Sei sulla pagina 1di 5

2003 BOLOGNA SINDACO LIC EDIL PASSAGGIO DELLE ROSE SACCULLO

RITO PIAGGIO MOTO GAETANO LOMBINO GIOVANNA IST 04.05.01 FOG

3 PART 339 417 347B 502B MQ 988 ACQUISTO 20.09.79 IMPASTATO

ZONE C SCADUTO 14.05.02 GIAMBRUNO

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE


Provincia di Palermo
****
SETTORE III - 1° Servizio

CONCESSIONE EDILIZIA N.______ /03


Il Responsabile del III Settore
• Vista l’istanza presentata in data 04.05.2001 prot. n. 5616 dai Sigg. Lombino

Giovanna, nata a Palermo l’ 11.06.1942 codice fiscale: LMB GNN 42H52 G273 O e

Saccullo Rito nato a Palermo il 06.06.1937, codice fiscale: SCC RTI 37H06 G273 Z,

coniugi residenti in Palermo via dei Cantieri n. 23, in qualità di proprietari, tendente

ad ottenere la concessione edilizia per la realizzazione di una villa trifamiliare a due

elevazioni fuori terra oltre piano cantinato su un lotto di terreno censito in catasto al

foglio 3 particelle 339, 417, 347b e 502b complessivamente esteso mq.988; Trascritta alla
Conserv RR.II..
• Accertato che gli istanti hanno titolo per richiedere il rilascio della concessione edilizia
di PALERMO
in forza dell’atto di compravendita del 20.09.1979, Notaio Guglielmo Tanteri di Il ___________
ai nn.________
Palermo, registrato al Rep. N. 79987 e al n. 15362 del fascicolo e trascritto a Palermo il

06.10.1979 ai nn. 35758/30329;

• Visti il progetto e la relazione, allegati alla citata istanza, redatti dal Geom. Giovanni

Impastato, iscritto al Collegio dei Geometri della Provincia di Palermo al n°2403;

1
• Considerato che il lotto di terreno di che trattasi ricade interamente in zona “C” di cui

al P.R.G. adottato con D.A.121/83, ed al P.P. delle zone “C” scaduto in data

14.05.2002 cioè decorsi dieci anni dal riscontro di legittimità della deliberazione di

C.C. n. 87/91 da parte della CPC con decisione n. 18806/26105 del 14.05.1992;

• Vista la Relazione sulle zone “C” alla scadenza dei piani attuativi, redatta in data

21.03.2003, dal Responsabile del III Settore UTC , Arch. Monica Giambruno, la quale

è del parere che “nel caso specifico sopra descritto non sia necessaria (seppur descritta dalle

Norme di Piano) la preventiva lottizzazione, quindi potrebbe procedersi al rilascio della singola

concessione edilizia che riguarda un’area di limitata estensione (mq. 988) in zona già edificata

e sufficientemente urbanizzata”;

• Visto il parere Favorevole espresso dalla C.E.C. nella seduta del 13.02.2002 verbale n.

03;

• Visto il parere dell’Ufficiale Sanitario espresso in data 19.04.2002 prot. n. 1745 ed

introitato presso il protocollo di questo Comune in data 21.05.2002 al n. 5523,

FAVOREVOLE a condizione che: “venga realizzato un pozzetto di raccolta per le acque

piovane e relativa pompa di sollevamento nel piano cantinato ed inoltre venga assicurato

l’approvvigionamento idropotabile e realizzato un idoneo serbatoio;

• Visto il Nulla Osta della Soprintendenza BB.CC.AA. di Palermo prot. n. 10789/I del

25.09.2001 posiz. BB.NN. 77011, FAVOREVOLE a condizione che: “che non venga

realizzata la fascia di coronamento in aggetto ed i balconi vengano protetti da ringhiere a

semplice partitura”;

• Visto l’atto di vincolo a parcheggio ed inedificabilità stipulato in data 19.03.2003, dai

Sigg.ri Saccullo Rito e Lombino Giovanna, sopra generalizzati, presso il dottor

Mario Marino Notaio in Palermo, registrato al n° 37530 del repertorio e al n°601 delle

Agenzia delle Entrate – Ufficio di Palermo 1 - in data 02.04.2003;

• Visti gli strumenti urbanistici vigenti, nonché le norme che ne regolano l’attuazione

ed il vigente regolamento edilizio;

• Viste le vigenti disposizioni che disciplinano il pagamento del contributo per oneri di

urbanizzazione e costo di costruzione e la loro esenzione e riduzione;

