Sei sulla pagina 1di 207

AL SIGNORE CANTERÒ 254

b b
&b b c ! ! ! !
(q = 69)

bb % j
& b b .. œ . œ œ œ œ œ ˙. œ œ

j jœœ
RIT. Al Si - gno- re can - te - rò, lo- de -
b
& b bb œ . œ œ œ ˙ ˙ œ. œ œ œ
rò il su - o no-me! Sem - pre lo rin-gra-zie -

bb
& b b œ . œj œ œ œ Œ ..
1.
w ˙.
rò fin- ché a - vrò vi - ta!

b b
2.
‰ œ œ œ œ œ
& b b ˙. Œ œ

j
–ta! 1. Da - rà fi - du - cia˘a chi˘è
b
& b bb œ œ œ œ œ . œ œ. œ œ œ

b œ œ œ œ œ œ
sta - to of - fe - so, spe - ran - za˘a chi non
j
& b bb œ . œ œ œ œ . œ œ

bb
l’ha, giu- sti-zia per il po-ve-ro, ci- bo˘a chi ha

&b b œ œ œ œ œ œ w ˙. Œ
fa - me, li - ber- tà a tut - ti. Al %

Rit. Al Signore canterò, loderò il suo nome!


Sempre lo ringrazierò finchè avrò vita!

421
1. Darà fiducia a chi è stato offeso, /
speranza a chi non l’ha,
giustizia per il povero, cibo a chi ha fame, /
libertà a tutti.
2. Darà la luce a chi non vede, /
la forza a chi si sente solo.
Dio, amore e sicurezza, /
con gioia aprirà a tutti la sua casa.
3. Darà respiro di vita /
a chi ha il cuore spezzato dall’angoscia.
Dio regnerà per sempre /
e noi canteremo il suo amore.

255 AMATEVI, FRATELLI

Con dolcezza (q = 80-88)


&b c œ œ œ œœ œ ˙ œ œ
*
œ
j
S1. A - ma - te - vi, fra - tel - li, co- me
j
& b œ œ œ œ. œ ˙ œ ‰œ œ ˙ œ œ
i - o ho˘a- ma - to voi! A - vre- te la mia

œ œ œ. j
&b œ œ ˙ œ œ œ œ
j œ ˙
gio - ia, che nes - su - no vi to - glie -

&b ˙ œ ‰ œ œ œ œ œ˙ œ œ
rà. T A - vre- mo la sua gio - ia, che nes -

œ œ œ. j
&b œ œ ˙ œ
su - no ci to - glie - rà.
422
1. Amatevi, fratelli, come io ho amato voi!
Avrete la mia gioia, che nessuno vi toglierà.
Avremo la sua gioia, che nessuno ci toglierà.
2. Vivete uniti insieme, come il Padre è unito a me!
Avrete la mia vita, se l’Amore sarà con voi!
Avremo la sua vita, se l’Amore sarà con noi!
3. Vi dico queste parole perché abbiate in voi la gioia!
Sarete miei amici, se l’Amore sarà con voi!
Saremo suoi amici, se l’Amore sarà con noi!
* Alternare S / T (= proposta di Gesù e risposta dei
discepoli)

APRI LE TUE BRACCIA 256


#
Moderato (q = 96-104)
& c œ œ œ ˙ œ œ œ œ œ œ ˙ œ œ

#
S 1. Hai cer - ca - to la li-ber-tà lon - ta-no, hai tro-

& œ ˙ œ œ œ nœ œ ˙ œ œ œ ˙ ˙
# œ œ ˙.
va - to la no-ia˘e le ca - te - ne. Hai va - ga - to

& œ ˙ œ œ ‰ œ œ œ

# .˙
sen - za via, so - lo, con la tua fa - me.

& . œ œ œ ˙ ˙ œ œ œ œ ˙ ˙
# œ ˙ œ œ œ œ
RIT. A - pri le tue brac-cia, cor-ri˘in-con-tro˘al Pa-dre:

& œ œ œ ˙ œ œ w ..
og - gi la sua ca - sa sa-rà˘in fe - sta per te.
423
1. Hai cercato la libertà lontano,
hai trovato la noia e le catene.
Hai vagato senza via,
solo, con la tua fame.
Rit. Apri le tue braccia,
corri incontro al Padre:
oggi la sua casa
sarà in festa per te.
2. Se vorrai spezzare le catene,
troverai la strada dell’amore,
la tua gioia canterai:
questa è libertà.
3. I tuoi occhi ricercano l’azzurro,
c’è una casa che aspetta il tuo ritorno
e la pace tornerà:
questa è libertà.
Se si crede opportuno, si puo cantare il Rit. una volta
sola a ogni strofa.

257 ASCOLTA LE MIE PAROLE

b
& b 43 œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
(q = 58-63)

U
1. A - scol - ta le mie pa - ro - le, Si -
b
&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ

Uœ œ œ œ
gno - re, com - pren - di il mio la -
b
&b œ œ œ œ œ œ œ
men - to. Sii at - ten - to˘al mio gri - do di˘a -
424
b U U
&b œ œ œ œ œ œ #œ œ #œ (œ œ ) œ
iu - to, mi - o re, mi - o Di - o.

1. Ascolta le mie parole, Signore,


comprendi il mio lamento.
Sii attento al mio grido di aiuto,
mio re, mio Dio.

2. Nel mattino ti prego, Signore,


e tu ascolti la mia voce:
al mattino mi presento a te
e sto a vedere.

3. E io, nella grandezza del tuo amore,


verrò nella tua casa:
mi prosternerò nel tuo timore
al tuo tempio di santità.

4. Si rallegri chi in te si rifugia,


acclami per sempre.
Lo proteggi: esulti in te
chi ama il tuo nome.

5. Sia gloria al Padre onnipotente,


al Figlio, Gesù, Signore,
allo Spirito Santo, Amore,
nei secoli. Amen.

425
258 ASCOLTA, SIGNORE, LA MIA VOCE

Moderato

& 2ˆ3
%
2 Œ ! ! ! Ó Œ œ
Coretto

A -

& ˙ œ œ ˙ ˙ œ œ ˙ ˙. œ
scol - ta, Si - gno - re, la mia vo - ce: a

& ˙ ˙ œ œ ˙ œ œ œ œ œ œ

j
te io gri - do. Sei tu il mi - o˘a -

& ˙ ˙ œ Œ œ œ œ. œ ˙
iu - to, non re - spin - ger- mi,

& œ Œ œ œ œ œ œ . œj œ œ Œ
˙ œ
non ab - ban - do- nar - - - mi,

œ œ œ œ ˙ ˙ w.
& ˙ ˙
FINE

j
T Di - o del - la mia sal - vez - za.

& œ . œ œ œ œ œ œ œ
˙ ˙ œ œ
j
S1. Sal - va- ci, Si - gno- re Di - o no - stro, e rac -

& œ. œ œ œ œ j
œ œ. œ ˙
co - gli - ci da tut - ti˘i po - po- li,

œ œ œ œ ˙ ˙ w.
& ˙ ˙
T Di - o del - la mia sal - vez - za.

426
& Œ œ œ œ œ œ #œ œ œ œ ˙ ˙
S 2. Tu sei mio ba- lu - ar- do˘e mio ri - fu - gio;

& œ . œJ œ œ œ œ œ œ œ ˙ ˙
gui - da- mi per a - mo - re del tuo no - me,

& ˙ ˙ œ œ œ œ ˙ ˙ w.
T Di - o del - la mia sal - vez - za.

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
S3. Ve - di che so - no˘op-pres - so˘e tra - va -

& ˙ ˙. œ ˙ ˙ œ œ œ œ
˙. œ w
glia - to, per - do- na tut-ti˘i miei pec - ca - ti.
Dal % al FINE

Ascolta, Signore, la mia voce: a te io grido.


Sei tu il mio aiuto, non respingermi,
non abbandonarmi,
Dio della mia salvezza.

1. Salvaci, Signore Dio nostro,


e raccoglici da tutti i popoli,
Dio della mia salvezza

2. Tu sei mio baluardo e mio rifugio;


guidami per amore del tuo nome,
Dio della mia salvezza.

3. Vedi che sono oppresso e travagliato,


perdona tutti i miei peccati.

427
259 BEATO CHI CAMMINA

j
& b 24 j œ œ œ œ
(q = 60-66)

œ œ œ œ œ œ œ œ
œ
RIT. Be - a - to chi cam - mi- na nel-la leg-ge del Si -
j ‰ œj œ œ œ œ œ œ œœ œ
& b œ œ.
gno- re, chi è fe - de - le ai suoi in-se-gna -

&b œ œ œœ œ œ œ œ œ œ œœ œ

U
men - ti; nel- le sue vi - e io tro-vo la mia

&b œ œ œ œ œ œ œ
FINE
œ œ.
gio - ia, per la sua pro - mes - sa.

&b j œ œ œ œ œ œ œ œ
œ œ œ œ œ
1. I gio - va- ni po - tran - no se - gui- re˘il tuo sen -

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
tie - ro, se cre- de - ran - no in o - gni tua pa -

&b œ œ œ œ
œ œ
œ œ œ œ œ œ
ro - la. Al-zo le ma - ni: ven- ga˘a me˘il tuo˘a -
j
&b œ œ œ œ œ œ. œ ‰
œ œ
mo - re, sa - zia - mi di pa - ce.

Rit. Beato chi cammina nella legge del Signore,


chi è fedele ai suoi insegnamenti;
nelle sue vie io trovo la mia gioia,
per la sua promessa.
428
1. I giovani potranno seguire il tuo sentiero,
se crederanno in ogni tua parola.
Alzo le mani: venga a me il tuo amore,
saziami di pace.

2. In tutto l’universo protendi la tua mano,


il tuo amore rimane in eterno.
La tua legge è stabile per sempre,
come il firmamento.

3. Io cerco, mio Signore, con tutte le mie forze


in ogni istante la tua volontà.
La tua parola è luce sul sentiero,
lampada ai miei passi.

4. Cammino senza traccia, come pecora smarrita:


a te io grido nel cuore della notte,
a te il mio canto innalzo con fiducia
prima dell’aurora.
La melodia del ritornello si adatta anche alle strofe.

BENEDETTO SEI TU, SIGNORE (Anselmi) 260


2 3
& 4 Œ œ œ .. œ œ œ œ.
œ
j œ
œ 4
Be- ne - det - to sei tu, Si - gno - re,

& 43 œ œ œ œ œ œ œ
œ œ
Pa - dre del - l’u - ni - ver - so, che ci

& œ 24 œ œ œ
œ œ œ œ œ
do - ni o - gni be - ne. Be - ne -

& 429
œ. œ œ 3
& œ œ œ J œ 4
det - to sei tu, Si - gno - re,

& 43 œ œ œ œ œ œ œ 24
œ œ
Pa - dre di Ge - sù Cri - sto, che ci

& 24 œ œ œ œ œ œ œ
œ œ
do - ni o - gni be - ne.

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
œ œ
Be - ne - det - to sei tu, per la
œ œ œ œ Œ
& œ œ œ œ
ter - ra˘e per il cie - lo, per il

& œ œ œ œ 34 24
œ œ œ œ
pa - ne˘e per il vi - no e per

2 ..
& 4 œ œ œ œ œ œ œ œ œ
chi li of - fre˘in do - no. Be - ne–

Rit. Benedetto sei tu, Signore, /


Padre dell’Universo che ci doni ogni bene.
Benedetto sei tu, Signore, /
Padre di Gesù Cristo che ci doni ogni bene.

1. Benedetto sei tu, per la terra e per il cielo,


per il pane e per il vino /
e per chi li offre in dono.

2. Benedetto sei tu per la vita e per l’amore,


per la gioia ed il dolore e per chi ci fa sperare.
430
3. Benedetto sei tu per la pace e la giustizia,
il perdono e l’amicizia e per chi ci dà salvezza.
4. Benedetto sei tu per la scienza e la salvezza,
e per l’arte e la bellezza, /
per chi annuncia la tua grazia.

BENEDETTO SEI TU SIGNORE (Frisina) 261


&b c Ó Œ œ œ œ œ œ œ œ ˙ œ œ œ
RIT. Be-ne - det - to sei tu, Si - gno - re, be- ne-

&b œ œ œ œ œ œ œ ˙ ˙
det - to il tu - o san - to no - me.

&b ˙ ˙ ˙ ˙ œ œ œ œ œ ˙. Œ
Al - le - lu - ia, al - le - lu - ia.

&b ˙ ˙ ˙ ˙ œ œ œ œœ
w
Al - le - lu - ia, al - le - lu - ia.

Rit. Benedetto sei tu, Signore


Benedetto il tuo santo nome.
Alleluia, alleluia.
1. Tu che hai fatto il cielo e la terra,
Dio grande, Dio eccelso,
tu re potente, benedetto sei tu.
2. Tu che sei nostro Salvatore,
tu che doni gioia e vita,
tu, Dio santo, benedetto sei tu.
431
3. Tu che sei grande nell’amore,
tu, Signore di misericordia,
tu, Dio clemente, benedetto sei tu.

262 CANTATE AL SIGNORE

& b 24 ! ! ! ! Œ ‰ j
Andante maestoso (q = 88) Pochi

œ
RIT. Can -
%
b
& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
ta - te al Si - gno- re˘un can - to nuo - vo,

&b Œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
3

œ œ
la sua lo - de nel - l’as - sem - ble - a dei fe -
j
&b œ œ œ ‰ œ œœ œ œ œœœ œ
-
de - li; Tgio - i- sca I - sra - e - le nel

&b œ œ œ œ œ œ œ ‰ œ
J
œ œ œ

-
su - o cre - a - to - re, e - sul - ti - no
j fi
& b œ œ œ œ œ. œ œ œ œ œ œ
nel lo - ro re i fi - gli di Si - on.

&b ‰ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
3 3

S1. Be - ne - det - to sei tu, Si - gno - re,

432
2
&b œ œ œ œ œ œ œ 4 œ œ œ
Dio dei pa - dri no - stri. T De - gno di

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
lo - de e di glo - ria nei se - co - li.

&b ‰ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
3 3

S Be - ne - det - to il tuo no - me glo- rio - so˘e

2
&b œ œ œ 4œ œ œ œ œ œ œ

j
san - to. T De - gno di lo - de e di

&b œ œ œ œ œ œ j
œ
Dal % al §
glo - ria nei se - co - li. Can–

&b ‰ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
3 3 3

S 2. Be - ne - det - to sei tu, nel tuo tem - pio

2
&b œ œ œ œ œ œ œ 4 œ œ œ
san - to e glo- rio - so. T De - gno di

œ 5
&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ 4
lo - de e di glo - ria nei se - co - li.

& b 54 ‰ œ œ œ œ œ œ . œ œ œ œ œ œ
3 3 3

S Be - ne - det - to sei tu, sul tro - no del tu - o

2
&b œ œ œ 4 œ œ œ œ œ œ œ
re - gno. De - gno di lo - de e di
433
j
&b œ œ œ œ œ œ
œ
j Dal % al §

glo - ria nei se - co - li. Can–

&b ‰ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
3 3

S 3. Be- ne- det - to sei tu, nel fir- ma - men- to del

&b œ œ œ 24 œ œ œ œ œ œ
œ
cie - lo. T De - gno di lo - de e di

&b œ œ œ œ œ œ ‰œ œ œ œ œ œ œ
3 3

glo - ria nei se - co - li. S Be- ne- di- te, o - pe- re

2
&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ 4œ œ œ
j
tut-te del Si- gno-re, il Si-gno - re. T De - gno di

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ j
œ
lo - de e di glo - ria nei se - co - li. Can–
Dal % al §

Cantate al Signore un canto nuovo,


la sua lode nell’assemblea dei fedeli;
gioisca Israele nel suo creatore,
esultino nel loro re i figli di Sion.

1. Benedetto sei tu, Signore, Dio dei padri nostri.


Degno di lode e di gloria nei secoli.
Benedetto il tuo nome glorioso e santo.
Degno di lode e di gloria nei secoli.

Cantate al Signore un canto nuovo…

434
2. Benedetto sei tu, nel tuo tempio santo e glorioso.
Degno di lode e di gloria nei secoli.
Benedetto sei tu, sul trono del tuo regno.
Degno di lode e di gloria nei secoli.

Cantate al Signore un canto nuovo…

3. Benedetto sei tu, nel firmamento del cielo.


Degno di lode e di gloria nei secoli.
Benedite, opere tutte del Signore, il Signore.
Degno di lode e di gloria nei secoli.

CANTATE, OPERE DI DIO 263


#
c ! !
(q = 104)
&
# . ‰ j
& . }œ œ œ œ œ œ œ œ
#
(–ia!) S1.¥Can - ta - te o - pe - re di
j
& œ œ œ œ œ œ œ ‰
#
Di - o! TAl - le - lu - - - ia!

& œ œ œ œ œ œ œ œ
œ œ œ œ
# œ œ œ
S Lo-de˘e˘o-no - re sian per Lui! TAl - le - lu -
œ œ œ
& œJ ‰ œ œ
ia! S Be - ne - di - te˘il Si - gno - re!

435
# œ œ œ œ œ ‰ œ œ œ œ
& J
#
TAl - le - lu - - ia! S L’in - fi - ni - ta

& œ œ œ œ œ œ ..
œ
sua bon - tà! T Al - le - lu–

1. Cantate opere di Dio! Alleluia!


Lode e onore siano per lui! Alleluia!
Benedite il Signore! Alleluia!
l’infinita sua bontà! Alleluia!

2. Voi meraviglie del cosmo Alleluia!


con le luminose stelle Alleluia!
ogni giorno sulla terra Alleluia!
date sempre gloria a lui. Alleluia!

3. E voi viventi del mondo Alleluia!


piante, pesci ed uccelli Alleluia!
bianche cime e voi mari Alleluia!
date sempre gloria a lui. Alleluia!

4. Schiere di Angeli di Dio Alleluia!


paradiso dei suoi santi Alleluia!
in celeste liturgia Alleluia!
date sempre gloria a lui. Alleluia!

5. Tutti voi, figli di Dio Alleluia!


con la vita nel suo amore Alleluia!
benedite il Signore, Alleluia!
l’infinita sua bontà. Alleluia!

436
CANTO DELLE CREATURE 264

& b 24 Œ ‰ j .. œ œ œ œ œ
(q = 66-72)

œ œ
œ
RIT. Lau - da - to si’, mi’ Si - gno - re,
j œ. œ
&b ‰ œ œ œ œ œ œ œ J
lau - da - to˘in e - ter - no! Al - le -

&b œ œ œ œ ‰œ œœ œ
FINE

J ˙ ˙
lu - ia, al - le - lu - ia!

&b œ œ œ œ œ œ œ œ
œ œ œ œ
S1. So - le, fra- tel- lo che dai vi - ta,

œ œ œ œ œ j
& b ‰ Jœ œ œ œ œ.
ven - to˘e lam - pi, stel - le del cie - lo,

& b ‰ œj œ œ œ ‰ j ..
˙ œ œ
can - ta - te con noi. RIT. Lau–

Rit. Laudato si’, mi’ Signore,


laudato in eterno! Alleluia, alleluia!

1. Sole, fratello che dai vita,


vento e lampi, stelle del cielo,
cantate con noi.

2. Luna, che guardi sulla terra,


notti e giorni, tempo che vai,
parlate di lui.

437
3. Mare, distese di silenzio,
e voi montagne, dono di pace,
portateci a lui.
4. Fiori, natura che sorridi
e voi uccelli, voci di gioia,
cantate per lui.
5. Uomo, che corri senza meta,
ferma il tuo passo, cerca tra noi:
vedrai che c’è lui.

265 CHIESA CHE ANNUNCIA


#
& # C œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ

##
1. Chie - sa che˘an- nun- cia Cri - sto Si- gno- re,

& œ œ œ œ œ ‰ œ œ œ ˙

#
il suo mes - sag - gio di ca - ri - tà,

& # œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ

##
sia - mo˘in a - scol - to del - la sua vo - ce,

& œ œ œ œ ˙
œ œ œ œ œ
##
dia - lo - go˘a- per - to al - l’u- ma - ni - tà.

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
3

##
2. Chie - sa che˘an- nun - cia sen- za ti - mo - re

& ‰ œ œ œ œ œ ‰ œ œ œ ˙
il suo Van - ge - lo di ve - ri - tà:
438

&
#
& # œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
3

##
gio - ie, spe- ran - ze, o - gni do - lo - re

& ‰œ œ œ œ œ ‰ œ œ œ ˙ œ Œ Ó
il no-stro cuo-re ac- co-glie-rà.

1. Chiesa che annuncia Cristo Signore,


il suo messaggio di carità,
siamo in ascolto della sua voce,
dialogo aperto all’umanità.

2. Chiesa che annuncia senza timore


il suo vangelo di verità:
gioie, speranze, ogni dolore
il nostro cuore accoglierà.

3. Chiesa che vive del suo Signore,


il suo mistero di unità:
un solo cuore e un’anima sola,
un solo Spirito Dio ci dà.

4. Chiesa che anela la comunione


nella perfetta fraternità:
con il suo corpo Cristo sostiene
il nostro impegno di fedeltà.

5. Chiesa che offre come il Signore


il suo servizio con umiltà:
nell’esperienza del suo soffrire
trova la forza e la libertà.

6. Chiesa che lotta come il fermento


a rinnovare la civiltà:
fede e parola, spirito e amore
aprono il mondo alla novità.

439
266 CHIESA DEL RISORTO

####
& c ! œ œ œ œ œ œ œ œ ˙.
####
1. Chie - sa che na-sci dal-la Cro-ce,

& œ œ œ œ œ œ œ œ. œ ˙
J
####
dal fian - co˘a - per - to del Si - gno - re,

& œ œ œ œ œ œ
œ œ œ œ œ œ œ
####
dal nuo-vo˘A-da-mo sei pla- sma - ta, spo-sa di

& œ œ œ œ œ œ w
####
gra - zia nel - la san - ti - tà.

& œ œ œ œ œ œ ˙.
œ œ
####
Chie - sa che vi - vi del - la Pa - squa,

& œ œ œ œ œ œ œ œ. œ ˙
J
####
sei dal - lo Spi - ri - to re - den - ta,

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
# ##
vi - vi - fi - ca - ta dal- l’a - mo - re, re - sa fe -

& # œ œ œ œ œ œ ˙

œ œ œ
# #
con - da nel- la ca - ri - tà. RIT. Dal cro - ci -

& # # œ œ œ œ œ œ
œ œ œ œ œ
fis - so Ri- sor - to na - sce la spe- ran - za,

440
# ## j
& # œ œ œ œ œ œ
œ œ. œ ˙
####
dal - le sue pia - ghe la sal - vez - za,

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
# #
nel - la sua lu - ce noi cam- mi - ne - re - mo,

& # # œ œ œ œ œ œ œ ˙ ˙
Chie - sa re - den - ta dal suo˘a - mo - re.

1. Chiesa che nasci dalla Croce,


dal fianco aperto del Signore,
dal nuovo Adamo sei plasmata,
sposa di grazia nella santità.

Chiesa che vivi della Pasqua,


sei dallo Spirito redenta
vivificata dall’amore,
resa feconda nella carità.

Rit. Dal crocifisso Risorto nasce la speranza,


dalle sue piaghe la salvezza,
nella sua luce noi cammineremo,
Chiesa redenta dal suo amore.

2. Chiesa che annunci il Vangelo,


sei testimone di speranza
con la Parola del Dio vivo,
in mezzo al mondo nella verità.

Chiesa che vivi nella fede,


rigenerata dalla grazia,
stirpe regale, gente santa,
sei per il mondo segno di unità.

441
3. Chiesa fondata nell’amore,
sei tempio santo del Signore,
edificata dai tuoi santi
tu sei speranza dell’umanità.

Chiesa mandata per il mondo


ad annunciare la salvezza,
porti la grazia ad ogni uomo
e lo conduci alla santità.

4. Chiesa in cammino verso Cristo


nella speranza e nella fede,
tu sfidi il mondo con l’amore,
tu vinci il male con la verità.

Canta con gioia il tuo Creatore,


loda per sempre la sua grazia,
tu dallo Spirito redenta
sposa di Cristo nella carità.

267 CHIESA DI DIO

&b C œ œ œ œ œ
(m = 50-56)
œ œ œ
RIT. Chie - sa di Di - o, po -
,
po - lo˘in
œ œœ œ œ œ œ
&b œ œ œ œ ˙
fe-sta, al - le- lu - ia, al - le - lu - ia!
in Quaresima: can - ta di gio - ia,˘il Si - gno - re˘è con te!

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œœ
Chie - sa di Di - o, po - po- lo˘in fe - sta, can - ta di

442
&
&b œ œ œ œ œ œ
FINE
˙
gio - ia,˘il Si - gno - re˘è con te!

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
S 1. Di- o ti˘ha scel - to, Dio ti chia- ma, nel su- o˘a -
œ œ œ
&b œ œœ œ œ œ ˙ œ œ œ œ
mo - re ti vuo - le con sè: spar-gi nel mon-do˘il suo Van -

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙
ge - lo, se - me di pa - ce˘e di bon - tà.

Rit. Chiesa di Dio, popolo in festa, /


alleluia, alleluia!
Chiesa di Dio, popolo in festa, /
canta di gioia, il Signore è con te!
1. Dio ti ha scelto, Dio ti chiama,
nel suo amore ti vuole con sè:
spargi nel mondo il suo Vangelo,
seme di pace e di bontà.
2. Dio ti guida come un padre:
tu ritrovi la vita con lui.
Rendigli grazie, sii fedele,
finché il suo Regno ti aprirà.
3. Dio ti nutre col suo cibo,
nel deserto rimane con te.
Ora non chiudere il tuo cuore:
spezza il tuo pane a chi non ha.
4. Dio mantiene la promessa:
in Gesù Cristo ti trasformerà.
Porta ogni giorno la preghiera
di chi speranza non ha più.
443
5. Chiesa, che vivi nella storia,
sei testimone di Cristo quaggiù:
apri le porte ad ogni uomo,
salva la vera libertà.

6. Chiesa, chiamata al sacrificio


dove nel pane si offre Gesù,
offri gioiosa la tua vita
per una nuova umanità.

268 CHIESA DI FRATELLI


b
&b b c œ œ œ œ ˙ ˙ œ nœ œ œ

b œ œ œ
1. Chie-sa di fra - tel - li, nel suo no - me˘u -
œ œ
& b b ˙ n˙ w ..

b
ni - ti: Cri - sto˘è˘in mez- zo˘a noi.

&b b œ œ œ œ ˙ ˙ œ nœ œ œ œ
Chie-sa˘un so - lo cor - po per il Pa - ne
b
& b b œ œ nœ ˙ ˙ œ œ œ œ ˙
w
che spez - zia - mo: nul- la ci di - vi - da.

1. Chiesa di fratelli, nel suo nome uniti:


Cristo è in mezzo a noi.
Chiesa dell’amore, segno per le genti:
Cristo splenda in noi.
Chiesa, un solo corpo per il Pane che spezziamo:
nulla ci divida.
444
2. Splenda ai nostri cuori la perfetta luce:
Cristo parli a noi.
Salga al Padre santo la perfetta lode:
Cristo canti in noi.
Venga a noi lo Spirito, fonte d’unità perfetta:
vincolo di pace.

CIELI E TERRA NUOVA 269


##
(q = 108-120)

c œ œ œ œ ˙.
Re 7+/Do# Si– 7/La

& œ œ
RIT. Cie - li˘e ter - ra nuo - va
##
œ œ œ œ œ œ ˙. œ œ
Sol Re 7+/Do# Si–

& œ œ
il Si - gnor da - rà, in cui la giu -
## Sol6 /Fa# La7/Mi La7 Re

& œ œ j
FINE
œ œ ˙. œ œ. w
sti- zia sem- pre˘a - bi - te - rà.
##
‰ œj
Si– Fa#– Mi7/9/Re

& œ œ œ œ œ œ ˙
3

S1. Tu sei Fi - glio di Di - o e


## j j
7 La

œ œ œ œ œ œ
Do# Fa#– 3 Re

& w
3

#œ œ œ #œ œ
dai la li - ber - tà: il tuo giu - di- zio fi -
## j
œ ˙ ‰ œ # œ œ œj œ . w
La Do# Fa#– La7

&
na - le sa - rà la ca - ri - tà.

445
Rit. Cieli e terra nuova il Signor darà
in cui la giustizia sempre abiterà.
1. Tu sei Figlio di Dio e dai la libertà:
il tuo giudizio finale sarà la carità.
2. Vinta sarà la morte: in Cristo risorgerem
e nella gloria di Dio per sempre noi vivrem.
3. Il suo è regno di vita, di amore e di verità,
di pace e di giustizia, di gloria e santità.

