliere tra:
• Esecuzione autonoma:
In ogni FB di S7-GRAPH viene integrato l'intero codice necessario per l'esecuzione. Ciò
significa che, dovendo eseguire diversi FB, lo spazio di memoria necessario aumenta
rapidamente.
• Con FC standard:
Per far fronte a questo problema, S7-GRAPH propone le seguenti alternative: per tutti gli
FB una FC standard che contiene la maggior parte del codice e che viene
automaticamente copiata nel progetto quando si seleziona questa opzione. Con questa
soluzione gli FB risultanti sono notevolemente più piccoli.
Per questo esempio utilizzare l'opzione di compilazione "Esecuzione autonoma".
La scelta della giusta FC dipende dalle prestazioni della CPU a disposizione. Scegliere una
delle seguenti FC standard:

Numero FC Funzionalità
FC72 Normalmente si lavora con la FC72. A questo proposito è opportuno tener presente
che la CPU deve essere in grado di elaborare blocchi di dimensioni superiori a 8 kB.
FC70/FC71 Queste due FC sono inferiori a 8 kByte e pertanto possono essere caricate in una
CPU di più piccole dimensioni. Usufruendo della proprietà di diagnostica delle
SFC17/18, l'FC70 può essere utilizzata solo nelle CPU che dispongono di queste
funzioni. Se la CPU con cui si lavora, non supporta questa funzionalità, si deve
utilizzare l'FC71 e, ovviamente, rinunciare alla proprietà di diagnostica.
Se si desidera verificare se la CPU a disposizione contiene queste SFC, selezionare
nel SIMATIC Manager il comando di menu Sistema di destinazione > Nodi
accessibili oppure fare clic sul simbolo corrispondente nella barra degli strumenti.
Aprire nel programma S7 la cartella "Blocchi".
FC73 Questo blocco richiede uno spazio di memoria inferiore a 8 kB: ciò significa che può
essere caricato ed eseguito in ogni tipo di CPU.
Questa FC consente di ridurre notevolmente lo spazio di memoria dell'FB di S7-
GRAPH. Per attivare questa funzione, selezionare nelle impostazioni del blocco
"Descrizione interfaccia" l'opzione "Spazio di memoria minimo".
Questa funzione, tuttavia, è sottoposta ad alcune restrizioni:
i blocchi generati ex novo non hanno proprietà di diagnostica
l'indicazione di stato del controllo del comando sequenziale è prevista solo per
l'elemento selezionato.

Impostazione del modo di esecuzione


Selezionare il comando di menu Strumenti > Impostazioni blocco e scegliere nella scheda
Salva e compila l'opzione "Con FC standard". Indicare il numero FC corrispondente alle
prestazioni della CPU utilizzata.
Se si tratta di FC70/71, FC72 o FC73 e se nel progetto di destinazione non esiste ancora
una FC con questo numero, il blocco viene copiato automaticamente nel progetto utente. Se
si tratta di un'altra FC, è necessario copiare e rinumerare il blocco manualmente.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


3-14 A5E00290662-01
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

3.11 Salvataggio e chiusura della catena sequenziale


Durante il salvataggio, la catena sequenziale viene automaticamente compilata.
1. Selezionare il comando di menu File > Salva.
Risultato: viene aperta la finestra di dialogo "Seleziona DB di istanza" con il DB di istanza
(DB 1) predefinito.
2. Immettere le impostazioni facendo clic su "OK".
Risultato: il DB di istanza viene creato automaticamente e copiato nella cartella "Blocchi".

Avvertenza
L'avviso "S1 senza contenuto" nel protocollo di compilazione significa semplicemente che
nel passo 1 non sono state programmate azioni.

3. Per chiudere la catena sequenziale selezionare il comando di menu File > Chiudi.

3.12 Inserimento della catena sequenziale nel programma


STEP 7

Programmazione dell'OB1
Il programma della catena sequenziale per la trapanatrice viene richiamato ed avviato dal
blocco organizzativo OB 1. È possibile creare l'OB 1 in KOP, FUP, AWL o SCL. In questo
caso viene creato in KOP. Programmare l'OB 1 come rappresentato nella figura seguente.
Procedere nel modo seguente.
1. Aprire in SIMATIC Manager nel programma S7 "Trapanatrice" la cartella "Blocchi".
2. Avviare l'editor KOP/AWL/FUP facendo doppio clic sull'OB1.
3. Selezionare mediante il comando di menu Visualizza il linguaggio di programmazione
KOP.
4. Selezionare il segmento 1, fare doppio clic sul blocco FB 1 (CS_trapan) nel catalogo degli
elementi del programma per inserire il richiamo della catena sequenziale.
5. Indicare il nome del rispettivo blocco dati di istanza (IDB_CS_trapan) per mezzo del box
KOP.
6. Selezionare il parametro di ingresso INIT_SQ, inserire un elemento di contatto
normalmente aperto per mezzo della barra degli strumenti "KOP", e definirlo come M0.0
("INIT_SQ"). Con questo parametro si ha la possibilità di avviare la catena sequenziale,
definita nel modo online, dal passo iniziale (nell'esempio, il passo 1).
7. Selezionare il comando di menu File > Salva e chiudere il blocco organizzativo con il
comando di menu File > Chiudi .

Avvertenza
Questo esempio non considera tutti i rimanenti parametri del blocco .

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 3-15
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


3-16 A5E00290662-01
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

3.13 Caricamento del programma nella CPU e test della catena


sequenziale

Caricamento del programma utente


Per poter caricare il programma nella CPU del sistema di automazione, è necessario
caricare dal SIMATIC Manager tutti i blocchi (DB1, FB1, OB1, FC70/71, FC72 o FC73).
Procedere quindi nel modo seguente.
1. Aprire nel SIMATIC Manager il programma S7 "Trapanatrice" e selezionare la cartella
"Blocchi".
2. Selezionare il comando di menu Sistema di destinazione > Carica.

Attenzione
Conviene caricare i blocchi di S7-GRAPH nello stato di funzionamento STOP: dopo aver
caricato il DB di istanza, infatti, la catena sequenziale passa automaticamente allo stato
iniziale.

Caricare i blocchi di S7-GRAPH nello stato di funzionamento RUN-P solo se la catena


sequenziale si trova nello stato iniziale o è stata commutata nello stato OFF. In caso
contrario, possono verificarsi dei problemi, p. es. quando si tenta di sovrascrivere un
vecchio blocco la catena sequenziale potrebbe non essere più sincronizzata con il
processo.

Test del programma utente


Per testare il programma utente è necessario essere collegati in modo online con una CPU.
1. Aprire nel SIMATIC Manager la finestra di progetto.
2. Aprire la catena sequenziale tramite doppio clic sull'FB 1.
3. Selezionare il comando di menu Test > Controlla.
Risultato: viene visualizzato lo stato di programma (il passo iniziale è attivo). I passi attivi
vengono contrassegnati a colori.

Attenzione
Nel passo 2 è programmato un tempo di controllo. Se il tempo di attivazione del passo
supera il tempo di controllo programmato (500 ms) nella condizione Supervision, viene
rilevato dal sistema un errore di controllo, e il passo errato viene contrassegnato in rosso.
Se interviene un'errore, si deve innanzittutto soddisfare la condizione di avanzamento e poi
confermare con la funzione del PG Test > Comanda catena (vedere al proposito anche il
paragrafo "Comanda catena").

Ciò non riguarda il funzionamento passo-passo. In questo caso, infatti, la condizione di


avanzamento con relativa conferma deve essere soddisfatta nel tempo di durata di un ciclo.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 3-17
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

3.14 Funzione di test: Comanda catena


È una funzione che consente di testare una catena sequenziale con S7-GRAPH in tutti i
modi di funzionamento. Tutte le impostazioni e le immissioni della finestra di dialogo
provocano la stessa reazione dei relativi parametri FB.
Le indicazioni nella finestra di dialogo "Comanda catena" possono essere diverse dalle
impostazioni che l'utente ha previsto per la compilazione delle catene. Le prime prevalgono
sulle seconde.

Finestra di dialogo "Comanda catena"


La finestra di dialogo "Comanda catena" funge sia come campo di emissione, riportante le
impostazioni correnti, sia come campo di introduzione in cui poter modificare lo stato attuale.
Per confermare un errore, reinizializzare la catena di passi o commutare il passo in
funzionamento manuale, richiamare la finestra di dialogo con il comando Test > Comanda
catena.

Conferma
Se è attivata l'opzione "Conferma obbligatoria", è possibile confermare un messaggio
corrente con il pulsante "Conferma". Potrà p. es. essere confermato l'errore che si verifica
per il superamento del tempo di controllo progettato nel passo 2.
Si tenga tuttavia presente che prima della conferma dell'errore le condizioni di controllo e
interblocco che hanno causato l'errore non devono essere più soddisfatte.
Dopo il verificarsi di un errore è possibile far avanzare la catena soddisfando la condizione di
avanzamento, in quanto l'ultima condizione di avanzamento del ciclo di conferma è
sovraordinata al controllo. Nonostante ciò, l'errore deve essere confermato.
Se l'errore è stato causato dal fatto che il tempo di attivazione senza errori Nome_passo.U
ha superato il tempo di controllo progettato, sarà possibile far avanzare la catena cliccando
sul pulsante "Conferma".
Ciò è possibile in quanto durante la conferma la variabile Nome_passo.U è impostata a "0".

Inizializzazione
Con il pulsante "Inizializza" è possibile riavviare completamente la catena sequenziale con i
passi iniziali definiti precedentemente.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


3-18 A5E00290662-01
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

Impostazione del modo di funzionamento


Attivando una delle caselle di controllo, la catena sequenziale viene commutata nel modo di
funzionamento prescelto.
È possibile p. es. attuare l'esecuzione della catena sequenziale in funzionamento manuale,
invece che automatico. Nel funzionamento manuale può essere attivato o disattivato
qualsiasi passo. Procedere quindi nel modo seguente.
1. Indicare il numero del passo da modificare nel campo "Numero passo", o cliccare
semplicemente il passo desiderato.
2. Selezionare l'azione da eseguire con il passo.
- Attiva: il passo selezionato viene attivato, anche se la transizione precedente non è
soddisfatta.
- Disattiva: il passo selezionato viene disattivato.
Prima dell'attivazione di un passo deve essere disattivato il passo attualmente attivo, in
quanto in una catena lineare può essere attivo solo un passo. Il passo desiderato può quindi
essere attivato solo dopo aver disattivato il passo attualmente attivo.
Se si è cambiato il modo di funzionamento, il modo di funzionamento precedente è
contrassegnato in grassetto.
Dopo aver comandato la catena manualmente, si potrà tornare al funzionamento automatico
e chiudere la finestra di dialogo "Comanda catena".

3.15 Modifica della catena sequenziale


Succede spesso che nel primo test il programma non funzioni come sarebbe auspicabile.
Pertanto è necessario eseguire delle modifiche. Anche nel nostro esempio di programma è
neccessario apportare delle modifiche. Il tempo di controllo progettato nel passo 2 è troppo
breve, e il programma rimane fermo in questo passo. Nel seguito viene spiegato come
modificarlo. Il presupposto è che si passi al modo di funzionamento "Offline".

Modifica del tempo di controllo


Il tempo di controllo progettato al passo 2 è di 500 ms. Se si desidera disporre di maggior
tempo per impostare la variabile "Tensione_bloccaggio_OK", si potrà modificare il tempo di
controllo a 5 s, nel modo seguente.
1. Con un doppio clic sul passo 2 passare dal tipo di rappresentazione "Catena" al tipo
"Passo singolo".
2. Terminare lo stato selezionando il comando Test > Controlla , o cliccando sul pulsante
seguente: .
3. Indicare come valore del tempo di controllo 5 s.
4. Salvare la catena sequenziale con il comando File > Salva, in quanto la catena
sequenziale deve essere ricompilata.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 3-19
Disegno di un comando sequenziale affiancato dall'esempio di una trapanatrice

Caricamento della catena sequenziale dopo la sua modifica


Dopo aver compilato la catena sequenziale, occorre caricarla nella CPU. Essa può essere
caricata dal SIMATIC Manager o dall'editor di S7-GRAPH. Procedere come segue nell'editor
di S7-GRAPH.
1. Dopo aver aperto l'FB, selezionare il comando Sistema di destinazione > Carica o fare
clic sul simbolo Carica . Viene quindi aperta la finestra di dialogo "Carica".
2. Immettere le impostazioni di default con un clic su "OK".
3. Confermare la domanda richiedente se devono essere sovrascritti i blocchi esistenti.

Con DB di istanza
Se non si è disattivata la preimpostazione di sistema "Con DB di istanza", S7-GRAPH
verifica se il DB di istanza è stato modificato dall'ultima operazione di caricamento, e se deve
quindi essere ricaricato. Nella finestra di dialogo "Carica" sarà quindi attivata l'opzione "Con
DB di istanza".
In caso contrario, S7-GRAPH non verifica il DB di istanza e lascia all'utente la scelta di
ricaricare o meno il DB di istanza. Nella finestra di dialogo "Carica" non risulta quindi attivata
l'opzione "Con DB di istanza".

Riavviamento del controllo


Per poter controllare e comandare nuovamente la catena sequenziale, riavviare il controllo
con il comando Test > Controlla o cliccando sul pulsante Controlla .

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


3-20 A5E00290662-01
4 Come utilizzare S7-GRAPH

4.1 Avvio di S7-GRAPH

Requisiti per l'avvio di S7-GRAPH


• Il pacchetto base STEP 7 deve essere installato sul PC/PG.
• S7-GRAPH deve essere installato sul PC/PG.
• È stata eseguita l'autorizzazione per S7-GRAPH.

Avvio di S7-GRAPH
Per avviare S7-GRAPH è possibile scegliere una delle seguenti alternative:
• Avvio in ambiente Windows:
Avviare S7-GRAPH facendo clic sul pulsante "Start" nella barra delle applicazioni di
Windows.
La voce S7-GRAPH si trova in Simatic > STEP 7 > S7-GRAPH - Programmazione di
comandi sequenziali.
• Avviare il software dopo aver aperto il SIMATIC Manager
Fare doppio clic nel SIMATIC Manager sull'FB di S7-GRAPH o su una sorgente
S7-GRAPH.
S7-GRAPH si apre visualizzando nel SIMATIC Manager il blocco su cui si è fatto clic
nella rappresentazione predefinita.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 4-1
Come utilizzare S7-GRAPH

4.2 Superficie di S7-GRAPH

Aree della superficie di S7-GRAPH


La superficie operativa è suddivisa in tre parti:
• Nell'area di lavoro (2) viene visualizzato il comando sequenziale da elaborare. Qui è
possibile definire la struttura delle catene sequenziali o programmare le singole azioni e
condizioni.
• La vista generale (5) mostra la struttura complessiva del comando sequenziale, i
parametri dei blocchi e le variabili nonché l'ambiente del blocco funzionale nel
programma S7.
• Nella vista dettagli (6) sono contenute informazioni specifiche necessarie nelle singole
fasi di programmazione come, p. es., i messaggi relativi alla compilazione o i dati sui
punti di applicazione degli operandi.

Nelle seguenti sezioni vengono spiegati i singoli componenti della figura.


(1) Barre degli strumenti
(2) Area di lavoro
(3) Barra dei menu
(4) Barra del titolo
(5) Vista generale
(6) Vista dettagli
(7) Barra di stato

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


4-2 A5E00290662-01
Come utilizzare S7-GRAPH

Barre degli strumenti


Le barre degli strumenti sono composte di pulsanti che permettono di attivare con un clic
comandi utilizzati di frequente e disponibili in un determinato contesto.
In S7-GRAPH i nomi delle barre degli strumenti vengono visualizzati se si trascina la barra
con drag&drop in un punto qualsiasi della finestra principale.

Nome Contenuti
Standard Contiene funzioni per la gestione dei file (Apri, Salva, etc.) e per la modifica (Copia,
Incolla, etc.).
Visualizzazione Contiene simboli per la scelta di diverse visualizzazioni (p. es., tipo di
rappresentazione dell'FB di S7-GRAPH, visualizzazione dei nomi simbolici, ecc.).
Catena Contiene simboli per l'editazione della catena sequenziale (p. es., inserimento di una
coppia passo-transizione).
KOP/FUP Contiene simboli per l'inserimento di elementi KOP/FUP (p. es., comparatore).

Finestra di lavoro
La finestra di lavoro è una sezione della superficie operativa di S7- GRAPH, nella quale
vengono visualizzate ed elaborate le catene sequenziali di un FB S7- GRAPH- FB o di una
sorgente S7- GRAPH- Quelle.
All'interno della finestra principale di S7-GRAPH è possibile aprire diverse finestre
contemporaneamente. Tali finestre possono essere collocate l'una accanto all'altra, l'una
sotto l'altra oppure sovrapposte.

Barra dei menu


Come ogni applicazione di Windows, S7-GRAPH presenta una barra dei menu collocata
sotto la barra del titolo della finestra principale. La rappresentazione dei comandi di menu
dipende dal contesto. I comandi di menu possono essere attivi (in nero) o inattivi (in grigio),
a seconda che il comando si possa applicare o meno all'oggetto attualmente selezionato.

Barra del titolo


La barra del titolo è collocata sul bordo superiore della finestra. Oltre ai normali pulsanti di
scelta di Windows vengono visualizzate le seguenti aree.
• Titolo del software
• Numero dell'FB e del DB aperto o nome e numero della sorgente aperta
• Elemento rappresentato
• Percorso del blocco o della sorgente

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 4-3
Come utilizzare S7-GRAPH

Vista generale
La Vista generale è impostata sul margine sinistro della finestra di lavoro ma può essere
posizionata con il mouse anche sul margine destro, superiore o inferiore.
Essa contiene tre schede:

Scheda "Grafico"

Questa scheda mostra le singole catene sequenziali e le operazioni cicliche in forma di


testo. Se necessario, essa può essere ampliata per visualizzare graficamente maggiori
dettagli, come p. es. la struttura delle catene o le singole operazioni.
Qui è possibile copiare, tagliare, incollare o cancellare intere catene o singoli elementi.
Selezionando nella scheda "Grafico" un'area della struttura sequenziale, essa verrà
visualizzata nella finestra di lavoro per essere elaborata.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


4-4 A5E00290662-01
Come utilizzare S7-GRAPH

Scheda "Catene"

Questa scheda mostra tutte le catene sequenziali l'una accanto all'altra. Questa
rappresentazione è utile soprattutto per la visualizzazione dello stato.
Anche qui è possibile selezionare un'area della struttura sequenziale per visualizzarla ed
elaborarla nella finestra di lavoro. Nella scheda "Catene" stessa non è possibile elaborare le
catene sequenziali.

Scheda "Variabili"

Visualizza la dichiarazione delle variabili con le parti di dichiarazione IN, OUT, IN_OUT,
STAT e TEMP. La scheda contiene inoltre i seguenti elementi di programma: simboli della
tabella dei simboli, blocchi programmati contenuti nella cartella dei blocchi, blocchi contenuti
nelle biblioteche. Un'ulteriore cartella mostra i passi e le transizioni utilizzati nel blocco
funzionale di S7-GRAPH con i relativi componenti che l'utente può a sua volta utilizzare
come operandi nel programma.
In questa scheda si possono modificare set di parametri esistenti; i parametri di sistema
possono essere cancellati, ma non elaborati. L'utente può inoltre aggiungere parametri
propri.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 4-5
Come utilizzare S7-GRAPH

Per inserire nella catena sequenziale un parametro o un elemento di programma, prelevarlo


dalla finestra di dichiarazione delle variabili e trascinarlo con il mouse mediante drag&drop,
posizionandolo quindi nel punto desiderato.
Le modifiche ai parametri effettuate nella finestra di dichiarazione delle variabili vengono
applicate automaticamente anche alla catena sequenziale, in modo da escludere la
possibilità di incongruenze.
Per la dichiarazione delle variabili è disponibile una Guida esauriente nella finestra di
dichiarazione delle variabili premendo il tasto F1.
Informazioni dettagliate sulle variabili dichiarate e sugli elementi di programma sono
disponibili nella "Vista dettagli" (scheda "Variabili"). Per richiamare tale vista, attivare il
comando di menu Visualizza > Vista dettagli.

Vista dettagli
La Vista dettagli è collocata nella parte inferiore dello schermo e contiene le seguenti
schede:

Messaggi di compilazione (decompilazione)


In questa scheda vengono visualizzati errori e avvisi, ad esempio dopo la compilazione della
catena sequenziale.

Variabili
Il contenuto di questa scheda è legato a quello della scheda "Variabili" nella Vista generale.
Possono essere rappresentati i seguenti dettagli:
• variabili
• simboli provenienti dalla tabella dei simboli
• blocchi programmati provenienti dalla cartella dei blocchi
• blocchi provenienti dalle biblioteche
• passi e transizioni dell'FB di S7-GRAPH
Con il comando di menu Inserisci > Riga di dichiarazione si possono dichiarare nuove
variabili.
Per inserire nella catena sequenziale una variabile, un parametro di blocco o un elemento di
programma, prelevarlo dalla finestra di dichiarazione delle variabili e trascinarlo con il mouse
mediante drag&drop, posizionandolo nel punto desiderato.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


4-6 A5E00290662-01
Come utilizzare S7-GRAPH

Operandi
In questa scheda viene visualizzato un elenco degli operandi utilizzati nel blocco con i relativi
indirizzi, simboli e tipi di dati. Nelle impostazioni "Passo singolo" e "Operazioni cicliche",
durante il controllo viene visualizzata un'ulteriore colonna contenente il valore di stato
assunto dagli operandi man mano che il programma viene elaborato. I valori di stato delle
variabili temporanee non vengono visualizzati.
La rappresentazione varia a seconda dell'impostazione della finestra di lavoro:

Impostazione della finestra di lavoro Operandi rappresentati


Catena Operandi del programma
Passo singolo Operandi del passo e della relativa transizione
Operazioni cicliche Operandi utilizzati nell'operazione ciclica

Riferimenti in avanti
I riferimenti mostrano l'utilizzo di operandi delle aree di memoria A, M, T e Z all'interno del
programma utente.
Nella scheda "Riferimenti in avanti" sono elencati gli operandi formati nel blocco attuale e
valutati in un altro punto del programma.

Riferimenti indietro
Nella scheda "Riferimenti indietro" sono elencati gli operandi formati in un altro punto del
programma e valutati nel blocco attuale.

Barra di stato
La barra di stato è collocata sul bordo inferiore della finestra principale di S7-GRAPH.
Selezionare il comando di menu Visualizza > Barra di stato. Mediante questo comando, la
barra di stato viene visualizzata o nascosta.
Nella parte sinistra della barra di stato viene visualizzata una breve descrizione del comando
di menu selezionato. La parte destra della barra di di stato contiene varie informazioni.
I seguenti simboli indicano i diversi stati di collegamento e di funzionamento:

Simbolo Indicatore Descrizione In


offline Si sta elaborando un blocco S7-300 e S7-400
memorizzato nel sistema di
origine (PG/PC).
SCOLLEGATO Il collegamento con il sistema di S7-300 e S7-400
destinazione è interrotto.
COLLEGATO Si sta elaborando un blocco S7-300
memorizzato in un sistema di
destinazione (SIMATIC S7).
RUN/RUN-P Stato di funzionamento dell'unità S7-400
STOP Stato di funzionamento dell'unità S7-400
ALT Stato di funzionamento dell'unità S7-400
FRCE Job di forzamento in corso S7-400

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 4-7
Come utilizzare S7-GRAPH

I seguenti indicatori compaiono su sfondo colorato:

Indicatore Colore
FRCE Giallo
STOP Rosso
ALT Giallo
SCOLLEGATO Bianco
RUN/RUN-P con comando della catena e Barra di avanzamento verdecon indicazione di:
controllo attivo • "AUTO" per tipo di funzionamento automatico
• "MAN" per tipo di funzionamento manuale
• "TAP" per tipo di funzionamento passo-passo
• "TOP" per tipo di funzionamento automatico o forzato

Errore cumulativo
Una barra rossa indica la presenza di un errore cumulativo.

Ass/Sim
Gerarchia degli operandi impostata nelle proprietà della cartella dei blocchi.
A seguito di modifiche effettuate nella tabella dei simboli, la gerarchia degli operandi
determina se per il blocco siano determinanti gli operandi assoluti oppure i simboli.

Ins/Ssc/Let
• Inserimento/Sovrascrittura
Modo di inserimento nell'editazione
• Lettura
Il blocco o la sorgente sono protetti da scrittura e possono soltanto essere letti.

Mod/Mod. interfaccia
Segnala che il blocco è stato modificato, e se la modifica si applica all'interfaccia.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


4-8 A5E00290662-01
Come utilizzare S7-GRAPH

4.3 Impostazione dell'area di lavoro


S7-GRAPH offre diverse impostazioni e modi di rappresentazione che consentono di
personalizzare l'area di lavoro e l'immagine della superficie. Alcune impostazioni vengono
salvate insieme al rispettivo blocco.
S7-GRAPH supporta diversi tipi di rappresentazione, attivabili tramite il menu Visualizza.
• Catena
• Passo singolo
• Operazioni cicliche

Catena

Nel modo di rappresentazione "Catena" viene rappresentata una delle catene sequenziali
contenute nell'FB. Se l'FB contiene più di una catena, è possibile passare da una catena
all'altra nella vista generale dopo aver selezionato la scheda "Grafico".
Questa rappresentazione è particolarmente adatta per la progettazione della struttura
sequenziale. In questo modo l'utente definisce la struttura delle catene sequenziali, nonché i
numeri, i nomi ed i commenti a passi e transizioni.
Il comando di menu Visualizza > Finestra con > condizioni e azioni consente di
visualizzare il contenuto di passi e transizioni progettati.
Gli elementi visualizzati sono i seguenti:
• il commento al blocco
• la disposizione di passi, transizioni e diramazioni
• opzionalmente, il contenuto di passi e transizioni
• a seconda del fattore di zoom, il nome di passo e transizione

Passo singolo

Con la rappresentazione 'Passo singolo' viene visualizzata solo una coppia passo-
transizione. In questa rappresentazione è possibile programmare ogni singolo elemento.
• Azione: azioni eseguite all'interno del passo
• Controllo (Supervision): condizioni del controllo per il passo visualizzato
• Interblocco (Interlock): condizioni dell'interblocco per il passo visualizzato
• Transizione: condizioni per il passaggio dal passo visualizzato al passo successivo
• Commenti al passo
• Numeri e nomi della coppia passo/transizione visualizzata
• Estensione del nome
• Elenco con gli operandi simbolici.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 4-9
Come utilizzare S7-GRAPH

Avvertenza
Per visualizzare un altro passo - senza cambiare la rappresentazione - si può utilizzare il
comando di menu Modifica > Vai a.

Per passare al passo successivo o precedente utilizzare i tasti cursore.

Operazioni cicliche

Nella rappresentazione Operazioni cicliche è possibile programmare:


• operazioni cicliche inserite a monte e
• operazioni cicliche inserite a valle

Impostazione del tipo di rappresentazione


Procedere come segue per impostare il tipo di rappresentazione.
1. Aprire il menu Visualizza.
2. Selezionare la rappresentazione più adatta al compito:
- Catena per la strutturazione della catena sequenziale
- Passo singolo per la programmazione di singoli passi e transizioni.
- Operazioni cicliche per la programmazione di condizioni cicliche e richiami di blocco
ciclici.

Impostazione di default della rappresentazione


Un FB di S7-GRAPH viene aperto sempre nel tipo di rappresentazione definito per default.
Questo viene definito nella scheda "Generale" (comando di menu Strumenti >
Impostazioni).
Selezionare nella sezione "Rappresentazione nuova finestra" il tipo di rappresentazione in
cui si vuole aprire un FB di S7-GRAPH.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


4-10 A5E00290662-01
Come utilizzare S7-GRAPH

4.4 Ottimizzazione di rappresentazione, colori e caratteri

Ottimizzazione del tipo di rappresentazione


Il tipo di rappresentazione impostato può essere personalizzato. S7-GRAPH offre a questo
scopo le possibilità seguenti.
• Ingrandimento e riduzione graduale
• Definizione del fattore di zoom per la rappresentazione attiva
• Funzioni lasso per lo zoom
• Simboli per la gestione di finestre
• Attivazione e disattivazione di determinate aree
• Impostazione di default di determinate aree

Ingrandimento e riduzione graduale


Selezionare i comandi di menu Visualizza > Ingrandisci o Riduci per modificare
gradualmente la rappresentazione.

Definizione del fattore di zoom per la rappresentazione attiva


La dimensione della rappresentazione attuale può essere ottimizzata selezionando il
comando di menu Visualizza > Fattore di zoom.
Se il fattore di zoom scelto rende il testo illeggibile, viene omesso il nome del
passo/transizione e viene visualizzato solamente il numero. Per visualizzare il nome,
posizionare il mouse sul passo o sulla transizione.
Per evitare questo passaggio si consiglia di indicare fattori di zoom minimi in modo tale che il
testo sia sempre leggibile.
Esiste inoltre sempre la possibilità di ripristinare il fattore di zoom precedente.

Funzioni lasso per lo zoom


Se si vuole ingrandire un'area in particolare, è possibile ricorrrere alla funzione lasso.
Selezionare il comando di menu Visualizza > Ingrandisci area. Trascinare con il mouse
una cornice sull'area da ingrandire. Viene visualizzato il settore selezionato dell'area di
lavoro di S7-GRAPH.

Simboli per la gestione delle finestre


S7-GRAPH dispone di un simbolo per visualizzare e nascondere la vista dettagli e la vista
generale. Può essere così predisposta l'area di lavoro a seconda delle proprie esigenze.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 4-11
Come utilizzare S7-GRAPH

Attivazione e disattivazione di aree supplementari


Oltre alla rappresentazione di singoli passi e transizioni, S7-GRAPH offre ulteriori opzioni
nell'area di lavoro selezionabili dal menu Visualizza.
• Visualizzazione di un campo di commento: Visualizza > Finestra con > commento
• Rappresentazione simbolica degli operandi: Visualizza > Finestra con >
rappresentazione simbolica
• Visualizzazione di condizioni e azioni: Visualizza > Finestra con > condizioni e azioni
• Visualizzazione di una casella di riepilogo per la scelta di operandi durante l'editazione di
azioni: Visualizza > Finestra con > scelta simboli

Impostazione di default per la rappresentazione di aree supplementari


È possibile impostare per default aree supplementari da visualizzare all'apertura di un
blocco. Questo viene definito nella scheda "Generale" (comando di menu Strumenti >
Impostazioni). Selezionare, a seconda delle proprie esigenze, i campi seguenti.
• Visualizzazione di un commento al blocco o di un commento al passo: "Finestra con:
commento".
• Rappresentazione simbolica degli operandi: "Finestra con: scelta simboli".
• Visualizzazione di condizioni e azioni con il comando "Condizioni e azioni ".

Adattamento di colori e carattere


Oltre alla rappresentazione delle aree della superficie, S7-GRAPH offre anche la possibilità
di adattare otticamente i singoli elementi alle ripettive esigenze. Ciò include le impostazioni
di colore, carattere e linee e operandi KOP/FUP.

Modifica delle impostazioni


Tutte le impostazioni vengono eseguite nella scheda "Editor". Per aprire la scheda,
selezionare il comando di menu Strumenti > Impostazioni. Alla chiusura dell'editor
vengono salvate le modifiche eseguite.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


4-12 A5E00290662-01
Come utilizzare S7-GRAPH

Colore
Si possono modificare i colori degli elementi seguenti.

Elemento Modo di editazione Modo di test


Elemento selezionato Elemento selezionato
Passo attivo/Transizione valida Elemento
Passo non attivo Passo inattivo
Errore Introduzione errata Passo errato
KOP/FUP soddisfatto Condizioni soddisfatte in transizione,
supervision, interlock e operazioni cicliche
KOP/FUP non soddisfatto Condizioni non soddisfatte in transizione,
supervision, interlock e operazioni cicliche
KOP/FUP non elaborato Transizione, supervision o interlock non
elaborati
Punto di sincronizzazione Punti di sincronizzazione

Carattere
È possibile modificare il carattere delle seguenti aree.

Area
Numero passo/transizione Numero di passi/transizioni
Nome passo/transizione Nome dei passi e delle transizioni
KOP/FUP Operandi KOP/FUP
Estensione del nome Titoli delle tabelle delle azioni
Azioni Contenuto delle tabelle delle azioni
Commenti Contenuto dei campi di commento

Linee
È possibile modificare lo spessore dei seguenti tipi di linea.

Tipo di linea
Linea normale La voce vale per tutte le linee delle catene sequenziali
Linea sensibile Linea a cui può essere aggiunto l'elemento GRAPH attualmente
selezionato.

Operandi KOP e righe delle azioni


È possibile definire il numero max. di caratteri che compone un operando KOP/FUP o una
riga dell'azione. Per visualizzare i caratteri nel programma si può ridurre l'operando a una
riga.
Suggerimento: se in una determinata rappresentazione non viene visualizzato interamente
l'operando KOP/FUP o la riga dell'azione, posizionando il cursore sul rispettivo operando o
azione, è possibile visualizzare nella casella riservata al commento il nome completo.
Si può inoltre indicare se allineare a destra gli operandi KOP/FUP e a sinistra le azioni.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 4-13
Come utilizzare S7-GRAPH

4.5 Strumenti per il comando della catena sequenziale

4.5.1 Visualizzazione e posizione delle barre degli strumenti

Attivazione e disattivazione delle barre degli strumenti


Selezionare il comando di menu Visualizza > Barre degli strumenti . Nella seguente
finestra di dialogo possono essere selezionate le barre degli strumenti da visualizzare.

Definizione della posizione delle barre degli strumenti


Le barre degli strumenti sono posizionabili liberamente oppure nell'ambito della finestra
principale di S7-GRAPH. Esse possono essere spostate mediante drag & drop.
1. Fare clic sulla superficie grigia della barra degli strumenti, sulla quale sono disposti i
simboli, e tenere premuto il tasto del mouse.
2. Trascinare la barra con il mouse sul punto desiderato dello schermo.

Rappresentazione dei simboli sulle barre degli strumenti


La rappresentazione dei simboli sulle barre degli strumenti dipende dal contesto. Ciò
significa:
• i simboli attivabili vengono rappresentati in nero
• i simboli non attivabili vengono rappresentati in grigio

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


4-14 A5E00290662-01
Come utilizzare S7-GRAPH

4.5.2 Editazione della catena sequenziale con le barre degli strumenti

La procedura di editazione della catena sequenziale con i simboli della barra degli strumenti
può essere determinata con il comando di menu Inserisci > Elemento preselezionato o
Inserisci > Direttamente.
• Con "Elemento preselezionato" si può trascinare un simbolo dalla barra degli strumenti al
punto desiderato.
• Con "Direttamente" si può posizionare un simbolo al punto selezionato.

Modo di editazione "Elemento preselezionato"


Se ci si trova nel modo di editazione "Elemento preselezionato", i simboli vengono inseriti nel
modo seguente.
1. Fare clic sul simbolo della barra degli strumenti oppure selezionare un elemento dal
menu Inserisci.
Risultato: il cursore assume la rappresentazione del simbolo corrispondente
2. Fare clic sul punto in cui si intende inserire l'elemento. Il cursore mostra, visualizzando o
nascondendo un segnale di divieto (un cerchio con una sbarra diagonale), se è permesso
l'inserimento nel punto selezionato. Ad ogni clic del mouse viene inserito un altro
elemento.
3. Dopo aver inserito tutti gli elementi desiderati, fare nuovamente clic sul simbolo della
barra degli strumenti o sul comando di menu Inserisci per terminare l'azione .

Modo di editazione "Direttamente"


Se ci si trova nel modo di editazione "Direttamente", i simboli vengono inseriti nel modo
seguente.
1. Selezionare l'elemento dopo il quale si vuole inserire un nuovo elemento.
2. Fare clic sul simbolo della barra degli strumenti oppure selezionare un elemento dal
menu Inserisci.
3. Per inserire nello stesso punto altri elementi dello stesso tipo, fare nuovamente clic sul
simbolo della barra degli strumenti oppure selezionare un elemento dal menu Inserisci.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 4-15
Come utilizzare S7-GRAPH

4.5.3 Come spostarsi nella catena sequenziale

Oltre alle possibilità data dai tasti direzione nel menu Modifica > Vai a, sono a disposizione
altre funzioni per spostarsi all'interno della catena sequenziale. Funzioni utili sia per navigare
all'interno di grandi catene sequenziali sia per ricercare errori.

Visualizzazione di passi o transizioni particolari


Per accedere direttamente alla coppia passo-transizione, selezionare il comando Modifica >
Vai a > Passo/Transizione. L'accesso è possibile sia tramite numero che nome.

Ricerca dei punti di applicazione di operandi


Per visualizzare i punti di applicazione di un operando selezionato nel programma vi sono
diverse possibilità:
• La funzione Vai a > Punto d'applicazione mostra in formato di tabella tutti i punti di
applicazione relativi a un operando globale nell'intero programma S7. La tabella contiene
i dati relativi a:
• Blocco: indica il blocco in cui viene usato l'operando
• Tipo: indica se si tratta di un accesso in lettura (R) e/o in scrittura (W)
• Linguaggio/Dettagli: informazioni sul blocco
• Facendo doppio clic su un operando globale, il programma S7 cerca i punti di
applicazione "contrari", vale a dire punti di applicazione di lettura un caso di operandi di
scrittura e viceversa.
• I comandi di menu Vai a > Punto di applicazione locale precedente / Punto di
applicazione locale successivo mostrano i punti di applicazione degli operandi locali
nel blocco S7-GRAPH.

Visualizzazione del punto di errore successivo o precedente


Se dopo la compilazione vengono visualizzati errori nella finestra dei risultati, è possibile
passare direttamente a essi con i comandi di menu Modifica > Vai a > Errore successivo e
Modifica > Vai a > Errore precedente. S7-GRAPH salta quindi al punto della catena
sequenziale in cui si trova l'errore, e riporta il messaggio di errore nella barra di stato.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


4-16 A5E00290662-01
5 Creazione di un progetto

Questo capitolo tratta della creazione e apertura di un progetto e delucida, inoltre, i criteri
decisionali per utilizzare l'FB di S7-GRAPH-FB o delle sorgenti S7-GRAPH.

Fasi di creazione di un progetto


Tutte le informazioni relative ad un comando sequenziale vengono riassunte in un progetto
di STEP 7.

Creazione del progetto nel SIMATIC Manager e


inserimento di programmi
S7

Creazione di una sorgente S7-GRAPH Creazione di un FB di S7-GRAPH

Apertura del blocco per la programmazione della/e catena/e sequenziale/i

5.1 Creazione del progetto nel SIMATIC Manager


Prima di creare le catene sequenziali con S7-GRAPH, generare un progetto e in questo
progetto un programma S7, il quale deve contenere tutti i blocchi per la catena sequenziale.

Creazione di un nuovo progetto


Per creare un nuovo progetto nel SIMATIC Manager, selezionare il comando File > Nuovo.
A partire dalla versione 4, STEP 7 offre in alternativa un assistente per creare un'intero
progetto. Scegliere il metodo preferito.

Inserimento di un programma S7 nel progetto


Per creare un programma S7 con il SIMATIC Manager, utilizzare il comando Inserisci >
Programma > Programma S7. Il sistema crea quindi automaticamente la cartella per
sorgenti, blocchi e tabella dei simboli. Nella cartella "Blocchi" viene creato un OB1 vuoto.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 5-1
Creazione di un progetto

5.2 FB o sorgente di S7-GRAPH?


Prima di poter iniziare a creare le catene sequenziali, determinare il tipo di blocco con cui si
intende programmare. Le catene sequenziali possono essere create in FB o sorgenti
S7-GRAPH.

Criteri decisionali per FB o sorgente S7-GRAPH


S7-GRAPH salva e compila automaticamente gli FB. Compilare significa verificare che la
catena sequenziale sia priva di errori di sintassi. Soltanto gli FB di S7-GRAPH esenti da
errori possono essere salvati e trasmessi alla CPU. Non è possibile chiudere gli FB se
contengono errori.
Se gli errori vengono corretti solo in un secondo momento, si potrà invece salvare l'FB di
S7-GRAPH come sorgente, oppure creare una sorgente al posto di un FB di S7-GRAPH. Al
contrario che con l'FB di S7-GRAPH, è possibile salvare una sorgente di S7-GRAPH anche
se la catena sequenziale contiene degli errori.

