Sei sulla pagina 1di 1

Così fa l’hacker | Software | Ti spio dalla IPCam |

Le IPCam ven ono usate per sorve liare la casa ma non sempre sono
sicure. Ecco come un estraneo potrebbe violare la nostra privacy

Ti sorveglio PROTEGGITI COSÌ


Basta seguire poche e semplici regole
per mettere al riparo da ogni tipo di
attacco informatico il nostro sistema

o ti spio? •


di videosorveglianza:
Modiichiamo sempre la password predeinita di
accesso al router.
Per proteggere l’accesso all’IPCam usiamo pass-
word robuste composte da almeno 8 caratteri
misti alfanumerici e simbolici. Renderemo così

L
e IPCam sono delle speciali telecamere configurazione di un DNS dinamico: scopri più complesso da portare a termine un attacco
capaci di condividere le immagini ri- come a pagina 26), basta avviare il browser, di tipo brute force basato su dizionario password.
prese e avvisarci se qualcuno attraversa connettersi alla rete e raggiungere l’indirizzo • È bene conigurare un irewall per impedire accessi
l’area videosorvegliata: basta posizionarle dell’IPCam per vedere le immagini riprese. indesiderati dall’esterno alla nostra rete locale.
nella zona da riprendere, connetterle alla Ciò lascerebbe pensare che nessuno, oltre a • Coniguriamo regole di accesso alla LAN iltrando
rete Wi-Fi e sono già operative. Da qualsiasi noi, sia in grado di spiare dalla nostra IPCam. dal router anche il MAC Address della IPCam.
PC connesso in locale (o da remoto, previa Ma non è così…

ddiamoci
a a Linux! asterizziamo
aste la distro aamo il PC da DVD
Dal DVD allegato alla rivista scarichiamo Raggiungiamo quindi il percorso nel quale Riavviamo il PC e accediamo al BIOS (pre-
1 l’archivio compresso KaliLinux.zip. Scom-
pattiamolo e salviamo in una qualsiasi car-
2 abbiamo salvato la ISO, selezioniamola con
un clic del tasto destro del mouse e spo-
3 mendo Canc all’avvio): settiamo il boot da
DVD (la procedura varia in base al modello
tella dell’hard disk l’immagine in formato ISO della stiamoci su Apri con. Selezioniamo Masterizzatore di scheda madre). Con il disco di Kali Linux inserito
distribuzione Kali Linux, disponibile sia a 32 bit sia immagini disco di Windows, inseriamo un DVD nel lettore, attendiamo che appaia l’interfaccia di
a 64 bit. vergine nel masterizzatore e avviamo la scrittura. boot. Selezioniamo Live (686-pae) e diamo Invio.

In lo
locale o da remoto? Basta un comando
Bast LL’IPCam
IPC è stata bucata!
Appare così il desktop di Kali Linux. Abbia- Possiamo ora sferrare l’attacco brute force: Kali Linux si mette alla ricerca della password.
4 mo supposto che il PC attaccante si fosse
già intrufolato nella LAN della IPCam o che
5 avviamo il terminale (Ctrl+Alt+T) e diamo il
comando hydra -l admin -P /root/Desktop/
6 Scovata la chiave d’accesso, verrà mostra-
ta direttamente nel terminale evidenziata in
si fosse a conoscenza dell’IP del dispositivo. Abbia- dizionario.txt -e ns -f -V 192.168.0.128 http-get verde. Non ci resta che ritornare al browser, rag-
mo quindi avviato il browser e raggiunto l’interfaccia /. Il ile Dizionario.txt è l’elenco delle potenziali pas- giungere l’indirizzo dell’IPCam e digitare la chiave
graica del router per scoprire l’IP della telecamera. sword; 192.168.0.128 è l’indirizzo della IPCam. d’accesso per vedere le immagini live!

28 Win Magazine Speciali