Sei sulla pagina 1di 24

FENOLI AMMINE

FENOLI, AMMINE
ed
ENAMMINE
FENOLI: nomenclatura IUPAC
FENOLI: 
I fenoli sono composti la cui caratteristica strutturale è quella di possedere un gruppo
idrossile (‐OH) legato a un anello benzenico.

Il sistema
it IUPAC mantiene
ti il nome comune fenolo
f l per PhOH,
PhOH il fenolo
f l più
iù semplice.
li
I suoi derivati semplici sono denominati utilizzando i prefissi o‐, m‐, e p‐ o
i numeri per indicare la posizione dei sostituenti o con nomi comuni.

OH
CH(CH3)2

CH3
2-isopropile-4-metilfenolo
(timolo)

2
FENOLI: REATTIVITÀ
FENOLI: 

1. Reazioni con le basi


2. Sintesi di arilesteri
3 Sintesi
3. Si i di alchil(aril)
l hil( il) eterii
4. Reazioni di sostituzione elettrofila aromatica

3
FENOLI: ACIDITÀ
FENOLI: ACIDITÀ
REAZIONI CON BASI

pKa = 9,95

pKa = 15,9

Ibrido di risonanza dell’anione fenato

O O
O

4
FENOLI: ACIDITÀ
FENOLI: ACIDITÀ
REAZIONI CON BASI
I fenoli sono acidi deboli e reagiscono con le basi forti, come NaOH, per formare i sali solubili in acqua

OH NaOH
aO O Na H2O

pKa = 9.95 pKa = 15.7

La maggior parte dei fenoli non reagisce con le basi deboli come NaHCO3. L’equilibrio per la reazione 
tra fenolo e anione bicarbonato è quasi completamente spostato a sinistra. 

OH NaHCO3 O Na H2CO3

pKa = 9.95 pKa = 6.36

5
FENOLI: ACIDITÀ
FENOLI: ACIDITÀ
pK
Ka di alcuni
l i fenoli
f li

OH OH
OH

H3C CH3

fenolo p-cresolo m-cresolo


pK a = 9.95
9 95 pKa = 10.17
10 17 pKa = 10.01
10 01

OH
OH O2N NO2
OH

Cl Cl NO2
m-clorofenolo p-clorofenolo acido picrico
pKa = 8.85 pKa = 9.18 pKa = 0.38

6
FENOLI: REATTIVITÀ
FENOLI: 
Si t i di alchil,aril
Sintesi l hil il eteri
t i

Sintesi di aril esteri

7
AMMINE: NOMENCLATURA IUPAC
Le ammine sono derivati dell’ammoniaca in cui uno o più idrogeni sono sostituiti
da gruppi alchilici o arilici.
Le ammine sono classificate come primarie, secondarie e terziarie a seconda del
numero di atomi di carbonio legati all’azoto.


1 2°
2 3°
3

8
AMMINE
Le ammine vengono denominate sostituendo il suffisso –o del corrispondente
alcano con il suffisso –ammina.
La posizione del gruppo –NH
NH2 è indicata da un numero

NH2 Ph
NH2 H
H2N NH2

2 butanammina
2‐butanammina         1,4‐butandiammina        (S)‐1‐fenil1‐propanammina
1 4 butandiammina (S) 1 fenil1 propanammina

Le ammine secondarie e terziarie vengono denominate come ammine 
primarie N‐sostituite.

N‐metil‐2‐metil‐1‐esanammina

9
AMMINE AROMATICHE
Il sistema IUPAC mantiene il nome comune anilina per PhNH2, l’ammina aromatica 
più semplice.
I suoi derivati semplici sono denominati utilizzando i prefissi o‐, m‐, e p‐ o i numeri
per indicare la posizione dei sostituenti.

anilina                         m‐bromoanilina      p‐nitro‐N,N‐dimetilanilina

10
AMMINE: NOMENCLATURA IUPAC
O di di i i à di l i
Ordine di priorità di alcuni gruppi funzionali
if i li

gruppo funzionale suffisso se la priorità prefisso se la priorità


è più alta è più bassa

O ‐oico
oico
HO

O ‐ale osso‐
p
priorità
H
crescente
O ‐one osso‐

OH ‐olo idrossi‐
NH2 ‐ammina ammino‐

3‐ammino‐1‐butanolo                 (S)‐2‐amminopropanoato di etile
11
AMMINE
CHIRALITÀ DELLE AMMINE E DEI SALI DI AMMONIO QUATERNARI
CHIRALITÀ DELLE AMMINE  E DEI SALI DI AMMONIO QUATERNARI
inversione piramidale

immagine speculare
non sovrapponibile

L’inversione piramidale non è possibile per gli ioni ammonio
quaternari. I loro sali sono quindi risolvibili.

12
AMMINE ALIFATICHE: BASICITÀ
Data la minore  elettronegatività dell’azoto rispetto all’ossigeno, le ammine 
alifatiche sono più basiche degli alcoli corrispondenti.

pKa H∼ 9.5‐11

pKa H ∼ 3

13
AMMINE ALIFATICHE: BASICITÀ
FATTORI CHE INFLUENZANO LA BASICITÀ DELLE AMMINE
À

EFFETTI ELETTRONICI
EFFETTO INDUTTIVO i gruppi alchilici elettrondonatori aumentano la basicità
EFFETTO INDUTTIVO: i  gruppi alchilici, elettrondonatori, aumentano la basicità 
dell’ammina, in quanto aumentano la densità di carica elettronica sull’azoto.

R3N         R2NH         RNH2 NH3
aumento di basicità per effetto induttivo

SOLVATAZIONE
All’aumentare del numero, della dimensione e della ramificazione dei gruppi 
alchilici la basicità dell’ammina decresce a causa della maggiore difficoltà del 
solvente di solvatare la specie neutra e lo ione alchilammonio.

R3N         R2NH         RNH2 NH3
aumento di basicità per solvatazione

14
AMMINE ALIFATICHE: BASICITÀ

IN FASE GASSOSA

R3N         R2NH         RNH2 NH3
basicità crescente
L b i i à è i fl
La basicità è influenzata unicamente dall’effetto induttivo 
i d ll’ ff i d i

IN SOLUZIONE
IN SOLUZIONE

(CH3)2NH      CH3NH2 (CH3)3N     NH3
basicità crescente
La basicità è influenzata dall’effetto induttivo  e dalla solvatazione

15
ANILINE: BASICITÀ

pKa = 4,60 pKa = 11,20

La cicloesilammina è una base più forte dell’anilina

NH2

16
AMMINE: REATTIVITÀ
Reazione con gli alogenuri alchilici

17
AMMINE: REATTIVITÀ
Reazioni con aldeidi e chetoni

ammine primarie

ammine secondarie

18
AMMINE: REATTIVITÀ
Reazioni con derivati degli acidi carbossilici

19
ENAMMINE: REATTIVITÀ

20
ENAMMINE: REATTIVITÀ

Reazione con gli alogenuri alchilici

Reazione con gli alogenuri acilici

21
ENAMMINE: REATTIVITÀ
1

N
H
H
O
E

22
ENAMMINE: REATTIVITÀ
Reazione con gli alogenuri alchilici

23
ENAMMINE: REATTIVITÀ
Reazione con gli alogenuri acilici

24

Potrebbero piacerti anche