Avvertenza
Se non è possibile programmare una catena sequenziale in una sola fase di lavoro, si
potranno salvare nel contempo i dati come sorgente di S7-GRAPH oppure creare una
sorgente nuova.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


5-2 A5E00290662-01
Creazione di un progetto

5.3 FB di S7-GRAPH
Un FB di S7-GRAPH può essere creato sia nel SIMATIC Manager che direttamente in
S7-GRAPH.
• In S7-GRAPH si può creare un nuovo blocco funzionale con il comando File > Nuovo.
Questo viene creato nel linguaggio di programmazione GRAPH.
• Per creare un nuovo blocco funzionale nel SIMATIC Manager, selezionare il comando
Inserisci > Blocco S7 > Blocco funzionale. Impostare qui il linguaggio GRAPH.

Regole per la creazione dell'FB di S7-GRAPH


L'FB di S7-GRAPH viene salvato nella cartella Blocchi. In genere vale quanto segue:
• la catena sequenziale viene programmata con indirizzi assoluti e simbolici
• la visualizzazione dipende dal luogo di salvataggio degli FB
- offline: gli FB della banca dati del PG vengono visualizzati con i simboli e i commenti
eventualmente presenti
- online: gli FB della CPU vengono visualizzati insieme a commenti e simboli della
banca dati del PG (se presenti nel modo offline)
- online senza struttura di progetto: gli FB della CPU vengono visualizzati (Visualizza
"Nodi accessibili" nella finestra di dialogo "Apri") come FB di STEP 7, ovvero senza
simboli e commenti.

5.4 Sorgente di S7-GRAPH


Le sorgenti possono essere create sia nel SIMATIC Manager sia in S7-GRAPH oppure con
altri editor ed essere successivamente importate in un progetto S7. Per un'esatta editazione
delle sorgenti devono essere osservate le regole di sintassi.

Regole per creare e richiamare la sorgente di S7-GRAPH


La sorgente di S7-GRAPH viene salvata nella cartella "Sorgenti". In genere vale quanto
segue:
1. sorgenti vuote di S7-GRAPH possono essere create solo nel SIMATIC Manager oppure
importate nel progetto aperto
2. una sorgente di S7-GRAPH può essere generata in S7-GRAPH anche da un FB di
S7-GRAPH aperto
3. è possibile aprire le sorgenti di S7-GRAPH sia nel SIMATIC Manager sia nell'editor
S7-GRAPH. Esse vengono poi visualizzate nell'editor S7-GRAPH dove possono essere
modificate
4. le sorgenti possono essere modificate in un progetto soltanto in modo offline.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 5-3
Creazione di un progetto

5.5 Apertura di FB o di sorgenti di S7-GRAPH


Gli FB o le sorgenti di S7-GRAPH possono essere aperti nel SIMATIC Manager o in
S7-GRAPH.

Avvertenza
L'FB creato in S7-GRAPH viene aperto direttamente.

Apertura nel SIMATIC Manager


Per aprire un FB nel SIMATIC Manager:
• selezionare nella cartella Blocchi o nella cartella Sorgenti l'oggetto selezionato e quindi
aprirlo con un doppio clic.

Apertura nell'editor S7-GRAPH


Per aprire un FB nell'editor di S7-GRAPH:
1. selezionare il comando File > Apri o fare clic sul simbolo corrispondente
2. selezionare nella finestra di dialogo successiva il blocco o la sorgente da aprire. Aprire il
blocco nella banca dati del PG (offline) oppure direttamente nella CPU (online).

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


5-4 A5E00290662-01
6 Programmazione della struttura delle catene
sequenziali

Nel presente capitolo vengono presentate le regole e gli elementi per la generazione delle
catene sequenziali.

(1)
OB/FB/FC FB i DB i

Commento a ...
(2)
CALL FBi,Dbi
SQ_INIT:= (3)

(4)
S1
T1
S2
T2

(5)

La parte principale di una catena sequenziale è rappresentata dagli FB di S7-GRAPH (1).


Essi contengono:
• il programma per l'esecuzione passo passo del comando nelle catene sequenziali (4),
• operazioni cicliche (3)(5), sempre valide per tutte le catene sequenziali dell'FB (e
visualizzate in una diversa finestra) e
• commento al blocco (2), con cui descrivere l'intero blocco.

Istruzioni per l'elaborazione dell'FB di S7-GRAPH


La sequenza di elaborazione è a libera scelta. Considerare, pertanto, la seguente proposta.

Punto Compito
1 Determinazione della struttura della catena sequenziale con gli elementi di S7-GRAPH
2 Programmazione delle operazioni cicliche (opzionale)
3 Commenti all'FB di S7-GRAPH nel campo del commento al blocco (opzionale)
4 Elaborazione di singoli passi e transizioni creati al punto 1

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 6-1
Programmazione della struttura delle catene sequenziali

6.1 Catena sequenziale - Principi di funzionamento


Una catena sequenziale è composta da una serie di passi che possono essere attivati a
seconda delle condizioni di avanzamento in una sequenza definita.

Principi di elaborazione di una catena sequenziale

L'elaborazione di una catena sequenziale inizia da


• un passo iniziale o
• diversi passi iniziali che si trovano in un qualsiasi punto della catena sequenziale.
Questo passo è attivo finché vengono eseguite le azioni di un passo. Più passi eseguiti
contemporaneamente sono tutti attivi.

Per uscire da un passo attivo:


• devono essere stati eliminati o confermati tutti gli errori eventualmente presenti
• e deve essere stata soddisfatta la transizione che segue il passo.

Il passo successivo, ovvero il passo che segue la transizione soddisfatta, diventa attivo.

Alla fine della catena sequenziale si trova:


• un salto ad un passo qualsiasi all'interno di questa catena o un salto ad un'altra catena
sequenziale dell'FB.
In questo maniera la catena sequenziale può essere eseguita in modo ciclico.
• un fine catena: la sequenza termina con il raggiungimento del fine catena.

Passo
Il compito di controllo viene suddiviso in singoli passi. Le azioni, formulate in passi, vengono
eseguite dal controllore in un determinato stato (p. es. comando delle uscite o attivazione e
disattivazione di passi).

Passo attivo
Un passo è attivo quando le sue azioni vengono elaborate.
Un passo viene attivato,
• se sono soddisfatte le condizioni della transizione precedente, oppure
• se il passo è definito come passo iniziale, ed è stata inizializzata la catena sequenziale,
oppure
• se il passo è stato richiamato da un'azione che dipende da un evento.

Avvertenza
Evitare di eseguire un salto da una transizione ad un passo precedente.

Per poter eseguire questa istruzione di salto, è necessario aggiungere un passo vuoto con
una transizione senza condizioni.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


6-2 A5E00290662-01
Programmazione della struttura delle catene sequenziali

6.2 Struttura delle catene sequenziali


La struttura più semplice della catena sequenziale è la successione lineare di passi e
transizioni senza diramazione.
Una catena lineare comincia con un passo e finisce con una transizione a cui può seguire un
salto a un passo qualsiasi o un fine catena.
La sequenza lineare può essere ampliata tramite:
• diramazioni (alternative, simultanee)
• salti a passi qualsiasi
• ulteriori catene sequenziali che vengono eseguite in dipendenza dalla prima catena o in
modo completamente indipendente
• operazioni cicliche, disposte prima o dopo la catena sequenziale.

Esempi di strutture di una catena sequenziale


(1) (2) (3)
T4 T4 T11 T4
S1 S1 S1 S7
T1 T1 T5 T8
T1 T5
S2 S2 S5 S8
T2 S2 S5
T2 T6 T9
T2 T6
S3 S9
S3 S3
T3 S6
T10
T3 T3 T7
S4 S10
T4 S4 T11
S4 S6
T4
S1 S1
T4
S7

S1

(1) FB di S7-GRAPH con catena sequenziale lineare


(2) FB di S7-GRAPH con catena sequenziale con diramazione alternativa e simultanea
(3) FB di S7-GRAPH con con due catene sequenziali

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 6-3
Programmazione della struttura delle catene sequenziali

6.3 Regole per la struttura delle catene sequenziali


La struttura della catena sequenziale deve soddisfare le regole seguenti.
• Un FB di S7-GRAPH non può contenere più di 250 passi e 250 transizioni. Passi e
transizioni possono essere inseriti solo in coppia.
• Le catene sequenziali vengono avviate al richiamo dell'FB di S7-GRAPH
- dal primo passo della rispettiva catena sequenziale, oppure
- da un passo iniziale.
• Una catena sequenziale può contenere al massimo 256 diramazioni con
- un massimo di 125 rami alternativi, oppure
- un massimo di 249 rami simultanei.
A causa del tempo di esecuzione è tuttavia opportuno immettere soltanto dalle 20 alle 40
diramazioni per CPU.
• Le diramazioni possono essere chiuse soltanto dal lato del ramo, a sinistra della
diramazione da chiudere.
• I salti possono essere aggiunti dopo una transizione, alla fine di un ramo. Essi vengono
collocati prima di un passo della stessa catena o di un'altra catena nell'FB attuale.
• Un fine catena può essere aggiunto dopo una transizione alla fine di un ramo,
interrompendo l'elaborazione di tale ramo.
• Le operazioni cicliche possono essere definite prima o dopo la catena sequenziale
nell'apposito campo. Esse vengono richiamate una volta a ciclo.

6.4 Elementi delle catene sequenziali


La lista seguente riporta gli elementi di cui può essere composta una catena sequenziale
nonché i simboli corrispondenti della barra degli strumenti "Catena" con cui creare tali
elementi.

Passo + Transizione

Salto

Diramazione alternativa, Inizio

Diramazione alternativa, Fine

Diramazione simultanea, Inizio

Diramazione simultanea, Fine

Fine catena

Inserisci catena
La struttura della catena sequenziale viene programmata nel modo di rappresentazione
"Catena".

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


6-4 A5E00290662-01
Programmazione della struttura delle catene sequenziali

6.5 Coppia passo-transizione e passo iniziale

Coppia passo-transizione
L'FB di S7-GRAPH contiene per default già una coppia passo-transizione a cui si possono
aggiungere ulteriori coppie passo-transizione.
In una catena sequenziale è possibile inserire soltanto una coppia passo-transizione.
Nell'operazione di inserimento viene assegnato automaticamente un numero a passi e
transizioni. Per una maggiore comprensibilità e chiarezza è possibile rinumerare i passi e le
transizioni di determinati gruppi in modo tale da ottenere una numerazione progressiva.

Passo iniziale
Il passo iniziale è il passo di una catena sequenziale che diventa attivo al primo richiamo di
un FB di S7-GRAPH senza una precedente interrogazione di condizioni. Il passo iniziale non
deve essere necessariamente il primo passo di una catena sequenziale.
Nel funzionamento ciclico della catena sequenziale questo passo, come ogni altro passo,
diventa attivo solo se sono soddisfatte le condizioni della transizione precedente.
La catena sequenziale viene inizializzata con il parametro INIT_SQ = 1 dell'FB. Ciò significa
che la catena sequenziale inizia dal passo iniziale.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 6-5
Programmazione della struttura delle catene sequenziali

6.6 Salto
Il salto è un passaggio da una transizione a un passo qualsiasi, all'interno della catena
sequenziale o di un'altra catena sequenziale dello stesso FB.
Un salto si trova sempre dopo una transizione dove viene terminata la catena sequenziale o
il ramo di una diramazione.
Al contrario del fine catena, il salto ha per effetto l'elaborazione ripetuta della catena
sequenziale o di parti d'essa.
Il salto (1) e la sua destinazione (2) vengono rappresentati graficamente con una freccia. Il
collegamento in sè non è visibile.

T4 2 T8
S1 T12
S9
T1

T9 T10
S2 S5 S7
S11 S13
T2 T5 T7
T11 T13
S3 S6
S12
S8 S14
T12
T3
T8 T14
S4 S1
S9
T4
1
S1

Attenzione
Evitare di saltare in una diramazione simultanea.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


6-6 A5E00290662-01
Programmazione della struttura delle catene sequenziali

6.7 Diramazione alternativa


Una diramazione alternativa è composta da diversi rami paralleli (max. 125). Ogni ramo
alternativo inizia con una transizione. Il ramo elaborato è quello la cui transizione si attiva per
prima. La diramazione alternativa corrisponde in tal modo a una catena OR in cui può
essere rispettivamente attivo soltanto un ramo.
Ogni ramo alternativo finisce con una transizione e può essere terminato con un passo
successivo, un fine catena o un salto.

T5
1 2 3
Tz
S1
T1 T6 T7

S2 Sm Sx
T2 Tm
S3 Tx Tx+1
Sn
T3 Tn Sy
Sz
Ty
Tz
S4
T4 (1): ramo alternativo 1
(2): ramo alternativo 2
S5 Salto (3): ramo alternativo con una ulteriore
T5 diramazione alternativa

Salto

Priorità delle diramazioni alternative


Se sono soddisfatte contemporaneamente più transizioni all'inizio di diversi rami, la massima
priorità viene attribuita alla transizione che si trova all'estrema sinistra.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 6-7
Programmazione della struttura delle catene sequenziali

6.8 Diramazione simultanea


La diramazione simultanea è composta da diversi rami paralleli (max. 249), ognuno dei quali
inizia con un passo. I rami vengono quindi elaborati contemporaneamente. La diramazione
simultanea corrisponde a una diramazione AND.
La transizione prima della diramazione simultanea (nella figura T1 e T7) attiva i primi passi
dei singoli rami simultanei.
Ogni ramo simultaneo finisce con un passo e viene chiuso con la transizione successiva.
Se diversi rami simultanei vengono ricondotti in una transizione, questa avanza nel passo
successivo solo quando si è conclusa l'esecuzione di tutti i rami simultanei attivi.

T5
S1 1 2 3

T1

S2 S6 S7
T2 Tm T7
S3 Sm
Sx Sz
T3
Tx
S4 Sy
(1): ramo alternativo 1
T4 (2): ramo alternativo 2
S5 (3): ramo alternativo 3 con una ulteriore
T5 diramazione alternativa

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


6-8 A5E00290662-01
Programmazione della struttura delle catene sequenziali

6.9 Fine catena


Un fine catena alla fine di una catena sequenziale lineare (1) o alla fine di un ramo di una
diramazione alternativa (2) termina la catena sequenziale. Non viene effettuata una
elaborazione ciclica della catena sequenziale.
Un fine catena alla fine di un ramo di una diramazione simultanea (3) termina solo questo
ramo mentre l'elaborazione degli altri rami simultanei prosegue.
Il fine catena si trova sempre dopo una transizione.

1 2 3 T3
T3 S1
S1 S1 T1

T1 T1 T4
S2 S4
S2 S2 S4
T2 T4
T2 T2 T5
S3 S5
S3 S3
S5
T3 T3 T5
T3
T6
S1 S1

Attenzione
Se tutti i rami di una catena sequenziale sono chiusi con un fine catena, la catena
sequenziale può essere riavviata solo mediante il parametro INIT_SQ.

6.10 Nuova catena


Un FB di S7-GRAPH può consistere di diverse catene sequenziali.
Ogni catena sequenziale può
1. essere elaborata indipendentemente da altre catene sequenziali, ed essere così eseguita
parallelamente a quest'ultime;
2. essere utilizzata con un salto come continuazione o diramazione di una catena
sequenziale. Ciò permette di rappresentare in gruppo delle funzioni tecnicamente
connesse per ottenere una migliore visuale del programma.
Nelle catene sequenziali il passo iniziale può corrispondere al primo passo attivo.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 6-9
Programmazione della struttura delle catene sequenziali

6.11 Operazioni cicliche


Le operazioni cicliche sono condizioni (1) e richiami di blocchi (2) che sono posti a monte o a
valle della catena sequenziale. Esse vengono elaborate, indipendentemente dallo stato della
catena sequenziale, una volta per ciclo.
Il numero delle operazioni cicliche che si possono inserire in un FB di S7-GRAPH non è
soggetto a restrizioni. Ad ogni operazione ciclica viene attribuito un numero.
Le operazioni cicliche si possono programmare anche nella finestra "Operazioni cicliche".

1 E2.3 E0.0 M2.0

(1) E2.5

2
CALL

(2)

Condizione ciclica
Le condizioni che devono essere soddisfatte in diversi punti delle catene sequenziali
possono essere programmate centralmente come condizioni cicliche. Per queste condizioni,
utilizzare elementi KOP, quali contatto normalmente aperto, contatto normalmente chiuso e
comparatore o elementi FUP, quali box AND, box OR e box di confronto. È possibile
programmare al massimo 32 elementi KOP/FUP per ogni condizione ciclica.
Il risultato di combinazioni binarie delle condizioni viene salvato nell'elemento KOP (bobina)
o in una assegnazione FUP per cui sono disponibili anche le funzioni di memoria Imposta e
Resetta. L'indirizzo utilizzato (p. es. un merker) può essere interrogato in transizione,
interlock e supervision.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


6-10 A5E00290662-01
Programmazione della struttura delle catene sequenziali

Richiamo ciclico del blocco


I blocchi creati in un linguaggio di programmazione diverso da S7-GRAPH possono essere
richiamati da un FB di S7-GRAPH con l'ausilio dei richiami di blocco ciclici. L'esecuzione
dell'FB di S7-GRAPH prosegue dopo l'esecuzione del blocco richiamato.
Avvertenza:
• È possibile richiamare solo i seguenti blocchi:
- funzioni (FC) e blocchi funzionali (FB) programmati in AWL, KOP, FUP o SCL, nonché
- funzioni di sistema (SFC) e bocchi funzionali di sistema (SFB).
• Se si richiamano blocchi funzionali e blocchi funzionali di sistema, assegnare loro un DB
di istanza.
• Prima di essere richiamati, i blocchi devono già trovarsi nella cartella "Blocchi" del
programma S7.
• La denominazione dei blocchi può essere assoluta (p. es. FC1) oppure, se stabilita nella
tabella dei simboli, simbolica (p. es. Motore1).·
• Assegnare valori attuali ai parametri formali del blocco richiamato.

6.12 Commento al blocco


Ogni FB di S7-GRAPH può contenere un commento al blocco il quale può comprendere a
sua volta al massimo 2048 caratteri. Il commento non incide sull'esecuzione del programma.
I commenti al blocco vengono visualizzati nella rappresentazione "Catena".

Introduzione del commento al blocco


L'introduzione del commento al blocco è possibile se il comando Visualizza > Finestra con
> commento è attivo (segno di spunta).
1. Selezionare il modo di rappresentazione "Catena".
2. Introdurre il commento al blocco direttamente nella casella di testo che si trova sopra la
catena sequenziale.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 6-11
Programmazione della struttura delle catene sequenziali

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


6-12 A5E00290662-01
7 Programmazione di azioni e condizioni

In questo capitolo viene spiegato come dare un contenuto alla struttura delle catene
sequenziali. In particolare, è possibile venire a conoscenza dei seguenti argomenti:
• azioni, loro classificazione e componenti, e modo per rendere le azioni dipendenti dagli
eventi
• condizioni, dove si verificano e come combinarle.
• come uscire da un passo in caso di presenza di un errore di controllo.
• programmazione simbolica in S7-GRAPH.
• Come aprire i blocchi con il proprio editor:
Per aprire il blocco utilizzato nella tabella delle azioni di un passo con il proprio editor è
necessario selezionarlo e fare doppio clic. È possibile aprire il blocco con l'editor
corrispondente anche selezionando il blocco utilizzato nella tabella delle azioni e aprendolo
con il nuovo comando di menu Modifica > Apri blocco.

Aree di azioni e condizioni


Nel tipo di rappresentazione Passo singolo vengono mostrate quasi tutte le aree in cui
programmare azioni e condizioni.

FB i
Commento a ...
(1) Commento al passo

Interlock
(2) C
Supervision
(3) V
S1 S1 Step1 (6)
T1 (4) Step1
S2
T1 (7)
T2 (5)
Trans1

Indirizzo Simbolo Tipo Commento (8)

(1) Campo per il commento al passo (5) Area di condizioni della transizione
(2) Area di condizioni dell'interlock (6) Tabella delle azioni vuota
(3) Area per condizioni e supervision (7) Simbolo di transizione
(4) Simbolo del passo (8) Tabella dei simboli per la programmazione simbolica

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 7-1
Programmazione di azioni e condizioni

Istruzioni per l'esecuzione di una coppia passo-transizione


Dopo aver programmato nell'FB di S7-GRAPH la struttura delle catene sequenziali è
necessario programmare passi e transizioni singoli.
La successione è in linea di massima opzionale. Si consideri pertanto la procedura seguente
come una proposta.

Punto Compito
1 Programmazione delle azioni nella tabella delle azioni
2 Programmazione delle condizioni in transizioni, interlock, supervision e condizioni cicliche
3 Modifica dei numeri e nomi dei passi e delle transizioni e introduzione di un commento al
passo
4 Modifica dell'estratto della tabella dei simboli di STEP 7 per questo passo

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


7-2 A5E00290662-01
Programmazione di azioni e condizioni

7.1 Azioni
Nei passi vengono programmate le azioni, che tra l'altro comandano ingressi, uscite e
merker e attivano e disattivano i passi della catena sequenziale, e richiamano i blocchi. Le
azioni contengono quindi istruzioni per il comando del processo. Se il passo è attivo, le
azioni vengono eseguite in successione "dall'alto al basso".
Per programmare il contenuto del passo andare alla tabella delle azioni nella
rappresentazione "Passo singolo". Per visualizzare le azioni, è possibile selezionare anche il
modo di rappresentazione "Catena" ed eseguire il comando di menu Visualizza > Finestra
con > condizioni e azioni.

Componenti di un'azione
Un'azione è composta da
(1): un evento opzionale (p. es., S1) e un'operazione (p. es., N) e
(2): un operando (p. es. M4.3) o un'assegnazione (p. es. A:=B+C).
Il passo è attivo

S4 Passo 4
Passo 4 N M 4.2
S0 R A 4.4
S1 N M 4.3
Sequenza di
elaborazione
1 2

Classificazione di azioni
Le azioni si distinguono in:
• Azioni standard
- con e senza interlock
• Azioni dipendenti da eventi
- con e senza interlock
- per l'attivazione e la disattivazione dei passi:
• Contatori, temporizzatori e operazioni matematiche.

Passi vuoti (passi senza azioni)


I passi senza azioni programmate sono passi vuoti. Un passo vuoto si comporta come un
passo attivo. La transizione successiva diventa valida.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 7-3
Programmazione di azioni e condizioni

7.2 Azioni standard

Azioni standard con e senza interlock


Tutte le azioni standard possono essere combinate con l'interlock. Le azioni vengono
eseguite solo se sono soddisfatte le condizioni di interlock (aggiungere lettera C).
Le azioni standard vengono eseguite senza interlock finché il passo è attivo.

Operazione ID di Indirizzo Significato


operando di operando
N[C] A,E,M,D m.n Finché il passo è attivo [e l'interlock soddisfatto], il
segnale dell'operando è 1
S[C] A,E,M,D m.n Imposta (Set): appena il passo è attivo [e
l'interlock soddisfatto], l'operando viene impostato
a 1 e rimane così impostato (a ritenzione)
R[C] A,E,M,D m.n Resetta (Reset): Appena il passo è attivo [e
l'interlock soddisfatto], l'operando viene impostato
a 0 e rimane così impostato (a ritenzione)
D[C] A,E,M,D m.n Ritardo all'inserzione (Delay): n sec. dopo
l'attivazione del passo, il segnale dell'operando [in
caso di interlock soddisfatto] è 1 per la durata di
attivazione del passo. Ciò non vale se la durata di
attivazione del passo è minore di n sec. (non a
ritenzione)
T#<const> Costante di tempo
L[C] A,E,M,D m.n Impulso Limitato: se il passo è attivo [e l'interlock
soddisfatto], il segnale dell'operando è per n
secondi 1 (non a ritenzione)
T#<const> Costante di tempo
CALL[C] FB, FC, SFB, Numero del Richiamo del blocco: finché il passo è attivo [e
SFC blocco l'interlock soddisfatto], viene richiamato il blocco
indicato.

[ ] = integrazione opzionale di interlock; m = indirizzo byte; n = indirizzo bit; Campo di


indirizzi: 0.0 .... 65535.7
Operando D: DBi.DBXm.n = numero del blocco dati i; DBXm.n = bit nel DB;
SFB/FB = blocco funzionale di sistema/blocco funzionale; SFC/FC = funzione di
sistema/funzione
Per CALL[C] FB/SFB è necessario un DB di istanza.

Avvertenza
È possibile aprire il blocco richiamato o il suo DB di istanza mediante la funzione Apri
blocco del menu a discesa oppure facendo semplicemente doppio clic sul blocco stesso.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


7-4 A5E00290662-01
Programmazione di azioni e condizioni

Costante di tempo
Tutte le azioni contenenti le operazioni D o L richiedono un'indicazione di tempo.
Quest'ultime vengono programmate con la sintassi T#<const> e sono combinabili a piacere.
<const>= nD (n giorni), nH (n ore), nM (n minuti), nS (n secondi), nMS (n millisecondi),
laddove n = numero (valori interi)
Esempio: T#2D3H: costante di tempo = 2 giorni e 3 ore

Esempio: tabella delle azioni con funzioni standard

S4 Passo 4
Passo 4 1 N A1.0
2 D A1.1
T#1M20S

(1): Finché il passo è attivo, il segnale dell'uscita A1.0 è = 1.


(2): 1 minuto e 20 secondi dopo l'attivazione del passo, e finché il passo è attivo, il segnale
dell'uscita A1.1 è = 1. Se il passo non è attivo, il segnale di A1.1 è = 0.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 7-5
Programmazione di azioni e condizioni

7.3 Azioni dipendenti da eventi

Eventi
Un'azione può essere combinata con un evento. Un evento rappresenta il cambiamento
dello stato di segnale di un passo, di un controllo del passo (supervision) o di un interblocco
del passo (interlock), o anche la conferma di un messaggio o la notifica della registrazione di
un errore.
Se una azione è combinata con un evento, lo stato di segnale dell'evento viene rilevato
mediante la valutazione del fronte. Vale a dire che le operazioni possono essere eseguite
solo nel ciclo in cui si verifica l'evento.

Eventi e analisi dei segnali


Punto
• S1: Il passo diventa attivo
• S0: Il passo viene disattivato
1
S1 S0
0
t
Supervision
• V1: Si verifica un errore di controllo (anomalia)
• V0: L'errore di controllo viene corretto (nessuna anomalia)
Anomalia
1
V1 V0
0
t
Interlock
• L0: Condizione di interblocco in arrivo
• L1: Condizione di interblocco manca (p. es. anomalia)
• C: Condizione di interblocco soddisfatta
1
L1 L0
0 [C = 0]
t
Anomalia

Messaggio e registrazione di un errore


• A1: conferma di un messaggio
• R1: notifica di registrazione di un errore
(fronte di salita all'ingresso REG_EF / REG_S)
1 A1=1

0
t

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


7-6 A5E00290662-01
Programmazione di azioni e condizioni

Azioni dipendenti da eventi con e senza interlock


Tutte le azioni standard, con l'eccezione delle azioni con le operazioni D e L, possono
essere combinate con un evento.

Evento Operazione ID di Indirizzo Significato


operando di operando
S1, V1, A1, N[C], R[C], S[C] A,E,M,D, m.n Dopo che si è verificato l'evento [con
R1 CALL[C] FB, FC, SFB, Numero interlock presente], per il ciclo del passo
SFC blocco successivo vale quanto segue:
• il segnale dell'operando è per una
volta = 1 (N)
• il segnale dell'operando viene
impostato per una volta a
1 (S)
• il segnale dell'operando viene
resettato a 0 (R)
• il blocco viene richiamato una volta
(CALL)
S0, V0, L0, N, R, S, A,E,M,D m.n Dopo che si è verificato l'evento, per il
L1 CALL FB, FC, SFB, Numero ciclo del passo successivo vale quanto
SFC blocco segue:
• il segnale dell'operando è per una
volta = 1 (N)
• il segnale dell'operando viene
impostato per una volta a 1 (S)
• il segnale dell'operando viene
resettato a 0 (R)
• il blocco viene richiamato una volta
(CALL)

m = indirizzo byte; n = indirizzo bit; Area di indirizzi: 0.0 .... 65535.7


Operando D: DBi.DBXm.n = numero del blocco dati i; DBXm.n = bit nel DB;
SFBi / FBi = numero di blocco funzionale (di sistema) i; SFCi / FCi = numero di funzione (di
sistema) i

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 7-7
Programmazione di azioni e condizioni

Azioni dipendenti dagli eventi per l'attivazione e la disattivazione dei passi


Con le operazioni ON e OFF possono essere attivati e disattivati altri passi. Le operazioni
sono sempre dipendenti da un evento, ovvero l'evento determina il momento di attivazione e
disattivazione.
Queste operazioni possono essere combinate con l'interlock (interblocco). Le azioni vengono
eseguite solo se sono soddisfatte le condizioni di interlock.

Evento Operazione ID di Indirizzo Significato


operando di operando
S1, V1, A1, ON[C], OFF[C] S i Il passo dipendente da evento [e
R1 interlock] viene attivato (ON) o
disattivato (OFF).
S1, V1 OFF[C] S_ALL Tutti i passi dipendenti da evento [e
interlock] vengono disattivati. Fa
eccezione il passo in cui si trova
l'azione.
S0, V0, L0, ON, OFF S i Passo dipendente dall'evento viene
L1 attivato (ON) o disattivato (OFF)
L1 OFF S_ALL Tutti i passi dipendenti dall'evento
vengono disattivati. Fa eccezione il
passo in cui si trova l'azione.
I: Numero del passo

Avvertenza
Per un passo che viene attivato e disattivato nello stesso ciclo, la disattivazione ha una
priorità più alta.

Esempio: tabella delle azioni con azioni dipendenti dagli eventi

S4 Passo 4
Passo 4 1 S1 RC A1.0
2 V1 OFF S_ALL
3 L0 CALL FC10

(1): Appena il passo è attivo e l'interlock è soddisfatto, l'uscita A1.0 viene impostata a "0", e
rimane così impostata.
(2): Appena si verifica l'errore di controllo, tutti i passi attivi vengono disattivati, eccetto il
passo S4 in cui si trova l'azione.
(3): Appena è soddisfatta la condizione di interblocco, il blocco indicato (FC 10) viene
richiamato.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


7-8 A5E00290662-01
Programmazione di azioni e condizioni

7.4 Contatori, temporizzatori e operazioni matematiche per


azioni

Contatori
Tutti i contatori dipendono sempre da un evento, ovvero l'evento determina il momento di
attivazione dell'operazione. I contatori possono essere combinati opzionalmente con un
interblocco (interlock). Le operazioni di conteggio combinate con interlock vengono eseguite
solo se sono soddisfatte oltre all'evento le condizioni di interlock (aggiungere lettera C).
I contatori senza interlock vengono eseguiti se si verifica l'evento.
I contatori di S7-GRAPH agiscono come i contatori di altri linguaggi di programmazione S7:
non esistono né overflow né underflow, e se lo stato del contatore è 0 anche il bit di
conteggio è 0, altrimenti è 1.

Evento Operazione ID di Indirizzo Significato


operando di operando
S1, S0, L1, CS[C] Z X Imposta: appena si è verificato
L0, V1, V0, l'evento [e soddisfatto l'interlock], il
A1, R1 valore di start contatore viene caricato
nel contatore.
Valore di start Valore di start contatore
contatore
S1, S0, L1, CU[C] Z X Conta avanti: appena si è verificato
L0, V1, V0, l'evento (e soddisfatto l'interlock), il
A1, R1 contatore conta di "1" in avanti.
S1, S0, L1, CD[C] Z X Conta indietro: appena si è verificato
L0, V1, V0, l'evento (e soddisfatto l'interlock), il
A1, R1 contatore conta indietro di "1".
S1, S0, L1, CR[C] Z X Resetta: appena si è verificato
L0, V1, V0, l'evento (e soddisfatto l'interlock), il
A1, R1 contatore viene resettato a 0.

[ ] = integrazione opzionale di interlock; x = numero del contatore

Valore di start contatore


Tutte le azioni contenenti l'operazione CS richiedono l'indicazione di un valore di start. Tale
valore viene programmato con la seguente sintassi:
valore di start contatore> = EWy, AWy, MWy, LWy, DBWy, DIWy; Variabile di tipo WORD;
C#0 ... C#999
Y = 0 ... 65534

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 7-9
Programmazione di azioni e condizioni

Temporizzatori
Tutti i temporizzatori nelle azioni dipendono sempre da un evento, ovvero l'evento determina
il momento di attivazione dell'operazione. I temporizzatori possono essere combinati
opzionalmente con un interblocco (interlock). Le operazioni di temporizzazione combinate
con interlock vengono eseguite solo se sono soddisfatte oltre all'evento le condizioni di
interlock (aggiungere lettera C). I contatori senza interlock vengono eseguiti se si verifica
l'evento.

Evento Operazione ID di Indirizzo Significato


operando di
operando
S1, S0, L1, L0, TL[C] T X Impulso prolungato, comportamento non ritentivo
V1, V0, A1, R1 del bit di temporizzazione (stato del
temporizzatore): appena si è verificato l'evento, il
temporizzatore comincia a decorrere. La condizione
C è rilevante solo per il momento di avvio. Se il
temporizzatore viene avviato, il tempo decorre
indipendentemente dall'interblocco e dall'attività del
passo. Durante la <durata> il bit di temporizzazione
è a "1"; esso viene poi resettato a "0". Il
temporizzatore in esercizio può essere riavviato dal
verificarsi di un evento. Il bit di temporizzazione
rimane a "1", il tempo di esecuzione ha
nuovamente il valore della <durata>.
<Durata> Durata
S1, S0, L1, L0, TD[C] T X Ritardo all'inserzione con ritenzione,
V1, V0, A1, R1 comportamento a ritenzione del bit di
temporizzazione (stato del temporizzatore): appena
si è verificato l'evento, il temporizzatore comincia a
decorrere. La condizione C è rilevante solo per il
momento di avvio. Se il temporizzatore viene
avviato, il tempo decorre indipendentemente
dall'interblocco e dall'attività del passo. Durante la
<durata> il bit di temporizzazione è a "0". Il
temporizzatore in esercizio può essere riavviato dal
verificarsi di un evento. Il bit di temporizzazione
rimane a "0", il tempo di esecuzione complessiva si
estende nella misura della <durata>. Solo al
termine della durata complessiva, il bit di
temporizzazione viene impostato a "1".
<Durata> Durata
S1, S0, L1, L0, TR[C] T X Resetta: appena si è verificato l'evento (e
V1, V0, A1, R1 soddisfatto l'interlock), il temporizzatore viene
fermato. Il bit di temporizzazione (stato del
temporizzatore) e il valore temporale vengono
resettati a "0".

[ ] = integrazione opzionale di interlock; x = numero del temporizzatore

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


7-10 A5E00290662-01
Programmazione di azioni e condizioni

Durata
Tutte le azioni contenenti una delle operazioni TL o TD richiedono l'inidicazione di una
durata temporale. Essa viene programmata con la seguente sintassi.
<Durata> = EWy, AWy, MWy, LWy, DBWy, DIWy; variabile di tipo S5TIME, WORD;
S5T#costante_temporale
Y = 0 ... 65534

Operazioni matematiche
Nelle azioni possono essere messe a disposizione delle istruzioni con espressioni
matematiche semplici. Possono essere usate assegnazioni nella forma A:=B, A:=func(B) e
A:=B<operator>C. Un'azione contenente un'espressione matematica richiede l'operazione N.
L'azione può dipendere da un evento. L'assegnazione può così essere eseguita al verificarsi
del rispettivo evento oppure in ogni ciclo in cui è attivo il rispettivo passo. Le azioni possono
essere combinate opzionalmente con un interblocco (Interlock) (aggiungere lettera C).

Evento Operazione Assegnazione Significato


-- N[C] A:=B Finché il passo è attivo [e l'interlock è
A:=func(B) soddisfatto], viene eseguita l'assegnazione.
A:=B<operator>C
S0, S1, V0, N[C] A:=B Dopo l'arrivo dell'evento [e con interlock
V1, L0, L1, A:=func(B) presente], l'assegnazione viene eseguita.
A1, R1
A:=B<operator>C

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 7-11
Programmazione di azioni e condizioni

Assegnazioni dirette
Le assegnazioni dirette vengono indicate dall'utente secondo la sintassi A:=B. I seguenti tipi
di dati possono essere utilizzati per l'assegnazione diretta:
• 8 bit: BYTE, CHAR
• 16 bit: WORD, INT, DATE, S5TIME
• 32 bit: DWORD, DINT, REAL, TIME, TIME_OF_DAY
La seguente tabella presenta un sommario di tutti i tipi di assegnazione ammessi. Possono
essere assegnati tra loro non solo operandi dello stesso tipo, ma anche operandi di tipi dati
diversi, tuttavia della stessa grandezza, nonché operandi di diversa grandezza.

8 bit 16 bit 32 bit


BYTE CHAR WORD INT DATE S5TIME DWORD DINT REAL TIME TIME_OF
_DAY
8 bit BYTE := ! !
CHAR := ! !
16 bit WORD := ! ! ! ! ! !
INT := ! ! ! ! !
DATE := ! ! ! !
S5TIME := ! !
32 bit DWORD := ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! !
DINT := ! ! ! !
REAL := ! !
TIME := ! ! ! ! ! !
TIME_OF_D ! ! ! ! ! !
AY :=

Assegnazioni con funzione BuiltIn


Le assegnazioni con funzione BuiltIn vanno introdotte secondo la sintassi A:=func(B). Si
tratta essenzialmente per queste assegnazioni di funzioni di conversione e di complesse
funzioni di calcolo. L'operando assegnato A determina il tipo di dati dell'espressione.
Possono essere utilizzate le seguenti assegnazioni con funzione BuiltIn.

Assegnazione con Commento


funzione BuiltIn
Funzioni di conversione:
A := BCD_TO_NUM(B) Da BCD a INT o DINT (comandi AWL: BTI, BTD)
A := NUM_TO_BCD(B) Da INT o DINT a BCD (comandi AWL: ITB, DTB)
A := INT_TO_DINT(B) Da INT a DINT (comando AWL: ITD)
A := DINT_TO_REAL(B) Da DINT a REAL (comando AWL: DTR)
A := ROUND(B) Da REAL a DINT (comando AWL: RND)
A := TRUNC(B) Da REAL a DINT, Arrotonda senza resto (comando AWL: TRUNC)

Funzioni di calcolo:
A := NEGR(B) Complemento a 2 di numero in virgola mobile (REAL)
A := ABS(B) Valore assoluto di un numero in virgola mobile (REAL)

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


7-12 A5E00290662-01
Programmazione di azioni e condizioni

Assegnazione con Commento


funzione BuiltIn
A := SQR(B) Formazione del quadrato di un numero in virgola mobile (REAL)
A := SQRT(B) Formazione della radice quadrata di un numero in virgola mobile
(REAL)
A := LN(B) Formazione del logaritmo naturale in virgola mobile (REAL) su base e
A := EXP(B) Formazione del valore esponenziale di un numero in virgola mobile
(REAL) su base e
A := SIN(B) Formazione del seno di un angolo come numero in virgola mobile
(REAL)
A := ASIN(B) Formazione dell'arcoseno di un numero in virgola mobile (REAL)
A := COS(B) Formazione del coseno di un angolo come numero in virgola mobile
(REAL)
A := ACOS(B) Formazione dell'arcoseno di un numero in virgola mobile (REAL)
A := TAN(B) Formazione della tangente di un angolo come numero in virgola
mobile (REAL)
A := ATAN(B) Formazione dell'arcotangente di un numero in virgola mobile (REAL)
A := NEG(B) Complemento a due
(comandi AWL: NEGI, NEGD, NEGR)

Altre funzioni:
A := NOT(B) Complemento a uno (comando AWL: INVI, INVD)
A := SWAP(B) Cambia sequenza di byte (comando AWL: TAD, TAW)
A := RLDA(B) Fai ruotare ACCU 1 a sinistra tramite A1 (a 32 bit) (comando AWL:
RLDA)
A := RRDA(B) Fai ruotare ACCU 1 a destra tramite A1 (a 32 bit) (comando AWL:
RRDA)

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 7-13
Programmazione di azioni e condizioni

Assegnazioni con operatore


Le assegnazioni con operatore vengono immesse con la sintassi A:=B<operator>C. Per
queste assegnazioni si tratta di tipi di calcolo fondamentale e di operazioni combinatorie di
bit. L'operando assegnato A determina il tipo di dati dell'espressione. Possono essere
utilizzate le seguenti assegnazioni con operatore.

