Sei sulla pagina 1di 27

Tombi!

è principalmente un gioco Platform, ma costellato di Missioni secondarie, che possono essere più o
meno svolte in ordine diverso: la seguente guida vuole essere soltanto un indicazione per terminare il gioco
al meglio delle possibilità.

Ogni quest del gioco, anche quindi le principali, sono all’interno di parentesi tonde e segnalate in rosso,
come anche gli oggetti o i luoghi da visitare.

Infine grazie ai Whoopee Camp per questa fantastica avventura…oink!

Parte 1

Ehi tu, coi capelli rosa!

Dopo che il contadino vi ha fatto notare il vostro strano colore di capelli, vi dirà di raggiungere la cima della
collina per incontrare il vecchio centenario (Il saggio centenario).

Appena preso i comandi leggete i cartelli (Freccia su + Quadrato), fatto ciò saltate sul muro bianco a sinistra
e raggiungete lo sfondo: saltate sulla cassetta della posta e otterrete “Forte tornado” (Cancella la nebbia).

Andate a destra e vedrete una scimmia saltare sull’albero: facendo attenzione ai maiali, saltate sul ramo
nascosto dal fogliame a raggiungete la cima della pianta; parlate alla scimmia (Scimmia affamata).

Scendete dall’albero, proseguite verso destra e, con lo Sfollagente (Cerchio) distruggete l’erba viola: salterà
fuori una rana, acchiappatela (Portami a casa).

Proseguite a destra, incontrerete nuovamente il contadino che vi informerà della presenza di nebbia
fittissima.

Raggiungete la cima della casa e, appena la nebbia vi bloccherà, usate “Forte tornado” (Cancella la nebbia =
OK!).

Saltate sullo sfondo: facendo attenzione all’uccello rosso, saltate sull’uovo e poi sul pulcino giallo che ne
uscirà.
Saltate sulla riva opposta del fiume e utilizzate le piante arancioni per raggiungere una conca: oltre al
cristallo giallo, prendete il secondo pulcino dall’uovo.

Proseguite a destra ed entrate nella casa, prima di svoltare vedrete un uomo nell’ombra, premete Quadrato
per parlarci (Chi sei?).

Proseguite all’interno della casa per raggiungere il Vecchio Stagno: raggiungete l’acqua per salvare la rana
(Portami a casa = OK!), poi saltate sulla testuggine della tartaruga per raggiungere la riva opposta: prima che
questo accada, un bandito vi ricorderà che non sapete nuotare (Non so nuotare…); per scusarsi vi lascerà
“Banane”; infine date un’occhiata alla scatola con sopra lettere AP (Cassetta AP).

Uscite dallo stagno e tornate dalla scimmia all’inizio del villaggio, usate “Banane” per fare la conoscenza di
Charles (Scimmia affamata = OK!), vi insegnerà lo “Scatto animale” (Quadrato più tasto direzionale).

Tornate dall’altra parte del fiume, dal tetto della casa arrampicatevi sui diversi rami per raggiungere il
passaggio roccioso; scegliendo invece il passaggio inferiore dovrete essere più precisi nei salti ma otterrete
Energia + 1.

Scalate il passaggio (Freccia su + X), prendete il pulcino dal terzo uovo, continuate verso sinistra, facendo
caso all’anello AP, ed entrate finalmente nella capanna del vecchio centenario (Il saggio centenario = OK!).

Il saggio vi spiegherà l’origine dei malvagi maiali, non prima però di assegnarvi una quest (Nelle uova di
Kokka), che voi dovreste avere già compiuto (Nelle uova di Kokka = OK!). Al termine vi donerà la “Chiave
vecchia” e vi inviterà a raggiunger il villaggio degli gnomi (Grande Gnomo), raggiungibile dalla corda che
apparirà alla destra del vecchio.

Prima di lasciarvi alle spalle questa sezione torniamo indietro e apriamo i tre scrigni che sicuramente avremo
notato in precedenza: il primo lo si trova appena usciti dalla casa del vecchio, contiene “Ali della carità”
(oggetto che vi permette di trasportarvi in qualsiasi luogo purché visitato).

Scesi dal sentiero roccioso, avrete modo di parlare a Yan dal villaggio nascosto (Chi sei? = OK!), che vi
sfiderà a trovarlo nelle prossime location (Nascondino).

Il secondo baule lo trovate invece sospeso a mezz’aria alla sinistra dei rami su cui potete oscillare: Vita
massima + 1; infine il terzo, in cima al secondo albero all’inizio del Villaggio degli Esordi: contiene
“Campana Centenaria”, che vi permetterà di trasportarvi all’istante nella casa del saggio centenario. Usatela!

Parte 2

La Foresta dei 100 fiori e quella dei Funghi


Siete giunti alla Foresta dei 100 fiori, alla destra vedrete uno gnomo che parla una strana lingua (Gnomese da
principiante).

Proseguite a destra e utilizzate le varie conche per scivolare e smuovere le foglie: saltate sopra le farfalle a
foglia che svolazzeranno, catturatene 25 (Farfalle a foglia).

Proseguendo verso destra continuate a saltare in testa allo gnomo, continuate verso destra destreggiandovi tra
le piante a punta e raggiungerete l’entrata del Villaggio degli Gnomi, saltate per la terza volta in testa allo
gnomo.

Entrati nel villaggio, proseguite sempre verso destra e saltate per l’’ultima volta in testa allo gnomo
(Gnomese da principiante OK!).

Prima di parlare con il Grande Gnomo, verrete bloccati da un paesano che vi chiederà di liberare sette gnomi
imprigionati nella foresta (Salva gli Gnomi).

Tornate al villaggio e parlate con la signora pensierosa in rosa, vi dirà che ha perso qualcosa; parlate inoltre
con lo gnomo che cammina di fronte all’uscita, vi chiederà di ritrovare il figlio (Bimbo smarrito). Uscite dal
villaggio.

Cominciamo la ricerca degli gnomi saltando sopra le spore rimaste incastrate nelle piante a punta: troveremo
i primi nella terza e nella settima pianta partendo da destra; saltando invece sulla pianta più alta potremo
raggiungere un baule contenente il “Boomerang di Legno”. Equipaggiatelo.

Saltate sul tetto della casa e proseguite verso sinistra, dovrete aggrapparvi a una serie di spore penzolanti: la
prima vi permetterà di raggiungere un baule che non potete ancora aprire; saltate invece sulla settima da
destra per liberare il terzo gnomo.

Scendete al suolo e fatevi bruciare dal fuoco (Cosa bolle in pentola?); saltate sulle rimanenti spore per
liberare un altro gnomo e far cadere un baule contenente due “Ali della carità”.

Tornate alla casa e vedrete che ora è possibile entrarvi raggiungendo il “Molo vacillante”: dopo qualche
passo vedrete un cane venirvi incontro; proseguite verso destra liberando il successivo gnomo e aprendo il
baule; facendo attenzione all’acqua saltate sull’asta per recuperare il “Secchio”, inoltre, dandovi la spinta
con lo “Scatto animale” dalla piattaforma dove c’è lo gnomo, recuperate la prima delle tre “Sfere di
Cristallo” (Oggetti smarriti); fate ritorno alla foresta.

All’esterno della casa c’è un bambino che vi segnalerà il cane di prima, lo sentirete abbaiare, lo troverete
poco più a sinistra arrampicandovi sulle spore sporgenti, accanto al baule blu che non possiamo ancora
aprire; riportatelo al villaggio e datelo allo gnomo in rosa nella capanna in alto, quella con un altro baule blu
(Miglior amico dell’uomo) ; vi dirà che gli servono delle erbe (Erbe curative per Baron). Uscite dal villaggio.

Prendete il passaggio immediatamente a destra, siete alla “Torre di controllo”: prendete la seconda “Sfera di
Cristallo” sopra l’entrata, per farlo utilizzate lo Scatto animale sulla piattaforma a fiore li vicino.

