Sei sulla pagina 1di 91
R, AMBELAIN IL MARTINISMO « Ricevi, signore, secondo fa promessa det Filosofo Incognito, nostro maestro, lomaggio che ti fanno in questo luogo 4 tuoi servitori qui presenti! Che questa luce misterlosa rischiari nostri spirit {nostri cuort » «cE perché, soto ta forma che hanno un tempo adortara i nosri Macsii permettiamo ai simbol di manifestarst > (Idem).! * Con tautorizzazions del Gran Maestro Sostiuto df Ondine Martiista ‘Tradizionae, camo we estat di queso Riuale. (NAA) NOTA DELL'AUTORE In altre opere, prima 0 dopo la guerra abbiamo presentato ‘minuziosamente delle dottrine esoteriche, spesso differenti una dallaltea. ‘Lo abbiamo fatto, ogni volta, con imparzialiti, preoceupandoci di essere esatt circa quanto riportavamo, ‘Abbiamo spesso ricercato con cura, quello che poteva aaccomunare queste dottrine. Cosa che ci ha valso d'essere addltati con una molteplicita di pesanti appellativi, a seconda di come certuni interpretavano la nostra opera attraverso la loro lettura | E cosi che, fin dalla pubblicazione del nostro libro sul simbolismo delle cattedrali, siamo stati « insignti » de’alto grado di una seta satanica tra le pil tem! "Non se ne conosceva, a die il vero, con esattezza il nome ed i principi, ma senza dubbio non poteva essere che magia nera, Con il nostro studio sulla Gnosi e gli Of, diventammo addlrittura lucferini fanatici,e ei si feee perdi « favore » di non essere investti dellepiteto’(veramente Iusinghiero quello!) di Rosa-Croce, nonostante ultimo capitol trattasse Ia Toro dottrina, A dire il veto, il nostro amor proprio @ stato piacevolmente solleticato ! ra pubblichiamo uno studio sul Martinismo, Nessun dubbio che non si infangherd ered spiituale di Martinez de Pasqually, né si mancherh di descrivere con ccompiacimento le cerimonie mistiche con le quali tentiamo, nel nostro orgoglio perverso, di sottomettere le Potenze malvage al nostro dominio, di evocare le Intelligenze Celeste di intrattenere con fore, o addirittura di tentare, in un batter d'occhio, con un atto sacrilego di sfida, colui che Martine de Pasqually ed il suo discepolo, Luis Claude de Saint Martin, chiamavano il Riparatore Gi avversari fanatici delle sociota. segrete occultiste ci sccuseranno di malvagi_e tenebrosiintendimenti, © chissi,verremo annoverati nei ranghi della misteriosa coorte det Superior Incogniti | Ci @ stato chiesto da dove abbiamo attinto la nostra abbondante documentazione, € per quale miracolo siamo stati in grado di conoscere i percorsi ¢ le gesta di una Fratellanza multisecolare, nel corso di un perioda dove, prosertti e perseguitati con vigore, i suoi affiliati hanno dovute aumentare Ia prudenza e le precauzioni Risponderemo alle critiche malevole, dei nostri avversari, dichiarati o no, che questo poco importa per il valore del libro, © che abbiamo avuto accesso ad archivi che questi hanno trascurato, ma che abbiamo intenzionalmente visitato, 0 che abbiamo avuto, di dirtto, accesso ad un dominio ; non importa se le porte per essirimarranno sempre rigorosameate chiuse, Questo non riguarda che noi. Consegniamo piuttosto al pubblico un lavoro, che vuole essere storico ¢ dogmatico. Fil rigore della nostra opera la sola cosa che timettiamo al giudizio dei letior..” > bcos! che, a pagina 188 del nostro lavoro « Allombra delle CCattdrai», noi seriviamo a proposito del leggendario sabba medieval: sla messa era celebrata site reno sal vntre di uma donne nuda aveva omungue il suo esoterismo. Affermiamo. che la leggenda del Ssaba.ece..» Poi, @ pagina 189, trentasette sighe dopo, stimando di dover fare allusions al senso superiove di quest vito af Bassa magi, seriviamo « ariviamo a dive abbostanca per mettre i veri adept sla i,» Allusioe al uolo di Netab, a sephiracorspondente alle rai dela Donna Cosmica , vale a ire ad un centro energetico universale 1 E questo diventa sotto ln penns astiosa di M-Canclie,« alchimste speculative» Tinsegnamento tendenzioso che esponiama ; «Ambelain Lui stesso celebra fa sua messa nora sulle rent o aul ventre dana donna muda ¢ ‘ceada a