Sei sulla pagina 1di 6

Proprio come batman e robin i link e il ranking sono inseparabili, che ti piaccia o no.

Questo è un assioma
del SEO che ha provato la sua efficacia e aiutato molti possessori di siti web a vincere l’amore dei motori di
ricerca.

Secondo delle ricerche condotte l’anno scorso, circa il 72% dei SEO, indipendentemente dalla loro
esperienza, considerava il backlink un fattore primario di posizionamento.

E il 24% delle persone che hanno risposto hanno detto che i backlink sono molto importanti insieme ad altri
fattori di ranking. Oltretutto, secondo le parole di un impiegato di google che controlla la qualità della
ricerca, i contenuti e i link sono ancora le 2 cose più importanti che colpiscono il posizionamento.

Sorprendentemente, ci sono ancora persone che tendono a sottovalutare o anche a negare il potere dei
backlink. Non sono mai stati cosi in errore. Il processo di link building non è facilissimo, ma i risultati si
vedono.

Il SEO è una battaglia senza fine, non devo di certo ricordartelo. E cosa ti serve per vincere una battaglia?
Tattica. Quindi, in questo articolo voglio spiegarvi le 7 migliori strategie di link building che funzionano
ancora nel 2018. Quindi iniziamo subito.

1 link bait

Ok iniziamo con la strategia del link bait. Per farla semplice, questa strategia richiede che tu crei dei gran
contenuti che ti portino link per il loro grande valore. Per questo devi pensare a cosa l’audience target vorrà
condividere sulla rete più facilmente. Guarda al tuo contenuto da lontano e decidi se si merita un link o no.

Dopo tutto, gli utenti possono linkare la tua pagina solo se prima la visitano. La chiave del successo è
conoscere il tuo pubblico, e puoi capirlo postando contenuti di diverso tipo e guardando come gli utenti
reagiscono.

La cosa è che non c’è una strategia sicura, ma d’altra parte significa anche che ognuno parte allo stesso
punto. Quindi vai e crea un contenuto degno di un link per non lasciare al tuo pubblico nessun altra opzione
se non “gridarlo ai 4 venti” in forma di condivisioni dei social media, ad esempio.

Inoltre, pensando al tipo di contenuto, lascia che ti ricordi che il video è il futuro. Molti studi provano che
presto rimpiazzerà il formato di testo. Giusto per informazione, un utilizzatore di internet medio guarda
approssimativamente 206 video al mese. Inoltre i video vengono processati 60000 volte più velocemente
dei testi. I numeri parlano chiaro, quindi fai qualche prova con i video.

Giusto per darti qualche altra idea per il contenuto, la pratica mostra che le persone tendono a condividere:

Come regola le intuizioni uniche sono rappresentate da una specie di intervista con i rappresentanti di una
compagnia o una ricerca interna, ad esempio.

Articoli utili o rapporti.


Vai a dare un occhiata al sito ufficiale Lipton. E’ pieno di vari articoli su come fare il te alla mena o liberarsi
di uno stomaco indisposto. Questo trucco può aiutare a espandere il pubblico e attrarre nuovi link.

Video

Il sito di SpaceX è un buon esempio di come i formati di testo e video sono legati assieme. Non è una novità
che gli articoli pieni di video piacciano di più di quelli di solo testo.

Argomenti scottanti

Quando dico argomenti scottanti, intendo informazioni al momento importanti. Possono essere ad esempio
dedicati a vacanze, eventi sportivi, o la nascita di un bambino reale nel regno unito, chi lo sa.

Un tool gratis

Ti senti ispirato? Prepara un bait e vai a pescare, i backlink non arriveranno da soli.

2. Guest blogging

Adesso parliamo delle opportunità di guest blogging e come sfruttarle al meglio. Da un lato, il guest posting
rimane una strategia efficace di link building, perché non solo ti permette di guadagnare backlink, ma anche
nuovo pubblico e traffico sul sito, che non sono meno importanti. Dall’altro lato il guest blogging di bassa
qualità non è sicuramente efficace

Quindi se consideri i pro e i contro e decidi di usare il guest posting, una domanda logica è: “dow posso
trovare queste opportunità di guest posting?” il modo più veloce e meno doloroso per trovare posti per il
guest post e usando il corrispondente medoto di ricerca in link assistant. Su questo vi farò una piccola
guida:

Avvia il tool e crea un nuovo progetto per il tuo sito.

Clicca su look for prospects nell’angolo a sinisista e scegli guest posting come metodo di ricerca.

Adesso è il momento di inserire qualche keyword. Ti raccomando di usare keyword specifiche all’industria
piuttosto che usare solo le tue, questo perché è difficile trovare un blog che parli proprio del servizio che
offri.

Una volta specificate tutte le keyword, prenditi un caffe, perché nel tempo in cui lo bevi, apparirà tutta la
lista di opportunità di guest blogging accompagnata delle email dei contatti.

3. Ego bait
Anche se la strategia ego bait non è sicuramente nuova, non può sicuramente mancare in questa lista.
Praticamente si concentra nel creare contenuti che puntino a piacere all’ego del bersaglio e a ottenere un
link in ritorno. Come regola il bersaglio è rappresentato da qualche autorità dell’industria. Il punto è
mostrargli il tuo sito e post e aspettare per il backlink.

Seguendo questa tecnica puoi prendere 2 piccioni con una fava, puoi alzare il tuo traffico e aumentare il
ranking del tuo post.

Personalmente considero l’ego bait una strategia vincente dove entrambi i lati ottengono quel che vogliono
e vivono felici.

