Sei sulla pagina 1di 8

1-8ok_Layout 1 28/02/2018 15:13 Pagina 1

ilDucato
Quindicinale - Anno 28 - Numero 4

Periodico dell’Istituto
per la formazione al giornalismo di Urbino

5 marzo 2018
L’editoriale
IL SINDACO
E LO “STRABISMO”
Gambini e le Comunali 2019
DEGLI
AMMINISTRATORI “Quic’èancorabisogno di me”
È difficile, quando la città è
in uno stato di emer-
genza per il maltempo, con le
scuole e l’Università chiuse
per tre giorni, pensare alla
bella stagione, guardare al
turismo che verrà con la pri-
mavera. È difficile, ma è ne-
cessario, in particolare
quest’anno che, con la Pa-
squa bassa, fra meno di un
mese, il primo aprile, la sta-
gione turistica – tempo per-
mettendo – comincerà
presto, prima del solito.
In visita all’Ifg, il sindaco di
Urbino Maurizio Gambini,
come si può leggere nella sua
intervista a pagina due, mo-
stra di avere lo ‘strabismo’
degli amministratori: guarda
al contingente - “Abbiamo
stanziato altri 50-60.000 euro
per il piano neve” -, all’immi-
nente – il turismo – e al
medio termine – l’integra-
zione, già migliorata, ma an-
cora da migliorare, tra la città
e gli studenti, che ne sono
ricchezza e vivacità, non solo
disturbo e fastidio.
Le numerose disdette e il
conseguente calo dei turisti
nel 2017 sono stati in larga
parte conseguenza del terre-
moto nel Centro Italia, con il
timore del ripetersi delle Il sindaco, ospite in redazione, conferma l’intenzione di ricandidarsi alle amministrative dell’anno
scosse: il sisma ha dunque
interrotto un trend positivo, prossimo e individua i problemi irrisolti del territorio. Dal ripristino della ferrovia Fano-Urbino
per riprendere il quale c’è ora all’aumento del numero dei residenti anche attraverso le fusioni con altri Comuni
l’impegno a spendere qual-
cosa in più, a collaborare con
le città costiere Pesaro e Fano
per le mostre d’arte e la cul- A PAGINA 2 E 3 ▼

All’interno Notiziario
tura, a portare avanti inizia-
tive come il biglietto unico
per i musei, a migliorare l’in-
La storia Asd Pieve di Cagna Palazzo Ducale La ricerca
terazione con Palazzo Du-

Da Urbania ad “Amici”
cale.
In venti a processo Stanziati 3,5 milioni Ilducaavevalagotta
Il ballo come terapia
E le celebrazioni raffaelle-
sche offrono stimoli e oppor-
per fatture false per la sicurezza Lorivelaunostudio
Cottini affronta la sclerosi
tunità. In una città scesa
sotto la soglia dei 15.000 abi- Rinviati a giudizio tutti e 20 gli Il ministero della Cultura I resti del corpo di Federico
tanti, e che vorrebbe tornare imputati per le false finanzia i beni culturali da Montefeltro, riesumati
Resistenza
su quei livelli, il lavoro e fatturazioni della squadra di marchigiani per 5,6 milioni di nel 2000, presentano i segni

Parla “Salvia”, l’ultimo


l’Università sono due varia- calcio di Pieve di Cagna. euro e a Palazzo Ducale spetta dell’artrite urica, una lesione
bili collegate. Se l’Ateneo at-
partigiano di Urbino
Accolta la richiesta di la cifra più alta, 3,5 milioni. Alla infiammatoria tipica della
tira più iscritti e amplia le patteggiamento per il Rocca di Gradara andrà un gotta. Una malattia comune
“No ai fascisti nelle piazze”
sue attività, Urbino ne trae
segretario Tiziano Pieri. milione. Le risorse rientrano per gli aristocratici del
vantaggi economici e com-
merciali. Imputati, tra gli altri, i dirigenti nel piano antisismico dei Rinascimento abituati a

ilducato.it
Certo, la convivenza tra resi- Lorenzo Ceccarini e Marco musei statali e il restauro dei mangiare cibi ricchi di
Trombetta, rispettivamente beni culturali del territorio. “È purine, come le carni rosse.

Sul nostro sito


denti e studenti può e deve
migliorare: tolleranza, da una presidente e vice presidente il primo piano strategico per il Le analisi sono state

notizie e aggiornamenti
parte; moderazione, dall’al- della società, e il direttore paese”, ha dichiarato la condotte dalle università di

dal territorio
tra. Ma città, turismo, cul- sportivo Marco Lucarini. Il deputata del Partito Pisa e Zurigo.
tura, Università sono quattro processo inizierà il 19 maggio. democratico Alessia Morani.
SEGUE A PAGINA 8 ▼
voci d’uno stesso futuro.
2-3ok_ducatoultra def.qxd 28/02/2018 15:14 Pagina 2

2 ilDucato / LÊintervista

“Sul turismo
potevo far meglio
Ma come sindaco
merito il sei”
■ ELISABETTA BARBADORO amministrazione c’è stato un bene, ci sono cultura e arte,
nuovo dialogo coi Comuni mare e monti. Se fossimo
vicini, dalla costa all’entro- meglio collegati sarebbe cer-