chi male pensa- aoa fu alo che aiutare & opti sulls Via.» 4 Per il resto, ci affidiamo a tale Kérub, guardiano di una certa ‘Soglia,affinché conceda o meno loro Iscvesso a questo santuatio c’ehe hanno finora inutilmente cereato ! sre ene re oe cl eat pai pt aoe 5 INTRODUZIONE ‘quelli che hanno avvicinato i misteri jone, € quelli che li jgnorarono, non avranno, nel soggiomo delle ombre, una ‘medesima destinazione. » (Guamatico) «signore, vi trasmetto T'inizlazione secondo il nostro Maestro, Lowis-Claude de Saint-Martin, come Who ricevuta dal ‘mio Inizatore, come egli Uha a sua volta rleevuta da Louis Claude de Saint-Martin in persona, pit di centocinguanta anni fa. Ma prima vi invio, come invito ugualmente i miei Fratelli ‘qui presenti, a unirvi a me per consacrare questa stanza, «affinché dient per la doppia virts della parola e del gest, il Tempio Particolare' dove st va celebrando il Mistero di questa Iniziazione tradisionale, Questo perché, soito la forma che hanno adottato un tempo i nostri Maestri, permettiamo ai simboli di manifestarsi..» ei Divembre 1940. La neve copre Parigi. In questa fine serat, nelliora dove il pallido sole declina ¢ muore alfotizzonte arrossato, aleuni uomini sono riuniti, in una stanza ubicata all'ukimo piano di un immobile det quartiere latino, Vecchia ceasa del XVIII secolo, dalla larga e monumentale scala di legno. Fuori nelle strade, nelle piazze, nei caffe, dappertutto, armata tedesca vineitrice. E ovunque, gli agent’ del Governo i Vichy, Tl terrore poliziesco regna, sulle Societa Segrete e sugli Illuminati ino pcan piosola pare. ‘ * Dat Perquisizioni, pignoramenti, arresti, « fuorilegge ». Ma qui, &un altro mondo, Su un tavolo, ricoperto da un triplo telo, nero, bianco € rosso, emblema dei Tre Mondi, la Spada ad elsa cruciforme proietta i suoi bagliori trasversali sul Vangelo di Giovanni. piovono sui Dietro, fa il tremulo baluginare di tre alti ceri accesi ¢ disposti a triangolo, vagamente velato dalle volute del fumo profumato, si delinea impreciso, il contorno dell’Iniziatore, con I'Incensiere in mano, Egli traceia nello Spazio, eon un gesto ampio e sicuro il Segno misterioso. In disparte, solitario, brucia un altro Cero, Adagiati contro a base del candelabro un Cordone e una Masehera : la luce ddei Maestei Passati Nel silenzio degli astanti, muti e raccolti, la voce profonda continua a scandite il Rituale e le parole del Sacramentario escono chiare © nette, armoniose come Litanic. Queste stabiliscono ~ nello Spazio ¢ nel Tempo- i punti di giunzione che devono unire i vivi coi morti da tutto eid sembra che Ia stanza si sin riempita di invisibili presenze Eccellentissimo Signore, secondo la voce del Filosofo Incognito nostro Maestro l'omaggio che ti facciamo é quello dei tuoi servitori qui presenti ! Che questa Luce misteriosa rischiari i nostri spirit’ i nostri euorl come Vaureola ha gid fario un tempo rischiarando gli ‘chi dei nostri Maestri ! Che queste flamme illuminino con la loro fulgida chiarezza i Fratelli riuniti al tuo appello, che la loro presenza sa costantemente una vivente testimonianza della Toro Unione. Precisa sin nei pid piccoli particolari, la Cerimonia Iniziatica si svolge nella sua grandezza, 1 tempo stesso sembra non esistere Finché uno degli assistenti ha infine posto la Maschera Emblematica, immagine del Silenzio e del Segreto sul viso del Recipiendario, un altro lo ha rivestito di un gran Mantello, simbolo di Prudenza, e un terzo lo ha cinto di un Cordone rappresentante la “Catena di Fratellanza”. I lento officio teurgico continua. Dopo la consaerazione del ‘nuovo Fratello e la consegna del “Nome Esotetico”, risuonano Je ultime parole, e la cerimonia si appresta a concluders. “Possiate voi, Fratello mio, rispecchiare le parole dello Zohar: coloro che avranno posseduto 1a Divina Conoscens brilleranmo di tutto 10 splendore dei Ciell, ma chi l'avr’ ‘insegnata agli uomini, secondo le voei della Gtustizia, briller’ come stelle per tutta I'Eternital...” L'Iniziatore e Miniziato si sono rivolti verso il Cerchio Solitario, verso la Fiamma