Sei sulla pagina 1di 1

26 Serie B R 30a giornata

lungo con il primo posto: il nascosto l’obiettivo, fuori categoria, guidate da primi due posti non hanno
L'ANALISI Palermo è stato campione credendo di poterci arrivare allenatori ambiziosi come mica rinunciato. Occhio
d’inverno, il Frosinone è con lo zoccolo duro della Bruno Tedino e Moreno dunque a questo big match
di NICOLA l’attuale capolista. squadra scesa dall’alto. Il Longo, motivati dalla del Barbera. Perché un
BINDA Frosinone invece è caduto prospettiva di arrivare dove pareggio non farebbe bene
Due squadre che nell’arco due anni fa e già la stagione non sono mai stati. proprio a nessuno,
del campionato hanno detto scorsa ha allestito una soprattutto al Palermo.
LA PROMOZIONE È UN OBBLIGO di avere tutto in ordine (o
quasi) per ambire alla
squadra molto forte per
provare a risalire, perdendo
Tutto ciò basta per la A? No,
calma. Perché di mezzo c’è
Soltanto chi vince potrà
vedere un pizzico di
PERÒ DI MEZZO C’È L’EMPOLI promozione. Per loro è
quasi un imperativo e
in modo sciagurato i playoff
(ricordate la semifinale con
l’Empoli, che oggi sta
meglio di tutti e nel ritorno
concretezza in più nei
propri obiettivi, chi perde
stanno cercando di il Carpi persa in casa in 11 va come un treno. Perché invece vedrà terribilmente

L
a classifica dice: ma al momento la sostanza dimostrarlo con i fatti, non contro 9?) e riprovandoci in c’è la rivelazione Cittadella complicare i propri piani e
quarta contro prima. non cambia più di tanto. solo a chiacchiere. Il uno stadio nuovo e con un che col passare delle si dovrà impegnare per
La situazione è Palermo-Frosinone è un Palermo è la più nobile delle organico ancora più forte. giornate fa sempre più tenere fuori dalla porta un
parziale, perché anche vero big match, una sfida retrocesse, sente di avere la Due corazzate, diverse ma paura. E perché il Bari sta altro pericolosissimo
lassù ci sono squadre con che mette di fronte due Serie A come casa naturale comunque forti e con crescendo con a ruota una avversario: la paura.
una partita da recuperare, squadre che hanno flirtato a e sin dall’inizio non ha mai individualità di alto livello e serie di squadre che a quei © RIPRODUZIONE RISERVATA

Palermo-Frosinone, passa la A
1Confronto tra due grandi oggi al Barbera: reparto per reparto, i duelli ai raggi X
fDIFESA fCENTROCAMPO fATTACCO
Tedino è il meno battuto E’ il momento di Gnahoré Nestorovski contro tutti
Ariaudo, ricordo Astori Longo prepara sorprese Dionisi pronto al rientro
I E’ L’
l Palermo ha la miglior difesa di B, ma in casa la zona del campo dove possono esserci anemia del Palermo contro i bomber del
non ha lo stesso trend (13 gol subiti al Barbe- novità. La mediana di Tedino ha salutato Frosinone (52 gol), secondi solo all’Em-
ra, in 4 hanno fatto meglio). Arriva alla sfida Coronado versione centrocampista-fan- poli mentre i siciliani invidiano persino il
incerottato: Struna centrale, Bellusci a destra, a tasista che, armi e bagagli, è tornato a ridosso fanalino Ternana (42 gol gli umbri, 37 i rosane-
sinsitra Szyminski che non scoppia di salute: delle punte dopo un consulto tra... specialisti (il ro). Se Longo va sul classico (Ciano, più Dionisi
Rajkovic è infortunato e Cionek - tra gli artefici tecnico e il patron Zamparini). Si giocano una e Daniel Ciofani) spalmerà sulle zolle del Barbe-
del reparto blindato - da gennaio è alla Spal. En- POMINI maglia in tre: Jajalo con l’Ascoli ha giocato da RISPOLI ra l’attacco da 30 gol in 3. La squadra di Tedino, NESTOROVSKI
trambe difendono a 3 ed entrambe vivono il val- La chioccia di centrale ed ha brillato, se rientra Chochev sarà Sulla sua invece, per un bel po’ s’è bloccata dopo panetto- Il macedone