È
alla guida della città terra. Quando mi sono inse- tamente più facile convince-
dal 2014. Un passato diato ho trovato una situazio- re le persone a stabilirsi qua.
nei Democratici di ne critica su viabilità, illumi- Aumentare la residenzialità è
sinistra, ma adesso nazione pubblica e servizi al importante e sarà il prossimo
ha votato e vota Silvio cittadino. Ci sono aree che obiettivo”.
Berlusconi. E racconta di ancora non sono servite
quella volta che, insieme ad dall’acquedotto pubblico e La fusione
altri sindaci, fu ospite ad con questa molte altre opere con altri Comuni
Arcore: “Stare quattro ore a pubbliche da completare a “Purtroppo la fusione di
tavola con il Cavaliere è stato partire da quest’anno. Ad Tavoleto con Urbino non è alla tratta turistica, si può zogiorno e ripartono poche
un privilegio, ha una capacità appoggiarmi, alla prossima andata a buon fine: al refe- pensare anche a una metro- ore dopo, non danno molto
e una conoscenza che hanno tornata elettorale, saranno gli rendum la maggioranza dei politana di superficie, non è alla città. Continueremo a
in pochi”. Martedì 27 feb- stessi che sono con me nella cittadini di Tavoleto ha vota- detto che non siano realizza- mettere in campo iniziative
braio, nelle ore in cui la neve maggioranza, hanno confer- to contro, ma loro ci avrebbe- bili entrambe anche se i per incentivare un altro tipo
a Urbino stava superando il mato piena adesione anche ro guadagnato 600.000 euro. fondi stanziati dalla legge di turismo. La mostra
mezzo metro, il sindaco le liste della mia coalizione Perché gli accorpamenti tra riguardano solo il treno turi- “Rinascimento segreto” è
Maurizio Gambini è stato che non hanno eletto consi- Comuni portano un vantag- stico. Rimettere in funzione il uno degli esempi positivi
due ore nella sede dell’Ifg per glieri alle scorse votazioni. gio anche economico: tre binario non favorirebbe solo della nostra amministrazio-
rispondere alle domande Noi comunque siamo aperti milioni di euro all’anno di noi, anche Fano trarrebbe un ne. L’ abbiamo allestita tra
della redazione del Ducato. a tutti coloro che ritengono contributo dallo Stato. Io ho beneficio perché diventereb- Urbino, Pesaro e Fano, per
Domande che lo hanno por- che in questi anni abbiamo parlato sia col sindaco di be una stazione di intersezio- promuovere la collaborazio-
tato a fare un bilancio della lavorato bene. Poi, se ci sarà Petriano che con quelli di ne. A chi dice che non ci sono ne con il resto del territorio e
sua amministrazione, con- qualcuno in grado di ammi- Montecalvo in Foglia e Isola soldi per quest’opera rispon- gli altri Comuni della provin-
fessare qualche rammarico e nistrare meglio la città… io del Piano. Ma è un tema deli- do che le risorse sono già cia. Il 2016, nei primi sei
ho tante altre cato e io mi mesi, è stato un anno positi-
cose da fare”. Le priorità di Gambini approccio con vo: molti ingressi a Palazzo
la dovuta dis- Ducale e tantissime presen-
Calo degli Viabilità da migliorare crezione, senza ze. Con il terremoto il crollo è
abitanti con il ripristino della impormi. Per i stato totale, ma la ripresa è
“Urbino con arrivata prima di quanto ci
meno di 15.000
ferrovia Fano-Urbino, cittadini
che altro, un
è, più
aspettassimo. Oltre alla cul-
residenti fa Aumento del numero blocco psicolo- tura e all’arte, bisogna punta-
paura perché è gico che va re su benessere e qualità
un dato molto
degli abitanti, superato, della vita: nel nostro Comune
negativo, anche scesi sotto 15.000, anche perché la produzione biologica rag-
se 100 abitanti re s t e re b b e r o giunge il 45%, è un dato altis-
anche attraverso simo ed è grazie a caratteri-
in più o in comunque
meno non le fusioni con uffici, munici- stiche come queste che si
fanno la diffe- i Comuni vicini pio e servizi in possono attrarre persone nel
rivendicare le cose che ritie- renza. Lo spo- entrambi i state stanziate e si trovano territorio”.
ne ben fatte. E, soprattutto, polamento Rilancio del turismo Comuni sog- nel bilancio di Ferrovie dello
immaginare il futuro di riguarda tutto lavorando in sinergia getti all’accor- Stato, con Nencini (vicemini- “Ha ragione Sgarbi”
Urbino di cui si vede sindaco l’entroterra, pamento, ci stro dei trasporti, ndr) ci “Non mi sono voluto intro-
per un secondo mandato, molti extraco-
con gli altri sindaci sarebbe solo siamo confrontati in modo mettere nella polemica tra
fino al 2024. Su Facebook, a munitari pur- un unico sin- approfondito su questo Sgarbi e Aufreiter, ma sareb-
questo link bit.ly/gambini, il troppo non daco, ma non tema”. be stato molto più produttivo
video integrale dell’intervi- hanno trovato lavoro e si penso sia un grande proble- se ci fosse stato un accordo
sta. Qui una sintesi dei temi sono spostati. Dobbiamo ma per gli abitanti”. La scommessa tra loro. Tutto è iniziato
principali che sono stati riuscire a riportare da noi del turismo quando Vittorio si è espresso
affrontati. persone che vengano qui a Il ritorno del treno “Non sono d’accordo con con contro i direttori stranieri dei
lavorare, non tanto nelle fab- “Il fatto che la città non sia il Direttore di Palazzo Ducale, musei, in quel caso aveva
Obiettivo rielezione briche o nelle attività produt- toccata dal treno limita il Peter Aufreiter, quando dice ragione perché anche il tri-
“Vorrei finire il lavoro iniziato tive industriali, ma nei settori turismo: se fossimo collegati che dobbiamo portare i visi- bunale aveva emesso una
in questi anni, un lavoro che di maggiore rilievo per il ter- anche con la ferrovia si tatori a Urbino dalla costa: sentenza in questo senso.
non riguarda solo la città ma ritorio, come turismo e servi- potrebbero fare molte più quel tipo di turismo è fatto di Dopo era iniziata una colla-
tutto il territorio: con la mia zi. In questa zona si vive attività di promozione. Oltre persone che arrivano a mez- borazione, che però si è
2-3ok_ducatoultra def.qxd 28/02/2018 15:14 Pagina 3

ilDucato 3
1

1
Il sindaco Maurizio Gambini
in alcuni momenti
del confronto del 27 febbraio
con la redazione del Ducato
Urbino e Burian
Tra emergenze
e brindisi al gelo 1
Caduto più di mezzo metro di neve. La chiusura di

1
scuole e Università. Stanziati altri 60.000 euro

■ MARIA CONCETTA DE SIMONE

7
interrotta quando Aufreiter Le notti degli studenti molti meno abitanti. Come
ha criticato la mostra “Quando mi sono insediato amministrazione siamo
“Rinascimento segreto” per- era una tragedia, la polizia intervenuti per realizzare il
ché curata dall’assessore interveniva coi manganelli. campo da tennis, il parco e
stesso, che comunque aveva Anche a novembre ci sono alcuni camminamenti”.
l’approvazione del Comitato stati interventi anche pesanti

