Sei sulla pagina 1di 24

Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010

book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale


capitolo 2: le Imprese USA
Abstract
Perimetro e ricavi dei principali Gruppi USA

USA...................................................................................................................................................... 1
Time Warner inc. ..................................................................................................................... 4
Newscorp ................................................................................................................................. 8
Viacom/CBS .......................................................................................................................... 12
Viacom ............................................................................................................................... 12
CBS .................................................................................................................................... 13
Sony ....................................................................................................................................... 15
Disney .................................................................................................................................... 17
NBC-Universal....................................................................................................................... 20
Clear Channel Radio .............................................................................................................. 21
Warner Music Group ............................................................................................................. 21
Google .................................................................................................................................... 22
Yahoo ..................................................................................................................................... 24

USA
Gli USA sono il vagone di testa della comunicazione mondiale. Tre networks - ABC, CBS e NBC –
hanno dominato la scena per decenni fino all’arrivo della molteplicità dei canali cavo e del network
Fox. La scena è dinamica e interi network possono sorgere e crollare dopo un anno. Ci sono circa
10,000 radio commerciali che nelle aree urbane coprono ogni possibile nicchia di gusto. La liberta
di espressione è garantita dalla costituzione e in alcune stazioni dilagano predicatori di destra
mentre altre si spingono agli estremi del sopportabile in materia di gusto. Il finanziamento del
broadcasting pubblico viene sia dal governo che da privati. Il Public TV services gestito da PBS ha
la missione di produrre "quality" e programmi educativi. I quotidiani sono più di 1500.

Legislazione e Regolazione sulle reti cavo


I sistemi cavo sono regolati da norme federali, di stato e locali, cui si aggiungono gli specifici
accordi tra le imprese e le autorità che rilasciano le concessioni all’esercizio dell’attività.
Il Communications Act del 1934, variamente emendato e i regolamenti della FCC (Federal
Communication Commission) disciplinano la quota di controllo del mercato (attualmente il plafond
è fissato al 30% e Comcast ha raggiunto il 26%), il trasporto e la diffusione di stazioni televisive, le
modalità di vendita dei programme “a pacchetti”, l’accesso ai canali via cavo attraverso Enti
concedenti e altre parti, l’uso di tralicci e tunnel delle utilities (luce, acqua, gas) e l’offerta di
internet ad alta velocità e di servizi telefonici.
Da sottolineare l’obbligo per tutti gli operatori di sistemi cavo di trasmettere senza compenso le
stazioni locali e quelle no-profit.
Nell’insieme è evidente l’intento delle autorità regolatorie di impedire che le strutture esistenti
impediscano l’evoluzione tecnologica e favoriscano alcuni fornitori di contenuti.

L’area della programmazione è regolata dalle autorità di governo in modo meno stringente

Stampa

• USA Today 1 – quotidiano, • Wall Street Journal 2- business quotidiano,• Christian


1
http://www.usatoday.com/
2
http://public.wsj.com/home.html

1
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
Science Monitor – quotidiano , proprietà ecclesiastica ,• Los Angeles Times 4 –
3

quotidiano • Washington Post 5 – quotidiano,• Boston Globe 6 – quotidiano,• New York


Post 7 – quotidiano,• New York Times 8 – quotidiano,• Philadelphia Inquirer 9 –
quotidiano • Baltimore Sun 10 – quotidiano,• Chicago Tribune 11 – quotidiano,,•
Newsweek 12 – settimanale, • Time 13 – settimanale, • U.S.News & World Report 14 -
settimanale

Televisione

•ABC 15 -• CBS 16 • NBC 17 - • Fox 18 - major commercial networks


•CNN 19 – pioniere all news; • MTV 20 – pioniere della music television; • HBO (Home Box
Office) 21 - pay-TV network; • PBS (Public Broadcasting Service) 22 - public TV, fornisce
programmi a più di 350 stazioni non-commerciali

Radio

• NPR (National Public Radio) 23 - non-commerciale • Clear Channel 24 – commerciale


possiede più di 1200 stazioni. • CBS Radio 25 – commerciale con 180 stazioni nelle aree più
popolate • ABC Radio Networks 26 – gestisce “flagship stations” coast-to-coast

Trasmissioni per l’estero

Finanziate dal Governo: • Voice of America 27 – in molte lingue •


RadioFreeEurope/Radio Liberty 28 – per l’est Europa • Radio Free Asia 29 –rivolta a
Cina, Nord Corea e Sud est asiatico • Al-Hurra 30 - tv satellitare per il Medio Oriente

3
http://www.csmonitor.com/
4
http://www.latimes.com/
5
http://www.washingtonpost.com/
6
http://www.boston.com/globe/
7
http://www.nypost.com/
8
http://www.nytimes.com/
9
http://www.philly.com/
10
http://www.sunspot.net/
11
http://www.chicagotribune.com/
12
http://www.msnbc.com/news/NW-front_Front.asp
13
http://www.time.com/time/
14
http://www.usnews.com/
15
http://abc.abcnews.go.com/
16
http://www.cbs.com/
17
http://www.nbc.com/
18
http://www.fox.com/
19
http://www.cnn.com/
20
http://www.mtv.com/
21
http://www.hbo.com/
22
http://www.pbs.org/
23
http://www.npr.org/
24
http://www.clearchannel.com/
25
http://www.cbsradio.com/
26
http://www.abcradio.com/
27
http://www.voa.gov/
28
http://www.rferl.org/
29
http://www.rfa.org/
30
http://www.alhurra.com/

2
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
• Radio Sawa - in arabo per il Medio Oriente • Radio Farda 32 - in lingua persiana
31

• Radio and TV Marti 33 - rivolta a Cuba

News agencies

• Associated Press 34; • Bloomberg Business News 35; • UPI 36


Nelle pagine seguenti vengono riepilogati i dati essenziali, ricavati dagli annual reports, delle
principali Corporations americane, formatesi con progressive acquisizioni in funzione del modello
generale di gruppo integrato.

31
http://www.radiosawa.com/
32
http://www.radiofarda.com/
33
http://www.martinoticias.com/
34
http://www.ap.org/
35
http://www.bloomberg.com/
36
http://www.upi.com/

3
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA

Time Warner inc.

www.timewarner.com

Il gruppo Time-Warner si è formato con la unione delle omonime imprese che avevano già
singolarmente realizzato un potente sviluppo nel proprio campo. In seguito si aggregarono CNN e
AOL, oltre alla società che gestiva una rete di cavi.