Assegnazione con operatore Commento


A := B + C +I, +D, +R
A := B - C -I, -D, -R
A := B ∗ C ∗I, ∗D, ∗R
A := B / C /I, /D, /R
Se necessario, l'operatore può essere integrato nei tipi di calcolo
fondamentali con +D/+R.
A := B MOD C Modulo: solo per tipo dati DINT

A := B AND C Operazione logica combinatoria AND (comandi AWL: UW, DU)


A := B OR C Operazione logica combinatoria OR (comandi AWL: OW, OD)
A := B XOR C Operazione logica combinatoria OR esclusivo (comandi AWL: XOW,
XOD)

A := B SHL C Fai scorrere parola/doppia parola a sinistra, 0<=C<=255 (comandi


AWL: SLW, SLD)
A := B SHR C Fai scorrere parola/doppia parola a destra, 0<=C<=255 (comandi
AWL: SRW, SRD)
A := B SSR C Fai scorrere numero intero con segno a destra, 0<=C<=255 (comandi
AWL: SSI, SSD)
A := B ROL C Fai ruotare doppia parola a sinistra, 0<=C<=255 (comando AWL:
RLD)
A := B ROR C Fai ruotare doppia parola a destra, 0<=C<=255 (comando AWL:
RRD)

Esempio: tabella delle azioni con contatore e matematica

S4 Passo 4
Passo 4 1 S1 CU Z23
2 S1 N A:=A+1

Esistono due alternative per il conteggio delle azioni del processo produttivo.
(1): Appena il passo diventa attivo, il contatore Z23 incrementa di 1. Il contatore conteggia
quindi il numero delle attivazioni del passo.
(2): Appena il passo diventa attivo, il valore di A viene aumentato di 1. Le operazioni
matematiche consentono così di contare le azioni del processo produttivo in base al
numero di attivazioni del passo.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


7-14 A5E00290662-01
Programmazione di azioni e condizioni

7.5 Condizioni
Le condizioni sono stati binari del processo che possono essere combinati tra loro secondo
la logica booleana con elementi KOP o FUP (contatto normalmente aperto, contatto
normalmente chiuso, box And, box Or, box di confronto). Il risultato logico combinatorio
(RLC) può influenzare le singole azioni di un passo, il passo intero, l'avanzamento al passo
successivo o l'intera catena sequenziale. Le combinazioni logiche vengono programmate in
KOP o FUP.
Le condizioni sono
• eventi (p. es., si esce dal passo attivo) e
• stati (p. es., quando viene impostato l'ingresso E2.1)

Aree in cui possono essere presenti condizioni


Le condizioni compaiono nelle aree seguenti.
• Transizione (avanzamento al passo successivo)
• Interlock (interblocco del passo)
• Supervision (controllo del passo)
• Operazioni cicliche (condizioni e richiami del blocco all'inizio e/o alla fine della catena
sequenziale)

Transizione
In una transizione vengono programmate le condizioni che comandano l'avanzamento da un
passo a quello successivo.
Interblocco
C

Controllo
V
S1 Step1
Step1
S1 RC A1.0
E2.3 V1 OFF S_ALL
T1
L0 CALL FC10
Trans1
E2.5

Le transizioni vengono visualizzate e programmate nei tipo di rappresentazione Passo


singolo. Per visualizzare le transizioni, è possibile selezionare anche il modo di
rappresentazione "Catena" ed eseguire il comando di menu Visualizza > Finestra con >
condizioni e azioni.
Una transizione passa al passo successivo della catena sequenziale se è soddisfatta la
combinazione delle condizioni, ovvero se il risultato del segmento è 1. Il passo che segue la
transizione diventa attivo.
La transizione non avanza al passo successivo della catena sequenziale se non viene
soddisfatta la combinazione delle condizioni, ovvero se il risultato del segmento è 0. Il passo
attivo rimane tale.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 7-15
Programmazione di azioni e condizioni

Transizione vuota
Le transizioni senza condizioni rappresentano transizioni vuote. Esse non interferiscono
nello svolgimento della catena. Il passo attivo viene eseguito solo una volta. Il passo
successivo è quello valido.

Salta passi
Se sono valide contemporaneamente sia la transizione prima del passo sia quella dopo il
passo, il passo non diventerà attivo.
Per questo, selezionare nella finestra di dialogo "Impostazioni blocco" (comando di menu
Strumenti > Impostazioni blocco, scheda "Salva e compila") l'opzione "Salta passi".

Interlock
L'interlock è una condizione programmabile per l'interblocco del passo che influenza
l'esecuzione delle singole azioni.

E2.3 E2.5 Interblocco


C
Controllo
V
C S1 Step1
Step1
S1 RC A1.0
V1 OFF S_ALL
T1
L0 CALL FC10
Trans1

Se è soddisfatta la combinazione delle condizioni, vengono eseguite le azioni combinate con


l'interlock.
Se la combinazione delle condizioni non è soddisfatta, si è in presenza di una anomalia.
• Le azioni combinate con l'interlock non vengono eseguite.
• Viene segnalato un errore di interblocco (evento L1).
L'interlock viene programmato nel tipo di rappresentazione Passo singolo. Per ogni interlock
è possibile programmare un massimo di 32 elementi KOP o FUP. Il risultato della
combinazione viene gestisto autonomamente dal sistema.
Quando si programma un interlock, questo viene visualizzato con la lettera C a sinistra del
passo.

Attenzione
Se si programma un interblocco per il passo, quest'ultimo sarà utilizzato nelle azioni solo
quando le loro operazioni riportino la lettera C.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


7-16 A5E00290662-01
Programmazione di azioni e condizioni

Interblocco vuoto
Un interlock senza condizione (ossia senza elementi KOP e FUP) si comporta come un
interlock soddisfatto.

Supervision
La supervision è una condizione programmabile per il controllo del passo, che influenza
l'avanzamento da un passo a quello successivo.
Interblocco
C
Controllo
CMP V
== I
IN1 S1 Step1
IN2 Step1 S1 RC A1.0
V
V1 OFF S_ALL
T1
L0 CALL FC10
Trans1

Una supervision programmata viene visualizzata in ogni tipo di rappresentazione con la


lettera V a sinistra del passo.
La supervision viene programmata nel tipo di rappresentazione Passo singolo. Per ogni
supervision è possibile programmare un massimo di 32 elementi KOP o FUP. Il risultato
viene gestito autonomamente dal sistema.
Se è soddisfatta la combinazione delle condizioni, si è in presenza di una anomalia, e viene
segnalato l'evento V1. La catena sequenziale non passa al passo successivo. Rimane
comunque attivo il passo corrente. Il tempo di attivazione del passo Si.U viene fermato
appena è soddisfatta la condizione.
Se non viene soddisfatta la combinazione delle condizioni, non si è in presenza di
un'anomalia. Se è soddisfatta la transizione seguente, la catena sequenziale avanza al
passo successivo.

Operazioni cicliche
Le operazioni cicliche vengono programmate con elementi KOP/FUP. Per informazioni più
dettagliate su questo tema, consultare il paragrafo "Operazioni cicliche" al capitolo
"Programmazione della struttura di una catena sequenziale".

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 7-17
Programmazione di azioni e condizioni

7.6 Elementi KOP per programmare condizioni

Elementi KOP
Il programma KOP segue il flusso di segnale tra le sbarre collettrici. I singoli elementi KOP
offrono informazioni binarie: stato di segnale "0" (la corrente non scorre) o "1" (la corrente
scorre).

Elemento KOP Operandi Tipo di Area di Descrizione


dati memoria
Contatto normalmente <Operando> BOOL, E, A, M, T, Il segnale del contatto
aperto TIMER, Z, bit di dati normalmente aperto è "1" se lo
<Operando> COUNTER stato di segnale dell'<operando>
è "1".
L'operando indica il bit di cui
viene rilevato lo stato di
segnale.
Contatto normalmente <Operando> BOOL, E, A, M, T, Il segnale del contatto
chiuso TIMER, Z, bit di dati normalmente chiuso è "1" se lo
<Operando> COUNTER stato di segnale dell'<operando>
è "0" .
L'operando indica il bit di cui
viene rilevato lo stato di
segnale.
Bobina (uscita) <Operando> BOOL E, A, M, bit Le bobine vengono utilizzate
<Operando> dati unicamente nelle operazioni
cicliche di una catena
-----(=)
sequenziale.
L'operando contiene il risultato
delle condizioni programmate
all'interno delle operazioni
cicliche (combinazione di
contatto normalmente aperto,
contatto normalmente chiuso e
comparatore). Esso indica a
quale bit viene assegnato lo
stato di segnale.
Bobina: <Operando> BOOL E, A, M, bit La bobina Imposta viene
Imposta uscita dati eseguita solo se il risultato
<Operando> logico combinatorio (RLC) delle
operazioni cicliche precedenti è
-----(S)
"1". L'<operando> viene quindi
impostato a "1".
Un RLC "0" non ha nessun
valore: lo stato di segnale
attuale dell'operando non viene
modificato.
L'operando indica quale bit deve
essere impostato.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


7-18 A5E00290662-01
Programmazione di azioni e condizioni

Elemento KOP Operandi Tipo di Area di Descrizione


dati memoria
Bobina: <Operando> BOOL E, A, M, bit La bobina Resetta viene
Resetta uscita dati eseguita solo se il risultato
<Operando> logico combinatorio (RLC) delle
operazioni cicliche precedenti è
-----(R)
"1". L'<operando> viene quindi
impostato a "0".
Un RLC "0" non ha nessun
valore: lo stato di segnale
attuale dell'operando non viene
modificato.
L'operando indica quale bit deve
essere resettato.

Regole per l'introduzione di elementi KOP


Regole da osservare nell'introduzione di elementi KOP.
• Tutti gli elementi e i rami devono essere connessi tra loro.
• Ogni diramazione di un segmento KOP deve contenere almeno un elemento KOP.

Modi per l'introduzione di elementi KOP


Per inserire elementi KOP sono a disposizione due modi di editazione.
• Inserisci > Direttamente: in questa modalità si seleziona dapprima il punto della catena
sequenziale in cui inserire l'elemento, e quindi l'elemento da inserire.
• Inserisci > Elemento preselezionato: in questa modalità si seleziona dapprima
l'elemento da inserire, e quindi con il mouse il punto in cui inserire l'elemento. Ciò può
essere utile quando si desidera inserire lo stesso elemento in diversi punti della catena
sequenziale.

Introduzione di operandi
Esistono due alternative per introdurre operandi.
• Selezionare la casella di testo corrispondente con un clic sul segnaposto "??.?".
Introdurre quindi un operando assoluto o simbolico (p. es. E1.0, "Fine corsa"). Per gli
operandi può essere adoperato rispettivamente sia il set mnemonico tedesco (E, A) sia
quello inglese (I, O). Il set mnemonico può essere impostato nel SIMATIC Manager.
• Selezionare l'operando e scegliere dalla casella di riepilogo un operando assoluto o
simbolico (p. es. E1.0, "Fine corsa"). Viene quindi immesso l'operando.

Commutazione tra KOP e FUP


In S7-GRAPH le condizioni possono essere programmate in uno dei due linguaggi di
programmazione: schema a contatti (KOP) o schema logico (FUP). Le condizioni possono
essere visualizzate in qualsiasi momento in KOP o in FUP. Per commutare la
visualizzazione basta selezionare il rispettivo comando di menu: Visualizza > KOP o
Visualizza > FUP.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 7-19
Programmazione di azioni e condizioni

7.7 Combinazioni di elementi KOP


Le operazioni logiche combinatorie interrogano se lo stato di segnale di un elemento KOP è
"0" (non attivato, off) o "1" (attivato, on), e producono quindi il risultato logico combinatorio
(RLC). L'operazione memorizza quindi questo risultato, oppure esegue con esso una
combinazione booleana.
Si può distinguere tra combinazioni AND e combinazioni OR.

Combinazione Esempio di operazione combinatoria in una transizione


E0.0 E0.1 La condizione è soddisfatta se all'ingresso E 0.0
lo stato di segnale è "1" e (combinazione AND)
all'ingresso E 0.1 lo stato di segnale è "0".

OR E0.0 La condizione è soddisfatta se


• all'ingresso E 0.0 lo stato di segnale è "1"
OR (oppure)
• il comparatore produce il risultato "vero" nel
CMP confronto dei due operandi.
== I
IN1
IN2

Elemento Operandi Tipo di dati Area di memoria Descrizione


KOP
CMP
==
IN1
IN2
==
>
INT
<
DINT
>= REAL
<=
<>

IN1: Primo valore di INT/ E, A, M, (doppia) Il comparatore ha il segnale "1"


confronto DINT/REAL/ parola dati se il confronto dei due operandi
TIMER/ IN1 e IN2 è vero.
CONST INT: parametro per comparatore
di numeri interi a 16 bit: parole
DINT: parametro per
comparatore di numeri interi a 32
bit e per comparatore di tempi:
doppie parole, temporizzatori
REAL: parametro per
comparatore di numeri in virgola
mobile a 32 bit: doppie parole

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


7-20 A5E00290662-01
Programmazione di azioni e condizioni

Elemento Operandi Tipo di dati Area di memoria Descrizione


KOP
IN2: Secondo valore di INT/DINT/R E, A, M, (doppia) Avvertenza
confronto EAL/ parola dati Nell'introduzione del
TIMER/ comparatore deve essere
CONST indicato esplicitamente il tipo dati
D/R/I solo se si introducono
valori a 32 bit senza indicazione
del tipo di dati (p. es.
nell'accesso agli operandi
assoluti nell'area di doppie
parole). Negli altri casi il tipo di
dati viene rilevato dal sistema
cosicché non è necessario
indicarlo.

7.8 Elementi FUP per programmare condizioni

Elementi FUP
Un programma FUP segue il flusso di segnale nella catena logica combinatoria. I singoli
elementi FUP offrono un'informazione binaria: stato di segnale "0" (la corrente non scorre) o
"1" (la corrente scorre).

Elemento FUP Operandi Tipo di dati Area di Descrizione


memoria
Inserisci ingresso <Operando> BOOL E, A, M, T, Z, L'operazione inserisce dopo la
binario D, L selezione un ulteriore ingresso binario
in un box AND o OR.
<Operando
L'operando indica il bit di cui viene
rilevato lo stato di segnale.
Nega ingresso binario Nessuno -- -- L'operazione nega il risultato logico
combinatorio (RLC).

Uscita Le operazioni di uscita vengono


utilizzate solo nelle operazioni cicliche
di una catena sequenziale.
Assegna uscita <Operando> BOOL E, A, M, D; L L'operando contiene il risultato delle
condizioni programmate nell'ambito
delle operazioni cicliche (combinazioni
<Operando> logiche prima del box di uscita). Esso
= indica a quale bit viene assegnato lo
stato di segnale.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 7-21
Programmazione di azioni e condizioni

Elemento FUP Operandi Tipo di dati Area di Descrizione


memoria
Imposta uscita <Operando> BOOL E, A, M, D, L Questa operazione viene eseguita
solo se l'RLC delle operazioni cicliche
precedenti è "1". L'<operando> viene
<Operando>
quindi impostato a "1".
S
Un RLC "0" non ha nessun valore: lo
stato di segnale attuale dell'operando
non viene modificato.
L'operando indica quale bit deve
essere impostato.
Resetta uscita <Operando> BOOL, E, A, M, T, Z, Questa operazione viene eseguita
TIMER, D, L solo se l'RLC delle operazioni cicliche
COUNTER precedenti è "1". L'<operando> viene
<Operando> quindi resettato a "0".
R Un RLC "0" non ha nessun valore: lo
stato di segnale attuale dell'operando
non viene modificato.
L'operando indica quale bit deve
essere resettato.

Regole per l'introduzione di elementi FUP


Regole da osservare nell'introduzioni di elementi FUP.
• Tutti gli elementi e i rami devono essere connessi tra loro.
• Ogni diramazione di un segmento FUP deve contenere almeno un elemento FUP.

Modi per l'inserimento di elementi FUP


Per introdurre elementi FUP sono previsti due modi di editazione.
• Inserisci > Direttamente: in questa modalità si seleziona dapprima il punto della catena
sequenziale in cui inserire l'elemento, e quindi l'elemento da inserire.
• Inserisci > Elemento preselezionato: in questa modalità si seleziona dapprima
l'elemento da inserire, e quindi con il mouse il punto in cui inserire l'elemento. Ciò può
essere utile quando si desidera inserire lo stesso elemento in diversi punti della catena
sequenziale.

Introduzione di operandi
Esistono due alternative per introdurre operandi.
• Selezionare la casella di testo corrispondente con un clic sul segnaposto "??.?".
Introdurre quindi un operando assoluto o simbolico (p. es. E1.0, "Fine corsa"). Per gli
operandi può essere adoperato rispettivamente sia il set mnemonico tedesco (E, A) sia
quello inglese (I, O). Il set mnemonico può essere impostato nel SIMATIC Manager.
• Selezionare l'operando e scegliere dalla casella di riepilogo un operando assoluto o
simbolico (p. es. E1.0, "Fine corsa"). Viene quindi immesso l'operando.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


7-22 A5E00290662-01
Programmazione di azioni e condizioni

Commutazione tra KOP e FUP


In S7-GRAPH le condizioni possono essere programmate in uno dei due linguaggi di
programmazione: schema a contatti (KOP) o schema logico (FUP). Le condizioni possono
essere visualizzate in qualsiasi momento in KOP o in FUP. Per commutare la
visualizzazione basta selezionare il rispettivo comando di menu: Visualizza > KOP o
Visualizza > FUP.

7.9 Combinazioni di elementi FUP


È possibile distinguere tra combinazioni AND e combinazioni OR. Per queste combinazioni
sono disponibili due elementi FUP.

Elemento FUP Operandi Tipo di dati Area di Descrizione


memoria
Combinazione logica AND <Operando> BOOL E, A, M, T, Z, L'operazione produce il segnale "1"
D, L se lo stato di segnale di tutti gli
<operandi> è "1". Se lo stato di
<Operando> & segnale di un <operando> è "0",
<Operando> l'operazione produce il risultato "0".
L'operando indica il bit di cui viene
rilevato lo stato di segnale.
Combinazione logica OR <Operando> BOOL E, A, M, T, Z, L'operazione produce il segnale "1"
D, L se lo stato di segnale di uno degli
<operandi> è "1". Se lo stato di
<Operando> segnale di tutti gli <operandi> è "0",
<Operando> >=1
l'operazione produce il risultato "0".
L'operando indica il bit di cui viene
rilevato lo stato di segnale.
Comparatore IN1: Primo INT/ DINT/ E, A, M, D, L, Il risultato logico combinatorio
valore di REAL costante dell'operazione è "1" se è vero il
confronto confronto dei due operandi IN1 e
CMP IN2.
==
IN1 INT: Confronta numeri interi a 16 bit
IN2
== Parametri: parole
>
<
INT
DINT
DINT: Confronta numeri interi a 32
>=
<=
REAL bit
<> Parametri: doppie parole
REAL: Confronta numeri in virgola
mobile a 32 bit
Parametri: doppie parole
IN2: Secondo INT / DINT / E, A, M, D, L, Avvertenza
valore di REAL costante Nell'introduzione del comparatore
confronto deve essere indicato esplicitamente
il tipo dati D/R/I solo se si
introducono valori a 32 bit senza
indicazione del tipo di dati (p. es.
nell'accesso agli operandi assoluti
nell'area di doppie parole). Negli altri
casi il tipo di dati viene rilevato dal
sistema cosicché non è necessario
indicarlo.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 7-23
Programmazione di azioni e condizioni

7.10 Operandi specifici di S7-GRAPH per condizioni


Vi è la possibilità di utilizzare le informazioni di sistema sui passi come operandi in
transizioni, supervision, interlock e condizioni cicliche.

Operando Significato Utilizzato in


Si.T Tempo di attivazione corrente o più recente del passo Comparatore,
assegnazione
Si.U Tempo di attivazione totale del passo i senza tempo di avaria Comparatore,
assegnazione
Si.X Indica se il passo i è attivo Contatto normalmente
aperto/Contatto
normalmente chiuso
Transi.TT La transizione i è soddisfatta Contatto normalmente
Verifica che tutte le condizioni della transizione i siano aperto/Contatto
soddisfatte normalmente chiuso

Gli operandi specifici di S7-GRAPH possono essere utilizzati come tutti gli altri operandi di
KOP e FUP oppure di azioni.

Esempio di utlizzo di operandi specifici di S7-GRAPH


In molti processi è necessario controllare la durata di una fase di lavorazione considerando,
o meglio, detraendone i tempi di eventuali interferenze verificatesi nel processo. Esempio: la
fase di miscelazione deve avere una durata complessiva di 5 secondi indipendentemente dai
tempi in cui nel relativo passo si presenta un errore/interferenza.
Per controllare il processo secondo questi criteri, è possibile programmare una condizione di
supervision (controllo passi) in cui controllare l'operando Si.U.
L'operazione "Confronta numeri interi (a 32 bit)" consente di confrontare il valore
dell'operando Si.U con la durata prefissata di 5 secondi. Il confronto viene eseguito tra gli
ingressi IN1 e IN2.
Nel nostro esempio viene confrontato il tempo di attivazione (senza errori) del passo 3 con il
tempo prefissato di 5 secondi. Se il tempo di attivazione del passo 3 è maggiore o uguale al
tempo prefissato di 5 s, la condizione è soddisfatta. Inoltre, se la valvola è chiusa (segnale =
1), la supervision è soddisfatta.

Valvola
CMP
>=D

Attività del passo S003.U IN1

Costante di tempo T#5s IN2

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


7-24 A5E00290662-01
Programmazione di azioni e condizioni

7.11 Errore di controllo e conferma obbligatoria


A ogni passo deve essere assegnata una supervision (controllo passi). Vengono controllati
solo i passi attivi. S7-GRAPH constata se sono soddisfatte le condizioni della supervision
(ovvero se vi è un errore di controllo).
Un errore di controllo in arrivo (1) porta all'evento "V1"; un errore di controllo mancante (2)
porta all'evento "V0".

Anomalia Nessuna anomalia


1
V1 V0
0
t
1 2

Anomalia: le condizioni della supervision sono soddisfatte


Nessuna anomalia: non sono soddisfatte le condizioni nella supervision

Notifica e conferma - Presupposti


Notifica e conferma di un errore di controllo richiedono che siano effettuate le impostazioni
seguenti nella finestra di dialogo "Impostazioni blocco" (comando Strumenti > Impostazioni
blocco, scheda "Salva e compila").
• Selezionare nel campo "Configurazione parametri FB" "Standard", "Massima" o
"Personalizzata".
In tal modo, S7-GRAPH segnala un errore di controllo per mezzo del parametro di uscita
ERR_FLT.
• Selezionare nel campo "Proprietà della catena" la voce "Conferma obbligatoria in caso di
errori".
Ciò comporta che gli errori di controllo avvenuti durante il funzionamento devono essere
confermati mediante il parametro di ingresso ACK_EF.
La conferma obbligatoria al verificarsi di un errore può essere selezionata non solo mediante
le impostazioni nella finestra di dialogo, ma anche mediante il corrispondente parametro
(EN_ACKREQ) nella configurazione di parametri "personalizzata".

Trattamento di errori di controllo


Gli errori con conferma obbligatoria sono rilevanti solo per la catena parziale interessata;
mentre quest'ultima può essere modificata solo dopo la conferma dell'errore, il resto della
catena sequenziale può continuare a essere elaborata senza problemi.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 7-25
Programmazione di azioni e condizioni

Errore di controllo
(arrivo dell'evento V1)

Le azioni con V1 vengono eseguite una volta


nel ciclo successivo. Il tempo di attivazione
del passo Si.U viene arrestato.

Segnalazione ERR_FLT nel parametro FB

Sì No
Compilazione:
con conferma
obbligatoria

Segnale di
conf. o SV non
soddisfatto? No

No
Segnale di Segnale di
No conferma? conferma?

Sì Sì

Si.U:=0 Si.U:=0

Condizione di Sì Sì Condizione di
avanzamento avanzamento
soddisfatta? soddisfatta?

No No

Errore di controllo
No manca No
SV non sod- Evento V0 in arrivo SV non sod-
disfatto? disfatto?

Sì La catena avanza Sì

Errore di controllo Errore di controllo


manca manca
Evento V0 in arrivo Evento V0 in arrivo

Fine

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


7-26 A5E00290662-01
Programmazione di azioni e condizioni

7.12 Commento, estensione del nome, numero, nome

Commento al passo
Il commento al passo può contenere al massimo 2048 caratteri. Il commento non incide
sull'esecuzione del programma.
I commenti al passo vengono visualizzati nella rappresentazione Passo singolo. Se non è
stata indicata una estensione del nome, verrà visualizzato solo il nome del passo.

Estensione del nome


L'estensione del nome viene visualizzata nella riga di testo al di sopra delle azioni. Essa può
essere utilizzata come commento semplice, oppure come identificazione per il sistema di
diagnostica al posto del nome del passo.
Il numero di caratteri dell'estensione del nome non è limitato. Assegnare, tuttavia, estensioni
univoche.
Non introducendo alcuna estensione del nome verrà visualizzato al suo posto il nome del
passo.

Numero del passo (p. es. S1) e nome del passo (p. es. Step1)
ll nome e il numero del passo devono essere univoci, e possono essere adattati in un
secondo momento in ogni tipo di rappresentazione.
• Il numero del passo viene assegnato automaticamente dal sistema (campo: 1 ... 999).
Se in una catena parziale il numero del primo passo viene assegnato manualmente, i
numeri di nuove coppie passo-transizione aggiunte a posteriori vengono assegnati
automaticamente dal sistema in ordine crescente, a partire dal numero indicato. Ciò può
comportare occasionalmente una numerazione non continuativa delle coppie passo-
transizione. Per ottenere una numerazione progressiva dei singoli gruppi, si potrà, in
questi casi, rinumerare passi e transizioni.
• Il nome del passo viene assegnato automaticamente dal sistema (campo: Step1 ...
Step999).
Esso può essere composto da un massimo di 24 caratteri alfanumerici, laddove il primo
carattere deve essere una lettera. La visualizzazione dei nomi del passo viene disattivata
in caso di fattore di zoom ridotto.
Se l'utente modifica il nome di un passo nella finestra di dialogo "Proprietà del passo",
durante il salvataggio/la compilazione, S7-GRAPH sostituirà automaticamente questo
nome all'interno di tutto il programma. Vengono così aggiornate tutte le operazioni in cui
si fa riferimento al passo.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 7-27
Programmazione di azioni e condizioni

Numero (p. es. T1) e nome della transizione (p. es. Trans1)
Il nome e il numero della transizione devono essere univoci, e possono essere adattati in un
secondo momento in ogni tipo di rappresentazione.
• Il numero della transizione viene assegnato automaticamente dal sistema
(campo: 1 ... 999).
Se in una catena parziale il numero della prima transizione viene assegnato
manualmente, i numeri di nuove coppie passo-transizione aggiunte a posteriori vengono
assegnati automaticamente dal sistema in ordine crescente, a partire dal numero
indicato. Ciò può comportare occasionalmente una numerazione non continuativa delle
coppie passo-transizione. Per ottenere una numerazione progressiva dei singoli gruppi, si
potrà, in questi casi, rinumerare passi e transizioni.
• Il nome della transizione viene assegnato automaticamente dal sistema (campo: Trans1
... Trans999).
Esso può essere composto da un massimo di 24 caratteri alfanumerici, laddove il primo
carattere deve essere una lettera. La visualizzazione del nome della transizione viene
tuttavia disattivato in caso di fattore di zoom ridotto. I nomi delle transizioni possono
essere modificati nella finestra di dialogo "Proprietà della transizione".

7.13 Programmazione con operandi simbolici


Per ottenere una migliore comprensibilità e chiarezza del programma e, di conseguenza, del
comando sequenziale, è possibile utilizzare operandi simbolici al posto degli operandi
assoluti.
L'assegnazione degli operandi simbolici avviene nella tabella dei simboli. La tabella dei
simboli viene salvata automaticamente nella cartella del programma S7 e può essere
richiamata in S7-GRAPH con il comando di menu Strumenti > Tabella dei simboli o nel
SIMATIC Manager dalla cartella "Simboli".
I simboli utilizzati nel programma vengono rappresentati nella scheda "Variabili" della vista
generale, nella cartella Simboli. Indirizzi, tipi di dati e commenti correlati vengono visualizzati
nella scheda "Variabili" della vista dettagli,.

Condizioni per l'utilizzo di operandi simbolici


È possibile utilizzare operandi simboli solo se precedentemente nella tabella dei simboli
sono stati attribuiti nomi simbolici agli operandi assoluti.

Informazioni sui simboli durante l'editazione di operandi


È possibile rendere più semplice l'editazione di operandi simbolici per condizioni e azioni,
utilizzando la casella di riepilogo contenente i simboli disponibili nel programma. Se il
comando di menu Visualizza > Finestra con > scelta simboli è attivo, durante l'editazione
di operandi, la casella di riepilogo si apre automaticamente. Se, invece, il comando di menu
non è attivo, è possibile accedere alla casella di riepilogo richiamando con il tasto destro del
mouse il comando di menu Inserisci simbolo.

Esempio di definizioni simboliche


• Al posto dell'operando E0.1 utilizzare la definizione simbolica "Motore_fermo", oppure
• Al posto dell'operando assoluto dell'FB11 utilizzare il nome simbolico "CS_trapan".

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


7-28 A5E00290662-01
Programmazione di azioni e condizioni

7.14 Parametri dei blocchi e variabili nell'FB S7-GRAPH


Ogni FB di S7-GRAPH ha un set di parametri fisso per i blocchi. Da parte del sistema sono
disponibili tre set di parameri predefiniti. I set di parametri possono essere selezionati con il
comando di menu Strumenti > Impostazioni blocco.
Inoltre esiste la possibilità di definire parametri di blocchi personalizzati nonché variabili
statiche o temporanee necessarie alla programmazione.
Per modificare parametri di blocchi e variabili è disponibile una vista generale contenuta
nella scheda "Variabili" della finestra generale. Se la finestra non dovesse comparire sullo
schermo, può essere visualizzata con il comando di menu Visualizza > Vista generale.
Per maggiori informazioni sulle variabili, vedere la finestra "Dettagli", che contiene i dati sugli
indirizzi, i valori iniziali e i commenti alle variabili.

Inserimento di parametri o variabili nella catena sequenziale


Per utilizzare parametri o variabili nella catena sequenziale, è possibile trascinarli mediante
drag&drop dalla scheda "Variabili" nella catena sequenziale posizionandoli nel punto
desiderato.

Aggiornamento automatico delle modifiche


Le modifiche eseguite a parametri o variabili nella scheda "Variabili" vengono riportate
automaticamente nella catena sequenziale, in modo da evitare incoerenze.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 7-29
Programmazione di azioni e condizioni

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


7-30 A5E00290662-01
8 Salvataggio e compilazione

Principi: Salvataggio e compilazione


Dopo aver programmato una catena sequenziale occorre salvare il programma. Per quanto
riguarda le funzioni di salvataggio e compilazione, S7-GRAPH distingue tra un FB di
S7-GRAPH e sorgenti di S7-GRAPH.

Avvio: salvataggio Avvio: salvataggio


di un FB di una sorgente
Correzione errori
Creazione della sorgente

Messaggi di errore Verifica della sintassi

Avvio: compilazione
Sì della sorgente
Errori?

No

Creazione dell'FB

Creazione del DB di
istanza

8.1 Salvataggio e compilazione


Tenere presenti le seguenti regole:
• Le dimensioni di un FB di S7-GRAPH con catene sequenziali è limitato
- a un massimo di 8 kB o 16 kB per tutte le CPU 3xx.
- a 64 kB per tutte le CPU 4xx.
• All'FB è associato un DB di istanza, che rappresenta in un certo senso la memoria
dell'FB. In esso sono memorizzati tutti i dati e parametri di cui l'FB necessita per
l'esecuzione. Il DB di istanza può essere creato automaticamente durante la
compilazione oppure in un secondo momento con l'apposito comando di menu.
• Le dimensioni del DB di istanza si orientano sul numero di passi e transizioni
programmate, ed ammonta a almeno 300 byte.
• Prima di salvare l'FB o la sorgente di S7-GRAPH può essere verificata in qualsiasi
momento la coerenza.
- Gli errori e gli avvisi della compilazione delle sorgenti di S7-GRAPH possono, ma non
debbono necessariamente essere rettificati.
- Gli errori della compilazione di un FB di S7-GRAPH devono essere corretti prima di
poter salvare l'FB.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 8-1
Salvataggio e compilazione

• Se si vogliono caricare contemporaneamente più catene nel sistema di automazione,


sarà opportuno depositare le funzioni di sistema in uno dei blocchi standard in dotazione.
Si potrà così ridurre ogno blocco di S7-GRAPH nella misura di circa 5000 byte. Occorre
aggiungere, però, (una sola volta) lo spazio di memoria per il blocco standard (per l'FC70
ca. 8200 byte, per l'FC71 ca. 7750 byte, per l'FC72 ca. 10700 byte, per l'FC73 ca. 8150
byte).

8.2 Regole per il salvataggio di un FB di S7-GRAPH


• Solo gli FB di S7-GRAPH esenti da errori possono essere salvati e trasmessi alla CPU;
gli errori segnalati devono perciò essere eliminati prima dell'operazione di salvataggio. Gli
avvisi possono, ma non devono essere eliminati; in questo caso è possibile eseguire
l'operazione "Salva" o "Salva con nome" degli FB a cui si riferiscono gli avvisi.
• Nel salvare l'FB, S7-GRAPH lo compila automaticamente, ovvero verifica gli errori
sintattici della nuova catena sequenziale. Pertanto l'FB di S7-GRAPH non deve più
essere compilato.
Nella vista dettagli (scheda Messaggi di compilazione) vengono visualizzati i risultati di
compilazione: gli errori che si sono verificati (p. es., destinazione del salto non definita)
e/o gli avvisi (p. es., azione senza contenuto).
• La catena sequenziale programmata nell'FB di S7-GRAPH, che presenti ancora errori,
può anche essere salvata e elaborata come sorgente di S7-GRAPH (comando File >
Genera sorgente). In questo caso, la correzione degli errori potrà essere eseguita in un
secondo momento.
• Il blocco creato viene salvato nella cartella "Blocchi" dello stesso programma S7.

8.3 Regole per il salvataggio delle sorgenti di S7-GRAPH


• Possono essere salvate catene sequenziali incomplete e sintatticamente ancora non
corrette.
• Una volta completata, la catena sequenziale programmata e senza errori può essere
convertita da sorgente di S7-GRAPH in un FB di S7-GRAPH per mezzo della funzione
"Compila".
• La sorgente creata viene salvata nella cartella "Sorgenti" dello stesso programma S7.
• Gli operandi possono essere salvati nelle sorgenti in modo assoluto o simbolico.

Come generare una sorgente


Per generare una sorgente:
1. selezionare il comando di menu File > Genera sorgente
2. selezionare nella finestra di dialogo "Nuovo" il progetto e il programma S7, e introdurre il
nome con cui si intende salvare la sorgente.

Avvertenza
Da una sorgente di S7-GRAPH generata senza errori può successivamente essere creato
un FB di S7-GRAPH con il comando File > Compila.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


8-2 A5E00290662-01
Salvataggio e compilazione

8.4 Preimpostazioni per salvataggio e compilazione


Prima di salvare e compilare un blocco è necessario controllare e correggere le sue
impostazioni.
• Selezionare il comando Strumenti > Impostazioni blocco. La finestra di dialogo
contiene tre schede rilevanti per il salvataggio e la compilazione:
- La scheda "Salva e compila" definisce la struttura e il contenuto dell'FB e del rispettivo
DB, alcune proprietà delle catene sequenziali e la visualizzazione degli avvisi di
compilazione.
- La scheda "Messaggi" determina le varianti della progettazione dei messaggi.
- La scheda "Diagnostica di processo" stabilisce i blocchi che possono essere utilizzati
per la diagnostica di processo.
• Selezionare il comando Strumenti > Impostazioni. La finestra di dialogo contiene
un'ulteriore scheda rilevante per il salvataggio e la compilazione.
- La scheda "Generale" definisce tra l'altro i dati che devono essere creati
nell'operazione di salvataggio.

8.4.1 Impostazioni della scheda "Generale"

Tutte le impostazioni definite in questa scheda vengono applicate come preimpostazioni ai


nuovi blocchi.

Rappresentazione nuova finestra


• Definire il tipo di rappresentazione di GRAPH con il quale si intende aprire un blocco:
catena, passo singolo, operazioni cicliche.
• Stabilire i componenti da visualizzare dopo aver aperto un blocco.

Componenti Significato
Commenti Campo nel quale può essere introdotto il commento al blocco o, nella
rappresentazione a passo singolo, il commento al passo.
Simboli Visualizza i nomi simbolici degli operandi nella finestra di lavoro.
Condizioni e azioni Tabella contenente l'assegnazione dei nomi simbolici agli operandi assoluti
nella rappresentazione a passo singolo.
Dati di riferimento Riporta i dati di riferimento per il programma.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 8-3
Salvataggio e compilazione

Nel salvare...
I dati generati dipendono dalle impostazioni effettuate.
• crea/aggiorna DB di istanza
Se si è scelta questa opzione, S7-GRAPH verifica ad ogni operazione di compilazione e
caricamento se è necessario creare e aggiornare il DB di istanza; se sì, l'operazione
viene eseguita. Se non si è attivata questa opzione, è compito dell'utente creare o
aggiornare manualmente il DB di istanza con il comando di menu File > Crea DB di
istanza.
Attenzione:
se nella scheda "Messaggi" (comando Strumenti > Impostazioni) si è impostata
l'opzione "Collega con ALARM_SQ/ALARM_S (SFC 17/SFC 18)", il blocco dati di istanza
viene aggiornato automaticamente. Se il DB di istanza viene cancellato, esso potrà
essere rigenerato solamente con S7-GRAPH, perchè altrimenti i messaggi potrebbero
andare persi.
• crea dati di riferimento
Se si attiva questa opzione, i dati di riferimento vengono creati automaticamente al
momento del salvataggio. Se non si è scelta questa opzione, è possibile creare o
aggiornare i dati di riferimento anche manualmente con il comando di menu Strumenti >
Dati di riferimento.
• Crea dati di diagnostica
Se si seleziona questa opzione, S7-GRAPH genera dati di diagnostica che possono
essere visualizzati in un sistema di servizio e supervisione.
• Estensione nome per sistemi SeS
Attivare questa casella di controllo se si intende utilizzare per i sistemi di diagnostica le
estensioni dei nomi dei passi.

Operandi per sorgenti


È possibile salvare gli operandi programmati in sorgenti in modo assoluto o simbolico.
• Operandi assoluti
Selezionare questa opzione se si vogliono indirizzare gli operandi in modo assoluto.
• Operandi simbolici
Selezionare questa opzione se si vogliono indirizzare gli operandi in modo simbolico. I
simboli che si intendono utilizzare devono essere definiti nella tabella dei simboli.

Nell'aprire il passo crea automaticamente una nuova finestra


• Se si sceglie questa opzione e si fa doppio clic su un passo, viene visualizzata in una
finestra separata la sua rappresentazione a passo singolo.

Salva disposizione della finestra alla chiusura


• Se si è attivata questa opzione, tutte le impostazioni effettuate vengono salvate alla
chiusura dell'editor, essendo così attive alla successiva seduta di editazione.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


8-4 A5E00290662-01
Salvataggio e compilazione

Numero massimo di ordini di stato utilizzati


• È possibile indicare il numero massimo di ordini di stato di S7-GRAPH da utilizzare nel
programma.
Tutte le impostazioni effettuate in questa scheda mediante il comando Strumenti >
Impostazioni si riferiscono al blocco attualmente aperto.

