Sei sulla pagina 1di 1

Serie B R 40a giornata DOMENICA 6 MAGGIO 2018 LA GAZZETTA SPORTIVA 27

La firma di Dionisi
nistra e Brighenti passa a de­

CLASSIFICA
L'ANALISI stra. La formazione di Longo
non mostra il passo atletico
di NICOLA dei giorni migliori. Così gli
BINDA emiliani ci provano: due vol­ SQUADRE PT PARTITE RETI

Frosinone, notte
G V N P F S
te (36’ e 38’) con Saric, la
EMPOLI 78 39 22 12 5 83 47
prima di testa, ma fuori ber­
LA LEZIONE
FROSINONE 68 40 18 14 8 62 45
saglio. PALERMO 67 40 17 16 7 57 39
PARMA 66 39 19 9 11 53 35
DI DIAMANTI MATURITÀ Nella ripresa, il VENEZIA 66 40 17 15 8 55 37

dal profumo di A
diluvio rende la gara più in BARI 64 40 17 13 10 57 47

PER UN FINALE salita per tutti. Il Carpi ha


buona volontà però deve fa­
CITTADELLA
PERUGIA
62
59
40
40
17
16
11
11
12
13
58
65
47
55

PIÙ FOLLE re i conti con i limiti del peg­


giore attacco del campiona­
FOGGIA
SPEZIA
CARPI
54
53
51
40
40
40
15
13
12
9
14
15
16
13
13
63
46
31
66
42
43
to. Un’uscita avventurosa di SALERNITANA 51 40 11 18 11 51 55

A 1L’attaccante riprende a fare gol: battuto il Carpi


lessandro Diaman­ Vigorito viene salvata da Bri­ BRESCIA 47 40 11 14 15 41 50
ti, uno che in car­ ghenti. Calabro inserisce PESCARA 47 40 11 14 15 50 63
CREMONESE 44 39 8 20 11 42 44
Longo torna al secondo posto in attesa del Parma
riera ha sempre Concas al posto di Jelenic. E
CESENA 43 39 9 16 14 52 60
preferito il divertimento passa al 4­4­2 con l’ingresso NOVARA 43 40 10 13 17 41 50
alle regole e alle fredde di Mbakogu, accolto da fi­ AVELLINO 42 40 9 15 16 46 59
logiche di un certo cal­ schi e insulti nel ricordo di ASCOLI 42 40 10 12 18 39 60
cio, dopo la partita persa un suo gestaccio dopo il gol­ ENTELLA 41 40 9 14 17 40 53
dal suo Perugia a Bari ha Nicola Berardino vittoria di Letizia di un anno TERNANA 37 40 7 16 17 60 73
lanciato un messaggio ai INVIATO A FROSINONE fa. Il Frosinone amministra, PRO VERCELLI 37 40 8 13 19 45 67
suoi più giovani compa­ inseguendo con fatica il se­ SERIE A PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSIONI

L
gni. In sostanza, ha det­ iberarsi dagli spettri del condo gol. Dionisi sfugge an­
to: «E’ vero, ci stiamo passato può aprire anche cora a Pachonik ed esplode
giocando tanto, però in una nuova vita. Il Frosino­ un siluro che Colombi sventa RISULTATI
campo dobbiamo rischia­ ne si sente rinato dopo la vitto­ in angolo. Anche Longo pas­ ASCOLI-AVELLINO 1-1
re, divertirci, fare le gio­ ria contro il Carpi. Tre punti sa al 4­4­2 per coprire il cen­ BARI-PERUGIA 3-1
CESENA-PARMA oggi, ore 17.30
cate difficili e cercare di che sono un ponte per risalire al trocampo con Kone (out Ci­ CITTADELLA-BRESCIA 2-2
sorprendere gli avversa­ secondo posto in attesa della tro). Poi, due punizioni vele­ EMPOLI-CREMONESE domani, ore 20.30
ri». Insomma, una versio­ trasferta odierna del Parma a nose di Ciano (Colombi ok), FROSINONE-CARPI 1-0
ne calcistica dello «stay Cesena. Un successo che strac­ intervallate da una botta di NOVARA-PESCARA 1-1
SALERNITANA-ENTELLA 1-0
hungry stay foolish» del cia quel ricordo amaro del k.o. Paganini fuori di poco. Ten­ SPEZIA-PRO VERCELLI 5-1
povero Steve Jobs, ma ai playoff del 29 maggio scorso sione alta. Battibecco finale TERNANA-PALERMO 2-3
che diventa il manifesto proprio a Frosinone contro il fra Dionisi e Concas. Che si VENEZIA-FOGGIA 2-1
di questo finale di stagio­ Carpi. Ci pensa capitan Dionisi sposta sull’altra parte del
ne. Affamati e folli: è a chiudere i conti con quel pas­ campo e accende anche il PROSSIMO TURNO
bello immaginare così i sato firmando subito il gol che dopo gara. Il Frosinone rias­
VENERDI’ 11 MAGGIO
giocatori delle squadre deciderà la partita e probabil­ sapora il successo interno AVELLINO-SPEZIA ore 20.30 (andata 0-1)
impegnate in questa ap­ mente si rivelerà preziosissimo che mancava dal 29 marzo SABATO 12
passionante volata. L’esi­ nello sprint per la promozione (2­1 al Venezia). I giallaz­ BRESCIA-EMPOLI ore 15 (1-1)
to non deve fare paura. diretta. «Ma mentre giocherà il zurri fanno festa ringrazian­ CARPI-CITTADELLA ore 15 (1-0)
CREMONESE-VENEZIA ore 15 (1-1)
Divertitevi, e divertiteci. Parma non guferò e andrò al do i tifosi che la sera prima ENTELLA-FROSINONE ore 15 (3-4)
parco con mia figlia. Una vitto­ sono andati a incitarli in riti­ FOGGIA-SALERNITANA ore 15 (3-0)
E’ vero, alla fine qualcu­ ria conquistata grazie alla com­ ro. «Una vittoria ottenuta PALERMO-CESENA ore 15 (1-1)
PARMA-BARI ore 15 (0-0)
no piangerà. L’aspetto pattezza del gruppo», ha detto con maturità», dichiara con PERUGIA-NOVARA ore 15 (1-1)
triste è che una promo­ Dionisi, che ha ereditato i gradi orgoglio Longo. PESCARA-ASCOLI ore 15 (1-1)
zione o una retrocessio­ di Daniel Ciofani dopo l’infor­ L’esultanza di Federico Dionisi, 30 anni, dopo il gol partita LAPRESSE © RIPRODUZIONE RISERVATA PRO VERCELLI-TERNANA ore 15 (3-4)
ne non sarà soltanto (co­ tunio del bomber.
me dovrebbe essere) una
questione sportiva, ma ALL’ASSALTO Longo conferma FROSINONE 1 0 CARPI MARCATORI
IL MIGLIORE 25 RETI Caputo (3, Empoli).
soprattutto economica: in blocco la formazione che ha 21 RETI Di Carmine (2, Perugia).
PRIMO TEMPO 1-0
chi sale fa tombola, chi vinto a Brescia. E l’avvio di gara MARCATORE Dionisi al 5’ p.t. 20 RETI Donnarumma (2, Empoli);
scende vede il futuro a sembra la continuazione di Montalto (2, Ternana).
rischio se non ha le spal­ quella del Rigamonti. Il Frosi­ 17 RETI Mazzeo (4, Foggia).
FROSINONE (4-2-3-1) Vigorito 6; CARPI (4-5-1) Colombi 6,5; 15 RETI Cerri (2, Perugia).
le larghe e non è stato none opta per la strategia del­ M. Ciofani 6,5 (dal 35’ p.t. Krajnc 6), Pachonik 5, Brosco 6, Ligi 6, Pasciuti 14 RETI Ciano (1, Frosinone).
lungimirante. Ma questo l’assalto frontale. Subito tre Terranova 6, Ariaudo 6,5, Brighenti 5,5; Garritano 6, Sabbione 6, Mbaye 13 RETI Galano (1, Bari); Caracciolo (2,
è un annoso discorso che corner. Al 5’ il traversone d’alta 6,5; Chibsah 6,5 (dal 43’ s.t. Frara 5,5 (dal 22’ s.t. Mbakogu 5), Saric Brescia); D. Ciofani (Frosinone);
qualcuno dovrà fare in classe di Paganini innesca Dio­ s.v.), Gori 7; Paganini 6,5, Ciano 6,5, 5,5 (dal 36’ s.t. Verna s.v.), Jelenic Nestorovski (3, Palermo); Calaio’ (5,
Dionisi 6,5; Citro 6 (dal 32’ s.t. 5,5 (dal 12’ s.t. Concas 5); Parma); Pettinari (Pescara).
altra sede. Quello che ci nisi, che sfugge al controllo di 12 RETI La Mantia (2, Entella); Tremolada
piace sottolineare è che Pachonik, e insacca. Nono gol Kone 6). Melchiorri 5,5.
(1, Ternana).
in vetta (Empoli escluso)
e in coda (sembra finita
in campionato. Colombi capito­
la dopo 314’. Il 4­5­1 del Carpi è
PANCHINA Zappino, Palombo,
Russo, Besea, Beghetto, Volpe,
PANCHINA Serraiocco, Brunelli,
Giorico, Malcore, Poli, Di Chiara, 7 11 RETI Castaldo (4, Avellino); Jallow
(Cesena); Litteri (1, Venezia; 5 nel
Matarese, Sammarco. Bittante, Calapai, Saber. Cittadella).
per Ternana e Pro Vercel­ molto elastico, ma poco verti­ ALLENATORE Longo 6,5. ALLENATORE Calabro 5,5. ● GORI 10 RETI Torregrossa (Brescia); Kouame
li) ci sono ancora tantis­ cale. La squadra di Calabro non CENTROCAMPISTA FROSINONE (Cittadella); Bocalon e Sprocati
ARBITRO Giua di Olbia 6,5. GUARDALINEE Lombardi 6,5-Cipressa 6,5.
sime cose da dire a 180’ trova la marcia per reagire. Il ESPULSI nessuno.
Cuore ciociaro. Governa con (Salernitana); Marilungo (Spezia).
9 RETI Iori (6, Cittadella); Dionisi (2,
dalla fine, più i due posti­ Frosinone perde Matteo Ciofa­ AMMONITI Krajnc (F), Ligi (C), Dionisi (F) e Concas (C) per gioco scorretto. saggezza il gioco anche nei Frosinone); Puscas (Novara); Coronado (2,
cipi che diranno molto su ni (sciatalgia) e deve rimesco­ NOTE paganti 3.645, abbonati 6.963; incasso totale di 77.956,68 euro. Tiri in momenti meno facili. Un vero Palermo); Mancuso (1, Pescara); Castiglia
ambo i fronti. E lo spirito lare la difesa: Krajnc entra a si­ porta 5-1. Tiri fuori 4-6. In fuorigioco 0-4. Angoli 10-4. Recuperi: p.t. 2’, s.t. 3’. leader della squadra di Longo (Pro Vercelli).
invocato da Diamanti è
ciò che può rendere il