270 CITTADINI DEL CIELO

& b 22 Ó œ œ œ œ œ œ ˙ ˙
˙
RIT. Cit - tà - di - ni del cie - lo,

&b ˙ œ œ œ œ œ œ ˙
fa - mi - lia - ri di Di - o,
3œ œ ˙ œ œ
&b œ œ œ œ œ œ œ œ 2

U
ci pre-sen - tia - mo al Pa - dre per

6
&b ˙ œ œ ˙ œ œ ˙ 4
FINE
˙
Cri - sto nel - lo Spi - ri - to.

& b 64 Ó Œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
1. Tu sei, o Cri- sto, la no - stra spe -

&b ˙ œ œ œ œ œ nœ œ œ œ
œ
ran - za, il de - si - de - rio di tut - ta la
446

&
&b ˙ œ œ œ œ Aœ œ œ œ œ œ

U
ter - ra: in te l’a - mo - re ri - cre - a˘e re -

&b ˙ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙ . ˙.
di - me, o Di-o˘e uo-mo: la fi - ne dei tem - pi.

Rit. Cittadini del cielo, familiari di Dio,


ci presentiamo al Padre
per Cristo nello Spirito.

1. Tu sei, o Cristo, la nostra speranza,


il desiderio di tutta la terra:
in te l’amore ricrea e redime,
Dio e uomo: la fine dei tempi.

2. Tu sei disceso nel regno dei morti


e dell’abisso hai violato i confini:
ora nell’alto ascendi portando
come trofeo le nostre catene.

3. Vera dimora di Dio è il cielo,


la creazione in terra è sua tenda:
suo tabernacolo è il corpo dell’uomo,
suo corpo è tutto il genere umano.

4. Tu primogenito eterno dell’uomo,


principe ora di tutti i fratelli,
che riconcili per te ogni cosa,
sei compimento di ogni alleanza.

5. A te che segni il nostro destino,


di tutto l’uomo salvato per sempre,
a te, o Padre, allo Spirito Santo
canta l’intero creato con noi.

447
271 CONDUCIMI TU

#
c œj œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
(q = 72-80)

&
#
1. Con - du - ci- mi tu, lu - ce gen- ti - le, con -

& œ œ œ œ œ œ œ œ ˙ œ . œj
#
du - ci - mi nel bu - io che mi strin - ge. La

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ

# Uj
not - te è bu - ia, la ca - sa lon-ta - na, con -

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
du - ci - mi tu, lu - ce gen - ti - le.

1. Conducimi tu, luce gentile,


conducimi nel buio che mi stringe.
La notte è buia, la casa lontana,
conducimi tu, luce gentile.

2. Tu guida i miei passi, luce gentile,


non chiedo di vedere assai lontano;
mi basta un passo, solo il primo passo;
conducimi avanti, luce gentile.

3. Io volli certezze: dimentica quei giorni,


purché l’amore tuo non m’abbandoni;
sinché la notte passi, tu mi guiderai
sicuramente a te, luce gentile.

448
COSA OFFRIRTI 272
b
& b b c œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ.
b
1. Co-sa˘of-frir - ti˘o Di - o, co - sa pos - so

&b b œ œ œ œ œœœ œ œœ œ œ œ œ
b r
dar - ti, ec - co-mi son qui da - van - ti˘a te.

& b b Ó Œ ‰. œ œ œ œ œ œ œ œ œ. œ
b
Le gio-ie˘ed i do - lo - ri, gli˘af-

& b b œ œ œ œ œ. œ œ œ œ œ œ œ œ
b Œ ‰ j nnn
fan - ni di o- gni gior - no, tut - to vo - glio vi -

&b b œ œ œ œ œ œ ˙
œ
vi - ve - re in te. RIT.Ac -

& œ. œ œ œ œ œ œ œ. œ œ œ œ. ‰
cet - ta mio Re, que - sto po - co che ho,

& œ. œ œ œ œ œ œ Œ
˙ œ
of - fro a te la mia vi - ta,

& œ. œ œ œ œ œ œ œ. œ œ œ
gio - ia˘è per me far la tua vo - lon -

&œ œ œ œ. œ œ œ œ œ
tà, il mio u - ni - co be - ne

& œ. œ œ œ œ œ œ ˙.
sei so - lo tu, so - lo tu.
449
1. Cosa offrirti o Dio, cosa posso darti,
eccomi son qui davanti a te.
Le gioie ed i dolori, gli affanni di ogni giorno,
tutto voglio vivere in te.
Rit. Accetta mio Re, questo poco che ho,
offro a te la mia vita,
gioia è per me far la tua volontà,
il mio unico bene sei solo tu.
2. Vengo a te mio Dio, apro le mie braccia
che la tua letizia riempirà.
Rinnova questo cuore perché ti sappia amare
e nella tua pace io vivrò.

273 CRISTO GESÙ, SALVATORE

# 6 Mi–
(m . = 50-56)

& 4 œ œ œ œ œ œ œ ˙.
Fa#–

˙
/Sol Si–

1. Cri - sto Ge - sù, Sal - va - to - re,

#
œ œ œ œ œ œ ˙ œ ˙.
Mi– La– Re Si–

&
tu sei Pa - ro - la del Pa - dre,

#
œ œ œ ˙
œ œ ˙.
Do La– Sol/Si Mi–/Sol

& ˙
qui ci ra - du - ni˘in - sie - me, tu!

# œ
œ œ œ ˙
Do La– Sol/Si Re Mi–

& ˙ œ ˙.
qui ci ra - du - ni˘in - sie - me.
450
1. Cristo Gesù, Salvatore,
tu sei Parola del Padre,
qui ci raduni insieme, tu!
qui ci raduni insieme.
2. Cuore di Cristo Signore,
tu cambi il cuore dell’uomo,
qui ci perdoni e salvi, tu!
qui ci perdoni e salvi.
3. Spirito, forza d’amore,
tu bruci l’odio tra i popoli,
qui ci farai fratelli, tu!
qui ci farai fratelli.
4. Croce, che porti il dolore,
noi ti portiamo fedeli,
a te va il nostro canto, a te!
a te va il nostro canto.
5. Regno, che deve venire,
noi ti attendiamo pazienti,
a te ci consacriamo, a te!
a te ci consacriamo.
6. Luce, che rompe la notte,
noi ti cerchiamo feriti,
a te volgiamo gli occhi, a te!
a te volgiamo gli occhi.
7. Pane, spezzato alla cena,
corpo del Cristo vivente,
in te restiamo uniti, in te!
in te restiamo uniti.
8. Vino, versato ai discepoli,
sangue di un Dio crocifisso,
in te la nostra gioia, in te!
in te la nostra gioia.
451
9. Madre, donata dal Figlio,
vergine forte e amorosa,
in te la nostra pace, in te!
in te la nostra pace.

10. Alleluia! Alleluia!


Alleluia! Alleluia!
Cristo, sei Salvatore, tu!
Cristo, sei Salvatore.

274 DALLE CITTÀ E DALLE CAMPAGNE

& 42 Œ .. j œj
(q = 66-72)

W œ œ
œ
S 1. Dalle città e dal - le cam - pa - gne

j œj
Dai monti e dal - le val - la - te

& œœ œ œ ˙ .. .. W
œ
Tnoi ve-nia-mo˘a te. S Da ogni casa e da tut- te le
Da tutti i confini del - la

.. œ œ œj
j
1. 2. RIT.
& œ œ œ œ œ œ ˙
stra - de T noi ve-nia - mo˘a te. te. Cit -
ter - ra (O

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
tà del cie - lo, ar- ca del- l’a - mo - re
Ma - dre san - ta, ar- ca del- l’a - mo - re

452
> > > > > U>
j
& œ œj œ œ œ œ ˙
ci ri - fu - gia - mo˘in te.

Si riprende da Capo con le invocazione delle altre strofe.


Alla fine, oppure ogni due strofe, si prosegue:

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
T Tu ci˘ac - co - gli, ca - sa del Si - gno - re:

> > > > > > j >œ > >


(Tu ci do - ni Cri-sto Sal- va - to - re:)

& œj œ œ œ œ œ . œ
‰ œ ˙ ˙ œ
O-no-re˘e glo-ria˘a te, cit - tà del cie - lo!
(o Ma - dre san - ta!

1. Dalle città e dalle campagne


noi veniamo a te.
Dai monti e dalle vallate
noi veniamo a te.
Da ogni casa e da tutte le strade
noi veniamo a te.
Da tutti i confini della terra
noi veniamo a te.

Rit. 1 Citta del cielo, arca dell’amore, /


ci rifugiamo in te.
opp. O Madre Santa, arca dell’amore, /
ci rifugiamo in te.

2. Popolo santo pellegrino del mondo


noi veniamo a te.
Raccolti intorno ai nostri pastori
noi veniamo a te.
Uniti insieme da un’unica fede
noi veniamo a te.
453
Uniti a Cristo e allo Spirito Amore
noi veniamo a te.

3. Con i nostri dubbi e le nostre angustie


noi veniamo a te.
Con i timori e con le speranze
noi veniamo a te.
Colmi di gioia o pieni di tristezza
noi veniamo a te,
ma confidando nell’amore del Padre
noi veniamo a te.

4. Con i parenti, genitori e amici


noi veniamo a te.
Coi nostri vecchi, con i sofferenti.
Noi veniamo a te.
Coi nostri giovani, fanciulli e bambini
noi veniamo a te.
Con tutti i fedeli del nostro paese
noi veniamo a te.

5. Per acclamarti, città di eroi


noi veniamo a te.
Per onorare tutti i tuoi santi
noi veniamo a te.
Perché ci porti a Cristo Redentore
noi veniamo a te.
Perché ci guidi all’incontro del Padre
noi veniamo a te.

(per un pellegrinaggio mariano)

6. Per onorarti, Vergine santa,


noi veniamo a te.
Per acclamarti, Madre del Signore
noi veniamo a te.
Perché ci porti a Cristo Redentore
noi veniamo a te.
454
Perché ci guidi all’incontro del Padre
noi veniamo a te.

(alla fine, oppure ogni 2 strofe)

Rit. 2 Tu ci accogli, casa del Signore:


onore e gloria a te, citta del cielo!
opp. Tu ci doni Cristo Salvatore:
onore e gloria a te, o Madre Santa!

DAMMI, PADRE, DI CANTARE 275


Gioioso e sereno (q = 66-72)
#
œ
Re/Fa# Mi– La–/Do Mi–4 3

& œ œ œ œ œ œ }œ œ
Å
1. Dam - mi, Pa - dre, di can - ta - re

# œ j La–/Do
œ œ œ œ }œ œ .
Do Sol/Si La– Si–7

& œ œ
per il Cri - sto, mio Si - gno - re:

# œ
Do6 5 Sol4 U U
œ œ
3 Sol

œ œ œ œ œ œ- œ œ
Sol Si– Do6 5

& - -
fam - mi vo - ce del cre - a - to. A - men.

1. Dammi, Padre, di cantare


per il Cristo, mio Signore:
fammi voce del creato.

2. Dona a tutti un cuore puro,


dona voce di fanciulli;
figli siamo della luce.
455
3. Come a giorno illuminati,
fatti nuovi nell’amore,
tutti insieme conveniamo.

4. La fatica ha il suo riposo,


ogni pena il suo conforto,
ogni dubbio la certezza.

5. Ogni male il suo perdono,


la speranza una promessa:
anche noi risorgeremo!

6. Nel suo Verbo radunati,


noi parliamo col Vivente,
questo è il giorno del colloquio.

7. Primo giorno dopo il sabato,


giorno ultimo del mondo,
giorno eterno del Risorto.

8. Tutto il mondo, a una voce,


con noi canti nel suo nome
l’inno a cieli e terre nuove.

9. Padre, fonte di ogni vita,


della gioia vera origine,
lode a te per questo giorno. Amen.

276 DA OGNI LUOGO, O DIO

&c œ œ œ œ ˙ œ œ œ œ œ œ
œ
1. Da o - gni luo-go,˘o Di - o, rac - co-gli˘i fi- gli

&
456
œ œ œ œ œ
& ˙ Œ œ œ œ œ ˙ œ
œ

Œ œ œ œ œ œ œ
tuoi: Ti sve-li nel mi - ste - ro, nel Cri-sto par-li˘a

& œ œ œ œ
noi. Lo - dia - mo,˘a Lui u - ni - ti, la

&œ œ œ œ ˙ Œ œ
œ œ œ œ
tu - a Ma - e - stà: ri - splen - da˘ai no - stri

& œ œ œ œ œ œ œ œ Œ
˙.
cuo - ri l’e - ter - na ve - ri - tà.

1. Da ogni luogo, o Dio, raccogli i figli tuoi:


ti sveli nel mistero, nel Cristo parli a noi.
Lodiamo, a Lui uniti, la tua maestà:
risplenda ai nostri cuori l’eterna verità.

2. Fedeli al tuo invito noi stiamo innanzi a Te.


Mirabile è il tuo Nome, Signore nostro Re.
Vediamo alla tua luce le nostre infedeltà:
siam popolo che implora l’immensa tua bontà.

ECCOMI 277
# j j
& # c œ. œ ˙ œ. œ ˙ ˙ œ œ œ

#
RIT. Ec - co-mi, ec - co-mi! Si - gno - re, io
œ. œ ˙
& # œ . œJ ˙ J œ. œ ˙
J
ven - go. Ec - co-mi, ec - co-mi!
457
## j
& œ œ œ œ œ œ œ. œ ˙
#
Si com- pia˘in me la tua vo - lon-tà.

& # œ œ œ œ œ œ œ ˙ ˙

##
1. Nel mio Si - gno - re ho spe - ra - to

& œ œ œ œ œ œ ˙ ˙
#
e su di me s’è chi - na - to,

& # œ œ œ œ œ œ ˙ ˙
#
ha da - to˘a- scol - to˘al mio gri - do,

& # œ œ œ œ œ œ œ œ. œ ˙
J
m’ha li - be - ra - to dal - la mor - te.

Rit. Eccomi, eccomi!


Signore, io vengo.
Eccomi, eccomi!
Si compia in me la tua volontà.

1. Nel mio Signore ho sperato


e su di me si è chinato,
ha dato ascolto al mio grido,
mi ha liberato dalla morte.

2. I miei piedi ha reso saldi


sicuri ha reso i miei passi.
Ha messo sulla mia bocca
un nuovo canto di lode.

3. Il sacrificio non gradisci,


ma m’hai aperto l’orecchio,
non hai voluto olocausti,
allora ho detto: io vengo.
458
4. Sul tuo rotolo di me è scritto:
si compia il tuo volere.
Questo, mio Dio, desidero,
la tua legge è nel mio cuore.
5. La tua giustizia ho proclamato,
non tengo chiuse le labbra.
Non rifiutarmi, Signore,
la tua misericordia.

È IL GIORNO DEL SIGNORE 278


### 2 œ œ œ œ œ œ œ j
& 4 œ œ œ œ
J
# #
RIT. Og - gi il Cri - sto ha vin- to la mor - te,

& # œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
# #
do - na˘ai cre - den - ti la vi - ta im-mor - ta - le,

& # Œ ‰ œj œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
###
at - tor-no˘al-la men-sa ra - du-na i fra -

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ 43
œ œœ
### 3 œ ˙
tel - li, li man - da nel mon-do a do - na - re la
j
& 4 #œ . œ œ #œ #œ ˙

### œ . j
pa - ce. Gior - no di gio - ia,

& #œ œ œ #œ ˙ œ. œ œ œ
J
gior - no d’a - mo- re, gior - no di spe -

459
### œ. œ œ œ
& œ œ œ œ J œ œ œ œ
### n#
ran - za per la vi - ta d’o - gni˘uo - mo è il

& œ œ œ œ œ ˙ # Œ ‰ œj 24
œ œ
#
gior - no del Si - gno-re. 1. Un nuo-vo

& # 24 œ œ œ œ œ œ œ œ œ
##
so - le il bu - io squar - cia - va,

& œ œ œ œ œ œ œ
œ œ œ
##
la tom - ba vuo - ta Ma - ri - a guar -

& ‰ j
œ œ œ œ œ œ œ œ
##
da - va; un vol- to˘i - gno - to a -

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
## ####
ve - va il cu - sto - de, l’a - ma - ta

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ

#### ‰ j
Vo - ce de - stò il su - o cuo - re.

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ

#### œ
«Per sem - pre Cri - sto˘è ri - sor - to da

& œ œ œ œ œ
œ œ œ
#### j
mor - te!» con fe - de vi - va noi

& œ œ œ œ œ ‰ œ œ œ
og - gi di - cia - mo; riu - ni - ti˘at -
460
#### œ œ n###
& œ œ œ œ œ œ œ
### ‰ j œ œ œ œ œ œ œ œ ˙
tor- no˘al - l’al - ta - re t’ac- co - glia- mo:

& œ œ ˙
per o-gni uo - mo sei lu - ce nel- la not - te.

Rit. Oggi il Cristo ha vinto la morte,


dona ai credenti la vita immortale,
attorno alla mensa raduna i fratelli,
li manda nel mondo a donare la pace.
Giorno di gioia, giorno d’amore,
giorno di speranza per la vita d’ogni uomo
è il giorno del Signore.

1. Un nuovo sole il buio squarciava,


la tomba vuota Maria guardava;
un volto ignoto aveva il custode,
l’amata Voce destò il suo cuore.
«Per sempre Cristo è risorto da morte!»
con fede viva noi oggi diciamo;
riuniti attorno all’altare t’accogliamo:
per ogni uomo sei luce nella notte.

2. Sepolti i sogni insieme al Messia


i due di Lui parlavano per via;
riaccese i cuori l’Amico ascoltato,
s’apriron gli occhi al Pane spezzato.
«Signore, resta con noi, la sera!»
con fede viva noi oggi diciamo;
riuniti attorno all’altare t’accogliamo:
Parola e Pane, presenza tua vera.

3. Le porte chiuse, i cuori impauriti,


sole e speranza morivano uniti;
donò lo Spirito, fonte di pace,
coraggio e gioia divennero brace.
461
«L’abbiamo visto: il Signore è vivente!»
con fede viva noi oggi diciamo;
riuniti attorno all’altare t’accogliamo:
Vangelo e amore ti rendono presente.
4. Il dubbio prese Tommaso, assente,
toccar con mano aveva in mente;
costato aperto, le mani ferite
del Cristo vivo l’apostolo vide.
«Mio Dio, sei tu, e mio Signore!»
con fede viva noi oggi diciamo;
riuniti attorno all’altare t’accogliamo:
tu doni, o Cristo, alla fede il vigore.
5. La rete vuota, delusi i loro cuori,
avaro il lago con i pescatori;
all’alba venne Gesù sulla riva
a Pietro chiese il dono della vita.
«Tu sai ch’io t’amo, o mio Signore!»
con fede viva noi oggi diciamo;
riuniti attorno all’altare t’accogliamo:
servire l’uomo è dono del tuo Amore.
6. In casa chiusi per grande timore,
erano unanimi nell’orazione;
discese il Fuoco divino dal cielo,
aprì le porte e i cuori al Vangelo.
«Donaci, o Padre, il tuo santo Amore»
con fede viva noi oggi diciamo;
riuniti attorno all’altare t’accogliamo:
un solo corpo saremo nel Signore.
7. Radiosa luce inonda la terra,
la tua Pasqua la rende più bella;
nel tempo noi andiamo incontro
alla domenica senza tramonto.
«Maranathà!» la tua Sposa invoca,
con fede viva anche noi diciamo;
riuniti attorno all’altare t’accogliamo:
il tuo Pane speranza in noi rinnova.
462
8. A te, o Padre, del mondo creatore
per tuo Figlio, Gesù, redentore
nel tuo Amore, di santità sorgente,
onore e gloria a te da ogni vivente.
«La nostra Pasqua tu sei, o Signore»
con fede viva noi oggi diciamo;
riuniti attorno all’altare t’accogliamo:
la nostra vita irradi il tuo splendore.

GIOIA DEL CUORE 279


#
& # 23 ˙ ˙ ˙
(m = 116-126)

w ˙ ˙ ˙ ˙ w ˙
1. a) Gio - ia del cuo - re, Ge - sù Si - gno - re,

#
b) Per noi sei mor - to, per noi ri - sor - to:

& # w ˙ ˙. œ ˙ w ˙ w
Ó ..
nel tuo re - gno ci con - dur - rai.

## .
dal - la mor - te ci sal - ve - rai.

& . ˙ ˙ ˙ w ˙ ˙ n˙ ˙ w ˙
c) Con noi nel pian - to, con noi nel can - to:

#
d) Con te vit - to - ria, con te la glo - ria:

& # ˙ ˙ ˙ w ˙ ˙ ˙ ˙ w ˙
tu dal - la cro - ce do - ni la pa - ce,

#
ol - tre la cro - ce splen - de la lu - ce,

& # ˙ ˙ ˙ ˙. œ ˙ ˙ ˙ ˙ w
Ó ..
vi - ta per sem - pre. Al - le - lu - ia!
gio- ia per sem - pre.

463
1. Gioia del cuore, Gesù Signore,
nel tuo regno ci condurrai.
Per noi sei morto, per noi risorto:
dalla morte ci salverai.
Con noi nel pianto, con noi nel canto:
tu dalla croce doni la pace,
vita per sempre. Alleluia!
Con te vittoria, con te la gloria:
oltre la croce splende la luce,
gioia per sempre. Alleluia!
2. Festa del cuore, Gesù Pastore,
nel deserto ci guiderai.
Per noi sei cibo, sei pane vivo,
nella vita ci sosterrai.
Con noi cammini, su noi ti chini:
in ogni istante tu sei presente,
dono sicuro. Alleluia!
Con te giustizia, in te letizia:
nel tue mani i nostri nomi,
l’oggi e il futuro. Alleluia!

280 GRAZIE TI VOGLIO RENDERE

Œœ œ œ
Gioioso (M = 72-80)
&b C ˙ œ ˙ œ œ ˙
œ ˙
1. Gra-zie ti vo - glio ren- de - re del do - no
˙ œ œ ˙ ˙
&b ˙ ˙ ˙ Ó
che mi fai, qui, nel tuo tem - pio,

&b œ œ ˙ Œ œ œ œ ˙ ˙ w
me - di - to il be- ne che mi dai.
464
1. Grazie ti voglio rendere del dono che mi fai,
qui, nel tuo tempio, medito il bene che mi dai.

2. Tu mi rallegri l’intimo di sante realtà,


dinnanzi a me fai splendere l’eterna verità.

3. Ora e per tutti i secoli dirò la tua bontà:


sì, o Signore altissimo, sei somma carità.

I CIELI NARRANO 281


(q = 120-132)

& 46 œ ˙ œ œ. œ œ œ œ œ œ œ œ œ
Do Fa/La Re– Do Sol

RIT. I cie - li nar - ra - no la glo- ria di Di - o e˘il

œ œ. œ œ œ
La– Fa Do Sol

& ˙ œ œ œ œ œ œ
fir - ma - men - to˘an - nun - cia l’o - pe - ra su - a, al -

& œ œ œ œ ˙ œ
La– Re– Sol Do

œ œ œ ˙ œ
le - lu - ia, al - le - lu - ia, al -

& œ œ œ ˙ œ œ ˙ œ ˙
La– Fa Re–7 Sol Do FINE

œ
le - lu - ia, al- le - lu - ia. S1. Il

& œ œ œ œ . }œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
Do Fa Do Sol

gior- no al gior - no ne af - fi - da˘il mes - sag - gio, la

& 465
& œ œ œ œ. œ œ œ
La– Fa Do Sol

œ œ œ œ œ œ
not-te˘al - la not - te ne tra - smet - te no - ti - zia, non

œ œ œ œ œ œ
La– Fa Sol Do

& ˙ œ œ œ ˙
è lin - guag - gio, non so - no pa - ro - le di

˙ œ
& œ œ œ ˙ œ ˙
La– Re Sol RIT.

cui non si o - da˘il suo - no.

Rit. I cieli narrano la gloria di Dio


e il firmamento annunzia l’opera sua,
alleluia, alleluia, alleluia, alleluia!

1. Il giorno al giorno affida il messaggio,


la notte alla notte ne trasmette notizia,
non è linguaggio, non sono parole
di cui non si oda il suo nome.

2. Là pose una tenda per il sole che sorge,


è come uno sposo dalla stanza nuziale,
esulta come un prode che corre
con gioia la sua strada.

3. Lui sorge dall’ultimo estremo del cielo


e la sua corsa l’altro estremo raggiunge.
Nessuna delle creature potrà
mai sottrarsi al suo calore.

4. La legge di Dio rinfranca l’anima mia,


la testimonianza del Signore è verace,
gioisce il cuore ai suoi giusti precetti
che danno la luce agli occhi.

466
IL CIELO NARRA LA TUA GLORIA 282
## 3
Andante (q = 100-108)
& 4œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ Œ

##
S 1. Il cie - lo nar - ra la tua glo- ria,

& œ œ œ œ Œ
œ œ ˙ œ ˙
##
le stel - le par - la - no di te,

& œ œ
œ œ œ œ œ œ œ œ œ Œ

##
la not-te˘e˘il gior - no sen - za fi - ne

& œ œ œ œ œ Œ
œ ˙ œ ˙
# f ˙.
rit - ma - no˘il lo - ro can - to˘a te.

& # œ œ œ ˙ œ ˙ œ
RIT. Pa - dre, ren - dia - mo gra - zie˘a te,

#
oppure: Ren- dia- mo gra - zie˘a te, o Padre,

& # œ œ œ ˙ œ œ œ œ œ œ Œ
# U
per- ché ri - ve - li la tua glo- ria

& # œ œ œ œ Œ
œ œ ˙ œ ˙
a chi ti cer - ca˘in u - mil - tà.

1. Il cielo narra la tua gloria,


le stelle parlano di te,
la notte e il giorno senza fine
ritmano il loro canto a te.

467
Rit. Padre, rendiamo grazie a te,
perché riveli la tua gloria
a chi ti cerca in umiltà.
2. Tu hai parlato a noi, Signore,
la tua parola è verità:
come una lampada, rischiara
i passi dell’umanità.
3. La tua Parola scese in terra,
il Verbo carne diventò:
pose la tenda in mezzo a noi
e la tua gloria ci svelò.

283 IL GIORNO ORMAI SCOMPARE

& 43 œ ˙ œ
Andantino sereno (m . = 50-56)
œ œ œ ˙ œ Œ
˙
1. Il gior-no˘or - mai scom - pa - re,

& œ œ Nœ ˙ œ ˙ œ ˙ Œ
pre- sto la lu - ce muo - re,
˙ œ
& œ œ œ ˙ œ ˙ Œ

U
pre- sto la not - te scen - de - rà:

& œ œ œ ˙ œ ˙ œ ˙
re - sta con noi, Si - gno - re!

1. Il giorno ormai scompare,


presto la luce muore,
presto la notte scenderà:
resta con noi, Signore!
468
2. E in questa sera preghiamo:
venga la pace vera,
venga la tua serenità,
la tua bontà, Signore!

3. La grande sera ci attende,


quando la notte splende:
quando la gloria brillerà,
apparirai, Signore!

4. A te, Creatore del mondo,


gloria la notte e il giorno,
gloria la Chiesa canterà,
acclamerà: Signore!

IN SPIRITO E VERITÀ 284


& 43 Œ Œ ‰ œj
Solenne e maestoso (q = 74)
! ! ! ! !

j
RIT. In

& .. œ œ œ œ œ œ ˙ œ œ œ œ. œ œ
spi- ri - to e ve - ri - tà ce - le - bria-mo il mi -

& œ œ œ # œ œ 24 œ œ ˙ œ œ œ
ste - ro del - la sal - vez- za. Cri - sto Ge-

&œ œ œ œ œ. j ˙
œ œ œ œ œ ˙
sù, can- tia-mo te, Si- gno- re del- la Chie - sa.

469
& œ œ œ œ œ œ œ ˙ œ œ œ
Cri - sto Ge - sù, can- tia - mo te, Re- den -

& œ œ œ œ œ ˙ œ Œ
FINE
œ
j
to - re del - l’u - ma - ni - tà.

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ

###
S1. Di - o ci˘ha chia - ma - ti dal - le te - ne- bre˘al - la

& œJ œ . œ œ œ
œ œ œ œ œ
#
## œ œ œ œ nnn
lu-ce: T per for - ma-re˘un so - lo cor - po,

& œ œ œ œ Œ
tem- pio del- lo Spi- ri - to.