Comportamento conforme a IEC


S7-GRAPH soddisfa dalla versione 5.1 la norma DIN EN 61131-3 (PLCopen Basis Level per
comandi sequenziali).
Se il comando sequenziale è conforme alla norma, lo si può importare dal SIMATIC
Manager nella banca dati di STEP 7 come file ASCII ed elaborarlo poi in S7-GRAPH.
Per creare un comando sequenziale conforme alla norma, selezionare l'opzione
"Comportamento conforme a IEC". Con questa impostazione:
• tutti i comandi sequenziali devono contenere un passo iniziale. Diversamente, durante la
compilazione verrà registrato un errore e non verrà generato nessun blocco.
• agli indirizzi diretti in sorgenti e blocchi (p. es. M0.0) viene preposto il carattere %
(%M0.0)
• gli operandi programmati in sorgenti vengono raprresentati con indirizzi assoluti
• gli operazioni di confronto vengono rappresentati senza definizione del tipo di dati (solo
quando il tipo di dati degli operandi è univoco)
• l'opzione "Operandi per sorgenti assoluti/simbolici" è disattivata; l'opzione è preimpostata
su "Operandi assoluti".
Il sistema apporta automaticamente le modifiche necessarie affinché le sorgenti soddisfino lo
standard PLCopen.
• "function_block" viene sostituito con "program"
• Come carattere separtore viene usato il punto e virgola
• L'espressione "Condition:=" viene soppressa
• Il nome del programma nella sorgente viene rappresentato in modo simbolico
• Il commento "$_Jump" non viene più utilizzato per riconoscere i salti.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 8-5
Salvataggio e compilazione

8.4.2 Impostazioni nella scheda "Salva e compila": parametri FB

L'impostazione definisce i parametri disponibili e quindi la funzionalità progettata dell'FB da


creare.
• Minima: è presente e può essere trasferito solo il parametro di avvio INIT_SQ. Il
funzionamento è possibile solo nel modo automatico.
• Standard: sono presenti e possono essere trasferiti i parametri standard. Sono possibili
tutti i modi di funzionamento.
• Massima: sono presenti e possono essere trasferiti tutti i parametri. Sono possibili tutti i
modi di funzionamento.
• Personalizzata: selezionando questa opzione è possibile definire il proprio set di
parametri: In questo caso si lavora nella vista generale o nella vista dettagli (scheda
"Variabili").

Attenzione
Se si modifica un set di parametri personalizzato e si seleziona successivamente in questa
scheda un set di parametri standard, i parametri personalizzati vanno persi.

8.4.3 Impostazioni nella scheda "Salva e compila": esecuzione

In S7-GRAPH esistono due modalità di esecuzione degli FB.


• Esecuzione autonoma:
In ogni FB di S7-GRAPH viene integrato l'intero codice necessario per l'esecuzione. Di
conseguenza, lo spazio di memoria necessario aumenta in proporzione alla quantità di
FB utilizzati.
• Con FC standard:
Per far fronte a questo problema, S7-GRAPH propone le seguenti alternative: Per tutti gli
FB viene utilizzata una FC standard che contiene la parte principale del codice e che
viene copiata automaticamente nel progetto. Con questa soluzione gli FB risultanti sono
notevolemente più piccoli.
Per ottimizzare lo spazio di memoria, si consiglia, quando si dispone di almeno due FB, di
scegliere la seconda soluzione.
FC standard disponibili:
- FC70/FC71
Queste due FC occupano meno di 8 kByte e possono essere, così, caricate in CPU di
più piccole dimensioni.
Le due FC supportano solo la funzionalità di S7-Graph V4.0: non è possibile, p. es.
programmare parametri personalizzati per gli FB. A partire dalla versione 5.1, tuttavia,
è possibile utilizzare funzioni matematiche, temporizzatori e contatori.
L'FC70 utilizza la funzionalità di diagnostica dell'SFC17/18 e può essere impiegata
solo in CPU che dispongono di questa funzione. Se la CPU a disposizione non
supporta questa funzione, rinunciare alla funzionalità di diagnostica e utilizzare l'FC71,
oppure scegliere l'opzione di esecuzione "Autonoma".
- FC72
L'FC72 offre l'intera funzionalità del sistema; tuttavia può essere caricata solo in CPU
di dimensioni più grandi visto che le sue dimensioni sono pari a 11 kByte.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


8-6 A5E00290662-01
Salvataggio e compilazione

- FC73
L'FC73 occupa uno spazio di memoria inferiore a 8 kB ed è quindi operabile su tutte le
CPU con memoria di lavoro sufficiente per la catena S7-Graph (+ il restante
programma utente). Questa FC consente di ridurre notevolmente lo spazio di memoria
necessario all'FB. Per ottenere questa prestazione, selezionare nella stessa finestra di
dialogo l'opzione "Descrizione interfaccia: l'opzione "Spazio di memoria minimo".
L'FC73 offre la funzionalità di S7-GRAPH V5.x con le seguenti restrizioni: i blocchi
generati non hanno proprietà di diagnostica. Gli indicatori di controllo del comando
sequenziale vengono visualizzati solo cliccando nell'area delle operazioni cicliche o
sulla transizione attiva.

8.4.4 Impostazioni nella scheda "Salva e compila": descrizione interfaccia

La descrizione dell'interfaccia definisce come devono essere organizzati i dati nel DB di


istanza per i passi e le transizioni. I dati possono essere depositati come array (ARRAY) o
strutture (STRUCT) con più o meno informazioni dettagliate.
• Spazio di memoria minimo
Le descrizioni di interfaccia vengono depositate nel DB di istanza come strutture. Per
ogni passo e ogni transizionedella catena viene creata una struttura separata con
informazioni dettagliate.
Questa opzione consente di ridurre notevolmente lo spazio di memoria necessario per
l'FB. Tuttavia i blocchi generati non hanno proprietà di diagnostica. Un'ulteriore
restrizione consiste nel fatto che l'indicatore di controllo del comando sequenziale viene
visualizzato solo cliccando nell'area delle operazioni cicliche o sulla transizione attiva.
Questa opzione deve essere utilizzata insieme al blocco standard FC73, in dotazione con
la fornitura.
• Array
Le descrizioni di passi e transizioni vengono depositate nel DB di istanza come array
(ARRAY). Questa opzione riduce lo spazio di memoria necessario per l'FB di S7-GRAPH.
I nomi dei passi non vengono tuttavia memorizzati. In questo caso non è possibile un
indirizzamento simbolico da altri blocchi.
• Strutture separate
Le descrizioni dei passi vengono depositate nel DB di istanza come struttura (STRUCT) e
contengono informazioni dettagliate su passi e transizioni.
I blocchi generati dispongono di tutte le funzioni di controllo e di diagnostica.
Inoltre, le descrizioni comprendono anche l'indicazione del nome dei passi, cosa che
rende più facile l'accesso sia interno che esterno mediante nomi simbolici. La valutazione
del DB di istanza è possibile sia tramite l'accesso diretto agli array sia per mezzo dei
nomi di passi e transizioni.
Le strutture prolungano il DB di istanza, ma non incidono tuttavia sulle prestazioni di
esecuzione della catena.
• Descrizione interfaccia: Carica nel PLC
Se si è selezionata questa opzione, insieme all'FB viene caricata nel sistema di
destinazione anche la descrizione dell'interfaccia. In tal modo, si potrà ricompilare il
blocco in un PG che non contiene una struttura di progetto pertinente.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 8-7
Salvataggio e compilazione

8.4.5 Impostazioni nella scheda "Salva e compila": proprietà delle catene

Le proprietà delle catene trattano i modi operativi delle catene sequenziali.


• Dati di analisi criteri nel DB
Questa operazione è necessaria solo se non si intende eseguire la diagnostica di
processo con l'applicazione standard SIMATIC ProTool/ProAgent.
I dati necessari per un'analisi di criteri vengono scritti nel DB di istanza come
informazione supplementare. Essi contengono in forma compatta le descrizioni delle
condizioni della catena sequenziale.
• Salta passi
Se diventano valide sia la transizione prima di un passo sia quella dopo un passo, il
passo non diventa attivo e viene quindi saltato.
• Conferma obbligatoria in caso di errori
Se durante il funzionamento compare un errore di controllo (condizioni di un controllo
soddisfatte), esso deve essere confermato mediante il parametro di ingresso "ACK_EF",
affinché il controllore possa proseguire. Questa opzione non è selezionabile se è attivata
l'opzione "Configurazione parametri FB: minima".
• Sincronizzazione (>= V4.x):
La sincronizzazione è una funzione di S7-GRAPH che trova nel funzionamento manuale
della catena sequenziale punti possibili di sincronizzazione tra il programma e il
processo.

Specialmente per il funzionamento manuale è spesso utile che tutti gli interblocchi
(interlock) possano essere elaborati ciclicamente. Per questo motivo viene offerta la
possibilità di scegliere l'elaborazione ciclica degli interlock. Nel corso del funzionamento
viene allora visualizzato sulla riga di stato (comando Test > Controlla) un interlock
mancante, e dunque il passo potenzialmente errato.
• Inibisci selezione modi operativi
Attivando questo parametro non sarà più possibile commutare il modo di funzionamento
dal PG o dall'OP (p. es. nella finestra di dialogo "Comanda catena").
• Avanzamento sicuro:
All'attivazione di un passo vengono cercati tutti i passi in quel momento attivi e quindi
disattivati. La struttura della catena non consente, infatti, di attivare un nuovo passo
contemporaneamente ad altri passi attivi.
Quando, p. es. si vuole attivare un passo in una diramazione alternativa, prima vengono
disattivati tutti i passi attivi negli altri rami alternativi e poi viene attivato il passo
selezionato.

8.4.6 Impostazioni nella scheda "Salva e compila": avvisi

Nel processo di compilazione S7-GRAPH emette messaggi di errore e avvisi nella scheda
Messaggi di compilazione (decompilazione). La visualizzazione degli avvisi è disattivabile.
• Nessuno: gli avvisi che vengono emessi nella compilazione non vengono visualizzati.
• Tutti: tutti gli avvisi emessi durante la compilazione vengono visualizzati nella scheda
"Messaggi di compilazione (decompilazione)".

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


8-8 A5E00290662-01
Salvataggio e compilazione

8.4.7 Impostazioni nella scheda "Messaggi"

Validità delle impostazioni


• Se si è richiamata questa scheda con il comando Strumenti > Impostazioni, queste
impostazioni vengono applicate a tutti i nuovi blocchi.
• Se si è richiamata questa scheda con il comando Strumenti > Impostazioni blocchi,
queste impostazioni vengono applicate al blocco attualmente aperto.

Opzioni nella scheda "Messaggi"


Trattamento messaggi
• Nessuno:
I messaggi non vengono prodotti.
• Messaggi con WR_USMSG (SFC52):
Decidere se registrare nel buffer di diagnostica i messaggi su errori di interblocco e
controllo.
Con trasmissione
Attivare questa casella di controllo se devono essere inviati i messaggi anche ai nodi
collegati in rete (p. es. OP).
• Collega con ALARM_SQ/ALARM_S (SFC17/SFC18):
Con questa opzione vengono registrati i numeri di messaggi e passi nella memoria
messaggi della CPU da dove vengono inviati ai nodi registrati.
Deve essere creato un progetto OP affinché, in caso di avaria, l'OP possa visualizzare i
testi dei messaggi ed eventuali altre informazioni. I relativi dati vengono generati da S7-
GRAPH se si è selezionata nella scheda "Generale" (comando Strumenti >
Impostazioni) l'opzione "Crea dati PDIAG".
- Interlock con conferma visualizzazione
Attivare questa casella di controllo se si vogliono confermare i messaggi relativi ad
errori di interblocco.
- Supervision con conferma visualizzazione
Attivare questa casella di controllo se si vogliono confermare i messaggi relativi ad
errori di controllo (supervision).
Le voci seguenti sono selezionabili soltanto nella finestra di dialogo "Impostazioni". Esse
valgono però anche per il blocco attuale.

Crea messaggi
• Interlock
Un messaggio di interlock può essere creato per una segnalazione di servizio o di
guasto. A tale proposito, digitare nella casella il testo. Questo testo viene registrato nel
progetto OP insieme ai dati di diagnostica. Il testo viene completato dinamicamente da
S7-GRAPH con le indicazioni più aggiornate.
• Supervision:
Il messaggio di supervision può essere generato come segnalazione di servizio o come
segnalazione di guasto. A tale proposito, digitare nella casella il testo. Questo testo viene
registrato nel progetto OP insieme ai dati di diagnostica. Il testo viene completato
dinamicamente da S7-GRAPH con le indicazioni più aggiornate.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 8-9
Salvataggio e compilazione

8.5 Salvataggio

Calcolo dello spazio di memoria necessario

Spazio di memoria necessario per un FB con esecuzione autonoma


Le formule seguenti consentono di stimare lo spazio di memoria necessario nella memoria di
lavoro per un FB di S7-GRAPH e un DB di istanza (n = numero dei passi).

FB = 4900 Byte + n * 130 Byte


DB = 270 Byte + n * 70 Byte

Devono tuttavia essere soddisfatte le seguenti condizioni generali.


• L'opzione "Dati di analisi criteri" nella scheda "Salva e compila" non deve essere
selezionata.
• Ogni passo deve contenere in media 1,2 transizioni, 1,5 azioni, e 0,8 supervision.
• Ogni transizione deve contenere in media 3,5 condizioni.
Lo spazio di memoria necessario può aumentare notevolmente se sono state
programmate molte condizioni per ogni transizione, interblocco (interlock) e controllo
(supervision). Ogni condizione richiede 10-12 byte e ogni azione 6-8 byte. Anche nel
caso di accessi complessi, di azioni con assegnazioni, e simili, lo spazio di memoria
necessario può aumentare.
È facile constatare che il numero massimo di 250 passi può essere raggiunto solo
teoricamente.

Spazio di memoria necessario in combinazione con FC70, FC71, FC72 o FC73


Per risparmiare memoria è possibile depositare le funzioni di sistema in uno dei blocchi
standard in dotazione (FC70, FC71, FC72). Si potrà così ridurre ogno blocco di S7-GRAPH
nella misura di circa 5000 byte. Occorre aggiungere, però, (una sola volta) lo spazio di
memoria per il blocco standard (per l'FC70 ca. 8200 byte, per l'FC71 ca. 7750 byte, per
l'FC72 ca. 10700 byte, per l'FC73 ca. 8150 byte).
Consultare la tabella al capitolo "Utilizzo delle funzioni standard FC70, FC71, FC72 e FC73"
per sapere quale delle FC standard è più adatta alla propria configurazione.

Spazio di memoria necessario in combinazione con FC73


L'FC73 consente di ridurre notevolmente lo spazio di memoria necessario per l'FB di S7-
GRAPH. Con questa soluzione minima non è disponibile l'opzione di esecuzione
"Autonoma".
Inoltre, esistono le seguenti restrizioni:
• i nuovi blocchi non hanno proprietà di diagnostica,
• Durante il controllo del comando sequenziale non viene indicato lo stato per tutte le
condizioni, ma solo per quella selezionata.
Le formule seguenti consentono di stimare lo spazio di memoria necessario nella memoria di
lavoro per un FB di S7-GRAPH e un DB di istanza (n = numero dei passi).

FB = 150 Byte + n * 16 Byte


DB = 236 Byte + n * 26 Byte

Ogni condizione pogrammata richiede 2 - 4 byte aggiuntivi, ogni azione 6 - 8 byte.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


8-10 A5E00290662-01
Salvataggio e compilazione

Utilizzo delle funzioni standard FC70, FC71, FC72 e FC73


Consultare la seguente tabella per sapere quale FC utilizzare per i propri compiti. Se il
programma consiste di diversi FB di S7-GRAPH, è opportuno utilizzare la stessa funzione
standard per tutti gli FB in modo tale da evitare di caricare nella CPU diverse FC standard.

Esecuzione FC70 standard FC71 standard FC72 standard FC73 standard


autonoma
Spazio di Dipende dal Ca. 8200 byte Ca. 7750 byte Ca. 10700 byte Ca. 8150 byte
memoria numero e dalla
necessario dimensione
delle catene
Restrizioni Nessuna Funzioni matem., Parametri persona- Nessuna Impossibile inviare
relative al contatori e lizzati non previsti, messaggi e quindi
compito temporizz. a Funzioni matem., nessun accesso
partire da temporizz. e alla diagnostica di
S7-GRAPH V5.1 contatori a partire processo,
da S7-GRAPH Tempo di
V5.1, messaggi attivazione passi
non previsti non previsto (.U)
mediante Opzione "Salta
SFC17/SFC18 passi" non possibile
ma possibilità di Rinumerazione
invio con SFC52 passi e transizioni
non prevista per
l'utente
Restrizioni Inferiore a 8 Caricabile solo in Nessuna A causa del limite Nessuna restrizione
relative alla kByte, CPU che restrizione di 8 KB non
CPU caricabile in dispongono di caricabile in :
una CPU di SFC17 e SFC18 tutte le CPU 313
dimensioni più (ALARM_S e
tutte le CPU314
piccole. ALARM_SQ).
tutte le CPU314
adatta per
IFM
piccole
applicazioni (p. CPU315-1 (fino
es. 30 passi) versione -1AF02)

CPU Nessun Caricabile solo in Nessuna CPU in grado di Nessuna restrizione


Requisito CPU che restrizione caricare blocchi
Limite di 8KB dispongono di superiori a 8KB (
sia per FB che SFC17 e SFC18 tutte le CPU S7-
DB. (ALARM_S e 400 e S7-300 a
ALARM_SQ). partire dalla
(tutte le CPU versione -1AF03 /
S7-400 e tutte le -2AF03 della
CPU S7-300 più CPU315)
recenti)

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 8-11
Salvataggio e compilazione

Salvataggio di un FB o di una sorgente di S7-GRAPH

Per salvare un oggetto aperto (blocco o sorgente) si hanno le possibilità seguenti.


1. Selezionare il comando di menu File > Salva o fare clic sul simbolo "Salva" nella barra
degli strumenti. L'oggetto viene salvato con il suo nome.
2. Se si desidera creare una copia dell'oggetto attuale, selezionare il comando File > Salva
con nome. Appare la finestra di dialogo "Salva con nome", in cui poter indicare il nome
dell'oggetto e il percorso della copia.
3. Se si esegue il comando File > Chiudi o il comando File > Esci, oppure si clicca sul
pulsante di chiusura della finestra, e non si è ancora salvato l'oggetto modificato,
all'utente viene chiesto se salvare o rifiutare le modifiche, e/o se interrompere il comando
Esci.

Attenzione
Se la catena sequenziale presenta ancora errori, essa non potrà essere salvata come FB.
Si potrà in alternativa generarla ed elaborarla come sorgente di S7-GRAPH. In questo caso,
la correzione degli errori potrà essere eseguita in un secondo momento.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


8-12 A5E00290662-01
Salvataggio e compilazione

8.6 Compilazione
La compilazione permette di produrre un programma "intellegibile" per la CPU. Viene a tal
scopo controllata la sintassi del programma, creato l'FB di S7-GRAPH, e quindi
eventualmente generato il DB di istanza.

Requisiti
Se dopo la compilazione si vuole produrre un FB, devono essere corretti tutti gli errori. Per
verificare i blocchi di S7-GRAPH occorre:
• eseguire un verifica di coerenza prima della compilazione
• oppure eseguire più volte la compilazione.

Metodi per compilare le catene sequenziali


• Esecuzione della verifica della coerenza
Verificando la coerenza è possibile rilevare degli errori di sintatssi nel programma senza
doverlo compilare. Questa verifica è eseguibile sia in un FB, sia in una sorgente di
S7-GRAPH.
• Compilazione automatica durante il salvataggio di un FB di S7-GRAPH-FB
Le catene sequenziali programmate in un FB di S7-GRAPH vengono compilate durante il
salvataggio.
• Compilazione di una sorgente di S7-GRAPH
Le catene sequenziali programmate in una sorgente di S7-GRAPH devono essere
compilate esplicitamente.
• Eliminazione degli errori dopo la compilazione o verifica della coerenza
Tutti gli errori verificatisi durante la compilazione vengono visualizzati dopo la
compilazione nella finestra dei risultati. A seconda delle impostazioni dello schermo, la
finestra dei risultati può essere in primo piano o in secondo piano.

Come eseguire la verifica della coerenza


Con la verifica di coerenza è possibile rilevare gli errori sintattici del programma senza
doverlo compilare. Questa verifica è eseguibile sia in un FB, sia in una sorgente di
S7-GRAPH.
1. Per eseguire la funzione, selezionare il comando di menu File > Verifica coerenza.
Risultato: al termine della verifica di coerenza viene comunicato nella scheda Messaggi
di compilazione (decompilazione) il numero degli errori trovati, e gli errori vengono
elencati.
2. Correggere gli errori visualizzati.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 8-13
Salvataggio e compilazione

Compilazione automatica durante il salvataggio di un FB di S7-GRAPH


Se si programmano le catene sequenziali in un FB di S7-GRAPH, la compilazione è parte
integrante del salvataggio.
1. Selezionare il comando File > Salva o fare clic sul simbolo corrispondente.
L'FB di S7-GRAPH viene compilato automaticamente e quindi salvato.
2. Verificare la presenza di errori nella scheda Messaggi di compilazione (decompilazione)
ed, eventualmente, correggerli. Salvare di nuovo.

Attenzione
Se vengono segnalati errori, S7-GRAPH non crea l'FB. Occorre correggere gli errori prima
di poter salvare l'FB di S7-GRAPH.

Compilazione di una sorgente di S7-GRAPH


Quando si programmano le catene sequenziali in una sorgente di S7-GRAPH, la
compilazione deve essere attivata esplicitamente.
1. Selezionare il comando File > Compila o fare clic sul simbolo corrispondente.
Risultato: dalla sorgente viene creato automaticamente un FB di S7-GRAPH.
2. Verificare la presenza di errori nella scheda Messaggi di compilazione (decompilazione)
ed, eventualmente, correggerli. Ripetere quindi la compilazione.

Attenzione
Se vengono segnalati errori, S7-GRAPH non crea l'FB. Occorre correggere gli errori prima
di poter creare un FB mediante compilazione.

Eliminazione degli errori dopo la compilazione o verifica della coerenza


Tutti gli errori verificatisi dopo la compilazione vengono visualizzati dopo la compilazione
nella scheda Messaggi di compilazione (decompilazione). La scheda si trova nella finestra
dettagli a cui si può accedere selezionando il comando di menu Visualizza > Vista dettagli.
Procedere come segue per correggere gli errori.
1. Localizzare l'errore nel programma facendo doppio clic sul rispettivo messaggio di errore
nella finestra dei risultati.
2. Premere il tasto F1 per ottenere una descrizione dell'errore e della relativa correzione.
3. Correggere la catena sequenziale o il programma secondo la descrizione.
Ulteriori errori possono essere selezionati con il comando di menu Modifica > Vai a >
Errore precedente oppure Modifica > Vai a > Errore successivo.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


8-14 A5E00290662-01
9 Parametrizzazione e richiami dell'FB di
S7-GRAPH

9.1 Richiamo dell'FB di S7-GRAPH dal programma S7


Per poter elaborare un FB di S7-GRAPH caricato nella CPU, esso deve essere richiamato in
un blocco con esecuzione ciclica. Si può trattare direttamente dell'OB1 o di un qualsiasi altro
FB o FC da esso richiamato.

(1) (2) (3)


OB/FB/FC FB i DB i

Commento a ...
CALL FBi,DBi
INIT_SQ:=

S1
T1

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 9-1
Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH

9.2 Richiamo dell'FB di S7-GRAPH


Programmare il blocco di codice (p. es. OB1, FB n, ...) da cui deve essere richiamato l'FB di
S7-GRAPH con uno dei linguaggi di programmazione di STEP 7 (p. es. KOP, FUP, AWL,
SCL).
• Se si programma in AWL, utilizzare l'operazione CALL (richiamo del blocco).
• Se si programma in KOP/FUP, si può fare doppio clic sull'FB nel catalogo degli elementi
del programma.

Avvertenza
Occupare solo i parametri dell'FB di cui si ha bisogno per il funzionamento.

Esempio: occupazione dell'FB per il modo di funzionamento passo a passo


Per il richiamo e la gestione della catena sequenziale nel modo di funzionamento passo
passo non è necessario che tutti gli operandi vengano occupati. La figura seguente riporta
gli operandi importanti, da occupare nella programmazione in KOP. L'FB è stato creato con il
set di parametri standard.
Catena sequenziale DB
Catena sequenziale FB
BOOL EN ENO BOOL

BOOL OFF_SQ S_NO INT


BOOL INIT_SQ S_MORE BOOL
BOOL ACK_EF S_ACTIVE BOOL
BOOL S_PREV ERR_FLT BOOL
BOOL S_NEXT AUTO_ON BOOL
BOOL SW_AUTO TAP_ON BOOL
BOOL SW_TAP MAN_ON BOOL
BOOL SW_MAN
INT S_SEL
BOOL S_ON
BOOL S_OFF
BOOL T_PUSH

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


9-2 A5E00290662-01
Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH

9.3 Scelta di un set di parametri FB


La scelta del set di parametri dipende sia dall'uso che si vuole fare della catena sequenziale
sia dallo spazio di memoria disponibile nella CPU. Con le dimensioni del set di parametri
aumenta anche lo spazio di memoria necessario per l'FB di S7-GRAPH e il rispettivo DB di
istanza.

Con il seguente compito ... ... utilizzare la configurazione di


parametri
Si intende utilizzare la catena sequenziale solo nel modo di → Minima
funzionamento automatico. Non sono richieste ulteriori funzioni di
comando e controllo.
Si intende usare la catena sequenziale in diversi modi di → Standard
funzionamento. Sono richieste inoltre informazioni di feedback sul
processo e la possibilità di confermare i messaggi.
Oltre alle prestazioni del set di parametri standard, si necessitano → Massima (da V4)
ulteriori funzioni di servizio e supervisione per il settore Assistenza e
messa in funzionamento. Questo set di parametri è compatibile con i
blocchi dalla versione 4.
Oltre alle prestazioni del set di parametri standard, si necessitano → Personalizzata/Massim
ulteriori funzioni di servizio e supervisione per il settore Assistenza e a (da V5)
messa in funzionamento. Questo set di parametri è compatibile con i
blocchi dalla versione 5.

Inoltre, la finestra di dichiarazione delle variabili offre la possibilità di modificare i set di


parametri esistenti. P. es., possono essere cancellati i parametri non necessari di un set di
parametri standard. I parametri di sistema non sono modificabili, tuttavia possono essere
definiti dei parametri personalizzati per soddisfare le proprie esigenze.

Attenzione
I nomi di parametri personalizzati non possono essere utilizzati come nomi di passi (e
viceversa).

Impostazione del set di parametri


1. Selezionare il comando Strumenti > Impostazioni blocco e fare clic sulla scheda "Salva
e compila".
2. Impostare i "Parametri FB".

Attenzione
Se si modifica un set di parametri personalizzato e si seleziona successivamente in questa
scheda un set di parametri standard, i parametri personalizzati vanno persi.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 9-3
Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH

9.4 Set di parametri dell'FB

Minimo Catena sequenziale DB Standard Catena sequenziale DB


Catena sequenziale FB Catena sequenziale FB
BOOL EN ENO BOOL BOOL EN ENO BOOL

BOOL INIT_SQ BOOL OFF_SQ S_NO INT


BOOL INIT_SQ S_MORE BOOL
BOOL ACK_EF S_ACTIVE BOOL
BOOL S_PREV ERR_FLT BOOL
BOOL S_NEXT AUTO_ON BOOL
BOOL SW_AUTO TAP_ON BOOL
BOOL SW_TAP MAN_ON BOOL
BOOL SW_MAN
INT S_SEL
BOOL S_ONT
BOOL S_OFF
BOOL T_PUSH

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


9-4 A5E00290662-01
Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH

Massimo<= V4 Catena seq. DB Massimo V5/Personalizzato Catena seq. DB


Catena seq. FB Catena seq. FB
BOOL EN ENO BOOL BOOL EN ENO BOOL
BOOL OFF_SQ S_NO INT BOOL OFF_SQ S_NO INT
BOOL INIT_SQ S_MORE BOOL BOOL INIT_SQ S_MORE BOOL
BOOL ACK_EF S_ACTIVE BOOL BOOL ACK_EF S_ACTIVE BOOL
BOOL HALT_SQ ERR_FLT BOOL BOOL REG_EF S_TIME TIME
BOOL HALT_TM SQ_HALTED BOOL BOOL ACK_S S_TIMEOK TIME (*)
BOOL ZERO_OP TM_HALTED BOOL BOOL REG_S S_CRITLOC DWORD (*)
BOOL EN_IL OP_ZEROED BOOL BOOL HALT_SQ S_CRITLOCERR
BOOL EN_SV IL_ENABLED BOOL BOOL HALT_TM S_CRITSUP DWORD (*)
BOOL S_PREV SV_ENABLED BOOL BOOL ZERO_OP S_STATE WORD
BOOL S_NEXT AUTO_ON BOOL BOOL EN_IL T_NO INT
BOOL SW_AUTO TAP_ON BOOL BOOL EN_SV T_MORE BOOL
BOOL SW_TAP MAN_ON BOOL BOOL EN_ACKREQ T_CRIT DWORD (*)
BOOL SW_MAN (*) BOOL EN_SSKIP T_CRITOLD
INT S_SEL BOOL DISP_SACT
T_CRITFLT DWORD (*)
BOOL S_ON BOOL L
DISP_SEF
ERROR BOOL
BOOL S_OFF BOOL DISP_SALL
FAULT BOOL
BOOL T_PUSH BOOL S_PREV
ERR_FLT BOOL
BOOL S_NEXT
SQ_ISOFF BOOL
BOOL SW_AUTO
SQ_HALTED BOOL
BOOL SW_TAP BOOL
TM_HALTED
BOOL SW_TOP BOOL
OP_ZEROED
BOOL SW_MAN BOOL
IL_ENABLED
INT S_SEL
SV_ENABLED BOOL
BOOL S_SELOK
ACKREQ_ENABLED BOOL
BOOL S_ON
SSKIP_ENABLED BOOL (*)
BOOL S_OFF
SACT_DISP BOOL
BOOL T_PREV
SEF_DISP BOOL
BOOL T_NEXT
SALL_DISP BOOL
BOOL T_PUSH
AUTO_ON BOOL
TAP_ON BOOL
TOP_ON BOOL
MAN_ON BOOL

Nota: Nell’FC73 i parametri contrassegnati con (*) non sono disponibili

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 9-5
Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH

9.5 Parametri di ingresso dell'FB di S7-GRAPH


L'FB reagisce al fronte di salita dei parametri di ingresso (eccezione EN).

Parametri Tipo di dati Descrizione Min. Std. Max. Person.

EN BOOL Comando di elaborazione dell'FB (ingresso di ! ! ! !


abilitazione); se EN non è attivato, l'FB viene
sempre elaborato
OFF_SQ BOOL OFF_SEQUENCE: ! ! !
Disattiva catena di passi, ovvero disattiva tutti i
passi
INIT_SQ BOOL INIT_SEQUENCE: ! ! ! !
Attivazione dei passi iniziali (reset della catena
sequenziale)
ACK_EF BOOL ACKNOWLEDGE_ERROR_FAULT: ! ! !
Conferma di tutti i guasti, avanzamento forzato
REG_EF BOOL REGISTRATE_ERROR_FAULT: !
Registra tutti gli errori e le avarie
ACK_S BOOL ACKNOWLEDGE_STEP: !
In S_NO conferma il passo visualizzato
REG_S BOOL REGISTRATE_STEP: !
In S_NO registra il passo visualizzato
HALT_SQ BOOL HALT_SEQUENCE: ! !
Arresta/riattiva catena di passi
HALT_TM BOOL HALT_TIMES: ! !
Vengono arrestati/riattivati tutti i tempi di
attivazione dei passi e le operazioni dipendenti
dal tempo (L e D) della catena
ZERO_OP BOOL ZERO_OPERANDS: ! !
Resetta a zero tutti gli operandi delle operazioni
N, D, L nei passi attivi, e non esegue le
operazioni CALL nelle azioni/Riattiva operandi e
operazioni CALL
EN_IL BOOL ENABLE_INTERLOCKS: ! !
Disattiva/riattiva gli interblocchi di passi (Interlock)
(la catena sequenziale si comporta come nel
caso di interblocco di passi soddisfatto)
EN_SV BOOL ENABLE_SUPERVISIONS: ! !
Disattiva/Riattiva i controlli di passi (supervision)
(la catena sequenziale si comporta come nel
caso di controllo di passi non soddisfatto)
EN_ACKRE BOOL ENABLE_ACKNOWLEDGE_REQUIRED: !
Q Attiva la conferma obbligatoria
DISP_SACT BOOL DISPLAY_ACTIVE_STEPS: !
Visualizza solo i passi attivi
DISP_SEF BOOL DISPLAY_STEPS_WITH_ERROR_OR_FAULT: !
Visualizza solo i passi errati
DISP_SALL BOOL DISPLAY_ALL_STEPS: !
Visualizza tutti i passi
S_PREV BOOL PREVIOUS_STEP: ! ! !
Modo di funzionamento automatico: sfoglia
all'indietro mediante i passi attualmente attivi,
visualizza il numero del passo in S_NO
Modo di funzionamento manuale: visualizza il
passo precedente in S_NO (numero inferiore)

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


9-6 A5E00290662-01
Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH

Parametri Tipo di dati Descrizione Min. Std. Max. Person.

S_NEXT BOOL NEXT_STEP: ! ! !


Modo di funzionamento automatico: sfoglia in
avanti tramite i passi attualmente attivi, visualizza
il numero del passo in S_NO
Modo di funzionamento manuale: visualizza
passo successivo in S_NO (numero maggiore)
SW_AUTO BOOL SWITCH_MODE_AUTOMATIC: ! ! !
Commutazione dei modi di funzionamento:
funzionamento automatico
SW_TAP BOOL SWITCH_MODE_TRANSITION_AND_PUSH: ! ! !
Commutazione dei modi di funzionamento:
funzionamento passo passo (semiautomatico)
SW_TOP BOOL SWITCH_MODE_TRANSITION_OR_PUSH: !
Commutazione dei modi di funzionamento:
automatico o avanzamento
SW_MAN BOOL SWITCH_MODE_MANUAL: ! ! !
Commutazione dei modi di funzionamento:
funzionamento manuale, non viene avviata
l'esecuzione autonoma
S_SEL INT STEP_SELECT: ! ! !
Scelta del numero del passo per i parametri di
uscita S_NO nel modo manuale, attiva/disattiva
con S_ON, S_OFF
S_SELOK BOOL STEP_SELECT_OK: !
Immette valore in S_SEL per S_NO
S_ON BOOL STEP_ON: ! ! !
Modo di funzionamento manuale: attiva passo
visualizzato
S_OFF BOOL STEP_OFF: ! ! !
Modo di funzionamento manuale: disattiva passo
visualizzato
T_PREV BOOL PREVIOUS_TRANSITION: !
Visualizza transizione valida precedente in T_NO
T_NEXT BOOL NEXT_TRANSITION: !
Successiva transizione valida in T_NO
T_PUSH BOOL PUSH_TRANSITION: ! ! !
La transizione avanza se è soddisfatta la
condizione e T_PUSH (fronte)
Presupposto: modo operativo passo passo
(SW_TAP) oppure automatico o avanzamento
(SW_TOP)
Se si tratta di un blocco della versione V4 (o
minore), avanza la prima transizione valida. Se il
blocco è invece della versione V5 ed è indicato il
parametro di ingresso T_NO, avanza la
transizione il cui numero appare nello schermo.
Altrimenti avanza la prima transizione valida.
EN_SSKIP BOOL ENABLE_STEP_SKIPPING: !
Attiva salto del passo
Configurazione parametri: Min. = Minima; Std. = Standard; Max. = Massima; Pers. = Personalizzata

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 9-7
Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH

9.6 Parametri di uscita dell'FB di S7-GRAPH


Parametri Tipo di Descrizione Min. Std. Max. Person.
dati
ENO BOOL Uscita di abilitazione, se l'FB è attivo, ENO ha ! ! ! !
il valore 1 in caso di mancanza di errori,
altrimenti 0
S_NO INT STEP_NUMBER: ! ! !
Visualizzazione numero passo
S_MORE BOOL MORE_STEPS: ! ! !
Sono attivi ulteriori passi, selezionabili in S_NO
S_ACTIVE BOOL STEP_ACTIVE: ! ! !
Il passo visualizzato è attivo
S_TIME TIME STEP_TIME: !
Tempo di attivazione del passo
S_TIMEOK TIME STEP_TIME_OK: !
Tempo di attivazione del passo esente da
errori
S_CRITLOC DWORD STEP_CRITERIA_INTERLOCK: !
Bit di criteri interlock
S_CRITLOC DWORD S_CRITERIA_IL_LAST_ERROR: !
ERR Bit di criteri interlock per evento L1
S_CRITSUP DWORD STEP_CRITERIA_SUPERVISION: !
Bit di criteri supervision
S_STATE WORD STEP_STATE: !
Bit di stato del passo
T_NO INT TRANSITION_NUMBER: !
Numero di transizione valido
T_MORE BOOL MORE_TRANSITIONS: !
Ulteriori transizioni valide disponibili per sistemi
di visualizzazione
T_CRIT DWORD TRANSITION_CRITERIA: !
Bit di criteri di transizione
T_CRITOLD DWORD T_CRITERIA_LAST_CYCLE: !
Bit di criteri di transizione dall'ultimo ciclo
T_CRITFLT DWORD T_CRITERIA_LAST_FAULT: !
Bit di criteri di transizione per evento V1
ERROR BOOL INTERLOCK_ERROR: !
Errore di interlock (passo qualsiasi)
FAULT BOOL SUPERVISION_FAULT: !
Errore di supervision (passo qualsiasi)
ERR_FLT BOOL IL_ERROR_OR_SV_FAULT:Guasto cumulativo ! ! !
SQ_ISOFF BOOL SEQUENCE_IS_OFF: !
La catena del passo è disattivata (nessun
passo attivo)
SQ_HALTED BOOL SEQUENCE_IS_HALTED: ! !
Catena di passi ferma
TM_HALTED BOOL TIMES_ARE_HALTED: ! !
Arresto temporizzatori
OP_ZEROED BOOL OPERANDS_ARE_ZEROED: ! !
Reset degli operandi
IL_ENABLED BOOL INTERLOCK_IS_ENABLED: ! !
Viene considerato l'interblocco di passi

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


9-8 A5E00290662-01
Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH

Parametri Tipo di Descrizione Min. Std. Max. Person.


dati
SV_ENABLED BOOL SUPERVISION_IS_ENABLED: ! !
Viene considerato il controllo (supervision) di
passi
ACKREQ_EN BOOL ACKNOWLEDGE_REQUIRED_IS_ !
ABLED ENABLED:
Conferma obbligatoria attivata
SSKIP_EN BOOL STEP_SKIPPING_IS_ENABLED: !
ABLED Salta passo attivato
SACT_DISP BOOL ACTIVE_STEPS_WERE_DISPLAYED: !
Visualizza solo i passi attivi in S_NO
SEF_DISP BOOL STEPS_WITH_ERROR_FAULT_WERE_ !
DISPLAYED:
Visualizza solo i passi con errori e interferenze
in S_NO
SALL_DISP BOOL ALL_STEPS_WERE_DISPLAYED: !
Visualizza tutti i passi in S_NO
AUTO_ON BOOL AUTOMATIC_IS_ON: ! ! !
Visualizza modo automatico
TAP_ON BOOL T_AND_PUSH_IS_ON: ! ! !
Visualizza modo passo passo
TOP_ON BOOL T_OR_PUSH_IS_ON: !
Visualizza modo SW_TOP
MAN_ON BOOL MANUAL_IS_ON: ! ! !
Visualizza modo manuale
Configurazione parametri: Min. = Minima; Std. = Standard; Max. = Massima; Pers. = personalizzata

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 9-9
Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH

9.7 Modi di funzionamento del comando sequenziale


Con la scelta di uno dei quattro possibili modi di funzionamento viene definito il
comportamento di avanzamento della catena sequenziale. Con una corrispondente
parametrizzazione dell'FB di S7-GRAPH è possibile scegliere il modo di funzionamento in
base al tipo di comando sequenziale. Esistono i seguenti modi di funzionamento.
• Funzionamento automatico
Nel funzionamento automatico viene eseguito l'avanzamento se è soddisfatta una
transizione.
• Funzionamento manuale:
Diversamente dal funzionamento automatico, nel funzionamento manuale non viene
eseguito l'avanzamento se è soddisfatta la transizione. I passi vengono attivati e
disattivati manualmente.
• Funzionamento semiautomatico per l'avanzamento passo passo:
Il funzionamento passo passo corrisponde a quello automatico con una condizione di
avanzamento in più. Non deve solo essere soddisfatta la transizione, ma esserci anche
un fronte di salita nel parametro T_PUSH, affinché venga eseguito l'avanzamento.
• Automatico o avanzamento
Nel "funzionamento automatico o avanzamento passo passo" viene eseguito
l'avanzamento se è soddisfatta la transizione oppure se si trova un fronte di salita nel
parametro T_PUSH.

