Sei sulla pagina 1di 3

2/5/2018 5 esercizi per potenziare l'Intelligenza EmotivaP2Solution

5 esercizi per potenziare


l’Intelligenza Emotiva
Published by Simona Lauri at 30 agosto 2015

[effecto-bar]

L’Intelligenza emotiva (EI) è un costrutto che si pone


in alternativa al tradizionale concetto di quoziente
intellettivo. L’EI misura la capacità di percepire le
nostre emozioni, quelle altrui e di gestirle in
maniera sana, equilibrata e produttiva.

Riuscire a comprendere i propri stati d’animo e quelli


delle persone che ci circondano, è di fondamentale
importanza per avere successo sia nella vita privata
che lavorativa. In qualsiasi fase della nostra vita ci
troviamo, riuscire a “coltivare” l’intelligenza emotiva,
aiuta a sviluppare una piena consapevolezza di sé e a
“sentire” e comprendere meglio le persone (empatia).

Tutti siamo dotati di intelligenza emotiva…basta solo


saperla esercitare.

Impara a fermarti e
osserva i tuoi stati
d’animo
Viviamo in una società che ci impone dei ritmi
stressanti. Saltiamo letteralmente da un impegno
all’altro, ci affanniamo per rispettare scadenze
importanti e a dover rispondere alle richieste di tutti (il
capo a lavoro, i figli a casa…). In questo modo, è facile
perdere di vista il contatto con le proprie emozioni,
dal momento che, spesso, non abbiamo tempo…o
almeno così pare! Nell’esatto momento in cui ci
“imponiamo” di fermarci e ci mettiamo in una condizione
di ascolto personale, possiamo immediatamente
renderci conto che sentire le nostre emozioni, ci
permette di ricavare informazioni preziose per il nostro
equilibrio.

Ogni volta che avvertiamo un particolare stato d’animo,


stiamo ricevendo informazioni sul nostro
particolare modo di reagire a quella peculiare
http://www.p2solution.com/5-esercizi-per-potenziare-lintelligenza-emotiva/ 1/3
2/5/2018 5 esercizi per potenziare l'Intelligenza EmotivaP2Solution

situazione, persona o evento. Il modo in cui reagiamo,


inoltre, può dipendere dalla situazione attuale che
stiamo vivendo, oppure dal fatto che, essa,
inconsapevolmente, ci “riporta” con la mente ad un
ricordo negativo, fastidioso. Per esempio: hai fatto un
piccolo errore di battitura nella relazione da consegnare
al capo e ti senti nervoso e arrabbiato con te stesso.
Soffermandoti sul tuo vissuto emotivo, potresti
ricollegarlo a quella volta in cui il tuo ex-capo ti umiliò
davanti a tutti per un errore di distrazione. Attraverso
un ascolto empatico delle tue emozioni, potresti
renderti conto che il tuo attuale capo ha una diversa
modalità comunicativa e che potresti chiedere scusa
dell’errore senza subire rimproveri esagerati.

5 esercizi per
potenziare l’Intelligenza
Emotiva
Quando prestiamo attenzione a come ci sentiamo,
impariamo a prendere confidenza con le nostre
emozioni e diventiamo molto più abili nella loro
gestione. Se ti senti “fuori allenamento”, puoi provare i
seguenti esercizi:

1. Predisponi uno-due momenti, nel corso della


giornata, per ascoltare te stesso e le tue
emozioni

Per evitare di scordartene, predisponi degli alert


anche dal tuo smartphone e quando sarà il
momento, fai un respiro profondo e soffermati sulle
tue emozioni, cercando anche di comprendere la
sensazione fisica connessa (“sono nervosa e
arrabbiata…sento le spalle tese e rigide”).

Allenati anche a prestare attenzione ai tuoi


comportamenti. Focalizzati sul modo in cui
reagisci quando stai vivendo certe emozioni e
come questa modalità influenza la vita di tutti i
giorni. Che influenza esercitano nella tua
comunicazione con gli altri, sul tuo modo di essere
efficace a lavoro o sul tuo benessere generale?

Potenziare questa consapevolezza, ci permetterà


di abbandonare le etichette e i pregiudizi che
abbiamo di noi stessi (sono incapace, non avrò mai
successo) e che senza volerlo esercitano
un’influenza negativa.

2. Assumiti la responsabilità delle emozioni che


provi e dei comportamenti che metti in pratica

Questo è probabilmente il passo più difficile da


fare, ma anche quello più utile: soltanto tu sei
responsabile del modo in cui vivi e affronti le
situazioni. Questo, per esempio, è ciò che fa la
differenza tra l’imprenditore che guarda alle
difficoltà come sfide per crescere e quello che
soccombe alla crisi stessa.
http://www.p2solution.com/5-esercizi-per-potenziare-lintelligenza-emotiva/ 2/3
2/5/2018 5 esercizi per potenziare l'Intelligenza EmotivaP2Solution

Se ti senti male nel momento in cui qualcuno ti dice


o ti fa qualcosa che urta la tua sensibilità o il tuo
modo di pensare e ti scagli contro con aggressività
e violenza, sei tu il responsabile della modalità
comunicativa che scegli di adottare e delle
conseguenze che provoca.

3. Rispondi al posto di reagire

C’è una differenza sottile, ma importante tra


rispondere e reagire.

Reagire è un processo inconsapevole nel corso


del quale, mentre sperimentiamo un vissuto
emotivo, ci comportiamo istintivamente nel primo
modo che ci aiuta a farci stare meglio (per
esempio, provare rabbia e trattare male un
collega).

Rispondere, invece, è un processo


consapevole che coinvolge la nostra sfera più
razionale e si basa sul notare come ci si sente e
quindi decidere come comportarsi (per esempio,
sentirsi arrabbiati, spiegare alla persona come ci si
sente e che sarebbe opportuno rimandare la
discussione).

4. Pratica l’empatia con te stesso e con gli altri

L’empatia ci aiuta a comprendere il motivo per


cui qualcuno si sente o si comporta in un certo
modoe ci permette di comunicare questa
comprensione nella relazione con le persone.

Inizia a praticarla su te stesso. Quando ti accorgi di


stare provando una particolare emozione o di
comportarti in un certo modo, prova a chiederti:
“Perché sto pensando, sto provando o mi sto
comportando in questa maniera?” In un primo
momento, la risposta potrebbe essere “Non lo so”,
ma continuando ad ascoltare te stesso, imparerai a
cogliere e a ricavare informazioni utili per
incrementare il tuo benessere.

5. Crea un ambiente positivo

Oltre a praticare le competenze citate finora (auto-


consapevolezza, senso di responsabilità ed
empatia), soffermati ad osservare ciò che sta
andando bene nella tua vita e sulle cose per cui
devi sentirti soddisfatto. Un atteggiamento di
questo tipo ti aiuterà a guardare con positività al
mondo e a costruirti, di riflesso, un ambiente
positivo.

Ricorda che l’intelligenza emotiva va coltivata


costantemente e che è un’attitudine che possiamo
migliorare e incrementare sempre nel corso della vita.
Anche quando avrai fatto tuoi questi consigli, ricordati di
essere costante. Solo mantenendoli nel corso del
tempo potrai raggiungere importanti obiettivi.

http://www.p2solution.com/5-esercizi-per-potenziare-lintelligenza-emotiva/ 3/3