& œ œ œ œ œJ œ œ œ œ œ œ œ

###
S2. Di - o ci˘ha chia - ma - ti al - l’a - mo - re che per-

& œJ œ . œ œ
œ œ œ œ œ œ
### œ œ œ œ Schola n n
do - na: T per for - ma- re˘un so - lo cor - po,

& œ œ œ œ ‰ j n ..
œ
tem-pio del-lo Spi - ri - to. In

Rit. In spirito e verità /


celebriamo il mistero della salvezza.
Cristo Gesù, cantiamo te, /
Signore della Chiesa.
Cristo Gesù, cantiamo te, /
Redentore dell’umanità.

470
1. Dio ci ha chiamati dalle tenebre alla luce:
per formare un solo corpo, tempio dello Spirito.
2. Dio ci ha chiamati all’amore che perdona:
per formare un solo corpo, tempio dello Spirito.
3. Dio ci ha chiamati a cantarlo in libertà:
per formare un solo corpo, tempio dello Spirito.
4. Dio ci ha chiamati alla pace, che è suo dono:
per formare un solo corpo, tempio dello Spirito.
5. Dio ci ha chiamati a conoscerlo in eterno:
per formare un solo corpo, tempio dello Spirito.
6. Dio ci ha chiamati alla gloria del suo Regno:
per formare un solo corpo, tempio dello Spirito.

JUBILATE DEO 285


# ˙ œ œ j
cœ œ œ œ ˙ ˙ œ. œ ˙
(q = 84)
&
# jU
RIT. Ju - bi - la - te De - o, can - ta - te Do - mi- no!

& œ œ œ œ ˙ ˙ ˙ œ œ œ. œ ˙

# Œ
Ju - bi - la - te De - o, can - ta - te Do - mi-no!

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
#
1. So - lo l’uo - mo vi - ven - te la glo - ria ti

& ˙ œ œ œ œ œ œœ œ œ œœ Œ
˙.
dà: so - lo chi ti ser - ve vi-ven-te˘in te sa - rà.
471
Rit. Jubilate Deo, cantate Domino!
Jubilate Deo, cantate Domino!

1. Solo l’uomo vivente la gloria ti dà:


solo chi ti serve vivente in te sarà.

2. Come cantano i cieli la tua santità,


sulla terra inneggi l’intera umanità.

286 LA BUONA NOVELLA

b
& b b b c œj œ œ œ œ. œ œ œ
bb œ œj œ œ œ œ œ
RIT. La buo - na no - vel - la˘è an - nun -

&b b œ œ œ œ œ J
b
cia - ta˘ai po - ve - ri: Id - di - o sal - va˘il suo

& b bb œ œ œ œ œ œ ˙ ‰ j
œ œ œ
b
po - po- lo. Al - le - lu - ia! 1.¥Ve - ni - te˘a
j j
& b bb œ . œ œ œ œ œ œ ‰ œ œ œ
bb œ œ œ œ œ j œ. œ œ œ
me, ci di - ce˘il Si - gno - re: la mia Pa -

& b b œ . œJ J œ
bb
ro - la˘è vi - ta e gra - zia, co - lui che cre- de˘in

&b b œ œ œ œ œ œ œ ˙ œ
J
me ha la vi - ta e - ter - na.

472
Rit. La buona novella è annunciata ai poveri:
Iddio salva il suo popolo. Alleluia!
1. Venite a me, ci dice il Signore:
la mia Parola è vita e grazia,
colui che crede in me ha la vita eterna.
2. In verità, sarete beati;
la vostra gioia non finirà,
la vostra ricompensa è già preparata.

LA CREAZIONE GIUBILI 287


# Solenne gioioso (q = 80-88)
& c œ œ œ œ œ
œ œ œ œ œ
#
1. La cre - a - zio - ne giu - bi - li in -

& œ œ œ œ œ ˙ Œ œ œ œ œœ œ
#
sie - me˘a- gli˘an-ge - li, ti lo - di, ti glo -

& Œ œ œ
œ œ œ œ œ œœ œ œ ˙
#
ri - fi- chi, o Di - o˘al - tis - si - mo. Gra -

& œ œ œ œ œ œœœ œœ œ œ œ œ
#
di- sci˘il co - ro˘u - na - ni - me di tut - te le tue

& œ œ œ œ œ
œ œ œ œ
œ
# U
o - pe - re. Be - a - ta sei tu, nei

&
œ œ œ œ œ œœ œ œ ˙ Œ
se - co - li, glo - rio - sa Tri - ni - tà!
473
1. La creazione giubili insieme agli angeli,
ti lodi, ti glorifichi, o Dio altissimo.
Gradisci il coro unanime di tutte le tue opere.
Beata sei tu, nei secoli, gloriosa Trinità!

2. Sei Padre, Figlio e Spirito, e Dio unico:


mistero imperscrutabile, inaccessibile.
Ma con amore provvido raggiungi tutti gli uomini.
Beata sei tu, nei secoli, gloriosa Trinità!

3. In questo tempio amabile ci chiami e convochi


per fare un solo popolo di figli docili.
Ci sveli e ci comunichi la vita tua ineffabile.
Beata sei tu, nei secoli, gloriosa Trinità!

288 LODATE DIO (Rossi)

& b 2ˆ3 .. j
(q = 88-96)

4 ‰
Sol–7 Do9 †

œ œ œ œ
œ œ
RIT. T Lo - da - te Di - o nel

j œ
&b œ œ œ œ œ œ ‰ œ œ œ œ œ
Re–7 Fa/La Sol–7
† Do Si@/Re

su - o san - tu - a - rio, lo - da - te - lo in e-

j j œ† œ Re–7/Do
Do

&b œ œ œ œ œ œ ˙ .
Sol–7 Do9 † Sol–7 Do9

œ œ
FINE

ter - no. Al - le - lu - ia, al - le- lu- ia.

j
SALMO
b ‰ œ œ œ œ œ
Fa

œ œ. œ œ œ œ
Fa Si@

&
S 1. Lo - da - te - lo nel su - o san- tu - a - rio,
474
& b œ ‰ Jœ œ . œ œ œ œ œ œ œ œ œ
Re– Si@ Fa Sol–/Fa

lo - da - te- lo nel - l’al- to fir-ma - men -


j
&b œ ‰ œ œ. œ œ œ œ œ œ œ
Fa Si@4+ Si@ Fa Si@

to, lo - da - te - lo nei gran - di suoi por -

&b œ œ œ ‰ œj œ .
Fa Si@ Fa/La

œ œ œ
ten - ti, lo - da - te - ne l’ec -

j
&b œ œ
Sol–7 Fa/La Re–7 Sol– Do4/9 Do9

œ œ œ œ œ
cel - sa ma - e - stà.

Rit. Lodate Dio nel suo santuario,


lodatelo in eterno.
Alleluia, alleluia!

1. Lodatelo nel suo santuario,


lodatelo nell’alto firmamento,
lodatelo nei grandi suoi portenti,
lodatene l’eccelsa maestà.

2. Lodatelo col suono delle trombe,


lodatelo con l’arpa e con la cetra,
lodatelo col timpano e la danza,
lodatelo col flauto, alleluia!

3. Lodatelo con cembali sonori,


lodatelo con cembali squillanti,
chi vive, innalzi lode al suo Signore,
nei secoli per sempre, alleluia!

475
4. Sia gloria a Dio Padre onnipotente,
sia gloria a Gesù Cristo, il Signore,
sia gloria al Santo Spirito, che è Amore,
nei secoli in eterno, alleluia!

289 LODATE DIO (Stralsund)

j
& b 34 œ œ œ
Solenne (q = 92-100)
œ. œ œ œ œ œ œ œ œ
j
1. Lo-da - te Di - o, schie-re be - a - te del

& b ˙. ˙. œ œ œ œ.œ œ œ œ œ œ œ œ

˙.
cie - lo, lo- da-te Di - o, gen-ti di tut-ta la

& b ˙. œ œ œ œ œ œ œ. œ œ
˙. J
ter - ra: can-ta-te˘a lui, che l’u-ni - ver-so cre -

& b ˙. œ œ œ œ œ œ ˙. ˙.
ò, som- ma sa - pien-za˘e splen - do - re.

1. Lodate Dio, schiere beate del cielo,


lodate Dio, genti di tutta la terra:
cantate a lui, che l’universo creò,
somma sapienza e splendore.

2. Lodate Dio, Padre che dona ogni bene,


lodate Dio, ricco di grazia e perdono:
cantate a lui, che tanto gli uomini amò
da dare l’unico Figlio.

476
3. Lodate Dio, uno e trino Signore,
lodate Dio, meta e premio dei buoni:
cantate a lui, sorgente d’ogni bontà,
per tutti i secoli. Amen!

LO SPIRITO DEL SIGNORE 290


# # # # 12 j
& 8 Œ j œ œ œ œ œ œ œj œ œ
œ œ
#### j
RIT. Lo Spi - ri - to del Si-gno - re è su di

& Œ ‰ Œ j œ œ œ œ œ œ œ
˙. œ J
#### j
me, lo Spi - ri - to con l’un-zio - ne

& œ œ œ ˙. œ. Œ œ
#### œ œ œ œ
m’ha con - sa - cra - to, lo

& œ œ. œ.
J
#### j
Spi - ri - to mi˘ha man - da - to

œ œ œ œ j
& œ œ œ œ.
####
ad an - nun - zia - re˘ai po - ve - ri

& œ. œ œ œ œ. œ œ œ
# #
un lie - to mes - sag - gio di sal -
j j
& # # œ. œ. ˙. j œ œ œ œ
œ œ œ œ
vez - za. 1. Lo Spi- ri - to di Sa-pien - za

477
#### Œ ‰ Œ
& œ œ ˙. j
œ œ
#### j
è su di me, per

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
J
####
es - se - re lu - ce˘e gui - da sul mio cam -
j œ
& ˙. œ. Œ œ œ œ œ œ
J
# ## j
mi - no, mi do - na˘un lin - guag - gio
j
& # œ. œ. œ œ œ œ œ œ œ œ.
####
nuo - vo per an-nun-zia - re˘a-gli˘uo - mi - ni

Œ
& œ . œ œ œ œ . œ œ œ œ . œ . œ . œj
la tu - a Pa-ro - la di sal - vez - za. Lo

Rit. Lo Spirito del Signore è su di me,


lo Spirito con l'unzione mi ha consacrato,
lo Spirito mi ha mandato
ad annunziare ai poveri
un lieto messaggio di salvezza.

1. Lo Spirito di Sapienza è su di me,


per essere luce e guida sul mio cammino,
mi dona un linguaggio nuovo
per annunziare agli uomini,
la tua Parola di salvezza.

2. Lo Spirito di fortezza è su di me,


per testimoniare al mondo la Sua Parola,
mi dona il Suo coraggio
per annunciare al mondo
l’avvento glorioso del tuo regno.

478
3. Lo Spirito del timore è su di me,
per rendermi testimone del Suo perdono
purifica il mio cuore
per annunciare agli uomini
le opere grandi del Signore.
4. Lo Spirito della pace è su di me
e mi ha colmato il cuore della Sua gioia,
mi dona un canto nuovo
per annunziare al mondo
il giorno di grazia del Signore.
5. Lo Spirito dell'Amore è su di me,
perchè possa dare al mondo la mia vita
mi dona la Sua forza
per consolare i poveri,
per farmi strumento di salvezza.

LO SPIRITO DI DIO 291


##
‰ œj œ œ œ œ
Calmo (q = 66-72)
œ
& œ œ œ œ œ œ
## j
1. Lo Spi - ri - to di Dio dal cie - lo scen - da

& ‰ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
œ
## ‰ œ œ œ œ œ œ
e si rin - no - vi˘il mon - do nel - l’a - mo - re:

& J œ œ œ œ œ
#
il sof - fio del - la gra - zia ci tra- sfor - mi
j
& # ‰ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
e re - gne - rà la pa - ce˘in mez- zo˘a no - i.
479

&
## ‰ j œ
& œ #œ œ œ œ œ #œ œ œ œ

#
La guer - ra non tor - men - ti più la ter - ra
j
& # ‰ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
## j
e l’o - dio non di - vi - da˘i no - stri cuo - ri.

& ‰ œ œ œ œ œ œ œ
##
‰ œj œ
U - ni - ti nel - l’a - mo - re

& œ œ œ œ œ œ œ œ
œ
for - mia- mo˘un so - lo cor - po nel Si - gno - re.

1. Lo Spirito di Dio dal cielo scenda


e si rinnovi il mondo nell’amore:
il soffio della grazia ci trasformi
e regnerà la pace in mezzo a noi.
La guerra non tormenti più la terra
e l’odio non divida i nostri cuori.
Uniti nell’amore
formiamo un solo corpo nel Signore.

2. La carità di Dio in noi dimori


e canteremo, o Padre, la tua lode:
celebreremo unanimi il tuo nome,
daremo voce all’armonia dei mondi.
Viviamo in comunione vera e santa,
fratelli nella fede e nella speranza.
Uniti nell’amore
andremo verso il regno del Signore.

3. Lo Spirito di Dio è fuoco vivo,


è carità che accende l’universo.
S’incontreranno i popoli del mondo
nell’unico linguaggio dell’amore.
480
I poveri saranno consolati,
giustizia e pace in Lui si abbracceranno.
Uniti nella Chiesa
saremo testimoni dell’amore.

LUCE SUL CAMMINO 292


CANONE (q = 72-80)

# # A Si– œ (U̇)
Si–

& c œ œ œ œ #œ
Fa#– Sol Mi–6 Fa#7

1. Lu - ce sul cam - mi - no,


# # Bœ œ (U)
& œ œ œ œ ˙
can - to den - tro˘il cuo - re,
## C
(U)
& œ œ œ œ œ ˙ ˙
è la tu - a Pa - ro - la,
# (U)
& # œ
D
œ œ œ ˙
œ ˙
la tua leg - ge, Si - gno - re.

1. Luce sul cammino,


canto dentro il cuore,
è la tua Parola,
la tua legge, Signore.

2. Forza nel cammino,


novità del cuore,
sei tu, pane e vino:
la tua Pasqua, Signore.
481
3. Amen, alleluia!
Amen, alleluia!
Amen, alleluia!
Amen, alleluia!

293 NEL TUO GIORNO CONSACRATO


# œ œ œ
& # c œ œ œ œ œ œ
##
1. Nel tuo gior - no con - sa-cra - to,

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ
# œ
o Si - gno - re, no - stro Di - o,

& # œ œ œ œ œ œ œ œ
##
ti pre - ghia - mo di gra - di - re

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ
#
la co - mu - ne no - stra lo - de.

& # œ œ œ #œ œ œ œ #œ œ œ
# œ œ œ œ
RIT. Be - ne - det - to sei, o Di - o,

& # œ œ œ œ œ œ

##
som - mo˘a - mo - re, lu - ce, vi - ta.

& œ œ œ œ œ #œ œ œ
##
Be - ne - det - to sei, o Di - o,

& œ œ Nœ œ œ œ œ ˙
glo - ria˘a te nei se - co - li!
482
1. Nel tuo giorno consacrato,
o Signore, nostro Dio,
ti preghiamo di gradire
la comune nostra lode.
Rit. Benedetto sei, o Dio,
sommo amore, luce, vita.
Benedetto sei, o Dio,
gloria a te nei secoli!
2. Creatore della luce,
tu sostieni l’universo
con parola onnipotente
che dal nulla tutto crea.
3. Per amore hai fatto l’uomo
a divina somiglianza
e, caduto, nella colpa,
tu, pietoso, l’hai salvato.
4. Con la Pasqua del tuo Figlio,
hai ridato a noi la vita:
hai effuso sui redenti
la ricchezza dei tuoi doni.
5. Allontanaci, Signore,
dai pericoli del male:
custodisci i nostri cuori
nella gioia e nella pace.

NOI CANTEREMO GLORIA A TE 294


#
˙ Ó
(m = 1 = 69-76)
& ˙ œ œ œ œ ˙ ˙
1. Noi can - te - re - mo glo - ria˘a te,
483
#
˘

& ˙ œ œ œ œ ˙ ˙ ˙ Ó

#
Pa - dre che dai la vi - ta,

& ˙ œ œ œ œ ˙ ˙ ˙ Ó

# ˙ U
Di - o d’im - men - sa ca - ri - tà,

& ˙ ˙ œ œ ˙ ˙ ˙ Ó
Tri - ni - tà in - fi - ni - ta.

1. Noi canteremo gloria a te,


Padre che dai la vita,
Dio d’immensa carità,
Trinità infinita.

2. Tutto il creato vive in te,


segno della tua gloria,
tutta la storia ti darà
onore e vittoria.

3. La tua Parola venne a noi,


annuncio del tuo dono:
la tua promessa porterà
salvezza e perdono.

4. Dio si è fatto come noi,


è nato da Maria:
egli nel mondo ormai sarà
verità, vita e via.

5. Cristo è apparso in mezzo a noi,


Dio ci ha visitato:
tutta la terra adorerà
quel Bimbo che ci è nato.

484
6. Cristo il Padre rivelò,
per noi aprì il suo cielo:
egli un giorno tornerà
glorioso nel suo regno.

7. Manda, Signore, in mezzo a noi,


manda il Consolatore:
lo Spirito di santità,
Spirito dell’amore.

8. Vieni, Signore, in mezzo ai tuoi,


vieni nella tua casa:
dona la pace e l’unità,
raduna la tua Chiesa.

NOI VEGLIEREMO 295


,
Calmo, quasi liberamente (q = 60-69)
# j La
& # 44 . œ œ
Re Sol Re 7+

œ œ œ œ œ œ œ ˙
œ œ
RIT. Nel-la not-te,˘o Dio, noi ve-glie - re- mo con le

# # Si–
œ œ œ. œ œ œ œ ˙ œ œ
Fa#– Si

& J
lam - pa- de, ve - sti- ti˘a fe - sta: pre- sto˘ar -

## U FINE
1. 2.
j ..
Mi– Re/Fa# Sol6 La7 Re Re

& œ œ œ. œ œ œ œ ˙ œ ˙
ri - ve - rai e sa - rà gior- no. gior-no.

485
##
Sempre calmo

œ œ œ œ œ œ œ œ
(Si–) Mi– La

&
a tempo

œ œ
S 1. Ral - le - gra - te - vi˘in at - te - sa del Si -
#
& # œ ˙ œ œ œ œ œ œ œ œœ œ
Re7+ Si–

gno - re: im- prov - vi - sa giun- ge - rà la sua


#
& # œ ˙ œ œ œ œ œ œ
Mi–7 La Sol–

œ œ
vo - ce. Quan- do lui ver - rà, sa - re - te
##
œ œ œ œ œ œj œ œj œ ˙
Re7+ Mi– Fa# La7

& œ ˙ œ
pron- ti e vi chia-me-rà “a-mi-ci” per sem-pre.

Rit. Nella notte, o Dio, noi veglieremo


con le lampade, vestiti a festa:
presto arriverai e sarà giorno.

1. Rallegratevi in attesa del Signore:


improvvisa giungerà la sua voce.
Quando lui verrà, sarete pronti
e vi chiamerà “amici” per sempre.

2. Raccogliete per il giorno della vita,


dove tutto sarà giovane in eterno.
Quando lui verrà, sarete pronti
e vi chiamerà “amici” per sempre.

486
NOI VENIAMO A TE 296
# 2
& # 4 ! !
œ œ œ œ
œ œ
##
RIT. Noi ve-nia-mo˘a te, Si -

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ
J J
#
gno - re, u - ni - ti nel - la fe - de,

œ œ œ œ œj j
& # œ œ œ œ œ
# U
co - me fi - gli nel - la ca - sa del

& # œ Œ ! œ œ
Schola

œ œ
##
Pa - dre. 1. Noi cre -

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ
##
dia - mo˘in te, sei la Lu - ce ve - ra;

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ
#
noi spe - ria - mo˘in te, sei l’e - ter - na

& # œ œ œ œ œ œ œ œ œ
#
Vi - ta; noi a - mia - mo te per l’a -

& # œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ

#
mo- re che ci por - ti: noi ve - nia- mo˘a

& # ˙ œ œ œ œ ˙
te, noi ve - nia - mo˘a te.

Rit. Noi veniamo a te, Signore,


uniti nella fede, come figli
nella casa del Padre.
487
1. Noi crediamo in Te, sei la Luce vera;
noi speriamo in Te, sei l’eterna Vita;
noi amiamo Te per l’amore che ci porti:
noi veniamo a Te, noi veniamo a Te.

2. Non c’è libertà senza il tuo Vangelo;


non c’è fedeltà senza la tua Croce;
noi cerchiamo Te per la pace che ci porti:
noi veniamo a Te, noi veniamo a Te.

3. Ritroviamo in Te forza per soffrire;


ritroviamo in Te gioia di donare;
ritroviamo in Te il coraggio della vita:
noi veniamo a Te, noi veniamo a Te.

297 O DIO DELL’UNIVERSO

& b 34 œ
(q = 72-80)
œ œ œ œ œ œ œ œ œ
S1. O Di - o del - l’u - ni - ver - so, o

&b œ œ œ œ œ ˙ œ œ œ œ œ
fon - te di bon - tà: il pa - ne che ci

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙
do - ni lo pre - sen - tia - mo˘a te.

&b œ œ œ œ œ œ œ œ
TÈ frut - to del - la ter - ra, è

&
488
&b œ œœ œ œ œ œ œ œ œ
œ œ œ
U
frut - to del la - vo - ro: di - ven - ti sul - la

&b œ œ œ œ œ œ œ œ ˙
men - sa il ci - bo del - l’a - mor.

1. O Dio dell’universo, o fonte di bontà:


il pane che ci doni lo presentiamo a te.
È frutto della terra, è frutto del lavoro:
diventi sulla mensa il cibo dell’amor.
2. O Dio dell’universo, o fonte di bontà:
il vino che ci doni lo presentiamo a te.
È frutto della vite, è frutto del lavoro:
diventi sulla mensa sorgente di unità.

O DIO, VIENI A SALVARMI 298


b
& b 2ˆ3
Devotamente
2 Œ ! ! ! Ó Œ
Coretto

œ
b
O

&b ˙ ˙ œ œ œ œ ˙ ˙. œ ˙ ˙ œ œ
bb
Di - o, vie - ni˘a sal - var - mi; Si - gno - re, vie-ni

& ˙ œ œ œ œ ˙ ˙ œ Œ Œ œ

b ˙ ˙ œœœ ˙ ˙
pre - sto in mi - o˘a - iu - to. Sei

& b ˙. œ œ œ
tu il mio soc - cor - so, la mia sal -
489
b b >˙ . œ œ œ œ œ ˙ ˙ œŒŒœ
& ˙

b
vez - - - - - za. T Si -

& b ˙ ˙ œ œ ˙. œ œ œ ˙ w Ó œœ
FINE

b
gno - re, non tar - da - - - re. S 1. Sii fe -

& b œ ˙ nœ #œ œ ˙ œœ œ œ œ

b
de- le, Si - gno- re, al- la tu - a˘al - le -

& b œ nœ ˙ . œ œ œ œ œ œ

b
an - za, non di- men - ti - ca - re

& b œ . œJ œ œ œ œ œ . œj ˙ œ
Œ Œ œ

b
mai la vi - ta dei tuoi po - ve- ri. T Si -

&b ˙ ˙ œ œ ˙. œ œ œ ˙ w
b
gno - re, non tar - da - - - - re.

&b œ œ œ œ œ. œ 3
œ œ œ œ œ œ
3

J
b
S 2. Sor - gi, Si- gno - re, di - fen - di la tua cau - sa,

&b œ Œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ

b
non di- men - ti - ca - re le sup - pli -

&b œ œ œ œ œ œ œ ˙
3

œ œ
b
che di co - lo - ro che ti˘in - vo - ca - no.

&b œ Œ Œ œ ˙ ˙ œ œ
T Si - gno - re, non tar -
490
b
&b ˙. œ œ œ ˙ w Ó
3

œ œ œ
b
da - - - - re. S 3. Ten - di l’o -

&b œ œ . œ #œ
3

œ œ œ œ J œ ˙
b U
rec - chio, Si - gno - re, ri - spon - di - mi:

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ w
3

sal- va˘il tu - o ser - vo che con - fi - da˘in te.

O Dio vieni a salvarmi;


Signore, vieni presto in mio aiuto
Sei tu il mio soccorso, la mia salvezza.
Signore, non tardare.

1. Sii fedele, Signore, alla tua alleanza,


non dimenticare mai la vita dei tuoi poveri.
Signore, non tardare.

2. Sorgi, Signore, difendi la tua causa,


non dimenticare le suppliche /
di coloro che ti invocano
Signore, non tardare.

3. Tendi l’orecchio, Signore, rispondimi:


salva il tuo servo che confida in te.

O TERRA TUTTA 299


#
& 42 Œ œ œ œ ˙ œ œ ˙ œ œ
O ter - ra tut - ta,˘ac- cla - ma - te˘al Si -
491
# ˙ w ˙ ˙ œ œ œ œ œ
& œ
#
gno - re, ser - vi - te˘il Si - gno- re, nel - la

& ˙ w ˙ œ œ œ œ ˙
˙
#
gio - ia, ve - ni - te˘al suo vol - to

& œ œ œ œ w w Œ œ œ œ

#
con lie - ti can - ti. Ri - co - no -
œ œ œ œ ˙
& œ œ œ #œ ˙ œ

# œ
sce - te che˘il Si - gno-re˘è˘il so - lo Di - o:

& œ œ ˙ œ œ œ œ œ œ
#
e - gli ci˘ha fat - to, a lui ap - par - te -

& ˙ w œ œ œ œ œ œ œ œ
#
nia - mo, noi, suo po - po - lo, e greg - ge

& œ œ ˙ ˙ œ œ œ œ

#
ch’e - gli pa - sce. O ter - ra

& ˙ œ œ ˙ w ˙
œ œ ˙
# ˙
tut - ta,˘ac- cla - ma al Si - gno - re, ser -

& œ œ œ œ œ ˙ w
œ ˙
#
vi - te˘il Si - gno - re nel - la gio - ia, ve -

& ˙ œ œ œ œ ˙ œ œ œ œ w w
ni - te˘al su - o vol- to con lie - ti can - ti.

492
O terra tutta, acclamate al Signore,
servite il Signore nella gioia,
venite al suo volto con lieti canti.
Riconoscete che il Signore è il solo Dio:
egli ci ha fatto, a lui apparteniamo,
noi, suo popolo, e gregge ch’egli pasce.

PASSA QUESTO MONDO 300


Tutto dolcemente (q = 80-88)

& b 24 œ œ œ œ œ œ œ
Si@/Fa

œ
Fa Si@/Fa Fa7+ Fa7+

œ
S1. Noi an - nun - cia - mo la pa - ro - la˘e -
j
b œ œ.
Sol–4 3 Re– /Do Sol–/Si@ Do

& œ œ œ œ œ œ
ter - na: T Di - o è a - mo - re.

&b œ œ œ œ œ œ œ
Fa Si@/Fa Fa7+ Sol–4 3

œ œ
SQue - sta˘è la vo - ce che˘ha var - ca - to˘i
j 7
b
& œ œ.
Do Re–/Do Do4/9 3

œ œ œ œ ˙
tem - pi: T Di - o˘è ca - ri - tà.

& b .. œ œ œ œ œ œ
Fa Re–

RIT. Pas - sa que - sto mon - do,

&b œ œ œ œ œ œ œ œ
Sol–7/Si@ Do Fa 7+

œ œ œ
pas - sa - no i se - co - li, so - lo chi

493
b j
Si@6
j
Sol–7/Do Do9 Fa
..
& œ œ œ œ œ œ ˙
a - ma non pas - se - rà mai.

Se si crede opportuno, si può cantare il Rit. una volta


sola a ogni strofa.
1. Noi annunciamo la parola eterna:
Dio è amore.
Questa è la voce che ha varcato i tempi:
Dio è carità.

Rit. Passa questo mondo, passano i secoli,


solo chi ama non passerà mai.

2. Dio è luce e in lui non c’è la notte:


Dio è amore.
Noi camminiamo lungo il suo sentiero:
Dio è carità.

3. Noi ci amiamo perché lui ci ama:


Dio è amore.
Egli per primo diede a noi la vita:
Dio è carità.

4. Giovani forti, avete vinto il male:


Dio è amore.
In voi dimora la parola eterna:
Dio è carità.

494
QUELLO CHE ABBIAMO UDITO 301
#
(m = 50-56)

C œ œ
Sol Mi– Do Re4 3

& œ œ œ ˙ ˙
RIT. Quel - lo che˘ab - bia - mo˘u - di - to,

# œ ˙ ˙
Sol/Re Re7/La Sol Do La7 Re4 3

& œ œ œ œ
quel - lo che˘ab - biam ve - du - to,

# La– j 3
& œ œ œ œ œ. œ œ œ œ
Si Mi–4

œ
quel - lo che˘ab - biam toc - ca - to del - l’a -

# Do
j Sol4
j
3

& œ. œ œ œ œ. œ ˙
mo - re˘in - fi - ni - to

# (U)
Do6
Do La– Sol/Re Re9 Sol

& œ œ œ œ œ w
FINE
œ
l’an - nun - cia - mo˘a voi!