6
scientifico. Altro dissidio era da parte delle forze dell’ordi- Un voto al sindaco
nato quando Palazzo Ducale ne per colpa di alcuni stu- “Un voto al mio operato? Non
aveva concesso la Muta di denti che hanno causato pro- lo posso certo dare io, quello
Raffaello in prestito a Mosca: blemi. Oggi, complessiva- spetta agli altri. Posso però
mancava il parere del comi- mente, la situazione è miglio- dire che tutti i punti del pro-
tato scientifico e stiamo par- rata, ma se le cose dovessero gramma presentato quattro
lando di una delle poche peggiorare, proporrò la chiu- anni fa in campagna elettora-

5
opere dell’artista urbinate sura anticipata dei locali le sono stati realizzati, abbia-
rimaste in città. Anche in entro l’1.30 o anche mezzan- mo fatto anche qualcosa di
notte. Però non vorrei che
tutti ci perdessero per colpa

G
di qualche indisciplinato. Da ambini è arrivato in la madre è stata accompa-
parte nostra, aprendo la redazione con giacco- gnata in ospedale dai Vigili
Data, abbiamo creato uno ne e scarpe da neve. del fuoco. I primi fiocchi
Martedì, 27 febbraio, la tem- sono caduti domenica 25

4
spazio per le attività ludiche
e di studio dei giovani. Il mio peratura era -8°C e i fiocchi di febbraio e i comuni di Urbino
obiettivo è che sia fruibile neve cadevano abbondanti. Il e Fermignano hanno ordina-
giorno e notte, aperta 24 ore. piano neve del Comune, da to la chiusura delle scuole,
Alcune persone mi hanno 70.000 euro, era già scattato decisione che nella città
detto ‘non dia la Data ai gio- da 48 ore ma, annuncia subi- ducale si è protratta per quasi
vani’, è proprio il contrario di to il sindaco, “con una varia- tutta la settimana. La giorna-
zione al bilancio saranno ta più difficile è stata quella

3
quello che vorrei fare”.
stanziati altri 50-60.000 euro”. di lunedì 26. L’abbondante
Ponte Armellina Comune e Provincia si dico- nevicata ha messo in azione
questo caso, secondo me, “Il bando per la nuova asse- più, quindi spero di essermi no pronti a chiedere lo stato 40 mezzi sulle strade per con-
Vittorio non aveva torto. gnazione delle case popolari guadagnato almeno la suffi- di emergenza per frane e sentire ad auto e trasporto
Dopo diversi mesi ho chiesto di Ponte Armellina dovrebbe cienza. Se mi si chiede cosa smottamenti che si verifiche- pubblico di viaggiare regolar-
ad Aufreiter di fare un incon- essere pronto entro marzo. avrei potuto fare meglio, ranno man mano che la neve mente. Un po’ più critica la
tro per appianare la situazio- C’è la possibilità di riservare penso che l’organizzazione si scioglierà. Sì, perché sono situazione nel centro storico,

2
ne, ma lui ha risposto che delle quote agli italiani, que- dei lavori pubblici poteva stati giorni intensi, anzi gelidi dove bisognava fare attenzio-
non aveva alcun interesse a sto servirebbe a non concen- essere gestita in modo più quelli dell’ultima settimana ne al ghiaccio. Più di 50 i cen-
riappacificarsi. Vittorio ha il trare alcune etnie nelle sin- efficiente, anche per il turi- di febbraio. C’è chi ha sfidato timetri caduti ma, nonostan-
90% delle ragioni. Rispetto gole aree. A breve, con la smo avrei voluto fare di più Burian, il vento siberiano, te la tregua, bisognava fare i
Peter, ma il suo non è stato commissione, decideremo i perché è questa la nostra chiuso in casa davanti al conti con il calo delle tempe-
un atteggiamento corretto termini del bando. Intanto le industria. In ogni caso sono camino e chi invece ha sor- rature, che hanno sfiorato i -
nei confronti della città che famiglie che risiedono negli abbastanza soddisfatto per- seggiato del vin brulè al cen- 10°C. Burian però è ormai

1
lo ospita, la Galleria naziona- alloggi in questione devono ché abbiamo portato a termi- tro di piazza della Repubblica alle spalle e i metereologi
le delle Marche si trova a essere ricollocate: l’ente pre- ne varie attività grazie al seduto a un tavolino. C’è per- tranquillizzano: a marzo
Urbino e un rapporto posto a questo, l’ERAP, è già taglio delle spese superflue e sino chi ha deciso di venire al temperature sopra lo zero. La
costruttivo con le istituzioni all’opera, infatti, ad oggi in all’ottimizzazione delle risor- mondo sotto la tempesta, primavera è quindi alle porte,
locali è necessario”. zona Ponte Armellina ci sono se disponibili”. come il bimbo nato dopo che almeno si spera.
4-5_ducatoultra def.qxd 28/02/2018 15:25 Pagina 4

4 ilDucato / Le storie

Il ballo contro
la sclerosi multipla
La lotta quotidiana
di Ivan Cottini
■ PATRIZIA BALDINO cipo, sono sempre un passo Ivan mi solleva e mi fa fare
GIOVANNI BRUSCIA avanti”. Lottatore dal cuore dei bei voli”. Da qui nasce la
tenero, tutto per la figlia loro coreografia sulle note