CNN
il Cable News Network (CNN) inizia la sua attività nel 1980 per fornire un flusso continuo di
notizie al sistema cavo. Sorge dalla costola di una importante Superstation i cui profitti fanno fronte
alle perdite iniziali nella misura di circa due milioni di dollari al mese. Ha raggiunto i 30 milioni di
abbonamenti USA nel 1985 e 50 milioni alla fine degli anni '80 (e altri milioni all'estero tra privati,
alberghi etc). Con una logica simile a quella dei periodici ha proposto altri canali specializzati quali
Show Biz Today e The World Today.
Nel 1995 viene venduta a Time Warner, della quale integra l'offerta con un prodotto profittevole per
il sistema cavo/satellite. (NOTA: Murdoch parte dalla stampa e dal satellite e arriva al cinema)

AOL
AOL è un Internet Service Provider.
All'inizio degli anni '80, quando ancora Internet con i suoi siti di game non esisteva, la compagnia
CVC (Control Video Corporation) offriva di rifornire via telefono nuovi giochi per la propria play

station ATARI 2600 (quella del “pong” ). Successivamente, con la diffusione di


personal computer, di varie marche, incompatibili tra loro, la compagnia li riforniva, quale che fosse
la marca del costruttore, di giochi ed altro, compresa la posta elettronica e la chat. Adottato il nome
AOL, America On Line, fornitore di servizi on line per la famiglia, diventò dominante grazie
all'accordo con Windows che predispose l'accesso nel proprio sistema operativo. Nel momento di
massimo sviluppo (2000) fu effettuata la fusione con Time Warner, con l'idea di integrare contenuti
editoriali e di intrattenimento con quelli tecnologici, ma la crisi nella quale è entrata Aol si è
trascinata dietro anche Time Warner. Con lo "sgonfiarsi" della bolla di Internet e la nascita di altre
internet company, Aol ha visto calare i suoi utenti e sottoscrittori, perdendo valore come buona
parte degli altri Internet provider. Da qui il divorzio 37 dal Gruppo a metà 2009 per proseguire la
transizione “from a business that primarily focused on generating Subscription revenues to one that
is focused on attracting and engaging Internet consumers and providing advertising services”.

Fino al 2008 il gruppo comprendeva anche Time Warne Cable 38 sistemi cavo per la fornitura di
video, high-speed data e servizi in voce. Presente principalmente nello stato di New York (con New
York), nelle Caroline, Ohio, Sud California (con Los Angeles), Texas. Quindici milioni di
sottoscrittori a fine 2008. E’ stata spinned off a inizio 2009 finanziando una distribuzione di

37
cfr http://www.millecanali.it/divorzio-aol-time-warner/0,1254,57_ART_122936,00.html
38
http://www.timewarnercable.com/ notizie finanziarie a
http://ir.timewarnercable.com/phoenix.zhtml?c=207717&p=irol-newsFinancial&nyo=0

4
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
dividendo per gli azionisti della capogruppo che ha compensato il risultato negativo dell’anno. Agli
azionisti della casa madre resta circa l’84,5% del apitale mentre il resto è disponibile per il mercato.
Dopo gli scorpori il perimetro del bilancio consolidato riguarda:
• Publishing, magazines
• Networks, fornitura di programmazione via cavo. Svolta da TBS (Turner Broadcasting System) e
HBO
• Filmed Entertainment, produzione, concessione e distribuzione, anche on line 39, di film , e
programmi tv. Comprende il circuito delle sale cinematografiche

2009 dati da Annual Report del Gruppo Time Warner 40 pag 60 e seg
subscriptions adv content other total EBIT
Revenues 8.859 5.229 11.652 765 26.505 4.475
2008 8.397 5.866 11.993 904 27.160 (4.329)

Publishing 1.324 1.878 73 461 3.736 246


2008 1.523 2.419 63 603 4.608 (6.624)
Nertworks 7.491 3.272 813 127 11.703 3.145
2008 6.835 3.359 900 60 11.154 3.118
Filmed ent. 44 79 10.766 177 11.066 1.084
2008 39 88 11.030 241 11.398 823
-Theatr. prod 6.493
2008 6.946
- Film 2.085
2008 1.861
- Home video 2.820
2008 3.320
- TV licensing 1.459
2008 1.574
- Products 129
2008 191
- Tv Products 3.497
2008 3.312
- Tv licensing 2.506
2008 2.274
- Home video 777
2008 814
- Products 214
2008 224
- Other 776
2008 772

Nel 2007, a ‘perimetro comprendente anche AOL e Time Cable i dati erano i seguenti

2007
Revenues subscriptions adv content other total EBIT
AOL 2.788 2.231 - 162 5.181 2.013

39
TW e Adobe “intendono utilizzare Adobe Flas h Platform e le soluzioni video Adobe per offrire ai clienti una
fruizione diversificata dei contenuti realizzati da HBO, Turner Broadcasting e Warner Bros. sulle varie
piattaforme di distribuzione”. http://www.itespresso.it/adobe-si-allea-a-time-warner-38927.html
40
http://ir.timewarner.com/phoenix.zhtml?c=70972&p=irol-reportsAnnual

5
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
Cable 15.088 867 15.955 2.766
Filmed entert 30 48 11.355 249 11.682 845
Networks 6.258 3.058 909 45 10.270 3.015
Publishing 1.551 2.698 53 653 4.955 907
Intergruppo (811) (103) (609) (38) (1.561) (594)
Total 24.904 8.799 11.708 1.071 46.482 (3)

Il gruppo è fortemente concentrato sul mercato interno, come si rileva dalla ripartizione delle
revenues per singoli paesi

2008 % 2007 2006


USA 38.808 82 38.256 35.070
UK 2.067 4,3 2.071 2.606
Germany 646 1,3 798 1.169
Canada 645 1,3 668 610
France 622 1,3 637 834
Japan 445 0,9 525 507
Other international 3.751 2 3.527 2.894
Total Revenues 46.984 100 46.482 43.690