# Do
j Re/La j Sol
Sol/Si

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
S1. Gran - di co - se ha fat - to˘il Si - gno -
# Re/Fa# Sol Mi–
j Sol/Si j
Do

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ
- re! Del suo˘a - mo - re vo -
# œ œ œ œœ j
œ œ œ œ œ œ œ
La7 Re La– Si /Re#

& J œ
glia - mo par - la - re: Di - o Pa - dre suo

495
#
œ œ œ œ œ
/Re#

œ œ
Si Mi– Do

& œ œ œ
Fi - glio˘ha do - na - to, sul - la cro -
#Re7/La j
& œj œ œ œ œ œ œ œ œ œ
Sol Do6 Re Do/Mi Do Sol

w
- ce l’ab - bia-mo ve - du - - - to.

Rit. Quello che abbiamo udito,


quello che abbiam veduto,
quello che abbiam toccato
dell’amore infinito
lo annunciamo a voi!

1. Grandi cose ha fatto il Signore!


Del suo amore vogliamo parlare:
Dio Padre suo Figlio ha donato,
sulla croce l’abbiamo veduto.

2. In Gesù tutto il cielo si apre,


ogni figlio conosce suo Padre;
alla vita rinasce ogni cosa
e l’amore raduna la Chiesa.

3. Nello Spirito il mondo è creato


e si apre al suo dono infinito;
il fratello al fratello dà mano
per aprire un nuovo cammino.

4. Viene il regno di Dio nel mondo


e l’amore rivela il suo avvento;
come un seme germoglia nell’uomo
che risponde all’invito divino.

496
RINATI ALLA LUCE 302
& b 34 .. œ œ œ œ œ œ œ
œ
T1. Ri - na - ti˘al - la lu - ce del - la

&b œ œ œ ˙ œ œ œ œ œ œ
œ
tua ve - ri - tà, Si - gno-re˘e-sul - tia- mo: Tu

&b œ œ œ ˙ œ œ œ œ œ ˙.
sei fe - del - tà. Al - le, al - le - lu - ia!

˙ œ œ œ œ
&b œ œ œ
Coro solo
˙.
Be - ne - di - cia - mo Cri- sto Ge - sù.

&b œ œ œ ˙. œ œ œ ˙ ..
œ
Di - o con noi, sce - so quag - giù. 2. Fra–

1. Rinati alla luce della tua verità,


Signore esultiamo:
Tu sei fedeltà. Alle, Alleluia.
Benediciamo Cristo Gesù,
Dio con noi, sceso quaggiù.
2. Fratelli e sorelle, in festosa unità
gustiamo il prodigio:
la sua carità. Alle, Alleluia.
Tutto se stesso sempre donò,
per noi morì, risuscitò.
3. Chiamati alla festa della santa Città,
sperando acclamiamo:
sei Tu «novità». Alle, Alleluia.
497
Lode per tutta l’eternità,
si canti a te, o Trinità.

4. Un cantico nuovo cielo e terra unirà,


nel giorno di Dio che mai fine avrà.
Alle, Alleluia.

Versetti per le feste della Madonna

a) Santa Maria qual Madre a noi /


in croce offrì: noi siamo suoi.
b) Vive esaltata per il suo «sì». /
La Pasqua per lei già fiorì.
c) Lode per tutta l’eternità / si canti a Te, o Trinità.

Versetti del Coro per le celebrazioni in onore dello


Spirito Santo

a) Soffio di vita forte spirò, / ogni realtà rigenerò.


b) Spirito santo plasmaci Tu, /
modella in noi Cristo Gesù.
c) Lode per tutta l’eternità / si canti a Te, o Trinità.

303 SORGI, SOLE DI GIUSTIZIA

(m = 72-80)

& ˙ ˙ œ œ œ œ œ œ ˙
1. Sor - gi, so - le di giu - sti - zia,

& œ œ œ œ nœ œ œ œ w
sor - gi sul - la n& - stra˘e - tà:
498
˙ œ œ œ œ ˙
& ˙ ˙
se nel - l’uo - mo tu ri - splen - di,

& œ œ œ œ œ œ ˙ w
tut - to˘il mon - do t% ve - drà.

1. Sorgi, sole di giustizia,


sorgi sulla nostra età:
se nell’uomo tu risplendi,
tutto il mondo ti vedrà.

2. Se da morte tu risvegli
questa tua cristianità,
ascoltando la tua voce
a te si convertirà.

3. È divisa, non ha pace,


ma è chiamata all’unità:
se tu parli, o buon Pastore,
presto si radunerà.

4. Il tuo Regno è già vicino:


se la porta si aprirà,
ogni popolo e nazione
verso te camminerà.

5. Dona forza ai messaggeri,


luce, fede, carità,
e chi semina nel pianto
nella gioia mieterà.

6. Nelle tenebre dei tempi


la tua gloria brillerà:
dona a noi di stare uniti
e la pace nascerà.

499
7. Padre, Figlio, santo Spirito,
benedetta Trinità,
al Dio unico la gloria
oggi e per l’eternità.

304 TENDO LA MANO

Meditativo (q = 60-69)

& b 44 œ œ œ œ
/Fa

œ œ œ œ œ œ
Re– Sol– Do7

1. Ten - do la ma - no, men - di - can - te di

j
& b œ œ. ‰
Re– Si@6 Sol–6 La7/4

œ œ œ ˙ (q)
lu - ce, e pren - do te

j j
&b œ
Fa Do/Mi

œ œ (e) œ
Re– Si@6 Do

œ œ œ œ (œ ) œ
co - me si pren- de per la not - te˘u - na

& b œ. œ. œ œ (E) œ œ
La–/Do

(œ) œ œ
Si@/Re Si@ Sol–6 Fa/La Fa

J
lam - pa - da, e tu di - ven - ti la

& b œ (E )
Sol#dim

œ
Sol–7 Re–

œ œ œ
3

œ
nu - be che dis - si - pa˘il
1.-4. 5.

&b Ó .. Ó
La4 7 La4 3

œ (e) œ œ œ
bu - io. cer - ca.
500
1. Tendo la mano,
menticante di luce,
e prendo te
come si prende
per la notte una lampada,
e tu diventi la nube
che dissipa il buio.
2. Tendo la mano,
mendicante di fuoco,
e prendo te
come si prende
per l’inverno una fiamma,
e tu diventi
l’incendio che avvampa la terra.
3. Tendo la mano,
mendicando speranza,
e prendo te
come si prende
per l’estate una fonte,
e tu diventi
il torrente d’una vita eterna.
4. Tendo la mano,
mendicante di te,
e io ti prendo
come si prende
la perla d’un amore,
e tu diventi
il tesoro per la gioia del prodigo.
5. Tendo la mano,
mendicante di Dio,
e prendo te,
ma tu ora prendi
la mia nella tua mano
e io divento
l’inviato a chiunque ti cerca.
501
305 TERRA PROMESSA

## (m = 1 = 60-69)

& ˙ ˙ œ œ œ œ œœ œ œ Ó
˙
##
1. Tu sai quan - ta stra- da ho fat- to˘or- mai,

& ˙ ˙ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙ Ó
##
quan - to ho cer - ca - to in po - ver- tà,

& Ó
˙ ˙ œ œ œ œ œœ œ œ ˙
##
sem - pre mi ri- spon- di: «Il Re- gno˘è qui!».

& ˙ ˙ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙ Ó
## ˙ ˙ œ œ œ
Co - sì la spe - ran- za non mo- ri - rà,

& œ œ œ œ œ Ó
˙
## U
per - ché già fio - ri- sce l’e - ter - ni - tà,

& œ œ œ œ œœ œ Ó
˙ ˙ œ ˙
quan - do nel cam- mi - no tu sei con me.

1. Tu sai quanta strada ho fatto ormai,


quanto ho cercato in povertà,
sempre mi rispondi: «Il Regno è qui!»
Così la speranza non morirà,
perché già fiorisce l’eternità,
quando nel cammino tu sei con me.

2. Dov’è quella terra di novità?


Cerco quella vita che porti tu,
perché tu prometti: «Il Regno è qui!».
Quando tutto sembra oscurità,
sento la parola che dici a me:
«Non sai? Il Signore è fedeltà».
502
3. Vivo un’attesa che finirà,
credo che un giorno si compirà,
perché tu prometti: «Ritornerò!».
Tutto in quel giorno vivrà di te.
Ora so, Signore, che ti vedrò:
ora ti aspetto, e tu verrai.

TERRA TUTTA, DA’ LODE A DIO 306


# # # 6 La
(q . = 48-56)

œ œ œ œ œ œ œ j
8 œ
Mi/Sol# La Re

& J J œ
RIT. Ter - ra
U
tut - ta, da’ lo - de˘a Di - o,

### j
La

œ œ œ œ.
Si– La/Mi Mi FINE La/Do#
& J œ
œ œ œ
can - ta˘il tuo Si - gnor! S 1. Ser - vi - te

# # # Do#–7 j Fa#–/La
j œ
Do#–/Sol# Fa#–

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ
D% - o nel - l’al - le - gr$z - za, can - ta - te

### œ œ Si–/Re Re#dim


U
Mi

& œ œ œ œ œ.
t@t - ti: gran - de˘è˘il Si - gn&r!

Rit. Terra tutta, da’ lode a Dio, /


canta il tuo Signor!

1. Servite Dio nell’allegrezza,


cantate tutti: grande è il Signor!

503
2. Sì, il Signore è nostro Dio:
lui ci ha cre#ti, noi siamo su&i.

3. Noi siamo il gregge che egli guida,


popolo suo: gloria al Signor!

4. Gloria al Padre, gloria al Figlio,


gloria allo Spirito: lode al Signor!

307 TU PERCORRI CON NOI

b
& b b 2ˆ3
(q = 60-66) Do– Fa

4 œ œ œ œ œ œ œœ œ
3 3

œ œ
1. Tu per - cor - ri con noi i sen-tie-ri del

bbb j
œ Jœ œ œ œ œ œ
Mi@ Do– Sol– Sol– Do–

& œ œ
3
mon - do: da sem - pre nel tem - po, o -
b œ œ œ
&b b œ œ œ œ œ
Sol– Do– Fa

œ œ
3
vun-que ci se - gui. Ti na - scon - di nel
b
&b b
Fa– Do– Si@

œ œ œ œ œ œ œ
mon - do, nel - l’u - ni - ver - so,˘in

U . Sol– Re–
U
1. 2.
b j j
&b b œ .
La@ Mi@ Fa Sol–

œ œ œ œ œ œ œ œ
no - i e nei fra - tel - li. vi - ta.

504
1. Tu percorri con noi i sentieri del mondo:
da sempre nel tempo, ovunque ci segui.
Ti nascondi nel mondo,
nell’universo,
in noi e nei fratelli.

2. Tu ci segui e attendi paziente che ognuno


riscopra con gioia la tua parola,
da te sparsa abbondante
nei cuori e nelle menti
di tutti noi.

3. La tua voce udiamo ripetere dolce:


Perché così triste tu corri lontano?
Sto bussando alla porta,
vorrei con te cenare,
se vuoi aprirmi.

4. Ti preghiamo: rimani con noi, o Signore!


Già cade la sera sul nostro cammino!
Solo tu, vera luce,
diradi questo buio
che copre il mondo.

5. E spezzando ogni giorno con noi questo pane


rivela il tuo volto agli occhi di tutti:
ti sapremo scoprire
ovunque ti nascondi,
in ogni istante.

6. Correremo incontro ai nostri fratelli,


diremo a tutti che sei risorto.
Tu attendi con ansia
che ognuno ti accolga
nella sua vita.

505
308 TU, QUANDO VERRAI

# 3Mosso (q = 100-108) ,
& 4 œ œ œ œ ˙ œ œ œ œ ˙ œ
#
1. Tu, quan-do ver - rai, Si - gno-re Ge - sù, quel

& œ œ œ ˙ œ œ œœœ ˙ œ
#
gior - no sa - rai un so - le per noi. Un
˙
& œ œ œ œ œ œ œ œ œ
œ
#
li - be - ro can - to da noi na - sce - rà e

œ œ
& œ œ œ œ œ œ œ ˙
co- me˘u - na dan - za il cie - lo sa - rà.

1. Tu, quando verrai, Signore Gesù,


quel giorno sarai un sole per noi.
Un libero canto da noi nascerà
e come una danza il cielo sarà.

2. Tu, quando verrai, Signore Gesù,


insieme vorrai far festa con noi.
E senza tramonto la festa sarà,
perché finalmente saremo con te.

3. Tu, quando verrai, Signore Gesù,


per sempre dirai: «Gioite con me!».
Noi ora sappiamo che il Regno verrà:
nel breve passaggio viviamo di te.

506
TU SEI COME ROCCIA 309
#
œ œ œ œ œ ˙ Ó
Deciso (m = 1 = 60-66)
& ˙ ˙ œ œ œ
# ˙ ˙
1. Tu sei co- me roc- cia di fe - del- tà:

& œ œ œ œ œ œ œ œ ˙ Ó

# ˙
se noi va- cil - lia - mo, ci so - ster - rai,

& ˙ œ œ œ
œ œ œ œ
#
per - ché tu sal - dez - za sa - rai

& œ ˙
Ó ˙ œ œ ˙
˙
# U
per noi. Cer - to non ca - drà

& œ œ œ œ œ œ ˙ ˙ Ó
que - sta te - na - ce ru - pe!

1. Tu sei come roccia di fedeltà:


se noi vacilliamo, ci sosterrai,
perché tu salvezza sarai per noi.
Certo non cadrà questa tenace rupe!

2. Tu sei come fuoco di carità:


se noi siamo spenti, c’infiammerai,
perché tu fervore sarai per noi.
Ecco: arderà nuova l’inerte vita!

3. Tu sei come lampo di verità:


se noi non vediamo, ci guarirai,
perché tu visione sarai per noi.
Di te la città splende sull’alto monte!

507
310 TUTTA LA TERRA CANTI A DIO

&b ˙ œ ˙
Solenne (m = 1 = 63-72)

œ œ œ œ œ ˙
1. Tut - ta la ter - ra can - ti˘a Di - o,

&b ˙ œ œ œ œ ˙ ˙ ˙ Ó
lo - di la su - a ma - e - stà!

&b ˙ œ œ œ œ œ
œ ˙ ˙
Can - ti la glo - ria del suo no - me:

&b ˙ œ œ œ œ œ
œ ˙
Ó
gran - de, su - bli - me san - ti - tà!

&b ˙ œ œ ˙ ˙ œ œ ˙ ˙
Di - ca - no tut - te le na - zio - ni:

&b œ œ œ œ ˙ ˙ ˙ Ó
˙
non c’è nes - su - no˘u - gua - le˘a te!

&b ˙ œ œ œ œ œ œ ˙ ˙
U
So - no stu - pen - di˘i tuoi pro - di - gi,

&b ˙ œ œ œ œ œ œ ˙ Ó
del - l’u - ni - ver - so tu sei re!

1. Tutta la terra canti a Dio,


lodi la sua maestà!
Canti la gloria del suo nome:
grande, sublime santità!
Dicano tutte le nazioni:
non c’è nessuno uguale a te!
508
Sono stupendi i tuoi prodigi,
dell’universo tu sei re!
2. Tu solo compi meraviglie
con l’infinita tua virtù.
Guidi il tuo popolo redento
dalla sua triste schiavitù.
Sì, tu lo provi con il fuoco
e vagli la sua fedeltà:
ma esso sa di respirare
nella tua immensa carità.
3. Sii benedetto, eterno Dio,
non mi respingere da te.
Tendi l’orecchio alla mia voce,
venga la grazia e resti in me.
Sempre ti voglio celebrare,
fin che respiro mi darai.
Nella dimora dei tuoi santi
spero che tu mi accoglierai.

TUTTA LA TERRA TI ADORI, O DIO 311


# # Allegro
3
moderato
& 4 ˙. ˙ œ œ
˙. œ œ œ
# > j
RIT. Tut - ta la ter - ra ti˘a -

& # ˙ œ œ œ. œ œ œ œ

#
do - ri,˘o Di - o; in - neg - gi a

& # ˙ œ œ œ œ œ
FINE
œ œ ˙ œ
te, in - neg - gi al tuo No- me!
509
# 24 œ
& # Œ œ #œ œ œ œ #œ

#
1. Tut - ta quan - ta,˘o ter - ra,˘ac - cla -

& # œ #œ œ œ œ œj œj œ œ #œ œ
##
ma - te˘al Si - gno - re: can - ta - te per o -

& œ #œ œ ˙ j œ œ œ œ
.
œ œ
#
no - re˘al suo No - me, in glo - ria sua˘e - le-

& # œ œ œ ˙ 43 ˙ Œ
va - te la lo - de. Al RIT.

Rit. Tutta la terra ti adori, o Dio;


inneggi a te, inneggi al tuo Nome!

1. Tutta quanta, o terra, acclamate al Signore:


cantate per onore al suo Nome,
in gloria sua elevate la lode.

2. Entrerò nel tempio ad offrire olocausti,


a sciogliervi propositi santi,
espressi nello slancio del cuore.

3. Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito santo.


Com’era nel principio, ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

510
VENITE APPLAUDIAMO AL SIGNORE 312
# (6q . = 60)
& 8 œ. œ œ œ œ œ œ œ œ
j

#
RIT. Ve - ni - te,˘ap - plau - dia - mo˘al Si - gno - re.
j œ œ œ
& œ œ œ œ œ J .
# j
Al - le - lu - ia,˘al - le - lu - ia!

& œ œ œ
J œ œ œ œ œ œ
j

#
Roc - cia del - la no - stra sal - vez - za.
j œ œ
& œ œ œ. œ.
J
#
A - men. Al - le - lu - ia!

œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
& J J
# j
1. Ac - co - stia - mo - ci˘a Lui per ren- der - gli
j
& œ. œ œ œ. œ œ

# œ
gra - - - - zie, a

& œ œ œ œ œ œ œ j
J œ œ
#
Lui can - tia - mo con in - ni di lo - de

& œ œ œ œ œ œ œ. œ.
al gran - de Re del - la ter - ra.

Rit. Venite, applaudiamo al Signore.


Alleluia, alleluia!
Roccia delle nostra salvezza.
Amen. Alleluia!
511
1. Accostiamoci a lui per rendergli grazie,
a lui cantiamo con inni di lode
al grande re della terra.

2. Sopra tutti gli dei è grande il Signore,


in mano sua son tutti gli abissi,
sue son le vette dei monti.

3. Ecco, suo è il mare, egli l’ha fatto,


le sue mani lo hanno formato,
hanno plasmato la terra.

4. Su, venite, prostrati adoriamo,


inginocchiati davanti al Signore,
il Dio che ci ha creati.

5. Egli è il nostro Dio, noi il suo popolo,


il popolo che ai suoi pascoli guida,
il gregge ch’egli conduce.

6. Oggi, ascoltate la sua voce,


non indurite più il vostro cuore
come nei giorni antichi.

313 VIENI, STELLA DEL MATTINO

& b 2ˆ3
4 œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
(q = 60-66)

RIT. Vie-ni, stel -la del mat - ti- no, gui-da˘i no- stri

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
pas-si nel- la pa- ce. Vie-ni, stel- la del mat -
512
œ œ œ œ œ œ
&b œ œ œ œ œ FINE
ti - no, tu che non co - no - sci tra - mon - to.

&b ww www
w
S 1. O tu che dormi, sv$gliati!

& b œœœ ww
w
w
# ww
Su di t$¥brillerà¥Cristo l@ce.

Rit. Vieni, stella del mattino,


guida i nostri passi nella pace.
Vieni, stella del mattino,
tu che non conosci tramonto.

1. O tu che dormi, svegliati!


Su di te brillerà Cristo luce.

2. La notte è avanzata, il giorno è vicino:


indossiamo le armi della luce.

APRITEMI LE PORTE
DELLA GIUSTIZIA
314
b j
& b b 2ˆ3
4 ‰ œ œ œ œ œ
RIT. A - pri - te - mi le
b
&b b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
3

por - te del - la giu - sti - zia: en- tre -

513
b
&b b œ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙
bb
rò e rin- gra-zie - rò il Si - gno - re.

& b w œ
Salmo 117
œ

bb
1. Celebrate il Signore perché è buono, *

& b w œ œ
eterna è la sua mise - ri - cordia.

Rit. Apritemi le porte della giustizia:


entrerò e ringrazierò il Signore.
1. Celebrate il Signore perché è buono,
eterna è la sua misericordia.
2. Dica Israele che egli è buono:
eterna è la su misericordia.
3. Lo dica la casa di Aronne:
eterna è la sua misericordia.
4. Lo dica chi teme Dio:
eterna è la sua misericordia.
5. Nell’angoscia ho gridato al Signore,
mi ha risposto, il Signore, e mi ha tratto in salvo.
6. Il Signore, è con me, non ho timore;
che cosa può farmi l’uomo?
7. Il Signore è con me, è mio aiuto,
sfiderò i miei nemici.
8. È meglio rifugiarsi nel Signore
che confidare nell’uomo.
9. È meglio rifugiarsi nel Signore
che confidare nei potenti.
514
CAMMINERÒ
ALLA PRESENZA DEL SIGNORE
315
#
& 24 œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
3
3

RIT. Cam-mi - ne - rò al - la pre - sen - za del Si -


#
œ œ œ
3

& œ œ œ œ œ œ œ
gno - re, nel - la ter - ra dei vi - vi.
# Modulo
& w œ w œ
per il Salmista

1. Ho creduto anche quando di-cevo: «Sono troppo infe- lice».


# œ
& w œ w
Ho detto con sgo - mento: «Ogni uomo è in - ganno».

Rit. Camminerò alla presenza del Signore,


nella terra dei vivi.

1. Ho creduto anche quando dicevo:


«Sono troppo infelice».
Ho detto con sgomento:
«Ogni uomo è inganno».

2. Che cosa renderò al Signore


per quanto mi ha dato?
Alzerò il calice della salvezza
e invocherò il nome del Signore.

3. Adempirò i miei voti al Signore,


davanti a tutto il suo popolo.
Preziosa agli occhi del Signore
è la morte dei suoi fedeli.

515
4. Sì, io sono il tuo servo, Signore,
io sono il tuo servo, figlio della tua ancella;
hai spezzato le mie catene.
A te offrirò sacrifici di lode,
e invocherò il nome del Signore.
5. Adempirò i miei voti al Signore
davanti a tutto il suo popolo,
negli atri della casa del Signore,

316 CELESTE GERUSALEMME

Moderato (q . = 52-60)
b 6 j j j j /Si@
& b 8 œ œ œ œ œ œ œ. œ œ œ œ œ œ œ
Sol– Do–6/Sol Sol–

1. Ce - le - ste Ge-ru-sa - lem - me, be - a - to re-gno di

b j j
& b œ. œ œ œ œ œ œ œ œ.
Do–6 Re
Mi@ Do– Re– Sol–

œ.
pa - ce, cit - tà del Di - o vi - ven - te,

b
& b œ œ œ œ œ œ œ. œ
Do–7 Re–7 Sol– Do–6 Sol–

œ. œ. œ. œ.
pre-sto ver-re- mo a te! A - men.

1. Celeste Gerusalemme,
beato regno di pace,
città del Dio vivente,
presto verremo a te!
2. Vivremo solo d’amore
nel mondo nuovo adunati:
del Cristo membra gloriose,
santa famiglia di Dio.
516
3. Redenti di ogni terra,
colore, lingua, nazione,
innalzeremo, Signore,
inni di lode a te.

4. Godremo il tuo splendore,


Gesù, risorto per noi;
nel regno della tua luce
sempre vivremo con te!

5. All’acque della tua vita


attingeremo con gioia!
La sete del nostro cuore
noi sazieremo in te.

6. Sia gloria a Cristo Signore,


che era, è e che viene,
al Padre onnipotente
e allo Spirito, Amore. Amen.

CHI VIVE E CREDE IN ME 317


b
& b b 38 œJ .. œ
Con semplicità (in 3 sciolto)
œ œ Jœ œ. œ œ œ
J
C RIT.Chi vi - ve˘e cre - de˘in me, non mo - ri -
b j j œ œ œ
&b b œ œ œ œ œ J J œ œJ
rà˘in e - ter - no.TChi vi - ve˘e cre-de˘in
b j j
& b b œ. œ œ œ œ œ œ œ
œ.
me, non mo - ri - rà˘in e - ter - no,

517
b > > > > > - UFINE
&b b œ j œ.
œ œ œ œ œ. œ.
non mo-rir - rà˘in e - ter - no.
b œ œ œ œ œ
&b b œ œ œ J œ œ œ

j
C 1. Quel- lo che tu˘a-mi˘è ma - la - to, vie-ni˘agua -
b œ.
&b b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
rir-lo, Ge - sù: tu sei la ri- sur-re - zio - ne,
b œ œ œ
&b b œ œ œ œ. œ œ
J
..
no- stra spe - ran- za sei tu. RIT.¥Chi
(Coro e poi Tutti)

Rit. Chi vive e crede in me, non morirà in eterno.

1. Quello che tu ami è malato, vieni a guarirlo, Gesù:


tu sei la risurrezione, nostra speranza sei tu.

2. Credo, Signore, che il Cristo, Figlio di Dio, sei tu:


unica gioia e salvezza del mondo tu sei, Gesù.

COLORO CHE SEMINANO


IN LACRIME
318
2ˆ3
& b 4 œj œ œ œ œ œ
3

œ œ œ œ
RIT. Co - lo - ro che se - mi - na- no in

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙
la - cri- me, mie-te - ran- no˘in al - le - grez- za.

&
518
&b 1 Ó œ w w w
1. Quando il Si - gn&re ricon - d@sse i prigio - ni$ri di

œ œ w
&b w Ó œ w
S%on ci sem - br#va di so - gn#re.

&b œ w w
w œ œ w
Al - l&ra la nostra b&cca si a - prì- al sor - r%so,

&b Ó œ w w w œœ w
la nostra l%ngua si sci&lse in c#n - ti di gi&ia.

Rit. Coloro che seminano in lacrime,


mieteranno in allegrezza.

1. Quando il Signore ricondusse i prigionieri di Sion


ci sembrava di sognare.
Allora la nostra bocca si aprì al sorriso,
la nostra lingua si sciolse in canti di gioia.

2. Allora si diceva tra i popoli:


«Il Signore ha fatto grandi cose per loro».
Grandi cose ha fatto il Signore per noi,
ci ha colmati di gioia.

3. Riconduci, Signore, i nostri prigionieri,


come i torrenti del Negheb.
Chi semina nelle lacrime
mieterà con giubilo.

4. Nell’andare, se ne va e piange,
portando la semente da gettare,
ma nel tornare, viene con giubilo,
portando i suoi covoni.
519
319 ENTRA NELLA GIOIA, SERVO BUONO
## 2
& 4 ! ! ! !
#
& # œ œ œ œ œ œ
œ œ
œ œ

##
RIT. En - tra nel - la gio - ia. ser- vo

& œ œ œ œ œ œ œ œ 43
## 3
buo - no˘e fe - de - le, il Si -

œ ˙ œ œ
& 4 œ œ œ œ œ
## U 6Œ
gno - re ti˘ac - co - glie: tu - a ri-com -

& œ œ 8 ‰ ‰ œ œ
œ ˙.
##
pen - sa sa - rà. 1. Non te -

& œ. œ. œ. œ œ œ
## j œ œ.
me - re, tu che˘hai spe -

& œ œ œ œ œ œ œ.
œ J J œ
##
ra - to nel - la su - a pa - ro - la,

& œ. œ œ œ j
œ œ œ œ œ
## j
tu che˘hai cam - mi - na - to nel - le sue

& œ. œ
œ. œ œ œ œ
## U
vi - e: og - gi sa - rai con
j j œ. œ.
& œ œ œ œ
lui nel Re - gno su - o. Al RIT.
520
Rit. Entra nella gioia, servo buono e fedele,
il Signore ti accoglie: tua ricompensa sarà.