A
ffrontare la sclerosi Viola. Per averla ha rinun- di “Ti vorrei sollevare” di
multipla a passo di ciato ai farmaci per due Elisa: un passo a due prepa-
danza. È la scelta di anni: “Avere un figlio era il rato in un mese. “Quello
Ivan Cottini, 33 mio desiderio più grande, che fa Ivan va oltre il limite,
anni, di Urbania. Una ster- sono andato avanti anche e vogliamo farlo arrivare a
zata di fronte a una prova se questa scelta non è stata tutti. Perciò il brano è
dura come la diagnosi, accettata e condivisa da importante. In questo caso
piombata nella sua vita tante persone. Con mia ho pensato all'idea di voler
quando era un modello e figlia – dice – giochiamo aiutare, sollevare da pensie-
girava l’Italia. seduti. Le piace mettermi lo ri e angoscia."
L'ottimismo di Ivan è strari- smalto e truccarmi. Per for- La danza per Ivan è tera-
pante e nasce dopo aver tuna ho i capelli corti – ride peutica: “Ivan recupera
metabolizzato la malattia: - altrimenti mi toccavano memoria muscolare – spie-
“Avevo 27 anni e ho reagito anche le acconciature”. ga Bianca - e coordina i
male – racconta – è stato Una lotta quotidiana, che movimenti: fa un doppio
tutto molto improvviso. parte dai primi attimi della lavoro. Sente la musica e
Una mattina di cinque anni giornata: “Il momento più segue il ritmo, con gli
fa mi sono svegliato e non difficile è la mattina, quan- impulsi che partono dal
vedevo più dall’occhio do mi devo alzare. Per chi è cervello e arrivano agli arti.
destro. Pensavo fosse un malato può essere un'attivi- Riesce a fare movimenti per
problema passeggero – tà molto dolorosa. Faccio lui quasi impossibili
ricorda - ma poi ho fatto un check-up per vedere lasciandomi sempre a
delle analisi. In due setti- cosa sento e cosa no: la bocca aperta”.
mane la diagnosi: sclerosi malattia cambia ogni gior- Ivan si cura al San Raffaele
multipla”. Mi sono sentito no". di Milano: “Vado lì dopo il
perso – continua - soprat- Alle 12:30, ogni giorno, Ivan consiglio dei medici dell’o-
tutto leggendo cosa provo- ha appuntamento con spedale di Pesaro. Devo
ca questa malattia e veden- Bianca Berardi, la sua spostarmi perché la mia
do come cambiavo. La scle- coreografa di Urbino e part- forma di sclerosi è molto
rosi ha iniziato a progredire ner sul palco dal 2015, anno aggressiva. Da questo
rapidamente, e sono davve- in cui si sono conosciuti punto di vista, sono un emi-
ro uscito fuori di testa per i durante un evento a grato. Non dimentico i miei
primi cinque mesi”. Sassocorvaro. In quell'occa- conterranei che come me
La svolta arriva a un anno e sione Bianca doveva prepa- combattono la malattia e
mezzo dalla diagnosi. Una rare una coreografia attor- per questo sto facendo una
festa con tanti ballerini e un no a Ivan. “Non si muoveva raccolta fondi per comprare
desiderio: essere protagoni- – racconta lei – ma due set- un mezzo di trasporto da
sta e muoversi senza 'cate- timane dopo mi chiese se donare agli ammalati del
ne', come uno di loro. fossi in grado di coinvolger- territorio. Spostarsi è uno
“Ballare mi fa dimenticare lo e farlo danzare, nel limite dei problemi più grandi
di essere malato, mi fa sen- del possibile. Insieme perché non lo si può fare da
tire vivo e mi permette di abbiamo creato una coreo- soli. Questo implica un
alzare l’asticella, di provare grafia che abbiamo portato grosso sacrificio da parte di
a fare sempre qualcosa di a Tu sì que vales, il talent di amici e parenti”.
nuovo. Sento anche benes- Canale 5”. L'ultima appari- Nonostante l'aiuto conti-
sere psicologico – racconta zione in tv è stata il 15 feb- nuo da parte della sua fami-
orgoglioso – posso prendere braio ad Amici di Maria De glia, Ivan cerca di dimostra-
a calci in culo la sclerosi Filippi. Dopo la prima re che la sclerosi multipla
multipla”. coreografia con le note di “ può essere affrontata a testa
Una tempra da guerriero, Guerriero” di Marco alta vivendo da protagoni-
come raccontano gli 88 Mengoni, la produzione ha sta. “Non rinunciare ai pro-
tatuaggi che ha sul corpo: richiamato i due per un’al- pri sogni e non rimandare
“La malattia mi fa dimenti- tra esibizione: “Abbiamo nulla di ciò che si può fare
care episodi del passato, registrato la puntata e sono oggi. Ho deciso di fare così e
perciò ho deciso di tatuarmi rimasti tutti a bocca aperta mostrare la mia vita con la
tutto ciò che volevo ricorda- – dice Bianca – la trasmis- sclerosi. Capisco chi non
re. La malattia vuole sione ha avuto grandi ascol- vuole farlo. Io non ci riusci-
annientarmi, ma io la anti- ti. Un’emozione, perché rei mai”.
4-5_ducatoultra def.qxd 28/02/2018 15:25 Pagina 5

ilDucato 5
1

1
“Mai abbattersi”
Ivan Cottini, 33 anni,
durante un ballo ad
Amici insieme
all’insegnante di danza
urbinate Bianca Berardi.
Al centro, a sinistra, La voglia di vita
1
Cottini posa con gli altri
compagni del talent
condotto da Maria De
Filippi, in onda su Canale
5 (a sinistra). A destra,
di Sara e Maria
un selfie con la Berardi.
In basso, il ballerino di
Urbania ancora con la La scoperta della malattia, il baratro, la determinazione

1
sua compagna durante
una delle loro esibizioni a non mollare e andare avanti. Due donne urbinati
colpite dalla sclerosi si raccontano
■ FEDERICA OLIVO

A
lla diagnosi della scle- previsto l’accesso ai disabili.

9
rosi multipla non tutti A chi ha scoperto da poco di
reagiscono allo stesso avere la sua stessa malattia
modo. Due donne urbinati consiglia di avere fiducia
hanno scelto di condividere nella scienza: “Oggi non è più
la loro storia, il loro rapporto come 30 anni fa. Esistono
con la malattia e le difficoltà tante cure, basta trovare
che si incontrano nella vita di quella giusta”.
tutti i giorni. Con l'intenzione La rinascita. Maria è ripartita

8
di lanciare un messaggio: c'è dai suoi affetti: il marito e le
vita oltre la diagnosi. sue due figlie, per tornare a
In montagna. Una delle vivere a testa alta. Una rina-
esperienze più belle Sara scita per superare la depres-
(nome di fantasia) l'ha vissu- sione nella quale era caduta
ta a Predazzo, in Trentino, dopo la diagnosi. Non era
dove ha fatto un'escursione giovanissima quando ha

