Sei sulla pagina 1di 24

Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 02/03/2005 - Spediz. in abb. postale: postatarget creative - CENTRO 1/02524/11.

2014 - Posteitaliane
Anno XVIII - n° 188 Maggio 2018

L’Editoriale La danza degli spiriti


di Enrico Dello Sbarba
enricodellosbarba@virgilio.it
di Nicola Graziani

Il nuovo La crisi che ha avviluppato il sistema


politico all’indomani delle elezioni del 4
potrebbe essere in grado di un accordo
rapido e indolore. Troppi interessi da bas-
che non marzo difficilmente verrebbe risolta, o
scongiurata nel suo ripetersi, da un cam-
sa cucina della politica si imporrebbero sul
dibattito politico, troppo facilmente veti
avanza biamento della legge elettorale. Il quinto
in 25 anni, come se – calcolando le legi-
incrociati e pallottolieri impazziti come sfe-
re di flipper si metterebbero freneticamente
Non siamo in grado di preve- slature come venute a esaurirsi in modo in movimento.
dere se, quando questo nume- naturale, ma tutti sappiamo che la realtà Fuorviante, poi, per un fatto ancor più pro-
ro sarà stampato, la politica è ben più deprimente – ogni nuovo parla- fondo. Non è possibile, infatti, nascondersi
italiana sia riuscita ad esprime- mento si fosse reso conto di essere stato che la causa più autentica di questa crisi
re un governo tale da assolve- eletto in maniera poco democratica, se della cosidetta Seconda Repubblica è il fatto
re ai gravosi compiti che lo at- non truffaldina. Ogni volta, se si esclude che i partiti che ne sono protagonisti (tut
tendono, impegni di natura eco- il caso del Mattarellum, il cambiamento è segue a pag. 2
stato deciso sulla base del criterio “la sera
nomica, sociale e finanziaria e
delle elezioni bisogna sapere chi ha vin-
quelli indilazionabili nei riguar- Circolo «Il Centro» - Circolo Aldo Moro
to”. Speranza vana, promessa vuota di
di della Comunità Europea.
senso: la politica non è un gioco da tavo-
Mercoledì 9 Maggio, h. 16.30
Questo teatrino è durato an- lo in cui si deve conquistare il mondo e nella Sala conferenze
che troppo e ci sembra vera- chi si è visto si è visto. È il metodo e i Ambito Territoriale Scolastico Prov.le (g.c.)
mente che i tempi siano ormai tempi per decisioni il più possibile condi- Piazza Vigo n.1 - Livorno
maturi perché le forze politi- vise, per uscire insieme dai problemi.
che che hanno vinto le elezio- Per questo l’idea di una fase di sospen- Presentazione del libro di
ni (Movimento 5Stelle e Lega) Giuseppe Matulli
sione delle ostilità per permettere una re-
si assumino, in toto, le loro re- visione radicale del Rosatellum (legge ben
sponsabilità in risposta ai con- poco riuscita) è al tempo stesso campata Alcide De Gasperi
sensi che gli elettori, la grande in aria e fuorviante. Campata in aria per- Quando la politica credeva
maggioranza, hanno loro con- ché chi non riesce a mettersi d’accordo
ferito con il voto del 4 marzo. per dare un governo al Paese difficilmente nell'Europa e nella democrazia
Ci siamo volutamente riferiti Moderatore:
alle due componenti che più Circolo «Il Centro» - Via Trieste 7 - Livorno Luigi Vicinanza
duramente e senza pietà, han- Martedì 15 maggio, h. 18 direttore de Il Tirreno
no attaccato la coalizione, gui- incontro Relatori:
data dal PD, che ha governa- Marco Taradash - Claudio Frontera
to, in un contesto di grandi dif- con Francesco Butini
ficoltà, il paese nella passata Riccardo Breda Interventi:
Giorgio Kutufà, Antonio Melani,
legislatura. Dato che ha pre- Presidente Camera di Commercio
Andrea Pieroni, Massimo Bianchi,
valso il forte vento di protesta della Maremma e del Tirreno
Giuseppe Franceschi, Mario Lorenzini
che ha delegittimato duramen Moderatore:
segue a pag. 2 Dott. Enrico Dello Sbarba SARÀ PRESENTE L'AUTORE
2 Politica e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

dalla prima pagina del Paese lo sta confermando, come, Il problema è che stiamo scontando la
sia pure lentamente, l’Italia stia uscen- degenerazione della forma partito che,
Il nuovo che non avanza do dalla gravissima crisi che gli esperti proprio in concomitanza con l’avvio del-
le cinque revisioni delle regole elettorali,
hanno valutato superiore, per la sua
te quel partito, è naturale che queste si è trasformato dall’essere un’organiz-
complessità, a quella addirittura del do-
due espressioni sovraniste e/o populi- zazione attraverso la quale il cittadino con-
poguerra.
ste governino il Paese. corre alla creazione del bene comune in
Per carità di patria non vogliamo tor-
Le difficoltà emerse in tutti questi giorni comitati elettorali per cordate pronte a
nare sopra a quella vicenda ed alle con-
testimoniano però quanto sia difficile imporre, dopo aver preso magari il 51
seguenze che ne sono derivate ma cer-
giungere alla formazione di un gover- percento, una ridicola forma di tirannide
tamente gli italiani, nella loro maggio-
no che metta insieme le due compo- della maggioranza. In altre parole: sono
ranza, non possono e non debbono la-
nenti risultate premiate dagli elettori ed figli della cultura che nega la politica come
mentarsi se oggi il Paese si trova, dopo
allora, ove permangono le distonie che mediazione, della ricerca della sintesi tra
ben due mesi, ancora senza un gover-
sono emerse in questo lungo periodo i vari pensieri. Per M5S, Lega, Pd, Forza
no e con delle prospettive tutt'altro che
post-elettorale, consentano, responsa- Italia e FdI l’importante è ottenere – o
rosee. farsi regalare da un Porcellum qualsiasi
bilmente, la formazione di un governo,
Queste ultime valutazioni dovrebbero – una maggioranza risicata per pretende-
cosiddetto del Presidente, in grado di
rappresentare un serio monito a quel- re l’intera posta. Solo che le condizioni
assolvere ad una serie di impegni indi-
le componenti politiche emergenti, quali della democrazia sono sempre ben più
lazionabili di politica interna e interna-
il Movimento 5Stelle e la Lega che complesse, ben più articolate. E se non
zionale, ed insieme ai gruppi parlamen-
hanno cavalcato e cavalcano le insod- si accetta l’idea di una democrazia fun-
tari, venga presentata una nuova leg-
disfazioni di un elettorato forse poco zionante attraverso la mediazione, si scle-
ge elettorale in grado di garantire la
preparato a comprendere le dimen- rotizza l’intero meccanismo, si calcifica
governabilità.
sioni e le profondità della crisi attra- l’articolazione. E la democrazia muore.
Ci sovviene, a questo punto ricordare,
versata dal paese, per cui con grande Speriamo che prima di questo epilogo
che una legge elettorale maggioritaria, emergano nuove forze, nuove presenze.
preoccupazione seguiamo ed annotia-
che avrebbe consentito all'indomani Le attuali sanno solo inscenare una triste
mo le roboanti promesse del cosiddet-
delle elezioni la formazione di un go- e crepuscolare danza degli spiriti.
to “nuovo che avanza”.
verno con una maggioranza certa era
Non vogliamo fare come l’indiano che,
stata presentata ma fu sonoramente
seduto lungo le sponde del fiume, at-
bocciata in occasione del referendum
tende “il cadavere del suo nemico”, ma Periodico mensile
del 4 dicembre 2016 ed allora “chi è del Circolo Culturale
abbiamo la sensazione che, restando
causa del suo mal pianga se stesso”.
valida l'esigenza di un governo del Pre-
Questa resta una personale convinzio-
sidente, “il dopo” non sia foriero di
ne, anche se non condivisa da molti,
grandi innovazioni e la ruvida opposi-
ma allo stato delle cose non sono emer- Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 2/3/2005
zione, frutto della insoddisfazione di un
se serie alternative.
popolo che non riesce più a trovare una Redazione ed Amministrazione:
Inutile ritornare su quell'evento condi-
sua ragionevole dimensione, farà “car- Via Trieste 7 - 57124 Livorno
zionato pesantemente dai troppi con- e.mail: ilcentro.livorno@gmail.com
ta straccia” di questi avventurosi apo-
tenuti “raffazzonati” che il referendum www.circoloilcentro-livorno.it
stoli del “nuovo politico che non avan-
conteneva. Certamente, se fosse sta-
za”. DIRETTORE RESPONSABILE:
to limitato alla sola riforma elettorale Enrico Dello Sbarba
Ed allora? Non sappiamo cos’altro
ed alla soppressione del Senato ma
aggiungere. COMITATO DI REDAZIONE:
senza proporne “una confusa vecchia Massimo Cappelli,
copia”, probabilmente il voto degli ita- Laura Conforti Benvenuti,
liani avrebbe potuto essere diverso ma Sergio Cini, Valeria Grillo,
è anche giusto osservare come proprio La danza degli spiriti Luca Lischi, Mario Lorenzini,
Mauro Paoletti, Angela Simini,
da li, da quel 4 dicembre 2016, è co- ti, nessuno escluso) sono del tutto im-
Marisa Speranza, Franco Spugnesi.
minciato il voto del “no” della maggio- preparati – mentalmente, diremmo qua- Hanno collaborato a questo numero:
ranza degli elettori che ormai sembra Cristina Battaglini, Franco Biancani,
si antropologicamente – a gestire uno Francesco Butini, Massimo Cappelli,
decisamente orientata a votare contro schema tripolare come quello imposto Sandro Cerri, Dino Dini, Fabio Figara,
le forze politiche impegnate nel gover- dalle urne. Che non cambierà nemme- Marisa Genovesi Marrucci, Gianni Gio-
vangiacomo, Nicola Graziani, Luca Li-
no del paese. no (se ne facciano una ragione unino- schi, Mario Lorenzini, Silvia Roccuz-
E’ quanto, del resto, si è verificato nel- minalisti di ritorno e sognatori di bal- zo, Franco Spugnesi, Lorenzo Taccini.
le ultime elezioni politiche: il PD è sta- lottaggi alla francese) spazzando via quel STAMPA: Editrice «Il Quadrifoglio»,
to punito in maniera esageratamente poco di buono che c’è nella attuale leg- Via Pisacane 7, tel. 0586/814033 - Livorno

sproporzionata anche perché, e l'anda- ge elettorale. E questo getta una luce Giornale chiuso in tipografia il 4/5/2018
mento generale economico e sociale sulla vera natura del problema.
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Politica 3

La paura delle “grandi intese”


di Francesco Butini

Un Paese stabile dal punto di vista istitu- politica, all’economia e alla società tede- mente manifestata anche in Spagna, quan-
zionale, solido dal punto di vista sociale, sca. do le elezioni politiche del 2015 non han-
sicuro dal punto di vista dell’unità nazio- Anche nella democrazia presidenziale fran- no portato a nessuna maggioranza parla-
nale, può mai aver paura di coalizioni ete- cese, funzionante con una legge elettora- mentare omogenea, e il secondo governo
rogenee dal punto di vista elettorale, pur- le anch’essa molto citata e ammirata da guidato dal popolare Mariano Rajoy ha
ché limitate dal punto di vista temporale, un’altra parte della classe dirigente italia- potuto ottenere la fiducia del parlamento
nate al fine di superare nel miglior modo na, le “larghe intese” hanno trovato spa- spagnolo grazie all’astensione dei rappre-
possibile una fase bloccata dal punto di zio negli ultimi trent’anni di vita politica. sentanti del partito storicamente avversa-
vista politico? L’hanno chiamata cohabitation. Infatti rio (i socialisti del PSOE).
Gli Stati europei, pur nella loro eteroge- nell’ordinamento costituzionale della V In fondo a che servono le classi dirigenti
neità storica e costituzionale, hanno dato Repubblica, con i grandi poteri assegnati politiche se non sono capaci, dopo aver
prova nei decenni passati che intese go- al Presidente della Repubblica nel gover- chiesto il voto ai cittadini, di risolvere le
vernative su programmi specifici e limita- no del Paese, le “larghe intese” alla fran- conseguenze di quel voto? Parafrasando
ti, volte a risolvere una situazione politica cese si esprimono non dal confronto po- un ritornello sulla clientela usuale nel mon-
e parlamentare senza maggioranze coeren- litico dentro il Parlamento come in Germa- do del commercio, potremmo dire che in
ti, sono possibili. Si possono chiamare nia, ma dalla coabitazione tra Presidenza democrazia i cittadini hanno sempre ragio-
“larghe intese”: sono prove di senso di della Repubblica e Governo qualora essi ne. Il loro voto non è “sbagliato”, anche
responsabilità. siano espressi da partiti avversari. Que- perché non si capisce chi dovrebbe incar-
Nella democrazia parlamentare tedesca, sto avviene perché le elezioni per il Presi- nare il ruolo di giudice della “erroneità”
funzionante con una legge elettorale mol- dente della Repubblica e per l’Assemblea del voto popolare. Spetta ai rappresentanti
to citata e ammirata da una parte della clas- nazionale sono temporalmente sfalsate, e politici l’onere del governo.
se politica italiana, le “larghe intese” non i cittadini cambiano il loro voto. Quaranta anni fa, due settimane prima di
sono state un incidente della storia della Cosicché sotto la presidenza del sociali- essere rapito, il presidente della Democra-
Repubblica di Germania. sta François Mitterrand, dal 1986 al 1988 zia Cristiana Aldo Moro intervenne nel-
Dal 1949, anno in cui entrò in vigore la fu Primo ministro il neo-gollista e acerri- l’assemblea dei gruppi parlamentari del
Legge fondamentale, i governi di grosse mo avversario Jacques Chirac. Cosa che suo partito per convincere tutti i deputati
koalition tra i maggiori partiti avversari accadde anche alla fine della lunga presi- democristiani a votare la fiducia al gover-
della politica tedesca (i democristiani del- denza di Mitterrand, allorché dal 1993 al no Andreotti sorto su un programma con-
la CDU e CSU, e i socialdemocratici della 1995 il governo di Parigi venne guidato cordato anche con il Partito Comunista.
SPD) hanno retto le sorti della Germania nuovamente da un esponente della de- Erano le “larghe intese” italiane, tra i due
per ben 12 anni. Accadde negli anni Ses- stra francese, Édouard Balladur. Pochi partiti avversari per tutta la Prima Repub-
santa, quando il democristiano Kurt Ge- anni dopo le parti politiche si invertirono, blica, dopo una consultazione elettorale
org Kiesinger guidò la grosse koalition e tornò la cohabitation: sotto un Presi- che non aveva sancito un partito o una
dal 1966 al 1969. dente della Repubblica di destra come coalizione vincente ed autosufficiente in
Ed è accaduto in tre dei quattro governi Jacques Chirac, si formò e rimase al pote- Parlamento.
guidati dalla democristiana Angela Me- re per ben cinque anni consecutivi (dal Aldo Moro parlò allora di «un accordo op-
rkel: dal 2005 al 2009, dal 2013 al 2018, e in 1997 al 2002) il governo del socialista Lio- portuno, misurato, legato al momento par-
quello attualmente in carica. E’ difficile nel Jospin. ticolare nel quale viviamo».
sostenere che non abbiano giovato alla Una specie di “larga intesa” si è recente- Possibile che oggi sia tutto così difficile?
4 Politica e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

