Sei sulla pagina 1di 24

Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 02/03/2005 - Spediz. in abb. postale: postatarget creative - CENTRO 1/02524/11.

2014 - Posteitaliane
Anno XVIII - n° 187 Aprile 2018

L’Editoriale Fuga dalla realtà


di Enrico Dello Sbarba
enricodellosbarba@virgilio.it
di Nicola Graziani

Ma nascerà Il più grande pericolo per un Pd uscito mal-


concio dalle elezioni è la fuga dalla realtà. Circolo «Il Centro» - Via Trieste 7 - Livorno
davvero La crisi che attraversa la sinistra italiana, e
non solo quella (si pensi al caso francese),
Lunedì 23 Aprile, h. 18

quella strana deriva da una grave dimenticanza: l’essere


cioè la sinistra quella parte dello spettro po-
incontro
con il
litico che ha come compito – quasi istitu-
alleanza? zionale – quello di pungolare verso il cam-
biamento, in direzione della tutela delle clas-
Dott. Luciano Guerrieri
Presidente Livorno Porto 2000
E così smentendo tutte le previ- si meno fortunate.
Moderatore:
sioni che escludevano la possi- Ora, è questo che è venuto a mancare, in
Dott. Enrico Dello Sbarba
bilità di un qualsiasi dialogo tra i Italia ma non solo. Dalla metà degli anni
vincenti delle recenti elezioni - Novanta, a partire dall’America di Clinton e
M5Stelle e la Lega di Salvini, or- dalla Gran Bretagna di Blair, è prevalsa la
mai riconosciuto leader del cen- convinzione che bastasse ottenere i voti del- Circolo «Il Centro» - Circolo Aldo Moro
trodestra , si è sviluppato nelle la sinistra e promuovere un programma di
Mercoledì 9 Maggio, h. 16.30
elezioni per i presidenti dei due destra per realizzare l’obiettivo magico del-
rami del Parlamento, quello che la permanenza al potere. E pazienza se il ceto nella Sala conferenze
difficilmente era prevedibile e e segue a pag. 2 Ambito Territoriale Scolastico Prov.le (g.c.)
cioè uno scambio “di amorevoli Piazza Vigo n.1 - Livorno
sensi” che ha portato al vertice Presentazione del libro di
delle due assise un esponente dei Lunedì 16 Aprile, h. 10.30 Giuseppe Matulli
5Stelle alla Camera dei Deputati e
c/o Sala Conferenza
del centrodestra al Senato. Siamo
Ambito scolastico territoriale provinciale Alcide De Gasperi
di fronte ad un accordo “a tutto
tondo” che ha sconvolto le pre-
Piazza Vigo n.1 - Livorno Quando la politica credeva
Inaugurazione mostra
visioni della vigilia dopo “lo tsu-
nami elettorale” del 4 marzo. su Alcide De Gasperi
nell'Europa e nella democrazia
Il cordiale scambio tra le due for- Moderatore:
mazioni politiche (originariamen- Dalla ricostruzione dell'Italia Luigi Vicinanza
te l’opposto ed il contrario di tut- alla costruzione dell'Europa Direttore de Il Tirreno
to) ha sollevato sorpresa, inter- Relatori:
Interventi:
rogativi ed anche preoccupazio- Marco Taradash - Claudio Frontera
Dott.ssa Anna Pezzati
ne in quanto non era certamente Francesco Butini
Dirigente scolastico
prevedibile una tale soluzione alla Interventi:
Alessando Franchi
luce anche degli scontri che ave- Giorgio Kutufà
Presidente della Provincia
vano caratterizzato queste due Antonio Melani
Dott.ssa Cristina Grieco
componenti politiche durante la Presidente ACLI Livorno
Ass. Regionale Pubblica Istruzione
campagna elettorale. Andrea Pieroni
e Formazione Professionale
E’ nato, probabilmente, un nuo Consigliere Regionale P.D.
Ing. Francesco Butini
segue a pag. 2 membro del comitato mostra SARÀ PRESENTE L'AUTORE
2 Politica e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

dalla prima pagina in senso maggioritario (compito però tut- La politica di lento suicidio della sinistra,
t’altro che facile), indire nuove elezioni per applicata in Italia dal Pd non senza pervi-
Ma nascerà davvero definire quali delle due proposte politiche
debba o possa prevalere. Quella del M5S,
cacia, ora ha presentato il conto: da noi e
altrove. In Francia Emmanuel Macron ha
quella strana alleanza? che molti osservatori politici ritengono o
si ostinano a ritenere una realtà già conso-
avuto l’intuizione di staccarsi dal Psf per
fondare il suo En Marche, riedizione sbia-
vo bipolarismo diverso da quelli della Pri- lidata e quella del centrodestra ormai, irre- dita di una sinistra lib-lab. Ma nessuno si
ma e della Seconda Repubblica (i notisti visimilmente destinata ad essere “fagoci- illuda: ha vinto perché ha avuto la fortuna
politici affermano che ormai siamo entrati, tata” e guidata dalla Lega di Matteo Salvi- di potersi confrontare con la destra estre-
a vele spiegate, nella terza). ni ormai classificabile come un’autentica mista del Fronte Nazionale di Marine Le
La prima fu caratterizzata dal bipolarismo destra sovranista. Pen. Lui ci ha guadagnato l’Eliseo, la Fran-
D.C. e P.C.I. privo assolutamente di alter- In questo quadro che, certamente non in cia ci ha perduto l’esistenza di una destra
nanze, in relazione alla divisione dei due maniera trionfalista, abbiamo disegnato (lo affidabile e democratica.
blocchi, quello della seconda dalla presen- scrivente ha sempre auspicato l’affermar- Cercare di replicare lo schema qui da noi,
za imperante di Berlusconi da un lato e dai si di una forza politica di centro che faces- pertanto, sarebbe doppiamente errato. Da
suoi fieri oppositori dall’altro che esclude- se dell’equilibrio e del buon senso il suo una parte il Pd a trazione macroniana giu-
vano, a priori, qualsiasi ipotesi di collabo- consolidato riferimento), si pone il P.D. che, stificherebbe e rafforzerebbe l’asse sovra-
razione e, in effetti, quella stagione politi- dopo la tremenda ed assolutamente impre- nista-populista di Lega e M5s: è di un tale
ca fu caratterizzata da continui scontri. vedibile batosta, cerca faticosamente di avversario che ha bisogno per prosperare.
Nelle elezioni dl 4 marzo erano in gioco due rialzare la testa e di affrontare una nuova Secondo: è difficile immaginare che pro-
mondi completamente opposti anche da un difficile stagione: diciamo subito che sia- spererebbe comunque. Perché le radici della
punto di vista antropologico. mo di fronte ad una punizione elettorale rabbia che ha alimentato il Fn francese e i
Con la elezione concordata per la presi- sproporzionata ed ingiusta nelle sue fra- populisti italiani verrebbero comunque raf-
denza dei due rami del parlamento tra il gorose dimensioni. forzate, e l’esito delle prossime elezioni –
M5stelle ed il Centrodestra, ormai caratte- Molto lungo sarebbe l’elenco delle cose vicine o lontane – sarebbe già scritto. La
rizzato dalla pesante egemonia di Salvini, “buone” fatte dai governi che si sono suc- sinistra faccia la sinistra, e lasci agli altri il
le prospettive per la formazione di un go- ceduti nel quinquennio, rigidamente con- mestiere della destra. Il quadro politico si
verno post-elezioni permangono comples- dizionati nel loro incedere dalla pesantis- placherebbe, la democrazia ne uscirebbe
se ma non impossibili: richiederanno cer- sima crisi finanziaria ed economica attra- più solida. Ma è tipico del Pd di questi anni
tamente tempi lunghi, ma non ce la sentia- versata da tutto il continente europeo e il non voler ascoltare la voce dei tempi.
mo , visto il precedente delle elezioni con- non solo e che ha provocato danni altissi-
cordate per la presidenza dei due rami del mi ad una paese dalla economia gracile in
Parlamento, di escluderle a priori: insom- ampie fasce di territorio e da un debito
Periodico mensile
ma, tutto può ancora accadere. enorme come ha l’Italia: interventi che han- del Circolo Culturale
Si è trattato, in sostanza, di una reciproca no cercato di toccare tutti i settori, con
legitimizzazione tra Di Maio e Salvini che particolare riguardo quelli sociali ma, vi-
potrebbe rappresentare l’anticamera di fu- sta la debacle elettorale, risultati insuffi-
ture e non più impossibili alleanze di go- cienti o non capiti da una opinione pub-
Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 2/3/2005
verno, checché ne pensino i giornalisti del blica sempre più preoccupata e distacca-
Fatto Quotidiano preoccupatissimi che si ta.
Redazione ed Amministrazione:
consumi l’odiato connubio”. Questa spasmodica richiesta di cambia- Via Trieste 7 - 57124 Livorno
In effetti, quella che sembrava “una pre- mento è stata una delle cause scatenanti e.mail: ilcentro.livorno@gmail.com
giudiziale” e cioè nessuna intesa tra due di quel risultato cosi disastroso ma anche www.circoloilcentro-livorno.it
componenti politiche così dissimili e distan- ingiusto, forse legato anche ad una caren-
DIRETTORE RESPONSABILE:
ti si è invece realizzata. La politica, da sem- za di concreta leadership. Enrico Dello Sbarba
pre, nasconde “l’arte del compromesso” Ulteriori approfondimenti sono presenti su
per cui non ce la sentiamo di escludere una questo numero de Il Centro tali da offrire COMITATO DI REDAZIONE:
ai nostri lettori ulteriori ed appropriate va- Massimo Cappelli,
eventualità del genere. Laura Conforti Benvenuti,
Staremo a vedere quello che accadrà dopo lutazioni sugli accadimenti politici del po- Sergio Cini, Valeria Grillo,
le consultazioni del Quirinale: vi è, in ogni stelezioni. Resta il preoccupante Luca Lischi, Mario Lorenzini,
caso, un’unica certezza e cioè che non sarà convincimento per il futuro di questo no- Mauro Paoletti, Angela Simini,
stro paese che sembra stia perdendo fidu- Marisa Speranza, Franco Spugnesi.
una crisi breve né tantomeno di facile so-
luzione ma è sempre possibile che le due cia e questa sarebbe, davvero, una even- Hanno collaborato a questo numero:
tualità da evitare. Cristina Battaglini, Franco Biancani,
forze vincenti nelle ultime elezioni riesca- Francesco Butini, Massimo Cappelli,
no a trovare un compromesso su temi im- Fabio Figara, Gianni Giovangiacomo,
Nicola Graziani, Luca Lischi, Mario Lo-
portanti come quello di una nuova legge
elettorale o su problematiche sociali per
Fuga dalla realtà renzini, Giulia Martano, Angela Roc-
cuzzo, Angela Simini, Franco Spugne-
venire incontro alle crescenti esigenze di medio si impoveriva sotto una politica del si, Lorenzo Taccini, Claudio Tonci.
larghe fasce di popolazione in difficoltà: lavoro dettata dal liberismo conservatore, STAMPA: Editrice «Il Quadrifoglio»,
qualche taglio che punti a diminuire sgra- e si allontanasse sia dalle fonti di redistri- Via Pisacane 7, tel. 0586/814033 - Livorno
diti benefit di varia natura, per poi, una buzione della ricchezza, sia dalle urne, sia Giornale chiuso in tipografia il 4/4/2018
volta modificata l’attuale legge elettorale dai partiti di riferimento.
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Politica 3

