Sei sulla pagina 1di 376

MANUALE

GESTIONE FERMI E
RICERCA GUASTI

Macchine GOAL
Modelli equipaggiati con PCB 2007

Italiano

Versione 1.0
DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI DA
OPERARE IN CASO DI MALFUNZIONAMENTI
DELLA MACCHINA

AVVISI - ERRORI - ALLARMI

Macchine GOAL
Modelli equipaggiati con PCB 2007
Versione 1.0

Lonati Spa - Via F. Lonati, 3 - 25123 BRESCIA - Phone 03023901 - Fax: 0302310024
Indice

Classificazione dei messaggi 31

Warning 35

CHAIN 36
Messaggi relativi all’Azzeramento 36
Ch1: AZZERAMENTO ACCETTATO. Possibilitá uso pulsante Marcia . . . . 36
Ch2: Procedura di RESET MECCANICO. Possibilitá uso pulsante Marcia . . . 37
CHuW04: AZZERAMENTO ACCETTATO. Possibile utilizzo tasti manovelle. . . . 37
CHuW05: AZZERAMENTO. Possibilita’ uso pulsante di marcia. . . . . 37

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie 37


CHuW06: Stop macchina per F4 inserito Elimina il messaggio premendo [F8] . 37
CHuW07: Batteria tampone per memoria programmi scarica . . . . . 37
CHuW28: Pulsante emergenza premuto . . . . . . . . . 37
CHuW30: ATTENZIONE !!! Il watch dog HW è stato disattivato. . . . . 37

Messaggi relativi ad operazioni su FLASH 38


ChuW39: Salvataggio setup parametri cucitrice terminato . . . . . 38
ChuW40: Salvataggio setup parametri cucitrice fallito . . . . . 38

Messaggi di richiesta calibrazione 38


ChuW41: Posizione cilindro acquisita . . . . . . . . . 38
ChuW42: Posiz. cilindro non acquisita. Fuori dai limiti consentiti . . . 39

Messaggi relativi al Blackout 39


Ch3: Procedura di BLACKOUT . . . . . . . . . . . 39
Ch4: PROCEDURA RECUPERO CALZA - accensione corretta da blackout - . . . 39

Messaggi relativi alla disabilitazione dei vari pulsanti Marcia 39


Ch5: MARCIA DISABILITATA da software . . . . . . . . . 39
Ch6: MARCIA DISABILITATA da comando manuale . . . . . . . 39
Ch7: MARCIA DISABILITATA per dispositivo Seghetta . . . . . . 40
Ch8: MARCIA DISABILITATA per dispositivo Seghetta . . . . . . 40
Ch9: MARCIA DISABILITATA. A manovella fare 2 giri cilindro . . . . 40
Ch10: Tasto MANOVELLA A SCATTI disabilitato da Software . . . . . 40
Ch11: Tasto MANOVELLA CONTINUA disabilitato da Software . . . . . 40
Ch12: MARCIA DISABILITATA. per Plato Alto e chiave in Manuale . . . . 40

Messaggi relativi a configurazione uscite seriali 40


CHuW01: Autoconfigurazione delle uscite seriali in esecuzione . . . . 40
CHuW02: Reset EEPROM scheda delle uscite seriali in esecuzione . . . 41
CHuW03: Uscite seriali non configurate . . . . . . . . 41

Messaggi relativi a comandi manuali 42


CHuW08: Attivato comando aspirazione Rilasciare il comando per la marcia . 42
CHuW09: Attivo comando levata guidaf. Rilasciare il comando per la marcia . 42
CHuW10: Attivato comando coltellino 2 Rilasciare il comando per la marcia . 42
CHuW33: Manuale speciale alzata coltellino 1 in corso . . . . . 42
CHuW34: Manuale speciale alzata coltellino 2 in corso . . . . . 42
CHuW35: Ripristino posizione coltellini da manuale terminata . . . . 43
CHuW38: Terminato comando levata guidafili . . . . . . . . 43

Messaggi relativi alla gestione Seghetta 43


CHuW29: Manuale aggancio seghetta disabilitato in zona tallone . . . 43

Messaggi relativi allo “shake” elettrovalvole 43


CHuW31: Inizio Shake elettrovalvole . . . . . . . . . 43
CHuW32: Fine Shake elettrovalvole . . . . . . . . . 43

-5-
Messaggi relativi a CortoCircuito e CaricoNonConnesso 44
CHuW18: CORTO CIRCUITO Fine ciclo per DACSY/MDS . . . . . . 44
CHuW19: CORTO CIRCUITO Errore scorrimento per DACSY/MDS . . . . . 44
CHuW24: CORTO CIRCUITO Lampada estrazione aghi . . . . . . . 44
CHuW26: CORTO CIRCUITO Lampada emergenza . . . . . . . . 44
CHuW36: CORTO CIRCUITO Output per illuminazione esterna . . . . . 44
CHuW13: Fine ciclo per DACSY/MDS NON CONNESSA . . . . . . . 44
CHuW14: Errore scorrim. per DACSY/MDS NON CONNESSA . . . . . . 44
CHuW25: Lampada estrazione aghi NON CONNESSA . . . . . . . 44
CHuW27: Lampada emergenza NON CONNESSA . . . . . . . . 44
CHuW37: Output per illuminazione esterna NON CONNE SA . . . . . 44
CHuW44: Lampada ispezione cucitrice NON CONNESSA . . . . . . 45
CHuW43: CORTO CIRCUITO Lampada ispezione cucitrice . . . . . . 45

CONSOLE 47
Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie 47
Co1: OPERAZIONE POSSIBILE SOLO CON CHIAVE IN PROGRAMMAZIONE . . . . 47
Co5: OPERAZIONE IMPOSSIBILE: programma non attivo o inesistente . . . 47
Co6: OPERAZIONE POSSIBILE SOLO CON MACCHINA FUORI MARCIA . . . . . 47
Co17: Attivata richiesta cambio articolo . . . . . . . . 48
Co18: OPERAZIONE IMPOSSIBILE: scorrimento fili disabilitato da SW . . . 48
Co19: OPERAZIONE POSSIBILE SOLO CON CHIAVE IN LAVORAZIONE . . . . 48
Co20: OPERAZIONE IMPOSSIBILE: programma non attivo . . . . . . 48
Co23: Operazione impossibile: sensori seriali scorrimento non abilitati . . 48
Co24: Operazione possibile solo in lavorazione con macchina fuori marcia . 49
Co25: Operazione disabilitata da rete . . . . . . . . 49
Co26: Operazione disabilitata da setup . . . . . . . . 49
Co27: File MOTOR.DT Creato correttamente . . . . . . . . 49

Messaggi relativi a problemi nella Gestione Software 49


Co2: OPERAZIONE SCONOSCIUTA . . . . . . . . . . 49
Co4: RAM TASK KEYB insufficiente . . . . . . . . . . 49

Messaggi relativi alla gestione della RETE 50


Co7: RETE: nome programma non inserito . . . . . . . . 50
Co8: RETE: indirizzo macchina sorgente non inserito . . . . . . 50
Co9: RETE: indirizzo macchina destinataria non inserito . . . . . 50
Co10: RETE: indirizzo prima macchina destinataria non inserito . . . 50
Co11: RETE: indirizzo ultima macchina destinataria non inserito . . . 50

Messaggi relativi al salvataggio e Reset dei Parametri Tallone 51


Co13: Salvataggio parametri scheda tallone IN CORSO.... . . . . . 51
Co14: Salvataggio parametri scheda tallone TERMINATO. . . . . . 51
Co28: Reset parametri tallone IN CORSO... . . . . . . . . 51
Co29: Reset parametri tallone TERMINATO . . . . . . . . 52

Messaggi relativi alla gestione Concatenamento 52


Co21: Creazione concatenamento programmi . . . . . . . . 52
Co22: Operazione sul contacalze disabilitata dal concatenamento . . . 52

Messaggi relativi alla gestione della Password utente 52


Co30: Modifica password accettata . . . . . . . . . 52
Co31: Modifica password NON accettata . . . . . . . . . 52
Co32: Start disabilitazione temporanea Password utente . . . . . 53
Co33: Stop disabilitazione temporanea Password utente . . . . . 53

Messaggi relativi alla gestione Orologio e Data 53


COuW01: ATTENZIONE !!! Malfunzionamento orologio (RTC) . . . . . 53
COuW02: Impostazione della data errata . . . . . . . . 53

Messaggi relativi alla Numerazione CAN 53


COuW03: Inizio numerazione moduli CAN . . . . . . . . 53
COuW04: Fine numerazione moduli CAN . . . . . . . . . 54
COuW05: Numerazione moduli CAN interrotta . . . . . . . . 54

Messaggi relativi alla Numerazione YOYO 54


COuW06: Inizio numerazione YOYO . . . . . . . . . . 54

-6-
COuW07: Fine numerazione YOYO . . . . . . . . . . 54
COuW08: Numerazione YOYO interrotta . . . . . . . . . 55

DRUM 56
Messaggi relativi alla: “Elaborazione disegno” 56
Dr1: ATTENZIONE: macchina in fase di elaborazione disegno . . . . 56
Dr2: Fase di elaborazione disegno ** * TERMINATA **** . . . . . 56

Messaggi relativi al riscaldamento tamburini 56


DRuW01: Inizio movimento riscaldamento tamburini. . . . . . . 56
DRuW02: Fine movimento riscaldamento tamburini. . . . . . . 57

GFILE 58
Messaggi generali relativi alla Gestione files 59
Gf1: Caricamento programma in corso . . . . . . . . . 59
Gf2: File da cancellare inesistente . . . . . . . . . 59
Gf3: File selezionato inesistente . . . . . . . . . 59
Gf4: Programma caricato correttamente . . . . . . . . 59
Gf5: Programma rifiutato . . . . . . . . . . . 59
Gf6: Programma non valido . . . . . . . . . . . 59
Gf7: Operazione su disco in corso . . . . . . . . . 60
Gf8: Operazione su linea seriale non accettata . . . . . . . 60
Gf9: Operazione su disco TERMINATA . . . . . . . . . 60
Gf10: Lettura file da disco . . . . . . . . . . . 60
Gf11: Formattazione disco in corso . . . . . . . . . 60
Gf12: Cancellazione file in corso . . . . . . . . . 60
Gf13: Estensione errata . . . . . . . . . . . 60
Gf14: Tipo di disco illegale . . . . . . . . . . 60
Gf15: Errore CRC del disco . . . . . . . . . . . 61
Gf16: Disco protetto dalla scrittura . . . . . . . . . 61
Gf17: Disco non pronto . . . . . . . . . . . 61
Gf18: Delete data mark incontrato . . . . . . . . . 61
Gf19: N. settore non valido . . . . . . . . . . 61
Gf20: Settore o traccia non trovata . . . . . . . . . 61
Gf21: File troncato . . . . . . . . . . . . 61
Gf23: File troppo grande . . . . . . . . . . . 61
Gf24: File non esistente sul disco . . . . . . . . . 61
Gf25: File protetto da scrittura . . . . . . . . . 61
Gf26: File protetto da lettura . . . . . . . . . . 62
Gf27: File non cancellabile . . . . . . . . . . 62
Gf28: Disco pieno . . . . . . . . . . . . 62
Gf29: Floppy disk non risponde . . . . . . . . . . 62
Gf40: Memoria RAM piena . . . . . . . . . . . 62
Gf48: Salvataggio file eseguito . . . . . . . . . . 62
Gf57: Connessione USB inesistente . . . . . . . . . 62

Messaggi relativi alla Trasmissione tra macchine 63


Gf30: Trasmissione programma in corso . . . . . . . . 63
Gf31: Trasmissione a macchina ok . . . . . . . . . 63
Gf32: Trasmissione a macchina fallita . . . . . . . . 63

Messaggi relativi alla gestione della RETE 63


Gf33: - R E T E - Scheda rete non funzionante . . . . . . . 63
Gf34: - R E T E - Scheda rete non installata . . . . . . . 64
Gf35: - R E T E - Richiesta in esecuzione . . . . . . . . 64
Gf36: - R E T E - Richiesta precedente ancora in esecuzione . . . . 64
Gf43: Operazione disabilitata da rete . . . . . . . . 64

Messaggi relativi a Software incompatibile 64


Gf37: Versione codificato incompatibile con eprom custom . . . . . 64
Gf47: Errore software incompatibile . . . . . . . . . 64

Messaggi relativi ad operazioni su FLASH 65


Gf41: *** ATTENDERE *** Operazione su FLASH in corso.... . . . . . 65

-7-
Gf42: Operazione su FLASH terminata . . . . . . . . . 65
Gf44: Errore accesso memoria FLASH . . . . . . . . . 66
Gf46: Errore in fase di compressione del file . . . . . . . 66

Messaggi relativi al sistema NAUTILUS 66


Gf49: Memoria eventi NAUTILUS quasi esaurita . . . . . . . 66
Gf50: Memoria eventi NAUTILUS esaurita . . . . . . . . 67
Gf51: NAUTILUS non connesso . . . . . . . . . . 67
Gf52: Errore buffer automa comandi . . . . . . . . . 67
Gf53: Comando per NAUTILUS ko . . . . . . . . . . 67
Gf54: NAUTILUS connesso . . . . . . . . . . . 68
Gf55: Heap NAUTILUS insufficiente . . . . . . . . . 68
Gf56: Overflow buffer circolare NAUTILUS . . . . . . . . 68
Gf58: Comando sacca fallito NAUTILUS . . . . . . . . . 68
Gf59: Comando sacca terminato correttamente NAUTILUS . . . . . 69
Gf60: Comando NAUTILUS terminato correttamente . . . . . . . 69

Messaggi relativi alla linea CAN disturbata 69


GFuW04: Linea TX CAN disturbata . . . . . . . . . . 69
GFuW05: Linea RX CAN disturbata . . . . . . . . . . 69

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie 69


GFuW07: Premere [CTRL]+[X] per ripristinare la posizione corretta . . . 69
GFuW06: Limite accelerazione Motore Avanzamento Spilli . . . . . 70

MAIN 71
Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie 71
Ma1: Premi SPACE per il MENU GESTIONE CTRL + HELP per gli aiuti . . . 71
Ma2: Programma non attivo . . . . . . . . . . . 71
Ma3: Non c’e’ sottoprogramma . . . . . . . . . . 71
Ma4: Taglia non codificata . . . . . . . . . . . 71
Ma5: Programma di prova non abilitato . . . . . . . . 72
Ma8: Contacalze: raggiunto numero di calze impostato. . . . . . 72
Ma13: Contacalze ceste: raggiunto numero calze impostato . . . . . 72
Ma9: Modifica economizzazioni NON ACCETTATA . . . . . . . 72
Ma15: Stop catena forzato da rete . . . . . . . . . 72
Ma18: Macchina in STOP A FINE CICLO [F3 attivo] . . . . . . 72
Ma19: Stop macchina programmato per fine rocca filato . . . . . . 73

Messaggi relativi alla Velocità Mc. per opzioni Riscaldamento 73


Ma10: La macchina funziona nuovamente alle velocità programmate . . . 73
Ma11: La macchina funziona a velocità ridotte . . . . . . . 73

Messaggi relativi disabilitazione Lavorazione e Azzeramento 73


Ma20: Lavorazione disabilitata per aggiornamento FLASH . . . . . 73
Ma28: Lavorazione disabilitata da software . . . . . . . 74
Ma27: Azzeramento disabilitato dall’articolo . . . . . . . 74

Riacquisizione parametri software 74


MAuW06: Start Programma di test calibratura quota primo spillo . . . 74
MAuW07: Start Programma di test calibratura posizioni angolari cilindro . . 74

Messaggi relativi alla gestione dello Zero cilindro 74


Ma16: Macchina non in sincronismo . . . . . . . . . 74
MAuW01: Fase di taratura zero meccanico . . . . . . . . 75
MAuW02: Zero meccanico ACQUISITO . . . . . . . . . 75
MAuW03: Zero meccanico non ancora acquisito nel programma di test . . . 76

MOTO 77
Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie 77
Mo4: Memoria insufficiente per la creazione del file MOTOR.DT . . . . 77
Mo5: Corsa insufficiente per la frenata in tallone . . . . . . 77

-8-
MPP 78
Messaggi relativi alla gestione Bordo 78
MPuW01: Tabella posizioni mancante in GR5 . . . . . . . . 78
MPuW02: Marcia disabilit. per comando manuale Alza Bordo non completato . . 78
MPuW03: Man. Alza Bordo NON eseguibile in fase di entrata/uscita uncini . . 78
MPuW05: Movimento bordo impossibile in questa zona della calza . . . 78
MPuW07: Movimento bordo impossibile: uncini fuori dal platorello . . . 78
MPuW08: Movimento bordo impossibile: in corso i 4 giri manovella . . . 78

REST 80
Messaggi relativi a modifiche valori Zone 80
Re3: Modifica maglie in esecuzione. *** NON SPEGNERE LA MACCHINA *** . . 80
Re4: Mantenimento quote REST non eseguito per almeno 1 zona. . . . . 80
REuW04: Modifica non accettata Zona protetta da programma . . . . . 80

Messaggi relativi a Misure programmate e inserite 80


Re1: Misura programmata, impossibile. . . . . . . . . 80
Re2: Misura inserita, impossibile. . . . . . . . . . 80

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie 81


Re5: Comando Manuale Speciale non esistente. . . . . . . . 81

SCORE 82
Messaggi relativi al funzionamento dello Scorrimento fili 82
Sc2: SCORRIMENTO FILI: Uscita automatica dal contr llo . . . . . 82
Sc4: Comando non accettato, scorrimento fili non funzionante. . . . . 82
Sc5: Programma non attivo, prossimo apprendimento rifiutato. . . . . 82

Messaggi relativi a problemi Software dello Scorrimento fili 83


Sc3: SCORRIMENTO FILI: Impostato un errato numero di fili . . . . . 83

Messaggi relativi a configurazione/memorizzazione Scorrimento 83


Sc7: Terminata scrittura dei parametri scorrimento in FLASH . . . . 83
Sc9: Memorizzazione non effettuata, parametri sensori non modificati . . 83
Sc11: Configurazione sensori seriali scorrimento fili in esecuzione . . . 83
Sc12: Configurazione sensori seriali scorrimento fili errata . . . . 83
Sc13: Configurazione sensori seriali scorrimento fili terminata . . . . 84
Sc15: Sensori seriali resettati, apprendimento fallito. . . . . . 84

YARN 85
Messaggi relativi a modifiche valori Zone 85
Ya1: Modifiche in ciclo eseguite, riavvio macchina possibile . . . . 85
Ya2: Mantenimento quote YARN non eseguito per almeno 1 zona. . . . . 85
YAuW07: Modifica non accettata Zona protetta da programma . . . . . 85

Messaggi relativi a Misure programmate e inserite 85


Ya3: Misura inserita, impossibile. . . . . . . . . . 85

Error 86

CHAIN 87
Messaggi relativi a problemi nella Gestione Software 92
Ch1: RILINK FUNZIONE 30 . . . . . . . . . . . 92
Ch6: Tabella piena. Limite velocita’ non impostato . . . . . . 92
Ch7: Configurazione platorello errata o inesistente . . . . . . 92

-9-
Messaggi relativi alla gestione Platorello-Uncini 92
Ch3: Platorello fuori Posizione . . . . . . . . . . 92
Ch4: Sganciare la maglia dagli uncini . . . . . . . . 94

Messaggi relativi all’uscita della calza 94


CHuE01: Mancata uscita della calza . . . . . . . . . 94
CHuE07: Stop campana aperta . . . . . . . . . . 94

Messaggi relativi a dispositivi elettronico/elettrici 95


CHuE02: Mancanza fase di rete . . . . . . . . . . 95
CHuE03: Allarme azionamento motore . . . . . . . . . 97
CHuE04: Batterie B1 e B2 DANNEGGIATE . . . . . . . . . 100
CHuE11: Mancanza tensione 15 VDC positivo . . . . . . . . 100
CHuE12: Mancanza tensione 15 VDC negativo . . . . . . . . 100
CHuE93: Mancanza tensione logica tamburini . . . . . . . 100
CHuE94: Mancanza tensione potenza tamburini . . . . . . . 101
CHuE190: Teleruttore non in posizione . . . . . . . . 102
CHuE14: Teleruttore termico ventola . . . . . . . . . 102
CHuE27: Stop termico ventola rovesciatore . . . . . . . . 104

Messaggi relativi ad errori vari 106


CHuE05: Mancanza aria . . . . . . . . . . . . 106
CHuE06: Stop manovella . . . . . . . . . . . 106
CHuE09: ATTENZIONE CARTER CILINDRO APERTI . . . . . . . . 108
CHuE154: Pulsante emergenza premuto . . . . . . . . . 108

Messaggi relativi alla gestione Olio 109


CHuE24: Mancanza olio . . . . . . . . . . . . 109
CHuE191: Filtro olio intasato . . . . . . . . . . 110
CHuE25: PRESSIONE OLIO . . . . . . . . . . . 110
CHuE26: Depressurizzazio- ne olio . . . . . . . . . 111
CHuE182: Perdita di pressione pompa olio . . . . . . . . 112

Messaggi relativi all’Accumulo filo 113


CHuE19: Stop pulizia coltellino 1 . . . . . . . . . 113
CHuE96: Stop pulizia coltellino 2 . . . . . . . . . 113
CHuE68: Platorello intasato . . . . . . . . . . 114

Messaggi relativi alla Rottura delle Parti Piatte 115


CHuE20: Stop aghi in tallone . . . . . . . . . . 115
CHuE38: Aghi posteriore . . . . . . . . . . . 116
CHuE51: Stop rottura selettori . . . . . . . . . . 117
CHuE70: Rottura s lettori Prem re [F0] . . . . . . . . 118
CHuE35: Linguette 3 . . . . . . . . . . . . 119
CHuE36: Linguette 2 . . . . . . . . . . . . 119
CHuE37: Linguette 1 . . . . . . . . . . . . 119

Messaggi relativi alla rottura del Filo 120


CHuE21: Stop elastico 1 . . . . . . . . . . . 120
CHuE22: Stop elastico 2 . . . . . . . . . . . 120
CHuE23: Recupera filo . . . . . . . . . . . . 121
CHuE32: Avvolgitori . . . . . . . . . . . . 122
CHuE33: Controllo antistrappo 1 . . . . . . . . . . 123
CHuE71: Fine rocca . . . . . . . . . . . . 124
CHuE82: Fine rocca impalcatura . . . . . . . . . . 125
CHuE08: Stop impalcatura fili . . . . . . . . . . 125

Messaggi relativi alla connessione dei Tamburini Disegno 126


CHuE84: Tamburino 4 non connesso scheda 1 . . . . . . . . 126
CHuE85: Tamburino 3 non connesso scheda 1 . . . . . . . . 126
CHuE86: Tamburino 2 non connesso scheda 1 . . . . . . . . 126
CHuE87: Tamburino 1 non connesso scheda 1 . . . . . . . . 126
CHuE89: Tamburino 8 non connesso scheda 2 . . . . . . . . 126
CHuE90: Tamburino 7 non connesso scheda 2 . . . . . . . . 126
CHuE91: Tamburino 6 non connesso scheda 2 . . . . . . . . 126
CHuE92: Tamburino 5 non connesso scheda 2 . . . . . . . . 126
CHuE136: Tamburino 12 non connesso scheda 3 . . . . . . . 126
CHuE137: Tamburino 11 non connesso scheda 3 . . . . . . . 126

- 10 -
CHuE138: Tamburino 10 non connesso scheda 3 . . . . . . . 126
CHuE139: Tamburino 9 non connesso scheda 3 . . . . . . . 126
CHuE140: Tamburino 5 non connesso scheda 1 . . . . . . . 126
CHuE141: Tamburino 6 non connesso scheda 1 . . . . . . . 126

N.C. / C.C. Bar. X - X Nome Uscita 127

Gestione e controllo movimento Seghetta 128

Messaggi relativi controllo movimento Seghetta 129


CHuE15: Stop controllo seghetta -A- . . . . . . . . . 129
CHuE16: Stop controllo seghetta -B- . . . . . . . . . 130
CHuE17: Stop controllo seghetta -C- . . . . . . . . . 131
CHuE18: Stop controllo seghetta -D- . . . . . . . . . 132

Messaggi relativi al movimento dei Picher (Piker) 133


CHuE52: Piker abbassa ago sinistro . . . . . . . . . 133
CHuE55: Piker abbassa ago destro . . . . . . . . . 133
CHuE53: Piker abbassa ago sinistro Ago non abbassato . . . . . 134
CHuE56: Piker abbassa ago destro Ago non abbassato . . . . . . 134
CHuE54: Piker abbassa ago sinistro bloccato . . . . . . . 136
CHuE57: Piker abbassa ago destro bloccato . . . . . . . . 136

Gestione Platorello per procedura chiusura Punta Tradizionale 137

Messaggi relativi al Platorello non in Posizione (Mc. CT interna) 141


CHuE58: Platorello non in posizione proximity basso A . . . . . 141
CHuE59: Platorello non in posizione proximity basso B . . . . . 141
CHuE60: Platorello non in posizione proximity basso C . . . . . 141
CHuE61: Platorello non in posizione proximity basso D . . . . . 141
CHuE62: Platorello non in posizione proximity basso E . . . . . 141
CHuE63: Platorello non in posizione proximity alto A . . . . . 142
CHuE64: Platorello non in posizione proximity alto B . . . . . 142
CHuE65: Platorello non in posizione proximity alto C . . . . . 142
CHuE66: Platorello non in posizione proximity alto D . . . . . 142
CHuE67: Platorello non in posizione proximity alto E . . . . . 142
CHuE124: Platorello non in posizione Proximity basso . . . . . 144
CHuE125: Platorello non in posizione Proximity alto . . . . . . 146

Messaggi relativi alla gestione del Rifasatore Platorello (Mc. CT interna) 147
CHuE120: Rifasamento seghetta Posizione 0 . . . . . . . . 147
CHuE131: Rifasamento della seghetta . . . . . . . . . 148

Messaggi relativi alla gestione dello Sgancio/Aggancio Seghetta (Mc. CT interna) 149
CHuE128: Aggancio del traino seghetta . . . . . . . . 149
CHuE129: Sgancio del traino seghetta . . . . . . . . . 150
CHuE132: Sgancio fallito!! Premere [F0] . . . . . . . . 151

Messaggi relativi all’Elastico per chiusura Punta (Mc. CT interna) 151


CHuE121: Elastico caduta 1 superiore . . . . . . . . . 151
CHuE122: Elastico caduta 1 inferiore . . . . . . . . . 153
CHuE123: Rottura elastico caduta 1 . . . . . . . . . 154
CHuE130: Motore elastico caduta 1 non a zero . . . . . . . 155

Messaggi relativi alla posizione Normale/Ribaltata del Platorello (Mc. CT interna) 155
CHuE126: Posizione ribaltata non corretta . . . . . . . . 155
CHuE133: Posizione ribaltata non corretta . . . . . . . . 155
CHuE127: Posizione normale non corretta . . . . . . . . 156
CHuE134: Posizione normale non corretta . . . . . . . . 156

Messaggi relativi al movimento del Piatto Guidafili 157


CHuE167: Stop posizione piatto guidafili .
CHuE168: Stop blocca piatto guidafili . .
CHuE171: Problemi sul distacco del piatto .

Messaggi relativi al funzionamento del Rovesciatore SOLIS


CHuE169: Stop pressione rovesciatore Solis . . . .
CHuE170: Stop ispezione rovesciatore Solis . . . .

- 11 -
Messaggi relativi al movimento delle Cammes 163
CHuE34: Scatoline . . . . . . . . . . . . 163
CHuE39: Alza aghi ritorno tallone . . . . . . . . . 164
CHuE40: Abbassa aghi elastico . . . . . . . . . . 164
CHuE42: Abbassa aghi uscita tallone . . . . . . . . . 164
CHuE43: Alza aghi entrata tallone . . . . . . . . . 164
CHuE69: Abbassa aghi scarico bordo . . . . . . . . . 165
CHuE73: Stop apri palette scarico bordo . . . . . . . . 165
CHuE110: Abbassa aghi scarico maglia . . . . . . . . . 165
CHuE118: Alza maglia punta chiusa . . . . . . . . . 165
CHuE119: Alza aghi chiusura bordo . . . . . . . . . 166
CHuE178: Abbassa aghi scarico bordo . . . . . . . . . 166
CHuE192: Abbassa aghi elastico A . . . . . . . . . 166
CHuE193: Abbassa aghi elastico B . . . . . . . . . 166
CHuE196: Stop abbassa aghi chiusura indemagliabile . . . . . . 166
CHuE197: Stop livella aghi entrata tallone . . . . . . . 167
CHuE117: Cam centrale . . . . . . . . . . . . 167
CHuE41: Punto scaricato caduta 1 . . . . . . . . . 168
CHuE97: Punto scaricato caduta 2 . . . . . . . . . 168
CHuE44: Punto trattenuto caduta 1 . . . . . . . . . 169
CHuE45: Punto trattenuto caduta 2 . . . . . . . . . 169
CHuE100: Punto trattenuto caduta 3 . . . . . . . . . 169
CHuE114: Punto trattenuto caduta 4 . . . . . . . . . 170
CHuE172: Punto trattenuto caduta 1 posizione A . . . . . . . 170
CHuE173: Punto trattenuto caduta 2 posizione A . . . . . . . 170
CHuE46: Triangolo maglia ritorno tallone B . . . . . . . 171
CHuE47: Triangolo maglia ritorno tallone A . . . . . . . 171
CHuE48: Triangolo maglia caduta 1 . . . . . . . . . 171
CHuE98: Triangolo maglia caduta 2 posizione A . . . . . . . 172
CHuE99: Triangolo maglia caduta 2 posizione B . . . . . . . 172
CHuE101: Triangolo maglia caduta 1 posizione A . . . . . . . 172
CHuE102: Triangolo maglia caduta 1 posizione B . . . . . . . 172
CHuE103: Triangolo maglia caduta 3 posizione B . . . . . . . 172
CHuE111: Triangolo maglia caduta 4 posizione A . . . . . . . 173
CHuE113: Triangolo maglia caduta 4 posizione B . . . . . . . 173
CHuE115: Triangolo maglia caduta 3 posizione A . . . . . . . 173
CHuE49: Elimina selettori elastico . . . . . . . . . 174
CHuE50: Elimina selettori caduta 1 . . . . . . . . . 174
CHuE179: Elimina selettori caduta 2 . . . . . . . . . 174
CHuE74: Estrazione selettori tamburino 1 . . . . . . . . 175
CHuE75: Estrazione selettori tamburino 2 . . . . . . . . 175
CHuE76: Estrazione selettori tamburino 3 . . . . . . . . 175
CHuE77: Estrazione selettori tamburino 4 . . . . . . . . 175
CHuE78: Estrazione selettori tamburino 5 . . . . . . . . 175
CHuE79: Estrazione selettori tamburino 6 . . . . . . . . 176
CHuE142: Estrazione selettori caduta 1 . . . . . . . . 176
CHuE143: Estrazione selettori caduta 2 . . . . . . . . 176
CHuE144: Estrazione selettori caduta 3 . . . . . . . . 176
CHuE145: Estrazione selettori caduta 4 . . . . . . . . 176
CHuE80: Alza selettorini andata tallone . . . . . . . . 177
CHuE81: Alza aghi colore 4 . . . . . . . . . . . 177
CHuE106: Alza selettorini colore 1 . . . . . . . . . 177
CHuE107: Alza selettorini colore 2 . . . . . . . . . 177
CHuE151: Alza selettorini sottopiede 1 . . . . . . . . 178
CHuE152: Alza selettorini sottopiede 2 . . . . . . . . 178
CHuE153: Alza selettorini sottopiede 3 . . . . . . . . 178
CHuE177: Alza selettorini colore 6 . . . . . . . . . 178
CHuE195: Stop alza selettorini chiusura indemagliabile . . . . . 178
CHuE104: Abbassa aghi colore 1 . . . . . . . . . . 179
CHuE105: Abbassa aghi colore 3 . . . . . . . . . . 179
CHuE112: Abbassa aghi colore 2 . . . . . . . . . . 179
CHuE149: Abbassa aghi colore 4 . . . . . . . . . . 180
CHuE180: Stop abbassa aghi colore 5 . . . . . . . . . 180
CHuE181: Stop abbassa aghi colore 6 . . . . . . . . . 180
CHuE116: Rinforzo soletta caduta 1 . . . . . . . . . 181
CHuE146: Rinforzo soletta caduta 2 . . . . . . . . . 181
CHuE147: Rinforzo soletta caduta 3 . . . . . . . . . 181
CHuE148: Rinforzo soletta caduta 4 . . . . . . . . . 181
CHuE150: Rinforzo soletta . . . . . . . . . . . 181
CHuE174: Rinforzo soletta caduta 2 posizione A . . . . . . . 181

- 12 -
CHuE175: Rinforzo soletta caduta 3 posizione A . . . . . . . 182
CHuE176: Rinforzo soletta caduta 4 posizione A . . . . . . . 182
CHuE157: Stop apri palette . . . . . . . . . . . 182
CHuE194: Stop chiudi palette . . . . . . . . . . 183
CHuE183: Stop Entrata uncini 1 . . . . . . . . . . 184
CHuE184: Stop Entrata uncini 2 . . . . . . . . . . 184
CHuE185: Stop Entrata parziale uncini 1 . . . . . . . . 184
CHuE186: Stop Entrata parziale uncini 2 . . . . . . . . 184
CHuE187: Stop Uscita uncini 1 . . . . . . . . . . 185
CHuE188: Stop Uscita uncini 2 . . . . . . . . . . 185
CHuE189: Stop Entrata uncini disegno bordo 2 . . . . . . . 185

Messaggi relativi alla stato degli ingressi 187


CHue300: Pistone blocca cilindro . . . . . . . . . 187
CHue303: Spingi maglia cilindro BASSO . . . . . . . . 187
CHue304: Spingi maglia cilindro ALTO . . . . . . . . . 187
CHue305: Pistone prelevatori dentro . . . . . . . . . 188
CHue306: Pistone prelevatori fuori . . . . . . . . . 188
CHue307: Spingi maglia portaspilli . . . . . . . . . 188
CHue308: Carrello cucitrice avanti . . . . . . . . . 188
CHue309: Carrello cucitrice indietro . . . . . . . . . 188
CHue310: Filo cucitrice . . . . . . . . . . . 188
CHue311: Leva rotazione gruppo portaspilli . . . . . . . 189
CHue312: Proximity rotazione gruppo portaspilli . . . . . . 189
CHue313: Portaspilli . . . . . . . . . . . . 189
CHue314: Pistone blocca rovesciatore basso . . . . . . . 189
CHue315: Finecorsa non raggiunta motore rovesciatore ALTO . . . . 189
CHue316: Pistone trasferimento maglia basso . . . . . . . 190
CHue317: Pistone trasferimento maglia alto . . . . . . . 190
CHue318: Cam blocca tubo rovesciatore alto Bloccato . . . . . . 190
CHue319: Cam blocca tubo rovesciatore alto Sbloccato . . . . . 190
CHue320: Tubo interno alzamaglia . . . . . . . . . 190
CHue321: Fotocellula presenza calza . . . . . . . . . 190
CHue322: Asta controllo presenza calza a a zero . . . . . . 191
CHue331: Asta controllo presenza calza in lavoro . . . . . . 191
CHue327: Forbice cucitrice . . . . . . . . . . . 191
CHue333: Motori braccio prelevat. non azzerabili in automatico . . . 191
CHue328: Movimento ostacolato motore braccio prelevatori angolare . . . 192
CHue329: Pistone rovesciatore ALTO bloccato ALTO . . . . . . 192
CHue330: Pistone rovesciatore ALTO bloccato BASSO . . . . . . 192
CHue332: Carter protezione rovesciatore alto aperti . . . . . . 192
CHue334: Settore distendi calza posizione 0 . . . . . . . 192
CHue335: Settore distendi calza posizione 1 . . . . . . . 193
CHue340: Posizione braccio prelevatori verti ale . . . . . . 193
CHue325: Pulsante stop cucitrice premuto o cucitrice in err. . . . . 195
CHue342: Barriera ostruita . . . . . . . . . . . 195

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie - S by S 196


CHue341: Motore avanzam. spilli: fuori tolleranza zero prox. [Fn+T] . . . 196
CHue323: Superato numero massimo movimenti rovesciamento . . . . . 196
CHue336: Troppo tempo in fase di cucitura calza . . . . . . 196
CHue343: Timeout ricezione errore per motore passo passo . . . . . 197

Messaggi di richiesta calibrazione 197


CHue326: Dati setup cucitrice non integri . . . . . . . . 198
CHue302: Calibratura quota rotazione gruppo portaspil. . . . . . 198
CHue301: Calibratura quota primo spillo . . . . . . . . 198
CHue339: Calibrare quota uscita leva rotazione gruppo portaspilli . . . 198
CHue337: Calibrare braccio prelevatori angolare. Pos. in macchina . . . 198
CHue338: Calibratura posizioni angolari cilindro . . . . . . 199

Messaggi relativi al Dispositivo Cucitura 200


05-Pistone blocca cilindro non in posizione. Non inserito . . . . 200
06-Pistone blocca cilindro non in posizione. Non disinserito . . . . 200
07-Spingi maglia cilindro non in posizione. Non Basso . . . . . 200
08-Spingi maglia cilindro non in posizione. Non alto . . . . . 200
09-Pistone prelevatori non in posizione. Non fuori . . . . . . 201
10-Pistone prelevatori non in posizione. Non dentro . . . . . . 201
11-Tubo interno alzamaglia non in posizione. Non alto . . . . . 201

- 13 -
12-Tubo interno alzamaglia non in posizione. Non basso . . . . . 201
13-Pistone trasferimento maglia non in posizione Non alto . . . . 201
14-Pistone trasferimento maglia non in posizione Non basso . . . . 201
15-Spingi maglia portaspilli non in posizione. Non basso . . . . . 201
16-Spingi maglia portaspilli non in posizione. Non alto . . . . . 201
17-Leva rotazione gruppo portaspilli non in posizione. Non avanti . . . 201
18-Leva rotazione gruppo portaspilli non in posizione. Non indietro . . 201
19-Carrello cucitrice non in posizione. Non avanti . . . . . . 202
20-Carrello cucitrice non in posizione. Non indietro . . . . . 202
21-Forbice cucitrice non in posizione. Non chiusa . . . . . . 202
22-Forbice cucitrice non in posizione. Non aperta . . . . . . 202
23-Pistone rovesciatore alto non in posizione. Non basso . . . . . 202
24-Pistone rovesciatore alto non in posizione. Non alto . . . . . 202
25-Cam blocca tubo rovesciatore alto non in posizione.Non sblocca . . . 202
26-Cam blocca tubo rovesciatore alto non in posizione. Non blocca . . . 202
27-Pistone blocca rovesciatore basso non in posizione.Non sblocca . . . 202
28-Pistone blocca rovesciatore basso non in posizione.Non blocca . . . 202
29-Settore distendi calza non in posizione. Non chiuso . . . . . 202
30-Settore distendi calza non in posizione. Non aperto . . . . . 202
44-Asta controllo presenza calza in macchina . . . . . . . 203
45-Asta controllo presenza calza in macchina non a zero . . . . . 203
32-Gruppo spilli mobile non in posizione. Non chiuso . . . . . 204
33-Gruppo spilli mobile non in posizione. Non aperto . . . . . 204
56-Posizione braccio prelevatori verticale . . . . . . . 204
35-Motore Rovesciatore Alto non in posizione di fine corsa . . . . 204
38-Motore rotazione gruppo portaspilli non ha ruotato correttamente . . . 204
36-Motore Rovesciatore Alto non ha raggiunto lo zero Proximity . . . 204
39-Motore rotazione gruppo portaspilli non in posizione di zero . . . 205
40-Motore valvola parzializzatrice non in posizione di zero . . . . 205
41-Motore valvola parzializ. punta chiusa esterna non a zero . . . . 205
47-Motore inclina rovesciatore basso non a zero . . . . . . 205
37-Motore inclina rovesciatore basso movimento non effettuato . . . . 205
31-Motore braccio prel. angolare ha perso passi. Sfasamento encoder [Fn+G] . 206
57-Posizione braccio prelevatori angolare [Fn+F0] . . . . . . 206
42-Motore rovesciatore basso ha perso passi. Sfasamento encoder [Fn+B] . . 207
42-Motore rovesciatore basso ha perso passi. [Fn+R]Ripeti [Fn+B]Ripr. . . 207
49-Motore braccio prel. verticale ha perso passi Sfasamento encoder [Fn+V] . 207

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie - S by S 207


34-Motore Rovesciatore Alto superato numero movimenti distensione . . . 207
54-Troppo tempo in fase di cucitura calza . . . . . . . . 207

Messaggi relativi al Dispositivo Cucitura 207


02-AZZERAMENTO CUCITRICE ATTIVATO . . . . . . . . . 207
03-Abbassare manualmente il piatto guidafili . . . . . . . 207
04-Macchina pronta. Togliere stop a fasi Mettere in marcia . . . . 208
60-Premere il pulsante di marcia della macchina per continuare . . . 208
61-Premere il pulsante di start della cucitrice per continuare . . . 208
62-Premuto il pulsante di STOP della cucitrice . . . . . . . 208
52-Togliere manualmente la calza dai prelevatori . . . . . . 209
53-Tagliare manualmente la catenella della cucitura . . . . . . 209
55-Fotocellula presenza calza. Sistemare manualmente la calza . . . . 209
58-Tubo rovesciatore non in posizione corretta. Sganciarlo manualmente . . 210

Messaggi relativi al Dispositivo Cucitura 210


63-Movimento ostacolato motore braccio prelevatori angolare . . . . 210
65-Carter protezione rovesciatore alto aperti . . . . . . . 210
66-Barriera ostruita . . . . . . . . . . . . 210
64-Filo rotto cucitrice . . . . . . . . . . . 211

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie - S by S 211


48-Piatto guidafili non in posizione . . . . . . . . . 211
50-Errore generico sui motori . . . . . . . . . . 211
51-Mancata espulsione della calza . . . . . . . . . 211
59-Mancanza di fase rete . . . . . . . . . . . 212

Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili) 212

- 14 -
CONSOLE 215
Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie 215
Co1: Lingua selezionata inesistente . . . . . . . . . 215
Co2: Salvare modifica o ripristinare quota originale . . . . . . 215

Messaggi CAN relativi a errori di Associazione/Numerazione 215


COuE01: Numero motore già associato . . . . . . . . . 215
COuE02: Numero scheda gia’ utilizzato . . . . . . . . 216
COuE03: Numero motore YOYO gia’ utilizzato . . . . . . . 216

DRUM 217

Messaggi relativi a problemi di Configurazione 217


Dr1: Errore di configurazione dei tamburini . . . . . . . 217

GFILE 218
Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie 224
Gf1: Programma selezionato inesistente . . . . . . . . 224
GFuE01: Dispositivo CAN esterno non numerato . . . . . . . 224
GFuE437: Sfasamento encoder mot.cop. platine angolare . . . . . 224

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie - S by S 224


GFuE423: Encoder motore braccio prelevatori angolare [Fn+G] . . . . 224
GFuE414: Encoder motore braccio prelevatori verticale [Fn+V] . . . . 225
GFuE422: Encoder mot. rovesciatore basso [Fn+B] . . . . . . . 225
GFuE415: Encoder Motore Avanzamento Spilli . . . . . . . 225
GFuE419: Nessuna scheda 3ENC montata . . . . . . . . . 225
GFuE420: Comunicazione 3ENC modulo CAN x . . . . . . . . 226
GFuE418: Non in sincronismo ago cucitrice con spillo cricca . . . . 227
GFuE424: Posizione motore cucitrice non corretta . . . . . . 227

Messaggi relativi a problemi nella Gestione Software 227


Gf2: Sottoprogramma selezionato inesistente . . . . . . . 227
Gf13: Timeout risposta CAN x . . . . . . . . . . 228
GFuE02: CAN errore generico . . . . . . . . . . 228

Messaggi relativi ad operazioni su RAM 228


Gf3: Memoria programmi cancellata. Ricaricare tutto . . . . . . 228
Gf14: Memoria Ram parzialmente danneggiata . . . . . . . 229

Messaggi relativi al dispositivo DCN 229


Gf4: D.C.N.01 Outcounter rete . . . . . . . . . . 229
Gf5: D.C.N.02 Articolo non compatibile con l’ordine . . . . . . 229
Gf6: D.C.N.03 Procedura di attivazione automatica . . . . . . 229
Gf7: D.C.N.04 Raggiunto target sacco . . . . . . . . . 230
Gf8: D.C.N.05 Raggiunto target locale . . . . . . . . 230
Gf11: D.C.N.08 Stop macchina forzato . . . . . . . . . 230

Messaggi relativi ad operazioni su FLASH 230


Gf12: Fallito aggiornamento software PCB2008 . . . . . . . 230
GFuE03: Software NON per la scheda in aggiornamento . . . . . . 231

Messaggi CAN: Gestione comunicazione 231


GFuE17: Trasmissione alza cilindro . . . . . . . . . 231
GFuE18: Trasmissione valvola parzializzatrice . . . . . . . 231
GFuE19: Trasmissione coperchio platine . . . . . . . . 231
GFuE20: Trasmissione elastico 1 . . . . . . . . . . 231
GFuE21: Trasmissione coperchio platine angolare . . . . . . 231
GFuE22: Trasmissione motore seghetta . . . . . . . . . 231
GFuE23: Trasmissione elastico 2 . . . . . . . . . . 231
GFuE24: Trasmissione elastico caduta 1 . . . . . . . . 231
GFuE25: Trasmissione raddrizza polsino . . . . . . . . 231
GFuE26: Trasmissione motore bordo . . . . . . . . . 231

- 15 -
GFuE137: Trasmissione motore PYF 1 . . . . . . . . . 231
GFuE138: Trasmissione motore PYF 2 . . . . . . . . . 231
GFuE139: Trasmissione motore PYF 3 . . . . . . . . . 231
GFuE140: Trasmissione motore PYF 4 . . . . . . . . . 231
GFuE244: Trasmissione valvola rovesciatore . . . . . . . 231
GFuE256: Trasmissione motore triangolo caduta 1 . . . . . . 231
GFuE268: Trasmissione motore triangolo caduta 2 . . . . . . 231
GFuE280: Trasmissione motore triangolo caduta 3 . . . . . . 232
GFuE292: Trasmissione motore triangolo caduta 4 . . . . . . 232
GFuE304: Trasmissione motore triangolo ritorno tallone . . . . . 232
GFuE316: Trasmissione mot. braccio prel. verticale . . . . . . 232
GFuE328: Trasmissione mot. braccio prel. angolare . . . . . . 232
GFuE340: Trasmissione mot. rovesciatore basso . . . . . . . 232
GFuE352: Trasmissione mot. rovesciatore alto . . . . . . . 232
GFuE364: Trasmissione mot. avanzamento spilli . . . . . . . 232
GFuE376: Trasmissione motore cucitrice . . . . . . . . 232
GFuE388: Trasmissione Motore Inclina Rovesciatore . . . . . . 232
GFuE401: Trasmissione Mot. Rotazione grup. portaspilli . . . . . 232
GFuE425: Trasmissione valvola parzial. P.chiusa esterna . . . . . 232
GFuE27: Ricezione alza cilindro . . . . . . . . . . 232
GFuE28: Ricezione valvola parzializzatrice . . . . . . . 232
GFuE29: Ricezione coperchio platine . . . . . . . . . 232
GFuE30: Ricezione elastico 1 . . . . . . . . . . 232
GFuE31: Ricezione coperchio platine angolare . . . . . . . 232
GFuE32: Ricezione motore seghetta . . . . . . . . . 232
GFuE33: Ricezione elastico 2 . . . . . . . . . . 232
GFuE34: Ricezione elastico caduta 1 . . . . . . . . . 233
GFuE35: Ricezione raddrizza polsino . . . . . . . . . 233
GFuE36: Ricezione motore bordo . . . . . . . . . . 233
GFuE141: Ricezione motore PYF 1 . . . . . . . . . . 233
GFuE142: Ricezione motore PYF 2 . . . . . . . . . . 233
GFuE143: Ricezione motore PYF 3 . . . . . . . . . . 233
GFuE144: Ricezione motore PYF 4 . . . . . . . . . . 233
GFuE245: Ricezione valvola rovesciatore . . . . . . . . 233
GFuE257: Ricezione motore triangolo caduta 1 . . . . . . . 233
GFuE269: Ricezione motore triangolo caduta 2 . . . . . . . 233
GFuE281: Ricezione motore triangolo caduta 3 . . . . . . . 233
GFuE293: Ricezione motore triangolo caduta 4 . . . . . . . 233
GFuE305: Ricezione motore triangolo ritorno tallone . . . . . . 233
GFuE317: Ricezione Motore braccio prelevatori verticale . . . . . 233
GFuE329: Ricezione Motore braccio prelevatori angolare . . . . . 233
GFuE341: Ricezione mot. rovesciatore basso . . . . . . . 233
GFuE353: Ricezione mot. rovesciatore alto . . . . . . . . 233
GFuE365: Ricezione mot. avanzamento spilli . . . . . . . 233
GFuE377: Ricezione motore cucitrice . . . . . . . . . 233
GFuE389: Ricezione Motore Inclina Rovesciatore . . . . . . . 233
GFuE402: Ricezione Mot. Rotazione grup. portaspilli . . . . . . 233
GFuE426: Ricezione valvola parzial. punta chiusa esterna . . . . . 233
GFuE77: Overrun perdita dati alza cilindro . . . . . . . 234
GFuE78: Overrun perdita dati valvola parzial. . . . . . . . 234
GFuE79: Overrun perdita dati coperchio platine . . . . . . . 234
GFuE80: Overrun perdita dati elastico 1 . . . . . . . . 234
GFuE81: Overrun perdita dati cop. platine angolare . . . . . . 234
GFuE82: Overrun perdita dati motore seghetta . . . . . . . 234
GFuE83: Overrun perdita dati elastico 2 . . . . . . . . 234
GFuE84: Overrun perdita dati elastico caduta 1 . . . . . . . 234
GFuE85: Overrun perdita dati raddrizza polsino . . . . . . . 234
GFuE86: Overrun perdita dati motore bordo . . . . . . . . 234
GFuE161: Overrun perdita dati motore PYF 1 . . . . . . . 234
GFuE162: Overrun perdita dati motore PYF 2 . . . . . . . 234
GFuE163: Overrun perdita dati motore PYF 3 . . . . . . . 234
GFuE164: Overrun perdita dati motore PYF 4 . . . . . . . 234
GFuE249: Overrun perdita dati valvola rovesc. . . . . . . . 234
GFuE262: Overrun motore triangolo caduta 1 . . . . . . . 234
GFuE274: Overrun motore triangolo caduta 2 . . . . . . . 234
GFuE286: Overrun motore triangolo caduta 3 . . . . . . . 234
GFuE298: Overrun motore triangolo caduta 4 . . . . . . . 234
GFuE310: Overrun motore triangolo ritorno tallone . . . . . . 234
GFuE369: Overrun perdita dati AvanzamentoSpilli . . . . . . 234
GFuE333: Overrun perdita dati braccio angolare . . . . . . . 234

- 16 -
GFuE321: Overrun perdita dati braccio verticale . . . . . . 234
GFuE381: Overrun perdita dati motore cucitrice . . . . . . . 234
GFuE357: Overrun perdita dati rovesciatore alto . . . . . . 234
GFuE345: Overrun perdita dati RovesciatoreBasso . . . . . . 234
GFuE393: Overrun perdita dati InclinaRovesciat. . . . . . . 234
GFuE406: Overrun perdita dati mot. rotazione gruppo portaspilli . . . 234
GFuE430: Overrun perdita dati valvola parzial. P. chiusa esterna . . . 235

Messaggi CAN: Motore Disabilitato 235


GFuE37: Motore alza cilindro disabilitato! . . . . . . . 235
GFuE38: Motore valvola parzializzatrice disabilitato! . . . . . 235
GFuE39: Motore coperchio platine disabilitato! . . . . . . . 235
GFuE40: Motore elastico 1 disabilitato! . . . . . . . . 235
GFuE41: Motore coperchio platine angolare disabilitato! . . . . . 235
GFuE42: Motore seghetta disabilitato! . . . . . . . . 235
GFuE43: Motore elastico 2 disabilitato! . . . . . . . . 235
GFuE44: Motore elastico caduta 1 disabilitato! . . . . . . . 235
GFuE45: Motore raddrizza polsino disabilitato! . . . . . . . 235
GFuE46: Motore bordo disabilitato! . . . . . . . . . 235
GFuE149: Motore PYF 1 disabilitato . . . . . . . . . 235
GFuE150: Motore PYF 2 disabilitato . . . . . . . . . 235
GFuE151: Motore PYF 3 disabilitato . . . . . . . . . 235
GFuE152: Motore PYF 4 disabilitato . . . . . . . . . 235
GFuE246: Motore valvola rovesciatore disabilitato! . . . . . . 235
GFuE258: Motore triangolo caduta 1 disabilitato! . . . . . . 235
GFuE270: Motore triangolo caduta 2 disabilitato! . . . . . . 236
GFuE282: Motore triangolo caduta 3 disabilitato! . . . . . . 236
GFuE294: Motore triangolo caduta 4 disabilitato! . . . . . . 236
GFuE306: Motore triangolo ritorno tallone disabilitato! . . . . . 236
GFuE318: Motore braccio prelevatori verticale disabilitato! . . . . 236
GFuE330: Motore braccio prelevatori angolare disabilitato! . . . . 236
GFuE342: Mot. rovesciatore basso disabilitato! . . . . . . . 236
GFuE354: Mot. rovesciatore alto disabilitato! . . . . . . . 236
GFuE366: Mot. avanzamento spilli disabilitato! . . . . . . . 236
GFuE378: Motore cucitrice disabilitato! . . . . . . . . 236
GFuE390: Motore Inclina Rovesciatore disabilitato! . . . . . . 236
GFuE403: Motore rotazione gruppo portaspilli disabilitato! . . . . 236
GFuE427: Motore valvola parzial. P. chiusa esterna disabilitato! . . . 236

Messaggi CAN: Gestione Azzeramento e Busy 236


GFuE47: Motore alza cilindro busy! . . . . . . . . . 236
GFuE48: Motore valvola parzializzatrice busy! . . . . . . . 236
GFuE49: Motore coperchio platine busy! . . . . . . . . 236
GFuE50: Motore elastico 1 busy! . . . . . . . . . . 236
GFuE51: Motore coperchio platine angolare busy! . . . . . . 236
GFuE52: Motore seghetta busy! . . . . . . . . . . 236
GFuE53: Motore elastico 2 busy! . . . . . . . . . . 236
GFuE54: Motore elastico caduta 1 busy! . . . . . . . . 236
GFuE55: Motore raddrizza polsino busy! . . . . . . . . 236
GFuE56: Motore bordo busy! . . . . . . . . . . . 237
GFuE145: Motore PYF 1 BUSY . . . . . . . . . . . 237
GFuE146: Motore PYF 2 BUSY . . . . . . . . . . . 237
GFuE147: Motore PYF 3 BUSY . . . . . . . . . . . 237
GFuE148: Motore PYF 4 BUSY . . . . . . . . . . . 237
GFuE247: Motore valvola rovesciatore busy! . . . . . . . 237
GFuE259: Motore triangolo caduta 1 busy! . . . . . . . . 237
GFuE271: Motore triangolo caduta 2 busy! . . . . . . . . 237
GFuE283: Motore triangolo caduta 3 busy! . . . . . . . . 237
GFuE295: Motore triangolo caduta 4 busy! . . . . . . . . 237
GFuE307: Motore triangolo ritorno tallone busy! . . . . . . 237
GFuE319: Motore braccio prelevatori verticale busy! . . . . . . 237
GFuE331: Motore braccio prelevatori angolare busy! . . . . . . 237
GFuE343: Mot. rovesciatore basso busy! . . . . . . . . 237
GFuE355: Mot. rovesciatore alto busy! . . . . . . . . 237
GFuE367: Mot. avanzamento spilli busy! . . . . . . . . 237
GFuE379: Motore cucitrice busy! . . . . . . . . . . 237
GFuE391: Motore Inclina Rovesciatore busy! . . . . . . . 237
GFuE404: Motore rotazione gruppo portaspilli busy! . . . . . . 237
GFuE428: Motore valvola parzial. P. chiusa esterna busy! . . . . . 237
GFuE57: Azzeramento impossibile alza cilindro . . . . . . . 238

- 17 -
GFuE59: Azzeramento impossibile coperchio platine . . . . . . 238
GFuE61: Azzeramento impossibile cop. platine angolare . . . . . 238
GFuE260: Azzeramento impossibile triangolo cad. 1 . . . . . . 238
GFuE272: Azzeramento impossibile triangolo cad. 2 . . . . . . 238
GFuE284: Azzeramento impossibile triangolo cad. 3 . . . . . . 238
GFuE296: Azzeramento impossibile triangolo cad. 4 . . . . . . 239
GFuE327: Azzeramento impossibile braccio verticale . . . . . . 239
GFuE339: Azzeramento impossibile braccio angolare . . . . . . 239
GFuE351: Azzeramento impossibile RovesciatoreBasso . . . . . . 239
GFuE363: Azzeramento impossibile rovesciatore alto . . . . . . 239
GFuE375: Azzeramento impossibile AvanzamentoSpilli . . . . . . 240
GFuE387: Azzeramento impossibile motore cucitrice . . . . . . 240
GFuE399: Azzeramento impossibile InclinaRovesciat. . . . . . . 240
GFuE412: Azzeramento impossibile Mot. rotaz.portaspilli . . . . . 240
GFuE436: Azzerame- nto impossibile valvola parzial. P. chiusa esterna . . 240
GFuE308: Azzeramento impossibile tr. rit. tallone . . . . . . 241
GFuE67: Impossibile accostamento a 0 alza cilindro . . . . . . 241
GFuE69: Impossibile accostamento a 0 coperchio platine . . . . . 241
GFuE71: Impossibile accostamento a 0 cop.plat.angolare . . . . . 242
GFuE261: Steps persi motore triangolo caduta 1 . . . . . . . 242
GFuE273: Steps persi motore triangolo caduta 2 . . . . . . . 242
GFuE285: Steps persi motore triangolo caduta 3 . . . . . . . 242
GFuE297: Steps persi motore triangolo caduta 4 . . . . . . . 242
GFuE320: Impossibile accostamento a 0 braccio verticale . . . . . 243
GFuE332: Impossibile accostamento a 0 braccio angolare . . . . . 243
GFuE344: Impossibile accostamento a 0 RovesciatoreBasso . . . . . 243
GFuE356: Impossibile accostamento a 0 rovesciatore alto . . . . . 243
GFuE368: Impossibile accostamento a 0 AvanzamentoSpilli . . . . . 243
GFuE380: Impossibile accostamento a 0 motore cucitrice . . . . . 243
GFuE392: Impossibile accostamento a 0 InclinaRovesciat. . . . . . 244
GFuE405: Impossibile accostamento a 0 mot.rotaz.portas. . . . . . 244
GFuE429: Impossib. accostamento a 0 valvola parzial. P. chiusa esterna . . 244
GFuE309: Steps persi motore triangolo ritorno tallone . . . . . 244
GFuE400: Movimento impossibile InclinaRovesciat. . . . . . . 246
GFuE413: Movimento impossibile mot. rotazione gruppo portaspilli . . . 246
GFuE416: Movimento impossibile mot. AvanzamentoSpilli . . . . . 246
GFuE417: Movimento impossibile mot. Cucitrice . . . . . . . 246

Messaggi CAN: Gestione operazioni in FLASH 247


GFuE87: Checksum in aggiornamento alza cilindro . . . . . . 247
GFuE88: Checksum in aggiornamento valvola parzial. . . . . . . 247
GFuE89: Checksum in aggiornamento coperchio platine . . . . . . 247
GFuE90: Checksum in aggiornamento elastico 1 . . . . . . . 247
GFuE91: Checksum in aggiornamento cop.plat.angolare . . . . . . 247
GFuE92: Checksum in aggiornamento motore seghetta . . . . . . 247
GFuE93: Checksum in aggiornamento elastico 2 . . . . . . . 247
GFuE94: Checksum in aggiornamento elastico caduta 1 . . . . . . 247
GFuE95: Checksum in aggiornamento raddrizza polsino . . . . . . 247
GFuE96: Checksum in aggiornamento motore bordo . . . . . . . 247
GFuE165: Checksum in aggiornamento motore PYF 1 . . . . . . 247
GFuE166: Checksum in aggiornamento motore PYF 2 . . . . . . 247
GFuE167: Checksum in aggiornamento motore PYF 3 . . . . . . 247
GFuE168: Checksum in aggiornamento motore PYF 4 . . . . . . 247
GFuE250: Checksum in aggiornamento valvola rovesc. . . . . . . 247
GFuE263: Checksum motore triangolo caduta 1 . . . . . . . 247
GFuE275: Checksum motore triangolo caduta 2 . . . . . . . 247
GFuE287: Checksum motore triangolo caduta 3 . . . . . . . 247
GFuE299: Checksum motore triangolo caduta 4 . . . . . . . 247
GFuE322: Checksum in aggiornamento braccio verticale . . . . . 248
GFuE334: Checksum in aggiornamento braccio angolare . . . . . . 248
GFuE346: Checksum in aggiornamento RovesciatoreBasso . . . . . 248
GFuE358: Checksum in aggiornamento rovesciatore alto . . . . . 248
GFuE370: Checksum in aggiornamento AvanzamentoSpilli . . . . . 248
GFuE382: Checksum in aggiornamento motore cucitrice . . . . . . 248
GFuE394: Checksum in aggiornamento InclinaRovesciat. . . . . . 248
GFuE407: Checksum in aggiornamento mot.rotaz.portas. . . . . . 248
GFuE431: Checksum in aggiornamento valvola parzial. P. chiusa esterna . . 248
GFuE311: Checksum motore triangolo ritorno tallone . . . . . . 248
GFuE97: Lunghezza pagina in aggiornamento alza cilindro . . . . . 248
GFuE98: Lunghezza pagina in aggiornamento valvola parzial. . . . . 248

- 18 -
GFuE99: Lunghezza pagina in aggiornamento coperchio platine . . . . 248
GFuE100: Lunghezza pagina in aggiornamento elastico 1 . . . . . 248
GFuE101: Lunghezza pagina in aggiornamento cop.plat.angolare . . . . 248
GFuE102: Lunghezza pagina in aggiornamento motore seghetta . . . . 248
GFuE103: Lunghezza pagina in aggiornamento elastico 2 . . . . . 248
GFuE104: Lunghezza pagina in aggiornamento elastico caduta 1 . . . . 248
GFuE105: Lunghezza pagina in aggiornamento raddrizza polsino . . . . 248
GFuE106: Lunghezza pagina in aggiornamento motore bordo . . . . . 248
GFuE169: Lunghezza pagina in aggiornamento motore PYF 1 . . . . . 248
GFuE170: Lunghezza pagina in aggiornamento motore PYF 2 . . . . . 248
GFuE171: Lunghezza pagina in aggiornamento motore PYF 3 . . . . . 249
GFuE172: Lunghezza pagina in aggiornamento motore PYF 4 . . . . . 249
GFuE251: Lunghezza pagina in aggiornamento valvola rovesc. . . . . 249
GFuE264: Lunghezza pagina motore triangolo caduta 1 . . . . . . 249
GFuE276: Lunghezza pagina motore triangolo caduta 2 . . . . . . 249
GFuE288: Lunghezza pagina motore triangolo caduta 3 . . . . . . 249
GFuE300: Lunghezza pagina motore triangolo caduta 4 . . . . . . 249
GFuE323: Lunghezza pagina in aggiornamento braccio verticale . . . . 249
GFuE335: Lunghezza pagina in aggiornamento braccio angolare . . . . 249
GFuE347: Lunghezza pagina in aggiornamento RovesciatoreBasso . . . . 249
GFuE359: Lunghezza pagina in aggiornamento rovesciatore alto . . . . 249
GFuE371: Lunghezza pagina in aggiornamento AvanzamentoSpilli . . . . 249
GFuE383: Lunghezza pagina in aggiornamento motore cucitrice . . . . 249
GFuE395: Lunghezza pagina in aggiornamento InclinaRovesciat. . . . . 249
GFuE408: Lunghezza pagina in aggiornamento mot.rotaz.portas. . . . . 249
GFuE432: Lung. pag in aggiornamento valvola parzial. P. chiusa esterna . . 249
GFuE312: Lunghezza pagina motore triangolo ritorno tallone . . . . 249
GFuE107: Scrittura FLASH in aggiornamento alza cilindro . . . . . 249
GFuE108: Scrittura FLASH in aggiornamento valvola parzial. . . . . 249
GFuE109: Scrittura FLASH in aggiornamento coperchio platine . . . . 249
GFuE110: Scrittura FLASH in aggiornamento elastico 1 . . . . . 249
GFuE111: Scrittura FLASH in aggiornamento cop.plat.angolare . . . . 249
GFuE112: Scrittura FLASH in aggiornamento motore seghetta . . . . 250
GFuE113: Scrittura FLASH in aggiornamento elastico 2 . . . . . 250
GFuE114: Scrittura FLASH in aggiornamento elastico caduta 1 . . . . 250
GFuE115: Scrittura FLASH in aggiornamento raddrizza polsino . . . . 250
GFuE116: Scrittura FLASH in aggiornamento motore bordo . . . . . 250
GFuE173: Scrittura FLASH in aggiornamento motore PYF 1 . . . . . 250
GFuE174: Scrittura FLASH in aggiornamento motore PYF 2 . . . . . 250
GFuE175: Scrittura FLASH in aggiornamento motore PYF 3 . . . . . 250
GFuE176: Scrittura FLASH in aggiornamento motore PYF 4 . . . . . 250
GFuE252: Scrittura FLASH in aggiornamento valvola rovesc. . . . . 250
GFuE265: Flash motore triangolo caduta 1 . . . . . . . . 250
GFuE277: Flash motore triangolo caduta 2 . . . . . . . . 250
GFuE289: Flash motore triangolo caduta 3 . . . . . . . . 250
GFuE301: Flash motore triangolo caduta 4 . . . . . . . . 250
GFuE324: Scrittura FLASH in aggiornamento braccio verticale . . . . 250
GFuE336: Scrittura FLASH in aggiornamento braccio angolare . . . . 250
GFuE348: Scrittura FLASH in aggiornamento RovesciatoreBasso . . . . 250
GFuE360: Scrittura FLASH in aggiornamento rovesciatore alto . . . . 250
GFuE372: Scrittura FLASH in aggiornamento AvanzamentoSpilli . . . . 250
GFuE384: Scrittura FLASH in aggiornamento motore cucitrice . . . . 250
GFuE396: Scrittura FLASH in aggiornamento InclinaRovesciat. . . . . 250
GFuE409: Scrittura FLASH in aggiornamento mot.rotaz.portas. . . . . 250
GFuE433: Scrittura FLASH valvola parzializzatrice P. chiusa esterna . . 250
GFuE313: Flash motore triangolo ritorno tallone . . . . . . 250
GFuE117: Numero pagina in aggiornamento alza cilindro . . . . . 251
GFuE118: Numero pagina in aggiornamento valvola parzial. . . . . . 251
GFuE119: Numero pagina in aggiornamento coperchio platine . . . . 251
GFuE120: Numero pagina in aggiornamento elastico 1 . . . . . . 251
GFuE121: Numero pagina in aggiornamento cop.plat.angolare . . . . 251
GFuE122: Numero pagina in aggiornamento motore seghetta . . . . . 251
GFuE123: Numero pagina in aggiornamento elastico 2 . . . . . . 251
GFuE124: Numero pagina in aggiornamento elastico caduta 1 . . . . 251
GFuE125: Numero pagina in aggiornamento raddrizza polsino . . . . 251
GFuE126: Numero pagina in aggiornamento motore bordo . . . . . 251
GFuE177: Numero pagina in aggiornamento motore PYF 1 . . . . . 251
GFuE178: Numero pagina in aggiornamento motore PYF 2 . . . . . 251
GFuE179: Numero pagina in aggiornamento motore PYF 3 . . . . . 251
GFuE180: Numero pagina in aggiornamento motore PYF 4 . . . . . 251

- 19 -
GFuE253: Numero pagina in aggiornamento valvola rovesc. . . . . . 251
GFuE266: Numero pagina motore triangolo caduta 1 . . . . . . 251
GFuE278: Numero pagina motore triangolo caduta 2 . . . . . . 251
GFuE290: Numero pagina motore triangolo caduta 3 . . . . . . 251
GFuE302: Numero pagina motore triangolo caduta 4 . . . . . . 251
GFuE325: Numero pagina in aggiornamento braccio verticale . . . . 251
GFuE337: Numero pagina in aggiornamento braccio angolare . . . . . 251
GFuE349: Numero pagina in aggiornamento RovesciatoreBasso . . . . 251
GFuE361: Numero pagina in aggiornamento rovesciatore alto . . . . 251
GFuE373: Numero pagina in aggiornamento AvanzamentoSpilli . . . . 251
GFuE385: Numero pagina in aggiornamento motore cucitrice . . . . . 251
GFuE397: Numero pagina in aggiornamento InclinaRovesciat. . . . . 251
GFuE410: Numero pagina in aggiornamento mot.rotaz.portas. . . . . 251
GFuE434: Num. pag. in aggiornamento valvola parzial. P. chiusa esterna . . 251
GFuE314: Numero pagina motore triangolo ritorno tallone . . . . . 251

Messaggi CAN: Malfunzionamento Hardware 252


GFuE127: Tensione aliment. troppo bassa alza cilindro . . . . . 252
GFuE128: Tensione aliment. troppo bassa valvola parzial. . . . . . 252
GFuE129: Tensione aliment. troppo bassa coperchio platine . . . . 252
GFuE130: Tensione aliment. troppo bassa elastico 1 . . . . . . 252
GFuE131: Tensione aliment. troppo bassa cop.plat.angolare . . . . 252
GFuE132: Tensione aliment. troppo bassa motore seghetta . . . . . 252
GFuE133: Tensione aliment. troppo bassa elastico 2 . . . . . . 252
GFuE134: Tensione aliment. troppo bassa elastico caduta 1 . . . . 252
GFuE135: Tensione aliment. troppo bassa raddrizza polsino . . . . 252
GFuE136: Tensione aliment. troppo bassa motore bordo . . . . . 252
GFuE181: Tensione aliment. troppo bassa motore PYF 1 . . . . . 252
GFuE182: Tensione aliment. troppo bassa motore PYF 2 . . . . . 252
GFuE183: Tensione aliment. troppo bassa motore PYF 3 . . . . . 252
GFuE184: Tensione aliment. troppo bassa motore PYF 4 . . . . . 252
GFuE254: Tensione aliment. troppo bassa valvola rovesc. . . . . . 252
GFuE267: Tensione motore triangolo caduta 1 . . . . . . . 252
GFuE279: Tensione motore triangolo caduta 2 . . . . . . . 252
GFuE291: Tensione motore triangolo caduta 3 . . . . . . . 252
GFuE303: Tensione motore triangolo caduta 4 . . . . . . . 252
GFuE326: Tensione aliment. troppo bassa braccio verticale . . . . 252
GFuE338: Tensione aliment. troppo bassa braccio angolare . . . . . 253
GFuE350: Tensione aliment. troppo bassa RovesciatoreBasso . . . . 253
GFuE362: Tensione aliment. troppo bassa rovesciatore alto . . . . 253
GFuE374: Tensione aliment. troppo bassa AvanzamentoSpilli . . . . 253
GFuE386: Tensione aliment. troppo bassa motore cucitrice . . . . . 253
GFuE398: Tensione aliment. troppo bassa InclinaRovesciat. . . . . 253
GFuE411: Tensione aliment. troppo bassa mot.rotaz.portas. . . . . 253
GFuE435: Tensione alim.troppo bassa valvola parzial. P. chiusa esterna . . 253
GFuE315: Tensione motore triangolo ritorno tallone . . . . . . 253

Messaggi CAN relativi al Fine Rocca PYF 253


GFuE185: Fine rocca motore PYF 1 . . . . . . . . . 253
GFuE186: Fine rocca motore PYF 2 . . . . . . . . . 253
GFuE187: Fine rocca motore PYF 3 . . . . . . . . . 253
GFuE188: Fine rocca motore PYF 4 . . . . . . . . . 253

Messaggi CAN relativi ad Azionamento ECODD 254


GFuE189: ECODD: Generico . . . . . . . . . . . 254
GFuE190: ECODD: 310 Volt KO . . . . . . . . . . 254
GFuE191: ECODD: Termica motore . . . . . . . . . . 255
GFuE192: ECODD: Termica dissipatore . . . . . . . . . 255
GFuE193: ECODD: Energia Motore I2T . . . . . . . . . 255
GFuE194: ECODD: TX CAN . . . . . . . . . . . 256
GFuE195: ECODD: RX CAN . . . . . . . . . . . 256
GFuE196: ECODD: Accavallamento comandi . . . . . . . . 256
GFuE197: ECODD: Scrittura FLASH . . . . . . . . . . 257
GFuE198: ECODD: Set parametri . . . . . . . . . . 257
GFuE199: ECODD: Parametri RDC . . . . . . . . . . 258
GFuE200: ECODD: WATCH DOG azionamento . . . . . . . . 258
GFuE201: ECODD: Azionamento non configurato . . . . . . . 258
GFuE202: ECODD: Esecuzione OFFSET riferimento . . . . . . . 259

Messaggi CAN relativi a dispositivi YOYO 259

- 20 -
GFuE218: Generico CAN YOYO . . . . . . . . . . . 259
GFuE219: YOYO non numerato . . . . . . . . . . . 260
GFuE220: Trasmissione YOYO x . . . . . . . . . . 260
GFuE221: Ricezione YOYO x . . . . . . . . . . . 260
GFuE222: Filo rotto YOYO x . . . . . . . . . . . 261
GFuE224: Sensore di Hall YOYO x . . . . . . . . . . 261
GFuE228: Overrun YOYO x . . . . . . . . . . . 262
GFuE229: Checksum YOYO x . . . . . . . . . . . 262
GFuE230: Lunghezza pagina YOYO x . . . . . . . . . 262
GFuE231: Scrittura FLASH YOYO x . . . . . . . . . . 263
GFuE232: Numero pagina YOYO x . . . . . . . . . . 263

MAIN 264

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie 264


Ma1: Dati setup persi. Effettuare setup . . . . . . . . 264
MAuE01: Troppo tempo in stato di WAIT . . . . . . . . 264
MAuE02: Macchina ferma per F1 . . . . . . . . . . 265

Messaggi relativi alla gestione del conteggio Encoder 265


Ma4: Encoder non connesso . . . . . . . . . . . 265
Ma5: Timer in overflow . . . . . . . . . . . . 265

Messaggi relativi alla gestione dello Zero cilindro 265


MAuE03: Zero valido: FN+A] 0 su Sk2007 FN+Z] 0 su ECODD . . . . . 266
MAuE04: Lo zero valido è nell’ECODD, FN+Z per accettarlo . . . . . 268
MAuE05: Lo zero valido è nel SETUP, FN+A per accettarlo . . . . . 268

MOTO 270

Messaggi relativi a malfunzionamenti Hw/Sw 270


Mo1: Moto ostacolato . . . . . . . . . . . . 270

MPP 272
Messaggi CAN relativi alla posizione dei Motori 272
MPuE01: Valvola Parzializzatrice Elett. non a zero . . . . . . 272
MPuE02: Motore bordo non a zero . . . . . . . . . . 272
MPuE03: Motore raddrizza polsino non a zero . . . . . . . 272
MPuE04: Motore valvola rovesciatore non a zero . . . . . . . 272
MPuE16: Motore braccio prelevatori verticale non a zero . . . . . 273
MPuE17: Motore braccio prelevatori angolare non a zero . . . . . 273
MPuE18: Motore rovesciatore basso non a zero . . . . . . . 273
MPuE19: Motore rovesciatore alto non a zero . . . . . . . 273
MPuE20: Motore avanzameno spilli non a zero . . . . . . . 273
MPuE21: Motore cucitrice non a zero . . . . . . . . . 273
MPuE22: Motore inclina Rovesciatore non a zero . . . . . . . 273
MPuE23: Motore ribalta gruppo spilli non a zero . . . . . . 273
MPuE24: Motore valvola parzial. P. chiusa esterna non a zero . . . . 273