1. Non temere, tu che hai sperato nella sua parola,


tu che hai camminato nelle sue vie;
oggi sarai con lui nel Regno suo:

2. Non temere, tu che hai amato fratelli e nemici,


tu che hai accolto poveri e stranieri:
oggi sarai con lui nel Regno suo:

3. Non temere, tu che hai portato la buona novella,


tu che hai lottato per la giustizia:
oggi sarai con lui nel Regno suo:

ESULTAI, QUANDO MI DISSERO 320


# 2‰
œ œ œ
3

& 4 œ œ œ
RIT. E - sul - tai, quan - do mi
# œ j .. œj œ œ œ œ 3
& œ œ œ 4
dis - se - ro: «An - dia - mo con
# 3œ œ œœ
& 4 œ œ œ œ œ 24 œ œ œ ..
J
gio - ia al-la ca - sa del Si - gno - re».
#
& 1 Ó œ w
(Salmo 121)

w w
1. Quale gi&ia, qu#ndo mi d%ssero:

521
#
& Ó œ w œ œ w
#
«An - d%amo alla c#sa del Si - gn&re».
w w
& Ó œ w

#
E &ra i nostri p%edi si f$rmano

& Ó œ w œ œ w
alle tue p&rte, Ge – ru - sa - l$mme.

Rit. Esultai, quando mi dissero:


«Andiamo con gioia alla casa del Signore».

1. Quale gioia, quando mi dissero:


«Andiamo alla casa del Signore».
E ora i nostri piedi si fermano
alle tue porte, Gerusalemme.

2. Gerusalemme è costruita
come città salda e compatta.
Là salgono insieme le tribù,
le tribù del Signore.

3. Per lodare il nome del Signore,


secondo la legge di Israele.
Là sono posti i seggi del giudizio,
i seggi della casa di Davide.

4. Domandate pace per Gerusalemme:


sia pace a coloro che ti amano,
sia pace nelle tue mura,
sicurezza nei tuoi baluardi.

5. Per i miei fratelli e i miei amici


io dirò: «Su di te, sia pace!».
Per la casa del Signore nostro Dio,
chiederò per te il bene.
522
ESULTERANNO NEL SIGNORE
LE OSSA UMILIATE
321
b j
& b 43 ‰ œ œ œ œ œ œ œ
RIT. E - sul - te - ran - no nel Si -
b
&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙
gno - re le os - sa u - mi - lia - te.
b
&b w œ œ
Salmodia

1. Pietà di me, o Dio, secondo la tua mise - r%-cordia;


b
&b w œ œ
nel tuo grande amore cancella il mio p$c - cato.

Rit. Esulteranno nel Signore le ossa umiliate.

1. Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia;


nel tuo grande amore cancella il mio peccato.

2. Lavami da tutte le mie colpe,


mondami dal mio peccato.

3. Riconosco la mia colpa,


il mio peccato mi sta sempre dinanzi.

4. Contro di te, contro te solo ho peccato,


quello che è male ai tuoi occhi, io l’ho fatto.

5. Perciò sei giusto, quando parli,


retto nel tuo giudizio.

6. Ecco, nella colpa sono stato generato,


nel peccato mi ha concepito mia madre.

523
7. Ma tu vuoi la sincerità del cuore,
e nell’intimo mi insegni la sapienza.
8. Purificami con issopo e sarò mondato;
lavami e sarò più bianco della neve.
9. Fammi sentire gioia e letizia,
esulteranno le ossa che hai spezzato.
10. Distogli lo sguardo dai miei peccati,
cancella tutte le mie colpe.
11. Crea in me, o Dio, un cuore puro,
rinnova in me uno spirito saldo.
12. Non respingermi dalla tua presenza,
e non privarmi del tuo santo spirito.
13. Rendimi la gioia di essere salvato,
sostieni in me un animo generoso.
14. Insegnerò agli erranti le tue vie
e i peccatori a te ritorneranno.
15. Liberami dal sangue, Dio, Dio mia salvezza,
la mia lingua esalterà la tua giustizia.
16. Signore, apri le mie labbra
e la mia bocca proclami la tua lode;
17. poiché non gradisci il sacrificio
e, se offro olocausti, non li accetti.
18. Uno spirito contrito è sacrificio a Dio,
un cuore affranto e umiliato tu, o Dio, /
non disprezzi.
19. Nel tuo amore, fa grazia a Sion,
rialza le mura di Gerusalemme.
524
20. Allora gradirai i sacrifici prescritti,
l’olocausto e l’intera oblazione,

21. allora immoleranno vittime


sopra il tuo altare.

IL SIGNORE È IL MIO PASTORE,


NON MANCO DI NULLA
322
#
& # 24 œ œ œ œ œ œ œ œ 43
RIT. Il Si - gno - re è˘il mi - o Pa -

# j 2 U̇
& # 43 œ œ.
œ
œ 4 œ œ œ ˙
sto - re, non man - co di nul - la.

## 3
& 4 œœ ˙
Salmo 22
W
1. Su pascoli erbosi il Signore mi fa ripo - s# - re,
# 3 œ ˙
& # W 4 œ
ad acque tranquille mi con - d@ - ce.

#
& # W 43 œ œ ˙
Mi rinfranca, mi guida per il giusto cam - m% - no,

# U
& # W 43 œ œ ˙
per amore del suo n& - me.

525
Rit. Il Signore è il mio Pastore, /
non manco di nulla.

1. Su pascoli erbosi mi fa riposare,


ad acque tranquille mi conduce.
Mi rinfranca, mi guida per il giusto cammino,
per amore del suo nome.

2. Se dovessi camminare in una valle oscura,


non temerei alcun male, perché tu sei con me.
Il tuo bastone e il tuo vincastro
mi danno sicurezza.

3. Davanti a me tu prepari una mensa


sotto gli occhi dei miei nemici;
cospargi di olio il mio capo.
Il mio calice trabocca.

4. Felicità e grazia mi saranno compagne


tutti i giorni della mia vita,
e abiterò nella casa del Signore
per lunghissimi anni.

526
IN PARADISO 323
# j
& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
Å

#
RIT. In pa - ra - di - so ti˘ac - com- pa - gni - no gli˘An-ge - li,
œ œ œ œ œ . Å
& œ œ œJ œ œ œ œ
# œ œ
al tuo˘ar - ri - vo ti ac - col - ga - no˘i Mar - ti - ri

& J œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œj œ
Å

# œ œ
e ti con-du-co-no nel-la San-ta Ge-ru-sa-lem-me.

& J œ œ œ œ œ œ œ œ
J
Å

#
Il co - ro de - gli˘an - ge - li ti˘ac - col - ga,

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
Å

# U
e con Laz - za - ro che fu po - ve - ro

& œ œ œ œ œ œ œ
# j
ab - bi l’e - ter - na pa - ce.

& W œ œ œ œ
Salmista

# W
1. Benedite il Signore, o servi d$l Si - gn& - re,

& œ œ œ œ
J
che abitate la sua casa e vegliate n$l - la n&t - te.

Rit. In paradiso ti accompagnino gli Angeli,


al tuo arrivo ti accolgano i Martiri
e ti conducano nella santa Gerusalemme.
Il coro degli angeli ti accolga,
e con Lazzaro che fu povero
abbi l’eterna pace.
527
1. Benedite il Signore, o servi del Signore,
che abitate la sua casa e vegliate nella notte.
2. Innalzate a lui le mani, benedite il Signore;
benedica te, da Sion, Dio che ha fatto cielo e terra.
3. Lodate il Signore: il Signore è buono;
cantate inni al suo nome perché è amabile.

324 IN PARADISO

#
& 24 ‰ œ œ œ
(q = 66)

œ œ œ J J
# œ
RIT. In pa - ra - di - so ti˘ac -

œ j j
œ œ œ
3 3

& œ œ œ œ
col - ga - no gli˘An - ge - li˘e˘i San - ti, ti˘ac -
# j
œ œ œ
FINE
& œ œ œ œ œ œ œ
3

J
col - ga - no nel - la pa - ce di Di - o.
# œ œ œ œ œ œ
œ œ œ œ
3

& œ
3 3
1. Ti˘ac - col - ga - no gli˘An-ge - li e ti
# œ œ œ 3œ œ jœ 3 2
œ œ œ
3

& 4J œ œ œ 4
3

# 2
por - ti-no˘al tro - no di Di - o, tu pos - sa sen -

& 4 œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œj œ .
3 3 3

ti - re la sua vo- ce di Pa- dre be - ni-gno.


528
Rit. In paradiso ti accolgano gli Angeli e i Santi,
ti accolgano nella pace di Dio.

1. Ti accolgano gli Angeli


e ti portino al trono di Dio,
tu possa sentire
la sua voce di Padre benigno.

2. Ti accolgano i martiri:
e con questi fratelli più forti
tu possa aver parte
alla gloria che Cristo ci ha dato.

3. Ti accolgano i poveri:
e con Lazzaro, povero in terra,
tu possa godere
tutti i beni eterni del cielo.

4. Ti accolga la Vergine,
dolce madre di Cristo qui in terra:
tu possa abitare
con la dolce tua madre del cielo.

5. Ti accolga il Signore,
Gesù Cristo il tuo Salvatore:
tu possa vedere
il tuo volto splendente di gloria.

IN PARADISO TI ACCOMPAGNO 325


# # # 2ˆ3 j
& 4 œ œ œ œ œ œ œ œ
RIT. In pa - ra - di - so ti con -

529
###
& œ œ œ œ œ œ œ œ œ
###
du - ca - no gli˘An - ge - li e ti˘ac -

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ

###
col - ga- no˘i San - ti ne - gli˘e - ter - ni splen-
j Calmo
& œ œ œ œ œ
###
do - ri. 1. Ge - sù

œ œ œ œ
3

& œ œ
3 3

œ œ œ
###
Cri - sto Si - gno - re, che˘a sé ti˘ha chia -

œ œ œ
3

& œ œ œ œ œ
###
ma - to, fra˘i be - a - ti ti˘as -

& œ œ œ œ œ œ
3
j
œ œ œ
3
so - ci˘al - la glo - ria ce - le - ste.

Rit. In Paradiso ti conducano gli Angeli


e ti accolgano i Santi negli eterni splendori.

1. Gesù Cristo Signore, che a sé ti ha chiamato,


fra i beati ti associ alla gloria celeste.

2. Nel mistero di Dio, infinita Sapienza,


contemplando il suo volto, il tuo spirito esulti.

3. Il tuo corpo mortale affidato alla terra,


trasformato risorga immortale e glorioso.

530
IO CREDO IN TE, SIGNORE 326
b
& b 24 ‰ œj .. œ œ œ œ œ œ

b
RIT. Io cre - do˘in te, Si - gno - re,

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
3

b œ œ œ œ
tu sei il Fi - glio di Di - o! Ri - sor - ge - rò con

&b ˙ œ.
FINE
j
œ
b
te, mio Sal - va - to - re. C 1. O

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ

b
Pa - dre, mi˘hai tes - su - to nel grem- bo di mia

&b œ œ œ œ œ œ œ
ma - dre: hai˘im - pres - so˘in me il
b j .
&b œ œ œ œ œ œ œ œ. œ .
3

se - gno del- la tua glo - ria. RIT. Io

Rit. Io credo in te, Signore, tu sei il Figlio di Dio!


Risorgerò con te, mio Salvatore.

1. O Padre, mi hai tessuto


nel grembo di mia madre:
hai impresso in me
il segno della tua gloria.

2. O Cristo redentore,
vivente nella Chiesa,
contemplerò il tuo volto,
non da straniero.
531
3. O Spirito di vita
sgorgato dal Trafitto,
tu gridi in me ed esulti:
sei la mia gioia.

327 IO CREDO: IL MIO REDENTORE VIVE

b
& b 2ˆ3
4 œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
3

CI - o cre- do: il mio Re - den- to - re


b œ œ œ œ œœ
&b œ œ œ œ œ
3
vi - ve e˘al - la fi - ne dei tem - pi ri -
b œ. œ œ œ œ œ œœœ
&b œ œ
sor - ge- rò dal - la pol - - ve -
b j
&b œ œ œ œ œ œ
J œ œ œ
œ
re, T nel - la mia car - ne ve - drò
b œ œ. œ œ œ œ ˙
&b œ
J
Di - o, mio Sal - va - to - re.
b œ
&b œ œ œ œ œ œ œ œ
3

œ
S 1. Io lo ve - drò e˘i miei oc - chi
b
&b œ œ œ œ œ œ œœ œœœ œ œ
lo con - tem- ple - ran - - - -

532
b j
&b œ œ œ œ œ
J œ œ œ œ œ
no, Tnel - la mia car - ne ve - drò
b œ œ. œ œ œ œ ˙
&b œ
J
Di - o, mio Sal - va - to - re.

Io credo: il mio Redentore vive


e alla fine dei tempi risorgerò dalla polvere,
nella mia carne vedrò Dio, mio Salvatore.

1. Io lo vedrò e i miei occhi lo contempleranno,


nella mia carne vedrò Dio, mio Salvatore.

2. Io lo vedrò e il mio pianto si trasformerà in gioia,


nella mia carne vedrò Dio, mio Salvatore.

IO CREDO: RISORGERÒ 328


(q = 66-76)
b 2
&b b 4 œ œ œ ‰ œ œ œ ˙
Sol–/Si@ /La@ Si@7/9 Do7

RIT. Io cre - do: ri - sor - ge - rò,

b b Fa– UFINE
b ‰ œ œ œ œ œ œ
7 Sol Fa–/La@Si@ Do+

& œ œ œ œ œ
que-sto mio cor- po ve - drà˘il Sal-va - to - re!

b b b 3 Mi@ ‰ j
& 4 œ œ œ œ œ œ œ
Do–/Mi@

œ
S 1. Pri - ma che io na - sces - si, mio

&
533
La@ j
b j Sol–
&b b œ œ œ œ œ ‰
œ œ œ œ œ œ œ
La@6 Mi@

J
Di - o, tu mi co - no - sci: ri - cor - da- ti, Si -

b b Sol–
œ œ ‰ j La@
œ œ œ œ œ 2
& b œ 4 œ œ
Si@7/La@ Mi@/Sol

gno - re, che l'uo - mo è co- me l’er - ba,

b
&b b Œ œ œ œ œ œ ˙ œ
Mi@ La@6 Do– (Sol–/Si@)

œ
co - me˘il fio - re del cam- po.

Rit. Io credo: risorgerò,


questo mio corpo vedrà il Salvatore!
1. Prima che io nascessi,
mio Dio, tu mi conosci:
ricordati, Signore,
che l’uomo è come l’erba,
come il fiore del campo.
2. Ora è nelle tue mani
quest’anima che mi hai data;
accoglila, Signore,
da sempre tu l’hai amata,
è preziosa ai tuoi occhi.
3. Padre, che mi hai formato
a immagine del tuo volto:
conserva in me, Signore,
il segno della tua gloria,
che risplenda in eterno.
4. Cristo, mio Redentore,
risorto nella luce:
io spero in te, Signore,
hai vinto, mi hai liberato
dalle tenebre eterne.
534
5. Spirito della vita,
che abiti nel mio cuore:
rimani in me, Signore,
rimani oltre la morte,
per i secoli eterni.

LA MIA EREDITÀ, O SIGNORE, SEI TU 329


j
& b 24 œ œ œ œ œ œ œ œ
1

œ œ œ œ
RIT. La mi - a˘e - re - di - tà, o Si - gno-re, sei

&b œ œ œ œ œ œ œ 43 œ ˙
tu, nel - la ter - ra dei vi - ven - ti.
2

& b ‰ œJ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
I pu - ri di cuo - re a - bi - te -

œ œ œ œ
&b œ œ œ œ œ ˙
ran - no nel - la ca - sa del Si - gno - re.
Åw
&b w œ œ œ
Salmodia Å
1. L’anima¥mia l#n - gu%sce e brami gli atri del Si-gn&re.

&b w œ œ Åw œ
Il mio cuore e la m%a c#rne esultano nel Dio vi - v$nte.

535
1. La mia eredità, o Signore, /
sei tu, nella terra dei viventi.

2. I puri di cuore abiteranno nella casa del Signore.

1. L’anima mia languisce


e brama gli atri del Signore.
Il mio cuore e la mia carne
esultano nel Dio vivente.

2. Anche il passero trova la casa,


la rondine il nido, dove porre i suoi piccoli,
presso i tuoi altari, Signore degli eserciti,
mio re e mio Dio.

3. Beato chi abita la tua casa:


sempre canta le tue lodi!
Beato chi trova in te la sua forza
e decide nel suo cuore il santo viaggio.

4. Passando per la valle del pianto /


la cambia in una sorgente,
anche la prima pioggia l’ammanta di benedizioni.
Cresce lungo il cammino il suo vigore,
finchè compare davanti a Dio in Sion.

5. Per me un giorno nei tuoi atri


è più che mille altrove,
stare sulla soglia della casa del mio Dio
è meglio che abitare nelle tende degli empi.

536
L’ANIMA MIA 330
HA SETE DEL DIO VIVENTE

b
& b 2ˆ3
ANTIFONA (q = 69-76)

4 œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ

b
L’a - ni - ma mi - a ha se - te del Dio vi -

&b œ ˙ œ œ œ œ œ œ ˙
ven - te: quan - do ve- drò˘il suo vol - to?
b
SALMO

&b 1 Ó œ w w w

b
1. C&–me una c$r–va a - n$–la

&b Ó œ w w Ó œ w
sì- la mia
b
ai c&r–si delle #c–que, co -

&b w w Ó œ w w
#–nima a - n$–la a t$, o D%o.

Rit. L’anima mia ha sete del Dio vivente:


quando vedrò il suo volto?
1. Come una cerva anela
ai corsi delle acque,
così la mia anima anela
a te, o Dio.
2. La mia anima ha sete di Dio,
del Dio vivente.
Quando verrò e vedrò
il volto di Dio?
3. Le lacrime sono il mio pane,
di giorno e di notte,
mentre dicono a me tutto il giorno:
«Dov’è il tuo D%o?».
537
4. Questo io ricordo e rivivo
nell’anima mia:
procedevo in uno splendido corteo
verso la casa di Dio.
5. Perché ti abbatti, anima mia,
e ti agiti in me?
Spera in Dio: ancora lo esalterò,
mia salvezza e mio Dio.
6. Sia gloria al Padre, al Figlio,
allo Spirito Santo:
a chi era, è, e sarà
nei secoli il Signore.

331 L’ANIMA MIA HA SETE DI TE,


SIGNORE

& b 2ˆ3
4 Œ œ œ œ œ œ œ œ
3

RIT. L’a - ni - ma mi - a ha

&b œ œ œ œ
œ œ œ œ œ œ ˙
se - te di te, Si - gno- re, mi - o Di - o.

&b w œ
Salmista

1. O Dio, tu sei il mio Dio, all’aurora ti c$rco,

&b w œ w œ
di te ha sete l’anima m%a, a te anela la mia c#rne,

&b w œ
come terra deserta, arida, sen - z’#cqua.
538
Rit. L’anima mia ha sete di te, Signore, mio Dio.
1. O Dio, tu sei il mio Dio, all’aurora ti cerco,
di te ha sete l’anima mia,
a te anela la mia carne,
come terra deserta, arida, senz’acqua.
2. Così nel santuario ti ho cercato,
per contemplare la tua potenza e la tua gloria.
Poiché la tua grazia vale più della vita,
le mie labbra diranno la tua lode.
3. Così ti benedirò finchè io viva,
nel tuo nome alzerò le mie mani.
Mi sazierò come a lauto convito,
e con voci di gioia ti loderà la mia bocca.
4. Nel mio giaciglio di te mi ricordo,
penso a te nelle veglie notturne,
tu sei stato il mio aiuto;
esulto di gioia all’ombra delle tue ali.

LUCE PER ME SARAI, O SIGNORE 332


### 6 j
& 8 œ œ œ œ œ œ œ œ œ . œ Jœ
### œ œ œ j
RIT. Lu - ce per me sa- rai, o Si - gno - re; splen -

& œ œ œ. œ œ œ œ. œ.
# # # (Salmo 122)
do - re per me sa - rai, mi - o Di - o.

& w œ w œ œ
œ
1. A te levo i miei &cchi, a te che abit% nei cieli.
539
Rit. Luce per me sarai, o Signore;
splendore per me sarai, mio Dio.
1. A te levo i miei occhi,
a te che abiti nei cieli.
2. Ecco, come gli occhi dei servi
alla mano dei loro padroni;
3. come gli occhi della schiava
alla mano della sua padrona,
4. così i nostri occhi /
sono rivolti al Signore nostro Dio,
finché abbia pietà di noi.
5. Pietà di noi, Signore, pietà di noi,
già troppo ci hanno colmato di scherni,
6. noi siamo troppo sazi degli scherni dei gaudenti,
del disprezzo dei superbi.

333 NELLA SERA DELLA VITA

&b C Ó
(m = 60-69)

œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
S 1. Nel - la se - ra del - la vi - ta tu sei

&b œ œ ˙ ˙ ˙ œ œ
œ œ
œ œ
l’o - spi - te del Pa - dre. Nel - l’ab -

&b œ œ œ œ œ œ
brac - cio del - l’in - con - tro la fa -
540

&
&b œ œ œ œ ˙ ˙ œ Œ œ œ
ti - ca sva - ni - rà. RIT. Ti ve -

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
dre- mo con i san - ti al - la Ce - na del - l’A -

&b ˙ ˙ œ Œ œ œ œ œ œ œ

(U)
gnel - lo: nel - la lu - ce del Si -

&b œ œ œ œ œ œ œ œ w
gno - re il tuo vol - to bril - le - rà.

1. Nella sera della vita tu sei l’ospite del Padre.


Nell’abbraccio dell’incontro la fatica svanirà.

Rit. Ti vedremo con i Santi alla cena dell’Agnello:


nella luce del Signore il tuo volto brillerà.

2. Ti ha redento Gesù Cristo /


con il sangue della croce.
Anche tu sei perdonato e sicuro del suo amore.

3. L’acqua fresca della vita, nel battesimo versata,


farà limpido il tuo sguardo, /
i tuoi occhi Dio vedranno.

4. Quando a noi verrà il Signore, /


rivestito della gloria,
con la Vergine e i suoi santi tutti in cielo porterà.

5. Nuovi cieli e mondi nuovi /


splenderanno del suo sole.
Non v’è più dolore o pianto /
nella casa del Signore.
541
334 NUOVI CIELI

# 2 Mi– Re/Fa# Mi–/Sol Sol/Si


(q = 80-88) Chit.: accordi sgranati
Mi–

& 4 œ œ œ œ œ œ œœœ œ œ
1. Nuo - vi cie - li, nuo - ve ter-re ve - dia - mo,
#
œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
La– Do La– Mi– La–

&
il Si - gno- re˘in vol - to con - tem - plia - mo:
#
& œ. œ œ œ œ œ œ œ
Do Fa Do La–

J
il suo san - gue ci˘ha la - va - to,
# Sol œ
& œ. œ œ œ œ
La–

œ œ
Mi– Re– La–

J
la sua cro - ce ci˘ha se - gna - to.

#
Per continuare Per finire

œ Œ .. Œ œ œ ˙
Sol/Si Mi– La– Re Sol

& œ
Al - le - lu - ia.

1. Nuovi cieli, nuove terre vediamo,


il Signore in volto contempliamo:
il suo sangue ci ha lavato,
la sua croce ci ha segnato.
2. Egli ha posto la sua tenda tra noi,
non avremo più fame né sete,
ogni pena è consolata,
ogni lacrima asciugata.
3. È l’Agnello eterno il nostro pastore,
ha la veste aspersa del suo sangue,
ci conduce alle fonti
delle acque della vita.
542
4. Il Fedele, il Verace seguiamo,
giudica e combatte con giustizia,
sul suo corpo è scritto un nome:
il Signore dei signori.
Alleluia.

QUELLI CHE IL PADRE MI HA DATI 335


# 2ˆ3
ANTIFONA

& 4 œ œ œ œ œ œ œ œ
#
Quel - li che˘il Pa - dre mi˘ha da - ti,

& ˙ œ. œ œ œ
œ œ œ œ J
#
ver - ran - no˘a me; e chi vie - ne˘a

& œ. œ œ œ œ œ œ ˙.
J
#
me non lo re - spin - ge - rò.

& w œ œ œ w
Modulo per versetti
œ œ
1. Confidate in Lui v&i t@tti assemblee del s@o p&polo.

Rit. Quelli che il Padre mi ha dati, verranno a me;


e chi viene a me non lo respingerò.
1. Confidate in lui voi tutti
assemblee del suo popolo.
2. Riversate davanti a lui il vostro cuore:
Dio è il nostro rifugio.
3. Di te, o Signore, è la forza, di Dio è l’amore.
Tu ripaghi ogni uomo secondo le sue opere.
543
336 SPERO NEL SIGNORE

& 42 œ
ANTIFONA 1 (q = 60-66)

œ œ œ œ œ œ
U
Spe - ro nel Si - gno - re e˘a -

& œ œ œ œ œ œ œ œ
spet - to sul - la sua pa - ro - la.

2ˆ3 œ œ œ œ
ANTIFONA 2 (q = 66-72)

& 4 œ œ œ œ œ œ
Se tu guar - di le col - pe, o Si -

& œ œ œ œ œ ˙
œ
gno - re, chi re - si - ste - rà?
SALMO

& 1 Ó œ w w w
1. Dal pro - f&n–do grido a t$, o Si - gn&–re:

& Ó œ w œ œ w Ó œ
a - sc&l–ta la mia v&–ce! Le tue o -

& w w w Ó œ
r$c–chie s%a–no at - t$n–te alla

& w œ œ w w
v&–ce della mia pre - ghi$ - - - ra.

Ant. 1 Spero nel Signore /


e aspetto sulla sua parola.
Ant. 2 Se tu guardi le colpe, /
o Signore, chi resisterà?
544
1. Dal profondo grido a te, o Signore:
ascolta la mia voce!
Le tue orecchie siano attente
alla voce della mia preghiera.

2. Se tu guardi le colpe, o Signore,


chi resisterà?
Ma presso di te è il perdono
perché tu sia temuto.

3. Spero nel Signore, spera l’anima mia,


e aspetto sulla sua parola.
L’anima mia aspetta il Signore,
più che le sentinelle il mattino.

4. Sì, presso il Signore è l’amore


e grande è il riscatto:
egli riscatta Israele
da tutte le sue colpe.

5. Sia gloria al Padre, al Figlio,


allo Spirito Santo:
a chi era, è e sarà
nei secoli il Signore.

TU VIVRAI NELLA LUCE DI DIO 337


& c œ œ œ œ œ œ œ œ œ #œ
(q = 76)

œ œ nœ

& œ œ œ œ œ
œ œ œ œ œ œ
RIT. Tu vi - vrai nel- la lu - ce di Di - o,
545
& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
can - te - rai nel- le schie-re dei suoi san- ti,
œ œ
&
œ œ œ œ œ œ œ œ œ
gu - ste - rai la dol - cez - za del suo˘a-mo - re

& œJ ‰ œ œ œ œ œ œ ˙ Œ
3 FINE

nel - la ca - sa di Di - o.

& œ œ #œ œ œ Nœ œ œ œ œ œ œ
3

1. Tu hai spe - ra - to nel - la su - a pa - ro - la,


j
& ‰ œ œ œ œ œ
œ œ œ œ œ œ
tu hai cre- du - to al - la sua pro - mes - sa,

& ‰ œ œ #œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
al - la sua ca - sa lui ti ha chia - ma - to,

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ #œ œ œ œ œ
3

gran - de sa - rà la ri-com - pen-sa tu - a nei cie - li. RIT.

Rit. Tu vivrai nella luce di Dio,


canterai nelle schiere dei suoi santi,
gusterai la dolcezza del suo amore
nella casa di Dio.

1. Tu hai sperato nella sua parola,


tu hai creduto alla sua promessa,
alla sua casa lui ti ha chiamato,
grande sarà la ricompensa tua nei cieli.

546
2. Tu hai donato gioia ed amicizia,
il suo sorriso è vivo in mezzo a noi.
Se la tua morte ci lascia nel dolore
certi noi siam di ritrovarci un giorno col Padre.

UDII UNA VOCE DAL CIELO 338


#
& # 2ˆ3
4 œj œ œ œ œ œ
3 3

œ
#
RIT. U - dii u - na vo - ce dal

& # œ œ œ œ œ œ œ œ
3

œ
## œ
cie - lo che mi di - ce - va: «Be -

œ œ œ
& œ œ œ
#
a - ti i mor - ti che

& # œ œ œ œ œ œ ˙
# # Salmo 120
muo - io - no nel Si - gno - re!»

& w œ œ Å

#
1. Alzo gli occhi ver - s&˘i monti:

& # w œ œ w ˙
Flexa

da dove mi verrà l’# - iuto?

Rit. Udii una voce dal cielo che mi diceva:


«Beati i morti che muoiono nel Signore!».

1. Alzo gli occhi verso i monti:


da dove mi verrà l’aiuto?
547
2. Il mio aiuto viene dal Signore,
che ha fatto cielo e terra.

3. Non lascerà vacillare il tuo piede,


non si addormenterà il tuo custode.