Da notare che il gruppo ha utilizzato in funzione anticlicica le “subscriptions” per l’aumento della
domanda di video digitale, e grazie anche a un incremento dei prezzi.
Da sottolineare, per l’imponenza del fenomeno, che nel 2008 il Margine operativo del Gruppo è
negativo perché gli amministratori, in piena crisi finanziaria, hanno svalutato il patrimonio, in
particolare –per 14 miliardi di dollari- dei “cable franchise rights”, ovvero vecchie situazioni di
esclusive di distribuzione locale che sono saltate a causa dello sviluppo tecnologico e di
provvedimenti antimonopolistici, come spiegato al seguente link sul tema dei cable franchise
rights 41. Altri 7 miliardi di dollari di valore sono stati cancellati a seguito della svalutazione
dell’avviamento (goodwill) del settore produttivo e, supponiamo, delle library e, infine, poco più di
2 miliardi per le perdite del goodwill di AOL causa “l’aumentata competizione da parte dei
fornitori di banda larga”. Del resto, dice il chairman del gruppo, a pagina 3 del documento
introduttivo al report 2008, “At AOL, we recently brought in a new management team with impressive
experience in online advertising, and we’re working hard to determine the best structure for AOL’s
businesses.” Insomma, svanito l’affare del providing, ad AOL non resta che occuparsi di pubblicità
on-line. Parole scritte nell’aprile 2009. Pochi mesi dopo avveniva lo scorporo di AOL.

Considerando che il grosso di Time Cable ha ancora a che fare con gli interessi del Gruppo anche
sse non rientra più nel perimetro del bilancio consolidato, il gruppo risulta presente con
organizzazione propria o di società controllate nelle aree colorate dei segmenti integrabili di cui allo
schema generale che introduce il capitolo. Lo spin off di Timer Cable ha ovviamento aumentato il
peso del core business rappresentato dalle areee a destra (delivery e producing)
delivery producing
carrying shops&on books
line press Produ
torri analog
antenna FAT living pla ction
filmed
torri DTT set entert tfor Servi
local enterta
satellite dish top PAY ainme ms ces
interactiv inment
cable borchia box HS IP source VOD&download nt

41
http://www.american-appraisal.us/userfiles/file/AmericanAppraisal_CableFranchiseArticle_090908F.pdf

6
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
doppino/ADSL phone Intnet phone interactiv

cinema
places events
segmentazione di Time Warner Park&Resorts themes web
product
shops
s

Dopo gli scorpori di AOL e Time Cable il personale in organico al gruppo ammonta a circa 31.000
unità 42 addette al settore cinema e al broadcasting. Riportando la situazione ai dati di fatturato 2008
questi settori totalizzano un fatturato di 25.785 milioni di dollari e dunque 684.000 dollari a testa.
Supponendo un costo medio di 100.000 dollari a testa, i costi di personale incidono per circa il
14%.. Va tenuto presente tuttavia che la voce di costo relativa al personale comprende
probabilmente solo l’organico di linea e non quello avventizio che, per la produzione
cinematografica, è la componente maggiore.

42
http://www.answers.com/topic/cbs-corp-new

7
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA

Newscorp

www.newscorp.com

La sezione del film è costituita dalla Twentieth Century Fox Film Corporation, fondata nel 1915 e
dalla Twentieth Century Pictures, fondata nel 1933 da Darryl F. Zanuck, precedentemente in forza
alla WB

Titoli di film e serie TV


2002 Ice Age (c.a.), Minority Report, Planet of the Apes, Moulins Rouge, Star Wars episode II.
2003 Swinman, X-Men, Daredevil, Just married. 2005 Robots, -I, robot-, Alien vs Predator, Star
Wars, Episode III, Mr and Mrs Smith. 2007 Fantastic 4, Die hard, Borat, Little Miss Sunshine, Last
King of Scotland (Amin Dada). e inoltre: The Simpsons, X files

Nel 1978 il controllo passò a due investitori uno dei quali dovette abbandonare in fretta gli USA
dove rischiava il carcere per evasione fiscale sicché l’altro si decise a vendere il tutto a Newscorp.
Con l’occasione Murdoch prese la cittadinanza americana in omaggio alle disposizioni USA in
materia di proprietà del mass media.

In sostanza Murdoch ha percorso per primo la via dell’integrazione multimediale che da lì a poco
sarebbe stata imboccata anche da altri grandi attori dei media stampati e audiovisivi. Il criterio
fondativo, tratto da Annual Report di Newscorp 43 riferito all’anno 2009 è (introduzione del
chairman, pag 3):

“consumers want news and entertainment delivered on the platforms most convenient for their
individual lifestyles”
struttura del gruppo per attività e aree geografiche
Filmed Television Cable Network Direct Newspapers and Magazine Others
Entertainm Programming Broadcast Information s and
ent Satellite Services Inserts
Television & Book
Publishing
USA Fox Film. Fox Broad. Com Fox News, Wall Street Journal News
Ent: Business, Movie, Dow Jones America Fox
produzione, MyNetworkTV Regional sports, Factiva Marketing Interactive
distribuzione, Soccer, Reality, Barron’s Group MySpace
studi Fox Tv Stations College Sports, MarketWatch In-Store IGN
cinematografi (2 a New York, Pan American Smart Money (50%) FSI Fox Audience
ci e televisivi Los Angeles, Sports. New York Post (SmartSourc Rotten
Chicago, Dallas, National CNG e Magazine) Tomatoes
Washington, Geografic (50% martSource AskMen
Houston, Phoenix, in media) iGroup FoxSports.com
Minneapolis, International, News Scout
Orlando, 1 a Domestic, Latin Marktng Fox Mobile
Philadelphia, America, Europe Canada Ent.
Boston, Atlanta, Harpers Hulu (32%)
Detroit, Tampa Collins libri Slingshot Labs
Bay, Baltimore, per tutti i
Memphis, Austin, paesi di
Gainesville. lingua
inglese
Latin Canal Fox LAPTV (55%),
Telecine (13%),
America Fox Telecolombia
(51%)
Asia STAR TATA SKY WSJ Asia Harpers STAR

43
http://www.newscorp.com/investor/annual_reports.html

8
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
13 canali satellite, (20%) Collins India DEN(50%)
di cui tre con Hathwai Cable The Far Eastern
partecipazione and Datacom Economic Review
attorno al 25%, e
altri 5 con
denominazioni e
partecipazioni
varie