Il partito dell'establishment
di Francesco Butini

Dopo il risultato elettorale del 4 mar- sto non deve suggerire sempre giu- te ritardo rispetto alla produzione di
zo, il Partito Democratico potrà rima- dizi negativi sull’establishment, la ricchezza e a tassi europei di svilup-
nere uguale a quello che abbiamo co- stabilizzazione degli equilibri non po non affida più alla sinistra italiana
nosciuto negli ultimi anni? Sarebbe deve essere considerata necessaria- le sue speranze di riscatto, ma sem-
stata solo una sfortunata parentesi, mente come la conservazione di un bra preferire la virata verso il Movimen-
o un errore di analisi e una lettura grumo di privilegi in mano a pochi, to 5 Stelle.
sbagliata della società italiana? bensì garanzia di funzionamento de- E allora un partito come il PD che vor-
Con il termine establishment si in- mocratico ed equilibrato dello Stato. rebbe esprimere una politica di cen-
tende «il complesso delle istituzioni Insomma, i privilegi ci sono senz’al- tro-sinistra può davvero rimanere tale
che, in un Paese, detengono il potere tro, ma non tutto pu essere immagi- e quale a prima?
sia nella vita politica in generale sia nato come funzionale al solo mante- Gli studi sulla distribuzione territoria-
in singoli settori di attività anche le nimento di essi. le e sulla ripartizione sociale del voto
persone e i gruppi che sono a capo di Ma un fatto sicuro: l’establishment al PD traccia il profilo identitario di
tali istituzioni», come si pu leggere non pu essere in linea con una rotta- un partito difficilmente collocabile nel-
nel vocabolario Treccani. «Il termine» mazione della classe dirigente, so- l’alveo della sinistra storica. Scrive il
prosegue il vocabolario « talora usato prattutto se la nuova classe dirigen- quotidiano “Repubblica” nella sua edi-
in tono polemico, per indicare le for- te che va a sostituire quella vecchia zione del 23 marzo scorso, riportan-
ze, i valori, il potere del sistema do- sembra parlare tutta con lo stesso do gli esiti di una serie di analisi: «Tro-
minante, della classe egemone». dialetto. Anzi, a lungo andare, l’esta- vare la sinistra non e poi così diffici-
Ernesto Galli della Loggia ha defini- blishment si pone naturalmente a fre- le, la sua casa è ormai in zone molto
to senza spirito polemico il PD come no di una rottamazione perenne. illuminate, nei quartieri borghesi dei
il partito dell’establishment, ovvero Le conseguenze elettorali per il Par- grandi centri urbani, dove la sera si
della classe dominante italiana. Stia- tito Democratico sono chiare, basta puo uscire e vive la classe dirigente.
mo parlando di istituzioni (Governo, guardare la carta geografica italiana Piu difficile scovarla nell’hinterland
Parlamento, Regioni), di finanza disegnata con i nuovi colori della po- delle citta, nei sobborghi semiperife-
(grandi banche, fondi di investimen- litica. L’area su cui il PD esercita an- rici abitati da lavoratori dipendenti,
to), di economia e di industria (gran- cora una egemonia elettorale (Firen- operai, artigiani, laddove un tempo
di imprese private, gruppi controllati ze e dintorni) è quella da cui provie- aveva il suo zoccolo duro. Sparita del
e partecipati dal Ministero dell’Eco- ne in larga parte la classe dirigente tutto al sud, nelle borgate e nella pro-
nomia), giornali, ecc. Il partito del- che ha sostituito quella rottamata, vincia dove la disoccupazione morde
l’establishment e al tempo stesso il ma non va oltre. Il mare di colore blu- giovani e famiglie, la convivenza con
partito che rottama la vecchia clas- centrodestra ha inondato tutto il nord gli immigrati è difficile e la sera non
se dirigente, le vecchie liturgie, il vec- Italia, il mare giallo-pentastellato ha si gira tranquilli».
chio potere insomma. invaso tutto il sud Italia. Chi è dentro Accanto agli assetti del potere, sareb-
Ora, i due profili suddetti non stanno il cuore del processo produttivo ita- be molto utile se la classe dirigente del
insieme nella realtà l’establishment liano, in difficile competizione sui Partito Democratico si ponesse la que-
tende ad auto-conservarsi, a conso- mercati italiani, confida nell’afferma- stione se rimanere ancorato solo al-
lidare lo status quo, a stabilizzare gli zione della politica fiscale proposta l’establishment o affrontare i cambia-
equilibri dei poteri dello Stato. Que- dal centro-destra. Chi è fuori o in for- menti sociali in corso nel nostro Paese.
4 Politica e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

Riportiamo un articolo di Simone Bacci pubblicato su www.uninfonews.it il 27-3-2018

Il tanto temuto “inciucio”


“In Italia siamo ormai abituati ai costanti po giornalistico dal Fatto Quotidiano – in parlamentare, piuttosto che sull’azione di
cambi di opinione delle forze politiche. Si prima linea Travaglio, Scanzi e Gomez. In governo. Ora c’è chi come me magari rav-
sa, la mediazione e il compromesso sono campo politico dal Movimento Cinque visa l’impossibilità che un sistema demo-
da sempre la base del fare politica. Si par- Stelle e in un secondo momento anche cratico basato su questi presupposti reg-
te a livello di partito, dove è essenziale dal resto della stampa e dalla destra di ga nella modernità, soprattutto in questi
trovare una sintesi tra le diverse posizio- Salvini e Meloni. Così fu definito anche il tempi dove il mondo va veloce e la politi-
ni o correnti interne, poi a livello di parla- Patto del Nazareno, che sempre per le ri- ca non riesce a stare allineata e a legifera-
mento, quando nell’assenza di maggio- forme istituzionali, venne stipulato tra re tempestivamente. C’è anche chi ha pro-
ranze precise si viene investiti dalla re- Renzi e Berlusconi, sancendo il breve ap- posto il passaggio ad un modello presi-
sponsabilità di dare un governo al paese. poggio di Forza Italia al governo Renzi, denziale, o chi come Craxi o Renzi hanno
Questo chi fa politica lo sa, lo mette in fino alla spaccatura sopraggiunta al mo- proposto di cambiare la costituzione per
conto. Allearsi, mediare e fare compromes- mento dell’elezione di Mattarella. In quel cercare di snellire questo processo. Ma
si espone i politici a incoerenze, sacrifici caso si parlò di “inciucio Renzusconi“. queste linee non sono mai passate.
del proprio programma, malcontenti da
parte dei propri elettori, critiche. Ma c’è
una parola che da qualche anno a questa La fine dei compromessi
parte fa tremare parlamentari ed elettori di
La dialettica
ogni schieramento: è il tanto temuto “in- e l’inizio dell’inciucio dell’inciucio
ciucio”. Va detto che fin dai tempi della prima re- Dunque vien da sé dire che in una repub-
La prima volta che il termine inciucio ven- pubblica, in primis in sede di assemblea blica parlamentare l’inciucio, usato nell’ac-
ne usato in politica fu nel giugno del 1997, costituente, il parlamento fu pensato pro- cezione positiva di “mediazione”, dovreb-
in riferimento “Patto della crostata“, cioè prio “ad opera di inciucio”. Mi spiego be essere la prassi, ma così non è stato per
all’accordo sulle riforme istituzionali si- meglio: quello che per anni ci hanno fatto varie ragioni: maggioranze di governo con-
glato tra Silvio Berlusconi e Massimo credere essere un’anomalia, un tradimen- sistenti che potevano governare da sole
D’Alema in occasione di una cena a casa to del sistema, altro non è che la normale (anche se per periodi piuttosto brevi), pre-
di Gianni Letta , accordo avvenuto – si prassi su cui si dovrebbe basare una re- mi di maggioranza poi rivelatisi incostitu-
narra – proprio al momento in cui la si- pubblica parlamentare come la nostra, che zionali (si veda porcellum e italicum). In-
gnora Letta stava servendo il dolce ai pre- almeno in teoria dovrebbe essere basata somma, in un sistema dove la mediazione
senti, da lì il nome “della crostata”. Da sul dibattito parlamentare e sul confron- dovrebbe essere la prassi, l’inciucio fa in-
quel giorno il termine inciucio divenne un to tra forze diverse. In poche parole, in dignare.
riferimento giornalistico usato e abusato, questi anni abbiamo creduto che fare com- Fa indignare fomentato dall’idea del fine
spesso anche a sproposito, per definire promessi, mediazioni, leggi condivise fos- con cui viene fatto: spartirsi le poltrone
ogni accordo di palazzo che riguardasse se un qualcosa di alieno e ingiusto, quan- per sopravvivere, far sopravvivere i privi-
il cambio di posizione, la spartizione di do invece non è così che è stata pensata legi della classe politica, tutto contro i cit-
poltrone tra gli stipulanti, e ogni accordo la nostra Repubblica. tadini onesti e le forze di cambiamento.
o mediazione tra forze politiche diverse. La nostra Repubblica piuttosto si basa sul Queste dinamiche e queste dialettiche non
Questa dialettica dell’inciucio, soprattut- ruolo primario del parlamento e del dibat- sono nuove, le abbiamo sempre viste, per-
to negli ultimi anni è stata utilizzata in cam- tito parlamentare, sulle leggi di iniziativa sino i filosofi greci parlavano dell’eccessi-
va soggezione della democrazia a pericoli
DISTRIBUTORI STRADALI Benzina, Gasolio, Gpl e Metano di delegittimazione della classe politica, ad
opera di capipopolo risentiti che strumen-
AREZZO LUCCA talizzano il malcontento popolare contro
San Giovanni Valdarno Gallicano
Montevarchi
la casse dominante.
Antraccoli
Terranuova Bracciolini Altopascio Tutto verte a contestare i privilegi di chi
Loro Ciuffena Ponte alla Ciliegia comanda, di chi governa, il fine è quello di
Viale Santa Margherita (AR) .............................................
............................................. prendere il potere in nome dell’onestà e
SIENA PISTOIA
Panicagliora del bene comune, per poi scadere verso
Abbadia san Salvatore
Sovicille ............................................. un governo del terrore, una tirannia o un
............................................. LIVORNO totalitarismo, sempre ad opera degli stessi
FIRENZE Via Cattaneo (LI)
............................................. capipopolo che hanno guidato quel rove-
Viale Guidoni (FI) *
San Polo (FI) PISA sciamento di potere. Hanno utilizzato tat-
Fucecchio Montecatini Val di Cecina tiche comunicative molto simili i giacobini
* in ristrutturazione (Loc. La Bacchettona)
.............................................
durante la rivoluzione francese, Mussoli-
segue a pag. 5
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Politica 5

da pag. 4
sulta, avvocato di Berlusconi, in parlamen- Tuttavia ancora una volta devo chiedere
ni e Hitler negli anni ’20 e ’30, la Lega to dal ’94, stipendio, vitalizio, privilegi di ogni scusa al lettore, perché personalmente non
Nord di Bossi alla sua nascita. tipo. Insomma diciamoci la verità: la Casella- trovo niente di strano in questo accordo,
La stessa “minestra comunicativa” viene ti è il volto per eccellenza della casta. sinceramente non avrei niente da criticare
servita e ri-servita durante la storia, oggi “Il nostro obiettivo era eleggere Fico alla ai 5 Stelle. Se le maggioranze sono queste
più che mai in chiave nuova dal Movi- Camera”, ci sono riusciti, certo, dando in è normale agire verso un accordo. Il pro-
mento, grazie all’ausilio del web e delle cambio la loro purezza. “Se Di Maio fa il blema non sta qui, il problema oggi è di
nuove forme di “partecipazione da tastie- governo con Salvini diventerà l’uomo più credibilità e coerenza. Sono abbastanza
ra”, condite da qualche principio di de- scortato d’Italia” dice Travaglio dall’An- convinto che in politica la coerenza non
mocrazia diretta rousseauniano, peraltro nunziata. Non ti preoccupare Marco, in conti troppo: le posizioni possono essere
riconfermato nel primo discorso dal Pre- Italia la memoria è breve. riviste, il politico può cambiare idea, sep-
sidente Fico. Sicuramente appellarsi al “no agli inciuci” pur perdendo consensi. Penso piuttosto
Ma torniamo a noi: l’inciucio non è che il è facile quando si sta all’opposizione e si che la vera virtù politica sia l’essere credi-
simbolo dei “governanti cattivi” che si vuole aumentare il consenso, il problema bili. Renzi probabilmente ha perso perché
disinteressano ai problemi del popolo per è che la minestra cambia quando ci si scon- non è riuscito ad essere credibile, non per-
fare i propri interessi. Così Renzusconi è tra con la realtà del governo. Così cade la ché sia stato incoerente, altrimenti il M5s
il governo della spartizione di poltrone. prima illusione: la spartizione di poltrone sarebbe già al 10% oggi, visti i numerosi
Gentiloni idem. Un Renzi bis, se avesse sulla presidenza delle camere. cambi di idee sul proprio programma.
vinto il 4 marzo pure. Tutti sono cattivi, Anche i puristi del Movimento, in accor-
tutti vogliono l’inciucio per farsi i fatti do con Andrea Scanzi, sostengono una
Inciucio è quando istanza su tutte: questo è un normale ac-
propri. Tutti tranne – guardate caso – il
Movimento 5 Stelle, il vento nuovo della Mattarella fischia cordo istituzionale, inciucio è quando si
politica, i duri e puri. Quelli che “mai con i Sempre ieri sul Fatto Quotidiano, uno dei spartiscono le poltrone rinunciando a par-
condannati”, mai con chi fa leggi ad per- principali teorici anti-inciucio, Andrea Scan- ti del proprio programma.
sonam, no agli inciuci. zi, parla di “normale accordo istituziona- Benissimo, allora inciucio non è finché
Proprio ieri Papa Francesco, in occasione le“, un accordo che secondo Scanzi non Mattarella non fischia, cioè fin quando non
della Domenica delle Palme, ha parlato dei ha niente dell’inciucio e dello spartimento darà a Di Maio e Salvini l’incarico per fare
sacerdoti del tempio che manipolano il di poltrone. Chiedo al caro Andrea cosa un governo di coalizione, sostenuto pure
popolo per condannare Gesù, aizzandoli a sia uno spartimento di poltrone se non ef- da Forza Italia. Ma quando fischierà sarà
gridare: “crocifiggilo, crocifiggilo!“. Dice il fettivamente dividersi le due poltrone più ormai troppo tardi per qualsiasi “ve lo ave-
Papa: “è il grido di chi manipola la realtà e importanti: quelle di Camera e Senato. vamo detto”.
crea una versione a proprio vantaggio per

L.R.C.
ottenere i propri scopi“. Mai parole più chia-

Consorzio
re nel Vangelo, il libro tanto caro a Salvini.

