Sei sulla pagina 1di 17

Sequenza semiaurea

Francesco Di Noto, Michele Nardelli, Pierfrancesco Roggero

Abstract

In this paper we will to propose a new half golden

sequence about Fibonacci numbers and their

arithmetic means , important for actual experimental

super atoms.

Riassunto

In questo lavoro proponiamo la nostra sezione

semiaurea , basata sui numeri di Fibonacci e loro

medie aritmetiche spesso semi - intere e la relativa

sequenza numerica da proporre poi al Prof. Sloane

per inserirla, eventualmente ed eccezionalmente tra


1
le serie numeriche OEIS (sequenze di interi).

La sezione semiaurea emerge nei numeri quantici

degli orbitali elettronici dei superatomi attualmente in

fase di sperimentazione, ma anche nell’andamento

degli enormi numeri primi di Mersenne, e altrove.

Infine un accenno ai doppi di Fibonacci, o

sezione doppio aurea o per brevità “duplicaurea” ,

anche questa coinvolta nella fisica, in questo caso

nelle stringhe, in particolare nei numeri di dimensioni

coinvolte, e nel calcolo delle probabilità .

°°°°°°°°°

Oltre alla sezione aurea (basata sul numero aureo

1,618) ed alla sezione superaurea (basata sul numero

2
1,465571) potrebbe esistere anche la sezione

semiaurea, , nostra idea basata sul numero

1,27201... ≈ √1,618032...

Mentre per le prime due conosciamo due serie

numeriche di numeri interi, per la terza si hanno

numeri interi e semi - interi (cioè con parte decimale

0,5), ma vorremmo poi proporla ugualmente per

inserirla tra le serie OEIS di Sloane, che però sono

tutte composte da soli numeri interi (integer

sequences ).
Cominciamo con le relazioni matematiche tra i numeri
delle tre serie: 1,618032, 1,465571 , 1,27201
La sezione 1,465571 è circa la media tra
1,618032 e 1,27201, infatti:
(1,618032 +1,27201/2 = 2,890042/2 = 1,445021≈1,465571
Con rapporto 1,465571/1,445021= 1,014 ≈ 1,015 =5°radice
3
di 1,618032,
Quindi , 1,465571 ≈ 1,445021*1,015 = 1,466696315
molto vicino alla sezione superaurea 1,465571.
Tale formula che connette ancora meglio tra di loro i tre
valori costanti delle tre serie.
Ma anche il rapporto tra 1,465571 /1,27701= 1,14430
≈1,1278 = 4° radice di 1,61832. Per cui 1,27201*1,14430=
1,44566 molto vicino a 1,445021 e quindi anche a
1,465571 sezione superaurea.
La sezione semiaurea è composta dai numeri di Fibonacci,
ben noti in quanto connessi a molti fenomeni naturali ed
argomenti matematici, alternati alle loro medie aritmetiche,
che come vedremo, emergono anche in altri fenomeni
naturali ed argomenti matematici, per esempio gli orbitali
dei superatomi artificiali in fisica e nei grandi numeri
primi di Mersenne (vedi Rif. 2), poiché ne determinano
probabilisticamente l’andamento numerico con efficacia..
Il prossimo numeri primo di Mersenne, per esempio, lo
prevediamo con circa 28 milioni di cifre con un esponente
4
di circa 94 milioni, con errore di pochissimi punti
percentuali. Con 28 vicino a 27,5 media tra 21 e 34 e 94
vicino a 89 numero di Fibonacci Con rapporto 94/28 =
3,357 ≈3,330 = 1,27201^5. ( Rif. 2 per approfondire).
La tabella 1, tratta dal lavoro:

CHIMICA SPERIMENTALE DEI SUPERATOMI E


SEZIONE SEMIAUREA
( In seconda Parte la nostra serie semiaurea di Fibonacci ,
eventualmente coinvolta)

TABELLA 1

Serie semi Serie aurea


aurea di Fibonacci
Media di due
numeri
successivi di
Fibonacci
5
0
0,5
1
1
1
1,5
2
2,5
3
4
5
6,5
8
10,5
13
17
21
27,5
34
44,5
55
72
89
116,5
144
166,5
233