Messaggi relativi alla gestione Bordo 274


MPuE06: Motore bordo non in posizione . . . . . . . . 274
MPuE07: Encoder bordo non in posizione . . . . . . . . 274
MPuE08: Bordo in posizione ma in busy . . . . . . . . 275
MPuE09: Bordo non a zero! Fare azzeramento manuale . . . . . . 275
MPuE10: Comando manuale alza bordo non completato . . . . . . 275
MPuE12: Eseguire recupero bordo manuale . . . . . . . . 275
MPuE13: ATTENZIONE! Pistone blocco bordo intervenuto . . . . . 275
MPuE14: Posizione bordo cambiate, modifica persa . . . . . . 276

REST 277
Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie 277

- 21 -
Re1: Modifica eseguibile solo in lavorazione . . . . . . . 277
REuE19: Timeout CAN encoder mot.cop. platine angolare . . . . . 277
REuE23: Tipo eccentrico non trovato . . . . . . . . . 278

Messaggi CAN relativi alla posizione dei Motori 278


REuE02: Motore alza cilindro non a zero . . . . . . . . 278
REuE03: Motore coperchio platine non a zero . . . . . . . 278
REuE04: Motore coperchio platine angolare non a zero . . . . . 278
REuE24: Motore ritorno tallone non a zero . . . . . . . . 278
REuE26: Motore triangolo caduta 1 non a zero . . . . . . . 279
REuE28: Motore triangolo caduta 2 non a zero . . . . . . . 279
REuE30: Motore triangolo caduta 3 non a zero . . . . . . . 279
REuE32: Motore triangolo caduta 4 non a zero . . . . . . . 279

Messaggi relativi a problemi Software sulla gestione Triangoli 280


REuE20: Dati calibratura triangoli in FLASH, persi . . . . . . 280
REuE21: Numero posizioni triangoli troppo alto . . . . . . . 280
REuE22: Numero motori triangoli errato . . . . . . . . 280

SCORE 282
Messaggi relativi a problemi Software dello Scorrimento fili 282
Sc1: Tabella completa, fallito autoapprendimento . . . . . . 282
Sc4: Dati encoder errati . . . . . . . . . . . 282
Sc10: Comando per sensori seriali non riconosciuto . . . . . . 283
Sc16: Coda eventi scorrimento piena Aumentare la Ram . . . . . 283

Messaggi relativi al funzionamento dello Scorrimento fili 283


Sc5: Filo non tagliato H sensore N. x . . . . . . . . . 283
Sc21: Filo non tagliato L sensore N. x . . . . . . . . 283
Sc6: Filo rotto H sensore N. x . . . . . . . . . . 285
Sc22: Filo rotto L sensore N. x . . . . . . . . . . 285
Sc23: Filo rotto H SPEED sensore N. x . . . . . . . . . 286
Sc24: Filo rotto cumulativo sensore N. x . . . . . . . . 287

Messaggi relativi alla comunicazione seriale con Sensori Scor. 288


Sc7: Nessun segnale dai sensori seriali . . . . . . . . 288
Sc11: Comunicazione con sensori seriali errata . . . . . . . 289
Sc12: Sensore N. x non risponde alla comunicaz. . . . . . . 290
Sc14: Sensori seriali troppo lenti . . . . . . . . . 290
Sc17: Troppi disturbi in ricezione . . . . . . . . . 291

Messaggi relativi a configurazione/memorizzazione Scorrimento 292


Sc8: Zona FLASH sensori vuota. Fare numerazione . . . . . . 292
Sc15: Configurazione errata, sensore seriale N. x . . . . . . 292
Sc25: Parametri fuori range sensore N. x . . . . . . . . 292
Sc26: Sensore aggiunto non identificato . . . . . . . . 292

Messaggi relativi a difetti dei sensori seriali 293


Sc18: Transistor di stop rotto sensore N. x . . . . . . . 293
Sc19: Ottica accecata sensore N. x . . . . . . . . . 293
Sc20: Ottica sporca sensore N. x . . . . . . . . . . 294

YARN 296
Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie 296
Ya1: Modifica eseguibile solo in programmazione . . . . . . . 296
Ya2: Nessun programma attivo . . . . . . . . . . 296
YAuE01: Disabilitazione manuale YOYO x . . . . . . . . 296

- 22 -
Alarm 297

CHAIN 298
Anomalia interna software 298
Ch11: Numero di elementi setup non corretto . . . . . . . 298
Ch6: CONFIGURAZIONE BIT ANOMALA . . . . . . . . . . 298

Messaggi relativi alla Programmazione e Setup 299


Ch1: LINK PIENO . . . . . . . . . . . . . 299
Ch2: Uscita tallone prog. in dir. dritto . . . . . . . . 299
CHuA08: Codice funzione nesistente . . . . . . . . . 299
i
CHuA10: Punta Chiusa non eseguibile rivedi il prog. . . . . . . 300
CHuA11: Tallone Largo non eseguibile vedi setup o prog . . . . . 300
CHuA12: Jacquard non eseguibile vedi setup o prog . . . . . . 300
CHuA19: Logica estrazione calza e cucitura disabilitata . . . . . 301
CHuA20: Dati nel programma per estraz.-cucitura non corretti . . . . 302

Messaggi relativi a problemi nella Gestione Software 302


Ch3: DISPACH NON CONSENTITA . . . . . . . . . . 302
Ch4: OPERAZIONE DISPACH DIRETTA ERRATA . . . . . . . . 302
Ch5: Uscita EV pneumatica errata . . . . . . . . . 302
Ch7: Numero logica errato . . . . . . . . . . . 302
Ch8: CODIFICA INCOMPATIBILE CON SOTTOPROG. CATE . . . . . . 303
Ch9: Codifica incompatibile SW sottoprog. EFUN . . . . . . . 303
CHuA14: Troppi comandi per piatto guidafili . . . . . . . 303

Messaggi relativi alla Linea Seriale I/O 303


CHuA01: USCITE SERIALI NON CONFIGURATE . . . . . . . . 303
CHuA02: Generale uscite seriali . . . . . . . . . . 304
CHuA03: Uscite seriali: MANCANZA MESSAGGIO . . . . . . . 304
CHuA04: Barre configurate. SPEGNERE MACCHINA . . . . . . . 304
CHuA05: Salvataggio barre in FLASH: ERRATA SCRITTU A . . . . . 304
CHuA07: Mancanza 24 VDC linea seriale esterna . . . . . . . 305

Messaggi relativi alla gestione Seghetta 306


CHuA09: Aggancio forzato motore seghetta . . . . . . . . 306
CHuA15: Proximity aggancio seghetta posizione non corretta . . . . 307

CONSOLE 309

Anomalia interna software 309


Co10: Numero di elementi setup non corretto . . . . . . . 309

Messaggi relativi ad operazioni su FLASH 309


Co1: Salvataggio eseguito. Spegnere macchina . . . . . . . 309
Co2: Salvataggio setup in FLASH impossibile . . . . . . . 309
Co3: Reset FLASH setup eseguito. Spegnere macchina . . . . . . 310

Messaggi relativi a problemi nella Gestione Software 310


Co4: Programma concatenamento incompatibile . . . . . . . 310
Co5: Buffer comandi manuali MPP pieno . . . . . . . . 310
Co9: Rilettura setup macchina da flash . . . . . . . . 310

Messaggi relativi alla Calibratura Triangoli 311


Co6: Salvataggio calibratura OK. Spegnere macchina . . . . . . 311
Co7: Salvataggio calibratura impossibile . . . . . . . . 311
Co8: Reset FLASH calibratura OK. Spegnere macchina . . . . . . 311

Messaggi relativi alla Numerazione CAN 311


COuA01: Numerazione CAN Impossibile . . . . . . . . . 312
COuA02: Numerazione CAN Incompleta . . . . . . . . . 312

Messaggi relativi alla Numerazione YOYO 312


COuA03: Numerazione YOYO Impossibile . . . . . . . . . 312

- 23 -
COuA04: Numerazione YOYO Incompleta . . . . . . . . . 312

DRUM 313
Messaggi relativi a problemi nella Gestione Software 313
Dr4: Numero tamburini errato . . . . . . . . . . 313
Dr5: Manca sottoprogamma tamburini . . . . . . . . . 313
Dr6: Manca sottoprogamma stecche . . . . . . . . . 313
Dr12: Manca sottoprogramma guidafili . . . . . . . . . 314
Dr13: Numero cadute guidafili colore errato . . . . . . . 314
Dr20: Codifica incompatibile SW sottoprogram JACQ . . . . . . 314
Dr21: Codifica incompatibile SW sottoprogram GUID . . . . . . 314

Messaggi relativi alla velocità di elaborazione dati 314


Dr2: Caricamento stecca non completato . . . . . . . . 314
Dr7: Task drum troppo lento . . . . . . . . . . 315
Dr14: Logica guidafili colore troppo lenta . . . . . . . . 315
Dr16: Caricamento buffer comandi gf.non completato . . . . . . 315

Messaggi relativi alla Programmazione e Setup 316


Dr9: Numero aghi programma non corretto . . . . . . . . 316
Dr11: Troppi disegni sovrapposti . . . . . . . . . 316
Dr15: Troppi disegni sullo stesso rango . . . . . . . . 316
Dr17: Disegni guidafili colore sovrapposti . . . . . . . . 316
Dr19: Dispositivo logica gf colore non previsto . . . . . . 317
Dr24: Troppi comandi singola cad. GF colore sul rango . . . . . 317

Anomalia interna software 317


Dr22: Numero di elementi setup non corretto . . . . . . . 317
Dr10: CONFIGURAZIONE BIT ANOMALA . . . . . . . . . 317

GFILE 319
Messaggi relativi ad operazioni su FLASH 321
Gf1: Operazione su FLASH terminata. Spegnere macchina . . . . . 321
Gf5: Scrittura FLASH update file *.UP fallita . . . . . . . 321
GFuA38: Fallito aggiornamento SW scheda CAN MPP . . . . . . 321
GFuA85: Fallito aggiornamento SW YOYO . . . . . . . . 321
GFuA67: ECODD fallito aggiornamento . . . . . . . . . 322
GFuA152: Fallito aggiornamento SW scheda 3ENC . . . . . . . 322

Messaggi relativi a Software incompatibile 323


Gf2: Versione progr. aggiornamento incompatibile . . . . . . 323

Messaggi relativi a problemi nella Gestione Software 324


Gf3: EPR_CUS: ID modulo CAN giá assegnato . . . . . . . . 324
GFuA01: CAN comando sconosciuto . . . . . . . . . . 324
GFuA02: CAN modulo azionamento . . . . . . . . . . 324
GFuA76: YOYO comando sconosciuto . . . . . . . . . 324
GFuA65: ECODD comando sconosciuto . . . . . . . . . 325
GFuA151: 3ENC comando sconosciuto . . . . . . . . . 325
GFuA77: YOYO modulo azionamento . . . . . . . . . . 325
GFuA66: ECODD generico . . . . . . . . . . . 325

Messaggi relativi alla comunicazione CAN (Tx) 326


GFuA111: CAN in overrun . . . . . . . . . . . 326
GFuA112: CAN polmone pieno . . . . . . . . . . . 326
GFuA113: CAN bus off . . . . . . . . . . . . 326

Messaggi relativi ad hardware incompatibile 326


GFuA86: YOYO dispositivo sconosciuto . . . . . . . . . 326

Messaggi CAN: Malfunzionamento Hardware 326


GFuA08: Tensione alimentaz. alta alza cilindro . . . . . . . 326
GFuA09: Tensione alimentaz. alta valvola parzial. . . . . . . 326

- 24 -
GFuA10: Tensione alimentaz. alta coperchio platine . . . . . . 326
GFuA11: Tensione alimentaz. alta elastico 1 . . . . . . . 326
GFuA12: Tensione alimentaz. alta platine angolare . . . . . . 326
GFuA13: Tensione alimentaz. alta motore seghetta . . . . . . 326
GFuA14: Tensione alimentaz. alta elastico 2 . . . . . . . 327
GFuA15: Tensione alimentaz. alta elastico caduta 1 . . . . . . 327
GFuA16: Tensione alimentaz. alta raddrizza polsino . . . . . . 327
GFuA17: Tensione alimentaz. alta motore bordo . . . . . . . 327
GFuA49: Tensione alimentaz. alta motore PYF 1 . . . . . . . 327
GFuA52: Tensione alimentaz. alta motore PYF 2 . . . . . . . 327
GFuA55: Tensione alimentaz. alta motore PYF 3 . . . . . . . 327
GFuA58: Tensione alimentaz. alta motore PYF 4 . . . . . . . 327
GFuA87: Tensione alimentaz. alta Valvola Rovesc. . . . . . . 327
GFuA91: Tensione alimentaz. alta triangolo cad. 1 . . . . . . 327
GFuA95: Tensione alimentaz. alta triangolo cad. 2 . . . . . . 327
GFuA99: Tensione alimentaz. alta triangolo cad. 3 . . . . . . 327
GFuA103: Tensione alimentaz. alta triangolo cad. 4 . . . . . . 327
GFuA107: Tensione alimentaz. alta tr. ritorno tall. . . . . . . 327
GFuA114: Tensione alimentaz. alta braccio verticale . . . . . . 327
GFuA118: Tensione alimentaz. alta braccio angolare . . . . . . 327
GFuA122: Tensione alimentaz. alta RovesciatoreBasso . . . . . . 327
GFuA126: Tensione alimentaz. alta rovesciatore alto . . . . . . 327
GFuA130: Tensione alimentaz. alta AvanzamentoSpilli . . . . . . 327
GFuA134: Tensione alimentaz. alta motore cucitrice . . . . . . 327
GFuA138: Tensione alimentazione alta mot. Inclina Rovesciatore . . . 327
GFuA142: Tensione alimentaz. alta mot. rotazione grup. portaspilli . . . 327
GFuA147: Tensione alimentaz. alta valvola parzial. P. chiusa esterna . . 327
GFuA18: Corrente di fase alta alza cilindro . . . . . . . 328
GFuA19: Corrente di fase alta valvola parzial. . . . . . . . 328
GFuA20: Corrente di fase alta coperchio platine . . . . . . 328
GFuA21: Corrente di fase alta elastico 1 . . . . . . . . 328
GFuA22: Corrente di fase alta platine angolare . . . . . . . 328
GFuA23: Corrente di fase alta motore seghetta . . . . . . . 328
GFuA24: Corrente di fase alta elastico 2 . . . . . . . . 328
GFuA25: Corrente di fase alta elastico caduta 1 . . . . . . 328
GFuA26: Corrente di fase alta raddrizza polsino . . . . . . 328
GFuA27: Corrente di fase alta motore bordo . . . . . . . 328
GFuA50: Corrente di fase alta motore PYF 1 . . . . . . . 328
GFuA53: Corrente di fase alta motore PYF 2 . . . . . . . 328
GFuA56: Corrente di fase alta motore PYF 3 . . . . . . . 328
GFuA59: Corrente di fase alta motore PYF 4 . . . . . . . 328
GFuA88: Corrente di fase alta Valvola Rovesc. . . . . . . . 328
GFuA92: Corrente di fase alta triangolo cad. 1 . . . . . . . 328
GFuA96: Corrente di fase alta triangolo cad. 2 . . . . . . . 328
GFuA100: Corrente di fase alta triangolo cad. 3 . . . . . . 328
GFuA104: Corrente di fase alta triangolo cad. 4 . . . . . . 328
GFuA108: Corrente di fase alta tr. ritorno tall. . . . . . . 328
GFuA115: Corrente di fase alta braccio verticale . . . . . . 328
GFuA119: Corrente di fase alta braccio angolare . . . . . . 328
GFuA123: Corrente di fase alta RovesciatoreBasso . . . . . . 328
GFuA127: Corrente di fase alta rovesciatore alto . . . . . . 328
GFuA131: Corrente di fase alta AvanzamentoSpilli . . . . . . 328
GFuA135: Corrente di fase alta motore cucitrice . . . . . . 328
GFuA139: Corrente di fase alta mot. Inclina Rovesciatore . . . . . 328
GFuA143: Corrente di fase alta mot. rotazione grup. portaspilli . . . 329
GFuA148: Corrente di fase alta valvola parzial. P. chiusa esterna . . . 329
GFuA28: Temperatura azionamento alta alza cilindro . . . . . . 329
GFuA29: Temperatura azionamento alta valvola parzial. . . . . . 329
GFuA30: Temperatura azionamento alta coperchio platine . . . . . 329
GFuA31: Temperatura azionamento alta elastico 1 . . . . . . 329
GFuA32: Temperatura azionamento alta platine angolare . . . . . 329
GFuA33: Temperatura azionamento alta motore seghetta . . . . . 329
GFuA34: Temperatura azionamento alta elastico 2 . . . . . . 329
GFuA35: Temperatura azionamento alta elastico caduta 1 . . . . . 329
GFuA36: Temperatura azionamento alta raddrizza polsino . . . . . 329
GFuA37: Temperatura azionamento alta motore bordo . . . . . . 329
GFuA51: Temperatura azionamento alta motore PYF 1 . . . . . . 329
GFuA54: Temperatura azionamento alta motore PYF 2 . . . . . . 329
GFuA57: Temperatura azionamento alta motore PYF 3 . . . . . . 329
GFuA60: Temperatura azionamento alta motore PYF 4 . . . . . . 329

- 25 -
GFuA89: Temperatura azionamento alta Valvola Rovesc. . . . . . 329
GFuA93: Temperatura azionamento alta triangolo cad. 1 . . . . . 329
GFuA97: Temperatura azionamento alta triangolo cad. 2 . . . . . 330
GFuA101: Temperatura azionamento alta triangolo cad. 3 . . . . . 330
GFuA105: Temperatura azionamento alta triangolo cad. 4 . . . . . 330
GFuA109: Temperatura azionamento alta tr. ritorno tall. . . . . . 330
GFuA116: Temperatura azionamento alta braccio verticale . . . . . 330
GFuA120: Temperatura azionamento alta braccio angolare . . . . . 330
GFuA124: Temperatura azionamento alta RovesciatoreBasso . . . . . 330
GFuA128: Temperatura azionamento alta rovesciatore alto . . . . . 330
GFuA132: Temperatura azionamento alta AvanzamentoSpilli . . . . . 330
GFuA136: Temperatura azionamento alta motore cucitrice . . . . . 330
GFuA140: Temperatura azionamento alta InclinaRovesciat. . . . . . 330
GFuA144: Temperatura azionamento alta mot.rotaz.portas. . . . . . 330
GFuA149: Temperat. azionamento alta valvola parzial. P. chiusa esterna . . 330
GFuA39: Hardware scheda non riconosciuto alza cilindro . . . . . 330
GFuA40: Hardware scheda non riconosciuto valvola parzial. . . . . 330
GFuA41: Hardware scheda non riconosciuto coperchio platine . . . . 330
GFuA42: Hardware scheda non riconosciuto elastico 1 . . . . . . 330
GFuA43: Hardware scheda non riconosciuto platine angolare . . . . 330
GFuA44: Hardware scheda non riconosciuto motore seghetta . . . . . 331
GFuA45: Hardware scheda non riconosciuto elastico 2 . . . . . . 331
GFuA46: Hardware scheda non riconosciuto elastico caduta 1 . . . . 331
GFuA47: Hardware scheda non riconosciuto raddrizza polsino . . . . 331
GFuA48: Hardware scheda non riconosciuto motore bordo . . . . . 331
GFuA61: Hardware scheda non riconosciuto motore PYF 1 . . . . . 331
GFuA62: Hardware scheda non riconosciuto motore PYF 2 . . . . . 331
GFuA63: Hardware scheda non riconosciuto motore PYF 3 . . . . . 331
GFuA64: Hardware scheda non riconosciuto motore PYF 4 . . . . . 331
GFuA90: Hardware scheda non riconosciuto Valvola Rovesc. . . . . . 331
GFuA94: Hardware scheda non riconosciuto triangolo cad. 1 . . . . 331
GFuA98: Hardware scheda non riconosciuto triangolo cad. 2 . . . . 331
GFuA102: Hardware scheda non riconosciuto triangolo cad. 3 . . . . 331
GFuA106: Hardware scheda non riconosciuto triangolo cad. 4 . . . . 331
GFuA110: Hardware scheda non riconosciuto tr. ritorno tall. . . . . 331
GFuA117: Hardware scheda non riconosciuto braccio verticale . . . . 331
GFuA121: Hardware scheda non riconosciuto braccio angolare . . . . 331
GFuA125: Hardware scheda non riconosciuto RovesciatoreBasso . . . . 331
GFuA129: Hardware scheda non riconosciuto rovesciatore alto . . . . 331
GFuA133: Hardware scheda non riconosciuto AvanzamentoSpilli . . . . 331
GFuA137: Hardware scheda non riconosciuto motore cucitrice . . . . 331
GFuA141: Hardware scheda non riconosciuto InclinaRovesciat. . . . . 331
GFuA145: Hardware scheda non riconosciuto mot.rotaz.portas. . . . . 331
GFuA150: Hardware scheda non ricon. valvola parzial. P. chiusa es erna . . 331

Messaggi CAN relativi ad Azionamento ECODD 332


GFuA68: ECODD 3.3 Volt KO . . . . . . . . . . . 332
GFuA69: ECODD cortocircuito motore . . . . . . . . . 332
GFuA70: ECODD anomalia resolver . . . . . . . . . . 332
GFuA71: ECODD external reset . . . . . . . . . . 333
GFuA72: ECODD superata velocità mas ima . . . . . . . . 333
GFuA73: ECODD direzione contraria . . . . . . . . . 333
GFuA74: ECODD moto ostacolato . . . . . . . . . . 334

Messaggi relativi alla gestione del conteggio Encoder 335


GFuA146: Spostare lo zero encoder del motore AvanzamentoSpilli . . . 335

Anomalia interna software 335


Gf4: Numero di elementi setup non corretto . . . . . . . 336

MAIN 337
Messaggi relativi alla gestione del conteggio Encoder 337
Ma1: Gestione zero encoder . . . . . . . . . . . 337
Ma3: Conteggio encoder . . . . . . . . . . . 338

Messaggi relativi alla Programmazione e Setup 338


Ma2: Allarme informazioni programma ERRATE . . . . . . . 338

- 26 -
Messaggi relativi a Software incompatibile 339
Ma4: Versione DSP incompatibile . . . . . . . . . . 339
Ma6: Versione SW FOURSTEP-DIGISTEP non compatibile . . . . . . 339
Ma9: Codificato non compatibile con la macchina . . . . . . . 340
Ma13: Versione Sw YOYO non compatibile . . . . . . . . 340
Ma24: Versione SW ECODD non compatibile . . . . . . . . 341
Ma31: Versione Software scheda 3ENC incompatibile . . . . . . 342
Ma28: Versione Software USB incompatibile . . . . . . . . 343

Messaggi relativi a problemi nella Gestione Software 343


Ma5: Codifica incompatibile con sottoprog. SUPE . . . . . . . 343
Ma7: Timeout settaggio address logico ai moduli CAN . . . . . . 343
Ma8: Programma concatenamento in omp tibile . . . . . . . 344
Ma25: Timeout set address logico CAN ECODD . . . . . . . 344
Ma26: Timeout set address logico CAN YOYO . . . . . . . . 345

Messaggi relativi alla gestione moduli CAN 345


Ma10: Aggiunto modulo CAN FOURSTEP . . . . . . . . . 345
Ma11: Aggiunto YOYO . . . . . . . . . . . . 346

Messaggi relativi alla velocità di elaborazione dati 346


Ma16: Grado perso per accavallamento . . . . . . . . . 346
Ma17: Ago perso per accavallamento . . . . . . . . . 346

Messaggi relativi ad operazioni su FLASH 347


Ma18: Fine scrittura su FLASH. Spegnere macchina . . . . . . 347
Ma19: Scrittura FLASH impossibile . . . . . . . . . 347
Ma20: Aggiornamento eseguito. Spegnere macchina . . . . . . 347

Messaggi relativi alla comunicazione CAN (Tx) 348


Ma23: TX CAN ECODD impossibile . . . . . . . . . . 348
Ma29: TX CAN scheda 3ENC impossibile . . . . . . . . . 348

Messaggi relativi a problemi HARDWARE 348


MAuA01: WATCH-DOG CIO . . . . . . . . . . . . 348
MAuA02: WATCH-DOG tamburini . . . . . . . . . . 349

Messaggi relativi alla gestione dello Zero cilindro 349


MAuA03: zero meccanico non acquisito . . . . . . . . . 349

Anomalia interna software 351


Ma21: Numero di elementi setup non corretto . . . . . . . 351

MOTO 352
Messaggi relativi alla gestione Motore e Resolver 352
Mo1: Eccessiva velocita’ motore . . . . . . . . . . 352
Mo2: Resolver motore difettoso . . . . . . . . . . 352
s
Mo3: Resolver motore non connes o . . . . . . . . . 353

Messaggi relativi a problemi HARDWARE 353


Mo4: Teleruttore gia’ aperto . . . . . . . . . . 353
Mo6: WATCH DOG ECODD . . . . . . . . . . . . 354
Messaggi relativi alla gestione dei vari Azionamenti motore 354
Mo7: Parametri per azionamento diverso . . . . . . . . 354

Messaggi relativi a malfunzionamenti Hw/Sw 355


Mo8: Fallito cambio velocita’ . . . . . . . . . . 355
Mo14: Fallita entrata in tallone . . . . . . . . . 355
Mo16: Fallito BLACK-OUT . . . . . . . . . . . 355

Messaggi relativi ad operazioni su FLASH 356


Mo9: Salvataggio eseguito. Spegnere macchina . . . . . . . 356
Mo17: Fallita lettura-scrittura FLASH . . . . . . . . 356

- 27 -
Messaggi relativi a problemi nella Gestione Software 356
Mo10: Configurazione comandi non valida . . . . . . . . 356

Anomalia interna software 356


Mo18: Numero di elementi setup non corretto . . . . . . . 357

MPP 358
Messaggi relativi a problemi nella Gestione Software 358
Mp1: Sottoprogramma MPP mancante . . . . . . . . . 358
Mp3: Step non eseguito . . . . . . . . . . . 358
Mp7: Numero comando manuale inesistente . . . . . . . . 358
Mp17: Superati gradi tolleranza comando GR6 . . . . . . . 358
Mp21: Parametri manuale speciale errati . . . . . . . . 358
Mp4: Numero MPP inesistente comando GR6 . . . . . . . . 359
Mp5: Codice MPP inesistente comando GR6 . . . . . . . . 359
Mp6: Tipo MPP inesistente comando GR6 . . . . . . . . 359
Mp8: Numero MPP inesistente comando manuale . . . . . . . 359
Mp9: Codice MPP inesistente comando manuale . . . . . . . 359
Mp10: Tipo MPP inesistente comando manuale . . . . . . . 359
Mp11: Numero MPP inesistente comando utility . . . . . . . 359
Mp12: Codice MPP inesistente comando utility . . . . . . . 359
Mp13: Tipo MPP inesistente comando utility . . . . . . . 359
Mp14: Numero MPP inesistente in ENT/USC stato . . . . . . . 359
Mp15: Codice MPP inesistente in ENT/USC stato . . . . . . . 359
Mp16: Tipo MPP inesistente in ENT/USC stato . . . . . . . 359
Mp20: Codifica SW incompatibile con sottoprogr. MPP . . . . . . 359
Mp24: Codifica SW incompatibile con sottoprogr. EMPP . . . . . . 359
Mp25: Accavallamento comandi a macchina ferma . . . . . . . 360
Mp28: Time out CAN busy MPP . . . . . . . . . . 360

Messaggi relativi a moduli CAN non numerati 360


Mp2: Motore MPP non numerato . . . . . . . . . . 361

Messaggi relativi alla comunicazione CAN (Tx) 361


Mp27: TX CAN impossibile MPP . . . . . . . . . . 361

Messaggi relativi alla gestione Bordo 361


MPuA05: Fine corsa motore bordo . . . . . . . . . . 361
MPuA06: Manomissione bordo a mc spenta Bordo non a zero . . . . . 361

Anomalia interna software 362


Mp26: Numero di elementi setup non corretto . . . . . . . 362
Mp19: CONFIGURAZIONE BIT ANOMALA . . . . . . . . . 362

REST 363
Messaggi relativi alla Programmazione e Setup 363
Re1: Fine zona non raggiunta . . . . . . . . . . 363
Re4: Diametro cilindro errato . . . . . . . . . . 363
Re10: For-step accavallato con restringimento . . . . . . . 364
Re14: Indice di controllo assente . . . . . . . . . 364
REuA31: Finezza triangolo maglia non compatibile con codificato . . . 364

Messaggi relativi alla velocità di elaborazione dati 365


Re2: Gestione non corretta . . . . . . . . . . . 365

Messaggi relativi a problemi nella Gestione Software 365


Re3: Numero motori errato . . . . . . . . . . . 365
Re6: Codifica incompatibile SW sottoprog. REST . . . . . . . 365
Re7: Codifica incompatibile SW sottoprog. CLUN . . . . . . . 365
Re9: Parametri logiche REST non corretti . . . . . . . . 366

Messaggi relativi alla comunicazione CAN (Tx) 366


Re12: TX CAN impossibile REST . . . . . . . . . . 366

- 28 -
Messaggi relativi a moduli CAN non numerati 366
Re13: Motori MPP-REST non numerati . . . . . . . . . 366

Messaggi relativi alla gestione: [Zona non Trovata] 366


REuA05: Zona non trovata, motore alza cilindro . . . . . . . 366
REuA06: Zona non trovata, motore coperchio platine . . . . . . 366
REuA07: Zona non trovata, motore coperchio platine angolare . . . . 366
REuA21: Zona non trovata, motore ritorno tallone . . . . . . 366
REuA23: Zona non trovata, motore triangolo caduta 1 . . . . . . 367
REuA25: Zona non trovata, motore triangolo caduta 2 . . . . . . 367
REuA27: Zona non trovata, motore triangolo caduta 3 . . . . . . 367
REuA29: Zona non trovata, motore triangolo caduta 4 . . . . . . 367

Anomalia interna software 367


Re8: Numero di elementi setup non corretto . . . . . . . 367
Re5: CONFIGURAZIONE BIT ANOMALA . . . . . . . . . . 367

SCORE 368
Anomalia interna software 368
Sc2: Numero di elementi setup non corretto . . . . . . . 368
Sc1: CONFIGURAZIONE BIT ANOMALA . . . . . . . . . . 368

YARN 369
Messaggi relativi alla Programmazione e Setup 369
Ya1: Movimento precedente non terminato . . . . . . . . 369
Ya7: For-step programmato accavallato . . . . . . . . 369

Messaggi relativi alla velocità di elaborazione dati 369


Ya2: Gestione gradi troppo lenta . . . . . . . . . 369

Messaggi relativi a problemi nella Gestione Software 370


Ya3: Numero motori errato . . . . . . . . . . . 370
Ya5: Versione codifica errata sottoprog. YARN . . . . . . . 370

Anomalia interna software 370


Ya6: Numero di elementi setup non corretto . . . . . . . 370
Ya4: CONFIGURAZIONE BIT ANOMALA . . . . . . . . . . 371

Messaggi relativi alla comunicazione CAN (Tx) 371


Ya8: TX CAN impossibile MPP-YARN . . . . . . . . . 371
Ya12: TX CAN impossibile YOYO . . . . . . . . . . 371

Messaggi relativi a moduli CAN non numerati 371


Ya9: Motore MPP-YARN non numerato . . . . . . . . . 371
Ya10: Motore YOYO x non numerato . . . . . . . . . 372

- 29 -
- 30 -
Classificazione dei messaggi

- 31 -
- 32 -
AVVISI - ERRORI - ALLARMI
Nei paragrafi relativi a questo capitolo sono elencati tutti i messaggi di avviso, errore, allarme che possono comparire
all’utente sul Display macchina.

Per ogni messaggio sono esposti il Significato e le Modalità di comportamento che l’utente deve tenere per la soluzione
dell’eventuale guasto all’origine della comparsa del messaggio di errore o allarme.
Con queste spiegazioni l’utente, nella maggior parte dei casi, potrà individuare il problema e attuare le soluzioni per
risolverlo.
CATEGORIA: Caratteristiche
Per ognuna delle 3 grandi categorie in cui sono divisi i messaggi che possono comparire sul Display sono ora descritte
le caratteristiche e le modalità di comportamento per la loro eliminazione.

I messaggi che possono comparire sul Display sono divisi in 3 grandi gruppi.
Per ognuna delle 3 categorie sono ora descritte le caratteristiche e le modalità di comportamento.

-AVVISI
Gli Avvisi (Warnings) compaiono nella parte bassa del Display macchina (le ultime 2 righe in basso) e informano l’ope-
ratore circa lo stato della macchina o dell’operazione in corso.
I più comuni tipi di Avviso sono del tipo:
• Avvisi relativi ad un operazione (inizio, in corso, fine) o al suo fallimento.
• Avvisi relativi ad un operazione manuale dell’operatore.
• Avvisi relativi ad un operazione automatica della macchina.
• Avvisi relativi ad uno stato anomalo della macchina.

La caratteristica dell’Avviso è che non impedisce il movimento della macchina con i vari Pulsanti di marcia.
E’ un avvertimento per l’operatore riguardo lo stato dell’operazione o della macchina, che anche se anomalo, non ne
impedisce il funzionamento.
L’Avviso è cancellabile con il tasto:
[F8]
Se l’Avviso non si cancella o subito dopo ricompare, significa che la condizione (eventualmente anomala) che lo ha
determinato è ancora attiva.
Esistono comunque condizioni per cui la comparsa di un Avviso blocca ad esempio la possibilità dell’uso del Pulsante
di marcia.
Questa è comunque una caratteristica del singolo Avviso, vedere le spiegazioni riguardanti lo specifico Avviso.

-ERRORI
Gli Errori compaiono in una finestra apposita a tutto video sul Display macchina e informano l’operatore della presenza
di un anomalia.
Questo stato della macchina è tale che per ragioni di sicurezza è impedito il movimento della macchina con il Pulsante
di marcia.
L’uso dei pulsanti [Manovella 1 e 2] è abilitato solo per alcuni specifici Errori.
Affinchè la macchina possa riprendere il funzionamento corretto la causa dell’Errore deve essere rimossa, al che è
possibile cancellare l’Errore premendo il tasto:
[F8]
Se l’Errore non si cancella o subito dopo ricompare, significa che la condizione (eventualmente anomala) che lo ha
determinato è ancora attiva.
In genere con la finestra di Errore attiva non è possibile accedere ai vari menù della macchina o utilizzare i tasti diretti.
Alcuni tasti diretti sono comunque abilitati in quanto la loro funzione è necessaria per la soluzione del guasto.
Un esempio, ma solo con la chiave in Programmazione, sono i tasti per il “Reset e l’Autoconfigurazione” delle “Uscite

- 33 -
I/O seriali”.

Riferimenti
L’elenco dei tasti e dei menù attivi in questa finestra, ed il relativo significato, è disponibile nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE
1. Finestra di errore

-ALLARMI
Gli Allarmi compaiono in una finestra apposita a tutto video sul Display macchina e informano l’operatore della presenza
di un anomalia grave.
Questo stato della macchina è tale che per ragioni di sicurezza è impedito il movimento della macchina con qualsiasi
Pulsante di marcia.
L’Allarme è sintomo di un anomalia talmente grave che è impedito il successivo funzionamento della macchina.
Infatti l’Allarme non è cancellabile con nessun tasto.
La macchina deve essere spenta, alla riaccensione essa si porta automaticamente al passo di Fine Calza.
Prima di spegnere la macchina eventualmente valutare la causa dell’Allarme, le spiegazioni relative sono riportate nella
descrizione del singolo Allarme.
In genere con la finestra di Allarme attiva non è possibile accedere ai vari menù della macchina o utilizzare i tasti diretti.
Alcuni tasti diretti sono comunque abilitati in quanto la loro funzione è necessaria per la soluzione del guasto.
Un esempio, ma solo con la chiave in Programmazione, sono i tasti per il “Reset e l’Autoconfigurazione” delle “Uscite
I/O seriali”.
Nella finestra di Allarme è accessibile un “Menù di Allarme”, dove sono presenti menù e funzioni il cui utilizzo è neces-
sario per la soluzione del problema.

Riferimenti
L’elenco dei tasti e dei menù attivi in questa finestra, ed il relativo significato, è disponibile nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE
1. Finestra di allarme
2. -MENU ALLARME

Principio di elencazione
I vari Avvisi, Errori, Allarmi sono elencati in una sequenza che risponde a questi principi:
1. Una prima divisione per categorie (nell’ordine “Avvisi”, “Errori”, “Allarmi”).
2. All’interno di ogni categoria i messaggi sono divisi per “Task” di appartenenza.Un “Task” è una parte di
software macchina dedicata ad uno specifico gruppo di funzioni.Ad esempio il “Task MOTO” gestisce il
movimento del motore principale.
3. All’interno di ogni “Task” i messaggi sono elencati secondo un ordine numerico interno al software.Infatti
nel messaggio c’è una parte iniziale indicante “Task” di appartenenza e numero ordinale.Questo è utile per
individuare univocamente lo specifico messaggio, specialmente al variare delle Lingue.
Per alcuni particolari messaggi di Errore o Allarme, la spiegazione è rimandata a capitoli specifici.
In questi capitoli il messaggio è spiegato contemporaneamente alla descrizione di una particolare funzionalità della
macchina.
Un esempio tipico sono gli errori relativi al “Carico non connesso” o “Cortocircuito” delle “Uscite I/O seriali”, alle anomalie
della linea seriale I/O, eccetera.

- 34 -
Warning

- 35 -
CHAIN
Ch1: AZZERAMENTO ACCETTATO. Possibilitá uso pulsante Marcia
Ch2: Procedura di RESET MECCANICO. Possibilitá uso pulsante Marcia
CHuW04: AZZERAMENTO ACCETTATO. Possibile utilizzo tasti manovelle.
CHuW05: AZZERAMENTO. Possibilita’ uso pulsante di marcia.
CHuW06: Stop macchina per F4 inserito Elimina il messaggio premendo [F8]
CHuW07: Batteria tampone per memoria programmi scarica
CHuW28: Pulsante emergenza premuto
CHuW30: ATTENZIONE !!! Il watch dog HW è stato disattivato.

ChuW39: Salvataggio setup parametri cucitrice terminato


ChuW40: Salvataggio setup parametri cucitrice fallito
ChuW41: Posizione cilindro acquisita
ChuW42: Posiz. cilindro non acquisita. Fuori dai limiti consentiti

Ch3: Procedura di BLACKOUT


Ch4: PROCEDURA RECUPERO CALZA - accensione corretta da blackout -
Ch5: MARCIA DISABILITATA da software
Ch6: MARCIA DISABILITATA da comando manuale
Ch7: MARCIA DISABILITATA per dispositivo Seghetta
Ch8: MARCIA DISABILITATA per dispositivo Seghetta
Ch9: MARCIA DISABILITATA. A manovella fare 2 giri cilindro
Ch10: Tasto MANOVELLA A SCATTI disabilitato da Software
Ch11: Tasto MANOVELLA CONTINUA disabilitato da Software
Ch12: MARCIA DISABILITATA. per Plato Alto e chiave in Manuale
CHuW01: Autoconfigurazione delle uscite seriali in esecuzione
CHuW02: Reset EEPROM scheda delle uscite seriali in esecuzione
CHuW03: Uscite seriali non configurate
CHuW08: Attivato comando aspirazione Rilasciare il comando per la marcia
CHuW09: Attivo comando levata guidaf. Rilasciare il comando per la marcia
CHuW10: Attivato comando coltellino 2 Rilasciare il comando per la marcia
CHuW33: Manuale speciale alzata coltellino 1 in corso
CHuW34: Manuale speciale alzata coltellino 2 in corso
CHuW35: Ripristino posizione coltellini da manuale terminata
CHuW38: Terminato comando levata guidafili
CHuW29: Manuale aggancio seghetta disabilitato in zona tallone
CHuW31: Inizio Shake elettrovalvole
CHuW32: Fine Shake elettrovalvole
CHuW18: CORTO CIRCUITO Fine ciclo per DACSY/MDS
CHuW19: CORTO CIRCUITO Errore scorrimento per DACSY/MDS
CHuW24: CORTO CIRCUITO Lampada estrazione aghi
CHuW26: CORTO CIRCUITO Lampada emergenza
CHuW36: CORTO CIRCUITO Output per illuminazione esterna
CHuW13: Fine ciclo per DACSY/MDS NON CONNESSA
CHuW14: Errore scorrim. per DACSY/MDS NON CONNESSA
CHuW25: Lampada estrazione aghi NON CONNESSA
CHuW27: Lampada emergenza NON CONNESSA
CHuW37: Output per illuminazione esterna NON CONNESSA
CHuW44: Lampada ispezione cucitrice NON CONNESSA
CHuW43: CORTO CIRCUITO Lampada ispezione cucitrice

Messaggi relativi all’Azzeramento

Ch1: AZZERAMENTO ACCETTATO. Possibilitá uso pulsante Marcia

Questo messaggio avverte l’utente che a seguito della pressione del tasto [F0] è iniziata la procedura di “Azzeramento”.

- 36 -
Per il proseguimento è abilitato l’uso di qualsiasi tasto relativo alla Marcia.

Ch2: Procedura di RESET MECCANICO. Possibilitá uso pulsante Marcia

Questo messaggio avverte l’utente che è attiva la procedura iniziale di Reset Meccanico.
Per il proseguimento è abilitato l’uso di qualsiasi tasto relativo alla Marcia.

CHuW04: AZZERAMENTO ACCETTATO. Possibile utilizzo tasti manovelle.

Questo messaggio avverte l’utente che a seguito della pressione del tasto [F0] è iniziata la procedura di “Azzeramento”.
Per il proseguimento è abilitato l’uso dei tasti [Manovella].

CHuW05: AZZERAMENTO. Possibilita’ uso pulsante di marcia.

Questo messaggio avverte l’utente che a seguito della pressione del tasto [F0] è iniziata la procedura di “Azzeramento”.
La parte iniziale della procedura di “Azzeramento” dove era consentito l’uso dei soli tasti [Manovella 1 e 2] è esaurita.
Per il proseguimento è abilitato l’uso di qualsiasi tasto relativo alla Marcia.

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie

CHuW06: Stop macchina per F4 inserito Elimina il messaggio premendo [F8]

Questo messaggio avverte l’utente che la macchina è ferma a Fine Blocco perché è attivo il tasto [F4].

CHuW07: Batteria tampone per memoria programmi scarica

Una premessa prima di spiegare il significato di questo messaggio.


Sulla scheda Pcb_2007 è saldata una batteria tampone BT1 con il compito di mantenere i dati contenuti nella memoria
RAM (ad esempio i programmi macchina).
Un test eseguito automaticamente dal software verifica l’integrità di questa batteria BT1 (carica residua).
Nel caso la carica fosse esaurita o comunque non conforme ai dati di funzionamento, questo messaggio avverte l’uten-
te, il quale dovrà poi sostituire la batteria BT1.
La durata della batteria in condizioni di uso normale è comunque di molti anni.

Avvertenze
Attenzione
Quando compare questo messaggio, è facile che ad ogni spegnimento della macchina i programmi memorizzati in
memoria RAM della Pcb_2007 vengano persi (dipende dalla capacità residua della batteria e dal tempo per cui la
macchina viene mantenuta spenta).

CHuW28: Pulsante emergenza premuto

Questo messaggio avverte l’utente che è stato premuto, volontariamente o involontariamente, il pulsante di [Emergen-
za], ed è questa la causa della fermata della macchina.

CHuW30: ATTENZIONE !!! Il watch dog HW è stato disattivato.

Questo messaggio è utilizzato dalla Dinema, in caso di funzionamento della macchina con un software di “Test”.
Avverte il tecnico Dinema che l’allarme di “Watch-dog” è stato disattivato, e che alla fine delle prove deve essere riatti-

- 37 -
vato.

Messaggi relativi ad operazioni su FLASH

ChuW39: Salvataggio setup parametri cucitrice terminato

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione in memoria FLASH è terminata.


Il messaggio conferma l’avvenuto salvataggio, con esito positivo, dei dati acquisiti.

Il messaggio è specifico dei seguenti modelli:


Modelli Stitch by stitch.
Per ulteriori informazioni consultare l’opuscolo:
Riacquisizione parametri software
In particolare:
► Correzione braccio prelevatori verticale
► Correzione posizione 2 motore rov. basso

ChuW40: Salvataggio setup parametri cucitrice fallito

Questo messaggio avverte l’utente che è fallita l’operazione di salvataggio della configurazione di Setup nella memoria
FLASH della scheda Pcb_2007.
Le cause più comuni che determinano la comparsa di questo problema sono:
• Un difetto hardware della scheda Pcb_2007.
Sostituire la scheda Pcb_2007.
• Un errato dimensionamento nel software dello spazio disponibile per il salvataggio dati, o comunque in
generale un problema del software macchina.

Avvertenze
Attenzione
Prima di operare sostituzioni di schede o altri interventi:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Il messaggio è specifico dei seguenti modelli:


Modelli Stitch by stitch.
Per ulteriori informazioni consultare l’opuscolo:
Riacquisizione parametri software
In particolare:
► Correzione braccio prelevatori verticale
► Correzione posizione 2 motore rov. basso

Messaggi di richiesta calibrazione

ChuW41: Posizione cilindro acquisita

Il messaggio è specifico dei seguenti modelli:


Modelli Stitch by stitch.
Il messaggio è relativo alla procedura di taratura denominata:
Calibratura posizioni angolari cilindro

Durante la procedura di acquisizione il messaggio indica che il parametro è valido e quindi è stato memorizzato.
Uscendo dal menu viene richiesto se salvare i dati appena acquisiti.

- 38 -
Confermare con [Y].
ChuW42: Posiz. cilindro non acquisita. Fuori dai limiti consentiti

Il messaggio è specifico dei seguenti modelli:


Modelli Stitch by stitch.
Il messaggio è relativo alla procedura di taratura denominata:
Calibratura posizioni angolari cilindro
La procedura citata permette di registrare le posizioni del cilindro, per le tipologie possibili di lavorazione.
Le posizioni sono:
• Posizione punta normale
• Posizione punta rovesciata
Il software verifica che la posizione che si vuole acquisire sia nell’intorno di un certo grado.
Durante la procedura di acquisizione il messaggio indica che il parametro NON è valido.
Le cause più comuni che determinano la comparsa di questo problema sono:
• Si è superato di +/- 10° il valore accettato dal software.
Ripetere la procedura.
• Si è erroneamente premuto il tasto che memorizza la posizione opposta.
Ripetere la procedura.
• Si è svolta in modo impreciso la seguente operazione:
Acquisizione zero meccanico

Riferimenti
Per ulteriori informazioni consultare l’opuscolo:
• Riacquisizione parametri software
• Fasature per macchine equipaggiate con PCB 2007 e RUNNER
• Fasature per macchine equipaggiate con PCB 2007 ed ECODD

Messaggi relativi al Blackout

Ch3: Procedura di BLACKOUT

Questo messaggio avverte l’utente che si è attivata la procedura di Blackout (Salvataggio e Recupero dati) a seguito
della mancanza delle fasi di Rete.

Ch4: PROCEDURA RECUPERO CALZA - accensione corretta da blackout -

Questo messaggio avverte l’utente che è stato eseguito il recupero della calza, dopo la corretta accensione della mac-
china a seguito di un precedente Blackout.

Messaggi relativi alla disabilitazione dei vari pulsanti Marcia

Ch5: MARCIA DISABILITATA da software

Questo messaggio avverte l’utente che non è possibile il movimento di Marcia della macchina.
Questo movimento non è possibile in quanto disabilitato dalla gestione Software attiva in quel momento.

Ch6: MARCIA DISABILITATA da comando manuale

Questo messaggio avverte l’utente che non è possibile il movimento di Marcia della macchina.
Questo movimento non è possibile in quanto disabilitato dalla gestione software relativa ad un Comando Manuale.

- 39 -
Ch7: MARCIA DISABILITATA per dispositivo Seghetta

Questo messaggio avverte l’utente che non è possibile il movimento di Marcia della macchina.
Questo movimento non è possibile in quanto disabilitato dalla gestione software relativa al dispositivo “Seghetta”.

Ch8: MARCIA DISABILITATA per dispositivo Seghetta

Questo messaggio avverte l’utente che non è possibile il movimento di Marcia della macchina.
Questo movimento non è possibile in quanto disabilitato dalla gestione software relativa al dispositivo “Seghetta”.

Ch9: MARCIA DISABILITATA. A manovella fare 2 giri cilindro

Questo messaggio avverte l’utente che non è possibile il movimento di Marcia della macchina.
L’utente deve eseguire almeno 2 giri con i tasti [Manovella] prima di procedere ulteriormente.
Questo messaggio compare normalmente quando l’utente alza il dispositivo “Bordo”.
Per un motivo meccano-tessile (scarico della Maglia con Seghetta in movimento), bisogna procedere almeno per 2 giri
cilindro a velocità bassa.
Al termine dei 2 giri la Seghetta è ferma e quindi l’utente potrà procedere con la Marcia alla normale velocità.

Ch10: Tasto MANOVELLA A SCATTI disabilitato da Software

Questo messaggio avverte l’utente che non è possibile il movimento di Marcia della macchina con il tasto:
[Manovella 1]
Questo movimento non è possibile in quanto disabilitato dalla gestione Software attiva in quel momento.

Ch11: Tasto MANOVELLA CONTINUA disabilitato da Software

Questo messaggio avverte l’utente che non è possibile il movimento di Marcia della macchina con il tasto:
[Manovella 2]
Questo movimento non è possibile in quanto disabilitato dalla gestione Software attiva in quel momento.

Ch12: MARCIA DISABILITATA. per Plato Alto e chiave in Manuale

Questo messaggio avverte l’utente che non è possibile il movimento di Marcia della macchina.
Questo movimento non è possibile in quanto disabilitato dalla gestione software relativa al “Platorello” in posizione alta.

Messaggi relativi a configurazione uscite seriali

CHuW01: Autoconfigurazione delle uscite seriali in esecuzione

Questo messaggio avverte l’utente che è iniziata la procedura di “Acquisizione I/O seriali”, dopo una precisa richiesta
dell’utente.
La procedura terminerà all’apparizione di un messaggio di allarme di “Fine configurazione” e con l’invito a spegnere la
macchina.
Alla successiva accensione le “uscite seriali” risulteranno configurate.

Riferimenti
Ulteriori informazioni sono disponibili nel capitolo:

- 40 -
Linea seriale I/O

Altre informazioni sono disponibili nel:


MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Configurazione cliente
2. Configurazione uscite seriali
3. -ERRORI

CHuW02: Reset EEPROM scheda delle uscite seriali in esecuzione

Questo messaggio avverte l’utente che è iniziata la procedura di “Reset uscite seriali”, dopo una precisa richiesta
dell’utente.
L’utente può richiedere questa procedura premendo i tasti [CTRL] + [R] nella finestra degli Errori/Allarmi.

La procedura terminerà all’apparizione di un messaggio di allarme di “Fine Reset” e con l’invito a spegnere la macchina.
Alla successiva accensione le “uscite seriali” risulteranno non configurate.

Riferimenti
Ulteriori informazioni sono disponibili nel capitolo:
Linea seriale I/O

Altre informazioni sono disponibili nel:


MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. -ERRORI
2. -ALLARMI

CHuW03: Uscite seriali non configurate

Questo messaggio compare, all’entrata in Lavorazione, quando non è presente nessuna configurazione valida per le
“I/O seriali”.
Questo può avvenire: alla prima accensione della macchina, dopo la cancellazione del Setup macchina o la sostituzione
della scheda Pcb_2007, dopo il Reset delle “I/O seriali”.
La macchina per funzionare necessita di apprendere la quantità e la posizione delle uscite con un carico connesso,
operazione che si effettua tramite la procedura di “Acquisizione I/O seriali”.
• La soluzione del problema è eseguire una nuova acquisizione delle “I/O seriali”.

Avvertenze
Attenzione
La quantità e posizione delle “barre” (schede uscite seriali) è impostato nell’apposita voce di Setup.
Questo dato deve corrispondere alla reale disposizione (assemblaggio) presente in macchina.
Normalmente questa impostazione delle “barre” è già corretta, in quanto nel DEFAULT previsto nel software (“eprom
custom”) è impostato il valore più usato per la macchina specifica.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Configurazione cliente
2. Configurazione barre
3. Configurazione uscite seriali
4. -ERRORI
5. -ALLARMI

- 41 -
Messaggi relativi a comandi manuali

CHuW08: Attivato comando aspirazione Rilasciare il comando per la marcia

Questo messaggio avverte l’utente che è attivo il comando manuale relativo alla funzione:
Aspirazione
Esso è stato richiesto dall’operatore premendo il tasto relativo allo specifico comando.
L’utilizzo da parte dell’operatore di questo comando manuale può essere utile in varie situazioni.
Tipicamente per facilitare la procedura di infilatura del filo.
Per poter procedere con la Marcia l’operatore dovrà poi ripristinare la situazione precedente all’attivazione del comando
manuale.
Utilizzare il tasto relativo allo stesso comando manuale.

CHuW09: Attivo comando levata guidaf. Rilasciare il comando per la marcia

Questo messaggio avverte l’utente che è attivo il comando manuale relativo alla funzione:
Alza guidafili
L’utilizzo da parte dell’operatore di questo comando manuale può essere utile in varie situazioni.
Tipicamente per facilitare la procedura di infilatura del filo.
Per poter procedere con la Marcia l’operatore dovrà poi ripristinare la situazione precedente all’attivazione del comando
manuale.
Utilizzare il tasto relativo allo stesso comando manuale.

CHuW10: Attivato comando coltellino 2 Rilasciare il comando per la marcia

Questo messaggio avverte l’utente che è attivo il comando manuale relativo alla funzione:
Elimina coltellino 2
Esso è stato richiesto dall’operatore premendo il tasto relativo allo specifico comando.
L’utilizzo da parte dell’operatore di questo comando manuale può essere utile in varie situazioni.
Tipicamente per facilitare la procedura di infilatura del filo.
Per poter procedere con la Marcia l’operatore dovrà poi ripristinare la situazione precedente all’attivazione del comando
manuale.
Utilizzare il tasto relativo allo stesso comando manuale.

CHuW33: Manuale speciale alzata coltellino 1 in corso

Questo messaggio avverte l’utente che è attivo il comando manuale relativo alla funzione:
Elimina coltellino 1
Esso è stato richiesto dall’operatore premendo il tasto relativo allo specifico comando.
Per questo comando manuale i tasti per l’attivazione sono:[Fn] + [1]
Il rilascio (ripristino situazione precedente) avviene con i tasti:
[Fn] + [Freccia Piccola Giù].
L’utilizzo da parte dell’operatore di questo comando manuale può essere utile in varie situazioni.
Tipicamente per facilitare la procedura di pulizia del “Coltellino” dai residui di filato che impediscono un efficace taglio
del filo.
Per poter procedere con la Marcia l’operatore dovrà poi ripristinare la situazione precedente all’attivazione del comando
manuale.
Utilizzare l’apposito tasto di rilascio per questo comando manuale.

CHuW34: Manuale speciale alzata coltellino 2 in corso

Questo messaggio avverte l’utente che è attivo il comando manuale relativo alla funzione:

- 42 -
Elimina coltellino 2
Esso è stato richiesto dall’operatore premendo il tasto relativo allo specifico comando.
Per questo comando manuale i tasti per l’attivazione sono:[Fn] + [2]
Il rilascio (ripristino situazione precedente) avviene con i tasti:
[Fn] + [Freccia Piccola Giù].
L’utilizzo da parte dell’operatore di questo comando manuale può essere utile in varie situazioni.
Tipicamente per facilitare la procedura di pulizia del “Coltellino” dai residui di filato che impediscono un efficace taglio
del filo.
Per poter procedere con la Marcia l’operatore dovrà poi ripristinare la situazione precedente all’attivazione del comando
manuale.
Utilizzare l’apposito tasto di rilascio per questo comando manuale.

CHuW35: Ripristino posizione coltellini da manuale terminata

Questo messaggio avverte l’utente che è stato ripristinato il comando relativo alla funzione:
Elimina coltellino 1
Elimina coltellino 2
La situazione precedente all’attivazione del comando manuale è stata ripristinata, tramite l’utilizzo dell’apposito tasto.
Il rilascio (ripristino situazione precedente) avviene con i tasti:
[Fn] + [Freccia Piccola Giù].
L’utente potrà quindi procedere con la Marcia.

CHuW38: Terminato comando levata guidafili

Questo messaggio avverte l’utente che è stato ripristinato il comando relativo alla funzione:
Alza guidafili
La situazione precedente all’attivazione del comando manuale è stata ripristinata, tramite l’utilizzo dell’apposito tasto.
L’utente potrà quindi procedere con la Marcia.

Messaggi relativi alla gestione Seghetta

CHuW29: Manuale aggancio seghetta disabilitato in zona tallone

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione manuale di “Aggancio Seghetta” non è consentita nelle zone di
“Tallone” e “Punta”, perchè la condizione meccanica potrebbe non consentire il corretto “Aggancio”.
Questa operazione sarà consentita al di fuori dello Zone citate.

Messaggi relativi allo “shake” elettrovalvole

CHuW31: Inizio Shake elettrovalvole

Se la macchina resta spenta per più di 24 ore (DEFAULT), all’accensione, all’entrata in Lavorazione, parte una procedu-
ra che ha il compito di muovere tutte le Elettrovalvole, per evitare che i primi movimenti delle Elettrovalvole determinati
dal Ciclo Calza possano essere sbagliati.
In pratica all’entrata in Lavorazione per alcuni secondi viene eseguita questa procedura di “Shake”.
La sequenza dei comandi alle Elettrovalvole è determinata dall’utente tramite un apposita programmazione.

Questo messaggio avverte l’utente che la macchina è in questa fase di movimento delle Elettrovalvole.
Dopo alcuni secondi, terminata la procedura di “Shake”, la macchina può iniziare il Ciclo Calza.

CHuW32: Fine Shake elettrovalvole

- 43 -
Se la macchina resta spenta per più di 24 ore (DEFAULT), all’accensione, all’entrata in Lavorazione, parte una procedu-
ra che ha il compito di muovere tutte le Elettrovalvole, per evitare che i primi movimenti delle Elettrovalvole determinati
dal Ciclo Calza possano essere sbagliati.
In pratica all’entrata in Lavorazione per alcuni secondi viene eseguita questa procedura di “Shake”.
La sequenza dei comandi alle Elettrovalvole è determinata dall’utente tramite un apposita programmazione.

Questo messaggio avverte l’utente che la macchina ha terminato la procedura di “Shake” e può iniziare il Ciclo Calza.

Messaggi relativi a CortoCircuito e CaricoNonConnesso

CHuW18: CORTO CIRCUITO Fine ciclo per DACSY/MDS

CHuW19: CORTO CIRCUITO Errore scorrimento per DACSY/MDS

CHuW24: CORTO CIRCUITO Lampada estrazione aghi

CHuW26: CORTO CIRCUITO Lampada emergenza

CHuW36: CORTO CIRCUITO Output per illuminazione esterna

Questi messaggi informano l’utente che il carico connesso all’uscita indicata nel messaggio potrebbe essere difettoso.
Il messaggio indica che il carico connesso a questa uscita potrebbe essere in Cortocircuito.
• Controllare il carico connesso a questa uscita, se difettoso bisogna sostituirlo.
• Potrebbe sussistere anche un problema di cablaggio relativamente agli eventuali fili in arrivo al carico con-
nesso a questa uscita, operare per risolvere il problema.
In caso di malfunzionamento della linea seriale I/O potrebbe apparire questo messaggio, insieme ad altri relativi a “ca-
rico non connesso e cortocircuito”.
• Risolvere il problema della linea seriale.
Questa uscita è comandata dalla scheda Pcb_2008 (vedi schemi cablaggi relativi a questa scheda).
• Eventualmente procedere alla sostituzione della Pcb_2008.

Riferimenti
Ulteriori informazioni sono disponibili nel capitolo:
Linea seriale I/O

CHuW13: Fine ciclo per DACSY/MDS NON CONNESSA

CHuW14: Errore scorrim. per DACSY/MDS NON CONNESSA

CHuW25: Lampada estrazione aghi NON CONNESSA

CHuW27: Lampada emergenza NON CONNESSA

CHuW37: Output per illuminazione esterna NON CONNESSA

Questi messaggi informano l’utente che il carico connesso all’uscita indicata nel messaggio potrebbe essere difettoso.
Il messaggio indica che il carico connesso a questa uscita potrebbe essere interrotto o non collegato.
• Controllare il carico connesso a questa uscita, se difettoso bisogna sostituirlo.
• Potrebbe sussistere anche un problema di cablaggio relativamente agli eventuali fili in arrivo al carico con-
nesso a questa uscita, operare per risolvere il problema.
In caso di malfunzionamento della linea seriale I/O potrebbe apparire questo messaggio, insieme ad altri relativi a “ca-
rico non connesso e cortocircuito”.
• Risolvere il problema della linea seriale.
Questa uscita è comandata dalla scheda Pcb_2008 (vedi schemi cablaggi relativi a questa scheda).
• Eventualmente procedere alla sostituzione della Pcb_2008.

- 44 -
Riferimenti
Ulteriori informazioni sono disponibili nel capitolo:
Linea seriale I/O

CHuW44: Lampada ispezione cucitrice NON CONNESSA

Uscita comando:
GL- CTE: вO e8
Questa uscita è comandata dalla scheda:
• Pcb_4812

Questi messaggi informano l’utente che il carico connesso all’uscita indicata nel messaggio potrebbe essere difettoso.
Il messaggio indica che il carico connesso a questa uscita potrebbe essere interrotto o non collegato.
• Controllare il carico connesso a questa uscita, se difettoso bisogna sostituirlo.
• Potrebbe sussistere anche un problema di cablaggio relativamente agli eventuali fili in arrivo al carico con-
nesso a questa uscita, operare per risolvere il problema.
In caso di malfunzionamento della linea seriale I/O potrebbe apparire questo messaggio, insieme ad altri relativi a “ca-
rico non connesso e cortocircuito”.
• Risolvere il problema della linea seriale.
Ricordiamo che il dispositivo è collegato alla scheda:
• Pcb_4812
Questo componente è connesso alla scheda:
• Pcb_3896
• Eventualmente procedere alla sostituzione della scheda/ schede.

Riferimenti
Per ulteriori informazioni consultare l’opuscolo:
• Schemi dei cablaggi (FOGLIO GUIDA DOCUMENTAZIONE APPARECCHIATURA).
• Riparazione linea seriale

CHuW43: CORTO CIRCUITO Lampada ispezione cucitrice

Uscita comando:
GL- CTE: вO e8
Questa uscita è comandata dalla scheda:
• Pcb_4812

Questi messaggi informano l’utente che il carico connesso all’uscita indicata nel messaggio potrebbe essere difettoso.
Il messaggio indica che il carico connesso a questa uscita potrebbe essere in Cortocircuito.
• Controllare il carico connesso a questa uscita, se difettoso bisogna sostituirlo.
• Potrebbe sussistere anche un problema di cablaggio relativamente agli eventuali fili in arrivo al carico con-
nesso a questa uscita, operare per risolvere il problema.
In caso di malfunzionamento della linea seriale I/O potrebbe apparire questo messaggio, insieme ad altri relativi a “ca-
rico non connesso e cortocircuito”.
• Risolvere il problema della linea seriale.
Ricordiamo che il dispositivo è collegato alla scheda:
• Pcb_4812
Questo componente è connesso alla scheda:
• Pcb_3896
• Eventualmente procedere alla sostituzione della scheda/ schede.

Riferimenti

- 45 -
Per ulteriori informazioni consultare l’opuscolo:
• Schemi dei cablaggi (FOGLIO GUIDA DOCUMENTAZIONE APPARECCHIATURA).
• Riparazione linea seriale

- 46 -
CONSOLE
Co1: OPERAZIONE POSSIBILE SOLO CON CHIAVE IN PROGRAMMAZIONE
Co5: OPERAZIONE IMPOSSIBILE: programma non attivo o inesistente
Co6: OPERAZIONE POSSIBILE SOLO CON MACCHINA FUORI MARCIA
Co17: Attivata richiesta cambio articolo
Co18: OPERAZIONE IMPOSSIBILE: scorrimento fili disabilitato da SW
Co19: OPERAZIONE POSSIBILE SOLO CON CHIAVE IN LAVORAZIONE
Co20: OPERAZIONE IMPOSSIBILE: programma non attivo
Co23: Operazione impossibile: sensori seriali scorrimento non abilitati
Co24: Operazione possibile solo in lavorazione con macchina fuori marcia
Co25: Operazione disabilitata da rete
Co26: Operazione disabilitata da setup
Co27: File MOTOR.DT Creato correttamente
Co2: OPERAZIONE SCONOSCIUTA
Co4: RAM TASK KEYB insufficiente
Co7: RETE: nome programma non inserito
Co8: RETE: indirizzo macchina sorgente non inserito
Co9: RETE: indirizzo macchina destinataria non inserito
Co10: RETE: indirizzo prima macchina destinataria non inserito
Co11: RETE: indirizzo ultima macchina destinataria non inserito
Co13: Salvataggio parametri scheda tallone IN CORSO....
Co14: Salvataggio parametri scheda tallone TERMINATO.
Co28: Reset parametri tallone IN CORSO...
Co29: Reset parametri tallone TERMINATO
Co21: Creazione concatenamento programmi
Co22: Operazione sul contacalze disabilitata dal concatenamento
Co30: Modifica password accettata
Co31: Modifica password NON accettata
Co32: Start disabilitazione temporanea Password utente
Co33: Stop disabilitazione temporanea Password utente
COuW01: ATTENZIONE !!! Malfunzionamento orologio (RTC)
COuW02: Impostazione della data errata
COuW03: Inizio numerazione moduli CAN
COuW04: Fine numerazione moduli CAN
COuW05: Numerazione moduli CAN interrotta
COuW06: Inizio numerazione YOYO
COuW07: Fine numerazione YOYO
COuW08: Numerazione YOYO interrotta

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie

Co1: OPERAZIONE POSSIBILE SOLO CON CHIAVE IN PROGRAMMAZIONE

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione appena tentata è possibile solo con Chiave in posizione di:
- PROGRAMMAZIONE -
• Eseguire l’operazione con la Chiave in posizione corretta.

Co5: OPERAZIONE IMPOSSIBILE: programma non attivo o inesistente

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione tentata ha avuto esito negativo in quanto nessun programma mac-
china era attivo.
• Attivare un programma calza e ripetere l’operazione.

Co6: OPERAZIONE POSSIBILE SOLO CON MACCHINA FUORI MARCIA

- 47 -
Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione appena tentata è possibile solo con la macchina fuori marcia (fer-
ma).
• Fermare la macchina e ripetere l’operazione.

Co17: Attivata richiesta cambio articolo

Questo messaggio avverte l’utente che è stato attivato un nuovo “Programma calza”, oppure che è stata selezionata
una nuova “Taglia”.

Co18: OPERAZIONE IMPOSSIBILE: scorrimento fili disabilitato da SW

Questo messaggio avverte l’utente che l’ultima operazione effettuata, essendo relativa allo “Scorrimento fili”, non è stata
accettata in quanto il sistema di controllo dello “Scorrimento fili” è disabilitato da Setup.
Questa operazione è possibile solo con il sistema dello “Scorrimento fili” installato.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. -SETUP TASK SCOR


2. Abilita scorrimento fili

Co19: OPERAZIONE POSSIBILE SOLO CON CHIAVE IN LAVORAZIONE

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione appena tentata è possibile solo con Chiave in posizione di:
- LAVORAZIONE -
• Eseguire l’operazione con la Chiave in posizione corretta.

Co20: OPERAZIONE IMPOSSIBILE: programma non attivo

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione tentata ha avuto esito negativo in quanto nessun programma mac-
china era attivo.
• Attivare un programma calza e ripetere l’operazione.

Co23: Operazione impossibile: sensori seriali scorrimento non abilitati

Questo messaggio avverte l’utente che il comando richiesto, essendo relativo allo “Scorrimento fili”, non è stato eseguito
in quanto il sistema di controllo dello “Scorrimento fili” è disabilitato da Setup.
Questa operazione è possibile solo con il sistema dello “Scorrimento fili” installato.
Normalmente questo messaggio non compare perché il sistema di controllo deve sempre essere installato.
Il sistema è normalmente disinstallato solo per eseguire delle prove o se l’utente decide di non usare il sistema interno
di controllo dello “Scorrimento fili”.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. -SETUP TASK SCOR


2. Abilita scorrimento fili

- 48 -
Co24: Operazione possibile solo in lavorazione con macchina fuori marcia

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione appena tentata è possibile solo con la macchina fuori marcia (fer-
ma).
• Fermare la macchina e ripetere l’operazione.
L’operazione è però possibile solo con la chiave in posizione di Lavorazione.

Co25: Operazione disabilitata da rete

Per “Rete” si intende un dispositivo Dinema per il controllo della Produzione.


Questo messaggio avverte l’utente che la funzione richiesta è disabilitata dalle funzionalità della “Rete”.

Co26: Operazione disabilitata da setup

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione richiesta è disabilitata dalla configurazione attuale del Setup.
Questa configurazione di Setup non consente l’utilizzo della funzione richiesta.

Co27: File MOTOR.DT Creato correttamente

Questo messaggio avverte l’utente che il file “Motor.dt” è stato creato correttamente.
La creazione di questo file di controllo è determinata da un impostazione di Setup.
Con valore di Setup “zero”, la creazione è disabilitata, un valore numerico abilita la creazione e stabilisce la quantità di
memoria RAM riservata al file (tipicamente 20-30 Kbyte).
Il file viene poi creato in occasione di ogni “Allarme” macchina, sempre riscrivendolo (il file è sempre relativo all’ultimo
“allarme” comparso).
Questo file contiene il valore di alcune variabili di controllo interne al software macchina al momento della sua creazione.
Esse possono essere utili ai tecnici Dinema per la risoluzione di specifici problemi (funzione di “debug”).
L’utente può forzare la creazione del file premendo con macchina ferma i tasti [CTRL] + [M].

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Dimensione file motor.dt

Messaggi relativi a problemi nella Gestione Software

Co2: OPERAZIONE SCONOSCIUTA

Questo messaggio evidenzia un problema determinato da un errore interno alla gestione software.
Per questa ragione non dovrebbe mai apparire al cliente.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Co4: RAM TASK KEYB insufficiente

Questo messaggio avverte l’utente che lo spazio di memoria RAM dedicata al task “Console” non è sufficiente.

- 49 -
L’errore è relativo a operazioni eseguite dall’utente a bordo macchina, oppure al “Programma codificato” che è fuori dai
limiti impostati per quel modello di macchina (ad es. troppi “Blocchi”).
In genere, questa memoria RAM riservata è sufficiente per le operazioni normalmente eseguite sullo specifico modello
di macchina.
Per questa ragione non dovrebbe mai apparire al cliente.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Messaggi relativi alla gestione della RETE

Co7: RETE: nome programma non inserito

Per “Rete” si intende un dispositivo Dinema per il controllo della Produzione.

Questo messaggio avverte l’utente che, nell’ambito dell’opzione di trasferimento dei programmi da macchina a macchi-
na gestita dalla “Rete”:
- Il programma da trasferire non è stato selezionato.

Co8: RETE: indirizzo macchina sorgente non inserito

Per “Rete” si intende un dispositivo Dinema per il controllo della Produzione.

Questo messaggio avverte l’utente che, nell’ambito dell’opzione di trasferimento dei programmi da macchina a macchi-
na gestita dalla “Rete”:
- L’indirizzo della macchina che deve trasmettere il programma non è stato selezionato.

Co9: RETE: indirizzo macchina destinataria non inserito

Per “Rete” si intende un dispositivo Dinema per il controllo della Produzione.

Questo messaggio avverte l’utente che, nell’ambito dell’opzione di trasferimento dei programmi da macchina a macchi-
na gestita dalla “Rete”:
- L’indirizzo della macchina che deve ricevere il programma non è stato selezionato.

Co10: RETE: indirizzo prima macchina destinataria non inserito

Per “Rete” si intende un dispositivo Dinema per il controllo della Produzione.

Questo messaggio avverte l’utente che, nell’ambito dell’opzione di trasferimento dei programmi da macchina a macchi-
na gestita dalla “Rete”:
- L’indirizzo della prima macchina che deve ricevere il programma non è stato selezionato.

Co11: RETE: indirizzo ultima macchina destinataria non inserito

Per “Rete” si intende un dispositivo Dinema per il controllo della Produzione.

Questo messaggio avverte l’utente che, nell’ambito dell’opzione di trasferimento dei programmi da macchina a macchi-

- 50 -
na gestita dalla “Rete”:
- L’indirizzo dell’ultima macchina che deve ricevere il programma non è stato selezionato.

Messaggi relativi al salvataggio e Reset dei Parametri Tallone

Co13: Salvataggio parametri scheda tallone IN CORSO....

Questo messaggio è relativo al salvataggio dei parametri relativi al funzionamento del motore Brushless principale (Pa-
rametri e Accelerazioni Tallone) nella memoria FLASH della scheda Pcb_2007.
Esso avverte l’utente che l’operazione è in corso.
L’operazione di salvataggio può essere richiesta in uscita dalle finestre di modifica di questi valori.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Configurazione Lonati
2. Modifica parametri tallone
3. Modifica accelerazioni in tallone
4. Configurazione parametri tallone

Co14: Salvataggio parametri scheda tallone TERMINATO.

Questo messaggio è relativo al salvataggio dei parametri relativi al funzionamento del motore Brushless principale (Pa-
rametri e Accelerazioni Tallone) nella memoria FLASH della scheda Pcb_2007.
Esso avverte l’utente che l’operazione è terminata.
L’operazione di salvataggio può essere richiesta in uscita dalle finestre di modifica di questi valori.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Configurazione Lonati
2. Modifica parametri tallone
3. Modifica accelerazioni in tallone
4. Configurazione parametri tallone

Co28: Reset parametri tallone IN CORSO...

Questo messaggio è relativo al Reset dei parametri relativi al funzionamento del motore Brushless principale (Parametri
e Accelerazioni Tallone) nella memoria FLASH della scheda Pcb_2007.
Esso avverte l’utente che l’operazione è in corso.
L’operazione si attua attivando l’apposita funzione a bordo macchina.
Al termine dell’operazione in memoria FLASH saranno scritti i valori di DEFAULT (standard) presenti nel software mac-
china (eprom custom).
Questi valori sono quelli consigliati dalla Lonati.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. -SETUP TASK MOTO

- 51 -
Co29: Reset parametri tallone TERMINATO

Questo messaggio è relativo al Reset dei parametri relativi al funzionamento del motore Brushless principale (Parametri
e Accelerazioni Tallone) nella memoria FLASH della scheda Pcb_2007.
Esso avverte l’utente che l’operazione è terminata.
L’operazione si attua attivando l’apposita funzione a bordo macchina.
Al termine dell’operazione in memoria FLASH saranno scritti i valori di DEFAULT (standard) presenti nel software mac-
china (eprom custom).
Questi valori sono quelli consigliati dalla Lonati.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. -SETUP TASK MOTO

Messaggi relativi alla gestione Concatenamento

Co21: Creazione concatenamento programmi

Questo messaggio avverte l’utente che è attiva la procedura di creazione di un “Programma concatenato” (“.cn”), ope-
razione eseguita a bordo macchina dall’utente stesso.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Menu conta-calze/concatenamento
2. Modifica concatenamento

Co22: Operazione sul contacalze disabilitata dal concatenamento

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione richiesta relativa al Contacalze non è attuabile.
Essa è disabilitata perchè è attiva la procedura del Concatenamento.

Messaggi relativi alla gestione della Password utente

Co30: Modifica password accettata

Questo messaggio è relativo alla gestione delle Password utente.


Esso avverte l’utente che la nuova password inserita è stata accettata ed è quindi ora attiva.

Co31: Modifica password NON accettata

Questo messaggio è relativo alla gestione delle Password utente.


Esso avverte l’utente che la nuova password inserita non è stata accettata.

- 52 -
Co32: Start disabilitazione temporanea Password utente

Questo messaggio è relativo alla gestione delle Password utente.


Esso avverte l’utente che per il tempo impostato (massimo 60 minuti) le password sono disabilitate.
Quindi, per il tempo impostato, l’accesso alle varie finestre protette non è più subordinato alla password d’accesso.

Co33: Stop disabilitazione temporanea Password utente

Questo messaggio è relativo alla gestione delle Password utente.


Esso avverte l’utente che sono state ripristinate le password d’accesso in precedenza disabilitate, in quanto il tempo
impostato è terminato.
L’accesso alle finestre protette ritorna a essere subordinato alla password di accesso.

