Sei sulla pagina 1di 6

TABELLA DI OSSERVAZIONE

ALUNNO CON DSA


Cognome e Nome:

Classe:

Età:

Disciplina/Materia:

Scuola/Anno Scolastico:

Tempo di osservazione:

METODO DESCRITTOR MODALITA’ LIVELLO* NOTE**


E
-Globale Quaderno d’insieme 0 1 2 3 4
-Visivo verbale Appunti, didascalie 0 1 2 3 4
-Visivo non verbale Mappe, schemi, immagini 0 1 2 3 4
1.
-Convergente Procede secondo logica
Stili di -Divergente Creatività 0 1 2 3 4
Apprendimento -Uditivo Lezione frontale, sintesi 0 1 2 3 4
vocali 0 1 2 3 4

-Cinestesico Drammatizzazione 0 1 2 3 4
-Prende appunti Durante le lezioni 0 1 2 3 4

-Costruisce Mappe concettuali. Mappe 0 1 2 3 4


autonomamente cognitive, schemi
mezzi di
apprendimento
2.
Strategie di -Utilizza strumenti
apprendimento di supporto per la Vocabolario, immagini,
memorizzazione di didascalie, tabelle, mappe, 0 1 2 3 4
contenuti e schemi
procedure

-Apprende con Da un compagno 0 1 2 3 4


maggiore facilità se Dall’insegnante 0 1 2 3 4
aiutato

-Altro 0 1 2 3 4

1
-Lezione frontale Attenzione prolungata 0 1 2 3 4
Attenzione selettiva 0 1 2 3 4

Attenzione sollecitata da
strumenti didattici adeguati 0 1 2 3 4
(mappe, schemi)

Motivazione 0 1 2 3 4
Distrazione 0 1 2 3 4
Passività 0 1 2 3 4

Altro 0 1 2 3 4

-Lavoro individuale Esecuzione ordinata 0 1 2 3 4


Esecuzione superficiale 0 1 2 3 4
3. Autonomia (alta, media 0 1 2 3 4
bassa, nulla)
Capacità
Evitamento 0 1 2 3 4
Attentive
Altro 0 1 2 3 4

-Lavoro di gruppo Partecipazione 0 1 2 3 4


Contributo personale 0 1 2 3 4
Rispetto delle opinioni 0 1 2 3 4
altrui
Disturbo 0 1 2 3 4
Evitamento 0 1 2 3 4

Altro 0 1 2 3 4

-Laboratorio Precisione 0 1 2 3 4
Attenzione 0 1 2 3 4
Responsabilità 0 1 2 3 4
Rispetto degli strumenti di 0 1 2 3 4
lavoro
Rilevamento dati 0 1 2 3 4
laboratorio
Evitamento 0 1 2 3 4

Altro 0 1 2 3 4

-Postura Corretta 0 1 2 3 4
Scorretta 0 1 2 3 4
Motricità generale 0 1 2 3 4
regolare/non regolare
Motricità fine regolare/non 0 1 2 3 4
regolare

Altro 0 1 2 3 4
-Gestione del diario 0 1 2 3 4

-Uso degli a)Corretto 0 1 2 3 4


strumenti di
lavoro(materiale b) Non appropriato 0 1 2 3 4
scolastico)
-Uso dello spazio c) Scorretto 0 1 2 3 4
4. grafico
Capacità d) Non uso 0 1 2 3 4
organizzativa
Organizzazione dei tempi 0 1 2 3 4
-Tempo di lavoro

Tempi di esecuzione 0 1 2 3 4

Rispetto delle consegne 0 1 2 3 4

Gestione e produzione del 0 1 2 3 4


-Livello di lavoro (alto, medio, basso)
autonomia
-Lettura Fluente con comprens. 0 1 2 3 4
Fluente senza comprens. 0 1 2 3 4
Stentata con comprens. 0 1 2 3 4
Stentata senza comprens. 0 1 2 3 4

-Scrittura Ortografia 0 1 2 3 4
Lessico 0 1 2 3 4
5. Tratto stentato leggibile 0 1 2 3 4
Tratto stentato non 0 1 2 3 4
Punti di Forza
leggibile
e Algoritmo della procedura 0 1 2 3 4
Punti di della lingua (morfosintassi,
debolezza analisi logica, del periodo,
lingua altra)

Mentale corretto/non
-Calcolo corretto 0 1 2 3 4
Esecuzioni logico-
matematiche (algoritmo del 0 1 2 3 4
calcolo scritto)
Decodifica 0 1 2 3 4