A oltre due mesi dalle consultazioni non si riesce ancora a trovare la maggioranza

Il governo che non c’è bito hanno mostrato un prurito, per così mente mostrata e partecipare con auto-
di Giuseppe Franceschi
dire, di potere, inaspettato in uomini revolezza alle riforme politiche neces-
“duri e puri”, quasi avessero un’intui- sarie in Europa anche per tenere sotto
zione precisa: o ora o mai più; i pro- controllo il fenomeno della immigrazio-
“Seconda stella a destra, grammi si possono cambiare, sono ol- ne selvaggia. Sarà difficile invece for-
questo è il cammino tretutto irrealizzabili, ma cosa importa marlo, anche se è prevedibile che cen-
E poi dritto fino al mattino tanto ormai il risultato è stato ottenuto. tro-destra e penta-stellati vogliano fare
Poi la strada la trovi da te Non sono, però, riusciti Di Maio a con- un altro tentativo dopo questo del PD
Porta all’isola che non c’è”. vincere gran parte dei suoi sostenitori destinato molto probabilmente al falli-
Pensando alle vicende politiche di que- e Salvini a portare nell’alleanza o nel mento; ma, ammesso che riescano, non
sti giorni, mi è venuta in mente la fa- contratto tutta la coalizione, conside- saranno comunque in grado di mante-
mosa canzone di Bennato, “L’isola che rata l’esclusione a priori di Forza Italia; nere le promesse e risolvere i gravi pro-
non c’è”. c’è poi un altro problemino, non di se- blemi della miseria presente soprattutto
Nella storia del pensiero politico “l’iso- condo piano: chi fa il Presidente del al Sud né di rispondere alle richieste
la che non c’è” spesso è vista come Consiglio? pressanti prevalentemente del Nord di
un’isola felice dove vive una società Ora si sta svolgendo un tentativo di una riduzione delle aliquote fiscali. Con
perfetta. Basta pensare alla Nuova At- contratto con il PD dopo gli scontri du- le strutture ed infrastrutture attuali del-
lantide di Bacone o a Utopia, appunto rissimi e addirittura gli insulti dell’inte- l’Italia è difficile fare meglio dei gover-
un’isola che non può esistere, di Tom- ra legislatura trascorsa, caratterizzata ni Renzi e Gentiloni; credo che il pre-
maso Moro, alla ricerca dell’ordinamen- da un voto contrario dei cinque stelle supposto indispensabile –anche se gli
to ideale, primo martire del cattolicesi- su quasi tutti i progetti più significativi elettori stentano a rendersene conto -
mo politico in età moderna, fino all’al- del governo. I nodi sono venuti subito siano le riforme istituzionali: fine del bi-
tro martire dell’età contemporanea, il al pettine: oltre alla distanza dei pro- cameralismo perfetto, riduzione dei con-
suo omonimo, il nostro Aldo; ma que- grammi che li ha fatti apparire come flitti Stato/Regioni, eliminazione Enti
sta è un’altra storia, non è più tempo di alternativi ai loro elettori, bisogna ag- inutili; bisogna poi completare la rifor-
utopie e nemmeno di ideologie, oggi la giungere, e non è poco, la visione di- ma della burocrazia e procedere alla ri-
categoria dominante della politica è quel- versa della democrazia: diretta tramite forma della legge elettorale in modo che
la dell’utile, come è evidente dalla con- il web per i 5 stelle (ma non si capisce si sappia subito dopo le elezioni chi ha
sultazione del 4 marzo scorso: spesso bene chi e come decide); rappresenta- vinto ed ha il diritto/dovere di governa-
è stato anche un voto istintivo di rabbia tiva il PD, come in tutte le democrazie re, evitando per il futuro situazioni come
specialmente contro il maggiore partito dell’Occidente di tipo liberaldemocra- questa di paralisi.
della coalizione di governo. tico. Forse la saggezza di Sergio Mattarella
L’Italia, a parte l’ordinaria amministra- Molti commentatori sostengono che gli riuscirà ad evitare che si torni subito
zione affidata a Gentiloni, non ha anco- Stati vanno meglio senza governi e ci- alle elezioni dando il via ad un governo
ra un governo, sono passati già più di tano ad esempio la Spagna e la Germa- istituzionale del Presidente che, oltre a
60 giorni ed è difficile che possa essere nia, in modi diversi fra loro e rispetto al tenere sotto controllo i risultati positivi
formato, almeno come coalizione poli- nostro caso: si tratta comunque di un della politica economica, attivi i gruppi
tica: i tre poli usciti vivi dalle elezioni, o pensiero superficiale o tipico del mon- parlamentari a realizzare almeno in par-
meglio due vivi ed uno quello del PD do tecnocratico economico-finanziario, te le suddette riforme. È questo, a mio
semivivo, sono tra loro largamente in- che farebbe molto volentieri a meno parere, il modo di rendere fruttuoso que-
compatibili per dar luogo ad una mag- della politica. sto periodo per uscire dal “cul de sac”
gioranza organica. Hanno provato cen- L’Italia, invece, avrebbe assoluto biso- in cui siamo entrati dopo la vittoria del
tro-destra e cinque-stelle, soprattutto i gno di un governo per non perdere l’oc- “no” al Referendum del 4 dicembre.
due leaders Salvini e Di Maio, che su- casione della ripresina che si è chiara- Per tornare alla metafora iniziale potreb-
be essere questa la “stella” che indica il
cammino per trovare la strada che ti fa
giungere non all’isola felice che non
esiste, ma, e sarebbe molto, ad un si-
stema politico-istituzionale più adegua-
to all’era della globalizzazione, a quella
che davvero si potrebbe chiamare “ter-
za” o forse meglio “seconda” Repub-
blica.
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Politica 5

A proposito della vicenda del presunto uso di gas tossici nella città ribelle di Duma

SIRIA: lo sbaglio dell’occidente


di Massimo Cappelli centrale della città costruita da Traiano stupri dei quali sono stati oggetto ad ope-
che tagliava Apamea da nord a sud, ad ra degli integralisti dell’ISIS.
Ebla studiosi dell’università di Roma im- La foto della Siria era quella di un Paese
La vicenda del presunto uso di gas tossici pegnati nella ricerca e decodificazione complesso, caratterizzato da etnie, usi e
nella città ribelle di Duma ad opera del- delle tavolette scritte con caratteri cunei- costumi, religioni diverse. Un Paese che
l’esercito regolare siriano e della conse- formi. tuttavia cercava di aprirsi al mondo e con
guente rappresaglia punitiva di USA, Fran- Visitammo anche Palmira, allora integra e il dominio di un regime non certo demo-
cia e Gran Bretagna, ha portato nuovamen- nel pieno del suo splendore, una città con cratico, riusciva a mantenere un suo equi-
te nelle prime pagine dei giornali, per alcu- vestigia greche, romane, bizantine, arabe librio e a vivere in pace, anche se una pace
ni giorni, il dramma vissuto dalla Siria. in pieno deserto. armata e con la limitazione di espressione
Nel lontano 1996 ho visitato la Siria, in Da quanto visto traemmo la conclusione politica che ne derivava.
maniera non superficiale, per molti gior- che il regime era impegnato nella valoriz- Poi è arrivato il periodo delle “primavere
ni, e poiché uso tenere un diario detta- zazione della importantissima storia della arabe” in tutti i paesi della fascia mediter-
gliato dei viaggi sono andato a rilegger- Siria e per far ciò si era aperto agli aiuti ranea, la ricerca da parte di elites di forme
lo. che potevano provenire dal resto del di governo democratiche simili a quelle
Allora la Siria era saldamente comandata mondo. E la gentilezza, la gentilezza che occidentali. La loro repressione, ma anche
da Assad (Hafid al Asad), padre dell’at- trovammo nella popolazione che vedeva i la caduta di alcuni regimi. Il sopravvento
tuale premier Bashar al Asad entrambi del visitatori occidentali come amici e chie- dell’integralismo islamico sunnita, mai so-
partito Bath (laico socialista filo sovieti- deva loro di parlare della Siria al ritorno in pito del tutto. La sua peggiore espressione
co). patria perché volevano che il turismo pren- nella occupazione di molti territori da parte
La nostra guida era un colto professore desse ancora più forza. dell’ISIS, con il ritorno alla barbarie culturale e
di Antiochia, Elia Kajmini, cristiano, di- Quindi tutto rose e fiori con il regime di umana. Poi le guerre, con il coinvolgimento di
rettore del teatro di Aleppo. Con lui visi- Assad? No. Russia, Usa, Turchia, Arabia Saudita, Iran dove
tammo numerosi luoghi di culto cristiani: Ad Hama vedemmo la moschea dei fratel- interessi strategici hanno commistione con ap-
a Maalula il monastero di S. Sergio e il li musulmani che portava ancora i segni partenenze religiose contrapposte tra il mon-
convento di S.Tecla, ad Aleppo una chie- delle granate sparate sul tetto. Nel 1982 i do islamico sunnita e quello sciita. Il vaso di
sa siro-cattolica e il quartiere cristiano, “fratelli musulmani”, che poi daranno vita Pandora era stato scoperchiato e la Siria è
vicino ad Antiochia la Basilica di al movimento Hamas, si sollevarono con- stata forse, assieme alla Libia, il Paese che
S.Simeone Stilita. L’impressione che ne tro il regime di Assad, loro obiettivo era la ne ha fatto le maggiori spese.
ricavai fu che i cristiani potevano prati- instaurazione di un governo fedele ai prin- La Siria oggi è un Paese in gran parte di-
care liberamente i loro culti,pur essendo cipi integralisti dell’islam sunnita. La ri- strutto, con centinaia di migliaia di profughi
in un paese islamico. Visitammo anche volta fu sedata in maniera risolutiva ed sparsi nel mondo. Bashar al Assad, con l’ap-
moschee sciite e madrase sunnite. Il regi- energica con migliaia di morti. Le notizie poggio sovietico e con una guerra spietata
me consentiva l’espressione di diverse non raggiunsero le cronache dell’opinio- sembra aver ripreso il controllo di gran par-
religioni rispondenti a diverse compo- ne pubblica mondiale per il ferreo con- te del territorio dove per anni si sono con-
nenti della società siriana. trollo operato dal regime. La brutale re- frontati soldati provenienti da vari paesi
Ricordo anche quanto vidi ad Aleppo, pressione tuttavia consentì un lungo pe- esteri, un po’ come in Italia nel 1500.
soffermandomi in una piazza ad osser- riodo di convivenza tra i vari gruppi etni- Auguro di cuore al popolo siriano di ritro-
vare il passeggio degli abitanti : donne ci e religiosi. vare comunque la pace e, anche alla luce di
vestite all’occidentale, con gonne cor- Visitammo anche il confine con la Turchia, quanto è accaduto, penso che l’occidente
te e ben truccate, donne con in testa il territori abitati da popolazioni curde che sbaglia quando ritiene che tutte le popola-
chador, donne interamente coperte dal facevano la loro vita. Tra questi persino zioni del mondo devono essere a sua imma-
burka, alcune anche con il viso e le mani gli Iazidi (una sorta di eretici dell’Islam), gine e somiglianza. E sbaglia ancora quan-
completamente coperte in nero. In rela- divenuti tristemente famosi in tempi re- do pensa che la soluzione militare sia da
zione alle diverse fedi praticate o al di- centi per le distruzioni, morti, rapimenti, preferire a quella diplomatica.
verso modo di vivere ciascuna poteva

L.R.C.
camminare e relazionarsi come sentiva, il

Consorzio
regime lo consentiva.
Quando visitammo siti archeologici di
grande importanza trovammo a fianco dei
siriani team di esperti provenienti da tut- Consorzio globale impianti e costruzioni civili-industriali e stradali
to il mondo. Ad Am Andara dei giappo- Imprese consorziate delle provincie di Livorno e Pisa
nesi che aiutavano negli scavi del Tell,
ad Apamea archeologi polacchi che sta- Via Aurelia, 453 - Rosignano Solvay
vano ricostruendo la via Colonnata, asse Tel. 392/2128889 Fax: 0586/763570 e-mail: consorziolrc@hotmail.it
6 Attualità e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