Stulac! E’ festa Venezia


tutto più emozionante. l’ultimo quarto (salvataggio
Pensate a giocare ragaz­ fortunoso di Camporese su tiro VENEZIA 2
zi, fate lo sport più bello a porta vuota di Marsura in se­
del mondo: il fatto che guito a uscita sbagliata di Nop­ FOGGIA 1

Resa Foggia in extremis


non ci siano state espul­ pert). Ecco quindi che il tampo­
PRIMO TEMPO 1-0
sioni (se i posticipi lo namento in piena area dell’esu­ MARCATORI Litteri (V) su rigore
confermano, sarà la setti­ berante Tonucci sull’arremban­ al 41’ p.t.; Mazzeo (F) al 47’, Stulac
ma volta) e che si sia rivi­ te Domizzi che porta al rigore (V) al 49’ s.t.
sta la fabbrica del gol (ne non sorprende più di tanto. Ol­
mancano 52 in 24 partite
per lo storico record) fa
1Mazzeo nel recupero risponde al rigore realizzato da Litteri tretutto l’arbitro (non impecca­
bile) aveva considerato invo­
VENEZIA (3-5-2) Audero 7;
Cernuto 6, Modolo 6, Domizzi 6,5;
pensare che si giochi Una punizione al 94’ tiene in corsa Inzaghi ed elimina Stroppa lontario (13’) un fallo di mano Bruscagin 6,5, Falzerano 6, Stulac
7,5, Suciu 6,5 (dal 39’ s.t. Soligo
veramente con meno in piena area di Zambelli parso s.v.), Garofalo 6,5; Litteri 6,5 (dal
paura e con molta voglia più rigore di quello concesso. 24’ s.t. Geijo 4,5), Marsura 6 (dal
di stupire e farsi notare. 15’ s.t. Zigoni 6).
Nicola Cecere IL MIGLIORE IL DOPO Chiusa la prima frazio­ PANCHINA Vicario, Russo, Frey,
Ovvio, certe sfide salvez­ INVIATO A VENEZIA ne in vantaggio il Venezia si Cigagna, Bentivoglio, Fabiano,
za tradiscono un certo ● STULAC chiude lasciando che il Foggia Firenze, Zampano, Del Grosso.