7
con una carrozzina da mon- saputo di essere malata:
tagna. “Voglio che le persone “Avevo 56 anni – racconta – la
sappiano che anche con la sclerosi si palesa molto
sclerosi si può arrivare in prima”. Quattro anni fa ha
cima alle montagne”. Aveva iniziato ad avere dolore al tri-
29 anni quando le è stata dia- gemino, un nervo facciale. “È
gnosticata la malattia, e stava stato devastante – racconta -

6
per specializzarsi in medici- sono caduta in depressione.
na interna. La prima reazione Non volevo vedere nessuno:
è stata la disperazione, ma non per vergogna, ma perché
poi ha capito che doveva rea- mi sentivo debole”. Fino alla
gire. Oggi, a 15 anni dalla dia- scorsa estate lavorava a
gnosi, parla serenamente Urbino, nella pubblica
della sua situazione. Sara si è amministrazione. Poi ha pre-

5
laureata, è un medico e ha ferito smettere: “Ho chiesto
una vita sociale attiva, supe- di andare in pensione antici-
rando le tante sfide quotidia- pata per i miei problemi di
ne. salute”. Per le attività quoti-
“I primi tempi sono stati dif- diane ha bisogno del soste-
ficili. Per più di un mese non gno dei suoi cari: “Mio marito
sono riuscita a parlarne e le mie figlie mi aiutano in
neanche con le persone più molte cose. Con il deambula-

4
care. Grazie alla mia famiglia, tore qualche passo riesco a
agli amici e ai colleghi ho ini- farlo da sola. Da quando fac-
ziato ad elaborare la cosa”. cio fisioterapia due volte la
Sara non nega le difficoltà: settimana, sono riuscita ad
“Io guido e mi muovo a ottenere qualche piccolo
Urbino. Ho notato che qui ci successo: ho difficoltà
sono pochi parcheggi per soprattutto a fare alcuni gesti

3
disabili”. Per lei è difficile ma riesco a muovermi un po’
entrare in un locale o seguire meglio”. Girare in centro non
una messa, ma non si perde è facile: “Certamente non
d'animo e ogni giorno affron- posso fare la salita di via
ta gli ostacoli che sa di poter Raffaello – racconta - ma per
incontrare. “So che in una fortuna ho il permesso per
città come la nostra è difficile entrare in centro con la mac-

2
eliminare tutte le barriere china. Non guido, mi accom-
architettoniche. In alcuni pagnano i miei familiari”.
casi è impossibile. Ci sono, Dopo un percorso difficile,
però, alcune cose che potreb- Maria è più serena. Alle per-
bero essere sistemate, anche sone che hanno appena sco-
a basso costo: nel centro sto- perto di avere la sclerosi e
rico, ad esempio, alcuni locali non sanno come affrontarla

1
non hanno le pedane per dice di non arrendersi: “Siate
l’accesso dei disabili. Anche forti, non mollate. Non
entrare in una chiesa è diffici- lasciatevi andare come ho
le: in quasi nessuno degli edi- fatto io all’inizio, quando ho
fici di culto del centro è stato scoperto la malattia”.
6-7_Layout 1 28/02/2018 15:32 Pagina 1

6 ilDucato / Memoria

“Non lasciamo le piazze ai fascisti”


L’appello del partigiano ‘Salvia’
minavamo senza riposare. E
■ STEFANO GALEOTTI Guido Gianotti,
si era addormentato anche
nome di battaglia
‘Salvia’, vive quello che ci aspettava. È an-

“G
uido Gianotti a Schieti. data bene, se ci fossero stati i
detto Salvia, Da lì è iniziata fascisti saremmo morti”.
quinto batta- la sua guerra Gianotti ha trascorso due
glione Gari- partigiana nel anni sull’Appennino tra le
baldi, distaccamento marzo del 1944 Marche e l’Umbria: “Abbiamo
Gasperini”. Si presenta così iniziato a Schieti, poi ci siamo
l’uomo che è forse l’ultimo spostati verso Pieve di Cagna
urbinate, a 95 anni, a poter e via via più lontano fino a
raccontare la guerra parti- Pietralunga, dove abbiamo
giana in prima persona. E passato il fronte. Lì ormai la
vuol parlare perché quello guerra era finita e siamo stati
che sta accadendo adesso in 15 giorni ad Assisi prima di
Italia non gli piace per niente. scioglierci. Io sono tornato a
“Con il fascismo non si Schieti e non c’era niente,
scherza. Nemmeno con la non c’era neanche da man-
semplice parola. Fascismo giare e mio padre era morto”.
vuol dire violenza, razzismo, Ecco, la famiglia. Combattere
mancanza di libertà. Quando i fascisti voleva dire anche
ero ragazzo era persino vie- mi hanno chiamato da una notti inizia ufficialmente la soldi”. mettere a rischio i parenti:
tato stare in gruppo, avevano parte e mi hanno detto sua guerra partigiana, ma Ma quella dei partigiani era “Hanno preso mio fratello e
paura che parlassimo, che ci ‘Guido, vieni con noi’. Ci sto, prima di diventare Salvia era una guerra e oltre a cercare il l’hanno messo dentro: vole-
scambiassimo idee. Oggi chi ho risposto subito. Anche per- stato a un passo dalla campa- cibo c’era da usare il fucile: vano sapere dov’ero io. Ogni
usa quella parola o è proprio ché di tempo non ce n’era più, gna di Russia: “Lavoravo in “Salvia, tu ci vai a spararmi a tanto uno entrava e lo pic-
fascista, e quindi non sarebbero miniera e mi arrivò la chia- questo?’ mi chiedeva il co- chiava con dei mattoni. Si è
va combattuto Guido Gianotti, 95 anni, ripassati due mata per fare il servizio mili- mandante. Ci vuole un bel co- salvato perché c’era una festa
fino all’ultimo re- ha combattuto volte. E non tare. Dopo sei mesi decisero raggio. Quei fascisti avevano a Mercatello sul Metauro, tutti
spiro, oppure non c’era una terza che chi stava in miniera do- la mia età, però se ti prende- i fascisti c’erano andati e lui
sa quel che dice, per oltre un anno via: o coi fasci- veva tornare a fare il minatore vano loro eri morto. Noi in- era rimasto da solo dentro la
parola di Salvia”. tra le Marche e l’Umbria: sti e i nazisti o invece che andare al fronte”. vece stavamo buoni: passato caserma. È stato dentro una
E Salvia ha tutte le coi partigiani”. Con lui, nei Gap, entrarono il fronte avevamo più di mille settimana, potevano ammaz-
carte in regola per
“Alcune posizioni Ma Guido Gia- anche altri coetanei: “Era- prigionieri. Certo, mi è capi- zarlo”.
parlare di fasci- dell’estrema destra notti la sua vamo in dieci, quasi tutti del tato di uccidere. Non si do- Quando gli si chiede cosa fa-
smo e di antifa-
scismo. Ha preso
di oggi mi ricordano scelta l’aveva
fatta prima di
‘22. Qui a Schieti c’era gente
tosta. E tutti i giorni si univa
vrebbe dire, ma è la guerra”.
Quando ricorda le notti pas-
vorì la nascita e la crescita del
fascismo, Gianotti non ha
le armi che aveva quelle del Ventennio” quella sera, qualcuno, arrivavano da Ur- sate nei boschi, con le orec- dubbi: “La miseria. Oggi
21 anni e le ha “quando il fa- bino, Montecchio, Tavoleto, chie dritte e pronto a scattare quelle condizioni non ci sono
usate per più di un anno, dal scismo era forte e attirava la Cavallino”. Si stava nei boschi al minimo fruscio, i suoi occhi più, ma alcune posizioni
marzo del 1944, quando si simpatia della gente. Chi e si dormiva pochissimo, fa- diventano quelli della paura: dell’estrema destra mi ricor-
combatteva a Cassino e l’Ita- aveva un posto di lavoro, cendo i conti con i morsi della “Una volta dovevamo trovarci dano quelle dei fascisti. Io
lia era ancora divisa dalla anche al tempo del fascio fame: “Io spesso facevo il vet- a Montecalvo a mezzanotte non ho dubbi, per me la linea
linea Gustav. Una sera di stava bene. Se avevi la tessera tovagliamento: andavamo dai con un’altra squadra, ma arri- da tenere è chiara: non si la-
quella primavera viene rag- lavoravi, sennò niente. Io contadini, prendevamo da vati là non c’era nessuno. sciano le piazze a chi diffonde
giunto dai militanti dei quella tessera non l’ho mai loro formaggio e carne e la- Siamo andati in una collina lì un messaggio di quel tipo. Coi
Gruppi di Azione Patriottica: presa”. sciavamo la ricevuta. Dopo la vicino e ci siamo addormen- fascisti non si deve neanche
“Sono venuti dentro l’osteria, Da quel giorno Guido Gia- guerra molti hanno preso i tati tutti, da due giorni cam- parlare”.
6-7_Layout 1 28/02/2018 15:32 Pagina 2

