Sei sulla pagina 1di 7

BANDO D.D.

1532/2016
SETTORE CONCORSUALE 08/B3
TECNICA DELLE COSTRUZIONI

CANDIDATO: LATOUR Massimo - FASCIA: II

GIUDIZIO COLLEGIALE:

GIUDIZIO:
- Contributo individuale del candidato alle attività di ricerca e sviluppo svolte
Il contributo del candidato alle attività di ricerca e sviluppo svolte, quali si evincono dal
curriculum, è riconoscibile in base alla coerenza tra quelle sviluppate in gruppo e quelle
individuali e alla verificata possibilità di ricondurre la sua produzione scientifica a tali
attività, in relazione alle tematiche affrontate.
- Impatto della produzione scientifica
Il candidato è valutato positivamente con riferimento al titolo 1 dell’Allegato A al D.M.
120/2016, atteso che gli indicatori relativi all’impatto della produzione scientifica
raggiungono tutti e tre i valori soglia previsti dal D.M. 602/2016.
- Titoli
Nella seduta di insediamento del 22/12/2016 la Commissione, ai sensi dell’art. 8, comma
1, del D.P.R. 95/2016, ha individuato e definito i seguenti titoli:
A. organizzazione o partecipazione come relatore a convegni di carattere scientifico in
Italia o all’estero (n. 2 in elenco di ALL. A, D.M. 120/2016);
B. direzione o partecipazione alle attività di un gruppo di ricerca caratterizzato da
collaborazioni a livello nazionale o internazionale (n. 3 in elenco di ALL. A, D.M.
120/2016);
C. responsabilità di studi e ricerche scientifiche affidati da qualificate istituzioni pubbliche
o private (n. 4 in elenco di ALL. A, D.M. 120/2016);
D. responsabilità scientifica per progetti di ricerca internazionali e nazionali, ammessi al
finanziamento sulla base di bandi competitivi che prevedano la revisione tra pari (n. 5 in
elenco di ALL. A, D.M. 120/2016);
E. direzione o partecipazione a comitati editoriali di riviste, collane editoriali, enciclopedie
e trattati di riconosciuto prestigio (n. 6 in elenco di ALL. A, D.M. 120/2016);
F. partecipazione al collegio dei docenti, ovvero attribuzione di incarichi di insegnamento,
nell’ambito di dottorati di ricerca accreditati dal Ministero (n. 7 in elenco di ALL. A, D.M.
120/2016);
G. formale attribuzione di incarichi di insegnamento o di ricerca (fellowship) presso

-1-
qualificati atenei e istituti di ricerca esteri o sovranazionali (n. 8 in elenco di ALL. A, D.M.
120/2016);
H. conseguimento di premi e riconoscimenti per l’attività scientifica, inclusa l’affiliazione
ad accademie di riconosciuto prestigio nel settore (n. 9 in elenco di ALL. A, D.M.
120/2016);
I. risultati ottenuti nel trasferimento tecnologico in termini di partecipazione alla creazione
di nuove imprese (spin off), sviluppo, impiego e commercializzazione di brevetti (n. 10 in
elenco di ALL. A, D.M. 120/2016);
J. specifiche esperienze professionali caratterizzate da attività di ricerca del candidato e
attinenti al settore concorsuale per cui è presentata la domanda per l’abilitazione (n. 11 in
elenco di ALL. A, D.M. 120/2016).
La Commissione, sulla base di quanto inserito dal candidato in domanda, dopo
approfondito esame, ritiene che risulti accertato il possesso dei titoli A, B, C, E, I, J, che
attestano una buona esperienza nell’esercizio di attività scientifiche e di ricerca coerenti
con le funzioni di professore universitario di II fascia.
La Commissione valuta il mancato possesso degli altri titoli da parte del candidato in base
alle seguenti motivazioni:
Titolo Motivazione
D – l’attività coerente con il titolo è insufficiente;
F, H – non sono dichiarate né rilevabili attività che concorrono al titolo;
G – l’attività coerente con il titolo copre un periodo limitato.
Per quanto sopra, il candidato risulta in possesso di almeno 3 titoli tra quelli individuati e
definiti dalla Commissione.
- Pubblicazioni scientifiche
Il candidato ha presentato complessivamente N. 10 pubblicazioni scientifiche.
La Commissione, valutate le pubblicazioni secondo i criteri di cui all’art. 4 del D.M.
120/2016, a maggioranza dei 4/5 dei Commissari, approva il seguente giudizio: le
pubblicazioni sono complessivamente coerenti con le tematiche del settore concorsuale e
con quelle interdisciplinari ad esso pertinenti. La produzione scientifica del candidato
risulta continua sotto il profilo temporale, e caratterizzata da una collocazione editoriale di
ottimo livello, comprendendo prevalentemente riviste di rilievo internazionale. La
Commissione inoltre rileva che nei lavori eseguiti in collaborazione l’apporto individuale
del candidato risulta di buon livello.
Le pubblicazioni riguardano prevalentemente le connessioni nelle strutture a telaio in
acciaio e in legno, i collegamenti alla base delle colonne in acciaio e, secondariamente, le
connessioni acciaio-calcestruzzo di travi tralicciate miste. Nei sistemi intelaiati si
considerano anche connessioni dissipative ad attrito valutandone l’efficacia in relazione al
materiale utilizzato.
Gli argomenti sono affrontati con rigore metodologico sia nella esecuzione di prove
sperimentali sia nella modellazione di dettaglio agli elementi finiti; in alcuni casi vengono
proposte relazioni analitiche che si prestano alle concrete applicazioni, nel quale ambito
sono ricorrenti i riferimenti normativi.
Complessivamente le pubblicazioni presentate dimostrano un grado di originalità tale da
contribuire in modo significativo al progresso dei temi di ricerca affrontati e possono
essere ritenute di qualità elevata in relazione al settore concorsuale e alla qualificazione

