Sei sulla pagina 1di 68

PURE CYCLING

MANUALE DELLA BICICLETTA


MOUNTAIN BIKE 1 13

14
15

2 16

3 a
17
4    I
c 18
 II

f
b 19
e III
5 20
6 IV

d
21
7 22
23
24
8 25
9 26
10
11
12

La bicicletta e le presenti istruzioni per l’uso soddisfano i requisiti di sicurezza dello standard
! EN ISO 4210:2014.

Importante!
Istruzioni di montaggio a pagina 12. Prima della prima uscita La preghiamo di leggere le pagine 4-11.
INDICE
DESCRIZIONE DEI COMPONENTI 2 Benvenuti! 83 Batteria
4 Uso conforme 84 Pedivella di trasmissione
7 Prima della prima uscita 84 Cura della catena
10 Prima di ogni uscita 85 Usura della catena
1 Telaio: 13 Attacco manubrio 12 Montaggio dal BikeGuard 86 Le ruote – coperture, camere d’aria e pressione
a Tubo superiore 14 Manubrio 40 Imballare la bicicletta Canyon di gonfiaggio
b Tubo obliquo 15 Leva del freno 41 Uso di bloccaggi rapidi e di perni passanti 89 Centratura del cerchio, tensione dei raggi
c Tubo verticale 16 Leva del cambio 41 Procedura per il fissaggio sicuro della ruota 90 Fissaggio delle ruote con bloccaggi rapidi
d Fodero posteriore orizzontale 17 Serie sterzo 43 Avvertenze per il montaggio di ruote con perni 90 Fissaggio delle ruote con sistemi con perni passanti
e Fodero posteriore verticale passanti 91 Come riparare una copertura forata
f Ammortizzatore 18 Forcella ammortizzata: 44 Cosa devo tener presente nel caso di modifiche o 91 Smontaggio della ruota
I Testa della forcella di montaggio di componenti addizionali? 92 Smontaggio di copertoncini e copertoncini
2 Sella II Tubo portante 45 Peculiarità del carbonio ­pieghevoli
3 Reggisella III Fodero 46 Istruzioni per la cura 93 Montaggio di copertoncini e copertoncini
4 Chiusura del reggisella IV Forcellino 47 Peculiarità delle biciclette freeride ­pieghevoli
5 Freno posteriore 49 Dopo una caduta 95 Smontaggio di coperture senza camera d’aria
6 Cassetta 19 Freno anteriore 51 Kit telaio – Istruzioni per il montaggio - 95 Riparazione di coperture senza camera d’aria
7 Cambio posteriore 20 Disco del freno Specifiche tecniche 96 Montaggio di coperture senza camera d’aria
8 Catena 56 Regolazione della bicicletta Canyon in base alle 97 Montaggio di ruote
9 Deragliatore centrale Ruota: esigenze dell’utilizzatore 98 La serie sterzo
10 Corona 21 Bloccaggio rapido 57 Regolazione dell’ altezza di seduta 98 Verifica e regolazione
11 Serie pedivelle 22 Cerchio 59 Regolazione dell’altezza del manubrio 99 Serie sterzo Aheadset®
12 Pedale 23 Raggio 59 Attacchi manubrio Aheadset®, sistema non filettato 100 Sospensione
24 Copertura 62 Distanza tra manubrio e sella ed impostazione 100 Glossario: sospensione
25 Mozzo della sella 102 La forcella ammortizzata
26 Valvola 63 Spostare la sella e regolare l’inclinazione della sella 102 Funzionamento
65 Regolare il manubrio e le leve dei freni 103 Regolazione della durezza degli ammortizzatori
65 Regolare la posizione del manubrio facendolo 107 Lockout
ruotare 107 Manutenzione
67 Regolazione della distanza delle leve del freno 109 Full Suspension
dal manubrio 109 Particolarità della posizione di seduta
68 I sistemi di pedali 109 Regolazione della durezza degli ammortizzatori
NOTE SULLE ISTRUZIONI PER L’USO 68 Funzionamento di diversi sistemi 112 Regolazione della sospensione
PRESTI PARTICOLARE ATTENZIONE AI SEGUENTI SIMBOLI: 70 Impostazione e manutenzione 112 Regolazione dell‘ammortizzazione
71 Il sistema frenante 114 Lockout
72 Funzionamento ed usura 114 Manutenzione
Le possibili conseguenze descritte non vengono sem- 73 Verifica e regolazione di freni a disco 116 Trasportare la bicicletta Canyon
Questo simbolo indica un comportamento
! erroneo che causa danni a cose o all’am-
pre ripetute nelle istruzioni là dove appaiono questi 73 Verifica del funzionamento 118 Avvertenze generali su cura ed ispezioni
simboli! 74 Freni AVID, FORMULA, MAGURA e SHIMANO 118 Pulizia e cura della bicicletta Canyon
biente.
75 Il cambio 120 Custodia della bicicletta Canyon
Questo simbolo indica un possibile pericolo 76 Funzionamento ed uso 121 Ispezione e manutenzione
per la Sua vita e la Sua salute in caso di Questo simbolo fornisce informazioni su 79 Controllo e regolazione del cambio 122 Intervalli d’ispezione e manutenzione
mancata esecuzione delle relative operazioni i 79 Cambio posteriore 124 Coppie di bloccaggio consigliate
come usare il prodotto o la relativa sezione
necessarie o nel caso in cui non vengano presi i delle istruzioni d’uso alla quale è necessario pre- 79 Regolare gli arresti di fine corsa 128 Norme sul traffico stradale
provvedimenti necessari. stare particolare attenzione. 81 Deragliatore centrale 129 Responsabilità su difetti di fabbricazione
82 Shimano Di2 131 Garanzia
82 Comandi 132 Crash Replacement
2 BENVENUTI! BENVENUTI! 3

GENTILE CLIENTE CANYON, l’esperienza o l’abilità manuale di chi esegue le opera- Guidi pertanto sempre con prudenza, rispettando gli
zioni o ancora gli strumenti usati: alcune operazioni altri utenti del traffico.
nel presente manuale troverà raccolta una serie di richiedono l’impiego di strumenti speciali o l’osserva-
consigli sull’uso della bicicletta Canyon nonché infor- zione di procedure qui non descritte. Non guidi mai dopo aver assunto medicinali, droghe,
mazioni interessanti sulla tecnica di costruzione della alcol o in caso di stanchezza. Non guidi mai con una
bicicletta, sulla cura e manutenzione. La preghiamo Sul nostro sito internet www.canyon.com troverà seconda persona sulla bicicletta e tenga sempre le
di leggere con attenzione questo manuale, anche se inoltre numerosi filmati che potranno esserLe di aiuto mani sul manubrio.
è da molti anni che pratica ciclismo e ritiene di es- nell’esecuzione di piccole operazioni di riparazione e
sere un ciclista provetto. Negli ultimi anni proprio la manutenzione. Infine ancora un paio di raccomandazioni da parte
tecnica di costruzione delle biciclette ha fatto grandi Non pretenda troppo da se stesso mettendo così a ri- nostra: andando in bicicletta non metta in pericolo
progressi. schio la propria sicurezza. In caso di dubbi o doman- la propria vita e quella degli altri e rispetti la natura
de non esiti a contattare la nostra hotline di assisten- quando attraversa boschi e prati. Indossi sempre
Per garantirLe un piacere duraturo e per la Sua sicu- za +39 045508894! equipaggiamento da bicicletta adeguato, per lo meno
rezza Le consigliamo di leggere con attenzione l’inte- un casco adatto, occhiali di protezione, scarpe rigide
ra parte stampata del presente manuale e Tenga conto dei seguenti punti: il presente manuale ed abbigliamento ben visibile adatto al ciclismo.
di attenersi strettamente alle istruzioni di montaggio non è in grado di trasmetterLe le conoscenze di un
riportate nel capitolo “Montaggio dal BikeGuard”, meccanico di biciclette, anche un manuale delle di- Il team Canyon Le augura buon divertimento con la In giro per boschi e campi
di leggere e seguire le avvertenze del capitolo “Pri- mensioni di un vocabolario non potrebbe contenere Sua bicicletta!
ma della prima uscita” tutte le possibili combinazioni di biciclette e com-
di leggere nel capitolo “Uso conforme” per quale ponenti. Pertanto l’attenzione del presente manuale
uso è prevista la Sua nuova bicicletta e la portata è incentrata sulla bicicletta da Lei acquistata e sui
massima consentita (conducente, abbigliamento e componenti comuni e Le illustra le indicazioni e le
bagaglio) avvertenze più rilevanti. Inoltre non illustra come
nonché di eseguire la prova minima di funzionamen- montare una bicicletta completa partendo dal kit te-
to prima di ogni uscita. Nel capitolo “Prima di ogni laio Canyon! Il presente manuale non è da usarsi come base per
uscita” di questo manuale troverà una descrizione montare biciclette da assemblare o per riparare bi-
su come eseguire tale prova. Non usi la bicicletta Il presente manuale non è in grado di insegnarLe ad ciclette! I dettagli tecnici possono subire variazioni
nel caso la verifica non dovesse risultare assoluta- andare in bicicletta. Pertanto l’attenzione del pre- rispetto a dati ed immagini del manuale. Questo
mente corretta. sente manuale è incentrata sulla bicicletta da Lei manuale soddisfa i requisiti dello standard EN ISO Sempre con casco ed occhiali
acquistata e Le illustra le indicazioni e le avvertenze 4210:2014. Le presenti istruzioni sono disciplinate
Sul supporto dati digitale, allegato al manuale, trove- più rilevanti. Tuttavia non è in grado di insegnarLe ad dalla normativa europea.
rà una descrizione dettagliata di una serie di lavori di andare in bicicletta e non contiene le regole del traf-
manutenzione e riparazione. Nell’eseguire tali opera- fico stradale. Con la fornitura della bicicletta il produttore è obbli-
zioni La preghiamo di tenere sempre in considerazio- gato ad allegare istruzioni integrative. Potrà trovare
ne che le istruzioni e le indicazioni valgono esclusiva- Chi va in bicicletta deve essere consapevole del fatto istruzioni integrative anche sul sito www.canyon.com
Visiti regolarmente il nostro sito internet
mente per questa bicicletta Canyon e che non sono che sta svolgendo un’attività potenzialmente peri- i
www.canyon.com, dove troverà novità,
applicabili ad altre biciclette. Dato il gran numero di colosa e che il conducente deve sempre avere sotto Testo, elaborazione, fotografia, realizzazione grafica:
avvertenze, consigli utili e gli indirizzi dei nostri
modelli ed il cambio di modelli è possibile che le ope- controllo la bicicletta. Zedler – Institut für Fahrradtechnik
partner commerciali.
razioni descritte non siano complete. Non trascuri und -Sicherheit GmbH
pertanto di leggere le istruzioni dei nostri fornitori di Come accade in ogni tipo di sport ci si può ferire an- www.zedler.de
componenti, che si trovano nel BikeGuard. che andando in bicicletta. Prima di montare in sella Versione: luglio 2015, 6a edizione Non pretenda troppo da se stesso met-
bisogna essere consapevoli di tale pericolo ed accet- ! tendo a rischio la propria sicurezza durante
Tenga in considerazione che Le spiegazioni ed i con- tarlo. Non dimentichi che la bicicletta non dispone dei © È vietata la pubblicazione, la ristampa, la traduzio- le operazioni di montaggio e regolazione. In caso
sigli riportati possono essere insufficienti poiché dispositivi di sicurezza di una macchina quali p. es. ne, la riproduzione o l’ulteriore uso commerciale, an- di dubbi si rivolga alla nostra hotline di assistenza
non tengono conto di determinati fattori, quali p. es. carrozzeria o airbag. che parziale, anche su media elettronici, senza previa +39 045508894. E-mail: italia@canyon.com
autorizzazione scritta dell’autore.
4 USO CONFORME USO CONFORME 5

USO CONFORME Condizione 2


Le ruote della categoria 2 sono state progettate per
strade ben stabilizzati; le ruote rimangono sempre in
Per poter definire l’uso previsto per i diversi tipi di biciclette di nostra produzione, abbiamo suddiviso le bici- contatto con il suolo. Queste ruote sono state pro-
clette in differenti categorie. L’obiettivo è definire, già durante la fase di sviluppo delle biciclette, i requisiti che gettate per la mobilità urbana e quindi in primo luogo
devono soddisfare in base alla sollecitazione prevista, così da garantire in seguito la massima sicurezza d’uso. per le strade e i sentieri pubblici consentiti. Vi fanno
parte le bicicletta da trekking, city e urban.
È quindi estremamente importante che le biciclette non vengano utilizzate per altri usi oltre a quelli consentiti, Il peso massimo del conducente incluso il bagaglio
poiché questo potrebbe portare al superamento dei limiti di sollecitazione e al conseguente danneggiamento del non deve superare i 120 kg. In alcuni casi i consigli
telaio o di altri componenti, provocando gravi cadute. d’uso dei produttori dei componenti potrebbero limi-
tare ulteriormente il peso massimo consentito.
Il peso massimo del conducente incluso il bagaglio non deve superare i 120 kg. In alcuni casi i consigli d’uso dei
produttori dei componenti potrebbero limitare ulteriormente il peso massimo consentito.

Per stabilire a quale categoria appartiene la bicicletta, confronti i simboli presenti sul telaio con i simboli ripor-
tati qui di seguito. Se non riesce a identificare la categoria della sua bicicletta, si rivolga in qualsiasi momento Condizione 3
al nostro Centro Assistenza. Le biciclette di questa categoria comprendono bici-
clette della categoria 1 e 2 che si adattano anche a
Condizione 0 terreni accidentati e non stabilizzati. L’uso consenti-
Questa categoria indica le biciclette da bambino. I to di queste biciclette include anche salti sporadici
bambini non dovrebbero utilizzare la bicicletta nelle di un’altezza massima di circa 60 cm. Anche salti di
vicinanze di precipizi, scale o piscine e tanto meno su questa altezza possono causare cadute rovinose per
percorsi in cui viaggiano le automobili. In generale si un ciclista inesperto, per cui il notevole incremento
riferisce a biciclette con pneumatici di dimensioni dai delle forze in gioco potrebbe provocare danni o feri-
12 ai 24 pollici. te. In questa categoria rientrano le MTB Hardtail e le
biciclette full suspension con ammortizzatori a corsa
breve.

Condizione 1
Le biciclette di questa categoria sono progettate per Condizione 4
utilizzo su strade asfaltate, dove le ruote sono sempre Questa categoria comprende le biciclette delle cate-
a contatto con il fondo stradale. Generalmente si tratta gorie 1-3. Sono adatte inoltre per terreni molto acci-
di biciclette da corsa con manubrio da corsa o dritto, dentati e parzialmente rocciosi, con forti pendenze
biciclette da triathlon e da cronometro. Il peso massimo e di conseguenza per elevate velocità. Per i ciclisti
del conducente incluso il bagaglio non deve superare i esperti effettuare salti moderati e frequenti con que-
120 kg. In alcuni casi i consigli d’uso dei produttori dei ste bici non costituisce un problema. Si dovrebbe
componenti potrebbero limitare ulteriormente il peso però evitare l’uso regolare e costante delle bici su
massimo consentito. percorsi North-Shore e nei Bike Park. A causa del-
In questa categoria un caso particolare è rappresenta- le forti sollecitazioni, queste biciclette dovrebbero
to da particolari biciclette da ciclocross con manubrio essere controllate dopo ogni uscita per verificare la
da corsa e freni Cantilever o a disco. Queste biciclette presenza di eventuali danni. Le biciclette full suspen-
sono adatte anche per percorsi ghiaiosi e percorsi fuori sion con ammortizzatori a corsa media sono tipiche di
strada dove gli pneumatici, a causa di piccoli dislivelli questa categoria.
o scalini di circa 15-20 cm, possono perdere aderenza
per brevi intervalli.
6 USO CONFORME PRIMA DELLA PRIMA USCITA 7

Condizione 5
Questo tipo di utilizzo si riferisce a terreni difficili, PRIMA DELLA PRIMA
estremamente rocciosi e molto ripidi, che solo ciclisti
tecnicamente preparati e molto allenati sono in gra- USCITA
do di affrontare. Salti alti a velocità elevate e un uso
intensivo in Bike Park appositi e in percorsi downhill 1. Ha già provato a guidare una mountain bike? Tenga
sono caratteristici di questa categoria. Per queste presente che andare fuori strada richiede partico-
biciclette deve assolutamente essere effettuato un lare concentrazione, condizione fisica ed eserci-
controllo accurato dopo ogni uscita per verificare la zio. Prenda lentamente confidenza con la Sua nuo-
presenza di possibili danni. I danni preesistenti pos- va MTB in un luogo tranquillo e si avvicini a piccoli
Frenata eccessiva con il freno anteriore, da non imitare
sono essere causa di cedimenti anche con sollecita- passi al percorso fuori strada che vuole fare. Fre-
zioni successive di lieve intensità. Da non dimentica- quenti un corso di tecnica. Maggiori informazioni
re la sostituzione ad intervalli regolari dei componenti sono disponibili sul sito internet www.canyon.com
Tenga conto che l’attribuzione delle leve
! del freno può variare da paese a paese!
rilevanti per la sicurezza. È assolutamente necessario
indossare protezioni speciali. Contraddistinguono 2. Ha già preso confidenza con il sistema frenante?
questa categoria le biciclette full suspension con am- In genere le biciclette Canyon vengono fornite in Premendo una leva del freno verifichi quale freno
mortizzatori a corsa lunga e le biciclette da dirt. modo tale che il freno anteriore venga attivato con viene azionato. Se l’impostazione non corrispon-
la leva del freno sinistra. Verifichi se riesce ad at- de alle proprie abitudini faccia modificare tale
tivare il freno della ruota anteriore con la stessa assegnazione!
leva del freno che è solito usare. Se così non fosse
è necessario familiarizzare accuratamente con la
nuova disposizione, poiché un azionamento scon-
siderato del freno della ruota anteriore potrebbe
provocare una caduta. Eventualmente chieda ad
Fondamentalmente non sono consentiti uno specialista di cambiare l’attribuzione delle leve
!
seggiolini. dei freni.

In generale non è consentito trainare L’azione frenante dei freni attuali è eventualmente
!
rimorchi. di gran lunga superiore a quella dei freni della bici-
cletta da Lei usata fino ad ora! Dato l’uso partico-
lare a cui sono destinate, alcune biciclette da dirt
Nel caso di biciclette con reggisella in car- Il cambio a catena
sono dotate di un solo freno.
bonio non è consentito montare dei porta-
pacchi. Per trasportare del bagaglio consigliamo Effettui in ogni caso prima delle frenate di prova
di usare esclusivamente gli appositi zaini per bici- su strade prive di traffico! Si avvicini a piccoli pas-
cletta. si alla decelerazione massima possibile. Troverà
maggiori informazioni sui freni nel capitolo “Il si-
Sul nostro sito internet www.canyon.com stema frenante”.
i Non utilizzate una bicicletta Canyon per un allenamento dove è pre-
troverà sempre informazioni aggiornate. vista una qualsiasi forma di bloccaggio della bici
Per ogni modello troverà inoltre una rappresenta- 3. Ha già preso confidenza con il tipo di cambio e con il Guidando con le mani appoggiate sulle
zione grafica dei tipi d’uso. Le biciclette Canyon devono essere utiliz- suo funzionamento? Si eserciti nell’uso del cambio appendici di un manubrio MTB, risulterà
! zate solamente per i rulli liberi (rulli per su strade prive di traffico. Non cambi marcia con- difficile raggiungere rapidamente le leve dei freni
Proprio per l’uso specifico a cui sono de- allenamento senza freno). Non utilizzate una bici- temporaneamente davanti e dietro e riduca la forza rispetto alle altre posizioni. La distanza di arresto
stinate alcune biciclette da dirt sono dota- cletta Canyon per un allenamento dove è prevista di pedalata durante il cambio. Troverà maggiori in- risulta più lunga. Guidi con particolare prudenza e
te di un solo freno. una qualsiasi forma di bloccaggio della bici. formazioni sul cambio nel capitolo “Il cambio”. tenga conto di distanze di arresto più lunghe.
8 PRIMA DELLA PRIMA USCITA PRIMA DELLA PRIMA USCITA 9

4. L’altezza del telaio è adeguata? La sella ed il ma- 6. Usi la bicicletta Canyon solamente in base all’uso
nubrio sono impostati correttamente? Si metta sul previsto per il tipo da Lei acquistato! Mountain bike
tubo superiore della bicicletta e verifichi che tra per cross country e maratona non sono adatte a di-
tubo e cavallo ci sia spazio per almeno la larghez- scese difficili su terreni rocciosi o per salti, etc. Per
za di una mano. Se così non fosse, legga i capitoli un uso all mountain o enduro sono disponibili mo-
dettagliati riportati più avanti o sul CD allegato delli appositi. Con i modelli Torque può effettuare
oppure contatti la nostra hotline di assistenza +39 anche il cosiddetto freeride. Non dimentichi che al-
045508894. Guidando una bicicletta con telaio cune manovre eseguite da professionisti sembra-
troppo grande è possibile ferirsi scendendo rapida- no facili, richiedono in realtà lunghi allenamenti ed
mente dalla sella! Per le biciclette da cross country Verifica la distanzia tra il tubo superiore e il cavallo esperienza. Non sopravvaluti le proprie capacità
o da maratona la sella dovrebbe essere impostata mettendo a rischio la propria sicurezza. In genere
in modo tale che nella posizione più bassa il tallone le biciclette Canyon sono progettate per supporta- Guida fuori strada
raggiunga appena il pedale. Una volta in sella veri- re una portata massima di 120 kg (vengono som-
fichi di poter toccare il pavimento con le punte dei mati i pesi di conducente e bagaglio). Non superi
piedi. Nel caso di bicicletta da all-mountain, endu- mai questo limite. Troverà maggiori informazioni
ro e freeride la sella viene generalmente impostata sull’uso previsto nel capitolo “Uso conforme”.
più in basso. In particolare durante le discese in
montagna si consiglia di abbassare la sella. Trove- 7. La Sua bicicletta è dotata di componenti in carbo-
rà maggiori informazioni sulla posizione nel capito- nio? Tenga presente che questo materiale richiede
lo “Regolazione della bicicletta Canyon in base alle una particolare cura ed un uso attento. Legga in
esigenze dell’utilizzatore”. ogni caso il capitolo “Peculiarità del carbonio” .
Scarpe per pedali automatici
5. Ha già provato a guidare la bicicletta con pedali a 8. Nel caso avesse acquistato una bicicletta con Il materiale carbonio
sgancio rapido o pedali automatici e le scarpe ap- forcella ammortizzata non trascuri di verificare
posite? Prima della prima uscita con questi pedali la pressione della forcella. Per la regolazione si
Le consigliamo di esercitarsi da fermo e facendo serva eventualmente della pompa che troverà nel
attenzione ad agganciare e sganciare i pedali. Si BikeGuard. Una regolazione non corretta può ave-
appoggi ad una parete per non cadere. Se neces- re come conseguenza un funzionamento difettoso
sario, regoli la forza di aggancio e sgancio. In ogni o il danneggiamento della forcella ammortizzata. In
caso legga prima di tutto le istruzioni per l’uso, che ogni caso noterà un peggioramento del comporta-
troverà allegate nel BikeGuard. Troverà maggiori mento su strada, che preclude così una massima
informazioni sui pedali nel capitolo “I sistemi di sicurezza di guida. Troverà maggiori informazioni
pedali“. nei capitoli “La forcella ammortizzata” e “Full su-
Pedale automatico spension”.
Bicicletta con sospensione

Le mountain bike Canyon sono attrezzi


sportivi di qualità superiore in grado di
coniugare leggerezza ed elevate prestazioni in-
gegneristiche. Tratti anche Lei questi materiali da
professionista. Un uso non conforme, un montag-
Una scarsa pratica e/o pedali automatici gio effettuato da mani inesperte o una cura poco
troppo stretti possono eventualmente im- scrupolosa possono compromettere la sicurezza
pedire lo sgancio dal pedale! Pericolo di caduta! della Sua bicicletta. Pericolo d’incidente!
10 PRIMA DI OGNI USCITA PRIMA DI OGNI USCITA 11

PRIMA DI OGNI USCITA 4. Nel caso di guida su strade pubbliche o di notte


verifichi l’impianto d’illuminazione (vedi il capitolo
“Disposizioni di legge”)
PRIMA DI OGNI USCITA LE CONSIGLIAMO DI VERIFI-
CARE I SEGUENTI PUNTI: 5. Da un’altezza ridotta faccia rimbalzare la Sua
Canyon sul pavimento. Non trascuri eventuali
1. I bloccaggi rapidi della ruota anteriore e posterio- rumori provenienti dalla bicicletta. Se necessario
re, del reggisella e dei restanti componenti nonché verifichi i collegamenti dei cuscinetti ed i raccordi
i perni passanti sono fissati correttamente? Trove- delle viti.
rà maggiori informazioni nel capitolo “Uso di bloc- Non vada mai in bicicletta al buio senza illuminazione
caggi rapidi e di perni passanti”. 6. Le biciclette da freeride, quali la Strive o la Tor-
que, vengono sottoposte a forti sollecitazioni. Se
2. Le coperture sono in buono stato ed hanno en- dovesse possedere una bicicletta simile, verifichi
trambe sufficiente pressione? Faccia girare le prima di ogni uscita che non presenti difetti e fa-
ruote per verificarne la centratura. In questo modo tica del materiale, quali cricche, ammaccature e
potrà inoltre individuare forature laterali delle co- pieghe.
perture, perni e raggi rotti. Troverà maggiori infor-
mazioni nel capitolo “Le ruote – coperture, camere 7. L’accessorio più importante per una serena uscita
d’aria e pressione di gonfiaggio”. in bicicletta è una piccola sacca degli attrezzi che
potrà collocare sotto la sella. Tra questi dovreb-
3. Faccia una prova dei freni da fermo tirando con for- bero esserci due leve di montaggio in plastica, le
za le leve dei freni verso il manubrio. Dopo un breve chiavi Allen più comuni, una camera d’aria di ri-
percorso della leva dovrà raggiungere un punto di Verifichi la pressione delle coperture Kit d’emergenza
cambio, un kit d’emergenza, il Suo cellulare e del
pressione; tuttavia la leva non deve andare a toc- denaro. Porti con sé anche una pompa che potrà
care il manubrio! Nel caso di freni idraulici (a di- fissare al telaio.
sco) non ci devono essere punti di perdita di fluido
per freni. Troverà maggiori informazioni sul tema 8. Si munisca di un antifurto robusto nel caso volesse
“Freni” nel capitolo “Il sistema frenante”. parcheggiare la Sua Canyon. Leghi la Sua Canyon
solamente ad oggetti fissi, in modo da prevenire A seconda del tipo di fondo stradale e di
eventuali furti. forze esercitate dall’utilizzatore, la Sua
Canyon viene sottoposta a forti sollecitazioni.
Conseguenza di queste sollecitazioni dinamiche
sono logoramento ed usura dei diversi componen-
Il freno non deve andare a toccare il manubrio ti. Sottoponga la Sua Canyon a controlli regolari
per individuare eventuali usure così come graffi,
deformazioni, alterazioni di colore o cricche ini-
ziali. Una volta esaurito il ciclo vitale, i compo-
La chiusura non corretta dei bloccaggi ra- nenti possono rompersi improvvisamente. Faccia
pidi può causare il distacco di parti della Per evitare danni alla Sua Canyon si atten- ispezionare regolarmente la Sua Canyon e, se ne-
bicicletta. Pericolo di caduta! ! ga alla portata massima consentita ed alle cessario, chieda di sostituire le parti interessate.
disposizioni sul trasporto di bagagli e bambini nel Troverà maggiori informazioni sulla manutenzione
capitolo “Uso conforme”. Inoltre, prima di traspor- e sulla sicurezza d’uso nei capitoli “Avvertenze ge-
Non usi la bicicletta Canyon nel caso aves- tare la bicicletta in macchina o in aereo consiglia- nerali su cura ed ispezioni”, “Coppie di bloccaggio
se riscontrato problemi in uno dei punti mo di leggere il capitolo “Trasportare la bicicletta consigliate” ed “Intervalli d’ispezione e manuten-
elencati! Canyon”. zione”.
12 MONTAGGIO DAL BIKEGUARD MONTAGGIO DAL BIKEGUARD 13

MONTAGGIO DAL VERIFICA DEL CONTENUTO DEL BIKEGUARD INDICAZIONI GENERALI PER IL MONTAGGIO DELLA
MOUNTAIN BIKE

BIKEGUARD La Canyon è stata completamente assemblata e te-


stata in fabbrica. Al termine delle operazioni di se-
Per il montaggio dal BikeGuard non serve certo la guito descritte, la bicicletta è completamente funzio-
bacchetta magica; in ogni caso è necessario procede- nante senza la necessità di doverla regolare. Conclusi
re con prudenza e con cura. Un montaggio effettuato tutti i lavori effettuate un giro di prova su un piazzale
da mani inesperte può compromettere la sicurezza tranquillo o su una strada poco frequentata.
della bicicletta.
Qui di seguito è disponibile una breve descrizione su
Prima di tutto vi invitiamo a familiarizzare con i com- come montare la bicicletta. Se non si dispone di cono-
ponenti della Canyon. Nel BikeGuard è contenuto il telaio assemblato con la scenze o esperienza sufficienti, è necessario leggere
ruota posteriore montata e tutti i componenti, la ruo- i capitoli dettagliati riportati nel manuale “Mountain
Estraete la pagina di copertina anteriore del manua- ta anteriore non montata (eventualmente imballata bike”; leggere anche le istruzioni dei produttori dei
le della mountain bike. Vi è raffigurata una bicicletta in un’apposita borsa), la sella con il reggisella (even- componenti sul CD allegato.
Canyon con tutti i componenti più importanti. Tenete tualmente collegato mediante tubo con una unità di
aperta questa pagina durante la lettura in modo da controllo per il montaggio del manubrio).
trovare subito i componenti menzionati nel testo.
Inoltre il BikeGuard contiene una scatola con la mi-
L’immagine mostra una mountain bike Canyon qual- nuteria (p. es. bloccaggi rapidi o perni passanti, ri-
siasi. Non tutte le biciclette sono necessariamente flettori ed eventualmente pedali) e il Toolcase con la
uguali a questa. chiave dinamometrica Canyon comprensiva di punte
Per le operazioni di montaggio non fissare
intercambiabili, pompa per forcella ammortizzata, pa- ! su un cavalletto la Canyon bloccandola su
sta di montaggio Canyon e manuale della mountain
un tubo del telaio o sul reggisella in carbonio,
bike, unitamente al CD allegato.
bloccarla invece sul cavalletto di montaggio utiliz-
zando un reggisella in alluminio adatto. Utilizzan-
Prima della prima uscita eseguire i controlli descritti do un sostegno regolabile in altezza, non fissare
nel capitolo “Prima di ogni uscita”. la parte mobile, ma soltanto la parte inferiore,
dopo averla estratta della lunghezza opportuna.
Si consiglia l’utilizzo di un cavalletto di montaggio che Nell’estrarre e nell’inserire il reggisella regolabile,
tenga il telaio internamente su tre punti o di chiedere accertarsi che il tubo non sia piegato, ma che ri-
a qualcuno di tenere la Canyon durante l’assemblag- spettivamente si inserisca o fuoriesca attraverso
gio. il foro di uscita nel telaio.
Per prima cosa aprite il BikeGuard.
Il montaggio può essere effettuato con
Utilizzate un cutter o un coltello simile con lama cor- Per biciclette con pneumatici di dimensio-
i
maggior facilità e sicurezza se si dispone
ta. Non utilizzate nessun coltello sulla bicicletta.
i
ni 29” e 27,5” la scatola con le parti piccole di un cavalletto di montaggio o se si ha un aiutan-
e il Toolcase possono trovarsi sul lato in posizione te.
verticale all’interno del BikeGuard.
Condividete la gioia di possedere una nuo-
Non utilizzate il cutter sulla bicicletta. Po-
i
va Canyon e chiedete ad un vostro amico
treste ferirvi o danneggiare il componente. di aiutarvi ad estrarre la vostra nuova Canyon dal
Dove possibile servirsi di una forbice. BikeGuard e ad assemblarla.
14 MONTAGGIO DAL BIKEGUARD MONTAGGIO DAL BIKEGUARD 15

UTILIZZO DELLA CHIAVE DINAMOMETRICA CANYON UTILIZZO DELLA PASTA DI MONTAGGIO CANYON

Per fissare nel modo più sicuro possibile due compo- Inserire nel portautensile della chiave dinamometrica I componenti in carbonio sono soggetti soprattutto Garantisce anche la massima protezione dalla corro-
nenti, noi di Canyon riteniamo indispensabile utilizza- Canyon la punta adeguata. ai danni causati da forze di serraggio eccessive. La sione, proteggendo efficacemente anche in situazioni
re una chiave dinamometrica. pasta di montaggio Canyon crea ulteriore forza di at- di bagnato. La pasta di montaggio Canyon può essere
Inserire completamente la chiave a brugola nella te- trito tra due superfici permettendo così di diminuire utilizzata per tutte le giunzioni tra carbonio e allumi-
sta della vite. la forza di serraggio anche del 30%. nio. È ideale per assolvere a questo scopo perché non
si indurisce.