Patrocinato dalla Sezione Meccanica di Confindustria Livorno Massa Carrara e sponsorizzato dalla Kayser Italia

“EUREKA! Funziona!”
Concorso per giovani costruttori
Si è svolta nei giorni scorsi la cerimo- SUPER PATATINE VIAGGIANTI (Asa-
nia conclusiva del concorso “Eureka! ro Matteo, Boucherif D’Jamel M’Hamed,
Funziona!”, patrocinato dalla Sezione Campioni Marta, Franchini Giulia);
Meccanica di Confindustria Livorno PAC (Bianchi Alessandro, Costa Ales-
Massa Carrara e sponsorizzato dalla sio, Galleni Giulia;
società Kayser Italia. LULÙ (Arnesano Gaia, Barbini Giulia,Di
Tema del concorso: Meccanica; pre- Stefano Tiziano, Hidalgo Darioelio);
senti i gruppi finalisti (4/5 bambini), cir- IL CESTINO SPAZZINO ( Fanelli Mar-
ca 30 bambini di quinta della Scuola co, Nardi Elisa, Pelucchini Mattia, Vio-
Primaria “Villa Corridi” del IV Circolo li Marta).
Didattico La Rosa.
Era presente all’incontro, in rappresen-
tanza dell’USP di Livorno, la dott. Pa- AL GALILEI DI PISA
ola Barontini.
Il Progetto “Eureka!Funziona!” nasce
con la finalità di promuovere il “sape-
Nuovi voli: Tolosa
re tecnico” all’interno della scuola. E’
un format mutuato dalla Finlandia che,
e San Pietroburgo
da alcuni anni, Federmeccanica pro- Andrea Stefanini rappresentante dal- Riattivati anche quelli
muove in accordo con il MIUR e con la la Associazione Italiana per l’insegna-
collaborazione di numerose Associa- mento della Fisica – AIF, secondo una
per Bordeaux, Nantes
zioni del Sistema Confindustria. Si trat- griglia di valutazione che tiene conto e Palma di Maiorca
ta di un’esperienza ideale per orienta- dell’inventiva, delle soluzioni tecniche È decollato nel mese scorso il nuovo volo
re gli alunni della scuola primaria al adottate, della gestione del processo internazionale in partenza dal Galileo Ga-
fare e al lavoro di gruppo. I bambini, di marketing, ecc.. lilei alla volta di Tolosa (19.200 posti in
partendo da un kit composto da mate- E’ risultato vincitore il progetto “FIAM- vendita e 2 frequenze settimanali - gio-
riali diversi (motorino, puleggia, porta MA ROSSA” realizzato dai giovani in- vedì e domenica) operato da Volotea, la
batterie, cavo elettrico bipolare, asti- ventori Baicchi Francesco, Campani compagnia aerea low cost che collega cit-
celle di legno, ecc.) devono progettare Alberto, De Francesco Alessio, Giusti tà di medie e piccole dimensioni in Euro-
un giocattolo funzionante. I gruppi par- pa. E per la gioia dei viaggiatori toscani,
Jacopo, Soldaini Nicole della classe
il vettore ha già riattivato anche il colle-
tecipanti si suddividono i compiti e VA. gamento alla volta di Bordeaux (operati-
ognuno contribuisce alla realizzazione Il premio per la classe vincitrice della vo dal 5 aprile) con 2 frequenze settima-
del progetto proprio come avviene nel- competizione territoriale di “Eureka! nali (mercoledì, domenica), e quello per
lo studio e sviluppo di un prodotto in- Funziona!”, è la partecipazione alla raggiungere Nantes e Palma di Maiorca,
dustriale (progetto, disegno, studio gra- Festa Nazionale del Progetto che si sempre con 2 frequenze settimanali (gio-
fico, realizzazione campagna pubbli- terrà, il 1 giugno prossimo, a Lucca, vedì, domenica) e dal 27 giugno con 2
citaria). presso il Teatro del Giglio. frequenze settimanali (mercoledì, dome-
Sei i progetti finalisti sono stati giudi- Tutti i Progetti in gara nica).
cati da una commissione di cui faceva La compagnia aerea S7 Airlines ha inve-
FROGGY( Andreini Mattia, Caroti Cri-
ce inaugurato il nuovo collegamento di-
gentilmente parte anche il professor stiano, Panciatici Bianca); retto di linea da Pisa a San Pietroburgo,
capitale Russa del nord.
Il volo diretto da Pisa a San Pietroburgo
Compagnia sarà operato il Lunedì. I voli partirano
da Pisa alle ore 11:50 e arriveranno a San
Pietroburgo, aeroporto di Pulkovo, alle
Portuale di 16:15 ora locale. I voli di ritorno parti-
ranno da San Pietroburgo alle ore 08:15

Livorno e arriveranno a Pisa alle ore 10:50. I voli


saranno operati con comodi e moderni
aeromobili Airbus A319.
Società Cooperativa
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Attualità 7

DARSENA EUROPA

Mille posti di lavoro


a regime secondo l’IRPET
Mille posti di lavoro tra diretti e indotto, bientale e l’analisi di incidenza ambientale I prossimi impegni riguarderanno la realiz-
una crescita dell’1% del PIL a livello pro- (tra cui lo studio sull’erosione del litorale): zazione del terminal contenitori vero e pro-
vinciale e dello 0,1% a livello regionale. “la prossima settimana – ha detto il presi- prio, che sarà finanziato mediante la finan-
Sono queste per l’IRPET le potenzialità dente della Port Authority, Stefano Corsi- za di progetto, uno strumento che secon-
della Darsena Europa, il nuovo progetto ni - si riunirà la commissione di gara per do l’avvocato Paolo Piacenza, intervenu-
di espansione a mare con il quale lo scalo l’analisi delle offerte. Una volta identifica- to al convegno, pone al decisore pubblico
labronico si ripromette di aumentare la to il vincitore, daremo a quest’ultimo 60 un’attenta analisi del contesto in cui un
propria capacità operativa nel segmento giorni di tempo per la realizzazione della programma di investimenti deve essere re-
dei contenitori, arrivando a movimenta- progettazione preliminare”. alizzato: “Il PF è uno strumento finanziario
re, a regime, fino a un massimo di 1 milio- Intanto vanno avanti anche le indagini flessibile, che se gestito bene dalla Pubbli-
ne di TEU. È quanto ha sottolineato, que- geognostiche a mare, necessarie al cam- ca Amministrazione può valorizzare le po-
st’oggi, presso la sala riunioni dell’Ac- pionamento del banco di sedimenti pre- che risorse pubbliche oggi disponibili, ma
quario della città dei Quattro Mori, senti nell’area marina su cui si affacceran- attenzione: il problema del finanziamento
l’esperto dell’Istituto regionale per la pro- no le nuove infrastrutture: “Sul fronte am- può essere affrontato efficacemente solo
grammazione economica regionale della bientale – ha dichiarato sempre Corsini – attraverso un’attenta analisi dei rischi con-
Toscana, Leonardo Piccini, nel corso di l’ISPRA, l’Authority e la Capitaneria di nessi all’oggetto da finanziare”.
un convegno dedicato alle grandi opere Porto, hanno fatto fronte comune sulla Per questo motivo servono all’interno del-
infrastrutturali e organizzato dall’Autori- definizione dei programmi di monitoraggio la pubblica amministrazione professionali-
tà di Sistema Portuale del Mar Tirreno ambientali marini. L’obiettivo è arrivare tà perfettamente formate in grado di una
Settentrionale. quanto prima possibile a deperimetrare le interlocuzione all’altezza con i partner pri-
Partire dalla Piattaforma Europa per riag- aree SIN del porto. Per noi è fondamentale vati: “Proprio a tal fine – ha annunciato
ganciare il treno della crescita, per l’Irpet che la Piattaforma Europa sia un investi- Corsini – verranno presto inserite in pian-
è non solo un traguardo auspicabile, ma mento sostenibile da un punto di vista ta organica nuove e idonee risorse profes-
raggiungibile: “Se è vero che negli ultimi ambientale”. sionali e tecniche”.
dieci anni la crisi economica si è mangia-
ta in Toscana 70 miliardi di investimenti
pubblici e privati – ha detto Piccini - ope- PRESTIGIOSA DESIGNAZIONE PER LA NOSTRA CITTÀ
re come quella del nuovo terminal contai-
ner di Livorno possono costituire un vo-
lano per l’intera Regione: l’infrastruttura
A Livorno la conferenza annuale 2019
potrebbe portare in dote allo scalo labro-
nico una crescita media del 3,6% all’anno
nel traffico dei contenitori” e un incre-
dell’Organizzazione dei Porti Europei
mento nel valore della produzione in por- Livorno ospiterà per il 2019 la conferenza annuale dell’Organizzazione
to a seguito della sua realizzazione di un dei Porti Europei (ESPO). La notizia è arrivata nei giorni scorsi, diretta-
mente da Sofia, dove era in corso la Conferenza Stampa per la presenta-
miliardo di euro in otto anni, una media di
zione dell’edizione 2018 dell’Espo Conference, che si terrà a Rotterdam a
137 milioni annui dal 2022 al 2030.
fine maggio.
La Piattaforma, insomma, è una opportu-
“Questa prestigiosa designazione – dichiara soddisfatto il presidente Ste-
nità da cogliere e i tempi, chiaramente, fano Corsini - è il riconoscimento al lavoro che è stato fatto negli ultimi
non sono una incognita. L’obiettivo è anni per proiettare a livello internazionale l’immagine del porto di Livor-
arrivare ad avere l’infrastruttura per il no. Si tratta di un risultato positivo che ci inorgoglisce e che arriva proprio
2023, in tempo utile per le grandi sfide del mentre all’Hotel Palazzo si stanno concludendo i lavori della sesta edizio-
futuro. ne di MedPorts, iniziativa importante che abbiamo avuto l’onore di ospita-
Il cronoprogramma dei lavori è stato già re, prima volta in assoluto in Italia, proprio nella nostra città”.
abbozzato da tempo: il primo step è quel- “Si tratta di un riconoscimento significativo per tutta la portualità italiana
lo relativo all’affidamento della progetta- – ha aggiunto il presidente dell’Associazione dei Porti Italiani, Zeno D’Ago-
zione preliminare e definitiva delle opere stino – che grazie alle attività di Associazione ha portato per la prima
marittime di difesa e dei dragaggi previsti volta in Italia un evento importante”.
nella nuova prima fase di attuazione del- Gli uffici preposti della Port Authority hanno già preso i primi contatti con
l’opera, che comprenderà lo studio am- Espo per cominciare ad organizzare al meglio l’evento.
8 Cinguettare e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

@ 1978-2018: 9 maggio, 40 anni sti in una mostra in Accademia,


dall’atroce delitto di Aldo Moro. Una inaugurata dalle assessore regio-
pagina tristissima per il nostro Pae- nali Cristina Grieco e Federica Fra-
se che purtroppo viene quasi total- toni, che nell’occasione hanno con-
mente ignorata nei programmi sco- segnato una copia della Costituzio-
lastici. Così i nostri giovani non san- ne a tutti gli studenti partecipanti. E
no quasi niente del novecento e dei poi il fascino della navigazione su
personaggi che hanno costruito la Nave Italia per gli studenti, i loro in-
nostra democrazia. Per ricordare segnanti e i loro genitori. Una gior-
Aldo Moro non c’è di meglio che ri- nata memorabile, di festa, di sole
prendere alcuni suoi scritti di una nella bellezza del mare di Livorno.
ricchezza inestimabile: “l’acquisizio-
ne della democrazia non è qualche
cosa di fermo e di stabile che si pos-
sa considerare raggiunta una volta
Cinguettare @ Maggio: un mese in cui il Cibo è
ancora più al centro! E con un pro-
tagonismo da primato di Michelan-
di Luca Lischi
per tutte. Bisogna garantirla e difen- gelo Rongo dell’Aragosta. Non solo
derla, approfondendo quei valori di presente alla rassegna Cibus sul-
libertà e di giustizia che sono la l’alimentazione a Parma ma anche
grande aspirazione popolare consa- cipanti una bella emozione che, per l’intero mese a Eataly a Roma
crata dalla Resistenza”. come ha sottolineato il Presidente (e a giugno a Eataly a Milano). Pe-
Breda, “ci sprona ad ascoltare di più sce in primo piano, cucinato in modo
@ Aldo Moro ha lasciato delle lette- i nostri giovani, a saper interpreta- semplice e genuino per valorizzar-
re toccanti scritte ai familiari duran- re le loro idee, e a dare loro fidu- ne la livornesità di scoglio. Pesce
te la prigionia dei 55 giorni: “Ora im- cia”. Per i curiosi e interessati: che Michelangelo ha portato anche
provvisamente, quando si profilava Seguro di MedHeds, nelle mense scolastiche prima nel
qualche esile speranza, giunge in- teamseguro@gmail.com Chianti e recentemente a Capan-
comprensibilmente l’ordine di ese- noli, accolto dalla Sindaca Arianna
cuzione. Noretta (la moglie) dolcis- @ Una gioia grande per molti stu- Cecchini. Un tributo di applausi e di
sima, sono nelle mani di Dio e tue. denti toscani aver partecipato al abbracci e una grande emozione
Prega per me, ricordami soavemen- concorso “il Mare e le Vele” promos- quando i piccolissimi bambini di 3-
te. Carezza i piccoli dolcissimi, tutti. so dal quotidiano “Il Tirreno” in col- 5 anni hanno richiesto il bis di lasa-
Che Iddio vi aiuti tutti. Un bacio di laborazione con l’Accademia Nava- gne di mare e di polpette di pesce
amore a tutti.” Traspare l’uomo poli- le”. Il tema di quest’anno ben si co- al pomodoro da lui proposte. Gran-
tico guidato da una profonda carica niugava con il settantesimo anni- de soddisfazione per i bimbi (ma
di fede! versario della Costituzione “Un buon anche per gli insegnanti) tutti di
marinaio è un buon cittadino”. Mol- buona forchetta!
@ Grande festa in Camera di Com- tissimi i lavori presentati e tra que-
mercio a Livorno per l’iniziativa “Lo sti una selezione dei premiati espo- @ ”Cacciucco night” a Scuola Tes-
zaino Seguro: storia di impresa gio- sieri. Livorno protagonista nella pre-
vanile targata CCIAA”! La nascita di stigiosa scuola toscana di alta cu-
una nuova impresa nata da una cina di Ponsacco. Dopo un parteci-
esperienza di alternanza scuola-la- pato convegno sul tema del pesce
voro del Marco Polo di Cecina all’in- povero un menù di eccellenza, in
terno del progetto “Impresa in Azio- cui il cacciucco, preparato da Mi-
ne”, che ogni anno vede coinvolti chelangelo Rongo, è stato prota-
studenti che “simulano” vere e pro- gonista. Con una graditissima sor-
prie attività imprenditoriali, cimentan- presa: servito anche un tagliolino
dosi in esperienze professionali e di- fatto a mano dallo chef della scuo-
datticamente formative. I giovani im- la, Cipollini, condito con sugo di
prenditori hanno realizzato uno zai- cacciucco. Un tripudio di riconosci-
no sicuro, con un sistema di prote- menti per la qualità e l’eleganza
zione delle cerniere che non permet- dell’evento gestito con professio-
tono i consueti furti. Sistema brevet- nalità dagli studenti della scuola.
tato e già in commercio. Con risul- Apprezzatissimi i dessert, fiore al-
tati entusiasmanti, anche per la li- l’occhiello di Casa Tessieri, con “i
nea molto elegante dello zaino for- sassi di Calafuria” e “il ponce 2.0”
nito in più colori e in due dimensio- e le coccole finali (raffinati biscot-
ni. Un bell’esempio di start-up inno- tini di frolla) tutto a base di ciocco-
vativa che ha lasciato in tutti i parte- Il disegno di una giovane studentessa.
lato: dalle 5c alle 3c!
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Spigolature 79