Immobile dove vegliano le Anime dei “Maestri Passati": ‘Fratelli, io vi presento N.... “Superiore Incognito” del Nostro Ordine, vi prego di aecettarlo fra noi Una staordiariaangoscia ena nel cure tut gl stan, Nell Oratorio, dove i fuo dll ncensodisecea fe gol dave semben che tte Ta Vita isa stata nelle plete ame ohe ae edit danzano, danza, dancan, elon ce ona ton senrano pi real el oor che on sono pi Sse re tan, le maschor Te iced ct lana, eto a plete dele spade, non 5 cede veo ce Maat Bsa an deat, Anzi al contrario, i pid vivi, sono / Morti del’ Oreline, i! Maestei ppassati, tutti riuniti Alla chiamate tuti sono venuti malgrado i seeoli! Loro sono 11, fedeli allappuntamento magico: Henry Kuarath, Tautore ell’Anfiteatro dell Etema Sapienza... Séthon, il prestigioso «Cosmopolita », morto sui cavalletti di tortura dell’Elettore di Baviera... Cornelio Agrippa, medico e alchimista di CarloV, ‘orto di miseria ¢ di fame... Christian Rosenkreutz, il pellegrino della sapienza... Jacob Boehme, il ciabattno illuminato.. Robert Fudd, dallntelligenza_meravigliosa,morto nelle” segrete dell’inquisizione, Francis Bacon, che si sospetta essere stato il grande Shakespeare... Martinez de Pasqually, il Maestro che osava evocare gli Angeli. Claude de Saint-Mastin, il portavoce del « Filosofo Incognito... Willermoz, depositario fedele del suo Maestro Martinez... e tutti gli altri di cui i nomi sono obliati, © che, ufficiali, grandi signori o umili di nascita, sotto il grande ‘mantello nero, sotto le parrueche incipriate, portarono ai. quattro angoli della vecchia Buropa, in questo XVIII secolo liberatore che vide finalmente realizzarsi il « grande disegno » dei Rosa Croce, il misterioso eco della « Parola Perduta ». Sovrastando tutte questi ombre, ccco che un" alta si leva, percorrendo "Oratorio, come un’ grande soffio venuto dalle regioni da dove emana lo Spirit, I'Anima stessa di tute le Fratellanze! Beco che, misteriosa ma ispratrice, inumana ma Aivina, inconoscibile ma illuminatrice, escola passa /Ombra di Elia Arisa. ae Fuori, nella notte finalmente scesa, Parigi si riveste di un silenzioso mantello bianco. Neviea sempre, ed il freddo diventa pid pungente ancora, Nelle strade, sulle piazze, in ogni dove, Hesercito tedesco, vitlorioso. Dappertutto sospeti e sorveglianza, inchieste © perquisizioni, perquisirioni e sequestri, sequestri ed arrest. A centinaia, in rappresaglia per attentati anonimi, gli 9 fostaggi cadono fucilati. Tra qualche mese appena, i primi ‘convogli partiranno per i campi di concentramento e peri lavori {orzati sul fronte dell’Est da eui non ritomeranno pi...e, come alle ore rosse del medioevo, il terore regna sug lumina Si sono innanzitutto attaccati alle Obbedienze Massoniche liberi pensatorio atei, unicamente intent nel far politica, Poi alle Obbedienze Spiritual ed infine, si é arrivati alle Organizeazioni Paramassoniche Questo ha abituato POpinione.... Ora si & ripresa la lotta secolare, impastoiata da settanta anni di liberalismo idcotogico; perché dietro alla Framassoneria e i suoi affiliati i sono altre cose da raggiungere! Cid che si ¢ voluto abbattere, Adefinitivamente, e per sempre eolpire a morte: & Veresia, il sempre vivo nemical Dictro alferesia, il suo animatore secolare: occultismo! Finalmente! Peco dunque la grande parola perdu, id, non lo si gridera sui tet, per lo meno, non subito! Ma, innanzitutto, saranno i suoi archivi, 1 suoi manosertt, 1 suoi studi dottrinali storici, che saranno messi sotto accusa nel corso delle ricerche, Ma invano ! Ed & cid che questo lavoro vuole dimostrare ek Nel libro, dato alle stampe nella primavera dell’snno 1939, trattante il simbolismo delle Catterai gotiche, serivermo queste righe, inconseiamente profetiche: «se Turagano, materialista © negatore, riuscira a sconvolgere il mondo; se i nuovi barbari, devastando biblioteche & musei, realizzeranno la teribile proferia di Henti Heine, so il martello di Thor schiaccerd Aefinitivamente le nostre Vecchio cattedrali edi loro meravigliosi messaggi, vorremmo eredere ancora alla salvaguardia