Sei sulla pagina 1di 24

Lezione 4

Corso di Educazione ambientale


a.a. 2016-2017

Effetti delle attività umane


sull’ambiente: l’effetto serra
ed i cambiamenti climatici
Prof. Roberto Rana
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana

INTRODUZIONE

In ecologia il ciclo biogeochimico (o ciclo vitale) è il


percorso seguito da un determinato elemento
chimico all'interno della ecosfera o biosfera (Terra).

Il ciclo dell’acqua è
un esempio di ciclo
biogeochimico
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana

INTRODUZIONE
Nella ecosfera è possibile distinguere le seguenti sfere, serbatoi o
comparti (cioè aree del pianeta Terra caratterizzatieda una certa
omogeneità):

Atmosfera Idrosfera

Pedosfera
Litosfera Biosfera
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana

Il ciclo del carbonio


La quantità totale di carbonio presente sulla Terra, in forma organica e inorganica, è

Carbonio totale
 50 x 1012 t

22% 3% 71% 3% <1%

Torba e Biomassa Oceani e Fitoplancton Atmosfera


materiali totale degli sedimenti e materia
fossili: ecosistemi come organica
carbone, terrestri carbonati e degli oceani
petrolio, bicarbonati
metano
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana

Il ciclo del carbonio


Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana

Il ciclo del carbonio

Meccanismi fondamentali:
fotosintesi e respirazione
6CO2+ 6H2O ↔ C6H12O6+ 6O2
Anidride Acqua Zucchero Ossigeno
carbonica
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana
100
Forcing radiativo 1800 Forcing 20

È un concetto complesso che può essere definito come il bilancio misurato 80


alla sommità della tropopausa tra l’energia solare in entrata sulla Terra e
quella in uscita. In altre parole è la quantità di energia solare che resta
20
intrappolata sulla Terra. Tale quantità dipende principalmente da una
serie di sostanze chiamati GAS SERRA Terra

Tropopausa

100 2013 Forcing 30

70

30

Terra

Tropopausa

In prossimità della Terra arriva solo una frazione molto piccola dell’energia solare ovvero 20 milionesimi cioè in
termini energetici 1367 watt/m2. Se assumiamo come riferimento l'anno solare, il valor medio annuo dell'energia solare
che arriva sulla superficie terrestre, se non ci fosse l'atmosfera e se la terra fosse nera, sarebbe pari a 342 watt/m2. Ma
grazie alle superfici riflettenti presenti sulla Terra e all’atmosfera il flusso energetico medio di radiazione solare
effettivamente utilizzabile dal nostro pianeta come fonte di energia è di 168 watt/m2.
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana
L’Effetto Serra

La Terra assorbe la radiazione solare (luce bianca) e la


reirradia sotto forma di radiazione infrarossa (calore)
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana
Biossido di carbonio - CO2 :
• Combustibile per energia elettrica e trasporti
• Processi di produzione (cemento)
I gas serra
Metano - CH4 :
• Rifiuti
• Fermentazione enterica dei ruminanti
• risicoltura
Idrofluorocarburi – HFC e Perfluorocarburi PFC :
• Refrigeranti
• Industria chimica, elettronica e di alluminio
• Spray e schiume
Esafluoruro di zolfo - SF6 :
• Industria elettronica
• Fusione del magnesio
Ossido di azoto - N2O :
• Industria chimica
• Agricoltura (fertilizzanti, cambio produzioni alimentari, ecc.)
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana

Gas serra o climateranti:


Anidride carbonica (CO2) – è responsabile di circa il 61% del
“forcing radiativo”, Anche la produzione di cemento produce grosse
quantità di CO2.

Metano (CH4) – la sua capacità di trattenere il calore è 30 volte


maggiore di quella dell'anidride carbonica. Contribuisce al “forcing
radiativo” per il 15%. Le principali fonti di emessione antropiche
sono: allevamento animale, fermentazione del concime organico,
estrazione del carbone, le discariche, ecc.

Protossido di azoto (N2O) – la sua capacità di trattenere il calore è


200 volte maggiore di quella dell'anidride carbonica. Contribuisce al
“forcing radiativo” per il 4%. Le principali fonti di emessione
antropiche, sono: l'impiego dei fertilizzanti azotati e alcune
produzioni industriali.
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana

Gas serra o climateranti:


Anidride carbonica (CO2) – è responsabile di circa il 61% del
“forcing radiativo”, Anche la produzione di cemento produce grosse
quantità di CO2.

Metano (CH4) – la sua capacità di trattenere il calore è 30 volte


maggiore di quella dell'anidride carbonica. Contribuisce al “forcing
radiativo” per il 15%. Le principali fonti di emessione antropiche
sono: allevamento animale, fermentazione del concime organico,
estrazione del carbone, le discariche, ecc.

Protossido di azoto (N2O) – la sua capacità di trattenere il calore è


200 volte maggiore di quella dell'anidride carbonica. Contribuisce al
“forcing radiativo” per il 4%. Le principali fonti di emessione
antropiche, sono: l'impiego dei fertilizzanti azotati e alcune
produzioni industriali.
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana
Gas serra o climateranti:
Esafloruro di zolfo (SF6) – Contribuisce al forcing radiativo in
modo limitato, tuttavia la sua azione si protrae nel tempo poiché
possiede un periodo medio di persistenza in atmosfera di 3200 anni.
Le principali fonti di emessione antropiche sono: l'industria elettrica,
che lo impiega come isolante e le fonderie di magnesio che lo
impiegano come fondente.