I
ALLENATORE Inzaghi 7.
timore di perdere. E an­ l sogno «A diretta» prose­ CENTROCAMPISTA DEL VENEZIA lo attacchi. E la squadra di
che davanti qualche vit­ gue per il Venezia («Abbia­ Ultimo minuto. Punizione dal Stroppa attacca proprio bene. FOGGIA (3-5-2) Noppert 5;
toria è stata portata a mo il dovere di provarci»’ limite: cura il posizionamento Al 9’ Agazzi colpisce il palo, al Tonucci 6,5, Camporese 6,5,
termine con un po’ trop­ carica Pippo Inzaghi) mentre della sfera e calcia sul palo 34’ Tonucci prende la traversa Calabresi 6; Zambelli 6,5, Agazzi
pa ansia. Ma se i presi­ finisce quello playoff del Foggia della barriera, aggirandola. con una gran botta da lontano, 6,5, Agnelli 6 (dal 21’ s.t. Scaglia 6),
denti hanno legittime («Al Perugia basta un punto e lo Noppert battuto: è il gol che al 44’ Audero fa un miracolo in Deli 6,5, Kragl 6 (dal 30’ s.t. Rubin
6); Mazzeo 6,5, Nicastro 5,5 (dal
preoccupazioni e se gli farà», la resa di Giovanni Strop­ regala al Venezia la uscita. Nel frattempo Inzaghi 30’ s.t. Floriano 6).
allenatori si giocano una pa) proprio nella velenosa coda prosecuzione del sogno. E sostituendo le due punte aveva PANCHINA Guarna, Simone,
tappa del curriculum, i
ragazzi che vanno in
di una sfida mozzafiato che en­
trambe giocano bene e che en­
7,5 questo sloveno tuttofare è
sempre più nel cuore dei tifosi
dato nuova freschezza e nuove
opportunità. Colossale l’errore
Loiacono, Beretta, Martinelli,
Gerbo, Celli, Ramè.
campo devono sapere trambe avrebbero meritato di in area piccola di Geijo al 71’ ALLENATORE Stroppa 7.
che la loro storia non vincere. Al 92’ gli ospiti trovano ta...) si procura una punizione al 94’, si arriverà al 96’ senza al­ (manda fuori a porta vuota su
ARBITRO Guccini di Albano L. 5,5.
finisce a giugno. Comun­ il pareggio in un’azione capar­ a più di venti metri dalla porta tri sussulti. cross di Garofalo), sbaglia an­ GUARDALINEE Margani 6-
que vada hanno una car­ bia che porta l’assaltatore ag­ di Noppert. Sulla sfera si porta che Falzerano la finalizzazione Scarpa 6.
riera davanti e che quello giunto Tonucci a colpire il palo Stulac, fin lì protagonista della IL PRIMA Un altro calcio da fer­ di un contropiede due minuti ESPULSI nessuno.
che dimostrano di saper e il rapinatore d’area Mazzeo solita regia ordinata e dinami­ mo, questo dagli undici metri, dopo. Insomma, azioni da una AMMONITI Cernuto (V),
fare adesso acquista un ad arrivare per primo sulla re­ ca, uno specialista di balistica aveva dato ai padroni di casa parte e dall’altra, batticuore: Bruscagin (V) e Zambelli (F) per
valore superiore per il spinta (perché in fuorigioco, giunto al sesto centro stagiona­ (nono successo al Penzo nel ri­ uno spettacolo che avrebbe me­ gioco scorretto.
NOTE paganti 4.014, incasso di
loro salto di qualità. Sia­ protestano i veneti). La mazza­ le. La sua perfetta esecuzione a torno) il gol del vantaggio dopo ritato due vincitori. La corsa 35.357 euro; abbonati 1.930, quota
te affamati, siate folli: ta è pesante però il Venezia rea­ sorvolare la barriera, dritto per un primo tempo nel quale il continua solo per il Venezia, in­ di 10.453,99 euro. Tiri in porta 5-8
fate così e, comunque gisce con rabbia eccezionale e il dritto, sorprende il portiere, Foggia aveva sfiorato più volte vece. Un grande applauso al (con due pali e una traversa).
vada, sarete applauditi. neo entrato Soligo (classe ‘79, partito con ritardo perché se la segnatura nella prima mez­ Foggia. Tiri fuori 6-2. In fuorigioco 3-0.
© RIPRODUZIONE RISERVATA mancava dalla gara di anda­ l’aspettava sul suo palo. Siamo z’ora, lasciando però al Venezia © RIPRODUZIONE RISERVATA Angoli 5-6. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 6’.