zer dei portieri: Tedino schiera Pomini al posto Posavec alla altra storia, il favorito sembra Gnahoré. C’è da fascia spesso i ni e feste: solo 3 gol dopo la sosta (in 6 gare), poi guida l’attacco
di Posavec da tre turni, per puntare sull’espe- fine si fa fare attenzione a cosa si inventerà Longo, che ha rosanero han la scorpacciata con l’Ascoli nell’ultimo turno, che si è
rienza e non correre i rischi pagati a caro prezzo preferire per ammesso di essere sfiorato dalla voglia di cam- costruito le ma dopo lo 0-1 e un primo tempo da schiaffi. sbloccato
con Empoli e Foggia. Anche Longo ha cambiato, esperienza e biare qualcosa al suo 3-4-1-2: un attaccante in vittorie più Finì 4-1, due saette di Rispoli, un gol di Corona- dopo la crisi di
ma se Vigorito sarà titolare oggi (Bardi sembra in sicurezza meno? Una mediana rinfoltita per aspettare e importanti do in slalom gigante con tiro ad effetto più una inzio anno
lieve vantaggio) è per meriti acquisiti sul campo ripartire, con solo Dionisi e Ciofani in avanti. punizione da sogno di Nestorovski.
dopo il rigore parato all’Ascoli e prove da applau-
so come a Cremona sfruttando un problema mu- EQUILIBRI A Cremona l’idea fu un 3-5-2 inedito CIANO E CORONADO E’ guarito il reparto arti-
scolare del collega. Per Longo un rientro impor- (Kone-Chibsah-Maiello in mezzo) lasciando in glieri di Tedino? Ci si aspettava la risposta a Par-
tante: Terranova, che riporta in panchina Krajnc. panca Ciano e Ciofani. Si replica? Di sicuro tor- ma, il test vero è oggi. Coronado dietro le punte,
na Dionisi, forse resta fuori Ciano. Il centrocam- libero di svariare alle spalle di La Gumina e capi-
CIOCIARI GUARITI La retroguardia era l’osser- po è la zona dove il bravo Longo ha dovuto lavo- tan Nestorovski, alleggerito da obblighi di posi-
vato speciale degli ultimi incontri, visto come in ARIAUDO rare più che altrove: dopo aver riportato Matteo CHIBSAH zione e d’area delegati al biondino di Palermo. DIONISI
due gare - prima del ko.o. al Novara - aveva in- Perno di difesa Ciofani sulla destra (ripagato alla grande) per Tornato dopo Per nulla scontato invece l’attacco di Longo: col Torna nella
cassato ben 5 gol con un solo punto (1-3 col Pe- scende in sistemare la fase difensiva flebile d’un reparto la A col suo Novara ha lasciato in panchina Dionisi inseren- grande sfida
rugia e a Cremona 2-2). L’anomalia della gara campo dopo che nel torneo scorso costò a Marino salto in A verticalizzare do Citro («Scelta tattica, l’ho visto meglio di al- dopo essere
con gli umbri (in 10 tutta la ripresa) influisce su la morte e playoff, Chibsah, rubapalloni-verticalizzatore, e pressing ha tri, giusto abbia spazio») ed è stato ripagato dal rimasto
dato e giudizi, ma sarà intrigante vedere come dell’amico ha sistemato molte cose. Il Palermo? Ha proble- sistemato la gol dell’ex attaccante del Trapani (sfiorò la A se- in panchina
respingerà gli assalti siciliani. Gara con la morte Astori mi soprattutto sui lati: Rispoli ha strappato ap- mediana gnando nella finale col Pescara su assist di Coro- con il Novara
nel cuore per Ariaudo: «Ho un rapporto partico- plausi nella ripresa con l’Ascoli, con Beghetto è nado) con la rete decisiva. Gol pesantissimo, do-
lare, intenso, fraterno con Ariaudo» disse Astori destinato a giocare una sfida che può decidere il po l’errore dal dischetto di Daniele Ciofani. Ma
anni fa: quattro campionati insieme, a Cagliari e match. Sul lato opposto Tedino non ha Aleesami la sfida nella sfida è tra Coronado e Ciano: as-
poi questa tragedia, non si scordano in un (infortunato) e oscilla dall’arrischiare Rolando sist, punizioni radiocomandate e gol mai banali.
