Sei sulla pagina 1di 4

Endocardite marantica: alterazioni dell’endotelio (formazioni trombotiche) a livello dei lembi

valvolari cardiaci. endocardite trombotica: batterica o non batterica; L’ ETNB è associata ad


adenocarcinomi “mucinosi”, forse per gli effetti pro-coagulanti della mucina (mucoproteine con
attività TF-like), ed è correlata alla cosiddetta “sindrome delle tromboflebiti migranti di Trousseau”,
spesso i quadri si complicano a causa di Streptococcus Viridans (vive all’interno del trombo). Può
dare embolo.
La CID: micro vescicole ricche di fattore tissutale e mucine con attività tissue factor-like attività
pro coagulanti: episodi trombotici, deplezione fattori coagulazione CID. Innesco fibrinolisi,
consumo di piastrine, che possono anche scendere sotto al livello di guardia di 50000 (ulteriore
causa di emorragia-> manifestazioni emorragiche).
Sindromi paraneoplastiche di natura neurologica: può interessare singole cell o singole aree.
Anticorpi aggrediscono il sistema nervoso per mimetismo molecolare.
>Miastenia gravis (anticorpi> recettori dell’acetilcolina, subunità alpha rec. muscolare), reazione di
ipersensibilità del II tipo: deficit della contrazione muscolare. Questa situazione si ritrova nel 15%
di individui portatori di tumore al timo (timoma) e nel microcitoma polmonare. Ptosi palpebrale,
insuff. respiratoria
>Miastenia di Lambert-Eaton (microcitoma polmonare), anticorpi x canali dell’Ach (subunità beta
dei canali pre-sinaptici del Ca voltaggio dipendenti delle giunzioni neuromuscolari) a livello
nervoso, bloccano la fuoriuscita di Ach. (N.B.In questo caso gli anticorpi sono bloccanti, perché
impediscono la funzione della placca neuromuscolare, ci possono essere anticorpi stimolanti che
mimano un ormone es TSH sindrome di Basedow. Ci sono casi in cui anticorpo-> inibitore
crescita tumore.)
Retinopatia paraneoplastica (microcitoma polmonare) -> fotorecettori
Degenerazione cerebellare (carcinoma mammario o ovarico)  cell Purkinje
Encefalomiopatia (microcitoma polmonare) -> nucleo dei neuroni
sindromi Dermatologiche: Acantosis Nigricans, associata carcinoma stomaco. Cute ispessita e
iperpigmentata, colpisce di solito le pieghe cutanee (natura benigna se non paraneoplastica,
maligna se associazione alle neoplasie) Iperstimolazione cellule dello strato basale dell’epidermide
da parte di fattori di crescita della famiglia FGF. Riguarda i pigmenti delle cellule basali NON
MELANOCITI.

Sindromi paraneoplastiche muscolo-scheletriche.


