Sei sulla pagina 1di 9

Archive All • Download Newest

Home

Sistema solare: tutti i pianeti raccontati dalle immagini - Universo Green


greenme.it
Paxi – Il Sistema Solare
youtube.com
ESA - Space for Kids - L'Universo - Il sistema solare
esa.int
Il sistema solare - Cose Per Crescere
cosepercrescere.it
Il sistema solare raccontato ai bambini
ideegreen.it
Archive All • Download Newest

Sistema solare: tutti i pianeti raccontati dalle immagini - Universo Green

greenme.it
SPECIAL_IMAGE-099de8183967ff7e298f2bc89fbef75a.jpg-REPLACE_ME
Il nostro sistema solare è ricco di pianeti molto diversi tra loro. Nonostante i decenni di studi e di
osservazioni sono ancora molti i misteri nascosti dalle nubi di Venere, dal lontano Urano, da Saturno e
dai suoi satelliti. Ma ecco come appaiono agli strumenti scientifici della Nasa i corpi che assieme alla
Terra orbitano attorno al Sole, formando un unico sistema.
SPECIAL_IMAGE-ce3346af44c5f7c54e9837510a0de55a.jpg-REPLACE_ME

Mercurio. Questa immagine è stata catturata dalla sonda Messenger, si tratta della vista più
completa di Mercurio mai ottenuta. È stata realizzata poco tempo fa, il 22 febbraio.
SPECIAL_IMAGE-f5e2929ef7178564f7b0a3c79a6610f1.jpg-REPLACE_ME

Venere. Si tratta di un'immagine po' più vecchiotta ma non meno affascinante, che risale al 1996,
durante la missione Magellan dal Venus Radar Mapper. Le macchie scure in tutto il pianeta sono state
provocate dall'impatto con meteoriti, e che la grossa area luminosa al centro è Ovda Regio, un massiccio
montuoso.
SPECIAL_IMAGE-93eae8b759c1a9f867ac5399bd271d8d.jpg-REPLACE_ME
Terra. 40 anni dopo il famoso Blue Marble che ha mostrato al mondo ciò che il nostro pianeta
sembra da lontano, la Nasa ha rilasciato questa versione aggiornata, scattata dai satelliti Suomi NPP.
SPECIAL_IMAGE-e0e812b37dec8da9ed15ae3dbbf17b50.jpg-REPLACE_ME
Marte. Per Marte, stiamo tornando indietro fino al 1980. I recenti sforzi sul pianeta rosso hanno
permesso di vedere da vicino le immagini con la più alta qualità di sempre. Questa è stata peròun mosaico
di foto scattate dalla sonda Viking 1.
SPECIAL_IMAGE-eefa40cac95a743c391bb76533608c72.jpg-REPLACE_ME
Giove. La più suggestiva ripresa del gigante gassoso è avvenuta, che ci crediate o no, da un flyby,
da una volo ravvicinaot della Sonda Cassini della Nasa nel novembre del 2003, mentre era in viaggio
verso Saturno. Tutto quello che vedete in questa immagine è in realtà una nuvola, non la superficie del
pianeta stesso. Gli anelli bianchi e beige sono tutti i diversi tipi di copertura nuvolosa. Questa immagine
è notevole perché questi colori sono molto simili a quelli che l'occhio umano vedrebbe.
SPECIAL_IMAGE-575016c16465b3a6f30e942ce06868d8.jpg-REPLACE_ME
Saturno. La sonda Cassini ha scattato queste immagini nel luglio del 2008. quella che vedete è
nata un mosaico composto da 30 foto scattate nel corso di circa due ore. Cassini allora si trovava a circa
un 1,2 milioni di km da Saturno.
SPECIAL_IMAGE-77f880fbe1a9003b5922df7b7978a494.jpg-REPLACE_ME