La casta del renzusconi Consorzio globale impianti e costruzioni civili-industriali e stradali


e la casta Salvini-Di Maio Imprese consorziate delle provincie di Livorno e Pisa
Insomma torniamo al focus e diciamoci la Via Aurelia, 453 - Rosignano Solvay
verità, gran merito dell’ascesa di Grillo e Tel. 392/2128889 Fax: 0586/763570 e-mail: consorziolrc@hotmail.it
del M5s è racchiusa proprio nel polvero-
ne di anti-politica sollevatosi attorno alla
casta del renzusconi: politici senza pudo-
re che tradivano i loro elettori per spartir-
si le poltrone e fare i loro interessi in ma-
niera spregiudicata, cariche istituzionali
che favoriscono i propri parenti, guada-
gnano troppi soldi e sguazzano nei privi-
legi da mattina a sera. Questo è stato il FAMIGLIA CHIANINA MINNOZZI
mantra grillino (e del Fatto) per molti anni.
Almeno fino a pochi giorni fa.
Perché M5s e Lega tutto ad un tratto hanno
cambiato posizione, e si sono accordati
PORCAVACCA
- AGRITURISMO & MACELLERIA -
con Berlusconi per eleggere alla presiden-
za del Senato Maria Elisabetta Alberti Ca- Vendita al dettaglio di carni e salumi
sellati. Ora, niente da dire sulla necessità
di un accordo sulle presidenze, però va
interamente prodotti e lavorati in azienda
evidenziato un fatto: più casta della Ca- Loc. Poggio Marchino - Rosignano Marittimo
sellati non c’è nessuno. Sua figlia assun- Tel. 0586.799032 - Cell. 338.661.38.16 - 333.824.10.52
ta al ministero, membro laico della Con-
6 Politica e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

Incontro sugli esiti delle ultime elezioni politiche

Situazione preoccupante
di Gianni Giovangiacomo sulla costa il fenomeno negativo si
accentua. Compiendo una ulterio-
re analisi del voto, Anselmi ha evi-
Addio
Enrico Dello Sbarba, direttore del
Circolo “Il Centro”, ha espresso la
denziato che molto si è imperniato
sul tema della sicurezza e sul fe-
buona scuola
propria preoccupazione per la si- nomeno dell’immigrazione, il tutto
tuazione politica e per le sorti del in simbiosi con una “qualità socia- (Mario Lorenzini) - Addio buona scuola:
paese dopo le ultime elezioni poli- le” che si fa pesante su quei terri- lo ha sentenziato Di Maio quando ha pre-
tiche del 4 marzo. Prima di dare la sentato, prima delle elezioni, i suoi Mini-
tori che si trovano in difficoltà a
stri e per la Pubblica Istruzione sarebbe
parola al Consigliere Regionale causa della crisi. destinato un preside del Sud che a suo
Gianni Anselmi, già sindaco di Perché é successo questo? Qual’è tempo aveva detto che la scuola di Renzi
Piombino e attuale Presidente del- il messaggio che noi non siamo più era buona.
la Commissione regionale per lo in grado di dare? Intanto gli ultimi provvedimenti della buo-
sviluppo economico, Dello Sbarba Dobbiamo condurre - ha continua- na scuola hanno ammesso il voto di 5 per
ha anche sottolineato che l’estre- to Anselmi - una riflessione seria, gli esami della licenza media per la prossi-
ma debolezza istituzionale e politi- nessuno può chiamarsi fuori su un ma sessione di giugno. Poi si vedrà.
ca può avere una influenza negati- Resterà la Scuola-Lavoro?
voto che è stato essenzialmente po-
Intanto abbiamo letto in una pagine de Il
va a livello europeo. litico e non solo basato sulla qualità Corriere Economico questo titolo Scuo-
Riguardo al PD - ha iniziato Ansel- delle persone. La prossima Assem- la-Lavoro: Orientare è un mestiere da
mi - la Toscana è la regione che ha blea Nazionale del PD dovrà individua- insegnanti.
retto meglio, ma non è più un pre- re un Segretario che sia una figura di A parte l’uso grammaticale errato che di-
sidio di fronte all’avanzare delle for- riferimento per tutti e che non conse- mostra la scarsa conoscenza della lingua
ze populiste. I postulati della demo- gni il partito ad un’altra lacerazione, italiana, non siamo d’accordo perché gli
crazia, tipici del ‘900, sono venuti una Assemblea dunque che costitui- insegnanti dei nostri Istituti secondari han-
a mancare di fronte alle forze so- sca “un momento di saggezza”. no il dovere di formare e di non orientare:
vraniste e spesso antieuropeiste è attraverso la formazione che lo studente
Dagli attuali risultati le prossime Am- con la maturità in mano affronta il modo
con l’esplosione al Sud del Movi- ministrative “sono già molto compro- del lavoro o l’Università. Così è sempre
mento 5 stelle e al Nord con la pre- messe e bisogna arrivarci in modo se- stato e cosi lo sarà nel futuro. Spetta al-
senza ancor più marcata della Lega. reno”. l’Industria e a tutte le altre attività lavo-
Come PD perdiamo in genere 8 pun- Per quanto riguarda il prossimo Go- rative formare i giovani.
ti sulle politiche del 2013, riguardo verno Regionale - ha concluso il rela- Il '68 ha avuto la sua rievocazione, di cui
Livorno e al suo territorio si può tore - bisogna dare ai cittadini un se- non sentivamo la mancanza, a cura della
notare che a Collesalvetti il Movi- gnale positivo individuando alcuni Fondazione Livorno che ha presentato un
mento 5 stelle è il primo partito, voluminoso libro in una sala affollata de Il
obiettivi realizzabili: la diminuzione
Tirreno fra cui anche alcuni studenti.
mentre tra i dati preoccupanti il peg- delle liste di attesa nella Sanità e il Al termine, uno degli studenti presenti ha
giore è il Comune di Piombino dove completamento delle infrastrutture già preso la parola “Voi conoscete il vostro
si perdono 14 punti rispetto al 2013. in atto. Per le prossime regionali e nemico, il nostro non ha volto né nome.
A Campiglia il primo partito è la Lega comunali è necessario formare una Non sappiamo come far valere la nostra
e Silvia Velo nonostante avesse classe dirigente preparata che riesca identità”.Non erano però parole sue ma
svolto una seria e buona politica ha a proporre soluzioni tangibili all’elet- parole lette sul telefonino.
perduto il proprio seggio, si è dun- torato d’opinione perché “non basta Poveri ragazzi come sono condizionati!
que delineato un quadro critico e demonizzare gli altri”!.

Vieni alla CISL


troverai Cortesia, Competenza, Convenienza
I nostri servizi: Fiscali, RED, ISEE, Successioni, Vertenze e cause di lavoro, Colf e Badanti,
Permessi di soggiorno, Pensioni, Infortuni, Affitti, Tutela Consumatori.
Per ogni esigenza rivolgiti con fiducia alle sedi della CISL
Per informazioni degli orari telefona alla UST-CISL Livorno n° 0586-899732
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Attualità 7

Nonostante la sicurezza sul lavoro abbia fatto grandi progressi rispetto al passato

Zero infortuni: una chimera?


rezza. Un cam-
di Massimo Cappelli bio di mentali-
tà che doveva
In questi tristi giorni abbiamo visto mo- partire dalla Di-
rire due lavoratori della Labromare per rezione del-
uno scoppio nel serbatoio dove opera- l’azienda e
vano e il giorno dopo altri due in una coinvolgere
azienda di Treviglio, nel bergamasco, per tutto l’ambien-
cause simili e ci si domanda come sia te lavorativo,
possibile, ancor oggi, che tutto ciò ac- ditte appaltatri-
cada. ci comprese.
Se leggiamo le fredde statistiche, viene L’obiettivo di-
riportato che, nei tre mesi trascorsi del chiarato dive-
2018, i morti sul lavoro sono già stati 151, niva quindi la-
lo scorso anno 1029, 1018 nel 2016 e 1172 vorare con zero
nel 2015 (fonte Inail). Tanti, anche se ne- infortuni, con-
gli ultimi 45 anni, ovvero dagli anni 70 ad siderando l’ac-
oggi, si è assistito ad un crollo degli in- cadimento in-
fortuni sul lavoro e di quelli mortali. fortunistico
Basti pensare che nel 1973 gli infortuni più grave di un calo produttivo o di una ne Confindustriale delle Industrie Petro-
mortali furono oltre 3750 e che negli anni problematica operativa. lifere, fu presa la decisione, assieme ai
'90 sono stati sempre sopra ai 2000 (fon- Esistono pratiche procedurali e organiz- responsabili Salute, Sicurezza, Ambien-
te CGIA Mestre), per poi scendere sino zative che consentono questi migliora- te delle aziende associate e le Organiz-
agli attuali valori intorno ai 1000/1100 menti. Una delle prime aziende ad avere zazioni Sindacali Nazionali di categoria,
anno. Cosa vuol dire ciò? Che indub- adottato un sistema di gestione integra- di contattare l’INAIL per un approfon-
biamente la sicurezza sul lavoro, nel to “salute, sicurezza e ambiente” è stata dimento su tali metodiche.
corso degli anni, ha fatto grandi pro- la Du Pont americana. Il sistema è stato In breve, fu creato un gruppo di lavoro
gressi, ma non sufficienti a eliminare o poi perfezionato ed adattato al compar- che portò alla elaborazione di un vero e
comunque rendere eccezionale il triste to energia dalla Exxon Mobil e quindi in- proprio manuale operativo, poi adottato
accadimento dell’infortunio mortale. trodotto nelle aziende del gruppo ENI. dall’INAIL : Linee di indirizzo Sgi-Ae Si-
Tuttavia esistono “buone pratiche” che, Gli infortuni, negli anni, sono calati e, stema di gestione integrato salute sicu-
se fossero adottate in maniera genera- prima i complessi industriali più sempli- rezza ambiente aziende energia.
lizzata nei vari ambiti lavorativi, potreb- ci come stabilimenti e depositi, poi an- L’Inail in sostanza certificava che l’ado-
bero portare a ulteriori significativi mi- che quelli più vasti e complessi come le zione di tali metodiche creava i presup-
glioramenti. raffinerie, hanno iniziato lunghi periodi, posti per operare in sicurezza, tanto da
Mi riferisco a quanto fatto nelle indu- poi anni senza infortuni. Anni con infor- riconoscere alle aziende virtuose anche
strie del comparto energia in Italia. tuni zero, non solo i più gravi ma anche una riduzione del premio annuo.
Nel periodo di lavoro trascorso in Raf- quelli di minore entità. La presentazione di queste linee guida e
fineria, dal 1972 al 1998, nonostante il Questo processo, iniziato con i dipen- di altre buone pratiche fu fatta anche a Li-
rispetto delle norme di sicurezza fosse denti diretti è stato poi esteso anche alle vorno nel Febbraio del 2009, in un conve-
considerato prioritario, ho veduto dieci ditte operanti all’interno. Occorre che gno organizzato dal Circolo Il Centro, con
infortuni mortali. Non bastava conside- anche queste adottino gli stessi sistemi la Provincia di Livorno, la Exxon Mobil, la
rare importante il rispetto delle norme, che sono divenuti basilari per la qualifi- Femca Cisl, e l’Inail con un rappresentate
non bastava mettere in campo “squa- ca della ditta, perché possa essere am- della Direzione Centrale Prevenzione.
dre sicurezza” per la verifica dei buoni messa alle gare di appalto. La mentalità Ora io penso che , con gli opportuni
comportamenti, non bastavano le di- che pone la sicurezza e l’ambiente al pri- adattamenti, queste metodiche possono
scussioni di reparto per la sensibilizza- mo posto deve essere generalizzata e applicarsi anche ad altri ambiti lavorati-
zione sul tema sicurezza o su accadi- coinvolgere tutti i soggetti che operano vi, che ora rappresentano criticità, quali
menti che potevano determinare un in- nel sito industriale. quello portuale.
cidente (near accident). Occorreva fare Visti i buoni risultati raggiunti dal com- Occorre però, come già detto, un cambio
un salto di qualità : mettere la sicurezza parto energia già nella prima decade de- di mentalità e l’adozione di un diverso
e la tutela dell’ambiente al primo posto, gli anni duemila, nel 2007 quando, dopo ordine di priorità. Non è semplice ma può
più importante della performance pro- l’esperienza in ENI, andai a ricoprire la essere fatto.
duttiva, è quella nel campo della sicu- carica di Direttore di ASIEP, Associazio- Anzi deve essere fatto.
8 Cinguettare e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