La corazzata
ure Presidente Fico
Potemkin è...
Salvini 1: Quello italiano è uno Stato di
lo at per favore
usi la macchina
m.....

ig
Sp
Salvini 2: Fornero, la cambieremo la tua
legge infame, e vaffan....
di servizio
Sergio Rizzo - giornalista e noto commen-
Salvini 3: Bruxelles è il Quarto Reich. Sono
tatore dei mali italiani - su Repubblica di
nazisti.Una presa per il c......
sabato 24 aprile, in un articolo, ha invitato
Salvini 4 Napoli m..... Napoli colera.
un pacato ma serio messaggio al Presiden-
Salvini 5: Per i bastardi ci vuole la castra- arrestato.
te della Camera Fico - 5Stelle - ad utilizzare
zione chimica. Salvini 17: Non rompete i c.... con i diritti
per le sue uscita dalla Camera dei Deputati,
Salvini 6: Quello di Monti è un governo umani.
la macchina di servizio, magari la più scas-
fascista come neanche nel ventennio. Salvini 18: Della riforma costituzionale me
sata, per evitare quel corteo - stile Repub-
Salvini 7 : Chi è al governo è un imbecille. ne fotto.
blica delle Banane - allorchè si è recato al
Salvini 8: Alfano, sei un personaggio inu- Salvini 19: Unione europea ipocrita, gover-
Quirinale per essere ricevuto dal Presiden-
tile e incapace,cretino che non sei al- no schifoso.
te della Repubblica.
tro. Salvini 20: Quell'infame di Renzi.
Un corteo "farsesco"con tanti funzionari
Salvini 9: Manuel Valls? Uno scemo.E' tut- Salvini 21: Renzi è un fesso.
ed una marea di carabinieri, agenti in divi-
to scemo. Salvini 22: Di Maio è un ignorante e un
sa ed in borghese per tutelare la terza cari-
Salvini 10: Quest'Italia mi fa schifo. incompetente ineguagliabile. Fa soltan-
ca dello Stato.
Salvini 11: Sto leggendo delle dichiarazio- to cabaret.
Dopo tante chiacchiere, impegni e promes-
ni di Mattarella e mi incazzo come un Salvini 23: Umiltà, coerenza, ascolto e buon
se ed un modo nuovo di governare che
bufalo. senso. Per governare occorrono que-
abbiamo ascoltato, fino alla noia, dagli
Salvini 12: Renzi ha le mani sporche di san- ste doti, con l'arroganza e l'egoismo non
esponenti grillini, non ci sembra che "que-
gue. si costruisce nulla.
sta scelta" del barbuto Presidente della
Salvini 13: Prodi ci ha portato in una mo-
Camera sia stata azzeccata.
neta criminale che ha fatto morti e feri- La Stampa - domenica 15 aprile 2018 -
Si è convinto, adesso si è deciso ad utiliz-
ti. Dal Buongiorno di Mattia Feltri.
zare la macchina di servizio.
Salvini 14: I clandestini devono andare a
casa a calci in culo. Da parte nostra nessun commento. Solo
Salvini 15: La Corte di Strasburgo ha rotto che Matteo Salvini si è candidato alla Pre-
le palle. sidenza del Consiglio (come De Gasperi, Mollò lui
Salvini 16 : Napolitano ha rotto le palle. Va Fanfani, Andreotti, Moro e Spadolini...). Renzi ricorda Giorgio Benvenuto che nel
1980 disse "O la Fiat molla o molla la Fiat"-
Alla fine mollò lui.
“Chi è il tuo migliore amico? da Jena - La Stampa - 25 Aprile.

Le rime
Forse Giorgio il calzolaio,
o Roberto, o Lodovico?”
“No! Giovanni, il macellaio!” L’assessore al sociale
di Franco Biancani “Ma da quando in qua Giovanni, si è dimesso
quella testa un po’ balzana, Sono state confermate dall’assessore al
è il tuo migliore amico?” sociale del Comune di Livorno le dimissio-
“Dalla scorsa settimana!” ni di Ina Dhimgjini. Si occupava, tra l’altro,
anche del cosiddetto “reddito di cittadi-
Il migliore amico Concepimento nanza” assegnato a poche centinaia di li-
vornese per un periodo di circa sei mesi
“Sai, la scorsa settimana l’anno e con un importo che all’inizio pre-
Due anziani stan parlando
torno a casa dal lavoro; vedeva euro 500 a famiglia, fino ad essere
sopra sesso e concezioni:
sul comò c’era una busta ridotto, per il corrente anno, a euro 200.
“Gino, dimmi. Ma te a letto
col mio nome a ghirigoro. Sembra, stando a quanto riportato dalla
le usi le precauzioni?”
stampa, che uno dei motivi del distacco sia
Nella lettera lo scritto stato proprio quello.
Gino afferma con la testa.
dava un senso a quell’intrico: Una iniziativa, così circoscritta, sulla quale
“Che m’hai preso per baiocco?
che mia moglie era scappata la propaganda grillina ne ha fatto un argo-
C’ho le sbarre laterali
con il mio migliore amico!” mento in tutta la campagna elettorale.
perché ‘un vo’ casca’ di sotto!”
Anche per i 5Stelle livornesi “i sogni muo-
iono all’alba”.
10 Livorno e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

Il presidente di ASAMAR ha tenuto un interessante dibattito al Circolo Il Centro

L'incontro con Enrico Bonistalli


deve lavorare fuori orario e alle 18 scat-
di Gianni Giovangiacomo
tano le maggiorazioni dei costi. Inoltre
l’uso costante dei rimorchiatori viene
La serie di incontri organizzati dal no- a costare un patrimonio, spesso, per
stro Circolo - ha detto il presidente del ragioni di sicurezza, alcune navi hanno
“Centro”, Enrico dello Sbarba - ha avu- bisogno del doppio pilota, ed anche que-
to sempre un riscontro concreto nella sto costituisce un costo.
conduzione di un dibattito serio e posi- Continuando la sua relazione Bonistalli
tivo e spesso hanno privilegiato il no- ha evidenziato che le caratteristiche at-
stro Porto come elemento cardine della tuali del nostro scalo portano a tutta
economia cittadina, così dopo aver una serie di negatività come l’annosa
sentito gli spedizionieri, ci è sembrato questione delle “Porte Vinciane” che
opportuno conoscere le idee degli non sempre riescono a fermare, per
Agenti marittimi, con il presidente En- inconvenienti tecnici, il flusso di fango
rico Bonistalli, dell’Asamar di Livor- che entra incontrastato nel bacino.
no. E ancora: non abbiamo più delle ban-
Bonistalli ha iniziato dicendo che la sua chine pubbliche, non abbiamo più ac-
esperienza sul Porto è molto lunga Enrico Bonistalli, presidente di ASAMAR. costi! Il relatore ha anche ricordato che
essendo iniziata nel 1979, ma oggi si vive insieme alla Spedimar si è svolto re-
un momento particolare nel quale “ci golatore, che stenta a partire, non pos- centemente un incontro con vari espo-
sentiamo vicini e condividiamo le tesi siamo permetterci di perdere altri traf- nenti politici, in cui è stato detto: aiuta-
della Spedimar con la quale troviamo una fici. L’ultima ordinanza della Capita- teci, superando qualsiasi pregiudizio!
unità di intenti su tanti argomenti”. neria di Porto emessa dall’Ammiraglio Bonistalli ha anche rilevato che “Piom-
Particolare perché? Perché -ha detto Tarsia, ci viene incontro aumentando i bino non deve essere visto come un
Bonistalli- sembra che la città qualche pescaggi e così le navi potranno en- porto nemico, anzi bisogna dargli più
volta abbia voltato le spalle al Porto e trare in porto anche con cinquemila spazi, ad esempio facendolo diventare
anche perché, altri porti, come quello tonnellate in più. Ci sono pure delle si- la base delle navi che trasportano cel-
di Genova, hanno avuto finanziamenti tuazioni negative da colmare come lulosa, superando il porto spagnolo di
e fondi che noi non abbiamo avuto. quella del Porto Canale per cui non si Tarragona. Quando ci sarà la Darsena
Ma sono del parere di Italo Piccini che può uscire di notte, cosa che invece Europa si vedrà poi come far integrare
diceva che comunque Livorno “riesce permetterebbe agli armatori di agire in Piombino con Livorno”. Intanto sareb-
ad emergere anche quando ci sono modo migliore abbassando alcuni co- be “opportuno non creare allarmismi”,
difficoltà”. sti. la “Costa” non va via, come qualcuno
Il punto - ha continuato il relatore - è Uno dei presenti ha chiesto il perché ha detto! C’è tanto da fare -ha conclu-
che dobbiamo fare al più presto la Dar- Livorno sia un “porto caro” e Boni- so Bonistalli - ad esempio non abbiamo
sena Europa e che a questa realizza- stalli ha chiarito che la ragione è pro- le strutture ferroviarie giuste, si pensi
zione dobbiamo arrivarci in modo ef- prio quella di essere un Porto Canale, che Voltri ha 450 metri di treno! Ma
ficiente. Dobbiamo contrastare i traf- le navi si sono modernizzate, allargate siamo fiduciosi, facendo sistema, con
fici incentrati su Vado Ligure, e pren- e allungate, per cui si trovano in una una unità costruttiva, si possono risol-
dendo come base d’azione il Piano Re- area di manovra ristretta, spesso si vere tutti i problemi.