-2-
scientifica richiesta per le funzioni di professore universitario di II fascia.
Si apprezzano, in particolare, i modelli proposti per la simulazione del comportamento
ciclico delle connessioni considerate.
Alla luce delle valutazioni di cui sopra e dopo approfondito esame del profilo scientifico
del candidato, la Commissione, a maggioranza dei 4/5 dei Commissari, ritiene che lo
stesso presenti complessivamente titoli e pubblicazioni tali da dimostrare una posizione
riconosciuta nel panorama almeno nazionale della ricerca, come emerge dai buoni
risultati prodotti, in termini di qualità e originalità per il settore concorsuale rispetto alle
tematiche scientifiche affrontate.
Conseguentemente si ritiene che il candidato possieda la maturità scientifica richiesta per
le funzioni di professore di II fascia.

GIUDIZI INDIVIDUALI:

FRANCO BONTEMPI:
[1] L’impatto della produzione scientifica del candidato è valutato positivo, preso atto che
tutti e tre gli indicatori di cui al D.M. 120/2016 hanno un valore non inferiore al
corrispondente valore soglia previsto dal D.M. 602/2016.
[2] Con riferimento alla numerazione riportata nell’elenco in All. A del D.M. 120/2016, si
riconosce al candidato il possesso dei titoli 2, 3, 4, 6, 10, 11 che dimostrano una buona
esperienza nell’esercizio di attività scientifiche e di ricerca.
[3] Il candidato (1983) ha presentato dieci pubblicazioni (tutti articoli su rivista), prodotte
nel periodo 2012-2017.
[4] La produzione scientifica appare continua.
[5] La collocazione editoriale risulta molto buona.
[6] Le tematiche affrontate nelle dieci pubblicazioni rientrano in quelle proprie del settore
concorsuale e riguardano lo studio numerico-sperimentale delle connessioni in acciaio
(#12648418 su elementi tubolari, #4657306 e #7244476 squadrette/angolari dissipativi,
#7244473 e #8592329, tra i quali si riscontrano sovrapposizioni, con impiego di materiali
ad attrito per aumentare lo smorzamento nei collegamenti), l’impiego di squadrette a L in
acciaio per connessione di pannelli in legno (#11480532).
[7] Tutte le dieci pubblicazioni (mediamente a tre nomi) sono sviluppate prevalentemente
nello stesso gruppo di ricerca, con alcune collaborazioni internazionali (#12648418 e #
7244476). Dal punto di vista generale il lavoro di ricerca appare sufficientemente rigoroso
anche se ripetitivo e con alcune sovrapposizioni di contenuti. Interessanti e ben presentati
i contributi citati riguardanti angolari dissipativi, come anche il contributo #11554932
(studio analitico sulla resistenza di elementi strutturali a traliccio composti acciaio-cls).
Elementare e caratterizzato da scarsa innovatività, appare il contributo #7244478 sullo
studio sperimentale/numerico della connessione di base di colonna in acciaio su plinto in
c.a.; la stessa applicazione viene invece trattata con maggiore dignità in #6182220
considerando incertezze sulle resistenze (anche se lo studio è sviluppato con metodi
numerici di base).
[8] Nel complesso, anche considerando il costante inserimento nello stesso gruppo di
ricerca, l’apporto individuale risulta riconoscibile.
[9] Nelle pubblicazioni risulta presente un adeguato rigore metodologico supportato da
una bibliografia che appare adeguata ma anche pesantemente autoreferenziale.