Equipaggiatevi del secchio preso in precedenza, proseguendo verso destra infatti noterete cadere alcune
gocce; mettetevi col secchio al di sotto della prima goccia.
Scendete sotto per trovare un altro baule contenente i “Pantaloni salterini”, equipaggiateli perché vi
permettono di saltare più in alto; destreggiatevi tra i fiori a piattaforma per raggiungere il penultimo nano a
penzoloni.

Proseguite verso destra facendovi oscillare dall’asta e liberate il penultimo nano; raccogliete la seconda
goccia d’acqua poco più a destra.

Andate ancora a destra e scendete in basso: colpite col boomerang l’angolo della piattaforma di legno
(Cos’è?); raccogliete l’ultima goccia poco più a destra.

Salite in alto a destra, raggiunta la piattaforma in roccia giratevi verso sinistra e, sempre grazie alla pianta a
piattaforma a L, saltate all’interno del breve passaggio: incontrerete il bambino di prima, parlateci due volte
e lui vi seguirà.
Tornate dalla piattaforma a L e proseguite verso l’alto, proseguendo a sinistra troverete la Torre di Controllo,
scalatela fino al tetto per trovare il “Telescopio” (Guarda e vedi?!); scendete dal tetto e posate il Telescopio
al centro della piattaforma (Guarda e vedi?! = OK).

Proseguite a sinistra e spingete il masso al di sotto: otterrete lo “Specchio sporco”; tornate al villaggio.

Ricevuti i ringraziamenti da tutti gli gnomi, riportate il bambino dal padre (Bimbo Smarrito = OK!) e
proseguite verso la casa del Grande Gnomo, questa volta non verrete fermati (Salva gli Gnomi = OK!) e
potrete finalmente parlarci. Vi spiegherà che per sconfiggere i maiali è necessario imprigionarli in particolari
sacchi; ve ne darà uno, il “Sacco blu del maiale” (Il sacco del maiale) e finalmente vi libererà la strada verso
“Piazza della carità” (Al Monte della fenice).

Uscite dal villaggio, raggiungete il falò nella foresta e usate il “Secchio d’acqua” per spegnerlo, riceverete le
“Patate dolci arrosto”, tornate al villaggio e usatele sullo gnomo che diceva di aver perso qualcosa, la
femmina pensierosa (Cosa bolle in pentola? = OK!).

Raggiungete la casa del Grande Gnomo: parlando col primo gnomo a destra, vi dirà che fa la guardia ad una
persona; saltate dietro la casa del capo per cadere nella prigione; il prigioniero vorrebbe un po’ di luce (Dove
sono le luci?); tornate al villaggio, parlate con lo gnomo al centro, vi darà “Torcia”, tornate nelle prigioni e
usate l’oggetto (Dove sono le luci? = OK).

Di nuovo al villaggio, lo gnomo in rosa vi dirà di aver perso di vista il Grande Gnomo, inoltre due paesani se
le stanno dando all’entrata del villaggio (Interrompi la lotta!): sembra che i due abbiano rotto qualcosa.

Tornate nelle prigioni, troverete “Vaso rotto”; tornate all’entrata del villaggio e parlate con i due (Interrompi
la lotta = OK!), il Grande Gnomo tornerà e sistemerà tutto.

Dopo la scena sarete fuori dal villaggio (La grande fuga), rientrateci e raggiungete nuovamente le prigioni,
scoprirete che il prigioniero è rimasto intrappolato dopo che voi avete richiuso la buca (Tesori della casa) (La
grande fuga = OK!); parlate al bambino che avete ritrovato, nella capanna vicino l’uscita (Semi di fiori).

Uscite dal villaggio e raggiungete il Molo vacillante, proseguite verso destra per raggiungere Piazza della
carità (La fontana rotta); prendete le due Ali della Carità, proseguite verso destra fino a raggiungere la
piattaforma con la mela blu: saltateci sopra e tornate a sinistra saltando da una piattaforma all’altra.

Issatevi sulla liana che incontrate subito dopo, saltate a destra per raggiungere una gabbia, parlate con lo
gnomo e usate le Farfalle a foglia raccolte fino ad ora, poi stanate Yan poco più a destra.

Scendete e proseguite sulle piattaforme, parlando con gli gnomi su quella principale sbloccherete altre due
quest (Rosso + Blu = ?; Fungo Misterioso); proseguite verso sinistra per parlare con uno gnomo che vi
bloccherà la strada (Scivolo di foglia). Ora ritornare a destra fino a raggiungere l’uscita.

Siete ritornati alla “Torre di controllo”: potrete prendere i “Semi di fiori” verso sinistra, in particolare in una
piccola rientranza in alto (Semi di fiori): tornate dal bambino in verde che non sarà più nella sua abitazione,
ma di fronte al Vecchio Gnomo, usate i “Semi di fiori” (Semi di fiori = OK!) (Pianta un giardino!)
Ora, ripercorrendo l’area Torre di controllo fino a raggiungere la cima, potrete proseguire verso destra,
calatevi dalla corda ed aprite il baule a mezz’aria (Energia + 1 X2). Proseguite verso il passaggio in basso a
destra.

Siamo nella Foresta dei Funghi: parlate allo gnomo a destra (Il sorriso più grande!); proseguite a sinistra
scalando la roccia: la Foresta dei Funghi non è altro che una serie di piattaforme al di sopra di un burrone che
si abbassano e si alzano a seconda del fungo che si mangia; i fiori possono essere colpiti soltanto quando si
aprono.

Cominciamo col saltare sulla prima piattaforma erbosa: mangiamo il primo fungo, quello della risata, e
torniamo dallo gnomo che blocca l’accesso al monte, ridiamogli in faccia (Il sorriso più grande! = OK!, Il
broncio più grande? ), torniamo a sinistra, mangiamo l’altro fungo, quello del pianto, e torniamo nuovamente
dallo gnomo (Il broncio più grande? = OK!).

Prima di proseguire nella Foresta, torniamo un attimo a Piazza della Carità, raggiungiamo lo gnomo in fondo
a sinistra: vedendoci tristi ci sbloccherà l’entrata dello “Scivolo a Foglia” (Scivolo a Foglia = OK!); prima di
entrare continuiamo verso sinistra e raccogliamo l’ultima delle tre Sfere di Cristallo (Oggetti smarriti =
OK!); entriamo sullo scivolo e raccoglieremo la “Polvere Blu”: vi ritroverete nella Foresta de Funghi.

Da qui in cima continuate a saltare sulle piattaforme sospese: più o meno al centro della foresta troverete
Energia + 1 e un Fungo Guaritore;

Tornate in fondo a sinistra e, all’altezza del cornicione di pietra, saltate sullo sfondo: aprite il baule e
attaccate le due meduse volanti: per colpirle è necessario accecarne una saltandone al lato della testa, e
saltare invece in groppa all’altra, quest’ultima lanciarla addosso a quella accecata ripetendolo per 3 volte
(Caccia ai mostri = OK!), una volta sconfitti lasceranno “Cresci e splendi”; proseguite verso destra aprendo
una scatola AP, contenente Fungo Misterioso (Un fungo sicuro? = OK!) e un baule contenente Ali della
Carità.

Abbiamo quasi finito: ripercorriamo la foresta verso sinistra, entriamo nella caverna, ci ritroveremo di fronte
il brigante che ci ha fatto cadere nell’acqua, ci darà un passaggio fino alla riva opposta.

Qui, (Una casa familiare) entrate nell’unica porta aperta: vi ritroverete all’interno di un abitazione:
continuate verso sinistra e aprite l’unica baule disponibile a questo punto (Tesori della casa? = OK!), uscite
verso sinistra, vi ritroverete al Villaggio degli Esordi (Una casa familiare = OK!).

Prima di continuare le vostre peripezie sarebbe meglio raggiungere le due scatole di AP presenti in questo
luogo (dovreste ormai aver raggiungo i 15.000 – Cassetta AP = OK!); la prima è sul passaggio roccioso che
conduce alla casa del saggio, la seconda invece al Vecchio Stagno (riceverete frutta e il “Formaggio”).