Australia Premium Movie Premier Media FOXTEL 150 testate nazionali National
(20%) Group (50%) (25%) e locali
and New Rugby
Sky Network
Television League
Zealand Limited (44%) (50%)
New Digital
Media
Rugby
Union
Realestate.c
om.au
(58%)
Europe Sky Italia, The Times NDS
Sport, Calcio, The Sunday Times (49%)LondonPr
Cinema, TG24 The Sun operty News
British Sky News of the World (58%)
Broadcasting thelondonpaper Globrix (50%)
Artsworld, WSJ Europe BrandAlley UK
News, Sports, eFinancialNews (49%)
Travel, One, The Times Lit. Supp. News Outdoor
Movies Group
Sky News Corp
Deustchland Stations Europe
(38%) Multimedia
Holdings (50%)
Milkround.com
Fiji The Fiji Times
Papua New Post Courier (63%)
Guinea

Dati economici (pag 30)


Revenues
2009 2008
Filmed Entertainment 5936 6699
Television 4602 5807
Cable network programming 5580 4993
Direct Broadcast Satellite Television 3760 3749
Magazines and Inserts 1168 1124
Newspapers ad Information Services 5858 6248
Book Publishing 1141 1388
44
Other 2378 2988
Total Revenues 30423 32996
45
Employes circa 55.000
rapporto revenues/dipendenti 0,553
Operating Income
Filmed Entertainment 848 1246
Television 174 1126
Cable network programming 1670 1269
Direct Broadcast Satellite Television 393 419
Magazines and Inserts 353 352

44
comprende le attività on line e affissioni in est Europa.
45
http://www.answers.com/topic/the-news-corporation-inc

9
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
Newspapers ad Information Services 466 786
Book Publishing 17 160
Other (363) (84)
Total Adjusted Operating Income 3558 5274

Impairment charges 8896


Other operating (charges) income (312) 107
Total operating (loss) income 5650 5381

La differenziazione delle risorse è importante in funzione anticlica (introduzione, pag 3): “In fiscal
2010, we will depend on advertising for significantly less of our total revenues, and as I write this
letter all other sources are showing robust health”. Infatti Newscorp tiene nei settori Pay, specie
nel cavo, ma anche in DBS mentre tutti settori legati alla pubblicità, si veda la voce “television”,
subiscono una forte diminuzione. Il Margine operativo del Gruppo è negativo perché gli
amministratori, in piena crisi finanziaria, hanno preso atto del diminuuito valore delle partecipazioni
azionarie in possesso del gruppo, delle minori attese di profitto derivanti dalla contrazione della
pubblicità.

Il dato negativo del Filmed Entertainment è attribuito al confronto con il risultato eccezionale
dell’anno precedente in cui erano conteggiati i ricavi de “I Simpson” e di “Die Hard

Di particolare interesse la analisi di Sky Italia, settore di attività DBS, che, come si rileva dalla
struttura del gruppo, è un pilastro della presenza in Europa (sottolineature nostre). Nel corso
dell’analisi vengono inoltre affrontati e spiegati alcuni concetti propri della attività quali “churn”,
ARPU, SAC.

Direct Broadcast Satellite Television (12% and 11% of the Company’s consolidated revenues in
fiscal 2009 and 2008, respectively)
For the fiscal year ended June 30, 2009, SKY Italia revenues increased $11 million as compared
with fiscal 2008, as revenue growth primarily attributed to an increase in the average subscriber
base combined with a price increase and higher penetration of premium services
SKY Italia had an increase of approximately 235,000 subscribers during fiscal 2009, which
increased SKY Italia’s total subscriber base to approximately 4.8 million at June 30, 2009. The
total churn for the fiscal year ended June 30, 2009 was approximately 635,000 subscribers on an
average subscriber base of 4.7 million, as compared to churn of approximately 429,000 subscribers
on an average subscriber base of 4.4 million in fiscal 2008. Subscriber churn for the period
represents the number of SKY Italia subscribers whose service was disconnected during the period.
Il recesso annuale di abbonati risulta aumentato. Forse ha contribuito in questo senso l’aumento dal
10% al 20% dell’IVA sui contratti DBS deciso dal Governo a partire dal 2009. Se gli abbonati sono
comunque aumentati di 235.000 unità, se ne deduce che i nuovi sottoscrittori sono stati circa
860.000 con incremento del 25% rispetto al parco stabile di abbonati.
Average revenue per subscriber (“ARPU”) for the fiscal year ended June 30, 2009 was
approximately €44, which was consistent with the ARPU for fiscal 2008. Subscriber-related
revenues are comprised of total subscription revenue, pay-per-view revenue and equipment rental
revenue for the period.
Subscriber acquisition costs per subscriber (“SAC”) of approximately €250 in fiscal 2009
decreased as compared to fiscal 2008, primarily due to lower marketing costs on a per subscriber
basis, as well as lower take-up of a full installation offer. Subscriber acquisition costs

10
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
include the cost of the commissions paid to retailers and other distributors, the cost of equipment
sold directly by SKY Italia to subscribers and the costs related to installation and acquisition
advertising, net of any upfront activation fee.
For the fiscal year ended June 30, 2009, SKY Italia’s Operating income decreased $26 million, or
6%, as compared to fiscal 2008, primarily due to an increase in operating expenses, partially offset
by the revenue increases noted above and unfavorable foreign exchange fluctuations. The increase
in operating expenses for fiscal 2009 was primarily due to higher programming costs as a result of
the launch of new channels, higher contractual sports rights amortization and higher fees paid for
programming costs as a result of the increase in the number of subscribers..

Rispetto allo schema introduttivo NewsCorp è presente con organizzazione propria o di società
controllate nelle aree colorate
delivery producing
carrying shops&on books
line press
torri analog
antenna FAT
torri DTT living pl
satellite dish set PAY filmed entert at Produ
local
cable borchia top enterta ainme
box HS IP interactiv source
nt
f ction
VOD&download inment
doppino/ADSL phone Intnet phone interactiv o Servi
cinema r ces
places events m
segmentazione di NewsCorp-Fox Park&Resorts themes web s
product
shops
s