-3-
[10] Nelle pubblicazioni sono presentate alcune applicazioni strutturali.
[11] Complessivamente, appaiono elementi sufficienti affinché le pubblicazioni presentate
possano essere ritenute di qualità discreta in relazione al panorama nazionale del settore
concorsuale.
[12] Alla luce di queste valutazioni e dopo esame del profilo scientifico del candidato, il
sottoscritto commissario ritiene che lo stesso non possieda ancora la maturità scientifica
richiesta per le funzioni di professore di II fascia nel settore di Tecnica delle Costruzioni.

ORESTE SALVATORE BURSI:


Il contributo individuale del candidato alle attività di ricerca e sviluppo svolte quale si
evince dal curriculum è attestato dalla coerenza di tali attività con la relativa produzione
scientifica.
Il candidato è valutato positivamente con riferimento al titolo 1 dell’Allegato A al D.M.
120/2016, atteso che gli indicatori relativi all’impatto della produzione scientifica
raggiungono tutti e 3 i valori soglia previsti dal D.M. 602/2016.
Il candidato risulta in possesso di almeno 3 titoli tra quelli individuati e definiti dalla
Commissione nella prima riunione ai sensi dall’art. 8, comma 1, del D.P.R. 95/2016. In
particolare il Commissario, sulla base di quanto inserito dal candidato in domanda, dopo
approfondito esame, ritiene che risulti accertato il possesso dei seguenti titoli: 2, 3, 4, 6,
10 e 11.
Il candidato ha presentato complessivamente N. 10 pubblicazioni scientifiche prodotte nel
periodo 2012-2017, con collocazione editoriale su riviste a diffusione internazionale. La
produzione delle pubblicazioni scientifiche presentate dal candidato ai sensi dell’articolo 7
del D.M. 120/2016 risulta continua sotto il profilo temporale.
Le tematiche affrontate rientrano pienamente in quelle proprie del settore concorsuale e
riguardano alcuni temi di ricerca nel settore delle costruzioni in acciaio e composte
acciaio-calcestruzzo, con particolare riferimento alle connessioni e ai collegamenti. Sono
presenti sia approcci analitici e numerici che sperimentali condotti con buon rigore
metodologico. Nel complesso alcuni contributi sono originali.
Tutte le pubblicazioni sono state eseguite in collaborazione e l'apporto individuale del
candidato risulta di buon livello soprattutto nel caso dei collegamenti dissipativi. La
collocazione editoriale è internazionale e di buon livello. I risultati delle pubblicazioni
scientifiche sono rilevanti per le tematiche del settore concorsuale.
Complessivamente le pubblicazioni presentate dal candidato ai sensi dell’articolo 7 del
D.M. 120/2016 dimostrano un buon grado di originalità tale da contribuire in modo
significativo al progresso dei temi di ricerca affrontati e possono essere ritenute di qualità
<<elevata>> secondo la definizione di cui all’Allegato B al D.M. 120/2016, in relazione al
panorama nazionale del settore concorsuale.
Alla luce delle valutazioni di cui sopra e dopo approfondito esame del profilo scientifico
del candidato, il Commissario ritiene che lo stesso presenti complessivamente titoli e
pubblicazioni tali da dimostrare una posizione riconosciuta nel panorama della ricerca
nazionale, come emerge dai consistenti risultati della ricerca in termini di qualità e
originalità rispetto alle tematiche scientifiche affrontate del settore concorsuale.
Conseguentemente si ritiene che il candidato possieda la maturità scientifica richiesta per
le funzioni di professore di II fascia.