ilDucato / Cronaca 7

ai 700.000 euro – spiega Bar-

Morì schiacciata tolucci – ma l’assicurazione


non vuole pagare perché so-
stiene che il forte vento sia
stato di natura eccezionale.

da un ramo Ma a Urbino quella velocità


non è un evento imprevedi-
bile. Quel giorno le folate rag-
giunsero 116 chilometri

“Quell’albero all’ora, una velocità toccata


diverse volte negli ultimi 15
anni”. Una versione che il sin-
daco Maurizio Gambini

andava abbattuto” smentisce: “È stato un evento


eccezionale, l’assicurazione
cerca scuse per non pagare.
Su quella pianta non era stata
effettuata la manutenzione
perché non era prevedibile
La dipendente Ersu Rita che sarebbe potuta cadere”.
■ MATTEO DE RINALDIS
Inoltre, la compagnia ritiene
Buccarini è morta sulla L’albero caduto il 5 marzo 2015 in via dei Cappuccini che, comunque vada, non

R
via dei collegi nel 2015. ita Buccarini, dipen- tocchi a lei risarcire la fami-
dente dell’Ersu di Ur- glia. “Secondo l’assicura-
Dopo tre anni ancora bino, è morta il 5 stessa giustificazione che ha famiglia Alfredo Bartolucci. zione, il contratto stipulato
marzo 2015. La dato il Comune. Il sindaco di Dopo l’incidente la Procura
nessun risarcimento aveva infatti aperto d’ufficio
con il Comune non copre
donna era rimasta schiacciata Urbino, Maurizio Gambini, danni di questo tipo perché
per i famigliari della da un albero in via dei Cap- sostiene inoltre che quell’al- un fascicolo per omicidio col- sull’albero non era stata fatta
vittima. “Abbiamo puccini, mentre, a piedi, an- bero non era a rischio. Ma la poso. Risulta indagato un di- la manutenzione”.
dava al lavoro ai Collegi. A tre perizia della Procura dice pendente comunale all’epoca Se il giudice civile darà ra-
chiesto 700.000 euro” anni di distanza, i suoi fami- altro: quella pianta era peri- addetto al piano di manuten- gione ad Ariscom su quest’ul-
gliari non hanno ancora rice- colosa e andava abbattuta. zione delle piante. Il Gip Vito timo punto, allora sarà
vuto un euro di risarcimento. A stabilirlo è stato il perito in- Savino deciderà nelle pros- direttamente il Comune a pa-
E non si sa ancora chi debba caricato durante le indagini: sime settimane se rinviare a gare. Se invece dovesse deci-
pagare. Secondo l’assicura- “Nel punto in cui si è spezzata giudizio o archiviare definiti- dere che si è trattato di un
zione del Comune che copri- la pianta era gravemente fe- vamente il caso. evento eccezionale, ai fami-
va questo tipo di danni (che rita e presentava danni pre- Qui si incrociano le due vi- gliari di Rita Buccarini (che ha
all’epoca dei fatti era la Ariscom) gressi derivanti da precedenti cende processuali: quella pe- lasciato un marito e due figli)
si è trattato di un evento straor- eventi atmosferici, probabil- nale e quella civile. “Abbiamo non spetterà nulla. La pros-
dinario causato dalla giornata mente risalenti al ‘nevone’ del chiesto il pagamento dei sima udienza del processo ci-
più ventosa di quell’anno. La 2012”, spiega l’avvocato della danni morali, una cifra vicino vile è prevista a luglio.