Fissare le viti di serraggio (ad es. su attacco manu- Girare lentamente tenendo la chiave dinamometrica Questo accorgimento è utile soprattutto nelle zone
brio, reggisella o chiusura del reggisella) con una Canyon dall’impugnatura. Quando la vite è serrata, di bloccaggio del manubrio e dell’attacco manubrio,
coppia di serraggio superiore a quella massima pro- l’indicatore sulla scala si sposta. Sospendere di gi- del cannotto della forcella e dell’attacco manubrio o
Per un fissaggio sicuro, utilizzare sui reg-
duce una forza di serraggio troppo elevata. Questa rare la chiave non appena l’indicatore raggiunge il del reggisella e del piantone, tre zone di bloccaggio in i
gisella delle mountain bike sempre la pasta
può causare il cedimento del componente e determi- valore della coppia di serraggio prescritta. cui le forze di serraggio eccessive possono rovinare
di montaggio. Se sulle strade di campagna il reg-
nare un elevato rischio di incidente. Inoltre, in questo i componenti causandone il cedimento o la perdita
gisella si abbassa, la superficie si graffia legger-
caso la garanzia sul prodotto perde di validità. Viti della garanzia.
mente. In questo caso si tratta di normale usura e
troppo allentate o troppo strette possono causare un
ciò non costituisce motivo di reclamo.
cedimento ed essere quindi causa di incidenti. Atte- La pasta di montaggio Canyon previene l’eventuale
netevi rigorosamente alle coppie di serraggio indicate danneggiamento delle fibre di carbonio grazie alla
da Canyon. ridotta forza di serraggio. Inoltre limita la possibilità Se si intende modificare spesso l’altezza
i
Per il montaggio servirsi della chiave dina- che si verifichino i classici scricchiolii nei punti di del reggisella, Canyon consiglia di montare
i
mometrica in dotazione nella BikeGuard. bloccaggio. un reggisella regolabile in altezza.
16 MONTAGGIO DAL BIKEGUARD MONTAGGIO DAL BIKEGUARD 17

DISIMBALLAGGIO PROCEDURA PER I REGGISELLA REGOLABILI

Prima di applicare la pasta di montaggio Canyon sulle Estrarre la scatola con la minuteria e metterla da par- Se la Canyon è dotata di reggisella regolabile in al- Allentare il nastro con il velcro che fissa la sella e il
superfici interessate rimuovere lo sporco e i residui te, a portata di mano. Rimuovere il cartone di prote- tezza, questo deve essere montato prima di estrarre reggisella alla ruota anteriore.
di lubrificante. Successivamente spalmare sulle su- zione posteriore. la Canyon dal BikeGuard. Il reggisella regolabile, una
perfici pulite uno strato sottile e uniforme di pasta volta assemblato con il resto della bicicletta, è colle-
di montaggio Canyon con un pennello o un panno in Prendere dalla scatola con la minuteria il Toolcase, il gato alla leva montata sul manubrio tramite un tubo
pelle. manuale della mountain bike e l’utensile. che scorre attraverso il piantone.

Quindi montare i componenti come indicato. Rimuovere il cappuccio protettivo del piantone del La leva del reggisella regolabile contenuta nel Bike- Posizionare con cautela il reggisella sulla ruota po-
telaio. Guard non è sempre montata di fabbrica sul manu- steriore. Prendere la ruota anteriore con il cartone di
Utilizzare la chiave dinamometrica Canyon e non su- brio. protezione e metterli da parte. Rimuovere dal reggi-
perare mai le coppie massime di bloccaggio indicate. Rimuovere il cartone di protezione anteriore. sella con cautela la pellicola di protezione.
Rimuovere la pasta di montaggio Canyon in eccesso e Allentare il bloccaggio rapido o la vite sul bloccaggio
richiudere con cura la bustina. rapido del reggisella. Leggere prima il capitolo “Uso
di bloccaggi rapidi e di perni passanti” nel manuale
“Mountain bike”.

Per biciclette con pneumatici di dimensio-


i
ni 29” e 27,5” la scatola con le parti piccole
e il Toolcase possono trovarsi sul lato in posizione
verticale all’interno del BikeGuard.
18 MONTAGGIO DAL BIKEGUARD MONTAGGIO DAL BIKEGUARD 19

PROCEDURA PER I REGGISELLA CONVENZIONALI

Applicare ora della pasta di montaggio Canyon sulla Il reggisella deve scivolare facilmente nel telaio senza Raddrizzare la sella e chiudere il bloccaggio rapido Estrarre la sella, il reggisella e la ruota anteriore con il
parte inferiore del reggisella e all’interno del piantone che sia necessario spingerlo o ruotarlo. Se ciò non o la vite sul bloccaggio rapido del reggisella. Non cartone di protezione e posizionarli da parte con cau-
del telaio, ovvero sulle zone di bloccaggio del reggi- dovesse essere possibile, aprire ulteriormente il bloc- serrare eccessivamente la vite o il bloccaggio rapido tela. Allentare il nastro con il velcro che fissa la sella
sella. caggio rapido del reggisella. del reggisella. Se necessario rimuovere la pellicola di e il reggisella alla ruota anteriore e collocare questi
protezione dalla sella. componenti a portata di mano.

Tenere il reggisella con una mano e con l’altra afferra- Spingere il reggisella nel piantone fino alla profondità Quindi sollevare attentamente il telaio dal BikeGuard Prendere dalla scatola con la minuteria il Toolcase, il
re il tubo del reggisella nel punto in cui esce dal telaio. di inserimento minima, riconoscibile dalle marcature e collocarlo in una posizione sicura. manuale della mountain bike e l’utensile.
Mentre si inserisce con cautela il reggisella nel pian- MIN/MAX.
tone, far scorrere il tubo con l’altra mano, prestando Se necessario chiedere all’aiutante di tenere la bici-
sempre la massima attenzione. cletta.

Osservare le indicazioni contenute nel ca-


! pitolo “Regolazione dell’altezza di seduta”
nonché le coppie di serraggio consentite conte-
nute nel capitolo “Avvertenze generali su cura ed Conservare in un luogo asciutto tutte le
ispezioni” del manuale “Mountain bike”, tenendo i
Accertarsi che durante il montaggio il tubo parti dell’imballaggio e l’intero BikeGuard
! all’interno del reggisella regolabile non si sempre in considerazione le indicazioni dei pro- in modo da avere a portata di mano l’occorrente in È possibile che la ruota anteriore sia im-
duttori di componenti contenute nel CD allegato. caso di eventuale spedizione o viaggio.
i
pieghi. ballata anche in un’apposita borsa.
20 MONTAGGIO DAL BIKEGUARD MONTAGGIO DAL BIKEGUARD 21

MONTAGGIO DEL MANUBRIO

Quindi sollevare attentamente il telaio con i compo- Spingere il reggisella nel piantone fino alla profondità Il manubrio nell’imballato è smontato, l’attacco manu- Prendere in mano la chiave dinamometrica Canyon e
nenti e la ruota posteriore dal BikeGuard e collocarli di inserimento minima, riconoscibile dalle marcature brio invece è correttamente montato. Non apportare inserire nel portautensile la punta adeguata alla vite
in una posizione sicura. Se necessario chiedere all’a- MIN/MAX. Raddrizzare la sella e chiudere il bloccag- modifiche all’attacco manubrio. dell’attacco manubrio.
iutante di tenere la bicicletta. gio rapido o la vite sul bloccaggio rapido del reggisel-
la. Non serrare eccessivamente la vite o il bloccaggio Allentare il nastro con il velcro sotto alla forcella. Svitare completamente le viti di serraggio del coper-
rapido del reggisella. Tenere saldamente il manubrio e allentare il secon- chio dell’attacco manubrio e rimuovere il coperchio.
do nastro con velcro in cima al telaio. Tenere sempre
fermo il manubrio, affinché non cada e non subisca
danni.

Applicare ora della pasta di montaggio Canyon sulla Se necessario rimuovere la pellicola di protezione Ruotare in avanti, quindi in direzione di marcia, l’at- Far uscire della pasta di montaggio Canyon e spalma-
parte inferiore del reggisella e all’interno del piantone dalla sella. tacco manubrio e la forcella. Verificare che nell’ope- re uno strato sottile sia sul coperchio dell’attacco ma-
del telaio, ovvero sulle zone di bloccaggio del reggi- razione i cavi e i tubi non si girino. nubrio che sulle zone di bloccaggio del corpo stesso.
sella.
Prestando particolare attenzione, lasciar pendere il
Il reggisella deve scivolare facilmente nel telaio senza manubrio oppure chiedere all’aiutante di reggerlo.
che sia necessario spingerlo o ruotarlo. Se ciò non Osservare le indicazioni contenute nel ca-
dovesse essere possibile, aprire ulteriormente il bloc- ! pitolo “Regolazione dell’altezza di seduta”
caggio rapido del reggisella. nonché le coppie di serraggio consentite conte-
nute nel capitolo “Avvertenze generali su cura ed
ispezioni” del manuale “Mountain bike”, tenendo
sempre in considerazione le indicazioni dei pro-
duttori di componenti contenute nel CD allegato.
22 MONTAGGIO DAL BIKEGUARD MONTAGGIO DAL BIKEGUARD 23

1 3

4 2

Posizionare il manubrio in base alle marcature all’in- Verificare che le fessure tra il coperchio dell’attacco Quindi serrare le viti inferiori, anche qui con una Accertarsi che l’attacco manubrio, insieme al manu-
terno della zona di bloccaggio. Controllare che i cavi manubrio e il corpo dello stesso siano parallele e che coppia di serraggio di 3 Nm. brio, sia rivolto in avanti. Posizionare la IPU sul tubo
bowden e tubi non siano storti o piegati e che scorra- abbiano la stessa ampiezza sia in alto che in basso. Se tutto è a posto serrare le viti con la chiave di- orizzontale in modo tale che la parte arrotondata sia
no con raggi uniformi al manubrio o al freno. Eventualmente allentare le viti di serraggio, avvitan- namometrica Canyon in modo alternato e uniforme rivolta in avanti e la parte smussata all’indietro e che
dole leggermente in modo uniforme. rispettando le indicazioni impresse (8 Nm). Tenere si inserisca in modo morbido nel tubo del telaio.
presente che questa coppia di serraggio è adatta
soltanto per la combinazione dell’attacco manubrio
Avvitare il convenzionale attacco manubrio Aheadset® Avvitare l’attacco manubrio Canyon Aheadset® con il
Canyon con il manubrio Canyon.
con il tappo frontale tappo frontale
MONTAGGIO DELLA IMPACT PROTECTION UNIT (IPU)

Alcuni modelli Canyon con telaio in carbonio sono


provvisti di un arresto chiamato Impact Protection
Unit o IPU. La IPU impedisce che il manubrio o le
armature del manubrio sbattano contro il tubo oriz-
zontale.

Una Canyon dotata di IPU si riconosce dai due fori per


viti sul tubo orizzontale proprio dietro la serie sterzo.
Inserire il coperchio dell’attacco manubrio. Avvitare le Inserire il coperchio dell’attacco manubrio. Ruotare Inserire le due viti di fissaggio nei fori e stringerle con
Se sono presenti questi due fori, estrarre la Impact
viti di serraggio del coperchio dell’attacco manubrio approssimativamente il manubrio in modo che la leva le dita di uno o due giri. Le due viti si devono poter
Protection Unit con le due viti ad esagono incassato
in modo alternato e uniforme fino a fissare legger- del freno sia leggermente rivolta verso il basso. essere girate molto facilmente.
dalla scatola con la minuteria.
mente il manubrio.
Avvitare ora entrambe le viti superiori con la chiave Quando le viti sono avvitate quanto basta, prendere la
Ruotare approssimativamente il manubrio in modo dinamometrica Canyon con una coppia di serraggio chiave dinamometrica Canyon con la punta adeguata.
che la leva del freno sia leggermente rivolta verso il di 3 Nm. Le fessure devono chiudersi completamen- Avvitare le due viti fino a che le teste non saranno a
basso. te, il tappo anteriore deve andare “in blocco”. Se filo nella svasatura della IPU. Per concludere, serrare
necessario, allentare leggermente entrambe le viti entrambe le viti con una coppia di serraggio di 3 Nm.
La mountain bike non è ancora pronta per inferiori.
la messa in strada. Eseguire l’ultima rego- Usare la bici senza IPU può avere come
! conseguenza che il manubrio o le armature
lazione e il fissaggio del manubrio, come descritto
nel capitolo “Regolazione e montaggio finale del del manubrio sbattano contro il tubo orizzontale.
manubrio”. Il telaio può essere danneggiato.
24 MONTAGGIO DAL BIKEGUARD MONTAGGIO DAL BIKEGUARD 25

ULTERIORI PASSAGGI IN CASO DI REGGISELLA REGO- PRIMO CASO: Freno SRAM o Avid e leva del cambio SECONDO CASO: Freno SRAM o Avid e leva del cambio
LABILE Shimano SRAM

La leva del reggisella regolabile potrebbe già essere La leva del cambio è montata sul manubrio, la leva del Né la leva del cambio né la leva del freno sono mon- Serrare la vite con la coppia di serraggio prescritta da
montata sul manubrio o potrebbe pendere ancora freno non è ancora montata. tate sul manubrio. Sulla fascetta della leva di co- SRAM di 5-6 Nm.
smontata dal tubo. mando è montato anche un pezzo di raccordo, detto
Rimuovere la pellicola di protezione sulla leva destra Matchmaker. Rimuovere la pellicola di protezione dalla leva destra
Se non è ancora fissata, rimuovere la pellicola di pro- del freno. Adesso fissare sul manubrio la leva di co- del cambio. Smontare le viti di bloccaggio sulla leva
tezione da questo dispositivo di comando. mando insieme alla leva destra del freno. La vite per il montaggio della leva del cambio sul del cambio.
Matchmaker può trovarsi nel Matchmaker stesso o
può essere avvitata leggermente nella leva del cam-
bio.

Prendere la punta adeguata dal Toolcase e allentare Ruotare la leva del freno nella stessa posizione del- Rimuovere la pellicola di protezione della leva destra Montare la leva del cambio sul Matchmaker. Serrare
la vite Torx sulla leva di comando. la leva sinistra, già montata in fabbrica. Serrare la del freno. la vite con la coppia di serraggio prescritta da SRAM
vite con la coppia di serraggio prescritta da SRAM di di 2,8-3,4 Nm.
5-6  Nm. Adesso fissare sul manubrio la leva di comando insie-
me alla leva destra del freno.

Ruotare la leva del freno nella stessa posizione della


Non utilizzare la forza per posizionare la leva sinistra.
leva del freno e la leva di comando del reg-
Utilizzare la chiave dinamometrica Canyon gisella nella posizione corretta. C’è solo una posi-
senza superare le coppie massime di ser- zione nella quale la vite è raggiungibile con facili-
raggio! tà.
26 MONTAGGIO DAL BIKEGUARD MONTAGGIO DAL BIKEGUARD 27

TERZO CASO: Freno Shimano e leva del cambio MONTAGGIO DELLA RUOTA ANTERIORE
Shimano Prendere la ruota anteriore dalla scatola ed eventual- Ruota anteriore con bloccaggio rapido
mente dall’apposita borsa.

La leva del freno e la leva del cambio sono montate sul Allentare la vite della fascetta della leva del freno Prendere dalla scatola con parti piccole il bloccaggio
manubrio. Montare sul manubrio la leva di comando e adiacente e ruotare la leva del freno verso il basso. rapido per la ruota anteriore. Svitare il controdado e
precisamente sul lato interno delle fascette delle leve Rimuovere la pellicola di protezione dalla forcella se tirare una delle molle dal bloccaggio rapido.
del freno e del cambio. Avvitare leggermente le viti in presente. Cercare di eseguire questa operazione solo
modo che la leva di comando si possa ancora muove- con le mani. Se ciò non dovesse essere possibile, ser-
re e spostare leggermente. virsi di una forbice e in nessun caso di un cutter.

Quindi rimuovere le staffe di sicurezza per il trasporto


dal freno della ruota anteriore. Maggiori informazio-
ni sui freni da corsa sono disponibili nel capitolo “Il
sistema frenante” nel manuale “Mountain bike”; leg-
gere anche le istruzioni dei produttori dei componenti
nel CD allegato.

Posizionare la leva in modo da riuscire ad azionarla. Adesso è possibile avvitare la vite della leva di coman- Spostare il bloccaggio rapido nell’asse cavo della ruo-
do con la chiave dinamometrica Canyon. ta anteriore.

Serrarla con la coppia di serraggio prescritta da Su ogni lato del mozzo deve essere posizionata una
SRAM di 5-6 Nm. Ruotare di nuovo la leva del freno molla. Verificare che le molle siano rivolte verso l’asse
verso l’alto e posizionarla come l’altra. Serrare la vite del mozzo con il diametro ridotto su entrambi i lati. La
con la coppia di serraggio prescritta da Shimano di leva di comando del bloccaggio rapido viene montata
6-8 Nm. Nel caso di freni a disco, prima di montare la ruota, sul lato sinistro (sul lato opposto della catena).
verificare se le pastiglie si trovano esattamente nelle
sedi della pinza del freno. La fessura tra le pastiglie
deve essere parallela.
28 MONTAGGIO DAL BIKEGUARD MONTAGGIO DAL BIKEGUARD 29

Ruota anteriore con perno passante

Avvitare il controdado del bloccaggio rapido soltanto Controllare infine che la ruota anteriore sia centrata Prendere dalla scatola della minuteria il perno pas- Accertarsi che la leva di bloccaggio rapido sia com-
di due giri. Maggiori informazioni sui bloccaggi rapidi tra i foderi della forcella. Verificare la sede corretta sante per la ruota anteriore. pletamente aperta e posizionata nell’apposita cavità
sono disponibili nel capitolo “Uso di bloccaggi rapidi e del bloccaggio rapido e dei bloccaggi di sicurezza. del perno. Quando il filetto del perno avrà fatto presa
di perni passanti” nel manuale “Mountain bike”; leg- sul filetto del fodero sinistro, ruotare il perno in senso
gere anche le istruzioni dei produttori dei componenti Dopo aver montato la ruota e chiuso il bloccaggio orario. Per i primi giri il perno passante deve girare
nel CD allegato. rapido, tirare la leva del freno più volte, quindi fare senza resistenza.
girare la ruota.

Il disco del freno non deve strisciare né sulla pinza né, Sistema con perno passante Rock Shox Maxle e Maxle
in genere, contro le pastiglie. Lite da 15 e 20 mm (p. es. Revelation, Reba, SID, Lyrik)

Montare la ruota anteriore e assicurarsi di infilare il Nel caso del sistema con perno passante Maxle con Ruotare ora la leva con forza in senso orario fino a
disco del freno tra le pastiglie. Chiudere il bloccaggio leva di serraggio, introdurre la ruota anteriore nella che il perno sarà ben avvitato. Controllare che la
rapido in modo tale che la ruota sia fissata saldamen- forcella e contemporaneamente infilare il disco del leva di bloccaggio rapido nell’avvitare non sia uscita
te. Leggere prima il capitolo “Uso di bloccaggi rapidi e freno nella pinza. dall’apposita cavità del perno.
di perni passanti” nel manuale “Mountain bike”.
Centrare la ruota anteriore tra i forcellini e spostare il Per concludere serrare la leva di bloccaggio rapido
perno con la leva di bloccaggio rapido Maxle aperta, Maxle come una comune leva di bloccaggio rapido. La
da destra attraverso i forcellini ed il mozzo. leva di bloccaggio rapido non deve sporgere in avanti
Le pastiglie nuove dei freni a disco devono o all’infuori ma deve aderire al fodero.
! essere sottoposte ad un rodaggio per rag-
giungere valori di decelerazione ottimali. Maggiori
informazioni sono disponibili nel capitolo “Il siste-
ma frenante” nel manuale “Mountain bike”.
30 MONTAGGIO DAL BIKEGUARD MONTAGGIO DAL BIKEGUARD 31

Fox E-Thru 15 mm
Avvitare leggermente il perno, quindi svitarlo di circa
un terzo di giro.

Serrare la leva di bloccaggio rapido Maxle come una


comune leva di bloccaggio rapido.

All’inizio la leva deve muoversi facilmente e senza


esercitare l’azione di fissaggio, mentre nella seconda
metà della corsa la forza di fissaggio deve aumentare
notevolmente per poi muoversi con difficoltà verso la
Introdurre la ruota anteriore nella forcella e contem- Serrare la leva di bloccaggio rapido E-Thru come una Una volta chiusa, la leva di bloccaggio rapido non fine della corsa.
poraneamente infilare il disco del freno nella pinza. comune leva di bloccaggio rapido. deve più girare. Controllare che la leva di bloccaggio
Centrare la ruota anteriore tra i forcellini e spostare il rapido non sporga in avanti o all’infuori. Si consiglia Se la leva non dovesse chiudersi completamente,
perno con la leva di bloccaggio rapido E-Thru aperta, All’inizio la leva deve muoversi facilmente e senza di chiuderla in modo che sia praticamente parallela al aprirla di nuovo e ruotare leggermente il perno in sen-
da destra attraverso i forcellini ed il mozzo. esercitare l’azione di fissaggio, mentre nella seconda fodero e orientata verso l’alto. so antiorario. Provare nuovamente a chiudere la leva.
metà della corsa la forza di fissaggio deve aumentare
notevolmente per poi muoversi con difficoltà verso la Sistema con perno passante Rock Shox Maxle Lite Utilizzare il palmo della mano e aiutarsi facendo leva
fine della corsa. 15°mm (p. es. Pike, dall’anno modello 2014) con le dita sul fodero, ma non sul raggio o sul disco
del freno.
Il nuovo sistema Maxle Lite, al momento utilizzato
soltanto dal Pike, si differenzia nell’uso dal più noto Una volta chiusa, la leva di bloccaggio rapido non
sistema Maxle. L’uso è praticamente identico a quello deve più girare. Controllare che la leva di bloccaggio
del sistema Fox E-Thru. rapido non sporga in avanti o all’infuori. Si consiglia
di chiuderla in modo che sia praticamente parallela al
Introdurre la ruota anteriore nella forcella e contem- fodero e orientata verso l’alto.
poraneamente infilare il disco del freno nella pinza.
Centrare la ruota anteriore tra i forcellini e spostare
il perno con la leva di bloccaggio rapido Maxle Lite
aperta, da destra attraverso i forcellini ed il mozzo.

Quando il filetto del perno avrà fatto presa sul filetto


Quando il filetto del perno avrà fatto presa sul filetto Se la leva non dovesse chiudersi completamente,
del fodero sinistro, ruotare il perno in senso orario.
del fodero destro, ruotare il perno in senso orario. Per aprirla di nuovo e ruotare leggermente il perno in sen-
Per i primi giri il perno passante deve girare senza
i primi giri il perno passante deve girare senza resi- so antiorario. Provare nuovamente a chiudere la leva
resistenza.
stenza. Avvitare leggermente il perno, quindi svitarlo di bloccaggio rapido.
di circa un terzo di giro.
Utilizzare il palmo della mano e aiutarsi facendo leva
con le dita sul fodero, ma non sul raggio o sul disco
del freno.
32 MONTAGGIO DAL BIKEGUARD MONTAGGIO DAL BIKEGUARD 33

REGOLAZIONE E MONTAGGIO DELLA SELLA E DEL


Fox 20 mm (36 Float/Talas/Van) REGGISELLA

Il sistema con perno passante 20 mm ha diversi di- Quando il filetto del perno avrà fatto presa sul filet- Misurare l’altezza di seduta con la bicicletta utilizza- Regolare la sella e avvitare il bloccaggio rapido o la
spositivi che lo bloccano alla ruota anteriore. Per to dello stelo sinistro del fodero, ruotare il perno in ta fino a questo momento, dal centro del movimento vite sul bloccaggio rapido del reggisella senza serrare
montare la ruota anteriore aprire completamente le senso orario. Per i primi giri il perno passante deve centrale fino alla metà del bordo superiore della sella. troppo, ovvero senza superare la coppia di serraggio
due leve di bloccaggio rapido su entrambi i lati finali girare senza resistenza. Quindi avvitare bene a mano Impostare quindi questa altezza di seduta nella nuova consentita. Eseguire questa operazione utilizzando la
inferiori della forcella. Introdurre la ruota anteriore il perno. Richiudere la leva del perno passante. Canyon. chiave dinamometrica Canyon.
nella forcella e contemporaneamente infilare il disco
del freno nella pinza. Inserire il reggisella nel piantone fino a raggiungere Se necessario rimuovere la pellicola di protezione
l’altezza di seduta desiderata. dalla sella.

Centrare la ruota anteriore tra i forcellini e spostare Chiudere le leve dei due bloccaggi rapidi. All’inizio le
il perno da destra attraverso i forcellini ed il mozzo. leve devono muoversi facilmente e senza esercitare Osservare le indicazioni contenute nel ca-
! pitolo “Regolazione dell’altezza di seduta” Non applicare olio o grasso sulle zone di
Estrarre la leva dal perno. l’azione di fissaggio, mentre nella seconda metà della
nonché le coppie di serraggio consentite conte- bloccaggio in carbonio!
corsa la forza di fissaggio deve aumentare notevol-
mente e verso la fine della corsa le leve devono eser- nute nel capitolo “Avvertenze generali su cura ed
citare una notevole contropressione. ispezioni” del manuale “Mountain bike” e nel CD Non usare mai la Canyon se sul reggisella
allegato, tenendo sempre in considerazione le in- è visibile il segno MIN/MAX.
Verificare la sede corretta del sistema di
Utilizzare eventualmente il palmo della mano e aiu- dicazioni dei produttori di componenti.
fissaggio della ruota dopo pochi chilometri
o dopo le prime ore di utilizzo, comunque al più tarsi facendo leva con le dita sul fodero, ma non sul Il sistema PPS (Perfect Position System
tardi dopo 4 ore o 80 km. Un fissaggio errato della raggio o sul disco del freno. Non inserire il reggisella più del necessario i
della Canyon) consente di determinare
! all’interno del piantone. Utilizzando la pa-
ruota può causare un’eventuale caduta con con- l’altezza corretta della Canyon senza dover fare
seguenze non prevedibili per la vita e l’integrità sta di montaggio il reggisella si graffia leggermen- un giro di prova. Il sistema PPS è disponibile sul
delle persone. te. Questo non costituisce motivo di reclamo. nostro sito Internet www.canyon.com
34 MONTAGGIO DAL BIKEGUARD MONTAGGIO DAL BIKEGUARD 35

REGOLAZIONE E MONTAGGIO FINALE DEL MANUBRIO

Regolare il manubrio con la ruota anteriore mon- Per concludere utilizzare la chiave dinamometrica Prima di montare i pedali leggere la dicitura riportata Con la mano fare girare due-tre volte i pedali fissan-
tata e con la pressione di gonfiaggio ottimale. Sulla Canyon per avvitare le viti di serraggio in modo alter- sugli assi. La “R” indica il pedale destro mentre la “L” doli nei filetti delle pedivelle. Servirsi quindi di una
mountain bike pronta per la messa in strada le leve nato. Non superate la coppia di serraggio massima il pedale sinistro. Tenere conto che il pedale sinistro è chiave per pedali per fissare i pedali.
del freno sono leggermente inclinate verso il basso. che solitamente è impressa sull’attacco manubrio! dotato di un filetto sinistrorso, ciò significa che dovrà
Una volta in sella, con le dita appoggiate sulla leva essere avvitato in senso antiorario e quindi in senso
del freno, le braccia distese e le dita devono formare inverso rispetto al fissaggio abituale.
una linea retta.

MONTAGGIO DEI PEDALI

Quasi sempre sulle mountain bike le manopole del Sulle mountain bike Canyon possono essere monta- Ingrassare leggermente i filetti dei pedali prima di av- Nel caso di alcuni pedali sarà necessario serrare i pe-
manubrio sono leggermente curve. I polsi devono ti i pedali comunemente in commercio dei principali vitarli con il grasso comunemente in commercio. dali con l’ausilio di una punta con testa Allen.
essere naturalmente rilassati e non devono essere produttori.
troppo piegati verso l’esterno.

Dopo aver percorso 100 km verificare nuo-


vamente che i pedali siano ben fissati. I
pedali potrebbero staccarsi, rompere il filetto e
provocare eventualmente una caduta. Verificare
Per il montaggio servirsi della chiave dina- la sede stabile delle restanti viti in base alle indi-
i
mometrica in dotazione nella BikeGuard. cazioni sulle coppie di serraggio.
36 MONTAGGIO DAL BIKEGUARD MONTAGGIO DAL BIKEGUARD 37

EQUIPAGGIAMENTO PER CIRCOLARE NEL TRAFFICO


GONFIAGGIO DELLA FORCELLA AMMORTIZZATA STRADALE

Per il trasporto la forcella ammortizzata è stata svuo- Gonfiare la forcella ammortizzata con la speciale Gonfiare l’ammortizzatore con la speciale pompa in- Montare il riflettore bianco sul manubrio, il riflettore
tata completamente dell’aria. Deve quindi essere ri- pompa inclusa nel BikeGuard, rispettando le indica- clusa nel BikeGuard, rispettando le indicazioni del rosso sul reggisella nonché un campanello.
empita con la pressione di gonfiaggio adeguata. zioni del produttore della forcella per la regolazione produttore dell’ammortizzatore. Le istruzioni del pro-
della rigidità. Le istruzioni del produttore della forcel- duttore dell’ammortizzatore sono contenute nel CD
Aprire il frontalino sulla forcella ammortizzata. la ammortizzata sono contenute nel CD allegato. allegato.

Maggiori informazioni sulla forcella ammortizzata GONFIAGGIO DELL’AMMORTIZZATORE


sono disponibili nel capitolo “La forcella ammortiz-
zata” nel manuale “Mountain bike”; leggete anche le
istruzioni dei produttori dei componenti nel CD alle-
gato.

Per le mountain bike con sospensione integrale (Full


Suspension) è necessario verificare la pressione di
gonfiaggio. Maggiori informazioni sulla regolazione dell’ammor- Montare anche i riflettori sui raggi. Assicurarsi di
tizzatore sono disponibili nel capitolo “Full Suspen- montare due riflettori sui raggi di ogni ruota, sia su
Aprire il frontalino sull’ammortizzatore. sion” nel manuale “Mountain bike”; leggere anche quella anteriore che su quella posteriore.
le istruzioni dei produttori dei componenti nel CD
Una regolazione non corretta della forcella In alcuni modelli le sospensioni sono state allegato.
ammortizzata può avere come conseguen-
i
completamente svuotate per il trasporto. È
za un funzionamento difettoso o il danneggiamen- necessario riempire la sospensione con la corret-
to della forcella ammortizzata. ta pressione dell’aria.
Attenersi alle norme in vigore per circolare
Le istruzioni del produttore dell’ammortiz- ! nel traffico stradale nel paese d’uso della
Le istruzioni del produttore della forcella Una regolazione non corretta dell’ammor- i
i zatore sono contenute nel CD allegato. bicicletta. Maggiori informazioni sono disponibili
sono contenute nel CD allegato. Leggerle tizzatore può avere come conseguenza un
attentamente prima di procedere al gonfiaggio e funzionamento difettoso o il danneggiamento Leggerle attentamente prima di procedere al gon- nel capitolo “Norme sul traffico stradale” nel ma-
prima della prima uscita! dell’ammortizzatore. fiaggio e prima della prima uscita! nuale “Mountain bike” nel CD allegato.
38 MONTAGGIO DAL BIKEGUARD MONTAGGIO DAL BIKEGUARD 39

VERIFICA E REGOLAZIONE

Azionare la leva del freno più volte, dopo aver monta- Dopo aver montato le ruote, effettuare una prova dei Regolare la posizione di seduta, la posizione delle Gonfiare gli pneumatici senza superare la pressio-
to la ruota e chiuso il perno passante o il bloccaggio freni da fermo. La leva deve presentare un punto di manopole e verificare la sede sicura di manubrio, ma- ne di gonfiaggio massima riportata sul fianco dello
rapido, quindi fare girare la ruota. pressione e non deve andare a toccare il manubrio. nopole e reggisella, come descritto nel capitolo “Re- stesso. Maggiori informazioni sul tema “Coperture e
Maggiori informazioni sono disponibili nel capitolo “II golazione della bicicletta Canyon in base alle esigenze camere d’aria” sono disponibili nel capitolo “Le ruote
sistema frenante” nel manuale “Mountain bike” nel dell’utilizzatore” nel manuale “Mountain bike”. – coperture, camere d’aria e pressione di gonfiaggio”
CD allegato. nel manuale “Mountain bike” nel CD allegato.

Prima di terminare il montaggio, eseguire con atten-


zione i controlli descritti nel capitolo “Prima della pri-
ma uscita”.

Conclusi tutti i lavori di montaggio e di


controllo effettuare un giro di prova su un
piazzale tranquillo o su una strada poco frequen-
tata! Eventuali errori di montaggio o regolazione
Il disco del freno non deve strisciare né sulla pinza né, Verificare il funzionamento del cambio. Inserire tut- Il reggisella deve trovarsi nel telaio almeno fin sotto possono causare la perdita del controllo della bi-
in genere, contro le pastiglie. Fare girare entrambe le te le marce e accertarsi che il cambio posteriore non al tubo orizzontale o fino al segno MIN/MAX del reg- cicletta durante un’uscita nel traffico stradale o
ruote e verificarne la centratura. entri in contatto con i raggi quando la catena si trova gisella. l’uso fuoristrada con conseguenze difficilmente
sulla ruota dentata più grande. prevedibili!