4. Non si addormenta, non prende sonno,


il custode d’Israele.

5. Il Signore è il tuo custode,


il Signore è come ombra che ti copre,

6. Di giorno non ti colpirà il sole,


né la luna di notte.

7. Il Signore ti proteggerà da ogni male,


egli proteggerà la tua vita.

8. Il Signore veglierà su di te,


quando esci e quando entri, da ora e sempre.

339 ULTIMO A DIO

# 2Calmo j
& 4Π! ! Πj
Solo - I
œ œ
#
1. Sei

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
sta - to im - mer - so nel - la mor - te di
# œ
Solo - II
œ œ œ œ œ
& œ œ J J
Cri - sto. La mor - te di Cri - sto
548

&
# >
& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
> - -
ti ri - por- ti˘al Pa - dre.TE nel - la su - a
#
& œ œ œ œ œ œ œ œ œ
ca - sa noi ti ri - ve - dre - mo.

1. Sei stato immerso nella morte di Cristo.


La morte di Cristo ti riporti al Padre.
E nella sua casa noi ti rivedremo.

2. Sei stato segnato dalla croce di Cristo.


La croce di Cristo ti riporti al Padre.
E nella sua casa noi ti rivedremo.

3. Sei stato piantato sulla vite, che è Cristo.


La vite che è Cristo ti riporti al Padre.
E nella sua casa noi ti rivedremo.

4. Sei stato bruciato dallo Spirito, in Cristo.


Lo Spirito in Cristo ti riporti al Padre.
E nella sua casa noi ti rivedremo.

5. Sei stato lavato dal sangue di Cristo.


Il sangue di Cristo ti riporti al Padre.
E nella sua casa noi ti rivedremo.

6. Sei stato nutrito dal corpo di Cristo.


Il corpo di Cristo ti riporti al Padre.
E nella sua casa noi ti rivedremo.

7. Hai voluto servire per amore di Cristo.


L’amore di Cristo ti riporti al Padre.
E nella sua casa noi ti rivedremo.

549
340 ULTIMO A DIO

& 2ˆ3
4 œ œ œ œ œ œ œ
Largo sereno (q = 54)
œ œ
C1. Là, nel pa - e - se do - ve te - ne

&œ œ œ œ œ œ œ œ œ

j
va - i, nes - su - no ha˘un cuo - re di

& œ }œ œ . œ œ œ œ œ œ œ
U ##
pie - tra: l’ac - qua che ti ha sal -

&œ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙
va - to ti por - ta ver- so˘il Pa - dre.

# # .(1ª v. C, 2ª v. T) œ œ œ
& . œ œ œ œ œ œ J J
##
Noi ti di - cia - mo «a Di - o», al

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ
Di - o che tan - to ci˘ha a - ma - to,

# j U
& # ‰ œ œ ..
1. 2.

œ œ ˙ œ œ ˙
al no- stro Di - o. Di - o.

1. Là, nel paese dove te ne vai,


nessuno ha un cuore di pietra:
l’acqua che ti ha salvato
ti porta verso il Padre.
Noi ti diciamo “a Dio”,
al Dio che tanto ci ha amato,
al nostro Dio.
550
2. Là, nel giardino dove te ne vai,
i corpi non sono polvere:
la linfa dello Spirito
ti porta verso il Padre.
Noi ti diciamo «a Dio»,
al Dio che è fonte di vita,
al nostro Dio.

3. Là, nella casa dove te ne vai,


la notte si cambia in luce:
il sangue della croce
ti porta verso il Padre.
Noi ti diciamo “a Dio”,
al Dio che per te è tutto,
al nostro Dio.

UNA COSA AL SIGNORE DOMANDO 341


#
& # 2ˆ3
4 Œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
RIT. U - na co - sa˘al Si - gno - re do -
#
& # œ œ œ œ œ œ œ œ œ
man - do, que - sta so - la cer - che -
# œ œ œ œ œ œ
& # ˙ œ œ œ œ

U
rò: a - bi - ta - re nel - la ca - sa del Si -
#
& # œ œ œ œ œ œ œ œ œ
gno - re o - gni gior - no di vi - ta.

&
551
#
& # 1 Ó œ w w w
#
1. Il Si - gn&re è mia l@ce e mia sal - v$zza:

& # Ó œ w w Ó œ w

#
di ch% avrò ti - m&re? Il Si - gn&re è la for -

& # w w Ó œ w w
t$zza della mia v%ta: di ch% avrò pa - @ra?

Rit. Una cosa sola al Signore domando, /


questa sola cercherò:
abitare nella casa del Signore /
ogni giorno di vita.

1. Il Signore è mia luce e mia salvezza:


di chi avrò timore?
Il Signore è la fortezza della mia vita:
di chi avrò paura?

2. Se avanzano i malvagi contro di me


per divorarmi la carne,
ecco oppressori e nemici
vacillare e cadere.

3. Se un esercito si accampa contro di me,


il mio cuore non teme;
se insorge contro di me la battaglia,
in questa cosa ho fiducia.

4. Una cosa domando al Signore, /


questa sola cercherò:
abitare nella casa del Signore ogni giorno di vita,
gustare la dolcezza del Signore,
contemplare il suo tempio.

552
5. Mi nasconde nella sua capanna
nel giorno del male,
mi accoglie nel segreto della tenda,
sulla roccia mi innalza.

6. E ora si leva il mio capo


sui nemici che ho intorno.
offrirò nella sua tenda
sacrifici di esultanza.

VENITE IN AIUTO 342


b
& b 2ˆ3
4 Œ ‰ j
œ œ œ œ œ œ
b
S Ve - ni - te˘in a - iu - to,

&b œ œ œ œ œ œ œ œ

b
San - ti di Di - o; ac - cor -

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ
b
re - te, An - ge - li del Si - gno - re:

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ

b
TAc - co - glie - te la sua a - ni - ma

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
b
e pre- sen - ta - te - la da - van - ti˘al

&b œ œ œ œ œ œ œ œ
Œ
tro - no del - l’Al - tis - si - mo.
553
b
& b ‰ œj œ œ œ œ œ œ œ
b
S T’ac - col - ga Cri - sto, che t’ha chia -

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ

b
ma - to, e gli˘An-ge - li ti con -

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
b
du - ca - no con A - bra - mo in Pa - ra -

&b œ œ œ
œ œ œ œ œ œ

b
di - so. TAc - co - glie - te la sua

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
b
a - ni - ma e pre - sen - ta - te - la

&b œ œ œ œ œ œ
œ œ œ œ œ
b
da - van- ti˘al tro - no del-l’Al - tis- si - mo.

&b œ ‰ j
œ œ œ œ œ œ

bb
S L’e - ter - no ri - po - so

& œ œ nœ œ œ œ œ œ nœ œ
b
do - na- gli,˘o Si - gno - re, e splen - da˘a

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ
b
lui la lu - ce per - pe - tu - a.

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
T Ac - co - glie - te la sua a - ni - ma

554
b
&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
b
e pre- sen - ta - te - la da - van - ti˘al

&b œ œ œ œ œ œ œ œ
Œ
tro - no del - l’Al - tis - si - mo.

Venite in aiuto, Santi di Dio;


accorrete, Angeli del Signore:
Accogliete la sua anima e presentatela
davanti al trono dell’Altissimo.
T’accolga Cristo, che t’ha chiamato,
e gli Angeli ti conducano con Abramo in Paradiso.
Accogliete la sua anima e presentatela
davanti al trono dell’Altissimo.
L’eterno riposo donagli, o Signore,
e splenda a lui la luce perpetua.
Accogliete la sua anima e presentatela
davanti al trono dell’Altissimo.

VIVE IL MIO REDENTORE 343


# (2ˆ3
q = 63-72)
& 4 œ œ œ œ œ œ œ œ
#
RIT. Vi - ve˘il mi - o Re - den - to - re

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
e nel - l’ul - ti- mo gior - no mi da -
555
# Œ
& œ œ œ œ œ
FINE
œ œ œ
#
rà la nuo- va vi - ta.

‰ œ œ œ œœ œ œ œ œœ œ œ œ
3

&
3 3

# œ j
S 1. Se tu guar-di i no-stri pec - ca-ti, chi po-

& œ œ œ3 œ œ œ œ œ œ
#
trà fis - sa - re˘il tuo vol - to? So - lo

œ œ œ œ œ œ œ
3

&
tu sei giu - sto, sei san - to.

Rit. Vive il mio Redentore


e nell’ultimo giorno mi darà la nuova vita.

1. Se tu guardi i nostri peccati,


chi potrà fissare il tuo volto?
Solo tu sei giusto, sei santo.

2. Redentore, amico dell’uomo,


ogni colpa in loro distruggi:
indulgente, accorda perdono.

3. Dio vivo, accogli benigno


sacrifici, voti e preghiere
che per loro a te presentiamo.

4. Tu sei vita e risurrezione,


carità e gioia perfetta
per chi muore nella tua grazia.

5. Dal tuo amore furon creati,


nel tuo sangue furon redenti:
solo in te saranno beati.
556
6. Salvatore, Cristo Signore,
che morendo hai vinto la morte,
dona loro il premio dei cieli.

7. Trinità augusta e gloriosa,


la tua gloria loro risplenda
negli eterni secoli. Amen.

ABBIAMO MANGIATO IL PANE 344


# 2Calmo
j
(q = 60-66)

& 4 œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
#
S 1. Ab - bia - mo man- gia - to˘il pa - ne, il

& œ œ œ œ œ œ œ
œ œ œ œ
#
pa - ne di Di - o: un pa - ne vi -
j ˙
& œ. œ œ œ œ œ
# œ
vo, che˘in sé tra - sfor - ma

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙
#
tut - te le for - ze del - la ter - ra.

& œ œ œ œ œ œ ˙ œ œ

#
T Cor - po di Cri - sto per noi, no -

& œ œ œ œ œ œ œ œ
˙ ˙
stro˘u- ni - ver - so! Cor - po di Cri - sto per

&
557
# œ œ
& ˙ œ œ ˙ ˙
noi, no - stro˘u - ni - ver - so.

1. Abbiamo mangiato il pane,


il pane di Dio:
un pane vivo, che in sé trasforma
tutte le forze della terra.
Corpo di Cristo per noi,
nostro universo.

2. Abbiamo bevuto il vino,


il vino di Dio:
un vino nuovo, dove la morte
muore, sconfitta dalla vita.
Sangue di Cristo per noi,
nostra speranza!

3. Apriamo la porta a Cristo,


il Figlio di Dio:
novello Adamo, tempra nel fuoco
tutti gli umani desideri.
Mensa di Cristo per noi,
nostro avvenire!

345 ADORO TE, DEVOTE


# j j j j Å j j
& # œj œ œ œ œ œ œ œ œ œ œj œj œ
Å

## j j j j œ Å j j j j
1. A - do - ro te de - vo - te, la- tens De - i - tas,

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
Å
quae sub his fi - gu - ris ve - re la - ti - tas:
558
## j j œ œ œ œ œ Å œ œj j j
& œ œ J œ
J œ œ œ
Å

## j œj j j
ti - bi se cor me - um to- tum su - bij- cit,
Å j j j j
& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
#
qui - a te con-tem - plans to-tum de - fi - cit.

& # œ œ œ œ œ
A - - - men.

1. Adoro te devote, latens Dèitas,


quae sub his figuris vere latitas:
tibi se cor meum totum subijcit,
quia te contemplans totum deficit.

2. Visus, gustus, tactus, in te fallitur,


sed solus auditus tute creditur.
Credo quicquid dixit Dei Filius:
nil Veritatis verbo verius.

3. In cruce latebat sola Deitas,


sed hic latet simul et humanitas.
Ambo tamen credens atque confitens
peto quod petivit latro paenitens.

4. Plagas, sicut Thomas, non intueor;


neum tamen Deum te confiteor.
Fac me tibi semper magis credere,
in te spem habere, te diligere.

5. O memoriale mortis Domini,


Panis veram vitam praestans homini
praesta meae menti de te vivere,
et te semper illi dulce sapere.

559
6. Pie pellicane Jesu Domine,
me innumdum munda tuo sanguine,
cuius una stilla salvum facere
totum mundum posset omni scelere.

7. Jesu, quem velatum nunc aspicio,


oro fiet illud quod tam cupio
ut, te revelata cernens facie,
visu sim beatus tuae gloriae?
Amen.

(parafrasi di F. Filisetti)
1. O Gesù, ti adoro, ostia candida,
sotto un vel di pane nutri l’anima.
Solo in te il mio cuore si abbandonerà
perché tutto è vano se contemplo te.

2. L’occhio, il tatto, il gusto non arriva a te,


ma la tua parola resta salda in me.
Figlio sei Dio, nostra verità;
nulla di più vero, se ci parli tu.

3. Hai nascosco in Croce la divinità,


sull’altare veli pur l’umanità;
Uomo-Dio la fede ti rivela a me,
come al buon ladrone dammi un giorno il ciel.

4. Anche se le piaghe non mi fai toccar,


grido con Tommaso: «Sei il mio Signor»;
cresca in me la fede, voglio in te sperar
pace trovi il cuore solo nel tuo amor.

5. Sei ricordo eterno che morì il Signor,


pane vivo, vita, tu diventi in me.
Fa’ che la mia mente luce attinga a te
e della tua mamma porti il gusto in sé.
560
6. Come il pellicano nutri noi di te;
«dal peccato - grido - lavami, Signor».
Il tuo sangue è fuoco, brucia il nostro error,
una sola stilla, tutti può salvar.

7. Ora guardo l’Ostia, che ti cela a me,


ardo dalla sete di vedere te:
quando questa carne si dissolverà
il tuo viso, luce, si disvelerà.
Amen.

AVE, VERUM CORPUS 346


&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
J
Å
A - ve, ve - rum Cor - pus na - tum

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ ‰
de Ma - ri - a Vir - gi - ne:

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
J
Å
ve - re pas - sum, im - mo - la - tum

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ
j
in cru - ce pro ho - mi - ne.

&b ‰ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ Å
Cu - jus la - tus per - fo - ra - tum

& b œJ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
flu - xit a - qua et san - gui- ne:
561
j œ œ œ
& b ‰ œ œ œ œ œ œ œ Å
E - sto no - bis prae- gu - sta - tum

& b œJ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ ‰
mor - tis in ex - a - mi - ne.

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ ‰ œ œ œ œ œ
O Je - su dul - cis! O Je - su

&b œ œ œ œ ‰ œ œ œ œ œ œ œ œ
pi - e! O Je - su,
j
&b œ œ œ œ œ œ œ œ
Fi - li Ma - ri - ae.

Ave, verum Corpus natum de Maria Virgine:


vere passum, immolatum in cruce pro homine,
cujus latus perforatum fluxit aqua et sanguine.
Esto nobis praegustatum mortis in exàmine.
O Iesu dulcis, o Iesu pie,
o Iesu, Fili Mariae.

(Traduzione conoscitiva)
Salve, o vero Corpo, nato da Maria Vergine:
che veramente soffristi /
e fosti immolato su la croce per l’uomo:
dal cui lato trafitto sgorgò acqua e sangue:
sii da noi pregustato in punto di morte.
O Gesù dolce! O Gesù pietoso! /
O Gesù, figlio di Maria!

562
BEATO CHI MANGIA IL TUO PANE 347

& b 68 œ . œœ œ œ
(q = 55)

. œ œ œ œ. œ j
œ
RIT. TBe -

& b .. œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
j
a - to chi man-gia˘il tuo pa - ne al ban-chet- to del

& b œ œ œ j œ œ œ
œ œ œ œ

j bbbb
cie - lo. Be - a - to chi be - ve˘il tuo
j
& b œ œ œ œ bœ œ œ œ œ œ œ
bb
vi - no al - la men - sa del Re- gno. S1.¥Ci

&b b œ œ œ œ œ œ œ œ. œ
œ œ œ œ
do - ni, Si - gno - re, il pa - ne del tuo cie - lo e˘il
bb j nn
& b b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œj n b ..
vi-no del-la fe-sta nel tuo Re-gno. Be–

Rit. Beato chi mangia il tuo pane


al banchetto del cielo.
Beato chi beve il tuo vino
alla mensa del Regno.

1. Ci doni, Signore, il pane del tuo cielo


e il vino della festa nel tuo regno.

2. Ci doni, Signore, il pane della vita


e il vino che è bevanda di salvezza.

563
3. Ci doni, Signore, il pane dato ai figli
e il vino della cena con gli amici.

4. Ci doni, Signore, il pane del tuo amore


e il vino della nuova alleanza.

5. Ci doni, Signore, il pane che hai spezzato


e il vino che per noi hai versato.

6. Ci doni, Signore, il pane del deserto


e il vino della terra che hai promesso.

7. Ci doni, Signore, il pane della Pasqua


e il vino della nuova Pentecoste.

8. Ci doni, Signore, il pane dei tuoi angeli


e il vino che rallegra il cuore agli umili.

348 COME UNICO PANE

###
(q = 96-104)

c Œ œ ˙ œ œ
La Mi/Sol# Fa#– /Mi

& œ œ
œ œ œ
S 1. Co- me u - ni - co pa - ne an- che

### Re Si– Mi
Œ
& œ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙
noi qui for- mia-mo˘un so - lo cor- po,

# # # LaΠMi/Sol#
œ œ œœœ ˙
Fa#– /Mi
Œ
&
œ œ œ
per- ché tut - ti man - gia - mo

564
###
‰ œ œ œ œ œ #œ
Si/Re# /Fa# Mi

& œ œ œ ˙
il pa - ne vi - vo di Cri - sto.
# # # LaŒ œ Do#
œ œ œ œ œ œ œ
Fa#–

˙
Mi– La

&
RIT. È que - sta la vi - ta per noi,
# # # ReŒ œ œ
Si–
œ œ œ
Mi
˙ Œ
&
è que - sta la gio - ia:
### œ œ œ œ œ œ œ œ
Œ œ œ œ œ
La Re La

&
il vi - ve - re˘u - ni - ti con Cri - sto fa -

# # # Reœ œ œ
La Sol/La

œ œ ˙ Ó
La

& nœ
cen - do la Chie - - - sa.

1. Come unico pane


anche noi qui formiamo un solo corpo,
perché tutti mangiamo
il pane vivo di Cristo.

Rit. È questa la vita per noi,


è questa la gioia:
il vivere uniti con Cristo
facendo la Chiesa.

2. Per un’unica fede


noi crediamo a questa santa cena
e cantiamo all’amore
di un Dio fattosi carne.

565
3. Siamo quelli di sempre,
ma l’amore di Cristo ci trasforma
e vogliamo gridarlo
a chi ricerca la pace.

4. Siamo quelli che ha scelto


per portare la vita ai suoi fratelli:
noi saremo la voce
di Cristo, Dio e uomo.

349 CON AMORE INFINITO

& b 24
(q = 74)
! ! ! !

& b .. Œ œ œ œ œ œ œ œ
œ œ
j
RIT. T Con a - mo - re˘in - fi - ni - to vi˘ho a -

&b œ œ ‰ œ œ œ œ œ Œ œ œ
ma - ti, di- ce˘il Si - gno - re. Con a -

œ œ œ
&b œ œ œ
œ œ œ

j
mo - re sin - ce - ro vi˘a - me - re - te,
j
&b ‰ œ œ œ œ œ œ œ œ œ j bbbb
œ
b
a - mi-ci mie - i. S1. Ho

& b bb œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
mes - so il mio cuo - re ac - can-to˘al vo - stro
566

&
b j
& b bb Œ ‰ œj œ . œ œ œ œ œ
œ œ
b
cuo - re, C per - ché l’a - mo - re cre-sca˘in

& b bb ˙ Œ ‰ j œ œ œ œ œ œ œ
œ
bb ‰ œj
voi. S Ho mes- so la mia vi - ta˘a ser -

&b b œ œ œ Œ
œ œ œ
b j n n n b ..
vi - zio del - la vo - stra, C per -
b
& b b œ. œ œ œ œ œ ˙
ché la vi - ta˘ab - bon- di˘in voi.

Rit. Con amore infinito vi ho amati,


dice il Signore.
Con amore sincero vi amerete,
amici miei.

1. Ho messo il mio cuore


accanto al vostro cuore,
perché l’amore cresca in voi.
Ho messo la mia vita
a servizio della vostra,
perché la vita abbondi in voi.

2. Ho messo le mie mani


sugli occhi di chi è cieco,
perché la luce splenda in voi.
Ho messo i miei piedi
sui passi di chi è solo,
perché la gioia nasca in voi.

3. Ho messo il mio pane,


in mano a chi ha fame,
perché la forza torni in voi.
567
Ho messo la mia grazia
nel corpo di chi soffre,
perché la pace sia in voi.
4. Ho messo la mia voce,
nel cuore di chi è sordo,
perché la fede aumenti in voi.
Ho messo la mia luce
davanti a chi è smarrito,
perché speranza torni in voi.

350 CRISTO, SIGNORE, TU VIENI A NOI

‰ œj
(q = 96-104)

&b c œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
Fa Si@ Sol–7 Do

RIT. Cri- sto Si- gno- re, tu vie- ni a noi, ci


(Sol–7/Re

œ ˙
Do7/Si@

&b œ œ œ œ œ œ Œ
Fa/La Re– Fa/Do) Si@7 Fa/La Do7/Sol

do - ni˘il tuo Cor - po glo - rio - so,

j
&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ ‰œ
Fa La Re– Si@ Do

gra- zia, ve- ri - tà, for- te pe- gno per noi di

(Uj)
&b œ œ œ œ
Fa/La Si@ Fa/Do Do Si@ Fa

œ œ œ œ œ
vi - ta di - vi - na˘e fra - ter - na.

j
SALMO

b
& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
La7 Re– Do/Mi

1. Be - ne - di - rò il Si - gno- re˘in o - gni


568
&b œ ‰ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
Fa4 3 Fa/La Si@ Sol–

œ J
tem - po, sul - la mia boc - ca sem- pre la sua

&b œ Œ œ œ œ œ œ œ3 œ
Fa/Do Do Fa La7/Mi Re–

œ
lo - de. Nel Si - gno - re si glo-rie -

&b œ œ œ3 œ œ Œ
Do/Mi Fa4 3 Re–

˙
rà l’a - ni - ma mi - a:

&b œ œ œ œ œ œ œ œ Œ
Si@ Sol–7 Fa/Do Do

œ
Fa/La

˙
l’u - mi - le a - scol - ti˘e si ral - le - gri. RIT.

j œ œ œ œ œ
&b ‰ œ œ œ œ œ œ ‰œœ œ
La7 Re– Do9/Mi Fa4 3 Fa/La

J
2. Ma-gni-fi - ca - te con me il Si - gno-re ed e-sal -

&b œ œ œ œ Œ
Si@ Sol–7 Fa/Do Do Fa La/Mi

œ œ œ œ œ
tia - mo˘in - sie - me˘il suo no - me: ho cer -

b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ ‰ œj œ œ3 œ
Re– Do/Mi Fa4 3 Re– Fa/La

&
ca - to˘il Si-gno- re, mi ha ri - spo - sto, da o-gni ti -

j 3
&b œ œ œ œ œ œ œ ˙ Œ ‰ œ œ œ œ
Si@ Sol–7 Fa/Do Do La7

mo - re mi ha sol-le - va - to. RIT. 3. Gu - sta-te˘e ve -

569
&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ ‰ Jœ œ œ
Re– Do/Mi Fa4 3 Fa/La

de - te co-m’è buo-no il Si - gno - re: sem-pre be -

j
&b œ œ œ œ œ œ œ Œ ‰ œ
Si@ Sol– Fa/Do Do Fa La/Mi

œ
a - to chi˘in lui si ri - fu - gia. Ve -

œ œ œ œ œ œ œ œ œ ‰ œ œ œ
&b
Re– Do/Mi Fa4 3 Fa/La

J
ni - te, fi- gli, a-scol - ta - te-mi: v’in-se-gne -

&b œ œ œ œ œ œ œ œ ˙. Œ
Si@ Sol–7 Fa/Do Do La7

œ œ
rò il ti - mo- re del Si - gno - re. RIT. 4. Al-lon -

œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ Œ ‰œ
&b
Re– Do7/Mi Fa4 3 Fa/La

J
tà - na - ti dal ma - le, fa˘il be - ne, ri -

j La7/Mi
&b œ œ œ œ œ œ œ œ ‰ œ œ œ
Si@ Sol– Fa/Do Do Fa

œ
cer - ca, per - se - gui la pa - ce. Di- o˘è vi -

œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ Œ œ œ
&b
Re– Do/Mi Fa4 3 Fa/La

ci - no˘a chi ha˘il cuo - re spez - za - to: e - gli

&b œ œ œ œ œ œ œ
Si@ Sol–7 Fa/Do Do

œ ˙.
sal - va gli spi - ri - ti˘af - fran - ti. RIT.

570
Rit. Cristo Signore, tu vieni a noi,
ci doni il tuo Corpo glorioso,
grazia, verità, forte pegno per noi
di vita divina e fraterna.

1. Benedirò il Signore in ogni tempo,


sulla mia bocca sempre la sua lode.
Nel Signore si glorierà l’anima mia;:
l’umile ascolti e si rallegri.

2. Magnificate con me il Signore


ed esaltiamo insieme il suo nome:
ho cercato il Signore, mi ha risposto,
da ogni timore mi ha sollevato.

3. Gustate e vedete com’è buono il Signore:


sempre beato chi in lui si rifugia.
Venite, figli, ascoltatemi:
v’insegnerò il timore del Signore.

4. Allontànati dal male, fa’ il bene,


ricerca, persegui la pace.
Dio è vicino a chi ha il cuore spezzato:
egli salva gli spiriti affranti.

DOMINE, NON SUM DIGNUS 351


Andante corale (m = 46)
& c ! ! ! ˙ ˙ ˙ œŒ ˙ ˙
RIT. Do - mi - ne, Do - mi -

& ˙ œŒ ˙ ˙ ˙ ˙ ˙ ˙ ˙ ˙
ne non sum di- gnus, non sum di- gnus:
571
˙ ˙ ˙ ˙ ˙ ˙
& ˙ ˙
sed dic ver - bum, tan - tum ver - bum,
˙ ˙ œ œ ˙
& ˙ œ œ ˙ ˙
U
et sa - na - bi - tur a - ni- ma me - a,

& ˙ ˙ ˙ ˙ ˙ ˙ ˙ ˙ ˙ œŒ
tan - tum ver-bum, et sa - na - bi - tur.

& ! ! ! ! .. ! !

& œ œ œ œ œ Œ
œ œ œ œ ˙
1. Lie - vi - to fra - gran - te di bon - tà
. œ. œ
& œ œ œ œ œ œJ œ ˙ Œ œ œ œœ J
Pa- ne del- l’e-ter - ni - tà Vi-no di le- ti - zia,
œ œ œ
& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ J J
fe - sta che ver - rà quan- do tor - ne - ra - i Si -

& ˙ ˙ œ œ œ œ œ œ œ œ
gno - re. Noi ri - co - no - scia- mo le fe -
.
& œ ˙ Œ œ œ œ œ œ œJ ˙ ˙
ri - te, se - gni d’un a - mo - re ve - ro
œ. œ œ œ œ œ œ œ
& œ œ œ œ J
il tuo Cor - po che ci li - be - ra dal ma - le

572
œ. œ ˙ œ Œ .. ˙ œ Œ
& œ œ œ œ
1. 2.
J
o - ra ci pro- teg - ge - rà. –rà.

Rit. Domine, Domine non sum dignus:


sed dic verbum, tantum verbum,
et sanabitur anima mea.

1. Lievito fragrante di bontà


Pane dell’eternità
Vino di letizia, festa che verrà
Quando tornerai Signore.
Noi riconosciamo le ferite,
segni d’un amore vero
il tuo Corpo che ci libera dal male
ora ci proteggerà.

2. Noi veniamo incontro a te Signore,


passi incerti Tu sostieni;
timide parole Tu rinfrancherai,
sguardi e gesti capirai.
Lasciati toccare Figlio amato,
noi speriamo in Te, Gesù:
prendici per mano, tienici con Te
fino al giorno che Tu sai.

