Sei sulla pagina 1di 462

GENNAIO 2018 NUMERO 749 IN OMAGGIO

QUATTRORUOTE.IT
UN DOSSIER
VOLKSWAGEN DI 96 PAGINE
TUTTE
AUDI A4 AVANT G-TRON
BMW X3
FERRARI 812 SUPERFAST
SKODA KAROQ
T-ROC LE NOVITÀ
DEL 2018

OCCASIONI DIESEL I SINDACI LE BLOCCANO E COMPRARLE


DIVENTA UN AFFARE: ORA GLI SCONTI ARRIVANO AL 26%

SFIDA TRA PICCOLE


CITROËN C3 vs FORD FIESTA
STELVIO QUADRIFOGLIO LAMBORGHINI URUS NOVANTENNI AL VOLANTE
IL MASSIMO IN PISTA E FUORI TORO SCATENATO SONO UN PERICOLO?
PER SCOPRIRLO LI ABBIAMO
ITALIA AL TOP IN ESCLUSIVA I TEST DELLE SUPER SUV TRICOLORE MESSI ALLA PROVA
PRIMA PAGINA

QUATTRORUOTE.IT
LO SCANDALO CHE
NON HA MAI FINE

A
due anni e spiccioli dalla sua deflagrazio- tare un processo di rinnovamento tecnologico che
ne, finalmente sappiamo di chi è la colpa avrebbe con piacere rimandato, visti gl'investimenti
del dieselgate. Il suo nome è Oliver stratosferici. Tutto ciò sottolinea per l'ennesima volta
Schimdt, all'epoca dei fatti ricopriva per l'anomalia di uno scandalo le cui onde d'urto non accen-
la filiale Usa della Volkswagen il ruolo di nano a scemare; e in cui, del resto, si continuano a con-
responsabile degli affari ambientali e regolatori ed è sta- fondere le cose serie con quelle pretestuose, quelle ve-
to condannato dalla giustizia americana a sette anni di re con le verosimili, in nome di un sensazionalismo il
carcere e 400 mila dollari di multa per frode ai danni del- cui esito è di confondere l'opinione pubblica. Nei primi
lo Stato e violazione del Clean Air Act. A poco è valsa la giorni di dicembre, per esempio, le accuse del gruppo
linea di difesa del manager, che ha sempre sostenuto di ambientalista Deutsche Umwelthilfe alla BMW, so-
aver messo in atto quanto gli veniva indicato dalla Casa spettata di montare defeat device sul diesel due litri Eu-
per aggirare scogli nor- ro 6 (avanzate senza for-
OLIVER SCHMIDT mativi altrimenti insupe- NEL DIESELGATE SI CONTINUANO nire uno straccio di prova,
È stato dal 2012 rabili: Sean Cox, giudice A CONFONDERE LE COSE SERIE se non la tautologica os-
al 2015 responsabile
degli affari
della Corte distrettuale CON QUELLE PRETESTUOSE servazione che le emis-
regolamentari del Michigan, ha motiva- sioni in marcia differisco-
della Volkswagen Usa: to la sentenza affermando che Schmidt (uno o molto in- no dai dati omologati), hanno avuto sui media maggiore
in tale posizione, ha trepido o molto ingenuo: stava già in Germania e, pur sa- eco del richiamo imposto dalla Motorizzazione tedesca
QUATTRORUOTE.IT

rappresentato l'azienda pendo di essere al centro di un'inchiesta del dipartimen- nei confronti di 57.500 VW Touareg per lo stesso motivo.
nelle indagini disposte
dall'Epa e dal Carb to di Giustizia di Washington, è andato con la famiglia a Il tutto mentre in Belgio si giungeva, anche qui nel si-
californiano. passare le vacanze in Florida, dove è stato arrestato in un lenzio dei media. a uno storico accordo tra il Parlamento
Interessante notare nanosecondo) era un dirigente che ha consapevolmente e il Consiglio dell'UE per supervisionare in maniera diret-
come l'atto di accusa assecondato la frode con il fine di acquisire meriti all'in- ta i processi di controllo delle emissioni delle nuove auto.
dell'Fbi (la frode è reato
federale) indicasse terno dell'azienda che invece avrebbe dovuto denuncia- La norma, che diverrà operativa nel settembre del 2020,
come il comportamento re. Azienda che – per inciso – l'ha pure licenziato, appel- in buona sostanza estende agli organismi comunitari la
illecito si fosse landosi al codice etico interno (e forse questo Wolfsburg facoltà di verifica delle omologazioni e dovrebbe annul-
protratto dal maggio
del 2006 al settembre
poteva evitarlo: evidentemente la voglia di mondarsi la lare, almeno in parte, la connivenza fra controllori e con-
del 2015 (quando la coscienza, tagliando i ponti con un passato scomodo, è trollati da cui il dieselgate è originato. Ciò significa che
Casa ammise la colpa) stata superiore alle valutazioni d'opportunità). ciascuna nazione manterrà le autorizzazioni di collaudo,
Ora, usare il termine capro espiatorio è un azzardo, però sotto l'occhio di Bruxelles, che potrà ordinare per-
perché Schimdt ha fatto di tutto per ostacolare le auto- quisizioni, disporre audit per garantire l'adeguatezza del-
rità nell'indagine, negando per oltre un anno la presen- le strutture locali, diramare richiami e comminare multe
za di un congegno illegale sui motori diesel e talora con- fino a un massimo di 30 mila euro per ogni automobile
testando con arroganza la preparazione tecnica degli fuori standard. Non è stata un'intesa facile. I ben infor-
inquirenti. La condanna, per quanto possa apparire pe- mati dicono che soprattutto la Germania fosse entrata in
sante (gli americani, si sa, poco gradiscono le truffe al rotta di collisione con la commissione Industria diretta da
potere costituito e alla collettività, specie se di Elżbieta Bieńkowska. La quale ha troncato le estenuanti
mezzo c'è l'ambiente), se l'è meritata. Ma non trattative con un «sappiamo bene che molti costruttori
è chi non veda la bizzarria della cosa: in at- hanno truffato e che tanti altri ancora hanno sfruttato a
tesa che altre imputazioni facciano il loro loro vantaggio le scappatoie normative». Una minaccia
corso, un manager di medio livello è – di neppure troppo velata, che ha suggerito a Berlino di am-
fronte alla legge comune, quindi al netto morbidire le proprie posizioni e accettare infine il com-
delle multe comminate al costruttore – l'u- promesso. Non è ancora l'authority indipendente a livel-
nico colpevole in una vicenda che ha inve- lo europeo che da queste colonne abbiamo più volte in-
stito con forza devastante uno dei marchi vocato. Ma è il primo passo verso la trasparenza di un
più popolari al mondo e le cui implicazioni settore dove troppo spesso la ragion di Stato e la con-
si sono riverberate sull'intera industria venienza dell'industria hanno avuto la meglio sugl'inte-
automobilistica, costringendola ad affron- ressi dei consumatori. Gian Luca Pellegrini

quattroruote.it quattroruote quattroruote quattroruotetv Twitter@pellegrini4R

GENNAIO 2018 1
ANNO 63° • NUMERO 749 • GENNAIO 2018

IL CASO ELON MUSK

SOMMARIO AI CONTI IN ROSSO, LA TESLA RISPONDE CON DUE ANNUNCI SCHOCK:


UN'ELETTRICA DA 400 ALL'ORA E UN SUPER-TRUCK. L'INCHIESTA
DI COMUNELLO, SCIARRA E VIOLA CHIARISCE SE È SOLO AZZARDO

SINDACI CONTRO,
DIESEL A SCONTO
STOP DELLE AUTO A GASOLIO?
50
POSSIBILI AFFARI PER CHI COMPRA.
LEGGETE BARBARESI, DELEIDI E ROSSI

ALFA ROMEO
40
STELVIO
QUADRIFOGLIO
UNA GUIDABILITÀ
SENZA UGUALI, CHE
RIPORTA IL BISCIONE
AI FASTI DI UN TEMPO.
COME CI RACCONTA
IL NOSTRO DIRETTORE,
GIAN LUCA
PELLEGRINI

72
QUELLI CHE
NON MOLLANO
DALLE CRONACHE:
ANZIANI IN
CONTROMANO. MA
C'È CHI (A RAGIONE)
NON RINUNCIA
A GUIDARE.
ABBIAMO PORTATO
SETTE NOVANTENNI
IN PISTA.
64 CON RISULTATI
SORPRENDENTI

STORIE D'AUTO AUTODIFESA ATTUALITÀ


7 20 31 39
I retrovisori spariranno? Piccoli record Scatole nere Trend
Specchietto delle nostre brame Sotheby's batte Jobs Sconto? Macché Più patenti, meno giovani
8 22 32 40
Scenari Tecnologia in chiaro Posta prioritaria La nostra inchiesta sul campo
The Donald un anno dopo Gli imbranati ringraziano Multe, l'eterno dubbio Sindaci contro, diesel a sconto
10 24 sui 90 giorni 46
Car economy Dietro le quinte 34 Emissioni inquinanti
Motori e batterie Via col vento e vai di cesello Sportello Il pregiudizio fa blocco
se lo Stato è solido 26 Smantellate i finti autovelox 50
12 In libreria 36 Tesla/1
Energie alternative Omaggio ad Allemano Lamentele Il caso Elon Musk
È il metano a dare una mano 27 Quando il cambio ha fretta 56
14 In edicola di rompersi Tesla/2
Tendenze Comprare senza segreti 37 True lies?
Sarà l'arancione il nuovo bianco? 28 Il difetto del mese 60
16 Quattroruote.it Jeep Compass con le rughe Dietro le quinte del Circus
Così va il mondo Quella passione di Hanks Formula Alfa
Dalla Russia con la Lada per la 126 64
18 Novantenni alla guida
Ritratti Quelli che non mollano
Enrico Campari

GENNAIO 2018 3
ANNO 63° • NUMERO 749 • GENNAIO 2018

SOMMARIO FERRARI 812


SUPERFAST
INEGUAGLIABILE MIX TRA
ELETTRONICA E MECCANICA.
CITROËN C3
VS FORD FIESTA
CHE COSA C'È ANCORA
DA DIRE? PER ESEMPIO,
SKODA KAROQ E 800 CAVALLI CHE "URLANO". CHE HANNO UN CAMBIO
HA UN'ANIMA
DA YETI MA È
84 UN PRODIGIO TESTATO
DA ALESSIO VIOLA A VAIRANO
AUTOMATICO CON
CONVERTITORE. CHE PREMIA
MOLTO PIÙ COMODA I CONSUMI. QUANTO? VE LO
E MODERNA. SPIEGA DAVIDE COMUNELLO
TUTTI I SEGRETI
DELLA NUOVA
SPORT UTILITY CECA 106
AL VAGLIO
DI CARLO DI GIUSTO

116

AUTONOTIZIE BUSINESS
170 202
Lamborghini Urus/1 Ricambi economici
Estremo opposto Se il pezzo doc costa poco
176 206
Lamborghini Urus/2 Noleggi innovativi
Prima uscita in incognito Canone fisso, noleggio lungo
182 208
Dallara Fisco
L'emozione di una moto Fermo amministrativo,
186 le regole del gioco
194 Modi diversi di essere Suv
Premium per tre
209
Credito
PROVE SU STRADA IMPRESSIONI 192 Importo ricco per i prestiti
DI GUIDA Mazda6 e Mercedes CLS 210
72 Questione di dinamismo Offerte Diesel top a confronto
Alfa Romeo 156
Stelvio Quadrifoglio Alpine A110 213
Mercato La carica dei dealer
84 160
Ferrari 812 Superfast Jaguar E-Pace 214
I numeri di novembre
94 164 Ancora una volta c'è il segno più
Volkswagen T-Roc Volvo XC40
106 166
Citroën C3 Seat Arona SPORT MERCATO
vs Ford Fiesta 194 217
116 Honda Civic Type-R TCR I listini del nuovo
Skoda Karoq Turismo abbordabile 299
128 Le quotazioni dell'usato
BMW X3
140 TURISMO ACCESSIBILE 320
Audi A4 g-tron EMILIO DELEIDI E DAVIDE Le prove su strada dal gennaio
FUGAZZA IN ESCLUSIVA SU UNA 2008 al dicembre 2017
148 CIVIC TYPE-R, CAMPIONATO TCR.
Tasti eco OVVERO AUTO (QUASI) DI SERIE 324
Risparmio on demand TRASFORMATE PER IL PODIO Ultima pagina

4 GENNAIO 2018
TENDENZE • CRONACHE • MONDO QUATTRORUOTE

STORIE D'AUTO
SPECCHIETTO
DELLE NOSTRE BRAME
Tante belle concept inducono a pensare che quella dei retrovisori esterni
sia ormai una favola vicina alla conclusione. Prima di viaggiare felici
e contenti con le microcamere, però, c'è qualche problema da risolvere

H
anno le ore contate, gli specchietti allora? Il Supplemento 2 alla Serie
esterni? Sembrerebbe di sì, di modifiche 04 al Regolamento Ece R46,
almeno a guardare le appariscenti entrato in vigore nel giugno 2016,
concept che affollano i Saloni, sfoggiando ha introdotto la possibilità d'installare
tutta la loro voglia di guida autonoma. sulle autovetture le telecamere o Cms
Dal semplice livello 2, ormai comune (Camera-monitor system). Dal punto
su molti modelli in listino, al sofisticato di vista normativo, quindi, la questione
e sconvolgente livello 5, dove spariscono è risolta (e infatti l'Audi annuncia che
anche gli ultimi strumenti classici che nel 2019 la versione definitiva della e-tron
hanno resistito finora. Per la gioia dei nuovi Sportback le monterà). Poi, però,
automobilisti. E il grande rimpianto c'è la questione della visibilità notturna,
degli altri. Addio volante, addio pedaliera. a tutt'oggi migliore con il caro, vecchio
E addio specchietti. Perché, per diventare specchietto. O quella dell'affaticamento
intelligenti, le macchine si sono dotate visivo, dato che il display, che proietta
di telecamere, radar e Lidar. Così, dove oggi immagini bidimensionali, obbliga a continui
ci sono i retrovisori, presto potrebbero aggiustamenti della messa a fuoco.
esserci piccoli, microscopici occhi digitali, Infine, i costi, ancora da optional di lusso.
con display dislocati nell’abitacolo Ostacoli non banali. La favola
in posizioni comode ed efficienti. dei retrovisori non è ancora finita.
Con tanti vantaggi. Eliminare quella strana Paolo Massai
e invadente protuberanza (che infiniti
dolori infligge agli stilisti) significa ottenere
significative riduzioni del consumo
di combustibile. E per di più crescenti
in funzione della velocità, visto che
la resistenza aerodinamica aumenta
con il cubo di quest'ultima (qualcuno
sostiene che il Cx potrebbe migliorare
del 2%, altri addirittura del 6% e c'è
chi ritiene che si potrebbe risparmiare
un pieno l'anno). Migliora, poi,
pure la sicurezza: niente più angoli
bui, niente più effetto pioggia.
Che cosa stiamo aspettando,
© Riproduzione riservata

GENNAIO 2018 7
STORIE D'AUTO SCENARI

THE DONALD
UN ANNO DOPO
La retorica nazional-populistica del presidente americano
sembra prescindere dalla verità e dal buon senso. Mettendo
a rischio, in prospettiva, più di quanto vorrebbe proteggere

S
ì, il vertice dell'Epa, la Toyota ha fabbriche in Indiana, amministrazione Usa riguarda Marchionne), che da un ritorno
l'agenzia federale Kentucky, Mississippi, Alabama, il Nafta, il trattato di libero alle barriere commerciali
per l'ambiente, è stato Virginia e Texas. O che la Honda, scambio con Messico e Canada, l'industria Usa avrebbe più
ribaltato. Sì, gli Stati Uniti hanno dai suoi quattro stabilimenti firmato un quarto di secolo fa da perdere che da guadagnare:
lasciato il patto di libero scambio a stelle e strisce, produce da un altro repubblicano, Bush con la minacciata tassa
nell'area del Pacifico. Ma tutto ed esporta più vetture di quante senior. Sulla revisione del quale sull'import, il mercato calerebbe
sommato il bilancio del primo ne importi dal Giappone. Quando i negoziati con i vicini di casa di 450 mila unità l'anno, con
anno di presidenza Trump minaccia di tassare del 35% sono in stallo. Anche perché, 6.700 posti di lavoro americani
è meno devastante di quel le tedesche, poi, Trump sembra fra l'altro, per esentarli da ogni in meno, ammonisce il Center
che si poteva temere, almeno ignorare che l'impianto BMW sorta di dazio, la Casa Bianca for automotive research
per l'automotive. Certo, i toni più grande si trova in quel insiste per alzare dal 62 all'85% del Michigan. E altri 31 mila
della retorica restano alti, di Spartanburg, South Carolina: il contenuto locale delle vetture. sono a rischio qualora venisse
se è vero che ancora di recente la produzione annua è di oltre Inutile farle notare, come hanno interrotto il flusso di vetture
il vulcanico Donald se n'è uscito 400 mila esemplari, due terzi fatto in più occasione i vertici e componenti fra il Canada
dicendo che i giapponesi le auto dei quali varcano i confini. delle tre grandi di Detroit (in alto, e Detroit, che pesa per qualcosa
dovrebbero produrle in America. Boutade a parte, la vera mina il presidente con gli ad di GM come 70 miliardi di dollari.
Fingendo di non sapere che vagante innescata dalla nuova e FCA, Mary Barra e Sergio Massimo Nascimbene

LE CASE
GIAPPONESI
DOVREBBERO
PROVARE
A COSTRUIRE GUARDATE
AUTO IN AMERICA I MILIONI
INVECE CHE DI VETTURE
IMPORTARLE CHE I TEDESCHI
VENDONO
NEGLI STATI UNITI.
QUESTO DEVE
ASSOLUTAMENTE
FINIRE

SE NON RIUSCISSIMO
A METTERCI
D'ACCORDO SUL NAFTA,
MEGLIO FARLA FINITA.
© Riproduzione riservata

È DA TEMPO CHE MI
OPPONGO AL TRATTATO
CON CANADA
E MESSICO, PERCHÉ
NON È EQUO

8 GENNAIO
ENNA 2 2018
1
STORIE D'AUTO CAR ECONOMY

MOTORI E BATTERIE
SE LO STATO E SOLIDO
L'intervento pubblico nell'economia è da sempre controverso.
E nell'industria automotive, tra incentivi e agevolazioni, porta
a risultati diversi. Anche perché a cambiare è il contesto politico

L
ibero mercato in libero anche voce, ma non ho trovato di coinvolgere un partner russo. nazionali e regionali), sarebbe
Stato. Più Stato, meno conferma, che alla fin fine Intanto, però, il prototipo della in piedi una trattativa con FCA
mercato. Frasi fatte, il contributo del ministero minicar elettrica "made in Bari" finalizzata alla produzione
rifatte e strafatte fin dai tempi dello Sviluppo economico non è stato presentato alla recente del Doblò elettrico. Inutile
di von Hayek e Keynes (John sia stato utilizzato, almeno non Fiera del Levante. Procede, rilevare, a questo punto, che per
Maynard, l'economista, e non tutto. Qualcuno dirà: «Tutto bello, con i tempi lenti degli accordi Modugno e Termini si tratta di
Milton, la cittadina sede della però gli azionisti sono tedeschi di programma, il piano di Blutec processi di reindustrializzazione.
Red Bull Racing F1). Anche oggi, e i soldi della Lambo finiscono per l'ex fabbrica FCA di Termini Strutturalmente complessi
però, la contrapposizione dalle parti di Ingolstadt». Vero, Imerese (PA). Un primo progetto e incerti. Il piano-Lambo, come
tra laissez-faire e intervento ma attrarre capitali significa da 95 milioni di euro nella penseranno nei palazzi romani,
pubblico è quanto mai attuale. comunque mettere il turbo componentistica auto è già era di fatto più "gajardo". O
Pure nell'industria automotive. all'economia del territorio. partito, anche sotto il profilo del Gallardo. Che poi si legge uguale.
Lasciando stare la storia Cosa che non sembra riuscita riassorbimento parziale della Fabio De Rossi
dei rapporti tra la Fiat nel caso dell'ex OM Carrelli forza lavoro. Per il secondo Twitter@fabioderossi4R
e le amministrazioni statali di Modugno (BA). Il contratto step, produzione
(ci vorrebbe un libro o più), alcuni di sviluppo da 63,5 milioni di veicoli ibridi
accordi pubblico-privato siglati di agevolazioni siglato fra Tua ed elettrici
negli ultimi anni sembrano aver Autoworks Italia, con capitali (circa 190
portato a sviluppi piuttosto Usa, e il ministero più Invitalia milioni
diversi. Il primo caso è quello ha prima perso un pezzo tra fondi
della Lamborghini, che per (l'ex sito Isotta Fraschini a Gioia
realizzare la Suv Urus, presentata Tauro) e ora pare essersi arenato.
poi all'inizio di dicembre 2017, Le cronache locali parlano
aveva bisogno di investimenti di società in liquidazione, cancelli
e di agevolazioni utili ad ampliare chiusi e fallimento del progetto
le linee di produzione. La Casa
di Sant'Agata aveva messo così
in piedi una sorta di beauty
contest tra Slovacchia e Italia
per trovare l'habitat finanziario
e amministrativo più conveniente.
A maggio del 2015 l'ha spuntata
il nostro Paese – e questo
giornale è stato il primo a darne
in anteprima la notizia –
con il governo Renzi pronto
a cavalcare il "contributo" da
80-100 milioni concesso al
costruttore del gruppo VW-Audi,
anche perché lo scandalo
dieselgate sarebbe arrivato
solo nel settembre successivo.
Il risultato è stato comunque
© Riproduzione riservata

eclatante: un impianto
dalle dimensioni raddoppiate
in appena 18 mesi (i particolari
li racconta Alessio Viola a pagina
173), che sembra una clinica
svizzera e non una fabbrica. Gira

10 GENNAIO 2018
STORIE D'AUTO ENERGIE ALTERNATIVE

È IL METANO
A DARE UNA MANO
Oltre alle elettriche, per ridurre l'impatto ambientale possono
aiutare anche le vetture a gas naturale. Che, se alimentate
con combustibile sintetico, emettono una quantità irrilevante di CO2

C
he l'auto elettrica non la corrente elettrica in Europa, di abbattimento della CO2
emetta gas di scarico l'impatto è tutt'altro che zero è ancora maggiore. Insomma,
lo sanno tutti. E ciò e corrisponde a poco più il gas naturale può contribuire
la rende la soluzione ottimale della metà di quello di un'auto alla riduzione delle emissioni,
per alleggerire l'inquinamento a benzina, per annullarsi soltanto oltre che garantire anche
atmosferico nei centri cittadini. nel caso di energia prodotta scarichi puliti, visto che i motori
Pure le emissioni locali da fonti rinnovabili come eolico e alimentati a metano emettono
di anidride carbonica sono solare (vedere il grafico in basso). meno particolato e ossidi
pari a zero. Ma, riprendendo di azoto di quelli a benzina.
un vecchio slogan, in questo POLLUTION ZERO, O QUASI L'analisi dell'impatto ambientale sia per ricavare il gas,
ambito anche il metano può Alimentando una vettura di un veicolo nell'intero ciclo l'auto a metano sintetico
dare una mano. Lo ricorda con il gas naturale estratto di vita, includendo quindi è avvantaggiata ed emette
Andrea Gerini, ingegnere dal sottosuolo si ottengono già produzione, uso e riciclaggio, complessivamente cinque
con una lunga esperienza nello dei benefici rispetto alla benzina evidenzia come la validità tonnellate di anidride carbonica,
sviluppo dell'alimentazione a gas e al gasolio, ma è con delle vetture alimentate circa la metà di quelle necessarie
naturale alla Fiat (che è stata il biometano ricavato dai rifiuti a metano sintetico o biometano per la produzione e l'utilizzo
la prima a offrire una gamma urbani che l'impatto si riduce sia ancora maggiore, visto di un'elettrica. In sintesi:
di auto a metano) e dallo scorso drasticamente ed è addirittura che, secondo la Ngva, per la Ngva il problema
marzo segretario generale prossimo allo zero nel caso la fabbricazione di un'auto a della decarbonizzazione
della Ngva (Natural gas vehicle del metano sintetico. «Si tratta batteria comporta circa il doppio dei trasporti non ha una sola
association) Europe. «Le norme di una soluzione intelligente per di emissioni di CO2 rispetto soluzione (ovvero l'auto
europee sulla riduzione immagazzinare l'energia elettrica a una vettura convenzionale. a batteria). Il biometano e quello
delle emissioni di CO2 seguono il prodotta dalle fonti rinnovabili», Considerando una percorrenza sintetico sono opzioni
classico approccio "dal serbatoio continua Gerini, «che altrimenti di 150.000 km, un'auto a benzina già disponibili e di facile
alle ruote". In questo caso andrebbe sprecata quando emette complessivamente 25 implementazione (in Germania
il vantaggio delle vetture l'offerta supera la richiesta». tonnellate di anidride carbonica è previsto il raddoppio
a batteria è evidente. Ma se In pratica, attraverso l'elettrolisi e una a gas naturale 20, dei distributori entro il 2020)
si tiene conto pure di quanto dell'acqua si ricava l'idrogeno ossia poco più di un'elettrica e non è un caso che il gruppo
viene emesso per la produzione che, in seguito, si fa reagire alimentata con corrente Volkswagen stia ampliando
e il trasporto dell'energia, le cose con l'anidride carbonica. generata con l'attuale mix la gamma di modelli a metano,
cambiano». In tal caso, infatti, si Se, poi, si considera il biometano europeo. In caso di utilizzo includendo pure le Suv e vetture
scopre che, con il mix dei diversi derivante dagli scarti agricoli, di energia rinnovabile di classe come l'Audi A5.
sistemi con cui si ottiene il beneficio in termini sia per la carica delle batterie Roberto Boni

LE EMISSIONI DI CO2 NEL CICLO DI VITA DI UN’AUTO


5 tonnellate
metano sintetico
AUTO
metano da rifiuti urbani
a metano
metano prodotto nella UE

AUTO elettr. da fonti rinnovabili


elettrica elettr. prodotta nella UE

AUTO gasolio
tradizionale benzina

12 GENNAIO 2018
Regione con la
percentuale più bassa Regione dove il
Nella foto, l'ingegner
Andrea Gerini, di bifuel gasolio prevale di più
segretario della Ngva sulla benzina
Europe (l'associazione
per i veicoli a metano) Valle d’Aosta
Trentino
2,1 0,3 Alto Adige
Lombardia
Piemonte 2,6 0,8 Friuli
5,2 1,1
7,9 1,2 Venezia Giulia
2,5 0,4
Liguria
3,3 1,1 Veneto
Emilia Romagna
CIRCOLANTE ITALIA Toscana 7,4 3,1
10,2 7,6
CHE FATICA 5,7 3,6 Regione dove la
PER IL GAS benzina prevale di più
Regione con la sul gasolio
Su un parco circolante più alta percentuale Marche
italiano di quasi 38 milioni di bifuel Umbria
di vetture, 16,2 sono a gasolio 5,6 12,6
6,1 6,4
e 21,5 a benzina. Di queste, 2,2
milioni sono bifuel a Gpl e poco
più di 910 mila a metano
(ma l'Italia è comunque Abruzzo
il primo mercato europeo Lazio
6,4 3,0
per i veicoli a gas 6,3 0,8
naturale). La regione Sardegna
dove le auto a doppia 2,5 0
propulsione sono più
diffuse è l'Emilia-Romagna: Molise
Campania
quasi 213 mila, il 23,3% 5,2 2,7
del totale. Seguono Marche, 7,1 2,2
Veneto, Toscana e Lombardia.
Virtualmente assenti
in Sardegna (causa latitanza
di distributori di gas), sono Puglia
appena 435 in Valle d'Aosta. Basilicata
5,1 2,6
Se quest'ultima è anche 3,9 1,7 benzina
la regione con la minore bifuel Gpl
propensione per le elettriche, bifuel metano
nell'isola le vetture con diesel
Calabria
alimentazioni alternative sono elettriche e ibride
più del doppio di quelle a gas Sicilia 2,9 0,4
% bifuel Gpl
naturale. Fonte: elaborazioni 3,5 0,5
Quattroruote su dati Anfia. % bifuel metano

emissioni di CO2: produzione e materie prime emissioni di CO2: 150.000 km di percorrenza


10 t 15 t 20 t 25 t
© Riproduzione riservata

Fonte: elaborazioni Quattroruote su dati NGVA Europe

GENNAIO 2018 13
STORIE D'AUTO TENDENZE

SARÀ L'ARANCIONE
IL NUOVO BIANCO?
È l'ultima passione delle Case, dai prototipi presentati ai Saloni
agli spot in televisione. Gli esempi si sprecano anche fra i costruttori
premium. Ma tra i clienti la scintilla non è ancora scoccata

S
ono passati circa dieci tingendo di arancione. Di solito Kona, fotografata con modelle raggiunge nel migliore dei casi
anni da quando, un po' non si tratta di quel colore da rivista patinata in Tangerine il 2,2% delle preferenze.
inaspettatamente, la più pieno e solare degli anni 70, Comet. Per non dire della Seat, D'altro canto, pare che l'86%
immacolata delle sfumature quello della prima Renault 5 che ha fornito una Ateca dei guidatori europei sia
tornò a conquistare il cuore per intenderci, che pure è stato in Samoa Orange per il film al volante di una macchina
degli italiani, dopo ere di oblio. scelto dall'Audi, la quintessenza "Il colore nascosto delle cose" che cromaticamente
Sulle piccole chic come la 500, della sobrietà, per verniciare (anche se, in realtà, di nascosto non gli corrisponde. La ricerca
per esempio, che stupì con la Q8 Concept Sport, non c'è nulla). Quando poi si va è della Nissan, che si premura
un Bianco Gioioso perlato ribattezzandolo Krypton sulle carrozzerie bitono, è tutto di offrire un bell'arancione
dal prezzo tutt'altro che allegro Orange (trovate il prototipo un fiorire di dettagli a contrasto, per Micra, GT-R e X-Trail,
(1.000 euro), ma soprattutto lì nel mosaico qui sotto, assieme dalla Citroën C3 Aircross Suv che può fregiarsi del titolo
dove nessuno avrebbe osato: alle auto di cui leggerete alla Kia Stonic. Ma tanta di best seller mondiale (grazie
su Suv e crossover, allora fra queste righe e altre, generosità di offerta alla somma con i risultati
all'inizio dell'ascesa, ingigantite a dimostrare la nostra tesi). è ricompensata dalla risposta della gemella Rogue).
da una tinta improvvisamente del pubblico? Per la verità, Che sia dunque soltanto
divenuta premium. All'epoca, SFUMATURE GLAM analizzando i dati di vendita, una questione di coraggio?
la rampa di lancio del candido Più facilmente, la tonalità non sembrerebbe. Perché Fra dieci anni ne riparliamo.
trend si rivelarono, come degli agrumi e dei tramonti delle cinque B-Suv più Silvio jr Suppa
da tradizione, le concept si arricchisce di una patina gettonate nei primi nove mesi
da Salone, le foto delle cartelle metallizzata e vira verso del 2017, sulle tre disponibili
stampa e le pubblicità. Ovvero un carattere glamour, come in arancio (Jeep Renegade,
i tre strumenti comunicativi sulla DS 7 (nella snobistica Opel Mokka X e Renault
che negli ultimi mesi si stanno accezione di Oro Bizantino), Captur) questo colore
sulla Volkswagen Polo, che
– come altre – si concede
anche la plancia in Arancione
Energetico, o sulla Hyundai

© Riproduzione riservata

14 GENNAIO 2018
STORIE D'AUTO COSÌ VA IL MONDO

DALLA RUSSIA NETWORK


Quattroruote Russia
è una delle 14

CON LA LADA riviste che fanno


parte nel nostro
network, che si
estende in altrettanti
Da Mosca a Vairano (per i test) e dintorni (per le foto). Paesi (tra gli altri,
Tremila chilometri con la nuova Vesta SW Cross. I colleghi Turchia, India
e Brasile) in tre
della rivista partner spiegano perché ne è valsa la pena continenti

O
ggi, probabilmente,
pochi ricordano
la sovietica Lada,
ma mezzo secolo fa il marchio
era noto anche a chi
di automobili estere non ne
sapeva granché. Perché la prima
Lada fu proprio una Fiat 124
adattata alle esigenze
del mercato d'oltrecortina.
L'Urss non esiste più da tempo.
E molto altro è cambiato,
in Russia. Un anno fa,
sulle sponde del Volga, l'AutoVaz
ha iniziato a produrre la Lada
Vesta berlina. A giugno sono
arrivate la station e la sua
versione Cross, rialzata da terra.
La linea è firmata dall'inglese
Steve Mattin, ex Mercedes
e Volvo. I colleghi di Quattroruote
Russia considerano lo stile
«quasi impeccabile». E hanno
portato la Vesta SW Cross sulla
pista di Vairano, per effettuare
il nostro ciclo di prove: la vettura
si è dimostrata sicura e affidabile,
anche se non troppo grintosa.
Il modello locale più costoso
e meglio concepito del momento
è un segnale forte della volontà
di Mosca di conquistare alcuni
mercati europei con gamme
più moderne. E se è ancora
presto per includere la Russia
tra le potenze del settore,
le premesse di un cambiamento
importante ci sono tutte.
Le aziende assoldano designer
di spicco, aggiornano
le fabbriche, migliorano la qualità La Lada Vesta SW
e, soprattutto, sono molto Cross è lunga 4,40
più attente alle esigenze metri e ha un'altezza
© Riproduzione riservata

della clientela. Per gli europei minima da terra di 20,3


la Lada resta forse un marchio centimetri, 2,5 in più
rispetto alla versione
"esotico", ma l’AutoVaz inizia
normale. Motore 1.8 benzina
a mostrare un certo potenziale. da 122 cavalli, cambio manuale
Ora si tratta di concretizzarlo. a cinque marce, infotainment
ha collaborato Quattroruote Russia con Bluetooth e prese Usb

16 GENNAIO 2018
STORIE D'AUTO RITRATTI

PICCOLI PILOTI
PEDALANO
Con le sue Scuderie, Enrico Campari ripropone un classico
per bambini. La Mira, una Ferrari 375 Indy lunga un metro e mezzo,
è un gioiello (anche nel prezzo) di carbonio e dedizione

1 3

C
ominciare alla Ferrari Meglio Maranello. Si procura e fa per Campioni, che realizza fa la felicità di Campari junior,
e concludere firmare al pargolo il modulo per parastinchi di carbonio, mentre il genitore accarezza
con una Ferrari. Farebbe l'assunzione, lo riconsegna. Dopo anatomici come i sedili l'idea, assieme al compagno
invidia a molti la parabola tre colloqui, Enrico è assoldato. delle monoposto di Formula 1. di avventure Filippo Agnetti,
professionale di Enrico Campari, «Pensavano tutti che fossi di procedere a una piccola
patron delle omonime Scuderie, raccomandato», ricorda. NARDI E SCHEDONI serie. Ora la Mira è ospitata
piccola realtà superartigianale Comincia lavorando sulla F40, Ma la passione è la passione. in conto vendita nello store
specializzata in bolidi a pedali poi passa al Reparto Corse. E torna a bussare nel 2010. di Maranello: l'ultimo a sborsare
per bambini di ogni età. Ma è un animo inquieto. Vuole A scatenarla è il figlioletto Luca, 17 mila euro per aggiudicarsela
E portafogli di diversa mettersi in proprio. Così progetta bimbo curioso e irrequieto, è stato un riccone di Singapore.
consistenza. Siamo a Felino, un sulky e per produrlo si rivolge che smonta tutto quello che gli Il listino Scuderie Campari
provincia di Parma, propaggini a Horacio Pagani. «Aveva capita in mano. Per il suo quarto offre pure l'Amaida, di legno,
occidentali di quella Motor valley le attrezzature giuste: è stato compleanno, papà Enrico vuole per minipiloti da tre a otto anni
celebrata su Quattroruote Dallara a consigliarmelo. Sotto fargli un regalo speciale. Modella e la Baby Amaida, girello
di novembre. Quadrilatero un telone, all'epoca nascondeva il carbonio in una scocca ispirata in forma d'auto per chi inizia
di talentuose eccellenze già il manichino della Zonda». alla Ferrari 375 Indy del 1952, a camminare. Tutte ad alto
ed entusiasmi imperituri. Il calessino è ben concepito chiede alla Nardi un volante tasso di personalizzazione.
Come quelli del nostro Enrico. e meglio realizzato. Vince, su misura e alla Schedoni Poi c'è la Fuoriserie Micro-Bolide
«Con il diploma di perito ma costa troppo. Frequentando di rivestire il sedile (proprio prodotta per la Pininfarina
meccanico in tasca», racconta, ippodromi, però, Enrico nota come fanno per le Ferrari vere), in soli 30 esemplari. Poi ci sono
«avrei voluto lavorare alla Gilera che i cavalli indossano protezioni. chiama a raccolta gli artigiani il futuro e i sogni nel cassetto.
o alla Cagiva: il mio cuore Proprio come dovranno fare locali (siamo nella Motor valley, Mollare il calcio per dedicarsi
batteva per il motocross». i calciatori dopo il Mondiale dopo tutto) per le altre quasi ai pedali. Anche per adulti.
Ma per mamma Carla, Pontedera degli Stati Uniti. Così, a metà anni 200 componenti. Il piccolo La concept è già pronta...
o Varese sono troppo lontane. 90, fonda la Campari Compositi capolavoro, battezzato Mira, Manuela Piscini

18 GENNAIO 2018
ECLETTICO Quattro i modelli delle Scuderie
Enrico Campari, classe 1967, Campari. Top di gamma è la Mira
entra alla Ferrari nell'89. La lascia (foto 1), con scocca di carbonio,
nel '93 per mettersi in proprio sedili della Schedoni (2)
e realizzare con Horacio Pagani e volante Nardi (3). La sua mezza
un calesse. Con la Campari scocca verniciata diventa
Compositi per Campioni passa oggetto di design (4), disponibile
ai parastinchi per calciatori. come la vettura intera nello store
Nel 2010 realizza la Mira, il primo Ferrari, a prezzi adeguati
di quella che diventerà al rango del marchio. Stessa cura
una piccola serie di sofisticati del dettaglio, ma materiali più
bolidi a pedali by Scuderie abbordabili, per le due Amaida
Campari. Il suo sogno: mollare di legno: quella per piccoli
i divi dello sport nazionale per piloti da tre a otto anni (5)
concentrarsi sulle automobiline. e la Baby (6), sorta di girello
da spingere con i piedi, dedicata
ai bimbi che hanno appena
imparato a camminare e già
vogliono guidare. Tutte su
ordinazione e personalizzabili.
Torna il carbonio sulla Fuoriserie
Micro-Bolide (7), realizzata
per la Pininfarina. Dulcis in fundo,
il progetto della SC1 (8),
macchina a pedali per adulti
che potrebbe costare 150 mila
euro: la due posti a pedalata
assistita s'ispira alle spider
degli anni 20 e 30; il design
è di Christian Grande, noto
per le sue creazioni nautiche

7
© Riproduzione riservata

GENNAIO 2018 19
STORIE D'AUTO PICCOLI RECORD

SOTHEBY'S
BATTE JOBS
La BMW Z8 appartenuta al ceo della Apple è stata aggiudicata
per quasi 280 mila euro. Andando a raggiungere il manipolo
di vetture di celebrità che hanno strappato ottime quotazioni

S
otto Natale qualcuno Fra cui, ironia del caso, il telefono nome: questione di privacy. Era del 1967 strappò urla
si regala l'ultimo gadget Motorola-BMW, che Jobs stato Larry Ellison, ad di Oracle, e applausi quando
Apple. E c'è chi, invece, detestava. La passione per a convincerlo che la Z8 fosse fu aggiudicata, ancora da
si è concesso uno degli ultimi il design tedesco lo aveva spinto l'equivalente dei suoi prodotti Sotheby's, per quasi 8 milioni
costosi gadget del fondatore ad acquistare diverse auto in fatto di design e ingegneria. e mezzo. L'anno dopo, Bonhams
della Apple: la BMW Z8 e moto di Monaco e una riuscì a piazzare per un milione
appartenuta a Steve Jobs, Mercedes SL. Nella Silicon Valley C'È ICONA E ICONA la Bentley Continental Flying
che il 6 dicembre Sotheby's si racconta di quando uscì di Quella di Jobs non è la prima Spur "Blue Lena" di Keith
ha aggiudicato all'asta Icons casa per aiutare un automobilista auto di celebrità a raggiungere Richards, con i suoi scomparti
di New York per la cifra non in panne dicendo: «Se si tratta di quotazioni da fanatismo. segreti dove nascondere
indifferente di 278.500 euro. roba elettrica, un po' ne capisco». Se all'asta di New York la tuta la droga. Non sempre la celebrità
È un piccolo record per un'auto La Z8 con numero di telaio e il casco indossati da Steve è un affare, però: l'adorata
contemporanea, con una sua 60085 fu consegnata al guru McQueen nel film "Le Mans" Jaguar XJR V8 del '99 messa
logica. Come gli iPhone e gli iPad, della Apple il 6 ottobre del 2000 hanno spuntato una somma all'asta nel 2013 da Jeremy
anche la Z8 del 2000 è figlia in grigio iPhone metallizzato. addirittura superiore alla Z8, Clarkson se n'è andata
della filosofia "think different" Jobs la guidava regolarmente ben 284 mila euro, nel 2014 per la miseria di 4.200 euro...
di Steve Jobs. La Z8 è stata e il fatto che sia intestata a "Jobs, la sua Ferrari 275 GTB4 Paolo Sormani
una vetrina d'innovazione grazie Steven P." è quasi un unicum,
al telaio di alluminio spaceframe perché di rado registrava
e alla dotazione tecnologica. documenti di circolazione a suo

© Riproduzione riservata

Libretto di circolazione
e targa della BMW Z8
venduta all'asta non fanno
mistero sull'identità del
proprietario. Solitamente
Steve Jobs era più discreto

20 GENNAIO 2018
STORIE D'AUTO TECNOLOGIA IN CHIARO

GLI IMBRANATI
RINGRAZIANO
I sistemi che fanno parcheggiare la macchina da sola
sollevano i meno esperti da un'incombenza sgradita.
Quelli più sofisticati si comandano con lo smartphone

QUANDO DOVE PERCHÉ QUANTO IN CHE MODO


Gli albori degli studi Il dispositivo s'inserisce Le manovre di parcheggio Il sistema di parcheggio Premessa indispensabile
sui sistemi di parcheggio con un tasto e, di solito, si rappresentano spesso automatico costa da 130 per il funzionamento
automatico risalgono a gestisce nel display centrale un problema per molti a oltre 2.600 euro, del sistema di parcheggio
metà anni 90, ma la prima del sistema multimediale automobilisti, che valutano da solo o come parte automatico è la presenza
vettura di serie in grado o in quello più piccolo a occhio con difficoltà di un pacchetto. del servosterzo elettrico,
di entrare negli stalli della strumentazione. gli spazi idonei e non Nei modelli più accessoriati che può essere azionato
di sosta senza intervenire Ma alcuni sistemi top si riescono a inserirsi può anche essere compreso a piacere dalla centralina
manualmente sullo sterzo azionano anche dall'esterno rapidamente nella dotazione di serie. del dispositivo. Sono
è stata, nel settembre mediante uno smartphone e correttamente nello stallo, anche necessari i sensori
2003, la prima generazione (foto in alto) oppure con talvolta nemmeno a ultrasuoni anteriori
della Toyota Prius. il telecomando della vettura. dopo ripetuti tentativi. e posteriori e altri due,
posti sui fianchi
della vettura,
in corrispondenza
del frontale.
Quando si avanza
lentamente,
questi rilevano
la presenza
di spazi adatti
per la sosta,
sia in parallelo
sia perpendicolari
alla direzione di marcia.
Una volta individuato
uno stallo idoneo, il sistema
guida il conducente nelle
manovre di acceleratore,
freno e cambio, mentre
provvede a sterzare
per inserirsi nel parcheggio
(ma certi impianti fanno
tutto da soli). Le immagini
delle eventuali telecamere
permettono di verificare la
correttezza dell'operazione.
Ai dispositivi più efficaci
basta una sessantina
di centimetri oltre
la lunghezza dell'auto
per parcheggiarla
negli spazi in parallelo;
più complesse le manovre
in quelli a pettine, tanto
che alcuni sistemi non
© Riproduzione riservata

li prevedono. L'operazione
richiede più tempo
di quanto serve a un abile
conducente: da 30 secondi
a un minuto e mezzo.
Roberto Boni

22 GENNAIO 2018
STORIE D'AUTO DIETRO LE QUINTE

VIA COL VENTO


E VAI DI CESELLO
L'enorme ventilatore soffia, il computer sorveglia, la mano dell'uomo
affina con millimetrica accuratezza la maquette in grandezza naturale
del modello che verrà. Obiettivo comune: migliorare l'aerodinamica

Nella foto grande,


l'enorme diffusore,
la rete e le alette
orientabili della galleria
del vento della FCA,
ad Auburn Hills (Usa).
A lato, l'impressionante
elica di otto metri
di diametro

G
rande. Una galleria gli strumenti del caso, è larga o a schiaffeggiare il modellino inaugurata è stata, a novembre,
del vento dev'essere "soltanto" 14 metri, lunga di argilla in grandezza naturale, dopo più di tre anni di lavori,
innanzitutto grande. 20 e alta 10. Insomma, è che prelude a ogni ulteriore quella della Volkswagen
Quella del quartier generale la punta dell'iceberg. Perché, fase dell'industrializzazione, a Wolfsburg: il Wez (Windkanal-
della FCA ad Auburn Hills, per diventare vento, l'aria mossa priva di vortici. Grande e molto Effizienz-Zentrum) di metri
nei dintorni di Detroit, occupa dall'enorme elica di 8 metri costosa è una galleria del vento. quadrati ne copre addirittura
una superficie di quasi 3 mila di diametro deve circolare, Nel 2002, quando fu inaugurata 8.800, ma qui si potranno
metri quadrati, maggiore essere filtrata da reti, indirizzata quella dell'FCA, l'investimento effettuare anche test simulando
di quella coperta da quattro da alette, propagata complessivo superava le più estreme condizioni meteo.
campi di calcio. La parte in cui da altrettanto enormi diffusori i 32 milioni di dollari. E infatti, La prossima, invece, si aprirà
si effettuano i test, la cosiddetta (come quello in penombra nell'universo automotive, dov'è nel 2019 proprio nei pressi
camera di prova, con la sua nell'immagine qui sopra). essenziale, se ne contano meno di Detroit, in casa Ford, che
pedana girevole e tutti Arrivando ad accarezzare di 30. L'ultima a essere allo scopo ha stanziato 200

24 GENNAIO 2018
37,5 MILIONI DI DOLLARI
il costo della realizzazione della
galleria del vento di Auburn Hills
nel 2002 (oltre 31 milioni di euro)

8
METRI
il diametro
del ventilatore,
composto
da 12 pale

225
KM/H
la velocità
massima
del flusso d'aria

290 GIRI/MIN
il regime
di rotazione massimo
del ventilatore

4.730
kW
la potenza del motore
elettrico che aziona
il ventilatore

Tracy Schmidt,
ingegnere aerospaziale,
e Vince Galante,
designer.
I risultati in termini
di coefficiente
aerodinamico nascono
dalla loro stretta
collaborazione

milioni di dollari. Ma torniamo coefficiente aerodinamico della Compass che si intravede comincia dal sottoscocca.
all'oggi e ad Auburn Hills. è fondamentale: a 200 km/h nella foto piccola a destra, Tracy modifica, Vince approva,
Dove l'affinamento aerodinamico un'auto consuma otto volte l'interfaccia con lo stile è stato il vento soffia per verificare
di un modello richiede dai sei di più che a 100. Poi si comincia Vince Galante). Ma in campo i risultati. Il classico filo di fumo
ai nove mesi, circa 400 ore a lavorare sul modellino in scala. scendono anche responsabili che scivola sui contorni dell'auto
di utilizzo della galleria del vento «Nella galleria del vento piccola di piattaforma ed engineering, è ormai superato. Con le sue
e la collaborazione di diversi si risolvono i problemi più grossi, modellatori, capi progetto. simulazioni è l'onnipresente
© Riproduzione riservata

team. «All'inizio del progetto in quella grande si perfezionano Un gioco di squadra che vede computer a facilitare il compito,
si stabiliscono gli obiettivi i dettagli», precisa il wind tunnel tutti impegnati a ottenere ma tuttora sono l'ostinazione,
minimi, in funzione dei consumi manager Greg Fadler. In ogni il risultato migliore. Ogni l'abilità manuale e l'intelligenza
e delle emissioni che si devono fase, con ogni tipo di maquette, dettaglio conta, a partire dell'essere umano a cesellare
rispettare», spiega Tracy Schmidt, è fondamentale il confronto da quelli che non si vedono, le forme e a fare la differenza.
ingegnere aerospaziale. Un buon con i designer (nel caso perché l'eccellenza aerodinamica Manuela Piscini

GENNAIO 2018 25
STORIE D'AUTO IN LIBRERIA

OMAGGIO
AD ALLEMANO
Finalmente raccontata, anche attraverso le immagini
del nostro archivio, la storia di una delle carrozzerie meno
note tra quelle che fiorirono nel Torinese a metà del 900

Molte delle fotografie


che corredano
il libro dedicato
alla Carrozzeria
Allemano provengono
dal nostro archivio

PILOTI IN PRIMO PIANO

M
eno conosciuta di molte altre
carrozzerie che, nel secolo IL FRANCESE FOTO DOPO FOTO MONTECARLO '72
scorso, sbocciarono attorno CHE PIACEVA UN ANNO VITTORIA
alla capitale italiana dell'auto (Bertone, A STEWART DI FORMULA 1 IMPOSSIBILE
Pininfarina e compagnia), la Allemano
trova un doveroso riconoscimento in questo
volume edito per i tipi dell'Asi, l'Automotoclub
storico italiano. Frutto di oltre due anni
di ricerche condotte da Giuliano Silli
– che sui protagonisti del design tricolore
si è già espresso molte altre volte –, si basa
sulla documentazione fotografica fornita
anche dall'archivio di Quattroruote, mentre
molti disegni tecnici e figurini provengono
da quello degli eredi di Giovanni Michelotti.
Del resto, proprio la collaborazione Uscito poco dopo Oltre 400 immagini Mattia Losi (giornalista, ma
con quest'ultimo, pur durata soltanto un paio la scomparsa di François per raccontare il 2017 soprattutto appassionato
d'anni, portò alla Carrozzeria Allemano Cévert, morto nel 1973 del massimo campionato: lancista) fa rivivere,
la notorietà che avrebbe comunque durante le prove del Gran cronaca dei GP, classifiche attimo per attimo, il Rally
meritato per la qualità delle sue realizzazioni. Premio degli Stati Uniti, e focus sui "compleanni" di Montecarlo del '72. Quello
Tra le quali meritano una citazione a Watkins Glen, questa della stagione: Renault, che il "drago" Sandro
la Fiat Coupé 1100 TV, la Maserati riedizione sente tutto Williams, Sauber e Force Munari, il "maestro" Mario
5000 GT e tutte le granturismo Abarth il peso degli anni trascorsi India. Interviste a cura Mannucci e la Fulvia HF
dei primi anni 60, senza dimenticare e di una traduzione non di Andrea Cremonesi 1600 vinsero dopo aver
le interpretazioni per marche francesi, sempre puntuale. Il prologo, (La Gazzetta dello Sport) perso ogni speranza. Anche
© Riproduzione riservata

inglesi e persino giapponesi. però, vale da solo l'acquisto. e Giorgio Stirano. su repartocorselancia.com.
Carrozzeria Allemano - Torino François Cévert La Grande Sfida L'incredibile corsa
Giuliano Silli Jean-Claude Hallé AA.VV. Mattia Losi
Libreria Automotoclub Storico Italiano Edizioni Mare Verticale Roberto Vallardi Editore Edizioni Ephedis
cm 23x30 - 200 pagine - brossura cm 14x20 - 264 pagg. - brossura cm 30x30 - 200 pagg. - rilegato cm 14x20 - 192 pagg. - brossura
€ 32 € 20 € 35 € 23

26 GENNAIO 2018
STORIE D'AUTO IN EDICOLA

COMPRARE SENZA
SEGRETI
Torna il vademecum per chi deve cambiare
macchina: oltre 400 pagine con prezzi
e dotazioni di tutti i modelli venduti in Italia.
E assieme al numero di febbraio si potrà
acquistare la nostra rivista dedicata alle moto

IN SPLIT
DUERUOTE
Un euro e 50 aggiunto QGUIDA ALL'ACQUISTO
al prezzo di Quattroruote
e il numero di febbraio
LISTINO FULL

© Riproduzione riservata
della rivista dedicata Bastano due euro in più, per l'allegato
alle moto sarà vostro. con tutto quanto offre il mercato.
Tra i test dei modelli Una guida all'acquisto con schede
in arrivo quest'anno, tecniche e le prove sprint dei modelli
quello della Triumph più significativi. Sotto la lente,
Bonneville Bobber Black. 49 marche e oltre 8 mila allestimenti.

IL TUO TAGLIANDO
IN UN CLICK

CON QTAGLIANDO CALCOLI GRATIS IL PREVENTIVO


DEL TAGLIANDO DELLA TUA AUTO IN POCHI SEMPLICI PASSI
STORIE D'AUTO WEB & SOCIAL

QUELLA PASSIONE
IL NOSTRO
SISTEMA
DIGITALE
Non solo sito e web tv:

DI HANKS PER LA 126


il network comprende
anche Facebook,
Twitter, YouTube
e Instagram
L'attore ha postato su Twitter diverse fotografie con la piccola Fiat.
Allora in Polonia, dov'era prodotta, un gruppo di fan ne ha restaurata
una e gliel'ha regalata. Come abbiamo raccontato sul nostro sito
quattroruote.it
News dal mondo auto Due tweet di Tom Hanks:
e prove su strada, da qui è partita l'idea
accompagnate dalle di un gruppo di fan polacchi
photogallery e dai video di regalargli una Fiat 126p
della Quattroruote Tv personalizzata (nelle altre foto)

Quattroruote
Una grande community
di follower per la nostra
pagina, che raccoglie
le news, ma pure tante
curiosità, foto e video

twitter@quattroruote
L'account da seguire
per essere aggiornati
in tempo reale su tutto
ciò che accade nel
mondo dell'automobile

T
utto è partito da alcune foto così come sul nostro sito, dove a recuperarne e restaurarne
che Tom Hanks, attore questa notizia è stata tra le più lette. un esemplare, che è diventato
americano due volte premio I tweet di Hanks sono stati notati una one-off dedicata alla star,
Oscar, ha pubblicato a fine 2016 da alcuni fan polacchi che alla piccola, con interni di pelle, sellerie bicolore
sul suo profilo Twitter. Lo ritraevano prodotta fino agli anni 90 a Bielsko e logo personalizzato su carrozzeria
quattroruote accanto ad alcune Fiat 126 ed erano Biala e Tychy (la si chiamava e quadro strumenti. Con il supporto
Carrozzerie filanti, accompagnate dal messaggio: «Sono familiarmente "maluch", cioè bambina), della compagnia aerea di bandiera
scarichi cromati e molti così felice della mia nuova auto!». sono molto affezionati. Il gruppo Lot, l'auto è stata spedita negli States
altri dettagli da feticisti Sui social certe cose diventano virali, ha raccolto i fondi necessari a Hanks, che ha gradito il dono. L.C.
delle auto sul social
dedicato alle immagini
FENOMENI SU YOUTUBE

TUTTI PAZZI PER LE KEI CAR


Quel che arriva dal Sol Levante durante il suo viaggio in Giappone,
quattroruotetv ha il fascino dell'esotico e, in genere, in occasione del Salone dell'auto.
Il meglio dei video sui social impazza. Succede anche Le immagini delle kei car, piccole,
© Riproduzione riservata

della Quattroruote Tv, per le auto, oggetti che riflettono colorate, dalle forme buffe, quasi
da vedere, commentare sempre la cultura, le abitudini fumettose, sono tra le più viste
e organizzare
in playlist e i gusti di un Paese. Un esempio? sul nostro canale YouTube.
Il video che il nostro Matteo Valenti Ve le siete perse? Le trovate
ha girato per le strade di Tokyo su youtube.com/quattroruotetv.

28 GENNAIO 2018
Sicuro di Sé.

Vieni a scoprirlo nelle concessionarie SsangYong 5 ANNI O 150.000


ad un prezzo che ti stupirà.
DI GARANZIA
E ASSISTENZA STRADALE CHILOMETRI

Con Navigatore HD da 9,2” con retrocamera e connettività Apple Carplay


e Google Android Auto, 9 airbag, frenata automatica (AEBS), Fari Xenon.
Consumi ciclo medio combinato da 7,6 a 8,3 l/100 km. Emissioni CO2 da 199 a 218 g/km.