Scavi - Demolizioni
Movimento Terra
Edilizia Industriale
Lavori Stradali
Sede legale e amm.va: Via dello Struggino, 5/7/9 - Tel. 0586/429636 - 429331 - Livorno
Sede operativa: Zona Industriale Vallin del Buio - Livorno ◆ e-mail: info@abatesrl.it - www.abatesrl.it
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Livorno 11
Lo ha affermatoLuciano Guerrieri, presidente della Livorno Porto 2000

Dobbiamo fare di Livorno


la base come “crociera di testa”
di Gianni Giovangiacomo gliorare le infrastrutture, rivedere le con-
cessioni delle banchine, aumentare il sup-
porto ai viaggiatori. Le navi vengono ac-
Enrico Dello Sbarba, direttore del perio- colte al di fuori delle nostre concessioni,
dico “Il Centro”, ha presentato il il dottor per fortuna il Porto ha una banchina pub-
Luciano Guerrieri, presidente della Livor- blica, ma ne abbiamo assolutamente biso-
no Porto 2000, come “un vecchio amico”. gno di nuove”.
Guerrieri , da parte sua, ha elogiato “la “Nei giorni scorsi in Porto - ha evidenziato
dinamicità e la vivacità intellettuale” che Guerrieri - c’erano tre navi da crociera, per
anima il circolo “Il Centro”. i passeggeri sono stati movimentati 168 au-
“Sono stato nominato Presidente - ha ini- tobus, queste sono cifre da tener presen-
ziato - dal 5 dicembre 2017, una carica che te!
mi permette di lavorare in una realtà im- Nel percorso attuativo del Piano Regola-
portante, dotata di risorse, energie, pro- tore del Porto si prevede il miglioramento
spettive, da condividere insieme al terri- dei sevizi offerti nel loro complesso. Ab-
torio per migliorare il mercato di riferimen- biamo iniziato anche a lavorare sulla sicu-
to. Qual’è questo mercato? E’ il mercato rezza nei termini che la legge richiede, fa-
dei traghetti, quello per la Corsica e la Sar- cendo dei controlli più accurati”.
degna, ed è il mercato delle Crociere”. “Per “Se si vuole dare veramente spazio alla “at-
le Crociere - ha chiarito Guerrieri - siamo trattività turistica” bisogna collaborare per
al 6° posto in Italia movimentando 700 mila costruire la migliore accoglienza. C’è an-
passeggeri mentre sono 2 milioni le per- Luciano Guerrieri, presidente della Livorno cora molta strada da fare per proporre ele-
sone che viaggiano sui traghetti verso la Porto 2000.
menti “suggestivi” che caratterizzano la
Sardegna e la Corsica. Il mercato emer- nostra città”.
gente è senz’altro quello delle crociere per za che attrae grazie alle bellezze di Firenze, “Le attrattive - ha spiegato il relatore nel
il quale è necessario cercare di offrire un Pisa, Lucca, e vi è da parte dei turisti, la corso delle risposte alle domande dei con-
servizio che sia all’altezza della competi- tendenza a scoprire nuove destinazioni ed venuti - “devono essere percepite” sia da-
zione che si fa sempre più agguerrita”. è, su questo desiderio, che bisogna ope- gli operatori che dagli stessi cittadini li-
“Sono stato recentemente - ha continua- rare. Le statistiche dimostrano, riguardo vornesi. Sarebbe importante che si potes-
to il relatore - alla Fiera di Miami da cui ho ai passeggeri in transito, che il 25-30% de- se fare di Livorno la base di partenza delle
tratto una esperienza importante e ho cidono di rimanere a visitare Livorno. navi, come “crociera di testa”, infatti un
potuto constatare che i nostri clienti sono Quindi di strada ne è stata fatta molta ma flusso di passeggeri in partenza potrebbe
soddisfatti ma ciò nonostante si può sem- ci dobbiamo concentrare per migliorarci, far crescere la città anche in termini di oc-
pre migliorare, infatti la competizione e la per questo si deve lavorare attraverso cupazione”.
concorrenza sono sempre presenti e per “una cultura della collaborazione” che “Certamente - ha concluso - questo non è
questo anche Livorno si deve posiziona- metta insieme enti pubblici e privati, ed è un obiettivo di medio termine, prepariamoci
re al meglio”. questo l’obiettivo da cogliere nel futuro però a fare proposte ai nostri interlocutori
“I crocieristi vengono a Livorno come immediato”. perché questa è una opportunità che può
“porta della Toscana”, è un punto di for- “Cosa fare? Bisogna principalmente mi- essere sfruttata”.

PORTO DI LIVORNO 2000 s.r.l.


Terminal Crociere
Piazzale dei Marmi
LIVORNO
Tel. 0586.202901 - Fax 0586.892209
info@portolivorno2000.it
12 Livorno e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

Promozione in B degli amaranto, il bilancio dell'AAMPS e l'inaugurazione del Museo della Città

Cronache livornesi rentini che vengono a mangiare il cacciuc-


di Franco Spugnesi
co? O li pagano quei livornesi, automobili-
sti, cui non voleva mettere le mani in ta-
Il mese di Aprile è stato caratterizzato da sca?
tre elementi di grande positività. Alla ricerca di qualche altra fonte di introiti
Il primo è sicuramente la promozione in la giunta comunale ha deciso di aumenta-
serie B del Livorno calcio, l’altro il bilan- re la tassa sulla cremazione, ma questa vol-
cio dell’AAMPS, azienda dei rifiuti citta- ta rispettando le tasche locali, applicando-
dina, che segna un risultato positivo del la solo alle salme provenienti da fuori città,
conto economico di ben 9 milioni di euro e per finanziare il sussidio alle famiglie biso-
infine è stato inaugurato il Museo della Cit- gnose (mors tua, vita mea) pomposamente
tà, alla presenza anche di Vittorio Sgarbi. e furbescamente sbandierato come un as-
Si tratta di eventi quasi miracolosi (forse, saggio del reddito di cittadinanza locale di
come dice Paolo Brosio, la Madonna di grillina memoria. A parte il nome accatti-
Montenero ci ha messo mano), sia per la vante, quest’amministrazione ha di fatto
squadra di calcio che, dopo aver sperpe- ridotto la platea di coloro che precedente-
rato un vantaggio astronomico sulle con- Vittorio Sgarbi presente all'inaugurazione del mente fruivano di sussidi comunali.
correnti, è riuscita nell’impresa grazie alle Museo della Città. Stranamente proprio negli stessi giorni in
sconfitte dei diretti inseguitori, sia per il cui veniva varato questo provvedimento è
rapido allestimento del Museo della Città, In conseguenza residenti, commercianti e arrivata la notizia delle dimissioni dell’as-
compiuto in soli quattro anni, visti i tempi tutti quelli che avevano pagato il permes- sessora Ina Dhimgjini, che aveva deleghe
biblici normalmente necessari per comple- so di sosta si sono trovati con un numero importanti come la casa, la sanità e il socia-
tare le opere pubbliche a Livorno. minore di parcheggi gratuiti, che erano già le.
Anche l’Aamps “miracolosamente” si ri- in misura insufficiente. Le ragioni non sono state rese pubbliche
prende dal quasi fallimento, annunciato Non solo l’estensione delle zone a sosta né dalla diretta interessata, che al di la del-
dal sindaco Nogarin, appena un anno fa e controllata con relativi stalli blu, anche a le scelte politiche, si è sempre dimostrata
chiude il bilancio guadagnando un muc- quelle che non erano regolamentate, vedi isensibile ai problemi della città, né dal sin-
chio di soldi, pur affrontando la costosa viale Italia e strade limitrofe, renderà, al daco: una coincidenza sospetta.
raccolta porta a porta e senza” mettere le termine del programma tutto il centro città Anche se causate da motivi esclusivamen-
mani in tasca ai cittadini”. a pagamento. te personali può essere che la giovane as-
Invece per quanto riguarda il rispetto del- Esiste un qualche progetto di miglioramen- sessora non sopportasse più la finzione
le tasche dei cittadini livornesi, forse è ne- to del traffico o delle condizione di vita del reddito di cittadinanza, o le farse delle
cessario qualche ragionamento. dei cittadini, automobilisti o no, alla base case lasciate occupare senza mai farsi cari-
Intanto la tariffa della TARI, di poco ma è di tutto questo? Non lo sappiamo visto co del problema, o la quasi sparizione dei
aumentata, ed è la più cara della Toscana, che non c’è stato nessun confronto con i fondi per l’assistenza sociale ai disagiati:
ma il vero tesoretto l’amministrazione 5stel- livornesi e per quanto ne so neppure in preoccupa comunque la “moria” di asses-
le l’ha individuato nei parcheggi. Dopo consiglio comunale. E’ un provvedimento sori che non accenna a fermarsi.
aver messo a pagamento i permessi di so- che trova ragione solo nella possibilità di Per il resto tutto nella norma: le buche per
sta e di transito nel centro città ha deciso, fare facilmente cassa! strada sono stabili come numero ma ten-
motu proprio, alla faccia della trasparen- La Pisana parcheggi, che ha in appalto la denti all’approfondimento. I rari lavori di
za, di togliere l’esclusiva degli “stalli” bian- riscossione delle (care) tariffe, prevede di manutenzione, specie quelli sul viale Mon-
chi gratuiti nelle strade del centro facen- versare al Comune 2,5 milioni di E. annui, tebello, procedono a rilento causando di-
doli diventare tutti “stalli blu” a pagamen- poco meno della metà, dedotte le spese sagi e giuste proteste dei residenti, le rota-
to per chi non abita in quella zona, natural- dell’incasso complessivo. Ma questi cir- torie continuano a essere intasate.
mente però non ha reso gratuiti per i resi- ca 6 milioni di ricavo da quali tasche il sin- In attesa di un altro intervento del cielo….
denti quelli che già erano a pagamento. daco pensa che escano, da quelle dei fio- occorre molta, molta pazienza!

Acli Labor
SOCIETÀ COOPERATIVA
Edilizia - Pulizie civili e industriali - Giardinaggio
Via del Mondiglio 18, loc. Le Morelline
Tel. 0586.790.751 - Fax 0586.790.604 - www.aclilabor.it
ROSIGNANO SOLVAY
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Livorno 13

Raccolti fondi che sono stati donati alla Misericordia di Montenero

Alluvione e Lions Porto Mediceo


di Cristina Battaglini di numerose zone della nostra città, a zona L- Costa Etrusca Distretto Lions
seguito di un importante studio idrauli- 108 LA , del club di Cecina. Inoltre il
co e interventi capillari. La cifra raccol- Lions Porto Mediceo ha organizzato una
Due eventi pro alluvione sono stati re- ta (più di 5000 euro donati dal Lions serata di moda e solidarietà all'Hotel
centemente realizzati dal Lions club club di Schwabach, in Germania, di cui Palazzo, che ha riscosso un grande
Livorno Porto Mediceo. un socio è un nostro concittadino, più successo e notevole presenza di pub-
Sono stati consegnati, con una ceri- altre donazioni per un totale di 8570 blico.
monia svoltasi allo Yacht club, i fondi euro) che è stata consegnata ufficial- Hanno sfilato gli stupendi abiti della bou-
raccolti dal Lions club Porto Mediceo, mente al governatore della Misericor- tique Bilboquet di Livorno e quelli del
presieduto da Laura Antico, per la Mi- dia di Montenero. Barone Rosso di Montecatini, con i gio-
sericordia di Montenero, una delle re- Il Lions club International Foundation, ielli del prestigioso marchio svizzero
altà più colpite dall'alluvione del set- inoltre, grazie all'impegno del socio del Chopard. Hanno collaborato la Banca
tembre scorso, al governatore della Lions Porto Mediceo Tiziano Paparella di Credito Cooperativo Castagneto Car-
Misericordia di Montenero Elena Del e del Governatore del distretto 108 La ducci, BMW Motorrad Livorno, Acqua
Corso. Toscana, ha contribuito con 20.000 dol- di Bolgheri, Enoteca Lugheri, Santini
Alla cerimonia hanno presenziato la vi- lari. Il lavoro svolto dal socio Paparella cartolerie, ristorante Lo Scampolo,
cesindaco Stella Sorgente, che ha rin- è stato premiato, nel corso della sera- Estetica Oggi, Vintage Assemblage di
graziato il Lions Porto Mediceo per l'im- ta, con la consegna del Melvin Jones, Laura Novelli, i pittori Franco Sumbe-
pegno profuso. Presente anche Ales- il riconoscimento Lions più importante, raz e Luca Bellandi, la Galleria San
sio Bozzi, ingegnere comunale, che ha consegnato a Paparella da Mario Pa- Barnaba del pittore Francesco Gatto,
illustrato i lavori di messa in sicurezza nayotis Psaroudakis, presidente di Melani fiori.
La serata si è conclusa con un buffet.

FRATELLI NERI
S.P.A.
LIVORNO - ITALY

CHORUS S.r.l.
Ingegneria Impiantistica
Via Guido Rossa, 27
57016 Rosignano M.mo (LI) Italy
Telefono: 0586 764794 Centralino 0586 768783
mail: www.chorusimpianti.com
Sito Internet: www.chorusimpianti.com

Ristorante ARAGOSTA
CHIUSO IL MARTEDÌ

specialità Cacciucco alla Livornese - Frutti di Mare - Pesce fresco - Crostacei


Terrazza estiva - Sala climatizzata - Servizio Catering e Banqueting
ACCURATA SELEZIONE DI VINI TOSCANI E NAZIONALI
Livorno - Piazza dell'Arsenale 6 (Porto Mediceo) - Tel. 0586.89.53.95 - Cell. 349.860.75.25
14 Livorno e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

congregazione femminile americana, le Mons. Simone Giusti, e l’inaugurazione del-

qui Suore della Carità di S. Giuseppe, seguen-


do il carisma di San Vincenzo de’ Paoli.
Pochi anni dopo la sua morte iniziò il pro-
l’affresco dedicato alla Santa. A seguire,
momenti di riflessione e incontro insieme a
Don Gino Franchi, ai Padri Vincenziani e

Diocesi di Fabio Figara


cesso di beatificazione: nel 1963 fu pro-
clamata Beata da Papa Giovanni XXIII (Pa-
olo VI la proclamerà Santa nel settembre
alla Madre generale delle Figlie della Carità
Suor Kathleen Appler.
Una donna che ha saputo vivere la santità
1975). nei gesti quotidiani, pregando costante-
Nel 1965 Mons. Guano, allora Vescovo di mente, affrontando la sofferenza e trasfor-
Livorno, propose a don Gino Franchi la mandola in amore verso gli altri: un esem-
fondazione di una nuova parrocchia, inti- pio per ogni cristiano.
tolata proprio alla Madre Seton. Nacque
così una prima piccola chiesa, che fu inau-
gurata con solenne celebrazione dallo stes-
so Vescovo il 21 Aprile del 1968.
Un giubileo Cinquant’anni dopo, per ricordare l’even-
to, la parrocchia e la Diocesi di Livorno,
per la Parrocchia hanno organizzato una settimana di cele-
brazioni e riflessioni con numerosi sacer-