Ultime due quest da terminare prima di raggiungere l’agognato monte: tornate alla Foresta dei Funghi,
avvicinatevi a un fiore e utilizzate la Polvere Blu, poi saltate sul fiore, ora blu, e lanciatelo addosso ad un
altro fiore: dalla colluttazione potrete prendere il fungo (Rosso + Blu = ? = OK!).

Tornate al villaggio degli gnomi e raggiungete le prigioni: a quanto pare il ladro è stato liberato; uscite dalle
prigioni e poi dal villaggio; il bandito vi sfiderà in una corsa (Pronti, attenti, via!): entrate nell’area Torre di
controllo e raggiungete la meta, cioè la torre stessa, prima di lui, vi regalerà “Polvere Argentata” (Pronti,
attenti, via! = OK!).

Terza Parte
Il dolore della Fenice

Potete finalmente raggiungere il Monte Tempestoso, alla destra della Foresta dei Funghi: qui troverete il
Grande Gnomo che vi darà maggiori informazioni sui Sacchi del Maiale (Al monte della fenice = OK!).

Salite le scale e due tizi col cappello da cowboy vi diranno qualcosa in più sul luogo (Il signore dei cieli);
raggiunto il primo maiale, cercate di lanciarlo addosso al tubo sulla sinistra (Da dove sono venuto?);
proseguite verso destra facendo attenzione al burrone: vi accorgerete di Charles, con uno Scatto animale
dalla piattaforma accanto liberatelo.

Charles ha perso i pantaloni e vi chiederà di ritrovarglieli (Pantaloni di Charles); proseguite fino in fondo e
aprite il baule contenete “Sacchetto pranzo”; nella seconda area fate attenzione alle testuggini: attaccatele
col boomerang un paio di volte e, una volta senza guscio, saltategli sopra.

Mentre salite, raggiungete la piattaforma col cristallo blu per incontrare uno scavatore (Il famoso scavatore);
invece di proseguire verso destra, continuate la salita a sinistra: troverete due porte, una con una faccia
sorridente (Sorridi!), e un'altra più sopra grigia (Al calmarsi del vento…).

Scendete dal percorso di sfondo e continuate a destra: la strada è composta da una serie di piccole
piattaforme, quindi attenzione!; raggiunta l’altra parte salite sulla scala e proseguite il percorso di sfondo a
sinistra, raccogliete dal baule i “Pantaloni scattanti”, equipaggiateli; tornate indietro alla porta con la grande
serratura e saltate in basso (Una grande serratura!); ripetete il percorso e questa volta continuate a sinistra
arrampicandovi sulla roccia alta: in un incavo troverete “Erbe curative”.

Fatevi mangiare dalla pianta poco più a sinistra: vi ritroverete all’inizio di quest’area; tornate alla scala e
proseguite verso destra, saltata il successivo burrone e parlate al pirata in fondo a destra (Scrigno del
tesoro?); entrate nella porta in alto che vi condurrà alle “Cave di lava” (Sacco del maiale di fuoco):
l’esploratore vi dirà che è impossibile passare per via delle fiamme, inoltre vi darà i “Pantaloni di Charles”.

Uscite ed utilizzate la porta in basso: vi ritroverete all’inizio del Monte Tempestoso! (Da dove sono venuto =
OK!); tornate da Charles e ridategli i pantaloni (Pantaloni di Charles = OK!), lui vi donerà “Ombrello”, con
il quale si può farsi trasportare dal vento del luogo: infine tornate dalla fenice e parlate al tizio davanti,
Tombi salirà sopra l’uccello.

Cadrete al Villaggio di Bacco! (Il sacco del maiale topo): parlate con il topo che blocca la strada a sinistra
(Strada Lago di Bacco), poi entrata nel bar poco più su e parlate con i due: (Succo del frutto mortale);

Continuate l’esplorazione leggendo per tre volte la bacheca in alto (L’indovina rossa), e parlando con il topo
poco più a sinistra (Non smette di piangere!): dategli un Fungo guaritore per calmarlo (Non smette di
piangere ! = OK!); proseguite il giro verso destra ed entrate nella casa in basso: il topo all’interno vi dirà di
voler 10 pezzi di formaggio (Del formaggio per favore).
Andate al comune dal passaggio centrale, quello di fronte all’uscita: parlate con il topo dentro l’abitazione e
vi dirà di leggere la bacheca poco più a sinistra (Dov’è il topolino?); uscite nuovamente dal comune, rientrate
nel bar e noterete 3 nuovi topi, parlate con quello al centro: è il nostro topolino smarrito!

Torniamo in comune e segnaliamo al topo di prima di averlo trovato (Dov’è il topolino? =OK!), vi segnalerà
di leggere nuovamente la bacheca (Una bibita da grandi); uscite nuovamente dal comune e parlate con il topo
subito a destra (Il vecchio millenario?), poi procedete verso il topo a sinistra che vi blocca la via:
raggiungerete la Casa Stregata (Sacco del maiale stregato) e procedete verso sinistra: qualsiasi deviazione
verrà bloccata dal topolino, quindi non vi resta che seguirà il percorso obbligato; fate caso alla porta con la
faccia triste nel lato ovest della casa (Piangi bimbo).

Raggiunta la successiva area (Strada Lago di Bacco = OK!), dirigetevi verso la strada in alto: troverete
“Tubo”; tornate indietro e prendete la traversa a destra, schiacciate il tasto Quadrato una volta sulle pompe
ed un’altra sul macchinario accanto di colore marrone (…Si sente il debole suono della pompa…), tornate
dal topolino in basso e ripercorrete la Casa Stregata.

Tornate al comune e parlate col solito topo nella casa (Una bibita da grandi = OK!); uscite dal comune e
raggiungete la casa in alto, quella dell’indovina: parlate con lei (L’indovina rossa = OK!); parlate
nuovamente con il topo all’entrata della Casa Stregata: vi segnalerà un baule in comune, ma non avete
ancora la chiave per aprirlo.

Prima di intraprendere l’esplorazione della Casa Stregata possiamo fare fuori qualche quest: torniamo al
Villaggio degli Gnomi per donare alla gnoma che ci sta medicando Baron le “Erbe curative” (Erbe curative
per Baron = OK!), ci dirà dell’esistenza dell’Albero del sapere, e che vorrebbe assaggiarne un frutto(Primizia
del sapere); torniamo poi al Monte Tempestoso e raggiungiamo la porta con la faccia sorridente, in alto a
sinistra nella seconda area: troveremo nuovamente Yan più un “Ali della carità” (Sorridi! = OK!).

La nostra prossima meta è la Foresta dei Funghi: grazie al Diserbante donatoci dai topi possiamo saltare in
testa a quelle specie di melanzane sospese in aria: sono cinque in tutto.

Una volta schiacciati tutti tornate al Villaggio di Bacco, più precisamente al bar: parlate con i due topi
(Succo del frutto mortale = OK!), vi darà un “Ali della carità” e un “Vita massima + 1” per sdebitarvi, inoltre
vi parlerà della fenice (Il preferito della fenice).
Quarta Parte

La Casa Stregata

Cominciamo con l’esplorazione della Casa Stregata: innanzitutto ricordiamoci di rompere tutte le uova al di
fuori della casa per liberare il Saggio Millenario, mano mano che procediamo.

Nel lato Ovest della casa c’è solo la porta con la faccia triste: se vogliamo toglierci subito anche questa, c’è
una scorciatoia alla Foresta dei Funghi all’angolo tra la parte ovest e la sud della casa; mangiamoci un fungo
che ci fa piangere e piangiamo davanti a questa porta (Piangi bimbo = OK!): all’interno troveremo frutta e
due pezzi di “Formaggio”.