>Osteoartropatia ipertrofica (o osteoartropatia ipertrofizzante
pneumica, questo aggettivo finale “pneumica” definisce il fatto che
in questo ispessimento delle parti distali delle ossa sono contenute
come delle piccole cavità aeree, come riso soffiato): artitrite, forte
apposizione ossea che ispessisce le parti epifisarie distali delle ossa
lunghe, in particolare falangi delle dita e questa situazione viene
chiamata Ippocratismo Digitale ( queste dita sono anche chiamate
dita a bacchetta di tamburo). Associata a tumori polmonari –
adenocarcinoma, tumori non a piccole cell- o patologie polmonari
(enfisema, COPT), insufficienze cardiache epatopatie e colite ulcerosa.
>Sindrome poliartritica paraneoplastica
associata a varie neoplasie maligne, artitrite asimmetrica ad insorgenza esplosiva.
malattie paraneoplastiche di tipo endocrino x diagnosticarlo, Analisi di:
>secrezione di ormoni in tumori non endocrini mediante determinazione dell’ormone in circolo,
>dell’ormone nella massa tumorale e nel sangue refluo della massa tumorale. In gen. regressione
della sindrome endocrina mediante asportazione del tumore; !!!persistenza della sindrome nel caso
in cui venga asportata la ghiandola che normalmente produce quell’ormone!!!; mancata sensibilità
nei confronti di meccanismi di feedback positivo e negativo che normalmente regolano la
secrezione ormonale, queste disendocrinie sono più frequenti nei pz che sviluppano tumori non
endocrini rispetto agli endrocini lol poracci
>supersecrezione dell’ACTH –secrezione ectopica- (ormone adrenocorticotropo), (microcitoma
polmonare a piccole)
ci può essere o meno associazione con fumo. Iperproduzione di cortisone endogeno sindrome di
Cushing. Cortisolo: ormone contro insulinico, quindi abbiamo aumento della glicemia (la glicemia
normale non deve superare i 125mg/100ml di sangue), iperplasia del surrene, una anormale
distribuzione del grasso corporeo che si accumula a livello del tronco e delle spalle (adiposità a
gobba di bufalo;
diminuzione delle sintesi
proteiche (soprattutto
delle proteine
muscolari); Irsutismo,
comparsa di lividi –vasi
no matrice extracell-
contemporaneamente
sull’addome strie rubre,
dovute ad atrofia del
tessuto sottocutaneo per
scarsa sintesi di
collageno che porta ad
assottigliamento dello
strato dermico dal quale
traspare la rete
vascolare;

>supersecrezione di ADH, vasopressina (microcitoma polmonare a piccole cell) ( prodotto dalla


neuroipofisi) riassorbimento dell’acqua non accoppiato al riassorbimento del sodio. Iponatremia (
abbassamento dei livelli di sodio, che di solito oscillano tra 135-145 mg; adesso scendono sotto 115
mg), iperosmolarità delle urine e il siero diviene iposmotico; inoltre provoca stato cerebrale alterato
ed edema cerebrale.

>iperparatiroidismo ipercalcemia paraneoplastica (carcinomi a cell squamose polmone e cute)


cellule tumorali> sintetizzano una forma ormonale simile ormone paratiroideo (PTH-rP). L’ormone
paratiroideo è un ormone che viene Sintetizzato a seguito di una ipocalcemia ( cioè quando la
calcemia si abbassa). Esso stimola gli osteoblasti ( cellule deputate alla formazione dell’osso) e gli
osteocitiattivazione osteoclasti (RANK-RANKL), Iniziano una piccola secrezione di idrogenioni
e collagenasi e disfano l’osso facendo alzare la calcemia (per la lisi dei cristalli di idrossiapatite che
formano l’osso). Grandissimo innalzamento della calcemia, che si accompagna sempre a
ipofosfatemia (deve essere mantenuto costante il prodotto di solubilità: [Ca2+]*[fosfato]=30. Per
avere ossificazione normale questo prodotto può oscillare da 25 a 40, se si esce da questo range
abbiamo problemi di calcificazione; perciò l’ipercalcemia si accompagna sempre a ipofosfatemia.)
Ipercalcemia può derivare dall’attività osteolitica locale di alcuni tumori mediata da PGE2 (cancro
mammario), citochine (mieloma multiplo, linfomi).

>ipersecrezione di gonadotropina corionica (tumori di origine trofoblastica-> ginecomastia


nell’adulto, pubertà accelerata bambino)
>eritropoietina (emangioblastoma cerebellareeritrocitosi)
>renina (tumore di Wilms -conosciuto anche con il nome di nefroblastoma, è un tumore
maligno che deriva dal primitivo abbozzo renale-, carcinoma renale: ipertensione,
ipopotassiemia)
>GH (tumore delle cell delle isole pancreatiche acromegalia)
>insulin-like growth factor (tumori di origine mesenchimale sindrome ipoglicemica)

ISTOTIPI DEI TUMORI POLMONARI:


ADENOCARCINOMA (uomini 37%, donne 47%)
CARCINOMA SQUAMOCELLULARE (uomini 32%, donne 25%)
CARCINOMA A PICCOLE CELLULE (uomini 14%, donne 18%) *
CARCINOMA A GRANDI CELLULE (uomini 18%, donne 10%)
CARCINOIDE
I tumori carcinoidi rappresentano l’1-5% di tutte le forme tumorali polmonari.
Incidenza maggiore sotto i 40 anni, uguale per uomo e donna. Il 20-40% è
rappresentato da non-fumatori. Hanno un basso grado di malignità. Si distinguono
forme tipiche ed atipiche.
Forme tipiche: non mutazioni di p53 né alterazioni nell’equilibrio BCL2/BAX
Forme atipiche: mutazioni in questi geni nel 20-40% e nel 10-20% dei tumori,
rispettivamente. Alcuni tumori mostrano anche perdita di eterozigosi per Rb
SINDROMI PARANEOPLASTICHE ASSOCIATE NEI TUMORI POLMONARI:
-Ormone antidiuretico (ADH), che induce iponatriemia da ipersecrezione dovute a
adrenocorticotropo (ACTH): sindrome di Cushing
ddddddddddddddddddddddddddd carcinoma hhh
ffffffffffffffgfggfgfgfgfggfgfggfgfgfggfgfgfgfgfggfgfgfgfggfgfgfgfgfgfgfgfgfgfgpiccole cell.
-Ormone adrenocorticotropo (ACTH): sindrome di Cushing
-Paratormone, peptide correlato all’ormone paratiroideo (PTH-rP), prostaglandina E, alcune
citochine. CARCINOMA SQUAMOSO.
-Calcitonina: causa ipocalcemia
-Gonadotropine: causano ginecomastia
-Serotonina e bradichinina: associate alla sindrome da carcinoide (vampate, sudorazione e
broncospasmo, diarrea –serotonina- con dolori addominali –bradichinina-)
* Sinonimi: microcitoma, carcinoma con cellule a chicco d’avena (oat cell tumor)
vampate, sudorazione e broncospasmo con dolori addominali e diarrea. I dolori addominali sono
dovuti alla bradichinina, le altre manifestazioni sono legate soprattutto alla serotonina. Questa
sindrome è frequente nel carcinoide, ma si può trovare anche nel carcinoma a piccole cellule. Altre
manifestazioni sistemiche dei carcinomi polmonari: sindrome di lambert-eaton, neuropatia
sensoriale periferica, acantosis nigricans, ippocratismo digitale e reazioni leucemoidi.
(vedi slide) questo è l’aspetto del microcitoma polmonare. Come vedete si tratta di cellule molto
piccole. Questo invece è l’aspetto di un carcinoide. E questo invece è un epitelioma squamo
cellulare.

Ipercalcemia conseguente all’attività osteolitica locale del tumore


Mediatori umorali implicati nell’osteolisi locale: fattori che stimolano un incremento
di attività del rimodellamento osseo da parte degli osteoclasti e proteasi rilasciate
direttamente dal tumore in grado di agire sulla matrice osteoide (collagenasi)
Ipercalcemia conseguente all’attività osteolitica sistemica del tumore
(ipercalcemia paraneoplastica)
Mediatori umorali implicati nell’osteolisi a distanza:
-PGE1 (cancro mammario)
-PTH (molto raro) (carcinoma del polmone a piccole cellule)
-Citochine (TNFb, TNFa, IL1)
-PTH-related peptide (PTH-rP) (carcinoma a cellule squamose del polmone)
-1,25-diidrossicolecalciferolo (elevata espressione di 1-idrossilasi in cellule di linfomi
Hodgkin e non-Hodgkin), con aumentato assorbimento intestinale di calcio È possibile interferire
con questa manifestazione metastatica con un inibitore dell’interazione RANK-RANK ligando,
prodotto probabilmente dagli osteociti e che si chiama osteoprotegenina (???). questa va ad
interagire con il RANK ligando, escludendo la proteina RANK; quindi è un fattore antimetastatico
che controlla le metastasi ossee