Altro 0 1 2 3 4

MBT (MdL) 0 1 2 3 4

3
-Memorizzazione Comprensione del testo 0 1 2 3 4
Organizzazione dati 0 1 2 3 4

-Problem Solving Rappresentazione del 0 1 2 3 4


problema

-Consapevolezza Capacità di autovalutazione 0 1 2 3 4


metacognitiva e autocorrezione 0 1 2 3 4

Riflessione sul proprio 0 1 2 3 4


apprendimento

-Padronanza delle
strategie di memorizzazione 0 1 2 3 4
di autocorrezione 0 1 2 3 4

-Autostima Rispetto delle regole sociali 0 1 2 3 4


e di convivenza civile

Generale 0 1 2 3 4
Scolastica 0 1 2 3 4
Percezione di 0 1 2 3 4
successo/insuccesso

Altro 0 1 2 3 4

-Rapporto con Collaborativo 0 1 2 3 4


adulti (genitori, Ansioso 0 1 2 3 4
6. docenti, pers. non Dipendente 0 1 2 3 4
Aspetti docente) Indipendente 0 1 2 3 4
Relazionali Oppositivo 0 1 2 3 4
Indifferente 0 1 2 3 4
Apparentemente 0 1 2 3 4
indifferente 0 1 2 3 4

Altro 0 1 2 3 4

-Rapporto con i pari Sereno 0 1 2 3 4


Collaborativo 0 1 2 3 4
Integrato nel gruppo classe 0 1 2 3 4
Integrato in un gruppo 0 1 2 3 4
ristretto
Selettivo 0 1 2 3 4
Aggressivo 0 1 2 3 4
Provocatorio 0 1 2 3 4
Oppositivo 0 1 2 3 4
Ansioso 0 1 2 3 4
Apatico 0 1 2 3 4
Indifferente 0 1 2 3 4
Apparentemente indiffer. 0 1 2 3 4

Altro 0 1 2 3 4

-Gestualità
Uso della voce 0 1 2 3 4
Mimica 0 1 2 3 4

Estroverso 0 1 2 3 4
-Carattere Introverso 0 1 2 3 4
Curioso 0 1 2 3 4
Tenace 0 1 2 3 4
7. Sereno 0 1 2 3 4
Tratti della Ansioso 0 1 2 3 4
personalità Autonomo/orgoglioso (non 0 1 2 3 4
chiede aiuto)
Non autonomo/umile 0 1 2 3 4
(chiede aiuto)
Scoraggiato 0 1 2 3 4
Indifferente 0 1 2 3 4

Altro 0 1 2 3 4

Sport 0 1 2 3 4

Cinema 0 1 2 3 4

8.
Interessi Musica 0 1 2 3 4
extracurriculari
Teatro 0 1 2 3 4

Giochi 0 1 2 3 4

Hobby 0 1 2 3 4

Altro 0 1 2 3 4

*LEGENDA LIVELLI: assente = 0, scarso = 1, mediocre = 2, sufficiente = 3, buono = 4.

** Lo spazio è riservato ad eventuali annotazioni personali o dubbi del docente da valutare


collegialmente in vista della stesura del PDP.

Il docente curriculare
5
Gentile Professore,
la scheda di osservazione che le viene proposta intende rilevare comportamenti specifici utili alla
personalizzazione degli interventi didattico-formativi per gli alunni che presentano difficoltà o
disturbi specifici di apprendimento (DSA). Tali alunni sono tutelati dalla legge n. 170/2010 e dal
Decreto attuativo n. 5669/2011 (Linee Guida). La normativa obbliga il Dirigente e ogni singolo
docente del C.d.C, ognuno secondo il proprio ruolo, a prendersi carico dell’alunno con DSA e a
collaborare con i colleghi e con la famiglia per rimuovere o alleviare gli ostacoli che impediscono il
benessere dell’allievo dentro e fuori l’ambiente scolastico e permettere il conseguimento del suo
successo formativo.
La scheda non ha in alcun modo valore di diagnosi, ma ha solo l’obiettivo di contribuire alla
formulazione di percorsi e strategie condivisi con il Consiglio di classe, con i genitori, con gli
specialisti e con l’alunno.
L’osservazione dovrà svolgersi durante determinati intervalli di tempo nell’arco della giornata su
indicazione del Consiglio di classe (Es. durante l’ora di lezione o durante l’intervallo; altro).
Al docente è richiesta una collaborazione fattiva e professionale, nel rispetto dei doveri di
riservatezza riguardo la trattazione dei dati raccolti. L’osservazione effettuata da ogni singolo
docente confluirà nel Piano Didattico Personalizzato (PDP) che sarà compilato e approvato dal
C.d.C in sinergia con la famiglia dell’alunno entro i tre mesi dalla presentazione della diagnosi.
Il documento una volta esperito potrà essere proposto al Collegio dei docenti per una definitiva
condivisione così come lo schema del Piano Didattico Personalizzato.

Il Dirigente Scolastico