@ “L’offesa del mondo è stata imma- @A proposito di cibo, il super chef Mi-
ne. Infinitamente più grande è stato il chelangelo Rongo del ristorante “L’ara-
tuo amore. Noi con amore ti chiediamo gosta” che ha girovagato per mezza Ita-
amore. Amen”. Prendo in prestito que- lia portando il cacciucco nelle città e
ste parole del poeta Mario Luzi per ri- nei paesi, ad Expo a Milano, al Vini-
flettere sulla Pasqua e augurare che cia- taly a Roma, a Cibus a Parma, al Sa-
scuno possa vivere questo tempo con lone del Gusto a Torino, a Slow Fish a
spirito costruttivo e ri-generativo. Abbia- Genova, ma anche nelle mense scola-
mo bisogno di “prendere il largo”, di stiche, il prossimo 21 aprile porterà il
uscire da una apatia e da un egoismo piatto livornese alla Scuola Tessieri
inoperoso e decadente. Occorre mobi- (scuola di alta formazione di cucina e
litare tutte le possibili risorse, le vitali
energie e le capacità creatrici della no-
stra gente, dei nostri giovani. Per rida-
Cinguettare pasticceria) a Ponsacco. Luogo adat-
to per abbinare il classico vino Chianti
dei colli pisani al cacciucco, che il mi-
re speranza al nostro paese, alle no- di Luca Lischi
tico Ivo Piagneri del ristorante “da Gali-
stre città. leo” considerava abbinamento eccellen-
te: un modo per far incontrare pisani e
@ Livorno è stata nuovamente provata @ Quest’anno è l’Anno del Cibo Italia- livornesi insieme…. cosa fa il vino!! O
in questo periodo pasquale: due morti no e queste sono le cinque azioni che meglio, cosa fa il cacciucco!!!
sul lavoro hanno lasciato una ferita in- saranno intraprese: censimento delle
colmabile nei livornesi, che si sono stret- eccellenze agroalimentari nei territori,
ti insieme ai Sindacati e alle Istituzioni comunicazione, realizzazione di una
in una fiaccolata per le vie della città il piattaforma informativa, cooperazione
giovedì santo. Un segno di partecipa- locale e iniziative regionali e territoria-
zione e di vicinanza ai familiari e amici li. Il cibo rappresenta una risorsa fon-
delle vittime per rinnovare la necessità damentale per il nostro Paese, è un
che occorre sempre un impegno mas- volano turistico che rappresenta le no-
simo per la sicurezza e la tutela della stre tradizioni e la nostra storia. Il cibo
vita umana. è cultura, è un potente strumento di
promozione della nostra italianità.
@ La comunità di Sant’Egidio di Livor-
no anche quest’anno ha proposto un @La nostra Toscana e la nostra pro-
momento di riflessione e di confronto vincia di Livorno hanno eccellenze
sulle città del Mediterraneo. Le città agroalimentari da primato! Ogni picco-
hanno un’anima, sono vitali, sono ope- lo borgo, ogni angolo dalle montagne
rose, sono generose, sono comples- al mare offre prodotti di eccellenza
se e articolate nella loro dinamicità. straordinaria. Dai vini, alle carni, agli
Le città vogliono vivere, e vogliono dare ortaggi, ai frutti, al pesce è un bengodi
vita. Ecco l’importanza di costruire cit- di qualità e di tradizioni che si incon-
tà accoglienti, abitate da persone ca- trano con piacevole ammirazione e mai
paci di solidarietà, di comunità, di ospi- si dimenticano quei sapori toscani ac-
talità! compagnati dalla sagace ospitalità di
quei “toscanacci” sempre pronti alla Lo chef Michelangelo Rongo del ristoran-
@ É urgente che il tema dell’immigra- battuta e al buon ridere. te “L’aragosta”
zione trovi risposte più adeguate rispetto
ad uno “spontaneismo” che manifesta
tutte le sue debolezze e inefficienze.
L’accoglienza e l’ospitalità sono doveri
umani evangelici: “ero straniero e mi
avete accolto”, “avevo fame e mi avete
dato da mangiare”. Occorre ri-generare
l’accoglienza in una chiave di dono, di
scambio, di impegno concreto in lavori
di pubblica utilità. Accoglienza come
reciprocità: ricevo qualcosa (vitto, allog-
gio, formazione…) e dono qualcosa (il
mio tempo, le mie capacità e attitudi-
ni). Non è assolutamente educativo “par-
cheggiare” e basta!
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Spigolature 79

Il nuovo
ure periodo del prepensionamento) ci fosse

che avanzerà!
Ed ora con l'avvento del "nuovo che
lo at stato il buon Matteo Salvini dopo l'inva-
sione dei due doganieri francese alla sta-
zione di Bardonocchia, avrebbe invaso
avanza" tutti i problemi che angustiano
ig la Francia!!

Sp
il paese saranno risolti.
La coppia vincente, di altissimo livello A Livorno
culturale, composta da Da Di Maio e
Salvini risolverà tutti i problemi che ormai è tutto bleu
angosciano i cittadini di questo nostro L' assessore grillino alla viabilità, si quel
paese e che li hanno giustamente pre- Qualcuno, tra questi anche lo spigolatu- fiorentino che ha proposto di costruire
miati con il voto. Dalla sparizione della re, si siederà lungo il corso del fiume.... una filovia dalla Stazione ferroviaria a
disoccupazione, alla eliminazione della ecc. ecc. quella marittima per velocinazzare la fuga
aborrita legge Fornero sulle pensioni, alla da Livorno dei turisti in transito,sta tra-
"cosiddetta flat-tax" (si dice cosi?) alla sformando Livorno "tutta in bleu": ci rife-
sparizione dei clandestini, al blocco na- A proposito! riamo all'invasione delle zone a posteggio
vale contro nuove invasioni: il duo delle Se alla Presidenza del Consiglio invece libero in zone a pagamento con tanta feli-
maraviglie riuscirà nel miracolo. del buon Gentiloni (sta trascorrendo il cità dei commercianti e dei loro clienti.

Le rime “Mio dottore, son distrutto.


Ho perduto la memoria,
ma nessun gli da una mano.

Apre allora un proprio studio


non ricordo ormai più nulla.
di Franco Biancani
Dica! Esiste sanatoria?” e, per far pubblicità,
sparge in giro volantini
Patta aperta Il dottore è ottimista: inondando la città:
“Non si deve pleoccupale.
Nel veder che la cerniera Infelmiela, la fialetta <Vi risolvo ogni problema
del suo capo sta abbassata, velde in alto allo scaffale!” di salute ad euro venti
una bella segretaria e, se non ne son capace,
suggerisce imbarazzata: “Ma che fa! Quella è benzina!” pago cento a quei pazienti>.
“Quella che le ho dato ieli.
“Il garage ha chiuso male, Liacquistata ha la memolia!
non tirò giù la frontiera!” Venti eulo e via pensieli!” Dopo letto il volantino,
Al che il capo guarda in basso un ragazzo un po’ birbone
e solleva la cerniera. Ci ritorna il giorno dopo pensa a false malattie
supplicando disperato: per beccarsi quel centone.
Poi sorride a trenta denti “Non ci vedo più per niente,
col suo fascino indiscusso: su, mi aiuti, son cecato!” Si presenta nello studio:
“Spero che non abbia visto “Non riesco più a sentire
la Ferrari Super Lusso!” “A lisolvele il ploblema né odori né sapori.
non son tanto plepalato. Dica! Potrò mai guarire?”
“Mi è sembrato di vedere Ecco gli eulo che ho plomesso,
‘na Balilla d’anteguerra, il centone patteggiato!” Il dottore fiducioso:
una macchina gloriosa “Non si deve pleoccupale.
però con due gomme a terra!” “Questi sono solo venti! Infelmiela, la fialetta
Vedo che lei mi gabella!” velde in alto allo scaffale!”
“Se la vista ha liacquistato,
Vada pul venti eulo di palcella!” Rompe il medico la fiala,
ha il color della citrina,
senza timole! gliela versa sulla lingua:
Medico cinese ”Ma che schifo! L’è benzina!”
Paga i venti di parcella
però medita vendetta Laureato in medicina, “Visto! Ha liacquistato
e il dì appresso si presenta un cinese chiede invano tutto il gusto del sapole.
nello studio e gli balbetta: un lavoro in ospedale Venti eulo. Soddisfatto?
10 Livorno e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

CROCIERE
Anche
all’automotive Scalo inaugurale della nuova
piacciono nave di Carnival Cruise Lines
i binari Viaggio inaugurale a Livorno della nuo- per l’anno 2018 ed il prossimo 20 aprile è
di Livorno vissima Carnival Horizon l’ultima nata di
Carnival Cruise Lines, brand del gruppo
previsto uno scalo in home-port parziale
di 200 persone circa.
americano Carnival Corporation, costrui- Il Gruppo Carnival Corporation è uno tra
È operativo il nuovo collegamento ferro- ta da Fincantieri e varata lo scorso marzo i maggiori clienti del Porto di Livorno tan-
viario tra Trmava (Slovacchia) e Livorno to che per il 2018 sono previsti 117 scali
a Marghera.
per il trasporto di veicoli finiti del gruppo
La nuova unità, gemella di «Carnival Vi- tra i brand Aida, Holland American Line,
PSA (Peugeot, Citroen e Opel). Il servi-
sta” che già scala Livorno dallo scorso P&O, Seabourn, Princess e Cunard per
zio, che d’ora in poi verrà effettuato con
anno, con una stazza lorda di 133.500 ton- un totale di circa 310 mila passeggeri.
frequenza di tre volte a settimana, porterà
in dote a Livorno, e in particolare al Termi- nellate, una capienza di quasi 7000 pas- Il Presidente Corsini ha sottolineato come
nal Sintermar, circa 2800 auto al mese. seggeri tra turisti ed equipaggio, è carat- l’Autorità di Sistema insieme al Terminal
Si tratta di una novità assoluta per lo scalo terizzata da una nuova livrea, progettata, sta lavorando molto sulle infrastrutture
labronico, che non vedeva passare un tre- costruita e allestita specificatamente per dedicate al traffico crocieristico, ricordan-
no di auto nuove dal 2004, da quasi quin- il mercato di lusso con un design moder- do che a dicembre scorso è stato amplia-
dici anni. no di ispirazione scandinava. to il canale di accesso al Porto che per-
Il primo treno del servizio è arrivato nelle Ormeggiata alla Banchina Alto Fondale metterà di accogliere navi sempre più gran-
scorse settimane presso la Stazione Porto 46/47, sulla Carnival Horizon nei giorni di,. Ha inoltre sottolineato i recenti inve-
Nuovo e ha sbarcato circa 240 auto, che scorsi, su invito dell’Agenzia Cemar di stimenti sul fronte security insieme a Por-
sono poi state smistate da Sintermar per Livorno nella persona di Angelica Tatta- to di Livorno 2000 e le prospettive future
l’inoltro via mare sia verso i mercati na- nelli, alla presenza del Comandante della di un Porto Passeggeri con servizi sem-
zionali (Sicilia, Sardegna) sia verso quelli nave, Luigi De Angelis, si è svolta la ceri- pre più di qualità e di collegamento con la
internazionali (in particolare la Spagna, con monia dello scambio dei crest inaugurali città e con la Toscana.
Valencia e Barcellona). Una percentuale alla quale hanno partecipato il Presidente Sul canale di accesso ha commentato an-
delle auto, inoltre, verrà spedita via terra che Angelica Tattanelli di Cemar che ha
dell’Autorità di Sistema Portuale dell’Al-
alle concessionarie della Penisola attraver-
to Tirreno, Stefano Corsini accompagna- espresso soddisfazione per questo lavo-
so l’interporto Vespucci.
to dal Presidente di Porto di Livorno 2000 ro in linea con la tendenza di un giganti-
Al nuovo collegamento se ne aggiungerà
Luciano Guerrieri e dal membro del cda, smo navale che si sta affermando sempre
presto un altro per l’import di auto nuove
verso l’Austria. Complessivamente, Sin- Maria Gloria Giani, dai dirigenti e funzio- di più.
termar punta a movimentare via treno ol- nari della Società terminalista e dai rap- Il Presidente Luciano Guerrieri ha sottoli-
tre 25mila auto nuove all’anno, riducendo presentanti di Capitaneria, Guardia Co- neato l’impegno di Porto 2000 per una
in tal modo la quota del trasporto su gom- stiera, Piloti e Polmare. accoglienza sempre più organizzata e ser-
ma da e per il porto. Il Comandante De Angelis ha espresso il vizi sempre più qualificati per uno scalo,
Si tratta di un’altra bella notizia che va ad suo gradimento per l’ormeggio ricevuto quello di Livorno che costituisce uno dei
aggiungersi a quella della crescita del traffi- quest’oggi alla Calata Alto Fondale evi- gate privilegiati per la Toscana ma anche
co container su rotaia, apparsa nei giorni denziando come tutto il Gruppo Carnival per i territori di Livorno e della costa. “La
scorsi. Livorno, insomma, punta a candi- sia soddisfatto per i servizi puntuali e stagione 2018 – ha commentato Guerrieri
darsi sempre di più come un hub ferrovia- qualificati che le proprie navi trovano a – ha prospettive molto positive ed inco-
rio di rilievo nel panorama internazionale. Livorno. Ha inoltre sottolineato che que- raggianti con una crescita di passeggeri
“Siamo soddisfatti – ha detto il direttore sto è il primo dei 4 scali previsti a Livorno pari a circa un 10%”.
generale del terminal Sintermar, Federico
Baudone-; avere nuovamente un traffico
auto su treno è un risultato importante ed
è il frutto di una grande sinergia con l’Au-
torità di Sistema Portuale, che ha saputo
rispondere in maniera tempestiva alle esi-
genze dell’operatore, permettendo un uso
più efficiente delle infrastrutture ferrovia-
rie esistenti e sviluppando l’intermodali-
tà”.
Tutto questo si colloca nello scenario più
ampio del Piano del Ferro che prevede tra
le altre cose l’ottimizzazione del raccordo
ferroviario di Porto Nuovo, compreso tra
la Via Leonardo Da Vinci e Via Luigi Gal-
vani, all’interno del Porto Commerciale, in
prossimità del varco Galvani.
Lo scambio dei crest inaugurali.
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Livorno 11
LA RIFLESSIONE ... A BOCCE FERME

Scalpore tra i cattolici livornesi


per il Centro diocesano concesso a Salvini
irrilevanti sulla scena politica come sem-
di Franco Spugnesi
bra essere, ogni giorno di più, per le nuo-
ve generazioni.
Un segnale che ho colto nella recente La causa non è soltanto la diminuzione dei
campagna elettorale e che ha fatto, per praticanti e neppure la dispersione del voto
breve tempo, scalpore tra i cattolici livor- cattolico per la mancanza di un partito di
nesi è stato la visita in città del leader riferimento com’era la D.C., essa si deve
leghista Matteo Salvini. ricercare, a mio giudizio, nell’assenza di
Salvini ha superato le serie difficoltà a tro- forme di discernimento comunitario nelle
vare una sala per il suo intervento (i di- parrocchie e nelle diocesi che ha condan-
pendenti del Goldoni, teatro comunale, nato i fedeli a una solitudine di giudizio
hanno addirittura dichiarato lo sciopero) che magari porta a credere al primo cial-
ricorrendo alla sala del centro culturale trone che si presenta con un rosario in
diocesano di via delle Galere, ora in uso mano.
al parroco dell’attigua chiesa della Ma- Chiaramente il prete non dirà dal pulpito
donna, don Placido Benvinetto. chi votare, come accadeva prima, ma deve
Lo scalpore aveva una ragione. Quella ricordare che il cristianesimo non è un fat-
struttura ha una storia. Voluta da mons. to privato, ma che quei valori, che il fedele
Ablondi e dal suo vicario Mons. Savio cerca di praticare, hanno anche una dimen-
ha segnato per anni una precisa posizio- sione sociale per il paese, che esiste una
ne della chiesa livornese, posizione di Lo striscione polemico appeso alla porta cen-
“dottrina sociale della chiesa” che biso-
apertura sia sul piano ecumenico sia su trale del Duomo. gnerebbe conoscere e, laicamente, cerca-
quello sociale e politico. re di praticare.
Lo stridente contrasto tra le tesi dalla Lega La storia del cattolicesimo politico in Ita- Altrimenti, il destino della grande tradizio-
e la posizione sia di Papa Francesco ma lia, ed anche a Livorno, annovera una schie- ne del cattolicesimo politico sarà totalmen-
anche della Conferenza Episcopale Italia- ra d’intellettuali, politici, sindacalisti etc. te neutralizzata dai populisti, da furbac-
na, (facilmente risolto con un versamen- (anche fuori dalla democrazia cristiana) chioni che strizzano l’occhio alla Chiesa
to di 300 euro) non meriterebbe a oggi consapevoli della propria fede e del ruolo per motivi elettorali traino senza mai far
che ce ne occupassimo a elezioni conclu- dei cattolici nella società. Quegli uomini e fare alla nostra società un passo in più
se. quelle donne certamente non sono stati verso democrazia e giustizia.
La nostra riflessione intende piuttosto ri-
levare la scarsità di dibattito pubblico che
ne è nato. Altre questioni, in altri tempi, di
minore importanza, hanno visto confron-
ti di opinioni ben più accesi tra i fedeli e
Compagnia
tra gli stessi presbiteri.
Sarà stato per banalità del contendere o
Portuale di
perché si è persa la volontà/capacità di
discutere il significato dei risvolti sociali Livorno
dei comportamenti sia individuali ed an- Società Cooperativa
che di quelli della comunità ecclesiale?