Ƶ**1*%+,1(%%0.%++*ü*(%0H,.+)+6%+*(!ċ ))#%*!.%"!.%0()+ !((+/*#+*#!40+* +*%!/!(ĂċĂąċ


Ƶ((!/0%)!*0%Č +06%+*%!%))#%*%,+//+*+2.%.!*!(+./+ !((Ě**+!*+*/+*+2%*+(*0%ċ
##%+.% !00#(%,.!//+(!+*!//%+*.!10+.%660!/*#+*#ċ +%!0H !(.1,,+ +!((%'!.,Ƶċ www.ssangyong-auto.it
NORMATIVA • LETTERE • QUESITI

AUTODIFESA
SCONTO? MACCHÉ
La montagna ha partorito il topolino: il risparmio
sulla polizza Rc per chi monterà la scatola nera sarà
pari alla media delle riduzioni degli ultimi tre anni

C
ome previsto, il 27 novembre su ivass.it a: legge_concorrenza_rca2017@
scorso, l'Ivass ha reso noto i «criteri ivass.it). Tuttavia, i paletti di via del Quirinale
e le modalità per la determinazione (sotto, la sede dell'Ivass) sembrano lasciare
degli sconti obbligatori» per chi deciderà pochi margini a chi si aspetta(va) riduzioni
d'installare la cosiddetta scatola nera, «significative», come afferma la legge.
previsti dalla legge sulla concorrenza. Sconti Secondo la bozza, infatti, «la percentuale
che valgono anche per chi farà ispezionare di sconto è almeno pari alla diminuzione
l'auto alla propria compagnia o montare percentuale media dei premi registrata negli
su di essa un meccanismo che impedisce ultimi tre anni» fra i contratti con black box
l'avvio del motore se il guidatore ha un tasso e quelli senza. Insomma, è una norma
alcolemico superiore ai limiti di legge. che fotografa lo status quo: un risibile -5%
Per carità, si tratta soltanto se l'apparecchio è usato solo in caso
di una bozza, aperta, tra l'altro, d'incidente, un modesto -13% a chi
a proposte (si possono permette l'uso dei dati di guida. E non è
inviare, entro l'11 detto che in sede di preventivo le compagnie
gennaio, usando potranno essere più generose. Fateci
il modello un favore: non chiamatelo «significativo».
presente Mario Rossi

NON SOLO SUD


Nello schema
di regolamento l'Ivass
Massa-Carrara
ha anche individuato
Prato le «province a maggiore
Genova
Pistoia
tasso di sinistrosità»,
quelle i cui automobilisti
Bologna
virtuosi (assenza
Rimini d'incidenti con colpa negli
La Spezia Firenze ultimi quattro anni)
Lucca Pisa potranno ottenere uno
sconto supplementare.
Livorno
Foggia

Roma Benevento
Barletta-Andria-Trani
Bari
Latina
Caserta Brindisi
Napoli

Salerno
Taranto

Crotone
Vibo Valentia
© Riproduzione riservata

Messina Catanzaro
Palermo
Reggio Calabria

Catania

GENNAIO 2018 31
AUTODIFESA POSTA PRIORITARIA

MULTE, L'ETERNO
DUBBIO SUI 90 GIORNI
I termini per la notifica dei verbali decorrono dal momento in cui è commessa
la violazione e si esauriscono quando l'atto è consegnato a Poste Italiane. Anche
se l'auto è in locazione, ma solo per i contratti firmati dal 3 novembre 2015

H
o ricevuto un verbale il nome dell'intestatario al fine di annotarne i dati su un atto pubblico che, ai sensi
dalla polizia municipale temporaneo e, quindi, la polizia nell'Archivio nazionale veicoli del Codice civile, «fa piena prova,
di Bologna in cui è possa notificare direttamente. (senza aggiornamento fino a querela di falso», una cosa
scritto: «Consegnato presso CMP "Casualmente", inoltre, la notifica della carta di circolazione). che deve ancora avvenire?
di Padova in data 25/07/2017». si è poi compiuta l'88° giorno. La comunicazione dev'essere E anche ammesso che ciò sia
Sarebbe l'88° giorno dalla data In teoria per rendere valido effettuata entro 30 giorni giuridicamente ammissibile,
d'identificazione del responsabile un verbale prescritto basterebbe consecutivi dalla data da un punto di vista tecnico
della circolazione, avvenuta il 28 scrivere su di esso una data d'immatricolazione del veicolo è possibile soltanto se
aprile 2017. Peccato che io antecedente, diciamo così, o da quella, ma soltanto la verbalizzazione coincide
abbia commesso la violazione, di comodo. Un po' come faceva se successiva, di stipula del con la consegna al servizio
con la mia auto a noleggio il Comune di Milano, che contratto (art. 94 comma 4 bis). postale. Nel caso della polizia
a lungo termine, il 2 marzo 2017. postdatava d'ufficio la data Tra gli altri scopi, la norma municipale di Bologna, la stampa
È possibile che il comando di accertamento rispetto a quella consente alle autorità di polizia e la spedizione dei verbali
di polizia abbia impiegato della violazione… stradale di conoscere il nome è stata esternalizzata a una ditta
57 giorni per identificare Lettera firmata dell'intestatario temporaneo di Padova, la Megasp. In teoria,
«il responsabile della Bologna senza passare dal locatore. dunque, quest'ultima dovrebbe
circolazione», cioè il sottoscritto? E, quindi, notificare i verbali entro stampare il verbale e affidarlo
Mi risulta che, da quando Come scrive il lettore, nel caso 90 giorni dalla data in cui è stata il giorno stesso a Poste Italiane
è entrato in vigore l'obbligo di noleggio di veicoli senza commessa la violazione (Centro meccanizzato postale
d'intestazione temporanea conducente per periodi superiori e non, come avveniva una volta, di Padova). Per verificarlo,
per le auto a noleggio a lungo a 30 giorni, il locatore deve dal giorno in cui il locatore considerato che le raccomandate
termine come la mia, comunicare alla Motorizzazione comunicava al comando AG sono tracciate, è stato
la Motorizzazione conosca civile le generalità del locatario di polizia le generalità sufficiente inserire sul sito
dell'utilizzatore. Tuttavia, questa di Poste Italiane, nella sezione
annotazione è obbligatoria "ricerca spedizioni",
soltanto per i contratti stipulati il numero (senza trattino)
dal 3 novembre 2015. Nel caso della raccomandata AG presente
del lettore, l'atto è stato siglato sulla busta verde o sul verbale
precedentemente e, quindi, stesso. Cliccando su "dettagli
non è soggetto a quest'obbligo. spedizione" si può vedere
Per quanto riguarda i tempi (ma solo per due mesi) quando
della notifica, il dubbio l'atto è stato preso in consegna,
è legittimo: come fa la polizia cioè quando il comando
a scrivere su un verbale, cioè di polizia o la società a cui è stato
esternalizzato il servizio
lo ha notificato". Se quella data
rientra nei 90 giorni previsti
dall'articolo 201 del Codice
della strada, la notifica è regolare,
a prescindere dal fatto
che la raccomandata sia poi stata
consegnata al destinatario oltre
il 90° giorno. Per il notificante,
© Riproduzione riservata

infatti, i termini decorrono dal


giorno in cui è stata commessa
la violazione e si compiono
nel momento in cui il verbale
è consegnato al servizio postale.
Mario Rossi

32
AUTODIFESA SPORTELLO rossi.mario@quattroruote.it

SMANTELLATE
I FINTI AUTOVELOX
Gli armadietti di plastica arancione installati a bordo strada
con la sola funzione di deterrente sono illegittimi. Perché si possono
assimilare a segnali stradali. Ma il Codice non li contempla
COMMISSIONI BANCARIE

C
on la recente circolare delle categorie previste violazioni, il loro utilizzo
"Minniti" spariranno
finalmente quegli
dal nuovo Codice della strada
e dal connesso Regolamento
dev'essere conforme alle norme.
E, quindi, con una pattuglia
LA TASSA
armadietti che, in alcuni casi, di esecuzione e di attuazione a valle dell'apparecchio SUL BOLLO
possono contenere un e dunque per essi non risulta per contestare immediatamente
Dovevo pagare il primo bollo
autovelox? Nella mia zona, concessa alcuna approvazione eventuali violazioni, visto
della mia auto e mi sono recato
alcuni di questi contenitori da parte di questa che gli accertamenti automatici
in uno sportello Aci. Per l'utilizzo
arancioni sono visibilmente direzione generale», si legge non sono ammessi su strade
del bancomat hanno preteso
dismessi, altri sono stati in alcuni pareri del ministero urbane di quartiere (mentre
(in contanti) 0,97 euro
danneggiati dai vandali, altri delle Infrastrutture lo sono, previa autorizzazione
di commissioni bancarie.
ancora sono sempre vuoti. Uno, e dei Trasporti. «L'unico impiego prefettizia, su quelle urbane
È ammissibile che il contribuente
addirittura, nella finestrella consentito è quello che prevede di scorrimento). A questo
debba accollarsi pure gli oneri
dedicata all'occhio elettronico, l'installazione al loro interno proposito, va ricordato
bancari per il sempre più richiesto,
aveva il disegno di una di misuratori di velocità che quando le strade
giustamente, pagamento
macchina fotografica, altri di tipo approvato». extraurbane attraversano centri
con moneta elettronica?
hanno le finestre oscurate. Insomma, delle due l'una: abitati, come nella foto,
Alessandro Caretto
C'è un altro Comune, invece, che o possono effettivamente assumono automaticamente
Mestre (VE)
a volte v'inserisce l'autovelox. contenere un apparecchio e funzionalmente
Si tratta di strade urbane per il controllo della velocità le caratteristiche di strada
L'addebito delle commissioni
normali, a unica carreggiata con oppure devono essere urbana di scorrimento
bancarie è un problema annoso
una corsia per senso di marcia smantellati. E comunque, o di quartiere o locale,
che il legislatore o le Regioni,
e limite a 50 km/h, dove voi nel caso cui siano realmente a prescindere da chi ne sia
nelle cui casse finisce l'importo
sostenete che la misurazione impiegati per accertare l'ente proprietario.
del bollo, dovrebbero risolvere
automatica senza agenti
una volta per tutte. Secondo
di polizia locale sia illegittima...
i soggetti incaricati della
Davide Albani
riscossione, infatti, quella cifra
Misinto (MB)
serve a pagare il costo del
servizio bancomat, di cui – così
I contenitori di autovelox,
sostengono – non può farsi
i cosiddetti autobox,
carico chi riscuote la tassa.
non sono di per sé fuorilegge.
Non avrebbero tutti i torti,
Lo sono quelli "finti", contenitori
se non incassassero dai cittadini
di plastica privi di sportelli
anche 1,87 euro quale «costo
e finestrelle, in genere di colore
del servizio di riscossione della
arancione, installati a bordo
tassa». Diciamo la verità, in un
strada, quasi sempre in ambito
Paese normale il contribuente
urbano e spesso, peraltro,
dovrebbe poter pagare
in maniera malferma. Sono
le tasse senza ulteriori addebiti,
fuorilegge perché, non potendo
indipendentemente dalle
contenere un'apparecchiatura
modalità (contanti, bancomat,
per il controllo della velocità,
carta di credito, bonifico).
non hanno alcuna funzione, se
Dei costi di riscossione
non quella di deterrente. A rigor
dovrebbe farsi carico l'istituzione,
© Riproduzione riservata

di logica, dunque, dovrebbero


direttamente o indirettamente,
essere considerati segnali
nell'ambito del rapporto
stradali. Peccato che non siano
con i soggetti da essa incaricati
previsti da alcuna norma.
di riscuotere la tassa. In un Paese
«I manufatti in oggetto
normale, appunto.
non sono inquadrabili in alcuna

34 GENNAIO 2018
RISVEGLIA IL TUO ISTINTO #SuzukiStories

TECNOLOGI A SUZUKI 4X4 Tua a 15.400€ *


Gamma Suzuki 4x4 ALLGRIP: consumo ciclo combinato (l/100km) da 4,2 a 7,3. Emissioni CO2 (g/km) da Seguici sui social e su suzuki.it
101 a 167. *Prezzo promo chiavi in mano riferito a IGNIS 1.2 DUALJET 4WD ALLGRIP iTOP (IPT e vernice met.
escluse), presso i concessionari che aderiscono all’iniziativa e per immatricolazioni entro il 31/12/2017.
AUTODIFESA LAMENTELE

QUANDO IL CAMBIO
HA FRETTA DI ROMPERSI
Sulla Volkswagen Polo di una lettrice si è manifestata l'usura anomala
di due cuscinetti della trasmissione, cosa incompatibile con la percorrenza
della vettura. Ma il dealer ritiene il danno «non conforme» agli schemi

FIAT 500X FORD S-MAX

LA FRIZIONE MOTORE
DEI MISTERI MANGIA OLIO
La mia Fiat 500X 1.6 MJT
è afflitta da uno strano
problema che riguarda
la frizione. In pratica,
accelerando nei rapporti
superiori, poco prima
dei 1.800 giri/minuto,
la salita di regime non è
proporzionale all'aumento Sono il proprietario
di velocità, evidenziando un di una Ford S-Max turbodiesel
certo slittamento dell'organo. da 150 cavalli acquistata
Superati i 2.000 giri/minuto, nel gennaio del 2016 e sempre
la spinta diventa omogenea manutenuta con scrupolo. Vi
e il problema sparisce.

S
ono una cliente Di conseguenza, mi sono rivolto scrivo per lamentare il fatto che
Volkswagen da oltre 30 al dealer fiorentino dove avevo Questo comportamento, trovo anormale il fabbisogno di
anni e vorrei comprato l'auto, allo scopo che si manifesta random olio della mia vettura, in pratica
manifestare il mio disappunto di ottenere un supporto e soprattutto quando l'auto è un litro di olio ogni 10 mila
per il trattamento ricevuto alla riparazione, ma la risposta stata usata a lungo a velocità chilometri. Attualmente l'auto è
dalla Casa. Questi i fatti. Il 22 è stata perentoria quanto modeste, è noto pure ad altri arrivata a 116 mila chilometri,
ottobre 2012 ho acquistato grottesca: nessuna possibilità proprietari della Suv torinese, ma il consumo eccessivo
una Polo 1.2, che ho sempre di intervenire sul danno così come testimoniato da è stato presente sin dall'inizio.
utilizzato con cura e parsimonia, in quanto «non conforme» ai loro numerosi interventi sui forum Il concessionario diceva
tanto che in cinque anni schemi. D'accordo, so bene tematici. In molti casi sembra che su un esemplare nuovo
ho percorso appena 36 mila che la garanzia è scaduta, che la Fiat sia già intervenuta era normale. Poi ha cambiato
chilometri. Il mese scorso ho ma mi sembra inaccettabile sostituendo la frizione versione, sostenendo che la
iniziato ad avvertire, in marcia, che non venga riconosciuto a basse percorrenze (fino mia fosse l'unica S-Max da lui
strani rumori e vibrazioni questo difetto d'origine della mia a 30 mila chilometri), ma venduta vorace di lubrificante.
dal cambio, con una sonorità Polo e mi si costringa a sborsare senza risolvere il problema, Dietro mie insistenze,
pronunciata anche in folle. quasi mille euro di riparazione. che poi compare di nuovo. ho ottenuto una verifica più
Preoccupata, ho deciso Io e mio marito avevamo E, ovviamente, respingendo approfondita da parte della
di ricoverare la vettura anche pensato di cambiarla ulteriori cambi quando Ford che, dopo aver svolto
in un'officina autorizzata VW con un altro esemplare nuovo, i chilometri si accumulano, i test del caso, ha sentenziato
di Firenze, dov'è stata individuata con un diverso motore, però perché è un pezzo soggetto che il consumo di lubrificante
la causa del problema: usura dopo quanto accaduto a usura con il normale uso. della mia auto è del tutto
di due cuscinetti del cambio, non compreremo più un'altra Alessandro Ludovici normale. A questo punto,
per una spesa complessiva Volkswagen: ritengo Roma se mi è concessa una battuta
di 840 euro. Lì ho appreso che il prezzo in media più alto paradossale, temo proprio che
che è strano che una macchina dei suoi modelli non sia la casa dell'Ovale blu debba
© Riproduzione riservata

come la mia manifesti questo proporzionale alla tanto richiamare tutte le altre S-Max
tipo di anomalia, trattandosi decantata qualità della Casa che, invece, di olio non ne
di un evento importante, che non tedesca. Nel mio caso, almeno, consumano affatto.
succede nemmeno su esemplari è stato così.
molto più sfruttati, con 150 Lucia Nuti Pacciani Emilio Privitera
mila chilometri e oltre. Capoliveri (LI) Cittadella (PD)

36 GENNAIO 2018
NUOVA ECOSPORT

IL SUV COMPATTO
Con soli 4,09 m, Nuova Ford EcoSport è il SUV compatto ideale sia per gli spostamenti in
città che per i tuoi viaggi. Scegli tra motorizzazioni scattanti ed efficienti come il motore
benzina EcoBoost, disponibile con cambio automatico, o il Diesel TDCi, anche con trazione
integrale intelligente All Wheel Drive.

S CO P R I D I P I Ù S U F O R D. I T
SPAZIO ALL’INNOVAZIONE, COMFORT ALLA GUIDA.
Nella Nuova Ford EcoSport ogni dotazione e tecnologia è stata scelta con attenzione
per darti un’esperienza di guida piacevole e sicura.

Non crederai alle tue orecchie


?cf_WdjeWkZ_e8EFB7OZW,-+MWjj"
Yed'&WbjefWhbWdj_fh[c_kc[ikXmee\[h$

Comodi alla guida


CWii_cWYkhWd[_Z[jjW]b_
Yedi[Z_b_[lebWdj[h_iYWbZWX_b_"
[fWhp_Wbc[dj[h_l[ij_j__df[bb[$
Sempre connesso
BWj[Ydebe]_WIOD9)j_f[hc[jj[Z_
h[ijWh[Yedd[iie[Z_YedjhebbWh[j[b[\ede"
cki_YW[i_ij[cWZ_dWl_]Wp_ed[
YedYecWdZ_leYWb_ejekY^iYh[[d$

Tecnologie e sicurezza
š9b_cWj_ppWjeh[WkjecWj_Ye[(fehj[KI8$
šJ[b[YWc[hWfeij[h_eh[f[hkdWh[jhecWhY_Wf_’\WY_b[[i_YkhW$
šI_ij[cWZ_Wii_ij[dpWWbbWfWhj[dpW_diWb_jW$
š8B?If[hh_b[lWh[[l[djkWb_l[_Yeb_dWiYeij_d[bbÉWd]ebeY_[Ye$
Offerta valida fino al 31/01/2018 su Ford EcoSport Plus 1.0 Ecoboost 125 CV con Design Pack Plus e SYNC 3 Touch Screen da 6,5” a € 14.950, a fronte del ritiro per rottamazione
e/o permuta di una vettura immatricolata entro e non oltre il 31/12/2009 o veicolo Ford senza vincolo di data immatricolazione, posseduto da almeno 6 mesi, grazie al contributo dei
FordPartner aderenti all’iniziativa. Prezzo raccomandato dalla Ford Italia S.p.A. IPT e contributo per lo smaltimento pneumatici esclusi. Ford Ecosport: consumi da 3,8 a 7,2 litri/100
km (ciclo misto); emissioni CO2 da 107 a 134 g/km. Esempio di finanziamento IdeaFord a € 14.950. Anticipo € 2.950, 36 quote da € 148,73, escluse spese incasso rata € 4,00, più quota
finale denominata VFG pari a € 9.235,50. Importo totale del credito di € 12.896,97 comprensivo dei servizi facoltativi Guida Protetta e Assicurazione sul Credito “4LIFE” differenziata per
singole categorie di clienti come da disposizioni IVASS. Totale da rimborsare € 14.766,02. Spese gestione pratica € 300. Imposta di bollo in misura di legge all’interno della prima quota
mensile. TAN 4,95%, TAEG 6,63%. Salvo approvazione FCE Bank plc. Documentazione precontrattuale in concessionaria. Per condizioni e termini dell’offerta finanziaria e delle coperture
assicurative fare riferimento alla brochure informativa disponibile presso il FordPartner o sul sito www.fordcredit.it. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.

€ 149
1.0 ECOBOOST
Anticipo € 2.950
al mese

SYNC 3 Touchscreen 6,5”


Cerchi in lega 16” TAN 4,95% TAEG 6,63%
Barre al tetto e Privacy Glass

S CO P R I D I P I Ù S U F O R D. I T
AUTODIFESA IL DIFETTO

ALLA JEEP COMPASS


SPUNTANO LE RUGHE
Alcuni esemplari della nuova sport utility sono arrivati nelle concessionarie
con antiestetiche pieghe sulla pelle dei divani. Colpa del lungo
viaggio attraverso l'Oceano Atlantico. Ora il problema è stato risolto

H
anno storto il naso a Toluca, in Messico. Per motivi dai dealer e venivano preparate LA DIFESA
alcuni clienti della Jeep che non sono chiari, i primi per la consegna. Non si tratta,
Compass quando, al esemplari hanno affrontato dunque, di un difetto di MA LA CASA
ritiro dell'auto, si sono accorti che il lungo viaggio verso l'Europa produzione, ma di una semplice MINIMIZZA
la pelle del divano, vicino alle attraverso l'Oceano Atlantico – anche se decisamente
fibbie delle cinture di sicurezza, con lo schienale posteriore fastidiosa – manchevolezza Per saperne di più,
presentava antiestetiche pieghe abbattuto, ma così facendo estetica. All'inizio, i concessionari abbiamo chiesto informazioni
(vedere il tondo sotto). le fibbie della cintura non hanno potuto fare altro direttamente alla Jeep,
Ma che cosa era successo? di sicurezza si appoggiavano che registrare le lamentele che ci ha riferito di non
sulla porzione centrale di pelle e chiedere istruzioni alla Jeep. ritenere statisticamente
CINTURE SOTTO ACCUSA del divano, causando pieghe Per placare i clienti più arrabbiati, rilevanti i casi di pieghe
La nuova Jeep Compass, nel rivestimento. Queste qualche dealer è arrivato sulla porzione centrale
attualmente una delle sport antiestetiche rughe, che a sostituire il divano di pelle del divano posteriore
utility compatte di maggior potevano risultare più o meno della Compass in consegna delle Compass.
successo (oltre 6.500 esemplari marcate (e anche non essere con quello, magari meno Secondo il costruttore,
immatricolati dal lancio fino per nulla presenti), apparivano "rugoso", di una in deposito. risultano trattati soltanto
a novembre 2017), è prodotta quando le Compass arrivavano In ogni modo, la Jeep due esemplari, mentre,
ha provveduto ad adottare per scongiurare la possibilità
i correttivi del caso durante che il problema si possa
il trasporto: gli esemplari ripresentare, sono state
che stanno arrivando adesso adottate tutte le cautele
in Italia non presentano più del caso, tanto che, sempre
questo tipo di problema. secondo la Jeep, non ci sono
Cosimo Murianni più segnalazioni al riguardo.

© Riproduzione riservata

GENNAIO 2018 37
TENDENZE • CRONACHE • MONDO QUATTRORUOTE

ATTUALITÀ
PIÙ PATENTI
MENO GIOVANI
In dieci anni, i documenti di guida validi sono cresciuti di 4,5 milioni.
Merito soprattutto degli automobilisti che non lasciano il volante
nemmeno a tarda età. Mentre, tra gli under 21, cala la febbre da esame

S
empre più italiani guidano: cresce, sono aumentate, nel corso di un decennio, più l’esigenza di dotarsi del documento
infatti, il numero delle patenti B del 23,8%, contro il 17,9 della Liguria, di guida: i dati relativi alle nuove patenti B
in corso di validità. Secondo i dati del seconda in questa classifica; la media rilasciate a persone di età fino a 21 anni
ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nazionale d’incremento è del 14,4%. rivelano una flessione dalle 737.311
elaborati dalla Federpneus (l’associazione Dati che farebbero pensare a un maggiore del 2007 alle 668.609 del 2016,
dei rivenditori di pneumatici), il numero amore degli italiani per il volante: in realtà, con un calo a 592.298 registrato nel 2012.
di quelle attive è passato dai 31,2 milioni non è proprio così. Se s’incrociano, infatti, Come si spiega, allora, l’incremento del
del 2007 ai 35,7 del 2016. La regione le informazioni con quelle relative al numero totale dei documenti validi? Con
con il maggior numero di documenti di guida di esami sostenuti per il rilascio delle patenti l’innalzamento dell’età fino alla quale noi
è la Lombardia, che supera i 6 milioni B nello stesso periodo, si scopre che italiani continuiamo a guidare. Che, ormai,
(+17,4% rispetto al 2007), seguita da Lazio, i test affrontati dai candidati sono scesi spesso supera la soglia dei 90 anni: tema al
Campania e Veneto (tutte con poco più di considerevolmente, passando dai 1,712 quale abbiamo dedicato un articolo a pagina
3 milioni di patentati). Se, però, si guarda alla milioni del 2007 ai 1,416 del 2006, 64. Con tanto di prove in pista, alle quali
crescita, il valore più significativo è quello del con un minimo di 1,301 milioni nel 2014. abbiamo sottoposto alcuni patentati senior.
Trentino-Alto Adige, dove le patenti B attive E sono soprattutto i giovani a non sentire Emilio Deleidi

Lezione di guida
per una giovane
allieva di autoscuola.
© Riproduzione riservata

Sono tuttavia sempre


di meno i ragazzi
di età fino a 21 anni
che si sottopongono
alla trafila necessaria
per conseguire
la patente

GENNAIO 2018 39
DILEMMA GASOLIO ATTUALITÀ L'INCHIESTA SUL CAMPO

SINDACI CONTRO
DIESEL A SCONTO
La politica restrittiva di molte amministrazioni cittadine costringe spesso
le concessionarie a tagli consistenti sui listini. Ribassi medi del 15,6% sulle auto
dei segmenti C e D in pronta consegna. Con punte che superano il 26%
di Emanuele Barbaresi, Emilio Deleidi e Mario Rossi
(hanno collaborato Silvio Campione, Marco Marcotulli e Nicolò Minerbi)

40 GENNAIO 2018
N
on piove? Si bloccano le die- responsabili di tutti i mali, al di là di qualsia- colare sugli esemplari in pronta consegna,
sel. Non tira vento ormai da si oggettiva considerazione tecnica (per le dei quali i dealer potrebbero essere ansiosi
settimane, i riscaldamenti quali vi rimandiamo a pag. 46). di liberarsi. Del resto, non è un mistero che
vanno al massimo e i livelli Inevitabile che tutto questo finisca per le vetture disponibili negli stock dei punti
delle sostanze nocive sfora- avere riflessi anche sul mercato. Che già in vendita godano di uno sconto superiore ri-
no qualsiasi soglia? Stop alle auto a gasolio. ottobre ha visto la quota delle vetture a ga- spetto a quelli ancora da ordinare al co-
Euro 3, Euro 4, magari anche Euro 5, fino a solio scendere al 55,1%, contro il 59 dello struttore. Né è un segreto il fatto che alla
minacciare d'impedire la circolazione pure stesso mese del 2016, e, al tempo stesso, fine del mese i venditori siano spesso dispo-
alle vetture più recenti, omologate Euro 6. quella delle ibride passare dal 2,5 al 4,3%. sti ad allargare ulteriormente la manica, per
A fronte dell'ennesimo autunno ad alta A questo punto, però, viene da chiedersi raggiungere gli obiettivi di vendita "consi-
pressione persistente, le pubbliche ammini- se la situazione possa condizionare anche la gliati", diciamo così, dalle Case. In molte si-
strazioni delle grandi città italiane sembrano politica commerciale di Case e concessiona- tuazioni, infatti, la possibilità di centrare un
avere in comune un'unica ricetta: impedire ri. Se, cioè, per sostenere le vendite delle bi- target, cioè di ottenere un margine superio-
la circolazione delle auto dotate di motori ad strattate diesel non vengano messi in atto re sul proprio immatricolato, può indurre a
accensione spontanea, diventate di colpo sconti più sostanziosi della media, in parti- comprimere in maniera consistente il

I GIUDIZI SULLE OFFERTE


L'acquisto delle diesel in pronta consegna
è, in media, poco conveniente: il risparmio
rispetto al listino è inferiore al 10%
I vantaggi delle auto diesel in pronta
consegna sono discreti,
compresi tra il 10 e il 15%
Il modello può essere considerato
vantaggioso, con riduzioni medie di prezzo,
rispetto al listino, superiori al 15%

ALFAROMEO GIULIETTA ALFA ROMEO GIULIA


Risparmio medio -23,6 % Risparmio medio -11,4 %
La compatta del Biscione è il modello che La Giulia è a listino da appena un anno
presenta lo sconto medio percentuale più alto e mezzo: anche per questo motivo viene
tra i 14 che abbiamo preso in considerazione. offerta con sconti in linea con il mercato.
In valore assoluto si tratta, in media, di 6.794 Rispetto al prezzo consigliato dalla Casa,
euro in meno rispetto al listino della Casa. la riduzione media è di 4.786 euro.

LA PIÙ CONVENIENTE LA PIÙ CONVENIENTE


Alfa Romeo Giulietta 1.6 JTDm 120 CV Sport Alfa Giulia 2.2 TD 150 CV
Lucesoli & Mazzieri - Ancona Marchi Auto - Sant'Andrea delle Fratte (PG)
La Giulietta presente nel salone della Lucesoli Prezzo scontato del 16,2%, comunicato a voce
& Mazzieri di Ancona è la seconda più dal venditore, a condizione che la macchina sia
conveniente (-25,8%) tra tutte le macchine immatricolata entro il 30 novembre. Il dealer
trattate. Con un finanziamento, il prezzo offre la possibilità di farne una km zero, che
scenderebbe di altri mille euro (a 20.300 euro). venderebbe a 31.000 euro chiavi in mano.
Listino 28.715 Listino 40.315
Scontata 21.315 Scontato 33.800
Differenza listino/scontata -7.400 Differenza listino/scontata -6.515
LA MENO CONVENIENTE LA MENO CONVENIENTE
Alfa Romeo Giulietta 1.6 JTDm 120 CV Super Alfa Giulia 2.2 TD 150 CV Super
Scar - Ragusa Jazzoni - Roma
Pur offrendo il minore sconto fra le Giulietta In questa concessionaria romana la berlina Alfa
richieste, quella della Scar di Ragusa (-21,7%) è proposta con uno sconto sorprendentemente
risulta la quarta più conveniente tra le vetture basso (7,7%), sia rispetto alla media
di cui abbiamo domandato il preventivo. complessiva (15,6%) sia rispetto a quanto
Immatricolazione entro il 30/11. proposto dagli altri dealer della Casa visitati.
Listino 28.795 Listino 39.856
Scontata 22.552 Scontata 36.800
Differenza listino/scontata -6.243 Differenza listino/scontata -3.056
Valori in euro

GENNAIO 2018 41
ATTUALITÀ L'INCHIESTA SUL CAMPO

guadagno sul singolo esemplare. qualche giorno, in modo da poter immatri- plari oggetto delle trattative è stato del
Insomma, in questi casi spesso il coltello colare la vettura prima della fine del mese, 15,6%. In termini monetari, equivale a una
dalla parte del manico l'ha il cliente, anche consentendo loro di raggiungere l'agogna- non trascurabile riduzione di prezzo media
se non sempre ne è consapevole. Per veri- to traguardo commerciale. Abbiamo anche di poco superiore a 6 mila euro, rispetto a
ficare le nostre ipotesi, abbiamo visitato in deciso di sondare il mercato al netto dei fi- un importo medio leggermente superiore ai
incognito alcune decine di concessionarie di nanziamenti, che pure i venditori ci hanno 39 mila. Però le medie, com'è noto, non di-
tutta Italia, dal Piemonte alla Sicilia. Nel mi- spesso proposto, e di permute o rottama- cono tutto. Per esempio, nascondono il fat-
rino, 14 modelli a gasolio dei segmenti C e zioni. In entrambe queste circostanze, infat- to che avremmo potuto acquistare la vettu-
D presenti negli autosaloni o nei loro piaz- ti, le politiche commerciali di Case e dealer, ra più scontata in assoluto, una Ford Mon-
zali, oppure in procinto di arrivare. di solito, prevedono sconti supplementari, deo SW 2.0 TDCi ST Line 150 CV bianca che
L'indagine si è svolta nell'ultima settima- che avrebbero modificato il quadro. faceva bella mostra di sé nella concessiona-
na di novembre: anche per questo motivo, i ria Ford F1 di Pozzuoli (NA), con una ridu-
venditori in molti casi ci hanno proposto FORBICE AMPIA zione rispetto al listino (di 39.711 euro) di
sconti decisamente robusti. A condizione, Alla fine della nostra inchiesta è emerso oltre 10 mila euro, pari al 26,2%. Sul podio
però, che firmassimo il contratto nel giro di che lo sconto medio praticato sugli esem- ideale delle offerte sono salite anche due

AUDI A3 SPORTBACK AUDI A4 AVANT BMW SERIE 1 5P.


Risparmio medio -11,9 % Risparmio medio -15,3 % Risparmio medio -10,6 %
La compatta di Ingolstadt è offerta, in media, Le A4 Avant sono offerte, in media, con sconti Nonostante il restyling imminente, la compatta
con uno sconto inferiore a 4 mila euro. Assieme interessanti: due esemplari hanno presentato di Monaco è il modello sul quale i dealer che
alla BMW Serie 1, si tratta di uno dei modelli riduzioni di prezzo dell'ordine del 18%. abbiamo visitato offrono lo sconto più basso.
sui quali – limitatamente al nostro panel – La media, però, risulta abbassata dall'offerta La riduzione media di prezzo è appena di 3.109
la riduzione di prezzo è, in percentuale, minore. modesta formulata dalla Tumino di Ragusa. euro, pari al 10,6% in meno rispetto al listino.

LA PIÙ CONVENIENTE LA PIÙ CONVENIENTE LA PIÙ CONVENIENTE


1.6 TDI S tronic Business 2.0 TDI 150 CV Business 116d 5p. Msport
L'Automobile - Roma Rinaldi - Torino Autotorino - Novara
Lo sconto su questo modello, pur essendo Il prezzo scontato, per un esemplare ben La vettura che ci propongono è dotata
il migliore tra quelli ottenuti nella nostra dotato di accessori (il solo pacchetto Ausilio del pacchetto Edition Msport Shadow, dal costo
indagine, non è eclatante: siamo nell'ordine al parcheggio plus costerebbe 1.230 euro), di ben 4.250 euro, ridotti a 600; sconto
del 12,1%, solamente poco più di un punto risulta interessante: la riduzione, condizionata complessivo del 14,4%. La cifra finale
percentuale rispetto al preventivo peggiore. alla firma entro novembre, è del 18,1%. comprende quattro anni di manutenzione.
Listino 34.913 Listino 43.339 Listino 39.724
Scontata 30.702 Scontata 35.500 Scontata 34.000
Differenza listino/scontata -4.211 Differenza listino/scontata -7.839 Differenza listino/scontata -5.724
LA MENO CONVENIENTE LA MENO CONVENIENTE LA MENO CONVENIENTE
1.6 TDI S tronic Business 2.0 TDI 122 CV Business Sport S tronic 116d 5p. Business Advantage
Mandolini Auto - Brescia Tumino - Ragusa Automercato Stabia - Castell. di Stabia (NA)
Nel caso di questa A3 Spb la forbice tra prezzo L'esemplare in pronta consegna alla La 116d della concessionaria Automercato
di listino e scontato è particolarmente stretta: concessionaria di Ragusa è il più caro di quelli Stabia è l'esemplare meno scontato (-7,5%) fra
il 10,8% proposto è basso, ma non molto da noi trattati ed è offerto con uno sconto quelli presi in considerazione. Il venditore, però
differente da quelli ipotizzati da altri dealer. del 10,1%. E solo a condizione che venga garantisce un ulteriore possibile ribasso,
Diversi gli esemplari in pronta consegna. immatricolato entro il 30 novembre. non quantificato, alla firma del contratto.
Listino 33.396 Listino 44.495 Listino 34.368
Scontata 29.800 Scontata 40.000 Scontata 31.800
Differenza listino/scontata -3.596 Differenza listino/scontata -4.495 Differenza listino/scontata -2.568
Valori in euro

42 GENNAIO 2018
Alfa Romeo Giulietta, la 1.6 JTDm 120 CV te superiore a 34 mila. Modesta è apparsa to ottenuto per la Ford Mondeo, propostaci
Sport della Lucesoli & Mazzieri di Ancona, anche la generosità della concessionaria con uno sconto medio del 22,1%, pari a
offerta a 7.400 in meno rispetto al listino Jazzoni di Roma, che su una Giulia 2.2 TD 9.329 euro. Degne d'interesse sono risulta-
(-25,8%), e la 1.6 JTDm 120 CV Super della 150 CV Super ha ipotizzato una riduzione di te anche le offerte ottenute nelle concessio-
Baccanelli di Romano di Lombardia (BG), prezzo solamente pari al 7,7%. narie della Volvo. La riduzione di prezzo me-
scontata di 6.700 euro (-23,3%). Riduzioni In ogni ca- dia praticata
considerevoli, dunque, sia in termini mone- so, conside- sulla V40, in-
tari sia percentuali. rando lo scon- ALFA ROMEO GIULIETTA E FORD fatti, è stata di
All'estremità opposta della classifica, in- to medio pra- MONDEO SONO I MODELLI un soffio su-
vece, troviamo una BMW 116d 5p. Business ticato sui 14 IN ASSOLUTO PIÙ SCONTATI p e r i o re a l
Advantage, propostaci dall'Automercato modelli og- 18%, equiva-
Stabia di Castellammare di Stabia, in provin- getti dell'indagine, la regina è risultata la lente a poco più di 5.400 euro.
cia di Napoli. Lo sconto, in questo caso, è ri- Giulietta, con un taglio dei listini, in varie Al contrario, per le BMW 116d 5p. non si
sultato appena del 7,5%, pari a poco più di parti d'Italia, del 23,6%, ovvero di 6.794 eu- è andati oltre un taglio medio del 10,6% ri-
2.500 euro rispetto a un listino leggermen- ro. Mezzo punto percentuale in più di quan- spetto al listino. Alla fine, sono sei i mo-

BMW SERIE 3 TOURING FORD MONDEO SW MERCEDES CLASSE A


Risparmio medio -14,0 % Risparmio medio -22,1 % Risparmio medio -11,7 %
La proposta della Romagna Motori di Forlì In tutti gli autosaloni Ford visitati, la station La compatta di Stoccarda è offerta, in media,
trascina al ribasso la media della station wagon dell'Ovale blu ci è stata offerta con uno sconto analogo a quello dell'Audi A3
wagon di Monaco. Al netto di questa, lo sconto con sconti superiori al 20% rispetto al listino Spb, ma un po' superiore a quello della BMW
medio supererebbe il 15,6% (7.601 euro), della Casa. In media, la riduzione di prezzo Serie 1. In media, il ribasso su esemplari
risultando comunque piuttosto interessante. dei preventivi ha superato i 9.300 euro. dal costo simile è stato superiore a 4.500 euro.

LA PIÙ CONVENIENTE LA PIÙ CONVENIENTE LA PIÙ CONVENIENTE


BMW 318d Touring Business Advantage aut. 2.0 TDCi ST Line 150 CV 200 d aut. Next
Ceccato Motors - Padova F1 - Pozzuoli (NA) A.M.B. - Pozzuoli (NA)
Lo sconto è piuttosto consistente (16,4%) La ST Line della concessionaria F1 di Pozzuoli La 200 d della A.M.B. di Pozzuoli risulta
e il prezzo comprende anche un programma è l'esemplare con lo sconto più importante la più conveniente (-14% rispetto al listino).
di manutenzione di 5 anni/100.000 km. Il conto tra quelli presi in considerazione. La riduzione Non solo: il venditore propone anche un
è però gravato da un non ben definito "Kit è di oltre 10 mila euro, il 26,2% in meno esemplare a km zero al prezzo di 27.000 euro,
preconsegna BMW", dal costo di 1.250 euro. rispetto al prezzo consigliato dalla Casa. più il costo del passaggio di proprietà..
Listino 48.916 Listino 39.711 Listino 37.204
Scontata 40.900 Scontato 29.300 Scontata 32.000
Differenza listino/scontata -8.016 Differenza listino/scontata -10.411 Differenza listino/scontata -5.204
LA MENO CONVENIENTE LA MENO CONVENIENTE LA MENO CONVENIENTE
BMW 318d Touring Business Advantage aut. 2.0 TDCi Titanium Business 180 CV 200 d aut. Next 4matic
Romagna Motori - Forlì Bacci Group - Perugia Delta Motors - Ancona
Il prezzo scontato viene comunicato L'auto proposta nella concessionaria umbra Sconto (10%) disponibile per contratto firmato
verbalmente e comprende la manutenzione è la meno conveniente tra quelle che abbiamo entro il 30 novembre. Comprende anche
ordinaria per 5 anni/100.000 km (omaggio, trattato, ma lo sconto è comunque notevole: un bonus di 500 euro sull'acquisto di un treno
a detta del venditore). In percentuale, lo sconto oltre 8.200 euro (-20,1%). L'auto ha il display di gomme invernali. Con un finanziamento,
rispetto al listino è di appena il 10,9%. Sync2 invece del Sync3 di ultima generazione. il prezzo scenderebbe a 34.000 euro.
Listino 47.116 Listino 41.048 Listino 38.671
Scontata 42.000 Scontata 32.800 Scontata 34.800
Differenza listino/scontata -5.116 Differenza listino/scontata -8.248 Differenza listino/scontata -3.871

GENNAIO 2018 43
ATTUALITÀ L'INCHIESTA SUL CAMPO

delli con sconto compreso tra il 10 e il stri desideri. Se si cerca una versione stret- re un'immatricolazione in più, è il momento
15%, altrettanti quelli nella fascia 15-20% tamente di base o, al contrario, personaliz- generalmente migliore.
e soltanto due, le già citate Giulietta e Mon- zata, non è questa la strada da percorrere: Aggiungiamo, infine, che i prezzi ipotiz-
deo, che superano la soglia del 20%. si può fare un affare, ma la scelta è limitata. zati nei preventivi da noi ottenuti in prima
Ma, in defini- Poi, ci vuole battuta possono essere ancora limati al mo-
tiva, le diesel in qualche ac- mento della firma del contratto. E ulterior-
pronta conse- CON LA PRONTA CONSEGNA cortezza: per mente decurtati nei casi di permuta, rotta-
gna sono dav- SI RISPARMIA, MA SI RIDUCONO esempio, nel- mazione o finanziamento: non è stato raro
vero conve- LE POSSIBILITÀ DI SCELTA la scelta del sentirci offrire fino a mille euro di riduzione
nienti? Gli scon- periodo in supplementare, a fronte di tassi nemmeno
ti che abbiamo registrato dicono di sì. A cer- cui imbastire la trattativa. L'ultima settimana troppo elevati. In queste situazioni, però, va
te condizioni, però. Prima tra tutte, la dispo- di ogni mese, quando i dealer (ma non tutti, valutata bene anche la frequente imposizio-
nibilità ad acquistare vetture che possono perché ogni punto vendita fa storia a sé) so- ne di servizi (tagliandi, estensione garanzia,
essere configurate, per colore, allestimento, no più propensi a comprimere i propri mar- assicurazione furto e incendio), non sempre
accessori, in maniera diversa rispetto ai no- gini di guadagno pur di mettere nel carnie- di proprio interesse.

MERCEDES C SW OPEL INSIGNIA ST PEUGEOT 508 SW


Risparmio medio -16,3 % Risparmio medio -13,4 % Risparmio medio -17,6 %
Trattandosi di un marchio premium, lo sconto La nuova Opel Insignia è a listino solo da marzo Sensibilmente sopra la media lo sconto
medio proposto sull'acquisto di una Classe C 2017 e anche questo fatto spiega la modesta proposto sulla Peugeot 508 SW. Rispetto
SW è decisamente interessante. Rispetto entità degli sconti, due punti sotto la media. al prezzo consigliato dalla Casa, la familiare
a un listino di quasi 57 mila euro, si possono Rispetto a un prezzo medio di oltre 44 mila del Leone si porta a casa, in media, sborsando
risparmiare, in media, più di 9.200 euro. euro, la riduzione sfiora comunque i 6 mila. quasi 6.900 euro in meno. Interessante.

LA PIÙ CONVENIENTE LA PIÙ CONVENIENTE LA PIÙ CONVENIENTE


220 d aut. Next 2.0 CDTI Innovation 170 CV aut. 2.0 HDi Allure 150 CV
Euromotor - Ragusa Auto Olimpia - Ragusa Davighi - Parma
La station di Stoccarda più interessante L'unico esemplare di Sport Tourer in pronta L'auto è nella rete Peugeot, non nella
l'abbiamo trovata a Ragusa. Alla Euromotor consegna si trova nella sede di Catania. concessionaria, ma secondo il dealer può essere
ci hanno proposto uno sconto di 10.500 euro La macchina, molto accessoriata e con cambio consegnata in una settimana. Il prezzo chiavi
(-17,9%). Il prezzo comprende anche automatico, ci è stata offerta con una riduzione in mano, comunicato verbalmente, equivale
l'estensione della garanzia fino a 4 anni. di prezzo di quasi 6.900 euro, pari al 15,4%. a uno sconto superiore al 20%.
Listino 58.500 Listino 44.894 Listino 37.324
Scontata 48.000 Scontata 38.000 Scontata 29.800
Differenza listino/scontata -10.500 Differenza listino/scontata -6.894 Differenza listino/scontata -7.524
LA MENO CONVENIENTE LA MENO CONVENIENTE LA MENO CONVENIENTE
220 d 4matic Automatic Premium 2.0 CDTI Innovation 170 CV 2.0 HDi Allure 180 CV
Trivellato - Padova Autoimport - Roma Cappello Giovanni & figli - Ragusa
Questa Premium, allestimento top di gamma, Nella concessionaria romana sono due Lo sconto offerto dalla concessionaria siciliana
era riservata allo show room e poteva essere gli esemplari in pronta consegna, uno dotato non è basso (-15,7%), ma risulta inferiore a
ritirata soltanto a partire dal 1° gennaio, anche di cambio automatico e uno con il manuale. quello degli altri esemplari reperiti sul mercato.
se era possibile firmare subito il contratto. Poco più di 5.100 euro, inferiore al 12%, Oltretutto il dealer precisa che l'offerta vale solo
Numerose, comunque, le alternative disponibili. lo sconto proposto su quest'ultima versione. se il contratto è firmato entro il 26 novembre.
Listino 58.308 Listino 43.935 Listino 42.713
Scontata 49.700 Scontata 38.800 Scontata 36.000
Differenza listino/scontata -8.608 Differenza listino/scontata -5.135 Differenza listino/scontata -6.713
Valori in euro

44 GENNAIO 2018
VARIABILE KM ZERO
Può capitare, soprattutto il cliente a firmare il contratto,
negli ultimi giorni del mese, lasciandogli qualche giorno
quando i dealer hanno bisogno di margine. In cambio di un
d'immatricolare macchine ulteriore sconto. Ci è capitato
per raggiungere gli obiettivi, in due concessionarie Volvo,
di sentirsi offrire la vettura a Napoli e a Bologna. Nel
in pronta consegna che capoluogo emiliano, l'acquisto
abbiamo appena visto anche del modello richiesto, ma sotto (1.000, all'ombra del Vesuvio). euro, mentre alla Mercedes
nella versione km zero, a volte forma di un esemplare già Alla concessionaria Marchi A.M.B. di Napoli, l 'A200 d Next
con un anno di bollo "omaggio". targato dalla concessionaria, di Perugia, l'acquisto della Giulia automatica targata sarebbe
Si tratta dell'estremo tentativo ci avrebbe fruttato km zero avrebbe comportato costata ben 5 mila euro in meno
del venditore per indurre un ribasso di altri 1.350 euro un'ulteriore riduzione di 2.800 (al netto del trapasso).

VW GOLF 5P. VW PASSAT VARIANT VOLVO V40


Risparmio medio -16,6 % Risparmio medio -15,8 % Risparmio medio -18,1 %
Nel caso della compatta Volkswagen, La media di Wolfsburg è proposta con uno Dopo Alfa Romeo Giulietta e Ford Mondeo,
le differenze tra le proposte commerciali sconto medio in linea con quello complessivo la compatta svedese è il modello il cui sconto
delle concessionarie visitate sono davvero della nostra indagine (15,4%). E le proposte è risultato, in media, più alto: oltre 5.400 euro
minime: appena 0,8 punti percentuali non si discostano molto tra loro (meno di un rispetto al prezzo consigliato dalla Casa.
tra lo sconto più alto e quello più basso. punto percentuale tra la migliore e la peggiore). Molti gli esemplari disponibili nella rete.

LA PIÙ CONVENIENTE LA PIÙ CONVENIENTE LA PIÙ CONVENIENTE


1.6 TDI Highline 115 CV BMT 2.0 TDI 150 CV Business D2 Kinetic
Reggini - Rimini Di Viesto - Torino Autostar Flaminia - Roma
Il venditore scrive sul preventivo un prezzo Poco più di 6.100 euro (16,2%) è lo sconto Nella concessionaria romana c'è un solo
finale chiavi in mano pari a 25.400 euro (17,1% riservatoci alla Di Viesto di Torino per una esemplare della media svedese in pronta
di sconto). Poi, a voce, ci dice che può scendere versione Business in pronta consegna. consegna. Oltre 5 mila euro di sconto sulla
fino a 25.100. Con un finanziamento, il prezzo Il venditore, poi, insiste nel proporre una 1.6 TDi versione con Business connect (radio Rds,
calerebbe ulteriormente a 23.750 euro. a km 0, offerta a 27.900 euro più passaggio. schermo da 7", internet ecc.) , pari al 18,5%
Listino 30.269 Listino 37.947 Listino 28.225
Scontata 25.100 Scontata 31.800 Scontata 23.000
Differenza listino/scontata -5.169 Differenza listino/scontata -6.147 Differenza listino/scontata -5.225
LA MENO CONVENIENTE LA MENO CONVENIENTE LA MENO CONVENIENTE
1.6 TDI Highline 115 CV BMT 2.0 TDI 150 CV Business D2 Business Geartronic
Saottini - Desenzano del Garda (BS) Autocentri Giustozzi - Perugia Volvo Auto - Bologna
Meno conveniente sì, ma di un'incollatura, La macchina in pronta consegna alla Autocentri Il venditore offre verbalmente la possibilità
perché, come detto, sulla Golf gli sconti offerti Giustozzi è la meno conveniente di quelle prese di fare dell'esemplare una km zero che
dalle concessionarie – perlomeno da quelle da in considerazione, ma rispetto allo sconto più venderebbe a 25.350 euro (compreso un anno
© Riproduzione riservata

noi visitate – sono pressoché sovrapponibili. alto la differenza è minima, appena di 0,9 punti di bollo) . A condizione che la macchina
In questo caso, la riduzione è del 16,3%. percentuali. Diversi gli esemplari disponibili. venga immatricolata entro il 30 novembre.
Listino 30.689 Listino 38.025 Listino 32.355
Scontata 25.700 Scontata 32.200 Scontata 26.700
Differenza listino/scontata -4.989 Differenza listino/scontata -5.825 Differenza listino/scontata -5.655

GENNAIO 2018 45
ATTUALITÀ EMISSIONI INQUINANTI

IL PREGIUDIZIO
FA BLOCCO
Quando il particolato supera la soglia ammessa, i sindaci fermano
anche le auto diesel recenti. Dimenticando che sotto questo profilo
si comportano meglio delle vetture a benzina a iniezione diretta
di Roberto Boni

46 GENNAIO 2018
g/km 0 0,02 0,04 0,06 0,08 0,1
PARTICOLATO
CALO DRASTICO Euro 2
Il diagramma mostra i valori
ammessi per le emissioni Euro 3
di particolato delle auto diesel,
in grammi al chilometro.
Tra le Euro 2 e le Euro 5 Euro 4
sono calati di 20 volte.
A partire da queste ultime
norme, sono state introdotte Euro 5
anche uguali limitazioni
per le vetture con motori
Euro 6 Diesel
a benzina a iniezione diretta.
Benzina id.

miliardi al km 0 1 .0 0 0 .
2 0 0 0 .
3 0 0 0 .
4 0 0 0 .
5 0 0 0 .
6 0 0 0

PARTICELLE FINI
GRAN DIVARIO Euro 5
Le norme Euro 5 hanno previsto
per le auto diesel anche un limite
al numero di particelle fini. Euro 6
Le Euro 6 lo hanno esteso
alle benzina a iniezione diretta,
Euro 6 Diesel
ma per tre anni la soglia (9/2017) Benzina id.
ammessa è dieci volte maggiore.

S
ono tempi duri per il diesel, con- le diesel. Quest'ultimo è stato pressoché az-
siderato "sporco" a prescindere: zerato con le Euro 5 del 2009: la soglia è sta-
lo scandalo dieselgate ha acceso ta fissata a 5 milligrammi/km, ovvero 28 vol-
i riflettori sulle emissioni di ossidi te meno rispetto al valore delle Euro 1.
di azoto rilevate su strada e, da Ciò ha reso indispensabile l'impiego dei fil-
allora, i motori a gasolio sono sotto processo. tri antiparticolato, che a differenza dei cata-
Viceversa, i benzina godono di miglior repu- lizzatori hanno efficacia costante e non mo-
tazione, non sempre meritata. Così, in caso di dificabile. Trattandosi di filtri, le particelle mi-
limitazioni della circolazione, gli amministra- croscopiche vengono trattenute all'interno
tori locali fermano pure le diesel recenti, men- della trappola e soltanto i gas possono pas-
tre non tengono conto delle peculiarità delle sare; quando l'accumulo di polveri raggiunge
attuali vetture a benzina a iniezione diretta, un livello prestabilito, s'innesca un processo
che ancora oggi, per legge, possono emette- automatico di pulizia, detto rigenerazione, che
re un maggior numero di particelle fini rispet- porta alla combustione del particolato. A par-
to alle auto a gasolio. tire dalle norme Euro 5b del settembre 2011
(per le nuove omologazioni e dal gennaio
LIMITI SEMPRE PIÙ BASSI 2013 per tutte le auto nuove), è stato aggiun-
Ma procediamo con ordine. A partire to un limite sul numero di particelle di polve-
dall'introduzione delle norme antinquina- ri sottili: se ne possono emettere fino a 600
mento Euro 1, quasi un quarto di secolo fa, le miliardi al chilometro.
emissioni nocive allo scarico dei motori si so- Veniamo ai motori a benzina. Quelli con-
no drasticamente ridotte rispetto al passato, venzionali, con iniezione nei collettori di aspi-
quando le vetture erano prive dei catalizza- razione, sono pressoché puliti. Lo stesso non
tori. Parliamo di ossido di carbonio, idrocar- si può dire, però, per quelli che iniettano il car-
buri incombusti, ossidi di azoto e, nel caso dei burante direttamente nella camera di com-
diesel, particolato. E i passi successivi (Euro 2, bustione. E, visto che quasi tutti i propulsori
3 eccetera) hanno segnato ulteriori progres- più recenti adottano questo sistema, che con-
si, tanto che dalle Euro 4 in poi (ovvero dal sente di ridurre i consumi del 10-15%, si è
2005) i limiti ammessi per i primi due inqui- posto il problema di fissare anche per loro
nanti non sono stati ulteriormente abbassati, delle soglie per le polveri.
avendo raggiunto un livello trascurabile. Re- La soluzione adottata dalle autorità euro-
stavano gli ossidi di azoto e il particolato del- pee è semplice: dalle Euro 5, uguali valori

GENNAIO 2018 47
ATTUALITÀ EMISSIONI INQUINANTI

g/km 0 0,1 0,2 0,3 0,4 0,5


OSSIDI DI AZOTO
QUASI UGUALI Euro 3
Le emissioni di NOx ammesse
sono sensibilmente più alte
per le diesel, ma si sono Euro 4
progressivamente ridotte
e con le Euro 6 la soglia Euro 5
si è abbassata fino ad avvicinarsi
a quella prevista per le benzina.
Diesel
Euro 6
Benzina

BENZINA A INIEZIONE DIRETTA


di massa di particolato e dalle Euro 6 an- sia per gli ossidi di azoto sia per le polveri,
ARRIVA IL GPF che per il numero di particelle per le auto
diesel e benzina a iniezione diretta. Ma le
pari inizialmente a 2,1 e 1,5: significa che i
valori rilevati possono essere rispettiva-
seconde, se omologate entro il 31 agosto mente più del doppio o il 50% superiori a
2017, possono emettere 6 mila miliardi di quelli previsti per i test al banco. Insomma,
particelle al chilometro contro i 600 delle sulle nuove diesel sono sotto controllo an-
diesel. Soltanto dal settembre 2018 anche che le reali emissioni di NOx.
quelle di nuova immatricolazione dovranno
rispettare gli standard più restrittivi: per STOP ALLE AUTO, MA QUALI?
questo, saranno dotate di filtro antipartico- Tornando ai blocchi del traffico in caso di
lato Gpf (vedere il riquadro qui accanto). superamento del livello di polveri ammesso
Il calo di dieci volte del numero di Arriviamo così al capitolo ossidi di azoto, nell'aria, come abbiamo visto, non ha senso
particelle ammesse allo scarico delle auto che ha portato al dieselgate. In questo am- fermare le Euro 5 a gasolio e dare via libera
a iniezione diretta comporterà l'adozione bito le diesel sono sfavorite e per rispettare alle Euro 6, dato che dal punto di vista del
del filtro antiparticolato Gpf (Gasoline le Euro 6 sono stati adottati i catalizzatori particolato primario (derivante dalla com-
particulate filter) anche per questi motori. Lnt (ad accumulo) o Scr (che richiedono l'a- bustione) sono identiche; ed è illogico far
Il funzionamento è analogo a quello dei gente riducente AdBlue). Ormai è noto che circolare le auto a benzina a iniezione diret-
Dpf: i sottili canali del monolite ceramico i valori di emissioni rilevati su strada posso- ta, visto che possono emettere più particel-
sono chiusi a un'estremità, così i gas no sforare di parecchio quelli misurati in la- le delle diesel. Va detto, però, che si deve
passano attraverso le pareti porose, boratorio sui banchi a rulli, così, per contra- tener conto pure di quelle secondarie che si
mentre le polveri vengono trattenute stare il fenomeno, dallo scorso settembre il formano nell'atmosfera, a partire anche da-
al loro interno. Quando l'accumulo ciclo di prova è cambiato: dal vecchio Nedc gli ossidi di azoto. Ma se la pericolosità del
raggiunge una soglia prestabilita, viene
al più severo Wltp. Inoltre, l'omologazione particolato primario è certa, sugli effetti di
innescata la rigenerazione, che consiste
include anche la misura degli NOx e del nu- quello secondario non c'è pieno accordo tra
nel portare il filtro a circa 600 gradi per
bruciare le particelle. Visto che i benzina
mero di particelle con i test Rde (Real drive gli scienziati. Alcuni lo equiparano a quello
hanno gas di scarico molto più caldi emission) su strada. Per tener conto della primario, mentre altri non lo ritengono dan-
di quelli dei diesel, il processo è più facile variabilità delle condizioni di prova e della noso, dato che, essendo perlopiù idrosolu-
e veloce anche nell'impiego cittadino. minore precisione degli strumenti portatili, bile, si sciolglierebbe prima di raggiungere
è stato introdotto un fattore di conformità gli alveoli dei polmoni.