Maggiori informazioni sulla regolazione del cambio Verificare nuovamente la sede stabile delle
sono disponibili nel capitolo “Il cambio” nel manuale restanti viti in base alle indicazioni sulle
“Mountain bike” nel CD allegato. coppie di serraggio dopo 100-300 km. Maggiori
informazioni sono contenute nei capitoli “Avver-
tenze generali su cura e ispezioni”, “Coppie di bloc-
caggio consigliate” e “Intervalli d’ispezione e di
Le pastiglie nuove dei freni a disco devono Non usare mai la Canyon se sul reggisella manutenzione” nel manuale “Mountain bike” nel
! essere sottoposte ad un rodaggio. è visibile il segno MIN/MAX. CD allegato.
40 IMBALLARE BLOCCAGGI RAPIDI E PERNI PASSANTI 41

IMBALLARE LA USO DI BLOCCAGGI


BICICLETTA CANYON RAPIDI E DI PERNI
Nel caso dovesse imballare la Sua Canyon, p. es. per
inviarla per una ispezione ad una nostra officina spe-
PASSANTI
cializzata o in caso di viaggio, Le consigliamo di te- Nonostante la semplicità d’uso dei bloccaggi rapidi si
nere conto di alcuni punti, affinché la bicicletta arrivi verificano frequentemente incidenti dovuti ad un uso
intatta a destinazione. incorretto.
Apertura del bloccaggio rapido

Al BikeGuard sono state allegate le istruzioni d’imbal- Fondamentalmente il bloccaggio rapido è costituito
laggio “Come imballare la mountain bike”. Nell’imbal- da due elementi di comando:
lare la bicicletta si attenga sempre esattamente alle la leva manuale su un lato del mozzo, che per mezzo
istruzioni. di un eccentrico trasforma il movimento di chiusura
in forza di serraggio.
Le istruzioni d’imballaggio che Le spiegano passo per Il dado di bloccaggio sull’altro lato del mozzo, che
Il BikeShuttle Canyon
passo come imballare la Sua Canyon troverà anche consente di regolare il precarico su una barra filet-
sul nostro sito internet www.canyon.com. tata.

In caso di viaggio in volo imballi la bicicletta nel PROCEDURA PER IL FISSAGGIO SICURO DELLA RUOTA
BikeGuard della Canyon oppure si serva di una valigia Chiusura del bloccaggio rapido
apposita, come p. es. il BikeShuttle della Canyon. Apra il bloccaggio rapido. Dovrebbe essere leggibile
la scritta “OPEN” (aperto).
In caso di trasporto in macchina si assicuri che la bi- Sposti la leva nuovamente verso la posizione di
cicletta sia in posizione stabile e non slitti. In caso di fissaggio, riconoscibile dalla scritta “CLOSE” (chiu-
dubbi o domande legga i capitoli dettagliati riportati so), leggibile dal lato esterno. A partire dal movi-
più avanti o sul CD allegato oppure si rivolta alla no- mento di chiusura fino a quasi la metà del percorso,
stra hotline di assistenza +39 045508894. Il BikeGuard Canyon la leva deve muoversi facilmente e quindi senza
resistenza.
Durante la seconda metà del percorso la forza della
Nel caso di tubi del telaio di grandi dimen- leva deve aumentare notevolmente. Alla fine la leva
! sioni è possibile che questi vengano si muove con molta difficoltà. Usi il polpastrello del
schiacciati dai bloccaggi dei portabiciclette! Di pollice e le dita della mano per tirare appoggiandosi Ruote montate erroneamente possono es-
conseguenza i telai in carbonio potrebbero rom- sulla forcella o sul telaio (non sul disco del freno). sere causa di cadute ed incidenti gravi!
Non riponga la bicicletta o parti della bici- persi improvvisamente durante l’uso, i telai in al- Nella posizione finale la leva deve essere parallela
cletta non imballate nell’abitacolo della luminio presentano leggere ammaccature. Tutta- alla ruota. Non deve assolutamente sporgere late-
macchina. Parti non fissate possono compromet- via nei negozi di accessori auto si possono trovare ralmente. La leva deve aderire al telaio in modo da Non usi mai la bicicletta senza aver prima
tere la sicurezza. modelli speciali adatti a questi tipi di telai. non poter essere aperta involontariamente. controllato il fissaggio della ruota! Il di-
Ne verifichi l’alloggiamento provando a spostare la stacco di una ruota durante la guida può causare
leva. una caduta!
L’imballaggio non corretto della Sua Durante il trasporto in macchina faccia
! Canyon secondo le istruzioni d’imballag- attenzione che non ci siano parti sulla bi-
gio allegate non Le da alcun diritto al rimborso cicletta che potrebbero staccarsi (attrezzi, borse Per parcheggiare la bicicletta, leghi le ruo-
i
da parte della Canyon Bicycles GmbH di even- di trasporto, seggiolini per bambini etc.). Pericolo te fissate con bloccaggi rapidi insieme al
tuali danni insorti durante il trasporto. d’incidente! telaio ad un oggetto stabile.
42 BLOCCAGGI RAPIDI E PERNI PASSANTI BLOCCAGGI RAPIDI E PERNI PASSANTI 43

Se la leva di bloccaggio dovesse girare su se stessa, AVVERTENZE PER IL MONTAGGIO DI RUOTE CON
la ruota non è fissata correttamente. Riapra il bloc- PERNI PASSANTI
caggio ed aumenti il precarico girando di mezzo giro
ed in senso orario il dado situato sul lato opposto. I perni passanti vengono impiegati nel caso in cui la
Ripeta la procedura di chiusura e verifichi nuova- bicicletta venga sottoposta a sforzi elevati, ad es. per
mente l’alloggiamento. Il bloccaggio serra corretta- freeride, downhill, etc. o salti. Conferiscono alle for-
mente nel momento in cui la leva non gira più. celle ammortizzate una relativa rigidità.
Infine sollevi la ruota di alcuni centimetri dal pavi-
mento e dall’alto dia un colpo leggero alla copertu- Attualmente il mercato offre una gran varietà di siste-
ra. Verifichi che la ruota sia fissata stabilmente e mi con perni passanti. Alcuni sistemi vengono fissati
che quindi non fuoriesca dai forcellini del telaio. con bloccaggi rapidi, mentre montaggio e smontaggio Sistema con perno passante Rock Shox Maxle e Maxle Lite 15 e
Chiusura del bloccaggio rapido con il polpastrello del pollice di altri sistemi richiedono l’uso di strumenti speciali. 20  mm
Per verificare il bloccaggio rapido sulla sella provi a
girare la sella rispetto al telaio. Se avete dei dubbi o se volete fare delle domande non
esitate a contattare la nostra hotline di assistenza
+39 045508894.

Troverete informazioni dettagliate sui diversi sistemi


con perni passanti

Sistema con perno passante Rock Shox Maxle e


Maxle Lite 15 e 20 mm
Fox E-Thru 15 mm Fox E-Thru 15 mm
Sistema con perno passante Rock Shox Maxle Lite
Provi a spostare la sella rispetto al telaio 15 mm
Fox 20 mm

nel capitolo “Montaggio dal BikeGuard” più avanti in


queste istruzioni.

Verifichi che le leve di comando di entram-


bi i bloccaggi rapidi si trovino sempre sul
lato sinistro della Sua Canyon (sul lato opposto Per il fissaggio del perno utilizzare esclusi- Fox 20 mm
! vamente gli utensili indicati dal produtto-
della catena); evitando così di montare la ruota Nel caso di biciclette con freni a disco non
anteriore sul lato sbagliato. sostituisca mai il bloccaggio rapido di se- re. Utilizzare sempre una chiave dinamometrica.
Nel caso del sistema con perno passante rie con un cosiddetto componente leggero. Iniziare sempre a serrare a piccoli passi (mezzi
RockShox Maxle la leva di bloccaggio si trova metri Newton) partendo dalla coppia di bloccag-
sempre sul lato destro. gio più bassa per poi raggiungere la coppia massi-
È possibile sostituire i bloccaggi rapidi con ma e verificare costantemente la sede stabile del I fornitori di sistemi con perni passanti for-
i i
un antifurto che richiede una chiave con componente. Non superare mai la coppia di bloc- niscono generalmente istruzioni per l’uso
Bloccaggi rapidi non chiusi correttamente codice o una chiave Allen. In caso di dubbi o do- caggio massima indicata dal produttore! Un ser- dettagliate. Leggetele con attenzione prima di
possono comportare il distacco delle ruo- mande non esiti a contattare la nostra hotline di raggio troppo stretto del perno può danneggiare il smontare una ruota o di eseguire operazioni di
te. Imminente pericolo d’incidente! assistenza +39 045508894. perno stesso o il fodero della forcella. manutenzione.
44 COMPONENTI ADDIZIONALI E MODIFICHE CARBONIO 45

COSA DEVO TENER PECULIARITÀ DEL


PRESENTE NEL CARBONIO
CASO DI MODIFICHE Il carbonio, ossia la plastica rinforzata da fibra di
carbonio (CFK), presenta caratteristiche particolari
O DI MONTAGGIO rispetto ai comuni materiali di costruzione leggera. È
di fondamentale importanza prendere nota di queste
DI COMPONENTI Canyon con parafanghi
caratteristiche per approfittare a lungo dell’elevata
qualità della Sua Canyon e per fidarsi del materiale in
Il materiale carbonio

ADDIZIONALI? qualsiasi circostanza.

Le biciclette Canyon sono articoli sportivi equipag- La plastica rinforzata da fibra di carbonio ha mostrato
giati in funzione dell’uso specifico per cui sono desti- le sue qualità in seguito a numerose vittorie nel corso Guidi sempre con attenzione. L’eventuale
nate. Tenga presente che il montaggio di parafanghi di competizioni ciclistiche. Se fabbricato, lavorato e scricchiolio del componente CFK può es-
o simili può pregiudicare il funzionamento della bici- trattato correttamente questo materiale consente di sere indicativo di un imminente difetto del ma-
cletta e la sicurezza di guida. Prima di acquistare e ottenere componenti estremamente solidi, altamente teriale. Non usi la bicicletta e contatti la hotline
montare accessori si accerti che questi siano compa- resistenti e di peso leggero. dell’officina per decidere il da farsi. Non faccia
tibili con la Sua Canyon. Nel caso di ulteriori campa- mai riparare componenti in CFK. Ne va della Sua
nelli, avvisatori acustici o dispositivi d’illuminazione Tuttavia una caratteristica particolare di questo ma- sicurezza! Sostituisca immediatamente un com-
è necessario verificare che tali accessori siano con-
Portapacchi teriale è data dalla sua fragilità. Un componente in ponente danneggiato ed eviti che tale componen-
sentiti, testati e quindi ammessi nella circolazione carbonio non si deforma in seguito a sovraccarico, te venga usato da terzi.
stradale. Fanali a pila/pila ricaricabile devono essere nonostante la struttura possa già risultare danneg-
Accessori montati successivamente, quali giata. In casi estremi le fibre possono staccarsi l’una
contrassegnati con una linea di serpente e con la let-
parafanghi, portapacchi, etc. possono dall’altra, provocando la cosiddetta delaminazione, I componenti in carbonio non devono mai
tera “K” (vedi il capitolo “Disposizioni di legge”).
limitare il funzionamento della Sua Canyon: usi pregiudicando fortemente la stabilità del componen- mai essere sottoposti a temperature ele-
pertanto preferibilmente accessori Canyon. In te. L’eventuale sollecitazione eccessiva, che danneg- vate, come nel caso di rivestimento in polvere o
Se decide di montare un portapacchi o un seggioli-
questo modo sarà sicuro di usare componenti gia le fibre interne, non è riconoscibile da deformazio- laccatura a fuoco, poiché il calore elevato potreb-
no o di trainare un rimorchio legga prima il capitolo
adeguati. ni di materiale come nel caso di acciaio o alluminio. be danneggiare i tali componenti. Eviti inoltre di
“Uso conforme” e si accerti che sia consentita tale
operazione. Nel caso ciò fosse possibile si rivolga alla Per questo motivo in seguito ad un sovraccarico è lasciarli in macchina esposta a raggi solari intensi
nostra hotline di assistenza +39 045508894 che Le possibile che il componente in carbonio si guasti, e non li conservi nelle vicinanze di fonti di calore.
In caso di montaggio errato i componenti causando un’eventuale caduta con conseguenze non
illustrerà i modelli più adatti. possono staccarsi o rompersi causando prevedibili. Pertanto raccomandiamo vivamente di far
cadute gravi. Avviti i collegamenti vite di rilevanza controllare alla nostra officina specializzata il com- Nel caso di tubi del telaio di grandi dimen-
Esegua solamente le operazioni che ritiene di poter per la sicurezza prestando attenzione alle coppie ponente o meglio ancora l’intera Canyon in seguito ad ! sioni è possibile che questi vengano
eseguire correttamente al 100%. di bloccaggio previste. schiacciati dai bloccaggi dei portabiciclette! I telai
un incidente!
in carbonio potrebbero rompersi improvvisamen-
La sostituzione di manubrio, attacchi manubrio e te. Nei negozi di accessori auto si possono trovare
forcelle deve essere sempre eseguita da meccanici Per qualsiasi domanda sul montaggio di Parcheggi sempre la Sua Canyon con cura ed in modo
i che non possa cadere. Una semplice caduta può dan- modelli speciali adatti a questi tipi di telai.
esperti. In ogni caso legga le istruzioni per l’uso del accessori, sulla compatibilità di compo-
produttore di accessori. Non dimentichi che la re- nenti o nel caso di modifiche che desidera ap- neggiare il telaio o i componenti in carbonio.
sponsabilità per il montaggio corretto di altri com- portare alla bicicletta, legga i capitoli dettagliati La portata massima di conducente, baga-
i
ponenti e di accessori è sempre nelle Sue mani. Nel riportati più avanti o sul CD allegato oppure glio (zaino) e bicicletta non deve superare
caso di dubbi, anche minimi, porti la Sua Canyon nella si rivolta alla nostra hotline di assistenza +39 100 kg. Fondamentalmente non sono consentiti
nostra officina specializzata. 045508894. rimorchi!
46 CARBONIO PECULIARITÀ DELLE BICICLETTE FREERIDE 47

ISTRUZIONI PER LA CURA


PECULIARITÀ DELLE
Pulisca i componenti in materiale sintetico rinforzato
con fibre di carbonio con un panno morbido ed ac- BICICLETTE FREERIDE
qua, alla quale potrà aggiungere del detersivo. Per
rimuovere tracce d’olio o di grasso persistenti usi un Le specialità fourcross, dual slalom, downhill e fre-
detergente a base di petrolio. Non usi mai sgrassanti eride sono attività sportive estreme che possono
che contengono acetone, monoclorometano, trielina, essere svolte con la bicicletta. In seguito a salti,
etc. o solventi, detergenti non neutri, contenenti sol- guida su gradini, discese rapide e curve brusche su
venti o detergenti chimici, che potrebbero intaccare terreno roccioso o fortemente in dislivello, etc., sia
Pulizia con acqua e panno morbido
la superficie! la persona che il materiale vengono sottoposti a forti Torque Playzone
sollecitazioni. In altre parole la bicicletta usata per
Usi della cera per auto per proteggere e lucidare la questi tipi di sport deve essere molto resistente ed
superficie. Le paste lucidanti o polish contengono eventualmente ben ammortizzata. Una bicicletta da
sostanze solide che possono intaccare la superficie. cross country, da touring o da maratona si rompereb-
be provocando un grave incidente.

Nonostante le biciclette per gli usi suindicati siano


state costruite per usi intensi in campo sportivo, non
sono in grado di far fronte ad ogni sovraccarico. In
Adesivi particolari proteggono il carbonio da eventuali danni particolare nei seguenti casi il materiale viene solle-
Non collegare appendici ad un manubrio in citato eccessivamente fino alla rottura:
carbonio, a meno che questo non sia ap- salti non eseguiti correttamente su angoli vivi o salti
Protegga le zone a rischio del telaio in car-
! bonio, quali p. es. il lato inferiore del tubo
provato appositamente per tale utilizzo. Non ac- con cui solo la ruota anteriore atterra, salti troppo
corciare un manubrio in carbonio e non fissare la corti o trucchi non portati a termine prima dell’at- Indossi sempre indumenti protettivi idonei
obliquo, con speciali adesivi per evitare danni do- terraggio.
leva del cambio e la leva del freno sul manubrio vuti a sassi o cavi che si sfregano.
più in avanti di quanto indicato o consentito. Peri- Atterraggi sul lato opposto di un pendio, tra due
colo di rottura! pendii, su terreno piano (flat) nel caso di salti, con
Eviti fondamentalmente d’ingrassare com- rotazione, diagonalmente alla carreggiata o senza
! ponenti in carbonio. Il grasso si deposita mani sul manubrio/senza piedi sui pedali.
Non fissi mai telai o reggisella in CFK su sulla superficie causando una riduzione del coef-
! cavalletti di montaggio! Potrebbero subire ficiente d’attrito ed impedendo quindi un serrag- Inoltre consigliamo di evitare quanto segue, in quanto I componenti delle biciclette freeride sono
! sottoposti a forti sollecitazioni. Verifichi
danni. Monti un reggisella (in alluminio) stabile gio sicuro nell’ambito delle coppie di bloccaggio il materiale viene sollecitato più del dovuto provocan-
che potrà fissare oppure usi un cavalletto, che consentite. Una volta ingrassati, i componenti in done un’usura preventiva o addirittura la rottura: ogni anno i componenti della Sua bicicletta freeri-
serri il telaio all’interno su tre punti o che fissi for- carbonio non possono più essere serrati in manie- sollecitazione eccessiva della catena in seguito a de e se necessario li sostituisca.
cella e scatola del movimento centrale. ra stabile! guida con tensione della catena ridotta
fare del grind non corretto (scivolare su catena o
Come tutti i componenti di costruzione Verifichi regolarmente, p. es. durante la corona) Le biciclette da dirt, fourcross, dual sla-
leggeri, i componenti in carbonio hanno un pulizia della bicicletta, che il componente sollecitazione eccessiva delle ruote in seguito a gui- lom, downhill e freeride sono articoli spor-
ciclo vitale limitato. Consigliamo di sostituire per- in carbonio non presenti danni esterni quali inci- da con pressione d’aria insufficiente tivi purosangue. Non si sopravvaluti mettendo a
tanto il manubrio, i reggisella, le ruote in carbonio sioni, cricche, ammaccature, alterazioni di colore, sollecitazione eccessiva del telaio e dei componenti rischio la propria sicurezza. Parecchie azioni o
e l’attacco manubrio ad intervalli regolari (ad es. etc. Se lo straccio dovesse impigliarsi, verifichi la in seguito a guida con elementi della sospensione acrobazie eseguite da professionisti sembrano
ogni 3 anni o dopo 15.000 km), in base ad uso e zona interessata. Non usi la bicicletta e si rivolga troppo morbidi o in caso di scivoli su telaio o forcellini semplici ma costituiscono in realtà un pericolo
sollecitazione, anche se non ha avuto incidenti o immediatamente alla nostra hotline di assistenza mortale. Indossi sempre indumenti protettivi ido-
simili. +39 045508894. nei.
48 PECULIARITÀ DELLE BICICLETTE FREERIDE DOPO UNA CADUTA 49

REGOLAZIONE DELL’ALTEZZA DELLA SELLA


DOPO UNA CADUTA
Nel caso di biciclette da dirt, freeride, dual slalom,
downhill, etc., è necessario impostare la sella diver- 1. Verifichi che le ruote siano ancora ben fissate ai
samente a seconda dell’uso. La posizione di seduta forcellini e che i cerchi siano ancora centrati nel
non è paragonabile con quella di altre biciclette; con- telaio e nella forcella. Faccia girare le ruote. In que-
trollo totale e mobilità sulla bicicletta sono di fonda- sto modo può controllare se la ruota è centrata. Se
mentale importanza. la ruota presenta un’eccentricità evidente deve
essere centrata nuovamente. Troverà maggiori in-
Nel caso di lunghe uscite, l’altezza di seduta viene formazioni nei capitoli “Il sistema frenante” e “Le
stabilita in base alla pedalata. Durante la pedalata Strive ruote”.
Verifichi che le ruote siano ancora ben fissate
il metatarso deve trovarsi oltre la metà dell’asse del
pedale. Nel punto più basso della pedivella e quindi 2. Verifichi che il manubrio e l’attacco manubrio non
nella distanza più grande tra pedale e sella, la gamba si siano deformati o rotti e che siano ancora diritti.
non deve essere completamente estesa altrimenti la Cercando di torcere il manubrio rispetto alla ruota
pedalata non risulterà circolare. anteriore verifichi che l’attacco manubrio sia fissa-
to saldamente alla forcella. Si appoggi brevemente
Verifichi l’altezza di seduta sulla base del seguente sulle leve dei freni per verificare la tenuta stabile
metodo di facile applicazione. Per tale verifica è ne- del manubrio nell’attacco. Troverà maggiori infor-
cessario indossare scarpe con suola piatta. Si sieda mazioni nei capitoli “Regolazione della bicicletta
sulla sella e metta il tallone sul pedale che si trova Canyon in base alle esigenze dell’utilizzatore” e “La
nella posizione più bassa. In questa posizione la gam- serie sterzo”.
ba deve risultare estesa al massimo. Verifichi che il
fianco resti diritto. Provi a spostare il manubrio rispetto alla ruota anteriore
Nel caso di freeride, etc., la sella viene in genere inclinata indietro 3. Si accerti che la catena sia ancora sulle corone e
sui pignoni. Nel caso la bicicletta fosse caduta sul
Freeride e downhill eseguiti a livello di sport richiedono
lato del cambio Le consigliamo di verificarne il fun-
un’impostazione bassa della sella, in genere inclinata
zionamento. Faccia sollevare a qualcuno la bici-
all’indietro. Chieda al Suo allenatore, al Suo circolo o
cletta dalla sella e provi con cautela ad inserire con
alla nostra hotline di assistenza +39 045508894 di
il cambio posteriore tutte le marce. In particolare
illustrarLe la posizione di seduta corretta.
nel caso di marce piccole, dove la catena sale sui
Troverà maggiori informazioni sulla regolazione della pignoni più grandi, La preghiamo di controllare di
sella nel capitolo “Regolazione della bicicletta Canyon quanto il cambio posteriore si avvicina ai raggi. Se
in base alle esigenze dell’utilizzatore”. il cambio posteriore o il forcellino sono deformati è
possibile che il cambio posteriore finisca nei raggi.
Nel caso di reggisella regolabili in altezza Pericolo di caduta!
i come ad es. Reverb di RockShox, la regola-
Da dietro guardi sulla cassetta e verifichi che le pulegge del cambio
Reggisella regolabile in altezza posteriore si trovino esattamente sotto le punte dei denti del relativo
zione avviene tramite un pulsante collocato sul ma- pignone
nubrio. Legga il manuale d’istruzione contenuto nel
CD allegato.
Già al termine di una stagione le mountain
bike di questo tipo possono risultare tal-
In linea generale consigliamo un’imposta- mente usurate da richiedere la sostituzione di
i componenti essenziali e/o di parti portanti. Le
zione bassa della sella nel caso di discese
ripide in MTB. Lunghe uscite con la sella regolata biciclette previste per questi usi devono essere La preghiamo, inoltre, di osservare le
in basso possono essere la causa di problemi al sottoposte a verifiche approfondite almeno ogni i
istruzioni nel capitolo “Peculiarità del car-
ginocchio. 3-4 mesi. bonio”.
50 DOPO UNA CADUTA KIT TELAIO – ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO 51

Cambio posteriore, ruota posteriore e telaio po-


trebbero subire dei danni. Controlli il deragliatore KIT TELAIO –
centrale. Un eventuale spostamento può causare
la caduta della catena, la bicicletta si fermerebbe ISTRUZIONI PER
(vedi anche capitolo “Il cambio”).

4. Verifichi che la sella non sia storta fissando la sella


IL MONTAGGIO -
lungo il tubo superiore o verso la scatola del movi-
mento centrale.
SPECIFICHE TECNICHE
Verifichi che il cambio posteriore non entri in contatto con i raggi I telai di qualità in carbonio ed alluminio della Canyon
5. Sollevi la bicicletta di alcuni centimetri e la faccia sono acquistabili singolarmente per il montaggio indi-
rimbalzare sul pavimento. Se durante tale opera- viduale di componenti.
zione dovessero risultare dei rumori è possibile che
ci siano dei raccordi vite allentati. Le forcelle per telai mountain bike Canyon devono Kit telaio della Canyon Nerve
essere scelti tenendo conto della lunghezza corretta
6. Infine osservi nuovamente la bicicletta per indi- della corsa. In caso di dubbi si rivolga alla nostra hot-
viduare eventuali parti deformate, alterazioni di line di assistenza +39 045508894.
colore o cricche.
La persona che completa il telaio e monta i compo-
Torni indietro con la bicicletta facendo attenzione e nenti deve pertanto garantire la compatibilità e la
solamente se tutti i controlli sono stati superati senza qualità di montaggio di tali componenti. Dato il gran
problemi. Eviti forti accelerazioni e frenate, non guidi numero di componenti disponibili la Canyon non è
alzandosi dalla sella e con colpi di pedale energici. Fissi la sella lungo il tubo superiore per verificare che non sia storta
in grado di illustrare nelle presenti istruzioni tutte le
combinazioni possibili di montaggio. Canyon declina
In caso di dubbi sul corretto funzionamento della bi- la responsabilità per tutte le possibili combinazioni di
cicletta chieda a qualcuno di venirLa a prendere in componenti.
macchina. Non corra rischi mettendo a repentaglio Faccia montare la Sua Canyon nella nostra
i
la propria sicurezza. Una volta a casa è necessario Le consigliamo vivamente di leggere con attenzione le officina specializzata!
sottoporre la bicicletta nuovamente a controlli ac- istruzioni dei produttori di componenti. Eventuali er-
curati. Le parti danneggiate devono essere riparate rori nella combinazione possono fondamentalmente
In base all’esperienza e/o all’abilità ma-
o sostituite. Consigliamo di leggere i capitoli detta- compromettere la sicurezza della Sua Canyon. Con- i
gliati riportati più avanti o il CD allegato o, in caso nuale di chi esegue i lavori è possibile che
sigliamo pertanto di far eseguire il montaggio da uno
di dubbi, si rivolta alla nostra hotline di assistenza le presenti istruzioni necessitino di istruzioni ag-
specialista o di rivolgersi alla nostra officina specia-
+39 045508894. giuntive. È possibile che alcune operazioni richie-
lizzata. Non pretenda troppo da se stesso mettendo
Per la Sua sicurezza, sostituisca i componenti leggeri dopo una ca- dano ulteriori strumenti (speciali), p. es. estratto-
così a rischio la propria sicurezza.
duta ri speciali o istruzioni aggiuntive.
I componenti in carbonio che hanno subito
un forte impatto nonché componenti in
alluminio deformati possono rompersi improvvi- Non fissi il telaio dai tubi su cavalletti di
samente. Non devono essere raddrizzati poiché ! montaggio! I tubi presentano pareti sotti-
comunque persisterebbe un forte pericolo di rot- li che potrebbero quindi subire dei danni. Prima
tura. In particolare modo non cerchi di raddrizza- di tutto monti un reggisella (in alluminio) solido
re la forcella, il manubrio, l’attacco manubrio, le e lo fissi sul cavalletto, oppure usi un cavalletto
pedivelle, il reggisella ed i pedali. In caso di dubbi di montaggio, che serri il telaio all’interno su tre
si consiglia di sostituire tali parti, ne va della Sua punti o che fissi forcella e scatola del movimento
sicurezza. centrale.
52 KIT TELAIO – ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO KIT TELAIO – ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO 53

I telai sono pronti per essere montati per cui i filetti SERIE STERZO
sono tagliati, le sedi dei cuscinetti ed il tubo verticale
sono alesati. Non sarà necessario eseguire una rifi- Tutti i telai vengono forniti con le calotte già montate
nitura del telaio. Non apporti modifiche al telaio ed e con la serie sterzo integrata (integrated headset).
alle parti funzionali (quali passacavi regolabili, etc.),
limature, fori o simili.
FORCELLE AMMORTIZZATE
Monti tutti i componenti (eccezione: reggisella in car-
bonio, attacchi manubrio su forcelle con tubo in car- I telai delle mountain bike Canyon possono essere
bonio e tutti i reggisella su telaio in carbonio) appor- provvisti di una forcella ammortizzata di Sua scelta.
Si attenga sempre alle indicazioni sulle coppie di bloccaggio La testa della forcella deve girare liberamente sotto il telaio
tando sul telaio del grasso di montaggio di qualità. In
questo modo si evita un’eventuale corrosione. In caso Tenga conto dell’altezza di montaggio della forcella,
contrario è possibile che con il passare del tempo non che deve essere compatibile con la geometria del te-
sia più in grado di smontare la Sua Canyon. laio. Sul nostro sito internet www.canyon.com troverà
le altezze di montaggio della Sua forcella ammortizza-
La serie sterzo e la forcella delle biciclette Canyon ta nonché le misure del diametro nominale per il tubo
sono già montate. della forcella.

Inizi sempre a serrare partendo dalla coppia di bloc- Il montaggio di un’altra forcella comporta un peggio-
caggio più bassa per poi raggiungere la coppia massi- ramento della tenuta di guida. In alcuni casi rischia
ma e verifichi costantemente la sede stabile del com- di perdere il controllo della Sua Canyon – pericolo di
ponente, come descritto nei relativi capitoli. caduta! Tenga inoltre conto che la testa della forcella
deve girare liberamente sotto il telaio.
Per le parti prive di indicazioni serri le viti gradual- Tenga conto dell’altezza di montaggio della forcella ammortizzata
Usi sempre una chiave dinamometrica
mente fino a raggiungere la coppia massima di bloc-
caggio e verifichi costantemente la sede stabile del
componente.

Per i telai delle Canyon Lux e Ultimate CF


! tutte le fibre in carbonio sono state ela-
borate in modo da sopportare le sollecitazioni a
cui vengono sottoposte durante l’uso. Pertanto i
È consentito solamente l’uso dell’attacco fermi del cavo rivettati devono essere sollecitati
! manubrio consegnato. solamente in direzione dei cavi del cambio o del
freno. Non tiri i cavi diagonalmente al senso di
scorrimento o in direzione opposta allo stesso,
La persona che esegue il montaggio com- quindi allontanandosi dal telaio (p. es. per ese-
pleto della bicicletta sulla base del telaio guire una tensione iniziale). Una tale procedura
Canyon, deve fare in modo che l’assemblaggio dei potrebbe danneggiare il telaio.
componenti avvenga in base alle direttive del pro-
duttore, alle norme generali ed attenendosi allo
stato della scienza e della tecnica. In caso di do- In alcuni casi le coppie di bloccaggio sono
i
mande sulla compatibilità di singoli componenti stampate o incollate su adesivi. Si attenga Una forcella non compatibile modifica la
con il telaio contatti la nostra hotline di assistenza assolutamente a questi valori. Legga in ogni caso tenuta di guida fino a rendere la bicicletta
+39 045508894. le istruzioni allegate dei produttori di componenti! incontrollabile.
54 KIT TELAIO – ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO KIT TELAIO – ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO 55

MOVIMENTO CENTRALE REGGISELLA

Tutti i telai: BSA/BSC 1.370x24T, Il Suo nuovo reggisella deve presentare lo stesso
(lato destro, filetto sinistro!) diametro nominale del tubo verticale del telaio. Il
Larghezza scatola: reggisella deve scorrere facilmente nel telaio, senza
Mountain bike 68 mm spingerlo o girarlo. Misure differenti di telaio e reggi-
Modello Torque 73 mm sella possono causare la rottura del reggisella stesso.
Press fit 92 mm
(ovvero 89,5 mm con spacer 2,5 mm) Prima di montare il reggisella nel telaio, verifichi che il
tubo verticale sia assolutamente privo di spigoli vivi o
di bavature. Nel caso di un reggisella o di un tubo ver- Verifichi che il reggisella sia perfettamente compatibile con il telaio
Le scatole dei movimenti del tipo Cartridge possono Non superi la coppia di bloccaggio del produttore di movimenti cen-
essere montate direttamente con del grasso di mon- trali ticale in carbonio si accerti che entrambi i componen-
taggio di qualità. Si attenga alle coppie di bloccaggio ti siano privi di grasso o olio. Se necessario, pulisca il
consigliate dal produttore di movimenti centrali. tubo verticale ed elimini le bavature.

