Sei sulla pagina 1di 17

2005 8 LUGLIO CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERA 24 RINALDO IN CAMPO VIA


LIBERTA' ISOLA DELLE FEMMINE PIANO DI
LOTTIZZAZIONE

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE


PROVINCIA DI PALERMO
UFFICIO TECNICO
III SETTORE – I SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL III SETTORE

Prot.
del _____________

Il Responsabile del III Settore – UTC avanza


la seguente proposta di deliberazione:
Approvazione del “Piano di Lottizzazione
in ambito chiuso denominato RINALDO
IN CAMPO”

 Vista l’istanza prot. N° 12085 del 07.10.1999


con la quale la Sig.ra Benenato Maria
Letizia, nata a Palermo il 31.07.1961 ed ivi
residente in via P.M. Corradini n. 3, c.f.:
BNN MLT 61L71 G273 Q, nella qualità di
comproprietaria, chiede l’approvazione di
una struttura residenziale-ricettiva (e

1
centro sportivo) individuata al N.C.T. di
Isola delle Femmine al foglio 2 particelle 7,
196, 241 (VERIFICARE LA SUPERFICIE)
ricadente, secondo il P.R.G. approvato con
D.A. 121/83 i cui vincoli preordinati
all’espropriazione risultano scaduti,
all’interno della perimetrazione delle z.t.o.
C2, già oggetto di Piano Particolareggiato
ad oggi scaduto e sottoposta al vincolo
paesaggistico di cui alla L. 1497/39 e
successive modifiche ed integrazioni
nonché al vincolo sismico di cui alla L.
64/74;
 Accertato che l’istante a titolo per
richiedere l’autorizzazione di cui sopra,
giusto atto di compravendita del
24/08/1966 stipulato presso il notaio
Giuseppe Rossi, di Palermo, n. rep. 118022,
con il quale i sig.ri Battaglia Erasmo, nato a
Capaci il 22/12/1878 vende al sig. Bennato
Francesco nato a Palermo il 18/09/1928 un
lotto di terreno complessivamente esteso
mq. 8.189 identificato al NCT al fg. 3 p.lle

2
46 e 208; fg. 3 p.lle n. 7-241/a - 241/b-196-
251/a (fra cui le particelle n. 7-241 e 196
indicate nell’istanza N° 12085 del
07.10.1999) e la Denuncia di successione n.
3 vol. 14795 in testa al de cuis Benenato
Francesco, dalla quale si evince la
proprietà degli eredi, di cui 1/3 alla sig.ra
Benenato Letizia Maria ed i restanti 2/3
alla madre Gallina Irene e Benenato
Massimo;
 visti gli elaborati introitati il 7/10/1999
protocollo n. 12055 – Allegato B – redatti
dall’arch. Mingari Liborio, iscritto
all’Ordine degli Architetti della Provincia
di Messina al n°224, per i quali la C.E.C. ha
espresso in data 08/11/2000 parere di
massima favorevole; verificato dagli
elaborati che l’intervento consta nella
realizzazione di:
- un fabbricato con destinazione mista
residenziale, su due elevazioni fuori terra,
oltre un piano seminterrato. ll piano
seminterrato destinato a servizi e
3
spogliatoi a servizio di attività sportiva cui
viene destinato la parte restante del terreno
non interessato dal fabbricato, con la
realizzazione di due campi di calcetto, due
campi bocce, verde attrezzato; il piano
terra destinato a attività di ristoro e di sosta
a servizio di quanti decidono di utilizzare i
servizi sportivi di cui sopra; il piano
primo destinato a residenza.
 Preso atto che il Piano di Lottizzazione,
redatto dall’Arch. Liborio Mingari iscritto
all’Ordine degli Architetti della Provincia
di Messina al n°224 risulta composto dai
seguenti elaborati:
- Elaborato n° 1: Relazione e norme di
attuazione;
- Elaborato n° 2: Elaborati grafici di
progetto;
- Elaborato n° 3: Elaborato stralcio
planimetrico;
- Elaborato n° 4: Elaborato identificazione
aree e verifica standards urbanistici;

4
- Elaborato n° 4: Schema di convenzione;
 considerato che parte dell’area sulla quale
si intende eseguire l’intervento è stata
sottoposta ad esproprio come riportato
nell’ atto di Cessione volontaria, n. rep.
41593 del 06/12/2000, stipulato presso il
Notaio Girolamo Tripoli di Bagheria, da
quale si evince che con Ordinanza n. 5 del
11/03/1997 il sindaco di Isola Delle
Femmine ha autorizzato il consorzio ASI
ad occupare, in via d’urgenza e
temporanea, per la realizzazione della
viabilità a servizio della zona industriale
dello stesso comune, alcuni terreni tra i
quali è compreso quello di proprietà
Benenato -Gallina; con il quale cedono e
trasferiscono al Consorzio per lo sviluppo
dell’Area Industriale di Palermo, uno
spezzone di terreno, sito nel comune di
Isola Delle Femmine, contrada “Piana”
esteso complessivamente are 32 e ca 98;
identificato al NCT al fg. 3 p.lle 46 (di mq.