Urano. Nel 1986, la sonda Voyager 2 superò il primo "gigante di ghiaccio", nel suo cammino
verso lo spazio profondo. Urano sembrava niente di più che un'anonima sfera blu e verde a causa della
foschia creata dalle nubi di metano. Gli scienziati ritengono che sotto la spessa coltre di nuvole, da
qualche parte, ci siano anche nubi d'acqua.
SPECIAL_IMAGE-6c2a0b410a3dd9cc210e881dfe948351.jpg-REPLACE_ME

Nettuno. Nettuno è stato scoperto solo nel 1846 attraverso di calcolo matematico, non grazie all'
osservazione. I cambiamenti nell'orbita di Urano erano la prova che ci fosse un altro pianeta ai confini del
sistema solare. E questa è una delle poche immagini perché Nettuno è stato visitato solo una volta, da
parte della sonda Voyager 2, nel 1989. E' difficile sapere ciò che accade da quelle parti. Le temperature
sono poco al di sopra dello zero assoluto e ci sono i venti più forti del sistema solare. Decisamente il
posto meno indicato per la vita.
SPECIAL_IMAGE-f1bc2cec14cf7a8d941056407e004d87.jpg-REPLACE_ME

Plutone. E poi c'è il piccolo Plutone, classificato come pianeta nano. Si tratta dell'ultimo corpo di
grandi dimensioni nel nostro sistema solare. Questo qui è un'immagine creata via computer grazie alle
informazioni fornite dal telescopio Hubble.
Universo Green è anche su Facebook e su Twitter
greenme.it
Paxi – Il Sistema Solare

youtube.com
youtube.com
ESA - Space for Kids - L'Universo - Il sistema solare

esa.int
Oltre Marte si trova la fascia di asteroidi, una regione di spazio popolata da milioni di oggetti di roccia,
residui della formazione dei pianeti avvenuta 4,5 miliardi di anni fa. All'estremità remota della
fascia di asteroidi si trovano i quattro giganti gassosi: Giove, Saturno, Urano e Nettuno. Questi pianeti
sono molto più grandi della Terra, ma molto leggeri rispetto alla loro grandezza. Infatti sono costituiti
soprattutto da idrogeno ed elio. Fino a poco tempo fa, il più lontano pianeta conosciuto era il piccolo
mondo ghiacciato di Plutone. Però, visto che Plutone è molto più piccolo persino della nostra Luna, molti
astronomi credono che non possa essere considerato un pianeta vero e proprio.
Nel 2005, è stato scoperto un oggetto molto lontano dal Sole grande almeno quanto Plutone,
chiamato Eris. Negli ultimi anni sono stati scoperti più di 1000 mondi ghiacciati come Eris oltre Plutone,
detti "oggetti della Fascia di Kuiper". Nel 2006, l'Unione Astronomica Internazionale ha deciso di
classificare Plutone ed Eris come "pianeti nani".
Ancora più lontano, si trovano le comete della Nube di Oort. Sono così lontane da non essere
visibili neanche con i telescopi più potenti. Ogni tanto una di queste comete viene disturbata sul suo
percorso e si dirige verso il Sole, diventando, così, visibile nel cielo di notte.
esa.int
Il sistema solare - Cose Per Crescere

cosepercrescere.it
Il sistema solare è costituito da una stella, il Sole, e da tutti i corpi celesti che orbitano intorno
ad esso: 8 pianeti, satelliti, milioni di asteroidi, comete, polveri e gas interplanetari.