deltessenviale sapere! nin «La tempesta & passata, in un mondo ridiventato barbaro, si troveri ancora qualche uomo, sufficientemente intuitivo, ma invaghito di mistero e di infinito, per andaro, piamente © pazientemente a ravvivare il lume antico vicino al famoso ssudario dove dormono gli dei mort Di nuovo, attraverso la grande notte dello spirito, la fiamma verde del sapere occulto guidera gli uomini vers il suo ‘meraviglioso regno, la luminosa e radiosa « Citta Solar » dei filosofie dei saggi » ek Che la Pace, che la Gioia, che la Carita siano nel nostro cuore «sulle nostre labbra, ora e per sempre.» Dicembre 1940: I'ultima frase del situale degli « Inisiati di Saint-Martin » ha risposto per nil ‘Tutto questo perché, tra tutti i molteplici_ « Ordini » di rmassonetia illuminista, nati in Francia ed in Buropa durante Pagitato XVIII seeolo, nessuno ebbe un'influenza paragonabile ‘a quello che é stato tramandato ai posteri sotto il nome comune (ed improprio daltronde) di Martinismo, ‘La sua apparizione coincide con quella di un bizzarro personaggio,che si chiamava Martinez de Pasqually. ‘Attualmente tutte le ipotesi pit romanzesche sul suo nome e sulle sue origini hanno corso. Gli uni lo vogliono di razza orientale (siriana), altri to deserivono cbreo (polacco...). Martinez de Pasqually non fi rng Tuno né Faltro, ed i suoi detrattori interessati, a meno di non usare false affermazioni storiche, cosa moralmente abbastanza grave, non possono pit ignorare o dissimulare i documenti, definitivi visto il loro earattere, che si possiede eirea il suo conto Tali documenti sono: 1) Lato di matrimonio del Maestro, con Ia signorina Marguerite Angelica de Collas ; 2)I1 certificato di cattolicita, datato 29 aprile 1772, rogistrato prima della sua partenza per Santo Domingo, dal Duca di Duras. Di questi due documenti, pubblicati dalla Signora René de Brimont, che si trovano negli archivi dipartimentali della Gironda, dove non si sa cosa vi si pud rinvenire, risulta che il personaggio si chiamasse, pit esattamente: ‘Jagues de Livron Joachim de la Tour de la Case Martines, de Pascally. Egli era figlio di Messer de Ia Tour de ta Case, nato a Alicante (Spagna ) nel 1671, e della signora Suzanne Dumas de Raina, “ ‘Nacque a Grenoble, nel 1727, ¢ mori a Santo Domingo, martedi 20 settembre 1774, Nessun dei patronimici precedenti pud farei supporre che fosse giudeo. 11 fatto di avere abitato a Bordeaux, per un certo periodo della sua vita nel Ghetto non é certo una proval Perché, se cconsideriamo tale il suo soggiomo nel Ghetto per assurgere titolo di ebreo (ma logicamente, come?), basterebbe obiettare che a Parigi dimord dagli agostiniani sul senza per questo esserlo! to che fosse forse di discendenza ebraica, 0 ebreo convertito. Obietieremo anche stavolta che Ia storia si serive con i documenti, e non con supposizioni, e che questo accanimento di certi « storiei» interessati_ a dipingerlo contemporaneamente ebreo © massone, & estremamente sospetto. La veriti, @ che, sebbene ignorasse Vebraico (e Vha confermato nei suoi lavoril...) si fosse invaghito della Cabala, e, come tutti i praticanti della magia cerimoniale, era incline ad utilizzare le tradizioni e gli element rmateriali degli ebrei. Anche il suo discopolo, il Marchese Louis Claude de Saint Martin, che per tutta la sua vita non si separd mai dda una bibbia ebraica, non era ebreo pid del suo Maestro ed utlizzd, come lui, elementi ebraii, basati tutti sulla tradizione religiosa cristina, Del resto non ignoriamo che il fatto di riconoseere, fonestamente, che tulte le tradizioni magiche © cabalistiche dolfoccidente sono in maggior parte ebraiche, fa fremere di piacere i fanatic’ avversari di tutte le conoscenze trascendentali! Allora chiediamo loro semplicemente, in tutta onesta, di volere gottare altresi lo stesso « diseredito » su un’altrareligione, su Maestri su un'ipostasi divina, che si richiama per Ia maggior parte della sua dottrina ‘alla tradizioneebraica: i rst 5 wer Lasciamo i modern farise, e definiamo di nuovo rapidamente | cronistoria delfOrdine