Sei sulla pagina 1di 24

Poste Italiane spa Giovedì

Sped. abb. postale 22 marzo 2018


DL 353/2003 anno LI (51° nuova serie)
(conv. in L. numero 10
27/02/2004 n. 46) euro 1,30
art. 1, comma 1
cn/fc/giornale locale
Redazione:
via don Minzoni, 47
47521 Cesena
tel. 0547 1938590
fax 0547 328812 10
Diocesi 7 Cesena 10 Chiesa 16 Torna l’ora legale
Paolo Terenzi La Confcommercio San Giovanni Rotondo
alla Scuola e il futuro Il Papa in visita
di Dottrina sociale dell’imprenditoria da padre Pio
Seticaecolarizzazione
fede e deformazione
della

relativista, i punti su
M eno tasse e più sicu-
rezza per rilanciare
l’economia del territorio. A
rancesco ha reso omag-
FConfessionale”.
gio all’“Apostolo del
L’eredità
Alle 2 di domenica 25 marzo occorre
mandare avanti di un’ora le lancette
dell’orologio. L’ora legale resterà in vi-
cui si è incentrata la lezio- colloquio con il presidente in tre parole: preghiera,
gore fino a ottobre.
ne in seminario Augusto Patrignani piccolezza, sapienza

Editoriale SCOUT: In Diocesi sono oltre 1.500 gli appartenenti all’Agesci


Misericordia e Vangelo

Esploratori
di Francesco Zanotti

N
on c’è pace per Francesco. Non si
placano le polemiche, le ultime in
ordine di tempo, sulla lettera di
Benedetto XVI diffusa, in maniera parziale, in
occasione della presentazione degli 11
volumetti “La teologia di papa Francesco”. Poi
(cfr pag. 16), sotto la pressione di molti
giornalisti accreditati in Sala Stampa, sabato

del Vangelo
scorso la Segreteria per la comunicazione ha
pubblicato il testo integrale della missiva
inviata da Ratzinger a don Dario Viganò.
Ci ha pensato un vaticanista di notevole
rilievo, Gian Franco Svidecoschi, a tentare una
lettura dei primi cinque anni di pontificato di
Bergoglio. Lo ha fatto con un libro edito da
Rubettino. “In questi anni c’è stato un
sovraccarico sia di ideologizzazione che di
semplicismo”, annota il giornalista. Si è finiti
così per “deformare o quanto meno
offuscarne la figura (del Papa, ndr), il
magistero, gli obiettivi stessi del pontificato”. Il
tentativo di delegittimare Francesco non ha
precedenti, sottolinea Svidercoschi. Ed è
ancora più preoccupante la situazione perché,
aggiunge, la divisione si registra tra gli stessi
fedeli.
“Non siamo ancora a uno scisma, come teme
(o vorrebbe) qualcuno”, ma ogni gesto del
Papa crea sempre due reazioni opposte: una
di consenso e l’altra di critica. Eppure, lo
scrive anche Svidercoschi, Francesco non fa
altro che ricordare alla Chiesa l’essenzialità
del Vangelo, le sue radici, nel segno della
Misericordia di cui è strapiena la narrazione
che si trova nei libri sacri.
Ho sottomano, per l’ennesima volta,
l’esortazione apostolica Evangelii gaudium
pubblicata dal Papa in avvio di pontificato
come suo programma di azione pastorale. Lo
stesso Bergoglio la raccomandò a Firenze a
tutta la Chiesa italiana lì riunita per il
convegno decennale. Domandò a tutti di
riprenderla in mano, di leggerla, di conoscerla,
di approfondirla e anche di incarnarla.
Forse ce ne siamo un po’ dimenticati. Al n. 35
si legge: “Una pastorale in chiave missionaria FOTO ARCHIVIO SIR
non è ossessionata dalla trasmissione
disarticolata di una moltitudine di dottrine
che si tenta di imporre a forza di insistere… Breve viaggio nel pianeta scout. Lo abbiamo fatto questa settimana Cesena 9 Cesenatico 12
L’annuncio si concentra sull’essenziale, su ciò incontrando il responsabile di zona dell’Agesci, Giovanni Lughi. Abbiamo
che è più bello, più grande, più attraente allo
ascoltato anche don Filippo Cappelli, parroco a Budrio di Longiano. Nel suo Piazza della Libertà Consumo del suolo
stesso tempo più necessario”.
E al n. 37, citando san Tommaso d’Aquino, territorio da poche settimane si è avviata l’esperienza degli scout della Fsd, pronta ma orfana Una nuova legge
Francesco ribadisce: “La misericordia è la più la Federazione dello scoutismo europeo. dell’area giochi sull’uso del territorio
grande delle virtù”. Leggendo, sfogliando,
rileggendo e meditando i quattro Vangeli non Intanto a Sarsina, come avvenuto in diverse altre località in Italia, domenica
si può non comprendere l’immenso amore di scorsa si sono dati appuntamento gli scout delle comunità capi. I presenti
Cristo per l’uomo, soprattutto quello lontano erano quasi 150. “Abbiamo rimesso al centro la scelta di convertire le nostre Rubicone 13 Solidarietà 18
e abbandonato, sia esso il povero Lazzaro o
quello derubato dai ladroni. Lì sta il cuore vite secondo il Vangelo tutto intero e non considerando le parti a noi più Liscio e Unesco Al teatro Bonci
dell’annuncio cristiano. A questo ci richiama congeniali”, ha detto Lughi commentando l’intensa giornata. L’eredità di Casadei la Bibbia
con forza e insistenza il vescovo di Roma. Al Primo Piano alle pagg. 4 e 5
Vangelo. Nient’altro che a quello. nel mondo di Paolo Cevoli
Opinioni Giovedì 22 marzo 2018 3

SIRIA Il bimbo nella valigia


a oltre 7 anni la Siria è teatro di una sanguinosa guerra fratricida che immagini, gli stessi volti, le stesse

FOTO SIR
D abbiamo imparato a conoscere attraverso le immagini dei media, quelle
stesse immagini che credevamo di non dover più vedere, se non in quei
vecchi documentari sulla seconda guerra mondiale che ogni tanto
mandano in tv. Tutti immaginavamo e speravamo che l’ultimo grande
conflitto della storia moderna sarebbe stato quello che, oltre mezzo secolo fa, ha
storie di uomini e donne piegate da
un conflitto senza fine, in fuga da
un Paese che non c’è più. Immagini
che contribuiscono ad alimentare
lo sgomento e la tristezza in chi
seminato morte e devastazione e il cui ricordo è rimasto indelebile nella memoria assiste impotente al disfacimento
collettiva. E invece no! di un popolo, di milioni di famiglie
In un piccolo Paese mediorientale si sarebbero riproposte, 65 anni dopo, le stesse che dovranno convivere con il
dolore di aver perso i propri cari in
battaglia o sotto i bombardamenti o
La scuola, i negozi, la passeggiata al parco sono esperienze che vittime innocenti di esecuzioni
non hanno vissuto ma che ritrovano nelle tante storie sommarie.
Il rischio di assuefazione davanti
raccontate dai loro genitori. Un modo per ricordare ai loro figli alle migliaia di immagini che
vengono quotidianamente
IL RISCHIO DI ASSUEFAZIONE DAVANTI ALLE MI-
e a se stessi che una vita normale è possibile. Nessuno sa dove è riproposte dai media sulla vicenda
GLIAIA DI IMMAGINI CHE VENGONO QUOTIDIANA- diretto l’uomo con la valigia di pelle. Tutti sappiamo però che siriana, è sempre molto alto e al
MENTE PROPOSTE DAI MEDIA SULLA VICENDA contempo, come ogni processo di
SIRIANA È SEMPRE MOLTO ALTO E AL CONTEMPO, porta con sé la cosa più preziosa che gli è rimasta, la speranza assuefazione, nasconde il pericolo
COME OGNI PROCESSO DI ASSUEFAZIONE, NA- di non farci più reagire e quindi di
SCONDE IL PERICOLO DI NON FARCI PIÙ REAGIRE
accettare passivamente quanto sta
accadendo a due ore di volo da casa
nostra. E allora
va dato merito a coloro che nel fare
Nota politica La fotografia comunicazione sono ancora capaci
di suscitare emozioni, facendoci
riflettere sull’assurdità di quanto
L’Italia rischia di rimanere fuori sta accadendo in Siria.
dalla tela internazionale L’ultimo caso, in ordine di tempo, è
l’immagine del bimbo nella grande
valigia di pelle portata dal padre,

L
'Italia in politica estera ha una tradizione piuttosto
articolata, che in passato ha consentito al Paese di con mano ferma, durante la fuga
svolgere una funzione significativa in termini di dal martoriato quartiere di Ghouta,
dialogo e di mediazione. Mai però, dal 1948 in poi, è a Damasco. Incredibilmente, il
stata effettivamente in forse la sua collocazione volto di quel bimbo infonde grande
nell'area atlantica ed europea. tenerezza e una strana serenità,
Una globalizzazione realizzata soprattutto come nonostante, nella sua breve vita,
subordinazione agli interessi dei mercati finanziari abbia conosciuto nient’altro che la
internazionali. Un’Europa senz’anima, tutta concentrata sul guerra. Forse per lui quel viaggio
controllo dei conti pubblici e sulla politiche di austerità dentro una valigia di pelle bordeaux
economica. Non c’è analista che non attribuisca a questi due non è poi così stravagante. Fa parte
fattori un ruolo decisivo nell’emergere generalizzato di di quell’assurda realtà che ai suoi
movimenti politici “populisti” e, in Italia, nel consenso occhi è la normalità. D’altronde,
maggioritario che le forze variamente ispirate al “sovranismo” come lui, sono migliaia i bambini
hanno raccolto nelle recenti elezioni. nati negli ultimi 7 anni in Siria.
Un esito obiettivamente molto problematico e che tuttavia Sono i figli della guerra, i piccoli
manifesta una reazione le cui motivazioni hanno un siriani che non sanno quale sia il
fondamento reale e condivisibile anche da chi nell’urna ha significato della parola normalità,
compiuto scelte diverse. Sulla necessità di correggere la rotta le cui giornate vengono scandite
L’ULIVO: È LUI IL PROTAGONISTA DELLA DOMENICA DELLE PALME (25 MARZO). dal sibilo delle pallottole e dal
sia rispetto a una certa visione della globalizzazione, sia A BADIA DI MONTIANO (NELLA FOTO SOPRA), NEL GIARDINO DI UNA VILLA
rispetto a una certa idea d’Europa, è veramente arduo non PRIVATA, SI TROVA DA VENT’ANNI UNA PIANTA CENTENARIA. PROVIENE DALLA
rombo degli aerei che bombardano
convergere. Ma bisognerebbe cominciare a dire con onestà, PUGLIA, REGIONE RICCA DI ULIVI, E HA ALLE SPALLE OLTRE 700 ANNI DI VITA. quel poco che è rimasto delle città e
almeno adesso che la campagna elettorale è finita (anche se dei loro villaggi.
per la verità c’è chi si comporta pensando già alla prossima), La scuola, i negozi, la passeggiata al
che il nostro Paese, come i suoi partner nella Ue, da solo non è Qui non si tratta di demonizzare le posizioni di nessuno, né di parco sono esperienze che non
in grado di andare da nessuna parte; che non basta sventolare dimenticare che – mentre si innalzano muri contro i migranti – gli hanno vissuto ma che ritrovano
il tricolore come una clava per essere protagonisti a livello intrecci economici scavalcano sistematicamente le barriere della nelle tante storie raccontate dai
internazionale; che la credibilità e la capacità di incidere nei geopolitica e tutti fanno affari con tutti. L’Italia, del resto, in politica loro genitori. Un modo per
processi decisionali esterni si costruisce avendo le carte in estera ha una tradizione piuttosto articolata, che in passato gli ha ricordare ai loro figli e a se stessi
regola al proprio interno; che si possono e in qualche misura si consentito di svolgere una funzione significativa in termini di dialogo e che una vita normale è possibile.
devono discutere criteri e priorità ma senza spacciare agli di mediazione. Mai però, dal 1948 in poi, è stata effettivamente in forse Nessuno sa dove è diretto l’uomo
italiani l’illusione che si possa fare politica prescindendo dal la sua collocazione nell’area atlantica ed europea. dalla valigia di pelle. Tutti sappiamo
contesto internazionale ed europeo in particolare. Il tema non ha avuto il rilievo che avrebbe meritato in campagna però che porta con sé la cosa più
Ciò è talmente ovvio che anche le forze che, semplificando, elettorale e non ha inciso in modo determinante nelle opzioni di voto. preziosa che gli è rimasta, la
vengono definite “sovraniste”, hanno una rete di rapporti Adesso però si ripresenta in tutta la sua concretezza e bisogna farci i speranza. Quel bimbo è la speranza
internazionali ben definita. Basti pensare alla fascinazione per conti, senza retorica ma anche senza ambiguità, soprattutto da parte di e il grande desiderio di pace per la
Putin o per quei leader europei dell’Est che stanno chi ha la responsabilità di aver vinto le elezioni. Ne va del futuro del Siria.
progressivamente mettendo in discussione alcuni fondamenti nostro Paese. Oliviero Forti
della liberaldemocrazia. Stefano de Martis
4 Giovedì 22 marzo 2018 Primo piano

Ronta e Martorano | Una nuova sala per il Clan Agesci, la comunità capi a Sarsina
Tre giorni di confronto per essere
facilitatori di un Incontro
re giorni di riflessione sul tema
TComunità
dell’educare. Dal 16 al 18 marzo le
capi italiani dell’Agesci si sono
messe in cammino nei propri territori, per
continuare il confronto iniziato in questo
ultimo anno sul tema del discernimento
come stile di una comunità scout
cristiana. Chiave interpretativa di questo
percorso è stata l’Amoris Laetitia di papa Francesco. "Le uscite delle nove
Comunità Capi di Cesena sono terminate, rigorosamente a piedi, domenica a
Sarsina per un momento di approfondimento e celebrazione", spiega Giovanni
Lughi, responsabile di Zona Agesci. A presiedere l’eucaristia nella Concattedrale e
a tenere la relazione ai circa 150 capi presenti è stato don Paolo Gherri, docente
alla Pontificia Università Lateranense e uno degli assistenti ecclesiastici nazionali
IL GRUPPO SCOUT CESENA 11, CHE HA SEDE NELLA PAR- giovani dai 17 ai 21 anni di età. “Al di là della necessità di di- dell’Agesci, che conta 180mila camice azzurre. "Il discernimento è una parola
ROCCHIA DI RONTA, SI ESPANDE. Lo scorso 25 febbraio è sporre di nuovi ambienti, è l’occasione per affermare che la ormai di moda, rilanciata da papa Francesco, che esprime un concetto altissimo,
ma a cui siamo ben poco abituati - spiega Lughi -. Per questo l’Agesci ha deciso di
stata inaugurato, nella parrocchia di Martorano, uno spazio nostra realtà, composta da 130 iscritti, non è legata solo a dedicare l’anno in corso a questo tema: per rimettere al centro la scelta di
per le attività dei ragazzi e ragazze con il fazzolettone color Ronta, bensì appartiene a tutta l’unità pastorale di cui fanno convertire le nostre vite secondo il Vangelo tutto intero, e non considerando solo
tortora, rosso e verde. Si tratta di un salone interrato sotto il parte anche San Martino e Martorano”, commenta Raffaele le parti che ci sono congeniali. Don Paolo ci ha richiamati a essere come Filippo
bar. In particolare, qui verrà ospitato il Clan, composto da 35 Berlini, uno dei capi scout. nel brano evangelico: facilitatori dell’incontro dei ragazzi con Cristo".

Nella parrocchia di Budrio di Longiano si è costituito il primo gruppo SCOUT D’EUROPA (FOTO ARCHIVIO)
scout in Diocesi della Fsd, la Federazione dello scoutismo europeo

Educazione a tutto tondo


Questo il metodo adottato
Le differenze con l’Agesci? “A colpo d’occhio la divisa
I
n Diocesi sbarcano i
’fazzolettoni’ degli - color kaki per i maschi e blu per le femmine, spiega
scout d’Europa. Nella
parrocchia di Budrio di don Filippo Cappelli - e poi la pedagogia: punto
Longiano si è costituito il essenziale della Fse è l’educazione differenziata di
primo gruppo scout che
ha inaugurato le attività lo ragazze e ragazzi che, per rispetto della vocazione di
scorso febbraio. Si tratta ognuno, vengono accolti in unità distinte, con attività
della Fse, la Federazione
dello scoutismo europeo, separate per i due sessi”.“Partiamo con una decina di
fondata a Roma nel 1976 capi e una trentina tra bambini e bambine di 8-9
e riconosciuta dalla
Conferenza episcopale
anni suddivisi nei Lupetti e Coccinelle
italiana.
Ma quali sono le differenze con l’Agesci, altra più nota cattolica dei ragazzi e in passato ha avuto un’esperienza sono venuto a conoscenza degli scout d’Europa, che
associazione di scout cattolici e presente in Diocesi da di tre anni nell’Agesci. “Ritengo il metodo scout molto sono stati fin da subito disponibili. Diverse volte i loro
decenni? A colpo d’occhio la divisa - color kaki per i formativo per i giovanissimi - commenta il parroco referenti sono venuti da Fano, dove esiste una forte
maschi e blu per le femmine - e poi la pedagogia: punto 42enne -. È racchiuso in una frase del suo fondatore comunità scout, per conoscere la nostra realtà e formare
essenziale della Fse è l’educazione differenziata di Baden Powell: tutto col gioco, nulla per gioco. Purtroppo i futuri capi. Va detto che questi ultimi sono già
ragazze e ragazzi che, per rispetto della vocazione di nel nostro territorio c’è una carenza di attività per i più impegnati come formatori e diversi di loro provengono
ognuno, vengono accolti in unità distinte, con attività giovani. A Budrio c’è la positiva esperienza del centro dall’esperienza in Agesci. È un tipo di scoutismo
separate per i due sessi. estivo, ma poi nulla più. Vorrei invece che attività di legatissimo alla parrocchia e fedele al magistero della
Fautore di questo nuovo gruppo scout è il parroco di questo tipo proseguissero tutto l’anno”. Chiesa”.
Budrio, don Filippo Cappelli. “Partiamo con una decina Don Filippo, che oltre a essere un esperto Contrapporre Fse e Agesci però sarebbe sbagliato. “Al
di capi e una trentina tra bambini e bambine di 8-9 anni cinematografico è docente di religione all’Istituto agrario contrario, è una ricchezza: si offrono ai ragazzi più
suddivisi nei Lupetti e Coccinelle - spiega -. Nei miei di Cesena, spiega per quale motivo la scelta sia ricaduta opportunità di poter fare esperienza e conoscere la
progetti c’è anche quello di coinvolgere i ragazzi più proprio sulla Fse. “In primis mi ero rivolto ai vertici bellezza del mondo scout”, conclude don Filippo
grandi, trovando un ambito di intervento anche per dell’Agesci, i quali hanno avanzato alcune richieste Cappelli.
loro”. Don Filippo è assistente diocesano per l’Azione dovute, ad esempio, alla tempistica - racconta -. Per caso Francesca Siroli
Primo piano Giovedì 22 marzo 2018 5

L’Agesci a Cesena. In Diocesi sono nove i gruppi scout: Cesena 1 (Longiano e Istituto Lugaresi), 3 (Osservanza), 4 (San Rocco),
6 (San Paolo e Santa Maria della Speranza), 8 (Ponte Pietra) 11 (Ronta), 12 (San Domenico, Madonna delle Rose e Duomo),
17 (San Pietro e Santo Stefano) e Valle Savio 1 (Gualdo), per un totale di 1.250 scout tra gli 8 e i 21 anni e 260 capi

D
a un lato la crisi di
vocazione tra i capi
scout, dall’altro
l’aumento di bambini e
ragazzi che ambiscono a
indossare il fazzolettone al
collo. Anche l’Agesci di
Cesena, come accade un po’
ovunque in Italia da diversi
anni, sta soffrendo del calo di
adesione dei capi educatori,

Scout
che ha obbligato ad accorpare
più gruppi. In Diocesi sono
attualmente nove: Cesena 1
(Longiano e Istituto Lugaresi),
3 (Osservanza), 4 (San Rocco),

Una proposta
6 (San Paolo e Santa Maria A SINISTRA, UNA FOTO D’AR-
CHIVIO. SOPRA, I FESTEG-
della Speranza), 8 (Ponte GIAMENTI DEI 70 ANNI DEL
Pietra) 11 (Ronta), 12 (San GRUPPO SCOUT CESENA 3
Domenico, Madonna delle
Rose e Duomo), 17 (San Pietro
e Santo Stefano) e Valle Savio 1

per tutte le stagioni


(Gualdo), per un totale di circa Agesci.
1.250 scout tra gli 8 e i 21 anni Non conosce crisi, al contrario
e 260 capi. Quello della Valle sono in aumento, le richieste
Savio è l’ultimo gruppo di nuovi ingressi. Ci sono
costituito, ufficialmente lo alcuni gruppi scout che hanno
scorso novembre. "Siamo I ragazzi a 21 anni concludono il percorso formativo nello scoutismo e scelgono di iniziare lunghe liste di attesa: i genitori
riusciti a concretizzare un iscrivono i propri figli già a
progetto partito due anni fa su quello di educatori. Trascinati da nuove esperienze, studi all’estero o Erasmus, e pochi anni di vita per sperare
insistente richiesta delle soprattutto dal mondo del lavoro più difficile da gestire rispetto al passato, rischiano di di avere un posto quando il
famiglie del territorio, per il pargolo compirà l’età minima,
momento coinvolge una dover abbandonare l’esperienza. Oggi occorre confrontarsi con nuovi scenari 8 anni. A conferma
cinquantina di giovani", dell’attualità di una proposta
spiega Giovanni Lughi, educativa, pensata dal
responsabile di zona Agesci, l’associazione abbandonare del tutto. Trascinati da nuove prendersi responsabilità a lungo termine. fondatore Baden Powell, basata su
cattolica che, per numeri e storia, fa la esperienze, studi all’estero o Erasmus, e "Arrivati a una certa età, molti giovani non ’imparare facendo’ attraverso attività
parte del leone dello scoutismo italiano. soprattutto dal mondo del lavoro più hanno l’interesse o la maturità per fare una all’aria aperta.
Per un nuovo gruppo che nasce, un altro ha difficile da gestire rispetto al passato. "Il scelta così onerosa, ma al tempo stesso Un metodo educativo che, per non
seriamente rischiato di chiudere i battenti, problema è in parte legato al mutamento entusiasmante e coinvolgente, come è soccombere, deve stare al passo con i
a causa proprio della mancanza di della società e delle condizioni di studio e quella dell’attività scout, sia in termini di tempi che cambiano. "È bene introdurre
responsabili. È il Cesena 3, l’unico a portare lavoro - conferma Lughi -. A questo si servizio che di formazione, che occupa una più flessibilità, altrimenti si rischia di
avanti il settore nautico, che due anni fa ha aggiunge la precarietà degli impieghi, che decina di ore la settimana", conferma riproporre ai ragazzi nati nel terzo
celebrato il 70esimo anniversario della rende complicato conciliare certi impegni Lughi. millennio metodi che erano validi decenni
fondazione. Gli scout dell’Osservanza sono con il mondo del lavoro". Inoltre, rimangono ancora vive le istanze fa - conclude Giovanni Lughi -. È evidente
ripartiti regolarmente lo scorso autunno, L’attività richiesta ai capi educatori è emerse qualche tempo fa a livello che la proposta scout non può e non deve
ma sono stati costretti a far confluire i due costante. E non manca neppure qualche nazionale con il documento definito ’Carta essere né snaturata né annacquata. Non
reparti in uno unico misto e ridurre le sacrificio: dalle numerose riunioni del coraggio’, elaborato dai giovani nella può neppure essere troppo ridotta in
attività nel fine settimana a un solo giorno. settimanali alla rinuncia delle ferie per Route nazionale nel 2014? "È un fattore termini di tempo, in quanto si renderebbe
I ragazzi che a 21 anni concludono il andare ai campi estivi, al garantire residuale: chi decide di rimanere negli difficile instaurare quella relazione
percorso formativo nello scoutismo e disponibilità e continuità almeno annuale. scout ha avuto una maturazione rispetto necessaria tra persone che sta alla base
scelgono di iniziare quello di educatori, Questo può spaventare la gioventù di oggi, alla propria vita di fede. E fa una scelta di dell’esperienza dell’Agesci".
dopo solo pochi anni spesso decidono di più portata a spostarsi e più restìa a vita piena", replica il responsabile di zona Francesca Siroli
6 Giovedì 22 marzo 2018 Vita della Diocesi