Qui sotto ci sono degli esempi di tecniche da usare per l’ego bait:

un menzione

Puoi semplicemente quotare gli influencer, linkarli o mettere le loro foto nel tuo post. Più grande è la
presenza dell’influencer, più grande è la possibilità che condivida il contenuto. Dopo aver menzionato le
persone nel tuo blog, non dimenticarti di informarli, perché se non metti l’esca non prendi niente.

Un intervista con un influencer

Lo so a volte gli influencer e le autorità possono sembrare irraggiungibili. Però la pratica ci mostra che
anche un pesce grosso declina le interviste e nel 100% dei casi le condividerà. Quindi non esitare e prova le
interviste.

Trova le informazioni sul contatto, prepara le domande, ottieni il permesso, invia le domande, e pubblica
l’intervista.

Un intervista combo

Che può essere meglio dell’intervista con un influencer? Un intervista con 2 influencer. E ancora meglio con
3. Includi più esperti possibili, facendolo puoi dare ai tuoi lettori una visione a 360° di quello che stai
scrivendo. Questo farà crescere i tuoi link più facilmente più dei funghi radioattivi.

4. Blog commenting

Throughout the years, blog commenting has proved to be a reliable brother-in-arms in the battle for
backlinks. Besides raising authority and improving your company's visibility, it also drives new links and, of
course, traffic.

In other words, blog commenting is a great thing when done right. And to do so, you need to sort out highly
relevant websites with comments enabled. No, you don't need to hire 10 extra people to sit and search for
those sites, LinkAssistant can fully replace them. This is how it can be done:
Start the tool and create a new project for your site.

Hit Look for prospects and specify Commenting as your research method.

Now you need to decide on the keywords.

Here we have 2 options to go for:

If you're on a hunt for thematically relevant websites, I would highly suggest using "category" and
"related topics" types of keywords.

However, if you want to find some exact-match articles or blog posts, your keyword choice should be
determined by the topic of this very article. So, if that's the way you want to go, you need to enable expert
options first.

Then hit Get exact URLs to make the tool spot the URLs of individual pages rather than domains' URLs. You
can also uncheck Automatically acquire title and description, because you don't need to contact
webmasters via email, and that would also make the search faster.

Now LinkAssistant is taking some time to search for relevant pages and will very soon supply you with a
list of blog commenting opportunities. With the help of LinkAssistant’s in-built browser you can start
writing comments right there in the tool!

5. Guestographics

People love data. Sadly enough, sometimes it's presented in an indigestible way, but that's until
infographics break in. They have been out of fashion for a couple of years or so, but now that infographics'
massive comeback is undeniable, it's high time to give them a chance. By the way, the infographic above
belongs to LISTERINE® and describes how oral health affects your relationship ☺ .

Guestographics can be quite helpful at getting real big boy links. What is more, you can have control over
the anchor text. This is how it works:

Post a cool infographic on your site.

Find relevant sites.

You already know how to do it with the help of LinkAssistant, right?


Collect contact information.

No, you don't have to work in the CIA to get the emails of the website owners you need. LinkAssistant will
kindly supply you with all the necessary info, just go for the Try to acquire contact information option. Then
get in touch with chosen website owners and offer your brilliant content.

Harvest your contextual backlinks!

6. Forum backlinks

A wise SEO practitioner knows that following the audience and being in the thick of things in the industry is
crucial. That's why I think it's not a problem making some helpful contributions to forum discussions to
encourage users to visit external links you are promoting. Being an active forum participant will not only
drive traffic to your site, but also help you to become some sort of an SEO-sensei in your industry. And who
doesn't want that?

I guess, it goes without saying that forums need to be niche-specific and your comments should add value
or answer some questions.

So, let's get down to business and find some niche-specific forums for you. Ok, back to square one. Start
the tool, create a project, hit the Look for Prospects button, the only difference here is that you need to
pick Forums as a search method. Just like this:

Once you are at the keyword entering step, I would highly recommend picking "category" ones, as they can
broadly describe your targeted niches. Also make sure to press Enable expert options after entering the
keywords. Then, at the 4th step, enable Get exact URLs, disable Try to acquire contact information, and
enjoy a full list of forums for you to go through.

7. Business directory submission

Although directory submission tends to influence ranking algorithms a bit less lately, it can still work to your
advantage. To make directory submission your bro, I would highly recommend getting links only from
quality and niche-specific directories. On top of that, make sure those directories are editorial and check
the quality of sites the directory includes. It's better to use directory submission only as a small part of your
link building strategy, not on its own, so mind that as well.
Luckily enough, there's a separate search method for business directories in LinkAssistant. Just as usual,
enable expert options and set up the preferences the following way:

When the list of directories is ready, I highly suggest thoroughly going through it, because it's quality what
we are searching for, not quantity. Remember that low-quality directories can do you more harm than
good.

Phew! This was the last link building technique I wanted to draw your attention to. For those who didn't
read the main part and scrolled down to this bit, I want to make a small conclusion:

It's foolish to deny backlinks as a major ranking factor.

Try not to stick to just one link building strategy, use all the above listed techniques as a combo.

Great Content + Targeted Outreach + Added Value = Links.

LinkAssistant is your bestie when it comes to searching for link building opportunities, so get yourself a
copy.

This is how we smoothly came to the end of the article. Hope I didn't wreck your brain with too much SEO
stuff and you managed to survive till the end. I would really appreciate if you share your opinion in the
comments or show this article to other SEO-fellas out there. And may the force of SEO be with you!