amen... Il Frosinone è guarito dal virus dei gol e non Murawski. In pratica, giocano in fotocopia. Il brasiliano
subiti da calci piazzati, il Palermo deve capire contro lo scugnizzo di Marcianise: comunque fi-
qual è l’assetto senza Cionek. A CURA di GAETANO IMPARATO nirà, sarà spettacolo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA

BARI (4-3-3) CESENA (4-4-1-1) CREMONESE (4-3-1-2) PERUGIA (3-5-2) PESCARA (4-2-3-1)
CLASSIFICA PRO VERCELLI (3-5-2) CARPI (4-4-2) CITTADELLA (4-3-1-2) FOGGIA (3-5-2) PARMA (4-3-3)
SQUADRE PT PARTITE RETI
OGGI ore 15 ANDATA 2-2 OGGI ore 15 ANDATA 1-2 OGGI ore 15 ANDATA 2-1 OGGI ore 15 ANDATA 1-2 OGGI ore 15 ANDATA 1-0
G V N P F S
FROSINONE 53 29 14 11 4 52 34 12 33 27 3 1
MICAI FULIGNATI UJKANI LEALI FIORILLO
EMPOLI 51 28 14 9 5 60 36
CITTADELLA 48 29 14 6 9 44 33 4 17 32 6 2 16 29 6 23 21 15 33 14 24 6 2 13 23 27
SABELLI MARRONE GYOMBER D’ELIA PERTICONE ESPOSITO SCOGNAMIGLIO EGUELFI CINAGLIA CANINI MARCONI RENZETTI VOLTA DELLAFIORE MAGNANI CRESCENZI CODA PERROTTA MAZZOTTA
PALERMO 47 28 12 11 5 37 25
20 8 27 14 34 18 7 GUSTAFSON BANDINELLI 14 16
BARI 44 27 13 5 9 39 35
21 8 14 KUPISZ SCHIAVONE DI NOIA DALMONTE ARINI PESCE PICCOLO 9 8 23 25 4 VALZANIA BRUGMAN
VENEZIA 43 28 10 13 5 35 26 TELLO BASHA HENDERSON 5 6 MUSTACCHIO BIANCO PAJAC 10 26 7
PARMA 41 28 11 8 9 34 26 LARIBI FALCO MACHIN MANCUSO
CASTROVILLI
PERUGIA 40 28 11 7 10 47 41 11 9 16 27 10 17
30 9 32
SPEZIA 39 28 10 9 9 30 26 GALANO KOZAK IMPROTA JALLOW BRIGHENTI GOMEZ CERRI DI CARMINE PETTINARI
CREMONESE 39 29 8 15 6 36 30
CARPI 37 27 9 10 8 23 30 9 33 11 10 11 29 19 17 15 30 19
MORRA REGINALDO MELCHIORRI MBAKOGU KOUAME VIDO MAZZEO NICASTRO DA CRUZ CERAVOLO INSIGNE
FOGGIA 37 28 10 7 11 44 47
7
PESCARA 36 28 9 9 10 35 44 CASTIGLIA PAGHERA DELI AGNELLI
16 24 5 19 SCHENETTI
AVELLINO 34 28 8 10 10 38 42 3 10 5 14 18 11 18 26 4 13 29 11 33
GARRITANO MBAYE VERNA PASCIUTI 27 4 16 SCAVONE MUNARI DEZI
SALERNITANA 34 29 7 13 9 38 44 MAMMARELLA VIVES GHIGLIONE KRAGL AGAZZI ZAMBELLI
SETTEMBRINI IORI BARTOLOMEI
BRESCIA 33 28 8 9 11 28 33 15 27 13 17 13 4 25 2 6 13 19 6 31 5 28 6 2 23
CESENA 32 29 7 11 11 43 52 DRAMANE BERGAMELLI GOZZI DI CHIARA POLI SABBIONE PACHONIK SALVI SCAGLIA VARNIER PELAGATTI LOIACONO CAMPORESE TONUCCI GAGLIOLO LUCARELLI IACOPONI GAZZOLA