“S. Anna Seton” doti che, in questi anni, hanno preso par-
te alla vita della Comunità parrocchiale.
Lo scorso 21 aprile, giornata giubilare, si è
In occasione del cinquantesimo anniver- svolta la Santa Messa a Montenero con
sario della chiesa di piazza Lavagna, il
21 aprile, a Montenero, è stata
inaugurata e benedetta la piccola cap- IL DISCORSO DEL VESCOVO SIMONE GIUSTI
pella del Santuario (vedi foto a fianco)
dedicata alla santa americana, affresca-
ta dal pittore Paolo Maiani. La giornata
La veglia di preghiera per il lavoro
è stata dichiarata giornata giubilare. Questo l’intervento che il vescovo mons. Simone Giusti ha tenuto in occasione della veglia di
preghiera per il lavoro a Sant'Agostino la sera del 30 aprile.
“Suona l’Ave Maria quando entriamo nel Lavoro che manca: Un’emergenza nazionale. Lavoro che c’è e che – auspichiamo –
Porto di Livorno, mentre il sole è al tra- potrebbe esserci sempre più, ma con il contributo di tutti e senza dannosi scaricabari-
monto… Piena fiducia in Dio” scrisse Eli- le. Lavoro che in futuro cambierà.
sabetta Anna Bailey Seton nei suoi “Cari Sicuramente però, oggi e ancor più domani, il lavoro è e resterà centrale nell’esistenza
ricordi” (tradotti e pubblicati, con questo degli uomini e delle donne, «non può essere ridotto alla sola, pur importante, dimen-
sione economica e sempre più sarà associato al senso della vita. Perché, come insegna
titolo, nel 2004, da Editasca), ricordando
il Papa, è questione di dignità.
l’ingresso nelle acque della nostra città il
Al di là dei numeri drammatici sulla disoccupazione, sono le vite concrete delle perso-
18 novembre 1803, a bordo della nave “The
ne che devono stare a cuore a tutti noi.
Shepherdess”, insieme al marito William, Dietro la mancanza di lavoro ci sono uomini e donne che sperimentano la mancanza di
gravemente malato, e alla figlia Anna. dignità e di giustizia nei loro confronti. Per dare risposte concrete a queste persone
Dopo il periodo trascorso nel Lazzaretto bisogna da un lato evitare la logica diabolica della finanziarizzazione che rischia di
di S. Jacopo, purtroppo William Seton morì, non far avvertire la drammaticità del problema, riducendo il lavoro a uno dei modi
quello stesso anno, due giorni dopo Nata- marginali di produzione del reddito. Dall’altro non bisogna giocare allo scaricabari-
le. le. O ci si mette insieme, governo, imprese e società civile, o si rischia di perdere
Rimasta vedova, fu l’ospitalità offerta dai l’ennesima occasione. Quello del lavoro, infatti, è un tema sul quale si gioca non solo
Filicchi, noti commercianti livornesi e fer- il futuro dei singoli, ma anche la tenuta etica e sociale e della nostra nazione. Tante le
venti cattolici che conoscevano i Seton problematiche da affrontare: le ferite aperte dovute a violazioni, incidenti mortali,
per precedenti rapporti commerciali, e la sfruttamento illegalità. Il precariato nelle sue varie forme di insicurezza, di lavoro
visita al Santuario mariano di Montenero, nero, di caporalato, agromafie ed ecomafie. L’estensione dell’area della povertà, lega-
a segnare un punto di svolta. ta alla crisi e alla conseguente perdita di posti di lavoro.
Infatti, una continua ricerca spirituale ha Tuttavia non vogliamo limitarci alle lamentazioni,ma proporre buone pratiche come il
accompagnato la Santa americana per tut- Progetto Policoro, con i suoi venti anni di esperienza, mettere a fuoco i problemi
ta la vita, pur tra numerose difficoltà e lutti (lavoro femminile e sue implicazioni sulla vita familiare, la distanza tra scuola e lavo-
familiari: grazie a queste esperienze e alla ro) e proporre alcune soluzioni, avendo come punti di riferimento la Costituzione
italiana e il magistero di papa Francesco, proponendo il Vangelo che in un contesto di
preghiera costante, Sant’Anna Seton poté
'economia che uccide' va totalmente controcorrente. Stiamo vivendo delle res novae
infatti approfondire un percorso che la
come al tempo di Leone XIII. Con umiltà, ma anche in maniera incisiva dobbiamo
portò, ad un certo punto, alla conversione
provare a generare stimoli di cambiamenti a tutti i livelli, mettendo in atto processi
(era episcopaliana), e ad abbracciare la fede emulative. In sostanza bisogna essere sempre più cercatori di lavoro, soprattutto in
cattolica. Rientrata a New York, sua città epoca di “industria 4.0” che grazie alle tecnologie avanzate potrà avere effetti bene-
d’origine, nell’arco di pochi anni creò una fici sull’ambiente.
scuola femminile a Baltimora, e la prima Ma sarà anche umanizzante? È una delle sfide alle quali bisognerà rispondere.
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Rosignano 15
ALLA MEDAGLIA D'ORO AL V.M. È STATA DEDICATA ANCHE UNA STRADA

Ricordiamo Rino Pachetti


di Dino Dini comando germanico era una posizione
molto importante e quando i partigiani ar-
rivarono per espugnarla trovarono l'impre-
C'è una strada a Rosignano Solvay intito- sa già bella e compiuta da lui solo.
lata a Rino Pachetti, ma credo siano molti Nel 1945 fu chiamato a comandare il primo
i concittadini, specialmente quelli delle ge- settore operativo nel territorio dell'Alto no-
nerazioni più giovani, che ignorano in ma- varese. In quello stesso periodo riuscì ad
niera assoluta chi fosse questo personag- organizzare persino un ufficio stampa e
gio che invece è della massima importan- propaganda con la pubblicazione di due
za e fu tra l'altro insignito della medaglia giornali locali.
d'oro al valor militare per la sua partecipa- Il primo dopoguerra lo vede impegnato alla
zione alla lotta partigiana della regione Questura di Milano presso la polizia fer-
Lombardia negli anni della resistenza fra il roviaria e nel 1950 fu promosso al grado di
1943 e il 1945. maggiore dei partigiani.
Pachetti nacque a Livorno da Ezio e An- Più tardi diventa l'uomo di fiducia e guar-
nunziata Luschi il 15 febbraio 1913 e morì dia del corpo di Enrico Mattei all'Eni.
a Rosignano Marittimo il 19 gennaio 2000 Nel 1962 quando Mattei salì sull'aereo che
all'età di ottantasette anni dopo una vita poi sarebbe tragicamente caduto nella
quanto mai movimentata. Rino Pachetti zona di Pavia anche Pachetti avrebbe do-
Il giovane Pachetti non se la diceva molto (Livorno 1913 - Rosignano M.mo 2000) vuto prendere quel volo, ma per una pura
con l'insegnamento scolastico e dopo la e fortunata combinazione fu costretto a
scuola dell'obbligo abbandonò libri e qua- con se un compagno ferito. rinunciare al viaggio che avrebbe segna-
derni. All'età di diciotto anni andò a fare il L'ho conosciuto nel 1960 quando frequen- to la fine anche per lui.
servizio di leva e nel 1935 fu in Africa Orien- tavamo il famoso bar Norge di Rosignano Il sindaco di Milano Aniasi nel 1973 con
tale con il reggimento del Genio Ferrovie- Solvay. Si intratteneva spesso con noi più una bella cerimonia gli consegnò l'Ambro-
ri. giovani narrando i vari episodi della sua gino d'oro che rappresenta la più alta ono-
Grazie a questa esperienza a ventitré anni vita di combattente. rificenza della città.
fu assunto come operaio meccanico e fo- Una sera ci raccontò come si era guada- Dopo essersi trasferito da Milano a Rosi-
chista presso il Compartimento Ferrovia- gnato la medaglia d'oro al valor militare per gnano Solvay con la moglie Piera Gattini
rio di Milano. Fin dal 1939, in pieno regime le campagne condotte da partigiano nel- dalla quale ebbe il figlio Enrico dette an-
fascista, il giovane ventiseienne toscano l'Alta Lombardia. che un bel contributo alle vicende del no-
entrò a far parte del movimento clandesti- Con quel suo compagno ferito per sfug- stro comune in quanto dal 1970 al 1975 fu
no nel Partito d'Azione. gire ai tedeschi si era rifugiato in una sof- consigliere comunale nelle file della De-
Subito dopo il 10 giugno del 1940, data fitta di una grande villa vuota sul lago di mocrazia Cristiana.
d'inizio della seconda guerra mondiale, Pa- Como. La strada che è stata dedicata alla sua me-
chetti fu richiamato ma riuscì a farsi eso- Mi ricordo che con molta modestia ci dis- moria, come partigiano medaglia d'oro al
nerare dal servizio militare ed entrò a far se: "Quella volta io non volevo fare l'eroe, valor militare, fu inaugurata l'11 luglio del
parte di quello civile. ma lo diventai quasi per forza". Infatti così 2010 dal sindaco Alessandro Franchi alla
Dall'8 settembre '43, quando fu dichiarato proseguiva il suo racconto. Nel frattempo presenza delle autorità fra cui Giacomo
l'armistizio, iniziò la sua attività di parti- una pattuglia di soldati tedeschi occupò Luppichini dell'Anpi e il vicecomandante
giano combattente prendendo parte ad tutto il piano terra della villa e nel grande della Brigata Folgore colonnello Ribezzo.
un'azione di resistenza contro i tedeschi salone furono approntate le brande per tra- La motivazione della decorazione che Rino
presso la stazione centrale di Milano. Nel- scorrere le notti ed in tal modo i due parti- si guadagnò sul campo si conclude con
lo scontro riporta la sua prima ferita. In giani rimasero bloccati nella soffitta sovra- questa frase:
seguito subirà ancora ben sette altri feri- stante per diversi giorni. "Schietto, buono, modesto e valoroso era
menti di cui alcuni molto gravi. Il compagno ferito poco dopo spirò nelle sempre di esempio costante ai compagni
Durante la guerra partigiana organizza e sue braccia ed egli rimase solo senza cibo di lotta e veniva ricordato, nella zona di
comanda la formazione San Salvatore nel- né acqua in quella sua forzata prigionia. Milano, come una delle più belle figure
la zona Erba-Lecco-Como. Catturato dai Non potendo più resistere in quella così di combattente partigiano".
tedeschi fu condannato a morte ma riuscì scomoda situazione, una notte decise di
ad evadere durante la degenza in ospeda- imbracciare i due mitra, il suo e quello del N.d.r.: Abbiamo voluto pubblicare volen-
le. Sulla sua testa pesava una taglia di cin- compagno, aprì la botola, scese all'improv- tieri questo "ricordo" cheil mio amico
quecentomila lire, cifra altissima per quel- viso nella stanza dove dormivano alcuni Dino ha riservato a Rino Pachetti (una
l'epoca. Fu arrestato una seconda volta soldati tedeschi e con una serie di sventa- nobile figura di italiano vero). Fu colle-
ma ancora egli evase di nuovo portando gliate li fece tutti "fuori". Quella villa per il ga in Agip e in Consiglio comunale.
16 Rosignano e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

Il pittore
Silvano
Sordi
dona
al Comune
un dipinto
sul Castello
Raffigura il castello di Rosignano
Marittimo in un blocco compatto e
materico, con la caratteristica torre
con l’orologio, che si staglia sul cielo
azzurro.
Il dipinto è stato consegnato mar-
tedì 17 aprile dal pittore di Castel-
fiorentino Silvano Sordi al sindaco
di Rosignano Alessandro Franchi
come omaggio all’amministrazione
comunale di un assiduo frequenta-
tore del territorio. Il titolo dell’opera
infatti è “Sede del Comune di Rosi-
gnano Marittimo Bandiera blu il
mare da me amato”. Il quadro è re-
alizzato con tinte ad acrilico, miste
a segatura e colle, che esaltano la
composizione materica dell’edificio Il pittore Silvano Sordi con il sindaco Alessandro Franchi al momento della consegna del quadro.
sul paesaggio.
Sordi ha iniziato il proprio percorso
pittorico negli anni Sessanta, rice-
vendo già i primi riconoscimenti
dagli anni Settanta.
Ha operato a lungo in Toscana re-
alizzando numerose mostre, nell’ul-
timo decennio ha esposto anche in FAMIGLIA CHIANINA MINNOZZI
Spagna e Stati Uniti. I paesaggi ur-
bani e naturali sono il soggetto più
ricorrente della sua produzione. La
ricerca pittorica di Sordi guarda al
PORCAVACCA
- AGRITURISMO & MACELLERIA -
linguaggio astratto e informale, è
caratterizzata dalla libertà espres-
Vendita al dettaglio di carni e salumi
siva nell’uso dei colori e dall’esplo- interamente prodotti e lavorati in azienda
razione delle loro possibilità mate- Loc. Poggio Marchino - Rosignano Marittimo
riche e plastiche, anche grazie al- Tel. 0586.799032 - Cell. 338.661.38.16 - 333.824.10.52
l’uso della luce.
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Montecatini V. di Cecina 17