11
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA

Viacom/CBS

www.viacom.com

La CBS è nata il 27 gennaio 1927 derivando dal canale United Independent Broadcasters. Per oltre
cinquanta anni, fino allo sviluppo delle televisioni via cavo, è stato uno dei tre network nazionali
(insieme con NBC e ABC) in USA. Viacom (VIdeo & Audio COMmunications) è una creatura di
CBS, costituita come entità separata per distribuirne i programmi (I Love Lucy, The Andy Griffith
Show e All in the Family) nel circuito delle syndication al fine di aggirare le regole, in seguito
cancellate, che vietavano ai network nazionali di essere proprietari di società operanti nel campo dei
circuiti locali. Nel 1993 VIACOM acquistò la holding Paramount, una delle più importanti case
cinematografiche fondata dall'ungherese Adolph Zukor il 12 luglio del 1912, e oggi proprietaria di
una library di tremila film, tra i quali molti campioni di incassi comeTitanic: $600,788,188 - Uscito
il 19/11/1997, Forrest Gump: $329,694,499 - Uscito il 6/7/1994,Shrek terzo: $322,719,944 - Uscito
il 18/5/07, Transformers: $319,246,193 - Uscito il 3/7/2007, Iron Man: $318,313,199 - Uscito il
2/5/2008, Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo: $317,023,851 - Uscito il 22/5/2008,
Beverly Hills Cop: $234,760,478 - Uscito il 5/12/1984, La guerra dei mondi: $234,280,354 - Uscito
il 29/6/2005, Ghost: $217,631,306 - Uscito il 13/7/1990, Kung Fu Panda: $215,434,591 - Uscito il
6/6/2008 Dal 2006 le attività radiotelevisive fanno capo a CBS Corporation 46 mentre VIACOM
comprende i segmenti “produttivi” (MTV Networks 47, Paramount Pictures 48 e DreamWorks Movie
Studios 49).

Viacom

Viacom autodefinisce come segue il proprio business 50: “... Televisione, film e fiction, media
digitali … con approccio …multipiattoforma … e asset costituiti da …. creatività … relazioni con
gli inserzionisti, distributori affiliati, talenti e concessionari”

Dati da Annual Report Viacom 2009 51 (pag 33)


2009 2008 2007 2006 2005
Revenues 13.619 14.625 13.423 11.361 9,520
- Media Networks
- Advertising 4.405 4.722
- Affiliate fees 2.901 2.620
- Ancillary 982 1.414
- Filmed Entertainment
- Theatrical 1.321 1.714
- Home Ent. 2.501 2.724
- TV Lic. Fees 1.383 1.333
- Ancillary 277 262
EBIT 2.904 2.523 2.936 2.767 2,359
- Media Networks 2.934 (pag 41) 2.729
- Filmed Entertainment 219 (pag 44) 26

46
http://investors.cbscorporation.com/phoenix.zhtml?c=99462&p=irol-sec&seccat01.1_rs=1691&seccat01.1_rc=10
47
http://it.wikipedia.org/wiki/MTV_Networks
48
http://it.wikipedia.org/wiki/Paramount_Pictures
49
http://it.wikipedia.org/wiki/DreamWorks_SKG
50
http://phx.corporate-ir.net/phoenix.zhtml?c=85242&p=irol-IRHome
51
http://www.sec.gov/Archives/edgar/data/1339947/000119312510028165/d10k.htm

12
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
Employees 11.470
52
Revenues per emp . 1.187

Composizione del fatturato per aree geografiche


2009 2008 2007 2008 2007
United States 9.802 10,371 9,743 71% 73%
Europe 2.413 2,728 2,319 19% 17%
All other 1.404 1,526 1,361 10 % 10%
Total revenues 13.619 14,625 13,423 100% 100%

Fatturato per rami di attività


2009 2008 2007
Advertising 4.405 4,722 4,690
Feature film 5.205 5,771 5,253
Affiliate fees 2.901 2,620 2,339
Ancillary 1.259 1,676 1,295
Eliminations (151) (164) (154)

CBS

La CBS Corp. esercita i seguenti segmenti di attività:


- Entertainment, consistente nel network nazionale CBS e collegati (studi, distribuzione, films
e interattività
- Cable network, ovvero programmazioni di intrattenimento e sport per tv cavo
- Editoria, con il brand Simon&Schuster
- Stazioni locali tv e radio
- Outdoor, ovvero affissioni, pubblicità sui bus etc

I dati da Annual Report CBS corp. sono i seguenti


2009 2008
Revenues (pag50) 13.014,6 13.950,4
- Adv 8.171,4 9.239,9
- Cessioni e distribuzione di contenuto 3.120,4 3.157,6
- Fees 1.462,3 1.289,4
- Other 260,5 263,5
per segmento
- Entertainment 6.976,7 6.878,8
- Cable Networks 1.347,2 1.264,5
- Publishing 793,5 857,7
- Local Broadcasting 2.359,7 2.950,4
- Outdoor 1.722,6 2.170,6
Operating Income 1.011,4 (12.158)
Employees 25.580
Revenues per employee 53 0,508

52
http://www.answers.com/topic/viacom
53
http://www.answers.com/topic/cbs-corp-new

13
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
Le aree colorate indicano i settori integrati nel Gruppo Viacom/CBS

delivery producing
carrying shops&on books
line press
torri analog
antenna FAT
torri DTT living pl
satellite dish set PAY filmed entert at Produ
local
cable borchia top enterta ainme
box HS IP interactiv source
nt
f ction
VOD&download inment
doppino/ADSL phone Intnet phone interactiv o Servi
cinema r ces
places events m
segmentazione di Viacom/CBS- Park&Resorts themes web s
Paramount product
shops
s

14
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA

Sony

www.sony.net

Inseriamo il gruppo Sony tra le realtà USA della industria dei mass media perché la consistenza
relativa è costituita pressoché esclusivamente da acquisizioni di società amaericane. In quanto
produttore di apparati elettronici (dai televisori alle play stations, ma anche di condizionatori,
impianti HiFi, telecamere, macchine fotografiche etc) si tratta notoriamente di un gruppo
giapponese. I dati relativi alle industrie elettroniche di qualsiasi nazionalità sono raccolti
nell’apposito capitolo di questa sezione III

La presenza nel settore dei media alimenta di contenuti le play stations fabbricate dalla società e si è
realizzata attraverso acquisizioni.