Qui accanto, in rosso 2005 2016


il sistema di depurazione
dei gas di scarico del V6
tre litri diesel Mercedes
OM642; a destra, quello
del quattro cilindri OM654
del 2016. La disposizione
molto più raccolta e vicina
al turbo ne aumenta
sensibilmente l'efficienza

48 GENNAIO 2018
I NUOVI TEST DI MISURA
DELLE EMISSIONI SU STRADA
DEVONO DURARE
ALMENO UN'ORA E MEZZA

I nuovi test Rde


(Real drive emissions)
devono durare da 90
a 120 minuti, con una
percorrenza di almeno
48 km tra città, statale
e autostrada. Per un minimo
di 300 secondi si devono
superare i 100 km/h

Sensore di temperatura Nel disegno a sinistra,


Sonda lambda
Catalizzatore Lnt un depuratore dotato
Sensore per gli NOx Dosatore e ossidante di entrambi i catalizzatori
per Adblue Lnt e Scr per migliorare
l'abbattimento degli
Sensore Dpf combinato ossidi di azoto. Qui a lato,
di temperatura con Scr l'aggiunta di un secondo
Catalizzatore Lnt
e ossidante Scr fa calare le emissioni
fino a un ulteriore 40%
Sensore
di temperatura Miscelatore
Catalizzatore Scr
© Riproduzione riservata

sotto il pianale
Sensore per
Egr a bassa
pressione Filtro antiparticolato Secondo dosatore
e catalizzatore Scr per Adblue

GENNAIO 2018 49
TURNING POINT ATTUALITÀ TESLA/1

IL CASO
ELON MUSK
Ritardi sulla Model 3, perdite record, emissione di junk bond. Forse è per far dimenticare
la dura realtà che il funambolico imprenditore ha anticipato la presentazione
della Roadster. Ora però agli annunci devono seguire i fatti: la Casa di Palo Alto è davvero
in grado di realizzare una sportiva elettrica da 400 all'ora, con 1.000 km di autonomia?
di Davide Comunello e Fabio Sciarra

S
e sei in difficoltà, alza la posta e mestre (il peggiore di sempre, con ben 671 Elon Musk, ceo della Tesla
aggira l'ostacolo. O meglio, di- milioni di dollari di perdite nette), il re Mida e di SpaceX. Secondo la biografia
di Ashley Vance, nel 2013
rotta l'attenzione dai numeri elettrico è salito sul palco della sede di Spa- il golden boy elettrico
che preoccupano gli analisti e i ceX, a Hawthorne, per spostare nuovamen- stava per vendere
finanziatori (il bilancio) a quelli te l'asticella verso il cielo, affiancando la la Casa a Larry
che fanno ardere il cuore dei fan (l'autono- presentazione del tir al ritorno della scoper- Page, cofondatore
di Google: l'intesa
mia, i cavalli, i Newtonmetro). Nel momento ta di culto: un mostro da oltre 400 km/h, è sfumata
più difficile della sua esistenza, fatta ecce- con mille chilometri di autonomia e in grado all'ultimo istante
zione per la bancarotta sfiorata nel 2013 (e di accelerare da 0 a 100 in poco meno di
per cui esisteva già un'exit strategy con Go- due secondi grazie a tre motori elettrici e a
ogle), la Tesla di Elon Musk accantona le dif- una batteria da 200 kWh. Rocket science,
ficoltà produttive della Model 3 e tira fuori direbbero gli americani. O, più semplice-
dal cilindro non una, ma ben tre meraviglie: mente, una sfida alle leggi della fisica che
la seconda generazione della Tesla Road- ha il sapore dell'arma di distrazione di mas-
ster, una delle auto di serie più veloci di sa (ne riparliamo a pagina 56).
sempre; Semi, la motrice elettrica da 800
km di range a pieno carico; le prime ricogni- TRA SHOW E REALTÀ
zioni estetiche per un nuovo pick-up, accen- Il ritorno alle origini (la Road-
nato da un fugace teaser. Tre prodotti che ster 1.0 è stata lanciata nel
non vedranno la luce prima del 2019-20, a 2008) non stupisce. Anzi, s'in-
voler essere ottimisti. A metà novembre, do- serisce perfettamente nella
po la divulgazione dei risultati del terzo tri- narrazione di Musk:

50 GENNAIO 2018
TRA CAPSULE ORBITALI
E VELOCITÀ INAUDITE,
LA MITOLOGIA HI-TECH
MOSTRA LE PRIME CREPE

GENNAIO 2018 51
ATTUALITÀ TESLA/1

MODEL 3
quella di un futuro funambolico e sor-
POCO E MALE: TUTTI I PERCHÉ prendente, che si tratti di Marte, dell'Hyper-
loop, dei tunnel sotto Los Angeles o di su-
DI UNA PARTENZA AFFANNOSA percar quasi aliene, derivate dall'esperienza
con i vettori Falcon e le capsule orbitali Dra-
Se prometti di fare 1.500 macchine del Wall Street Journal, datato 6 ottobre,
entro una certa data, ma ti fermi a 260, sui difetti costruttivi: secondo la testata,
gon. Mitologia hi-tech nel momento in cui i
le possibilità, non del tutto alternative, sono la ragione degli intoppi risiederebbe nodi (anzi il nodo più importante, la Model
due: hai peccato di presunzione oppure da un lato nei ritardi di allestimento 3) vengono al pettine. L'elettrica di massa,
d'inesperienza. Una combinazione delle linee (a settembre non erano ancora che di massa non è (negli Usa, la configura-
che all'avvio della produzione della Model 3 ultimate), dall'altro nell'ampio impiego zione media è di 42 mila dollari), doveva es-
è emersa in tutta la sua chiarezza. E che di acciaio sulla Model 3, laddove Model S sere il trampolino per entrare a gamba tesa
sta avendo ripercussioni sulla crescita e Model X fanno prevalente uso di alluminio. nel campionato dei grandi costruttori: 20
produttiva: non soltanto la Tesla ha dovuto I pannelli di acciaio richiedono un numero mila unità al mese entro questo dicembre, 5
spostare l'obiettivo delle 5 mila auto di saldature molto superiore rispetto mila alla settimana, fino alle 480-500 mila
a settimana alla fine del prossimo marzo, all'alluminio, che può essere fissato previste nell'intero 2018, Model S e X com-
ma, in un filing depositato presso la Sec (la a incollatura o rivettatura. «A questo punto prese. Tradotto: almeno cinque volte i volu-
Consob americana), ha annunciato di voler del processo, la lentezza delle linee può mi del 2016, pari a 83.922 auto.
aspettare fino al raggiungimento di quel essere giustificata soltanto da dubbi
traguardo prima di programmare l'ulteriore sulla qualità delle saldature», sostiene LE INIEZIONI DI WALL STREET
salita – inizialmente preventivata per la fine Michael Tracy, consulente per l'automotive A luglio, al debutto dell'incarnazione de-
del 2018 – a quota 10 mila. Fonti anonime manufacturing di Agile Group. «Problemi
finitiva della Model 3, tutto pareva possibile:
del reparto produzione, però, insinuano che che si affrontano tipicamente quattro-sei
455 mila pre-ordini da mille dollari (o altret-
il ritmo dell'incremento sarà molto più lento mesi prima dell'avvio della produzione»,
di quanto pretenda la narrazione ufficiale: gli fa eco il collega Ron Harbour della Oliver tanti euro) l'uno, una produzione da soste-
la stessa eventualità di raggiungere, senza Wyman. «Viene da chiedersi se ci sia nere con il sesto aumento di capitale della
gravi problemi di qualità, le 5 mila unità la competenza necessaria sul processo». storia della Casa (1,2 miliardi sottoscritti lo
al mese sarebbe improbabile. Dubbi, quelli Un dubbio, quest'ultimo, che è stato scorso marzo da orde d'investitori entusia-
sulla qualità, che richiamano un report ulteriormente alimentato, alla fine sti), un enorme crowdfunding sconosciuto
di novembre, da uno scoop della Reuters, all'industria automobilistica fondato sulle
che citando nove dipendenti ed ex promesse e il carisma di un sol uomo. Ma la
dipendenti della fabbrica di Fremont ha chiave del futuro si è scontrata con la realtà
gettato nuova luce sulle difficoltà strutturali dei fatti, a cominciare dal conto economico.
dell'impianto. Dopo l'assemblaggio, stando
alle rivelazioni, il 90% delle Model S e delle
Model X prodotte (a partire dal 2012)
verrebbe sottoposto ad aggiustamenti
necessari per porre rimedio ai difetti
di fabbricazione (vedere la foto a sinistra).
Un'incidenza del tutto fuori dalla media
dell'industria: la Toyota, per esempio, ricorre
a riparazioni successive al processo
manifatturiero su meno del 10%
degli esemplari prodotti in tutto il mondo.

NEL TERZO TRIMESTRE


2017 NE SONO STATI COSTRUITI
APPENA 260 ESEMPLARI

52 GENNAIO 2018
I FONDAMENTALI FINANZIARI
I soldi, infatti, non sono bastati a garantire il
funzionamento delle linee e lo sviluppo del- LA VALUTAZIONE RESTA STELLARE
la Gigafactory in Nevada e così, in agosto,
Musk è tornato a battere cassa offrendo ob-
MA LE PERDITE AUMENTANO
bligazioni non garantite. Un'offerta di debito
In una recente analisi finanziaria curata
ad alto rischio e alto rendimento, in pratica da Bloomberg è emerso un dato curioso
quello che le agenzie di rating chiamano riguardo il "cash burn rate" della Tesla:
“junk bond”. Nonostante le premesse, la rac- l'azienda, nell'arco degli ultimi dodici mesi,
colta ha nuovamente superato le aspettati- avrebbe perso in media 8 mila dollari
ve, chiudendo a quota 1,8 miliardi: un altro al minuto. Un ritmo impressionante,
successo dello storytelling del fondatore. Il con cui, stando alle stime, la liquidità netta
quale, poco dopo, ha dovuto rivedere tutti i disponibile alla fine di novembre
piani, sconvolti da un autentico «inferno sarebbe destinata a esaurirsi entro
produttivo», come lui stesso l'ha definito. il prossimo 6 agosto. Il calcolo,
Gli si può credere: la fotografia attuale è evidentemente virtuale (anche perché
abbastanza impietosa, soprattutto se con- le previsioni parlano di un quadro della General Motors) pare esaurita,
frontata con le enormi ambizioni originarie: in leggero miglioramento), fornisce il valore complessivo dell'azienda continua
la grande fabbrica del deserto non tiene il comunque una fotografia nitida del vero a oscillare tra 50 e 55 miliardi, ben oltre
passo dei pacchi batteria, mentre fantoma- problema strutturale di Palo Alto: quello della Ford. Restano, senza eccezione
tici colli di bottiglia rallentano i processi del- l'incapacità cronica di generare cassa. alcuna, i nodi da sciogliere: la Model 3,
Ne è prova ulteriore la pubblicazione anche nelle previsioni ufficiali, non sarà
lo stabilimento di Fremont (lo stesso luogo
del bilancio del terzo trimestre 2017, in grado di generare alcun flusso di cassa
dove la Nummi, l'ex joint venture tra la GM e
quando il risultato netto (vedere il grafico fino al secondo trimestre dell'anno
la Toyota, costruiva 8.300 veicoli a settima- prossimo. Per dirla con le parole di Kevin
sotto) ha raggiunto il record negativo
na). I report dalla Baia di San Francisco par- assoluto: sono andati in fumo 671 milioni Tynan di Bloomberg Intelligence,
lano di diverse parti realizzate a mano e di di dollari. Gli investitori, tuttavia, «indipendentemente dalla durata delle
difficoltà quasi insormontabili nella gestione non sembrano troppo preoccupati riserve, che sia di dieci o dodici mesi, Musk
dei fornitori, un tema che si era già presen- dell'andamento dei conti, perché, se è vero ha bisogno di trovare velocemente denaro».
tato durante il lancio della Model X e per cui che la febbre da elettrone di qualche mese Perché l'inversione di tendenza delle spese
la Casa aveva fatto ammenda, assicurando fa (quando il titolo aveva sfiorato i 60 per capitale potrebbe non bastare
di aver imparato la lezione. E invece, miliardi di dollari di capitalizzazione, a scongiurare lo scenario limite: quello
le Model 3 costruite nel terzo trimestre superando momentaneamente quella della cessione di una parte della proprietà.

Il primo esemplare della Model 3, DISCESE ARDITE E RISALITE


noto con il nome in codice di SN1 (Serial 60 (miliardi di dollari)
d ll i)
Number 1), è stato prodotto all'inizio
di luglio. La vettura era stata richiesta
da Ira Ehrenpreis, membro del board della 50
Tesla, il quale ha "girato" l'ordine a Musk
come regalo di compleanno. Le consegne 40
iniziali sono prerogativa dei 10 mila
dipendenti della Casa e di SpaceX
30

20 O

1 U O

L O
-1
trimestre ° 3° 4° 3° 4° 1° 2° 3°
017

GENNAIO 2018 53
ATTUALITÀ TESLA/1

LA NOSTRA INTERVISTA A MUSK DEL 2011

QUEI NUMERI PIUTTOSTO OTTIMISTICI


Nel 2011, intervistato da Gian Luca
Pellegrini, Musk si considerava PER IL 2015-16 PREVEDIAMO
«un pioniere». O almeno, «qualcuno UNA PRODUZIONE VICINA
con abbastanza armi nella faretra per AL MILIONE DI UNITÀ L'ANNO
dimostrare di esserlo». E, già allora, faceva
promesse: «Il terzo modello – ancora senza
nome, ma già definito di massa, ndr –
arriverà nel 2015-16 al prezzo di circa 30
mila dollari», diceva l'ad. «A quel punto,
prevediamo una produzione vicina
al milione di unità l'anno». Non è andata
così. «Vogliamo essere un catalizzatore»,
diceva ancora l'imprenditore, «che favorisca
l'accelerazione verso la propulsione
elettrica. Tutto dipenderà dalla nostra
capacità di fare auto
competitive. Rispetto
alle grandi Case, siamo più
veloci e più agili». E il futuro?
«Entro 20 anni, la maggior
parte delle auto a basse
emissioni sarà elettrica.
E dopo altri 20 anni, la
maggioranza di tutte le auto
sarà elettrica». Chissà se, su
questo punto, avrà ragione.

La fabbrica di Fremont, adagiata


sul lato destro della Baia di San
Francisco. Fino al 2010 è stata
la casa della Nummi, partecipata
dalla Toyota e dalla GM: dopo
la sua chiusura, Musk ha acquisito
il sito per 42 milioni di dollari.

54 GENNAIO 2018
TIR A ELETTRONI
sono state appena 260, tre al giorno. Le
ultime informazioni, fornite dallo stesso co- SEMI-ASSETATO DI ENERGIA
struttore, indicano 500 automobili alla set-
timana, in rapido aumento, ma ancora lon- All'indomani della presentazione per un articolo del Financial Times: citando
tanissime dai target di Musk, slittati in un di Semi, il nuovo mezzo industriale elettrico, uno studio di Aurora Energy Research,
batter d'occhio alla prossima primavera. la Tesla ha ricevuto le prime manifestazioni il quotidiano economico ha rivelato
d'interesse sotto forma di pre-ordini: il fabbisogno energetico necessario
Tanto più che la forza lavoro riallocata sulla
a partire da quello di Wal-Mart, colosso a ricaricare in 30 minuti le batterie
piccola elettrica si è tradotta in un taglio al-
della grande distribuzione organizzata, del truck. Stiamo parlando di quantitativi
la produzione di circa il 10% del top di gam- che ne ha prenotato quindici esemplari. in grado di alimentare «3-4 mila case
ma (Model S e X). Nei giorni successivi sono arrivate altre di medie dimensioni». Altri analisti, come
sottoscrizioni, come quella della Dhl, Colin McKerracher di Bloomberg New
FIDUCIA (IN)FINITA che ha ordinato dieci unità. A differenza Energy Finance, hanno posto l'accento
Insomma, la coperta della Tesla è ancora di quanto accaduto dopo la presentazione sull'assenza della tecnologia necessaria
troppo corta. E i 500 mila pezzi del 2018 della Model 3, però, l'azienda ha fatto a ricaricare un camion in mezz'ora:
sembrano un sogno. Palo Alto ha scoperto sapere di non voler pubblicare le cifre «Oggi i sistemi più rapidi non vanno oltre
che uscire dalla nicchia non è poi così facile. relative alla raccolta ordini. Un «no i 450 kW. Musk non ha ancora chiarito
E che la Model 3, presentata come la chiave comment» è stata la risposta scelta anche come raggiungerà la velocità necessaria».
di volta del progetto, la pietra filosofale del-
la propulsione a elettroni, sarà l'osso più du-
ro. Intanto, la Casa californiana brucia cassa
alla velocità di un razzo di SpaceX: secondo
gli analisti, a breve Musk dovrà rivolgersi
nuovamente al mercato per chiedere altri
2,5 miliardi di dollari, forse addirittura 3. Fi-
nora, la Borsa e gli investitori sono rimasti a
bordo, credendo nel prodigio della Silicon
Valley e consentendole di superare la capi-
talizzazione dei giganti di Detroit (la Ford e,
seppur brevemente, la General Motors). La
domanda è: quanto potrà durare questa fi-
ducia incondizionata, l'idea che la Tesla rie-
sca diventare il simbolo dei chip che si tra-
sformano in lamiera?

INCIAMPI E LICENZIAMENTI
Musk offre dei pagherò sul futuro e ba-
luginanti vetture (la prossima "distrazione"
sarà la Model Y, la Suv compatta prevista per
il 2019), ma i numeri sono inequivocabili:
dall'inizio della sua avventura, nel 2003, l'a-
zienda non ha quasi mai consegnato registri ché i contrattempi stanno diventando la sione fotovoltaica SolarCity (circa 200).
in attivo. E le perdite, specie negli ultimi tre norma. Basti pensare alla corsa alla guida Musk è al lavoro su altre tre Gigafactory (una
anni, sono andate intensificandosi, fatta ec- autonoma: con l'introduzione dell'Hardware sarà in Cina), da affiancare agli impianti di
cezione per tre mesi chiusi con quasi 22 mi- Two e l'aggiornamento alla versione 2.5, Reno e di Buffalo. E lancia il "crowd" della
lioni di utili. Per il resto, siamo di fronte a lun- Musk aveva ipotizzato di raggiungere un Roadster, prevista nel 2020 con prezzi da
ghi filotti di rosso, durante i quali le azioni pre-livello 4 entro fine 2017; la cronaca, di 200 a 250 mila dollari (da anticipare per in-
sono costantemente aumentate: nel 2017 contro, parla di una frenata automatica d'e- tero nel caso delle mille Founders Series).
c'è stato un apprezzamento del 40%, fino ai mergenza introdotta solo lo scorso ottobre, Sarà di certo un sold out. Ma altri 250 milio-
picchi di settembre, quando il titolo ha toc- dopo mesi di verifiche. E di altri test che ser- ni sono una goccia nel mare delle necessità.
cato i 389 dollari ad azione, +2.192% rispet- viranno ad affinare la dotazione attuale di Intanto, la Model 3 aspetta, minacciata
to ai 17 dell'Ipo (29 giugno 2010). Poi, Model S e X, già costosa e pagata up front negli Usa dal possibile taglio degli incentivi:
quando sono emersi i primi resoconti sulla (in Italia, occorrono 8.700 euro per raggiun- se il Congresso darà l'ok alla misura, i clienti
© Riproduzione riservata

Model 3, si è assistito a un calo del 20% del gere – un giorno – l'Autopilot al «massimo della Tesla (e di altre Case che puntano
titolo. Flessione che potrebbe proseguire: potenziale»). Il quadro fa il paio con la par- sull'elettrico, come la GM e la Nissan) perde-
JPMorgan prevede un'ulteriore -40% nel tenza di figure di spicco del programma di ranno 7.500 dollari in detrazioni. Per Musk,
prossimo anno. Del resto, anche se i big del- guida autonoma (e non solo) e con gli ultimi la chiusura di tutti gli ordini potrebbe tra-
la finanza sono stati sempre indulgenti con licenziamenti: sia alla Tesla (la stima è di sformarsi in un'impresa più difficile della
Musk, la pazienza non è eterna, anche per- 400-700 persone su 33 mila) sia nella divi- conquista del Pianeta Rosso.

GENNAIO 2018 55
TURNING POINT ATTUALITÀ TESLA/2

TRUE LIES?
Una seconda Roadster era nell'aria. Nessuno, però, avrebbe immaginato
un annuncio dai contorni quasi surreali: per il 2020, infatti,
Elon Musk ha promesso numeri al confine tra sogno, visione e ingegneria.
Analizziamoli, per verificare se si tratti di sfida o di provocazione
di Paolo Massai e Alessio Viola

G
li aspetti finanziari e indu- primi anni 2000, lo sviluppo della Veyron, il terla a segno nel secondo caso bisogna ag-
striali della Casa californiana primo modello capace di un tale exploit: il giungere tra i 550 e i 1.000 cavalli. Un'e-
meritano attenzione, ma è cammino per arrivare ai suoi 407 km/h fu normità. Con una forbice ampia, secondo
non meno interessante ap- lastricato di mille problemi, sui quali cadde- che l'aerodinamica sia "superdisegnata" o,
profondire l'ultima promessa ro molti tra tecnici, ingegneri e manager del- più semplicemente, ben fatta.
(in termini di tempo) che Elon Musk ha fatto la Casa franco-tedesca. D'altra parte, le dif- Già il grafico di sinistra nella pagina ac-
sotto il profilo tecnico. Di più: tecnologico, ficoltà sul tavolo erano (e restano) notevo- canto potrebbe bastare per non far dormire
vista la portata delle affermazioni. Parliamo lissime: con l'aumento della velocità, infatti, sonni tranquilli a Elon Musk: rielaborando i
della Roadster, l'auto che, se tutto sarà vero, questioni aerodinamiche e richieste di ca- dati del nostro Centro prove, è evidente che
nel 2020 è destinata a cambiare le regole valli crescono servono ben
del gioco. Ma il punto è proprio questo: si con un ritmo UNA SFIDA TECNICA più di 1.000
può credere che, nel giro di un paio d'anni, esponenziale. CHE, PER LA SUA PORTATA, cavalli per ar-
l'autonomia di una vettura elettrica possa La poten- DIVENTA TECNOLOGICA rivare a 400
arrivare a 1.000 km? E non è l'unica pro- za necessaria km/h. Le due
messa a dir poco mirabolante: in gioco ci so- per raggiungere una certa velocità, infatti, curve mostrano la richiesta di cavalli in fun-
no anche una capacità di accelerare che la deve vincere la somma tra la cosiddetta zione della velocità: la linea bianca nel caso
porterebbe a 100 km/h in 1,9 secondi e una "potenza resistente di rotolamento" (la di un'aerodinamica accuratissima, quella
velocità massima di oltre 400 km/h. cui crescita è lineare) e quella dovuta alla gialla in quello di una profilatura normale,
resistenza aerodinamica, la quale sale inve- ma pur sempre da vettura supersportiva. E
PRECEDENTI COMPLESSI ce con il cubo della velocità. Per spiegarci, il prototipo della Roadster, come spieghia-
Partiamo da quest'ultimo dato, ricordan- basta un esempio: passare da 50 a 100 mo nelle prossime pagine, dalle immagini
do che soltanto le Bugatti, tra le vetture in km/h, richiede 25 cavalli oltre quelli già pre- sembra ancora piuttosto acerbo sotto il pro-
regolare (per quanto esclusiva) produzione, senti, ma ne servono molti di più se la fac- filo aerodinamico.
sono in grado di sviluppare velocità di que- cenda si sposta tra i 350 e i 400 km/h. In
sto genere. E i lettori più appassionati ricor- termini assoluti, per le due situazioni la dif- NON SOLO CAVALLI
deranno quanto sia stato tormentato, nei ferenza di velocità è la stessa, ma, per met- Passiamo all'altro capitolo, per certi versi
ancora più fantasmagorico, quello nel quale
si annuncia uno 0-100 km/h in 1,9 secondi.
Anche qui serve una breve introduzione teo-
rica: la capacità di accelerare di un'automo-
bile dipende da molti fattori, tra i quali spicca
il rapporto tra i cavalli a disposizione e la
massa della vettura. Pure in questo caso, ci
vengono in aiuto i dati del Centro prove, con
i quali abbiamo costruito anche il grafico di
destra della pagina qui accanto: ciascun
punto rappresenta l'intersezione tra il rap-
porto peso/potenza e il tempo impiegato per
raggiungere i 100 km/h. Prestazione per la
quale il vero problema non è la pura quanti-
tà di cavalli disponibili, ma la capacità di met-
terli a terra: come già oggi dimostrano le su-
percar "tradizionali", il collo di bottiglia è rap-
presentato dai pneumatici. In altre parole:

56 GENNAIO 2018
MANCASSE QUALCOSA ALLE ASPETTATIVE,
LA ROADSTER PREVEDE
LA PRESENZA DI QUATTRO POSTI

DUE GRAFICI CHE MOLTIPLICANO I DUBBI


2.000 CV 7 kg/CV A sinistra, la potenza necessaria
1.800 alle diverse velocità: le due curve
6 si riferiscono a un'automobile
Renault Mégane RS
1.600
con un'aerodinamica "semplicemente"
1.400 5 accurata (in bianco) oppure a un
1.200 Porsche 911 Carrera S Ford Focus RS modello dalla profilatura che verrebbe
4 da definire perfetta (in giallo). I 407
1.000 km/h della Bugatti, frutto di "appena"
3 1.001 CV, sono resi possibili da una
800 Lambo Aventador S Chevrolet Corvette Z06
Ferrari 488 GTB notevole accuratezza aerodinamica.
600 Porsche 918 Spyder McLaren 675 LT
2 Qui accanto, la correlazione
400 tra il rapporto peso/potenza e il tempo
Tesla Roadster
1 sullo 0 a 100 km/h. In entrambi i casi,
200
i numeri faticano a rendere credibili le
0 0 promesse dell'imprenditore sudafricano.
50 100 150 200 250 300 350 km/h 1 2 3 4 5 6 secondi

GENNAIO 2018 57
ATTUALITÀ TESLA/2

AERODINAMICA
anche ad aggiungere altri cavalli ai 740
dei quali è già dotata, difficilmente una Lam- A 400 KM ORARI, NULLA
borghini Aventador S farebbe meglio dei
2,85 secondi che impiega per arrivare a 100
PUÒ ESSERE LASCIATO AL CASO
orari. Passiamo agli 887 cavalli della Porsche
918 Spyder: lo 0-100 qui è una pratica da
2,56 secondi, ma il merito non è dei quasi
150 cavalli in più. È tutta questione di una
migliore gestione del grip. GRAN STILE
Nulla da dire
UN ASSO NELLA MANICA? dal punto di vista
Torniamo alla Roadster, per la quale il del design,
ma un posteriore
grafico parla chiaro. Per cominciare a imma- così rastremato
ginare uno 0-100 sotto i due secondi, la e ben raccordato
massa non dovrebbe eccedere i 1.000 chili. difficilmente riesce
Un dato che però è quanto meno difficile da a gestire al meglio
le turbolenze
calare nella realtà: per avere a bordo i 200
kWh necessari per ipotizzare (e il verbo non
è scelto a caso) un'autonomia di 1.000 chi-
lometri, oggi serve un pacco batterie da ol-
tre 1.300 kg, visto che gli accumulatori han-
no una densità energetica media di 150
wattora per chilo. Nel giro di un paio d'anni,
le previsioni più rosee e realistiche raccon-
tano che questo valore possa salire a 250.
Significa che il pacco batterie potrebbe di- ARIA FRESCA
magrire a 800 kg. Per il resto dell'auto Viste le prestazioni
in gioco, servirebbero
(dell'intera auto) resterebbero a malapena prese d'aria
200 chili, così pochi che non serve aggiun- ben dimensionate
gere altro al ragionamento. Le ipotesi, a per raffreddare
questo punto, sono due: o Musk le spara i freni posteriori
grosse (anzi, enormi) o, come qualcuno dice,
ha in serbo ciò che neppure immaginiamo
sul fronte delle batterie. Allo stato solido, al
grafene, per restare ancorati a ciò che gira
oggi nei centri ricerca. Oppure qualcosa che
non conosciamo, mutuato da SpaceX, per
passare a congetture più esoteriche. Non
resta che attendere il 2020.

Anche il diffusore BEN ADERENTE


posteriore si presta Sui lati, la carrozzeria
ad alcune valutazioni. dovrebbe prevedere
1. Non s'intravedono forme che aiutino
flap attivi, per ridurre a canalizzare il flusso
la resistenza: sarebbe aerodinamico. Scopo:
3 utile nell'ottica della mantenerlo quanto
velocità massima. più vicino alla
2. Le zone laterali carrozzeria stessa
sono sporcate
dalla non perfetta
2 carenatura delle leve
1 delle sospensioni
3. Non sembra esserci
alcun canale di flusso:
porterebbe energia
al posteriore, elemento
che ridurrebbe il Cx

58 GENNAIO 2018
VETRATURA
Il profilo
del parabrezza GRIGLIE
e, soprattutto, Per ottenere
l'angolo del lunotto la downforce
sembrano necessaria, FORME PULITE
non garantire sul cofano Mancano sfoghi
un adeguato sviluppo servirebbero d'aria sui parafanghi,
delle ricompressioni uscite per l'aria quelli che spesso
dell'ala posteriore che proviene sono presenti
dai radiatori utilizzati sulle supercar:
per raffreddare contribuirebbero
batterie, motori a creare il necessario
elettrici e componenti carico verticale
elettroniche

UN PO' POCO
Appaiono esigue
le grigliature
per i radiatori, che
dovrebbero mantenere
a meno di 60 °C
la parte elettrica
ed elettronica

PIÙ FORZA
Sembra mancare
una vera presa d'aria
dedicata al flusso
aerodinamico
inferiore. Servirebbe
a energizzare
il diffusore posteriore

SPLITTER
Sia la forma
FINEZZE sia le dimensioni
Servirebbero flick paiono
e deviatori per evitare insufficienti
© Riproduzione riservata

l'allargamento del per un'auto


flusso verso l'esterno da 400 km/h

GENNAIO 2018 59
ATTUALITÀ DIETRO LE QUINTE DEL CIRCUS

FORMULA ALFA
Il ritorno del glorioso marchio della FCA al mondo dei Gran Premi
permette a Marchionne di raddoppiare il proprio peso politico
nella delicata partita con Liberty Media sulla ripartizione dei diritti
televisivi. E, al tempo stesso, di dare grande visibilità al brand
di Emilio Deleidi

Sergio Marchionne
presenta l'accordo tra
Alfa Romeo e Sauber
nell'evento organizzato
ad Arese (MI).
La vettura utilizzata
per la presentazione
della nuova livrea
è, in realtà, una
monoposto del 2013

60 GENNAIO 2018
A
giudicare anche soltanto nel 2015 (vedere a pag. 324), sono stati fatti, da mesi si sta giocando una partita
dal clamore mediatico su- versati i canonici fiumi d'inchiostro, off e complessa, con risvolti economici gigante-
scitato, la scommessa online (per non parlare dei social network, schi, ai quali abbiamo dedicato un servizio
lanciata da Sergio Mar- ai quali dedichiamo il riquadro di pag. 63). sul numero di dicembre.
chionne con l'associazione Il primo obiettivo, dare grande visibilità Alla fine del 2020, com'è noto, scadrà il
del brand Alfa Romeo, nelle vesti di title internazionale a un marchio in piena fase di Patto della Concordia, che regola la riparti-
sponsor, al team Sauber di Formula 1, è già rilancio grazie a prodotti freschi come la zione dell'enorme torta (stimata in circa
vinta. Sul ritorno del glorioso marchio ita- Giulia e la Stelvio, è stato dunque ampia- 800 milioni di euro) dei diritti televisivi dei
liano nel mondo dei Gran Premi, dal quale mente raggiunto. Ma nella strategia del top GP con meccanismi che, fino a quella data,
mancava, in veste ufficiale, da oltre trent'an- manager FCA non è certamente l'unico, premieranno soprattutto la Ferrari, in virtù
ni, ma che il ceo di FCA aveva ipotizzato già com'è facile immaginare. In Formula 1, in- della sua "storicità", ovvero la presenza

GENNAIO 2018 61
ATTUALITÀ DIETRO LE QUINTE DEL CIRCUS

Stretta di mano tra Marchionne


e Chase Carey, ceo della
Formula 1: tra i due top
manager, in realtà, i rapporti
sono resi difficili dalle
discussioni in corso sulla
ripartizione degli introiti
televisivi e sulle norme tecniche
previste a partire dal 2021

OLTRE 30 ANNI DI GRAN PREMI ininterrotta in F.1 dall'anno d'istituzione modo per rafforzare considerevolmente il
del Mondiale, il 1950. Privilegi (per Maranel- proprio peso politico nel braccio di ferro con
CHE STORIA... lo, quantificabili in quasi 60 milioni di euro
l'anno) che i nuovi padroni del Circus, gli
Liberty Media, facendo balenare l'ipotesi di
un catastrofico doppio ritiro dalla categoria.
L'Alfa Romeo ha avuto un lungo americani di Liberty Media subentrati a Ec-
rapporto con la F.1, non sempre felice. clestone, vogliono mettere in discussione. NO ALLA SEMPLIFICAZIONE
Le uniche vittorie iridate come costruttore E su questo tavolo, Marchionne ora è in Sullo sfondo, oltre alle questioni econo-
sono giunte infatti agli albori della
grado di giocare una doppia partita: da un miche, ci sono anche quelle tecniche: Mar-
categoria, nel 1950 con Nino Farina e nel
lato, agita lo spettro del possibile abbando- chionne, in questo sostenuto da Mercedes
'51 con Juan Manuele Fangio, al volante
delle gloriose Alfetta (auto progettata no della F.1 dal 2021 da parte del Cavallino e Renault, si oppone alla semplificazione
nel '37). Il ritorno alla F.1, salvo qualche rampante, se non saranno soddisfatte le sue delle power unit ibride ipotizzata da Liberty
apparizione del V8 nei primi anni 70, arriva condizioni; dall'altro, raddoppia (almeno fino Media per ridurre i costi, favorire l'ingresso
nel '76 con la Brabham di Ecclestone: Niki al 2020, data di scadenza dell'accordo con di nuovi attori (Aston Martin, Cosworth, ecc.)
Lauda vincerà due GP nel '78, in Svezia la Sauber) la propria presenza nei Gran Pre- e ridurre il gap tra i top team e il resto dello
(con la BT46 dotata di ventilatore mi, dando vita a un team satellite che utiliz- schieramento. Un'ipotesi che, ovviamente,
posteriore) e Italia. Negli anni seguenti, za un marchio della FCA e impiega power non piace a chi ha investito tempo e denaro
le Alfa otterranno solo dei secondi posti. unit e altre componenti di Maranello. Un per realizzare i sofisticati sistemi introdotti

1950 Le Alfetta 158 e 159 vincono 1978 La Brabham BT46 1979 Assieme alla Brabham-Alfa 1980 Patrick Depailler con la 179,
i primi due titoli mondiali di F.1 della a motore Alfa dotata di Lauda corre l'Alfa Romeo 177, con la quale Giacomelli ottiene la pole
storia, con Farina e (nel '51) Fangio di ventilatore posteriore qui affidata a Bruno Giacomelli position nel GP Usa-East di quell'anno

62 GENNAIO 2018
REAZIONI CONTRASTANTI
nel 2014 e acquisire un vantaggio compe-
titivo, che rischierebbe di essere vanificato. SOCIAL NETWORK IN SUBBUGLIO
Ma non è ancora tutto. Con questa ope-
razione, Marchionne è riuscito a dare una
"squadra B" alla Ferrari, nella quale allenare
sul campo almeno uno dei propri giovani pi-
loti, il promettente Charles Leclerc (purtrop-
po, l'italiano Antonio Giovinazzi è rimasto in
panchina). Proprio quello che fa, da anni, la
Red Bull con la Toro Rosso, dalle cui file so-
no usciti campioni come Vettel, Ricciardo e
Verstappen. Oggi che i test sono limitatissi-
mi e le F.1 si guidano quasi soltanto al simu-
latore, era l'unica soluzione per preparare il
futuro del dopo-Räikkönen.
Certo, molti avrebbero preferito che, sul-
la Sauber, ci fosse qualcosa di più dei marchi
Alfa Romeo: un contributo tecnico concreto.
Ma era qualcosa d'impossibile, perché la
FCA, Ferrari a parte, non ha oggi uomini,
know-how e risorse per realizzare una po-
wer unit di F.1 diversa da quella di Maranel-
lo, che sulla vettura svizzera non si è voluto
neppure re-brandizzare. Un sistema propul-
sivo, peraltro, che avrebbe avuto vita breve,
visto che cambierà dal 2021 e avrebbe
esposto i debuttanti al rischio di figuracce,
come quelle rimediate dalla Honda nelle ul-
time stagioni. Viceversa, sarà l'Alfa Romeo
stessa, come non ha mancato di sottolinea-
L'importanza dei social network è ormai sui sentimenti suscitati nel popolo dei
re Marchionne, a beneficiare dell'esperienza
clamorosamente evidente, anche agli occhi social. La discesa in campo dell'Alfa Romeo
della Sauber, i cui tecnici hanno competenze di Liberty Media che, essendo di matrice nell'arena della F.1, infatti, ha diviso
in un campo così specialistico come quello americana, ne è più che mai consapevole. gli animi, rivelando una platea spaccata
della Formula 1 e le cui strutture di Hinwil E l'evento di lancio della partnership tra in due, tra gli idealisti e gli entusiasti. I primi
comprendono una valida galleria del vento, l'Alfa Romeo e la Sauber, organizzato non giudicano la scelta di Marchionne soltanto
completata nel 2004. a caso nel momento di stanca successivo un'operazione di marketing, magari abile,
A questo punto, perché l'operazione sia alla fine del Mondiale di F.1 2017, ma che "sporca" il blasone sportivo dell'Alfa,
completamente di successo, bisognerebbe ne è la riprova. Anche i canali social di relegandolo a una mera sponsorizzazione
però che la Sauber, grazie anche alla più Quattroruote hanno registrato picchi che non ha nulla di tecnico. I secondi,
stretta collaborazione con Maranello (che di traffico elevatissimi, con oltre 280 mila invece, apprezzano comunque il ritorno
mette a disposizione le power unit 2018), visualizzazioni della diretta Facebook agli onori delle cronache di un marchio
ottenesse risultati migliori rispetto al pas- della presentazione e quasi 42 mila glorioso, trascurato in passato. Così, su
sato, che l'ha vista abbonata, salvo penaliz- reazioni, 2.600 delle quali commenti, a cui Instagram e Facebook, troviamo chi parla
zazioni altrui, all'ultima fila della griglia. Al- si aggiungono 7.580 visualizzazioni del di «bellissima cosa che l'Alfa torni in F.1»;
trimenti, sarebbe triste vedere quella che, relativo video su Instagram. I numeri, però, e chi parla di «farsa», attuata solo per
almeno nominalmente, è un'Alfa Romeo fi- come sempre non dicono tutto: a contare «vendere qualche auto all'estero»,
è anche una riflessione qualitativa evocando il ricordo dei «veri alfisti».
nire sempre in coda alla classifica.
© Riproduzione riservata

1981 Anche il grande 1982 Andrea De Cesaris con l'Alfa 1983 Mauro Baldi alla guida della 183 1984 La 184 T di Riccardo Patrese.
Mario Andretti ha guidato Romeo 182 che gli permetterà di partire T: lasciato il 12 cilindri, l'Alfa passa a un L'Alfa lascia la F.1 alla fine dell'84, ma i
le evoluzioni della 179 dalla pole position nel GP Usa-West V8 turbo 1.5 litri che arriverà a 800 CV suoi motori restano sull'Osella fino all'87

GENNAIO 2018 63
ATTUALITÀ NOVANTENNI ALLA GUIDA

QUELLI CHE
NON MOLLANO
A Catania e Lecco, anziani contromano in superstrada. Ma chi si avvia
verso il secolo è sicuro? Ecco sette casi di over 90 che non lasciano
il volante. Per vedere come guidano, ne abbiamo portati due in pista
di Emilio Deleidi • foto di Camilla Albertini, Paolo Carlini, Olimpia Romagnoli
(hanno collaborato Camilla Golzi Saporiti, Emanuele Mùrino, Andrea Padovani e Jan Pellissier)

LUIGI FRACANZANI FRANCESCO QUARIO EDA BUBOLA


91 ANNI 90 ANNI 91 ANNI
64 GENNAIO 2018
L
e cronache raccontano di un
novantenne che, di recente, ha
imboccato contromano la tan-
genziale di Catania, causando
tre feriti. E di un altro che ha
percorso una manciata di chilometri sulla
carreggiata sbagliata della superstrada 36,
dalle parti di Lecco. Tragedie sfiorate, ma
che alimentano qualche dubbio sull'oppor-
tunità di guidare anche quando ci si avvici-
na al secolo di età. Eventualità tutt'altro che
rara, visto che, statistiche alla mano, risul-
tano circa 60 mila gli italiani che, raggiunta
e superata la soglia dei 90 anni, non inten-
Luigi Fracanzani, uno dei tester
ultra-novantenni, al volante della sua dono rinunciare al volante.
Citroën C4 sulla nostra pista Un numero significativo, se si considera
di Vairano (PV). Assieme al quasi che, nel nostro Paese, ad aver superato que-
coetaneo Francesco Quario, si è sta età sono 727 mila persone, l'1,2% della
sottoposto volentieri a una serie di
semplici prove, svolte alla presenza popolazione. La maggior parte di questi gui-
di un medico del Centro datori senior (8.738) si trova in Lombardia
cardiologico Monzino di Milano e non è un caso che la relativa Regione

GIUSEPPE PARDIERI RINA CALORE NICOLÒ MIRENNA


96 ANNI 90 ANNI 90 ANNI
GENNAIO 2018 65
ATTUALITÀ NOVANTENNI ALLA GUIDA

IL GIORNO IN CUI
IL RINNOVO? CHI MI SENTIRÒ DI PERDERE
ESAMINA, CAPISCE COLPI, SMETTERÒ
CON CHI HA A CHE FARE SUBITO
abbia di recente dedicato uno studio pro-
prio al rapporto tra anziani e incidenti stra-
dali. Rilevando, tra le altre cose, che – date
le percorrenze limitate – i sinistri si verifica-
no in maggioranza nelle vicinanze delle loro
abitazioni, di giorno e in prossimità d'incroci
che richiedono buona visione periferica.
Il fenomeno, dunque, ha un'importanza
sociale non trascurabile, legata anche all'in-
vecchiamento complessivo della popolazio-
ne: ai dati fin qui citati, infatti, potremmo ag-
giungere 4,1 milioni di ottantenni e 17 mila
ultracentenari. Il Codice della strada, del re-
sto, non pone limiti di età al rinnovo della
patente, salvo prevedere conferme di vali-
dità ogni tre anni per chi ne ha compiuti 70 MIMMA LUIGI FRANCESCO
e ogni due per chi ha raggiunto gli 80. B. FRACANZANI QUARIO
94 anni - Milano 91 anni - Milano 90 anni - Milano
ASPETTANDO LA VISITA Subaru Outback Citroën C4 Honda Jazz
Tutto, dunque, è demandato all'accerta-
mento dei requisiti piscofisici necessari alla «Guai a chi mi tocca «Ho preso la patente a 19 anni La prima auto di Francesco
guida da parte dei medici abilitati a questo la Subaru!», dice e l'esame è andato subito bene, Quario è arrivata abbastanza
compito dal Codice: dal 2012, ciò vale anche nonna Mimma, perché sapevo già guidare: tardi: «Quando, nel 1957, mi
battagliera ma avevo approfittato degli sono sposato», racconta, «non
per gli ottuagenari e oltre, per i quali, in pre-
schiva guidatrice, insegnamenti dell'autista di avevo né la macchina, né la tv:
cedenza, era prevista la visita da parte di
che preferisce mio padre, quando andava in poi ho comprato una Topolino,
una commissione medica locale. Spetta ai rinunciare giro per affari»: esordisce così nella quale dovevo aggiungere
sanitari accertare la presenza o meno di pa- a comparire in foto: Luigi Fracanzani, uno dei due olio ogni volta che facevo
tologie in tutto o a certe condizioni invali- ma non certo guidatori senior che si sono benzina...». Le cose, in seguito,
danti (come quelle cardiovascolari, il diabe- a guidare, come offerti come tester sulla nostra sono cambiate rapidamente:
te, l'epilessia, i disturbi neurologici e quelli dimostra anche pista (vedere le pagine una 600 nel '58, un viaggio
del sonno, quali le apnee ostruttive nottur- la sua Outback seguenti). «La mia prima di 7.000 km fino in Scozia,
ne), nonché accertare la persistenza dei re- bordeaux del 1998. macchina è stata una Fiat il lavoro di rappresentante
quisiti visivi richiesti. Come questo accada, Un'auto «capiente», 1500», prosegue, «poi di un'azienda tessile
nella realtà, è esperienza comune: la scarsi- come la definisce, ho sempre avuto auto belle, di Verona, prima di diventare
tà di tempo, la mancanza di esami e analisi che arriva dopo una ma senza esagerare. Dalla Fiat un imprenditore di quel settore,
approfondite, il ruolo dell'autocertificazione storica 600, la prima sono passato alla Citroën, della che gli ha imposto di percorrere
hanno, spesso, un peso importante. In caso Giulietta e la classica quale ho avuto più o meno tutti anche un record di 128.000 km
di dubbi, i sanitari hanno la facoltà (per con- VW Golf: del resto, i modelli, a partire dalla mitica in un solo anno. «Nella mia vita
ducenti di qualsiasi età) di affidare l'accer- racconta, «mi DS». Anche oggi Fracanzani ci sono state Opel, Audi, tre
tamento alla commissione medica locale, è sempre piaciuto guida una C4, con la quale si Porsche: oggi vado spesso
scegliere il modello reca spesso a Padova, sua città a Parma a trovare gli amici
che ha il compito di approfondire le condi-
che, di volta in volta, natale. «Quando da lì venni o a Torino e a Biella». Quario,
zioni del soggetto e la facoltà d'imporre
meglio rispondeva a Milano per lavoro», ricorda, che è padre di Maria Rosa
eventuali limitazioni, come, per esempio, il alle mie esigenze; «trovai la città più avanzata e nonno di Federica Brignone,
divieto di guida notturna o in autostrada. e ho sempre d'Italia, con molto traffico entrambe sciatrici di altissimo
Questo perché, spesso, il negato rinnovo viaggiato spedita, e semafori; ancora oggi livello, oggi in città, più
della patente si traduce in un evento psico- accompagnando circolo soprattutto in centro, che la sua vecchia Honda Jazz,
logicamente traumatico per gli anziani o in mio marito e i figli dove abito, e cerco di viaggiare ama utilizzare la bicicletta,
serie difficoltà per chi, tra di loro, abita in zo- ovunque, al mare e in autostrada nei weekend, per che considera una cartina
ne davvero disagiate, lontane da negozi e in montagna». «Oggi, evitare gli autotreni». Quanto di tornasole della propria
servizi. In questi casi la vecchiaia, di colpo, però», conclude, al rinnovo della patente, condizione: «Il giorno in cui mi
finisce per tramutarsi in un problema di me- «il traffico e le multe è fiducioso: «Chi mi esamina, accorgerò di perdere colpi,
ra sopravvivenza. non fanno per me». capisce con chi ha a che fare...». smetterò subito di guidare».

66 GENNAIO 2018
MI SONO MESSO
AL VOLANTE ANCHE
SULLE MIE AUTO HANNO DI CARRI ARMATI
VIAGGIATO ATTORI,
REGISTI, GIORNALISTI

EDA GIUSEPPE RINA NICOLÒ


BUBOLA PARDIERI CALORE MIRENNA
91 anni - Verona 96 anni - Segrate (MI) 90 anni - Torino 90 anni - Roma
Renault Clio Fiat Panda Fiat Cinquecento Ford Fiesta

Non si può dire che si sia «Ne ho avute così tante che gli «Fino alla bara s'impara, diceva Dalla Fiat 508 Balilla a tre
messa al volante fin amici mi chiamano... Pandieri, un mio collega. E io aggiungo marce alla Fiesta 1.4 TDCi: un
da ragazzina, Eda Bubola, invece di Pardieri!», racconta che si guida anche...». Rina, viaggio lungo quasi 70 anni e
originaria di Terrazzo, Giuseppe, 96 anni portati patente rinnovata per tutto oltre un milione di chilometri...
un piccolo centro della Bassa brillantemente. In effetti, prima il 2018, non intende fermarsi. È questa la storia al volante
veronese: ha preso la patente, della Panda rossa in sosta «Rispetto al passato», confessa del generale Nicolò Mirenna,
infatti, solo a 46 anni, quando davanti a casa, ce ne sono state l'ex dipendente della Sai e della che nei carabinieri ha trascorso
ha avviato la sua piccola innumerevoli, a partire dalla Sava, un tempo finanziarie 44 anni, fino a diventarne
attività imprenditoriale, un 30 prima serie degli anni 80. del gruppo Fiat, «guido solo vice comandante generale.
laboratorio di maglieria che le Auto che, per inciso, hanno in città; ho superato gli esami Alla patente, ottenuta nel
imponeva spesso di trasportare avuto il privilegio di trasportare nel 1951 e la prima auto 1948, sono seguiti numerosi
le merci da e per l'Emilia- personaggi di grande spessore, di cui mi sono messa al volante certificati d'idoneità militari
Romagna. «All'inizio», racconta, perché Pardieri ha diretto è stata la 600 azzurra di mia alla conduzione di moto
«avevamo in famiglia il Teatro stabile della Soffitta sorella Elena, che aveva un po' e veicoli di tutti i generi. «Ho
una giardinetta Fiat, poi siamo di Bologna, è stato critico paura, soprattutto quando guidato ogni mezzo», racconta,
passati a qualcosa di più drammatico, giornalista (ha doveva entrare nel portone «fino ai blindati e ai carri
grande per caricare la lana, un guidato il settimanale Gioia) di casa, piuttosto stretto». armati». La memoria di ferro
pulmino Fiat 850». È allora che e autore televisivo. «Dopo Negli anni, Rina ha usato lo aiuta a elencare le sue
Eda prende la patente, compra le trasmissioni», racconta, diverse 500, fino al 1979, macchine: due Fiat 1100 103,
un'Autobianchi Primula e inizia «accompagnavo sempre quando il marito le regalò le Ford Taunus 17M e 20M,
a girare nel Nord Italia, senza a casa Enzo Biagi, con il quale una Lancia Delta: «Poi le Mercedes 200 e 220, le Fiat
più smettere di guidare fino ho collaborato per quasi ci trasferimmo a Livorno Argenta e Regata, tre Lancia
a oggi. «Come farei altrimenti? trent'anni; in tempi passati, con per qualche anno», ricorda, «e Thema, una Nissan Micra, fino
Mi muovo nei dintorni e faccio me al volante hanno viaggiato al ritorno a Torino comprammo alla Fiesta attuale. Quando
qualche viaggio di 60-70 km grandi attori come Memo una Panda, per muoverci ricorda le Taunus, al generale
per andare dai conoscenti Benassi, registi come Sandro in città». Oggi, usa la macchina brillano gli occhi: con quelle
e fare quello che mi piace: sono Bolchi, giornalisti come Mario «soprattutto per andare a far auto, tornava dal comando
prudente, in trent'anni ho avuto Oriani». Nel suo curriculum la spesa, che mi caricano in di Bologna a casa, in provincia
un solo incidente, ma mi hanno di guidatore ci sono state auto: seguo sempre gli stessi di Messina, 1.180 km
tamponata, non mi sento molte auto piccole, come le percorsi e nessuno mi fa mai con una sola sosta. Oggi dirige
vecchia e non ho paura in Fiat 600, 500 e 127, ma anche osservazioni. Del resto, Torino la rivista dell'associazione
auto». Che, oggi, è una Renault una 128 Familiare. «Oggi uso potrei girarla a occhi chiusi, dei carabinieri: cosa che
Clio con quasi 100.000 km, la Panda solo per brevi tragitti mentre in passato, lo ammetto, gli impone di percorrere, ogni
comprata usata per 3.000 euro. nei dintorni di casa», conclude. ero un po' più distratta...». giorno, circa 30 km al volante.

GENNAIO 2018 67
ATTUALITÀ NOVANTENNI ALLA GUIDA

TUTTI I RESPONSI
DELLA PISTA
Due brillanti volontari si sono sottoposti, sul nostro impianto
di Vairano, a una serie di test, studiati per capirne il comportamento
in auto. Che è risultato improntato alla massima prudenza

U
na Citroën C4 e una Honda precedenti, sono venuti volentieri a Vairano, RIFLESSI
Jazz, con parecchie primave- spinti da curiosità e verve non comuni. Per L'apparecchio misura il tempo di reazione
re sulle spalle, un paio di pa- prima cosa, si sono cimentati in un test dei a uno stimolo luminoso, somministrato
tentati di 90 e più anni, un tempi di reazione attuato mediante uno a intervalli temporali casuali: su 30
prove, la media è risultata di 2 decimi
medico del Centro cardiolo- strumento che registra la risposta a uno sti- per uno dei nostri tester, di 4 per l'altro
gico di Monzino di Milano, chiamato per molo luminoso nell'arco di 30 prove, som-
spiegarci i possibili problemi del rapporto tra ministrate con intervalli temporali variabili.
l'invecchiamento e la guida e... la nostra pi- Un compito assolto nel migliore dei mo-
sta. Lo scopo era appurare come se la ca- di da uno dei nostri tester, la cui risposta è
vassero questi anziani automobilisti al vo- risultata del tutto paragonabile a quella me-
lante in una serie di semplici prove. Non dia di persone di qualsiasi età, nell'ordine dei
un'accertamento d'idoneità, per carità, ché due decimi di secondo; qualche difficoltà in
non è questo il nostro compito, né è previsto più ha invece messo in mostra l'altro sog-
dalla normativa, in base alla quale la validità getto, che ha mancato alcune reazioni all'ac-
della patente è condizionata soltanto alla censione delle luci. La giornata è poi prose-
persistenza di requisiti fisici, non tecnici. Più guita con una prova di parcheggio, da effet-
una curiosità, dunque, legata alla rilevanza tuare anche in retromarcia, cosa che, in ge-
sociale del fenomeno di una popolazione nere, può creare qualche problema a perso-
che invecchia senza rinunciare al volante. ne, come gli anziani, che possono avere limi-
Luigi e Francesco, per il cui rapporto e ti nei movimenti articolari: in realtà, i nostri
storia con l'auto vi rimandiamo alle pagine due tester se la sono cavata senza partico-

MURO D'ACQUA
LA VELOCITÀ ALLA QUALE I TESTER Simula, in condizioni di assoluta
SI AVVICINANO AGLI OSTACOLI sicurezza, la comparsa di un ostacolo
improvviso, che i nostri guidatori
È PIÙ BASSA DI QUELLA CONSUETA hanno evitato con molta prudenza

68 GENNAIO 2018
IL PARERE DEL MEDICO

OGNI PERSONA
È UN CASO A SÉ
«L'invecchiamento è un processo
fisiologico che si attua nel tempo
in maniera inevitabile, ma estremamente
variabile»: esordisce così il dottor Lorenzo
Vigo (nella foto), del Centro cardiologico
Monzino di Milano, il primo ospedale
europeo interamente dedicato allo studio
e alla cura delle malattie cardiovascolari,
che ha assistito alle prove cui si sono
SU STRADA sottoposti i nostri tester. «Dunque»,
Le provinciali vicine alla pista di Vairano (PV), prosegue il medico, «è importante
alcune delle quali con fondo dissestato, una valutazione specifica di ogni
si sono ben prestate a valutare le capacità
al volante dei nostri due tester novantenni soggetto, perché s'invecchia in tempi e
modi molto differenti. Possiamo assistere
a un normale deterioramento della vista,
dell'udito, dei riflessi e dei movimenti
articolari, che va a inficiare le capacità
di guida; a questo si possono aggiungere
patologie vere e proprie, delle quali
è importante che il medico, all'atto
del rinnovo della patente, effettui
una valutazione attenta». Quali sono
le più diffuse, tra gli anziani? «Possiamo
citare le patologie del sensorio,
cioè le malattie della vista e dell'udito;
quelle del sistema nervoso, come
PARCHEGGIO il Parkinson e l'epilessia; i disturbi psichici,
La prova è stata effettuata sia a marcia la depressione e gli attacchi di panico;
avanti sia in retromarcia per saggiare le malattie cardiovascolari, che portano
la mobilità articolare dei driver spesso a sincopi, un rischio grave
durante l'effettuazione delle manovre
per chi guida; il diabete, che può causare
ipoglicemia, quindi alterazione dello stato
lari ansie, salvo qualche incertezza nella col- di coscienza; e altre patologie come
locazione delle vetture esattamente tra gli l'insufficienza renale cronica e l'anemia».
spazi delimitati dalle strisce. In tutti questi casi, conclude il dottor
Vigo, «il medico incaricato del rinnovo
CI VUOLE CAUTELA della patente deve fare una sintesi
Il programma prevedeva anche una pro- delle valutazioni espresse dai differenti
va di evitamento del muro d'acqua che, specialisti, per poi formulare il suo
uscendo a sorpresa dall'asfalto del piazzale, giudizio sull'idoneità del soggetto».
simula un ostacolo improvviso da schivare
e una valutazione della guida sulle strade
vicine alla pista da parte di uno dei nostri
collaudatori più esperti. In entrambe le si-
tuazioni, i driver hanno evidenziato una gui-
da molto prudente, con velocità più basse
rispetto a quelle dei soggetti che, abitual-
mente, affrontano questi test nell'ambito
della nostra scuola di guida sicura o della
media degli altri automobilisti. È il frutto di
© Riproduzione riservata

una prudenza apprezzabile, visto che la ve-


locità costituisce un fattore di rischio per
tutti; ma può rivelarsi, in certe situazioni, un
comportamento controproducente, perché
induce gli altri conducenti a manovre di sor-
passo, talvolta azzardate.