Messaggi relativi alla gestione Orologio e Data

COuW01: ATTENZIONE !!! Malfunzionamento orologio (RTC)

Questo messaggio, che compare all’accensione, avverte l’utente che l’orologio di sistema non è impostato correttamen-
te.
Esso invita a premere il tasto [C] per entrare nella finestra dell’orologio.
Di seguito premere il tasto [C].
Quindi impostare “data” e “ora” dell’orologio, muovendosi tra i campi con i tasti [Frecce Piccole], e variando i valori con
i tasti [Frecce Grosse].
L’orologio di sistema si blocca quando viene disinserita la batteria tampone della memoria RAM della scheda Pcb_2007,
quando la batteria è esaurita, o quando si sostituisce la scheda Pcb_2007 con una nuova.
Alla comparsa di questo messaggio comunque, l’orologio inizia a funzionare, ovviamente partendo dall’ora 00:00.
Il messaggio si può cancellare e la macchina è in condizioni corrette di funzionamento.
Ad ogni successiva accensione, se l’orologio non è stato in precedenza impostato, apparirà sempre questo messaggio,
quindi appena possibile eseguire la regolazione dell’orologio.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. -DATA / ORA

COuW02: Impostazione della data errata

Questo messaggio compare ogni volta che la data impostata e attiva non è una data valida, qualsiasi sia la ragione per
cui ciò è avvenuto.
• Procedere all’impostazione di una data valida.

Messaggi relativi alla Numerazione CAN

COuW03: Inizio numerazione moduli CAN

Questo messaggio è relativo alla procedura di numerazione delle schede CAN di comando dei vari motori passo passo
presenti nella macchina.
Esso compare all’inizio della procedura.

- 53 -
Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Numerazione Schede Motori

COuW04: Fine numerazione moduli CAN

Questo messaggio è relativo alla procedura di numerazione delle schede CAN di comando dei vari motori passo passo
presenti nella macchina.
Esso compare alla fine della procedura.
Naturalmente la procedura deve essere stata eseguita correttamente, senza interruzioni od errori.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Numerazione Schede Motori

COuW05: Numerazione moduli CAN interrotta

Questo messaggio è relativo alla procedura di numerazione delle schede CAN di comando dei vari motori passo passo
presenti nella macchina.
Esso compare in caso di fine traumatica della procedura.
Ad esempio se durante la procedura si commette un errore o si esce prematuramente.
• Eventualmente ripetere la procedura in modo corretto.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Numerazione Schede Motori

Messaggi relativi alla Numerazione YOYO

COuW06: Inizio numerazione YOYO

Questo messaggio è relativo alla procedura di numerazione dei motori YOYO in CAN presenti nella macchina.
Esso compare all’inizio della procedura.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Numerazione Motori YOYO

COuW07: Fine numerazione YOYO

Questo messaggio è relativo alla procedura di numerazione dei motori YOYO in CAN presenti nella macchina.
Esso compare alla fine della procedura.
Naturalmente la procedura deve essere stata eseguita correttamente, senza interruzioni od errori.

- 54 -
Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Numerazione Motori YOYO

COuW08: Numerazione YOYO interrotta

Questo messaggio è relativo alla procedura di numerazione dei motori YOYO in CAN presenti nella macchina.
Esso compare in caso di fine traumatica della procedura.
Ad esempio se durante la procedura si commette un errore o si esce prematuramente.
• Eventualmente ripetere la procedura in modo corretto.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Numerazione Motori YOYO

- 55 -
DRUM
Dr1: ATTENZIONE: macchina in fase di elaborazione disegno
Dr2: Fase di elaborazione disegno **** TERMINATA ****
DRuW01: Inizio movimento riscaldamento tamburini.
DRuW02: Fine movimento riscaldamento tamburini.

Messaggi relativi alla: “Elaborazione disegno”

Dr1: ATTENZIONE: macchina in fase di elaborazione disegno

Alcuni Programmi Calza contenenti Disegni molto complessi sono gestiti dal Software in maniera differente dallo Stan-
dard.
Al passo Zero i Disegni contenuti nel Programma sono elaborati e sviluppati per il numero di Ranghi effettivamente
previsti nel Programma.
Lo sviluppo del Disegno è creato in una fase preliminare, a differenza della normale lavorazione in cui il Disegno è svi-
luppato appena prima del Passo o Economizzazione da eseguire.
Per questo motivo la produzione di una Calza simile non prevede la possibilità di inserire la funzione di “Fermo Catena”
(tasto [F1] attivo) nei punti dove è attivo un Disegno.

Questo messaggio avverte l’utente che è in corso la fase di elaborazione e sviluppo del Disegno.
Per tutta la durata di questa operazione non può iniziare il Ciclo Calza.

Dr2: Fase di elaborazione disegno **** TERMINATA ****

Alcuni Programmi Calza contenenti Disegni molto complessi sono gestiti dal Software in maniera differente dallo Stan-
dard.
Al passo Zero i Disegni contenuti nel Programma sono elaborati e sviluppati per il numero di Ranghi effettivamente
previsti nel Programma.
Lo sviluppo del Disegno è creato in una fase preliminare, a differenza della normale lavorazione in cui il Disegno è svi-
luppato appena prima del Passo o Economizzazione da eseguire.
Per questo motivo la produzione di una Calza simile non prevede la possibilità di inserire la funzione di “Fermo Catena”
(tasto [F1] attivo) nei punti dove è attivo un Disegno.

Questo messaggio avverte l’utente che è la fase di elaborazione e sviluppo del Disegno è terminata.
La macchina può ora iniziare il Ciclo Calza.

Messaggi relativi al riscaldamento tamburini

DRuW01: Inizio movimento riscaldamento tamburini.

Se la macchina resta spenta per più di 6 ore, all’accensione, quando essa viene messa in moto, parte una procedura
che ha il compito di muovere tutte le Leve dei Tamburini Disegno, per evitare che i primi movimenti delle Leve determi-
nati dal Ciclo Calza possano essere sbagliati.
In pratica alla pressione del Pulsante di Marcia la macchina si mette in moto rimanendo al passo Zero per alcuni secondi
nei quali viene eseguita questa procedura di “Shake”.

Questo messaggio avverte l’utente che la macchina è in questa fase di movimento delle Leve Tamburino Disegno.
Dopo alcuni secondi, terminata la procedura di “Shake”, la macchina può iniziare il Ciclo Calza.

- 56 -
DRuW02: Fine movimento riscaldamento tamburini.

Se la macchina resta spenta per più di 6 ore, all’accensione, quando essa viene messa in moto, parte una procedura
che ha il compito di muovere tutte le Leve dei Tamburini Disegno, per evitare che i primi movimenti delle Leve determi-
nati dal Ciclo Calza possano essere sbagliati.
In pratica alla pressione del Pulsante di Marcia la macchina si mette in moto rimanendo al passo Zero per alcuni secondi
nei quali viene eseguita questa procedura di “Shake”.

Questo messaggio avverte l’utente che la macchina ha terminato la procedura di “Shake” e può iniziare il Ciclo Calza.

- 57 -
GFILE
Gf1: Caricamento programma in corso
Gf2: File da cancellare inesistente
Gf3: File selezionato inesistente
Gf4: Programma caricato correttamente
Gf5: Programma rifiutato
Gf6: Programma non valido
Gf7: Operazione su disco in corso
Gf8: Operazione su linea seriale non accettata
Gf9: Operazione su disco TERMINATA
Gf10: Lettura file da disco
Gf11: Formattazione disco in corso
Gf12: Cancellazione file in corso
Gf13: Estensione errata
Gf14: Tipo di disco illegale
Gf15: Errore CRC del disco
Gf16: Disco protetto dalla scrittura
Gf17: Disco non pronto
Gf18: Delete data mark incontrato
Gf19: N. settore non valido
Gf20: Settore o traccia non trovata
Gf21: File troncato
Gf23: File troppo grande
Gf24: File non esistente sul disco
Gf25: File protetto da scrittura
Gf26: File protetto da lettura
Gf27: File non cancellabile
Gf28: Disco pieno
Gf29: Floppy disk non risponde
Gf40: Memoria RAM piena
Gf48: Salvataggio file eseguito Gf57:
Connessione USB inesistente Gf30:
Trasmissione programma in corso Gf31:
Trasmissione a macchina ok
Gf32: Trasmissione a macchina fallita
Gf33: - R E T E - Scheda rete non funzionante
Gf34: - R E T E - Scheda rete non installata
Gf35: - R E T E - Richiesta in esecuzione
Gf36: - R E T E - Richiesta precedente ancora in esecuzione
Gf43: Operazione disabilitata da rete
Gf37: Versione codificato incompatibile con eprom custom
Gf47: Errore software incompatibile
Gf41: *** ATTENDERE *** Operazione su FLASH in corso....
Gf42: Operazione su FLASH terminata
Gf44: Errore accesso memoria FLASH
Gf46: Errore in fase di compressione del file
Gf49: Memoria eventi NAUTILUS quasi esaurita
Gf50: Memoria eventi NAUTILUS esaurita
Gf51: NAUTILUS non connesso
Gf52: Errore buffer automa comandi
Gf53: Comando per NAUTILUS ko
Gf54: NAUTILUS connesso
Gf55: Heap NAUTILUS insufficiente
Gf56: Overflow buffer circolare NAUTILUS
Gf58: Comando sacca fallito NAUTILUS
Gf59: Comando sacca terminato correttamente NAUTILUS
Gf60: Comando NAUTILUS terminato correttamente
GFuW04: Linea TX CAN disturbata
GFuW05: Linea RX CAN disturbata

- 58 -
GFuW07: Premere [CTRL]+[X] per ripristinare la posizione corretta
GFuW06: Limite accelerazione Motore Avanzamento Spilli

Messaggi generali relativi alla Gestione files

Gf1: Caricamento programma in corso

Questo messaggio avverte l’utente che è in corso la procedura di caricamento di un programma da FDU o da GRAPHI-
TRON.

Gf2: File da cancellare inesistente

Questo messaggio avverte l’utente che il file prescelto per la cancellazione in memoria RAM della scheda Pcb_2007 è
inesistente (scelta sbagliata o files danneggiati).
Comunque non dovrebbe mai apparire se non in casi di danneggiamento dei files in memoria RAM.

Gf3: File selezionato inesistente

Questo messaggio avverte l’utente che il file selezionato in memoria RAM della scheda Pcb_2007 è inesistente (scelta
sbagliata o files danneggiati).
Comunque non dovrebbe mai apparire se non in casi di danneggiamento dei files in memoria o in caso di un “Concate-
namento” composto da “Programmi calza” non più presenti in memoria (ad esempio, perchè cancellati).

Gf4: Programma caricato correttamente

Questo messaggio avverte l’utente che è correttamente terminata la procedura di caricamento programma da FDU o
GRAPHITRON.
Il programma è ora presente nella memoria RAM della scheda Pcb_2007.

Gf5: Programma rifiutato

Questo messaggio avverte l’utente che il programma che si è tentato di caricare da FDU o GRAPHITRON è stato rifiu-
tato.
I motivi di questo rifiuto possono essere:
• Disturbi sulla linea di trasmissione.
• Generici problemi (software e hardware) relativi ai dispositivi di trasmissione (FDU e GRAPHITRON).
• Memoria RAM disponibile sulla scheda Pcb_2007 insufficiente.
• Programma non compatibile con il software presente in macchina.

Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:


• Valutare la presenza di disturbi.
• Sostituire il dispositivo di trasmissione (Floppy disk, dispositivo USB, FDU, GRAPHITRON).
• Cancellare alcuni programmi dalla memoria RAM della scheda Pcb_2007.
• Verificare la compatibilità del programma con il software macchina.

Avvertenze
Nota bene
Con le ultime versioni di software macchina, la presenza di alcuni dei problemi sopra elencati determina la comparsa
di un messaggio specifico, e non di questo messaggio generico.

Gf6: Programma non valido

- 59 -
Questo messaggio avverte l’utente che il programma che si è tentato di caricare da FDU o GRAPHITRON è stato rifiu-
tato.
Questo programma non corrisponde al modello della macchina stessa, esso è relativo ad un altro modello di macchina,
per cui non è valido.

Gf7: Operazione su disco in corso

Questo messaggio generico avverte l’utente che in corso un operazione sul supporto di memoria esterno (FDU o USB).
Prima di richiedere qualunque altra operazione relativa al supporto di memoria esterno attendere la fine della prece-
dente.

Gf8: Operazione su linea seriale non accettata

Questo messaggio avverte l’utente che la linea seriale di trasmissione è già impegnata da una precedente operazione.
Pertanto, l’ultimo comando inviato alla linea seriale (FDU o USB) è stato rifiutato.

Gf9: Operazione su disco TERMINATA

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione eseguita sul supporto di memoria esterno (FDU o USB) è termina-
ta, ed ha avuto esito positivo.
E’ ora possibile eseguire altre operazioni.

Gf10: Lettura file da disco

Questo messaggio avverte l’utente che in corso la lettura di un file dal supporto di memoria esterno (FDU o USB).
La successiva operazione è il caricamento nella zona di memoria dedicata:
(Gf1: . . .)

Gf11: Formattazione disco in corso

Questo messaggio avverte l’utente che è in corso la formattazione del supporto di memoria esterno (FDU o USB).
Attendere il termine dell’operazione.

Gf12: Cancellazione file in corso

Questo messaggio avverte l’utente che è in corso la cancellazione di un file (programma) sul supporto di memoria
esterno (FDU o USB).

Gf13: Estensione errata

Questo messaggio avverte l’utente che il supporto di memoria esterno sul quale si è tentato di operare contiene files
danneggiati o lui stesso è danneggiato.
Verificare funzionamento del supporto di memoria esterno.

Gf14: Tipo di disco illegale

Questo messaggio avverte l’utente che il disco inserito nell’FDU è illegale, cioè incompatibile con il dispositivo.
Ciò può accadere in caso di formattazione non corretta.
Per risolvere il problema, riformattare il floppy disk o sostituirlo.

- 60 -
Gf15: Errore CRC del disco

Questo messaggio avverte l’utente che il disco inserito nell’FDU e che si tenta di utilizzare è rovinato.
Sostituire il floppy disk.

Gf16: Disco protetto dalla scrittura

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione tentata sul disco inserito nell’FDU è fallita in quanto esso è protetto
alla scrittura.
Se si vuole usare lo stesso disco, eliminare la protezione.

Gf17: Disco non pronto

Questo messaggio avverte l’utente che nessun disco è inserito nell’FDU, quindi l’operazione tentata è fallita.
Inserire un floppy disk nell’FDU e ripetere l’operazione.

Gf18: Delete data mark incontrato

Questo messaggio avverte l’utente che il disco inserito nell’FDU e che si tenta di utilizzare è rovinato.
Sostituire il floppy disk.

Gf19: N. settore non valido

Questo messaggio avverte l’utente che il disco inserito nell’FDU e che si tenta di utilizzare è rovinato.
Sostituire il floppy disk.

Gf20: Settore o traccia non trovata

Questo messaggio avverte l’utente che il disco inserito nell’FDU e che si tenta di utilizzare è rovinato.
Sostituire il floppy disk.

Gf21: File troncato

Questo messaggio avverte l’utente che il disco inserito nell’Fdu e sul quale si è tentato di operare contiene files dan-
neggiati o lui stesso è danneggiato.
Sostituire il floppy disk.

Gf23: File troppo grande

Questo messaggio avverte l’utente che il tentativo di salvare il programma sul supporto di memoria esterno è fallito.
Il file è troppo grande per lo spazio disponibile sul supporto di memoria esterno.

Gf24: File non esistente sul disco

Questo messaggio avverte l’utente che il file selezionato su supporto di memoria esterno è inesistente.
E’ stata eseguita una scelta sbagliata o il file è danneggiato.

Gf25: File protetto da scrittura

- 61 -
Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione tentata sul file presente sul supporto di memoria esterno è fallita in
quanto il file è protetto alla scrittura.

Gf26: File protetto da lettura

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione tentata sul file presente sul supporto di memoria esterno è fallita in
quanto il file è protetto alla lettura.

Gf27: File non cancellabile

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione di cancellazione tentata sul file presente sul supporto di memoria
esterno è fallita in quanto il file è protetto alla cancellazione.

Gf28: Disco pieno

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione di scrittura di un file sul supporto di memoria esterno è fallita in
quanto è già stato raggiunto il massimo numero di files permessi su di esso.

Gf29: Floppy disk non risponde

Questo messaggio avverte l’utente che il supporto di memoria esterno non risponde ai comandi inviati dalla macchina.
La causa più comune è il supporto di memoria esterno non collegato; altre cause:
• Linea di trasmissione tra Dispositivo esterno e scheda Pcb_2007 difettosa.
Controllare i cablaggi dalla presa frontale di innesto del dispositivo alla scheda Pcb_2007.
• Dispositivo esterno difettoso.
Verificare il suo funzionamento su di un’altra macchina.
• Scheda Pcb_2007 difettosa, sostituirla.

Gf40: Memoria RAM piena

Questo messaggio avverte l’utente che la memoria RAM della scheda Pcb_2007 è ormai piena, non c’è più memoria
disponibile per le memorizzazioni richieste dall’utente o dal programma.
L’ultima operazione di memorizzazione non è stata fatta per mancanza di spazio libero.
Questo fatto avviene quando si inserisce un nuovo programma, quando il programma richiede spazio per alcuni dati,
eccetera.
La soluzione consiste nel cancellare alcuni programmi (files) per liberare dello spazio in memoria RAM.

Gf48: Salvataggio file eseguito

Questo messaggio compare quando è terminato correttamente il salvataggio del file sul supporto di memoria esterno
(FDU o USB).

Gf57: Connessione USB inesistente

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione richiesta sulla linea USB non è stata eseguita perché la linea USB
non è presente (Hardware assente o connessione mancante).
Tipicamente si tenta di eseguire un operazione nel menu USB senza che la macchina sia predisposta con la linea USB
(assenti connessione sulla tastiera, scheda e cablaggio interno).
Nel caso la macchina sia predisposta per la USB:
• Controllare connessioni cablaggi dal connettore USB sulla tastiera all’apposita scheda montata sulla sche-
da Pcb_2007.
• Verificare se i componenti della scheda di logica principale sono aggiornati ad una versione compatibile

- 62 -
con la USB.
• Sostituire la scheda USB.
• Sostituire la scheda Pcb_2007.

Messaggi relativi alla Trasmissione tra macchine

Gf30: Trasmissione programma in corso

Questo messaggio avverte l’utente che è in corso la trasmissione di un “file” da una macchina ad un’altra tramite un
apposito cavo.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Trasmetti alla macchina

Gf31: Trasmissione a macchina ok

Questo messaggio avverte l’utente che è terminata correttamente la trasmissione di un “file” da una macchina ad un’al-
tra tramite un apposito cavo.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Trasmetti alla macchina

Gf32: Trasmissione a macchina fallita

Questo messaggio avverte l’utente che è fallita la trasmissione di un “file” da una macchina ad un’altra tramite un ap-
posito cavo.
La causa del fallimento può essere un difetto nel cablaggio da una macchina all’altra, oppure il malfunzionamento di una
delle 2 schede Pcb_2007 in colloquio tra loro.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Trasmetti alla macchina

Messaggi relativi alla gestione della RETE

Gf33: - R E T E - Scheda rete non funzionante

Questo messaggio avverte l’utente che la scheda “Rete” del sistema di controllo produzione Dinema non è funzionante.

Avvertenze

- 63 -
Attenzione
Per le informazioni atte alla soluzione del problema fare riferimento al manuale Dinema relativo al “Controllo produzio-
ne”, ed eventualmente contattare il personale tecnico Dinema.

Gf34: - R E T E - Scheda rete non installata

Questo messaggio avverte l’utente che la scheda “Rete” del sistema di controllo produzione Dinema non è installata.

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni atte alla soluzione del problema fare riferimento al manuale Dinema relativo al “Controllo produzio-
ne”, ed eventualmente contattare il personale tecnico Dinema.

Gf35: - R E T E - Richiesta in esecuzione

Questo messaggio avverte l’utente che è in atto un’operazione richiesta dalla “Rete” (dal sistema di controllo di produ-
zione Dinema).

Gf36: - R E T E - Richiesta precedente ancora in esecuzione

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione richiesta dalla “Rete” (dal sistema di controllo di produzione Di-
nema) non è stata mandata in esecuzione in quanto un’altra richiesta precedente (sempre della “Rete”) è ancora in
esecuzione.

Gf43: Operazione disabilitata da rete

Questo messaggio avverte l’utente che l’ultima operazione richiesta non è avvenuta in quanto disabilitata dalle funzio-
nalità del sistema “Rete” (controllo di produzione Dinema).

Messaggi relativi a Software incompatibile

Gf37: Versione codificato incompatibile con eprom custom

Questo messaggio avverte l’utente che non c’è compatibilità software tra il “Programma codificato” da GRAPHITRON e
il software macchina presente nella macchina.
Esiste una differenza importante di versione tra il software Macchina e il software di programmazione.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati per ulteriori informazioni e per un eventuale aggiornamento software.
Questo aggiornamento, a seconda delle informazioni fornite, potrà essere del software Macchina, del software GRA-
PHITRON, o di entrambi.

Gf47: Errore software incompatibile

Una premessa, il software macchina può essere caricato in macchina in 2 parti, la parte definita “custom”, e la parte
definita “system”.
In condizioni normali ciò non avviene, in quanto il software macchina è caricato in memoria FLASH della scheda
Pcb_2007 in un unico file.

- 64 -
Questo messaggio compare quando si cerca di attivare un file “.up” relativo alla parte di software “custom”, ed esso è
incompatibile con la parte di software “system” presente in macchina (controllo di versione).
Questi “codici” di compatibilità sono scritti nel software “custom e system” e definiscono gli abbinamenti possibili tra le
specifiche versioni software.
Procedere al caricamento e all’attivazione del software macchina in forma completa, oppure del software “custom” in
una versione compatibile.

Avvertenze
Nota bene
Questa analisi di compatibilità può essere fatta solo in caso di attivazione di un file “.up”.
L’inserimento del software sotto forma di file “mach.bin” impedisce questo controllo.

Riferimenti
Per le informazioni relative alle procedure richiamate nelle spiegazioni precedenti fare riferimento al capitolo:
Operazioni relative al software macchina

Messaggi relativi ad operazioni su FLASH

Gf41: *** ATTENDERE *** Operazione su FLASH in corso....

Questo messaggio avverte l’utente che è in corso un operazione (Lettura o Scrittura) sulla memoria FLASH di una delle
schede presenti in macchina.
Durante questa fase (questo messaggio attivo) qualunque altra operazione sulla macchina è inibita.
L’operazione più tipica che si esegue è la copia in memoria FLASH di una nuova versione di software (Aggiornamento
software).
Tutte le operazioni di aggiornamento si concludono con un “Reset” macchina e un allarme che invita l’utente a spegnere
e poi riaccendere la macchina.

Durante la fase di Lettura non possono avvenire problemi.


Durante la fase di Scrittura (Aggiornamento software o dati) invece, in certe condizioni si potrebbero verificare problemi.
Non bisogna assolutamente spegnere la macchina o fare mancare alimentazione in questa fase, perché la macchina
alla riaccensione non funzionerebbe e ci sarebbe la necessità di caricare nuovamente il software macchina sotto forma
di file “.bin”.
La Scrittura lasciata in sospeso ha probabilmente danneggiato il software presente in macchina.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla procedure software in cui è impegnata la memoria FLASH vedi il capitolo:
Operazioni relative al software macchina

Altre informazioni sono disponibili nel:


MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Gestione software

Gf42: Operazione su FLASH terminata

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione in memoria FLASH è terminata.


Questo messaggio è visibile ad esempio, alla fine di una operazione di Lettura in memoria FLASH.
n caso di Scrittura invece questo messaggio non è visibile all’utente, in quanto il termine dell’operazione determina un
“Reset” macchina e la comparsa di un allarme.

Riferimenti

- 65 -
Per le informazioni relative alla procedure software in cui è impegnata la memoria FLASH vedi il capitolo:
Operazioni relative al software macchina

Altre informazioni sono disponibili nel:


MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Gestione software

Gf44: Errore accesso memoria FLASH

Questo messaggio avverte l’utente che il software, durante l’accesso alla memoria FLASH della scheda Pcb_2007, ha
riscontrato un errore.
L’operazione in memoria FLASH non viene effettuata.
Questo messaggio potrebbe essere indice di un problema Hardware della scheda Pcb_2007 o di un difetto del software
macchina.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Gf46: Errore in fase di compressione del file

Questo messaggio avverte l’utente che durante un operazione interna alla gestione files del software si è verificato un
errore nella compressione di un file.
Un caso tipico in cui può comparire questo errore è durante l’attivazione di un file “.up” relativo ad un software pre-
caricato in memoria RAM.
Se il file è molto grosso e la memoria libera è poca la decompressione non può avvenire.
Un’altra situazione di errore può comparire durante la copia del software presente in memoria FLASH nella memoria
RAM stessa, le cause sono le stesse esposte precedentemente.

Avvertenze
Attenzione
In caso questo errore si presenti in altre situazioni, ciò potrebbe essere causato da una causa interna alla gestione
software.
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Messaggi relativi al sistema NAUTILUS

Gf49: Memoria eventi NAUTILUS quasi esaurita

Questo messaggio è relativo al dispositivo NAUTILUS Dinema (sistema di controllo Eventi e Produzione).
Una premessa, il sistema riserva a se stesso (alloca) una certa quantità di memoria RAM della scheda Pcb_2007, da
utilizzare per i suoi bisogni.
Uno degli usi di questa memoria è la memorizzazione degli Eventi macchina significativi in caso di Server di controllo
del sistema NAUTILUS spento.
Alla riaccensione del Server poi, questi eventi saranno comunicati e memorizzati dal sistema di controllo.
Si tenga presente che non è consigliato spegnere il Server di controllo, appunto per la possibilità di perdere dei dati
significativi relativi alla gestione della produzione.
Questo messaggio compare quando il software si accorge che la memoria RAM allocata sulla scheda Pcb_2007 ed
utilizzata dal sistema per memorizzare gli Eventi significativi è:
”quasi esaurita”.

- 66 -
Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni atte alla soluzione del problema fare riferimento al manuale Dinema relativo al NAUTILUS, ed
eventualmente contattare il personale tecnico Dinema.

Gf50: Memoria eventi NAUTILUS esaurita

Questo messaggio è relativo al dispositivo NAUTILUS Dinema (sistema di controllo Eventi e Produzione).
Una premessa, il sistema riserva a se stesso (alloca) una certa quantità di memoria RAM della scheda Pcb_2007, da
utilizzare per i suoi bisogni.
Uno degli usi di questa memoria è la memorizzazione degli Eventi macchina significativi in caso di Server di controllo
del sistema NAUTILUS spento.
Alla riaccensione del Server poi, questi eventi saranno comunicati e memorizzati dal sistema di controllo.
Si tenga presente che non è consigliato spegnere il Server di controllo, appunto per la possibilità di perdere dei dati
significativi relativi alla gestione della produzione.
Questo messaggio compare quando il software si accorge che la memoria RAM allocata sulla scheda Pcb_2007 ed
utilizzata dal sistema per memorizzare gli Eventi significativi è:
”esaurita”.
A questo punto i dati sono ormai compromessi, in quanto tutti i successivi Eventi non potranno essere memorizzati.
L’utente è comunque informato che questi dati di produzione non sono completi.

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni atte alla soluzione del problema fare riferimento al manuale Dinema relativo al NAUTILUS, ed
eventualmente contattare il personale tecnico Dinema.

Gf51: NAUTILUS non connesso

Questo messaggio è relativo al dispositivo NAUTILUS Dinema (sistema di controllo Eventi e Produzione).
Questo messaggio compare quando la macchina non riesce a collegarsi con il Server di controllo.

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni atte alla soluzione del problema fare riferimento al manuale Dinema relativo al NAUTILUS, ed
eventualmente contattare il personale tecnico Dinema.

Gf52: Errore buffer automa comandi

Questo messaggio è relativo al dispositivo NAUTILUS Dinema (sistema di controllo Eventi e Produzione).
Questo è un messaggio interno, compare quando, nella fase iniziale di connessione della macchina al Server, è riscon-
trato un problema di comunicazione.

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni atte alla soluzione del problema fare riferimento al manuale Dinema relativo al NAUTILUS, ed
eventualmente contattare il personale tecnico Dinema.

Gf53: Comando per NAUTILUS ko

Questo messaggio è relativo al dispositivo NAUTILUS Dinema (sistema di controllo Eventi e Produzione).

- 67 -
Questo messaggio compare quando un comando NAUTILUS non può essere eseguito perché uno precedente è ancora
in esecuzione.
Il comando sarà eseguito al termine del precedente.

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni atte alla soluzione del problema fare riferimento al manuale Dinema relativo al NAUTILUS, ed
eventualmente contattare il personale tecnico Dinema.

Gf54: NAUTILUS connesso

Questo messaggio è relativo al dispositivo NAUTILUS Dinema (sistema di controllo Eventi e Produzione).
Questo messaggio non dovrebbe comparire, è solo una comunicazione che il sistema NAUTILUS è connesso corret-
tamente.

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni atte alla soluzione del problema fare riferimento al manuale Dinema relativo al NAUTILUS, ed
eventualmente contattare il personale tecnico Dinema.

Gf55: Heap NAUTILUS insufficiente

Questo messaggio è relativo al dispositivo NAUTILUS Dinema (sistema di controllo Eventi e Produzione).
Una premessa, il sistema riserva a se stesso (alloca) una certa quantità di memoria RAM della scheda Pcb_2007, da
utilizzare per i suoi bisogni.
Questo messaggio compare quando, all’accensione, il sistema NAUTILUS non riesce ad allocare la memoria RAM
prevista, in quanto sulla scheda Pcb_2007 essa non è disponibile (probabilmente già occupata da programmi calza o
altri files).

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni atte alla soluzione del problema fare riferimento al manuale Dinema relativo al NAUTILUS, ed
eventualmente contattare il personale tecnico Dinema.

Gf56: Overflow buffer circolare NAUTILUS

Questo messaggio è relativo al dispositivo NAUTILUS Dinema (sistema di controllo Eventi e Produzione).
Questo è un messaggio interno, compare quando, nel colloquio con il Server, è riscontrato un disallineamento dei dati
nel protocollo di comunicazione.

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni atte alla soluzione del problema fare riferimento al manuale Dinema relativo al NAUTILUS, ed
eventualmente contattare il personale tecnico Dinema.

Gf58: Comando sacca fallito NAUTILUS

Questo messaggio è relativo al dispositivo NAUTILUS Dinema (sistema di controllo Eventi e Produzione).
Questo messaggio compare quando questo particolare comando NAUTILUS non viene eseguito correttamente.

Avvertenze

- 68 -
Attenzione
Per le informazioni atte alla soluzione del problema fare riferimento al manuale Dinema relativo al NAUTILUS, ed
eventualmente contattare il personale tecnico Dinema.

Gf59: Comando sacca terminato correttamente NAUTILUS

Questo messaggio è relativo al dispositivo NAUTILUS Dinema (sistema di controllo Eventi e Produzione).
Questo messaggio compare quando questo particolare comando NAUTILUS viene eseguito correttamente.

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni atte alla soluzione del problema fare riferimento al manuale Dinema relativo al NAUTILUS, ed
eventualmente contattare il personale tecnico Dinema.

Gf60: Comando NAUTILUS terminato correttamente

Questo messaggio è relativo al dispositivo NAUTILUS Dinema (sistema di controllo Eventi e Produzione).
Questo messaggio compare quando questo particolare comando NAUTILUS viene eseguito correttamente.

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni atte alla soluzione del problema fare riferimento al manuale Dinema relativo al NAUTILUS, ed
eventualmente contattare il personale tecnico Dinema.

Messaggi relativi alla linea CAN disturbata

GFuW04: Linea TX CAN disturbata

GFuW05: Linea RX CAN disturbata

Questo messaggio avverte l’utente che sono stati riscontrati dei problemi sulla linea CAN di trasmissione tra la scheda
Pcb_2008 e un modulo CAN.
Questi moduli CAN ad esempio possono essere:
- la scheda di comando per i motori passo passo (scheda Pcb_3836).
- la scheda di comando del motore principale (azionamento ECODD15).
Bisogna valutare se questi problemi hanno compromesso il funzionamento della macchina, in genere se ciò avviene altri
errori e allarmi relativi al CAN sono visualizzati.
• Verificare i cablaggi di connessione tra la scheda Pcb_2007 e i moduli CAN, e tra i moduli CAN stessi,
eventualmente sostituire i cablaggi e le schede interessate.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie

GFuW07: Premere [CTRL]+[X] per ripristinare la posizione corretta

- 69 -
Questo messaggio riguarda macchina equipaggiate con uno specifico Encoder per il controllo della posizione del:
Coperchio platine angolare
Se per una qualsiasi ragione la posizione reale del “Coperchio” è differente da quella rilevata attraverso l’Encoder, un
errore avverte l’utente di questo sfasamento.
L’utente ha comunque la possibilità, in questa finestra di errore, di ripristinare la posizione corretta del dispositivo, che
à quella prevista dal Programma Calza.

Questo messaggio avverte l’utente che per ripristinare la posizione corretta del “Coperchio” l’utente deve premere i tasti
indicati nel messaggio.

GFuW06: Limite accelerazione Motore Avanzamento Spilli

Gruppo portaspilli
La rotazione del gruppo viene realizzata da un motore.
Questo motore è chiamato:
Avanz. Spilli

Fase: Cucitura della punta della calza


La rotazione del gruppo è sincronizzata con il moto dell’ago della Cucitrice.
Quando l’ago è basso il gruppo avanza di uno spillo, così quando l’ago risale incontra lo spillo seguente e cuce un altro
punto (unisce le due boccole).
Da Graphitron è possibile regolare la velocità della Cucitrice.
La distanza tra due spilli è detta passo.
Poiché gli spilli sono distribuiti sullo stesso semicerchio per tutti i modelli, ne consegue che il passo aumenta al decre-
scere del numero degli aghi.
Pertanto:
Affinché sia rispettato il sincronismo il motore deve accelerare di più nei modelli con basso numero di aghi.

Da Graphitron è possibile regolare la velocità della Cucitrice.


Il messaggio indica che il motore in oggetto non potrebbe stare al passo se si programmasse una velocità superiore
della Cucitrice, oppure se si passasse il Programma Calza ad un modello con numero di aghi inferiore.

Riferimenti
GFuE418

- 70 -
MAIN
Ma1: Premi SPACE per il MENU GESTIONE CTRL + HELP per gli aiuti
Ma2: Programma non attivo
Ma3: Non c’e’ sottoprogramma
Ma4: Taglia non codificata
Ma5: Programma di prova non abilitato
Ma8: Contacalze: raggiunto numero di calze impostato.
Ma13: Contacalze ceste: raggiunto numero calze impostato
Ma9: Modifica economizzazioni NON ACCETTATA
Ma15: Stop catena forzato da rete
Ma18: Macchina in STOP A FINE CICLO [F3 attivo]
Ma19: Stop macchina programmato per fine rocca filato
Ma10: La macchina funziona nuovamente alle velocità programmate
Ma11: La macchina funziona a velocità ridotte
Ma20: Lavorazione disabilitata per aggiornamento FLASH
Ma28: Lavorazione disabilitata da software
Ma27: Azzeramento disabilitato dall’articolo
MAuW06: Start Programma di test calibratura quota primo spillo
MAuW07: Start Programma di test calibratura posizioni angolari cilindro
Ma16: Macchina non in sincronismo
MAuW01: Fase di taratura zero meccanico
MAuW02: Zero meccanico ACQUISITO
MAuW03: Zero meccanico non ancora acquisito nel programma di test

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie

Ma1: Premi SPACE per il MENU GESTIONE CTRL + HELP per gli aiuti

Questo messaggio avverte l’utente che premendo il tasto [SPACE] si può accedere al menù generale.
Questo è il messaggio normalmente presente quando non sono presenti altri messaggi.

Ma2: Programma non attivo

Questo messaggio appare quando si pone la chiave in posizione di Lavorazione e nessun programma è attivo.
Tramite il menù gestione attivare un programma e entrare nuovamente in Lavorazione.

Ma3: Non c’e’ sottoprogramma

Questo messaggio avverte l’utente che il codificato del programma attivato (software GRAPHITRON) non è compatibile
con il software macchina.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati per ulteriori informazioni e per un eventuale aggiornamento software.

Ma4: Taglia non codificata

Questo messaggio avverte l’utente che la taglia impostata nel programma attivo non è stata codificata.
Impostare una taglia presente nel programma codificato, o sul GRAPHITRON codificare la taglia mancante.

- 71 -
Ma5: Programma di prova non abilitato

Questo messaggio avverte l’utente che il Programma Prova richiesto non è abilitato.
Il Programma Prova può essere disabilitato da software o da Setup.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati per ulteriori informazioni e per un eventuale aggiornamento software.

Ma8: Contacalze: raggiunto numero di calze impostato.

Questo messaggio avverte l’utente che è stato raggiunto il “Target” di produzione calze precedentemente impostato a
livello di:
Contacalze
Il comportamento della macchina è determinato dalle opzioni impostate a livello di Contacalze alla voce “Operazione”:
• - Operazione “A” : Raggiunto il numero di calze programmate, la produzione continua senza nessuna se-
gnalazione all’utente.
• - Operazione “B” : Raggiunto il numero di calze programmate, la produzione continua, ma la condizione è
segnalata dall’accensione a intermittenza della lampada Out Counter.
• - Operazione “C” : Raggiunto il numero di calze programmate, la macchina si ferma e la condizione è se-
gnalata dall’accensione a intermittenza della lampada Out Counter.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Menu conta-calze/concatenamento

Ma13: Contacalze ceste: raggiunto numero calze impostato

Questo messaggio avverte l’utente che è stato raggiunto il “Target” di produzione calze precedentemente impostato a
livello di:
Contacalze ceste

Ma9: Modifica economizzazioni NON ACCETTATA

Questo messaggio avverte l’utente che ci sono delle Economizzazioni dispari nelle zone “Tallone” e/o “Punta”.
In queste zone sono ammesse solo Economizzazioni in numero pari.
E’ necessario correggere il numero delle Economizzazioni nel programma attivo.

Ma15: Stop catena forzato da rete

Questo messaggio avverte l’utente che lo stop catena [F1] è stato inserito dalla gestione della “Rete” (controllo di pro-
duzione Dinema).
Eventuali malfunzionamenti sono dovuti alla gestione o alle schede della “Rete”.

Ma18: Macchina in STOP A FINE CICLO [F3 attivo]

Questo messaggio avverte l’utente che la macchina è ferma a Fine Ciclo perché è attivo il tasto [F3].

- 72 -
Ma19: Stop macchina programmato per fine rocca filato

Questo messaggio avverte l’utente che la macchina è ferma a Fine Ciclo perché è attivo il tasto [F3].
Questo tasto è stato attivato da una precedente programmazione dell’utente.
Nella finestra principale, premendo i tasti [SHIFT] + [F3] si accede ad una finestra dove è possibile programmare il nu-
mero di Cicli Calza dopo il quale la macchina si dovrà fermare a Fine Ciclo.
Qualora l’utente verifichi che una rocca di filato è in via di esaurimento, e valuti inoltre la quantità di calze che essa può
ancora produrre con il filato rimasto, esso può impostare questo numero di calze tramite la finestra di fermata program-
mata per “Fine Rocca”.
In questo modo la macchina si fermerà a Fine Ciclo utilizzando la maggior quantità di filato; a questo punto l’utente
procederà alla sostituzione della Rocca, eventualmente dopo aver esaurito completamente il filato residuo.
Dopo la fermata della macchina a Fine Ciclo, con conseguente visualizzazione di questo messaggio, il valore program-
mato risulterà azzerato.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. -CALZE PER FINE ROCCA

Messaggi relativi alla Velocità Mc. per opzioni Riscaldamento

Ma10: La macchina funziona nuovamente alle velocità programmate

Questo messaggio avverte l’utente che la macchina ha completato il “Target” di produzione imposto dall’opzione relativa
al riscaldamento macchina.
La macchina è quindi ritornata automaticamente al funzionamento con velocità normale.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Riscaldamento macchina

Ma11: La macchina funziona a velocità ridotte

Questo messaggio avverte l’utente che è attiva l’opzione relativa al riscaldamento macchina.
La macchina funzionerà a velocità ridotta fino al raggiungimento del “Target” di produzione impostato nella finestra di
Setup relativa.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Riscaldamento macchina

Messaggi relativi disabilitazione Lavorazione e Azzeramento

Ma20: Lavorazione disabilitata per aggiornamento FLASH

- 73 -
Questo messaggio avverte l’utente che la modalità Lavorazione non è attiva in quanto è in atto un operazione di Scrit-
tura/Lettura nella memoria FLASH della macchina.

Ma28: Lavorazione disabilitata da software

Questo messaggio avverte l’utente che la modalità Lavorazione non è attiva in quanto disabilitata dal Software.

Ma27: Azzeramento disabilitato dall’articolo

Questo messaggio avverte l’utente che non è possibile eseguire la procedura di Azzeramento in quanto la calza si trova
in una zona particolare dove non è prevista questa possibilità.

Riacquisizione parametri software

MAuW06: Start Programma di test calibratura quota primo spillo

L’avviso indica che per effettuare la calibrazione è stato attivato un Programma di test specifico.
Il programma di test sospende l’esecuzione del programma catena in lavorazione.
Per ulteriori informazioni consultare l’opuscolo:
Riacquisizione parametri software
In particolare:
Calibratura quota primo spillo
MAuW07: Start Programma di test calibratura posizioni angolari cilindro

L’avviso indica che per effettuare la calibrazione è stato attivato un Programma di test specifico.
Il programma di test sospende l’esecuzione del programma catena in lavorazione.
Per ulteriori informazioni consultare l’opuscolo:
Riacquisizione parametri software
In particolare:
Calibratura posizioni angolari cilindro

Messaggi relativi alla gestione dello Zero cilindro

Ma16: Macchina non in sincronismo

All’atto dell’acquisizione dello zero meccanico (pressione del tasto [RETURN] all’interno del programma apposito nel
Setup), compare questo messaggio se:
- lo zero non è acquisito correttamente.

Le cause della mancata acquisizione possono essere :


• Insufficiente rotazione della macchina (almeno 2 giri) prima dell’acquisizione.
• Conteggio Resolver non corretto.

Riferimenti
Comunque per un eventuale problema di conteggio (stesse cause di questo malfunzionamento), vedere le procedure di
controllo descritte a proposito dell’errore:

Ma4

- 74 -
Per le informazioni relative alla procedura di acquisizione zero meccanico vedi la voce:
Procedura di regolazione zero meccanico per:

Macchine GOAL / DONNA

Altre informazioni sono disponibili nel:


MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Setup motore

MAuW01: Fase di taratura zero meccanico

Durante la procedura di acquisizione dello zero meccanico, questo messaggio invita l’utente a mettere in moto la mac-
china con la [Manovella 2] (almeno 2 o 3 giri completi).
Poi ricercare lo zero meccanico (usando i tasti [Manovella 1 e 2], e anche quella manuale se è il caso), e quindi acqui-
sirlo.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla procedura di acquisizione zero meccanico vedi la voce:
Procedura di regolazione zero meccanico per:

Macchine GOAL / DONNA

Altre informazioni sono disponibili nel:


MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1 Setup motore

MAuW02: Zero meccanico ACQUISITO

All’atto dell’acquisizione dello zero meccanico (pressione del tasto [RETURN] all’interno del programma apposito nel
Setup), compare questo messaggio se:
- lo zero è acquisito correttamente.

L’utente è così informato che l’operazione di acquisizione dello zero meccanico ha avuto buon esito.
Con l’uscita dal Setup ed il salvataggio di questi dati terminato correttamente, la macchina funzionerà con il nuovo zero
meccanico acquisito.

In caso di macchina equipaggiata con Azionamento motore di tipo ECODD15, questo avviso compare anche a seguito
della pressione dei tasti [FN] + [A] o [FN] + [Z] nella finestra di errore.
Questo quando si chiede di scegliere quale zero considerare valido (su scheda Pcb_2007 o su Azionamento ECODD).

Riferimenti
Ulteriori informazioni riguardo l’acquisizione o la scelta dello zero valido sono disponibili nelle procedure descritte a
proposito dell’errore:

MAuE03

Per le informazioni relative alla procedura di acquisizione zero meccanico vedi la voce:
Procedura di regolazione zero meccanico per:

- 75 -
Macchine GOAL / DONNA

Altre informazioni sono disponibili nel:


MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Setup motore

MAuW03: Zero meccanico non ancora acquisito nel programma di test

Questo messaggio avverte l’utente che è ancora in atto la procedura di acquisizione dello zero meccanico, e quindi lo
zero meccanico non è stato ancora acquisito, bisogna completare la procedura.
Tramite il menù gestione attivare un programma e entrare nuovamente in Lavorazione.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla procedura di acquisizione zero meccanico vedi la voce:
Procedura di regolazione zero meccanico per:

Macchine GOAL / DONNA

- 76 -
MOTO
Mo4: Memoria insufficiente per la creazione del file MOTOR.DT
Mo5: Corsa insufficiente per la frenata in tallone

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie

Mo4: Memoria insufficiente per la creazione del file MOTOR.DT

Questo messaggio avverte l’utente che la creazione del file MOTOR.DT non può essere fatta con la quantità di memoria
impostata nel Setup, in quanto lo spazio in memoria disponibile non è sufficiente per la sua creazione.
Liberare la memoria RAM cancellando qualche programma calza o altri file non utilizzati (file “.co”, “.cn”, “.up”), oppure
diminuire lo spazio richiesto per la creazione del file MOTOR.DT.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. Dimensione file motor.dt

Mo5: Corsa insufficiente per la frenata in tallone

Questo messaggio avverte l’utente che a causa dei parametri di accelerazione e velocità impostati non esiste spazio
sufficiente per una corretta frenata e ripartenza del cilindro in moto alternato (Tallone).
In pratica non si può eseguire un corretto Tallone coi parametri impostati.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati per le informazioni necessarie alla soluzione del problema.

- 77 -
MPP
MPuW01: Tabella posizioni mancante in GR5
MPuW02: Marcia disabilit. per comando manuale Alza Bordo non completato
MPuW03: Man. Alza Bordo NON eseguibile in fase di entrata/uscita uncini
MPuW05: Movimento bordo impossibile in questa zona della calza
MPuW07: Movimento bordo impossibile: uncini fuori dal platorello
MPuW08: Movimento bordo impossibile: in corso i 4 giri manovella

Messaggi relativi alla gestione Bordo

MPuW01: Tabella posizioni mancante in GR5

Questo messaggio avverte l’utente che nel Programma Calza creato con il GRAPHITRON è assente la tabella delle
posizioni riguardante i movimenti del “Bordo”.
L’operatore dovrà correggere il Programma inserendo questa “Tabella delle Posizioni”.

MPuW02: Marcia disabilit. per comando manuale Alza Bordo non completato

Questo messaggio avverte l’utente che non è possibile il movimento di Marcia della macchina.
Questo movimento non è possibile in quanto disabilitato dalla gestione software relativa ad un Comando Manuale.
In questo caso l’origine del problema è il comando manuale [Alza Bordo] che non è stato completato.

MPuW03: Man. Alza Bordo NON eseguibile in fase di entrata/uscita uncini

Questo messaggio avverte l’utente che il comando manuale richiesto non è eseguibile in questa Zona della calza.
In particolare, il comando manuale non è consentito in fase di “Entrata/Uscita Uncini”, oppure la posizione del Cilindro
(Gradi) non lo consente.

MPuW05: Movimento bordo impossibile in questa zona della calza

Questo messaggio avverte l’utente che il comando manuale richiesto non è eseguibile in questa Zona della calza.
In particolare, a livello di Programma Calza (programmazione da GRAPHITRON), in questa Zona Calza non è consen-
tito il movimento del “Bordo”, quindi non è possibile eseguire il comando manuale richiesto.

MPuW07: Movimento bordo impossibile: uncini fuori dal platorello

Questo messaggio avverte l’utente che il comando manuale richiesto non è eseguibile in questa Zona della calza.
In particolare, il comando manuale non è consentito nelle Zone in cui gli “Uncini” sono posizionati al di fuori del “Plato-
rello”.

Avvertenze
Nota bene
Questo messaggio può apparire durante la fase di Sgancio del “Traino Seghetta” nelle macchine predisposte con
“Punta Chiusa Interna”.

MPuW08: Movimento bordo impossibile: in corso i 4 giri manovella

- 78 -
Questo messaggio avverte l’utente che il comando manuale richiesto non è eseguibile in questa Zona della calza.
In particolare, il comando manuale non è consentito durante l’esecuzione dei 4 giri a [Manovella Meccanica].

Avvertenze
Nota bene
Questo messaggio può apparire durante la fase di Sgancio del “Traino Seghetta” nelle macchine predisposte con
“Punta Chiusa Interna”.

- 79 -
REST
Re3: Modifica maglie in esecuzione. *** NON SPEGNERE LA MACCHINA ***
Re4: Mantenimento quote REST non eseguito per almeno 1 zona.
REuW04: Modifica non accettata Zona protetta da programma
Re1: Misura programmata, impossibile.
Re2: Misura inserita, impossibile.
Re5: Comando Manuale Speciale non esistente.

Messaggi relativi a modifiche valori Zone

Re3: Modifica maglie in esecuzione. *** NON SPEGNERE LA MACCHINA ***

Questo messaggio, compare al passaggio del passo Zero, ed indica che in quel momento sono stati modificati automa-
ticamente i valori delle “maglie” del programma calza in esecuzione.
Questo avviene, ad esempio, quando in precedenza si è operato una modifica “maglia” a bordo macchina, oppure
quando una correzione di “maglia” è operata automaticamente dalla gestione del controllo della lunghezza della calza
(se attivo).
La macchina per il tempo (brevissimo) della modifica resta in movimento al passo Zero, terminata la modifica riprende
il ciclo calza.

Re4: Mantenimento quote REST non eseguito per almeno 1 zona.

Questo messaggio avverte l’utente che almeno una zona relativa al task indicato non è stata mantenuta uguale, dal
programma precedentemente attivo a quello attivato ora, e questo per la conformazione del nuovo programma.
Il task a cui si riferisce questo messaggio è il “REST” (Maglie, ecc.).
Se, relativamente a questo task, risultano variazioni tra il codificato presente in memoria RAM e quello da inserire (atti-
vare), vengono ritenuti validi tutti i valori presenti nel nuovo programma.
Questo messaggio compare se all’attivazione del Programma calza un qualsiasi valore relativo a questo task non viene
mantenuto uguale a quello già presente in macchina.

REuW04: Modifica non accettata Zona protetta da programma

Questo messaggio avverte l’utente che la modifica non può essere eseguita in quanto la Zona attiva è protetta.
Il task a cui si riferisce questo messaggio è il “REST” (Maglie, ecc.).
A livello di Programmazione (GRAPHITRON) per questa particolare Zona non è consentita la modifica richiesta.
L’operatore ha piena autonomia nel decidere quali Zone proteggere da un eventuale modifica a bordo macchina.

Messaggi relativi a Misure programmate e inserite

Re1: Misura programmata, impossibile.

Questo messaggio avverte l’utente che la misura (generica) impostata nel programma calza codificato ricevuto da
GRAPHITRON non è fattibile.
Il task a cui si riferisce questo messaggio è il “REST” (Maglie, ecc.).
Correggere il programma.

Re2: Misura inserita, impossibile.

- 80 -
Questo messaggio avverte l’utente che il valore inserito a bordo macchina nel Programma Calza attivo non è fattibile.
Ad esempio, essa non rispetta i limiti (“Range”) previsti.
Il task a cui si riferisce questo messaggio è il “REST” (Maglie, ecc.).
Correggere il valore inserito.

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie

Re5: Comando Manuale Speciale non esistente.

Questo messaggio avverte l’utente che l’operazione relativa al comando manuale richiesta non è stata eseguita perché
nel software (eprom) questa funzionalità non è presente.
E’ tipicamente un problema software (eprom custom), oppure il modello di macchina in uso non prevede questa gestio-
ne.

- 81 -
SCORE
Sc2: SCORRIMENTO FILI: Uscita automatica dal controllo
Sc4: Comando non accettato, scorrimento fili non funzionante.
Sc5: Programma non attivo, prossimo apprendimento rifiutato.
Sc3: SCORRIMENTO FILI: Impostato un errato numero di fili
Sc7: Terminata scrittura dei parametri scorrimento in FLASH
Sc9: Memorizzazione non effettuata, parametri sensori non modificati
Sc11: Configurazione sensori seriali scorrimento fili in esecuzione
Sc12: Configurazione sensori seriali scorrimento fili errata
Sc13: Configurazione sensori seriali scorrimento fili terminata
Sc15: Sensori seriali resettati, apprendimento fallito.

Messaggi relativi al funzionamento dello Scorrimento fili

Sc2: SCORRIMENTO FILI: Uscita automatica dal controllo

Questo messaggio avverte l’utente che il controllo dello “Scorrimento fili” ha rilevato troppi errori consecutivi anomali,
per cui la fase di “controllo” è stato automaticamente sospesa.
Probabilmente l’Apprendimento precedente non è compatibile con la calza attuale, ripetere la procedura di apprendi-
mento.
Valutare anche l’integrità del sensore che prima della comparsa di questo messaggio aveva causato continui errori di
“Filo rotto o non tagliato”.

Avvertenze
Nota bene
Questo messaggio non è gestito con attiva la “Gestione speciale” dello “Scorrimento fili”.

Sc4: Comando non accettato, scorrimento fili non funzionante.

Questo messaggio avverte l’utente che il comando richiesto, essendo relativo allo “Scorrimento fili”, non è stato eseguito
in quanto il sistema di controllo dello “Scorrimento fili” è disabilitato da Setup.
Questa operazione è possibile solo con il sistema dello “Scorrimento fili” installato.
Normalmente questo messaggio non compare perché il sistema di controllo deve sempre essere installato.
Il sistema è normalmente disinstallato solo per eseguire delle prove o se l’utente decide di non usare il sistema interno
di controllo dello “Scorrimento fili”.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE

1. -SETUP TASK SCOR


2. Abilita scorrimento fili

Sc5: Programma non attivo, prossimo apprendimento rifiutato.

Questo messaggio avverte l’utente che si è tentato di forzare un Apprendimento dello “Scorrimento fili” senza nessun
programma calza attivo.
• Attivare un programma calza e ripetere l’operazione.

- 82 -
Messaggi relativi a problemi Software dello Scorrimento fili

Sc3: SCORRIMENTO FILI: Impostato un errato numero di fili

Questo messaggio avverte l’utente che il numero di sensori fili impostato è maggiore di quello massimo consentito dal
software (128).
Il numero previsto dal software è comunque alto, tale da consentire un corretto funzionamento della macchina.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Messaggi relativi a configurazione/memorizzazione Scorrimento

Sc7: Terminata scrittura dei parametri scorrimento in FLASH

Questo messaggio avverte l’utente che è terminato correttamente il salvataggio dei dati relativi al Setup e alle Configu-
razione dei sensori dello “Scorrimento fili” nella memoria FLASH della scheda Pcb_2007.
Questo messaggio compare a seguito:
• del salvataggio dei dati di Identificazione dei sensori (Setup);
• del salvataggio dei dati di Configurazione dei sensori (Parametri sensori e Filtri sensori).

Sc9: Memorizzazione non effettuata, parametri sensori non modificati

Questo messaggio avverte l’utente che la memorizzazione dei parametri di controllo dei sensori dello “Scorrimento fili”
nella memoria FLASH della scheda Pcb_2007 non è stata effettuata.
I cambiamenti apportati ai parametri stessi non sono stati salvati e quindi non sono attivi.

Avvertenze
Nota bene
Questo messaggio non è gestito con attiva la “Gestione speciale” dello “Scorrimento fili”.

Sc11: Configurazione sensori seriali scorrimento fili in esecuzione

Questo messaggio avverte l’utente che è in corso il salvataggio dei dati relativi al Setup e alle Configurazione dei sensori
dello “Scorrimento fili” nella memoria FLASH della scheda Pcb_2007.
Questo messaggio compare a seguito:
• del salvataggio dei dati di Identificazione dei sensori (Setup);
• del salvataggio dei dati di Configurazione dei sensori (Parametri sensori e Filtri sensori).

Sc12: Configurazione sensori seriali scorrimento fili errata

Questo messaggio avverte l’utente che il salvataggio dei dati relativi al Setup e alle Configurazione dei sensori dello
“Scorrimento fili” nella memoria FLASH della scheda Pcb_2007 non è stato eseguito.
Una qualsiasi condizione ha impedito questo salvataggio.
Ripetere la procedura.
Se il problema persiste:
• Verificare l’integrità dei cablaggi e delle connessioni inerenti i sensori dei fili, e tra essi e la scheda
Pcb_2008.
• Sostituire i sensori.

- 83 -
• Sostituire la scheda Pcb_2008.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Sc13: Configurazione sensori seriali scorrimento fili terminata

Questo messaggio avverte l’utente che è terminato correttamente il salvataggio dei dati relativi al Setup e alle Configu-
razione dei sensori dello “Scorrimento fili” nella memoria FLASH della scheda Pcb_2007.
Questo messaggio compare a seguito:
• del salvataggio dei dati di Identificazione dei sensori (Setup);
• del salvataggio dei dati di Configurazione dei sensori (Parametri sensori e Filtri sensori).
In genere questo messaggio non si vede in quanto coperto dal messaggio prioritario:
Sc7
il quale indica l’avvenuta scrittura dei parametri di configurazione in memoria FLASH della scheda Pcb_2007.

Sc15: Sensori seriali resettati, apprendimento fallito.

Questo messaggio avverte l’utente che durante l’Apprendimento dei sensori è intervenuto un fatto che ha determinato
il Reset dei sensori, e quindi l’operazione è fallita.
In genere questo è dovuto a:
• Collegamento difettoso dei sensori alla scheda (ad esempio cavo scollegato).
• Disturbi che hanno sconnesso logicamente i sensori dalla scheda.
• Problemi software nella comunicazione con i sensori.
Un aiuto per capire la causa può venire dalla condizione dei Leds presenti sui sensori; con il filo fermo deve essere
acceso il solo “Led rosso”, con il filo in movimento il sensore deve essere acceso il solo “Led verde”.
• A volte è sufficiente spegnere e riaccendere la macchina.
• Rimuovere la causa di errore e ripetere la procedura di apprendimento.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

- 84 -
YARN
Ya1: Modifiche in ciclo eseguite, riavvio macchina possibile
Ya2: Mantenimento quote YARN non eseguito per almeno 1 zona.
YAuW07: Modifica non accettata Zona protetta da programma
Ya3: Misura inserita, impossibile.

Messaggi relativi a modifiche valori Zone

Ya1: Modifiche in ciclo eseguite, riavvio macchina possibile

Questo messaggio avverte l’utente che la modifica appena effettuata è stata terminata e quindi è possibile riavviare la
macchina.
Il task a cui si riferisce questo messaggio è lo “YARN” (Elastico, PYF, ecc.).
Ovviamente la modifica richiedeva come condizione la macchina Fuori Marcia.

Ya2: Mantenimento quote YARN non eseguito per almeno 1 zona.

Questo messaggio avverte l’utente che almeno una zona relativa al task indicato non è stata mantenuta uguale, dal
programma precedentemente attivo a quello attivato ora, e questo per la conformazione del nuovo programma.
Il task a cui si riferisce questo messaggio è lo “YARN” (Elastico, PYF, ecc.).
Se, relativamente a questo task, risultano variazioni tra il codificato presente in memoria RAM e quello da inserire (atti-
vare), vengono ritenuti validi tutti i valori presenti nel nuovo programma.
Questo messaggio compare se all’attivazione del Programma calza un qualsiasi valore relativo a questo task non viene
mantenuto uguale a quello già presente in macchina.

YAuW07: Modifica non accettata Zona protetta da programma

Questo messaggio avverte l’utente che la modifica non può essere eseguita in quanto la Zona attiva è protetta.
Il task a cui si riferisce questo messaggio è lo “YARN” (Elastico, PYF, ecc.).
A livello di Programmazione (GRAPHITRON) per questa particolare Zona non è consentita la modifica richiesta.
L’operatore ha piena autonomia nel decidere quali Zone proteggere da un eventuale modifica a bordo macchina.

Messaggi relativi a Misure programmate e inserite

Ya3: Misura inserita, impossibile.

Questo messaggio avverte l’utente che il valore inserito a bordo macchina nel Programma Calza attivo non è fattibile.
Ad esempio, essa non rispetta i limiti (“Range”) previsti.
Il task a cui si riferisce questo messaggio è lo “YARN” (Elastico, PYF, ecc.).
Correggere il valore inserito.

- 85 -
Error

- 86 -
CHAIN
Ch1: RILINK FUNZIONE 30
Ch6: Tabella piena. Limite velocita’ non impostato
Ch7: Configurazione platorello errata o inesistente
Ch3: Platorello fuori Posizione
Ch4: Sganciare la maglia dagli uncini
CHuE01: Mancata uscita della calza
CHuE07: Stop campana aperta
CHuE02: Mancanza fase di rete
CHuE03: Allarme azionamento motore
CHuE04: Batterie B1 e B2 DANNEGGIATE
CHuE11: Mancanza tensione 15 VDC positivo
CHuE12: Mancanza tensione 15 VDC negativo
CHuE93: Mancanza tensione logica tamburini
CHuE94: Mancanza tensione potenza tamburini
CHuE190: Teleruttore non in posizione
CHuE14: Teleruttore termico ventola
CHuE27: Stop termico ventola rovesciatore
CHuE05: Mancanza aria
CHuE06: Stop manovella
CHuE09: ATTENZIONE CARTER CILINDRO APERTI
CHuE154: Pulsante emergenza premuto
CHuE24: Mancanza olio
CHuE191: Filtro olio intasato
CHuE25: PRESSIONE OLIO
CHuE26: Depressurizzazione olio
CHuE182: Perdita di pressione pompa olio
CHuE19: Stop pulizia coltellino 1
CHuE96: Stop pulizia coltellino 2
CHuE68: Platorello intasato
CHuE20: Stop aghi in tallone
CHuE38: Aghi posteriore
CHuE51: Stop rottura selettori
CHuE70: Rottura selettori Premere [F0]
CHuE35: Linguette 3
CHuE36: Linguette 2
CHuE37: Linguette 1
CHuE21: Stop elastico 1
CHuE22: Stop elastico 2
CHuE23: Recupera filo
CHuE32: Avvolgitori
CHuE33: Controllo antistrappo 1
CHuE71: Fine rocca
CHuE82: Fine rocca impalcatura
CHuE08: Stop impalcatura fili
CHuE84: Tamburino 4 non connesso scheda 1
CHuE85: Tamburino 3 non connesso scheda 1
CHuE86: Tamburino 2 non connesso scheda 1
CHuE87: Tamburino 1 non connesso scheda 1
CHuE89: Tamburino 8 non connesso scheda 2
CHuE90: Tamburino 7 non connesso scheda 2
CHuE91: Tamburino 6 non connesso scheda 2
CHuE92: Tamburino 5 non connesso scheda 2
CHuE136: Tamburino 12 non connesso scheda 3
CHuE137: Tamburino 11 non connesso scheda 3
CHuE138: Tamburino 10 non connesso scheda 3
CHuE139: Tamburino 9 non connesso scheda 3
CHuE140: Tamburino 5 non connesso scheda 1
CHuE141: Tamburino 6 non connesso scheda 1

- 87 -
CHuE15: Stop controllo seghetta -A-
CHuE16: Stop controllo seghetta -B-
CHuE17: Stop controllo seghetta -C-
CHuE18: Stop controllo seghetta -D-
CHuE52: Piker abbassa ago sinistro
CHuE55: Piker abbassa ago destro
CHuE53: Piker abbassa ago sinistro Ago non abbassato
CHuE56: Piker abbassa ago destro Ago non abbassato
CHuE54: Piker abbassa ago sinistro bloccato
CHuE57: Piker abbassa ago destro bloccato
CHuE58: Platorello non in posizione proximity basso A
CHuE59: Platorello non in posizione proximity basso B
CHuE60: Platorello non in posizione proximity basso C
CHuE61: Platorello non in posizione proximity basso D
CHuE62: Platorello non in posizione proximity basso E
CHuE63: Platorello non in posizione proximity alto A
CHuE64: Platorello non in posizione proximity alto B
CHuE65: Platorello non in posizione proximity alto C
CHuE66: Platorello non in posizione proximity alto D
CHuE67: Platorello non in posizione proximity alto E
CHuE124: Platorello non in posizione Proximity basso
CHuE125: Platorello non in posizione Proximity alto
CHuE120: Rifasamento seghetta Posizione 0
CHuE131: Rifasamento della seghetta
CHuE128: Aggancio del traino seghetta
CHuE129: Sgancio del traino seghetta
CHuE132: Sgancio fallito!! Premere [F0]
CHuE121: Elastico caduta 1 superiore
CHuE122: Elastico caduta 1 inferiore
CHuE123: Rottura elastico caduta 1
CHuE130: Motore elastico caduta 1 non a zero
CHuE126: Posizione ribaltata non corretta
CHuE133: Posizione ribaltata non corretta
CHuE127: Posizione normale non corretta
CHuE134: Posizione normale non corretta
CHuE167: Stop posizione piatto guidafili
CHuE168: Stop blocca piatto guidafili
CHuE171: Problemi sul distacco del piatto
CHuE169: Stop pressione rovesciatore Solis
CHuE170: Stop ispezione rovesciatore Solis
CHuE34: Scatoline
CHuE39: Alza aghi ritorno tallone
CHuE40: Abbassa aghi elastico
CHuE42: Abbassa aghi uscita tallone
CHuE43: Alza aghi entrata tallone
CHuE69: Abbassa aghi scarico bordo
CHuE73: Stop apri palette scarico bordo
CHuE110: Abbassa aghi scarico maglia
CHuE118: Alza maglia punta chiusa
CHuE119: Alza aghi chiusura bordo
CHuE178: Abbassa aghi scarico bordo
CHuE192: Abbassa aghi elastico A
CHuE193: Abbassa aghi elastico B
CHuE196: Stop abbassa aghi chiusura indemagliabile
CHuE197: Stop livella aghi entrata tallone
CHuE117: Cam centrale
CHuE41: Punto scaricato caduta 1
CHuE97: Punto scaricato caduta 2
CHuE44: Punto trattenuto caduta 1
CHuE45: Punto trattenuto caduta 2
CHuE100: Punto trattenuto caduta 3
CHuE114: Punto trattenuto caduta 4
CHuE172: Punto trattenuto caduta 1 posizione A

- 88 -
CHuE173: Punto trattenuto caduta 2 posizione A
CHuE46: Triangolo maglia ritorno tallone B
CHuE47: Triangolo maglia ritorno tallone A
CHuE48: Triangolo maglia caduta 1
CHuE98: Triangolo maglia caduta 2 posizione A
CHuE99: Triangolo maglia caduta 2 posizione B
CHuE101: Triangolo maglia caduta 1 posizione A
CHuE102: Triangolo maglia caduta 1 posizione B
CHuE103: Triangolo maglia caduta 3 posizione B
CHuE111: Triangolo maglia caduta 4 posizione A
CHuE113: Triangolo maglia caduta 4 posizione B
CHuE115: Triangolo maglia caduta 3 posizione A
CHuE49: Elimina selettori elastico
CHuE50: Elimina selettori caduta 1
CHuE179: Elimina selettori caduta 2
CHuE74: Estrazione selettori tamburino 1
CHuE75: Estrazione selettori tamburino 2
CHuE76: Estrazione selettori tamburino 3
CHuE77: Estrazione selettori tamburino 4
CHuE78: Estrazione selettori tamburino 5
CHuE79: Estrazione selettori tamburino 6
CHuE142: Estrazione selettori caduta 1
CHuE143: Estrazione selettori caduta 2
CHuE144: Estrazione selettori caduta 3
CHuE145: Estrazione selettori caduta 4
CHuE80: Alza selettorini andata tallone
CHuE81: Alza aghi colore 4
CHuE106: Alza selettorini colore 1
CHuE107: Alza selettorini colore 2
CHuE151: Alza selettorini sottopiede 1
CHuE152: Alza selettorini sottopiede 2
CHuE153: Alza selettorini sottopiede 3
CHuE177: Alza selettorini colore 6
CHuE195: Stop alza selettorini chiusura indemagliabile
CHuE104: Abbassa aghi colore 1
CHuE105: Abbassa aghi colore 3
CHuE112: Abbassa aghi colore 2
CHuE149: Abbassa aghi colore 4
CHuE180: Stop abbassa aghi colore 5
CHuE181: Stop abbassa aghi colore 6
CHuE116: Rinforzo soletta caduta 1
CHuE146: Rinforzo soletta caduta 2
CHuE147: Rinforzo soletta caduta 3
CHuE148: Rinforzo soletta caduta 4
CHuE150: Rinforzo soletta
CHuE174: Rinforzo soletta caduta 2 posizione A
CHuE175: Rinforzo soletta caduta 3 posizione A
CHuE176: Rinforzo soletta caduta 4 posizione A
CHuE157: Stop apri palette
CHuE194: Stop chiudi palette
CHuE183: Stop Entrata uncini 1
CHuE184: Stop Entrata uncini 2
CHuE185: Stop Entrata parziale uncini 1
CHuE186: Stop Entrata parziale uncini 2
CHuE187: Stop Uscita uncini 1
CHuE188: Stop Uscita uncini 2
CHuE189: Stop Entrata uncini disegno bordo 2
CHuE300: Pistone blocca cilindro
CHuE303: Spingi maglia cilindro BASSO
CHuE304: Spingi maglia cilindro ALTO
CHuE305: Pistone prelevatori dentro
CHuE306: Pistone prelevatori fuori
CHuE307: Spingi maglia portaspilli

- 89 -
CHuE308: Carrello cucitrice avanti
CHuE309: Carrello cucitrice indietro
CHuE310: Filo cucitrice
CHuE311: Leva rotazione gruppo portaspilli
CHuE312: Proximity rotazione gruppo portaspilli
CHuE313: Portaspilli
CHuE314: Pistone blocca rovesciatore basso
CHuE315: Finecorsa non raggiunta motore rovesciatore ALTO
CHuE316: Pistone trasferimento maglia basso
CHuE317: Pistone trasferimento maglia alto
CHuE318: Cam blocca tubo rovesciatore alto Bloccato
CHuE319: Cam blocca tubo rovesciatore alto Sbloccato
CHuE320: Tubo interno alzamaglia
CHuE321: Fotocellula presenza calza
CHuE322: Asta controllo presenza calza a a zero
CHuE331: Asta controllo presenza calza in lavoro
CHuE327: Forbice cucitrice
CHuE333: Motori braccio prelevat. non azzerabili in automatico
CHuE328: Movimento ostacolato Motore braccio prelevatori angolare
CHuE329: Pistone rovesciatore ALTO bloccato ALTO
CHuE330: Pistone rovesciatore ALTO bloccato BASSO
CHuE332: Carter protezione rovesciatore alto aperti
CHuE334: Settore distendi calza posizione 0
CHuE335: Settore distendi calza posizione 1
CHuE340: Posizione braccio prelevatori verticale
CHuE325: Pulsante stop cucitrice premuto o cucitrice in err.
CHuE342: Barriera ostruita
CHuE341: Motore avanzam. spilli: fuori tolleranza zero prox. [Fn+T]
CHuE323: Superato numero massimo movimenti rovesciamento
CHuE336: Troppo tempo in fase di cucitura calza
CHuE343: Timeout ricezione errore per motore passo passo
CHuE326: Dati setup cucitrice non integri
CHuE302: Calibratura quota rotazione gruppo portaspil.
CHuE301: Calibratura quota primo spillo
CHuE339: Calibrare quota uscita leva rotazione gruppo portaspilli
CHuE337: Calibrare braccio prelevatori angolare. Pos. in macchina
CHuE338: Calibratura posizioni angolari cilindro

05-Pistone blocca cilindro non in posizione. Non inserito


06-Pistone blocca cilindro non in posizione. Non disinserito
07-Spingi maglia cilindro non in posizione. Non Basso
08-Spingi maglia cilindro non in posizione. Non alto
09-Pistone prelevatori non in posizione. Non fuori
10-Pistone prelevatori non in posizione. Non dentro
11-Tubo interno alzamaglia non in posizione. Non alto
12-Tubo interno alzamaglia non in posizione. Non basso
13-Pistone trasferimento maglia non in posizione Non alto
14-Pistone trasferimento maglia non in posizione Non basso
15-Spingi maglia portaspilli non in posizione. Non basso
16-Spingi maglia portaspilli non in posizione. Non alto
17-Leva rotazione gruppo portaspilli non in posizione. Non avanti
18-Leva rotazione gruppo portaspilli non in posizione. Non indietro
19-Carrello cucitrice non in posizione. Non avanti
20-Carrello cucitrice non in posizione. Non indietro
21-Forbice cucitrice non in posizione. Non chiusa
22-Forbice cucitrice non in posizione. Non aperta
23-Pistone rovesciatore alto non in posizione. Non basso
24-Pistone rovesciatore alto non in posizione. Non alto
25-Cam blocca tubo rovesciatore alto non in posizione.Non sblocca
26-Cam blocca tubo rovesciatore alto non in posizione. Non blocca
27-Pistone blocca rovesciatore basso non in posizione.Non sblocca
28-Pistone blocca rovesciatore basso non in posizione.Non blocca
29-Settore distendi calza non in posizione. Non chiuso

- 90 -
30-Settore distendi calza non in posizione. Non aperto
44-Asta controllo presenza calza in macchina
45-Asta controllo presenza calza in macchina non a zero
32-Gruppo spilli mobile non in posizione. Non chiuso
33-Gruppo spilli mobile non in posizione. Non aperto
56-Posizione braccio prelevatori verticale
35-Motore Rovesciatore Alto non in posizione di fine corsa
38-Motore rotazione gruppo portaspilli non ha ruotato correttamente
36-Motore Rovesciatore Alto non ha raggiunto lo zero Proximity
39-Motore rotazione gruppo portaspilli non in posizione di zero
40-Motore valvola parzializzatrice non in posizione di zero
41-Motore valvola parzializ. punta chiusa esterna non a zero
47-Motore inclina rovesciatore basso non a zero
37-Motore inclina rovesciatore basso movimento non effettuato
31-Motore braccio prel. angolare ha perso passi. Sfasamento encoder [Fn+G]
57-Posizione braccio prelevatori angolare [Fn+F0]
42-Motore rovesciatore basso ha perso passi. Sfasamento encoder [Fn+B]
42-Motore rovesciatore basso ha perso passi. [Fn+R]Ripeti [Fn+B]Ripr.
49-Motore braccio prel. verticale ha perso passi Sfasamento encoder [Fn+V]
34-Motore Rovesciatore Alto superato numero movimenti distensione
54-Troppo tempo in fase di cucitura calza
02-AZZERAMENTO CUCITRICE ATTIVATO
03-Abbassare manualmente il piatto guidafili
04-Macchina pronta. Togliere stop a fasi Mettere in marcia
60-Premere il pulsante di marcia della macchina per continuare
61-Premere il pulsante di start della cucitrice per continuare
62-Premuto il pulsante di STOP della cucitrice
52-Togliere manualmente la calza dai prelevatori
53-Tagliare manualmente la catenella della cucitura
55-Fotocellula presenza calza. Sistemare manualmente la calza
58-Tubo rovesciatore non in posizione corretta. Sganciarlo manualmente
63-Movimento ostacolato motore braccio prelevatori angolare
65-Carter protezione rovesciatore alto aperti
66-Barriera ostruita
64-Filo rotto cucitrice
48-Piatto guidafili non in posizione
50-Errore generico sui motori
51-Mancata espulsione della calza
59-Mancanza di fase rete

- 91 -
Messaggi relativi a problemi nella Gestione Software

Ch1: RILINK FUNZIONE 30

Questo errore compare quando subentra un problema sul “Link” di una funzione di tipo 30.
E’ un problema che presuppone una causa software, quindi non dovrebbe mai comparire all’utente esterno.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati per ulteriori informazioni e per un eventuale aggiornamento software.

Ch6: Tabella piena. Limite velocita’ non impostato

Questo allarme compare quando nel Programma codificato sono presenti troppi limiti di velocità, al punto da riempire
l’apposita tabella.
Questo allarme è indice di incompatibilità tra il software di programmazione (GRAPHITRON) ed il software macchina
(Eproms).
• La soluzione, a seconda del caso, è aggiornare il Software macchina (eproms) o il software del GRAPHI-
TRON.
Altre cause per questo problema possono essere il Software macchina o di programmazione non valido perché rovinato
o contenente un errore.
• Anche in questo caso la soluzione è eseguire un Aggiornamento con una versione valida e compatibile.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati per ulteriori informazioni e per un eventuale aggiornamento software.