Presupposti per operare in diversi modi di funzionamento


Il funzionamento automatico è il modo di funzionamento standard per le catene
sequenziali. Esso è preimpostato per tutti i set di parametri dell'FB di S7-GRAPH.
Per poter selezionare un altro modo di funzionamento occorre compilare l'FB di S7-GRAPH
con la configurazione di parametri Standard, Massima o Personalizzata.

Scelta del modo di funzionamento


La scelta di uno dei quattro modi di funzionamento avviene mediante i parametri di ingresso
dell'FB. Assegnare un fronte di salita a uno dei seguenti parametri per attivare il
corrispondente modo operativo.
• SW_AUTO (Funzionamento automatico)
• SW_MAN (Funzionamento manuale)
• SW_TAP (Funzionamento passo passo)
• SW_TOP (Funzionamento automatico o avanzamento)

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


9-10 A5E00290662-01
Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH

9.7.1 Funzionamento automatico (SW_AUTO)

Nel funzionamento automatico viene eseguito l'avanzamento quando è soddisfatta la


transizione.

Parametri di ingresso del modo di funzionamento automatico


I parametri non eseguiti non dipendono dal modo di funzionamento.

Parametri Tipo di Descrizione


dati
OFF_SQ BOOL Disattiva catena di passi, ovvero disattiva tutti i passi
INIT_SQ BOOL Inizializza la catena, salta al passo iniziale
ACK_EF BOOL Conferma di tutti I guasti, avanzamento forzato
S_PREV BOOL sfoglia all'indietro tramite i passi attualmente attivi, visualizza il numero del
passo in S_NO
S_NEXT BOOL sfoglia in avanti tramite i passi attualmente attivi, visualizza il numero del
passo in S_NO
SW_TAP BOOL Richiesta di funzionamento passo passo
SW_MAN BOOL Richiesta di funzionamento manuale
SW_TOP BOOL Richiesta di modo di funzionamento automatico o avanzamento

Parametri di uscita del modo di funzionamento automatico

Parametri Tipo di Descrizione


dati
S_NO INT Visualizza il passo attivo selezionato con S_PREV o S_NEXT
S_MORE BOOL Sono presenti ulteriori passi attivi, selezionabili in S_NO
S_ACTIVE BOOL Il passo visualizzato in S_NO è attivo
ERR_FLT BOOL Si è verificato errore/avaria
AUTO_ON BOOL Il modo di funzionamento automatico è attivato
TAP_ON BOOL Il modo di funzionamento passo passo non è attivato
MAN_ON BOOL Il modo di funzionamento manuale non è attivato
TOP_ON BOOL Non è attivato il modo di funzionamento automatico o avanzamento

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 9-11
Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH

9.7.2 Modo di funzionamento manuale (SW_MAN)

Il funzionamento manuale viene p. es. scelto per testare la catena sequenziale. Le


caratteristiche del funzionamento manuale sono:
1. nessun avanzamento per transizione soddisfatta
2. selezione e deselezione manuale dei passi.

Parametri di ingresso del modo di funzionamento manuale


I parametri non eseguiti non dipendono dal modo di funzionamento.

Parametri Tipo di dati Descrizione


OFF_SQ BOOL Disattiva tutti i passi, ovvero "Catena del passo off"
INIT_SQ BOOL Inizializza la catena, salta al passo iniziale
ACK_EF BOOL Conferma di tutti i guasti, avanzamento forzato
S_PREV BOOL Visualizza il passo precedente in S_NO
S_NEXT BOOL Visualizza il passo successivo in S_NO
SW_AUTO BOOL Richiesta di modo di funzionamento automatico
SW_TAP BOOL Richiesta di funzionamento passo passo
SW_TOP BOOL Richiesta di modo di funzionamento automatico o avanzamento
S_SEL INT Numero passo per la scelta del passo: viene visualizzato dopo la
selezione in S_NO
S_ON BOOL Attiva il passo visualizzato in S_NO
S_OFF BOOL Disattiva il passo visualizzato in S_NO

Parametri di uscita del modo di funzionamento manuale

Parametri Tipo di dati Descrizione


S_NO INT Numero passo, visualizzazione del passo selezionato
S_MORE BOOL Sono presenti ulteriori passi attivi, selezionabili in S_NO.
S_ACTIVE BOOL Il passo visualizzato in S_NO è attivo
ERR_FLT BOOL Si è verificato errore/avaria
AUTO_ON BOOL Il modo di funzionamento automatico non è attivato
TAP_ON BOOL Il modo di funzionamento passo passo non è attivato
MAN_ON BOOL Il modo di funzionamento manuale è attivato
TOP_ON BOOL Non è attivato il modo di funzionamento automatico o avanzamento

Attenzione
I parametri di ingresso DISP_SACT, DISP_SEF, DISP_SALL incidono sulla quantità dei
passi che vengono visualizzati al parametro S_NO.
Nel modo di funzionamento manuale una configurazione di parametri non appropriata può
pregiudicare la visualizzazione dei passi.
Se si vogliono visualizzare in modo automatico tutti i passi, impostare il parametro
DISP_SALL su TRUE o cancellare i tre parametri di ingresso DISP_SACT, DISP_SEF,
DISP_SALL.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


9-12 A5E00290662-01
Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH

9.7.3 Modo di funzionamento passo passo (SW_TAP)

Per la messa in servizio o il test passo passo di un impianto suggeriamo il modo passo
passo:
• Avanzamento in caso di transizione soddisfatta e cambio di fronte da 0 a 1 nel parametro
T_PUSH.

Parametri di ingresso del modo di funzionamento passo passo


I parametri non eseguiti non dipendono dal modo di funzionamento.

Parametri Tipo di dati Descrizione


OFF_SQ BOOL Disattiva tutti i passi, ovvero "Catena del passo off"
INIT_SQ BOOL Inizializza la catena, salta al passo iniziale
ACK_EF BOOL Conferma di tutti i guasti, avanzamento forzato
S_PREV BOOL Come in automatico
S_NEXT BOOL Come in automatico
SW_AUTO BOOL Richiesta di modo di funzionamento automatico
SW_MAN BOOL Richiesta di funzionamento manuale
SW_TOP BOOL Richiesta di modo di funzionamento automatico o avanzamento
T_PUSH BOOL La transizione avanza se sono soddisfattele sue condizioni, e se si
verifica un fronte di salita in T_PUSH

Parametri di uscita del modo di funzionamento passo passo

Parametri Tipo di dati Descrizione


S_NO INT Numero passo, visualizzazione del passo selezionato
S_MORE BOOL Sono presenti ulteriori passi attivi, selezionabili in S_NO
S_ACTIVE BOOL Il passo visualizzato è attivo
ERR_FLT BOOL Si è verificato errore/avaria
AUTO_ON BOOL Il modo di funzionamento automatico non è attivato
TAP_ON BOOL È attivato il modo di funzionamento passo passo
MAN_ON BOOL Il modo di funzionamento manuale non è attivato
TOP_ON BOOL Non è attivato il modo di funzionamento automatico o avanzamento

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 9-13
Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH

9.7.4 Modo di funzionamento automatico o avanzamento (SW_TOP)

Per la messa in servizio o il test passo passo di un impianto può essere utile il
funzionamento automatico o avanzamento.
• Avanzamento in caso di transizione soddisfatta e cambio di fronte da 0 a 1 nel parametro
T_PUSH.

Parametri di ingresso del modo di funzionamento automatico o avanzamento


I parametri non eseguiti non dipendono dal modo di funzionamento.

Parametri Tipo di dati Descrizione


OFF_SQ BOOL Disattiva tutti i passi, ovvero "Catena del passo off"
INIT_SQ BOOL Inizializza la catena, salta al passo iniziale
ACK_EF BOOL Conferma di tutti I guasti, avanzamento forzato
S_PREV BOOL Come in automatico
S_NEXT BOOL Come in automatico
SW_AUTO BOOL Richiesta di modo di funzionamento automatico
SW_MAN BOOL Richiesta di funzionamento manuale
SW_TAP BOOL Richiesta di funzionamento passo passo
T_PUSH BOOL La transizione avanza se in T_PUSH si verificaun fronte di salita,
indendentemente se la transizione è soddisfatta o meno.

Parametri di uscita del funzionamento automatico o avanzamento

Parametri Tipo di dati Descrizione


S_NO INT Numero passo, visualizzazione del passo selezionato
S_MORE BOOL Sono presenti ulteriori passi attivi che possono essere visualizzati in
S_NO
S_ACTIVE BOOL Il passo visualizzato è attivo
ERR_FLT BOOL Si è verificato errore/avaria
AUTO_ON BOOL Il modo di funzionamento automatico non è attivato
TAP_ON BOOL Il modo di funzionamento passo passo non è attivato
MAN_ON BOOL Il modo di funzionamento manuale non è attivato
TOP_ON BOOL Il modo di funzionamento automatico o avanzamento è attivato

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


9-14 A5E00290662-01
Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH

9.7.5 Scelta di un passo con S_SEL

1. Impostare mediante il parametro di ingresso SW_MAN il modo di funzionamento manuale


(cambio di fronte da 0 a1).
2. Indicare mediante il parametro di ingresso S_SEL il numero del passo da selezionare. Se
il parametro S_SELOK è presente nel modello di compilazione, occorre confermare con il
parametro l'immissione del numero del passo. Il passo viene così visualizzato.
3. Attivare il passo selezionato mediante il parametro di ingresso S_ON (cambio di fronte da
0 a 1).
Se la catena sequenziale presenta delle diramazioni simultanee, e si desidera scegliere
diversi passi, occorre ripetere i punti 2 e 3.

9.7.6 Scelta di un passo con S_PREV o S_NEXT

1. Sia che si sfogli in avanti che all'indietro,


- selezionare mediante il parametro di ingresso S_PREV un passo precedente (numero
passo inferiore), oppure
- selezionare mediante il parametro di ingresso S_NEXT un passo successivo (numero
passo superiore).
2. Attivare il passo selezionato mediante il parametro di ingresso S_ON (cambio di fronte da
0 a 1).

Avvertenza
Si tenga presente che procedendo in questo modo i tempi di reazione possono
eventualmente risultare maggiori.

9.7.7 Avanzamento con T_PUSH

1. Impostare mediante il parametro di ingresso SW_TAP il modo operativo passo passo


oppure il funzionamento automatico o avanzamento mediante il parametro di ingresso
SW_TOP.
2. Indicare un fronte con il parametro di ingresso T_PUSH in modo che la transizione
avanzi.
Se si è impostato il parametro SW_TAP viene ora eseguito l'avanzamento se è
soddisfatta la transizione. Se si è impostato SW_TOP, viene eseguito l'avanzamento
anche se non è soddisfatta la transizione.

Attenzione
• In caso di blocchi della versione V4 (o miniore) avanza la prima transizione valida.
• Se il blocco è invece della versione V5 ed è indicato il parametro di ingresso T_NO,
avanza la transizione il cui numero appare nello schermo. Se non vi sono parametri di
ingresso T_NO viene commutata la prima transizione valida.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 9-15
Parametrizzazione e richiami dell'FB di S7-GRAPH

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


9-16 A5E00290662-01
10 Caricamento dell'FB di S7-GRAPH
e del DB di istanza

10.1 Caricamento di blocchi dal PG nella CPU

Condizioni per il caricamento nella CPU dell'FB di S7-GRAPH


Per poter caricare il programma utente nella CPU devono essere soddisfatte le condizioni
seguenti.
• Deve esistere una connessione tra il dispositivo di programmazione e il PLC.
• Deve essere già stato creato il comando sequenziale, composto da FB, DB di istanza, e
p. es. OB1.
- ll corrispondente FB di S7-GRAPH deve essere stato compilato senza errori.
- Deve essere già stato creato il rispettivo DB di istanza dell'FB di S7-GRAPH.
• Caricare possibilmente i blocchi di S7-GRAPH nello stato di funzionamento STOP, in
quanto dopo il caricamento del DB di istanza la catena sequenziale passa
atomaticamente allo stato iniziale.
• Il richiamo dell'FB di S7-GRAPH deve essere programmato in un blocco ad esecuzione
ciclica (ad es. OB1), già caricato nella CPU.

Carica con DB di istanza


Se si è scelta l'opzione "Crea/aggiorna DB di istanza" con il comando di menu Strumenti >
Impostazioni alla scheda "Generale", S7-GRAPH verifica se il DB di istanza è stato
modificato dall'ultimo caricamento e se pertanto deve essere ricaricato. Nella finestra di
dialogo "Carica" è selezionata l'opzione "Con DB di istanza". Solo in questo caso l'utente
dovrà caricare nella CPU il DB di istanza insieme all'FB.
In caso contrario, S7-GRAPH non verifica il DB di istanza caricato e lascia all'utente la
facoltà di ritrasferire o no il nuovo DB di istanza. Nella finestra di dialogo "Carica" non è
selezionata l'opzione "Con DB di istanza".

Carica con FC standard


Se è stata selezionata questa opzione nella scheda "Salva e compila" (comando di menu
Strumenti > Impostazioni blocco", viene verificato se questa FC è già presente nella CPU
in modalità online. In caso negativo, insieme al programma viene caricata anche l'FC.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 10-1
Caricamento dell'FB di S7-GRAPH e del DB di istanza

Disattiva catena prima di caricare il DB


Con questa opzione viene arrestato durante il caricamento del programma nella CPU
l'elemento della catena sequenziale attivo, p. es. una transizione o un passo.
Nel caso in cui venga caricato anche il DB di istanza, il blocco funzionale inizia dal passo
iniziale.
Se il DB di istanza non viene caricato, l'elemento che era attivo prima del caricamento viene
riattivato alla fine del caricamento.

Caricamento nella CPU


Procedere come segue per caricare nella CPU l'FB di S7-GRAPH con il rispettivo DB di
istanza.
1. Selezionare con l'FB aperto il comando di menu Sistema di destinazione > Carica.
Viene caricato nella CPU l'FB aperto nella finestra di lavoro corrente.
2. Compilare la finestra di dialogo "Carica":
- Se si è selezionato "Crea/aggiorna DB di istanza", il sistema prepara
automaticamente i valori di default in base alla situazione reale. Tali valori possono
essere modificati dall'utente.
- Se non è stata selezionata l'opzione "Crea/aggiorna DB di istanza", decidere se si
vuole trasferire ora anche il DB di istanza.
- Se l'FB richiede per la sua esecuzione una FC standard, è possibile indicare se
caricare anche questa FC. Se l'FC è già presente online, questa opzione non è attiva
per default.
3. Se i blocchi sono già presenti nella CPU, confermare la richiesta per sovrascriverli.

Attenzione
Caricare i blocchi di S7-GRAPH nello stato di funzionamento RUN solo se la catena
sequenziale è nello stato iniziale o se è stata commutata nello stato OFF. In caso contrario,
quando si tenta di sovrascrivere un vecchio blocco, la catena sequenziale potrebbe non
essere più sincronizzata con il processo. Oppure può succedere che sia le azioni ritentive
che quelle non ritentive dei passi che erano attivi nel momento del caricamento non
vengono resettate.

Se non è possibile portare la catena sequenziale nello stato iniziale o in OFF, disattivare
tutti i passi (p. es. con la funzione "Comanda catena") prima di caricare i blocchi nella CPU.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


10-2 A5E00290662-01
Caricamento dell'FB di S7-GRAPH e del DB di istanza

10.2 Caricamento di blocchi dalla CPU nel PG

Condizione per il caricamento di blocchi nel PG


Per caricare un FB dalla CPU nel PG deve esserci una connessione tra il dispositivo di
programmazione e il sistema di automazione.

Caricamento dalla CPU al PG


È possibile caricare i blocchi dalla CPU con il SIMATIC Manager di STEP 7. Il SIMATIC
Manager ritrasferisce i blocchi in S7-GRAPH. Si potrà quindi editare il comando sequenziale.
Per ulteriori informazioni sul caricamento dalla CPU nel PG, consultare la Guida online del
SIMATIC Manager.
Si tenga presente che è possibile ritrasferire il programma in un PG che non contenga la
struttura del progetto, solo se è stata attivata l'opzione "Carica nel PLC descrizione
interfaccia" nella finestra di dialogo "Impostazioni blocco" alla scheda "Salva e compila".

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 10-3
Caricamento dell'FB di S7-GRAPH e del DB di istanza

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


10-4 A5E00290662-01
11 Controllo e test di comandi sequenziali

Come utilizzare le funzioni di controllo e test


Le funzioni di controllo offrono la possibilità di osservare e controllare i programmi durante la
loro esecuzione nella CPU.
Si potrà quindi ricercare errori non identificati dalla verifica di coerenza formale durante la
generazione del programma o dalla verifica sintattica nel corso della compilazione. Gli errori
possono essere i seguenti.
• Errori di programmazione, come ad es. tempi di controllo male impostati nel controllo del
passo (supervision).
• Errori logici nella struttura del programma: i passi e le condizioni programmate non
corrispondono alla sequenza di processo desiderata.

Possibilità di testare il comando sequenziale


S7-GRAPH offre diverse alternative per testare i comandi sequenziali, classificabili nelle
categorie seguenti.
• Controllo delle informazioni sullo stato del comando sequenziale
Questa funzione consente di ottenere una panoramica sui principi di funzionamento delle
catene sequenziali.
• Comando catena
Oltre alla possibilità di controllare la catena sequenziale per mezzo del richiamo
programmato dell'FB, S7-GRAPH dispone di una finestra di dialogo per il modo di test.
• Sincronizzazione
Si tratta di una funzione di S7-GRAPH che consente di sincronizzare la catena
sequenziale con il processo.
• Funzioni di test avanzate per il controllo di comandi sequenziali
Mediante le funzioni di STEP 7, richiamabili da S7-GRAPH, si ottengono innumerevoli
informazioni sull'intero processo.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 11-1
Controllo e test di comandi sequenziali

Condizioni per l'attivazione delle funzioni di test di S7-GRAPH


Prima di poter testare un programma di S7-GRAPH, devono essere soddisfatte le condizioni
seguenti.
1. Il PG deve essere collegato in modo online alla CPU.
2. Il programma deve essere stato compilato senza errori.
3. L'FB di GRAPH deve essere richiamato da un blocco con esecuzione ciclica (p. es.,
OB1).
4. Il programma (FB, DB OB ed eventualmente l'FC standard) deve essere caricato nella
CPU.
5. La CPU deve trovarsi nello stato di funzionamento RUN (di sola lettura) o RUN-P (di
lettura e scrittura).

11.1 Funzioni di controllo e test in S7-GRAPH

11.1.1 Controllo delle informazioni di stato

Principi della funzione di controllo di S7-GRAPH


Con la funzione di controllo viene attivato il modo di test che consente di controllare il
comando sequenziale. I singoli passi e condizioni, nonché lo stato dei segnali degli operandi
vengono rappresentati sullo schermo: ad ogni colore corrisponde un tipo di stato diverso. In
questo modo è possibile seguire sullo schermo l'andamento dell'esecuzione del comando.
In base alla posizione in cui si trova la catena sequenziale viene visualizzato lo stato dei
seguenti componenti:
• passi e condizioni
• segnale degli operandi

Personalizzazione dei colori per gli indicatori di stato


Selezionare il comando di menu Strumenti > Impostazioni e nella scheda "Editor" della
finestra di dialogo "Impostazioni" personalizzare il colore degli indicatori di stato.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


11-2 A5E00290662-01
Controllo e test di comandi sequenziali

Indicatore di stato per passi e condizioni


Lo stato dei seguenti elementi viene evidenziato a colori.
• Passi: i passi attivi e non corretti vengono evidenziati con colori diversi.
• Condizioni cicliche, transizioni, interlock e supervision:
- Viene visualizzato se sono soddisfatte le singole condizioni (p. es., un merker o una
uscita).
- Viene visualizzato se è soddisfatta una combinazione, composta da diverse
condizioni; p. es., una combinazione OR.
- Viene visualizzato se è soddisfatta l'intera transizione (T), interlock (C) o supervision
(V).

Indicatore di stato per il segnale di operandi


Nei passi vengono visualizzati gli stati di segnale delle azioni programmate. Lo stato di
segnale degli operandi (ad es., ingressi, uscite, merker) viene calcolato, in questo caso,
mediante l'effettivo rilevamento della singola azione. Non si tratta, pertanto, di una pura
analisi di passi. L'indicatore di stato visualizza operandi booleani. I valori di stato di ulteriori
operandi vengono visualizzati nella scheda "Operandi" della vista dettagli.
Per i richiami di blocchi all'interno delle azioni e per le variabili temporanee, lo stato di
segnale non viene visualizzato.

Il passo è attivo Stato di segnale

S4
N A 4.2 1
S1 S A 4.3 1
S0 R A 4.4 0
Sequenza di elaborazione

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 11-3
Controllo e test di comandi sequenziali

11.1.2 Comando catena

È una funzione che consente di testare una catena sequenziale con S7-GRAPH in tutti i
modi di funzionamento. Tutte le impostazioni e le immissioni della finestra di dialogo
provocano la stessa reazione dei relativi parametri FB.
Le indicazioni nella finestra di dialogo "Comanda catena" possono essere diverse dalle
impostazioni che l'utente ha previsto per la compilazione delle catene. Le prime prevalgono
sulle seconde.

Finestra di dialogo Comanda catena


La finestra di dialogo "Comanda catena" funge sia come campo di emissione, riportante le
impostazioni attuali, sia come campo di introduzione in cui poter modificare lo stato corrente.
Per confermare un errore, reinizializzare la catena del passo o commutare il passo in
funzionamento manuale, richiamare la finestra di dialogo con il comando Test > Comanda
catena.
Se l'utente modifica le impostazioni nella finestra di dialogo, vengono evidenziate in
grassetto le impostazioni originariamente selezionate, in modo da poter ritornare ad esse in
qualsiasi momento.
Per poter eseguire le modifiche il selettore di modi operativi della CPU deve trovarsi in
RUN-P.

11.1.3 Sincronizzazione

S7-GRAPH assiste nella ricerca di possibili punti di sincronizzazione tra il processo e la


catena sequenziale.
Un processo non è più sincrono se viene portato manualmente in un altro stato. Ciò può
avvenire p. es. quando si commuta in modo manuale. Modo che consente di attivare
qualsiasi passo anche se non è stata soddisfatta la transizione precedente. Per poter
continuare in modo automatico il processo, eventualmente modificato, e quindi trovare
eventuali punti di sincronizzazione, è necessario richiamare la funzione di sincronizzazione.
Per la sincronizzazione sono possibili due diverse strategie:
S7-GRAPH seleziona tutti i passi
• per i quali è soddisfatta la transizione che precede il passo ma non quella successiva
• per i quali è soddisfatta la condizione di interblocco ma non la transizione successiva.

Requisiti
• La catena sequenziale deve essere comandata in modo manuale.
• L'utente ha scelto nella finestra di dialogo "Impostazioni - Generale" la strategia di
sincronizzazione.
• Il blocco deve essere stato compilato con l'opzione "Sincronizzazione". Questa opzione si
trova nella scheda "Salva e compila" (comando di menu Strumenti > Impostazioni
blocco).

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


11-4 A5E00290662-01
Controllo e test di comandi sequenziali

Avvio della sincronizzazione


Per avviare la sincronizzazione:
1. Richiamare il comando Test > Sincronizzazione.
S7-GRAPH ricerca ora tutti i passi per i quali viene soddisfatta la condizione per la
sincronizzazione. Tutti i passi trovati sono contrassegnati in giallo.
2. Da questi passi selezionare con il cursore, che assume l'aspetto di un mirino, il/i passo/i
da attivare. Possono essere selezionati anche altri passi non evidenziati in giallo.

Attenzione
In una diramazione simultanea ogni ramo deve contenere un passo da attivare.

3. Attivare con il pulsante "Attiva" i passi selezionati.


4. Riportare la catena sequenziale nel modo automatico.

11.2 Funzioni di test di STEP 7


Si hanno a disposizione le seguenti funzioni di test per un'ulteriore analisi del comando
sequenziale. Si tenga comunque presente che non tutte le funzioni disponibili possono
fornire informazioni sul comando sequenziale di S7-GRAPH.
• Controllo e comando di variabili
• Rilevamento dello stato delle unità
• Rilevamento dello stato di funzionamento
• Valutazione di messaggi CPU
• Creazione di dati di riferimento
• Creazione di dati di diagnostica di processo
• Verifica coerenza blocchi
Con queste funzioni di test vengono date ulteriori possibilità per riconoscere le cause di
errori e ricavare informazioni importanti sull'utilizzo dei blocchi e degli operandi. Queste
funzioni possono essere richiamate anche direttamente nel SIMATIC Manager.

Avvertenza
Se si desiderano maggiori informazioni su questi argomenti, richiamare nel SIMATIC
Manager la Guida ai rispettivi comandi di menu.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 11-5
Controllo e test di comandi sequenziali

Controllo e comando di variabili


Con il comando di menu Sistema di destinazione > Controlla e comanda variabili è
possibile costituire una tabella delle variabili, e controllare e comandare gli stati di segnale
degli operandi (p. e., Ingresso E2.3).
Gli stati di segnale da controllare possono essere riportati singolarmente nella tabella delle
variabili, registrando gli operandi desiderati nella tabella visualizzata.

Rilevamento di stato dell'unità e stato di funzionamento


Con il comando di menu Sistema di destinazione > Stato dell'unità possono essere
interrogate diverse informazioni sulle unità. Tra le informazioni supplementari al comando
sequenziale ha rilevanza soprattutto il contenuto del buffer di diagnostica e la capacità
attuale della memoria di lavoro e di caricamento.
Le cause degli errori possono essere ricercate, p. es. con l'ausilio della scheda "Buffer di
diagnostica" e "Stack".
Con il comando di menu Sistema di destinazione > Stato di funzionamento è possibile
interrogare lo stato corrente della CPU, p. es. il riavviamento.

Analisi del buffer di diagnostica


Se si è impostata con il comando di menu Strumenti > Impostazioni blocco nella scheda
"Messaggi" l'opzione "Con WR_USMSG (SFC52)", S7-GRAPH registra i seguenti messaggi
nel buffer di diagnostica.
• Errore di interblocco in arrivo/manca
• Errore di controllo (errore di esecuzione) in arrivo/manca
Nelle informazioni dettagliate su ogni messaggio si può desumere dove si è manifestato
l'errore.

Dettagli sull'evento: 4 su 100 ID evento: 16#9162


Errore di interblocco GRAPH7 in arrivo
Passo 3
FB*Numero 7, DB*Numero 9
Evento in arrivo

Analisi dei messaggi CPU


Nel SIMATIC Manager è possibile avviare con il comando di menu Sistema di destinazione
> Messaggi CPU la visualizzazione delle segnalazioni di servizio e di guasto.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


11-6 A5E00290662-01
Controllo e test di comandi sequenziali

Visualizzazione di dati di riferimento


Per il test del comando sequenziale possono essere utilizzati diversi dati di riferimento. I dati
di riferimento vengono generati come segue.
• Nel salvare l'FB i dati di riferimento vengono creati se ciò è stato previsto dall'utente
mediante il comando Strumenti > Impostazioni alla scheda "Generale". Deve essere
stata selezionata la casella "Crea dati di riferimento".
• I dati di riferimento vengono creati se necessario con il comando di menu Strumenti >
Dati di riferimento. S7-GRAPH richiama quindi la finestra di dialogo di STEP 7 per la
visualizzazione dei dati di riferimento.
La tabella successiva riassume i particolari.

Elenco Contenuto
Riferimenti incrociati Sommario sull'utilizzo di operandi delle aree di memoria E, A, M, P, T,
Z, DB nell'ambito del programma utente.
Struttura del programma Gerarchia dei richiami dei blocchi all'interno del programma utente e
sommario dei blocchi utilizzati e delle loro interdipendenze.
Tabella di occupazione Mostra l'occupazione di:
• ingressi, uscite e merker
• temporizzatori e contatori
Elenco degli operandi non Sommario di tutti i simboli definiti nella tabella dei simboli, ma non
utilizzati utilizzati nei componenti del programma utente per cui esistono dati di
riferimento.
Elenco degli operandi senza Sommario di tutti gli indirizzi assoluti che vengono utilizzati nei
simbolo componenti del programma utente per cui esistono dati di riferimento, e
per i quali tuttavia non sono definiti simboli nella tabella dei simboli.

Se vengono visualizzati i dati di riferimento "Struttura del programma" o "Riferimenti


incrociati", è possibile adoperare il comando di menu Modifica > Vai a > Punto
d'applicazione per saltare direttamente al punto del programma utente, in cui viene
utilizzato un blocco o operando selezionato.

Creazione e aggiornamento di dati di diagnostica


I dati di diagnostica vengono creati nel salvataggio dell'FB se si è scelta l'opzione "Crea dati
di diagnostica" nella scheda "Generale" della finestra di dialogo "Impostazioni". Occorre
inoltre aver selezionato nella finestra di dialogo "Impostazioni blocco" alla scheda
"Messaggi" l'opzione "Con ALARM_SQ/ALARM_S".

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 11-7
Controllo e test di comandi sequenziali

Aggiornamento dei dati di diagnostica dopo un ricablaggio


Se nel SIMATIC Manager si è utilizzato il comando Ricablaggio per modificare gli operandi,
utilizzati anche dalla catena sequenziale, i rispettivi dati di diagnostica verranno utilizzati solo
quando l'utente apre e salva il rispettivo FB di S7-GRAPH.

Verifica coerenza blocchi


Nel momento in cui si modifica l'interfaccia di un blocco, è necessario adattare tutti i blocchi
che lo richiamano, altrimenti si possono verificare incoerenze tra i blocchi e conflitti nella
registrazione della data e dell'ora.
Con la funzione di STEP 7 "Verifica coerenza blocchi" è possibile avviare un controllo della
coerenza per tutti i blocchi S7 contenuti nella rispettiva cartella dopo aver modificato il
programma. Ciò consente di controllare meglio le conseguenze delle modifiche
dell'interfaccia su altri blocchi e di eliminare rapidamente gli errori.
In caso di blocchi per i quali non è possibile eliminare automaticamente le incoerenze, la
funzione guida l'utente alle posizioni da modificare nell'editor corrispondente. Qui l'utente
può eseguire le modifiche necessarie, eliminando passo dopo passo tutte le incoerenze dei
blocchi.
Procedere nella maniera seguente:
Selezionare il comando di menu Modifica > Verifica coerenza blocchi.
Per maggiori informazioni su questa funzione richiamare la Guida a STEP 7.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


11-8 A5E00290662-01
12 Stampa della catena sequenziale

Documentazione del programma


Il comando sequenziale può essere stampato in qualsiasi momento e utilizzato per la propria
documentazione. La stampa viene eseguita secondo le impostazioni effettuate oppure viene
stampato il contenuto della finestra di lavoro attiva. Il modo di visualizzazione impostato per
questa finestra di lavoro e il fattore di zoom indicato vengono considerati nella stampa.
Il layout di stampa può essere personalizzato e verificato mediante l'anteprima di stampa. I
componenti della stampa che si possono adattare sono:
• modo di rappresentazione e fattore di zoom
• intestazione e pié di pagina della pagina da stampare
• formato pagina

Immagine di stampa
Per orientarsi in un documento di diverse pagine vengono indicati, ai margini di ogni pagina,
i riferimenti alle pagine adiacenti. Vengono inoltre stampati dei riferimenti agli elementi
precedenti e seguenti, se p. es. sono riportati su due diverse pagine dei passi successivi o
passi e transizioni correlate.
Per ottenere una visuale migliore è possibile stampare con rientro a destra l'inizio della
transizione ed a sinistra il blocco dell'azione. Tra le catene parziali rimane abbastanza
spazio. Le pagine prive di contenuto non vengono stampate.

Requisiti per la stampa


La funzione di stampa di S7-GRAPH corrisponde alla procedura standard di tutte le
applicazioni di Windows. Per poter stampare, la stampante deve essere stata installata e
impostata per mezzo del Pannello di controllo di Windows.

Rappresentazione nella stampa


Nella finestra di dialogo "Stampa" è possibile scegliere il contenuto della stampa corrente.
• Rappresentazione attuale: la rappresentazione selezionata dall'utente nell'area di lavoro
per l'FB da stampare viene trasmessa alla stampante.
• Secondo le impostazioni: indipendentemente dalla rappresentazione attuale vengono
immesse per la stampa le impostazioni di default registrate nella finestra di dialogo
"Impostazioni" alla scheda "Stampa".

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 12-1
Stampa della catena sequenziale

Scheda "Stampa", finestra di dialogo "Impostazioni"


Nella finestra di dialogo "Impostazioni" nella scheda "Stampa" si ha la possibilità di
determinare un'impostazione standard per la stampa. L'impostazione desiderata è attiva
quando appare un segno di spunta. Possono essere stampati i seguenti componenti.
• Rappresentazione catena con / senza condizioni e azioni
• Rappresentazione catena con / senza elenco di operandi, commenti ai passi e riferimenti
incrociati
• Operazioni cicliche con / senza elenco di operandi
• Operandi
• Proprietà del blocco
• Opzioni di compilazione
• Variabili
Rappresentazione in KOP o FUP e rappresentazione simbolica o assoluta del blocco attivo

Creazione di intestazione e pié di pagina nel SIMATIC Manager


Per indicare le intestazioni e i pié di pagina per i documenti da stampare, utilizzare nel
SIMATIC Manager il comando di menu File > Campi di scrittura.

Determinazione del formato pagina


Si può stabilire il formato della stampa facendo clic sul comando di menu File > Imposta
pagina. Il formato predefinito corrisponde al formato impostato nel SIMATIC Manager.

Verifica del blocco attuale nell'anteprima di stampa


Per mezzo del comando di menu File > Anteprima di stampa possono essere verificate
tutte le impostazioni per il blocco attuale prima di inviare il documento alla stampante. Non si
possono apportare modifiche in questa sede.

Avvio del processo di stampa


S7-GRAPH offre due alternative.
• Selezionare nella barra degli strumenti il simbolo "Stampa".
• Selezionare il comando di menu File > Stampa.
Appare quindi una finestra di dialogo in cui selezionare diverse opzioni di stampa, p. es. la
stampante o il numero di copie.
Confermare con OK per inviare il documento alla stampante.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


12-2 A5E00290662-01
13 Sommario di tutte le azioni
S7-GRAPH applica il set mnemonico (inglese o tedesco) impostato nel SIMATIC Manager
con il comando di menu Strumenti > Impostazioni nella scheda "Lingua e mnemonico".

13.1 Azioni standard con e senza interlock


Queste azioni vengono eseguite ad ogni esecuzione della catena.

Azione Descrizione Campo


Evento Opera- Operando Indirizzo Costante indirizzi
zione di tempo
N A, E, M, D∗ m.n Finché il passo è attivo, il segnale 0.0 …
dell'operando è = 1 65535.7
S A, E, M, D∗ m.n Finché il passo è attivo, l'operando viene 0.0 …
impostato a 1 e rimane così impostato 65535.7
R A, E, M, D∗ m.n Finché il passo è attivo, l'operando viene 0.0 …
impostato a 0 e rimane così impostato 65535.7
D A, E, M, D∗ m.n T#<const> n sec. dopo l'attivazione del passo, il 0.0 …
segnale dell'operando è = 1 per la durata 65535.7
dell'attivazione del passo. Ciò non è
valido se la durata dell'attivazione del
passo è più breve di n sec.
L A, E, M, D∗ m.n T#<const> Se il passo è attivo, per n secondi il 0.0 …
segnale dell'operando è = 1 65535.7
CALL FB, FC, Numero del Finché il passo è attivo viene richiamato il
SFB, SFC blocco blocco indicato.
NC A, E, M, D∗ m.n Finché il passo è attivo e la condizione 0.0 …
(interblocco del passo) è soddisfatta, il 65535.7
segnale dell'operando è = 1
SC A, E, M, D∗ m.n Finché il passo è attivo e la condizione 0.0 bis
(interblocco del passo) è soddisfatta, 65535.7
l'operando viene impostato a 1 e rimane
così impostato
RC A, E, M, D∗ m.n Finché il passo è attivo e la condizione 0.0 …
(interblocco del passo) è soddisfatta, 65535.7
l'operando viene impostato a 0 e rimane
così impostato

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 13-1
Sommario di tutte le azioni

Azione Descrizione Campo


Evento Opera- Operando Indirizzo Costante indirizzi
zione di tempo
DC A, E, M, D∗ m.n T#<const> n sec. dopo l'attivazione del passo e 0.0 …
finché il passo è attivo e la condizione 65535.7
(interblocco del passo) è soddisfatta, il
segnale dell'operando è = 1. Se il passo
non è attivo, il segnale dell'operando è =
0
LC A, E, M, D∗ m.n T#<const> Se il passo è attivo e la condizione 0.0 bis
(interblocco passi) soddisfatta, il segnale 65535.7
dell'operando è per n sec. pari a 1. Se il
passo non è attivo, il segnale
dell'operando è = 0
CALLC FB, FC, Numero del Finché il passo è attivo e la condizione
SFB, SFC blocco (interblocco del passo) è soddisfatta,
viene richiamato il blocco indicato

CALL[C] FB/SFB richiede un DB di istanza.

13.2 Azioni dipendenti da eventi con e senza interlock


Queste azioni vengono eseguite solamente una volta al verificarsi dell'evento e quando il
passo relativo è attivo. Per tutti gli altri cicli di esecuzione della catena viene eseguita
un'azione dipendente dall'evento solo quando l'evento si verifica nuovamente.

S1: le azioni vengono combinate con il passo in arrivo

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operando Indirizzo
zione
S1 N A, E, M, D∗ m.n Appena il passo diventa attivo (è in arrivo), il segnale da 0.0 a
dell'operando è = 1. 65535.7
S1 S A, E, M, D∗ m.n Appena il passo diventa attivo (è in arrivo), l'operando da 0.0 a
viene impostato a 1 e rimane così impostato. 65535.7
S1 R A, E, M, D∗ m.n Appena il passo diventa attivo (è in arrivo), l'operando da 0.0 a
viene impostato a 0 e rimane così impostato. 65535.7
S1 CALL FB, FC, Numero Appena il passo diventa attivo (è in arrivo), viene
SFB, SFC del blocco richiamato il blocco indicato.
S1 ON S i Appena il passo diventa attivo (è in arrivo), viene i = numero
attivato il passo i. passo
S1 OFF S i Appena il passo diventa attivo (è in arrivo), viene i = numero
disattivato il passo i. passo
S1 OFF S_ALL Appena il passo diventa attivo (è in arrivo), vengono
disattivati tutti i passi, eccetto quello in cui si trova
l'azione.
S1 NC A,E,M,D m.n Appena il passo diventa attivo (è in arrivo) e la da 0.0 a
condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il 65535.7
segnale dell'operando è = 1.
S1 SC A, E, M, D∗ m.n Appena il passo diventa attivo (è in arrivo) e la da 0.0 a
condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, 65535.7
l'operando viene impostato a 1 e rimane così
impostato.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


13-2 A5E00290662-01
Sommario di tutte le azioni

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operando Indirizzo
zione
S1 RC A, E, M, D∗ m.n Appena il passo diventa attivo (è in arrivo) e la da 0.0 a
condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, 65535.7
l'operando viene impostato a 0 e rimane così
impostato.
S1 CALLC FB, FC, Numero Appena il passo diventa attivo e la condizione
SFB, SFC del blocco (interblocco del passo) è soddisfatta, viene richiamato
il blocco indicato.
S1 ONC S i Appena il passo diventa attivo (è in arrivo) e la i = numero
condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, viene passo
attivato il passo i.
S1 OFFC S i Appena il passo diventa attivo (è in arrivo) e la i = numero
condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, viene passo
disattivato il passo i.
S1 OFFC S_ALL Appena il passo diventa attivo (è in arrivo) e la
condizione (interblocco del passo) è soddisfatta,
vengono disattivati tutti i passi, eccetto quello in cui si
trova l'azione.