✎ NOTIZIARIO DIOCESANO IL GIORNO


Celebrazioni pasquali in Cattedrale a Cesena
- Domenica 25 marzo, domenica delle Palme, Messe alle 7, 8,30,10, DEL
11,30 e 18. Alle 11,15 celebrazione con processione delle palme. Al
termine di ogni Messa verranno distribuiti i rami di ulivo benedetti.
- Mercoledì Santo 28 marzo: alle 12,15 Messa per il mondo della
SIGNORE
scuola, in preparazione alla Pasqua. Alle 20,30 Messa crismale pre-
sieduta dal vescovo Douglas e concelebrata da tutti i presbiteri. Du- Bene e male, amore e odio attorno a Gesù crocifisso. Come sempre La Parola
rante la Messa vengono benedetti i Sacri Olii e rinnovate le Domenica 25 marzo ciare il nome del Signore “in mezzo all’as- di ogni giorno
promesse sacerdotali. Domenica delle Palme - Anno B semblea” di “tutta la discendenza di Israele”
In particolare, nel 2018 celebra il 50esimo di sacerdozio don Ezio (Salmo); che Gesù, “facendosi obbediente lunedì 26 marzo
Is 50,4-7; Fil 2,6-11; Mc 14,1-15,47 Sant’Emanauele
Ostolani. Durante la celebrazione, al momento della presentazione fino alla morte e a una morte di croce” ha

“P
dei doni, un rappresentante di ogni comunità porterà all’altare e reludio alla Pasqua del Signore, alla posto la premessa “perché nel nome di Is 42,1-7; Sal 26;
consegnerà al vescovo il frutto della “Quaresima di carità 2018”, de- quale ci stiamo preparando”: con Gesù ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla Gv 12,1-11
stinata al progetto “Accoglienza notturna” per la realizzazione di un queste parole viene definita, dalla terra e sotto terra”.
dormitorio per i senza dimora, che troverà spazio nei locali della ex liturgia, la celebrazione odierna, a pochi giorni
Il racconto della passione di Marco presenta
martedì 27
Curia in via Giovanni XXIII, 13, a Cesena. dal Triduo Pasquale, “culmine e fonte” San Ruperto
la duplice natura di Gesù: uomo vero che ha
- Giovedì Santo 29 marzo: alle 8 Ufficio delle letture e lodi. Alle 18 dell’intero anno liturgico. Is 49,1-6; Sal 70;
paura di quanto sta per accadergli, per cui Gv 13,21-33.36-38
Messa vespertina nella Cena del Signore, presieduta dal vescovo Nella Domenica delle Palme si celebra il mo-
prega il Padre: “Allontana da me questo ca-
Douglas. Alle 21: Adorazione eucaristica fino alle 22,45. mento di gloria di Gesù che “entra in Gerusa-
lice!”, con la forza di aggiungere “Però non mercoledì 28
- Venerdì Santo 30 marzo (astinenza e digiuno): alle 8 Ufficio delle lemme per dare compimento al mistero della
ciò che voglio io, ma ciò che vuoi tu”. E allo san Sisto III papa
Letture e Lodi; alle 18 Liturgia della Passione e Morte del Signore, sua morte e risurrezione”. Un umile trionfo che
stesso tempo Figlio di Dio che dichiara: “E Is 50,4-9; Sal 68;
presieduta dal vescovo Douglas. Alle 21, Via Crucis nelle piazze preannuncia la gloria futura della risurrezione.
vedrete il Figlio dell’uomo seduto alla destra Mt 26,14-25
della città: partendo dalla chiesa di San Domenico, si concluderà Gesù entra da re, ma lo stile del suo ingresso
della Potenza e venire con le nubi del cielo”.
in Cattedrale. Durante tutta la notte la Cattedrale resterà aperta per non è segnato dalla prepotenza dei trionfi ter-
E, di nuovo, uomo impaurito che muore gri- giovedì 29
la preghiera davanti al Crocifisso. Sono invitati specialmente i reni: non un cavallo bardato regalmente, bensì
dando: “Dio mio, Dio mio, perché mi hai san Secondo m.
gruppi giovanili. un asino, coperto dai mantelli dei discepoli; ac-
abbandonato?”. Attorno a lui, uomini e Es 12,1-8.11-14;
- Sabato Santo 31 marzo: alle 8 Ufficio delle Letture e Lodi; alle 9, clamato con rami di alberi e non con le trombe
donne con le loro debolezze, i loro inganni, Sal 115; 1Cor 11,23-
“L’Ora della Madre”: celebrazione mariana ispirata alla liturgia bi- e i peana di vittoria di un esercito. Entra come
“figlio di Davide”. “Conquista” la sua città non
le loro violenze e ingiustizie: Giuda che lo 26; Gv 13,1-15
zantina. Alle 21,30: Veglia pasquale presieduta dal vescovo e am- tradisce, Pietro che lo rinnega, i sacerdoti
ministrazione dei Sacramenti dell’iniziazione cristiana ai con la guerra, ma come “re mite… che viene nel
impegnati a fabbricare false accuse contro venerdì 30
catecumeni. nome del Signore”. L’ingresso di Gesù in Geru-
di lui, Pilato che emette una sentenza ille- venerdì santo
- Domenica 1 aprile, Pasqua di Risurrezione del Signore: Messe salemme, umile e semplice, va letto alla luce di san Leonardo
gale, la malvagità dei soldati. Ma ci sono
alle 7, 8,30, 10 e 11,30. Alle 18 Solenne Messa pasquale presieduta quanto Gesù stesso dichiarerà di fronte a Pilato: Murialdo
anche Simone di Cirene, le pie donne e Giu-
dal vescovo Douglas. La Schola diocesana “Santa Cecilia” eseguirà “Il mio regno non è di questo mondo”. Is 52,13-53,12; Sal 30;
seppe d’Arimatea.
la Missa Pontificalis di Lorenzo Perosi (direttore: maestro Gianni Al breve ricordo dell’ingresso in Gerusalemme, Eb 4,14-16; 5,7-9;
Bene e male, amore e odio attorno a Gesù
Della Vittoria; all’organo il maestro Terzo Campana). segue la Messa della Passione e Morte del Si- Gv 18,1-19,42
crocifisso, che soffre e muore: allora, come
- Lunedì 2 aprile, lunedì dell’Angelo: orario festivo delle Messe: 7, gnore, narrata, prima che da Marco, da Isaia, dal
oggi, come sempre. È questo il duplice bina-
8,30, 10, 11,30, 18. Salmo 22 e dalla lettera ai Filippesi. Ognuno degli sabato 31
rio sul quale l’umanità camminerà per tutta
scrittori sacri sottolinea che la passione non può sabato santo
In Cattedrale durante la Settimana Santa diversi sacerdoti prestano la storia. Ma da parte di Gesù Cristo la strada
servizio per il sacramento della Riconciliazione (con inizio martedì essere compresa se non ricordando che in essa san Beniamino
è unica e non cambierà mai: Lui è morto per
santo 27 marzo). La benedizione delle uova si fa dopo le Messe del Dio era accanto al suo Cristo per “assisterlo”
gli uni e per gli altri. Con amore universale.
martedì e mercoledì santo. (Isaia); che essa deve essere la strada per annun-
Vincenzo Rini

✎ A MESSA DOVE (La cura nell’aggiornamento degli orari è sempre massima. Ci scusiamo per eventuali disguidi)

Messe feriali San Rocco, Villachiaviche, Sant’Andrea in B., Cesenatico San Lorenzo in Scanno; Gualdo: 18 (sabato), 11;
a Cesena Diegaro, Borello,
San Giorgio 10.30
San Mamante
Santuario del Suffragio,
Sabato: 16 Villamarina
16,30 San Giuseppe
11,15 Crocetta;
18 Santuario Crocifisso Sarsina
Bacciolino: 9,30

6.30 San Domenico (giovedì) 18.30 Convento Cappuccini, Casalbono 17,30 Conv. Cappuccini, Concattedrale: 7 / 9 /
7.00 Convento Cappuccine, San Pietro, Sant’Egidio, 11.00 Santuario Addolorata, Santa Maria Goretti, Mercato Saraceno 11 / 17; Casa di Riposo:
Cappella dell’ospedale Santa Maria della Sper. Basilica del Monte, Boschetto 10.00; Ciola: 8,30 ore 16 (sabato);
(da lunedì a venerdì) Ponte Pietra, Bulgarnò San Paolo, Sant’Egidio, 18 San Giacomo Linaro: 11,15; Tavolicci: 10,30 (liturgia
19.00 Tipano
7.30 Basilica del Monte 20.00 San Pio X, Pioppa, San Bartolo, Villachiaviche, 20 Sala Monastero di Valleripa: 9; della Parola con Eucar.);
San Mauro in Valle, San Giovanni Bono, Santo Stefano, San Giorgio, 20,30 Bagnarola Montecastello: 11 Ranchio: 20 (sabato), 11;
Martorano Ruffio, Pievesestina, Calabrina, Calisese, Festivi:8 San Giacomo, Bagnarola, Montejottone: 8.30 Sorbano: 9.30;
7.35 Chiesa Benedettine Calisese, Bulgaria, Ronta Gattolino, Ponte Pietra, Santa Maria Goretti Montepetra: 8.30 Turrito: 17 (sabato), 10;
8.00 Cattedrale, Gattolino Madonna del Fuoco, 8,30 Sala Piavola: prefestiva sabato San Martino in Appozzo: 9
San Paolo, Addolorata, Bulgaria, 9 Cappuccini ore 18 (San Giuseppe), (liturgia Parola con Eucaristia);
Villachiaviche
8.30 Madonna delle Rose,
Messe festive San Mauro in Valle,
Pievesestina, Pioppa,
9,15 San Pietro
9,30 Valverde
9,30 chiesa parrocchiale;
Pieve di San Damiano
Quarto: 10,30; Pieve di
Rivoschio: 15,30;
San Rocco, Sant’Egidio, 7.00 Cattedrale, San Mamante Borello, San Carlo, 9,45 Cannucceto 11,30; San Romano: 11; Romagnano: 11,15;
cappella del cimitero, 7.30 Santuario dell’Addolorata, San Vittore, Tipano, 10 Villamarina, Villalta Taibo: 10 Pagno: 16 (seconda dom.
Santo Stefano, Case Finali, Cappuccine, Martorano, Macerone, Capannaguzzo 10,30 Cappuccini, del mese).
Ponte Pietra Calabrina, Villachiaviche 11.10 Torre del Moro San Giuseppe Montiano Verghereto
9.00 Suffragio, Addolorata 8.00 Basilica del Monte, 11.15 Madonna delle Rose, 11 San Giacomo, Sala, ore 20 (sabato); 9. ore 16 (sabato), 9,15;
9.30 Osservanza San Pietro, San Pio X, Osservanza, Boschetto Montenovo: Balze (chiesa parr): 11,15;
10.00 Cattedrale Santa Maria della Sper. Martorano, Diegaro 11,15 Santa Maria Goretti, ore 18 (sabato), 10,30 Montecoronaro: 9,45;
15.00 Cappella del cimitero San Mauro in Valle, 11.30 Cattedrale, Case Finali, Bagnarola Montecoronaro orat. Ville
18.00 Cattedrale, San Giovanni Bono, San Rocco, San Pietro, 17,30 Cappuccini Roncofreddo (al sabato): 18; Alfero: 17
San Domenico, San Paolo, Calisese, Torre del Moro, Santa Maria della 18 San Giacomo Sorrivoli: 11,15; (sab.); 11,15; Pereto: 10;
San Rocco Madonna del Fuoco, Speranza, San Pio X Civitella di Romagna Diolaguardia: 9; Riofreddo: 10; Corneto: 11
18.30 San Pietro, San Bartolo, Macerone, Borello 15.00 Cappella cimitero urbano Giaggiolo: 10,15
Sant’Egidio, Cappuccini, 8.30 Cattedrale, San Rocco, 17.00 Cappella ospedale Bufalini Civorio: 9
Santa Maria della Sper. Case Finali, Tipano, 18.00 Cattedrale, Gambettola
Ponte Pietra Gattolino, San Domenico, Osservanza chiesa Sant’Egidio abate:
19.00 Tipano San Cristoforo, Roversano 18.30 Convento Cappuccini, 8,30 / 10 / 11,15 / 17. DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911
20.00 San Pio X, Gattolino, 8.45 San Martino in Fiume San Pietro, Consolata: 19 (sabato); “Queste cose vi scriviamo, perché la vostra gioia sia piena” (1Gv 1,4)
San Giovanni Bono, 9.00 San Giuseppe (Cesena Sant’Egidio, Ponte Pietra 7,30 / 9,30
Torre del Moro, corso Comandini), 19.00 San Bartolo, Villachiaviche Gatteo Direttore editoriale Redazione, Segreteria e Amministrazione
Martorano (ven.) chiesa Benedettine, ore 20 (sabato); Piero Altieri via don Minzoni, 47
Direttore responsabile 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 1938590,
20.30 Villachiaviche,
San Mauro in Valle (merc. e ven.)
Sant’Egidio, San Bartolo,
Santo Stefano, Comuni del 9 / 11
Sant’Angelo: 18,30 Francesco Zanotti fax 0547 328812,
www.corrierecesenate.it
Ponte Pietra, comprensorio (sabato); 10; Vicedirettore
Ernesto Diaco
Conto corrente postale n. 14191472
E-mail: redazione@corrierecesenate.it
Sabato e vigilie San Paolo, San Domenico,
Diegaro, Pievesestina, Bagno di Romagna
Casa di riposo: 9.
Istituto don Ghinelli: 18,30
Membro
della Federazione Abbonamenti
7,30 San Mauro in Valle Bagnile, Capannaguzzo, ore 17,30 (sabato); (sabato), 7,30 Italiana annuo ordinario euro 48;
8,00 San Paolo San Vittore, San Carlo, 11,15 / 17,30 Gatteo Mare: Sabato 16; Settimanali Cattolici
sostenitore 70 euro;
8,30 Madonna delle Rose, di amicizia 100 euro;
San Bartolo, Ruffio, Bulgaria San Piero in Bagno: Festivi 8 / 11,15 Associato
all’Unione estero (via aerea) 100 euro.
Cappella cimitero urbano 9.30 Cappella del cimitero, chiesa parrocchiale Longiano Stampa
15.00 cappella cimitero Cesena, Santuario dell’Addolorata, ore 17 (sabato); Sabato:18 Santuario Periodica Italiana Settimanale d’informazione
Formignano Madonna delle Rose, 8 / 11 / 17. SS. Crocifisso; Testata che percepisce Autorizz. Trib. Forlì n. 409, 20/2/68 -
Osservanza, Villachiaviche, Chiesa San Francesco: 18,30 Crocetta; i contributi pubblici all’editoria Iscrizione al Registro nazionale
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno) della stampa n. 4.234
17.00 Capp. ospedale “Bufalini”, Montereale, San Tomaso 10 / 15,30 20 Budrio Il Corriere Cesenate, tramite la Fisc
Case Finali, 9.45 Bulgarnò Ospedale “Angioloni”: Festivi: ore 7,30 Santuario (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) Editore e Proprietà (in corso di variazione)
Luzzena (1° sabato mese), 10.00 Cattedrale, Case Finali, ore 16 (sabato) SS. Crocifisso; ha aderito allo IAP (Istituto Associazione diocesana Corriere Cesenate
Bora (2° sabato mese) dell’Autodisciplina Pubblicitaria)
San Rocco, San Pietro, Selvapiana: 11,15 8 Budrio; 8,30 Longiano- accettando il Codice di Autodisciplina Stampa
17.30 Santuario del Suffragio San Giovanni Bono, (20,30 sabato); Parrocchia; 9,30 Budrio, della Comunicazione Commerciale. Rotopress
Santuario dell’Addolorata. via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
San Vittore Santa Maria Acquapartita: 9 Santuario SS. Crocifisso; Giornale locale ROC (Registro
degli operatori di comunicazione) www.rotoin.it
18.00 Cattedrale, San Domenico, della Speranza, Valgianna: 10 9,45 Balignano;
Madonna delle Rose, Carpineta, Cappuccini, Bertinoro 10 Badia, Montilgallo; Tiratura del numero 9 del 15 marzo 2018: 7.436 copie
San Pio X, San Giorgio, Santa Maria Nuova: 11 Budrio, Longiano- Questo numero del giornale è stato chiuso in redazione
Osservanza, Santo Stefano, alle 18 di martedì 20 marzo 2018
San Paolo, Torre del Moro, Torre del Moro, Ronta, 9 / 10,30 (19 sabato) Parrocchia,
San Mauro in Valle,
Vita della Diocesi Giovedì 22 marzo 2018 7

Fidanzati ◗ Sacramento del


Zona Valle Savio-Dismano ◗ In breve
Incontri in preparazione Giornata mondiale della Gioventù
matrimonio che si Appuntamento a San Mauro in Valle
al sacramento del Matrimonio terrà in Seminario a Veglia di preghiera
- Zona pastorale Centro urbano: mercoledì 14, Cesena (via del I ragazzi e giovani delle parrocchie della Zona
21, 27 marzo; mercoledì 11, 18 aprile; giovedì Seminario 85) a pastorale Valle Savio-Dismano vivranno la Giornata per i missionari martiri
26 aprile; partire dal martedì mondiale della Gioventù a San Mauro in Valle, “Chiamati alla vita” è il tema della 26esima Giornata
giovedì 3 maggio. 22 maggio alle 21 sabato 24 marzo alle 15,30. Tema dell’incontro: di preghiera e digiuno in memoria dei missionari
Gli incontri iniziano alle 21 presso la parrocchia (martedì 22 e 29 maggio, 5, 12, 19, 26 “Non temere, Maria, perché hai trovato grazia martiri. In Diocesi, sarà celebrata giovedì 22 marzo
di Case Finali, via Cardinal Massaia 60, Cesena. giugno e 3 luglio). presso Dio” (Lc 1,30). alle 21 al Santuario del Suffragio, a Cesena, con una
Per info: don Marcello Palazzi, 349 32 53 962. Per info: Sabrina e Andrea Del Vecchio, Dopo le provocazioni in chiesa, condivisione di veglia di preghiera presieduta dal vescovo Douglas.
- Percorso estivo in preparazione al 3381424377 andreasabri@alice.it. laboratori e cena insieme (6 euro).
Ac adulti, itinerario
di arte e spiritualità
Paolo Terenzi alla Scuola di Dottrina sociale “La Pasqua di Gesù, scrigno della nostra fede” è il
titolo dell’itinerario d’arte e spiritualità in
preparazione alla Pasqua, promosso dal Settore
su relativismo e secolarizzazione Adulti dell’Azione Cattolica. L’appuntamento è per
domenica 25 marzo alle 16, nella Pieve dei
Santissimi Cosma e Damiano (Mercato Saraceno). Il

Siamo tutti di fronte pomeriggio si concluderà alle 18,30. Per info:


Francesca Santerini, 333 5955955.

Pasqua dello studente


a nuovi fondamentalismi PAOLO TERENZI, DOCENTE DI SOCIOLOGIA ALLA
Mercoledì 28 marzo il vescovo Douglas presiede, in
Cattedrale a Cesena, la Messa per gli studenti, in
preparazione alla Pasqua.
Sono particolarmente invitati gli studenti, i
FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE DELL’UNIVER-

S
i è svolta martedì della scorsa nostra società occidentale. SITÀ DI BOLOGNA, È INTERVENUTO ALL’INCON-
genitori, i docenti e tutto il personale scolastico.
settimana, in seminario a Anche se nel Novecento sia TRO PROMOSSO DALLA COMMISSIONE
Cesena, la terza lezione della il marxismo prima che il DIOCESANA GAUDIUM ET SPES
scuola diocesana di Dottrina sociale positivismo poi avevano Giovedì 5 aprile
della Chiesa. Relatore della serata è teorizzato la sparizione
stato il professor Paolo Terenzi,
docente di sociologia presso la
della dimensione religiosa,
tramite l’affermazione della tecnica spesso con un’appartenenza attiva a
Azione Cattolica
facoltà di Scienze politiche e la realizzazione dell’uguaglianza una Chiesa o una struttura religiosa. A Cesena un incontro
dell’Università di Bologna. socio-economica, queste previsioni Come reagire dunque in un contesto
Quali sono le sfide del mondo sono state in realtà smentite. “Se in cui la società sembra sempre con il presidente Truffelli
contemporaneo con le quali la partiamo dalle analisi sociologiche - meno bisognosa di dottrina e di i terrà giovedì 5
Chiesa e il Magistero devono
confrontarsi? L’analisi è partita dalla
ha affermato Terenzi - scopriamo
come a livello mondiale il grado di
religione? “C’è una via d’uscita - ha
chiosato il relatore - che sta
S aprile, alle 20,45
al Palazzo del Ridotto,
lettura dell’esortazione apostolica religiosità (circa l’81 per cento della nell’educazione. Ricordiamo le in centro a Cesena,
Evangelii gaudium. Come precisato popolazione) continui a superare di parole di san Giovanni Paolo II il l’incontro promosso
dal numero 61 al 67, le sfide socio- gran lunga l’ateismo dichiarato quale affermava con forza la dall’Azione Cattolica
culturali che la dimensione religiosa, (appena il 5 per cento del totale)”. necessità di una fede che diventi diocesana con il
in particolare quella cristiana, si Forse che questi riscontri possono cultura per essere pienamente presidente nazionale
trova a dover fronteggiare sono le indurci a ritenere tali ideologie accolta, pensata e vissuta”. In questa di Ac Matteo Truffelli.
persecuzioni e attacchi alla libertà di smentite? “Niente affatto - ha prospettiva la Dottrina sociale offre L’appuntamento
culto; le colonizzazioni ideologiche; asserito Terenzi - poiché relativismo nei confronti della realtà spunti sia recupera l’incontro programmato per giovedì 1
l’emergere di nuovi movimenti e secolarizzazione, due facce della critici che propositivi. “Non marzo e rinviato per le condizioni meteo.
religiosi fondamentalisti; la stessa medaglia, hanno prodotto dobbiamo mai dimenticare di tenere L’appuntamento, dal titolo “Scatti di bene
secolarizzazione della fede e la una erosione interna generando, unite queste due tendenze, comune”, vedrà Truffelli intervenire su diversi
deformazione etica relativista. come aveva previsto il sociologo guardando all’insegnamento della temi: dalla promozione della legalità allo
Il docente si è soffermato in Augusto Del Noce, l’imporsi della Chiesa in maniera globale e mai sviluppo del lavoro, dal rilancio della
particolare su questi due ultimi società radicale di massa”. Infatti la parcellizzato”. partecipazione democratica alla custodia del
aspetti, ritenuti pregnanti nella religiosità espressa non coincide Enrico Castagnoli Creato.

eserto delle palme”, tre 665025). “camminata spirituale” lungo Dalle 23 alle 7 sarà possibile
“meditazione,
Dgiorni di silenzio,
preghiera e
Il primo appuntamento in scaletta,
“Getsemani, luogo di tentazione e
l’Urgòn, fino a Sorrivoli. Dalle 15,
in Santuario, si vivrà il sacramento
fermarsi per l’adorazione
eucaristica notturna.
formazione sul tema “Alla scuola di fedeltà. Testimoni… tra buio e della riconciliazione. Alle 17 è Domenica 25 marzo alle 8,30
dell’amore” al Santuario del luce”, si svolgerà la sera del 23 previsto un incontro su “San saranno celebrate le lodi. Alle 9,15
Santissimo Crocifisso di Longiano. marzo, al termine della Messa Francesco, discepolo in ascolto del la Messa con la benedizione delle
L’iniziativa, organizzata dai frati celebrata alle 20,30 dal vescovo suo tempo” con fra Andrea Vaona, palme. Alle 11,15 è previsto un
minori conventuali, si svolgerà da Douglas per i fedeli delle Zone storico francescanista. Alle 19 ci momento di preghiera
venerdì 23 marzo a domenica 25 pastorali Urbana e Rubicone- sarà la celebrazione dei vespri. Alle accompagnato dal coro dei giovani
marzo. Sarà possibile unirsi in un Rigossa. 20,45 la veglia di preghiera di Bulgarnò. Alle 15 si svolgerà un
qualsiasi momento, a seconda delle Sabato 24 marzo la giornata organizzata dalla Pastorale incontro con fra Paolo Mai,
Deserto delle palme proprie possibilità. Chi lo desidera,
potrà pernottare in convento
inizierà alle 7 con la Messa e la
celebrazione delle lodi. Alle 8,45
giovanile della Zona Rubicone-
Rigossa in occasione della Gmg
cappuccino, sul tema “La Sacra
Scrittura: una lettera d’amore di
a Longiano avvisando i frati (tel. 0547 sarà possibile partecipare a una diocesana. Dio alla sua creatura”.
Cesena Giovedì 22 marzo 2018 9