Ne lato Sud la prima porta da destra contiene un maiale e dell’acqua che non possiamo sorpassare; nella
stanza successiva a sinistra incontreremo un topo in balia di un maiale, sconfiggiamolo e riceveremo “Chiave
piccola” in cambio; nella stanza alla sinistra della grande porta quadrata troviamo il “Pannello chiave 2” e
una piccola pozza d’acqua che ci rigenererà; entriamo poi nella grande porta quadrata, noteremo il Saggio
Millenario: parliamoci (Il vecchio millenario? =OK!): ci spiegherà di essere imprigionato e che per liberarlo
è necessario rompere tutte le uova più una contenuta all’interno di una stanza della casa (Rompi l’uovo
magico!).

Continuiamo l’esplorazione del lato Sud raggiungendo il percorso più alto: troviamo una porta contenente un
baule blu (ricordatevela) e il “Pannello chiave 3”; un'altra porta invece, quella senza legno, vi farà da
scorciatoia per raggiungere il lato Nord, oltre che a contenere “Pannello chiave 4”, che va preso con il
Boomerang.

Le porte del lato Est invece sono praticamente inutili, la più alta ha due maiali all’interno più una parete di
paia, l’altra invece un baule che non possiamo aprire.

Nel lato Nord abbiamo una porta chiusa a chiave (Una piccola serratura!) che potremo aprire con “Chiave
piccola” (Una piccola serratura! = OK!), accanto a quella sorridente: all’interno troveremo l’ultimo uovo da
distruggere (brillerà se ne manca ancora qualcuno fuori); entrate poi nella porta sorridente per “Pannello
chiave 5”; poi in basso una porta con la grande serratura che non possiamo ancora aprire; sotto di questa
invece una stanza con un maiale e una barriera di pietra; a sinistra della faccia sorridente invece le porte sono
due: una con un topolino con cui dovrete parlare (Quadrato di grande chiave?), quella sotto invece inutile
perché contenente un altro baule che non possiamo aprire.

A questo punto non ci resta che tornare nella stanza del Saggio Millenario (Rompi l’uovo magico! = OK!),
parliamoci e ci regalerà finalmente la “Chiave millenaria”, oltre a darci qualche informazione in più su ciò
che dovremo cercare (Poteri rossi nascosti), usciamo dalla stanza e rechiamo nella stanza con il baule blu (ve
la ricordate? È l’ultima a sinistra), troverete all’interno “Boomerang di pietra”.

A questo punto dovreste aver preso tutti i pezzi “Pannello chiave”, che sono cinque, quindi tornate nella
stanza col quadro a forma di grande chiave (a sinistra della porta con la faccia sorridente), usate tutti e cinque
i pezzi e avrete “Chiave grande”, sempre su questo lato della casa raggiungete la porta con la grande
serratura, raggiungete l’angolo in alto a destra oscillandovi e aprite il baule blu e riceveremo il “Sacco rosa
del maiale” (Sacco del maiale stregato = OK!) (La casa stregata).
Un ultima stanza la si trova in cima al camino: gettandoci all’interno troveremo uno strano oggetto rosso che,
se non abbiamo un livello pari al 10 nella barra di colore rosso n basso a sinistra (anche se a me sembra più
di colore rosa) non potremo raccogliere.

Lasciamo la Casa Stregata e raggiungiamo nuovamente il Monte Tempestoso, percorriamo tutto il percorso
fino alla seconda area, raggiungiamo la porta con la grande serratura e, all’interno, troveremo il “Sacco del
maiale furioso” (Sacco del maiale di fuoco = OK!) (Monte della fenice)

Continuiamo a destra fino alla fine, parliamo al pirata (Scrigno del Tesoro? = OK!); apriamo lo scrigno poco
sotto per l’ “Acchiappa”, poi entriamo nelle Cave di lava e apriamo anche quest’altro per ricevere “Sacco
verde del maiale” (Sacco del maiale di fuoco).

Prima di tornare alla Casa Stregata, passiamo per la Foresta dei Funghi ad aprire qualche altra cassa: la prima
contiene “Energia + 1”;

Poi abbiamo “Fungo misterioso”, che vi permetterà di ridere o piangere solamente mangiandolo, senza
ritornare sempre in quest’area (Fungo misterioso = OK!);

Un’altra contiene “Energia + 1” ed un’altra ancora “Ali della carità”;


Nel posto più alto: “Campania millenaria”;

Da questa piattaforma spostiamoci a sinistra e troveremo uno gnomo: parliamoci (Lacrime di un fiore);
continuiamo a spostarci a sinistra per un ultimo baule in blu in basso: “Ali della carità”; usiamo la “Campana
centenaria” per tornare un attimo al Villaggio degli Esordi nel caso in cui non abbiamo raggiunto il livello 10
nella barra rossa, altrimenti usiamo invece la “Campana millenaria” per tornare alla Casa Stregata: saliamo il
camino e raccogliamo il “Gioiello di fuoco” che ci permetterà di essere coperti dalle fiamme per alcuni
secondi (Poteri rossi nascosti = OK!); visitiamo la stanza più in alto, nel lato Est della casa, con il tasto
Cerchio attiviamo la fiamma e passiamo attraverso la paglia: troveremo qui un’altra volta Yan e due bauli,
una contenete due “Formaggio”, l’altra “Sacchetto pranzo”.

Entriamo al Villaggio di Bacco e raggiungiamo il comune: apriamo ora il baule per il “Sacco arancione” (Il
sacco del maiale topo = OK!) (Villaggio di Bacco); torniamo alla Casa Stregata ed entriamo nella porta con
la faccia sorridente, utilizziamo il “Fungo Misterioso” per ridere ed entrare nella stanza.

Sorpresa!

Di fronte a noi abbiamo la tana del maiale verde: entriamo nel portale e sfidiamolo!
Il maiale in verde si trasporterà da un punto all’altro dell’arena, e ci lancerà contro meteore di fuoco che, se
colpiscono qualcosa, si dividono in altrettanti tre pezzi.

La strategia è semplice: tenetelo d’occhio e saltategli sopra quando si materializza; tenetevi sempre al centro,
vicino al sacco, così da poter prendere meglio la mira una volta che si sarà avvicinato.

Una volta rinchiuso avrete tolto la maledizione che c’era sulle Cave di lava! (Cave di lava = OK!)

Quinta Parte

Non so nuotare…

Prima di dirigerci li, possiamo aprire un paio di bauli color blu, uno nella Foresta dei 100 Fiori, dove
abbiamo trovato Baron la prima volta, avremo così “Vita massima + 1”; l’altro invece è nella casa dello
gnomo che sta curando lo stesso cane, questo baule conterrà “Ali della carità”.

Dirigiamoci quindi alle Cave di lava, a mio avviso il livello più antipatico di tutti: la scena si svolge su una
serie di piccole piattaforme e di piante arancioni sospese sul vuoto, dovremo aggrapparci a queste ultime
equipaggiando l”Acchiappa “ e lasciandoci dondolare come se fossimo su una liana; inoltre equipaggiamo
anche “Ombrellino” per atterrare correttamente.

Cominciamo raggiungendo il fiore con una mela, poi sul successivo contenente il primo “Fiore Bunk”,
proseguiamo a destra arrivando su un altro fiore con una mela e, prima di saltare sulla piattaforma di pietra
contenente il secondo “Fiore Bunk”, attacchiamoci al fiore sopra la nostra testa: troveremo un altro “Fiore
Bunk” e un ladro (Il ladro inquieto).

Torniamo giù e proseguiamo a destra, saltando sulla piattaforma dopo il secondo “Fiore Bunk”, potremo
scegliere due percorsi: quello in basso, molto più difficile, ci porta ad un altro “Fiore Bunk”, ad un baule blu
contenente “Energia + 1”, vari frutti, un cristallo giallo in basso, che dovremo prendere facendoci oscillare
dal fiore su cui siamo, ed infine altri due cristalli (uno in alto e uno in basso) ed un baule centenario
contenente “Vita massima + 1”.

Dall’ultimo fiore a destra, utilizziamo l”Acchiappa” per attaccarci al fiore sopra di noi, poco visibile in
verità, da qui invece attacchiamoci alla piattaforma di pietra; saltiamo a sinistra nel vuoto per prendere il
quinto “Fiore Bunk” (Il preferito della fenice = OK!) e, se siamo fortunati, cadremo sopra il gruppetto di fiori
in basso.