S0: azioni combinate con passo mancante

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Ope- Indirizzo
zione rando
S0 N A, E, M, m.n Appena il passo viene disattivato (manca), il segnale da 0.0 a
D∗ dell'operando è = 1. 65535.7
S0 S A, E, M, m.n Appena il passo viene disattivato (manca), da 0.0 a
D∗ l'operando viene impostato a 1 e rimane così 65535.7
impostato.
S0 R A, E, M, m.n Appena il passo viene disattivato (manca), da 0.0 a
D∗ l'operando viene impostato a 0 e rimane così 65535.7
impostato.
S0 CALL FB, FC, Numero Appena il passo viene disattivato (manca), viene
SFB, SFC del blocco richiamato il blocco indicato.
S0 ON S i Appena il passo viene disattivato (manca), viene i = numero
attivato il passo i. passo
S0 OFF S i Appena il passo viene disattivato (manca), viene i = numero
disattivato anche il passo i. passo

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 13-3
Sommario di tutte le azioni

V1: azioni combinate con errore di controllo in arrivo

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Ope- Indirizzo
zione rando
V1 N A,E,M,D m.n Appena è presente un errore di controllo quando il da 0.0 a
passo è attivo o è presente un errore di controllo 65535.7
quando il passo viene attivato, il segnale
dell'operando è = 1.
V1 S A,E,M,D m.n Appena è presente un errore di controllo quando il da 0.0 a
passo è attivo o è presente un errore di controllo 65535.7
quando il passo viene attivato, l'operando viene
impostato a 1 e rimane così impostato.
V1 R A,E,M,D m.n Appena è presente un errore di controllo quando il da 0.0 a
passo è attivo o è presente un errore di controllo 65535.7
quando il passo viene attivato, l'operando viene
impostato a 0 e rimane così impostato.
V1 CALL FB, FC, Numero Appena è presente un errore di controllo quando il
SFB, SFC del blocco passo è attivo o è presente un errore di controllo
quando il passo viene attivato, viene richiamato il
blocco indicato.
V1 ON S i Appena è presente un errore di controllo quando il da 0.0 a
passo è attivo o è presente un errore di controllo 65535.7
quando il passo viene attivato, viene attivato il passo
i.
V1 OFF S i Appena è presente un errore di controllo quando il da 0.0 a
passo è attivo o è presente un errore di controllo 65535.7
quando il passo viene attivato, viene disattivato il
passo i.
V1 OFF S_ALL Appena è presente un errore di controllo quando il da 0.0 a
passo è attivo o è presente un errore di controllo 65535.7
quando il passo viene attivato, vengono disattivati
tutti i passi, eccetto quello in cui si trova l'azione.
V1 NC A,E,M,D Mn Appena è presente un errore di controllo quando il da 0.0 a
passo è attivo o è presente un errore di controllo, 65535.7
mentre il passo viene attivato e la condizione
(interblocco del passo) è soddisfatta, il segnale
dell'operando è = 1.
V1 SC A,E,M,D m.n Appena è presente un errore di controllo quando il da 0.0 a
passo è attivo o è presente un errore di controllo, 65535.7
mentre il passo viene attivato e la condizione
(interblocco del passo) è soddisfatta, l'operando
viene impostato a 1 e rimane così impostato.
V1 RC A,E,M,D m.n Appena è presente un errore di controllo quando il da 0.0 a
passo è attivo o è presente un errore di controllo, 65535.7
mentre il passo viene attivato e la condizione
(interblocco del passo) è soddisfatta, l'operando
viene impostato a 0 e rimane così impostato.
V1 CALLC FB, FC, Numero Appena è presente un errore di controllo quando il
SFB, SFC del blocco passo è attivo o è presente un errore di controllo,
mentre il passo viene attivato e la condizione
(interblocco del passo) è soddisfatta, viene
richiamato il blocco indicato.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


13-4 A5E00290662-01
Sommario di tutte le azioni

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Ope- Indirizzo
zione rando
V1 ONC S i Appena è presente un errore di controllo quando il da 0.0 a
passo è attivo o è presente un errore di controllo, 65535.7
mentre il passo diventa attivo e la condizione
(interblocco del passo) è soddisfatta, viene attivato il
passo i.
V1 OFFC S i Appena è presente un errore di controllo quando il da 0.0 a
passo è attivo o è presente un errore di controllo, 65535.7
mentre il passo viene attivato e la condizione
(interblocco del passo) è soddisfatta, viene
disattivato il passo i.
V1 OFFC S_ALL Appena è presente un errore di controllo quando il da 0.0 a
passo è attivo o è presente un errore di controllo, 65535.7
mentre il passo viene attivato e la condizione
(interblocco del passo) è soddisfatta, vengono
disattivati tutti i passi, eccetto quello in cui si trova
l'azione.

V0: azioni combinate con errore di controllo mancante

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
V0 N A,E,M,D m.n Appena manca l'errore di controllo (viene corretto e da 0.0 a
eventualmente confermato), il segnale dell'operando 65535.7
è = 1.
V0 S A,E,M,D m.n Appena manca l'errore di controllo (viene corretto e da 0.0 a
eventualmente confermato), l'operando viene 65535.7
impostato a 1 e rimane così impostato.
V0 R A,E,M,D m.n Appena manca l'errore di controllo (viene corretto e da 0.0 a
eventualmente confermato), l'operando viene 65535.7
impostato a 0 e rimane così impostato.
V0 CALL FB, Numero Appena manca l'errore di controllo (viene corretto e
FC, del blocco eventualmente confermato), viene richiamato il
SFB, blocco indicato.
SFC
V0 ON S i Appena manca l'errore di controllo (viene corretto e i = numero
eventualmente confermato), viene attivato il passo i. passo
V0 OFF S i Appena manca l'errore di controllo (viene corretto e i = numero
eventualmente confermato), viene disattivato anche passo
il passo i.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 13-5
Sommario di tutte le azioni

L0: azioni combinate con condizioni di interblocco in arrivo

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
L0 N A,E,M,D m.n Appena viene soddisfatta la condizione di da 0.0 a
interblocco con passo attivo (è in arrivo), il segnale 65535.7
dell'operando è = 1.
L0 S A,E,M,D m.n Appena viene soddisfatta la condizione di da 0.0 a
interblocco con passo attivo (è in arrivo), l'operando 65535.7
viene impostato a 1 e rimane così impostato.
L0 R A,E,M,D m.n Appena viene soddisfatta la condizione di da 0.0 a
interblocco con passo attivo (è in arrivo), l'operando 65535.7
viene impostato a 0 e rimane così impostato.
L0 CALL FB, FC, Numero Appena viene soddisfatta la condizione di
SFB, SFC del blocco interblocco con passo attivo (è in arrivo), viene
richiamato il blocco indicato.
L0 ON S i Appena viene soddisfatta la condizione di i = numero
interblocco con passo attivo (è in arrivo), viene passo
attivato il passo i.
L0 OFF S i Appena viene soddisfatta la condizione di i = numero
interblocco con passo attivo (è in arrivo), viene passo
disattivato il passo i.

L1: azioni combinate con condizione di interblocco mancante

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
L1 N A,E,M,D m.n Appena non viene più soddisfatta (manca) la da 0.0 a
condizione di interblocco con passo attivo, ovvero se 65535.7
la condizione di interblocco non è soddisfatta,
quando il passo diventa attivo, il segnale
dell'operando è = 1.
L1 S A,E,M,D m.n Appena non viene più soddisfatta (manca) la da 0.0 a
condizione di interblocco con passo attivo, ovvero se 65535.7
la condizione di interblocco non è soddisfatta,
quando il passo diventa attivo, l'operando viene
impostato a 1 e rimane così impostato.
L1 R A,E,M,D Appena non viene più soddisfatta (manca) la da 0.0 a
m.n condizione di interblocco con passo attivo, ovvero se 65535.7
la condizione di interblocco non è soddisfatta,
quando il passo diventa attivo, l'operando viene
impostato a 0 e rimane così impostato.
L1 CALL FB, FC, Numero Appena non viene più soddisfatta (manca) la
SFB, SFC del blocco condizione di interblocco con passo attivo, ovvero se
la condizione di interblocco non è soddisfatta,
quando il passo diventa attivo, viene richiamato il
blocco indicato.
L1 ON S i Appena non viene più soddisfatta (manca) la i = numero
condizione di interblocco con passo attivo, ovvero se passo
la condizione di interblocco non è soddisfatta,
quando il passo diventa attivo, viene attivato il passo
i.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


13-6 A5E00290662-01
Sommario di tutte le azioni

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
L1 OFF S i Appena non viene più soddisfatta (manca) la i = numero
condizione di interblocco con passo attivo, ovvero se passo
la condizione di interblocco non è soddisfatta,
quando il passo diventa attivo, viene disattivato
anche il passo i.
L1 OFF S_ALL Appena non viene più soddisfatta (manca) la
condizione di interblocco con passo attivo, ovvero se
la condizione di interblocco non è soddisfatta,
quando il passo diventa attivo, vengono disattivati
tutti i passi, eccetto quello in cui si trova l'azione.

A1: azioni combinate con conferma messaggio

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
A1 N A,E,M,D m.n Se viene confermato un messaggio, il segnale da 0.0 a
dell'operando è = 1 . 65535.7
A1 S A,E,M,D m.n Appena viene confermato un messaggio, l'operando viene da 0.0 a
impostato a 1 e rimane così impostato. 65535.7
A1 R A,E,M,D m.n Appena viene confermato un messaggio, l'operando viene da 0.0 a
impostato a 0 e rimane così impostato. 65535.7
A1 CALL FB, FC, Numero Appena viene confermato un messaggio, viene richiamato
SFB, del blocco il blocco indicato.
SFC
A1 ON S i Appena viene confermato un messaggio, viene attivato il i = numero
passo i. passo
A1 OFF S i Appena viene confermato un messaggio, viene disattivato i = numero
il passo i. passo
A1 NC A,E,M,D m.n Appena viene confermato un messaggio e la condizione da 0.0 a
(interblocco del passo) è soddisfatta, il segnale 65535.7
dell'operando è = 1.
A1 SC A,E,M,D m.n Appena viene confermato un messaggio e la condizione da 0.0 a
(interblocco del passo) è soddisfatta, l'operando viene 65535.7
impostato a 1 e rimane così impostato.
A1 RC A,E,M,D m.n Appena viene confermato un messaggio e la condizione da 0.0 a
(interblocco del passo) è soddisfatta, l'operando viene 65535.7
impostato a 0 e rimane così impostato.
A1 CALLC FB, FC, Numero Appena viene confermato un messaggio e la condizione
SFB, del blocco (interblocco del passo) è soddisfatta, viene richiamato il
SFC blocco indicato.
A1 ONC S i Appena viene confermato un messaggio e la condizione i = numero
(interblocco del passo) è soddisfatta, viene attivato il passo
passo i.
A1 OFFC S i Appena viene confermato un messaggio e la condizione i = numero
(interblocco del passo) è soddisfatta, viene disattivato il passo
passo i.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 13-7
Sommario di tutte le azioni

R1: azioni combinate con la notifica della registrazione di un errore

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
R1 N A,E,M,D m.n Appena arriva una notifica di registrazione da 0.0 a
dell'errore, l'operando ha il segnale = 1 . 65535.7
R1 S A,E,M,D m.n Appena arriva la notifica della registrazione di un da 0.0 a
errore, l'operando viene impostato a 1, e rimane 65535.7
quindi così impostato.
R1 R A,E,M,D m.n Appena arriva la notifica della registrazione di un da 0.0 a
errore, l'operando viene impostato a 0, e rimane 65535.7
quindi così impostato.
R1 CALL FB, FC, Numero Appena arriva la notifica della registrazione di un
SFB, SFC del blocco errore, viene richiamato il blocco indicato.
R1 ON S i Appena arriva la notifica della registrazione di un i = numero
errore, viene attivato il passo i. passo
R1 OFF S i Appena arriva la notifica della registrazione di un i = numero
errore, viene disattivato il passo i. passo
R1 NC A,E,M,D m.n Appena arriva la notifica della registrazione di un da 0.0 a
errore e la condizione (interblocco del passo) è 65535.7
soddisfatta, il segnale dell'operando è 1.
R1 SC A,E,M,D m.n Appena arriva la notifica della registrazione di un da 0.0 a
errore e la condizione (interblocco del passo) è 65535.7
soddisfatta, l'operando viene impostato a 1, e
rimane quindi così impostato.
R1 RC A,E,M,D m.n Appena arriva la notifica della registrazione di un da 0.0 a
errore e la condizione (interblocco del passo) è 65535.7
soddisfatta, l'operando viene impostato a 0, e
rimane quindi così impostato.
R1 CALLC FB, FC, Numero Appena arriva la notifica della registrazione di un
SFB, SFC del blocco errore e la condizione (interblocco del passo) è
soddisfatta, viene richiamato il blocco indicato.
R1 ONC S i Appena arriva la notifica della registrazione di un i = numero
errore e la condizione (interblocco del passo) è passo
soddisfatta, viene attivato il passo i.
R1 OFFC S i Appena arriva la notifica della registrazione di un i = numero
errore e la condizione (interblocco del passo) è passo
soddisfatta, viene disattivato il passo i.

Operando D: Formato: DBi.DBXm.n (i = numero blocco, m = indirizzo byte, n = indirizzo bit).


Per CALL[C] FB/SFB è necessario un DB di istanza.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


13-8 A5E00290662-01
Sommario di tutte le azioni

13.3 Contatori
Queste azioni vengono eseguite solamente una volta al verificarsi dell'evento e quando il
passo relativo è attivo. Per tutti gli altri cicli di esecuzione della catena viene eseguita
un'azione dipendente dall'evento solo quando l'evento si verifica nuovamente.

S1: contatori per azioni combinati con il passo in arrivo

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
S1 CS Z X Appena il passo diventa attivo (è in arrivo), viene x = Numero
Valore di caricato nel contatore il valore di start contatore. contatore
start con-
tatore
S1 CU Z X Appena il passo diventa attivo (è in arrivo), il x = Numero
contatore conta in avanti di 1. contatore
S1 CD Z X Appena il passo diventa attivo (è in arrivo), il x = Numero
contatore conta indietro di 1. contatore
S1 CR Z X Appena il passo diventa attivo (è in arrivo), il x = Numero
contatore viene resettato a 0. contatore
S1 CSC Z X Appena il passo diventa attivo (è in arrivo) e la x = Numero
Valore di condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il contatore
start con- valore di start contatore viene caricato nel
tatore contatore.
S1 CUC Z X Appena il passo diventa attivo (è in arrivo) e la x = Numero
condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il contatore
contatore conta in avanti di 1.
S1 CDC Z X Appena il passo diventa attivo (è in arrivo) e la x = Numero
condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il contatore
contatore conta indietro di 1.
S1 CRC Z X Appena il passo diventa attivo (è in arrivo) e la x = Numero
condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il contatore
contatore viene resettato a 0.

S0: contatori per azioni combinati con passo mancante

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
S0 CS Z X Appena il passo viene disattivato (manca), il valore di x = Numero
Valore di start contatore viene caricato nel contatore. contatore
start con-
tatore
S0 CU Z X Appena il passo viene disattivato (manca), il x = Numero
contatore conta in avanti di 1. contatore
S0 CD Z X Appena il passo viene disattivato (manca), il x = Numero
contatore conta indietro di 1. contatore
S0 CR Z X Appena il passo viene disattivato (manca), il x = Numero
contatore viene resettato a 0. contatore

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 13-9
Sommario di tutte le azioni

L1: contatori per azioni combinati con condizione di interblocco mancante

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
L1 CS Z X Appena la condizione di interblocco con passo x = Numero
Valore di attivo non è più soddisfatta (manca) o se questa contatore
start con- condizione non è soddisfatta quando il passo
tatore diventa attivo, il valore di start contatore viene
caricato nel contatore.
L1 CU Z X Appena la condizione di interblocco con passo x = Numero
attivo non è più soddisfatta (manca) o se questa contatore
condizione non è soddisfatta quando il passo
diventa attivo, il contatore conta in avanti di 1.
L1 CD Z X Appena la condizione di interblocco con passo x = Numero
attivo non è più soddisfatta (manca) o se questa contatore
condizione non è soddisfatta quando il passo
diventa attivo, il contatore conta indietro di 1.
L1 CR Z X Appena la condizione di interblocco con passo x = Numero
attivo non è più soddisfatta (manca) o se questa contatore
condizione non è soddisfatta quando il passo
diventa attivo, il contatore viene resettato a 0.

L0: contatori per azioni combinati con condizione di interblocco in arrivo

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
L0 CS Z X Appena la condizione di interblocco con passo x = Numero
Valore di attivo viene soddisfatta (è in arrivo), il valore di start contatore
start con- contatore viene caricato nel contatore.
tatore
L0 CU Z X Appena la condizione di interblocco con passo x = Numero
attivo viene soddisfatta (è in arrivo), il contatore contatore
conta in avanti di 1.
L0 CD Z X Appena la condizione di interblocco con passo x = Numero
attivo viene soddisfatta (è in arrivo), il contatore contatore
conta indietro di 1.
L0 CR Z X Appena la condizione di interblocco con passo x = Numero
attivo viene soddisfatta (è in arrivo), il contatore contatore
viene resettato a 0.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


13-10 A5E00290662-01
Sommario di tutte le azioni

V1: contatori per azioni combinati con errore di controllo in arrivo

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
V1 CS Z X Appena è presente un errore di controllo con passo x = Numero
Valore di attivo oppure semplicemente un errore di controllo, contatore
start con- quando il passo diventa attivo, il valore di start
tatore contatore viene caricato nel contatore.
V1 CU Z X Appena è presente un errore di controllo con passo x = Numero
attivo oppure semplicemente un errore di controllo, contatore
quando il passo diventa attivo, il contatore conta in
avanti di 1.
V1 CD Z X Appena è presente un errore di controllo con passo x = Numero
attivo oppure semplicemente un errore di controllo, contatore
quando il passo diventa attivo, il contatore conta
indietro di 1.
V1 CR Z X Appena è presente un errore di controllo con passo x = Numero
attivo oppure semplicemente un errore di controllo, contatore
quando il passo diventa attivo, il contatore viene
resettato a 0.
V1 CSC Z X Appena è presente un errore di controllo con passo x = Numero
Valore di attivo oppure semplicemente un errore di controllo, contatore
start con- quando il passo diventa attivo, e la condizione
tatore (interblocco del passo) è soddisfatta, il valore di
start contatore viene caricato nel contatore.
V1 CUC Z X Appena è presente un errore di controllo con passo x = Numero
attivo oppure semplicemente un errore di controllo, contatore
quando il passo diventa attivo, e la condizione
(interblocco del passo) è soddisfatta, il contatore
conta in avanti di 1.
V1 CDC Z X Appena è presente un errore di controllo con passo x = Numero
attivo oppure semplicemente un errore di controllo, contatore
quando il passo diventa attivo, e la condizione
(interblocco del passo) è soddisfatta, il contatore
conta indietro di 1.
V1 CRC Z X Appena è presente un errore di controllo con passo x = Numero
attivo oppure semplicemente un errore di controllo, contatore
quando il passo diventa attivo, e la condizione
(interblocco del passo) è soddisfatta, il contatore
viene resettato a 0.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 13-11
Sommario di tutte le azioni

V0: contatori per azioni combinati con errore di controllo mancante

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
V0 CS Z X Appena un errore di controllo manca (viene corretto x = Numero
Valore di e evtlm. confermato), il valore di start contatore contatore
start con- viene caricato nel contatore.
tatore
V0 CU Z X Appena un errore di controllo manca (viene corretto x = Numero
e evtlm. confermato), il contatore conta in avanti di contatore
1.
V0 CD Z X Appena un errore di controllo manca (viene corretto x = Numero
e evtlm. confermato), il contatore conta indietro di contatore
1.
V0 CR Z X Appena un errore di controllo manca (viene corretto x = Numero
e evtlm. confermato), il contatore viene resettato a contatore
0.

A1: contatori per azioni combinati con una conferma di messaggio

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
A1 CS Z X Appena un messaggio viene confermato, il valore x = Numero
Valore di di start contatore viene caricato nel contatore. contatore
start con-
tatore
A1 CU Z X Appena un messaggio viene confermato, il x = Numero
contatore conta in avanti di 1. contatore
A1 CD Z X Appena un messaggio viene confermato, il x = Numero
contatore conta indietro di 1. contatore
A1 CR Z X Appena un messaggio viene confermato, il x = Numero
contatore viene resettato a 0. contatore
A1 CSC Z X Appena un messaggio viene confermato e la x = Numero
Valore di condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il contatore
start con- valore di start contatore viene caricato nel
tatore contatore.
A1 CUC Z X Appena un messaggio viene confermato e la x = Numero
condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il contatore
contatore conta in avanti di 1.
A1 CDC Z X Appena un messaggio viene confermato e la x = Numero
condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il contatore
contatore conta indietro di 1.
A1 CRC Z X Appena un messaggio viene confermato e la x = Numero
condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il contatore
contatore viene resettato a 0.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


13-12 A5E00290662-01
Sommario di tutte le azioni

R1: contatori per azioni combinati con la notifica della registrazione di un errore

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
R1 CS Z X Appena è in arrivo un allarme, il valore di start x = Numero
Valore di contatore viene caricato nel contatore. contatore
start con-
tatore
R1 CU Z X Appena è in arrivo un allarme, il contatore conta in x = Numero
avanti di 1. contatore
R1 CD Z X Appena è in arrivo un allarme, il contatore conta x = Numero
indietro di 1. contatore
R1 CR Z X Appena è in arrivo un allarme, il contatore viene x = Numero
resettato a 0. contatore
R1 CSC Z X Appena è in arrivo un allarme e la condizione x = Numero
Valore di (interblocco del passo) è soddisfatta, il valore di contatore
start con- start contatore viene caricato nel contatore.
tatore
R1 CUC Z X Appena è in arrivo un allarme e la condizione x = Numero
(interblocco del passo) è soddisfatta, il contatore contatore
conta in avanti di 1.
R1 CDC Z X Appena è in arrivo un allarme e la condizione x = Numero
(interblocco del passo) è soddisfatta, il contatore contatore
conta indietro di 1.
R1 CRC Z X Appena è in arrivo un allarme e la condizione x = Numero
(interblocco del passo) è soddisfatta, il contatore contatore
viene resettato a 0.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 13-13
Sommario di tutte le azioni

13.4 Temporizzatori
Queste azioni vengono eseguite solamente una volta al verificarsi dell'evento e quando il
passo relativo è attivo. Per tutti gli altri cicli di esecuzione della catena viene eseguita
un'azione dipendente dall'evento solo quando l'evento si verifica nuovamente.

S1: temporizzatori per azioni combinati con passo in arrivo

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
S1 TL T X Appena il passo diventa attivo (è in arrivo), il tempo x = N.
Durata comincia a decorrere. Durante la durata indicata il bit del bit di
di tempo (stato del temporizzatore) è a 1, decorso il tempo
tempo, viene resettato a 0.
S1 TD T X Appena il passo diventa attivo (è in arrivo), il tempo x = N.
Durata comincia a decorrere. Durante la durata indicata il bit del bit di
di tempo (stato del temporizzatore) è a 0, al suo tempo
scadere viene impostato a 1.
S1 TR T X Appena il passo diventa attivo (è in arrivo), il tempo x = N.
viene fermato. Bit di tempo (stato del del bit di
temporizzatore) e valore di tempo vengono resettati tempo
a 0.
S1 TLC T X Appena il passo diventa attivo (è in arrivo) e la x = N.
Durata condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il del bit di
tempo comincia a decorrere. Durante la durata tempo
indicata il bit di tempo (stato del temporizzatore) è a
1, al suo scadere viene resettato a 0.
S1 TDC T X Appena il passo diventa attivo (è in arrivo) e la x = N.
Durata condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il del bit di
tempo comincia a decorrere. Durante la durata tempo
indicata il bit di tempo (stato del temporizzatore) è a
0, al suo scadere viene impostato a 1.
S1 TRC T X Appena il passo diventa attivo (è in arrivo) e la x = N.
condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il del bit di
tempo viene fermato. Bit di tempo (stato del tempo
temporizzatore) e valore di tempo vengono resettati
a 0.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


13-14 A5E00290662-01
Sommario di tutte le azioni

S0: temporizzatori per azioni combinati con passo mancante

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
S0 TL T X Appena il passo viene disattivato (manca), il tempo x = N.
Durata comincia a decorrere. Durante la durata indicata il bit del bit di
di tempo (stato del temporizzatore) è a 1, al suo tempo
scadere viene resettato a 0.
S0 TD T X Appena il passo viene disattivato (manca), il tempo x = N.
Durata comincia a decorrere. Durante la durata indicata il bit del bit di
di tempo (stato del temporizzatore) è a 0, al suo tempo
scadere viene impostato a 1.
S0 TR T X Appena il passo viene disattivato (manca), il tempo x = N.
viene fermato. Bit di tempo (stato del temporizza- del bit di
tore) e valore di tempo vengono resettati a 0. tempo

L1: temporizzatori per azioni combinati con condizione di interblocco mancante

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operando Indirizzo
zione
L1 TL T X Appena la condizione di interblocco con passo attivo x = N.
Durata non è più soddisfatta (manca) o se questa condizione del bit di
non è soddisfatta quando il passo diventa attivo, il tempo
tempo comincia a decorrere. Durante la durata indicata
il bit di tempo (stato del temporizzatore) è a 1, al suo
scadere viene resettato a 0.
L1 TD T X Appena la condizione di interblocco con passo attivo x = N.
Durata non è più soddisfatta (manca) o se questa condizione del bit di
non è soddisfatta quando il passo diventa attivo, il tempo
tempo comincia a decorrere. Durante la durata indicata
il bit di tempo (stato del temporizzatore) è a 0, al suo
scadere viene impostato a 1.
L1 TR T X Appena la condizione di interblocco con passo attivo x = N.
non è più soddisfatta (manca) o se questa condizione del bit di
non è soddisfatta quando il passo diventa attivo, il tempo
tempo viene fermato. Bit di tempo (stato del
temporizzatore) e valore di tempo vengono resettati a 0.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 13-15
Sommario di tutte le azioni

L0: temporizzatori per azioni combinati con condizione di interblocco in arrivo

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operando Indirizzo
zione
L0 TL T X Appena la condizione di interblocco con passo attivo x = N.
Durata viene soddisfatta (è in arrivo), il tempo comincia a del bit di
decorrere. Durante la durata indicata il bit di tempo tempo
(stato del temporizzatore) è a 1, al suo scadere viene
resettato a 0.
L0 TD T X Appena la condizione di interblocco con passo attivo x = N.
Durata viene soddisfatta (è in arrivo), il tempo comincia a del bit di
decorrere. Durante la durata indicata il bit di tempo tempo
(stato del temporizzatore) è a 0, al suo scadere viene
impostato a 1.
L0 TR T X Appena la condizione di interblocco con passo attivo x = N.
viene soddisfatta (è in arrivo), il tempo viene fermato. del bit di
Bit di tempo (stato del temporizzatore) e valore di tempo
tempo vengono resettati a 0.

V1: temporizzatori per azioni combinati con errore di controllo in arrivo

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operando Indirizzo
zione
V1 TL T X Appena è presente un errore di controllo con passo x = N.
Durata attivo oppure semplicemente un errore di controllo, del bit di
quando il passo diventa attivo, il tempo comincia a tempo
decorrere. Durante la durata indicata il bit di tempo
(stato del temporizzatore) è a 1, al suo scadere viene
resettato a 0.
V1 TD T X Appena è presente un errore di controllo con passo x = N.
Durata attivo oppure semplicemente un errore di controllo, del bit di
quando il passo diventa attivo, il tempo comincia a tempo
decorrere. Durante la durata indicata il bit di tempo
(stato del temporizzatore) è a 0, al suo scadere viene
impostato a 1.
V1 TR T X Appena è presente un errore di controllo con passo x = N.
attivo oppure semplicemente un errore di controllo, del bit di
quando il passo diventa attivo, il tempo viene fermato. tempo
Bit di tempo (stato del temporizzatore) e valore di
tempo vengono resettati a 0.
V1 TLC T X Appena è presente un errore di controllo con passo x = N.
Durata attivo oppure semplicemente un errore di controllo, del bit di
quando il passo diventa attivo, e la condizione tempo
(interblocco del passo) è soddisfatta, il tempo comincia
a decorrere. Durante la durata indicata il bit di tempo
(stato del temporizzatore) è a 1, al suo scadere viene
resettato a 0.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


13-16 A5E00290662-01
Sommario di tutte le azioni

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operando Indirizzo
zione
V1 TDC T X Appena è presente un errore di controllo con passo x = N.
Durata attivo oppure semplicemente un errore di controllo, del bit di
quando il passo diventa attivo, e la condizione tempo
(interblocco del passo) è soddisfatta, il tempo comincia
a decorrere. Durante la durata indicata il bit di tempo
(stato del temporizzatore) è a 0, al suo scadere viene
impostato a 1.
V1 TRC T X Appena è presente un errore di controllo con passo x = N.
attivo oppure semplicemente un errore di controllo, del bit di
quando il passo diventa attivo, e la condizione tempo
(interblocco del passo) è soddisfatta, il tempo viene
fermato. Bit di tempo (stato del temporizzatore) e valore
di tempo vengono resettati a 0.

V0: temporizzatori per azioni combinati con errore di controllo mancante

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operando Indirizzo
zione
V0 TL T X Appena un errore di controllo manca (viene corretto e x = N.
Durata evtlm. confermato), il tempo comincia a decorrere. del bit di
Durante la durata indicata il bit di tempo (stato del tempo
temporizzatore) è a 1, al suo scadere viene resettato a
0.
V0 TD T X Appena un errore di controllo manca (viene corretto e x = N.
Durata evtlm. confermato), il tempo comincia a decorrere. del bit di
Durante la durata indicata il bit di tempo (stato del tempo
temporizzatore) è a 0, al suo scadere viene impostato a
1.
V0 TR T X Appena un errore di controllo manca (viene corretto e x = N.
evtlm. confermato), il tempo viene fermato. Bit di tempo del bit di
(stato del temporizzatore) e valore di tempo vengono tempo
resettati a 0.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 13-17
Sommario di tutte le azioni

A1: temporizzatori per azioni combinati con una conferma di messaggio

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operando Indirizzo
zione
A1 TL T X Appena un messaggio viene confermato, il tempo x = N.
Durata comincia a decorrere. Durante la durata indicata il bit di del bit di
tempo (stato del temporizzatore) è a 1, al suo scadere tempo
viene resettato a 0.
A1 TD T X Appena un messaggio viene confermato, il tempo x = N.
Durata comincia a decorrere. Durante la durata indicata il bit di del bit di
tempo (stato del temporizzatore) è a 0, al suo scadere tempo
viene impostato a 1.
A1 TR T X Appena un messaggio viene confermato, il tempo viene x = N.
fermato. Bit di tempo (stato del temporizzatore) e valore del bit di
di tempo vengono resettati a 0. tempo
A1 TLC T X Appena un messaggio viene confermato e la x = N.
Durata condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il del bit di
tempo comincia a decorrere. Durante la durata indicata tempo
il bit di tempo (stato del temporizzatore) è a 1, al suo
scadere viene resettato a 0.
A1 TDC T X Appena un messaggio viene confermato e la x = N.
Durata condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il del bit di
tempo comincia a decorrere. Durante la durata indicata tempo
il bit di tempo (stato del temporizzatore) è a 0, al suo
scadere viene impostato a 1.
A1 TRC T X Appena un messaggio viene confermato e la x = N.
condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il del bit di
tempo viene fermato. Bit di tempo (stato del tempo
temporizzatore) e valore di tempo vengono resettati a 0.

R1: temporizzatori per azioni combinati con la notifica della registrazione di un errore

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
R1 TL T X Appena arriva la notifica della registrazione di un errore, x = N.
Durata il tempo comincia a decorrere. Durante la durata indicata del bit di
il bit di tempo (stato del temporizzatore) è a 1, al suo tempo
scadere viene resettato a 0.
R1 TD T X Appena arriva la notifica della registrazione di un errore, x = N.
Durata il tempo comincia a decorrere. Durante la durata indicata del bit di
il bit di tempo (stato del temporizzatore) è a 0, al suo tempo
scadere viene impostato a 1.
R1 TR T X Appena arriva la notifica della registrazione di un errore, x = N.
il tempo viene fermato. Bit di tempo (stato del del bit di
temporizzatore) e valore di tempo vengono resettati a 0. tempo
R1 TLC T X Appena arriva la notifica della registrazione di un errore e x = N.
Durata la condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il del bit di
tempo comincia a decorrere. Durante la durata indicata il tempo
bit di tempo (stato del temporizzatore) è a 1, al suo
scadere viene resettato a 0.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


13-18 A5E00290662-01
Sommario di tutte le azioni

Azione Descrizione Campo


indirizzi
Evento Opera- Operan- Indirizzo
zione do
R1 TDC T X Appena arriva la notifica della registrazione di un errore e x = N.
Durata la condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il del bit di
tempo comincia a decorrere. Durante la durata indicata il tempo
bit di tempo (stato del temporizzatore) è a 0, al suo
scadere viene impostato a 1.
R1 TRC T X Appena arriva la notifica della registrazione di un errore e x = N.
la condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, il del bit di
tempo viene fermato. Bit di tempo (stato del tempo
temporizzatore) e valore di tempo vengono resettati a 0.

13.5 Operazioni matematiche


Queste azioni vengono eseguite in ogni ciclo in cui è attivo il rispettivo passo oppure una
sola volta quando si verifica il rispettivo evento.

Azione Descrizione
Evento Opera- Assegnazione
zione
-- N A:=B Appena il passo diventa attivo, l'operazione matematica viene
A:=func(B) eseguita.
A:=B<operator>C
-- NC A:=B Finché il passo è attivo e la condizione (interblocco del passo) è
A:=func(B) soddisfatta, l'operazione matematica viene eseguita.
A:=B<operator>C

S1: operazioni matematiche per azioni combinate con passo in arrivo

Azione Descrizione
Evento Opera- Assegnazione
zione
S1 N A:=B Appena il passo diventa attivo (è in arrivo), l'operazione matematica
A:=func(B) viene eseguita.
A:=B<operator>C
S1 NC A:=B Appena il passo diventa attivo (è in arrivo) e la condizione (interblocco
A:=func(B) del passo) è soddisfatta, l'operazione matematica viene eseguita.
A:=B<operator>C

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 13-19
Sommario di tutte le azioni

S0: operazioni matematiche per azioni combinate con passo mancante

Azione Descrizione
Evento Opera- Assegnazione
zione
S0 N A:=B Appena il passo viene disattivato (manca), l'operazione matematica
A:=func(B) viene eseguita.
A:=B<operator>C

L1: operazioni matematiche per azioni combinate con la condizione di interblocco


mancante

Azione Descrizione
Evento Opera- Assegnazione
zione
L1 N A:=B Appena la condizione di interblocco con passo attivo non è più
A:=func(B) soddisfatta (manca) o se questa condizione non è soddisfatta quando il
passo diventa attivo, l'operazione matematica viene eseguita.
A:=B<operator>
C

L0: operazioni matematiche per azioni combinate con la condizione di interblocco in


arrivo

Azione Descrizione
Evento Opera- Assegnazione
zione
L0 N A:=B Appena la condizione di interblocco con passo attivo viene soddisfatta
A:=func(B) (è in arrivo), l'operazione matematica viene eseguita.
A:=B<operator>C

V1: operazioni matematiche per azioni combinate con errore di controllo in arrivo

Azione Descrizione
Evento Opera- Assegnazione
zione
V1 N A:=B Appena è presente un errore di controllo con passo attivo oppure
A:=func(B) semplicemente un errore di controllo, quando il passo diventa attivo,
l'operazione matematica viene eseguita.
A:=B<operator>C
V1 NC A:=B Appena è presente un errore di controllo con passo attivo oppure
A:=func(B) semplicemente un errore di controllo, quando il passo diventa attivo, e
la condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, l'operazione
A:=B<operator>C
matematica viene eseguita.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


13-20 A5E00290662-01
Sommario di tutte le azioni

V0: operazioni matematiche per azioni combinate con errore di controllo mancante

Azione Descrizione
Evento Opera- Assegnazione
zione
V0 N A:=B Appena un errore di controllo manca (viene corretto e evtlm.
A:=func(B) confermato), l'operazione matematica viene eseguita.
A:=B<operator>C

A1: operazioni matematiche per azioni combinate con una conferma di messaggio

Azione Descrizione
Evento Opera- Assegnazione
zione
A1 N A:=B Appena un messaggio viene confermato, l'operazione matematica
A:=func(B) viene eseguita.
A:=B<operator>C
A1 NC A:=B Appena un messaggio viene confermato e la condizione (interblocco
A:=func(B) del passo) è soddisfatta, l'operazione matematica viene eseguita.
A:=B<operator>C

R1: operazioni matematiche per azioni combinate con la notifica della registrazione di
un errore

Azione Descrizione
Evento Opera- Assegnazione
zione
R1 N A:=B Appena arriva la notifica della registrazione di un errore, l'operazione
A:=func(B) matematica viene eseguita.
A:=B<operator>C
R1 NC A:=B Appena arriva la notifica della registrazione di un errore e la
A:=func(B) condizione (interblocco del passo) è soddisfatta, l'operazione
matematica viene eseguita.
A:=B<operator>C

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 13-21
Sommario di tutte le azioni

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


13-22 A5E00290662-01
14 Istruzioni di progettazione

Introduzione
Per l'automazione di comandi sequenziali con S7-GRAPH, oltre alle funzioni in modo
automatico, esisteno innumerevoli altre funzioni. L'utilizzo delle funzioni di S7-GRAPH
presuppone che vengano rispettate determinate condizioni di base. Per semplificare
l'apprendimento di questo programma, sono stati raccolti in questo capitolo, in forma di
concise istruzioni, gli aspetti più salienti della progettazione.
I temi trattati sono i seguenti.
• Quali tipi di strutture fondamentali esistono e in che modo incidono sulla struttura del
programma della catena sequenziale?
• Cosa bisogna osservare nella programmazione e nella manipolazione di catene
sequenziali?
• Come interagisce il programma con i sistemi di servizio e supervisione?

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 14-1
Istruzioni di progettazione

14.1 Struttura a livelli e struttura del programma

14.1.1 Struttura a livelli, esempio di una cella di produzione

Le catene sequenziali di S7-GRAPH servono principalmente per progettare processi


scomposti in sequenze. Oltre alle sequenze in cui vengono coordinati i gruppi macchine di
unità di montaggio, sono necessarie anche funzioni sovraordinate (livello cella) e
subordinate (livello di funzioni e gruppi).
All'interno della struttura a livelli, la catena sequenziale programmata con S7-GRAPH è
situata al livello di coordinamento; è necessario tuttavia considerare che la catena è anche
influenzata dal livello cella e da quello dei gruppi macchine.

Generale
Livello cella
Abilitazione Modi di
al funzionamento funzionamento

Stazione 1: Introduzione N. stazione: salvataggio


Livello di
coordinamento Tornitura
Inserimento Immagazzinaggio
Saldatura Prelievo

Mezzi di produzione

Livello di funzioni Tavola rotante Refrigerante


Pneumatica Centratore Deposito motori
e gruppi macchine
Idraulica Serrapezzo Nastro trasportatore

Segue una spiegazione dei singoli elementi.


• Livello cella
Al livello cella vengono raccolte le funzioni centrali o sovraordinate, p. es. la preparazione
di abilitazioni al funzionamento e modi di funzionamento.
I blocchi di questo livello inviano segnali a tutti i blocchi del livello di coordinamento e dei
gruppi macchine di questa cella.
• Livello di coordinamento
Questo livello contiene diverse funzioni di coordinamento, p. es. per il funzionamento
automatico e il rientro dall'interruzione di funzionamento. Per ogni stazione è richiesta a
questo livello almeno una catena sequenziale.
• Livello dei gruppi macchine
Questo livello contiene le funzioni per il comando dei singoli gruppi macchine, p. es.
motori e valvole. Esso è legato a tutte le funzioni subordinate, p. es. interblocchi e
controlli dipendenti dalla catena sequenziale, così come l'intervento manuale diretto sui
gruppi macchine.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


14-2 A5E00290662-01
Istruzioni di progettazione

Definizione della struttura del programma e integrazione della catena sequenziale


S7-GRAPH genera per ogni catena sequenziale un FB con relativo DB di istanza. Questo
FB di S7-GRAPH può essere richiamato mediante un blocco (p. es., OB, FB, FC). Poiché,
oltre ai programmi creati con S7-GRAPH, sono necessari di regola altri programmi, conviene
richiamare in un blocco (FC o FB) tutti gli FB creati con S7-GRAPH, come dimostrato dal
seguente esempio.