LARGHEZZA CARRO POSTERIORE Non stringa eccessivamente la vite o il bloccaggio


rapido del bloccaggio sul tubo verticale. Prenda nota
Tutti i telai mountain bike: 135 mm delle avvertenze riportate nel capitolo “Regolazione
dell’altezza di seduta” e delle coppie di bloccaggio
Larghezza carro posteriore per X12: 142 mm
consentite nel capitolo “Avvertenze generali su cura
ed ispezioni” e tenga conto delle indicazioni dei pro-
FORCELLINO DEL CAMBIO SOSTITUIBILE
duttori di componenti. Forzando il bloccaggio si ri-
schia di danneggiare il reggisella e di provocare un Non serri eccessivamente il bloccaggio rapido
I forcellini del cambio sostituibili sono fissati suf- Sostituendo il forcellino del cambio sostituibile non superi mai la
coppia di bloccaggio massima di 1,5 Nm incidente e/o la lesione dell’utilizzatore.
ficientemente su tutti i telai. Si attenga alla coppia
di bloccaggio di 1,5 Nm. Non superi mai la coppia di
bloccaggio massima di 1,5 Nm.
Eccezione: Strive 6 Nm

SUPPORTO BORRACCE

Si attenga alla coppia di bloccaggio massima di 5 Nm. Diametri del tubo verticale e del reggisella
Non superi mai la coppia di bloccaggio massima di non esattamente corrispondenti possono
5 Nm. provocare una rottura del telaio o del reggisella
in carbonio, con conseguente incidente o lesione
FERMI DEL CAVO dell’utilizzatore.
Per il portaborraccia utilizzare una coppia di serraggio massima pari
a 5 Nm
Solleciti i fermi del cavo rivettati sul telaio Canyon Mai ingrassare i reggisella in carbonio o i
Ultimate CF e Spectral, in base al percorso della Usi la speciale pasta di montaggio per car- tubi verticali di telai in carbonio.
forza, solamente nel senso di scorrimento del cavo i
bonio della Canyon per una sede sicura del
del cambio o del freno. Una sollecitazione diagonale reggisella.
al senso di scorrimento o in direzione opposta allo Il reggisella deve essere inserito nel tela-
stesso potrebbe danneggiare il telaio. io almeno fin sotto al tubo superiore o fino
Durante la sostituzione del forcellino del Observe the inInformazione: Si attenga alla marcatura minima del reggisella nel telaio.
i i
cambio apporti del grasso tra forcellino e alle indicazioni relative ai diametri dei reg- Non usi mai la Sua Canyon se la marcatura mini-
telaio! gisella indicati sul sito www.canyon.com/service ma è visibile sul reggisella.
56 ADEGUARE ALL’UTILIZZATORE ALTEZZA DI SEDUTA ADEGUARE ALL’UTILIZZATORE 57

REGOLAZIONE DELLA REGOLAZIONE DELL’


BICICLETTA CANYON ALTEZZA DI SEDUTA
IN BASE ALLE ESIGENZE L’altezza di seduta per gli utilizzatori di biciclette da
cross country, maratona e touring viene determinata
DELL’UTILIZZATORE in base alla pedalata.

Non importa se preferisce una posizione aerodina- Importante: durante la pedalata i polpastrelli dei pol-
Il telaio deve garantire spazio sufficiente nell’andatura Per impostare l’altezza di seduta è necessario allentare il bloccaggio
mica su una Canyon cross-country-racer o una po- lici dei piedi devono trovarsi oltre la metà dell’asse del
rapido della chiusura del reggisella
sizione rilassata su una Canyon Nerve all mountain. pedale. Nel punto più basso della pedivella la gamba
La posizione di seduta è di fondamentale importanza non deve essere completamente estesa. Se la sella è
per il Suo benessere e per permetterLe di ottenere troppo in alto risulterà difficile superare il punto più
prestazioni ottimali sulla Sua Canyon. Pertanto regoli basso; la pedalata non sarà circolare. Una sella im-
sella e manubrio della Sua Canyon il più possibile in postata troppo in basso può essere causa di dolori al
base alle Sue esigenze. ginocchio. Verifichi pertanto l’altezza di seduta sulla
base del seguente metodo di facile applicazione. Per
Sostanzialmente una moutain bike è un attrezzo tale verifica indossi scarpe con suola piatta.
sportivo. Già per questo motivo una mountain bike
presuppone una determinata condizione della mu- Si sieda sulla sella e metta il tallone sul pedale che
scolatura del tronco, delle spalle e del collo. Postura tipica di un utilizzatore di biciclette da maratona
si trova nella posizione più bassa. In questa posi-
zione la gamba deve risultare estesa al massimo.
Quando il tallone è sul pedale, che si trova nella posizione più bassa,
La statura è di fondamentale importanza per la scelta Verifichi che il fianco resti diritto. la gamba deve risultare estesa al massimo
dell’altezza del telaio della Sua Canyon. Con la scelta
del tipo di bicicletta si stabilisce approssimativamen- Per impostare l’altezza di seduta è necessario allenta-
te il portamento del corpo in sella. Tuttavia alcuni re la vite della chiusura del reggisella o il bloccaggio
componenti della Sua Canyon sono concepiti in ma- rapido (legga prima il capitolo “Uso di bloccaggi rapidi
niera tale da consentire in parte un adattamento alle e di perni passanti”). Sviti la vite della chiusura del
proporzioni del corpo. Tali componenti sono il reggi- reggisella usando uno strumento adeguato e girando È possibile che reggisella e telaio presen-
sella, l’attacco manubrio e le leve dei freni. in senso antiorario. ! tino differenti profondità d’inserimento.
Scelga la profondità d’inserimento più grande di
Al momento della scelta delle dimensioni del telaio, La Postura tipica di un utilizzatore di freeride in discesa Nell’estrarre il reggisella non superi il limite contras- entrambi.
preghiamo di verificare che la distanza dal pavimen- segnato sul tubo. In caso di telai con un tubo verti-
to al tubo superiore Le garantisca spazio sufficiente Tutte le operazioni descritte qui di seguito cale più lungo e che sporge fuori dal tubo superiore,
Controlli regolarmente ogni 2-3 mesi la po-
nell’andatura, senza appoggiarsi con dolori sul tubo richiedono esperienza, strumenti adeguati il reggisella deve essere inserito almeno fin sotto al i
tubo superiore! Il che significa che la profondità mi- sizione di seduta di adolescenti.
superiore. ed attitudini manuali. Una volta terminato il mon-
taggio non ometta di eseguire la verifica rapida nima d’inserimento può essere pari o superiore a 10
Il sistema PPS (Perfect Position System della Canyon) (capitolo “Prima di ogni uscita”) nonché un giro centimetri. Non ingrassi mai il tubo verticale di un
Le consente di determinare le dimensioni esatte di prova su un piazzale tranquillo o su una stra- telaio in carbonio se non è dotato di boc-
della Sua Canyon senza dover fare un giro di pro- da poco frequentata, per verificare nuovamente cola in alluminio. Nel caso di montaggio di un
va. Il sistema PPS si trova sul nostro sito internet il tutto senza correre pericolo alcuno. Nel caso di reggisella in carbonio, anche il telaio in metallo
www.canyon.com. dubbi consigliamo di eseguire solamente la veri- non deve essere ingrassato. Una volta ingrassati,
fica della posizione. Se necessario affidi la Sua i componenti in carbonio non possono più essere
Canyon a mani esperte. serrati in maniera stabile!
58 ADEGUARE ALL’UTILIZZATORE ALTEZZA DI SEDUTA ALTEZZA MANUBRIO ADEGUARE ALL’UTILIZZATORE 59

Il reggisella allentato può ora essere regolato in


altezza. Si assicuri che la parte del reggisella all’in- REGOLAZIONE
terno del tubo verticale sia sempre ben lubrificata.
(Eccezione: telai e reggisella in carbonio). Eviti in DELL’ALTEZZA DEL
ogni caso di usare la forza nel caso il reggisella non
dovesse scorrere con facilità nel tubo verticale del
telaio. Si rivolga eventualmente alla nostra hotline
MANUBRIO
di assistenza +39 045508894. L’altezza del manubrio determina l’inclinazione della
Regoli la sella nuovamente in posizione diritta fis- schiena. Tanto più in basso viene impostato il manu-
sando dalla punta della sella il movimento centrale Verifichi che la sella non sia storta fissando la sella lungo il tubo brio quanto maggiore sarà l’inclinazione del tronco. Il
o lungo il tubo superiore. superiore conducente si trova sì in posizione aerodinamica ed
Blocchi nuovamente il reggisella serrando in senso apporta più peso sulla ruota anteriore, tuttavia que- Attacco manubrio Aheadset®
orario la vite del reggisella. Un serraggio sufficien- sta posizione fortemente curva è più faticosa e sco-
te non deve richiedere l’impiego di un’elevata forza moda, in quanto i polsi, le braccia, il busto e la nuca
manuale. Se così non fosse il reggisella non è even- sono sottoposti ad una maggiore sollecitazione.
tualmente adatto al telaio. In caso di dubbi si rivolga
alla nostra hotline di assistenza +39 045508894. ATTACCHI MANUBRIO AHEADSET®, SISTEMA NON
Verifichi la sede stabile del reggisella tenendo fer- FILETTATO
ma la sella con entrambe le mani e provando a girar- (Aheadset® è un marchio registrato della ditta Dia-
la. Se la sella non si gira allora il reggisella è fisso. Compe)
Effettui di nuovo una verifica: l’estensione delle
gambe è corretta? Porti il piede nella posizione di Provi a spostare la sella rispetto al telaio Nel caso di biciclette con serie sterzo Aheadset® la
pedalata ottimale. Quando il polpastrello del polli- serie sterzo viene regolata per mezzo dell’attacco
ce del piede si trova a metà del pedale, il ginocchio manubrio. Se viene modificata la posizione dell’at-
L’altezza del manubrio determina l’inclinazione della schiena
deve essere leggermente piegato. Se così fosse, l’al- Inizi a serrare a piccoli passi partendo tacco manubrio, è necessario regolare nuovamente
tezza della sella è impostata correttamente. ! dalla coppia di bloccaggio più bassa (mez- la serie sterzo (vedi al riguardo il capitolo “La serie
Una volta toccato il pavimento si accerti di trovar- zi metri Newton) per poi raggiungere la coppia sterzo”). Una regolazione dell’altezza è possibile so-
si in una posizione di equilibrio. Se così non fosse massima e verifichi costantemente la sede stabile lamente spostando i distanziali, i cosiddetti spacer, o
consigliamo d’impostare nuovamente la sella più in del componente. Non superi mai la coppia di bloc- invertendo l’attacco manubrio nel caso di modelli con
basso. caggio massima indicata dal produttore! attacco flip flop.

Dirtbiking, freeride e downhill eseguiti a livello di


sport richiedono un’impostazione bassa della sella, Faccia attenzione a non serrare troppo la
vite del bloccaggio sul tubo verticale. Un Si accerti che la combinazione manubrio-
! attacco manubrio sia approvata dai pro-
in genere inclinata indietro. Chieda al Suo allenato-
re, al Suo circolo o alla nostra hotline di assistenza serraggio eccessivo può danneggiare il reggisella
+39 045508894 di illustrarLe la posizione di seduta o il telaio. Pericolo d’incidente! duttori di manubri e attacchi manubrio.
corretta o legga il capitolo “Peculiarità delle biciclette
freeride”! Non usi mai la bicicletta se il reggisella è Gli attacchi manubrio sono parti portanti
stato estratto superando la marcatura della bicicletta. L’apporto di modifiche può
fine, minimo, massimo, limite o stop! Il reggisella compromettere la Sua sicurezza. Le viti dell’at-
Nel caso di reggisella regolabili in altezza potrebbe rompersi o il telaio potrebbe subire dan- tacco manubrio e del manubrio devono serrare
i
come ad es. Reverb di RockShox, la rego- ni. In caso di telai con un tubo verticale più lungo correttamente. I valori prescritti sono riportati
lazione avviene tramite un pulsante collocato sul e che sporge fuori dal tubo superiore, consigliamo La preghiamo, inoltre, di osservare le alle- nel capitolo „Coppie di bloccaggio consigliate”.
manubrio. Legga il manuale d’istruzione contenu- di inserire il reggisella almeno fin sotto al tubo su-
i Nel caso pianifichi delle modifiche si rivolga alla
gate istruzioni per l’uso dei produttori di
to nel CD allegato. periore e/o al fodero posteriore verticale! componenti. nostra hotline di assistenza +39 045508894.
60 ADEGUARE ALL’UTILIZZATORE ALTEZZA MANUBRIO ALTEZZA MANUBRIO ADEGUARE ALL’UTILIZZATORE 61

Smonti la vite per il precarico della serie sterzo nella Per invertire l’attacco manubrio è inoltre necessario
parte superiore del tubo e rimuova la chiusura. rimuovere il manubrio.
Allenti le viti ai lati dell’attacco manubrio. Estragga
l’attacco manubrio dalla forcella. Sviti le viti nella parte anteriore dell’attacco manu-
Ora può estrarre i distanziali. brio, con cui viene bloccato il manubrio, ed estragga
Distribuisca una quantità minima di pasta di mon- il manubrio prestando particolare attenzione.
taggio per carbonio della Canyon nella zona in cui Apporti della pasta di montaggio per carbonio della
viene fissato l’attacco. Canyon anche in questa zona di bloccaggio e fissi
Spinga l’attacco completamente sul tubo della for- nuovamente il manubrio, una volta invertito l’attac-
cella e reinserisca quindi tutti gli spacer rimossi in co manubrio.
Allenti le viti ai lati dell’attacco manubrio Allenti le viti sul lato anteriore dell’attacco manubrio
cima all’attacco. Regoli inoltre il manubrio nella zona di bloccaggio
dell’attacco.
Avviti tutte le viti di fissaggio dell’attacco manubrio
con una chiave dinamometrica attenendosi alle in-
dicazioni. Tenga presente che di regola la coppia di
bloccaggio massima non deve essere raggiunta nel
caso di uso di pasta di montaggio per carbonio. È
sufficiente serrare le viti con coppie di bloccaggio
inferiori del 20-25%, p. es. con 6 Nm anziché 8 Nm,
evitando così un’usura precoce del materiale.
Regoli nuovamente lo sterzo.
Estragga i distanziali e li reinserisca in cima all’attacco Imposti l’attacco manubrio in modo tale che sia al- Serri nuovamente le viti
lineato alla ruota anteriore e che il manubrio formi
esattamente un angolo retto rispetto alla direzione
di guida. Una volta impostato, avviti l’attacco manu-
brio e si accerti che non si storca (vedi il capitolo
“La serie sterzo”).

Gli attacchi manubrio presentano dimen- Regoli nuovamente lo sterzo e fissi completamente l’attacco manu-
Verifichi che la zona di bloccaggio del ma-
sioni differenti in lunghezza, nel diametro brio i
del tubo e nel foro manubrio. Una scelta sbagliata nubrio non presenti spigoli vivi. Nel caso
può rivelarsi fonte di pericolo: manubrio ed attac- volesse apportare delle modifiche si rivolga alla
co manubrio potrebbero rompersi provocando un nostra hotline di assistenza +39 045508894.
La rimozione dei distanziali è possibile Le viti dell’attacco manubrio e del manu-
incidente. In caso di sostituzione usi solamente i
solamente accorciando il tubo della for- brio devono essere serrate con le coppie di
appositi pezzi di ricambio originali e contrasse-
cella. Tale operazione è irreversibile. Dovrebbe Se la Sua mountain bike Canyon è dotata bloccaggio previste. I relativi valori sono riportati
gnati.
pertanto essere eseguita solamente nel momento di un tubo della forcella in carbonio (rico- nel capitolo “Coppie di bloccaggio consigliate” o
in cui è pienamente soddisfatto della posizione di noscibile dal colore nero o nero lucido nella fes- nelle istruzioni allegate dei produttori di compo-
Verifichi che la zona di bloccaggio del ma- seduta. Chieda ad uno specialista di eseguire tale sura dell’attacco manubrio) sarà necessario pre- nenti. Si rivolga eventualmente alla nostra hotline
i di assistenza +39 045508894. Altrimenti è possi-
nubrio non presenti spigoli vivi. Nel caso operazione. Consigliamo di rivolgersi alla nostra stare particolare attenzione durante l’operazione
pianifichi delle modifiche si rivolga alla nostra officina specializzata Canyon raggiungibile al nu- di fissaggio dell’attacco. Un’operazione per mani bile che manubrio o attacco manubrio si stacchi-
hotline di assistenza +39 045508894. mero della hotline di assistenza +39 045508894. esperte! no o si rompano, provocando un grave incidente.
62 ADEGUARE ALL’UTILIZZATORE DISTANZA MANUBRIO-SELLA E SELLA DISTANZA MANUBRIO-SELLA E SELLA ADEGUARE ALL’UTILIZZATORE 63

DISTANZA TRA SPOSTARE LA SELLA E REGOLARE L’INCLINAZIONE


DELLA SELLA

MANUBRIO E SELLA ED Dispositivo di bloccaggio integrato al reggisella con


due viti parallele
IMPOSTAZIONE DELLA Nel caso di dispositivi di bloccaggio integrati con
SELLA due viti parallele, la testa, che consente di fissare
l’inclinazione e la posizione orizzontale della sella, è
Anche la distanza tra le manopole del manubrio e la sostenuta da due viti parallele ad esagono incassato. Avviti entrambe le viti progressivamente ed in senso alternato, non
superi mai la coppia di bloccaggio massima consentita
sella e l’inclinazione della sella incidono sull’inclina- Sviti entrambe le viti in testa al reggisella. Per questa
zione della schiena e quindi su comfort e dinamica di La distanza tra le manopole del manubrio e la sella incide sull’incli- operazione sviti le viti con max. due-tre giri, altrimenti
guida. nazione della schiena potrebbe rompersi l’intero meccanismo.

Tale distanza può essere modificata minimamente Sposti la sella in avanti o indietro, in base alle esi-
tramite il carrello della sella. Lo spostamento del te- genze. Spesso è necessario dare un piccolo colpo alla
laietto della sella nel reggisella ha tuttavia ripercus- sella. Presti attenzione alle marcature sul telaietto,
sioni sulla pedalata. In funzione della posizione della che non devono essere superate. Riavviti le viti pro-
sella più in avanti o più indietro, cambia l’angolazione gressivamente ed in senso alternato, accertandosi
delle gambe rispetto ai pedali. che il bordo superiore della sella resti in posizione
orizzontale. Durante questa operazione di regolazio-
Una sella non in posizione orizzontale ha ripercussio- ne la bicicletta deve trovarsi in posizione orizzontale. Verifichi che la sella appena fissata non oscilli
ni sul comfort di pedalata del ciclista, che deve così Per verificare che la sella riavvitata non si inclini, si
appoggiarsi costantemente al manubrio per non sci- appoggi con le mani prima sulla punta e poi sul lato
La sella non dovrebbe in alcun caso essere inclinata all’indietro
volare dalla sella. posteriore della sella.

REGGISELLA MONORAIL

Il sistema reggisella Monorail di Selle Italia è dotato


di una testa del reggisella speciale sulla quale viene
montata la sella. La sella non è dotata di un comune
Non fissi mai la sella nelle parti curve del telaietto, bensì di un binario in carbonio collocato al
telaietto bensì sempre nelle zone diritte. centro, sotto al sottosella.
Reggisella Monorail
Questo consente di avere un campo di regolazione
orizzontale della sella molto lungo.
Il campo di regolazione della sella è deci-
i Dopo aver allentato entrambe le viti della testa del
samente ridotto. Diverse lunghezze degli
attacchi consentono invece di realizzare delle reggisella può fare scorrere la sella in avanti o all’in-
Le viti del reggisella devono essere serrate regolazioni in lunghezza in parte superiori a dieci dietro. Con entrambe le viti può regolare l’inclinazio-
con le coppie di bloccaggio previste. Uti- centimetri. Nella maggior parte dei casi è neces- ne della sella (ad es. la punta della sella più in basso).
lizzi una chiave dinamometrica e non superi le sario adeguare la lunghezza dei cavi. Per questa Serri le viti con una coppia massima di 8 Nm.
coppie massime di bloccaggio! Le coppie di bloc- modifica consigliamo in ogni caso di rivolgersi ad Con una chiave dinamometrica verifichi
caggio sono riportate nel capitolo “Coppie di bloc- un’officina specializzata. In caso di domande o per ! mensilmente le viti in base ai valori ripor-
caggio consigliate”, sui componenti stessi e nelle prendere un appuntamento chiami la nostra hotli- tati nel capitolo “Coppie di bloccaggio consigliate”,
istruzioni dei produttori di componenti. ne di assistenza +39 045508894. nelle istruzioni allegate e/o sui componenti stessi.
64 ADEGUARE ALL’UTILIZZATORE DISTANZA MANUBRIO-SELLA E SELLA MANUBRIO E LEVE DEI FRENI ADEGUARE ALL’UTILIZZATORE 65

Dispositivo di bloccaggio integrato al reggisella con


due viti di bloccaggio posizionate una dietro l’altra REGOLARE IL
Allenti entrambe le viti con max. due-tre giri, altri- MANUBRIO E LE LEVE
menti potrebbe rompersi l’intero meccanismo. Sposti
la sella orizzontalmente per regolare la distanza tra
manubrio e sella. Serri entrambe le viti uniformemen-
DEI FRENI
te, per non modificare l’angolo della sella. Serri la vite Nel caso di mountain bike quasi sempre le manopole
anteriore per spostare più in basso la punta della del manubrio sono leggermente curve. Regoli il ma-
sella. Se necessario, allenti la vite posteriore. Serri nubrio in modo tale che i polsi siano rilassati e non
Allenti entrambe le viti di max. due-tre giri Sviti la vite (le viti) ad esagono incassato sul lato anteriore dell’at-
la vite posteriore per spostare più in basso la parte rivolti troppo verso l’esterno. tacco manubrio
posteriore della sella. Una volta trovata la posizione
desiderata verifichi che le traverse aderiscano al tela- REGOLARE LA POSIZIONE DEL MANUBRIO FACENDO-
ietto della sella, prima di passare alla coppia di bloc- LO RUOTARE
caggio delle viti indicata dal produttore del reggisella.
Sviti la vite (le viti) ad esagono incassato sul lato
Si attenga alle coppie di bloccaggio consigliate nel anteriore dell’attacco manubrio.
capitolo “Avvertenze generali su cura ed ispezioni”. Giri il manubrio fino a raggiungere la posizione desi-
Per verificare che la sella riavvitata non si inclini, si derata.
appoggi con le mani prima sulla punta e poi sul lato Si accerti che il manubrio venga fissato all’attacco
posteriore della sella. manubrio esattamente nel centro.
Serri nuovamente le viti uniformemente ed in senso alternato, atte- Ora serri nuovamente le viti con cautela ed usando Serri le viti con la coppia di bloccaggio prescritta
nendosi alla coppia di bloccaggio prescritta una chiave dinamometrica. Si attenga alla coppia
di bloccaggio prevista (vedi capitolo “Avvertenze
generali su cura ed ispezioni”). Una volta regolato il
manubrio, è necessario registrare le leve dei freni e
del cambio.
Allenti la vite ad esagono incassato sulle fascette
delle leve.
Giri la leva del freno e del cambio sul manubrio. Sal-
ga in sella ed appoggi le dita sulla leva del freno.
Verifichi che la mano e l’avambraccio formino una
Gli attacchi manubrio presentano dimen-
linea diritta.
sioni differenti in lunghezza, nel diametro Posizionando le dita sulle leve dei freni, la mano e l’avambraccio de-
Regoli la sella in modo tale che il telaietto venga fissato nell’ambito Serri nuovamente le leve.
del tubo e nel foro manubrio. Una scelta sbagliata vono formare una linea retta
della marcatura Verifichi la sede stabile del manubrio posizionando-
può rivelarsi fonte di pericolo: manubrio ed at-
si davanti alla Sua Canyon ed afferrando il manu-
tacco manubrio potrebbero rompersi provocando
brio da entrambe le leve del freno. Il manubrio non
così un incidente.
si deve girare nemmeno in caso di forte pressione
verso il basso. Eventualmente serrare nuovamente
Posizioni il telaietto della sella in modo tale In caso di sostituzione della sella tenga la vite (le viti) di bloccaggio.
che il bloccaggio del reggisella si trovi conto che in genere i reggisella sono pro-
all’interno della zona specificata. Nel caso la gettati per guide della sella con un diametro di
marcatura mancasse, il bloccaggio deve fissare sette millimetri. Guide con diametro differente
solamente la parte diritta ed in alcun caso la zona possono causare la rottura del reggisella e la ca-
curva anteriore o posteriore. Pericolo di rottura! duta dell’utilizzatore. Serri le leve del freno e del cambio attenendosi alla coppia di bloc-
caggio prescritta
66 ADEGUARE ALL’UTILIZZATORE MANUBRIO E LEVE DEI FRENI DISTANZA LEVE ADEGUARE ALL’UTILIZZATORE 67

Le appendici offrono ulteriori possibilità di presa. In


genere vengono regolate in modo tale che le mani REGOLAZIONE DELLA
siano comode quando il ciclista pedala in piedi. Le
cosiddette bar end, altra denominazione usata per DISTANZA DELLE
le appendici, devono trovarsi quasi parallelamente
rispetto al pavimento o formare un angolo di circa 25°
verso l’alto.
LEVE DEL FRENO DAL
Apra di uno-due giri le viti che, nella maggior parte
MANUBRIO
dei casi, si trovano sul lato inferiore o superiore del- Numerose leve dei freni prevedono la regolazione
Le appendici offrono ulteriori possibilità di presa Distanza delle leve del freno
le appendici. della distanza tra la leva e le manopole del manubrio,
Giri le appendici in base alle esigenze prestando consentendo ad utilizzatori con mani piccole di av-
attenzione che entrambi i lati abbiano la stessa an- vicinare la leva del freno al manubrio e di facilitare
golatura. quindi la presa. Anche la posizione della leva, in cui
Quindi serri le viti con la relativa coppia di bloccag- il freno inizia ad agire, deve essere adattata alla lun-
gio. ghezza delle dita.
Verifichi la sede stabile provando a girare le appen-
dici. Verifichi quando i pattini dei freni toccano le super-
Nel caso si montino appendici su manubri in carbo- fici dei freni. Se il punto di contatto avviene già dopo
nio sarà necessario usare speciali tappi di chiusura un breve percorso della leva, sarà necessario rego-
manubrio. Nel caso di manubri in carbonio si atten- lare il freno. La regolazione della distanza delle leve
ga assolutamente alle istruzioni per l’uso, in quanto Impostazione della distanza della leva del freno dal manubrio
Serri le viti con la coppia di bloccaggio necessaria è descritta nel capito “Il sistema frenante”: in caso
diversi produttori di manubri impongono forti restri- contrario è possibile che dopo la regolazione i freni
zioni nell’uso di appendici. striscino. Se tuttavia la presa del freno inizia a metà
del percorso leva, avrà a disposizione del gioco per
ridurre la distanza di presa delle leve.
Di regola vicino al punto di contatto tra cavo o tubo
del freno ed armatura della leva si trova una piccola
vite. Giri la vite ed osservi lo spostamento della leva.
Nel caso di freni idraulici troverà sulla leva una vite Le viti di attacco manubrio, manubrio,
di registrazione con cui potrà modificare la posizio- appendici e freni devono essere serrate
ne. con le coppie di bloccaggio previste. I relativi va-
Una volta raggiunta la presa desiderata non dimen- lori sono riportati nel capitolo “Avvertenze gene-
tichi di accertarsi che sulla leva ci sia un fine corsa rali su cura ed ispezioni” o nelle istruzioni allegate
sufficiente, prima che i pattini aderiscano alle su- dei produttori di componenti. Altrimenti è possi-
perfici dei freni. bile che i componenti si stacchino o si rompano
Non apporti le appendici in posizione ver-
provocando un grave incidente.
ticale o verso l’indietro, in quanto potreb-
Le viti di attacco manubrio, manubrio, bero provocare lesioni in caso di caduta.
appendici e freni devono essere serrate La leva del freno non deve toccare il ma-
con le coppie di bloccaggio previste. I relativi va- nubrio. La massima forza frenante deve
lori sono riportati nel capitolo “Avvertenze gene- Tenga in considerazione che la distanza di Tenga in considerazione che la distanza di
essere raggiunta prima!
rali su cura ed ispezioni” o nelle istruzioni allegate arresto è maggiore se sul manubrio sono arresto è maggiore se sul manubrio sono
dei produttori di componenti. Altrimenti è possi- montate delle appendici, in quanto le leve dei freni montate delle appendici, in quanto le leve dei freni
bile che i componenti si stacchino o si rompano non sono facilmente raggiungibili in tutte le posi- non sono facilmente raggiungibili in tutte le posi- Legga anche le istruzioni aggiuntive del
zioni d’impugnatura. zioni d’impugnatura.
i
provocando un grave incidente. produttore di freni.
68 SISTEMI DI PEDALI SISTEMI DI PEDALI 69

I SISTEMI DI PEDALI Nel caso di pedali automatici o a sgancio rapido delle


scarpette apposite sono dotate di un fissaggio con
aggancio, simile al sistema di fissaggio degli sci. Si
Non tutte le scarpe sono adatte per andare in bici- gira prima il pedale con la punta della tacchetta per
cletta. Le scarpe indossate per andare in bicicletta poi andare sul corpo del pedale, che si trova in po-
devono avere una suola rigida e sufficiente tenuta. sizione orizzontale. La maggior parte dei pedali per
Se la suola è troppo morbida è possibile che il piede mountain bike presenta il meccanismo di aggancio su
avverta la pressione del pedale con conseguente do- entrambi i lati, di modo che l’aggancio avvenga sen-
lore. Intorno al tallone la scarpa non deve presentare za dover girare il pedale. L’aggancio della scarpetta
una suola troppo larga, che altrimenti impedirebbe la avviene con un click percettibile. I pedali automati-
posizione naturale del piede, dal momento che peda- Pedale automatico Lo sgancio della scarpetta nei pedali a sgancio rapido avviene ruo-
ci vengono spesso chiamati anche pedali a sgancio tando il tallone verso l’esterno
lando andrebbe a toccare i foderi del carro posteriore. rapido.
Dolori al ginocchio ne sarebbero la conseguenza.
Nella maggior parte dei sistemi lo sgancio della scar-
FUNZIONAMENTO DI DIVERSI SISTEMI petta avviene ruotando il tallone verso l’esterno.
Durante i primi tentativi di agganciare e sganciare il
Sono consigliabili i pedali con i quali il piede si aggan- pedale consigliamo di appoggiarsi ad una parete o ad
cia al pedale con un aggancio amovibile, i cosiddetti una persona.
pedali automatici o a sgancio rapido. L’aggancio fa
in modo che il piede non scivoli, in caso di pedalata Le differenze di funzionamento dei diversi pedali
rapida o su fondo accidentato. Grazie alla tenuta sta- automatici sono date dalla forma delle tacchette,
bile del piede il pedale può essere spostato o tirato, Scarpe per pedali automatici dall’angolo e dalla forza di sgancio. Utilizzatori con
facilitando una pedalata scorrevole. Un ulteriore van- tendenza a problemi al ginocchio dovrebbero sce-
taggio è dato dal fatto che il polpastrello del pollice si gliere dei pedali automatici con „libertà del piede” e
trova in posizione favorevole sull’asse del pedale. In che, una volta agganciata la scarpetta, permettono al Nelle suole sono integrate delle piccole tacchette (cleats)
questo modo si evita di bloccare inavvertitamente la tallone un movimento laterale.
ruota anteriore con la punta del piede.
Il vantaggio di alcuni pedali automatici è dato dal fat-
to che la tacchetta è affondata nella suola permetten-
do così di camminare senza problemi.