- 1989, dalla Coca ColaCompany che la possedeva dal 1982, la casa di produzione e
distribuzione cinematografica Columbia Pictures Entertainment, fondata nel 1919 e resa
famosa da Frank Capra..
- 2005 la Metro-Goldwyn-Mayer, fondata nel 1924 (l’acquisto avviene in associazione con
Comcast Corporation, che distribuisce tv via cavo dal 1963. Nel 2010 Time Warner ha
presentato una offerta per acquisire MGM, che nel frattempo, aprile 2010, dichiara difficoltà
finanziarie tali da non poter realizzare il sequel di OO7. Nello stesso periodo Comcast ha
acquisito NBC dal gruppo General Electric –vedi sotto Comcast).
- 2008 la compagnia olandese 2waytraffic N.V., proprietaria di Who Wants to Be a
Millionaire? ed altri format di successo

Titoli famosi:
Film: The Karate Kid, Spider Man
Format: Wheel of fortune, Jeopardy!
Dati economici da Annual Report Sony 54 (pag 36)
Yen million 2009 2008 2007
Yen 1= $ 10
Revenues 7,729,993 8,871,414 8,295,695
- Electronics 5,032,920 5,931,708 5,443,336
- Game 55 984,855 1,219,004 974,218
- Pictures 717,513 855,482 966,260
- Financial Services 523,307 553,216 624,282
56
- Other 471,398 312,004 287,599
EBITDA (227,783) 475,299 150,404
- Electronics (168,084) 441,787 251,256
- Game (58,476) (124,526) (232,325)
- Pictures 29,916 58,524 26,705
- Financial Services (31,157) 22,633 84,142
- Other 30,367 60,800 32,808

54
http://www.sony.net/SonyInfo/IR/financial/ar/8ido180000023g2o-att/SonyAR09-E.pdf
55
articolo da Repubblica del15 aprile sulla crisi del mercato dei video game
http://www.repubblica.it/tecnologia/2010/04/15/news/per_i_videogame_segnali_di_crisi_per_prima_volta_cala_mer
cato_italiano-3361644/
56
comprende le edizioni musicali e le attività Internet-based (pag 5)

15
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
57
employees 171.300
revenues per employee 44,9

Rispetto al modello complete di Gruppo Integrato Sony sembra disposta come segue:
delivery producing
carrying shops&on books
line press
torri analog
antenna FAT
torri DTT living
satellite dish set PAY filmed entert
local Product
cable borchia top enterta ainme
box HS IP interactiv source nt
pla ion
VOD&download inment
doppino/ADSL phone Intnet phone interactiv tfor Service
ms s
cinema
places events
segmentazione di Sony Columbia Park&Resorts themes web
product
shops
s

57
http://www.answers.com/topic/sony

16
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA

Disney

La Walt Disney Company è stata fondata il 16 ottobre 1923 da Walter Elias Disney¸ sede centrale a
Burbank, California.

Media Networks

- American Broadcasting Company58 (ABC), fondata nel 1948, e un gruppo di reti televisive via
cavo fra cui Disney Channel, pay-tv per bambini e ragazzi, su satellite e cavo, ESPN
(Entertainment and Sports Programming Network) che trasmette sport via cavo 24 ore su 24, ABC
Family, che trasmette serie televisive e film, Disney XD, che trasmette cartoons per ragazzi tra i 6 e
i 14 anni..

- 10 stazioni televisive locali, 71 stazioni radio locali e ESPN Radio, Radio Disney e ABC Radio
news

Programmazione corrente ABC (i link riconducono a pagine Wikipedia)


19:00 19:30 20:00 20:30 21:00 21:30 22:00 22:30
America's
Extreme Makeover: Desperate
Domenica Funniest Home Brothers & Sisters 60
Home Edition Housewives 59
Videos
Lunedì Dancing with the Stars Castle 61
La vita La vita
Dancing with the
Martedì secondo secondo Cupid
62 Stars
Jim Jim
Programmazione Better Off
Mercoledì Locale Scrubs 63 Lost 65 Life on Mars
Ted 64
Giovedì Ugly Betty 66 Grey's Anatomy 67 Private Practice 68
Venerdì Wife Swap Supernanny 20/20
Sabato ABC Saturday Night Movie Repliche Varie

Studio Entertainment

Compare con diversi marchi: Buena Vista Motion Pictures Group, Touchstone, Miramax, Pixar,
Walt Disney Pictures, Hollywood Pictures. Produzioni TV più note: Lost, Boston Legal, Desperate
Housewives

58
http://it.wikipedia.org/wiki/American_Broadcasting_Company
59
http://it.wikipedia.org/wiki/Desperate_Housewives
60
http://it.wikipedia.org/wiki/Brothers_%26_Sisters
61
http://en.wikipedia.org/wiki/Castle_
62
http://it.wikipedia.org/wiki/La_vita_secondo_Jim
63
http://it.wikipedia.org/wiki/Scrubs
64
http://it.wikipedia.org/wiki/Better_Off_Ted
65
http://it.wikipedia.org/wiki/Lost
66
http://it.wikipedia.org/wiki/Ugly_Betty
67
http://it.wikipedia.org/wiki/Grey%27s_Anatomy
68
http://it.wikipedia.org/wiki/Private_Practice

17
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
Parks and Resorts
Comprendono:

- Parchi “Disneyland” nel mondo.


- Disney Cruise Line, compagnia di navigazione che gestisce crociere per famiglie usando
come tema portante i personaggi Disney.
- ESPN Zone, catena di ristoranti a tema sportivoi.

Consumer Products

- Vendita e concessione di licenze


- gruppo Disney Publishing Worldwide, i cui titoli comprendono la Disney Editions,
Hyperion Books for Children, Disney Press.
- I negozi Disney Store, situati in centri ed aree commerciali
- I Disney Interactive Studios, produttori di videogiochi.

Dati economici da Annual Reports Disney 69pag 38 del PDF 2009

Revenues 2099 2008 2007 2006 2005


- Media Networks 16.209 15.857 15.104 14.186 12.722
- Parks and Resorts 10.667 11.504 10.626 9.925 9.023
- Studio Entertainment 6.136 7.348 7.491 7.529 7.587
- Consumer Products 2.425 2.875 2.289 2.107 2.042
- Interactive Media 712 719 490
Totale 36.149 37.843 35.510 33.747 31.374

Segment op. income 2099 2008 2007 2006 2005


- Media Networks 4.765 4.981 4.534 3.481 3.040
- Parks and Resorts 1.418 1.897 1.710 1.534 1.178
- Studio Entertainment 175 1.086 1195 728 206
- Consumer Products 609 778 631 607 533
- Interactive Media (295) (258) (291)

Totale 6.672 8.456 7.811 6.350 4.957


employees 70 144.000
revenues per employee 0,251

La segmentazione di Disney è la seguente, caratterizzata da assenza nel carrying e presenza


massiccia e concentrata del producing

delivery producing
carrying shops&on books
line press
torri analog
pl Produ
living ction
torri DTT
antenna FAT filmed at Servi
set entert
satellite dish top
local
PAY
enterta
ainme f ces
interactiv inment o
cable borchia box HS IP source VOD&download nt