E VENNE IL GIORNO 352


& b 68 Œ ‰ œ œ œ œ œ. œ œ œ
œ
1. E ven - ne˘il gior - no di˘a- pri - re le

573
& b œ œ. œ œ œ œ œ œ. œ œ œ
œ
brac - cia, d’in - ca - te - na - re la mor - te˘al - la

& b œ œ. œ œ œ œ œ œ. œ œ œ œ

j
cro - ce: du- ran - te˘u - na ce - na, il Fi - glio del -

& b œ œ œ
j
œ œ œ œ œ. œ œ œ œ
U j
n## œ . œ
l’Uo - mo ai pec - ca - to - ri con - se - gna sé

b j j
& œ œ œ. œ œ. œ œ
## j
stes- so. RIT. «Ec - co˘il mio cor - po: pren -

& j œ. œ œ
œ. œ œ œ. œ.
# .
de - te˘e man - gia - te; ec - co˘il mio

& # œ œ œ
J
œ. œ œ œ.
J
œ œ
J
# j
san - gue: pren - de - te˘e be - ve - te. Per -
j
& # œ. œ œ œ. œ œ œ. œ œ œ
## j
ché la mia mor - te vi sia ri - cor -
j
& œ. œ. œ. œ œ œ. œ œ
## j
da - ta fa - re - te que - sto fin -

& #œ . œ œ œ œ. œ. œ. œ œ
# U
ché io ri - tor - ni, fa - re - te
j
& # œ. œ œ œ. œ œ œ œ. œ.
que - sto fin - ché io ri - tor - ni».

574
##
& œ œ œ œ. œ nœ œ œ .
Organo

1. E venne il giorno di aprire le braccia,


di incatenare la morte alla croce:
durante una cena, il Figlio dell’Uomo,
ai peccatori consegna sé stesso.

Rit. «Ecco il mio corpo: prendete e mangiate,


ecco il mio sangue: prendete e bevete.
Perché la mia morte vi sia ricordata
farete questo finchè io ritorni».

2. Ormai non temiamo la sete o la fame:


si fa nostra carne il corpo di Cristo,
e quando portiamo la coppa alle labbra,
sentiamo il gusto di un mondo che è nuovo.

3. Banchetto pasquale, dove il cibo è Dio,


segno d’amore, fermento d’unione:
tutti gli uomini, nati dall’alto,
trovano i beni del regno futuro.

4. Per Cristo Gesù, sacerdote perfetto,


e nello Spirito, nostro conforto,
per ogni dono, per ogni tua grazia,
a te sia lode, o Padre del cielo.

575
353 E VENNE IL GIORNO

Andante (quasi in uno) (q = 120-132)

& 43 œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ . œj
(alternando le strofe fra due cori)

1. E ven-ne˘il gior - no di˘a - pri - re le brac-cia,

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙ œ
di˘in- ca - te - na - re la mor - te˘al - la cro - ce:

& œ Œ (œ ) œ œ œ N œ œ œ œ œ œ
du - ran - te la ce - na, il

& œ œ œ œ ˙ œ œ œ œ œ œ
Fi - glio del - l’Uo- mo ai pec - ca - to - ri con -

œ Œ ..
1.-4.
& œ œ œ œ ˙ ˙.
(q )
se - gna se stes - so.

œ œ œ œ œ œ
5. Finale
& œ œ œ œ ˙

Pa - dre del cie - lo. Ma - ra - na - tha!

& ˙. œ œ œ ˙ ( œœ œ)
A - - - men!

1. E venne il giorno di aprire le braccia,


di incatenare la morte alla croce:
durante la cena, il Figlio dell’Uomo
ai peccatori consegna se stesso.

576
2. «Ecco il mio corpo, prendete e mangiate,
ecco il mio sangue, prendete e bevete.
Perché la mia morte vi sia ricordata
farete questo finché io ritorni».

3. Ormai non temiamo la sete o la fame:


si fa nostra carne il corpo di Cristo,
e quando portiamo la coppa alle labbra
sentiamo il gusto di un mondo che è nuovo.

4. Banchetto pasquale, dove il cibo è Dio,


segno d’amore, fermento d’unione:
tutti gli uomini, nati dall’alto,
trovano i beni del regno futuro.

5. Per Cristo Gesù, sacerdote perfetto,


e nello Spirito, nostro conforto,
per ogni dono, per ogni tua grazia
a te sia gloria, o Padre del cielo.
Maranatha! Amen!

GESÙ SIGNORE 354


## nn
Sostenuto (q = 58)
& c ! ! ! ! b

&b Ó œ œ œ œ œ œ œ œ œ
1. San - to mi - ste - ro di lu - ce˘e di

&b œ œ ‰ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
gra - zia che ci di - schiu - di la stra - da del

577
&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
cie - lo, vit - ti - ma sa - cra che do - ni sal -

&b œ œ ‰ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
vez - za, lie- ta la Chie - sa ti can - ta˘e ti˘o -

&b œ œ ‰ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
no - ra. È que - sto ri - to la Pa - squa pe -

&b ˙ œ œ œ œ œ œ œ
U
ren - ne che ci˘in - cam - mi - na˘al tra -
#
&b n # œ œ ‰œ œ œ
œ #œ œ
guar - do del Re - gno. RIT. Ge - sù Si -
#
& # œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
gno - re, che gli˘uo - mi - ni nu - tri del - la tua
# œ œ œ œ œ œ
& # œ œ œ œ
car - ne ve - ra˘e del tuo san - gue, al - tro
## œ œ œ œ œ œ œ œ
& œ ‰œ œ œ
no - me non c’è che sot-to˘il cie - lo da col-pa˘e
#
& # œ œ œ œ œ œ œ ˙
mor - te ci pos - sa sal - va - re.
Da Capo ogni strofa

578
1. Santo mistero di luce e di grazia
che ci dischiudi la strada del cielo,
Vittima sacra che doni salvezza,
lieta la Chiesa ti canta e ti onora.
È questo rito la Pasqua perenne
che ci incammina al traguardo del Regno.

Rit. Gesù Signore, che gli uomini nutri


della tua carne vera e del tuo sangue,
altro nome non c’è che sotto il cielo
da colpa e morte ci possa salvare.

2. O Pellegrino che bussi alla porta,


fa’ che t’apriamo solleciti il cuore.
Tu con te rechi e cortese ci doni
il pane santo che dà vita eterna.
Ascolteremo la cara tua voce
e a tu per tu noi ceneremo insieme.

3. O Crocifisso Signore, il tuo sangue,


che sotto il segno del vino adoriamo,
il patto nuovo ed eterno sigilla:
tutti ci lava, riscatta e raduna.
Qui la speranza dell’uomo rinasce,
qui c’è la fonte di vita immortale.

GIOIOSI, CANTIAMO 355


& b 68 ! ! ! ! ! !
j j
&b œ œ œ œ œ œ œ œ. œ œ
1. Gio - io - si, can - tia- mo˘il mi - ste - ro del
579
&
&b œ œ j
œ œ œ œ œ. œ œ
j
Cor - po˘e del San - gue pre - zio - so di

&b œ œ œ œ œ œ œ. œ œ
Cri - sto Ge - sù, Di - o ve - ro, che
œ œ œ 3
&b œ œ œ œ. œ 4
re - gna nel cie - lo glo - rio - so.
3
&b 4 œ œ œ œ œ œ
ad libitum

˙ œ ˙.
RIT. Noi t’a - do - ria - mo, Cri- sto Ge - sù!

1. Gioiosi, cantiamo il mistero


del Corpo e del Sangue prezioso
di Cristo Gesù, Dio vero,
che regna nel cielo glorioso.

Rit. Noi t’adoriamo, Cristo Gesù!

2. Signore, nell’ultima Cena,


mangiando l’Agnello pasquale,
coroni la vita terrena:
ci lasci un ricordo immortale.

3. Il Padre, o Gesù, benedici


offrendogli il pane ed il vino.
«Prendete» agli apostoli dici
«è il corpo e il mio sangue divino».

4. Presente nel tuo Sacramento,


te Cristo Pastore adoriamo.
O vivo e celeste alimento,
di te i nostri cuori nutriamo.

580
5. Mirabile segno d’unione,
dell’unico pane mangiamo.
Nel velo l’eterna visione
con Cristo fin d’ora godiamo.

6. O Padre, la gloria solenne,


in Cristo Gesù ti rendiamo.
Dell’unica lode perenne,
lo Spirito Santo onoriamo.

GLORIA A TE, SIGNOR 356


(q . = 56-60)

# F
con slancio

& 38 œ j œ œ œ
Re

œ œ œ
Mi–7

œ
S1. Glo– ria˘a Cri - sto, splen - do - re e -

# œ œ œ j
œ œ œ
Re/Fa# Do /La Re4 3

& œ œ œ.
ter - no del Di - o vi - ven - te!

# j œ
œ œ œ. œ.
Re Mi– Re La–7 Re

& œ J
T Glo - ria˘a te, Si - gnor!

1. Gloria a Cristo,
splendore eterno del Dio vivente!
Gloria a Te, Signor!

2. Gloria a Cristo,
sapienza eterna del Dio vivente!
Gloria a Te, Signor!
581
3. Gloria a Cristo,
Parola eterna del Dio vivente!
Gloria a Te, Signor!

4. Gloria a Cristo,
la luce immortale del Padre celeste!
Gloria a Te, Signor!

5. Gloria a Cristo,
la vita e la forza di tutti i viventi!
Gloria a Te, Signor!

6. Gloria a Cristo,
che viene nel mondo a nostra salvezza!
Gloria a Te, Signor!

7. Gloria a Cristo,
che muore e risorge per tutti i fratelli!
Gloria a Te, Signor!

8. Gloria a Cristo,
che ascende nei cieli alla destra del Padre!
Gloria a Te, Signor!

9. Gloria a Cristo,
che dona alla Chiesa lo Spirito Santo!
Gloria a Te, Signor!

10. Gloria a Cristo,


che ritornerà alla fine dei tempi!
Gloria a Te, Signor!

582
HAI DATO PER NOI LA SUA CARNE 357
# # 2ˆ3
& 4 ‰ ! ! ! ! ! !

# j %
& # Œ ‰ œ œ œ œ œ œ œ
RIT. A - ven - do˘a - ma - to˘i suo - i,
# œ
& # œ œ œ œ œ œ œ œ œ
il Si - gno - re li˘a - mò si - no˘al - la
# j
& # œ œ. œ œ œ œ œ œ œ œ œ
##
fi - ne e˘ha da - to per noi la sua

& œ œ nœ œ œ œ œ
car - ne, nu - tri - men - to
# U
& # œ œ j
FINE
œ œ œ. œ ˙
per non più mo - ri - - - re. Al %
## j
& ‰ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
3

1. Con lo - ro sta - va co- me co- lui che


## j
& œ œ œ. œ œ œ œ œ
-j
ser - ve. Spez - zò tra le sue
# œ œ. œ œ œ œ œ
& # œ œ œ œ
ma - ni la sua vi - ta. Dis - se: Pren- de - te.

583
## - œ œ
& œ œ œ œ œ
Que - sta˘è la mes - se vi - va.

#
& # œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ

U
Sa - rà treb - bia - ta sul - l’a - ia dai
## œ j
& œ œ œ œ œ ˙ œ ‰œ
pie - di de - gli uo - mi- ni. A– Al %
# j œ œ œ œ
& # ‰ œ œ œ œ œ œ
2. Se˘il chic - co muo - re, ri - tro- ve - rà la

## œ j j
& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
lu - ce, an - drà per i sen - tie - ri del - la

# j
& # œ œ. œ #œ œ œ #œ
ter - ra sen - za smar - rir - si˘a

## œ œ œ œ œ œ
& œ
mez - zo del su - o˘in - gan - no.

# œ œ
& # œ œ œ œ œ œ œ œ
E Giu - da˘u - scì nel - la not - te, fra -
# j
& # #œ œ œ œ #œ œ ˙ œ ‰œ
tel - lo del - le te - ne- bre. A– Al %

584
Rit. Avendo amato i suoi,
il Signore li amò sino alla fine
e ha dato per noi la sua carne
nutrimento per non più morire.
1. Con loro stava come colui che serve.
Spezzò tra le sue mani la sua vita.
Disse: Prendete. Questa è la messe viva.
Sarà trebbiata sull’aia dai piedi degli uomini.
2. Se il chicco muore, ritroverà la luce,
andrà per i sentieri della terra
senza smarrirsi a mezzo del suo inganno.
E Giuda uscì nella notte, fratello delle tenebre.
3. Prendete. Questo è il pane della vita.
Chi mangia la mia carne più non muore.
Non proverà più sete colui che beve,
ma questo calice in lui sarà come scaturigine.
4. Il Figlio e il Padre sono una cosa sola.
Amatevi così come vi ho amati.
Noi metteremo in voi la dimora eterna.
Nel Figlio uniti per sempre, /
nel Padre e nello Spirito.

IL PANE DEL CAMMINO 358


&b c œ
(q = 80-88)

œ œ œ œ œ ˙ ˙
RIT. Il tuo po - po - lo˘in cam - mi - no

&b œ œ œ œ ˙ ˙ œ œ œ œ œ œ
cer-ca˘in te la gui - da. Sul - la stra - da ver-so˘il
585

&
&b ˙ ˙ œ œ œ œ œ œ ˙ ˙
re - gno sei so - ste- gno col tuo cor - po:

&b œ œ œ œ œ ˙ œ œ

bbbb
re - sta sem - pre con noi, o Si -

&b ˙ Œ bœ œ
FINE
˙ ˙
b
gno - - - re. S 1.¥È˘il tuo

& b bb œ œ œ œ œ œ œ ‰ j
˙ œ œ
b
pa - ne, Ge - sù, che ci dà for - za e

& b bb œ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙ œ œ

b
ren- de più si - cu - ro˘il no- stro pas- so. Se˘il vi -

& b bb œ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙ œ œ
go - re nel cam- mi - no si svi - li - sce, la tua
bb n nb
&b b œ œ œ œ œ œ œ œ ˙ ˙ n
RIT.

ma - no do - na lie - ta la spe - ran - za.

Rit. Il tuo popolo in cammino


cerca in te la guida.
Sulla strada verso il regno
sei sostegno col tuo corpo:
resta sempre con noi, o Signore!

1. È il tuo pane, Gesù, che ci dà forza


e rende più sicuro il nostro passo.
Se il vigore nel cammino si svilisce,
la tua mano dona lieta la speranza.

586
2. È il tuo vino, Gesù, che ci disseta
e sveglia in noi l’ardore di seguirti.
Se la gioia cede il passo alla stanchezza,
la tua voce fa rinascere freschezza.
3. È il tuo corpo, Gesù, che ci fa Chiesa,
fratelli sulle strade della vita.
Se il rancore toglie luce all’amicizia,
dal tuo cuore nasce giovane il perdono.
4. È il tuo sangue, Gesù, il segno eterno
dell’unico linguaggio dell’amore.
Se il donarsi come te richiede fede,
nel tuo Spirito sfidiamo l’incertezza.
5. È il tuo dono, Gesù, la vera fonte
del gesto coraggioso di chi annuncia.
Se la Chiesa non è aperta ad ogni uomo,
il tuo fuoco le rivela la missione.

IL SIGNORE È IL MIO PASTORE 359


#
& # 24 œ œ
ANTIFONA (q = 66-72)

œ œ œ œ œ œ ˙

## j U
Il Si - gno- re˘è˘il mi - o pa - sto -

& œ ‰ œ œ œ œ œ œ
re: non man - co di nul - la.

## 1 Ó
SALMO (i = 48-52)
w
& w w
(œ} œ
1. Il Si - gn&–re è il m%o pa– st&–re:

587
## Ó
& (œ} œ w œ œ w
#
non m#n - co di n@l–la.

& # Ó (œ} œ w w w
In p#–scoli di $r–be fr$–sche

##
& Ó œ w œ œ w Ó
si omette per 3.4.5

(œ} œ
mi f# ri - po - s#–re; ad

## w
& w w

#
#c–que di sol - li$vo mi con - d@–ce,

& # Ó (œ œ) œ œ œœ œ w
w
ri- sto- ra l’# - ni- ma m% - a.

Rit.Il Signore è il mio Pastore:


non manco di nulla.

1. Il Signore è il mio pastore:


non manco di nulla.
In pascoli di erbe fresche mi fa riposare;
ad acque di sollievo mi conduce,
ristora l’anima mia.

2. Mi guida per sentieri di giustizia


per amore del suo nome;
se anche vado per valle tenebrosa,
non temo alcun male;
sei con me: il tuo bastone, il tuo vincastro,
son questi il mio conforto.

588
3. Per me tu prepari una mensa
di fronte ai miei nemici;
mi ungi di olio la testa,
il mio calice trabocca.

4. Amore e bontà mi seguiranno


ogni giorno di vita;
starò nella casa del Signore
per la distesa dei giorni.

5. Sia gloria al Padre, al Figlio,


allo Spirito Santo:
a chi era, è, e sarà
nei secoli il Signore.

IO VI DO UN GRANDE ESEMPIO 360


j
& c œ œ. œ œ œ œ ˙ œ œ
œ œ
RIT. Io vi do un gran- de˘e - sem - pio: con a -

& œ œ œ œ œ œ œ œ ‰ œ œ œ
mo - re la - vo˘i vo - stri pie - di. Se o - ra

& œ œ œ œ œ œ œ œ j
œ. œ œ œ œ œ
tut - ti voi fa - re - te co- me me, l’a- mo- re re - gne -
U
& w Ó Œ œ œ
rà. 1. O - ra

&
589
& œ œ œ œ bœ œ œ œ
Pie - tro il mio ge - sto non ca -

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ bœ œ
pi - sci, un gior- no non lon - ta - no ca - pi -

& œ œ œ œ œ œ œ œ Ó
rai co - s’è l’a - mo - re.

Rit. Io vi do un grande esempio


Con amore lavo i vostri piedi
Se ora voi farete come me
L’amore regnerà.

1. Ora Pietro il mio gesto non capisci,


un giorno non lontano capirai, cos’è l’amore.

2. Ti stupisce quello che in sto facendo,


io mi chino per lavare i tuoi piedi, /
questo è l’amore.

3. Guarda, impara da me
chi lava i piedi all’altro capirà cos’è l’amore.

4. Questo è l’amore più grande


dare con gioia la tua vita per un amico.

5. Vai e vivi nell’amore


tu sarai mio discepolo fedele se amerai.

6. Sono Io che ho scelto te


io ti mando ad annunciare /
il mio Regno ai miei fratelli.

590
LAUDA, SION, SALVATOREM 361
b
Marcia religiosa (q = 66)
&b b c œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
1. Lau - da, Si - on, Sal- va - to - rem, lau-da
b
&b b œ œ œ œ œ œ ˙ œ

b
du - cem et pa - sto - rem, in

&b b œ nœ œ œ . œ ˙
J
œ ‰ œ œ
J
hym - nis et can - ti - cis. RIT. Sit laus
b
&b b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
ple - na, sit so - no - ra, sit ju -
b
&b b œ œ œ œ œ œ œ œœ ˙
> >
cun - da, sit de - co - ra
b j
&b b œ œ œ œ œ œ œ. œ œ œ œ
>
men - tis
> > > >
ju - bi - la - ti - o. Chri - stus

b bb œ ˙ œ
& œ œ ˙ œ œ
> >
b
vin - cit, Chri - stus re - gnat, Chri -

& b b œ œ œ œ. œ ˙ j j
œ ‰ œ œ
-
> >
stus
> > > > Chri - stus
im - pe - rat!
b œ ˙ œ œ œ ˙
&b b œ œ
vin - cit, Chri - stus re - gnat, Chri -

&
591
b j j
&b b œ œ œ œ. œ ˙ œ ‰ Œ
- stus im - pe - rat!

1. Lauda, Sion, Salvatorem,


lauda ducem et pastorem,
in hymnis et canticis.
Rit. Sit laus plena, sit sonora
sit iucunda, sit decora mentis jubilatio.
Christus vincit, Christus regnat,
Christus imperat!
2. Ecce panis angelorum,
factus cibus viatorum:
non mittendus canibus.
3. Bone pastor, panis vere,
tu nos bona fac videro,
in terra viventium.
(traduzione conoscitiva: cfr. n. 302)

362 LITANIA
# j
& # œ œ W j
œ œ
#
Ge - sù, Figlio¥di Di - o,

& # œj œ W œ œ œJ œ
## œ œ
Ge - sù, Parola fat - ta car - ne,

& J W œ œ œJ œ
Ge - sù, sag - - - gez - za˘e - ter - na.
592

&
##
& œ œ œ œ œ œ œ œ
#
Tu sei la lu - ce, RIT. Tu sei la

& # œ œ œ œ œ œ œ œ
vi - ta, glo - ria˘a te, Si - gno - re.

Vieni Figlio di Dio


..........

Rit. Tu sei la luce, Tu sei la vita


Gloria a te, Signore!

Gesù, luce del mondo


Gesù, sole di giustizia
Gesù, stella del mattino.

Gesù, via al Padre


Gesù, nostra vita
Gesù, nostra verità.

Gesù, sacerdote della nuova Alleanza


Gesù, sacerdote misericordioso e fedele
Gesù, mediatore tra Dio e gli uomini.

Gesù, il buon Pastore


Gesù, porta delle pecore
Gesù, Agnello di Dio.

Gesù, profeta venuto in mezzo al tuo popolo


Gesù, nostro Maestro
Gesù, dolce ed umile di cuore.

Gesù, nostra pace


Gesù, nostro Redentore
Gesù, vittima di espiazione per i nostri peccati.

593
Gesù, luce della vita
Gesù, pane del cielo
Gesù, acqua viva che zampilla per la vita eterna

Gesù, immagine del Dio invisibile


Gesù, irradiazione della sua gloria
Gesù, nostro Amen a gloria del Padre.

Gesù, vera vite di cui noi siamo i tralci


Gesù, generato prima di ogni creatura
Gesù, capo del Corpo, che è la Chiesa.

Gesù, il Primo e l’Ultimo e il Vivente


Gesù, l’Alfa e l’Omega
Gesù, il Principio e la Fine.

363 LODA, O CHIESA

&b c œ œ œ œ œ œ œ œ
1. Lo - da,˘o Chie - sa,˘il Sal - va - to - re,

&b œ œ œ œ œ œ œ œ
la tua gui - da,˘il tuo pa - sto - re,

&b ˙ œ œ œ œ œ œ œ ˙
con in - ni e can - ti - ci.

œ
&b œ œ œ œ œ œ œ
RIT. Gio - ia pie - na˘e ri - so - nan - te,

&
594
&b œ œ œ œ œ œ œ œ
U
lo - de vi - va˘ed e - sul - tan - te

&b œ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙
sal - ga dal tu - o po - po - lo!

1. Loda, o Chiesa, il Salvatore,


la tua guida, il tuo pastore,
con inni e cantici.

Rit. Gioia piena e risonante,


lode viva ed esultante
salga dal tuo popolo!

2. Viva fonte della vita,


della roccia scaturita:
tu disseti l’anima.

3. Cristo è il grano di frumento:


nella terra con tormento
muore e si moltiplica.

4. Siamo il grano del Signore:


macinati dal dolore
per un pane azzimo.

5. Questo è il pane che ci nutre:


pellegrini ci conduce
agli eterni pascoli.

6. Chi ne mangia, più non muore,


è parola del Signore:
vive per l’eternità.

595
364 MISTERO DELLA CENA

Andante (q = 80-88)
&b c œ œ œ œ ˙ œ œ œ œ œ œœ
œ
1. Mi - ste-ro del-la Ce - na è˘il Cor-po di Ge -

& b ˙. œ œ œ œ ˙ œ œ œ œ œ nœ
œ
sù. Mi - ste-ro del-la Cro-ce è˘il San-gue di Ge -

& b ˙. œ œ œ œ œ
œ œ œ œ
j
sù. È que - sto pa - ne˘e vi - no è

& b œ. œ œ œ ˙. œ œ œ œ œ
Cri - sto˘in mez - zo˘ai suoi. Ge - sù ri - sor - to˘e

&b ˙ œ
œ œ œ œ œ ˙.
vi - vo sa - rà sem - pre con noi.

1. Mistero della Cena è il Corpo di Gesù.


Mistero della Croce è il Sangue di Gesù.
È questo pane e vino è Cristo in mezzo ai suoi.
Gesù risorto e vivo sarà sempre con noi.

2. Mistero della Chiesa è il Corpo di Gesù.


Mistero della pace è il Sangue di Gesù.
Il pane che mangiamo fratelli ci farà.
Intorno a questo altare l’amore crescerà.

596
MOLTE LE SPIGHE 365
&b C ˙ œ œ œ œœœ ˙ ˙
(m = 60-66)
˙ ˙
1. Mol - te le spi - ghe, per un so-lo pa - ne;

&b ˙ œ œ ˙ ˙ œ œ œ œ ˙ ˙
tan - te le u - ve, per un so- lo vi - no.

nœ #œ ˙ œ œ Nœ œ
&b ˙ ˙
Tut - te le gen - ti per la so - la

& b nœ œ ˙ ˙ œ œ ˙ ˙
Chie - sa: un cuo - re so - lo.

1. Molte le spighe, per un solo pane;


tante le uve, per un solo vino.
Tutte le genti per la sola Chiesa:
un cuore solo.

2. Questo è il tuo Corpo, per la nostra fame;


questo è il tuo Sangue, per la nostra sete.
Fame d’amore, sete di perdono,
di vera pace.

3. Cibo pasquale, manna nel cammino,


dono nuziale, vino della gioia:
semi del regno che germoglia in terra
i cieli nuovi.

4. Dio e fratello, Verbo fatto carne,


nuova alleanza per un cuore nuovo,
fa che ci amiamo, colmi del tuo Spirito,
come tu ami.

597
366 NULLA CON TE

## ˙ ˙ ˙ Ó
(m = 1 = 80-88)
& ˙ œ œ ˙ ˙

#
1. Nul - la con te mi man - che - rà,

& # ˙ œ œ ˙ ˙ œ œ ˙ ˙
Ó

##
ri - fio - ri - rà que - sta mia vi - ta.
˙ ˙ ˙ Ó
& ˙ œ œ ˙ ˙

##
Ac - can - to˘a te gra - zia˘e bon - tà,

& ˙ œ œ ˙ ˙ œ œ ˙ Ó
˙
# ˙
se - re - ni - tà, pa - ce˘in- fi - ni - ta.

& # œ œ œ œ ˙ ˙ ˙ Ó

##
Pa - sco- li˘ed ac - que tro - ve - rò;

& ˙ ˙ ˙ œ œ œ œ ˙ ˙ ˙ Ó

##
cam - mi - ne - rò per il tuo˘a - mo - re.

& ˙ ˙ Ó
˙ œ œ œ œ ˙
##
La not - te più non te - me - rò;

& ˙ ˙ ˙ œ œ œ œ ˙ ˙
ti se - gui - rò: sei buon pa - sto - re.

1. Nulla con te mi mancherà,


rifiorirà questa mia vita.
Accanto a te grazia e bontà,
serenità, pace infinita.
598
Pascoli ed acque troverò;
camminerò per il tuo amore.
La notte più non temerò;
ti seguirò: sei buon pastore.

2. I miei nemici vincerai,


mi mostrerai la tua alleanza.
Con olio il capo mi ungerai,
mi sazierai con esultanza.
Vivi con me, sei fedeltà:
felicità del mio destino!
Insieme a te, l’eternità
avanza già sul mio cammino.

O GESÙ, TU SEI IL PANE 367


# j
& # 2ˆ3
Andante (q = 72-80)
4 œ œ œ. œ œ œ
1. O Ge - sù, tu se - i˘il
#
& # œ œ œ œ œ œ œ œ
pa - ne: sen - za te, la fa - me;
## œ œ œ œ
& œ œ œ œ œ ˙
pa - ne di cie- lo ve - ro, vie - ni˘in me,
#
& # œ œ œ œ œ œ
j ‰ Œ
œ
vie - ni˘in me, Si - gno - re.

599
1. O Gesù, tu sei il pane:
senza te, la fame;
pane di cielo vero, vieni in me,
vieni in me, Signore.
2. O Gesù, tu sei la fonte:
senza te, la sete;
fonte di viva grazia, vieni in me,
vieni in me, Signore.
3. O Gesù, tu sei la manna:
senza te, il deserto;
manna, robusto cibo, vieni in me,
vieni in me, Signore.
4. O Gesù, tu sei la vita:
senza te, la morte;
vita che non ha fine, vieni in me,
vieni in me, Signore.
5. O Gesù, tu sei la via:
senza te, l’errore;
guidami verso il cielo, vieni in me,
vieni in me, Signore.
6. O Gesù, tu sei la patria:
senza te, l’esilio;
l’anima a te sospira, vieni in me,
vieni in me, Signore.

368 O SACRO CONVITO

& b 2ˆ3
2 ! ! Ó Œ ˙ œ œ
œ
RIT. O sa - cro con -
600
&
&b ˙ ˙ œ œ œ œ ˙ œ œ
vi - to, di Ge - sù Cri - sto ci

&b ˙ ˙ œ œ ˙ œ œ ˙ ˙
nu - tri; sei vi - va me - mo - ria

&b œ œ œ œ ˙ ˙
del - la sua Pas - sio - ne;

&b œ œ œ œ œ ˙ ˙
3

al - l’a - ni - me no - stre

&b ˙ œ œ œ œ œ ˙ ˙ œ œ
3

U
do - ni la vi - ta di - vi - na e˘il

&b œ œ œ œ œ œ œ œ ˙ ˙ w
pe- gno del - la glo - ria fu - tu - ra.