degli Eleti Cohen,” Martinez de Pasqually pass la sua vita ad insegnare ai Massoni fancesi delle Obbedienze ordinarie (che erravano da sistema filosofico a sistema flosofieo ) sotto 'aspeto esteriore di un Rito ‘massonico ordinatio, un vero insegnamento iniziatico, suscettibile 4 indossare l'spetto di una teodicea, di una cosmogonia, di una ‘gnosi e di una filosofia Alfine di avere degli elementi gia quasi instradati verso una certa disciplina, intellettuale e materiale, non accettava nel suo Ordine che i Massoni regolari, insignti del Grado di Maestro (ter20 grado ). Dialtra parte, siecome giungevano da lui aleuni elementi di grande capacita, altraverso il canale della vita profana, decise, alla base del suo sistema, una trasmissione preliminare sufficientemente rapida dei tre Gradi della Massoneria Ordinaria (Massoneria Azzurra o di « San Giovanni »). In rela lost capi in sept, la raion segret di questa afiliazione petiminae al mate massonicn sedov nel fatto che asa sola i basva sla stessa leggenda elo sesso mito della Famassoneia, Martinez de Pasqallydava una spigavoneticendetale ila leygend di Hiram, esata del Su0 sistema teogonico, presenta senza comment, senza dna * Cohen. in ebraico, lente sacerdoe 6 allusione al suo significato esoterico, Suecessivamente ne dava tuna interpretazione particolare nelle classi superiori delfOndine, lasciando ai te gradi inferiori ordinari la spiegavione legeendaria, comune a tutte le Obbedienze. Martinez de Pasquslly porcorse misteriosamente una parte della Francie, il Sud-Est od il Mezzogiomo, Principalmente, Useiva da una citi senza dire dove eli fosse dretto e compariva senza lasciareintendere quae fosse stata la sua provenienza Comineid, molto probabilmente, la sua missione nol 1758, poiché, nella sua letera del 2 settembre 1768, dichiara ehe fate di Aubenton, commissai della Marina Reale, sono sooi adepti da diec! anni, Diffondendo Ia sus. dottrina, reccolse sdepti- nelle Logge i Marsiglia, Avignone, Montpellier Narbonne, Foix, Tolosa. Si stabilisee infine a Bordeaux, dove era gino il 28 aprile 1762: per sposarsi con la nipote Gun antio maggiore del Regeimento di Foix Prima di cominciae il suo apostolato mistico, aveva avuto innanziutt sicuramente unfattvita massonica Suo padre, Don Martinez do Pasqually, ea tolare di una patente massonica inglese, emessa il 20 magaio 1738, come Gran Maestro della. Loggi degli Stuard, col potere i trasmettere also. primogenito, per essere in grado. di scosttuire © dirigere come Gi. Ms. Logge e Tempit alla Gloria del G2. A:,D:. Li. Us. E cosi che Martinez fi in grado di fondare nel 1754, a Montplir i «. Questo perché ei insegna anzi di pits « 'Eterno Dio prese dunque I'Vomo, e 10 pose nel giardino dell’Eden, per ‘ammirarlo e per coltivarlo »...(Genesi- Il, 15) Questo Giardino & un simbolo, che ruppresenta Ia Conoscenza divina, acoessbile agli esserirelatvi.Infatti, la Cabala, tradizione segreta, & frequentemente definita come il Fruttero Mistico, In cbraico, frutteto si dice guineth, parole formata dalle tre letere (ghimel, oun, tau) intial delle tre seienze secondarie, chiavi della Cabala: la Gematria, il Notaricon e la Temursh, Lisomo primitive di cui parla Ia Genesi, nel suo racconto ppuramente simbolico, non & di eame, eon una sembianza simile alla nostra, ma uno Spirito, emanato da Dio, composto di una forma (che Ia Genesi chiama il corpo), anslogo del resto al corpo glotioso definito dai teologi, creato da Dio Eterno, e da tuna scintilla animatrice, che @ integralmente divina, poiché la Genesi stessa ci dice che ful “soffio” stesso di Dio. Il nostro Uomo-archetipo & dunque semi-divino, Nato dalla materia primordiale (dal eaos; composto di terra ¢ di acqua simbolici), per la sua forma , ed 8 nato da Dio per questo sofio divino che lo anima, soffio nato da Dio stesso, ‘Adamo ed il Verbo Creatore sono simili, poiché uomo- archetipo continua, nel simbolico giardino dell’Eden, opera u Parallelamente ad Adam Kadmon (I'Uomo-Archetipo 0 (Genesi I, 2). sa sd Da altri elementi della tradizione giudeocristiana ei 2 