Torniamo verso sinistra e questa volta attacchiamoci al fiore in alto per scegliere il percorso di sopra:
attacchiamoci di nuovo ad un altro fiore sopra la nostra testa e raggiungeremo un alcova, dove troveremo
“Cosa ha perso il ladro”: prima di tornare indietro e restituirglielo possiamo però raggiungere il Villaggio
Nascosto, saltando sulla roccia a fisarmonica e lanciare l’”Acchiappa” verso l’alto; prendiamo il cristallo
giallo e saliamo la scala.

Al “Villaggio Nascosto” entriamo nella capanna subito a sinistra: il padre di Yan ci dirà consegnargli un
“Cestino per il pranzo” (Prendi), usciamo e parliamo col ragazzo grasso, chi chiederà se possediamo da
mangiare (Ho così fame), diamogli “Sacchetone Pranzo” e lui diventerà nostro amico (Ho così fame = OK!).

Torniamo nelle cave e dal ladro per restituirgli “Cosa ha perso il ladro”:(Il ladro inquieto = OK!).

Ritornando al percorso in alto, quello per arrivare al “Villaggio Nascosto”, troviamo due bauli, uno
arancione e uno blu, contenenti “Sacchetto pranzo” e due “Ali della carità”; più a destra altri due bauli, uno
arancione e uno blu, difficili da raggiungere e dal contenuto praticamente inutile.

Usciamo a destra per raggiungere il Nido della Fenice, rientriamo un attimo e raggiungiamo nuovamente
l’alcova del ladro: non c’è più e al suo posto troveremo nuovamente “Cosa ha scordato il ladro”.

Torniamo al Nido della Fenice, scaliamo il monte e utilizziamo “Fiore Bunk” sull’uccello: saliamoci in
groppa e raggiungeremo una nuova location: la Giungla! (Il signore dei cieli = OK!).

Atterrati (Sacco maiale di giungla), equipaggiamo il “Gioiello di fuoco”, ci servirà per fare fuori
velocemente gli indigeni nella foresta; proseguiamo verso destra saltando sui tamburi e sulle liane,
quest’ultime vi lasceranno cadere quasi subito, quindi siate veloci; aprite il baule per “Tamburo funga”,
inoltre abbiate cura di catturare le rimanenti cinque farfalle a foglia che ci mancano, usciranno dalla
boscaglia ogni tanto.

Proseguite verso destra fino ad una gabbia: utilizzatela per saltare nel percorso di fondo; andate a sinistra per
parlare con il personaggio muscoloso, vi chiederà di ritrovargli il cappello (Trova Charles!); proseguite a
sinistra e arrampicatevi sul grande albero, sul tetto della casa accanto troverete nuovamente Yan, dategli il “
Cestino per il pranzo” (Prendi = OK!), scalando fino in cima invece troverete due bauli: “Vita massima + 1”
e “Sacchettone pranzo”.

Tornate sopra la gabbia e proseguite nel percorso di destra saltando da una noce all’altra ed evitando di
cadere nella gabbia successiva: da sopra la gabbia saltate in basso e tornate sul percorso principale;
proseguite a destra e salite sul ponte che crollerà: Charles vi salverà (Una bibita rinfrescante), inoltre vi darà
“Cappello del minatore”.

Fate marcia indietro e proseguite verso sinistra per trovare una scala di legno sui cui arrampicarvi: ci
troverete sopra le “Banane”; continuate il percorso saltando da noce a noce e tornate dal personaggio
muscoloso: restituendogli il “Cappello del minatore”, vi inviterà a seguirlo alla “Torre dell’Orologio” (Trova
Charles! = OK!), siete al Villaggio della Civiltà!
All’incrocio d’ingresso, chiamato ad Y, andate a destra, verso la “Torre dell’Orologio”: salite in cima
arrampicandovi sulle catene, parliamo con l’uomo di prima e diamogli le “Banane”: avremo in cambio il
“Succo di banana”; torniamo nella Giungla.

Raggiungiamo Charles e diamogli il “Succo di banana” (Una bibita rinfrescante = OK!); togliamoci di dosso
il “Gioiello del fuoco” e gettiamoci in acqua (Non so nuotare…= OK!).

Ora che abbiamo imparato a nuotare rigettiamoci in acqua spostiamoci a destra: saltiamo sulla scala per
raggiungere la “Collina del Vecchio Albero”: proseguiamo a destra fino a raggiungere un pappagallo;
raccogliamo il “Frutto del sapere” e saltiamo in testa al volatile (Le rocce fisarmonica).

La missione affidataci è più semplice di quanto crediate e, con un po’ di fortuna le avete già premute tutte
ma, se così non fosse, vi segnalo dove trovarle: innanzitutto fate caso che una roccia, una volta saltatoci
sopra, diventa di un marrone leggermene più scuro alla base; le prime le trovate proprio alla “Collina del
Vecchio Albero”, altri luoghi sono il “Villaggio degli Esordi”, la “Foresta degli Esordi” subito dopo, la
“Foresta dei Funghi” (nel percorso di sfondo), sul “Monte Tempestoso” (comprese le “Cave di Lava”), ed
infine nella “Foresta dei 100 fiori” e alla “Torre di controllo”, per un totale di 22.

Tornate in acqua e al Villaggio della Civiltà: parliamo nuovamente con l’uomo in cima alla Torre
dell’Orologio per apprendere che tutto è fermo (Ci serve potere…); torniamo all’incrocio a Y e stavolta
prendiamo il passaggio in alto.

Siamo al “Castello di Ferro”, parliamo con la guardia all’entrata (Rompi la porta!), entriamo poi nelle due
porte ai lati del portone di ferro: in quella di sinistra troviamo un bel po’ di punti, a destra invece un bel po’
di frutta.

Torniamo all’incrocio a Y e andiamo a sinistra, verso la “Fabbrica”: saliamo la scaletta e parliamo con
l’uomo a sinistra (Mi serve una bomba); stessa cosa con quello a destra con i capelli neri (Voglio bottiglia
lacrime); entriamo nel portone divelto a destra per ottenere “Ali della carità”.

Torniamo nella “Giungla selvaggia”, andiamo a sinistra e attacchiamoci all’albero per raggiungerne la cima:
oltre a prendere “Bomba” (Mi serve una bomba = OK!), vedremo il portale del maiale arancione: saltiamoci
dentro e sfidiamolo!

L’area del duello è verticale, quindi mettiamoci più o meno al centro e stiamo attenti agli attacchi del maiale:
non dovrebbe essere troppo difficile imprigionarlo: abbiamo liberato il Villaggio di Bacco! (Villaggio di
Bacco = OK!).
Torniamo al “Villaggio della civiltà” e al “Castello di Ferro”, usate “Bomba” sul portone (Rompi la porta! =
OK!) ed entriamoci: il Villaggio della civiltà riprenderà vita! (Ci serve potere… = OK!) (Vecchio di 10.000
anni) e riceverete in cambio “Chiave vecchio stagno”.

Sapete già dove dirigervi, al “Vecchio Stagno” (Risaliamo le rapide!), ma prima tornate all’incrocio a Y,
parlate con il minatore ad aspettarvi (La strega carina); tornate alla fabbrica, parliamo all’uomo vicino al Go
Kart (Cibo per carburante?); salite la scaletta e parlate nuovamente con il tizio che vi aveva consigliato la
bomba (E sotto la foresta?) poi, sul tavolo a destra, prendete “Rapide”.

Tornate alla “Collina del Vecchio Albero” e usate le “Rapide” sulla pedana in legno poco più avanti: sarete
nuovamente alla “Casa Stregata”! (Risaliamo le rapide! = OK!).

Usiamo “Ali della carità” e torniamo al Villaggio degli Gnomi, andiamo dal medico che ha in cura Baron e
diamogli “Frutto del sapere” (Primizia del sapere = OK!) (Miglior amico dell’uomo = OK!) (Forza di
Baron); vi chiederà un ultima cortesia, di prendergli delle alghe (Alghe per la tua salute = OK!).