GENNAIO 2018 69
PREGI • DIFETTI • PRESTAZIONI

PROVE SU

VAIRANO: IL LUOGO GIUSTO


PER LASCIAR SFOGARE GLI 800
CAVALLI DELLA SUPERFAST

70 GENNAIO 2018
Prestazioni rilevate sulla pista ASC di Vairano (PV) dal Centro prove di Quattroruote

STRADA

ALFA STELVIO FERRARI VOLKSWAGEN CITROËN C3


QUADRIFOGLIO 812 SUPERFAST T-ROC vs FORD FIESTA
Cavalli: 510. Moltissimi. Rossa e italiana, come la Stelvio. Dimensioni giuste, ruote alte Ve le abbiamo già proposte
Che da soli, però, non bastano Ma ancora più potente: qui e tutto quello che ci vuole entrambe, ma vale la pena
per raccontare fino in fondo con i cavalli si arriva a quota 800, per convincere. Magari anche di tornare sull'argomento.
quest'Alfa. La forza del V6 per giunta sprigionati da un dodici chi non cerca a tutti i costi Un po' perché sono entrambe
biturbo, infatti, rappresenta cilindri aspirato. Perfetto una sport utility. Insomma, un'auto convincenti, un po' per parlare
soltanto una parte della verità. sulla carta e ancora più trasversale, le cui intenzioni dei loro cambi automatici.
E neppure la più grande, nella realtà: morbido se serve, sono chiare: portare nel comparto Che si riallacciano al passato,
che si rivela in tutta la sua spietato ogni volta che lo si cerca. oggi più effervescente le qualità in un certo senso: torna infatti su
magnificenza quando arrivano E poi il telaio, la trazione "solo" della Golf. In prova, la versione tutt'e due il convertitore di coppia,
le curve: date un'occhiata posteriore e quel che serve con il benzina di un litro e la dopo anni in cui, sulle piccole,
al tempone registrato a Vairano. per regalare gioia a chi guida. turbodiesel di cilindrata doppia. sembrava destinato a sparire.

Pagina 72 Pagina 84 Pagina 94 Pagina 106


Semplicemente unica Il V12 più bello del mondo L'altra faccia della Golf Scelta automatica

SKODA BMW AUDI TASTI ECO


KAROQ X3 A4 AVANT SI RISPARMIA?
L'originalità stilistica della Yeti, Terza generazione per uno La station wagon che conosciamo Probabilmente è presente
che a tratti aveva il sapore dei modelli più fortunati bene in una veste diversa anche sulla vostra macchina.
del coraggio, s'è fatta da parte. della Casa bavarese. Di base, dal solito: il turbodiesel d'ordinanza E, con altrettanta probabilità,
La sua eredità è stata raccolta resta perfettamente aderente è sostituito dal due litri TFSI non lo avrete mai preso in seria
da un'impostazione a se stessa, ma questo da 170 cavalli alimentato a metano. considerazione. Si tratta del tasto
più convenzionale, ma non meno non le impedisce di sfoggiare Gradevole da guidare, grazie che promette di farvi risparmiare
interessante sotto il profilo una moltitudine di novità. al gas mette a segno economie benzina (o gasolio). Ne abbiamo
pratico. Basta salire a bordo In termini di dotazioni, per dirne interessanti. E se a volte testati diversi, per verificare
per scoprire i mille dettagli una, che la portano ai massimi i distributori latitano, se mantengano le promesse. E se
che rendono piacevoli i viaggi livelli anche per quel che riguarda non è un problema: c'è sempre valga la pena, la prossima volta,
a bordo di questa nuova Skoda. la guida assistita. il backup della benzina. ricordarsi della loro esistenza.

Pagina 116 Pagina 128 Pagina 140 Pagina 148


Elogio della razionalità La X non è un'incognita L'altra alimentazione Un clic da considerare

GENNAIO 2018 71
PROVA SU STRADA NUMERO 3.505

ALFA ROMEO
STELVIO
QUADRIFOGLIO
Tanti cavalli, anzi tantissimi. E una guidabilità straordinaria,
che trasforma ogni metro in un'esperienza affascinante.
Un'auto carismatica, per certi versi unica.
Perfetta per riportare il Biscione ai fasti d'un tempo
di Gian Luca Pellegrini • foto di Lorenzo Marcinnò

PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI EMISSIONI CO2


V6 biturbobenzina Omologato Rilevato Omologato Rilevato
€ 95.000 2.891 cm 3
375 kW (510 CV) 11,1 km/l 8,4 km/l 210 g/km 285 g/km
72 GENNAIO 2018
GENNAIO 2018
73
Il servizio fotografico è stato realizzato a Dubai (Emirati Arabi Uniti)
PROVA SU STRADA ALFA ROMEO STELVIO QUADRIFOGLIO

DOTAZIONI E ACCESSORI

L
Prezzi in euro e Suv sportive sono una con- e implacabile, però, di fatto rivela con bruta-
Prezzo di listino 95.000 traddizione in termini. La loro le franchezza i naturali limiti dell'autotelaio.
Prezzo della vettura provata 102.620 espressione progettuale nasce Negli ultimi tempi qualcosa è cambiato. E
Airbag anteriori, laterali e a tendina di serie inevitabilmente da un compro- questo qualcosa porta il nome di Porsche
Apertura porte senza chiave di serie messo tecnico d'istanze all'ap- Macan, che nella sua versione di vertice – la
Autoradio digitale (Dab) di serie parenza inconciliabili, ovvero potenze e cilin- Turbo (non che le altre siano da meno, peral-
Avviso abbandono corsia di serie drate d'assoluto rispetto e la caratteristica tro) – ha conferito un'inedita dimensione a
Avviso affaticamento guidatore – funzionalità derivante da un'impostazione una specialità all'apparenza destinata a una
Avviso angoli bui di serie che ha come priorità l'abbinata spazio-con- stentata sopravvivenza in pochi, specifici
Avviso traffico trasversale posteriore di serie fort. In effetti, i molti tentativi visti finora di mercati. Da oggi, la tedesca ha una concor-
Cambio automatico di serie combinare le contraddittorie voci hanno re- rente. Porta la gloriosa casacca dell'Alfa Ro-
Cerchi di lega da 20 pollici di serie stituito un imbarazzante sentore di velleita- meo e si chiama Stelvio Quadrifoglio. Ed è
Climatizzatore automatico bizona di serie rismo, anche parlando di marchi dall'elevato una rivale – sia detto con entusiasmo scevro
Fari abbaglianti automatici di serie carato ingegneristico: cavalli a iosa, neces- da debolezze autarchiche – dai grandi con-
Fari bixeno di serie sari per propellere opime vetture nelle acce- tenuti. Quindi pericolosissima per la leader-
Fari full Led – lerazioni longitudinali (con inevitabili, depri- ship germanica.
Frenata automatica di emergenza di serie menti consumi), e altrettanto impaccio nel
Freni carboceramici a richiesta 1 restituire al guidatore una sensazione non si AMBIENTE RAFFINATO
Head-up display – dica di agilità, ma almeno di adeguato equi- Veloce sguardo agli interni. Sono quelli
Impianto hi-fi (Harman Kardon) 1.400 2 librio dinamico. Su queste macchine, il lavoro della Stelvio, con qualche tocco volto a sot-
Impianto multimediale di serie più arduo di solito lo svolgono gli ingegneri tolineare lo spirito aggressivo della versione.
Pacchetto Quadrifoglio Power seats 1.500 3 elettronici, obbligati a studiare eccellenti si- Plancia pulita, elegante, con le stesse molte
Pacchetto sedili sportivi Sparco 4.000 stemi di controllo, il cui intervento costante qualità e gli stessi rari difetti che abbiamo
Pinze freno colorate (rosse o gialle) 500
Portellone elettrico di serie
Regolatore di velocità attivo (Acc) 1.200
Sensori di parcheggio ant. e post. di serie
Sistema ancoraggio bagagli 100
Sospensioni a controllo elettronico di serie
Telecamera posteriore di serie
Tetto panoramico apribile elettr. 1.700
Vernice metalliz. rosso Competizione 2.500
Vetri posteriori scuri 420
Volante con inserti di carbonio 500
In rosso: presente sulla vettura provata.
Note: 1) disponibili nei prossimi mesi, prezzo ancora
da definire; 2) con 14 altoparlanti e subwoofer
da 900 Watt; 3) sedili anteriori regolabili elettricamente
(compresi i fianchetti) e riscaldabili, volante riscaldabile.

74 GENNAIO 2018
ABITABILITÀ E VISIBILITÀ

Le misure non cambiano rispetto


alle altre Stelvio. Tanto spazio davanti
e anche dietro, dove, volendo, è possibile
ospitare senza problemi anche un terzo
passeggero. Notevole anche l'accessibilità:
i sedili sono all'altezza giusta e l'arco
della porta dietro è tale da non interferire
quando si sale o si scende.
misure in centimetri, angoli in gradi

I sedili anteriori sono molto


avvolgenti e hanno pure
gli appoggi laterali
regolabili elettricamente,
che permettono
di adattarli perfettamente Totale angoli bui 103° (29%)
alla propria corporatura. Visibilità posteriore
Dietro, sul tunnel, (ostacolo alto 70 cm) maggiore di 10 m
sono presenti due bocchette
di ventilazione Visibilità montante anteriore sinistro
Uomo ★★☆
Bambino ★☆
Bicicletta ★★
Giudizio complessivo ★★

VANO DI CARICO

La capacità è adeguata alle esigenze


di quattro persone. Il vano non è molto
regolare, ma il piano è ben livellato
e la soglia a un'altezza accettabile.
A richiesta, sono disponibili le guide con
i ganci per organizzare al meglio il carico.

Capacità complessiva (litri) 421


di cui sotto il pavimento (litri) 29
Altezza soglia di carico (cm) 72

51

94-117

100
164-199

GENNAIO 2018 75
PROVA SU STRADA ALFA ROMEO STELVIO QUADRIFOGLIO

TECNICA

CUORE SPORTIVO (ED EFFICIENTE)


Il V6 biturbo di 2.891 cm3 delle due bancate di cilindri In condizioni normali, la coppia
da 510 cavalli e 600 Nm ai bassi carichi e regimi viene inviata al solo retrotreno,
è l'anima della Quadrifoglio. per aumentare il rendimento. ma, se ci si avvicina al limite
L'architettura con V di 90° Ciò si ottiene tenendo chiuse di aderenza, una frizione
tradisce la derivazione da un V8 le valvole dei cilindri interessati a dischi controllata
(che poi è quello Ferrari della mediante un meccanismo elettronicamente in base
488) e la peculiarità di questo di alzata variabile. Anche il resto ai segnali dei sensori
propulsore è la possibilità di della meccanica è ripreso di accelerazione laterale
disattivare una dalla Giulia Quadrifoglio, e longitudinale, di angolo
ma a differenza di quest'ultima, sterzo e di velocità
che è spinta dalle ruote dietro d'imbardata (la rotazione
ed è disponibile anche dell'auto attorno all'asse di modulare la coppia motrice
con il cambio manuale, verticale) trasferisce fino inviata alla ruota esterna
la Stelvio prevede al 50% dei Newtonmetro alle o interna alla curva: in questo
l'integrale Q4 e ruote anteriori. Per ottimizzare modo, l'elettronica gestisce
la trasmissione è la dinamica di guida, è di serie in maniera attiva il sotto
la solita (ottima) il differenziale posteriore Alfa o il sovrasterzo, senza il taglio
automatica ZF Torque vectoring che, tramite di prestazioni che è invece
a otto rapporti. due frizioni, consente tipico dell'Esp. R.B.

76 GENNAIO 2018
SCHEDA
Dati dichiarati dalla Casa
relativi alla vettura in prova
Motore
• Anteriore longitudinale,
benzina
• 6 cilindri a V (90°)
• Alesaggio 86,5 mm
• Corsa 82,0 mm
• Cilindrata 2.891 cm3
• Potenza max 375 kW
(510 CV) a 6.500 giri/min IL V6 SI SFOGA
• Coppia max 600 Nm
La gran quantità
a 2.500 giri/min
• Blocco cilindri e teste
di calore prodotta
di lega leggera dal sei cilindri fuoriesce
• 2 assi a camme in testa da queste feritoie
per bancata, doppio sul cofano
variatore di fase,
alzata variabile delle valvole
di aspirazione, 4 valvole
per cilindro (catena)
• Iniezione elettronica,
disattivazione
INCONFONDIBILE
di una bancata di cilindri,
due turbo e intercooler
La firma luminosa della
Quadrifoglio è affidata
Trasmissione a una serie di Led.
• Trazione integrale I proiettori principali,
a inserimento automatico invece, sono bixeno
• Cambio automatico
a 8 marce
• Differenziale posteriore
con trasferimento
di coppia attivo
Pneumatici
• Pirelli PZero GIOCHI D'ARIA
Ant. 255/45R20 101Y Le prese d'aria laterali
Post. 285/40R20 104Y raffreddano l'acqua
• Kit di riparazione per l'intercooler, che è
Corpo vettura
del tipo più efficiente,
• Scocca di acciaio ovvero aria/acqua
con parti di alluminio,
5 porte, 5 posti
• Avantreno a doppi
quadrilateri, molla elicoidale,
barra stabilizzatrice
• Retrotreno multilink
a quattro leve e mezzo,
molla elicoidale,
barra stabilizzatrice sottolineato in merito alle sorelle minori: cato quando si preme il tasto Start sul volan- Ben piazzata sulle
• Ammortizzatori idraulici posto guida ottimo (un filo meno perfetto di te – evidente richiamo a uno stilema nato grandi ruote da 20
a controllo elettronico pollici, la Quadrifoglio
quello della Porsche), finitura che mette in per le Ferrari – e all'altro capo dei circuiti sfodera una grinta
• Freni a comando
elettroidraulico a disco cantina antichi pregiudizi nei confronti degli prende vita il tonitruante vusei biturbo della incredibile. Su strada
autoventilanti, Abs ed Esp standard italiani, qualche sopracciglio alzato Giulia Quadrifoglio. la si riconosce subito
• Sterzo a cremagliera, di pochi millimetri per il display non proprio per la grande V
servocomando elettrico che riproduce in chiave
• Serbatoio 64 litri enorme dell'impianto multimediale (insuffi- 510 CAVALLI DA URLO moderna il classico
Dimensioni e massa
ciente soprattutto quando si usa il naviga- Giustamente, quelli dell'Alfa non l'hanno scudetto Alfa Romeo,
• Passo 282 cm tore) e la migliorabile dotazione di connetti- toccato. Non ce n'era bisogno. Il dueenove è incorniciato dai Led
• Carreggiata ant. 162 cm, vità (manca la connessione internet, elemen- un pezzo di bravura ingegneristica, in grado delle luci diurne
post. 168 cm
• Lungh. 470 cm - Largh.
to ormai irrinunciabile in questa categoria). di funzionare con una sola bancata (la destra,
196 cm - Alt. 168 cm Però bisogna ammettere che l'atmosfera è a essere pignoli) se bisogna risparmiare
• Massa 1.905 kg, ben studiata, la funzionalità dei comandi ec- benzina e CO2 (del resto, all'Alfa i motori mo-
a pieno carico 2.200 kg,
rimorchiabile 2.300 kg
cellente e la vita a bordo in linea con le am- dulari li facevano già negli anni 80, con il
• Bagagliaio 525 dm3 bizioni di un'automobile che vuole trovare CEM montato su un migliaio di Alfetta) e di
Prodotta a uno spazio in uno dei settori più competitivi esplodere con vigoria inaudita quando si de-
• Cassino (FR) del mercato. Sorprende in positivo, poi, la ca- cide di sfruttarne a fondo le potenzialità. Che
pacità di assorbimento delle sospensioni, sono enormi. Lo 0-100 staccato in pista la
nonostante la gommatura PZero ribassata. dice lunga, lunghissima, sulla voglia della
La Quadrifoglio, però, trova senso e signifi- Stelvio di allungare la falcata per distan-

GENNAIO 2018 77
PROVA SU STRADA ALFA ROMEO STELVIO QUADRIFOGLIO

L'impostazione è sportiva,
si ha tutto a portata di mano.
Nelle foto sotto, da sinistra:
la manopola del Dna con
la modalità Race e il tasto che
permette di gestire la taratura
degli ammortizzatori in modo
indipendente dagli altri sistemi;
il pulsante di accensione
sul volante e la pedaliera;
l'acceleratore è
incernierato in basso

ziare le rivali (o supposte tali): 3,8 secondi


è un risultato per certi versi stupefacente, più
nel campo delle supercar vere e proprie che
nelle versioni al testosterone di modelli nor-
mali. Intanto, qui il V6 si deve trascinare ap-
presso un corpaccione da oltre due tonnel-
late, cioè un 200 chili e fischia più della cu-
gina berlina; poi, perché le inerzie di una tra-
smissione che arriva su tutt'e quattro le ruo-
te comportano, rispetto alla classica trazione
posteriore, un certo (piccolo) grado di inevi-
tabili perdite di efficienza: infine, perché que-
sta versione sconta le penalizzazioni a livello
omologativo introdotte con la più recente
stretta comunitaria (la potenza massima ri-
mane la stessa, ma la curva d'erogazione

78 GENNAIO 2018
INFOTAINMENT

AGGIORNATO CON NUOVE INTERFACCE


L'impianto è quello più completo da 8,7 pollici (reali) sufficientemente ampio secondo logiche facilmente interpretabili,
e sofisticato già apprezzato sulle precedenti da consentire la comoda funzione splitscreen, che non richiedono di distogliere troppo
Stelvio, aggiornato, però, con le interfacce che permette di visualizzare la mappa l'attenzione dalla guida. Ma si può ricorrere
Apple CarPlay e Android Auto. Non basta del navigatore nella parte più ampia e altre anche ai comandi vocali residenti che, a
per poterlo definire connesso alla rete, informazioni, per esempio la radio, in quella onore del vero, funzionano piuttosto bene.
ma la possibilità di utilizzare i comandi vocali più piccola. Lo schermo non è touch: Di buon livello l'impianto audio Harman
evoluti Siri e Google Now è un bel passo lo si comanda molto semplicemente con Kardon con 14 altoparlanti e subwoofer
avanti. Il sistema fa capo a uno schermo la grande manopola e i due tasti sul tunnel, da 900 Watt. Di serie la radio Dab.

CARATTERISTICHE GENERALI TELEFONO - VIVAVOCE RADIO E AUDIO


Dimensioni reali schermo (pollici) 8,7 Collegamento Bluetooth sì Radio Dab sì
Touch screen no Controlli sul volante sì Lettore Cd no
Prese Usb 3 Ripetizione indicazioni display Streaming musica da smartphone sì
Ricarica wireless smartphone no Ricerca contatti ★★★★ Controlli sul volante sì
Posizione e visibilità schermo ★★★★ Composizione vocale ★★★★ Ricerca frequenza manuale ★★★★★
Definizione schermo ★★★★ Composizione touchpad no Memorizzazione stazioni ★★★★★
Accessibilità comandi ★★★★☆ Qualità audio e microfono ★★★★ Qualità suono ★★★★☆

NAVIGAZIONE CONNETTIVITÀ
Mappe 3D/Google sì/no Collegamento a internet no
Supporto mappe mem. interna Hotspot wi-fi no
Informazioni traffico sì App incorporate/smartphone no/no
Ripetizione indicazioni display Android Auto/Apple CarPlay sì/sì
Immissione indirizzo ★★★★☆ MirrorLink no
Immissione vocale ★★★★☆
Immissione touchpad no INDICE DI SICUREZZA ★★★★☆
Controllo volume ★★★★☆
Precisione e chiarezza ★★★★

Nell'abitacolo
della Quadrifoglio
dominano la pelle
4 e il carbonio.
1. Strumentazione
analogica, con
contagiri di grandi
1 dimensioni.
2. I paddle del
3 cambio sono molto
grandi, di alluminio
e solidali
con il piantone.
2 3. Il volante
ha diametro ridotto
(37 cm) e prevede
inserti di carbonio.
6 4. Schermo centrale
5 per l'infotainment.
5. Manopola del Dna
con modalità Race.
6. Rotella e tasti
per la gestione del
sistema multimediale

GENNAIO 2018 79
PROVA SU STRADA ALFA ROMEO STELVIO QUADRIFOGLIO

Velocissima,
la Quadrifoglio è anche
molto confortevole.
Nelle foto sotto, da
sinistra: i parafanghi
dietro coprono a stento
le grandi ruote da 20” ;
lo splitter anteriore,
con la grembialatura
specifica di questa
Stelvio; i cerchi di lega
bruniti mostrano
le grandi pinze freno
a sei pistoncini; infine,
due dei quattro scarichi

è leggermente diversa). Come sulla Giulia, che le performance sono strepitose, il tema spettacolo vedere come 2.019 chilogrammi
tanto bendidio viene gestito da un automa- vero è quello a cui si accennava in apertura: possono essere indotti in sovrasterzi di po-
tico ZF a otto marce (il manuale non c'è pro- la dinamica di marcia è all'altezza della ca- tenza senza fatica né apprensione. Per farlo,
prio, ed è un bene, vista la pesantezza del valleria? La risposta è immediata e univoca: bisogna selezionare la posizione Race del
congegno provato sulla Giulia): il team diret- lo è. I risultati dei nostri abituali esercizi in selettore Dna, la quale – oltre a escludere
to da Roberto Fedeli continua a riporre in- pista fanno capire quanto affilata sia la Qua- l'Esp – modifica la logica di governo di mo-
condizionata fiducia nella soluzione più clas- drifoglio in tutte le condizioni d'uso. tore, sterzo, scarico e ammortizzatori in
sica, resistendo imperterrito al richiamo dei un'ottica di straordinaria aggressività. Come
doppia frizione. Bisogna ammettere che la TRAZIONE INTELLIGENTE detto, eccellente anche il lavoro fatto sull'as-
scelta – sulla carta iperconservativa – del Il sistema Q4, nella marcia normale, affida sorbimento delle sospensioni, che diventano
convertitore è perfetta per la Stelvio: una l'intera coppia alle sole ruote posteriori, con davvero rigide soltanto in Race. Apprezzabi-
volta tanto, i paddle al volante non sono og- la possibilità di ripartire equamente la trazio- le, a tal proposito, la possibilità di disaccop-
getti pletorici fatti per soddisfare la vista (e ne fra i due assi quando la motricità viene a piare la taratura degli ammortizzatori dalla
in questo caso il tatto, vista la finitura), ma mancare. Su asfalto asciutto, tutto ciò si tra- posizione più estrema del manettino. Solu-
qualcosa di funzionale all'esperienza di gui- duce in un comportamento entusiasmante, zione anch'essa in arrivo da Maranello (dove
da. Volendo, ci si può affidare all'automatico, per certi versi assimilabile (fatta salva la di- non a caso lavorava prima Fedeli...). Peraltro,
infatti; ma è spostando la leva in modalità versa configurazione tecnica) alle sensazioni il rimando al Cavallino suggerisce una pro-
manuale che si sostanziano alla perfezione offerte dalla Giulia con eguale motore. Qui, vocazione. Guidata la Quadrifoglio, viene le-
le qualità del propulsore, in grado di tirare i com'è ovvio, c'è un assetto più sottosterzan- gittimo pensare che un simile autotelaio po-
6.500 giri senza il minimo sentore di turbo- te, che soltanto al limite si trasforma in una trebbe tranquillamente sopportare potenze
lag, talmente rapido nel salire di regime da tendenza della coda ad allargare; se accade, addirittura superiori; se ciò avvenisse, avreb-
rendere spesso necessaria un'occhiata all'in- lo sterzo, perfetto per sensibilità e precisione, be davvero senso fare la Suv Ferrari di
dicatore visivo del cambio marcia. Assodato consente correzioni millimetriche, ed è uno cui tanto si parla?

80 GENNAIO 2018
VAIRANORING Il video del giro completo su quattroruote.it

LA PIÙ VELOCE DI TUTTE


Ha stracciato ogni record: è la Suv più TEMPO SUL GIRO secondi
veloce mai scesa sul tracciato handling
Esp disinserito (setup Race) 1'17"996 119,0 km/h
di Vairano. Il tempo ottenuto la dice lunga
sulle qualità stradali di quest'Alfa che, Esp inserito (setup Dynamic) 1'19"500
0,70 g laterale
quando si tratta di guidare davvero, sembra
dimenticarsi dei quasi venti centimetri in più INTERTEMPI
0,56 g longitudinale
di altezza (e dei 200 kg) che la separano
Da A a B 21"32
dalla Giulia. La Stelvio ci è piaciuta
Da B a C 25"80
moltissimo nei tratti veloci, dove infonde
Da C a A 30"87
grande sicurezza, ma ci ha impressionato
anche in quelli più lenti e tortuosi,
dove ha dimostrato di sapersi muovere 117,9 km/h
con un'agilità insospettabile. Notevole
il bilanciamento tra assetto, motore, 1,01 g laterale
cambio (strepitoso) e trazione integrale.
Il trasferimento della coppia tra un assale
e l'altro è gestito molto bene. Così si finisce
141,3 km/h
per uscire dalle curve più strette 1,01 g laterale
come una fucilata, con la coda che scivola
progressivamente verso l'esterno,
160,0 km/h 72,8 km/h
controllando un leggero, quanto
efficacissimo, sovrasterzo di potenza. 1,02 g laterale 0,97 g laterale

100,3 km/h
184,7 km/h
0,96 g laterale
0,86 g longitudinale
LE CONCORRENTI secondi
169,5 km/h Porsche Macan 3.0 GTS 1'20"693
Bentley Bentayga W12 1'21"726
74,9 km/h Maserati Levante S 1'22"368
176,7 km/h CONDIZIONI METEO °C
■ Acceleratore a fondo Temperatura aria 10
0,78 g laterale ■ Acceleratore parzializzato
Temperatura asfalto 12
■ Frenata

GENNAIO 2018 81
PROVA SU STRADA ALFA ROMEO STELVIO QUADRIFOGLIO

PRESTAZIONI CONSUMI CONFORT


VELOCITÀ km/h PERCORRENZE IN D km/litro ACUSTICO
Massima 285,6 90 km/h 11,7 Indice di articolazione (A.I.)
100 km/h 10,9 100 anteriore
posteriore
REGIMI giri/min 130 km/h 8,6
90
6.500 2.300 7,2

ottimo
150 km/h
3 4 5 3 4 5 80
2 6 2 6
PERCORRENZE MEDIE E AUTONOMIA
1 7 1 7 70
Percorso km/litro km
a velocità max in VI a 130 km/h in VIII Città 7,3 464

discreto
60
Statale 9,5 606
Scarto tachimetro a 130 km/h (%) 0,2
Autostrada 8,9 571 50
Media rilevata 8,4 535
ACCELERAZIONE secondi

scarso
Media omologata 11,1 711 40
0-60 km/h 2,0
(km/h)
0-100 km/h 3,8 Scarto trip computer (%) 5,1 70 80 90 100 110 120 130 140 150 160
0-130 km/h 5,8 km/h condizione dB(A)
0-160 km/h 8,6
50 su asfalto 56,6
0-200 km/h 13,8 PROVE DINAMICHE 50 su asfalto drenante 64,2
0-230 km/h 20,5 50 su pavé 73,9
400 metri da fermo 12,0 TENUTA DI STRADA g
Max in accelerazione 76,0
Velocità d'uscita (km/h) 188,3 Accelerazione laterale 1,04
ottimo discreto scarso
1 chilometro da fermo 22,1 ★★★★★
Velocità d'uscita (km/h) 236,1 START&STOP (vibrazioni sedile guida) m/s2
STABILITÀ km/h
Doppio cambio di corsia 90 Avviamento 0,23
RIPRESA IN D (a min/max carico) secondi sul bagnato ★★★★ Arresto 0,05
70-90 km/h 2,1/2,2
Cambio di corsia 200 Minimo 0,04
70-120 km/h 4,0/4,1 in rettilineo
70-130 km/h 4,8/5,0
★★★★★ ottimo discreto scarso
0,2 0,4 0,6
Cambio di corsia 107
30-60 km/h in III 2,7 in curva ★★★★★ SOSPENSIONI
FRENATA metri g Un mix eccellente tra qualità stradali, sportività m/s2
e sicurezza. In curva, in assetto stabilizzato, 4,0 anteriore
100 km/h la Stelvio Quadrifoglio riesce a sviluppare posteriore
a minimo carico 39,3 1,00

scarso
ben 1,04 g di accelerazione laterale. Siamo 3,5
200 km/h a livello di una coupé sportiva, con soltanto
un po' di sottosterzo facilmente controllabile 3,0
a minimo carico 143,1 1,10
rilasciando l'acceleratore. Nel doppio cambio
100 km/h su asfalto di corsia sul bagnato è sfilata tra i birilli 2,5
asciutto + pavé 44,2 0,89 a 90 km/h dimostrando una notevole agilità.

discreto
2,0
100 km/h su asfalto L'Esp interviene in modo fluido e quasi
bagnato + ghiaccio 96,6 0,41 impercettibile a stabilizzare l'assetto: lascia 1,5
una certa libertà di manovra al guidatore che, al
limite, è chiamato a intervenire con una leggera 1,0
RESISTENZA FRENI manovra di controsterzo (da qui le quattro
stelle). Ineccepibile, infine, il comportamento ottimo
10 frenate da 100 km/h a pieno carico metri 0,5
sull'asciutto. Sollecitata ad alta velocità
1 40,0 e oltre misura, la vettura ha risposto sempre caditoie passo
2 39,1 in modo sicuro e prevedibile, ben sostenuta pavé gradino stradali rotaie lastroni carraio
3 39,3 da un retrotreno a dir poco granitico. 50 km/h 30 km/h
4 39,0
5 38,4
6 38,8
AGILITÀ DI MANOVRA DATI VETTURA
7 37,7 MASSA
Diametro di sterzata
8 38,5 tra muri (metri) 12 4
12,4 In condizioni di prova (kg) 2.019
9 38,8 Ripartizione massa
10 38,5
Giri del volante 2,3
ottimo discreto scarso 54% 46%
30 40 50 60 Sforzo volante
L'impianto di serie (a richiesta, ci sono in manovra (kg) 1,4 AERODINAMICA
i freni carboceramici) ha superato senza Sforzo frizione Cx stradale 0,340
alcun problema il test di affaticamento. statico/dinamico (kg) – Superficie frontale (m2) 2,754

82 GENNAIO 2018
Editoriale Domuss
è il carburante utilizzato Sistema di qualità certificatoo
nelle prove di Quattroruote ISO 9001- 2008 8
LA PAGELLA
POSTO GUIDA ★★★★☆ CONFORT ★★★★☆
Il sedile sportivo e avvolgente sorregge e sostiene molto bene il corpo. La super vitaminizzazione della meccanica non ha influito più di tanto
Le regolazioni elettriche sono precise e permettono a chiunque di trovare sul confort. A patto, però, di tenere la manopola del Dna su Normal.
la postura più idonea. Il volante è piccolo, ma un po' troppo inclinato. In Dynamic o in Race, l'assetto e il rombo del V6 prendono il sopravvento.
COMANDI E STRUMENTI ★★★★☆ MOTORE ★★★★★
I grandi paddle del cambio, solidali con il piantone dello sterzo, Oltre 500 cavalli e 600 Nm di coppia. Ciò che piace di più è la prontezza

★ Insufficiente ★★ Sufficiente ★★★ Discreto ★★★★ Buono ★★★★★ Ottimo ☆ Vale ½ stella ★★★★★ Con lode
sono belli da vedere ed efficaci da usare. Strumentazione classica, con cui risponde: il turbolag è quasi inesistente, e allunga fin oltre i 7.000
con indicatori analogici separati dal solito display alfanumerico. giri. Poi ci sono le note dello scarico, da vera supercar.
INFOTAINMENT ★★★★ ACCELERAZIONE ★★★★★
Un sistema semplice e funzionale, con il quale si entra subito in sintonia. La trazione integrale dà una bella mano a mettere giù tutti i cavalli.
Lo si comanda facilmente con la grande manopola sul tunnel e con i due E così la Quadrifoglio stacca uno spettacolare 3,8 secondi sullo 0-100
tasti ai lati. Ora è compatibile con Apple CarPlay e Android Auto. km/h, equivalente a quasi 0,8 g di accelerazione.
CLIMATIZZAZIONE ★★★★☆ RIPRESA ★★★★★
Un buon impianto automatico a due zone con bocchette di ventilazione Basta affondare l'acceleratore per vedere schizzare in avanti
anche per i posti dietro e ricircolo automatico. Una volta impostato, quest'Alfa. Il motore e il cambio colloquiano alla perfezione, e così
mantiene bene la temperatura, senza richiedere ulteriori aggiustamenti. per passare da 70 a 120 km/h bastano solo 4 secondi.
VISIBILITÀ ★★★☆ CAMBIO ★★★★★
Il montante e lo specchietto creano un angolo buio importante sul lato Lo ZF a otto marce è una certezza e la Casa l'ha plasmato in modo
sinistro. In manovra ci si aiuta con i sensori e la telecamera, che fornisce, ottimale sulle caratteristiche del V6. Morbido in Drive, diventa esaltante
però, un immagine un po' troppo piccola e non ben definita. quando lo si utilizza manualmente in Race. Passaggio III-IV da ascoltare.
FINITURA ★★★★ STERZO ★★★★★
L'abitacolo è rifinito con cura e attenzione. Ci sono piaciuti in particolare Conserva le qualità peculiari della Giulia e, in particolare, della Quadrifoglio:
la selleria con doppie cuciture in contrasto e il volante di pelle e carbonio. grande prontezza, progressione eccellente e una precisione chirurgica.
Qualche dettaglio, però, può essere ancora migliorato. In definitiva, l'ideale per trasformare le traiettorie in qualcosa di artistico.
ACCESSORI ★★★★☆ FRENI ★★★★★

Legenda (vale per tutte le tabelle della prova)


Di serie c'è già molto. Nella lista degli optional spiccano quelle dotazioni Anche senza i carboceramici, disponibili come optional, le prestazioni
esclusive che permettono di trasformare la Quadrifoglio in una vera top sono eccellenti. Questa Suv si ferma in spazi contenuti. Finalmente,
car. A iniziare dai sedili di carbonio e dai freni carboceramici. un pedale perfetto: consistente, dalla corsa breve, da vera sportiva.
DOTAZIONI DI SICUREZZA ★★★☆ COMPORTAMENTO DINAMICO ★★★★★
Oltre alla solita dotazione di airbag, la Quadrifoglio ha la frenata Quello che più sorprende è il raro equilibrio raggiunto tra le varie
automatica d'emergenza con riconoscimento dei pedoni e il monitoraggio componenti, tale da rendere la guida della Quadrifoglio
del traffico in retromarcia. istintiva e di grande soddisfazione. Velocissima quanto sicura.
ASSISTENZA ALLA GUIDA ★★★☆ CONSUMO ★★★
Il cruise control attivo è a richiesta (1.200 euro). Di serie il controllo Nonostante l'efficienza del V6, i consumi sono abbastanza elevati.
degli angoli bui in fase di sorpasso e l'avviso quando ci si allontana Se poi ci si lascia prendere dall'entusiasmo dei 500 e passa cavalli,
dalla corsia di marcia. Non previsto, al momento, il Traffic jam assist. i 64 litri del serbatoio finiscono per durare davvero poco.
ABITABILITÀ ★★★★☆ PREGI DIFETTI
L'abitacolo è organizzato per ospitare al meglio quattro persone; dietro, Guida entusiasmante. È un piacere Assistenza alla guida. Mancano
comunque, in tre non si sta affatto male. Anche l'accessibilità è notevole: guidare la Stelvio. Qualcosa che va i sistemi più raffinati. Per esempio,
sulla Stelvio non si sale e non si scende, semplicemente ci si siede. oltre le prestazioni, peraltro esaltanti il controllo attivo della traiettoria,
BAGAGLIAIO ★★★☆ e uniche in questo panorama. molto comodo nei lunghi viaggi.
Motore e cambio. Un V6 con le Consumo. Le medie non sono
In totale si hanno a disposizione 421 litri, compresi i 29 di un piccolo vano
corse nel Dna, splendidamente confortanti, ma non poteva essere
ricavato sotto al piano di carico. Se serve più spazio si devono reclinare,
supportato dall'otto marce ZF. altrimenti, vista la potenza in gioco.
in parte o completamente, gli schienali posteriori (frazionati 40/60).

© Riproduzione riservata

GENNAIO 2018 83
PROVA SU STRADA NUMERO 3.506

FERRARI
812 SUPERFAST
Una dozzina di cilindri che girano alti, spingono fortissimo
e urlano come forsennati. E poi il resto della meccanica,
che non è da meno. Quanto basta per trasformare la guida
di questa granturismo in qualcosa di epico
di Alessio Viola • foto di Lorenzo Marcinnò

PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMO EMISSIONI CO2


V12 benzina Omologato Omologato
€ 291.642 6.496 cm 3
588 kW (800 CV) 6,7 km/l 340 g/km
84 GENNAIO 2018
GENNAIO 2018 85
PROVA SU STRADA FERRARI 812 SUPERFAST

S
uperfast. Come se le altre Fer- prodotta in maniera totalmente artigianale. sonalità. Della GT, categoria cui appartiene
rari non andassero niente. Come Da quel momento, infatti, anche a Maranel- in linea di principio, ha ciò che serve in ter-
se andare veloci, a Maranello, lo ci si convertì alla "serialità" della linea di mini di vivibilità quotidiana: salire e scende-
fosse qualcosa di speciale. Defi- montaggio. re non richiede particolari gesti atletici, no-
nire superveloce la 812, però, nostante l'abitacolo a effetto suolo, e a bor-
non è fuori luogo, perché c'è modo e modo DOPPIA PERSONALITÀ do si sta larghi. Stile e impostazione di base
di andare forte. E ci voleva un elemento, il La 812 è l'erede della F12 berlinetta, ricalcano la F12 e, più in generale, le Ferra-
nome appunto, che sottolineasse la presen- della quale riprende la base tecnica aggiun- ri degli ultimi anni. Discorso che vale anche
za di 800 cavalli. Numero che non è il caso gendo elementi della F12tdf. La quale, nata per l'ergonomia, con la gran parte dei co-
di accompagnare con alcun aggettivo, che un paio d'anni fa come serie speciale in 799 mandi radunati sul volante. Una pennellata
rischierebbe soltanto di annacquare la forza esemplari, in realtà può essere considerata che porta alla mente i legami con la Formu-
dirompente di queste tre cifre. quasi un ponte tra i due modelli. Della Tour la 1. Tutto a portata di mano, anche se que-
Servisse altro, la definizione Superfast de France, tanto per cominciare, la Superfast sto non basta per destreggiarsi con la natu-
affonda le sue radici nella tradizione, detta- ripropone le quattro ruote sterzanti, che so- ralezza che sarebbe auspicabile.
glio sacrosanto anche più del solito: questa no uno degli elementi che sulla nuova nata In realtà, ciò che più di ogni altra cosa
granturismo è nata qualche mese fa, nel rendono meno marcati (e talvolta sovverto- meriterebbe di essere migliorato è l'impian-
pieno dei festeggiamenti per i settant'anni no) i confini naturali tra granturismo e su- to multimediale: l'assenza dello schermo
del Cavallino. E la definizione riporta alla percar. Una dualità che, vale la pena di sot- sulla console si può scusare (anche se ci si
500 Superfast del 1964, l'ultima Ferrari tolinearlo, è parte integrante della sua per- aspetterebbe di trovarlo, su una grantu-

L'ANIMA DA GRANTURISMO
NON LE IMPEDISCE DI SAPERCI
FARE ANCHE TRA I CORDOLI

I cerchi da 20 pollici
forgiati sono optional
e costano 4.514 euro:
si tratta soltanto
di una delle molte
dotazioni a richiesta
presenti sull'esemplare
che vedete in queste
pagine. Giusto
per dare un'idea,
gli accessori montati
su questa 812
Superfast fanno salire
il prezzo di 99.613
euro: dagli iniziali
291.642 euro
si arriva a 391.255

86 GENNAIO 2018
TECNICA

RIVISITAZIONE PROFONDA
Capostipite di questa famiglia il raffinato sistema con trombette sezione e ai mille dispositivi SCHEDA
di motori è il 12 cilindri che nel ad altezza variabile nato elettronici, danno vita a quello Dati dichiarati dalla Casa
relativi alla vettura in prova
2002 debuttò con la Enzo. Affinato sulla F12tdf. Di quest'ultima è stata che alla Ferrari chiamano
nelle diverse generazioni, rispetto ripresa anche la rapportatura Passo corto virtuale. La massa Motore
• Anteriore longitudinale,
alla F12 esibisce differenze del cambio più corta del 6%, della vettura è stata ridotta di 60 kg benzina
più profonde di quanto l'aggiunta elemento che, assieme e pure l'aerodinamica è stata • 12 cilindri a V (65°)
di 60 cavalli lascerebbe intendere: alla ridefinizione della curva ottimizzata: come sempre, nessuna • Alesaggio 94,0 mm
• Corsa 78,0 mm
il propulsore è infatti nuovo per ben di coppia, rende l’erogazione ancora appendice fissa, ma paratie mobili. • Cilindrata 6.496 cm3
il 75%. La cilindrata, per esempio, più intrigante. Per quanto riguarda Davanti ci sono portelli passivi • Potenza max 588 kW
è passata da 6.262 a 6.496 cm3. il telaio, le due novità più importanti che si aprono oltre i 200 orari, (800 CV) a 8.500 giri/min
Notevolissimo il rapporto sono l'adozione del servosterzo mentre le aperture motorizzate • Coppia max 718 Nm
a 5.000 giri/min
di compressione (ben 13,64:1), elettrico e delle ruote posteriori del diffusore posteriore alle alte • Blocco cilindri e teste
mentre l'impianto d'iniezione sterzanti: il primo è all'esordio velocità riducono la resistenza di lega leggera
è passato da 200 a 350 bar. assoluto, a Maranello, mentre all'avanzamento. In questo modo, • 2 assi a camme in testa
Per l'occasione, è stato rivisto anche le seconde avevano già debuttato è possibile ottenere il carico per bancata, 4 valvole
per cilindro (catena)
il sistema di aspirazione: i tecnici sulla Tour de France. E, assieme verticale desiderato senza ricorrere • Iniezione diretta
hanno trasferito sulla Superfast ai pneumatici anteriori di notevole a inestetici spoiler.
Trasmissione
• Trazione posteriore
• Cambio automatico
a doppia frizione a 7 marce
Pneumatici
• Pirelli PZero Corsa
Ant. 275/35ZR20 102Y
Post. 315/30ZR20 106Y
• Kit di riparazione
Corpo vettura
• Scocca di alluminio,
2 volumi, 2 porte, 2 posti
• Avantreno a doppi
quadrilateri,
molla elicoidale,
barra stabilizzatrice
• Retrotreno multilink
a quattro leve e mezzo,
molla elicoidale,
La 812 adotta barra stabilizzatrice
il classico schema • Ammortizzatori idraulici
transaxle. Significa a controllo elettronico
che il cambio è al • Sterzatura automatica
del retrotreno
retrotreno anziché
• Freni a disco autoventilanti
in blocco con il motore, carboceramici, Abs ed Esp
che a quel punto • Sterzo a cremagliera,
può essere arretrato servocomando elettrico
verso l'abitacolo: • Serbatoio 92 litri
un altro elemento
che favorisce l'handling Dimensioni e massa
• Passo 272 cm
• Carreggiata ant. 167 cm,
post. 165 cm
• Lungh. 466 cm - Largh.
197 cm - Alt. 128 cm
• Massa 1.630 kg,
Prodotta a
• Maranello (MO)

L'incremento
di cilindrata rispetto
alla F12 (oltre 200
cm3) è stato ottenuto
senza modificare
l’alesaggio, mentre
la corsa è aumentata
da 75 a 78 millimetri

GENNAIO 2018 87
PROVA SU STRADA FERRARI 812 SUPERFAST

L'abitacolo ripercorre
l'impostazione che si può ormai
considerare tipica per le Ferrari.
1. I paddle del cambio sono solidali
con il piantone dello sterzo:
esattamente quel che ci vuole
per sapere sempre dove trovarli.
2. Il Manettino propone cinque
posizioni: Wet, Sport, Race, Ct off
e Esc off. Con l'ultima, l'elettronica
si fa da parte e serve enorme
esperienza da parte del pilota.
3. Per ogni posizione
del Manettino, nel display
di sinistra della strumentazione
la 812 mostra i diversi
settaggi dell'elettronica.
4. I comandi con cui si gestisce
l'impianto multimediale

rismo), ma per il resto servirebbe una re- 1 2


visione, se non un ripensamento: le logiche
di utilizzo non sono granché... logiche e in-
teragire attraverso la manopola e i tasti a
destra del volante richiede concentrazione
e impegno. Visto poi che, ad avere la fortuna
di poterlo fare, è un'auto pensata anche per
un utilizzo quotidiano, varrebbe la pena di
migliorare il vivavoce: in autostrada, sareb-
bero utili toni un po' più stentorei.
Annotazioni delle quali ci si dimentica
presto, perché la 812 è diabolicamente ca-
pace d'intrigare. Arte che trova il suo centro

88 GENNAIO 2018
4 focale nel motore, che è un gioiello. Di più,
per una volta voglio azzardare: è il migliore
del mondo. Senza nulla togliere al meravi-
glioso V12 della Lambo, questa è la vetta
più alta del motorismo planetario. I dodici
cilindri sembrano aver azzerato il concetto
stesso di attrito: la sensazione è che si muo-
vano sulla seta e che non si basino sul prin-
cipio del moto alternato.
3 3 A renderli ancora più travolgenti ci pensa
la sovralimentazione: sì, proprio lei, che per
una volta (e speriamo non sia l'ultima) ha
avuto il buon gusto di non intromettersi.
Prontissimo anche ai bassi regimi, il V12 tro-
va il suo senso più straordinario dai 6.000
giri in su. Da lì all'intervento del limitatore
(100 giri prima dei 9.000) accade qualcosa
di assolutamente irripetibile: difficile riassu-
mere quanto e come spinge. E quanto unica
sia la colonna sonora. Bisognerebbe utiliz-
zare superlativi già usati mille volte. Oppure,
da qui in poi, decidere di non impiegarli

GENNAIO 2018 89
PROVA SU STRADA FERRARI 812 SUPERFAST

mai più in contesti diversi da quello in leggerezza. E di amalgamare la risposta, che qui non ha alcuna connotazione di morige-
cui siamo calati ora. Sono proprio queste è sempre velocissima, con quella delle ruote ratezza. Il riferimento è all'equilibrio tra la
sensazioni a dare un senso logico all’idea dietro (anch’esse sterzanti, ma non è questo sua natura elettronica, con i mille modernis-
che lì davanti ci siano 800 cavalli. E poi c'è il il punto). Fatto sta che, alla fine, sembra di simi dispositivi che gestiscono la meccanica,
doppia frizione, altro oggetto di rarissima cambiare direzione con il pensiero, più che e la sua capacità di restituire sensazioni
fattura: al di là dei proclami della Casa (più con le mani. All'occorrenza, ti incoraggia a schiettamente analogiche. Qualcosa che
veloce del 30% a salire e del 40% in scalata), controsterzare, ma non serve poi a molto: non ha nulla di vecchio o superato e che,
è il modo in cui fornisce le marce giuste al se già lo sai fare, neppure ti accorgi del sug- semmai, è fuori dal tempo. Se hai scelto il
momento giusto a rendere un tutt’uno l’ex- gerimento. Se invece ti illudi che sia suffi- settaggio giusto rispetto alla strada e alle
perience motore/cambio. ciente per essere iniziati all'arte del traverso, tue capacità, l’elettronica diventa, per così
sei fuori strada. In tutti i sensi. dire, trasparente: i suoi interventi sembrano
EMOZIONI SENZA TEMPO Per divertirsi, e molto, si può stare tra inesistenti e l’impressione è di essere a tu
Con lo sterzo bisogna prendere un mini- Race e Ct off: questione di situazioni ogget- per tu con la pura meccanica. Senza inqui-
mo di confidenza. Non è questione del pas- tive e di soggettivissime capacità di guida. namenti, insomma.
saggio alla servoassistenza elettrica: si trat- Da parte sua, la 812 mostra la sua grandez- La 812 ha perso le spigolosità che carat-
ta innanzitutto di fare l’abitudine alla sua za soprattutto nell'equilibrio, parola che terizzavano il carattere a volte soverchiante
della F12, ma questo non significa che,
quando si decide di guidare sul serio, sia al-
la portata di tutti. Il suo sottilissimo equili-
brio tra agilità, confort, trazione e compo-
stezza è qualcosa che si ridefinisce istante
per istante. Un'alchimia tra acceleratore,
sterzo e trasferimenti di carico che non am-
mette alcuna sbavatura. Non si concede a
tutti: con lei bisogna essere un po’ artisti del
volante. E ammettiamolo: pure questo fa
parte del suo fascino.

Il display davanti al passeggero


è da 8,8 pollici e prevede diverse
videate, oltre a quella di base
che vedete nella foto qui sopra.
Si passa dall'una all'altra sfiorando
lo schermo, che è touch. Si tratta
di una dotazione a richiesta,
per la quale bisogna prevedere
un esborso di 4.270 euro

90 GENNAIO 2018
VAIRANORING Il video del giro completo su quattroruote.it

LE SODDISFAZIONI SI CONQUISTANO
Le differenze rispetto alla F12 sono
più ampie di quanto il cronometro
lascerebbe intendere. Rispetto all'antenata,
la 812 ha guadagnato poco meno di due
secondi. Non pochi, in linea di principio,
ma va detto che sono frutto anche della
diversa (e più performante) gommatura:
PZero Corsa contro i PZero "normali" della
F12. In termini di handling, la discrepanza
più grande è nella sicurezza e nella maggior
facilità con la quale si affrontano
le curve veloci: merito delle quattro ruote
sterzanti, che rendono più gestibile e meno
improvvisa la tendenza al sovrasterzo.
Nella parte lenta del nostro tracciato,
invece, il miglioramento riguarda l'ingresso
in curva: l'avantreno "morde" sempre alla nella prima parte della corsa: l'attacco il vuoto al centro della F12 e guadagnato
grande e anche nel misto stretto la vettura della frenata, infatti, non ha l'incisività rapidità: in pista, un po' più di carico
regala grandi soddisfazioni. Più critiche, che ci si aspetterebbe in queste situazioni. sul volante a volte non guasterebbe. In Ct
invece, le frenate a ruote non perfettamente Mettere a terra 800 cavalli non è sempre off, l'elettronica interviene in maniera fluida
diritte: l'alleggerimento del posteriore facile: i pattinamenti sono dietro l'angolo, e "redditizia". La modalità Race, invece,
è immediato e destabilizza l'assetto, e in questo non si è aiutati dal cambio: tra i cordoli è fin troppo conservativa.
costringendo il pilota a ridurre la pressione è velocissimo e preciso, ma la rapportatura
sul pedale del freno. Quest'ultimo non si abbina perfettamente a tutte le curve 123,7 km/h
meriterebbe di essere più gagliardo del nostro tracciato. Lo sterzo ha perso
0,69 g laterale
TEMPO SUL GIRO secondi
0,61 g longitudinale
Esp disinserito 1'12"177
Esp inserito (modalità Race) 1'14"410
124,8 km/h
INTERTEMPI
Da A a B 19"71
1,13 g laterale
Da B a C 24"17
Da C a A 28"30 149,0 km/h
166,4 km/h 1,14 g laterale 74,4 km/h
1,07 g laterale 1,12 g laterale
0,88 g longitudinale
101,6 km/h
210,4 km/h
0,99 g laterale

LE CONCORRENTI secondi
194,4 km/h
McLaren 675 LT 1'10"101
Porsche 911 R 1'12"569
73,5 km/h
Lamborghini Aventador S 1'12"696
198,4 km/h CONDIZIONI METEO °C
1,00 g laterale ■ Acceleratore a fondo Temperatura aria 20
■ Acceleratore parzializzato
■ Frenata Temperatura asfalto 23

GENNAIO 2018 91
PROVA SU STRADA FERRARI 812 SUPERFAST

PRESTAZIONI CONFORT
VELOCITÀ km/h RIPRESA IN VII/D secondi ACUSTICO
Massima 342,4 70-90 km/h 3,2/1,9 Indice di articolazione (A.I.)
70-120 km/h 7,3/3,1 100

REGIMI giri/min 70-130 km/h 8,6/3,5


90
7.800 3.000 –

ottimo
30-60 km/h in III
3 4 5 3 4 5 80
2 6 2 6 FRENATA metri g
1 7 1 7 70
100 km/h
a velocità max in VII a 130 km/h in VII a minimo carico 36,3 1,08

discreto
60
200 km/h
Scarto tachimetro a 130 km/h (%) – a minimo carico 136,5 1,15
50
100 km/h su asfalto
ACCELERAZIONE secondi 44,1 0,89

scarso
asciutto + pavé 40
0-60 km/h 1,7 100 km/h su asfalto (km/h)
0-100 km/h 3,0 bagnato + ghiaccio 103,3 0,38 70 80 90 100 110 120 130 140 150 160
0-120 km/h 3,7 km/h condizione dB(A)
0-130 km/h 4,1 RESISTENZA FRENI 50 su asfalto 70,9
0-150 km/h 5,0 10 frenate da 130 km/h a pieno carico metri
50 su asfalto drenante 73,1
0-160 km/h 5,5 1 62,9 50 su pavé 80,3
0-180 km/h 6,7 2 62,3 Max in accelerazione 90,1
0-200 km/h 8,1 3 60,5 ottimo discreto scarso
0-220 km/h 9,7 4 59,4
0-240 km/h 11,7 5 59,8 START&STOP (vibrazioni sedile guida) m/s2
0-260 km/h 14,1 6 59,7 Avviamento 0,11
0-280 km/h 17,0 7 59,6 Arresto 0,08
0-300 km/h 21,4 8 58,6 Minimo 0,06
400 metri da fermo 10,4 9 60,0 ottimo discreto scarso
Velocità d'uscita (km/h) 227,3 10 60,5 0,2 0,4 0,6
1 chilometro da fermo 18,6 ottimo discreto scarso
Velocità d'uscita (km/h) 286,6 45 65 85 105
SOSPENSIONI
m/s2
4,0

CAMBI MARCIA AGILITÀ DI MANOVRA

scarso
3,5

a 8.900 giri/min km/h Diametro di sterzata 3,0


Prima/seconda 81 tra muri (metri) 13,0
2,5
Seconda/terza 118
Giri del volante 1,8

discreto
Terza/quarta 156 2,0
Sforzo volante
Quarta/quinta 191 in manovra (kg) 1,9 1,5
Quinta/sesta 239 Sforzo frizione
Sesta/settima (a 8.700 giri/min) 298 statico/dinamico (kg) – 1,0
ottimo
0,5

VANO DI CARICO caditoie passo


pavé gradino stradali rotaie lastroni carraio
In assoluto, lo spazio non è granché, 50 km/h 30 km/h
ma il giudizio deve tenere conto
della particolarissima tipologia di auto.
In più, la capacità di carico non si esaurisce DATI VETTURA
con il puro spazio presente nel bagagliaio. MASSA
Alle spalle dei passeggeri, c'è agio per In condizioni di prova (kg) 1.843
caricare più di quanto si potrebbe pensare. 42
Ripartizione massa
Sulla paratia che separa il vano dall'abitacolo,
c'è la classica targa Ferrari che riporta
84-126
tutte le dotazioni presenti sull'esemplare.
69
47% 53%
Capacità complessiva (litri) 203
di cui sotto il pavimento (litri) – La leggera prevalenza del retrotreno
Altezza soglia di carico (cm) 90 misure in centimetri aiuta motricità e inserimento in curva.