Scavi - Demolizioni
Movimento Terra
Edilizia Industriale
Lavori Stradali
Sede legale e amm.va: Via dello Struggino, 5/7/9 - Tel. 0586/429636 - 429331 - Livorno
Sede operativa: Zona Industriale Vallin del Buio - Livorno ◆ e-mail: info@abatesrl.it - www.abatesrl.it
12 Livorno e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

SE NE È PARLATO IN UN CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA FIDAPA DI LIVORNO

La violenza di genere ce a dire che bisogna sempre di più lavo- violenze si riducono. Sono stati proiettati
di Gianni Giovangiacomo alcuni video che come pensiero finale han-
rare sulla prevenzione, su tutta la proble-
matica -ha concluso- i relatori daranno una no detto che “non ci sono scuse per l’abu-
visione d’insieme: in senso giuridico, nel so”, perciò per loro c’è sempre la necessi-
Nella Sala Marconi dell’Hotel Palazzo, a recupero delle persone, e nell’appiana- tà di fare qualcosa, infatti -ha terminato il
cura della sezione livornese della FIDA- mento delle discriminazioni tra uomini e relatore- i Centri come il nostro stanno
PA, si è tenuto il Convegno “Confrontia- donne. nascendo in tutta l’Italia.
moci sulla violenza di genere”. Il Conve- L’Avvocato penalista Aurora Matteucci, Il Convegno si è concluso con la relazione
gno, molto partecipato, ha visto la pre- ha sottolineato, facendo l’esempio di casi dell’Avvocata Cristina Cerrai, Consigliera
senza del Prefetto, del Questore, dell’as- a lei capitati nel corso della sua attività, la Provinciale alle Pari Opportunità, che ha
sessore comunale al Sociale, Ina Dhimji- “bipolarità del tema”, cioè della violenza fatto un approfondimento storico sul come
ni, del console onorario della Grecia, e da subita e della violenza arrecata, in cui trop- la donna sia stata considerata come “pro-
rappresentanti dell’Accademia Navale, po spesso non si è in grado di capire la prietà” o come “dipendente” dall’uomo,
della Capitaneria di Porto e della Guardia complessità dei fenomeni, in cui “ognu- una eredità che è dura a morire e che si
di Finanza. I lavori sono stati aperti dalla no, anche il reo, ha diritto ad un processo ripercuote fino ai nostri giorni. Le donne
locale Presidente della FIDAPA, Profes- giusto”. infatti non potevano avere la “tutela dei
soressa Angela Lucia Simini, che ha sot- Nella fattispecie penale già esistono “le figli”, erano tenute, in vari frangenti, “al-
tolineato come il Convegno volesse toc- aggravanti” con l’aumento della pena, ora l’autorizzazione maritale”, anche una figu-
care una importante tematica della socie- vi è anche l’introduzione di un nuovo re- ra risorgimentale come quella del Gioberti
tà odierna e, rivolgendosi a due classi di ato come quello dello stalking. Si tratta di predicava la “soggezione” della donna.
studenti delle scuole superiori, ha auspi- forme di prevaricazione, di atti persecuto- Naturalmente oggi non è più così, ma si
cato che le nuove generazioni siano di ri, che creano nella vittima uno stato di può comprendere da cosa possono esse-
aiuto nel risolvere le problematiche sulla paura che modifica la sua situazione di re derivate certe forme di violenza. Una vio-
violenza di genere. vita, le continue chiamate telefoniche, gli lenza che si esprime nella difficoltà in tri-
Portando il suo saluto, il Prefetto di Li- appostamenti sotto casa, conducono ad bunale a testimoniare contro l’uomo a se-
vorno, ha ricordato come la nostra città uno stato di tensione, ad uno stillicidio guito di una denuncia, spesso di sente dire
sia stata recentemente funestata da un progressivo nella vita della persona offe- dalle donne “non voglio fare la denuncia
fatto di cronaca molto grave, e ha evi- sa. perché so cosa mi aspetta”.
denziato che il problema deve essere af- Il reato di stalking acclarato conduce ad Per questo - ha chiarito la relatrice - si è
frontato da un punto di vista culturale una pena detentiva da 6 mesi a 5 anni. attivato a Livorno il “Centro di ascolto an-
perché “le norme, che pure ci sono, non Anche le misure cautelari come il divieto tiviolenza” che con lo Sportello Vis si oc-
bastano, bisogna compiere un cambio di di avvicinarsi alla casa dell’offesa hanno cupa delle “vittime fragili” che perciò ven-
passo e cambiare la mentalità”. Ha ag- un loro valore utile, e anche colui che of- gono ritenute soggette di protezione, so-
giunto che l’esperienza del “Codice fende può essere recuperato attraverso stegno e accompagnamento anche nei per-
rosa”, nato in Toscana, a Grosseto, con- un percorso psicologico. Infatti l’esecu- corsi giudiziari e di risarcimento.
sente di intercettare le prime forme di zione di una pena deve avere una funzio- Lo Sportello Vis si trova al Palazzo gran-
malessere nelle famiglie. ne educativa, un sistema segregazionista ducale in Piazza del Municipio 4, e per fis-
Ha preso quindi la parola la dottoressa non fa altro che incattivire il reo e a ripete- sare un appuntamento si può chiamare il
Fiorella Annibali, Responsabile nazio- re il reato una volta uscito, perciò non bi- numero telefonico 0686/257229.
nale del Gruppo di lavoro sulla “Carta sogna mai tendere alla semplificazione dei Al termine la dottoressa Giuseppina Bom-
dei diritti della bambina”, una Carta ispi- problemi. baci, Coordinatrice Europea della FIDA-
rata alla Convenzione dell’ONU sui bam- Il dottor Riccardo Guercio, terapeuta e PA e la Presidente del Distretto Centro, Pa-
bini, che in nove articoli stabilisce dei Presidente dell’Associazione Nuovo Ma- trizia Fedi Bonciani hanno ringraziato tutti
principi, che da una originaria speranza, schile “Uomini liberi dalla violenza” di i partecipanti al Convegno.
sono ormai divenuti dei diritti veri e pro- Pisa, si occupa di uomini che maltrattano
pri con l’obiettivo finalizzato ad una mo- le loro compagne, mogli e figli che si ren-
derna educazione. dono conto delle sofferenze che provo-
La funzione di moderatrice è stata svolta cano e desiderano cambiare.
dalla dottoressa Giulia Martano, rappre- Con loro - ha detto il relatore - apriamo dei
sentante dei giovani della FIDAPA, che colloqui finalizzati a percorsi di recupero
è stata l’anima del Convegno sia nell’or- sia individuali che collettivi. L’Associa-
ganizzazione sia per aver contattato i vari zione li vuole aiutare grazie anche ai grup-
relatori. pi di condivisione maschile “che parlano
La dottoressa Martano ha messo in rilie- di sé in ascolto degli altri” e hanno così la FRATELLI NERI
vo che spesso i notiziari televisivi dico- possibilità di esprimere il loro dolore, la
vergogna, la paura. Questi uomini hanno
S.P.A.
no che le violenze e le uccisioni subite
da molte donne si potevano presagire difficoltà a manifestare le proprie emozio- LIVORNO - ITALY
come “morti annunciate” e questo indu- ni, ma se si fa cultura se si interagisce le
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Livorno 13
L'evento dal 24 al 28 aprile all'Hotel Palazzo e al Centro Pancaldi
organizzato dall'Istituto di biorobotica della Scuola Sant'Anna di Pisa

Livorno sarà capitale mondiale


della soft-robotica e biologia estensibili. Il quadro teorico della ro-
Dopo la settimana della soft-robotics dell’aprile conferisce alla conferenza il potenziale per atti-
2016, e proprio a seguito del successo di quel- botica morbida include la creazione di modelli e rare i partecipanti da più discipline e le attuali
l’evento, il prossimo vedrà la presenza di scien- il controllo e la capacità computazionale della aspettative in materia di robotica morbida for-
ziati e ricercatori di tutto il mondo. dinamica del corpo morbido, cioè "calcolo mor- niscono il potenziale per attirare i partecipanti
Sarà la prima conferenza mondiale sul tema fologico". Diventa possibile l’applicazione di provenienti dalle aziende‘’.
con l’autorevole avallo della IEEE - triple e - robot soft in diversi campi, dalle esplorazioni Cecilia Laschi, professore ordinario di bioinge-
https://www.ieee.org IEEE Robotics and Au- alle applicazioni biomediche. gneria, dell’istituto di biorobotica sarà la Gene-
tomation Society Membership, società che La conferenza mira a fornire uno spazio ade- ral Chair.
conta 400.000- soci di 160 (vedi nota 1 in cal- guato per discutere le sfide della robotica mor- La aiuteranno a nel programma di lavori Fumiya
ce). bida nella ricerca e nelle applicazioni, in campo Lida e Kyujin Cho .
Trascrivo la presentazione che si legge sul sito internazionale. Data la giovane area e la vivace Barbara Mazzolai - coordinatrice del Centro di
dell’Istituto che ha sede nei locali ex Piaggio a comunità interdisciplinare che si è sviluppata Micro-Biorobotica dell' Istituto Italiano di Tec-
Pontedera e nel laboratorio della Scoglio della attorno alla robotica morbida, una conferenza nologia (IIT) - guiderà la sessione interdiscipl-
Regina a Livorno - www.robosoft2018.org - : internazionale su questo argomento è estrema- nare.
‘’Il settore della robotica morbida è cresciuto mente attuale e importante per ulteriori svilup- Tra gli speaker il prof. Paolo Dario, professore
significativamente nell'ultimo decennio e ha pi in questo campo, per produrre nuove scien- ordinario di robotica biomedica, direttore del-
portato a risultati significativi per principi, ze, nuove tecnologie e nuove opportunità per l’istituto di biorobotica della Scuola Superiore
modelli, tecnologie, tecniche di fabbricazione le applicazioni. La conferenza sara’ molto adatta Sant’Anna.
per robot morbidi e in aree interdisciplinari anche ai giovani ricercatori e agli studenti. La
come materiali funzionali morbidi, elettronica natura interdisciplinare della robotica morbida ruggeromorelli@gmail.com

PORTO DI LIVORNO 2000 s.r.l.