Dato che siamo già qui facciamo una visitina alla Torre di Controllo: come sapete riattivando il Villaggio
della Civiltà, l’angolo di legno che avevamo rotto tempo addietro si era mosso, diamoci un occhiata (Cos’è?
= OK!).

Entrandoci ci ritroveremo sotto la foresta (E sotto la foresta? = OK!), per ora possiamo fare ben poco, quindi
riusciamo.

Ora andiamo a prender le alghe alla signora: andiamo alla Foresta dei Funghi e, in fondo a sinistra,
facciamoci trasportare nuovamente dall’altra parte della riva: troveremo per l’appunto “Alghe”; saliamo su
per la casa, apriamo il baule blu e torniamo al Villaggio degli Esordi per incontrare la strega Mizuno: questa
si trova nella casa poco più a destra di quest’area.
Parliamoci (La strega carina = OK!), ci chiederà di fare dei dolcetti, ma servono ingredienti che non abbiamo
(Facciamo dei dolcetti = OK!); ci informerà anche di aver perso qualcos’altro (Che ha perso la strega…):
diamogli le “Tre sfere di cristallo” e lo “Specchio sporco” (Che ha perso la strega… = OK!).

Usciamo dalla casa per poi rientrare subito: ci darà lo “Specchio magico” (Uno specchio magico? = OK!) e
inoltre potenzierà le nostre armi!, dandoci l”Acchiappagente”, con il quale possiamo fare fuori i nemici
solamente colpendoli con l’arma (Attiviamo gli strumenti ?! = OK!).

Torniamo al Villaggio degli Gnomi e diamo le “Alghe” al medico (Alghe per la tua salute = OK!): da questo
momento in poi avrete Baron!, potrete così viaggiare per il mondo sbattendovi delle Ali della carità! (Forza
di Baron = OK!); facciamo poi visita al Grande Gnomo: il piccolo bimbo ha coltivato per noi il “Fiore doro”
(Pianta un giardino = OK!).

Vi va di sfidare un altro maiale? Bene, andiamo a “Piazza della carità”, saliamo in cima e, poco più a sinistra
della struttura centrale, troverete un portale rosso ad attendervi.

L’arena del cattivo maiale furioso è più antipatica delle altre: dovremo infatti muoverci quasi
esclusivamente oscillando da una pertica all’altra; lui ci attaccherà con mini tornado che ci faranno cadere a
terra, più precisamente sul letto di spine che ricopre il suolo; quello che vi consiglio e di rimanere sulla
piattaforma appena sotto il sacco e aspettare che il maiale sia ha portata di tiro per saltargli addosso.

Una volta che avrete avuto ragione di lui libererete dalla maledizione anche il “Monte tempestoso” (Monte
della fenice = OK!).

Sesta Parte

La piccola stanza strana

A questo punto dovreste avere le 30 “Farfalle a foglia”, bene: tornate a “Piazza della carità”, salite sulla liana
e raggiungete la gabbia, qui usate tutte le “Farfalle a foglia” che avete e, verrete catapultati al “Villagio
Nascosto”!: l’uovo si romperà e all’interno troverete “Farfalla a foglia d’oro” (Farfalle a foglia = OK!); se
poi avete tanato Yan tutte le volte che vi ho indicato, lo troverete qui, in alto a destra: parlateci e vi donerà
“Vaschetta d’oro” (Nascondino = OK!); vi parlerà anche di una torre fatta di fiori….
Torniamo di corsa al “Villaggio di Bacco” ed entriamo in comune: parliamo con il nuovo personaggio in alto
a destra e ci darà “Vino”; fiondiamoci al “Villaggio Civiltà”, più precisamente alla “Fabbrica”: parliamo con
l’uomo del GoGoKart e diamogli “Vino” e lui ci darà in cambio “Indicatore del carburante” (Cibo per
carburante? = OK!).

Torniamo al “Villaggio degli Esordi”, raggiungiamo la casa della strega ed entriamo nella porta a destra:
troveremo un GoGoKart sgonfio, usiamo “Lancetta del carburante” e facciamoci una bella corsa!

Vi avverto, la sezione in questione è molto frustrante e sicuramente dovrete ripeterla svariate volte: facendo
la corsa avremo in cambio tre medaglie a seconda del tempo che ci mettiamo a raggiungere il traguardo.

24,96 per l’oro (Voglio medaglia d’oro = OK!);

26,55 per l’argento (Voglio medaglia d’argento = OK!);

28,16 per il bronzo (Voglio medaglia di bronzo = OK!)

Ovviamente, se vogliamo completare tutte e 130 le quest, dovremmo prenderle tutte e tre: una volta finita la
gara raggiungiamo l’arco e andiamo verso l’alto per incontrare una sirena (Scoglio della sirena = OK!) che ci
premierà con le suddette medaglie.

Torniamo alla “Torre di controllo” e dirigiamoci sotto la foresta (per la cronaca, io è a questo punto che ho
premuto l’ultima roccia a fisarmonica, subito dopo la prima piattaforma in legno, concludendo quindi la
quest “Le rocce fisarmonica”); andiamo a sinistra e parliamo con il minatore (Scava come una talpa), poi
andate a Nord, aprite il baule per “Formaggio” e parliamo anche all’altro operaio in alto a sinistra
(L’indovino blu); ora andiamo invece a Sud, apriamo il baule blu per “Dente di Tartalligatore” e
proseguiamo a sinistra entrando nell’albero cavo: parliamo con l’operaio (La porta del ladro).

Il “Villaggio Trucco” è la nostra prossima meta: dirigiamoci al “Vecchio Stagno” e, finalmente potendo
nuotare, potremo superarlo continuando per la porta a destra: (Sacco maiale subacqueo) , il villaggio è
completamente allagato, per ora possiamo solo dirigerci verso destra, per ora lasciamo stare l’abitazione ma
proseguiamo a destra facendo attenzione alle cime degli alberi e aprendo il baule blu contenente la “Collana
a conchiglia” (La collana della sirena); continuiamo per il tunnel di destra.

Ci ritroveremo nella Giungla, approfittiamone per fare visita all’albero del sapere: saltando nuovamente sul
parrocchetto sbloccheremo un’altra quest (L’albero del sapere); torniamo al Villaggio Trucco con l’ausilio di
Baron e questa volta entriamo nell’abitazione dal camino: troveremo un altro vecchio saggio (Vecchio di
10.000 anni), ci metterà alla prova raccogliendo le “Dieci perle matematiche” (Le 10 perle matematiche), ma
è indispensabile però che Tombi impari a immergersi, per questo ci parlerà di una sirena che potremo
trovare alla “Casa Stregata”, non prima però di aver liberato il luogo dalla maledizione!
E quindi torniamo alle “Cave di lava”, saltiamo in cima al fiore all’entrata e proseguiamo in alto a sinistra:
ecco il nostro prossimo maiale!

Il maiale in viola utilizza dalla sua fulmini che spara sulle piattaforme in cui noi dovremo arrampicarci:
infatti il sacco è in cima, e volteggia in orizzontale; aspettiamo quindi che il maiale si faccia vivo sulle
piattaforme in alto e approfittiamone per lanciarlo nel sacco (La casa stregata = OK!).

Ora possiamo tornare alla “Casa Stregata”: raggiungiamo il lato Sud e saliamo in cima al camino, troveremo
il ladro incontrato nelle “Cave di Lava” tempo addietro; dategli “Cosa scordò il ladro” (Cosa ha scordato il
ladro = OK!), e lui vi ringrazierà con due pezzi di “Formaggio”.

Ora andiamo dalla sirena: la trovate nella stanza a sinistra della grande porta quadrata dove risiede il saggio
millenario; raggiungete il fondo della stanza e restituitegli la “Collana a conchiglia” (La collana della sirena
= OK!) (Cosa c’è sott’acqua?), vi insegnerà ad immergervi e voi recupererete “Cibo del pesce poderoso”
(Cosa c’è sott’acqua? = OK!) (Cibo del pesce poderoso).