OB 1
Modi di funzionamento
(ciclico) Funzioni
generali Abilitazione al funzionamento

Stazione n, immagazzinaggio
Catene
sequenziali Stazione 1 Tornitura
Stazione 1
Inserimento, saldatura

Gruppo stazione n

Gruppo stazione 1
Funzionamento
manuale, Idraulica,
Pneumatica
Interblocchi

Evt. interfaccia
robot

Le diverse funzioni dei singoli livelli vengono elaborate ciclicamente nella successione del
richiamo.
• Sono poste a monte delle catene sequenziali le funzioni centrali e sovraordinate del
livello cella.
• Le diverse catene sequenziali per le singole stazioni vengono richiamate da un FB
"Catene sequenziali", a sua volta richiamato nell'OB 1.
• Sono poste a valle delle catene sequenziali le componenti di programma per il
funzionamento manuale, gli interblocchi e i controlli ciclici per i gruppi macchine.
• Se la cella di produzione contiene dei robot, sono necessari anche componenti di
programma per caricare e prelevare dati dall'interfaccia robot.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 14-3
Istruzioni di progettazione

Gestione dell'abilitazione al funzionamento


Negli impianti di produzione sono spesso necessari strumenti come l'idraulica e la
pneumatica, da cui dipendono nella loro organizzazione tutti gli altri gruppi macchine.
Pertanto, il criterio più logico da seguire è quello di attivare la parte idraulica e pneumatica
da una posizione centrale dopo aver acceso l'impianto, e di creare anche dei segnali che
notifichino l'abilitazione al funzionamento agli altri blocchi.
La figura seguente mostra con un esempio come creare l'abilitazione al funzionamento in
S7-GRAPH.

• Dopo l'inserzione del comando viene attivato mediante il parametro INIT_SQ il passo 1
(passo iniziale), e vengono resettati i segnali Unità_pronta e Abilitazione_esecuzione.
• Dopo un tempo di attesa minimo predefinito vengono inseriti con l'azione Comando_On
mediante il passo 2 i gruppi per l'idraulica e la pneumatica, a seconda del segnale
Tensione_comando_IO (tensione di comando OK) .
• Se il feedback indica che i gruppi di idraulica e pneumatica sono in ordine, viene emesso
con il passo 3 il messaggio Unità_pronta (anche al comando centrale).
• Il segnale "Avvio_centrale" (avvio dal pannello di servizio principale dell'impianto di
produzione) consente di abilitare l'unità al funzionamento e attivare l'esecuzione
automatica con il passo 4.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


14-4 A5E00290662-01
Istruzioni di progettazione

• Con "Emerg_Off" o l'assenza del segnale "porta_chiusa" viene resettata l'abilitazione


all'esecuzione quando la catena avanza al passo 5. Confermando si passa al passo 2.
• Se l'abilitazione all'esecuzione (passo 4) è attiva e manca la condizione di avanzamento
dei mezzi produttivi, con il passaggio al passo 2 verranno resettati anche i segnali di
abilitazione. Appena le condizioni di avanzamento dei mezzi produttivi sono di nuovo
valide (segnale_OK), l'unità può essere riportata allo stato di abilitazione all'esecuzione
con "Avvio_centrale".
• I segnali "Comando_On", "Unità _pronta" e "Abilitazione all'esecuzione" vengono
comunicati agli altri blocchi ed al comando centrale.
• Con il segnale "Unità_pronta" viene inoltre abilitata la selezione dei modi di
funzionamento nel blocco "modi di funzionamento".
• Il segnale "Abilitazione all'esecuzione" abilita il funzionamento automatico.

Gestione dei modi di funzionamento


A seconda della situazione sono richiesti diversi modi di funzionamento per impianti e
macchine. In caso di celle di produzione non concatenate, p. es. produzione di carozzerie, i
modi di funzionamento previsti sono i seguenti:
• automatico
• semiautomatico (passo passo), ovvero una variante del modo automatico con arresto
dopo ogni passo del processo
• automatico o avanzamento, ovvero modo operativo automatico con condizione di
avanzamento supplementare
• manuale/regolazione, ovvero attivazione diretta di gruppi o funzioni
I modi di funzionamento non hanno tuttavia lo stesso effetto a tutti i livelli. Il seguente
sommario presenta i modi di funzionamento e le loro conseguenze sul livello di
coordinamento e sul livello dei gruppi (motori, valvole, ecc.).

Modo di Conseguenze sul livello di Conseguenze sul livello dei gruppi


funzionamento coordinamento
Automatico Avanzamento della catena sequenziale, Abilitazione del comando mediante
se è soddisfatta la transizione. catena sequenziale
Passo passo Avanzamento della catena sequenziale, Abilitazione del comando mediante
se è soddisfatta la transizione e il catena sequenziale
segnale del tasto "passo passo" abilita
l'avanzamento.
Automatico o Avanzamento della catena sequenziale, Abilitazione del comando mediante
avanza se la transizione è soddisfatta oppure il catena sequenziale
mento segnale "Passo passo" abilita
l'avanzamento.
Manuale o Viene impedito l'avanzamento; lo stato Abilitazione del comando mediate i tasti
regolazione della catena sequenziale non influenza direzione.
il livello dei gruppi

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 14-5
Istruzioni di progettazione

Riproduzione del modo di funzionamento nella catena sequenziale


Se p. es. un selettore invia al pannello di servizio i segnali Automatico, Passo passo e
Manuale come segnali univoci e distinti, è possibile far derivare con una logica relativamente
semplice i segnali dei modi di funzionamento per le catene sequenziali e il comando
subordinato dei gruppi, come dimostrato in linea di massima dalla figura seguente.

Selettore modi
di funzionamento FB, catena sequenziale n

Creazione modi di funzionamento SW_AUTO


CS_Auto SW_TAP
Abilitaz. Autom. & SW_MAN
esecuz. FB, catena sequenziale 1
CS_passo passo
Passo &
SW_AUTO
& SW_TAP
CS_manuale
Manuale _>1 SW_MAN
&
Gruppo_manuale
_>1
Gruppo_Auto

FB, gruppo motore n

Automatico
Manuale
FB, gruppo motore 1

Automatico
Manuale

I modi di funzionamento del selettore vengono trasmessi alle catene sequenziali, se


l'esecuzione è stata abilitata. In caso contrario, i modi di funzionamento delle catene
sequenziali passano a SW_MAN , e viene così inibito l'avanzamento dei passi.
Nel caso di modo di funzionamento automatico e passo passo, il modo di funzionamento
prescritto per le funzioni dei gruppi macchine è quello automatico. Il modo di funzionamento
manuale viene trasmesso direttamente. Se manca l'abilitazione all'esecuzione, entrambi i
modi vengono resettati, e così arrestato il processo. Le funzioni dei gruppi macchine
vengono riprodotte in un FB creato con KOP/FUP o AWL.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


14-6 A5E00290662-01
Istruzioni di progettazione

Gestione del comando di interblocco e manuale nel funzionamento manuale


In S7-GRAPH le funzioni del funzionamento automatico vengono comandate mediante la
catena sequenziale. Le funzioni necessarie per il funzionamento manuale, oltre a quelle
automatiche, vengono raccolte in un separato FB. La catena sequenziale è accoppiata ai
cosiddetti merker di azione (p. es. Carrl_av) con il comando di interblocco e manuale.

FB, catena
sequenziale Armad_On
S4
S Mot_On

Elabora
S5
S refrig_On
N Carr_av

Interblocco/comando manuale FB
Cond.1 Abil_av
Cond.2 &
Cond.3
( )
Cond.4

Carr_av &
Autom.
_
>1 Valv1_av
Manuale &
&
Tast_av ( )
Abil_av

I controlli ciclici necessari per i gruppi macchine possono essere programmati con
S7-PDIAG. A seconda delle necessità, i controlli possono essere formulati in modo tale da
comprendere sia il modo automatico sia il modo manuale, oppure devono essere previsti
controlli specifici per ciascun modo.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 14-7
Istruzioni di progettazione

14.2 Particolarità nella programmazione di catene sequenziali

Inizializzazione
L'inizializzazione della catena sequenziale avviene tramite il parametro INIT_SQ. Se questo
passa a "1", vengono attivati tutti i passi contrassegnati come passi iniziali. Tutti gli altri passi
vengono disattivati.
Dopo l'attivazione del comando, la catena sequenziale si trova nel modo di funzionamento in
cui si trovava prima di disattivare il comando. Se, p. es. la catena si trovava prima della
disattivazione del comando nel modo di funzionamento SW_AUTO, dopo la riattivazione si
troverà nel medesimo stato. Se si vuole modificare questo comportamento, dopo aver
attivato la catena, commutare con il segnale di inizializzazione sul modo di funzionamento
desiderato (p. es. SW_MAN).
Se lo stato del processo (impianto o macchina) non corriponde allo stato iniziale della catena
sequenziale, vi possono essere due alternative.
• Riportare il processo in posizione iniziale, p. es. mediante un comando.
Se si sceglie questa opzione, è opportuno creare una catena sequenziale separata.
• Sincronizzare la catena sequenziale con lo stato del processo mediante l'apposita
funzione. Ciò significa che la catena deve essere coordinata con il segmento di processo
corrente.
La procedura da scegliere dipende dal tipo di processo.

Interblocchi
In S7-GRAPH possono essere definite per ogni passo condizioni di interblocco come
"interlock". Tutte le azioni da eseguire condizionatamente vengono attivate solo se sono
realizzate le condizioni di interblocco.
Se il passo è attivo e le condizioni di interblocco non sono soddisfatte, verrà segnalato un
messaggio di errore alla stazione di servizio (p. es., pannello operatore). L'errore manca se
sono soddisfatte le condizioni di interblocco.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


14-8 A5E00290662-01
Istruzioni di progettazione

Controlli
In S7-GRAPH possono essere definite per ogni passo condizioni di controllo, definite
"supervision". Ad essere controllato più spesso è il tempo di esecuzione delle azioni. Se è
soddisfatta la supervision, è cioè se è presente un errore, verrà segnalato un messaggio di
errore alla stazione di di servizio (p. es., pannello operatore). La conferma dell'errore avviene
mediante il parametro ACK_EF.
A seconda delle impostazioni di compilazione (comando di menu Strumenti > Impostazioni
blocco), potrebbe essere necessaria una conferma per la generazione di un FB di
S7-GRAPH.
• Opzione di compilazione "Conferma obbligatoria in caso di errori" attivata:
L'errore scompare quando viene emesso un segnale di conferma e la supervision non è
più soddisfatta, oppure quando viene emesso un segnale di conferma e la transizione
successiva è soddisfatta.
Se è stato programmato un controllo del tempo con Si.U, il tempo di controllo viene
resettato con il segnale di conferma, affinché non sia più soddisfatta la condizione di
avanzamento.
• Opzione di compilazione "Conferma obbligatoria di errori" non attivata:
l'errore manca se non sono più soddisfatte le condizioni di controllo.

Attenzione
Se nel ciclo di conferma è soddisfatta la condizione di avanzamento, la transizione avanza.

Le supervision definite nella catena sequenziale sono riferite ai passi, e possono controllare
soltanto il tempo di esecuzione delle rispettive azioni. Se p. es. Nel passo 1 viene attivato
un motore, il tempo di avviamento può essere controllato nello stesso passo (passo 1).
Dopo aver terminato il passo, durante l'esecuzione della catena sequenziale il motore non
viene più controllato. Se si intende controllare il motore continuamente, indipendentemente
dalla catena sequenziale, è ncessario prevederlo al livello subordinato dei gruppi macchine.

Casi di interruzione
Un'interruzione avviene quando, a causa di una situazione critica, viene immesso il comando
di stop immediato o l'arresto di emergenza, oppure quando si verifica un errore nei gruppi
macchine. In questi casi, le conseguenze sono:
• le catene sequenziali vengono fermate commutando su SW_MAN
• al livello dei gruppi macchine vengono disattivati i segnali di uscita resettando
l'abilitazione del modo automatico.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 14-9
Istruzioni di progettazione

Sincronizzazione
La sincronizzazione della catena sequenziale con lo stato dell'impianto o della macchina è
necessario almeno nei casi seguenti.
• Caso 1: una modifica del programma nella fase di messa in servizio ha per conseguenza
una rigenerazione del DB di istanza.
• Caso 2: nel modo manuale i gruppi macchine sono stati comandati manualmente. Lo
stato della catena sequenziale non corrisponde più a quello dell'impianto o della
macchina. Dopo l'intervento manuale il processo continua in funzionamento automatico,
a partire dallo stato attuale dell'impianto o della macchina. Di conseguenza, la posizione
attuale della catena sequenziale deve essere adattata al processo, o in altre parole,
sincronizzata con esso.
Nel caso 1, usando il comando di menu Test > Comanda catena nel modo manuale è
possibile impostare e resettare i passi direttamente dal PG, in modo da poter attivare lo stato
esistente prima della modifica del programma.
Nel caso 2 la sincronizzazione può essere effettuata direttamente per mezzo del PG.
1. Selezionare il comando Strumenti > Impostazioni blocco e assicurarsi che nella
scheda ''Salva e compila'' sia selezionata l'opzione ''Sincronizzazione".
2. Selezionare il comando Test > Sincronizzazione.
Risultato: vengono rilevate tutte le condizioni di transizione e interblocco. Con una
successiva analisi vengono rilevati i passi esistenti tra una transizione soddisfatta e una non
soddisfatta. Tutti i passi trovati sono visualizzati in giallo.
3. Selezionare con il cursore, che assume l'aspetto di un mirino, tutti i passi da attivare.
4. Attivare i passi facendo clic sul pulsante "Attiva".
La sincronizzazione è eseguibile in linea di massima anche mediante un sistema di servizio
e supervisione (p. es., OP). Con questo sistema deve essere avviata l'elaborazione ciclica di
transizioni e condizioni di interblocco, visualizzati i risultati, e attivati i passi desiderati.
È possibile anche realizzare una sincronizzazione comandata dal programma, se p. es. si
passa, grazie alla simulazione del segnale del tasto per la sincronizzazione, dal passo
iniziale a un "passo di sincronizzazione", nelle cui transizioni viene valutato lo stato del
processo. Usando comandi di salto è quindi possibile saltare al passo che permette di
effettuare la sincronizzazione.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


14-10 A5E00290662-01
Istruzioni di progettazione

Modifiche durante la messa in servizio


Se nella messa in servizio vengono effettuate modifiche alla struttura delle catene
sequenziali, viene p. es. aggiunto, cancellato o rinumerato un passo, o cancellata o aggiunta
una transizione, verrà creato al momento della compilazione un nuovo DB di istanza. Il
caricamento di questo DB di istanza nel PLC ha lo stesso effetto dell'inizializzazione
mediante l'ingresso INIT_SQ: tutti i passi iniziali sono attivi e tutti gli altri passi inattivi.
Tuttavia, le azioni non vengono resettate automaticamente. Per evitare errori nel
sovrascrivere i dati, si consiglia di caricare il DB di istanza soltanto nel funzionamento
manuale.
Mediante il comando Test > Comanda catena la catena sequenziale può essere riportata
nello stato di processo in cui si trovava prima della modifica.

Attenzione
Con il comando Test > Comanda catena è possibile commutare direttamente il modo di
funzionamento della catena sequenziale. Se l'assegnazione delle catene sequenziali e delle
funzioni subordinate di controllo/manuali è stata eseguita come spiegato alla voce Gestione
dei modi di funzionamento, il modo di funzionamento della catena sequenziale non
corrisponde più a quello della funzione subordinata. Se si vuole intervenire su questo
comportamento, sopprimere la commutazione del modo di funzionamento dal PG. La figura
seguente riporta la procedura di massima.

FB catena sequenziale
&
Autom.
SW_AUTO AUTO_ON
& SW_TAP TAP_ON
Passo passo
SW_MAN MAN_ON
&
Manuale

Questo programma consente di riportare dopo un ciclo la catena sequenziale allo stato di
funzionamento indicato dai segnali Automatico/ Passo passo /Manuale.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 14-11
Istruzioni di progettazione

14.3 Accoppiamento a sistemi di servizio e supervisione


Il compito di una macchina o di un impianto consiste nella sua capacità produttiva. La
visualizzazione dello stato di processo è normalmente poco rilevante se il funzionamento è
regolare. Ciò cambia però in presenza di un errore o avaria del processo. In tal caso, è
importante individuare rapidamente la causa ed eliminarla. In S7-GRAPH sono garantite le
condizioni migliori per far fronte a questo problema grazie a controlli e interblocchi, nonché a
interfacce di diagnostica standardizzate.
La figura seguente illustra come un PG con S7-GRAPH interagisce con il sistema di
automazione e l'OP.

S7-GRAPH
FB catena sequenziale OP
S4 Mandrino_On
S Mot_On
ProTool Progetto
Elabora con OP
S5 S refrig_On ProAgent
N Carr_av

Dati di
FB/DB diagnostica

PLC

FB/DB

SFC 17/18

Memoria
messaggi
Codice messaggio
N. messaggio, n. passo

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


14-12 A5E00290662-01
Istruzioni di progettazione

Creazione dei dati di diagnostica


È possibile scegliere se creare durante la compilazione delle catene sequenziali, oltre
all'FB/DB, anche i dati di diagnostica. Per conseguire questo risultato, è necessario aver
selezionato l'opzione "Collega con ALARM_SQ/ALARM_S". I dati di diagnostica contengono
i dati strutturali delle catene sequenziali, e possono essere integrati con ProAgent in un
corrispondente progetto OP.
In tal modo l'OP consente di:
• visualizzare lo stato presente della catena sequenziale con i nomi attuali di catene e
passi
• visualizzare un passo con avaria (numero e nome del passo)
• visualizzare la causa di avaria, ovvero
- in errori di supervision o di controllo: visualizzazione delle condizioni di avanzamento
mancanti
- in errori di interlock o di interblocco: visualizzazione delle condizioni di interblocco
mancanti.
Se nel SIMATIC Manager è stato selezionato il comando Ricablaggio per modificare gli
operandi utilizzati anche dalla catena sequenziale, i rispettivi dati di diagnostica verranno
utilizzati solo quando viene aperto e salvato il rispettivo FB di S7-GRAPH.

Creazione dei messaggi


Per far sì che le eventuali avarie vengano visualizzate sul sistema di servizio e supervisione,
occorre attivare l'opzione "Collega con ALARM_SQ/ALARM_S (SFC17/SFC18) mediante il
comando Strumenti > Impostazioni blocco alla scheda "Messaggi". Se questa opzione è
attivata, e si verifica un'avaria, viene registrato tramite l'SFC prescelta un messaggio nella
memoria messaggi della CPU che viene automaticamente trasmesso agli OP. Il codice
messaggio comprende oltre al numero di messaggio assegnato automaticamente anche il
numero di passo attuale, in modo tale che il sistema di servizio e supervisione possa
visualizzare il testo e - a seconda dell'immagine - le condizioni corrispondenti.
Oltre al messaggio viene impostato un bit di errore cumulativo, visualizzato sull'OP a
seconda dell'immagine.
L'OP dispone delle seguenti immagini (pagine video) per la catena sequenziale.
• Pagina generale
Vengono rappresentate tutte le unità con il loro passo attuale. Ogni blocco di una catena
sequenziale rappresenta una di queste unità. Se una catena sequenziale presenta
avarie, questa riga è contrassegnata da un . Selezionando questa riga, si passa
direttamente mediante il tasto funzione alla pagina dettagli.
• Pagina messaggio
Viene visualizzato il messaggio corrente con data e ora. Da qui si passa direttamente alla
pagina dettagli.
• Pagina dettagli
Viene rappresentato il segmento interessato come schema a contatto o lista istruzioni,
laddove le condizioni mancanti sono selezionate. Si può inoltre scegliere tra la
visualizzazione del segmento completo e quella del segmento ridotto contenente solo le
condizioni interessate. Ciò è particolarmente utile nel caso esistano molte combinazioni.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 14-13
Istruzioni di progettazione

Avvertenza
• Se si utilizza l'FC 71 standard non sono necessarie le SFC17/SFC18. I messaggi
vengono elaborati mediante l'SFC52 ("WR_USMSG").
• Con l'FC 73 standard non vengono generati messaggi a causa della funzione che
minimizza lo spazio di memoria.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


14-14 A5E00290662-01
15 DB di istanza

Ad ogni FB di S7-GRAPH viene assegnato un blocco dati di istanza, che rappresenta in un


certo senso la memoria dell'FB. Esso contiene i dati della catena sequenziale. In esso sono
memorizzati tutti i dati e parametri necessari per l'esecuzione dell'FB:
• tutti i parametri FB del set di parametri scelto
• descrizione di passi e transizioni (p. es., tempo di attivazione attuale o precedente di un
passo con o senza tempi di avaria; viene visualizzato se un passo è attivo).
I dati vengono immessi automaticamente.

15.1 Impostazioni per il DB di istanza

Crea / aggiorna DB di istanza


Per creare automaticamente il DB di istanza dopo la compilazione di un FB esente da errori
basterà attivare l'opzione "Crea / aggiorna DB di istanza" nella scheda "Generale" (comando
di menu Strumenti > Impostazioni). Se si è scelta questa opzione, S7-GRAPH verifica ad
ogni operazione di compilazione e caricamento se è necessario creare e aggiornare il DB di
istanza; se sì, l'operazione viene eseguita.

Descrizione dell'interfaccia
Nella scheda "Salva e compila" è possibile scegliere fra tre impostazioni per la descrizione
dell'interfaccia relativa al DB di istanza.
• Spazio di memoria minimo (a partire dalla V5.1)
Le descrizioni di interfaccia vengono depositate nel DB di istanza come strutture. Per
ogni passo e ogni transizione della catena viene creata una struttura separata con
informazioni dettagliate. Questa opzione consente di ridurre notevolmente lo spazio di
memoria necessario per l'FB. Tuttavia, i nuovi blocchi non hanno proprietà di diagnostica
e l'indicazione di stato del controllo del comando sequenziale è prevista solo per
l'elemento selezionato.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 15-1
DB di istanza

Questa opzione deve essere utilizzata insieme al blocco standard FC73, in dotazione con la
fornitura.
• Array
Le descrizioni di passi e transizioni vengono depositate nel DB di istanza come array
(ARRAY). Questa opzione consente di ottimizzare lo spazio di memoria necessario per il
blocco funzionale di S7-GRAPH. I nomi dei passi non vengono tuttavia memorizzati. In
questo caso non è possibile un indirizzamento simbolico da altri blocchi.
• Strutture separate
Le descrizioni dei passi vengono depositate nel DB di istanza come strutture (STRUCT)
Per ogni passo e ogni transizionedella catena viene creata una struttura separata con
informazioni dettagliate. Questa modalità offre il vantaggio di accedere sia internamente
che esternamente ai nomi simbolici. La valutazione del DB di istanza è possibile sia
tramite l'accesso diretto agli array sia per mezzo dei nomi di passi e transizioni. Le
strutture prolungano il DB di istanza, ma non incidono tuttavia sulle prestazioni di
esecuzione della catena.

15.2 Assegnazione del DB di istanza all'FB di S7-GRAPH


Di regola, S7-GRAPH attribuisce automaticamente i DB agli FB. Se non vi è ancora il DB
con lo stesso numero dell'FB, o se DB e FB corrispondono, il DB viene assegnato
automaticamente. In tutti gli altri casi (anche nella compilazione di sorgenti) è necessario
indicare il numero del DB. Procedere quindi nel modo seguente.
• Selezionare il comando File > Cambia/aggiorna numero DB e indicare un nuovo
numero di DB nella successiva finestra di dialogo. In tal modo, viene creato un DB di
istanza compatibile con l'FB.

Numeri DB proposti da S7-GRAPH durante la compilazione di una sorgente


Quando viene creato per la prima volta un DB di istanza (automaticamente o manualmente),
S7-GRAPH propone in una finestra di dialogo un numero di DB corrispondente al numero
dell'FB corrente. Se il blocco funzionale si chiama p. es. "FB6", S7-GRAPH propone un
"DB6". Accettare il nome proposto da S7-GRAPH nella finestra di dialogo "Crea DB di
istanza", o fare clic sul pulsante "Seleziona" per indicare un altro nome di DB o un altro
percorso.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


15-2 A5E00290662-01
DB di istanza

15.3 Creazione automatica del DB di istanza al momento del


salvataggio
Procedere come segue se si è impostata l'opzione "Crea / aggiorna DB di istanza" con il
comando Strumenti > Impostazioni blocco alla scheda "Generale".
• Programmare l'FB di S7-GRAPH e selezionare il comando File > Salva.
Risultato: l'FB di S7-GRAPH viene salvato e il DB di istanza creato.

Attenzione
Il blocco dati non può essere creato o cancellato manualmente se si è impostata l'opzione
"Collega con ALARM_SQ / ALARM_S (SFC17 / SFC18)" nella scheda "Messaggi"
(comando Strumenti > Impostazioni blocco); in caso contrario, i messaggi andranno
perduti. Il blocco dati di istanza viene aggiornato automaticamente.

15.4 Creazione del DB di istanza a posteriori


Se nella scheda "Generale" non si è impostata l'opzione "Crea/aggiorna DB di istanza",
procedere come segue.
1. Programmare l'FB di S7-GRAPH e selezionare il comando File > Salva.
2. Se l'FB di S7-GRAPH è stato compilato senza errori, selezionare il comando File > Crea
DB di istanza.
Risultato: viene creato un nuovo DB di istanza o sovrascritto il DB di istanza selezionato.

15.5 Visualizzazione e stampa del contenuto del DB di istanza


Procedere come segue per visualizzare e stampare il contenuto del DB di istanza.
1. Aprire nel SIMATIC Manager tramite doppio clic il DB nel rispettivo programma utente.
2. Selezionare nell'editor KOP/AWL/FUP il comando di menu Visualizza >Dati.
3. Per stampare il contenuto del DB di istanza selezionare il comando di menu File >
Stampa.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 15-3
DB di istanza

15.6 Accesso al DB di istanza


Si può accedere al DB di istanza internamente all'FB di S7-GRAPH (p. es. come azione
combinata con un evento) oppure esternamente ad esso (p. es. come combinazione in un
altro blocco).

Accesso ai dati del DB di istanza


È possibile accedere al DB di istanza con gli strumenti di STEP 7. Si raccomanda tuttavia di
non editare il DB.

15.7 Struttura di un DB di istanza


La struttura del DB di istanza dipende dalle impostazioni effettuate con il comando
Strumenti > Impostazioni blocco nella scheda "Salva e compila". Sono determinanti per
contenuto e dimensione:
1. il set di parametri selezionato dell'FB
2. la descrizione dell'interfaccia per i dati di passi e transizioni (spazio di memoria
minimo/array/strutture separate). I dati vengono immessi automaticamente.
3. le possibilità di registrare dati di analisi criteri
4. numero e grandezza delle variabili personalizzate

15.8 Struttura grezza del DB di istanza


La tabella seguente riporta le aree in cui è suddiviso il DB di istanza.

Area Identificatore Dimensione


Parametri FB Nomi dei parametri di ingresso e Dipende dalla configurazione di
uscita dell'FB di GRAPH parametri impostata:
2 byte: minima
10 byte: standard/massima
personalizzata: massima
V5/personalizzata
Area di lavoro riservata G7T_0 16 byte
Transizioni Nome della transizione (p. es. Trans1, (Numero transizioni) ∗ 16 byte
Trans2)
Area di lavoro riservata G7S_0 32 byte
Passi Nome del passo (p. es. Step1, Step2) (Numero passi) ∗ 32 byte
Stato della catena - -
Area di lavoro interna - -

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


15-4 A5E00290662-01
DB di istanza

15.9 Parametri FB
Nel DB di istanza vengono depositati i parametri FB. Lo spazio di memoria necessario per i
parametri FB varia a seconda del tipo di configurazione di parametri - minima, standard,
massima o personalizzata - impostata con il menu Strumenti > Impostazioni blocco alla
scheda "Salva e compila". (Se p. es. è impostata la configurazione di parametri minima,
viene visualizzato soltanto il parametro INIT_SQ).
La tabella seguente riporta la configurazione di parametri massima V5 (personalizzata).

Parametri Descrizione Tipo di Lettura Scrittura Lettura Scrittura


dati interna interna esterna esterna
OFF_SQ OFF_SEQUENCE: BOOL sì no sì no
Disattiva catena
INIT_SQ INIT_SEQUENCE: BOOL sì no sì no
Inizializza catena
ACK_EF ACKNOWLEDGE_ERROR_FAULT: BOOL sì no sì no
Conferma di tutti i guasti,
avanzamento forzato
REG_EF REGISTRATE_ERROR_FAULT: BOOL sì no sì no
Registra tutti gli errori e le avarie
ACK_S ACKNOWLEDGE_STEP BOOL sì no sì no
Conferma in S_NO il passo
visualizzato
REG_S REGISTRATE_STEP BOOL sì no sì no
Registra in S_NO il passo
visualizzato
HALT_SQ HALT_SEQUENCE BOOL sì no sì no
Ferma/riattiva catena
HALT_TM HALT_TIMES: BOOL sì no sì no
Vengono arrestati/riattivati tutti i tempi
di attivazione dei passi e le operazioni
dipendenti dal tempo (L e D) della
catena
ZERO_OP ZERO_OPERANDS: BOOL sì no sì no
Resetta a zero tutti gli operandi delle
operazioni N, D, L nei passi attivi, e
non esegue le operazioni CALL nelle
azioni/Riattiva operandi e operazioni
CALL
EN_IL ENABLE_INTERLOCKS: BOOL sì no sì no
Disattiva/riattiva interblocco del passo
(interlock)
EN_SV ENABLE_SUPERVISIONS: BOOL sì no sì no
Disattiva/riattiva i controlli del passo
(supervision)
EN_ACKREQ ENABLE_ACKNOWLEDGE_ BOOL sì no sì no
REQUIRED:
Attiva la conferma obbligatoria
EN_SSKIP ENABLE_STEP_SKIPPING: BOOL sì no sì no
Attiva salto del passo
DISP_SACT DISPLAY_ACTIVE_STEPS: BOOL sì no sì no
Visualizza solo i passi attivi

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 15-5
DB di istanza

Parametri Descrizione Tipo di Lettura Scrittura Lettura Scrittura


dati interna interna esterna esterna
DISP_SEF DISPLAY_STEPS_WITH_ERROR_ BOOL sì no sì no
OR_FAULT:
Visualizza solo i passi errati
DISP_SALL DISPLAY_ALL_STEPS: BOOL sì no sì no
Visualizza tutti i passi
S_PREV PREVIOUS_STEP: BOOL sì no sì no
Modo di funzionamento automatico:
visualizzazione di passo precedente
contemporaneamente attivo in S_NO,
modo di funzionamento manuale
(man): vsualizzazione di passo
precedente (numero minore)
S_NEXT NEXT_STEP: BOOL sì no sì no
Modo di funzionamento automatico:
visualizzazione del successivo passo
contemporaneamente attivo in S_NO,
modo di funzionamento manuale
(man): visualizzazione di passo
successivo (numero maggiore)
SW_AUTO SWITCH_MODE_AUTOMATIC: BOOL sì no sì no
Commutazione de modi di
funzionamento: funzionamento
automatico
SW_TAP SWITCH_MODE_TRANSITION_AND BOOL sì no sì no
_PUSH:
Commutazione de modi di
funzionamento: funzionamento passo
passo (semiautomatico)
SW_TOP SWITCH_MODE_TRANSITION_OR_PUS BOOL sì no sì no
H:
Commutazione dei modi di
funzionamento:
automatico o avanzamento
SW_MAN SWITCH_MODE_MANUAL: BOOL sì no sì no
Commutazione de modi di
funzionamento: funzionamento
manuale, non viene avviata
l'esecuzione autonoma
S_SEL STEP_SELECT: INT sì no sì no
Scelta del numero del passo per i
parametri di uscita S_NO nel modo
manuale, attiva/disattiva con S_ON,
S_OFF
S_SELOK STEP_SELECT_OK: BOOL sì no sì no
Immette valore in S_SEL per S_NO
S_ON STEP_ON: BOOL sì no sì no
Modo di funzionamento manuale:
attiva passo visualizzato
S_OFF STEP_OFF: BOOL sì no sì no
Modo di funzionamento manuale:
disattiva passo visualizzato
T_PREV PREVIOUS_TRANSITION: BOOL sì no sì no
Visualizza transizione valida
precedente in T_NO

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


15-6 A5E00290662-01
DB di istanza

Parametri Descrizione Tipo di Lettura Scrittura Lettura Scrittura


dati interna interna esterna esterna
T_NEXT NEXT_TRANSITION: BOOL sì no sì no
Successiva transizione valida in
T_NO
T_PUSH PUSH_TRANSITION: BOOL sì no sì no
La transizione avanza se è
soddisfatta la condizione e in
T_PUSH si verifica un fronte di salita;
presupposto: modo di funzionamento
passo passo (SW_TAP)
S_NO STEP_NUMBER: INT sì no sì no
Visualizzazione numero passo
S_MORE MORE_STEPS: BOOL sì no sì no
Sono attivi ulteriori passi,
visualizzabili in in S_NO
S_ACTIVE STEP_ACTIVE: BOOL sì no sì no
Il passo visualizzato è attivo
S_TIME STEP_TIME: TIME sì no sì no
Tempo di attivazione del passo
S_TIMEOK STEP_TIME_OK: TIME sì no sì no
Tempo di attivazione del passo
esente da errori
S_CRITLOC STEP_CRITERIA_INTERLOCK: DWORD sì no sì no
Bit di criteri interlock
S_CRITLOC S_CRITERIA_IL_LAST_ERROR: DWORD sì no sì no
ERR Bit di criteri interlock per evento L1
S_CRITSUP STEP_CRITERIA_SUPERVISION: DWORD sì no sì no
Bit di criteri supervision
S_STATE STEP_STATE: WORD sì no sì no
Bit di stato del passo
T_NO TRANSITION_NUMBER: INT sì no sì no
Numero di transizione valido
T_MORE MORE_TRANSITIONS: BOOL sì no sì no
Ulteriori transizioni valide disponibili
per sistemi di visualizzazione
T_CRIT TRANSITION_CRITERIA: DWORD sì no sì no
Bit di criteri di transizione
T_CRITOLD T_CRITERIA_LAST_CYCLE: DWORD sì no sì no
Bit di criteri di transizione dall'ultimo
ciclo
T_CRITFLT T_CRITERIA_LAST_FAULT: DWORD sì no sì no
Bit di criteri di transizione per evento
V1
ERROR INTERLOCK_ERROR: BOOL sì no sì no
Errore di interlock (passo qualsiasi)
FAULT SUPERVISION_FAULT: BOOL sì no sì no
Errore di supervision (passo
qualsiasi)
ERR_FLT IL_ERROR_OR_SV_FAULT: BOOL sì no sì no
Guasto cumulativo
SQ_ISOFF SEQUENCE_IS_OFF: BOOL sì no sì no
La catena di passi è disattivata

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 15-7
DB di istanza

Parametri Descrizione Tipo di Lettura Scrittura Lettura Scrittura


dati interna interna esterna esterna
SQ_HALTED SEQUENCE_IS_HALTED: BOOL sì no sì no
Catena di passi ferma
TM_HALTED TIMES_ARE_HALTED: BOOL sì no sì no
Arresto temporizzatori
OP_ZEROED OPERANDS_ARE_ZEROED: BOOL sì no sì no
Reset degli operandi
IL_ENABLED INTERLOCK_IS_ENABLED: BOOL sì no sì no
Interblocchi di passi non disattivati
SV_ENABLED SUPERVISION_IS_ENABLED: BOOL sì no sì no
Controlli di passi non disattivati
ACKREQ_EN ACKNOWLEDGE_REQUIRED_IS_ BOOL sì no sì no
ABLED ENABLED:
Conferma obbligatoria attivata
SSKIP_EN STEP_SKIPPING_IS_ENABLED: BOOL sì no sì no
ABLED Salta passo attivato
SACT_DISP ACTIVE_STEPS_WERE_DISPLAYED BOOL sì no sì no
Visualizza elenco solo con i passi
attivi
SEF_DISP STEPS_WITH_ERROR_FAULT_WERE_ BOOL sì no sì no
DISPLAYED:
Visualizza elenco solo con i passi
errati o guasti
SALL_DISP ALL_STEPS_WERE_DISPLAYED: BOOL sì no sì no
Visualizza elenco con tutti i passi
AUTO_ON AUTOMATIC_IS_ON: BOOL sì no sì no
Visualizza modo automatico
TAP_ON T_AND_PUSH_IS_ON: BOOL sì no sì no
Visualizza modo passo passo
TOP_ON T_OR_PUSH_IS_ON: BOOL sì no sì no
Visualizza modo SW_TOP
MAN_ON MANUAL_IS_ON: BOOL sì no sì no
Visualizza modo manuale

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


15-8 A5E00290662-01
DB di istanza

15.10 Struttura della transizione


Per ogni transizione che si trova nella catena sequenziale dell'FB di S7-GRAPH viene creata
nel DB di istanza una struttura con i seguenti parametri.

Compo- Descrizione Tipo di Lettura Scrittura Lettura Scrittura


nente dati interna interna esterna estena
TV La transizione è valida BOOL sì no sì no
TT La transizione è soddisfatta BOOL sì no sì no
TS La transizione avanza BOOL sì no sì no
CF_IV La voce CRIT_FLT non è valida BOOL sì no sì no
TNO Visualizzazione del numero di INT no no sì no
transizione definito dall'utente.
CRIT Stato dei max. 32 elementi KOP/FUP DWORD sì no sì no
della transizione nel ciclo di
elaborazione attuale
CRIT_OLD Stato dei max. 32 elementi KOP/FUP DWORD sì no sì no
della transizione nel ciclo di
elaborazione precedente
CRIT_FLT Copia di CRIT, se si verifica un errore DWORD sì no sì no

Opzione "Spazio di memoria minimo".


Se è stata attivata l'opzione "Spazio di memoria minimo", analogalmente all'opzione "Array",
viene generato un array contenente le strutture delle transizioni. Diversamente dall'opzione
"Array", gli elementi di struttura vengono limitati ai componenti booleani TV, TT, TS. Gli
accessi interni e esterni avvengono, invece, in modo analogo.

Opzione "Array"
Se si è impostata l'opzione "Array", viene creato un campo con le strutture delle transizioni.

Nome array Lunghezza in byte


G7T (Numero delle transizioni) ∗ 16

Un accesso interno si verifica mediante il numero di transizione, seguito dal nome


dell'elemento della struttura.
In condizioni o azioni è possibile accedere pertanto con:
• T003.TT
• T017.CRIT
Un accesso esterno si verifica mediante l'elemento array, seguito dal nome dell'elemento
della struttura.
Attenzione: l'indice di array è il numero di transizione interno, diverso dal numero assegnato
dall'utente.
• G7T[1].TT
• G7T[3].CRIT

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 15-9
DB di istanza

Opzione "Strutture separate"


Se si è impostata l'opzione "Strutture separate", le strutture delle singole transizioni vengono
depositate nel DB di istanza una dopo l'altra, in gruppi separati.

Nome della struttura Lunghezza in byte


<Azioni_Transizione> 16
...
<ASCII_Transizione> 16

Un accesso interno si verifica mediante il numero e il nome della transizione, seguiti dal
nome dell'elemento della struttura.
In condizioni o azioni è possibile accedere pertanto con:
• T003.TT
• T017.CRIT
• VALVOLA_ON.TT
Un accesso esterno si verifica mediante il nome della transizione (nome della struttura),
seguito dal nome dell'elemento della struttura.
• VALVOLA_ON.TT
• VALVOLA_ON.CRIT

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


15-10 A5E00290662-01
DB di istanza

15.11 Struttura del passo


Per ogni passo che si trova nella catena sequenziale dell'FB di GRAPH viene creata nel DB
di istanza una struttura analoga alla seguente.