IMPORTANTE STRUTTURA PER MONTECATINI VAL DI CECINA

Inaugurato il nuovo Centro Polivalente razione del fabbricato che è stato adibito
a scuole elementari fino a metà degli anni
’90. Il Sindaco, oltre ai saluti e ringrazia-
menti di rito, ha dettagliato anche i costi
dell’opera pubblica inaugurata, che ha
avuto un costo complessivo di E. 800.903,
di cui E. 353.903 da fondi propri del Co-
mune, E. 350.000 da contributo per inter-
venti sociali da parte della Regione To-
scana, E. 45.000 da parte della “Fondazio-
ne Cassa di Risparmio di Volterra” ed E..
52.000 da parte della “Società della Salu-
te” di Volterra.
Sono seguito poi gli interventi del Consi-
gliere Regionale Andrea Pieroni e del Ve-
scovo Mons. Alberto Silvani, che hanno,
Un momento della cerimonia del'inaugurazione del Centro Polivalente. tra l’altro, sottolineato l’utilità di questo
intervento ai fini sociali e come quest’ope-
Una bella giornata di sole e di festa ha ra Ing. Augusto Mugellini e in rappresen-
ra sia un ottimo esempio di come debba-
salutato l’inaugurazione del nuovo “Cen- tanza della Cassa di Risparmio di Volterra
no essere spesi i soldi pubblici. E’ seguita
tro Polivalente” a Montecatini. Il tutto si era presente il Vice Presidente Rag. Gior-
poi la vista ai locali del “Centro Polivalen-
è svolto sabato 21 Aprile, in un clima fe- gio Ghionzoli.
te” ed un brindisi con i Cittadini per chiu-
stoso e con molti cittadini che hanno par- Presente anche il Direttore di questo pe-
dere questa bella giornata di festa.
tecipato a questo evento importante per riodico, Dott. Enrico Dello Sbarba, che ha
Il “Centro Polivalente” si sviluppa su due
il piccolo Comune collinare. origini montecatinesi e che ben volentieri
piani. Al piano primo sono stati ricavati 5
Molteplici le autorità civili, militari e reli- ha accettato l’invito del Sindaco.
appartamenti bilocali per residenza, da de-
giose presenti. La Giunta Comunale al Dopo il suono, emozionante come sem-
stinare a cittadini con particolari requisiti
completo, con il Sindaco Sandro Cerri, il pre, del nostro Inno Nazionale, il Sindaco,
familiari e di reddito, in corso di assegna-
Vice Sindaco Elena Margherita Pala e l’As- unitamente alla Giunta ed al Consigliere
zione mediante bando pubblico.
sessore Yuri Sarperi, unitamente ai Con- Pieroni, ha provveduto al tradizionale ta-
Al piano terra invece trovano spazio due
siglieri Comunali Alberto Fiorini e Chiara glio del nastro. E’ seguita la benedizione
appartamenti bilocali per “emergenze abi-
Baldanzi. Presente il Consigliere Regio- da parte del Vescovo e gli interventi del
tative”, già arredati dal Comune; i locali
nale Andrea Pieroni, il Comandante della Sindaco, del Consigliere Regionale e del
per gli ambulatori medici, comprendenti
Compagnia dei Carabinieri di Volterra Ca- Vescovo.
la sala di attesa, un ufficio amministrati-
pitano Ezio Mazza, il Comandante della Il Sindaco Sandro Cerri ha ripercorso l’iter,
vo, servizi, un ambulatorio per i medici di
Stazione Carabinieri di Ponteginori Ma- anche sofferto, a causa di un contenzioso
famiglia ed un ambulatorio per i medici
resciallo Nicola Barone, il Vescovo di Vol- che ha tenuto fermo il cantiere per 7 anni,
specialistici. Sono presenti poi spazi co-
terra Mons. Alberto Silvani, il Parroco che però poi ha portato alla conclusione
muni che saranno accessibili durante il
Don Enrico Vanzini, il Presidente della dei lavori per la realizzazione di questo
giorno anche dai cittadini esterni alla
Fondazione Cassa di Risparmio di Volter- “Centro Polivalente”, nato dalla ristruttu-
struttura e che vorranno trascorrerci un
po’ di tempo, costituiti da ampia sala tv
con annessa cucina, sala lettura, giardino
d’inverno, servizi.
Il “Centro Polivalente”, per l’abbattimen-
to delle barriere architettoniche, è munito
di due ascensori, uno esterno che dall’in-
gresso al piano strada porta la piano terra
della struttura, ed uno interno dl piano
terra la piano primo.
Completa l’opera una bella area esterna
attrezzata, con spazi verdi, vialetti e pan-
chine.
L'edificio Un bella struttura quindi, soprattutto fun-
dove è sorto zionale ed idonea a dare risposte alle esi-
il Centro genze abitative, di salute e sociali dei Cit-
Polivalente. tadini.
18 Attualità e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

Eletto durante il 3° Congresso Provinciale della Federazione Anziani Pensionati (FAP) Acli

GIULIO TAGLIAFERRO
neo Segretario del pensionati Acli
Nei locali associativi delle Acli di Via che ha proposto al Patronato e al CAF lo stesso tempo diminuiscono il nume-
Cecconi si è tenuto il 3° Congresso di Livorno di incentivare la loro azione ro dei geriatri, cioè di quei medici che
Provinciale della Federazione Anziani attraverso un opera di sensibilizzazio- si occupano della salute degli anziani.
Pensionati (FAP) Acli, presieduto dal ne dei dipendenti per aumentare le Nell’anno 2017-2018 i medici specializ-
dottor Riccardo Rossato, delegato per adesioni alla FAP. zandi in questa materia si sono atte-
questo incarico, dalla direzione nazio- Nel suo intervento Tagliaferro ha mes- stati a quota 164, mentre aumentano
nale delle Acli. Tra i presenti anche il so in rilievo alcuni dati allarmanti come invece i medici pediatri in un paese in
Presidente Provinciale, Antonio Mela- quello dell’osservatorio dell’INPS sul- cui diminuiscono le nascite!
ni, il past-president della FAP, Gianni le pensioni che rileva che quasi 13 Gi. Gi.
Giovangiacomo, il Vice-Segretario Na- milioni di pensionati beneficiano di una
zionale FAP Paolo Formelli. pensione sotto i mille euro. Riguardo
Formelli ha sottolineato la crescita nu- alle pensioni emesse dai privati le più Salvatore D'Angelo
merica della FAP Toscana, arrivata a penalizzate risultano le donne, infatti
12 mila iscritti, un incremento dovuto circa l’86% delle pensionate percepi- Presidente ANUPSA
in gran parte ai benefici che gli asso- sce un assegno mensile inferiore ai Il nostro carissimo amico Salvatore D'An-
ciati ottengono grazie alla stipula di par- mille euro. gelo è stato eletto Presidente di ANUPSA
ticolari convenzioni, la fruizione di ser- Il neo Segretario ha anche evidenzia- (Associazione Nazionale Ufficiali prove-
vizi gratuiti, la possibilità di ricorrere a to che in Italia ci sono circa 13 milioni nienti da servizio attivo), per le provincie
visita specialistiche. di persone in età over 65. Ci troviamo di Livorno, Pisa e Lucca.
Il Congresso ha eletto come nuovo Se- dunque di fronte ad un costante invec- Rallegramenti ed auguri da parte del Cir-
gretario provinciale, Giulio Tagliaferro, chiamento della popolazione ma nel- colo Il Centro.
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Attualità 19
7

Interessante mostra presso la sala conferenze Ambito Territoriale Provinciale

Dalla ricostruzione dell’Italia


alla costruzione dell’Europa
Tutti e tre convinti democratici, tutti e tre
di Gianni Giovangiacomo cristiani, che volevano l’Europa e si bat-
tevano per il suo avvenire, una Europa
Nella sala conferenze Ambito Territoriale liberale, solidarista, ostile ad ogni forma
Scolastico Provnciale di piazza Vigo, l’as- di autoritarismo e amica degli Stati Uniti.
sessore regionale alla Pubblica Istruzione Si proponevano con la creazione della
e alla Formazione Professionale, Cristina Ceca di mettere in comunione le materie
Grieco, ha inaugurato la mostra fotografi- prime: il carbone e l’acciaio, in modo che
ca e documentaria sullo statista Alcide De non si potessero più fare guerre, auspica-
Gasperi, mediante il fatidico taglio del na- vano anche un esercito comune e una
stro insieme ad una giovane studentessa. comune autorità politica.
La Dirigente scolastica provinciale, Anna Queste due ultime finalità vennero a man-
Pezzati, aprendo l’incontro, ha sottoline- care con la morte di De Gasperi nel 1954,
Un momento della inaugurazione della mostra.
ato come la Costituzione ci aiuti ad essere ma con i successivi “Trattati di Roma”
quello che siamo, cioè di sentirci italiani tuto Sturzo e l’Archivio storico De Gasperi nacque l’Europa che noi conosciamo. Al
con l’orgoglio di esserlo. per aver fornito il materiale per la Mostra tempo di De Gasperi l’Italia era quella dei
L’assessore Cristina Grieco ha evidenzia- che esprime soprattutto il periodo del do- partiti, della loro pluralità, si attuò così il
to come la Mostra, soprattutto per i gio- poguerra con la scelta istituzionale del 2 più lungo processo di partecipazione po-
vani studenti presenti, sia una “occasio- giugno 1946 e le elezioni del 18 aprile 1948 polare della nostra storia.
ne di crescita e di riflessione” su un peri- che consentirono a De Gasperi di formare De Gasperi governò per sette anni che han-
odo storico drammatico funestato dalla il suo Governo. no segnato la storia del nostro paese, in-
guerra e dalla dittatura. De Gasperi ha avu- Francesco Butini, relatore dell’incontro, fatti all’inizio venne modificato l’ordina-
to il compito di ricostruire uno Stato de- sul tema: “Dalla ricostruzione dell’Italia mento dello Stato con il passaggio dalla
mocratico tramite una Carta Costituziona- alla costruzione dell’Europa” si è rivolto monarchia alla repubblica, venne avviata
le che esprime i valori fondamentali della in modo particolare ai giovani per “rinver- la ricostruzione del paese, fu adottata la
nostra società civile. dire conoscenze che sono ormai patrimo- Costituzione che ci permise di entrare nel
De Gasperi - ha concluso - è stato un uomo nio di tutti” e per condurre una riflessione consesso dei paesi democratici stipulan-
politico sempre coerente con le sue idee sul tema della Mostra affinché “lasci una do l’alleanza della NATO.
che ha vissuto la politica come missione e traccia nella loro memoria”. La Mostra vuole dunque ricordare il si-
la sua azione è stata determinante affin- Si parla - ha iniziato - di cose che oggi gnificato complesso che ha avuto De Ga-
ché fossimo presenti come nazione nella sono date per scontate, ma dobbiamo par- speri nella nostra storia. Tra la sovranità
nuova Europa. tire da un paese distrutto dalla guerra sia del popolo espressa attraverso il Parla-
Nel 70° anniversario della Costituzione moralmente che fisicamente. Ha aggiunto mento o la preminenza decisionale del Pre-
una copia del testo, stampato dalla Re- che nell’immediato dopoguerra le speran- sidente del Consiglio, De Gasperi scelse
gione Toscana, è stato distribuito a tutti i ze dell’Italia sconfitta erano riposte nella la prima, perché riteneva che una vera de-
presenti alla inaugurazione. nuova Europa. Tre sono stati gli uomini mocrazia si affermi con la discussione tra
Il direttore della rivista “Il Centro”, Enrico che hanno incarnato l’idea d’Europa: l’ita- le forze politiche in Parlamento e questo
Dello Sbarba, si è detto lieto di partecipa- liano De Gasperi, il francese Schuman e il ci dimostra ancora una volta la qualità del
re a questa iniziativa e ha ringraziato l’Isti- tedesco Adenauer. suo pensiero.

Vieni alla CISL


troverai Cortesia, Competenza, Convenienza
I nostri servizi: Fiscali, RED, ISEE, Successioni, Vertenze e cause di lavoro, Colf e Badanti,
Permessi di soggiorno, Pensioni, Infortuni, Affitti, Tutela Consumatori.
Per ogni esigenza rivolgiti con fiducia alle sedi della CISL
Per informazioni degli orari telefona alla UST-CISL Livorno n° 0586-899732
20 sponsor e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

Scopri le novità
e le offerte
sul nostro sito
Via dell’Industria 8 - S. Pietro in Palazzi (Cecina)
Tel/Fax 0586/669029 - Cell. 39.335.7777099
info@outletdellaristorazione.it
ORARI: Lunedì-Venerdi: 9-12.30/14.30-19 Sabato: 9-12.30

GUIDI Soc. SECOS srl AUTOFFICINA Paolo di Paolo Di Capua


Tagliandi Multimarche
Costruzioni Edili e Industriali Diagnosi Elettronica
Via Modigliani, 21 - Rosignano Solvay Via Caduti di Nassirya 6 - Rosignano M.mo
Tel. 0586/799456 - Cell. 335/7850476
Tel. 0586.760153 - Fax 0586.760414
e-mail: paolo_dicapua@virgilio.it

Loc. Cotone, 75 - Rosignano Solvay Erogazione del servizio


Tel/Fax 0586.792464 di manutenzione di aree verdi
Via della Repubblica 118
ROSIGNANO SOLVAY
dei F.lli Costantini Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
s.n.c. e-mail: coopgiglio@tin.it
S.C.R.L.

CA.PA. TER s.r.l.


Ca.Pa. Ter è da tempo un autentico punto di riferimento sul territorio
toscano per opere di movimento terra e lavori di edilizia pubblica e privata
di qualunque tipologia, con competenze specifiche nella costruzione e Via Caduti di Nassiriya - Loc. Le Morelline Due - Rosignano Solvay
nella manutenzione di fognature, canali di drenaggio e sistemi di bonifica. Phone: +39 0586 728111 - Fax: +39 0586 728222
Via Don Luigi Sturzo n. 172 - Tel. 0586.984479 - Guasticce (LI) e-mail: info@simeeng.com - website: www.simeeng.com

COSTRUZIONI EDILI www.soaquadrifoglio.it


info@soaquadrifoglio.it
GEOM. LUONGO ANTONIO
Via Risiera San Saba 19 - Castiglioncello (LI) L’attestazione.
Tel. 0586.764080 - Cell. 347.7683628 Più conveniente, più edificante

ETRURIA
NORD
Soc. Coop a r.l.
O.M.P.
ROSIGNANO SOLVAY
S.r.l.

