Sei sulla pagina 1di 7

Scienza delle Costruzioni - Metodo degli spostamenti – Dott. Ing.

Simone Caffè

ESEMPIO DI CALCOLO DI UN TELAIO IPERSTATICO SOGGETTO AD UNA FORZA


ORIZZONTALE CONCENTRATA CON IL METODO DEGLI SPOSTAMENTI

(Redattore: Dott. Ing. Simone Caffè – 27 Agosto 2008)

L
2 3
EIt EAt

H/2
P
EIc
H/2

Sistema “zero” a nodi fissi


Nel sistema a nodi fissi, si analizza la colonna soggetta alla forza orizzontale di intensità “P” come se fosse
incernierata nel nodo “1” e perfettamente incastrata nel nodo “2”. Le caratteristiche di sollecitazione derivanti da
questa configurazione risultano:

MEd VEd

2 2
3 11
16PH 16P

P P

5
16P

1 1

1
Scienza delle Costruzioni - Metodo degli spostamenti – Dott. Ing. Simone Caffè

Sistema “uno” a nodi spostabili: - Rotazione del nodo “2”


Si impone una rotazione antioraria “ϕ” al nodo “2”, e si determinano le caratteristiche di sollecitazione che tale
distorsione provoca negli elementi convergenti nel nodo:

ϕ
2 3

4EIt ϕ 2EIt ϕ 6EIt ϕ 6EIt ϕ


L L L2 L2
2 3 2 3
3EIc ϕ
3EIc ϕ H2
H

3EIc ϕ
H2
1 1

2
Scienza delle Costruzioni - Metodo degli spostamenti – Dott. Ing. Simone Caffè

Sistema “due” a nodi spostabili: - Traslazione orizzontale del nodo “2”


Si impone una traslazione orizzontale “∆” al nodo “2”, e si determinano le caratteristiche di sollecitazione che
tale distorsione provoca negli elementi convergenti nel nodo:

2 2 3

EAt EAt
L ∆ L ∆
2 3 2 3
3EIc 3EIc
H2 ∆ H3 ∆

3EIc
H3 ∆
1 1

3
Scienza delle Costruzioni - Metodo degli spostamenti – Dott. Ing. Simone Caffè

Risoluzione del sistema :


Si costruisce il sistema a due equazioni in due incognite “ϕ” e “∆”, imponendo l’equilibrio delle forze agenti sul
nodo “2” di cui sono appunto incogniti gli spostamenti. Il verso positivo del momento agente nel nodo è
“Antiorario”, mentre il verso positivo della forza orizzontale è assunto “da sinistra verso destra”:

M nodo = M o + ∑ M ik ⋅ δ i
 i

 Fnodo = Fo + ∑ Fik ⋅ δ i
 i

 3 4 ⋅ E ⋅ It 3 ⋅ E ⋅ Ic 3 ⋅ E ⋅ Ic
0 = 16 ⋅ P ⋅ H − ⋅ϕ − ⋅ϕ − ⋅∆
L H H2

0 = 11 ⋅ P − 3 ⋅ E ⋅ I c ⋅ ϕ − 3 ⋅ E ⋅ I c ⋅ ∆ − E ⋅ At ⋅ ∆
 16 H2 H3 L

Esempio pratico:

Modulo elastico Area della sezione Momento d’inerzia Dimensioni


2 2 2 4 4
Colonna E=25000000 [kN/m ] Ac=0.4 =0.16 [m ] Ic=0.4 /12=0.00213 [m ] H=5.00 [m]

2 2 3 4
Trave E=25000000 [kN/m ] At=0.6ּ0.2=0.12 [m ] It=0.2ּ0.6 /12=0.0036 [m ] L=10.0 [m]

Il carico “P” è stato assunto pari a 500 [kN]

Sostituendo i valori nel sistema precedente si ottengono gli spostamenti incogniti del nodo “2”:

0 = 468.75 − 36000 ⋅ ϕ − 32000 ⋅ ϕ − 6400 ⋅ ∆ ϕ = 0.0068[rad ]


 ⇒ 
0 = 343.75 − 6400 ⋅ ϕ − 1280 ⋅ ∆ − 300000 ⋅ ∆ ∆ = 0.000996[m]
Determinazione dei momenti agenti sui nodi:

Nodo 1:
M1 = 0

Nodo 2 (lato colonna):


3 3 ⋅ E ⋅ Ic 3 ⋅ E ⋅ Ic
M 1− 2 = ⋅P⋅H − ⋅ϕ − ⋅∆
16 H H2
M 1− 2 = 468.75 − 217.60 − 6.37 = 244.77
[kNm]
Il segno del momento è positivo pertanto il verso sul nodo è antiorario come da convenzione.

Nodo 2 (lato trave):


4 ⋅ E ⋅ It
M 2 −3 = − ⋅ϕ M 2 − 3 = −244.77 [kNm]
L
Il segno del momento è negativo pertanto il verso sul nodo è orario.

4
Scienza delle Costruzioni - Metodo degli spostamenti – Dott. Ing. Simone Caffè

Nodo 3:
2 ⋅ E ⋅ It
M3 = − ⋅ϕ M 3 = −122.20 [kNm]
L

Il segno del momento è negativo pertanto il verso sul nodo è orario.

244.77 122.20
[kNm] [kNm]

2 3
244.77
[kNm]

Determinazione delle forze agenti sui nodi:

Nodo 1:
5 3 ⋅ E ⋅ Ic 3 ⋅ E ⋅ Ic
V1 = ⋅P+ 2
⋅ϕ + ⋅∆
16 H H3
V1 = 156.25 + 43.52 + 1.275 = 201 [kN]

Il segno della forza è positivo per tanto la direzione della forza agente sul nodo è da sinistra verso
destra come da convenzione.

Nodo 2 (lato colonna):


11 3 ⋅ E ⋅ Ic 3 ⋅ E ⋅ Ic
V1− 2 = ⋅P− 2
⋅ϕ − ⋅∆
16 H H3
V1− 2 = 343.75 − 43.52 − 1.275 = 298.96 [kN]

Il segno della forza è positivo per tanto la direzione della forza agente sul nodo è da sinistra verso
destra come da convenzione.

Nodo 2 (lato trave):


6 ⋅ E ⋅ It
V2 − 3 = − ⋅ϕ
L2
V2 −3 = −36.72 [kN]

Il segno della forza è negativo per tanto la direzione della forza agente sul nodo è dall’alto verso il
basso.

5
Scienza delle Costruzioni - Metodo degli spostamenti – Dott. Ing. Simone Caffè

Nodo 3:
6 ⋅ E ⋅ It
V3 = ⋅ϕ
L2
V3 = 36.72 [kN]

Il segno della forza è positivo per tanto la direzione della forza agente sul nodo è dal basso verso
l’alto come da convenzione.

Forza assiale sulla trave:

E ⋅ At
N 2−3 = − ⋅ ∆ = −298.80 [kN]
L

Forza assiale sulla colonna:

6 ⋅ E ⋅ It
N 2 −1 = − ⋅ ϕ = −36.72 [kN]
L2

36.72 36.72
[kN] [kN]

2 3
298.96
[kN]

500 [kN]

201
[kN]

Diagramma della forza Normale:

2 3

-298.96

-36.72
1

6
Scienza delle Costruzioni - Metodo degli spostamenti – Dott. Ing. Simone Caffè

Diagramma della forza di Taglio:

+36.72
2 3

-298.96

+201

Diagramma del Momento flettente:

-244.77

-244.77
2 3

+122.20
M=201*2.5=502.50