In breve
Piazza della Libertà L’intervento su via Tiberti, però, è partito solo
a metà marzo e si protrarrà almeno fino al 30
aprile. La strada è divenuta a fondo cieco e
con senso unico in direzione via Isei (il
“La festa in s’l’era”
al cineteatro Bogart
Ancora in attesa
contrario di quello abituale) per chi proviene
da via Martiri d’Ungheria. Anche la data del 31 La commerdia musicale-dialettale “La festa in
marzo, dunque, sarà mancata miseramente. s’l’era” a cura dell’associazione Corale Bellaria
Se tutto andrà per il meglio la piazza aprirà Igea Marina è rappresentata giovedì 22 marzo alle
solo a fine maggio e pure monca. All’appello,

di entrare nel cuore infatti, mancherà ancora l’area giochi per


bambini e famiglie prevista tra le Poste e l’ex
pasticceria Lanzoni, i cui lavori sono ancora
da assegnare. Arriverà a fine settembre,
21 al cine-teatro “Bogart” di Sant’Egidio di
Cesena. Testo di Antonio Beltranelli; musica di
Guido Bianchi; direzione musicale di Gilberto
Casali; regia di Gianluca Reggiani; collaborazione

dei cittadini
musicale del Conservatorio “B. Maderna” di
intoppi permettendo. Cesena. L’appuntamento è promosso dal Rotary
Dall’Amministrazione comunale le colpe Club di Cesena.
vengono scaricate sul maltempo e sulle Ingresso: 15 euro, a favore dell’associazione
nevicate del mese di febbraio. L’intenzione del “Amici di Casa Insieme”.
Se tutto andrà per il meglio la piazza aprirà solo a fine maggio e Comune è quella di non chiedere penali, pur
pure monca. All’appello mancherà ancora l’area giochi per previste dal contratto in caso di ritardi, alla
ditta incaricata dell’intervento. A San Vittore
bambini e famiglie prevista tra le Poste e l’ex pasticceria Lanzoni Un atteggiamento stigmatizzato dal comitato
Centro Anch’io, autore in passato di una
“La Poesia del Vangelo”
MARTEDÌ 20 MARZO: PROCEDONO raccolta firme contro l’intervento, per bocca Venerdì 23 marzo alle 21 presso la sala
I LAVORI DI PIAZZA DELLA LIBERTÀ
(FOTO SANDRA E URBANO CESENA) del suo portavoce Fabrizio Faggiotto: parrocchiale di San Vittore si terrà il secondo
“Consideriamo i due mesi di proroga causati incontro de “La Poesia del Vangelo” promosso da
da pochi giorni di neve una giustificazione parrocchia San Vittore-Zona Pastorale Valle Savio-
irricevibile. In due anni i lavori di Dismano. Una proposta di riflessione - nella
riqualificazione sono andati visibilmente a imminenza della Settimana Santa - attraverso le
rilento, facendo apparire questa come l’ultima poesie di Franco Casadei sul tema della Passione e
di una lunga serie di beffe alla quale i cittadini Morte di Cristo. Due testi poetici particolarmente
di Cesena purtroppo dovranno sottostare. suggestivi, insieme a diversi altri, ripercorreranno
Come si può continuare a tenere in scacco il il dramma più grande della storia e per la storia
Centro storico della propria città senza degli uomini. Il titolo delle due poesie centrali:
prendere le dovute precauzioni nei confronti “Tre giorni senza Dio” e un lungo Monologo di
di residenti, esercenti e fruitori tutti? Come Giuda.
possono le Associazioni di categoria assistere L’appuntamento è aperto a tutti.

L
a pavimentazione è arrivata tutta, le ultime pesanti pietre non mancano inermi, fatto salvo qualche sterile comunicato
all’appello e aspettano solo di essere posate. Sono stati posati pure i primi sporadico?”.
alberelli: aceri e carpini. Nel cantiere di piazza della Libertà però, attivo nel Domande che resteranno anche una volta “Através da obra”
cuore di Cesena dall’ottobre 2015, a non mancare sono anche, a buon diritto, le aperta la piazza rinnovata, una piazza che non al cinema Eliseo l’opera
polemiche. Polemiche che, con il passare del tempo, si sono fatte più pesanti delle mai stata tale dato che, quando venne
pietre stesse e nemmeno i contributi per le future attività commerciali, promessi dal realizzata a metà anni ’50 radendo al suolo educativa di padre Giussani
Comune, sembrano lenire. palazzi storici, fu da subito concepita come Lunedì 26 marzo Enrico Basaldella sarà presente
Sul cartello di fine lavori, ai margini del cantiere, campeggia ancora la data del 31 parcheggio. Liberata finalmente dai tubi di al cinema Eliseo di Cesena alle 21 per presentare il
gennaio 2018, termine originario (anche se il sindaco, in passato, si era più volte scarico delle automobili, dovrà guadagnarsi documentario “Através da Obra (Attraverso
sbilanciato per una possibile apertura a Natale 2017). La scadenza è stata poi sul campo il proprio nome di piazza, entrando l’Opera)” ambientato negli asili dell’opera
posticipata al 31 marzo per una variazione di progetto, volta a estendere la nel cuore dei cesenati. Dopo tre anni di educativa padre Giussani, fondata a Belo
riqualificazione in un pezzetto di via Tiberti, quello compreso tra corso Garibaldi e polemiche e veleni, il compito appare Horizonte (Brasile) dalla missionaria Rosa
via Martiri d’Ungheria. Un’aggiunta “in corsa” per rendere più omogenea la nuova veramente arduo. MiB Brambilla.
pavimentazione tra la Fondazione Carisp e la galleria Oir. Interverranno Arturo Alberti ed Ebe Domenichini
125 mila euro per il ripopolamento commerciale saranno indicati con il futuro bando. Non saranno previsti contributi nel di Orizzonti. L’appuntamento è promosso in
caso in cui dovessero aprire attività di compro oro e similari; sale videolot- collaborazione con l’associazione “Amici di
di piazza della Libertà e Galleria Oir tery o locali che installano slot machine; rivendita di tabacchi o sigarette Rosetta”.
Il Comune di Cesena ha stanziato oltre 125 mila euro per favorire l’insedia- elettroniche; vendita di armi, munizioni e materiale esplosivo; articoli per Il documentario, in lingua originale portoghese, è
mento di nuove attività commerciali e pubblici esercizi in piazza della Li- soli adulti (sexy shop); vendita con “apparecchi/distributori automatici, in- con i sottotitoli in italiano. Durata: 73 minuti.
bertà e della Galleria Oir. Nei giorni scorsi la Giunta comunale ha approvato ternet point, call-center, agenzie immobiliari, procacciatori d’affari istituti Ingresso unico: 5 euro.
le linee guida per la concessione dei finanziamenti e ora gli uffici stanno bancari, servizi finanziari, servizi assicurativi. Al momento sono 12 gli im- Per info e prenotazioni: cinema Eliseo, viale Giosué
mettendo a punto il bando, che sarà pubblicato a breve. Per essere ammessi mobili commerciali dell’area che attendono di essere occupati. Carducci 7, Cesena (tel. 0547 21520).
al finanziamento occorrerà, che il canone d’affitto rientri nei parametri che

“Ties that l 16 marzo, nella sala Sozzi


ICesena,
del Palazzo del Ridotto a
scoperta delle opportunità offerte
dal programma Erasmus+ in ambito
un futuro diverso, aperto e
internazionale.
Credito cooperativo di mobilità formativa. L’evento, organizzato da Ties That Bind, è
bind” romagnolo, Uniser e
Associazione Giovani Credito
Per il Credito cooperativo ha
partecipato il presidente Valter
stato introdotto da Andrea Lombardi
(presidente di Uniser), poi suddiviso in 4
Legami cooperativo romagnolo, alla
presenza di alcune tra le
Baraghini e per l’associazione
Giovani Ccr, Massimiliano Montalti.
topic table sull’alternanza scuola lavoro,
sull’accoglienza dei tirocinanti Erasmus+,
aziende più motivate e “Legami”, questa la parola chiave, sulle caratteristiche e i vantaggi della
che importanti del territorio, perché le imprese che accolgono rete Erasmus+ che unisce l’Europa. Il
hanno organizzato un tirocinanti che vengono da tutta quarto tavolo è stato dedicato alla
uniscono momento di interazione e
riflessione per approfondire la
Europa per lavorare in Italia sono
partner importanti con cui costruire
comunicazione e alle esigenze delle
aziende.

Coupon valido
per max 2 ingressi alla rassegna
al prezzo di 2,50 euro a persona
Ella e John FILM FAMILY
Genere: Drammatico, 2017, Parliamo di famiglia al cinema
durata 112 minuti. Regia di Paolo Virzì La gioia dei deserti inospitali
Ella e Joh, rispettivamente malati di tumore e
demenza senile, fuggono a bordo di un vecchio Film tematici per riflettere sulle problematiche familiari
camper del ’75 per attraversare l’America e ve- in modo piacevole e approfondito, con la guida
di don Filippo Cappelli
dere la casa di Hemingway. È un partire per
continuare a ritrovarsi, per non rassegnarsi alla
fine andandole comunque incontro, per conti-
● lunedì 26 marzo alle 20,45
nuare a condividere le gioie e i dolori di un ab- al Cinema “Victor”
braccio che dura da quasi 50 anni. di San Vittore di Cesena
10 Giovedì 22 marzo 2018 Cesena

Macrobiotico, il giallo Mario Pianesi.


Diete strette, assoggettamento che causava
gravi problemi di salute fino all’anoressia e
alla morte, estraniamento da affetti e
culturale e di promozione sociale a cui si
può prendere parte pagando una tessera
annua di dieci euro. Un primo scalino che
fa comprendere come l’accesso non sia per

della “setta psico-fisica” lavoro: questo avveniva a tutti coloro che si


avvicinavano alla “setta psico-fisica” che in
Italia conta circa 100 punti vendita
(soprattutto tra Marche e la Romagna) e
90mila adepti.
tutti, ma solo per chi lo desidera con un
certo impegno. Con il pagamento di questo
comune “obolo” pare sia partita la triste
esperienza di molti cesenati che, trovatisi
in un momento fragile della loro vita,
Trema l’impero di Mario Pianesi (100 punti vendita Visitando il Punto macrobiotico di via sembrano essere rimasti vittime dei cinque
Guido Marinelli a Cesena sembra che la gradi delle diete “miracolose” MA.PI. Poi
in tutta Italia, soprattutto tra Romagna e Marche) vita non si sia mai fermata e che nessuna verso il tragico epilogo: volontari, lavoratori
dopo la denuncia di una cesenate denuncia abbia scosso la quotidianità della sottopagati, schiavi. I più fortunati sembra
comunità che fa riferimento a Mario diventassero “capizona” o “capicentro”, veri
Pianesi e qui amministrata da Andrea e propri controllori che riferivano ai vertici

È
il 7 novembre 2013 e su Tripadvisor Mambelli. A pranzo le sale interne sono dell’organizzazione.
viene pubblicata una recensione dal popolate da persone di tutte le età, alcune È proprio Mario Pianesi, assieme alla
titolo “Un punto macrobiotico” in cui solitarie, che prediligono l’alimentazione consorte Loredana Volpi, a essere al centro
il Punto Macrobiotico (Upm) di Cesena macrobiotica. Il personale con indosso una di questa oscura vicenda. Stimato da leader
viene descritto come “un’alternativa allo divisa severa è a disposizione del cliente, politici e da capi religiosi, Pianesi è
stile di vita culinario rispetto al quale siamo ma non si può non pensare alla lunga fondatore della catena “Un punto
abituati”. Nelle stesse ore alla Squadra indagine avviata nel 2013 che ha portato a macrobiotico” ora sottoposta a un’indagine
Mobile di Forlì si presenta una donna cinque denunce per reati molto gravi. della Polizia di Ancona che si concentra
cesenate di 45 anni per denunciare la Sui social network, da Instagram a anche attorno al Punto Macrobiotico di
terrificante esperienza vissuta dal 1997 al Facebook, il Punto Macrobiotico di Cesena Cesena.
2009 all’interno dell’organizzazione di risulta essere, come anche è, un luogo Aless.Not.

ECONOMIA E TERRITORIO. A colloquio con Augusto Patrignani, presidente della Confcommercio cesenate
PANORAMICA DI CESENA
(FOTO ARCHIVIO PIER GIORGIO MARINI)

M
eno tasse e più sicurezza. Queste E AUGUSTO PATRIGNANI
le richieste della Confcommercio
per affiancare la timida ripresa
economica che si sta vivendo sul
territorio. Adesso c’è da intraprendere un
percorso in salita affinché le piccole e
medie imprese del territorio possano
sopravvivere alle regole sempre più
difficili del mercato globale. Un cammino
che interessa anche Cesena dove si
avverte la necessità di una nuova regia per

L’associazione
le attività commerciali che incorniciano il
nuovo assetto di piazza della Libertà. È
questo, in sintesi, l’appello di Augusto
Patrignani, presidente della
Confcommercio cesenate. (Il testo
integrale dell’intervista è su

e il futuro dell’imprenditoria
www.corrierecesenate.it, sezione Cesena). Lasciare il pagamento
Con questa puntata, proseguiamo il dell’Imu a locali
percorso avviato la scorsa settimana con commerciali sfitti, ad
le interviste a Stefano Bernacci di esempio. Ma la cosa più
Confartigianato e a Filippo Pieri della Cisl. grave è stata aprire un
unico grande cantiere
Le imprese romagnole sono fuori dalla “Abbiamo messo in campo servizi che possono aiutare a stare sul mercato. chiudendo la piazza alla
crisi? Il costo del lavoro è molto alto, appesantito da una forte pressione fiscale città. Si sarebbero dovuti
Iniziamo a scorgere i primi segnali di una aprire piccoli cantieri tali
ripresa, anche se molte imprese e dai costi elevati della burocrazia. Alcune imprese lavorano poco e si affidano da consentire alla piazza
continuano a chiudere perché non di vivere ancora e si
guadagnano. Il costo del lavoro è molto a garanzie date alle banche da familiari: dichiarare fallimento per loro sarebbe sarebbe dovuto
alto, appesantito da una forte pressione una doppia sconfitta, per se stessi e davanti ai loro cari” incentivare i
fiscale e dai costi elevati della burocrazia. commercianti a
Alcune imprese lavorano poco e si migliorare le proprie
affidano a garanzie date alle banche da possono aiutare a stare sul mercato. de piccole e familiari? attività.
familiari: dichiarare fallimento per loro Pensiamo a “Rigenera”, un’azienda che si Gli spazi si sono assottigliati soprattutto nei
sarebbe una doppia sconfitta, per se stessi e frappone fra il commercialista e la banca e settori dell’abbigliamento e del tessile. Non Come vede il futuro della Romagna?
davanti ai loro cari che dovrebbero che non dà consulenza di carattere fiscale o si può più pensare di aprire un negozio in La Romagna è un territorio che si vende da
restituire il debito agli istituti di credito. tributario, ma mette in campo un business centro. Oggi serve l’idea precisa e un solo e che ha una propria bandiera. Siamo
plan del progetto e indica all’imprenditore marchio che attrae. Per aprire un’attività si una terra accogliente, ospitale, con
Qual è il messaggio che indirizza alle ban- di quanto ha bisogno. deve prendere atto del panorama tradizioni e sapori che tutti ci invidiano. La
che? commerciale nel quale ci si muove. Riviera è il nostro petrolio, il turismo è
Dovrebbero aiutare le piccole imprese e fare Chi è l’imprenditore nuovo che si rivolge a fondamentale per il nostro Paese.
un’analisi delle persone serie che ci sono Confcommercio? Qual è la situazione di Cesena?
dentro. Guardare un po’ meno al rating, Spesso ragazzi che non hanno un lavoro e Cesena sta cambiando e cambierà. Questo Cosa migliorerebbe nella Valle del Savio?
cercando di dare prestiti non solo ai grandi che si improvvisano imprenditori. A questi potrebbe portare a un ritorno delle attività Sarei per la Valle del Savio e dei laghi
gruppi ma anche al piccolo commerciante chiediamo se hanno un progetto e un tradizionali che oggi hanno chiuso i riqualificando il lago di Quarto. La vallata
che ha un’idea e che dimostra di poterla proprio business plan. Alcuni li battenti. Molto ci sarà da fare per piazza può vivere solo se riusciamo a renderla
portare sempre più in alto. scoraggiamo, mostrando che il progetto della Libertà, altrimenti resterà un’area ancora più attrattiva di quella che già non è
non starebbe in piedi e che causerebbero spopolata a livello sociale e commerciale. sotto l’aspetto turistico. Sui monti il turismo
Come si inserisce Confcommercio nel mer- disagi a se stessi e alla famiglia perché se Piazza della Libertà va organizzata come se può fare la differenza. Ci sono già le terme,
cato odierno? l’attività crolla ne risentono tutti. Quello che fosse un centro commerciale: c’è bisogno di ma si deve rafforzare la possibilità di vivere
Ci siamo chiesti cosa può servire al futuro evidenziamo in maniera scientifica sono i tracciare un disegno per renderla appetibile in vallata creando nuovi posti di lavoro e
imprenditore. A differenza del passato, costi: li rapportiamo a un eventuale e vendibile. spingendo il turista a essere curioso, così
quando l’associazione era un erogatore di fatturato. come avviene per la diga di Ridracoli.
servizi obbligatori, contabilità, libri paga, Cosa ha portato a questa desertificazione Francesco Zanotti
oggi abbiamo messo in campo servizi che C’è ancora spazio sul mercato per le azien- commerciale? Alessandro Notarnicola

via Kennedy, 30
47035 Gambettola (Fc)
Tel. e fax 0547 58625
promoinfissi@gmail.com
www.promoinfissi.ifortinfissi.it
Cesena Giovedì 22 marzo 2018 11

Gattolino | Comunità in festa con le famiglie Bulgaria | Gli anniversari di matrimonio

DOMENICA 11 MARZO LA COMUNITÀ PARROCCHIALE DI GATTOLINO DOMENICA 18 MARZO LA COMUNITÀ DI BULGARIA HA PARTECIPATO NUMEROSA ALLA
HA CELEBRATO LA FESTA DELLA FAMIGLIA. La Messa è stata celebrata dal parroco don Luciano CELEBRAZIONE DELLA FESTA DEGLI SPOSI. Alle 11 durante la Messa solenne don Antonio
Zanoli; concelebrante don Alessandro Manzi dei Missionari del Preziosissimo Sangue, che collabora Domeniconi ha ricordato le coppie che celebrano nel 2018 particolari anniversari di nozze.
nella pastorale parrocchiale. Numerose le coppie che hanno festeggiato particolari anniversari di Nozze. 25 anni di matrimonio: Massimo Campana e Maria Letizia Bisulli, Alessandro Fiori e Alessandra
Ricordiamo i 50 anni di matrimonio: Renzo Giovannini e Giovanna Dulcini, Elio Fantini e Giuseppina Montalti, Massimiliano Pagliarani e Lorenza Guiduzzi, Giulio Mauriello e Stefania Allegrini.
Magnani, Luciano Placuzzi e Loredana Urbini, Pio Mazzotti e Nives Ravaglia, Silverio Giorgini e Pierina 40 anni di matrimonio: Luciano Rossi e Gabriella Veronesi, Renato Muccioli e Laura Bagnoli.
Novelli. 55 anni: Vittorio Alberto Manuzzi e Silvana Piraccini, Egisto Noeri e Giuliana Stacchini, Silvano 50 anni di matrimonio: Marino Farina e Gigliola Andreoli, Edoardo Piretti e Edgarda Bocchini, Mario
Minotti e Dina Amaducci, Gilberto Piraccini e Fedora Zoffoli, Antonio Biguzzi e Maria Innocenti, Otello Magnani e Elsa Collini, Paolo Orlandi e Valeriana Francesconi, Riccardo Missiroli e Gigliola Piraccini.
Mazzotti e Alba Plachesi. 60 anni: Urbano Mazzotti e Antonia Brigliadori, Gilberto Farabegoli e Maria 60 anni di matrimonio: Emilio Alessandrini e Maria Bollini, Roberto Bartolini e Rita Onofri, Leopoldo
Galassi. Dopo la celebrazione, la festa è proseguita con il pranzo negli spazi parrocchiali. Nell’occasione, Zanelli e Quinta Solfrini.
la comunità parrocchiale ha festeggiato Mario Brasini che insieme alla moglie Genny da 25 anni Alle spose è stato donato un bouquet di rose e a ogni coppia è stata consegnata una targa ricordo.
prestano servizio in occasione di tanti appuntamenti parrocchiali. (Foto Mario di Gambettola).

Presentati i numeri dell’attività della sezione comunale. Sono 3.802


i soci ma di questi il 7,2 per cento sono temporaneamente sospesi

Avis Cesena alla ricerca


di 500 nuovi donatori
Per rispondere positivamente a una serie di
C
on l’assemblea che si è
svolta domenica 11 marzo richieste, bisognerebbe raggiungere l’obiettivo
alla Fiera di Cesena, la
sezione comunale di Avis ha di 500 nuovi donatori nel corso del 2018. Ciò
tracciato un bilancio dell’attività permetterebbe ad Avis Cesena di garantire
svolta nel 2017 e lanciato gli
obiettivi per l’anno 2018. quell’autosufficienza in sangue intero ed
Sono risultati 3.802 (80 in più emoderivati che rappresenta l’obiettivo
rispetto il 2016) i soci attivi 223 sacche di sangue intero, prelevato da donatori
potenziali donatori. Di essi, ben primario della sua vita associativa. L’appello selezionati per compatibilità ematica, sono state
529 risultano temporaneamente è rivolto in modo particolare ai giovani, raccolte e destinate alla “ricarica” di questi pazienti
sospesi per motivi sanitari, per che per sopravvivere necessitano di una
viaggi all’estero, per ma anche alla fascia di età dai 30 ai 50 anni trasfusione almeno ogni due settimane. Per
impedimenti vari; per cui idonei rispondere a questa serie di richieste, occorre
alla donazione al momento sono 3.273 donatori. Sono Nel corso del 2018 l’Avis cerca 500 nuovi donatori per raggiungere l’obiettivo di 500 nuovi donatori nel corso
state raccolte 5.682 sacche di sangue intero, 1.519 sacche compensare le sospensioni temporanee e definitive ed del 2018. Ciò permetterebbe ad Avis Cesena di garantire
di plasma e 21 sacche di piastrine per un totale di 7.222 essere in grado di rispondere positivamente, in tutti i quell’autosufficienza in sangue intero ed emoderivati
(+7 sul 2016), con una media annua di 2,2 (quella periodi dell’anno, alle richieste provenienti dall’Officina che rappresenta l’obiettivo primario della sua vita
nazionale è di 1,8) donazioni per donatore idoneo. Se al Trasfusionale di Pievesestina che governa la raccolta, la associativa. “L’appello è rivolto in modo particolare ai
dato comunale di Cesena si aggiunge quello dei comuni lavorazione e la distribuzione del sangue e del plasma giovani - dice il presidente dell’Avis Cesena Fausto
del comprensorio cesenate, la raccolta complessiva di alle strutture sanitarie del territorio romagnolo, regionale Aguzzoni - ma anche alla fascia di età dai 30 ai 50anni da
sangue intero, plasma e piastrine risulta essere di 13.549 e nazionale. Ogni settimana in media sono 207 le sacche cui sarebbe auspicabile attendersi una risposta
sacche (+212 rispetto il 2016). È un dato nettamente di sangue intero che si è chiamati a raccogliere. Sono maggiormente positiva rispetto all’attuale. In
positivo che colloca il nostro territorio fra quelli di passate invece a 231 durante le 6 settimane di presenza quest’ottica e con questo spirito di sensibilizzazione
maggior rilievo in ambito regionale. I nuovi donatori nel del virus della Chikungunya in Lazio nell’autunno scorso. inizieranno giovedì 22 marzo, con una serata-spettacolo
corso del 2017 sono stati 440: l’obiettivo era a 450. I Dal maggio 2017 sono stati “adottati” 30 pazienti al Teatro Verdi di Cesena, le celebrazioni dei 60 anni di
dimessi per età, per motivi di salute e per inattività sono talassemici che erano seguiti al Centro di riferimento presenza Avis in città: 60 anni per la vita, ieri, oggi e
stati 264. regionale di Ferrara e che ora lo sono a livello locale. Ben domani”.