Ch7: Configurazione platorello errata o inesistente

Questo allarme compare quando nel Programma codificato è impostato un numero di Aghi differente dal Taglio (Numero
uncini) previsto per il Platorello impostato nel Software macchina.
La causa di questo problema può essere un mancato aggiornamento del software macchina (Eproms).
• La soluzione, a seconda del caso, è aggiornare il Software macchina (eproms) o il software del GRAPHI-
TRON.
Altre cause per questo problema possono essere il Software macchina o di programmazione non valido perché rovinato
o contenente un errore.
• Anche in questo caso la soluzione è eseguire un Aggiornamento con una versione valida e compatibile.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati per ulteriori informazioni e per un eventuale aggiornamento software.

Messaggi relativi alla gestione Platorello-Uncini

Ch3: Platorello fuori Posizione

Ingresso sensore:

- 92 -
Pcb_3759 J14 p03
Uscita comando:
G44J: в16 e1 — G54JOT: в1 e3 — G615: в2 e7 — G615D: в2 e7 — G616: в16 e7 — G616D: в16 e7 —
G61Q: в1 e5 — G624: в1 e7 — G626: в1 e3 — GL-544: в1 e7

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questi errori sono relativi al movimento del dispositivo Alza/Abbassa Bordo non motorizzato, determinato dal comando
che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Per questo Dispositivo è presente un ingresso di controllo.
Un sensore opportunamente posizionato controlla la condizione di Bordo basso.
Ad ogni movimento del Bordo verso il basso o l’alto, dopo un tempo determinato (Timeout) il software verifica che il
sensore sia nel corretto stato di lettura.

Quando il Bordo è basso (Elettrovalvola diseccitata) il sensore di controllo è in stato di lettura.


In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

Quando il Bordo è alto (Elettrovalvola eccitata) il sensore di controllo non è in stato di lettura.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Controllo dell’errore
E’ sempre consigliabile tentare di cancellare l’errore visualizzato dal Display premendo il tasto [F8], controllando in que-
sto modo se esso è ancora attivo.
A questo punto avremo due possibilità:
1. L’errore si cancella e la macchina può riprendere la lavorazione.
2. L’errore non si cancella, esso resta visualizzato sul Display e la macchina resta bloccata.

1° caso : L’errore si cancella con il tasto [F8]


Questo tipo di errore non persistente, non è da sottovalutare, poiché in genere indica un’anomalia di movimento (ecces-
sivamente ritardato) della parte meccanica.
L’errore viene visualizzato perché la parte meccanica, pur essendosi portata nella posizione corretta, ha impiegato trop-
po tempo per effettuare il movimento.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:
• Verificare che il movimento del dispositivo non sia rallentato o bloccato da ostruzioni meccaniche.
• Verificare che i condotti interni dell’aria compressa, relativi alla parte meccanica interessata, non siano
ostruiti e/o intasati dalla sporcizia.
• Verificare che i condotti esterni (tubazioni) che portano l’aria compressa non siano ostruiti e/o intasati dalla
sporcizia.
• Verificare che la parte pneumatica dell’elettrovalvola non sia ostruita e/o intasata dalla sporcizia, o comun-
que meccanicamente rovinata.

2° caso : L’errore non si cancella con il tasto [F8]


Se l’errore non si cancella, significa che la parte meccanica interessata non è nella posizione corretta, oppure il sensore
o l’elettronica di controllo non ha rilevato correttamente la nuova posizione della parte meccanica.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:
Verificare visivamente la posizione assunta dalla parte meccanica interessata al movimento.

A Se la parte meccanica non è nella posizione prevista procedere con il punto:


”Parte meccanica fuori posizione”
Se la parte meccanica interessata si trova effettivamente fuori posizione, si possono discriminare
due tipi di problemi:
1. Problema meccanico
Il dispositivo meccanico è bloccato nel suo movimento, o l’elettrovalvola, anche se cor-
rettamente attivata, non permette il passaggio dell’aria compressa in uscita.
• Verificare che il movimento della parte meccanica possa avvenire senza proble-
mi.

- 93 -
Quindi, se necessario, sostituire l’elettrovalvola interessata.
2. Problema elettrico o elettronico
Il mancato movimento è dovuto alla mancanza di aria compressa in uscita dall’elettro-
valvola.
• Sostituire l’elettrovalvola interessata.
• Sostituire la scheda delle uscite corrispondente al comando.
B Se la parte meccanica è nella posizione prevista procedere con il punto:
”Parte meccanica in posizione corretta”
Se la parte meccanica interessata è in posizione corretta, significa che la sequenza di comando è
stata eseguita correttamente.
Perciò anche l’elettrovalvola corrispondente lavora in modo appropriato.
Il problema è quindi causato dal sensore di posizione che non ha rilevato la nuova posizione.
• Verificare la corretta regolazione del sensore di posizione, ed eventualmente sostituirlo.
• Verificare l’integrità dei cablaggi tra il sensore e la scheda ingressi.
• Sostituire la scheda ingressi.

Ch4: Sganciare la maglia dagli uncini

Questo errore è causato da una specifica azione eseguita dall’operatore, la quale può mettere a repentaglio l’integrità
meccanica della macchina.
Egli ha sollevato il gruppo del Bordo e posto in rotazione il Cilindro con il Ciclo Calza nella condizione di “Polsino”.
Questa operazione non è corretta, per evitare rotture deve essere eseguito un particolare azzeramento manuale.
Questo errore indica all’operatore la procedura da eseguire per uscire da questa situazione.
• L’operatore deve sganciare manualmente dal Platorello la calza non completata, eventualmente utilizzando
un’adeguata Pinza.
• Successivamente concludere l’operazione di sgancio azionando la [Manovella Meccanica].

Messaggi relativi all’uscita della calza

CHuE01: Mancata uscita della calza

Ingresso sensore: Pcb_2008 J26

Led di visualizzazione: Pcb_2008 Ds31

Questo errore avverte l’utente che nello spazio di ciclo calza compreso tra il codice di “Abilitazione passaggio calza” e
il codice di “Controllo passaggio calza” il software non ha ricevuto il segnale di avvenuto passaggio della calza tramite
l’apposito dispositivo posto sul tubo di espulsione calza.
Questo segnale, in entrata alla scheda Pcb_2008, è visualizzato tramite l’accensione per un tempo di circa 1 o 2 secondi
del relativo Led.
Il dispositivo di controllo posto sul tubo è composto da un fotodiodo emettitore di raggi infrarossi (simula una lampada)
con di fronte un fototransistor sensibile a quella luce.
Il sensore (Fototransistor) è posto di fronte alla luce, quando passa la calza esso è momentaneamente oscurato e quindi
spedisce il segnale di avvenuto passaggio calza alla scheda di ingresso.

In caso di errore verificare se il segnale “passaggio calza” arriva correttamente alla scheda ingresso.
Se ciò avviene:
• Verificare che il passaggio della calza avvenga durante la parte di ciclo calza compresa tra la programma-
zione dei 2 codici (abilitazione e controllo).
Un errore di programmazione o un ritardo nella “distaccatura” della calza possono causare questo errore.
• Sostituire la scheda Pcb_2008.
In caso contrario:
• Verificare l’integrità e la connessione del cablaggio tra il dispositivo di controllo del passaggio calza e la
scheda di ingresso.
• Sostituire il dispositivo di controllo del passaggio calza.

CHuE07: Stop campana aperta

Ingresso sensore:

- 94 -
Pcb_3759 J11 p14

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore indica principalmente la mancanza di sufficiente aspirazione nel Tubo di costruzione calza.
Nella condizione di “Valvola Parzializzatrice” in aspirazione la chiusura del Dispositivo (“Campana”) di espulsione calza
è mantenuta da questa aspirazione.
Un contatto sul Dispositivo esegue questa verifica.
Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.
Questo cablaggio comprende anche un filo che porta opportunamente la massa (0 Vdc) al dispositivo.

La condizione corretta (stop non attivo) è:


”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In certe condizioni la “Valvola Parzializzatrice” è programmata in modo da chiudere l’aspirazione (ad esempio durante
la costruzione del “Bordo” e durante l’espulsione della calza).
L’utente deve disabilitare il controllo di questo errore nei passi catena in cui la “Valvola Parzializzatrice” non aspira.
Altrimenti il software, rilevando il “contatto chiuso”, fermerebbe la macchina con questo errore.
Una situazione tipica in cui può comparire questo errore è in seguito ad una sequenza di mancate espulsioni della calza
prodotta.
Queste calze intaserebbero il Condotto di espulsione, fino ad impedire la corretta chiusura del Dispositivo, con conse-
guente visualizzazione di questo errore.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:
• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
Se l’aspirazione non è presente sul Dispositivo:
Stante queste condizioni:
• Verificare la corretta programmazione dei codici di abilitazione di questo errore, presupponen-
do in questo caso la corretta posizione della “Valvola Parzializzatrice”.
• Verificare la corretta posizione della “Valvola Parzializzatrice”, presupponendo in questo caso
che essa debba essere nella condizione di determinare aspirazione dal Dispositivo.
Se l’aspirazione è presente sul Dispositivo:
Stante queste condizioni:
• Controllare che nessuna causa impedisca la corretta chiusura del Dispositivo.
• Controllare l’integrità del cablaggio tra il dispositivo di controllo e la scheda ingressi.
• Sostituire la scheda ingressi.

Avvertenze
Attenzione
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

Messaggi relativi a dispositivi elettronico/elettrici

CHuE02: Mancanza fase di rete

- 95 -
Generazione segnale: Pcb_3787B/1

Percorso segnale: Pcb_3787B/1 J03 p01 Pcb_3812 J06 p06

Percorso segnale: Pcb_3812 J06 p01 Pcb_2008 J16 p02

Ingresso segnale: Pcb_2008 J16 p02

Led di visualizzazione: Pcb_2008 Ds2

Questo errore compare quando è rilevata la mancanza di almeno una delle fasi della linea trifase di alimentazione della
macchina.
La tensione 220 Vac trifase in uscita dall’autotrasformatore di potenza entra, tra le altre, nella scheda Pcb_3787B/1, la
quale rileva un eventuale abbassamento di questa tensione trifase.
Questo segnale poi, tramite la scheda Pcb_3812 arriva infine alla scheda Pcb_2008.
In condizioni normali, l’apposito Led di visualizzazione è acceso.
Quando arriva un segnale di “mancanza fase”, ad esempio in caso di “Tensione di linea” non corretta, il Led si spegne.

Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:


• Verificare la presenza delle “Fasi di linea” all’ingresso dell’apparecchiatura elettronica (“Sezionatore”).
Se assenti, intervenire sulla Linea Trifase esterna di alimentazione della macchina.
• Verificare l’integrità dei cablaggi di connessione relativi alle “Fasi di linea” nel loro percorso tra:
Sezionatore (interruttore principale) - Autotrasformatore di potenza - Scheda interfaccia D4840496 - Sche-
da Pcb_3787B/1.
• Verificare l’integrità dei cablaggi di connessione relativi a questo segnale nel loro percorso tra:
Scheda Pcb_3787B/1 - Scheda Pcb_3812.
Scheda Pcb_3812 - Scheda Pcb_2008.
• Controllare lo stato dei Fusibili posti sulla scheda interfaccia di potenza D4840496.
• Sostituire la scheda Pcb_3787B/1.
• Sostituire la scheda Pcb_3812.
• Sostituire la scheda Pcb_2008.

Interazione tra gestione “Mancanza Fase rete” e procedura di Black-out


Segnale di Blackout

Generazione segnale: Pcb_3812

Percorso segnale: Pcb_3812 J06 p03 Pcb_2008 J16 p03

Ingresso segnale: Pcb_2008 J16 p03

Led di visualizzazione: Pcb_2008 Ds3

Il segnale di “mancanza fase rete” rilevato in modo rapido, in caso di macchina in Lavorazione nel ciclo calza, serve
innanzi tutto per attivare la “Procedura di Black-out”.
Dopo 4 secondi di mancanza della fase la scheda Pcb_3812 manda alla Pcb_2008 un segnale di “Black-out”, visualiz-
zato tramite l’accensione del relativo Led.
Questo segnale innesca la vera e propria “Procedura di Black-out”.
Questa procedura consente il salvataggio dei dati del Programma calza e della sua posizione prima dello spegnimento
determinato dall’assenza della tensione.
Naturalmente questa procedura è eseguita correttamente solo se sono presenti e funzionanti le “Batterie di Black-out”
B1 B2 (2 batterie 12 Vdc – 1,1 Ah) che manterranno stabile per circa 8 secondi la tensione 24 Vdc, e di conseguenza le
altre tensioni di logica (5 Vdc e +/-15 Vdc), in modo da consentire al software il recupero dei dati.
Al ripristino della tensione di linea (praticamente una riaccensione) la macchina avrà mantenuto i dati relativi al pro-
gramma attivo.
Riavviando la macchina essa potrà proseguire la produzione della calza in corso.

Nel caso di procedura di Black-out non terminata correttamente, ad esempio a causa di Batterie difettose, al ripristino
della tensione di linea la macchina avrà perso i dati di lavoro del programma attivo.
Di conseguenza il Programma Calza risulterà azzerato (catena elettronica al passo di Fine Ciclo).
Questo potrebbe causare problemi nel ripristino delle condizioni meccaniche di funzionamento.

Problema: Macchina bloccata per “Black-out” sempre attivo

- 96 -
In caso di procedura di Black-out attiva con Linea Trifase di potenza corretta, il software esegue il salvataggio dei dati e
poi si pone in attesa dello spegnimento macchina.
Essendo la Tensione Trifase corretta, questo spegnimento non avviene.
In questa particolare condizione la macchina rimane in attesa, non consentendo all’utente nessuna operazione a bordo
macchina.
L’utente perciò dovrà spegnere e poi riaccendere la macchina.

Se il problema permane (segnale di Black-out attivo con tensione di linea corretta) la macchina rimane indefinitamente
in questa condizione.
Un problema di questo tipo può essere causato da schede difettose e dai cablaggi che intercorrono tra le 2 schede
(limitatamente ai segnali di “mancanza fase” e “Black-out”).
• Verificare l’integrità dei cablaggi di connessione relativi a questo segnale nel loro percorso tra:
Scheda Pcb_3787B/1 - Scheda Pcb_3812.
Scheda Pcb_3812 - Scheda Pcb_2008.
• Sostituire la scheda Pcb_3787B/1.
• Sostituire la scheda Pcb_3812.
• Sostituire la scheda Pcb_2008.

In caso di mancanza di una sola Fase di Linea, l’alimentatore Pcb_3787B/1 riesce comunque a mantenere corrette le
tensioni di logica (24 VDc e tensioni derivate), ma innesta comunque la procedura di Black-out.
La macchina quindi rimane bloccata e in attesa dello spegnimento.
• L’utente prima di ogni altra cosa dovrà perciò risolvere il problema della “mancanza fase”.
Verificare a ritroso la presenza delle Fasi di Linea come già esposto in precedenza.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla procedura di Black-out vedi la voce:
Procedura di Black-out

CHuE03: Allarme azionamento motore

Generazione segnale: Scheda Azionamento motore

Ingresso segnale: Pcb_2008 J46 p06

Questo errore avverte l’utente che la scheda Azionamento motore ha rilevato un malfunzionamento e ha inviato un
segnale di allarme alla scheda Pcb_2008.
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.

Questo errore determina comportamenti differenti a seconda del tipo di scheda Azionamento motore montata dalla
macchina.
Gli Azionamenti montati possono essere di 2 tipi, RUNNER ed ECODD15.
Le spiegazioni seguenti sono divise in più capitoli, ognuno relativo ad un tipo di Azionamento motore.

Macchina equipaggiata con Azionamento motore tipo: RUNNER

Lo stato operativo dell’Azionamento RUNNER è visualizzato sul Display a 7 segmenti presente sulla scheda stessa.
In condizioni di funzionamento normale è visualizzata in sequenza la scritta “r-XX”, ove “XX” indica la versione del sof-
tware installato sull’Azionamento.
In condizioni di funzionamento anomalo è visualizzata in sequenza la scritta “Er-YY”, ove “YY” indica il tipo di evento
anomalo accaduto.
La disabilitazione del motore, in caso di allarme dell’Azionamento, è comunque demandata al software macchina, nel
momento che riceve il segnale di allarme.
La gestione degli allarmi rilevati dall’Azionamento è tale per cui è sempre visualizzato (sul Display a 7 segmenti) il primo
allarme rilevato.
In caso di spegnimento della macchina, l’allarme viene memorizzato per poi essere visualizzato all’accensione succes-
siva.
In questo caso, alla riaccensione viene visualizzata la scritta “r-XX” per una sola volta, a cui seguirà la scritta “LE” (Acro-
nimo di Last Error) seguito dall’allarme memorizzato (“LE-YY”).

- 97 -
Questo consente all’utente di poter verificare il tipo di allarme riscontrato dall’Azionamento, anche dopo aver spento la
macchina.
Infatti, in condizioni normali di lavoro, per poter accedere visivamente all’Azionamento è necessario spegnere la mac-
china per eliminare momentaneamente i carter di protezione.

Attenzione
Questa operazione deve essere eseguita da personale tecnicamente abilitato alla manutenzione elettrica,
in quanto, eliminate le protezioni, diventano accessibili parti elettriche in tensione.

Nel caso la causa di allarme non sia più presente, alla riabilitazione della marcia ricompare la scritta “r-XX”; essa indica
il ritorno al normale funzionamento.

Gli allarmi hanno una gestione cosiddetta “latchata”, ovvero non appena accade un evento anomalo l’Azionamento vi-
sualizza l’errore associato e lo mantiene attivo fino al Reset della scheda (spegnimento e riaccensione della macchina).
Fa eccezione l’allarme “Tensione interna Er-06”; in questo caso l’Azionamento gestisce l’allarme solo fino alla scompar-
sa dell’evento anomalo.
Se questo allarme non è più rilevato è sufficiente premere [F8] per eliminare l’errore, la macchina ritorna così in condi-
zioni normali di funzionamento
In questo modo un momentaneo calo della tensione di linea non compromette il funzionamento della macchina (non
obbliga l’utente allo spegnimento della macchina).

Di seguito sono elencati gli allarmi previsti ed è fornita una breve descrizione sul loro significato e sulla loro gestione da
parte della scheda:

Er-01 Fusibile di frenatura interrotto.


L’allarme è “latchato” e non disabilita il motore.
Er-02 Surriscaldamento dell’Azionamento oltre il limite consentito.
L’allarme è “latchato” e non disabilita il motore.
Er-03 Surriscaldamento del motore oltre il limite consentito.
L’allarme è “latchato” e non disabilita il motore.
Er-04 Anomalia del convertitore che gestisce il Resolver.
L’allarme è “latchato” e non disabilita il motore.
Er-05 Cortocircuito sulle fasi del motore, tra loro o verso potenziale.
L’allarme è “latchato” e non disabilita il motore.
Er-06 Anomalia nel valore di Tensione Trifase d’ingresso o nel valore della tensione interna di alimentazione.
L’allarme non è “latchato” e non disabilita il motore.
Er-07 Anomalia nel cablaggio del Resolver o del Resolver stesso.
L’allarme è “latchato” e non disabilita il motore.
Er-08 Superamento del valore massimo di velocità impostato nell’Azionamento.
L’allarme è “latchato” e non disabilita il motore.
Il software ferma però il motore ponendo il riferimento di velocità a zero fino al Reset della scheda.
Er-09 Abilitazione dell’Azionamento non consentita durante la fasatura del Resolver.
L’allarme è “latchato” e non disabilita il motore.
Er-10 Rotazione contraria a quella impostata.
L’allarme è “latchato” e non disabilita il motore.
Il software ferma però il motore ponendo il riferimento di velocità a zero fino al Reset della scheda.
Er-12 Intervento della protezione I2t.
L’allarme è “latchato” e non disabilita il motore.
Er-13 Moto ostacolato (l’uscita del PID di velocità è andata in saturazione per più di 3 sec.).
L’allarme è “latchato” e non disabilita il motore.
Il software ferma però il motore ponendo il riferimento di velocità a zero fino al Reset della scheda.
Er-14 Procedura di fasatura automatica del Resolver non corretta.
Er-15 E2prom parametri di personalizzazione mancante.
Er-16 E2prom parametri di personalizzazione non funzionante.
E Microprocessore bloccato.
L’allarme è “latchato” e l’hardware della scheda disabilita il motore.

In presenza di questo stop, se esso non si cancella premendo [F8], leggere il codice visualizzato sul Display a 7 seg-
menti della scheda Azionamento RUNNER.
In base al valore letto individuare nella tabella il problema che ha causato l’errore.

- 98 -
• Una procedura comune in caso di presenza dello Stop Azionamento Motore è la sostituzione della scheda
Azionamento, in quanto essa può sempre essere causa del problema.

Presentiamo ora alcune situazioni possibili di errore e di seguito la probabile causa all’origine.
Display a 7 segmenti della scheda Azionamento spento.
• Controllare la presenza l’alimentazione +/- 15 Vdc in arrivo al conn. J1 dell’Azionamento dal conn. J47
della scheda Pcb 2008.
• Sostituire la scheda Azionamento motore.
Er-06 Visualizzato sul Display a 7 segmenti dell’Azionamento.
• Controllare l’alimentazione 220 Vac in ingresso all’Azionamento, e comunque la Tensione Trifase di linea
nel suo percorso.
• Sostituire la scheda Azionamento motore.
Er-07 Visualizzato sul Display a 7 segmenti dell’Azionamento.
• Controllare il cablaggio dal Resolver (tra Resolver o Motore e Azionamento).
• Sostituire il resolver.
Nel caso esso sia contenuto nel motore, sostituire il Motore.
• Sostituire la scheda Azionamento motore.
Er-12 Visualizzato sul Display a 7 segmenti dell’Azionamento.
• Controllare la condizione meccanica della macchina, una eccessiva resistenza alla rotazione aumenta
molto la corrente fornita dalla scheda, andando così oltre il limite impostato da software.
• Controllare la fasatura del Resolver.
• Sostituire il resolver.
• Sostituire il motore.
• Sostituire la scheda Azionamento motore.
Er-13 Visualizzato sul Display a 7 segmenti dell’Azionamento.
• Verificare un eventuale impedimento meccanico alla marcia.
• Controllare i cablaggi relativi alla Marcia.
In particolare i segnali logici (Riferimento ed Enable) tra la Pcb 2008 e l’Azionamento.
In particolare le Fasi di potenza per il comando del motore tra: Azionamento - Teleruttore motore - Motore.
• Controllare la fasatura del Resolver.
• Sostituire il resolver.
• Sostituire il motore.
• Sostituire la scheda Azionamento motore.
Display a 7 segmenti dell’Azionamento in condizione corretta (nessun allarme).
• Controllare i cablaggi relativi alla Marcia.
In particolare il segnale di “Allarme Azionamento” tra la Pcb 2008 e l’Azionamento.
• Sostituire la scheda Azionamento motore.
• Sostituire la scheda Pcb_2008.

Macchina equipaggiata con Azionamento motore tipo: ECODD15

Connessione linea CAN: Pcb_2008 J23 Ecodd J02

In un momento successivo sulle macchine è stato montato un Azionamento motore del tipo ECODD15.
L’Azionamento ECODD15 è connesso tramite una linea CAN con la scheda Pcb_2008, e dialoga con essa in forma
digitale.
La comunicazione sempre presente tra queste 2 schede ed un adeguato software di controllo ha quasi eliminato la
possibilità di comparsa di questo errore.
Infatti ora, qualsiasi anomalia riscontrata dall’Azionamento è comunicata con un codice al software macchina il quale
può fermare la macchina con un errore/allarme specifico visualizzato sul Display macchina.
In questi casi (errore trasmesso via CAN), questo errore generico di “Allarme Azionamento” viene disabilitato, altrimenti
andrebbe a sovrascrivere l’errore specifico sul Display macchina.
Il relè di allarme generico presente sull’Azionamento comunque interviene e il segnale di errore arriva anche alla scheda
Pcb_2008.
Il solo caso in cui questo errore generico potrebbe comparire è quando la linea CAN tra Azionamento e Pcb_2008 è
aperta, interrotta o disturbata.
Le 2 schede non comunicano e quindi l’Azionamento ECODD entra in stato di allarme attivando questa linea di errore,
che in questo caso non viene disabilitato e quindi compare sul Display macchina.

In caso di comparsa di questo errore, procedere nel seguente modo:

- 99 -
• Controllare le corrette connessioni del cavo CAN tra la scheda Pcb_2008 e l’Azionamento, eventualmente
sostituendo il cavo.
• Sostituire la scheda Azionamento motore.
• Sostituire la scheda Pcb_2008.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

CHuE04: Batterie B1 e B2 DANNEGGIATE

Attualmente non gestito.

CHuE11: Mancanza tensione 15 VDC positivo

CHuE12: Mancanza tensione 15 VDC negativo

Led di visualizzazione: Pcb_2008 Ds39 Pcb_2008 Ds36

La tensione +/-15 Vdc è creata direttamente sulla scheda Pcb_2008.


La scheda stessa controlla la presenza di queste tensioni, e in caso di loro mancanza segnala l’errore.
La corretta presenza di queste tensioni è segnalata anche dagli appositi Leds presenti sulla scheda Pcb_2008.
Leds accesi = tensione OK

In caso di errore, l’unica soluzione è:


• Sostituire la scheda Pcb_2008.

Avvertenze
Attenzione
La reale mancanza di questa tensione può essere causata anche da una situazione esterna alla scheda.
Infatti queste tensioni possono essere utilizzate anche da altre schede.
Tipicamente l’Azionamento motore di tipo RUNNER.
Un problema sulla scheda esterna o sul cablaggio relativo (ad esempio un cortocircuito sull’ingresso di questa tensio-
ne) può creare anche un malfunzionamento della scheda Pcb_2008, con comparsa di questo errore.

CHuE93: Mancanza tensione logica tamburini

Apparecchiatura equipaggiata con Pcb 3868 (1ª versione).


Il segnale di controllo è interfacciato dalla scheda Pcb 3868.

Generazione segnale: Pcb_3820

Percorso segnale: Pcb_3820 conn. J5 pin 01-02 Pcb_3868 conn. J2 pin 01-02

Percorso segnale: Pcb_3868 conn. J4 pin 06 Pcb_2008 conn. J1 pin 02

Ingresso segnale: Pcb_2008 J01 p02

Apparecchiatura equipaggiata senza Pcb 3868 (2ª versione).


Il segnale di controllo arriva direttamente alla scheda Pcb_2008.

Generazione segnale: Pcb_3820

- 100 -
Percorso segnale: Pcb_3820 J06 p01 Pcb_2008 J01 p02

Ingresso segnale: Pcb_2008 J01 p02

La tensione 5 Viso (logica tamburini) è creata sulla scheda Pcb_3820 (scheda interfaccia logica dei Tamburini), è quindi
derivata dalla 24 Vdc di alimentazione della scheda stessa.
Questa tensione 5 Viso è poi usata dalla scheda stessa per il suo funzionamento.
Questa scheda si collega al “Bus logico” della scheda Pcb_2007 (tramite cavo Flat), e gestisce la logica che determina
il movimento delle leve dei Tamburini Disegno (logica tamburini).
L’informazione sull’integrità di questa tensione (segnale di controllo) esce da questa scheda ed arriva alla scheda
Pcb_2008.
Il percorso di questo segnale è differente a secondo della versione dell’apparecchiatura elettronico e quindi del suo
equipaggiamento (Hardware montato).

Questo errore è gestito qualunque sia il tipo di tamburino disegno che equipaggia la macchina.

In caso di errore controllare la presenza della tensione +5 Viso in uscita dalla scheda Pcb_3820.
Se questa tensione è assente:
• Sostituire la scheda Pcb_3820.
Se questa tensione è presente:
• Controllare l’integrità dei cablaggi relativi a questi segnali di controllo tra le schede in precedenza indicate
nel percorso.
• Sostituire, se presente, la scheda Pcb 3868.
• Sostituire la scheda Pcb_2008.

CHuE94: Mancanza tensione potenza tamburini

Apparecchiatura equipaggiata con Pcb 3868 (1ª versione).


Il segnale di controllo è interfacciato dalla scheda Pcb 3868.

Generazione segnale: Pcb_3824A/1 / Pcb_3824A/2

Percorso segnale: Pcb_3824 conn. J1 pin 01-04 Pcb_3868 conn. J1 pin 01-02

Percorso segnale: Pcb_3868 conn. J4 pin 04 Pcb_2008 conn. J8 pin 02

Ingresso segnale: Pcb_2008 J08 p02

Apparecchiatura equipaggiata senza Pcb 3868 (2ª versione).


Il segnale di controllo arriva direttamente alla scheda Pcb_2008.

Generazione segnale: Pcb_3824A/1 / Pcb_3824A/2

Percorso segnale: Pcb_3824 J03 p02 Pcb_2008 J08 p02

Ingresso segnale: Pcb_2008 J08 p02

Questo errore è comune sia per macchine equipaggiate con Tamburini Disegno tipo “WAC” che equipaggiate con Tam-
burini Disegno tipo “MATRIX”.
Il tipo di schede e i controlli da effettuare sono però differenti a seconda del tipo di Tamburini.
Nei capitoli successivi saranno esposte le spiegazioni relative ai vari tipi di equipaggiamento.

Errore riferito a macchine equipaggiate con Tamburini Disegno tipo “WAC”


La tensione +/-48 Vdc (potenza tamburini) è creata sulla scheda alimentatore Pcb_3824A/2, quindi derivata dalla 220
Vac di alimentazione della scheda stessa.
Questa tensione è usata per il funzionamento dei Tamburini Disegno del tipo indicato.
Questa tensione, opportunamente inviata ai capi della ceramica, determina il movimento della leva associata.
L’informazione sull’integrità di questa tensione (segnale di controllo) esce da questa scheda ed arriva alla scheda
Pcb_2008.

- 101 -
Il percorso di questo segnale è differente a secondo della versione dell’apparecchiatura elettronico e quindi del suo
equipaggiamento (Hardware montato).

Questo errore è gestito qualunque sia il tipo di tamburino disegno che equipaggia la macchina.

In caso di errore controllare la presenza della tensione +/-48 Vdc in uscita dalla scheda Pcb_3824A/2.
Se questa tensione è assente:
• Sostituire la scheda Pcb_3824A/2.
Se questa tensione è presente:
• Controllare l’integrità dei cablaggi relativi a questi segnali di controllo tra le schede in precedenza indicate
nel percorso.
• Sostituire, se presente, la scheda Pcb 3868.
• Sostituire la scheda Pcb_2008.

Errore riferito a macchine equipaggiate con Tamburini Disegno tipo “MATRIX”


La tensione +/-100 Vdc (potenza tamburini) è creata sulla scheda alimentatore Pcb_3824A/1, quindi derivata dalla 220
Vac di alimentazione della scheda stessa.
Questa tensione è usata per il funzionamento dei Tamburini Disegno del tipo indicato.
Questa tensione, opportunamente inviata ai capi della ceramica, determina il movimento della leva associata.
L’informazione sull’integrità di questa tensione (segnale di controllo) esce da questa scheda ed arriva alla scheda
Pcb_2008.
Il percorso di questo segnale è differente a secondo della versione dell’apparecchiatura elettronico e quindi del suo
equipaggiamento (Hardware montato).

Questo errore è gestito qualunque sia il tipo di tamburino disegno che equipaggia la macchina.

In caso di errore controllare la presenza della tensione +/-100 Vdc in uscita dalla scheda Pcb_3824A/1.
Se questa tensione è assente:
• Sostituire la scheda Pcb_3824A/1.
Se questa tensione è presente:
• Controllare l’integrità dei cablaggi relativi a questi segnali di controllo tra le schede in precedenza indicate
nel percorso.
• Sostituire, se presente, la scheda Pcb 3868.
• Sostituire la scheda Pcb_2008.

CHuE190: Teleruttore non in posizione

Il software macchina controlla sempre lo stato del Teleruttore motore TL1, in modo da intervenire con errori e allarmi in
caso di anomalie.
Il controllo di coerenza è eseguito verificando sempre lo stato del contatto ausiliario del Teleruttore motore TL1, e con-
frontandolo con lo stato presunto dal software.
Se il confronto ha come esito un dato di incoerenza, la macchina visualizza questo errore.

In pratica, con le opportune tempistiche e aggiustamenti, il controllo software è:


A. Con macchina in marcia il contatto ausiliario del Teleruttore deve essere chiuso.
B. Con macchina ferma il contatto ausiliario del Teleruttore deve essere aperto.
In caso ciò non avvenga è visualizzato questo errore di posizione.

Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:


• Sostituire il Teleruttore motore TL1.
• Sostituire la scheda Pcb_2008.

CHuE14: Teleruttore termico ventola

Ingresso segnale:
Pcb_2008 J27 p06
Uscita comando:
Pcb_2008 J27 p09

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

- 102 -
Nel caso in cui la macchina sia predisposta con la Ventola di aspirazione, è montato un dispositivo composto da un
Teleruttore e un Relè termico sulla linea di alimentazione della Ventola esterna.
Inoltre nel Setup macchina deve essere abilitato il funzionamento della Ventola esterna di aspirazione.
La Tensione trifase di linea usata per l’alimentazione della ventola, dopo il passaggio per la scheda D4840496 (interfac-
cia di potenza) arriva a questo dispositivo.
Quando la ventola è abilitata un comando a 24 Vdc arriva alla bobina del Teleruttore, permettendo la chiusura dei con-
tatti e il passaggio della tensione.
Il Relè termico è una protezione per la massima corrente, deve essere regolato per l’assorbimento massimo di corrente
consentito alla Ventola in base alla tensione di alimentazione (linea trifase).
Qualora intervenga la protezione in corrente (Relè termico), il Teleruttore si sgancia e la Ventola rimane senza alimen-
tazione.
Contemporaneamente un contatto del Teleruttore inibisce al segnale di controllo di questo errore l’arrivo alla relativa
scheda degli ingressi (ingresso stop), provocando così la comparsa dell’errore.

Con Ventola abilitata da Setup, i valori presenti nell’Autotest ingressi devono essere:
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.

Con ventola disabilitata da Setup, il valore visualizzato nell’Autotest ingressi non ha significato (comunque è “0”), in
quanto anche la gestione di questo stop è disabilitata.

In caso di ventola disabilitata nel Setup, questo errore non dovrebbe mai comparire.
Se dovesse comparire:
• Verificare la configurazione del Setup.
Eventualmente eseguire il Reset del Setup e procedere ad una nuova configurazione.
• Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le even-
tuali soluzioni dello stesso.

In caso invece di macchina predisposta con Ventola e funzionamento abilitato nel Setup.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:
Se è intervenuto il Relè termico.
Procedere nel seguente modo:
• Controllare se la regolazione del Relè è conforme con l’assorbimento indicato per la Tensione
trifase presente.
• Controllare il reale assorbimento della ventola, esso non deve superare quello consentito in
condizioni di corretto funzionamento.
Questo assorbimento maggiore ad esempio, può essere dovuto: alla rotante bloccata, alla
presenza di sporco all’interno delle tubazioni dell’aria, agli avvolgimenti elettrici danneggiati
dall’alta temperatura, all’aspirazione bloccata con conseguente aumento della temperatura,
eccetera.
• Verificare quindi la funzionalità della ventola, rimuovendo le eventuali cause di danneggia-
mento.
• Sostituire il Relè termico, potrebbe essere difettoso.
In tutti questi casi, rimossa la causa del problema:
• Ripristinare il Relè termico premendo l’apposito tasto sul Relè stesso.
Il dispositivo dovrebbe ritornare in una condizione corretta.
Se non è intervenuto il Relè termico.
Verificare se il comando 24 Vdc in arrivo alla bobina del Teleruttore è presente.
In caso positivo.
La condizione è corretta, quindi:
• Sostituire il dispositivo: Teleruttore + Relè termico.
• Controllare i cablaggi tra il Teleruttore e la scheda di controllo.
• Sostituire la scheda ingressi.
In caso negativo.
La condizione è errata, quindi:
• Controllare se la bobina del Teleruttore è stata configurata correttamente durante l’ultima
operazione di “Acquisizione delle uscite seriali”.
In caso contrario premere il tasto di ripristino del Relè e ripetere una nuova operazione di

- 103 -
“Acquisizione delle uscite seriali”.
• Controllare i cablaggi tra il Teleruttore e la scheda di controllo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Legenda

- [1]: Teleruttore
- [2]: Relè termico
- [3]: Regolazione corrente di sgancio
- [4]: Pulsante di Reset

Avvertenze
Nota bene
Un errore di questo tipo potrebbe comparire anche in caso di problemi relativi alla “Linea Seriale I/O”, sempre che la
macchina sia predisposta per la Ventola.
L’utente può accorgersi di questa situazione particolare, quando, oltre a questo errore, viene visualizzato in contempo-
ranea anche un errore relativo al “Carico non connesso o Cortocircuito”.
In questo caso riferirsi ai capitoli riguardanti la risoluzione di problemi relativi alla “Linea Seriale I/O”.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE
1 Ventola esterna

CHuE27: Stop termico ventola rovesciatore

Ingresso segnale:
Pcb_2008 J27 p06
Uscita comando:
Pcb_2008 J27 p09

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

Nel caso in cui la macchina sia predisposta con la Ventola di aspirazione, è montato un dispositivo composto da un
Teleruttore e un Relè termico sulla linea di alimentazione della Ventola esterna.
Inoltre nel Setup macchina deve essere abilitata la gestione del Rovesciatore.
La Tensione trifase di linea usata per l’alimentazione della ventola, dopo il passaggio per la scheda D4840496 (interfac-
cia di potenza) arriva a questo dispositivo.
Quando la ventola è abilitata un comando a 24 Vdc arriva alla bobina del Teleruttore, permettendo la chiusura dei con-
tatti e il passaggio della tensione.
Il Relè termico è una protezione per la massima corrente, deve essere regolato per l’assorbimento massimo di corrente
consentito alla Ventola in base alla tensione di alimentazione (linea trifase).
Qualora intervenga la protezione in corrente (Relè termico), il Teleruttore si sgancia e la Ventola rimane senza alimen-
tazione.
Contemporaneamente un contatto del Teleruttore inibisce al segnale di controllo di questo errore l’arrivo alla relativa
scheda degli ingressi (ingresso stop), provocando così la comparsa dell’errore.

Con gestione Rovesciatore abilitata da Setup, i valori presenti nell’Autotest ingressi devono essere:
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.

Con gestione Rovesciatore disabilitata da Setup, il valore visualizzato nell’Autotest ingressi non ha significato (comun-
que è “0”), in quanto anche la gestione di questo stop è disabilitata.

- 104 -
In caso di ventola disabilitata nel Setup, questo errore non dovrebbe mai comparire.
Se dovesse comparire:
• Verificare la configurazione del Setup.
Eventualmente eseguire il Reset del Setup e procedere ad una nuova configurazione.
• Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le even-
tuali soluzioni dello stesso.

In caso invece di macchina predisposta con Ventola e funzionamento abilitato nel Setup.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:
Se è intervenuto il Relè termico.
Procedere nel seguente modo:
• Controllare se la regolazione del Relè è conforme con l’assorbimento indicato per la Tensione
trifase presente.
• Controllare il reale assorbimento della ventola, esso non deve superare quello consentito in
condizioni di corretto funzionamento.
Questo assorbimento maggiore ad esempio, può essere dovuto: alla rotante bloccata, alla
presenza di sporco all’interno delle tubazioni dell’aria, agli avvolgimenti elettrici danneggiati
dall’alta temperatura, all’aspirazione bloccata con conseguente aumento della temperatura,
eccetera.
• Verificare quindi la funzionalità della ventola, rimuovendo le eventuali cause di danneggia-
mento.
• Sostituire il Relè termico, potrebbe essere difettoso.
In tutti questi casi, rimossa la causa del problema:
• Ripristinare il Relè termico premendo l’apposito tasto sul Relè stesso.
Il dispositivo dovrebbe ritornare in una condizione corretta.
Se non è intervenuto il Relè termico.
Verificare se il comando 24 Vdc in arrivo alla bobina del Teleruttore è presente.
In caso positivo.
La condizione è corretta, quindi:
• Sostituire il dispositivo: Teleruttore + Relè termico.
• Controllare i cablaggi tra il Teleruttore e la scheda di controllo.
• Sostituire la scheda ingressi.
In caso negativo.
La condizione è errata, quindi:
• Controllare se la bobina del Teleruttore è stata configurata correttamente durante l’ultima
operazione di “Acquisizione delle uscite seriali”.
In caso contrario premere il tasto di ripristino del Relè e ripetere una nuova operazione di
“Acquisizione delle uscite seriali”.
• Controllare i cablaggi tra il Teleruttore e la scheda di controllo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Legenda

- [1]: Teleruttore
- [2]: Relè termico
- [3]: Regolazione corrente di sgancio
- [4]: Pulsante di Reset

Avvertenze
Nota bene
Un errore di questo tipo potrebbe comparire anche in caso di problemi relativi alla “Linea Seriale I/O”, sempre che la
macchina sia predisposta per la Ventola.
L’utente può accorgersi di questa situazione particolare, quando, oltre a questo errore, viene visualizzato in contempo-
ranea anche un errore relativo al “Carico non connesso o Cortocircuito”.
In questo caso riferirsi ai capitoli riguardanti la risoluzione di problemi relativi alla “Linea Seriale I/O”.

- 105 -
Riferimenti

Altre informazioni sono disponibili nel:


MANUALE INTERFACCIA UTENTE
1 Rovesciatore

Messaggi relativi ad errori vari

CHuE05: Mancanza aria

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J11 p12

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore è causato dall’insufficiente pressione dell’aria nel circuito pneumatico.


Sul manometro posto all’ingresso dell’aria compressa è collegato un filo sul “Fermo meccanico” della lancetta di misu-
razione della pressione.
Quando la pressione si abbassa fino al punto che la lancetta tocca il “Fermo”.
Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.
La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:
• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Controllare il livello della pressione dell’aria ed eventualmente ripristinarla.
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Procedere alla riparazione o sostituzione del dispositivo.
Eventualmente sostituire il gruppo del Manometro dell’aria.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Avvertenze
Attenzione
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

CHuE06: Stop manovella

Ingresso sensore:

- 106 -
Pcb_2008 J29 p01
Uscita comando:
G44J: в6 e6 — G54JCT: в9 e4 — G54JOT: в10 e4 — G615: в8 e5 — G615D: в8 e5 — G616: в8 e7 —
G616D: в8 e7 — G61Q: в7 e6 — G624: в12 e8 — G626: в6 e6 — GL-544: в6 e1 — GL-544CT: в9 e2
— GL-615: в8 e7 — GL-616: в8 e7 — GL-616D: в8 e5 — GL-61QCT: в11 e7 — GL-615CTE: в11 e3 —
GL-616DCTE: в13 e7

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

Una premessa, nelle macchine è disponibile una “Manovella meccanica” per la rotazione del Cilindro.
Essa può essere inserita (abilitata) solo con macchina ferma.
Quando la macchina è in rotazione la Manovella deve essere disinserita dagli ingranaggi di rotazione.
Un elettrovalvola comanda un dispositivo che innesta (abilita) questa “Manovella meccanica”.
Il software, in modo automatico, con un opportuno comando all’elettrovalvola, impedisce l’innesto della Manovella quan-
do la macchina è in movimento.
Quando l’elettrovalvola è diseccitata la Manovella non è inserita.
Con Manovella abilitata, un qualsiasi comando di marcia per prima cosa procede alla disabilitazione della Manovella,
solo dopo la macchina può iniziare il movimento.
A macchina ferma, in automatico è eccitata l’elettrovalvola di comando per l’innesto della Manovella.
Questo automatismo di abilitazione della Manovella non avviene nei blocchi del “Tallone” e della “Punta” (cioè nel moto
alternato).
Al contatto posto sul pistone di innesto della Manovella meccanica è collegato ad un filo che porta il segnale relativo allo
stato della Manovella alla scheda degli ingressi.

L’Autotest degli ingressi, a seconda della condizione deve visualizzare questi valori:
Manovella abilitata (possibile solo con macchina ferma): Autotest = “0”.
Manovella disabilitata (sempre con macchina in movimento): Autotest = “1”.
Il controllo della Manovella è eseguito in tutte le condizioni della macchina (ferma e in movimento).
Con macchina ferma, la Manovella deve essere sempre inserita (autotest = “0”).
In caso contrario compare questo errore.
Con macchina in movimento, la Manovella deve essere sempre disinserita (autotest = “1”).
In caso contrario compare questo errore.

L’individuazione della causa del problema dipende quindi dallo stato della macchina (condizione di Moto e stato di abi-
litazione della Manovella).

Presenza dell’errore con macchina ferma e Manovella abilitata (comando manuale attivo).

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
Verificare se la tubazione in arrivo al pistone di comando della Manovella contiene aria compressa.
In caso positivo.
La condizione è corretta, quindi:
• Controllare la funzionalità del dispositivo meccanico e lo stato del contatto di errore.
Esso non deve essere a massa.
In caso negativo.
La condizione è errata, quindi:
• Controllare se la tubazione è ostruita.
• Sostituire l’elettrovalvola interessata.
• Sostituire la scheda delle uscite corrispondente al comando.
Essa è posta sotto l’elettrovalvola stessa.

Presenza dell’errore con macchina ferma e Manovella disabilitata o con macchina in movimento.

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:
Verificare se la tubazione in arrivo al pistone di comando della Manovella contiene aria compressa.

- 107 -
In caso negativo.
La condizione è corretta, quindi:
• Controllare la funzionalità del dispositivo meccanico e lo stato del contatto di errore.
Esso non deve essere a massa.
• Controllare l’integrità del cablaggio tra il dispositivo di controllo e la scheda ingressi.
• Sostituire la scheda ingressi.
In caso positivo.
La condizione è errata, quindi:
• Sostituire l’elettrovalvola interessata.
• Sostituire la scheda delle uscite corrispondente al comando.
Essa è posta sotto l’elettrovalvola stessa.

Avvertenze
Attenzione
Con macchina in movimento o ferma senza Manovella abilitata tramite comando manuale, in caso di cablaggio di
controllo scollegato, questo errore è sempre attivo.

CHuE09: ATTENZIONE CARTER CILINDRO APERTI

Macchine equipaggiate con scheda Pcb_2008 prima versione

Ingresso sensore: Pcb_2008 J11 p01

Led di visualizzazione: Pcb_2008 Ds19

Macchine equipaggiate con scheda Pcb_2008 versione A e successive

Ingresso sensore: Pcb_2008 J55 p01

Led di visualizzazione: Pcb_2008 Ds19

Questo messaggio compare quando almeno uno dei contatti di controllo dei “carter” protezione rotazione cilindro è
aperto.
Con questo messaggio attivo è possibile solo l’uso della [Manovella Manuale].
Ciò per salvaguardare l’operatore dalla rotazione del cilindro senza protezioni.
I “carter” cilindro inseriti nella propria sede chiudono i contatti posti in serie, in modo tale che anche solo uno scollegato
interrompa il circuito, e causi così la fermata della macchina.
Il segnale (0 Vdc = “carter” chiusi) tramite un connettore interfaccia arriva alla scheda Pcb_2008.
La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto chiuso”
Con stop non attivo l’apposito Led di segnalazione deve essere acceso.
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di comparsa di questo messaggio:


• Controllare la chiusura dei contatti di innesto dei “carter” cilindro.
• Controllare la connessione del cablaggio nel connettore di interfaccia (Modu2 4x2).
• Verificare l’integrità del cablaggio dal connettore d’interfaccia alla Pcb_2008.
• Sostituire la scheda Pcb_2008.

Avvertenze
Attenzione
Prima di procedere a sostituzioni di schede, contattare il personale tecnico Lonati per ulteriori informazioni.

CHuE154: Pulsante emergenza premuto

- 108 -
Pulsante Stop Emergenza

1° Contatto N.C. (poli 1 e 2) Ingresso segnale: Pcb_2008 J05 p29 p30

2° Contatto N.C. (poli 3 e 4) Ingresso segnale: Pcb_2008 J11 p05 p07

Questo errore compare quando durante il funzionamento della macchina viene premuto il “Pulsante di Emergenza” della
macchina, fatto che inibisce qualsiasi movimento del motore principale.
La “Lampada Rossa” di segnalazione si accende fissa e questo errore appare sul Display macchina avvertendo l’utente
che è stato premuto il “Pulsante di Emergenza”.
Praticamente l’errore è una segnalazione ridondante (già si accende fissa la “Lampada Rossa”) che indica all’operatore
la causa del fermo macchina.

La comparsa di questo errore può essere causata solo dalla pressione del “Pulsante di Emergenza”.
In caso questo non fosse avvenuto procedere in questo modo:
• Controllare ed eventualmente sostituire il “Pulsante di Emergenza”.
• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano questo dispositivo alla sua scheda di ingresso.
• Sostituire la scheda Pcb_2008.

Avvertenze
Nota bene
La pressione del “Pulsante di Emergenza” causa un immediato fermo della macchina, inibendo la Marcia sia a livello
Hardware che Software.
Il “Pulsante di Emergenza” agisce su 2 Contatti “N.C.” dove è collegato il cablaggio che trasmette i segnali alla relativa
scheda degli ingressi.
L’apertura del 1° contatto del “Pulsante di Emergenza” inibisce a livello Hardware il funzionamento di qualsiasi pulsan-
te di Marcia (sicurezza Hardware).
L’apertura del 2° contatto del “Pulsante di Emergenza” inibisce a livello Software qualsiasi movimento del cilindro
(interruzione dei consensi logici per la Marcia).

Messaggi relativi alla gestione Olio

CHuE24: Mancanza olio

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J29 p02

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

Questo errore è causato dall’abbassamento del livello dell’olio nella vaschetta relativa.
Un contatto di livello esegue questa verifica.
Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.
Questo cablaggio comprende anche un filo che porta opportunamente la massa (0 Vdc) al dispositivo.
La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:
• Sostituire la scheda ingressi.

- 109 -
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Controllare il livello dell’olio ed eventualmente ripristinarlo.
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Procedere alla riparazione o sostituzione del dispositivo.
Eventualmente sostituire il contatto o la vaschetta.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Avvertenze
Attenzione
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

CHuE191: Filtro olio intasato

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J28 p06

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

Questo errore è causato dall’accumularsi dell’olio nel Filtro dell’olio.


Un contatto di livello esegue questa verifica.
Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.
Questo cablaggio comprende anche un filo che porta opportunamente la massa (0 Vdc) al dispositivo.
La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto chiuso”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:
• Controllare la quantità di olio nel Filtro ed eventualmente liberare dall’olio il Filtro stesso.
• Verificare la funzionalità del contatto di controllo (galleggiante).
Eventualmente sostituire il Contatto o il Filtro.
• Controllare l’integrità del cablaggio tra il dispositivo di controllo e la scheda ingressi.
• Sostituire la scheda ingressi.

CHuE25: PRESSIONE OLIO

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J29 p03
Uscita comando:
G44J: в6 e7 — G54JCT: в9 e3 — G54JOT: в10 e3 — G615: в8 e6 — G615D: в8 e6 — G616: в7 e8 —
G616D: в7 e8 — G61Q: в7 e7 — G624: в12 e7 — G626: в6 e7 — GL-544: в5 e8 — GL-544CT: в9 e3
— GL-615: в7 e8 — GL-616: в7 e8 — GL-616D: в7 e2 — GL-61QCT: в11 e8 — GL-615CTE: в11 e2 —
GL-616DCTE: в13 e6

- 110 -
La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

In questi modelli il sistema di pompaggio dell’olio avviene tramite pompate di durata costante e finita, determinate dal
Programma Calza attivo (GRAPHITRON).
Tenendo conto degli adeguati tempi di reazione si può affermare che:
A. Per tutta la durata della pompata (elettrovalvola eccitata) il segnale di ritorno dal dispositivo di controllo
della pressione deve essere a “0 Vdc”.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.
B. Mentre in situazione di riposo (elettrovalvola diseccitata) il segnale di ritorno dal dispositivo di controllo
della pressione deve essere assente.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.
Il dispositivo di controllo della pressione è posto sul contenitore dell’olio (Vaschetta).

Questo errore avverte l’utente che il segnale di “pompata olio attiva” non è stato letto dal software di controllo entro il
tempo previsto, rispetto al momento dell’attivazione della pompata.

Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:


• Verificare se esistono perdite nel circuito dell’olio che determinino un calo di pressione.
• Verificare se l’elettrovalvola è stata comandata correttamente, e che l’impulso dell’aria arrivi al contenitore
dell’olio (Vaschetta).
In caso contrario:
• Controllare se la tubazione è ostruita.
• Sostituire l’elettrovalvola interessata.
• Sostituire la scheda delle uscite corrispondente al comando.
Essa è posta sotto l’elettrovalvola stessa.
• Controllare l’integrità del cablaggio tra il dispositivo di controllo e la scheda ingressi.
• Sostituire la Vaschetta dell’olio (parte superiore).
• Sostituire la scheda ingressi.

In situazione di riposo (nessuna pompata attiva), il software controlla anche che il segnale di ritorno dal dispositivo di
controllo della pressione sia nello stato corretto.
In caso contrario è visualizzato l’errore:
CHuE26

CHuE26: Depressurizzazio- ne olio

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J29 p03
Uscita comando:
G44J: в6 e7 — G54JCT: в9 e3 — G54JOT: в10 e3 — G615: в8 e6 — G615D: в8 e6 — G616: в7 e8 —
G616D: в7 e8 — G61Q: в7 e7 — G624: в12 e7 — G626: в6 e7 — GL-544: в5 e8 — GL-544CT: в9 e3
— GL-615: в7 e8 — GL-616: в7 e8 — GL-616D: в7 e2 — GL-61QCT: в11 e8 — GL-615CTE: в11 e2 —
GL-616DCTE: в13 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

In questi modelli il sistema di pompaggio dell’olio avviene tramite pompate di durata costante e finita, determinate dal
Programma Calza attivo (GRAPHITRON).
Tenendo conto degli adeguati tempi di reazione si può affermare che:
A. Per tutta la durata della pompata (elettrovalvola eccitata) il segnale di ritorno dal dispositivo di controllo
della pressione deve essere a “0 Vdc”.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.
B. Mentre in situazione di riposo (elettrovalvola diseccitata) il segnale di ritorno dal dispositivo di controllo
della pressione deve essere assente.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.
Il dispositivo di controllo della pressione è posto sul contenitore dell’olio (Vaschetta).

- 111 -
Questo errore avverte l’utente che al termine della procedura di pompata dell’olio, o comunque in una situazione di
riposo della Pompa Olio, il segnale di ritorno dal dispositivo di controllo della pressione non è nello stato corretto.

Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:


• Verificare se esistono situazioni che determinano una mancata depressurizzazione del circuito.
• Sostituire la Vaschetta dell’olio (parte superiore).
• Controllare l’integrità del cablaggio tra il dispositivo di controllo e la scheda ingressi.
• Sostituire la scheda ingressi.

In situazione di lavoro (pompata attiva), il software controlla anche che il segnale di ritorno dal dispositivo di controllo
della pressione sia nello stato corretto.
In caso contrario è visualizzato l’errore:
CHuE25
CHuE182

CHuE182: Perdita di pressione pompa olio

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J29 p03
Uscita comando:
G44J: в6 e7 — G54JCT: в9 e3 — G54JOT: в10 e3 — G615: в8 e6 — G615D: в8 e6 — G616: в7 e8 —
G616D: в7 e8 — G61Q: в7 e7 — G624: в12 e7 — G626: в6 e7 — GL-544: в5 e8 — GL-544CT: в9 e3
— GL-615: в7 e8 — GL-616: в7 e8 — GL-616D: в7 e2 — GL-61QCT: в11 e8 — GL-615CTE: в11 e2 —
GL-616DCTE: в13 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

In questi modelli il sistema di pompaggio dell’olio avviene tramite pompate di durata costante e finita, determinate dal
Programma Calza attivo (GRAPHITRON).
Tenendo conto degli adeguati tempi di reazione si può affermare che:
A. Per tutta la durata della pompata (elettrovalvola eccitata) il segnale di ritorno dal dispositivo di controllo
della pressione deve essere a “0 Vdc”.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.
B. Mentre in situazione di riposo (elettrovalvola diseccitata) il segnale di ritorno dal dispositivo di controllo
della pressione deve essere assente.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.
Il dispositivo di controllo della pressione è posto sul contenitore dell’olio (Vaschetta).

Questo errore avverte l’utente che il segnale di “pompata olio attiva” non si è mantenuto il tempo sufficiente per un ef-
ficace lubrificazione.
Il segnale corretto di “pompata olio attiva” è stato inizialmente letto dal software di controllo, ma esso non si è mantenuto
per tutto il tempo in cui il comando della pompata è restato attivo.

Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:


• Verificare se esistono perdite nel circuito dell’olio che determinino un calo di pressione.
• Verificare se l’elettrovalvola è stata comandata correttamente, e che l’impulso dell’aria arrivi al contenitore
dell’olio (Vaschetta).
In caso contrario:
• Controllare se la tubazione è ostruita.
• Sostituire l’elettrovalvola interessata.
• Sostituire la scheda delle uscite corrispondente al comando.
Essa è posta sotto l’elettrovalvola stessa.
• Controllare l’integrità del cablaggio tra il dispositivo di controllo e la scheda ingressi.
• Sostituire la Vaschetta dell’olio (parte superiore).
• Sostituire la scheda ingressi.

In situazione di riposo (nessuna pompata attiva), il software controlla anche che il segnale di ritorno dal dispositivo di
controllo della pressione sia nello stato corretto.
In caso contrario è visualizzato l’errore:

- 112 -
CHuE26

Messaggi relativi all’Accumulo filo

CHuE19: Stop pulizia coltellino 1

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J11 p09
Uscita comando:
Elimina coltellino 1 pos. 2
G44J: в16 e6 — G54JCT: в9 e7 — G54JOT: в8 e7 — G61Q: в1 e6 — G624: в16 e8 — G626: в6 e2 — GL-
544: в16 e6 — GL-544CT: в15 e6 — GL-61QCT: в15 e7
Elimina coltellino 1
G44J: в16 e7 — G54JCT: в15 e4 — G54JOT: в16 e4 — G61Q: в2 e1 — G624: в16 e3 — G626: в16 e5
— GL-544: в16 e7 — GL-544CT: в15 e7 — GL-61QCT: в15 e8

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE96: Stop pulizia coltellino 2

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J11 p10 — G54JCT: Pcb_3759 J11 p10 — G54JOT: Pcb_3759 J11 p10 — GL-544:
Pcb_3759 J11 p05 — GL-544CT: Pcb_3759 J11 p05
Uscita comando:
Elimina coltellino 2 pos. 2
G44J: в16 e3 — G54JCT: в9 e8 — G54JOT: в8 e6 — GL-544: в16 e3 — GL-544CT: в15 e3 — GL-
616CTE: в8 e3
Elimina coltellino 2
G44J: в16 e4 — G54JCT: в15 e3 — G54JOT: в16 e3 — GL-544: в16 e4 — GL-544CT: в15 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore è dovuto all’intervento del meccanismo di controllo della pulizia del “Coltellino” (dispositivo per il taglio del
filo), determinato dall’accumulo di filo nei suoi dintorni.
Questo avviene quando il filo non è tagliato o non è aspirato dalla “Bocchetta”.
Questo accumulo provoca il mancato abbassamento del dispositivo di taglio.
Per questo motivo il sensore ad esso collegato non raggiunge la sua posizione di controllo, il segnale inviato al software
non cambia stato e quindi è visualizzato questo errore.
Il dispositivo si avvicina e si allontana dalla posizione di controllo in base ai comandi forniti alle relative elettrovalvole
dal Programma Calza.
Questo controllo (errore) è abilitato solo quando è attivo il dispositivo di taglio (Coltellino).
A Fine Ciclo ed in condizioni normali di lavoro il Coltellino è basso in posizione di taglio.

Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.

Inizialmente il sensore di controllo era del tipo “Normalmente Aperto”.


Successivamente il sensore di controllo è diventato del tipo “Normalmente Chiuso”.
Nel Setup macchina è quindi impostato il tipo di sensore di controllo.

In caso di sensore di controllo del tipo “Normalmente Chiuso” (1° Tipo):


La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di sensore di controllo del tipo “Normalmente Aperto” (2° Tipo):

- 113 -
La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto chiuso”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

In caso di sensore di controllo del tipo “Normalmente Chiuso” (1° Tipo):

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Sostituire il sensore.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

In caso di sensore di controllo del tipo “Normalmente Aperto” (2° Tipo):

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:
• Sostituire il sensore.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia interrotto.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

CHuE68: Platorello intasato

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J11 p16

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore è dovuto all’intervento del meccanismo di controllo dell’accumulo di filo sul “Platorello”.
Questo avviene quando il filo non è tagliato o non è aspirato dalla “Bocchetta”.
Questo accumulo provoca la flessione di uno “Spillo” verso massa e quindi l’intervento dell’errore.

Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.


La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

- 114 -
Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Sostituire il sensore.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Avvertenze
Nota bene
Questo errore può essere disabilitato tramite la programmazione di un codice nel Programma calza (GRAPHITRON).
Nei passi catena in cui è programmato il codice questo errore non può intervenire.
Attenzione
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

Messaggi relativi alla Rottura delle Parti Piatte

CHuE20: Stop aghi in tallone

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p02

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore è dovuto all’intervento del meccanismo di controllo della rottura dell’Ago.
In genere lo “Spillo” del dispositivo va a impattare contro l’Ago piegato o rotto, durante la rotazione del cilindro in “Tal-
lone” o “Punta”.
Questo impatto determina una momentanea chiusura a massa dello “Spillo” di controllo e quindi l’intervento dell’errore.

Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.


La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

- 115 -
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:
• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Sostituire il dispositivo di controllo.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Avvertenze
Attenzione
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

CHuE38: Aghi posteriore

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J11 p05 — G54JCT: Pcb_3759 J11 p05 — G54JOT: Pcb_3759 J11 p05 — G615:
Pcb_3759 J11 p04 — G615D: Pcb_3759 J11 p04 — G616: Pcb_3759 J11 p04 — G616D: Pcb_3759 J11
p04 — G61Q: Pcb_3759 J11 p03 — G624: Pcb_3759 J11 p04 — G626: Pcb_3759 J11 p04 — GL-544:
Pcb_3759 J11 p10 — GL-544CT: Pcb_3759 J11 p10 — GL-615: Pcb_3759 J11 p04 — GL-616: Pcb_3759
J11 p04 — GL-616D: Pcb_3759 J11 p04 — GL-61QCT: Pcb_3759 J11 p04 — GL-_CTE: Pcb_3759 J11
p04
Uscita comando:
G44J: в2 e7 — G54JCT: в3 e6 — G54JOT: в3 e6 — G615: в3 e2 — G615D: в3 e2 — G616: в3 e2 —
G616D: в3 e2 — G61Q: в4 e1 — G624: в3 e1 — G626: в3 e7 — GL-544: в2 e6 — GL-544CT: в3 e3 — GL-
615: в3 e2 — GL-616: в3 e2 — GL-616D: в3 e2 — GL-61QCT: в3 e8 — GL-616CTE: в3 e2 — GL-615CTE:
в16 e6 — GL-616DCTE: в17 e7

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore è dovuto all’intervento del meccanismo di controllo della rottura dell’Ago.
In genere lo “Spillo” del dispositivo va a impattare contro l’Ago, che quando è rotto, durante la rotazione del cilindro
percorre una pista dove normalmente non deve passare.
Questo impatto determina la stabile chiusura a massa dello “Spillo” di controllo (dispositivo a “scatto”) e quindi l’inter-
vento dell’errore.
L’errore può essere eliminato solo ripristinando manualmente lo stato del dispositivo a “scatto”.
Il dispositivo si avvicina e si allontana dalla posizione di controllo in base ai comandi forniti alle relative elettrovalvole
dal Programma Calza.

Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.


La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.

- 116 -
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Sostituire il dispositivo di controllo.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Avvertenze
Attenzione
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

CHuE51: Stop rottura selettori

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J11 p06

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore è dovuto all’intervento del meccanismo di controllo della rottura del “Selettore”.
In genere lo “Spillo” del dispositivo va a impattare contro il “Selettore”, che quando è rotto, durante la rotazione del cilin-
dro percorre una pista dove normalmente non deve passare.
Questo impatto determina una momentanea chiusura a massa dello “Spillo” di controllo e quindi l’intervento dell’errore.

L’utente, dopo aver eliminato l’errore è obbligato ad eseguire 2 giri cilindro con il tasto [Manovella 2] durante i quali potrà
sostituire il “Selettore” rotto, oppure azzerare il Ciclo Calza ed eseguire successivamente la riparazione.

Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.


La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Sostituire il dispositivo di controllo.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Avvertenze
Attenzione

- 117 -
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

CHuE70: Rottura selettori Premere [F0]

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J11 p06
Uscita comando:
G615: в16 e6 — G615D: в3 e3 — G616: в16 e1 — G616D: в16 e1 — GL-544: в11 e5 — GL-544CT: в9
e7 — GL-615: в16 e1 — GL-616: в16 e1 — GL-616D: в7 e8 — GL-61QCT: в12 e1 — GL-616CTE: в4 e6
— GL-615CTE: в12 e3 — GL-616DCTE: в13 e2

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore è dovuto all’intervento del meccanismo di controllo della rottura del “Selettore”.
In genere lo “Spillo” del dispositivo va a impattare contro il “Selettore”, che quando è rotto, durante la rotazione del cilin-
dro percorre una pista dove normalmente non deve passare.
Questo impatto determina una momentanea chiusura a massa dello “Spillo” di controllo e quindi l’intervento dell’errore.
Il dispositivo si avvicina e si allontana dalla posizione di controllo in base ai comandi forniti alle relative elettrovalvole
dal Programma Calza.
Questo controllo (errore) è abilitato solo quando è attivo il comando che porta il dispositivo in posizione di controllo.

L’utente non può eliminare l’errore, è costretto ad azzerare il Ciclo calza con il tasto [F0].
Questo perchè il punto dove è stata rilevata la rottura, il Tallone, non consente un agevole sostituzione del “Selettore”
rotto, con rischio di ulteriori rotture.
La riparazione potrà essere agevolmente eseguita con macchina a Fine Ciclo.

Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.


La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Sostituire il dispositivo di controllo.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Avvertenze
Attenzione
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

- 118 -
CHuE35: Linguette 3

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J11 p04 — G54JCT: Pcb_3759 J11 p02 — G54JOT: Pcb_3759 J11 p02 — GL-544:
Pcb_3759 J11 p04 — GL-544CT: Pcb_3759 J11 p04
Uscita comando:
G44J: в15 e3 — G54JCT: в15 e8 — G54JOT: в16 e8 — GL-544: в13 e8 — GL-544CT: в13 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE36: Linguette 2

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J11 p03 — G54JCT: Pcb_3759 J11 p03 — G54JOT: Pcb_3759 J11 p03 — G615:
Pcb_3759 J11 p03 — G615D: Pcb_3759 J11 p03 — G616: Pcb_3759 J11 p03 — G616D: Pcb_3759 J11
p03 — G624: Pcb_3759 J11 p03 — G626: Pcb_3759 J11 p03 — GL-544: Pcb_3759 J11 p08 — GL-544CT:
Pcb_3759 J11 p08 — GL-615: Pcb_3759 J11 p08 — GL-616: Pcb_3759 J11 p08 — GL-616D: Pcb_3759
J11 p08 — GL-61QCT: Pcb_3759 J11 p08 — GL-_CTE: Pcb_3759 J11 p08
Uscita comando:
G44J: в14 e6 — G54JCT: в13 e1 — G54JOT: в14 e1 — G615: в3 e5 — G615D: в3 e5 — G616: в3 e8 —
G616D: в3 e8 — G624: в3 e3 — G626: в14 e7 — GL-544: в14 e6 — GL-544CT: в13 e7 — GL-615: в3
e8 — GL-616: в3 e8 — GL-616D: в4 e7 — GL-61QCT: в13 e6 — GL-615CTE: в15 e4 — GL-616DCTE:
в16 e2

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE37: Linguette 1

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J11 p02 — G54JCT: Pcb_3759 J11 p04 — G54JOT: Pcb_3759 J11 p04 — G615:
Pcb_3759 J11 p02 — G615D: Pcb_3759 J11 p02 — G616: Pcb_3759 J11 p02 — G616D: Pcb_3759 J11
p02 — G61Q: Pcb_3759 J11 p02 — G624: Pcb_3759 J11 p02 — G626: Pcb_3759 J11 p02 — GL-544:
Pcb_3759 J11 p02 — GL-544CT: Pcb_3759 J11 p02 — GL-615: Pcb_3759 J11 p02 — GL-616: Pcb_3759
J11 p02 — GL-616D: Pcb_3759 J11 p02 — GL-61QCT: Pcb_3759 J11 p02 — GL-_CTE: Pcb_3759 J11
p02
Uscita comando:
G44J: в13 e8 — G54JCT: в3 e5 — G54JOT: в3 e5 — G615: в4 e8 — G615D: в4 e8 — G616: в4 e8 —
G616D: в4 e8 — G61Q: в4 e5 — G624: в15 e2 — G626: в14 e6 — GL-544: в15 e6 — GL-544CT: в14
e8 — GL-615: в4 e8 — GL-616: в4 e8 — GL-616D: в3 e7 — GL-61QCT: в14 e5 — GL-616CTE: в3 e8 —
GL-615CTE: в16 e4 — GL-616DCTE: в17 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore è dovuto all’intervento del meccanismo di controllo della “Paletta” dell’Ago.
In genere lo “Spillo” del dispositivo va a impattare contro la “Paletta” dell’Ago non chiusa oppure sull’accumulo di maglia
determinato da aghi rotti o da qualsiasi altra causa.
Questo impatto determina una momentanea chiusura a massa dello “Spillo” di controllo e quindi l’intervento dell’errore.
Il dispositivo si avvicina e si allontana dalla posizione di controllo in base ai comandi forniti alle relative elettrovalvole
dal Programma Calza.

Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.


La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

- 119 -
Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Sostituire il dispositivo di controllo.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Avvertenze
Nota bene
Questo errore può essere disabilitato tramite la programmazione di un codice nel Programma calza (GRAPHITRON).
Nei passi catena in cui è programmato il codice questo errore non può intervenire.
Questo strumento è utilizzato dall’operatore per disabilitare questo controllo (errore) nei punti della calza dove per il
tipo di lavorazione potrebbero verificarsi dei contatti “Spillo”/”Paletta” che non sono indicativi di un reale problema.
Ad esempio nei punti di entrata ed uscita del dispositivo di controllo.
In generale questa possibilità è sfruttata per evitare il controllo in determinati punti della calza.
Attenzione
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

Messaggi relativi alla rottura del Filo

CHuE21: Stop elastico 1

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J11 p07

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE22: Stop elastico 2

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J11 p08 — G54JCT: Pcb_3759 J11 p08 — G54JOT: Pcb_3759 J11 p08 — G615:
Pcb_3759 J11 p08 — G615D: Pcb_3759 J11 p08 — G616: Pcb_3759 J11 p08 — G616D: Pcb_3759 J11
p08 — G626: Pcb_3759 J11 p08 — GL-544: Pcb_3759 J11 p03 — GL-544CT: Pcb_3759 J11 p03 — GL-
615: Pcb_3759 J11 p03 — GL-616: Pcb_3759 J11 p03 — GL-616D: Pcb_3759 J11 p03 — GL-61QCT:
Pcb_3759 J11 p03 — GL-_CTE: Pcb_3759 J11 p03

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore è dovuto all’intervento del meccanismo di controllo della rottura del filo dell’Elastico.
Ciò avviene normalmente durante il funzionamento del motore Elastico, in genere perché il filo Elastico è rotto.

Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.


La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”

- 120 -
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Procedere alla riparazione o sostituzione del dispositivo.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Attenzione
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

CHuE23: Recupera filo

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J11 p15

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore è dovuto all’intervento del meccanismo di controllo del recupero fili in Tallone (blocco “Recuperafilo” alla
massima corsa), in genere perché un filo è rotto o il recupero del filo stesso è insufficiente.
Il meccanismo dei “Recuperafili” è normalmente bloccato, esso si sblocca quando nel Programma Calza sono program-
mati i comandi specifici.
Questo avviene nei blocchi di Tallone e Punta.
Le elettrovalvole relative a questi comandi vengono eccitate ed i vari Recuperafili sono liberi nel loro movimento atto a
recuperare il filo durante il moto alternato del Cilindro.

Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.


Questo cablaggio comprende anche un filo che porta opportunamente la massa (0 Vdc) al dispositivo.
La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

- 121 -
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:
• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Procedere alla riparazione o sostituzione del dispositivo.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Attenzione
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

CHuE32: Avvolgitori

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J28 p08

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

Questo errore è dovuto all’intervento del meccanismo di controllo interno al dispositivo “Avvolgitore IRO/PRIMO”.
L’Avvolgitore IRO/PRIMO è parte di un assieme (Optional) usato per il controllo dello svolgimento del filo assorbito dal
Cilindro durante la costruzione della calza.
Questo assieme, oltre che dagli Avvolgitori, è composto da un Trasformatore 220-42 Vac, da una scheda Pcb_1707, da
un interruttore On/Off, e da tutti i cablaggi connessi.
Durante il funzionamento, quando il filo presente sull’Avvolgitore diminuisce sotto una soglia minima, un segnale di
errore dall’Avvolgitore arriva alla scheda Pcb_1707.
Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.
La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
L’utente per eseguire questa operazione può semplicemente sconnettere il conn. J3 della Pcb 1707.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Il problema è quindi ancora relativo al dispositivo esterno.
Procedere alla riparazione o sostituzione del dispositivo.
• Individuare l’avvolgitore guasto e sostituirlo.
• Controllare l’integrità dei cablaggi e il corretto collegamento a Terra del dispositi-
vo.
• Sostituire la scheda Pcb_1707.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.

- 122 -
• Sostituire la scheda ingressi.

Attenzione
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

CHuE33: Controllo antistrappo 1

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J17

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

Questo errore è dovuto all’intervento dei sensori “Antistrappo” (opzionali) posti sull’Impalcatura fili.
Questo sensore è un dispositivo di controllo che segnala se il filo è bloccato o comunque parzialmente impedito nel suo
movimento.
Il filo controllato passa attraverso il sensore, su quale è possibile regolare la sensibilità di intervento (forza della molla).
Normalmente durante il funzionamento (macchina in rotazione) i sensori presentano un Led verde acceso.
Quando interviene uno “strappo” sul sensore interessato si accende un Led rosso ed un segnale è inviato alla macchina
la quale si ferma con questo errore.
• L’utente dovrà ripristinare la funzionalità della macchina (sistemare il filo), cancellare l’errore con [F8] e
mettere in marcia la macchina.
Automaticamente il Led rosso si spegne e quello verde si accende.
La macchina è ora tornata operativa.

Un cablaggio “Flat” collega tra loro tutti i sensori e si connette ad un altro cablaggio (schermato) proveniente dalla sche-
da ingressi.
La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Scollegare il connettore esterno di interfaccia tra la macchina e il cablaggio “Flat” dei sensori.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Il problema è quindi ancora relativo al dispositivo esterno.
Procedere alla riparazione o sostituzione del dispositivo.
• Individuare il sensore guasto e sostituirlo.
• Controllare l’integrità dei cablaggi e il corretto collegamento a Terra del dispositi-
vo.
Se invece l’errore permane.
• Controllare l’integrità dei cablaggi e il corretto collegamento a Terra del dispositivo.
In particolare controllare il cablaggio che collega i sensori alla scheda ingressi (cavo scherma-
to con 0 Vdc a massa).
• Sostituire la scheda ingressi.

- 123 -
Nota bene
Potrebbe accadere che casualmente e senza apparente ragione compaia questo errore.
Le cause possono essere disturbi elettrici e statici sulle alimentazioni della macchina e del sensore di controllo del filo.
• Controllare il corretto collegamento della massa alla carcassa dell’Impalcatura fili.
• Controllare che lo schermo del cavo (cablaggio tra sensori e scheda ingressi) sia efficiente e posto a mas-
sa insieme allo 0 Vdc di alimentazione dei sensori.
• Controllare la presenza di eventuali disturbi sulla Linea Trifase di alimentazione della macchina.