In ordine di distanza dal Sole, gli otto pianeti sono: Mercurio, Venere, Terra, Marte, Giove, Saturno,
Urano e Nettuno.
A metà del 2008 cinque corpi del sistema solare sono stati classificati come pianeti nani: Cerere e
altri quattro corpi situati al di là dell’orbita di Nettuno, ossia Plutone (in precedenza classificato come il
nono pianeta), Haumea, Makemake, e Eris.
Il Sole
Il Sole è una stella, ovvero un’enorme palla di gas nella quale sono attive reazioni di fusione nucleare.
Il Sole attira verso di sé tutti i corpi che si trovano ad una distanza massima di 6.000 milioni di km grazie
ad una forza chiamata forza di gravità. Questa forza costringe questi corpi ad orbitare (girare)
perennemente attorno al Sole.
I pianeti
I corpi più grandi in orbita intorno al Sole sono i pianeti. Al momento, i scienziati ne hanno classificati
otto ma potrebbero esisterne altri non ancora scoperti! I pianeti girano intorno al Sole seguendo
traiettorie ellittiche (quasi circolari) che sono chiamate orbite. sono i quattro pianeti più vicini al Sole
(pianeti interni). Sono piccoli, rocciosi e compatti. I quattro pianeti più grandi e più esterni sono . Sono
fatti di ghiaccio, gas e liquidi.
Le nostre conoscenze sul sistema solare evolvono rapidamente. La scoperta di Plutone, per
esempio, è piuttosto recente. Considerato un pianeta fino al 2006, Plutone è stato successivamente
“declassato” a pianeta-nano. Alcuni astronomi sostengono che potrebbe esistere un pianeta ancora più
lontano! Il fatto è che le conoscenze attuali non ci permettono di sapere esattamente cosa ci potrebbe
essere ai limiti del nostro sistema solare. Sappiamo che esistono comete che si trovano a più di 50.000 ua
dal sole ma si suppone che ce ne potrebbero essere altre a più di un anno luce! Ma cos’è un ua?
L’unità di misura astronomica o UA
Il sistema solare è talmente vasto che è stato necessario inventare un’unità di misura particolare che è
stata chiamata unità astronomica (ua) e che corrisponde alla distanza che separa la Terra dal Sole ovvero
150 milioni di chilometri.

Attività per capire>>>


Costruire un sistema solare di carta
Il sistema solare, 5.5 out of 10 based on 11 ratings
Pianeti allineati spettacolo celeste
SPECIAL_IMAGE-fb68309d74458dac12b9c7d3b6deb559.jpg-REPLACE_ME
La terra ha sette sorelle
SPECIAL_IMAGE-6036ff630f00c410e33ea4d2e1a1bf86.jpg-REPLACE_ME
C’è qualcuno lassù?
SPECIAL_IMAGE-a1bce793e855dd213069fbad27b154ab.jpg-REPLACE_ME
cosepercrescere.it
Il sistema solare raccontato ai bambini

ideegreen.it
Sistema solare per bambini

SPECIAL_IMAGE-248fb42c141e46e9d010b91ef69950fa.jpg-REPLACE_ME
Sistema solare per bambini, da spiegare, da raccontare, a volte anche da costruire assieme per
gioco in miniatura, incuriosendosi a vicenda con i nomi dei pianeti e le caratteristiche che ciascuno di essi
mostra. C’è quasi sempre un momento nell’infanzia in cui si guarda il cielo e si desidera sapere se
nell’universo ci siamo solo noi sulla Terra e nessun altro su pianeti diversi. Le risposte sono varie, si
possono leggere e ascoltare, facendosi la propria idea crescendo, ma è essenziale sapere come è fatto il
sistema solare.