Si eserciti da fermo nella presa dei pedali,


I pedali automatici o a sgancio rapido
i nell’agganciare e sganciare la scarpetta
richiedono sempre scarpette apposite.
dal pedale ruotando il piede verso l’esterno, pri-
ma di affinare la tecnica su strade poco trafficate.
Legga con attenzione le istruzioni per l’uso Legga attentamente le istruzioni del produttore di
i pedali e scarpette. In caso di domande si rivolga
del produttore di pedali o si rivolga alla no-
stra hotline di assistenza +39 045508894. alla nostra hotline di assistenza +39 045508894.
70 SISTEMI DI PEDALI SISTEMA FRENANTE 71

IMPOSTAZIONE E MANUTENZIONE
IL SISTEMA FRENANTE
I diversi tipi di pedali automatici presentano differenti
caratteristiche tecniche, che non possono essere tra- Di norma i freni sulla Sua Canyon sono necessari
scurate. Alcune impostazioni base sono però comuni per adeguare la velocità di corsa alle condizioni del
a tutti i modelli: traffico. In caso di necessità i freni devono tuttavia
consentire l’arresto il più veloce possibile della Sua
fissi la tacchetta sulla scarpetta in modo che il pol- Canyon. In tali frenate a fondo la fisica è di fonda-
pastrello del pollice si trovi oltre l’asse del pedale. mentale importanza. Durante la frenata il peso viene
Durante la pedalata il piede deve assumere una trasferito da dietro in avanti, la ruota posteriore vie-
Durante la pedalata il piede deve assumere una posizione naturale ne alleggerita. L’intensità di decelerazione su fondo
posizione naturale. Nella maggior parte dei casi il Leva del freno
tallone è leggermente rivolto verso l’interno. asciutto e con presa sicura viene limitato, prima di
Si accerti che le viti di bloccaggio siano sempre ben tutto, dal capottamento imminente della bicicletta e
serrate, poiché una tacchetta allentata rende quasi solo in seconda linea dall’aderenza delle coperture.
impossibile la discesa dalla bicicletta! Pericolo di La problematicità è presente in particolar modo du-
caduta! rante le discese in montagna. In caso di frenata a fon-
Regoli la forza di sgancio del pedale in base alle pro- do cerchi di trasferire il proprio peso il più possibile
prie esigenze. Inizialmente consigliamo un precari- indietro.
co ridotto. Giri la piccola vite ad esagono incassato
e verifichi il precarico agganciando e sganciando la Azioni entrambi i freni contemporaneamente e non di-
scarpetta. mentichi che su fondo non scivoloso il freno anteriore
Pulisca ed ingrassi regolarmente molle e meccani- trasmette una forza di gran lunga superiore in seguito
Freno a disco
smi esposti. allo spostamento del peso.
Eventuali cigolii delle tacchette dei pedali possono Regoli la forza di sgancio del pedale in base alle proprie esigenze
essere eliminati apportando del grasso sui punti di L’attribuzione delle leve del freno ai corpi freno può
contatto tra tacchetta e pedale. variare (p. es. la leva sinistra agisce sul freno anterio-
Verifichi regolarmente l’usura delle tacchette. Una re). Familiarizzi con la disposizione o faccia invertire
posizione traballante sul pedale è segno di usura la disposizione dei freni in base alle proprie esigenze.
della tacchetta o della suola della scarpetta.
L’attribuzione delle leve del freno ai corpi freno può
variare (ad es. la leva sinistra agisce sul freno an-
teriore). Faccia invertire la disposizione dei freni in
base alle Sue esigenze prima della prima uscita.
Durante la frenata il peso viene trasferito da dietro in avanti

Si assicuri che pedale e suola della scar- In caso di freni a disco una frenata persistente o un
petta siano sempre privi di sporco e di altri costante strascico possono determinare il surri-
Prenda confidenza con i freni della bici-
corpi estranei e lubrifichi regolarmente con dell’o- scaldamento del sistema frenante. Le conseguenze
lio il meccanismo di aggancio. vanno dalla riduzione della forza frenante all’avaria cletta. Provi ad eseguire delle frenate di
completa, con conseguente incidente grave. emergenza in zone prive di traffico fino ad avere il
pieno controllo della Sua Canyon. In questo modo
Se il meccanismo di aggancio/sgancio del evita possibili incidenti nel traffico stradale.
pedale non dovesse funzionare regolar- Le consigliamo pertanto di osservare il proprio stile di
mente o la tacchetta fosse fortemente usurata, guida, di abituarsi a frenare brevemente ma con forza
sussiste un pericolo di caduta, in quanto la scar- e di rilasciare i freni di tanto in tanto. In caso di dub- Il bagnato riduce l’azione frenante. In caso
petta potrebbe sganciarsi dal pedale automatica- bio si fermi e faccia raffreddare il disco del freno o il ! di pioggia calcoli distanze di arresto più
mente o con difficoltà. cerchio con leva del freno rilasciata. lunghe!
72 SISTEMA FRENANTE FRENI A DISCO SISTEMA FRENANTE 73

FUNZIONAMENTO ED USURA
VERIFICA E
L’azionamento di una leva a mano determina lo spo-
stamento e sfregamento delle pastiglie su una su- REGOLAZIONE DI
perficie di frenata in rotazione. L’attrito determina
la decelerazione della bicicletta. Di fondamentale
importanza è non solo la forza con cui la pastiglia
FRENI A DISCO
preme sulla superficie di frenata bensì anche il co- Su bagnato i freni a disco hanno una risposta più
siddetto coefficiente d’attrito tra le parti che entrano rapida rispetto ai freni a pattino. Inoltre richiedono
in contatto. una scarsa manutenzione e non usurano i cerchi.
Freno a disco
Freno a disco Purtroppo, però, se umidi i freni a disco tendono a
L’eventuale contatto della superficie di attrito con creare rumori. Per un uso ottimale dei freni è neces-
acqua, sporco o olio determina una modifica del coef- sario adattare le leve dei freni alle dimensioni delle
ficiente d’attrito. Per questo motivo in caso di pioggia mani. Normalmente tale regolazione avviene tramite
i freni a disco reagiscono con un leggero ritardo e non una piccola vite ad esagono incassato, direttamente
frenano al meglio. L’attrito provoca l’usura delle pa- sulla leva del freno.
stiglie ed anche dei dischi dei freni! L’usura delle pa-
stiglie e dei dischi è anche dovuta a numerose uscite VERIFICA DEL FUNZIONAMENTO
con pioggia.
Tirando la leva del freno verifichi regolarmente che non
ci siano punti di perdita in tubi e collegamenti. Prenda
subito provvedimenti nel caso dovesse fuoriuscire olio Impostazione della distanza della leva del freno
idraulico o liquido frenante, dal momento che punti
permeabili possono compromettere il funzionamento
regolare dei freni. Si rivolga eventualmente alla nostra
hotline di assistenza +39 045508894.
Si accerti che i dischi dei freni e le pastiglie
! siano assolutamente prive di cera, grasso Verifichi l’usura delle pastiglie sulle linguette o sui
ed olio. Una volta che le pastiglie sono venute in nasi metallici, che sporgono nella parte inferiore della
contatto con olio non posso più essere pulite e de- pinza del freno o nel campo d’ispezione nella parte
vono essere sostituite! superiore della pinza del freno. Se si avvicinano fino
ad un millimetro dal disco, sarà necessario smontare
le pastiglie in base alle istruzioni del produttore, con-
In caso di forte sporco e/o bagnato è pos- trollarle e, se necessario, sostituirle.
i
sibile che insorgano dei cigolii. Le pastiglie dei freni usurate devono essere sostituite

In caso di sostituzione usi solamente pasti- Pastiglie e dischi del freno sporchi possono
i I produttori di freni a disco forniscono ridurre drasticamente la forza frenante.
glie originali, contrassegnate ed adatte al i
freno. istruzioni per l’uso dettagliate. Le legga Pertanto faccia in modo che né olio né altri liqui-
con attenzione prima di smontare una ruota o di di finiscano nel freno (p. es. durante la pulizia
eseguire operazioni di manutenzione. della bicicletta o la lubrificazione della catena).
Punti di perdita nei tubi di freni idraulici Pastiglie sporche non possono più essere pulite
possono rendere inefficaci i freni. Elimini e devono essere sostituite! I dischi del freno pos-
immediatamente eventuali punti di perdita, altri- In caso di sostituzione usi solamente parti sono essere puliti con un detergente per freni ed
i
menti sussiste un pericolo d’incidente! di ricambio originali! all’occorrenza con acqua calda e detersivo.
74 SISTEMA FRENANTE FRENI A DISCO CAMBIO 75

FRENI AVID, FORMULA, MAGURA E SHIMANO


IL CAMBIO
Su questi modelli l’usura delle pastiglie dei freni vie-
ne compensata automaticamente. Verifichi prima di Il cambio della Sua Canyon serve per adeguare la pro-
ogni uscita se raggiunge un punto di pressione de- disco del freno pria condizione fisica al tipo di terreno ed alla veloci-
finito, prima che la leva del freno tocchi il manubrio. tà di guida desiderata. Il cambio non riduce lo sforzo
Verifichi regolarmente che le pastiglie presentino uno pastiglia del freno fisico del ciclista, che rimane invariato nel caso di
spessore sufficiente. percorsi e velocità invariati. Ciò che cambia è la forza
piastra di supporto impiegata per ogni giro di pedivella. In parole sempli-
Alcuni produttori di freni forniscono staffe di sicurez- ci: una marcia piccola consente di salire su montagne
Verifica delle pastiglie dei freni su un freno AVID – la piastra di sup- ripide con un modesto impiego di forze, pedalando Il cambio a catena
za per il trasporto con delle cavità. Se dovesse riusci- porto non deve mai toccare il disco
re a spingere le pastiglie in queste cavità, allora sarà però più spesso.
necessario sostituirle.
In discesa si usa un rapporto grande. Con un giro
Usi esclusivamente pastiglie originali e si attenga alle di pedivella può percorrere molti metri, la velocità è
avvertenze nel manuale del produttore di freni. Nel disco del freno relativamente alta. Per pedalare risparmiando ener-
caso del minimo dubbio chieda ad uno specialista di piastra di supporto gia sarà necessario cambiare più spesso. Come per
eseguire questa operazione. le macchine anche in bicicletta è necessario tenere
il “motore” su di giri per ottenere il massimo delle pre-
pastiglia del freno stazioni.

In linea di massima in pianura il numero di giri di pedi-


Verifica delle pastiglie dei freni su un freno Shimano – la tacchetta di
vella, ovvero la frequenza di pedalata, supera i 60 giri Cambio posteriore
supporto non deve mai toccare il disco
al minuto. In pianura i corridori raggiungono una fre-
quenza di pedalata che va dai 90 ai 110 giri al minuto.
Le pastiglie dei freni nuove devono essere In salita la frequenza tende naturalmente a diminuire
i leggermente. Ciò nonostante consigliamo di pedalare
sottoposte a rodaggio per raggiungere va-
lori di decelerazione ottimali. A tal fine acceleri la Collegamenti aperti o tubi con punti di per- uniformemente. La graduazione fine e la facilità d’uso
Sua Canyon ca. 30-50 volte ad una velocità ap- dita riducono l’azione frenante. In caso di dei cambi moderni offrono i presupposti ottimali per
prossimativa di 30 km/h e poi freni fino a fermarla. punti di perdita del sistema o di pieghe nei tubi si una guida efficiente. Inoltre si riducono l’usura del-
rivolga ad uno specialista o alla nostra hotline di la catena e dei pignoni nonché la sollecitazione del
assistenza +39 045508894. Pericolo di caduta! ginocchio.
I freni a disco si surriscaldano fortemente
durante la frenata. Pertanto non tocchi
subito il disco e la pinza del freno, nel caso aves- Una volta smontate le ruote non azioni
i
se frenato frequentemente, p. es. dopo o durante le leve del freno. Altrimenti le pastiglie
una discesa prolungata. verranno spinte l’una contro l’altra, rendendo dif- Deragliatore centrale
ficoltoso il montaggio successivo della ruota. Una
volta smontata la ruota monti le staffe di sicurez-
La preghiamo, inoltre, di osservare le za per il trasporto, che Le sono state fornite con la
i
istruzioni sui siti internet: bicicletta.
www.formulabrakeusa.com
www.formula-brake.it Indossi sempre abiti a gamba stretta o
www.magura.com Non trasporti la Sua Canyon con sella e ! faccia uso di fermapantaloni o simili per
www.shimano.com manubrio rivolti verso il basso, i freni po- evitare che i pantaloni finiscano nella catena o
www.sram.com trebbero non funzionare più. nelle ruote dentate, provocando così una caduta.
76 CAMBIO FUNZIONAMENTO ED USO FUNZIONAMENTO ED USO CAMBIO 77

Il cambio a catena consente una trasmissione ottima- Le leve Shimano vengono comandate con il pollice e
le di energia sulla bicicletta. Il 97 o 98% circa della l’indice, le leve SRAM esclusivamente con il pollice,
forza impiegata viene trasmesso alla ruota posterio- ciò significa che la leva grande consente di passare
re, sempre che il cambio a catena sia ben curato e ad una ruota dentata più grande.
lubrificato. Sia la facilità d’uso del cambio che l’effi-
cacia dei freni sono all’altezza di ogni aspettativa. Differente è il funzionamento dei comandi rotanti.
Mentre se sul comando destro girando in direzio-
Forme speciali dei denti dei pignoni, catene fles- ne dell’utilizzatore si passa ad una marcia facile, la
sibili e una cambiata precisa sulle leve facilitano le stessa operazione eseguita sul lato sinistro consente
cambiate. La maggior parte dei cambi è dotata di un d’inserire un rapporto più grande. Anche in questo
Comandi con tasti SRAM Leve del cambio Shimano
indicatore sul manubrio, sul quale appare la marcia caso è possibile che la direzione di cambio sia diffe-
attualmente inserita. rente.

FUNZIONAMENTO ED USO Il comando di cambio viene trasmesso dalla leva del


cambio tramite il cavo bowden. Il cambio oscilla, la
I comandi in forma di tasti presentano due tipi dif- catena sale sul pignone successivo. Di fondamentale
ferenti di funzionamento. Nella maggior parte dei importanza per la procedura di cambio è una pedalata
comandi, con il tasto grande si passa alle ruote den- costante e senza grandi sforzi, fintanto che la catena
tate più grandi. La leva piccola, che dall’angolazione si sposta tra i pignoni! Grazie a delle guide speciali
dell’utilizzatore si trova davanti al manubrio, sposta nelle corone il cambio funziona anche sotto sforzo.
la catena sulle ruote dentate più piccole. In questo
modo, l’operazione del cambio, se avviata con la mano Comandi con tasti Shimano
destra sul tasto grande del pollice destro, determina
l’inserimento di un rapporto più facile. Premendo, Comandi rotanti
invece, con la mano sinistra sul tasto pollice sinistro
si passa ad una ruota dentata più grande: la marcia
diventa più difficile!

Si eserciti a cambiare le marce in zone


Durante il cambio diminuisca leggermente prive di traffico. Prenda confidenza con il
i funzionamento delle diverse leve o dei comandi
la pressione sui pedali, favorendo così un
cambio preciso, senza rumori e con un’usura limi- rotanti. Non si eserciti nel traffico stradale poiché
tata dei componenti. potrebbe distrarsi da eventuali pericoli.
78 CAMBIO FUNZIONAMENTO ED USO VERIFICA E REGOLAZIONE CAMBIO 79

Una cambiata con sforzo eccessivo riduce notevol- CONTROLLO E REGOLAZIONE DEL CAMBIO
mente il ciclo vitale della catena. Eviti di cambiare
mentre sta pedalando con forza, soprattutto nel caso Il team della Canyon ha sottoposto a regolazione
di cambiata sul deragliatore centrale. precisa il cambio a catena della Sua Canyon prima di
spedirla. Tuttavia durante i primi chilometri è possibi-
Le mountain bike Canyon sono dotate davanti di una le che i cavi bowden si allunghino; rendendo la cam-
corona molto piccola. Il cambio dispone di 24 o 27 biata imprecisa. La catena sale involontariamente sul
rapporti. Eviti di usare tutti i rapporti. Rapporti, con pignone successivo più grande.
i quali la catena gira troppo obliquamente, determi-
nano conseguentemente una elevata frizione interna Movimento non favorevole della catena – catena davanti sulla coro- CAMBIO POSTERIORE
na più piccola e dietro sul pignone più piccolo
della catena. Il rendimento diminuisce, l’usura pro-
gredisce rapidamente. Regoli la trazione con la vite di registrazione, attra- Regolazione del cavo del cambio con la vite di registrazione sul cam-
bio posteriore
verso la quale il cavo bowden passa nella leva del
Per esempio quando la catena si trova davanti sulla cambio o nel cambio.
corona più piccola e contemporaneamente dietro sui Una volta terminata l’operazione di tensione, si as-
due-tre pignoni esterni (piccoli) oppure quando da- sicuri ogni volta che la catena passi senza problemi
vanti è inserita la corona più grande e dietro sono in- al pignone successivo più grande. Per eseguire tale
seriti i pignoni interni (grandi) della ruota posteriore. verifica giri le pedivelle con la mano o vada in bici-
cletta.
Se la catena passa facilmente da un pignone all’al-
tro, verifichi che, ingranando una marcia più pic-
Movimento non favorevole della catena – catena davanti sulla coro- cola, la catena passi senza problemi ai pignoni più
na più grande e dietro sul pignone più grande piccoli. Una regolazione precisa può richiedere più Da dietro guardi sulla cassetta e verifichi che le pulegge del cambio
tentativi. posteriore si trovino esattamente sotto le punte dei denti del relativo
pignone
REGOLARE GLI ARRESTI DI FINE CORSA

Per evitare che il cambio posteriore o la catena fini-


scano nei raggi o che la catena cada dal pignone più
piccolo, il raggio d’azione del cambio viene limitato da
cosiddette viti di fine corsa. In condizioni d’uso nor-
male tali viti non subiscono cambiamenti:
Eviti di inserire marce, con le quali la cate-
i
na gira obliquamente. se tuttavia la Sua Canyon dovesse cadere è possibile
che il cambio posteriore o la relativa unità di fissag-
gio risultino deformati. In questi casi o nel caso in cui
La regolazione del cambio posteriore e del sulla Sua Canyon vengano montate altre ruote, è ne- Viti di fine corsa
! deragliatore centrale è un operazione che cessario controllare il raggio d’azione.
richiede esperienza.
Una cambiata con sforzo eccessivo riduce
notevolmente il ciclo vitale della catena. Con la leva del cambio passi alla marcia più gran-
Inoltre è possibile che la catena rimanga bloc- Nel caso volesse eseguire tale operazione de (pignone più piccolo). Il cavo del cambio risulta
i completamente allentato, la catena gira automati-
cata tra fodero posteriore orizzontale e corone consigliamo di leggere le istruzioni per l’u-
(“chain-suck”). Eviti di cambiare mentre sta pe- so del produttore di cambi. In caso di problemi con camente sul pignone più piccolo. Da dietro guardi Se una persona solleva la ruota posteriore
dalando con forza, soprattutto nel caso di cam- il cambio non esiti a contattare la nostra hotline di sulla cassetta e verifichi che le pulegge del cambio i
potrà facilmente verificarne il funziona-
biata sul deragliatore centrale. assistenza +39 045508894. posteriore si trovino esattamente sotto le punte dei mento facendo girare le pedivelle e cambiando.
denti del relativo pignone.
80 CAMBIO VERIFICA E REGOLAZIONE VERIFICA E REGOLAZIONE CAMBIO 81

Se così non fosse sarà necessario impostare la Se la distanza non dovesse essere sufficiente ren-
posizione con la vite di fine corsa. Spesso le viti dendo difficoltosa la cambiata, sarà necessario ac-
sono contrassegnate con una “H”, che sta per “high corciare la catena di una maglia. In questo modo il
gear” o con una L, che sta per “low gear”. In questo cambio posteriore risulterà leggermente più teso. Si
caso “high gear” indica un rapporto grande e, quin- accerti tuttavia che la catena sia in grado di salire
di, il pignone piccolo. sulla ruota dentata grande davanti ed dietro simul-
Se le viti non sono contrassegnate, la regolazione taneamente. Consigliamo di non usare questa mar-
deve avvenire per tentativi. Giri una vite, contando i cia in quanto la catena gira troppo obliquamente.
giri, ed osservi il cambio. Se non si muove, vuol dire
che non sta girando la vite del fine corsa corretta. DERAGLIATORE CENTRALE
Si serva delle viti di regolazione dei fine corsa per limitare il raggio Usi la vite di registrazione per regolare la tensione del cavo del cambio
Riavviti la vite del numero di giri contato. d’azione del cambio posteriore
Giri la vite verso destra se le pulegge devono girare La regolazione del deragliatore centrale è un’opera-
più verso l’interno, oppure in direzione opposta se si zione che richiede molta esperienza. L’intervallo nel
desidera che girino più verso l’esterno. quale il deragliatore tiene la catena sulla corona, sen-
Passi al pignone posteriore più grande facendo za però strisciare, è estremamente ridotto. Spesso è
molta attenzione affinché il cambio non finisca nei meglio accettare un leggero strascico piuttosto che
raggi. Se la catena si trova sulla ruota dentata più rischiare la caduta della catena dalla corona con con-
grande, forzi volontariamente la marcia e con la seguente blocco della Sua Canyon.
mano spinga quindi il cambio in direzione dei raggi.
Per eseguire questa operazione faccia girare la ruo- Come per il cambio posteriore anche i cavi del de-
ta. ragliatore centrale possono allungarsi e provocare
Se il bilanciere delle pulegge tocca i raggi o se la Verifichi che il cambio posteriore non finisca nei raggi
quindi una cattiva risposta del cambio. Regolazione del deragliatore centrale
catena sale oltre il pignone, è necessario limitare il
raggio d’azione. Giri la vite contrassegnata con una Regoli la trazione con la vite, attraverso la quale il
“L” per escludere definitivamente una eventuale cavo bowden passa nella leva del cambio. Questa
collisione. operazione è simile a quella descritta nel paragrafo
Osservi quindi la posizione del bilanciere delle pu- “Controllo e regolazione del cambio”. La regolazione del deragliatore centrale è
legge rispetto alla cassetta. Tra puleggia e pignone Si serva delle viti di regolazione dei fine corsa per un’operazione molto sensibile. Una rego-
più grande deve essere possibile far passare alme- limitare il raggio d’azione del deragliatore. lazione non corretta può causare la caduta della
no una o due maglie. catena ed un improvviso non funzionamento. Pe-
La regolazione di questa distanza avviene per mez- ricolo di caduta! L’operazione di regolazione deve
zo di una vite sul cambio posteriore, situata esatta- essere eseguita da uno specialista.
mente sul lato frontale del forcellino. Avviti tale vite
fino ad ottenere la distanza desiderata. Effettui una Per regolare la distanza tra bilanciere delle pulegge e cassetta giri la
vite che si appoggia sul lato frontale del forcellino Una volta eseguiti lavori su cambio e cate-
! na consigliamo di eseguire un’uscita di
verifica facendo girare le pedivelle in senso antiora-
rio: la puleggia non deve toccare il pignone.
prova con la Sua Canyon su terreno piano e pri-
vo di traffico (per esempio in un parcheggio)!
La regolazione completa del cambio poste-
! riore e del deragliatore è un lavoro da affi-
Eventuali errori di regolazione possono causare la
perdita del controllo della bicicletta durante un’u-
dare ad un meccanico esperto. Impostazioni non
scita nel traffico stradale!
corrette possono essere la causa di gravi danni
Arresti di fine corsa non impostati corret- meccanici. Al riguardo legga le istruzioni per l’uso
Una volta regolato il cambio esegua in ogni tamente o un fissaggio del cambio defor- del produttore di cambi. In caso di problemi con il In seguito ad una caduta verifichi che
! caso un giro di prova lontano dal traffico mato possono causare danni gravi alla bicicletta e cambio non esiti a contattare la nostra hotline di ! le piastre del deragliatore siano ancora in
stradale. bloccare la ruota posteriore. Pericolo d’incidente! assistenza +39 045508894. tutti i punti esattamente parallele alle corone!
82 CAMBIO VERIFICA E REGOLAZIONE VERIFICA E REGOLAZIONE CAMBIO 83

SHIMANO Di2 Premendo il pulsante di comando superiore piccolo Il LED dell’unità di controllo indicherà lo stato di ca-
la catena passerà alle ruote dentate più piccole. Per rica:
Di2 è la versione elettronica del gruppo di cambio di il cambio posteriore è possibile cambiare più marce in - la luce verde lampeggia per ca. 2 secondi:
alta qualità Shimano. Invece che via cavo Bowden, una volta, a seconda delle impostazioni programmate. stato di carica della batteria 100 %
la trasmissione avviene tramite impulso elettronico. - la luce verde lampeggia 5 volte:
Cambio posteriore e deragliatore centrale vengono Tramite il display del sistema è possibile passare ad stato di carica della batteria ca. 50 %
azionati da piccoli motori elettrici. Il deragliatore Di2 una o all’altra modalità di cambio Synchro Shift pre- - la luce rossa lampeggia per ca. 2 secondi:
provvede addirittura a correggere automaticamente mendo un pulsante. La differenza tra i sistemi consi- stato di carica della batteria ca. 25 %
la catena quando gira obliquamente, evitando così ste nella graduazione delle marce. - la luce rossa lampeggia 5 volte:
rumori da sfregamento e riducendo l’usura.
batteria scarica
Cambio Di2 In modalità Synchro Shift si preme il pulsante gran-
Il ciclista dispone di quattro diverse modalità di co- de dell’unità di comando di destra per le marce più
mando: due modalità sono semiautomatiche “synchro leggere e il pulsante piccolo immediatamente sopra
shift”. Questo vuol dire che il cambio viene aziona- per le più pesanti. Cambio e deragliatore sono combi-
to soltanto con l’unità di comando di destra e che il nati tra loro per cui passano sull’ingranaggio corretto
deragliatore, in base alla combinazione selezionata, dietro o davanti a seconda del caso. Oltre a premere
passa automaticamente tra le due o tre ruote dentate il pulsante, tutto ciò che è necessario fare per la dire-
anteriori. La terza modalità consente cambiare come zione di cambio corretta, è dare una pedalata decisa
di consueto sia il deragliatore [centrale] che il cam- per consentire alla catena di cambiare posizione sen-
bio con la leva di comando.
za scivolare.
Display del sistema
Un’ulteriore novità consiste nel fatto che il sistema
del cambio può essere riprogrammato tramite un Ser- Unità di comando BATTERIA
vicetool. Questo consente di programmare persino il
numero di marce che possono essere selezionate e la Una batteria nuova, completamente carica, permet-
velocità del cambio. Se si desidera è possibile chiede- te di fare ca. 800-1.000 chilometri. Se la batteria è
re a Canyon di invertire o riprogrammare la funzione carica circa al 25% basterà indicativamente per 200-
dei pulsanti di comando. Per far questo è necessario 250  Km. Batteria del Di2
uno speciale tester di Shimano che viene impiegato
anche per rilevare i guasti. Quando la batteria è quasi scarica, prima smette di
funzionare il deragliatore centrale, poi il cambio poste-
riore. In queste condizioni è possibile fare ancora qual- Per caricare la batteria utilizzare solamen-
L’alimentazione è affidata ad una batteria ricaricabile te il caricabatterie fornito!
fissata al telaio o al reggisella. che chilometro e cambiare marcia con il cambio poste-
Prima di utilizzare un nuovo cambio Di2 riore. In ogni caso sarà necessario ricaricare la batteria
COMANDI effettuare assolutamente un giro di prova prima possibile. Se la batteria è completamente scarica Se la batteria non verrà utilizzata per lungo
lontano dal traffico stradale. Attivare le diverse il cambio posteriore si ferma sull’ultima marcia impo- tempo è necessario caricarla ampiamente
A differenza delle tradizionali leve del cambio di modalità di comando e provare le straordinarie stata. Non è più possibile cambiare marcia! (50 % o più) e custodirla in un luogo fresco e
Shimano, XTR Di2 è dotato di unità di comando elet- prestazioni di funzionamento del cambio. asciutto, lontano dalla portata dei bambini.
tronica. Con il passare del tempo la capacità della batteria
diminuisce e quindi anche la distanza che consente
Maggiori informazioni e video che spiega- Al più tardi dopo tre mesi verificare lo stato
Nella modalità manuale è possibile cambiare secondo i di percorrere si riduce notevolmente. Questo è inevi- ! di carica. Quando si ripone la batteria, pro-
lo stesso principio delle versioni meccaniche. Invece no come funziona il sistema di cambio XTR tabile. Quando la distanza percorribile non soddisfa
di tenere premuta completamente verso l’alto o verso Di2 Synchro Shift di Shimano sono disponibili nel- più le proprie aspettative è necessario sostituire la teggere sempre i contatti con la mascherina pro-
il basso la leva del cambio, con Di2 è sufficiente pre- la sezione XTR Di2 all’indirizzo www.shimano.com batteria. tettiva in dotazione.
mere brevemente i pulsanti di comando. È possibile
passare alle ruote dentate più grandi utilizzando il Leggere con attenzione il manuale d’istru- È possibile verificare in qualsiasi momento lo stato di Il tempo di carica della batteria (scarica) è
pulsante di comando superiore più grande. i carica della batteria. Basta tenere premuto uno dei i
zione del produttore di cambi. di circa 1,5 ore.
pulsanti di comando per almeno 0,5 secondi.
84 CAMBIO CATENA CATENA CAMBIO 85

PEDIVELLA DI TRASMISSIONE USURA DELLA CATENA

Con la guarnitura SRAM Hammerschmidt è possibile Le catene fanno parte delle componenti della Sua
scegliere tra due rapporti differenti. Canyon che sono soggette ad usura; tuttavia l’uti-
lizzatore ne può influenzare la durata. Lubrifichi,
La cambiata avviene per mezzo di una leva trigger sul pertanto, regolarmente la catena, soprattutto dopo
lato sinistro. Premendo la leva pollice grande viene uscite sotto la pioggia. Cerchi di usare marce con cui
ingranato un rapporto facile. la catena non giri troppo obliquamente. Guidi con ele-
vata frequenza di pedalata (più di 60-70 giri/minuto).
CURA DELLA CATENA
Pedivella di trasmissione SRAM Hammerschimdt
Il limite di usura di catene di cambi a catena per
Non dimentichi quanto segue: „a voler che la biciclet- mountain bike è raggiunto dopo aver percorso ap- Verifica dello stato della catena
ta ben vada, bisogna ungere la catena”. Determinante prossimativamente 800 km. Catene fortemente al-
non è tuttavia la quantità di lubrificante bensì la di- lungate incidono negativamente sulla risposta del
stribuzione e la frequenza dell’operazione. cambio. Inoltre si consumano fortemente pignoni e
corone. La sostituzione di questi componenti risulta
Pulisca di tanto in tanto la catena con un panno im- decisamente costosa rispetto alla semplice sostitu-
bevuto d’olio per togliere sporco ed olio depositati. zione della catena. Verifichi, pertanto, ad intervalli
Non è necessario usare sgrassanti specifici per la regolari lo stato d’usura della catena.
catena.
Applichi dell’olio, del grasso o della cera sulle ma- A tal fine inserisca davanti la corona grande. Sollevi la
glie della catena, che devono essere il più pulito catena dalla corona con pollice ed indice. Se la catena
possibile. Usi un panno per rimuovere sporco ed olio dalla catena si stacca notevolmente, vuol dire che le maglie sono
Giri le pedivelle e faccia scendere delle gocce sulle fortemente allungate. Sarà necessario sostituirla. Misurazione professionale del grado d’usura
rotelle.
Quindi faccia effettuare alla catena più giri. Non Per una verifica corretta della catena sono disponi-
tocchi la Sua Canyon per alcuni minuti, affinché il bili strumenti di misurazione precisi. La sostituzione
lubrificante possa impregnare la catena. della catena spetta a mani esperte, poiché la maggior
Infine rimuova con un panno il lubrificante in ecces- parte delle catene moderne non hanno una chiusura
so, in modo che durante la guida non spruzzi o non a maglia. Questi tipi di catena sono senza fine e ri-
attiri sporco. chiedono pertanto degli strumenti speciali. Se neces-
sario, chieda ad un rivenditore di scegliere e montare
la catena adatta al cambio della Sua bicicletta.

Applichi dell’olio sulle maglie della catena, che devono essere il più
pulito possibile

Protegga l’ambiente usando solamente Si accerti che il lubrificante non finisca


i
lubrificanti biodegradabili, poiché durante sulle superfici di frenata dei dischi o sulle Una catena mal rivettata può essere causa
l’uso della bicicletta, cade sempre del lubrificante pastiglie del freno. Ciò comprometterebbe l’effica- di una caduta. Chieda ad uno specialista di
per terra. cia dei freni! sostituire la catena.
86 RUOTE COPERTURE E CAMERE D’ARIA CERCHI E RAGGI RUOTE 87

LE RUOTE – Il buon funzionamento delle coperture dipende fon-


damentalmente da una corretta pressione di gonfiag-
gio, che rende le coperture più resistenti anche ai
COPERTURE, CAMERE guasti. In particolare lo schiacciamento della camera
d’aria in seguito all’urto di un angolo, il cosiddetto
D’ARIA E PRESSIONE DI snake-bite, è dovuto ad una pressione di gonfiaggio
troppo bassa.
GONFIAGGIO In genere la pressione di gonfiaggio consigliata dal
Le ruote assicurano il contatto della Sua Canyon con produttore si trova sul fianco della copertura o sull’e-
Ruota Valvola Presta o Sclaverand
il suolo. Il peso dell’utilizzatore e del bagaglio nonché tichetta del tipo. Il limite inferiore della pressione
le asperità del fondo stradale sottopongono le ruote indicata garantisce un miglior comfort di sospensio-
a forti sollecitazioni. Nonostante le ruote vengano ne, ottimale per uscite fuori strada. Aumentando la
prodotte con precisione e consegnate già centrate, pressione si minimizza la resistenza al rotolamento
i raggi subiscono un assestamento dopo i primi chi- mentre il comfort diminuisce. Un’elevata pressione
lometri. Già dopo un breve periodo di rodaggio di ca. di gonfiaggio delle coperture le rende quindi adatte
100-300 chilometri può pertanto essere necessario per uscite su strade e sentieri di campagna in buono
far ricentrare le ruote. Dopo questo periodo di rodag- stato.
gio è necessario controllare regolarmente le ruote, in
genere senza doverle ricentrare. Spesso la pressione viene indicata nell’unità inglese
psi (pound per square inch). Nella tabella sono stati
La ruota è costituita dal mozzo, dai raggi e dal cer- Dimensioni ed intervalli della pressione di gonfiaggio della copertura convertiti i valori più comuni. Svitare il cappuccio in plastica
chio. Sul cerchio viene montata la copertura, nella
quale si trova la camera d’aria. Per proteggere la ca- La copertura ed il cerchio di per sé non sono a tenuta psi bar kPa
mera, che è molto delicata, sui nippli e sul fondo del d’aria. Eccezione: mountain bike con coperture senza 30 2,1 210
cerchio, spesso con spigoli vivi, viene apportato del camera d’aria (tubeless). Per mantenere la pressione 40 2,8 280
rim-tape. all’interno, la camera d’aria viene inserita e gonfiata 50 3,5 350
per mezzo di una valvola. Canyon utilizza la valvola 60 4,1 410
Per montare una nuova copertura è necessario pre- Sclaverand o Presta, oramai montata su quasi tutti i
70 4,8 480
stare attenzione alle dimensioni della copertura mon- tipi di bicicletta. Un cappuccio in plastica preserva la
valvola dallo sporco. 80 5,5 550
tata, solitamente riportate sul fianco della copertura
stessa. Esistono due denominazioni: la più precisa 90 6,2 620
è la denominazione in millimetri. Le cifre 57-559 in- Pressione di gonfiaggio in psi, bar e kPa
dicano che nello stato gonfio la copertura ha una Rim-tape nel cerchio
larghezza di 57 mm ed un diametro (interno) di 559
millimetri. Un’altra denominazione delle dimensioni Nel gonfiare le coperture non superi mai la
per la stessa copertura viene indicata in pollici ed è pressione massima consentita! Durante la
pari a 26 x 2,25. Montando una copertura più gran- Se una la bicicletta con una pressione di corsa la copertura potrebbe uscire dal cerchio o
de è possibile che questa strisci contro la forcella o gonfiaggio troppo bassa è possibile che la scoppiare. Pericolo di caduta!
il carro posteriore. Si attenga assolutamente alle rac- Il montaggio di una copertura più alta, più copertura fuoriesca dal cerchio.
comandazioni del produttore. larga o diversa rispetto a quella di serie
può far sì che, andando lentamente, il piede vada Usando una copertura più larga rispetto a
ad urtare la ruota anteriore. Nella fase di affon- Coperture che consentono una pressione quella di serie è possibile che la copertura
damento l’elemento della sospensione potrebbe pari o superiore a cinque bar devono esse- tocchi la corona della forcella durante l’affonda-
inoltre bloccare una ruota. Pericolo d’incidente! re montate su cerchi con profilo a forma d’uncino. mento appieno della forcella ammortizzata.
88 RUOTE CERCHI E RAGGI BLOCCAGGI RAPIDI E PERNI PASSANTI RUOTE 89

Tenga in considerazione i diametri differenti delle


valvole ed usi solamente camere d’aria con valvole CENTRATURA DEL
compatibili con il cerchio. L’uso di una valvola non
corretta può causare la perdita improvvisa d’aria con CERCHIO, TENSIONE
conseguente incidente.