Avvertenze
Attenzione
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

CHuE71: Fine rocca

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J28 p12

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

Questo ingresso è predisposto nel software, per l’applicazione di eventuali speciali sensori meccanici di controllo della
rottura dei fili.
Questi speciali sensori meccanici possono sostituire o essere usati contemporaneamente ai normali sensori di scorri-
mento fili.
Per il loro collegamento si utilizza il medesimo cablaggio seriale usato per i sensori a scorrimento.
Questi sensori meccanici possono controllare però solo la rottura del filo.

Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.


La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Il problema è quindi ancora relativo al dispositivo esterno.
Procedere alla riparazione o sostituzione del dispositivo.
• Individuare il sensore guasto e sostituirlo.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Avvertenze
Attenzione

- 124 -
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

CHuE82: Fine rocca impalcatura

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J28 p10

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

All’ingresso relativo a questo errore non è collegato nessun cablaggio.


Questo ingresso è predisposto nel software, per l’applicazione di eventuali dispositivi addizionali di controllo del filo.
In particolare un dispositivo di controllo della “Fine Rocca”.

La condizione corretta (stop non attivo) è:


”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Procedere alla riparazione o sostituzione del dispositivo.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Avvertenze
Attenzione
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

CHuE08: Stop impalcatura fili

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J29 p04

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

Questo errore è dovuto all’intervento dei vari dispositivi di controllo dello stato dei fili posti sull’Impalcatura esterna porta
rocche, in genere perché il filo è rotto o si è bloccato nel suo scorrimento.

La condizione corretta (stop non attivo) è:


”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.

- 125 -
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Procedere alla riparazione o sostituzione del dispositivo.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Avvertenze
Attenzione
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

Messaggi relativi alla connessione dei Tamburini Disegno

CHuE84: Tamburino 4 non connesso scheda 1

CHuE85: Tamburino 3 non connesso scheda 1

CHuE86: Tamburino 2 non connesso scheda 1

CHuE87: Tamburino 1 non connesso scheda 1

CHuE89: Tamburino 8 non connesso scheda 2

CHuE90: Tamburino 7 non connesso scheda 2

CHuE91: Tamburino 6 non connesso scheda 2

CHuE92: Tamburino 5 non connesso scheda 2

CHuE136: Tamburino 12 non connesso scheda 3

CHuE137: Tamburino 11 non connesso scheda 3

CHuE138: Tamburino 10 non connesso scheda 3

CHuE139: Tamburino 9 non connesso scheda 3

CHuE140: Tamburino 5 non connesso scheda 1

CHuE141: Tamburino 6 non connesso scheda 1

Questo errore avverte l’utente che uno qualsiasi dei cablaggi relativi ai Tamburini disegno è scollegato dal Tamburino

- 126 -
stesso o dalla scheda di uscita dei comandi per i Tamburini.
Ogni cavo Tamburino ha al suo interno un filo di controllo che deve essere a Massa (0 Vdc).
Questo filo è a massa solo quando questo cablaggio è connesso al Tamburino Disegno.
Questo filo di controllo entra poi nella scheda di uscita, la quale rileva l’eventuale errore.

La gestione dell’errore è differente a seconda del tipo di Tamburino Disegno montato (attualmente “WAC” o “MATRIX”).

Errore riferito a macchine equipaggiate con Tamburini Disegno tipo “WAC”


Nel caso di macchina equipaggiate con Tamburini tipo “WAC” la scheda di uscita è la Pcb_3850.
L’errore non è specifico per ogni connettore, bensì è generale; ogni scheda visualizza un unico errore.
Quindi non è discriminato quale Tamburino connesso alla scheda è causa dell’errore.
L’utente dovrà valutare quali sono i Tamburini connessi a quella particolare scheda, e verificare la loro corretta connes-
sione, sia dal lato scheda che dal lato Tamburino.
Sulla scheda possono essere presenti connettori uscita liberi, dipende dal numero dei Tamburini montati, quindi dal
modello di macchina.
In questi connettori deve essere inserito un cablaggio che simuli la presenza del Tamburino, in cui un filo porti a massa
l’ingresso del segnale di controllo, altrimenti sarebbe sempre attivo questo errore.

Errore riferito a macchine equipaggiate con Tamburini Disegno tipo “MATRIX”


Nel caso di macchina equipaggiate con Tamburini tipo “MATRIX” generalmente la scheda di uscita è la Pcb_3819 —
Pcb_3819 — Pcb_3819.
L’errore è specifico per ogni connettore della scheda di uscita.
L’errore indicherà nel suo testo il numero del Tamburino rilevato sconnesso.
L’utente dovrà valutare quali sono i Tamburini connessi a quella particolare scheda, e verificare la loro corretta connes-
sione, sia dal lato scheda che dal lato Tamburino.
Sulla scheda possono essere presenti connettori uscita liberi, dipende dal numero dei Tamburini montati, quindi dal
modello di macchina.
Ogni connettore ha sulla scheda associato un “jumper”, la cui posizione può escludere il controllo nei riguardi di quel
particolare connettore.
Ogni connettore libero deve avere il “jumper” associato posto in posizione da escludere il controllo, altrimenti sarebbe
sempre attivo questo errore.

Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:


• Individuare il Tamburino e controllare l’integrità del cablaggio ad esso connesso.
• Leggendo la marcatura dei cavi, individuare la scheda uscita ed eventualmente il connettore relativo all’er-
rore.
Quindi controllare l’integrità della connessione del cablaggio alla scheda.
In particolare la continuità e la posizione di inserimento nei connettori del filo di controllo della connessione.
• Verificare la posizione dei “jumper” relativi ad eventuali connettori liberi sulla scheda uscita.
In alternativa verificare la corretta connessione dei connettori di esclusione del controllo.
• Sostituire la scheda uscita.
• Sostituire il Tamburino Disegno.

Questo errore è attivo solo se abilitato nel Setup.


In questi modelli di macchine questo errore è abilitato (DEFAULT).

Avvertenze
Nota bene
Per queste tipologie di macchine, esistono alcuni modelli equipaggiati con un unica scheda di uscita, la Pcb_3859.
Riguardo questo errore vale quanto esposto per le macchine equipaggiate con Tamburini disegno tipo “MATRIX”,
cambia solo la “scheda uscita” di riferimento.

N.C. / C.C. Bar. X - X Nome Uscita

Quando compare un errore con questa forma, esso indica un errore di Cortocircuito (C.C.) o Carico non connesso (N.C.)
relativo ad un qualsiasi carico connesso ad un uscita della macchina.

- 127 -
Nel nome del messaggio di errore è indicato:
1. Il tipo di errore, Cortocircuito (C.C.) o Carico non connesso (N.C.)
2. La Barra (scheda) con la relativa Uscita causa dell’errore.
3. Il nome dell’Uscita (Elettrovalvola) causa dell’errore.

Riferimenti
Per i controlli connessi a questi tipi di errore fare riferimento ai capitoli:
Linea seriale I/O

Gestione e controllo movimento Seghetta

La Seghetta è un dispositivo posto sul Platorello, che ruotando taglia i fili in uscita lavorazione.

La Seghetta Normale ruota tramite il movimento di un albero solidale al movimento del Cilindro.
Nella macchine predisposte con Seghetta Motorizzata invece il movimento può anche essere determinato da un motore
passo passo montato opportunamente.

Quando il Platorello è basso la Seghetta normalmente deve ruotare.


Quando il Platorello è alto la Seghetta deve essere ferma, perchè il suo eventuale movimento può essere pericoloso
per l’operatore.

Un dispositivo di Sgancio/Aggancio tramite il comando ad un Elettrovalvola esegue l’operazione di innesto o disinnesto


della rotazione.
L’Elettrovalvola, se eccitata blocca il movimento della Seghetta (Sgancio), se diseccitata provoca il traino della Seghetta
da parte del Cilindro in rotazione.

Tramite la programmazione GRAPHITRON è possibile comandare lo Sgancio e l’Aggancio della Seghetta durante il
ciclo calza, ma la velocità in cui questo avviene non può essere superiore a 150 Rpm.
Normalmente ciò avviene con Platorello basso.

Se si alza il Platorello con Seghetta in rotazione per la sicurezza dell’operatore la macchina non può più essere messa
in marcia, funzionano le sole [Manovelle].
Con Platorello alto, ruotando con [Manovella] parte una procedura di Sgancio del movimento della Seghetta, in 2 giri
Cilindro la Seghetta si sgancia e quindi si ferma.
A questo punto la Marcia è nuovamente abilitata.
Abbassando il Platorello, mettendo in moto la macchina la Seghetta automaticamente si Aggancia senza eseguire nes-
suna procedura particolare (l’apposita elettrovalvola si diseccita immediatamente).

In caso di macchina predisposta con Seghetta Motorizzata, la macchina può funzionare comunque con la Seghetta
Normale, è sufficiente non programmare la partenza del motore Seghetta.
Il funzionamento della Seghetta Motorizzata prevede prima lo Sgancio della Seghetta dalla rotazione del Cilindro e
successivamente il comando al motore Seghetta.
Esiste una protezione nel software di programmazione (GRAPHITRON) per cui non è accettato un comando di partenza
del motore Seghetta con Seghetta meccanicamente agganciata.
Questo dispositivo è utile quando si vuole avere una velocità della Seghetta maggiore (differente) della velocità del
Cilindro.
Questo dispositivo attualmente è disponibile come optional su alcuni modelli di macchina.

La posizione del Platorello è controllata dal software tramite la lettura fornita da 1 sensore di posizione (“Platorello bas-
so”).
Tramite questi segnali il software è in grado di di attuare le corrette procedure previste a seconda della posizione del
Platorello.

Lo stato di movimento della Seghetta è controllato dal software tramite la lettura di un sensore posto sulla rotazione
dell’Albero sui cui è fissata la Seghetta stessa.
Questo Albero dispone di una “Cava” (Spacco) con una lunghezza di 56°.
Quando la “Cava” transita sotto il sensore esso non legge, in tutte le altre posizioni il sensore legge.
Questo Albero ha una fase fissa rispetto allo Zero meccanico.
Il segnale di questo sensore è usato dal software per stabilire lo stato di rotazione della Seghetta.

- 128 -
Al raggiungimento di 2 determinati “gradi cilindro” il segnale deve essere rispettivamente “aperto” e “chiuso”.

In base al modello di macchina cambia la fase di questo Albero rispetto allo Zero.
Nella maggior parte della macchine questi 2 punti di controllo sono a 20° (sensore su “Cava”) ed a 220°.
Nelle macchine 4 cadute (ad es. G54J) questi 2 punti sono a 20° e 200°.
Il primo punto è esattamente il centro della “Cava”, il secondo è quello dove sicuramente la lettura del segnale deve
fornire come risultato “chiuso”.
Con Seghetta ferma il segnale non deve variare per tutti i 360° del giro cilindro.

Questo segnale è usato anche durante la procedura di Sgancio e Aggancio della Seghetta per tutti i controlli legati a
questa procedura.
Il controllo viene disabilitato solo nella fase reale del movimento di Aggancio/Sgancio, ma subito dopo è riabilitato.

Messaggi relativi controllo movimento Seghetta

CHuE15: Stop controllo seghetta -A-

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p01
Uscita comando:
G44J: в15 e8 — G54JOT: в1 e4 — G615: в2 e6 — G615D: в2 e6 — G616: в16 e8 — G616D: в16 e8 —
G61Q: в8 e4 — G624: в1 e6 — G626: в1 e4 — GL-544: в16 e1 — GL-615: в16 e8 — GL-616: в16 e8 —
GL-616D: в2 e1 — GL-615CTE: в19 e1 — GL-616DCTE: в19 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore è relativo al funzionamento con Seghetta Normale.


In questa condizione la Seghetta può essere:
A. Agganciata, quindi in rotazione solidale con il Cilindro, con una precisa fase rispetto allo 0°.
B. Sganciata, quindi ferma.
Il software, tramite la lettura del sensore di fase, controlla entrambe le condizioni.

Con Seghetta Agganciata il software deve leggere in entrambi i punti di controllo lo stato del sensore corretto.
A queste 2 posizioni corrisponde un grado preciso rispetto allo 0°.
I 2 punti di controllo sono:
1. ”Cava” posizionata sotto il sensore di fase.
2. ”Cava” posizionata all’opposto del sensore di fase.
Nella maggior parte della macchine questi 2 punti di controllo sono a 20° (sensore su “Cava”) ed a 220°.
Nelle macchine 4 cadute (ad es. G54J) questi 2 punti sono a 20° e 200°.

Con Seghetta Sganciata il software non deve leggere nessuna variazione dello stato del sensore.

Questo messaggio avverte l’utente che il controllo software del movimento della Seghetta ha valutato il dispositivo in
uno stato non corretto.
In particolare questo messaggio indica l’incongruenza del segnale rilevato in corrispondenza del punto di controllo:
”Cava” posizionata sotto il sensore di fase.

In caso di errore la prima cosa da verificare è l’integrità del sensore di fase della Seghetta.
Valutare lo stato dell’Autotest ingressi in corrispondenza delle 2 fasi di lettura.

Lo stato corretto dell’Autotest ingressi è:


• Sensore di fase Seghetta sulla “Cava” (non oscurato):
Autotest = “0”.
• Sensore di fase Seghetta non sulla “Cava” (oscurato):
Autotest = “1”.

Se l’Autotest visualizza uno stato non corretto rispetto alla fase meccanica:
• Sostituire il sensore di fase.
• Controllare l’integrità del cablaggio tra il sensore e la scheda Pcb_3759.

- 129 -
• Sostituire la scheda Pcb_3759.
Se l’Autotest visualizza uno stato corretto rispetto alla fase meccanica:
• Verificare la fase meccanica tra Platorello e Cilindro.
• Verificare la corretta regolazione dello Zero meccanico.
• Verificare lo stato del meccanismo di Aggancio/Sgancio della Seghetta.
• Verificare la funzionalità del comando di Aggancio/Sgancio della Seghetta.
In particolare controllare lo stato della Tubazione e il funzionamento dell’Elettrovalvola e della scheda di
comando (Barra).
Eventualmente sostituire questi componenti.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla gestione e controllo del movimento Seghetta vedi la voce:
Gestione e controllo movimento Seghetta

CHuE16: Stop controllo seghetta -B-

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p01
Uscita comando:
G44J: в15 e8 — G54JOT: в1 e4 — G615: в2 e6 — G615D: в2 e6 — G616: в16 e8 — G616D: в16 e8 —
G61Q: в8 e4 — G624: в1 e6 — G626: в1 e4 — GL-544: в16 e1 — GL-615: в16 e8 — GL-616: в16 e8 —
GL-616D: в2 e1 — GL-615CTE: в19 e1 — GL-616DCTE: в19 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore è relativo al funzionamento con Seghetta Normale.


In questa condizione la Seghetta può essere:
A. Agganciata, quindi in rotazione solidale con il Cilindro, con una precisa fase rispetto allo 0°.
B. Sganciata, quindi ferma.
Il software, tramite la lettura del sensore di fase, controlla entrambe le condizioni.

Con Seghetta Agganciata il software deve leggere in entrambi i punti di controllo lo stato del sensore corretto.
A queste 2 posizioni corrisponde un grado preciso rispetto allo 0°.
I 2 punti di controllo sono:
1. ”Cava” posizionata sotto il sensore di fase.
2. ”Cava” posizionata all’opposto del sensore di fase.
Nella maggior parte della macchine questi 2 punti di controllo sono a 20° (sensore su “Cava”) ed a 220°.
Nelle macchine 4 cadute (ad es. G54J) questi 2 punti sono a 20° e 200°.

Con Seghetta Sganciata il software non deve leggere nessuna variazione dello stato del sensore.

Questo messaggio avverte l’utente che il controllo software del movimento della Seghetta ha valutato il dispositivo in
uno stato non corretto.
In particolare questo messaggio indica l’incongruenza del segnale rilevato in corrispondenza del punto di controllo:
”Cava” posizionata all’opposto del sensore di fase.

In caso di errore la prima cosa da verificare è l’integrità del sensore di fase della Seghetta.
Valutare lo stato dell’Autotest ingressi in corrispondenza delle 2 fasi di lettura.

Lo stato corretto dell’Autotest ingressi è:


• Sensore di fase Seghetta sulla “Cava” (non oscurato):
Autotest = “0”.
• Sensore di fase Seghetta non sulla “Cava” (oscurato):
Autotest = “1”.

Se l’Autotest visualizza uno stato non corretto rispetto alla fase meccanica:
• Sostituire il sensore di fase.
• Controllare l’integrità del cablaggio tra il sensore e la scheda Pcb_3759.
• Sostituire la scheda Pcb_3759.

- 130 -
Se l’Autotest visualizza uno stato corretto rispetto alla fase meccanica:
• Verificare la fase meccanica tra Platorello e Cilindro.
• Verificare la corretta regolazione dello Zero meccanico.
• Verificare lo stato del meccanismo di Aggancio/Sgancio della Seghetta.
• Verificare la funzionalità del comando di Aggancio/Sgancio della Seghetta.
In particolare controllare lo stato della Tubazione e il funzionamento dell’Elettrovalvola e della scheda di
comando (Barra).
Eventualmente sostituire questi componenti.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla gestione e controllo del movimento Seghetta vedi la voce:
Gestione e controllo movimento Seghetta

CHuE17: Stop controllo seghetta -C-

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p01
Uscita comando:
G44J: в15 e8 — G54JOT: в1 e4 — G615: в2 e6 — G615D: в2 e6 — G616: в16 e8 — G616D: в16 e8 —
G61Q: в8 e4 — G624: в1 e6 — G626: в1 e4 — GL-544: в16 e1 — GL-615: в16 e8 — GL-616: в16 e8 —
GL-616D: в2 e1 — GL-615CTE: в19 e1 — GL-616DCTE: в19 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore è relativo al funzionamento sia con Seghetta Normale che con Seghetta Motorizzata.

Questo messaggio avverte l’utente che in un punto dove il software si aspettava la Seghetta Ferma essa è stata invece
valutata in movimento.

Funzionamento in modalità Seghetta Normale


In questa condizione la Seghetta può essere:
A. Agganciata, quindi in rotazione solidale con il Cilindro, con una precisa fase rispetto allo 0°.
B. Sganciata, quindi ferma.
Il software, tramite la lettura del sensore di fase, controlla entrambe le condizioni.

Con Seghetta Agganciata il software deve leggere in entrambi i punti di controllo lo stato del sensore corretto.
Con Seghetta Sganciata il software non deve leggere nessuna variazione dello stato del sensore.

Questo messaggio avverte l’utente che il controllo software del movimento della Seghetta ha valutato il dispositivo in
uno stato non corretto.
In particolare questo messaggio indica che il software ha riscontrato una variazione dello stato del sensore:

In caso di errore la prima cosa da verificare è l’integrità del sensore di fase della Seghetta.
Valutare lo stato dell’Autotest ingressi in corrispondenza delle 2 fasi di lettura.

Lo stato corretto dell’Autotest ingressi è:


• Sensore di fase Seghetta sulla “Cava” (non oscurato):
Autotest = “0”.
• Sensore di fase Seghetta non sulla “Cava” (oscurato):
Autotest = “1”.

Se l’Autotest visualizza uno stato non corretto rispetto alla fase meccanica:
• Sostituire il sensore di fase.
• Controllare l’integrità del cablaggio tra il sensore e la scheda Pcb_3759.
• Sostituire la scheda Pcb_3759.
Se l’Autotest visualizza uno stato corretto rispetto alla fase meccanica:
• Verificare la fase meccanica tra Platorello e Cilindro.
• Verificare la corretta regolazione dello Zero meccanico.
• Verificare lo stato del meccanismo di Aggancio/Sgancio della Seghetta.

- 131 -
• Verificare la funzionalità del comando di Aggancio/Sgancio della Seghetta.
In particolare controllare lo stato della Tubazione e il funzionamento dell’Elettrovalvola e della scheda di
comando (Barra).
Eventualmente sostituire questi componenti.

Funzionamento in modalità Seghetta Motorizzata


Con Seghetta sganciata dalla rotazione del Cilindro e motore Seghetta fermo la Seghetta non deve muoversi.
Il software ogni 40° controlla lo stato del sensore di fase, esso non deve variare la sua lettura.
Una variazione dello stato del sensore (nell’arco di 360°) è indice di un movimento della Seghetta.

In caso di errore la prima cosa da verificare è l’integrità del sensore di fase della Seghetta.
Valutare lo stato dell’Autotest ingressi in corrispondenza delle 2 fasi di lettura.

Lo stato corretto dell’Autotest ingressi è:


• Sensore di fase Seghetta sulla “Cava” (non oscurato):
Autotest = “0”.
• Sensore di fase Seghetta non sulla “Cava” (oscurato):
Autotest = “1”.

Se l’Autotest visualizza uno stato non corretto rispetto alla fase meccanica:
• Sostituire il sensore di fase.
• Controllare l’integrità del cablaggio tra il sensore e la scheda Pcb_3759.
• Sostituire la scheda Pcb_3759.
Se l’Autotest visualizza uno stato corretto rispetto alla fase meccanica:
• Verificare l’effettiva esistenza di un trascinamento meccanico della Seghetta.
Individuare la causa e risolvere il problema.
• Verificare lo stato del meccanismo di Aggancio/Sgancio della Seghetta.
• Verificare la funzionalità del comando di Aggancio/Sgancio della Seghetta.
In particolare controllare lo stato della Tubazione e il funzionamento dell’Elettrovalvola e della scheda di
comando (Barra).
Eventualmente sostituire questi componenti.
• Verificare se il movimento della Seghetta è determinato dal motore, nonostante l’assenza della program-
mazione software.
Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla gestione e controllo del movimento Seghetta vedi la voce:
Gestione e controllo movimento Seghetta

CHuE18: Stop controllo seghetta -D-

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p01
Uscita comando:
G44J: в15 e8 — G54JOT: в1 e4 — G615: в2 e6 — G615D: в2 e6 — G616: в16 e8 — G616D: в16 e8 —
G61Q: в8 e4 — G624: в1 e6 — G626: в1 e4 — GL-544: в16 e1 — GL-615: в16 e8 — GL-616: в16 e8 —
GL-616D: в2 e1 — GL-615CTE: в19 e1 — GL-616DCTE: в19 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è relativo al funzionamento con Seghetta Motorizzata.


Questo messaggio avverte l’utente che in un punto dove il software si aspettava la Seghetta in Movimento essa è stata
invece valutata Ferma.

Con Seghetta sganciata dalla rotazione del Cilindro e motore Seghetta in rotazione la Seghetta deve ruotare alla velo-
cità del motore.
Il software ogni 20° controlla lo stato del sensore di fase, nell’arco di 640° esso deve inviare un segnale corrispondente
alla lettura della “Cava”.

- 132 -
Un segnale di “sensore non oscurato” (lettura “Cava”) è indice di un movimento della Seghetta.
In caso contrario compare questo errore.

In caso di errore la prima cosa da verificare è l’integrità del sensore di fase della Seghetta.
Valutare lo stato dell’Autotest ingressi in corrispondenza delle 2 fasi di lettura.

Lo stato corretto dell’Autotest ingressi è:


• Sensore di fase Seghetta sulla “Cava” (non oscurato):
Autotest = “0”.
• Sensore di fase Seghetta non sulla “Cava” (oscurato):
Autotest = “1”.

Se l’Autotest visualizza uno stato non corretto rispetto alla fase meccanica:
• Sostituire il sensore di fase.
• Controllare l’integrità del cablaggio tra il sensore e la scheda Pcb_3759.
• Sostituire la scheda Pcb_3759.
Se l’Autotest visualizza uno stato corretto rispetto alla fase meccanica:
• Verificare l’effettiva esistenza di un blocco meccanico della Seghetta.
Individuare la causa e risolvere il problema.
• Verificare lo stato del meccanismo di Aggancio/Sgancio della Seghetta.
• Verificare la funzionalità del comando di Aggancio/Sgancio della Seghetta.
In particolare controllare lo stato della Tubazione e il funzionamento dell’Elettrovalvola e della scheda di
comando (Barra).
Eventualmente sostituire questi componenti.
• Verificare se il movimento del motore ha incontrato ostacoli meccanici o una resistenza molto elevata.
• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano il sensore e il motore alla scheda di comando (in genere
la scheda Pcb_3836).
• Sostituire il motore passo passo indicato nel messaggio.
• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla gestione e controllo del movimento Seghetta vedi la voce:
Gestione e controllo movimento Seghetta

Messaggi relativi al movimento dei Picher (Piker)

CHuE52: Piker abbassa ago sinistro

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J11 p13
Uscita comando:
G44J: в14 e5 — G54JCT: в13 e4 — G54JOT: в14 e4 — G615: в3 e7 — G615D: в3 e7 — G616: в3 e7
— G616D: в3 e7 — G61Q: в4 e6 — G624: в14 e1 — G626: в14 e8 — GL-544: в12 e5 — GL-544CT: в11
e3 — GL-615: в3 e7 — GL-616: в3 e7 — GL-616D: в5 e7 — GL-61QCT: в14 e4 — GL-615CTE: в15 e2
— GL-616DCTE: в15 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE55: Piker abbassa ago destro

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J11 p11
Uscita comando:
G44J: в3 e8 — G54JCT: в3 e1 — G54JOT: в3 e1 — G615: в4 e4 — G615D: в4 e4 — G616: в3 e4 —
G616D: в3 e4 — G61Q: в4 e4 — G624: в3 e6 — G626: в3 e1 — GL-544: в5 e2 — GL-544CT: в6 e5 —
GL-615: в3 e4 — GL-616: в3 e4 — GL-616D: в6 e4 — GL-61QCT: в13 e5 — GL-616CTE: в3 e7 — GL-
615CTE: в13 e1 — GL-616DCTE: в14 e5

- 133 -
La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Dopo che nella prima parte del Tallone i “Piker alza ago” meccanici hanno alzato una certa quantità di aghi, nella secon-
da parte del Tallone i dispositivi “Piker abbassa ago” (destro e sinistro) hanno il compito di abbassare gli stessi aghi, 2
per ogni rotazione alternata del Cilindro.
La procedura di funzionamento dei Piker prevede una serie di comandi e di controlli.
La posizione del “Piker abbassa ago” (alta o bassa) è controllata da un “sensore di Hall” montato su una piccola scheda
facente parte del dispositivo Piker stesso.
L’accensione o spegnimento del “Led” posto su questa scheda indica visivamente all’operatore lo stato di questo ingres-
so di controllo della posizione del Piker.
A seconda del tipo di problema che si può presentare nella routine sono visualizzati errori specifici.

La condizione di riposo a Fine Ciclo è:


Piker in posizione alta:
Elettrovalvola diseccitata - Led spento - Autotest ingressi = “0”.
Fino all’entrata in Tallone, riguardo il Piker, non viene attivato nessun comando e non è attivo nessun controllo.

All’entrata in Tallone, e per tutta la prima parte del Tallone è attivo il comando che abbassa il Piker.
Contemporaneamente si attiva una procedura per il controllo della posizione del Piker.
La condizione corretta in questa zona della calza è:
Piker in posizione bassa:
Elettrovalvola eccitata - Led acceso - Autotest ingressi = “1”.
In caso contrario compare questo errore.
Esso indica all’utente che il Piker non ha raggiunto la posizione bassa.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
Eventualmente risolvere il relativo problema.
• Quindi controllare la condizione di movimento e la funzionalità meccanica del Piker.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto procedere nel seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:
• Verificare la corretta regolazione del sensore di posizione, ed eventualmente sostituirlo.
In questo caso il sensore di posizione (sensore ad effetto di Hall) è rappresentato dalla scheda di controllo:
G1840130
• Verificare l’integrità dei cablaggi tra il sensore e la scheda ingressi.
• Sostituire la scheda ingressi.

CHuE53: Piker abbassa ago sinistro Ago non abbassato

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J11 p13
Uscita comando:
G44J: в14 e5 — G54JCT: в13 e4 — G54JOT: в14 e4 — G615: в3 e7 — G615D: в3 e7 — G616: в3 e7
— G616D: в3 e7 — G61Q: в4 e6 — G624: в14 e1 — G626: в14 e8 — GL-544: в12 e5 — GL-544CT: в11
e3 — GL-615: в3 e7 — GL-616: в3 e7 — GL-616D: в5 e7 — GL-61QCT: в14 e4 — GL-615CTE: в15 e2
— GL-616DCTE: в15 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE56: Piker abbassa ago destro Ago non abbassato

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J11 p11
Uscita comando:

- 134 -
G44J: в3 e8 — G54JCT: в3 e1 — G54JOT: в3 e1 — G615: в4 e4 — G615D: в4 e4 — G616: в3 e4 —
G616D: в3 e4 — G61Q: в4 e4 — G624: в3 e6 — G626: в3 e1 — GL-544: в5 e2 — GL-544CT: в6 e5 —
GL-615: в3 e4 — GL-616: в3 e4 — GL-616D: в6 e4 — GL-61QCT: в13 e5 — GL-616CTE: в3 e7 — GL-
615CTE: в13 e1 — GL-616DCTE: в14 e5

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Dopo che nella prima parte del Tallone i “Piker alza ago” meccanici hanno alzato una certa quantità di aghi, nella secon-
da parte del Tallone i dispositivi “Piker abbassa ago” (destro e sinistro) hanno il compito di abbassare gli stessi aghi, 2
per ogni rotazione alternata del Cilindro.
La procedura di funzionamento dei Piker prevede una serie di comandi e di controlli.
La posizione del “Piker abbassa ago” (alta o bassa) è controllata da un “sensore di Hall” montato su una piccola scheda
facente parte del dispositivo Piker stesso.
L’accensione o spegnimento del “Led” posto su questa scheda indica visivamente all’operatore lo stato di questo ingres-
so di controllo della posizione del Piker.
A seconda del tipo di problema che si può presentare nella routine sono visualizzati errori specifici.

La condizione di riposo a Fine Ciclo è:


Piker in posizione alta:
Elettrovalvola diseccitata - Led spento - Autotest ingressi = “0”.
Fino all’entrata in Tallone, riguardo il Piker, non viene attivato nessun comando e non è attivo nessun controllo.

All’entrata in Tallone, e per tutta la prima parte del Tallone è attivo il comando che abbassa il Piker.
Contemporaneamente si attiva una procedura per il controllo della posizione del Piker.
La condizione corretta in questa zona della calza è:
Piker in posizione bassa:
Elettrovalvola eccitata - Led acceso - Autotest ingressi = “1”.

Quando inizia la seconda parte del Tallone, il Piker deve abbassare gli aghi 2 alla volta.
Quindi si attiva una routine con una sequenza di comandi e di controlli.
Il comando viene disattivato ed il Piker si alza restando in attesa di incontrare gli aghi che dovranno essere abbassati,
cosa che avverrà ad un certo punto della rotazione del Cilindro.
Raggiunto un determinato grado Cilindro il software esegue un controllo sullo stato dell’ingresso relativo al dispositivo.
La condizione corretta in questa zona della calza è:
Piker in posizione alta:
Elettrovalvola diseccitata - Led spento - Autotest ingressi = “0”.
In caso contrario compare questo errore.
Esso indica all’utente che il Piker è rimasto bloccato nella posizione bassa e non si è alzato.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
Eventualmente risolvere il relativo problema.
• Quindi controllare la condizione di movimento e la funzionalità meccanica del Piker.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto procedere nel seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:
• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Verificare la corretta regolazione del sensore di posizione, ed eventualmente sostituirlo.
In questo caso il sensore di posizione (sensore ad effetto di Hall) è rappresentato dalla sche-
da di controllo:
G1840130
• Sostituire la scheda ingressi.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

- 135 -
CHuE54: Piker abbassa ago sinistro bloccato

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J11 p13
Uscita comando:
G44J: в14 e5 — G54JCT: в13 e4 — G54JOT: в14 e4 — G615: в3 e7 — G615D: в3 e7 — G616: в3 e7
— G616D: в3 e7 — G61Q: в4 e6 — G624: в14 e1 — G626: в14 e8 — GL-544: в12 e5 — GL-544CT: в11
e3 — GL-615: в3 e7 — GL-616: в3 e7 — GL-616D: в5 e7 — GL-61QCT: в14 e4 — GL-615CTE: в15 e2
— GL-616DCTE: в15 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE57: Piker abbassa ago destro bloccato

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J11 p11
Uscita comando:
G44J: в3 e8 — G54JCT: в3 e1 — G54JOT: в3 e1 — G615: в4 e4 — G615D: в4 e4 — G616: в3 e4 —
G616D: в3 e4 — G61Q: в4 e4 — G624: в3 e6 — G626: в3 e1 — GL-544: в5 e2 — GL-544CT: в6 e5 —
GL-615: в3 e4 — GL-616: в3 e4 — GL-616D: в6 e4 — GL-61QCT: в13 e5 — GL-616CTE: в3 e7 — GL-
615CTE: в13 e1 — GL-616DCTE: в14 e5

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Dopo che nella prima parte del Tallone i “Piker alza ago” meccanici hanno alzato una certa quantità di aghi, nella secon-
da parte del Tallone i dispositivi “Piker abbassa ago” (destro e sinistro) hanno il compito di abbassare gli stessi aghi, 2
per ogni rotazione alternata del Cilindro.
La procedura di funzionamento dei Piker prevede una serie di comandi e di controlli.
La posizione del “Piker abbassa ago” (alta o bassa) è controllata da un “sensore di Hall” montato su una piccola scheda
facente parte del dispositivo Piker stesso.
L’accensione o spegnimento del “Led” posto su questa scheda indica visivamente all’operatore lo stato di questo ingres-
so di controllo della posizione del Piker.
A seconda del tipo di problema che si può presentare nella routine sono visualizzati errori specifici.

La condizione di riposo a Fine Ciclo è:


Piker in posizione alta:
Elettrovalvola diseccitata - Led spento - Autotest ingressi = “0”.
Fino all’entrata in Tallone, riguardo il Piker, non viene attivato nessun comando e non è attivo nessun controllo.

All’entrata in Tallone, e per tutta la prima parte del Tallone è attivo il comando che abbassa il Piker.
Contemporaneamente si attiva una procedura per il controllo della posizione del Piker.
La condizione corretta in questa zona della calza è:
Piker in posizione bassa:
Elettrovalvola eccitata - Led acceso - Autotest ingressi = “1”.

Quando inizia la seconda parte del Tallone, il Piker deve abbassare gli aghi 2 alla volta.
Quindi si attiva una routine con una sequenza di comandi e di controlli.
Il comando viene disattivato ed il Piker si alza restando in attesa di incontrare gli aghi che dovranno essere abbassati,
cosa che avverrà ad un certo punto della rotazione del Cilindro.
Raggiunto un determinato grado Cilindro il software esegue un controllo sullo stato dell’ingresso relativo al dispositivo.
La condizione corretta in questa zona della calza è:
Piker in posizione alta:
Elettrovalvola diseccitata - Led spento - Autotest ingressi = “0”.

Proseguendo con la rotazione del Cilindro gli aghi impattano contro il Piker, la cui “pala” ha un incavo che può contenere
2 aghi.
Il Piker colpito dagli aghi si abbassa portando con sè i 2 aghi contenuti nell’incavo.
Normalmente nel Programma Calza è impostata la funzione “Ferma Piker”.
Con questa programmazione nella seconda parte del Tallone, appena il software riceve il segnale di Piker basso (cau-

- 136 -
sato dall’impatto degli aghi contro il Piker stesso) viene attivato il comando del Piker.
Esso sarà perciò trattenuto basso.
La condizione corretta in questa zona della calza è:
Piker in posizione bassa:
Elettrovalvola eccitata - Led acceso - Autotest ingressi = “1”.
L’elettrovalvola risulta eccitata solo se è programmata la funzione “Ferma Piker”.
In caso contrario compare questo errore.
Esso indica all’utente che il Piker non ha raggiunto la posizione bassa.
L’impatto degli aghi non è stato corretto e il Piker non si è abbassato fino alla quota prevista.

Terminata la fase di abbassamento di questi aghi, al passo (economizzazione) successivo il Piker si alza nuovamente,
pronto a ripetere la stessa sequenza con altri aghi.
Questo continuerà fino a quando non saranno stati abbassati tutti gli aghi previsti nel Programma Calza (economizza-
zioni del Tallone).

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
Eventualmente risolvere il relativo problema.
• Quindi controllare la condizione di movimento e la funzionalità meccanica del Piker.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto procedere nel seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:
• Verificare la corretta regolazione del sensore di posizione, ed eventualmente sostituirlo.
In questo caso il sensore di posizione (sensore ad effetto di Hall) è rappresentato dalla scheda di controllo:
G1840130
• Verificare l’integrità dei cablaggi tra il sensore e la scheda ingressi.
• Sostituire la scheda ingressi.

Gestione Platorello per procedura chiusura Punta Tradizionale

Alcuni modelli di macchina Goal producono delle calze in cui la Punta è chiusa utilizzando il metodo “Tradizionale”. La
costruzione della calza inizia dalla “Punta”, quindi con la sua chiusura, e finisce con la costruzione del “Polsino”.
Durante la costruzione della Punta, per eseguire la procedura di Chiusura, il Platorello deve eseguire una serie di movi-
menti speciali, determinati da una serie di comandi controllati tramite la lettura di una serie di sensori.
Questa procedura è complessa, essa è controllata nelle sue varie fasi e quindi diversi errori avvertono l’utente se si
riscontrano anomalie di funzionamento.
In questi paragrafi è descritta la procedura nelle sue fasi principali, sono elencati gli specifici comandi che intervengono,
sono elencati i sensori con il loro compito di controllo.

Sequenza 1 (posiz. Chiusura Punta)


Questa sequenza è relativa alla procedura che predispone il Platorello per la Chiusura della Punta.
1. La sequenza inizia con la fermata della macchina.
2. Interviene il comando di “Freno Platorello” in modo da bloccare la metà del “Platorello porta Uncini” non
usato per la Chiusura Punta.
Essa rimane perciò solidale con il Gruppo Platorello e svincolata dalla parte “Platorello porta Uncini lato
Punta”.
3. Il motore Alza Bordo alza il Bordo fino ad una quota che consenta il successivo ribaltamento del Platorello.
4. Interviene il comando “Alza Platorello”, il gruppo Platorello si alza, escluso la parte “Platorello porta Uncini
lato Punta”, la quale dovrà successivamente ribaltare.
Gli organi della trasmissione che trasmettono il moto del Cilindro sono solidali con questa parte del Plato-
rello e sono a questo punto svincolati dal resto del gruppo Platorello.
La correttezza del movimento del Platorello è controllata dal software tramite la lettura dello stato dei 2
sensori:
Controllo alto x alzata platorello
Controllo basso x alzata platorello
5. Interviene il comando “Ribaltamento Platorello”, entra una cremagliera che determina il ribaltamento del
“Platorello porta Uncini lato Punta”.

- 137 -
La correttezza del movimento del Platorello è controllata dal software tramite la lettura dello stato dei 2
sensori:
Controllo platorello pos. normale
Controllo platorello pos. ribaltata
6. Il Cilindro inizia a ruotare per circa 180° per poi fermarsi.
La rotazione del cilindro viene trasmessa anche alla parte di Platorello ribaltata, la quale solidalmente ruota
anch’essa.
Questa parte di Platorello si riporta così nella posizione originale, ma ribaltato di 180°.
Gli Uncini in precedenza presenti sulla parte alta di questo Platorello si trovano ora nella parte bassa.
Essi possono essere utilizzati per la Chiusura Punta.
7. Interviene il comando “Chiudi Platorello”, il gruppo Platorello si abbassa; viene tolto il comando “Freno
Platorello”.
A questo punto il gruppo Platorello si compatta in tutte le sue parti ed è pronto per eseguire la Chiusura
Punta.
8. Il motore Alza Bordo abbassa il Bordo nella posizione di lavoro.
9. Il Cilindro (macchina) riprende la rotazione con il Platorello in condizione da eseguire la Chiusura Punta.

Sequenza 2A (ritorno in posiz. Scarico Uncini)


Questa sequenza è relativa alla procedura che determina il ritorno del Platorello nello stato normale di Scarico Uncino,
usando il sistema con fermata della macchina (quindi senza Rifasatore).
La sequenza inizia al termine della operazione di Chiusura Punta.
1. La sequenza inizia con la fermata della macchina.
2. Il motore Alza Bordo alza il Bordo fino ad una quota che consenta il successivo ribaltamento del Platorello.
3. Interviene il comando di “Freno Platorello” in modo da bloccare la metà del “Platorello porta Uncini” non
usato per la Chiusura Punta.
Essa rimane perciò solidale con il Gruppo Platorello e svincolata dalla parte “Platorello porta Uncini lato
Punta”.
4. Interviene il comando “Alza Platorello”, il gruppo Platorello si alza, escluso la parte “Platorello porta Uncini
lato Punta”, la quale dovrà successivamente ribaltare.
Gli organi della trasmissione che trasmettono il moto del Cilindro sono solidali con questa parte del Plato-
rello e sono a questo punto svincolati dal resto del gruppo Platorello.
La correttezza del movimento del Platorello è controllata dal software tramite la lettura dello stato dei 2
sensori:
Controllo alto x alzata platorello
Controllo basso x alzata platorello
5. Interviene il comando “Ribaltamento Platorello”, entra una cremagliera che determina il ribaltamento del
“Platorello porta Uncini lato Punta”.
La correttezza del movimento del Platorello è controllata dal software tramite la lettura dello stato dei 2
sensori:
Controllo platorello pos. normale
Controllo platorello pos. ribaltata
6. Il Cilindro inizia a ruotare per circa 180° per poi fermarsi.
La rotazione del cilindro viene trasmessa anche alla parte di Platorello ribaltata, la quale solidalmente ruota
anch’essa.
Questa parte di Platorello si riporta così nella posizione originale, ma ribaltato di 180°.
Gli Uncini in precedenza presenti sulla parte alta di questo Platorello si trovano ora nella parte bassa.
Essi possono essere utilizzati per il normale Scarico Uncini.
7. Interviene il comando “Chiudi Platorello”, il gruppo Platorello si abbassa; viene tolto il comando “Freno
Platorello”.
A questo punto il gruppo Platorello si compatta in tutte le sue parti ed è pronto per eseguire il normale Sca-
rico Uncini.
8. Il motore Alza Bordo abbassa il Bordo nella posizione di lavoro.
9. Il Cilindro (macchina) riprende la rotazione con il Platorello nella condizione normale di Scarico Uncini.

Sequenza 2B (ritorno in posiz. Scarico Uncini tramite Rifasatore)


Questa sequenza è relativa alla procedura che determina il ritorno del Platorello nello stato normale di Scarico Uncino,
usando il sistema senza fermata della macchina (quindi con Rifasatore).
La macchina al termine dell’operazione di Chiusura Punta prosegue con la produzione della calza con il Platorello nella
condizione di Chiusura Punta (parzialmente ribaltato).
Questa procedura di Rifasamento (ritorno del Platorello in condizione “Normale”) inizia quando il Ciclo Calza è in Tal-

- 138 -
lone, una Zona dove non sono programmati cambi dei Guidafili, in quanto essi prevedono l’utilizzo della Seghetta per
tagliare il filo.
1. Interviene il comando “Sgancio Traino”, un meccanismo sgancia la rotazione della Seghetta (Platorello)
dalla rotazione del Cilindro.
La correttezza di questa operazione è controllata dal software tramite la lettura dello stato dei sensori:
Proximity innesto rifasatore
Proximity stop fase innesto rifasatore
2. Il motore Alza Bordo alza il Bordo fino ad una quota che consenta il successivo ribaltamento del Platorello.
3. Interviene il comando di “Freno Platorello” in modo da bloccare la metà del “Platorello porta Uncini” non
usato per la Chiusura Punta.
Essa rimane perciò solidale con il Gruppo Platorello e svincolata dalla parte “Platorello porta Uncini lato
Punta”.
4. Interviene il comando “Alza Platorello”, il gruppo Platorello si alza, escluso la parte “Platorello porta Uncini
lato Punta”, la quale dovrà successivamente ribaltare.
La correttezza del movimento del Platorello è controllata dal software tramite la lettura dello stato dei 2
sensori:
Controllo alto x alzata platorello
Controllo basso x alzata platorello
5. Interviene il meccanismo del Rifasatore con il compito di ruotare il “Platorello porta Uncini lato Punta” di
circa 180°.
I comandi utilizzati da questo meccanismo sono:
Riposiziona Platorello
Rifasamento Platorello
La correttezza di questa operazione è controllata dal software tramite la lettura dello stato dei sensori:
Proximity innesto rifasatore
6. Interviene il comando “Ribaltamento Platorello”, entra una cremagliera che determina il ribaltamento del
“Platorello porta Uncini lato Punta”.
La correttezza del movimento del Platorello è controllata dal software tramite la lettura dello stato dei 2
sensori:
Controllo platorello pos. normale
Controllo platorello pos. ribaltata
7. Interviene il comando “Chiudi Platorello”, il gruppo Platorello si abbassa; viene tolto il comando “Freno
Platorello”.
A questo punto il gruppo Platorello si compatta in tutte le sue parti ed è pronto per eseguire il normale Sca-
rico Uncini.
8. Il motore Alza Bordo abbassa il Bordo nella posizione di lavoro.
9. Interviene ancora il meccanismo del Rifasatore per riportarsi nella posizione originale, pronto per operare
nella calza successiva.
I comandi utilizzati da questo meccanismo sono:
Riposiziona Platorello
Rifasamento Platorello
La correttezza di questa operazione è controllata dal software tramite la lettura dello stato dei sensori:
Proximity innesto rifasatore
Rifasamento platorello posizione 0
10. Interviene il comando “Sgancio Traino”, un meccanismo aggancia la rotazione della Seghetta (Platorello)
alla rotazione del Cilindro.
La correttezza di questa operazione è controllata dal software tramite la lettura dello stato dei sensori:
Proximity innesto rifasatore
Proximity stop fase innesto rifasatore
11. Il Cilindro (macchina) riprende la rotazione con il Platorello nella condizione normale di Scarico Uncini.

Sensori di controllo
I sensori di controllo (proximity o contatti) inerenti la gestione del Platorello per la “Punta Chiusa tradizionale” sono:
- Proximity innesto rifasatore
Controllo rifasamento platorello
Questo sensore ha il compito di controllare le operazioni di Sgancio e Aggancio del traino della Seghetta
(Platorello) rispetto al moto del Cilindro.
Questo sensore ha il compito di controllare il movimento di rifasamento del Platorello eseguito tramite il
dispositivo Rifasatore.
Queste operazioni devono rispettare delle fasi di innesto e disinnesto che sono controllate tramite questo
sensore.
- Proximity stop fase innesto rifasatore

- 139 -
Questo sensore, durante l’operazione di Sgancio/Aggancio del traino Seghetta, ha il compito di verificare
se l’operazione fallisce a causa della rottura di un particolare ingranaggio di trasmissione.
Comparirà un allarme, l’utente sarà costretto a spegnere la macchina e risolvere il problema meccanico.
- Rifasamento platorello posizione 0
Questo sensore ha il compito di controllare il movimento di rifasamento del Platorello eseguito tramite il
dispositivo Rifasatore.
Al termine della procedura il “Platorello porta Uncini lato Punta” ruota di circa 180°.
- Controllo alto x alzata platorello
Questo sensore è posizionato in modo da essere in lettura (chiuso) quando il Platorello è basso in posizio-
ne di riposo.
Questo poi è utilizzato anche nei vari controlli durante i movimenti del Platorello (Alza e Chiudi Platorello).
- Controllo basso x alzata platorello
Questo sensore è posizionato in modo da essere in lettura (chiuso) quando il Platorello è alto in posizione
di ribaltamento del “Platorello porta Uncini lato Punta”.
Questo poi è utilizzato anche nei vari controlli durante i movimenti del Platorello (Alza e Chiudi Platorello).
- Controllo platorello pos. normale
Questo sensore (il più in alto dei 2) è posizionato in modo da essere in lettura (chiuso) quando il “Platorello
porta Uncini lato Punta” è in posizione “Normale”.
- Controllo platorello pos. ribaltata
Questo sensore (il più in basso dei 2) è posizionato in modo da essere in lettura (chiuso) quando il “Plato-
rello porta Uncini lato Punta” è in posizione “Ribaltato”.

Comandi
I comandi inerenti la gestione del Platorello per la “Punta Chiusa tradizionale” sono:
- Motore Alza bordo
Questo motore è utilizzato per alzare il Gruppo Bordo in modo da consentire il Ribaltamento del “Platorello
porta Uncini lato Punta”.
Alla fine delle operazioni di ribaltamento in posizione “Normale” o “Ribaltata” il Gruppo Bordo ritorna basso
in posizione di lavoro.
- Alza Platorello
Questo comando alza il gruppo Platorello, escluso il “Platorello porta Uncini lato Punta”.
Questa metà del Platorello porta Uncini rimane in posizione bassa dove potrà eseguire il ribaltamento e la
successiva rotazione.
Questo comando viene tolto nel momento in cui subentra la funzione di chiusura del Platorello, la quale
abbassa il gruppo Platorello.
- Chiudi Platorello
Questo comando abbassa il gruppo Platorello, compattandolo con la metà del Platorello porta Uncini rima-
sto alla sua altezza originale.
L’altezza di lavoro del Platorello così compattato è differente tra le 2 situazioni possibili, quella con “Plato-
rello porta Uncini lato Punta” in posizione “Normale” e quella in posizione “Ribaltata”.
Queste 2 altezze corrispondono alla condizione di “Scarico Uncini” (Normale) e alla condizione di “Chiusu-
ra Punta” (Ribaltata).
Questo comando viene tolto nel momento in cui subentra la funzione di apertura del Platorello, la quale
alza il gruppo Platorello.
- Freno Platorello
Questo comando ha il compito di bloccare la metà del Platorello porta Uncini che deve rimanere solidale
con il gruppo Platorello quando questo si alza.
Questo avviene sempre prima del comando “Alza Platorello”.
Questo comando viene tolto dopo l’esecuzione del comando “Chiudi Platorello”, in modo che tutto il Plato-
rello porta Uncini possa ruotare solidale con il Cilindro.
- Ribaltamento Platorello
Questo comando dispone il “Platorello porta Uncini lato Punta” in posizione “Normale” (condizione per
Scarico Uncini) od in posizione “Ribaltata” (condizione per Chiusura Punta).
- Sgancio seghetta
Questo comando attiva la procedura di Sgancio o di Aggancio del traino della Seghetta.
Questo comando agisce su un innesto meccanico il quale può determinare o meno il movimento della
Seghetta (Platorello) solidale con la rotazione del Cilindro.
- Rifasamento Platorello
Questo comando fa parte della procedura meccanica di Rifasamento del “Platorello porta Uncini lato Pun-
ta”.
- Riposiziona Platorello

- 140 -
Questo comando fa parte della procedura meccanica di Rifasamento del “Platorello porta Uncini lato Pun-
ta”.

Messaggi relativi al Platorello non in Posizione (Mc. CT interna)

CHuE58: Platorello non in posizione proximity basso A

CHuE59: Platorello non in posizione proximity basso B

CHuE60: Platorello non in posizione proximity basso C

CHuE61: Platorello non in posizione proximity basso D

CHuE62: Platorello non in posizione proximity basso E

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p12
Uscita comando:
Alza Platorello
G54JCT: въ16 e4 — GL-544CT: въ16 e4 — GL-61QCT: въ16 e4
Chiudi Platorello
G54JCT: въ16 e5 — GL-544CT: въ16 e5 — GL-61QCT: въ16 e5

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è presente nelle sole macchine predisposte con “Punta Chiusa tradizionale”.
Questo messaggio è relativo al controllo del movimento di Alza/Abbassa del Gruppo Platorello, necessario per il suc-
cessivo ribaltamento del “Platorello porta Uncini lato Punta”.
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.

Il Gruppo Platorello può essere in 3 condizioni stabili:


1. Basso in posizione di Scarico Uncini.
2. Basso in posizione di Chiusura Punta.
3. Alto in posizione tale da consentire il Ribaltamento del “Platorello porta Uncini”.

Una coppia di sensori controlla la coerenza della posizione rispetto a quanto previsto da Programma.
Questa coppia di sensori controlla anche le varie fasi della sequenza di Alzata e di Chiusura del Gruppo Platorello.

Le condizioni previste per questo stato di lavoro del Platorello sono:


Basso in posizione di Scarico Uncini.
A. Sensore alto per:
Controllo alto x alzata platorello
Stato ingresso = “Chiuso”.
Autotest = “1”.
B. Sensore basso per:
Controllo basso x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
Basso in posizione di Chiusura Punta.
A. Sensore alto per:
Controllo alto x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
B. Sensore basso per:
Controllo basso x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.

- 141 -
Alto in posizione tale da consentire il Ribaltamento del “Platorello porta Uncini”.
A. Sensore alto per:
Controllo alto x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
B. Sensore basso per:
Controllo basso x alzata platorello
Stato ingresso = “Chiuso”.
Autotest = “1”.

Questo errore compare quando il software rileva uno stato degli ingressi differente da quanto previsto in quel punto del
Programma.
In particolare questo errore indica all’utente un incoerenza nel segnale fornito dal sensore:
Controllo basso x alzata platorello

Questo errore può comparire in caso di malfunzionamenti rilevati nella sequenza Alza/Abbassa Platorello.

Questo errore specifico può comparire durante la sequenza relativa al movimento di:
Alzata del Platorello dalla posizione di Chiusura Punta
Chiusura del Platorello con arrivo alla posizione di Chiusura Punta
Questo errore è specifico in quanto alla fine è aggiunta una lettera (A, B, C, D, E) che specifica in quale punto della
sequenza il software ha riscontrato l’errore.
Questa gestione del controllo molto approfondita può aiutare l’operatore esperto nell’individuazione del movimento er-
rato e quindi nella risoluzione del problema.

Un errore più generico, uguale nel messaggio, ma senza l’aggiunta di alcuna lettera finale può comparire in caso di
malfunzionamento durante le altre 2 sequenze previste:
Alzata del Platorello dalla posizione di riposo (Scarico Uncini)
Chiusura del Platorello con ritorno alla posizione di riposo (Scarico Uncini)
Questo errore generico è anche quello che compare in caso di incoerenza del segnale del sensore nelle condizioni
stabili di lavoro del Platorello.
La logica dell’errore è comunque uguale, così come la sua risoluzione.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Malfunzionamento meccanico del dispositivo (non raggiunta la posizione prevista).
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla procedura di Chiusura Punta vedere la voce:
Gestione Platorello per procedura chiusura Punta Tradizionale

Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE63: Platorello non in posizione proximity alto A

CHuE64: Platorello non in posizione proximity alto B

CHuE65: Platorello non in posizione proximity alto C

CHuE66: Platorello non in posizione proximity alto D

CHuE67: Platorello non in posizione proximity alto E

- 142 -
Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p14
Uscita comando:
Alza Platorello
G54JCT: въ16 e4 — GL-544CT: въ16 e4 — GL-61QCT: въ16 e4
Chiudi Platorello
G54JCT: въ16 e5 — GL-544CT: въ16 e5 — GL-61QCT: въ16 e5

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è presente nelle sole macchine predisposte con “Punta Chiusa tradizionale”.
Questo messaggio è relativo al controllo del movimento di Alza/Abbassa del Gruppo Platorello, necessario per il suc-
cessivo ribaltamento del “Platorello porta Uncini lato Punta”.
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.

Il Gruppo Platorello può essere in 3 condizioni stabili:


1. Basso in posizione di Scarico Uncini.
2. Basso in posizione di Chiusura Punta.
3. Alto in posizione tale da consentire il Ribaltamento del “Platorello porta Uncini”.

Una coppia di sensori controlla la coerenza della posizione rispetto a quanto previsto da Programma.
Questa coppia di sensori controlla anche le varie fasi della sequenza di Alzata e di Chiusura del Gruppo Platorello.

Le condizioni previste per questo stato di lavoro del Platorello sono:


Basso in posizione di Scarico Uncini.
A. Sensore alto per:
Controllo alto x alzata platorello
Stato ingresso = “Chiuso”.
Autotest = “1”.
B. Sensore basso per:
Controllo basso x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
Basso in posizione di Chiusura Punta.
A. Sensore alto per:
Controllo alto x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
B. Sensore basso per:
Controllo basso x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
Alto in posizione tale da consentire il Ribaltamento del “Platorello porta Uncini”.
A. Sensore alto per:
Controllo alto x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
B. Sensore basso per:
Controllo basso x alzata platorello
Stato ingresso = “Chiuso”.
Autotest = “1”.

Questo errore compare quando il software rileva uno stato degli ingressi differente da quanto previsto in quel punto del
Programma.
In particolare questo errore indica all’utente un incoerenza nel segnale fornito dal sensore:
Controllo alto x alzata platorello

- 143 -
Questo errore può comparire in caso di malfunzionamenti rilevati nella sequenza Alza/Abbassa Platorello.

Questo errore specifico può comparire durante la sequenza relativa al movimento di:
Alzata del Platorello dalla posizione di Chiusura Punta
Chiusura del Platorello con arrivo alla posizione di Chiusura Punta
Questo errore è specifico in quanto alla fine è aggiunta una lettera (A, B, C, D, E) che specifica in quale punto della
sequenza il software ha riscontrato l’errore.
Questa gestione del controllo molto approfondita può aiutare l’operatore esperto nell’individuazione del movimento er-
rato e quindi nella risoluzione del problema.

Un errore più generico, uguale nel messaggio, ma senza l’aggiunta di alcuna lettera finale può comparire in caso di
malfunzionamento durante le altre 2 sequenze previste:
Alzata del Platorello dalla posizione di riposo (Scarico Uncini)
Chiusura del Platorello con ritorno alla posizione di riposo (Scarico Uncini)
Questo errore generico è anche quello che compare in caso di incoerenza del segnale del sensore nelle condizioni
stabili di lavoro del Platorello.
La logica dell’errore è comunque uguale, così come la sua risoluzione.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Malfunzionamento meccanico del dispositivo (non raggiunta la posizione prevista).
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla procedura di Chiusura Punta vedere la voce:
Gestione Platorello per procedura chiusura Punta Tradizionale

Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE124: Platorello non in posizione Proximity basso

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p12
Uscita comando:
Alza Platorello
G54JCT: въ16 e4 — GL-544CT: въ16 e4 — GL-61QCT: въ16 e4
Chiudi Platorello
G54JCT: въ16 e5 — GL-544CT: въ16 e5 — GL-61QCT: въ16 e5

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è presente nelle sole macchine predisposte con “Punta Chiusa tradizionale”.
Questo messaggio è relativo al controllo del movimento di Alza/Abbassa del Gruppo Platorello, necessario per il suc-
cessivo ribaltamento del “Platorello porta Uncini lato Punta”.
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.

Il Gruppo Platorello può essere in 3 condizioni stabili:


1. Basso in posizione di Scarico Uncini.
2. Basso in posizione di Chiusura Punta.
3. Alto in posizione tale da consentire il Ribaltamento del “Platorello porta Uncini”.

Una coppia di sensori controlla la coerenza della posizione rispetto a quanto previsto da Programma.

- 144 -
Questa coppia di sensori controlla anche le varie fasi della sequenza di Alzata e di Chiusura del Gruppo Platorello.

Le condizioni previste per questo stato di lavoro del Platorello sono:


Basso in posizione di Scarico Uncini.
A. Sensore alto per:
Controllo alto x alzata platorello
Stato ingresso = “Chiuso”.
Autotest = “1”.
B. Sensore basso per:
Controllo basso x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
Basso in posizione di Chiusura Punta.
A. Sensore alto per:
Controllo alto x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
B. Sensore basso per:
Controllo basso x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
Alto in posizione tale da consentire il Ribaltamento del “Platorello porta Uncini”.
A. Sensore alto per:
Controllo alto x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
B. Sensore basso per:
Controllo basso x alzata platorello
Stato ingresso = “Chiuso”.
Autotest = “1”.

Questo errore compare quando il software rileva uno stato degli ingressi differente da quanto previsto in quel punto del
Programma.
In particolare questo errore indica all’utente un incoerenza nel segnale fornito dal sensore:
Controllo basso x alzata platorello

Questo errore generico può comparire, oltre che a seguito del controllo di una delle condizioni stabili previste per il
Gruppo Platorello, anche in caso di malfunzionamenti rilevati nella sequenza relativa al movimento di:
Alzata del Platorello dalla posizione di riposo (Scarico Uncini)
Chiusura del Platorello con ritorno alla posizione di riposo (Scarico Uncini)

Un errore più specifico, uguale nel messaggio, ma con l’aggiunta di una lettera finale (A, B, C, D, E) che specifica in
quale punto della sequenza il software ha riscontrato l’errore, può comparire in caso di malfunzionamento durante le
altre 2 sequenze previste:
Alzata del Platorello dalla posizione di Chiusura Punta
Chiusura del Platorello con arrivo alla posizione di Chiusura Punta
La logica dell’errore è comunque uguale, così come la sua risoluzione.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Malfunzionamento meccanico del dispositivo (non raggiunta la posizione prevista).
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla procedura di Chiusura Punta vedere la voce:
Gestione Platorello per procedura chiusura Punta Tradizionale

- 145 -
Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE125: Platorello non in posizione Proximity alto

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p14
Uscita comando:
Alza Platorello
G54JCT: въ16 e4 — GL-544CT: въ16 e4 — GL-61QCT: въ16 e4
Chiudi Platorello
G54JCT: въ16 e5 — GL-544CT: въ16 e5 — GL-61QCT: въ16 e5

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è presente nelle sole macchine predisposte con “Punta Chiusa tradizionale”.
Questo messaggio è relativo al controllo del movimento di Alza/Abbassa del Gruppo Platorello, necessario per il suc-
cessivo ribaltamento del “Platorello porta Uncini lato Punta”.
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.

Il Gruppo Platorello può essere in 3 condizioni stabili:


1. Basso in posizione di Scarico Uncini.
2. Basso in posizione di Chiusura Punta.
3. Alto in posizione tale da consentire il Ribaltamento del “Platorello porta Uncini”.

Una coppia di sensori controlla la coerenza della posizione rispetto a quanto previsto da Programma.
Questa coppia di sensori controlla anche le varie fasi della sequenza di Alzata e di Chiusura del Gruppo Platorello.

Le condizioni previste per questo stato di lavoro del Platorello sono:


Basso in posizione di Scarico Uncini.
A. Sensore alto per:
Controllo alto x alzata platorello
Stato ingresso = “Chiuso”.
Autotest = “1”.
B. Sensore basso per:
Controllo basso x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
Basso in posizione di Chiusura Punta.
A. Sensore alto per:
Controllo alto x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
B. Sensore basso per:
Controllo basso x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
Alto in posizione tale da consentire il Ribaltamento del “Platorello porta Uncini”.
A. Sensore alto per:
Controllo alto x alzata platorello
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
B. Sensore basso per:
Controllo basso x alzata platorello
Stato ingresso = “Chiuso”.

- 146 -
Autotest = “1”.

Questo errore compare quando il software rileva uno stato degli ingressi differente da quanto previsto in quel punto del
Programma.
In particolare questo errore indica all’utente un incoerenza nel segnale fornito dal sensore:
Controllo alto x alzata platorello

Questo errore generico può comparire, oltre che a seguito del controllo di una delle condizioni stabili previste per il
Gruppo Platorello, anche in caso di malfunzionamenti rilevati nella sequenza relativa al movimento di:
Alzata del Platorello dalla posizione di riposo (Scarico Uncini)
Chiusura del Platorello con ritorno alla posizione di riposo (Scarico Uncini)

Un errore più specifico, uguale nel messaggio, ma con l’aggiunta di una lettera finale (A, B, C, D, E) che specifica in
quale punto della sequenza il software ha riscontrato l’errore, può comparire in caso di malfunzionamento durante le
altre 2 sequenze previste:
Alzata del Platorello dalla posizione di Chiusura Punta
Chiusura del Platorello con arrivo alla posizione di Chiusura Punta
La logica dell’errore è comunque uguale, così come la sua risoluzione.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Malfunzionamento meccanico del dispositivo (non raggiunta la posizione prevista).
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla procedura di Chiusura Punta vedere la voce:
Gestione Platorello per procedura chiusura Punta Tradizionale

Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

Messaggi relativi alla gestione del Rifasatore Platorello (Mc. CT


interna)

CHuE120: Rifasamento seghetta Posizione 0

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p06
Uscita comando:
Riposiziona Platorello
G54JCT: въ16 e2 — GL-544CT: въ16 e2 — GL-61QCT: въ16 e2
Rifasamento Platorello
G54JCT: въ16 e1 — GL-544CT: въ16 e1 — GL-61QCT: въ16 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è presente nelle sole macchine predisposte con “Punta Chiusa tradizionale”.
Questo messaggio è relativo al controllo della procedura di Rifasamento (ritorno del Platorello in condizione “Normale”).
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Il controllo è eseguito tramite i segnali forniti dal sensore:
Rifasamento platorello posizione 0

- 147 -
Questo errore compare al termine della seconda procedura di Rifasamento, se il sensore viene rilevato in uno stato non
corretto al termine della sequenza di Rifasamento.
Dopo aver rifasato il Platorello, il meccanismo del Rifasatore deve essere riportato nella posizione originale, pronto per
operare nella calza successiva.

Al termine della procedura di Rifasamento e fino al successivo intervento del Rifasatore il sensore legge sempre l’or-
gano meccanico.
Questa condizione è anche quella di riposo.
Lo stato corretto del sensore in questa fase è:
Stato ingresso = “Chiuso”.
Autotest = “1”.
In caso contrario compare questo errore.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Malfunzionamento meccanico del dispositivo (non raggiunta la posizione prevista).
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla procedura di Chiusura Punta vedere la voce:
Gestione Platorello per procedura chiusura Punta Tradizionale

Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE131: Rifasamento della seghetta

Ingresso sensore:
G54JCT: Pcb_3759 J14 p05 — GL-544CT: Pcb_3759 J14 p11 — GL-61QCT: Pcb_3759 J14 p11
Uscita comando:
Riposiziona Platorello
G54JCT: въ16 e2 — GL-544CT: въ16 e2 — GL-61QCT: въ16 e2
Rifasamento Platorello
G54JCT: въ16 e1 — GL-544CT: въ16 e1 — GL-61QCT: въ16 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è presente nelle sole macchine predisposte con “Punta Chiusa tradizionale”.
Questo messaggio è relativo al controllo della procedura di Rifasamento (ritorno del Platorello in condizione “Normale”).
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Il controllo è eseguito tramite i segnali forniti dal sensore:
Controllo rifasamento platorello
Questo sensore è il principale strumento di controllo delle procedure di Sgancio/Aggancio e Rifasamento Platorello.
Questo sensore è posto in lettura su uno speciale ingranaggio, la sequenza di lettura (vuoto e pieno) è controllata dal
software.
Il mancato rispetto di queste sequenze, differenti a seconda del movimento controllato, determina la comparsa di uno
specifico messaggio di errore/allarme.

Questo errore compare al termine della seconda procedura di Rifasamento, se il sensore viene rilevato in uno stato non
corretto al termine della sequenza di Rifasamento.
Questa sequenza avviene a tempo, e i test sullo stato dell’ingresso sono molteplici, controllando in questo modo tutte
le varie fasi della sequenza.
In caso di errore, se esso viene cancellato il software ripete il tentativo di Rifasamento.
Se l’operazione riesce il Ciclo Calza può proseguire, altrimenti azzerare il Ciclo e analizzare il problema.

- 148 -
Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Malfunzionamento meccanico del dispositivo (non raggiunta la posizione prevista).
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla procedura di Chiusura Punta vedere la voce:
Gestione Platorello per procedura chiusura Punta Tradizionale

Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

Messaggi relativi alla gestione dello Sgancio/Aggancio Seghetta


(Mc. CT interna)

CHuE128: Aggancio del traino seghetta

Ingresso sensore:
G54JCT: Pcb_3759 J14 p05 — GL-544CT: Pcb_3759 J14 p11 — GL-61QCT: Pcb_3759 J14 p11
Uscita comando:
Sgancio seghetta
G54JCT: въ16 e7 — GL-544CT: въ16 e7 — GL-61QCT: въ16 e7

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è presente nelle sole macchine predisposte con “Punta Chiusa tradizionale”.
Questo messaggio è relativo al controllo della procedura di Aggancio, cioè al ritorno della trasmissione del moto tra
Cilindro e Seghetta (Platorello).
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Il controllo è eseguito tramite i segnali forniti dal sensore:
Controllo rifasamento platorello
Questo sensore è il principale strumento di controllo delle procedure di Sgancio/Aggancio e Rifasamento Platorello.
Questo sensore è posto in lettura su uno speciale ingranaggio, la sequenza di lettura (vuoto e pieno) è controllata dal
software.
Il mancato rispetto di queste sequenze, differenti a seconda del movimento controllato, determina la comparsa di uno
specifico messaggio di errore/allarme.

Questo errore compare durante la procedura di Aggancio, se il sensore viene rilevato in uno stato non corretto durante
o al termine della sequenza di Aggancio.
In sequenza viene prima controllato al grado 170° se il sensore è “chiuso” ( Autotest = “1”), poi al grado 203° se il sen-
sore è “aperto” (Autotest = “0”).
In caso contrario compare questo errore.

Il software continua a controllare l’ingresso, se lo stato corretto viene ripristinato la Routine può proseguire.
Se i segnali risultano corretti significa che la procedura di Aggancio è terminata correttamente.
Il controllo poi ritorna alla condizione standard, attiva al di fuori delle varie procedure di Sgancio/Aggancio e Rifasamen-
to, in cui praticamente viene verificata solo la funzionalità del sensore.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Malfunzionamento meccanico del dispositivo (non raggiunta la posizione prevista).
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.

- 149 -
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla procedura di Chiusura Punta vedere la voce:
Gestione Platorello per procedura chiusura Punta Tradizionale

Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE129: Sgancio del traino seghetta

Ingresso sensore:
G54JCT: Pcb_3759 J14 p05 — GL-544CT: Pcb_3759 J14 p11 — GL-61QCT: Pcb_3759 J14 p11
Uscita comando:
Sgancio seghetta
G54JCT: въ16 e7 — GL-544CT: въ16 e7 — GL-61QCT: въ16 e7

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è presente nelle sole macchine predisposte con “Punta Chiusa tradizionale”.
Questo messaggio è relativo al controllo della procedura di Sgancio, cioè al distacco della trasmissione del moto tra
Cilindro e Seghetta (Platorello).
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Il controllo è eseguito tramite i segnali forniti dal sensore:
Controllo rifasamento platorello
Questo sensore è il principale strumento di controllo delle procedure di Sgancio/Aggancio e Rifasamento Platorello.
Questo sensore è posto in lettura su uno speciale ingranaggio, la sequenza di lettura (vuoto e pieno) è controllata dal
software.
Il mancato rispetto di queste sequenze, differenti a seconda del movimento controllato, determina la comparsa di uno
specifico messaggio di errore/allarme.

Questo errore compare all’inizio della procedura di Sgancio, subito dopo il comando di Sgancio, se il sensore viene
rilevato in uno stato non corretto.
Lo stato corretto del sensore in questa fase è:
Stato ingresso = “Chiuso”.
Autotest = “1”.
In caso contrario compare questo errore.
Il software continua a controllare l’ingresso, se lo stato corretto viene ripristinato la Routine può proseguire.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Malfunzionamento meccanico del dispositivo (non raggiunta la posizione prevista).
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla procedura di Chiusura Punta vedere la voce:
Gestione Platorello per procedura chiusura Punta Tradizionale

Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

- 150 -
CHuE132: Sgancio fallito!! Premere [F0]

Ingresso sensore:
G54JCT: Pcb_3759 J14 p05 — GL-544CT: Pcb_3759 J14 p11 — GL-61QCT: Pcb_3759 J14 p11
Uscita comando:
Sgancio seghetta
G54JCT: въ16 e7 — GL-544CT: въ16 e7 — GL-61QCT: въ16 e7

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è presente nelle sole macchine predisposte con “Punta Chiusa tradizionale”.
Questo messaggio è relativo al controllo della procedura di Rifasamento (ritorno del Platorello in condizione “Normale”).
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Il controllo è eseguito tramite i segnali forniti dal sensore:
Controllo rifasamento platorello
Questo sensore è il principale strumento di controllo delle procedure di Sgancio/Aggancio e Rifasamento Platorello.
Questo sensore è posto in lettura su uno speciale ingranaggio, la sequenza di lettura (vuoto e pieno) è controllata dal
software.
Il mancato rispetto di queste sequenze, differenti a seconda del movimento controllato, determina la comparsa di uno
specifico messaggio di errore/allarme.

Questo errore compare durante la procedura di Rifasamento, se il sensore viene rilevato in uno stato non corretto du-
rante o al termine della sequenza di Rifasamento.
Questa sequenza avviene a tempo, e i test sullo stato dell’ingresso sono molteplici, controllando in questo modo tutte
le varie fasi della sequenza.
In caso di errore, se esso viene cancellato il software ripete il tentativo di Rifasamento.
Se l’operazione riesce il Ciclo Calza può proseguire, altrimenti azzerare il Ciclo e analizzare il problema.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Malfunzionamento meccanico del dispositivo (non raggiunta la posizione prevista).
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla procedura di Chiusura Punta vedere la voce:
Gestione Platorello per procedura chiusura Punta Tradizionale

Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

Messaggi relativi all’Elastico per chiusura Punta (Mc. CT interna)

CHuE121: Elastico caduta 1 superiore

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p08

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è presente nelle sole macchine predisposte con “Punta Chiusa tradizionale”.
Per la chiusura della Punta si utilizza un filo di tipo Elastico la cui alimentazione è determinata anche da un motore
passo passo (denominato “Elastico caduta 1”) e da un Recuperafilo.
Il sistema “Motore e Recuperafilo” ha il compito di mantenere la corretta tensione al filo Elastico utilizzato nella cucitura

- 151 -
di chiusura della Punta.
La posizione del Recuperafilo è controllata tramite 2 sensori, i quali determinano, uno la partenza e uno la fermata del
motore Elastico durante la procedura di chiusura Punta.

Le condizioni di “Start” e “Stop” del motore sono le seguenti:


A. Sensore inferiore oscurato = Start motore Elastico.
La tensione del filo è alta, quindi il motore parte, alimentando l’Elastico utilizzato nella cucitura.
B. Sensore superiore oscurato = Stop motore Elastico.
La tensione del filo è bassa, quindi il motore si ferma, bloccando l’alimentazione dell’Elastico utilizzato nella
cucitura.

La condizione di riposo, presente a Fine Ciclo, e comunque all’inizio e alla fine della procedura di chiusura della Punta
è la seguente:
• Sensore superiore oscurato = Stop motore Elastico.

All’esterno dei 2 sensori di controllo del movimento del Recuperafilo sono presenti 2 punti di blocco del movimento del
Recuperafilo (viti sporgenti di fine corsa superiore e inferiore).
Ad ognuna di queste viti è collegato un sensore di stop per Fine Corsa.
Quando il Recuperafilo va ad impattare contro una di queste 2 viti al software arriva un segnale che determina la fermata
della macchina con l’apposito errore.

Questo errore è dovuto all’intervento del meccanismo di controllo del Recuperafilo relativo all’Elastico utilizzato nella
chiusura della Punta.
Questo controllo riguarda il Fine Corsa superiore.
Quindi probabilmente il filo è rotto oppure la sua tensione è molto bassa.

Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.


La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Questo problema può avere molteplici cause, meccaniche ed elettriche, quindi:


• Valutare e risolvere un eventuale problema tessile o meccanico.
• Controllare il cablaggio relativo al sensore di controllo:
”Sensore superiore Elastico caduta 1”.
• Sostituire il sensore di controllo:
”Sensore superiore Elastico caduta 1”.
• Sostituire la scheda ingressi.
• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano il sensore e il motore alla scheda di comando (in genere la
scheda Pcb_3836).
• Sostituire il motore passo passo indicato nel messaggio.
• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Sostituire il dispositivo di controllo.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.

- 152 -
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

CHuE122: Elastico caduta 1 inferiore

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p07

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è presente nelle sole macchine predisposte con “Punta Chiusa tradizionale”.
Per la chiusura della Punta si utilizza un filo di tipo Elastico la cui alimentazione è determinata anche da un motore
passo passo (denominato “Elastico caduta 1”) e da un Recuperafilo.
Il sistema “Motore e Recuperafilo” ha il compito di mantenere la corretta tensione al filo Elastico utilizzato nella cucitura
di chiusura della Punta.
La posizione del Recuperafilo è controllata tramite 2 sensori, i quali determinano, uno la partenza e uno la fermata del
motore Elastico durante la procedura di chiusura Punta.

Le condizioni di “Start” e “Stop” del motore sono le seguenti:


A. Sensore inferiore oscurato = Start motore Elastico.
La tensione del filo è alta, quindi il motore parte, alimentando l’Elastico utilizzato nella cucitura.
B. Sensore superiore oscurato = Stop motore Elastico.
La tensione del filo è bassa, quindi il motore si ferma, bloccando l’alimentazione dell’Elastico utilizzato nella
cucitura.