69
http://corporate.disney.go.com/investors/index.html
70
http://www.answers.com/topic/the-walt-disney-company

18
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
Intnet phone interactiv r
doppino/ADSL phone
m
cinema
s
places events
segmentazione di Disney ABC Park&Resorts themes web
product
shops
s

19
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA

NBC-Universal

NBC/Universal è una coppia di marchi affermati, la NBC nel broadcasting free e la Universal nella
produzione cinematografica, con una presenza nei parchi a tema.
Attualmente la proprietà fa capo a Comcast e General Electric

A inizio 2010 Comcast, ha acquisito il network nazionale NBC 71,. In tale modo COMCAST
aumenta in modo sostanziale la propria capacità di offerta di programmazione, e compie un passo
decisivo (pare che avesse già tentato di comprare Disney) per essere molto più che un carrier
“stupido” di programmi prevalentemente altrui.

NBC Universal è stata fondata nel 1926 dalla RCA, Radio Corporation of America, nata a sua volta
con la americanizzazione della American Marconi Company, ovvero dell’insieme di attività
costituite da Marconi in USA. Come i suoi competitori diretti (ABC, CBS, FOX) anche NBC è
presente sia nazionalmente che con stazioni locali che ad essa fanno direttamente capo.

È stato il principale broadcaster USA. Nel 1986 la RCA, compreso il network tv, fu acquisita da
General Electric. Nbc nel 2004 è stata inserita nel gruppo NBC Universal, in cui partecipa al 20%
anche Vivendi che apportò gli studi Universal. Tra i principali successi della library Universal: E.T.,
Il Gladiatore, Jurassik Park, Shrek, Il Diario di Bridget Jones, La Mummia, Hulk

I dati economici relativi a NBC-Universal sono tratti dall’Annual Report General Electric 72 (pag
34) in quanto nel 2009 GE era il proprietario unico della Major e del Network
2009 2008 2007 2006 2005 2004
REVENUES 15.436 16.969 15.416 16.188 14.689 12.886

PROFIT 2.264 3.107 2.919 3.092 2.558 1.998

Il posizionamento di Comcast dopo l’acquisizione di NBC-Universal è il seguente


delivery producing
carrying shops&on books
line press
torri analog
antenna FAT
torri DTT living pl
satellite dish set PAY filmed entert at Produ
local
cable borchia top enterta ainme
box HS IP interactiv source nt
f ction
VOD&download inment
doppino/ADSL phone Intnet phone interactiv o Servi
cinema r ces
places events m
segmentazione di Comcast NBC Park&Resorts themes web s
Universal product
shops
s

71
Sul passaggio a COMCAST http://www.diariodelweb.it/Articolo/Economia/?d=20091203&id=115843

72
http://www.ge.com/ar2009/pdf/ge_ar_2009_financial_section.pdf

20
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA

Clear Channel Radio

Clear Channel Radio effettua broadcasting radio 73 e pubblicità outdoor (tabelloni, display di arredo
stradale, display su veicoli e altri) anche all’estero, specie in Francia e Gran Bretagna. Le revenues
derivano circa al 50% dalle due attività..
La strategia è sintetizzata nel coltivare radici nelle comunità locali, con politiche tariffarie
differenziate e con il supporto di una struttura per la produzione degli spot etc.
Reports Clear Channel 74
2009 2008
revenues 5.551.909 6.688.683
operating income (3.687.146) (4.366.377)
employees 19.295

I grandi operatori radiofonici, come dichiarano gli amministratori di CCR devono ovviamente
prevedere la concorrenza che può derivare da tecnologie che trasportino su altre piattaforme la
comunicazione audio. Rinviamo per uno sguardo d’assiemealla voce “radio” della Sezione
Seconda.

Warner Music Group

Fino al 2004 proprietà di Time Warner è stata in seguito ceduta a investitori

report Warner Music Group 75


2009 2008 2007
revenues 3.176 3.491 3.383
recorded music 2.624 2.895 2.835
- fisica 1.745 2.066 2.180
- digitale 656 599 434
- licenze 223 230 221
music publishing 578 623 570
- meccanica 192 225 228
- performance 276 243 213
- sincronizzazioni 97 99 91
- digitale 54 40 27
- altre 9 11
scambi interni (26) (27) (22)
Ebitda 76 397 475 474

Il grafico seguente permette di apprezzare lo spostamento del business dalla tradizionale area dischi
a quella del download e delle performances

73
vedi elenco stazioni a pag 3 e 4 del Report 2009
74
http://www.clearchannel.com/Investors/10K.aspx
75
http://investors.wmg.com/phoenix.zhtml?c=182480&p=irol-reportsannual
76
pag 56 del report 2009

21
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
ricavi Warner Music

2500

dischi etc
2000
digitali
1500 licenze
incisioni
1000 performance
sincronizzazioni
500
suonerie

0
2007 2008 2009

Google

earnings Google 77

I ricavi di Google provengono dal pagamento a posteriori dei click effettivamente conteggiati, (il
ché costituisce un fattore competitivo travolgente rispetto alla pubblicità sugli altri media, tutta
pagata a priori per contatti la cui effettività è comunque incerta). Il successo del modello advertising
based ha messo in secondo piano strade tentate in precedenza per generare ricavi, quali far pagare
le ricerche agli utenti. Elementi di rischio per il futuro dell’attività sono costituiti innanzitutto da
tecnologie capaci di bloccare la pubblicità in rete.