Raggiungete il “Vecchio Stagno”, avvicinatevi alla riva e usate “Cibo del pesce poderoso”, gettatevi in acqua
ed immergetevi: in basso a destra c’è un pesce, toccatelo (Cibo del pesce poderoso = OK!), vi darà massima
esperienza di fuoco (inutile a questo punto).

Proseguite a destra per il “Villaggio Trucco” e cominciamo la ricerca delle dieci perle matematiche:
immergetevi in acqua verso il basso, poi verso destra, troverete la “Perla matematica 1”, poco più sopra
invece un baule blu con “Ali della Carità” all’interno; proseguendo sempre il più basso possibile, andate
sempre a destra e troverete la “Perla matematica 7”.

Ora risalite in superficie ed immergetevi dal pertugio alla sinistra della casa del vecchio saggio: a sinistra
troverete “Perla matematica 2”, spostandovi invece a destra la “Perla matematica 8”; scendete di un piano: a
sinistra avete “Perla matematica 10” e a destra scendete verso il basso per vedere la “Perla matematica 4”,
aggirate la parete e troverete anche un baule blu, con “Sacchettone pranzo” e una pietra di colore blu (Poteri
blu nascosti); continuando verso destra, poco sotto il tunnel che vi riporterà alla Giungla (quindi non
entrateci), trovate “Perla matematica 3”; sopra di lei, in linea d’aria trovate prima la “Perla matematica 6” e
ancora più su la “Perla matematica 5”, infine a sinistra di quest’ultima la “Perla matematica 9”.

Tornate alla casa del saggio (Le 10 perle matematiche = OK!) e lui vi darà la “Chiave di 10.000 anni” e “Filo
del ladro” (Fonte di magia maligna); alla fine del discorso parlateci di nuovo (I 5 oggetti d’oro).

Ora che avete la nuova chiave torniamo a immergerci nel passaggio alla sinistra dell’abitazione: quasi subito
a sinistra troviamo un baule nero e rosso, apriamolo per “Vita massima + 1”; il baule del sacco del maiale
invece lo troviamo dove abbiamo preso la “Perla matematica 6” (Sacco maiale subacqueo = OK!) ( Villaggio
Trucco) (un altro baule lo troviamo nella zona dei mulini, posato sul fondale, contiene degli AP); torniamo
infine al “Vecchio stagno” per aprire la cassa davanti all’entrata del “Villaggio Trucco” per prendere
“Campana dai 10.000 anni”.

Ora dobbiamo tornare al “Labirinto sotterraneo”, sotto la “Torre di controllo” e aprire qui le casse: accanto
all’albero cavo con “Formaggio”, poco più giù “Anti raffreddore”; mettiamoci di fronte alla porta in legno
sempre alla sinistra dell’albero e utilizziamo “Filo del ladro” (La porta del ladro = OK!); entriamo nella casa
a destra e parliamo con i due personaggi: il primo ci parlerà di un filo che non si rompe mai, il successivo è
invece l’indovino (L’indovino blu = OK!) che vi darà “Vita massima + 1” oltre a utili informazioni!

Continuiamo la strada dietro la casa e raggiungiamo una stanzetta con tre casse: “Sacchetto pranzo”,
“Artiglio di Kokka” e “Formaggio”; andate verso sinistra e troverete altre tre casse all’interno di cerchio di
pietra: “Sacchetto pranzo”, “Fiore pianta carnivora” e “Ali della carità”; poco più in basso un altro baule blu
con “Formaggio”.

Dirigiamoci verso l’alto e troveremo una stanza con un buco nero subito dopo: è un passaggio per l’area più
a sinistra, quella con un altro baule blu (e un altro “Formaggio”), poi entriamo nell’apertura a sinistra: siete
nella stanza più importante nel gioco, “La piccola stanza strana”; di fronte a voi tutti i maiali che avete
sconfitto ma, come potete vedere, ne mancano ancora alcuni!

Settima Parte

Cos’è un Funga?

Volendo potreste fare un giretto in varie località per aprire con la nuova chiave i baule rossi e neri, ma il
contenuto, tranne quelli che vi illustrerò, a questo punto del gioco sono praticamente inutili.

Andiamo invece a “Monte Tempestoso” (forse una volta): nella prima area, quasi all’entrata delle seconda,
spiccando un bel salto dai fiori arancioni, è possibile ora raggiungere una piattaforma :
Issiamoci sopra e proseguiamo a sinistra per incontrare un indigeno (Cos’è un Funga?), diamogli il
“Tamburo Funga” preso nella giungla e noi potremo entrare nella grotta (Cos’è un Funga = OK!) che
contiene “Melassa”; dato che siamo già qui sarebbe il caso di fare esperienza per prendere la pietra blu:
possiamo usare quelle specie di tartarughe nella seconda area del monte fino a quando non siamo al 10
livello; poi facciamo visita allo scavatore nel pertugio a sinistra (Il famoso scavatore), nella grotta troveremo
“Formaggio”; saliamo poi in cima e mettiamoci di fronte alla porta grigia (Al calmarsi del vento = OK!),
troveremo all’interno “Sacchettone pranzo”; poi scaliamo il “Nido della Fenice” e, alla sua destra, ci aspetta
un’altra pietra (Poteri veri nascosti).

Con appresso tutto questo formaggio torniamo al “Villaggio di Bacco” e doniamolo al tizio che ce l’aveva
chiesto (nella casa a destra dell’entrata), e lui ci ricompenserà con “Frutto d’oro” (Del formaggio per favore
= OK!)

Usiamo Baron e trasportiamoci all’incrocio a Y, poi andiamo verso la “Torre dell’Orologio”: sotto la
campana abbiamo il portale del maiale giallo che ci aspetta!

Il maiale che ha maledetto “Villaggio Trucco” ci sfiderà in acqua e, al contrario di quanto si creda, questo ci
semplifica la vita: mettiamoci all’interno del piccolo tornado e, appena l’abbiamo a portata premiamo il tasto
X, aspettiamo qualche secondo che il sacco ruoti nella direzione giusta e lanciamolo! (Villaggio Trucco =
OK!).

Torniamo nella “Giungla selvaggia” e, a sinistra dell’entrata verso il “Villaggio civiltà”, apriamo il baule per
ricevere “Pantaloni lampo”; andiamo poi alla “Collina del vecchio albero” e apriamo il baule in fondo a
destra: troveremo “Sacco blu scuro” (Sacco maiale di giungla = OK!) (Maiale foresta selvaggia).

Torniamo al “Villaggio Trucco” per prendere “Gioiello dell’acqua” (Poteri blu nascosti): per prenderlo, non
essendoci più acqua, buttatevi sul fondale e continuate verso destra.

Nel “Labirinto Sotterraneo” parliamo nuovamente con l’operaio nella stessa casa dove abbiamo trovato
anche l’indovino in blu (Filo indistruttibile), il quale ci dirà di un suo amico con questo prezioso oggetto: la
metà e la fiancata Sud della “Casa stregata”, entriamo nella porta poco più in basso e a sinistra della stanza
del saggio (quella con la bacinella d’acqua che vi può curare) e troverete il suo amico con “Filo resistente”
(Filo indistruttibile = OK!).

Torniamo nel “Labirinto sotterraneo”: ora tutte le porte si apriranno solo avvicinandovi e, partendo dai tre
bauli all’interno di un cerchio di roccia, prendete la porta alla destra e seguite il percorso verso l’alto,
arrivando di fronte ad un altro albero cavo.

Il quarto ed ultimo saggio risiede all’interno, parlandoci vi darà l’agognata “Chiave di un milione di anni”
(Fonte di magia maligna = OK!) (Desiderio Millenari); inoltre, se avete seguito la guida a puntino, un nuovo
portone del maiale si trova in alto a sinistra di questa stanza!
Il maiale blu, quello che ha maledetto la “Foresta dei 100 fiori” , vi lancerà contro una di quelle spore che
ricoprono la foresta inoltre, sullo stage, si muove avanti e indietro una ruota con alcune pertiche appuntite ed
una invece utilizzabile: oggetto inutile perché il sacco è ha portata di mano, sapete ormai come fare! (Foresta
dei 100 fiori = OK!)