La condizione di riposo, presente a Fine Ciclo, e comunque all’inizio e alla fine della procedura di chiusura della Punta
è la seguente:
• Sensore superiore oscurato = Stop motore Elastico.

All’esterno dei 2 sensori di controllo del movimento del Recuperafilo sono presenti 2 punti di blocco del movimento del
Recuperafilo (viti sporgenti di fine corsa superiore e inferiore).
Ad ognuna di queste viti è collegato un sensore di stop per Fine Corsa.
Quando il Recuperafilo va ad impattare contro una di queste 2 viti al software arriva un segnale che determina la fermata
della macchina con l’apposito errore.

Questo errore è dovuto all’intervento del meccanismo di controllo del Recuperafilo relativo all’Elastico utilizzato nella
chiusura della Punta.
Questo controllo riguarda il Fine Corsa inferiore.
Quindi probabilmente la tensione del filo è molto alta.

Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.


La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Questo problema può avere molteplici cause, meccaniche ed elettriche, quindi:


• Valutare e risolvere un eventuale problema tessile o meccanico.
• Controllare il cablaggio relativo al sensore di controllo:
”Sensore inferiore Elastico caduta 1”.
• Sostituire il sensore di controllo:
”Sensore inferiore Elastico caduta 1”.
• Sostituire la scheda ingressi.
• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano il sensore e il motore alla scheda di comando (in genere la
scheda Pcb_3836).
• Sostituire il motore passo passo indicato nel messaggio.
• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

- 153 -
Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Sostituire il dispositivo di controllo.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

CHuE123: Rottura elastico caduta 1

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p09

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è presente nelle sole macchine predisposte con “Punta Chiusa tradizionale”.
Questo errore è dovuto all’intervento del meccanismo di controllo della rottura del filo dell’Elastico, (all’uscita del motore
elastico), in genere perché appunto il filo è rotto.
Il motore Elastico relativo a questo errore è quello utilizzato nella chiusura della Punta.

Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.


La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.

Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:


• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Sostituire il dispositivo di controllo.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Avvertenze
Attenzione

- 154 -
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

CHuE130: Motore elastico caduta 1 non a zero

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p08

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è presente nelle sole macchine predisposte con “Punta Chiusa tradizionale”.
Per la chiusura della Punta si utilizza un filo di tipo Elastico la cui alimentazione è determinata anche da un motore
passo passo (denominato “Elastico caduta 1”) e da un Recuperafilo.
Il sistema “Motore e Recuperafilo” ha il compito di mantenere la corretta tensione al filo Elastico utilizzato nella cucitura
di chiusura della Punta.
La posizione del Recuperafilo è controllata tramite 2 sensori, i quali determinano, uno la partenza e uno la fermata del
motore Elastico durante la procedura di chiusura Punta.

Le condizioni di “Start” e “Stop” del motore sono le seguenti:


A. Sensore inferiore oscurato = Start motore Elastico.
La tensione del filo è alta, quindi il motore parte, alimentando l’Elastico utilizzato nella cucitura.
B. Sensore superiore oscurato = Stop motore Elastico.
La tensione del filo è bassa, quindi il motore si ferma, bloccando l’alimentazione dell’Elastico utilizzato nella
cucitura.

La condizione di riposo, presente a Fine Ciclo, e comunque all’inizio e alla fine della procedura di chiusura della Punta
è la seguente:
• Sensore superiore oscurato = Stop motore Elastico.

Questo errore compare quando, terminata la procedura di chiusura della Punta, e nonostante il software abbia coman-
dato il motore, il sensore che controlla la posizione superiore del movimento del Recuperafilo non è oscurato.
Il motore Elastico caduta 1 non ha portato il Recuperafilo nella posizione finale corretta.

Questo errore è una semplice segnalazione all’utente, eliminando l’errore con [F8], la macchina può essere riavviata.
L’utente a sua discrezione, dovrà solo ripristinare manualmente la corretta tensione del filo Elastico.

Nel caso il motore non funzioni correttamente, al successivo ciclo di chiusura della Punta compariranno gli errori:
CHuE121
CHuE122

Messaggi relativi alla posizione Normale/Ribaltata del Platorello


(Mc. CT interna)

CHuE126: Posizione ribaltata non corretta

CHuE133: Posizione ribaltata non corretta

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p16
Uscita comando:
Ribaltamento Platorello
G54JCT: въ16 e6 — GL-544CT: въ16 e6 — GL-61QCT: въ16 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è presente nelle sole macchine predisposte con “Punta Chiusa tradizionale”.

- 155 -
Questo messaggio è relativo al controllo del movimento di Ribaltamento del “Platorello porta Uncini lato Punta”.
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.

Questa parte di Platorello può essere in 2 condizioni finali:


1. Posizione di Scarico Uncini (“Normale”).
In questa condizione la relativa elettrovalvola è diseccitata.
2. Posizione di Chiusura Punta (“Ribaltata”).
In questa condizione la relativa elettrovalvola è eccitata.

Una coppia di sensori controlla la coerenza della posizione rispetto a quanto previsto da Programma.
Le condizioni previste per questo stato di lavoro del Platorello sono:
Posizione di Chiusura Punta (“Ribaltata”).
A. Sensore alto per:
Controllo platorello pos. normale
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.
B. Sensore basso per:
Controllo platorello pos. ribaltata
Stato ingresso = “Chiuso”.
Autotest = “1”.

Questo errore compare quando il software rileva uno stato degli ingressi differente da quanto previsto in quel punto del
Programma.
In particolare il segnale dei sensori non corrisponde alla posizione di:
”Platorello in posizione Ribaltata”.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Malfunzionamento meccanico del dispositivo (non raggiunta la posizione prevista).
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla procedura di Chiusura Punta vedere la voce:
Gestione Platorello per procedura chiusura Punta Tradizionale

Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE127: Posizione normale non corretta

CHuE134: Posizione normale non corretta

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p15
Uscita comando:
Ribaltamento Platorello
G54JCT: въ16 e6 — GL-544CT: въ16 e6 — GL-61QCT: въ16 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo messaggio è presente nelle sole macchine predisposte con “Punta Chiusa tradizionale”.
Questo messaggio è relativo al controllo del movimento di Ribaltamento del “Platorello porta Uncini lato Punta”.
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.

- 156 -
Questa parte di Platorello può essere in 2 condizioni finali:
1. Posizione di Scarico Uncini (“Normale”).
In questa condizione la relativa elettrovalvola è diseccitata.
2. Posizione di Chiusura Punta (“Ribaltata”).
In questa condizione la relativa elettrovalvola è eccitata.

Una coppia di sensori controlla la coerenza della posizione rispetto a quanto previsto da Programma.
Le condizioni previste per questo stato di lavoro del Platorello sono:
Posizione di Scarico Uncini (“Normale”).
A. Sensore alto per:
Controllo platorello pos. normale
Stato ingresso = “Chiuso”.
Autotest = “1”.
B Sensore basso per:
Controllo platorello pos. ribaltata
Stato ingresso = “Aperto”.
Autotest = “0”.

Questo errore compare quando il software rileva uno stato degli ingressi differente da quanto previsto in quel punto del
Programma.
In particolare il segnale dei sensori non corrisponde alla posizione di:
”Platorello in posizione Normale”.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Malfunzionamento meccanico del dispositivo (non raggiunta la posizione prevista).
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per le informazioni relative alla procedura di Chiusura Punta vedere la voce:
Gestione Platorello per procedura chiusura Punta Tradizionale

Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

Messaggi relativi al movimento del Piatto Guidafili

CHuE167: Stop posizione piatto guidafili

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p04
Uscita comando:
GL-544: в6 e2 — GL-544CT: в7 e7 — GL-615: в16 e4 — GL-616: в16 e4 — GL-616D: в7 e1 — GL-61QCT:
в11 e2 — GL-616CTE: в9 e5 — GL-615CTE: в11 e5 — GL-616DCTE: в13 e3

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Con le macchine serie “GL” è prevista una nuova funzionalità.


Tramite opportuni comandi è possibile alzare e abbassare il “Piatto dei Guidafili”.
Il motivo principale per cui è stata implementata questa funzionalità è l’applicazione di un “Robot” esterno che esegua

- 157 -
la chiusura della Punta.
Il Piatto deve poter essere alzato in modo da consentire al dispositivo di prelievo della calza di eseguire il suo compito
(entrare sul Cilindro, prelevare la calza, uscire dal Cilindro).
Questa funzionalità è utile anche in caso di manutenzione delle parti connesse al Cilindro.

Questi modelli di macchine sono sempre predisposte con il motore “Alza Bordo”, sul quale è montato un Encoder per il
controllo della sua posizione.
Il motore “Alza Bordo”, oltre alla sua funzione di base (movimento del Bordo) è utilizzato anche per il movimento del
“Piatto Guidafili”.
Un pistone pneumatico comunque aiuta il motore in questo suo ulteriore compito.

Un meccanismo di Sgancio/Aggancio rende solidale il movimento del Bordo con il movimento del Piatto, quando è pre-
visto da Programma Calza un movimento di Salita o Discesa del Piatto.
E’ tassativo che ogni movimento del Piatto sia eseguito con il Bordo solidale a questo movimento.

La condizione normale di lavoro (costruzione della calza) per il “Piatto dei Guidafili” è quella a Fine Corsa inferiore.
Questa posizione del Piatto è controllata tramite un sensore, in lettura quando esso è basso.

Questo errore compare in tutte le situazioni in cui è previsto che il Piatto sia basso, ma il sensore di controllo non forni-
sce al software il corretto segnale.

Il sensore di controllo è del tipo “Normalmente Chiuso”.


Le condizioni di lavoro sono le seguenti:
A. Piatto basso.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.
B. Piatto alto.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

Controllo dell’errore
E’ sempre consigliabile tentare di cancellare l’errore visualizzato dal Display premendo il tasto [F8], controllando in que-
sto modo se esso è ancora attivo.
A questo punto avremo due possibilità:
1: L’errore si cancella e la macchina può riprendere la lavorazione.
2. L’errore non si cancella, esso resta visualizzato sul Display e la macchina resta bloccata.

1° caso : L’errore si cancella con il tasto [F8]


Questo tipo di errore non persistente, non è da sottovalutare, poiché in genere indica un’anomalia di movimento (ecces-
sivamente ritardato) della parte meccanica.
L’errore viene visualizzato perché la parte meccanica, pur essendosi portata nella posizione corretta, ha impiegato trop-
po tempo per effettuare il movimento.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:
• Verificare che il movimento del dispositivo non sia rallentato o bloccato da ostruzioni meccaniche.
• Verificare che i condotti interni dell’aria compressa, relativi alla parte meccanica interessata, non siano
ostruiti e/o intasati dalla sporcizia.
• Verificare che i condotti esterni (tubazioni) che portano l’aria compressa non siano ostruiti e/o intasati dalla
sporcizia.
• Verificare che la parte pneumatica dell’elettrovalvola non sia ostruita e/o intasata dalla sporcizia, o comun-
que meccanicamente rovinata.

2° caso : L’errore non si cancella con il tasto [F8]


Se l’errore non si cancella, significa che la parte meccanica interessata non è nella posizione corretta, oppure il sensore
o l’elettronica di controllo non ha rilevato correttamente la nuova posizione della parte meccanica.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:
Verificare visivamente la posizione assunta dalla parte meccanica interessata al movimento.

A. Se la parte meccanica non è nella posizione prevista procedere con il punto:

- 158 -
”Parte meccanica fuori posizione”
Se la parte meccanica interessata si trova effettivamente fuori posizione, si possono discriminare
due tipi di problemi:
1. Problema meccanico
Il dispositivo meccanico è bloccato nel suo movimento.
• Verificare che il movimento della parte meccanica possa avvenire senza proble-
mi.
• Verificare la funzionalità meccanica dei componenti legati al movimento del mo-
tore.
2. Problema elettrico o elettronico
Il mancato movimento è dovuto al motore “Alza Bordo”.
• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano il sensore e il motore alla sche-
da di comando (in genere la scheda Pcb_3836).
• Sostituire il motore passo passo indicato nel messaggio.
• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel mes-
saggio.
B. Se la parte meccanica è nella posizione prevista procedere con il punto:
”Parte meccanica in posizione corretta”
Se la parte meccanica interessata è in posizione corretta, significa che la sequenza di comando è
stata eseguita correttamente.
Il problema è quindi causato dal sensore di posizione che non ha rilevato la nuova posizione.
• Verificare la corretta regolazione del sensore di posizione, ed eventualmente sostituirlo.
• Verificare l’integrità dei cablaggi tra il sensore e la scheda ingressi.
• Sostituire la scheda ingressi.

CHuE168: Stop blocca piatto guidafili

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J14 p05
Uscita comando:
GL-544: в6 e2 — GL-544CT: в7 e7 — GL-615: в16 e4 — GL-616: в16 e4 — GL-616D: в7 e1 — GL-61QCT:
в11 e2 — GL-616CTE: в9 e5 — GL-615CTE: в11 e5 — GL-616DCTE: в13 e3

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Con le macchine serie “GL” è prevista una nuova funzionalità.


Tramite opportuni comandi è possibile alzare e abbassare il “Piatto dei Guidafili”.
Il motivo principale per cui è stata implementata questa funzionalità è l’applicazione di un “Robot” esterno che esegua
la chiusura della Punta.
Il Piatto deve poter essere alzato in modo da consentire al dispositivo di prelievo della calza di eseguire il suo compito
(entrare sul Cilindro, prelevare la calza, uscire dal Cilindro).
Questa funzionalità è utile anche in caso di manutenzione delle parti connesse al Cilindro.

Questi modelli di macchine sono sempre predisposte con il motore “Alza Bordo”, sul quale è montato un Encoder per il
controllo della sua posizione.
Il motore “Alza Bordo”, oltre alla sua funzione di base (movimento del Bordo) è utilizzato anche per il movimento del
“Piatto Guidafili”.
Un pistone pneumatico comunque aiuta il motore in questo suo ulteriore compito.

Un meccanismo di Sgancio/Aggancio rende solidale il movimento del Bordo con il movimento del Piatto, quando è pre-
visto da Programma Calza un movimento di Salita o Discesa del Piatto.
E’ tassativo che ogni movimento del Piatto sia eseguito con il Bordo solidale a questo movimento.
Un sensore di controllo verifica lo stato di questo meccanismo di Sgancio/Aggancio, e solo se la situazione è corretta
consente eventuali movimenti del Piatto.

Questo errore compare in tutte le situazioni in cui è previsto che Bordo e Piatto siano solidali (Agganciati), ma il sensore
di controllo non fornisce al software il corretto segnale.

Il sensore di controllo è del tipo “Normalmente Chiuso”.


Le condizioni di lavoro sono le seguenti:
A. Con comando non attivo (Elettrovalvola diseccitata) i dispositivi non sono agganciati.

- 159 -
In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.
B. Con comando attivo (Elettrovalvola eccitata) i dispositivi sono agganciati.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Controllo dell’errore
E’ sempre consigliabile tentare di cancellare l’errore visualizzato dal Display premendo il tasto [F8], controllando in que-
sto modo se esso è ancora attivo.
A questo punto avremo due possibilità:
1. L’errore si cancella e la macchina può riprendere la lavorazione.
2. L’errore non si cancella, esso resta visualizzato sul Display e la macchina resta bloccata.

1° caso : L’errore si cancella con il tasto [F8]


Questo tipo di errore non persistente, non è da sottovalutare, poiché in genere indica un’anomalia di movimento (ecces-
sivamente ritardato) della parte meccanica.
L’errore viene visualizzato perché la parte meccanica, pur essendosi portata nella posizione corretta, ha impiegato trop-
po tempo per effettuare il movimento.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:
• Verificare che il movimento del dispositivo non sia rallentato o bloccato da ostruzioni meccaniche.
• Verificare che i condotti interni dell’aria compressa, relativi alla parte meccanica interessata, non siano
ostruiti e/o intasati dalla sporcizia.
• Verificare che i condotti esterni (tubazioni) che portano l’aria compressa non siano ostruiti e/o intasati dalla
sporcizia.
• Verificare che la parte pneumatica dell’elettrovalvola non sia ostruita e/o intasata dalla sporcizia, o comun-
que meccanicamente rovinata.

2° caso : L’errore non si cancella con il tasto [F8]


Se l’errore non si cancella, significa che la parte meccanica interessata non è nella posizione corretta, oppure il sensore
o l’elettronica di controllo non ha rilevato correttamente la nuova posizione della parte meccanica.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:
Verificare visivamente la posizione assunta dalla parte meccanica interessata al movimento.

A. Se la parte meccanica non è nella posizione prevista procedere con il punto:


”Parte meccanica fuori posizione”
Se la parte meccanica interessata si trova effettivamente fuori posizione, si possono discriminare
due tipi di problemi:
1. Problema meccanico
Il dispositivo meccanico è bloccato nel suo movimento, o l’elettrovalvola, anche se cor-
rettamente attivata, non permette il passaggio dell’aria compressa in uscita.
• Verificare che il movimento della parte meccanica possa avvenire senza proble-
mi.
Quindi, se necessario, sostituire l’elettrovalvola interessata.
2. Problema elettrico o elettronico
Il mancato movimento è dovuto alla mancanza di aria compressa in uscita dall’elettro-
valvola.
• Sostituire l’elettrovalvola interessata.
• Sostituire la scheda delle uscite corrispondente al comando.
B. Se la parte meccanica è nella posizione prevista procedere con il punto:
”Parte meccanica in posizione corretta”
Se la parte meccanica interessata è in posizione corretta, significa che la sequenza di comando è
stata eseguita correttamente.
Perciò anche l’elettrovalvola corrispondente lavora in modo appropriato.
Il problema è quindi causato dal sensore di posizione che non ha rilevato la nuova posizione.
• Verificare la corretta regolazione del sensore di posizione, ed eventualmente sostituirlo.
• Verificare l’integrità dei cablaggi tra il sensore e la scheda ingressi.
• Sostituire la scheda ingressi.

- 160 -
CHuE171: Problemi sul distacco del piatto

Ingresso sensore:
Posizione piatto guidafili
Pcb_3759 J14 p04
Blocca piatto guidafili
Pcb_3759 J14 p05
Uscita comando:
GL-544: в6 e2 — GL-544CT: в7 e7 — GL-615: в16 e4 — GL-616: в16 e4 — GL-616D: в7 e1 — GL-61QCT:
в11 e2 — GL-616CTE: в9 e5 — GL-615CTE: в11 e5 — GL-616DCTE: в13 e3

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Con le macchine serie “GL” è prevista una nuova funzionalità.


Tramite opportuni comandi è possibile alzare e abbassare il “Piatto dei Guidafili”.
Il motivo principale per cui è stata implementata questa funzionalità è l’applicazione di un “Robot” esterno che esegua
la chiusura della Punta.
Il Piatto deve poter essere alzato in modo da consentire al dispositivo di prelievo della calza di eseguire il suo compito
(entrare sul Cilindro, prelevare la calza, uscire dal Cilindro).
Questa funzionalità è utile anche in caso di manutenzione delle parti connesse al Cilindro.

Questi modelli di macchine sono sempre predisposte con il motore “Alza Bordo”, sul quale è montato un Encoder per il
controllo della sua posizione.
Il motore “Alza Bordo”, oltre alla sua funzione di base (movimento del Bordo) è utilizzato anche per il movimento del
“Piatto Guidafili”.
Un pistone pneumatico comunque aiuta il motore in questo suo ulteriore compito.

Un meccanismo di Sgancio/Aggancio rende solidale il movimento del Bordo con il movimento del Piatto, quando è pre-
visto da Programma Calza un movimento di Salita o Discesa del Piatto.
E’ tassativo che ogni movimento del Piatto sia eseguito con il Bordo solidale a questo movimento.
Un sensore di controllo verifica lo stato di questo meccanismo di Sgancio/Aggancio, e solo se la situazione è corretta
consente eventuali movimenti del Piatto.

La condizione normale di lavoro (costruzione della calza) per il “Piatto dei Guidafili” è quella a Fine Corsa inferiore.
Questa posizione del Piatto è controllata tramite un sensore, in lettura quando esso è basso.

Tramite la lettura dei segnali dei vari sensori e dell’Encoder del motore Bordo il software esegue una serie di controlli
per assicurarsi della correttezza dei movimenti “Alza e Abbassa Piatto”.
In caso il software riscontri delle anomalie, la macchina è fermata con questo errore generale.

Le condizioni per cui può comparire questo errore sono varie, la risoluzione del problema prevede gli stessi passaggi
relativi agli errori:
CHuE168
CHuE169

Messaggi relativi al funzionamento del Rovesciatore SOLIS

CHuE169: Stop pressione rovesciatore Solis

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J30 p03

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

Il “Rovesciatore Solis” è un dispositivo montato sulle macchine a richiesta del cliente e che effettua il rovesciamento
della Calza.
Questo errore indica principalmente la mancanza di sufficiente aspirazione nel dispositivo “Rovesciatore Calza”.
Nella condizione di “Valvola Parzializzatrice” in aspirazione la chiusura della Dispositivo di rovesciamento calza è man-

- 161 -
tenuta da questa aspirazione.
Un contatto sul Dispositivo esegue questa verifica.
Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.
Questo cablaggio comprende anche un filo che porta opportunamente la massa (0 Vdc) al dispositivo.

La condizione corretta (stop non attivo) è:


”contatto aperto”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.

In certe condizioni la “Valvola Parzializzatrice” è programmata in modo da chiudere l’aspirazione (ad esempio durante
la costruzione del “Bordo” e durante l’espulsione della calza).
L’utente deve disabilitare il controllo di questo errore nei passi catena in cui la “Valvola Parzializzatrice” non aspira.
Altrimenti il software, rilevando il “contatto chiuso”, fermerebbe la macchina con questo errore.
Una situazione tipica in cui può comparire questo errore è in seguito ad una sequenza di mancate espulsioni della calza
prodotta.
Queste calze intaserebbero il Condotto di espulsione, fino ad impedire la corretta chiusura del Dispositivo, con conse-
guente visualizzazione di questo errore.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:
• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
Se l’aspirazione non è presente sul Dispositivo:
Stante queste condizioni:
• Verificare la corretta programmazione dei codici di abilitazione di questo errore, presupponen-
do in questo caso la corretta posizione della “Valvola Parzializzatrice”.
• Verificare la corretta posizione della “Valvola Parzializzatrice”, presupponendo in questo caso
che essa debba essere nella condizione di determinare aspirazione dal Dispositivo.
Se l’aspirazione è presente sul Dispositivo:
Stante queste condizioni:
• Controllare che nessuna causa impedisca la corretta chiusura del Dispositivo.
• Controllare l’integrità del cablaggio tra il dispositivo di controllo e la scheda ingressi.
• Sostituire la scheda ingressi.

Avvertenze
Attenzione
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

CHuE170: Stop ispezione rovesciatore Solis

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J30 p04

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

Il “Rovesciatore Solis” è un dispositivo montato sulle macchine a richiesta del cliente e che effettua il rovesciamento
della Calza.
Su questo Dispositivo è presente uno “Sportello di ispezione”, il cui stato (Aperto/Chiuso) è controllato tramite un Con-
tatto.
Un contatto sul Dispositivo esegue questa verifica.

- 162 -
Un cablaggio trasmette questo segnale di stop alla macchina.

La condizione corretta (stop non attivo) è:


”contatto chiuso”
Con stop non attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”.
Con stop attivo, l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”.

In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “1”:
• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore “0”:
• Controllare che nessuna causa impedisca la corretta chiusura del Dispositivo.
• Controllare l’integrità del cablaggio tra il dispositivo di controllo e la scheda ingressi.
• Sostituire la scheda ingressi.

Messaggi relativi al movimento delle Cammes

CHuE34: Scatoline

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J11 p01
Uscita comando:
G44J: в15 e5 — G54JCT: в6 e6 — G54JOT: в6 e6 — G615: в4 e6 — G615D: в4 e6 — G616: в3 e5 —
G616D: в3 e5 — G61Q: в3 e5 — G624: в16 e2 — G626: в15 e4 — GL-544: в15 e5 — GL-544CT: в14
e7 — GL-615: в3 e5 — GL-616: в3 e5 — GL-616D: в3 e5 — GL-61QCT: в14 e8 — GL-616CTE: в3 e5 —
GL-615CTE: в18 e2 — GL-616DCTE: в18 e2

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore è relativo al movimento del dispositivo:


Pistone per la protezione contro la chiusura accidentale della Paletta dell’ago
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Per questo Dispositivo è presente un ingresso di controllo.

Quando il corsoio non è comandato (Elettrovalvola diseccitata) esso consente l’eventuale apertura della Paletta dell’ago.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

Quando il corsoio è comandato (Elettrovalvola eccitata) esso non consente l’accidentale apertura della Paletta dell’ago.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-

- 163 -
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE39: Alza aghi ritorno tallone

Ingresso sensore:
G615: Pcb_3759 J12 p01 — G615D: Pcb_3759 J12 p01 — G616: Pcb_3759 J12 p02 — G616D: Pcb_3759
J12 p02 — GL-615: Pcb_3759 J12 p02 — GL-616: Pcb_3759 J12 p02 — GL-616D: Pcb_3759 J12 p02 —
GL-61QCT: Pcb_3759 J12 p02 — GL-_CTE: Pcb_3759 J12 p02
Uscita comando:
Alza aghi ritorno tallone posA
G615: в6 e7 — G615D: в6 e7 — G616: в5 e6 — G616D: в5 e6 — GL-615: в5 e6 — GL-616: в5 e6 — GL-
616D: в5 e5 — GL-61QCT: в13 e1 — GL-616CTE: в5 e5 — GL-615CTE: в15 e1 — GL-616DCTE: в16 e4
Alza aghi ritorno tallone posB
G615: в6 e8 — G615D: в6 e8 — G616: в5 e7 — G616D: в5 e7 — GL-615: в5 e7 — GL-616: в5 e7 — GL-
616D: в5 e6 — GL-61QCT: в13 e2 — GL-616CTE: в5 e6 — GL-615CTE: в14 e4 — GL-616DCTE: в16 e3

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE40: Abbassa aghi elastico

Ingresso sensore:
G615: Pcb_3759 J12 p02 — G615D: Pcb_3759 J12 p02 — G616: Pcb_3759 J12 p03 — G616D: Pcb_3759
J12 p03 — G61Q: Pcb_3759 J12 p03 — G626: Pcb_3759 J12 p03 — GL-615: Pcb_3759 J12 p03 — GL-
616: Pcb_3759 J12 p03 — GL-616D: Pcb_3759 J12 p03 — GL-_CTE: Pcb_3759 J12 p03
Uscita comando:
Abbassa aghi elastico pos. A
G615: в5 e8 — G615D: в5 e8 — G616: в5 e8 — G616D: в5 e8 — G61Q: в4 e7 — G626: в13 e5 — GL-
615: в5 e8 — GL-616: в5 e8 — GL-616D: в5 e8 — GL-61QCT: в12 e6 — GL-616CTE: в5 e7 — GL-
615CTE: в14 e3 — GL-616DCTE: в15 e3
Abbassa aghi elastico pos. B
G615: в4 e5 — G615D: в4 e5 — G616: в7 e6 — G616D: в7 e6 — G61Q: в4 e8 — G626: в13 e4 — GL-
615: в7 e6 — GL-616: в7 e6 — GL-616D: в6 e5 — GL-61QCT: в12 e5 — GL-616CTE: в5 e8 — GL-
615CTE: в14 e2 — GL-616DCTE: в15 e2

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE42: Abbassa aghi uscita tallone

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J12 p02 — G54JCT: Pcb_3759 J13 p11 — G54JOT: Pcb_3759 J13 p11 — G615:
Pcb_3759 J12 p04 — G615D: Pcb_3759 J12 p04 — G616: Pcb_3759 J12 p06 — G616D: Pcb_3759 J12
p06 — G61Q: Pcb_3759 J12 p04 — G624: Pcb_3759 J12 p04 — G626: Pcb_3759 J12 p02 — GL-544:
Pcb_3759 J12 p01 — GL-544CT: Pcb_3759 J12 p01 — GL-615: Pcb_3759 J12 p06 — GL-616: Pcb_3759
J12 p06 — GL-616D: Pcb_3759 J12 p06 — GL-61QCT: Pcb_3759 J12 p01 — GL-_CTE: Pcb_3759 J12
p06
Uscita comando:
G44J: в13 e5 — G54JCT: в11 e6 — G54JOT: в12 e6 — G615: в5 e7 — G615D: в5 e7 — G616: в7 e7
— G616D: в7 e7 — G61Q: в6 e7 — G624: в14 e2 — G626: в13 e8 — GL-544: в3 e8 — GL-544CT: в4
e5 — GL-615: в7 e7 — GL-616: в7 e7 — GL-616D: в6 e8 — GL-61QCT: в13 e3 — GL-616CTE: в7 e7 —
GL-615CTE: в13 e3 — GL-616DCTE: в14 e3

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE43: Alza aghi entrata tallone

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J12 p11 — G54JCT: Pcb_3759 J13 p02 — G54JOT: Pcb_3759 J13 p02 — G615:

- 164 -
Pcb_3759 J12 p05 — G615D: Pcb_3759 J12 p05 — G616: Pcb_3759 J12 p07 — G616D: Pcb_3759 J12
p07 — G61Q: Pcb_3759 J12 p06 — G624: Pcb_3759 J12 p07 — G626: Pcb_3759 J12 p10 — GL-544:
Pcb_3759 J12 p12 — GL-544CT: Pcb_3759 J12 p12 — GL-615: Pcb_3759 J12 p07 — GL-616: Pcb_3759
J12 p07 — GL-616D: Pcb_3759 J12 p07 — GL-61QCT: Pcb_3759 J12 p08 — GL-_CTE: Pcb_3759 J12
p07
Uscita comando:
Alza aghi lunghi e medi
G61Q: в6 e6 — G624: в13 e3 — G626: в5 e4 — GL-61QCT: в6 e7
Alza aghi lunghi ent.tal.pos.A
G54JCT: в5 e5 — G54JOT: в5 e5
Alza aghi lunghi
G44J: в12 e1 — G615: в6 e6 — G615D: в6 e6 — G616: в7 e5 — G616D: в7 e5 — G61Q: в6 e5 — G624:
в13 e4 — G626: в5 e3 — GL-544: в5 e7 — GL-544CT: в7 e3 — GL-615: в7 e5 — GL-616: в7 e5 — GL-
616D: в7 e5 — GL-61QCT: в6 e6 — GL-616CTE: в7 e6 — GL-615CTE: в13 e2 — GL-616DCTE: в14 e2

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE69: Abbassa aghi scarico bordo

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p06
Uscita comando:
Abb. aghi scarico bordo pos.A
G624: в13 e6 — G626: в5 e5
Abb. aghi scarico bordo pos.B
G624: в13 e5 — G626: в5 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE73: Stop apri palette scarico bordo

Ingresso sensore:
G61Q: Pcb_3759 J12 p05 — G624: Pcb_3759 J12 p05 — G626: Pcb_3759 J12 p11
Uscita comando:
Apri pal. scar. bordo pos. A
G61Q: в5 e7 — G624: в13 e8 — G626: в5 e7
Apri pal. scar. bordo pos. B
G61Q: в5 e8 — G624: в13 e7 — G626: в5 e8 — GL-616CTE: в3 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE110: Abbassa aghi scarico maglia

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J13 p03
Uscita comando:
G54JCT: в5 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE118: Alza maglia punta chiusa

Ingresso sensore:
G54JCT: Pcb_3759 J13 p07 — GL-544: Pcb_3759 J13 p05 — GL-544CT: Pcb_3759 J13 p05 — GL-_CTE:
Pcb_3759 J12 p16
Uscita comando:
G54JCT: в5 e7 — GL-544CT: в5 e3 — GL-616CTE: в7 e4 — GL-615CTE: в12 e8 — GL-616DCTE: в15 e7

- 165 -
La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE119: Alza aghi chiusura bordo

Ingresso sensore:
G54JCT: Pcb_3759 J13 p01 — GL-61QCT: Pcb_3759 J12 p09
Uscita comando:
Alza aghi chius. bordo pos. A
G54JCT: в5 e3 — GL-61QCT: в6 e3
Alza aghi chius. bordo pos. B
G54JCT: в5 e2 — GL-61QCT: в6 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE178: Abbassa aghi scarico bordo

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p12
Uscita comando:
Abb. aghi scarico bordo pos.A
G624: в13 e6 — G626: в5 e5
Abb. aghi scarico bordo pos.B
G624: в13 e5 — G626: в5 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE192: Abbassa aghi elastico A

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p05
Uscita comando:
G615: в5 e8 — G615D: в5 e8 — G616: в5 e8 — G616D: в5 e8 — G61Q: в4 e7 — G626: в13 e5 — GL-
615: в5 e8 — GL-616: в5 e8 — GL-616D: в5 e8 — GL-61QCT: в12 e6 — GL-616CTE: в5 e7 — GL-
615CTE: в14 e3 — GL-616DCTE: в15 e3

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE193: Abbassa aghi elastico B

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p04
Uscita comando:
G615: в4 e5 — G615D: в4 e5 — G616: в7 e6 — G616D: в7 e6 — G61Q: в4 e8 — G626: в13 e4 — GL-
615: в7 e6 — GL-616: в7 e6 — GL-616D: в6 e5 — GL-61QCT: в12 e5 — GL-616CTE: в5 e8 — GL-
615CTE: в14 e2 — GL-616DCTE: в15 e2

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE196: Stop abbassa aghi chiusura indemagliabile

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J13 p02
Uscita comando:
GL-544CT: в6 e2

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

- 166 -
CHuE197: Stop livella aghi entrata tallone

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p07
Uscita comando:
GL-61QCT: в6 e8 — GL-616CTE: в2 e8

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

Questi errori sono relativi al movimento dei vari corsoi che agiscono direttamente sugli aghi nei vari punti del Cilindro,
provocando la loro salita o discesa.

Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Questo dispositivo ha il compito di determinare un opportuno movimento degli aghi nel punto del Cilindro dove questo
specifico corsoio entra in lavorazione.
Per questo Dispositivo è presente un ingresso di controllo.
Esso è posto nella parte posteriore del dispositivo.

Quando il corsoio non è comandato (Elettrovalvola diseccitata) esso è in posizione di riposo, lontano dal Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

Quando il corsoio è comandato (Elettrovalvola eccitata) esso è in posizione di lavoro, vicino al Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE117: Cam centrale

Ingresso sensore:
G54JCT: Pcb_3759 J13 p08 — GL-544: Pcb_3759 J13 p06 — GL-544CT: Pcb_3759 J13 p06 — GL-
61QCT: Pcb_3759 J12 p13
Uscita comando:
G54JCT: въ16 e8 — GL-544CT: въ16 e8 — GL-61QCT: въ16 e8

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questo errore è relativo al movimento del dispositivo:


Cam centrale
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Questo dispositivo ha il compito di determinare un opportuno movimento degli aghi nel punto del Cilindro dove questo
specifico corsoio entra in lavorazione.
Per questo Dispositivo è presente un ingresso di controllo.
Esso è posto nella parte posteriore del dispositivo.

Quando il corsoio non è comandato (Elettrovalvola diseccitata) esso è in posizione di riposo, lontano dal Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.

- 167 -
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

Quando il corsoio è comandato (Elettrovalvola eccitata) esso è in posizione di lavoro, vicino al Cilindro.
Questa è anche la posizione del corsoio al passo di Fine Ciclo.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE41: Punto scaricato caduta 1

Ingresso sensore:
G615: Pcb_3759 J12 p03 — G615D: Pcb_3759 J12 p03 — G616: Pcb_3759 J12 p05 — G616D: Pcb_3759
J12 p05 — G61Q: Pcb_3759 J12 p12 — G624: Pcb_3759 J12 p09 — GL-615: Pcb_3759 J12 p05 — GL-
616: Pcb_3759 J12 p05 — GL-616D: Pcb_3759 J12 p05 — GL-61QCT: Pcb_3759 J12 p03 — GL-_CTE:
Pcb_3759 J12 p05
Uscita comando:
Scaricato caduta 1 pos. A
G615: в5 e6 — G615D: в5 e6 — G616: в6 e7 — G616D: в6 e7 — G61Q: в8 e1 — G624: в5 e3 — GL-615:
в6 e7 — GL-616: в6 e7 — GL-616D: в6 e6 — GL-61QCT: в12 e8 — GL-616CTE: в6 e8 — GL-615CTE:
в14 e1 — GL-616DCTE: в15 e1
Scaricato caduta 1 pos. B
G615: в5 e5 — G615D: в5 e5 — G616: в6 e8 — G616D: в6 e8 — G61Q: в8 e2 — G624: в5 e4 — GL-615:
в6 e8 — GL-616: в6 e8 — GL-616D: в6 e7 — GL-61QCT: в12 e7 — GL-615CTE: в13 e4 — GL-616DCTE:
в14 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE97: Punto scaricato caduta 2

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p02
Uscita comando:
Scaricato caduta 2 pos. A
G54JCT: в13 e7 — G54JOT: в14 e7
Scaricato caduta 2 pos. B
G54JCT: в13 e8 — G54JOT: в14 e8 — GL-616CTE: в16 e8

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questi errori sono relativi al movimento del Corsoio:


Scaricato
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Questo dispositivo ha il compito di determinare un opportuno movimento degli aghi nel punto del Cilindro dove questo
specifico corsoio entra in lavorazione.
Per questo Dispositivo è presente un ingresso di controllo.
Esso è posto nella parte posteriore del dispositivo.

- 168 -
Quando il corsoio non è comandato (Elettrovalvola diseccitata) esso è in posizione di riposo, lontano dal Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

Quando il corsoio è comandato (Elettrovalvola eccitata) esso è in posizione di lavoro, vicino al Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE44: Punto trattenuto caduta 1

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J12 p16 — G54JCT: Pcb_3759 J12 p16 — G54JOT: Pcb_3759 J12 p16 — G615:
Pcb_3759 J12 p09 — G615D: Pcb_3759 J12 p09 — G616: Pcb_3759 J12 p10 — G616D: Pcb_3759
J12 p10 — G61Q: Pcb_3759 J12 p09 — G624: Pcb_3759 J12 p10 — G626: Pcb_3759 J12 p13 — GL-
615: Pcb_3759 J12 p10 — GL-616: Pcb_3759 J12 p10 — GL-616D: Pcb_3759 J12 p10 — GL-61QCT:
Pcb_3759 J12 p10 — GL-_CTE: Pcb_3759 J12 p10
Uscita comando:
Trattenuto caduta 1 pos. A
G44J: в5 e5 — G54JCT: в4 e6 — G54JOT: в4 e6 — G615: в7 e2 — G615D: в7 e2 — G616: в8 e2 —
G616D: в5 e2 — G61Q: в6 e3 — G624: в5 e1 — G626: в4 e1 — GL-544: в4 e8 — GL-544CT: в6 e3 — GL-
615: в8 e2 — GL-616: в8 e2 — GL-616D: в6 e2 — GL-61QCT: в6 e2 — GL-616CTE: в8 e5 — GL-615CTE:
в11 e8 — GL-616DCTE: в14 e7
Trattenuto caduta 1 pos. B
G44J: в5 e6 — G54JCT: в4 e5 — G54JOT: в4 e5 — G615: в7 e1 — G615D: в7 e1 — G616: в8 e3 —
G616D: в5 e3 — G61Q: в6 e4 — G624: в5 e2 — G626: в4 e2 — GL-544: в5 e1 — GL-544CT: в6 e4 —
GL-615: в8 e3 — GL-616: в8 e3 — GL-616D: в6 e3 — GL-61QCT: в6 e1 — GL-615CTE: в11 e7 — GL-
616DCTE: в14 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE45: Punto trattenuto caduta 2

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p01
Uscita comando:
Trattenuto caduta 2 pos. A
G44J: в13 e7 — G54JCT: в13 e5 — G54JOT: в14 e5 — G624: в14 e8 — G626: в13 e7 — GL-544: в13
e3 — GL-544CT: в12 e4
Trattenuto caduta 2 pos. B
G44J: в13 e6 — G54JCT: в13 e6 — G54JOT: в14 e6 — G624: в14 e7 — G626: в13 e6 — GL-544: в13
e2 — GL-544CT: в12 e3

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE100: Punto trattenuto caduta 3

- 169 -
Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p06
Uscita comando:
Trattenuto caduta 3 pos. A
G54JCT: в12 e3 — G54JOT: в13 e3
Trattenuto caduta 3 pos. B
G54JCT: в12 e4 — G54JOT: в13 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE114: Punto trattenuto caduta 4

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p11
Uscita comando:
Trattenuto caduta 4 pos. A
G54JCT: в12 e7 — G54JOT: в13 e7
Trattenuto caduta 4 pos. B
G54JCT: в12 e8 — G54JOT: в13 e8 — GL-616CTE: в8 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE172: Punto trattenuto caduta 1 posizione A

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J12 p16 — G54JCT: Pcb_3759 J12 p16 — G54JOT: Pcb_3759 J12 p16 — G615:
Pcb_3759 J12 p09 — G615D: Pcb_3759 J12 p09 — G616: Pcb_3759 J12 p10 — G616D: Pcb_3759
J12 p10 — G61Q: Pcb_3759 J12 p09 — G624: Pcb_3759 J12 p10 — G626: Pcb_3759 J12 p13 — GL-
615: Pcb_3759 J12 p10 — GL-616: Pcb_3759 J12 p10 — GL-616D: Pcb_3759 J12 p10 — GL-61QCT:
Pcb_3759 J12 p10 — GL-_CTE: Pcb_3759 J12 p10
Uscita comando:
G44J: в5 e5 — G54JCT: в4 e6 — G54JOT: в4 e6 — G615: в7 e2 — G615D: в7 e2 — G616: в8 e2 —
G616D: в5 e2 — G61Q: в6 e3 — G624: в5 e1 — G626: в4 e1 — GL-544: в4 e8 — GL-544CT: в6 e3 — GL-
615: в8 e2 — GL-616: в8 e2 — GL-616D: в6 e2 — GL-61QCT: в6 e2 — GL-616CTE: в8 e5 — GL-615CTE:
в11 e8 — GL-616DCTE: в14 e7

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE173: Punto trattenuto caduta 2 posizione A

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p01
Uscita comando:
G44J: в13 e7 — G54JCT: в13 e5 — G54JOT: в14 e5 — G624: в14 e8 — G626: в13 e7 — GL-544: в13
e3 — GL-544CT: в12 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questi errori sono relativi al movimento del Corsoio:


Trattenuto
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Questo dispositivo ha il compito di determinare un opportuno movimento degli aghi nel punto del Cilindro dove questo
specifico corsoio entra in lavorazione.
Per questo Dispositivo è presente un ingresso di controllo.
Esso è posto nella parte posteriore del dispositivo.

Quando il corsoio non è comandato (Elettrovalvola diseccitata) esso è in posizione di riposo, lontano dal Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

- 170 -
Quando il corsoio è comandato (Elettrovalvola eccitata) esso è in posizione di lavoro, vicino al Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE46: Triangolo maglia ritorno tallone B

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J13 p02 — G54JCT: Pcb_3759 J13 p04 — G54JOT: Pcb_3759 J13 p04 — G615:
Pcb_3759 J12 p10 — G615D: Pcb_3759 J12 p10 — G616: Pcb_3759 J12 p11 — G616D: Pcb_3759 J12
p11 — G61Q: Pcb_3759 J12 p10 — G624: Pcb_3759 J12 p11 — G626: Pcb_3759 J12 p15 — GL-544:
Pcb_3759 J13 p03 — GL-544CT: Pcb_3759 J13 p03 — GL-615: Pcb_3759 J12 p11 — GL-616: Pcb_3759
J12 p11 — GL-616D: Pcb_3759 J12 p11 — GL-61QCT: Pcb_3759 J12 p11 — GL-_CTE: Pcb_3759 J12
p11
Uscita comando:
G44J: в5 e2 — G54JCT: в4 e1 — G54JOT: в4 e1 — G615: в6 e1 — G615D: в6 e1 — G616: в7 e4 —
G616D: в7 e4 — G61Q: в6 e2 — G624: в4 e6 — G626: в5 e2 — GL-544: в4 e5 — GL-544CT: в5 e5 —
GL-615: в7 e4 — GL-616: в7 e4 — GL-616D: в5 e4 — GL-61QCT: в5 e6 — GL-615CTE: в12 e6 — GL-
616DCTE: в15 e5

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE47: Triangolo maglia ritorno tallone A

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J13 p03 — G54JCT: Pcb_3759 J13 p05 — G54JOT: Pcb_3759 J13 p05 — G615:
Pcb_3759 J12 p11 — G615D: Pcb_3759 J12 p11 — G616: Pcb_3759 J12 p12 — G616D: Pcb_3759 J12
p12 — G61Q: Pcb_3759 J12 p11 — G624: Pcb_3759 J12 p12 — G626: Pcb_3759 J12 p16 — GL-544:
Pcb_3759 J13 p04 — GL-544CT: Pcb_3759 J13 p04 — GL-615: Pcb_3759 J12 p12 — GL-616: Pcb_3759
J12 p12 — GL-616D: Pcb_3759 J12 p12 — GL-61QCT: Pcb_3759 J12 p12 — GL-_CTE: Pcb_3759 J12
p12
Uscita comando:
G44J: в5 e1 — G54JCT: в4 e2 — G54JOT: в4 e2 — G615: в6 e2 — G615D: в6 e2 — G616: в7 e3 —
G616D: в7 e3 — G61Q: в6 e1 — G624: в4 e5 — G626: в5 e1 — GL-544: в4 e4 — GL-544CT: в5 e4 — GL-
615: в7 e3 — GL-616: в7 e3 — GL-616D: в5 e3 — GL-61QCT: в5 e5 — GL-616CTE: в8 e2 — GL-615CTE:
в12 e7 — GL-616DCTE: в15 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE48: Triangolo maglia caduta 1

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p12
Uscita comando:
G615: в6 e3 — G615D: в6 e3 — GL-616CTE: в6 e2

- 171 -
La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE98: Triangolo maglia caduta 2 posizione A

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J12 p05 — G54JCT: Pcb_3759 J12 p04 — G54JOT: Pcb_3759 J12 p04 — G624:
Pcb_3759 J12 p03 — G626: Pcb_3759 J12 p07 — GL-544: Pcb_3759 J12 p05 — GL-544CT: Pcb_3759
J12 p05
Uscita comando:
G44J: в13 e1 — G54JCT: в12 e1 — G54JOT: в13 e1 — G624: в14 e6 — G626: в13 e3 — GL-544: в13
e1 — GL-544CT: в11 e7

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE99: Triangolo maglia caduta 2 posizione B

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J12 p04 — G54JCT: Pcb_3759 J12 p03 — G54JOT: Pcb_3759 J12 p03 — G624:
Pcb_3759 J12 p02 — G626: Pcb_3759 J12 p06 — GL-544: Pcb_3759 J12 p04 — GL-544CT: Pcb_3759
J12 p04
Uscita comando:
G44J: в13 e2 — G54JCT: в12 e2 — G54JOT: в13 e2 — G624: в14 e5 — G626: в13 e2 — GL-544: в12
e8 — GL-544CT: в11 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE101: Triangolo maglia caduta 1 posizione A

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J13 p05 — G54JCT: Pcb_3759 J13 p09 — G54JOT: Pcb_3759 J13 p07 — G616:
Pcb_3759 J12 p15 — G616D: Pcb_3759 J12 p15 — G624: Pcb_3759 J12 p13 — G626: Pcb_3759 J13
p02 — GL-544: Pcb_3759 J13 p07 — GL-544CT: Pcb_3759 J13 p07 — GL-615: Pcb_3759 J12 p15 — GL-
616: Pcb_3759 J12 p15 — GL-616D: Pcb_3759 J12 p15 — GL-61QCT: Pcb_3759 J12 p14 — GL-_CTE:
Pcb_3759 J12 p14
Uscita comando:
G44J: в4 e5 — G54JCT: в4 e4 — G54JOT: в4 e4 — G616: в6 e2 — G616D: в6 e2 — G624: в4 e1 — G626:
в4 e3 — GL-544: в4 e1 — GL-544CT: в4 e7 — GL-615: в6 e2 — GL-616: в6 e2 — GL-616D: в4 e2 — GL-
61QCT: в4 e8 — GL-616CTE: в6 e3 — GL-615CTE: в14 e5

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE102: Triangolo maglia caduta 1 posizione B

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J13 p04 — G54JCT: Pcb_3759 J13 p10 — G54JOT: Pcb_3759 J13 p08 — G616:
Pcb_3759 J12 p14 — G616D: Pcb_3759 J12 p14 — G624: Pcb_3759 J12 p14 — G626: Pcb_3759 J13
p03 — GL-544: Pcb_3759 J13 p08 — GL-544CT: Pcb_3759 J13 p08 — GL-615: Pcb_3759 J12 p14 — GL-
616: Pcb_3759 J12 p14 — GL-616D: Pcb_3759 J12 p14 — GL-61QCT: Pcb_3759 J12 p15 — GL-_CTE:
Pcb_3759 J12 p15
Uscita comando:
G44J: в4 e6 — G54JCT: в4 e3 — G54JOT: в4 e3 — G616: в6 e3 — G616D: в6 e3 — G624: в4 e2 — G626:
в4 e4 — GL-544: в4 e2 — GL-544CT: в4 e8 — GL-615: в6 e3 — GL-616: в6 e3 — GL-616D: в4 e3 — GL-
61QCT: в5 e1 — GL-615CTE: в13 e8

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE103: Triangolo maglia caduta 3 posizione B

- 172 -
Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p08
Uscita comando:
G44J: в12 e4 — G54JCT: в12 e6 — G54JOT: в13 e6 — GL-544: в12 e2 — GL-544CT: в10 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE111: Triangolo maglia caduta 4 posizione A

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J12 p14 — G54JCT: Pcb_3759 J12 p14 — G54JOT: Pcb_3759 J12 p14 — GL-544:
Pcb_3759 J12 p15 — GL-544CT: Pcb_3759 J12 p15
Uscita comando:
G44J: в6 e1 — G54JCT: в5 e8 — G54JOT: в5 e8 — GL-544: в5 e5 — GL-544CT: в6 e8

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE113: Triangolo maglia caduta 4 posizione B

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J12 p13 — G54JCT: Pcb_3759 J12 p13 — G54JOT: Pcb_3759 J12 p13 — GL-544:
Pcb_3759 J12 p14 — GL-544CT: Pcb_3759 J12 p14
Uscita comando:
G44J: в6 e2 — G54JCT: в11 e3 — G54JOT: в12 e3 — GL-544: в5 e6 — GL-544CT: в7 e1 — GL-616CTE:
в1 e3

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE115: Triangolo maglia caduta 3 posizione A

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p09
Uscita comando:
G44J: в12 e3 — G54JCT: в12 e5 — G54JOT: в13 e5 — GL-544: в12 e1 — GL-544CT: в10 e7

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questi errori sono relativi al movimento del Corsoio:


Triangolo maglia
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Per ogni Corsoio sono presenti 2 comandi, uno relativo alla posizione “A”, l’altro alla posizione “B” (intermedia e finale
in entrata Corsoio sul Cilindro).
Per ogni Corsoio sono presenti 1 o 2 ingressi di controllo, uno relativo alla posizione “A”, l’altro alla posizione “B” (con-
trollo posizione intermedia e finale in entrata Corsoio sul Cilindro).

Quando il corsoio non è comandato (Elettrovalvole diseccitate) esso è in posizione di riposo, lontano dal Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

Quando il corsoio è comandato (Elettrovalvole eccitate) può andare in posizione “A” o “B” (2 comandi) muovendosi
verso il Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.

- 173 -
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE49: Elimina selettori elastico

Ingresso sensore:
G615: Pcb_3759 J13 p13 — G615D: Pcb_3759 J13 p13 — G616: Pcb_3759 J13 p13 — G616D: Pcb_3759
J13 p13 — G626: Pcb_3759 J13 p14 — GL-615: Pcb_3759 J13 p13 — GL-616: Pcb_3759 J13 p13 — GL-
616D: Pcb_3759 J13 p13 — GL-61QCT: Pcb_3759 J13 p13 — GL-_CTE: Pcb_3759 J13 p13
Uscita comando:
G615: в7 e7 — G615D: в7 e7 — G616: в8 e5 — G616D: в8 e5 — G626: в12 e5 — GL-615: в8 e5 — GL-
616: в8 e5 — GL-616D: в7 e6 — GL-61QCT: в12 e3 — GL-616CTE: в8 e7 — GL-615CTE: в11 e6 — GL-
616DCTE: в14 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE50: Elimina selettori caduta 1

Ingresso sensore:
G615: Pcb_3759 J13 p12 — G615D: Pcb_3759 J13 p12 — G616: Pcb_3759 J13 p12 — G616D: Pcb_3759
J13 p12 — G626: Pcb_3759 J13 p13 — GL-615: Pcb_3759 J13 p12 — GL-616: Pcb_3759 J13 p12 — GL-
616D: Pcb_3759 J13 p12 — GL-61QCT: Pcb_3759 J13 p12 — GL-_CTE: Pcb_3759 J13 p12
Uscita comando:
G615: в7 e8 — G615D: в7 e8 — G616: в8 e6 — G616D: в8 e6 — G626: в12 e4 — GL-615: в8 e6 — GL-
616: в8 e6 — GL-616D: в7 e7 — GL-61QCT: в12 e2 — GL-615CTE: в12 e4 — GL-616DCTE: в13 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE179: Elimina selettori caduta 2

Ingresso sensore:
G626: Pcb_3759 J13 p12
Uscita comando:
G626: в12 e3

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questi errori sono relativi al movimento del Corsoio:


Estrazione selettori tamburino
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Questo dispositivo ha il compito di determinare l’estrazione dei Selettori, in modo da consentire al Tamburino Disegno
la selezione degli aghi che devono salire a immagliare il filo.
Per questo Dispositivo è presente un ingresso di controllo.
Esso è posto nella parte posteriore del dispositivo.

Quando il corsoio non è comandato (Elettrovalvola diseccitata) esso è in posizione di riposo, lontano dal Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Quando il corsoio è comandato (Elettrovalvola eccitata) esso è in posizione di lavoro, vicino al Cilindro.
I selettori vengono estratti, il Tamburino Disegno poi annullerà quelli che non devono immagliare il filo.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

- 174 -
Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE74: Estrazione selettori tamburino 1

Ingresso sensore:
G54JCT: Pcb_3759 J13 p15 — G54JOT: Pcb_3759 J13 p15 — G61Q: Pcb_3759 J13 p16 — G624:
Pcb_3759 J13 p16
Uscita comando:
G54JCT: в7 e8 — G54JOT: в7 e8 — G61Q: в7 e1 — G624: в12 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE75: Estrazione selettori tamburino 2

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J13 p12
Uscita comando:
G54JCT: в7 e7 — G54JOT: в7 e7

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE76: Estrazione selettori tamburino 3

Ingresso sensore:
G54JCT: Pcb_3759 J13 p13 — G54JOT: Pcb_3759 J13 p13 — G61Q: Pcb_3759 J13 p12 — G624:
Pcb_3759 J13 p12
Uscita comando:
G54JCT: в7 e6 — G54JOT: в7 e6 — G61Q: в7 e2 — G624: в12 e2

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE77: Estrazione selettori tamburino 4

Ingresso sensore:
G54JCT: Pcb_3759 J13 p14 — G54JOT: Pcb_3759 J13 p14 — G61Q: Pcb_3759 J13 p13 — G624:
Pcb_3759 J13 p13
Uscita comando:
G54JCT: в7 e5 — G54JOT: в7 e5 — G61Q: в7 e3 — G624: в12 e3

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE78: Estrazione selettori tamburino 5

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J13 p14

- 175 -
Uscita comando:
G61Q: в7 e4 — G624: в12 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE79: Estrazione selettori tamburino 6

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J13 p15
Uscita comando:
G61Q: в7 e5 — G624: в12 e5

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE142: Estrazione selettori caduta 1

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J13 p14
Uscita comando:
G44J: в11 e5 — GL-544: в11 e7 — GL-544CT: в10 e2

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE143: Estrazione selettori caduta 2

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J13 p15
Uscita comando:
G44J: в6 e5 — GL-544: в11 e6 — GL-544CT: в10 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE144: Estrazione selettori caduta 3

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J13 p12
Uscita comando:
G44J: в11 e7 — GL-544: в11 e4 — GL-544CT: в7 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE145: Estrazione selettori caduta 4

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J13 p13
Uscita comando:
G44J: в11 e6 — GL-544: в11 e3 — GL-544CT: в9 e8

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questi errori sono relativi al movimento del Corsoio:


Estrazione selettori tamburino
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Questo dispositivo ha il compito di determinare l’estrazione dei Selettori, in modo da consentire al Tamburino Disegno
la selezione degli aghi che devono salire a immagliare il filo.
Per questo Dispositivo è presente un ingresso di controllo.

- 176 -
Esso è posto nella parte posteriore del dispositivo.

Quando il corsoio non è comandato (Elettrovalvola diseccitata) esso è in posizione di riposo, lontano dal Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Quando il corsoio è comandato (Elettrovalvola eccitata) esso è in posizione di lavoro, vicino al Cilindro.
I selettori vengono estratti, il Tamburino Disegno poi annullerà quelli che non devono immagliare il filo.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE80: Alza selettorini andata tallone

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p01
Uscita comando:
Alza selettorini tallone pos.A
G61Q: в5 e5
Alza selettorini tallone pos.B
G61Q: в5 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE81: Alza aghi colore 4

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p02
Uscita comando:
G61Q: в6 e8

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE106: Alza selettorini colore 1

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p07
Uscita comando:
Alza selettorini col. 1 pos. A
G54JCT: в11 e1 — G54JOT: в12 e1
Alza selettorini col. 1 pos. B
G54JCT: в11 e7 — G54JOT: в12 e7

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE107: Alza selettorini colore 2

- 177 -
Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p12
Uscita comando:
Alza selettorini col. 2 pos. A
G54JCT: в11 e2 — G54JOT: в12 e2
Alza selettorini col. 2 pos. B
G54JCT: в11 e8 — G54JOT: в12 e8

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE151: Alza selettorini sottopiede 1

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p09
Uscita comando:
G616: в8 e4 — G616D: в5 e4 — GL-615: в8 e4 — GL-616: в8 e4 — GL-616D: в8 e6 — GL-616CTE: в7
e5 — GL-615CTE: в10 e3 — GL-616DCTE: в12 e5

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE152: Alza selettorini sottopiede 2

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p01
Uscita comando:
G616: в6 e5 — G616D: в6 e5 — GL-615: в6 e5 — GL-616: в6 e5 — GL-616D: в8 e7 — GL-616CTE: в6
e5 — GL-615CTE: в10 e2 — GL-616DCTE: в12 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE153: Alza selettorini sottopiede 3

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p04
Uscita comando:
G616: в6 e6 — G616D: в6 e6 — GL-615: в6 e6 — GL-616: в6 e6 — GL-616D: в8 e8 — GL-616CTE: в6
e6 — GL-615CTE: в10 e1 — GL-616DCTE: в12 e3

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE177: Alza selettorini colore 6

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p04
Uscita comando:
G626: в13 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE195: Stop alza selettorini chiusura indemagliabile

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J13 p09
Uscita comando:
GL-544CT: в6 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

- 178 -
Questi errori sono relativi al movimento del Corsoio:
Alza selettorini
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Questo dispositivo ha il compito di determinare un opportuno movimento dei Selettorini nel punto del Cilindro dove que-
sto specifico corsoio entra in lavorazione.
Per questo Dispositivo è presente un ingresso di controllo.
Esso è posto nella parte posteriore del dispositivo.

Quando il corsoio non è comandato (Elettrovalvola diseccitata) esso è in posizione di riposo, lontano dal Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

Quando il corsoio è comandato (Elettrovalvola eccitata) esso è in posizione di lavoro, vicino al Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE104: Abbassa aghi colore 1

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J13 p01 — G54JCT: Pcb_3759 J12 p10 — G54JOT: Pcb_3759 J12 p10
Uscita comando:
G44J: в5 e4 — G54JCT: в11 e4 — G54JOT: в12 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE105: Abbassa aghi colore 3

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J12 p10 — G54JCT: Pcb_3759 J12 p05 — G54JOT: Pcb_3759 J12 p05 — GL-544:
Pcb_3759 J12 p10 — GL-544CT: Pcb_3759 J12 p10
Uscita comando:
G44J: в11 e8 — G54JCT: в11 e5 — G54JOT: в12 e5 — GL-544: в12 e4 — GL-544CT: в10 e3

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE112: Abbassa aghi colore 2

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J12 p15 — G54JCT: Pcb_3759 J12 p15 — G54JOT: Pcb_3759 J12 p15 — GL-544:
Pcb_3759 J12 p16 — GL-544CT: Pcb_3759 J12 p16
Uscita comando:
G44J: в5 e7 — G54JCT: в6 e7 — G54JOT: в6 e7 — GL-544: в5 e3 — GL-544CT: в6 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

- 179 -
CHuE149: Abbassa aghi colore 4

Ingresso sensore:
G44J: Pcb_3759 J12 p06 — GL-544: Pcb_3759 J12 p06 — GL-544CT: Pcb_3759 J12 p06
Uscita comando:
G44J: в12 e7 — GL-544: в12 e6 — GL-544CT: в11 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE180: Stop abbassa aghi colore 5

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p09
Uscita comando:
G626: в6 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE181: Stop abbassa aghi colore 6

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p05
Uscita comando:
G626: в12 e8

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questi errori sono relativi al movimento del Corsoio:


Abbassa aghi colore
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Questo dispositivo ha il compito di determinare un opportuno movimento degli aghi nel punto del Cilindro dove questo
specifico corsoio entra in lavorazione.
Per questo Dispositivo è presente un ingresso di controllo.
Esso è posto nella parte posteriore del dispositivo.

Quando il corsoio non è comandato (Elettrovalvola diseccitata) esso è in posizione di riposo, lontano dal Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

Quando il corsoio è comandato (Elettrovalvola eccitata) esso è in posizione di lavoro, vicino al Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

- 180 -
CHuE116: Rinforzo soletta caduta 1

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J13 p06
Uscita comando:
G54JCT: в6 e8 — G54JOT: в6 e8

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE146: Rinforzo soletta caduta 2

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p03
Uscita comando:
G44J: в13 e4 — G54JCT: в10 e3 — G54JOT: в11 e3

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE147: Rinforzo soletta caduta 3

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p07
Uscita comando:
G44J: в12 e6 — G54JCT: в10 e4 — G54JOT: в11 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE148: Rinforzo soletta caduta 4

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p12
Uscita comando:
G44J: в6 e4 — G54JCT: в10 e5 — G54JOT: в11 e5

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE150: Rinforzo soletta

Ingresso sensore:
G616: Pcb_3759 J12 p13 — G616D: Pcb_3759 J12 p13 — GL-615: Pcb_3759 J12 p13 — GL-616:
Pcb_3759 J12 p13 — GL-616D: Pcb_3759 J12 p13 — GL-61QCT: Pcb_3759 J12 p16 — GL-_CTE:
Pcb_3759 J12 p13
Uscita comando:
G615: в6 e4 — G615D: в6 e4 — G616: в7 e2 — G616D: в7 e2 — G61Q: в5 e3 — G624: в4 e4 — G626:
в4 e8 — GL-615: в7 e2 — GL-616: в7 e2 — GL-616D: в5 e2 — GL-61QCT: в5 e4 — GL-615CTE: в13
e5 — GL-616DCTE: в15 e8

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE174: Rinforzo soletta caduta 2 posizione A

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p03
Uscita comando:
Rinforzo soletta cad 2 pos.A
GL-544: в10 e8 — GL-544CT: в12 e2
Rinforzo soletta cad 2 pos.B

- 181 -
GL-544: в10 e7 — GL-544CT: в12 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE175: Rinforzo soletta caduta 3 posizione A

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p07
Uscita comando:
Rinforzo soletta cad 3 pos.A
GL-544: в10 e5 — GL-544CT: в11 e2
Rinforzo soletta cad 3 pos.B
GL-544: в10 e4 — GL-544CT: в11 e1

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

CHuE176: Rinforzo soletta caduta 4 posizione A

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J12 p12
Uscita comando:
Rinforzo soletta cad 4 pos.A
GL-544: в6 e7 — GL-544CT: в7 e4
Rinforzo soletta cad 4 pos.B
GL-544: в6 e8 — GL-544CT: в7 e5

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questi errori sono relativi al movimento del Corsoio:


Rinforzo soletta
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Questo dispositivo ha il compito di determinare un opportuno movimento degli aghi nel punto del Cilindro dove questo
specifico corsoio entra in lavorazione.
Per questo Dispositivo è presente un ingresso di controllo.
Esso è posto nella parte posteriore del dispositivo.

Quando il corsoio non è comandato (Elettrovalvola diseccitata) esso è in posizione di riposo, lontano dal Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

Quando il corsoio è comandato (Elettrovalvola eccitata) esso è in posizione di lavoro, vicino al Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE157: Stop apri palette

- 182 -
Ingresso sensore:
Pcb_3759 J13 p11
Uscita comando:
GL-61QCT: в14 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questi errori sono relativi al movimento del Corsoio:


Apri palette
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Questo dispositivo ha il compito di aprire le Palette dell’ago durante i movimenti di ribaltamento del Platorello nella fase
di chiusura della Punta.
Per questo Dispositivo è presente un ingresso di controllo.
Esso è posto nella parte posteriore del dispositivo.

Quando il corsoio non è comandato (Elettrovalvola diseccitata) esso è in posizione di riposo, lontano dal Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

Quando il corsoio è comandato (Elettrovalvola eccitata) esso è in posizione di lavoro, vicino al Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE194: Stop chiudi palette

Ingresso sensore:
Pcb_3759 J13 p10
Uscita comando:
GL-61QCT: в13 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3759.

Questi errori sono relativi al movimento del Corsoio:


Chiudi Palette
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Questo dispositivo ha il compito di chiudere le Palette dell’ago durante i movimenti di ribaltamento del Platorello nella
fase di chiusura della Punta.
Per questo Dispositivo è presente un ingresso di controllo.
Esso è posto nella parte posteriore del dispositivo.

Quando il corsoio non è comandato (Elettrovalvola diseccitata) esso è in posizione di riposo, lontano dal Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

Quando il corsoio è comandato (Elettrovalvola eccitata) esso è in posizione di lavoro, vicino al Cilindro.
In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.

- 183 -
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti
Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

CHuE183: Stop Entrata uncini 1

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J39 p04
Uscita comando:
G44J: в1 e3 — G54JCT: в1 e1 — G54JOT: в1 e1 — G615: в1 e1 — G615D: в1 e1 — G616: в1 e1 —
G616D: в1 e1 — G61Q: в1 e1 — G624: в1 e1 — G626: в1 e1 — GL-544: в1 e2 — GL-544CT: в1 e2 — GL-
615: в1 e1 — GL-616: в1 e1 — GL-616D: в1 e1 — GL-61QCT: в1 e2 — GL-616CTE: в1 e2 — GL-615CTE:
в19 e8 — GL-616DCTE: в19 e8

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

CHuE184: Stop Entrata uncini 2

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J39 p12
Uscita comando:
G44J: в1 e4 — G54JCT: в1 e2 — G54JOT: в1 e2 — G615: в1 e2 — G615D: в1 e2 — G616: в1 e2 —
G616D: в1 e2 — G61Q: в1 e2 — G624: в1 e2 — G626: в1 e2 — GL-544: в1 e3 — GL-544CT: в1 e3 — GL-
615: в1 e2 — GL-616: в1 e2 — GL-616D: в1 e2 — GL-61QCT: в1 e3 — GL-616CTE: в9 e2 — GL-615CTE:
в19 e7 — GL-616DCTE: в19 e7

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

CHuE185: Stop Entrata parziale uncini 1

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J39 p13
Uscita comando:
G54JCT: в1 e3 — GL-544CT: в1 e7 — GL-61QCT: в1 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

CHuE186: Stop Entrata parziale uncini 2

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J39 p05
Uscita comando:
G54JCT: в1 e4 — GL-544CT: в1 e8 — GL-61QCT: в1 e5 — GL-616CTE: в1 e5

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

- 184 -
CHuE187: Stop Uscita uncini 1

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J39 p03
Uscita comando:
G44J: в1 e6 — G54JCT: в1 e5 — G54JOT: в1 e5 — G615: в1 e3 — G615D: в1 e3 — G616: в1 e3 —
G616D: в1 e3 — G61Q: в1 e3 — G624: в1 e3 — G626: в1 e5 — GL-544: в1 e6 — GL-544CT: в1 e6 — GL-
615: в1 e3 — GL-616: в1 e3 — GL-616D: в1 e3 — GL-61QCT: в1 e6 — GL-616CTE: в1 e4 — GL-615CTE:
в19 e6 — GL-616DCTE: в19 e6

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

CHuE188: Stop Uscita uncini 2

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J39 p11
Uscita comando:
G44J: в1 e7 — G54JCT: в1 e6 — G54JOT: в1 e6 — G615: в1 e4 — G615D: в1 e4 — G616: в1 e4 —
G616D: в1 e4 — G61Q: в1 e4 — G624: в1 e4 — G626: в1 e6 — GL-544: в1 e5 — GL-544CT: в1 e5 —
GL-615: в1 e4 — GL-616: в1 e4 — GL-616D: в1 e4 — GL-61QCT: в1 e7 — GL-615CTE: в19 e5 — GL-
616DCTE: в19 e5

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

CHuE189: Stop Entrata uncini disegno bordo 2

Ingresso sensore:
Pcb_2008 J39 p14
Uscita comando:
G44J: в16 e5 — G54JCT: в1 e7 — G54JOT: в1 e7 — G615: в1 e5 — G615D: в1 e5 — G616: в1 e5 —
G616D: в1 e5 — G61Q: в8 e3 — G624: в1 e5 — G626: в1 e7 — GL-544: в16 e5 — GL-544CT: в15 e5
— GL-615: в1 e5 — GL-616: в1 e5 — GL-616D: в1 e5 — GL-61QCT: в1 e8 — GL-616CTE: в1 e1 — GL-
615CTE: в19 e4 — GL-616DCTE: в19 e4

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

Questi errori sono relativi al movimento del Corsoio:


Entrata Uncini / Uscita Uncini
Questo movimento è determinato dal comando che arriva alla relativa Elettrovalvola.
Questo dispositivo ha il compito di determinare il movimento in Entrata/Uscita degli Uncini sul Platorello.
Per questo Dispositivo è presente un ingresso di controllo.
Esso è posto nella parte posteriore del dispositivo.

Quando il corsoio non è comandato (Elettrovalvola diseccitata) esso è in posizione di riposo.


In questa condizione il relativo contatto di controllo è chiuso verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “1”.

Quando il corsoio è comandato (Elettrovalvola eccitata) esso è in posizione di lavoro.


In questa condizione il relativo contatto di controllo è aperto verso massa.
L’Autotest ingressi quindi visualizza il valore “0”.

Questo errore avverte l’utente di un problema sul movimento del dispositivo mobile.
In genere il problema è dovuto a:
• Lentezza di risposta della elettrovalvola di comando.
• Regolazione del sensore non corretta.
• Malfunzionamento del sensore.

Riferimenti

- 185 -
Per l’analisi e la soluzione di questa tipologia di errori fare riferimento al capitolo dedicato alle procedure per la risolu-
zione dei guasti relativi agli errori di posizione dei dispositivi mobili (ad esempio le camme mobili).
Per le informazioni relative alla procedura di risoluzione guasti relativi agli errori delle Camme mobili vedere la voce:
Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

- 186 -
Messaggi relativi alla stato degli ingressi

Le informazioni fornite sono valide per i seguenti modelli:


Modelli Stitch by stitch.

Prima di abilitare la marcia il software esamina gli ingressi: se un segnale non soddisfa le condizioni di sicurezza appare
l’errore specifico.

Oltre ad enunciare i messaggi, la sezione indica l’ubicazione degli ingressi e eventualmente l’uscita associata.
Viene inoltre specificato quale deve essere il valore corretto del segnale.
Alla fine viene riportato un metodo di approccio alla risoluzione della anomalia.
Vedere a questo proposito quanto riportato alla voce:
Spiegazione

Gli ingressi rilevano che la lavorazione stia procedendo stadio per stadio correttamente ed in sicurezza per l’operatore.
Ogni movimento è generato da un attuatore.
L’attuatore può essere pneumatico (elettrovalvola) o elettrico (motore).
Le elettrovalvole sono gestite tramite la “Linea Seriale”.
I motori sono gestiti tramite la “Linea CAN”.
Quando un ingresso deve riscontrare che un movimento sia stato effettuato si dice che è associato all’uscita.

Linea seriale I/O


Le schede delle uscite e degli ingressi sono parte di una “Linea seriale I/O” che le connette ad una scheda principale a
cui è affidata la loro gestione.
Il circuito della “Linea seriale I/O” diparte dalla scheda Pcb_2008.
Da essa infatti la “Linea seriale I/O” raggiunge tutte le varie schede di Input e Output poste all’esterno del Pannello
elettronico.
La principale scheda di ingressi è la Pcb_3759, che è anche il principale nodo esterno della “Linea seriale I/O”.
Il segnale di ingresso che giunge alla scheda indicata proviene dalla scheda:
Pcb_3896

CHue300: Pistone blocca cilindro

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J04 p08 в9 e6

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “1”.

CHue303: Spingi maglia cilindro BASSO

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J01 p08 вM e3

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “1”.

CHue304: Spingi maglia cilindro ALTO

Ingresso sensore: Uscita comando:

- 187 -
Pcb_3896 J01 p07 вM e3

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.

CHue305: Pistone prelevatori dentro

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J01 p09 вM e5

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “1”.

CHue306: Pistone prelevatori fuori

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J01 p10 вM e4

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.

CHue307: Spingi maglia portaspilli

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J02 p08 вN e3

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.

CHue308: Carrello cucitrice avanti

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J03 p07 вM e7

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.

CHue309: Carrello cucitrice indietro

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J03 p08 вM e6

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “1”.

CHue310: Filo cucitrice

- 188 -
Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J03 p06 вM e8

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.

CHue311: Leva rotazione gruppo portaspilli

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J02 p06 вN e1

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “1”.

Il segnale di ingresso che giunge alla scheda indicata proviene dalla scheda:
Pcb_4768.

CHue312: Proximity rotazione gruppo portaspilli

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J02 p07 вN e1

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.

Il segnale di ingresso che giunge alla scheda indicata proviene dalla scheda:
Pcb_4768.

CHue313: Portaspilli

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J02 p05 вN e2

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “1”.
Affinché l’uscita associata sia attivata il software deve ricevere dal sensore il benestare.

Il segnale di ingresso che giunge alla scheda indicata proviene dalla scheda:
Pcb_4768.

CHue314: Pistone blocca rovesciatore basso

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J03 p11 вL e7

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.

CHue315: Finecorsa non raggiunta motore rovesciatore ALTO

- 189 -
Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J05 p05 Motore

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.

CHue316: Pistone trasferimento maglia basso

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J03 p09 вM e1

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “1”.

CHue317: Pistone trasferimento maglia alto

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J03 p10 вL e8

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.

CHue318: Cam blocca tubo rovesciatore alto Bloccato

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J05 p07 вN e8

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “1”.

CHue319: Cam blocca tubo rovesciatore alto Sbloccato

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J05 p08 вN e7

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.

CHue320: Tubo interno alzamaglia

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J04 p07 в9 e8

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “1”.

CHue321: Fotocellula presenza calza

- 190 -
Ingresso sensore: Pcb_3896 J04 p11

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.

CHue322: Asta controllo presenza calza a a zero

Ingresso sensore: Pcb_3896 J04 p09

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “1”.

Il segnale di ingresso che giunge alla scheda indicata proviene dalla scheda:
Pcb_4778.

CHue331: Asta controllo presenza calza in lavoro

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J04 p10 вM e2

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.

Il segnale di ingresso che giunge alla scheda indicata proviene dalla scheda:
Pcb_4778.

CHue327: Forbice cucitrice

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J03 p05 вM e8

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “1”.

CHue333: Motori braccio prelevat. non azzerabili in automatico

Il software ha rilevato anomalie su uno dei seguenti ingressi:


Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J02 p05 вN e2

Pcb_3896 J02 p06 вN e1

Pertanto:
Non è stato possibile fare l’Azzeramento di uno dei seguenti motori:
26- AngolareBraccio
29- Avanz. Spilli
In pratica:
Rispettivamente, per ciascun motore, la causa può essere la seguente.
26- La parte mobile del gr. portaspilli non risulta in posizione sicura.
La condizione ha impedito il reset del motore.
29- Leva rotazione gruppo spilli
Il particolare meccanico è rimasto inserito sulla spina.
La condizione ha impedito il reset del motore.
Riferimento

- 191 -
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:

CHue313

CHue311

CHue328: Movimento ostacolato motore braccio prelevatori angolare

Ingresso sensore: Pcb_3896 J01 p11

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.