6
E quindi:

0, 0,5, 1, 1, 1, 1,5, 2, 2,5, 3, 4, 5, 6,5 8, 10,5


13, 17, 21, 27,5, 34, 44,5, 55, 72, 89, 116,5, 144,
188,5, 233…dove i seminteri sono sempre ovviamente la
metà dei numeri di Fibonacci dispari , ma anche alcuni
interi per es. 4, 72, ma non 2, 34, 55, 144 i cui doppi
4, 68, 110, 288 non sono numeri di Fibonacci , ma vicini
ad una loro media .
Notiamo, dopo i tre numeri 1 consecutivi, gruppi di tre
numeri di cui due seminteri laterali e un intero centrale
segnati in verde , alternati a gruppi di tre numeri interi,
segnati in blu..
Una possibile regola: un numero qualsiasi maggiore di 3
si può scrivere come somma tra il numero precedente
F’n = F’(n –1) + F’(n - 7)
Per esempio:
3 = 2 + 1 con 1 = il 7° numero precedente, 1
5= 4 +1 con 1 = il 7° numero precedente, 1
7
8 = 6,5 + 3 con 3 = il 7° numero precedente, 3
34 =27,5 + 6,5 con 6,5 il 7° numero precedente,6,5
89 = 72 +17 con 17 il 7° numero precedente, 17
Incontriamo in questa serie semiaurea i numeri
13, 17, 21, 27,5, 34, 44,5, 55, 72, coinvolti nei
superatomi, vedi Rif. 1, di prossima pubblicazione

Conclusioni

Possiamo concludere che la nuova sequenza

semiaurea da noi proposta possiede tutti i requisiti per

essere ammessa alle sequenze OEIS di Sloane , tranne

la presenza di seminteri, ma speriamo in una

eccezione alla regola …

Qui accenniamo brevemente anche ad una possibile

sequenza doppio aurea, cioè con i numeri doppi di

Fibonacci, 2, 6, 10, 16, 26 … con rapporto → 1,618

8
tra un numero e il precedente, come per i normali

numeri di Fibonacci. Ma anche questi doppi di

Fibonacci sono coinvolti in fisica, e precisamente con

le stringhe e le dimensioni spaziali successivamente

compattificate, fino ad arrivare alle quattro

dimensioni note del nostro universo fisico ( tre

spaziali ed una temporale), vedi Rif. 4. Altri

riferimenti 5 e 6 per approfondire.

Caltanissetta 1.8.2017

Riferimenti

(tutti sul nostro sito

nardelli.xoom.it/virgiliowizard/teoria-delle-stringhe-e-teoria-dei-
numeri

(salvo diversa indicazione)


9
1 - CHIMICA SPERIMENTALE

DEI SUPERATOMI E SEZIONE SEMIAUREA

( In seconda Parte la nostra serie

semiaurea di Fibonacci , eventualmente coinvolta)

Francesco Di Noto, Michele Nardelli, Pierfrancesco

Roggero

Abstract

In this paper we will show a possible connection

between super atoms and Fibonacci numbers

In Second Part the golden sequence means of

Fibonacci in super atoms

Riassunto

In questo lavoro mostreremo una possibile


10
connessione tra i superatomi sperimentali (Rif.1) e i

numeri di Fibonacci, in base a precedenti nostri lavori

(i cosiddetti “numeri magici” della stabilità nucleare,

ecc.) i numeri di Fibonacci della tavola periodica (Rif.

3). Sarebbe possibile una nuova chimica , questa volta

sperimentale in vista di super applicazioni

tecnologiche , basata sui superatomi, ma anche questa

potrebbe avere a che fare con i numeri di Fibonacci)

come la vecchia chimica naturale degli atomi normali .

Introduciamo infine il concetto di serie semiaurea

di Fibonacci, che comprende sia la serie di Fibonacci

sia le medie aritmetiche tra due numeri consecutivi di

Fibonacci (per esempio (13 +21)/2 = 17, semisomma.