Terminal Crociere
Piazzale dei Marmi
LIVORNO
Tel. 0586.202901 - Fax 0586.892209
info@portolivorno2000.it

CHORUS S.r.l.
Ingegneria Impiantistica
Via Guido Rossa, 27
57016 Rosignano M.mo (LI) Italy
Telefono: 0586 764794 Centralino 0586 768783
mail: www.chorusimpianti.com
Sito Internet: www.chorusimpianti.com

Ristorante ARAGOSTA
CHIUSO IL MARTEDÌ

specialità Cacciucco alla Livornese - Frutti di Mare - Pesce fresco - Crostacei


Terrazza estiva - Sala climatizzata - Servizio Catering e Banqueting
ACCURATA SELEZIONE DI VINI TOSCANI E NAZIONALI
Livorno - Piazza dell'Arsenale 6 (Porto Mediceo) - Tel. 0586.89.53.95 - Cell. 349.860.75.25
14 Livorno e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

za che uno prescinda dall’altro. La Casa occhi fino all’ultimo respiro e ottenendo

qui Incontro, struttura della Caritas di Livor-


no inaugurata martedì 20 marzo, è un pro-
getto vòlto a «continuare a tessere un’am-
la redenzione. Caduto per poi rialzarsi,
come insegnano tanti concittadini colpiti
dall’alluvione che, con l’aiuto di numero-

Diocesi di Fabio Figara


pia rete di solidarietà, capace di accogliere
anche coloro che si sono smarriti e hanno
profondamente sbagliato», come ha spie-
si volontari, hanno trovato la forza di ri-
cominciare, di ricostruire la propria vita. E
le loro testimonianze, le loro sofferenze,
gato il Vescovo di Livorno Mons. Simone sono diventate la traccia delle riflessioni
Giusti nella Santa Messa celebrata in oc- delle stazioni della Via Crucis cittadina di
casione della riapertura della Casa, luogo venerdì 23 marzo. «Il dolore si vince con
scelto per offrire accoglienza ai detenuti e l’amore, e Dio non è altro che amore – ha
alle loro famiglie in occasione dei permes- commentato Mons. Giusti alla conclusio-
si e nei giorni di colloquio. L’immobile di ne della Via Crucis – sia questa la risposta
Vicini via della Maddalena 8, di proprietà della
Congregazione delle Figlie del Crocifisso,
alla tribolazione della croce, perché i no-
stri cuori siano pronti alla gioia della Re-
è attivo dal ’95, ma nel corso dell’ultimo surrezione.» Un segno, un evento forte-
a chi sbaglia anno è stato sottoposto a lavori di ristrut-
turazione necessari per la riapertura, che
mente voluto dal nostro Vescovo per es-
sere vicini a coloro che sperimentano la
e a chi soffre hanno visto l’importante impegno, per la
quasi totalità del costo, della stessa Fon-
sofferenza, come il Figlio di Dio, il quale
non ci abbandona mai: “Io sono con voi
dazione Caritas Livorno, a cui va aggiunto tutti i giorni…”
Due grandi eventi per la nostra Diocesi, un contributo da parte della onlus “Olim-
in occasione della Pasqua di Resurre- piadi del Cuore” di Paolo Brosio. Presenti
zione: l’inaugurazione della Casa Incon- alla cerimonia di riapertura, oltre allo stes-
tro “G.B. Quilici” e la Via Crucis con il so Brosio e al nostro Vescovo, i cappellani
Vescovo tra le strade del quartiere Col- delle carceri di Livorno, Pisa e dell’Isola di
linaia, colpito duramente dalla tragica Gorgona, suor Raffaella Spiezio, presiden-
alluvione di settembre. te di Caritas Livorno, suor Agnese Didu,
madre generale delle Figlie del Crocifisso,
Ferite da sanare, anime da consolare, fra- e numerose autorità.
telli da accogliere e da perdonare: il senso È San Disma l’esempio, la figura che rap-
del Cristianesimo, oltre che nell’amore presenta colui che ha sbagliato e si è pen-
verso Dio, sta tutto nel modo in cui ognu- tito, ma anche colui che ha sofferto, sulla
no di noi si rapporta con il prossimo. Sen- croce insieme a Cristo, guardandolo negli Il taglio del nastro della casa Incontro.

“Ho avuto fame Anche a Livorno, ogni sera, i volontari


della “Ronda della Carità” della Parroc-
lore umano, l’accoglienza, una stretta di
mano, un abbraccio, un amico che sappia
chia di S. Giovanni Bosco in Coteto, ser- ascoltare.
e mi avete dato vizio fondato dal parroco don Luciano
Musi più di 20 anni fa, effettuano il giro
Tale attività si inserisce in un contesto di
partecipazione territoriale che vede anche
da mangiare…” del centro cittadino per offrire pasta, pa-
nini, dolci, acqua, tè e latte caldo, e per
la presenza dei volontari del Corpo Italia-
no di Soccorso dell’Ordine di Malta (CI-
Sguardi, volti che nascondono storie di scambiare due parole con chi vuole rac- SOM), organizzata dallo SMOM, il Sovra-
difficoltà, di un impiego perduto, di una contare e condividere un po’ della propria no Militare Ordine di Malta, dei volontari
famiglia distrutta, di chi non riesce ad storia, delle proprie difficoltà, cercando di della Comunità di S. Egidio e della Croce
avere una casa e ha perso sogni e spe- trovare un’uscita dal tunnel. Rossa Italiana, a cui recentemente si è
ranze, o di chi, arrivato in Italia, ha spe- Perché, oltre al cibo, ciò che conta è il ca- aggiunto il gruppo degli Evangelici. È una
rato di iniziare una vita diversa. rete di solidarietà forte e
consolidata, che si ag-
Affollano le strade delle nostre città, dor- giunge ai numerosi servi-
mendo sotto i porticati, lungo i marciapie- zi offerti proprio dalla Ca-
di, o su un prato. Individui che attendono ritas diocesana e dalle nu-
fuori dai negozi le rimanenze di fine gior- merose associazioni lai-
nata, o che si accalcano per ritirare un che e non presenti sul
pasto, spesso dopo un giorno di digiuno. territorio.
In tutta Italia migliaia di volontari aiutano Un servizio importantis-
gli indigenti, ogni giorno, in numerose cit- simo, ormai necessario,
tà, dove le strade sono percorse dai fur- per aiutare coloro che vi-
goni delle “Ronde”, carichi di cibo e ve- vono in situazioni di mar-
stiti. Ronda Cisom ginalità estrema.
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Livorno 15
OGNI ANNO LA FIDAPA CELEBRA LA SIMBOLICA FESTA
Il nuovo
Cerimonia delle Candele Pronto Soccorso
Come ogni anno, quando si avvicina la sultivo e dove, tra i tanti riconoscimenti
primavera, la Fidapa ( Federazione Italiana dei diritti delle donne, la Fidapa ha elabo-
rato e fatto accogliere la Carta dei Diritti
Pediatrico
Donne Arti Professioni Affari) Business
and Professional Women International ce- della Bambina.
La Sala d’attesa e la nuova struttura
lebra in tutto il mondo la simbolica Ceri- Carta che oggi si vuole far adottare dai
del Pronto Soccorso Pediatrico del-
monia delle Candele, dal 1929, quando fu singoli comuni: era presente l’assessore
l’Ospedale di Livorno è stata inaugu-
istituita da Lena Madesin Phillips negli Ina Dhimgjini, che ha accolto l’auspicio
rata con la benedizione impartita da
Stati Uniti, a sostegno della parità dei di- della Fidapa con molto calore, sostenuta
don Placido Bevinetto, cappellano co-
ritti, del lavoro e della professionalità e inquesto dal Console Onorario Greco
ordinatore dell’Ospedale. L’assessore
talenti artistici delle donne di tutto il mon- Dott.ssa Elena Kostantos. Questo è l’in-
comunale al Sociale a alla Sanità, Ina
do. La primavera, come momento di rina- tento dell’Associazione, quello di dare
Dhimjini, ha avuto il compito di taglia-
scita della natura, dei fiori, della vita, la vigore e forza operativa a riforme che, ol-
re il nastro inaugurale e ha espresso la
primavera come desiderio di pace e di ar- tre alle donne, riguardano e difendono i
sua soddisfazione e contentezza per
monia, che apre le porte all’8 marzo, la Fe- minori di ambo i sessi, gli anziani e i porta-
questa opera meritoria a sostegno del-
sta della Donna. tori di handicap.
la cittadinanza livornese.
La sezione di Livorno della Fidapa ha par- A questa atmosfera di grande conviviali-
A questo importante evento sono sta-
tecipato alla ricorrenza internazionale con tà, sono intervenute due autorità istitu-
ti presenti il Direttore dell’Ospedale,
una suggestiva cerimonia al Grand Hotel zionali della Fidapa, la dott. Giuseppina
Luca Carniglia e il Primario del Pronto
Palazzo, allietata da fiori, musica e dalla tra- Bombaci, Coordinatrice Europea, che ha
Soccorso, Alessio Bertini che ha di-
dizionale accensione delle Candele bian- letto il discorso della Presidente Interna-
chiarato che la nuova Sala d’attesa rap-
che, blu, verde e rosa, ognuna col suo si- zionale, e la Presidente del Distretto Cen-
presenta un primo passo che contri-
gnificato e con la sua raffigurazione di tut- tro, Patrizia Fedi Bonciani, che ha rilevato
buisce al miglioramento delle condi-
ti i paesi del mondo in cui figura la presen- aspetti di ampio respiro della Associazio-
zioni dei bambini evitando il loro disa-
za della Fidapa. ne.
gio di dover convivere con le altre per-
E perché questa gigantesca struttura? Non Sono state presentate le nuove socie, mo-
sone in uno spazio unico.
certo per sfoggio o per sentirsi unite in mento tra i più costruttivi della Cerimo-
La ristrutturazione del pronto soccor-
momenti passeggeri, ma, come ha illu- nia: la Dott.ssa Stefania Betti e la docente
so pediatrico, con pareti affrescate con
strato la presidente di sezione, Angela Si- Ilaria Colacicco, accolte con entusiasmo
disegni multicolori e dotato di tavoli-
mini, per portare la voce delle donne fino dall’Associazione e festeggiate dal nume-
netti su cui i bambini in attesa della
all’Onu, dove la Fidapa ha uno Status Con- roso pubblico
visita possono giocare con i colori, si
è potuto realizzare grazie all’Associa-
Grazie alla donazione del Rotary club Livorno e Lions club Livorno Host zione “You 4 er”, Tu per il pronto soc-
corso, il cui Presidente, Alessandro
Un defibrillatore anche in Fortezza Banchini, ha ringraziato tutti gli Enti
che con le loro donazioni e il loro ap-
(Cristina Battaglini) - L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno potrà protegge- poggio, operando in sinergia, hanno
re chiunque si trovi nei pressi della Fortezza Vecchia per quanto concerne la sicurez- reso possibile una sala d’attesa attra-
za cardiovascolare, grazie al defibrillatore recentemente posizionato in Fortezza ente e accogliente.
Vecchia e donato dal Rotary club Livorno e dal Lions club Livorno Host. A beneficia- I ringraziamenti sono andati dal-
re dell’iniziativa sarà tutta la comunità cittadina e i turisti che in questi anni, da l’Azienda Ospedaliera al Comune di Li-
quando la Fortezza è in gestione all’Autorità Portuale, hanno partecipato alle nume- vorno, all’Associazione Sportiva Li-
rose iniziative ed eventi organizzati all’interno della struttura. vorno Calcio, presente con alcuni diri-
Alla cerimonia di posizionamento del defibrillatore erano presenti il presidente del-
genti, dai Vigili del Fuoco alla Capita-
l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale Stefano Corsini, il
presidente del Rotary club Livorno Giorgio Odello e la presidente del Lions club neria di Porto.
Livorno Host Patrizia Lensi. Il presidente Corsini ha espresso i propri ringraziamenti Per molti è stata inaspettata la presen-
a tutti coloro che hanno contribuito a questa donazione, che permette di aumentare za del noto giornalista Paolo Brosio, la
le possibilità di intervento in caso di necessità grazie al defibrillatore installato in sua presenza - ha detto il Presidente
Fortezza. Il presidente del Rotary Odello ha posto l’accento sullo spirito di servizio Banchini - è per noi un punto di par-
che caratterizza tradizionalmente tutte le attività realizzate dal Rotary e la buona tenza perché lo vorremmo integrare nei
collaborazione tra i diversi Club. L’apparecchio salvavita è stato posizionato all’in- nostri progetti e in quelli futuri, tra
terno di una teca allocata dentro la Torre Quadrata, nei pressi della Quadratura dei questi vi è la “Partita del cuore” che si
Pisani. Il personale in servizio presso la struttura è adeguatamente formato per l’utiliz- terrà il prossimo 13 maggio allo stadio
zo. Per l’occasione è stato inoltre presentato un importante progetto culturale che si Armando Picchi in memoria del calcia-
chiama “Colloqui con la Fortezza Vecchia”, a cura dell’associazione “Lavorare cam-
tore Morosini tragicamente scompar-
minare”. In luoghi diversi del Manufatto mediceo sono state disseminate installazioni
artistiche di vario genere, liberamente fruibili, in un rapporto di dialogo tra l’arte e so.
l’architettura della struttura. Nei prossimi mesi si svolgeranno alcune performances Gianni Giovangiacomo
degli stessi artisti sempre all’interno del progetto Colloqui con la Fortezza Vecchia.
16 Rosignano e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

La nascita dell'ASD Rosignano Solvay 1922, vecchia denominazione della prima società calcistica