5
2372); p.lla 1821 (ex 7/b) (di mq. 866); p.lla
1823 (ex 241/b) (di mq. 60);
 visti gli elaborati integrativi redatti
dall’arch. Liborio Mingari dell’ottobre
1999, redatti in funzione della cessione
delle aree sopra indicate, giusta Ordinanza
sindacale n. 5 del 11/03/97 ed introitati il
31/10/2000 protocollo n. 12695 – Allegato C
– con l’indicazione dello stralcio
planimetrico con l’identificazione dell’area
residua a seguito dell’esproprio; allegato D
(elaborati grafici) ed E (identificazione
delle aree e verifica standars urbanistici)
del gennaio 2002;
 Vista la nota di questo Comune del
08/08/2002 protocollo n. 9251 con il quale
si chiede alla Soprintendenza ai BB. CC.
AA. il parere sull’intervento da eseguire;
 Visto il prescritto parere favorevole del
Genio Civile del 26/06/2002, protocollo n.
7512;

6
 Ritenuto che l’intervento proposto può
essere inquadrato come piano di
lottizzazione in ambito chiuso ad uso collettivo,
così come previsto dalla L.R. n. 71 del
27/12/1978 – art. 15; e pertanto non
dovranno essere cedute le aree, mentre
rimarrà a carico dei lottizzanti l’esecuzione
delle opere di urbanizzazione primaria e
dei servizi ed impianti necessari
all’insediamento, nonché il pagamento dei
contributi sul costo di costruzione di cui
alla legga 28/01/77 n. 10.
 Preso atto che gli elaborati costituenti il
piano di lottizzazione posseggono i
requisiti di cui all’art. 9 L.R. 71/78, in
quanto contengono le indicazioni di cui alle
lettere a), b), c), d), e) h) del medesimo art.
9 L.R. 71/78;
 Preso atto che lo schema di convenzione di
lottizzazione proposto, prevista dal comma
5° dell’art. 28 della L. 1150/42, è stato
redatto in conformità ai contenuti minimi

7
obbligatori previsti dall’art. 14 della L.R.
71/78 ed in particolare:
a) la cessione gratuita delle aree
necessarie per le opere di urbanizzazione
primaria e secondaria indicate dall’art. 4
della L. 847/64 e dall’art. 44 della L.
865/71, rimanendo esclusa la possibilità
di monetizzare con i criteri di cui all’art.
14 della L. 10/77, l’aliquota di aree da
cedere al Comune per opere di
urbanizzazione secondaria, in
considerazione della intervenuta
decadenza dei vincoli di P.R.G.
preordinati all’espropriazione;
b) l’assunzione a carico del proprietario
degli oneri relativi alle opere di
urbanizzazione primaria di cui all’art. 4
della L. 847/64 da eseguire in conformità
alle prescrizioni comunali e da cedere al
Comune;
c) La corresponsione della quota di
contributo di cui all’art. 5 della L. 10/77
riguardante le opere di urbanizzazione
8
secondaria stabilita dal Comune in base
alle tabelle parametriche di cui al D. Ass.
Sviluppo Economico 31.05.77 all’atto del
rilascio delle singole concessioni relative
ai fabbricati ricadenti nel piano di
lottizzazione;
d) termini non superiori a dieci anni per
la cessione delle aree e delle relative
opere;
e) congrue garanzie finanziarie per
l’adempimento degli obblighi derivanti
dalla convenzione;
 Rilevato che parte del lotto sul quale si
intendono realizzare i due campi di
calcetto, due campi bocce, identificato al
NCT al Fg. ____ p.lla _______ , ricade
secondo il vigente P.R.G. approvato con
D.A. 121/83 in quanto ricade all’interno
della perimetrazione delle zone E (verde
agricolo) di cui al citato P.R.G. di mq.
________e che invece il fabbricato di mc.
complessivi 1091,12 ricade ricade secondo
il vigente P.R.G. approvato con D.A.
9
121/83 in quanto ricade all’interno della
perimetrazione delle zone C identificate al
NCT alle part.lle ______ dello stesso fg. di
mappa, estese complessivamente mq. 2500;
 L’intervento proposto risulta non
conforme al P.R.G. approvato con D.A.
121/83 in quanto parte dell’intervento
(verde attrezzato e sportivo) ricade
all’interno della perimetrazione delle zone
E di cui al citato P.R.G.; (come da tavola
stralcio di P.R.G. che forma parte
integrante della presente); considerato
tuttavia che l’intera superficie interessa
un’area complessivamente estesa mq. 2500,
e che è stato elaborato in funzione dei
standars urbanistici minimi di cui al DM
1444 del 02/04/1968, in base ai seguenti
dati: densità territoriale pari a 0,436
mc/mq in conformità al disposto di cui
all’art. 15; lettera b) della L.R. 78/76, 80
mc/abitante da insediare, numero di
abitanti da insediare per quantità minima
di spazi pubblici riservati alle attività