Clorofluorocarburi (CFC) – gas artificiali creati dall'uomo per


essere utilizzati come solventi nella produzione di schiume isolanti,
nella refrigerazione, ecc.. Il “forcing radiativo” è del 11%.

Ozono troposferico (O3) – si forma in prossimità della superficie


terrestre a causa dei fenomeni di inquinamento da autovetture. Il
“forcing radiativo” è del 9 %

Vapore acqueo (H2O) –


Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana
Gas serra o climateranti:
Esafloruro di zolfo (SF6) – Contribuisce al forcing radiativo in
modo limitato, tuttavia la sua azione si protrae nel tempo poiché
possiede un periodo medio di persistenza in atmosfera di 3200 anni.
Le principali fonti di emessione antropiche sono: l'industria elettrica,
che lo impiega come isolante e le fonderie di magnesio che lo
impiegano come fondente.

Clorofluorocarburi (CFC) – gas artificiali creati dall'uomo per


essere utilizzati come solventi nella produzione di schiume isolanti,
nella refrigerazione, ecc.. Il “forcing radiativo” è del 11%.

Ozono troposferico (O3) – si forma in prossimità della superficie


terrestre a causa dei fenomeni di inquinamento da autovetture. Il
“forcing radiativo” è del 9 %

Vapore acqueo (H2O) –


Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana

Concentrazione nel Vita Tasso di crescita (% Potenziale


Gas
2000 Media atmosferica all'anno) di riscaldamento
attuale (Watt/m2)
Vapore acqueo 1 ppc pochi giorni 0.20% <1
370 ppm
Anidride carbonica 50-200 anni 0.45% 1
(2014 - 400 ppm)
Metano 1750 ppb 12 anni 0.60% 23 (62 riferito a 20 anni)

Ossido di azoto 312 ppb 120 anni 0.25% 296


CFC 533 ppt 102 anni 1% 10600
HCFC 142 ppt 12 anni 4.20% 1700
HFC 12 ppt11 1-264 anni 5.10% 12000
Perfluorocarburi 79 ppt 3200-50.000 anni 1.40% 5700

4,7ppt 3200 anni 6.30% 22200


Esafluoruro di zolfo SF6

Trifluorometil-zolfo- 0.12 ppt 3500 anni - 17500


pentafluoruro SF5CF3
25/26 ppb settimane Non identificabile -
Ozono troposferico

Areosol variabile giorni/settimane (molto Non identificabile -


variabile)
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana

Il ruolo dell'effetto serra sui cambiamenti climatici


L’effetto serra modifica la quantità di energia termica presente
nell’atmosfera alterando sia la distribuzione delle masse di aria
sia i fenomeni di evaporazione/condensazione dell’acqua
(nuvole o precipitazioni) . Maggiore è la temperatura terrestre
maggiore sarà l’acqua che evapora (acqua evaporando porta con
se una certa quantità di energia – calore latente di
evaporazione). Questo fenomeno può portare ad un incremento
delle piogge o degli eventi estremi.
Pertanto le attività antropiche che causano un incremento della
concentrazione dei gas serra possono portare ad una alterazione
di tale fenomeno e della sua influenza sul clima terrestre
creando ad esempio aree con una maggiore o minore piovosità.
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana

L’acidificazione degli oceani

Anno 2005
Anno 1870

Il meccanismo che sta portando all’acidificazione degli oceano è


dovuto ad una loro benefica azione di assorbimento della CO2.
Lo scioglimento dell’anidride carbonica nell’acqua determina la
formazione di un acido (acido carbonico) che abbassa il pH
dell’acqua ed alla sua acidificazione. Grazie al “servizio” fornito
dagli oceani ogni anno il 25% dell’anidride carbonica emessa
dalle attività antropiche è assorbita dagli oceani. Un altro 25 % è
assorbito dalle piante. Infine il restante 50% si accumula
nell’atmosfera e contribuisce all’effetto serra. Questo fenomeno Anno 2065
avrà numerose conseguenze sugli ecosistemi, poiché il carbonato
di calcio, di cui sono formate molte strutture degli organismi
marini, ha la tendenza a dissolversi in soluzioni acide. Ciò
porterà, per esempio alla morte dei coralli (sbiancamento).
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana

L’acidificazione degli oceani

Anno 2005
Anno 1870

Il meccanismo che sta portando all’acidificazione degli oceano è


dovuto ad una loro benefica azione di assorbimento della CO2.
Lo scioglimento dell’anidride carbonica nell’acqua determina la
formazione di un acido (acido carbonico) che abbassa il pH
dell’acqua ed alla sua acidificazione. Grazie al “servizio” fornito
dagli oceani ogni anno il 25% dell’anidride carbonica emessa
dalle attività antropiche è assorbita dagli oceani. Un altro 25 % è
assorbito dalle piante. Infine il restante 50% si accumula
nell’atmosfera e contribuisce all’effetto serra. Questo fenomeno Anno 2065
avrà numerose conseguenze sugli ecosistemi, poiché il carbonato
di calcio, di cui sono formate molte strutture degli organismi
marini, ha la tendenza a dissolversi in soluzioni acide. Ciò
porterà, per esempio alla morte dei coralli (sbiancamento).
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana

Emissioni di
anidride
carbonica

Per nazione

Procapite
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana

“Andamento delle emissioni di gas serra da


combustibili fossili e cemento per regione”
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana
Gas serra o climateranti:
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana
Gas serra o climateranti:
Relazione tra aumento della temperatura e della concentrazione di CO2
Lezione 4 - Corso di Educazione ambientale - a.a. 2016-2017 – prof. Roberto Rana
Gas serra o climateranti:
Relazione tra aumento della temperatura e della concentrazione di CO2