Rifondazione del calcio rosignanese


Hanno fatto ricorso al vecchio titolo loro progetto.
con il quale nel lontano 1922 venne Seguiremo gli sviluppi manifestando,
alla luce la prima squadra di calcio di da parte nostra, un giudizio decisa-
Rosignano Solvay. Vista la critica si- mente positivo per la serietà e la or-
tuazione in cui, ormai da molti anni, ganicità con cui il nuovo management
si trova la Rosignano Sei Rose, un intende muoversi.
gruppo assortito e qualificato di spor-
tivi ha pensato bene di costituire una
nuova società con progetti chiari,seri
Fulvio Fontanelli
ed organici nel lodevole tentativo di ri-
portare "il Solvay" ai fasti presitigiosi
neo Commendatore
di un passato, nemmeno tanto lonta- Il nostro carissimo amico e concittadino
onoi che, vista l'agonia della Sei Rose, Fulvio Fontanelli è stato insignito, con de-
non poteva ulteriormente ritardare. E creto del Presidente della Repubblica, del
così sabato17 marzo è stato presen- titolo di Commendatore al merito della Re-
tato un progetto molto serio ed ambi- publica per gli alti meriti acquisiti durante
zioso che prevede la nascita di una Dino Balzini, Davide Cartoni (vicepre- la brillante carriera trasccorsa nell'Arma dei
nuova società calcistica, appunto sidente), Marco Giomi (presidente), Carabinieri.
l'ASD Rosignano Solvay 1922, vecchia Andrea Gracci, Sauro Masini, Massi- Una carrriera di grande rilievo che lo ha
denominazione della prima società cal- mo Menoconi, Angelo Mustacchia, portato a dirigere per 17 anni il Nucleo
cistica. Massimo Pasquinelli, Fulvio Tognotti anticrimine del ROS di Livorno. Per l'impe-
I fondatori, che hanno dato vita alla for- (tesoriere) e Luciano Tei (vicepresiden- gno nel contrasto al narcotraffico ha rice-
mazione della nuova realtà, non sono te). vuto numerosi encomi tra cui l'alto ricono-
esclusivamente rosignanesi "doc" ma Sempre su questo tema così impor- scimentonda parte dellla Dea il massimo
vi sono anche interessanti presenze tante per il futuro del calcio rosigna- organo di polizia statunitense.
dell'hinterland con esperienze vissu- nese, venerdì 30 marzo si è svolta, Ha concluso la sua luminosa carriera vis-
te in altre società calcistiche della nella sala conferenze della sede co- suta al servizio dello stato nell'agosto scor-
Bassa Val di Cecina e che hanno rite- munale in piazza del Mercato, un'as- so per raggiunti limiti di età.
nuto opportuno ritrovarsi per dare vita semblea numerosissima a cui ha par- Al neo commendatore i più vivi rallegra-
ad un progetto serio ed organico. tecipato una nutrita rappresentanza menti personali della intera redazione de Il
Un progetto che è stato illustrato, con della storia calcistica rosignanese, Centro.
la massima chiarezza e serietà, dal impreziosita dalla presenza dell'as-
vicepresidente dott. Luciano Tei che sessore alla cultura ed allo sport Li-
ha parlato di "rifondazione del calcio cia Montagnani. Ciao Nino!
rosignanese" dopo le brucianti delu- Nella relazione, ll Vicepresidente Lu- E' scomparso, ci dicono in solitudine, nei
sioni di questi ultimi anni aggiungen- ciano Tei, ha ribadito i concetti già giorni scorsi, Nino Lipparoni, un buono,
do come siano stati infruttuosi i tenta- espressi in occasione della conferen- una persona che ha dedicato, gran parte
tivi di un dialogo con la "Sei Rose". za stampa di cui sopra. della Sua vita, al prossimol. Fu uno dei fon-
Il nuovo progetto si basa su precisi pre- Il dott. Tei ha chiesto, in sostanza, datori e degli animatori dell'associazione
supposti riguardanti la disponibilità de- "certezze" alias la disponibilità della boy-scout Agesci di Rosignano Solvay. E'
gli impianti sportivi di Rosignano Sol- Stadio E.Solvay e delle altre strutture stato un democristiano " a tutto tondo" ri-
vay (stadio e campo sussidiario a fian- insieme all'impegno dell'Ammistrazio- coprendo importanti incarichi nel partito
co dell'ITI Mattei). La relazione di Tei ne Comunale per la realizzazione di ed in particolare, per molti anni, quello di
segretario della sezione che gestì, in ma-
si è svluppata attraverso una serie di moderne strutture sportive da tanti
niera encomiabile, con autentico spirito
obiettivi prioritari, quali una efficace anni attese (si tratta del progetto Lil-
di servizio. Fu anche componente del Co-
azione di marketing sportivo, un lega- latro di cui se ne parla da anni): con-
mitato Comunale e negli incarichi, sem-
me più solido e duraturo con il territo- dizioni essenziali pe rilanciare su basi pre di responsabilità, prevalsero le sue doti
rio, l'attuazione di "un progetto Sport" nuove e serie, il programma delineato di grande abnegazione e perfetto organiz-
che coinvolga anche altre società spor- dalla nuova società. zatore.
tive del territorio, delle scuole e dei L'intervento dell'assessore Montagna- Debbo, in particolare, a Nino se il periodi-
Comuni vicini. ni è stato di apprezzamento per l'ini- co Il Centro, all'epoca Presenza D.C, è
Allo studio, naturalmente, un piano ziativa raccomandando però "una spe- sopravissuto anche in tempi molto bui per
economico.finanziario che dia solide cie di mutuo soccorso" con tutte le noi democristiani.
certezze per il futuro. realtà esistenti e cioè con Rosignano Grazie, caro Nino, per la Tua saggezza,
Questi infine i fondatori dell'Asd Rosi- Sei Rose la cui dirigenza ha però con- per la Tua onestà intellettuale per la Tua
gnano Solvay 1922: Filippo Amodeo, fermato la volontà di proseguire nel bontà: sei stato un esempio per tutti noi.
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Cultura 17

LA REGIONE TOSCANA E "L'ANNO DEL CIBO"


POESIA

“Primi di Toscana” “Gorgona”


Si innalza scoscesa dal mare
vergine roccia puntellata di
verde
sotto un cielo smaltato
d’azzurro:
l’Isola è donna.
Il suo respiro di madre
è il caldo scirocco
che cinge la vita e poi culla.
L’Isola ascolta ciò che l’uomo
ha da dire
non chiede il perché delle
"Primi di Toscana" al Mattei a Rosignano con l'Assessore Grieco della Regione Toscana, la cose,
dirigente Tramontani. Sotto: i vincitori della rassegna e un "primo" piatto. lei sa e tace.
L’ho vista raccogliere parole
La Regione Toscana, per accogliere dalle mani di
subito e bene l’Anno del Cibo, ha pro-
assassini
mosso “Primi di Toscana”, rassegna
e poi al tramonto
che valorizza i primi piatti realizzati dagli
gettarle nel vento
studenti delle scuole alberghiere. Sono
ben 14 le scuole partecipanti, dalla lu- come fa con le scaglie di
nigiana, all’aretino, al grossetano, al- mare.
l’Elba per coprire tutti i territori della Bianchi di sale ha vestito i suoi
regione e offrire primi piatti di qualità fianchi
valorizzando la filiera corta e la sta- e con mani di spuma
gionalità. ha incastrato fra i ciottoli il
“Primi” a volontà, abbinati ai vini to- sole.
scani, che il prossimo 11 maggio par- Un sasso per ogni storia
teciperanno alla gara finale alla scuo- un’onda per ogni pena,
la Saffi a Firenze. eterna lì rimane
Rigorosamente assaggiati da a scandire il suo tempo
una giuria di esperti e poi rac- con l’andare e il tornare
colti in un volume per il diletto del mare.
degli amanti della cucina e del
cucinare. Per chi non vorrà di-
lettarsi tra le ricette, ci saranno
Giulia Martano
sempre pronti i nostri eccellenti
giulia.martano@gmail.com
ristoranti toscani! Pronti per “I
Primi di Toscana”!

Acli Labor
SOCIETÀ COOPERATIVA
Edilizia - Pulizie civili e industriali - Giardinaggio
Via del Mondiglio 18, loc. Le Morelline
Tel. 0586.790.751 - Fax 0586.790.604 - www.aclilabor.it
ROSIGNANO SOLVAY
18 Attualità e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

A Piombino l’Authority mette in moto l’economia blu

PROGRAMMA DI SVILUPPO
PER LA NAUTICA E IL TURISMO
Servizi digitali per la nave, il diportista gelini -, che è servito a far comprende-
e i turisti; Sensoristica e monitoring re a chi opera nel settore che cos’è
portuale per la sicurezza e la navigabili- l’economia blu e quali sono gli ambi-
tà; riutilizzo di materiali provenienti da ti innovativi su cui operare per svi-
demolizioni e riparazioni navali in una luppare la filiera della nautica da di-
logica di economia circolare; decarbo- porto. L’Authority ha un ruolo impor-
nizzazione e sostenibilità; monitoraggio tante di ente facilitatore nei confronti
dei fondali e tutela dell’ambiente costie- di quelle imprese da cui si attendono
ro e marino. E’ attorno a questi asset risposte significative nell’ambito del-
che l’Autorità di Sistema Portuale del pofila del soggetto gestore del distretto lo yachting e della nautica”.
Mar Tirreno Settentrionale intende svi- tecnologico della nautica e la portualità Soddisfatto anche il presidente Corsi-
luppare un percorso concreto di parte- toscana, la Port Authority ha identifica- ni: “La nautica di diporto con le lavo-
nariato con le piccole e medie imprese to assieme agli operatori le priorità di razioni e i cantieri connessi, oltre che
del settore. intervento nel settore. Tra le attività di i servizi resi al turista, costituiscono
Obiettivo: sviluppare la blue economy. avvio di questo programma, tutte finan- attività di rilievo per il sistema por-
L’Authority ci sta lavorando da tempo ziate dal progetto transfrontaliero Blue tuale del Mar Tirreno Settentrionale
e stamani, a Piombino, ha lanciato un Connect, quella relativa all’erogazione di – ha detto in apertura dei lavori –, con
programma ambizioso di attività che è voucher da 5mila euro ciascuno a favore questa giornata di lavoro abbiamo
stato condiviso con i principali porti tu- di quelle PMI che vogliano puntare sul- voluto promuovere un primo incontro
ristici della Toscana. la innovazione della filiera della nautica con le imprese di settore e riteniamo
Alla presenza di rappresentanti di porti e della cantieristica. che Piombino sia la location ideale
di rilievo della nautica da Diporto e con “E’ stato un incontro proficuo – ha det- per ragionare dello sviluppo di atti-
la collaborazione di Navigo Scarl, ca- to il numero uno di Navigo, Pietro An- vità industriali di circle economy”.
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Cultura 19
7

Falcon Heavy: Nuova frontiera


per l’esplorazione spaziale
di Silvia Roccuzzo

Il 6 febbraio 2018 è stata una data molto brica. Le previsioni volevano che la Tesla za si dovrà provvedere all’inserimento di
importante per il campo aerospaziale: il si assestasse in un’orbita eliocentrica una regolamentazione al riguardo. Per il ri-
primo lancio di prova del Falcon Heavy, il prossima a quella marziana, ma la spinta torno sarà necessario rifornirsi dell’acqua
razzo spaziale ad oggi più potente, della fornita dal razzo alla vettura si è rivelata e dell’idrogeno presenti sugli asteroidi stes-
compagnia spaziale SpaceX di Elon un po’ eccessiva e si prevede che l’auto si, e il tutto dovrà essere eseguito da ro-
Musk, ha avuto successo. Nonostante si spingerà oltre, forse tuttavia non riu- bot specializzati.
le due ore di ritardo causate da forti venti scirà a raggiungere la fascia principale (re- Sembra che ad ora il Falcon Heavy non
in alta quota, l’operazione è riuscita alla gione ricca di asteroidi che si trova pro- provvederà al trasporto di un equipaggio
perfezione, facendo ben sperare per prio tra Marte e Giove). L’automobile ri- umano, ma il successo ottenuto fino ad
l’esplorazione spaziale, infatti considera- marrà nello spazio fintanto che non subi- adesso fa ben presagire anche per il suo
ta la buona risposta della prova sono stati rà degradazioni causate da impatti con ‘fratello maggiore’, il Big Falcon Rocket,
previsti ulteriori lanci per i mesi di marzo altri corpi e radiazioni. in grado di trasportare fino a 150 tonnella-
e di giugno, in previsione di future mis- Per quanto riguarda il Falcon Heavy, il te nell’orbita terrestre.
sioni verso la luna e verso Marte in pri- suo futuro prevede diverse possibilità, fra Dunque, rimaniamo in attesa delle prossi-
mis. cui l’immissione in orbita di satelliti com- me prove e delle innovazioni che potran-
L’oggetto ha dimensioni a dir poco impo- merciali e altro, tuttavia, fra i piani della no portare.
nenti, si tratta di 70 metri di altezza per 1,4 SpaceX rientra l’avanscoperta di una
milioni di kg, ed è in grado di trasportare nuova frontiera: lo sfruttamento minera-
63 tonnellate di peso intorno alla terra (16 rio degli asteroidi. Questo perché le pos-
su Marte), non per niente è stato decre- sibilità offerte da questo lanciatore spa-
tato appunto il più potente vettore esi- ziale sono molto vaste, e a dichiararlo è lo
stente, forse secondo solo al Saturn V, stesso astronomo Martin Elvis, dell’Har-
quello adoperato nelle missioni Apollo vard-Smithsonian Center for Astrophy-
qualche decennio fa, di cui ripercorre le sics, il quale asserisce che con questo
orme. Come per le missioni Apollo, infat- tipo di vettore è possibile raggiungere la
ti, il Falcon è stato lanciato da Cape Ca- fascia di asteroidi, (il raggiungimento della
naveral, in Florida, dalla piattaforma 39- fascia e il ritorno richiedono un’immensa
A. quantità di carburante), e inoltre sono
I costi possono considerarsi relativamen- quasi del tutto riciclabili. Asteroidi papa-
te bassi, dal momento che l’obiettivo di bili per l’estrazione mineraria sono stima-
Musk e della SpaceX è quello di recupe- ti a 100 metri di lunghezza circa, e non
rare i pezzi del razzo per poterli riutilizza- appena la questione avrà preso consisten-
re, proprio come viene fatto per gli aerei,
e dopo la prova in questione è stato pos-
sibile il recupero di alcuni di essi, quali
dei booster (generatori di spinta); questa
filosofia di riutilizzo rende il costo delle
prove di lancio molto più basso rispetto
a quello di ogni altra compagnia ed è pro-
prio uno dei punti di forza della SpaceX.
Come primo carico dell’imponente vetto-
re, una Tesla Roadster rossa fiammante
con al posto di guida un manichino mu-
nito della tuta spaziale che SpaceX ha re-
alizzato per le future spedizioni di astro-
nauti in carne ed ossa, il tutto a scopo
dimostrativo. Giunto fuori dall’atmosfera
infatti il razzo si è aperto, rilasciando l’au-
to e il ‘passeggero’ nello spazio. L’eccen-
trica trovata lancia un po’ una sfida alla
corsa all’esplorazione spaziale, mettendo
particolarmente in luce il marchio di fab-
20 sponsor e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

AZIENDA STORICA
Dal 1839 Olivete e Frantoio
in Bibbona (LI)
Vendita diretta
Olio Extravergine di Oliva
e linea cosmetica
a base di polifenoli
www.peccianti.com
Tel. 0586/670087

GUIDI Soc. SECOS srl AUTOFFICINA Paolo di Paolo Di Capua


Tagliandi Multimarche
Costruzioni Edili e Industriali Diagnosi Elettronica
Via Modigliani, 21 - Rosignano Solvay Via Caduti di Nassirya 6 - Rosignano M.mo
Tel. 0586/799456 - Cell. 335/7850476
Tel. 0586.760153 - Fax 0586.760414
e-mail: paolo_dicapua@virgilio.it

Loc. Cotone, 75 - Rosignano Solvay Erogazione del servizio


Tel/Fax 0586.792464 di manutenzione di aree verdi
Via della Repubblica 118
ROSIGNANO SOLVAY
dei F.lli Costantini Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
s.n.c. e-mail: coopgiglio@tin.it
S.C.R.L.