stato tramandato che gli Esseri di questa ereazione_primitiva (simboleggiati dal cielo), vale a dire gli Angeli, si divisero in 3s due categorie, gli Angeli fedeli e gli Angeli ribelli in seguito ‘ad una prova, voluta da Dio, ‘Questo é stato mal compreso, Dio, principio di infinita perfezione, non ha potuto tentare gli fangeli dopo la loro emanazione, né’Ii rifiuta, dopo Ia loro involuzione. ‘Al contrario, tai tit, arrivate al termine della Missione per la quale Dio li aveva emanati, (vale a dire liberati, dotati cost ‘nevessariamente del libero arbitrio), si sono rifiutatt di reintegrarsi ‘nell'Assoluto il piano divino, sorgente dello Sconfinato Bene. Hanno allora preferito Vio, momentaneo, mortal, illusorio, al sé, temo, reale, immortale. Hanno preferto vivere al di fuori di Dio, piuttosto che reintegrarsi, e beneficiare cosi della sua perfezione infinita Sono dungue loro che si sono momtentaneamente allontanati da Dio, per un ato libero, sebbene exvoneo. Non & 'Assoluto che li ha rigettatiingiustamente, né€la causa del loro esilio. Di conseguenza, il ritorno indietro, © la redenzione, rimangono possibili, quando I'Entiti celeste acconsentira a riprendere la strada del divino. “Ma in attesa di questo ritorno verso la luce e la verita immanente, rimangono, per il loro atteggiamento egoico, ribelli (alloffeta divina primitive e permanente), smarviti, (poieh® allinfuor! del loro destino legittimo), perversi, ( poiché vivono al di fuori del ‘Sovrano Bene, e dungue nel male) Ora, qualungue cosa corrotta tende, per sua natura, a ccorrompere eid che & sano, Questo accade nel dominio degli esseri spiritual, pit ‘ancora che in quello del piano materiale, perché ci si mescolano: I'invidia o la gelosia, (coscienza, malgrado tutto, di ‘un'inferioriti reale), Torgoglio (volonta di avere ultima pparola!) e Vintelligenza (rimasta 18 stessa, ma nellespressione -massima di queste mancanze), 26 E perché In tradizione ci dice che Tinsieme degli Esser spisitualiperversi, (V'Eggregoro del mele), ralfigurato. sotto immagine del sexpente, fr geloso di questo essere, a. lui superiore, ed immagine di Dio al quale queste entita decadute pretendevano di sostiurs Loro hanno agito dungue (tlepaticamente forse), sull’Adam Kadmon, spngenoto a supe i contin dalle sue posit patra Essere misto per sua natura, mezzo spitituale © mezzo materiale, androgino dove la forma elo. spitito si compenetravano mutualmente, 'Uomo Archetipale doveva mantenere una certa armonia, tin equilibrio necessaro, in quel Dominio dove Dio lo aveva posto Egli doveva doveva vegliare sulle Sue disposizioni, coperarvi,continure 'impresa di questo Spiito di Dio di cui eet cra il riflesso, Tintendente, i celeste «maestro-Jaques » immediato... & 4 questo ruolo di Architetto dell Universo, che ‘Adam Kadmon era preposto ma di un Universo pit sotile che il nostro, quel Regno «che non édi questo mondo», di ui pastano i Vangel. Sotto Timpulso delle Entté metaisiche perverse, Uomo archetipo si & mutato in Demiurgo indipendente. Rianovando la loro colpa, ha modifieao e perturbato le Leggi che aveva per ccrare di'frsi ubbidire. Ha tentato, audace e rielle, di farsi ereatorea sua volta, e di uguagliare con le sue opere Dio sesso Egli non ha fatto altro perd che modificare il suo primitivo destino In questi due destni, quello di Lucifer, primo degli Angeli, ¢ quello di Adamo, primo dealt uomiai,notiamo dei parallelism E forse da questa traizione che nasce uso di consacrare agli Dai o a Dio, i primi frutti di una raccoltao il primo nato di un trexge. E’ un dato ci fatto che, nella simbolica storia ell Umanitd cosi come ci tramanda Ia Genesi, ett i a primogeniti: Caino, Cam, Ismacle, Esa , eccetera... sono ‘isteriosamente marchiati da un destino avverso. ‘Ma mentre Dio, nelle sue possibilita infinite, pud far seaturire ‘qualeosa dal nulla, Tuomo, ereatura dalle possibilit limitate, non ‘pud che modificare eid che esiste gia, senza poterereare aleunché dal nulla, L'Uomo-archetipo, volendo ereare degli esseri spiritual, come Dio aveva creato gli Angeli, non ha fatto