Un serraggio non corretto del corpo della valvola Pre-


DEI RAGGI
sta determina una lenta fuoriuscita d’aria. Verifichi la I raggi collegano il cerchio con il mozzo situato al
tenuta del corpo della valvola sul tubo allungato. centro della ruota. Una tensione uniforme dei raggi
garantisce la centratura delle ruote. Una ripartizione
Nel caso di valvola Presta o Sclaverand è necessario svitare la val- Verifichi la centratura
Spesso con le pompe a mano non si riesce ad ottene- vola
irregolare delle forze di trazione, dovuta per esempio
re una maggiore pressione di gonfiaggio. A tal scopo all’urto improvviso della ruota contro il bordo di un
sono più adatte le pompe a piede con manometro, con marciapiede o alla rottura di un raggio, fa sì che il
cui si può verificare a casa la pressione della copertu- cerchio non sia più centrato. Il funzionamento della
ra. Per tutti i tipi di valvola sono disponibili degli adat- Sua Canyon può risultare compromesso già prima di
tatori. Con un adattatore adeguato anche una camera notare questa anomalia, che si manifesta con un’o-
d’aria con valvola Sclaverand può essere gonfiata dal scillazione del cerchio.
benzinaio.

Adattatore della valvola


Centraruote

Sostituisca le coperture con profilo con-


sumato o i cui fianchi presentano screpo- Raggi allentati devono essere tesi imme-
Nel caso della valvola Presta o Sclaverand lature. Infiltrazioni di umidità e sporco possono ! diatamente. Altrimenti in questo punto
i causare danni alla struttura interna della coper- aumenta la sollecitazione su tutti i restanti com-
prima di gonfiare è necessario svitare leg-
germente il dado zigrinato e premerlo brevemente tura. ponenti.
verso la valvola, fino a far uscire un po’ d’aria.
Rim-tape difettosi devono essere sostituiti La centratura delle ruote (tensione dei
Usi la bicicletta con la pressione di gon- immediatamente. Eccezione: nel caso di ! raggi) è un’operazione difficile, assoluta-
fiaggio prescritta, che deve essere con- ruote Mavic non sarà necessario apportare del mente di competenza di un esperto!
trollata ad intervalli regolari e per lo meno una rim-tape.
volta alla settimana. Non usi la bicicletta con ruote non centra-
In casi estremi eventuali danni delle co- te. Pericolo di caduta! Verifichi quindi di
Si accerti che il diametro della valvola sia perture possono causare uno scoppio tanto in tanto la centratura dei cerchi. A tal fine
! compatibile con quello del cerchio e che la improvviso della camera d’aria con conseguente sollevi la ruota dal pavimento e la faccia girare
valvola sia sempre diritta! incidente! con la mano.
90 RUOTE BLOCCAGGI RAPIDI E PERNI PASSANTI COPERTURA FORATA RUOTE 91

FISSAGGIO DELLE RUOTE CON BLOCCAGGI RAPIDI


COME RIPARARE UNA
Le ruote vengono fissate sul telaio con gli assi dei
mozzi e bloccate nei cosiddetti forcellini con l’ausilio COPERTURA FORATA
di bloccaggi rapidi.
La foratura di una copertura non risparmia nessun
Tale operazione non richiede l’uso di strumenti. Per ciclista. La foratura della copertura non deve però
estrarre la ruota basta semplicemente spostare ed significare la fine dell’uscita in bicicletta, sempre che
eventualmente svitare di alcuni giri una leva (vedi il si abbia con sé un kit di emergenza o gli strumenti ne-
capitolo “Uso di bloccaggi rapidi e di perni passanti”). cessari per sostituire copertura e camera d’aria. Per Passare al pignone più piccolo prima di smontare la ruota posteriore
Apertura del bloccaggio rapido
sostituire la camera d’aria di biciclette con bloccaggi
Tuttavia i bloccaggi rapidi rendono la vita facile anche rapidi servono semplicemente due leve di montaggio
ai ladri di biciclette! Pertanto è possibile sostituire i ed una pompa. Nel caso di ruote fissate con dadi o
bloccaggi rapidi con antifurti, che si possono aprire e antifurto sarà inoltre necessaria la rispettiva chiave.
chiudere solamente con una chiave dotata di codice o
con una chiave Allen. SMONTAGGIO DELLA RUOTA

FISSAGGIO DELLE RUOTE CON SISTEMI CON PERNI Nel caso di freni V-brake, prima di tutto è necessa-
PASSANTI rio sganciare il cavo sul braccio del freno. Con una
mano afferri la ruota e prema i pattini o i bracci del
Attualmente il mercato offre una gran varietà di siste- freno gli uni verso gli altri. Questa posizione facili- Meccanismo di ritenzione sulla forcella
Chiusura del bloccaggio rapido ta lo sgancio del nipplo a forma di botte o del cavo
mi con perni passanti. Alcuni sistemi vengono fissati
con bloccaggi rapidi mentre montaggio e smontaggio esterno nel caso di freni V-brake.
di altri sistemi richiedono l’uso di strumenti speciali. Nel caso di freni a disco idraulici non azioni mai la
leva del freno una volta smontata la ruota. Nel ri-
Controlli il fissaggio dopo una-due ore d’uso e quindi montare la ruota si accerti che il disco del freno giri
ogni 20 ore d’uso. senza strisciare nella pinza del freno. Dopo aver fre-
nato non tocchi mai direttamente i dischi del freno
poiché questi si surriscaldano e possono causare
ustioni.
Nel caso di ruote posteriori con cambio a catena
prima di smontare passi al pignone più piccolo. In
questo modo il cambio posteriore si trova comple- Non tiri mai la leva del freno (a disco) una
Fissaggio con perni passanti tamente all’esterno e non impedisce le operazioni di ! volta smontata la ruota e si assicuri di ave-
smontaggio. re montato la staffa di sicurezza per il trasporto
Apra il bloccaggio rapido come descritto nel capi- una volta smontata la ruota!
tolo “Uso di bloccaggi rapidi e di perni passanti”. Se
Al riguardo si attenga sempre alle avver- Per parcheggiare la bicicletta, leghi le ruo-
i una volta allentato il bloccaggio non riuscisse ad
tenze del produttore di forcelle nelle istru- ! te fissate con bloccaggi rapidi insieme al estrarre la ruota, è possibile che la causa sia da
I dischi dei freni possono riscaldarsi.
zioni allegate. telaio ad un oggetto stabile. Li faccia raffreddare prima di smontare la
imputarsi ad un meccanismo di ritenzione. Si tratta
ruota.
di collari di ritegno nel forcellino. In questi casi è
Non usi mai la bicicletta senza aver prima Anche le mountain bike Canyon sono dota- necessario aprire di alcuni giri il dado di bloccaggio
i del bloccaggio rapido e quindi sfilare la ruota dai Si attenga alle istruzioni per l’uso dei pro-
controllato il fissaggio della ruota! Il di- te di sistemi con perni passanti. Al riguar- i
stacco di una ruota durante la guida può causare do legga il capitolo “Uso di bloccaggi rapidi e di meccanismi. duttori di freni e di cambi, allegate al
una caduta! perni passanti”. BikeGuard.
92 RUOTE COPERTURA FORATA COPERTURA FORATA RUOTE 93

Per facilitare lo smontaggio della ruota posteriore Ripari la camera d’aria in base alle istruzioni per l’u-
sposti con la mano il cambio posteriore leggermente so del produttore di kit d’emergenza.
indietro. Una volta smontata la copertura verifichi il rim-
Sollevi di poco la Sua Canyon e dia un colpetto alla tape, la cui sede deve risultare omogenea, non deve
ruota per farla cadere. essere danneggiato o presentare crepe e deve co-
prire tutti i nippli ed i fori dei raggi. Nel caso di cer-
SMONTAGGIO DI COPERTONCINI E COPERTONCINI chi con parete doppia il rim-tape deve coprire tutto
PIEGHEVOLI il fondo del cerchio. Questo tipo di cerchi consente
esclusivamente l’uso di rim-tape in tessuto o in ma-
Sviti la chiusura ed i dadi di fissaggio dalla valvola e teriale sintetico rigido. In caso di dubbi sul rim-tape Rim-tape nel cerchio
Per smontare la ruota posteriore sposti leggermente indietro il cam- non esiti a contattare la nostra hotline di assistenza
sgonfi la copertura. bio posteriore
Prema la copertura dal fianco del cerchio fino al +39 045508894.
centro dello stesso. Esegua tale operazione su tutta Se necessario, stacchi dal cerchio anche il secondo
la circonferenza per facilitare così lo smontaggio. fianco.
Appoggi la leva di montaggio a circa 5 cm a sinistra
o a destra della valvola sul bordo inferiore della MONTAGGIO DI COPERTONCINI E COPERTONCINI
copertura, sollevi il fianco della copertura facendo PIEGHEVOLI
leva sul bordo del cerchio. Tenga la leva in questa
posizione. Si accerti che durante il montaggio della copertu-
Posizioni ora la seconda leva a circa 10 centimetri ra non ci siano corpi estranei quali sporco o sabbia
dalla prima leva, tra cerchio e copertura e, anche all’interno della stessa e che la camera d’aria non
in questo caso, sollevi nuovamente il fianco della venga danneggiata. Inserire la valvola nel foro del cerchio
La copertura viene spinta verso il centro del cerchio
copertura facendo leva sul bordo del cerchio.
Una volta sollevata una parte del fianco della co- Inserisca il cerchio con un bordo nella copertura.
pertura facendo leva sul bordo del cerchio, stacchi Con il pollice faccia passare il fianco della coper-
completamente il fianco della copertura spostando tura sul bordo del cerchio in tutta la sua circonfe-
la leva di montaggio su tutta la circonferenza della renza. Questa operazione non dovrebbe richiedere
copertura. l’uso di strumenti. Infili la valvola della camera d’a-
Ora può estrarre la camera d’aria. Faccia in modo ria nel foro della valvola sul cerchio.
che la valvola non si impigli nel cerchio e che la ca- Gonfi leggermente la camera d’aria finché non assu-
mera d’aria non subisca danni. me una forma rotonda e la riponga completamente
nella parte interna della copertura. Verifichi che
non si formino delle pieghe.
Premere con la mano la copertura nel cerchio
Collocazione della leva di montaggio e sollevamento del fianco della Inizi con il montaggio finale sul lato opposto alla
copertura facendo leva sul bordo del cerchio valvola. Faccia passare la copertura sul fianco del
cerchio facendo il più possibile pressione con il pol-
lice.
Presti attenzione a non incastrare o schiacciare Per motivi di sicurezza consigliamo di so-
la camera d’aria tra copertura e cerchio. A tal fine stituire la copertura nel caso la struttura
spinga costantemente la camera d’aria verso l’in- della stessa risultasse danneggiata dalla penetra-
terno della copertura aiutandosi con l’indice della zione di un oggetto.
mano.

Rim-tape difettosi devono essere sostituiti


immediatamente.
Estrarre la camera d’aria dalla copertura
94 RUOTE COPERTURA FORATA COPERTURA FORATA RUOTE 95

Proceda uniformemente su entrambi i lati e lungo la SMONTAGGIO DI COPERTURE SENZA CAMERA D’ARIA
circonferenza della copertura. Verso la fine spinga (COPERTURE TUBELESS/UST)
la copertura con forza verso il basso, di modo che
la parte già montata possa scivolare sul fondo del Faccia uscire tutta la pressione dalla copertura. Con
cerchio. Tale operazione facilita notevolmente il le mani prema i fianchi della copertura verso il centro
montaggio degli ultimi centimetri. del cerchio finché il tallone della copertura non sia al-
Verifichi nuovamente la sede della camera d’aria e lentato su entrambi i lati del cerchio. Cominciando dal
con il palmo della mano prema la copertura sul bor- lato opposto rispetto alla valvola sollevi con le dita un
do del cerchio. fianco della copertura dal fianco (bordo) del cerchio.
Se non dovesse riuscire, consigliamo di usare delle Liberi l’intera parete laterale della copertura. Quindi
Prema la copertura su entrambi i lati per essere sicuro che la camera La copertura senza camera d’aria viene spinta verso il centro del
leve di montaggio. Si accerti che il lato smussato sia d’aria non rimanga incastrata
proceda a staccare la seconda parete dal cerchio.
cerchio
rivolto verso la camera d’aria per non danneggiarla.
Prema la valvola verso la parte interna della coper- RIPARAZIONE DI COPERTURE SENZA CAMERA D’ARIA
tura affinché la camera d’aria non rimanga inca- (COPERTURE TUBELESS/UST)
strata sotto il tallone della copertura. La valvola è
diritta? Se così non fosse smonti nuovamente un In caso di foratura della copertura è possibile usare
fianco della copertura e centri di nuovo la camera le coperture tubeless anche con una camera d’aria.
d’aria. Rimuova prima l’oggetto penetrato nella copertura.
Per essere certi che la camera d’aria non si schiacci Smonti anche la valvola del cerchio. Introduca nella
sotto il fianco, prema la copertura gonfiata a metà copertura una camera d’aria per mountain bike leg-
su entrambi i lati trasversalmente alla direzione germente gonfiata. Monti la copertura come descritto
di corsa e su tutta la circonferenza della ruota. In sopra e presti attenzione alla pressione di gonfiaggio
questo modo è inoltre possibile controllare se si è Linea di controllo sul fianco della copertura corretta ed alla sede stabile nel cerchio. Coperture
spostato il rim-tape. senza camera d’aria possono essere riparate all’inter-
Gonfi quindi la camera d’aria fino a raggiungere la no con delle toppe comunemente in commercio. Si at-
pressione desiderata. La pressione massima è qua- tenga alle istruzioni dei produttori di kit d’emergenza.
si sempre riportata sul fianco della copertura.
Verifichi la sede della copertura con l’aiuto della li-
nea di controllo al di sopra del fianco del cerchio.
È importante che tale linea presenti su tutta la cir-
conferenza della copertura una distanza uniforme
rispetto al bordo del cerchio.

Se la copertura dovesse forarsi durante


i
un’uscita può provare a non smontare la
ruota e a non estrarre completamente la camera
d’aria. Lasci la valvola nel cerchio e cerchi, prima
di tutto, il foro dal quale fuoriesce l’aria. A tal fine
gonfi la camera d’aria e la avvicini all’orecchio
prestando attenzione ad eventuali sibili. Una Un montaggio non corretto può causare il
volta individuato il foro cerchi il rispettivo punto funzionamento non corretto o addirittura
sulla copertura e lo sottoponga a verifica accura- la rottura del freno. Si attenga pertanto assoluta-
ta. Spesso il corpo estraneo si trova ancora nella mente alle avvertenze del produttore nelle istru-
copertura. Se possibile lo rimuova. zioni allegate.
96 RUOTE COPERTURA FORATA COPERTURA FORATA RUOTE 97

MONTAGGIO DI COPERTURE SENZA CAMERA D’ARIA MONTAGGIO DI RUOTE


(COPERTURE TUBELESS/UST)
Il montaggio delle ruote avviene in sequenza inversa
Prima del montaggio verifichi che la parte interna del- rispetto allo smontaggio. Si accerti che la ruota sia
la copertura e la zona intorno al tallone della stessa inserita esattamente nei forcellini e che sia centrata
siano prive di sporco e lubrificante. Prima di montare tra gli steli della forcella o tra i foderi del carro poste-
la copertura, bagni entrambe le parti del tallone con riore. Verifichi la sede corretta del bloccaggio rapido
acqua saponata o con pasta di montaggio per coper- (vedi capitolo “Uso di bloccaggi rapidi e di perni pas-
ture. Non usi leve di montaggio! santi”) e, se necessario, riagganci subito il freno!
Prima di montare la copertura, bagni il tallone con acqua saponata Forcellino
Usi esclusivamente le mani per premere la copertu-
ra sul cerchio, evitando quindi danni al tallone della
copertura. Prema prima un tallone della copertura
per l’intera circonferenza su un bordo del cerchio.
Prema quindi l’altro tallone della copertura sul bordo
del cerchio. Centri la copertura sul cerchio. Si accerti
che la copertura si trovi sul fondo del cerchio e che la
valvola sia centrata tra i fianchi della copertura. Gonfi
la copertura fino a raggiungere la pressione massima
di gonfiaggio. La pressione è di norma riportata sul
fianco della copertura.
Verifichi la sede corretta del bloccaggio rapido
Indicazione della pressione di gonfiaggio sul fianco della copertura
Durante questa operazione la copertura entra nella
sede del cerchio. Verifichi la sede stabile aiutando-
si con la linea sottile di controllo in cima al punto
di collegamento copertura-cerchio. Tale linea deve
scorrere sull’intera circonferenza della copertura con
una distanza omogenea rispetto al cerchio. Partendo
dal valore massimo adegui quindi con la valvola la
pressione di gonfiaggio, senza trascurare l’intervallo
consigliato.

Linea di controllo per la sede della copertura


Un montaggio errato può causare il funzio-
namento non corretto o addirittura la rot-
tura del freno. Si attenga pertanto assolutamente
alle avvertenze del produttore nelle istruzioni al-
Verifichi prima di proseguire se i freni a di- legate.
sco funzionano senza strisciare. Verifichi
la sede stabile della ruota. Verifichi che i dischi Per motivi di sicurezza consigliamo tutta-
Le coperture tubeless possono essere dei freni, dopo il montaggio, siano privi di grasso o via di sostituire la copertura nel caso la
! usate solamente con cerchi e ruote UST altri lubrificanti. Esegua in ogni caso delle frenate struttura della stessa risultasse danneggiata dal-
(Mavic ed altri produttori). di prova! la penetrazione di un oggetto.
98 SERIE STERZO SERIE STERZO 99

LA SERIE STERZO SERIE STERZO AHEADSET®

Con questo sistema di sterzo l’attacco manubrio non


La forcella, l’attacco manubrio, il manubrio e la ruota viene infilato nel tubo della forcella bensì fissato all’e-
anteriore sono alloggiati in maniera girevole nel tela- sterno su un tubo non filettato. L’attacco manubrio è
io mediante la serie sterzo. Affinché la Sua Canyon un elemento importante della testa della serie sterzo.
possa stabilizzarsi ed andare diritta, è necessario che La regolazione dello sterzo è determinata dal fissag-
tale zona dello sterzo si giri con facilità. Le sollecita- gio dell’attacco manubrio.
zioni d’urto di fondi stradali irregolari sollecitano for-
temente la serie sterzo, provocandone, in alcuni casi, Apra le viti di bloccaggio che si trovano sui lati o
un allentamento o spostamento. Verifichi il gioco della serie sterzo appoggiando un dito sulla calot- Dopo aver allentato le viti di bloccaggio laterali regoli il gioco dello
ta dello sterzo e spostando avanti ed indietro la Canyon con freno
dietro all’attacco manubrio. sterzo con la vite di registrazione incassata in alto
azionato Con tatto usi una chiave Allen per serrare di poco la
VERIFICA E REGOLAZIONE vite di registrazione incassata in alto.
Regoli l’attacco manubrio in modo tale che guidan-
Verifichi il gioco appoggiando le dita sulla calotta do su un rettilineo il manubrio non risulti storto.
superiore della serie sterzo. Serri nuovamente le viti laterali dell’attacco ma-
Si appoggi sulla sella con il busto, tiri con l’altra nubrio con una chiave dinamometrica. Utilizzi una
mano il freno della ruota anteriore e spinga forte- chiave dinamometrica e non superi le coppie mas-
mente la Sua Canyon avanti ed indietro. sime di bloccaggio! Le coppie di bloccaggio sono
Se lo sterzo presenta del gioco, con un colpo leg- riportate nel capitolo “Coppie di bloccaggio consi-
gero la calotta superiore si sposta rispetto a quella gliate”, sui componenti stessi e nelle istruzioni dei
inferiore. produttori di componenti.
Un’ulteriore possibilità per verificare la presenza di Esegua la verifica del gioco descritta qui di lato. Serri nuovamente le viti laterali dell’attacco manubrio con una chiave
Per verificare la scorrevolezza dello sterzo sollevi la ruota anteriore e
gioco consiste nel sollevare leggermente la ruota Anche in questo caso lo sterzo non deve essere ser- dinamometrica
si accerti che oscilli con molta facilità
anteriore da terra e di farla cadere. Nel caso di gio- rato troppo stresso.
co dovrebbe sentire dei rumori in questa zona.
Per verificare la scorrevolezza dello sterzo, sollevi Per eseguire la verifica si ponga davanti alla Sua
con una mano il telaio in modo che la ruota anterio- Canyon e blocchi la ruota anteriore tra le ginocchia.
re non sia più in contatto con il pavimento. Sposti Impugni il manubrio e provi a spostarlo rispetto alla
il manubrio da sinistra a destra. La ruota anteriore ruota anteriore. Serri leggermente la vite (le viti) di
deve oscillare facilmente da un estremo all’altro in bloccaggio dell’attacco manubrio nel caso dovesse
maniera scorrevole e senza bloccarsi. Toccando riuscire a girare il manubrio.
leggermente il manubrio la ruota deve muoversi au- La regolazione della serie sterzo richiede
tomaticamente dalla posizione centrale. ! una certa esperienza, pertanto chieda ad
uno specialista di eseguire tale operazione. Se
volesse provare ad effettuare la regolazione, con- Provi a spostare il manubrio rispetto alla ruota anteriore
sigliamo di leggere attentamente le istruzioni del
produttore di sterzi!

Non serri questa vite bensì la usi per rego-


Dopo aver regolato lo sterzo verifichi la ! lare il gioco!
sede stabile dell’attacco manubrio pren-
Guidando con una serie sterzo allentata, dendo la ruota anteriore tra le ginocchia e provan- Dopo aver regolato lo sterzo verifichi la
le sollecitazioni di forcella e sterzo aumen- do a girare il manubrio rispetto alla ruota anterio- sede stabile dell’ attacco manubrio! Un at- Non avviti le viti troppo strette poiché l’at-
tano notevolmente. Pericolo di danni dello sterzo re. Un attacco manubrio allentato può altrimenti tacco manubrio allentato potrebbe essere causa tacco manubrio potrebbe schiacciare il
o di rottura della forcella con conseguenze gravi! essere causa di una caduta. di una caduta grave! tubo della forcella.
100 SOSPENSIONE GLOSSARIO GLOSSARIO SOSPENSIONE 101

SOSPENSIONE Precarico della molla


Nei sistemi di ammortizzazione pneumatica ampia-
mente diffusi la pressione di gonfiaggio determina la
GLOSSARIO: SOSPENSIONE rigidità e il pretensionamento della forcella. Attenete-
vi rigorosamente ai suggerimenti del produttore.
CTD – Climb, Trail, Descend
Gli ammortizzatori Fox presentano tre posizioni alle Le molle in acciaio possono essere pretensionate
quali sono state preimpostate le loro caratteristiche entro un certo range. La sospensione reagisce quindi
di sospensione e soprattutto la loro reazione. Utiliz- solo in presenza di una sollecitazione maggiore. Tut-
zare quindi Climb solo in salita e Descend preferibil- Lockout sul manubrio
Gli elementi elastici Fox presentano tre diverse posizioni tavia la costante elastica non viene modificata. I cicli-
mente in discesa. sti più pesanti non possono compensare una rigidità
troppo bassa con un maggiore pretensionamento.
Smorzamento in compressione – „compression damping“
Solitamente una manopola o rotella di regolazione blu. Regolazione della corsa – „travel adjust“
Ritarda o frena la compressione. Impedisce che la Quasi sempre è possibile ridurre la corsa della forcel-
forcella ammortizzata non raggiunga il fine corsa la ammortizzata con una vite di regolazione. Su alcu-
in caso di colpi rapidi. Per gli ammortizzatori di alta ne forcelle la riduzione si attiva dopo una compres-
qualità si distingue tra smorzamento in compressione sione completa. Per i carri posteriori ammortizzati
High Speed (per colpi forti = compressioni rapide) e („full suspension“) solitamente devono essere svitati
Low Speed (per compressioni lente, per es. dondola- e regolati i segmenti che „accolgono“ la sospensione
menti pedalando in piedi). o le viti. Corsa negativa - „sag“ sulla forcella ammortizzata
Lo smorzamento in compressione ritarda la compressione
Ammortizzatore Lockout
La sospensione è l‘elemento che combina sia la molla Solitamente una leva sull‘ammortizzatore o sul ma-
che l‘ammortizzatore nel carro posteriore di una bici- nubrio.
cletta con sospensione integrale (Full Suspension). Dispositivo che blocca la forcella o la sospensione in
modo che l‘elemento elastico non dondoli su asfalto o
Forcella ammortizzata percorsi lisci. Non deve essere utilizzato fuoristrada.
Forcella che attutisce e smorza gli shock tramite
elementi mobili. Le più comuni sono le forcelle am- Corsa negativa – „sag“
mortizzate telescopiche. Si chiamano tubi portanti i È la corsa data dall‘affondamento del carro posterio-
tubi sottili pressati o avvitati insieme alla testa del- re o della forcella quando il ciclista da fermo assume Corsa negativa - „sag“ sulla sospensione del carro posteriore
la forcella telescopica. Si chiamano foderi quei tubi, Carro posteriore ammortizzato la posizione di guida. Generalmente viene indicata in
solitamente posti in basso, nei quali affondano i tubi percentuale rispetto alla corsa ammortizzata totale.
portanti. Da impostare individualmente.
Sono anche disponibili forcelle Upside-Down.
Ammortizzazione con piattaforma
Costante o rigidità della molla Incrementa lo smorzamento in compressione (Low
È la forza, misurata in newton per millimetro (N/mm) Speed) e impedisce il dondolamento. A differenza del
o Pound/Inch (Lbs/in), necessaria a comprimere la Lockout la sospensione elastica non viene bloccata
molla per una determinata corsa. Una costante ela- completamente.
stica alta richiede più forza per effettuare la corsa.
Per gli elementi elastici equivale ad una maggiore Smorzamento in ritorno – „rebound damping“ Lo smorzamento in ritorno ritarda la decompressione
pressione. Solitamente una manopola o rotella di regolazione
Forcella ammortizzata
rossa. Ritarda o frena l‘estensione. Impedisce che la
bicicletta ondeggi.
102 FORCELLA AMMORTIZZATA FUNZIONAMENTO DUREZZA DEGLI AMMORTIZZATORI FORCELLA AMMORTIZZATA 103

LA FORCELLA Gli elementi della sospensione sono molle in acciaio o


titano oppure aria in una camera stagna o combina-
zioni di questi elementi.
AMMORTIZZATA REGOLAZIONE DELLA DUREZZA DEGLI AMMORTIZ-
È evidente un trend per un maggior comfort di gui- ZATORI
da e un utilizzo più semplice. Per questo motivo le
mountain bike Canyon sono equipaggiate con forcelle Per un funzionamento ottimale è necessario registra-
ammortizzate. La Canyon può essere controllata con re la forcella ammortizzata in base al peso, alla postu-
più facilità su sterrato o su piste di cattiva qualità e ra dell’utilizzatore ed al tipo d’uso.
le sollecitazioni sul ciclista e sulla bicicletta vengo- Forcella ammortizzata Applicare una fascetta sul tubo portante
no sensibilmente ridotte. Nonostante il mercato offra Tenete presente che normalmente già stando seduti
una vasta gamma di tipologie, la maggior parte delle in sella la forcella ammortizzata si deve comprimere
forcella ammortizzata sono di tipo telescopico, il cui leggermente; si tratta della cosiddetta corsa negativa
funzionamento assomiglia agli ammortizzatori utiliz- („sag“). Attraversando una buca l‘ammortizzatore si
zati nelle motociclette. estende e la forcella ammortizzata compensa l‘irrego-
larità della superficie. Se la pressione di gonfiaggio o il
Le forcelle ammortizzate variano in base ai modelli precarico della molla sono troppo elevati, questo effetto
degli elementi della sospensione ed al tipo di am- viene meno perché la forcella ammortizzata è già com-
mortizzatore. Gli elementi della sospensione possono pletamente estesa. In questo modo un fattore importan-
essere molle in acciaio oppure aria in una camera te per la sicurezza e la comodità viene perduto perché
chiusa o combinazioni di questi elementi. L‘ammor- gli pneumatici perdono brevemente aderenza al suolo.
tizzazione avviene generalmente con l‘olio.
Lockout sul manubrio I corridori delle discipline crosscountry e maratona Osservando lo spostamento della fascetta è possibile riconoscere la
L‘ammortizzazione avviene generalmente con l‘olio impostano solitamente una corsa negativa più corta corsa della sospensione
situato in apposite camere. In alcuni casi vengono uti- rispetto a chi pratica freeride o downhill, che pedala più
lizzati ammortizzatori a frizione o ad aria compressa. spesso su terreni irregolari. Da seduti, sulle biciclette
da crosscountry e da maratona la forcella ammortizzata
Quando in salita si pedala per molto tempo in salita, dovrebbe compiere il 10-25 % della corsa massima, sulle
è consigliabile bloccare l‘ammortizzatore (Lockout). biciclette all-mountain, da enduro e freeride il 20-40 %.
In discesa su fondi sfavorevoli è consigliabile tenere Tutte le nostre mountain bike Canyon sono
aperto lo smorzamento in compressione. state progettate per essere utilizzate solo Per effettuare la misurazione potete utilizzare l‘a-
con le forcelle ammortizzate montate di serie o nello di gomma, inserito di solito sul tubo più sottile
FUNZIONAMENTO con forcelle analoghe. L‘utilizzo di forcelle a dop- che affonda nella forcella ammortizzata. Qualora non
dovesse essere presente l‘anello di gomma, stringete
pia piastra o di forcelle di lunghezza diversa non è
Se la ruota anteriore subisce un colpo, la parte inferio- una fascetta per cavi attorno ad uno dei tubi portanti.
re della forcella, i cosiddetti foderi, vengono spinti ver- consentita e determina la decadenza della garan- Stringetelo quanto basta perché possa ancora scor- Impostazione della rigidità della molla con una pompa
so l‘alto. Questi si muovono sugli steli sottili, fissati alla zia. Inoltre può provocare ravi danni o la rottura rere senza scivolare da solo.
testa per mezzo di viti, pressione o colla. La forcella si della bicicletta Canyon. Pericolo d’incidente!
rimpicciolisce, all‘interno una molla viene compressa. Per forcelle a sospensione pneumatica la rigidità vie-
Paraticamente tutti i produttori di forcelle ne regolata tramite la pressione di gonfiaggio sulla
La molla fa in modo che la forcella, dopo il colpo, si i mettono a disposizione delle istruzioni ben
forcella. La pressione deve essere regolata tramite
allunghi e torni nella sua posizione iniziale. Una mol- una speciale pompa ad alta pressione dotata di indi-
la ideale si allungherebbe tutta d‘un colpo. Per far sì scritte. Leggetele con attenzione prima di modifi- catore di pressione prima della prima uscita e all‘oc- Pompa per forcella ammortizzata e sospensione
che l‘allungamento avvenga in modo controllato e la care la regolazione della forcella o di eseguire correnza va regolata successivamente in base alle
forcella non superi la posizione consentita la forcella operazioni di manutenzione. variazioni del peso dell‘utilizzatore e/o del carico.
Eseguire questa importante operazione
è equipaggiata con un ammortizzatore di vibrazioni. Molte sospensioni ad aria presentano un adesivo con i passo dopo passo e contattare in caso di
Le forcelle telescopiche si differenziano nella rea- una tabella indicante dei valori orientativi. Caricare
Leggete anche il Glossario sulle sospen- domande la nostra hotline di assistenza al numero
lizzazione degli elementi di sospensione e nel tipo di i sione all‘inizio del capitolo.
una sospensione ad aria con la pressione indicata
+39 04550889.
sospensione utilizzata. per il proprio peso.
104 FORCELLA AMMORTIZZATA DUREZZA DEGLI AMMORTIZZATORI AMMORTIZZAZIONE FORCELLA AMMORTIZZATA 105