CA.PA. TER s.r.l.


Ca.Pa. Ter è da tempo un autentico punto di riferimento sul territorio
toscano per opere di movimento terra e lavori di edilizia pubblica e privata Dal 1963 operativi in Toscana con autisti e servizi multilingua
di qualunque tipologia, con competenze specifiche nella costruzione e
nella manutenzione di fognature, canali di drenaggio e sistemi di bonifica. Via della Villana 126, Rosignano Solvay-Castiglioncello
Via Don Luigi Sturzo n. 172 - Tel. 0586.984479 - Guasticce (LI) Telefono: 0586 760981

COSTRUZIONI EDILI
GEOM. LUONGO ANTONIO
Via Risiera San Saba 19 - Castiglioncello (LI) ANACI Sezione di Livorno
Tel. 0586.764080 - Cell. 347.7683628 Via Puini 97 Int. 35 - Livorno

ETRURIA
NORD
Soc. Coop a r.l.
O.M.P.
ROSIGNANO SOLVAY
S.r.l.

Imballaggio industriale - Trasporti - Facchinaggio - Servizi Via G. Rossa 24 Tel. 0586.791174


Piazza Monte alla Rena, 5 - Rosignano Solvay Fax. 0586.791173
Tel. 0586.793288 - Fax 0586.793304 E.mail: omp@omprosignano.it

Di Gabbia A. & Figlio SRL


COSTRUZIONI - stradali - fognature - acquedotti
PRODUZIONE - emulsioni bituminose - conglomerati bituminosi - MEZZI PROPRI
Sede Legale Uffici, Impianto: Via dello Struggino 24 - Livorno (loc. Picchianti) Tel. 0586/428121 e-mail: info@digabbia.it
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Cultura 21

UN LIBRO DA LEGGERE

“I robot e noi”
di Maria Grazia
Carrozza
gi , un modo integrato per fare
di Claudio Tonci
realmente “ sistema” .
Il nostro paese è all’avanguar-
Un libro non soltanto divulgativo ma che dia nella progettazione e nel
induce il lettore ad immaginare la nostra marketing della robotica e non
società in una visione avveniristica solo nel vecchio continente :
L’autrice ha incontrato recentemente do- non dobbiamo ritenere che il
centi e studenti del liceo Cecioni e del- robot rappresenti una minaccia
l’istituto industriale Galilei presso la sede occupazionale – che sarebbe
di Confindustria Livorno Massa Carrara una visione decisamente ridut-
,scuole che hanno partecipato a “Zero tiva – ma una spinta verso l’in-
robotica” , una gara di programmazione novazione e la ricerca scientifi-
robotica . svoltasi a livello mondiale ca .
L’ex Ministro nel governo Letta ,come noto Sicuramente nel giro di pochi
, è docente di bioingegneraia presso il decenni le attuali figure profes- segnalerà i prodotti mancanti , ma prov-
prestigioso Istituto Superiore di S.Anna . sionali cambieranno : una parte dell’attua- vederà ad …ordinarli
del quale è stata anche Direttrice : recen- le forza lavoro verrà sostituita da tecnici e Già oggi ,nel campo chirurgico , notiamo
temente in collaborazione con la Scuola super tecnici che imprimeranno una svol- che il medico è distante dal paziente , ma è
Normale e con il centro IUSS di Pavia si è ta radicale nei nostri comportamenti : i in grado di azionale strumenti ad altissi-
stabilito che i tre organismi continueran- robot hanno permesso di esplorare il fon- ma definizione che opereranno sul pazien-
no ad essere autonomi , ma saranno uniti do marino a profondità irrangiungibili con te .
da un unico consiglio di amministrazione le tecniche tradizionali ; così come è stato Sfruttiamo il robot , non temiamolo : del
(iniziatica unica nel suo genere e sicura- possibile avere informazioni dal sotttosuo- resto il progresso è inarrestabile . Un tre-
mente in controtendenza rispetto alle pra- lo fino a poco tempo fa impensabili . no che non possiamo permetterci il lusso
tiche in uso . Il robot inserito nel frigorifero non solo ci di perdere .
Una strategia questa rivolta anche al mon-
do delle imprese per proporre nuovi indi-
rizzi specie nel campo della sanità e qua-
lità della vita : la lotta alle epidemie non è
solo il campo di azione di medici e
bioingegneri,ma presuppone anche altre
figure professionali ,dagli economisti ai
giuristi in campo internazionale , ai biolo-

è CAF, via Cecconi 40 - Tel. 0586/811809 - Livorno


è Patronato, via degli Apostoli 5 - Tel. 800740044 - Livorno
e

sport, tempo libero, volontariato


assistenza, consulenza, sostegno
Acli Service Srl
Via Cecconi 40 ai lavoratori, ai giovani,
Livorno
ai migranti, alle famiglie
22 Teatro e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

a cura di Angela Simini

Ci si avvia al “gran finale” della Sta- Per la Stagione “Concerti al chiaro


gione 2017/18 concertata al Teatro di Luna”, il concerto “Trio Metamor- Periodico mensile
Goldoni di Livorno, una stagione che phosi”, programmato per il 29 mar- del Circolo Culturale
ha riscosso consenso e applausi dal zo e rimandato per lutto cittadino,
pubblico livornese e che ha propo- non potrà essere recuperato per-
sto nomi importanti del panorama ché il mezzosoprano Monica Bac-
artistico in tutti i settori dello spetta- celli non ha disponibilità di date.
colo. In un periodo di crisi come l’at- è in distribuizione gratuita
Venerdì 27 aprile h.21.00 resta il
tuale, che dura da anni e che ha anche presso i seguenti punti:
concerto fuori abbonamento del-
messo in ko i teatri, il Goldoni è ri- l’Orchestra dell’Istituto Superiore di
LIVORNO:
masto il salotto buono della città che, Studi Musicali “Pietro Mascagni”, Libreria nuova di Biagini Silvia,
come tale, ha attirato sponsor tut- diretto dal Maestro Lorenzo Sbaffi. corso Amedeo 23-27;
t’altro che trascurabili, come il Ro- Il settore Classica con Gusto ci ri- Libreria Feltrinelli, via di Franco:
tary International Livorno, “Le stra- serva ancora due incontri: Edicola Cairoli, via Cairoli 18;
de del vino e dell’olio Costa Etru- giovedì 20 aprile h.21.00 “Songs Edicola Nelli, piazza Cavour 39;
schi”, “Toscana in tavola”, LEG e for Viola and piano” Edicola P.zza Grande,
Menicagli Pianoforti, e numerosi col- venerdì 20 aprile “La bellezza inaf- lato Farmacia Ospedale,
laboratori come il Circolo Musicale ferrabile”, con Alberto Nosé al pia- Edicola Bianchi, via del Porticciolo,
Galliano Masini, le Associazioni Amici noforte, musiche di Chopin e De- Edicola Attias, corso Amedeo;
del Goldoni e Amici del Cinema La bussy. Edicola piazza Matteotti;
Goldonetta. Fuori Abbonamento: sabato 21 Edicola Ramagli e Rossi
Tutto questo a dire che programma- aprile h. 21.00 in collaborazione via Calatafimi:
zione e conduzione teatrale hanno con LEG srl e Menicagli Pianofor- Edicola Paolini (Baracchina Bianca),
dato esito positivo. ti, Ridens presenta Giuseppe Ja- piazza S. Jacopo;
Vediamo che cosa ci riserva il re- cobazzi - Io ci sarò. Ed. Lo Strillone, viale Italia 113;
stante cartellone del mese di aprile: Edicola Barcellona, via Goito;
Edicola Borghi, corso Amedeo,
Ed un ultimo spettacolo a turno uni- angolo via dell’Origine;
co: Tabaccheria Cioni, via Roma 133;
mercoledì 18 aprile h.21.00: “456”, Tintoria Rossi, corso Mazzini;
Ed. Martelli Anna Lisa,
scritto e diretto da Mattia Torre
via Meucci 5 (Coteto);
Edicola c/o Bar Oasi, Ardenza Mare;
Edicola Dharma, Viale Antignano 115
Tabaccheria-Edicola di Rolle Marco,
via C. Puini 97 - Antignano.
CASTIGLIONCELLO:
Edicola Rossi, P.zza della Vittoria;
L’Edicola, Via Aurelia 512.
ROSIGNANO SOLVAY:
Edicola Giovannoni, via Allende;
Edicola Vallini, via O. Chiesa.
Tabacchi-Edicola Bicego, via Aurelia 459.
VADA:
Cartoleria 'Cartoland, via Magellano 3.

Alberto Nosè
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it attualità 23
19

Aurora Lombardo
ci spiega i nuovi
linguaggi del web
di Lorenzo Taccini cologia dell’Università di Fi-
renze, amante della musica e
della lettura, nonché chitarri-
In un tempo di tecnologie digitali e teleco- sta di talento, ci racconta
municazioni sempre più frequenti e sempre qualcosa in più sui nuovi lin-
più incentrate su un linguaggio simbolico- guaggi del web, essendone
iconografico e sempre meno verbale (so- originale interprete...
pratutto scritto - a mano, non se ne parli Aurora, la comunicazione
neppure!-), è necessario tentare di stare al “social” è perlopiù composta
passo con i tempi che dettano la moda e la di parole ed immagini: quali
modalità di comunicazione. Negli ultimi funzioni svolgono i due diversi codici?
anni, con l’enorme sviluppo del web e dei In social in effetti sono composti prati- nalmente “sgrammaticato” e ricco di pun-
social networks, stiamo assistendo ad una camente solo da immagini e parole e la teggiatura ridondante. Come mai?
vera e propria rivoluzione nei linguaggi loro funzione è quella di mutuare la “nor- Naturalmente di norma non scrivo così,
utilizzati, in particolar modo tra i giovani e male” comunicazione. ma mi diverto ad imitare quelle persone
giovanissimi. Per contro, le generazioni “più Tu, ad esempio, spesso giochi con l’im- che abusano di questo tipo di scrittura
mature” tentano in modo talvolta goffo di magine della tua persona in funzione qua- volontariamente (o inconsciamente...).
imitare i nuovi linguaggi web, generando a si parodistica. Si tratta di una provocazio- Un classico esempio è il “Buongiornis-
loro volta un altro tipo di espressione ori- ne, oppure che significato attribuisci a simo kafè??!!”. Sono entrata anche in
ginale. Aurora Lombardo, giovane diplo- questo tipo di utilizzo dell’immagine? gruppi (social) di persone adulte per stu-
mata al liceo classico di Livorno, attual- Più di qualsiasi altro aspetto, trattasi di diarne dall’interno i linguaggi e gli sti-
mente studentessa presso la facoltà di psi- “parodia” di quelle persone che deside- li comunicativi.
rano solo apparire. Mi piace smontare Potremmo pensare ad un nome per que-
questa costruzione e mettere in luce il sto “cyberlinguaggio” che si sta facendo
contrasto tra la fotografia e la didasca- avanti?
lia che spesso l'ccompagna con parole In realtà si tratta della commistione di
contenuti assolutamente improbabili e moltissimi stili, anche differenti tra loro.
decontestualizzati. Una delle caratteristiche che più mi col-
Tu utilizzi un linguaggio spesso intenzio- pisce è la sostituzione della parola con
un concetto. Ad esempio, al posto del
classico “ahahah” troviamo l’ermetico
“rido” ad esplicarne il concetto. La na-
tura eterogenea e ridondante può esse-
re però ben rappresentata da definizio-
ni come “eclettismo cybernetico”, oppu-
re “enantiodromia mediatica”, rifacen-
dosi ad Eraclito ed Jung come ispirato-
ri del concetto!
Per quanto riguarda le tue prospettive,
vedi Livorno nel tuo futuro?
Per la formazione certamente non vedo
Livorno come funzionale punto d’appog-
gio. Mi piacerebbe specializzarmi in pi-
scologia clinica a Torino. Tuttavia avrei
desiderio di ritornare a Livorno, perché
penso che in questa città ci sia bisogno
di giovani volenterosi che possano dare
una mano ed io spero di poter essere tra
questi.
● Vendita piante ● Consegne a domicilio
per interno ed esterno ● Noleggio piante
● Progettazione verde ● Piantumazioni
● Impianti di irrigazione ● Staccionate
● Strutture in legno in legno impregnato
● Attrezzature e prodotti ● Potature alto fusto
per la cura del giardino