NOVARA 31 29 8 7 14 31 36 22 22 1 1 1
ENTELLA 29 28 6 11 11 30 38 PIGLIACELLI COLOMBI ALFONSO GUARNA FRATTALI
PRO VERCELLI 28 28 6 10 12 33 45
ASCOLI 26 29 6 8 15 27 48 BARI Un dubbio sulle fasce: Improta (con CESENA Castori recupera Laribi ma CREMONESE Uomini contati in difesa per PERUGIA Non al meglio Bianco e Del PESCARA Epifani debutta e punta sul
Galano a sinistra) o Anderson. Tutti perde Fazzi mentre Donkor è in dubbio: Tesser: stagione finita per Almici, lunghi Prete. Dubbio in mediana tra Bandinelli e modulo preferito: il 4-2-3-1. Brugman torna
TERNANA 25 29 4 13 12 42 55
disponibili, tranne Berardi e i lungodegenti torna Eguelfi? Ballottaggio Dalmonte- stop per Procopio e Dos Santos. Sempre Kouan. Breda accarezza l’idea di schierare a fare il play. Machin nuovo trequartista.
Oikonomou e Salzano. PANCHINA 22 De Chiricò. PANCHINA 1 Agliardi, 22 infortunato anche Paulinho: esordio dal Diamanti dall’inizio, in quel caso facendo Out Bovo, Gravillon e Proietti. PANCHINA
SERIE A PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSIONI Lucia, 34 Conti, 30 Diakite, 19 Balkovec, 13 Melgrati, 13 Suagher, 18 Donkor, 17 Fedele, primo minuto di Gomez in attacco. un altro modulo. PANCHINA 22 Nocchi, 36 Savelloni, 28 Gravillon, 18 Fornasier,
Anderson, 10 Brienza, 23 Iocolano, 24 23 Ndiaye, 24 Vita, 32 Emmanuello, 9 PANCHINA 1 Ravaglia, 40 Garcia Tena, 4 12 Santopadre, 29 Germoni, 18 Del Prete, 3 Balzano, 24 Fiamozzi, 30 Carraro, 33
Floro Flores, 27 Nenè, 7 Petriccione, 18 Chiricò, 10 Cacia, 11 Moncini ALL. Castori. Sbrissa, 8 Cavion, 31 Macek, 35 Cinelli, 5 5 Gonzalez, 17 Belmonte, 15 Colombatto, Coulibaly, 29 Capone, 9 Yamga, 29 Capone,
PROSSIMO TURNO Cisse, 29 Andrada. ALL. Grosso. SQUAL. SQUAL. nessuno. DIFF. Donkor, Esposito, Croce, 20 Perrulli, 19 Scappini, 11 28 Kouan, 26 Terrani, 21 Diamanti, 11 Bunino, 19 Cocco. ALL. Epifani. SQUAL.
Venerdì 16, ore 20.30 nessuno. DIFF. Improta, Petriccione. Jallow, Laribi, Perticone, Suagher. Scamacca, 30 Camara, 16 D’Avino. ALL. 11 Buonaiuto. ALL. Breda SQUAL. nessuno. DIFF. Bovo, Carraro, Valzania.
FOGGIA-CESENA (3-3) Tesser. SQUAL. nessuno. DIFF. nessuno. nessuno. DIFF. Bianco, Colombatto, Volta.