-4-
GUIDO MAGENES:
Il contributo individuale del candidato alle attività di ricerca e sviluppo svolte quale si
evince dal curriculum è attestato dalla coerenza di tali attività con la relativa produzione
scientifica.
Il candidato è valutato positivamente con riferimento al titolo 1 dell’Allegato A al D.M.
120/2016, atteso che tutti e 3 gli indicatori relativi all’impatto della produzione scientifica
raggiungono i valori soglia previsti dal D.M. 602/2016.
Il candidato risulta in possesso di almeno 3 titoli tra quelli individuati e definiti dalla
Commissione nella prima riunione ai sensi dall’art. 8, comma 1, del D.P.R. 95/2016. In
particolare il Commissario, sulla base di quanto inserito dal candidato in domanda, dopo
approfondito esame, ritiene che risulti accertato il possesso dei seguenti titoli: 2, 3, 4, 6,
10 e 11.
Il candidato ha presentato complessivamente N. 10 pubblicazioni scientifiche prodotte con
continuità nel periodo 2012-2017, con collocazione editoriale su riviste a diffusione
internazionale.
Le tematiche affrontate rientrano in quelle proprie del settore concorsuale e riguardano
prevalentemente i collegamenti nelle costruzioni in acciaio (prevalentemente tramite
unioni bullonate) e le unioni dissipative ad attrito; si rilevano inoltre un lavoro sulle
connessioni di travi tralicciate miste acciaio-calcestruzzo e uno sul comportamento
sismico di edifici a pannelli di legno con diversi tipi di collegamenti.
I lavori presentano approcci sia sperimentali che teorico-numerici, sviluppati con rigore
metodologico e con chiaro riferimento alle applicazioni. Le pubblicazioni sono tutte
prodotte in collaborazione; l’apporto del candidato, riconoscibile anche per la coerenza
con le attività di ricerca attestate dal curriculum, appare complessivamente significativo.
La collocazione editoriale dei lavori è internazionale e di buono o ottimo livello.
Complessivamente, si riscontrano diversi contributi originali nell’ambito delle tematiche
del settore concorsuale, con alcuni risultati di rilievo. Si apprezzano in particolare per
rilevanza e qualità i lavori “Experimental analysis on friction materials ….” (2014),
“Experimental analysis and mechanical modeling of T-stubs…” (2014) e “Free from
damage beam-to-column joints…” (2015).
Complessivamente le pubblicazioni presentate dal candidato ai sensi dell’articolo 7 del
D.M. 120/2016 possono essere ritenute di qualità <<elevata>> secondo la definizione di
cui all’Allegato B al D.M. 120/2016, in relazione al panorama nazionale del settore
concorsuale, con riferimento al ruolo di professore di II fascia.
Alla luce delle valutazioni di cui sopra e dopo approfondito esame del profilo scientifico
del candidato, il Commissario ritiene che lo stesso presenti complessivamente titoli e
pubblicazioni tali da dimostrare una posizione riconosciuta nel panorama della ricerca
nazionale, come emerge dai buoni risultati della ricerca in termini di qualità e originalità
rispetto alle tematiche scientifiche affrontate del settore concorsuale, con riferimento al
ruolo di professore di II fascia. Conseguentemente, si ritiene che il candidato possieda la
maturità scientifica richiesta per le funzioni di professore di II fascia.

MAURIZIO PAPIA:
L’impatto della produzione scientifica del candidato è valutato positivamente, preso atto
che tutti e tre gli indicatori di cui al D.M. 120/2016 hanno un valore non inferiore al
corrispondente valore soglia previsto dal D.M. 602/2016.