che oggettivare Suoi propri eoncetti. Desideroso di concedere loro corpi, egli ron ha potulo che integrarli nella materia pid grossolana. Volendo animare il caos, («le Tenebre esterner), come Dio aveva animato il mondo metafisico che gli era stato originariamente affidato, egli non ha fatto altro che sprofondare in questo caos a sua volta. Infati, essenrdo Dio , nel senso il pit assoluto della parola (cio sono colui che & » dice a Mose, sul Sinai), non pud esistere sleunché di anteriore ad Bgl. Per ereare Ia Maveria primitiva, Dio ha ritrato semplicemente una parte delle sue infinite perfezioni di un porzione della sua essetiza infinita, Questo ritiro parziale della Perfezione spirituale pit assoluta ba finito inevitabilmente pet cteare Mmperfezione Materiale Relativa, Questo gistifica il fatto che li Creavione, qualunque essa sia, non pub mai essere perfetta Questa & nevessariamente imperfetia a causa del fatto che non. eDio! In imitazione dell’Assoluto, Adam Kadmon dungue tenta di creare una «anateria prima», da Alchimista inesperto; infatti sara quella Vorigine della sua caduta LUomo-urchetipo & un androgino. Ta Genesi ( Capl, 27, 28}, dice: « Dio ered Muomo a sua Immagine: masckio e femmina, lo cred...» questo clemento negativo, femminile, che Adamo oggettivizza fuori da sé stesso, ‘Questo fianco sinisto, fermi, passivo, lunare, tenebroso, materiale, che separa dal fianco destro, maschile, ativo, solar, 38 uminoso, spiritual, da la nascita ad Eva. La Donna-Archetipo & danque generata da uno dei due fianchi dell’Androgino, e non da,una delle sue «costey.... (Tutte le religion’ antiche hanno concepito un essere divino, originario, che eta contemporaneamente maschio¢ femmina). La Genesi fo afferma (Capitolo Il, 23, 24 ): «e Adamo dice: ‘Questa é finalmente ossa delle mie ossa, carne della mia carne, (cali, conserva dunque lo spiritoe Nanima) Lei sari chiamata Donna, in ebraico Isha, perché & stata generata dal! uomo, in ebraico Ish. » E questa materia nuova, TEva della Genesi, la Donna Simbolica, che Adamo penetra per ereare Ia vita, L'Uomo- Archetipo si & dunque degradato tentando di uguagliarsi a Dio. I suo nuovo dominio, il mondo ilico della gros, il nostro wniverso materiale, mondo pieno di imperfezioni e di mali 1 poco bene che vi tisiede, viene dalle antiche perfezioni dell’ Uomo Atchetipo, perché, scissi in due Esseri differenti, Ia somma suddetta di perfezioni originaria non pud essere totale in eiaseuno di loro. Per questo motivo decade ed & per lo stess0 motivo che la Natura ra stata deificata dai cultiantichi, Era la Madre di tutto cid che &, ma di cid che & sotto i cieli, « semplicemente ». Iside, Eva, Demetra, Rhéa, Cibéle, non sono che i simboli dolla natura materiale, emanata da Adam Kadmon, personificata dalle vergini nere, simboli della Prima Materia. 9 L “Androgino gnostico “0 Liessenza superiore di Adam Kadmon, imtegrato in seno alla Materia nuova, @ diventata lo Zolfo, espressione alchemica che designa anima det mondo. L'essemza seconda, il mediatore plastico, cid che costiuiva ta forma di Adamo, il suo doppio ‘superiore, & diventato il Mercurio, altra espressione alchemica che designa Vastrale degli occultisti, i piano intermedio, La ‘materia nata dal eaas secondo, & il Sale alchemico, il supporto, i ricettacolo, la prigione, Analogamente, possiamo dire che Adamo € diventato lo Zolfo, Eva il Sale, ¢ che il Caino della genesi @ il Mercutio di {questa simbolica trade. Termini che Alchimia connota anche sotto quelli di Re, di Regina edi Servtore dei sag. Si capisce allora perché, a tutti i suoi gradi, Ia Materia universale & vivente, cosi come ammette Tantica alchimia ¢ la modema chimica, e come, nelle sue manifestazioni, questa pud ‘essere pi 0 meno cosciente ed intelligente a seconda dei quattro regni della natura : mineral, vegetale, animale e umano (trai quali non vi é dlitonde alcuna soluzione di continuitay & ['Uomo- Archetipo, 'Adam Kadmon, Vintelligenza del Demiurgo primitivo, che si-manifestd, sparso,” sparpagliato, imprigionato, Eeco il rivestimento di peli