meno (-2,8%). I settori più in

Nella provincia crisi sono l’edilizia e la mani-


fattura, dal quale arrivano
anche note positive: la pro-
Regista urbinate
raddoppiano duzione e le vendite in au-
mento. Secondo la segretaria
generale della Cgil di Pesaro
“sbarca”in Argentina
Simona Ricci il settore ha

i giovani disoccupati però creato molta occupa-


zione precaria: “Si utilizzano
soprattutto i contratti a ter-
“Non ora”, film di Andrea Laquidara, è tra i sette
selezionati del Lanús International Film Festival
mine e quelli a somministra-
zione di manodopera, l’ex colarizzazione.
■ LORENZO CIPOLLA lavoro interinale, che pos- ■ GIACOMO TIROZZI
“Ho cercato delle immagini
sono anche durare pochi

A
delina camminava per che potessero rinviare al disa-
Secondo i dati dell’Istat
D
al 2013 al 2016 i disoc- giorni”. Per il direttore della strada quando è stata gio e alla solitudine e – dice il
in tre anni la percentuale cupati tra i 25 e i 34 Confcommercio provinciale rapita da una banda di regista - nella seconda parte
anni nella provincia di Amerigo Varotti “le imprese criminali. L’hanno stuprata e mi interessava un luogo sim-
di under 35 Pesaro e Urbino sono raddop- non investono in ricerca e rivenduta a un altro gruppo di bolo dell’abbandono. Mi atti-
che non trovano lavoro piati, passando dal 9,52% al formazione e nel nostro ter- malviventi. Violentata ancora rava il tema della femminilità
20,26%. ritorio non si creano le pre- una volta, dall’Albania è stata e della violenza sulle donne,
a Pesaro e Urbino Una percentuale più alta della messe per assumere nei mandata in Italia e costretta a volevo dare risalto a quanto
è schizzata dal 9,5 al 20, media italiana, che è al settori più rivolti ai ai giovani, prostituirsi. Una storia lunga grande possa essere il disagio
17,66% e non ha subìto parti- ovvero terziario, turismo e cinque anni che la ragazza, delle donne”. La maggior
più della media italiana. colari variazioni nello stesso cultura”. Secondo Varotti ora quarantenne e senza cit- parte del corto è ambientato
Ricci (Cgil Pesaro): periodo. I dati sono stati pub- questo spiega anche perché tadinanza, ha deciso di condi- nell’ospedale psichiatrico di
”Molti contratti a tempo blicati dall’Istat, che ha preso nelle Marche settentrionali la videre raccontandola al Volterra, in Toscana: “Un
in considerazione i disoccu- disoccupazione giovanile sia regista Andrea Laquidara (41 luogo abbandonato da più di
Le piccole imprese pati che cercano lavoro ma più alta rispetto alle zone ter- anni), che vive a Urbino da 40 anni che è stato il teatro
cercano solo manodopera non riescono a trovarlo. remotate: “Lì si investe nei tempo. Il cortometraggio è tra della follia dei pazienti che
In quel triennio le imprese settori che vendono nel mer- i sette finalisti nella sezione hanno vissuto lì”.
non qualificata“ marchigiane registrate sono cato russo, cinese e statuni- Experimental Short del Lanús Laquidara aveva già girato nel
calate di 3.280 unità (-1,8%). tense”. Per Ricci un altro International Film Festival, 2015 Fuori dalle mura, un do-
Ma le attive ne hanno perse problema è lo scarto qualita- che si terrà a Buenos Aires cumentario sulla situazione
4.967 (-3,1%). Nella nostra tivo tra l’offerta e la do- (Argentina) dal primo al 4 di degrado in cui vivono gli
provincia le imprese regi- manda: “Qui le piccole marzo. Non ora, così il titolo abitanti di Urbino 2. Tre anni
strate perse sono state 676 (- imprese cercano lavoratori dell’opera, vuole raccontare prima un altro girato in Bo-
1,6%); quelle attive hanno non qualificati ma si rivol- una situazione di disagio più snia, in collaborazione con
registrato un saldo ancora più gono a chi è almeno media- con la profondità delle imma- l’associazione La Ginestra di
negativo con 1.057 imprese in mente qualificato”. gini che attraverso la spetta- Urbino.
1-8ok_Layout 1 28/02/2018 15:13 Pagina 8

8 ilDucato / Notiziario
Urbino rugby e Nft Disabilità
Adulti e bambini LO SCATTO
Undici milioni per
in un album di figurine eliminare le barriere
Da gennaio è in vendita Arriveranno 11,3 milioni di
l’album di figurine 2017/2018 euro dal Governo alla Regione
della squadra di calcio New Marche per rifinanziare il
Football Team e della Società fondo speciale che punta al
Urbino rugby. Bambini e superamento e
adulti hanno partecipato alla all’eliminazione delle
composizione dell’album, barriere architettoniche negli
facendosi immortalare per edifici privati. La misura è
diventare una figurina da stata formulata inserendo nel
collezionare. L’album si può fondo investimenti, previsto
acquistare in tre punti dalla legge di bilancio 2017, il
vendita di Urbino: all’Ipit Bar rifinanziamento della legge
e al Pascucci Bar, gestiti 13 del 1989. Tutto ciò non
dall’ideatore dell’iniziativa, e accadeva dal 2003.
presso il campo sportivo di
Varea. Galleria Albani