92 GENNAIO 2018
Editoriale Domuss
è il carburante utilizzato Sistema di qualità certificatoo
nelle prove di Quattroruote ISO 9001- 2008 8
LA PAGELLA
POSTO GUIDA ★★★★☆ CONFORT ★★★☆
Impostazione classica, resa ancora più intrigante, sull'esemplare in prova, Le prestazioni non devono fuorviare. La Superfast riesce anche a essere
dalla presenza dei sedili di carbonio. Corona del volante: per non coprire confortevole. Con il Manettino nelle posizioni più remissive, rumore
la parte alta del contagiri, finisce per "entrare" nel parabrezza. tutto sommato contenuto e sospensioni capaci di filtrare bene le asperità.
COMANDI E STRUMENTI ★★★★☆ MOTORE ★★★★★
Gran parte dei comandi è stata concentrata sul volante, con qualche Semplicemente un capolavoro. Prontissimo nel prendere i giri fin dai regimi

★ Insufficiente ★★ Sufficiente ★★★ Discreto ★★★★ Buono ★★★★★ Ottimo ☆ Vale ½ stella ★★★★★ Con lode
piccola novità (per esempio, la rotella per i tergicristallo). Una volta entrati più bassi, ha una straordinaria attitudine ad allungare. A quota 6.000
in sintonia, tutto diventa facile. Grande contagiri centrale e due display. diventa feroce, con una progressione entusiasmante fin verso i 9.000.
INFOTAINMENT ★★☆ ACCELERAZIONE ★★★★★
Impianto completo, che prevede anche Apple CarPlay. La sua gestione, Capacità straordinaria di prendere velocità. Dopo 2,95 secondi, questa
però, non brilla per facilità d'utilizzo: le logiche che lo presiedono sono Ferrari è a 100 orari. E il traguardo dei 200 arriva in maniera ancora più
spesso poco razionali e questo complica un po' le cose. mostruosamente veloce: 8,09 secondi.
CLIMATIZZAZIONE ★★★★ RIPRESA ★★★★★
Plancetta sulla console ben fatta e semplice da utilizzare, ma in fondo Numeri di assoluto rilievo anche in questo caso. La 812 Superfast
la s'impiega poco: si regola la temperatura, si preme Auto e l'elettronica è brillantissima fin da subito e continua poi a guadagnare chilometri orari
s'incarica di gestire temperature e flussi. in modo inesauribilmente vorace anche alle andature più elevate.
VISIBILITÀ ★★★ CAMBIO ★★★★★
Bene quando si guida davvero: i montanti sottili e i parafanghi rialzati Pure in questo caso siamo ai vertici assoluti. Il doppia frizione snocciola
danno l'idea precisa di dove si mettono le ruote. Nella vita quotidiana, le marce con una puntualità e una rapidità che hanno pochissimi paragoni.
si deve fare l'abitudine al cofano lungo. Critico il tre quarti destro. Dai quali, per altro, non si fa per nulla intimidire.
FINITURA ★★★★☆ STERZO ★★★★★
Ambiente piacevole e accurato, con qualche piccola imperfezione dovuta Rapidissimo, preciso e con una splendida progressività. Si tratta soltanto
all'artigianalità della realizzazione. Gli elementi di carbonio, presenti sulla di prendere un po' di confidenza con le sue peculiarità. A cominciare
vettura in prova, evitano la presenza di dettagli di plastica poco consoni. dalla leggerezza, che per alcuni rimane sempre eccessiva.
ACCESSORI ★★★★☆ FRENI ★★★★★

Legenda (vale per tutte le tabelle della prova)


Quadro più che soddisfacente, tra ciò che c'è e ciò che si può ottenere. I carboceramici sono capaci d'imprimere decelerazioni di assoluto rilievo
Non bastasse, ci si può addentrare nel mondo magico (anzi dorato, viste da qualsiasi andatura. Discorso valido soprattutto quando l'impianto è ben
le cifre in gioco) della personalizzazione, dove tutto (o quasi) è possibile. caldo, come spesso capita con le sportive di razza.
DOTAZIONI DI SICUREZZA ★★★ COMPORTAMENTO DINAMICO ★★★★★
Ci sono i fondamentali per così dire consolidati, come gli airbag Meccanica ed elettronica regalano un mix perfetto tra qualità di guida
e il controllo elettronico della stabilità. La 812 è più debole, invece, e sicurezza. Con il setup giusto, ciascuno può trovare il suo passo.
su aspetti più recenti: per esempio, la frenata automatica d'emergenza. Per giocare con i limiti della 812, invece, non ci si può improvvisare.
ASSISTENZA ALLA GUIDA ★★ CONSUMO ★★☆
Le Ferrari sono oggetti tutti da guidare, ma modelli come questo Considerando che i cavalli sono 800, le loro richieste non sono esagerate.
meriterebbero qualche attenzione in più, vista la giusta ambizione Al di là del consumo specifico, però, le richieste di carburante nel loro
di proporsi come esclusive vetture da utilizzare quotidianamente. complesso restano ingenti. E sarebbe stupefacente il contrario.
ABITABILITÀ ★★★★☆ PREGI DIFETTI
Due posti ampi, capaci di ospitare guidatore e passeggero anche di una Motore e cambio. Il dodici cilindri Assistenza alla guida. La frenata
certa stazza. Apprezzabile pure l'accessibilità: si sale e si scende con una è straordinario per mille motivi automatica di emergenza
naturalezza sconosciuta alla Lamborghini Aventador o alla McLaren 720S. e trova nel doppia frizione il suo e il monitoraggio degli angoli
BAGAGLIAIO ★★★☆ alleato migliore. bui sarebbero benvenuti.
Confort. Le qualità di guida non le Infotainment. Impianto dalle logiche
Le dimensioni non sono straordinarie. E sono pure inferiori a quelle impediscono una certa capacità un po' datate. Non si ottiene quel che
della F12. Grazie allo spazio dietro ai sedili, però, è facile riuscire a stivare di piegarsi alla vita quotidiana. si vuole in modo immediato.
tutto ciò che può servire anche per un viaggio.

© Riproduzione riservata

GENNAIO 2018 93
PROVA SU STRADA NUMERO 3.507

VOLKSWAGEN
Stile ricercato, la solita qualità costruttiva, una buona
dotazione di accessori e la convinzion ne di poter sedurre
anche chi a una crossover non aveva mai pensato.
Ecco il test delle versioni agli esstremi della gamma
di Carlo Di Giusto • foto di Lorenzo Marcinnò

1.0 TSI STYLE


PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI EMISSIONI CO2
L3 turbobenzina Omologato Rilevato Omologato Rilevato
€ 22.850 999 cm 3
85 kW (115 CV) 19,6 km/l 14,9 km/l 117 g/km 159 g/km
94 GENNAIO 2018
Il servizio fotografico è stato realizzato a Milano

2.0 TDI DSG 4MOTION ADVANCED


PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI EMISSIONI CO2
L4 turbodiesel Omologato Rilevato Omologato Rilevato
€ 34.400 1.968 cm 3
110 kW (150 CV) 19,6 km/l 15,2 km/l 134 g/km 175 g/km
PROVA SU STRADA VOLKSWAGEN T-ROC

T
ra gli addetti ai lavori, le sport se, anche nel senso della larghezza: le misu- matizzatore automatico bizona e il cruscot-
utility compatte sotto i 4,25 re all'altezza delle spalle degli occupanti su- to digitale configurabile. La trasmissione
metri si etichettano come B- perano di slancio quota 130 cm, una prero- automatica, invece, è disponibile soltanto
Suv: una definizione che, in real- gativa, appunto, delle vetture di segmento accoppiata al turbodiesel 2.0 TDI da 150
tà, è una semplificazione dai C e delle crossover compatte più spaziose. cavalli. Motore importante, dunque, che,
contorni sfumati e che talvolta (anzi, sempre L'aspetto raccolto del corpo vettura e la mi- quando è abbinato alla trazione integrale
più spesso) non racconta tutto. E infatti, se sura del passo non da primato non devono con cambio a doppia frizione come l'esem-
a un estremo ci sono mere varianti rialzate trarre in inganno: a bordo si sta bene e chi plare in tinta Pure white in prova, porta il
di utilitarie, all'altro esistono vetture che si siede dietro ha comunque parecchi centi- prezzo di listino a superare di slancio quota
propongono come credibili alternative alle metri a disposizione per le gambe. 34 mila euro. Ovvero un livello al quale è
classiche hatchback della categoria supe-
riore. Come la Volkswagen T-Roc, appunto, STYLE E ADVANCED
forse la candidata più accreditata a sovrap- Gli allestimenti delle due T-Roc in prova
porsi, per caratteristiche e destinazione d'u- hanno molto in comune: la bocchetta della
so, finanche alla best seller Golf. climatizzazione regolabile per i posti dietro
Al di là della piattaforma tecnica e (una rarità tra le concorrenti, anche blaso-
degl'ingombri paragonabili a quelli di una nate), la verniciatura bicolore, il cruise con-
berlina media, fatto salvo naturalmente il trol adattivo e i diversi sistemi di assistenza
maggior sviluppo in altezza, gl'indizi che de- alla guida. In effetti, la lista degli accessori a
finiscono il posizionamento della nuova richiesta non è particolarmente lunga, per-
crossover tedesca verso l'alto si ritrovano al- ché numerosi contenuti sono di serie già a
le voci spazio a bordo, equipaggiamento e, partire dalla Style, e sulla Advanced la dota-
va detto, prezzo. Metro alla mano, si scopre zione comprende, fra l'altro, i fari anteriori
che l'abitacolo è tra i più ampi della sua clas- full Led, le ruote di lega da 18 pollici, il cli-

HA UN'ALTEZZA MINIMA DA TERRA


DI POCO PIÙ DI 16 CENTIMETRI
PER AFFRONTARE STERRATI LEGGERI

96 GENNAIO 2018
QUALITÀ

PLASTICA DURA, MA BEN ASSEMBLATA


L’impatto è appagante: carrozzeria e quella adiacente. dell’appoggiagomito, rivestito mancano dettagli apprezzabili
già al primo sguardo si nota Molto curate le giunzioni delle di tessuto: una soluzione quali i catarifrangenti per
che l’assemblaggio è ben fatto lamiere, con punti di saldatura dettata dall'ormai imperante segnalare l’ingombro delle porte
e, a un esame più approfondito, ben spaziati, oltre che privi taglio dei costi, così come al buio, i carter di plastica che
la sensazione viene confermata. di sbavature, e sigillature la plancia, anch’essa dura proteggono le estremità delle
Infatti, gli accostamenti tra le uniformi. Senza pecche anche al tatto e di aspetto lucido ed guide dei sedili e la bocchetta
varie parti sono estremamente la verniciatura: soltanto il vano economico. Una scelta, questa, di ventilazione per i passeggeri
uniformi, con gioco di 3,5 mm motore fa a meno dello strato sinceramente inaspettata seduti dietro. Ben fatto anche
costanti; soltanto nel portellone trasparente, senza pregiudizio da parte di una Casa che negli il bagagliaio, interamente
è un po' più ampio (5 mm). Pure per la funzionalità. Aprendo anni ci ha abituato a materiali rivestito di moquette di buona
le modanature sono allineate in le porte si nota che il pannello di qualità. Va detto, comunque, qualità e dotato di vari occhielli
modo perfetto e non si notano interno è tutto di plastica che pure l’abitacolo e ganci per il fissaggio sicuro
gradini tra una parte della rigida, con l'unica eccezione è assemblato con cura e non dei colli trasportati. R.B.

ESTERNO INTERNO PIACE


1. Tutte le porte sono dotate
L’impeccabile accostamento dei pannelli della carrozzeria, Peccato per la plancia e i pannelli porta di plastica dura di catarifrangenti per segnalarne
il perfetto allineamento delle modanature e la vernice e lucida; per il resto, il giudizio è molto positivo, grazie l’ingombro al buio. Quelle anteriori
ben distesa rendono la T-Roc molto appagante. alla cura dell’assemblaggio e ai molti dettagli pratici e utili. hanno una luce per i portaoggetti.
Superfici carrozzeria ★★★★ Materiali e accoppiamenti ★★★★
Giochi e profili ★★★★★ Sedili ★★★★ 2. Le estremità dei binari dei sedili
Scocca ★★★★ Funzionalità ★★★★☆ sono racchiuse in ampi carter
di plastica per non danneggiare
Insonorizzazioni e guarnizioni ★★★★ Finitura bagagliaio ★★★★ le scarpe di chi siede dietro.

3. La leva di regolazione in altezza


dei sedili anteriori scorre
su una pista in rilievo per evitare
di rovinare il carter di plastica.

NON PIACE
4. Il simbolo dello stand-by
dell’impianto multimediale ruota
assieme alla manopola del volume.

1 2 3 4

GENNAIO 2018 97
PROVA SU STRADA VOLKSWAGEN T-ROC

La plancia ripropone gli stilemi


delle Volkswagen più recenti.
1. L'inserto sul cruscotto
che incornicia strumentazione
e monitor può avere
differenti finiture coordinate
con gli altri dettagli
(tessuti, ruote, vernice).
2. Il quadro strumenti digitale
e configurabile: nell'altra pagina
le principali schermate e
le possibilità di personalizzazione
attraverso il monitor centrale.
3. Il volante raccoglie
un gran numero di pulsanti.
Qui sotto, la console con
i comandi del climatizzatore bizona
automatico e la luce di cortesia
davanti allo specchio sinistro

98 GENNAIO 2018
INFOTAINMENT

UN'ADEGUATA BASE DI PARTENZA


1.0 TSI 1.0 TSI 2.0 TDI

CARATTERISTICHE GENERALI Tutte le T-Roc montano


1.0 TSI 2.0 TDI di serie il sistema multimediale
Dimensioni reali schermo (pollici) 7,9 7,9 Composition media in una
Touch screen
variante piuttosto evoluta,
sì sì
che comprende, fra l'altro, il
Prese Usb 2 2
lettore Cd e Sd, due prese Usb,
Ricarica wireless smartphone no 1 no 1
l'ingresso Aux, la connettività
Posizione e visibilità schermo ★★★★☆ ★★★★☆ Bluetooth e le interfacce
Definizione schermo ★★★★☆ ★★★★☆ Apple CarPlay e Android Auto
Accessibilità comandi ★★★★☆ ★★★★☆ (via cavo), che alla Volkswagen
hanno ribattezzato App
TELEFONO - VIVAVOCE Connect. Sulla T-Roc 2.0 TDI,
Collegamento Bluetooth sì sì invece, è montato l'impianto
Controlli sul volante sì sì Discover media opzionale
Ripetizione indicazioni display display (1.060 euro): rispetto
Ricerca contatti ★★★☆ ★★★☆ al sistema di base, integra
Composizione vocale no 1 no 1 il navigatore satellitare
Composizione touchpad no no e il sistema di riconoscimento
Qualità audio e microfono ★★★★☆ ★★★★☆ della segnaletica stradale.
Il comparto infotainment della
RADIO E AUDIO T-Roc è modulare, nel senso
che sono previste ulteriori
Radio Dab no 1 no 1
integrazioni a pagamento:
Lettore Cd sì sì
a richiesta, si può avere
Streaming musica da smartphone sì sì
la ricezione della radio digitale
Controlli sul volante sì sì Dab+ (245 euro), la ricarica
Ricerca frequenza manuale ★★★★★ ★★★★★ induttiva wireless per gli
Memorizzazione stazioni ★★★★ ★★★★ smartphone compatibili con
Qualità suono ★★★★☆ ★★★★☆ lo standard Qi e il collegamento
con l'antenna sul tetto
NAVIGAZIONE (475 euro), i comandi vocali
Mappe 3D/Google – sì/no (215 euro) e il sistema audio
lecito attendersi molto da un'automobile. Beats da 300 W (510 euro).
Supporto mappe – mem.interna
Ebbene, le risposte della T-Roc sotto questo Attraverso il display touch
Informazioni traffico – sì
profilo sono in buona parte all'altezza e lo da 8 pollici a centro plancia,
Ripetizione indicazioni – display
sarebbero del tutto, se non fosse per la po-
Immissione indirizzo – ★★★★☆ si possono modificare
co convincente (e inaspettata, da una e personalizzare anche
Immissione vocale – no 1
Volkswagen) decisione di utilizzare plastica le differenti configurazioni
Immissione touchpad – no
rigida e lucida per la plancia e per la parte possibili dell'Active info display,
Controllo volume – ★★★★☆
alta dei pannelli porta anteriori. che a sua volta diventa
Precisione e chiarezza – ★★★★☆
parte integrante del sistema
"MILLE" A SORPRESA d'infotainment. Infine,
CONNETTIVITÀ
Dicevamo del 2.0 TDI: le quattro ruote consentendo l'utilizzo
Collegamento a internet sì 2 sì 2 della connessione a internet
motrici e il cambio Dsg, le sospensioni po-
Hotspot wi-fi no no del proprio smartphone,
steriori sofisticate e, naturalmente, le pre-
App incorporate/smartphone sì/sì sì/sì si accede ai servizi online della
stazioni assai elevate danno la sensazione
Android Auto/Apple CarPlay sì/sì sì/sì piattaforma Car-Net Guide
di guidare un'automobile molto consistente.
MirrorLink sì sì & Inform per la ricerca in rete
Almeno fino a quando non la si impegna in
di stazioni di servizio, prezzi
manovre d'emergenza, nelle quali richiede INDICE DI SICUREZZA ★★★★ ★★★★ carburanti, parcheggi
correzioni rapide. Lo sterzo, in compenso, re- e informazioni sul traffico.
Note: 1) disponibile a richiesta; 2) tramite lo smartphone.
stituisce un buon feedback ed è coerente
continua a pag. 102

GENNAIO 2018 99
PROVA SU STRADA VOLKSWAGEN T-ROC

ABITABILITÀ E VISIBILITÀ VANO DI CARICO

È un'auto spaziosa, con una volumetria


interna superiore a quella di una berlina
SPAZIO MODULABILE A PIACERE
a due volumi media tradizionale: Il bagagliaio della Volkswagen T-Roc neppure il piano di carico regolabile
sulla T-Roc si sta comodi sia davanti sia è insospettabilmente ampio, sfruttabile in altezza, perché la porzione inferiore
dietro, in virtù della larghezza generosa. e configurabile: il piano di carico della è occupata da una sagoma di polistirolo
La visuale anteriore non è mai troppo 1.0 TSI può essere sistemato su due livelli che contiene il kit di riparazione. Tale
problematica, perché lo spessore del d'altezza, uno per favorire la capienza, sagoma può essere rimossa per ampliare
montante sinistro non è tale da costituire l'altro per livellare il fondo con gli schienali la capienza del vano e il kit sistemato
un ostacolo. Dietro, invece, consigliamo posteriori quando vengono ripiegati in in una custodia di dimensioni compatte.
caldamente di investire una parte avanti. E, in assenza del ruotino di scorta, si
del proprio budget nella telecamera. può sfruttare anche il relativo spazio. La 2.0 Capacità complessiva (litri) 406 (377)
TDI, i cui valori sono riportati tra parentesi, di cui sotto il pavimento (litri) 29 (116)
misure in centimetri, angoli in gradi
non ha il pozzetto e, in teoria, non avrebbe Altezza soglia di carico (cm) 77

60 (42) 142-178
Totale angoli bui 92° (26%)
Visibilità posteriore
(ostacolo alto 70 cm) maggiore di 10 m 80 101-126

Visibilità montante anteriore sinistro


Uomo ★★★★
Bambino ★☆
Bicicletta ★★★★☆
Giudizio complessivo ★★★★ misure in centimetri

100 GENNAIO 2018


1.0 TSI
Motore
• Anteriore trasversale,
benzina
• 3 cilindri in linea
• Alesaggio 74,5 mm
• Corsa 76,4 mm
• Cilindrata 999 cm3
• Potenza max 85 kW
(115 CV) a 5.000 giri/min
• Coppia max 200 Nm
da 2.000 a 3.000 giri/min
• Blocco cilindri e testa
di lega leggera
• 2 assi a camme in testa,
doppio variatore di fase,
4 valvole per cilindro
(cinghia dentata)
2.0 TDI 4MOTION
Stesse caratteristiche
• Iniezione diretta,
della 1.0 TSI tranne:
turbo e intercooler
Motore
• Trasmissione • Diesel
• Trazione anteriore • 4 cilindri in linea
• Cambio manuale a 6 marce • Alesaggio 81,0 mm
• Corsa 95,5 mm
Pneumatici
• Cilindrata 1.968 cm3
• Bridgestone Turanza T001
• Potenza max 110 kW TECNICA
215/55R17 94V
(150 CV) a 3.500 giri/min
• Kit di riparazione
• Coppia max 340 Nm
Corpo vettura
• Scocca di acciaio,
da 1.750 a 3.000 giri/min
• 2 alberi di equilibratura
SCEGLI IL SETTAGGIO GIUSTO
2 volumi, 5 porte, 5 posti • Iniezione diretta
• Avantreno MacPherson, common rail, turbo
La T-Roc due litri a gasolio è dotata
molla elicoidale, (a geometria variabile) di trazione integrale a inserimento
barra stabilizzatrice e intercooler automatico 4Motion. Il dispositivo
• Retrotreno a ruote • Catalizzatore Scr comprende una frizione a dischi multipli
interconnesse, per gli NOx
molla elicoidale
controllata dall’elettronica di gestione
Trasmissione del sistema: per limitare dannose
• Ammortizzatori idraulici
• Trazione integrale
• Freni a disco, anteriori dissipazioni di energia, in condizioni normali
a inserimento automatico
autoventilanti, Abs ed Esp la quasi totalità della coppia viene inviata
• Cambio automatico
• Sterzo a cremagliera,
servocomando elettrico
a doppia frizione a 7 marce alle ruote anteriori e la poca rimanente
• Serbatoio 50 litri Pneumatici a quelle posteriori. Così la vettura e Offroad individual). Com'è intuibile,
• Bridgestone Turanza T001 si comporta, di fatto, come una normale nella modalità Offroad individual
Dimensioni e massa
215/50R18 92W trazione anteriore. Ma in caso di necessità, è possibile modificare a piacere
• Passo 259 cm
• Carreggiata ant. 154 cm, Corpo vettura quando una o entrambe le ruote anteriori le caratteristiche di funzionamento
post. 153 cm • Retrotreno multilink perdono aderenza, la frizione si chiude dei singoli dispositivi coinvolti.
• Lungh. 423 cm - Largh. a tre leve e mezzo,
182 cm - Alt. 157 cm barra stabilizzatrice in un istante e sposta il moto al retrotreno. Con il tasto Mode, invece, si può scegliere
• Massa 1.270 kg, • Serbatoio 55 litri Alla trazione integrale è abbinato il sistema fra quattro tarature preimpostate
a pieno carico 1.780 kg, 4Motion Active control, che tramite e una personalizzabile a piacere
Dimensioni e massa
rimorchiabile 1.300 kg una manopola denominata Driving del cambio Dsg, del servosterzo elettrico,
• Massa 1.530 kg,
• Bagagliaio da 445
a pieno carico 2.040 kg, experience control consente del climatizzatore automatico,
a 1.290 dm3
rimorchiabile 1.700 kg di selezionare quattro modalità di guida, del regolatore adattivo di velocità
Prodotta a • Bagagliaio da 392
• Setúbal (Portogallo) a 1.237 dm3 due per l'uso su strada (Street e Snow) e, se presenti, degli ammortizzatori
e due per il fuoristrada (Offroad a controllo elettronico. R.B.
Dati dichiarati dalla Casa relativi alle vetture in prova

GENNAIO 2018 101


PROVA SU STRADA VOLKSWAGEN T-ROC

segue da pag. 99
con la personalità di questa crossover, sembra sia isolato più efficacemente: intan- dalla sospensione posteriore a ruote indi-
che privilegia indubbiamente la brillantezza. to, è silenziosissimo e poi sorprende per co- pendenti (anziché a ruote interconnesse
Altrimenti non si spiegherebbe la presenza me "gira rotondo", addirittura meglio del con ponte torcente) un po' più rigida.
del launch control, alla base di uno 0-100 quattro cilindri a gasolio. La sua leva del Curiosamente, il serbatoio della 2.0 TDI
da primato, quantomeno fra le crossover cambio, l'apprezzato manuale a sei marce, ha una capienza superiore a quello della 1.0
compatte di questa classe di potenza. si manovra bene: gl'innesti sono precisi, vo- TSI: 55 litri contro 50. Questo "aiuta" la tur-
L'entry level "mille" turbobenzina, con il lendo anche rapidi, e il pedale della frizione bodiesel ad avere un'autonomia maggiore.
tre cilindri da 115 cavalli, fa piuttosto vale- non richiede uno sforzo eccessivo e, in de- In effetti, è così, ma non si può trascurare il
re una massa complessiva di oltre 250 chi- finitiva, non fa sentire la mancanza dell'au- fatto che in città e sulle strade extraurbane
logrammi inferiore. Un'enormità, che si tra- tomatico. Anzi, in ambito di confort, la T-Roc è la leggera turbobenzina ad avere la me-
duce in una qualità della guida ancora più 1.0 TSI è in vantaggio sulla 2.0 TDI pure glio, seppure di poco, nel confronto sul con-
raffinata, sicuramente più equilibrata e, nel quanto ad assorbimento delle irregolarità sumo. Il che dà un'indicazione piuttosto
complesso, assai gradevole nell'utilizzo del fondo stradale: l'assetto della turbodie- chiara sulle rispettive destinazioni d'uso dei
quotidiano, nonostante performance velo- sel è in qualche modo condizionato dai dif- due modelli (senza contare la grande diffe-
cistiche ridimensionate. Anche il motore ferenti requisiti prestazionali, quindi anche renza dei rispettivi prezzi di listino).

DOTAZIONI E ACCESSORI
SE LA 2.0 TDI SFOGGIA PRESTAZIONI
Prezzi in euro MIGLIORI, L'1.0 TSI RISPONDE
1.0 TSI 2.0 TDI CON UNA GUIDA PIÙ EQUILIBRATA
Prezzo di listino 22.850 34.400
Prezzo della vettura provata 25.730 36.655
Assistenza mantenimento corsia di serie di serie
Assistenza partenza in salita di serie di serie
Avviso abbandono corsia di serie di serie
Avviso affaticamento guidatore di serie di serie
Avviso angoli bui di serie di serie
Avviso traffico trasversale posteriore di serie di serie
Cambio automatico – di serie
Cerchi di lega da 17 pollici di serie 1 di serie 2
Climatizzatore automatico bizona 480 di serie
Fari full Led 1.100 di serie
Frenata automatica di emergenza di serie di serie
Interni di materiale pregiato 2.750 2.250
Navigatore satellitare 1.060 1.060
Pacchetto Mirror 240 3 240 3
Pacchetto Tech 900 4 –
Pacchetto Winter 360 5 360 5
Parcheggio automatico 195 195
Portellone elettrico 400 400
Radio digitale (Dab) 245 245
Regolatore di velocità adattivo di serie di serie
Ruota di scorta di dimensioni ridotte 160 160
Schienale ant. destro ribaltabile 190 190
Sensori di parcheggio ant. e post. di serie di serie
Sistema di protezione proattivo 160 160
Sospensioni a controllo elettronico – 1.300
Strumentazione digitale 500 di serie
Telecamera posteriore 265 265
Tetto panoramico apribile elettr. 1.250 1.250
Vernice metallizzata 650 400 6
Vetri posteriori scuri 270 270
Volante riscaldabile 140 140
Volante multifun. con palette Dsg – 125
In rosso: presente sulla vettura provata.
Note: 1) cerchi bicolore (150 euro); 2) da 18"; 3) specchi retrov. esterni
ripiegabili elettr. e illuminazione perimetrale; 4) strumentazione digitale,
climatizz. aut. e pacchetto Mirror; 5) sedili ant. e ugelli lavavetro riscald.,
indicatore livello liquido lavavetri; 6) colore pastello Pure White.

102 GENNAIO 2018


TENUTA DELL'USATO SOLUZIONI DI ACQUISTO
valore in euro calcolata sul prezzo di listino
30.000
25.200
PROFESSIONISTI PRIVILEGIATI
25.000
20.800 CLIENTI PRIVATI
20.000 15.900 17.200 La Advanced costa 2.000 euro più della Style, ma il valore
14.200
degli accessori aggiuntivi supera i 2.600 euro. Gli sconti, però, sono
15.000 11.700
13.000 contenuti. L’offerta di lancio prevede 1.350 euro, ovvero un 6% in meno sulla
10.000 10.700 1.0 Style; per la 2.0 TDI Advanced il risparmio arriva a 2.400 euro (-7%).
8.800 7.200
Ai giovani (tra 18 e 30 anni) che rateizzano con la formula Progetto Valore
2019 2020 2021 2022 2023
in 36 mesi al tasso del 5,99%, la VW riserva 1.000 euro di ulteriore sconto.
Si considera una percorrenza di 43.000 km nei primi tre anni (valori Iva inclusa)
e 65.000 km in cinque anni.

La reputazione del marchio e l'appartenenza a una


categoria di auto molto ricercate sul mercato dell'usato Noleggio a lungo termine Noleggio a lungo termine
fanno si che il mantenimento del valore sia molto alto.
1.0 TSI 2.0 TDI 1.0 TSI 2.0 TDI
Anticipo € 3.050 € 3.050 Anticipo € 4.880 € 4.880
36 rate mensili da € 336 € 572 36 rate mensili da € 281 € 423
Condizioni: sono comprese l'assicurazione completa Condizioni: sono comprese l'assicurazione completa
(Rca, incendio e furto, Kasko), la manutenzione (Rca, incendio e furto, Kasko), la manutenzione
ordinaria e straordinaria, il soccorso stradale, ordinaria e straordinaria, il soccorso stradale,
l'assistenza 24 ore su 24 e la tassa di proprietà, più l'assistenza 24 ore su 24 e la tassa di proprietà.
il ritiro dell'usato e la consegna a domicilio. Nessun Il limite di percorrenza è pari a 45 mila chilometri
limite di chilometraggio. in tre anni.

CLIENTI BUSINESS
La VW offre il 12,5% di sconto agli agenti di commercio e ai liberi
professionisti, il 14% ai noleggiatori a lungo termine, il 16,5% per le
vendite ad aziende e il 18% per i tassisti, le scuole guida e i noleggiatori con
conducente, più 800 euro di supervalutazione usato. Liberi professionisti e
agenti accedono al Progetto Valore al tasso del 5,99% in 24-36 mesi con
garanzia estesa per altri 2 anni e fino a 80.000 km, che vale 345 euro. M.S.
(valori Iva esclusa)

Noleggio a lungo termine Noleggio a lungo termine


1.0 TSI 2.0 TDI 1.0 TSI 2.0 TDI
Anticipo € 2.500 € 2.500 Anticipo € 4.000 € 4.000
36 rate mensili da € 309 € 495 36 rate mensili da € 230 € 347
Condizioni: sono comprese l'assicurazione completa Condizioni: sono comprese l'assicurazione completa
(Rca, incendio e furto, Kasko), la manutenzione (Rca, incendio e furto, Kasko), la manutenzione
ordinaria e straordinaria, il soccorso stradale, ordinaria e straordinaria, il soccorso stradale,
l'assistenza 24 ore su 24 e la tassa di proprietà, più l'assistenza 24 ore su 24 e la tassa di proprietà.
il ritiro dell'usato e la consegna a domicilio. Il limite Il limite di percorrenza è pari a 45 mila chilometri

Listino completo a pag. 296 o su quattroruote.it/listino/volkswagen/t-roc


è di 60 mila chilometri in tre anni. in tre anni.

LA VERSIONE DI QUATTRORUOTE GARANZIA

Se si fa un uso della vettura Ai due anni di garanzia


con percorrenze autostradali marginali, si possono aggiungere piani
suggeriamo di optare per la 1.0 TSI di estensione che prevedono
Style con cambio manuale, aggiungendo eventualmente anche
il Tech pack (Active info display, la manutenzione ordinaria.
Climatronic e Mirror pack), i fari anteriori
I fari full Led (optional
sulla Style e di serie full Led e la telecamera posteriore.
LA GAMMA
sulla Advanced) sono Quindi, eventualmente, ci si può
abbinati alle luci diurne, sbizzarrire con le svariate
con funzione di indicatore 1.0 TSI 115 CV
combinazioni cromatiche interne 22.850 euro
di direzione, intorno ed esterne, che la Casa di Wolfsburg
al perimetro della (finta) 1.5 TSI 150 CV
ha in listino a prezzi che vanno
presa d'aria. I fanali da 25.250 a 27.250 euro
posteriori sono a Led su da 400 e 650 euro.
tutte le versioni. Il logo VW 2.0 TDI 4Motion 150 CV
sul portellone funge Prezzo allestimento € 25.765 da 30.400 a 34.400 euro
da maniglia d'apertura

GENNAIO 2018 103


PROVA SU STRADA VOLKSWAGEN T-ROC 1.0 TSI - 2.0 TDI DSG 4MOTION

PRESTAZIONI CONSUMI CONFORT


VELOCITÀ km/h PERCORRENZE IN VI (2.0 TDI in D) km/litro ACUSTICO
1.0 TSI 2.0 TDI 1.0 TSI 2.0 TDI Indice di articolazione (A.I.)
Massima 183,9 196,0 90 km/h 20,3 21,3 100 1.0 TSI
2.0 TDI
100 km/h 18,2 19,0
90
13,0 13,9

ottimo
REGIMI giri/min 130 km/h
5.000 3.800 2.900 1.950 140 km/h 11,7 12,7 80

PERCORRENZE MEDIE E AUTONOMIA 70


Percorso
km/litro 14,6 14,4

discreto
a velocità max in V (VI) a 130 km/h in VI (VII) Città 60
Auton. 728 794
Scarto tachimetro a 130 km/h (%) 1,7 0,1 Statale km/litro 17,0 16,8 50
Auton. 847 926

scarso
40
ACCELERAZIONE secondi Autostrada km/litro 13,7 14,6
(km/h)
0-60 km/h 4,7 2,8 Auton. 685 803 70 80 90 100 110 120 130 140 150 160
0-100 km/h 10,3 7,6 Media rilevata km/litro 14,9 15,2
km/h condizione dB(A)
0-120 km/h 14,4 11,3 Auton. 746 834
50 su asfalto 54,9 57,2
0-130 km/h 17,4 13,8 Media km/litro 19,6 19,6
omologata 50 su asfalto drenante 62,1 64,9
0-150 km/h 25,5 20,9 Auton. 980 1.078
50 su pavé 70,8 72,9
400 metri da fermo 17,4 15,4
Max in accelerazione 72,7 72,7
Velocità d'uscita (km/h) 130,0 135,0
ottimo discreto scarso
1 chilometro da fermo 32,1 29,6 PROVE DINAMICHE
Velocità d'uscita (km/h) 159,5 167,5 START&STOP (vibrazioni sedile guida) m/s2
TENUTA DI STRADA g
1.0 TSI 2.0 TDI Avviamento 0,15 0,15
RIPRESA IN VI (a min/max carico; 2.0 TDI in D) s
Accelerazione laterale 0,97 0,95 Arresto 0,06 0,08
70-90 km/h 8,2/9,9 3,5/3,5
★★★★ ★★★★ Minimo 0,02 0,03
70-120 km/h 20,5/24,9 8,6/9,3 ottimo discreto scarso
70-130 km/h 25,9/31,2 10,9/12,0 0,2 0,4 0,6
STABILITÀ km/h
30-60 km/h in III 5,5 4,1
Doppio cambio 77 80 SOSPENSIONI
di corsia sul bagnato ★★☆ ★★★ m/s2
FRENATA Cambio di corsia 160 160 4,0 1.0 TSI
100 km/h
metri 42,2 40,8 in rettilineo ★★★★ ★★☆ 2.0 TDI
a minimo carico g 0,93 0,96 Cambio di corsia 104 103

scarso
3,5
130 km/h metri 66,4 66,5 in curva ★★★★ ★★★
3,0
a minimo carico g 1,00 1,00 In condizioni normali, le due T-Roc sono
metri 45,6 46,7 entrambe gradevoli da guidare; però, durante 2,5
100 km/h su asfalto le nostre prove dinamiche, che simulano le
asciutto + pavé g 0,86 0,84 peggiori situazioni d'emergenza, sono emersi

discreto
2,0
100 km/h su asfalto metri 97,4 94,9 alcuni limiti. Sul bagnato, nel doppio cambio di
bagnato + ghiaccio g 0,40 0,41 corsia, l'intervento dell'Esp è tale da limitare la 1,5
direzionalità dell'avantreno, rendendo più
complesso il rientro sulla traiettoria corretta. 1,0
RESISTENZA FRENI
ottimo
Anche nei test di stabilità sull'asciutto,
10 frenate da 100 km/h a pieno carico metri soprattutto sulla 2.0 TDI 4Motion, più pesante 0,5
1 43,9 42,3 e con un assetto meno frenato, i controlli
intervengono in modo aggressivo e s'innescano caditoie passo
2 42,6 39,9 dei pendolamenti del retrotreno che devono pavé gradino stradali rotaie lastroni carraio
3 40,7 39,6 essere corretti con una certa rapidità. 50 km/h 30 km/h
4 42,0 40,9
5 41,0 39,4
6 41,7 39,6
AGILITÀ DI MANOVRA DATI VETTURA
7 41,7 39,4 1.0 TSI 2.0 TDI MASSA
8 41,4 39,2 Diametro di sterzata 1.0 TSI 2.0 TDI
9 40,8 39,4 tra muri (metri) 10,8 10,8 In condizioni di prova (kg) 1.257 1.510
10 41,5 39,6 Ripartizione massa
60% 0%
ottimo discreto scarso Giri del volante 2,8 2,8
30 40 50 60 60% 0%
Sforzo volante
Gli spazi d'arresto non hanno risentito in manovra (kg) 1,4 1,4 AERODINAMICA
in alcun modo dello sforzo intenso
Sforzo frizione Cx stradale 0,332 0,340
e prolungato, nonostante il pedale sia diventato
lievemente spugnoso verso fine prova. statico/dinamico (kg) 4,9/8,7 – Superficie frontale (m2) 2,398 2,398

104 GENNAIO 2018


Editoriale Domuss
è il carburante utilizzato Sistema di qualità certificatoo
nelle prove di Quattroruote ISO 9001- 2008 8
LA PAGELLA
POSTO GUIDA ★★★★ CONFORT ★★★★

★ 1.0 TSI ★ 2.0 TDI ★ Insufficiente ★★ Sufficiente ★★★ Discreto ★★★★ Buono ★★★★★ Ottimo ☆ Vale ½ stella ★★★★★ Con lode
Anche la T-Roc ripropone lo schema consolidato degli altri ★★★★ La 1.0 TSI, più leggera, assorbe con maggiore efficacia le ★★★☆
modelli basati sulla stessa piattaforma: dunque, allineamento asperità ed è silenziosissima e priva di vibrazioni, soprattutto
corretto e ampie regolazioni manuali in ogni direzione. alle andature più basse. In velocità, invece, si equivalgono.
COMANDI E STRUMENTI ★★★★☆ MOTORE ★★★★☆
Pure in quest'ambito, l'impostazione rispecchia l'apprezzata ★★★★☆ Il tre cilindri fa un figurone sia grazie alle sue note qualità ★★★★
disposizione delle altre Volkswagen, impreziosita però sia perché è isolato e silenzioso. Prestazioni ottime anche
dal quadro strumenti digitale completamente configurabile. per il turbodiesel, afflitto però da una certa rombosità
INFOTAINMENT ★★★☆ ACCELERAZIONE ★★★★
I sistemi sono fondamentalmente simili per modalità ★★★★ Le T-Roc, ognuna a suo modo, scattano con un'apprezzabile ★★★★★
di utilizzo: cambia la dotazione, perché il Discover media vivacità. Di rilievo il "tempone" fatto segnare dalla turbodiesel
opzionale montato sulla TDI ha pure il navigatore satellitare. con il cambio in modalità manuale e launch control.
CLIMATIZZAZIONE ★★★★☆ RIPRESA ★★★
Impianto automatico bizona su entrambi gli esemplari (sulla ★★★★☆ Il confronto è impossibile, data la differente natura delle forze ★★★★★
Style è a richiesta). La T-Roc è l'unica fra le Suv compatte in gioco. Ovviamente, turbodiesel e cambio automatico
del gruppo ad avere le bocchette regolabili per i posti dietro. non hanno rivali. La 1.0, in sesta, si difende come può.
VISIBILITÀ ★★★☆ CAMBIO ★★★★☆
La posizione di guida rialzata favorisce il controllo ★★★☆ Due ottime trasmissioni, con le proprie peculiarità, entrambe ★★★★☆
e il montante sinistro non pare troppo invasivo. Nessuna accordate con lo spirito della T-Roc. Innesti precisi e frizione
delle due, tuttavia, monta la retrocamera: invece, servirebbe. leggera per il manuale della 1.0 TSI.
FINITURA ★★★★ STERZO ★★★★
Gli esemplari in prova sono ineccepibili per cura costruttiva ★★★★ Il comando è abbastanza pronto, progressivo e preciso, ★★★★
e precisione di montaggio. Delusione sul fronte dei materiali in linea con le aspettative e il tipo di vettura. Pur essendo
rigidi utilizzati nell'abitacolo: un piccolo passo indietro. prevalentemente leggero, restituisce un buon feedback.
ACCESSORI ★★★☆ FRENI ★★★★

Legenda (vale per tutte le tabelle della prova)


Le macchine nascono sufficientemente equipaggiate, però ★★★★ Sono impianti potenti, equilibrati e capaci di decelerazioni ★★★★★
è indispensabile arricchire la dotazione di base. L'Advanced decise. Bene anche quando è in gioco l'equilibrio: sul fondo
monta di serie Climatronic, fari full Led e cruscotto digitale. differenziato, il controllo è progressivo e omogeneo.
DOTAZIONI DI SICUREZZA ★★★★☆ COMPORTAMENTO DINAMICO ★★★☆
Il tema è sviluppato facendo largo impiego delle tecnologie ★★★★☆ Complessivamente equilibrata la 1.0 TSI: a fronte di una ★★★
disponibili nella sua categoria d'appartenenza. A richiesta buona tenuta di strada, si rimprovera un eccessivo intervento
rimane soltanto il sistema di protezione proattivo (160 euro). dell'Esp sul bagnato. Più impegnativa, invece, la 2.0 TDI.
ASSISTENZA ALLA GUIDA ★★★★☆ CONSUMO ★★★★
La dotazione (di serie, peraltro) pone la T-Roc ai vertici della ★★★★☆ Percorrenze medie piuttosto simili tra loro, perché la 1.0 TSI ★★★★
sua classe: dal cruise control adattivo con mantenimento è di ben 250 chili più leggera della diesel, automatica e a
della corsia di marcia all'assistenza nella guida in colonna. quattro ruote motrici. In città e sulle statali, vince la "benzina".
ABITABILITÀ ★★★★☆ PREGI DIFETTI
Volumetria e misure da segmento C puro: la T-Roc, forte ★★★★☆ Spazio a bordo. Sia nell'abitacolo Stabilità. La 2.0 TDI 4Motion
di misure abbondanti, è (anche) da questo punto di vista sia nel bagagliaio, questa Volkswagen talvolta diventa impegnativa
una valida alternativa a una berlina compatta tradizionale. offre davvero molto in relazione da controllare nelle manovre
alle dimensioni esterne. d'emergenza.
BAGAGLIAIO ★★★★★ Prestazioni. Nonostante la massa Materiali. Le plastiche della plancia
Per capacità di carico, si pone ai vertici della categoria, ★★★★☆ non trascurabile, la turbodiesel mostra e dei pannelli porta sono tutte
o quasi. Manca, però, il divano posteriore scorrevole. di essere rapida in tutte le situazioni. dure, anche nelle varianti top.
A richiesta, lo schienale del sedile anteriore destro abbattibile.

© Riproduzione riservata

GENNAIO 2018 105


PROVA SU STRADA NUMERO 3.508

CUORE
DI ROBOT CITROËN C3 vs FORD FIESTA
Due campionesse di agilità si armano di cambio
automatico per sfidarsi sul terreno del confort
e dei consumi. Il primo confronto finisce pari, mentre
nel secondo prevale la francese. Soprattutto in città
di Davide Comunello • foto di Alessandro Barteletti

CITROËN C3 110 PURETECH SHINE EAT6


PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI EMISSIONI CO2
L3 turbobenzina Omologato Rilevato Omologato Rilevato
€ 18.650 1.199 cm 3
81 kW (110 CV) 20,4 km/l 14,6 km/l 110 g/km 163 g/km
106 GENNAIO 2018
Il servizio fotografico è stato realizzato a Milano

FORD FIESTA 1.0 ECOBOOST 5P. TITANIUM AUTOMATICA


PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI EMISSIONI CO2
L3 turbobenzina Omologato Rilevato Omologato Rilevato
€ 20.000 999 cm 3
74 kW (100 CV) 19,2 km/l 13,8 km/l 118 g/km 173 g/km
GENNAIO 2018 107
PROVA SU STRADA CITROËN C3 vs FORD FIESTA

S
ono pop, nel senso che alberga- Le vetture in prova sono una C3 in ver- in Drive, i rapporti vengono messi in fila con
no stabilmente nella top ten dei sione Shine (il top di gamma) con il PureTech fluidità e rapidità, alternando una progres-
modelli più venduti in Italia. Del milledue a benzina da 110 CV e una Fiesta sione soft e molto stabile alla necessaria
resto, la Citroën C3 e la Ford Fie- Titanium spinta dal pluripremiato EcoBoost decisione quando si preme più forte sull'ac-
sta si presentano come auto mille da 100 CV. Due motori turbo a tre ci- celeratore. Grazie alla prestanza dell'unità
pratiche, concrete, senza eccessi di listino. E lindri, che assumono un carattere diverso propulsiva, la francese accelera da 0 a 100
non dimenticano di offrire un'alternativa a nel momento in cui sono associati al cambio km/h in 9,9 secondi (un decimo in meno ri-
chi cerca più confort o deve misurarsi con automatico. In entrambi i casi, siamo di fron- spetto allo stesso motore configurato con il
tragitti quotidiani stressanti e fatti di conti- te a trasmissioni a sei marce con converti- manuale a cinque marce) e riprende da 70
nui tira e molla nel traffico: il cambio auto- tore di coppia: la C3 monta l'Eat6 prodotto a 120 km/h in 10,4: il merito è anche della
matico. Che, ovviamente, non è gratis: il bal- dalla Aisin e adottato da diversi modelli del modalità Sport, che ottimizza con efficacia i
zo dalla trasmissione manuale a quella au- gruppo PSA, mentre la Ford si appoggia al- tempi di cambiata.
tomatica costa 2.000 euro nel caso della la joint venture con la cinese Chang'an. La Fiesta, di contro, è più flemmatica: ol-
tedesca e 1.500 in quello della francese. tre a disporre di 10 cavalli in meno all'origi-
Somme perfettamente in linea con il mer- AUTOMATIC FOR THE PEOPLE ne, ha una trasmissione un po' pigra e tal-
cato per quanto riguarda la C3, un po' più Iniziamo a dire che la soluzione transal- volta vaga, come se fosse incerta sul da far-
elevate della media per la Fiesta. pina si distingue per discrezione e risultati: si quando deve rispondere agli input (anche

SOLUZIONI DI ACQUISTO

UN BEL TAGLIO AL LISTINO


(valori Iva inclusa)
CLIENTI PRIVATI
C3 Beneficia dell'11% Fiesta Per la rottamazione
di sconto, più 900 euro o la permuta di un usato
C3 Fiesta
per la rottamazione di un usato Euro 4 o inferiore (comunque
Noleggio a lungo termine
con dieci anni di anzianità (o 450 immatricolato entro il 2009),
Anticipo € 1.830 € 1.830
per la permuta). Ci sono poi 250 euro la Ford prevede un ecoincentivo
di extra sconto per le auto in pronta di almeno 4.050 euro, secondo 36 rate mensili da € 262 € 304
Condizioni: Sono comprese l'assicurazione (Rca, incendio e furto, Kasko),
consegna immatricolate entro fine le versioni e gli allestimenti. la manutenzione ordinaria e straordinaria, il soccorso stradale, l'assistenza
mese, 350 per le diesel o 500 per Nel caso della Titanium h24 e la tassa di proprietà, più il ritiro dell'usato e la consegna a domicilio.
Non ci sono limiti di chilometraggio.
le Gpl. In più, la Casa offre gratis i pack e della ST-Line, il contributo
City (sulla Feel) e Tech (sulla Shine), del costruttore sale a 4.250 euro:
entrambi del valore di 500 euro. Con a questo si aggiungono
la rottamazione e un risparmio totale 700 euro di extra bonus previsti Noleggio a lungo termine IdeaFord
di 3.700 euro, la Shine automatica per le 1.0 EcoBoost con trasmissione Anticipo € 0 € 1.830
con l'1.2 PureTech, la ConnectedCAM, automatica. La vettura in prova 36 rate mensili da € 334 € 222
la retrocamera e il retrovisore è quindi offerta in promozione Condizioni: Per Ford: limite di 60.000 km in tre anni, assicurazione (incendio,
elettrocromatico in regalo a 15.050 euro, per uno sconto furto, eventi speciali), manutenz. ord. (quattro anni o 120.000 km), garanzia
FordProtect, soccorso, assistenza h24, ritiro usato. Per Free2Move: come
è in promozione a 15.450 euro. complessivo di 4.950 euro. Arval, ma con 45 mila km in tre anni e prima rata maggiorata di 2.440 euro.

(valori Iva esclusa)


CLIENTI BUSINESS
C3 Ditte individuali senza Fiesta La strategia commerciale
parco auto, agenti prevede un unico sconto del 21%,
applicato a tutti i canali vendita. C3 Fiesta
di commercio e liberi professionisti
ricevono il 16% di sconto. Fanno eccezione i tassisti Noleggio a lungo termine
Il 18% si applica alle ditte individuali e le cooperative di categoria, Anticipo € 1.500 € 1.500
con un parco di almeno due veicoli, che beneficiano del 22%. In aggiunta 36 rate mensili da € 249 € 249
alle società iscritte alla Camera a questi programmi, la Ford propone Condizioni: Sono comprese l'assicurazione (Rca, incendio e furto, Kasko),
la manutenzione ordinaria e straordinaria, il soccorso stradale, l'assistenza h24
di commercio, ai tassisti, soluzioni finanziarie a tasso agevolato e la tassa di proprietà, più il ritiro dell'usato e la consegna a domicilio. Il limite
alle scuole guida e ai noleggiatori a partire dal 4,95% e fino al 6,95%, è di 30.000 km in tre anni.
con conducente. Sono previsti sconti da 12 a 60 mesi. Con la formula
del 19% per alcune associazioni IdeaFord al tasso del 4,95% non
e confederazioni e del 20% viene richiesto anticipo e fino a 36 Noleggio a lungo termine
per il noleggio a lungo termine. In mesi i canoni variano dai 185 euro Anticipo €0 € 1.500
aggiunta, queste categorie (tranne della 1.1 Plus ai 340 della ST diesel 36 rate mensili da € 309 € 281
i noleggiatori) ricevono un ulteriore full optional, mentre il valore futuro Condizioni: Per Ford: limite di 45 mila km in tre anni, assicurazione (Rca, Pai,
3-4% per la supervalutazione garantito è, rispettivamente, incendio e furto, Kasko), manutenzione ordinaria e straordinaria, soccorso,
assistenza h24, tassa di proprietà, ritiro usato. Per Free2Move: come Arval,
oppure 5-6% per la rottamazione. di 6.400 e di 7.685 euro. M.S. ma con 45 mila km in tre anni e prima rata maggiorata di 2.000 euro.

108 GENNAIO 2018


DOTAZIONI E ACCESSORI
nel caso delle palette al volante, presenti dunque con uno scarto non troppo ampio, Prezzi in euro
sulla Fiesta, ma non sulla Citroën). Le cose comunque fisiologico e prevedibile conside- C3 Fiesta
vanno meglio inserendo la modalità S, tut- rato il tipo di cambio. Prezzo di listino 18.650 20.000
tavia il bilancio complessivo resta favorevo- Con l'automatico, la vita a bordo guada- Prezzo della vettura provata 22.750 23.950
le alla francesina. gna punti in termini di piacevolezza e con- Accesso e avv. senza chiave 300 450 1
fort, nella cui definizione gioca tuttavia an- Airbag ant., lat. e a tendina di serie di serie
A COLPI DI PERCORRENZA che qualche altro fattore. Sulla Citroën, per Alzacristalli elettrici posteriori di serie 250
Per quanto riguarda i consumi, la Citroën esempio, i pregevoli sedili di tessuto sono Assist. mantenimento corsia – di serie
si distingue positivamente in città, mentre comodi e regolarli con le leve e le rotelle è Assistenza partenza in salita di serie di serie
in autostrada e in statale i numeri si avvici- un'operazione che si rivela assolutamente Avviso abbandono corsia di serie di serie
nano notevolmente a quelli della rivale: alla semplice. A proposito, la francese strizza Avviso affaticamento di serie di serie
fine la media è di 14,6 km/l contro 13,8 del- l'occhio a chi ama i posti di guida un po' rial- Cerchi di lega 600 di serie
la Ford. Per la C3 è anche interessante il zati, mentre la Fiesta accoglie automobilista Climatizzatore automatico di serie 400 2
confronto con il manuale a cinque marce as- e passeggero un po' più in basso (la diffe- Fari automatici di serie 300 3
sociato sempre al motore PureTech: in que- renza è di quasi quattro centimetri), peraltro Fendinebbia di serie di serie
sto caso, la percorrenza rilevata dal nostro in maniera assai sostenuta, grazie ai sup- Frenata autom. di emergenza 300 –
Centro prove si attesta intorno ai 15,8 km/l, porti laterali maggiormente avvolgenti e Limitatore di velocità di serie di serie
C3 FIESTA Monitoraggio angoli ciechi 200 450
Monitoraggio press. pneum. di serie di serie
Navigatore satellitare 950 4 700 5
Regolatore di velocità di serie 150
Retrovisori elettrici. riscald. di serie di serie
Riconosc. limiti di velocità di serie 300 3
Ruota di scorta dim. ridotte 150 150
Sensore pioggia di serie 100 6
Protezione bordo porta – 150
Telecamera posteriore 500 7 400 8
Tetto panoramico 600 900
Vernice metallizzata 650 650
Vetri posteriori scuri 150 200
Volante regolab. in alt. e prof. di serie di serie
Sia la C3 sia la Fiesta offrono In rosso: presente sulla vettura provata.
delle comode sedute di tessuto, Note: 1) l'avviamento è di serie; 2) compreso
adattabili alle singole esigenze nel pacchetto del navigatore; 3) caratteristica inclusa
grazie alle regolazioni manuali. nel Driver assistance pack; 4) comprende la radio Dab;
La Ford ha i fianchi più sagomati; 5) comprende il climatizzatore automatico e il touch
da 8" con Sync3; 6) incluso nel Visibility pack
il poco spazio a disposizione tra (con specchietto interno fotocromatico); 7) i sensori
sedile e montante rende scomodo posteriori sono di serie; 8) comprende i sensori
azionare la rotella per regolare di parcheggio posteriori.
l'inclinazione dello schienale

GENNAIO 2018 109


PROVA SU STRADA CITROËN C3 vs FORD FIESTA

pronunciati. Sempre in tema di confort, da autostrada, dove non riescono a filtrare ef- emergenza: nel caso della Fiesta, il sistema
un punto di vista più squisitamente tecnico, ficacemente i fruscii generati alle velocità sarebbe compreso in due pacchetti, che tut-
i due modelli confermano le loro ben note più sostenute. tavia non sono compatibili con le versioni
qualità: le sospensioni (in particolare quelle Quanto allo sterzo, le sfidanti ripropon- automatiche, mentre la C3 richiede l'acqui-
della Citroën) si rivelano efficienti e in grado gono le caratteristiche già emerse nel corso sto dell'Active city brake al prezzo di 300
di assorbire in modo adeguato gli ostacoli dei nostri precedenti test: il comando della euro. E se la francese può contare sul rego-
secchi e brevi, ma si dimostrano discrete an- francese risulta tendenzialmente leggero e latore e sul limitatore di velocità, la rivale si
che sul pavé. può contare su una prontezza adeguata, limita al secondo. In compenso, la Fiesta of-
Sotto il profilo acustico, le caratteristiche mentre quello della Fiesta si conferma sen- fre l'avviso di superamento involontario del-
sonorità dei tre cilindri non infastidiscono sibile, pronto e preciso. la corsia e il monitoraggio degli angoli
gli occupanti, quantomeno fino a quando bui (quest'ultimo a richiesta sulla C3 con un
non si entra in autostrada. Per tutt'e due le ADAS, SERVE DI PIÙ supplemento di prezzo di 200 euro), l'avviso
piccole, i materiali fonoassorbenti sono in- Infine, il capitolo della sicurezza e dell'as- di traffico trasversale posteriore e il Lane
fatti più che sufficienti alle velocità cittadi- sistenza al conducente, dov'è lecito atten- keeping aid, utile per limitare eventuali di-
ne, mentre perdono un po' in ripresa, la- dersi di più. Nessuna delle vetture in prova, vagazioni fuori traiettoria nei tragitti ex-
sciando passare il sound dei propulsori, e in infatti, dispone della frenata automatica di traurbani.
QUALITÀ

BUON EQUILIBRIO
Entrambe queste piccole sono auto
nel complesso ben fatte, ma la Fiesta risulta più
curata nei dettagli, anche se rispetto all'esemplare C3
provato nel numero di settembre 2017 questo
è privo dello strato di trasparente non soltanto
nel vano motore, ma pure attorno al portellone.
Però, il cofano è allineato meglio, anche se non
in modo inappuntabile. L'abitacolo della C3
è contraddistinto dagli originali sedili in stile rétro, FIESTA
ben fatti, ma la plancia e i pannelli porta sono
di plastica rigida, mentre sulla tedesca viene
in parte utilizzato un materiale più morbido
e nel complesso l'insieme è più appagante,
grazie anche alla cura con cui sono stati realizzati
i comandi, più piacevoli da utilizzare: in particolare, C3
quelli della climatizzazione sono a portata
di mano, mentre sulla francese sono inclusi
in un menu dello schermo tattile che va
selezionato appositamente. In compenso,
la C3 mostra un dettaglio inusuale: lo spazio
sottoplancia è chiuso da un pannello di plastica. FIESTA
ESTERNO PIACE
Due vetture nel complesso ben fatte, con un livello C3 I comandi al volante
qualitativo simile: in entrambe la verniciatura è priva di sono ben fatti, così come
trasparente nel vano motore e all'interno del portellone. quelli sul piantone
e sulla plancia.
Superfici carrozzeria ★★★★ ★★★★
Giochi e profili ★★★★ ★★★☆ Fiesta I catarifrangenti per
segnalare l'ingombro delle
Scocca ★★★☆ ★★★★ porte al buio sono merce
Insonorizzazioni e guarnizioni ★★★★ ★★★★ assai rara su una piccola.