eu fa rferimento Ia Genesi: «e Dio fece per Uomo e per la Donna « cose di pelle» Hi rivet». (Ml, 21) Questo nuovo universo @ ugualmente diventato il rfugio delle Entita decadute. Vi si sono rifugiate per allontenarsi tncora di pid dall'Assoluto, nella chimerica speranza di sfuggire alle Leggi etere, presenti ovunque. Gli Esseri malefici hanno dunque un interesse primordial affinehé "Uomo, disperso ma ovunque presente in seno alla Materia costituente I'universovisibile, continui ad organizzare e a far proliferare questo regno, divenuto ormai il loro. Come anima dell'Vomo-Archetipo & prigionicra della materia ‘universal, l'nima del!'Uomo-individuo & prigioniera del proprio a ‘corpo materiale. F° la morte fisica, (il solo effetto degno di nota che egli ha guadagnato, dice 1a Genesi.. le reincarnazioni che le suecedono, sono i modi per i quali le entita decadute ‘manifestano il loro ascendente sul! Uomo. Si capisce meglio allora la parola del Redentore, «inteso» ‘come i Profati quali Isaia: « O morto, dove é la tua vittoria? 0 morte dove @ i tuo pungolo... » (il pungolo dei sensi, che incitano V'anima separata a reinearnarsisi in un corpo di materia, d. La potenza, la sapienza, la bellezza che si manifestano ancora in questo universo materiale, sono gli sforzi dell'Uomo-Archetipo per ridiventare cid che era anteriormente alla sua Caduta. Le ‘qualité contrarie, sono le Entita decadute che si manifestano, per ‘mantenere il clima che hanno auspicato cio’ di farsi creare per rimanerci come hanno voluto fare un tempo, quando hanno interotto deliberatamenteil loro sitorno verso l'Assoluto. Luomo-archetipo non riprendera possesso del suo primitive splendore e della sua libert, se non separandosi da questa materia che lo invischia da tutte le part. Per eid, tutte le cellule che lo ‘compongono (cioé gli uomini-individui }, possono dopo la loro morte naturale, —ricostituire Atchetipo _reintegrandosi definitivamente, sotraendosi cosi si cel delle reinearnazioni. Alora i Mierocosmi ricosituiranno il Macrocosmo, Gili Uomini individui, quali riflessi materiali dell'Archetipo, sono dunque ugualmente (qualche scalino sotto), dei riflessidivini ‘come TArchetipo é, eli stesso il rifless0 di Dio, del primitive ‘Verbo creatore 0 Logos, dello Spirto di Dio di cui parla 1s Genes E dunque ovviamente egli, «il Grande Architetto dell'Universo » ed ogni culto dadorazione reso a quest'ultimo 2 un culto satanico poiché & reso all'Uomo e non all’Assoluto. Eeco perché 1a Massoneria fo imoca senza adorarlo. Poiché Uomo si tuffa nell'stmosfera demoniaca di questo Mondo Materiale dove respira ad ogni istante «intelletto » ‘malefico, ei dice Martinez de Pasqually, © sembra in cattiva a posizione per resistere, il Creatore stabilisce equilibrio distaccando dal suo Cerchio Spirituale Divino uno Spirito Maggiore per essere guida, sostegno, consiglio e compagno del Minore che emana e scende dall'mmensith celeste per essere incorporato al Mondo Materiale (0 ceatro di materia elementare) per andare ad operare, secondo il suo libero-arbitro, nel eerchio terrestre ‘Tuttavia il consiglio di uno Spirito Maggiore non basta ccorre ancora il soccorso operative di un Minore Eletto, Laiuto che questi porta alla sua riconcliazione & doppio. Trasmette diretamente le istruzioni del Crestore cirea il eulto teurgico che deve essergitributato; comunica agli Uomini di Desiderio presso i quali € stato mandato i doni che 'uomo hia ricevuto, segnando il carattere col sigllo mistico senza il quale alcun Minore non pud essere riconeiliato. (Questa ordinazione misteriosa € la condizione essenziale della sua riconciliazione, poiché senza, qualunque siano i metiti personali, un Minore rimane in privazione, vale a dite senza comunicazione con Dio, Diamo ancora qualche precisszione sulla Paeumatologia di Martinez 8 8) Gli Eset Spiritual sono gi Bou dela Gnsi, Jelice Madi che vivono in seo alla Divi Mondo $a spr spr, aS Do Divino“) Sr Dt som een troche dl ina Nes kot agg! sce copie ‘Eom con Bo, af oni ry csp dome eet Age del i {qu deren som petal conser Meee