10
collettive, a verde attrezzato e a parcheggio
pari a 4,70 mq/abitante in conformità ai
parametri già utilizzati dal Piano
Particolareggiato delle Zone C scaduto in
data 14.05.2002, poiché decorsi dieci anni
dal riscontro di legittimità della
deliberazione di C.C. n. 87/91 da parte
della CPC con decisione n. 18806/26105 del
14.05.1992;
 Rilevato che in tale area in cui insiste il
piano di lottizzazione, l’U.T.C. ha già
rilasciato C.E. n. ________ per la
realizzazione delle opere di urbanizzazione
primaria previste nel progetto approvato
dalla C.E.C. nella seduta del _________, e
sul quale la Soprintendenza ai BB.CC.AA.
di Palermo ha rilasciato il proprio N.O. in
data ________, con prot. n. ______;
 Rilevato altresì che il piano di lottizzazione
e le relative norme di attuazione risultano
redatti in conformità alle prescrizioni
contenute nel sopra citato N.O. della

11
Soprintendenza prot. N° _______ del
______________;
 Preso atto che ogni porzione di area
ricadente nel piano di lottizzazione e
corrispondente ad una precisa destinazione
(lotto edificabile, lotto destinato attrezzato
collettivo, aree per attrezzature), risulta
esattamente individuata con un
identificativo catastale derivante dal
frazionamento già depositato presso il
Comune in data _________ ed approvato
dall’UTE di Palermo in data
________________, prot. n. ____________;
 Rilevato pertanto che le aree interessate dal
piano di lottizzazione sono individuate e
quantificate come risulta dal seguente
prospetto:
Descrizione Fg. Particelle Sup. Sup. Volu
catastale effettiva tot
Definitive totale
N° 1 Lotto 3
edificabile

12
N° 1 lotto 3
destinato a
verde
collettivo
Aree per 3
attrezzature
e verde
attrezzato
(sportivo)
TOTALE
 Accertato che, ai sensi dell’art. 14 della L.R.
71/78, l’approvazione del piano di
lottizzazione di che trattasi rimane di
competenza del Consiglio Comunale in
quanto redatto in conformità alle previsioni
del P.R.G. approvato con D.A. 121/83, e
considerato che non ricorre per lo stesso
alcuna delle ipotesi di cui alle lettere a) b) e
d) dell’art. 12 della L.R. 71/78;
 Considerato che in merito al piano di
lottizzazione in oggetto la C.E.C. ha

13
espresso parere favorevole nella seduta del
_____________, verbale n° _______;
 Accertato che il piano di lottizzazione di
che trattasi è stato inviato alla
Soprintendenza BB.CC.AA. con nota prot.
N° __________ del __________, assunta in
pari data al protocollo della
Soprintendenza BB.CC.AA. al n°
_____________;
 Considerato che sono trascorsi oltre
sessanta giorni dalla data d’invio del piano
di lottizzazione alla Soprintendenza
BB.CC.AA. senza che la stessa si sia
pronunziata in ordine alla richiesta di nulla
osta preventivo necessario ai fini
dell’approvazione del piano di
lottizzazione da parte del Consiglio
Comunale, e che pertanto, ai sensi del
comma 4° dell’art. 14 della L.R. 71/78 il
parere della Soprintendenza BB.CC.AA.
deve intendersi reso favorevolmente;
 Visto il parere favorevole prot. N°
____________ del _________ espresso
14
dall’Ufficio del Genio Civile di Palermo ai
sensi dell’art. 13 L. 64/74;
 Visto il parere favorevole espresso
dall’Ufficiale Sanitario in data __________,
prot. n. ________;
 Preso atto della relazione prot. n.
___________ del _______ predisposta
dall’UTC e propedeutica alla
predisposizione del Piano di Lottizzazione
dopo la scadenza dei piani particolareggiati
avvenuta in data 14.05.2002;
 Preso atto, altresì e verificato quanto
emerso in seguito alle sedute di C.C. di cui
alle delibere n. 053 del 22.11.02 e n. 059 del
09.12.02;
 Vista la L.R. 71/78 e successive modifiche
ed integrazioni;
 Vista la L. 1150/42 e successive
modificazioni;
DELIBERA
Ai sensi e per gli effetti dell’art. 14, comma
1° della L.R. 71/78, di approvare il piano di

15
lottizzazione denominato
“____________________” relativo ad
un’area complessivamente estesa mq.
_____________ individuata al N.C.T. di
Isola delle Femmine al foglio 3 particelle
_________________________________il tutto
in conformità agli elaborati tecnici in
premessa elencati che formano parte
integrante e sostanziale della presente
deliberazione;
 Approvare lo schema di convenzione
allegato al Piano di lottizzazione;
 Autorizzare il Responsabile dell’UTC a
stipulare con i lottizzanti la convenzione
urbanistica in conformità allo schema
approvato;
 Disporre tutti gli adempimenti
successivi all’approvazione del piano di
lottizzazione previsti dalla vigente
normativa in materia.

Si esprime parere favorevole sotto il profilo

16
della regolarità tecnica
Il Responsabile del III
Settore UTC
Arch. Monica
Giambruno

http://isolapulita.blogspot.it/2006/07/blog-
post_12.html

17