-5-
Con riferimento alla numerazione riportata nell’elenco in All. A del D.M. 120/2016, si
riconosce al candidato il possesso dei titoli 2, 3, 4, 6, 10 e 11, che dimostrano una buona
esperienza nell’esercizio di attività scientifiche e di ricerca.
Il candidato ha presentato dieci pubblicazioni, numero massimo previsto dal bando,
prodotte con continuità nel periodo dal 2012 al 2017, tutte su riviste a diffusione
internazionale.
La collocazione editoriale è di ottimo livello, comprendendo numerose riviste di riferimento
per il settore concorsuale.
Le pubblicazioni riguardano prevalentemente l’analisi del comportamento e le tecniche di
progettazione di connessioni di telai in acciaio o in legno, tradizionali o dotate di sistemi di
dissipazione, dei quali si analizzano, in particolare, le resistenze di attrito attese al variare
delle tipologie di materiale utilizzato. Una pubblicazione analizza il comportamento delle
connessioni acciaio-calcestruzzo di travi tralicciate miste.
Si riscontrano sia approcci sperimentali sia modellazioni analitiche e numeriche con
modelli FEM. Le sperimentazioni sono ben orientate a cogliere i comportamenti indagati; i
modelli proposti si rivelano efficaci. Il frequente riferimento al quadro normativo pertinente
evidenzia una adeguata finalizzazione della ricerca alle concrete applicazioni.
Nelle pubblicazioni, prodotte tutte in collaborazione, l’apporto del candidato appare
significativo in relazione al curriculum e alla coerenza delle tematiche e degli approcci
utilizzati.
Le tematiche affrontate sono pienamente coerenti con quelle proprie del SC. Si
riscontrano diversi contributi che consentono di esprimere complessivamente una
valutazione positiva delle pubblicazioni presentate, in termini di originalità, rigore
metodologico e innovatività all’interno del panorama almeno nazionale della ricerca.
Discreta la rilevanza dei risultati all’interno del SC.
Si apprezzano, in particolare, i modelli proposti per la simulazione del comportamento
ciclico delle connessioni considerate.
Per quanto sopra, tenendo conto di un livello qualitativo atteso coerente con il ruolo di
professore universitario di II fascia, si ritiene che le pubblicazioni presentate possano
essere complessivamente valutate di “qualità elevata”, secondo la definizione riportata nel
D.M. 120/2016.
Pertanto, in relazione ai requisiti previsti dall’Art. 6 del D.M. 120/2016, si ritiene che il
candidato possieda la maturità scientifica richiesta per le funzioni di professore di II fascia.

MARIA ROSARIA PECCE:


L'esperienza del candidato in attività di ricerca e sviluppo, in base a quanto riportato nel
curriculum, è buona in ambiti pertinenti al settore concorsuale 08/B3, essendo in
possesso dei titoli 2,3,4,7,8 tra quelli stabiliti dalla Commissione nella seduta preliminare
con riferimento all'elenco riportato nell'Allegato A al D.M. 120/2016. Il candidato è valutato
positivamente con riferimento al titolo 1 dell’Allegato A al D.M. 120/2016, atteso che gli
indicatori relativi all’impatto della produzione scientifica raggiungono i tre valori soglia
previsti dal D.M. 602/2016.
Il candidato ha presentato dieci pubblicazioni, numero massimo previsto dal bando,
prodotte nel periodo dal 2012 al 2017, tutte riviste a diffusione internazionale.
Complessivamente la produzione scientifica è continua.

-6-
I temi affrontati sono numerosi, rientrano pienamente in quelli propri del settore
concorsuale e riguardano principalmente i collegamenti bullonati in acciaio, i sistemi
dissipativi ad attrito, i collegamenti in acciaio per edifici in legno, i collegamenti tra colonne
di acciaio e fondazione.
Gli argomenti sono affrontati con rigore metodologico sia nella esecuzione di prove
sperimentali sia nella modellazione di dettaglio agli elementi finiti, ma in alcuni casi
vengono proposti anche approcci analitici più applicativi come nel lavoro “Rotational
behaviour of concrete …, 2014” dove viene illustrata la prova sperimentale su una
colonna in acciaio in scala reale e poi viene sviluppata una formulazione teorica per il
collegamento di base.
Tutti i lavori presentati sono stati prodotti in collaborazione; il contributo del candidato
appare significativo, anche in base alla coerenza con le attività presentate nel curriculum.
La collocazione editoriale è di livello buono.
La rilevanza nella comunità scientifica è buona.
Complessivamente, considerando rigore metodologico, originalità, collocazione editoriale,
rilevanza e contributo del candidato, le pubblicazioni presentate dal candidato ai sensi
dell’articolo 7 del D.M. 120/2016 possono essere ritenute di qualità elevata secondo la
definizione di cui all’Allegato B al D.M. 120/2016 nella comunità' scientifica di riferimento,
in relazione alla copertura del ruolo di professore di II fascia.
Sulla base dell’attività scientifica e di ricerca e della produzione scientifica si ritiene che il
candidato abbia una posizione riconosciuta nel panorama nazionale della ricerca e quindi
abbia raggiunto la maturità scientifica richiesta per le funzioni di professore di II fascia.

ABILITATO: Sì

VALIDO DAL 30/03/2018 AL 30/03/2024 (art. 16, comma 1, Legge 240/10)