Sei sulla pagina 1di 2

CANONE DELLE SCRITTURE (2)

I tre criteri per la canonicità:

1) Il primo criterio importante ai fini dell'accettazione di questi scritti è stata l'origine


apostolica,
reale o apparente.
2) Poiché molte opere del Nuovo Testamento sono indirizzate a comunità cristiane
particolari,
non alla Chiesa universale, il secondo criterio che ha determinato in modo notevole la
conservazione e l'accettazione di queste opere è stato la storia e l'importanza della
stessa comunità. Pensiamo ad esempio alla Chiesa di Corinto o di Tessalonica;
dunque la stessa importanza della comunità ha portato alla accettazione di questi
scritti.
3) Un terzo criterio per l'accettazione è stata la conformità con la regola della fede,
ossia col
pensiero degli Apostoli. Se questi scritti rispecchiavano il pensiero degli apostoli
venivano conservati e mai messi in dubbio.

Protocanonici, deuterocanonici e supplementi greci


La coppia protocanonico (riconosciuti) - deuterocanonico (discusso) è stata
introdotta da Sisto da Siena, nella Bibliotheca Sancta (1566). Essa serve a distinguere
tra libri assolutamente non discussi nella loro canonicità e libri che non sono stati
accettati anche da alcuni autori cristiani ortodossi.
Sono chiamati DEUTEROCANONICI DELL'AT 7 libri che non appartengono al canone
ebraico:
Tobia,
Giuditta,
1 e 2 Maccabei,
Baruc ed Epistola di Geremia (Bar 6),
Siracide,
Sapienza.

Possono essere considerati nell'ambito anche alcuni supplementi greci a libri giudaici
canonici:

i supplementi al libro di Ester (Est 10,4-16,24)28


i supplementi al libro di Daniele: preghiera di Azaria e inno dei tre fanciulli (Dn
3,24-90), la storia di Susanna (Dn 13), Bel e il drago, Daniele nella fossa dei leoni
(Dn 14).

I DEUTEROCANONICI DEL NT sono costituiti da sette libri e da tre pericopi di altre


opere:
lettera (di Paolo) agli Ebrei,
lettera di Giacomo,
seconda lettera di Pietro,
seconda e terza lettera di Giovanni,
lettera di Giuda,
Apocalisse (di Giovanni).
Mc 16: la finale del Vangelo,
Lc 22: il sudore di sangue,
Gv 8: l'adultera.

I libri canonici presso i cattolici e secondo gli ebrei


La chiesa cattolica riconosce 73 scritti, distinti in AT (46) e NT (27).
Il numero degli scritti recepiti dal giudaismo è 24 o di 22. Questa cifra è da porre
comunque in relazione con le 22 lettere dell'alfabeto ebraico.
La differenza tra il numero cattolico dei libri dell'AT (46) e il numero delle Scritture
giudaiche (24) dipende da due fatti:
la chiesa cattolica riconosce sette libri non accolti nel canone giudaico (cfr.
sopra i deuterocanonici dell'AT) e la canonicità di alcuni "supplementi greci" a libri
giudaici;
l'elenco giudaico dei libri presenta raggruppamenti più compatti del canone
cattolico (20 libri raccolti in 5).

CANONE CATTOLICO CANONE GIUDAICO


Os, Gl, Am… 1-12 1 “Dodici profeti”
1Sam e 2Sam 13-14 2 Samuele
1Re e 2Re 15-16 3 Re
Esd 17 4 Esdra-Neemia
Ne 18
1Cr e 2Cr 19-20 5 Cronache