Imballaggio industriale - Trasporti - Facchinaggio - Servizi Via G. Rossa 24 Tel. 0586.791174


Piazza Monte alla Rena, 5 - Rosignano Solvay Fax. 0586.791173
Tel. 0586.793288 - Fax 0586.793304 E.mail: omp@omprosignano.it

Di Gabbia A. & Figlio SRL


COSTRUZIONI - stradali - fognature - acquedotti
PRODUZIONE - emulsioni bituminose - conglomerati bituminosi - MEZZI PROPRI
Sede Legale Uffici, Impianto: Via dello Struggino 24 - Livorno (loc. Picchianti) Tel. 0586/428121 e-mail: info@digabbia.it
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Cultura 21

Anche se ne avrebbe fatto volentieri a meno per fatti di cronaca nera


POESIA

La scuola al centro Esodo


di tanta attenzione e
di Mario Lorenzini superiori,tecnici e professionali provve-
dano per un corso speciale sulla
speranza
sicurezza.E’ un compito che non spetta
Mai come in quest’ultimo periodo dell’an- al docente che deve “insegnare” e non Dopo aver sofferto fame e guerra,
no scolastico la Scuola è stata al centro di “formare”. a migliaia, su fragili imbarcazioni
tanta attenzione. Ne avrebbe fatto volen- salpano il mare,
tieri a meno. Mai la stampa e la televisione sospinti dalla speranza
si sono occupate di episodi circoscritti ad
Istituti Professionali: di arrivare ad nuova terra
capace di dar Loro pace e lavoro.
un istituto di Lucca,anche autorevoli fir-
me hanno voluto dire la loro.
“Una svolta mancata” Partono consapevoli
E con grande pubblicità ecco arrivare nel- così titolava che invece possono
incontrar la morte.
le librerie e nelle edicole il libro di Giovan-
ni Floris dal titolo provocatorio ULTIMO il Corriere Fiorentino Ma ciò non scoraggia
BANCO “perché insegnanti e studenti il desiderio di una miglior sorte.
possono salvare l’Italia” che ignora i dell’11 aprile. Uomini, donne, bambini,
maestri e si rivolge ai professori. L’autorizzazione degli indirizzi è di spet- con orrore sono finiti
Dedicheremo a questo libro, che abbiamo tanza della Regione che riceve le richieste in fondo al mare,
acquistato, l’ultimo spazio dedicato alla dei Comuni e non del Ministero e la se- alcuni prigionieri di affollate stive,
Scuola de IL CENTRO del mese di giugno. gnalazione di indirizzi a pagamento, se fos- altri, in vista della salvezza,
se vera, deve essere accertata. per non frenar l’istinto
Tuttavia ci permettiamo di segnalare l’op- d’essere i primi ad aver certezza.
Insegnare Si portunità di autorizzare un indirizzo dedi- E l’Europa meta agognata
cato alla formazione di manodopera spe- di questo esodo epocale,
formare No cializzata per l’industria presente a Livor- impreparata all’accoglienza
e senza unità di intenti,
no la quale si avvale per la maggior parte
di personale proveniente da fuori. vede risorgere egoismi dimenticati,
Il segretario generale della CISL toscana Intendiamo riferisci all’industria motonau- desiderio di sbarrare i confini
chiederà alla Regione perché gl’Istituti tica. a questi disperati.
Si confida infine che il sentimento
umanitario prevarrà,
per porre fine a tante sofferenze
e non deludere la speranza
di chi lotta per la sopravvivenza
ed un luogo dove vivere è
costretto a mendicare.

Marisa Genovesi Marrucci

è CAF, via Cecconi 40 - Tel. 0586/811809 - Livorno


è Patronato, via degli Apostoli 5 - Tel. 800740044 - Livorno
e

sport, tempo libero, volontariato


assistenza, consulenza, sostegno
Acli Service Srl
Via Cecconi 40 ai lavoratori, ai giovani,
Livorno
ai migranti, alle famiglie
22 Sport e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

spondono mediamente a un decimo e mezzo


Halo: al giro in termini temporali, quindi in una in-
tera gara si potrebbe avere un incremento tem-
porale di ben 10 secondi.

la nuova Altra questione ingegneristica in primo piano


è la variazione dell’aerodinamicità del mezzo:
si generano dei disturbi all’ingresso dell’aria

tecnologia diretta al compressore, e ai radiatori di raf-


freddamento delle parti ibrida e di lubrifica-
zione, impedendo un adeguato raffreddamen-

in F1 to, cosicché il rendimento tenda ad abbassar-


si; inoltre riguardo all’aerodinamicità in senso
stretto l’Halo verrà sfruttato per apporre ap-
pendici che indirizzino i flussi dove necessa-
di Silvia Roccuzzo rio, rendendolo anche in questo senso una
modifica positiva.
La novità di quest’anno nel mondo della For- Dopo alcuni anni di studi in cui l’Halo si è questo nuovo sistema, che sicuramente verrà
mula 1 in termini di sicurezza, design e struttu- evoluto fino a divenire previsto dal regola- perfezionato nell’arco dei prossimi mesi, ri-
ra e senza dubbio questa: l’Halo. Si tratta di un mento, altre soluzioni sono state vagliate per tenendosi aperti alla novità e pronti alla guida
sistema di protezione composto da una staffa poi essere scartate, ad esempio un parabrez- anche con questa soluzione, che effettivamen-
di titanio ricurva del peso di 9 kg posta sul za trasparente, che tuttavia bloccava il flusso te apporta una maggiore sicurezza al mezzo.
telaio, intorno alla testa del pilota; sistema di d’aria portando ad eccessivo surriscaldamen- Come sostiene il pluricampione del mondo
sicurezza voluto dalla FIA dopo svariati inci- to l’abitacolo, e un cupolino integrale, il cui Jackie Stewart, critiche simili vennero mosse
denti subiti da alcuni piloti (fra cui anche Mas- problema principale era riguardante la visibi- a suo tempo anche alle più familiari cinture di
sa), di cui uno letale, dove perse la vita il pilota lità e l’appannamento in caso di pioggia, dun- sicurezza, dunque alla fine si tratterà di una
Justin Wilson a causa di un frammento di un’al- que il sistema Halo è risultato il più efficace questione di abitudine.
tra vettura. in termini di protezione, aumentando, secon-
Il concetto alla base della progettazione di Halo do i calcoli delle varie simulazioni, la probabi-
aveva già preso consistenza nel 2015 quando lità di sopravvivenza del 17%. Periodico mensile
la Mercedes lo propose come sistema in grado I test effettuati sono stati principalmente di del Circolo Culturale
di respingere uno pneumatico del peso di 20 tre tipi: contatto auto- auto, contatto auto-
kg, con una velocità di 225 km/h. ambiente e contatto auto-oggetti esterni. Ne è
Il primo test ufficiale fu fatto nel febbraio 2016 risultata la sensibile diminuzione di rischio di
dalla Ferrari, il cui primo prototipo installato lesioni per il pilota, nello specifico, possibile è in distribuizione gratuita
era stato realizzato in acciaio con parti super- aggancio del casco a muri o barriere, collisione anche presso i seguenti punti:
ficiali in carbonio, tuttavia il pilone aveva uno con detriti di dimensioni rilevanti, che Halo
spessore troppo grande influendo negativamen- ha respinto con successo proteggendo la ca- LIVORNO:
te sulla visibilità, inoltre aveva un peso ecces- bina di guida. La visibilità ai fini della guida è Libreria nuova di Biagini Silvia,
sivo. risultata pressoché inalterata. corso Amedeo 23-27;
Nelle versioni successive, testate fra gli altri Nonostante questo, non sono mancate le cri- Libreria Feltrinelli, via di Franco:
Edicola Cairoli, via Cairoli 18;
dal pilota Nico Rosberg, è stato risolto il pro- tiche, che per lo più si basano su fattori este- Edicola Nelli, piazza Cavour 39;
blema della visibilità, pur cercando di mante- tici e di riconoscimento del pilota da parte di Edicola P.zza Grande,
nere la solidità del pezzo. Si prevede comun- tifoseria e sponsor, ma anche riguardo ad una lato Farmacia Ospedale,
que che i modelli futuri avranno dei rinforzi eventuale fuga del pilota in caso di incendio, a Edicola Bianchi, via del Porticciolo,
Edicola Attias, corso Amedeo;
anche maggiori, portando l’aumento di peso cui la FIA ha provveduto dotando i commis- Edicola piazza Matteotti;
della vettura ai 10-15 kg, che influiranno di- sari di pista di apposite cesoie idrauliche per Edicola Ramagli e Rossi
scretamente sulle velocità raggiungibili dalle troncare il dispositivo in tempi brevissimi; i via Calatafimi:
vetture in corsa, considerato che 5 kg corri- piloti sono tuttavia favorevoli all’aggiunta di Edicola Paolini (Baracchina Bianca),
piazza S. Jacopo;
Ed. Lo Strillone, viale Italia 113;
Edicola Barcellona, via Goito;
DISTRIBUTORI STRADALI Benzina, Gasolio, Gpl e Metano Edicola Borghi, corso Amedeo,
angolo via dell’Origine;
Tabaccheria Cioni, via Roma 133;
AREZZO LUCCA
San Giovanni Valdarno Tintoria Rossi, corso Mazzini;
Gallicano Ed. Martelli Anna Lisa,
Montevarchi Antraccoli
Terranuova Bracciolini via Meucci 5 (Coteto);
Altopascio Edicola c/o Bar Oasi, Ardenza Mare;
Loro Ciuffena Ponte alla Ciliegia
Viale Santa Margherita (AR) Edicola Dharma, Viale Antignano 115
............................................. Tabaccheria-Edicola di Rolle Marco,
.............................................
PISTOIA via C. Puini 97 - Antignano.
SIENA
Abbadia san Salvatore Panicagliora CASTIGLIONCELLO:
Sovicille ............................................. Edicola Rossi, P.zza della Vittoria;
............................................. LIVORNO L’Edicola, Via Aurelia 512.
FIRENZE Via Cattaneo (LI) ROSIGNANO SOLVAY:
Viale Guidoni (FI) * ............................................. Edicola Giovannoni, via Allende;
San Polo (FI) PISA Edicola Vallini, via O. Chiesa.
Fucecchio Montecatini Val di Cecina Tabacchi-Edicola Bicego, via Aurelia 459.
* in ristrutturazione (Loc. La Bacchettona) VADA:
............................................. Cartoleria 'Cartoland, via Magellano 3.
Alberto Nosè
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it attualità 23
19

Viola Bologna:
la talentuosa
giovane artista
dalle idee chiare
di Lorenzo Taccini

Vola Bologna è una giovane artista livor- - Qual è il ge-


nese di buone speranze e dal carattere nere di musica
forte e deciso. Pur rientrando tra i più per il quale ti
giovani possibili “millennials” (come usa esibisci?
chiamare i nati appunto fino al 2000…), Lo stile strizza
ha dalla sua una carriera già di tutto ri- l’occhio alle
spetto e tante novità che prossimamen- istanze “pop”
te presenterà, con l’augurio che la mu- della musica
sica ed il canto facciano parte della sua leggera e le
vita sempre e per sempre. tematiche del-
- Viola, come ti preferisci presentarti ai le canzoni che
nostri lettori? scrivo sono
Da quando sono piccola sono una ap- perlopiù auto-
passionata di musica e di canto, col tem- biografiche.
po ho intrapreso quindi gli studi al con- Raramente
servatorio di Livorno, fino ad arrivare parlo d’amo-
a saper suonare 4 strumenti (chitarra, re, mentre mi
ukulele, pianoforte e contrabbasso interessa approfondire maggiormente tare (non so bene neanche cosa)!
n.d.r.). Ho fatto già diverse esperienze varie problematiche che possono riguar- - Hai un tuo idolo di riferimento in cam-
ed esibizione, a partire dalla più recen- dare amici, parenti, familiari… po canoro?
te con Sanremo young, fino a concerti - Hai in previsione una qualche pubbli- In realtà mi ispiro a tante persone dif-
solistici. Inoltre canto come corista nella cazione delle tue canzoni inedite? ferenti e non ce n’è una che spicca.
“Flavio e la Negramaro Tribute Band”. Sì, ma non so ancora quando. Collabo- Ammiro molto tutti coloro che sappia-
Le altre grandi passioni che coltivo sono ro con la Elephant Studio e con Alex no portare avanti le tematiche sociali
quelle del disegno e della fotografia. Mastromarino: attualmente sono in cerca ed umane all’intero dei propri campi
di una produzione. artistici.
- Ci parlavi prima di Sanremo young: - Vedi Livorno nel tuo futuro? E che opi-
com’è stata la tua esperienza? nione hai della situazione artistica in cit-
Considerando che sono stati fatti più di tà?
1.00 provini e che io sono riuscita ad La mia intenzione sarebbe quella di vi-
arrivare all’ultima fase a Cinecittà, pos- vere facendo musica, magari anche in-
so ritenermi soddisfatta dell’esperienza sieme ad altri lavori. A Livorno mi pare
vissuta. Peccato certo non essermi po- che ci siano tanti talenti, ma poche eti-
tuta esibire alla kermesse finale. chette che portino avanti i loro percorsi
- Da dove nasce questa tua passione e ne facciano una buona promozione.
così forte? È più difficile partire da una città dove
Francamente non lo so… diciamo che i portoni ai quali bussare sono pochi,
“ci sono nata”! In famiglia in effetti mentre nelle città grandi ci sono più op-
nessuno suona strumenti. Ma mi rac- portunità. Inoltre ci vogliono tanti sol-
contano un fatto che la dice lunga: al di da investire…
matrimonio dei miei genitori, quando Insomma: se potessi vivere qui, tanto
io avevo soltanto 3 anni, rubai lette- meglio. Vediamo che cosa mi riserverà
ralmente il microfono e mi misi a can- il futuro!
ASAMAR
ASSOCIAZIONE FONDATA NEL: 1952

Sede Sociale: Via A. Pieroni, 26 - 57123 Livorno


Sito: www.asamar.it
Tel. 0586 - 885284
Fax 0586 - 885312
E-mail: asamar.li@virgilio.it