CHue329: Pistone rovesciatore ALTO bloccato ALTO

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J05 p09 вN e4

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “1”.

CHue330: Pistone rovesciatore ALTO bloccato BASSO

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J05 p10 вN e5

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.

CHue332: Carter protezione rovesciatore alto aperti

Ingresso sensore: Pcb_3896 J05 p06

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.

CHue334: Settore distendi calza posizione 0

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J05 p11 вN e6

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.
Il software è soggetto a perfezionamenti quindi ad essere sostituito con versioni aggiornate e rivedute.
In versioni precedenti il componente era denominato diversamente.
In tal caso fare riferimento al codice del messaggio.

Il segnale di ingresso che giunge alla scheda indicata proviene dalla scheda:
Pcb_4767.
Il segnale proviene a sua volta dalla scheda:

- 192 -
Pcb_4789.

CHue335: Settore distendi calza posizione 1

Ingresso sensore: Uscita comando:

Pcb_3896 J05 p12 вN e6

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.
In versioni precedenti il componente era denominato diversamente.
In tal caso fare riferimento al codice del messaggio.

Il segnale di ingresso che giunge alla scheda indicata proviene dalla scheda:
Pcb_4767.
Il segnale proviene a sua volta dalla scheda:
Pcb_4789.

CHue340: Posizione braccio prelevatori verticale

Ingresso sensore: Pcb_3896 J04 p12

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.
Questo messaggio non può apparire se il modello è configurato per il componente:
Doppia vite
A questo proposito vedere il menu:
-CONTROLLO BRACCIO PRELEVATORE ANGOLARE
Riferimenti
Per ulteriori informazioni consultare la voce:

CHue344

Spiegazione
I messaggi possono apparire nella seguente condizione:
A) In stato “Lavorazione” con Macchina ferma al Passo zero.

B) In stato “Lavorazione” con Macchina in marcia, e congiuntamente con Dispositivo Cucitura libero.

In dettaglio

A) In stato “Lavorazione” con Macchina ferma al Passo zero.


Prima di abilitare la marcia il software esamina gli ingressi: se un segnale non soddisfa le condizioni di sicurezza appare
l’errore specifico.
In questa condizione non è possibile avviare la marcia.
Per ripristinare l’operatività della macchina è necessario rimuovere la causa d’errore e poi cancellare il messaggio at-
traverso il comando apposito.
► Vedere quanto riportato alla voce:
Risoluzione

B) In stato “Lavorazione” con Macchina in marcia, e congiuntamente con Dispositivo Cucitura libero.
Il Dispositivo Cucitura è libero se ha terminato il suo ciclo, ovvero ha estratto, cucito e poi espulso la calza e ne attende
un’altra per ciclo seguente.
Per ripristinare l’operatività della macchina è necessario rimuovere la causa d’errore e poi cancellare il messaggio at-
traverso il comando apposito.
► Vedere quanto riportato alla voce:
Risoluzione

- 193 -
I messaggi NON possono apparire nella seguente condizione:
C) In stato “Lavorazione” con Macchina in marcia, e congiuntamente con Dispositivo Cucitura occupato.
Il Dispositivo Cucitura è occupato perché non ha ancora espulso la calza che ha estratto, e pertanto non è pronto per
un nuovo ciclo.
Durante la lavorazione l’anomalia del robot non arresta la macchina. L’errore è però visibile nella finestra dedicata al
dispositivo.
Per accedere al menu premere:
[Fn] + [C].
L’anomalia del Robot viene indicata nella Finestra Principale da una bandierina rossa sotto il nome della macchina.
Attenzione
Il fermo del robot arresta la macchina quando giunge il momento del prelievo articolo.
► A questo proposito vedere:

CHue325

Riferimenti
Il valore del segnale di ogni ingresso è riportato nella pagina specifica del menu Autotest.
E’ possibile attraverso “Autotest delle Uscite” verificare la funzionalità delle elettrovalvole, o dei motori, e la relativa
commutazione del segnale di controllo associato.

Risoluzione
In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).
Se il sensore ha segnalato una effettiva anomalia allora procedere nel seguente modo.
• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.
A questo punto eliminare l’errore con [F8] e avviare la macchina.

Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto procedere nel seguente modo.

Con errore attivo (non cancellabile con il tasto [F8]), accedere all’Autotest ingressi.
Premere i tasti [CTRL] + [B] nella finestra di errore.
Se l’Autotest ingressi visualizza il valore che indica l’assetto regolare:
• Sostituire la scheda ingressi.
Se l’Autotest ingressi NON visualizza il valore che indica l’assetto regolare:
• Verificare la continuità del circuito nel caso che il segnale provenga da schede o componenti più a monte.
• Verificare la corretta regolazione del sensore di posizione, ed eventualmente sostituirlo.
• Verificare che il dispositivo di segnalazione funzioni, ed eventualmente sostituirlo.
• Verificare che non sia rimasto impigliato l’articolo precedentemente in lavorazione.
• Verificare se il cablaggio del sensore (stop) include anche un proprio filo di massa (0 Vdc), invece di
prelevare il segnale di massa medesimo dalla carcassa metallica quando il contatto è chiuso. In tal caso
controllare l’integrità del filo elettrico in tutto il suo percorso.
• Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso.
• Procedere alla riparazione o sostituzione del dispositivo.
Se invece l’errore permane.
• Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo.
• Sostituire la scheda ingressi.

Riferimenti
Per ulteriori informazioni consultare l’opuscolo:
Ubicazione Ingressi Macchina

Le informazioni fornite sono valide per i seguenti modelli:


Modelli Stitch by stitch.

- 194 -
Prima di abilitare la marcia il software esamina gli ingressi: se un segnale non soddisfa le condizioni di sicurezza appare
l’errore specifico.

Oltre ad enunciare i messaggi, la sezione indica l’ubicazione degli ingressi e eventualmente l’uscita associata.
Viene inoltre specificato quale deve essere il valore corretto del segnale.
Alla fine viene riportato un metodo di approccio alla risoluzione della anomalia.
Vedere a questo proposito quanto riportato alla voce:
Spiegazione

CHue325: Pulsante stop cucitrice premuto o cucitrice in err.

Ingresso sensore: Pcb_3896 J04 p06

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_3896.

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “0”.
Spiegazione
Il messaggio è relativo solo allo stato dell’ingresso se compare al momento di girare la chiave in Lavorazione, al Passo
Zero.
► Fare riferimento in tal caso alla sezione:
Messaggi relativi alla stato degli ingressi

Se il messaggio appare al momento del prelievo articolo ha una valenza più generale.
Il messaggio indica che l’articolo in macchina non può essere prelevato perché il Dispositivo Cucitura è occupato.
Il Dispositivo Cucitura è occupato perché non ha ancora espulso la calza che ha estratto, e pertanto non è pronto per
un nuovo ciclo.
In genere questo è dovuto a:
■ Il pulsante di arresto del dispositivo, dotato di ritenuta, rimane attivo (premuto).
■ Il dispositivo è in modalità:
Stop a fasi
Per far avanzare il dispositivo la macchina attende il comando specifico.
■ Il dispositivo è fermo per anomalia.
Durante la lavorazione l’anomalia del robot non arresta la macchina. L’errore è però visibile nella finestra dedicata al
dispositivo.
L’anomalia del Robot viene indicata nella Finestra Principale da una bandierina rossa sotto il nome della macchina.
Risoluzione
Premere il tasto:
[F8].
Premendo il tasto indicato si accede direttamente al menu del dispositivo.
Le prime righe del menu riporteranno un’informazione più precisa sul fermo.
► Fare riferimento in tal caso alla sezione:
Messaggi relativi al Dispositivo Cucitura

CHue342: Barriera ostruita

La scheda ingressi relativa a questo segnale è la Pcb_2008.

Il segnale di controllo arriva direttamente alla scheda Pcb_2008.


Connettore
J56

Con macchina in stato “Lavorazione” ferma al Passo Zero l’Autotest ingressi indica l’assetto regolare con il valore = “1”.
Le protezioni sono abilitate dal prelievo articolo alla sua espulsione.
Il messaggio è relativo solo allo stato dell’ingresso se compare al momento di girare la chiave in Lavorazione, al Passo

- 195 -
Zero.
Fare riferimento in tal caso alla sezione:
Messaggi relativi alla stato degli ingressi

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie - S by S

Le informazioni fornite sono valide per i seguenti modelli:


Modelli Stitch by stitch.

CHue341: Motore avanzam. spilli: fuori tolleranza zero prox. [Fn+T]

Avanz. Spilli
La posizione del motore è controllata da un encoder.
Se la posizione del motore si discosta dall’istruzione del software allora compare l’errore.
Da questa finestra di errore l’utente può ripristinare la posizione corretta premendo i tasti:
[Fn]+[T]

I segnali dall’encoder relativi a questo motore giungono poi alla scheda:


Pcb_3836 N° 2

Generalmente questo messaggio compare alla accensione dopo una procedura di Black-Out.
Il motore riportandosi in coppia esce dalla tolleranza rispetto al punto di zero (sensore).
Provare a ripristinare la posizione corretta attraverso il comando indicato.
Se l’errore permane sarà necessario ripetere la seguente registrazione:
Calibratura quota primo spillo
Dopo l’intervento comparirà il seguente messaggio:

CHue301

CHue323: Superato numero massimo movimenti rovesciamento

Il software rileva attraverso la fotocellula che la calza ricopre il catarifrangente.


Il controllo viene effettuato dopo un determinato numero di atti delle manine (chele) che scoprono il tubo.
Il problema può essere dovuto alla calza particolarmente lunga, oppure da un filato su cui le chele non riescono a far
presa, oppure ancora la striscia catarifrangente si è scollata dal tubo.

Riferimenti
In caso di falso errore per l’elettronica fare riferimento alle indicazioni che seguono.
Per falso errore si intende la segnalazione di una anomalia non generata da una effettiva situazione pericolosa, ma solo
da disturbi elettrici e/o da malfunzionamenti dell’hardware.
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:

CHue321

CHue334

CHue335

CHue336: Troppo tempo in fase di cucitura calza

Fase: Cucitura della punta della calza


Da software l’intervallo della fase ha una soglia.

- 196 -
Se la fase eccede il tempo limite compare il messaggio.

Per cause sconosciute la cucitura non si è conclusa.


La segnalazione è generica per sua natura.
Ispezionare il gruppo meccanico.

CHue343: Timeout ricezione errore per motore passo passo

Questo è un errore di sistema, significa che nel tempo massimo previsto per l’operazione sulla linea CAN, il sistema non
ha ottenuto una risposta (Timeout logico).
E’ un problema che presuppone una causa software, quindi non dovrebbe mai comparire all’utente esterno.
Comunque possono esistere delle situazioni o delle rotture hardware che potrebbero causare la comparsa di questo
errore.

In caso di comparsa di questo errore a seguito di un Aggiornamento software:


• Eseguire nuovamente la procedura di Aggiornamento, è possibile che l’operazione di copia del software in
memoria FLASH non sia stata eseguita correttamente.
Anche se non specifico rispetto al reale problema, questo errore può comparire in caso di un problema hardware
(un guasto):
• Ad un qualsiasi modulo CAN.
• Alla scheda Pcb_2008.
• Ai cablaggi tra queste schede.

• Un problema in fase di scrittura del software, un problema Hardware sulle schede interessate al CAN, un
disturbo sulla linea di trasmissione CAN:
tutte queste cause possono causare degli Errori/Allarmi CAN non inerenti al reale guasto, ma generali del
sistema CAN.
Quindi in linea generale, per tutti gli Errori/Allarmi CAN, dopo aver valutato il problema specifico indicato dall’errore,
valutare anche come possibile causa un problema generale del sistema CAN (software e hardware).

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Messaggi di richiesta calibrazione

Le informazioni fornite sono valide per i seguenti modelli:


Modelli Stitch by stitch.
Senso generale di questi messaggi
Il messaggio indica che il software ha rilevato l’assenza di un dato fondamentale per poter procedere.
Questo può avvenire, ad esempio a seguito di un aggiornamento software della macchina, oppure in caso dei Reset del
Setup o sostituzione della scheda Pcb_2007 con una nuova.

Risoluzione
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:
Ripetere la procedura di acquisizione.
Per questa sezione si rimanda all’opuscolo specifico:
Riacquisizione parametri software

Oppure:

- 197 -
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:
Attivare il file *.up specifico per quei dati di Setup.
Nota bene
In questo caso il file è ad uso esclusivo della matricola. Tra la creazione del file e il suo utilizzo, la macchina non deve
aver subito rilevanti manutenzioni meccaniche.
Fare riferimento al menu:
-GESTIONE SOFTWARE
Il file specifico è denominato:
SETCUCI.UP.
Il file comprende tutti i dati relativi alle calibrature del dispositivo.

CHue326: Dati setup cucitrice non integri

La specifica locazione di memoria risulta completamente vuota.


Il messaggio indica la necessità di ripetere la procedura:
1. Calibratura quota primo spillo
2. Calibratura posizioni angolari cilindro

CHue302: Calibratura quota rotazione gruppo portaspil.

Il messaggio indica la necessità di ripetere la procedura:


Calibratura quota primo spillo
In particolare:
Allineamento verticale spilli.

CHue301: Calibratura quota primo spillo

Il messaggio indica la necessità di ripetere la procedura:


Calibratura quota primo spillo
In particolare:
Allineamento ago e primo spillo.

CHue339: Calibrare quota uscita leva rotazione gruppo portaspilli

Il messaggio indica la necessità di ripetere la procedura:


Calibratura quota primo spillo
In particolare:
Sgancio leva da spina rotazione gruppo.

CHue337: Calibrare braccio prelevatori angolare. Pos. in macchina

Il messaggio indica la necessità di ripetere la procedura:


Calibratura quota primo spillo
In particolare:
Correzione braccio prel. angolare

- 198 -
CHue338: Calibratura posizioni angolari cilindro

Il messaggio indica la necessità di ripetere la procedura:


Calibratura posizioni angolari cilindro

Riferimenti
Per ulteriori informazioni cons lo:
ultarel’opus co

Riacquisizione parametri software

- 199 -
Messaggi relativi al Dispositivo Cucitura

Dispositivo Cucitura
Il dispositivo viene anche chiamato in via informale:
Robot Cucitura
I messaggi che seguono sono visibili solamente nella finestra dedicata al dispositivo.
L’anomalia del Robot viene indicata nella Finestra Principale da una bandierina rossa sotto il nome della macchina.
-¤-
Se l’anomalia del dispositivo induce l’anomalia della macchina il display mostra in primo piano quest’ultima.
E’ sempre consigliabile tentare di cancellare l’errore visualizzato dal Display premendo il tasto [F8], controllando in que-
sto modo se esso è ancora attivo.
Se il messaggio riguarda il dispositivo il comando condurrà direttamente al menu dedicato.
Quindi:
Nella finestra premere:[Fn] + [F8].

Gli ingressi rilevano che la lavorazione stia procedendo stadio per stadio correttamente ed in sicurezza per l’operatore.
Ogni movimento è generato da un attuatore.
L’attuatore può essere pneumatico (elettrovalvola) o elettrico (motore).
Le elettrovalvole sono gestite tramite la “Linea Seriale”.
I motori sono gestiti tramite la “Linea CAN”.
Quando un ingresso deve riscontrare che un movimento sia stato effettuato si dice che è associato all’uscita.
Ci sono movimenti che sono fondamentali per l’integrità della macchina.
Per i movimenti più importanti l’operato dell’attuatore è sotto controllo di due sensori.
Un sensore rileva la posizione finale è un altro quella iniziale.
In questo modo si esclude che la parte mobile possa assumere posizioni intermedie e che un sensore difettoso possa
indurre danni.

Alla fine viene riportato un metodo di approccio alla risoluzione della anomalia.
Vedere a questo proposito quanto riportato alla voce:
Spiegazione

Messaggi relativi alla Linea Seriale

05-Pistone blocca cilindro non in posizione. Non inserito

06-Pistone blocca cilindro non in posizione. Non disinserito

Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE300

07-Spingi maglia cilindro non in posizione. Non Basso

08-Spingi maglia cilindro non in posizione. Non alto

Verificare se:
Le boccole degli ultimi ranghi sono troppo strette e la maglia tesa resiste alla discesa del particolare meccanico.
La soluzione è correggere la programmazione GRAPHITRON eliminando il problema.

Riferimento

- 200 -
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE303
CHuE304

09-Pistone prelevatori non in posizione. Non fuori

10-Pistone prelevatori non in posizione. Non dentro

Verificare se:
Il prelevatore può avanzare sullo stelo dell’ago.
Se i prelevatori avanzando causano la flessione laterale degli aghi la regolazione non è sufficientemente accurata.
In questa condizione il dispositivo non può arrivare a fine corsa.
E’ necessario rivedere la calibratura specifica.
A questo proposito vedere:
-CALIBRATURA POSIZIONI ANGOLARI CILINDRO

Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE305
CHuE306

11-Tubo interno alzamaglia non in posizione. Non alto

12-Tubo interno alzamaglia non in posizione. Non basso

Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE320

13-Pistone trasferimento maglia non in posizione Non alto

14-Pistone trasferimento maglia non in posizione Non basso

Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE316
CHuE317

15-Spingi maglia portaspilli non in posizione. Non basso

16-Spingi maglia portaspilli non in posizione. Non alto

Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE307

17-Leva rotazione gruppo portaspilli non in posizione. Non avanti

18-Leva rotazione gruppo portaspilli non in posizione. Non indietro

Riferimento

- 201 -
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE311

19-Carrello cucitrice non in posizione. Non avanti

20-Carrello cucitrice non in posizione. Non indietro

Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE308
CHuE309

21-Forbice cucitrice non in posizione. Non chiusa

22-Forbice cucitrice non in posizione. Non aperta

Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE327

23-Pistone rovesciatore alto non in posizione. Non basso

24-Pistone rovesciatore alto non in posizione. Non alto

Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE329
CHuE330

25-Cam blocca tubo rovesciatore alto non in posizione.Non sblocca

26-Cam blocca tubo rovesciatore alto non in posizione. Non blocca

Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE318
CHuE319

27-Pistone blocca rovesciatore basso non in posizione.Non sblocca

28-Pistone blocca rovesciatore basso non in posizione.Non blocca

Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE314

29-Settore distendi calza non in posizione. Non chiuso

30-Settore distendi calza non in posizione. Non aperto

- 202 -
Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE334
CHuE335

44-Asta controllo presenza calza in macchina

45-Asta controllo presenza calza in macchina non a zero

Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE322
CHuE331

Se l’anomalia del dispositivo induce l’anomalia della macchina il display mostra in primo piano quest’ultima.
Il dispositivo viene anche chiamato in via informale:
Robot Cucitura
E’ sempre consigliabile tentare di cancellare l’errore visualizzato dal Display premendo il tasto [F8], controllando in que-
sto modo se esso è ancora attivo.
Se il messaggio riguarda il dispositivo il comando condurrà direttamente al menu dedicato.
Quindi:
Nella finestra premere:[Fn] + [F8].
Controllo dell’errore
A questo punto avremo due possibilità:1. L’errore si cancella e la macchina può riprendere la lavorazione. 2.
L’errore non si cancella, esso resta visualizzato sul Display e la macchina resta bloccata.

1° caso : L’errore si cancella alla pressione del tasto.


Questo tipo di errore non persistente, non è da sottovalutare, poiché in genere indica un’anomalia di movimento (ecces-
sivamente ritardato) della parte meccanica.
L’errore viene visualizzato perché la parte meccanica, pur essendosi portata nella posizione corretta, ha impiegato trop-
po tempo per effettuare il movimento.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Verificare che il movimento del dispositivo non sia rallentato o bloccato da ostruzioni meccaniche.

• Verificare che i condotti interni dell’aria compressa, relativi alla parte meccanica interessata, non siano
ostruiti e/o intasati dalla sporcizia.

• Verificare che i condotti esterni (tubazioni) che portano l’aria compressa non siano ostruiti e/o intasati dalla
sporcizia.

• Verificare che la parte pneumatica dell’elettrovalvola non sia ostruita e/o intasata dalla sporcizia, o comun-
que meccanicamente rovinata.

2° caso : L’errore NON si cancella alla pressione del tasto.


Se l’errore non si cancella, significa che la parte meccanica interessata non è nella posizione corretta, oppure il sensore
o l’elettronica di controllo non ha rilevato correttamente la nuova posizione della parte meccanica.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:
Verificare visivamente la posizione assunta dalla parte meccanica interessata al movimento.
A.Selaprtmcnioèlaposiznervtcdu:

”Parte meccanica fuori posizione”


Se la parte meccanica interessata si trova effettivamente fuori posizione, si possono discriminare
due tipi di problemi: 1. Problema meccanico
Il dispositivo meccanico è bloccato nel suo movimento, o l’elettrovalvola, anche se cor-

- 203 -
rettamente attivata, non permette il passaggio dell’aria compressa in uscita. • Ve -
rificare che il movimento della parte meccanica possa avvenire senza problemi.
Quindi, se necessario, sostituire l’elettrovalvola interessata. 2. Problema
elettrico o elettronico
Il mancato movimento è dovuto alla mancanza di aria compressa in uscita dall’elettro-
valvola. • Sostituire l’elettrovalvola interessata. • Sostituire la scheda delle
uscite corrispondente al comando. B. Se la parte meccanica è nella posizione pre-
vista procedere con il punto:
”Parte meccanica in posizione corretta”
Se la parte meccanica interessata è in posizione corretta, significa che la sequenza di comando è
stata eseguita correttamente.
Perciò anche l’elettrovalvola corrispondente lavora in modo appropriato.
Il problema è quindi causato dal sensore di posizione che non ha rilevato la nuova posizione. • V e -
rificare la corretta regolazione del sensore di posizione, ed eventualmente sostituirlo. • V e r i f i c a r e
l’integrità dei cablaggi tra il sensore e la scheda ingressi. • Sostituire la scheda ingressi.

Messaggi relativi alla Linea CAN

32-Gruppo spilli mobile non in posizione. Non chiuso

33-Gruppo spilli mobile non in posizione. Non aperto

Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE313

56-Posizione braccio prelevatori verticale

Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE340

35-Motore Rovesciatore Alto non in posizione di fine corsa

Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE315

38-Motore rotazione gruppo portaspilli non ha ruotato correttamente

Riferimento
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
CHuE312
CHuE313

36-Motore Rovesciatore Alto non ha raggiunto lo zero Proximity

Riferimento
Vedere a questo proposito quanto riportato alla voce:
MPuE19

- 204 -
39-Motore rotazione gruppo portaspilli non in posizione di zero

Riferimento
Vedere a questo proposito quanto riportato alla voce:
MPuE23

40-Motore valvola parzializzatrice non in posizione di zero

Riferimento
Vedere a questo proposito quanto riportato alla voce:
MPuE01

41-Motore valvola parzializ. punta chiusa esterna non a zero

Riferimento
Vedere a questo proposito quanto riportato alla voce:
MPuE24

47-Motore inclina rovesciatore basso non a zero

Riferimento
Vedere a questo proposito quanto riportato alla voce:
MPuE18

37-Motore inclina rovesciatore basso movimento non effettuato

Riferimento
Vedere a questo proposito quanto riportato alla voce:
GFuE400

Se l’anomalia del dispositivo induce l’anomalia della macchina il display mostra in primo piano quest’ultima.
Il dispositivo viene anche chiamato in via informale:
Robot Cucitura
E’ sempre consigliabile tentare di cancellare l’errore visualizzato dal Display premendo il tasto [F8], controllando in que-
sto modo se esso è ancora attivo.
Se il messaggio riguarda il dispositivo il comando condurrà direttamente al menu dedicato.
Quindi:
Nella finestra premere:[Fn] + [F8].
Controllo dell’errore
A questo punto avremo due possibilità:1. L’errore si cancella e la macchina può riprendere la lavorazione. 2.
L’errore non si cancella, esso resta visualizzato sul Display e la macchina resta bloccata.

1° caso : L’errore si cancella alla pressione del tasto.


Nella finestra premere:[Fn] + [F8].
Questo tipo di errore non persistente, non è da sottovalutare, poiché in genere indica un’anomalia di movimento (ecces-
sivamente ritardato) della parte meccanica.
L’errore viene visualizzato perché la parte meccanica, pur essendosi portata nella posizione corretta, ha impiegato trop-
po tempo per effettuare il movimento.

- 205 -
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Verificare che il movimento del dispositivo non sia rallentato o bloccato da ostruzioni meccaniche.

• Verificare che i condotti interni dell’aria compressa, relativi alla parte meccanica interessata, non siano
ostruiti e/o intasati dalla sporcizia.

• Verificare che i condotti esterni (tubazioni) che portano l’aria compressa non siano ostruiti e/o intasati dalla
sporcizia.

• Verificare che la parte pneumatica dell’elettrovalvola non sia ostruita e/o intasata dalla sporcizia, o comun-
que meccanicamente rovinata.

2° caso : L’errore NON si cancella alla pressione del tasto.


Nella finestra premere:[Fn] + [F8].
Se l’errore non si cancella, significa che la parte meccanica interessata non è nella posizione corretta, oppure il sensore
o l’elettronica di controllo non ha rilevato correttamente la nuova posizione della parte meccanica.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:
Verificare visivamente la posizione assunta dalla parte meccanica interessata al movimento.
A.Selaprtmcnioèlaposiznervtcdu:

”Parte meccanica fuori posizione”


Se la parte meccanica interessata si trova effettivamente fuori posizione, si possono discriminare
due tipi di problemi: 1. Problema meccanico
Il dispositivo meccanico è bloccato nel suo movimento. • Verificare che il movimento
della parte meccanica possa avvenire senza problemi. • Verificare la funzionalità
meccanica dei componenti legati al movimento del motore. 2. Problema elettrico o
elettronico
Il mancato movimento è dovuto al motore. • Controllare l’integrità dei cablag-
gi che collegano il sensore e il motore alla scheda di comando (in genere la scheda
Pcb_3836). • Sostituire il motore passo passo indicato nel messaggio. • So-
stituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.
B. Se la parte meccanica è nella posizione prevista procedere con il punto:
”Parte meccanica in posizione corretta”
Se la parte meccanica interessata è in posizione corretta, significa che la sequenza di comando è
stata eseguita correttamente.
Il problema è quindi causato dal sensore di posizione che non ha rilevato la nuova posizione. • V e -
rificare la corretta regolazione del sensore di posizione, ed eventualmente sostituirlo. • V e r i f i c a r e
l’integrità dei cablaggi tra il sensore e la scheda ingressi. • Sostituire la scheda ingressi.

31-Motore braccio prel. angolare ha perso passi. Sfasamento encoder [Fn+G]

Scheda Motore
Pcb_4752. AngolareBraccio

Riferimento
Vedere a questo proposito quanto riportato alla voce:

57-Posizione braccio prelevatori angolare [Fn+F0]

Scheda Motore
Pcb_4752. AngolareBraccio

Riferimento
GFuE423
Quando non è possibile nella sequenza di lavorazione riallineare il motore all’encoder compare il messaggio.
L’unica operazione possibile è quella indicata.
Il comando azzera il dispositivo.

- 206 -
L’utente deve procedere con l’Azzeramento del Dispositivo Cucitura.
Azzerare il dispositivo significa interrompere l’operazione in corso per riportarlo nella condizione iniziale.

42-Motore rovesciatore basso ha perso passi. Sfasamento encoder [Fn+B]

42-Motore rovesciatore basso ha perso passi. [Fn+R]Ripeti [Fn+B]Ripr.

Scheda Motore
Pcb_4752. Rov. Basso

Riferimento
GFuE422

49-Motore braccio prel. verticale ha perso passi Sfasamento encoder [Fn+V]

Scheda Motore
Pcb_4752. Vertic. Braccio

Riferimento
GFuE414

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie - S by S

34-Motore Rovesciatore Alto superato numero movimenti distensione

Per risolvere l’intoppo vedere quanto riportato per il messaggio:


► CHuE323

54-Troppo tempo in fase di cucitura calza

Per risolvere l’intoppo vedere quanto riportato per il messaggio:


► CHuE336

Messaggi relativi al Dispositivo Cucitura

Messaggi relativi a comandi manuali

02-AZZERAMENTO CUCITRICE ATTIVATO

Un messaggio comunica che:


La macchina ha accettato l’Azzeramento del dispositivo.
La funzione verrà attivata al primo passo utile.
Azzerare il dispositivo significa interrompere l’operazione in corso per riportarlo nella condizione iniziale.
Solo in fase di estrazione, quando macchina e robot lavorano coordinati, l’azzeramento di una apparecchiatura si pro-
paga all’altra.
Se compare una anomalia in un contesto che non è possibile proseguire con le fasi successive l’unica soluzione è ese-
guire l’Azzeramento.

03-Abbassare manualmente il piatto guidafili

- 207 -
Il messaggio compare al termine delle operazioni di calibratura.
Inoltre:
Il messaggio può mostrarsi a seguito dell’Azzeramento.

Risoluzione
Premere il comando operativo:
[Fn] + [Abbassa Piatto]

04-Macchina pronta. Togliere stop a fasi Mettere in marcia

Il messaggio compare perché il Robot è in modalità passo passo.


In questa modalità ad ogni fase segue una fermata (stazione).
Per far avanzare il dispositivo la macchina attende il comando specifico.

Risoluzione
Premere il comando operativo:
[Fn] + [*]

60-Premere il pulsante di marcia della macchina per continuare

Il messaggio indica quale deve essere l’operazione seguente.

Risoluzione
Premere il comando operativo:
(I) Pulsante Avvio Macchina

61-Premere il pulsante di start della cucitrice per continuare

Il messaggio indica quale deve essere l’operazione seguente.

Risoluzione
Premere il comando operativo:c ) Pulsante start cucitrice
Per ulteriori informazioni consultare l’opuscolo:
Riacquisizione parametri software
In particolare:
Vedere figura ...
A2.P

62-Premuto il pulsante di STOP della cucitrice

La macchina è ferma perché è stato premuto il pulsante indicato.


b) Pulsante stop cucitrice

Per ulteriori informazioni consultare l’opuscolo:


Riacquisizione parametri software
In particolare:
Vedere figura ...
A2.P
Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:

► CHuE325

Risoluzione

- 208 -
Probabilmente ci si è dimenticati di riavviare il Robot.
Se tutto è in ordine eseguire il riavvio.

Riavvio della macchina


Premere il comando operativo:
c) Pulsante start cucitrice
Dopodiché:
Seguire le informazioni a video.
Riavviando la macchina essa potrà proseguire la produzione della calza in corso.

Messaggi relativi ad operazioni manuali

52-Togliere manualmente la calza dai prelevatori

Il messaggio può mostrarsi a seguito dell’Azzeramento.


Non è stato possibile scaricare l’articolo, a causa dello stadio in cui si trovava il Robot.
Intervenire manualmente sollevando la calza per sganciare la maglia.

Risoluzione
Intervenire manualmente sollevando la calza per sganciare la maglia.

53-Tagliare manualmente la catenella della cucitura

Il messaggio può mostrarsi a seguito dell’Azzeramento.


Abbassare l’ago della cucitrice tramite il pomello laterale.
Tagliare il filo di cucitura affinché la cucitrice possa ritirarsi senza danneggiamenti.

Per ulteriori informazioni consultare l’opuscolo:


Riacquisizione parametri software
In particolare:
Vedere figura ...
A2.P

55-Fotocellula presenza calza. Sistemare manualmente la calza

La calza viene compressa alla base del tubo attraverso ripetuti movimenti delle manine finché la fotocellula viene sco-
perta.
Un messaggio comunica che:
A causa dell’elasticità del tessuto la calza dopo la compressione ritorna a coprire la fotocellula.
Alla prima occorrenza viene fatto eseguire un movimento più profondo delle chele.
Il messaggio appare se, nonostante questo accorgimento, la calza ritorna poi ad oscurare la fotocellula .
Intervenire manualmente e abbassare la calza completamente finché e visibile la fotocellula.

Per ulteriori informazioni consultare l’opuscolo:


Riacquisizione parametri software
In particolare:
Vedere figura ...
A2.P

Messaggi correlati
Per ulteriori informazioni vedere anche:
► CHuE323

- 209 -
58-Tubo rovesciatore non in posizione corretta. Sganciarlo manualmente

Tubo rovesciatore alto


L’anomalia può apparire nella seguente circostanza:
A fine ciclo il tubo deve essere recuperato dal Rovesciatore Inferiore, che si solleva e lo accoglie, mentre il Rovesciatore
Superiore lo sgancia e si ritira in alto.
Per attrito invece il tubo rimane aderente al gruppo superiore che ritirandosi lo solleva.
In pratica:
Quando il Rovesciatore Inferiore scende la fotocellula non deve più leggere il catarifrangente del tubo.

Intervento
Togliere il tubo dal gruppo superiore e inserirlo nel gruppo inferiore fino all’aggancio della clip.

La punta del tubo può essere orientata verso la cam oppure a destra. Rispettare l’orientamento in base alle esigenze
di lavorazione.
Il tubo ha questa possibilità per evitare che la punta si infili nelle sacche (zone tallone).
Il tubo in alto ha due fori laterali, sfasati 90 ° .

Orientare il foro di sinistra verso la cam. L’altro foro risulterà a destra.


Oppure:
Orientare il foro di destra verso la cam. L’altro foro risulterà a sinistra.

Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
► CHuE321

Messaggi relativi al Dispositivo Cucitura

Messaggi relativi alla protezioni


Le protezioni sono abilitate dal prelievo articolo alla sua espulsione.

63-Movimento ostacolato motore braccio prelevatori angolare

Il disco del braccio è circondato da una fascetta metallica che va contatto della carcassa se urtata.
Un messaggio comunica che:
Il braccio ha incontrato nel suo movimento un ostacolo.
L’ostacolo è molto probabilmente dovuto ad un uncino che non ha scaricato.

Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
► CHuE328

65-Carter protezione rovesciatore alto aperti

Gruppo Rovesciatore Alto (Superiore)


Un messaggio comunica che:
La protezione del gruppo è rimasta aperta.
Verificare che le due ante siano agganciate attraverso la chiusura a fermaglio.

Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
► CHuE332

66-Barriera ostruita

- 210 -
Un messaggio comunica che:
L’area di lavoro della macchina o del Robot è stato invasa.

Caso particolare
Il dispositivo è in modalità:
Stop a fasi
Le barriere sono abilitate solo durante l’espletamento della fase (organi in movimento) e ritornano in sospensione du-
rante lo stazionamento.

Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
► CHuE342

Riferimento
E’ possibile disabilitare questo ingresso.
A questo proposito vedere il menu:
-SETUP TASK CHAIN
In particolare:
■ Stop Barriere

Avvertenze
- PERICOLO -
La macchina non mostra alcun segnale che l’ingresso è stato disabilitato dall’utente.
Ripristinare quanto prima la condizione di sicurezza.

Messaggi relativi alle alimentazioni

64-Filo rotto cucitrice

Un messaggio comunica che:


Almeno uno dei fili della Cucitrice risulta assente.
Il filo si è rotto oppure è terminata la bobina.

Per l’ubicazione dell’ingresso e della eventuale uscita associata vedere quanto riportato per il messaggio:
► CHuE310

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie - S by S

48-Piatto guidafili non in posizione

Per risolvere l’intoppo vedere quanto riportato per il messaggio:


► CHuE167

50-Errore generico sui motori

Per risolvere l’intoppo vedere quanto riportato per il messaggio:


► CHuE343
► GFuE02

51-Mancata espulsione della calza

- 211 -
Per risolvere l’intoppo vedere quanto riportato per il messaggio:
► CHuE01

59-Mancanza di fase rete

Per risolvere l’intoppo vedere quanto riportato per il messaggio:


► CHuE02

Errori di posizione : Dispositivi mobili (Camme mobili)

Sulle macchine circolari la maggior parte delle Camme mobili e molti dei dispositivi meccanici comandati dalle elettro-
valvole sono dotati di sensori di posizione che ne controllano il movimento.
Questi sensori di posizione attualmente sono del tipo:

• CONTATTI:
Sono dei sensori dotati di un contatto fisso o a scatto che, solidale con la parte meccanica a cui è aggan-
ciato, funzionano come un interruttore aperto o chiuso, a seconda della loro posizione.
La posizione di riposo di questi sensori, a seconda del tipo, può essere normalmente chiusa (NC) o nor-
malmente aperta (NO).

• PROXIMITY:
Sono dei sensori di prossimità alimentati a 24 Vdc, con un filo di ritorno del segnale di prossimità.
La posizione di riposo di questi sensori, a seconda del tipo, può essere normalmente chiusa (NC) o nor-
malmente aperta (NO).
Le Camme mobili ed i dispositivi meccanici vengono mossi dalle corrispondenti elettrovalvole, che sono a loro volta
comandate dalle diverse uscite (output) della macchina.

Le elettrovalvole sono di 2 tipi, “Normalmente chiuse” (NC) o “Bistabili”.


Il comando fornito a queste elettrovalvole prevede inizialmente uno “Speed-up” a 24 Vdc e successivamente la tensione
ai loro capi si stabilizza ad un valore notevolmente più basso.

• Nel primo caso (NC) l’aria è presente in uscita dell’elettrovalvola nel caso di comando attivo ai suoi capi.

• Nel secondo caso (Bistabile) l’elettrovalvola commuta la sua uscita (chiusa/aperta) solo all’arrivo dello spe-
cifico comando.
Questa uscita rimane stabile anche allo spegnimento della macchina, essa commuta solo in caso di arrivo
di un apposito comando.
Le sequenze di comando delle uscite, e quindi delle elettrovalvole, sono imposte dal Programma Calza attivo.
Una volta che l’uscita è stata attivata, la corrispondente elettrovalvola viene eccitata per permettere il movimento della
parte meccanica.
Il movimento meccanico è letto dal corrispondente sensore di posizione che trasmette l’informazione alla scheda degli
ingressi, in modo che il software possa verificare la corretta posizione.
E’ abbastanza facile capire che se uno solo degli elementi di questa catena non funziona correttamente, avremo come
risultato uno dei messaggi di errore di posizione delle Camme mobili e/o delle altre parti meccaniche.
Il messaggio d’errore significa che la parte meccanica interessata non risulta nella posizione prevista dal software.
Le schede delle uscite e degli ingressi sono parte di una “Linea seriale I/O” che le connette ad una scheda principale a
cui è affidata la loro gestione.
Le elettrovalvole di comando sono posizionate su “barre” (schede che eseguono una funzione di comando e di suppor-
to).
Queste “barre”, parte integrante della “Linea seriale I/O”, sono posizionate in un box apposito.
Altre elettrovalvole possono essere posizionate direttamente sui vari dispositivi meccanici.
I comandi per queste elettrovalvole provengono in genere da una scheda fissata sulla scheda Pcb_3759 (Interfaccia
I/O), posta anch’essa nell’apposito box.
Alcuni comandi possono provenire anche dalla scheda Pcb_2008.
Alcuni modelli di macchina sono equipaggiati con dispositivi meccanici sui quali è montata una scheda seriale, equiva-
lente logico della “barra”, ed anch’esse sono parte integrante della “Linea seriale I/O”.
Il cablaggio che connette queste schede fa parte della connessione seriale relativa alla “Linea seriale I/O”.
Le tubazioni in uscita dalle elettrovalvole raggiungono poi i dispositivi meccanici (ad esempio le Camme).
Sul dispositivo meccanico sono poi montati i sensori di controllo, i quali sono collegati poi alle schede di ingresso.

- 212 -
La principale scheda di ingressi è la Pcb_3759, che è anche il principale nodo esterno della “Linea seriale I/O”.
Da essa infatti la “Linea seriale I/O” raggiunge tutte le varie schede di Input e Output poste all’esterno del Pannello
elettronico.

Controllo dell’errore
E’ sempre consigliabile tentare di cancellare l’errore visualizzato dal Display premendo il tasto [F8], controllando in que-
sto modo se esso è ancora attivo.
A questo punto avremo due possibilità:1. L’errore si cancella e la macchina può riprendere la lavorazione. 2.
L’errore non si cancella, esso resta visualizzato sul Display e la macchina resta bloccata.

1° caso : L’errore si cancella con il tasto [F8]


Questo tipo di errore non persistente, non è da sottovalutare, poiché in genere indica un’anomalia di movimento (ecces-
sivamente ritardato) della parte meccanica.
L’errore viene visualizzato perché la parte meccanica, pur essendosi portata nella posizione corretta, ha impiegato trop-
po tempo per effettuare il movimento.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Verificare che il movimento del dispositivo non sia rallentato o bloccato da ostruzioni meccaniche.

• Verificare che i condotti interni dell’aria compressa, relativi alla parte meccanica interessata, non siano
ostruiti e/o intasati dalla sporcizia.

• Verificare che i condotti esterni (tubazioni) che portano l’aria compressa non siano ostruiti e/o intasati dalla
sporcizia.

• Verificare che la parte pneumatica dell’elettrovalvola non sia ostruita e/o intasata dalla sporcizia, o comun-
que meccanicamente rovinata.

2° caso : L’errore non si cancella con il tasto [F8]


Se l’errore non si cancella, significa che la parte meccanica interessata non è nella posizione corretta, oppure il sensore
o l’elettronica di controllo non ha rilevato correttamente la nuova posizione della parte meccanica.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:
Verificare visivamente la posizione assunta dalla parte meccanica interessata al movimento.
A.Selaprtmcnioèlaposiznervtcdu:

”Parte meccanica fuori posizione”


Se la parte meccanica interessata si trova effettivamente fuori posizione, si possono discriminare
due tipi di problemi: 1. Problema meccanico
Il dispositivo meccanico è bloccato nel suo movimento, o l’elettrovalvola, anche se cor-
rettamente attivata, non permette il passaggio dell’aria compressa in uscita. • Ve -
rificare che il movimento della parte meccanica possa avvenire senza problemi.
Quindi, se necessario, sostituire l’elettrovalvola interessata. 2. Problema
elettrico o elettronico
Il mancato movimento è dovuto alla mancanza di aria compressa in uscita dall’elettro-
valvola. • Sostituire l’elettrovalvola interessata. • Sostituire la scheda delle
uscite corrispondente al comando. B. Se la parte meccanica è nella posizione pre-
vista procedere con il punto:
”Parte meccanica in posizione corretta”
Se la parte meccanica interessata è in posizione corretta, significa che la sequenza di comando è
stata eseguita correttamente.
Perciò anche l’elettrovalvola corrispondente lavora in modo appropriato.
Il problema è quindi causato dal sensore di posizione che non ha rilevato la nuova posizione. • V e -
rificare la corretta regolazione del sensore di posizione, ed eventualmente sostituirlo. • V e r i f i c a r e
l’integrità dei cablaggi tra il sensore e la scheda ingressi. • Sostituire la scheda ingressi.

Avvertenze
Nota bene
L’umidità presente negli impianti dell’aria compressa può danneggiare facilmente la parte pneumatica delle elettroval-

- 213 -
vole.
L’aria compressa fornita alla macchina, oltre ad avere pressione sufficiente, non deve presentare tracce di umidità.
Se necessario, montare dei deumidificatori sull’impianto centralizzato dell’aria o, al limite, dei condensatori di umidità
a campana sull’ingresso dell’aria di ogni singola macchina.

- 214 -
CONSOLE
Co1: Lingua selezionata inesistente
Co2: Salvare modifica o ripristinare quota originale
COuE01: Numero motore già associato
COuE02: Numero scheda gia’ utilizzato
COuE03: Numero motore YOYO gia’ utilizzato

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie

Co1: Lingua selezionata inesistente

Questo errore compare all’accensione della macchina, qualora in precedenza sia stata impostata nel Setup, una lingua
non presente nel software installato (“eprom custom”).
Questo perché nel software macchina (“custom”) sono disponibili un numero limitato di Lingue (2 o 3).
In genere in una singola “eprom custom” è presente una lingua base (Italiano o Inglese) e altre 1 o 2 Lingue.
Esistono quindi tante “eprom custom” quanto la totalità delle Lingue disponibili.
Nella finestra di scelta (Setup) sono presenti tutte le varie opzioni di lingua, a prescindere da quelle effettivamente pre-
senti nella “eprom custom” installata.
In caso l’utente scelga una lingua non presente, alla successiva accensione la macchina visualizzerà questo errore.
Eliminando l’errore automaticamente la macchina si imposta sulla Lingua base, che in genere è Italiano o Inglese (la
lingua base dipende comunque dal tipo di “eprom custom”).
La macchina è comunque perfettamente funzionante.

Se l’errore si presenta ad ogni accensione, bisogna accedere al Setup e scegliere una Lingua presente in quella speci-
fica “eprom custom”, poi confermare e salvare.
Altrimenti richiedere alla Lonati o ricercare nel “Web” un software che contenga la Lingua desiderata.
Nella richiesta o ricerca specificare modello di macchina e versione Software installata in macchina.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE1 Lingua da utilizzare

Co2: Salvare modifica o ripristinare quota originale

Questo errore avverte l’utente che in uscita dalla finestra di modifica dei valori del motore “Bordo” deve operare una
scelta.
Salvare i valori modificati, o ripristinare quelli originali.
In base alle proprie necessità l’utente dovrà operare una scelta, solo in questo caso l’errore potrà essere cancellato.

Messaggi CAN relativi a errori di Associazione/Numerazione

COuE01: Numero motore già associato

Questo errore può comparire durante la fase di “Associazione motori a moduli CAN”, se sbagliando, si associa ad un
modulo CAN un motore già in precedenza associato ad un altro modulo CAN.

• La soluzione è ripetere la procedura di Associazione in modo corretto.

Riferimenti

- 215 -
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE1. Numerazione motori CAN

COuE02: Numero scheda gia’ utilizzato

Questo errore può comparire durante la fase di “Numerazione delle schede CAN”, se sbagliando, si abbina alla scheda
predisposta alla numerazione un numero già in precedenza associato ad un’altra scheda CAN.

• La soluzione è ripetere la procedura di Numerazione in modo corretto.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE1. Numerazione motori CAN

COuE03: Numero motore YOYO gia’ utilizzato

Questo errore può comparire durante la fase di “Numerazione dei motori YOYO”, se sbagliando, si abbina al motore
predisposto alla numerazione un numero già in precedenza associato ad un altro motore YOYO.

• La soluzione è ripetere la procedura di Numerazione in modo corretto.

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE1. Numerazione Motori YOYO

- 216 -
DRUM
Dr1: Errore di configurazione dei tamburini

Messaggi relativi a problemi di Configurazione

Dr1: Errore di configurazione dei tamburini

Questo è un errore interno al software.


Esso indica un errore di configurazione interna sulla gestione dei tamburini disegno elettronico.
E’ un problema che presuppone una causa software, quindi non dovrebbe mai comparire all’utente esterno.

Avvertenze
Attenzione
In caso di comparsa di questo messaggio contattare il personale tecnico Lonati.

- 217 -
GFILE
Gf1: Programma selezionato inesistente
GFuE01: Dispositivo CAN esterno non numerato
GFuE437: Sfasamento encoder mot.cop. platine angolare
GFuE423: Encoder motore braccio prelevatori angolare [Fn+G]
GFuE414: Encoder motore braccio prelevatori verticale [Fn+V]
GFuE422: Encoder mot. rovesciatore basso [Fn+B]
GFuE415: Encoder Motore Avanzamento Spilli
GFuE419: Nessuna scheda 3ENC montata
GFuE420: Comunicazione 3ENC modulo CAN x
GFuE418: Non in sincronismo ago cucitrice con spillo cricca
GFuE424: Posizione motore cucitrice non corretta
Gf2: Sottoprogramma selezionato inesistente
Gf13: Timeout risposta CAN x
GFuE02: CAN errore generico
Gf3: Memoria programmi cancellata. Ricaricare tutto
Gf14: Memoria Ram parzialmente danneggiata
Gf4: D.C.N.01 Outcounter rete
Gf5: D.C.N.02 Articolo non compatibile con l’ordine
Gf6: D.C.N.03 Procedura di attivazione automatica
Gf7: D.C.N.04 Raggiunto target sacco
Gf8: D.C.N.05 Raggiunto target locale
Gf11: D.C.N.08 Stop macchina forzato
Gf12: Fallito aggiornamento software PCB2008
GFuE03: Software NON per la scheda in aggiornamento
GFuE17: Trasmissione alza cilindro
GFuE18: Trasmissione valvola parzializzatrice
GFuE19: Trasmissione coperchio platine
GFuE20: Trasmissione elastico 1
GFuE21: Trasmissione coperchio platine angolare
GFuE22: Trasmissione motore seghetta
GFuE23: Trasmissione elastico 2
GFuE24: Trasmissione elastico caduta 1
GFuE25: Trasmissione raddrizza polsino
GFuE26: Trasmissione motore bordo
GFuE137: Trasmissione motore PYF 1
GFuE138: Trasmissione motore PYF 2
GFuE139: Trasmissione motore PYF 3
GFuE140: Trasmissione motore PYF 4
GFuE244: Trasmissione valvola rovesciatore
GFuE256: Trasmissione motore triangolo caduta 1
GFuE268: Trasmissione motore triangolo caduta 2
GFuE280: Trasmissione motore triangolo caduta 3
GFuE292: Trasmissione motore triangolo caduta 4
GFuE304: Trasmissione motore triangolo ritorno tallone
GFuE316: Trasmissione mot. braccio prel. verticale
GFuE328: Trasmissione mot. braccio prel. angolare
GFuE340: Trasmissione mot. rovesciatore basso
GFuE352: Trasmissione mot. rovesciatore alto
GFuE364: Trasmissione mot. avanzamento spilli
GFuE376: Trasmissione motore cucitrice
GFuE388: Trasmissione Motore Inclina Rovesciatore
GFuE401: Trasmissione Mot. Rotazione grup. portaspilli
GFuE425: Trasmissione valvola parzial. P.chiusa esterna
GFuE27: Ricezione alza cilindro
GFuE28: Ricezione valvola parzializzatrice
GFuE29: Ricezione coperchio platine
GFuE30: Ricezione elastico 1
GFuE31: Ricezione coperchio platine angolare

- 218 -
GFuE32: Ricezione motore seghetta
GFuE33: Ricezione elastico 2
GFuE34: Ricezione elastico caduta 1
GFuE35: Ricezione raddrizza polsino
GFuE36: Ricezione motore bordo
GFuE141: Ricezione motore PYF 1
GFuE142: Ricezione motore PYF 2
GFuE143: Ricezione motore PYF 3
GFuE144: Ricezione motore PYF 4
GFuE245: Ricezione valvola rovesciatore
GFuE257: Ricezione motore triangolo caduta 1
GFuE269: Ricezione motore triangolo caduta 2
GFuE281: Ricezione motore triangolo caduta 3
GFuE293: Ricezione motore triangolo caduta 4
GFuE305: Ricezione motore triangolo ritorno tallone
GFuE317: Ricezione Motore braccio prelevatori verticale
GFuE329: Ricezione Motore braccio prelevatori angolare
GFuE341: Ricezione mot. rovesciatore basso
GFuE353: Ricezione mot. rovesciatore alto
GFuE365: Ricezione mot. avanzamento spilli
GFuE377: Ricezione motore cucitrice
GFuE389: Ricezione Motore Inclina Rovesciatore GFuE402:
Ricezione Mot. Rotazione grup. portaspilli GFuE426:
Ricezione valvola parzial. punta chiusa esterna GFuE77:
Overrun perdita dati alza cilindro
GFuE78: Overrun perdita dati valvola parzial.
GFuE79: Overrun perdita dati coperchio platine
GFuE80: Overrun perdita dati elastico 1
GFuE81: Overrun perdita dati cop. platine angolare
GFuE82: Overrun perdita dati motore seghetta
GFuE83: Overrun perdita dati elastico 2
GFuE84: Overrun perdita dati elastico caduta 1
GFuE85: Overrun perdita dati raddrizza polsino
GFuE86: Overrun perdita dati motore bordo
GFuE161: Overrun perdita dati motore PYF 1
GFuE162: Overrun perdita dati motore PYF 2
GFuE163: Overrun perdita dati motore PYF 3
GFuE164: Overrun perdita dati motore PYF 4
GFuE249: Overrun perdita dati valvola rovesc.
GFuE262: Overrun motore triangolo caduta 1
GFuE274: Overrun motore triangolo caduta 2
GFuE286: Overrun motore triangolo caduta 3
GFuE298: Overrun motore triangolo caduta 4
GFuE310: Overrun motore triangolo ritorno tallone
GFuE369: Overrun perdita dati AvanzamentoSpilli
GFuE333: Overrun perdita dati braccio angolare
GFuE321: Overrun perdita dati braccio verticale
GFuE381: Overrun perdita dati motore cucitrice
GFuE357: Overrun perdita dati rovesciatore alto
GFuE345: Overrun perdita dati RovesciatoreBasso
GFuE393: Overrun perdita dati InclinaRovesciat.
GFuE406: Overrun perdita dati mot. rotazione gruppo portaspilli
GFuE430: Overrun perdita dati valvola parzial. P. chiusa esterna
GFuE37: Motore alza cilindro disabilitato!
GFuE38: Motore valvola parzializzatrice disabilitato!
GFuE39: Motore coperchio platine disabilitato!
GFuE40: Motore elastico 1 disabilitato!
GFuE41: Motore coperchio platine angolare disabilitato!
GFuE42: Motore seghetta disabilitato!
GFuE43: Motore elastico 2 disabilitato!
GFuE44: Motore elastico caduta 1 disabilitato!
GFuE45: Motore raddrizza polsino disabilitato!
GFuE46: Motore bordo disabilitato!

- 219 -
GFuE149: Motore PYF 1 disabilitato
GFuE150: Motore PYF 2 disabilitato
GFuE151: Motore PYF 3 disabilitato
GFuE152: Motore PYF 4 disabilitato
GFuE246: Motore valvola rovesciatore disabilitato!
GFuE258: Motore triangolo caduta 1 disabilitato!
GFuE270: Motore triangolo caduta 2 disabilitato!
GFuE282: Motore triangolo caduta 3 disabilitato!
GFuE294: Motore triangolo caduta 4 disabilitato!
GFuE306: Motore triangolo ritorno tallone disabilitato!
GFuE318: Motore braccio prelevatori verticale disabilitato!
GFuE330: Motore braccio prelevatori angolare disabilitato!
GFuE342: Mot. rovesciatore basso disabilitato!
GFuE354: Mot. rovesciatore alto disabilitato!
GFuE366: Mot. avanzamento spilli disabilitato!
GFuE378: Motore cucitrice disabilitato!
GFuE390: Motore Inclina Rovesciatore disabilitato!
GFuE403: Motore rotazione gruppo portaspilli disabilitato!
GFuE427: Motore valvola parzial. P. chiusa esterna disabilitato!
GFuE47: Motore alza cilindro busy!
GFuE48: Motore valvola parzializzatrice busy!
GFuE49: Motore coperchio platine busy!
GFuE50: Motore elastico 1 busy!
GFuE51: Motore coperchio platine angolare busy!
GFuE52: Motore seghetta busy!
GFuE53: Motore elastico 2 busy!
GFuE54: Motore elastico caduta 1 busy!
GFuE55: Motore raddrizza polsino busy!
GFuE56: Motore bordo busy!
GFuE145: Motore PYF 1 BUSY
GFuE146: Motore PYF 2 BUSY
GFuE147: Motore PYF 3 BUSY
GFuE148: Motore PYF 4 BUSY
GFuE247: Motore valvola rovesciatore busy!
GFuE259: Motore triangolo caduta 1 busy!
GFuE271: Motore triangolo caduta 2 busy!
GFuE283: Motore triangolo caduta 3 busy!
GFuE295: Motore triangolo caduta 4 busy!
GFuE307: Motore triangolo ritorno tallone busy!
GFuE319: Motore braccio prelevatori verticale busy!
GFuE331: Motore braccio prelevatori angolare busy!
GFuE343: Mot. rovesciatore basso busy!
GFuE355: Mot. rovesciatore alto busy!
GFuE367: Mot. avanzamento spilli busy!
GFuE379: Motore cucitrice busy!
GFuE391: Motore Inclina Rovesciatore busy!
GFuE404: Motore rotazione gruppo portaspilli busy!
GFuE428: Motore valvola parzial. P. chiusa esterna busy!
GFuE57: Azzeramento impossibile alza cilindro
GFuE59: Azzeramento impossibile coperchio platine
GFuE61: Azzeramento impossibile cop. platine angolare
GFuE260: Azzeramento impossibile triangolo cad. 1
GFuE272: Azzeramento impossibile triangolo cad. 2
GFuE284: Azzeramento impossibile triangolo cad. 3
GFuE296: Azzeramento impossibile triangolo cad. 4
GFuE327: Azzeramento impossibile braccio verticale
GFuE339: Azzeramento impossibile braccio angolare
GFuE351: Azzeramento impossibile RovesciatoreBasso
GFuE363: Azzeramento impossibile rovesciatore alto
GFuE375: Azzeramento impossibile AvanzamentoSpilli
GFuE387: Azzeramento impossibile motore cucitrice
GFuE399: Azzeramento impossibile InclinaRovesciat.
GFuE412: Azzeramento impossibile Mot. rotaz.portaspilli

- 220 -
GFuE436: Azzerame- nto impossibile valvola parzial. P. chiusa esterna
GFuE308: Azzeramento impossibile tr. rit. tallone
GFuE67: Impossibile accostamento a 0 alza cilindro
GFuE69: Impossibile accostamento a 0 coperchio platine
GFuE71: Impossibile accostamento a 0 cop.plat.angolare
GFuE261: Steps persi motore triangolo caduta 1
GFuE273: Steps persi motore triangolo caduta 2
GFuE285: Steps persi motore triangolo caduta 3
GFuE297: Steps persi motore triangolo caduta 4
GFuE320: Impossibile accostamento a 0 braccio verticale
GFuE332: Impossibile accostamento a 0 braccio angolare
GFuE344: Impossibile accostamento a 0 RovesciatoreBasso
GFuE356: Impossibile accostamento a 0 rovesciatore alto
GFuE368: Impossibile accostamento a 0 AvanzamentoSpilli
GFuE380: Impossibile accostamento a 0 motore cucitrice
GFuE392: Impossibile accostamento a 0 InclinaRovesciat.
GFuE405: Impossibile accostamento a 0 mot.rotaz.portas.
GFuE429: Impossib. accostamento a 0 valvola parzial. P. chiusa esterna
GFuE309: Steps persi motore triangolo ritorno tallone
GFuE400: Movimento impossibile InclinaRovesciat.
GFuE413: Movimento impossibile mot. rotazione gruppo portaspilli
GFuE416: Movimento impossibile mot. AvanzamentoSpilli
GFuE417: Movimento impossibile mot. Cucitrice
GFuE87: Checksum in aggiornamento alza cilindro
GFuE88: Checksum in aggiornamento valvola parzial.
GFuE89: Checksum in aggiornamento coperchio platine
GFuE90: Checksum in aggiornamento elastico 1
GFuE91: Checksum in aggiornamento cop.plat.angolare
GFuE92: Checksum in aggiornamento motore seghetta
GFuE93: Checksum in aggiornamento elastico 2
GFuE94: Checksum in aggiornamento elastico caduta 1
GFuE95: Checksum in aggiornamento raddrizza polsino
GFuE96: Checksum in aggiornamento motore bordo
GFuE165: Checksum in aggiornamento motore PYF 1
GFuE166: Checksum in aggiornamento motore PYF 2
GFuE167: Checksum in aggiornamento motore PYF 3
GFuE168: Checksum in aggiornamento motore PYF 4
GFuE250: Checksum in aggiornamento valvola rovesc.
GFuE263: Checksum motore triangolo caduta 1
GFuE275: Checksum motore triangolo caduta 2
GFuE287: Checksum motore triangolo caduta 3
GFuE299: Checksum motore triangolo caduta 4
GFuE322: Checksum in aggiornamento braccio verticale
GFuE334: Checksum in aggiornamento braccio angolare
GFuE346: Checksum in aggiornamento RovesciatoreBasso
GFuE358: Checksum in aggiornamento rovesciatore alto
GFuE370: Checksum in aggiornamento AvanzamentoSpilli
GFuE382: Checksum in aggiornamento motore cucitrice
GFuE394: Checksum in aggiornamento InclinaRovesciat.
GFuE407: Checksum in aggiornamento mot.rotaz.portas.
GFuE431: Checksum in aggiornamento valvola parzial. P. chiusa esterna
GFuE311: Checksum motore triangolo ritorno tallone GFuE97:
Lunghezza pagina in aggiornamento alza cilindro GFuE98:
Lunghezza pagina in aggiornamento valvola parzial. GFuE99:
Lunghezza pagina in aggiornamento coperchio platine
GFuE100: Lunghezza pagina in aggiornamento elastico 1
GFuE101: Lunghezza pagina in aggiornamento cop.plat.angolare
GFuE102: Lunghezza pagina in aggiornamento motore seghetta
GFuE103: Lunghezza pagina in aggiornamento elastico 2
GFuE104: Lunghezza pagina in aggiornamento elastico caduta 1
GFuE105: Lunghezza pagina in aggiornamento raddrizza polsino
GFuE106: Lunghezza pagina in aggiornamento motore bordo
GFuE169: Lunghezza pagina in aggiornamento motore PYF 1

- 221 -
GFuE170: Lunghezza pagina in aggiornamento motore PYF 2
GFuE171: Lunghezza pagina in aggiornamento motore PYF 3
GFuE172: Lunghezza pagina in aggiornamento motore PYF 4
GFuE251: Lunghezza pagina in aggiornamento valvola rovesc.
GFuE264: Lunghezza pagina motore triangolo caduta 1
GFuE276: Lunghezza pagina motore triangolo caduta 2
GFuE288: Lunghezza pagina motore triangolo caduta 3
GFuE300: Lunghezza pagina motore triangolo caduta 4
GFuE323: Lunghezza pagina in aggiornamento braccio verticale
GFuE335: Lunghezza pagina in aggiornamento braccio angolare
GFuE347: Lunghezza pagina in aggiornamento RovesciatoreBasso
GFuE359: Lunghezza pagina in aggiornamento rovesciatore alto
GFuE371: Lunghezza pagina in aggiornamento AvanzamentoSpilli
GFuE383: Lunghezza pagina in aggiornamento motore cucitrice
GFuE395: Lunghezza pagina in aggiornamento InclinaRovesciat.
GFuE408: Lunghezza pagina in aggiornamento mot.rotaz.portas.
GFuE432: Lung. pag in aggiornamento valvola parzial. P. chiusa esterna
GFuE312: Lunghezza pagina motore triangolo ritorno tallone
GFuE107: Scrittura FLASH in aggiornamento alza cilindro
GFuE108: Scrittura FLASH in aggiornamento valvola parzial.
GFuE109: Scrittura FLASH in aggiornamento coperchio platine
GFuE110: Scrittura FLASH in aggiornamento elastico 1
GFuE111: Scrittura FLASH in aggiornamento cop.plat.angolare
GFuE112: Scrittura FLASH in aggiornamento motore seghetta
GFuE113: Scrittura FLASH in aggiornamento elastico 2
GFuE114: Scrittura FLASH in aggiornamento elastico caduta 1
GFuE115: Scrittura FLASH in aggiornamento raddrizza polsino
GFuE116: Scrittura FLASH in aggiornamento motore bordo
GFuE173: Scrittura FLASH in aggiornamento motore PYF 1
GFuE174: Scrittura FLASH in aggiornamento motore PYF 2
GFuE175: Scrittura FLASH in aggiornamento motore PYF 3
GFuE176: Scrittura FLASH in aggiornamento motore PYF 4
GFuE252: Scrittura FLASH in aggiornamento valvola rovesc.
GFuE265: Flash motore triangolo caduta 1
GFuE277: Flash motore triangolo caduta 2
GFuE289: Flash motore triangolo caduta 3
GFuE301: Flash motore triangolo caduta 4
GFuE324: Scrittura FLASH in aggiornamento braccio verticale
GFuE336: Scrittura FLASH in aggiornamento braccio angolare
GFuE348: Scrittura FLASH in aggiornamento RovesciatoreBasso
GFuE360: Scrittura FLASH in aggiornamento rovesciatore alto
GFuE372: Scrittura FLASH in aggiornamento AvanzamentoSpilli
GFuE384: Scrittura FLASH in aggiornamento motore cucitrice
GFuE396: Scrittura FLASH in aggiornamento InclinaRovesciat.
GFuE409: Scrittura FLASH in aggiornamento mot.rotaz.portas.
GFuE433: Scrittura FLASH valvola parzializzatrice P. chiusa esterna
GFuE313: Flash motore triangolo ritorno tallone GFuE117:
Numero pagina in aggiornamento alza cilindro GFuE118:
Numero pagina in aggiornamento valvola parzial. GFuE119:
Numero pagina in aggiornamento coperchio platine GFuE120:
Numero pagina in aggiornamento elastico 1
GFuE121: Numero pagina in aggiornamento cop.plat.angolare
GFuE122: Numero pagina in aggiornamento motore seghetta
GFuE123: Numero pagina in aggiornamento elastico 2
GFuE124: Numero pagina in aggiornamento elastico caduta 1
GFuE125: Numero pagina in aggiornamento raddrizza polsino
GFuE126: Numero pagina in aggiornamento motore bordo
GFuE177: Numero pagina in aggiornamento motore PYF 1
GFuE178: Numero pagina in aggiornamento motore PYF 2
GFuE179: Numero pagina in aggiornamento motore PYF 3
GFuE180: Numero pagina in aggiornamento motore PYF 4
GFuE253: Numero pagina in aggiornamento valvola rovesc.
GFuE266: Numero pagina motore triangolo caduta 1

- 222 -
GFuE278: Numero pagina motore triangolo caduta 2
GFuE290: Numero pagina motore triangolo caduta 3
GFuE302: Numero pagina motore triangolo caduta 4
GFuE325: Numero pagina in aggiornamento braccio verticale
GFuE337: Numero pagina in aggiornamento braccio angolare
GFuE349: Numero pagina in aggiornamento RovesciatoreBasso
GFuE361: Numero pagina in aggiornamento rovesciatore alto
GFuE373: Numero pagina in aggiornamento AvanzamentoSpilli
GFuE385: Numero pagina in aggiornamento motore cucitrice
GFuE397: Numero pagina in aggiornamento InclinaRovesciat.
GFuE410: Numero pagina in aggiornamento mot.rotaz.portas.
GFuE434: Num. pag. in aggiornamento valvola parzial. P. chiusa esterna
GFuE314: Numero pagina motore triangolo ritorno tallone
GFuE127: Tensione aliment. troppo bassa alza cilindro
GFuE128: Tensione aliment. troppo bassa valvola parzial.
GFuE129: Tensione aliment. troppo bassa coperchio platine
GFuE130: Tensione aliment. troppo bassa elastico 1
GFuE131: Tensione aliment. troppo bassa cop.plat.angolare
GFuE132: Tensione aliment. troppo bassa motore seghetta
GFuE133: Tensione aliment. troppo bassa elastico 2
GFuE134: Tensione aliment. troppo bassa elastico caduta 1
GFuE135: Tensione aliment. troppo bassa raddrizza polsino
GFuE136: Tensione aliment. troppo bassa motore bordo
GFuE181: Tensione aliment. troppo bassa motore PYF 1
GFuE182: Tensione aliment. troppo bassa motore PYF 2
GFuE183: Tensione aliment. troppo bassa motore PYF 3
GFuE184: Tensione aliment. troppo bassa motore PYF 4
GFuE254: Tensione aliment. troppo bassa valvola rovesc.
GFuE267: Tensione motore triangolo caduta 1
GFuE279: Tensione motore triangolo caduta 2
GFuE291: Tensione motore triangolo caduta 3
GFuE303: Tensione motore triangolo caduta 4
GFuE326: Tensione aliment. troppo bassa braccio verticale
GFuE338: Tensione aliment. troppo bassa braccio angolare
GFuE350: Tensione aliment. troppo bassa RovesciatoreBasso
GFuE362: Tensione aliment. troppo bassa rovesciatore alto
GFuE374: Tensione aliment. troppo bassa AvanzamentoSpilli
GFuE386: Tensione aliment. troppo bassa motore cucitrice
GFuE398: Tensione aliment. troppo bassa InclinaRovesciat.
GFuE411: Tensione aliment. troppo bassa mot.rotaz.portas.
GFuE435: Tensione alim.troppo bassa valvola parzial. P. chiusa esterna
GFuE315: Tensione motore triangolo ritorno tallone
GFuE185: Fine rocca motore PYF 1
GFuE186: Fine rocca motore PYF 2
GFuE187: Fine rocca motore PYF 3
GFuE188: Fine rocca motore PYF 4
GFuE189: ECODD: Generico
GFuE190: ECODD: 310 Volt KO
GFuE191: ECODD: Termica motore
GFuE192: ECODD: Termica dissipatore
GFuE193: ECODD: Energia Motore I2T
GFuE194: ECODD: TX CAN
GFuE195: ECODD: RX CAN
GFuE196: ECODD: Accavallamento comandi
GFuE197: ECODD: Scrittura FLASH
GFuE198: ECODD: Set parametri
GFuE199: ECODD: Parametri RDC
GFuE200: ECODD: WATCH DOG azionamento
GFuE201: ECODD: Azionamento non configurato
GFuE202: ECODD: Esecuzione OFFSET riferimento
GFuE218: Generico CAN YOYO
GFuE219: YOYO non numerato
GFuE220: Trasmissione YOYO x

- 223 -
GFuE221: Ricezione YOYO x
GFuE222: Filo rotto YOYO x
GFuE224: Sensore di Hall YOYO x
GFuE228: Overrun YOYO x
GFuE229: Checksum YOYO x
GFuE230: Lunghezza pagina YOYO x
GFuE231: Scrittura FLASH YOYO x
GFuE232: Numero pagina YOYO x

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie

Gf1: Programma selezionato inesistente

Questo messaggio avverte l’utente che il file selezionato in memoria RAM della scheda Pcb_2007 è inesistente (scelta
sbagliata o files danneggiati).
Il tipo di file selezionato è “Programma Calza” o “Concatenamento” e il tipo di operazione è l’Attivazione.
Comunque non dovrebbe mai apparire se non in casi di danneggiamento dei files in memoria o in caso di un “Concate-
namento” composto da “Programmi calza” non più presenti in memoria (ad esempio, perchè cancellati).

• Eventualmente procedere all’attivazione di un programma presente in memoria.

GFuE01: Dispositivo CAN esterno non numerato

Questo messaggio è relativo ad un generico dispositivo esterno collegato in CAN.


Questo errore avviene se durante la Numerazione del dispositivo esterno, per errore si utilizza un numero Identificativo
relativo ad un motore non abilitato nel Setup.

Avvertenze
Nota bene
Attualmente sulle macchine non sono previsti dispositivi esterni in CAN.
Questo messaggio quindi non dovrebbe mai comparire.

GFuE437: Sfasamento encoder mot.cop. platine angolare

Questo messaggio può comparire nelle macchine dove il “Coperchio Platine Angolare” è predisposto con un encoder
per il controllo della posizione raggiunta.
Se dopo un comando, la posizione raggiunta dal motore Coperchio, controllata tramite l’encoder, non è entro una certa
tolleranza, compare questo errore.
Da questa finestra di errore l’utente può ripristinare la posizione corretta premendo i tasti:[Ctrl]+[X]

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie - S by S

GFuE423: Encoder motore braccio prelevatori angolare [Fn+G]

Mot. braccio prelevatori angolare


La posizione del motore è controllata da un encoder.
Se la posizione del motore si discosta dall’istruzione del software allora compare l’errore.
Da questa finestra di errore l’utente può ripristinare la posizione corretta premendo i tasti:[Fn]+[G]

I segnali dall’encoder relativi a questo motore giungono poi alla scheda:


Pcb_4752.

- 224 -
GFuE414: Encoder motore braccio prelevatori verticale [Fn+V]

Mot. braccio prelevatori verticale


La posizione del motore è controllata da un encoder.
Se la posizione del motore si discosta dall’istruzione del software allora compare l’errore.
Da questa finestra di errore l’utente può ripristinare la posizione corretta premendo i tasti:[Fn]+[V]

I segnali dall’encoder relativi a questo motore giungono poi alla scheda:


Pcb_4752.

GFuE422: Encoder mot. rovesciatore basso [Fn+B]

Motore rovesciatore basso


La posizione del motore è controllata da un encoder.
Se la posizione del motore si discosta dall’istruzione del software allora compare l’errore.
Da questa finestra di errore l’utente può ripristinare la posizione corretta premendo i tasti:[Fn]+[B]

I segnali dall’encoder relativi a questo motore giungono poi alla scheda:


Pcb_4752.

GFuE415: Encoder Motore Avanzamento Spilli

Avanz. Spilli
La posizione del motore è controllata da un encoder.
Se la posizione del motore si discosta dall’istruzione del software allora compare l’errore.
L’utente deve procedere con l’Azzeramento del Dispositivo Cucitura.
Premere il comando:[Fn] + [F0]

Questo messaggio evidenzia un problema determinato da un errore interno alla gestione software.
Per questa ragione non dovrebbe mai apparire al cliente.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

I segnali dall’encoder relativi a questo motore giungono poi alla scheda:


Scheda Connettore
Pcb_3836 N° 2 J12

GFuE419: Nessuna scheda 3ENC montata

Il messaggio compare quando si vuole aggiornare il componente con il file Up specifico, ma esso non risulta presente.

Il messaggio è relativo alla scheda:Pcb_4752.


La scheda viene rilevata in automatico e non richiede l’intervento su jumpers, dip-switches o menu di Setup.
La scheda Pcb_4752 è un modulo che permette di gestire i segnali di tre encoder e integrarli nella linea CAN.

- 225 -
La scheda necessita di un suo proprio software.
Il software specifico del componente è un file di tipo “.up”.
Il file si chiama:
3ENCxxxx.up
Xxxx rappresenta il numero identificativo della versione.
A questo proposito vedere il menu:
Versioni Espansione 3ENC

La scheda risulta assente se tutti i motori CAN che la richiedono sono stati disabilitati dall’utente.

Risoluzione
Verificare che sia abilitata la voce di Setup indicata.
Verificare che sia abilitato almeno un motore CAN che necessita della scheda.

Modelli Stitch by stitch.


I motori che utilizzano la scheda sono i seguenti:
25 - Mot. braccio prelevatori verticale
26 - Mot. braccio prelevatori angolare
27 - Motore rovesciatore basso
Vengono disabilitati tutti i motori CAN del Dispositivo Cucitura disabilitando la seguente voce di Setup:
■ Estrazione calza e cucitura

Attualmente la quantità di schede presenti sono:


1.

GFuE420: Comunicazione 3ENC modulo CAN x

All’accensione, questo errore avverte l’utente che una determinata scheda non risponde alle interrogazioni del software.
Questo avviene generalmente quando la scheda è difettosa o sconnessa.

Il messaggio è relativo alla scheda:Pcb_4752.


La scheda viene rilevata in automatico e non richiede l’intervento su jumpers, dip-switches o menu di Setup.
La scheda viene rilevata se almeno un motore CAN che la esige è abilitato.
Il messaggio compare se la scheda è difettosa, oppure non ben collegata: controllare i connettori, e se è il caso sosti-
tuirla.
Alla scheda è connessa la scheda:
Pcb_4706/2.

• Controllare le connessioni ed eventualmente sostituire la scheda.

A volte l’errore compare se ci sono disturbi sulla comunicazione tra la scheda Pcb_3836 e la scheda Pcb_4752.
Se l’episodio è casuale e non ripetuto nel tempo, cancellare l’errore e continuare la produzione.

Se invece l’errore si ripresenta più volte al giorno, bisogna ricercare la causa.


Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Verificare la presenza di disturbi elettrici sulla Linea Trifase di alimentazione della macchina.

• Verificare la funzionalità dell’impianto di Terra della macchina e la corretta messa a Terra dell’impalcatura
fili.

• Verificare la presenza di disturbi sulla massa della macchina (0 Vdc).