Montate in sella alla vostra Canyon indossando l‘ab- Successivamente verificate la posizione dell‘anello
bigliamento che utilizzate di solito (se necessario di gomma o della fascetta per cavi. La distanza dal
con lo zaino pieno) e assumete la posizione di guida. parapolvere rappresenta la corsa massima utilizzata.
Appoggiatevi ad un oggetto fisso (ringhiera, parete e Se l‘anello di gomma o la fascetta per cavi sono sci-
simili) in modo da non cadere. Chiedete a qualcuno di volati anche solo di un paio di millimetri significa che
aiutarvi a far scorrere l‘anello di gomma o la fascetta la regolazione della forcella è troppo dura. Riducete
per cavi in basso verso il parapolvere sul fodero. la pressione o il precarico della molla nel caso di for-
celle con ammortizzatore di acciaio. Se con le molle in
Scendete dalla bicicletta Canyon senza far affondare acciaio non notate nessun miglioramento, fate sosti-
ulteriormente la forcella. La distanza che risulta tra tuire la molla. Forcella ammortizzata - regolazione della corsa
Pretensionamento forcella con molla in acciaio
l‘anello di gomma o la fascetta per cavi e il parapol-
vere è la corsa negativa. Confrontatela con la corsa Se l‘anello di gomma o la fascetta per cavi sono sci-
ammortizzata totale (indicata dal produttore) per de- volati lungo tutto il tubo o se su fondo stradale in cat-
terminare se la sospensione deve essere regolata più tivo stato la forcella raggiunge più volte il fine corsa
dura o più morbida. Le forcelle ammortizzate sono fatte per rumorosamente, la molla è troppo morbida. In caso
potere/dovere compensare i colpi. Se la di forcelle pneumatiche è necessario aumentare la
In caso di sospensione ad aria, regolare la pressione. forcella è rigida e bloccata, i colpi vengono tra- pressione. Le molle di acciaio devono essere sostitu-
smessi direttamente al telaio che, nella maggior ite da un rivenditore specializzato oppure fissare un
Prendete nota dei valori di regolazione corretti e ve- parte dei casi, non è concepito per sopportare tali appuntamento con un‘officina Canyon.
rificateli periodicamente nel periodo successivo. Te- carichi. Per questo motivo, nel caso di forcelle do-
nete sempre presente le indicazioni del produttore e tate di lockout (meccanismo di blocco) tale fun- REGOLAZIONE DELL‘AMMORTIZZAZIONE
Attivazione del Lockout
non superate assolutamente la pressione di gonfiag- zione deve essere attivata in genere solamente su
gio massima della forcella ammortizzata. Al termine terreno liscio (strade, strade di campagna spia- La regolazione dell’ammortizzazione avviene interna-
di ogni modifica delle impostazioni eseguite un giro nate) e non su fondo irregolare. mente per mezzo di valvole. Il flusso dell‘olio attraver-
di prova. so le valvole riduce la velocità di estensione e com-
pressione della forcella ammortizzata e impedisce il
La forcella ammortizzata deve essere re-
Nella maggior parte delle forcelle ammortizzate con ! golata in modo tale da non raggiungere il
„dondolamento“ della sospensione dopo un ostacolo.
molle in acciaio è possibile pretensionare l‘ammor- In questo modo si ottimizza la reazione agli ostacoli.
fine corsa, se non in casi estremi. Una molla trop-
tizzatore, seppur limitatamente, tramite un una vite
po morbida (pressione d’aria insufficiente) pro-
di regolazione collocata sulla testa della forcella. Se Nel caso di forcelle con smorzamento in ritorno (Re-
duce colpi e rumori forti, provocati dalla compres-
così non fosse e se non è possibile registrare la corsa bound) registrabile è possibile impostare tramite una
sione improvvisa e totale della forcella. Se la
negativa desiderata, è necessario sostituire la molla manopola (di solito rossa) la velocità di estensione o
forcella ammortizzata raggiunge spesso il fine
in acciaio con un pezzo simile più duro o più morbido. intensità di ammortizzazione (più lenta o più veloce). Regolazione dello smorzamento in compressione
corsa, a lungo andare ne subiranno danni sia il
Contattare la nostra hotline di assistenza al numero Se è presente una seconda rotella (di solito blu), que-
telaio che la forcella stessa.
+39 04550889. sta consente di registrare la velocità di affondamento
(compressione) e/o di attivare la funzione lockout.
In caso di sostituzione usare solamente appositi pezzi Osservare le indicazioni delle istruzioni per
i l‘uso del produttore della forcella ammor-
di ricambio, originali e contrassegnati. Iniziate a regolare partendo dalla posizione più aperta
tizzata contenute nel CD allegato o contattare in (ritorno e compressione su „-“) dell‘ammortizzazione.
Al termine di ogni modifica delle impostazioni esegui- caso di domande la nostra hotline di assistenza al Afferrate il manubrio con entrambe le mani e tirate il
te un giro di prova con condizioni del terreno possi- numero +39 04550889. freno della ruota anteriore. Adesso appoggiatevi con
bilmente varie. tutto il peso sulla forcella della ruota anteriore e ri-
Una volta trovata la regolazione desiderata lasciatelo immediatamente. La forcella si estenderà
i prendete nota della pressione di gonfiag- quasi con la stessa velocità con cui l‘avete compressa.
gio ottimale per i futuri controlli.
106 FORCELLA AMMORTIZZATA AMMORTIZZAZIONE LOCKOUT E MANUTENZIONE FORCELLA AMMORTIZZATA 107

Ruotate quindi la manopola di regolazione rossa fa- Eseguite le operazioni un passo per volta perché se
cendo fare uno scatto verso il „+“. Spingete ancora lo smorzamento in compressione è troppo forte la
sulla forcella tirando il freno della ruota anteriore e forcella ammortizzata esaurisce la propria corsa. La
di nuovo rilasciatela immediatamente. Noterete che regolazione dello smorzamento in compressione può
rispetto a prima l‘estensione sarà un po‘ più lenta. essere un processo molto lungo che deve essere ese-
guito con molta attenzione e sempre a piccoli passi.
Ripetete l‘operazione di compressione-rilascio ser-
rando progressivamente lo smorzamento di ritorno. Anche in questo caso cominciare con il livello inferio-
In questo modo prenderete confidenza con il funzio- re, ovvero la manopola o la rotella di regolazione deve
namento dello smorzamento di ritorno. essere girata completamente in direzione „-“.
Regolazione dello smorzamento in ritorno Tenere sempre puliti i tubi portanti della forcella

Solitamente l‘intensità di ammortizzazione viene Effettuate sempre un giro di prova fuori strada per
registrata in modo tale che l‘estensione sia legger- verificare ogni impostazione.
mente frenata senza però strascicare. Un‘estensione
ritardata che diventa poi strascicamento è indice di Se non vi sentite in grado di registrare la sospensione
un‘ammortizzazione troppo elevata. o se dovessero verificarsi dei problemi, osservare le
informazioni del manuale del produttore disponibile
Superate quindi un ostacolo (ad es. scendete da un nel CD allegato oppure contattare la nostra hotline di
marciapiede) e girate lo smorzamento in ritorno a assistenza al numero +39 04550889. Non girate le viti con gli utensili in modo
piccoli passi chiudendo (direzione „+“) fino a quando avventato pensando che possano essere
la forcella, dopo un ciclo compressione-estensione, LOCKOUT viti di regolazione. Così facendo si potrebbe allen-
non dondola più di una o due volte massimo. Effettua- Premere la ruota verso il basso confreno anteriore chiuso tare il meccanismo di fissaggio e provocare una
te sempre un giro di prova fuori strada per verificare Nel caso di lunghe pedalate in piedi, in salita e con caduta. Normalmente i dispositivi di regolazione
ogni impostazione. un elevato dispendio d’energia, solitamente una for- di tutti i produttori possono essere regolati con le
cella ammortizzata dondola. È consigliabile bloccare dita e sono contrassegnati con delle scale o con i
Inoltre in alcuni casi le forcelle ammortizzate pre- l‘ammortizzatore, qualora la forcella ammortizzata segni „+“ (per ammortizzazione maggiore/so-
sentano anche uno smorzamento in compressione sia dotata di lockout. Nel caso di utilizzo (in discesa) spensione più dura) e „-“. A volte il simbolo di una
(„compression“). Il tipico smorzamento in compres- su terreno accidentato è assolutamente necessario lepre o di una tartaruga segnala la velocità.
sione, o High Speed per alcune forcelle ammortizza- aprire il lockout.
te, frena la compressione quando viene superato un
Non usate la bicicletta nel caso in cui la
ostacolo ad elevata velocità. In questi casi una com- Molte biciclette Canyon Hardtail dispongono di una ! forcella ammortizzata raggiunga il fine
pressione rapida potrebbe spaccare la forcella. leva di lockout sul manubrio. Negli ammortizzatori
Se la forcella è troppo dura (intensità di corsa. La forcella stessa ed il telaio potrebbero
Fox „Climb mode“ corrisponde ad un lockout.
ammortizzazione) può succedere che, a subire danni. Regolate sempre la durezza degli
Un‘ammortizzazione più debole fornisce una buona
seguito di sollecitazioni rapide e ripetute, non è ammortizzatori in base al peso dell‘utilizzatore e
risposta ma in determinate circostanze come il supe- MANUTENZIONE
più in grado di estendersi. Pericolo di caduta! del carico e alle condizioni d‘uso.
ramento di ostacoli, per es. delle sporgenze, a veloci-
tà elevata, la forcella ammortizzata si comprime con Le forcelle ammortizzate sono elementi complicati,
troppa forza o dondola pedalando in piedi. Un‘am- che richiedono manutenzione e cura regolari. Per- Non attivate la funzione lockout su fondo
Montando uno pneumatico nuovo sulla ! irregolare bensì solamente su terreno li-
mortizzazione troppo forte indurisce la sospensione ruota anteriore accertatevi che non vada a tanto i produttori di forcelle ammortizzate mettono a
e limita il comfort di guida. strisciare contro la testa della forcella quando la disposizione centri d‘assistenza dove è possibile fare scio (strade, strade di campagna spianate).
forcella è completamente compressa. Eventual- riparare la forcella e sottoporla ai controlli di turno a
Se il „sag“ è stato impostato correttamente come mente svuotate dell‘aria dalla forcella ammortiz- seconda del tipo d’uso (ad es. annualmente). Osservare le indicazioni delle istruzioni per
descritto sopra e durante un normale giro di prova la zata e premete con forza il manubrio verso il bas-
i l‘uso del produttore della forcella ammortiz-
forcella lavora correttamente, tuttavia in situazioni so per accertarvi che sia fuoriuscita. La ruota zata contenute nel CD allegato o contattare la no-
estreme la forcella sbatte, è possibile aumentare leg- anteriore può bloccarsi. Pericolo di caduta! stra hotline di assistenza al numero +39 04550889.
germente lo smorzamento in compressione.
108 FORCELLA AMMORTIZZATA MANUTENZIONE POSIZIONE DI SEDUTA E DUREZZA DEGLI AMMORTIZZATORI FULL SUSPENSION 109

In ogni caso consigliamo di seguire attentamente al-


cuni consigli generali sulla manutenzione: FULL SUSPENSION
1. Accertatevi che le superfici di scorrimento dello Le biciclette a sospensione integrale sono dotate di
stelo del tubo portante e le guarnizioni parapolvere una forcella ammortizzata e di un carro posteriore
siano pulite. mobile la cui sospensione e ammortizzazione avvie-
ne per mezzo di una sospensione. Questo garantisce
2. Se è sporca, pulite la forcella ammortizzata subito un miglior controllo della bicicletta durante le uscite
dopo l‘uscita con acqua abbondante e una spugna fuori strada o su fondi stradali in cattivo stato, perché
morbida. lo pneumatico ha una maggiore aderenza al suono. Le
Dopo la pulizia applicare un po‘ di lubrificante adatto sollecitazioni (d’urto) su bicicletta ed utilizzatore si Carro posteriore ammortizzato

3. Dopo aver lavato la bicicletta spruzzate dello spray riducono notevolmente.


lubrificante approvato dal produttore o applicate
un leggero strato di olio idraulico sui tubi portanti Le sospensioni variano in base ai modelli degli elementi
della forcella ammortizzata. Quindi esercitate più elastici e del tipo di ammortizzatore. La sospensione è
volte pressione sulla forcella ed eliminate il lubrifi- dotata generalmente di un elemento pneumatico o, più
cante in eccesso con un panno pulito prima dell‘u- raramente, di molle in acciaio. Per ammortizzare viene
scita successiva. impiegato normalmente dell’olio. A seconda del sistema
vengono impiegati uno o più assi.
4. Non usate idropulitrici né detergenti aggressivi!
Osservare le indicazioni delle istruzioni per l‘uso PARTICOLARITÀ DELLA POSIZIONE DI SEDUTA
del produttore della forcella ammortizzata conte- In caso di sospensioni ad aria controllare eventualmente la pressione
Sospensione ad aria
nute nel CD allegato o contattare la nostra hotline A seconda della regolazione della sospensione del
di assistenza al numero +39 04550889. carro posteriore la sella potrebbe inclinarsi legger-
mente all‘indietro nel momento in cui vi salite. Questo
5. Nel caso di forcelle a sospensione pneumatica, è aspetto deve essere tenuto in considerazione quando
necessario controllare regolarmente la pressione, si regola l‘inclinazione della sella. Nel caso di proble-
Le forcelle ammortizzate sono sempre mi di seduta provate ad abbassare di poco il naso del-
dato che con il tempo può diminuire. ! esposte agli spruzzi d‘acqua e di fango del- la sella rispetto alla regolazione standard.
la ruota anteriore. Puliteli dopo ogni uscita con
6. Nel caso di forcelle dotate di sospensione in ac-
acqua abbondante. Nelle discipline dirt, freeride e downhill la sella spesso
ciaio, le molle in plastica devono essere pulite e
lubrificate regolarmente con grasso privo di resine viene posizionata molto in basso e inclinata all‘indietro.
e di acidi. Alcuni produttori di forcelle forniscono Portate almeno una volta all’anno la forcel-
i la ammortizzata presso un centro di assi- REGOLAZIONE DELLA DUREZZA DEGLI AMMORTIZ-
Sospensione con molla in acciaio
del grasso specifico. Attenetevi rigorosamente ai
suggerimenti del produttore. È un‘operazione per stenza del produttore di forcelle. ZATORI
il centro di assistenza della forcella ammortizzata. In genere alle sospensioni sono allegate
Per un funzionamento ottimale del carro posteriore, i delle istruzioni. Leggerle con attenzione pri-
Se necessario, rivolgersi al centralino per l‘assi- Sono disponibili consigli per il montaggio e
stenza +39 04550889. i la registrazione anche online all‘indirizzo
la sospensione dev‘essere regolata in base al peso ma di modificare la regolazione della sospensione o
dell‘utilizzatore, alla postura di seduta e all‘uso pre- di eseguire operazioni di manutenzione. Le istruzio-
www.centurion.de
Gli elementi della sospensione sono componenti so- visto. ni del produttore della sospensione sono disponibi-
www.manitoumtb.com
fisticati. Lasciate che sia il centro di assistenza del li nel CD allegato oppure contattare la nostra hotli-
www.rockshox.com
produttore della sospensione ad eseguire la manu- Eseguire questa importante operazione ne di assistenza al numero +39 04550889.
www.sportimport.de
tenzione e soprattutto lo smontaggio degli elementi i passo dopo passo e contattare in caso di
www.foxracingshox.com
della sospensione. www.toxoholics.de domande la nostra hotline di assistenza al numero Leggete anche il Glossario sulle sospen-
+39 04550889.
i sione all‘inizio del capitolo.
www.srsuntour-cycling.com
110 FULL SUSPENSION DUREZZA DEGLI AMMORTIZZATORI DUREZZA DEGLI AMMORTIZZATORI FULL SUSPENSION 111

Tenete presente che normalmente già stando seduti in Confrontatela con la corsa ammortizzata totale (in-
sella della bicicletta il carro posteriore si deve compri- dicata dal produttore) della sospensione ma non del
mere leggermente; si tratta della cosiddetta corsa nega- carro posteriore, o misurate utilizzando come riferi-
tiva („sag“). Attraversando una buca l‘ammortizzatore mento la parte dritta e liscia che viene compressa, per
si estende e il carro posteriore compensa l‘irregolarità determinare se la sospensione deve essere regolata
della superficie. Se la pressione di gonfiaggio o il preca- più dura o più morbida.
rico della molla sono troppo elevati, questo effetto viene
meno perché il carro posteriore è già completamente In caso di sospensione ad aria, regolare la pressione.
esteso. In questo modo un fattore importante per la si-
curezza e la comodità viene perduto perché gli pneuma- Prendete nota dei valori di regolazione corretti e
tici perdono brevemente aderenza al suolo. verificateli periodicamente nel periodo successivo. Gli ammortizzatori ad aria vengono regolati adattando la pressione
O-Ring sull‘ammortizzatore in alto
Tenete sempre presente le indicazioni del produttore dell‘aria
I corridori delle discipline crosscountry e maratona e non superate assolutamente la pressione di gon-
impostano solitamente una corsa negativa più corta fiaggio massima della sospensione. Al termine di ogni
rispetto a chi pratica freeride o downhill, che pedala più modifica delle impostazioni eseguite un giro di prova.
spesso su terreni irregolari. Da seduti, sulle biciclette
da crosscountry e da maratona il carro posteriore do- Nella maggior parte delle sospensioni con molle in
vrebbe compiere il 10-25 % della corsa massima, sulle acciaio è possibile pretensionare la molla, seppur
biciclette all-mountain, da enduro e freeride il 20-40 %. limitatamente, tramite un anello di regolazione. Se
così non fosse e se non è possibile registrare la corsa
Per effettuare la misurazione potete utilizzare l‘anello negativa desiderata, è necessario sostituire la molla
di gomma, inserito di solito sul tubo più sottile della in acciaio con un pezzo simile più duro o più morbido.
sospensione. Qualora non dovesse essere presente l‘a- Contattare la nostra hotline di assistenza al numero
nello di gomma, stringete una fascetta per cavi attorno L‘O-Ring spostato sull‘ammortizzatore indica la corsa della sospen- +39 04550889. Il tensionamento delle molle di acciaio viene modificata girando l‘a-
sione nello di registrazione zigrinato
al tubo più sottile. Stringetelo quanto basta perché
possa ancora scorrere senza scivolare da solo. In caso di sostituzione usare solamente appositi pezzi
di ricambio, originali e contrassegnati.
Nelle sospensioni ad aria la rigidità della molla viene
regolata tramite la pressione dell‘aria nella sospen- Le biciclette con sospensione integrale Durante l‘uso coprite sempre la valvola con il relativo
sione. La pressione deve essere regolata tramite una i hanno una maggiore distanza da terra ri-
cappuccio. Al termine di ogni modifica delle imposta-
speciale pompa ad alta pressione dotata di indicatore zioni eseguite un giro di prova con condizioni del ter-
di pressione prima della prima uscita e all‘occorrenza spetto alle biciclette senza sospensione. Posizio- reno possibilmente varie. Successivamente verificate
va regolata successivamente in base alle variazioni del nando la sella all‘altezza corretta non dovreste ri- la posizione dell‘anello di gomma o della fascetta per
peso dell‘utilizzatore e/o del carico. Molte sospensioni uscire a toccare terra con i piedi. Inizialmente cavi. La distanza dal parapolvere rappresenta la cor-
ad aria presentano un adesivo con una tabella ripor- consigliamo di impostare la sella più in basso ed sa massima dell‘ammortizzatore. La sospensione deve essere regolata in
esercitarsi a salire e scendere.
! modo tale da non raggiungere il fine corsa,
tante dei valori orientativi. Caricare una sospensione
ad aria con la pressione indicata per il proprio peso. Se l‘anello di gomma o la fascetta per cavi sono scivolati se non in casi estremi. Una molla troppo morbida
anche solo di un paio di millimetri significa che la re- (pressione d’aria insufficiente) produce colpi e
Montate in sella indossando l‘abbigliamento che uti- Nel caso di telaio a sospensione integrale golazione della sospensione è troppo dura. Riducete la
il carro posteriore è costruito in modo da rumori forti, provocati dalla compressione im-
lizzate di solito (se necessario con lo zaino pieno) e pressione o, in caso di sospensioni con molle in acciaio, provvisa e totale della sospensione. Se la sospen-
assumete la posizione di guida. Appoggiatevi ad un poter, o meglio, dover compensare i colpi. Se la il precarico della molla. Se con le molle in acciaio non
sospensione è rigida e bloccata, i colpi vengono sione raggiunge spesso il fine corsa, a lungo an-
oggetto fisso (ringhiera, parete e simili) in modo da notate nessun miglioramento, fate sostituire la molla.
trasmessi direttamente al telaio che, nella mag- dare ne subiranno danni sia il telaio che la
non cadere. Chiedete a qualcuno di aiutarvi a far
scorrere l‘anello di gomma o la fascetta per cavi in gior parte dei casi, non è concepito per sopporta- Se l‘anello di gomma o la fascetta per cavi sono scivo- sospensione stessa.
basso verso il parapolvere sul fodero. re tali carichi. Per questo motivo, nel caso di so- lati lungo tutto il tubo o se su fondo stradale in cattivo
spensioni dotate di lockout (meccanismo di stato la sospensione raggiunge più volte il fine corsa Osservare le indicazioni delle istruzioni per
Scendete dalla bicicletta senza far affondare ulterior- blocco) tale funzione deve essere attivata in ge- rumorosamente, la sospensione è troppo morbida. In i l‘uso del produttore dell‘ammortizzatore
mente il carro posteriore. La distanza che risulta tra nere solamente su terreno liscio (strade, strade di caso di sospensioni ad aria è necessario aumentare contenute nel CD allegato o contattare la nostra
l‘anello di gomma o la fascetta per cavi e il parapolve- la pressione. Contattare la nostra hotline di assisten-
campagna spianate) e non su fondo irregolare. hotline di assistenza al numero +39 04550889.
re è la corsa negativa. za al numero +39 04550889.
112 FULL SUSPENSION REGOLAZIONE E AMMORTIZZAZIONE AMMORTIZZAZIONE FULL SUSPENSION 113

REGOLAZIONE DELLA SOSPENSIONE Solitamente l‘intensità di ammortizzazione viene


registrata in modo tale che l‘estensione sia legger-
In genere guidate utilizzando la corsa massima mente frenata senza però strascicare. Un‘estensione
dell‘ammortizzatore consentita dal carro posteriore ritardata che diventa poi strascicamento è indice di
Full Suspension. Questo offre il massimo divertimen- un‘ammortizzazione troppo elevata.
to e il miglior controllo della bicicletta.
Superate quindi un ostacolo (ad es. scendete da un
Alcune biciclette consentono di regolare l‘assetto a marciapiede) e girate lo smorzamento in ritorno a pic-
seconda del terreno. coli passi chiudendo (direzione „+“) fino a quando il
carro posteriore, dopo un ciclo compressione-esten- Smorzamento in compressione sulla sospensione
Regolazione dell‘assetto
sione, non dondola più di una o due volte massimo.
REGOLAZIONE DELL‘AMMORTIZZAZIONE
Effettuate sempre un giro di prova fuori strada per
verificare ogni impostazione.
La regolazione dell’ammortizzazione avviene inter-
namente per mezzo di valvole. Il flusso dell‘olio at- Inoltre in alcuni casi le sospensioni presentano uno
traverso le valvole riduce la velocità di estensione e smorzamento in compressione („compression“). Il Nel caso di una successione rapida di col-
compressione della sospensione e impedisce il „don- tipico smorzamento in compressione, o High Speed pi, il carro posteriore, se troppo duro (in-
dolamento“ della sospensione dopo un ostacolo. In per alcune sospensioni, frena la compressione quan- tensità di ammortizzazione), potrebbe eventual-
questo modo si ottimizza la reazione agli ostacoli. do viene superato un ostacolo ad elevata velocità. In mente non estendersi più. Pericolo di caduta!
questi casi una compressione rapida potrebbe spac-
Nel caso di sospensioni con smorzamento in ritorno care la sospensione.
Smorzamento in ritorno sulla sospensione Non girate le viti con gli utensili in modo
(Rebound) registrabile è possibile impostare tramite
Un‘ammortizzazione più debole fornisce una buo- avventato pensando che possano essere
una manopola (di solito rossa) la velocità di estensione
na risposta ma in determinate circostanze come il viti di regolazione. Così facendo si potrebbe allen-
o intensità di ammortizzazione (più lenta o più veloce).
superamento di ostacoli, per es. delle sporgenze, a tare il meccanismo di fissaggio e provocare una
velocità elevata, il carro posteriore si comprime con caduta. Normalmente i dispositivi di regolazione
Se è presente una seconda rotella (di solito blu), que-
troppa forza o dondola pedalando in piedi. Un‘ammor- di tutti i produttori possono essere regolati con le
sta consente di registrare la velocità di affondamento
tizzazione più forte indurisce la sospensione e limita dita e sono contrassegnati con delle scale o con i
(compressione) e/o di attivare la funzione lockout.
il comfort di guida. segni „+“ (per ammortizzazione maggiore/so-
spensione più dura) e „-“.
Iniziate a regolare partendo dalla posizione più aperta
Se il „sag“ è stato impostato correttamente come de-
(ritorno e compressione su „-“) dell‘ammortizzazione.
scritto sopra e durante un normale giro di prova la so- Montando uno pneumatico nuovo sulla
Afferrate la sella con tutte e due le mani. Adesso ap- Abbassare la sella spensione lavora correttamente, tuttavia in situazioni
poggiatevi con tutto il peso sulla sella e rilasciatelo ruota posteriore accertatevi che non vada
estreme sbatte, è possibile aumentare leggermente lo
immediatamente. La sospensione si estenderà quasi smorzamento in compressione. a strisciare contro il telaio quando il carro poste-
con la stessa velocità con cui l‘avete compressa. riore è completamente compresso. Eventualmen-
Eseguite le operazioni un passo per volta perché se te svuotate dell‘aria l‘ammortizzatore e premete
Non guidare con la corsa ridotta su fondi
Ruotate quindi la manopola di regolazione rossa fa- ! irregolari, soprattutto in salita! lo smorzamento in compressione è troppo teso la so- con forza la sella verso il basso per accertarvi che
cendo fare uno scatto verso il „+“. Premete di nuovo spensione esaurisce la propria corsa. sia fuoriuscita. La ruota posteriore può bloccarsi.
la sella verso il basso e di nuovo rilasciatela immedia- Pericolo di caduta!
tamente. Noterete che rispetto a prima l‘estensione Leggere anche le istruzioni complementari La regolazione dello smorzamento in compressione
i se avete acquistato ad es. una Strive.
sarà un po‘ più lenta. può essere un processo molto lungo che deve essere Non usate la bicicletta nel caso in cui l‘am-
eseguito con molta attenzione e sempre a piccoli passi. ! mortizzatore raggiunga il fine corsa. L‘am-
Ripetete l‘operazione di compressione-rilascio ser- Osservare le indicazioni delle istruzioni per mortizzatore stesso ed il telaio potrebbero subire
rando progressivamente lo smorzamento di ritorno. i l‘uso del produttore della sospensione
Anche in questo caso cominciare con il livello inferio-
danni. Regolate sempre la durezza degli ammor-
In questo modo prenderete confidenza con il funzio- re, ovvero la manopola o la rotella di regolazione deve
contenute nel CD allegato o contattare la nostra tizzatori in base al peso dell‘utilizzatore e del cari-
namento dello smorzamento di ritorno. essere girata completamente in direzione „-“.
hotline di assistenza al numero +39 04550889. co e alle condizioni d‘uso.
114 FULL SUSPENSION LOCKOUT E MANUTENZIONE MANUTENZIONE FULL SUSPENSION 115

Effettuate sempre un giro di prova fuori strada per 3. Dopo aver lavato la bicicletta Canyon spruzzate
verificare ogni impostazione. dello spray lubrificante o applicate un leggero stra-
to di olio idraulico indicato dal produttore come
Se non vi sentite in grado di registrare la sospensione idoneo sullo stelo del pistone della sospensione e
o se dovessero verificarsi dei problemi, osservare le sui cuscinetti. Quindi esercitate più volte pressio-
informazioni del manuale del produttore disponibile ne sul carro posteriore ed eliminate il lubrificante
nel CD allegato oppure contattare la nostra hotline di in eccesso con un panno pulito prima dell‘uscita
assistenza al numero +39 04550889. successiva. Utilizzate il lubrificante consigliato dal
produttore.
LOCKOUT Pulizia della sospensione con una spugna e acqua In caso di sospensioni ad aria controllare eventualmente la pressione.
4. Non usate idropulitrici né detergenti aggressivi!
Nel caso di lunghe pedalate in piedi, in salita e con un
elevato dispendio d’energia, solitamente un carro po- 5. In caso di sospensioni con molle in acciaio pulire
steriore dondola. È consigliabile bloccare l‘ammortiz- regolarmente l‘ammortizzatore e l‘asta del pisto-
zazione, qualora la sospensione sia dotata di lockout. ne sottostante e lubrificare quest‘ultimo con uno
Nel caso di utilizzo (in discesa) su terreno accidenta- spray approvato dal produttore. Attenetevi rigoro-
to è assolutamente necessario aprire il lockout. samente ai suggerimenti del produttore.