INTERNO NON PIACE


La C3 punta tutto sull'originalità del design, mentre C3 La plancia è interamente
la Fiesta ha un approccio più convenzionale, che bada di plastica dura, eccezion La C3 sfoggia un look eccentrico
soprattutto al miglior compromesso tra qualità e costo. fatta per la parte frontale e un piglio da crossover,
Materiali e accoppiamenti ★★★☆ ★★★★ davanti al passeggero. con abbondanza di plastiche
a vista nella porzione inferiore
Sedili ★★★★ ★★★★ Fiesta La verniciatura
della carrozzeria. Sull'esemplare
Funzionalità ★★★☆ ★★★☆ è priva di trasparente nel
vano motore e pure attorno in prova ci sono i cerchi neri da 17"
Finitura bagagliaio ★★★☆ ★★★☆ a quello del portellone. e il tetto panoramico (optional).
La Fiesta ha i cerchi da 16" di serie

110 GENNAIO 2018


C3 FIESTA

TRASMISSIONI

SEI MARCE
DALL'ASIA
Le due vetture in prova sono dotate
della stessa tipologia di cambio automatico,
la classica trasmissione con convertitore
di coppia e ruotismi epicicloidali. Quello
della Citroën è l'AWF6F25 prodotto dalla
giapponese Aisin, azienda specializzata
che fa capo alla Toyota, mentre il 6F15 della C3 FIESTA
Fiesta è fabbricato in Cina dalla Chang'an Motore Motore
Ford Chongqing Automobile. Curiosamente, • Cilindrata 1.199 cm3 • Cilindrata 998 cm3
• 3 cilindri in linea • 3 cilindri in linea
la famiglia di cambi 6F, di cui la versione 15 turbobenzina turbobenzina
è quella con la minore capacità • Potenza max 81 kW • Potenza max 74 kW
di trasmissione della coppia motrice, è stata (110 CV) a 5.500 giri/min (100 CV) a 4.500 giri/min
sviluppata nei primi anni 2000 dalla Ford la frizione rimane aperta per consentire • Coppia max 205 Nm • Coppia max 170 Nm
a 1.500 giri/min a 1.500 giri/min
assieme alla concorrente General Motors. il passaggio da un rapporto a quello
Da notare, poi, che la serie precedente successivo. Il doppia frizione, invece, Trasmissione Trasmissione
• Trazione anteriore • Trazione anteriore
della C3 e quella della Fiesta montavano è costoso da produrre e il confort di marcia • Cambio automatico • Cambio automatico
in alternativa alla trasmissione manuale, si avvicina a quello degli automatici classici, a 6 marce a 6 marce
rispettivamente, un robotizzato e un doppia pur senza eguagliarlo. Se a tutto ciò Pneumatici Pneumatici
frizione, scelti per il loro elevato rendimento si aggiunge l'abbassamento dei costi di • Goodyear EfficientGrip • Michelin Primacy 3
meccanico, che si traduce in bassi consumi fabbricazione di questo tipo di trasmissioni, 205/50R17 89V 195/55R16 87V
di combustibile. Il primo tipo di cambio, si capisce perché entrambe le Case abbiano • Ruota di scorta • Kit di riparazione
però, è sì economico, ma non risulta molto deciso di tornare a questa soluzione, Dimensioni e massa Dimensioni e massa
confortevole perché di fatto è un comando confidando nel progresso tecnico che negli • Passo 254 cm • Passo 249 cm
• Lunghezza 400 cm • Lunghezza 404 cm
automatizzato di una normale trasmissione ultimi anni ha consentito di ridurre il gap Larghezza 175 cm Larghezza 174 cm
manuale e quindi comporta l'interruzione di consumi rispetto ai robotizzati e ai doppia Altezza 147 cm Altezza 148 cm
dell'erogazione della coppia alle ruote frizione, fino a poco fa unico reale tallone • Massa 1.165 kg • Massa 1.206 kg
a ogni cambiata, per via del tempo in cui d'Achille dei cambi con convertitore. R.B. Dati dichiarati dalla Casa relativi alla vettura in prova

GENNAIO 2018 111


PROVA SU STRADA CITROËN C3 vs FORD FIESTA

C3
Nella plancia prevalgono
le superfici di plastica rigida.
3 Come su altri modelli del gruppo
PSA, anche qui pulsanti
1 e manopole sono ridotti al minimo.
1. I tasti sul volante si limitano
2 alla gestione della radio,
dei comandi vocali (migliorabili),
del telefono e del display al centro
del quadro strumenti. Il limitatore
di velocità e il cruise control
si regolano tramite un satellite
fissato al piantone, dalle modalità
d'impiego un po' cervellotiche.
2. La C3 integra i controlli
del climatizzatore automatico
(di serie) nel touch screen centrale.
La gestione è però abbastanza
scomoda, tanto più che non
c'è nemmeno il tasto fisico per
il ricircolo adottato da altri modelli.
3. Il profilo di plastica rossa
delimita i bordi dell'unico materiale
morbido presente nel cruscotto

INFOTAINMENT

AI RIGORI VINCE IL SYNC3


Razionale e ricco di funzioni C3 Fiesta
il Sync3 della Fiesta (optional), Dimensioni reali schermo (pollici) 7,1 7,9
che sfrutta un touch screen Touch screen sì sì
da 8": gli utenti Apple possono Prese Usb 1 2
attivare Siri con il Bluetooth Ricarica wireless smartphone no no
e i comandi al volante, senza Android Auto/Apple CarPlay sì/sì sì/sì
collegare l'iPhone via Usb. MirrorLink sì no
Non mancano lo split screen Posizione e visibilità schermo ★★★★ ★★★★☆
e una modalità valet con Pin a Definizione schermo ★★★★ ★★★★☆
quattro cifre, utile per bloccare Accessibilità comandi ★★★★ ★★★★
l'accesso al sistema mentre Telefono-vivavoce ★★★★ ★★★★☆
l'auto viene guidata da altri. Il
Navigatore ★★★★ ★★★★
touch da 7" della C3 (di serie, la
navigazione TomTom si paga a
Radio ★★★★☆ ★★★★★
parte) è compatibile anche con
Impianto audio ★★★★ ★★★★★
MirrorLink e connesso all'app Collegamento a internet sì1 sì1
My Citroën, ricca di statistiche App incorporate sì/no sì/sì
e informazioni, utilizzabile Indice di sicurezza ★★★☆ ★★★★
per accedere all'assistenza h24. Note: 1) tramite la connessione dello smartphone.
C3 FIESTA

Il display digitale del quadro


strumenti della C3 (in alto) contiene
le informazioni sui consumi e riporta
la velocità in cifre. Al centro,
la telecamera del sistema di avviso
di superamento della corsia
di marcia e, davanti allo specchio
retrovisore, la dashcam. Qui sopra,
infine, la maniglia tiraporta

112 GENNAIO 2018


FIESTA
L'impostazione della Ford
è piuttosto tradizionale; 1
eccessivo, tuttavia, il numero
di tasti sul volante. 3
1. Con il cambio automatico
sono presenti anche le palette
dietro al volante.
2. La Fiesta in prova è dotata 2
dell'optional per l'apertura senza
chiavi, ma l'avviamento keyless
(non facilissimo da raggiungere)
è comunque di serie.
3. Il display da 8" visualizza
le immagini della retrocamera,
dalla buona definizione
e dotata di un pratico tasto zoom
per parcheggiare con più facilità
in spazi stretti.
Situazioni in cui fa comodo
il sistema di protezione del bordo
porta (optional da 150 euro):
il braccetto a scomparsa (sotto)
è diventato un vero e proprio
marchio di fabbrica della Casa

GLI AIRBUMP DELLA FRANCESE


SONO DI SERIE, MA SI PUÒ
RICHIEDERNE LA RIMOZIONE

GENNAIO 2018 113


PROVA SU STRADA CITROËN C3 110 PURETECH vs FORD FIESTA 1.0 ECOBOOST

ABITABILITÀ E VISIBILITÀ PRESTAZIONI CONFORT


Sulla francese il divano è abbastanza VELOCITÀ km/h ACUSTICO
largo e i passeggeri hanno più spazio per C3 Fiesta Indice di articolazione (A.I.)
le gambe. Nessuna delle auto, comunque, Massima 185,7 180,2 100 C3
pone problemi a chi è alto. Capitolo Fiesta
visibilità: la Fiesta ha un montante poco 90

ottimo
REGIMI giri/min
invasivo e pedoni, bici e ostacoli posteriori A velocità max in V 5.000 4.800 80
s'individuano con facilità. Un po' più critica
A 130 km/h in VI 2.750 2.600
la situazione sulla C3, dotata tra l'altro
70
di una retrocamera di qualità inferiore Scarto tachimetro a 130 km/h (%) 1,9 2,8
a quella della rivale.

discreto
60

misure in centimetri, angoli in gradi


ACCELERAZIONE secondi
0-60 km/h 4,1 4,9 50

0-100 km/h 9,9 11,5

scarso
40
0-120 km/h 14,2 16,8 (km/h)
0-130 km/h 17,2 20,6 70 80 90 100 110 120 130 140 150 160
400 metri da fermo 16,9 18,0
km/h condizione dB(A)
Velocità d'uscita (km/h) 129,1 122,9
50 su asfalto 56,2 57,8
1 chilometro da fermo 31,7 33,4
50 su asfalto drenante 63,9 65,8
Velocità d'uscita (km/h) 160,0 152,9
50 su pavé 73,0 73,8
Max in accelerazione 70,6 74,1
RIPRESA IN D (a min/max carico) secondi
ottimo discreto scarso
70-90 km/h 4,4/4,9 4,3/4,8
70-120 km/h 10,4/11,8 11,4/13,3 START&STOP (vibrazioni sedile guida) m/s2
70-130 km/h 13,3/15,1 14,8/17,4 Avviamento 0,30 0,41
30-60 km/h in III – – Arresto 0,10 0,09
Minimo 0,02 0,03
FRENATA
ottimo discreto scarso
100 km/h
metri 40,9 40,1 0,2 0,4 0,6
a minimo carico g 0,96 0,98
130 km/h metri 67,4 65,7 SOSPENSIONI
MISURE INTERNE ED ESTERNE a minimo carico g 0,99 1,01 m/s2
4,0 C3
C3 Fiesta C3 Fiesta 100 km/h su asfalto metri 44,7 47,5 Fiesta
1 84-98 97-102 9 134 128 asciutto + pavé g 0,88 0,83

scarso
3,5
2 87 91 10 125 120 100 km/h su asfalto metri 114,6 116,5
3,0
3 49 51 11 127 124 bagnato + ghiaccio g 0,34 0,34
4 46 47 12 147 148 2,5
5 31-36 26-29 13 254 249

discreto
2,0
6 7-39 7-33 14 400 404 CONSUMI
7 206 200 15 185 180 PERCORRENZE IN D km/litro 1,5
8 49 51 16 201 197 C3 Fiesta 1,0
20,5 19,9
ottimo
90 km/h
VISIBILITÀ 100 km/h 18,5 18,1 0,5
C3 Fiesta C3 Fiesta 130 km/h 13,0 13,2 caditoie passo
A 20 21 E 13 13 140 km/h 11,5 11,8 pavé gradino stradali rotaie lastroni carraio
B 10 10 F 18 18 50 km/h 30 km/h
C 11 10 G 14 15 PERCORRENZE MEDIE E AUTONOMIA
D 11 9 H 40 29 Percorso
Città km/litro 13,6 11,9 DATI VETTURA
C3 Fiesta Auton. 612 500 MASSA
Totale angoli bui 107° (30%) 94° (26%) Statale km/litro 17,0 16,7 C3 Fiesta
Visibilità posteriore 763 701
(ostacolo alto 70 cm) 6,3 m 5,6 m
Auton. In condizioni di prova (kg) 1.304 1.310
Autostrada km/litro 13,8 13,9 Ripartizione massa
Visibilità montante anteriore sinistro Auton. 621 584
63% 37%
Uomo ★★☆ ★★★★ Media rilevata km/litro 14,6 13,8 63% 37%
Bambino ★☆ ★★ Auton. 656 579 AERODINAMICA
Bicicletta ★★☆ ★★★★☆ Media km/litro 20,4 19,2 Cx stradale 0,350 0,327
Giudizio complessivo ★★☆ ★★★★ omologata Auton. 918 806 Superficie frontale (m2) 2,125 2,124

114 GENNAIO 2018


Editoriale Domuss
è il carburante utilizzato Sistema di qualità certificatoo
nelle prove di Quattroruote ISO 9001- 2008 8
VANO DI CARICO LA PAGELLA
C3 La soglia della francese è alta, POSTO GUIDA ★★★★☆ CONFORT ★★★★
il che non agevola le operazioni di carico Posizione ideale facile da trovare. ★★★★ Entrambe le vetture possono contare ★★★★

★ C3 ★ Fiesta ★ Insufficiente ★★ Sufficiente ★★★ Discreto ★★★★ Buono ★★★★★ Ottimo ☆ Vale ½ stella ★★★★★ Con lode
e scarico. Inoltre, non c'è il fondo Sulla C3 ci si siede un po' più in alto, su sospensioni efficaci. Rumori e
regolabile, mentre l'abbattimento la Ford ha anche il supporto lombare. fruscii emergono a velocità sostenute.
dei sedili 60/40 forma un gradino. COMANDI E STRUMENTI ★★★☆ MOTORE ★★★★☆
La C3 minimizza i tasti, al prezzo ★★★☆ Il milledue della C3 è equilibrato e ★★★★
Capacità complessiva (litri) 261 di qualche scomodità. L'avviamento prestante. Il Ford ha meno brio, fatica
di cui sotto il pavimento (litri) – della Fiesta è un po' nascosto. a perdere i giri, ma si difende bene.
Altezza soglia di carico (cm) 77 INFOTAINMENT ★★★★ ACCELERAZIONE ★★★★☆
Ben fatto e completo il Sync3 ★★★★★ Nello 0-100 la francese scende sotto ★★★★
con il touch da 8" . La C3 offre anche il muro dei 10 secondi. Più rilassata la
MirrorLink e ha i servizi TomTom. rivale, che pure non manca di spunto.
CLIMATIZZAZIONE ★★★☆ RIPRESA ★★★★☆
94-112 Automatici monozona senza ★★★★ Si ripropongono gli equilibri già visti ★★★★
bocchette posteriori. Scomoda in fase di accelerazione, con la Citroën
55 126-160 la gestione touch sulla francese. più pronta all'allungo.

68 VISIBILITÀ ★★★☆ CAMBIO ★★★★


misure in centimetri La retrocamera della Ford si fa ★★★★ La spesa per l'automatico è giustificata ★★★☆
Fiesta Qui la soglia è più bassa preferire e sulla C3 il montante dalla comodità e dall'efficienza, buona
anteriore crea qualche problema. in entrambi i casi. Ford meno precisa.
e la forma del vano abbastanza uniforme.
Tuttavia, la cubatura è appena discreta FINITURA ★★★☆ STERZO ★★★☆
e non manca lo scalino a schienali La Ford è ben realizzata e denota ★★★★ Notevole il comando della Fiesta. ★★★★☆
abbattuti. Regolabile il piano di carico. una certa cura negli interni. Tocchi Quello francese ha un carico leggero,
originali, ma più plastica, sulla Citroën. ma è comunque apprezzabile.
Capacità complessiva (litri) 232 ACCESSORI ★★★★ FRENI ★★★☆

Legenda (vale per tutte le tabelle della prova)


di cui sotto il pavimento (litri) 29 Allestimenti al vertice della gamma. ★★★★ Impianti più che discreti, anche se ★★★☆
Altezza soglia di carico (cm) 70 Varie dotazioni rilevanti (navigazione, non impeccabili; la Ford va meglio
retrocamera) si pagano a parte. sull'asciutto.
DOTAZIONI DI SICUREZZA ★★★☆ COMPORTAMENTO DINAMICO ★★★★
La frenata automatica è optional sulla ★★★☆ Auto sicure, facili e gradevoli ★★★★☆
C3 e, stranamente, non disponibile da guidare. La C3 risente di un lieve
sulla Fiesta con cambio automatico. rollio, con la Fiesta ci si diverte.
95-117
ASSISTENZA ALLA GUIDA ★★★ CONSUMO ★★★☆
52 127-154 Controllo degli angoli bui e avviso ★★★★ Per delle piccole automatiche, ★★★
di cambio corsia. La C3 ha il cruise le medie sono discrete. La C3 è più
66 control, la Fiesta lo sterzo attivo. parsimoniosa, soprattutto in città.
misure in centimetri
ABITABILITÀ ★★★ PREGI DIFETTI
Il passo più corto della Ford riduce ★★★☆ C3 Prestazioni brillanti, C3 Climatizzatore poco
lo spazio per i passeggeri. Il tetto rese ancora più pratico e retrocamera
panoramico penalizza un poco la C3. gradevoli dal cambio. migliorabile.
Fiesta Comportamento
BAGAGLIAIO ★★★ su strada davvero
Fiesta Trasmissione
non sempre all'altezza
Le capienze, pur ridotte, risultano ★★☆ soddisfacente. Sempre e incompatibile con
sufficienti per le esigenze quotidiane. valido il Sync3. la frenata automatica.
La C3 è leggermente più generosa.

© Riproduzione riservata

GENNAIO 2018 115


PROVA SU STRADA NUMERO 3.509

SKODA
KAROQ
Le linee tese e rigorose potrebbero far rimpiangere
l'originalità stilistica della Yeti. La nuova sport utility ceca,
però, è un'automobile decisamente più comoda
e moderna di quella che, in parte, ha sostituito
di Carlo Di Giusto • foto di Massimiliano Serra

1.5 TSI DSG STYLE


PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI EMISSIONI CO2
L4 turbobenzina Omologato Rilevato Omologato Rilevato
€ 29.800 1.498 cm 3
110 kW (150 CV) 18,2 km/l 12,8 km/l 127 g/km 186 g/km
116 GENNAIO 2018
GENNAIO 2018
117
Il servizio fotografico è stato realizzato a Vigevano (PV)
PROVA SU STRADA SKODA KAROQ

L
a Karoq raccoglie, quantomeno no per giorno. In effetti, abitacolo e baga-
parzialmente, l'eredità della Yeti, gliaio rivelano lo sforzo creativo considere-
senza tuttavia riproporne l'origi- vole dei progettisti per conferire alla nuova
nalità delle forme e la stessa de- sport utility prerogative e proprietà specifi-
finita personalità: vincolata a che.
condividere elementi di carrozzeria con la
Seat Ateca – le porte e, di conseguenza, an- PIENA DI IDEE
che il profilo degli archi passaruota –, la Suv Intanto e per cominciare, la Karoq è una
della Skoda sembra rinunciare a una forte Suv di segmento C a pieno titolo: con i suoi
riconoscibilità stilistica in nome delle inevi- 4,38 metri di lunghezza, sbarca nei territori
tabili sinergie. E così, una Karoq (e, più in ge- presidiati dalle varie Nissan Qashqai, Kia
nerale, una Skoda) si finisce per apprezzarla Sportage, Peugeot 3008 e Toyota C-HR, per
vivendola da dentro, quotidianamente, gior- citarne soltanto alcune (ma ce ne sareb- 1

I SEDILI RIVESTITI DI PELLE


E ALCANTARA SONO DISPONIBILI CON
UN SOVRAPPREZZO DI 550 EURO 2

1. Il portabottiglie dietro la leva


del cambio: i rilievi sul fondo
bloccano le classiche bottigliette
da mezzo litro e permettono
di svitare e avvitare il tappo
con una sola mano.
2. L'allestimento Style, al vertice
dell'offerta, prevede di serie i sedili
di pelle e tessuto: a richiesta,
come sull'esemplare in prova,
il rivestimento di pelle e Alcantara.
3. I sedili posteriori VarioFlex:
si tratta di tre elementi separati,
ripiegabili e persino rimovibili; i due
sedili laterali sono anche scorrevoli
e hanno un'escursione di 12 cm.
4. In cambio di un modesto esborso
(50 euro), si possono montare
i supporti per smartphone e tablet
3 4
per i passeggeri posteriori

118 GENNAIO 2018


ABITABILITÀ E VISIBILITÀ VANO DI CARICO

L'angolo buio generato dal montante


sinistro non sarebbe di per sé eccessivo. AMPIO, ATTREZZATO E VERSATILE
Tuttavia, a causa dello specchio Uno dei punti di forza della Suv ceca Le poltroncine (a esclusione di quella
retrovisore di generose dimensioni è il bagagliaio, sia in virtù di una capienza centrale) scorrono su guide e permettono
e della sua posizione (è fissato al triangolo oggettivamente importante sia di ampliare la capacità fino a 522 litri,
del finestrino), è d'ostacolo alla corretta perché offre svariate, piccole comodità. sempre a livello della cappelliera.
visuale, come emerge dal nostro test. A cominciare dai sedili posteriori rimovibili Come detto, le soluzioni pensate
La telecamera e i sensori di parcheggio (foto 1): ogni poltroncina pesa 18,6 kg, per semplificare la vita sono tante e talvolta
agevolano le manovre in retromarcia. mentre l'elemento centrale, più piccolo, piuttosto raffinate. Come la tendina
Nell'abitacolo, lo spazio è coerente tocca quota 13,4 kg. Dunque, avvolgibile (foto 2) con la porzione traforata
con le dimensioni esterne e, pur non è richiesto un certo sforzo per toglierli, per favorire la visibilità quando il portellone
essendo ai vertici della categoria, concede ma la possibilità di farlo regala al vano è sollevato, come i ganci per appendere
un'apprezzabile libertà di movimento. una capacità di carico fuori del comune. le borse (foto 3) posti ai lati del vano
misure in centimetri, angoli in gradi o come la lampada estraibile (foto 4)
con la batteria ricaricabile. Con lo Style
pack, l'apertura elettrica del portellone
è possibile anche senza mani, passando
un piede sotto il paraurti posteriore.

Capacità complessiva (litri) 464


di cui sotto il pavimento (litri) –
Altezza soglia di carico (cm) 59

1 2

Totale angoli bui 101 (28%)


Visibilità posteriore
(ostacolo alto 70 cm) maggiore di 10 m

Visibilità montante anteriore sinistro


Uomo ★★★
Bambino ★☆
Bicicletta ★★★
Giudizio complessivo ★★★ 3 4

Il cestino portarifiuti fa parte


del cosiddetto Family pack,
che prevede anche il blocco
elettrico di sicurezza delle porte
posteriori dal posto guida,
i cristalli oscurati e il tappeto
double face per il bagagliaio

101-113

50

84-96 153-178

misure in centimetri

GENNAIO 2018 119


PROVA SU STRADA SKODA KAROQ

DOTAZIONI E ACCESSORI
Prezzi in euro bero molte altre). Avversarie tostissime e serie, altre a richiesta: il cestino per i piccoli
Prezzo di listino 29.800 ognuna con una carta diversa da giocare per rifiuti, l'ombrellino sotto il sedile del passeg-
Prezzo della vettura provata 36.770 conquistare il proprio spazio sul mercato: la gero, il raschietto del ghiaccio nel retro del-
Apertura porte senza chiave di serie leadership consolidata, il prezzo convenien- lo sportello del serbatoio, il sistema per
Cambio automatico di serie te, il design raffinato o la tecnologia ibrida. aprire le bottigliette d'acqua con una mano
Cerchi di lega da 18 pollici di serie Ecco, la Karoq punta, invece, sulla concretez- (provato: funziona), i vani portaoggetti spar-
Climatizzatore automatico bizona di serie za, su soluzioni realmente utili e funzionali e si nell'abitacolo (ne abbiamo contati una
Fari full Led di serie su idee semplici e "furbe". Che è poi quello quindicina di varia foggia e misura) o il
Impianto hi-fi (Canton) 370 che la caratterizza maggiormente, anche ri- grande vano refrigerato tra i sedili anteriori.
Interni pelle e Alcantara 550 spetto agli altri modelli del gruppo Volkswa- Insomma, tante piccole cose che semplifi-
Pacchetto Family 90 1 gen. Con i quali condivide piattaforma, mo- cano la vita in auto e con l'auto e che, tutte
Pacchetto Navigation plus 1.750 2 tori e impostazione, oltre alle già citate par- assieme, formano un puzzle di solida so-
Pacchetto Style 750 3 ti della carrozzeria. stanza. L'essenza della Karoq sta tutta nei
Pacchetto Travel assistant 950 4 dettagli, nel bene e nel male: nessun errore
Parabrezza riscaldabile 205 PICCOLE COSE DI SOSTANZA macroscopico inficia questa sport utility e,
Riconoscimento dei segnali stradali 70 Chiamandosi come si chiama, Skoda ap- dunque, i margini di miglioramento vanno
Ruotino di scorta 140 punto, la Karoq ha nel vano di carico una cercati, appunto, nei particolari. Per esem-
Sedile guida regolabile elettricamente 540 delle sue caratteristiche salienti. E non sol- pio, per attivare e disattivare il sistema di
Sedili anteriori riscaldabili 200 tanto per la cubatura, che raggiunge valori mantenimento della corsia di marcia biso-
Sedili anteriori e posteriori riscaldabili 360 record, ma anche per l'organizzazione degli gna entrare nel menu degli Adas (i sistemi
Supporto per smartphone e tablet 50 spazi, per le soluzioni di fissaggio e per di assistenza alla guida) e mettere o toglie-
Telecamera posteriore di serie quelle piccole comodità che fanno la diffe- re la spunta alla relativa voce; oppure, du-
Tetto panoramico apribile elettr. 1.070 renza, come la lampada del bagagliaio che rante la navigazione, il volume della radio si
Vernice speciale Grigio acciaio 330 diventa una torcia estraibile. La Suv ceca, va abbassa temporaneamente anche quando
Vetri posteriori scuri di serie detto, è piena di queste astuzie, alcune di le istruzioni vocali sono state disattivate;
Volante multifunzione con leve Dsg 110
In rosso: presente sulla vettura provata.
Note: 1) chiusura elettrica di sicurezza per bambini, L'ALLESTIMENTO STYLE
tappeto double face tessuto/gomma per vano bagagli, SI RICONOSCE DALLA CORNICE
cestino portarifiuti; 2) navigatore Columbus da 9,2",
Phone box con ricarica wireless e modulo Lte, Bluetooth DEI FINESTRINI CROMATA
premium e radio Dab; 3) sensori di parcheggio anteriori,
display Maxi dot a colori, portellone elettrico con apertura
senza mani; 4) Lane assist, Blind spot detect con Rear
traffic alert, cruise control adattivo, frenata d'emergenza,
fari abbaglianti automatici, Traffic jam assistant
e Emergency assistant.

120 GENNAIO 2018


LA VERSIONE DI QUATTRORUOTE SOLUZIONI DI ACQUISTO

Poiché la Karoq è un'automobile che si


presta a un utilizzo a tutto tondo, la nostra ALL'INIZIO GLI SCONTI PIÙ ALTI
preferenza va alla 1.6 TDI da 115 cavalli,
possibilmente con cambio Dsg CLIENTI PRIVATI
e nell'allestimento intermedio Executive, Per la fase di pre-lancio (la commercializzazione è prevista a inizio 2018) la Skoda,
che comprende già dotazioni importanti, in collaborazione con i concessionari, promuove la Karoq con sconti da 2.400
come i fari full Led, il navigatore satellitare a 3.000 euro, a seconda delle motorizzazioni e degli allestimenti. Per supervalutazione
Amundsen da 8 pollici e la vernice o rottamazione gli importi variano da 2.900 a 3.500 euro. Quindi la versione 1.5 Dsg Style
metallizzata. Si può poi dedicare in prova è offerta a 26.500 euro grazie ai 3.300 di ecoincentivo. La versione Style è anche
una parte del budget agli accessori, quella che propone il miglior rapporto prezzo-contenuti. L’incremento di listino rispetto
secondo le proprie esigenze: vale la pena alla Executive è di 1.300 euro a fronte di 2.600 di valore degli equipaggiamenti. L’offerta
di considerare il sistema Kessy full, finanziaria comprende il credito classico al 3,99% da 12 a 72 mesi e la formula Clever
la telecamera posteriore e, ancor più, Value, al tasso 3,99% o 5,99%, durata da 12 a 48 mesi e valore futuro garantito.
(valori Iva inclusa)
il Travel assistant pack e i sensori
di parcheggio anteriori e posteriori.

Prezzo allestimento € 31.295 Noleggio a lungo termine Skoda Clever Value


Anticipo € 3.050 Anticipo € 5.600
36 rate mensili da € 470 36 rate mensili da € 295
Le luci posteriori, qui sotto, sono Condizioni: sono comprese l'assicurazione completa Condizioni: sono comprese l'assicurazione (incendio e furto)
a Led dall'allestimento base. (Rca, incendio e furto, Kasko), la manutenzione ordinaria e la manutenzione ordinaria. Al termine del periodo di 36
Nella foto al centro: i gruppi ottici full e straordinaria, il soccorso stradale, l'assistenza 24 ore su mesi, con il limite dei 60.000 km, è possibile sostituire l’auto
24 e la tassa di proprietà, più il ritiro dell'usato e la consegna con una nuova Skoda, tenerla finanziando o saldando
Led si avvalgono della regolazione a domicilio. Non ci sono, infine, limiti di percorrenza. l’importo del valore futuro garantito oppure riconsegnarla.
dinamica del cono di luce in funzione
delle differenti situazioni di guida.
In basso, il cerchio da 18 pollici Braga, CLIENTI BUSINESS
standard sull'allestimento Style La strategia commerciale dedicata alla clientela business prevede sconti
differenziati: ricevono il 14,5% di sconto agenti di commercio e liberi professionisti,
dal 15 al 17% le aziende, il 20% i tassisti e i noleggiatori con conducente. Ai piccoli Rent
a car si applica il 15,5%, mentre alle società di noleggio a lungo termine lo sconto sale
al 20%. Inoltre, per il canale flotte, al finanziamento classico al tasso del 3,99% in 12-72
mesi si aggiunge il leasing, sempre a tasso 3,99%, in 12-60 mesi. M.S.
(valori Iva esclusa)

Noleggio a lungo termine Noleggio a lungo termine


Anticipo € 2.500 Anticipo € 4.000
36 rate mensili da € 425 36 rate mensili da € 282
Condizioni: sono comprese l'assicurazione completa Condizioni: sono comprese l'assicurazione completa
(Rca, incendio e furto, Kasko), la manutenzione ordinaria (Rca, incendio e furto, Kasko), la manutenzione ordinaria
e straordinaria, il soccorso stradale, l'assistenza 24 ore su e straordinaria, il soccorso stradale, l'assistenza 24 ore
24 e la tassa di proprietà, più il ritiro dell'usato e la consegna su 24 e la tassa di proprietà. Il noleggio prevede un limite
a domicilio. Il limite è di 60 mila chilometri in tre anni. di percorrenza pari a 45 mila chilometri in tre anni.

Listino completo a pag. 287 o su quattroruote.it/listino/skoda/karoq


TENUTA DELL'USATO GARANZIA
valore in euro calcolata sul prezzo di listino La Karoq è accompagnata dalla
25.000
20.800 garanzia legale di due anni, più una
20.000 copertura di tre anni sulla vernice e di
16.900
13.800 dieci contro la corrosione passante. La
15.000 11.200 Casa propone tre pacchetti prepagati di
manutenzione, che estendono la garanzia
10.000
9.100 di due o tre anni e per percorrenze
5.000 complessive di 60, 120 o 150 mila km,
rispettivamente a 255, 535 e 865 euro.
2019 2020 2021 2022 2023
Si considera una percorrenza di 43.000 km
LA GAMMA
nei primi tre anni e 65.000 km in cinque anni.

Il mantenimento del valore nel tempo 1.0 TSI 115 CV da 23.850 a 28.400 euro
è condizionato dalla natura dell'unità 1.5 TSI 150 CV Dsg da 26.900 a 29.800 euro
propulsiva: buono, ma la Karoq 1.6 TDI 1.6 TDI 115 CV da 26.100 a 30.650 euro
esprimerà una tenuta maggiore. 2.0 TDI 150 CV 4x4 da 29.800 a 34.350 euro

GENNAIO 2018 121


PROVA SU STRADA SKODA KAROQ

Qui sopra, l'ordinato posto guida


della nuova Karoq, impreziosito
da diversi optional.
1. Uno dei dieci altoparlanti
dell'impianto audio hi-fi Canton
prende il posto del vano
portaoggetti al centro della plancia.
2. Il grande monitor da 9,2 pollici
(9,3 reali) del sistema
di navigazione opzionale Columbus.
3. Il climatizzatore automatico
bizona Climatronic con funzione
Air care, che promette di purificare
l'aria nell'abitacolo.
4. Il vano portaoggetti integra
la base per la ricarica a induzione
degli smartphone compatibili
con lo standard Qi.
A fianco, in senso orario, il modulo
di controllo dell'illuminazione
d'ambiente; i pulsanti del sistema
di chiamata d'emergenza e dei
servizi di assistenza Care connect;
le bocchette regolabili posteriori;
il quadro strumenti
con il display centrale Maxi dot

122 GENNAIO 2018


INFOTAINMENT

UN SISTEMA DI SERVIZI INTEGRATI


La Karoq in prova monta il sistema risoluzione di 1.280x640 pixel), la memoria perdendo però l'integrazione con i servizi
di navigazione Columbus, il più evoluto interna da 64 Gb, il lettore di Dvd e Cd online mobili offerti dal programma Skoda
tra quelli disponibili: è compreso in un e il modulo Lte per una connessione ad alta Connect. Questo sistema informa, tra l'altro,
pacchetto dal non trascurabile costo di velocità. Questo sistema si avvale anche sulla presenza di distributori lungo
1.750 euro, che prevede anche la ricarica dei comandi gestuali, per alcune funzioni: per il percorso e sui rispettivi prezzi dei
wireless con il collegamento all'antenna esempio, basta un movimento della mano combustibili, sulla disponibilità di parcheggi
sul tetto e la radio Dab (che tuttavia sono davanti allo schermo per cambiare brano . e sulle condizioni meteo. L'offerta di servizi
disponibili anche separatamente). Va detto La navigazione in tempo reale con il è completata dal Care Connect, che
che le Karoq Executive e Style montano di suggerimento dei percorsi alternativi, prevede la chiamata d'emergenza
serie il sistema d'infotainment Amundsen, una caratteristica del Columbus, può essere automatica quando si attiva un sistema
con navigatore, Wlan e schermo da 8 pollici. svolta (dopo aver collegato via cavo il proprio di ritenuta (gli airbag) e dà la possibilità
L'opzione Columbus, pertanto, va ponderata smartphone) anche dai software Mappe di contattare l'assistenza stradale, in caso
attentamente: rispetto all'impianto e Google Maps dei sistemi operativi iOS di problemi tecnici, o di prenotare un
standard ha il monitor più grande (con una e Android, con i quali c'è piena compatibilità, intervento di manutenzione programmata.

TELEFONO - VIVAVOCE RADIO E AUDIO


Collegamento Bluetooth sì Radio Dab sì 2
Controlli sul volante sì Lettore Cd sì
Ripetizione indicazioni sì Streaming musica da smartphone sì
Ricerca contatti ★★★★ Controlli sul volante sì
Composizione vocale ★★★★ Ricerca frequenza manuale ★★★★
Composizione touchpad no Memorizzazione stazioni ★★★★☆
Qualità audio e microfono ★★★★ Qualità suono ★★★☆
NAVIGAZIONE CONNETTIVITÀ
Mappe 3D/Google sì/sì Collegamento a internet sì
CARATTERISTICHE GENERALI Supporto mappe mem. interna Hotspot wi-fi sì
Dimensioni reali schermo (pollici) 9,3 Informazioni traffico sì App incorporate/smartphone sì/sì
Touch screen sì Ripetizione indicazioni display Android Auto/Apple CarPlay sì/sì
Prese Usb 1 Immissione indirizzo ★★★★☆ MirrorLink sì
Ricarica wireless smartphone sì 1 Immissione vocale ★★★★☆
Posizione e visibilità schermo ★★★★ Immissione touchpad no INDICE DI SICUREZZA ★★★★
Definizione schermo ★★★★☆ Controllo volume ★★★★☆ Note: 1) compreso nel Navigation plus pack oppure da solo
a 300 euro; 2) compreso nel Navigation plus pack oppure
Accessibilità comandi ★★★★ Precisione e chiarezza ★★★★☆ da sola a 110 euro.

o, ancora, i pannelli delle porte generano HI-FI


un po' di rombosità quando si alza il volume
dell'impianto audio. PREDILIGE LA MUSICA MODERNA
CONCRETEZZA DINAMICA Con dieci altoparlanti e un subwoofer, qualsiasi formato su stick Usb (Mp3, Flac
Dunque, nonostante le sinergie piutto- l'impianto hi-fi Canton è piuttosto adatto a eccetera) ed è, come lo descriverebbe un
sto spinte con le altre Suv del gruppo, la generi come rock, fusion, hip-hop e rap audiofilo, timbricamente "colorato" con
Karoq ha una sua specifica identità, che perché esprime una maggior presenza tonalità leggermente "scure". È senz'altro
delle note medio-basse e basse rispetto al ottimo per i viaggi in compagnia.
tuttavia non concede molto spazio a guizzi
resto dello spettro sonoro. Il sistema legge Eccellente, infine, il rapporto qualità/prezzo.
di fantasia. Come peraltro si evince dalle
possibilità di personalizzazione: molto CANTON
estese sul fronte della funzionalità e assai Capacità dinamica ★★★★
meno rispetto a istanze più immateriali, di- Ricostruzione scenica ★★★
ciamo decorative, che si esauriscono con la Velocità di risposta ★★★☆
scritta Skoda proiettata sull'asfalto all'aper- Frequenze alte ★★★☆
tura delle porte e con la possibilità di sce- Frequenze medie ★★★☆
gliere dieci tinte diverse per l'illuminazione Frequenze basse ★★★★
d'ambiente degl'interni. L'approccio razio- Timbrica colorata con lieve tonalità scura
nale che ha guidato la definizione delle fun- Condizioni di prova: livello zero delle equalizzazioni; Digital
zionalità della vettura viene riproposto an- sound processor disinserito; playlist con brani di vari generi;
ascolto dalla prima e dalla seconda fila di sedili.
che nelle caratteristiche dinamiche.

GENNAIO 2018 123


PROVA SU STRADA SKODA KAROQ

ADAS TECNICA

SCUDO CHE TURBO


PROTETTIVO SOFISTICATO
Il pacchetto opzionale Travel assistant Il cuore di questa versione della Karoq
completa la dotazione di base e porta ai è il quattro cilindri 1.5 TSI, ultima evoluzione
vertici della categoria il livello dei sistemi della famiglia di motori EA 211. Come le altre
di assistenza alla guida. Quelli principali unità della gamma, anche questa è dotata
sono tutti attivi, dal mantenimento di basamento di lega leggera, turbocompressore
automatico della corsia di marcia e iniezione diretta di benzina, però presenta varie
all'assistente di cambio corsia, passando peculiarità volte a ridurre i consumi e le emissioni
per il regolatore di velocità adattivo di CO2. La prima è il funzionamento a ciclo Miller, che
e alla guida in colonna assistita (bisogna prevede una fase di compressione più breve di quella di SCHEDA
tenere le mani sul volante) fino Dati dichiarati dalla Casa
espansione, a favore del rendimento (che, grazie anche al rapporto relativi alla vettura in prova
a una velocità massima di 60 km/h. di compressione di 12,5:1, raggiunge il 40%), ma a scapito
Motore
delle prestazioni. Queste vengono compensate tramite l'adozione • Anteriore trasv., benzina
di un turbo a geometria variabile, una novità per i motori a benzina • 4 cilindri in linea
prodotti su larga scala: viste le alte temperature a cui lavora, • Alesaggio 74,5 mm
maggiori di quelle dei diesel, è più costoso e per questo finora era • Corsa 85,9 mm
• Cilindrata 1.498 cm3
esclusivo appannaggio dei boxer Porsche. L'adattamento continuo • Potenza max 110 kW
della sezione di passaggio dei gas di scarico agenti sulla turbina (150 CV) a 5.000 giri/min
fa sì che l'efficienza del compressore sia più elevata, in particolare • Coppia max 250 Nm
ai regimi inferiori, e renda più rapida la risposta del propulsore da 1.500 a 3.500 giri/min
• Blocco cilindri e testa
ai comandi dell'acceleratore. È poi possibile disattivare i cilindri due di lega leggera
e tre tenendo chiuse le relative valvole ai bassi carichi e regimi • 2 assi a camme in testa,
aumentando ulteriormente il rendimento del motore. R.B. variatore di fase,
disattivazione di 2cilindri
ai carichi parziali, 4 valvole
per cilindro (cinghia dent.)
QUALITÀ • Iniezione diretta, turbo
(a geometria variabile)

IL SENSO CECO PER LA SOBRIETÀ e intercooler


Trasmissione
• Trazione anteriore
Sulla Karoq si ritrova il consueto motore, che non hanno alcun impatto PIACE • Cambio automatico
approccio Skoda, che prevede pratico. L'abitacolo è appagante, 1. Una guarnizione si estende a doppia frizione a 7 marce
una costruzione accurata con materiali e con plancia interamente morbida e sedili lungo tutto il brancardo
in modo da tenere pulita la Pneumatici
soluzioni di qualità, senza ricercatezze fini rivestiti di pelle e microfibra; e i comandi, • Bridgestone Turanza T001
soglia d'accesso alla vettura.
a se stesse. Lo si nota dall'assemblaggio di origine Volkswagen, sono ben fatti e . 215/50R18 92W
e dalla verniciatura della carrozzeria, gradevoli da azionare. Non mancano vari, 2. La cura per i dettagli • Ruotino
che presentano soltanto lievi sbavature piccoli accessori, che rendono più pratico comprende pure Corpo vettura
il rivestimento del piccolo • Scocca di acciaio, 5 porte,
nell'accostamento del portellone e comodo l'uso della vettura, a partire dai vano a sinistra della plancia. 5 posti
e l'assenza del trasparente nel vano molti ganci e vani presenti nel bagagliaio. • Avantreno MacPherson,
NON PIACE molla elicoidale,
ESTERNO INTERNO 3. Entrambe le estremità barra stabilizzatrice
Gli accostamenti molto curati (sbavatura L'aspetto è sobrio, ma la qualità dei materiali inferiori del portellone • Retrotreno a ruote
del portellone a parte) e la linea semplice, e la cura nell'assemblaggio sono di alto livello. non sono ben allineate interconnesse,
ma rigorosa, rendono positivo l'impatto visivo. E non mancano i dettagli utili e pratici. allo scudo paraurti. molla elicoidale
• Ammortizzatori idraulici
Superfici carrozzeria ★★★★ Materiali e accoppiamenti ★★★★☆ 4. L'accostamento • Freni a disco, anteriori
Giochi e profili ★★★★ Sedili ★★★★☆ della parte inferiore sinistra autoventilanti, Abs ed Esp
della strumentazione • Sterzo a cremagliera,
Scocca ★★★★ Funzionalità ★★★★☆ con la plancia non è perfetto servocomando elettrico
Insonorizzazione e guarnizioni ★★★★☆ Finitura bagagliaio ★★★★ e forma un gioco evidente. • Serbatoio 50 litri
Dimensioni e massa
1 2 3 4 • Passo 264 cm
• Carreggiata ant. 158 cm,
post. 154 cm
• Lungh. 438 cm - Largh.
184 cm - Alt. 160 cm
• Massa 1.393 kg,
a pieno carico 1.929 kg,
rimorchiabile 1.500 kg
• Bagagliaio da 479
a 1.810 dm3
Prodotta a
• Kvasiny (Repubblica Ceca)

124 GENNAIO 2018


CON UN'ALTEZZA MINIMA DA TERRA
DI 17 CENTIMETRI È AL RIPARO
DA EVENTUALI PICCOLI OSTACOLI

Quindi non è una macchina fatta per tra- lontarie divagazioni di traiettoria, riportan- un turbobenzina con valori nominali di po-
sferire sensazioni forti né per assecondare dosi al centro della corsia in modo fluido e tenza e coppia interessanti, dall'erogazione
stili di guida aggressivi, quanto piuttosto regolare, però deciso. E, combinando le fun- regolare e lineare, accoppiato a una trasmis-
un'affidabile compagna di viaggio, di facile zionalità del regolatore di velocità adattivo, sione automatica a doppia frizione che fa il
interpretazione e comoda, nell'accezione la Karoq controlla attivamente sterzo, acce- suo lavoro per armonizzare i passaggi mar-
più ampia del termine. leratore e freni nelle situazioni di traffico in- cia, a scapito, va detto, della rapidità. Nep-
La Karoq, insomma, è un'auto semplice tenso, in coda, fino a una velocità di 60 km/h. pure una minima variazione di "voce" ac-
da capire e da usare, anche nelle funzionali- Al volante di questa Skoda, tutto quello compagna la transizione dal funzionamento
tà più complesse, come gli svariati sistemi di che scorre sotto le ruote arriva al guidatore del motore da quattro a due cilindri e vice-
assistenza alla guida, alcuni di serie e altri, piuttosto filtrato. Per esempio, le sospensio- versa: del tutto inavvertibile, il passaggio è
quelli più avanzati, a pagamento, compresi ni assorbono efficacemente le asperità, an- svelato esclusivamente dall'indicazione sul
nel pacchetto Travel assistant. L'assistenza che con i cerchi da 18 pollici montati sull'e- display multifunzione al centro della stru-
al mantenimento e al cambio di corsia agisce semplare in prova e nonostante il loro sche- mentazione. Quel poco di rumore che filtra
attraverso calibrati movimenti del volante, ma piuttosto tradizionale, con il ponte tor- a bordo, per lo più in accelerazione e agli al-
"invitando" il guidatore a prestare attenzione cente al retrotreno; per contro, lo sterzo non ti giri, è quello di una meccanica fine, scevra
e opponendosi attivamente a manovre in un è molto comunicativo e risulta piuttosto da vibrazioni a qualsiasi regime. Pure il rim-
certo senso rischiose, come cambiare corsia leggero in tutte le condizioni. Questo ampli- bombo di rotolamento dei pneumatici è
mentre sopraggiunge da dietro un altro vei- fica la sensazione di essere in qualche ma- contenuto e, a velocità autostradali, nel con-
colo o quando si rientra troppo presto dopo niera "isolati" dalla strada e non troppo im- testo di un abitacolo piuttosto silenzioso, af-
un sorpasso. Allo stesso modo, la macchina pegnati nella guida. Il che è coerente pure fiora soltanto il sussurrato fruscio generato
corregge autonomamente eventuali, invo- con le caratteristiche dell'unità propulsiva, dagli enormi retrovisori.

GENNAIO 2018 125


PROVA SU STRADA SKODA KAROQ 1.5 TSI DSG STYLE

PRESTAZIONI CONSUMI CONFORT


VELOCITÀ km/h PERCORRENZE IN D km/litro ACUSTICO
Massima 194,6 90 km/h 16,7 Indice di articolazione (A.I.)
100 km/h 15,4 100 anteriore
posteriore
REGIMI giri/min 130 km/h 11,2
90
5.100 2.300 8,8

ottimo
150 km/h
3 4 5 3 4 5 80
2 6 2 6
PERCORRENZE MEDIE E AUTONOMIA
1 7 1 7 70
Percorso km/litro km
a velocità max in V a 130 km/h in VII Città 12,8 639

discreto
60
Statale 13,9 694
Scarto tachimetro a 130 km/h (%) 3,6
Autostrada 11,8 592 50
Media rilevata 12,8 639
ACCELERAZIONE secondi

scarso
Media omologata 18,2 910 40
0-60 km/h 4,4
(km/h)
0-100 km/h 9,3 Scarto trip computer (%) 0,5 70 80 90 100 110 120 130 140 150 160
0-120 km/h 12,9 km/h condizione dB(A)
0-130 km/h 15,5
50 su asfalto 56,3
0-150 km/h 21,9 PROVE DINAMICHE 50 su asfalto drenante 64,4
400 metri da fermo 16,9 50 su pavé 72,7
Velocità d'uscita (km/h) 135,2 TENUTA DI STRADA g
Max in accelerazione 72,6
1 chilometro da fermo 30,9 Accelerazione laterale 0,94
ottimo discreto scarso
Velocità d'uscita (km/h) 136,4 ★★★☆
STABILITÀ km/h START&STOP (vibrazioni sedile guida) m/s2
RIPRESA IN D (a min/max carico) secondi
Doppio cambio di corsia 88 Avviamento 0,11
70-90 km/h 3,7/4,0 sul bagnato ★★★★ Arresto 0,06
70-120 km/h 8,8/9,6
Cambio di corsia 160 Minimo 0,01
70-130 km/h 11,4/12,8 in rettilineo
30-60 km/h in III 4,4
★★★☆ ottimo discreto scarso
0,2 0,4 0,6
Cambio di corsia 101
in curva ★★★☆
FRENATA metri g
SOSPENSIONI
Nel doppio cambio di corsia sul bagnato, m/s2
100 km/h
la Karoq ha dimostrato di essere 4,0 anteriore
a minimo carico 42,6 0,92 posteriore
precisa e rapida nell'inversione del rollio.

scarso
160 km/h L'intervento dell'Esp è leggermente 3,5
a minimo carico 100,5 1,00 invasivo e inficia un po' la direzionalità,
seppur senza bloccare l'avantreno. Nessun 3,0
100 km/h su asfalto
problema in riallineamento, dove la velocità
asciutto + pavé 49,1 0,80 2,5
è ridotta e l'Esp interviene ancora in modo
100 km/h su asfalto preciso e puntuale. Nel rilascio in curva

discreto
2,0
bagnato + ghiaccio 101,7 0,39 sull'asciutto, il riallineamento e il rollio sono
totalmente frenati dal controllo elettronico 1,5
della stabilità, che agisce in modo massiccio
RESISTENZA FRENI fino al termine della prova. Si manifesta 1,0
10 frenate da 100 km/h a pieno carico metri un comportamento sottosterzante, ben
contenuto dall'Esp. I cambi di direzione ottimo
1 42,3 0,5
sull'asciutto sono abbastanza rapidi
2 41,5 e anche in questi frangenti l'intervento caditoie passo
3 40,5 dell'Esp nella fase di riallineamento pavé gradino stradali rotaie lastroni carraio
4 40,1 è piuttosto evidente e prolungata. 50 km/h 30 km/h
5 40,7
6 40,7
7 39,9
AGILITÀ DI MANOVRA DATI VETTURA
8 41,2 MASSA
Diametro di sterzata
9 41,9 tra muri (metri) 10 8
10,8 In condizioni di prova (kg) 1.568
10 41,8 Ripartizione massa
ottimo discreto scarso Giri del volante 2,8
30 40 50 60 57% 43%
La corsa e la resistenza del pedale sono rimaste Sforzo volante
invariate fino al termine del test, senza in manovra (kg) 1,5 AERODINAMICA
alcun segnale di fading. Nella frenata Cx stradale 0,346
sul fondo differenziato, la Karoq mantiene Sforzo frizione
autonomamente la traiettoria corretta. statico/dinamico (kg) – Superficie frontale (m2) 2,473

126 GENNAIO 2018


Editoriale Domuss
è il carburante utilizzato Sistema di qualità certificatoo
nelle prove di Quattroruote ISO 9001- 2008 8
LA PAGELLA
POSTO GUIDA ★★★★☆ CONFORT ★★★★
Il sedile offre regolazioni (elettriche) fini ed è perfettamente allineato La Karoq è sufficientemente silenziosa in ogni condizione e filtra bene
al volante, la cui escursione in altezza e profondità è assai ampia. Comodi le asperità della strada. Il rumore di rotolamento è contenuto, mentre
pure il bracciolo centrale regolabile e l'appoggio per il piede destro. alle velocità autostradali si percepisce soltanto qualche fruscio.
COMANDI E STRUMENTI ★★★★ MOTORE ★★★★
Sul volante troviamo tutti i comandi d'uso frequente; gli altri sono disposti La potenza è alta, il valore di coppia pure, ma il motore è pensato

★ Insufficiente ★★ Sufficiente ★★★ Discreto ★★★★ Buono ★★★★★ Ottimo ☆ Vale ½ stella ★★★★★ Con lode
in zone di pertinenza in maniera piuttosto standardizzata, e pertanto per consumare il meno possibile, un po' anche a scapito della prestazione
risulta d'immediato utilizzo. Quadro strumenti molto tradizionale e chiaro. pura. È regolarissimo, fluido e silenzioso.
INFOTAINMENT ★★★★☆ ACCELERAZIONE ★★★★
L'esemplare in prova monta l'unità opzionale Columbus, completa Il tempo nel passaggio di riferimento da 0 a 100 orari, 9,3 secondi,
e dal funzionamento quasi irreprensibile: dal monitor, da oltre nove pollici, è il risultato di una trasmissione che privilegia la fluidità dei passaggi di
si controllano anche tutte le funzioni accessorie della vettura. marcia piuttosto che la velocità. Rilevata una certa inerzia nei primi metri.
CLIMATIZZAZIONE ★★★★☆ RIPRESA ★★★★
La Karoq adotta il classico impianto bizona automatico delle altre medie Con il Dsg la Karoq non fatica a riprendere velocità rapidamente: così, per
del gruppo Volkswagen, impreziosito dalle bocchette centrali regolabili passare da 70 a 120 orari, bastano circa nove secondi. In manuale, invece,
per i passeggeri posteriori e dal purificatore d'aria Air care. i tempi si allungano sensibilmente: 19,3 secondi in sesta e 26,1 in settima.
VISIBILITÀ ★★★ CAMBIO ★★★★
Nel giudizio complessivo pesa l'angolo buio generato dallo specchio Il doppia frizione a sette marce fa il suo dovere esattamente come ci si
retrovisore esterno di grandi dimensioni, nonostante un montante aspetterebbe su un'auto come questa Suv. Senza essere un fulmine
anteriore sinistro non troppo invadente. Telecamera e sensori agevolano. nei cambi marcia, si fa apprezzare quando si tratta di riprendere velocità.
FINITURA ★★★★ STERZO ★★★
Questa Skoda tiene alto il livello generale di finitura e qualità percepita, Assai leggero in tutte le situazioni e poco comunicativo, ma al tempo
anche se abbiamo rilevato qualche possibile miglioramento stesso discretamente rapido e progressivo. Inoltre, è poco preciso
nell'assemblaggio. Tante le soluzioni che migliorano il benessere a bordo. ai piccoli angoli. Diametro di sterzata sotto gli 11 metri.
ACCESSORI ★★★★★ FRENI ★★★★

Legenda (vale per tutte le tabelle della prova)


Alla dotazione di serie, già piuttosto interessante (e conveniente) in questo Un efficace impianto a quattro dischi, insensibile allo sforzo prolungato
allestimento, si sommano numerose possibilità di personalizzazione, e capace di fermare la vettura con buone decelerazioni e senza scompensi.
peraltro quasi esclusivamente utili e funzionali. Controllo facile anche sui fondi differenziati e ottima modulabilità.
DOTAZIONI DI SICUREZZA ★★★★☆ COMPORTAMENTO DINAMICO ★★★☆
Anche in questo ambito, la Karoq si colloca ai vertici della categoria: sei Sulla Karoq sono state essenzialmente privilegiate l'affidabilità e la facilità
airbag più quello per le ginocchia del guidatore e frenata anticollisione di guida, con interventi dell'Esp talvolta intensi e prolungati, tesi
con riconoscimento dei pedoni. A richiesta, la chiamata d'emergenza. a frenare le eventuali divagazioni fuori traiettoria nelle situazioni estreme.
ASSISTENZA ALLA GUIDA ★★★★☆ CONSUMO ★★★☆
Gli Adas più importanti sono proposti in un pacchetto opzionale, il Travel Medie piuttosto ravvicinate, con minimi scarti tra un tipo di percorso
assistant pack, che porta, in tutto, una ventina di sistemi di assistenza: e l'altro: si va dagli 11,8 km/l in autostrada ai 13,9 sulle statali. La media
difficile immaginare una dotazione più completa nel suo segmento. complessiva, pari a 12,8 km/l, garantisce un'autonomia di circa 640 km.
ABITABILITÀ ★★★★
PREGI DIFETTI
La Karoq beneficia di ampia disponibilità di spazio trasversale, sia davanti
Vano di carico. Ai vertici della sua Visibilità. Gli specchi esterni, fissati
sia dietro; in senso longitudinale, invece, la Suv ceca cede alle concorrenti
classe di appartenenza, al triangolo del finestrini, hanno
qualche centimetro per le gambe dei passeggeri posteriori. per cubatura, versatilità e dotazione. dimensioni generose e in talune
BAGAGLIAIO ★★★★★ Equipaggiamento. Tanti accessori situazioni ostacolano la visuale.
qualificanti sono di serie ed è ampia Sterzo. Per quanto in linea con
Un punto di riferimento nella categoria per capienza (da 465 a 522 litri) anche la disponibilità di optional, le caratteristiche della vettura,
e dotazione: nel vano, illuminato da entrambi i lati, vi sono vaschette, quasi tutti legati alla funzionalità. è poco sensibile e non molto preciso.
ripiani e ganci. Le poltroncine del divano sono scorrevoli e rimovibili.

