Sei sulla pagina 1di 24

Definizione di modello

(UNI 4546)

1
MODELLO

insieme di relazioni
tra valori di parametri,
descrivente le interazioni e/o la
evoluzione di sistemi.

2
Il modello è estratto dai fenomeni in
modo semplice per trattare la realtà
complessa.
Un modello può essere sostituito da
uno più efficace per precisione o per
concisione.
Il modello permette di fare previsioni
sul comportamento del sistema.

3
Il modello permette:

‹la verifica della compatibilità tra


misure diverse dello stesso parametro;
‹la misura indiretta di una grandezza
con misurazioni su altri parametri
‹la misura di parametri non misurabili
con metodo diretto.

4
‹La legge di Newton è un modello degli
effetti di una forza su un punto materiale
libero di muoversi.

‹La stessa legge se interpretata come:


F = m d2x/dt2
e integrata due volte rispetto al tempo,
descrive l'evoluzione nel tempo del
sistema.
5
Un modello è valido
entro un certo campo di valori
dei parametri
e per un certo livello di qualità
delle misure dei parametri.

6
Trave incastrata ad una estremità

3
f PL
f = (1/3)
EI
P

NB: modello valido in ipotesi di comportamento lineare: non più


valido se in grande deformazione (non-linearità).

7
Misurazione da un punto di vista astratto

Informazioni
di misura

Segnale di ingresso Sistema Segnale di uscita


di
gi misura gu

Bisogna aggiungere le grandezze


di influenza che alterano il processo

8
Misurazione “corretta” da grandezze di influenza

Informazioni
di misura

Fenomeno Segnale di ingresso Sistema Segnale di uscita Dati


fisico di di
da misurare gi misura gu uscita

Fenomeni
di
influenza

9
Visione globale: correzione con effetti di fonti di incertezza

Incertezza intrinseca
gi Incertezza di misura gu

x Sistema y
di
Incertezza
misura Incertezza
grandezza grandezza
di ingresso di uscita

gr

Incertezza sulle
grandezze di influenza
10
Definizione di misura
(UNI 4546)

11
MISURA

‹ è un’informazione costituita da:


9 un numero,

9 un'incertezza (con un certo grado di confidenza


es. 95%),
ed un'unità di misura,
9
assegnati a rappresentare un parametro in
un determinato stato del sistema.

12
Che cos’è l’INFORMAZIONE?
L’informazione è qualsiasi processo che fornisce una
correzione ad una assegnazione di probabilità:
è indipendente dal tipo di codice usato.

• Si supponga di voler misurare una tensione incognita


con un voltmetro digitale a tre cifre con f.s. di 200 V

• prima di eseguire la misura uno qualunque dei


duecento valori è possibile, la probabilità per ogni valore
è 1/200

13
Che cos’è l’informazione?

•se l’incertezza della misura è inferiore al valore della cifra


meno significativa del voltmetro, dopo la misura, la
probabilità è 1 per il valore misurato è zero per gli altri 199

•se la misura è affetta da un’incertezza di + 2V, ognuno dei


5 valori della fascia di incertezza ha il 20% di probabilità e
tutti gli altri valori, zero.

14
STATO DEL SISTEMA

insieme dei valori assunti


contemporaneamente dai parametri del
sistema.
Il numero di parametri considerati,
dipende dal modello del sistema,
e potrebbe essere uguale
al numero dei parametri
indentificabili del sistema.
15
INCERTEZZA

intorno limitato del valore di un parametro,


corrispondente agli elementi della fascia di
valore assegnatogli come misura.

16
INCERTEZZA INTRINSECA

è la minima incertezza che può essere


assegnata nella misura di un parametro.

L'incertezza assegnabile nella misura


non dipende soltanto dal metodo di misura
usato, ma contiene una parte
legata intrinsecamente
alla definizione stessa del parametro.
17
UNITA' DI MISURA

termine di riferimento
adottato per convenzione,
per confrontare una grandezza
con altre della stessa specie.

18
PARAMETRO
Il parametro è una grandezza fisica che può
essere espressa in modo quantitativo.

‹ E’ogni grandezza, pertinente a un sistema


fisico, alla quale è necessario assegnare
valori per descrivere:
9 il sistema stesso,
9 la sua evoluzione,
9 e/o le sue interazioni con altri sistemi e
con l'ambiente.
19
Alcuni parametri
non possono essere quantificati
con uno scalare,
come ad esempio i vettori (modulo e verso),
In altri casi devono essere espressi
con numeri complessi, matrici, tensori.

20
COMPATIBILITA' DELLE MISURE

condizione che si verifica quando


le fasce di valore assegnate
in diverse occasioni
come misura dello stesso parametro
nello stesso stato
hanno almeno un elemento in comune.

21
Perché diverse misure
siano compatibili
è necessario e sufficiente
che esista un elemento
comune a tutte le fasce di valore:
un insieme di misure
che soddisfa a questa condizione
si dice mutuamente compatibile.
22
Il concetto
di compatibilità delle misure
sostituisce il concetto
di uguaglianza fra le misure.

23
x1-i x1 x1+i
1,2 non compatibili
x
x2-i x2 x2+i 2,3 compatibili

x 1,3 compatibili
x3-i x3 x3+i

‹Dalle tre misure eseguite su un certo parametro


nello stesso stato, solo uno&tre e due&tre sono
mutuamente compatibili; uno e due non sono
compatibili perchè non ci sono elementi comuni
nei loro intervalli.
‹ Risulta evidente che la compatibilità non è una
proprietà transitiva come l’ugualianza. 24