Sei sulla pagina 1di 42

Solai in calcestruzzo armato e in

laterocemento o altri blocchi


-lezione 4-

Temec 2015-2016
Prof. Maria Chiara Torricelli
Nodo trave pilastro

Collegamento fra la armatura del pilastro e l’armatura della trave


Realizzazione
della trave
zona in trazione

Mensole in c.a.
Esempio di mensola in c.a.
appesa ad una trave di bordo
Funzione del solaio
Resistenza ai carichi, verticali e localizzati
Rigidezza nel proprio piano al fine di distribuire
correttamente le azioni orizzontali tra tutte le strutture
verticali.

Pertanto:
le caratteristiche dei materiali, delle sezioni resistenti, i
rapporti dimensionali tra le varie parti devono assicurare che:
- le deformazioni risultino compatibili con le condizioni di
esercizio del solaio e degli elementi costruttivi ed
impiantistici ad esso collegati;
- la “rigidezza nel piano” permetta la ripartizione della forza
sismica tra gli elementi verticali
Tipologie di solaio
in c.a.
in base alla direzione prevalente di
inflessione e agli elementi di supporto:
a) Solai unidirezionali, una direzione prevalente
di inflessione e supporto costituito da travi o
pareti portanti contrapposte (maglia strutturale
rapporto fra i lati < 2/3)
b) Solai bidirezionali, due direzioni prevalenti di
inflessione e supporto costituito da travi o
pareti portanti sul perimetro della maglia
strutturale (maglia strutturale rapporto fra i lati
1-2/3)
c) Solai a piastra appoggiati per punti su pilastri
Solai in c.a
soletta piena
montaggio delle
casseforme
Solai in c.a
unidirezionali nervato
Solaio nervato con
nervature in una direzione
che realizzano una serie di
travi a T
eventuale nervatura centrale
con funzione rompitratta
Solai in c.a. bidirezionali
Principio di
funzionamento di un
solaio bidirezionale:
mutuamente le
nervature nelle
direzioni opposte si
sorreggono
riducendo la
deformabilità
P.L. Nervi Manifattura Tabacchi 1949-53
I solai, tutti uguali, sono stati eseguiti in cemento armato con
casseforme in ferrocemento montate su ponteggi metallici.
Solaio a piastra su pilastri
Il solaio si appoggia sui
pilastri senza interposizione
di travi, le armature
seguono la distribuzione
delle tensioni di trazione
verso i supporti costituiti
dai pilastri
Solaio a piastra su pilastri con
capitello o “a fungo”
Schema di armatura di un
solaio a piastra su pilastri a
fungo
Solaio a piastra su pilastri
P.L.Nervi Palazzo del Lavoro Torino 1961
16 pilastri in c.a partono da una base cruciforme per raccordarsi alla piastra di
copertura con un capitello circolare e un tamburo metallico
Stadio Berta (oggi A. Franchi)
Firenze 1930-32

Pensilina ellittica sulla tribuna


Solai in
laterocemento

Solaio in
laterocemento
interamente gettato
in opera
Solaio in laterocemento

solaio a travetti in c.a.p.

Appoggio (10 cm) dei travetti in c.a.p sulla


trave portante ad altezza di solaio
Trave in spessore
Blocchi in laterizio per solai

I laterizi per solai sono elementi di forma pressoché


parallelepipeda, posti in opera a fori orizzontali, con percentuale di
foratura compresa tra il 50 e il 75%. A seconda del tipo di
esecuzione prescelto, sono disponibili per solai da gettare in
opera, oppure i cosiddetti "interposti", che richiedono l'impiego
di travetti prefabbricati - ad armatura lenta o precompressi - sui
quali appoggiano con opportuni risalti (alette) sporgenti dai lati.
Blocchi in laterizio per solai

Fonte Costruire in laterizio n.135 pp. 54 e sg.


Blocchi in laterizio per solai (UNI EN 15037-3 )
tre tipologie in base alla funzione statica in opera:
1. blocchi con nessuna funzione meccanica nel sistema solaio
finale (in esercizio). Essi sono denominati “blocchi totalmente
non resistenti (LNR)” e“blocchi non resistenti (NR)”. La loro
funzione principale è quella di assicurare una cassaforma per il
getto del calcestruzzo durante la realizzazione del solaio. Con il
loro impiego è sempre prevista una soletta strutturale, in
calcestruzzo armato, gettata in opera;
2. blocchi che partecipano al trasferimento dei carichi ai travetti,
denominati “blocchi semiresistenti (SR)”. In unione con il
calcestruzzo gettato in opera, possono contribuire alle resistenze
finali del solaio. Per essi, comunque, la parte di sezione di
laterizio rinforzata, eventualmente presente, non può, da sola,
essere utilizzata come zona compressa nel solaio finale;
3. “blocchi resistenti (RR)”, ovvero blocchi con la medesima
funzione dei blocchi semiresistenti, ma la cui zona rinforzata
può, sotto certe condizioni, assumere un ruolo di soletta
compressa nel sistema solaio finale.
Blocchi in laterizio per solai D.M. 14/0l/2008
due sole tipologie previste per gli elementi di
laterizio per solai:
• blocchi di laterizio “collaboranti”
• blocchi di laterizio “non collaboranti”
Entrambi svolgono una funzione di
alleggerimento e di aumento della rigidezza
flessionale del solaio; tuttavia, nel caso di
blocchi “non collaboranti” la resistenza allo stato
limite ultimo è affidata al calcestruzzo ed alle
armature ordinarie e/o di precompressione,
mentre nel caso di “blocchi collaboranti” questi
partecipano alla resistenza in modo solidale con
gli altri materiali.
Blocchi di alleggerimento per solai
altri materiali
i blocchi diversi dal laterizio hanno
esclusivamente la funzione di alleggerimento.
Possono essere in calcestruzzo (leggero, di
argilla espansa), in polistirolo, in altre
sostanze plastiche, in materiali organici
mineralizzati, ecc., devono essere
dimensionalmente stabili, non fragili e in
grado di seguire le deformazioni del solaio.
Solaio a travetti in
opera
Solai a travetti in laterizio armato

Fondello di laterizio e armatura “lenta”


Solai a travetti prefabbricati con
fondello di laterizio e armatura
Solai a travetti in c.a.p.
Solai a
pannelli in
laterocemento
Solai in laterocemento

Solaio a pannelli
prefabbricati in
laterocemento
Solai a predalles
c.a e elementi di alleggerimento
Solai a predalles
Cavedi nei solai
Cavedi nei solai
Innovazione nei solai in
laterocemento
Sicurezza e
semplificazione
del cantiere

Blocchi su predalle
Innovazione nei solai in
laterocemento
blocchi su tegoloni in c.a.
Innovazione nei solai in
laterocemento

Elemento
speciale per il
cordolo
Innovazione nei solai in
laterocemento
travetto predalle in laterizio
Innovazione nei solai

Travetto predalle
Innovazione nei solai
Blocco plurifunzionale