© Riproduzione riservata

GENNAIO 2018 127


PROVA SU STRADA NUMERO 3.510

BMW
X3
Sei centimetri. Un nulla, vero? Eppure la Suv bavarese cresce
molto più della sua lunghezza, adottando tutte
le tecnologie delle Serie 5 e 7. Per essere pronta alle sfide
di oggi e di domani: connettività e guida autonoma
di Carlo Bellati • foto di Wolfango

XDRIVE20D XLINE
PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI EMISSIONI CO2
L4 turbodiesel Omologato Rilevato Omologato Rilevato
€ 56.700 1.995 cm 3
140 kW (190 CV) 18,5 km/l 13,6 km/l 142 g/km 195 g/km
128 GENNAIO 2018
GENNAIO 2018
129
Il servizio fotografico è stato realizzato sull'Alto Vergante (VB)
PROVA SU STRADA BMW X3

C
onosco almeno due proprieta-
ri di BMW X3 (prima e seconda
generazione) che, alla vista di
quella nuova, sono trasecolati.
Non finivano più di toccare, re-
golare, premere tutti i pulsanti possibili, fare
foto con lo smartphone e... annusare. So-
prattutto dentro, dove – a loro dire – si re-
spira un'aria decisamente più opulenta e ri- I SEI CENTIMETRI IN PIÙ
finita, c'è più spazio e più visibilità. Quando SONO QUASI TUTTI NEL PASSO.
sentono il prezzo di questo allestimento del- A FAVORE DEI PASSEGGERI,
la 20d xLine hanno un attimo di capogiro, CHE COSÌ STANNO
ma poi arriva la frase lapidaria: «Già, ma una COMODI ANCHE IN CINQUE
BMW se non la personalizzi un po'...».
Ecco il punto, non debole, bensì di forza:
su una meccanica di base, che ha già ogni
bendidio, la Casa bavarese ha scelto di con-
dividere con la terza serie della X3 tutto ciò
che di tecnologicamente avanzato e raffina-
to è disponibile sulla Serie 5 e persino sulla
"7" (la chiave "intelligente", per esempio), con
una certa predilezione per la connettività,
ma senza dimenticare gli affinamenti mec-
canici. Facciamo un breve ripasso a partire
dagli esterni: la lunghezza aumenta di sei
centimetri e il muso cambia, con l'adozione
dei fari a Led, dei fendinebbia lineari e non
più tondi e del radar per l'Adaptive cruise
control sotto la targa. Non si nota a prima
vista, ma adesso il parabrezza è del tipo a
filtraggio acustico per minimizzare i rumori
aerodinamici e la griglia per l'ingresso dell'a-
ria è regolata da feritoie attive che aiutano
l'aerodinamica. Le ruote partono da un mi-
nimo di 18 pollici e salgono fino a 21 sulle
versioni top. Il Cx reale è 0,296, un valore
interessante per una sport utility, dato che
la superficie frontale non si può ridurre più
di tanto e, per ottenere risultati simili, bi-
TENUTA DELL'USATO SOLUZIONI DI ACQUISTO
valore in euro calcolata sul prezzo di listino
50.000 43.000 RIBASSI INTERESSANTI
40.000 35.900 CLIENTI BUSINESS
30.100 Lo sconto medio varia dal 6 al 7%. La versione d’attacco viene proposta
30.000 25.100 con un incremento di prezzo di 2.950 euro rispetto alla generazione precedente.
Adesso, però, sono di serie il cambio automatico e i cerchi in lega da 18", che hanno
20.000 21.000
un valore di almeno 4.500 euro. M.S.
10.000 (valori Iva esclusa)

2019 2020 2021 2022 2023


Si considera una percorrenza di 69.000 km nei primi
tre anni e 99.000 km in cinque anni. Noleggio a lungo termine Noleggio a lungo termine
Anticipo € 5.000 Anticipo € 6.836
La X3 mantiene il valore molto bene, 36 rate mensili da € 609 36 rate mensili da € 550
anche a confronto con le altre Suv Condizioni: sono comprese l'assicurazione completa Condizioni: include assicurazione (Rca, Pai, incendio/furto,
della Casa bavarese. Un discorso valido (Rca, incendio e furto, Kasko), la manutenzione ordinaria danni), manutenzione e consegna presso dealer BMW, tassa
in generale e tanto più nel caso di questa e straordinaria, il soccorso stradale, l'assistenza h24 di proprietà, soccorso, assistenza h24 e ritiro usato. Limite:
e la tassa di proprietà, più il ritiro dell'usato e la consegna 45.000 km in tre anni. Con 30 euro in più/mese: gomme
motorizzazione due litri. a domicilio. Il limite è di 60.000 km in tre anni. invernali. Anticipo: 15% del listino, messa su strada esclusa.

130 GENNAIO 2018


DOTAZIONI E ACCESSORI
Prezzi in euro
Prezzo di listino 56.700
Prezzo della vettura provata 76.680
Apertura e avviamento senza chiave 610
Apple CarPlay 310
Autoradio con ingresso aux/Usb di serie
Autoradio digitale (Dab) 330
Avviso angoli bui di serie
Avviso traffico trasversale posteriore di serie
Cerchi di lega da 20 pollici 1.390
Chiave con display 260
Climatizzatore automatico trizona di serie
Comandi vocali di serie
Finiture plancia galvanizzate 170
Frenata automatica di emergenza di serie
Impianto hi-fi Harman Kardon 1.120
Impianto multimediale di serie
On line entertainment 230 1
Pacchetto Business plus 750 2
Questo tratto grafico Pacchetto Connectivity 2.550 3
dato alle luci esterne Pacchetto Innovation 2.000 4
e interne si ritrova Pacchetto Driving assistant plus 2.360 5
anche in diversi
altri dettagli, come Paddle al volante 160
le bocchette Performance control 160 6
del climatizzatore Plancia rivestita di materiale pregiato 610
Profumatore e ionizzatore 330
Sedili anteriori regolabili elettr. di serie
Sedili anteriori riscaldabili 760
Sedili anteriori ventilati 1.450
Sospensioni a controllo elettronico 1.020
Sterzo sportivo 260
Telecamere 360° 1.050
Tendine parasole 260
Tetto panoramico apribile elettrico 1.550
Vernice metallizzata 950
Vetri a isolamento acustico 160
Volante regol. in altezza e profondità di serie
Volante riscaldabile 200
In rosso: presente sulla vettura in prova.
SENSORI E TELECAMERE Note: 1) abbonamento a Napster o Dezeer per 12 mesi;
2) comprende supporto lombare e assistenza
al parcheggio; 3) antifurto, hotspot wi-fi, comandi
QUATTRO OCCHI SON MEGLIO DI DUE gestuali, ricarica smartphone senza fili, strumentazione

Listino completo a pag. 235 o su quattroruote.it/listino/bmw/x3


digitale, sistema navi Pro e Connected services;
4) fari full Led adattivi, head-up display, abbaglianti
Non vorrete rischiare di graffiare automatici, avviso abbandono corsia e rilevazione limiti
la vostra X3 nuova, vero? Beh, nemmeno di velocità; 5) assistenza mantenimento traiettorie,
assistenza anticollisione posteriore, avviso strade a senso
la BMW lo vuole, quindi l'ha equipaggiata unico/divieto d'accesso; 6) controllo dei freni in curva.
di una "supervista", con quattro telecamere
e vari sensori su tutto il perimetro.
LA VERSIONE DI QUATTRORUOTE
Combinando le immagini con i valori di
distanza rilevati con gli ultrasuoni, il display All'allestimento xLine dell'auto in prova
centrale offre una visione 3D dell'auto vista si possono aggiungere i pacchetti Driving
dall'alto e sovrappone a questa una fila assistant plus (2.350 euro), Connectivity
di rettangoli che cambiano colore (2.550 euro) e Innovation (2.000 euro, fari
da verdi a rossi al diminuire della distanza. poi, è possibile attivare le telecamere a full Led adattivi, head-up display, cruise
Con i segnali acustici e l'immagine distanza e ricevere in tempo reale immagini adattivo e rilevamento limiti di velocità).
sullo schermo è facile rilevare gli ostacoli, di ciò che succede attorno all'auto. E, agli
anche se in realtà la X3 è in grado anche incroci, la Suv avvisa pure della presenza del
di parcheggiare da sola. Attraverso un'app, triangolo della precedenza o di uno stop. Prezzo allestimento € 63.600

GENNAIO 2018 131


PROVA SU STRADA BMW X3

ABITABILITÀ E VISIBILITÀ
sogna lavorare di fino sui flussi d'aria at- dile a regolazione elettrica di serie. A propo-
Spazio davvero ben sfruttato sulla
torno alle ruote, sulle griglie anteriori, sugli sito di sedili: palesano una certa rigidità tut-
nuova Suv bavarese, che ha riservato i sei
centimetri in più nella lunghezza quasi
specchi esterni e, soprattutto, sul sottoscoc- ta tedesca, ma in un viaggio non stop di 700
tutti al confort dei passeggeri dietro. ca, da carenare adeguatamente. chilometri non hanno riservato disagi. Del
La visuale dal sedile di guida è ampia resto, a rendere di grande comodità qual-
e poco ostruita dai montanti anteriori. PROFUMO DI BAVIERA siasi trasferimento ci pensano anche le so-
Ma è all'apertura della porta che inizia lo spensioni, che sono capaci di padroneggia-
misure in centimetri, angoli in gradi spettacolo: prima di tutto, che cos'è questo re i micidiali dislivelli della nostra pista con
profumo? Avevano ragione gli amici ad an- accelerazioni verticali di picco che non su-
nusare gl'interni con sorpresa: il clima è cor- perano i 2,9 m/s2 in modalità Confort sia ai
redato di un diffusore di fragranze a tre li- posti anteriori sia a quelli posteriori (meglio
velli e otto varianti, più lo ionizzatore (pac- di quanto faccia la Mercedes GLC e anche,
chetto Ambient air, in vendita a 330 euro). sia pure di poco, l'Audi Q5). Dietro, lo spazio
L'impianto funziona alla grande anche die- guadagnato in lunghezza è concentrato
tro, perché ora è a controllo separato su tre pressoché tutto nel passo (che aumenta da
zone con bocchette specifiche e rapido nel- 281 a 286 cm) e il risultato è visibile in ogni
lo sbrinare e nell'entrare in temperatura. A parte dell'abitacolo, con riguardo particola-
tutti gli altri comandi sulla plancia e all'inter- re per la gambe dei passeggeri. Il divanetto
faccia iDrive è dedicata una pagina specifi- è ben livellato, quindi, oltre a due posti co-
ca, ma qui preme sottolineare che in modi, ce n'è un terzo ben sfruttabile al cen-
quest'ultima versione la head unit BMW, an- tro, con un minimo di fastidio per i piedi da-
che se non è all'altezza del Virtual cockpit to dal tunnel della trazione xDrive e dalla
Audi per versatilità, se la gioca con la Casa plancia di comando per il climatizzatore.
di Ingolstadt quanto a facilità d'uso e com-
pletezza delle informazioni. MILIONI DI PIXEL
La posizione di guida alta, ma molto na- Una volta sistemati a bordo, non è sol-
Totale angoli bui 107° (30%) turale, dispone di un valido appoggio sul se- tanto l'olfatto che viene appagato: anche
Visibilità posteriore
(ostacolo alto 70 cm) maggiore di 10 m

Visibilità montante anteriore sinistro


Uomo ★★★
Bambino ★☆
Bicicletta ★★★
Giudizio complessivo ★★★ 49

VANO DI CARICO 110-130

MENO DI QUEL
CHE TI ASPETTI 94 161-195

Testuale dalle note tecniche BMW:


«Il volume di carico va da 550 a 1.600 litri».
Vero è che i metodi di misura sono misure in centimetri
differenti dai nostri, ma la rilevazione
del Centro prove si ferma a 436 litri: pochi
per un'auto lunga 4 metri e 71 (per
un paragone si veda la Skoda Karoq, a pag.
116). In compenso il bagagliaio ha una
forma molto regolare e le rifiniture migliori
che si possano immaginare, con tante
piccole comodità, come le levette per
abbattere gli schienali, il portellone elettrico
e un ampio vano sotto il ripiano (30 litri).

Capacità complessiva (litri) 436


di cui sotto il pavimento (litri) 30
Altezza soglia di carico (cm) 71

132 GENNAIO 2018


ANCHE SE SI GUIDA IN ALTO, SCHEDA
LA RISPOSTA DELLO STERZO Dati dichiarati dalla Casa
relativi alla vettura in prova
E DEL TELAIO È COME QUELLA
DI UNA BERLINA SPORTIVA Motore
• Anteriore longitud. diesel
• 4 cilindri in linea
• Alesaggio 84,0 mm
• Corsa 90,0 mm
• Cilindrata 1.995 cm3
• Potenza max 140 kW
(190 CV) a 4.000 giri/min
• Coppia max 400 Nm
da 1.750 a 2.500 giri/min
• 2 assi a camme in testa
(catena)
• Catalizzatore Scr per gli NOx
Trasmissione
• Trazione integrale
a inserimento automatico
• Cambio autom. a 8 marce
Pneumatici
• Pirelli PZero runflat
Ant. 245/45R20 103W
Post. 275/40R20 106W
Corpo vettura
• Scocca di acciaio
con parti di alluminio,
5 porte, 5 posti
• Avantreno MacPherson,
molla elicoidale,
barra stabilizzatrice
• Retrotreno multilink
a cinque leve,
molla elicoidale,
barra stabilizzatrice
• Ammortizzatori idraulici
a controllo elettronico
• Freni a disco autoventilanti,
Abs ed Esp
• Sterzo a cremagliera,
servocomando elettrico
• Serbatoio 68 litri
Dimensioni e massa
• Passo 286 cm
• Carreggiata ant. 162 cm,
post. 164 cm
Sedile di guida molto consistente, • Lungh. 471 cm - Largh.
ma comodo per lunghi tragitti, 189 cm - Alt. 168 cm
grazie anche alle regolazioni • Massa 1.825 kg,
millimetriche, compresa a pieno carico 2.420 kg,
rimorchiabile 2.400 kg
quella in lunghezza per le cosce.
• Bagagliaio da 550
Dietro c'è il climatizzatore separato a 1.600 dm3
e lo spazio per tre persone
davvero non manca. Isofix di serie Prodotta a
• Spartanburg (Stati Uniti)

GENNAIO 2018 133


PROVA SU STRADA BMW X3

INFOTAINMENT

«C'È GASOLIO?»... E L'AUTO RISPONDE


Forse quel bottoncino con l'ideogramma rete. Facciamo un esempio. Per sapere qual è "lei". La head unit è basata, come
di uno che parla non sapete nemmeno l'autonomia di marcia, si può domandare: di consueto per la BMW, sulla manopola
di averlo in auto e i comandi vocali «Quanto gasolio ho nel serbatoio?», o anche iDrive e i comandi rapidi che la circondano,
non li utilizzate mai, cosa che invece fate «Qual è il livello carburante?». In entrambi integrati da quelli gestuali che hanno
regolarmente sullo smartphone con Siri i casi, una gradevole voce femminile debuttato da tempo sulle Serie 5 e 7, per la
o Google Now. Eppure quel tastino è lì da risponderà con i dati richiesti e, se è verità di relativa utilità per il guidatore, che
almeno dieci anni: purtroppo, nella maggior programmato un tragitto sul navigatore, ha già tutto quel che serve a portata di dita
parte dei casi, non capisce bene ciò che aggiungerà anche se questo è raggiungibile sul volante. Tra i servizi a pagamento,
volete da lui, perché – invece di cercare senza soste al distributore. Stessa cosa la Casa offre una serie di opzioni
d'interpretare il comando – lavora su parole per «Che tempo farà domani?» o «Domani nel programma ConnectedDrive, che vanno
e frasi predefinite. La X3, invece, ha dato pioverà?», e così via. Il sistema vocale, che dalla semplice assistenza h24 in caso
al sistema di comando vocale la capacità di sfrutta la tecnologia di Nuance (leader di guasto alle informazioni sul traffico
comprendere le parole chiave all'interno di mondiale nel riconoscimento della voce), in tempo reale, dal servizio Concierge
una domanda e di rispondere a tono. E lo fa, rende così naturale porre domande che dopo per le informazioni su ristoranti e hotel
ovviamente, sfruttando la connessione alla un po' ci si ritrova a fare conversazione con alla connessione con Napster per la musica.

CARATTERISTICHE GENERALI TELEFONO - VIVAVOCE RADIO E AUDIO


Dimensioni reali schermo (pollici) 10,2 Collegamento Bluetooth sì Radio Dab sì
Touch screen sì Controlli sul volante sì Lettore Cd sì
Prese Usb 2 Ripetizione indicazioni sì Streaming musica da smartphone sì
Ricarica wireless smartphone sì 1 Ricerca contatti ★★★★★ Controlli sul volante sì
Posizione e visibilità schermo ★★★★★ Composizione vocale ★★★★★ Ricerca frequenza manuale ★★★★★
Definizione schermo ★★★★☆ Composizione touchpad ★★★★★ Memorizzazione stazioni ★★★★☆
Accessibilità comandi ★★★★ Qualità audio e microfono ★★★★☆ Qualità suono ★★★★☆

APPLE CARPLAY
Come sulla Serie 5, per utilizzare
CarPlay non occorre più
un collegamento fisico: per portare
sul display centrale le applicazioni di iOs
"autorizzate", viene impiegata la rete wi-fi
di bordo. Ben integrato nel software
dell'automobile, CarPlay ha tuttavia
manifestato qualche sporadico blocco
del sistema viva voce.
NAVIGAZIONE CONNETTIVITÀ
ANDROID AUTO
Da molto tempo gli utenti Mappe 3D/Google sì/no Collegamento a internet sì
di smartphone con sistema Supporto mappe mem. interna Hotspot wi-fi sì 1
operativo Android chiedono a gran voce Informazioni traffico sì App incorporate/smartphone sì/sì
la connettività per i loro telefoni. La Casa Ripetizione indicazioni display Android Auto/Apple CarPlay no/sì
di Monaco, però, con una sorta di snobismo Immissione indirizzo ★★★★ MirrorLink no
tecnologico, non prevede questa possibilità, Immissione vocale ★★★★☆
ma soltanto un controllo per mezzo Immissione touchpad/touchscreen sì INDICE DI SICUREZZA ★★★★★
dell'iDrive di alcune app musicali come Controllo volume ★★★★★ Note: 1) parte del pacchetto Connectivity (2.550 euro),
che prevede l'antifurto, l'hotspot wi-fi, i comandi gestuali,
Spotify, Pandora e iHeartRadio. Precisione e chiarezza ★★★★☆ gli strumenti digitali, il Navi pro e i servizi ConnectedDrive.

134 GENNAIO 2018


1

Ecco il ponte
di comando della X3.
1. L'head-up display,
che ora è a colori.
2. L'interfaccia
di controllo vocale
si comanda da qui 3
ed è una delle più
efficaci mai viste.
3. Il punto
dove si ricarica 4
lo smarthpone,
collegato al sistema
con Apple CarPlay
(anche senza filo).
4. La maggior parte
delle funzioni
si controlla con la
manopola dell'iDrive

la vista, il tatto e l'udito hanno i loro be- formazioni secondo le impostazioni di gui- luti. Più in generale, la qualità dei materiali
nefici. La percezione qualitativa sale di pa- da, e l'head-up display, che ora è tutto a co- e degli assemblaggi ha fatto un deciso pas-
recchio con lo spostamento del display cen- lori e presenta anche le icone di stato del so avanti, proprio come la resa acustica
trale ad alta risoluzione in posizione più al- veicolo (per esempio, le porte aperte). No- dell'impianto firmato Harman Kardon con
ta, visibile e "galleggiante" sopra la plancia, nostante la mole d'informazioni e le possi- 16 speaker e 600 Watt.
cosa che ovviamente apre un mondo spa- bilità di personalizzazione, l'intero iDrive ha
zio-dimensionale sinora sconosciuto per un uso intuivo (vedere il riquadro nella pa- GRANDE, MA NON ASSETATA
quel che riguarda l'ampiezza dello schermo gina accanto) e fa di tutto per semplificare Ci sarebbe ancora un milione di cose da
(26 centimetri di diagonale). Di grande ef- alcune operazioni, per esempio introducen- scrivere sugli interni e le loro funzionalità,
fetto, poi, la strumentazione completamen- do il sistema di connessione senza fili per sui sistemi di guida avanzata, sulla sicurezza
te virtuale da 12,3", che cambia colore e in- usare Apple CarPlay o i comandi vocali evo- attiva e passiva, ma rimane poco spazio e

GENNAIO 2018 135


PROVA SU STRADA BMW X3

30D MSPORT
ancora non ho detto nulla della guida, che
PROVA A PRENDERMI sulle BMW, ovviamente, non è mai un capito-
lo secondario. Innanzitutto c'è da registrare
Con un salto di prezzo valutabile in 6.900 VELOCITÀ km/h un discreto alleggerimento dell'insieme, fino
euro, il quattro cilindri diventa un sei, Massima in VII 239,3 a 90 kg secondo le versioni, e il citato miglio-
e può valerne la pena: il tremila monoturbo ramento del profilo aerodinamico, due cose
aggiunge 75 cavalli e 220 Nm di coppia CONSUMI MEDI E AUTONOMIA che hanno determinato consumi di gasolio
ai già cospicui valori del due litri. Non sono Percorso km/litro km senza dubbio più che accettabili, vista la mas-
solamente i numeri del Centro prove Città 11,8 804
che fanno la differenza tra i due propulsori
sa in gioco. Chi scrive ha il piede un po' pe-
Statale 14,7 999 sante, ma il valore peggiore visto sul trip com-
(anche se un 5,5 secondi sullo 0-100
Autostrada 13,5 920 puter non è andato sotto i 10 km/litro, con
fa una certa impressione), ma il modo con cui
Media rilevata 13,2 895 una media più scientifica misurata dal Centro
la potenza viene erogata e le cambiate
si susseguono, specie in modalità Sport+.
Media omologata 16,7 1.136 prove di 13,6 km/litro.
La "rotondità" del sei in linea è ovviamente
Scarto trip computer (%) 0,4
maggiore (ha uno scoppio ogni 120° anziché SPORTIVITÀ BEN TEMPERATA
180°) e la sua prestanza può effettivamente Le performance del motore in termini di
ACCELERAZIONE secondi
aiutare chi viaggia spesso a pieno carico gradevolezza, spunto e vivacità non sono
o con il rimorchio, la cui massa può arrivare 0-60 km/h 2,2
cambiate di molto rispetto a prima – poten-
sino a 2 tonnellate, o chi predilige i bassi 0-100 km/h 5,5
za e coppia restano le stesse –, ma questa
regimi in autostrada. La diversa rapportatura 0-150 km/h 12,6
X3 ha più trazione dietro perché è stata ri-
del cambio a otto marce fa sì che in VIII 0-180 km/h 19,8
vista la taratura dell'xDrive, il che aiuta a
a 130 km/h il regime del tre litri sia di 220 1 chilometro da fermo 25,9
rendere più sportiva la guida e dà anche una
giri/min più basso del due litri (1.730 contro Velocità d'uscita (km/h) 197,5
mano nell'uso sui fondi difficili. Più sportiva
1.950), con tutto quel che ne consegue
sì, ma anche più controllata nell'assetto: i
anche in terminii di confort acustico
acustico. RIPRESA IN D secondi
test dinamici in pista hanno evidenziato un
E i consumi? Saalgono molto meno del prezzo: 70-120 km/h 6,0
in autostrada si scende da una percorrenza
Esp integerrimo, che toglie un po' di agilità
70-150 km/h 10,7
media di 13,8 kkm/litro a 13,6. Vale a dire che nelle manovre di emergenza. Una scelta che
30-60 km/h in III 3,2
con un litro di gasolio si fanno 200 metri in a Monaco hanno senza dubbio fatto per te-
meno, poca cosa, che comunque la X3 30d nere saldamente la barra sul lato della sicu
FRENATA metri g
ricompensa con n una vivacità esuberante. rezza in ogni situazione.
100 km/h
D'altra parte, coon 265 CV di potenza si ricade a minimo carico 39,8 0,99
nell'assurda legge del superbollo, che grava
la vettura di unaa maggiorazione di 200 euro 180 km/h
a minimo carico 122,1 1,04
all'anno sulla noormale tassa di possesso.
Nel listino BMW W ci sono però cinque versioni 100 km/h su asfalto
asciutto + pavé 45,6 0,86
della 30d omoloogate con una potenza
inferiore (249 C CV) ed esenti dalla sovrattassa 100 km/h su asfalto
che, come abbiaamo scritto più volte, bagnato + ghiaccio 117,5 0,33
no il suo scopo, facendo
ha fallito in pien
perdere soldi allo Stato anziché
incrementare lee entrate.

La X3 30d in versione
Msport costa
di base 66.000 euro
e a richiesta può
avere questo colore
blu metallizzato
che fa il pendant
con le pinze freno

136 GENNAIO 2018


QUALITÀ

COSTRUZIONE DI ALTO LIVELLO


Difficile trovare qualcosa fuori posto sulla X3. L'assemblaggio, poi, è senza sbavature tanto PIACE
Questa vettura, infatti, è costruita con cura all'esterno, con giochi ridotti e uniformi tra le porte 1. Il vano motore è sigillato
e il livello qualitativo è elevato (come è giusto e i cofani, quanto all'interno, con accostamenti da guarnizioni lungo tutto
il suo perimetro, con due bulbi
che sia, visti la classe e il prezzo). Qui non si notano precisi dei vari componenti dell'abbigliamento. trasversali e due labbra ai lati.
le piccole economie che abbiamo trovato persino I materiali sono appaganti, a partire dalla pelle
sulla Serie 5: lo strato di trasparente della vernice dei sedili, riscaldati, ventilati e dotati di regolazioni 2. I giochi tra le parti della
carrozzeria sono contenuti
è steso anche nel vano motore e il piccolo cassetto elettriche (a pagamento). E pure il bagagliaio (3,5 mm) e con minime
nella plancia, a sinistra del volante, è interamente è interamente rivestito di moquette con ampie variazioni; ben accostato,
floccato, laddove sulla berlina è di plastica liscia. dotazioni per il fissaggio dei colli. R.B. in particolare, il portellone.

ESTERNO INTERNO NON PIACE


La verniciatura ben distesa, i giochi molto uniformi e le Nell'insieme è appagante e senza difetti sostanziali. 3. Il dorso della maniglia
modanature ben accostate danno un'ottima impressione, Un solo vero appunto: l'assenza della regolazione per la chiusura della porta
corroborata da dettagli curati come le guarnizioni porta. in altezza delle cinture di sicurezza per i posti davanti. presenta un bordo un po'
affilato e fastidioso al tatto.
Superfici carrozzeria ★★★★★ Materiali e accoppiamenti ★★★★☆
Giochi e profili ★★★★☆ Sedili ★★★★☆ 4. Le cinture di sicurezza
per i posti anteriori sono prive
Scocca ★★★★☆ Funzionalità ★★★★ della slitta per la regolazione
Insonorizzazioni e guarnizioni ★★★★☆ Finitura bagagliaio ★★★★☆ in altezza del rinvio del nastro.

1 2 3 4

LA DIFFERENZA DI PREZZO
FRA IL DUE LITRI E IL TRE
È DI QUASI 7 MILA EURO

GENNAIO 2018 137


PROVA SU STRADA BMW X3 XDRIVE20D XLINE

PRESTAZIONI CONSUMI CONFORT


VELOCITÀ km/h PERCORRENZE IN D km/litro ACUSTICO
Massima in VII 211,9 90 km/h 19,4 Indice di articolazione (A.I.)
100 km/h 17,6 100 anteriore
posteriore
REGIMI giri/min 130 km/h 13,3
90
4.150 1.950 12,2

ottimo
140 km/h
3 4 5 3 4 5 80
2 6 2 6
PERCORRENZE MEDIE E AUTONOMIA
1 7 1 7 70
Percorso km/litro km
a velocità max in VII a 130 km/h in VIII Città 12,5 850

discreto
60
Statale 14,7 1.000
Scarto tachimetro a 130 km/h (%) -3,5
Autostrada 13,9 945 50
Media rilevata 13,6 925
ACCELERAZIONE secondi

scarso
Media omologata 18,5 1.258 40
0-60 km/h 3,6
(km/h)
0-100 km/h 8,5 Scarto trip computer (%) 1,8 70 80 90 100 110 120 130 140 150 160
0-120 km/h 12,4 km/h condizione dB(A)
0-130 km/h 14,6
50 su asfalto 55,4
0-150 km/h 20,8 PROVE DINAMICHE 50 su asfalto drenante 61,7
400 metri da fermo 16,2 50 su pavé 70,0
Velocità d'uscita (km/h) 135,7 TENUTA DI STRADA g
Max in accelerazione 68,2
1 chilometro da fermo 30,0 Accelerazione laterale 0,95
ottimo discreto scarso
Velocità d'uscita (km/h) 172,1 ★★★★
STABILITÀ km/h START&STOP (vibrazioni sedile guida) m/s2
RIPRESA IN D (a min/max carico) secondi
Doppio cambio di corsia 84 Avviamento 0,32
70-90 km/h 3,7/3,7 sul bagnato ★★★☆ Arresto 0,07
70-120 km/h 9,1/9,7
Cambio di corsia 160 Minimo 0,03
70-130 km/h 11,3/12,1 in rettilineo
30-60 km/h in III 4,0
★★★★ ottimo discreto scarso
0,2 0,4 0,6
Cambio di corsia 100
in curva ★★★
FRENATA metri g
SOSPENSIONI
La X3 ha una taratura dell'assetto abbastanza m/s2
100 km/h
prudente e le prove in pista lo dimostrano. 4,0 anteriore
a minimo carico 40,0 0,98 posteriore
Nessun problema sul bagnato, dove i cambi

scarso
160 km/h di corsia innescano un sovrasterzo progressivo, 3,5
a minimo carico 97,0 1,04 ma sul quale interviene prontamente l'Esp
per mantenere la traiettoria, lasciando anche 3,0
100 km/h su asfalto
spazio per una correzione efficace con lo sterzo.
asciutto + pavé 46,2 0,85 2,5
Sull'asciutto e a velocità superiori, l'intervento
100 km/h su asfalto dei controlli è più deciso (in un test da 100

discreto
2,0
bagnato + ghiaccio 110,7 0,36 all'ora la velocità di uscita è di 74 km/h)
e riguarda soprattutto le ruote anteriori, 1,5
che perdono efficacia nel cambiare la direzione,
RESISTENZA FRENI limitando l'agilità. La buona notizia è che, con 1,0
10 frenate da 100 km/h a pieno carico metri questa taratura, una situazione di emergenza
come l'evitamento di un ostacolo in autostrada ottimo
1 40,8 0,5
viene gestita dall'elettronica e il successivo
2 39,8 riallineamento da parte del guidatore è molto caditoie passo
3 39,1 semplice. Il feedback dello sterzo in Sport pavé gradino stradali rotaie lastroni carraio
4 39,7 è meno naturale che in Normal. 50 km/h 30 km/h
5 39,4
6 39,3
7 39,4
AGILITÀ DI MANOVRA DATI VETTURA
8 39,4 MASSA
Diametro di sterzata
9 39,9 tra muri (metri) 11 9
11,9 In condizioni di prova (kg) 2.017
10 40,0 Ripartizione massa
ottimo discreto scarso Giri del volante 2,5
30 40 50 60 48% 52%
Esemplare resistenza all'uso intenso, anche Sforzo volante
con il pieno carico: dalla prima frenata all'ultima, in manovra (kg) 1,7 AERODINAMICA
gli spazi d'arresto non cambiano e così Cx stradale 0,296
la consistenza e la corsa del pedale, che sono Sforzo frizione
omogenee e costanti per tutto il test. statico/dinamico (kg) - Superficie frontale (m2) 2,656

138 GENNAIO 2018


Editoriale Domuss
è il carburante utilizzato Sistema di qualità certificatoo
nelle prove di Quattroruote ISO 9001- 2008 8
LA PAGELLA
POSTO GUIDA ★★★★☆ CONFORT ★★★★☆
Quale che sia la statura o la corporatura, il sedile accoglie in modo Le sospensioni sono mediamente morbide e si comportano bene
generoso, in posizione alta rispetto al suolo (66 cm) e ragionevole rispetto sullo sconnesso. Ma la X3 è un'auto reattiva e dal carattere grintoso.
al pavimento (25 cm). Volante verticale, imbottiture un po' rigide. Il quattro cilindri, quanto a silenziosità, è molto migliorato.
COMANDI E STRUMENTI ★★★★☆ MOTORE ★★★★☆
Molto efficaci i comandi vocali realizzati in collaborazione con Nuance: Un grande classico della BMW, sempre gradevole e bello pieno, generoso

★ Insufficiente ★★ Sufficiente ★★★ Discreto ★★★★ Buono ★★★★★ Ottimo ☆ Vale ½ stella ★★★★★ Con lode
il sistema "risponde" alle domande sullo stato dell'auto. Strumentazione nella coppia e dotato dei sistemi di depurazione del particolato più
tutta digitale, grafica curata e comprensibile a colpo d'occhio. raffinati. Certo, il sei cilindri, però...
INFOTAINMENT ★★★★★ ACCELERAZIONE ★★★★
Fra le tante cose, c'è anche un accordo con Napster o Dezeer per Non è un dragster, ma qualche soddisfazione al semaforo non manca,
il download di brani musicali. Il sistema è sempre connesso via Lte con una grazie anche al cambio pronto nel passaggio di marcia e ben accordato.
Sim interna, ma molti servizi diventano a pagamento dopo alcuni mesi. Tempo sullo 0-100 leggermente più alto del dichiarato.
CLIMATIZZAZIONE ★★★★★ RIPRESA ★★★★
Diffusore di profumi e ionizzatore sono le ciliegine sulla torta, Qui vengono ancor meglio esaltate le doti dello Steptronic a otto marce
ma l'impianto a tre zone è già molto efficace, anche nell'area posteriore. con la più alta di riposo. Che ci si trovi in seconda o in sesta (che ha
I sedili anteriori hanno (per 1.450 euro) la ventilazione attiva. una velocità al limitatore di 190 km/h), lo spunto in velocità è frizzante.
VISIBILITÀ ★★★★ CAMBIO ★★★★★
La visuale dal posto guida è piuttosto ampia; di solito i montanti Su un diesel relativamente piccolo (specie considerando le masse in gioco)
sono più massicci, ma in questo caso non ci si può davvero lamentare. un buon cambio risolve ogni problema di sorpasso, salita e persino
Di notevolissimo livello le telecamere perimetriche. di utilizzo in off-road, che non è del tutto estraneo all'indole della X3.
FINITURA ★★★★★ STERZO ★★★★
Rispetto alla generazione precedente, il miglioramento è vasto Quando si sale su una BMW, anche a trazione integrale e a ruote alte,
e percepibile sia all'esterno sia all'interno, con una cura per i dettagli le aspettative sono elevate e, in questo caso, abbastanza soddisfatte:
che supera persino quella riservata alla Serie 5. prontezza e proporzionalità sono nella norma.
ACCESSORI ★★★★ FRENI ★★★★

Legenda (vale per tutte le tabelle della prova)


Manchevolezze non ce ne sono nemmeno sulla versione più economica; la Rispettano i canoni della Casa e anche i nostri facendo segnare quasi 1 g
xLine è un allestimento intermedio che integra già molto, ma per le ultime in decelerazione sull'asciutto. Sui fondi differenziati, l'Abs si confonde
tecnologie che fanno la differenza bisogna aggiungere un bel po' di euro. un po', esita un attimo e va "lungo" a oltre 110 metri da 100 km/h.
DOTAZIONI DI SICUREZZA ★★★★☆ COMPORTAMENTO DINAMICO ★★★★☆
L'elettronica e i sistemi di ritenuta sono al top, così come i voti attributi Da quando esiste la Stelvio, alla BMW hanno qualche mal di testa in più
di recente da Euro NCAP nel crash test. I controlli elettronici mitigano ogni e, in questo caso, le differenze sono evidenti. La precisione c'è tutta,
rischio e la trazione integrale xDrive è un'ulteriore garanzia. ma nella guida al limite l'Esp prevale con una taratura più conservativa.
ASSISTENZA ALLA GUIDA ★★★★★ CONSUMO ★★★★
Mettendo mano al portafoglio si possono richiedere i sistemi di assistenza Ci aspettavamo un maggior distacco rispetto al sei cilindri da tre litri,
alla guida più raffinati come il Driving assistance plus, che incorpora le ma la media regge comunque un bel voto in tutte le condizioni.
funzioni di un sistema autonomo di Livello 2 (sterzo, freni e gas coordinati). Aerodinamica molto migliorata (Cx 0,29) con tanti piccoli interventi.
ABITABILITÀ ★★★★☆ PREGI DIFETTI
Cinque posti veri e tutti comodi. E se all'anteriore è scontato, va detto che Finiture. Il livello degli arredi Bagagliaio. Molto curato nei
dietro il divano è largo e piatto: lo spazio per le gambe ha guadagnato e dei dettagli è stato ulteriormente dettagli, ma il volume offerto non
molto dall'aumento del passo di ben 5 centimetri. e visibilmente innalzato. Anche è dei più grandi e risulta parecchio
BAGAGLIAIO ★★★ la carrozzeria è perfetta. al di sotto dei dati di fabbrica.
Handling. Benché 4x4 e con le ruote Frenata mista. Sul bagnato, l'Abs
Quattrocentotrentasei litri: molto meno del dato diffuso dalla BMW,
alte, conserva quel sapore tutto esita un po' quando sui due lati
il che ci sorprende un po'. In rapporto alle dimensioni esterne, siamo un po'
BMW fatto di precisione in curva. della vettura l'aderenza è diversa.
sotto la media delle concorrenti.

© Riproduzione riservata

GENNAIO 2018 139


PROVA SU STRADA NUMERO 3.511

AUDI
A4 AVANT
Il pragmatismo del metano e le ambizioni di una vettura
di rappresentanza: la station tedesca torna sotto
la lente d'ingrandimento in una veste molto equilibrata.
Che offre confort, piacere di guida e bassi consumi
di Davide Comunello • foto di Massimiliano Serra

140 GENNAIO 2018


Il servizio fotografico è stato realizzato a Lodi

2.0 TFSI G-TRON S TRONIC S LINE EDITION


PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI (a metano) EMISSIONI CO2 (a metano)
L4 turbo benz. + met. Omologato Rilevato Omologato Rilevato
€ 48.150 1.984 cm 3
125 kW (170 CV) 26,3 km/kg 19,7 km/kg 102 g/km 140 g/km
GENNAIO 2018 141
PROVA SU STRADA AUDI A4 AVANT

L'
allure di una station wagon me le attese generate dall'economica e con- so, la station impiega quattro serbatoi di
premium e la sostanza del me- creta alternativa. materiale composito, mentre la propulsione
tano, gas nobile a tutti gli ef- è affidata al due litri TFSI da 170 CV abbi-
fetti: per le ambizioni ecoso- RAGIONE E SENTIMENTO nato al cambio manuale a sei marce o, come
stenibili e, soprattutto, per i L'essenza di questa A4 (al pari dell'A3 e nell'esemplare in prova, all'automatico dop-
consumi promessi. Con questi presupposti, dell'A5 Sportback della stessa famiglia) si pia frizione S tronic. La ricerca di equilibrio
l'Audi Avant A4 g-tron si candida ad amba- riassume negli indicatori di carburante po- si riassume anche nell'equipaggiamento:
sciatrice di due mondi apparentemente in sizionati ai margini del quadro strumenti: a all'allestimento S line (in sostanza, il Busi-
antitesi, cercando di mediare tra il listino di sinistra, ci sono i Led verdi del metano; a de- ness Sport con esterni specifici e i cerchi da
una familiare d'immagine e consumi misu- stra, i tasselli bianchi della benzina. Si tratta 18"), la vettura testata aggiunge pochi op-
rati a suon di chilogrammi piuttosto che di degli unici dettagli che permettono di di- tional, tra i quali spiccano i pacchetti Evolu-
litri. La benzina, ovviamente, non è scom- stinguere la g-tron dalle gemelle tradizio- tion (di carattere estetico, 950 euro) e Inno-
parsa: ma i serbatoi si moltiplicano, così co- nali. Per contenere il gas naturale compres- vative traveller (per l'assistenza alla guida

LA NOSTRA G-TRON È UN'AUDI


"NORMALE": HA I CERCHI DA 18",
MA NON È FULL OPTIONAL

Per quel che riguarda l'abitabilità


posteriore, l'A4 Avant non figura
tra le familiari più generose:
nella seconda fila, infatti, lo spazio
per le gambe non abbonda e quasi
si azzera quando i sedili anteriori
arretrano del tutto. Il divano, poi,
ospita idealmente due persone:
per i passeggeri c'è il climatizzatore
automatico trizona, fornito di serie
sull'allestimento in prova.

142 GENNAIO 2018


1 2

VANO DI CARICO

La presenza delle bombole limita


ulteriormente la già non eccelsa capacità
del vano, comunque ben realizzato
e sfruttabile grazie alla forma regolare.
La plancia denota Apprezzabile l'assenza di gradini quando
la consueta cura e l'abbondanza
di materiali morbidi. si abbattono gli schienali frazionabili
1. Il quadro strumenti con 60/40, sbloccabili mentre si carica grazie
lo schermo da 7" e il doppio alle leve sui fianchi. La soglia ha un'altezza
indicatore del livello carburante. nella media: in più, l'auto in prova ha
2. La leva del cambio di foggia il sistema di apertura e chiusura elettrica
aeronautica e i comandi
del sistema di navigazione plus del portellone, contenuto nel pacchetto
con Mmi touch. Evolution. Il kit di riparazione è sotto
3. L'Audi drive select permette il piano e non mancano i ganci (laterali
di gestire il comportamento e sul pavimento) per fissare gli oggetti.
di motore, cambio, sterzo
e del cruise control adattivo Capacità complessiva (litri) 349
di cui sotto il pavimento (litri) –
SOLUZIONI DI ACQUISTO Altezza soglia di carico (cm) 65

METANO CON LO SCONTO


CLIENTI BUSINESS 41
L'Audi offre il 13,5% di sconto agli agenti di commercio e ai liberi professionisti,
mentre applica il 14 o il 15% alle aziende, alle società cooperative, alle istituzioni 100-120
e alle piccole società di noleggio a breve termine. In più, queste categorie ricevono
1.500 euro di extra bonus o 2.500 per la supervalutazione dell'usato. Sconti del 15% 103 167-200
anche per i tassisti e gli Ncc o del 17% per le società di noleggio a lungo termine. M.S.
(valori Iva esclusa) misure in centimetri

Noleggio a lungo termine Noleggio a lungo termine


Anticipo € 5.000 Anticipo € 3.100
36 rate mensili da € 570 36 rate mensili da € 495
Condizioni: sono comprese l'assicurazione completa Condizioni: nell'offerta dell'Audi, erogata da Volkswagen
(Rca, incendio e furto, Kasko), la manutenzione ordinaria Bank, sono comprese l'assicurazione completa (Rca, incendio
e straordinaria, il soccorso stradale, l'assistenza 24 ore su 24 e furto, Kasko), la manutenzione ordinaria e straordinaria,
e la tassa di proprietà, più il ritiro dell'usato e la consegna il soccorso stradale, l'assistenza 24 ore su 24 e la tassa
a domicilio. Il limite è di 60 mila chilometri in tre anni. di proprietà. Il limite è di 45 mila chilometri in tre anni.

GENNAIO 2018 143


PROVA SU STRADA AUDI A4 AVANT

TECNICA

BEN INTEGRATA
Il due litri TFSI funziona
sempre a metano; passa
a benzina solo se il gas
si esaurisce

I quattro serbatoi
di composito hanno
una capacità
Il serbatoio di benzina dichiarata di 19 kg
da 25 litri, collocato
tra quelli del gas,
garantisce un'autonomia
effettiva di oltre 300 km

SCHEDA L'A4 g-tron riprende quanto (pesano meno della metà e il sistema di navigazione plus con Mmi
Dati dichiarati dalla Casa già fatto sull'A3: il motore turbo rispetto a quelli di acciaio di pari
relativi alla vettura in prova touch, 2 mila euro). Il totale ammonta a
a iniezione diretta di benzina capacità) per una capienza 52.350 euro: non pochi, ma nemmeno un'e-
Motore viene alimentato a gas naturale, totale dichiarata di 19 kg;
• Ant. long., metano/benzina sagerazione se confrontati con il monumen-
• 4 cilindri in linea
iniettandolo a bassa pressione tra questi c'è pure il serbatoio
tale listino degli extra. Insomma, siamo di
• Cilindrata 1.984 cm 3 nel collettore di aspirazione. della benzina (2) da 25 litri.
• Potenza max 125 kW Nuovi pistoni e valvole Le bombole sono costituite fronte a un'Audi "normale", con sedili di tes-
(170 CV) a 4.450 giri/min ottimizzano il rendimento da tre strati: quello più interno suto regolabili manualmente, senza retroca-
• Coppia max 270 Nm mera (ordinabile a parte, ma ci sono i sen-
e la durata. Grazie al doppio è di poliammide a tenuta
da 1.650 a 2.500 giri/min sori di parcheggio anteriori e posteriori) e
variatore di fase e all'Audi stagna, il secondo è un insieme
Trasmissione senza il supporto per CarPlay e Android Au-
valvelift system, ai carichi di due polimeri rinforzati
• Trazione anteriore
• Cambio automatico e regimi inferiori il propulsore con fibra di carbonio e fibra to (altro optional). Manca anche il Virtual
a doppia frizione a 7 marce funziona con il ciclo Miller: la di vetro; quest'ultima è utilizzata cockpit, stranamente non disponibile sulla
Pneumatici fase di compressione è più breve anche per la parte più esterna. g-tron: un'assenza pesante, considerate le
• Pirelli Cinturato P7 di quella di espansione, in modo La pressione di esercizio sue qualità, soltanto parzialmente alleviata
245/40ZR18 93Y da incrementare l'efficienza è di circa 200 bar, ma prima dalla presenza del display da 7" in alta riso-
• Kit di riparazione a scapito della potenza. del montaggio ogni serbatoio luzione collocato al centro del quadro stru-
Corpo vettura Quando si chiedono maggiori viene collaudato a 300 bar. R.B.
• Station, 5 porte, 5 posti
menti. Per chi bada al sodo – e i metanisti,
prestazioni, il motore torna in genere, sono di questa scuola – lo scher-
• Avantreno a doppi
quadrilateri al consueto ciclo Otto. Il metano mo offre tutto quello che serve, dalle infor-
• Retrotreno multilink è contenuto in quattro serbatoi
mazioni sulla vettura alla mappa di naviga-
a cinque leve (1) di materiale composito
• Freni a disco, anteriori zione, dall'autonomia (distinta per alimenta-
autoventilanti, Abs ed Esp zione) al programma di efficienza integrato,
• Servosterzo elettrico pronto a dare suggerimenti di guida per mi-
• Serbatoio metano 19 kg,
benzina 25 litri nimizzare i consumi. E poi ci sono gli Adas,
Dimensioni e massa
sempre di gran livello: regolatore di velocità
• Passo 282 cm adattivo, mantenimento della corsia, assi-
2
• Lungh. 473 cm - Largh. stente al traffico da zero a 65 km/h (una
184 cm - Alt. 144 cm
• Massa 1.670 kg,
combinazione di cruise control e lane kee-
a pieno carico 2.135 kg, ping più tollerante e prolungata, in grado di
rimorchiabile 1.500 kg gestire acceleratore, freno e sterzo nelle co-
• Bagagliaio da 415
de). Non è guida semiautonoma (tant'è che
a 1.415 dm3 1 le mani vanno sempre tenute sul volante e
Prodotta a
• Ingolstadt (Germania) gli occhi piantati sulla strada), ma la sicurez-
za e il confort ne guadagnano indiscutibil-

144 GENNAIO 2018


CONSUMI

PARTITA A TRE
2.0 TFSI 2.0 TFSI 2.0 TDI
benzina metano gasolio
km/l €/100 km km/kg €/100 km km/l €/100 km
Città 11,2 14,0 17,3 5,6 14,1 10,2
Statale 13,9 11,4 21,5 4,5 17,9 8,0
Autostrada 13,9 11,4 21,5 4,5 16,5 8,7
Media 12,8 12,3 19,7 4,9 15,9 9,1

La variabilità dei prezzi sui costi non ci sono


dei carburanti non aiuta incertezze: a parità
a fare il punto sulla di chilometri, il metano
convenienza tra benzina, riesce quasi a dimezzare
metano e diesel, ma la spesa del diesel, divario
nel caso dell'A4 Avant che cresce ulteriormente
i numeri dei consumi – nel caso della benzina.
decisamente esplicativi – Dunque, il gas conviene
semplificano la questione. sempre e comunque?
Per il confronto, abbiamo Non proprio, perché si
scelto il due litri TDI devono considerare anche
da 190 CV con S tronic i valori residui. Ipotizzando
provato a dicembre 2015: una percorrenza
in allestimento S line, di 90.000 km in 36 mesi,
la motorizzazione Quattroruote Professional
parte da 48.350 quota il diesel a 23.100
euro, 200 euro e il metano a 19.400.
in più della Chi compra la g-tron,
g-tron. quindi, può e vuole
Come si risparmiare, idealmente
evince per l'intero ciclo di vita
dalla della vettura. Altrimenti,
tabella, il gioco non vale la candela.

mente. La razionalità della dotazione di lanciamento delle distanze tra il volante, la nalizza gli inserimenti in curva (che restano
questa g-tron va esplicitata, perché in parte pedaliera e il sedile) alla leva del cambio, rapidi e precisi): anzi, in modalità di guida
influisce sui giudizi, ma non deve ingannare: supporto ideale per la mano durante le in- Dynamic lo sterzo – tendenzialmente leg-
il pedigree è sempre quello dell'A4, a partire terazioni con la manopola del sistema mul- gero – diventa un po' più pesante e permet-
dalla cura riposta nell'assemblaggio e dalla timediale. E poi, guidare un'Avant continua te di affrontare la strada con più decisione,
ricchezza dei materiali per gli interni, con a essere un gran piacere: la g-tron è un'au- assecondato da un retrotreno saldo e sem-
profili di plastica di qualità abbinati a molte to sicura e affidabile, in equilibrio tra il con- pre pronto a facilitare le cose. Come negli
superfici morbide. fort di marcia (garantito dalla silenziosità altri modelli del gruppo Volkswagen, l'ali-
generale e dalle sospensioni all'altezza), mentazione non prevede commutatori: la
BILANCIATA PER NATURA l'andatura in souplesse e la grinta del pro- vettura va a metano finché non esaurisce i
L'ergonomia resta il cuore del progetto, pulsore. L'assetto è morbido e a tratti si per- 19 kg a disposizione (16,7 nelle misurazio-
dalla posizione di guida (con il perfetto bi- cepisce un certo rollio, ma questo non pe- ni del nostro Centro prove), per poi pas-

GENNAIO 2018 145


PROVA SU STRADA AUDI A4 AVANT 2.0 TFSI G-TRON S TRONIC S LINE EDITION

PRESTAZIONI CONSUMI CONFORT


VELOCITÀ km/h PERCORRENZE IN D km/litro km/kg ACUSTICO
Benzina Metano Benzina Metano Indice di articolazione (A.I.)
Massima 217,6 212,3 90 km/h 18,5 28,6 100 anteriore
posteriore
100 km/h 17,1 26,5
90
13,3 20,6

ottimo
REGIMI giri/min 130 km/h
4.600 4.500 2.100 140 km/h 12,2 18,9 80
3 4 5 3 4 5
2 6 2 6 PERCORRENZE MEDIE E AUTONOMIA 70
1 7 1 7 Percorso
km/litro 11,2 17,3

discreto
a velocità max in VI a 130 km/h in VII Città 60
Auton. 279 288
Scarto tachimetro a 130 km/h (%) 2,5 Statale km/litro 13,9 21,5 50
Auton. 348 359

scarso
40
ACCELERAZIONE secondi Autostrada km/litro 13,9 21,5
(km/h)
0-60 km/h 3,7 3,8 Auton. 347 358 70 80 90 100 110 120 130 140 150 160
0-100 km/h 8,3 8,6 Media rilevata km/litro 12,8 19,7
km/h condizione dB(A)
0-120 km/h 11,6 12,1 Auton. 319 329
50 su asfalto 56,0
0-130 km/h 13,6 14,1 Media km/litro 18,2 26,3
omologata 50 su asfalto drenante 64,2
0-150 km/h 18,7 19,3 Auton. 455 500
50 su pavé 73,8
400 metri da fermo 16,0 16,2 Max in accelerazione 69,0
Velocità d'uscita (km/h) 140,7 139,3 ottimo discreto scarso
1 chilometro da fermo 29,5 29,7 PROVE DINAMICHE
Velocità d'uscita (km/h) 177,5 178,4 START&STOP (vibrazioni sedile guida) m/s2
TENUTA DI STRADA g
Accelerazione laterale 0,99 Avviamento 0,29
RIPRESA IN D (a min/max carico) secondi
★★★★☆ Arresto 0,06
70-90 km/h 3,6/3,8 3,5/3,7 Minimo 0,02
70-120 km/h 8,5/9,3 8,5/9,3 STABILITÀ km/h ottimo discreto scarso
70-130 km/h 10,5/11,5 10,5/11,6 Doppio cambio di corsia 86 0,2 0,4 0,6
30-60 km/h in III 3,9 4,1 sul bagnato ★★★★
SOSPENSIONI
Cambio di corsia 180
FRENATA metri g in rettilineo m/s2
★★★★☆ 4,0 anteriore
100 km/h
a minimo carico 38,9 1,01 Cambio di corsia 108 posteriore
in curva ★★★★☆

scarso
3,5
180 km/h
a minimo carico 120,2 1,06 Nei cambi di direzione, l'A4 Avant rivela 3,0

100 km/h su asfalto un comportamento generalmente molto buono,


grazie alla rapidità dello sterzo e agli interventi 2,5
asciutto + pavé 42,8 0,92
precisi, fluidi e puntuali dell'Esp: nonostante

discreto
100 km/h su asfalto il rollio marcato, gli inserimenti sono infatti 2,0
bagnato + ghiaccio 105,8 0,37 rapidi e gli spostamenti progressivi. L'elettronica
1,5
rende la station estremamente sicura e facile
RESISTENZA FRENI da guidare, anche nel doppio cambio di corsia 1,0
10 frenate da 100 km/h a pieno carico metri sul bagnato: in questo frangente, si manifesta
un leggerissimo sovrasterzo (utile per evitare ottimo
1 39,7 0,5
l'ostacolo), mentre il riallineamento non richiede
2 38,5 particolari correzioni. In curva, il retrotreno trova caditoie passo
3 38,9 rapidamente la traiettoria ideale, richiedendo pavé gradino stradali rotaie lastroni carraio
4 38,9 al guidatore un intervento semplice e lineare. 50 km/h 30 km/h
5 38,4
6 38,3
7 38,0
AGILITÀ DI MANOVRA DATI VETTURA
8 38,5 MASSA
Diametro di sterzata
9 39,1 tra muri (metri) 11,7 In condizioni di prova (kg) 1.743
10 38,7 Ripartizione massa
ottimo discreto scarso Giri del volante 2,8
30 40 50 60 56% 44%
Spazi d'arresto sotto i 40 metri per un impianto Sforzo volante
potente, capace di accorciare le distanze in manovra (kg) 1,4 AERODINAMICA
quando è in temperatura. Sul differenziato l'auto Cx stradale 0,308
va leggermente più lunga, pur confermando Sforzo frizione
le sue qualità. Pedale sempre modulabile. statico/dinamico (kg) – Superficie frontale (m2) 2,182

146 GENNAIO 2018


Editoriale Domuss
è il carburante utilizzato Sistema di qualità certificatoo
nelle prove di Quattroruote ISO 9001- 2008 8
LA PAGELLA
sare alla benzina. In quest'ultimo caso, la
station diventa leggermente più volitiva in
POSTO GUIDA ★★★★★ CONFORT ★★★★
Perfetto l'allineamento tra piantone, pedaliera Abitacolo ben insonorizzato e sospensioni
accelerazione, ma i numeri del gas sono so- e sedile. Le regolazioni sono manuali, all'altezza, anche se un po' meno efficaci sul
stanzialmente alla pari e non fanno certo ma la posizione ideale si trova subito. pavé. Fruscii e rotolamento molto contenuti.
pensare a un'auto a due facce. Anzi, a parità COMANDI E STRUMENTI ★★★★☆ MOTORE ★★★★
di feeling generale, il metano si conferma Sulla g-tron non è possibile ordinare il Virtual Piuttosto silenzioso e vivace, sostenuto

★ Insufficiente ★★ Sufficiente ★★★ Discreto ★★★★ Buono ★★★★★ Ottimo ☆ Vale ½ stella ★★★★★ Con lode
come l'ideale compagno di una guida rilas- cockpit, però il display del quadro strumenti da valida tecnologia. Diventa più rombante alle
sata e attenta ai conti. Non a caso, l'alchimia è comunque ben fatto e ricco d'informazioni. alte velocità. Start&Stop pronto e non invasivo.
della g-tron si apprezza nei consumi conte- INFOTAINMENT ★★★★☆ ACCELERAZIONE ★★★★
nuti. La media è di 19,7 km/kg, sufficiente L'Audi Mmi è un sistema di gran livello e non Il metano non si fa trovare impreparato:
per percorrere 100 km con meno di 5 euro, manca l'Audi connect con connessione Lte. 8,6 secondi per scattare da 0 a 100 km/h.
L'integrazione con gli smartphone è a parte. E a benzina si guadagna ancora qualcosa.
mentre l'autonomia reale sfiora i 330 km:
quanto basta per coprire senza angoscia gli CLIMATIZZAZIONE ★★★★★ RIPRESA ★★★★☆
spostamenti quotidiani. E se poi ci si trova a Trizona automatico di serie: la seconda fila La trasmissione è pronta alla scalata, al resto
ringrazia. Ventilazione efficiente e ottima pensa il motore. A metano, la progressione
secco di gas, si può continuare a viaggiare capacità di mantenere le temperature. della g-tron è sostanzialmente identica.
per quasi 320 km a benzina: in questo fran-
gente, la sete dell'A4 aumenta un po', ma è
VISIBILITÀ ★★★★☆ CAMBIO ★★★★
Pochi angoli bui, montanti sottili, specchietti S tronic a sette marce, con palette al volante
comunque proporzionata alla potenza e al- sulla porta. La retrocamera, un must e le qualità di sempre. Appena più lento
la categoria della vettura. Ipotizzando per- sulle station, è un optional da 545 euro. quando deve scalare tutto.
correnze giornaliere di 50-60 km, si può FINITURA ★★★★★ STERZO ★★★★
dunque visitare il distributore di metano una Impeccabile come sempre. Tanti materiali Comando pronto, preciso, progressivo.
volta alla settimana, a patto, chiaramente, di morbidi e plastiche di livello, per una gradevole Impostando la modalità di guida Dynamic
vivere in una regione dotata di un'infrastrut- sensazione complessiva di qualità e solidità. guadagna un pizzico di carico.
tura adeguata (e in questo, il Nord Italia è ACCESSORI ★★★★ FRENI ★★★★★

Legenda (vale per tutte le tabelle della prova)


favorito). E poi, c'è un'ulteriore soddisfazione La S line edition parte da un buon livello. Impianto che conferma le sue doti: potente,
"green": l'Audi, infatti, compensa i consumi Sull'esemplare in prova ci sono anche due senza incertezze e con una gran resistenza
interessanti pacchetti: tecnologico ed estetico. alla fatica. Va un po' più lunga nel differenziato.
della flotta di g-tron – calcolati su statistiche
aggiornate – con l'immissione nella rete di DOTAZIONI DI SICUREZZA ★★★★★ COMPORTAMENTO DINAMICO ★★★★
metano sintetico, prodotto dallo stabilimen- Avviso di collisione, frenata automatica con Tanta sicurezza e facilità, garantite
riconoscimento dei pedoni, lettura dei cartelli da un'elettronica di gran livello. E il piacere
to di Werlte grazie all'impiego di fonti rinno- stradali, controllo della stanchezza. Pieni voti. di guida viaggia sempre a braccetto.
vabili e al recupero della CO2. Il processo ta-
ASSISTENZA ALLA GUIDA ★★★★★ CONSUMO ★★★★☆
glia le emissioni dell'80%: un balsamo per la
Gran quantità di Adas, tutti raffinati: per la Il metano funziona, anche sulle station
coscienza, oltre che per il portafoglio. guida in coda, la svolta, gli ostacoli. Cruise premium: con meno di 5 euro si percorrono
control adattivo e mantenimento della corsia. 100 km. E pure a benzina si comporta bene.
ABITABILITÀ ★★★☆ PREGI DIFETTI
Restano le considerazioni già fatte per la TDI: Consumo. Gran lavoro: Bagagliaio. Capacità
l'accessibilità è buona, ma nella seconda fila ottimo a metano, più inferiore all'originale.
l'Avant è un po' avara di spazio. che discreto a benzina. Previsto e naturale.
BAGAGLIAIO ★★★ Confort generale. Abitabilità posteriore.
Si viaggia con vero Le misure sono quelle:
Dai 363 litri della TDI ai 349 della g-tron:
piacere: abitacolo ben chi sta dietro non
le bombole, va da sé, non aiutano. E il volume
isolato, pochi scossoni. sguazza nello spazio.
resta quello di una familiare d'immagine.