La commedia dialettale “Un brenc ad bucalun” firmata da don Sergio Cappelletti è stata messa in scena nel teatro parrocchiale

“La Compagnia di Bucalun”in scena a Torre del Moro


A
l teatro capito avevo delle aspettative molto basse, Lucchi e Piera Pazzaglia sono stati
della ma con grandi doveri di riconoscenza verso ineccepibili nella recitazione e fedeltà al
parrocchia vecchi amici che mi avevano invitato per un personaggio interpretato. Menzione
di Torre del Moro giudizio. Bene, dimenticate tutto. Lo particolare per la felice caratterizzazione ai
di Cesena, sabato spettacolo è stato di qualità, adatto anche a fratelli Sanzio e Paride Speroni. Gradevoli
10 marzo, “La un pubblico generico e pagante. Il testo è anche i due giovani innamorati divisi dalla
Compagnia di una vera perla. La regia di Alvaro Evangelisti classe sociale di appartenenza Giulia
Bucalun” (nella è stata impeccabile, come la sua capacità di Nunziatini e Matteo Borghetti.
foto di scena) ha trasformare in attori persone alla loro Indispensabili al naturale dipanamento
rappresentato “Un prima esperienza: la città di Cesena della trama: Donatella Francia, Antonella
brenc ad bucalun”, dovrebbe dare più spazio a Evangelisti, che Targhini, Paola Franchini, Lia Maraldi, tutti
una commedia è in grado di compiere veri miracoli. Dagli ineccepibili nel ruolo. Scene di Massimo
firmata da don “due pesci e cinque dilettanti” e ti Rasi e Marco Ugolini. Assistente di
Sergio Cappelletti. L’autore è da definire un maestro se non un pilastro della intrattiene, con decoro, un pubblico anche palcoscenico Miriam Neri e Ambres
drammaturgia romagnola. Ha prodotto copioni in grado di descrivere dal palato fino. Gli attori sono tutti da Benedetti. Per la cronaca accanto a me ad
perfettamente la vita e la psicologia di tre generazioni di cesenati. lodare a partire da Rita Danesi, vera assistere alla commedia c’erano il parroco
Quella sera mi sono presentato per tempo al teatro parrocchiale, piccolo ma rivelazione della serata; per lei mi sento di don Paolo Foschi e le suore della Sacra
accogliente, con l’aspettativa di vedere una compagnia di veri dilettanti capaci di spendere la mia credibilità perché venga Famiglia che non hanno lesinato applausi e
rappresentare con tanti limiti la commedia a un benevolo gruppo di amici contattata da compagnie anche blasonate: risate. Cinque le repliche già effettuate per
speranzosi di poter ridere dell’amico e delle situazioni grottesche, non volute, che è un vero talento. Corrado Asirelli, Morena circa 750 spettatori.
inevitabilmente in questi contesti si verificano sul palcoscenico. Come avete Valentini, Domenico Mondardini, Massimo Diego Angeloni
12 Giovedì 22 marzo 2018 Cesenatico

Sala | Celebrati gli anniversari di nozze Boschetto | La parrocchia fa festa agli sposi

DOMENICA 18 MARZO, NELLA PARROCCHIA DI SANTA MARIA DEL ROSARIO IN SALA, HA AVUTO
LUOGO LA FESTA DELLA FAMIGLIA. PARROCCHIA DI BOSCHETTO IN FESTA DOMENICA 18 MARZO PER LA FAMIGLIA.
“È stato bello e importante - dicono i parrocchiani - festeggiare le coppie che hanno ricordato il Durante la Messa delle 11, celebrata da don Gian Piero Casadei e da padre Sergio Lumuna con il
decimo, il venticinquesimo, il quarantesimo, il cinquantesimo e il sessantesimo anniversario di servizio del diacono Andrea Delvecchio, alcune coppie hanno ricordato un importante anniversario
matrimonio”. Durante la Messa, celebrata dal parroco don Luca Baiardi, i coniugi hanno rinnovato di matrimonio. Si tratta dei coniugi Francesca e Michele Rambaldi, Loredana e Antonio Massafra,
le loro promesse matrimoniali. “Festeggiare queste coppie - commentano dalla parrocchia - è Marta ed Elvio Ottaviani, Serena e Marco Botticelli, Sonia e Giuseppe Magnani, Concetta e Alberto
un’occasione per riflettere sull’importanza della famiglia e ribadire il ruolo fondamentale che riveste Montanari, Faustina e Roberto Poletti, Aurora e Valerio Quercioli, Primula e Giuliano Pasolini, Renata
per la società tutta, soprattutto per le giovani generazioni”. e Decimo Berlati. Al termine della Messa è seguito il pranzo comunitario.

Il Comune è il primo in regione ad applicare la nuova normativa Sostegno alla pesca


■ Fondi in arrivo
NELLA FOTO, DA SINISTRA: SIMONA SAVINI (DIRIGENTE DEL SETTORE SVILUPPO DEL TERRITO- riqualificazione urbana e incentivi fiscali
RIO DEL COMUNE); IL SINDACO MATTEO GOZZOLI; RAFFAELE DONINI (ASSESSORE REGIONALE
ALL'URBANISTICA); LIA MONTALTI (CONSIGLIERE REGIONALE PD)
legati alla qualità dei progetti”.
Cesenatico è il primo dei 331 Comuni
della Regione ad avere pubblicato, lo Per migliorare la qualità
scorso 21 febbraio, un avviso pubblico
finalizzato alla raccolta di proposte per
e favorire l’innovazione
dare immediata attuazione al nuovo iter La notizia interessa da vicino Cesenatico. Pronti
previsto dalla legge regionale. Gli 4,3 milioni di euro per favorire la crescita e la
interessati dovranno presentare competitività del settore della pesca e
domanda all’ufficio protocollo entro il dell’acquacoltura e per incentivare la nascita di
prossimo 21 aprile. Una volta raccolte le nuove imprese guidate da giovani. La Giunta
proposte, sarà il Consiglio comunale, con regionale ha approvato nei giorni scorsi tre
un apposito atto di indirizzo, a definire bandi che mettono a disposizione un corposo
quali saranno le aree di intervento e quali pacchetto di risorse a sostegno di progetti di
le priorità di recupero e di sviluppo. investimento per lo sviluppo e la qualificazione
“Si passa da piani con logiche espansive a della produzione nel quadro del Feamp 2014-
una pianificazione che punta al recupero 2020, il Fondo europeo per gli affari marittimi e
dell’esistente e alla rigenerazione di aree la pesca.
dismesse”, ha puntualizzato il sindaco La quota più consistente, quasi 3,5 milioni di

Stop al consumo del suolo Matteo Gozzoli. euro, è destinata agli interventi per il
Dei 12 ambiti programmati dal Piano rafforzamento e il miglioramento della
strutturale comunale (Psc) del 2010, trasformazione dei prodotti della pesca e
nell’avviso pubblico ne sono stati dell’acquacoltura. Circa 650 mila euro sono

Cesenatico inverte la rotta proposti 8, dei quali 4 per funzioni


residenziali e dotazioni territoriali. Di
questi, solo uno (Bagnarola) è di
espansione, ma con una contrazione
riservati al potenziamento delle infrastrutture
dei porti, delle sale per la vendita all’asta del
pescato e delle strutture per la raccolta di
scarti e rifiuti marini. Circa 165 mila euro

C
esenatico capofila di nuovo suolo, segnando un forte della capacità edificatoria. I restanti sono andranno a incentivare l’acquisto di
nell’applicazione della nuova rilancio dei progetti di rigenerazione di riqualificazione. Il più ampio è quello imbarcazioni da pesca da parte degli under 40
legge urbanistica regionale. Lo urbana” e fornendo “strumenti delle colonie di Ponente dove si per mettersi in proprio. Dei 4,3 milioni di euro
hanno detto il sindaco Matteo amministrativi semplificati”. L’assessore prevedono accordi pubblico-privati per la metà sono di provenienza europea (circa
Gozzoli e l’assessore regionale regionale ha spiegato che la nuova legge la dotazione di servizi mancanti, come le 2,15 milioni), il 35 per cento è la quota messa a
all’urbanistica Raffaele Donini durante urbanistica si è resa necessaria dal fognature in viale Colombo, e interventi disposizione dallo Stato italiano (oltre 1,5
una conferenza stampa che si è tenuta momento che su tutto il territorio contro l’erosione della costa. milioni) e il restante 15 per cento (quasi 645
nei giorni scorsi in municipio a regionale erano previsti “250 chilometri Dalla nuova pianificazione mila euro) è a carico del bilancio della Regione.
Cesenatico. quadrati di aree di nuova espansione, l’Amministrazione ha escluso la zona in Le domande vanno presentate entro il 3
Per Donini, la nuova “Disciplina pari a qualcosa come quasi due città di prossimità del depuratore e la frazione di maggio. È fissato invece per il 16 maggio il
regionale sulla tutela e l’uso del Bologna”. Sala. Rispetto alle previsioni del Psc termine per il bando riservato agli under 40.
territorio”, approvata lo scorso dicembre Per promuovere questa politica, Donini tornano agricoli circa 1,6 chilometri L’incentivo riguarda l’acquisto di pescherecci
e vincolante dal 31 dicembre 2020, “ha ha annunciato “30 milioni di euro di quadrati di territorio. usati sotto i 24 metri di lunghezza per l’avvio di
chiuso per sempre l’epoca del consumo contribuiti per interventi di Matteo Venturi nuove imprese.

Santa Maria Goretti | Famiglie festeggiate InDipendente Credito cooperativo romagnolo


I pericoli del web
Serata informativa
con Francesco Rasponi
i concludono gli

S appuntamenti sulle
tematiche delle dipendenze.
Martedì 27 marzo alle 20,30
presso il museo della Marineria si
terrà l’ultima serata della
rassegna “InDipendente”
Burraco, Foschi e Baraghini
organizzata dall’assessorato alle
Politiche giovanili del Comune in
campioni per beneficenza
collaborazione con la cooperativa i è svolto venerdì 16 marzo nella multisala di Atlantica

LA COMUNITÀ DI SANTA MARIA GORETTI SI È RIUNITA DOMENICA 11 MARZO PER CELEBRARE


“La Vela”. Durante la serata sarà
affrontato il tema “Figli rapiti da
internet”. Interverrà Francesco
S Bingo di Cesenatico, il quinto torneo di burraco, gara
benefica organizzata dal Credito cooperativo
romagnolo. All’evento, riservato a coppie composte da
L’EUCARISTIA NELL’ANNUALE RICORRENZA DELLA FESTA DELLA FAMIGLIA. Rasponi, psicoterapeuta e almeno un socio o un correntista del Ccr, hanno partecipato
Due delle coppie presenti hanno festeggiato i 50 anni di matrimonio: Giuseppe Baldazzi con Alba presidente dell’associazione 44 coppie provenienti da tutte le filiali dislocate sul
Neri e Guido Casto con Antonia Casadei. Quattro coppie hanno ricordato i 25 anni di nozze: Maurizio “Psiche digitale”. La serata sarà territorio di competenza. La somma raccolta con le quote di
Mambelli con Elisabetta Biserna, Fulvio Zannoni con Stefania Mercatelli, Michele Pagliarani con introdotta dall’assessore Gaia iscrizione sarà devoluta in beneficenza. La gara ha visto
Giorgia Pagliarani e Claudio Pollini con Marina Golinucci. Presenti anche Pasquale Ardito e Ionella. Morara e moderata da Herber primeggiare la coppia cesenate Maurizio Foschi e Maria
“Ricordare gli anniversari nuziali di tante coppie - ha detto il parroco don Sauro Bagnoli - è una Poletti, presidente della Grazia Baraghini (nella foto, premiati da Valter Baraghini,
gioia tutta particolare. Sposi da un certo numero di anni vuol dire genitori, nonni, figli, nipoti. L’elenco cooperativa “La Vela”. L’ingresso presidente del Credito cooperativo romagnlo)
degli sposi non è arido: è composto da nomi che fanno il Libro della Vita”. è libero. Piero Spinosi
Valle del Rubicone Giovedì 22 marzo 2018 13

Liscio patrimonio dell’Unesco?


In tanti dicono che si può fare IN FOTO, SCORCI DELLA CASA MUSEO DI SECONDO CASADEI A SAVIGNANO

l Liscio patrimonio dell’Unesco? cambiamento sociale straordinario. Oggi le scuole di ballo sono romagnola portata avanti tramite la Casadei Sonora, Riccarda

I “È l’inizio di una bella storia”,


commenta Riccarda Casadei.
Il mondo della musica e del ballo
affollate anche di giovanissimi, perfino bambini, che si divertono
da matti”.
“Il mio grande grazie - sottolinea Riccarda Casadei - va ai
con le figlie ha unito anche quella della gestione della casa
museo di Secondo Casadei a Savignano sul Rubicone, entrata
dall’1 gennaio del 2017 a far parte delle Case della Memoria. Il
romagnoli ha festeggiato consiglieri regionali Manuela Rontini e a tutti i firmatari ed in lavoro non manca e forse questa realtà è più apprezzata
l’approvazione della Risoluzione particolare alla Regione Emilia Romagna e a Liviana Zanetti, all’estero che in patria. La scadenza più immediata al
del Pd che impegna la Giunta presidente di Apt, per il suo appassionato lavoro”. momento è quella del 9 giugno con la seconda notte del Liscio
Regionale a sostenere la “Al momento la pratica è da costruire - spiega la presidente Apt -. a Gatteo Mare, ma per la fine del mese di marzo Riccarda
candidatura all’Unesco del ballo Si inizierà dalla raccolta firme che si potranno depositare in vari attende il primo gruppo di visitatori americani che insieme al
folkloristico romagnolo come siti, tra i quali anche la Casadei Sonora di Savignano sul Ponte Romano e al fiume Rubicone, si fermeranno a visitare il
“patrimonio immateriale Rubicone”. La casa editrice è titolare dei diritti delle opere di museo del Liscio.
dell’umanità”, anche in vista del Secondo, tra le quali il successo mondiale Romagna Mia i cui Il riconoscimento Unesco non porterà fondi probabilmente,
progetto di legge sulla proventi cesseranno nel 2041, secondo la legge del diritto ma certamente un grande prestigio. “Starà a noi utilizzarlo in
valorizzazione del settore musicale d’autore che fissa il termine a 70 anni dalla morte dell’autore. chiave di appeal turistico”, conclude Zanetti.
di prossima discussione in aula. All’attività di diffusione e promozione della musica popolare Mariaelena Forti
Firmatari della risoluzione i
consiglieri Pd Valentina Ravaioli,
Nadia Rossi, Lia Montalti, Gianluigi
Molinari, Alessandro Cardinali,
Enrico Campedelli, Luciana Serri,
Francesca Marchetti, Massimo
Iotti, Stefano Caliandro, Roberto Sfilate lunedì 2 e domenica 8 aprile CARRI DI CARTAPESTA
A GAMBETTOLA
(FOTO ARCHIVIO)
Poli, Luca Sabattini, Paolo Zoffoli e
Manuela Rontini come prima
firmataria, che hanno appoggiato
la proposta di candidatura
avanzata dalla presidente di Apt,
Liviana Zanetti, a sua volta
Gambettola si prepara
collettrice di numerosi consensi da
parte di amministratori e
imprenditori del turismo.
Il tifo unanime per il liscio vede in
prima linea Riccarda Casadei, figlia
per il grande Carnevale
di Secondo Casadei, con le figlie
Lisa e Letizia, di Casadei Sonora, resentata domenica 18 marzo la Presentata l’edizione
Ferrino Fanti dell’Ente tutela del
folklore Romagnolo, Moreno
Conficconi Il Biondo e Giordano
P 133esima edizione del Carnevale di
Gambettola, le cui sfilate sono in
programma il 2 aprile (Lunedì
numero 133
dell’evento primaverile.
Sangiorgi del Mei di Faenza. dell’Angelo) e la domenica successiva 8
“Non poteva essere diverso”, aprile. Il programma è stato illustrato Previsti in totale
conferma Liviana Zanetti, nella sala conferenze del centro “Fellini” 15 carri provenienti
presidente dell’Apt Emilia- da Davide Ricci, presidente di
Romagna, ideatrice dell’iniziativa, Gambettola Eventi, dal comitato da tutta la Romagna
supportata anche dalla Notte del organizzatore della manifestazione, dal
Liscio. “Sulla spinta del popolo sindaco di Gambettola Roberto Sanulli, “Anche quest’anno - ha spiegato Ricci - Domenica 8 aprile saranno ospiti Marco
l’assessore Corsini e il presidente dall’assessore alla scuola Angela saranno ospiti della manifestazione più Cellucci e Sofia Dalle Rive, youtuber idoli
Bonaccini hanno compreso che era Bagnolini e da Anton Roca, direttore della di cento bambini provenienti da del teenagers. Nella settimana che separa
il momento di valorizzare il Scuola di cartapesta. Sant’Angelo in Pontano, il Comune del i due eventi principali sono previsti feste,
patrimonio partendo dalla Notte Nelle due giornate, dalle 15,30, sfileranno maceratese colpito dal terremoto con il balli, concerti, spettacoli nelle vie e nelle
del liscio. Del resto quelli siamo quattro carri di prima categoria, costruiti quale abbiamo allacciato rapporti piazze della cittadina.
noi. Se vogliamo avere identità nel a Gambettola, e 11 di seconda categoria concreti di solidarietà. Là abbiamo Voci del carnevale saranno Andrea Prada,
confronto con altri popoli, siamo provenienti da tutta la Romagna. realizzato, con l’aiuto del maestro Anton Fausto Peppi e dj Pigi di Radio Bruno e
questi, la Romagna è questo”. Il “Come ogni anno la cittadina tornerà a Roca, un vero e proprio laboratorio di Valentino Berti di Radio Gamma, radio
ballo liscio, continua Zanetti “ha un riempirsi dei colori e della gioia cartapesta, che ha prodotto una ufficiali della manifestazione.
valore sociale. Quando Carlo Brighi dell’unico carnevale di primavera - ha maschera, “Angelo”, che sarà esposta Invariato il prezzo del biglietto: 8 euro per
tradusse il valzer viennese in detto Ricci - con le sue maschere i suoi assieme agli elaborati della Carta gli adulti; 5 euro per i ragazzi dai 12 ai 14
musica romagnola, finalmente giganti di cartapesta, i suoi mille e più Didattica della Scuola per le mani, dal 24 anni; gratis per i bambini fino a 11 anni.
anche i poveri poterono ballare figuranti, la sua contagiosa allegria e il marzo all’8 aprile, nella sala del centro In prevendita il prezzo è di 6 euro. Sarà
abbracciandosi. Fino ad allora meraviglioso gettito per il quale Fellini”. possibile scaricare il biglietto scontato
nessun ballo consentiva mettiamo a disposizione 60 quintali di Lunedì 2 aprile dalle 14 alle 18, il dal sito www.carnevaledigambettola.it o
l’abbraccio tra i maschi e le caramelle e 10mila palloni offerti carnevale di Gambettola ospiterà le inviando una email a
femmine, se non nelle classi sociali rispettivamente dalla Sperlari e dalla selezioni ufficiali del Grande Fratello 15, info@carnevaledigambettola.it.
elevate. Si tratta di un Centrale del latte di Cesena”. nella sua unica data in Romagna. Piero Spinosi

Gatteo | La parrocchia omaggia le famiglie Sant’Angelo | Comunità in festa per gli sposi

LA COMUNITÀ PARROCCHIALE DI GATTEO HA RESO OMAGGIO ALLE FAMIGLIE. Domenica 11 FESTA DELLA FAMIGLIA NELLA PARROCCHIA DI SANT’ANGELO DI GATTEO. Domenica 18 marzo
marzo, durante la Messa delle 11 celebrata dal parroco don Marco Muratori, alcune coppie hanno sono state festeggiate le coppie che hanno raggiunto i 10, i 25, i 40 e i 50 anni di matrimonio. Al
ricordato un importante anniversario di matrimonio. Edoardo Boschetti e Delia Cesaretti hanno termine della Messa il parroco don Marco Muratori ha consegnato una pergamena ai festeggiati.
celebrato 60 anni di nozze. Cinquant’anni di matrimonio per Antonio Buono e Maria Coromano, Nel salone parrocchiale la festa è proseguita con il pranzo e la proiezione delle foto relative al giorno
Nicola Massari e Natalina Carbonari, Renzo Campedelli e Anna Gozzi, Renzo Foschi e Maria Virginia delle nozze. I festeggiati sono: Denis Renzi con Elisa Abati e Matteo Sacchini con Annalisa Leonardi
Massari, Antonio Angeli e Giuliana Drudi. Insieme da 40 anni Daniele Candoli e Luciana Fabbri, (10 anni di matrimonio); Corrado Borghesi con Sabina Pasini, Celso Maffi con Angelica Buda,
Massimo Castellani e Rita Sambi, Antonello Marconi e Giusy Evangelisti, Pierangelo Rossi e Agnese Maurizio Galbucci con Sabrina Vincenzi, Fabio Giorgetti con Monica Torroni e Gaetano Durante con
Delvecchio, Paolo Ansaloni e Marilena Donati, Giacomo Matassoni e Daniela Bettega, William Nanni Annarita Matichecchia (25 anni di matrimonio); Adamo Ottaviani con Albarosa Turci (unita da 40
e Claudia Silvestri. Nozze d’argento (25 anni) per Alberto Caprili e Donatella Babbi, Pierangelo Raggini anni); Walter Errico con Pasquina Montevecchi, Bruno Baiardi con Maria Bastoni e Franco De
e Monica Cecchini, Vincenzo Capacchione e Silvana Giaimo, Gaetano Scidone e Teresa Ambesi. Angelis con Luigia Carratelli (sposati da 50 anni).
14 Giovedì 22 marzo 2018 Valle del Savio

Sarsina
Gli eventi estivi
Cultura e didattica
della Pro Loco dove c’era la storia
E’
in distribuzione il
nuovo e consistente
opuscolo-libro su
Sarsina e i suoi eventi 2018,
G li "Amici della Badia" sono soddisfatti; in poco più di due anni
hanno portato a casa 450.000 euro per la sistemazione
dell’Abbazia di San Salvatore in Summano, conosciuta come Badia
realizzato dalla Pro Loco e con di Montalto.
la collaborazione economica di Ha raccontato la storia dell’iniziativa il presidente dell’associazione
tanti operatori, a cominciare Secondo Zattini, sabato 17 marzo al Centro culturale.
dalla Bcc. Il pensiero iniziale è Dal ritrovo alla Badia dell’autunno 2015, con "L’eco della Badia" che
per l’ex sindaco Luigino continuava a risuonare nei cuori e nelle menti di quanti con le loro Anche questo edificio potrebbe essere
Mengaccini e per l’amore per il famiglie avevano avuto origine nella zona, è nata l’idea di fare utilizzato per ospitalità.
territorio dei tanti volontari. Per gli eventi 2018 sono già in calendario qualcosa. Ora il progetto si è concretizzato. Al Centro culturale sono intervenuti
la Festa romana per il 14 luglio e le iniziative di agosto legate alla festa Coi 250.000 euro assegnati attraverso Unione dei Comuni e Regione anche il vicesindaco Gianluca Suzzi, la
di San Vicinio (sempre col contributo della Bcc). Si inizia con il si interverrà sulla copertura e sui muri perimetrali, per rendere presidente Apt Liviana Zanetti, il
concerto della Banda Città di Sarsina il 22, poi la Cena con i nonni il l’edificio utilizzabile per attività culturali e didattiche e come responsabile della Soprintendenza
23 (serata offerta dai Mecenati del Savio), il concerto in piazza il 24, la bivacco (si trova lungo il percorso del Cammino di San Vicinio). Marco Musmeci, il dirigente dei Lavori
Notte vintage il 25, arte in piazza e degustazioni il 26, musica in Con gli ulteriori 200.000 euro concessi dal Governo nell’ambito del pubblici Mauro Fabbretti, la
piazza il 27 e la festa del Santo il 28 agosto che si conclude alle 24 col progetto "Bellezz@ - Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati" presidente del Cammino di San
tradizionale spettacolo pirotecnico con musica. La Pro Loco inoltre (uno degli unici due finanziati in tutta la Regione) si completerà Vicinio Cristina Santucci.
cura la Sala espositiva e le mostre del Centro Plautino. Tra le curiosità, l’opera. Hanno partecipato l’ex senatrice Mara
sono pubblicate anche tante notizie storiche, ricette locali, Si annunciano novità anche per il vicino Palazzo Montalto, di Valdinosi, il sindaco di Mercato
informazioni su monumenti, sulla basilica e sulle località dei proprietà della Regione, per il quale, ha comunicato la consigliera Saraceno Monica Rossi e Ercole Acerbi
dintorni. Al.Me. regionale Lia Montalti, "si sta ragionando per interventi più dell’associazione Zaccagnini.
consistenti, oltre alla provvisoria copertura". Al. Me.