Molte biciclette Canyon dispongono di una leva 6. In caso di sospensioni a sospensione pneumatica,
di lockout sul manubrio. Negli ammortizzatori Fox è necessario controllare regolarmente la pressio-
„Climb mode“ corrisponde ad un lockout. ne, dato che con il tempo può diminuire.
Dopo la pulizia applicare un po‘ di lubrificante adatto Verificare regolarmente che tutte le viti del carro posteriore siano
MANUTENZIONE 7. Verificate regolarmente con una chiave dinamo- fissate con le coppie di serraggio prescritte
metrica che tutte le viti del carro posteriore siano
Le sospensioni e i carri posteriori sono componenti serrate come indicato sul carro stesso. Verificate
complicati, che richiedono manutenzione e cura re- inoltre che i cuscinetti del carro posteriore abbia-
golari. Pertanto i produttori di sospensioni mettono a no gioco laterale, oppure che i cuscinetti della so-
disposizione centri d‘assistenza dove è possibile fare spensione abbiano gioco verticale.
riparare la sospensione e sottoporla ai controlli di
turno a seconda del tipo d’uso (ad es. annualmente). Sollevate la bicicletta dalla sella e proviate a spostare
lateralmente la ruota posteriore. Chiedete eventual-
Non attivate la funzione lockout su fondo
In ogni caso consigliamo di seguire attentamente al- ! irregolare bensì solamente su terreno li-
mente ad una terza persona di tenere fermo la parte
i
Portate almeno una volta all’anno la so-
cuni consigli generali sulla manutenzione: anteriore del telaio. spensione del carro posteriore presso un
scio (strade, strade di campagna spianate). centro di assistenza del produttore delle sospen-
1. Accertatevi che le superfici di scorrimento dello Per verificare il gioco della sospensione, appoggiate sioni.
stelo del pistone siano sempre pulite. Gli elementi della sospensione sono com- con attenzione la ruota posteriore a terra e risolle-
ponenti sofisticati. Lasciate che sia il cen- vatela leggermente. Prestate attenzione ad eventuali Sono disponibili consigli per il montaggio e
2. Se necessario, dopo ogni uscita pulire la sospen- tro di assistenza del produttore della sospensione rumori sospetti. Eliminare immediatamente la pre- i la registrazione anche online all‘indirizzo
sione e il carro posteriore con acqua abbondante ad eseguire la manutenzione e soprattutto lo senza di un eventuale gioco oppure contattare la no- www.rockshox.de
e con un panno morbido, dedicando particolare smontaggio degli elementi elastici. stra hotline di assistenza al numero +39 04550889. www.sportimport.de
attenzione ai cuscinetti. www.dtswiss.com
Le sospensioni sono sempre esposte agli www.manitoumtb.com
! spruzzi d‘acqua e di fango della ruota po- www.centurion.de
steriore. Puliteli dopo ogni uscita con acqua ab- www.foxracingshox.com
bondante. www.toxoholics.de
116 TRASPORTO TRASPORTO 117

TRASPORTARE LA Diversamente dai portabiciclette da tetto, con i por-


tabiciclette posteriori, sempre più di moda, non è
necessario trasportare la bicicletta ad un’altezza
BICICLETTA CANYON elevata. Si accerti che forcella e telaio non subiscano
danni con il tipo di fissaggio usato. Pericolo di rottura!
TRASPORTO IN MACCHINA
Durante l’acquisto si assicuri che il portabiciclette sia
Esistono diverse possibilità per trasportare in mac- conforme alle norme di sicurezza valide nel proprio
china la Sua Canyon. Canyon consiglia esclusiva- paese (marchio GS o simile).
mente il trasporto nel bagagliaio.
TRASPORTO IN AEREO
Pur occupando molto spazio, nel bagagliaio le bici- Trasporto in macchina Il BikeGuard Canyon
clette sono meglio protette da sporco, furto e danni. In caso di viaggio in aereo riponga la Sua Canyon
Fissi la Sua Canyon nell’abitacolo. Par- nell’apposito BikeGuard o nel BikeShuttle.
Si assicuri tuttavia che i cavi, l’impianto d’illumina- ! ti sciolte potrebbero mettere ulteriormente
zione ed i relativi cavi ed, in particolare, il cambio in pericolo gli occupanti della macchina in caso Metta le ruote in borse apposite, affinché siano pro-
posteriore non subiscano danni. Protegga la Sua d’incidente. In caso di trasporto della bicicletta tette a sufficienza nella valigia o nella scatola di car-
Canyon con coperte o simili. Se molto sporca, con- all’interno della macchina è spesso necessario tone. Non dimentichi di portare con se gli strumenti
sigliamo di appoggiarla su una coperta o simili per smontare la ruota anteriore o addirittura entram- necessari, una chiave dinamometrica, i bit e le pre-
non sporcare i sedili della macchina. be le ruote. Per smontare le ruote legga in ogni senti istruzioni per montare la bicicletta correttamen-
Fissi la bicicletta in modo che non si muova. caso il capitolo “Le ruote”, paragrafo “Come ripa- te una volta giunto a destinazione.
rare una copertura forata”!
Nel caso smontasse una ruota con freni a disco, si
ricordi di non azionare più la leva del freno. Altrimenti
le pastiglie potrebbero slittare rendendo difficoltoso Non usi portabiciclette con i quali la Sua
il montaggio successivo. Apporti le staffe di sicurezza Canyon viene fissata al contrario, ossia
per il trasporto sulle pinze del freno. Azioni quindi le con il manubrio e la sella rivolti verso il basso.
leve del freno e le blocchi con un elastico o con una Con questo tipo di fissaggio il manubrio, l’attacco Il BikeShuttle Canyon
cinghia. manubrio, la sella ed il reggisella vengono forte-
mente sollecitati durante il trasporto. Pericolo di Legga con attenzione le istruzioni per l’uso
Nel caso non fosse possibile trasportare la biciclet- rottura! Non usi portabiciclette con i quali la Sua i
del portabiciclette, si attenga al carico uti-
ta nel bagagliaio, quasi tutti i rivenditori di acces- Canyon viene fissata sulla forcella senza ruota le consentito ed alla velocità massima consigliata
sori auto e le marche automobilistiche dispongono anteriore. Alcune forcelle ammortizzate sono o prescritta.
di portabiciclette che non richiedono lo smontaggio particolarmente soggette a rottura se fissate in
della bicicletta. Normalmente le biciclette vengono questo modo.
L’imballaggio non corretto della Sua Si accerti che la bicicletta sia sempre fis-
! Canyon secondo le istruzioni d’imballaggio
posizionate su una guida montata sul tetto e quindi
fissate con una fascetta sul tubo obliquo. sata sia prima di partire che ad intervalli
Non è consentito il trasporto di mountain allegate non Le da alcun diritto al rimborso da
! bike Canyon su portabiciclette conven-
regolari durante il trasporto. Sganciandosi dal
parte della Canyon Bicycles GmbH di eventuali tetto la bicicletta può mettere in pericolo gli altri
zionali con bloccaggi. Nel caso di tubi del telaio danni insorti durante il trasporto. utenti del traffico.
di grandi dimensioni è possibile questi vengano
schiacciati dai bloccaggi del portabiciclette! So-
Non trasporti a testa in giù le biciclette con prattutto i telai in carbonio potrebbero subire dei Verifichi che i dispositivi d’illuminazione e Non dimentichi la maggiore altezza della
i
freni a disco, in quanto potrebbe filtrare danni irreparabili. Tali danni possono non essere la targa dell’auto siano ben visibili. In al- ! macchina. Misuri l’altezza totale della
dell’aria nel sistema frenante provocando un’ava- riconoscibili a vista d’occhio ma provocare co- cuni casi è d’obbligo il montaggio di un secondo macchina e l’annoti su un foglio che riporrà ben
ria dei freni. Pericolo d’incidente! munque incidenti gravi. specchietto retrovisore esterno. visibile sul cruscotto o sul volante.
118 CURA ED ISPEZIONE CURA ED ISPEZIONE 119

AVVERTENZE GENERALI Decisamente più delicata è la pulizia della biciclet-


ta con un leggero getto d’acqua e/o con un secchio
d’acqua e l’ausilio di una spugna o di un pennello. La
SU CURA ED ISPEZIONI pulizia a mano ha un ulteriore effetto positivo secon-
dario: così facendo può individuare in tempo avarie,
La Sua Canyon è un prodotto di qualità. Tuttavia, zone con vernice danneggiata o parti usurate.
come nel caso di altri veicoli, è necessario curare co-
stantemente la bicicletta e far eseguire ad uno spe- Una volta asciutta, consigliamo di apportare della
cialista le operazioni di manutenzione ad intervalli cera dura sulla verniciatura e sulle superfici metal-
regolari. liche della Sua Canyon (eccezione: dischi dei freni).
Pulizia della bicicletta Canyon con panno ed acqua Conservare con cera dura la vernice e le superfici metalliche
Apporti uno strato di cera anche su raggi, mozzi, viti,
Inoltre, nel caso di biciclette leggere è necessario dadi, etc. Sulle parti con superficie ridotta è possi-
eseguire la sostituzione regolare di alcuni componen- bile applicare la cera con un nebulizzatore. Lucidi le
ti di fondamentale importanza (vedi capitolo “Inter- superfici incerate con un panno morbido fino a farle
valli d’ispezione e manutenzione”). In questo modo brillare e a renderle così impermeabili all’acqua.
viene garantito un funzionamento duraturo e sicuro
di tutte le parti, senza dover rinunciare al piacere ed Una volta terminati i lavori di pulizia controlli la ca-
alla sicurezza di guida. tena ed eventualmente la ingrassi (vedi capitolo “Il
cambio”, paragrafo “Cura della catena”).
PULIZIA E CURA DELLA BICICLETTA CANYON

Sudore, sporco, sale dell’inverno o salsedine marina


Verifichi tutti i componenti leggeri
danneggiano la Sua Canyon. Pertanto è necessario
pulire regolarmente e proteggere da corrosione tutti Lubrificare la catena dopo averla pulita
i componenti della bicicletta.

Non pulisca la Sua Canyon con un’idropulitrice. Que-


sto tipo di pulizia rapida presenta notevoli svantaggi:
il forte getto d’acqua generato da una pressione ele-
vata può sforare le guarnizioni e penetrare all’interno
dei cuscinetti; con conseguente diluizione dei lubrifi-
canti, aumento dell’attrito e corrosione. Col tempo si Non esegua operazione alcuna se non di- Non apporti prodotti di pulizia e cura o olio
rovina la superficie di scorrimento dei cuscinetti e la ! spone delle conoscenze particolari neces- della catena sulle pastiglie e sui dischi dei
flessibilità di funzionamento ne risulta compromessa. sarie o degli strumenti adeguati. freni! Il freno potrebbe rompersi (vedi capitolo “Il
Molto spesso con l’uso di idropulitrici si staccano an- Durante la pulizia faccia attenzione ad sistema frenante”)! Non apporti olio o grasso sul-
che gli adesivi. eventuali cricche, graffi, alterazioni di co- le zone di bloccaggio in carbonio, quali manubrio,
Non pulisca la Sua Canyon a distanza rav- lore o deformazioni del materiale. In caso di dubbi attacco manubrio, reggisella e tubo verticale.
! vicinata con un forte getto d’acqua o con si rivolga alla nostra hotline di assistenza +39
un’idropulitrice. 045508894. Faccia sostituire immediatamente i
Per rimuovere tracce d’olio o di grasso
! persistenti dalle superfici verniciate ed in
componenti danneggiati e ripari le zone con verni-
ce danneggiata.
Protegga con una pellicola o simile il lato carbonio usi un detergente a base di petrolio. Non
i usi sgrassanti che contengono acetone, monoclo-
superiore del fodero posteriore orizzontale
e tutte le zone in cui i cavi potrebbero sfregare. In Prima di apportare della cera dura sul tela- rometano, etc. o solventi, detergenti non neutri o
questo modo eviterà spiacevoli graffi ed abrasio- ! io della Sua Canyon, faccia una prova su detergenti chimici, poiché potrebbero intaccare la
ne del colore. una zona poco in vista. superficie!
120 CURA ED ISPEZIONE CURA ED ISPEZIONE 121

CUSTODIA DELLA BICICLETTA CANYON ISPEZIONE E MANUTENZIONE

Se durante la stagione d’uso la Sua bicicletta viene La prima ispezione:


sottoposta a cura regolare, in caso di un momentaneo i nostri tecnici esperti hanno approntato uno speciale
Nel caso dovesse imballare la Sua Canyon
periodo di fermo non sarà necessario prendere prov- piano di manutenzione. Durante i primi chilometri, per i
vedimenti particolari, eccetto un dispositivo antifur- esempio, è possibile che le ruote si assestino o che i per inviarla alla nostra officina specia-
to. Si raccomanda di riporre la bicicletta in un luogo cavi del cambio e del freno si allunghino, causando lizzata, si assicuri d’imballarla come descritto
asciutto e ben arieggiato. un funzionamento non perfetto del cambio. Inoltre, a nelle istruzioni d’imballaggio “Come imballare la
seconda delle prestazioni a cui viene sottoposta, sarà mountain bike” allegate al BikeGuard.
Se l’inverno è alle porte, legga i seguenti punti: eventualmente necessario eseguire le prime sostitu-
zioni. In questo caso uno dei nostri collaboratori del Componenti particolarmente leggeri pos-
durante il lungo periodo di fermo le camere d’aria Appenda la Sua Canyon in caso di un lungo periodo di fermo reparto assistenza provvederà a contattarLa. sono avere un ciclo vitale ridotto. Per la
perdono gradualmente aria. Se la bicicletta rimane propria sicurezza faccia verificare ed eventual-
a lungo sulle ruote sgonfie, è possibile che ne venga Manutenzione regolare annuale: mente sostituire regolarmente i componenti elen-
danneggiata la struttura. Pertanto consigliamo di Dopo una lunga stagione impegnativa consigliamo di cati nel capitolo “Intervalli d’ispezione e manuten-
appendere le ruote o l’intera bicicletta o di control- sottoporre la Sua bicicletta ad ispezione completa. zione”.
lare regolarmente la pressione di gonfiaggio. Chi meglio è in grado di fare tale ispezione se non co-
Pulisca la Sua Canyon e la protegga dalla corrosio- loro che hanno costruito la Sua bicicletta?
ne come descritto sopra. Per un divertimento duraturo consigliamo
Smonti il reggisella e faccia asciugare le eventuali L’ispezione annuale viene eseguita dal nostro perso- ! di sottoporre la Sua Canyon a manutenzio-
parti umide. Spruzzi dell’olio nebulizzato finemente nale specializzato sulla base di un piano di manuten- ne regolare. Gli intervalli di tempo riportati nella
nel tubo verticale. (Eccezione: telai in carbonio). zione creato appositamente per il tipo di bicicletta da tabella del capitolo “Intervalli d’ispezione e manu-
Custodisca la Sua Canyon in un locale asciutto. Impostare la ruota con la catena sul pignone più piccolo e corona
Lei acquistato. tenzione” sono dei riferimenti per i ciclisti che per-
Ingrani davanti la corona più piccola e dietro il pi- piccola corrono dai 750 ai 1.500 km all’anno. Gli intervalli
gnone più piccolo, in modo che i cavi e le molle sia- Check di sicurezza Canyon: d’ispezione si riducono in caso di un uso regolare
no il più possibile allentati. Le operazioni ed i costi di manutenzione si riducono della bicicletta su strade in cattivo stato o fuori
se i chilometri percorsi con la bicicletta in un anno strada. Lo stesso vale anche per uscite frequenti
sono decisamente inferiori a 1000 km. In questo caso sotto la pioggia o in generale in condizioni climati-
il check di sicurezza Canyon è il programma più adat- che d’umidità.
to. I nostri specialisti hanno approntato un piano di
manutenzione adatto alle esigenze, che risulta quindi
meno dettagliato rispetto ad una ispezione annuale In caso di sostituzione usi fondamental-
ma che tuttavia copre tutti i punti rilevanti in merito a ! mente solo parti di ricambio originali.
sicurezza. Raccomandiamo di eseguire questo check
all’inizio di una nuova stagione ciclistica o prima di Sul nostro sito internet www.canyon.com
Verifichi regolarmente la pressione di gonfiaggio delle coperture una vacanza in bicicletta, per montare in bicicletta i
troverà numerosi consigli che potranno
senza pensieri. esserLe di aiuto nell’esecuzione di piccole opera-
zioni di riparazione e manutenzione. Non pretenda
Per ridurre i tempi di attesa consigliamo di prendere
troppo da se stesso nell’eseguire tali operazioni!
appuntamento.
In caso di dubbi o domande non esiti a contattare
la nostra hotline di assistenza +39 045508894.

Non appenda per i cerchi le biciclette dota-


te di cerchi in carbonio! Pericolo di rottura!
122 INTERVALLI D’ISPEZIONE E MANUTENZIONE INTERVALLI D’ISPEZIONE E MANUTENZIONE 123

INTERVALLI D’ISPEZIONE E MANUTENZIONE Componente



Attività Prima di Mensile Annuale Varie
ogni uscita intervalli
Vernice curare •
Dopo il periodo di rodaggio si rechi da uno speciali- percorrono dai 750 ai 1.500 km all’anno (circa 50- almeno
sta per sottoporre a manutenzione la bicicletta ad 100 ore d’uso). Gli intervalli d’ispezione si riducono ogni sei mesi
intervalli regolari. Gli intervalli di tempo riportati nella in caso di un uso regolare della bicicletta su strade Ruote/raggi controllare la centratura e •
tabella seguente sono dei riferimenti per i ciclisti che in cattivo stato. la tensione
Ruote/raggi centrare e/o tendere x
nuovamente i raggi se
Componente Attività Prima di Mensile Annuale Varie necessario
ogni uscita intervalli Manubrio e verificare x
attacco manubrio, almeno
Illuminazione controllare •
alluminio e carbonio ogni 2 anni
Coperture controllare la pressione di • sostituire x
gonfiaggio dopo una
Coperture controllare l’altezza del profilo • caduta o
e fianchi ogni 3 anni
Freni (a disco) misurare lo spessore delle • Serie sterzo controllare il gioco dei cuscinetti •
pastiglie
Serie sterzo ingrassare nuovamente x
Cavi dei freni/tubi controllo visivo x
Superfici metalliche curare (eccezione: dischi dei freni) •
Ammortizzatore ispezione x
almeno
Forcella controllare le viti x ogni sei mesi
ammortizzata
Mozzi controllare il gioco dei cuscinetti •
Forcella cambiare l’olio, ispezione x
ammortizzata Mozzi ingrassare nuovamente x
Forcella (alluminio verificare x Pedali controllare il gioco dei cuscinetti x
e carbonio) almeno Pedali pulire il meccanismo di •
ogni 2 anni aggancio/sgancio
sostituire x Cambio posteriore/ pulire, lubrificare •
dopo una Deragliatore centrale
caduta o Bloccaggio rapido verificarne la sede •
ogni 3 anni Viti e controllare e, se necessario, x
Movimento centrale controllare il gioco dei cuscinetti x dadi serrare
Movimento centrale ingrassare nuovamente x Valvole verificarne la sede •
Catena controllare e, se necessario, • Attacco manubrio/ smontare ed ingrassare nuovamente x
lubrificare reggisella o nel caso di carbonio nuova pasta
Catena controllare e, se necessario, x di montaggio (attenzione: non
sostituire dopo 750 km apportare grasso sul carbonio)
Pedivella controllare e serrare x Cavi: cambio/freni smontare e ingrassare x
Se dispone di buone attitudini manuali, esperienza e strumenti adeguati (p. es. chiave dinamometrica), potrà eseguire
Se dispone di buone attitudini manuali, esperienza e strumenti adeguati (p. es. chiave dinamometrica), potrà eseguire personalmente i controlli contrassegnati con “•”. Prenda subito provvedimenti se durante i controlli dovesse rilevare dei
personalmente i controlli contrassegnati con “•”. Prenda subito provvedimenti se durante i controlli dovesse rilevare dei problemi. In caso di domande o di dubbi si rivolta alla nostra hotline di assistenza +39 045508894.
problemi. In caso di domande o di dubbi si rivolta alla nostra hotline di assistenza +39 045508894. Consigliamo di far eseguire le operazioni contrassegnate con una “x” da uno specialista esperto in tecnica moderna
Consigliamo di far eseguire le operazioni contrassegnate con una “x” da uno specialista esperto in tecnica moderna di biciclette (p. es. in un’officina specializzata). Non esiti a contattare la nostra hotline di assistenza +39 045508894.
di biciclette (p. es. in un’officina specializzata). Non esiti a contattare la nostra hotline di assistenza +39 045508894.
124 COPPIE DI BLOCCAGGIO CONSIGLIATE COPPIE DI BLOCCAGGIO CONSIGLIATE 125

COPPIE DI BLOCCAGGIO CONSIGLIATE


i
In alcuni casi le coppie di bloccaggio sono
riportate sui componenti stessi. Si attenga
ai valori riportati sugli adesivi o sui componenti
stessi.
Componente Vite Shimano* SRAM**
Cambio posteriore vite di bloccaggio 8-10 Nm 8-10 Nm
vite di bloccaggio cavo 5-7 Nm 4-5 Nm
vite della puleggia 3-4 Nm
Deragliatore vite di bloccaggio 5-7 Nm 5-7 Nm
centrale vite di bloccaggio cavo 5-7 Nm 5 Nm
Leva del cambio vite di bloccaggio dell’unità leva del cambio 5 Nm 2,5-4 Nm
copriforo 0,3-0,5 Nm La chiave dinamometrica Canyon
fascetta vite di bloccaggio (esagono incassato) 5 Nm
passafilo sul telaio 1,5-2 Nm
Mozzo leve di comando del bloccaggio rapido 5-7,5 Nm
controdado di regolazione cuscinetti per 10-25 Nm
mozzi con bloccaggio rapido
Corpo ruota libera anello di bloccaggio cassetta 30-50 Nm 40 Nm
Serie pedivelle vite pedivelle (perno quadro privo di grasso) 35-50 Nm
vite pedivelle (Shimano Octalink) 35-50 Nm
vite pedivella (Shimano Hollowtech II) 12-15 Nm
vite pedivella Isis 31-34 Nm
vite pedivella Gigapipe 48-54 Nm
vite corona 8-11 Nm 12-14 Nm (acciaio)
8-9 Nm Montaggio del manubrio con la chiave dinamometrica Canyon
(alluminio)
Cartridge Scatola Shimano Hollowtech II 35-50 Nm 34-41 Nm
impermeabile SRAM Gigapipe
Movimento Octalink 50-70 Nm
centrale
Pedale asse del pedale 35 Nm 31-34 Nm
Scarpetta viti delle tacchette 5-6 Nm
Spike 4 Nm
Reggisella vite di bloccaggio chiusura della sella in 20-29 Nm ***
cima al reggisella

* www.shimano.com
** www.sram.com
*** I valori riportati sono valori indicativi dei produttori di componenti suindicati.
Prenda nota dei valori riportati eventualmente nelle istruzioni allegate dei produttori di componenti.
126 COPPIE DI BLOCCAGGIO CONSIGLIATE COPPIE DI BLOCCAGGIO CONSIGLIATE 127

Telaio Canyon: FRENI A DISCO


Viti del portaborraccia   5 Nm
Forcellino sostituibile del cambio
posteriore 1,5 Nm Shimano Magura Avid Formula
Vite pinza del freno su forcella/telaio 6-8 Nm 6 Nm 5-7 Nm 9 Nm
Chiusura del reggisella Canyon: 3-5 Nm (ruota posteriore)
9-10 Nm
Se la Sua Canyon è dotata di bloccaggi rapidi consi- (ruota anteriore)
gliamo di leggere il capitolo “Uso di bloccaggi rapidi e
Vite della fascetta della leva freno 6-8 Nm 4 Nm
di perni passanti”.
Indicazione della coppia di bloccaggio Bloccaggio con una vite 4-5 Nm
Le seguenti coppie di bloccaggio valgono nel caso (Juicy 5)
in cui il produttore dell’attacco o del reggisella non Bloccaggio con due viti 2,8-3,4 Nm 2,5 Nm
abbia indicato nulla sul componente stesso o nelle (Juicy 7/carbonio)
relative istruzioni di montaggio. Dado di ancoraggio del tubo sulla leva 5-7 Nm 4 Nm 5 Nm 5 Nm
e tubo normale sulla pinza del freno bloccaggio in alluminio
Attacco manubrio: 7,8 Nm
Viti M5 4,5-5,5 Nm bloccaggio in acciaio
Viti M6 8-9,6 Nm Viti di raccordo dei tubi sulla 5-7 Nm 6 Nm
Vite di registrazione (sul tappo) 0,5-2 Nm
nel caso di attacchi Ahead pinza del freno (tubo disc tube)
Per garantire la sicurezza di funzionamen- Vite tappino 0,3-0,5 Nm 0,6 Nm
Reggisella: to della Sua Canyon è necessario che le Vite di spurgo 4-6 Nm 2,5 Nm
Chiusura della sella in cima al reggisella viti dei componenti siano serrate con precisione Viti del disco del freno sul mozzo 4 Nm 4 Nm 6,2 Nm 5,75 Nm
Reggisella con una vite 20-24 Nm e che vengano controllare regolarmente. Usi una
Attacco ad anello sulla leva del freno 8 Nm
chiave dinamometrica che si arresta una volta
Reggisella con due viti 6-9 Nm
raggiunta la coppia di bloccaggio desiderata. Inizi
  di bloccaggio posizionate
  una dietro l’altra sempre a serrare partendo dalla coppia di bloc-
Reggisella con due viti 12-14 Nm caggio più bassa per poi raggiungere la coppia
  di bloccaggio trasversali rispetto massima e verifichi costantemente la sede stabile
  al senso di marcia del componente, come descritto nei relativi capi-
Reggisella Monorail 8 Nm toli. Per le parti prive d’indicazioni sugli intervalli
di bloccaggio serri le viti gradualmente e verifichi
costantemente la sede stabile del componente,
come descritto nei relativi capitoli. Non superi mai
la coppia di bloccaggio massima.

In alcuni casi le coppie di bloccaggio sono


i
riportate sui componenti stessi. Si attenga
ai valori riportati sugli adesivi.

Nel caso di tubi in carbonio, riconoscibili Legga anche le istruzioni allegate dei pro- Per tutte le operazioni sul sistema frenan-
i i ! te si attenga sempre alle istruzioni per l’u-
dal colore nero, fissare il bloccaggio con duttori di componenti o vada sul nostro
massimo 6 Nm. sito internet www.canyon.com so del produttore di componenti.
Freno a disco
128 NORME SUL TRAFFICO STRADALE RESPONSABILITÀ SU DIFETTI DI FABBRICAZIONE E GARANZIA 129

NORME SUL TRAFFICO RESPONSABILITÀ


STRADALE SU DIFETTI DI
IN ITALIA
(Aggiornato a Gennaio 2011)
FABBRICAZIONE
La Sua bicicletta è stata fabbricata con cura e Le è
In conformità a quanto stabilito dal Codice della stra- stata consegnata premontata in quasi tutte le sue
da, la Sua bicicletta in Italia deve essere equipaggiata parti. In base alla legge ci assumiamo la responsabi-
Faro con marchio di controllo
come segue: lità di fornirLe una bicicletta priva di difetti, che po-
trebbero comprometterne definitivamente o limitarne Usi la bicicletta sempre in base all’uso previsto
1. Illuminazione, catarifrangenti, riflettori considerevolmente il valore o il funzionamento. Per i
La bicicletta deve essere equipaggiata con i seguenti primi due anni dall’acquisto ha diritto alla garanzia di
dispositivi di illuminazione (Art. 68, codice della stra- legge. Nel caso di difetti ci contatti all’indirizzo ripor-
da): tato qui di seguito.
- fanale anteriore, bianco o giallo
- uce posteriore, rossa Per sbrigare senza problemi le pratiche del reclamo
- catarifrangente posteriore, rosso tenga a portata di mano la prova d’acquisto, che è Gli ammortizzatori posteriori di telai con
- riflettori sui raggi quindi da conservare con cura. ! full suspension sono montati in modo tale
- riflettori sui pedali, gialli da assorbire i colpi. Se l’ammortizzatore è rigido e
Riflettore con marchio di controllo
Al fine di garantire un lungo ciclo vitale della bici- bloccato, i colpi vengono trasmessi direttamente
Per le biciclette in gara non valgono tali norme. cletta ne consigliamo un uso conforme (vedi capitolo al telaio che, nella maggior parte dei casi, non è
“Uso conforme”). Si attenga anche ai pesi consentiti concepito per sopportare tali carichi. Pertanto, in
2. Avvisatore 6. Giubbotto riflettente ed alle disposizioni sul trasporto di bagagli e bambi- linea generale consigliamo di non attivare la fun-
È fatto obbligo dotarsi di un campanello (Art. 68, co- Tutti i ciclisti, in caso di oscurità e in galleria, al di ni (nel capitolo “Uso conforme”). Inoltre si attenga zione lockout su fondo irregolare bensì solamen-
dice della strada). fuori dei centri abitati, devono indossare un giubbotto rigorosamente alle disposizioni di montaggio dei te su terreno liscio (strade, strade di campagna
riflettente. produttori (in particolare alle coppie di bloccaggio spianate).
3. Trasporto di bambini delle viti) ed agli intervalli di manutenzione previsti.
Il trasporto di bambini è consentito se il seggiolino Non trascuri le verifiche e le operazioni elencate nel
In allegato trova le istruzioni per l’uso dei
per il bambino è predisposto allo scopo e stabile (Art. presente manuale e nelle istruzioni eventualmente i
68, codice della strada). produttori di componenti, in cui sono ripor-
allegate (vedi capitolo “Intervalli d’ispezione e manu-
tati tutti i dettagli su uso, manutenzione e cura.
tenzione”) nonché la sostituzione, in particolari cir-
4. Rimorchio Nel presente manuale troverà spesso riferimenti
costanze, di componenti di fondamentale importanza
È consentito l’uso di rimorchi. La lunghezza massima a tali istruzioni, di per sé specifiche e dettagliate.
per la sicurezza, quali manubrio, freni, etc.
(bicicletta più rimorchio) non deve comunque supe- Si assicuri di essere in possesso delle istruzioni
rare i 3 m per una larghezza massima di 75 cm e un’al- di pedali automatici, cambio e freno e le conservi
Le auguriamo buon divertimento ad ogni uscita. In
tezza incluso il carico di 1 m. con cura insieme all’opuscolo ed al manuale.
caso di domande non esiti a contattare la nostra hot-
Peso massimo (per carichi + bambini) 50 kg Nelle ore line di assistenza +39 045508894.
notturne è obbligatorio un segnale luminoso. Il carbonio è un materiale composito che
i
viene impiegato per costruzioni di com-
5. Casco ponenti dal peso ottimizzato. Le irregolarità della
Per i bambini al di sotto dei 14 anni è obbligatorio in- Potrà trovare ulteriori informazioni sui superficie sono il risultato inevitabile del tipo di
dossare il casco. i lavorazione (piccole bolle o pori). Tali irregolarità
siti internet: www.bikeitalia.it/codice-­
strada-per-bicii-ciclisti/ non sono da considerarsi difetti.
130 RESPONSABILITÀ SU DIFETTI DI FABBRICAZIONE E GARANZIA RESPONSABILITÀ SU DIFETTI DI FABBRICAZIONE E GARANZIA 131

NOTE SULL’USURA
GARANZIA
Alcuni componenti della bicicletta sono esposti ad
usura dovuta alla natura della loro funzione. Il livello Oltre al normale periodo previsto dalla legge conce-
di usura dipende dalla cura e dalla manutenzione e diamo una garanzia di 6 anni su telai mountain bike
dal tipo di uso della bicicletta (chilometri percorsi, (cuscinetti ed ammortizzatori posteriori esclusi).
uscite con pioggia, sporco, sale, etc.). Le biciclette
che vengono parcheggiate spesso all’aperto sono La nostra garanzia è valida a partire dalla data di
sottoposte ad usura elevata dovuta alle condizioni acquisto e solo per il proprietario originale della bici-
atmosferiche. cletta. Sono esclusi eventuali danni alla verniciatura.
Pattini con uno spessore inferiore ad un millimetro devono essere Ci riserviamo il diritto di riparare telai o forcelle difet-
sostituiti con parti di ricambio originali
Queste parti richiedono manutenzione e cura rego- tosi o di sostituirli con equivalenti modelli successivi.
lari, tuttavia sono prima o poi destinate ad usurarsi Il diritto di garanzia non sussiste per tutte le altre 6 anni di garanzia
completamente, a seconda della frequenza e delle operazioni. Non ci assumiamo ulteriori costi derivanti
condizioni d’uso della bicicletta. da montaggio, trasporto, etc.

Le parti riportate qui di seguito devono essere sosti- Non rientrano in garanzia danni causati da incuria
tuite una volta raggiunto il limite d’usura: o uso non conforme (cura e manutenzione insuffi-
la catena, cienti), caduta, sovraccarico, modifiche apportate al
i cavi, telaio o alla forcella, montaggio e modifica di ulteriori
i rivestimenti delle manopole e/o il nastro del manu- componenti. La garanzia non è valida anche in caso di
brio, salti o sollecitazioni eccessive di qualsiasi tipo.
le corone, I cuscinetti sono soggetti ad usura
i pignoni,
le pulegge del cambio posteriore,
i cavi e le guaine del cambio,
le coperture,
il rivestimento della sella (pelle) e I CUSCINETTI E GLI AMMORTIZZATORI NEL CASO DI
le pastiglie/i pattini dei freni. TELAI CON FULL SUSPENSION

Le pastiglie dei freni a disco sono soggette ad usura Ammortizzatori posteriori e telai con full suspension
dovuta al funzionamento. L’uso in ambito sportivo o sono esposti ad usura dovuta al funzionamento. In
su terreno montuoso rende necessaria la sostituzione particolare ne sono interessati i cuscinetti del carro
dei pattini ad intervalli ridotti. Verifichi regolarmente posteriore e le guarnizioni degli ammortizzatori po-
lo stato dei pattini/delle pastiglie e, se necessario, steriori. Viti di fissaggio dell’ammortizzatore poste-
chieda al rivenditore di fiducia di sostituirli. riore serrate troppo strette sovraccaricano il telaio
con conseguente rischio di danni. Si attenga pertanto
alle istruzioni di montaggio e si serva di una chiave
dinamometrica. Le mountain bike Canyon sono attrezzi
sportivi di qualità superiore in grado di
coniugare leggerezza ed elevate prestazioni in-
gegneristiche. Tratti anche Lei questi materiali da
professionista. Un uso non conforme, un montag-
gio effettuato da mani inesperte o una cura poco
scrupolosa possono compromettere la sicurezza
della Sua bicicletta. Pericolo d’incidente!
132 CRASH REPLACEMENT PURE CYCLING 133

CRASH REPLACEMENT
Nel caso si verifichino incidenti o cadute gravi è pos-
sibile che il telaio e la forcella vengano sottoposti a
forze notevoli, causando danni che compromettono
le funzionalità della bicicletta. Con il Crash Repla-
cement (CR) Le offriamo un servizio con cui sostitu-
iamo a condizioni vantaggiose il telaio danneggiato
della Sua Canyon. L’offerta vale per i primi tre anni
dalla data di acquisto. Potrà così acquistare lo stesso Crash Replacement – sostituzione di telai Canyon danneggiati a con-
dizioni vantaggiose
telaio o l’equivalente dall’attuale gamma di prodotti
(senza elementi accessori come reggisella, deraglia-
tore centrale, ammortizzatore o attacco manubrio).

Il servizio CR è limitato al proprietario originale ed a


danni che compromettono le funzionalità della bici-
cletta. Ci riserviamo il diritto di sospendere questo
servizio qualora dovessimo rilevare che il danno è
stato causato intenzionalmente.

Per fruire del servizio CR si rivolga alla nostra hotline


di assistenza +39 045508894.

Troverà maggiori informazioni sul nostro sito internet


www.canyon.com

Ci può trovare facilmente a Coblenza in via Karl-Tesche-Strasse, 12. Dal


nodo autostradale A 48, uscita Coblenza nord, prosegua sulla strada
statale B9 in direzione Coblenza. Sul ponte della Mosella s’incanali nella
seconda corsia di destra nella rotatoria per il centro.
Prenda la prima uscita in direzione Cochem. Dopo ca. 1 km giri al primo
semaforo a destra.

Canyon Bicycles GmbH / Via Karl-Tesche-Strasse 12/ D-56073 Coblenza (Germania)


Si attenga assolutamente alle avvertenze Orari di apertura negozio: Lu - Ve 10.00 - 19.00 • Sa 9.00 - 18.00
i
del capitolo “Uso conforme”. Numero telefonico per ordini ed informazioni: +39 045508894 / Numero di fax per ordini: +39 031 4490949 /
E-mail: italia@canyon.com
Orari di apertura officina: Lu - Ve 9.00 - 18.00 • Sa 9.00 - 15.00