Componente Descrizione Tipo di Lettura Scrittura Lettura Scrittura


dati interna interna esterna esterna
S1 Il passo viene attivato BOOL sì no sì no
L1 L'interlock manca BOOL sì no sì no
V1 Supervision in arrivo BOOL sì no sì no
R1 Riservato BOOL no no no no
A1 L'errore viene confermato BOOL sì no sì no
S0 Il passo viene disattivato BOOL sì no sì no
L0 Interlock in arrivo BOOL sì no sì no
V0 Supervision manca BOOL sì no sì no
X Il passo è attivo BOOL sì no sì no
LA L'interlock non è soddisfatto BOOL sì no sì no
VA Supervision ferma BOOL sì no sì no
RA Riservato BOOL no no no no
AA Riservato BOOL no no no no
SS Interno al sistema BOOL no no no no
LS Risultato diretto della condizione di BOOL sì no sì no
interblocco programmata (interlock)
VS Risultato diretto della condizione di BOOL sì no sì no
controllo programmata (supervision)
SNO Numero del passo utente INT no no sì no
T Tempo complessivo di attivazione del TIME sì no sì no
passo
U Tempo di attivazione del passo TIME sì no sì no
senza avarie
CRIT_LOC Stato dei max. 32 elementi KOP/FUP DWORD sì no sì no
della transizione nel ciclo di
elaborazione attuale
CRIT_LOC_ER Copia di CRIT_LOC se l'interbocco DWORD sì no sì no
R manca
CRIT_SUP Stato dei max. 32 elementi KOP/FUP DWORD sì no sì no
del controllo (supervision) nel ciclo di
elaborazione attuale
SM Interno al sistema BOOL no no no no
LP Interno al sistema BOOL no no no no
LN Interno al sistema BOOL no no no no
VP Interno al sistema BOOL no no no no
VN Interno al sistema BOOL no no no no
H_IL_ERR Interno al sistema BYTE no no no no
H_SV_FLT Interno al sistema BYTE no no no no
RESERVED Riservato DWORD no no no no

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 15-11
DB di istanza

Ozione "Array"
Se si è impostata l'opzione "Array" viene creato un campo con le strutture dei passi.

Nome array Lunghezza in byte


G7S (Numero dei passi) ∗ 32

Un accesso interno avviene mediante il numero del passo, seguito dal nome dell'elemento
della struttura.
In condizioni o azioni è possibile accedere pertanto con:
• S003.X
• S017.T
Un accesso esterno si verifica mediante l'elemento array, seguito dal nome dell'elemento
della struttura.
Attenzione: l'indice di array rappresenta il numero interno del passo, diversamente dal
numero assegnato dall'utente.
• G7S[1].X
• G7S[3].T

Opzione "Spazio di memoria minimo".


Se è stata attivata l'opzione "Spazio di memoria minimo", analogalmente all'opzione "Array",
viene generato un array contenente le strutture dei passi. Diversamente dall'opzione "Array",
gli elementi di struttura vengono limitati ai componenti booleani e al tempo di attivazione del
passo T.

Gli accessi interni e esterni avvengono, invece, in modo analogo.

Opzione "Strutture separate"


Se si è impostata l'opzione "Strutture separate", vengono depositate le strutture dei singoli
passi nel DB di istanza, in gruppi separati.

Nome della struttura Lunghezza in byte


<Step1> 32
...
<Stepn> 32

Un accesso interno avviene mediante il numero e il nome del passo, seguito dal nome
dell'elemento della struttura.
In condizioni o azioni è possibile accedere pertanto con:
• S003.X
• S017.T
• ASCIUG.X

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


15-12 A5E00290662-01
DB di istanza

Un accesso esterno avviene sempre mediante il nome del passo (nome della struttura),
seguiti dal nome dell'elemento della struttura.
• ASCIUG.X
• ASCIUG.T

15.12 Stato della catena


L'area dello stato della catena consiste di diversi componenti (array o strutture), contenenti le
informazioni sullo stato delle catene del passo.
• componente Operazioni cicliche
• componente Array con indici
• componente Modi di funzionamento (Mode of Operation, MOP)
• componente Tempo di attivazione
• componente Bit cumulativo
L'area dello stato della catena inizia con l'indirizzo: a = lunghezza parametri FB +
lunghezza/e di campo della transizione + lunghezza/e di campo del passo.

Operazioni cicliche
Questa componente dell'area dello stato della catena descrive le operazioni cicliche
programmabili prima o dopo la catena sequenziale. Questa componente è irrilevante se non
sono programmate operazioni cicliche.

Nome Descrizione Tipo di Dimen- Lettura Scrittura Lettura Scrittura


dati sioni interna interna esterna esterna
PRE_CRIT Stato dell'operazione ciclica DWORD 0-n no no sì no
posta a monte
POST_CRIT Stato dell'operazione ciclica DWORD 0-n no no sì no
posta a valle
PRE_CNT Numero delle operazioni WORD no no sì no
cicliche prima della catena
POST_CNT Numero delle operazioni WORD no no sì no
cicliche dopo la catena

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 15-13
DB di istanza

Array con indici


Questa componente dell'area dello stato della catena contiene gli array con indici per la
gestione dei numeri di passi e transizioni.

Nome Descrizione Tipo di Lunghezza Lettura Scrittura Lettura Scrittura


indice dati in byte interna interna esterna interna
TVX Array delle transizioni valide BYTE <interna> no no sì no
TTX Array delle transizioni BYTE <interna> no no sì no
soddisfatte
TSX Array delle transizioni che BYTE <interna> no no sì no
avanzano
S00X Array dei passi da disattivare BYTE <interna> no no no no
(penultimo ciclo)
SOFFX Array_1 dei passi da BYTE <interna> no no no no
disattivare
SONX Array_1 dei passi da attivare BYTE <interna> no no no no
SAX Array dei passi attivi BYTE <interna> no no sì no
SERRX Array dei passi con avaria BYTE S_CNT+2 no no sì no
SMX Array dei passi selezionati BYTE S_CNT+2 no no no no
S0X Array_2 dei passi da BYTE S_CNT+2 no no no no
disattivare
S1X Array_2 dei passi da attivare BYTE S_CNT+2 no no no no
S_DISPLAY Copia del parametro di uscita INT 2 sì no sì no
S_NO (utilizzabile anche
nell'opzione Configurazione di
parametri minima)
S_SEL_OLD Interno al sistema INT 2 no no no no
S_DISPIDX Interno al sistema BYTE 1 no no no no
T_DISPIDX Interno al sistema BYTE 1 no no no no

Lunghezza degli array con indici


La lunghezza degli array con indici da TVX a S1X si calcola come segue:
l = (max. numero degli elementi considerati) + 2
Essi sono costruiti secondo lo schema seguente.

Arry [0] = Indice della prima posizione libera nel rispettivo array
Array [1] - Array [n-2] = Registrazioni
Array [n-1] = 0 (seleziona la fine dell'array)

Le nuove voci vengono aggiunte alla fine. Se non si inseriscono delle voci, l'array viene
ridotto in lunghezza. Ne deriva p. es. che nell'array del passo attivo (SAX) il passo attivo da
più tempo possiede l'indice minore.

Modi di funzionamento
Il successivo componente dell'area dello stato della catena descrive i modi di funzionamento
(Mode of Operation), ovvero lo stato e la commutazione di modi operativi e visualizzazioni.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


15-14 A5E00290662-01
DB di istanza

Per ogni componente viene creata una struttura analoga alla seguente.

Nome Descrizione Tipo di Lettura Scrittura Lettura Scrittura


dati interna interna esterna esterna
AUTO Passa al modo di funzionamento BOOL sì sì sì sì
automatico
MAN Passa al modo di funzionamento BOOL sì sì sì sì
manuale
TAP Passa al modo di funzionamento passo BOOL sì sì sì sì
passo
TOP Passa al modo di funzionamento BOOL sì sì sì sì
automatico o avanzamento
ACK_S Riservato BOOL no no no no
REG_S Riservato BOOL no no no no
T_PREV Riservato BOOL no no no no
T_NEXT Riservato BOOL no no no no
LOCK Attiva / disattiva gestione interlock BOOL sì sì sì sì
SUP Attiva / disattiva gestione supervision BOOL sì sì sì sì
ACKREQ Riservato BOOL no no no no
SSKIP Riservato BOOL no no no no
OFF Disattiva catena di passi BOOL sì sì sì sì
INIT Attiva passi iniziali BOOL sì sì sì sì
HALT Ferma / continua catena BOOL sì sì sì sì
TMS_HALT Ferma / continua tempi BOOL sì sì sì sì
OPS_ZERO Attiva / disattiva azioni BOOL sì sì sì sì
SACT_DISP Riservato BOOL no no no no
SEF_DISP Riservato BOOL no no no no
SALL_DISP Riservato BOOL no no no no
S_PREV Modo di funzionamento automatico: BOOL sì sì sì sì
visualizza passo precedente,
contemporaneamente attivo in S_NO
Modo di funzionamento manuale:
visualizza n. passo minore successivo
S_NEXT Modo di funzionamento automatico: BOOL sì sì sì sì
visualizza passo successivo
contemporaneamente attivo in S_NO
Modo di funzionamento manuale:
visualizza n. passo maggiore successivo
S_SELOK Riservato BOOL no no no no
S_ON Modo di funzionamento manuale: attiva BOOL sì sì sì sì
passo visualizzato
S_OFF Modo di funzionamento manuale: BOOL sì sì sì sì
disattiva passo visualizzato
T_PUSH Modo di funzionamento: Passo passo BOOL sì sì sì sì
La transizione avanza se viene accettata
la condizione soddisfatta con T_PUSH
REG Riservato BOOL no no no no
ACK Conferma dell'avaria BOOL sì sì sì sì
IL_PERM Elaborazione ciclica dell'interblocco BOOL sì sì sì sì
T_PERM Elaborazione ciclica della transizione BOOL sì sì sì sì
ILP_MAN Elaborazione ciclica interblocco per modo BOOL sì sì sì sì
di funzionamento manuale

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 15-15
DB di istanza

Indicatori dei modi di funzionamento


Il componente modo di funzionamento viene depositato come segue nel DB di istanza.

Nome della Descrizione Lunghezza in


struttura byte
MOPEDGE Interno al sistema 4
MOP Cambio di modo di funzionamento e visualizzazione 4

Esempio
Impostando (una volta) MOP.MAN il modo di funzionamento passa in MANUALE. È
possibile impostare questo parametro sia tramite software (p. es. azione nella catena) che
con la funzione del PG "Comanda variabili", oppure anche con un pannello operatore.

Tempo di attivazione
Il seguente componente consiste di una struttura contenente informazioni sul calcolo del
tempo di attivazione. Esso viene analizzato solo internamente al sistema.

Nome della Descrizione Lunghezza in


struttura byte
TICKS Interno al sistema 12

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


15-16 A5E00290662-01
DB di istanza

Bit cumulativi
L'ultimo componente dell'area dello stato della catena contiene bit cumulativi, che
controllano lo stato interno della catena. Per tali bit cumulativi viene creata una struttura
analoga alla seguente.

Nome Descrizione Tipo di Lettura Scrittura Lettura Scrittura


dati interna interna esterna esterna
ERR_FLT Guasto cumulativo BOOL sì no sì no
ERROR Errori di interblocco BOOL sì no sì no
FAULT Errori di controllo BOOL sì no sì no
RT_FAIL Indicatore cumulativo: errore di BOOL sì no sì no
tempo di esecuzione
NO_SNO Il passo selezionato non esiste BOOL sì no sì no
NF_OFL Troppi passi da attivare o BOOL sì no sì no
disattivare
SA_OFL Troppi passi attivi BOOL sì no sì no
TV_OFL Troppe transizioni valide BOOL sì no sì no
MSG_OFL Troppi messaggi BOOL sì no sì no
NO_SWI Riservato BOOL no no no no
CYC_OP Interno al sistema BOOL no no no no
AS_MSG Interno al sistema BOOL no no no no
AS_SEND Interno al sistema BOOL no no no no
SQ_BUSY Interno al sistema BOOL no no no no
SA_BUSY Interno al sistema BOOL no no no no
AS_SIG Interno al sistema BOOL no no no no

Il componente con i bit cumulativi viene depositato come segue nel DB di istanza.

Nome della Tipo Descrizione Lunghezza in


struttura byte
SQ_FLAGS t_sq_flags Bit cumulativo 2

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 15-17
DB di istanza

15.13 Area dati interna


Questa parte del DB di istanza è un'area interna al sistema, a cui non si deve accedere.
L'area dati è suddivisa in 4 parti:

Area di lavoro interna 1

Descrizione Tipo di dati Dimensione


Area di lavoro interna 1 Variabile Variabile

Dettagli delle condizioni


Questi dati vengono registrati solamente se si è selezionata l'opzione "Dati di analisi criteri
nel DB".

Indirizzo Descrizione Tipo di Dimensione


dati
ADR_LOG_T[]:
Dettagli di tutte le transizioni non vuote; gli indirizzi iniziali BYTE[]
rientrano nel campo ADR_LOG_T[]; per le transizioni BYTE[]
vuote è registratoo uno 0; non esistono dettagli. ...
LOG_Ti[] BYTE[]
LOG_Tj[]
...
LOG_Tk[]
Seguono eventualmente byte di riempimento con il valore
0 alla fine di LOG_Tx, in modo tale che gli array seguenti
iniziano su un indirizzo pari.
ADR_LOG_L[]:
Dettagli di tutte le condizioni di interblocco non vuote BYTE[]
(interlock); gli indirizzi iniziali rientrano nell'array BYTE[]
ADR_LOG_L[]; per gli interlock vuoti è registrato uno 0; ...
non esistono dettagli. BYTE[]
LOG_Lp[]
LOG_Lq[]
...
LOG_Lr[]
Seguono eventualmente i byte di riempimento con il
valore 0 alla fine di LOG_Ly, in modo che gli array
seguenti iniziano su un indirizzo pari.
c∗ ADR_LOG_T: WORD[] (T_CNT+1)∗2
S_CNT-2∗ Indirizzi dei dettagli delle transizioni LOG_Tx
T_CNT ADR_LOG_T[0...T_CNT]
c+2∗ ADR_LOG_L: WORD[] (S_CNT+1)∗2
T_CNT+2 Indirizzi degli interlock LOG_Ly ADR_LOG_L[0...S_CNT]
c+2∗ ADR_T1_CRITFLT: WORD 2
T_CNT+2∗ indirizzo dei criteri delle transizioni con avaria di T1
S_CNT+4 ADR_T1_CRITFLT == indirizzo(G7T[1].CRIT_FLT)
c+2∗ ADR_S1_CRITERR: WORD 2
T_CNT+2∗ indirizzo dei criteri degli interblocchi con avaria di S1
S_CNT+6 ADR_S1_CRITERR == indirizzo(G7S[1].CRIT_ERR)
c+2∗ ADR_SERRX: WORD 2
T_CNT+2∗ Indirizzo del campo dei passi con avaria SERRX[]
S_CNT+8 ADR_SERRX == indirizzo(SERRX[0]) == e

n = Lunghezza del DB di istanza in byte

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


15-18 A5E00290662-01
DB di istanza

Area di lavoro interna 2

Descrizione Tipo di dati Dimensione


Area di lavoro interna 2 Variabile Variabile

Caratteristiche della catena

Indirizzo Descrizione Tipo di dati Dimensione


n-36 ADR_COND: WORD 2
Indirizzo per la fine dei dettagli della condizione
ADR_COND == indirizzo(ADR_LOG_T[0]) == c
n-34 MAX_TVAL: BYTE 1
max. numero delle transizioni
contemporaneamente valide
n-33 MAX_SACT: BYTE 1
Numero max. dei passi contemporaneamente
attivi
n-32 MAX_CRIT: BYTE 1
Numero max. dei criteri per condizione
n-31 T_CNT: BYTE 1
Numero transizioni
n-30 SUP_CNT: BYTE 1
Numero di supervision
n-29 LOCK_CNT: BYTE 1
Numero di inteblock
n-28 S_CNT: BYTE 1
Numero di passi
n-27 SQ_CNT: BYTE 1
Numero catene parziali
n-26 PRS_INPAR: DWORD 1
Volume dei parametri di ingresso
n-22 PRS_OUTPAR: DWORD 1
Volume dei parametri di uscita
n-18 GC_FLAGS: WORD 6
Compiler Flag, parte 1
n-6 GC_FLAGS: BYTE 1
Compiler Flag, parte 2
Bit .0 == 1 --> Dettagli delle condizioni presenti
n-5 GC_FLAGS: BYTE 1
Compiler Flag, parte 3
n-4 G7_FBMARK: BYTE 1
Compatibilità di analisi criteri FB
(010 == 1.0)
n-3 G7_RELEASE: BYTE 1
Numero di versione GRAPH (010 == 1.0)
n-2 G7_ID2: BYTE 1
Identificazione GRAPH ("7")
n-1 G7_ID1: BYTE 1
Identificazione GRAPH ("G")

n = Lunghezza del DB di istanza in byte

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 15-19
DB di istanza

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


15-20 A5E00290662-01
Glossario

--A--

Analisi di criteri
L'analisi di criteri è un programma software di S7-GRAPH composto da un FB di criteri e un
DB di istanza ampliato. L'analisi di criteri rileva e influenza gli stati dell'impianto controllato da
comandi sequenziali di S7-GRAPH.

Azione
L'azione è un'istruzione impiegata per eseguire una funzione mentre il passo è attivo.

--C--

Catene sequenziali
La catena sequenziale è il nucleo del comando sequenziale. Nella catena sequenziale il
programma viene creato, modificato e preparato per l'esecuzione graduale del comando.
La catena sequenziale è composta da una serie di passi che possono essere attivati in una
sequenza definita a seconda delle condizioni di avanzamento.

Comando sequenziale
Comando con esecuzione graduale che avanza da un passo a quello successivo, a seconda
delle condizioni.

Commento al passo
Il commento è un testo editabile in un passo composto da un massimo di 2048 caratteri.

Condizione di avanzamento
La condizione di avanzamento è una combinazione logica booleana che consente di
determinare le condizioni in cui il passo precedente alla transizione viene terminato e quello
successivo attivato.
Le condizioni di avanzamento sono componenti delle transizioni.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 Glossario-1
Glossario

Contatto normalmente aperto/Contatto normalmente chiuso


I contatti normalmente aperti e contatti normalmente chiusi sono operazioni logiche
combinatorie che si possono utilizzare come elementi in transizioni, supervision e interlock.
• Il contatto normalmente aperto viene attivato quando l'operando booleano è impostato.
• Il contatto normalmente chiuso viene attivato quando l'operando booleano non è
impostato.

--D--

Diramazione alternativa
La diramazione alternativa è il ramo di una catena che avanza nel passo la cui transizione
parallela è soddisfatta.

Diramazione KOP
La diramazione KOP corrisponde ad una combinazione logica OR di elementi all'interno di
transizioni, interblocchi e controlli.

Disattivazione
La disattivazione è la conclusione di un passo determinata dalla transizione correlata o da
un altro passo.

--E--

Elementi della struttura sequenziale


Questo concetto indica i salti e le transizioni di una catena sequenziale.

--I--

Immagine di processo
Area di memoria della CPU in cui viene registrato lo stato di ingressi e uscite.
1. Immagine di processo degli ingressi: IPI
2. Immagine di processo delle uscite: IPU

Indicatori di stato
Gli indicatori di stato consentono di visualizzare lo stato di segnale di un operando sullo
schermo o sul display di un PG collegato in modo online con il PLC.

Interlock (interblocco di passi)


L'interblocco o interlock è una condizione programmabile all'interno di un passo che
influenza l'esecuzione delle singole azioni.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


Glossario-2 A5E00290662-01
Glossario

--P--

Passo
Il compito di controllo viene suddiviso in singoli passi. Le azioni, formulate in passi, vengono
eseguite dal controllore in un determinato stato (p. es. comando delle uscite o attivazione e
disattivazione di passi).

Programma utente
Il programma utente comprende tutti i blocchi e le istruzioni del programma.

Punto di controllo
Il punto di controllo è un punto del ciclo di programma che serve ad interrogare o influenzare
gli stati dell'impianto. Esistono diversi punti di controllo:
• punto di controllo del sistema
• punto di controllo utenteGlossAnwenderkontrollpunkt

Punto di controllo del sistema


Il punto di controllo del sistema rappresenta l'interfaccia tra programma di sistema e
programma utente. Con il dispositivo di programmazione è possibile controllare o modificare
nel punto di controllo del sistema gli stati di segnale delle variabili di processo ed impostarli
nelle uscite.

Punto di controllo utente


Il punto di controllo utente è un punto selezionabile all'interno del programma utente per la
visualizzazione dello stato di segnale delle variabili.

Punto di start
Il punto di start corrisponde all'inizio del ciclo del programma. All'avvio del ciclo viene letta
l'immagine di processo degli ingressi (IPI) e interrogato, così, lo stato dell'impianto.

--S--

Stato
Per stato si intende lo stato di segnale dei bit di un operando nel PLC.

Supervision (controllo di passi)


Il controllo di passi o supervision è una condizione programmabile all'interno di un passo. Il
controllo determina l'avanzamento della catena da un passo a quello successivo.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 Glossario-3
Glossario

--T--

Tempo di elaborazione
Il tempo di elaborazione è il tempo che necessita la CPU per elaborare un'istruzione (azione,
condizione) calcolato in ms.

Tempo di esecuzione
Il tempo di esecuzione di un'istruzione corrisponde alla durata di attivazione o di esecuzione
di un'istruzione.

Transizione
La transizione è una parte della catena sequenziale che contiene le condizioni necessarie
per l'avanzamento della catena da un passo a quello successivo.
La transizione è valida quando i passi che la precedono sono attivi.
Quando la transizione è valida e le condizioni di avanzamento sono soddisfatte la catena
avanza al passo successivo: il passo correlato viene disattivato e il passo successivo
attivato.

--V--

Valutazione del fronte


La valutazione del fronte è necessaria per rilevare ed analizzare il cambiamento di stato di
un segnale.
Si parla di "fronte" quando lo stato di segnale (p. es. di un ingresso) cambia. Si è in presenza
di un fronte di salita quando il segnale passa dallo stato "0" a "1". NelIa situazione opposta,
si parla di un fronte di discesa.

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


Glossario-4 A5E00290662-01
Indice analitico
Blocchi funzionali standard
A FC70
FC71
Accesso al DB di istanza .................................. 15-4 FC72
Accoppiamento a sistemi di servizio FC73................................................... 8-7
e supervisione ............................................ 14-12 Blocco funzionale standard
Adattamento di colori e carattere...................... 4-12 definizione (esempio Trapanatrice) .............. 3-14
Analisi dei messaggi CPU ................................ 11-6
Analisi del buffer di diagnostica ........................ 11-6 C
Apertura di FB o di sorgenti di S7-GRAPH ......... 5-4
Area dati interna ............................................. 15-18 Caricamento ..................................................... 10-3
del DB di istanza......................................... 15-18 Caricamento del programma nella CPU
Area di lavoro ..................................................... 4-9 e test della catena sequenziale .................... 3-17
Aree........................................................... 7-1, 7-15 Caricamento di blocchi dal PG nella CPU ........ 10-1
per azioni e condizioni .................................... 7-1 Caricamento di blocchi dalla CPU nel PG ........ 10-3
per condizioni ............................................... 7-15 Casi di interruzione........................................... 14-9
Array................................................................. 15-2 Catena sequenziale.. 3-9, 3-15- 3-20, 4-16, 6-2- 6-4
Array con indici ............................................... 15-14 creazione........................................................ 3-9
Assegnazione del DB di istanza all'FB di elementi.......................................................... 6-4
S7-GRAPH ................................................... 15-2 inserimento nel programma STEP 7 ............ 3-15
Assegnazioni con funzione BuiltIn .................... 7-12 modifica ............................................... 3-19, 3-20
Assegnazioni con operatore ............................. 7-14 Principi di funzionamento ............................... 6-2
Assegnazioni dirette ......................................... 7-12 salvataggio e chiusura.................................. 3-15
Automation License Manager............................. 2-1 struttura .......................................................... 6-3
Avanzamento.................................................... 9-15 test ............................................................... 3-17
avanzamento con T_PUSH .......................... 9-15 Certificate of License................................... 2-1, 2-2
Avvio del programma di installazione ................. 2-6 Comanda catena .............................................. 11-4
Avvio di S7-GRAPH............................................ 4-1 Comando sequenziale...................................... 9-10
Azioni......................................................3-11-13-21 funzionamento automatico ........................... 9-10
componenti..................................................... 7-3 funzionamento manuale ............................... 9-10
programmazione........................................... 3-11 funzionamento normale................................ 9-10
sommario dei contatori ................................. 13-9 funzionamento passo passo......................... 9-10
sommario delle operazioni matematiche .... 13-19 Combinazioni di elementi FUP ......................... 7-23
Sommario di tutte le azioni ......................... 13-14 Combinazioni di elementi KOP......................... 7-20
Azioni dipendenti da eventi........................ 7-6, 13-2 Come eseguire la verifica della coerenza......... 8-13
Azioni dipendenti da eventi Come spostarsi nella catena sequenziale ........ 4-16
con e senza interlock ...................................... 7-7 Commento
Azioni dipendenti da eventi estensione del nome
con e senza interlock .................................... 13-2 numero
Azioni dipendenti dagli eventi nome ........................................... 7-27, 7-28
per l'attivazione e la disattivazione dei passi .. 7-8 Commento al blocco......................................... 6-11
Azioni standard................................................... 7-4 Compilazione.................................................... 8-14
Azioni standard con e senza interlock .............. 13-1 Compilazione di una sorgente
di S7-GRAPH ........................................... 8-14
B di catene sequenziali.................................... 8-13
salvataggio e compilazione ............................ 8-1
Barra dei menu ................................................... 4-3 Compilazione automatica durante
Barra del titolo .................................................... 4-3 il salvataggio di un FB di S7-GRAPH ........... 8-14
Barra di stato ...................................................... 4-7 Compiti tecnologici e diagramma funzionale ...... 3-3
Barre degli strumenti ................................. 4-3, 4-14 Concessione della licenza d'utilizzo mediante
posizione ...................................................... 4-14 Automation License Manager......................... 2-1
visualizzazione ............................................. 4-14 Condizioni..............................7-15, 7-18, 7-21, 7-24
Bit cumulativi .................................................. 15-17 operandi specifici di S7-GRAPH................... 7-24
Blocchi............................................10-1, 10-2, 10-3 Programmazione con elementi FUP............. 7-21
caricamento dal PG nella CPU ..................... 10-1 programmazione con elementi KOP............. 7-18
caricamento dalla CPU nel PG ..................... 10-3 Conferma obbligatoria ...................................... 7-25
Configurazione di parametri massima .............. 15-5

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 Indice analítico-1
Indice analitico

Contatori............................................................. 7-9 F
Contatori per azioni .......................................... 13-9
Controlli ................................................... 3-13, 14-9 Fasi di creazione di un progetto ......................... 5-1
programmazione........................................... 3-13 FB di S7-GRAPH
Controllo delle informazioni di stato.................. 11-2 parametri di ingresso...................................... 9-6
Controllo e comando di variabili........................ 11-6 Parametri di uscita.......................................... 9-8
Controllo e test di comandi sequenziali ............ 11-1 FB di S7-GRAPH-FB
Coppia passo-transizione ................................... 6-5 FB di S7-GRAPH............................................ 5-3
Costante di tempo .............................................. 7-5 FB o sorgente di S7-GRAPH?............................ 5-2
Creazione automatica del DB FC70/FC71/FC72/FC73 ................... 8-6, 8-10, 8-11
di istanza al momento del salvataggio.......... 15-3 Fine catena......................................................... 6-9
Creazione dei dati di diagnostica.................... 14-13 Finestra di lavoro................................................ 4-3
Creazione dei messaggi ................................. 14-13 Funzionamento automatico .............................. 9-10
Creazione del DB di istanza a posteriori........... 15-3 Funzionamento automatico (SW_AUTO) ......... 9-11
Creazione del progetto nel SIMATIC Manager ... 5-1 Funzionamento automatico
Creazione del progetto Trapanatrice o avanzamento passo passo........................ 9-10
nel SIMATIC Manager .................................... 3-7 Funzionamento manuale.................................. 9-10
Creazione della tabella dei simboli ..................... 3-8 Funzionamento passo passo............................ 9-10
Creazione di un FB di S7-GRAPH Funzione di ricerca ........................................... 4-16
e creazione di una catena sequenziale........... 3-9 Funzione di test ................................................ 3-18
comanda catena........................................... 3-18
Comanda catena .......................................... 3-18
D Funzioni di test ............................... 11-1, 11-2, 11-5
DB di istanza ..... 10-1, 10-2, 15-1- 15-4, 15-9-15-19 controllo e test di comandi sequenziali......... 11-1
accesso a ..................................................... 15-4 in STEP 7 ..................................................... 11-5
area dati interna.......................................... 15-18 Funzioni di test di STEP 7 ................................ 11-5
crea/aggiorna................................................ 15-3 Funzioni standard
Crea/aggiorna............................................... 10-1 FC70
descrizione dell'interfaccia............................ 15-1 FC71
modi di funzionamento ............................... 15-14 FC72
stampa.......................................................... 15-3 FC73................................................. 8-11
stato della catena ....................................... 15-13
struttura del passo ...................................... 15-11 G
struttura della transizione ............................. 15-9
struttura grezza............................................. 15-4 Gestione dei modi di funzionamento ................ 14-5
visualizza contenuto ..................................... 15-3 Gestione del comando di interblocco
Definizione dei segnali dell'impianto................... 3-6 e manuale nel funzionamento manuale........ 14-7
Definizione del blocco funzionale standard ...... 3-14 Gestione dell'abilitazione al funzionamento...... 14-4
Definizione della struttura del programma e
integrazione della catena sequenziale.......... 14-3 I
Definizione della struttura
della catena sequenziale| ............................... 3-5 Impostazione del set mnemonico ..................... 13-1
Diagramma funzionale................................. 3-3, 3-4 Impostazione del tipo di rappresentazione ....... 4-10
Dimensione del codice macchina ..................... 8-10 Impostazione dell'area di lavoro ......................... 4-9
Diramazione alternativa...................................... 6-7 Impostazione di default
Diramazione simultanea ..................................... 6-8 della rappresentazione ................................. 4-10
Dischetto di autorizzazione................................. 2-3 Impostazioni della scheda "Generale"................ 8-3
Disinstallazione di S7-GRAPH............................ 2-7 Impostazioni nella scheda "Messaggi" ............... 8-9
Durata di attivazione dei passi.......................... 7-24 Impostazioni nella scheda "Salva e compila"
avvisi .............................................................. 8-8
E descrizione interfaccia.................................... 8-7
esecuzione ..................................................... 8-6
Editazione della catena sequenziale parametri FB................................................... 8-6
con le barre degli strumenti .......................... 4-15 proprietà delle catene..................................... 8-8
Elementi delle catene sequenziali ...................... 6-4 Impostazioni per il DB di istanza ...................... 15-1
Elementi FUP .......................................... 7-21, 7-22 Impostazioni per la stampa............................... 12-1
Elementi KOP ..........................................7-18- 7-20 Indicatore di stato per il segnale di operandi .... 11-3
combinazioni................................................. 7-20 Indicatore di stato per passi e condizioni.......... 11-3
inserisci ........................................................ 7-19 Indicatori dei modi di funzionamento .............. 15-16
Elementi KOP per programmare condizioni ..... 7-18 Inizializzazione ................................................. 14-8
Eliminazione degli errori dopo la compilazione Inserimento della catena sequenziale
o verifica della coerenza ............................... 8-14 nel programma STEP 7 ................................ 3-15
Errore di controllo e conferma obbligatoria....... 7-25 Installazione ....................................................... 2-7
Errori di controllo .............................................. 7-25 Installazione dell'Automation License Manager.. 2-3
Esempi ............................................................... 7-4 Installazione dell'autorizzazione ......................... 2-3

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


Indice analítico-2 A5E00290662-01
Indice analitico

Installazione di S7-GRAPH................................. 2-5 P


Interblocchi ....................................................... 14-8
Interblocco vuoto .............................................. 7-17 Parametri........................................ 7-29, 15-5, 15-6
Interlock ................................................... 7-16, 7-17 dell'FB di S7-GRAPH ................................... 15-5
Introduzione...................................................... 14-1 inserimento nella catena sequenziale .......... 7-29
Introduzione di elementi FUP ........................... 7-22 Parametri dei blocchi
Introduzione di elementi KOP ........................... 7-19 e variabili nell'FB S7-GRAPH ....................... 7-29
Istruzioni per la creazione Parametri di ingresso dell'FB di S7-GRAPH....... 9-6
di comandi sequenziali ................................... 3-2 Parametri di uscita dell'FB di S7-GRAPH........... 9-8
Parametri FB .................................................... 15-5
Passi vuoti .......................................................... 7-3
L Passi/Transizioni ................................................ 6-5
License Key ..........................................2-1, 2-2, 2-4 Passo ......................... 6-2, 7-15, 7-16, 15-11-15-13
License Manager ......................................... 2-1, 2-2 descrizione nel DB di istanza ..................... 15-11
Licenza ........................................................ 2-1, 2-2 salta.............................................................. 7-16
Lunghezza degli array con indici .................... 15-14 Passo attivo........................................................ 6-2
Passo iniziale ..................................................... 6-5
Passo singolo ..................................................... 4-9
M Presentazione di S7-GRAPH ............................. 1-1
Modi di funzionamento ................................... 15-14 Presupposti ...................................................... 7-25
Modi di funzionamento per notifica e conferma................................. 7-25
del comando sequenziale ............................. 9-10 Progetto.............................................................. 5-1
Modifica della catena sequenziale.................... 3-19 creazione nel SIMATIC Manager ................... 5-1
Modifiche durante la messa in servizio........... 14-11 Programma di autorizzazione............................. 2-3
Modo di editazione ........................................... 7-19 Programmazione con operandi simbolici.......... 7-28
Direttamente ................................................. 7-19 Programmazione della struttura
Elemento preselezionato .............................. 7-19 delle catene sequenziali ................................. 6-1
Modo di editazione Direttamente ...................... 4-15 Programmazione di azioni ................................ 3-11
Modo di editazione Elemento preselezionato ... 4-15 Programmazione di azioni e condizioni .............. 7-1
Modo di funzionamento ................9-10- 9-14, 15-15 Programmazione di condizioni e azioni .............. 7-1
automatico.................................................... 9-11 Programmazione di controlli ............................. 3-13
automatico o avanzamento .......................... 9-14 Programmazione di transizioni ......................... 3-11
catena sequenziale....................................... 9-10 Punto di errore.................................................. 4-16
manuale........................................................ 9-12
nel DB di istanza......................................... 15-14 R
passo passo ................................................. 9-13
scelta ............................................................ 9-10 Regole
Modo di funzionamento automatico per la creazione dell'FB di S7-GRAPH ........... 5-3
o avanzamento (SW_TOP)........................... 9-14 per l'utilizzo delle License Key........................ 2-4
Modo di funzionamento manuale...................... 9-12 Regole per creare una sorgente di S7-GRAPH.. 5-3
Modo di funzionamento manuale (SW_MAN)... 9-12 Regole per il salvataggio delle sorgenti
Modo di funzionamento di S7-GRAPH ................................................. 8-2
passo passo (SW_TAP) ............................... 9-13 Regole per il salvataggio
di un FB di S7-GRAPH ................................... 8-2
Regole per la struttura
N delle catene sequenziali ................................. 6-4
Novità ................................................................. 1-4 Regole per l'introduzione di elementi KOP ....... 7-19
Regole per l'ntroduzione di elementi FUP ........ 7-22
Regole per l'utilizzo delle License Key ............... 2-4
O Regole per salvare e compilare.......................... 8-1
OB1 .................................................................. 3-15 Requisiti.............................................................. 3-2
Operandi specifici di S7-GRAPH Requisiti per l'installazione ................................. 2-5
per condizioni ............................................... 7-24 Richiamo dell'FB di S7-GRAPH................... 9-1, 9-2
Operazioni cicliche ..............4-10, 6-10, 7-17, 15-13 Rilevamento di stato dell'unità e stato
operazioni logiche combinatorie a bit ............... 7-20 di funzionamento .......................................... 11-6
Operazioni matematiche................................... 7-11 Riproduzione del modo di funzionamento
Operazioni matematiche per azioni ................ 13-19 nella catena sequenziale .............................. 14-6
Ottimizzazione del tipo di rappresentazione ..... 4-11

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


A5E00290662-01 Indice analítico-3
Indice analitico

S SW_TOP .......................................................... 9-10

S7-GRAPH
avvio ............................................................... 4-1
T
disinstallazione ............................................... 2-7 Tabella dei simboli.............................................. 3-8
installazione.................................................... 2-5 Tempi ............................................................... 7-24
S7-GRAPH-FB Durata di attivazione dei passi...................... 7-24
creazione............................................... 3-9, 3-10 Tempi per passi............................................ 7-24
Salto ................................................................... 6-6 Tempo di attivazione ...................................... 15-16
Salvataggio................................3-15, 8-1, 8-3, 8-12 Temporizzatori
calcolo dello spazio di memoria necessario . 8-10 azioni............................................... 13-14- 13-18
preimpostazioni per salvataggio Temporizzatori.............................................. 7-10
e compilazione............................................ 8-3 Temporizzatori per azioni ........................... 13-14
salvataggio di un FB o di una sorgente Tipi di licenza...................................................... 2-1
di S7-GRAPH ........................................... 8-12 Enterprise License.......................................... 2-1
salvataggio e chiusura Floating License ............................................. 2-2
della catena sequenziale .......................... 3-15 Rental License................................................ 2-1
salvataggio e compilazione ............................ 8-1 Single License ................................................ 2-2
Scelta di un passo con S_PREV o S_NEXT .... 9-15 Trial License ................................................... 2-2
Scelta di un passo con S_SEL ......................... 9-15 Upgrade License ............................................ 2-2
Scelta di un set di parametri FB.......................... 9-3 Transizione................................................ 3-11, 6-5
Set di parametri dell'FB ...................................... 9-4 Coppia passo-transizione e passo iniziale...... 6-5
Set di parametri FB............................................. 9-3 descrizione nel DB di istanza ....................... 15-9
Sincronizzazione ..........................11-4, 11-5, 14-10 programmazione .......................................... 3-12
Sorgente di S7-GRAPH...................................... 5-3 Transizione vuota ............................................. 7-16
Spazio di memoria necessario.......................... 8-10 Trattamento di errori di controllo....................... 7-25
Stampa ............................................................. 12-1
Stampa della catena sequenziale..................... 12-1
Stato della catena.....................15-13, 15-14, 15-16 U
array ........................................................... 15-14 Utilizzo delle funzioni standard
modi di funzionamento ............................... 15-14 FC70 FC71 FC72 e FC73 .......................... 8-11
Operazioni cicliche ..................................... 15-13
tempo di attivazione.................................... 15-16
Struttura a livelli V
esempio di una cella di produzione .............. 14-2 Valore di start contatore ................................. 7-9
Struttura del passo ......................................... 15-11 Variabili............................................................. 7-29
Struttura della transizione................................. 15-9 Verifica coerenza blocchi.................................. 11-8
Struttura delle catene sequenziali....................... 6-3 Vista dettagli....................................................... 4-6
Struttura di un DB di istanza............................. 15-4 Vista generale .................................................... 4-4
Struttura grezza del DB di istanza .................... 15-4 Visualizzazione di dati di riferimento ................ 11-7
Struttura sequenziale Visualizzazione e posizione
definizione della struttura................................ 3-5 delle barre degli strumenti ............................ 4-14
Strutture separate............................................. 15-1 Visualizzazione e stampa del contenuto
Superficie ........................................................... 4-2 del DB di istanza........................................... 15-3
Superficie di S7-GRAPH .................................... 4-2
Supervision....................................................... 7-17
SW_AUTO........................................................ 9-10 Z
SW_MAN.......................................................... 9-10
Zoom ................................................................ 4-11
SW_TAP........................................................... 9-10

S7-GRAPH per S7-300/400 Programmazione di comandi sequenziali


Indice analítico-4 A5E00290662-01