Notizie brevi
Sarsina pesa meno sulle casse pubbliche e incassa di più
■ Incontri over 60
Virtuoso e internazionale Invecchiamento
e memoria
Sono ripresi martedì scorso gli incontri del

Il Plautus promosso
Caffè Alto Savio, i momenti di ritrovo al
Centro Auser (in via della Solidarietà 1)
dedicato agli over 60; un’opportunità "per
stare bene insieme", come spiegano i
promotori dell’associazione Amici di Casa
Insieme.

I
l “Plautus” è un signore “over 65” il 17,38%). Sarsina, e la “Academie Internationale
ancora scattante e in ottima forma. Il contributo di Ministero, Regione e des Arts du Spectacle” di Versailles. Tutti i martedì dalle 15 alle 17,30 basta
La 67esima edizione del Plautus Comune rappresenta Grande interesse a livello presentarsi per essere accolti da una
Festival, oltre ai meriti culturali ed complessivamente il 42,64%, mentre a internazionale ha riscontrato l’avvio psicologa esperta in tema di invecchiamento
artistici per la valorizzazione delle livello nazionale raggiunge ben il della nuova iniziativa dei Ludi Plautini e disturbi di memoria e da persone disponibili
commedie plautine e dell’antica comoedia 66,80%. Sarsinates, che attraverso l’incontro all’incontro e a promuovere iniziative.
romana, conferma una gestione Gli spettacoli in programma sono stati degli studiosi e dei professionisti del Nei diversi martedì, fino a fine anno, si
saldamente virtuosa. 12, con un numero medio di spettatori teatro porta a meglio conoscere e svolgono attività utili per mantenere la
Con la stagione 2017 la rassegna, sotto la paganti a spettacolo di 500,67. approfondire le tematiche della mente attiva, si sta insieme per vivere
direzione artistica di Cristiano Roccamo, ha Oltre agli spettacoli all’arena plautina di drammaturgia plautina in chiave non momenti di condivisione, benessere e svago,
ulteriormente incrementato numero degli Calbano il Plautus Festival comprende solo letteraria ma immediatamente si possono avere informazioni e supporto per
spettatori e incassi da biglietteria, numerose attività collegate. anche teatrale, con giornate che si fare fronte ai disturbi di memoria e alle
confermandosi nel panorama italiano Tra queste si segnala il Laboratorio rivolgono a un pubblico più ampio problematiche che ne conseguono.
come una delle manifestazioni più teatrale, attivo dal 1995, al quale nel rispetto a quello delle precedenti Per informazioni telefonare al numero
“autofinanziate” e meno dipendenti dal 2017 hanno partecipato 6 giovani attori Lecturae Plautinae. 320/6967089 (Mariagiovanna Bonasso,
contributo pubblico. che hanno portato in scena la Anche questa iniziativa, come altre responsabile del Progetto).
La “virtuosità” della gestione sarsinate si commedia Menecmi di Plauto, con la collegate al Plautus Festival, è sostenuta
comprende sulla base di pochi dati. regia del direttore artistico Cristiano economicamente dalla Bcc di Sarsina e
Rispetto al 2017 gli incassi sono cresciuti
dell’11,14% e il numero medio degli
Roccamo.
Al termine del laboratorio, inoltre,
dal Rotary Club Valle del Savio.
L’Amministrazione comunale, ■ Eventi al liceo
spettatori paganti a spettacolo è cresciuto vengono premiati i migliori attori nell’approvare il bilancio consuntivo
del 7,93%. partecipanti. 2017, ringrazia in particolare coloro che La geometria
L’incasso dalla vendita dei biglietti Per la prima volta nel 2017 si sono poi hanno sostenuto economicamente il dell’universo
rappresenta il 34,82% delle entrate mentre attivate collaborazioni con due festival e tutte le iniziative collegate,
la media a livello nazionale dei festival prestigiose scuole teatrali francesi, la oltre a dipendenti comunali, volontari La sezione del Liceo Scientifico di Bagno di
finanziati dal Ministero è il 15,82%. “Ecole Internationale de Mime del servizio civile, Pro Loco. Romagna, nel 25esimo della istituzione,
I contributi da sponsor e privati Corporel Dramatique” di Parigi, diretta promuove per mercoledì 28 marzo al teatro
rappresentano il 22,55% (a livello nazionale dal maestro Ivan Bacciocchi, nativo di Alberto Merendi Garibaldi l’incontro con Federico Fornari su
"La Geometria dell’Universo".

Salute e benessere ◗ Tradizioni ◗ Andar per mostre ◗ Gioco d’azzardo ◗


Tappe per il Piano di zona Sagra della Pagnotta Si inaugura "Origini" Al via gli incontri sulle dipendenze
Proseguono gli incontri con cittadini e Domenica 25 marzo torna la Sagra della Il 25 marzo alle 17 al Palazzo del Capitano si Inizia lunedì 26 marzo alle 20,30 nella Sala
associazioni per acquisire indicazioni utili Pagnotta pasquale, tradizionale prodotto inaugura "Origini" la mostra del bagnese Consiliare di Bagno di Romagna il ciclo di
alla programmazione dei servizi socio- della media vallata del Savio. Stand Silvano Fabiani, per gli amici conosciuto anche incontri sulle dipendenze, organizzato da
sanitari e del nuovo Piano di zona per la gastronomici con i prodotti dell’artigianato come "Yeti". Comune ed Unità operativa Sert Cesena
salute e il benessere sociale. A Sarsina accolgono i visitatori in piazza Plauto e lungo le vie del centro. "Ama dipingere paesaggi - scrive il curatore dell’Ausl Romagna nell’ambito del progetto
l’appuntamento è per giovedì 22 marzo L’organizzazione è curata dalla Pro Loco, presente anche in piazzetta Alessandro Casetti, in un lavoro che getta le prevenzione dipendenze Valle Savio.
alle 17 nella sala del Consiglio Comunale, Lucio Pisone. L’animazione è assicurata dalla musica itinerante della radici nella memoria storica del nostro territorio Gianluca Farfaneti introduce su "Quando il
mentre a San Piero mercoledì 28 marzo Banda Città di Sarsina. Presso la Sala mostre di via IV Novembre è per espandersi verso il futuro, attraverso la gioco non è più gioco - Il fenomeno della
alle 18, sempre nella Sala Consiliare. aperta l’esposizione dell’artista Adriano Maraldi. contemporaneità del suoi linguaggio artistico". dipendenza da gioco d’azzardo".

La Banca di casa tua!


Radici & Futuro Giovedì 22 marzo 2018 15

LA ROMAGNA TRA MITI E TRADIZIONI. Rosa Betti, personaggio di comodo


inventato da Olindo Guerrini? La prima parte della presentazione della vita
e dell’attività dell’ostessa del sobborgo Adriano, a Ravenna

Carrettieri e braccianti, la vita dentro


e fuori l’osteria della Zabariona COLAZIONE TRA LE RIGHE

R
osa Betti, forse l’ostessa la
cui fama sfiderà i secoli.
La Zabariona? Ma chi l’ha Racconto: Serena Menghi
conosciuta? Un nome inventato, Foto: Denise Biondi
un personaggio di comodo Ricetta: Marika Lombardi
creato da Lorenzo Stecchetti
(Olindo Guerrini) per Alzarsi di buon umore e uscire a fare la spesa,
ambientare in quella famosa e prima che tutti gli altri si sveglino.
fumosa osteria le storie dei suoi Al ritorno aprire un poco la finestra in modo
protagonisti. Così almeno da far entrare la luce, quanto basta per dorare
credevamo. E invece la le pareti. Mettersi il grembiule e un sorriso
Zabariona è realmente esistita, sincero e poi iniziare a fare la sfoglia.
come la sua famosa osteria che
Prendere farina, olio di gomito e novità: im-
era a Ravenna, nel sobborgo
Adriano ora via Maggiore, n. 3 e pastare, aggiungendo mano a mano lo zuc-
4 del Rione III. Quindi è tutto chero con un bel bicchiere di modernità.
vero. La Zabariona si chiamava Quando il nuovo avrà trovato la giusta consi-
Rosa Betti, nata nel 1794, e aveva stenza stendere il tutto sul tagliere e dare
preso il soprannome dalla forma al futuro. Al centro di ogni progetto
famiglia del marito Giuseppe porre un cucchiaio di marmellata dei tempi
Venturi, un pescatore di valle che furono, così che ogni morso di progresso
ILLUSTRAZIONE RELATIVA ALLA RAVENNA DELL’800 TRATTA DAL FU- abbia nel cuore le sue origini.
che non aveva potuto lasciarle altra eredità. Ma METTO “LA ROMAGNA DELL’800”, DI ANTONIO DAL MUTO
quel soprannome per merito di lei e di Stecchetti
durerà per secoli. Ma il tocco esotico, all’osteria della Zabariona, veniva dato
Rimasta vedova in giovane età, la Rosa, i cui dai carrettieri che, quando non erano in giro per le strade Ravioli dolci al forno
fianchi già cominciavano a debordare dagli abiti e della piana e della collina, sostavano volentieri a
dalle sedie, aprì quell’osteria che divenne un soddisfare la sete sempre accesa dalla polvere e a
punto di riferimento nel sobborgo che allora raccontare vicende e costumi dei paesi lontani: Faenza,
andava sviluppando. Col passare del tempo Imola, Forlì. Qualcuno era stato fino a Bologna; uno di
crescevano insieme il grasso della padrona e i loro, una volta, era andato fino allo Stato di Milano, allora
clienti. Perché il vino che vendeva era buono. Da governato dall’Austria e ne era tornato raccontando
lei si trovavano i bottegai e gli artigiani del borgo, meraviglie. I giovani stavano attenti a queste storie.
che erano gli avventori abituali e quelli che Qualcuno di loro poi, con nuove idee in testa, si incontrava
davano decoro all’attività. Nei giorni di mercato con altri, magari in pineta, di nascosto e insieme
venivano i contadini dopo aver venduto polli e partecipavano alle riunioni carbonare, dove talvolta era
formaggi. Nell’inverno, quando fuori il gelo e la intervenuto anche il poeta inglese Lord Byron che era
nebbia imperversavano e dentro il fumo e i fiati l’amante di una giovane contessa sposata a un vecchio
appannavano tutti i vetri, nell’osteria c’era anche conte. Già, perché anche allora le corna erano uno degli
qualche bracciante, una classe nuova di lavoratori argomenti di conversazione preferiti. E all’osteria della
che allora andava formandosi, quasi tutti occupati Zabariona si ascoltavano: “Totti al ciacar, al fotti, al nuvitè/
saltuariamente nelle opere di bonifica e sempre Al coran novj e i intaress d’la zent/ Tutte le chiacchiere, le
alle prese coi morsi della fame. Allora un bicchiere prese in giro, le novità/ Le corna nuove e gli interessi della
di canina poteva scaldare un po’ e prendere, nello gente”. Ma i tempi erano turbolenti. (continua)
stomaco, il posto di una minestra che non c’era. Diego Angeloni
Ingredienti (per 20 ravioli):

120 gr di farina 00
50 gr di farina integrale
La soluzione
Le cose dei nonni all’indovinello della Proverbio
60 gr di zucchero
1 uovo
scorsa settimana è: l’uovo. 50 ml di olio di semi di girasole
Questa settimana i let- La soluzione esatta è stata “Un bab l’è bon par zent fiul, ½ vasetto di marmellata di fragole
tori sono invitati a in- data per primo da Oreste zent fiul in è bon pr’ un bab”. (o del gusto che preferite)
Golinucci (vince un libro da Zucchero a velo
dovinare l’oggetto
della memoria (foto a ritirare in redazione, via Un babbo è buono per cento figli,
don Minzoni 47, Cesena). cento figli non sono buoni per un Procedimento:
destra).
babbo.
Che cosa sono? Mescolare insieme le farine, lo zucchero, l’olio
La soluzione va data Tra i partecipanti che La saggezza popolare sembra una fru- e l’uovo.
rigorosamente in dia- hanno dato la soluzione sta usata sulle nuove generazioni. Un Creare una palla compatta e far riposare in fri-
letto. Le soluzioni esatta, è stato sorteggiato padre, per amore, è in grado di fare gorifero per almeno 30 minuti.
vanno comunicate Nicolò Benedetti grandi sacrifici per non fare mancare Stendere l’impasto, aiutandosi con la farina, e
alla redazione (vince un vassoio di 10 nulla a molti figli. I figli anche se nu- con un bicchiere o un coppapasta creare dei
(redazione@corrierece- bomboloni da ritirare merosi spesso non si ricordano più di cerchi dello stesso spessore.
presso la pasticceria quei sacrifici, e se il loro padre si trova Mettere una cucchiaiata di marmellata in una
senate.it
“Caffè le millevoglie” in difficoltà non sono in grado di aiu- metà del cerchio e piegarlo in due.
Primo premio (libro). Infornare a 180°, forno già caldo, per 15 mi-
Premio a sorteggio per viale Abruzzi n. 233 tarlo. Se questo era evidenziato un
tempo da un proverbio, pensate a che nuti.
tutti i partecipanti: un angolo via Lazio a Cesena Servire con zucchero a velo.
(zona stadio). punto siamo giunti oggi!
vassoio di bomboloni.
D.A.

Ingredienti per 2 pagnotte:

L’azdora di Romagna 750 gr. di farina 00


225 gr. di zucchero
200 gr. di acqua
3 uova
di Giusi Canducci 100 gr. di uvette 80 gr. di strutto
100 gr. di grappa 25 gr. di lievito di birra
PAGNOTTA PASQUALE Nell’acqua tiepida, ma che non superi i 30 gradi, far sciogliere il lievito, aggiungere
lo zucchero e qualche cucchiaio di farina, mescolare bene e lasciare che il lievito si

Q uesta pagnotta era fin dai tempi più


remoti la tradizionale colazione, as-
sieme all’uovo sodo benedetto, del
attivi, ci vorranno 10/15 minuti, dipende dalla temperatura dell’ambiente. Appena
la pastella ottenuta comincia a fare le bolle in superficie è il momento di incorpo-
rare al composto la farina restante, lo strutto sciolto ma non caldo, le uvette prece-
giorno di Pasqua. dentemente ammollate, la grappa e le uova. Lavorare il composto molto
Si tratta di una grossa pagnotta dolce energicamente e a lungo, almeno per 10 minuti, poi dividerlo e formare due grosse
ma non troppo, a metà strada fra la pagnotte, disporle, ben distanziate, su di una teglia foderata con carta forno, co-
ciambella e il pane, impreziosita solo da prirle con una ciotola capovolta e metterle a lievitare in un luogo caldo e umido per
qualche uvetta; e forse questa sua sem- 4 ore circa. Quando il volume delle pagnotte sarà raddoppiato spennellarle con un
plicità è il vero segreto del suo successo. po’ di uovo sbattuto e infornare a 180 gradi per un’ora circa, o comunque fino a
quando avranno assunto un bel colore dorato e toccandole risulteranno ben sode.
16 Giovedì 22 marzo 2018 Vita della Chiesa

Il giallo della lettera 12 marzo. La notizia è stata diffusa dal


vaticanista Sandro Magister e risultava
confermata anche dalle verifiche che Vatican
Insider ha effettuato”. Lo scrive il vaticanista
la mia vita è sempre stato chiaro che avrei
scritto e mi sarei espresso soltanto su libri che
avevo anche veramente letto. Purtroppo anche
solo per ragioni fisiche non sono in grado di

di Benedetto XVI
Andrea Tornielli, uno dei più vicini a papa leggere gli undici volumetti nel prossimo futu-
Francesco. ro, tanto più che mi attendono altri impegni
Di seguito pubblichiamo il testo integrale. che ho già assunti.
Solo a margine vorrei annotare la mia sorpre-
“Reverendissimo Monsignore, molte grazie sa per il fatto che tra gli autori figuri anche il
La ricostruzione dei fatti da parte del vaticanista AndreaTornielli. per la sua cortese lettera del 12 gennaio e per professore Hünermann, che durante il mio
l’allegato dono degli 11 piccoli volumi curati pontificato si è messo in luce per aver capeg-
Dopo diverse insistenze, la Segreteria per la Comunicazione della da Roberto Repole. Plaudo a questa iniziativa giato iniziative anti-papali. Egli partecipò in
Santa Sede ha diffuso il testo integrale redatto dal Papa emerito che vuole opporsi e reagire allo stolto pregiu- misura rilevante al rilascio della ’Kölner Er-
dizio per cui Papa Francesco sarebbe solo un klärung’, che, in relazione all’enciclica ’Verita-

“L
FOTO SIR a lettera di Benedetto XVI uomo pratico privo di particolare formazione tis splendor’, attaccò in modo virulento l’auto-
letta dal Prefetto della teologica o filosofica, mentre io sarei stato rità magisteriale del Papa specialmente su
Segreteria per la unicamente un teorico della teologia che po- questioni di teologia morale. Anche la ’Euro-
comunicazione Dario co avrebbe capito della vita concreta di un päische Theolongesellschaft’, che egli fondò,
Edoardo Viganò durante la presentazione cristiano oggi. I piccoli volumi mostrano a inizialmente da lui fu pensata come un’orga-
della collana di 11 volumetti sulla teologia di ragione che Papa Francesco è un uomo di nizzazione in opposizione al magistero papa-
Francesco è un giallo che a un certo punto profonda formazione filosofica e teologica e le. In seguito, il sentire ecclesiale di molti teo-
sembrava infinito. Poi ha avuto una aiutano perciò a vedere la continuità interio- logi ha impedito questo orientamento, ren-
conclusione. Il testo della missiva originale re tra i due pontificati, pur con tutte le diffe- dendo quell’organizzazione un normale stru-
del Papa emerito conteneva infatti un renze di stile e di temperamento. mento di incontro fra teologi. Sono certo che
ulteriore paragrafo né pubblicato né letto Tuttavia non mi sento di scrivere su di essi avrà comprensione per il mio diniego e La sa-
nel corso della conferenza stampa di lunedì ’una breve e densa pagina teologica’. In tutta luto cordialmente”.

Il Papa ha reso omaggio a padre Pio deponendo sulla sua teca una stola rossa da confessore
FOTO SIR

C
inque intensi minuti premio Nobel agli anziani
di silenzio, davanti che danno memoria
alla teca di Padre Pio all’umanità”.
nella chiesa di Santa La piccolezza. “Chi si prende
Maria delle Grazie, il cura dei piccoli sta dalla
santuario più antico di San parte di Dio e vince la
Giovanni Rotondo. È uno dei cultura dello scarto, che, al
momenti salienti del viaggio contrario, predilige i potenti
del Papa in omaggio al santo e reputa inutili i poveri”, le
del Gargano, che dopo la parole dedicata alla seconda
tappa a Pietrelcina e dopo la parola: piccolezza. “Chi
visita privata ai piccoli preferisce i piccoli proclama
degenti del reparto di una profezia di vita contro i
oncoematologia pediatrica profeti di morte di ogni
dell’ospedale Casa Sollievo tempo”: quelli di ieri, ma
della Sofferenza si è raccolto anche di oggi, che come gli
in preghiera davanti al corpo spartani - ha aggiunto
di san Pio - per l’occasione Francesco a braccio -
trasportato dalla cripta del buttano giù i bambini e le
santuario nuovo alla bambine con
Chiesa superiore - e ha malformazioni. L’unica

Apostolo del confessionale


deposto sulla teca differenza, sotto forma di
trasparente una stola rossa aggravante, è che oggi i
da confessore, subito dopo profeti di morte agiscono
aver baciato il crocifisso con “più crudeltà, più
ligneo in ricordo delle scienza”. “Qui c’è uno
stigmate. Nella Messa speciale santuario dove è
conclusiva, celebrata sulla “Perché la vita cristiana non è un ’mi piace’, ma un ‘mi dono’...la vita profuma presente” Dio, l’omaggio
spianata del santuario del Papa a Casa Sollievo
progettato da Renzo Piano, quando è offerta in dono; diventa insipida quando è tenuta per sé” della Sofferenza, da dove
Francesco - davanti a ha voluto iniziare la visita a
40mila persone - ha ripercorso le tappe tempo - ha proseguito il Papa a braccio e all’ascolto paziente dei fratelli, sulle cui San Giovanni Rotondo.
della vita dell’”apostolo del riferendosi al ritorno di Francesco sofferenze riversava come balsamo la La sapienza.”Molti sono disposti a
confessionale”, come lo ha definito, e ne Forgione nella sua terra per motivi di carità di Cristo”. mettere un ’mi piace’ sulla pagina dei
ha condensato l’eredità in tre parole: salute - non c’erano gli antibiotici e le Nelle parole di Francesco a Pietrelcina, è grandi santi, ma chi fa come loro?”,
“preghiera, piccolezza, sapienza”. malattie si curavano tornando al paesino risuonato l’appello alla comunione, l’obiezione dedicata all’ultima delle tre
Amava la Chiesa santa e i figli peccatori. natale, dalla mamma, a mangiare le cose sull’esempio dell’incondizionata fedeltà eredità di padre Pio - la sapienza -
“Qui cominciò a sperimentare la che fanno bene, respirare bene l’aria e a alla Chiesa mostrata dal santo del testimoniata da un santo che ha
maternità della Chiesa, della quale fu pregare. Così fece lui, come un uomo Gargano durante tutta la sua vita. “Un combattuto il male per tutta la vita, come
sempre figlio devoto”, le prime parole a qualsiasi, come un contadino. Questa era paese che litiga tutti i giorni non cresce, il Signore: con l’umiltà, con l’obbedienza,
Pietrelcina. “Amava la Chiesa con tutti i la sua nobiltà”. non si costruisce; spaventa la gente. È un con la croce, offrendo il dolore per
suoi problemi, con tutti i suoi guai, con Poi il Papa ha chiesto alla folla di fedeli: paese malato e triste”, il monito a braccio. amore”.
tutti i nostri peccati”, ha proseguito a “Ma voi credete che il demonio esiste? Giovani e vecchi. “La migrazione interna “Perché la vita cristiana non è un ’mi
braccio: “Perché tutti noi siamo Esiste o non esiste?”. Esiste, “e va, va da dei giovani, un problema”, le parole a piace’, ma un ’mi dono’”, ha spiegato
peccatori, ci vergogniamo, ma lo Spirito ogni parte, si mette dentro di noi, ci braccio del Papa dedicate a uno dei Francesco: “La vita profuma quando è
di Dio ci ha convocato in questa Chiesa muove, ci tormenta, ci inganna. E lui problemi più gravi di questa terra: “La offerta in dono; diventa insipida quando
che è santa. E lui amava la Chiesa santa e aveva paura che il demonio lo assalisse, popolazione invecchia, ma è un tesoro, i è tenuta per sé”. “Padre Pio è stato un
i figli peccatori, tutti. Questo era san Pio”. lo spingesse al peccato”. Un “umile frate vecchi sono un tesoro! Per favore, non apostolo del confessionale”, ha concluso
La nobiltà di un contadino che non ha cappuccino” che “ha stupito il mondo emarginate i vecchi”, l’appello finale: “Mi il Papa.
mai rinnegato le sue origini. “In quel con la sua vita tutta dedita alla preghiera piacerebbe che una volta si desse il Michela M. Nicolais