11
da cui il nostro termine semiaurea), che emerge sia in

fenomeni matematici (numeri di Fiordi nel mercato

azionario, Rif. 4), e egli ultimi grandi numeri primi di

Mersenne, Rif. 6), e ora anche in chimica con i

superatomi, e che potrebbe essere utile per le future

sperimentazioni poiché regolerebbe i numeri quantici

dei gusci esterni coinvolti loro orbitali elettronici

(di prossima pubblicazione)

2 - NOTA AGGIUNTIVA SULLA REGOLA


AUREA PER I NUMERI PRIMI DI MERSENNE
Ing. Pier Franz Roggero, Dott. Michele Nardelli, P.A.
Francesco Di Noto
Abstract
In this paper we show other connections between golden
section and Mersenne Numbers
Rassunto
Nel recente lavoro “I numeri primi di Mersenne – Regola
Aurea Rif.1) , lo concludevamo così :
“Ora non rimane che comprendere meglio come, attraverso
questa regola aurea o ciclo di Fibonacci,un numero primo ad
esponente di 2, come dalla nota definizione Mp =2^p -1 ,

12
determini la primalità anche del numero finale noto come
numero primo di Mersenne.

3- LA SEZIONE SUPERAUREA
Ing. Pier Franz Roggero, Dott. Michele Nardelli, P.A.
Francesco Di Noto
Abstract
In this paper we show super golden section ψ = 1,465571…
Riassunto
In questo lavoro parleremo della sezione superaurea (meno
nota della più famosa sezione aurea) anche per quanto
riguarda le loro connessioni, e anche con il paradosso di
Fibonacci .

4 - FIBONACCI, DIMENSIONI, STRINGHE: NUOVE INTERESSANTI


CONNESSIONI
Francesco Di Noto e Michele Nardelli1,2
1Dipartimento di Scienze della Terra
Università degli Studi di Napoli Federico II, Largo S. Marcellino, 10
80138 Napoli, Italy
2 Dipartimento di Matematica ed Applicazioni “R. Caccioppoli”
Università degli Studi di Napoli “Federico II” – Polo delle Scienze e delle Tecnologie
Monte S. Angelo, Via Cintia (Fuorigrotta), 80126 Napoli, Italy
Riassunto
In questo lavoro si mostrano semplici ma interessanti connessioni tra i numeri F
di Fibonacci F = 1,2,3,5,8,13 e i numeri D corrispondenti alle dimensioni spazio
-temporali coinvolte nelle teorie di stringa, con D = 2F, formula che potrebbe
essere la condizione limitante (o una delle condizioni limitanti) circa i modi di
vibrazioni delle stringhe, le quali possono vibrare solo con certi numeri D, come
10 e 26 per le stringhe eterotiche, e non con altri. Inoltre potrebbe esistere una
connessione tra le simmetrie dei gruppi algebrici di Lie, importanti nel Modello
Standard, e i numeri D = 2F.
Se così fosse veramente, l’intero nostro universo visibile poggerebbe, dal punto
di vista matematico, quasi interamente sui numeri di Fibonacci, oltre che sui
numeri primi, i numeri primi naturali, ed anche sui numeri di partizioni p(n),
coinvolti nelle teorie sulla gravitazione ma anche nelle teorie di stringa, e i
numeri p-adici, coinvolti nelle teorie di stringa. Ci sarebbe quindi un solido
ponte tra la fisica teorica e alcuni settori della teoria dei numeri (numeri di

13
Fibonacci con la formula D =2F, numeri primi sottoforma di numeri primi
naturali, di forma 6F + 1, numeri p –adici, e infine i numeri di partizione; tutti
numeri con curve logaritmiche, molto diffuse in parecchi fenomeni naturali.