Sabato 17, ore 15 PRO VERCELLI In difesa è out Alcibiade, CARPI A Ligi, Brosco e Belloni si aggiunge PARMA Manca il regista: out Scozzarella
ASCOLI-TERNANA (1-1) rientra Vives e va solo in panchina Nzola (motivi disciplinari) fra gli assenti. CITTADELLA Venturato deve rinunciare a FOGGIA Al posto di Greco c’è Agazzi, al e Vacca, al centro dovrebbe giocare
BRESCIA-CREMONESE (0-2) Germano. Morra a fianco di Reginaldo. Dubbio Sabbione-Capela in difesa, in Chiaretti, influenzato, al suo posto sulla rientro dopo un mese. Torna Tonucci, esce Munari. Dubbio in attacco: Ceravolo
ENTELLA-PARMA (1-3) PANCHINA 32 Marcone, 1 Gilardi, 2 mezzo l’unica certo è Verna. PANCHINA trequarti Schenetti. In avanti Vido e Martinelli. Dubbio tra Gerbo e Agnelli. favorito su Calaiò. PANCHINA 22 Nardi,
CITTADELLA-BARI (2-4) Berra, 28 Jidayi, 8 Altobelli, 30 Germano, 1 Serraiocco, 12 Brunelli, 3 Capela, 20 Kouame. PANCHINA 12 Paleari , 3 PANCHINA 22 Noppert, 33 Calabresi, 35 Dini, 31 Sierralta, 16 Anastasio,
EMPOLI-VENEZIA (0-1) 21 Da Silva, 24 Pugliese, 4 Kanoute, 16 Bittante, 26 Calapai, 8 Giorico, 21 Saric, 27 Benedetti, 24 Adorni, 14 Pezzi, 20 Pasa, 25 14 Martinelli, 23 Rubin, 3 Figliomeni, 5 Di Cesare, 7 Mazzocchi, 17 Barillà,
FROSINONE-SALERNITANA (1-1) Bifulco, Jelenic, 30 Saber, 18 Palumbo, 7 Concas, Maniero, 8 Lora, 18 Arrighini, 17 Strizzolo. 25 Gerbo, 32 Scaglia, 29 Ramè, 8 Fedato, 14 Frediani, 8 Ciciretti, 10 Baraye, 9 Calaiò.
NOVARA-PALERMO (2-0) 19 Gatto, 7 Raicevic. ALL. Grassadonia. 9 Malcore. ALL. Calabro. SQUAL. Ligi. ALL. Venturato. SQUALIFICATI nessuno. 9 Beretta, 10 Duhamel, 27 Floriano. ALL. ALL. D’Aversa. SQUAL. nessuno. DIFF.
PERUGIA-SPEZIA (2-4) SQUAL. nessuno. DIFF. Vives. DIFF. Brosco, Mbakogu, Mbaye, Pasciuti. DIFFIDATI Pasa, Settembrini, Strizzolo. Stroppa. SQUAL. Greco. DIFF. Gerbo. Calaiò, Gagliolo, Iacoponi, Scozzarella.
Domenica 18, ore 17.30
AVELLINO-PESCARA (1-2) ARBITRO Balice di Termoli. ARBITRO Di Paolo di Avezzano. ARBITRO Sacchi di Macerata. ARBITRO Pillitteri di Palermo. ARBITRO Illuzzi di Molfetta.
Lunedì 19, ore 20.30 GUARDALINEE Pagliardini-Tardino. GUARDALINEE Margani-Scatragli. GUARDALINEE Chiocchi-Colarossi. GUARDALINEE C. Rossi-Mastrodonato. GUARDALINEE Bellutti-Fiore.
CARPI-PRO VERCELLI (0-0) TV Sky Calcio 2 HD. PREZZI 13-35 euro. TV Sky Calcio 7 HD. PREZZI 5-60 euro. TV Sky Calcio 4 HD e Sport. PREZZI 5-35. TV Sky Calcio 3 HD. PREZZI 12-55 euro. TV Sky Calcio 1 HD. PREZZI 12-80 euro.