L’appello dei Vescovi: con le piccole regalìe che servono a


rendere schiave o improduttive le
la dignità delle persone”, causando la
fuga dei venezuelani dal Paese,
persone”. È contenuto in un lungo pratiche “di contrabbando” e “varie
“Ascoltate il grido del popolo” messaggio diffuso dalla presidenza
della Conferenza episcopale del
forme di corruzione”. “La dirigenza
politica - affermano i vescovi -
Il Venezuela è diventato n ennesimo appello “ai dirigenti Venezuela, presieduta da monsignor non è stata all’altezza delle
una terra estranea a tutti.
La mancanza di cibo,
farmaci, energia elettrica
U politici, del governo e
dell’opposizione, ai
professionisti, ai membri delle diverse
José Luis Azuaje Ayala. “Negli ultimi
tempi il Venezuela è diventato una
’terra estranea’ a tutti”, scrivono i
problematiche che soffrono i
venezuelani. Sembra che la qualità
della vita dei venezuelani non sia la
corporazioni, agli operai, agli vescovi lamentando “la mancanza di priorità di chi governa, che si
impedisce lo sviluppo e la impresari, ai lavoratori della terra, cibo, farmaci, di energia elettrica che dimostra insensibile a tanto dolore,
FOTO SIR dignità delle persone agli insegnanti e agli studenti: impedisce il lavoro produttivo e lo sofferenza e morte”.
ascoltate il grido del popolo! Basta sviluppo della vita quotidiana, contro www.agensir.it
Attualità Giovedì 22 marzo 2018 17

Marco Biagi:“Ferita aperta familiari, agli amici, ai colleghi, a quanti


hanno continuato in questi anni a sviluppare
e a colpire la Costituzione, che resta il
fondamento della Repubblica”. “Il coraggio
i temi della ricerca di Biagi, approfondendo di uomini come Marco Biagi, il quale non
ma il terrorismo è sconfitto” il confronto, cercando soluzioni alle
domande poste dai mutamenti del lavoro e
ha rinunciato ai propri convincimenti, né
alla libertà di collaborare con le
ono trascorsi sedici anni dal crudele agguato in cui venne ucciso Marco dei mercati, tentando di tenere insieme le istituzioni, nonostante mani omicide

S Biagi (nella foto Sir) e la ferita inferta dai terroristi assassini è ancora
aperta nella nostra comunità civile”. Lo ha dichiarato il presidente della
Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del sedicesimo anniversario
esigenze di competitività del sistema con i
principi costituzionali di equità e di giustizia
sociale”. Per Mattarella, “nel loro assalto
avessero già barbaramente colpito altri
docenti universitari, come Ezio Tarantelli,
Roberto Ruffilli e Massimo D’Antona,
dell’omicidio del giuslavorista Marco Biagi, avvenuto a Bologna il 19 marzo all’ordinamento e alla convivenza civile, i testimonia la solidità dei sentimenti di
2002 per mano di un commando di terroristi appartenenti alle Nuove Brigate terroristi hanno spezzato con disumanità democrazia e libertà nel nostro Paese,
Rosse. “In questa giornata - ha proseguito Mattarella - desidero rinnovare la tante vite e provocato immense sofferenze, contro ogni sopraffazione”, il concluso il
mia vicinanza e la mia solidarietà alla signora Marina Orlandi Biagi, ai ma non sono riusciti a disgregare la società presidente.

Don Peppe Diana fu ucciso il 19 marzo 1944 mentre si accingeva a celebrare la Messa
FOTO SIR

S
ono passati 24 anni poco. Vedevamo che le cose
dal 19 marzo 1994, andavano fuori ogni regola,
quando don Peppe la presenza del crimine era
Diana (nella foto a ingombrante, nessuno
destra) venne ucciso dalla poteva più parlare o
camorra, mentre si accingeva esprimere critiche. Questo,
a celebrare la Messa nella come pastori, ci faceva
parrocchia di San Nicola a troppa
Casal di Principe. FOTO SIR impressione,
“Don Peppe ha concluso qui abituati dall’altare
il suo ministero con il dono a dire tutte le cose
della sua vita il 19 marzo con franchezza.
1994, io sono arrivato il 29 Facemmo poi
ottobre dello stesso anno - ci sottoscrivere il
racconta monsignor Franco documento da
Picone, successore di don tutti i parroci. E a
Peppe Diana alla guida della Natale 1991 lo
parrocchia di San Nicola a pubblicammo”.
Casal di Principe e vicario
generale della diocesi di L’impegno civile
Aversa. La morte di don di don Peppe,
Peppe ha segnato come uno L’impegno civile
spartiacque in questo naturalmente,

La sua morte, uno spartiacque


territorio: non nasceva dal suo
immediatamente, è stato un essere sacerdote e
seme che ha prodotto frutti dallo spendersi
durante gli anni. A livello per il popolo di
civile, a distanza di 24 anni Dio che gli era
per la morte di don Peppe e stato affidato:
per l’impegno di Chiesa, associazioni e lui”, afferma monsignor Carlo Aversano, ci arrendiamo mai e il documento di quel traeva da questo la sua energia. L’anno in
magistratura, il fenomeno della camorra oggi parroco del SS. Salvatore a Casal di Natale 1991 ricalca il richiamo di Gesù. cui è morto avevamo programmato per
a Casal di Principe per buona parte è Principe, che, con don Diana e gli altri La nostra presenza come Chiesa nel la Quaresima di stare ogni sera in una
stato debellato”. sacerdoti della Forania, nel Natale 1991 territorio è fondamentale”. parrocchia. La sera prima della sua
firmò la lettera “Per amore del mio Anche per don Armando Broccoletti, ora morte alle 23,20 ci siamo salutati vicino
Come frutti ecclesiali “Dopo un primo popolo”, distribuita in tutte le chiese. “Si parroco di San Rocco a Frattamaggiore, alla mia parrocchia. Venivamo da una
momento di smarrimento, c’è stato un trattava della sintesi di un documento ma alla guida della parrocchia Spirito liturgia penitenziale a Villa Literno. Il 19
ricompattarsi dei gruppi parrocchiali, dell’episcopato campano del 1982. Santo, a Casal di Principe, negli anni di marzo ci saremmo ritrovati tutti nella
come l’Azione cattolica e la Caritas. Ora Ritenevamo che nei nostri territori era don Diana, di cui era il confessore, “Per parrocchia di San Nicola perché era
abbiamo un pullulare di attività per necessario un richiamo preciso come amore del mio popolo” è “un documento l’onomastico di don Peppe. Eravamo
bambini, ragazzi, giovani, opere di suggerivano i nostri vescovi. Vivevamo sempre attuale. Mi ricordo che era uniti, lavoravamo tutti cuore a cuore.
carità…noi in parrocchia abbiamo un un periodo molto difficile per la presenza l’inizio del dicembre 1991 quando venne Quando è stato ucciso, sono stato tra i
centro di accoglienza per immigrati, pervasiva della camorra. Da quel Natale da me don Peppino con un foglietto dove primi a correre e la prima domanda che
voluto proprio da don Peppe Diana. 1991 è iniziata la battaglia della Chiesa aveva abbozzato il testo nel quale si mi sono posto davanti al suo corpo senza
Nell’attenzione ai migranti è stato un sul territorio”. È “un documento che ha rifaceva al testo dei vescovi campani del vita è stata: ’Perché tu?’. Io, ad esempio,
precursore”. un grande valore anche oggi perché noi 1982. Lo rivedemmo insieme e ero a Casal di Principe da più tempo, già
come Chiesa non dobbiamo mai decidemmo di pubblicarlo. Eravamo dal 1977, mentre don Peppe era arrivato
La lettera “Per amore del mio popolo” smettere di combattere il male che è consapevoli che era un documento solo dal 1989”. Pochi anni che sono
“Don Peppe Diana era un vulcano sempre presente. Dobbiamo essere dirompente e profetico perché bastati a quel prete “con l’odore delle
sempre propositivo in mezzo a noi e, sempre capaci di proporre il positivo. Qui conteneva le parole forti dei vescovi, pecore” a lasciare tanti semi di bene che
anche se ci è stato tolto, continua a a Casale dei cambiamenti ci sono stati, attualizzandole per il nostro territorio, in sono cresciuti, ma che vanno sempre
lavorare dal cielo per ispirarci a fare il ma è soprattutto nostro impegno evitare modo da renderlo efficace anche in vista custoditi.
bene seguendo le piste che ci ha ispirato che attecchisca di nuovo il male. Noi non delle elezioni che ci sarebbero state di lì a Gigliola Alfaro

“Nello sport non c’è affermato la vice segretario generale


del Consiglio d’Europa, Gabriella
Battaini-Dragoni, all’apertura
dell’incontro sulle attuali sfide alla
il doping del
Consiglio
d’Europa.
Gabriella

posto per il doping” protezione dei diritti umani degli atleti


nel contesto della lotta contro il doping
nello sport. Un dibattito di alto livello, a
Strasburgo, tra rappresentanti del
mondo sportivo e organismi del
Battaini-
Dragoni ha
dichiarato:
“Questa
giornata
FOTO SIR

Consiglio d’Europa: conferenza a Strasburgo conVan Basten e Fjortoft. Consiglio d’Europa per la tutela dei rappresenta un’opportunità per la
diritti umani, che, chiarisce una nota nostra organizzazione, gli atleti e i loro
L’incontro sulle attuali sfide alla protezione dei diritti umani degli atleti CdE, “ha posto in evidenza le sfide a rappresentanti di esaminare gli ulteriori
nel contesto della lotta contro il doping nello sport livello mondiale nell’ambito delle progressi che si potrebbero compiere:
norme attuali per la salvaguardia dei progressi rispetto a un mondo
diritti degli atleti, in particolare per quel di sport in cui non c’è posto per il

“I
FOTO SIR l Consiglio d’Europa che riguarda l’accesso alla giustizia e a doping, la fiducia è riconquistata e i
ha aperto la strada un equo processo”. diritti degli sportivi sono rispettati e
alla lotta contro il Il discorso introduttivo è stato rilasciato difesi”. La questione di diritti umani
doping a livello da Marco Van Basten (nella foto degli atleti sarà affrontata anche dal
internazionale, con una prima accanto, responsabile dello sviluppo Gruppo di monitoraggio alla
Risoluzione adottata già nel tecnico della Fifa ed ex calciatore Convenzione della lotta contro il
1967 dal nostro Comitato dei olandese) e Jan Age Fjortoft (ex doping, in vista della preparazione di
ministri. La Convenzione anti- calciatore norvegese). Una tavola un dibattito alla conferenza del
doping che ne è conseguita è il rotonda è stata moderata da Anders Consiglio d’Europa dei ministri
primo testo giuridicamente Solheim, presidente del Gruppo di responsabili dello sport, che si terrà nel
vincolante in materia”: lo ha monitoraggio della Convezione contro mese di ottobre in Georgia.
18 Giovedì 22 marzo 2018 Solidarietà

Al Bonci di Cesena L’ associazione Casa


dell’accoglienza “Luciano
raccogliere fondi a favore di due realtà.
La onlus “Luciano Gentili” propone il progetto
Disegno” che promuove attività ludiche-
laboratori creativi-escursioni turistiche che si
Gentili” onlus di Sant’Egidio di “Bimbi” per garantire un sostegno economico svolgono ogni sabato pomeriggio con i
“La Bibbia Cesena e la Fondazione “Romagna
Solidale” onlus propongono lo
rivolto a 76 bambini del territorio le cui
famiglie versano in difficoltà. Il ricavato vuole
ragazzi disabili accompagnati da numerosi
volontari dell’associazione.
raccontata spettacolo di Paolo Cevoli “La
Bibbia raccontata nel modo di
garantire a queste famiglie spese scolastiche-
cibo e vestiario-medicinali.
Biglietti (in prevendita): 25 euro platea e
palchi di 1° e 2° ordine; 20 euro palchi di 3° e
Paolo Cevoli” Il progetto “Bimbi” prevede già attività 4° ordine; 15 euro loggione.
nel modo L’appuntamento è per giovedì 5 gratuite in ambito ludico-ricreativo, attività di Biglietteria: Botteghino Teatro A. Bonci,
aprile alle 21 al Teatro Bonci di baby-sitting e di aiuto allo studio. piazza Guidazzi, Cesena, tel. 0547 355959,
di Paolo Cevoli” Cesena
L’iniziativa benefica ha lo scopo di
La onlus “Romagna Solidale” propone di
sostenere il progetto dell’associazione “Il
dal martedì al sabato dalle 10-12,30 e 16,30-
19. Il giorno dello spettacolo dalle 20.

Iniziativa di solidarietà in occasione della 48esima edizione della Convegno a Cesena


Granfondo internazionale di cicloturismo che si terrà il 20 maggio
con partenza e arrivo da Cesenatico ■ Riforma
Nove Colli e Selle Italia Terzo settore
e volontariato
Lunedì 26 marzo
Tandem di beneficenza Sede della Fondazione Crc
La Fondazione Cassa di Risparmio di
Cesena, in collaborazione con Assirpov
Centro di Servizi per il volontariato della

L’
Asd Fausto Coppi di Cesenatico, d’accompagnamento dei pazienti ci sembrava interessante per lo spettatore
società che organizza da 48 anni la oncologici di Cervia, Cesenatico e dintorni e coinvolgente per i ciclisti stessi. I Provincia di Forlì-Cesena, organizza il
Granfondo internazionale di da casa ai luoghi di cura e ritorno, servizio campioni troveranno nei 12mila convegno “La riforma del Terzo Settore e il
cicloturismo Nove Colli - Selle Italia, è da che lo Ior mette a disposizione compagni di strada, degli alleati o, per volontariato” che si svolge a Cesena lunedì
sempre vicina alla beneficenza. Negli gratuitamente grazie al lavoro dei suoi usare un termine tanto caro al ciclismo, 26 marzo alle 20,30 presso la Fondazione
ultimi decenni sono state destinate tante sessantaquattro volontari autisti. tantissimi gregari. Sarà entusiasmante Cassa di Risparmio di Cesena, sala “Dradi
risorse a strutture del territorio e allo Quest’anno la Nove Colli raddoppia e vedere questi personaggi - che fin da ora Maraldi” (via Tiberti, 5).
sviluppo del ciclismo giovanile. Nel 2017 mette in pista un evento dentro l’evento: ringrazio pubblicamente per la loro Il convegno riveste grande importanza in
sono stati donati 24mila euro a un gruppo “Nove Colli 4 Children”. Un dream team, disponibilità - correre come in una quanto tratterà le novità introdotte dal
di lavoro di Arquata per una serie di composto da ex campioni dello sport e cronometro a squadre. E come in una decreto 117/2017 “Codice del Terzo
iniziative, tra cui la costruzione di un figure di spicco del ciclismo, che prova contro il tempo per Team, ci sarà Settore”, che coinvolge tutti gli enti del
pistino ciclistico. correranno contro il tempo per sostenere una strategia da attuare. Il tempo verrà Terzo Settore.
Anche all’interno dei propri “confini” l’Asd gli importanti progetti che l’Istituto preso sul quarto arrivato, così i più forti in È in corso la richiesta di accreditamento
Fausto Coppi non ha fatto mancare il suo oncologico romagnolo porta avanti presso pianura lavoreranno a fondo nella prima per la formazione professionale continua
sostegno a iniziative benefiche. In il reparto di Oncoematologia Pediatrica di parte, e quelli con più dimestichezza con dei dottori commercialisti e degli esperti
particolare, è stretta la collaborazione che Rimini, centro di riferimento in Romagna la montagna cercheranno di capitalizzare contabili e degli avvocati.
la società organizzatrice della Granfondo per la cura dei tumori infantili. La squadra gli sforzi di tutto il Team. Se riusciranno Interverranno: Leonardo Belli, presidente
più antica del mondo ha intessuto con sarà composta, tra gli altri, da Ivan Basso, i nell’obiettivo, la Nove Colli - Selle Italia di Assiprov Odv, che illustrerà
un’altra eccellenza del territorio, l’Istituto campioni olimpici Yuri Chechi, Antonio donerà un assegno di 10mila euro allo Ior l’”Inquadramento generale della riforma”;
oncologico romagnolo (Ior), onlus che dal Rossi, i fondisti Federico Pellegrino e per sostenere e implementare i servizi a Maria Antonietta Stellati, presidente
1979 porta avanti la causa della lotta Cristian Zorzi, capitanati da Paolo Bettini. favore del reparto. Cifra che è stata Co.Ge. Emilia Romagna, “Una riforma in
contro il cancro sostenendo la ricerca Lo scopo sarà quello di andare più forte raddoppiata da Alessio Cremonese a cammino: le novità per i centri di servizio
scientifica e assistendo gratuitamente i del tempo: percorrere il tragitto di 130 km nome della azienda Sportful. Saranno per il volontariato”; Enrico Ghirotti,
pazienti. La partnership, pur essendo solo e quattro colli da scalare della Granfondo, 20mila euro quindi i soldi che i nostri avvocato studio legale Ghirotti, “I riflessi
al terzo anno, ha già portato risultati in meno di 4 ore e regalare ai bambini campioni porteranno, perché sono sicuro civilistici della riforma sugli enti del Terzo
concreti: grazie anche ai sette pettorali di malati un futuro migliore. fin da subito che ci riusciranno, in dote settore” e Paolo Ferri, dottore
griglia rossa messi all’asta per l’edizione “Volevamo creare qualcosa di coinvolgente allo Ior per questo importantissimo commercialista, “Contabilità e fiscalità
2017 è stato infatti possibile l’acquisto di per la gente e nobile nello scopo - dice il sostegno. Ci divertiremo, si divertiranno, e degli enti del Terzo settore dopo la
un’automobile dedicata al servizio presidente Alessandro Spada -. Questa idea faremo del bene”. riforma”.

NOTIZIARIO PENSIONATI
Firma per banche a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL
socialmente sostenibili (tel. 0547 644611 - 0547 22803)
e per il Patronato INAS CISL
La Cisl e la First promuovono una (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena
riforma del sistema bancario in
coerenza con la nostra Costituzione
che mette al centro l’interesse della queste situazioni.
collettività e non solo di qualcuno. Via R. Serra, 15, Cesena (Fc), tel. 0547 Dichiarazione dei redditi. Lo sapevi che...
Compilando il modulo 644656 - fax: 0547 611220,
presente sul sito www.cislromagna.it forlicesena@adiconsum.it
puoi manifestare la tua adesione È ora di pensare alla dichiarazione dei red- diamo noi per eventuali errori? Comunque
al manifesto AdessoBanca! e Cisl Romagna più rosa diti dell’anno 2017 da presentare tramite il il Caf Cisl ha uno dei più alti indici di qualità
dimostrare il tuo sostegno ai suoi modello 730 o tramite la Certificazione a livello nazionale.
e più giovani Unica. Lo sapevi che puoi detrarre molte spese? Ad
contenuti indirizzati a una riforma
socialmente utile del sistema La sfida di unire le tre strutture di Forlì- Lo sapevi che se fai controllare la tua Certifi- esempio: le spese di affitto, di istruzione e
bancario italiano, a tutela del Cesena, Ravenna e Rimini sta dando i suoi cazione Unica da noi potresti risparmiare della pratica di sport dei figli, dei contributi
risparmio e del lavoro: frutti sul numero delle adesioni. Infatti il nel pagamento delle tasse? Infatti non sem- versati per colf e badanti, per le spese di ve-
1. Restituire le banche ai cittadini tesseramento dell’anno 2017 si è chiuso con pre le detrazioni inserite e le tassazioni ap- terinario e farmaci per animali domestici, ...
2. Liberare i lavoratori dalle pressioni 82.041 iscritti, in linea con l’anno plicate sono corrette. Insomma, passa in uno dei tanti Caf Cisl
commerciali e fare educazione precedente (+108), ma la composizione è in Lo sapevi che se presenti la tua dichiara- della Romagna prenotando al numero verde
finanziaria controtendenza rispetto al sentire comune. zione dei redditi tramite il Caf Cisl rispon- 800.800.730.
3. Salvaguardare i risparmiatori I lavoratori tesserati sono il 58,1 per cento,
4. Dare valore agli Npl e combattere le mentre il 41,9 per cento sono pensionati.
speculazioni Inoltre i giovani sono ben un quarto degli pensione: il 58,1 per cento di lavoratori contro il 41,9 riusciamo a dare risposte ai loro bisogni e alle loro
5. Retribuzione responsabile ai top attivi, 10.699 iscritti hanno meno di 35 anni per cento di pensionati. Così come un altro dato aspettative. La Cisl Romagna si è costituita proprio nel
manager e le donne contano per il 53 per cento. controcorrente è il numero di giovani iscritti, che periodo più acuto della crisi - afferma Pieri - e i numeri
6. Punire i responsabili dei disastri Dati positivi anche per quel che riguarda i ammontano a 10.699, quasi un quarto degli attivi, a ci dicono che siamo riusciti a essere utili alle persone
bancari servizi erogati tramite il Caf Cisl, per i dimostrazione che il sindacato interessa anche i più che si sono rivolte a noi, sia per le tutele contrattuali,
modelli Isee e 730, e l’Inas Cisl, per le giovani, seppur con motivazioni a volte diverse sia per i servizi. Sono le persone che maggiormente
Difficoltà a ripagare prestiti? pratiche previdenziali: in particolare a rispetto al passato". "Infine, altro fattore importante hanno subito le difficoltà di questo periodo e la Cisl
Parlane con noi Cesena la Cisl mantiene il primato di primo è rappresentato dalla presenza femminile, difatti le continuerà a rappresentarle con i suoi 103
Negli ultimi anni le banche vendono a Caf della città. donne rappresentano ben il 53 per cento dei tesserati collaboratori stabili e i 108 volontari che ogni giorno
altre imprese i prestiti che hanno "Risultati che testimoniano - afferma il attivi, segno - sottolinea Pieri - che probabilmente sono nei luoghi di lavoro e nelle nostre 48 sedi".
concesso, ma che non sono stati segretario Cisl Filippo Pieri - come in questi
ripagati. Potrebbe accadere che anni la Cisl abbia ben seminato, difatti siamo
queste imprese, nel tentativo di stati la prima organizzazione di
riscuotere l’importo, abbiano rappresentanza che ha deciso e realizzato un
comportamenti spregiudicati. processo di aggregazione nel territorio
All’interno dell’iniziativa romagnolo. Di sicuro non è stato semplice
#Adessobanca promossa da First, superare le modalità di lavoro che ognuno di
sindacato dei bancari della Cisl, noi aveva per trovarne una strada più
l’Adiconsum, associazione dei efficace, ma i dati ci danno
consumatori, ha costituito una "rete inconfutabilmente ragione". "In particolare
di ascolto" presso i propri uffici per - osserva il leader sindacale - motivo di
sostenere e consigliare le famiglie e soddisfazione è che il numero degli associati
le imprese che dovessero incorrere in attivi sia superiore rispetto a quelli in
Cultura&Spettacoli Giovedì 22 marzo 2018 19

❚❚ Presentazione sabato 24 marzo alle 18 a Longiano Cinema di Filippo Cappelli

Maccari e Czaschka Aladdin (Cesena)


Uci Cinema (Savignano sul Rubicone)

Arte e libri MARIA MADDALENA


di Garth Davis

alla Fondazione Balestra Raccontare la religione oggi al cinema si è fatto


davvero duro. La trascendenza si è fatta li-
quida, e più che del Gesù di Zeffirelli il pub-
blico sembra desiderare Messia mascolini
come ne “L’ultima tentazione di Cristo”. Forse