- 226 -
Riferimenti
Per ulteriori informazioni vedere anche:
GFuE419

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE418: Non in sincronismo ago cucitrice con spillo cricca

Durante la cucitura della calza il movimento verticale alternato dell’ago deve essere sincronizzato con l’avanzamento
(rotazione) del Gruppo Portaspilli.
Se il sincronismo di queste parti meccaniche viene meno compare il messaggio.
La verifica del sincronismo viene fatta sul segnale di Zero Motore della Cucitrice (ago basso) e il segnale dell’encoder
del motore Avanzamento Spilli.
Si verifica che tra un punto di cucitura e il successivo vi sia stato l’ avanzamento regolare di uno spillo.
Il passo tra uno spillo e l’altro dipende dal numero di aghi della macchina.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:
L’utente deve procedere con l’Azzeramento del Dispositivo Cucitura.
Premere il comando operativo:[Fn] + [F0]
Se il problema persiste:
Verificare che il sensore commuti di stato quando l’ago si scosta dalla posizione di ago basso.
Verificare che la rotella che il sensore va a leggere sia solidale al perno.
Nella generazione di questa segnalazione sono coinvolti i seguenti componenti:

• Sensore di zero della Cucitrice

• Encoder del motore Avanzamento Spilli

I segnali giungono poi alla scheda:


Pcb_3836 N° 2

GFuE424: Posizione motore cucitrice non corretta

Messaggi relativi a problemi nella Gestione Software

Gf2: Sottoprogramma selezionato inesistente

Questo allarme è indice di incompatibilità tra il software di programmazione (GRAPHITRON) ed il software macchina
(Eproms).

• La soluzione, a seconda del caso, è aggiornare il Software macchina (eproms) o il software del GRAPHI-
TRON.
Altre cause per questo problema possono essere il Software macchina o di programmazione non valido perché rovinato
o contenente un errore.

• Anche in questo caso la soluzione è eseguire un Aggiornamento con una versione valida e compatibile.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati per ulteriori informazioni e per un eventuale aggiornamento software.

- 227 -
Gf13: Timeout risposta CAN x

Questo è un errore di sistema, significa che nel tempo massimo previsto per l’operazione sulla linea CAN, il sistema non
ha ottenuto una risposta (Timeout logico).
E’ un problema che presuppone una causa software, quindi non dovrebbe mai comparire all’utente esterno.
Comunque possono esistere delle situazioni o delle rotture hardware che potrebbero causare la comparsa di questo
errore.
In caso di comparsa di questo errore a seguito di un Aggiornamento software: • Eseguire nuovamente la pro-
cedura di Aggiornamento, è possibile che l’operazione di copia del software in memoria FLASH non sia stata
eseguita correttamente.
Anche se non specifico rispetto al reale problema, questo errore può comparire in caso di un problema hardware
(un guasto): • Ad un qualsiasi modulo CAN. • Alla scheda Pcb_2008. • Ai cablaggi tra queste sche-
de.

• Un problema in fase di scrittura del software, un problema Hardware sulle schede interessate al CAN, un
disturbo sulla linea di trasmissione CAN:
tutte queste cause possono causare degli Errori/Allarmi CAN non inerenti al reale guasto, ma generali del
sistema CAN.
Quindi in linea generale, per tutti gli Errori/Allarmi CAN, dopo aver valutato il problema specifico indicato dall’errore,
valutare anche come possibile causa un problema generale del sistema CAN (software e hardware).

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE02: CAN errore generico

Questo errore indica che il software ha rilevato un problema sulla logica CAN, ma non è riuscito a definire la tipologia
del problema.
E’ un problema che presuppone una causa software, quindi non dovrebbe mai comparire all’utente esterno.

• Un problema in fase di scrittura del software, un problema Hardware sulle schede interessate al CAN, un
disturbo sulla linea di trasmissione CAN:
tutte queste cause possono causare degli Errori/Allarmi CAN non inerenti al reale guasto, ma generali del
sistema CAN.
Quindi in linea generale, per tutti gli Errori/Allarmi CAN, dopo aver valutato il problema specifico indicato dall’errore,
valutare anche come possibile causa un problema generale del sistema CAN (software e hardware).

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Messaggi relativi ad operazioni su RAM

Gf3: Memoria programmi cancellata. Ricaricare tutto

Questo errore compare, all’accensione, nel caso che la memoria RAM della scheda Pcb_2007 sia completamente
vuota.
In genere ciò avviene quando al batteria tampone per la memoria RAM sulla scheda Pcb_2007 è esaurita, sconnessa
perchè aperto l’apposito Jumper, o a seguito di un Reset della RAM.

- 228 -
Ovviamente anche il montaggio di una nuova scheda Pcb_2007 può causare questo errore.
Nelle schede Pcb_2007, quando nuove o spedite dalla Lonati, il Jumper Pcb_2008 W04 di attivazione della batteria
tampone è sempre aperto, e quindi bisogna chiuderlo quando la scheda viene montata in macchina.
La comparsa di questo errore è corretta quando si eseguono alcune operazioni particolari (alcuni casi di Aggiornamento
software e durante procedure per la risoluzione di malfunzionamenti che richiedono la cancellazione della memoria
RAM).

• La soluzione prevede la cancellazione dell’errore, e ad esempio l’inserimento in macchina di un Program-


ma Calza.

• Se nessuna operazione è stata eseguita in precedenza, controllare la posizione del Jumper e lo stato della
batteria tampone BT1 (3,2 V), eventualmente sostituirla.

Gf14: Memoria Ram parzialmente danneggiata

Questo messaggio avverte l’utente che a seguito della operazione di aggiornamento del software macchina la memoria
Programmi (RAM) è stata parzialmente danneggiata.
La conseguenza di questo è la perdita di alcuni Programmi Calza in precedenza presenti nella memoria RAM.
Questo messaggio ha il solo compito di comunicare all’utente che l’operazione sul software ha causato la perdita di
parte del contenuto della memoria RAM.

Messaggi relativi al dispositivo DCN

Gf4: D.C.N.01 Outcounter rete

Questo errore, comunicato dal sistema DCN (controllo produzione), ferma la macchina avvertendo l’utente che è termi-
nata la produzione calze impostata tramite sistema DCN (Target di produzione).

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni riguardanti la Rete Dinema DCN rivolgersi alla Dinema S.r.l.

Gf5: D.C.N.02 Articolo non compatibile con l’ordine

Questo errore, comunicato dal sistema DCN (controllo produzione), avverte l’utente che il Programma attivato in mac-
china non è congruente con quello impostato tramite sistema DCN; questo vale solo per articoli speciali.

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni riguardanti la Rete Dinema DCN rivolgersi alla Dinema S.r.l.

Gf6: D.C.N.03 Procedura di attivazione automatica

Questo errore, comunicato dal sistema DCN (controllo produzione), avverte l’utente che l’attivazione del Programma è
stata fatta tramite sistema DCN, e quindi che la produzione successiva sarà relativa ad un nuovo articolo.

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni riguardanti la Rete Dinema DCN rivolgersi alla Dinema S.r.l.

- 229 -
Gf7: D.C.N.04 Raggiunto target sacco

Questo errore, comunicato dal sistema DCN (controllo produzione), ferma la macchina avvertendo l’utente che è ter-
minata la produzione calze impostata tramite l’Outcounter sacca (cesta) del sistema DCN; è possibile ora cambiare il
sacco contenente le calze con uno vuoto.

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni riguardanti la Rete Dinema DCN rivolgersi alla Dinema S.r.l.

Gf8: D.C.N.05 Raggiunto target locale

Questo errore, comunicato dal sistema DCN (controllo produzione), ferma la macchina avvertendo l’utente che è termi-
nata la produzione calze impostata tramite l’Outcounter locale (cioè non legato a nessun ordine, ma proprio del sistema
DCN).

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni riguardanti la Rete Dinema DCN rivolgersi alla Dinema S.r.l.

Gf11: D.C.N.08 Stop macchina forzato

Questo errore, comunicato dal sistema DCN (controllo produzione), avverte l’utente che la macchina è stata fermata a
Fine Ciclo forzando l’apposito tasto tramite il sistema DCN.

Avvertenze
Attenzione
Per le informazioni riguardanti la Rete Dinema DCN rivolgersi alla Dinema S.r.l.

Messaggi relativi ad operazioni su FLASH

Gf12: Fallito aggiornamento software PCB2008

Questo errore avverte l’utente che il tentativo di aggiornare la scheda Pcb_2008 con il suo specifico software è fallito.
Il file “.up” non si è copiato nella memoria FLASH della scheda o modulo.
Il fallimento di questa operazione è raro, in genere può accadere se il file in attivazione è danneggiato o se avviene una
fine traumatica dell’operazione (ad esempio spegnimento della macchina durante la copia).
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Ripetere la procedura di caricamento ed attivazione del software.

• Sostituire la scheda o modulo interessata all’Aggiornamento software.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

- 230 -
Riferimenti
Per le informazioni relative alle procedure richiamate nelle spiegazioni precedenti fare riferimento al capitolo:
Operazioni relative al software macchina

GFuE03: Software NON per la scheda in aggiornamento

Questo errore compare quando si cerca di eseguire l’Aggiornamento software di un modulo CAN con un software non
adatto per quel determinato modulo (scheda CAN).
Una premessa, nelle macchine Lonati sono disponibili vari tipi di moduli CAN (schede di differente tipo), quella sempre
presente è la scheda Pcb_3836.
Altri possibili moduli sono la scheda Pcb_3825, la scheda Pcb_3862 di comando dei PYF brushless, e altro. Inoltre
ogni singola macchina può montare più schede dello stesso tipo (ad esempio 2, 3 o 4 schede Pcb_3836).
Normalmente l’Aggiornamento software (ad esempio l’attivazione di un file “.up”) prevede l’Aggiornamento contempo-
raneo di tutte le schede dello stesso tipo disponibili nella macchina.
Tramite le apposite Utility è possibile però aggiornare un singolo modulo (scheda CAN) e non gli altri.
Queste utility consentono di abbinare il software (file “.up”) ad un determinato modulo (tramite il suo numero di identifi-
cazione) e di procedere al solo suo Aggiornamento.
Se però il file “.up” (software) non è relativo a quel tipo di modulo CAN (ad esempio con un file “.up” specifico per la
scheda Pcb_3836 si voglia aggiornare una scheda tipo Pcb_3825) ciò non deve essere possibile.
Questa operazione di Aggiornamento è quindi bloccata e l’utente è avvertito con un errore.
Il file utilizzato non è valido per aggiornare la scheda indicata.

Messaggi CAN: Gestione comunicazione

GFuE17: Trasmissione alza cilindro

GFuE18: Trasmissione valvola parzializzatrice

GFuE19: Trasmissione coperchio platine

GFuE20: Trasmissione elastico 1

GFuE21: Trasmissione coperchio platine angolare

GFuE22: Trasmissione motore seghetta

GFuE23: Trasmissione elastico 2

GFuE24: Trasmissione elastico caduta 1

GFuE25: Trasmissione raddrizza polsino

GFuE26: Trasmissione motore bordo

GFuE137: Trasmissione motore PYF 1

GFuE138: Trasmissione motore PYF 2

GFuE139: Trasmissione motore PYF 3

GFuE140: Trasmissione motore PYF 4

GFuE244: Trasmissione valvola rovesciatore

GFuE256: Trasmissione motore triangolo caduta 1

GFuE268: Trasmissione motore triangolo caduta 2

- 231 -
GFuE280: Trasmissione motore triangolo caduta 3

GFuE292: Trasmissione motore triangolo caduta 4

GFuE304: Trasmissione motore triangolo ritorno tallone

GFuE316: Trasmissione mot. braccio prel. verticale

GFuE328: Trasmissione mot. braccio prel. angolare

GFuE340: Trasmissione mot. rovesciatore basso

GFuE352: Trasmissione mot. rovesciatore alto

GFuE364: Trasmissione mot. avanzamento spilli

GFuE376: Trasmissione motore cucitrice

GFuE388: Trasmissione Motore Inclina Rovesciatore

GFuE401: Trasmissione Mot. Rotazione grup. portaspilli

GFuE425: Trasmissione valvola parzial. P.chiusa esterna

Questo messaggio avverte l’utente che è stato rilevato un errore di trasmissione sulla linea CAN tra la scheda Pcb_2008
e il modulo CAN relativo al motore indicato nell’errore.
Il problema può essere causato da un difetto nella trasmissione, quindi da un malfunzionamento dei componenti Har-
dware interessati.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano la scheda Pcb_2008 al modulo CAN (scheda Pcb_3836)
relativo al motore indicato nel messaggio.

• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

• Sostituire la scheda Pcb_2008.


Valutare inoltre la frequenza della comparsa dell’errore e se esso causa malfunzionamenti del motore interessato o di
altri dispositivi CAN.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE27: Ricezione alza cilindro

GFuE28: Ricezione valvola parzializzatrice

GFuE29: Ricezione coperchio platine

GFuE30: Ricezione elastico 1

GFuE31: Ricezione coperchio platine angolare

GFuE32: Ricezione motore seghetta

GFuE33: Ricezione elastico 2

- 232 -
GFuE34: Ricezione elastico caduta 1

GFuE35: Ricezione raddrizza polsino

GFuE36: Ricezione motore bordo

GFuE141: Ricezione motore PYF 1

GFuE142: Ricezione motore PYF 2

GFuE143: Ricezione motore PYF 3

GFuE144: Ricezione motore PYF 4

GFuE245: Ricezione valvola rovesciatore

GFuE257: Ricezione motore triangolo caduta 1

GFuE269: Ricezione motore triangolo caduta 2

GFuE281: Ricezione motore triangolo caduta 3

GFuE293: Ricezione motore triangolo caduta 4

GFuE305: Ricezione motore triangolo ritorno tallone

GFuE317: Ricezione Motore braccio prelevatori verticale

GFuE329: Ricezione Motore braccio prelevatori angolare

GFuE341: Ricezione mot. rovesciatore basso

GFuE353: Ricezione mot. rovesciatore alto

GFuE365: Ricezione mot. avanzamento spilli

GFuE377: Ricezione motore cucitrice

GFuE389: Ricezione Motore Inclina Rovesciatore

GFuE402: Ricezione Mot. Rotazione grup. portaspilli

GFuE426: Ricezione valvola parzial. punta chiusa esterna

Questo messaggio avverte l’utente che è stato rilevato un errore di trasmissione sulla linea CAN tra la scheda Pcb_2008
e il modulo CAN relativo al motore indicato nell’errore.
Il problema può essere causato da un difetto nella trasmissione, quindi da un malfunzionamento dei componenti Har-
dware interessati.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano la scheda Pcb_2008 al modulo CAN (scheda Pcb_3836)
relativo al motore indicato nel messaggio.

• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

• Sostituire la scheda Pcb_2008.


Valutare inoltre la frequenza della comparsa dell’errore e se esso causa malfunzionamenti del motore interessato o di
altri dispositivi CAN.

Avvertenze

- 233 -
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE77: Overrun perdita dati alza cilindro

GFuE78: Overrun perdita dati valvola parzial.

GFuE79: Overrun perdita dati coperchio platine

GFuE80: Overrun perdita dati elastico 1

GFuE81: Overrun perdita dati cop. platine angolare

GFuE82: Overrun perdita dati motore seghetta

GFuE83: Overrun perdita dati elastico 2

GFuE84: Overrun perdita dati elastico caduta 1

GFuE85: Overrun perdita dati raddrizza polsino

GFuE86: Overrun perdita dati motore bordo

GFuE161: Overrun perdita dati motore PYF 1

GFuE162: Overrun perdita dati motore PYF 2

GFuE163: Overrun perdita dati motore PYF 3

GFuE164: Overrun perdita dati motore PYF 4

GFuE249: Overrun perdita dati valvola rovesc.

GFuE262: Overrun motore triangolo caduta 1

GFuE274: Overrun motore triangolo caduta 2

GFuE286: Overrun motore triangolo caduta 3

GFuE298: Overrun motore triangolo caduta 4

GFuE310: Overrun motore triangolo ritorno tallone

GFuE369: Overrun perdita dati AvanzamentoSpilli

GFuE333: Overrun perdita dati braccio angolare

GFuE321: Overrun perdita dati braccio verticale

GFuE381: Overrun perdita dati motore cucitrice

GFuE357: Overrun perdita dati rovesciatore alto

GFuE345: Overrun perdita dati RovesciatoreBasso

GFuE393: Overrun perdita dati InclinaRovesciat.

GFuE406: Overrun perdita dati mot. rotazione gruppo portaspilli

- 234 -
GFuE430: Overrun perdita dati valvola parzial. P. chiusa esterna

Questo messaggio avverte l’utente che è stato rilevato un errore di trasmissione sulla linea CAN tra la scheda Pcb_2008
e il modulo CAN relativo al motore indicato nell’errore.
La linea di trasmissione relativa al modulo indicato nell’errore è congestionata.
Il problema può essere causato da un difetto nella trasmissione, quindi da un malfunzionamento dei componenti Har-
dware interessati.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano la scheda Pcb_2008 al modulo CAN (scheda Pcb_3836)
relativo al motore indicato nel messaggio.

• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

• Sostituire la scheda Pcb_2008.


Valutare inoltre la frequenza della comparsa dell’errore e se esso causa malfunzionamenti del motore interessato o di
altri dispositivi CAN.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Messaggi CAN: Motore Disabilitato

GFuE37: Motore alza cilindro disabilitato!

GFuE38: Motore valvola parzializzatrice disabilitato!

GFuE39: Motore coperchio platine disabilitato!

GFuE40: Motore elastico 1 disabilitato!

GFuE41: Motore coperchio platine angolare disabilitato!

GFuE42: Motore seghetta disabilitato!

GFuE43: Motore elastico 2 disabilitato!

GFuE44: Motore elastico caduta 1 disabilitato!

GFuE45: Motore raddrizza polsino disabilitato!

GFuE46: Motore bordo disabilitato!

GFuE149: Motore PYF 1 disabilitato

GFuE150: Motore PYF 2 disabilitato

GFuE151: Motore PYF 3 disabilitato

GFuE152: Motore PYF 4 disabilitato

GFuE246: Motore valvola rovesciatore disabilitato!

GFuE258: Motore triangolo caduta 1 disabilitato!

- 235 -
GFuE270: Motore triangolo caduta 2 disabilitato!

GFuE282: Motore triangolo caduta 3 disabilitato!

GFuE294: Motore triangolo caduta 4 disabilitato!

GFuE306: Motore triangolo ritorno tallone disabilitato!

GFuE318: Motore braccio prelevatori verticale disabilitato!

GFuE330: Motore braccio prelevatori angolare disabilitato!

GFuE342: Mot. rovesciatore basso disabilitato!

GFuE354: Mot. rovesciatore alto disabilitato!

GFuE366: Mot. avanzamento spilli disabilitato!

GFuE378: Motore cucitrice disabilitato!

GFuE390: Motore Inclina Rovesciatore disabilitato! GFuE403:

Motore rotazione gruppo portaspilli disabilitato! GFuE427:

Motore valvola parzial. P. chiusa esterna disabilitato!

Un qualsiasi motore CAN, se previsto nel software (nella “eprom custom”), può essere disabilitato da “Setup”.
Questo errore compare se nel Programma Calza viene comandato un motore Disabilitato.

• La soluzione è accedere al Setup e abilitare il motore, oppure eliminare il comando nel Programma Calza
(GRAPHITRON).

Avvertenze
Nota bene
A seconda del modello di macchina, potrebbe non essere possibile la disabilitazione tramite Setup di alcuni specifici
motori.
Questo perchè essi sono sempre montati in macchina e sono parte essenziale per il suo funzionamento.

Messaggi CAN: Gestione Azzeramento e Busy

GFuE47: Motore alza cilindro busy!

GFuE48: Motore valvola parzializzatrice busy!

GFuE49: Motore coperchio platine busy!

GFuE50: Motore elastico 1 busy!

GFuE51: Motore coperchio platine angolare busy!

GFuE52: Motore seghetta busy!

GFuE53: Motore elastico 2 busy!

GFuE54: Motore elastico caduta 1 busy!

GFuE55: Motore raddrizza polsino busy!

- 236 -
GFuE56: Motore bordo busy!

GFuE145: Motore PYF 1 BUSY

GFuE146: Motore PYF 2 BUSY

GFuE147: Motore PYF 3 BUSY

GFuE148: Motore PYF 4 BUSY

GFuE247: Motore valvola rovesciatore busy!

GFuE259: Motore triangolo caduta 1 busy!

GFuE271: Motore triangolo caduta 2 busy!

GFuE283: Motore triangolo caduta 3 busy!

GFuE295: Motore triangolo caduta 4 busy!

GFuE307: Motore triangolo ritorno tallone busy!

GFuE319: Motore braccio prelevatori verticale busy!

GFuE331: Motore braccio prelevatori angolare busy!

GFuE343: Mot. rovesciatore basso busy!

GFuE355: Mot. rovesciatore alto busy!

GFuE367: Mot. avanzamento spilli busy!

GFuE379: Motore cucitrice busy!

GFuE391: Motore Inclina Rovesciatore busy! GFuE404:

Motore rotazione gruppo portaspilli busy! GFuE428:

Motore valvola parzial. P. chiusa esterna busy!

Questo errore avviene quando ad un determinato motore passo passo arriva un comando di movimento senza che il
precedente sia stato completamente eseguito.
Un esempio tipico di comparsa di questo errore è quando nel Programma Calza sono previsti su 2 passi vicini comandi
per lo stesso motore, e al momento del secondo comando il primo è ancora in attuazione (il motore è ancora in movi-
mento).
Cancellando l’errore il ciclo calza può continuare, ma la calza prodotta probabilmente sarà difettosa.
Questo perchè durante il ciclo calza sono stati persi degli “steps” motore (nell’esempio il secondo movimento del motore
non è stato eseguito).
Alla fine della calza, nel momento del controllo della corretta posizione di Zero del motore, la perdita di “steps” deter-
minata dall’errore “Motore busy...” probabilmente determinerà la comparsa dell’errore di “Steps persi...” (Impossibile
accostamento).
Quando compare questo errore si consiglia perciò di azzerare la calza, o comunque di portarsi con il ciclo calza al passo
zero (la calza è comunque difettosa).

• La soluzione consiste nel correggere il Programma Calza, ad esempio distanziando maggiormente tra loro
i 2 comandi relativi allo stesso motore passo passo.
Cause di altro tipo per questo errore sono poco probabili.
Malfunzionamenti Hardware dei componenti interessati a questi movimenti dovrebbero determinare anche altri problemi
con comparsa di altri Errori o Allarmi.

- 237 -
Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Riferimenti
Vedere le procedure di controllo descritte a proposito dell’errore:GFuE67

GFuE57: Azzeramento impossibile alza cilindro


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° 1
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS15
Stato Led con motore a zero ON

GFuE59: Azzeramento impossibile coperchio platine


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° 1
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS06
Stato Led con motore a zero ON

GFuE61: Azzeramento impossibile cop. platine angolare


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE260: Azzeramento impossibile triangolo cad. 1


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE272: Azzeramento impossibile triangolo cad. 2


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE284: Azzeramento impossibile triangolo cad. 3

- 238 -
Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE296: Azzeramento impossibile triangolo cad. 4


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE327: Azzeramento impossibile braccio verticale


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE339: Azzeramento impossibile braccio angolare


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE351: Azzeramento impossibile RovesciatoreBasso


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE363: Azzeramento impossibile rovesciatore alto


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

- 239 -
Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE375: Azzeramento impossibile AvanzamentoSpilli


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE387: Azzeramento impossibile motore cucitrice


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE399: Azzeramento impossibile InclinaRovesciat.


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE412: Azzeramento impossibile Mot. rotaz.portaspilli


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE436: Azzerame- nto impossibile valvola parzial. P. chiusa esterna


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.

- 240 -
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE308: Azzeramento impossibile tr. rit. tallone


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

Questo errore compare se il software rileva anomalie nel comportamento dei motori passo passo in 2 condizioni speci-
fiche, durante la procedura di “Azzeramento” e in fase di “Entrata Lavorazione”.
In queste situazioni, dopo un appropriato comando di azzeramento mandato al motore, viene eseguito un controllo della
corretta posizione di Zero del motore tramite il sensore di Zero.
In pratica i motori sono “spinti” verso Zero fino alla lettura del sensore, successivamente si allontanano un poco per poi
eseguire un avvicinamento lento di precisione.
Quando il sensore viene oscurato o premuto la condizione di Zero è trovata, il motore si blocca ed esso risulta nella
corretta posizione di Zero.
Se il sensore inizialmente era già in lettura (motore a Zero), durante questa fase prima si allontana di un numero deter-
minato di “steps” e poi esegue l’avvicinamento di precisione.
L’errore compare in queste condizioni:

• Il motore non riceve il comando o la scheda non comanda il motore.


Esiste un tempo massimo entro il quale il comando deve essere eseguito, se lo stato del sensore non cam-
bia nel modo previsto dal software, il comando termina.

• Con comando corretto, il sensore di Zero non cambia il suo stato di lettura nel modo previsto dal software.
Questo per motivi legati al sensore stesso o alla componente meccanica del dispositivo di movimento.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Verificare la funzionalità meccanica dei componenti legati al movimento del motore.

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano il sensore e il motore alla scheda di comando (in genere la
scheda Pcb_3836).

• Controllare corretto funzionamento del sensore di Zero.


Procedere alla sua regolazione ed eventualmente sostituirlo.

• Sostituire il motore passo passo indicato nel messaggio.

• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

Riferimenti
Vedere le procedure di controllo descritte a proposito dell’errore:GFuE67

GFuE67: Impossibile accostamento a 0 alza cilindro


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° 1
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS15
Stato Led con motore a zero ON

GFuE69: Impossibile accostamento a 0 coperchio platine


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° 1

- 241 -
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS06
Stato Led con motore a zero ON

GFuE71: Impossibile accostamento a 0 cop.plat.angolare


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE261: Steps persi motore triangolo caduta 1


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE273: Steps persi motore triangolo caduta 2


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE285: Steps persi motore triangolo caduta 3


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE297: Steps persi motore triangolo caduta 4


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

- 242 -
GFuE320: Impossibile accostamento a 0 braccio verticale
Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE332: Impossibile accostamento a 0 braccio angolare


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE344: Impossibile accostamento a 0 RovesciatoreBasso


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE356: Impossibile accostamento a 0 rovesciatore alto


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE368: Impossibile accostamento a 0 AvanzamentoSpilli


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE380: Impossibile accostamento a 0 motore cucitrice


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X

- 243 -
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE392: Impossibile accostamento a 0 InclinaRovesciat.


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE405: Impossibile accostamento a 0 mot.rotaz.portas.


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE429: Impossib. accostamento a 0 valvola parzial. P. chiusa esterna


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

GFuE309: Steps persi motore triangolo ritorno tallone


Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X
N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

Durante il normale Ciclo calza, in prossimità del passaggio per il passo zero, i motori Maglie ricevono il comando per
portarsi alla quota di Zero (riposo).
Questo comando fa parte della normale programmazione di ogni motore Maglia (GRAPHITRON).
Questa posizione di Zero è il punto di partenza del motore all’inizio di ogni Ciclo calza.

Per questo modello di macchine la condizione di Zero corrisponde alla programmazione della quota:“0”

- 244 -
Dopo questo comando di Zero e prima di iniziare un nuovo Ciclo calza, il software esegue un controllo sul raggiungi-
mento di questa quota di Zero.
Il controllo segue una procedura particolare determinata dalla particolare procedura con cui il motore raggiunge la quota
di Zero.1. Quando il motore riceve il comando di portarsi a Zero, non tutti gli “steps” necessari vengono eseguiti
consecutivamente; 10 “steps” non vengono eseguiti. 2. A questo punto il software controlla che il sensore di Zero del
motore non sia ancora chiuso, perché questo significherebbe che il motore ha raggiunto la posizione di Zero prima di
quanto avrebbe dovuto.
Questo può accadere solo se durante il Ciclo calza, nei sui vari movimenti, il motore ha perso “steps” in una precisa
direzione.
La direzione in allontanamento dalla posizione di Zero.
Quindi in questa prima fase il software controlla che a questo punto della procedura il sensore di Zero sia aperto.
In caso contrario è visualizzato questo errore di:
”Impossibile accostamento a Zero”
Se questa prima fase della procedura è corretta, quindi il sensore di Zero è ancora aperto, la procedura prosegue.1.
La successiva sequenza di movimento del motore prevede che “step by step” il motore esegua gli ultimi “10 steps”
mancanti per arrivare alla posizione di zero.
In pratica esegue un accostamento di precisione. 2. A questo punto il software controlla che il sensore
di Zero del motore non sia ancora aperto, perché questo significherebbe che il motore non ha raggiunto la
posizione di Zero.
Questo può accadere solo se durante il Ciclo calza, nei sui vari movimenti, il motore ha perso “steps” in una precisa
direzione.
La direzione in avvicinamento alla posizione di Zero.
Quindi in questa seconda fase il software controlla che a questo punto della procedura il sensore di Zero sia chiuso.
In caso contrario è visualizzato questo errore di:
”Impossibile accostamento a Zero”

Tutte queste operazioni sono effettuate prima di arrivare al passo zero, nei passi successivi a dove è programmata la
quota di Zero (ultima quota relativa al motore presente nel Ciclo calza).
Tra il passo dove è programmata la quota Zero e il passo zero devono essere previsti un numero sufficiente di passi al
fine di consentire al motore di eseguire tutta la procedura di Accostamento/Azzeramento.
In caso contrario è visualizzato un altro tipo di errore: “Motore ... non a zero”.
Questo errore è un caso particolare del più generale errore di:
”Impossibile accostamento a Zero”

Le cause più comuni che determinano la comparsa di questo problema sono:

• Perdita di “steps” dovuta a cause meccaniche (movimento ostacolato).

• Perdita di “steps” dovuta a cause elettriche (motore difettoso o comando elettrico non coerente).

• Cattiva regolazione o malfunzionamento del sensore di fase Zero.


A seconda che l’errore si presenti nella prima fase (a -10 step dallo zero), o nella seconda fase (a Zero), le valutazioni
possono essere differenti.
Questo perchè nei 2 casi lo stato corretto del sensore di Zero è uno opposto all’altro.
In linea generale comunque eseguire alcune verifiche standard.

• Controllare se il sensore di Zero è nello stato corretto per il punto della procedura in cui è comparso l’erro-
re.
A tal proposito verificare lo stato del Led di Zero sulla scheda Pcb_3836.

• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

Con posizione meccanica del motore corretta.


Controllare se il sensore di Zero è nello stato corretto per il punto della procedura in cui è comparso l’errore.
A tal proposito verificare lo stato del Led di Zero sulla scheda Pcb_3836.

• Controllare corretto funzionamento del sensore di Zero.


Procedere alla sua regolazione ed eventualmente sostituirlo.

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano il sensore e il motore alla scheda di comando (in genere la

- 245 -
scheda Pcb_3836).

• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

Con posizione meccanica del motore non corretta.


Il sensore quindi legge correttamente una posizione sbagliata.

• Verificare se il movimento del motore ha incontrato ostacoli meccanici o una resistenza molto elevata.

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano il sensore e il motore alla scheda di comando (in genere la
scheda Pcb_3836).

• Sostituire il motore passo passo indicato nel messaggio.

• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

Avvertenze
Attenzione
Questo tipo di errore è ricorsivo.
Esso non si cancella premendo semplicemente il tasto [F8].
La soluzione migliore è eseguire un Azzeramento ( [F0]) per arrivare a Fine Calza.
La macchina può poi riprendere il suo funzionamento normale.
Uno spegnimento e riaccensione lascerebbe la macchina nello stesso punto (ove presente, si innesterebbe la proce-
dura di black-out).
Un Reset elettrico porterebbe la macchina a Fine Ciclo, ma potrebbe causare successive rotture meccaniche.
Se il problema non è stato risolto esso si ripresenterà nello stesso punto della calza successiva.

Riferimenti
Vedere le procedure di controllo descritte a proposito dell’errore:REuE02

GFuE400: Movimento impossibile InclinaRovesciat.

GFuE413: Movimento impossibile mot. rotazione gruppo portaspilli

GFuE416: Movimento impossibile mot. AvanzamentoSpilli

GFuE417: Movimento impossibile mot. Cucitrice

Scheda ingresso sensore: Pcb_3836 N° X


N° Led sensore di zero: Pcb_3836 DS
Stato Led con motore a zero ON

Il numero della scheda (N° X) e del Led (DS ) dipendono dal Modello e dagli Optionals con cui è predisposta la mac-
china.
La configurazione è sempre: [Mot.1 = Ds15] - [Mot.2 = Ds14] - [Mot.3 = Ds6] - [Mot.4 = Ds16].

Se al motore viene dato un comando che implica uno spostamento dallo zero il software verifica che dopo un certo
tempo il sensore di Zero Motore abbia commutato.
In caso contrario compare il messaggio.
L’errore compare in queste condizioni:

• Il motore non riceve il comando o la scheda non comanda il motore.


Esiste un tempo massimo entro il quale il comando deve essere eseguito, se lo stato del sensore non cam-
bia nel modo previsto dal software, il comando termina.

- 246 -
• Con comando corretto, il sensore di Zero non cambia il suo stato di lettura nel modo previsto dal software.
Questo per motivi legati al sensore stesso o alla componente meccanica del dispositivo di movimento.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Verificare la funzionalità meccanica dei componenti legati al movimento del motore.

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano il sensore e il motore alla scheda di comando (in genere la
scheda Pcb_3836).

• Controllare corretto funzionamento del sensore di Zero.


Procedere alla sua regolazione ed eventualmente sostituirlo.

• Sostituire il motore passo passo indicato nel messaggio.

• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

Riferimenti
Vedere le procedure di controllo descritte a proposito dell’errore:GFuE67

Messaggi CAN: Gestione operazioni in FLASH

GFuE87: Checksum in aggiornamento alza cilindro

GFuE88: Checksum in aggiornamento valvola parzial.

GFuE89: Checksum in aggiornamento coperchio platine

GFuE90: Checksum in aggiornamento elastico 1

GFuE91: Checksum in aggiornamento cop.plat.angolare

GFuE92: Checksum in aggiornamento motore seghetta

GFuE93: Checksum in aggiornamento elastico 2

GFuE94: Checksum in aggiornamento elastico caduta 1

GFuE95: Checksum in aggiornamento raddrizza polsino

GFuE96: Checksum in aggiornamento motore bordo

GFuE165: Checksum in aggiornamento motore PYF 1

GFuE166: Checksum in aggiornamento motore PYF 2

GFuE167: Checksum in aggiornamento motore PYF 3

GFuE168: Checksum in aggiornamento motore PYF 4

GFuE250: Checksum in aggiornamento valvola rovesc.

GFuE263: Checksum motore triangolo caduta 1

GFuE275: Checksum motore triangolo caduta 2

GFuE287: Checksum motore triangolo caduta 3

GFuE299: Checksum motore triangolo caduta 4

- 247 -
GFuE322: Checksum in aggiornamento braccio verticale

GFuE334: Checksum in aggiornamento braccio angolare

GFuE346: Checksum in aggiornamento RovesciatoreBasso

GFuE358: Checksum in aggiornamento rovesciatore alto

GFuE370: Checksum in aggiornamento AvanzamentoSpilli

GFuE382: Checksum in aggiornamento motore cucitrice

GFuE394: Checksum in aggiornamento InclinaRovesciat.

GFuE407: Checksum in aggiornamento mot.rotaz.portas.

GFuE431: Checksum in aggiornamento valvola parzial. P. chiusa esterna

GFuE311: Checksum motore triangolo ritorno tallone

Questo errore può comparire durante le fasi di Aggiornamento software del modulo CAN relativo al motore indicato
nell’errore.

• Ripetere l’operazione di Aggiornamento, caricando nuovamente il file “.up” (software) nella memoria
FLASH e attivandolo.
Se il problema persiste:

• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE97: Lunghezza pagina in aggiornamento alza cilindro

GFuE98: Lunghezza pagina in aggiornamento valvola parzial.

GFuE99: Lunghezza pagina in aggiornamento coperchio platine

GFuE100: Lunghezza pagina in aggiornamento elastico 1

GFuE101: Lunghezza pagina in aggiornamento cop.plat.angolare

GFuE102: Lunghezza pagina in aggiornamento motore seghetta

GFuE103: Lunghezza pagina in aggiornamento elastico 2

GFuE104: Lunghezza pagina in aggiornamento elastico caduta 1

GFuE105: Lunghezza pagina in aggiornamento raddrizza polsino

GFuE106: Lunghezza pagina in aggiornamento motore bordo

GFuE169: Lunghezza pagina in aggiornamento motore PYF 1

GFuE170: Lunghezza pagina in aggiornamento motore PYF 2

- 248 -
GFuE171: Lunghezza pagina in aggiornamento motore PYF 3

GFuE172: Lunghezza pagina in aggiornamento motore PYF 4

GFuE251: Lunghezza pagina in aggiornamento valvola rovesc.

GFuE264: Lunghezza pagina motore triangolo caduta 1

GFuE276: Lunghezza pagina motore triangolo caduta 2

GFuE288: Lunghezza pagina motore triangolo caduta 3

GFuE300: Lunghezza pagina motore triangolo caduta 4

GFuE323: Lunghezza pagina in aggiornamento braccio verticale

GFuE335: Lunghezza pagina in aggiornamento braccio angolare

GFuE347: Lunghezza pagina in aggiornamento RovesciatoreBasso

GFuE359: Lunghezza pagina in aggiornamento rovesciatore alto

GFuE371: Lunghezza pagina in aggiornamento AvanzamentoSpilli

GFuE383: Lunghezza pagina in aggiornamento motore cucitrice

GFuE395: Lunghezza pagina in aggiornamento InclinaRovesciat.

GFuE408: Lunghezza pagina in aggiornamento mot.rotaz.portas.

GFuE432: Lung. pag in aggiornamento valvola parzial. P. chiusa esterna

GFuE312: Lunghezza pagina motore triangolo ritorno tallone

Questo errore può comparire durante le fasi di Aggiornamento software del modulo CAN relativo al motore indicato
nell’errore.

• Ripetere l’operazione di Aggiornamento, caricando nuovamente il file “.up” (software) nella memoria
FLASH e attivandolo.
Se il problema persiste:

• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE107: Scrittura FLASH in aggiornamento alza cilindro

GFuE108: Scrittura FLASH in aggiornamento valvola parzial.

GFuE109: Scrittura FLASH in aggiornamento coperchio platine

GFuE110: Scrittura FLASH in aggiornamento elastico 1

GFuE111: Scrittura FLASH in aggiornamento cop.plat.angolare

- 249 -
GFuE112: Scrittura FLASH in aggiornamento motore seghetta

GFuE113: Scrittura FLASH in aggiornamento elastico 2

GFuE114: Scrittura FLASH in aggiornamento elastico caduta 1

GFuE115: Scrittura FLASH in aggiornamento raddrizza polsino

GFuE116: Scrittura FLASH in aggiornamento motore bordo

GFuE173: Scrittura FLASH in aggiornamento motore PYF 1

GFuE174: Scrittura FLASH in aggiornamento motore PYF 2

GFuE175: Scrittura FLASH in aggiornamento motore PYF 3

GFuE176: Scrittura FLASH in aggiornamento motore PYF 4

GFuE252: Scrittura FLASH in aggiornamento valvola rovesc.

GFuE265: Flash motore triangolo caduta 1

GFuE277: Flash motore triangolo caduta 2

GFuE289: Flash motore triangolo caduta 3

GFuE301: Flash motore triangolo caduta 4

GFuE324: Scrittura FLASH in aggiornamento braccio verticale

GFuE336: Scrittura FLASH in aggiornamento braccio angolare

GFuE348: Scrittura FLASH in aggiornamento RovesciatoreBasso

GFuE360: Scrittura FLASH in aggiornamento rovesciatore alto

GFuE372: Scrittura FLASH in aggiornamento AvanzamentoSpilli

GFuE384: Scrittura FLASH in aggiornamento motore cucitrice

GFuE396: Scrittura FLASH in aggiornamento InclinaRovesciat.

GFuE409: Scrittura FLASH in aggiornamento mot.rotaz.portas.

GFuE433: Scrittura FLASH valvola parzializzatrice P. chiusa esterna

GFuE313: Flash motore triangolo ritorno tallone

Questo errore può comparire durante le fasi di Aggiornamento software del modulo CAN relativo al motore indicato
nell’errore.

• Ripetere l’operazione di Aggiornamento, caricando nuovamente il file “.up” (software) nella memoria
FLASH e attivandolo.
Se il problema persiste:

• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

Avvertenze
Attenzione

- 250 -
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE117: Numero pagina in aggiornamento alza cilindro

GFuE118: Numero pagina in aggiornamento valvola parzial.

GFuE119: Numero pagina in aggiornamento coperchio platine

GFuE120: Numero pagina in aggiornamento elastico 1

GFuE121: Numero pagina in aggiornamento cop.plat.angolare

GFuE122: Numero pagina in aggiornamento motore seghetta

GFuE123: Numero pagina in aggiornamento elastico 2

GFuE124: Numero pagina in aggiornamento elastico caduta 1

GFuE125: Numero pagina in aggiornamento raddrizza polsino

GFuE126: Numero pagina in aggiornamento motore bordo

GFuE177: Numero pagina in aggiornamento motore PYF 1

GFuE178: Numero pagina in aggiornamento motore PYF 2

GFuE179: Numero pagina in aggiornamento motore PYF 3

GFuE180: Numero pagina in aggiornamento motore PYF 4

GFuE253: Numero pagina in aggiornamento valvola rovesc.

GFuE266: Numero pagina motore triangolo caduta 1

GFuE278: Numero pagina motore triangolo caduta 2

GFuE290: Numero pagina motore triangolo caduta 3

GFuE302: Numero pagina motore triangolo caduta 4

GFuE325: Numero pagina in aggiornamento braccio verticale

GFuE337: Numero pagina in aggiornamento braccio angolare

GFuE349: Numero pagina in aggiornamento RovesciatoreBasso

GFuE361: Numero pagina in aggiornamento rovesciatore alto

GFuE373: Numero pagina in aggiornamento AvanzamentoSpilli

GFuE385: Numero pagina in aggiornamento motore cucitrice

GFuE397: Numero pagina in aggiornamento InclinaRovesciat.

GFuE410: Numero pagina in aggiornamento mot.rotaz.portas.

GFuE434: Num. pag. in aggiornamento valvola parzial. P. chiusa esterna

GFuE314: Numero pagina motore triangolo ritorno tallone

- 251 -
Questo errore può comparire durante le fasi di Aggiornamento software del modulo CAN relativo al motore indicato
nell’errore.

• Ripetere l’operazione di Aggiornamento, caricando nuovamente il file “.up” (software) nella memoria
FLASH e attivandolo.
Se il problema persiste:

• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Messaggi CAN: Malfunzionamento Hardware

GFuE127: Tensione aliment. troppo bassa alza cilindro

GFuE128: Tensione aliment. troppo bassa valvola parzial.

GFuE129: Tensione aliment. troppo bassa coperchio platine

GFuE130: Tensione aliment. troppo bassa elastico 1

GFuE131: Tensione aliment. troppo bassa cop.plat.angolare

GFuE132: Tensione aliment. troppo bassa motore seghetta

GFuE133: Tensione aliment. troppo bassa elastico 2

GFuE134: Tensione aliment. troppo bassa elastico caduta 1

GFuE135: Tensione aliment. troppo bassa raddrizza polsino

GFuE136: Tensione aliment. troppo bassa motore bordo

GFuE181: Tensione aliment. troppo bassa motore PYF 1

GFuE182: Tensione aliment. troppo bassa motore PYF 2

GFuE183: Tensione aliment. troppo bassa motore PYF 3

GFuE184: Tensione aliment. troppo bassa motore PYF 4

GFuE254: Tensione aliment. troppo bassa valvola rovesc.

GFuE267: Tensione motore triangolo caduta 1

GFuE279: Tensione motore triangolo caduta 2

GFuE291: Tensione motore triangolo caduta 3

GFuE303: Tensione motore triangolo caduta 4

GFuE326: Tensione aliment. troppo bassa braccio verticale

- 252 -
GFuE338: Tensione aliment. troppo bassa braccio angolare

GFuE350: Tensione aliment. troppo bassa RovesciatoreBasso

GFuE362: Tensione aliment. troppo bassa rovesciatore alto

GFuE374: Tensione aliment. troppo bassa AvanzamentoSpilli

GFuE386: Tensione aliment. troppo bassa motore cucitrice

GFuE398: Tensione aliment. troppo bassa InclinaRovesciat.

GFuE411: Tensione aliment. troppo bassa mot.rotaz.portas.

GFuE435: Tensione alim.troppo bassa valvola parzial. P. chiusa esterna

GFuE315: Tensione motore triangolo ritorno tallone

Questo messaggio indica che il modulo CAN relativo al motore indicato è alimentato con una tensione di potenza più
bassa di quella consentita.
Il software riconosce tramite l’Hardware del modulo che questo valore non è entro i margini stabiliti.
Viene quindi visualizzato uno specifico allarme.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Controllare l’alimentazione di potenza (tensione) della scheda CAN (ad esempio una Pcb_3836 relativa al
motore indicato nel messaggio.

• Sostituire il modulo CAN (scheda Pcb_3836) relativo al motore indicato nel messaggio.

• Un problema in fase di scrittura del software, un problema Hardware sulle schede interessate al CAN, un
disturbo sulla linea di trasmissione CAN:
tutte queste cause possono causare degli Errori/Allarmi CAN non inerenti al reale guasto, ma generali del
sistema CAN.
Quindi in linea generale, per tutti gli Errori/Allarmi CAN, dopo aver valutato il problema specifico indicato dall’errore,
valutare anche come possibile causa un problema generale del sistema CAN (software e hardware).

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Messaggi CAN relativi al Fine Rocca PYF

GFuE185: Fine rocca motore PYF 1

GFuE186: Fine rocca motore PYF 2

GFuE187: Fine rocca motore PYF 3

GFuE188: Fine rocca motore PYF 4

Questo errore è relativo al dispositivo PYF Normale o PYF-2000 indicato nel messaggio.
Ogni dispositivo PYF è predisposto con un meccanismo di controllo della quantità di filo presente sull’Avvolgitore stesso
(contatto di errore).
L’utente regola il dispositivo di controllo in modo che il contatto si chiuda quando il filato rimanente sopra l’Avvolgitore
scende sotto un certo livello.

- 253 -
Il cablaggio di comando del motore (dalla scheda di comando al dispositivo PYF) è comprensivo di un filo di ritorno
relativo a questo contatto di “Fine Rocca”.
La condizione corretta (stop non attivo) è:
”contatto aperto”
La scheda di comando è:
Scheda Pcb_3836 per PYF normale.
Scheda Pcb_3862 per PYF 2000.
In caso di errore verificare innanzi tutto se è intervenuto il dispositivo di controllo (errore reale).

• Risolvere il problema reale che ha causato l’errore.


Se invece il dispositivo di controllo non è intervenuto, dopo aver controllato la sua regolazione e taratura, procedere nel
seguente modo.
Per facilitare la ricerca del guasto, scollegare il filo di controllo dal dispositivo.
Se l’errore si cancella premendo il tasto [F8] il dispositivo stesso è difettoso. • Quindi procedere alla ripara-
zione o sostituzione del dispositivo.
Se invece l’errore permane. • Verificare che il filo nel suo percorso tra il dispositivo e la Scheda Ingressi non
sia a massa.
Operare nel caso la riparazione o la sostituzione del filo. • Sostituire la scheda di ingresso del segnale di
controllo.
In questo caso sostituire la scheda Pcb_3836 (PYF normale) o Pcb_3862 (PYF 2000).

Avvertenze
Nota bene
Se il filo che collega la Scheda Ingressi al dispositivo di controllo fosse sconnesso o comunque interrotto, l’errore rela-
tivo non verrebbe mai visualizzato, quindi la macchina funzionerebbe senza questo controllo.

Messaggi CAN relativi ad Azionamento ECODD

GFuE189: ECODD: Generico

Questo errore indica che il software ha rilevato un problema sulla logica CAN, ma non è riuscito a definire la tipologia
del problema.
In questo caso il il software ha comunque stabilito che il problema è relativo alla gestione dell’Azionamento motore
ECODD15 in CAN.
E’ un problema che presuppone una causa software, quindi non dovrebbe mai comparire all’utente esterno.

• Un problema in fase di scrittura del software, un problema Hardware sulle schede interessate al CAN, un
disturbo sulla linea di trasmissione CAN:
tutte queste cause possono causare degli Errori/Allarmi CAN non inerenti al reale guasto, ma generali del
sistema CAN.
Quindi in linea generale, per tutti gli Errori/Allarmi CAN, dopo aver valutato il problema specifico indicato dall’errore,
valutare anche come possibile causa un problema generale del sistema CAN (software e hardware).

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE190: ECODD: 310 Volt KO

Questo messaggio indica che l’Azionamento motore ha rilevato un errore probabilmente dovuto ad un alimentazione di
potenza troppo bassa.
Controllare la presenza della tensione 220 Vac in ingresso all’Azionamento ECODD.
Se la tensione non è corretta:

- 254 -
• Ristabilire la corretta alimentazione in ingresso (220 Vac).
Se la tensione è corretta:

• Sostituire la scheda Azionamento motore.

GFuE191: ECODD: Termica motore

Questo messaggio indica che l’Azionamento motore ha rilevato un errore di intervento della termica del motore (motore
troppo caldo).
Un motore troppo caldo è indice di eccessivo attrito o funzionamento anomalo.

• Controllare che non esistano cause meccaniche (attriti, assemblaggi difettosi, rotture meccaniche) che
determinino un eccessivo sforzo e quindi un alto assorbimento di corrente da parte del motore.
Solo dopo aver escluso eventuali problemi meccanici procedere alla ricerca di altre cause.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano la scheda Pcb_2008 alla scheda Azionamento motore.

• Controllare l’integrità del cablaggio tra il Resolver motore e l’Azionamento motore.

• Sostituire la scheda Azionamento motore.

• Sostituire il motore.

GFuE192: ECODD: Termica dissipatore

Questo messaggio indica che l’Azionamento motore ha rilevato un errore dovuto all’intervento della termica del dissipa-
tore di calore posto sulla scheda stessa.
Un Azionamento motore che dissipa energia oltre il limite di guardia è indice di eccessivo attrito o funzionamento ano-
malo.

• Controllare che non esistano cause meccaniche (attriti, assemblaggi difettosi, rotture meccaniche) che
determinino un eccessivo sforzo e quindi un alto assorbimento di corrente da parte del motore.
Solo dopo aver escluso eventuali problemi meccanici procedere alla ricerca di altre cause.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano la scheda Pcb_2008 alla scheda Azionamento motore.

• Controllare l’integrità del cablaggio tra il Resolver motore e l’Azionamento motore.

• Sostituire la scheda Azionamento motore.

• Sostituire il motore.

GFuE193: ECODD: Energia Motore I2T

Questo messaggio indica che l’Azionamento motore ha rilevato un errore dovuto all’intervento della protezione di mas-
sima corrente.
Un Azionamento motore che fornisce al motore corrente oltre il limite di guardia è indice di eccessivo attrito o funziona-
mento anomalo.

• Controllare che non esistano cause meccaniche (attriti, assemblaggi difettosi, rotture meccaniche) che
determinino un eccessivo sforzo e quindi un alto assorbimento di corrente da parte del motore.
Solo dopo aver escluso eventuali problemi meccanici procedere alla ricerca di altre cause.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano la scheda Pcb_2008 alla scheda Azionamento motore.

- 255 -
• Controllare l’integrità del cablaggio tra il Resolver motore e l’Azionamento motore.

• Sostituire la scheda Azionamento motore.

• Sostituire il motore.

GFuE194: ECODD: TX CAN

Questo messaggio avverte l’utente che è stato rilevato un errore di trasmissione sulla linea CAN tra la scheda Pcb_2008
e la scheda Azionamento motore.
Il problema può essere causato da un difetto nella trasmissione, quindi da un malfunzionamento dei componenti Har-
dware interessati.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano la scheda Pcb_2008 alla scheda Azionamento motore.

• Sostituire la scheda Azionamento motore.

• Sostituire la scheda Pcb_2008.


Valutare inoltre la frequenza della comparsa dell’errore e se esso causa malfunzionamenti del motore interessato o di
altri dispositivi CAN.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE195: ECODD: RX CAN

Questo messaggio avverte l’utente che è stato rilevato un errore di trasmissione sulla linea CAN tra la scheda Pcb_2008
e la scheda Azionamento motore.
Il problema può essere causato da un difetto nella trasmissione, quindi da un malfunzionamento dei componenti Har-
dware interessati.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano la scheda Pcb_2008 alla scheda Azionamento motore.

• Sostituire la scheda Azionamento motore.

• Sostituire la scheda Pcb_2008.


Valutare inoltre la frequenza della comparsa dell’errore e se esso causa malfunzionamenti del motore interessato o di
altri dispositivi CAN.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE196: ECODD: Accavallamento comandi

Questo messaggio avverte l’utente che è stato rilevato un errore di rallentamento della gestione software interna all’Azio-
namento motore.
Questo allarme compare quando il software nell’unità di tempo assegnata non riesce a compiere tutte le operazioni

- 256 -
previste dal programma.
E’ un problema che presuppone una causa software, quindi non dovrebbe mai comparire all’utente esterno.
Comunque possono esistere delle situazioni o delle rotture hardware che potrebbero causare la comparsa di questo
errore.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Eseguire un Aggiornamento software della scheda Azionamento motore.

• Sostituire la scheda Azionamento motore.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE197: ECODD: Scrittura FLASH

Questo errore può comparire durante le fasi di Aggiornamento software della scheda Azionamento motore.

• Ripetere l’operazione di Aggiornamento, caricando nuovamente il file “.up” (software) nella memoria
FLASH e attivandolo.
Se il problema persiste:

• Sostituire la scheda Azionamento motore.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE198: ECODD: Set parametri

Questo messaggio avverte l’utente che all’accensione è stato rilevato un errore di coerenza nei parametri passati dalla
macchina ( Pcb_2007 all’Azionamento motore.
Questo controllo di coerenza è una valutazione di massima e verifica che i parametri passati non siano palesemente
errati.
E’ un problema che presuppone una causa software, quindi non dovrebbe mai comparire all’utente esterno.
Comunque possono esistere delle situazioni o delle rotture hardware che potrebbero causare la comparsa di questo
errore.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Verificare la coerenza di versione del software macchina.


Eventualmente eseguire un Aggiornamento software.

• Eseguire un Aggiornamento software della scheda Azionamento motore.

• Sostituire la scheda Azionamento motore.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

- 257 -
GFuE199: ECODD: Parametri RDC

Questo messaggio avverte l’utente che all’accensione è stato rilevato un errore di coerenza nei parametri passati dalla
macchina ( Pcb_2007 all’Azionamento motore.
Questo controllo di coerenza è una valutazione di massima e verifica che i parametri passati non siano palesemente
errati.
E’ un problema che presuppone una causa software, quindi non dovrebbe mai comparire all’utente esterno.
Comunque possono esistere delle situazioni o delle rotture hardware che potrebbero causare la comparsa di questo
errore.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Verificare la coerenza di versione del software macchina.


Eventualmente eseguire un Aggiornamento software.

• Eseguire un Aggiornamento software della scheda Azionamento motore.

• Sostituire la scheda Azionamento motore.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE200: ECODD: WATCH DOG azionamento

Questo messaggio avverte l’utente che è stato rilevato un errore sulla comunicazione con la scheda Pcb_2008 tale da
generare un malfunzionamento generale della scheda Azionamento motore.
La comparsa di questo errore presuppone che successivamente la comunicazione sulla linea CAN si sia ristabilita ed
abbia consentito l’invio di questo messaggio.
Normalmente in caso di malfunzionamenti di questo tipo questo messaggio è sovrascritto da altri messaggi di Errore
o Allarme più specifici e prioritari.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano la scheda Pcb_2008 alla scheda Azionamento motore.

• Sostituire la scheda Azionamento motore.

• Sostituire la scheda Pcb_2008.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE201: ECODD: Azionamento non configurato

Questo messaggio avverte l’utente che è stato rilevato un errore in quanto l’Azionamento motore ha ricevuto un coman-
do di abilitazione senza che esso fosse stato in precedenza configurato.
In pratica alla scheda Azionamento non sono stati passati i parametri di funzionamento, cosa che dovrebbe accadere
all’accensione della macchina.
E’ un problema che presuppone una causa software, quindi non dovrebbe mai comparire all’utente esterno.
Comunque possono esistere delle situazioni o delle rotture hardware che potrebbero causare la comparsa di questo

- 258 -
errore.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Verificare la coerenza di versione del software macchina.


Eventualmente eseguire un Aggiornamento software.

• Eseguire un Aggiornamento software della scheda Azionamento motore.

• Sostituire la scheda Azionamento motore.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE202: ECODD: Esecuzione OFFSET riferimento

Questo messaggio avverte l’utente che è stato rilevato un errore nella procedura di OFFSET che avviene all’accensione
della macchina sull’Azionamento motore.
E’ un problema che presuppone una causa software, quindi non dovrebbe mai comparire all’utente esterno.
Comunque possono esistere delle situazioni o delle rotture hardware che potrebbero causare la comparsa di questo
errore.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Verificare la coerenza di versione del software macchina.


Eventualmente eseguire un Aggiornamento software.

• Eseguire un Aggiornamento software della scheda Azionamento motore.

• Sostituire la scheda Azionamento motore.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Messaggi CAN relativi a dispositivi YOYO

GFuE218: Generico CAN YOYO

Questo errore indica che il software ha rilevato un problema sulla logica CAN, ma non è riuscito a definire la tipologia
del problema.
In particolare, il problema è stato rilevato sulla linea CAN relativa ai motori YOYO.
E’ un problema che presuppone una causa software, quindi non dovrebbe mai comparire all’utente esterno.

• Un problema in fase di scrittura del software, un problema Hardware sulle schede interessate al CAN, un
disturbo sulla linea di trasmissione CAN:
tutte queste cause possono causare degli Errori/Allarmi CAN non inerenti al reale guasto, ma generali del
sistema CAN.
Quindi in linea generale, per tutti gli Errori/Allarmi CAN, dopo aver valutato il problema specifico indicato dall’errore,
valutare anche come possibile causa un problema generale del sistema CAN (software e hardware).

Avvertenze

- 259 -
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE219: YOYO non numerato

Ogni motore passo passo abilitato da Software o da Setup deve essere associato ad un determinato modulo CAN
(scheda CAN di comando motori).
In pratica, per ogni motore abilitato, il suo numero identificativo deve essere abbinato ad un modulo CAN.
Se ciò non avviene, all’accensione il software visualizza un allarme di motore non numerato (associato), generico del
“Task” di comando del motore non associato.
Questo messaggio è relativo ai motori YOYO collegati in CAN.
Ogni motore YOYO è composto dal motore vero e proprio e dal modulo CAN di comando.
Ogni motore (da Associare) corrisponde ad un modulo CAN che a sua volta corrisponde anche ad una singola scheda
CAN (da Numerare).
Per cui la procedura di Numerazione esegue automaticamente anche l’Associazione.

• La soluzione è accedere al Setup dei motori YOYO in CAN e procedere alla numerazione dei motori.
Questo errore avviene se durante la Numerazione degli YOYO, per errore si utilizza un numero Identificativo relativo ad
un motore non abilitato nel Setup.
Ad esempio, nel Setup si abilitano i motori 1, 2, 3, 4; nella Numerazione si scrive erroneamente 1, 2, 3, 5, dove “5” è un
numero differente da quelli previsti.
Il software in questo caso, per priorità, visualizza questo messaggio generico relativo al numero Identificativo sbagliato,
piuttosto che il messaggio specifico del motore che non è stato numerato.

Riferimenti
Tutte le informazioni relative alle procedure di Gestione del CAN (Associazione, Numerazione, eccetera) sono disponi-
bili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE1. Setup YOYO in CAN 2. Numerazione Motori YOYO

GFuE220: Trasmissione YOYO x

Questo messaggio avverte l’utente che è stato rilevato un errore di trasmissione sulla linea CAN tra la scheda Pcb_2008
e il modulo CAN relativo al motore indicato nell’errore.
Il problema può essere causato da un difetto nella trasmissione, quindi da un malfunzionamento dei componenti Har-
dware interessati.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano la scheda Pcb_2008 al modulo CAN (motore YOYO indi-
cato nel messaggio).

• Sostituire il modulo CAN (motore YOYO indicato nel messaggio).

• Sostituire la scheda Pcb_2008.


Valutare inoltre la frequenza della comparsa dell’errore e se esso causa malfunzionamenti del motore interessato o di
altri dispositivi CAN.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE221: Ricezione YOYO x

- 260 -
Questo messaggio avverte l’utente che è stato rilevato un errore di trasmissione sulla linea CAN tra la scheda Pcb_2008
e il modulo CAN relativo al motore indicato nell’errore.
Il problema può essere causato da un difetto nella trasmissione, quindi da un malfunzionamento dei componenti Har-
dware interessati.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano la scheda Pcb_2008 al modulo CAN (motore YOYO indi-
cato nel messaggio).

• Sostituire il modulo CAN (motore YOYO indicato nel messaggio).

• Sostituire la scheda Pcb_2008.


Valutare inoltre la frequenza della comparsa dell’errore e se esso causa malfunzionamenti del motore interessato o di
altri dispositivi CAN.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE222: Filo rotto YOYO x

Questo messaggio avverte l’utente che la “Cella di carico” non rileva nessun filo.
In pratica si è rotto il filo relativo al motore YOYO indicato nel messaggio.

• Ripristinare il corretto passaggio del filo ed eliminare l’errore.

Avvertenze
Nota bene
Questo controllo di filo rotto può essere disabilitato tramite la programmazione in GRAPHITRON.
Questo controllo è disabilitato nei casi in siano presenti altri dispositivi di controllo della rottura del filo.
Qualora il controllo fosse abilitato, a bordo macchina è possibile disabilitare per un certo numero di calze la gestione
del controllo.
Terminato il numero di calze impostato, automaticamente il controllo sarà riabilitato.
Questa funzione di esclusione è utile all’operatore, in caso di prove o sistemazioni calza.

Riferimenti
Tutte le informazioni relative alle procedure di Gestione del CAN (Associazione, Numerazione, eccetera) sono disponi-
bili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE1. Esclusione errore filo rotto

GFuE224: Sensore di Hall YOYO x

Questo messaggio avverte l’utente che almeno un “Sensore di Hall” del motore YOYO indicato nell’errore è difettoso.
Il controllo del motore YOYO utilizza i “Sensori di Hall” presenti al suo interno come retroazione.
I “Sensori di Hall” devono tra loro essere sincronizzati.
Se il software dello YOYO rileva un errata sincronizzazione dei segnali dei Sensori è visualizzato questo messaggio.
Il problema è quindi interno al motore YOYO.

• Sostituire il modulo CAN (motore YOYO indicato nel messaggio).

Avvertenze
Attenzione

- 261 -
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE228: Overrun YOYO x

Questo messaggio avverte l’utente che è stato rilevato un errore di trasmissione sulla linea CAN tra la scheda Pcb_2008
e il modulo CAN relativo al motore indicato nell’errore.
La linea di trasmissione relativa al modulo indicato nell’errore è congestionata.
Il problema può essere causato da un difetto nella trasmissione, quindi da un malfunzionamento dei componenti Har-
dware interessati.
Per la risoluzione del problema procedere nel seguente modo:

• Controllare l’integrità dei cablaggi che collegano la scheda Pcb_2008 al modulo CAN (motore YOYO indi-
cato nel messaggio).

• Sostituire il modulo CAN (motore YOYO indicato nel messaggio).

• Sostituire la scheda Pcb_2008.


Valutare inoltre la frequenza della comparsa dell’errore e se esso causa malfunzionamenti del motore interessato o di
altri dispositivi CAN.

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE229: Checksum YOYO x

Questo errore può comparire durante le fasi di Aggiornamento software del modulo CAN relativo al motore indicato
nell’errore.

• Ripetere l’operazione di Aggiornamento, caricando nuovamente il file “.up” (software) nella memoria
FLASH e attivandolo.
Se il problema persiste:

• Sostituire il modulo CAN (motore YOYO indicato nel messaggio).

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE230: Lunghezza pagina YOYO x

Questo errore può comparire durante le fasi di Aggiornamento software del modulo CAN relativo al motore indicato
nell’errore.

• Ripetere l’operazione di Aggiornamento, caricando nuovamente il file “.up” (software) nella memoria
FLASH e attivandolo.
Se il problema persiste:

• Sostituire il modulo CAN (motore YOYO indicato nel messaggio).

- 262 -
Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE231: Scrittura FLASH YOYO x

Questo errore può comparire durante le fasi di Aggiornamento software del modulo CAN relativo al motore indicato
nell’errore.

• Ripetere l’operazione di Aggiornamento, caricando nuovamente il file “.up” (software) nella memoria
FLASH e attivandolo.
Se il problema persiste:

• Sostituire il modulo CAN (motore YOYO indicato nel messaggio).

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

GFuE232: Numero pagina YOYO x

Questo errore può comparire durante le fasi di Aggiornamento software del modulo CAN relativo al motore indicato
nell’errore.

• Ripetere l’operazione di Aggiornamento, caricando nuovamente il file “.up” (software) nella memoria
FLASH e attivandolo.
Se il problema persiste:

• Sostituire il modulo CAN (motore YOYO indicato nel messaggio).

Avvertenze
Attenzione
In caso il problema permanga:
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

- 263 -
MAIN
Ma1: Dati setup persi. Effettuare setup
MAuE01: Troppo tempo in stato di WAIT
MAuE02: Macchina ferma per F1
Ma4: Encoder non connesso
Ma5: Timer in overflow
MAuE03: Zero valido: FN+A] 0 su Sk2007 FN+Z] 0 su ECODD
MAuE04: Lo zero valido è nell’ECODD, FN+Z per accettarlo
MAuE05: Lo zero valido è nel SETUP, FN+A per accettarlo

Messaggi relativi a Gestioni ed Operazioni varie

Ma1: Dati setup persi. Effettuare setup

Questo messaggio compare all’accensione della macchina, nel caso in cui i dati di Setup contenuti nella memoria
FLASH della scheda Pcb_2007 non siano ritenuti validi dal software.
Questo avviene quando la scheda Pcb_2007 è nuova, quando i dati sono stati cancellati tramite l’apposito Reset, e
comunque in qualsiasi caso essi non siano ritenuti validi dal software.
All’accensione l’utente è avvertito tramite questo errore che il Setup non è valido.
L’errore è cancellabile con il tasto [F8], questo consente all’utente di accedere alle funzionalità per eseguire un Setup
valido, indispensabile per il funzionamento della macchina.
Senza Setup valido la macchina non può funzionare correttamente, i dati presenti nel Setup di DEFAULT (eprom cu-
stom), devono sempre subire correzioni dovute alla differenze tra le macchine, ed ai dispositivi eventualmente montati
(optionals).

Riferimenti
Altre informazioni sono disponibili nel:
MANUALE INTERFACCIA UTENTE1. Setup macchina

MAuE01: Troppo tempo in stato di WAIT

Questo errore avverte l’utente che nel passaggio per il passo zero del ciclo calza, dopo essere intervenuto lo stato di
“wait” (attesa) per l’esecuzione di un operazione richiesta dall’utente o dalle procedure automatiche di controllo, questo
stato di “wait” non si è disabilitato dopo l’operazione.
Queste operazioni, ad esempio sono una modifica delle maglie operata nel ciclo precedente dall’utente, oppure auto-
matica dal controllo della lunghezza calza.
La macchina resta quindi a fine ciclo, in rotazione, senza conteggio gradi attivo.
Dopo alcuni secondi interviene questo errore, l’utente è così avvisato del problema.
Questo errore ha il compito di evitare che la macchina resti indefinitamente in rotazione al passo zero senza che l’utente
sia avvisato.
La soluzione è semplicemente “spegnere la macchina”, non esistono problemi in quanto si è al passo zero; alla riaccen-
sione la macchina potrà ripartire senza problemi.
In caso si prema [F8] cancellando l’errore e si metta in moto la macchina, dopo alcuni secondi essa si fermerà nuova-
mente con questo errore, e ciò fino a che non verrà spenta.

Avvertenze
Attenzione
Questo errore in realtà è sintomo di un altro problema, in condizioni normali non dovrebbe mai comparire.
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

- 264 -
MAuE02: Macchina ferma per F1

Al di fuori del passo Zero, se viene attivato il tasto [F1] di blocco dell’avanzamento Catena si attiva anche un controllo
per il corretto utilizzo di questo tasto.
Dopo un determinato periodo di tempo (circa 30 secondi) con macchina in moto e tasto attivo, la macchina si ferma con
questo errore.
Questo messaggio avverte l’utente che la macchina, al di fuori del passo Zero, è in moto con tasto [F1] attivo.
Questo è ritenuto un funzionamento anomalo, e quindi la macchina viene fermata.
Se si elimina l’errore e si mette in moto la macchina senza disattivare il tasto [F1], essa dopo lo stesso tempo si fermerà
nuovamente.
L’attivazione del tasto [F1] al di fuori del passo Zero è logicamente utilizzata solo per manutenzione o prove.

Messaggi relativi alla gestione del conteggio Encoder

Ma4: Encoder non connesso

Questo errore appare quando il conteggio macchina non è sincronizzato, cioè non è stato ancora ricevuto un segnale
di zero valido che consenta l’inizio del conteggio.
Questo errore appare quando, con macchina sincronizzata (la macchina ha già raggiunto il primo zero per iniziare il
conteggio), l’impulso Encoder (Resolver) arrivato è uguale a quello precedente.
Praticamente verifica che con macchina in rotazione 2 impulsi di conteggio successivi tra loro non siano uguali.
Ciò potrebbe essere sintomo di Encoder (Resolver) non connesso, controllare i cablaggi dal Resolver all’Azionamento
motore, dall’Azionamento alla scheda Pcb_2008.
I dispositivi interessati al problema sono:

• Il Resolver

• Il Motore.

• La scheda Azionamento motore.

• La scheda Pcb_2008.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Ma5: Timer in overflow

Un problema di questo tipo è dovuto a ritardi nelle tempistiche delle operazioni fatte dal software.
Esso non dovrebbe mai comparire all’utente in quanto il problema può essere solo software o hardware della scheda
Pcb_2007.

Avvertenze
Attenzione
Contattare il personale tecnico Lonati/Dinema per un analisi più approfondita del problema e per le eventuali soluzioni
dello stesso.

Messaggi relativi alla gestione dello Zero cilindro

- 265 -
MAuE03: Zero valido: FN+A] 0 su Sk2007 FN+Z] 0 su ECODD

Questo errore compare in molte occasioni e avverte l’utente che è utile verificare la posizione dello zero meccanico
prima della partenza del ciclo calza.
Bisogna però distinguere 2 situazioni differenti dovute alla predisposizione macchina.A. Macchina equipaggiata con
Azionamento motore tipo: RUNNER B. Macchina equipaggiata con Azionamento motore tipo: ECODD15

Macchina equipaggiata con Azionamento motore tipo: RUNNER

Con questa predisposizione questo errore non potrà mai comparire.


In queste condizioni lo Zero meccanico è eseguito e memorizzato direttamente sull’Azionamento RUNNER, non è pre-
sente nessun dato sulla scheda Pcb_2007.

Azionamento tipo RUNNER: Gestione Zero meccanico


Questo Zero meccanico è una configurazione contenuta nell’Azionamento stesso, in caso di sua sostituzione o inver-
sione con altra macchina l’utente dovrà autonomamente eseguire una nuova acquisizione di questo Zero.

Macchina equipaggiata con Azionamento motore tipo: ECODD15


Nel secondo caso è subentrata una gestione completamente nuova.
Questo Azionamento ECODD è connesso tramite un protocollo CAN alla scheda Pcb_2008.
Tutti i parametri di funzionamento dell’Azionamento sono contenuti nel software di personalizzazione della macchina
(“eprom custom”).
All’accensione essi vengono trasmessi all’Azionamento ECODD, il quale si adatterà al modello di macchina.
La macchina (software) riconosce sempre in automatico quale tipo di Azionamento è montato.
Se è presente e attiva la relativa linea CAN, stabilisce che la macchina è equipaggiata con l’Azionamento tipo ECODD
e si comporta di conseguenza.
I dati di funzionamento saranno trasmessi all’Azionamento, inoltre si userà un “set” di “Parametri tallone” specifico per
questo tipo di Azionamento.
In caso contrario si predispone per il funzionamento con un Azionamento di tipo RUNNER.

In caso di Azionamento ECODD, lo “Zero meccanico”, oltre che memorizzato nella memoria FLASH della scheda
Pcb_2007 (Setup macchina), è anche memorizzato nella memoria FLASH dell’Azionamento.
In questo modo lo stesso dato (“Zero meccanico”) è memorizzato in 2 luoghi fisici differenti, sulla scheda Pcb_2007 e
sull’Azionamento ECODD.
Questo sistema di memorizzazione duale dello “Zero meccanico” consente al software di eseguire ad ogni accensione
una verifica della coerenza dei 2 dati.
Questo fatto non era possibile con il precedente Azionamento RUNNER, in quanto non esisteva nessun collegamento
CAN tra esso e le schede logica della macchina.

In conclusione, questo errore compare all’utente quando lo “Zero meccanico” contenuto nel Setup macchina (scheda
Pcb_2007) è differente da quello contenuto nell’azionamento ECODD.
Quindi in caso di sostituzione di una delle 2 schede contenenti lo “Zero meccanico” (scheda Pcb_2007 e Azionamento
ECODD) è possibile sempre recuperare questo dato; ovviamente queste schede non devono essere sostituite contem-
poraneamente.

L’utente a questo punto avrà 3 possibilità.


1.Primaposbltà

Acquisire e considerare valido lo “Zero meccanico” presente nella scheda Pcb_2007.


Premere quindi i tasti [FN] + [A].
Lo “Zero meccanico” sarà automaticamente copiato anche nell’Azionamento Motore e sarà utilizzato nel
funzionamento della macchina.
Naturalmente l’utente per prendere questa decisione deve aver valutato che in precedenza era stato sosti-
tuito l’Azionamento e che quindi lo Zero valido della macchina è quello presente sulla scheda Pcb_2007. 2.
Seconda possibilità
Acquisire e considerare valido lo “Zero meccanico” presente nell’Azionamento ECODD.

- 266 -
Premere quindi i tasti [FN] + [Z].
Lo “Zero meccanico” sarà automaticamente copiato anche nella scheda Pcb_2007 e sarà utilizzato nel
funzionamento della macchina.
Naturalmente l’utente per prendere questa decisione deve aver valutato che in precedenza era stata so-
stituita la scheda Pcb_2007 e che quindi lo Zero valido della macchina è quello presente sull’Azionamento
ECODD. 3. Terza possibilità
L’utente non ha certezza di quale sia lo Zero valido, e quindi per evitare rischi decide di procedere ad una
nuova Acquisizione dello Zero, quindi entrerà nel Setup e eseguirà la procedura relativa.
Per poter procedere l’utente dovrà: porre la chiave in posizione di “Programmazione”, cancellare l’errore
con [F8], entrare nel Setup, attivare l’apposita procedura e acquisire lo Zero.

Il software macchina, in 2 particolari situazioni, indirizza l’utente verso il comportamento che ritiene più probabile.
In questi casi però non compare questo errore, ma comparirà invece un errore in cui è indicato univocamente quale tasti
premere, presupponendo già quale sia lo Zero valido.
1.Primastuzonepcl

Nella locazione di memoria relativa allo “Zero meccanico” del Setup macchina (scheda Pcb_2007) è scritto
“Zero”.
Questo può avvenire, ad esempio a seguito di un aggiornamento software della macchina, oppure in caso
dei Reset del Setup o sostituzione della scheda Pcb_2007 con una nuova.
In questo caso, se è presente uno Zero valido nell’Azionamento ECODD, un messaggio di errore consiglie-
rà all’utente la pressione dei tasti [FN] + [Z] per copiare questo valore anche nel Setup macchina (scheda
Pcb_2007), e quindi considerarlo valido e acquisito a tutti gli effetti. 2. Seconda situazione particolare
Nella locazione di memoria relativa allo “Zero meccanico” dell’Azionamento ECODD è scritto “Zero”.
Questo può avvenire, ad esempio in caso di Azionamento nuovo, o a seguito di un aggiornamento software
dell’Azionamento stesso.
In questo caso, se è presente uno Zero valido nel Setup macchina (scheda Pcb_2007), un messaggio di
errore consiglierà all’utente la pressione dei tasti [FN] + [A] per copiare questo valore anche nell’Aziona-
mento ECODD, e quindi considerarlo valido e acquisito a tutti gli effetti.

Consiglio per l’utente.


In tutte queste situazioni in cui si è acquisito uno zero meccanico (in particolar modo quando è stato confermato uno
zero con [FN] + [A] o [FN] + [Z]) è consigliabile che l’utente verifichi che lo zero acquisito corrisponda effettivamente allo
lo zero meccanico.
Quindi con [