© Riproduzione riservata

GENNAIO 2018 147


PROVA SPECIALE TASTI ECO

148 GENNAIO 2018


RISPARMIO
ON DEMAND
Su molte vetture, un pulsante attiva una modalità che promette
di far consumare meno combustibile senza particolari attenzioni
da parte di chi guida. Lo abbiamo verificato in pista: funziona
di Roberto Boni • foto di Alberto Dedè

I
progettisti delle Case da un po' di matici e l'incremento di rendimento del
tempo dormono preoccupati, visto propulsore, si sono pure diffusi semplici
che hanno un compito tutt'altro che congegni come l'ormai onnipresente indi-
facile: abbattere le emissioni di ani- catore di cambio marcia, che suggerisce al
dride carbonica dei nuovi modelli per conducente il momento giusto per il pas-
rientrare nei limiti sempre più stringenti fis- saggio al rapporto superiore o inferiore.
sati dall'Unione Europea. E dato che l'auto Così il motore lavora nelle condizioni di mi-
elettrica, perfetta per questo scopo, è an- glior efficienza, limitando il consumo di
cora poco diffusa, ciò significa ridurre il combustibile.
consumo di benzina o di gasolio. Si spiega- Su vari modelli, poi, sono disponibili an-
no così le innumerevoli soluzioni tecniche che le modalità Eco, che modificano la rela-
volte a perseguire questo obiettivo. zione tra la posizione del pedale accelera-
Lo Start&Stop, per esempio, è nato pro- tore e l'apertura della farfalla (nei motori a
prio per questo scopo, visto che al motore benzina) o l'iniezione (in quelli a gasolio). Un
non porta vantaggi, anzi. E oltre agli inter- tempo ciò non era possibile, in quanto tale
venti "hardware", come la riduzione del pe- correlazione era fissa: da molti anni, però, il
so, il miglioramento dell'aerodinamica e collegamento rigido fra l'acceleratore e il
della resistenza al rotolamento dei pneu- sistema di alimentazione non c'è più.

GENNAIO 2018 149


PROVA SPECIALE TASTI ECO

COMPUTER DI BORDO
L'antico filo dell'acceleratore è oggi sosti- verificarlo, ci siamo affidati a un test diverso
TI PREMIANO tuito da sistemi "drive by wire". Un sensore dai nostri cicli standard. Abbiamo coinvolto
rileva la posizione del gas e informa la cen- cinque volontari con normali capacità di gui-
SE GUIDI BENE tralina sulle richieste del conducente. E l'e- da, tali da rappresentare la media degli au-
Oltre alla modalità Eco, le vetture lettronica, a quel punto, provvede ad aprire tomobilisti, che si sono alternati al volante di
in prova offrono informazioni sul la farfalla o a iniettare gasolio. altrettanti modelli (tre diesel e due benzina),
consumo, la velocità media, l'autonomia e, tutti dotati di almeno due modalità di guida
eccezion fatta per la Panda, un punteggio APPUNTAMENTO A VAIRANO (standard ed economica). Anziché su strada,
sullo stile di guida. Che si compone Con queste premesse, è facilissimo cam- per ovviare alle mutevoli condizioni del traf-
di due voci: accelerazione e decelerazione, biare la relazione tra posizione dell'accele- fico, che influiscono notevolmente sul con-
cui s'aggiunge una terza relativa ai cambi ratore e potenza erogata, sia per ridurla, nel- sumo, li abbiamo fatti girare nella nostra pi-
marcia (in caso di trasmissione manuale). la modalità Eco, sia per aumentarla (in Sport, sta di Vairano, su un tracciato pensato per
Vengono premiate le condotte virtuose,
Dynamic eccetera). Se poi c'è la trasmissione riprodurre un impiego extraurbano impe-
che fanno un uso moderato del gas,
automatica, si può anche aggiungere una gnativo, con rallentamenti e soste. Dopo
guardando lontano per decelerare in
anticipo, evitando di frenare e cambiando
diversa strategia dei cambi marcia: vengono qualche giro di ambientazione per tutti, ab-
in modo da mantenere il motore attuati a carichi e regimi diversi ed entra in biamo selezionato la modalità di guida nor-
in condizioni di elevato rendimento. gioco pure il "veleggio". Significa che il siste- male, azzerato i computer di bordo e dato il
Il punteggio è espresso in stelle ma mette in folle nei rilasci a velocità auto- via alla prima parte della prova.
o in percentuale ed è accompagnato da stradali. Infine, su certi modelli si può inter- I conducenti si sono avvicendati ai co-
una visualizzazione caratteristica: nel caso venire anche sulla gestione del climatizza- mandi di ogni vettura secondo uno schema
della Giulia è un'immagine della Terra tore, per alleggerire l'assorbimento di po- prestabilito, volto a evitare che i diversi stili
che s'illumina progressivamente, mentre tenza del propulsore e quindi, in ultima ana- di guida e la posizione nello schieramento
sulla Mini, quando si guadagna una stella, lisi, il consumo. Ma tutto ciò funziona? Per (in testa, al centro o in coda) influenzassero
un pesce sorride e fa una capriola.
Sulla BMW e sulla Mini, poi, si può anche
personalizzare la modalità EcoPro
(o Green): variare la velocità a cui appare
il messaggio di ridurre l'andatura, attivare
o meno il veleggio del cambio automatico
(se presente) e inserire o disinserire
la funzione eco del climatizzatore.

CINQUE TESTER CON NORMALI


CAPACITÀ DI GUIDA
SI SONO ALTERNATI AL VOLANTE

150 GENNAIO 2018


i risultati. Non sono state impartite partico-
lari indicazioni sull'andatura da tenere, così
la sicurezza e l'assenza del traffico garantite
dalla pista hanno fatto sì che il ritmo sia sta-
to un po' più alto del previsto. Al termine,
sono stati rilevati dal computer di bordo il
consumo e la velocità medi.

SI RIPARTE DA ZERO
Subito dopo l'azzeramento dei valori ri-
levati nella prima parte, è stata inserita la
modalità Eco ed è partita la seconda fase
della prova, con la medesima procedura e
tempistica. Il risultato è positivo: su tutti i
modelli in esame il consumo è diminuito, con
minime variazioni della velocità media. In
misura maggiore, fino a più del 13%, sulle
automatiche, dove l'elettronica modifica an-
che i punti di cambio marcia per far lavorare
il motore ai carichi e regimi in cui è più effi-
ciente (ma sulla Renault Espace, con il po-
tente turbobenzina 1.8 da 224 cavalli, il di-
vario è contenuto al 7%), molto meno sul-

Ai partecipanti
al nostro test è stato
chiesto di guidare
senza particolari
attenzioni né differenze
di comportamento
nelle due fasi
della prova, in modo
da valutare l'efficacia
della modalità Eco
sul consumo

GENNAIO 2018 151


PROVA SPECIALE TASTI ECO

ALFA ROMEO GIULIA BMW SERIE 1 FIAT PANDA

2.2 TD 150 CV AT8 Super 125d 3p. Msport 0.9 TwinAir Turbo 4x4
Il selettore Dna della Giulia consente Inserendo la modalità EcoPro della Serie 1, che Sulla Panda con il motore bicilindrico turbo
di scegliere tra le modalità Dynamic, Normal interviene sul gas, sul cambio automatico e sul TwinAir (in cui l'erogazione del motore
e Advanced Efficiency. Quest'ultima agisce, oltre climatizzatore, nella strumentazione appare è controllata mediante la variazione dell'alzata
che sull'acceleratore, anche sul cambio subito l'incremento di autonomia che si ottiene delle valvole) il tasto Eco modifica
automatico, anticipando il passaggio ai rapporti con il combustibile a disposizione nel serbatoio. quantitativamente la curva di coppia
superiori e attivando il "veleggio" in rilascio. Inoltre, nel display centrale si possono del propulsore, che scende da 145 a 100 Nm
Nel display centrale della strumentazione si visualizzare i punteggi relativi allo stile di guida a un regime leggermente superiore (da 1.900
può visualizzare la schermata con il punteggio in accelerazione e decelerazione, espressi in a 2.000 giri). L'effetto sulle prestazioni
del comportamento di guida in accelerazione, stelle, il diagramma del consumo e un giudizio è così ben avvertibile, al pari della riduzione
decelerazione e cambio marcia. complessivo sulla condotta del guidatore. di consumo: la percorrenza aumenta del 12,1%.
Modalità normale (km/l) 13,6 Modalità normale (km/l) 12,7 Modalità normale (km/l) 13,3
Modalità Eco (km/l) 15,4 Modalità Eco (km/l) 14,7 Modalità Eco (km/l) 15,1
Percorrenza + 11,5% Percorrenza + 13,2% Percorrenza + 12,1%

152 GENNAIO 2018


MINI CLUBMAN RENAULT ESPACE
la Mini Clubman One D con trasmissione
manuale, in cui muta esclusivamente la ri-
sposta del pedale dell'acceleratore (in com-
penso, la vettura ha fatto registrare il minor
consumo in assoluto). Il caso della Fiat Pan-
da 4x4 TwinAir è diverso: quando s'inserisce
la modalità Eco, viene ridotta anche la cop-
pia motrice a prescindere dalla posizione del
gas. Una scelta che si è dimostrata azzecca-
ta, visto che nel nostro test il consumo è ca-
lato del 12,1%.
Naturalmente, si sarebbe ottenuta un'ul-
teriore riduzione adottando una guida più
attenta e, sulle vetture con trasmissione
manuale, seguendo l'indicatore di cambio
marcia: ma ciò comporta un impegno del
guidatore che è tutt'altro che scontato. In-
vece, come abbiamo visto, la modalità Eco
garantisce un risparmio a prescindere dal
comportamento al volante, specie sulle au-
One D Boost Clubman TCe 225 EDC Energy Initale Paris to con cambio automatico.
La modalità Green della Mini con cambio Il potente turbobenzina, il cambio automatico
manuale agisce sul gas e sul climatizzatore: e il corpo vettura grande e pesante dell'Espace
l'effetto è risultato contenuto, ma si parte nel nostro test si sono tradotti in consumi di
da consumi comunque molto bassi. Se però un certo livello. La modalità Eco ha comunque
si segue l'indicatore di cambio marcia permesso di ridurli del 7%. Va detto, inoltre,
e si mantiene uno stile di guida pulito che la vettura mette a disposizione informazioni
(sottolineato dall'aumento del punteggio nella di marcia molto dettagliate che, se osservate,
schermata dedicata del display centrale), si possono aiutare ad aumentare ulteriormente
possono ottenere ulteriori riduzioni di consumo, le percorrenze con minime rinunce in termini
grazie all'ottimale sfruttamento del propulsore. di velocità media. .
Modalità normale (km/l) 15,1 Modalità normale (km/l) 8,3
Modalità Eco (km/l) 16,0 Modalità Eco (km/l) 8,9 PARITÀ
DI CONDIZIONI
Percorrenza + 5,9% Percorrenza + 7,0% Il percorso ricavato
all'interno della nostra
pista di Vairano
era volto a riprodurre
un tracciato
extraurbano vario
e intervallato
da rallentamenti
e soste. Grazie
all'assenza di traffico,
è stata garantita
la parità di condizioni
tra le due fasi del test

© Riproduzione riservata

GENNAIO 2018 153


lifecommunication.agency

Musica intramontabile, SCARICA


news impeccabili, sport imperdibile: L’APP
sei su RADIO MONTE CARLO. DI RADIO
MONTE CARLO
Mentre tutti inseguono le mode
del momento c’è una sola radio
che mantiene il suo stile e la sua musica
senza mai perdere il suo fascino...
succede solo a chi è intramontabile.

ASCOLTA RADIO MONTE CARLO,


SCOPRIRAI LA DIFFERENZA
TRA L’ORDINARIO E LO STRAORDINARIO.
SU STRADA • IN PISTA • FUORISTRADA

IMPRESSIONI
DI GUIDA

ALPINE
A110
La sportiva francese che fa
rivivere la leggenda: finalmente
l'abbiamo guidata.
Pagina 156

JAGUAR VOLVO SEAT


E-PACE XC40 ARONA
Quel che serve per ampliare gli orizzonti Sempre più Suv, anche sotto il cielo di Svezia. Con il motore a benzina, ve l'abbiamo già
della Casa d'oltremanica: lo spirito Dopo la monumentale "90" e l'universale "60", presentata. Torniamo sull'argomento
di sempre, unito a dimensioni compatte. ora tocca a una taglia ridotta. con il TDI e un telaio ancora più frizzante.

Pagina 160 Pagina 164 Pagina 166

GENNAIO 2018 155


IMPRESSIONI DI GUIDA

ALPINE A110
Finalmente su strada e in pista con l'attesissima berlinetta transalpina:
si guida rasoterra, è coinvolgente ed emozionante. E, soprattutto,
coerente con lo spirito originale dello storico modello al quale s'ispira

bbiamo ancora bisogno Sabelt misto pelle e microfibra su una strumentazione

A
PREMIÈRE
di emozionarci. È evidente, Dinamica, leggeri (13,1 kg ciascuno), completamente digitale, EDITION
Dati dichiarati dalla Casa
altrimenti non ci sarebbe hanno lo schienale fisso configurabile in funzione
modo di spiegare i 1.955 esemplari e gli appoggiatesta integrati. della modalità d'utilizzo, Motore
• L4 turbobenzina
dell'Alpine A110 Première Edition Le regolazioni del volante sono e una quantità d'informazioni tale
• Cilindrata 1.798 cm3
bruciati in pochissimi giorni. ampie: si trova in un attimo da spingersi finanche • Potenza max 185 kW
Per forza: questa macchina scava la postura corretta con la giusta sui valori istantanei di coppia (252 CV) a 6.000 giri/min
nel sottoscala della memoria, libertà di movimento per le braccia e potenza, sulla percentuale • Coppia max 320 Nm
risveglia il bambino che siamo stati ed, eventualmente, anche d'apertura dell'acceleratore a 2.500 giri/min
e fa sognare l'adulto che siamo per la testa, quando s'indossa e sulle pressioni della frenata Trasmissione
diventati, toccando corde che forse il casco. Ci dicono che c'è stato e della sovralimentazione. Il quattro • Trazione posteriore
• Cambio a doppia frizione
avevano smesso di vibrare da tempo. un gran lavoro per trovare misure cilindri turbobenzina è quello a 7 marce
Si potrebbero passare ore che si adattassero a guidatori dell'Espace, e così pure il cambio,
Prestazioni
a osservarne i dettagli, a far scorrere di taglia diversa. E si percepisce, anzi solo che qui, su un corpo vettura • 0-100 km/h 4,5 s
lo sguardo sulle superfici, le pieghe, si vede, una cura quasi maniacale completamente di alluminio • Consumo medio 16,1 km/l
le rotondità della carrozzeria, pure per il dettaglio. Il supporto da 1.103 chilogrammi, fanno • Dimensioni e massa
a evocare il modello originale per il piede sinistro, per dire, decisamente un figurone. • Passo 242 cm
(firmato da quel genio di Michelotti, ha un'angolazione piuttosto verticale, • Lunghezza 418 cm
Larghezza 180 cm
peraltro). Questo, però, è il momento che sulle prime spiazza un po': invece FACILE DA CAPIRE
Altezza 125 cm
della verità, il momento di guidare va bene così, perché permette L'unità propulsiva è stata • Massa 1.103 kg
una delle berlinette più attese di ancorarsi saldamente al posto naturalmente adattata allo spirito Prezzo
dell'anno. Dunque, cominciamo guida con il minimo sforzo. Alpine: ora ha 252 cavalli • € 58.500
dalla posizione di guida: i bei sedili Davanti, lo sguardo si poggia e alla trasmissione automatica

156 GENNAIO 2018


L'abitacolo mescola con gusto
elementi della tradizione storica
con soluzioni contemporanee,
come la strumentazione digitale
configurabile. Sotto la console
centrale a ponte c'è un piccolo vano
portaoggetti. I paddle del cambio
sono solidali al piantone dello sterzo
e pertanto, quando si gira il volante,
mantengono la loro posizione. I bei
sedili con appoggiatesta integrato
hanni i fori per il passaggio delle
cinture di sicurezza a quattro punti

GENNAIO 2018 157


IMPRESSIONI DI GUIDA ALPINE A110

L'impianto frenante dell'A110, firmato


dall'italiana Brembo, fa affidamento
su quattro dischi da 320 mm
di diametro con pinze di alluminio
a quattro pistoncini all'avantreno.
Misura delle gomme differenziata:
205/40R18 e 235/40R18

a doppia frizione e sette marce che permette di dosare la forza


sono stati modificati l'elettronica frenante con accuratezza chirurgica.
di gestione e i rapporti, con i primi E poi, il sound: i francesi hanno fatto
quattro piuttosto ravvicinati un mezzo miracolo, non si sa come,
per rispettare lo 0-100 annunciato nel far suonare così un quattro
di 4,5 secondi. I grandi paddle cilindri. Con tanto di pernacchie
di alluminio sono giustamente in rilascio che pare di ascoltare
solidali al piantone e si manovrano un pezzo di Al Jarreau. Chi non ha
intuitivamente. Tutti i comandi, va fatto in tempo, sbagliando, ad
detto, hanno il carico corretto accaparrarsi la Première Edition
e una modulabilità estremamente da 60 mila euro, potrà scegliere
fine: lo sterzo è assai comunicativo, tra altri due allestimenti:
prontissimo e preciso ai piccoli Pure, essenziale e leggera, a circa
angoli, non è né leggero né pesante, 57-58 mila euro, e Légende,
e lo si apprezza tanto in pista quanto maggiormente orientata al confort
su strada. Dove, peraltro, l'Alpine e meglio equipaggiata, intorno
A110 s'è rivelata quasi confortevole, ai 63-64 mila euro. In tutt'i casi,
cioè molto propensa, considerando è bene mettersi l'animo in pace:
la sua natura dinamica, ad assorbire ordinandola ora, ci hanno spiegato,
asperità e irregolarità. Anche la macchina arriverà tra la fine
il pedale del freno, che pur aziona del 2018 e l'inizio del 2019.
un impianto potente, rimane Le consegne della Première Edition,
nell'ambito del gestibile: invece, inizieranno già in marzo.
ha una corsa normale e una taratura Carlo Di Giusto

158 GENNAIO 2018


TRADIZIONE E MODERNITÀ
Compattezza, leggerezza e agilità: posteriore. La distanza
le caratteristiche della leggendaria A110 delle masse stesse dal baricentro
degli anni 60 si ritrovano nell'edizione è contenuta, a vantaggio dell'agilità.
attuale. Il tutto, però, con uno schema Il cambio automatico Getrag a sette
tecnico più moderno e adatto a garantire marce con doppia frizione a bagno
un comportamento stradale sportivo d'olio ha rapportatura specifica,
più bilanciato. La vecchia A110, infatti, mentre le sospensioni a doppi
aveva il motore posteriore longitudinale quadrilateri davanti e dietro sono
a sbalzo, ovvero dietro le ruote posteriori, state sviluppate appositamente
che imprimeva alla vettura una marcata per l'A110. La scocca è composta
tendenza sovrasterzante. La nuova è assai dal pianale e dal corpo vettura uniti tra loro
più equilibrata: il quattro cilindri 1.800 con saldature, rivetti e adesivo strutturale
turbo M5Pt, lo stesso montato sulla per coniugare leggerezza (la vettura
Renault Espace, rivisto nell'alimentazione e completa pesa 1.103 kg) e rigidezza;
nello scarico per aumentare la potenza il fondo piatto e l'estrattore posteriore Il quattro cilindri turbo M5Pt
a 252 cavalli, è trasversale e posizionato sono disegnati per ottenere il miglior da 1.798 cm3 è nato
davanti all'asse posteriore. Il serbatoio compromesso fra resistenza aerodinamica per altri modelli della Casa,
ma sulla A110 ha collettori,
della benzina è invece tra le ruote anteriori: (il Cx è pari a 0,32) e deportanza. R.B. turbo e scarico specifici:
in questo modo, la ripartizione delle masse la potenza massima passa
è ottimale, con una netta prevalenza sul così da 225 a 252 cavalli

44% 56%

LE 1.955 PREMIÈRE EDITION


SONO ANDATE ESAURITE
IN APPENA CINQUE GIORNI

© Riproduzione riservata

GENNAIO 2018 159


IMPRESSIONI DI GUIDA

JAGUAR E-PACE
Confortevole, facile e piacevole da guidare,
ricca di personalità: la nuova Suv
britannica non passa certo inosservata

I
n questi anni si è parlato tanto di Callum, direttore del design Jaguar, le informazioni sul funzionamento D180 AWD
come dovrebbe o non dovrebbe sia stata la sportiva F-type piuttosto dell'auto finiscono in una barra alla FIRST EDITION
Dati dichiarati dalla Casa
essere una Jaguar. Perdendo che la F-Pace lo si capisce subito base della strumentazione. Al centro
forse di vista il fatto che il dibattito, aprendo la porta e accomodandosi della plancia un secondo schermo, Motore
• L4 turbodiesel
in definitiva, ha ben poco senso. Non al volante. Al posto della rotella un touch da 10 pollici, permette
• Cilindrata 1.999 cm3
è tanto la forma a fare la differenza, per il cambio presente sulla sorella di gestire il sistema multimediale • Potenza max 132 kW
quanto le qualità intrinseche che maggiore, ecco il piccolo joystick e le principali funzioni di bordo. (180 CV) a 4.000 giri/min
una Jaguar deve comunque avere, della coupé e il tunnel alto Sul tunnel, di fianco al joystick • Coppia max 430 Nm
che sono poi quelle di sempre: con il grande maniglione che separa del cambio, il selettore che permette a 1.750 giri/min
classe, eleganza, eccellenza tecnica. nettamente i posti (e i ruoli) di chi sta di scegliere il setup della vettura: Trasmissione
La E-Pace non fa eccezione. seduto davanti. Ben visibile dietro Ice/Snow/Rain, Eco, Comfort • Trazione integrale,
torque vectoring posteriore
L'impatto visivo è notevole: al volante (piccolo e quasi verticale), e Dynamic, quest'ultimo • Cambio automatico
la "piccola" Suv inglese se ne sta un unico schermo da 12,3 pollici personalizzabile secondo le proprie a 9 marce
bene acquattata sulle ruote da 20 (completamente configurabile) esigenze. Il sistema interviene sul Prestazioni
pollici, sistemate quanto più possibile informa il guidatore di tutto quanto motore, sul cambio, sulla ripartizione • 0-100 km/h 9,3 s
ai quattro angoli dell'auto. Il passo è necessario. Di norma riproduce della coppia tra gli assali e, infine, • Consumo medio 15,4 km/l
relativamente lungo e gli sbalzi il tachimetro e il contagiri che, anche sulla sensibilità dello sterzo. • Dimensioni e massa
ridotti le conferiscono una grinta quando si seleziona la modalità Si guida con le gambe semidistese • Passo 268 cm
• Lunghezza 440 cm
dinamica, sottolineata dai grandi Dynamic, si colorano di rosso e il sedile che fascia e sorregge bene. Larghezza 198 cm
parafanghi posteriori, che sembrano (con l'indicatore della marcia al Pochi chilometri e sono subito a mio Altezza 165 cm
coprire a stento i pneumatici. centro), ma può mostrare addirittura agio. La scocca, molto rigida, regala • Massa 1.843 kg
Insomma, una linea più da coupé a schermo pieno la mappa quella bella sensazione di soffusa Prezzo
che da Suv. E che a influenzare Ian del navigatore e in questo caso compattezza, in perfetto stile • € 65.250

160 GENNAIO 2018


La Jaguar E-Pace guidata
è la 4x4 da 180
cavalli nell'allestimento
top, il First Edition.
La versione base D150,
a trazione anteriore,
parte da 36.800 euro

La plancia e il tunnel
con il maniglione
ricordano quelli
della sportiva F-type.
Accanto alla leva
del cambio, quella
con cui si selezionano
i setup disponibili: qui
a fianco, la schermata
della modalità Dynamic,
con i diversi parametri
configurabili secondo
le proprie preferenze

GENNAIO 2018 161


Jaguar, che dà subito una precisa fanno impeccabilmente il loro lavoro
idea dei valori in campo. Il mondo e si ha sempre la sensazione di avere
fuori sembra lontano e il paesaggio tutto sotto controllo. La E-Pace ha
scorre veloce dietro ai finestrini. dimostrato di sapersi muovere bene
Il confort è notevole. Le sospensioni, anche fuori dai nastri asfaltati e
per quanto decisamente sostenute, questo, forse, non era così scontato.
assorbono bene le disuguaglianze C'è uno speciale launch control
della strada e isolano l'abitacolo che aiuta a partire sulle superfici
con efficacia. Di rumore, in realtà, più scivolose e l'Aspc (All surface
ce n'è ben poco; al massimo disturba progress control) che, in sostanza,
soltanto la rombosità del turbodiesel, è una sorta di controllo automatico
che al minimo e a bassa velocità della velocità studiato per l'off-road.
si fa sentire un po' troppo. Il quattro Cosicché, regolata la velocità a cui si
cilindri se la cava piuttosto bene vuole avanzare (il sistema funziona
in tutte le situazioni, anche se tra i 3,6 e i 30 km/h), l'auto si muove
si finisce per apprezzarlo di più praticamente da sola, guidata
per i 430 Nm di coppia, elargita dell'elettronica che, oltre a regolare
con generosità in un ampio spettro tutti i sistemi di bordo in modo
di regimi, che per i cavalli. In ogni da sfruttare al massimo l'aderenza
caso la progressione, grazie anche disponibile (trazione integrale,
al cambio automatico a nove marce, traction control, Esp ecc.), modula
che permette di sfruttare al meglio anche l'acceleratore e i freni. Così
tutti i cavalli disponibili, non è affatto al guidatore non resta altro da fare
male. La guida è piacevole, a tratti che concentrarsi sulla strada.
anche divertente, sterzo e freni Marco Perucca Orfei

TECNICA

COPPIA SOLO QUANDO E DOVE SERVE


Diversamente dalle altre Jaguar, la E-Pace TRAZIONE
ha la scocca di acciaio, con parti della carrozzeria INTEGRALE
di alluminio, e il motore è sistemato davanti Una frizione multidisco
trasversalmente. La trazione, anteriore sulle versioni a controllo elettronico
provvede a trasferire
base, diventa integrale con ripartitore di coppia
la coppia motrice
e torque vectoring su quelle più potenti. (anche fino
al 100%)
sulle ruote dietro,
TURBODIESEL quando quelle
Appartiene alla famiglia davanti iniziano
Ingenium. Con una cilindrata a perdere
di due litri, eroga 180 CV aderenza.
a 4.000 giri/min Il tutto
con una coppia massima in 300 ms
di 430 Nm. È disponibile
anche nella versione
base da 150 CV
e in quella biturbo
da 240 CV MULTILINK
Al retrotreno è
presente lo schema
di sospensioni
più raffinato. In seguito
arriveranno anche gli
ammortizzatori attivi

TORQUE VECTORING
CAMBIO Sulle versioni più potenti,
Si può scegliere tra i semiassi posteriori
il manuale a sei marce, sono collegati alla coppia
riprogettato in parte conica tramite due frizioni
per renderlo più rapido controllate elettronicamente,
e preciso, e l'automatico che provvedono
a nove rapporti a distribuire in modo mirato
con paddle al volante la coppia sulle due ruote

162 GENNAIO 2018


E-PACE P300 AWD

TIRA FUORI GLI ARTIGLI

Dentro al cofano di questa (il differenziale non c'è più), R-DYNAMIC HSE
E-Pace c'è il due litri ripartiscono i Newtonmetro Dati dichiarati dalla Casa
turbobenzina nella versione secondo quello che si definisce Motore
più potente, quella da 300 CV un vero e proprio torque • L4 turbobenzina
e 400 Nm di coppia. Su strada vectoring. Lo sterzo ha buone • Cilindrata 1.998 cm3
• Potenza max 221 kW
le differenze con la turbodiesel caratteristiche: non è (300 CV) a 5.500 giri/min
sono subito avvertibili. prontissimo, ma è molto • Coppia max 400 Nm
Il quattro cilindri risponde progressivo e permette da 1.500 a 4.500 giri/min
molto bene: è potente, ha di disegnare le traiettorie Trasmissione
coppia e spinge forte senza con notevole precisione. • Trazione integrale,
ritardi apprezzabili del sistema E poi ha un bel carico torque vectoring posteriore
• Cambio automatico
di sovralimentazione. Tira in sul volante (aumenta ancora a 9 marce
basso e allunga in alto con una un po' con il setup Dynamic),
Prestazioni
bella cattiveria fino ai 6.500 che restituisce un quadro reale • 0-100 km/h 6,4 s
giri/min. Insomma, ce n'è dell'aderenza che c'è sotto • Consumo medio 12,5 km/l
in abbondanza per muovere le ruote. Spingendo di più • Dimensioni e massa
più che bene la E-Pace, si avverte un po' d'inerzia, • Passo 268 cm
accreditata, in questa versione, figlia della massa decisamente • Lunghezza 440 cm
di una velocità massima di ben elevata (1.894 kg), che Larghezza 198 cm
Altezza 165 cm
243 km/h. Al resto pensano finisce per limitare la • Massa 1.894 kg
l'automatico a nove marce, maneggevolezza, ma non certo
Prezzo
che ha i rapporti ben il piacere di condurre questa • € 66.100
ravvicinati, e la trazione Jaguar da una curva all'altra.
integrale, che s'incarica
non solo di distribuire la coppia
tra i due assali in base
all'aderenza sul terreno,
I cerchi da 20 pollici ma anche di dividerla in modo
a sei razze sono di serie intelligente tra le ruote
© Riproduzione riservata

sulla First Edition.


dietro, in modo da favorire
I dischi anteriori
sono da 325 millimetri la motricità e la progressione
sulla turbodiesel in uscita dalle curve. Due
e da 349 sulla P300. frizioni a controllo elettronico,
I pneumatici misurano solidali con i semiassi
245/45R20

GENNAIO 2018 163


IMPRESSIONI DI GUIDA

VOLVO XC40
La nuova Suv della Casa svedese si presenta in un formato compatto,
ma ricco di sicurezza, praticità e confort. In attesa dell'arrivo
dell'1.5 tre cilindri, ci siamo messi al volante della 2.0 turbodiesel

B
ello questo "effetto al volante. Più avanti arriveranno inizialmente non te l'aspetti e tendi D4 AWD
matrioska" introdotto dalla altre versioni, compresa una spinta ad anticipare la sterzata, poi ci prendi Dati dichiarati dalla Casa
Volvo per le sue sport utility. da un 1.5 a tre cilindri. La D4 la mano e diventa tutto molto Motore
Non tanto per la linea, che quella è è di grande confort nei viaggi interessante. Vista l'altezza • L4 turbodiesel
• Cilindrata 1.969 cm3
questione di gusti, ma per le idee che in autostrada e ha dalla sua poco e le sospensioni morbide, non
• Potenza max 140 kW
le stanno dietro: sicurezza, confort, rumore aerodinamico, un filtraggio la definirei certo un'auto sportiva, (190 CV) a 4.000 giri/min
finiture e assistenze alla guida di tipo molto efficace delle sospensioni e un ma il rollio che c'è è ben smorzato. • Coppia max 400 Nm
avanzato. Cambia la taglia, da XL buon isolamento acustico. A 130 In ogni caso, nulla sarebbe più fuori da 1.750 a 2.500 giri/min
(ovvero la XC90) a M, ma rimane km/h, il regime del motore rimane tema di una sospensione rigida Trasmissione
la sostanza, concentrata in 4,43 poco sopra i 1.500 giri/min, con e troppo reattiva su una macchina • Trazione integrale
metri di lunghezza. E, su una medie del computer di viaggio di 16 come questa, che al contrario vuole permanente
• Cambio automatico
carrozzeria compatta, risalta ancor km con un litro. Soltanto nelle forti essere rassicurante e "facile" in tutte a 8 marce
di più l'altezza di 1,66 metri, che fa accelerazioni, quando il Geartronic le situazioni, oltre che accogliente
Prestazioni
sembrare l'insieme più importante. viene stimolato con un kick-down a e ricca di soluzioni pratiche. • 0-100 km/h 7,9 s
Le immagini, in realtà, non dicono cambiare marcia, si fa sentire un po' Per esempio, avete qualcosa • Consumo medio 20,0 km/l
tutto delle sue proporzioni: la XC40 ruvidamente, fra i 3.000 e i 4.000 da buttare? Qui c'è un vero cestino • Dimensioni e massa
va vista dal vivo. Le consegne giri. Sulla plancia il sistema Sensus per i rifiuti sul tunnel, asportabile • Passo 270 cm
sono previste da questo mese, navigation ha preso il posto di quasi e lavabile. Lo spazio a bordo, infine, è • Lunghezza 443 cm
Larghezza 186 cm
inizialmente solo con i motori D4 tutti i pulsanti e il controllo delle generoso, sia davanti sia nella zona
Altezza 166 cm
(turbodiesel due litri da 190 CV) e T5 funzioni, dall'infotainment agli Adas, posteriore, dove l'unico fastidio • Massa 1.609 kg
(turbobenzina da 247 CV), entrambi converge sul pannello multitouch arriva dallo schienale molto impettito Prezzo
con quattro ruote motrici e cambio e sul volante. Quest'ultimo è piccolo e, peraltro, non regolabile. • da € 40.800
automatico a otto marce con paddle e, a sorpresa, piuttosto sensibile; Carlo Bellati

164 GENNAIO 2018


VOLVO ON CALL

CLIC! ECCO
LE CHIAVI
Aria di famiglia,
all'interno:
la disposizione
e l'interfaccia
dei comandi sono
molto simili a quanto
visto sulle XC90
e XC60. Il tunnel è
completo di molti vani
portaoggetti e di servizi
come la ricarica senza
filo per gli smartphone
e il cestino
per la spazzatura

Tra smartphone e auto,


il legame è sempre più stretto:
una delle novità introdotte
dall'app Volvo On call
per la XC40 è l'eliminazione
fisica delle chiavi. Per esempio:
se siete in vacanza e avete
lasciato l'auto a casa,
ma senza le chiavi, potete
autorizzare una persona
ad accedervi e a utilizzarla
(venendo informati degli orari
e dei chilometri percorsi).
Sempre tramite On call, si
possono conoscere i principali
parametri (chiusura porte,
posizione, ultimi tragitti)
e presto sarà anche possibile
autorizzare la consegna degli
acquisti online direttamente
nel bagagliaio dell'auto.

LA VERSIONE PIÙ POTENTE

GRINTOSA QUELLA TURBOBENZINA T5 AWD


Dati dichiarati dalla Casa

Nell'era del downsizing, la Volvo Motore


•L4 turbobenzina
ha abbandonato i motori a otto e sei •Cilindrata 1.969 cm3
cilindri: ora sono tutti a quattro, •Potenza max 182 kW
ovviamente con il turbo. E in alcuni (247 CV) a 5.500giri/min
casi elettrificati, con l'aggiunta •Coppia max 350 Nm
del sistema Twin Engine e la relativa da 1.800 a 4.800 giri/min
iniezione di cavalli. Per quanto Trasmissione
•Trazione integrale
riguarda la XC40, le versioni ibride ed
•Cambio automatico
elettriche arriveranno nel corso del a 8 marce
2019, ma un allestimento grintoso Prestazioni
c'è già e si chiama T5 AWD. I 247 •0-100 km/h 6,5 s
cavalli bastano (e persino avanzano •Consumo medio 14,1 km/l
un po' ) per spingere questa Suv •Dimensioni e massa
a 230 all'ora e, benché la massa •Passo 270 cm
© Riproduzione riservata

complessiva sia abbastanza elevata sotto i 3.000 giri, il che è giusto e non poteva che essere così, •Lunghezza 443 cm
Larghezza 186 cm
da temperare le andature smodate, e ragionevole, visto che l'allungo considerate la superficie frontale Altezza 166 cm
la brillantezza di marcia è di alto di questo quattro cilindri e la trazione integrale: nel breve test •Massa 1.684 kg
livello. L'effetto del turbo non è non è entusiasmante. I consumi in città e in autostrada, la media (da Prezzo
troppo evidente e rimane confinato rimangono uno scoglio temibile, trip computer) è stata di 10 km/litro. • da € 44.220

GENNAIO 2018 165


IMPRESSIONI DI GUIDA

SEAT ARONA
La B-Suv spagnola torna sul ring nella sua veste più dinamica,
l'allestimento FR, spinto dal collaudato 1.6 TDI da 116 CV:
una proposta grintosa, in equilibrio tra prestazioni e consumi contenuti

U
n'iniezione di adrenalina in colore a contrasto, i cerchi Nello specifico, il profilo massa piuttosto contenuta.
estetica e tecnica, di lega da 17" (o da 18", personalizzato consente Il risultato è una guida gradevole
accompagnata dalle a richiesta), il doppio terminale d'impostare il comportamento e divertente, in cui la spinta
qualità di un diesel dalla provata di scarico e i vetri posteriori dello sterzo, del motore, del del propulsore è la vera
grinta. Per la Seat Arona, oscurati, all'interno si possono telaio, del cruise control adattivo protagonista. Per quanto
è tempo di mordere con ancora apprezzare le cuciture rosse (se presente) e del climatizzatore riguarda i consumi, questo TDI
più forza l'affollato mercato delle che impreziosiscono i materiali automatico bizona. è noto per essere parsimonioso:
B-Suv, grazie all'allestimento morbidi, i sedili di tessuto e infatti, il dato dichiarato è di
FR (acronimo di Formula Racing) e il volante specifici. Dopo ANCORA PIÙ PRESTANTE 24,4 km/l. Infine i sistemi Adas,
e al millesei TDI da 116 CV, essere saliti a bordo, la prima Le qualità dinamiche dell'Arona, raggruppati in diversi pacchetti
associato al cambio manuale sensazione è quella di un'auto emerse nella prova su strada, extra: oltre al già citato cruise
a sei marce: un trio solida, con una plancia razionale riemergono nella variante più control adattivo, sono disponibili
promettente, sia sotto il profilo e una dotazione di accessori più aggressiva: la FR è maneggevole, il Park assist con retrocamera, il
delle prestazioni sia per quel che che adeguata, a partire dal touch stabile e facile da guidare, monitoraggio degli angoli ciechi
riguarda i consumi. Il biglietto screen da 8" con sistema con uno sterzo pronto e preciso, e l'avviso di traffico trasversale
da visita della FR è decisamente Full link. Ma il "segno" della FR ancora più apprezzabile nella posteriore. Tra l'altro, la frenata
rampante e la vettura che si ritrova soprattutto modalità Sport. La scelta del automatica d'emergenza
abbiamo avvicinato lo ribadisce nelle sospensioni a controllo motore, poi, pare particolarmente con riconoscimento dei pedoni
alla prima occhiata. D'altronde, elettronico (optional) e nel Seat azzeccata: il quattro cilindri è di serie: insomma, anche
parliamo dell'allestimento top Drive profile con le modalità del gruppo Volkswagen, visto sulla FR si viaggia in sicurezza,
di gamma: e se fuori fanno di guida Eco, Normal, Sport all'opera su numerose auto, si fa assistiti da diversi dispositivi
bella mostra di sé il tetto e Individual, gestibili attraverso sotto con la decisione di sempre, in grado di migliorare il confort.
e gli specchietti ripiegabili lo schermo centrale. peraltro su una vettura dalla Davide Comunello

166 GENNAIO 2018


MOTORE

VALVOLE INCROCIATE
Il propulsore di questa scarico è posto a ridosso (ad alta e a bassa pressione).
versione dell'Arona è il 1.600 del turbo, per raggiungere Peculiarità di questi motori è la
TDI della famiglia EA 288, nata rapidamente la massima testata con valvole incrociate:
nel 2014 come evoluzione efficacia, ed è composto da due ciascun asse a camme
della precedente EA 189 cilindri orizzontali sovrapposti. comanda parte delle valvole di
(quella coinvolta nel dieselgate). Il primo contiene il catalizzatore aspirazione e parte di quelle di
I nuovi motori sono stati ossidante, il secondo il filtro scarico. In tal modo, si coniuga
sviluppati con l'obiettivo antiparticolato combinato con l'alta turbolenza, che migliora
di ridurre sia le emissioni il depuratore Scr per gli ossidi la combustione, con l'ottimale
di anidride carbonica sia quelle di azoto; a monte di quest'ultimo riempimento dei cilindri. A ciò
di particolato e di NOx. è piazzato il dosatore contribuisce pure l'intercooler
Di conseguenza, il sistema per l'agente riducente AdBlue. raffreddato ad acqua, più
di trattamento dei gas di Presente pure il doppio Egr efficace di quelli ad aria. R.B.

1.6 TDI 116 CV FR


Dati dichiarati dalla Casa
Motore
• L4 turbodiesel
• Cilindrata 1.598 cm3
• Potenza max 85 kW
(116 CV) a 3.250 giri/min
• Coppia max 250 Nm
da 1.500 a 3.200 giri/min
Trasmissione
• Trazione anteriore
• Cambio manuale
a 6 marce
Prestazioni
• 0-100 km/h 10,1 s
• Consumo medio 24,4 km/l
• Dimensioni e massa
• Passo 257 cm
L'allestimento FR, • Lunghezza 414 cm
© Riproduzione riservata

immediatamente riconoscibile Larghezza 178 cm


per i cerchi da 18" e i loghi Altezza 155 cm
• Massa 1.303 kg
specifici sulla griglia frontale
e sul portellone, è il più Prezzo
vitaminico tra quelli disponibili. • n.d.
Il posteriore è caratterizzato
dal doppio terminale di scarico

GENNAIO 2018 167


NEWS • INDUSTRIA • DESIGN

AUTONOTIZIE
SENNA, SUPERCAR
DA CAMPIONI
La McLaren dedica il suo modello
estremo all'asso brasiliano.
Leggero e potentissimo, nasce
per esaltare il pilotaggio puro

A
yrton Senna non era soltanto La Senna è
il campionissimo paulista, alfiere la prima McLaren
della McLaren. Era l'essenza senza sigla.
Verrà realizzata
stessa della F.1. E, con le monoposto della a mano in soli
Casa di Woking, vinse i suoi tre Mondiali 500 esemplari,
Piloti, entrando nella leggenda. Così, già tutti venduti,
a 24 anni dalla sua scomparsa, la factory al prezzo base di
inglese ha voluto dedicargli un modello 945.500 euro
senza compromessi: la Senna,
appunto, della famiglia Ultimate Series.
Omologata per l'uso stradale,
ma ideata per la guida in pista,
la vettura segna diversi record,
grazie al suo concentrato
di "talenti": massa a secco di soli
1.198 chili, grazie al telaio di fibra
di carbonio sviluppato dalla 720S,
motore 4.0 V8 biturbo da 800 CV,
trazione posteriore, aerodinamica
attiva. Senza l'ibrido, perché qui
tutto è votato all'espressione
pura del pilotaggio, al tutt'uno
uomo-macchina. La carrozzeria
è stata modellata con superfici
discontinue, tra prese d'aria
ed estrattori, per cercare
la massima efficienza
aerodinamica e, quindi,
la prestazione. Questa supercar
introduce infatti un pacchetto di
soluzioni per aumentare il carico
verticale. La forma a conchiglia
della coda inoltre, assolve alla
duplice funzione aerodinamica
e di raffreddamento. Il cambio
© Riproduzione riservata

è un sette marce a doppia


frizione. La Senna è una delle
tante novità in arrivo nel 2018:
per scoprirle tutte, leggete
l'allegato a questo numero.
Andrea Stassano

GENNAIO 2018 169


AUTONOTIZIE LAMBORGHINI/1

La Urus, a prima vista,


è simile alla Concept
presentata al Salone
di Pechino del 2012.
In realtà, sono cambiati
numerosi dettagli,
alcuni puramente
stilistici (come i fanali
anteriori), altri invece
necessari per rendere
realizzabile la vettura:
per esempio, cofano
e parafanghi anteriori
risultano meno affilati

170 GENNAIO 2018


ESTREMO
OPPOSTO
Un'idea, quella della sport utility, lontana dagli orizzonti
della Casa emiliana. Che con la Urus l'ha reinterpretata
a modo suo, portandola là dove non si era mai vista:
650 cavalli e una velocità massima di 305 km/h.
Per non parlare del prezzo: 206 mila euro
di Alessio Viola • foto di Wolfango

GENNAIO 2018 171


AUTONOTIZIE LAMBORGHINI/1

L'
intenzione, almeno quella ini- dieci anni dopo, infatti, tocca alla Urus dimo- stigiosi. Stavolta riesce addirittura a onora-
ziale, era di mantenersi nell'al- strare che le Lambo sono oggetti estremi re la genetica avversione per i compromes-
veo della tradizione. O di non anche con quattro porte, quattro posti, ruo- si di tutte le Lamborghini: 650 cavalli e 206
discostarsene troppo. Correva te alte e tutto ciò che serve nel quotidiano. mila euro possono già dare un'idea. Ed è
l'anno del Signore 2008 e, per Mise en place dell'omonima concept del proprio in questa tensione verso l'eccesso
allargare gli orizzonti, a Sant'Agata pensa- 2012 (senza troppe differenze, peraltro), la che vanno rintracciati i fili che uniscono la
vano alla Estoque, ipotesi stilistica di una sport utility emiliana poggia sulla concreta Urus con l'antenata degli anni 80, l'esage-
berlina d'altissimo bordo. L'ideale per infa- solidità di basi tecniche mutuate dal gruppo rata LM 002.
stidire vetture del calibro dell'Aston Martin Volkswagen, a cominciare da quel pianale
Rapide, per dire. Mercati e tendenze, però, Mlb Evo che già ha dato vita a diverse Suv: L'ORA DEL TAMBURO
non si possono ignorare: l'evoluzionismo è l'Audi Q7, la Bentley Bentayga e la Porsche Uno 0-100 km/h in 3,6 secondi e una
una realtà anche quando si parla di auto. E Cayenne, per limitarci agli esempi più pre- velocità massima di 305 km/h (quanto ba-
sta per renderla la Suv più veloce del mon-
do) sono ottimi indizi del carattere della
Urus, che anche nel nome si riallaccia alla
tradizione taurina della Casa: l'uro era infat-
ti una specie bovina, oggi estinta, famosa
per la stazza colossale e per il temperamen-
to aggressivo. Caratteristiche presenti, en-
trambe, in questa Lamborghini, che in un
corpo vettura di oltre cinque metri offre

A bordo lo spazio non


manca. D'altra parte, la Urus
è lunga 5,11, larga
2,02 e alta 1,64 metri.
Il passo è di 3 metri tondi

FRENI TRAZIONE SCOCCA


Quattro dischi Cambio automatico Realizzata
carboceramici: a otto marce in alluminio.
MOTORE
anteriori da 440 e trazione integrale La massa della SOSPENSIONI
Il quattro litri V8
mm (i più grandi permamente: Urus, in ordine Quadrilateri
prevede due turbo
oggi sul mercato) differenziale Torsen di marcia, all'avantreno
e, ai bassi carichi,
e posteriori da 370. al centro e torque è di circa e multilink
la disattivazione
Cerchi da 21, 22 vectoring attivo 2.200 chili al retrotreno.
dei cilindri. In totale,
o 23 pollici al retrotreno Molle pneumatiche,
650 CV a 6.000 giri
e 850 Nm da 2.250 con barre antirollio
attive a 48 volt

172 GENNAIO 2018


LA FABBRICA

UN NUOVO MODELLO PRODUTTIVO


L'arrivo della Urus segna milioni di euro e che sono stati stabilimento di Bratislava e le sue linee di assemblaggio
per la Lamborghini un assunti, fino a oggi, 500 nuovi del gruppo Volkswagen sono state realizzate utilizzando
importante cambio di passo lavoratori. Un incremento e, attualmente, arrivano il modello Factory 4.0,
anche dal punto di vista importante, che porta il totale nella Motor Valley già verniciate. l'impostazione organizzativa
industriale. All'artigianalità dei dipendenti oltre quota Tra non molto, però, qualcosa più moderna. Prevede
dei primi cinquantacinque 1.500. Anche questo cambierà: entro la fine una forte integrazione
anni, da oggi si affianca è un record per Sant'Agata, di quest'anno, infatti, sarà tra infrastrutture tecniche
la produzione in serie, visto che soltanto dieci anni fa completato anche un padiglione e informatiche, per esempio,
una novità che ha comportato la forza lavoro era meno dedicato alla verniciatura. Sarà oltre all'utilizzo di robot
il raddoppio delle dimensioni della metà. E non è tutto: la prima volta che viene fatta collaborativi che affiancano
della fabbrica: in diciotto mesi, quando sarà raggiunta la piena "in casa": 10 mila metri quadrati, gli operatori: in questo modo
a Sant'Agata si è passati capacità produttiva, è prevista che porteranno il totale delle migliora l'ergonomia,
dagli 80 mila metri quadrati l'introduzione di altri 200 superfici coperte a 160 mila. La soprattutto per le operazioni
per così dire storici a 150 mila. dipendenti. Le scocche della nuova fabbrica è stata battezzata ripetitive (dall'incollaggio dei
Una trasformazione inevitabile, Urus sono prodotte nello Manifattura Lamborghini vetri al montaggio delle ruote).
viste le ambizioni in termini
di volumi produttivi: la nuova
sport utility, infatti, sarà
prodotta in circa 3.500
esemplari l'anno. Quanto
basta per arrivare al raddoppio
anche dal punto di vista
dei numeri commerciali, visto
che oggi, poco più o poco
meno, si realizzano altrettante
vetture tra Huracán (2.400)
e Aventador (1.200). Quello
che vi stiamo descrivendo
è il più ambizioso piano
di trasformazione che abbia
mai interessato la Casa La vista dall'alto della fabbrica
emiliana: basti dire che, di Sant'Agata spiega bene l'entità
per realizzarlo, è servito dell'ampliamento al quale è stato
sottoposto il sito produttivo
un investimento di oltre 800

GENNAIO 2018 173


AUTONOTIZIE LAMBORGHINI/1

PARLA MAURIZIO REGGIANI

È STATA UNA GRAN BELLA SFIDA


Un passato alla Maserati realmente quali fossero le leve, la parte alta, laddove utile in una vettura pensata
e alla Bugatti, dove chiamiamole così, sulle quali la termodinamica ha un ruolo anche per il fuoristrada.
si è occupato del powertrain agire per fare in modo fondamentale. È anche da lì che Il problema di questo materiale
della EB110, Maurizio Reggiani che una vettura di queste vengono fuori i 650 cavalli: è la delaminazione, cosa
è alla Lamborghini dal 1998, dimensioni potesse essere un risultato che ha richiesto che nei contatti tipici
quando ha iniziato una Lamborghini. E ci è servita pure turbo specifici e un dell'off-road è facile che accada.
a occuparsi del progetto tantissimo anche la nostra impianto di raffreddamento Abbiamo quindi deciso subito
della Murcielago. Dal luglio esperienza: per le quattro ruote disegnato ad hoc. che tecnicamente non avrebbe
2006 è responsabile sterzanti, per esempio, avuto senso.
della Ricerca&Sviluppo. è stata fondamentale la pratica Per il fuoristrada, vi siete fatti
fatta con l'Aventador S. In tutto, aiutare da qualcuno che avesse Nel 2020 arriverà una plug-in.
Avete avuto le idee chiare ci sono voluti quattro anni. più esperienza di voi? E un turbodiesel?
fin da subito su come Potrà suonare strano, No, non ci sarà mai.
volevate che fosse la Urus? Come avete trasformato ma abbiamo fatto tutto da soli,
C'è stata dialettica, un progetto che nasce su basi studiando a lungo le concorrenti. Possiamo invece ipotizzare un
senza dubbio. Anzi, più che comuni in qualcosa dal sapore Un'attività che ci ha portato futuro con il V10 della Huracán?
altro la definirei una marcia schiettamente Lamborghini? spesso a Dubai, ancora prima Lì il problema è la coppia
di avvicinamento. E penso Se si escludono il pianale, che fossero pronti i primi a 1.500 giri, che è poca rispetto
che sia normale, visto che ciò e la piattaforma elettronica, prototipi. E i risultati sono molto a quello che serve per gestire
che facciamo da sempre tutto il resto è stato rivisto. soddisfacenti: la Urus è migliore oltre due tonnellate, magari
è molto diverso in termini sia di La banca organi del gruppo delle migliori rivali. Potremmo in fuoristrada. Dai, pensiamo
impostazione sia di dimensioni. si è rivelata un ottimo fornitore, definire i suoi limiti "geometrici", alla plug-in...
I primi protot