&b W œ
Salmista
˙
1. Benedirò il Signore in ogni t$m - po,

&b W œ œ œ ˙
sulla mia bocca sempre l# sua l& - de.

Rit. O sacro convito,


di Gesù Cristo ci nutri;
sei viva memoria della sua Passione;
all’anime nostre doni la vita divina
e il pegno della gloria futura.

601
1. Benedirò il Signore in ogni tempo,
sulla mia bocca sempre la sua lode.

2. Io mi glorio nel Signore,


ascoltino gli umili e si rallegrino.

369 O SIGNORE, RACCOGLI I TUOI FIGLI

b
Grave non troppo (m = 66-72)
&b C ˙ ˙ ˙ œ œ ˙ œ œ ˙ ˙
U
RIT. O Si - gno- re, rac - co-gli˘i tuoi fi - gli,

b ˙ œ œ œ œœœ ˙ ˙
&b ˙ œ œ
FINE

b
nel - la Chie-sa˘i di - sper - si ra - du - na!

&b Ó œ w w w
b
S 1. Come il gr#–no nel - l’&–stia si f&n–de

&b Ó œ w w
b
e di - v$n–ta un solo p#–ne,

&b Ó œ w w w

b U
come l’@–va nel t&r–chio si pr$–me

&b Ó œ œ œ œ œ œ w w
per un @ - ni - co v% - no.

Rit. O Signore, raccogli i tuoi figli,


nella Chiesa i dispersi raduna!
602
1. Come il grano nell’ostia si fonde
e diventa un solo pane,
come l’uva nel torchio si preme
per un unico vino.

2. Come in tutte le nostre famiglie


ci riunisce l’amore
e i fratelli si trovano insieme
ad un’unica mensa.

3. Come passa la linfa vitale


dalla vite nei tralci,
come l’albero stende nel sole
i festosi suoi rami.

4. O Signore, quel fuoco di amore,


che venisti a portare,
nel tuo nome divampi ed accenda
nella Chiesa i fratelli.

PANE DI VITA NUOVA 370


b
&b b c œ œ
(q = 64)
œ œ œ ˙ ˙
b
1. Pa - ne di vi - ta nuo - va,

&b b œ œ œ œ œ œ œ. j
œ ˙
b œ œ œ
ve - ro ci - bo da - to˘a-gli˘uo - mi - ni,

&b b œ œ œ œ œ œ œ
nu - tri - men - to che so - stie - ne˘il mon - do,

&
603
b
&b b œ œ œ œ œ œ ˙ ˙
b
do - no splen - di - do di gra - zia.

&b b œ œ œ œ œ ˙ ˙
b
2. Tu sei su - bli - me frut - to

&b b œ œ œ œ œ œ œ œœ ˙

b œ œ
di quel - l’al - be - ro di vez - za,

& b b œ. J œ œ œ œ œ œ œ

b
ve - ro cor - po, ve - ra be - van - da,

&b b œ œ œ œ œ œ œ ˙ ˙
ci - bo di gra - zia per il mon - do.

1. Pane di vita nuova,


vero cibo dato agli uomini,
nutrimento che sostiene il mondo,
dono splendido di grazia.

Rit. Pane della vita,


sangue di salvezza,
vero corpo, vera bevanda,
cibo di grazia per il mondo.

2. Tu sei sublime frutto


di quell’albero di vita
che Adamo non poté toccare:
ora è in Cristo a noi donato.

3. Sei l’Agnello immolato


nel cui sangue è la salvezza,
memoriale della vera pasqua
della nuova Alleanza.
604
4. Manna che nel deserto
nutri il popolo in cammino,
sei sostegno e forza nella prova
per la Chiesa in mezzo al mondo.
5. Vino che ci dà gioia,
che riscalda il nostro cuore,
sei per noi il prezioso frutto
della vigna del Signore.
6. Dalla vite ai tralci
scorre la vitale linfa
che ci dona la vita divina,
scorre il sangue dell'amore.
7. Al banchetto, ci inviti
che per noi hai preparato,
doni all'uomo la tua Sapienza,
doni il Verbo della vita.
8. Segno d'amore eterno,
pegno di sublimi nozze,
comunione nell'unico corpo
che in Cristo noi formiamo.
9. Nel tuo sangue è la vita,
ed il fuoco dello Spirito,
la sua fiamma incendia il nostro cuore
e purifica il mondo.
10. Nel prodigio dei pani
tu sfamasti ogni uomo,
nel tuo amore il povero è nutrito
e riceve la tua vita.
11. Sacerdote eterno
tu sei vittima ed altare,
offri al Padre tutto l'universo,
sacrificio dell'amore.
605
12. Il tuo corpo è tempio
della lode della Chiesa,
dal costato tu l'hai generata,
nel tuo sangue l'hai redenta.

13. Vero corpo di Cristo


tratto da Maria Vergine,
dal tuo fianco doni a noi la grazia,
per mandarci tra le genti.

14. Dai confini del mondo


da ogni tempo e ogni luogo
il creato a te renda grazie,
per l'eternità ti adori.

15. A te Padre la lode,


che donasti il Redentore,
e al Santo Spirito di vita
sia per sempre onore e gloria. Amen.

371 PANE E SANGUE DELLA VITA


b
& b b 43 ˙ œ ˙ œ ˙ œ ˙ œ
1. Pa - ne˘e san - gue del - la vi - ta,

b
&b b ˙ œ ˙ œ œ œœœ œ ˙ Œ
Cri - sto sei sal - vez - za per noi.

b
&b b ˙ œ ˙ œ ˙ œ ˙ œ
Ci rin - no - vi nel - l’a - mo - re

&
606
b
&b b ˙ œ ˙ œ œ œ œœ œ ˙
Œ
e ci chia - mi a - mi-ci tuoi.
b
&b b ˙ œ ˙ œ œ œ œœœ ˙.
Tu sei lu - ce˘e ve - ri - tà,
b ˙ œ œ œ œ bœ œ ˙ .
&b b ˙ œ
sei le - ga - me d’u - ni - tà:
b
&b b ˙ œ ˙ œ œ ˙ ˙ œ
con il Pa - dre˘e coi fra - tel - li
b
&b b ˙ œ ˙ œ œ œœœ œ ˙.
tu ci strin - gi in ca - ri - tà.

1. Pane e sangue della vita,


Cristo sei salvezza per noi.
Ci rinnovi nell’amore
e ci chiami amici tuoi.
Tu sei luce e verità,
sei legame d’unità:
con il Padre e coi fratelli
tu ci stringi in carità.

2. Del tuo corpo ci hai nutrito,


nuova forza a noi darai.
Tu sostieni la speranza
fino a quando ritornerai.
La tua gloria splenderà,
l’universo canterà.
Chi ti aspetta nella fede
gioia e pace con te godrà.

607
372 PANE PER NOI SPEZZATO

# .. j
(q = 112)

& c ! ! œ œ . œ
œ œ œ
# œ. j
RIT. Pa- ne per noi spez -

& œ ˙. œ œ . œ n œ œ œ ‰ œj
œ œ œ
#
za - to, vi-no per noi ver - sa-to, pa -

& œ œ œ œ œ œ œ œ #œ œ ˙ 38

# 3 œ j œ œ
œ œ œj œ .
ro - la per noi fat - ta car - ne:

& 8 œ J œ œj 24
Dio per noi A - mo - re, Dio per

# 2
per

& 4 ˙ c ˙. œ !
continuare
œ œ œ ˙
#
noi A - mo - re

& j œ
œ. œ œ œ œ œ œ œ œ
# j
1. Dio, A - mo - re, con noi sul - la stra - da;

& œ. œ œ œ œ œ œ œ œ œ

# j
Dio, A - mo - re, tu gui - da si - cu - ra;

& œ. œ œ œ œ œ œ œ œ
œ
#
Dio, A - mo - re, sa - pien - za˘e - ter - na;
j
& nœ . œ œ œ œ œ w
gran - de sei tu per noi.

608
Rit. Pane per noi spezzato,
vino per noi versato,
parola per noi fatta carne:
Dio per noi Amore,
Dio per noi Amore.
1. Dio, Amore, con noi sulla strada,
Dio, Amore, tu guida sicura
Dio, Amore, sapienza eterna,
grande sei tu per noi.
2. Dio, Amore, a te la preghiera,
Dio, Amore, ci apri lo sguardo,
Dio, Amore, tu porti pace,
grande sei tu per noi.
3. Dio, Amore, sei cibo che nutre,
Dio, Amore, tu doni speranza,
Dio, Amore, sei tu la luce,
grande sei tu per noi.
4. Dio, Amore, tu liberi l’uomo,
Dio, Amore, sei l’unica via,
Dio, Amore, a te cantiamo,
grande sei tu per noi.

PANE VIVO, SPEZZATO PER NOI 373


&b C ˙ ˙ œ œ
(m = 80-88)
˙ ˙ œ œ w
RIT. Pa - ne vi - vo, spez - za - to per noi,

&b ˙ ˙ ˙ œ œ w w
a te glo - ria, Ge - sù!
609
&b ˙ ˙ ˙ œ œ ˙ œ œ w
U
Pa - ne nuo - vo, vi - ven - te per noi,

&b ˙ ˙ œ œ ˙
FINE
w ˙. œ
tu ci sal- vi da mor - te! S 1.¥Ti
2ˆ3
&b 2 œ œ ˙ ˙ ˙ ˙ œ œ œ œ
sei do - na - to˘a tut - ti, cor-po cro-ci -

&b ˙ ˙ ˙. œ œ œ ˙ ˙
fis - - - so; hai da - to la tua

&b ˙ ˙ œ œ œ œ w w
vi - ta, pa- ce per il mon - do.

Rit. Pane vivo, spezzato per noi, /


a te gloria, Gesù!
Pane nuovo, vivente per noi, /
tu ci salvi da morte!

1. Ti sei donato a tutti,


corpo crocifisso;
hai dato la tua vita,
pace per il mondo.

2. Hai condiviso il pane


che rinnova l’uomo:
a quelli che hanno fame
tu prometti il Regno.

3. Tu sei fermento vivo


per la vita eterna.
Tu semini il Vangelo
nelle nostre mani.
610
4. Venuta la tua ora
di passare al Padre,
tu apri le tue braccia
per morire in croce.

5. Per chi ha vera sete


cambi l’acqua in vino.
Per chi si è fatto schiavo
spezzi le catene.

6. A chi non ha più nulla


offri il vero amore:
il cuore può cambiare
se rimani in noi.

7. In te riconciliati,
cielo e terra cantano!
Mistero della fede:
Cristo, ti annunciamo!

PANGE, LINGUA - TANTUM ERGO 374


j j j
& œj œj œ œ œ œ œ œ œ œ
Å
1. Pan - ge, lin - gua, glo - ri - o - si
j
& œ œ œJ œJ œJ œ œJ œ œ œ

j j j j
Cor - po - ris my - ste - ri - um
j œ œ
& œ œ J œ œ œ œ
J
Å
San - gui - nis - que pre - ti - o - si,

&
611
j j j j
& œ œJ œ œ œj œ œ œ
j j j j j
quem in mun - di pre - ti - um

& œj œ œ œ
j œ œ œ œ
Å

j j
fru - ctus ven - tris ge - ne - ro - si

& œ œJ œ œ œ œ œ œj œ œ œ œ œ œ
Rex ef - fu - dit gen - ti - um. A - men.

1. Pange, lingua, gloriosi Corporis mysterium


Sanguinisque pretiosi, quem in mundi pretium
fructus ventris generosi Rex effudit gentium.

2. Nobis datus, nobis natus ex intacta Virgine


et in mundo conversatus, sparso verbi semine,
sui moras incolatus miro clausit ordine.

3. In supremæ nocte cœnæ recumbens cum fratribus,


observata lege plene cibis in legalibus,
cibum turbae duodenæ se dat suis manibus.

4. Verbum, caro, panem verum verbo carnem efficit


fitque Sanguis Christi merum, et, si sensus deficit,
ad firmandum cor sincerum sola fides sufficit.

5. Tantum ergo Sacramentum veneremur cernui


et antiquum documentum novo cedat ritui:
præstet fides supplementum sensuum defectui.

6. Genitori Genitoque laus et jubilatio,


salus, honor, virtus quoque sit et benedictio:
procedenti ab utroque compar sit laudatio. Amen.

612
(Traduzione)

Genti tutte, proclamate il mistero del Signor,


del suo corpo e del suo sangue che la Vergine donò
e fu sparso in sacrificio per salvar l’umanità.

Dato a noi da madre pura, per noi tutti s’incarnò.


La feconda sua parola tra le genti seminò;
con amore generoso la sua vita consumò.

Nella notte della cena coi fratelli si trovò.


Del pasquale sacro rito ogni regola compì
e agli apostoli ammirati come cibo si donò.

La parola del Signore pane e vino trasformò:


pane in carne, vino in sangue, in memoria consacrò!
Non i sensi, ma la fede prova questa verità.

Adoriamo il Sacramento che Dio Padre ci donò.


Nuovo patto, nuovo rito nella fede si compì.
Al mistero è fondamento la parola di Gesù.

Gloria al Padre onnipotente, gloria al Figlio Redentor,


lode grande, sommo onore all’eterna Carità.
Gloria immensa, eterno amore alla santa Trinità.
Amen.

PAROLE DI VITA 375


˙ œ
Calmo (m = 60-69)
& C œ .. ˙ œ œ ˙ œ œ œ
Pa - ro - le di vi - ta ab - bia- mo˘a - scol -
no - stra spe - ran - za è˘un pa - ne spez -

&
613
& ˙ œ œ ˙ œ œ ˙ œ œ
ta - to e ge - sti d’a - mo - re ve -
za - to, la no - stra cer - tez - za l’a–
U
˙ Œ œ .. ˙ œ œ ˙
1. 2.
& ˙ œ #œ œ
dem-mo tra noi. La –mo - re di Di - o.

Parole di vita abbiamo ascoltato


e gesti d’amore vedemmo tra noi.
La nostra speranza è un pane spezzato,
la nostra certezza l’amore di Dio.

376 QUANTA SETE NEL MIO CUORE

&b Ó
(m = 1 = 69-76)

˙ œ œ œ œ œ œ ˙
˙
1. Quan - ta se - te nel mio cuo - re:

&b ˙ œ œ œ œ ˙ ˙ ˙ Ó
so - lo˘in Dio si spe - gne - rà.

&b ˙ œ œ œ œ œ œ ˙ ˙
Ó
Quan - ta˘at - te - sa di sal - vez - za:

&b ˙ œ œ œ œ ˙ ˙ ˙ Ó
so - lo˘in Dio si sa - zie - rà.

&b ˙ œ œ œ œ œ œ ˙ Ó
L’ac - qua vi - va che˘e- gli dà
614
&b ˙ œ œ œ œ œ œ ˙ Ó
sem - pre fre - sca sgor- ghe - rà.

&b ˙ œ œ œ œ œ œ ˙ ˙ Ó
U
Il Si - gno - re˘è la mia vi - ta,

&b ˙ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙ Ó
il Si - gno - re˘è la mia gio - ia.

1. Quanta sete nel mio cuore:


solo in Dio si spegnerà.
Quanta attesa di salvezza:
solo in Dio si sazierà.
L’acqua viva che egli dà
sempre fresca sgorgherà.

2. Se la strada si fa oscura,
spero in lui: mi guiderà.
Se l’angoscia mi tormenta,
spero in lui: mi salverà.
Non si scorda mai di me,
presto a me riapparirà.

3. Nel mattino io ti invoco:


tu, mio Dio, risponderai.
Nella sera rendo grazie:
tu, mio Dio, ascolterai.
Al tuo monte salirò
e vicino ti vedrò.

615
377 QUESTO È IL MIO COMANDAMENTO
#
& # cœ œ
.. œ œ œ œ œ œ
#
RIT. Que - sto˘è˘il mi - o co - man - da -

& # œ ˙ œ œ ˙ œ œ ˙. œ œ

#
men - to: che vi˘a - mia - te co- me
œ œ œ œ ˙
& # œ œ . œ œ
#
i - o ho a - ma - to voi, co - me

& # œ œ œ œ œ œ ˙ Œ ‰ j
œ
##
i - o ho˘a - ma - to voi. 1.¥Nes -

& œ œ œ œ œ œ œ ˙ œ œ œ
# œ.
su - no ha˘un a - mo - re più gran - de di chi
œ œ œ œ
& # J #œ ˙ œ œ œ

##
dà la vi - ta per gli˘a - mi - ci, vo - i

& Nœ ˙ œ œ œ ˙ œ œ
#
sie - te miei a - mi - ci se fa -

& # œ œ œ œ œ œ ˙. œ
.
œ .
re - te ciò che vi di - rò. Que - sto˘è˘il

Rit. Questo è il mio comandamento:


che vi amiate come io ho amato voi,
come io ho amato voi.

616
1. Nessuno ha un amore più grande
di chi dà la vita per gli amici,
voi siete miei amici
se farete ciò che vi dirò.

2. Il servo non sa ancora amare


ma io v’ho chiamato miei amici,
rimanete nel mio amore
ed amate il Padre come me.

3. Io pregherò il Padre per voi


e darà a voi il Consolatore
che rimanga sempre in voi
e vi guidi nella carità.

SEI TU, SIGNORE, IL PANE 378


&b C w
(m = 72-80)

˙ ˙. œ ˙ ˙
1. Sei tu, Si - gno - re,˘il pa -

&b ˙ ˙ ˙ ˙ ˙ n˙ w
ne, tu ci - bo sei per noi.

&b Ó ˙ ˙. œ ˙ ˙ ˙ ˙
Ri - sor - to˘a vi - ta nuo -

&b ˙ ˙ ˙ ˙ ˙ ˙ w ˙
va, sei vi - vo˘in mez- zo˘a noi.

617
1. Sei tu, Signore, il pane,
tu cibo sei per noi.
Risorto a vita nuova,
sei vivo in mezzo a noi.
2. Nell’ultima sua cena
Gesù si dona ai suoi:
«Prendete pane e vino,
la vita mia per voi».
3. «Mangiate questo pane:
chi crede in me vivrà.
Chi beve il vino nuovo
con me risorgerà».
4. È Cristo il pane vero,
diviso qui fra noi:
formiamo un solo corpo
e Dio sarà con noi.
5. Se porti la sua croce,
in lui tu regnerai.
Se muori unito a Cristo,
con lui rinascerai.
6. Verranno i cieli nuovi,
la terra fiorirà.
Vivremo da fratelli:
la Chiesa è carità.

379 SIGNORE, BRUCIA IL CUORE

& b 64 œ œ œ . œj œ
(m . = 50-56)

˙ ˙ œ ˙ œ
1. Si - gno - re, bru - cia˘il cuo - re, se
618
j
&b ˙ œ ˙ œ ˙. œ Œ œ ˙ œ œ. œ œ
tu ti sve - le - rai: pa - ro - la che si

&b ˙ œ ˙ œ ˙ œ ˙ œ ˙. œ Œ œ
of - fre, ed è la ve - ri - tà. E˘al -

&b ˙ œ œ. œ œ ˙. œ Œ œ
J
˙ œ œ . œjœ
lo - ra vol - ge - rò il

&b ˙ œ ˙ œ ˙. ˙ œ
pas-so˘al - l’av-ven - tu - ra, e˘il fuo - co del - la

&b ˙ œ ˙ œ ˙ œ ˙ œ ˙. œ
gio - ia il cuo - re˘ac-cen - de - rà.

1. Signore, brucia il cuore,


se tu ti svelerai:
parola che si offre,
ed è la verità.
E allora volgerò
il passo all’avventura,
e il fuoco della gioia
il cuore accenderà.

2. Signore, nasce forza,


se tu mi nutrirai:
il pane tu mi porgi
ed è la novità.
E allora uscirò
per dire a chi non spera
che il buio della notte
in te è luce ormai.

619
3. Signore, cresce amore,
se tu sarai con me:
gli occhi mi hai dischiuso
ed è la libertà.
E allora diverrò
la tua primavera:
la Pasqua che mi doni
in tutti fiorirà.

380 TU, FESTA DELLA LUCE

& 44 œ œ
(q = 80-88)

œ œ œ œ œ œ œ #œ
1. Tu, fe - sta del - la lu - ce, ri -

& œ œ œ œ ˙ Œ œ œ œ œ
œ
U
splen - di qui, Ge - sù: Van - ge - lo che ra -

& œ œ Œ œ œ œ œ œœ œ œ œ
du - na un po - po - lo di - sper - so.

1. Tu festa della luce,


risplendi qui, Gesù:
Vangelo che raduna
un popolo disperso.

2. Tu, pane d’abbondanza,


ti doni qui, Gesù:
sapore della Pasqua
nell’esodo dell’uomo.

620
3. Tu, vino d’allegrezza,
ti versi qui, Gesù:
fermento traboccante
nel calice dei giorni.
4. Tu, patto d’alleanza,
ci chiami qui, Gesù:
risposta generosa
del Padre che perdona.
5. Tu, seme di sapienza,
fiorisci qui, Gesù:
germoglio consolante
di nozze per il Regno.
6. Tu, prezzo della pace,
ti sveli qui, Gesù:
memoria nella Chiesa
del sangue che redime.
7. Tu, voce dello Spirito,
ci parli qui, Gesù:
dolcezza dell’invito
al canto dell’amore.
8. Tu, ultima Parola,
rimani qui, Gesù:
attesa luminosa
del giorno dei salvati.

TU, FONTE VIVA 381


## (q = 92-100)
j
& c ˙ œ œ œ œ ˙ œ. œ œ œ
1. Tu, fon - te vi - va: chi ha se - te,
621
# ˙
& # ˙ ˙ ˙ œ œ ˙
# œ. œ
be - va! Fra - tel - lo buo - no,
˙
& # J
œ œ ˙ ˙ œ œ
##
che rin- fran - chi˘il pas - so: nes - su- no˘è

œ œ ˙ j
& œ. œ œ œ œ œ ˙
##
so - lo se tu lo sor - reg - gi,

& ˙ œ œ ˙ ˙ w
gran - de Si - gno - - - re!

1. Tu, fonte viva: chi ha sete, beva!


Fratello buono, che rinfranchi il passo:
nessuno è solo se tu lo sorreggi,
grande Signore!
2. Tu, pane vivo: chi ha fame, venga!
Se tu lo accogli, entrerà nel Regno:
sei tu la luce per l’eterna festa,
grande Signore!
3. Tu, segno vivo: chi ti cerca, veda!
Una dimora troverà con gioia:
dentro l’aspetti, tu sarai l’amico,
grande Signore!

382 TU, NOSTRO PASTORE

b 3ˆ6ˆ9 Œ ‰ Œ œ .. œ œj œ œ
(q . = 46)

&b b 8 !
J œ
1. Tu sei il no- stro pa-
622

&
b j
&b b œ œ œ œ œ œ
œ œ œ œ œ

bb
sto - re; nul - la mai ci man - che -

& b œ. œ œ œ
œ œ œ œ œ œ
b j j
rà. Pa - sco - li˘er - bo - si e fre - schi ru -

&b b œ œ œ œ. ‰ œ œ
œ œ œ œ
b
scel - li cer - chi tu per noi. Tu rin -

& b b œ œ œ œ œ œ œJ œ œ œ œ
b U j
fran chi l’a - ni - ma no - stra e la

& b b œ œ œ œ. œ œ œ œ
œ. œ
b j j
pa - ce ci dai. RIT.Tu no - stro pa - sto - re,

&b b œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
b
no - stro Si - gno - re, sem - pre ti se - gui -

& b b œ. œ. ‰ œ œ œ œ œ
re - mo, re - ste - re - mo con

b œ .. œ
&b b Œ
Finale

œ. J œ œ ˙.
b
te. 2.¥È - re - mo con te.

&b b ! ! ! !

1. Tu sei il nostro pastore;


nulla mai ci mancherà.
Pascoli erbosi e verdi ruscelli
cerchi tu per noi.
Tu rinfranchi l’anima nostra
e la pace ci dai.
623
Rit. Tu nostro pastore, nostro Signore,
sempre ti seguiremo, resteremo con te.

2. È quando scende la sera


e la strada oscura si fa,
cammineremo sicuri
al tuo fianco, o Signore.
Ci sostiene la tua presenza
e conforto ci dà.

3. A mensa tutti ci chiami;


con amore il pane ci dai.
E la tua casa rifugio
sicuro, o Signore.
Sono pieni di gioia i cuori;
noi crediamo in te.

4. Tu sei accanto a noi;


ci accompagna la tua bontà.
Mai lasceremo la tua casa,
o Signore.
Loderemo il tuo nome per sempre,
perché tu sei con noi.

383 TU SEI LA MIA VITA

# 4 Mi–
(q = 72-80)
Do Re Sol

& 4 œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
˙
1. Tu sei la mia vi - ta, al - tro io non ho.
#
œ œ œ œ ˙
Mi– Do Re

& œ œ œ œ œ œ
Sol Mi9/Sol#

Tu sei la mia stra- da, la mia ve- ri - tà.


624
#
& œ œ œ
La–

œ œ œ
Re9 Sol Do

œ œ œ œ ˙
Nel - la tua pa - ro - la io cam - mi - ne - rò

# œ œ ˙
œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
La– Re7 Sol

&
Si7/Fa# Mi

fin-ché˘a-vrò re-spi- ro, fi-no˘a quan-do tu vor-rai.

#
& œ œ œ
La–

œ œ œ
Re9 Sol Do

œ œ œ œ œ ˙
Non a - vrò pa - u - ra, sai, se tu sei con me:

#
1.2.3. 4.
Π..
La– Mi– Fa7+ Mi

& œœ œ œ œ œ œ
Re Mi–

˙. œ ˙.
io ti pre-go, re- sta con me. Di - o.

1. Tu sei la mia vita, altro io non ho.


Tu sei la mia strada, la mia verità.
Nella tua parola io camminerò
finché avrò respiro, fino a quando tu vorrai.
Non avrò paura, sai, se tu sei con me:
io ti prego, resta con me.

2. Credo in te, Signore, nato da Maria:


Figlio eterno e santo, uomo come noi.
Morto per amore, vivo in mezzo a noi:
una cosa sola con il Padre e con i tuoi,
fino a quando - io lo so - tu ritornerai
per aprirci il regno di Dio.

3. Tu sei la mia forza: altro io non ho.


Tu sei la mia pace, la mia libertà.
Niente nella vita ci separerà:
so che la tua mano forte non mi lascerà.
So che da ogni male tu mi libererai
e nel tuo perdono vivrò.
625
4. Padre della vita, noi crediamo in te.
Figlio Salvatore, noi speriamo in te.
Spirito d’Amore, vieni in mezzo a noi:
tu da mille strade ci raduni in unità
e per mille strade, poi, dove tu vorrai,
noi saremo il seme di Dio.

384 VENITE A ME
# j
& œ œ œ œ œ œ œ œ œ
J
#
RIT.«Ve - ni - te˘a me, voi tut - ti,

& œJ œ œ œ œ œ œ œ œ
Å

#
op - pres - si e˘af - fa - ti - ca - ti:

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œj
vi da - rò ri - sto - ro», di - ce˘il Si - gno - re.

# j œ œ œ
œ œ œ W œ
Salmo
&
Å

#
1. Be - ne - di - rò¥¥il¥¥Signore¥¥in o - gni tem - po,

& W œ œ œ œ
sulla mia bocca sempre la sua lo - de.

Rit. «Venite a me, voi tutti,


oppressi e affaticati:
vi darò ristoro», dice il Signore.
1. Benedirò il Signore in ogni tempo,
sulla mia bocca sempre la sua lode.
626
2. Nel Signore si glorierà l’anima mia,
l’umile ascolti e si rallegri.

3. Magnificate con me il Signore,


esaltiamo insieme il suo nome:

4. Ho cercato il Signore, mi ha risposto,


da ogni timore mi ha sollevato.

5. Guardate a lui, sarete luminosi,


non arrossirà il vostro volto.

6. Questo povero chiama: Dio lo ascolta,


lo libera da tutte le sue angosce.

7. L’angelo del Signore si accampa


intorno a quelli che lo temono, e li salva.

8. Gustate e vedete come è buono il Signore:


beato chi in lui si rifugia.

9. Temete il Signore, voi santi:


chi lo teme non manca di nulla;

10. il ricco è indigente, affamato:


non manca nulla a chi cerca il Signore.

627