Sul sito eprints.bice.rm.cnr.it/640/1/Nardinot02.pdf


dal quale riportiamo, da pag. 2 e 3:
“9. Proviamo ad esaminare la ricompattazione in termini di una completa
stringa eterotica, dotata di due vibrazioni diverse: una nel contesto di uno spazio
– tempo a 26 dimensioni e l’altra nel comune spazio – tempo a 10 dimensioni.
Giacchè 26 – 10 ci dà 16, possiamo ipotizzare che 16 delle 26 dimensioni si siano
ripiegate, vale a dire “ricompattate” in una qualche varietà, consegnandoci
quindi una teoria decadimensionale. Chiunque si trovasse a passeggiare lungo
una qualsiasi di queste sedici dimensioni si ritroverebbe nello stesso posto”.
Ma il mondo decadimensionale poi si scinde, a sua volta, in un mondo a 4
dimensioni (tre spaziali ed una temporale, il mondo in cui viviamo) e in un
gruppo di 6 dimensioni compattate. Pag. 303:
“ … Il Big Bang, come vedremo, si è probabilmente originato dal collasso di un
universo decadimensionale ( da 10 = 26 -16, vedi brano precedente,N.d.A.A.),
che si è spaccato in due universi, uno dotato di quattro dimensioni, e uno dotato
di sei dimensioni (ecco due numeri più piccoli, 4 e 6, ai quali accennavamo
prima, N.d.A.A.).
Di conseguenza possiamo considerare la storia del Big bang come la storia dello
smembramento dello spazio decadimensionale e quindi di tutte le simmetrie
unificate che gli appartenevano (e da qui la relazione con i gruppi algebrici di
simmetria, o gruppi di Lie, vedi Rif. 2, N.d.A.A.)
Si tratta quindi del tema di questa nostra esplorazione, anche se alla rovescia.
Ora possiamo capire perchè ricostruire le dinamiche del Big Bang sia
estremamente difficoltoso non c’è proprio da meravigliarsene! In effetti,
procedendo a ritroso nel tempo, stiamo contemporaneamente ricomponendo i
cocci dell’universo decadimensionale “.
Ora, abbiamo già i numeri (oltre al 42 non più usato), in ordine decrescente:26,
16, 10, 6, 4
Manca però ancora il 2, che ritroviamo nel brano seguente, pag. 276:
“…Giacchè 4 -2 =2, i quattro campi originari di Maxwell vengono ridotti a due.
Analogamente, una stringa relativistica vibra in 26 dimensioni. Tuttavia,
allorché spezziamo la simmetria della stinga, possiamo rimuovere due di queste
modalità vibratorie, lasciando le altre 24, che sono proprio quelle che compaiono
nella funzione di Ramanujan”
(Vedi Rif. 3- On some mathematical connections … Ramanujan’s modular
function…”)

14
Ora, dividendo semplicemente per 2 tutti i numeri ricavati dai suddetti brani
citati, e in
ordine crescente, abbiamo:
2/2 = 1
4/2 = 2
6/2 = 3
10/2 = 5
16/2 = 8
26/2 = 13
(42/2 = 21 sebbene 42 non sia più considerato)

Abbiamo ottenuto i primi sei numeri della serie di Fibonacci! “

5) I doppi di Fibonacci ( 2F(n) ) in fisica e nel calcolo delle


probabilità
Gruppo “B.Riemann”*
Francesco Di Noto, Michele Nardelli
*Gruppo amatoriale per la ricerca matematica sui numeri
primi, sulle loro congetture e sulle loro connessioni con le
teorie di stringa.
Abstract
In this paper we show as doubles of Fibonacci numbers, 2F(n), are
present in some physical phenomena and in probability and
statistics.
Riassunto
In questo lavoro vedremo come i numeri doppi di Fibonacci, e
cioè 2(F(n), siano presenti sia in fisica (teoria delle stringhe,
Rif.1), sia nel calcolo delle probabilità (Rif 2), uscita di tre teste
consecutive, nel lancio di una moneta.

Per quanto riguarda le probabilità, citiamo un brano (da una

citazione di Marcus du Sautoy, libro “L’equazione da un milione

di dollari” :

15
16
6) Sequenza OEIS A006355
(Greetings from The On-Line Encyclopedia of Integer Sequences!)
80
A006355 Number of binary vectors of length n containing no singletons.
1, 0, 2, 2, 4, 6, 10, 16, 26, 42, 68, 110, 178, 288, 466, 754, 1220,
1974, 3194, 5168, 8362, 13530, 21892, 35422, 57314, 92736, 150050,
242786, 392836, 635622, 1028458, 1664080, 2692538, 4356618, 7049156,
11405774, 18454930, 29860704, 48315634 (list; graph; refs; listen; history; text; internal format)

17