“B
onjour Mino Maccari” alla fonda- to Balestra e strinse con lui un solido rappor- ni della “fondazione Czaschka”.
zione “Tito Balestra” di Longiano. to di amicizia. Le due opere sono il frutto di un anno di la- anche per questo i film più religiosi sono rima-
In esposizione da qualche giorno, Altro appuntamento alla “Balestra” di Longia- voro, durante il quale gli autori hanno la- sti quelli in cui si parla d’altro, ma in qualche
fino a domenica 8 aprile, una selezione di pez- no è quello con il premio internazionale “Fon- vorato in residenza artistica presso l’Opifi- modo si respira, appunto, Altro. Come nei mi-
zi della propria collezione per ricordare i 120 dazione Renate Herold Czaschka” sabato 24 cio della Rosa, negli studi di Montefiore gliori film di Terrence Malick.
anni dalla nascita di Mino Maccari, artista na- marzo alle 18. In programma la presentazione Conca e Morciano di Romagna, condivi- La Maria Maddalena di Davis sceglie una posi-
to a Siena il 24 novembre 1898 e morto a Ro- dei libri d’artista vincitori del bando: “Im- dendo il percorso e le fasi salienti del pro- zione che rimane a metà fra una ricerca panre-
ma il 16 giugno 1989. printing” di Chiara Fantaccione (università getto con stampatori, tipografi, editori, le- ligiosa e un animismo moderno. Che ha poco a
La mostra comprende 35 opere che vanno dal Rufa di Roma) e “Decommissioned” di Wil- gatori. In mostra a Longiano saranno pre- che fare con la tradizione cattolica. È il primo
1945 al 1976, tra le quali olii, carboncini, pa- liam Davey (Royal college of the Arts di Lon- sentati i due libri che gli artisti hanno rea- dei tradimenti in un’operazione quasi politica:
stelli e acquerelli ed è corredata da immagini dra). lizzato con tecniche diverse sullo stesso te- Davis imputa addirittura a Pietro, qui curiosa-
e materiali audiovisivi. Assieme ai due autori saranno presenti Ales- ma della “mappa”. mente nero e peccatore come il Giuda di “Jesus
La selezione ripercorre gli anni romani del pit- sandro Giovanardi, critico e storico dell’arte, e Per informazioni: 0547 665850. Christ Superstar”, di avere frainteso il messag-
tore, quando conobbe il poeta longianese Ti- Maria Pina Bentivenga e Umberto Giovanni- Mv gio di Gesù e non aver permesso alle donne di
accedere al grande spazio nella gerarchia ec-


clesiastica che invece avrebbero dovuto occu-
Sabato 24 marzo pare. Pietro appare geloso dei favori accordati
alla donna, meschino e retrogrado. Gli apostoli
Giovanni Maria Flick Introdurrà l’appuntamento Enzo Lattuca, appaiono come ingenuotti in attesa di magie
dottore di ricerca in Diritto
Conferenza a Cesena costituzionale.
mentre, come ovvio, solo la protagonista sem-
bra aver compreso il vero messaggio evange-
“Costituzione attuale ma da L’appuntamento, aperto a tutti, lico.
attuare” è il titolo della conferenza è promosso dalla Fondazione Cassa di
Il film, che si avvale di due mediocri sceneggia-
che il professor avvocato Giovanni Risparmio di Cesena.
trici (Helen Edmundson e Philippa Goslett)
Maria Flick, presidente emerito Saluti istituzionali da parte di Guido
della Corte Costituzionale, terrà Pedrelli, presidente Fondazione Cassa di propone un compendio di strafalcioni storici,
nell’aula magna della Biblioteca Risparmio di Cesena, e Christian Castorri, se ne infischia del canone evangelico e sma-
Malatestiana, a Cesena, sabato 24 assessore alla cultura del Comune di naccia a piene mani dal compendio apocrifo
marzo alle 10,30. Cesena. tingendo di rosa il tutto. E Cristo? Utile certo,
ma per nulla necessario. Può esserci come no:
nel ruolo non sfigura il carisma di Joaquin
Phoenix anche se la performance si adatte-

◆ Il progetto sarà presentato sabato 24 marzo ai“Cantieri Cristallino”, a Cesena rebbe meglio a un santone lunatico, mezzo
asceta e mezzo schizofrenico. Non certo il Gesù
dei credenti. Sembra di trovarsi ancora di
fronte a Dan Brown e a tutto il filone gnostico

OLTREPASSI 201 che ha affiancato la storia della Chiesa.


Non che manchi qualche buona scena: in Sa-
maria, fra i moribondi, il film trova ad esempio
un suo equilibrio, una sua sincerità, mostrando

Quando il mare quello che avrebbe dovuto essere e per la mag-


gior parte del suo essere invece non è. Una spe-
cie di lampo di bellezza nel nulla. Nulla come
l’indagine sulla società del tempo, nulla come

restituisce percorsi la restituzione storica o religiosa, nulla come la


trascendenza che dovrebbe traspirare da un
film religioso di questo tipo. In “Maria Madda-
lena” mancano approfondimenti e la storia ha

“O
ltrepassi 201” nasce dalla raccolta sti e performer, par- un unico punto di vista: quello della Madda-
di 201 scarpe abbandonate da ba- tito da Matera, capi- lena. Al termine delle appesantite due ore di
gnanti e turisti e poi riaffiorate sul- tale della cultura
film, con timidissimi sussulti, si ha come l’im-
la battigia di Fiorenzuola di Focara, una spiag- 2019 che lo ha accolto istituzionalmente al- tante scarpe ritrovate che avranno così
pressione che di questo film resti poco più che
gia tra Gabicce e Pesaro. È lì che l’artista Ma- l’interno dei suoi “sassi” attraverso la parteci- modo di rinascere. Il progetto ha ispirato
ria Cristina Ballestracci le ha raccolte nel cor- pazione di strutture pubbliche e private. anche Giovanna Greco, giornalista Rai, una superficiale storia di emancipazione fem-
so di un anno intero, per poi ripulirle, catalo- Un percorso che nasce da lontano e nel quale Marino Cancellari e Stefano Massari che minile. Nulla di grave, per carità, però non era
garle e raccontarle attraverso parole poetiche l’artista santarcangiolese Maria Cristina Bal- hanno dato vita a un film sul ritrovamento necessario saccheggiare la storia di Cristo con
multiformi. lestracci ha rivissuto anche i cinque lunghi an- e la storia di queste scarpe e dei loro possi- un ciarpame ideologico.
Sabato 24 marzo i Cantieri Cristallino, in cen- ni passati ad accudire la madre ammalata di bili proprietari. Interverranno per l’occa- Purtroppo, ancora una volta, si è pensato che
tro a Cesena nella corte Zavattini al civico 31, Sla. Al progetto collaborano numerosi artisti, sione Ballestracci, Greco, Sonia Mariotti, per fare un film religioso bastasse infilare qual-
dalle 18, ospiteranno la presentazione del pro- sono ventuno gli autori - tra i quali Nada, Mar- Giorgia Strada, Luigi Bray e Stefano Paglia- cosa di mistico su personaggi impegnati a
getto “Oltrepassi 201”, che ha coinvolto in que- co Paolini, Marcello Fois, Eraldo Affinati - che rani. guardare nel vuoto. Troppo poco per una storia
sti ultimi anni numerosi artisti, poeti, musici- hanno scritto racconti ispirandosi ad altret- Mariaelena Forti religiosa, e anche per un film.

alla Libreria cattolica SAN GIOVANNI corso Sozzi 39, tel. 0547 29654, Cesena
smarrimenti, nelle solitudini e nelle riscoperte presenti nel
OLTRE LA NOTTE cuore di ogni uomo e perciò anche di ogni credente”. Lo
di Ernesto Giorgi - Edizioni Il Vicolo (13 euro) struggimento per l’ombra della vita che scivola via, l’allonta-
narsi della giovinezza e della sua “scassata compagnia di er-
Dalla prefazione di Gianfranco Lauretano ranti, persino il perdersi alla memoria dei ricordi più cari del
La seconda raccolta di Ernesto Giorgi si apre in maniera dura. Tutta la prima parte del libro, passato ci appartengono, e anche la tentazione di pensare
significativamente ed esplicitamente intitolata “Smarrimento”, è un triste e desolato canto alla morte come a una dolce soluzione della vanità del vi-
di solitudine e di finezza che sfiora il desiderio della morte: “Le morti che ho sofferto / ad vere. Di più: se questi sentimenti sono universali, rintraccia-
una ad una / scompaiono / nel vuoto dei ricordi”. bili fin dalle letture classiche e antiche, oggi più che mai
Inutile negare che si rimane molto colpiti, soprattutto al pensiero che l’autore è un sacer- sono attivi”.
dote. Proprio per questo all’esordio dell’opera ci viene incontro un “preludio” che, come Ma, rispetto all’epoca, Ernesto Giorgi mantiene una capacità
tale, deve essere costantemente tenuto presente, in virtù del quale tutto ciò che ci viene di visione, uno scarto che non rende quella tristezza l’ultima
detto dopo trova la sua motivazione ultima, il suo perché. Ciò che accade, dice l’autore, “… parola. La capacità di vedere il fiore nel deserto, cioè dello
quando non vogliamo più / di Lui nostra sostanza / compiere il bozzolo del cuore”. Si tratta stupore adulto, non manca mai al suo sguardo: “Eppur talora
di una bellissima espressione poetica che davvero va al cuore, visto come qualcosa che sta accade / che nel più sterile punto / torni a sbocciare / un te-
incessantemente per schiudersi, un “bozzolo” appunto; di questo “cuore” Lui, Dio, è la “so- nero virgulto”; da questa situazione di ombra e luce, di terra
stanza”, così che il non volerla più implica non aderire più alla nostra stessa sostanza. Da e cielo, “polvere e sangue” non viene un’ipotesi di nulla, ma
qui, secondo la struttura del libro, viene tutto il fiume di solitudine e stanchezza degli smar- una domanda di consistenza: “Sto abbarbicato sullo scoglio
rimenti che questa poesia ci testimonia. / che domina il frangente, / uomo di terra ed acqua, / di pol-
Testimonianza dura, ma coraggiosa; un coraggio per il quale il lettore sente un moto di gra- vere e di sangue, / alla ricerca di una battigia permanente”.
titudine verso il poeta e verso il sacerdote, che non l’ha negata a se stesso e, di conseguenza, Così siamo condotti verso il finale di questo libro, la cui ar-
a chi si mette in ascolto. Perché, semplicemente, quello che Ernesto Giorgi ci racconta in chitettura traccia un percorso accuratamente pensato. Ap-
questo libro è ciò che viviamo tutti. Nella sua precisa e competente postfazione che legge- prodiamo ai testi finali in cui il canto diventa più luminoso e
remo alla fine del libro Marino Mengozzi lo dice con chiarezza: “L’evidente cifra autobiogra- aperto, fino alla descrizione del paradiso nella poesia “Nova
fica si eleva a linguaggio universale, a specchio di una comune umanità condivisa negli Jerusalem”, di straordinaria e profonda intensità.
20 Giovedì 22 marzo 2018 Cesena&Comprensorio

“Amici arà inaugurata sabato 24 marzo,


Sdi Leo
alle 17, l’esposizione delle opere
Comacchio durante la sua ricerca
artistica: breve è stata la vita di Simoni,
contorte e corrose quei dettagli che,
opportunamente rielaborati, si
Simoni, nella galleria degli racchiusa fra il 1954 e il 2004. sarebbero trasformati in suggestivi
dell’arte” “Amici dell’arte”, a Cesena accanto
al Duomo (un tempo sede della
Estremamente poliedrica la sua
esperienza artistica: Simoni, che non
panorami o in quadri astratti di grande
fascino. Per lo stesso motivo Simoni
In mostra Libreria Bettini). Leonello Simoni,
a tutti noto come Leo, è stato un
disponeva di grandi fondi economici per
dedicarsi all’arte, era uno
utilizzò per le sue sculture rottami di
ceramica o altri oggetti, trasformandoli
artista molto interessante, ma sperimentatore. Fra le cose più curiose e rivisitandoli in modo personale ed
le opere assai poco studiato e valutato dalla che ha realizzato, si possono ricordare i efficace.
critica. Il suo collezionista e amico, quadri ottenuti da lastre radiografiche L’esposizione, introdotta da Paolo
di Leo Simoni il cesenate Vittorio Mosconi, ha
accompagnato l’artista di
andate a male: l’occhio del pittore era in
grado di riconoscere fra le lastre
Turroni, resterà aperta per due
settimane a ingresso libero.

Bagno di R. ◗ Cesenatico ◗ Gambettola ◗


CESENA Mostra di Silvano Fabiani Musical al Comunale Con 7 euro, 7 film
Si svolgerà domenica 25 marzo alle La compagnia “Ogm”, Organismi geneticamente Nella multisala Abbondanza è in programma l’ultima
L’Europa e gli autonomismi 17,30 nei locali del Palazzo del Capitano musicalizzati, presenterà sabato 24 e domenica 25 rassegna cinematografica del Metrofestival 2017-2018.
l’inaugurazione della personale di marzo alle 21 il musical “L’impero dei Leoni”. La Il cartellone prevede la visione in abbonamento nelle
A cura del “Limes club Bologna”, giovedì 22 marzo Silvano Fabiani “Origini”. È promossa da regia è di Luca Mancini e Andrea Zoli. Le serate di giovedì e venerdì con proiezione unica alle 21
alle 20,45 nell’aula magna della Malatestiana, avrà Arts Factory e dal Comune all’interno di coreografie sono di Samuele Babini e Sara a iniziare dal 22 e 23 marzo. Questi i film: “Corpo e
luogo un incontro sul tema “Dalla Catalogna alla “Bagno d’Arte 2018”. Rimarrà aperta Barucci. Si tratta delle avventure della giovane anima” di Ildikò Enyedi; “Tutti i soldi del mondo” di
Romagna: geopolitica degli autonomismi d’Europa”. fino al 3 giugno il giovedì, venerdì e ragazza Adele che affronta la responsabilità di Ridley Scott; “Figlia mia” di Laura Bispuri; “C’est la vie-
Interverranno Roberto Balzani dell’Università di sabato dalle 16 alle 18 e dalle 20,30 alle una grande azienda col favore del padre e l’invidia prendila come viene” di Eric Toledano e Olivier Nakache;
Bologna, Niccolò Locatelli e Federico Petroni, 22,30; la domenica e i festivi dalle 10 dello zio che trama contro. Si ride e si riflette. “Un sacchetto di biglie” di Christian Duguay; “Son
membri del “Limes”. alle 12 e dalle 16 alle 18. Ingresso palchi e platea 16 euro, loggione 11. tornato” di Luca Miniero; “L’ora più buia” di Joe Wrigt.

Film Family al Victor


Sarà il film di Paolo Virzì “Ella & John” a chiudere il Sabato 24 e domenica 25 marzo si possono visitare la chiesa di Sant’Anna
cineforum al cineteatro di San Vittore, lunedì 26
marzo alle 21. Una pellicola sulla libertà personale, e l’Atelier dello scultore Leonardo Lucchi, a Cesena; il Castello di Ribano
la dignità delle persone e la vita condivisa. Ingresso
2,50 euro con coupon del Corriere Cesenate in
a Savignano sul Rubicone e il teatro Dolcini a Mercato Saraceno
edicola da giovedì 22. In visione giovedì 22, venerdì
23, sabato 24, domenica 25 e martedì 27 alle 21 il
film di Martin McDonagh “Tre manifesti a Ebbing,
Missouri”. Domenica 25 alle 15 e alle 17 sullo
Porte aperte alla bellezza
schermo “Bigfoot Junior”. Ingresso 3,50 euro.

Il nucleare e il corpo umano con le Giornate del Fai


L’Università della terza età ha messo in calendario

C
on le Giornate Fai, il 24 e 25 marzo, si ranno l’opera e le tecni-
per venerdì 23 marzo alle 15,30 nella sala della svelano i tesori d’Italia. Il tradizionale che dello scultore, tra
Fondazione “Maria Fantini” in via Renato Serra la appuntamento primaverile apre le por- cui la fusione a cera
conferenza di Franco Casali, del centro “Enrico te di monumenti noti e angoli nascosti. A Ce- persa. Orari visite: saba-
Fermi” di Roma, sul tema “Le prime esperienze sena protagonisti saranno la chiesa dei Ss. Gio- to 10-12,30 e 15-17,30,
italiane nel campo dell’energia nucleare e un acchino e Anna e l’Atelier dello scultore Leo- domenica 10-17,30 (in
confronto con la situazione attuale. Con una nota nardo Lucchi, incastonati nella suggestiva cor- chiesa saranno sospese
in merito all’effetto delle radiazioni sul corpo nice di piazza del Popolo. La chiesa fu realizza- dalle 13 alle 16 per lo
umano”. Martedì 27 marzo alle 15,30 nella sala ta dall’architetto Pietro Mattia Angeloni nel svolgimento delle funzioni religiose). FACCIATA DEL TEATRO DOLCINI A MERCATO
“Nello Vaienti” la Fnp Cisl di Cesena terrà un SARACENO. FU EDIFICATO NEL 1927 SU PRO-
1663, voluta dalla nobildonna Giacoma Sassi Un monastero divenuto dimora storica di stra- GETTO DELL'ARCHITETTO UGO DOLCINI, CON-
incontro su “ Le intuizioni e l’impegno dei coniugata Fabbri, che offrì al culto dei genitori ordinaria bellezza, un luogo incantato circon- CEPITO SECONDO CARATTERI LIBERTY E ART
’pionieri’. La lunga stagione delle conquiste dei della Vergine la propria abitazione affacciata dato da un parco di cipressi secolari con una DÉCO
diritti. Dalla memoria di allora, al sindacato di sulla piazza principale della città. Stilistica- vista mozzafiato: è il Castello di Ribano a Savi-
oggi”. mente ricorda la tipologia di santa Maria in gnano sul Rubicone. L’edificio sorse in epoca A Mercato Saraceno, infine, l’attenzione è
Campitelli a Roma. Un tempo il suo interno era medievale quale curtis fortificata. Già proprie- tutta per Palazzo Dolcini, elegante perla ar-
Festival nazionale ornato da nove dipinti (di cui se ne sono con-
servati solo due) eseguiti dal pittore cesenate
tà della chiesa ravennate, nel 1580 passò ai mo-
naci camaldolesi che lo trasformarono in resi-
chitettonica del Novecento. Fu edificato nel
1927 su progetto dell’architetto Ugo Dolci-
del teatro scolastico Cristoforo Serra nel XVII secolo. Nel 2000 l’edi- denza estiva. In seguito alla soppressione na- ni, concepito secondo caratteri Liberty e Art
Con la premiazione del miglior spettacolo tra i ficio è stato donato dalla famiglia Teodorani poleonica, il monastero venne espropriato e Déco. Prima ancora di essere inaugurato,
cinque proposti da altrettante scuole superiori Fabbri alla Fondazione Cassa di Risparmio di venduto ai privati. Oggi è di proprietà di Gio- sorse quale locale Casa del Fascio e dopo la
italiane si concluderà al teatro Bonci, sabato 24 Cesena, che si è occupata del suo restauro, e at- vanni Colonna principe di Paliano, nipote del guerra si tramutò in Casa del Popolo. Più
marzo alle 15, la XX edizione del Festival tualmente è utilizzato per il culto dei cattolici di conte Gianbattista Spalletti, ed è sede di rap- tardi, dopo un lungo abbandono, fu riaper-
nazionale del teatro scolastico “Elisabetta rito orientale. Accanto si trova l’Atelier del mae- presentanza delle Cantine Spalletti. Le visite to e impiegato come cinema, teatro e sala
Turroni”. È stato organizzato dal Comune e da Ert stro Lucchi, uno dei più importanti artisti con- (sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 al- conferenze. Tour guidato il sabato (10-12,30
e sostenuto dalla Banca popolare Emilia temporanei del panorama locale. Per l’occa- le 18) saranno guidate dai liceali del “Curie” e e 15-17,30) e domenica (10-17,30) a cura de-
Romagna. Sabato 24 alle 16 sarà presentato il sione, sarà possibile visitare lo studio e gli ap- porteranno alla scoperta delle antiche e nuove gli studenti dell’Istituto economico ‘Serra’.
catalogo del ventennale a cura di Franco Pollini. prendisti ’ciceroni’ del liceo ’Monti’ illustre- cantine e delle corti del castello. Francesca Siroli

Commedia al Bogart
La compagnia “Quii ad San Zili”, sabato 24 marzo
Gambettola ◗ Gatteo ◗ Gatteo a Mare ◗
alle 20,45, presenterà la commedia “Dì sempre Omaggio a Giorgio Gaber Finali del Festival della canzone Concorso di poesia
yes”, tre atti comici in dialetto romagnolo,
liberamente tratti da “Dighe de yes” di Loredana “Formazione Minima” composta da Avranno luogo sabato 24 marzo alle 21 Il Comitato di Gatteo a Mare dell’associazione Capit, Confederazione di
Cont. Il ricavato della serata andrà alla famiglia di Lorenzo Bartolini, cantautore, al teatro “Lina Pagliughi” le finali della azione popolare italiana, ha indetto il VI Concorso di poesia dialettale
Nicolas per le sue costosissime cure. Lorenzo Gasperoni, chitarrista e 35esima edizione del Festival di Gatteo. romagnola suddivisa in due sezioni dedicate rispettivamente ad
Sergio Gerasi, disegnatore, proporrà Si contenderanno la vittoria i cantanti Alberto Andreucci e a Pino Ceccarelli e a Valderico Mazzotti. Si possono
sabato 24 marzo alle 21 al teatro delle categorie “Between” (12-15 anni) presentare una poesia e una zirundèla. Le composizioni dovranno
Omaggio a Giuseppe Verdi comunale lo spettacolo “G&G e “ Big” (dai 16 anni in su). Il primo essere inedite e pervenire, via e-mail, in foglio word semplice, col titolo
omaggio a Giorgio Gaber. Un classificato stacca il biglietto per il dell’opera a: premio.andreucci.ceccarelli@gmail.com o tramite posta
L’orchestra “Arcangelo Corelli” diretta da Jacopo
connubio tra musica, teatro e Festival di Castrocaro”. Ingresso 8 euro, ordinaria a: Werther Vincenzi, via Volta 52, 47037 Sant’Angelo di
Rivani sarà ospite per la prima volta al teatro
disegno”. Ingresso 10 euro, ridotto 8. gratuito fino ai 12 anni. Gatteo entro il 31 dicembre 2018.
Bonci domenica 25 marzo alle 21. Presenterà
l’omaggio sinfonico a Giuseppe Verdi “Pianse e
amò per tutti” eseguendo il “Preludio” all’atto
primo de “La Traviata” e il “Quartetto” in mi
minore. In programma anche il “Concerto n. 1” del CESENA Marco Paolini al Bonci
Lo spettacolo di prosa “Le avventure di nu-
Focarina a Pioppa
L’associazione Valori e Libertà a seguito del maltempo dei giorni
compositore e violinista tedesco di musica
barocca, Melchior Molter. Clarinetto solista mero primo” vedrà protagonista, martedì 27 scorsi non si arrende e ci riprova riproponendo la Focarina di San
Nicholas Gelli. Ingresso 15 euro, ridotto 12, per Concerto e mercoledì 28 marzo alle 21, l’attore Marco Giuseppe per domenica 25 marzo presso Pioppa di Cesena in via
Paolini che ha scritto il testo con Gianfranco Amole 329. La serata, che prenderà inizio intorno alle 19, sarà ar-
giovani e loggione 10 euro. al Ridotto Bettin. I coautori di questo lavoro sono par- ricchita da un ampio ventaglio di proposte enogastronomiche lo-
Nuovo appuntamento della ras- titi dalle domande sul nostro rapporto con le cali e da momenti di comune divertimento. Sarà possibile
Spettacoli al teatro Comandini segna “Al centro della musica”, a
cura del Conservatorio e della
nuove tecnologie. Le musiche originali sono prenderne parte pagando una piccola quota di 15 euro a persona. Il
Si svolgerà al teatro Comandini l’ottava edizione di Stefano Nanni. ricavato della serata sarà devoluto a sostegno delle iniziative del-
Fondazione della Crc a Palazzo l’associazione Parkinson “la Foglia e il Bastone”.
di “Puerilia” con dialoghi, corsi, laboratori e del Ridotto, domenica 25 marzo Mostra alla Pescheria
spettacoli dedicati all’infanzia, a cura di Chiara
Guidi. Domenica 25 marzo alle 18,30 e dal 26 al 28
alle 16,30. Il finlandese Kari Sarà inaugurata domenica 25 marzo alle 17 Amore e amicizia
Kriikku, accompagnato dagli la mostra di pittura con video installazione Un altro incontro su “Amore e amicizia” nella Letteratura italiana
alle 10, si terrà lo spettacolo “La pietra dello Archi del conservatorio “Bruno
scandalo”, ispirato a “Macbeth” di William “Echo” di Arianna Ricciotti e Raffaella Vac- organizzato dalla società “Dante Alighieri” di Forlì-Cesena nel-
Maderna”, diretti da Piero Vin- cari, a cura di Maria Grazia Fachechi. Si potrà l’aula magna della Malatestiana giovedì 29 marzo alle 17. Ida Cam-
Shakespeare. È realizzato attraverso l’esperienza centi, interpreterà i più noti con-
del “Metodo errante” che l’attrice intesse con visitare fino al 15 aprile il lunedì, martedì e peggiani leggerà le poesie dalla terza raccolta di Eugenio Montale
certi dedicati al clarinetto di venerdì dalle 16 alle 19; il mercoledì, sabato “La bufera e altro” in cui si narra l’amore letterario del poeta per
attori e insegnanti per preparare il rapporto Mozart, Weber e Rossini. L’in-
scenico con i bambini. e la domenica dalle 10,30 alle 12,30 e dalle Irma, la giovane ebrea americana che torna in patria dopo le leggi
gresso è libero. 16 alle 19. razziali del 1938.
Sport Giovedì 22 marzo 2018 21