Liberata quest’area dedichiamoci ad un altro paio di quest: prima di tutto raggiungiamo il “Molo vacillante”;
possiamo levarci da torno una volta per tutte il barile spinoso colpendolo con il “Boomerang” fino a farlo
cadere in acqua in fondo a destra, poi saltiamoci sopra: il piccolo vortice al di sotto si bloccherà liberando un
passaggio; usciamo e rientriamo nell’area per poterlo utilizzare (Dove il barile rotola = OK!).

Raggiungiamo poi la vicina “Foresta dei Funghi”, raggiungiamo il percorso di sfondo e vedremo due nuovi
mostri, questa volta di colore giallo: come la precedente coppia basta saltare a lato di uno o entrambi per
accecarli, poi saltare in testa ad uno dei due e lanciarlo contro l’alto ripetendolo per tre volte; gli sconfitti
lasceranno cadere “Vaso lacrime” (Voglio bottiglia lacrime = OK!).

Fatto questo raggiungiamo il percorso principale e mettiamoci di fronte all’unico fiore di colore giallo,
ancora solo un bocciolo (giù a destra della piattaforma dove girà lo gnomo):

Usiamo “Cresci e splendi”, poi equipaggiamo “Vaso lacrime” e raccogliamo le lacrime dal fiore per ricevere
“Lacrime dei fiori” (Lacrime di un fiore = OK!).

L’ultimo maiale ci aspetta!


Lo troviamo dentro la villa: quindi dalla “Foresta dei Funghi” usciamo a destra e facciamoci traghettare;
vedremo un’altra porta aperta, non la solita; seguiamo il percorso verso il basso e nella stanza successiva
troveremo il portale del maiale blu scuro.

Il maiale (o maiala) tirerà una boccetta contenente del profumo, quest’ultimo volteggerà nelle vicinanze per
qualche secondo, abbiate quindi accortezza di schivarlo. Il sacco del maiale invece si muove in verticale più
o meno al centro dell’area; una volta sconfitta la “Giungla selvaggia” non sarà più così tanto selvaggia
(Maiale foresta selvaggia = OK!).

Sconfiggendo l’ultimo maiale verrete catapultati nella “Piccola stanza strana”, dove riceverete l’ottavo sacco
del maiale (8 sacco del maiale = OK!) (Desiderio millenario = OK!)(Un vero maiale cattivo); il vecchio da
un milione di anni vi chiederà di rintracciare sette amici e di portarli nella stanza per aprire l’ultimo portale
(Sette amici).

Ottava Parte

Il cane è il migliore amico dell’uomo

Siamo ormai alla fine del gioco, ci rimane solamente terminare ancora qualche missione, poi rintracciare
sette persone che possano aiutarci.

Cominciamo con l’uscire dalla “Piccola stanza strana” ritornando nel “Labirinto sotterraneo”: utilizziamo il
passaggio per tornare nell’area principale, poi prendiamo la strada più in alto e continuiamo verso destra;
vedremo un baule giallo che ora è possibile aprire (Tesoro sotterraneo = OK!).

Sempre nel “Labirinto sotterraneo”, gli scavatori avranno finalmente liberato tutti gli altri passaggi,
permettendo quindi di entrare nel passaggio più in basso, verso sinistra, dove vediamo un baule arancione
con “Ali della carità”, più a sinistra un altro nero e rosso con “Spina di Butamushi” (Scava come una talpa =
OK!).

Un'altra quest che ci rimane da fare si trova al “Villaggio degli esordi”: avete presente il fiore a forma di
pesco ( o di sedere)?, se ci saltata sopra emetterà un gas; attirate il maiale vicino a destra sotto il fiore e poi
annaffiatelo di gas; diventerà minuscolo, quindi prendete “Maialino” (Gas del fiore di pesco).
Quest’inutile oggetto interessa ad un abitante del “Villaggio di Bacco”, quello che non faceva altro che
piangere (in alto a sinistra del piazzale), dateglielo perché lui vi darà “Artiglio di Kokka” (Gas del fiore di
pesco = OK!).

Un'altra missione secondaria che ci rimane possiamo risolverla tornando a “Piazza della carità”: mettiamoci
al centro della fontana e usiamo “Lacrime di fiore” (La fontana rotta = OK!).

Yan aveva ragione: un enorme torre di fiori si è appena alzata (La torre dei fiori = OK!), entriamoci,
raggiungiamo la cima e prendiamo “Pesce sacro” (La torre dei fiori = OK!).

Dato che siamo già qui potremo inoltre tornare alla “Torre di controllo”, ottimo luogo per potenziare al
massimo la barra verde di Tombi: fatto ciò torniamo al “Nido della fenice” e recuperiamo l’ultimo dei tre
gioielli, il “Gioiello del vento” (Poteri verdi nascosti = OK!).

Torniamo dalla strega Mizune, diamogli “Anti raffreddore” (Prendine due = OK!)e poi tutti e cinque gli
oggetti recuperati con tanta fatica (Artiglio di Kokka, Spina di Mutabushi, Fiore di pianta carnivora, Melassa,
Dente di Tartalligatore e Polvere argentata) (Fiore di pianta carnivora = OK!), riceverete in cambio “Dolcetto
d’oro” (Facciamo dei dolcetti = OK!).

Ora che abbiamo tutti e cinque gli oggetti d’oro cosa farci?: innanzitutto raggiungiamo la “Collina del
vecchio albero” e chiediamogli udienza saltando in testa al pappagallo (L’albero del sapere = OK!), poi
trasportiamoci a “Villaggio Trucco”, nella stanza del saggio, e diamoli a lui (I 5 oggetti d’oro = OK!): c’è li
scambierà con “Pesce esoterico”, con il quale possiamo correre e saltare più in alto di prima.

L’ultima quest!: raggiungiamo la fiancata Nord della “Casa stregata”, entriamo nella porta subito a destra
della porta sorridente e parliamo col capo dei banditi all’interno (Il tesoro del capo); apriamo il baule blu a
destra per “Gioiello del capo” (Il tesoro del capo = OK!); facciamo poi visita alla porta sotto quella con la
grande serratura: un altro baule blu con “Vita massima + 1”.

Ora parliamo dei “Sette amici” e della loro posizione:

Il primo lo troviamo sempre su questo lato della “Casa Stregata”, raggiungendo la stanza con la grande
serratura e poi, grazie alla pertiche, l’angolo in alto a destra;

Il prossimo invece è al “Villaggio degli Gnomi”, lo gnomo vestito di celeste in alto a destra;

I prossimi sono al “Villaggio di Bacco”, troverete una persona che prima non c’èra poco più a destra
dell’entrata del comune; poi entrate nel comune e parlate con il tizio a destra della casa in alto.

Il quarto amico ci aspetta all’”Incrocio a Y”, in particolare l’operaio più a destra;

Torniamo anche al “Castello di Ferro” e parliamo con il tizio di fronte alla porta divelta;

Ed infine il sesto: alla “Fabbrica”, lo troviamo più a destra di tutti gli altri.

Che fare del settimo?

Semplice: usiamo Baron e facciamoci portare nella “Piccola stanza strana” e capirete… (Sette amici = OK!)
E’ stato un viaggio lungo ma finalmente siamo di fronte al responsabile di tutti i nostri guai: la sfida finale si
svolge all’interno di una stanza piena d’oro, mentre il sacco del maiale cattivo volteggia in verticale in fondo
a destra. Il maiale si teletrasporta praticamente quasi sempre da una parte all’altra dell’area e, se vi vede in
procinto d’acchiapparlo, vi blocca; va un po’ preso di sorpresa ma con qualche tentativo dovreste liberarvi
facilmente anche di lui! (Un vero maiale cattivo = OK!) (Braccialetto del nonno = OK!)
Bennati Stefano 23/06/2013

Interessi correlati