Sistema solare per bambini


Per cominciare a contestualizzare il sistema solare per bambini esso può essere definito come la
“casa” di tutti, di chi abita sulla Terra e di chi eventualmente abita su altri pianeti perché questo sistema
solare comprende molti corpi celesti, sole compreso, più tutti i pianeti che gli orbitano attorno e i
satelliti che si portano dietro.
La Terra sappiamo che ha la Luna con sé nel suo girare intorno al Sole ma anche gli altri pianeti,
per lo meno alcuni, hanno satelliti o ammassi di granelli più o meno grandi di roccia e ghiaccio che li
accompagnano nel loro orbitare continuo. Nel sistema solare per bambini troviamo quindi anche
asteroidi e comete
Sistema solare per bambini da colorare
Un modo utile per imparare come è strutturato il sistema solare per bambini è quello di
disegnare uno schema semplice e lasciarglielo colorare come preferiscono indicando loro il Sole e la
Terra e man mano gli altri pianeti. In automatico spunteranno domande e curiosità su ciò che si sta
colorando, su quelle “palle” nel vuoto misteriosamente posizionate.
SPECIAL_IMAGE-7456757b68efc450183bd57821c95eb4.jpg-REPLACE_ME
Sistema solare per bambini: pianeti
I pianeti possono del sistema solare per bambini possono essere divisi in 2 grandi gruppi, quelli
interni, più vicini al Sole, e quelli esterni, più lontani.
Nel primo gruppo troviamo pianeti piccoli, più caldi e composti in buona parte di roccia e metalli,
e stiamo parlando della nostra Terra ma anche di Mercurio, Venere e Marte. Gli esterni sono grandi e
freddi, e composti prevalentemente di gas come Giove, Saturno, Urano e Nettuno.
E poi c’è Plutone, che non ha le caratteristiche né del primo, né del secondo gruppo ed è definito
“pianeta nano”. E’ più piccolo della Luna, effettivamente, ma molto noto grazie alla sonda spaziale
americana New Horizons che lo ha raggiunto e lo ha immortalato permettendo a noi terrestri di
immaginarne le sembianze.
Torniamo agli altri pianeti e approfondiamo la conoscenza di quelli interni, appartenenti allo
stesso gruppo della Terra. Il più vicino al sole in assoluto è Mercurio che si mostra con una superficie
piena di crateri come la Luna, la sua superficie è pari a quella del’Oceano Atlantico e se vivessimo su
questo pianeta un anno durerebbe solo 88 giorni dei nostri terrestri, ma è un’utopia perché le temperature
non sono affrontabili per noi, passano dai 450 °C di giorno ai -180 °C di notte.
Venere è vicino al Sole ed è anche molto luminoso, quasi quanto la Luna, peccato che non lo si
possa al momento colonizzare perché lì c’è un’aria irrespirabile, colma di anidride carbonica. E’ grande
circa come la Terra che ruota leggermente più esterna ad esso accompagnata dalla Luna. E poi c’è
Marte, pianeta più esterno degli interni, rossastro per via dei minerali ferrosi. Oggi è arido, deserto e
inospitale, un po’ caldo, con i suoi 254 °C e violente tempeste di sabbia ricorrenti.
SPECIAL_IMAGE-5f62b34fbb7ce6f2d1686fc003a54e1c.jpg-REPLACE_ME
Sistema solare per bambini: giochi
Giocare con il Sistema solare per bambini è molto meno divertente che costruirlo con le proprie
mani con questo Kit da 20 euro, su Amazon, per giovani astronomi, ottimo per imparare anche l’energia
solare perché i pianeti orbitano intorno al “sole” dotato di pannello solare.
SPECIAL_IMAGE-597821491ce770e4e8812cd12698686e.jpg-REPLACE_ME
Sistema solare per bambini: disegno
Da bambino si può desiderare il disegno di un Sistema solare appeso in camera per sognare di
diventare astronauta come Samantha Cristoforetti e Paolo Nespoli ma anche dormire avvolti in un
lenzuolo spaziale non è affatto male. Su Amazon un copripiumino singolo con il Sistema solare e i suoi
pianeti costa 25 euro ed è un ottimo regalo per piccoli sognatori.
Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su Twitter, Facebook, Google+,
Instagram
Articoli correlati che possono interessarvi:
Costellazione boreale
Asteroidi pericolosi per la Terra
Coding per bambini
Costellazioni zodiacali
Archeoastronomia: definizione
Pubblicato da Marta Abbà il 6 gennaio 2018

ideegreen.it

Archive All • Download Newest