Endas a corpo libero FOTO MAURO ARMUZZI

Ecco le ginnaste
S
i è svolta domenica 11 marzo la gara sociale della Polisportiva
Endas Cesena, in cui tutte le ginnaste si sono esibite sui 3
attrezzi: corpo libero, trave e volteggio/minitrampolino.
Le ginnaste si allenano da fine settembre e la gara sociale è
diventata un appuntamento annuale in cui gli istruttori possono
valutare il lavoro svolto sino a questo momento.
L’appuntamento di domenica
presso la palestra di Calisese è Una conviviale da big
stato seguito da un folto La Polisportiva nata nel 1969 Cesena il 26 maggio. federale individuale il 24 e il 25
pubblico. Le ginnaste che si coinvolge bambine e ragazze Il settore di pre-agonistica è marzo. Panathlon a raccolta
sono presentate erano stato invece impegnato il 25 La Polisportiva Endas Cesena dal
dai 4 ai 16 anni, circa

U
provenienti dalle palestre delle febbraio a Rimini nella gara a 1969 promuove nel Cesenate la na conviviale da campioni
scuole di Borello, Calisese, 350 allieve e oltre 50 ginnaste squadre federale e sono salite sul ginnastica artistica per bambine quella del Panathlon club di
Macerone, Pievesestina, Ponte terzo posto del podio per la e ragazze dai 4 ai 16 anni, Cesena svoltasi a Gatteo nei
Abbadesse, Sant’Egidio, Sarsina elementare), Valentina Berni categoria LB3 le ginnaste Arienti, coinvolgendo nel settore giorni scorsi. Oltre al cronista
e Seminario. (quarta elementare), Giulia Bianco, Evangelisti e Stoduto, avviamento circa 350 allieve ed Giorgio Martino e al presidente Dionigio
Nelle rispettive categorie si sono Sciarillo (quinta elementare), mentre per la categoria LA oltre 50 ginnaste nel settore pre- Dionigi, erano presenti i campioni
laureate campionesse Endas Linda Buda (medie), Chiara sempre sul terzo gradino del agonistico e agonistico, Vittorio Adorni, Davide Cassani,
Cesena Maria Sole Amadori Zanotti (superiori). podio Farneti, Gasperoni, partecipando a gare a livello Arnaldo Pambianco e il gruppo juniores
(prima elementare), Nicole Per tutte queste ginnaste il Mazzotti e Paganelli. Tutto il provinciale, regionale e della Sidermec con il patron Pino Buda.
Borghetti (seconda elementare), prossimo appuntamento sarà il gruppo di pre-agonistica sarà nazionale. G.R.
Erika Casadei (terza saggio conclusivo al Carisport di impegnato anche nella gara

Il Cesena perde con il Foggia 2-1 LA CURVA MARE (PIPPO FOTO)


In breve
■ Basket
Arriva il Perugia La Siropack Nuova Virtus
a un passo dalla serie B

Vietato distrarsi Giornata da non perdere per il basket


femminile Cesenate che vede vicinissimo il
salto in serie B.
La formazione di basket femminile Siropack
Nuova Virtus Cesena è arrivata a tre giornate
dalla fine del campionato di serie C con appena
Il Cesena langue in zona due punti dalla matematica promozione.

C
ol Perugia per rimettersi in
carreggiata. È con questo Domenica 25 marzo alle 18 al Palaippo in via G.
imperativo che il Cesena sfiderà i play-out ad un passo dalla Di Vittorio 202 a Cesena le ragazze della Nuova
grifoni umbri domenica 25 marzo alle ore retrocessione diretta. Virtus se la vedranno con il Futura Basket
Faenza. In caso di vittoria, la squadra
20,30. Al Manuzzi Orogel Stadium arriva
una delle squadre più in forma del Con 33 punti in 31 gare, approderà in serie B.
momento, di conseguenza il compito per i bianconeri si trovano L’appuntamento è di quelli che meritano gli
spalti pieni.
i ragazzi allenati da Fabrizio Castori sarà
tutt’altro che semplice. I romagnoli sono al quintultimo posto
reduci dall’inopinata sconfitta di Foggia,
dove Laribi e compagni sono caduti solo bianconeri si trovano al quintultimo biancorossi di Breda in piena zona play- ■ Ciclismo
al 95’ dopo essere stati in vantaggio per 1- posto in classifica, con dirette concorrenti off con 46 punti, frutto di 13 vittorie, 7
0 grazie proprio a una rete dell’italo- come Entella e Pro Vercelli che devono pareggi e 10 sconfitte, corredate da 52 reti Luca Pacioni vince
tunisino. Il pareggio allo Zaccheria ancora recuperare una partita. Il segnate e 41 subite. Gli umbri vengono al Tour de Taiwan
sarebbe stato forse il risultato più paradosso dei ragazzi di Castori è quello peraltro dalla convincente prestazione
plausibile, ma un gol di Agnelli ad inizio di essere il sesto attacco del torneo casalinga ai danni dello Spezia (vittoria Seconda vittoria stagionale per Luca Pacioni,
ripresa, e uno di Mazzeo sul filo di sirena cadetto con 44 reti siglate, ma anche la per 3-0). Come se non bastasse, ai 24enne gatteese della Wilier-Selle Italia che
per mano di un’incertezza del portiere 21esima e quindi penultima difesa con bianconeri di Romagna mancheranno giovedì 15 marzo si è imposto con uno sprint
cesenate Fulignati hanno consegnato i tre ben 54 reti al passivo. E’ proprio sui troppi pedine chiave come Laribi e Donkor, molto serrato nella quinta e ultima frazione del
punti ai rossoneri pugliesi. Contro il gol incassati che il tecnico marchigiano assenti per squalifica. Per lo stesso motivo Tour de Taiwan.
Perugia allenato da un ottimo Breda, dovrà lavorare parecchio in queste 11 saranno assenti nel Perugia l’ex Volta e il La tappa misurava 192,8 chilometri e si
servirà molta attenzione. Ogni distrazione giornate che mancano al termine. Iniziare centravanti Cerri. Jallow rientrerà solo concludeva a Dapeng Bay. Il percorso,
è da qui alla fine vietata se non si vuole dalla prossima domenica contro una domenica pomeriggio dall’Africa dove era interamente pianeggiante, si prestava a un
peggiorare una situazione già di per sé squadra tosta e attrezzata come il Perugia impegnato con la nazionale gambiana. arrivo in volata a ranghi compatti e così è
allarmante. Il Cesena langue in piena sarebbe più che mai auspicabile. L’attaccante atterrerà a Bologna solo 5 ore stato. È servito il fotofinish per assegnare il
zona play-out a un passo dal baratro della All’andata, al Curi, finì con un roboante 3- prima del match e dovrebbe partire in successo a Luca Pacioni davanti all’argentino
retrocessione diretta. Con 33 punti 0 a favore del Cesena. La realtà odierna panchina. Lucas Sebastian Haedo. Pochi centimetri più
all’attivo in 31 gare sinora disputate, i però è diametralmente opposta, con i Eric Malatesta indietro si è piazzato invece l’olandese
Raymond Kreder.

KARAOKE E MUSICA
CON GRAZIANO FRINI
Sabato 24 marzo
Menù alla carta (è consigliata prenotazione)

PASQUA A PONTE GIORGI


Domenica 1 aprile
Menù completo: 30 euro a persona
(prenotazione necessaria)

MUSICA CUBANA
CONCERTO LIVE
CON PENNABILLI SOCIAL CLUB
Sabato 7 aprile
Menù alla carta (è consigliata prenotazione)

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc)
Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636
pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto
Sport Csi
Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano
22 Venerdì 23 marzo 2018 Comitato di Cesena

BATTUTE FINALI PER LA 30ESIMA EDIZIONE. Vi erano iscritte 32 società provenienti da varie zone della Romagna

Coppa di calcio “Valentini”, tempo di ottavi


L
a 30esima Coppa di calcio dilettanti - intitolata alla
memoria di Gianfranco Valentini, arbitro, dirigente e
presidente del comitato cesenate del Csi - cui hanno aderito
inizialmente ben 32 società provenienti da varie zone della
Romagna, è giunta alle battute decisive con la disputa, dopo la
fase a gironi, degli ottavi di finale che verranno giocati in gara
unica su campo neutro.
Gli incontri vedranno di fronte il Gs Pioppa di Cesena opposta
alla Pol. Il Compito di Savignano sul Rubicone, il Gs Cella Ponte
Giorgi all’Us Capannaguzzo di Cesena, la Pol. Forza Vigne al
Climagas Ponte Pietra (entrambe le formazioni difendono i colori
della nostra città), il Boschetto di Cesenatico al San Cristoforo
1985 (formazione cesenate), il Quartiere Cesare di Savignano sul
Rubicone al Club Juventinità di Forlimpopoli, il Mazapegul Brew
Pub di Civitella di Romagna al Montaletto Hellville di Cervia, la
Pol. Cesuola di Cesena alla Pol. Il Circolo Sarsina, l’Ideal Sport
Bulgaria al Refugium Corpolò di Rimini.

Nella foto, la Pol. Cesuola impegnata negli ottavi di finale della


Coppa Valentini.

Il Gs Pioppa e la Pol. Boschetto “campioni d’inverno” della classifica, con 24 punti Volley Csi
■ Le classifiche
L’ASD SAN CRISTOFORO
PARTECIPA AL CAMPIONATO
DI CALCIO DILETTANTI
dei campionati
GIRONE A DELLA SERIE B Femminile, maschile, misto,
attività giovanile
L’attività di pallavolo, organizzata dal comitato
cesenate del Csi in sinergia con gli altri comitati
romagnoli dell’associazione (Forlì, Rimini, Ravenna,
Faenza e Imola), è in pieno svolgimento. Vediamo
allora la situazione dei vari campionati.
Incominciamo da quello femminile, cui hanno aderito
complessivamente 38 società. Nella serie “Eccellenza”
troviamo in testa la Sammartinese di Forlì, che precede
di due lunghezze una coppia formata dal Bar Linus V &V

Calcio
di Faenza e dal Black Sheep Volley e di sei il Cusb
Ravenna e il Pontesanto di Imola, mentre nel girone “A”
della serie “Promozione” l’Athena Volley Rimini ha due
punti di vantaggio sulla Marmellata R &R di Bellaria e
sette sul San Giorgio di Cesena; nel girone “B” della

Dilettanti medesima serie il Crald Ausl e il Cral Mattei (entrambe


ravennati) si dividono il primato inseguite a una sola
lunghezza dalla Pallavolo Faenza e a otto dalla Tati
Volley Team; nel girone “C” il Val Lamone Volley di

La ripresa dopo “Burian” Faenza precede di due punti la Polisportiva Ponticelli e


di otto il Riolo Volley; nel girone “D” il Ciupa Friends di
Forlì guida la classifica e distanzia di otto lunghezze il
Gks Santa Sofia e di undici il Pgs Pianta Bins,
formazione forlivese.
Per quanto concerne il campionato maschile, nella serie

L’
inclemenza del tempo non punti: il Gs Pioppa e la Pol. Boschetto. punti. “Eccellenza” il Santa Caterina di Forlì ha due punti di
ha consentito la Non è una sorpresa, già lo scorso anno Nulla è perduto comunque. Ci sono da vantaggio sull’Athena Volley Rimini e tre sul Volley
programmata ripresa del queste due squadre hanno lottato fino giocare 7 giornate con ben 21 punti in Cesenatico. Nella serie “Promozione” l’Aics Junior è in
59esimo Campionato di Calcio alla fine in appassionanti testa a testa palio. Sarà l’ultima giornata a fornire i testa, precedendo di otto lunghezze l’Armata
Dilettanti Csi dopo la sosta invernale e sia in Coppa che in Campionato. responsi definitivi del Campionato Csi Brancaleone e di nove il Val Lamone Volley di Faenza.
la fase della Coppa Csi “Gianfranco La sorprendente Pol. Sidermec, terza 2017/2018 con l’assegnazione del Nel campionato misto, che vede la partecipazione di 28
Valentini”. forza del campionato lo scorso anno, 59esimo scudetto del Comitato di squadre, le Furie Rosse guidano la classifica del girone
Colpa dell’abbondante nevicata degli si attesta al terzo posto con 22 punti, Cesena. “A” di Forlì-Cesena, distaccando di nove punti l’Alveare
ultimi giorni che “Burian” ci ha dopo aver dominato tutta l’andata La serie “A” è guidata dal Valle 86 con Volley e di dieci il Ciupino, mentre nel girone “B”,
regalato proveniente dai freddi Paesi guidando la classifica al primo posto 29 punti, seguita dalla Pol. Forza Vigne sempre di Forlì-Cesena, l’Us Piantamola Reloaded di
dell’est. La Commissione Calcio è fino alla sconfitta per 4 a 0 nella con 27 e il Cella Ponte Giorgi con 25 Forlì precede di tre lunghezze il Vkk Patriots e di dieci
stata costretta al rinvio delle prime penultima gara contro il Boschetto e punti. Nel girone “A” della serie “B” è la l’Around Team Volley.
due giornate, alle quali se ne è lo striminzito 0 a 0 contro un Pol. Il Circolo Sarsina a fare da Per quel che riguarda l’attività giovanile, nel
aggiunta una terza per abbordabile Real Budrio 2007, padrone con 29 punti davanti a una campionato riservato alla categoria “Allieve”, il
l’impraticabilità dovuta squadra di bassa classifica. Il già distanziata La Forlivese, ferma a 23 Longiano Pallavolo è al comando con due punti di
all’allentamento dei terreni di gioco Refugium Corpolò con 17 punti, il punti; segue il Bagno di Romagna con vantaggio nei confronti del Volley Cesenatico e quattro
per la troppa acqua accumulata Montaletto Hellville con 14, la Pol. 20 punti. Il ruolo di “ammazza sulla Libertas Volley Forlì “A”. Relativamente al
nell’ultimo mese. Cesuola con 13 punti e la Us campionato” nel girone “B” della serie campionato rivolto alla categoria “Juniores femminile”,
Deve ripartire quindi il campionato Mercatese 1931 con 11 punti si cadetta se lo è assunto l’Ideal Sport il Volley Club Cesena 99-01 è in vetta e distanzia di una
con 7 gare del girone di ritorno. In attestano a metà classifica, mentre Bulgaria, che dall’alto delle sue 11 sola lunghezza l’Edera Volley Forlì e di quattro il Pgs
“Eccellenza”, prima della pausa sono in piena zona retrocessione il vittorie in 11 gare, che fruttano ben 33 Pianta Blues, formazione forlivese; nella competizione
forzata, si è assegnato il platonico Climagas Ponte Pietra con 10 punti, il punti, guarda le dirette inseguitrici il che interessa la categoria “Ragazze” il Volley Cesenatico
titolo di “Campioni d’Inverno” alle due Real Budrio 2007 con 9 e, fanalino di Sala a 22 punti e la Pol. Capanni e Rossa e la Libertas Volley Forlì sono appaiate in testa
squadre in testa alla classifica con 24 coda, la Us Capannaguzzo con 8 l’Asd Iride che seguono a 17 punti. alla classifica e precedono di due punti il Villavolley
Villafranca e il Pgs Pianta All Stars di Forlì.
Pagina aperta Giovedì 22 marzo 2018 23

✎ Il direttore risponde  L’Occhio indiscreto


L’amico Piergiorgio Pellicioni di Sar-
sina ci ha inviato una fotografia del
Dalla campagna del Corriere Cesenate “Natura spettacolo” cippo di Herme, collocato sul mu-
alla possibilità di creare un volano per tutto il territorio rello davanti alla cattedrale di Sar-
sina.
Riporta l’iscrizione funeraria, predi-
sposta dalla moglie, su questo im-
portante personaggio, liberto, seviro,
patrono del collegio dei centonari
con un saluto finale (Have Herme
homo bone) e un altro in greco.
Purtroppo il cippo risulta attaccato
da muffe che ne alterano la lettura e
il decoro.
Occorre un’operazione di pulizia.
Chi provvederà?

Aneddoti e tradizioni Vecchiaia


La scorsa settimana ci siamo lasciati con il nipoti. Tra nonna e nipotini, ad esempio,
monito rivolto alla suocera di non guardare c’era anche una similitudine di abbiglia-
con occhi tristi e bocca storta la nuora per mento, perché come la vecchia nonna an-
evitare che possa ribellarsi. dava sempre in giro col grembiule, così i
Ma la ruota del tempo gira senza fermarsi nipotini fino a dieci anni, fosse estate o in-
mai e anche l’arzdora ne resta impigliata verno, portavano il “zinale / grembiule”.
come tutti i mortali. Così, non più lucida, Non solo le vecchie, ma anche le giovani
male accetta di perdere colpi sulla strada portavano il fazzoletto, che però appariva
della vecchiaia. Inizia a smarrirsi nei conti sgargiante per le ragazze e le giovani spose,
delle compravendite, nei programmi di la- mentre le ragazzine sulla testa avevano solo
voro e persino nei cassetti di casa. Sebbene, una fascetta. In ogni modo e per mille ra-
giunto il momento di cedere il comando, la gioni gli anziani, nella famiglia contadina,
“vecchia” tende a rinviare, aumenta le dele- non se la passavano male perché vivevano
ghe, specie con i pollivendoli. Vive ritirata in sempre insieme a tutti gli altri, sempre ri-
casa, non calca più la voce per dare ordini chiesti e rispettati anche se non potevano
né si spazientisce più per le frequenti di- essere più attivi come un tempo. Erano i
subbidienze. Il suo motto diviene “cmanda, nonni a essere attorniati dai nipoti più
cmanda e fa da te”. grandi perché raccontassero loro le favole.
Quando ormai non riesce neppure a salvare Era così che, venendo a meno tutti i gravosi
il decoro del comando che non c’è più, al- impegni, nei campi come nella stalla e nei
lora decide di passare ufficialmente i poteri. mercati, se ne mutava anche il modo di
Una volta si sarebbe detto: “Quand la j la mangiare come di vestire. Si capiva che uno
boca ‘t la fosa / quando ha la bocca nella aveva deciso di considerarsi vecchio
fossa”. Alla sera, a tavola, davanti a tutti per quando non gli si vedeva più nella camicia il
una sorta di investitura, consegna le chiavi solito colletto, che si faceva lavare ogni otto
di casa della dispensa e della cassapanca giorni, cambiandolo con un altro pulito,
alla decana delle nuore, raccomandandole mentre la camicia si sarebbe lavata solo una
l’uso corretto dell’incarico, specie nei con- volta al mese. In vecchiaia invece la camicia
fronti delle cognate. Su questo pretendeva si sarebbe portata sempre senza colletto. E
un solenne giuramento, prima del bacio e poi si capiva di essere diventati vecchi
della rituale benedizione composta da pa- quando ci si abituava a girare sempre con il
role d’augurio e di preghiera. Ora poteva cappello di feltro in testa
fare la nonna a tutti gli effetti e dedicarsi ai Diego Angeloni

L’arcivescovo di Modena Erio Castellucci e la biblista Rosalba Manes al convegno regionale dell’Ordo Virginum, a Bologna

L’Eucaristia tesoro di tutti i consacrati


D
omenica scorsa nel seminario regionale di Bologna si è svolto il convegno come se fosse il mio corpo). Il banchetto espressione della carità.
regionale dell’Ordo Virginum Emilia Romagna. Mi soffermo sulle relazioni sottolinea il carattere comunitario, di Nel pomeriggio, poi, la relazione di Rosalba
tenute da monsignor Erio Castellucci, arcivescovo di Modena-Nonantola e condivisione. La Chiesa non è un club Manes si è soffermata sull’Eucaristia, come
quella dalla biblista Rosalba Manes. Monsignor Erio ha intitolato il suo intervento fondato da uomini a cui ci si iscrive, ma è un tesoro della vergine consacrata,
"Eucaristia fonte e culmine della vita cristiana", dandogli un taglio capace di corpo che preesiste a noi, a cui ci si aggrega evidenziando che la chiamata alla
abbracciare e coinvolgere tutti i fedeli e non solo i consacrati, visto che la col Battesimo. Ogni cristiano deve diventare consacrazione speciale è un puro e gratuito
consacrazione battesimale è alla radice di ogni altra. Ha messo in rilievo che la eucaristia, perché essa è la scuola dell’amore gesto di amore da parte di Dio, che vuole fare
dimensione fontale dell’Eucaristia si era un po’ annebbiata nel secondo millennio, autentico, che condivide, si offre ed è comunione con noi. Si tratta di una
perché la riflessione teologica si soffermava più sul fatto che la Chiesa celebra presente. La consacrazione che ogni chiamata all’eternità, di cui bisogna fidarsi
l’Eucaristia e non che l’eucaristia fa la cristiano riceve non è, quindi, solo per il come Maria a Nazaret. Non è sempre facile
Chiesa. Anche il grande teologo De culto, ma per una precisa missione nel riconoscere Cristo. I discepoli di Emmaus Lo
Lubac, al Concilio, notò che, così mondo. Sacrificio: l’Eucaristia è il culmine di incontrano nella Parola, che li sblocca dalla
FOTO SIR facendo, si era come tagliata la radice tutta la vita di Gesù, offerta e donata al Padre tristezza e nel Pane che li nutre. Non si tratta,
per cui il Corpo di Cristo rende tutti e agli uomini, in un sacrificio personale in però, di un fenomeno statico: l’Eucaristia è
coloro che lo ricevono un solo corpo. cui la vittima e il sacerdote coincidono. per la missione in tutto il mondo, inclusi i
L’Eucaristia, concentrato di tutti i doni Quando si portano all’altare il pane e il vino, non ebrei, per fare della vita un dono unico,
di Dio, è il pilastro della vita cristiana e ogni cristiano deve offrire se stesso (gioie, nel lavoro come Marta e nell’ascolto come
ha tre dimensioni: banchetto, dolori, fatiche, soddisfazioni), unendosi Maria. Ogni età e stato viene reso fecondo
sacrificio, presenza reale. I racconti all’offerta dell’umanità di Cristo. La presenza dalla presenza di Dio: la verginità di Maria, la
scritturistici li evidenziano bene tutti e reale fu molto sottolineata dopo il Mille, per sterilità di Elisabetta, la vedovanza orante di
tre. Banchetto, perché l’eucaristia fu reagire a eresie che la negavano. Essa è segno Anna. La vergine, quindi, chiamata ad
istituita durante la cena pasquale, di un amore che c’è, come anche innestarsi in Cristo, vive tutto per Lui e con
sacrificio, perché Gesù parla di pane l’adorazione sottolinea e richiama. Per i Lui in una vita trasfigurata che non
spezzato e sangue versato; presenza, consacrati, poi, essa sottolinea anche un dimentica mai la meta dell’eterna
perché le narrazioni usano in senso particolare stile di presenza nel mondo: comunione.
pieno il verbo è (non significa o è discreto, costante, non impositivo, fonte ed Nicoletta Navacchia