2
• Calcolato, in base all’incidenza stabilita dal C.C. il contributo per gli oneri di

urbanizzazione in € 4937,60, la cui prima rata risulta pagata con bollettino postale

n.286 del 08.04.2003 mentre per la rimanente somma è stata stipulata polizza

fidejussoria n. 610631002 con la “FATA ASSICURAZIONI”;

• Calcolata la quota di contributo relativa al costo di costruzione in €5022,21 la cui

prima rata risulta pagata con bollettino postale n.- 285 del 08.04.2003, mentre per la

rimanente somma è stata stipulata polizza fidejussoria n. 610631002 con la “FATA

ASSICURAZIONI”;

• Viste la L.17/8/1942, n.1150 , modificata ed integrata dalla L.6/8/1967, n.765, la

L.28/1/1977, n.10, e la L.28/2/1985 , n.47 e successive modifiche ed integrazioni ;

• Viste le LL.RR.31/3/1972, n.19, 26/5/1973, n.21, L. 27/12/1978, n.71, 5/11/1982,

n.135 e 10/8/1985, n.37 e le loro successive modifiche ed integrazioni;

RILASCIA

• Ai Sig.ri Saccullo Rito e Lombino Giovanna, generalizzati in premessa, la

Concessione Edilizia per la realizzazione di una di una villa trifamiliare a due

elevazioni fuori terra oltre piano cantinato su un lotto di terreno censito in catasto al

foglio 3 particelle 339, 417, 347b e 502b complessivamente esteso mq.988, di cui mq.

457,17 occupata dal fabbricato che risulta avere una volumetria di progetto

complessiva di mc. 914,34, mq. 92,00 destinata a parcheggio e la rimanente parte

gravata interamente da vincolo di inedificabilità, in conformità al progetto allegato e

con l’osservanza dei regolamenti comunali di edilizia e di igiene, di tutte le

disposizioni vigenti, nonché delle prescrizioni di cui ai citati nulla osta e pareri e delle

seguenti prescrizioni:

• L’inizio lavori è subordinato al necessario rilascio del relativo Nulla Osta da parte del

Genio Civile;

• Nessuna modifica può essere apportata al progetto senza autorizzazione comunale,

pena le sanzioni di cui alla L.R. 37/85;

• Debbono essere fatti salvi, riservati e rispettati tutti i diritti di terzi;

• Le opere dovranno avere inizio entro un anno dalla notifica della presente ed essere

3
ultimate e rese abitabili entro tre anni dal loro inizio, pena la decadenza;

• L’inizio dei lavori è subordinato agli adempimenti di cui alla legge 2/2/1974 n.64 per

le opere in cemento armato, e a quelli previsti dalle vigenti norme antisismiche, che

dovranno essere comunicati al Comune;

• Nel cantiere deve essere esposta una tabella indicante numero, data e oggetto della

concessione, le generalità del proprietario, del progettista, del direttore e

dell’assuntore dei lavori, come prescritto dalla L.R. 37/85;

• Il cantiere sui lati prospicienti spazi pubblici deve essere chiuso con assiti e delineato

con segnalazioni anche notturne. L’eventuale occupazione di suolo pubblico

dovrà essere preventivamente autorizzata;

• E’ vietata la manomissione dei manufatti dei servizi pubblici, la cui presenza dovrà

essere segnalata subito all’Ente proprietario;

• La presente concessione dovrà essere custodita sul luogo dei lavori ed esibita al

personale di vigilanza e di controllo del Comune, autorizzato ad accedere al cantiere,

come prescritto dalla L.R.37/85;

• E’ prescritta l’osservanza di tutte le disposizioni di legge e regolamenti vigenti in

materia, anche se non richiamate nel presente provvedimento;

• Le violazioni e le inosservanze delle norme vigenti o di quanto prescritto con la

presente concessione saranno punite come previsto dalle L.R. 71/78 e 37/85 e

L.47/85.

• Si autorizza l’allaccio fognario.

Il Responsabile del 1° Servizio Il Responsabile del III Settore


Arch Sergio Valguarnera Arch. Monica Giambruno

Isola delle Femmine, _____________

SI CERTIFICA

Su conforme relazione del messo comunale, che la presente concessione è stata

4
pubblicata all’albo pretorio, ai sensi dell’art.37 della L.R. 71/78 per 15 giorni consecutivi,

dal _______al ______ e che contro la stessa ____ sono stati presentati opposizioni o

reclami.

Il Segretario Comunale
Isola delle Femmine, lì Dr. Manlio Scafidi

Valuta