Salute
Nominata la nuova
Marche seconde commissione
È stata nominata la nuova
per aspettativa di vita commissione tecnico-artistica
Le Marche, con i suoi 83 anni della Galleria Albani. Sarà
di aspettativa di vita, sono la composta da cinque membri,
seconda regione più longeva in carica fino al 2021: Stefano
d’Italia dietro al Trentino Alto Pivato, Roberto Budassi,
Adige. E quella di Pesaro e Umberto Piersanti, Carlo
Urbino è la prima tra le 5
province della regione,
Il drago dell’illustratrice urbinate che ha fatto innamorare l’America Bruscia, Adriano Calavalle. La
commissione avrà la funzione
seguita da Ancona, di definire la programmazione
Francesca Urbinati è una fumettista e della casa editrice di Jon Schindehette, ex
Macerata, Ascoli Piceno e di attività, mostre e incontri da
illustratrice di Urbino conosciuta in Italia e nel direttore artistico della Wizard Corporate
infine Fermo. Sono i dati svolgere nella Galleria.
mondo. Dal 2013 non perde un appuntamento (ideatrice delle famose carte da gioco Magic e
raccolti dall’Osservatorio
Scuola
del Lucca Comics (la fiera dedicata al fumetto del gioco fantasy Dungeons and Dragons). Una
nazionale della Salute e
che si svolge ogni anno tra ottobre e novembre). passione per l’illustrazione che dura sin da
riferiti al 2016. La buona
alimentazione gioca un
A fine gennaio è stata selezionata in un bambina: “Prima volevo produrre cartoni per la Premiati a Firenze
concorso internazionale indetto dalla ArtOrder Disney – racconta – poi creare videogiochi, alla tre studenti di Urbino
ruolo chiave: “Nelle nostre
Llc. Il suo drago sarà pubblicato nell’artbook fine mi sono decisa a disegnare fumetti”.(l.p.)
zone abbiamo accesso a Alessia Barzotti, Elena Bogliolo
materie di prima di qualità e e Lorenzo Tiberi, tre studenti
Molestie sessuali Eventi Viabilità
soprattutto siamo a del liceo scientifico e delle
conoscenza della scienze umane Baldi-Laurana,
provenienza dei prodotti” Nelle Marche vittima Festa della donna Vie dei collegi dissestate sono i vincitori del concorso
commenta Roberta De Bellis, una donna su tre Galimberti al Sanzio Gambinicercaunaccordo letterario “Colloqui fiorentini”
docente di Scienze Nelle Marche, secondo una Tre gli eventi in programma a Strade dissestate in via De che si è tenuto a Firenze dal 22
dell’alimentazione stima di Ires Cgil elaborata su Urbino, giovedì 8 marzo, per il Carlo, in direzione dei collegi al 24 febbraio. I ragazzi sono
all’università di Urbino. dati Istat, una donna su tre, nel giorno della festa della donna. Aquilone e Tridente, e in via dei arrivati primi nella sezione
‘Tesine triennio superiori’ con
Beni culturali
corso della vita, ha subito una Al mattino ci sarà un incontro Cappuccini, che porta al Colle
molestia, un ricatto sessuale tra il Comune e le scuole nella e allaVela. ll muro di un lavoro incentrato sul poeta
ProgettoBellezza sul lavoro o un’umiliazione Sala Serpieri di Collegio contenimento in via De Carlo genovese Eugenio Montale.

Ambiente
Tre milioniinprovincia verbale. È il 36% della Raffaello, in piazza della ha pure una crepa che lo ha
popolazione femminile tra i 14 Repubblica. Alle ore 21, spaccato in due ed è
Quattro edifici della
provincia di Pesaro e Urbino
e i 65 anni che, per l’esattezza, Umberto Galimberti transennato. “Dal 2012 la Le acque del Foglia
corrisponde a 181.000 incontrerà la città di Urbino, al situazione è peggiorata e la sono a rischio
sono stati selezionati per
persone, più di tutta la teatro Sanzio. Il dialogo del giunta Gambini non è ancora Le condizioni del fiume Foglia,
ricevere i finanziamenti del
popolazione della provincia di filosofo con il pubblico sarà intervenuta”, ha detto la le sue acque e il suo
Progetto Bellezza. Si tratta di
Fermo. Il posto di lavoro introdotto dal professore di capogruppo del Pd Maria ecosistema, sono mediocri. Lo
un fondo di 150 milioni di
rimane tra i luoghi più Antropologia sociale Clara Muci in Consiglio conferma una ricerca di Elisa
euro stanziato dal Governo
rischiosi: nelle Marche sono dell’Università di Urbino, comunale. Il sindaco Maurizio Morri, docente dell’Università
per il recupero di luoghi di
41.000 le donne tra i 15 e i 65 Cristiano Maria Bellei. Infine, Gambini: “Il muro è di “Carlo Bo” di Urbino che ha
interesse culturale
anni che hanno subito per tutta la giornata, sarà proprietà dell’Università, appena vinto la quinta
abbandonati sul territorio
molestie o ricatti sessuali in allestito un mercatino in cercheremo un accordo per edizione del premio ‘Contratti
nazionale. Pergola ha
questa situazione. piazza San Francesco. condividere le spese”. di Fiume’ grazie alla sua tesi di
ricevuto la somma più
consistente, 1.350.000 euro ASSOCIAZIONE PER LA FORMAZIONE AL GIORNALISMO dottorato, discussa nel 2012,
per il recupero di Palazzo Fondata da Carlo Bo. Presidente: Vilberto Stocchi, Rettore dell'Università di Urbino Carlo Bo. sull’ecologia del corso
Malatesta. A Mercatello sul Consiglieri per l'Università: Bruno Brusciotti, Lella Mazzoli, Carlo Magnani; d’acqua: “In alcune zone le
Metauro sono stati concessi per l'Ordine: Dario De Liberato, Franco Elisei, Simone Incicco; acque sono scadenti per la
per la Regione Marche: Alessandra Ciolli, Roberto Signorini;
832.000 euro per il teatro per la Fnsi: Silvia Sinibaldi, Giancarlo Tartaglia presenza di aree industriali
Bencivenni, Petriano invece ISTITUTO PER LA FORMAZIONE AL GIORNALISMO Direttore: Lella Mazzoli soprattutto nella zona
riceverà 610.000 euro per SCUOLA DI GIORNALISMO Direttore: Giampiero Gramaglia pianeggiante”, spiega la
ristrutturare una sala IL DUCATO Periodico dell'Ifg di Urbino ricercatrice. “La stipula dei
all’interno del Castello. Il Piazza della Repubblica 3, 61029 - Urbino contratti di Fiume da parte
telefono 0722304760 - fax 0722304785
Governo ha concesso anche ifg.uniurb.it; e-mail: redazioneifgurbino@gmail.com della provincia di Pesaro e
250.000 euro a Sant’Angelo Direttore responsabile: Giampiero Gramaglia; Urbino può aumentare la
in Vado per mettere a norma Stampa: A.G.E. Srl - Urbino - Telefono 0722328733 varietà di specie animali e
il teatro Zuccari. Registrazione Tribunale Urbino n. 154 del 31 gennaio 1991 vegetali”, dice Morri.

Interessi correlati