Google AdWords, (vedi il sito Adwords per l'Italia 78) è lo strumento offerto, in 41 lingue, a chi
vuole effettuare pubblicità sui siti Google e associati nonché su quelli del Google Network, che
appartengono a terzi (ai quali si stanno aggiungendo distributori di video on-line e broadcaster
radioe tv) che si avvalgono del medesimo sistema per vendere pubblicità in proprio dividendo i
proventi con Google.
AdWords è un sistema self-service via e.mail e chat. All’aumentare della spesa, e previo
accreditamento, interviene il supporto telefonico. Gli inserzionisti più rilevanti possono chiedere
supporti strategici per delineare e gestire le campagne.
Google AdSense 79(vedi il sito Adsense per Italia 80) è il programma di affiliazione attraverso il quale i
proprietari di siti internet possono vendere spazi pubblicitari utilizzando Google come intermediario e
spartendosi le relative revenues. Google AdSense fornisce agli affiliati l’accesso al data base degli
inserzionisti e dei loro ads al fine di profilarsi in funzione degli stessi. Viene declinato per associare

77
http://investor.google.com/earnings.html
78

https://www.google.com/accounts/ServiceLogin?service=adwords&hl=it_IT&ltmpl=adwords&passive=false&ifr=fa
lse&alwf=true&continue=https%3A%2F%2Fadwords.google.it%2Fum%2Fgaiaauth%3Fapt%3DNone%26ugl%3Dt
rue&error=noacct&ed=s.balassone%40alice.it
79

http://www.agcm.it/AGCM_ITA/DOCUM/Impegni.nsf/0/dd34936f812f8122c12577230039354c/$FILE/p21067s_al
l.pdf accordo con AGCOM
80
https://www.google.com/adsense/login/it/?hl=it&gsessionid=K9MNpTfd4HiK-QRbXkve7A

22
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
pubblicità a queries, estendendo l’analisi dei contenuti ai dettagli oltre che al loro insieme 81, a
video, ai feeds, ai giochi: l’affiliato può escludere dal proprio sito pubblicità non desiderata.

Competitività
Competitori
- motori di ricerca orizzontali a partire da Yahoo! Inc e dal Bing di Microsoft;
- motori di ricerca verticali (specializzati per materie);
- social network, come Facebook, Yelp o Twitter, perché molti preferiscono quel che gli
forniscono le “comunità” piuttosto che fare ricerche in rete;
- ogni altro media che trasporti pubblicità;
- servizi abbinati alla telefonia mobile;
corporations che offrono servizi on-line collegati alle loro proprietà nei campi dell’intrattenimento e
dell’informazione

Asset competitivi sono la infrastruttura tecnica e i prodotti.


La infrastruttura è sovrabbondante, in funzione dei molteplici algoritmi richiesti dalla fornitura di
pubblicità orientata a target. Il punto è delicato perché rende i motori di ricerca vulnerabili nei
confronti dei carriers (compagnie telefoniche e internet provider. È vero che questi hanno interesse
alla generazione di traffico, ma potrebbero in ogni momento tentare di contestare ai motori la
attuale ripartizione del valore.
Lo sviluppo di prodotti è continuo -per non perdere posizioni rispetto ai competitori - e cooperativo:
- mettendo a disposizione di sviluppatori terzi piattaforme tecniche necessarie per sviluppare
e collaudare nuove applicazione da essi ideate;
- realizzando nuovi prodotti all’interno e testandoli progressivamente nel rapporto con gli
utenti prima di stabilizzarli e farli diventare prodotti che fanno parte del pacchetto base di
Google.
Prodotti Google
Google Web Search (la “search engine” che sta alla base di tutto).
Google Docs, per creazione, editing, archiviazione etc;
Google Calendar, per aggiornare e condividere un’agenda;
Gmail, free webmail aperta a piccoli messaggi pubblicitari;
Google Groups, per la creazione di gruppi tematici e relative discussioni;
Google Reader, per alimentare una sola interfaccia con i feed di diversi siti;
orkut, per connettersi ad altri utenti attraverso catene di amici creando profili, postando foto etc;
Blogger, per pubblicare pagine in forma di blog.
Google Sites, per creare, aggiornare e pubblicare contenuti on-line;
YouTube, per la pubblicazione e la condivisione di video.

Applicazioni c/o cliente


Desktop
Google Toolbar, funzioni sovrapponibili alle interfaccia web Explorer e Firefox.
Google Chrome; web browser;
Google Chrome OS, sistema operativo open source;
Google Pack; un insieme di programmi free con varie funzioni;
Picasa, per la gestione di foto;
Google Desktop, per ricerche nell’hard disk;
Google Local Search, informazioni su singole località;

81
For example, a web page on an automotive blog that contains an entry about vintage cars might display ads for
vintage car parts or vintage car shows.

23
Stefano Balassone I Mass Media fra società, potere e mercato 16/09/2010
book in progress - sezione III Imprese nel Mercato Globale
capitolo 2: le Imprese USA
Google Maps, per osservare il mondo su mappe, da satellite, dalle strade;
Panoramio; consente all’utente di incorporare foto a singole località del sistema Google Geo;
Google Earth, l’universo a tre dimensioni;
Google SketchUp,
Google 3D Warehouse e Google Building Maker, per costruire effetti 3D,

Mobile
Android. Piattaforma Open Source per cellulari
Search by voice (accetta richieste vocali in Inglese, Mandarino e Giapponese);
Search by sight (cercare oggetti usando immagini riprese con la camera del cellulare);
Search by Location (conoscere posti segnalati nelle vicinanze).
Applications, in particolare Gmail e Maps
Mobile Ads. Smartphone Targeting, AdSense for Mobile Apps, che servono in sostanza a far
giungere pubblicità di target sugli smartphone o a fornire agli sviluppatori la possibilità di integrare
pubblicità nelle loro creazioni basate su Android e iPhone.

Inoltre:
Google Checkout: per effettuare pagamenti senza mostrare i numeri della carta di credito e per
garantire ai venditori pagamenti sicuri.
Google Labs
Un luogo di contributi cooperativi fra i tecnici di Google e gli sviluppatori autonomi per testare idee
e prodotti come Fast Flip, che da la rassegna delle prime pagine dei principali giornali e Google
Image Swirl, che organizza immagini in base a correlazioni visive o semantiche.

Balance 2009 (pag 35)


2009 2008 2007 2006 2005
Revenues (97% ads) 23.650 21.795 16.593 10.604 6.138
operating income 8.312 6.631 5.084 3.549 2.017
Employees
Al 31 dicembre 2009 il personale ammontava a 19.835 unità, di cui 7.443 in ricerca e sviluppo,
7.338 per vendite e marketing, 2.941 in amministrazione e 2.113 operativi. Tutti detentori di azioni.

I ricavi provengono per due terzo dai siti Google e per un terzo dagli associati; si suddividono circa
a metà fra USA e estero

Yahoo

http://it.b2b.yahoo.net/ offerte per pubblicità

reports Yahoo 82
2009 2008 2007 2006 2005
revenues 6,460,315 7,208,502 6,969,274 6,425,679 5,257,668

82
http://yhoo.client.shareholder.com/

24